Issuu on Google+

ANSA- MANOVRA: SPACCA, PER MARCHE IMPATTO MAGGIORE DEL PREVISTO ANSA- MANOVRA: SPACCA, PER MARCHE IMPATTO MAGGIORE DEL PREVISTO MANOVRA: SPACCA, PER MARCHE IMPATTO MAGGIORE DEL PREVISTO DOMANI A CONFERENZA PRESIDENTI RESTITUZIONE DELEGHE BASSANINI (ANSA) - ANCONA, 13 LUG All''ordine del giorno della Conferenza dei presidenti delle Regioni di domani, e poi della Conferenza Stato regioni, la restituzione delle deleghe conferite alle Regioni stesse dalla Bassanini. ''''Se, come e'' probabile, il Governo non accettera'', restano aperte due strade; una legge regionale e il ricorso alla Corte Costituzionale''''. Cosi'' il governatore delle Marche Gian Mario Spacca, che ha calcolato, per la regione, un impatto maggiore della manovra finanziaria rispetto a quello previsto. In una comunicazione fatta oggi al consiglio regionale , Spacca ha detto: ''''Secondo i nostri calcoli, considerato che nel 2011 il concorso delle Regioni alla manovra e'' di 4 miliardi e che il totale dei trasferimenti statali e'' di circa 6 miliardi , la percentuale media delle riduzioni e'' di circa il 67%. Applicando questa percentuale alla somma dei trasferimenti che la Regione Marche dovrebbe ricevere nel 2011, si evince che i tagli sul suo bilancio hanno un impatto stimato in 148 milioni di euro (una prima stima era di 130; ndr): 71 come minori trasferimenti ex Bassanini e 77 come minori altri trasferimenti statali''''. ''''La drastica riduzione delle risorse di cui potra'' disporre in entrata, obblighera'' la Regione - ha seguitato Spacca - a ridurre automaticamente i corrispondenti stanziamenti di spesa. Occorre sapere - e purtroppo sembra proprio non saperlo Chiamparino - che grandissima parte delle risorse che verranno tagliate alla Regione sono quelle che vengono annualmente trasferite dalla stessa ai Comuni e alle Province. Pertanto al netto dei fondi Fas, e'' prevedibile che nel 2011 ai primi potranno essere trasferiti dalla Regione circa 25 milioni anziche'' 74 e alle seconde circa 31 anziche'' 94''''. Le Marche ''''hanno esasperato la via del risparmio'''', ma la riduzione della spesa sara'' maggiore di quella prevista: 9 milioni di euro, rispetto ai 5-6 stimati, di cui due per la revisione degli enti, 912 mila euro per la riorganizzazione delle auto blu, 5 milioni per il riordino dell''apparato amministrativo, 385 mila euro le spese di rappresentanza. ''''Speriamo ancora - ha concluso Spacca - di arrivare a un ragionevole compromesso'''', altrimenti ci sara'' lo ''spegnimento'' delle competenze per le quali verra'' a mancare la copertura finanziaria, con due strade da percorrere: una legge regionale, appunto, o il ricorso alla Corte costituzionale per illegittimita'' della manovra, in quanto violerebbe il quarto comma dell''art. 119 della Costituzione che stabilisce la necessita'' della piena corrispondenza e dell''adeguatezza contabile tra risorse finanziarie e funzioni amministrative attribuite


Manovra Ansa 13 Luglio 2010