Page 1


PRESENTAZIONE Sono un giovane architetto, laureato a marzo 2014 presso la Scuola Politecnica di Genova, Facoltà di Architettura, nella Laurea Magistrale in Architettura con Curriculum in Progetto, tecnologia e Ambiente, dopo che già nel 2011 avevo conseguito una Laurea di Primo Livello in Tecniche per la Progettazione Architettonica e la Costruzione Edilizia.

Gianluca Frezza +39 3468911720 [IT] gian.frezza@gmail.com it.linkedin.com/in/frezzagianluca

Il mio lavoro di tesi magistrale, dal titolo “Origami Deployable Structures” , ha rappresentato una nuova sfida da affrontare prima di completare il percorso di studi: si è trattato infatti di una ricerca in primo luogo e di uno studio applicato ad effettive proposte per il concepimento e la realizzazione di strutture dispiegabili da poter applicare in ambito architettonico sotto varie forme e con funzioni che possono variare da un ambito ad un altro. Si è trattato di uno studio e di una progettazione eseguita, per la prima volta nel mio caso personale e della mia collaboratrice, attraverso l’uso di programmi che mi consentissero di approfondire e sviluppare il linguaggio di “architettura parametrica” , molto in ascesa in questi ultimi anni, ma di non semplice intuizione ad una prima sommaria analisi. Mi piace lavorare all’interno di una squadra ed infatti come si può notare anche dai lavori di seguito esposti nel portfolio, ho avuto diverse esperienze di workshop e laboratori realizzate in team. Sono in grado di lavorare su tutto il processo che riguarda la progettazione, partendo quindi dall’idea iniziale, ricercando e sviluppando il tema di ricerca e la seguente progettazione architettonica. Sono inoltre in grado di laorare alla realizzazione dei modelli tridimensionali degli elaborati sia a livello grafico/multimediale con vari software di disegno, sia attraverso l’elaborazione di modelli fisici realizzati con vari materiali.

ISTRUZIONE 2011/14 Corso di Laurea Magistrale in Architettura all’Università degli Studi di Genova, Scuola Politecnica, sezione Architettura Laurea Magistrale in Architectura, curriculum Progetto, Tecnologia e Ambiente Tesi: Origami Deployable Structures Votazione 110/ 110 cum laude 2007/2011 Corso di Laurea di primo livello in “ Tecniche per la Progettazione Architettonica e la Costruzione Edilizia ” presso l’Università di Genova, Scuola Politecnica, sezione Architettura Laurea Triennale in Tecniche per la Progettazione Architettonica e la Costruzione Edilizia Tesi: Museo D’Arte Darsena Votazione 110 / 110 1997/2001 Corso di Scuola Superiore presso l’ISS A.Manetti a Grosseto (GR), Geometri Diploma di Geometra Votazione 80 / 100


ESPERIENZE LAVORATIVE + WORKSHOP 2005/07 Tirocinio presso Campani Costruttori srl a Grosseto (GR) Costruzione strutturale di eidifici in c.a. e murature nella

provincia di Grosseto

2010

Tirocinio svolto insieme ad una selezione di altri studenti della Scuola Politecnica di Genova, sezione Architettura presso ARRED

Rilievo e riqualificazione di un edificio nel centro storico di Genova

2013 Workshop di modellazione parametrica tenutosi a Roma “Plug It” Livello Base di Grasshopper, Tutor Arturo Tedeschi

CAPACITA’ E COMPETENZE PROFESSIONALI Lingue: Italiano (madrelingua) Inglese (buono) Programmi: _Disegno 2D e modellazione 3D Autodesk Autocad (eccellente) Autodesk Revit Architecture (buono) Google Sketchup (eccellente) Rhinoceros 5 (buono) +Grasshopper e altri plug-in (buono) _Immagini e grafica Photoshop (buono) InDesign (buono) _Sistemi operativi Piattaforma Windows Word, Excel, PowerPoint

(eccellente) (eccellente)


INDICE

PROGETTAZIONE URBANA E RICERCA

07 Origami Deployable Structures

Tesi Magistrale 2014

19

Progetto per nuove reidenze, Stradone Sant’Agostino, Genova Laboratorio Progettazione IV

2012

25 Riqualificazione Autorimessa AMT, Via Bobbio, Genova

Laboratorio Progettazione V

2012

34 Realizzazione percorso Urbano a Peagna, Savona

Laboratorio di Urbanistica

2012

RILIEVO E RESTAURO DELL’ARCHITETTURA

24 Rilievo di un edificio sito a Camogli, Genova

Rilievo fotogrammetrico dell’architettura

2010

28 Rilievo e restauro di una Villa Storica, Genova

Laboratorio di Restauro Architettonico

2011


9

ORIGAMI DEPLOYABLE STRUCUTURES, TESI MAGISTRALE

Il tema trattato nel lavoro di tesi non ha affrontato un classico progetto di architettura, ma si è articolato su una ricerca e su una successiva applicazione, dell’arte orientale degli origami, al progetto e alla definizione di particolari tipologie strutturali, le dispiegabili: esse infatti durante il loro dispiegamento che avviene per consentirne l’apertura, compiono dei movimenti assimilabili a quelli svolti dagli origami durante il loro variare di forma. Per riuscire a controllare le forme che si generavano ad ogni passo del nostro lavoro, ci siamo avvalsi di un applicativo di Rhinoceros, Grasshopper, un programma che attraverso la sua interfaccia di script grafico, ci permette di controllare in tempo reale ogni fase del processo generatore delle forme. Di seguito saranno illustrati i risultati ottenuti a livello architettonico una volta intrecciati origami e strutture dispiegabili, come primi esempi di uno studio, di una ricerca e di definizioni formulate solo ed esclusivamente con movimenti regolati dal punto di vista puramente geometrico senza l’introduzione di formule algebriche all’interno del processo. Questo lavoro si pone comunque solo come una base iniziale dalla quale in seguito ripartire per affrontare il tema in maniera ben più dettagliata a livello di materiali e strutture, magari riuscendo a creare dei nuovi pattern da sviluppare per la generazione di nuove forme e strutture.


Alcuni dei modelli di origami analizzati

Schema di movimento di una struttura

10


11

Prima ipotesi progettuale: Tenda ombreggiante


Generazione della superficie Come possiamo vedere di seguito, abbiamo generato la forma finale partendo da un singolo modulo; una volta ottenuta la forma desiderata abbiamo analizzato la struttura per osservare in quali punti le deformazioni sarebbero state maggiori.

12


13

Seconda ipotesi progettuale: Copertura Temporanea


Generazione della superficie In questo caso una volta generata la forma come nel caso precedente, si è proceduto ad una minima ottimizzazione: si è infatti cercato come esempio per un possibile problema reale, di generare la forma in modo tale che essa si appoggi solo in ben determinati punti.

14


15

Terza ipotesi progettuale: Copertura per Impianto Sportivo


Generazione della superficie In questo caso una volta generata la forma come nel caso precedente, si è deciso di dispiegare l’intera superficie generata in modo da formare una copertura fissa, ancorandola a terra e alla struttura portante degli elementi dell’impianto stesso.

16


17

Quarta ipotesi progettuale: Struttura dispiegabile

In quest’ultimo esempio abbiamo realizzato una struttura che avrà sempre un volume specifico sia da chiusa che da aperta, potendo essere usata per vari scopi.


21

PROGETTO PER REISDENZE + MAGAZZINO TEATRO DELLA TOSSE, STRADONE SANT’AGOSTINO, GENOVA L’intervento rappresenta una nuova costruzione residenziale all’interno del centro storico di Genova. L’obiettivo è stato quello di andare a ricucire il tessuto urbano presente in quella zona, dove un angolo di un isolato era rimasto vuoto a causa della guerra. La posizione e la conformazione del lotto non sono delle migliori a causa della forma trapezioidale presente alla base; la vicinanza (in alcuni casi si trasforma aderenza) dei fabbricati esistenti non aiuta l’irraggiamento solare diretto delle nuove residenze. Il progetto è stato quindi articolato su più piani, che ruotano con lo sviluppo in altezza del fabbricato in modo tale da cercare la migliore illuminazione per le abitazioni, andando a creare due tipologie tipo di appartamenti che si alternano nei piani. Il prospetto principale che si va a formare è quello su Stradone Sant’Agostino, ad ovest, dato che il prospotto a Nord ospita il vano scala, quello a sud è molto vicino ad un edificio già esistente e quindi privo di aperture, e quello ad est è invece rivolto verso un cortile verde privato, nel quale si trova al piano terra il magazzino teatrale che ci è stato chiesto di riprogettare sommariamente.


22


23

Prospetto principale su Stradone Sant’Agostino

Sezione Est - Ovest tra Prospetto principale e cortile interno


27

TRASFORMAZIONE RIMESSA AMT, VIA BOBBIO, GENOVA L’intervento oggetto del nostro laboratorio ha riguardato la riqualificazione e la trasformazione di un area ( la rimessa Amt di Via Bobbio), che in futuro cambierà destinazione d’uso, trasformandosi da attuale autorimessa di mezzi pubblici a nodo di interscambio per coloro che arrivano da fuori Genova, sia per quanto riguarda il posteggio dei mezzi, sia per quanto concerne l’uso temporaneo di nuove residenze. Ci è statto così chiesto di elaborare un progetto attinente alle normative vigenti nella zona, rispettando per quanto riguarda i consumi dell’edificio i dettami del protocollo Itaca. Per quanto riguarda la parte strutturale ci era stato chiesto di realizzare le parti interrate in c.a., mentre per quelle fuori terra di utilizzare elementi lignei , siano essi puntuali o continui: nel nostro caso abbiamo scelto i continui attraverso l’uso dell’X-Lam.

Step generazione delle volumetrie degli edifici


Schema distributivo dei flussi


29

Pianta Piano Primo: disposizione tipo delle residenze


30


31

Piante delle varie tipologie di appartamenti


Schema analitico delle schermature presenti in facciata

32


33

Prospetti


34


35

Sezioni LOTTO A


Sezioni LOTTO B

36


39

PROGETTAZIONE DI UN CENTRO DI RICERCA NEL CENTRO STORICO DI PEAGNA, SAVONA Il progetto ideato in colloborazione con altri team di lavoro composti da altri studenti del nostro stesso corso di studi, prevedeva da parte nostra lo sviluppo di un percorso enogastronomico che andasse a toccare i punti di maggiori interesse siti all’interno e nei dintorni del centro storico di Peagna. In ogni area individuata e classificata come interressante da rivalutare, sono state inserite strutture architettoniche del tipo tendo/tenso strutture con il compito di creare dei punti di sosta e di riposo lungo il percorso.


41

Profilo altimetrico del percorso progettato

Sezione S1

Schema apertura tensostruttura

Sezione S3


Idea di un nuovo percorso per valorizzare l’immobile restaurato

42


47

RILIEVO E PROGETTAZIONE DEGLI INTERVENTI DI RESTAURO DA EFFETTUARE SU DI UN MANUFATTO STORICO, GRANAROLO, GENOVA L’intervento di restauro proposto in questo laboratorio ha avuto come oggeto in questione villa Tomati, una delle Ville nobiliari del capoluogo ligure, posta sulle alture che dominano il Porto della città stessa. Dopo un primo sopralluogo durante il quale è stato effettuato una prima analisi superficiale dell’edificio, corredatada una campagna fotografica per inquadrare meglio l’immobile, si è proceduto con un rilievo longimetrico in pianta e su una delle facciate della villa, la quale diventerà in seguito l’oggetto del nostro restauro. Attraverso il programma di fotoraddrizzamento Rollei MSR, è stata raddrizzata, attraverso delle foto, una facciata dell’edificio in modo da quantificare in maniera certa le quantità dei lavori di restauro che andranno effettuati in quelle zone. Sono infine state fatte delle ipotesi di interventi di restauro da effettuare con relativo computo metrico estimativo.

Viste aeree della Villa


Rilievo planimetrico dell’immobile Piano terreno

Piano primo

48


49

Rilievo degli alzati Parete EST

Effetti raddrizzamento con MSR

Propsetti raddrizzati con il solo ausilio di Photoshop Prospetto SUD

Prospetto NORD


Risultato finale dopo il raddrizzamento con MSR

Prospetto OVEST

50


51


Risultato finale dopo il raddrizzamento con MSR

52


53

Stato Attuale Prospetto EST

Stato di progetto Prospetto EST


Idea di un nuovo percorso per valorizzare l’immobile restaurato

Stato di progetto Prospetto EST: sezione scalone

54


55


56


58

RILIEVO, FOTORADDRIZZAMENTO E PROPOSTA DI RESTAURO DI UNA FACCIATA, CAMOGLI, GENOVA

In questa elaborazione grafica si è proceduto ad un rilevamento fotogrammetrico e longimetrico prima, e ad un successivo fotoraddrizzamento della facciata di un edificio posto nel comune di Camogli (GE). Il lavoro è stato svolto attraverso un rilievo eseguito sul posto con una stazione totale per i punti posti sulla facciata, ed uno di tipo longimetrico per le parti più basse dell’edificio non rilevabili da distanza. Per il fotoraddrizzamento è stato usato un applicativo di Autocad chiamato Fotorad.


Prospetto Raddrizzato

Proposta Prospetto Restaurato

59


Portfolio Frezza Gianluca  

Portfolio of Architectural / Academic works, architectural design, urban design, restoration and conservation

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you