Page 1

Anno 24 - N°01 del 16/01/2018 - www.newentry.eu - bergamo@newentry.eu - Pubblicità: Gianluca Boffetti 347.73.52.863 BERGAMO GRATUITO

Da 24 Anni raccontiamo emozioni...

RIFLESSIONI

SOCIETA’

ESPERTI A VOI

ITINERARI

IN LIBRERIA

GUSTO

INFO MOTORI

SALUTE

PLAY MUSIC

SPECIALI

Il Giornale della Gente

sugli inserzionisti tramite la rivista, il sito, l’App, la newsletter o il profilo social.


EDITORIALE

Caro Adriano,

buon compleanno e grazie di tutto, carissimo compagno di una vita...

Ci sono amicizie, cari lettori che nascono all’improvviso e ti accompagnano per tutta la vita. Sono trascorsi quasi 31 anni da quel 24 ottobre 1987 nel quale la mia vita interiore cambiò radicalmente. Avevo 14 anni, mi ero appena trasferito da casa da un paese ad un altro abbandonando gli unici due amici che avevo. Ero un ragazzo molto timido, riservato e ciò ha comportato anni difficili per me. Giunto alle scuole superiori situate nel centro della città di Bergamo capii subito che il mondo non era quello che mi ero sempre immaginato. I classici bulli in classe la facevano da padrone mentre gli altri pecoroni se-

02 www.newentry.eu

guivano le loro orme incitandoli e ridendo sui gesti che facevano. Avevano preso di mira un compagno che, oltre ad essere timido, aveva anche qualche problema fisico. Stavo zitto, non partecipavo alle loro cattiverie ma mi sentivo comunque complice del loro schernire e soprattutto non capivo perchè un ragazzo in difficoltà veniva strattonato e preso in giro anzichè aiutato dalla classe. Un giorno cercai di difenderlo e così anche per me si scatenò l’inferno. Ogni mattina il suono della campanella della prima ora segnava l’inizio alla sofferenza, del dolore, delle lacrime nascoste... Tornavo a casa con mille pensieri per la testa, non capivo il loro comportamento: com’era possibile


EDITORIALE

che esistevano ragazzi insolenti, irrispettosi dove tutto era lecito pur di farsi vedere agli occhi dei compagni? E com’era possibile che c’erano dei compagni che pensavano a ridere anzichè difendere il proprio compagno? E così, a casa nella mia cameretta, mi chiedevo se ero io che non mi sapevo adeguare alla realtà oppure erano gli altri ad essere fuori luogo. Solo che quando ti trovi in una classe dove il 90% la pensa diversamente da te, qualche dubbio ti assale... Ma qualcuno aveva creato un disegno per me che si materializzò un sabato sera, nell’ormai lontano 1987. Mi trovavo a casa di zii, in una sala dove genitori e parenti chiacchieravano del più e del meno e sullo sfondo un televisore acceso che faceva da cornice all’ambiente. Mi trovavo seduto su un divano con mio cugino e tutto ad un tratto avvertii come un lampo, un fascio di luce, come se qualcuno volesse che la mia attenzione fosse rivolta allo schermo. In quell’istante, un personaggio famoso del quale conoscevo a malapena la canzone “Azzurro” e “Il ragazzo della via Gluck” disse una frase che mi rimase impressa e che tuttora fa parte di me: “Per fare del male, non serve uccidere... basta gettare un pezzo di carta in un prato” Fui letteralmente folgorato dalla frase, più che altro perchè avevo trovato finalmente una persona che la pensasse come me... Da quel giorno inziai a studiare il personaggio, a trascrivere i testi delle sue canzoni nelle quali trovai concetti profondi sulla vita che mi aiutarono a rafforzare le mie convinzioni che in realtà stavo perdendo a causa della stupidità dei miei compagni di classe. Nonostante la mia vita reale non fosse comunque migliorata, ero felice di aver trovato un amico meraviglioso al quale rivolgersi nei momenti bui. Un amico, se volete irraggiungibile, ma presente nel cuore e nella mente. E così, grazie al suo spirito guida creai insieme ad un altro meraviglioso amico, di nome Michele, sempre vivo dentro di me, questa rivista cercando www.newentry.eu 03


EDITORIALE

di diffondere i veri valori della vita quali l’amicizia, l’amore, il rispetto... e soprattutto per dare voce a tutti coloro che non avevano la possibilità di esprimersi perchè indifesi, timidi, emarginati. Era il 1994 e da allora New Entry continua il suo progetto... Negli anni a venire iniziai a creare e condurre spettacoli davanti al pubblico con temi di forte attualità come il bullismo, la droga, la violenza... sotto lo spirito guida di Adriano fino a giungere ai giorni nostri. Ho raccontato tutto questo per farvi capire quanto per me Adriano Celentano sia stato importante nella mia vita... e lo è tuttora!

L’incontro con Adriano in occasione del 40° anniversario di carriera

E’ probabile che senza le tue parole, i testi delle tue canzoni non sarei uscito così facilmente da quel tunnel di solitudine ed emarginazione che aveva travolto la mia gioventù ed è per questo che non smetterò mai di ringraziarti... Nell’aprile del 1995 ho avuto la fortuna di incontrarti e di scambiare qualche battuta con te. Solo il pensiero di quel momento meraviglioso mette i brividi al cuore, ricordo di averti raccontato quello che hai fatto per me e tu, oltre ad avermi ascoltato con gli occhi lucidi, mi hai abbracciato con tanto calore ed affetto. Con le tue canzoni, i tuoi film, hai scandito la mia vita, c’era sempre un qualcosa di te che mi aiutava e mi aiuta ancora oggi ad andare avanti. Ti ringrazio Adriano per le tue indimenticabili canzoni che mi hanno fatto crescere... con il tuo carismo sei riuscito a parlare dritto al cuore della gente, ti sei messo in discussione più volte pur di cercare di svegliare la massa ormai lenta e arida di sentimenti. La tua voce, atipica e calda, in grado di rendere emozionante qualsiasi cosa mi accompagnerà sempre... Buon compleanno Adriano! Ti voglio bene. Gianluca Boffetti 04 www.newentry.eu

Autografo di Adriano Ascoltiamo “Eva” Mina - Celentano Ascoltiamo “L’Emozione non ha voce”

Adriano Celentano


FARMACIA LODRINI Dott.ssa Lodrini Nicoletta

Il 19 gennaio

BlackFriday Bionike

Sconto del 50% su tutti i trucchi e del 30% sui trattamenti viso.

Il 5 febbraio

prova gratuita trucco Vichy; sconto del 20% su tutta la linea.

Il 14 Febbraio trattamento gratuito Nuxe!

Come nelle migliori spa,sconto del 20% su tutta la linea. ORARI DI APERTURA: da lunedĂŹ a sabato 8,30-12,30 e 15,00-19,00

MADONE (BG) - Via Papa Giovanni XXIII,30 Tel. e Fax 035 99 22 65 - lodrinifarmacia@gmail.com


RIFLESSIONI

Difendiamo la nostra religione! A Bolzano e a Ghedi (Bs) atti indecorosi nei confronti del Presepe e dei Cristiani Oggi 16/12/2017 sul giornale la “Verità” è ap-

parsa la fotografia dello scempio del presepe fatto a Bolzano, in pieno centro. Tre ragazzi (tra cui una ragazza) hanno profanato il presepe con gesti e pose a dir poco volgari e scandalose. Mi chiedo se noi cristiani dobbiamo sopportare ancora per molto la mancanza di rispetto alla nostra religione. Prima ci tolgono i crocifissi dalle scuole e dai luoghi pubblici...poi non ci permettono di fare presepi e canti natalizi nelle scuole...ora i ragazzi si divertono a profanare presepi. Un caso simile è successo una settimana fa a Ghedi... ragazzi usciti dalla discoteca sono entrati in una proprietà privata e si sono divertiti

Per la tua dichiarazione dei redditi affidati a professionisti qualificati e certificati. CAF CGN

a rompere le statue e a portare via alcuni pezzi del presepe. Possibile che tutti fanno silenzio e nessuno interviene? Da cristiana certi atti mi fanno venire il voltastomaco.Forse è ora che lo Stato intervenga a difesa della nostra religione e delle nostre radici cristiane. Prima o poi Gesù si stancherà di tutto questo e presto, me lo auguro, Dio per difendere suo Figlio, ci faccia perire come Sodoma e Gomorra. Questi ragazzi vanno puniti ...e molto severamente. Non si possono far passare questi gesti con poche parole oggi e poi domani è tutto dimenticato! E’ appena trascorso il Natale, Gesù bambino non può sopportare anche questo. Nilde

POTETE FISSARE UN APPUNTAMENTO TELEFONANDO AL NUMERO

035 64 18 88 AI NUOVI CLIENTI SCONTO DEL 10% SU Modello 730 singolo - Modello 730 congiunto Modello Unico - IMU - TASI

C.R.C. CONSULTING SRL - Via del Crocefisso,2 (ang. Via Pitentino) - ALMENNO SAN SALVATORE Tel. 035 64 18 88 - Fax 035 64 12 52 - segreteria@crcconsulting.it 06 www.newentry.eu


GUSTO A TAVOLA

Sacher Torte

Ingredienti 120 grammi di farina 00 50 grammi di mandorle 7 uova 150 grammi di cioccolato fondente 170 grammi di zucchero 200 grammi di burro 200 grammi di marmellata di albicocche per la glassa 150 grammi di zucchero a velo 150 grammi di cioccolato fondente con 2 cucchiai di acqua Procedimento Sciogliere 150 grammi di cioccolato e lasciarlo intiepidire.In una terrina unite lo zucchero al burro ammorbidito e fare una crema omogenea, incorporare uno alla volta i tuorli tenendo da parte gli albumi. Quando il composto sarà omogeneo aggiun-

gere il cioccolato tiepido e la farina. Tritare le mandorle finissime, montare gli albumi a neve ferma e unire al composto facendo attenzione a non smontare, perciò mescolare dal basso verso l’alto. Imburrare e infarinare una tortiera e versare il composto. Cuocere in forno caldo per circa 50 minuti a 170°. Lasciare raffreddare la torta, poi con un coltello seghettato tagliare orizzontalmente in due parti. Intiepidire la marmellata per poterla spalmare uniformemente sulla base centrale, poi ricomporre la torta. Preparare la glassa sciogliendo il cioccolato fondente , aggiungere 2 cucchiai di acqua tiepida e lo zucchero a velo poco per volta mescolando con un cucchiaio di legno fino a quando la crema diventerà omogenea. Con una spatola cospargere la glassa sulla superficie facendo aderire la glassa anche sui bordi. Con un po’ di glassa messa nel sac a poche scrivere Sacher Torte. Anna - www.cucinacreare.it

NEW ENTRY il Giornale della Gente

Quindicinale d’informazione sociale e culturale

Decreto del Presidente del Tribunale di Bergamo n°21 del 09/03/2000 Editore e Direttore Responsabile: Gianluca Boffetti

Direttore Onorario: Michele Cortinovis Anno 24 - N°01 del 14/01/2018 Stampa Press R3 - Almenno San Bartolomeo (Bg)

Sede: Brembate di Sopra (Bg) Via Tresolzio n° 48 www.newentry.eu 07


SOCIETA’

Polemiche sul nulla e dubbi su tutto Dal primo gennaio, secondo quanto riportato in alcuni quotidiani, è scaduto il limite di 240.000 euro per i dipendenti del Parlamento, ma, ovviamente, i cittadini italiani per cosa si indignano? Per i sacchetti biodegradabili che costano da 1 a 3 centesimi di euro, quindi, direi, al massimo 10 euro l’anno. Abbiamo sui carburanti accise dal 1936, un’imposta sul valore aggiunto (IVA) aumentata di 2 punti percentuali, IMU, TASI, TARI, IRPEF, IRES, IRAP, contributi, imposte di registro, bolli, canoni e mille altri balzelli e decidiamo di creare scompiglio per 10 euro annui che, teoricamente, potrebbero aiutare a salvaguardare l’ambiente? Stiamo veramente perdendo contatto con la realtà. E’ iniziata una campagna elettorale carica di promesse stupide e irrealizzabili, a cui, con la pancia, molti sembrano credere, perché chi non vorrebbe seguire ciecamente chi ci propone idee semplicistiche a problemi molto complessi? Un consiglio molto banale è quello di domandarsi con quale denaro potrebbero realizzare anche una sola delle misure promesse. Ricordo che il vero macigno sulla crescita dell’economia italiana è il debito pubblico (2.300 miliardi, circa), i cui interessi hanno inevitabilmente contribuito a creare deficit, sebbene, grazie all’intervento della Banca Centrale Europea, questo costo sia stato molto ridotto negli ultimi anni. Non si esclude, però, che presto gli stimoli monetari europei inizino a diminuire, con il ritorno del target inflazionistico comunitario. La BCE, presto, smetterà di stampare moneta, nel senso che cesserà il piano di acquisti di titoli di stato precedentemente promosso per rimettere in modo l’economia comunitaria. Ebbene sì, stampare moneta non 08 www.newentry.eu

significa altro che acquistare titoli di Stato (o altre tipologie di strumenti finanziari, con determinate caratteristiche e secondo le quote di partecipazione di ogni Paese), non ha nulla a che vedere con l’idea comune che “basta stampare moneta per risolvere tutto”. Ehm, no. Non funziona così, nonostante sia ciò che nel recente passato certi personaggi volessero farci credere. Chissà perché, una volta che la BCE ha effettivamente iniziato a stampare moneta, ogni riferimento si è spento. Credo che una delle gravi lacune, che ci impediscono di vedere chiaramente ciò che ci propinano, sia la mancanza di formazione in ambito economico e finanziario. Se ne ha palese prova ogni volta in cui qualcuno tenta di interpretare la manovra di bilancio, confondendo la politica fiscale e quella monetaria. Per farla breve: la politica fiscale riguarda i tributi e la spesa pubblica (quindi decisioni statali, essenzialmente, pur restando entro vincoli a cui l’Italia ha volontariamente aderito che, tra l’altro, servono a salvaguardare il futuro dei giovani, evitando deficit eccessivi, a meno che vi siano situazioni particolari che fanno da eccezione). La politica monetaria, invece, viene definita in


SOCIETA’

ambito comunitario dalla banca centrale, con il fine ultimo della stabilità dei prezzi, mantenendo l’inflazione a livelli prossimi, ma inferiori, al 2%. Sono due cose ben diverse, per quanto, se adeguatamente gestiti, possono cooperare al fine di incentivare la crescita, come è avvenuto negli ultimi anni, con l’abbattimento dei tassi di interesse di riferimento, che ha contribuito (anche) alla riduzione dei tassi sui mutui (e le nostre tasche ringraziano). Vogliamo, veramente, continuare a credere che problemi complicati possano avere soluzioni semplici? Se sì, perché non le hanno adottate fino ad ora? Vogliamo continuare a fare polemica sul nulla o iniziare ad essere elettori consapevoli, leggendo effettivamente i programmi elettorali? E, se questi sono carichi di promesse senza alcuna cifra per la copertura, vogliamo domandarci dove

Creazione

Silvia Boffelli

raccoglieranno tutto il denaro necessario? Banalmente… se dobbiamo comprare un’auto, non ci domandiamo, PRIMA, dove troveremo il denaro per pagarla? Soprattutto se abbiamo già una montagna di debiti? Questa è l’attuale situazione italiana. In molti promettono di regalarci qualsiasi cosa, ma nessuno ci dice come verrà pagata (da noi, in qualche modo, perché il deficit di oggi è il debito di domani). Pensiamoci. Pensiamoci anche e soprattutto per la generazione che voterà per la prima volta, nonostante i dubbi in merito all’astensionismo. Pensiamoci per le generazioni che non possono ancora votare, ma che rischiano di pagare il salatissimo conto dei nostri azzardi, della nostra leggerezza, delle promesse vuote, fatte per vincere, ma non per governare seriamente. Paola

Laboratorio di idee su misura Uomo - Donna Lavori di sartoria e restyling Tendaggi su misura e rifacimento divani

MOZZO (BG) - Via Mozzi, 20 Cell. 339 53 61 629

Tutto su confezioni per tovagliato www.newentry.eu 09


ESPERTI A VOI

Protezione dalla luce Blu: la salute della retina I nostri occhi sono costantemente sottoposti a numerosi fattori di stress provenienti dell’ambiente circostante. Il primo fattore di stress è proprio quello legato alla loro funzione visiva: la luce che colpisce i nostri occhi, ci permette di vedere, ma la sua componente ultravioletta è dannosa per gli occhi, proprio come per la pelle. Ulteriori fattori di stress sono rappresentati dall’uso intensivo di schermi che emettono queste stesse radiazioni ultraviolette, il fumo e l’inquinamento ambientale. L’esposizione a queste condizioni critiche causa i principali segni d’invecchiamento nei nostri occhi: la cataratta, cioè l’opacizzazione del cristallino, la lente che sta all’interno del nostro occhio, e la degenerazione delle cellule della retina, conosciuta anche come Degenerazione Maculare legata all’Età. La macula è la parte centrale della retina, in cui si trovano le cellule sensibili alla luce, dette fotorecettori, che ci permettono di vedere nitidamente. Insieme queste due patologie rappresentano le principali cause di cecità nel mondo sviluppato. Per proteggersi dalla luce troppo intensa, l’occhio utilizza dei sistemi naturali di protezione, 10 www.newentry.eu

quali l’ammiccamento palpebrale, il restringimento della pupilla, la funzione di schermo del cristallino e soprattutto i pigmenti oculari della retina, la Luteina e la Zeaxantina, che filtrano la luce e proteggendo i fotorecettori dalla luce ultravioletta. La Luteina è un carotenoide antiossidante particolarmente importante, in grado di filtrare la luce e quindi di proteggere i punti più delicati della retina dagli effetti nocivi delle radiazioni luminose. In natura si trova nei vegetali a colori vivaci, in particolare nelle verdure a foglia verde e negli alimenti di colore arancione e giallo. La Zeaxantina è un carotenoide della famiglia delle xantofille, pigmenti gialli presenti nelle foglie verdi insieme alla clorofilla, che appaiono con evidenza nelle foglie caduche autunnali. Essa è presente soprattutto in alimenti come il granoturco, il succo d’arancia, il mango e il tuorlo d’uovo, ai quali conferisce, insieme al carotene, il colore. In natura ci sono più di 600 tipi differenti di carotenoidi, ma solo 20 sono diretti agli occhi. Di questi 20, la Luteina e la Zeaxantina sono gli unici due che vengono depositati in grandi


ESPERTI A VOI

quantità nella macula delle retine degli occhi. Importantissima per la salute dei nostri occhi è la vitamina A, o retinolo, che svolge un ruolo fondamentale nei processi visivi: una sua deficienza, anche moderata, può essere responsabile di una riduzione delle capacità visive, soprattutto in situazioni di oscurità o scarsa luminosità. La vitamina A, infatti, garantisce la rigenerazione della rodopsina, il pigmento visivo contenuto nei fotorecettori deputati alla visione crepuscolare. La vitamina A la troviamo nelle carni e nei latticini. Particolarmente interessanti sono i benefici dei frutti del Mirtillo nero che sono tradizionalmente usati per migliorare la funzione visiva globale. Essi contengono ben 15 tipi diversi di antocianosidi, che conferiscono al Mirtillo nero un elevato potere antiossidante e lo rendono utile, in particolare, per la rigenerazione della rodopsina. L’uso di computer e dei dispositivi digitali è aumentata in modo esponenziale negli ultimi anni e la naturale protezione attuata dai nostri occhi grazie alla presenza di queste preziose sostanze nutritive potrebbe non essere più sufficiente. La luce blu proveniente da questi dispositivi può provocare sindrome da occhio secco, bruciori, congiuntiviti, cataratte precoci, eccessiva

sensibilità alla luce, alterazioni del film lacrimale. Allo scopo di proteggere maggiormente i nostri occhi da queste fonti di luce blu intensa, oggi esistono lenti per occhiali con trattamenti specifici che filtrano le radiazioni ultraviolette degli schermi digitali, dannose per i nostri occhi. Allo stesso modo, per preservare la salute della retina dai danni della luce, consigliamo di indossare occhiali da sole di qualità quando ci si espone alla luce intensa, come al mare o in montagna, soprattutto per chi ha gli occhi chiari e per i bambini. Per mantenere la salute dei nostri occhi, quindi, è importante attuare tutta una serie di accorgimenti, che vanno dall’alimentazione sana all’uso di occhiali con specifiche lenti protettive. Dott.ssa Marta Ghilardi Ottico Optometrista - Passione Ottica

Ottici Optometristi Consulenti per il benessere visivo Passione Ottica - Ottici Optoetristi

Via Sorte, 31 24030 Brembate di Sopra BG 035332495 info@passioneottica.it - www.passioneottica.it www.newentry.eu 11


LI EL GE M

TO RO

E

NE RG I VE

AR

RO

ON LE

09

2/

NC

6 /0 8-2

/0

CA

-21 24

08

3/

7-2

/0

Questo cielo è a dir poco meraviglioso. Anche se non ti piace farlo vedere, ora sei ottimista, sicuro di te e di ciò che fai. L’instancabile energia e l’ambizione ti permettono di ottenere buoni risultati, nessun settore ne è escluso. Nuovi orizzonti da ricercare. In amore, otttima intesa con il partner... faville...

5 /0

Non perdere il controllo delle situazione e l’amor proprio se non ti diverti, anzi litighi con il tuo lui/lei di sempre. Eventi fortunati in arrivo, costruttivi in ogni settore. darti per una posizione di maggiore responsabilità.

23

07 2/

6-2

/0

22

E’ un periodo molto utile per i contatti, conoscere gente nuova, per vivacizzare i piani professionali. Stai entrando in un periodo di successi di miglior scorrevolezza. Se poi riesci a limitare l’inclinazione all’azzardo allora conquisterai l’ammirazione di tutti. Fiducia. 12 www.newentry.eu

Sei nervoso, agisci impulsivamente e sei un po’ troppo ambizioso. Ma un Mercurio splendido ti protegge da sbagli e abbagli, ti dona intuito finissimo e loquacità perfetta per fare colpo sui tuoi interlocutori. Asseconda il bisogno di comunicare.

21

04 La gioia di vivere e provocano occasioni interessanti. Sono giorni speciali, in cui poter constatare che i sogni possono tradursi in magnifica realtà. E’ il momento di credere davvero in te, senza farti frenare da sciocchi dubbi.

05 0/ 4-2 /0 21

0/ 3-2 /0 21

IET E

OROSCOPO dal 15 al 29 Gennaio 2018

Cerca di moderare gli squilibri con soci e colleghi. In caso di necessità puoi sempre contare sull’aiuto tempestivo degli amici più cari. Quello che conta è non demordere e, se necessario, elaborare una nuova visione delle cose. Metti ordine nei progetti, anche quelli sentimentali.


12

O SA GI TT AR I

2/

11

10

SC OR PI ON E

1-2

2/

2/

BI LA NC I

/1

0-2

9-2

Evita di caricarti di impegni (sentimentali e professionali) e di strafare nello sport e alla guida, specie giovedì. Forse in questo periodo non hai voglia di pensare all’amore, che vedi come una perdita di energia, ma presto cambierai idea.

23

/1

/0

Creativo, dinamico, attivo in ogni settore. Sai valorizzare ogni momento d’amore, vivendolo liberamente e con la consapevolezza che hai fascino. Il partner è abbagliato da questa tua intraprendenza, è lusingato dalle avance. Fertilità.

23

23

A

OROSCOPO dal 15 al 29 Gennaio 2018

Agisci con diplomazia, ma senza esitazione. Ora non ti fai certo prendere in giro, la tua è una fase di carica, di efficacia nell’azione che non accenna a diminuire, nonostante i dispetti astrali. In amore ti farai notare da un’amica che saprà apprezzarti per quello che sei.

Abbigliamento Bambini & Ragazzi

SALDI DAL 30% AL 50% Via Antonio Stoppani 90 - 24030 Pontegiurino - Berbenno (Bg) Tel. 035 86 35 52 - Cell. 329 191 6661 - antoniapalladino68@gmail.com www.newentry.eu 13


SPECIALE

Associazione Nella Casa di Dorothy Finalmente qui

Ce l’abbiamo fatta!!! Finalmente siamo un’associazione, quante lotte prima di raggiungere il traguardo, quanti ostacoli e ripensamenti ma il coraggio di noi famiglie dell’autismo ci ha spinto oltre!!! E abbiamo vinto! Il nostro sogno si è avverato, siamo l’associazione “Nella casa di Dorothy”, ente giuridico riconosciuto che porterà avanti sempre con maggiore determinazione i suoi progetti, non mi fermerò mai, non ci fermeremo mai, io non mi arrendo!!!! E fosse l’ultima cosa che faccio prima di lasciare questa terra la struttura nascerà, una casa famiglia, in cui lasciare i nostri figli per “il dopo di noi”, doloroso pensiero che imprigiona le nostre menti, lasciarli soli in questo mondo. Ci rifiutiamo di vivere la logica dell’istituto, il nostro sogno è un luogo simile ad una famiglia dove possano vivere la quotidianità dell’oggi anche senza mamma e papà. Vorremmo partire dalla donazione di un appartamento per cominciare a realizzare dei progetti e poi piano piano, proseguire col nostro obiettivo, chissà mai che leggendo queste righe che racchiudono le speranze di una mamma col cuore sanguinante di preoccupazione, un benefattore non si faccia avanti e doni all’associazione un appartamento. Noi siamo qui, qualsiasi vostro dono è ben accetto per noi “anche una goccia è il mare”. Per ora qualcosa di concreto lo abbiamo realizzato, uno sportello giuridico in cui un legale, a titolo completamente gratuito, difenderà i diritti dei nostri bimbi. Si terranno inoltre nella sala consigliare del comune di Brembate di Sopra, a cadenza mensile, degli incontri sulla tematica dello spettro autistico, tenute da professionisti che offrono la loro disponibilità a titolo gratuito. L’entrata è libera, vogliamo che le nostre voci siano per tutti, anche per chi non vive l’autismo. 14 www.newentry.eu

È stata dura arrivare fino a qui, ma la determinazione di noi famiglie ha navigato senza mai affondare nel burrascoso mare delle difficoltà, le incertezze, onde gigantesche sembravano a volte sommergere tutto, ma siamo sempre riemerse vittoriosi e più forti che mai... Finalmente qui, per dimostrare al mondo quanto coraggio ci vuole per difendere i propri cuccioli indifesi, che un domani dovranno restare in questo mondo spinoso. Per quanto sarà arduo ed estenuante, cercherò in ogni modo di lasciare a mia figlia un cuscino di ricordi dove posare il capo la sera quando io vivrò solo nei sogni, ma che sia almeno confortevole il luogo in cui trascorrerà le sue giornate. Aspettiamo ogni vostra donazione, anche piccola... per noi ha un valore immenso Ringrazio tutti quelli che sono con noi, nel cammino, sono molti e ne sono felice, grazie immense, grazie perché Dorothy ha trovato il leone coraggioso e l’uomo di latta che è in ognuno di noi, con un cuore che batte verso chi e più debole ed indifeso..... Non finirò mai di ringraziare il vice presidente Domenico Lo Guarro, è anche grazie a lui che questa associazione esiste. Pronto ad aiutarci nelle difficoltà, veramente un padre meraviglioso e attento per il suo bambino, una persona d’altri tempi. Non mi sbaglio mai sulle persone, ho compreso fin da subito che dovevo creare un gruppo compatto di persone di cui potevo porre


SPECIALE

la mia piena fiducia e con il signor Lo Guarro ho trovato un valido alleato in questo cammino che ho intrapreso. Grazie anche a Gianluca Boffetti, direttore di New Entry, nostro consigliere e tesoriere, per aver compreso l’enorme valore sociale dell’iniziativa e aver accettato di essere tra noi. E tutti voi della pagina facebook, i lettori della rivista che spesso mi scrivono per esprimermi la loro solidarietà, perché l’autismo non è solo di chi lo vive ma anche di chiunque voglia ascoltare. Io non mi fermo, l’associazione non si ferma, continueremo nel fine ultimo la realizzazione di una casa famiglia sul territorio di Brembate di

Sopra, anche fosse l’ultima cosa che faccio prima di lasciare questa terra, quella casa ci sarà! Lo devo alla mia bambina, lo devo a tutti i figli dell’autismo. Vi abbraccio di cuore Tiziana Valsecchi Siamo un gruppo di mamme e papà di bambini autistici. Abbiamo creato una associazione, a cui abbiamo dato il nome “Nella casa di Dorothy”. Qui ci scambiamo opinioni, ci confrontiamo ed ogni tanto ci incontriamo per un caffè. Se anche tu hai un vissuto simile e vuoi entrare in chat, contattaci: Valsecchi Tiziana Cell. 329 98 05 488

Poco prima

A noi mamme dell'autismo.....

So delle lacrime versate poco prima di chiamarmi, io vivo la tua stessa tristezza; non posso che dirti "non sentirti sola", la banchina da cui partono le nostre storie conserverà sempre uno spazio speciale alla nave delle tue giornate, dove tu potrai accostare e trovare una zattera dove il burrascoso mare dell'autismo a volte sembra sommergerti. Versa tutte le lacrime che vuoi, l e nuvole resteranno silenziose ad ascoltare il tuo melanconico dolore; noi madri dell'autismo saremo presenti per raccogliere a bordo con mani amiche, il naufrago che il tuo cuore diviene quando la stanchezza sembra seppellirti nella nebbia di una resa... Dobbiamo nutrire un soldato che non lascerà mai la reggia, il suo codice d'onore è impresso con una simbiosi che dobbiamo accettare mamma! Ma non temere ad ogni mareggiata violenta noi siamo il porto sicuro in cui trovare riparo...buona giornata mamma. Tiziana Valsecchi

Farfalle, variopinte con voli di accecante consapevolezza di una sentenza che nessun tribunale delle stelle potrà mai cancellare.... A noi mamme dell'autismo non è permesso di descrivere il domani doloroso pensiero, di una vuota assenza di pronta difesa, solitarie creature vediamo i nostri figli Fuori vi sono famelici demoni pronti a ferire questi colombi di purezza mentale, che come lanterne luminose danzano ruotando, ridendo felici di esistere.. A noi mamme dell'autismo che ricamavo su di una tela che si insanguinò velocemente quando una carta gettata su di un tavolo diede il secondo nome ai nostri figli.... marchiati, per una società che non comprende quanto il loro valore risieda nel nostro battere coraggioso le ali ad ogni loro conquista... A noi madri dell'autismo non resta che vivere sullo stesso albero, dove un arcobaleno multiforme da forza alle nostre lotte Tiziana Valsecchi www.newentry.eu 15


SPETTACOLO & ARTE

Lei e il circus della Formula 1 vanno di pari passo. Dove c’è uno, c’è anche l’altra. E l’altra è lei, Giorgia Capaccioli. Occhi chiari, capelli biondi, fisico da sballo. Una delle “madrine” dello sport più veloce del mondo. Nella stagione 2017 non ha saltato un appuntamento. Sempre in pista, nei box o al paddock, al fianco dei numeri uno del volante. Una ragazza che va a tutto gas. E che, a dispetto dell’apparenza, è prossima a laurearsi in Ingegneria Gestionale a Milano, attaccatissima ai valori e alla famiglia. Ma la Formula 1 è solo l’ultima delle sue avventure. Tutto è iniziato con Miss Italia nel 2014, quando da Nord a Sud la bellezza di Giorgia Capaccioli lasciò un segno indelebile. Oggi, a tre anni da quella straordinaria partecipazione televisiva che la inserì fra le 60 ragazze più affascinanti dello Stivale, è volto noto delle tv locali della 16 www.newentry.eu

Giorgia Capaccioli una Miss per la Formula 1

Lombardia, testimonial per importanti brand di moda ed eventi come il milanese Just Wine approdato persino a Barcellona, conosciuta sui social e protagonista di numerosi videoclip musicali. E pensare che l’inizio è stato… in salita. Erano anni che ci pensavo… fin quando nel 2014 mi sono decisa e mi sono buttata nel concorso di Miss Italia. In tanti mi avevano suggerito di provarci, ma io ero una adolescente timida seppur incuriosita. E poi avevo mamma che mi frenava: lei, ballerina della Scala di Milano, conosceva il mondo della moda e dello spettacolo ed era scettica sulla mia volontà di entrarci… Ma alla fine… Partecipai alle selezioni locali, e seppur con qualche ostacolo iniziale, conquistai il consenso del pubblico. Col mio numero 21 sono


SPETTACOLO & ARTE

arrivata tra le 60 finaliste: emozione stupenda, avendo ricevuto tanto senza aspettarmi molto. Tant’è vero che… Finito il concorso sono stata contattata da varie Agenzie, mi sono avvicinata al mondo del cinema, ma sono comunque andata avanti a studiare. Fa parte del mio dna, non mi faccio allettare da ciò che non esiste. Eppure, tante ti invidiano. Non è da tutte girare il mondo con la Formula 1… Faccio parte dello staff di hostess e ragazze che girano il mondo nel Paddock Club, un autentico spettacolo che mi dà la possibilità di vivere bellissime avventure e visitare luoghi bellissimi. Com’è il mondo della Formula 1? Esclusivo. Incredibile. Magnifico e semplice. Non avrei mai pensato di legarmi cosi tanto a quest’evento. Potrei raccontare diversi simpatici aneddoti tipici della mia persona in un nuovo ambiente, senza capirci ancora molto:

da scivolate in mezzo alla pista da ballo, al non riconoscere qualche pilota e scambiarci due chiacchiere... Prima impressione: ricchezza e superficialità. Poi ho continuato con altre tappe e le persone che ho conosciuto mi sono entrate nel cuore. Con esse la Formula1. Hai usato tre aggettivi: partiamo dal primo: esclusivo. Esclusivo perché le destinazioni, il target che l’evento di per sé attira, sono accessibili ai pochi. E poi ci siamo noi, a servire e ospitare i nostri ospiti in ambienti che a noi diventano subito familiari. Incredibile. Perché sei spallottato a destra e a sinistra in giro per il mondo in posti sconosciuti, a volte nel giro di una settimana, e allo stesso tempo ti senti a casa. Magnifico e semplice. Come il binomio macchina-pilota o scude

www.newentry.eu 17


SPETTACOLO & ARTE

ria-meccanici. Io sono sempre per la semplicità e la concretezza. Scopri quanto queste siano potenti e disarmanti, quando ti rendi conto che sono le fondamenta di una Ferrari, quando conosci la semplicità delle persone che ci lavorano dietro: meccanici, ingegneri, piloti. Hamilton, Vettel, Raikkonen: visti dai box, come sono? Invisibili. Fantasmi o divinità del podio. O li vedi là sopra, o da uno schermo. Son gli unici 3 che sfuggono sempre. È come se vivessero in qualche altra realtà parallela nello stesso arco temporale. Al contrario vivono piú “tra noi” Massa, Ricciardo, Verstappen, Hulkenberg e addirittura il campione Rosberg quando torna a trovare il Paddock Club. Nel tuo curriculum figurano tante collaborazioni di prestigio. Esperienze che continuano a susseguirsi, regalandomi bellissimi soddisfazioni. Ho parte-

18 www.newentry.eu

cipato alle pubblicità di Borotalco, Sky Sport, Sammontana, comparsa in qualche set di cinema… E poi sono stata scelta per il catalogo di abbigliamento sportivo del brand made in Italy DF Sport Specialist. Ma di Giorgia Capaccioli si sente parlare anche… in tv. Ho avuto la fortuna di diventare testimonial del locale milanese FiftyFive e di promuoverlo durante le puntate di QSVS, la straordinaria trasmissione in onda su TeleLombardia. E sui social il tuo personaggio… decolla. Ho un buon seguito, pur essendo partita da zero. Ho collaborato con brand importanti come OVS e Hawkers, anche in questo caso felicissima del risultato. CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/giorgiacapa/ @giorgiacapa


PERCHE’ scrivo qui? Perché sono un ragazzo determinato che insegue i suoi obiettivi ricorrendo a ogni strumento opportuno. Sono Leonardo, ho 29 anni, ingegnere, alla ricerca di una ragazza intelligente, educata che ami ridere e che come me senta che è ora di vivere una relazione seria e orientata al futuro. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377.

035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377.

ALBERTO ha 51 anni, è alto e magro, fisico sportivo. Ha un lavoro di responsabilità che lo porta a volte all’estero. E’ un uomo realizzato. Fa sport in particolare la bicicletta ed adora ama il mare. Vorrebbe conoscere una donna che sia femminile e magra, meglio mora e meglio non fumatrice per instaurare un rapporto serio ma dinamico e complice. Incontri del Cuore FABIO 33 anni, impiegato tecnico. Vive solo. Nel TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. tempo libero fa volontariato in una onlus che si occupa di bambini. E’ un ragazzo simpatico, PAOLA ha 36 anni. Longilinea, occhi azzurri, capelli ricespansivo e coinvolgente. Vorrebbe incontrare ci. E’ diplomata e lavora come impiegata. Sola da alcul’amore della sua vita. Cerca una ragazza sem- ni anni ora è pronta per la vera storia d’amore. Cerca plice ed alla mano per coinvolgente e costrutti- un Lui simpatico passionale e che creda nell’amore. va storia sentimentale. Incontri del Cuore TEL Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e What035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. sapp 377.2089377. BETTY ha 45 anni compiuti da poco, di bell’aspetto, dolce e solare, impiegata. Ama le cose semplici della vita. Vorrebbe conoscere un uomo max 55 anni simpatico, seriamente interessato ad intraprendere un vero rapporto di coppia. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. BARBARA ha 33 anni è nubile di corporatura minuta e dall’aspetto dolce. E’ legata ai valori tradizionali. Ama la terra e la vita semplice anche se a volte fatta di fatiche. Incontrerebbe un Lui desideroso di un rapporto serio ma complice, improntato a diventare qualcosa di importante e duraturo. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. SIMONE 48 anni, artigiano. E’un uomo giovanile sia nell’aspetto che di mentalità, ama la sua professione alla quale ha dedicato impegno, energie e tempo, è una persona ironica, positiva, pacata, di ottimo dialogo. Appassionato di motociclismo, crede nella possibilità di costruirsi una famiglia con una Lei seria, affidabile, comprensiva. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. SEI UNA RAGAZZA SINGLE? Sei seria e in cerca dell’anima gemella? Fino a 35 anni iscrizione gratuita. Contattaci per maggiori info TEL www.newentry.eu 19


LETTERATURA

Se potessi rinascere Qualcuno mi ha chiesto giorni fa se, potendo rinascere, avrei vissuto la vita in maniera diversa. Li per li ho risposto di no, poi ci ho pensato un po’ su e… Potendo rivivere la mia vita, avrei parlato meno e ascoltato di più. Non avrei rinunciato a invitare a cena gli amici soltanto perché il mio tappeto aveva qualche macchia e la fodera del divano era stinta. Avrei mangiato briciolosi panini nel salotto buono e mi sarei preoccupata molto meno dello sporco prodotto dal caminetto acceso. Avrei trovato il tempo di ascoltare il nonno quando rievocava gli anni della sua giovinezza. Non avrei mai preteso, in un giorno d’estate, che i finestrini della macchina fossero alzati perché avevo appena fatto la messa in piega. Non avrei lasciato che la candela a forma di rosa si sciogliesse, dimenticata, nello sgabuzzino. L’avrei consumata io, a forza di accenderla. Mi sarei stesa sul prato con i bambini senza badare alle macchie d’erba sui vestiti. Avrei pianto e riso di meno guardando la televisione e di più osservando la vita. Avrei condiviso maggiormente le re-

sponsabilità di mio marito. Mi sarei messa a letto quando stavo male, invece di andare febbricitante al lavoro quasi che, mancando io dall’ufficio, il mondo si sarebbe fermato. Invece di non veder l’ora che finissero i nove mesi della gravidanza, ne avrei amato ogni attimo, consapevole del fatto che la cosa stupenda che mi viveva dentro era la mia unica occasione di collaborare con Dio alla realizzazione di un miracolo. A mio figlio che mi baciava con trasporto non avrei detto: “Su, su, basta. Va’ a lavarti che la cena è pronta“. Avrei detto più spesso: “Ti voglio bene” e meno spesso: “Mi dispiace“… ma soprattutto, potendo ricominciare tutto daccapo, mi impadronirei di ogni minuto… lo guarderei fino a vederlo veramente.., lo vivrei… e non lo restituirei mai più. Ogni istante che Dio ti dona è un tesoro immenso. Non buttarlo. Non correre sempre, alla ricerca di chissà quale domani. Vivi meglio che puoi, pensa meglio che puoi e fai del tuo meglio oggi. Perché l’oggi sarà presto il domani e il domani sarà presto l’eterno. Erma Bombeck

Terno d’Isola (Bg) via E.Fermi,11 Tel. 035 90 54 70 www.ariannalatelier.com 20 www.newentry.eu


Erma Bombeck Biografia Nata a Bellbrook (contea di Greene, Ohio), crebbe a Dayton (Contea di Montgomery, sempre Ohio) con i genitori e la sorellastra Thelma. La sua carriera cominciò a 15 anni, nel 1943, quando una sua intervista a Shirley Temple, giunta a Dayton per la première del suo nuovo film Da quando te ne andasti, venne pubblicata dal Dayton Herald, per cui lavorava come copista. Lasciò il lavoro nel periodo universitario, poi venne riassunta nella sezione femminile del giornale. Dopo aver tenuto per alcuni anni una rubrica giornalistica di notevole successo, At Wit's End, cominciò a scrivere libri umoristici, molti dei quali divennero bestseller. Alcuni adattamenti per il piccolo schermo dei suoi romanzi, come il telefilm The Grass is Always Greener Over the Septic Tank e la sitcom Maggie furono, tuttavia, dei flop clamorosi; per undici anni fu ospite fissa del programma televisivo Good Morning America. Si impegnò e sostenne diverse associazioni per la ricerca contro il cancro, ad esempio l'Arizona Childhood Cancer Service. Il ricavato dalle vendite negli Stati Uniti del suo libro Want to Grow Hair, I want to Grow Up, I want to Go to Boise vennero devoluti all'American Cancer Society, quelli delle vendite all'estero all'Eleanor Roosevelt International Cancer Research Fellowships. Sposò Bill Bombeck, che aveva conosciuto alla redazione del Dayron Herald, da cui ebbe tre figli, Betsy (adottata), Andrew e Matthew. Morì a 69 anni, nel 1996, in seguito a complicazioni dopo un trapianto di fegato a cui si era sottoposta; è sepolta al Woodland Cemetery and Arboretum di Dayton. Fonte: Wikipedia

Ed è Poesia

“Adriano mito italiano” Chiari orizzonti si delineano nel mito vivente, uno strabiliante raccordo di musica e vigore, un eccentrico quanto carismatico idolo oltre la moda, un fluido di acuta personalità al di sopra delle parti, magnetico proprio dove serve in punta nostalgica. Tutto ciò è l’incomparabile, maestoso ed estroso storico molleggiato ... Di lui tutto si può dire tranne che è invecchiato nonostante i suoi 80 anni che sfoggia con leggerezza. Trainante nei suoi brani rimane il costume della gente. A priori è il personaggio per eccellenza, il re della melodia, un istrione capace di pizzicare le corde del cuore. Sempre attuale con quel suo talento naturale ed introvabile, senza mai perdere la via del successo, il più imitato da sempre, la garanzia di capolavori che scavano in profondità nelle coscienze. Ne ha fatta di strada da allora quel ragazzo della via Gluck, ha reinventato nuove idee per comunicare messaggi per esclusivi momenti di intimità colti nell’istantanea voce sua, da condividere con chi si ama veramente. Celentano orgoglio italiano, un misto di follia e simpatia, un pezzo di storia! E dopo quanto scritto, dopo aver valutato concreti fatti, si riconosca che egli è il numero uno... unicamente unico! Leggendario capostipite della musica sei forte... eh gia’ ... sei proprio forte! POETA FABRIZIO VILLA - 2018 www.newentry.eu 21


IL SALOTTO DI KETTY

ANNO NUOVO... SERVIZI NUOVI! Buon 2018!!! Innanzitutto prima di cominciare la nostra rubrica, io e Katia, vogliamo ringraziare personalmente i tanti che sono transitati in erboristeria a Presezzo il mese di dicembre. Quindi GRAZIE per la fiducia che ci date, GRAZIE per far parte del nostro piccolo grande mondo e GRAZIE perché è solo merito Vostro se riusciamo a dare sempre il meglio, facendoci crescere sia come professionisti sia come persone. Come tradizione vuole, si lascia nell’anno vecchio tutto quello che non serve più e si incomincia il nuovo anno con idee, stimoli e percorsi nuovi. Abbiamo in serbo un sacco di novità per farvi sentire ancora più vicini e interattivi al mondo del Naturale e del Benessere. È un regalo che abbiamo deciso di farvi e che abbiamo solo sommariamente anticipato sugli articoli precedenti. Come prima rubrica del 2018, vi vogliamo parlare appunto di queste novità, in modo che se avete domande, dubbi, perplessità o consigli da darci (noi vi ascoltiamo sempre!), potete contattarci per mail oppure passare direttamente in negozio a Presezzo. Allora per cominciare dobbiamo dare il benvenuto al nostro nuovo sito internet:

www.erboristeriapresezzo.com Qui troverete un sacco di informazioni utili, dai servizi che proponiamo, a un prontuario dettagliato di prodotti con cui lavoriamo nel seguire i vostri protocolli in base ai vari disturbi, in cui spieghiamo le composizioni, le indicazioni e le controindicazioni. Troverete anche una piccola descrizione su chi siamo (per quelli che ancora non ci conoscono!). Altra novità riguarda un calendario eventi. Infatti, da quest’anno abbiamo deciso di inserire, nel nostro punto vendita, delle serate informative, dove parleremo noi o professionisti esterni con cui collaboriamo, di tutti quegli argomenti che anche abbiamo trattato nei vari articoli, oltre ad altri riguardanti il mondo della Natura e del Benessere. Questo per dare la possibilità di poter interagire direttamente con noi, in modo da rispondere in diretta a tutte le vostre domande. Sempre nella sezione eventi, troverete un calendario sempre aggiornato sui corsi che proponiamo, come ad esempio corsi sulla meditazione, sulle mappe mentali, su come utilizzare la memoria, sulla crescita personale, sulle campane tibetane. Per la lista completa che verrà costantemente aggiornata, consultate il sito internet, troverete tutte le info sui vari corsi (durata, relatori, descrizione e costi). Abbiamo anche una sezione dedicata a Blog, dove ogni mese, affronteremo argomenti riguardanti le nuove scoperte nel mondo naturale (dall’alimentazione, ai fitoterapici, passando per lo sport e le soluzioni migliori nel campo della cosmesi naturale), perché 22 www.newentry.eu


IL SALOTTO DI KETTY

come vi abbiamo sempre detto, in questo mondo non si è mai arrivati; le nuove scoperte sono sempre dietro l’angolo e noi facciamo di tutto per scovarle! Altra novità molto importante riguarda la lunga lista di trattamenti che quest’anno introduciamo. Abbiamo creato con i nostri operatori Massoterapisti MCB (professionisti abilitati all’arte ausiliaria delle professioni sanitarie) una serie di terapie manuali, come Massaggio Benessere, Trattamenti Decontratturanti, Trattamenti di Linfodrenaggio Manuale metodo Vodder, Massaggi Sportivi, Tecnica del Kinesio Taping e di Reflessologia Plantare. Oltre a queste novità saranno sempre disponibili le consulenze private di Naturopatia, Floriterapia con fiori di Bach e Australiani, Test sulle Incompatibilità Alimentari e Thetahealing. Per la descrizione dei vari trattamenti, vi invitiamo a consultare il nostro nuovo sito, dove potrete avere tutte le delucidazioni in merito ed eventualmente tramite i nostri contatti chiedere di parlare con un operatore per farvi consigliare al meglio il tipo di trattamento più adatto alle vostre esigenze. Mi raccomado, iscrivetevi alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornati! Non costa nulla ma ha un grande valore! Questo è tutto quello che abbiamo creato di nuovo per voi in questo nuovo anno, sperando sia gradito e perdonateci in anticipo se dovessimo inciampare in qualche errore tecnico…dopotutto non siamo informatici ma operatori del Benessere!! Nel ringraziarvi nuovamente e nell’auguravi uno strepitoso 2018 che sia colmo di tutto quello che desideriate, vi invito nuovamente a contattarci oppure a passare in Erboristeria a Presezzo in caso di bisogno o di qualche chiarimento più approfondito. Ah dimenticavo, sono cambiati anche i nostri contatti…be’, le cose o si fanno bene oppure non si fanno, no?? Per ulteriori informazioni, dettagli, CONSULENZE PRIVATE o TRATTAMENTI MANUALI ci potete contattare: Mail negozio: info@erboristeriapresezzo.com Sito: www.erboristeriapresezzo.com oppure ci trovate in negozio ERBORISTERIA IL VISCHIO E LA QUERCIA, Via Vittorio Veneto, 1064 Presezzo. TEL 035/4156226. Ivan Mangili e Katia Mussetti

COSMETICA NATURALE FIORI AUSTRALIANI E BACH PRODOTTI FITOTERAPICI CONSULENZE NATUROPATICHE .... E MOLTO ALTRO!!! PRESEZZO (BG) - Via Vittorio Veneto, 1064 - tel 035/4156226 info@erboristeriailvischioelaquercia.it www.newentry.eu 23


IMMAGINI CHE FANNO SOGNARE

Blue Lagoon, si trova in Islanda ed è una delle 25 meraviglie del mondo.

L’isola nordica d’Islanda è diventata un luogo incredibilmente popolare per viaggiare negli ultimi anni. Blue Lagoon accoglie molti ospiti ogni giorno. L’acqua geotermica ha origine a 2.000 metri sotto la superficie, dove acqua dolce e acqua di mare si combinano a temperature estreme. Viene poi sfruttato attraverso i fori di perforazione in una vicina centrale elettrica geotermica, Svartsengi, per creare elettricità e acqua calda per le comunità vicine. Sulla sua strada verso la superficie, l’acqua raccoglie silice e minerali. Quando l’acqua emerge, la sua temperatura è generalmente compresa tra 37 ° C e 40 ° C (98104 ° F). Ma a causa di variabili al di fuori del nostro controllo - compresi il tempo e il periodo dell’anno - la temperatura dell’acqua a volte oscilla oltre questo intervallo. L’acqua geotermica ha una composizione unica, con tre principi attivi: silice, alghe e minerali. Il colore blu deriva dalla silice e dal modo in cui riflette la luce solare. Durante l’estate può anche esserci un tocco di verde nell’acqua. Questo è il risultato delle alghe, che si moltiplica rapidamente se esposte alla luce solare diretta. Tuttavia, e questo potrebbe sorprendervi, l’acqua è effettivamente bianca. Se lo versi in una tazza trasparente, 12 www.newentry.eu

avrà sempre un colore bianco lattiginoso. Il sole lo fa sembrare blu! L’acqua geotermica ha molti vantaggi. Ma ci sono alcune cose che dovresti tenere a mente. Gli elementi ricchi di nutrienti dell’acqua della laguna blu lo rendono un luogo ideale per immergere il tuo corpo. La temperatura dell’acqua è generalmente compresa tra 37-40 ° C (98-104 ° F). La laguna contiene 9 milioni di litri d’acqua. L’acqua è autopulente, si rinnova ogni 40 ore. Blue Lagoon è per lo più ca. 0,8-1,2 metri di profondità. Il suo punto più profondo è di 1,4 metri. Info: contact@bluelagoon.com Tel. +354 420 8800.

Pasticceria - Gelateria - Caffetteria

Dolce Venere

Produzione Propria Ampio Parcheggio Orari Apertura 06.30-20.00 Chiuso il lunedì

Via A. Stoppani,5 - PONTEGIURINO (Berbenno - Bg) - Tel.035.86.35.19


RIFLESSIONI

E son cinquantatre

Oggi è il mio compleanno e sono contenta. Sono viva, e

non è poco. Ho un lavoro, e non è poco neanche questo. E per di più mi piace, lo faccio con passione. Ho relazioni significative, rapporti di amicizia profondi, una famiglia, amo e sono amata. Con l’apertura del blog mi si è aperto anche un nuovo mondo di relazioni, e alcune sono diventate presenze importanti nella mia vita, persone a cui voglio bene, che sono nei miei pensieri e nel mio cuore, anche se non so che faccia abbiano. Ho una macchina fotografica che mi rende felice ogni volta che mi faccio prendere da lei e dal suo obiettivo, ogni volta che inquadro un’immagine di vita. Poi ho le mie preoccupazioni, le ansie, qualche notte insonne; ho le paturnie, i momenti difficili, faticosi, di sconforto e di timori. Le mie caviglie e la mia schiena guardano con orrore le bellissime scarpe tacco dodici, oramai importabili. Ombretti e mascara stanno nel cassetto perché l’occhio sinistro è suscettibile, e si irrita per nulla. L’eterna lotta con la bilancia è sempre più faticosa, perché gli sgarri si compiono in un attimo e vanno via dopo settimane di rigore. Le ginocchia non sono più quelle di una volta, e nemmeno le anche e le spalle. Convivo con i normali acciacchi che ognuno dei cinquantatré anni passati ha portato con sé. Ma questi cinquantatré anni hanno portato anche esperienze, vita ricca e significativa. Per citare le memorie di Neruda: “confesso che ho vissuto”. E vivo. Mi considero fortunata. E fin qui sono arrivata. sguardiepercorsi.it

WORLD NEWS

La sorpresa più dolce Prima la più dolce delle domande: “Mi vuoi sposare?”. Poi la sorpresa: due ore dopo aver risposto sì, Nicole Carfagna si è ritrovata a concretizzare la proposta del fidanzato Danny Rios che aveva già organizzato le nozze a sua insaputa. La storia è stata raccontata dalla Bbc. Nicole, una ragazza inglese, soffre di lupus, condizione che viene aggravata dalle situazioni di stress. Per questo motivo il compagno ha pensato di evitarle ogni ripercussione dettata dall’ansia organizzativa delle nozze e ha pianificato ogni dettaglio della cerimonia che si è svolta nello stesso giorno della proposta.

Sondaggio sugli Italiani: il 9% preferisce l’auto al sesso Il 66% dei guidatori vuole rimanere al volante nonostante l’avvento delle auto a guida autonoma. L’Italia, in assoluto, rimane ancora un popolo di guidatori: il 98% degli intervistati possiede un’auto, il 92% ha guidato nell’ultimo mese. Italiani, popolo di guidatori. E il 9% preferisce l’auto al sesso „Inoltre è 46% degli italiani vede la propria auto come un’estensione della propria personalità. Il 48% la preferisce ai videogames, il 35% allo sport o ad una bevuta in compagnia, il 13% ad un’uscita con gli amici. Il 9% preferisce la guida al sesso. Il 59% “spera che le generazioni future continuino ad avere la possibilità di guidare le auto”.“ www.newentry.eu 25


SPETTACOLO & ARTE

Elena Cacciabue

L’arte in un fumetto Questa volta Elena Cacciabue sceglie il fumetto per comunicare un messaggio importante. Dalla sua creatività nasce infatti un libro che parla di violenza sulle donne, per scuotere le coscienze. L’arte fa parte di Elena Cacciabue. È un’artista eclettica che conduce e dirige una scuola nel centro di Genova e che scrive, disegna, dipinge e fotografa, appena ne ha l’occasione. Elena Cacciabue è innanzitutto un’illustratrice di vecchio stampo. Si siede al tavolo e disegna. Tutto a mano. Senza pc. Sembra un’artista fuori dal tempo. “Petit” è nato dalla sua matita, un gattino che ha girato le librerie d’Italia; un personaggio che riassume valori tradizionali, quali la famiglia, la casa, il senso di semplicità e di condivisione. Un universo di valori autentici. Ma per parlare ai “grandi”, Elena percorre un’altra strada, quella della scrittura. Uscirà a breve il suo nuovo libro “Tavino, l’aspirante medico”, edito dalla sua casa editrice “Centro Artistico Art’Intorno”. 26 www.newentry.eu

Una storia suddivisa in una serie di episodi. Un libro a sfondo sociale, affrontato con un pizzico di satira. “Servirà soprattutto ad educare e a far riflettere” commenta l’autrice che in passato – fra le tante collaborazioni – ha lavorato anche con l’Acquario di Genova e Palazzo Ducale del capoluogo ligure, rimanendo sempre legata al suo territorio. Ed ora, di nuovo in libreria. In generale tutto ciò che riguarda la violenza mi ha sempre colpito. Ma è la disparità di forze soprattutto ad attirare la mia attenzione. Come si può picchiare un bambino, una donna, un anziano o un animale? Come si può compiere un gesto così ignobile e sentirsi ancora un essere umano? Le risposte hai provato a riassumerle nel tuo libro. Il protagonista è Tavino, un individuo che picchia la propria compagna e che continua ad


SPETTACOLO & ARTE

andare in giro credendo di essere ancora un uomo. È una storia toccante, affrontata con satira che fa riflettere lasciando l’amaro in bocca. Sì, perchè in realtà non c’è proprio nulla da ridere. Perché leggere il tuo libro? La storia vuole sensibilizzare la società ed invitare chi, come la mia protagonista Emma, scambia ossessione e morbosità per amore, subendo abusi e sentendosi impotente a parlare e a denunciare i fatti. Così come chi osserva questi brutali avvenimenti e tacendo acconsente.

impegno e dedizione costanti. Il Centro Artistico fa parte di me e della mia vita. Mi dà una soddisfazione immensa che però trovo anche nel mio Petit, nei miei quadri e ora in questo nuovo libro. Ho affrontato un argomento a me molto caro. La violenza non deve esistere. Credo sia un dovere fare qualcosa, anche nel proprio piccolo, per cercare di debellarla. Elemento non trascurabile: Elena Cacciabue è una disegnatrice vera. Matita e pastello, ovvero tanta fatica.

Nella vita in realtà sei un’artista poliedrica e polivalente. Mi occupo di ciò che ho sempre sognato fare. Ho decisamente creato il mio futuro, avendo fin da giovanissima obiettivi ben precisi in mente. Ho avuto la fortuna di lavorare presso l’Acquario di Genova dove ho potuto immergermi nel mondo lavorativo a 360 gradi; è stata la mia gavetta che mi ha “ svegliato” e non poco. Nella mia testa però si faceva sempre più vivo il desiderio di fondare una scuola dove le persone di qualsiasi età potessero imparare a disegnare, a dipingere o semplicemente a perfezionare la propria arte. E così è stato, l’ho creata con certificato ANAMMI n. N946

Sede operativa: TREVIOLO (BG) - Via Marconi,42 - Tel. 035 07 85 011 PALAZZAGO (BG) - Via Burligo,10 c - Cell. 347 90 98 361 - michela.scavo@gmail.com www.newentry.eu 27


SPETTACOLO & ARTE

Serve molto impegno, non voglio ritocchi del digitale. Per questo libro però ho contattato un bravissimo disegnatore che stimo molto. Il suo stile rispecchia quello che volevo per questa storia. Perché i bambini di oggi dovrebbero avvicinarsi al fumetto, travolti come sono dalla tecnologia? Sono a favore della tecnologia, se integrata correttamente nel nostro modo di vivere rapporti veri e giornate vere. È comodo essere tecnologici, avere un cellulare, sapere dove un figlio si trovi, riuscire a comunicare anche dall’altra parte del mondo con un click, ma questo non deve avere il predominio sui nostri valori autentici. L’arte per me è un quadro, una fotografia, una canzone, un libro oppure un fumetto. Il fumetto stimola la fantasia. La bellezza dei disegni, il racconto sia per immagini che per testo. È geniale... È tradizione, spero non passi mai di moda. Cosa rappresenta per te l’Arte? Nell’arte in generale io trovo il valore autentico della comunicazione, della bellezza, dell’emozione. E’ tutto. In ogni sua forma. La si può tro-

Copertina del Libro “Petit” 28 www.newentry.eu

vare ovunque, basta guardarsi attorno… Ci racconti dove scrivi? Prediligo il mio tavolo da disegno, che all’occorrenza diventa anche scrittoio. È raccolto, un po’ disordinato ma mi fa sentire davvero a casa. Mi dona un senso di pace, è complice del mio operato. Se preferisco carta o pc? Sempre e assolutamente carta. Non c’è nulla di più attraente per me di un foglio di carta bianco. Per ulteriori informazioni: www.elenacacciabue.com centroartistico@elenacacciabue.com


Offerte in vendita PONTERANICA

PONTERANICA

ALME’

Cod. 10003 Casetta indipendente possibilità due unità. € 186.000

Cod. 10908 Nuova realizzazione appartamenti, scelta finiture da € 79.000

Cod. 10912 Quadrilocale di 125mq ultimo piano box e cantina € 175.000

ALME’

SORISOLE

PALADINA

Cod. 11174 Centro paese, bilocale con ampio giardino privato € 79.000

Cod. 11185 Appartamento di 150mq TRIPLO box, zero spese € 230.000.

11192 Soluzione semi indipendente, ampio giardino, ottime finiture € 290.000

Offerte in affitto

SORISOLE bilocale in corte ristrutturata, arredato possibilità box. Cl. E – ipe 125.04 € 500,00 VILLA D’ALME’ trilocale 90 mq, ultimo piano terrazzato con doppio box Cl. F – ipe 168.04 € 550,00 VILLA D’ALME’ bilocale vuoto senza spese condominiali Cl. F – ipe 161.47 € 350,00 SORISOLE casetta indipendente e ristrutturata circa 65 mq non arredata Cl. F – ipe 165.21 € 500,00 ALMENNO S.S. trilocale vuoto nuovo con box cantina e posto auto Cl. B – ipe 55.21 € 550,00 tratt.

EsseVi Immobili - Tel. 035 63 63 27 Almè (Bg) - Viale Italia,37 - www.essevialme.it

esseviimmobili@alice.it


SPECIALE

Autismo: il Mostro del Silenzio La Pescatrice di Voci (Decima parte) Autrice: Daniela Vanillo

Una storia sussurrata a piccoli passi. LE PORTE DI MARIA Maria racconta: La spinta verso gli altri è un salto nel buio. Non ho i vostri tempi sono in una situazione lenta. Voi andate incontro alle cose quando correte o camminate, a me le cose vengono tutte addosso. Il mondo del silenzio non ha regole, è più sicuro, sei qualcosa e sei al sicuro. Ad esempio le scale, quei gradini! Sono dei rompicapo non sono tutti uguali sono delle trappole. Sono convinta di saperli salire e scendere tutti allo stesso modo ma non funziona.Davanti alle scale mi irrigidisco sempre, riesco a salire ma poi per scendere devo calcolare con velocità le distanze. Questo mi blocca o mi fa inciampare. Quindi a volte scendo seduta scivolando. 30 www.newentry.eu

Le scuole medie sono superate e quella scala fatta volando è solo un ricordo. Maria è brava a disegnare fumetti e la scelta cade su una scuola d’arte, un liceo artistico. A proposito le scale del liceo che frequenterà ricordano le scale di un artista che raffigurava scale in situazioni fantastiche collegate in differenti realtà, una sorta di saliscendi senza fine. Quindi, prima della decisione, le proveremo e le collauderemo anche nel senso dell’orientamento. La prova “scale” è andata bene! Penso che i muri perimetrali di contenimento le inibiscano le vertigini e la facciano sentire sicura. Al limite c’è sempre l’ascensore. Ma l’utilizzo dell’ascensore sarà una via difficile da praticare a causa di orari, bidelli e chiavi. Dopo la prova “scale” mi ripresento in segreteria spiegando di nuovo la situazione. Voglio essere sicura che abbiano capito bene! La risposta è affermativa, possono accettare l’iscrizione poiché “ragazzi come lei” hanno già frequentato questo istituto. Sì tratta di un liceo privato, l’alternativa a quello statale ritenuto, dopo il sopralluogo, più caotico e dispersivo e dal punto di vista logistico, improponibile. Io penso solo al suo bene ed al fatto che lì sarà più tutelata e sarà più serena e che, se fossero sorti dei problemi, avrei avuto degli interlocutori disponibili e attenti. Ma non imparo mai! Non ricordo

che la mente, mente! Stavolta mi propone un pensiero di speranza di aspettativa che mi porterà poi, alle inevitabili delusioni. Ma il mio entusiasmo arriva dal cuore che supera sempre la mente e trova il coraggio di continuare. L’iscrizione è stata perfezionata. Sono preoccupata, ma è un lusso che non mi posso permettere. Sono in ansia perché questi ragazzi sono più grandi anche se il “bestione” delle medie non era da meno. Sono molto prevenuta e la pazienza si è esaurita negli anni precedenti mentre il nervosismo è aumentato. I primi due giorni di scuola sono stati superati abbastanza bene e di problemi, non ce ne sono stati. Maria sta prendendo le misure dei compagni e la classe sta prendendo le sue. Il terzo giorno il primo conto si presenta e come saluto di benvenuto, qualcuno le lascia sul banco un cellulare acceso con una videata di you tube: “In onda c’è una scena pornografica senza audio”. Ma l’idiota di turno non conosce Maria e non sa che lei è su di sè. Lei può solo pensare che, così come il cellulare non è suo, non lo sia neppure il contenuto. Tornata a casa mi racconta l’accaduto a modo suo: – Mamma oggi a scuola ho trovato sul banco un cellulare con scene quasi animalesche, ma non era mio è l’ho spostato.


SPECIALE Ha spostato l’apparecchio dal suo banco, a quello a fianco, senza preoccuparsi molto, dell’infelice proprietario dell’apparecchio e del suo miserabile contenuto, semplicemente l’ha ignorato. Ho raccontato in direzione l’accaduto e ho ottenuto solo, l’inevitabile ritiro dei cellulari in classe durante le ore di lezione. Verso la fine di ottobre, il corpo insegnante mi invita ad un incontro. Dovevo spiegare meglio a tutti loro, cos’era “il problema di Maria”. Non era bastato il mezzo metro di certificazioni depositate in segreteria. Dopo l’incontro sembra che abbiano capito, ma forse io voglio pensare che sia così. Ricevo anche molti complimenti, qualcuno si emoziona. Maria seguirà un piano di studi personalizzato che va firmato obbligatoriamente, dopo averne preso visione. Ma è un proforma e lo devi accettare se vuoi che la ragazza prosegua gli studi. Durante i lunghi cinque anni quasi nessuno dei suoi compagni si è mai interessato a lei. Quasi nessuno le ha mai rivolto la parola tranne una coetanea un po’ chiusa, ma solo per un brevissimo periodo. Maria continua il suo percorso scolastico affiancata da una educatrice molto gentile che a tratti è riuscita ad avere faticosamente un minimo di scambio verbale con lei. A volte frustrata mi chiede il perché di una certa chiusura improvvisa, non riesce a capire quale sia stata la parola od il gesto sbagliato. Le spiego che, non ci sono parole o gesti sbagliati. Al contrario, ci sono piccole porte che conosce solo lei e che sa raggiungere in brevissimo

tempo. Porte che ti chiude in faccia senza che tu la possa raggiungere. È il mondo del silenzio un mondo sicuro, dove gli scocciatori vengono messi alla porta, per tutto il tempo che lei vorrà stare in viaggio. Non sono mai riuscita a spiegarlo né a lei né ad altri ma forse non è il mio compito. Non lo nego, questi cinque anni sono faticosi. La mattina mi armo di pazienza, scendo dalla macchina parcheggiata vicino ad un marciapiede in divieto di fermata ma vicino alle strisce pedonali. Scendo le apro la portiera dell’auto, lei è seduta nel sedile posteriore. Alzo il baule, prendo lo zaino e la cartelletta ingombrante che contiene i disegni ed i fogli bianchi. Quando mi fermo lei non esce spontaneamente ma attende l’apertura della portiera. Una volta scesa dall’auto, le infilo lo zaino e le metto in mano la cartelletta. È il momento di attraversare la strada le prendo la mano, ma le auto le fanno paura. Penso a quello che mi ha confidato. Immagino che se le cose ferme le vengono addosso non posso pensare a che effetto le debbano fare quelle in movimento come le auto. Nell’attraversare le strisce pedonali accenno un passo in avanti, ma lei non mi segue. Allora torno indietro e lei va avanti. Qualcuno ci manda a quel paese, allora lei si spaventa e corre avanti ed io con lei. Un’automobilista sopraggiunge e vedendoci arrivare frena, una moto arriva e supera un’auto che ci nasconde, ci blocchiamo.

La moto non ci investe e passa superandoci, anche questa mattina siamo salve! Arrivate dall’altra parte c’è il marciapiede che non è libero, una cinquantina di ragazzi sostano stanziali. Aspettano le otto fumando e spingendosi. È difficile passare. Nuotiamo tra gli studenti trascinando la cartelletta, che manovrata da Maria è come un’arma che fende gli arbusti di una foresta che tra l’altro non vede. Nessuno dei ragazzi si muove, al limite passando, ti alitano del fumo fetido lamentandosi se inavvertitamente toccati. Ogni tanto si guardano complici sghignazzando. Nei cinque anni ho sostenuto molte discussioni specialmente, se occupavano le scale dove il più delle volte è inciampata su zaini e lacci. Oppure quando gli zaini, lasciati mollemente incustoditi sul pavimento, impedivano il passaggio a ragazzi in carrozzina. Mi sono lamentata nessun risultato! continua-11

L’Emozione di ascoltare la propria anima, il proprio cuore... Tu lettore sei il protagonista! Con le tue storie, le tue emozioni... Invia i tuoi scritti a: redazione@newentry.eu

Chiama Info: 347 73 52 863 www.newentry.eu 31


Gorle (BG) - Via Celadina, 5/D - Tel 035 4520110

Bonate Sopra (Bg) - Via San Rocco, 4 - Tel 035 4236177

info@sicurgas.it - www.sicurgas.it


SEGNI NEL TEMPO

Dal 1968 al 1985 Mostro di Firenze è la denominazione sintetica utilizzata dai media italiani per riferirsi all’autore o agli autori di una serie di otto duplici omicidi avvenuti fra il 1968 e il 1985 nella provincia di Firenze. Le Procure di Firenze e Perugia sono state impegnate in numerose indagini volte ad individuare dapprima i responsabili esecutori materiali, individuati nei Compagni di Merende (ossia

ANTINFORTUNISTICA ANTINCENDIO CARTELLI SEGNALETICI

TREVIOLO (BG) Via Provinciale alle Valli,20 Tel.035 69 31 76 - Fax 0356930 Email: maessrl@libero.it 34 www.newentry.eu

1^ parte Pacciani, Lotti e Vanni) per 4 duplici omicidi, poi i possibili mandanti. In particolare, le indagini si sono focalizzate su un possibile movente di natura esoterica, che avrebbe spinto una o più persone a commissionare i delitti. L’inchiesta avviata dalla Procura di Firenze ha portato alla condanna in via definitiva di due uomini identificati come autori materiali di 4 duplici omicidi, i cosiddetti “compagni di merende”: Mario Vanni e Giancarlo Lotti (reo confesso e chiamante in correità dei presunti complici), mentre il terzo, Pietro Pacciani, condannato in primo grado a più ergastoli per 7 degli 8 duplici omicidi e successivamente assolto in appello, è morto prima di essere sottoposto ad un nuovo processo di appello, da celebrarsi a seguito dell’annullamento nel 1996 della sentenza di assoluzione da parte della Cassazione. La vicenda ebbe molto risalto: fu il primo caso di omicidi seriali in Italia riconosciuto come tale, e uno dei più sanguinosi del Paese, oltre che dilatato nel tempo. Creando una vera e propria psicosi da mostro, di anno in anno, mise le basi anche per riflessioni dal punto di vista sociale: suscitando estrema paura per la tipologia di vittime (giovani fidanzati in atteggiamenti intimi), aprì l’opinione pubblica italiana al dibattito sull’opportunità di concedere con maggiore disinvoltura la possibilità per i figli di trovare l’intimità a casa, evitando i luoghi isolati e pericolosi


SEGNI NEL TEMPO

Le modalità dei duplici delitti I reati del Mostro di Firenze si sono sviluppati nell’arco di quasi 20 anni (precisamente 17 anni e 17 giorni) e hanno riguardato giovani coppie appartatesi nella campagna fiorentina in cerca di intimità. Le costanti della vicenda attengono anche ai mezzi usati e al modus operandi dell’omicida: i delitti sono avvenuti nelle medesime circostanze di tempo e di luogo. Tranne nel duplice omicidio del 1985, in cui le vittime erano in una tenda da campeggio, tutte le altre coppie di vittime erano all’interno di autoveicoli. Luoghi appartati e notti di novilunio, o comunque molto buie, quasi sempre d’estate, nel fine settimana o in giorni prefestivi. È sempre stata usata la stessa arma da fuoco, identificata in un modello di pistola Beretta appartenente alla serie 70 (viene ormai dato per certo che si tratti del modello 74 o 76 da dieci colpi), calibro 22 Long Rifle, in commercio dal 1959, probabilmente un modello con canna lunga, sviluppata come propedeutica alla disciplina sportiva del tiro a segno, caricata con munizioni Winchester marcate con la lettera H sul fondello del bossolo (provenienti da almeno due scatole da 50 cartucce ciascuna), con palla in piombo nudo e con palla in piombo ramato galvanicamente. Generalmente, soprattutto nei delitti esplicitamente maniacali, il serial killer sparava preferibilmente prima alla vittima maschile e poi alla donna. La vittima femminile, quando subiva

le escissioni o veniva martoriata con l’arma da taglio, veniva trascinata, spostata, allontanata dall’auto e dal partner. Spesso le vittime, sia maschili che femminili, subivano pure ferite d’arma bianca inferte post-mortem. In quattro degli otto duplici omicidi, l’assassino ha asportato il pube delle donne uccise, servendosi di un’arma bianca. Negli ultimi due casi venne asportato anche il seno sinistro delle vittime femminili. La serie di delitti e i primi sospettati 21 agosto 1968 (mercoledì): L’omicidio di Antonio Lo Bianco e Barbara Locci La notte del 21 agosto 1968, all’interno di una Alfa Romeo Giulietta bianca posteggiata presso una strada sterrata, vengono assassinati Antonio Lo Bianco, muratore originario di Palermo di 29 anni, sposato e padre di tre figli, e Barbara Locci, casalinga di 32 anni, originaria di Villasalto, in Provincia di Cagliari. I due erano amanti; la donna era sposata con Stefano Mele, un manovale sardo emigrato in Toscana alcuni anni prima. In auto c’era anche il giovanissimo Natalino Mele, di soli 6 anni che, dopo aver sostenuto per giorni di non aver sentito, né visto nulla, adesso ammette di aver visto al suo risveglio il padre, e che questo lo avrebbe preso sulle spalle portandolo fino alla casa del Vingone dopo avergli fatto promettere di non dire nulla. È a questo punto che Mele cede www.newentry.eu 35


SEGNI NEL TEMPO

confermando la versione del figlio, scagionando le altre persone accusate fino a quel momento. Nonostante le molte incongruenze e l’assenza dell’arma, nel marzo del 1970 Stefano Mele viene condannato dal tribunale di Perugia in via definitiva alla pena di 14 anni di reclusione. La pena è piuttosto mite perché l’uomo viene riconosciuto parzialmente incapace di intendere e di volere. Gli vengono inoltre inflitti 2 anni di reclusione per calunnia contro i fratelli Vinci. Durante il processo a Stefano Mele, Giuseppe Barranca, cognato di Antonio Lo Bianco, collega di lavoro di Mele ed anch’egli amante della Locci, raccontò che la donna, pochissimi giorni prima del delitto, si era rifiutata di uscire con lui dichiarando che “potrebbero spararci mentre siamo in macchina” e, in un’altra occasione, gli aveva raccontato che c’era un tale che la seguiva in motorino. Una deposizione analoga fu resa da Francesco Vinci, che parlò di un uomo in moto-

Styl vetro Lavorazione artigianale del vetro per l’arredamento e per la casa

· PORTE SCORREVOLI O A BATTENTE ·SPECCHI ·PARETI DIVISORIE PER UFFICI ·BOX DOCCIA ·TOP BAGNO ·GRADINI ·PAVIMENTI CALPESTABILI ·PARAPETTI E TETTOIE BONATE SOPRA (BG) - Via dei Biffi,5 Tel.035.49.43.305 - Fax 035.49.43.690 www.stylvetro.it - styl-vetro@libero.it 36 www.newentry.eu

rino che avrebbe pedinato la Locci durante i suoi appuntamenti con gli amanti. 14 settembre 1974 (sabato): L’omicidio di Pasquale Gentilcore e Stefania Pettini, Borgo San Lorenzo Sei anni dopo ha luogo il primo duplice omicidio di apparente natura maniacale; Pasquale Gentilcore di 19 anni, impiegato alla Fondiaria Assicurazioni, e Stefania Pettini, 18 anni (assieme a Pia Rontini, la vittima più giovane del serial killer), segretaria d’azienda presso un magazzino di Firenze ed attivista del Partito Comunista Italiano, vengono uccisi. Pasquale Gentilcore, seduto al posto di guida, viene raggiunto da cinque colpi esplosi da una Beretta calibro 22 Long Rifle, la stessa utilizzata nel delitto del 1968; i colpi mortali arrivano dal lato sinistro della 127. La ragazza viene raggiunta da tre colpi che tuttavia non la uccidono; viene trascinata fuori dall’auto ancora viva, resa del tutto incapace di fuggire a causa delle profonde ferite alle gambe provocate dai tre proiettili, e uccisa con tre coltellate profonde allo sterno. Dopo averne disteso il corpo dietro l’auto, l’assassino continua a colpirla per altre 96 volte, colpendo anche il seno ed il pube. Successivamente l’omicida penetra la vagina della ragazza con un tralcio di vite; particolare questo che, anni dopo, farà pensare ad un possibile movente esoterico, ma che altri più semplicemente interpretano come un ulteriore oltraggio da parte dell’assassino al corpo della vittima; considerato infatti che il luogo del delitto era sito in prossimità di alcune piante di vite, è molto probabile che il gesto non fosse premeditato. Le sevizie sul corpo di Stefania furono tanto violente da causare, in sede processuale, lo svenimento di un Carabiniere durante l’udienza in cui venivano mostrate le foto del corpo della ragazza.Prima di lasciare il luogo l’omicida colpisce con il coltello anche il corpo esanime di Pasquale con 5 coltellate all’altezza del fegato. Fonte Wikipedia continua-2


NUOVA COLLEZIONE 2017-2018

Realizziamo progetti su misura per la vostra casa POSSIBILITA’ DI FINANZIAMENTI A TASSO ZERO

PALAZZAGO Fraz. S.Sosimo S.S. Bergamo - Lecco Tel. 035 54 00 79 www.origgimobili.it

€ 499,00


L’EMOZIONE NON HA VOCE

Giorgio Gaber: “Non insegnate ai bambini” Giorgio Gaber, nome d’arte di Giorgio Gaberscik (Milano, 25 gennaio 1939 – Montemagno di Camaiore, 1º gennaio 2003), è stato un cantautore, commediografo, regista teatrale e attore teatrale e cinematografico italiano tra i più influenti dello spettacolo e della musica italiana del secondo dopoguerra. Per ricordarlo, vi proponiamo il testo di una canzone dal testo molto profondo e significativo dal titolo: “Non insegnate ai bambini”

Non insegnate ai bambini non insegnate la vostra morale è così stanca e malata potrebbe far male forse una grave imprudenza è lasciarli in balia di una falsa coscienza. Non elogiate il pensiero che è sempre più raro non indicate per loro una via conosciuta ma se proprio volete insegnate soltanto la magia della vita. Giro giro tondo cambia il mondo. Non insegnate ai bambini

non divulgate illusioni sociali non gli riempite il futuro di vecchi ideali l’unica cosa sicura è tenerli lontano dalla nostra cultura. Non esaltate il talento che è sempre più spento non li avviate al bel canto, al teatro alla danza ma se proprio volete raccontategli il sogno di un’antica speranza. Non insegnate ai bambini ma coltivate voi stessi il cuore e la mente stategli sempre vicini date fiducia all’amore il resto è niente. Giro giro tondo cambia il mondo. Giro giro tondo cambia il mondo.

Splendido video accompagnato dalle parole di Giorgio Gaber. 38 www.newentry.eu


PLAY MUSIC

12 Gennaio 1968

12 Gennaio 2018 01 01 02

03 04

05 06

07 08

09 10

03

02

• BERGAMO Enrico Brignano 14/03/2018 Teatro Creberg Andrea Pucci Tolleranza zero 12/05/2018 Teatro Creberg

• MANTOVA Biagio Antonacci 24/01/2018 Palabam Teresa Mannino 03/02/2018 Teatro Sociale

03

02

L’ora dell’amore - Camaleonti L’ultimo valzer - Dalida 03 Il sole è di tutti - Stevie Wonder 04 San Francisco - Scott McKenzie 05 Mama - Dalida 06 Due minuti di felicità- Sylvie Vartan 07 Poesia - Don Backy 08 Tenerezza - Gianni Morandi 09 Nel cuore, nell’anima - Equipe 84 10 Io ti amo - Alberto Lupo

VASCO MODENA PARK - VASCO ROSSI OH, VITA! - JOVANOTTI TUTTE LE MIGLIORI - MINACELENTANO ÷ - ED SHEERAN POSSIBILI SCENARI - CESARE CREMONINI AMORE CHE TORNI - NEGRAMARO CHOSEN - MANESKIN REVIVAL - EMINEM DEDICHE E MANIE - BIAGIO ANTONACCI MANIA - RIKI

CONCERTI ORE 21.00 • BERGAMO

01 01

02

• BRESCIA

• BRESCIA

Nek Max Renga 22/01/2018 Fiera di Brescia

Nomadi Dentro 23/02/2018 Brixia Forum

Nek Max Renga 12/02/2018 Palabam

• MANTOVA

• VERONA Nomadi 05/02/2018 Teat. Filarmonico Sam Smith 12/05/2018 Arena di Verona Jovanotti 15-16-18-19/05 Arena di Verona

• MILANO

• VERONA

• MILANO Depeche Mode Goran Bregovic 27-29/01/2018 06/02/2018 Mediolanum Forum Teatro Arcimboldi Rod Stewart Gue Pequeno 31/01/2018 10/02/2018 Mediolanum Forum Fabrique Renzo Arbore Jovanotti 01/02/2018 12-13-15/02/18 Legend Club Mediolanum Forum

CONCERTI

BAR - PANINOTECA

Aperti da lunedì a giovedì dalle 05.45 alle 21.00 Venerdì e Sabato dalle 05.45 alle 01.00 Domenica dalle 07.00 alle 12.30

S.OMOBONO TERME (BG) - Via Alle Fonti,9

Ceres, Beck’s, Ichnusa, Affligen, Tennent’s, Mc Forland, Moretti Radler Moretti Bionda / Rossa Moretti Toscana / Friulana www.newentry.eu 39


FARMACIA LODRINI Dott.ssa Lodrini Nicoletta PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE - ESAMI DEL SANGUE Vieni da noi per un controllo senza prenotazioni dal lunedì al Venerdì LIPID TEST (5 parametri)

€ 19,00

GLUCOSIO, COLESTEROLO TOTALE, HDL, LDL, TRIGLICERIDI (profilo lipidico)

BIOCHEMISTRY (9 parametri)

€ 29,00

GLUCOSIO, COLESTEROLO TOTALE, HDL, LDL, TRIGLICERIDI (profilo lipidico), CREATININA, AST-TRANSAMINASI GOT, ALT-TRANSAMINASI GPT, GGT-GAMMA, GT (funzionalità epatica)

ARTERIOPATIA OSTRUTTIVA PERIFERICA

€ 20,00

(Dolore alle gambe, fumatori, diabetici maggiore età di 50 anni, colesterolo alto, pressione alta)

GLICEMIA

€ 5,00

ESAME URINE

€ 5,00

ECG + ESAME BIOCHEMISTRY + VALUTAZIONE PRESSIONE

€ 45,00

SU PRENOTAZIONE:

ELETTROCARDIOGRAMMA

HOLTER PRESSORIO

(Refertato da un cardiologo)

(Refertato da un cardiologo)

€ 30,00

€ 50,00

ESECUZIONE DEL “FOOD INTOLLERANCE TEST” (Test intolleranze alimentari) ORARI DI APERTURA: da lunedì a sabato 8,30-12,30 e 15,00-19,00

MADONE (BG) - Via Papa Giovanni XXIII,30 Tel. e Fax 035 99 22 65 - lodrinifarmacia@gmail.com


La pietra nera della magia di Terry Brooks Con la nuova quadrilogia La Caduta di Shannara, Terry Brooks ha dichiarato di voler concludere per sempre l’epopea di Shannara, quarant’anni di storie raccontate meravigliosamente in quasi trenta libri.

Tutti i nomi del mondo di Eraldo Affinati

Eraldo Affinati, con questa sorprendente Spoon River, imbastisce un processo autobiografico e collettivo sui temi che sin dall’inizio hanno contraddistinto, come un filo rosso, la sua opera inconfondibile: libertà, responsabilità, educazione, giustizia, Dopo anni di pace un terribile peri- valori etici, religiosi e politici. colo si addensa sulle Quattro Terre. Una spedizione di Druidi viene cru- Fare l’appello delle persone che delmente massacrata nel lontano abbiamo incontrato nella nostra vita, Nord da un nemico con un irresisti- capire in quale senso sono state imbile potere che non lascia traccia, né portanti e perché hanno lasciato un prigionieri. Una forma di magia fino a marchio indelebile: l’insegnante prooggi sconosciuta sta compiendo una tagonista di questo romanzo compie vera e propria carneficina. Il destino un gesto consapevolmente rischioso del mondo intero poggia ora sulle che tuttavia lui sente necessario, spalle di un Druido Supremo esiliato, quasi ineludibile. Ad accompagnarlo di una giovane donna con il dono del nell’impresa, con l’ingenua volontà di Canto Magico, ansiosa di imparare a proteggerlo, per fortuna c’è Ottavio, controllare il suo formidabile potere suo ex alunno ripetente che si esprigrazie all’aiuto di un vero maestro, me soltanto in romanesco. Rispone del paladino dei Druidi, l’unico che dono ventisei nomi, quante sono le all’interno di un ordine ormai allo lettere dell’alfabeto: individui provesbando è in grado di valutare con lu- nienti da ogni parte del mondo, giocidità il pericolo incombente. Il conflit- vani profughi, antichi amici dispersi, to è senza sosta e le sfide mortali che nonni paterni e materni, adolescenti si profilano davanti a loro sembrano pieni di speranza, a volte sventurati. destinate a non avere mai fine. Troverà le risposte che va cercando?

I cercatori di ossa di Michael Crichton A dieci anni dalla sua scomparsa, approda in libreria uno dei libri più importanti nella storia di Michael Crichton: il romanzo precursore di Jurassic Park, da cui è scaturita l’idea alla base del suo bestseller più amato e apprezzato nel mondo. 1876, stato del Wyoming: Cheyenne è l’ultimo baluardo della Frontiera, da dove cercatori d’oro e cacciatori di taglie partono per attraversare le terre dell’Ovest, le temibili Badlands, infestate da fuorilegge e indiani Sioux. Durante la notte da un treno vengono scaricate misteriose apparecchiature, sotto lo sguardo attento e determinato di un elegante uomo di città. È il professor Othniel C. Marsh, paleontologo e direttore di un’importante spedizione scientifica che promette di sconvolgere il mondo intero portando alla luce il primo fossile di dinosauro che la storia ricordi. Tra gli studenti al seguito di Marsh c’è William Johnson, ventenne,aggregatosi alla spedizione all’ultimo minuto, intende così onorare una scommessa in tutta comodità. Ma si sbaglia. www.newentry.eu 41


Il concorso gratuito che premia le più votate. Mandaci la tua foto e puoi vincere un servizio fotografico professionale!

COME PARTECIPARE? Inviaci una tua foto al numero 347.73.52.853 oppure tramite mail a redazione@newentry.eu, potresti essere selezionata per partecipare gratuitamente. Successivamente verrà richiesta l’autorizzazione alla pubblicazione della fotografia sul nostro giornale sia in versione cartacea che on-line. New entry si impegna a non divulgare i dati personali richiesti ( a parte il nome e l’età della candidata, informazioni utili per il regolare svolgimento della gara. L’editore si riserva il diritto di pubblicare il materiale ricevuto corredato dai dati anagrafici richiesti sulla cui attendibilità e veridicità declina ogni tipo di responsibilità. (Aut. conforme legge 675/96). Per quanto riguarda le votazioni verrà considerata una sola votazione per ogni numero di cellulare e mail. La scelta degli scontri è in base all’ordine di arrivo in redazione dei partecipanti. Il premio per la vincitrice è uno scatto fotografico realizzato dalla Bisdy Communication (Leone Rech Daldosso) sita a Calvisano in Via Isorella1.

52%

48%

Barbara- 31 anni

Laura- 29 anni

La vincitrice parteciperà inoltre alla finalissima di Giugno

FOTO MAURO di Mauro Locatelli

La vincitrice dello scontro avrà diritto ad un servizio fotografico professionale.

Per informazioni: Tel. 035621955 - webmaster@foto-mauro.it Ci troviamo in via Sorte,62/a Brembate di Sopra (Bg)


Sara- 21 anni

Angela - 36 anni

VOTA LA TUA PREFERITA!

Inviando un semplice messaggio o su whatsapp al 347.73.52.853

SISTEMI D’ALLARME E VIDEOSORVEGLIANZA DELLE MIGLIORI MARCHE PER GARANTIRE LA VOSTRA SICUREZZA PROTEGGENDO LA TUA CASA, UFFICIO E AZIENDA. IMPIANTI ELETTRICI CIVILI INDUSTRIALI DOMOTICI

CANCELLI BASCULANTI ANTIFURTI ANTENNE PARABOLE

SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI

GHG di Ghislandi Gianluca - Via F.lli Rota Negroni,168 - ALMENNO SAN BARTOLOMEO (BG)

Tel. 340 54 82 767 - www.elettricaghg.it - giaghisl1@tin.it - Azienda Convenzionata

www.newentry.eu 43


SPETTACOLO & ARTE

Veronica Rastelli

una studentessa come fashion blogger Studentessa ma anche fashion blogger. Ragazza determinata ma anche “acqua e sapone”. Veronica Rastelli, 20 anni, dalla “sua” San Marino si è trasferita a Urbino per studiare Farmacia. Eppure, nella vita, ha saputo soprattutto scommettere su se stessa. Buttarsi nel mondo della fotografia e scoprire che con la propria immagine si può costruire un mondo in cui ritagliarsi uno spazio magari impensabile fino a qualche mese prima. Un progetto, quello messo on line sul suo blog www.veronicarastelli.com, che coniuga moda, consigli, lifestyle e gusto per il bello. E pensare che tutto è iniziato per caso. Dal papà fotografo per passione che si divertiva a fotografare Veronica e sua sorella quando erano piccole e insieme giravano per il mondo. Poi, è arrivato il primo set ufficiale per un’azienda di abbigliamento. Prima ancora era nato il blog. Ora Veronica è una influencer con più di 40.000 follower che la seguono su Instagram. Giorno dopo giorno, stai conquistando nuovi traguardi. Le collaborazioni più importanti che ho fatto sono state per aziende di livello nazionale e internazionale: andate sul mio fashion blog www. veronicarastelli.com per scoprire chi sono! Posso anticipare dicendo che ho lavorato per aziende non solo di abbigliamento e di cosmetici o accessori, ma anche per una concessionaria di auto e per marchi importanti di scarpe 44 www.newentry.eu

e di telefonia. E la tua ascesa sembra inarrestabile… Ho avuto la fortuna di girare uno spot per una concessionaria di auto, sono stata intervistata sui giornali, alla radio e anche al telegiornale di San Marino. In più ho una rubrica su un quotidiano Sammarinese che mi permetterà presto di diventare giornalista pubblicista. Riavvolgiamo il nastro: Veronica Rastelli è… Una ragazza molto determinata che non si fa fermare da nessuno. Seguo in contemporanea più progetti e ho già realizzato alcuni dei miei sogni; per questo mi ritengo una donna con una grande autostima: sono estremamente convinta che quello che si desidera è sempre possibile ottenerlo. Il mio motto è: “Attraverso i sacrifici si arriva alle stelle e oltre”.


SPETTACOLO & ARTE

Tutto è nato grazie alla fotografia. Tramite questo strumento abbiamo la possibilità di mostrare noi stessi da un altro punto di vista; inoltre, io adoro condividere le cose belle che mi capitano nella vita. E dalle foto e dai video spesso traspare una semplicità che le persone non si aspettano da una ragazza come me. Com’è stata questa avventura sul nascere? Non è stato facile, soprattutto il primo anno, far capire che nonostante l’attività che avessi intrapreso non ero cambiata. In realtà la fotografia non storpia la nostra immagine, bisogna solo scoprire il punto di vista e l’inquadratura che ci valorizza! I social poi ti hanno portato alla definitiva “consacrazione”. Ma io mi definisco una ragazza non dipendente dai social, perché decido sempre io cosa mostrare al mio pubblico e cosa tenere per me. Credo tuttavia che i social oggigiorno siano uno strumento bellissimo per poter condividere tutto ciò che ci capita di bello. Su Instagram mi trovate come @veronica_rastelli, venite a

trovarmi! Che ragazza è Veronica Rastelli nel quotidiano? Pratico palestra 5 volte a settimana, e adoro correre. Sono un po’ testarda, sbadata, spesso ritardataria, perchè cerco di fare più cose possibile nell’arco della giornata. In una parola mi definisco determinata.

www.newentry.eu 45


SPETTACOLO & ARTE

Che rapporto hai col tuo corpo? Non mi ritengo una ragazza esibizionista però è anche vero che non mi nascondo e non mi vergogno del mio corpo o di quello che indosso. Sono una ragazza molto sicura di sé e che se ha qualcosa di bello non lo nasconde. Ci tengo molto alla salute e alla cura del mio corpo, dentro e fuori. C’è qualcosa che ti differenzia dalle tue coetanee? Io dico sempre di essere molto diversa dalle

mie amiche e da molte altre ragazze della mia età perché a differenza loro che hanno tanti sogni ma non hanno né la forza né il coraggio né la determinazione di realizzarli, io giorno dopo giorno aggiungo un pezzettino al puzzle della mia vita. Dove vuole arrivare Veronica Rastelli? Sicuramente non sarò solo una farmacista. Ho molti progetti soprattutto per la prossima primavera ed estate, ma ancora non posso dire nulla. Sicuramente il progetto più grande che ho potrebbe partire già dall’estate prossima…

AMMINISTRAZIONE CONDOMINI

FRULLONE Geometra ROSA

SERVIZIO STAMPA

Almè (Bg) - Via Torre D’oro, 42

5.000 VOLANTINI F.to A5 a € 160,00 10.000 VOLANTINI F.to A5 a € 270,00 1.000 BIGLIETTI VISITA a € 99,00

Tel. e Fax 035 63 81 85 Cell. 333 28 66 882 rosa.frullone@email.it

PER INFORMAZIONI 347 73 52 863 - Gianluca

• Revisore condominiale •

46 www.newentry.eu


POLISPORTIVA BREMBATE DI SOPRA Via Locatelli, 36 – Tel. 035 62 13 43 www.piscinabrembate.it - info@piscinabrembate.it

OFFERTE DI QUALITA’ E PREZZI IMBATTIBILI APERTE LE ISCRIZIONI TUTTO L’ANNO!!!

PISCINA CON GIARDINO ESTIVO

NUOTO LIBERO – CORSI DI NUOTO: 0/3 anni – baby – ragazzi – adulti – gestanti

CORSI FITNESS in acqua: SOFT – GAG – STEP – ACQUAGYM – ACQUBIKE PILATES – MIXFLAP – TONIC – CIRCUIT – TOTALBODY VISITE MEDICHE – FISIOTERAPIA – ALIMENTARISTA Giardino estivo – Salone BAR – Ampi parcheggi

CORSI di:

PALESTRA

SPINNING – AEROBICA – STEP – PILATES – Gym MUSIC Gym TONIC - YOGA – ginnastica di MANTENIMENTO e DOLCE – PRESCIISTICA – DANZA MODERNA DIFESA PERSONALE – Balli LISCIO e LATINO

Atletica – Basket – Calcio – Ciclismo – Pallavolo Rugby - Karate – Wushu – Ginnastica ritmica

SPORT

CALCETTO

mt 40x18 coperto – noleggio singoli e campionati

STUDIO DEL SOLE Serate osservative alla scoperta di: luna, pianeti, stelle, galassie, nebulose, comete, astri del cielo

PLANETARIO

Film di astronomia in 3D digitale, conferenze e corsi di astronomia, visione virtuale del cielo (possibile anche in caso di maltempo)

OSSERVATORIO ASTRONOMICO

ASTROSHOP

Vendita telescopi, binocoli, strumenti ed idee regalo di astronomia.

BREMBATE DI SOPRA (BG) – c/o scuole elementari Tel. 035 62 15 15 – www.latorredelsole.it


AGENDA

IL VIAGGIO DELLA SCOPERTA

PRESEZZO (BG)

LIBRI IN GIOCO

PRESEZZO (BG)

LABORATORIO DI AUTOSTIMA

PRESEZZO (BG)

Giovedì 25 Gennaio 2018 ore 20.30

PRESEZZO (BG) Giornata della Memoria Il 25 gennaio l’Istituto Superiore Statale Betty Ambiveri e I Fili della Memoria propongono una serata per non dimenticare gli orrori della Shoah. A partire dalle 20,30, presso l’istituto di Presezzo, un seminario gratuito per non dimenticare la storia dell’Olocausto e imparare dagli errori del passato per non commetterne di simili mai più.

Da Venerdì 19 gennaio 2018...

MOZZO (BG) CineTeatro Agorà di Mozzo FILM: FERDINAND Venerdì 19 gennaio 2018 ore 21 Sabato 20 gennaio 2018 ore 21 Domenica 21 gennaio 2018 ore 15-18-21 Nel fine settimana 26/27/28 gennaio 2018 non ci saranno proiezioni nella nostra sala 48 www.newentry.eu


Giovedì 25 Gennaio 2018 ore 21.00

BREMBATE DI SOPRA (BG) Appuntamento con la scienza presso il Parco Astronomico “La Torre del Sole” “L’EPOCA CHE SCONVOLSE ILMONDO - Come le grandi scoperte geografiche del XV e XVI secolo hanno modificato la percezione del nostro pianeta. L’epoca delle grandi scoperte geografiche fu una grande epoca di incontro, e, spesso, scontro di civiltà. Cambia la concezione del mondo e dello spazio, si gettano le basi della modernità. Una serata dedicata alla scoperta di questi cambiamenti attraverso l’evoluzione delle carte geografiche, elaborate costruzioni teoriche e insieme utilissimi strumenti pratici, che descrivono, ma anche modellano, lo spazio reale e mentale.

Venerdì26 Gennaio 2018 ore 08.00

BERGAMO - Sentierone Festa del cioccolato Il fine settimana più cioccolatoso che c’è! Hai già l’acquolina in bocca? Ti aspetta la Festa

del cioccolato, l’appuntamento con i migliori mastri cioccolatieri d’Italia.

Sabato 26 gennaio ore 21.00

ALMENNO SAN SALVATORE (BG) Gino Bartali, eroe silenzioso presso la Chiesa di San Giorgio, in via San Giorgio Gino Bartali, a soli ventiquattro anni, incarna il ciclismo eroico degli anni ’30. Ma la Storia, incarnata nel Fascismo, entra prepotentemente a cambiare per sempre la sua carriera: la sua vita sportiva viene piegata ai voleri del Duce, che vede in Bartali l’ambasciatore azzurro del fascismo nel mondo... Ma Bartali non ci sta, ed è qui che inizia la pagina meno nota della vita di Ginettaccio, che aderisce come staffetta alla rete clandestina organizzata dall’arcivescovo di Firenze Elia Dalla Costa. Una corsa giusta, nella speranza che il mondo cambi e ritrovi il suo senso. Tratto dal libro La corsa giusta di Antonio Ferrara (ed. Coccole Books) con Federica Molteni, regia Carmen Pellegrinelli, scenografia Michele Eynard

www.newentry.eu 49


Future Emotion

Buoni propositi per il 2018 Se tra i buoni propositi per il 2018 c’è anche quello di perdere peso, una soluzione in merito potrebbe essere quella di iniziare ad andare al lavoro in bicicletta. Uno studio del 2017 infatti dichiara che funziona, anche più di un costoso abbonamento in palestra. Pubblicato nell’International Journal of Obesity, lo studio ha concluso che “il pendolarismo attivo è un’alternativa all’esercizio del tempo libero nella gestione del sovrappeso e dell’obesità“, al solito arriva dal nord Europa questa notizia, precisamente dalla Danimarca. Lo studio ha coinvolto 130 volontari danesi in sovrappeso: sono stati misurati dai ricercatori dell’Università di Copenaghen che li hanno sottoposti a esercizi di ginnastica oppure al ciclismo per andare al lavoro. I frequentatori di palestra, hanno perso in media 4,5 chilogrammi di peso in sei mesi di frequenza regolare. Chi ha usato la bici per andare al lavoro ha perso quasi la stessa cifra, ma lo ha fatto gratuitamente, ovviamente presupponendo che essi siano già possessori di una bici. Un plus

50 www.newentry.eu

sono però anche le ricadute sull’ambiente e la diminuzione del traffico cittadino. I volontari hanno percorso circa sette chilometri per andare e tornare dal lavoro ogni giorno, un regime di allenamento che richiede meno di 30 minuti a tratta, con il vantaggio di non rimanere bloccati nel traffico o di dover pagare per il parcheggio. I frequentatori di palestra hanno dovuto sopportare allenamenti di 35 e 55 minuti, cinque volte a settimana. Lo studio – “Effetti del pendolarismo attivo e dell’esercizio del tempo libero sulla perdita di grasso in donne e uomini con sovrappeso e obesità: uno studio controllato randomizzato” – è stato pubblicato online in ottobre. Una sana routine quotidiana Andare in bicicletta al lavoro può presto diventare parte di una routine quotidiana. Anche la palestra lo può anche diventare ma, come accade ogni gennaio, il tasso di abbandono è estremamente alto. “Una significativa perdita di grasso è stata ottenuta da 6 mesi di attività di pendolarismo attivo e tempo libero, ma la perdita di grasso è stata maggiore con un esercizio vigoroso rispetto a un esercizio di intensità moderata“, ha affermato lo studio, quindi l’abitudine all’esercizio fisico data dal pendolarismo in bici può portare all’innesco di un circolo virtuoso che nel breve periodo porterà enormi benefici sulla salute di chi sceglie questo mezzo per andare al lavoro. Fare il tragitto con un e-bike, aggiunge spensieratezza e divertimento al semplice “attraversare la città per recarsi al lavoro” e spinge poi l’utilizzatore a incrementare in modo sensibile


Future Emotion

i chilometri percorsi portando un beneficio sia fisico che psicologico. Pedalare fa bene alla salute, all’ambiente e soprattutto fa stare bene e noi di Future lo sappiamo.

Venite a trovarci nelle nostre sedi di Pontida ed Almenno San Bartolomeo. Fonte: BikeBiz Il Team Future

LO SPECIALISTA DELLA MOBILITA’ ELETTRICA VENDITA E RIPARAZIONE MOTO TRIAL E MOTOCICLI OFFROAD

VENDITA E RIPARAZIONE BICICLETTE

FUTURE SRL Via Resistenza,13 · 24030 Almenno San Bartolomeo (Bg) Tel. +39 035 54 84 12 · Fax +39 035 55 30 25 www. futuretrial.com - info@futuretrial.com

FUTURE E-MOTION snc Via Bergamo 1146 · 24030 Pontida (Bg) Tel. +39 035 54 84 12 · mobile +39 366 40 14 289 www.futuretrial.com - info-e-motion@future-specialist.com

www.futuretrial.com

www.futuretrial.com

future specialist

future e-motion www.newentry.eu 51


RIDIAMOCI SOPRA

In una caserma un sergente interroga le nuove reclute: “CHI È CHE SA COSA È LA PATRIA?”. Nessuna risposta. Il sergente: “TU... COME TI CHIAMI?”. “Rossi”. Il sergente: “SECONDO TE COSA È LA PATRIA?”. “Non saprei...”. E il sergente: “IGNORANTE E BUONO A NULLA! LA PATRIA È TUA MADRE!”. Il giorno dopo si ripete la solita scena, soliti soldati, solito sergente, stesse domande. Il sergente: “TU COME TI CHIAMI?”. “Bianchi”. Il sergente: “COSA È SECONDO TE LA PATRIA?”. Questa volta il soldato convinto della risposta esclama: “La patria è la madre del soldato Rossi...”. Tarzan corre per la foresta cercando di impaurire gli animali così da far valere il suo potere. Vede un ghepardo, lo insegue e lo blocca con una presa a gancio e dice con : “Come mi chiamo iooo?” E l’animale impaurito: “Tarzan-Tarzan”. Così entusiasta del suo incutere timore va alla ricerca di altri animali. Trovato un leone, lo cattura e gli urla: “Come mi chiamo iooooo?”. E lui: “Tarzan, Tarzan!”. E Tarzan soddisfatto se ne va. A un certo punto vede un elefante e cerca di bloccarlo per il collo; non riuscendoci cerca di farlo cadere, ma anche questo tentativo va a vuoto. Allora si mette sotto all’elefante, comincia a sbattergli le palle e gridando gli chiede: “Come mi chiamo iooo?”. Non sentendo alcuna risposta riprova: “Come mi chiamo iooooooooo?”. Anche stavolta niente e continua a sbattergli le palle e a domandargli il suo nome. Allora l’elefante si gira verso la giraffa e le dice: “AHOOOOO, MA ‘NVEDI STO STRONZO... CHE NUN SE RICORDA COME CAZZO SE CHIAMA E ME STA A ROMPE LI COGLIONI A ME!”. Due uomini si sono sperduti nel deserto. Uno 52 www.newentry.eu

dice all’altro: “Devo darti due notizie: una bella e l’altra brutta! La brutta è che anche oggi mangiamo sabbia!”. L’altro scoraggiato chiede: “E quella bella?”. “Guarda quanta ce n’è!”. Un aereo precipita in una foresta infestata dai cannibali. Il figlio cannibale dice al padre: “Che cos’è quello?”. E il padre leccandosi le dita: “Carne in scatola, figliolo, carne in scatola...”.

IMPRESA DI PULIZIE

AZZURRA

SERVIZIO DI QUALITA’ A PREZZI COMPETITIVI

PULIZIA UFFICI - CONDOMINI DITTE - NEGOZI - APPARTAMENTI

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO CHIARA 348 89 95 682


Menù da preparare ogni mattina

RIFLESSIONI

Tralicci e lampioni

Io li trovo belli nella loro essenzialità. Oggi pioveva, sicché i tralicci sono sgocciolanti. Non sono una novità, ne avevo già osservati altri Prendere due decilitri di Pazienza così. Ma in fondo, perché poi dovrebbe essere imUna tazza di Bontà portante o di valore solo il nuovo, il mai visto prima? Quattro cucchiai di Buona Volontà Ha valore rinnovare lo sguardo sulle stesse cose. Un pizzico di Speranza e .... Tornarci e ritornarci cogliendo lampi e sfumature Una dose di Buona Fede. diverse, o andando più a fondo dello stesso sguarAggiungete do. È bello, ha valore. Altrimenti, come potremmo Due manciate di Tolleranza amare la stessa persona per anni? Come potremUn poco di Prudenza mo vivere il quotidiano? Certo, non ci parla proprio Qualche filo di Simpatia tutti i giorni, a volte annoia, stanca (il quotidiano, Una manciata di quella piccola pianta rara intendo… Ma anche il marito, la moglie). Però poi che si chiama Umiltà arriva lo sguardo che ridà vita, rianima. Oggi camE una grande quantità di Buon Umore! minavo sotto la pioggia leggera ed ero felice: guarCondite il tutto con molto Buon Senso e davo e ogni cosa aveva una sua sfumatura di belLasciate cuocere a fuoco lento... lezza. Oggi il quotidiano luccicava, nel grigio, sotto E avrete sicuramente una BUONA GIORNATA!!! la pioggia. Vorrei poter donare un po’ di quella luce Un grazie a Claudia a chi non riesce a vederla. Comunque ci provo.

www.newentry.eu 53


SPETTACOLO & ARTE

Jessica Giovane una regina dei social

Un’estate – quella passata – vissuta da regina dei social. Un inverno – quello che si sta per concludere – dove ha coronato uno dei suoi grandi sogni: realizzare un calendario tutto suo. Così, mentre su Instagram ha superato quota 100.000 Follower, Jessica Giovane – per tutti semplicemente @JessjcaJay – pensa in grande. Ad un 2018 che le regalerà ulteriori soddisfazioni. Il suo personaggio è esploso all’ombra del “solleone” estivo che rende la Sicilia meta di turisti e villeggianti. Le sue curve – rigorosamente come mamma le ha fatte - sui social non sono passate inosservate. Dalla Sicilia, sua terra d’origine, ha preso il volo ed ha conquistato tutta l’Italia. Fotografi compresi. I brand fanno gara pur di averla come loro ambassador. E, naturalmente, Jessica non si tira indietro. A dicembre ha lanciato tramite social network il suo primo calendario in digitale. Il boom è stato istantaneo. Un’autentica caccia per accaparrarsi una copia – seppur virtuale – da tenere sempre a portata di mano sul desktop del proprio pc. Un bel modo per iniziare l’anno. Ma che oltre all’aspetto fisico ci sia molto di più, lo testimonia il corso di studi che sta seguendo – Comunicazione, Università di Catania, è una propensione innata verso la lettura e la scrittura. “Ma la gente mi segue perché sono genuina e solare, in me trova sempre sorriso, spensieratezza, gioia” assicura lei. La ragazza della porta accanto che chiunque vorrebbe. Un autentico sex symbol che si è ritrovato tale quasi senza volerlo e senza immaginarlo. 54 www.newentry.eu


SPETTACOLO & ARTE

Riavvolgiamo il nastro e scopriamo che… Fino all’estate scorsa su Instagram avevo pochi follower, nulla di eccezionale. Poi quest’estate ho iniziato a postare le mie foto in costume, a raccontare momenti della mia vita quotidiana e mostrare i miei outfit. È stato un boom incontrollabile e inimmaginabile, ed ecco che anche la mia vita improvvisamente è cambiata. Poche settimane fa hai lanciato il tuo calendario. Un’idea nata parlando con i miei amici e confrontandomi con i miei follower. Mia mamma mi ha spinto a lavorare per realizzarlo, devo dirle grazie per il supporto che mai mi ha fatto mancare in questo mio percorso. All’interno si trovano foto eleganti che non scadono mai nel volgare. Ed il riscontro mi ha premiato… Nella vita di tutti i giorni cosa fa Jessjca Jay? Sono una studentessa di Scienze della Comunicazione e una fotomodella. Non nego che

mi piacerebbe avvicinarmi alla professione di social media manager, unendo entrambi i lati della mia persona. Perché la gente ti segue in massa? Perché sono genuina, spontanea. Perché in me rivedono solarità e semplicità. E naturalmente perché vedono un corpo che ha i suoi punti forti nelle mie curve. In più, non sono una ragazzina ma una donna e come tale sono consapevole dei miei punti di forza, dei limiti, della capacità di esprimere la mia femminilità e sensualità. Sei anche una fra le poche influencer che provengono dal Sud Italia. Mi auguro che altre possano affiancarsi a me e ottenere lo stesso successo. Il Sud ha molto da offrire, in questo settore come in tutti gli altri. Le ragazze bellissime e intelligenti non mancano, per cui mi auguro che vi possano essere altre che investendo nel loro capitale creativo, intellettivo e fisico possano spopolare sui social. Un po’ come successo a me. Al Sud le opportunità sono minori rispetto al Nord, ma chi proviene dal Sud ha tenacia e voglia di impegnarsi. www.newentry.eu 55


SPETTACOLO & ARTE

Sui social ti piace osare, nel quotidiano? Dipende dal contesto: di giorno sono casual, una ragazza semplicissima. Se però il momento o il luogo lo richiede, posso anche esibire il mio lato più sensuale senza mai scadere nel volgare. Com’è stato il tuo approccio alla fotografia? Ho lavorato in tutta la Sicilia, però molto bolle in pentola e spero che il 2018 sia un anno ricco di sorprese. Ho tante offerte e proposte, sto valutando quale strada intraprendere. Ho avuto la fortuna di collaborare con brand del settore vestiario, sono stata brand-ambassador per Honiro, ho una collaborazione con l’azienda americana Lotus Leggins e sono testimonial di un evento rock che sarà organizzato nel Salento. Qual è il tuo sogno? Il mondo dello spettacolo mi sta facendo molte avances… ma sogno di diventare un’attrice. Penso di esservi portata e il fatto di essere stata sul set fotografico certamente mi aiuta. Anche lì, in ogni shooting, devi interpretare il ruolo della bella, della seducente, della spensierata, dell’affascinante. Ecco, ripeterlo davanti alla cinepresa non mi spaventa… CREDITS FOTOGRAFICI Ph. Vincenzo Di Dio - Ph. Sal Pavone CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/jessjcajay/

Salone Estetica

e

ster

Le soluzioni di bellezza garantite in un metodo e un programma su misura per te

Benvenuti nel mondo dell’eccellenza - Professionalità ed esperienza al tuo servizio PRESEZZO (BG) - Via V.Veneto,747 - Tel. 035 610524 56 www.newentry.eu


RELAX

PER LA TUA PUBBLICITA’ SU NEW ENTRY CHIAMA SENZA IMPEGNO IL 347 73 52 863

www.newentry.eu 57


INFOMOTORI

Toyota C-HR: un crossover tutto spigoli e unicità SILVI MARINA – La Toyota arriva nel settore delle Crossover compatte. E lo fa in un modo tutto particolare, presentando la C-HR, una vettura dalle linee assolutamente uniche. Il nuovo prodotto giapponese è disponibile con 1 Motore a Benzina (1200 da 115 cv) oppure 1 Motore Ibrido Benzina + Elettrico (1800 da 122 cv), negli allestimenti Active, Business, Lounge, Style. Esternamente le linee originali e sinuose sono “spalmate” su una carrozzeria lunga 436 cm dal tetto arcuato, con grandi ruote e passaruota bordati di nero. I “particolari” fari che si uniscono alla mascherina, i passaruota in bella evidenza e i fanali a forma di ala, che sembrano appena appoggiati alla carrozzeria, la Toyota C-HR fa di tutto per non essere banale. Sono “strane”

persino le maniglie posteriori: mimetizzate nell’angolo alto della porta e disposte in orizzontale. Il lunotto quasi orizzontale dà grinta alle forme. Al pari della carrozzeria, l’abitacolo della Toyota C-HR si presenta moderno e dalle forme originali: la plancia asimmetrica è dominata dallo schermo di 8’’, a sfioramento, che sembra emergere dalla fascia centrale Molti i dettagli in plastica nera lucida (che, quando la luce batte sopra diretta rivelano essere tempestati di microscopici brillantini) e le finiture non deludono; sotto le linee “fantascientifiche”, i comandi e la loro disposizione si rivelano molto convenzionali, e per questo facili da individuare. Anche il cruscotto, illuminato di blu, è molto completo: due elementi a lancetta con, al centro, uno schermo multifuzione a colori, che ripete anche le indi-

www.studiorotafederica.it

Consulente del lavoro Rota Rag. Federica delegato n. BG01533FL della Fondazione Consulenti per il Lavoro - Agenzia per il Lavoro Aut. Min. 19009 del 23/07/2007

Via Dante Alighieri 85 - Almenno San Bartolomeo (Bg) - Tel. +39 035644251 Via Antonio Stoppani 30 - Pontegiurino - Berbenno (Bg) - Tel. +39 035851166 Fax +39 035852770 - studiorota.segreteria@gmail.com - studiorota.paghe@gmail.com 58 www.newentry.eu


INFOMOTORI

amica dell’ambiente, grazie a ottime doti unite a consumi molto molto contenuti. Per finire il listino prezzi: si va da 25700 € della 1200 Active per arrivare a 29700 € della 1200 Style 4WD (Benzina), si va da 28400 € della 1800 Active per arrivare a 30400 € della 1800 Style (Ibrida). Per ulteriori informazioni sul mondo dei motori visitate il mio magazine www.besmotori.it cazioni del navigatore e mostra le informazioni dell’impianto multimediale. Ed ora il momento del test drive: la Toyota C-HR guidata è stata la 1800 HSD Hybrid E-CVT Style da 31111 €. La Toyota si apre al mondo dei crossover compatti proponendo la sua soluzione avveniristica: la C-HR. Su strada, la C-HR è una vettura che si fa notare con le sue forme anticonformiste e per nulla convenzionali. E’ pratica, maneggevole, lo sterzo è molto leggero e preciso, si parcheggia facilmente grazie all’ausilo dell’ottima retrocamera a colori. Il propulsore che equipaggia la C-HR è il motore Ibrido 1800 della Prius, prima ibrida Toyota e prima Ibrida a essere commercializzata al grande pubblico. Questo motore, ormai molto conosciuto e apprezzato, permette alla C-HR, di essere prestazionalmente

Vivi l’esperienza della Toyota CH-R

Ti serve solo uno smartphone e tanta voglia di crescere... CHIAMA PER AVERE PIU’ INFORMAZIONI: 347 73 52 863 www.newentry.eu 59


ANNUNCI ECONOMICI LAVORO OGGETTI ANIMALI INCONTRI IMMOBILI VEICOLI Obbligatorio inviare l’annuncio con il codice fiscale e la provincia dove si vuole pubblicare. Se non presente, New Entry non pubblicherà l’annuncio.New Entry declina ogni responsabilità in merito al contenuto degli annunci di questa rubrica sottoscritti dagli inserzionisti. Il recapito telefonico è un servizio che non implica in

nessun modo gestione diretta da parte dell’Editore. La pubblicazione è gratuita salvo per vendita e affitti di immobili, auto e moto e rubrica Incontri. In questo caso il costo è di €.25,00 per 4 uscite. Il pagamente deve essere effetturato tramite bonifico bancario a: New Entry - Banca Credito Bergamasco - Filiale Brembate di Sopra -

Codice IBAN IT64 S 05034 52660 000 000 000 822 oppure tramite POSTEPAY - CARTA N°5333171027919964 C.F. BFF GLC 73S17 A794L I lettori, se così si possono definire, che chiameranno i numeri relativi agli annunci pubblicati qui di seguito, per azioni di stalking saranno consideratI illecite e perseguite a norma di legge.

LAVORO

• Cameriera 45 enne con 25 anni di esperienza. cerca lavoro x servizio a pranzo. Info 3473152566. •Insegnante si offre come aiuto compiti a Madone, Bonate Sotto e Bonate Sopra. Prezzo modico. Daniela tel.3776755212 • Sig.italiana automunita 37 anni di Brembate di Sopra cerca lavoro con urgenza: pulire, stirare, accudire bambini o anziani...disponibile subito, massima serietà, Sabrina 3281761156 • Cerco lavoro di badante o pulizie con esperienza italiana Info 3896199313 • Signora italiana referenziata cerca lavoro come badante diurna o notturna. Disponibilità immediata. Zona Isola. Aurora tel. 3282698507. • Italiana cerco lavoro alcune mattine a settimana o pomeriggi come pulizia da Calusco a Suisio o a Ponte San

Pietro. No vendita. Veronica 3662746156 • Sono una ragazza seria, 35 anni, sto cercando lavoro come:operaia, badante di giorno, babysitter, collaboratrice domestica,cameriera orario pranzo, lavapiatti, sono referenziata disponibile da subito il mio numero di telefono 349 08 44 118 • Impiegata amministrativa contabile automunita, referenziata, pluriennale esperienza: contabilità generale clienti/fornitori ordinaria/semplificata, tesoreria, conoscenza gestionali contabili, valuta proposte impiego Meratese, Alta Brianza, Arcore, Provincia Lecco. Per richieste di ulteriori informazioni chiamare 347.0712280. Max serietà. Astenersi perditempo. • Cerco giovane pensionato per piccoli trasporti e movimentazione merci. Zona Isola. Marco 344 1338005

• Cercasi ragazzo/a con patente scooter per consegne a domicilio. Disponibilità anche sabato e domenica. Zona Villa d’Almè. Tel. 035 639218 • Cerco ragazzo/a studente come aiuto cuoco. Info 035 63 92 18 • Cerco lavoro come badante notturno o pomeriggio a Bergamo e provincia, Terno d’Isola Chignolo, Bonate, Presezzo, Ponte S.Pietro. Libera subito, esperienza da anni. No perditempo. Info 389 61 99 313 •Abile impiegata amministrativa contabile, ventennale esperienza lavori ufficio, prima nota gestione banca / cassa -registrazione fatture clienti / fornitori gestione personale etcc.. Cerca zona isola - Ponte S.P. Almenno, Brembate, Val San Martino ...part-time o full time. Info 349 4509850

Vendiamo questi ed altri libri, da Wilbur Smith a Stephen King, da Sveva Casati Modigliani a Dan Brown…. visitateci sulla pagina FACEBOOK “bancarella per Etica” 1) CACCIATORI DI DIAMANTI - Wilbur Smith (€ 2.00) 2) IL POTERE DELLA SPADA Wilbur Smith (€ 2.00) 3) L’ULTIMA PREDA Wilbur Smith (€ 3.00) 4) IL CANTO DELL’ELEFANTE Wilbur Smith (€ 3.00) 5) DI NOI TRE - Andrea De Carlo (€ 3.00) 6) ORIZZONTE - Wilbur Smith (€ 3.00) 7) DISPERATAMENTE GIULIA - Sveva C. Modigliani (€ 3.00) 8)IL CIGNO NERO - Sveva C. Modigliani (€ 2.00) 9)UN AMORE TROPPO PERFETTO - Vera Cowie (€ 3.00) 10)TRE METRI SOPRA IL CIELO - Federico Moccia (€ 3.00) 60 www.newentry.eu


LAVORO OGGETTI ANIMALI INCONTRI IMMOBILI VEICOLI ANNUNCI ECONOMICI no d’Isola, Bonate Sopra o Chignolo larg.1.50 . La coppia euro 120. OGGETTI Info 3896199313 Info cell. 3497864057 • Acquisto album e figurine solo cal- • Vendo madia in legno massello di • Cerco soprammobili in bronzo vecciatori ma prima del 1978. Va bene noce,intarsiata come nuova al prezzo chi e usati tipo cavalli,cani, e di altri anche album vuoti e blocchi di figurine di euro 700. Info cell. 3497864057 animali, oltre a busti di personaggi per stesso periodo. Tel. 348-2729400 Vendo tendoni x camera o sala esempio Napoleone, Garibaldi, Mus• Cerco casa in affitto solo privati. Ter- bianchi usati poco,altezza cent 2.45 solini, ecc. Tel. 337424040.

GASTRONOMIA Vendesi attività commerciale e produttiva ben avviata di gastronomia con forno per dolci e pasticci, possibilità affitto o acquisto dei muri. Ottimo per gestione famigliare. Attività di nicchia e ricercata. Solo se realmente interessati contattare la redazione di New Entry al numero di cellulare 347 73 52 863

Cerchiamo consulenti Bergamo e provincia per vendita profumi biologici e tanto altro. PROVVIGIONI DEL 100% Un esempio: profumo comparabile Ipnotic Poison, paghi 15 euro vendi 30 Per un colloquio informativo 3403324853 Damiano Bonandrini

PERCHE’ ANDARE ALL’ESTERO PER LE CURE DENTALI? AMBULATORIO ODONTOIATRICO Dott. FRANCESCO SANTORSOLA

Ritrova il tuo Sorriso

In un momento difficile come quello attuale, segnaliamo la Campagna che il nostro Ambulatorio, presente sul territorio da oltre 10 anni, propone al pubblico. Ricordando come le cure odontoiatriche e la prevenzione siano fondamentali per la buona salute psicofisica, evidenziamo l’obiettivo del nostro ambulatorio: rendere accessibili le cure dentali a tutti, comprese le persone meno facoltose ed è per questa ragione che segnalimo la nostra campagna rivolta a tutti. Desiderando sensibilizzarvi riguardo all’importanza delle cure dentali, Vi invitiamo a contattarci allo studio di via Piave 1 a Bonate Sopra o a quello di Dalmine in via Dell’Ovo 8 per prenotare una Visita senza impegno. Chiunque si presenterà allo studio in questo periodo e per tutto il 2017 riceverà un trattamento odontoiatrico con un costo accessibile.

PRESTAZIONE

LISTINO €

VISITA E PREVENTIVO SENZA IMPEGNO PULIZIA DELLA BOCCA (DETARTRASE) 60 ESTRAZIONE SEMPLICE 70 ESTRAZIONE COMPLESSA 100 RX ENDORALE 20 CURETTAGE (PER ARCATA) 150 GENGIVECTOMIA QUADRANTE 200 OTTURAZIONE 100 DEVITALIZZAZIONE PLURIRADICOLARE 170 DEVITALIZZAZIONE MONORADICOLARE 130 RICOSTRUZIONE CON PERNO 150 PERNO MONCONE 180 PROVVISORIO INRESINA 50 CORONA ORO RESINA 550 CORONA METALLO CERAMICA 650 CORONA ZIRCONIA CERAMICA 750 SCHELETRATO CON ATTACCHI 1400 SCHELETRATO CON GANCI 1000 PROTESI TOTALE PER ARCATA 1200 RIBASATURA DIRETTA 100 RIBASATURA INDIRETTA 150 IMPIANTO PIU’ MONCONE 1000

CAMPAGNA PREVENZIONE € SENZA IMPEGNO 25 45 60 15 100 180 70 130 100 110 140 30 300 400 500 1000 900 800 80 110 600

Studio: Via Piave,1 - Bonate Sopra (Bg) - Tel. 035 49 42 028 Studio: Via Dall’Ovo,8 - Dalmine (Bg) - Tel. 035 56 31 97 Emergenze: 342 75 49 037 www.newentry.eu 61


TAPPEZZERIA ARRIGONI Brembate di Sopra (Bg) - Via Cesare Battisti,22 Tel./Fax 035 332096 www.tappezzeria-arrigoni.it info@tappezzeria-arrigoni.it

VENDITA, MONTAGGIO E ASSISTENZA TENDE PER INTERNI - TENDE DA SOLE - PERGOTENDE ZANZARIERE - TENDE A RULLO - RIFACIMENTO SEDIE E DIVANI


Ryan konnen sie mir helfen? Ryan puoi aiutarmi? (21^ parte) Solo le SS sapevano cosa stava succedendo e solo loro sapevano qual era la destinazione di quel camion. Riguardai Ryan, lui appoggiò la mano sul vetro della finestra e poi la fece scivolare, io non potei fare altro che un sorriso. Le lacrime stavano appannando i miei occhi, ma non staccai lo sguardo da lui finché il camion si allontanò dal campo e la sua sagoma divenne piccola. Durante il viaggio all’altro campo cominciai a provare dei sentimenti per Ryan perché nonostante tutto lui si era comportato bene con me, come potevo non ringraziarlo, mi aveva salvato la vita parecchie volte e anche poco prima del mio viaggio al campo, cercò di farmela evitare. Ora che ero lontana da lui, mi mancava e così mi sentii testarda e stupida. Aveva ragione: in un campo di concentramento, io prendevo la mia vita come un gioco. Volevo morire su quel camion prima che arrivasse nella bocca dell’inferno e pensavo in continuazione: “Lüdeke mi riconoscerai? Morirò? Rivedrò mai Ryan?” Giunta al campo John ci aspettava per la selezione. Ci obbligò di spogliarci tutte, ma io non possedevo un numero e John l’avrebbe sicuramente notato. Ad un certo punto vidi sulla soglia degli appartamenti dei nazisti, Lüdeke, con quell’aria da principino che aveva da quando era diventato fratello di una SS. Cominciai ad agitare freneticamente le mani come avevo fatto la sera in infermeria, cercando di farmi riconoscere. Lüdeke dopo qualche secondo mi notò e mi riconobbe, io, ancora vestita, alzai la manica del vestito facendogli notare che non possedevo il numero. John si perfezionò davanti a me, spalancò gli occhi e mi strappò la collanina d’oro che portavo al collo poi mi ordinò di togliere i vestiti. Non potevo, non avevo un numero, avevo anche la fasciatura alla spalla e se mi avesse

TERRITORIO

Autrice Marta Ravasio

ordinato di togliere la sciarpa che tenevo sopra il capo mi avrebbe di certo riconosciuta e non mi avrebbe spedito direttamente nella camera a gas, mi avrebbe torturato e stavo mettendo a repentaglio la vita di “mio fratello”. Lüdeke gli andò vicino e gli disse qualcosa sottovoce, John annuii, Lüdeke mi prese per mano e mi fece entrare nella sua stanza ed io lo ringraziai immensamente per avermi salvato la vita. Lüdeke mi chiese come mai ero vestita da prigioniera ed io gli risposi che la mia vita non aveva un senso, che la mia presenza portava squilibri nella vita di Ryan. Lüdeke dopo che gli ebbi raccontato tutto mi disse:-Se resterai così John verrà a scoprire tutta la verità, tu mi hai aiutato a vivere, tu mi hai trasformato in una persona e non in un animale e tu porterai avanti questo progetto di vita. Fallo per me. Squilibri nella vita di Ryan? Ti sei innamorata, ora vai, prenderò un’altra prigioniera come domestica personale-. Lüdeke aveva ragione così, dopo essermi lavata e dopo aver mangiato pane e pollo allo spiedo, fuggii verso il campo femminile, indossando una nuova divisa nazista.Arrivata al cancello, il faro che i nazisti facevano ruotare per tutto il campo la notte, mi mise a fuoco. Dei soldati corsero verso di me ed aprirono il cancello, io spiegai loro che John mi aveva convocato per cambiare qualche orario di lavoro. Piano, piano entrai nella saletta al piano di sotto per andare nella mia camerata, accesi la luce e vidi Ryan. Alzò lo sguardo e mi scorse :-Ryan- sussurrai -mi dispiace così tanto volev…- :-Ssshh- mi rispose mettendomi un dito davanti alla bocca. L’odore del muschio bianco e il suo tocco mi procurarono un brivido alla schiena, abbassai lo sguardo e mi diressi in camera mia. continua-20 www.newentry.eu 63


Terno d’Isola (Bg) via E.Fermi,11 Tel. 338 6830096 www.presentemoda.com

NEW ENTRY - EDIZIONE DI BERGAMO - 15/01/2018  
NEW ENTRY - EDIZIONE DI BERGAMO - 15/01/2018  

Da 24 anni raccontiamo emozioni...

Advertisement