Page 1

Anno 24 - N°02 del 05/02/2018 - www.newentry.eu - bergamo@newentry.eu - Pubblicità: Gianluca Boffetti 347.73.52.863 BERGAMO GRATUITO

Ep i l azi on e Lase r

ITINERARI

EFFICACE, AFFIDABILE, SICURA SU OGNI TIPO DI PELLE L’UNICO LASER UNISEX PER EPILAZIONE 100% MADE IN GERMANY

ESPERTI A VOI

IN LIBRERIA

GUSTO

INFO MOTORI

SALUTE

PLAY MUSIC

SPECIALI

Il Giornale della Gente

Per i primi 20 clienti: TOTALBODY a soli 1.800,00 €

SOCIETA’

Scarica la nostra App: 300.000 punti di interesse in tutta Italia per conoscere Eventi, Promozioni, Cultura intorno a te.

RIFLESSIONI

PAGAMENTI RATEIZZATI A TASSO ZERO

Via Vittorio Veneto, 1111 - 24030 PRESEZZO (BG) Tel. 0350740258 . Cell. 339 11 71 396 www.laperladelbenessere.it - info@laperladelbenessere.it -


EDITORIALE

Bullismo e Cyberbullismo Ogni giorno mi meraviglio di come l’essere umano in modo inesorabile non ha più dignità, non ha più rispetto verso il prossimo. Parlo in particolare di questa generazione di pre-adolescenti che formano le baby-gang, ragazzi che picchiano, massacrano e insultano sia ragazzi più grandi che più piccoli, per loro tutti noi dobbiamo subire umiliazioni. Ragazzi che sentono piacere a trattare male, a picchiare e insultare... Una recente inchiesta ha mostrato che il 27% degli episodi di bullismo avviene in aula, il 14% nei corridoi e il 16% nel cortile. La scuola, cioè quello che dovrebbe essere l’ambiente educativo per eccellenza, nasconde una cultura di violenza poco presa in considerazione dagli adulti. Infatti,

02 www.newentry.eu

all’interno della scuola, nel momento in cui gli episodi di prepotenza sono denunciati, viene segnalata un’inspiegabile indifferenza o trascuratezza. Tanto è vero che, in genere, chi è presente all’episodio non interviene per porre fine alle prepotenze. Anche chi subisce la maggior parte delle volte non denuncia e sopporta in silenzio, senza dire niente. Infatti, moltissime vittime non possono o non vogliono far conoscere le violenze subite, forse perché si vergognano, ed elaborano da sole strategie per sottrarsi al ripetersi di tali esperienze e alle loro eventuali conseguenze. Del resto, risulta che anche quando gli episodi vengono denunciati non sempre si verifica la fine delle prepotenze. Per indifferenza o trascuratezza i protagonisti


EDITORIALE

non vengono adeguatamente puniti e si sentono quindi legittimati ad operare come avevano già in fatto in precedenza. Occorre quindi che anzitutto gli adulti si rendano conto di quest’amara realtà, che non è affatto marginale. Sembra infatti che quasi il 50% dei ragazzi dichiari di essere stato vittima, almeno una volta, di episodi di bullismo. Le statistiche rivelano anche che gli ultimi anni delle suole elementari, quelli della scuola media e i primi delle superiori sono quelli più soggetti ad episodi del genere. Le prepotenze di tipo verbale sono più numerose di quelle di tipo fisico, ma non per questo sono da sottovalutare, poiché spesso esse causano traumi psicologici gravissimi. Certe volte, infatti, per i ragazzi le sfide più grandi da affrontare giornalmente non sono i compiti o le interrogazioni, ma l’inserimento, o meno, nel gruppo dei coetanei e il nodo delle relazioni interpersonali. La conseguenza di tutto questo è che il bullismo provoca, in chi subisce questi atti di violenza, delle ferite profondissime e laceranti, difficili da rimarginare. Come se ciò non bastasse, la rete oggi ha complicato ulteriormente le cose consentendo la nascita del cyberbullismo, o bullismo online. Di cosa si tratta? Già la parola richiama uno degli strumenti moderni più utilizzati dai ragazzi, il computer, attraverso il quale i bulletti spaventano, mortificano, mettono paura ad altri ragazzi spesso umiliandoli di fronte agli altri coetanei connessi. Il cyberbullismo è un fenomeno molto pericoloso perché i ragazzi possono nascondere la loro identità, il loro volto, il loro nome, dietro lo schermo di un pc, ma arrecare comunque un forte danno alle vittime. Oggi tutti gli studenti hanno un profilo Facebook o WhatsApp, ma alcuni non utilizzano in maniera sana e semplice questi strumenti, che, al contrario, vengono usati per imporre il proprio io, per attirare l’attenzione, per sentirsi forti a discapito di coloro che vengono individuati come più deboli o diversi. Questo, ovviamente, non signfica che i social network o le chat comuni sono strumenti condannabili, ma che è importantissimo saperli utilizzare correttamente nel rispetto del

buon senso ma anche della normativa vigente, spesso ignorata da molti. Si ha l’impressione, ascoltando o leggendo fatti di cronaca nera riguardanti proprio il fenomeno del cyberbullismo, che questi ragazzi che si nascondono dietro i loro profili per far male ad altri ragazzi, sono spesso i veri deboli, vittime in primis della propria ignoranza e della propria incapacità di farsi valere in un modo sano, lasciati al loro destino da famiglie assenti o poco interessate che non li educano ad un approccio a internet positivo. Capita anche che i genitori non sappiano come i loro figli passano il tempo, cosa cercano o fanno online. Sono ragazzi che non hanno regole, che non vengono appunto controllati, che non hanno una guida e per questo, facilmente, approfittano della loro solitudine, e del loro disagio, per sfogarsi contro i più deboli. Ormai il cyber bullismo può essere paragonato ad un pugno in pieno viso ricevuto all’intervallo a scuola, perché internet, il web e i social network fanno parte della vita di ognuno di noi, soprattutto dei ragazzi, e costituiscono una sorta di mondo virtuale dove tutto è più veloce, talvolta più bello, ma anche brutale e terribile. Oggi il cyberbullismo è un argomento molto dibattuto anche nelle scuole, perché i ragazzi devono imparare ad usare consapevolmente e in modo sicuro internet e i social network, sia per la loro incolumità, per non incappare nei pericoli della rete, sia per avere la consapevolezza che il web non può sostituire una bella partita di pallone o una passeggiata con le amiche ma che, in compenso, ciò che accade online è reale e un’offesa scritta può ferire quanto o anche di più di una detta a parole. Proprio perché il fenomeno del bullismo e del cyberbullismo è dilagante è stata istituita una giornata mondiale per la sicurezza in rete e la lotta al cyberbullismo, il Safer Internet Day, (7 febbraio 2018) dove non solo i ragazzi vengono informati di quello che può accadere se si usa male internet, ma anche i professori e i genitori vengono messi al corrrente della situazione e degli accorgimenti da mettere in atto per arginare la situazione. Gianluca Boffetti www.newentry.eu 03


ESPERIENZE DI VITA, EMOZIONI, RIFLESSIONI DI MARIO VENTURINI

NELLA MIA CASA: QUI SO CHI SONO... Nel viaggio, ignoti fra gente ignota, si impara in senso forte a essere nessuno. Proprio questo, permette, in un luogo amato (casa) divenuto quasi fisicamente una parte della propria persona di dire, echeggiando Don Chisciotte: QUI’SO’CHI SONO. LA CASA: frutto di enormi sacrifici e rinunce, custode di ricordi, affetti, dolori e speranze. Scrigno nel quale quotidianamente immagazziniamo sogni di vita. Palcoscenico su cui ognuno, ogni giorno, recita la propria parte. Indicibile la disperazione di chi in pochi secondi ha perso tutte le certezze: un sussulto della terra, una frana staccatasi dalla montagna amica, un’onda anomala del mare di casa, la rivolta del fiume platea dei giochi di tanti bambini: TUTTO DISTRUTTO. Sicurezze infrante come una vetrina colpita da un sasso e ridotta in mille pezzi. Ora non possono più esclamare: QUI’SO’CHI SONO. Tutte le volte che mi capita di transitare davanti ad una Casa di Riposo per anziani, mi ritorna con prepotenza nella mente, aggredendomi i timpani, una supplica quasi urlata che ogni volta mi lascia sconvolto pro04 www.newentry.eu

curandomi un’amarezza nel cuore: SIOR EL ME PORTE A CASÖ... EL ME PORTE A CASA ME... PER PIACERE... Un’invocazione, quasi una preghiera. Un grido smorzato di disperazione. Doverosa da parte mia spiegare il motivo di tanta commozione. Parecchi anni fa e per circa un lustro ho fatto parte dell’encomiabile gruppo dei Volontari soccorritori della Croce Rossa. Angeli silenziosi che sacrificando il loro tempo, mettendo a rischio parecchie volte anche l’incolumità personale, volano su un’ambulanza ululante, a soccorrere chi in quel momento si trova in difficoltà. Fra i vari compiti che ci ordinavano di eseguire, c’era l’incarico di prelevare anziani dalle Case di Riposo per ricoverarli in Ospedale o di riportarli nella loro residenze di degenza dopo le dismissioni. Inizio inoltrato di primavera. Arriviamo ad una dimora per anziani di un paese appena fuori questa provincia per riportare un ospite dismesso da un nosocomio. Traslocato il degente dal lettino sulla sedia a rotelle, spingendolo saliamo dall’apposita rampa e entriamo nell’atrio della struttura.


RIFLESSIONI

Un’odore di disinfettante ci assale le narici, pavimenti puliti e lucidi, mobiletti bianchi e poche sedie: tutti uguali questi ambienti. Nell’entrata trovi sempre qualche ospite seduta compunta,mani in grembo con l’immancabile borsetta a penzoloni: si ha l’impressione che stiano aspettando qualcuno che le deve venire e prendere. Se vi capita di entrare in una di queste dimore, soffermatevi ad osservarle, senza farvi notare, e fissate negli occhi. Desolazione, quasi disperazione. Hanno quasi timore ad accennare un sorriso ma vedrete i loro visi accendersi appena gli rivolgete il saluto. Mi viene il magone. Sicuramente saranno state ragazzine diligenti e studiose, fidanzate che si illuminavano alla vista del loro amato, mogli fedeli che con grandi sacrifici avranno aiutato i mariti in casa e fuori, madri amorose che si saranno sacrificate per i loro figli e ora vedi sedute, rassegnate ad elemosinare sorrisi e saluti da estranei sperando in qualche visita in più da figli e nipoti. Che desolazione! Mentre sono concentrato in queste riflessioni, i miei colleghi volontari, sbrigate le fac-

Per la tua dichiarazione dei redditi affidati a professionisti qualificati e certificati. CAF CGN

cende burocratiche trasportavano l’anziana nella sua camera. Per ingannare il tempo, ciondolando, mi dirigo nella sala di ricreazione della struttura. Parecchie ospiti sedute ai tavolini. Non dialogano, si guardano ma penso non si vedano. In alto, collocata su una grossa mensola, una televisione accesa ma con l’audio molto basso che non riceveva l’attenzione di nessuna delle presenti. Facendo una panoramica dell’ambiente, mi sorprese un particolare: tutte erano sedute con la testa rivolta verso l’entrata e dopo attenta riflessione riuscii a capirne il motivo. Ogni volta che la porta di accesso al salone si apriva, vedevo i loro occhi accendersi per spegnersi subito dopo aver constatato che il visitatore non era un loro parente, un amico o un conoscente. Si ritiravano in loro stesse, mani giunte sul tavolivo e lo sguardo sempre fisso verso il solito punto. Mentre ero completamente assorto in queste mie misere considerazioni, mi sento tirare da dietro la giacca della divisa. Mi giro e vedo una minuscola vecchina che mi guarda con due occhi lucidi quasi imploranti. Era vestita tutta di

POTETE FISSARE UN APPUNTAMENTO TELEFONANDO AL NUMERO

035 64 18 88 AI NUOVI CLIENTI SCONTO DEL 10% SU Modello 730 singolo - Modello 730 congiunto Modello Unico - IMU - TASI

C.R.C. CONSULTING SRL - Via del Crocefisso,2 (ang. Via Pitentino) - ALMENNO SAN SALVATORE Tel. 035 64 18 88 - Fax 035 64 12 52 - segreteria@crcconsulting.it www.newentry.eu 05


RIFLESSIONI

nero con i capelli raccolti sulla nuca, molto ordinata con al braccio una piccola borsettina nera. Mani callose con all’anulare della sinistra una fede di ferro sottilissima, sicuramente l’originale d’oro l’aveva donato alla Patria. Mi abbasso, la saluto e gli dò la mano: la sua vista mi commuove. Cosa c’è nonnina, gli sussurro, ha bisogno di qualcosa? Vedo due occhi trasparenti e tristi riempirsi di lacrime. Balbetta qualcosa ma non riesco a comprendere ciò che mi vuole dire. Mi abbasso di più ed il mio viso è all’altezza del suo. Vedo un volto rugoso ma bellissimo, emana un profumo di boratalco. Aleggia su tutta la sua persona un forte odore di naftalina che mi porta al ricordo di mia madre. Ripeto molto lentamente la domanda - nonna ha bisogno di qualcosa? Barbugliando estrae dalla manica del golfino un piccolo fazzoletto rosso, si pulisce gli occhi, mi fa segno con un dito di fare silenzio e nel medesimo tempo volge lo sguardo prima a destra poi a sinistra come volesse accertarsi di non essere spiata. Mi fa segno di avvicinarmi di più e con uno sforzo quasi da ultimo respiro mi sussurra in un orecchio: SIÖR EL MÈ PORTE A CASÖ - EL MÈ PORTE A CASÖ ME - PER PIACERE. Tira un lungo respiro, abbassa la testa: sembrava sì vergognasse di avermi fatto una tale richiesta. La guardo. Mi fissa. Mi sento mancare e crollo letteralmente su una sedia che per fortuna era lì vicino.Balbetta. Poi tutto d’un tratto ripete con tono implorante: EL PREGHE SIÖR EL ME PORTE A CASÖ ME... Rinvengo. Le prendo la mano, la guardo e cerco di dirgli qualcosa: le parole non mi escono. Si passa il fazzoletto sugli occhi con 06 www.newentry.eu

i quali a turno mi guarda. Rimaniamo così in silenzio per parecchi secondi che mi sono sembrati infiniti. Mi scuoto: qualcuno mi sta chiamando. Il mio collega, dopo aver sbrigato tutte le incombenze, mi stava aspettando. Mi alzo, prendo la mano della nonnina e gliela stringo mentre cerco di spiegarle che non potevo fermarmi di più ma le promettevo che sarei tornato a trovarla un giorno della settimana dopo. Un largo sorriso gli comparve sulla bocca che a malapena cercava di coprirsi con il palmo della mano per il timore che mi accorgessi dei pochi denti che le erano rimasti. Mi getta le braccia al collo e mi stampa sulla guancia un grosso bacio. Usciamo dalla Casa di Riposo spingendo la carrozzina vuota. Mi giro e vedo una figurina ferma, immobile sulla porta d’entrata con la sua borsetta appesa al braccio destro e con la sinistra faceva larghi segni di saluto. Mi ero impegnato. Glielo avevo promesso. Sarei ritornato a trovarla. Mentre ci allontanavamo con l’autoambulanza l’urlo di disperazione mi inseguiva procurandomi uno stato di malessere. Nelle orecchie l’eco non mi abbandonava: SIÖR EL ME PORTE A CASÖ ME... Voleva andare a casa sua: là sapeva chi era. La settimana scivolò via come tutte le altre senza particolari avvenimenti. Mi ero quasi inconsciamente dimenticato della promessa che avevo fatto, senonchè il Lunedì successivo, giorno del mio turno di volontario soccorritore alla Croce Rossa, nell’effettuare la visita di prassi sull’ambulanza, (d’obbligo ogni volta che si assumeva il turno) il mio solito compagno di squadra


RIFLESSIONI

mi disse di aver trovato sul sedile posteriore un fazzolettino rosso che non sapeva di chi fosse. Mi venne uno sciupön al cuore (così diceva mio nonno quando prendeva qualche spavento). Riconobbi subito che era il fazzolettino rosso che la nonnina adoperava ad asciugarsi gli occhi e che deve avermi messo nella tasca della divisa, di nascosto mentre mi ero abbassato per farmi dare un bacio sulla guancia. Il fatto mi mise in agitazione e per tutta la mattina non pensai ad altro anche perchè restammo in sede non avendo ricevuto, per fortuna, chiamate d’intervento. A pranzo mangiai in fretta senza farne del fatto, parola con alcuno. Nel primo pomeriggio mi misi in macchina con direzione Casa

di Riposo. Nel fare retromarcia, per parcheggiare davanti alla struttura, con la coda dell’occhio sbirciai l’entrata. Seduta su una sedia appena fuori dalla porta, con la schiena diritta e lo sguardo rivolto sulla strada, vidi una figurina nera:sembrava una statua. Anche se non ero in divisa, nel salire le scale mi riconobbe immediatamente. Si alzò, si ricompose la lunga gonna, si passò una mano sui capelli e stringendo sempre la borsetta al petto come fosse un tesoro, mi faceva larghi gesti di saluti. Mi prese una mano e senza mollarmela mi condusse dentro. Mi fece sedere su una delle sedie che c’era all’entrata. Non mi volle portare nella sala di ricreazione perchè, penso, non voleva condividere con

PERCHE’ ANDARE ALL’ESTERO PER LE CURE DENTALI? AMBULATORIO ODONTOIATRICO Dott. FRANCESCO SANTORSOLA

Ritrova il tuo Sorriso

In un momento difficile come quello attuale, segnaliamo la Campagna che il nostro Ambulatorio, presente sul territorio da oltre 10 anni, propone al pubblico. Ricordando come le cure odontoiatriche e la prevenzione siano fondamentali per la buona salute psicofisica, evidenziamo l’obiettivo del nostro ambulatorio: rendere accessibili le cure dentali a tutti, comprese le persone meno facoltose ed è per questa ragione che segnalimo la nostra campagna rivolta a tutti. Desiderando sensibilizzarvi riguardo all’importanza delle cure dentali, Vi invitiamo a contattarci allo studio di via Piave 1 a Bonate Sopra o a quello di Dalmine in via Dell’Ovo 8 per prenotare una Visita senza impegno. Chiunque si presenterà allo studio in questo periodo e per tutto il 2017 riceverà un trattamento odontoiatrico con un costo accessibile.

SOLO PER QUESTO MESE IMPIANTI + MONCONE + CAPSULA

1500,00 € 950,00 €

PULIZIA ACCURATA DEI DENTI

60,00 € 30,00 €

CORONA IN ZIRCONIA

750,00 € 500,00 €

Studio: Via Piave,1 - Bonate Sopra (Bg) - Tel. 035 49 42 028 Studio: Via Dall’Ovo,8 - Dalmine (Bg) - Tel. 035 56 31 97 Emergenze: 342 75 49 037 www.newentry.eu 07


RIFLESSIONI

nessuna il privilegio di avere un amico. Vidi altre ospiti, penso sue amiche, che ci guardavano da lontano ma non si azzardavano ad avvicinarsi anche se vicino a noi c’erano altre sedie libere. Neanche le chiamava. Parlava a bassa voce. Mi disse che si chiamava Pierina ma che nella Casa la chiamavano Perina perchè era piccolina. Rimasta vedova molto giovane, suo marito era stato dichiarato disperso durante la ritirata di Russia. Viveva in un paese poco lontano dove aveva una piccola casa di sua proprietà che era stata la causa del litigio fra i suoi due figli cosicchè nessuno dei due veniva a trovarla per la paura di imbattersi nel fratello. Tre nipoti la omaggiavano, due volte all’anno, della loro presenza con visite che duravano al massimo dieci minuti. Non mi volle dire quanti anni aveva. Ne ho tanti... mi disse e vidi nei suoi occhi un’innata civetteria femminile. Dalla borsetta, con grande cautela, estrasse un portafogli nel quale conservava fotografie sue e di suo marito scattate durante il viaggio di nozze a Roma. Teneva come una reliqua quella fatta in gruppo con il Papa. Ero commossa. Con una mano si asciugò gli occhi e quel gesto

mi fece ricordare quel fazzolettino rosso. Lo estrassi dalla tasca e nel vederlo si mise a ridere come una bambina: mi si allargò il cuore. Si alzò e mi fece segno di seguirla. Percorremmo un lungo corridoio, mi precedeva ma ogni tanto si girava per accertarsi che la seguissi. Si fermò davanti ad una porta, l’aprì con cautela, sbirciò dentro prima a destra, poi a sinistra ed entrò facendomi segno con la mano dì seguirla. Una linda cametetta con due mezzi letti ed altrettanti armadi ad un’anta, due sedie e due comodini. Le tipiche camerette di queste strutture. La sua compagna di camera era stata ricoverata in ospedale perciò era sola. Si sedette sul suo letto facendomi segno di prendere una sedia e avvicinarmi. Aprì il cassetto del comodino, estrasse una scatola, che sicuramente aveva contenuto dei biscotti, sollevò il coperchio e fra parecchi ricordi apparve una coroncina del rosario. Me la mise in tasca, come aveva fatto con il fazzoletto, chiedendomi se potevo recitare per lei qualche AveMaria. Ritornando nell’atrio volle passare davanti alla sala di ricreazione. Tutte le ospiti che erano presenti si girarono al nostro passaggio, ma la Pierina non le degnò di uno sguardo: era orgogliosa

BAR - PANINOTECA

Aperti da lunedì a giovedì dalle 05.45 alle 21.00 Venerdì e Sabato dalle 05.45 alle 01.00 Domenica dalle 07.00 alle 12.30

S.OMOBONO TERME (BG) - Via Alle Fonti,9 08 www.newentry.eu

Ceres, Beck’s, Ichnusa, Affligen, Tennent’s, Mc Forland, Moretti Radler Moretti Bionda / Rossa Moretti Toscana / Friulana


RIFLESSIONI

di aver trovato un amico. Mi salutò alla stessa maniera della prima volta stampandomi un grosso bacio sulla guancia e strappandomi la promessa che sarei ritornato ancora a trovarla. Non mi rivolse più la supplica di portarla a casa. Forse la mia amicizia aveva acceso in lei la fiamma della speranza. Nello scendere le scale all’uscita, l’Ausiliaria addetta al servizio delle pulizie della struttura mi fermò per dirmi che la nonnina era da una settimana che mattina e pomeriggio si metteva seduta nell’entrata della Casa di Riposo con lo sguardo sempre rivolto verso la strada come se stesse aspettando qualcuno. All’inizio dell’autunno ebbi l’occasione di ritornare per un medesimo servizio. Mattino di pioggia e vento. Saliamo dallo scivolo parallelo alle scale d’entrata spingendo una carrozzina per prelevare un degente. Mi scappa l’occhio e vedo un grosso ombrello aperto appogiato sul lato dell’ultimo gradino forse in attesa di essere ripreso da un visitatore entrato per un momento. Mentre mi apprestavo scuotere il mio prima di chiuderlo, vedo l’ombrello appoggiato sollevarsi tutto d’un tratto ed uscirne da sotto una figurina tutta vestita di nero: era la Pierina. Seduta,rannicchiata sul gradino e minuta com’era non l’avevo vista sotto il grande parapioggia. Con un sorriso a bocca spalancata, senza curarsi di far vedere i pochi denti che aveva, saltando di gioia abbbracciandomi mi urlò: SIÖR I ME PORTÖ A CASÖ ME... Penso che tutti i presenti si siano girati a vedere cosa succedeva. Saltava come una ragazzina con la borsettina sul braccio sinistro e con la destra sollevava una piccola valigia. Nel frattempo un signore, sicuramente uno dei suoi figli, salite le scale, la condusse

amorevolmente alla macchina che attendeva li vicino. Prima che l’automobile si mettesse in moto, un finestrino si abbassò e comparve il bel viso che difficilmente potrò dimenticare e sentii un grido: GRAZIE SIÖR PER LE SÖ PREGHIERE, ADESS VO A CASÖ ME. Ciao Pierina, mormorai a bassa voce, mi hai dato una grande lezione. Seppi, dall’ausiliaria che ormai mi conosceva, che i figli si erano riappacificati e la portavano a casa sua. Così ora potrà dire: CHÈ SÖ CHI SÖ. Non vorrei essere presuntuoso, ma penso di esserle stato un pochino utile, sorretto dalla convinzione che se si riesce ad accendere un lume nei momenti bui di qualcuno non si è vissuti invano. Mario Venturini

ANTINFORTUNISTICA ANTINCENDIO CARTELLI SEGNALETICI

TREVIOLO (BG) Via Provinciale alle Valli,20 Tel.035 69 31 76 - Fax 0356930 Email: maessrl@libero.it www.newentry.eu 09


TAPPEZZERIA ARRIGONI Brembate di Sopra (Bg) - Via Cesare Battisti,22 Tel./Fax 035 332096 www.tappezzeria-arrigoni.it info@tappezzeria-arrigoni.it

VENDITA, MONTAGGIO E ASSISTENZA TENDE PER INTERNI - TENDE DA SOLE - PERGOTENDE ZANZARIERE - TENDE A RULLO - RIFACIMENTO SEDIE E DIVANI


SOCIETA’

Non lascerò vincere quel senso di sfiducia che manda tutto alla rovina!

Le aspettative, a volte, creano delusioni. E le delusioni, a loro volta, possono lasciar generare in noi un pizzico di cinismo. Questo è quel che può capitare quando una persona, con entusiasmo, cuore e passione decide di credere in un progetto politico, sociale, culturale per il proprio Paese e per il domani di chi lo circonda. Ora, sarebbe fin troppo facile dire che la politica fa tutta schifo, che tanto sono tutti uguali e che – come cantava De Gregori – “tutti rubano alla stessa maniera”. Sarebbe fin troppo facile, sì. E forse anche un po’ vero. E’ vero, però, anche che l’entusiasmo, il cuore e la passione non riescono mai del tutto a lasciare spazio al cinismo ed è vero anche che stare a guardare ci renderebbe complici di un mondo alla deriva, pronto a investire sul passato per

non doversi accorgere della paura di guardare al futuro. Il nostro Paese sarà presto chiamato a decidere e ognuno di noi, volente o nolente, si vedrà cadere addosso la responsabilità di cui i nostri figli, un domani, chiederanno conto. Per questo anche stavolta, in me, non lascerò vincere la paura, non lascerò vincere quel senso di sfiducia che manda tutto alla rovina. Non mi entusiasmerò, non mi butterò nella mischia di una campagna elettorale fin troppo “romanzata”, ma andrò a votare, a dire la mia, a supportare chi propone quegli ideali di speranza, fiducia, uguaglianza, diritti, unione e futuro di cui tutti, oggi più che mai, avremmo bisogno. Spero lo facciate anche tutti voi, secondo coscienza, per il bene del nostro Paese e del nostro domani. Giorgio Moranda

Vendiamo questi ed altri libri, da Wilbur Smith a Stephen King, da Sveva Casati Modigliani a Dan Brown….TWILIGHT (di Stephen Meyer) visitateci sulla pagina FACEBOOK “bancarella per Etica”

1) TWILIGHT - Stephenie Meyer 2) NEW MOON - Stephenie Meyer 3) ECLIPSE - Stephenie Meyer 4) BREAKING DAWN - Stephenie Meyer 5) LA QUARTA VERITA’ - Lain Pears www.newentry.eu 11


Il concorso gratuito che premia le più votate. Mandaci la tua foto e puoi vincere un servizio fotografico professionale!

COME PARTECIPARE? Inviaci una tua foto al numero 347.73.52.853 oppure tramite mail a redazione@newentry.eu, potresti essere selezionata per partecipare gratuitamente. Successivamente verrà richiesta l’autorizzazione alla pubblicazione della fotografia sul nostro giornale sia in versione cartacea che on-line. New entry si impegna a non divulgare i dati personali richiesti ( a parte il nome e l’età della candidata, informazioni utili per il regolare svolgimento della gara. L’editore si riserva il diritto di pubblicare il materiale ricevuto corredato dai dati anagrafici richiesti sulla cui attendibilità e veridicità declina ogni tipo di responsibilità. (Aut. conforme legge 675/96). Per quanto riguarda le votazioni verrà considerata una sola votazione per ogni numero di cellulare e mail. La scelta degli scontri è in base all’ordine di arrivo in redazione dei partecipanti. Il premio per la vincitrice è uno scatto fotografico realizzato dalla Bisdy Communication (Leone Rech Daldosso) sita a Calvisano in Via Isorella1.

Sara- 21 anni

Angela - 36 anni

VOTA LA TUA PREFERITA!

Inviando un semplice messaggio o su whatsapp al 347.73.52.853

FOTO MAURO di Mauro Locatelli

La vincitrice dello scontro avrà diritto ad un servizio fotografico professionale.

Per informazioni: Tel. 035621955 - webmaster@foto-mauro.it Ci troviamo in via Sorte,62/a Brembate di Sopra (Bg)


ALESSANDRO separato 44enne: un vero gentiluomo nei modi e nel comportamento. Si definisce un uomo romantico ed affettuoso, realizzato ed appagato nel lavoro e con tanti interessi. Cerca una compagna a Lui affine: semplice, carina, gentile e con tanta voglia di vivere. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377.

SMS e Whatsapp 377.2089377.

PERCHE’ scrivo qui? Perché sono un ragazzo determinato che insegue i suoi obiettivi ricorrendo a ogni strumento opportuno. Sono Leonardo, ho 29 anni, ingegnere, alla ricerca di una ragazza intelligente, educata che ami ridere e che come me senta che è ora di vivere una relazione seria e orientata al futuro. Incontri del Cuore ORIETTA 52enne, nubile, mora, estroversa, TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. amante della musica, della bicicletta e dei piccoli viaggi, vorrebbe condividere i suoi interessi con ENRICO 34enne, grafico, ragazzo alto, fisico sportivo. gentiluomo maturo e sensibile, aperto al dialogo, Impegnato nel lavoro ma con mille e mille interessi. motivato a creare un rapporto duraturo. Stanco di essere solo sentimentalmente non cerca Incontri del Cuore TEL 035.4284575 però una ragazza qualsiasi. Vorrebbe condividere il suo SMS e Whatsapp 377.2089377. mondo con una ragazza nubile, fine, carina e fine, allegra. Incontri del Cuore LELLA 66 anni, E’ una donna socievole ed espansiva, curata e di gradevole aspetto. Completamente libera da impegni familiari, ama dedicare il tempo libero alle amicizie, ai viaggi e al volontariato. Vorrebbe al suo fianco un uomo che la rispetti e le voglia davvero bene. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS 377.20.89.377. ELISA 43enne, sono separata senza figli, faccio l’operaia in una grande azienda e sono una donna semplice ma carina. Occhi verdi e capelli rossi ricchi. Nel tempo libero amo curare la casa e fare qualche passeggiata con mia nipote. Incontrerei uomo max 50enne, volentieri con figli che sia fedele, allegro per un rapporto sereno ed appagante. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 SMS 377.20.89.377. NORA 62enne, casalinga, curata nell’aspetto, ottima cuoca, amante del giardinaggio, delle passeggiate e della tranquillità domestica. Incontrerebbe Signore con il quale condividere le piccole cose della vita e per instaurare un serio rapporto affettivo. Incontri del Cuore: TEL 035.4284575 – SMS 377.20.89.377. SEI UNA RAGAZZA SINGLE? Sei seria e in cerca dell’anima gemella? Fino a 35 anni iscrizione gratuita. Contattaci per maggiori info. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 www.newentry.eu 13


Offerte in vendita BREMBATE DI SOPRA

BREMBATE DI SOPRA

ALME’

Cod. 10815 Bilocale come nuovo con travi a vista, autonomo spese minime ottime finiture € 75.000

Cod. 10984 Piccola palazzina, soluzioni con giardini privati o ampie terrazze, scelta finiture € 171.000

Zona residenziale appartamenti alta efficienza energetica soluzioni con giardino o terrazza vivibile € 230.000

PALADINA

PONTERANICA

ALME’

Cod. 11239 Lotto di terreno edificabile di mq.500 piccolo fabbricato esistente con doppia autorimessa € 69.000

Cod. 11303 Quadrilocale ristrutturato con terrazza di mq.60 e box € 225.000

11328 Posizione centrale, appartamento di mq.85, molto luminoso completo di box € 110.000

Cod. 11096

Offerte in affitto

SORISOLE bilocale in corte ristrutturata, arredato possibilità box. Cl. E – ipe 125.04 € 500,00 VILLA D’ALME’ trilocale 90 mq, ultimo piano terrazzato con doppio box Cl. F – ipe 168.04 € 550,00 VILLA D’ALME’ bilocale vuoto senza spese condominiali Cl. F – ipe 161.47 € 350,00 SORISOLE casetta indipendente e ristrutturata circa 65 mq non arredata Cl. F – ipe 165.21 € 500,00 ALMENNO S.S. trilocale vuoto nuovo con box cantina e posto auto Cl. B – ipe 55.21 € 550,00 tratt.

EsseVi Immobili - Tel. 035 63 63 27 Almè (Bg) - Viale Italia,37 - www.essevialme.it

esseviimmobili@alice.it


SOCIETA’

Siamo morti dentro, senza ideali... Sapete cosa mi fa soffrire e arrabbiare nello stesso tempo? Questa nostra regione che puzza di morte e di metastasi. Mi si chiede di amare il mio paese. Quale? Un paese che non esiste più, che è rimasto in qualche diapositiva del passato quando ancora giocavo coi nonni in giardino. Un paese morto dentro in cui i morti camminano per strada oltre a essere sepolti? Morti dentro senza ideali che fanno una tristezza atroce. E la chiamano vita questa. Pensate sia un castigo divino? Invece credo sia la gente ad auto flagellarsi e accettare qualcosa che si potrebbe cambiare ma non si ha abbastanza rabbia dentro per farlo. Tanto tutti vivono dei propri vizi e finché ci sono quelli tutto tace. Ma dico io vi guardate attorno? Le vedete le scie in cielo che tutto sono fuorché vapore acqueo...le auto in strada sempre di più che scatarrano veleni, fate aerosol di gas letali e lo trovate normale. Si perché ormai vi hanno talmente assuefatti allo schifo che non è normale chi dissente... come me... come pochi altri. Almeno mi piacerebbe tutti potessero fare la valigia e farsi dei viaggi in luoghi puliti...un po come i bambini bielorussi che devono uscire dai loro paesini radioattivi, noi credete siamo messi meglio? Allora ditemi... vedete un futuro? Vale la pena restare e lottare per qualcosa che non si risolverà mai? Pensate che con un votino tra qualche mese cambieranno per magia le cose? Spariscono i problemi? Credo non valga nemmeno la pena di restare e provarci perché

tanto chi avrebbe potere per consentire un miglioramento manca di convinzione. Comandano soldi e raccomandazioni. Se una cosa buona la si può fare...categoricamente la si evita... Non pensate che ognuno è creato per seguire la PROPRIA strada? Non abbiamo radici come gli alberi che dove nascono devono restare... però secondo me c’è troppa pigrizia e la voglia vera di migliorarsi manca...perché sennò siamo un paese europeo che può compararsi con il terzo mondo? Questo mio scritto non farà gran differenza perché molti occhi sono volutamente ciechi, però non è giusto che ci siano sempre più persone malate. Cosa attendiamo? Una sentenza di carcinoma? Per fare una serie infinita di chemioterapia che pensiamo ci guarisca? Non sarebbe meglio tagliare il nodo alla radice? Non sarebbe meglio CAMBIARE ARIA? Almeno finché non sarà troppo tardi, fintanto che abbiamo vita, non lasciamocela togliere da chi è morto dentro. Perché solo un “essere” (chiamarli persone è troppo) spregevole e senza anima può pensare che la vita sia vivere nel cemento, nelle tonalità del grigio e del nero, lavorando, lavorando e basta e senza tempo necessario per vivere davvero. Dopo tante parole, la verità è solo questa. Quando sarete in punto di morte non penserete a quanti soldi potevate fare...penserete a tutto il tempo che vi siete lasciati sfuggire...o non è così? Laura Casarini www.newentry.eu 15


RIFLESSIONI

Tramonti d’inverno Questo inverno ci sta regalando giornate soleggiate e con temperature molto miti, forse troppo, che fanno pensare ad uno sconvolgimento meteorologico a dir poco strano. Certo, dicembre e gennaio come li stiamo vivendo ora, sono meravigliosi, ma…cosa ci aspetterà nell’immediato futuro? Intanto godiamoci questi mesi “ poco invernali”

Styl vetro Lavorazione artigianale del vetro per l’arredamento e per la casa

· PORTE SCORREVOLI O A BATTENTE ·SPECCHI ·PARETI DIVISORIE PER UFFICI ·BOX DOCCIA ·TOP BAGNO ·GRADINI ·PAVIMENTI CALPESTABILI ·PARAPETTI E TETTOIE BONATE SOPRA (BG) - Via dei Biffi,5 Tel.035.49.43.305 - Fax 035.49.43.690 www.stylvetro.it - styl-vetro@libero.it 16 www.newentry.eu

approfittando per fare salutari camminate, senza bisogno di imbacuccarci molto. Stupendi sono i tramonti che hanno incendiato il cielo a inizio inverno a Montichiari e in molti altri paesi, creando un effetto mozzafiato, tra tonalità molto accese che sfumavano in un buio intenso. Altrettanto magici i tramonti che si sono potuti ammirare sul lago: un cielo dalle delicate striature rosa, che con i suoi riflessi ha tinto di sfumature rosate la superficie leggermente increspata dell’acqua; in lontananza brillava la cima innevata del Baldo, creando riverberi inconsueti. Più dolce in questi casi il sopraggiungere del crepuscolo, fino a diventare lentamente blu. Lontano da noi ma non meno sorprendenti, le immagini che ci giungono dal deserto, imbiancato da nevicate e poi sferzato da venti che hanno colorato le dune di colori dall’ocra all’arancio, sullo sfondo illuminato da sprazzi di sole. Effetti veramente affascinanti, da immortalare nella memoria, per non dimenticarci quanto sia bella e misteriosa la natura, in ogni suo fenomeno. Natura che, per contro, sa ribellarsi con violenza quando gli uomini, invece di rispettarla e preservarla, la distruggono e ne sconvolgono irrimediabilmente i ritmi. Ornella Olfi


La solitudine

La solitudine esiste solamente per chi non ha vita interiore. Chi non concepisce di avere se non in contatto permanente con il rumore, un ambiente dove si parla, si chiacchiera, si urla, difficilmente incontrerà la felicità, si troverà solo con sè stesso. Ma chi si è procurato di cercare nel silenzio un altro una dimensione profonda, pensando, leggendo, scrivendo e perfino ascoltando musica, costui ha tutto il mondo dentro di sé e può ESSERE FELICE!. Quando ti senti solo, quando la tristezza si impossessa di te, come se una pesante nuvola oscurasse il cielo della tua anima, non lasciarti andare dallo scoraggiamento che ti abbatte. Considera questo stato, come un avviso, un avvertimento, per compiere un atto d’amore verso una persona che ha bisogno di un sorriso di fraternità. Prova e la tua tristezza svanirà….

Cammino veloce

RIFLESSIONI

Cammino veloce nell’aria fredda, e ad andare così la città sembra pure piccola. In poco tempo ne attraverso parti che sembravano distanti. Mi fa bene questo ritmo, mi fa sentire viva. Lascio entrare la vita che incrocio, così com’è. Sensazioni, vita in movimento. Quella fuori senz’altro, la mia scorre più silenziosa. Ho poche parole. Scorro con la vita, cammino veloce e amo quest’aria fredda. Amo le luci accese della città. Amo la sera che si porta via la giornata e dona quiete, raccoglimento, spazio per rallentare. La vita entra così com’è. In questo periodo non ho parole che la trasformano, riflessioni che la elaborano. Ho solo sensazioni che fluiscono. Ultimamente mi tornano spesso in mente questi versi di Montale, in “Portovenere”: “Quivi sei alle origini e decidere è stolto: ripartirai più tardi per assume“Tratto da “Ogni giorno la sua gioia” di Sonsa Jose Notre. re un volto.” Chissà. Intanto cammino. Nonna Grazia sguardiepercorsi

www.newentry.eu 17


ESPERTI A VOI

Obbligazioni in condominio:

il nuovo acquirente non risponde delle obbligazioni per il risarcimento danni.

Spesso si sente parlare di obbligazioni in ambito condominiale, ma cosa sono esattamente? L’obbligazione è un dovere giuridico in forza del quale, il debitore, è tenuto ad una prestazione patrimoniale per soddisfare l’interesse del cre-

Creazione

Silvia Boffelli

ditore. In fatto il libro quarto del codice civile pur trattando specificatamente di obbligazioni, non ne dà una vera definizione giuridica ( che si può invece trovare nelle Istituzioni di Giustiniano) , ma ne indica, ad esempio , le fonti;

Laboratorio di idee su misura Uomo - Donna Lavori di sartoria e restyling Tendaggi su misura e rifacimento divani

MOZZO (BG) - Via Mozzi, 20 Cell. 339 53 61 629 18 www.newentry.eu

Tutto su confezioni per tovagliato


ESPERTI A VOI

all’art 1173 si evince chiaramente che in ambito condominiale l’origine delle obbligazioni può essere principalmente di due tipi: Il contratto o l’atto illecito. Nascono da contratto tutte quelle obbligazioni assunte dal condominio per tramite dell’amministratore, relative ad esempio alle manutenzioni annuali ( cancello, ascensore ecc…) oppure ai contratti d’appalto (pulizie, giardinaggio ecc…). Gli effetti della stipula di tali contratti da parte dell’amministratore ricadono direttamente sui partecipanti al condominio, i condòmini, pro quota. Diverso è invece il caso di obbligazioni extracontrattuali: queste scaturiscono dalla violazione di regole della vita sociale che impongono doveri nel rispetto dei diritti altrui. La differenza sostanziale si evidenzia nel fatto che, nel caso di obbligazioni contrattuali ogni condominio risponde pro quota, nel secondo caso invece le obbligazioni extracontrattuali implicano la responsabilità solidale di tutti i partecipanti al condominio. Il risarcimento del danno può, in sostanza, essere ricondotto ad un’obbligazione extracontrattuale. Ma cosa succede , nel caso specifico del condominio, quando un’unità immobiliare viene venduta? Secondo quanto sopra esposto il nuovo proprietario si troverebbe nella spiacevole situazione di

Scarica la nostra App e rimani in contatto con noi!

dover risarcire un danno di cui non è responsabile. Nell’ipotesi specifica del risarcimento di un danno( causato ad esempio dalla mancata manutenzione delle parti comuni) si fa riferimento all’art 2043 c.c. “ chi cagiona ad altri un danno è tenuto a risarcirlo”. In virtù proprio di quanto sancito dal codice civile, l’esempio proposto esula dalla obbligazioni reali finendo necessariamente nel campo delle obbligazioni di natura personale. In sostanza, secondo questo principio, è tenuto a rispondere del risarcimento solo colui che rivestiva la qualità di conodòmino al momento del verificarsi dell’evento che ha causato il danno. Lo stesso vale anche nel caso in cui l’accertamento del danno venga fatto a seguito di un iter giudiziale. In questo ultimo caso infatti l’amministratore dovrà convocare alle assemblee riguardanti il caso ed effettuare il riparto delle relative spese a carico di chi era proprietario al momento in cui si è verificato il fatto, cioè il momento in cui è nata l’obbligazione. Quando infatti l’obbligazione si palesa con il risarcimento del danno non si può fare riferimento all’art 63 delle disposizione attuative del codice civile che fanno invece riferimento ai soli oneri condominiali alla quale non appartengono le obbligazioni di natura extracontrattuale. Dott.ssa Michela Scavo certificato ANAMMI n. N946

Sede operativa: TREVIOLO (BG) - Via Marconi,42 - Tel. 035 07 85 011 PALAZZAGO (BG) - Via Burligo,10 c - Cell. 347 90 98 361 - michela.scavo@gmail.com www.newentry.eu 19


IL SALOTTO DI KETTY

I GRASSI o LIPIDI (1^ parte) Ben ritrovati. Dopo la presentazione nell’articolo scorso delle novità messe in atto per voi da noi, oggi si riparte con la prima vera lezione dell’anno! Questo sarà il primo articolo, di una serie articolata, in cui andrò a spiegare cosa sono e quali sono i principali principi nutritivi. E noi partiamo subito alla grandissima, con il principio nutritivo più “antipatico” che ci sia…i lipidi detti anche grassi!! Scopriremo che questo nutriente, non solo non è “antipatico”, ma è fondamentale per la nostra vita e il nostro metabolismo. Facciamo un passo indietro e andiamo a spiegare in primis cosa sono i principi nutritivi: “…sono sostanze assunte durante il processo di nutrizione e sono indispensabili alla vita e al metabolismo degli organismi viventi per la produzione di energia…”, e questi vengono suddivisi in macronutrienti (lipidi, proteine, carboidrati, fibre e acqua) e micronutrienti (vitamine e minerali di cui abbiamo già parlato e scritto ampiamente lo scorso anno!). Quindi noi andremo a snocciolare i macronutrienti uno per uno…. via! I lipidi detti anche grassi sono presenti, soprattutto (ahimè) nel tessuto adiposo. Costituiscono o dovrebbero costituire, nel corpo umano, il 17% del peso corporeo e forniscono una quantità di energia pari a 9 Kcal ogni 1 gr! Assolvono diverse funzioni:  Energetica: riserva energetica per il nostro corpo;  Strutturale: sono parte di costituenti di ormoni steroidei;  Veicolare: sono necessari per l’assorbimento delle vitamine liposolubili A D E K. Oltre a questo sono il nostro isolante termico sottocutaneo e sostengono i nostri organi…è proprio per questo che quelli un po’ più cicciottelli hanno generalmente più caldo rispetto a quelli magri come un grissino! I grassi si distinguono in olii, se a t° ambiente sono liquidi (olio di oliva, di girasole, di semi, ecc.), e appunto grassi se sono solidi (burro, strutto, lardo, ecc.). Entrambe queste categorie si dividono a loro volta in:  Lipidi Semplici: sono quelli maggiormente presenti nel nostro corpo e nella nostra dieta (vengono ingeriti in questa forma circa il 95% dei grassi presenti negli alimenti). Inoltre rappresentano la forma di utilizzo e di riserva energetica principale. I più rappresentativi di questo folto gruppo sono i trigliceridi e il colesterolo, si proprio loro, quelli che tanto ci fanno dannare quando sono a livelli troppo alti!  Lipidi Complessi: sono dei trigliceridi combinati con altre sostanze. Rappresentano il 10% circa dei grassi nel nostro organismo. Allora come va? Riuscite a seguirmi? Volete una pausa??? Ok, allora vi racconto un piccolo aneddoto…quando fate attività fisica, che sia camminata o corsa, per rimettervi in forma, sappiate che il tempo di esercizio non deve essere minore di 40-45 minuti consecutivi; questo perché il nostro corpo all’inizio “brucia” zuccheri che ha 20 www.newentry.eu


IL SALOTTO DI KETTY

nel sangue e nei muscoli, e solo in un secondo momento comincia ad utilizzare grassi come energia! Allora ricominciamo… quindi i lipidi presenti nel sangue sono rappresentati dai trigliceridi, dal colesterolo e da altri acidi grassi. Però quello da ricordare è che tutto quello che ingeriamo sotto forma di grassi corrisponde a trigliceridi; il colesterolo per quanto si possa credere quello assunto è pochissimo. A livello ematico il colesterolo dovrebbe essere < 180mg/dl, mentre i trigliceridi < 140 mg/dl. Il trasporto dei lipidi nel plasma è affidato a delle particolari proteine, le lipoproteine appunto, importantissime nel veicolare questa sostanza nella sede di utilizzazione. Queste si dividono in lipoproteine a bassa densità e alta intensità e le più comuni sono le LDL e le HDL…vi ricordano forse qualcosa??? Le LDL sono il famosissimo “colesterolo cattivo”; cattivo si, ma solo quando è in eccesso, perché la sua funzione è quella di distribuire il colesterolo alle cellule per garantirne il giusto funzionamento, ma ovviamente l’eccedenza può depositarsi sulle pareti dei grossi vasi arteriosi, creando la cosiddetta placca arteriosclerotica, che con il tempo tende a crescere sempre più, andando ad ostruire il passaggio di sangue e rendendo inoltre il vaso sanguigno meno elastico con conseguente difficoltà del movimento. Queste formazioni possono staccarsi andando ad otturare completamente i capillari causando così la formazione di trombi. L’HDL...ok la campanella di fine lezione ha suonato! Ci vediamo tra un paio di settimane per continuare e finire la parte sui lipidi. Come sempre se qualcuno ha bisogno di chiarimenti o suggerimenti in caso di colesterolo alto, ci può contattare oppure passare direttamente in Erboristeria a Presezzo. Per ulteriori informazioni, dettagli, CONSULENZE PRIVATE o TRATTAMENTI MANUALI ci potete contattare: Mail negozio: info@erboristeriapresezzo.com Sito: www.erboristeriapresezzo. com oppure ci trovate in negozio ERBORISTERIA IL VISCHIO E LA QUERCIA, Via Vittorio Veneto, 1064 Presezzo. TEL 035/4156226. Ivan Mangili e Katia Mussetti

COSMETICA NATURALE FIORI AUSTRALIANI E BACH PRODOTTI FITOTERAPICI CONSULENZE NATUROPATICHE .... E MOLTO ALTRO!!! PRESEZZO (BG) - Via Vittorio Veneto, 1064 - tel 035/4156226 info@erboristeriailvischioelaquercia.it www.newentry.eu 21


IMMAGINI CHE FANNO SOGNARE

Belgio: Borrekens Castle Il castello di Borrekens, localmente noto come Kasteel de Borrekens, si trova nella foresta a nord-est della città di Vorselaar, nella provincia di Anversa, nella regione fiamminga del Belgio. È anche conosciuto come Castello di Vorselaer. Il castello di Borrekens fu costruito intorno al 1270 da un membro della famiglia Van Rotselaar che era amministratore dei duchi di Brabante. Costruirono questo castello di acqua quadrata in un’area paludosa, vicino alla strada Antwerp-Turnhout che probabilmente faceva parte della rotta commerciale per Colonia in Germania. È costruito in pietra arenaria bianca di Vilvoorde. Il castello rimase nelle mani della famiglia Van Rotselaar fino all’inizio del XVI secolo. La proprietà è poi trasferita in un Cornelis van Bergen e successivamente nelle famiglie Arensberg e Proost. Durante il 17 ° secolo il castello fu ricostruito dalla famiglia Proost. Ciò ha causato difficoltà finanziarie a questa famiglia, così hanno venduto il castello a Phillipe Lodewijk de Pret, ex sindaco di Anversa. Sua figlia sposò Karel-Philips van de Werve. La 12 www.newentry.eu

sua famiglia ricostruì il castello nella seconda metà del 19 ° secolo e le diede l’attuale aspetto neogotico. Nel 1898 la famiglia De Borrekens divenne proprietaria del castello attraverso il matrimonio. Hanno dato il loro nome al castello e lo possiedono ancora. Non sappiamo se vivano effettivamente lì. La fattoria del castello sul retro risale al 1686 ma fu ricostruita dopo un incendio nel 1920. Il castello di Borrekens è di proprietà privata e quindi non può essere visitato. Puoi comunque camminare attraverso la foresta seguendo il fossato.


Abbigliamento Bambini & Ragazzi

PER RINNOVO LOCALI SVENDO TUTTO (ESTIVO E INVERNALE anche Intimo, Pigiameria, Calze)

SCONTI FINO A -70% Via Antonio Stoppani 90 - Pontegiurino - Berbenno (Bg) Tel. 035 86 35 52 - Cell. 329 191 6661 antoniapalladino68@gmail.com -


Future Emotion

Approvata la legge quadro sulla mobilità ciclistica Questo Natale per gli amanti della bicicletta hanno ricevuto un bel regalo. Il Senato infatti ha approvato definitivamente la legge Decaro/Gandolfi che per la prima volta in Italia assegna allo Stato e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il compito di sviluppare la mobilità in bicicletta. Soddisfatto l’onorevole Paolo Gandolfi, grande promotore della legge. E con lui anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, che commenta: «La mobilità ciclistica è una priorità per le città. Oggi è legge. La Cenerentola della mobilità, la bicicletta, assume pari dignità in città, in periferia e nei percorsi turistici, rispetto agli altri mezzi e

24 www.newentry.eu

guida il cambiamento verso la mobilità dolce e alternativa. Uno scatto culturale e nella pianificazione delle opere, per il quale il nostro Paese è pronto». I PRIMI SOLDI IN ARRIVO Va dunque in questa direzione il decreto firmato oggi sempre da Del Rio che assegna alle Regioni 14,8 milioni per creare o mettere in sicurezza 70 percorsi e piste ciclabili. «Per avere sempre più ciclisti dobbiamo avere più piste ciclabili e più sicure» ha spiegato il ministro. Con questi soldi le amministrazioni locali potranno finanziare interventi che prevedono la realizzazione di piste ciclabili, at-


Future Emotion

traversamenti semaforizzati, attraversamenti mediante sovrappassi o sottopassi destinati a ciclisti; messa in sicurezza di percorsi ciclabili; creazione di una rete di percorsi ciclabili protetti o con esclusione del traffico motorizzato da tutta la sede stradale. IL SISTEMA DELLE CICLOVIE TURISTICHE Un ulteriore passo assai concreto per lo sviluppo della mobilità ciclistica. Passo che segue l’approvazione, due anni fa, del Sistema nazionale delle ciclovie turistiche, grazie all’impegno congiunto del Ministero per le infrastrutture e i trasporti e del Mibact di Dario Franceschini. Sistema che al momento comprende dieci itinerari, per oltre 3mila chilometri di piste, tra cui il Grab, l’anello intorno a Roma e il Vento, da

Torino a Venezia lungo l’asse del Po. Trattasi infrastrutture leggere, necessarie per sviluppare il cicloturismo, coinvolgendo tutte quelle realtà sul territorio che lavorano nel settore turistico, cooperando in rete, offrendo così un prodotto di qualità in questo settore in grande espansione nel nostro bel Paese e di conseguenza dando nuove opportunità di lavoro. Il Team Future

LO SPECIALISTA DELLA MOBILITA’ ELETTRICA VENDITA E RIPARAZIONE MOTO TRIAL E MOTOCICLI OFFROAD

VENDITA E RIPARAZIONE BICICLETTE

FUTURE SRL Via Resistenza,13 · 24030 Almenno San Bartolomeo (Bg) - Via Bergamo 1146 · 24030 Pontida (Bg) Tel. +39 035 54 84 12 · Tel. +39 035 01 57 926 · Fax +39 035 55 30 25 www. futuretrial.com - info@futuretrial.com www.futuretrial.com future specialist www.newentry.eu 25


SPETTACOLO & ARTE

Ylenia Francini

una vita da hostess... e

due calendari nel 2018 Una vita da hostess fra fiere, congressi ed eventi. Anni e anni a posare come fotomodella per shooting di fotografi amatoriali e professionisti. Un successo crescente sui social tanto da divenire negli ultimi mesi brand-ambassador per aziende italiane e straniere. Il segreto di Ylenia Francini è lo stesso da 15 anni a questa parte: semplicità, umiltà, determinazione e spirito di sacrificio. Tutto quello che si è guadagnata, lo ha raggiunto con le proprie forze. Senza mai lesinare un’ora in più sul posto di lavoro, distinguendosi per professionalità e bravura. Oltre che, naturalmente, per bellezza. Tanto che, nel 2018, è la protagonista non di uno, ma di due calendari. Numeri da record. Da Massa Carrara, la città che ormai l’ha adottata, negli anni ha saputo conquistarsi la ribalta nazionale, girando in lungo e in largo grazie alla sua immagine semplice e genuina. Tanto più che, nel corso degli anni, ha vissuto entrambi i lati della medaglia. Sì hostess, ma anche coordinatrice di altre ragazze in occasione di eventi più o meno mondani. E la differenza fra lei e le nuove generazioni si è vista tutta: “Oggi le ragazze si aspettano che tutto sia facile, veloce, immediato. Io sono stata abituata a dover fare tanti sacrifici per ottenere un risultato, dietro la semplice presenza fieristica c’è lavoro duro di preparazione e di contatti interpersonali. Alle ragazze di oggi consiglierei di essere più umili, di ascoltare i rimproveri prendendoli per il giusto verso, di impegnarsi e non di arrendersi mai”. 26 www.newentry.eu


SPETTACOLO & ARTE

E, magari, di rubare i segreti del mestiere da chi, come Ylenia, questo mondo lo vive da 15 anni. E non ha nessuna intenzione di smettere, come dimostrano i due calendari che la vedono protagonista quest’anno… Uno, tutto tuo. Un progetto esclusivamente digitale, un modo per tenere compagnia ai miei follower e ai miei fans tutto l’anno. Uno invece… Mi vede protagonista insieme ad altre 11 ragazze del calendario “Toscana da ammirare”, realizzato in location esclusive della mia Regione. Nel mio scatto, sono in un fantastico posto vicino a Forte dei Marmi. E tu di calendario ne avevi già fatto un altro. È vero, il calendario si chiamava SKianto e fui

madrina di un portale on-line dopo aver vinto un concorso sul web. Una bella esperienza. Una fra le tante… Ho la fortuna di essere in questo mondo ormai da 15 anni, di aver lavorato come hostess per fiere, congressi ed eventi, oltre che di essere stata fotomodella per i progetti più svariati concentrandomi sui generi casual e fashion. In più, ho coordinato le ragazze di alcuni eventi vivendo anche l’esperienza dall’altra parte della “barricata”. Un modo per crescere a livello umano e professionale. Com’è iniziata la tua avventura in questo mondo? Per caso, un’Agenzia mi fermò mentre passeggiavo in un Centro commerciale con le mie amiche. Mi propose un casting, da lì feci sei mesi di utilissima formazione per imparare a www.newentry.eu 27


SPETTACOLO & ARTE

sfilare, a posare, a truccarmi. E poi, da cosa nacque cosa… I rapporti con le Agenzie si fecero stretti e duraturi nel tempo, la visibilità me la diede anche la partecipazione ai concorsi di bellezza. Sono stata finalista nazionale di Miss Ragazza Vip e Miss Estate Italia, sono stata selezionata per Miss Muretto. Tantissime belle soddisfazioni. E anche la tv… si è avvinata a te! Nel 2013 per ben 2 volte sono stata modella a Detto Fatto su Rai Due, una volta per Roberto Carminati che ha realizzato un’acconciatura per evento e un’altra volta per Paolo Guatelli che ha realizzato un make-up fantastico; nel 2015 ho avuto il piacere di partecipare ad una puntata di

Undressed in onda su Canale Nove. Poche ore fa… nel 2017 ho preso parte ad una puntata sempre di Magnolia dal titolo Guess My Age. Che donna sei nel quotidiano? Una donna elegante, con un pizzico di sano esibizionismo, per la quale non conta solo l’immagine. Mi piace avere ruoli di responsabilità, essere consapevole della mia figura e del carico di lavoro che mi compete. E sono una donna orgogliosa del proprio fisico, forgiato da anni di nuoto e karate. In più, mi piace vestire adeguata al contesto… ma spesso tutto dipende dal mio umore! CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/yleniafrancini/

PRODOTTI DI ALTA QUALITA’ PER UN’AUTO SEMPRE LUCIDA E PROTETTA !

• PORTALE • PISTE CON SENZA SPAZZOLE SPAZZOLE IN UNICO A BERGAMO CRINE DI CAVALLO

• PORTALI ANTIGRAFFIO AUTOLUCIDANTI

• CERA NANOTECNOLOGICA A CALDO

ALMENNO SAN BARTOLOMEO (BG) - Via Cascina Zanchi (Zona C.Com.) - pinguinoverde@virgilio.it 28 www.newentry.eu


DIMENSIONE BENESSERE

Epilazione Laser

Ed eccoci qua!!! Parte la nostra rubrica dedicata alla bellezza e al benessere di corpo e capelli. Questo progetto nasce dalla passione per il bellessere della persona. L’intenzione è quella di creare un appuntamento scegliendo di volta in volta un argomento e per chi volesse avere più dettagli può scriverci o contattarci telefonicamente. Il nostro team giovane, preparato e dinamico sarà disponibile ad una consulenza personalizzata.Oggi vogliamo parlare della tanto nominata “epilazione laser”. Sul mercato ci sono varie tecnologie e ogni centro sceglie quello più consono al proprio metodo; noi abbiamo scelto NEXT PRO by ESTELOGUE. L’epilazione laser è un’ottima alternativa a cerette, rasoi ed altri metodi che permettono di eliminare quei fastidiosissimi peli che spuntano fuori nei momenti meno opportuni. Nell’epilazione laser il pelo non è strappato: il follicolo è distrutto grazie al raggio laser e la sua lunghezza d’onda che attacca il bulbo pilifero senza intaccare nessun’altra struttura della pelle. La melanina che dà colore al pelo assorbe la luce

del laser, si riscalda a 60° e distrugge il follicolo pilifero; in questo modo non produrrà più pelo. Essendo un trattamento di una certa importanza vi consigliamo di affidarvi a centri esperti. Per un risultato ottimale bisogna seguire alcune indicazioni: preparare la pelle prima di sottoporsi alla seduta con uno Scrub. Il vantaggio dell’epilazione laser è che seguendo le indicazioni dell’estetista, rispettando le sedute stabilite e utilizzando i prodotti consigliati si arriva ad un’eliminazione quasi totale dei peli sulle zone trattate. (L’epilazione laser non funziona su peli privi di melanina). È sconsigliato esporsi al sole qualche giorno prima e qualche giorno dopo la seduta. Il periodo migliore per iniziare questo trattamento di epilazione laser è l’inverno. Si sconsiglia l’utilizzo su pelli nere e abbronzate per evitare una depigmentazione. Eventuali arrossamenti svaniscono dopo poco tempo. Per ulteriori informazioni scriveteci a: info@laperladelbenessere.it oppure chiamate il numero di telefono 339 11 71 396 e saremo lieti di darvi ulteriori delucidazioni.

Scarica la nostra App: 300.000 punti di interesse in tutta Italia per conoscere Eventi, Promozioni, Cultura intorno a te. Via Vittorio Veneto, 1111 - 24030 PRESEZZO (BG) Tel. 0350740258 . Cell. 339 11 71 396 www.laperladelbenessere.it - info@laperladelbenessere.it www.newentry.eu 29


SPECIALE

Autismo: il Mostro del Silenzio La Pescatrice di Voci (Undicesima parte) Autrice: Daniela Vanillo

Una storia sussurrata a piccoli passi. LE PORTE DI MARIA Lei scenderà dall’auto da sola, guardandosi nello specchietto di cortesia. Mi saluterà prendendo le chiavi di casa. Parleremo dei suoi progetti dei suoi incontri e delle sue serate. Discorsi fatti di cose semplici, mentre lei si ritoccherà il trucco con aria ci-

vettuola. Le stampelle verbali le potrò bruciare, avrà voglia di uscire, di conoscere il mondo e le persone. Camminerà a testa alta e cercherà di laurearsi. Sarà piena di vita e di sogni, conseguirà la patente di guida e avrà un sacco di amici. Sono sogni ad occhi aperti e ritorno alla realtà. Attraverso le informazioni televisive, riesco ad avere la mail di un genitore che coordina gli appuntamenti dello specialista che applica la cura americana. Molto gentile ma diretto, mi spiega che anche lui ha una figlia con problematiche simili e che la cura nel suo caso, non ha prodotto gli effetti sperati. Mi spiega come funzionano gli appuntamenti che ci verranno confermati via mail. Il metodo parte dal principio che la malattia è curabile o che può migliorare in modo con-

AMMINISTRAZIONE CONDOMINI

FRULLONE Geometra ROSA

siderevole. Portato avanti da un movimento formato dai migliori esperti dell’Autismo: medici, scienziati, ricercatori e genitori che si sforzano di capire le vere cause dell’Autismo e di trovare le cure più adatte per guarirlo. Sono convinti che sia causato da disfunzioni e danni dell’organismo, in particolare nel sistema digestivo, immunitario, metabolico. Inoltre sono convinti che, vaccini, antibiotici, metalli tossici (mercurio, piombo) non riescano ad essere espulsi. Dal risultato di alcuni esami di laboratorio si possono definire cure specifiche, al fine di ricostruire il loro delicatissimo equilibrio. Ad integrazione vengono somministrate delle terapie comportamentali (ABA) stimolazioni sensoriali e logopedia. Il professore visita vicino a Venezia e la visita è fissata. Il professore fa alcune domande e

SERVIZIO STAMPA

Almè (Bg) - Via Torre D’oro, 42

5.000 VOLANTINI F.to A5 a € 160,00 10.000 VOLANTINI F.to A5 a € 270,00 1.000 BIGLIETTI VISITA a € 99,00

Tel. e Fax 035 63 81 85 Cell. 333 28 66 882 rosa.frullone@email.it

PER INFORMAZIONI 347 73 52 863 - Gianluca

• Revisore condominiale •

30 www.newentry.eu


SPECIALE

prescrive la ricetta, la lista degli alimenti possibili e gli integratori da somministrare. Spiega con tutta sincerità che si devono ottenere dei risultati già dalla prima settimana di somministrazione e che se ciò non fosse accaduto bisognava sospendere la dieta. Uno sforzo alimentare come questo senza risultati visibili, sarebbe stato del tutto inutile. Sì, se funziona, funziona subito, altrimenti non ne vale la pena. Difficoltoso per me da sola! Affrontare il viaggio e le successive visite è pesante , ma mi piace pensare di non lasciare niente di intentato. La lista è lunga e gli orari si devono rispettare e l’ultimo paziente accompagna il dottore all’aeroporto. Con la dieta in mano parto con l’acquisto degli ingredienti. Preparo il pane che viene fatto in casa con una farina senza glutine. Il preparato arriva dall’Australia via Roma, si mischia all’acqua ed al bicarbonato per la lievitazione; infatti i lieviti non sono ammessi. Maria mi guarda, io inizio a parlarle della dieta e del fatto che poi starà molto meglio con questo pane. Lo guardiamo, il pane è nel forno, sono molto emozionata, non so come andrà ma intanto lievita come la mia speranza. Ho acquistato altri prodotti tutti senza glutine, senza zucchero, senza latte, senza lievito. Lo zucchero lo sostituisco con lo xilitolo, la farina con il grano saraceno, il prosciutto lo acquisto senza glutine e senza latte. Non possiamo andare più nei su-

permercati che non siano rivolti a celiaci. Gli integratori, zinco, magnesio ed aloe li acquisto on-line in Svizzera e a Malta. In Italia non esistono. Se esiste qualche prodotto simile, purtroppo contiene conservanti. Anch’io mangio così perché devo capire quanto sia sopportabile per una bambina di sette anni adeguarsi a questo tipo di alimentazione. Il pane è mangiabile ma con l’andar del tempo il solo profumo inibisce l’appetito. Proviamo a mangiare così per le due settimane pattuite. Osservo come si muove, guardo minuziosamente quello che succede. Osservo i piccoli cambiamenti uno fra i più evidenti è quello del saluto. Quando rientro a casa Maria viene verso di me salutandomi con una consapevole presenza, un piccolo saluto con il cenno della mano, ma sono contenta. Allora vado avanti con la dieta e gli integratori e continuo ad osservare. Nel frattempo le faccio fare degli esami. Raccolgo un campione di urina e lo spedisco a Parigi, i risultati li invieranno via mail a me ed al professore. Le conferme migliori si ottengono somministrando il metodo ai bambini piccoli. Gli esami non li posso effettuare in Italia perché li eseguono solo sugli adulti. Dopo circa tre mesi i parametri si sono stabilizzati e il residuo dei metalli rimasti nel suo organismo sono pochi. Intanto continuo a sperare.

Le stereotipie motorie come le braccia che imitano il volo degli uccelli sono cessate, il tono della voce è più alto. Di solito sembra una bimba arrabbiata, ora il suo volto è disteso e l’umore migliorato. Gli argomenti non sono più così ripetitivi e sono più vari. Il ritiro sociale è meno marcato. Credo di essere sulla buona strada e quindi continuo così fra esami e dieta per circa due anni. Aspetto che tutti questi miglioramenti si stabilizzino e che ve ne siano degli altri. È una grande fatica senza glutine, senza lievito, senza caseina, senza tutto. A tavola siamo sempre più tristi. Lei è sempre stata una mangiona, ora mi sorride di più, anche se lo fa “sotto i baffi” senza incontrare il mio sguardo. Passa il tempo ma non succede più nulla forse il prezzo da pagare per un sorriso abbozzato è per qualche saluto è troppo alto, ed arriva il giorno dell’abbandono. continua-12

L’Emozione di ascoltare la propria anima, il proprio cuore... Tu lettore sei il protagonista! Con le tue storie, le tue emozioni... Invia i tuoi scritti a: redazione@newentry.eu

Chiama Info: 347 73 52 863 www.newentry.eu 31


Gorle (BG) - Via Celadina, 5/D - Tel 035 4520110

Bonate Sopra (Bg) - Via San Rocco, 4 - Tel 035 4236177

info@sicurgas.it - www.sicurgas.it


SPETTACOLO & ARTE

Valeria Nardone un’influencer dal cuore grande

Spopola sui social – dove a breve raggiungerà la straordinaria quota di 100mila follower – lavora come fotomodella ed ha il cuore… grande. Un dettaglio non da poco. In un mondo in cui tutto è apparenza, Valeria Nardone è una di quelle ragazze che la testa non se l’è montata per nulla. La sua quotidianità, alla faccia dei fans che non smettono un secondo di “assillarla” è basata sulla semplicità. Quello che ogni ragazza della sua età – 23 anni da compiere – non dovrebbe mai dimenticare. Così, fra un set e un evento, nel corso del tempo ha trovato sempre il modo di mettersi a disposizione degli altri. Gesti semplici ma di impegno concreto che testimoniano la sua attenzione al settore sociale. “Ho svolto un periodo di volontariato in un centro rivolto alle persone non vedenti, dove il mio ruolo era quello di “donare la voce” – racconta Valeria – dovevo leggere dei libri registrandomi, così che chi non vedesse, potesse ascoltare i libri e le trame”. Un dono da cui ripartire per smentire un luogo comune: oltre all’immagine, c’è di più… E infatti l’impegno di Valeria Nardone nel sociale prosegue. Ho presentato eventi di alcune Onlus dedicati ai bambini affetti da autismo con in programma animazioni di balli e buffet. Questo mio impegno, gratuito e spontaneo, ha semplicemente arricchito la mia vita e mi ha forgiato il carattere. In che modo? Di fronte alle avversità e alle varie negatività, 34 www.newentry.eu

non mi abbatto ma cerco di trovarne dei punti di forza per migliorarmi e rapportarmi con gli altri. Penso che sia una delle mie armi vincenti… Eppure nel mondo dell’immagine e dello spettacolo hai già fatto molto. È tutto magico, un’avventura bellissima. Ho condotto show nei locali, giochi a quiz con premi, ho lavorato in radio a Pordenone, ho collaborato con magazine americani on line, ho organizzato eventi e feste, ho seguito inaugurazioni e svolto il ruolo di madrina-hostess. Cosa ti stimola? Io adoro il mondo dello spettacolo perché c’è il contatto con la gente, questo elemento è irrinunciabile per la mia persona. Proprio per questo, ho scelto di studiare all’Università Relazioni Pubbliche, per imparare al meglio tutti i segreti di questo campo. Ed è così che il tuo personaggio ha sempre preso più forma… La mia esperienza è cresciuta, ho lavorato per il Festival del Cinema di Venezia, ho fatto par-


SPETTACOLO & ARTE

te di programmi tv nel ruolo di organizzatrice, di giuria e di addetta ai casting. Ho avuto la fortuna di sperimentare tanto, ed è proprio ciò che voglio per continuare a crescere. Nel mondo del cinema ho seguito corsi, collaborato con registi e produttori, realizzato videoclip musicali per il mercato americano. Su Instagram i numeri dicono che presto arriverai a 100.000 Follower Un profilo Instagram lo avevo già dalle superiori, ma lo usavo per pubblicare qualche selfie, senza pensare a nulla di serio. Avevo pochissimi followers, ero una come tante. Poi ho avviato una collaborazione con un social manager che mi ha scelta per provare a studiare meglio questo social e capire i suoi aspetti e le sue potenzialità. Un autentico “mago” del settore. Mi ha dato consigli su come gestire il mio profilo in ogni dettaglio, curandolo sulla mia figura. Perché gli italiani ti seguono? Perché propongo un personaggio in cui non c’è solo una bella immagine, ma c’è anche un contenuto e un carattere. Rispondo a chi mi scrive cose belle e cose brutte, accetto le critiche, do consigli, ricevo suggerimenti, parlo con i miei follower e mi relaziono con loro. Si capisce quella che sono per davvero nel quotidiano… Hai detto che ti piace sperimentare, anche in ambito fotografico. Eppure anche in questo caso è iniziato tutto per caso e per gioco. Collaboravo già con agenzie, ma non mi sono mai fatta fotografare seriamente per paura di non venire bene… finchè un giorno ho scelto di provare. Ho contattato un amico fotografo, ho allestito una collaborazione di qualche ora e mi sono accorta che rendevo anche io nelle foto, che era divertente e che gli scatti piacevano! Così ho

continuato con altri fotografi, tutte esperienze meravigliose. Quali novità ti aspettano? Ho un programma un cambio di look e nuovi corsi professionali da attivare la formazione è fondamentale per migliorarsi sempre. Vorrei dedicarmi ad ampliare le mie competenze lavorative sfruttando le occasioni che mi vengono date. E poi… mi piacerebbe realizzare qualche progetto artistico: quando mi trucco mi immagino una tela banca da dipingere, su cui esprimere gli stati d’animo in base ai colori prescelti. Ecco, vorrei qualcosa che mi stupisse proprio in questo mondo…

CREDITS FOTOGRAFICI Ph. Pietro Corrao CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/valeria_nardone_1/ www.newentry.eu 35


GAMING

E-Sport

come disciplina educativa Voglio raccontarti perché credo fortemente nell’e-sport come disciplina educativa. Ti spiegherò anche il come sono arrivato a questa tesi. Sei pronto? Si comincia! Sono passati due anni da quando lavoro nel mondo dello sport elettronico e ciò che ho riscontrato sin dalle prime esperienze è la scarsità di gente realmente interessata alla struttura che il settore ha generato. Per la maggior parte degli interessati, gli sport elettronici sono ancora solo videogiochi. Immagina quale sia il pensiero di un individuo totalmente ignorante in materia. Nel panorama collettivo l’idea di un giocatore di videogames che viene pagato per giocare non esiste. Ancora peggio se intratteniamo una discussione parlando di squadra sportiva composta da giocatori, staff, dirigenza e tornei/campionati. Lo scorso Dicembre abbiamo organizzato una rassegna culturale trattante di sport elettronico e mirata a coinvolgere genitori, insegnanti, appassionati e non, con l’obiettivo di illustrare al meglio quella che è la struttura e-sport, sia a livello internazionale, sia a livello italiano. Nelle precedenti settimane all’evento abbiamo pubblicizzato la rassegna visitando le varie scuole della zona ed è emerso un problema che neanche mi ero posto. Alla domanda: “Ciao, sei appassionato di videogiochi competitivi o ne conosci qualcuno?” La maggior parte dei ragazzi interrogati ha risposto: “Mi piace giocare da mobile, quando ho tempo, ma di console e PC non conosco nulla”. E quindi io: “Non conosci nemmeno Call of Duty o Fifa?” (in questo caso ero certo che mi avrebbero risposto si). Ed ecco che mi lasciano ad occhi spa36 www.newentry.eu

lancati: “Fifa so che è un gioco di calcio, ma Call of Duty cos’è?”. Credimi, la maggior parte dei ragazzi a cui mi sono rivolto mi ha risposto in questo modo. Pochissimi di loro sapevano dell’esistenza di alcuni titoli colosso a livello di e-sports (League of Legends, Hearthstone, Overwatch, Call of Duty, Counter Strike). E, come se non bastasse, nessuno di loro sapeva che esistono tornei con montepremi in denaro, strutture dedicate, staff, società che fanno quello di mestiere. Ci siamo quindi chiesti: possibile che parlare di e-sport equivale a parlare in una lingua aliena? Ecco come è nato il Progetto Scuola: dalla voglia di divulgare e far comprendere la complessità e l’utilità del settore e-sport nella crescita di un giovane ragazzo. Ma perché un videogioco dovrebbe essere una materia di studio o una disciplina sportiva? Lo Sport Elettronico è sicuramente l’unica via possibile per il riconoscimento di una passione da troppo tempo vista come dannosa. Oggigiorno se dici di essere appassionato di videogiochi le persone ti immaginano chiuso in una stanza buia, con la scri-


GAMING

vania piena di schifezze, luce dello schermo che illumina il volto, cuffie in testa ed un’atmosfera di isolamento assoluto. La verità è che il Gaming è una passione come tutte le altre, come la pesca, il calcio, il nuoto, con un unico vantaggio aggiunto: posso viverla anche da casa. Questo però non obbliga il giocatore a dover restare da solo, ad isolarsi, anzi. Attraverso il gioco si fanno tantissime conoscenze in più, puoi entrare in contatto con un mondo di appassionati lontani da te, stringere amicizie e vivere esperienze di gioco con un gruppo di persone creato esclusivamente attraverso piattaforme online. La differenza colossale con una passione “convenzionale” che ti obbliga a spostarti, macinare chilometri e farti trovare in un determinato posto per viverla a pieno. Ma torniamo a noi, possiamo veramente riconoscerla come disciplina capace di educare? Certamente si, e ti spiegherò il perché. Prima di pensare a come lo sport elettronico possa aiutare ad educare i giovani, facciamo insieme qualche riflessione. Avvicinare i giovani d’oggi al mondo del lavoro è una pratica difficoltosa e particolare da dover gestire, vuoi per mancanza di lavoro, vuoi per la pesantezza nell’associare giornate di scuola a quelle lavorative, vuoi per la priorità che la scuola ha su tutto a quell’età. Perché si, anche il target d’età è importantissimo. Se pensiamo che un giocatore può affrontare una carriera competitiva fino ai 25/26 anni, dobbiamo focalizzarci nel formare interessati ed appassionati sin dall’età di 16/17 anni.

Per questo motivo il nostro target si è spostato verso le scuole superiori. E-Sport: un’esperienza lavorativa per le nuove generazioni Ma veniamo al dunque. Lo Sport Elettronico è quanto di più accettabile e rappresentativo del mondo lavorativo per un ragazzo o ragazza di 16/17 anni. Se ci pensi bene, tramite l’e-sport, hai a disposizione una filiera lavorativa completa ed alquanto complessa. Ma facciamo un elenco delle caratteristiche che soddisfa in ambito professionale, così ti è più chiaro. · Lavoreresti in un gruppo di persone, dovendo far pratica con rapporti interpersonali in ambito lavorativo; · Avrai degli obiettivi da dover raggiungere (target), in termini di risultati acquisiti, dovendo lavorare duramente per ottenere ciò che ti viene chiesto; · Avresti a che fare con un percorso di crescita professionale (in ambito e-sport, ma non solo); · Dovrai mantenere rapporti con i tuoi diretti superiori che pretendono qualcosa da te; · Avrai una schedule di orari da dover seguire e che dovrai rispettare; · Dovrai mantenere un atteggiamento eticamente corretto, sia nei confronti dei tuoi compagni/colleghi, sia nei confronti degli avversari; · Perfezioneresti il tuo inglese, essendoci la possibilità di giocare contro o in squadra con giocatori internazionali; · Nel ruolo di manager avrai a che fare con la

www.newentry.eu 37


GAMING

burocrazia, la logistica e l’amministrazione del team, affrontando ogni giorno diverse tematiche relative a ottimizzazione del budget, contabilità, documenti, voli e trasporti, iscrizioni, rapporto con i diretti concorrenti. · E molto altro ancora. Questi sono solo alcuni punti a favore della mia tesi. Un’esperienza lavorativa a tutti gli effetti con conseguenti effetti professionali. Unica pecca: ad oggi non esiste retribuzione, ma poco cambia a confronto con i classici stage. Illustrato in questo modo lo Sport Elettronico sembra essere un vero e proprio settore lavorativo, e lo è, io ci credo fortemente. In fondo, come è capitato anche a me, ogni esperienza lavorativa, sia positiva che negativa, nella vita fa curriculum e ti insegna a gestire le situazioni che ti capiteranno in futuro, potendo prendere come esempio le esperienze passate. Attualmente nel panorama italico, sembrerebbe che solo pochi eletti, in realtà chi vuole metterci la faccia, possano entrare a far parte del settore e-sport. La realtà è che ognuno di noi può farne parte, basta solo focalizzarsi su ciò che si vuole raggiungere attraverso questa esperienza. Come ti dicevo poco fa: se vuoi divertirti, divertiti. Se vuoi migliorare, migliora. Se vuoi imparare, impara. Basta solo che tu capisca il perché stai giocando, il perché hai questa passione.

38 www.newentry.eu

Quindi ora chiedi a te stesso: Perché mi piace così tanto giocare? Perché è diventata la mia più grande passione? Prima di rispondere a questa domanda cerca di capire quanto è importante per te, quanto realisticamente può diventare un’esperienza lavorativa. Attenzione, non parlo di opportunità, ma di esperienza, perché l’esport attualmente non è nient’altro che un’esperienza con POSSIBILE (dillo a bassa voce) sbocco professionale. Chiarito questo dubbio potrai puntare al tuo obiettivo! Preparati, formati, studia e fatti aiutare. Amplia la tua conoscenza, incontra persone con la tua stessa passione, collabora con loro, forma un team, allenati. Insomma scegli la tua strada e percorrila, alla guida ci sei tu. Bene, come al solito, ho scritto tantissimo. Spero di averti trattenuto piacevolmente. Ho cercato di esprimere il mio pensiero e condividere con te le informazioni ed esperienze vissute realmente in questi due anni di lavoro nel settore. Ti ringrazio per essere arrivato fin qui e colgo l’occasione per chiederti un ultimo sforzo. Lo Sport Elettronico è la passione che ci accomuna. Cerchiamo di rendere questa passione anche una possibilità per chi ci crede seriamente. Gaming


Scuola di Ballo ASD

Balla per Ballare Liscio Unificato e Ballo di Sala

boogie woogie danza del ventre

Country Catalano caraibico

zumba tango argentino

Kizomba

INIZIO

CORSI DI BALLO 5 FEBBRAIO Lunedì

19.00-20.00 MIX 3

Martedì

19.30-20.30 COUNTRY PRINCIPIANTI

20.00-21.00 BALLI DI GRUPPO

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

2018

country line dance

Sabato

Domenica

17.00-18.00 TANGO ARGENTINO PRINCIPIANTI

15.00-16.00 TWO STEP

19.00-20.00 MIX 1

19.30-20.30 LISCIO AVANZATO

19.30-20.30 LISCIO PRINCIPIANTI

18.00-19.00 BOOGIE WOOGIE PRINCIPIANTI

16.00-17.00 WEST COAST SWING

20.00-21.00 MIX 4

20.30-21.30 DANZA DEL VENTRE

20.30-21.30 LISCIO INTERMEDIO

19.00-20.00 BOOGIE WOOGIE INTERMEDIO

TWO STEP E WEST COAST SWING SONO QUINDICINALI

21.30-22.30 LISCIO INTERMEDIO 2

21.00-22.00 CARAIBICO INTERMEDIO 2

21.30-22.30 CARAIBICO PRINCIPIANTI

21.00-22.00 COUNTRY CATALANO

21.40-22.40 TANGO ARGENTINO INTERMEDIO

22.00-23.00 KIZOMBA

22.30-23.30 TANGO ARGENTINO PRINCIPIANTI

22.00-23.00 SALSA CUBANA RUEDA DE CASINO

22.40-23.40 BOOGIE WOOGIE PRINCIPIANTI

PRIMA LEZIONE DI PROVA - DURATA LEZIONI 55 min. Bergamo - via Bianzana,15 - Tel. 393 45 99 459 - 339 45 99 459 www.ballaperballare.it - ballaperballare@gmail.com

LISCIO UNIFICATO E BALLO DA SALA TANGO ARGENTINO DANZE CARAIBICHE E KIZOMBA BOOGIE WOOGIE DANZA DEL VENTRE RUEDA DE CASINO ZUMBA FITNESS MIX COUNTRY LINE DANCE COUNTRY CATALANO TWO STEP WEST COAST SWING


L’EMOZIONE NON HA VOCE

Anniversario della morte di Whitney Elizabeth Houston Whitney Elizabeth Houston nasce a Newark il giorno 9 agosto 1963. Nel 2008 il Guinness dei primati ha dichiarato Whitney l’artista più premiata e popolare al mondo. Ha dominato la scena canora dal 1980 al 1990 vendendo circa 55 milioni di dischi. Oprah Winfrey le ha affibbiato il soprannome “The Voice” - che fu in campo maschile di Frank Sinatra - per la potenza della sua voce. Le sue vendite complessive di album, singoli e video conta oltre 170 milioni di copie. E’ facile forse capire come la depressione che l’ha colpita negli anni successivi e la caduta nel tunnel della tossicodipendenza possano avere a che fare anche con la gestione di un tale enorme successo planetario. A questi si aggiungono i problemi familiari, durati a lungo, che l’hanno portata poi a divorziare nel 2006 dal marito cantante Bobby Brown (sposato nel 1992), tra l’altro accusato di maltrattamenti già nel 1993. Nello stesso anno, e dopo un aborto spontaneo, nel 1993 dà alla luce la figlia, Bobbi Kristina Houston Brown In campo cinematografico Whitney Houston è celebre la sua partecipazione al fianco di Kevin Costner nel film “Bodyguard” del 1992 che la consacra definitivamente. Tra i suoi più grandi successi ci sono “I wanna dance with somebody” (brano di esordio), “I will always love you”, “How will I know” e “Saving all my love for you”. Ricordiamo anche “One Moment in Time”, inno delle Olimpiadi di Seoul 1988. Whitney Houston muore all’età di 48 anni, il giorno 11 febbraio 2012: il suo corpo viene trovato esanime al Beverly Hilton di Beverly Hills, a Los Angeles, dove si trovava per partecipare al party dei Grammy Awards. Si era convertita all’Islam solo pochi giorni prima. “I will always love you” . “Ti amerò sempre” Se io dovessi rimanere, finirei solo per intralciare la tua via 40 www.newentry.eu

quindi andrò via, ma io so che penserò a te ad ogni passo della mia strada E io... per sempre ti amerò, oohh per sempre amerò te, te, mio caro, te... Dolci e amari ricordi questo é tutto quel che porto con me, quindi addio, per favore non piangere sappiamo entrambi che io non sono quel di cui tu hai bisogno e io... ti amerò per sempre io... ti amerò per sempre, tu, ooh Spero che la vita ti tratti con gentilezza e spero che tu abbia tutto ciò che sognavi e ti auguro gioia e felicità ma soprattutto ti auguro di amare E io... ti amerò per sempre io... ti amerò per sempre E io... ti amerò per sempre io... ti amerò per sempre Io, io ti amerò per sempre, tu... ti amerò per sempre caro ti amo, per sempre, per sempre, amerò te...

Splendido video tratto dal film “Bodyguard”


PLAY MUSIC

03 Febbraio 1968

03 Febbraio 2018 01 01 02

03 04

05 06

07 08

09 10

02

03

• BRESCIA Gianni Morandi 26/02/2018 Palageorge Montichiari • MANTOVA Bob Dylan 08/04/2018 Palabam Mantova

03

02

L’ora dell’amore - Camaleonti L’ultimo valzer - Dalida 03 Due minuti di felicità- Sylvie Vartan 04 Dan dan dan - Dalida 05 Il sole è di tutti - Stevie Wonder 06 Massachusetts - Bee Gees 07 Siesta - Bobby Solo 08 Nel cuore, nell’anima - Equipe 84 09 Mama - Dalida 10 Tenerezza - Gianni Morandi

ROCKSTAR - SFERA EBBASTA NO COMMENT - NITRO ÷ - ED SHEERAN CHOSEN - MANESKIN ORONERO LIVE - DELUXE EDITION - GIORGIA OH, VITA! - JOVANOTTI VASCO MODENA PARK - VASCO ROSSI TUTTE LE MIGLIORI - MINACELENTANO 2640 - FRANCESCA MICHIELIN AMORE CHE TORNI - NEGRAMARO

CONCERTI ORE 21.00 • BERGAMO

01 01

02

• BRESCIA

• VERONA Scorpions Bob Dylan 23/07/2018 27/04/2018 Arena di Verona Arena di Verona Calcutta Jovanotti 06/08/2018 15-16-18-19/05 Arena di Verona Arena di Verona Lenny Kravitz 16/07/2018 Arena di Verona

• MANTOVA

• MILANO

• VERONA

• MILANO Jason Derulo Negrita Angra 11/03/2018 14/04/2018 03/04/2018 Mediolanum Forum Mediolanum Forum Live Club Gianni Morandi Myles Kennedy Roger Waters 28/03/2018 17/04/2018 04/04/2018 Mediolanum Forum Magazzini Generali Mediolanum Forum Harry Styles Editors Bob Dylan 02/04/2018 22/04/2018 09/04/2018 Mediolanum Forum Teatro Arcimboldi Mediolanum Forum

CONCERTI

www.studiorotafederica.it

Consulente del lavoro Rota Rag. Federica delegato n. BG01533FL della Fondazione Consulenti per il Lavoro - Agenzia per il Lavoro Aut. Min. 19009 del 23/07/2007

Via Dante Alighieri 85 - Almenno San Bartolomeo (Bg) - Tel. +39 035644251 Via Antonio Stoppani 30 - Pontegiurino - Berbenno (Bg) - Tel. +39 035851166 Fax +39 035852770 - studiorota.segreteria@gmail.com - studiorota.paghe@gmail.com www.newentry.eu 41


SPETTACOLO & ARTE

Gioia Giovannini Esuberante e irriverente. Una ragazza che con la fotografia ha saputo superare la sua timidezza e attraverso i social è diventata un’autentica esplosione di femminilità. Gioia Giovannini, 29 anni, è diventata un autentico “personaggio” grazie a Instagram dove ha superato la soglia dei 20.000 followers. Una fotomodella che adora lavorare nel mondo della notte, sempre attenta alla cura del proprio fisico, già prefinalista di Miss Italia e sempre disposta a mettersi in gioco laddove ci sia da unire immagine e intelligenza. Nel quotidiano lavora in una ditta della Provincia di Prato, il mondo dei locali poi la porta in giro per la Toscana a ravvivare le serate. Com’è iniziato il tuo rapporto col mondo dell’immagine? Sono stata da sempre affascinata da questo mondo, tutto è iniziato con la proposta di un fotografo che mi ha chiesto di buttarmi davanti all’obbiettivo. L’ho vissuta come una sfida contro la mia timidezza e difatti… il primo set è stato un autentico disastro, proprio non sapevo come muovermi e come stare davanti alla macchina fotografica. Eppure, la fotografia non l’hai più lasciata. La fotografia mi ha aiutato tanto a sciogliermi, soprattutto a vincere la mia timidezza e rendermi conto di quali fossero i miei punti forti e quali quelli deboli. Ecco, a quelle ragazze che si trovano mille difetti come me, proporrei la fotografia come strumento per rendersi consapevoli dei loro punti che più odiano per farne un punto di forza. Così, ti sei tolta tante soddisfazioni. Ho lavorato per Pitti come immagine, ho realizzato cataloghi per negozi, fatto sfilate, partecipato 42 www.newentry.eu


SPETTACOLO & ARTE

alle selezioni di Miss Italia arrivando alle prefinali della Toscana. Ed ecco che anche sui social hai preso piede… Il rapporto con i miei social è davvero importante: tanta gente mi scrive, mi chiede consigli su come tenersi in forma, mi chiedono gli esercizi per allenarsi o suggerimenti su cosa mangiare. A me fa molto piacere perchè mi sento presa come esempio. Non mancano poi le persone, soprattutto ragazze, che quando condivido uno stato in cui mi sento triste… mi scrivono per tirarmi su di morale. Grazie a Instagram la gente ha iniziato a riconoscermi e a chiamarmi “Joy”, motivo per cui su Instagram mi trovate come @joy_giovy e su Facebook Gioia Giovannini. Che ragazza sei nel quotidiano? Sono una ragazza semplicissima… anche se non lo sembro nel mio modo di vestire. Purtroppo tanta gente mi giudica più dall’apparire che dal mio essere. Poi, quando mi conosce real-

mente, le persone capiscono che si sono sbagliate nei miei confronti e me lo dicono. Come ti descrivi? Sono una ragazza che vive tutta nel suo mondo, infatti il mio post preferito che metto spesso è “Svegliatemi solo se ne vale la pena”. Sono fatta così, vivo nel mio mondo e aspetto che qualcuno attiri la mia attenzione per svegliarmi realmente. Molti ti conoscono, almeno inizialmente, attraverso i social. Dove posso essere una ragazza provocante ma alle stesso modo dolce. Sono sensibile e mi piace ridere e scherzare anche su me stessa. Tanta gente mi ferma e mi racconta le risate che si fa guardando le mie storie! Quello che mi differenzia dalle altre ragazze è proprio il mio essere trasparente in tutto ciò che faccio, non ho mai secondi fini. CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/joy_giovy/ www.newentry.eu 43


SPECIALE

La festa di San Valentino - Storia e Tradizioni San Valentino, detto anche san Valentino da Terni o san Valentino da Interamna (Terni, 176 circa – Roma, 14 febbraio 273), è stato un vescovo romano, martire. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato patrono degli innamorati e protettore degli epilettici. La più antica notizia di san Valentino è in Martyrologium Hieronymianum, un documento ufficiale della Chiesa dei secc. V-VI dove compare il suo nome e anniversario di morte. Ancora nel secolo VIII un altro documento, Passio Sancti Valentini, ci narra alcuni particolari del martirio: la tortura, la decapitazione notturna, la sepoltura a Terni ad opera dei discepoli Proculo, Efebo e Apollonio, il successivo martirio di questi e la loro sepoltura.

44 www.newentry.eu

Nato a Interamna (oggi Terni) in una famiglia patrizia, fu convertito al cristianesimo e consacrato vescovo di Terni nel 197, a soli 21 anni. Nell’anno 270 Valentino si trovava a Roma, giunto su invito dell’oratore greco e latino Cratone, per predicare il Vangelo e convertire i pagani. Invitato dall’imperatore Claudio II il Gotico a sospendere la celebrazione religiosa e ad abiurare la propria fede, rifiutò di farlo, tentando anzi di convertire l’imperatore al cristianesimo. Claudio II lo graziò dall’esecuzione capitale affidandolo a una nobile famiglia. Valentino venne arrestato una seconda volta sotto Aureliano, succeduto a Claudio II. L’impero proseguiva nelle sue persecuzioni contro i cristiani e, poiché la popolarità di Valentino stava crescendo, i soldati romani lo catturarono e lo portarono fuori città lungo la via Flaminia per flagellarlo, temendo che la popolazione potesse insorgere in sua difesa. Fu decapitato il 14 febbraio 273, a 97 anni, per mano del soldato romano Furius Placidus, agli ordini dell’imperatore Aureliano. Secondo alcune fonti Valentino sarebbe stato giustiziato perché aveva celebrato il matrimonio tra la cristiana Serapia e il legionario romano Sabino, che invece era pagano: la cerimonia avvenne in fretta, perché la giovane era malata; e i due sposi morirono, insieme, proprio mentre Valentino li benediceva. A chiudere il cerchio della tragedia sarebbe poi intervenuto il martirio del celebrante. È commemorato nel martirologio romano il 14 febbraio, giorno in cui veniva celebrata l’antica festa di santa Febronia. Le reliquie Le sue spoglie furono sepolte sulla collina di Terni, al LXIII miglio della via Flaminia, nei pressi di una necropoli. Le reliquie del Santo sono nella Chiesa della Madonna di Loreto a Rovereto. Sul luogo sorse nel IV secolo una basilica nella


SPECIALE

quale attualmente sono custodite, racchiuse in una teca, le reliquie del santo: pare che esse siano state portate nella città dai tre discepoli del filosofo Cratone, Apollonio, Efebo e Procuro, convertiti dal futuro santo, e che per questo motivo siano stati martirizzati. Altre reliquie sono presenti anche nella cattedrale di Maria Assunta di Savona, nella chiesa medievale di San Valentino di Sadali in Sardegna, nella chiesa Cappuccini San Daniele a Belvedere Marittimo in Calabria e nella chiesa matrice di Vico del Gargano dove viene venerato come protettore della città e degli agrumeti. In base ad altre

fonti, altre reliquie di san Valentino si trovano a Ozieri, centro del Logudoro, a una cinquantina di chilometri da Sassari: le avrebbe portate, nel 1838, un frate benedettino nativo del luogo, che le avrebbe poi sepolte nella cinquecentesca chiesa dedicata ai santi Cosma e Damiano sul colle dei Cappuccini. Un vasetto con il sangue di san Valentino si troverebbe anche nella teca di vetro contenente il teschio di santa Giustina nella chiesa di San Martino a Torre d’Arese (PV). Un’altra parte delle reliquie del santo sono situate in un piccolo paesino di montagna, Abriola, che si trova in provincia di Potenza,

www.newentry.eu 45


SPECIALE

in Basilicata, dove il santo, prima di morire, fu mandato in esilio. Ci sono reliquie di San Valentino anche a Dublino, presso la chiesa di Whitefriar, molto vicino al centro della città. Le reliquie si dice siano state donate da Papa Gregorio XVI al Carmelitano Irlandese John Spratt che le portó a Dublino nel 1836. Miracoli del santo San Valentino battezza santa Lucilla, opera eseguita nel 1575 da Jacopo Bassano, oggi al Museo civico di Bassano del Grappa. Sono molte le leggende entrate a far parte della cultura popolare, su episodi riguardanti la vita di san Valentino: Una di esse narra che Valentino, graziato ed “affidato” ad una nobile famiglia, compì il miracolo di ridare la vista alla figlia cieca del suo “carceriere”: Valentino, quando stava per

essere decapitato, teneramente legato alla giovane, la salutò con un messaggio d’addio che si chiudeva con le parole: « [...] dal tuo Valentino...». Un’altra, di origine statunitense, narra come un giorno il vescovo, passeggiando, vide due giovani che stavano litigando ed andò loro incontro porgendo una rosa e invitandoli a tenerla unita nelle loro mani: i giovani si allontanarono riconciliati. Un’altra versione di questa storia narra che il santo sia riuscito ad ispirare amore ai due giovani facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci gesti d’affetto; da questo episodio si crede possa derivare anche la diffusione dell’espressione piccioncini. Secondo un altro racconto, Valentino, già vescovo di Terni, unì in matrimonio la giovane cristiana Serapia e il centurione romano Sabino: l’unione era ostacolata dai genitori di lei ma, vinta la resistenza di questi, si scoprì che la giovane era gravemente malata. Il centurione chiamò Valentino al capezzale della giovane morente e gli chiese di non essere mai più separato dall’amata: il santo vescovo lo battezzò e quindi lo unì in matrimonio a Serapia, dopo di che morirono entrambi. La festa di san Valentino

Salone Estetica

e

ster

Le soluzioni di bellezza garantite in un metodo e un programma su misura per te

Benvenuti nel mondo dell’eccellenza - Professionalità ed esperienza al tuo servizio PRESEZZO (BG) - Via V.Veneto,747 - Tel. 035 610524 46 www.newentry.eu


SPECIALE

La festa di san Valentino ricorre annualmente il 14 febbraio, ed oggi è conosciuta e festeggiata in tutto il mondo. È molto probabile che le sue origini affondino nel IV secolo, per sostituire la festa pagana dei Lupercalia, gli antichi riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco: questi riti si celebravano il 15 febbraio e prevedevano festeggiamenti sfrenati ed erano apertamente in contrasto con la morale e l’idea di amore dei cristiani. In particolare il clou della festa si aveva quando le matrone romane si offrivano, spontaneamente e per strada, alle frustate di un gruppo di giovani nudi, devoti al selvatico Fauno Luperco. Anche le donne in dolce attesa si sottoponevano volentieri al rituale, convinte che avrebbe fatto bene alla nascita del pargolo. In fondo, ad alleviare il dolore bastava lo spettacolo offerto dai corpi di quei baldi giovani, che si

facevano strada completamente nudi o, al massimo, con un gonnellino di pelle stretto intorno ai fianchi. Per “battezzare” la festa dell’amore, il Papa Gelasio I nel 496 d.C. decise di spostarla al giorno precedente - dedicato a San Valentino - facendolo diventare in un certo modo il protettore degli innamorati. Tale tradizione fu poi diffusa dai benedettini, primi custodi della basilica dedicata al santo in Terni, attraverso i loro monasteri prima in Italia e quindi in Francia ed in Inghilterra.Molte tradizioni legate al santo sono riscontrabili nei paesi in cui egli è venerato come patrono. La figura di Valentino come santo patrono degli innamorati viene tuttavia messa in discussione da taluni che la riconducono a quella di un altro sacerdote romano, anch’egli decapitato pressappoco negli stessi anni.

SISTEMI D’ALLARME E VIDEOSORVEGLIANZA DELLE MIGLIORI MARCHE PER GARANTIRE LA VOSTRA SICUREZZA PROTEGGENDO LA TUA CASA, UFFICIO E AZIENDA. IMPIANTI ELETTRICI CIVILI INDUSTRIALI DOMOTICI

CANCELLI BASCULANTI ANTIFURTI ANTENNE PARABOLE

SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI

GHG di Ghislandi Gianluca - Via F.lli Rota Negroni,168 - ALMENNO SAN BARTOLOMEO (BG)

Tel. 340 54 82 767 - www.elettricaghg.it - giaghisl1@tin.it - Azienda Convenzionata

www.newentry.eu 47


AGENDA

RAFFAELLO E L’ECO DEL MITO

PRESEZZO (BG)

in costume con delitto”. Castello di Grumello Via Fosse, 11 Tel. 348.30.36.243 Giovedì 15 Febbraio dalle ore 17.00

LOCATELLO (BG) Tierra: imparare a fare il sapone Un laboratorio per adulti per imparare a fare i saponi in casa, rispolverando alcune ricette e vecchi rimedi della nonna. Perché è salutare, ecologico ed economico.

Sala Civica polivalente, Piazza Libertà 4 Tel. 035 6224840 - 035 610330 info@tierranuoverotte.it http://www.tierranuoverotte.it/ Giovedì 15 febbraio dalle ore 20.30

PRESEZZO (BG)

Cinema Agorà

MOZZO (BG)

Programmazione

FILM: BENEDETTA FOLLIA Venerdì 9 febbraio 2018 ore 21 Sabato 10 febbraio 2018 ore 21 Domenica 11 febbraio 2018 ore 15-18-21 Mercoledì 14 Febbraio dalle ore 18.00

GRUMELLO DEL MONTE (BG)

Tutti a cena in costume

Una festa degli innamorati destinata a lasciare il segno. Perché unica e indimenticabile. Perché capace di coniugare una piacevole serata in compagnia del proprio partner a un pizzico di brivido davvero emozionante. Il tutto in una location ricca di fascino e di storia: il Castello di Grumello. È qui che il 14 febbraio, festa di San Valentino, è ambientata e si svolge una speciale “cena medievale 48 www.newentry.eu

Tierra: chi semina raccoglie Il laboratorio intende illustrare alcune nozioni sulla semina in contenitori, il semenzaio, per creare un piccolo vivaio di semi da portare e curare a casa. I partecipanti impareranno alcune nozioni fondamentali per la scelta delle varietà per il proprio orto familiare biologico. Auditorium comunale - via Montessori 13 Tel. 035 6224840 - 035 610330 info@tierranuoverotte.it - http://www.tierranuoverotte.it/

Giovedì 15 febbraio dalle ore 20.45

VILLA D’ALME’ (BG) Invasione di campo Ad Auschwitz, a Kiev, a Therezinstadt, si giocava a pallone. Le guardie organizzavano partite, addirittura tornei. Si divertivano a sfidare i prigionieri ridotti a scheletri disorientati e sfiniti. Un gol o una parata potevano significare premio o punizione, promozione o tortura, a seconda della divisa che si portava. Si giocava dove l’erba aveva smesso di crescere da tempo, calpestata da passi strascicati, e dove l’aria e la terra erano intrise di storie scadute, abbandonate all’oblio.


NUOVA COLLEZIONE 2017-2018

Realizziamo progetti su misura per la vostra casa POSSIBILITA’ DI FINANZIAMENTI A TASSO ZERO

PALAZZAGO Fraz. S.Sosimo S.S. Bergamo - Lecco Tel. 035 54 00 79 www.origgimobili.it

€ 499,00


LI EL GE M

TO RO

E

NE RG I VE

AR

RO

ON LE

09

2/

NC

6 /0 8-2

/0

CA

-21 24

08

3/

7-2

/0

La partenza sarà agevole per una manciata di giornate che vi vedranno particolarmente abili nel gestire forma fisica, ambiente domestico e incombenze nel complesso poco impegnative. In amore qualche discussione di troppo... quindi cerca di dimostrare al tuo/a partner quanto ci tieni veramente. Basta poco...

5 /0

All’inizio, sembrerà che conti solo il lavoro. Luna e Venere, infatti, non perdoneranno facilmente cedimenti e cadute di stile, mentre voi vorreste sempre vivere alla grande... L’umiltà è sempre importante anche in amore... Cercate di dare spazio alla partner.

23

07 2/

6-2

/0

22

Può essere che qualcuno vi faccia notare qualche difetto, o vi richieda di rientrare nei ranghi. Il periodo comunque vi regala una montagna di idee e di vivacità. Quindi niente allarmismi inutili... Qualche malanno di stagione vi procurerà delle seccature ma presto tornerai in forma come prima. 50 www.newentry.eu

Chirurgicamente sarete prontissimi e strategici, fate attenzione al circostante e ai sentimenti. Sarete ammantati di luce interiore e spericolati il fine settimana. Cercate di non fare il passo più lungo della gamba. Con gli amici mantenete l’allegria che vi contraddistingue senza alterarvi.

21

04 La rigorosa Luna di inizio settimana non facilita il dialogo con chi amate, che potrebbe alzare un muro di cerebralismo, che vi renderà inquieti.Qualcuno vi incanterà coi suoi racconti di incursioni in terre lontane. L’amore lascerà spazio a qualche litigio pesante...

05 0/ 4-2 /0 21

0/ 3-2 /0 21

IET E

OROSCOPO dal 05 al 14 Febbraio 2018

Il recupero di entusiasmo procederà di pari passo con un notevole incremento di fantasia, che vi accompagnerà nel week-end. Ottima sarà la vitalità per i nativi della seconda decade: fascino ed ingegno sono vostri! Quindi si prospetta un periodo nel quale sia l’amicizia che l’amore trionfano...


O

I SC

IO

NO OR

SA GI TT AR I

PE

SC OR PI ON E

BI LA NC I IC

UA R AC Q

03

0/

2-2

/0

20

02 9/

1-1

/0

PR

Lo spunto di inizio settimana sarà come il filo di Arianna, che vi condurrà a ripercorrere alcune tappe fondamentali della vostra vita. Può darsi che sia una visione di tipo celeste... Tutto ciò vi porterà ad essere più poetici e qualcuno apprezzerà il vostro modo di essere...

21

01

0/

2-2

CA

12

11

10 /1

Il denaro entra ed esce da canali misteriosi, soprattutto per i nativi della terza decade, che non riusciranno forse a gestire le spese con la consueta precisione. In amore alti e bassi come nel lavoro. Un periodo quindi insicuro dovuto più a fonti esterne che a se stessi...

2/

2/

2/ 21

Qualche disarmonia, che potrebbe trovarsi alle prese con problematiche professionali. Rimanete concentrati e sempre vincenti. In amore badate a non fare gli spavaldi... vi potrebbe costare molto caro... Stessa cosa vale per le amicizie. Rimanete umili!!!

1-2

0-2

9-2

Un viaggio, o persone conosciute durante uno spostamento saranno la chiave di lettura di queste giornate, che vi porteranno in un percorso dentro la vostra interiorità. Splendido momento per amore e nuove conoscenze accenderanno le tue giornate. Approfittane!!!

/1

/1

/0

Mercoledì, giovedì e domenica saranno le giornate migliori: le prime due per un recupero sentimentale e l’ultima per riprendere il dialogo con tutte le altre dimensioni. Troppi pensieri notturni... non ti fanno riposare adeguatamente quindi ti sentirai affaticato già da primo mattino.

23

23

23

A

OROSCOPO dal 05 al 14 Febbraio 2018

Ok a tutto ciò che riguarda la cura della salute e del benessere. Il week-end sarà invece più frizzante e mondano, con ottime possibilità per chi intende ritagliarsi un ulteriore scampolo di vacanza. Per i single si consiglia di partecipare a feste organizzatedagli amici... - nuovi incontri possibili. www.newentry.eu 51


PE SC I

IO AC QU AR

3 /0

CA PR IC OR N

-20

New Entry é il luogo dove puoi esprimerti liberamente. Sfogati se sei arrabbiato. Se vuoi farti pubblicità, promuoviti. Se vuoi far ridere buttati e pubblica foto, video ed articoli. Vuoi dedicare una lettera d’amore al tuo partner? Condividi le tue emozioni, esperienze, riflessioni!

2 /0

Il denaro entra ed esce da canali misteriosi, soprattutto per i nativi della terza decade, che non riusciranno forse a gestire le spese con la consueta precisione. In amore alti e bassi come nel lavoro. Un periodo quindi insicuro dovuto più a fonti esterne che a se stessi...

20

01

Qualche disarmonia, che potrebbe trovarsi alle prese con problematiche professionali. Rimanete concentrati e sempre vincenti. In amore badate a non fare gli spavaldi... vi potrebbe costare molto caro... Stessa cosa vale per le amicizie. Rimanete umili!!!

02 9/ 1-1 /0 21

0/ 2-2 /1 21

O

OROSCOPO dal 05 al 14 Febbraio 2018

Ok a tutto ciò che riguarda la cura della salute e del benessere. Il week-end sarà invece più frizzante e mondano, con ottime possibilità per chi intende ritagliarsi un ulteriore scampolo di vacanza. Per i single si consiglia di partecipare a feste organizzatedagli amici... - nuovi incontri possibili.

E sprimi il Tuo Cu ore. la Tua V .. o ce...

Hai passione per la il giornalismo, la cronaca, lo sport, le poesie, i racconti, la musica?!? CONTATTACI al 347 73 52 863 oppure inviaci i tuoi scritti a: redazione@newentry.eu

www.newentry.eu 52 www.newentry.eu

Gianluca Boffetti

App Inside Italy


POLISPORTIVA BREMBATE DI SOPRA Via Locatelli, 36 – Tel. 035 62 13 43 www.piscinabrembate.it - info@piscinabrembate.it

OFFERTE DI QUALITA’ E PREZZI IMBATTIBILI APERTE LE ISCRIZIONI TUTTO L’ANNO!!!

PISCINA CON GIARDINO ESTIVO

NUOTO LIBERO – CORSI DI NUOTO: 0/3 anni – baby – ragazzi – adulti – gestanti

CORSI FITNESS in acqua: SOFT – GAG – STEP – ACQUAGYM – ACQUBIKE PILATES – MIXFLAP – TONIC – CIRCUIT – TOTALBODY VISITE MEDICHE – FISIOTERAPIA – ALIMENTARISTA Giardino estivo – Salone BAR – Ampi parcheggi

CORSI di:

PALESTRA

SPINNING – AEROBICA – STEP – PILATES – Gym MUSIC Gym TONIC - YOGA – ginnastica di MANTENIMENTO e DOLCE – PRESCIISTICA – DANZA MODERNA DIFESA PERSONALE – Balli LISCIO e LATINO

Atletica – Basket – Calcio – Ciclismo – Pallavolo Rugby - Karate – Wushu – Ginnastica ritmica

SPORT

CALCETTO

mt 40x18 coperto – noleggio singoli e campionati

STUDIO DEL SOLE Serate osservative alla scoperta di: luna, pianeti, stelle, galassie, nebulose, comete, astri del cielo

PLANETARIO

Film di astronomia in 3D digitale, conferenze e corsi di astronomia, visione virtuale del cielo (possibile anche in caso di maltempo)

OSSERVATORIO ASTRONOMICO

ASTROSHOP

Vendita telescopi, binocoli, strumenti ed idee regalo di astronomia.

BREMBATE DI SOPRA (BG) – c/o scuole elementari Tel. 035 62 15 15 – www.latorredelsole.it


SPETTACOLO & ARTE

Claudia Moretto

Dagli States alla Grecia passando per la sua Venezia. La vita artistica di Claudia Moretto è un eterno girovagare da una parte all’altra del globo. Le richieste di collaborazioni provengono da tutte le parti. Ultima in ordine di tempo la Grecia, dove si recherà nelle prossime settimane per una nuova sessione di scatti che la vedrà come sempre protagonista. Sullo sfondo il mare ed i paesaggi tipici della penisola ellenica, in primo piano il suo naturale splendore. Lei, fotomodella e cantante, personaggio social e brand ambassador, piace perché è semplice, con un fisico spaziale e una innata propensione verso la macchina fotografica. Un’empatia che dura da anni andata sempre più in crescendo. Da progetto è nato progetto e il passaparola ha fatto il resto. Una parabola tutta ascendente, partita dagli States, dove ha avuto la fortuna di lavorare con i migliori professionisti che gravi54 www.newentry.eu

tano a Los Angeles e dintorni. Ma il richiamo all’Italia e alla Laguna si fa sentire. Spesso. E anche qui, può accadere di vederla camminare per il Red Carpet della Mostra del Cinema di Venezia o ospite a qualche party esclusivo nei luoghi più vip. A 25 anni di età e un fisico semplicemente da invidiare, il 2018 si prospetta l’anno del definitivo salto verso nuovi traguardi. Già oggi è una delle fotomodelle più belle e simpatiche dello Stivale. E oltre al successo nel mondo della fotografia, Claudia si gusta un periodo d’oro anche in quello della musica. Perché oltre ad essere una fotomodella, è anche una “singer”. Con la fotografia e con la musica, è riuscita nell’impresa di veicolare straordinarie emozioni. Insomma, il mondo dello spettacolo continua a vederti assoluta protagonista. È il mio mondo, quello che vivo fin da quando


SPETTACOLO & ARTE

ero giovanissima. Oltre al ruolo di fotomodella, continuo a coltivare quello di singer. Canto da quando ero bambina, a 12 anni ho seguito il primo corso a cui ne hanno fatto seguito molti altri per specializzarmi. Mi sono formata anche in America, ho imparato a suonare il pianoforte per potermi accompagnare durante le mie esibizioni. E il mio inedito, “Sotto la pelle”, è un’esperienza di cui vado fiera. La musica mi regala soddisfazioni enormi in qualunque circostanza: che io sia in casa o ad un concerto, la musica è gioia. Ma anche la fotografia non scherza… Ed in più ho la fortuna di vivere in Laguna. Venezia è davvero meravigliosa in ogni suo angolo, è la location ideale per uno shooting. Così, fotografi che provengono da ogni parte del mondo scelgono me e questo straordinario contesto naturale per realizzare i loro progetti.

Ti serve solo uno smartphone e tanta voglia di crescere... CHIAMA PER AVERE PIU’ INFORMAZIONI: 347 73 52 863 www.newentry.eu 55


SPETTACOLO & ARTE

Diciamo che le proposte non mancano! Proprio in questi giorni, stai per realizzare un nuovo entusiasmante progetto. Sta per arrivare in Italia un fantastico fotografo californiano con cui realizzerò uno shooting in esterna. Avete capito bene: nonostante il freddo, sarò lì a dare il meglio di me davanti all’obbiettivo! Ecco perché il ruolo di fotomodella richiede fatica, impegno e dedizione. Ma restituisce emozioni davvero sbalorditive… Come descrivere questo concentrato di emozioni? La moda è la mia più grande passione, ogni scatto porta con sé il piacere di realizzare qualcosa di bello e accattivante. Amo questo lavoro, amo ciò che è stato in grado di regalarmi ed i traguardi che ogni giorno raggiungo.

NON MANGIARTI LE UNGHIE... NON POTEVI SAPERLO !

NEW ENTRY GRAFICA & STAMPA 5.000 VOLANTI F.to A5 a soli € 160,00 10.000 VOLANTINI A5 a soli € 270,00

1.000 Biglietti visita a soli € 100,00 5.000 carte intestate A4 a soli € 290,00

GRAFICA COMPRESA - IVA ESCLUSA

CHIAMACI SENZA IMPEGNO: 347.73.52.863 56 www.newentry.eu


SPETTACOLO & ARTE

Occasioni che capitano solo a chi… se la merita. Diciamo che non ho mai avuto problemi a mettermi in gioco, a lavorare duramente per migliorare sempre me stessa. È successo così in ambito musicale e fotografico, così come nell’imparare a gestire corpo e tempi davanti alla telecamera. Certo, poi, occasioni come quella di sfilare sul red carpet alla Mostra di Venezia non si possono proprio lasciar sfuggire… E con l’esperienza hai imparato a capire questo mondo. Quello della moda e dello spettacolo è un settore in cui, come nel resto del mondo del lavoro, occorre sempre stare con le antenne ritte e prestare attenzione a promesse e illusioni. Tante agenzie mi cercano, la vera differenza la fanno le collaborazioni con chi si distingue per serietà e capacità. CONTATTI SOCIAL

https://www.instagram.com/claudia_moretto/

www.newentry.eu 57


RIDIAMOCI SOPRA

Ci sono due sposi di mezza età che discutono del loro futuro. “Che farai se io muoio prima di te?” chiede lui a lei. Lei ci pensa su e poi risponde che le piacerebbe vivere con qualche altra donna single o vedova, magari più giovane, per non sentirsi troppo vecchia e sola. “E tu caro Il marito torna a cosa faresti, invece, se morissi prima io?”. “Pen- casa dal lavoro e trova la moglie so, la stessa cosa!”. nullafacente che gli dice: ho preparato Una suora, mentre passeggia nel chiostro del “Caro, oggi non ti convento, fa all’altra: “Suor Lucia, lo sa che da mangiare. Manca la luce”. E il marito: “Ma nell’orto sono cresciute certe fave lunghe così?” cara, noi abbiamo la cucina a gas!”. E la moglie: facendole vedere la lunghezza con le mani. “Sì, ma l’apriscatole è elettrico!”. All’improvviso interviene un’altra suora sorda lì Al telefono: “Dottore, dottore, mia suocera è stavicino che esclama: “Frate chi? Frate chi?”. ta morsa dal mio serpente!”. Il dottore interviene: Il matrimonio è come un bagno molto caldo: una “Ma scusi forse non lo sa, ma io sono veterinavolta che ci si è abituati, non è più così caldo rio!”. “Infatti è il serpente che è svenuto!”. come sembra. Al telefono: “Pronto, qui parla l’istituto dei sordoDue persone robuste, cercando di uscire con- muti!”. “Miracolo!”. temporaneamente dall’ascensore, si incastrano nella porta. Il primo fa al secondo: “Ruoti, faccia Tre carabinieri vanno all’aeroporto. Vedono un da perno”. E il secondo, stizzito, risponde: “Ruoti aereo e il primo dice: “Accidenti, che aereo enorme! E chissà a che velocità arriva... secondo me lei, faccia da culo!”. fa i 200 all’ora”. Il secondo: “No, no, secondo me Colmo per un pompiere innamorato: avere un farà i 400 all’ora!”. Interviene il terzo: “Ma siete matti? Farà almeno 600 all’ora!”. Interviene nuoritorno di fiamma... vamente il primo: “Sì, sta a vedere che vola!”. Un tizio in un bar nota una donna molto elegante che, regolarmente, arriva ogni sera sola, beve Quando sono uscito dal cinema ho detto a una qualcosa e poi se ne va. Alla seconda settimana, ragazza: “Ti va di fare una passeggiata?”. Lei ha finalmente, decide di provarci. “No, grazie...”di- detto di sì e se n’è andata da sola. ce la donna”...ho deciso di mantenermi pura per l’uomo che amerò...”. “Sarà abbastanza difficile, Due medici dopo un congresso vanno a letto. immagino...” dice l’uomo. “Sì, ma a me non im- Alla fine lui dice: “Dall’abilita’ delle tue mani porta molto: l’unico che si arrabbia veramente scommetto che sei ginecologa!”. Lei: “E tu per questa cosa è mio marito...”. anestesista!”. “Ma come fai a dirlo?”. Lei: “Non ho sentito nulla!”. 58 www.newentry.eu


RIFLESSIONI

Santa Apollonia - 9 Febbraio Sant’Apollonia, nata ad Alessandria d’Egitto nel 249 ca, è stata una vergine martire cristiana. La tradizione vuole che durante un massacro di cristiani fu catturata, torturata e minacciata di essere bruciata viva. Avendo rifiutato di proferire parole sacrileghe, le furono cavati i denti e lei, temendo di non riuscire a sopportare oltre una simile tortura, si gettò nel fuoco di sua spontanea volontà. Per questo è considerata la patrona dei dentisti e invocata in tutti i malanni e dolori di denti. Festeggiata il 9 febbraio, viene raffigurata nell’iconografia con in mano una tenaglia che stringe un dente. Diffusa in Lombardia la tradizione per i bambini di mettere ogni loro dentino da latte caduto, in un piattino o sotto il cuscino. La notte passerà Santa Apollonia a prenderlo e lascerà al suo posto una moneta. Una simpatica rassicurazione per aiutare i bambini a non spaventarsi alla perdita di ogni dentino da latte che cade da solo o che, dondolante, viene tolto dai genitori, compensandoli con una mancetta. Anni fa era proprio una piccola mancia, adesso ho sentito raccontare di decine di euro per ogni dentino… anche la Santa si è aggiornata! Ornella Olfi

WORLD NEWS

Francia: Nutella scontata del 70%: scene di delirio al supermercato A conti fatti non si è rivelata un’ottima idea quella della catena di supermercati Intermarché, con sede nella Loira, di proporre ai propri clienti barattoli di Nutella da 950 grammi ad un prezzo super scontato: solo 1,41 euro, il 70% in meno del prezzo di costo. Scene di delirio, con i clienti pronti a battagliare “come animali” pur di accaparrarsi gli ambiti barattoli. Insomma, un mezzo disastro. In un supermercato di L’Horme un cliente ha rimediato un occhio nero nella baruffa.

Brescia: mi vuoi sposare? la proposta avvenuta all’Ikea Ha chiesto la mano della sua fidanzata Katia facendo proiettare un video nel negozio Ikea del centro commerciale Elnòs di Roncadelle, nel bresciano. L’insolita (e creativa) proposta è arrivata dopo nove anni di relazione. Per architettarla e metterla in pratica, Francesco Albertini si è avvalso della collaborazione degli amici e del personale del negozio, ma pure della sua mamma, che recita un ruolo da coprotagonista nel ‘film’ girato per chiedere la mano di Katia. Come racconta BresciaToday, mentre fa shopping all’Ikea con un’amica, Katia viene attirata da una commessa e fatta sedere su un divano per vedere un video dimostrativo, che ha un inaspettato protagonista: il suo fidanzato. Nel filmato si paragona il montaggio di un mobile alla costruzione di una storia d’amore. Messo alle strette dalla madre, il giovane Francesco decide che è meglio chiedere la mano della fidanzata piuttosto che armeggiare con viti e bulloni: sale in auto e parte. Alla fine della clip Francesco sbuca nella saletta dove c’è Katia, già in lacrime. In ginocchio, l’anello in mano, infine la fatidica domanda: “Mi vuoi sposare?”. La risposta, ovviamente affermativa, è stata accompagnata dagli applausi. www.newentry.eu 59


ANNUNCI ECONOMICI LAVORO OGGETTI ANIMALI INCONTRI IMMOBILI VEICOLI Obbligatorio inviare l’annuncio con il codice fiscale e la provincia dove si vuole pubblicare. Se non presente, New Entry non pubblicherà l’annuncio.New Entry declina ogni responsabilità in merito al contenuto degli annunci di questa rubrica sottoscritti dagli inserzionisti. Il recapito telefonico è un servizio che non implica in

nessun modo gestione diretta da parte dell’Editore. La pubblicazione è gratuita salvo per vendita e affitti di immobili, auto e moto e rubrica Incontri. In questo caso il costo è di €.25,00 per 4 uscite. Il pagamente deve essere effetturato tramite bonifico bancario a: New Entry - Banca Credito Bergamasco - Filiale Brembate di Sopra -

Codice IBAN IT64 S 05034 52660 000 000 000 822 oppure tramite POSTEPAY - CARTA N°5333171027919964 C.F. BFF GLC 73S17 A794L I lettori, se così si possono definire, che chiameranno i numeri relativi agli annunci pubblicati qui di seguito, per azioni di stalking saranno consideratI illecite e perseguite a norma di legge.

LAVORO

ufficio, prima nota gestione banca / cassa -registrazione fatture clienti / fornitori gestione personale etcc.. Cerca zona isola - Ponte S.P. Almenno, Brembate, Val San Martino ...part-time o full time. Info 349 4509850 • Cameriera 45 enne con 25 anni di esperienza. cerca lavoro x servizio a pranzo. Info 3473152566. •Insegnante si offre come aiuto compiti a Madone, Bonate Sotto e Bonate Sopra. Prezzo modico. Daniela tel.3776755212 • Sig.italiana automunita 37 anni di Brembate di Sopra cerca lavoro con urgenza: pulire, stirare, accudire bambini o anziani...disponibile subito, massima serietà, Sabrina 3281761156 • Cerco lavoro di badante o pulizie con esperienza italiana Info 3896199313

• Signora italiana referenziata cerca lavoro come badante diurna o notturna. Disponibilità immediata. Zona Isola. Aurora tel. 3282698507. • Italiana cerco lavoro alcune mattine a settimana o pomeriggi come pulizia da Calusco a Suisio o a Ponte San Pietro. No vendita. Veronica 3662746156 • Sono una ragazza seria, 35 anni, sto cercando lavoro come:operaia, badante di giorno, babysitter, collaboratrice domestica,cameriera orario pranzo, lavapiatti, sono referenziata disponibile da subito il mio numero di telefono 349 08 44 118 • Impiegata amministrativa contabile automunita, referenziata, pluriennale esperienza: contabilità generale clienti/fornitori ordinaria/semplificata, tesoreria, conoscenza gestionali contabili, valuta proposte impiego Meratese, Alta Brianza, Arcore, Provincia

• 42enne con esperienza, cerca lavoro come impiegata amministrativa contabile 4/6 ore al giorno preferibilmente mattina o continuato, zona Val San Martino e Isola Bergamasca. Automunita, libera subito. Tel. 349 4509850 • Cercasi ragazzo/a con patente scooter per consegne a domicilio. Disponibilità anche sabato e domenica. Zona Villa d’Almè. Tel. 035 639218 • Cerco ragazzo/a studente come aiuto cuoco. Info 035 63 92 18 • Cerco lavoro come badante notturno o pomeriggio a Bergamo e provincia, Terno d’Isola Chignolo, Bonate, Presezzo, Ponte S.Pietro. Libera subito, esperienza da anni. No perditempo. Info 389 61 99 313 •Abile impiegata amministrativa contabile, ventennale esperienza lavori

RIPRESE VIDEO PER NEGOZI POST PRODUZIONE GRAFICA EDITING VIDEO VUOI UN VIDEO PROFESSIONALE DA PUBBLICARE SU O ?

Info: 347 73 52 863 60 www.newentry.eu


LAVORO OGGETTI ANIMALI INCONTRI IMMOBILI VEICOLI ANNUNCI ECONOMICI Lecco. Per richieste di ulteriori infor- anche album vuoti e blocchi di figurine bianchi usati poco,altezza cent 2.45 OGGETTI mazioni chiamare 347.0712280. stesso periodo. Tel. 348-2729400 larg.1.50 . La coppia euro 120. Max serietà. Astenersi perditempo. • Cerco casa in affitto solo privati. Ter- Info cell. 3497864057 • Cerco giovane pensionato per pic- no d’Isola, Bonate Sopra o Chignolo • Cerco soprammobili in bronzo veccoli trasporti e movimentazione merci. Info 3896199313 chi e usati tipo cavalli,cani, e di altri Zona Isola. Marco 344 1338005 • Vendo madia in legno massello di animali, oltre a busti di personaggi per noce,intarsiata come nuova al prezzo esempio Napoleone, Garibaldi, Mus• Acquisto album e figurine solo cal- di euro 700. Info cell. 3497864057 solini, ecc. Tel. 337424040. ciatori ma prima del 1978. Va bene Vendo tendoni x camera o sala

GASTRONOMIA Vendesi attività commerciale e produttiva ben avviata di gastronomia con forno per dolci e pasticci, possibilità affitto o acquisto dei muri. Ottimo per gestione famigliare. Attività di nicchia e ricercata. Solo se realmente interessati contattare la redazione di New Entry al numero di cellulare 347 73 52 863

Cerchiamo consulenti Bergamo e provincia per vendita profumi biologici e tanto altro. PROVVIGIONI DEL 100% Un esempio: profumo comparabile Ipnotic Poison, paghi 15 euro vendi 30 Per un colloquio informativo 3403324853 Damiano Bonandrini

www.newentry.eu 61


SPECIALE

Associazione Nella Casa di Dorothy Racconto di Manuela

Vorrei raccontare la mia esperienza con l’autismo perché non bisogna aver paura né di sapere né di affrontarlo. La diagnosi precoce fa la differenza e conoscere strategie adeguate permesse a noi e ai nostri figli di vivere meglio. Il vero rapporto con mio figlio è iniziato quando aveva due anni e mezzo, ovvero dopo la diagnosi e le prime indicazioni dello staff medico che ci ha seguiti in questo percorso. Nonostante mio figlio avesse, per il pediatra, uno sviluppo normale (prime parole, camminare) io mi ero resa conto che c’era qualcosa che non andava. Mio figlio preferiva gli oggetti ai suoi genitori. Quando ha iniziato a muovere i primi passi preferiva appoggiarsi al divano che camminare dando la manina ai suoi genitori; preferiva far cadere a terra la biciclettina e far girare le ruote e guardarle piuttosto che giocare a palla con il papà. Fino a due anni e mezzo Giuseppe comunicava con noi le sue esigenze con parole singole e gli unici giochi che potevo fare con lui era il solletico e il verso degli animali quando cantavo nella vecchia fattoria. Quando a un anno è andato al nido ho chiesto alla maestra se notava dei problemi ma Giuseppe appariva un bambino molto vivace e furbetto, che voleva far sempre di testa sua e che, spesso, quando lo si richiamava non rispondeva e che, anche se alcuni obiettivi non erano stati raggiunti, occorreva osservarlo l’anno successivo ma niente di che preoccuparsi. Io però vivevo da schifo, mi sentivo una pessima madre che addossa a suo figlio problemi che non ha solo perché non riesce a comunicare con il figlio. Con chiunque ne parlassi, marito compreso, ero esagerata, non avevo pazienza, il piccolo era sveglio e furbo. Solo non riuscivo ad andare nemmeno al par62 www.newentry.eu

co giochi con mio figlio perché si spostava da un gioco all’altro, correva così velocemente e senza ascoltare nessuno, quante volte ho detto: “Giuseppe, Giuseppe, attento ti fai male, scendi, vieni qua.” Niente, niente, non si girava nemmeno. Dopo la diagnosi io e mio marito abbiamo preso consapevolezza dei limiti di nostro figlio, tante domande hanno avuto risposta. Poi già con le prime indicazioni dello staff medico che ci ha seguiti nel percorso diagnostico abbiamo imparato ad agganciarci ai giochi di nostro figlio, gli abbiamo insegnato, non senza fatica, ad indicare gli oggetti. Adesso Giuseppe fa terapia ABA, comunica con noi, risponde al suo nome (a volte dobbiamo chiamarlo tre volte, ma alla fine ce la facciamo) e alle nostre domande se riguardano il contingente, frequenta la scuola materna, seguito da una educatrice, gioca con i suoi coetanei e nel complesso riesce a rispettare le regole. Penso sempre di non fare abbastanza per mio figlio, perché la terapia va continuata nella vita quotidiana e, a volte, credo di non dedicargli abbastanza tempo. Adesso sappiamo. Per giocare con lui occorre insegnargli il gioco, ogni singolo gioco. A mio figlio non basterà mai guardare gli altri per imparare, anche se lui è molto attento agli altri (cosa non comune per bambini con questo disturbo), non riesce a seguire da solo tutti i passaggi. Ad esempio quando giocava con i bambini a nascondino gli


SPECIALE

era rimasto in mente solo che doveva contare e girarsi, non correva a cercare i bimbi nascosti e stava lì. Così ci siamo messi tutta la famiglia step by step. Prima mio marito lo guidava e io restavo nascosta finché non mi trovava, così dopo diverse volte ha capito questo passo, poi è stato il momento di capire come si vince. E così per tutti i giochi che impara. Adesso vuol giocare alla tombola degli animali, ha già imparato che deve pescare una tesserina, che deve dire ad alta voce il nome dell’animale, ma non basta... bisogna consegnare la tesserina a chi ha

nel cartoncino grande lo stesso animale. Adesso ci resta da capire come si vince. Tiziana Valsecchi Siamo un gruppo di mamme e papà di bambini autistici. Abbiamo creato una associazione, a cui abbiamo dato il nome “Nella casa di Dorothy”. Qui ci scambiamo opinioni, ci confrontiamo ed ogni tanto ci incontriamo per un caffè. Se anche tu hai un vissuto simile e vuoi entrare in chat, contattaci: Valsecchi Tiziana Cell. 329 98 05 488 Curiosando in Libreria

“Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa”

Da un incontro con il professor Marcello Cesa Bianchi, fondatore dell’Istituto di psicologia di Milano: “Un tempo si pensava che la creatività appartenesse solo all’infanzia o ai geni, che in età adulta l’avessero solo gli artisti. Non è così. La creatività è in ognuno di noi a tutte le età, anche nella vecchiaia. E non riguarda solo i grandi aspetti della vita, ma anche le attività elementari, semplici che sono espressione di individualità. La creatività è la migliore arma per affrontare i tempi di crisi. Essere creativi a tutte le età costituisce un elemento di grandissima rilevanza che può aiutare a realizzare se stessi e a resistere alle difficoltà. Meglio ancora se accanto si realizza l’umorismo. Oggi l’indignazione prevale sull’umorismo e sull’ironia. Si pensa che la vita vera debba essere seria, debba avere la faccia cupa, invece solo con la capacità di sorridere, di avere senso dell’umorismo si possono cogliere degli elementi che non si potrebbero neppure immaginare”. L’umorismo è un salvavita. Sulla copertina di un libretto autobiografico del professor Marcello Cesa Bianchi compare una trottola rossa, il professore la indica come simbolo del segreto per invecchiare bene: “Finchè la trottola gira rimane in piedi. Quando si ferma è finito il gioco. Per questo non bisogna perdere le occasioni, ma continuare a muoversi, a creare, ad avere rapporti sociali”. Bisogna far girare la trottola e non fermarsi di fronte alla prima caduta. Dal libro di Mario Calabresi Si ringrazia nonna Grazia per averci inviato questo testo. www.newentry.eu 63


Cibi sani, buoni e giusti... Che sia una festa per il battesimo del tuo bebè, la Comunione o Cresima dei tuoi figli o un party di compleanno, abbiamo la soluzione che fa per te!

ST

IL

E

EL

EG

AN

TE,

CO

RTE

SIA E

ACCOGLIENZA

Il nostro obiettivo è proporre e realizzare un servizio catering efficiente che renda il vostro ev ento un felice ricordo.

Via Mazzini,75 - 24018 Villa d’Almè (Bg) Tel.035 63 73 44 - Cell. 340 82 59 222 - www.golosidea.it

New Entry - Edizione di Bergamo - 05/02/2018  
New Entry - Edizione di Bergamo - 05/02/2018  
Advertisement