Page 1

Anno 24 - N°06del 16/05/2018 - www.newentry.eu - bergamo@newentry.eu - Pubblicità: Gianluca Boffetti 347.73.52.863 BERGAMO GRATUITO

In questo numero

pag. 2 - FIGLI STRAFOTTENTI pag. 4 - PIRAMIDI DI CHEOPE pag. 7 - 25 APRILE 1944 pag. 8 - PRIMAVERA STAGIONE D’AMORE pag.10 - PUSH THE FUTURE pag.14 - RADUNO FANS CLUB NOMADI

pag.28 - GLUCIDI, ZUCCHERI O CARBOIDRATI? pag.31 - DROGATI DA INTERNET pag.37 - PERCHE’ GRIDIAMO? pag.48 - PAPAVERI pag.53 - ARMONIA DI VITA pag.63 - I SALVADANAI DEI BAMBINI

Gran Gala' Clair fashion&dance via Deretti 89/91 25013 Carpenedolo (Bs)

RIFLESSIONI

SOCIETA’

ESPERTI A VOI

ITINERARI

IN LIBRERIA

GUSTO

INFO MOTORI

SALUTE

PLAY MUSIC

SPECIALI

Il Giornale della Gente

www.clair.it/ecommerce/ spedizione gratuite in tutta Italia

CALZATURE DA SPOSA


Editoriale

Figli maleducati e strafottenti? E’ il momento di mettersi in discussione come genitori

Ero già molto preoccupato ed ora lo sono ancora di più. Ho partecipato ad un incontro con alcuni docenti in una scuola primaria della zona e ne sono uscito sconcertato anche se, ahimè, non sorpreso più di tanto. Aggressioni, prese in giro, offese da parte di studenti di appena 9/10 anni nei confronti di compagni di classe e in alcuni casi anche di maestre non può che far rabbrividire. Non si manifesta ancora nella sua realtà più cruda ma nasce già dalla tenera età questo fenomeno che noi tutti oggi chiamiamo bullismo. In quest’ultima parola credo siano racchiuse altri termini come mancanza di rispetto, maleducazione, strafottenza e chi ne ha più ne metta. La cattiveria, dunque, esiste fin dalla tenera

02 www.newentry.eu

età, prevaricazione, aggressività gratuita nei confronti dei bambini più sensibili e introversi, considerati già diversi, in un mondo in cui la pressione sociale gioca un ruolo fondamentale. Gli episodi di Baby-bullismo rischiano di avere conseguenze ed effetti ancora più pervasivi, perché i bambini hanno a disposizione meno strumenti per affrontare ed elaborare quanto sta accadendo, andando ad attaccare la loro autostima e alimentando la paura e la voglia di non andare più a scuola. Non si pensa che i bambini possano arrivare a tanto e, molto spesso, queste condotte vengono scambiate per “bambinate” e scherzi innocenti ma non è così.


Editoriale

Normalmente la vittima è chi risulta più o meno fragile, a volte è quello troppo piccolo, grasso, magro o peggio ancora chi ha problemi fisici ma non solo... si offende, si denigra a piacimento senza ritegno e senza tener conto di chi si ha di fronte: che sia un coetaneo, una maestro, un anziano, il parroco... poco importa, quello che conta è mostrarsi di fronte ai compagni di classe che stupidamente risultano divertiti dal comportamento dell’idiota di turno. Sicuramente il comportamento negativo del figlio è generato da un’educazione da parte dei genitori quasi inesistente e talvolta addirittura

diseducativa quando di fronte a determinate azioni dei propri figli, invece di essere condannate aspramente, vengono addirittura difesi a spada tratta con scuse di ogni genere del tipo: “mio figlio non farebbe mai una cosa del genere”, “mio figlio lo hanno preso di mira”, “sicuramente si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato” e via dicendo... Per i genitori è venuto il momento di alzare la voce, perchè con il passare del tempo, i loro stessi figli arriveranno a non rispettare neppure loro, rispondendo a tono e sbattendo la porta. Non aspettiamo che sia troppo tardi! Gianluca Boffetti

PERCHE’ ANDARE ALL’ESTERO PER LE CURE DENTALI? AMBULATORIO ODONTOIATRICO Dott. FRANCESCO SANTORSOLA

Ritrova il tuo Sorriso

In un momento difficile come quello attuale, segnaliamo la Campagna che il nostro Ambulatorio, presente sul territorio da oltre 10 anni, propone al pubblico. Ricordando come le cure odontoiatriche e la prevenzione siano fondamentali per la buona salute psicofisica, evidenziamo l’obiettivo del nostro ambulatorio: rendere accessibili le cure dentali a tutti, comprese le persone meno facoltose ed è per questa ragione che segnalimo la nostra campagna rivolta a tutti. Desiderando sensibilizzarvi riguardo all’importanza delle cure dentali, Vi invitiamo a contattarci allo studio di via Piave 1 a Bonate Sopra o a quello di Dalmine in via Dell’Ovo 8 per prenotare una Visita senza impegno. Chiunque si presenterà allo studio in questo periodo e per tutto il 2017 riceverà un trattamento odontoiatrico con un costo accessibile.

SOLO PER QUESTO MESE IMPIANTI + MONCONE + CAPSULA

1500,00 € 950,00 €

PULIZIA ACCURATA DEI DENTI

60,00 € 30,00 €

CORONA IN ZIRCONIA

750,00 € 500,00 €

Studio: Via Piave,1 - Bonate Sopra (Bg) - Tel. 035 49 42 028 Studio: Via Dall’Ovo,8 - Dalmine (Bg) - Tel. 035 56 31 97 Emergenze: 342 75 49 037 www.newentry.eu 03


IMMAGINI CHE FANNO SOGNARE

Egitto: Piramide di Cheope

La Piramide di Cheope, conosciuta anche come Grande Piramide di Giza o Piramide di Khufu, è la più antica e la più grande delle tre piramidi principali della necropoli di Giza, confinante con quello che oggi è El Giza, in Egitto. È la più antica delle sette meraviglie del mondo antico e l’unica a rimanere in gran parte intatta. Gli egittologi ritengono che la piramide sia stata costruita come tomba per il faraone Khufu (Cheope in Greco), IV dinastia, per un periodo dai 10 ai 20 anni, concludendosi attorno al 2560 a.C. Secondo alcuni fu realizzata dall’architetto reale Hemiunu.Inizialmente alta 146,6 metri, per oltre 3800 anni la Grande Piramide è stata la più alta struttura artificiale del mondo, fino a quando,, intorno al 1300 d.C., fu alzata la guglia centrale della cattedrale di Lincoln, in Inghilterra. In origine, la Grande Piramide era coperta da un rivestimento in pietra che formava una superficie esterna liscia; ciò che si vede oggi è la struttura di base sottostante. Alcune delle pietre del rivestimento che un tempo ricoprivano la struttura sono ancora visibili attorno alla base. Ci sono state diverse teorie scientifiche e alternative circa le tecniche di costruzione della Grande Piramide. Le ipotesi di costruzione più accreditate si basano sull’idea che la piramide sia stata edificata spostando da una cava enormi blocchi che una volta trascinati siano 04 www.newentry.eu

stati sollevati e posti in posizione. All’interno della Grande Piramide sono state scoperte tre camere. La camera più bassa, o camera ipogea, è scolpita nella roccia su cui la piramide è stata costruita ed è incompiuta. Le cosiddette Camera della Regina e Camera del Re si trovano più in alto, all’interno della struttura piramidale. Il complesso piramidale comprendeva due templi mortuari in onore di Cheope (uno vicino alla piramide e uno vicino al Nilo), tre piramidi più piccole, dette secondarie, per le regine di Cheope, una ancor più piccola piramide satellite o cultuale, una strada rialzata, detta rampa processionale, che collega i due templi e piccole tombe mastaba per i nobili che circondano la piramide. All’interno non è stato trovato il feretro né il corredo funerario; ciò non sorprende, perché quasi tutte le sepolture reali dell’antico Egitto sono state saccheggiate dai violatori di tombe già nell’antichità, tuttavia questo fatto, unito alla mancanza di decorazioni o geroglifici dei vani interni e alle notevoli dimensioni dell’opera, ha fatto nascere un buon numero di teorie e leggende – non accreditate dalla comunità scientifica archeologica – sul fatto che le piramidi non fossero vere tombe. L’accesso alla piramide è ristretto a un massimo di 100 persone, in mattinata e nel pomeriggio, ed è vietato fare fotografie all’interno.


SPECIALE

Da L’Estetica di Monica ad Almenno San Bartolomeo il nuovo MULTICOMPLEX: obiettivo silhouette Ti stai rimettendo in forma ma hai ancora degli inestetismi che non ti fanno sentire al meglio di te stessa? Vorresti: 1) ridurre le circonferenze 2) ridurre le manifestazioni della cellulite 3) incrementare il tono musocolare Multicomplex è ciò che fa per te: racchiude 4 tecnologie diverse per assicurare un lavoro preciso e mirato, che garantisca risultati tangibili e duraturi. - Infrarossi a Led: ANTICELLULITE - Elettrolipolisi: SNELLENTE - Ultrasuoni: RIMODELLANTE - Elettrostimolazione: RASSODANTE Sono gli Enzimi a caratterizzare la linea: elementi naturalmente prodotti dal corpo umano, che regalano tutti gli equilibri del nostro organismo. - Lipase: favorisce la riduzione del pannicolo adiposo - Lipase+Ialuronidase: la combinazione riduce la ritenzione idrica e combatte la cellulite. - Alkaline Phosphatase: fondamentale per

compattezza ed elasticità della cute. Multicomplex agisce sugli inestetismi che ti rendono poco a tuo agio con te stessa. Cellulite, adiposità localizzate e poco tono muscolare possono essere combattuti e migliorati. Programmi specifici per snellire, tonificare e combattere gli inestetismi della cellulite, vengono visualizzati sul display che guida l’operatore anche al giusto posizionamento delle piastre al fine di ottimizzare il risultato.

Per 2 anni consecutivi CERTIFICATO nel

Registro Eccellenze Italiane

Almenno San Bartolomeo (Bg) Piazza Italia, 6 (zona Cerita) Tel. 035 64 30 78 TRATTAMENTO MULTICOMPLEX OBIETTIVO SILHOUETTE Vieni a PROVARLO!!! IN PROMOZIONE A SOLI 39,00 € ANZICHE’ 69,00 € Offerta valida fino al15 giugno 2018

www.newentry.eu 05


SPECIALE

Lettera al Direttore Carissimo Gianluca, ti vedo passare, correre, mente zuppa di pensieri, di mille e mille cose da far combaciare, rincorrere, mettere in relazione. Io accanto,in corsa, ciascuno verso il proprio destino; a profusione i volti che vestono le vie, immersi, solitari, sfuggenti. Nel tramestio di giorni uguali e diversi sovvengono emozioni tanto celeri da generare armonie limpide e contorte, esigenti. Meriggio ventoso porta riflessione, grembo maturo entro cui chinare il capo. Vien per celia o per dispetto da pensare al “dopo di noi” per coloro che colti da fragilità si trovano, nel tempo, a doversi imbattere e scontrarsi coi cavilli di leggi contorte. Tanto si parla d’inclusione, molteplici i progetti, a livello locale e nazionale, mirati all’autonomia ed al benessere del disabile. Nel cuore, sento, amarezza e tedio, pensiero che muta forma e colore, si fa disattento, sfuggente, lacerante. Come genitori si cerca di “costruire ponti”, di dare un accenno alla via, di scegliere, sondare, appurare, considerare, valorizzare.

SERVIZIO STAMPA 5.000 VOLANTINI F.to A5 a € 160,00 10.000 VOLANTINI F.to A5 a € 270,00 1.000 BIGLIETTI VISITA a € 99,00 PER INFORMAZIONI 347 73 52 863 - Gianluca 06 www.newentry.eu

Ad un certo punto, ti ritrovi, faccia a faccia con te stesso, a rimirare l’ombra tua farsi fitta nello specchio della memoria; riassapori passi, incertezze, gioie, conquiste, solitudini, tenerezze, dolori aspri. WA bruciapelo ti chiedi se la vita, la stessa in cui hai creduto e confidato, per la quale ti sei battuta a denti stretti, dovesse, in un certo momento, per un motivo sconosciuto, avere risvolti repentini, eccentrici, come folgore colpire al petto quale il senso dell’andare? Il viaggio come scopo, il cammino come meta, sempre andare, sino alla fine, sin dove la luce nasce, sin dove l’ombra depone l’ascia. E se, mi chiedo, con orrore, sorella morte, dovesse bussare alle botole del nostro mondo,chiedendo il sacrificio e l’offerta dell’amata quale lo stupore, spavento, orrore nel guardare oltre la linea che separa il nostro mondo dall’eterno? Dopo la rabbia, l’urlo, il grido di certo silenzio fondo, tanto fondo da destare sospetto. In quel silenzio, forse, di certo, la luce della fede, convinzione che nulla è perduto, ha solo cambiato forma e sostanza. Basta, forse, voltare lo sguardo per rivedere occhi di cielo? Basta tendere la mano per risentirne il calore? Inseguirne la linea della nuca? E se tutte queste parole fossero solo parole, sembianza, sostanza nulla, tremore? E se ancora una volta, la vita stupendo volesse metterci alla prova, delineare confini indistinti e sfumati entro i quali, a ciascuno, necessariamente, è richiesto di cercare la via? Ed ancora: “Quale sorte toccherà mai a coloro che chiamati non seppero rispondere?”. Milena, la mamma di Vittoria e di Celeste


RIFLESSIONI

25 aprile 1944 Lettera di Armando Amprino Carissimi genitori, parenti e amici tutti, devo comunicarvi una brutta notizia. Io e Candido, tutt’e due, siamo stati condannati a morte. Fatevi coraggio, noi siamo innocenti. Ci hanno condannati solo perché siamo partigiani. Io sono sempre vicino a voi. Dopo tante vitacce, in montagna, dover morir cosí... Ma, in Paradiso, sarò vicino a mio fratello, con la nonna, e pregherò per tutti voi. Vi sarò sempre vicino, vicino a te, caro papà, vicino a te, mammina. Vado alla morte tranquillo assistito dal Cappellano delle Carceri che, a momenti, deve portarmi la Comunione. Andate poi da lui, vi dirà dove mi avranno seppellito. Pregate per me. Vi chiedo perdono, se vi ho dato dei dispiaceri. Dietro il quadro della Madonna, nella mia stan-

FUORI TUTTO

- 50%

SU OCCHIALI VISTA E SOLE Occhiali da vista con lenti antiriflesso: MONOLOCALE da 80 EURO PROGRESSIVO da 190 EURO

Lenti a Contatto e Liquidi - 50 % su secondo pezzo fino ad esaurimento scorte Passione Ottica - Via Sorte 31, Brembate di Sopra BG 035332495 www.passioneottica.it

za, troverete un po’ di denaro. Prendetelo e fate dire una Messa per me. La mia roba, datela ai poveri del paese. Salutatemi il Parroco ed il Teologo, e dite loro che preghino per me. Voi fatevi coraggio. Non mettetevi in pena per me. Sono in Cielo e pregherò per voi. Termino con mandarvi tanti baci e tanti auguri di buon Natale. Io lo passerò in Cielo. Arrivederci in Paradiso. Vostro figlio Armando Amprino dicembre 1944 Armando ha 19 anni, solo 19 anni. Pensate a voi, che avete oggi 19 anni. Pensate a voi quando avete avuto 19 anni. Come siete?!? Come eravate?!? Volete e volevate vivere, sognare, pensare ad un futuro. Armando, invece, ha fatto una scelta di amore e libertà, ed è morto, ammazzato, fucilato, contro un muro, a soli 19 anni. Sta a noi, oggi, continuare a sognare anche per lui e, soprattutto, grazie a lui e a tanti, come lui, che ci hanno regalato la libertà. Un grazie a Giorgio Moranda per averci fatto pervenire questo struggente scritto. www.newentry.eu 07


RIFLESSIONI

PRIMAÉRA STAGIÙ DE l’AMUR PRIMAVERA STAGIONE DEGLI AMORI La primavera è la stagione del risveglio della natura, e con essa anche del risveglio dei sensi delle persone, soprattutto dei giovani, che favorisce la nascita di nuovi amori. Una volta, fra le tante simpatiche tradizioni dedicate ai nuovi amori c’era “cioca mars”: ragazzi del paese, dall’alto dei nostri colli, nel silenzio della sera, facendo baccano con vari oggetti urlavano nomi di ragazze non fidanzate, le pöte ( zitelle) e cantando la filastrocca Cioca Mars, richiamavano la loro attenzione di ragazze, cercando di accoppiarle con altrettanti ragazzi ancora liberi. Spesso però erano “accoppiamenti” impossibili e molto ironici. In tempi in cui le ragazze non avevano libertà di uscire da sole, se non poche ore di giorno, magari accompagnate da fratellini e sorelline, la fantasia non mancava, per fortuna, per sopperire a divieti e tabù in fatto di amore e di sesso. Perciò le ragazze erano abili ad inventarsi, complice la bella stagione, vari pretesti per qualche uscita. Occasioni per conoscersi, scambiarsi occhiate furtive, brevi incontri segreti, con la complicità di qualche “palo”, di qualche luogo che non destasse sospetto o angoli più o meno bui. D’altronde per i primi incontri romantici dovevano spesso bastare solo pochi minuti. Quando la cotta diventava qualcosa di più serio, per frequentare ufficialmente l’innamorata, il ragazzo doveva andare in casa di lei “a morose”, chiedendo il permesso ai genitori, che prima di dare il loro consenso si informavano sulla buona reputazione del pretendente. Le classiche sere di morose erano il martedì, il 08 www.newentry.eu

giovedì, il sabato e la domenica pomeriggio. Le altre sere le ragazze ricamavano con amore biancheria per il corredo, sognando la futura vita matrimoniale. Sotto il rigido controllo della mamma di lei, i morosi “ i sa parlàa”, ma non solo: trovavano modo e tempo per scambiarsi baci e abbracci, “dè sfrüs”, tanto che, in tempi in cui i contraccettivi erano praticamente sconosciuti, molte ragazze, anche giovanissime, si sposavano in fretta e furia perché in dolce attesa. La famiglia cercava di tenere nascoste queste gravidanze, vissute con disonore, fingendo poi che nascessero neonati ”settimini”. In genere si cominciava da ragazzini a “fa muruse” e i fidanzati desideravano sposarsi altrettanto presto, all’incirca intorno ai vent’anni, per vivere in libertà


RIFLESSIONI

il loro amore e formarsi una famiglia, scegliendo di solito i mesi primaverili o d’inizio autunno. Purtroppo questa sospirata libertà, se la coppia andava a vivere “in famiglia” ( quasi sempre quella di lui) era più limitata di quanto i neo sposi immaginassero e la convivenza tra suocera e nuora era in molti casi fonte di pianti, battibecchi e sottomissione forzata da parte della nuora. Per fortuna da molto tempo questa usanza è scomparsa e ogni nuova coppia va a vivere da sola. Man mano nel corso degli anni sono diminuiti i matrimoni celebrati in Chiesa, perchè molte coppie preferiscono unirsi solo in Comune. L’età degli sposi si è notevolmente alzata, per molti motivi, ma l’età più matura non dà purtroppo certezza di matrimonio duraturo e felice. Forse la troppa libertà, sia per gli uo-

mini che per le donne, ha già soddisfatto ogni attesa, ogni emozione, ha tolto l’entusiasmo di scoprirsi, di amalgamare i propri caratteri con la spensieratezza e l’entusiasmo che, più si è giovani, più si affrontano con leggerezza. Molte coppie, inoltre, decidono invece di convivere, posticipando il matrimonio dopo la nascita dei figli o non programmando proprio un’eventuale data di matrimonio. “I murus”, ora spesso si definiscono solo “amici” e i conviventi si chiamano “compagni”. Quello che non dovrebbe mai mancare, definizioni a parte, dovrebbe essere la voglia di sentirsi sempre un po’ “murus”, per riuscire a superare piccole e grandi difficoltà che inevitabilmente si incontrano nel quotidiano, con un pizzico della spensieratezza di allora. Ornella Olfi

PALAZZAGO Fraz. S.Sosimo S.S. Bergamo - Lecco Tel. 035 54 00 79 www.origgimobili.it

NUOVA COLLEZIONE 2018

€ 499,00

Realizziamo progetti su misura per la vostra casa POSSIBILITA’ DI FINANZIAMENTI A TASSO ZERO www.newentry.eu 09


Future

PUSH THE FUTURE

Che cosa significa andare in bicicletta? Andare in bicicletta significa pedalare? Chi usa le bici da downhill per la discesa non pedala, chi gareggia su strada in discesa non pedala, e nemmeno i motociclisti pedalano. Tutti però stanno in sella e vanno in bici, quindi che cosa li accomuna? Li accomuna l’abilità nello stare in equilibrio su due ruote e piegarsi in curva, indipendentemente da che cosa permette loro di muoversi. Per i bambini, camminare e correre sono modi naturali di propulsione. La semplicità delle biciclette Strider consente ai bambini di concentrarsi su abilità fondamentali quali stare in equilibrio su due ruote, piegarsi con il corpo in curva e sterzare facendo muovere la bici in modo naturale. Le ricerche indicano che imparare a bilanciarsi e coordinare i movimenti attraverso l’esercizio imprime una forte accelerazione al ritmo di crescita e di sviluppo di un bambino negli anni della prima infanzia, importanti per il processo formativo. In cosa consiste il progetto “Push the Future”? Il progetto “Push the Future” si propone di 10 www.newentry.eu

affrontare tematiche quali salute, attività ludica, mobilità ecologica, sicurezza stradale partendo direttamente dai più piccoli. Future infatti, attraverso questo progetto, vuole mettere a disposizione dei bambini della scuola materna di Mozzo le Push bike da testare e provare come allenamento, in vista degli eventi veri e propri che stiamo organizzando in collaborazione con la Sagra di Mozzo e l’Orobie Bike Fest per i giorni sabato 2, domenica 3 e sabato 30 giugno 2018. Gli Obbiettivi del progetto “Push The Future”: 1. Salute a. Sviluppo psicomotorio: capacità cognitive, equilibrio, autonomia, capacità di reazione. b. Prevenzione e riduzione del sovrappeso e dell’obesità infantile.


Future

2. Scuola e Famiglia a. Attività ludico motoria che coinvolga il nucleo famigliare e stimoli il gioco all’aperto e in gruppo del bambino. 3. Sicurezza a. Progetti di guida sicura e comportamento corretto durante la mobilità sul territorio. 4. Mobilità cittadina a. Riduzione dell’inquinamento atmosferico attraverso lo stimolo all’utilizzo di mezzi ecologici (soprattutto biciclette) per tutta la famiglia. INVITIAMO TUTTI I BAMBINI A PARTECIPARE ALLA GARA DI SABATO DUE GIUGNO ALLE ORE 17.30 A PIAZZA BREMBANA IN OCCASIONE DELL’OROBIE BIKE FEST. Future

LO SPECIALISTA DELLA MOBILITA’ ELETTRICA VENDITA E RIPARAZIONE MOTO TRIAL E MOTOCICLI OFFROAD

VENDITA E RIPARAZIONE BICICLETTE

FUTURE SRL Via Resistenza,13 · 24030 Almenno San Bartolomeo (Bg) - Via Bergamo 1625 · 24030 Pontida (Bg) Tel. +39 035 54 84 12 · Tel. +39 035 01 57 926 · Fax +39 035 55 30 25 www. futuretrial.com - info@futuretrial.com www.futuretrial.com future specialist www.newentry.eu 11


IL PUNTO DI LAURA

RECENSIONE DEL LIBRO UN BATTITO D’ALI

di Sveva Casati Modignani Edizione MONDADORI

È un romanzo breve ma decisamente intenso “Un battito d’ali” di Sveva Casati Modignani. Altamente autobiografico, rivela in maniera romantica, delicata, velatamente e leggermente malinconica, oltre che decisa e determinata, una gran fetta di vita sia personale sia professionale della grandissima scrittrice, amata dalle donne italiane (e non solo!). In particolare l’autrice ha voluto fortemente dedicare il suo romanzo al padre al quale era legata da un sentimento figliale profondo, sincero e unico. La loro era una meravigliosa unione di due anime che si sfioravano e si comprendevano con un solo semplice “battito di ciglia”, che poi con la scomparsa del genitore è diventato per

Creazione

Silvia Boffelli

amore per fantasia della Modignani “Un battito d’ali”, per parafrasare in maniera degna e puntuale il titolo dell’opera. Un’opera da leggere con estrema attenzione non solo per la sua squisita qualità letteraria o per un sentimento di naturale curiosità nei confronti del-

Laboratorio di idee su misura Uomo - Donna Lavori di sartoria e restyling Tendaggi su misura e rifacimento divani

MOZZO (BG) - Via Mozzi, 20 Cell. 339 53 61 629 12 www.newentry.eu

Tutto su confezioni per tovagliato


IL PUNTO DI LAURA

le varie vicissitudini che una grande artista come lei ha dovuto inevitabilmente vivere e inesorabilmente provare sulla sua pelle agli inizi della sua carriera nel mondo lavorativo, editoria e giornalistico in primis, ma anche per scorgere tra le pagine quella forma di accecante speranza e d’ineluttabile determinazione utili a chi ha deciso d’intraprendere, seppur in maniera nettamente minore, le sue orme, lavorando, o volendo lavorare nel mondo della comunicazione a 360°. Commento Lo ammetto: mi sono profondamente commossa fin dalla prima lettura di questo splendido gioiello letterario, sostanzialmente per due motivi: il primo è per il fatto che – come l’autrice – possiedo un rapporto davvero speciale con mio padre che considero a buona ragione un “piccolo grande eroe” perché grazie al sudore della sua fronte, alla sua forza caratteriale, alla sua determinazione al suo immenso cuore, non ha mai fatto mancare nulla ne in termini economici ne in termini affettivi e sentimentali a me a mia madre, che ritiene la cose più importanti della sua vita.

Il secondo motivo è legato alla sfera più prettamente professionale e lavorativa, poiché io stessa lavoro da anni nel mondo della comunicazione e del giornalismo, ergo, ho trovato in alcuni punti del romanzo alcuni episodi e alcune situazioni molto simili rispetto a quelli – quelle – che ho vissuto anch’io anni fa e che – talora – vivo mio malgrado tutt’ora. Sto parlando dell’invidia da parte di colleghi che solo per il fatto di essere maschi si sentono superiori a me sul lavoro e nella vita in generale, o delle numerosissime porte in faccia che ho incontrato e che mi hanno resa sempre più forte e convinta che la scelta lavorativa fatta fosse quella giusta dal momento che chiuse queste maledette “porte” ho avuto poi l’opportunità di aprire veri e propri “portoni” che mai e poi mai avrei pensato di poter aprire. E qui si ricollega ancora lo speciale rapporto con mio padre che è stato ed è ancora oggi il mio sostenitore numero uno. Perché senza l’appoggio di chi amiamo non riusciremo mai ad essere noi stessi e a realizzarci nella nostra vita. Laura Gorini

Laura Gorini, classe 1982, addetto stampa. Ha iniziato il suo percorso lavorativo scrivendo articoli, recensioni e interviste per giornali online, testate locali e nazionali. Ha pubblicato racconti, poesie, un romanzo breve intitolato “Il sole oltre la notte” (Comedit) e l’e-book “Sporca l’ anima” (Aloha srl). Email: lauragorini82@gmail.com Credito foto: Damiano Conchieri

www.newentry.eu 13


SPECIALE

Foto: Andrea Colzani

Casalromano (Mn): 30° Raduno Nazionale Fans Nomadi Emozioni da brividi vissuti con il cuore in mano Sono sincero: i Nomadi mi sono sempre piaciuti già dai tempi dell’adolescenza ed alcune canzoni hanno segnato momenti particolari della mia vita. Sarà che al mio primo concerto dei Nomadi a Novellara ho conosciuto mia moglie, sarà che i testi delle loro canzoni (in particolare “Stella d’Oriente”) hanno scandito gli anni di fidanzamento, sta di fatto che a distanza di quasi sedici anni, siamo tornati, da sposati, a Casalromano (Mn) per vivere e perchè no, rivivere quei momenti spensierati di allora con la maturità di oggi. L’aria che si respira è piacevole, ci sono persone di ogni età: donne, bambini, uomini e anziani nonostante la band negli anni ha cam-

biato più volte alcuni dei suoi componenti. Ma le vibrazioni, le sensazioni delle loro canzoni sono rimaste le stesse, capaci di rapirti in un vortice di emozioni... E già dalla prima canzone gli occhi brillano di fronte alla canzone dal titolo “Nomadi” contenuta nell’ultimo album e dedicata a quella splendida persona chiamata Emiliano Mondonico. Le canzoni scorrono velocemente, i testi ti penetrano dentro lasciandoti gioia, rilfessioni sul nostro vivere, valori quali l’amicizia, la pace, la libertà... Canzoni come “Auschwitz”, “La canzone del Bambino nel vento”, “Canzone per un’amica”, “Gli Aironi neri”, “Il vecchio e il bambino”, “Dio

Salone Estetica

e

ster

Le soluzioni di bellezza garantite in un metodo e un programma su misura per te

Benvenuti nel mondo dell’eccellenza - Professionalità ed esperienza al tuo servizio PRESEZZO (BG) - Via V.Veneto,747 - Tel. 035 610524 14 www.newentry.eu


è morto”, “Noi non ci saremo” fino alle più recenti “Ti sento vivere”, “Terra di Nessuno”, “Io ci credo ancora” ti lasciano con il fiato sospeso, ti trasportano in un’altra dimensione dove hai l’opportunità di ascoltare il tuo cuore, la tua anima... estasi pura, vera, quella sana che fa bene alla vita. Bravissimo il nuovo componente e cantante Yuri, sia il timbro di voce che le movenze sul palco ricordano Augusto mantendo così la linea intrapresa da questa band da ormai 55 anni, la seconda più longeva dietro solo ai Rolling Stone. Per raccontare la storia dei Nomadi servirebbero pagine e pagine, mi limito a dire che il concerto è stato memorabile ed ha arricchito i presenti di preziose gemme di vita da portaresempre dentro di noi. Concludo con un doveroso ringraziamento agli organizzatori, coordinati dal direttore artistico Riccardo Angolini per il costante impegno nel realizzare un evento di simile portata. I presenti allo spettacolo sono sicuramente rientrati con Casalromano nel cuore e con i Nomadi nell’anima. Gianluca Boffetti

SPECIALE “Il vecchio e il bambino” live a Casalromano (Mantova)

“Ti porto a vivere” live a Casalromano (Mantova)

Ascolta gratuitamente “L’ultima salita” con dedica a Pantani

Ascolta gratuitamente “Nomadi” con dedica a Mondonico www.newentry.eu 15


GUSTO A TAVOLA

Lonza di maiale al e sugo di cipolle ross di Tropea

Ingredienti per 6 persone kg. 1,5 di lonza di maiale (o carne a piacere: manzo vitello) 10 cipolle rosse di Tropea 1 bicchiere di vino rosso 1 bicchiere di farina bianca 50 grammi di burro Sale e pepe Spezie (cannella, noce moscata, paprika) erbe aromatiche (salvia e rosmarino)

Preparazione ricetta Sciogliere il burro in una casseruola capiente, mettere salvia e rosmarino. Infarinare la carne ed adagiarla nella casseruola, rosolare girandola su se stessa. Sfumare con il vino rosso e lasciare evaporare, togliere le erbe aromatiche. Tagliare a fettine le cipolle ed aggiungerle alla carne. Proseguire la cottura a fuoco basso per circa 1 ora. Controllare la carne se ha bisogno di liquido per proseguire la cottura ed eventualmente aggiungere un po’ di acqua, aggiungere le spezie e sale e pepe. Serviranno in totale circa 2 ore di cottura poi togliere la carne dalla pirofila e far rapprendere il sugo e poi frullare con un mixer. Tagliare a fettine la carne e servire con il sugo ben denso. Anna - www.cucinacreare.it

Torte - Semifreddi - Pasticcini - Panettoni Artigianali con ingredienti di altissima qualitĂ

Terno d’Isola (Bg) - Piazza 7 Martiri, 10 - Tel.035 90 48 05 16 www.newentry.eu


Dedicato ad Alex e Paola E’ soltanto un gioco degli occhi stanchi, quegli occhi che si aprono all’alba e per tutto il giorno neppure sbattono più le ciglia: devono stare troppo attenti, perchè altrimenti la realtà sfuma e si nasconde, non esiste più. Non è vuota, la strada: ci sono gli alberi ed i cespugli, colmi di rumori misteriosi, di schiocchi e di sussurri, di scricchi e di bisbigli. Ci sono le zolle rotolanti e franose, secche e riarse, magari, ma con la pioggia fioriranno. Ci sono sterpi ed erbe nuove, una timida viola che occhieggia tra l’erba, un ciuffo di minuscoli nontiscordardime. Un soffione precoce attende il sospiro lungo per volare via, perchè la vita è anche altrove. In alto passa un gabbiano, è troppo lontano dal mare. Sa però che ci vuole coraggio per affrontare la strada ed i rumori del giorno ed è pronto. Dedicato ad Alex e a Paola, ca-

RIFLESSIONI

valieri senza castello, senza vestiti e senz’oro, persone che vanno avanti per la strada della loro vita, e se inciampano è per raccogliere un fiore appena caduto, per prendere una pietra e nasconderla in tasca, per guardare meglio una foglia e le sue venature. Allora si fermano e hanno anche un po’ male, ma non importa: si rialzano più ricche. C’è un fiore, adesso, con loro. Ci sono una pietra o un sasso. L’orizzonte è più chiaro, brillano i raggi del sole. I freschi rumori del giorno sono tutt’attorno, sono tutto quel che serve, talvolta. sguardiepercorsi

www.newentry.eu 17


RIDIAMOCI SOPRA

Una coppia decide di passare le ferie in una spiaggia dei Caraibi, nello stesso hotel dove passarono la luna di miele 20 anni prima. Però per problemi di lavoro, la mo- g l i e non può accompagnare subito il marito: l’avrebbe raggiunto alcuni giorni dopo. Quando l’uomo arriva, entra nella camera dell’hotel e vede che c’è un computer con l’accesso ad internet. Decide allora di inviare una e-mail a sua moglie, ma sbaglia una lettera dell’indirizzo e, senza accorgersene, lo manda ad un altro indirizzo. La e-mail viene ricevuta da una vedova che stava rientrando dal funerale di suo marito e che decide di vedere i messaggi ricevuti. Suo figlio, entrando in casa poco dopo, vede sua madre svenuta davanti al computer e sul video vede la e-mail che lei stava leggendo: “Cara sposa, sono arrivato. Tutto bene. Probabilmente ti sorprenderai

Ristorante - Pizzeria

La Quarenga OFFERTA MENU’ PIZZA Da Lunedì a Venerdì SERA COPERTO BIBITA PIZZA a scelta CAFFE’

€ 10,00

ALMENNO SAN BARTOLOMEO Via Piusano,2 Tel. 035 99 18 95 - Tel. 333 91 99 573 Tel. 334 26 62 417 - chiuso il mercoledì 18 www.newentry.eu

di ricevere mie notizie per e-mail, ma adesso anche qui hanno il computer ed è possibile inviare messaggi alle persone care. Appena arrivato mi sono assicurato che fosse tutto a posto anche per te quando arriverai venerdi prossimo... Ho molto desiderio di rivederti e spero che il tuo viaggio sia tranquillo, come lo è stato il mio. N.B. Non portare molti vestiti, perchè qui fa un caldo infernale!” Una ragazza bellissima arriva in una stanza di un moderno albergo e, stanca, intende spogliarsi. Nel frattempo vede che alla finestra appare un ragazzo, un lavavetri, tutto impegnato nel suo lavoro. Decide di spogliarsi con fare provocante, per godersi la reazione del ragazzo. Quindi si sfila a uno a uno gli indumenti accompagnandoli con movimenti seducenti del corpo. Nessuna reazione da parte del ragazzo. Piuttosto sconcertata, anzi quasi arrabbiata va alla finestra, la apre e fa: “Beh, e allora ?”. E lui: “E allora cosa? Mai visto un lavavetri?”. Un tizio è da sempre un irriducibile ottimista, qualsiasi cosa accada lui esclama “poteva andare peggio”. Un bel giorno i suoi amici decidono di fargli uno scherzo e metterlo in condizione di non poter affermare che “poteva andare peggio”. Quindi, riuniti al bar, uno gli dice: “Hai sentito di Mario?”. Lui: “No, che è successo?”. L’amico racconta che questo Mario, di ritorno a casa, trova la moglie a letto con un altro, perde il controllo e ammazza l’amante della moglie, poi, disperato, uccide anche la moglie e quindi si impicca al lampadario dopo aver incendiato la casa. Il tizio, imperturbabile, esclama: “Beh, poteva anche andare peggio”. “MA COSA DICI!” gridano i suoi amici “come poteva succedere qualcosa peggio di questa grave tragedia!”. Sempre composto l’ottimista dice: “Se Mario fosse rientrato a casa ieri sera a letto con sua moglie c’ero IO!”.


SEGNI NEL TEMPO

Dal 1968 al 1985 7 settembre (sabato) o 8 settembre 1985 (domenica): L’omicidio di Jean-Michel Kraveichvili e Nadine Mauriot, Scopeti Jean-Michel Kraveichvili e Nadine Mauriot L’ultimo duplice delitto (quello su cui si hanno più particolari e riscontri) avviene nella campagna di San Casciano Val di Pesa, in frazione Scopeti, all’interno di una piazzola attorniata da cipressi, attigua ad un cimitero, in cui erano solite appartarsi le giovani coppie. Le vittime sono due giovani francesi, Jean-Michel Kraveichvili, musicista venticinquenne di origini georgiane, e la trentaseienne Nadine Mauriot (la vittima più anziana del mostro), titolare di un negozio di calzature, madre di due bambine piccole recentemente separata dal marito, entrambi provenienti da Audincourt, una cittadina dell’est della Francia. Le vittime sono accampate in una piccola tenda ad igloo a poca distanza dalla strada. L’omicidio è stato fatto risalire da taluni alla notte di domenica 8 settembre 1985, da altri a quella tra sabato 7 settembre e domenica 8 settembre 1985, considerazione motivata con la presenza sui cadaveri delle vittime di larve di mosca che necessitano di almeno 25 ore di tempo per svilupparsi e dalle condizioni tanatologiche dei corpi riesaminate da esperti molti anni dopo, come è scientificamente riportato da una perizia del Professor Introna e, più recentemente, da un reportage televisivo di Paolo Cochi. Altro elemento fu il fatto che Na20 www.newentry.eu

4^ parte dine Mauriot aveva avvertito i parenti in Francia che sarebbe rientrata dalla vacanza al più tardi domenica sera per riuscire ad accompagnare al primo giorno di scuola le figlie il lunedì successivo e riaprire nel contempo il negozio di sua proprietà. Una coppia che si era appartata nella piazzola del delitto nelle prime ore del pomeriggio di domenica 8 settembre 1985 riferì di aver notato la tenda delle vittime all’interno della quale sembrava esservi una persona distesa; riferirono anche di un nugolo di mosche e di cattivo odore nella zona, tanto che proprio per tali motivi i due ragazzi decisero di andarsene da quel luogo. Le modalità dell’aggressione sono simili a quelle precedentemente messe in pratica dall’omicida, eccettuato il fatto che in questo caso, le vittime non si trovavano in auto ma in una tenda piantata vicino alla propria Volkswagen Golf: il “mostro”, dopo aver reciso con un coltello il telo esterno della tenda sulla parte posteriore, si sposta verso l’ingresso della tenda e spara. Nadine muore all’istante, il giovane Jean-Michel, ferito non mortalmente, riesce ad uscire dalla tenda e a fuggire di corsa in direzione del bosco, ma viene raggiunto dall’omicida che lo finisce a coltellate e poi ne occulta il corpo, cercando di nasconderlo tra alcuni rifiuti poco distante dalla tenda. Dopo averlo estratto dalla tenda per effettuare le mutilazioni sul pube e sul seno sinistro, anche il cadavere della donna viene in qualche modo


SEGNI NEL TEMPO

occultato e risistemato all’interno della tenda in modo che non sia subito visibile. Il modus operandi particolare attuato dall’omicida in quest’ultimo delitto lascia presupporre che l’assassino avesse l’intento di ritardare il più possibile la scoperta dei corpi. Un brandello del seno della ragazza viene spedito alla Procura della Repubblica di Firenze in una busta anonima con l’indirizzo composto da lettere di giornali ritagliate, indirizzato alla dottoressa Silvia Della Monica, PM incaricato delle indagini sul killer. La scoperta dei corpi avverrà lunedì nel tardo pomeriggio ad opera di un cercatore di funghi, appena due ore prima che la lettera giunga in Procura, vanificando così il possibile perfido piano dell’omicida, che probabilmente voleva annunciare agli inquirenti l’avvenuto ultimo duplice delitto attraverso la sua stessa macabra missiva. Poche settimane dopo il delitto, il 2 ottobre, giunsero in Procura tre buste anonime indirizzate ai tre sostituti procuratori Pier Luigi Vigna, Paolo Canessa e Francesco Fleury. Le tre buste contenevano la fotocopia di un articolo ritagliato da La Nazione, una cartuccia marca Winchester calibro 22 serie “H”, e un foglietto di carta bianco piegato in due con scritto: Uno a testa vi basta. Gli esami biologici evidenziarono che sui lembi delle tre buste c’erano tracce di saliva che diedero esito

...per un vero trattamento da Reg ina

Silvia

positivo di appartenenza a soggetto con gruppo sanguigno A. Non esiste però alcuna certezza che questo messaggio del 2 ottobre sia stato inviato dal “mostro”, poiché esso non conteneva alcuna “firma”, cioè un qualcosa (come, per esempio, poteva essere un bossolo col segno di percussione della calibro 22 oppure una parte del corpo di una vittima), che sanciva la mano dell’assassino invece di quella di un “burlone” o mitomane. Il brandello di seno spedito a Silvia Della Monica rimane, infatti, l’unico “messaggio” inequivocabilmente inviato dal killer agli inquirenti. I “compagni di merende” Pietro Pacciani (1925-1998) Dopo l’omicidio degli Scopeti (l’ultimo della serie) le indagini proseguono intensamente ma, fino al 1991, non ci sono sviluppi significativi. La SAM (Squadra Anti-Mostro), il pool di forze dell’ordine che indagava solo ed esclusivamente sugli omicidi seriali delle colline fiorentine dal 1984, era capeggiata da Ruggero Perugini. Pietro Pacciani diventò il sospettato numero uno della SAM nel 1991, mentre questi si trovava in carcere per la condanna di stupro nei confronti delle sue due figlie; anche una lettera anonima risalente al 1985 invitava gli inquirenti ad indagare su di lui. Il pool di Perugini, oltre alla lettera anonima, aveva il nome di Pacciani schedato nel computer fra

Fall Summer 2018 direttamente dal mondo Go Coppola nel nostro Salone

Acconciature

Per prenotazioni 339 16 73 221 Asciugature comode, morbide Prezzate di Mapello (Bg) Capelli effetto spiaggia e tante altre novità... Via Don Cardinetti, 3 TUTTE LE DOMENICHE DI MAGGIO SIAMO APERTI SOLO sotto i portici a 50 mt dalla Chiesa direzione Brembate di Sopra SU APPUNTAMENTO PER COMUNIONI E CRESIME www.newentry.eu 21


SEGNI NEL TEMPO

le molte persone aventi le caratteristiche per essere l’assassino seriale. Nato ad Ampinana il 7 gennaio 1925, ex partigiano soprannominato il Vampa per via del suo carattere irascibile e per i suoi trascorsi giovanili come mangiafuoco per le fiere paesane (che una volta gli costarono persino un’ustione al viso), Pacciani era un uomo collerico, depravato e brutale indipendentemente dalle accuse riguardanti i delitti del Mostro di Firenze. Nel 1951, a 26 anni, Pacciani sorprese l’allora fidanzata, Miranda Bugli (appena quindicenne), in atteggiamenti intimi con un altro uomo, tale Severino Bonini di 41 anni; preso dalla gelosia, uccise a coltellate il rivale costringendo poi la ragazza ad avere un rapporto sessuale proprio accanto al cadavere. Arrestato e processato, dichiarerà d’essere stato accecato dal furore avendo visto la fidanzata denudarsi il seno sinistro (lo stesso che negli ultimi due delitti venne asportato alle vittime femminili del pluriomicida). Per questo omicidio Pietro Pacciani viene condannato a 13 anni di carcere che sconta interamente. La storia fece scalpore in Toscana, tanto da essere raccontata dai cantastorie. L’analogia di questo delitto con quelli del “mostro” sarà l’intuizione e l’indizio principe che porterà gli inquirenti ad indagare seriamente su Pacciani. Gli inquirenti si convincono, accumulando suggestioni/indizi, che Pacciani sia il serial

L’Emozione di ascoltare la propria anima, il proprio cuore... Tu lettore sei il protagonista! Con le tue storie, le tue emozioni... Invia i tuoi scritti a: redazione@newentry.eu

Chiama Info: 347 73 52 863 22

killer delle coppiette fiorentine con questa tesi: Pacciani ucciderebbe le coppie per rivivere, da “vincitore”, il delitto del 1951, accanendosi quindi particolarmente sulla donna che simboleggia l’ex-fidanzata che l’ha tradito. Gli indizi che accumularono gli inquirenti erano vari: Pacciani scriveva la parola Repubblica con una sola B (come scritto nella busta col lembo di seno inviata dal killer nel 1985), possedeva giornali e riviste che parlavano dei delitti del Mostro di Firenze e foto con pubi segnati a matita ed aveva scritto su un foglio un numero di targa di un’auto appartenente ad una coppia che si appartava nella zona degli Scopeti, luogo del delitto del settembre 1985. Una parte della “componente indiziaria” era anche di tipo territoriale-logistico. Pacciani aveva legami (alcuni espliciti, altri più forzati) con tutti i luoghi dove avvennero gli otto duplici omicidi dell’assassino seriale. Il contadino aveva vissuto e lavorato nelle due aree geografiche dove il “mostro” aveva colpito più spesso: il Mugello e la Val di Pesa. Ma aveva un ipotetico legame anche con Signa (poiché nel 1968 vi risiedeva l’ex-fidanzata Miranda Bugli, che in seguito visse anche a Scandicci), e Calenzano (poiché là viveva l’amico compagno di merende Giovanni Faggi). Tuttavia, ciò che poteva avere teoricamente valenza probatoria, erano soltanto tre oggetti detenuti da Pacciani: una cartuccia trovata in giardino (se realmente fosse stata inserita nell’arma del killer), un blocco da disegno e un portasapone (se realmente fossero appartenuti alle vittime del Mostro di Firenze del 1983). continua-5


SPETTACOLO & ARTE

PH. Nino Di Bella

Giulia Radaelli una miss come influencer

Tutto è iniziato per caso – e quasi per sbaglio – con i concorsi di bellezza. Da allora, come nelle storie più belle, ad esperienza si è aggiunta esperienza fino a far diventare Giulia Radaelli in un’autentica icona del fashion. Oggi, con 50.000 followers che la seguono su Instagram, lei che è l’emblema della ragazza acqua e sapone è diventata un’influencer di Instagram, la dimostrazione che le ragazze belle come lei possono vivere un’esistenza tranquilla. Perché il punto è proprio qui: la vita di Giulia è una routine fatta di lavoro, palestra e quando possibile mondo dello spettacolo. Il suo curriculum parla di fasce vinte ai concorsi di bellezza, di shooting in giro per la Lombardia, di esperienze in tv e di un lavoro che l’ha portata – idealmente – in giro per il mondo fino ad arrivare sino al lontano Oriente. Proprio così, perché il brand di intimo femminile “Gian Marco Venturi” ha scelto proprio lei come figura che compare sui packaging distribuiti a livello internazionale. Soddisfazioni che la spingono 24 www.newentry.eu

a dare ogni giorno il meglio di se stessa combinando i mille impegni quotidiani con le opportunità che il mondo dello spettacolo e della fotografia offre. D’altronde, i numeri ed i risultati stanno dalla sua parte. I traguardi dicono che nel 2017 ha conquistato la fascia di Miss Stampa al concorso Miss Monnalisa Italia dopo che nel 2016 – fra le altre- si era guadagnata quelle nazionali di Ragazza Sport Invernali e Ragazza Viso Tv a “La Bella d’Italia”. E poi, ancora, ci sono shooting fotografici che le hanno permesso di acquisire sempre più visibilità, collaborazioni con brand e lo sbarco in tv con sette puntate di Take Me Out andate in onda lo scorso anno. Insomma, impossibile non accorgersi di lei… Eppure, nel quotidiano sei una comune impiegata… Che deve seguire mille faccende e incastrare gli impegni, proprio come fanno tutte! Ho 24 anni, un lavoro fisso dopo essermi diplomata in Ragioneria, finchè nel 2013 mi sono buttata nei concorsi di bellezza.


SPETTACOLO & ARTE

Un inizio… anomalo. Ho ricevuto una proposta a partecipare… che non era indirizzata a me! Ma io mi ci sono buttata, l’esperienza mi è piaciuta e ci ho preso gusto. Ho vinto numerose fasce, sono arrivata alle selezioni regionali di Miss Mondo nel 2014 e 2015, mi sono messa in gioco a Miss Italia. I miei 168 centimetri non sempre aiutano, ma ho sempre affrontato tutto col sorriso. Forse per questo, ti si sono aperte innumerevoli porte. Sono stata notata da fotografi, talent scout, agenti… e le proposte sono arrivate un po’ dappertutto. Ho voluto provare, per divertimento, a mettermi in gioco davanti alla macchina fotografica. Anche in questo caso, con un po’ di impegno hanno iniziato a nascere collaborazioni di prestigio. La prima in assoluta con Jack Radaelli, poi tante altre in cui ho sempre voluto unire l’ele-

ganza e la femminilità. Non mi piace esagerare con i centimetri di pelle nuda, non è il messaggio che voglio lanciare. E, infatti, i progetti che ti interessano da vicino… Riguardano soprattutto atelier, per i quali di volta in volta sono stata indossatrice di nuove collaborazioni. Ricordo con particolare orgoglio quella con la stilista Enrica Bonifaccio per la quale ho indossato abiti da sposa. Emozioni vere, uniche… Ma non le sole. Le sorprese non mancano. In questi giorni una mia foto realizzata da Alessandro Martellotta è in esposizione ad una mostra, nei mesi scorsi il mio fisico è stato sul packaging dell’intimo di Gian Marco Venturi, nel 2017 sono stata in onda con Take Me Out dopo aver provato l’esperienza con Tacco 12, trasmissione andata in onda su La5.

PH. Massimo Mussini www.newentry.eu 25


SPETTACOLO & ARTE

Insomma, nessuna paura di buttarsi. Nemmeno sui social. Ma anche qui serve tanto, tanto impegno. Chi pensa ad un gioco, si sbaglia di grosso. Fino ad un anno fa avevo 5.000 followers, poi ho scelto di seguirlo con costanza quotidiana. I risultati sono arrivati, anche perché la gente vuole vedere la quotidianità naturale di una ragazza. La gente mi segue perché mostra la mia vita normale inframmezzata da qualche spunto fashion. Ed i brand hanno apprezzato. Ho collaborato, fra gli altri, con il marchio street IfeellikePablo e con l’azienda di costumi Giobeachwear, oltre che con centri commerciali e persino con Highsociety che realizza dress maschile, ma adoro felponi e quello che mi va largo per stare comoda! Ed allora, mi sono ritrovata a vestirli. Proprio nei giorni scorsi ho avviato due importanti collaborazioni con Jadea (di cui è testimonial Belen) e Gil Santucci. Comodità e look casual fanno al caso tuo. Mi piace essere sempre comoda, concedo

PH. Alessandro Brusinelli 26 www.newentry.eu

PH. Giorgio Taddia tacco e vestito elegante solo in passerella o nelle occasioni speciali. Penso che sia il mio stile e vada comunque coltivato, senza snaturarlo per piegarsi al successo sui social. I miei followers non capirebbero una simile inversione di tendenza. Ormai poi sei a tuo agio in tutto. Sia in tv che davanti all’obbiettivo, inizialmente ero a disagio. Ora no: nessun imbarazzo può avere la meglio sulla sottoscritta! Mi resta solo un pizzico di rammarico legato all’altezza: purtroppo, questo pregiudica il mio percorso nelle sfilate. Ma tutte le altre porte restano spalancate. È vero… e non è finita qui! Da due anni seguo un corso di Pole Dance e partecipo a gare di Balli caraibici perché la musica ce l’ho nel sangue. Adesso capite perché per me è così difficile conciliare lavoro, vita sociale e spettacolo? CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/giuxoxo/


BRUNA 44 anni, nubile, operaia, mora corporatura magra, pratica nuoto ed ama le cose semplici della vita. La sua aspirazione è trovare un uomo fedele, serio, affidabile. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS 377.20.89.377. ALESSIA ha 43 anni, separata, molto dolce e sensibile, affabile e dai modi semplici. Cercherebbe un compagno leale, sincero e fedele. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. FABIO ha 32anni, diplomato, commesso da 10 anni e vive già da solo. E’ un ragazzo tranquillo ed interessante. Ama ascoltare le persone ma anche parlare di vari argomenti. Incontrerebbe ragazza mai stata sposata volentieri anzi volentierissimo di origine straniera motivata ad una conoscenza seria. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. INFERMIERA 55 enne. Roberta ama la vita e trasmette la sua gioia a chiunque le stia vicino. Noi che l’abbiamo conosciuta pensiamo abbia una sensibilità eccezionale. Si rapporta bene con chiunque con grande semplicità ed umanità. Se pensi di essere l’uomo che può farla felice contatta! Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS 377.20.89.377. BRUNO 53enne, vedovo. Alto e moro. Impiegato tecnico da molti anni. E’propositivo nonostante le prove della vita e di carattere sincero e profondo. Quando è libero ama leggere e passeggiare nella natura. Conoscerebbe Lei per seria amicizia improntata a diventare qualcosa di più. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. FABRIZIO 42enne, imprenditore, laureato, senza figli. E’ un uomo ambizioso e determinato nel lavoro ma solo sentimentalmente. Ritiene di essere ancora in tempo a trovare la donna della sua vita. Desidera conoscere una Lei nubile, dolce della quale prendersi cura e dedicarsi. Incontri del Cuore

TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377. NORA 62enne, casalinga, curata nell’aspetto, ottima cuoca, amante del giardinaggio, delle passeggiate e della tranquillità domestica. Incontrerebbe Signore con il quale condividere le piccole cose della vita e per instaurare un serio rapporto affettivo. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS 377.20.89.377. LIBERO PROFESSIONISTA 38enne, Marco è alto e moro, sportivo. Ha viaggiato parecchio ed è appassionato di motori. Determinato nel lavoro quanto nel trovare la ragazza giusta. Vorrebbe accanto una ragazza carina, solare e di sani principi motivata ad un serio rapporto duraturo. Se ti riconosci contatta. Incontri del Cuore TEL 035.4284575 – SMS e Whatsapp 377.2089377.

PROVA, CHIAMACI PER SAPERE COM’È Tel. 035.42.84.575 - sms 377.20.89.377

Ti garantiamo

realizza il tuo sogno... trova l’Amore! INVIA SM S co profession n nome e ed età al 377.2

0.89.377

riceverai 6 profili gratuiti

www.agenziaincontridelcuore.it Incontri del Cuore - via Masone, 5 - Bergamo a pochi metri dalle Poste Centrali Tel. 035.42.84.575 - SMS 377.20.89.377


IL SALOTTO DI KETTY

GLUCIDI, ZUCCHERI O CARBOIDRATI? (1^ parte) Come sempre, prima di cominciare un altro interessante argomento, voglio ringraziare tutti quelli che hanno mostrato interesse per gli articoli scritti in precedenza e tutto quelli che hanno deciso di prendere in mano le redini della propria vita, non propriamente salutare, e fare dei cambiamenti positivi e significativi per la loro salute. BRAVI!!! Sono queste notizie che ci spingono a dare sempre il meglio, perché noi mettiamo il “semino”, ma siete voi, con le vostre decisioni e i vostri atteggiamenti positivi, che fate crescere e avete cura della vostra pianticella. Tornando in tema di principi nutritivi, dopo aver visto lipidi e proteine, vediamo un altro pilastro importante della nostra alimentazione. Rifacciamoci un attimo al titolo…glucidi, zuccheri o carboidrati? Quale definizione è quella corretta? E che differenze ci sono tra una e l’altra? Assolutamente nessuna!!! Lo so che può sembrare strano, ma da un punto di vista nutrizionale, il classico zucchero da cucina e un piatto di pasta, da un punto di vista alimentare sono la stessa cosa; adesso vi suonerà strano, ma continuando a leggere capirete il perché! La principale funzione dei glucidi (o carboidrati o zuccheri!) è prettamente ENERGETICA. Infatti 1 grammo di questo principio nutritivo fornisce 4 Kcal di immediata utilizzazione per lo svolgimento dei nostri processi vitali. Svolgono anche altre funzioni in misura minore quali quella Protettiva (infatti, la riserva glucidica rende il fegato più resistente all’attacco di batteri e virus) e Plastica (poiché entrano nella costituzione di strutture essenziali per tutti gli organismi viventi). Anche in questo caso la distinzione non è finita qui…sarebbe troppo facile! Esiste una classificazione, in cui i glucidi si dividono in base alla loro struttura chimica, in: Semplici (monosaccaridi e disaccaridi) e Complessi (polisaccaridi). Vediamo di analizzare con semplicità le sostanziali differenze. Quelli semplici sono presenti nello zucchero da cucina, nel miele, nel latte, nella frutta, nelle marmellate ecc. Questi sono zuccheri che vengono rapidamente assorbiti dal nostro corpo e la loro energia è disponibile in un brevissimo lasso di tempo; infatti gli atleti che praticano sport di endurance (corsa su lunga distanza, ciclismo) sono soliti integrare durante la performance sportiva integratori a base di zuccheri semplici per avere sempre energia biodisponibile durante la faticosa attività, in modo da non avere dei cali energetici che possono compromettere l’esito della gara. Quelli complessi li troviamo soprattutto in riso, pasta, pane, patate e alcuni legumi. Rispetto a quelli semplici, vengono assorbiti più lentamente, così che l’energia fornita da questi ultimi è disponibile in modo graduale e nel lungo periodo. Anche in questo caso ci rifacciamo allo sport di lunga durata per fare un esempio: in vista di una gara di lungo raggio, gli atleti assumo qualche ora prima, una massiccia (per massiccia non intendo 1 28 www.newentry.eu


IL SALOTTO DI KETTY kg di carbonara, ma solo qualche grammo in più della razione giornaliera consigliata!!!) quantità di carboidrati (es. pasta), questo perché l’energia fornita da questo principio nutrivo viene “spalmata” diverse ore dopo l’assunzione in modo che l’atleta non entri nella famosa “crisi di fame”. Come sta andando? Avete ancora un poco di energia per seguirmi??? Vi consiglio un buon caffè zuccherato, soprattutto se dovete seguire un’impegnativa lezione oppure vi state dedicando allo studio. Perché dovete sapere che studiare fa consumare davvero un sacco di energia! Sappiate che il cervello umano consuma circa il 20% delle calorie totali quotidiane; questo non significa che studiare faccia dimagrire (non fate i furbi!), ma significa che per rimanere concentrati e attenti il cervello va nutrito come un muscolo durante una corsa! Quindi lo zucchero è la benzina del cervello e il caffè è un ottimo stimolante per essere reattivi! Ok, il caffè ce lo siamo preso e adesso possiamo continuare. Abbiamo visto prima che i glucidi si dividono oltre che in semplici e complessi anche in altre 3 tipologie: Monosaccaridi, Disaccaridi e Polisaccaridi. Ma cosa sono queste “brutte” parole??? Questa distinzione si rifà in base al numero di zuccheri semplici che sono presenti nella formula; lo so detta così è un po’ difficile, e lo spazio a disposizione per spiegare questo fondamentale concetto è terminato, quindi facciamo una bella cosa, ci fermiamo qui e nel prossimo articolo continuiamo proprio da questa classificazione, importante per la comprensione di questo fondamentale principio nutritivo. Come sempre vi voglio raccomandare di non eseguire regimi alimentari fai da te, ma di farvi consigliare da persone professionali che hanno studiato diversi anni metodi precisi per valutare al meglio le esigenze del soggetto. Se volete passare in Erboristeria a Presezzo per approfondire o solo per un consulto, io e Katia vi aspettiamo. Per ulteriori informazioni, dettagli, TRATTAMENTI-MASSAGGI TERAPEUTICI MANUALI o CONSULENZE PRIVATE ci potete contattare: Mail negozio: info@erboristeriapresezzo.com - Sito: www.erboristeriapresezzo.com oppure ci trovate in negozio ERBORISTERIA IL VISCHIO E LA QUERCIA, Via Vittorio Veneto, 1064 Presezzo. TEL 035/4156226. Ivan Mangili e Katia Mussetti

COSMETICA NATURALE FIORI AUSTRALIANI E BACH PRODOTTI FITOTERAPICI CONSULENZE NATUROPATICHE .... E MOLTO ALTRO!!! PRESEZZO (BG) - Via Vittorio Veneto, 1064 - tel 035/4156226 info@erboristeriailvischioelaquercia.it www.newentry.eu 29


LETTERATURA

Màrio de Andrade Poeta, romanziere, saggista e musicologo. Uno dei fondatori del modernismo brasiliano (San Paolo 1893-1945)

LA MIA ANIMA È IN PRISA Ho contato i miei anni e ho scoperto che ho meno tempo per vivere da qui in poi, rispetto a quello che ho vissuto fino ad ora. Mi sento come quel bambino che ha vinto un pacchetto di dolci; i primi li mangiò con piacere, ma quando percepì che ce ne erano pochi, cominciò a gustarli profondamente. Non ho più tempo per riunioni interminabili in cui vengono discussi statuti, regole, procedure e regolamenti interni, sapendo che nulla sarà raggiunto. Non ho più tempo per sostenere le persone assurde che, nonostante la loro età cronologica, non sono cresciute. Il mio tempo è troppo breve per discutere di titoli. Voglio l’essenza, la mia anima ha fretta ... senza molti dolci nel pacchetto ... Voglio vivere accanto a persone umane, molto umane. Che sanno come ridere dei loro errori. Non essere gonfio, con i tuoi trionfi. Nessuno è considerato eletto prima del tempo. Non scappare dalle tue responsabilità. Questo difende la dignità umana. E voglio solo camminare dalla parte della verità e dell’onestà. L’essenziale è ciò che rende la vita utile. Voglio circondarmi di persone che sanno come toccare i cuori delle persone ... Le persone a cui i duri colpi della vita hanno insegnato a crescere con tocchi morbidi nell’anima Sì ... Sono di fretta ... Ho fretta di vivere con l’intensità che solo la maturità può dare. Intendo non sprecare nessuno dei dolci che ho lasciato... Sono sicuro che saranno più squisiti di quello che ho mangiato finora. Il mio obiettivo è raggiungere il fine soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza. Abbiamo due vite e la seconda inizia quando ti rendi conto che ne hai solo una... 30 www.newentry.eu

Biografia Fece parte negli anni venti del gruppo dei giovani modernisti, e fu uno degli animatori della Semana de Arte Moderna (settimana di arte moderna) a San Paolo nel 1922. Nazionalista, ma venato di influenze socialiste e terzomondiste, fu amico di Ungaretti, che conobbe durante il soggiorno brasiliano di quest’ultimo. Ha scritto anche saggi di musicologia, incentrati sul folclore.

NON SOLO CIALDE Assortimento di Capsule per caffè Lavazza a modo mio, Lavazza expresso point, Nespresso, Dolce gusto, Lollo caffè, Covim Capsule compatibili, Cialde mono uso. 40 capsule + 10 capsule in omaggio € 11,00

Brembate di Sopra (Bg) Via XXV Aprile 1945,13 (fronte Farmacia vicino Chiesa)


RIFLESSIONI

Per la festa della mamma Drogati da internet

Concorso Letterario: “Dipende del Garda” Perchè bevi da una fonte sconcia?

Mio HAIKU premiato al Concorso Letterario “Dipende del Garda” : Donne al fosso / sbattevano lenzuola/ canto di vita. Poche parole per ricordare un aspetto della vita di mia mamma e delle mamme della sua generazione che hanno vissuto con poche comodità. Svolgevano i lavori di casa aiutandosi solo col famoso “òjo dè gombèt”. Andavano a lavare la biancheria al fosso, inginocchiate in cassette di legno, anche d’inverno, senza guanti, procurandosi dolorosi geloni, con ciabatte, calzettoni di lana e una mantella sulle spalle. Portavano pesanti secchi e bacinelle ricolme di panni, comprese le lenzuola, che strizzavano poi aiutandosi tra di loro, tanto era scomodo e faticoso. Eppure accettavano senza troppo lamentarsi le difficoltà quotidiane per amore della famiglia. A volte bastava accompagnare mansioni faticose con un canto, con una chiacchierata, per renderle più leggere, per sognare ad occhi aperti e ricaricarsi un po’. Frutto di un’educazione che aveva insegnato loro lo spirito di sacrificio e dedizione, merito anche di una fede profonda, di pazienza, a volte troppa, verso uomini che consideravano molto poco le loro fatiche. Eppure per le nostre mamme era naturale e, tranne in situazioni particolarmente problematiche, affrontavano ogni evento con forza e determinazione. Ornella Olfi

La gente è diventata elettronica. Le persone oggi sono dipendenti dalla droga, dal porno, da internet. Il problema viene dall’interno, non guarisce con i farmaci. Quando parli con un uomo delle belle cose, siamo arrivati a vedere come quella persona apre il telefono e lo guarda, e tu non sai nemmeno cosa volevi dirgli. Nel tempo libero ci entriamo su un social network per vedere cosa mangiano gli stranieri o dove passano le vacanze. I tempi ci ingoiano. Mancanza di autocontrollo. Ci passiamo e non ci vediamo. La tecnologia sta distruggendo le nostre relazioni. Andiamo a letto tardi. Qualcuno mi ha scritto su skype o facebook? E LA COSA PIU’ triste è che non guadagniamo nulla. Dimentichiamo che è così prezioso guardare qualcuno negli occhi, ci stiamo illudendo che abbiamo amici ovunque, ma in realtà da nessuna parte. Dove vuoi arrivare? C’è un tempo per fermarti. Cari giovani, chi sono le persone del vostro entourage sui social media? Avete dei drogati? Hai dei giovani che parlano male? Qual’è lo scopo di queste amicizie virtuali? Perchè bevi da una fonte sconcia? Non hai paura di vedere il male, ok? Perchè dipendiamo dai social network? I genitori, i nonni non sono più i nostri punti di riferimento? Sandra www.newentry.eu 31


ESPERTI A VOI

Fotografo condominiale... : stalkin o privacy?.

Può capitare, si sa, di avere un vicino di casa con la passione per l’obiettivo ma quando la passione diventa un vero e proprio reportage della vita condominiale come ci si deve comportare? Non è singolare che l’amministratore

riceva, a supporto delle più svariate lamentele una dettagliata documentazione fotografica delle violazioni dei condomini: è così che in poco tempo ci si ritrova con un vero proprio archivio di panni stesi, automobili parcheggiate fuori

PRODOTTI DI ALTA QUALITA’ PER UN’AUTO SEMPRE LUCIDA E PROTETTA !

• PORTALE SENZA SPAZZOLE UNICO A BERGAMO

• PISTE CON SPAZZOLE IN CRINE DI CAVALLO

• PORTALI ANTIGRAFFIO AUTOLUCIDANTI

• CERA NANOTECNOLOGICA A CALDO

ALMENNO SAN BARTOLOMEO (BG) - Via Cascina Zanchi (Zona C.Com.) - pinguinoverde@virgilio.it 34 www.newentry.eu


ESPERTI A VOI

zona, animali domestici “colti sul fatto”, vasi di fiori o piante non autorizzati, condomini intenti a svolgere le più svariate attività il tutto grazie ai vicini di casa che fungono da vedette e in barba alla privacy scattano fotografie o riprendono immagini come se fosse la cosa più naturale del mondo. A tutti sarà capitato di avere o di aver sentito dire di quel condomino particolarmente ligio al rispetto delle regole fino al punto di dover documentare vicini di casa e visitatori con lo specifico intento di coglierli in fallo per poter poi procedere alle segnalazioni di rito all’amministratore. Il caso particolare nasce da una singolare sentenza della Corte di Cassazione che, di fronte ad una condanna del tribunale che riteneva l’atteggiamento di un condomino “giustiziere” petulante, indiscreto, insistente, invasivo e lesivo della libertà personale ha ribaltato la sentenza di primo grado. Secondo gli Ermellini infatti un atteggiamento come quello sopra descritto non configurerebbe il reato di molestie proprio a causa dell’impossibilità di dimostrare l’ossessione del Fotografo e la frequenza degli scatti. Lascia sinceramente perplessi la sentenza, in virtù dell’avvicendarsi dell’entrata in vigore del nuovo regolamento Europeo a Tutela della Pri-

Scarica la nostra App e rimani in contatto con noi!

vacy oltre che la stretta delle recenti sentenze sullo stalking condominiale. Certo è sconsigliabile promuovere atteggiamenti simili pur nella consapevolezza che l’amministratore ha ben pochi poter per limitare azioni di questo tipo fra la compagine condominiale, soprattutto in un periodo in cui la litigiosità tra vicini è in aumento e la disponibilità a mediare pacificamente latita. Per evitare questioni legate alla violazione della privacy o il manifestarsi di atteggiamenti molesti è sempre bene esporre le proprie lamentele all’amministratore evitando, ove possibile di documentare senza motivo i comportamenti contestati se non quando espressamente richiesto. Anche in quel caso è sempre opportuno procedere prima a dei sopralluoghi con l’amministratore in modo che l’amministratore possa effettivamente prendere atto degli illeciti. Certamente la cassazione non ha aiutato l’amministratore nel disincentivare questi atteggiamenti non tenendo in considerazione però che spesso, pur non essendo facile dare prova certa delle lamentele esposte a riguardo, non sia possibile escludere a priori l’invadenza e il disagio che “un reporter condominiale” possa arrecare nei rapporti di buon vicinato. Dott.ssa Michela Scavo certificato ANAMMI n. N946

Sede operativa: TREVIOLO (BG) - Via Marconi,42 - Tel. 035 07 85 011 PALAZZAGO (BG) - Via Burligo,10 c - Cell. 347 90 98 361 - michela.scavo@gmail.com www.newentry.eu 35


POLISPORTIVA BREMBATE DI SOPRA Via Locatelli, 36 – Tel. 035 62 13 43 www.piscinabrembate.it - info@piscinabrembate.it

OFFERTE DI QUALITA’ E PREZZI IMBATTIBILI APERTE LE ISCRIZIONI TUTTO L’ANNO!!!

PISCINA CON GIARDINO ESTIVO

NUOTO LIBERO – CORSI DI NUOTO: 0/3 anni – baby – ragazzi – adulti – gestanti

CORSI FITNESS in acqua: SOFT – GAG – STEP – ACQUAGYM – ACQUBIKE PILATES – MIXFLAP – TONIC – CIRCUIT – TOTALBODY VISITE MEDICHE – FISIOTERAPIA – ALIMENTARISTA Giardino estivo – Salone BAR – Ampi parcheggi

CORSI di:

PALESTRA

SPINNING – AEROBICA – STEP – PILATES – Gym MUSIC Gym TONIC - YOGA – ginnastica di MANTENIMENTO e DOLCE – PRESCIISTICA – DANZA MODERNA DIFESA PERSONALE – Balli LISCIO e LATINO

Atletica – Basket – Calcio – Ciclismo – Pallavolo Rugby - Karate – Wushu – Ginnastica ritmica

SPORT

CALCETTO

mt 40x18 coperto – noleggio singoli e campionati

STUDIO DEL SOLE Serate osservative alla scoperta di: luna, pianeti, stelle, galassie, nebulose, comete, astri del cielo

PLANETARIO

Film di astronomia in 3D digitale, conferenze e corsi di astronomia, visione virtuale del cielo (possibile anche in caso di maltempo)

OSSERVATORIO ASTRONOMICO

ASTROSHOP

Vendita telescopi, binocoli, strumenti ed idee regalo di astronomia.

BREMBATE DI SOPRA (BG) – c/o scuole elementari Tel. 035 62 15 15 – www.latorredelsole.it


Perchè gridiamo?

RIFLESSIONI

Non lasciate che i vostri cuori si allontanino Un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli: “Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?” “Gridano perché perdono la calma” rispose uno di loro. “Ma perché gridare se la persona sta al suo lato?” disse nuovamente il pensatore. “Bene, gridiamo perché desideriamo che l’altra persona ci ascolti” replicò un altro discepolo. E il maestro tornò a domandare: “Allora giorno in cui la distanza sarà tanta che non non è possibile parlargli a voce bassa?” Varie incontreranno mai più la strada per tornare.” altre risposte furono date ma nessuna convinse il pensatore. Allora egli esclamò: ”Voi Mahatma Gandhi sapete perché si grida contro un’altra persoUn grazie a Nonna Grazia per il testo na quando si è arrabbiati? Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per potersi ascoltare. Lavorazione artigianale del vetro Quanto più arrabbiati sono tanto più forte per l’arredamento e per la casa dovranno gridare per sentirsi l’uno con l’altro. D’altra parte, che succede quando due persone sono innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perché? Perché i loro cuori sono molto vicini. La distanza tra loro è piccola. A volte sono talmente vicini i loro cuori che neanche parlano, solamente sussurrano. E quando l’amore è più intenso non è necessario nemmeno sussurrare, basta · PORTE SCORREVOLI O A BATTENTE guardarsi. I loro cuori si intendono. E’ questo ·SPECCHI ·PARETI DIVISORIE PER UFFICI che accade quando due persone che si ama·BOX DOCCIA ·TOP BAGNO ·GRADINI no si avvicinano.” ·PAVIMENTI CALPESTABILI ·PARAPETTI E TETTOIE Infine il pensatore concluse dicendo: “QuanBONATE SOPRA (BG) - Via dei Biffi,5 do voi discuterete non lasciate che i vostri Tel.035.49.43.305 - Fax 035.49.43.690 cuori si allontanino, non dite parole che li www.stylvetro.it styl-vetro@libero.it possano distanziare di più, perché arriverà un

Styl vetro

www.newentry.eu 37


SPETTACOLO & ARTE

Rebecca Giacchi

PH. Luca Gelmi

il bello di sentirsi libera

Altissima, bellissima, semplicissima. Se è vero che la descrizione ricorda un po’ quella di un’acqua minerale, è pur vero che Rebecca Giacchi è proprio così. C’è poco da girarci attorno: più la conosci e più si resta affascinati da una ragazza acqua e sapone, bella come poche, a cui tante invidiano l’altezza e un successo crescente sui social. Fresca, naturale e frizzante, per rimanere nel cuore della metafora. Una schiera di oltre 20.000 persone – in gran parte uomini, ma c’è da capirli – la seguono ogni giorno su Instagram in attesa dell’ennesima foto che celebri il suo fascino. Ma, si diceva: bastano tre aggettivi per raccontare chi è davvero Rebecca. Altissima: con i suoi 181 centimetri, Madre Natura le ha regalato una dote che poche hanno e quasi tutte le invidiano. Se poi si aggiunge un tacco 15 e un tubino nero, si capisce al volo perché è destinata a fare strada. Bellissima: guardare le sue foto per credere. Un corpo da urlo, un viso che “parla” e un’eleganza che la rende femminile a prescindere dall’outfit. Semplicissima: alla faccia dell’apparenza e del suo essere “personaggio”, Rebecca è la ragazza della porta accanto che chiunque vorrebbe. Insomma, sembra tutto rose e fiori. Una carriera che sta iniziando a portarla in giro per l’Italia, un autentico trionfo sui social, il mondo della moda e dello spettacolo che non vede l’ora di spalancarle le porte e metterle sul piatto qualche nuova opportunità. Ma non è proprio così. Si sa, rose e fiori esistono solo nelle commedie e nei film romantici. Perché la storia di Rebecca è un concentrato di salite e di asperità che ha dovuto affrontare fin da bambina. Gli occhi addosso non le sono 38 www.newentry.eu

mai mancati. Il motivo? Essere “troppo” alta o “troppo” semplice rispetto alla media. Episodi che nella sua memoria resteranno indelebili. Oggi, per fortuna, tutto è finito. A Milano si è ritagliata un mondo denso di impegni, di commissioni, di appuntamenti. Nella capitale della moda, lei è impossibile da non notare. Altissima sui suoi tacchi, avvolta da outfit sempre nuovi. Ma non è finita qui. Perché la voglia di darsi da fare non le manca mai. Rimboccarsi le maniche non è mai stato un problema. Così, la gavetta l’ha vista collezionare esperienze di hostess, promoter, fotomodella, comparsa, modella. Alle parole, ha preferito dedicarsi ai fatti. Ed ora, l’impegno le sta dando ragione. Reduce da una trasferta a Napoli per progetti futuri a breve termine, ha scelto di raccontarsi in esclusiva. Una chiacchierata vera, vivace, frizzante. Da bere tutta d’un fiato, proprio come un bicchiere d’acqua.


SPETTACOLO & ARTE

Come nasce l’avventura fotografica? Quasi per caso, a pochi mesi dalla maggiore età. Il primo set è in Piazza Gae Aulenti con un amico fotografo: tuta rossa e capelli corti. Volevo provare l’emozione di mettermi davanti all’obbiettivo. Il risultato mi è piaciuto e da allora non mi sono più tirata indietro. Tanti set, sempre diversi fra loro. Mi piace sperimentare, l’ho fatto sul set e continuo a farlo. Trovo che ogni scatto che realizzo, sia unico e abbia sempre qualcosa di nuovo da raccontare a chi lo guarda. In più, ho un diploma di Liceo Artistico e mi sono specializzata in arte figurativa. È stato stupendo veder applicate su di me le tecniche che vedevo teorizzate sui libri. Vedevo la messa in atto, è magnifico questo passaggio. C’è una foto strana che hai realizzato? Forse in intimo, in un parco, in pieno giorno… e sotto la pioggia! Mettere in gioco il mio fisi-

co per un progetto artistico non mi spaventa, tutt’altro. Mi diverte, purchè ci sia di base un senso e non manchi mai eleganza e raffinatezza. Infatti, hai un sogno… Che si chiama Playboy! Vorrei mostrare che la ragazza qualunque della porta accanto, può anche trasformarsi in quel personaggio così ricco di femminilità, sensualità e malizia. Perché no, sarebbe un traguardo favoloso… Nel tuo percorso fotografico, devi dire grazie a due persone. Due fotografi, due amici. A Giuliano Susca dico grazie per avermi fatto entrare in questo mondo e per essermi al fianco nelle vesti di amico e persona fidata, a Luca Gelmi per avermi aiutato a scoprire lati di me che nemmeno io immaginavo di avere. Il loro contributo è stato determinante per far sì che io… sono quella ragazza che vedete adesso!

PH. Luca Gelmi

PH. Giuliano Susca www.newentry.eu 39


SPETTACOLO & ARTE

Non solo fotografia, ma anche tv. Sono stata scelta per una pubblicità per l’associazione di Umberto Veronesi per la prevenzione del tumore al seno, mentre su Disney Channel ho fatto numerose comparse nella sitcom Alex & co e in una fiction di Fabio Volo. Inoltre ho già preso parte a videoclip musicali che presto mi vedranno impegnata in collaborazioni con rapper di prestigio. I traguardi arrivano, eccome se arrivano. La fotografia mi ha dato tante soddisfazioni, bei ricordi, piacevoli scoperte. Così come conservo con piacere le mie partecipazioni ai concorsi di bellezza. Nel frattempo, i social “lievitano”… E qui potete vedere molto della mia vita artistica… e quasi nulla di quella privata. Ho fatto una scelta, quella di superare i due settori in modo quasi totale. Recentemente, un video virale mi ha permesso di acquisire ulteriore

1997 - 2017

ANTINFORTUNISTICA ANTINCENDIO CARTELLI SEGNALETICI

PH. Sirio Serughetti

notorietà e di crescere ancora. Chissà che anche questi numeri non aiutino a realizzare i propri sogni… E magari farmi finire in copertina su Playboy o a co-condurre il Festival di Sanremo, sarebbero due gioie straordinarie. Ma strizzo l’occhio anche al teatro: a scuola ho partecipato a lezioni con la Scala, mi piacerebbe fare qualcosa di speciale in questo settore.

AMMINISTRAZIONE CONDOMINI

FRULLONE Geometra ROSA • Revisore condominiale •

Almè (Bg) - Via Torre D’oro, 42 TREVIOLO (BG) Via Nelson Mandela,20 Tel.035 69 31 76 - Fax 0356930 Email: maessrl@libero.it 40 www.newentry.eu

Tel. e Fax 035 63 81 85 Cell. 333 28 66 882 rosa.frullone@email.it


P

NUOVA GESTIONE ria ~ Osteri e z a iz

Dal Baffo La nuova Gestione vi attende, con le nostre migliori specialità, e soprattutto, con cordialità e molta simpatia.

Cene aziendali, pranzi di lavoro, banchetti per qualsiasi evento: feste di compleanno, addii al nubilato e celibato... Anche pizze d’asporto Tel. 329 71 77 831 -

Pizzeria Osteria Dal Baffo

BONATE SOTTO (BG) - Via Martiri della Libertà,12


SPECIALE

Autismo: il Mostro del Silenzio La Pescatrice di Voci (Quindicesima parte) Autrice: Daniela Vanillo

Una storia sussurrata a piccoli passi. MARIA RACCONTA Da piccola ho conosciuto un amico della mamma che si chiama “kiki”. Lui mi diverte molto il suo nome è corto essenziale ed è come un bambino, anche se è un adulto. Mi fa giocare e mi tratta come una bambina vera. Gli ho prestato i miei occhi e così gli permetto di vedere cartoni animati con me anche se non cambio mai la cassetta. Lo guardo quando ride a crepapelle senza mai stancarsi. Mi porta a fare delle passeggiate insegnandomi come camminare da sola. Dice che c’è una logica per camminare e che se non imparo rischio di farmi male. Lo faccio con fatica guardando in terra, lo posso fare perché in quel momento mi ha prestato i suoi occhi. Parla benissimo l’inglese anche se è nato in Cina in una colonia inglese, sua madre era russa e suo padre italiano ed io a adoro le lingue straniere. Mi racconta storie fantastiche ed io penso che sia un personaggio dei cartoni animati. Il tempo con lui passa velocemente. Ho capito che vuole che mi dimentichi del mio procione Sophia e dei miei viaggi silenziosi. A volte disegno con lui, fa disegni bellissimi come quelli dei bambini. Ha anche una 42 www.newentry.eu

gemella che è nata il giorno dopo della sua nascita, questa storia mi affascina e gliela faccio ripetere molte volte. Il tempo è passato, deve essere successo qualcosa, non ascolta ininterrottamente i discorsi che riguardano le mie passioni, non si diverte più come un bambino. È cresciuto ora è un adulto. Ci tengo a lui, è stato l’amico della mia infanzia ma non riesco a riconoscerlo e se viene a trovarci mi nascondo. Sento il suo saluto ma la voce ora è quella di un adulto. Chiedo sempre di lui alla mamma quando è un po’ che non viene a trovarci, spero che un giorno entri e la sua voce sia quella del bambino di sempre, allora sarò pronta a prestargli ancora gli occhi.

Terno d’Isola (Bg) - via E.Fermi,11 Tel. 338 6830096 - www.presentemoda.com


RIFLESSIONI

Favola

Preghiera scritta da Kirk Kilgour

“L’albero magico delle tre cugine”

Anche se ci sembra che Dio non ci ascolti. Lui è sempre presente e vicino a ognuno di noi e ci porta in braccio con infinito amore. Ho chiesto a Dio di essere forte per eseguire progetti grandiosi: Egli mi ha reso debole per conservarmi nell’umiltà. Ho domandato a Dio che mi desse la salute per realizzare grandi imprese: Egli mi ha dato il dolore per comprenderla meglio. Gli ho domandato la ricchezza per possedere tutto: Egli mi ha fatto povero per non essere egoista. Gli ho domandato il potere perchè gli uomini avessero bisogno di me: Egli mi ha dato l’umiliazione perchè io avessi bisogno di loro. Ho domandato a Dio tutto per godere la vita: Egli mi ha lasciato la vita perchè potessi apprezzare tutto. Signore non ho ricevuto niente di quello che chiedevo, ma mi hai dato tutto quello di cui avevo bisogno e quasi contro la mia volontà. Le preghiere che non ho fatto sono state esaudite. Sii lodato , o Signore! Fra tutti gli uomini nessuno possiede quello che ho io! Un grazie a Nilde per averci fatto pervenire questa splendida preghiera

C’erano una volta tre cugine, un bel giorno uscirono di casa per giocare all’aria aperta come facevano di solito, nell’andare fuori in lontananza videro qualcosa di nero, dato che erano molto curiose si avvicinarono per vedere cosa fosse, non appena giunte là trovarono un albero maestoso, si guardarono tutte e tre e decisero immediatamente che sarebbe diventato il loro compagno di giochi, così da quel giorno dopo i compiti si recavano da lui, ma un giorno i taglilegna volevano tagliarlo per portarlo via, ovviamente le bambine volevano impedirglielo pregandoli di non farlo ma loro nulla, indifferenti, alla richiesta cercarono di allontanarle e quando fecero per prenderle, l’albero abbassò i suoi rami per proteggerle. I taglialegna a quella vista scapparono impauriti, da quel giorno le bimbe continuarono ad andare a giocare con l’albero e più nessuno cercò di tagliarlo, così vissero tutti felici e contenti. Taroli Sidny 10 anni

Campione Olimpico rimasto paralizzato

www.newentry.eu 43


DIMENSIONE BENESSERE

I nuovi colori della linea mydentity by Guy Tang Ben ritrovati con la nostra rubrica del bellessere. Oggi vi parleremo di Colorazione. Colori moda, schiariture estreme, sfumature, colori caldi e colori fluo, quando si tratta di prendere in mano i pennelli tutto diventa magico e colorato. La novità di cui vogliamo parlarvi sono i nuovi colori della linea mydentity by Guy Tang. Guy Tang inizia la sua carriera come modello e

44 www.newentry.eu

considerata la sua poliedrica natura, oltre a calcare scene e passerelle più o meno conosciute, si intrufola nel mondo dell’hairstyle ad Hollywood dove nel giro di poco tempo il suo nome viene associato al titolo di Hair Artist. I colori che ama di più? Tutti! E senza alcun tipo di remora riesce a miscelare nuance su nuance creando un twist di bellezza mozzafiato!


DIMENSIONE BENESSERE

Non è un segreto che per poter lavorare al meglio con i suoi Balayage usi sempre Olaplex durante le decolorazioni, portando capelli davvero scuri a toni chiarissimi per essere colorati al meglio, senza spezzarli o rovinarli minimamente! Over the top dei suoi lavori abbiamo oltre che biondi freddi e caldi, caramellati e rosati, anche colori che calcano una strada oltre i limiti dell’immaginazione come tritoni di rosa, di lilla, i colori metallizzati con nuance che passano dai tanto amati silver argento grezzo ai bagliori azzurrati! Per non parlare poi dei bagni di colore estremo neon! Le miscele di blu, viola, azzurri, rosa, gialli, verdi che risultano incredibilmente definiti e sfumati a regola d’arte sembrando, strano a dirsi, un unico colore innaturalmente naturale!!!!!!! Colori esclusivi dotati della tecnologia avanzata vibrariche per un colore due volte più brillante. Realizzate con l’aggiunta di lavanda, la profumazio-

ne è gradevole e delicata. Una nuova formula che garantisce protezione contro il calore estremo per ridurre gli effetti dannosi degli strumenti a caldo. Nuove tecniche, nuovi colori, per un’estate coloratissima….. Se vi abbiamo incuriosito e volete provare queste fantastiche nuances vi aspettiamo a LA PERLA DEL Benessere. Staff “La Perla del Benessere”

CHECK UP GRATUITO PER IL TUO CORPO SU PRENOTAZIONE

EPILAZIONE LASER con Mediostar by Esthelogue Via Vittorio Veneto, 1111 PRESEZZO (BG) Tel. 0350740258 Cell. 339 11 71 396 -

www.laperladelbenessere.it info@laperladelbenessere.it

TRATTAMENTI MODELLANTI, RASSODANTI

con Icoone laser by Esthelogue TRATTAMENTI DIMAGRANTI

con il metodo Messegue’ by Baldan www.newentry.eu 45


RELAX

Sodoku

www.studiorotafederica.it Consulente del lavoro Rota Rag. Federica delegato n. BG01533FL della Fondazione Consulenti per il Lavoro Agenzia per il Lavoro Aut. Min. 19009 del 23/07/2007

COMPILAZIONE E INVIO 730 Stanco di non recuperare le tue spese? Devi inviare la dichiarazione dei redditi e non sai come fare? AFFIDA LA TUA DICHIARAZIONE AD UN’EQUIPE DI PROFESSIONISTI Via G.Falcone,1 - Almenno San Bartolomeo (Bg) - Tel. +39 035644251 Via Antonio Stoppani 30 - Pontegiurino - Berbenno (Bg) - Tel. +39 035851166 Fax +39 035852770 - studiorota.segreteria@gmail.com - studiorota.paghe@gmail.com 46 www.newentry.eu


“Foglia caduta” Foglia, si ! Come foglia… son foglia. Forse un più forte soffio di vento, o forse era giunto il momento. Ed ora, sperduta, son foglia caduta. Come foglia caduta sul fiume, mi lascio tranquillamente trasportare. Mi lascio cullare, trascinare, e dal riflesso del Sole, dolcemente, illuminare. La mia Anima vola, anche se qui, sul filo dell’acqua, son sola. Quand’ero lassù, fra i rami e le fronde, parevo sull’ onde. Vedevo albe, tramonti, montagne, ed, uguali a me, le mie compagne. Ed ora, da qui, fatico a vedere. Ma da quell’alto ramo, cadendo… in splendido volo, nell’acqua, che amo, mi sono specchiata, e vista, davvero, parevo volare. Spesso son ferma, in placide acque, ma poi, tutt’un tratto, la corrente mi trascina via, e non riesco a lasciare, neppure, una scia. Il mio sguardo all’indietro si perde, a cercare un estremo saluto, in quel ramo, che amo. In turbini, vortici e mulinelli, a volte, quasi assorbita; Mi manca il mio Cielo, veder la mia Vita. Seppur senza piume, a volte, raggiungo e, mi aggrappo alla riva del fiume; E pervasa da forza inattesa, mi tengo ben stretta e non mollo la presa. Resto lì, abbracciata per ore a farmi baciare da un raggio di Sole.

Ed è Poesia

Contro rocce, sbattuta, ma non sento alcun male. Mi stupisco, mi scuso, un saluto cordiale… e riprendo a viaggiare. E spesso, di notte, nel buio, in Silenzio, mi sento di volare. Spero tanto qualcuno mi veda, si accorga… mi raccolga; Mi sappia apprezzare, e dentro un bel libro mi ponga, p er sempre, a riposare. Col tempo, magari, qualcuno, mi potrà ritrovare, e, forse, la mia storia, provare, ad immaginare. Ma ora non so. Non so dove andrò, dove finirò. Ma sono tranquilla… Nulla, più, mi fa meraviglia; Anche solo perché, son certa e so che… Non cade foglia, non si muove foglia, che Dio non voglia. Gabriella Masoni


RIFLESSIONI

Papaveri

Allegri segnali che sta arrivando l’estate Fino a qualche anno fa, prima che di fronte a casa mia costruissero un villaggio di case, dalle mie finestre vedevo un grande campo che, in questo periodo, si infiammava meravigliosamente di rosso fuoco: fiorivano i papaveri. Ora per vedere queste distese cammino lungo le rive del Chiese, dove in questi giorni sono infatti sbocciati i primi papaveri, alcuni come questi a ridosso di una parete sassosa, altri a macchie nei prati. Fiori dunque forti, che spuntano, come del resto molte altre specie, anche in condizioni difficili, spesso in mezzo all’asfalto o al cemento, quasi volessero dimostrare che con tanta forza di volontà si può fare ciò che razionalmente sembra impossibile. Metafora che può benissimo essere valida anche per le persone! Campi e rive che si colorano del rosso dei papaveri sono allegri segnali che sta arrivando l’estate. Nel volgere infatti di pochi giorni rinverdiscono cespugli, distese d’erba, sbocciano fiori di molti tipi, creando giochi di tonalità delicate o più accese: dal bianco, al rosa, al fucsia, al giallo

Per la tua dichiarazione dei redditi affidati a professionisti qualificati e certificati. CAF CGN

e al rosso. Nei dintorni di Montichiari per fortuna c’è ancora molta campagna e ad ogni primavera-estate è una fortuna poterla ammirare e, pur a ridosso di case e stabilimenti, è rigenerante lasciar spaziare lo sguardo in tanta natura. Sentieri sterrati e piste ciclabili che dal centro portano alle frazioni e ai paesi limitrofi invitano ad uscire per passeggiate all’aria aperta, semplici attività salutari per il corpo e per la mente. Ornella Olfi

POTETE FISSARE UN APPUNTAMENTO TELEFONANDO AL NUMERO

035 64 18 88 AI NUOVI CLIENTI SCONTO DEL 10% SU Modello 730 singolo - Modello 730 congiunto Modello Unico - IMU - TASI

C.R.C. CONSULTING SRL - Via del Crocefisso,2 (ang. Via Pitentino) - ALMENNO SAN SALVATORE Tel. 035 64 18 88 - Fax 035 64 12 52 - segreteria@crcconsulting.it 48 www.newentry.eu


BeautyandStyle FORNITURE PRODOTTI E MONOUSO PER PARRUCCHIERI ED ESTETISTE VENDITA ANCHE AL PUBBLICO SCONTI DEDICATI AI PROFESSIONISTI PER IL PUBBLICO TANTI PRODOTTI IN PROMOZIONE

SMALTI SEMIPERMANENTE che si sciolgono in 5 minuti per una durata di 15 giorni DETERSIVI ALLA SPINA CONCENTRATI MASSIMA RESA CON POCO PRODOTTO PRODOTTI DI QUALITA’ E ITALIANI NON TESTATI SUGLI ANIMALI SENZA NICHEL

nvenienza o c e à t i l a u Q 'ambiente l o d n a t t e p ris li e gli anima

ECONOMICI CERTIFICATI HACCP CONTRIBUISCI A RIDURRE L’UTILIZZO DELLA PLASTICA RIUTILIZZANDO GLI STESSI FLACONI

BREMBATE DI SOPRA (BG) - Via Papa Giovanni XXIII,17

Tel. 035 62 12 05 - Cell. 338 80 00 162


LI EL GE M

TO RO

E

NE RG I VE

AR

RO

ON LE

09

2/

NC

6 /0 8-2

/0

CA

-21 24

08 3/

7-2

/0

07

2/

6-2

Momenti ad alti giri, in cui le emozioni si fanno intense e imprimono nuovo slancio e vigore alla vita. Creatività, espansione, tenacia, coraggio e fortuna. Cogli l’attimo se vuoi goderti le gioie della vita. Single? In vista un incontro speciale. Successi professionali. Giornate così non capitano spesso: approfittane!

5 /0

Si prevedono gioie affettive degne di importanza. Sei sensuale e concreto. L’armonia nella vita a due è completa. Gratifiche per chi è single e riesce a percepire con sensibilità e non solo con opportunismo le occasioni per incontrare il grande amore. Le amicizie rendono speciali questi giorni.

23

/0

22

Gli influssi astrali di questo periodo hanno il compito di spronarti ad operare quelle svolte che nella vita sono necessarie e che spesso non si ha il coraggio di attuare. Potresti non essere ancora pronto per certe scelte. Tempo al tempo e anche per te arriverà il momento giusto per dire addio al passato. 50 www.newentry.eu

Sei introverso, avido e malinconico. Caratteristiche che si scontrano con la tua natura creativa. Correttezza e coerenza sono le paroline d’ordine per trascorrere e finire bene la settimana. Non verrai meno alle tue convinzioni e alla parola data (crollasse il mondo!), dimostrando che su di te si può davvero contare.

21

04 In questi giorni non è possibile rimanere freddi o indifferenti davanti a te. Hai un carisma che richiama l’approvazione di amanti e colleghi, un fascino seducente che produce vibrazioni nel partner di sempre o in quello occasionale. Ottima giornata: vedi di sfruttarla!

05 0/ 4-2 /0 21

0/ 3-2 /0 21

IET E

OROSCOPO dal 15 AL 29 Maggio 2018

Saggio riorganizzare e amministrare con maggior raziocinio i guadagni in previsione di alcune spese future. Se sei alle prese con un acquisto immobiliare o un trasloco, questo è un buon momento per agire. Ci sono gli influssi ideali anche per capire come sfruttare al meglio le risorse personali, compresi capacità e talento.


12

O SA GI TT AR I

2/

11

10

SC OR PI ON E

1-2

2/

2/

BI LA NC I

/1

0-2

9-2

Un velo di malinconia non ti permette di usare pienamente le tue risorse amorose. Niente di più sbagliato che deprimersi e accantonare i sogni. Le piccole fatiche servono a rendere speciale la vittoria. In famiglia e con il partner di sempre non ingarbugliare la situazione con interventi avventati...

23

/1

/0

Vita sociale, amicizie e amore si intrecciano. Lascia che siano l’immaginario e la fantasia a irrompere nella tua quotidianità. Ti è facile abbandonarti alle serene profondità dell’unione amorosa. All’orizzonte si intravedono buone occasioni per fare una nuova conoscenza, che non ti lascerà indifferente.

23

23

A

OROSCOPO dal 15 AL 29 Maggio

La quiete dopo le tempeste. Calore, amore e armonia ritornano in te. Non dipende dalle condizioni atmosferiche ma dalla benevolenza delle stelle che parteggiano per la sfera sentimentale e relazionale. I desideri sono intensi. Puoi avere molto dal partner di sempre - Tenta la buona sorte.

SUPER OCCASIONI !!! REPARTO MACELLERIA

GASTRONOMIA DI NOSTRA PRODUZIONE

SALVO EVENTUALI PROMOZIONI

SALVO EVENTUALI PROMOZIONI

LUNEDI’ E MARTEDI’ SCONTO DEL 10%

TUTTI I GIORNI SCONTO DEL 30%

OSIO SOTTO (BG) - Corso Vittorio Veneto,35 - Tel. 035 88 12 28


PE SC I

3 /0

IO AC QU AR

-20

CA PR IC OR N

2 /0

Sei spinto alla ricerca di una maggiore armonia, sia interiore che esteriore. Vuoi qualcosa di meglio da far, da vedere, da vivere. In amore c’è poca disponibilità. Punta tutto sulle buone amicizie. I tuoi amici di sempre, infatti non sembrano mai sazi della tua compagnia...

20

01

Il sostengo delle stelle ti permette di elaborare con calma e saggezza i progetti, di pianificare meglio attività e pensieri. Potresti decidere di concederti una salutare pausa e prenderti cura della tua bellezza, del fisico e dell’umore. Contrasti bene i segni della fatica e del tempo che passa.

02 9/ 1-1 /0 21

0/ 2-2 /1 21

O

OROSCOPO dal 26 Aprile al 10 Maggio 2018

Una gran voglia di libertà e di situazioni di maggior respiro ti spingono a sondare nuovi tentativi su parecchi fronti esistenziali. Ogni mossa deve esserecalibrata. Ora più che mai, la fretta non è una buona consigliera. Via libera ai cambiamenti che migliorano la vita, partendo dalle piccole cose, anche le più banali.

Abbigliamento Bambini & Ragazzi

0-18 ann

i

COMPLETAMENTE RINNOVATO CON NUOVE MARCHE

NUOVO LOCALE OUTLET

PER AVERE I SALDI 12 MESI ALL’ANNO Via Antonio Stoppani 90 - 24030 Pontegiurino - Berbenno (Bg) Tel. 035 86 35 52 - Cell. 329 191 6661 - antoniapalladino68@gmail.com 52 www.newentry.eu


RIFLESSIONI

Armonia di vita Mi sono aggrappata al mio spirito positivo, alle forze sane e ben radicate nel terreno, allo spirito della salumaia.Con mio marito, abbiamo preso forza dalla bellezza delle musiche ascoltate in questa ricca stagione estiva di concerti, dal dialogo tra noi, dalla complicità a volte seria a volte leggera e capace di farci ridere. Sono grata alla vita che mi ha dato risorse forti per reggere agli urti, e alla mia famiglia che non ci fa mai mancare il sostegno morale e concreto. Guardo avanti e confido in un futuro costruttivo. Mi sento raccolta, concentrata, seria. Faccio un passo alla volta, attenta a posarlo su pietre salde. Faccio appello a questo spirito per non dar troppo corda all’ansia, alle preoccupazioni e per rimanere nel qui e ora, su ciò che posso fare e sto facendo. Non penso alla vetta da raggiungere, vedo solo la strada che via via si presenta e por-

ta avanti. Ora mi riposo, e l’aria che gira per casa mi porta il profumo dei panni stesi, nella fattispecie tutte le fodere dei divani e dei cuscini. Guardo le librerie in ordine, il tavolo sgombro, il tavolino nuovamente visibile perché finalmente liberato dalle pile di libri che lo sommergevano. Respiro questa pulizia e questo ordine che fan bene all’anima. Il viaggio continua. sguardiepercorsi

www.newentry.eu 53


SPETTACOLO & ARTE

Ilaria Bleve un... occhio alla fotografia

Tutto è nato per caso, da una risposta ad un annuncio in cui si proponeva di realizzare qualche fotografia. “Mi sono candidata, ho accettato e mi sono ritrovata immersa in un mondo straordinario” racconta Ilaria Bleve, fotomodella a 34 anni di età che dalla sua Verona è andata alla scoperta di un mondo nuovo come quello della fotografia. Inutile dire che, col corpo ed i lineamenti che si ritrova, le è bastato poco per conquistare i fotografi e diventare

super-gettonata nel Nord Italia. A tal punto che, fra una trasferta e l’altra, sta spuntando persino l’occasione per entrare a far parte del magico mondo del cinema. Se son rose fioriranno, per ora però tutto pare essere a favore di questa ragazza che la fotografia l’ha scoperta tardi “ma nel momento giusto per essere preparata a viverla sia fisicamente che psicologicamente”. Inutile, persino superfluo, raccontare delle cattiverie e delle malignità a

STOP AI PELI! EPILAZIONE LASER AL DIODO

€ 19,90 A ZONA

ALMENNO S.B.(BG) EFFICACE Via Enrico Mattei, 155 SICURA Tel.035 54 84 10 INDOLORE 54 www.newentry.eu


SPETTACOLO & ARTE

cui è andata incontro per un semplice scatto in costume o per aver scommesso sulla propria immagine. I giudizi, taglienti più che mai, sono arrivati anche dalle persone a lei più care. “Ma io proseguo sulla mia strada, sento che questa della fotografia può trasformarsi da passione in lavoro” rincara la dose Ilaria, un passato da ottica nell’azienda di famiglia e un futuro tutto da scrivere diviso fra set, shooting e… chissà cosa. Riavvolgiamo il nastro: che ragazza sei stata? Partiamo dalla scuola dove, oltre a non avere un aspetto fisico soddisfacente, ero anche una testa dura. Non mi piaceva per nulla studiare, pensavo solo ad andare a combinare le marachelle con mio fratello. Finite le scuole ho iniziato a viaggiare molto all’estero ed ho iniziato ad essere attratta nuove culture, a girare ed apprezzare l’arte sotto ogni forma che siano quadri o architettura.

Da qualche mese sei entrata nel campo della fotografia. Una scommessa nata per caso, rispondendo alla proposta di un fotoamatore che cercava una ragazza per degli scatti. Posso dire che… in un click, la mia vita è cambiata. Ho lasciato il mio lavoro da ottica, mi sono buttata in questa nuova avventura. Un cambiamento importante: come lo hai vissuto? Mi sono buttata in un mondo nuovo, lasciando l’affetto delle mie colleghe che insieme a me e alla mia famiglia hanno lavorato, e continuano a farlo, per garantire standard di servizio para-medico sempre elevati forniti dalla Nuova Ottica. È un lavoro che adoro, trasmessomi con entusiasmo e passione dal mio babbo. 4Per ora, però, ho scelto una strada differente. Effetti della fotografia? Mi ha regalato autostima, popolarità, la voglia

www.newentry.eu 55


SPETTACOLO & ARTE

di puntare su di me. E poi… la possibilità di conoscere persone nuove, di confrontarmi su tutto ciò che c’è di artistico. Sono all’inizio, ne sono consapevole, ma mi piace sognare in grande ed immaginarmi su un catalogo o una brochure per la pubblicità di un prodotto. Le prime foto hanno avuto un effetto… valanga. Diciamo che dopo aver pubblicato i primi scatti sui social… di proposte ne sono arrivate! Come sempre, da cosa nasce cosa, il passaparola è stato cruciale e tutto si è sviluppato per diventare importante. In più, la fotografia mi dà la possibilità di viaggiare e di muovermi, un altro tassello fondamentale che mi ha fatto propendere verso questa strada. Tanti scatti che raccontano molti lati di te. Mi piace sperimentare senza esagerare, la volgarità non fa parte di me. Ma ho anche buona confidenza col mio fisico, ne apprezzo i pregi e ne conosco i difetti. Mi piace puntare sul mio sguardo, curo il corpo ma non penso di avere tutta questa sensualità. Poi sta agli altri giudicare. Nel quotidiano che ragazza sei? Sempre in movimento… e per questo sempre comoda! Mi piace l’idea di essermi messa in

56 www.newentry.eu

gioco, sento che è il momento giusto! Oltre alla fotografia… c’è di più. Ho sempre avuto la passione per la fotografia, adoro cogliere scatti delle varie zone che visitavo. Nella vita quotidiana oltre a perdermi a visitare la città in cui vivo sono appassiona-

ta di tennis e lo pratico attivamente. In estate mi piace perdermi in quello che è stato il mio primo amore: il mare! Mio papà è leccese e io mi sento estremamente legata a quella terra tanto da averla tatuata sul corpo. Pratico apnea e subacquea, mi piace immergermi in un mondo che mi estranea dal tutto il resto. Come altre passioni mi piace porre in un posto di rilievo la musica principalmente musica italiana, quando sono in giro non posso stare senza le mie cuffiette. Dal lontano 1993 sono una vera e proprio fanatica di Laura Pausini, ho perso il conto di quanti concerti ho seguito… CONTATTI SOCIAL https://www.instagram.com/ilavr83/


RIFLESSIONI

Nuove emozioni al Vicolo50 Isola Tango Venerdì 25 Maggio e domenica 17 giugno nel contesto della serata Milonga di isola Tango Vicolo50, alle ore 22.00 la coreografa insegnate di tango argentino della scuola di “Passione di Tango” farà esibire dai propri allievi la sua ultima coreografia “Passione di Arrabal”. VI ASPETTIAMO PER 2 SERATE TANGUERE DIVERTENTI MUSICALIZZATE DAL NOSTRO TDJ ARTHUR

Tutti i Sabato

Dal 2 Giugno tutti i Sabato

Estate Country con Dj Roby Il loro tacco e punta sveglierà anche la luna al Vicolo50 di Calusco d’Adda BG via G. Mazzini 50 zona industriale CALUSCO D’ADDA (BG) - Via Mazzini,50 - Tel. 348 47 17 435 - clubvicolo50@gmail.com


ANNUNCI ECONOMICI LAVORO OGGETTI ANIMALI INCONTRI IMMOBILI VEICOLI Obbligatorio inviare l’annuncio con il codice fiscale e la provincia dove si vuole pubblicare. Se non presente, New Entry non pubblicherà l’annuncio.New Entry declina ogni responsabilità in merito al contenuto degli annunci di questa rubrica sottoscritti dagli inserzionisti. Il recapito telefonico è un servizio che non implica in

LAVORO • Cerco badante con esperienza Info 3896199313 no perditempo • Cerco qualsiasi tipo di lavoro purchè serio. Zona Isola Bergamasca Tel. 345 7908995 • 50enne cerca lavoro in edicola o part time per assistere la mamma malata. Tel. 333 22 14 085 • 42enne con esperienza, cerca lavoro come impiegata amministrativa contabile 4/6 ore al giorno preferibilmente mattina o continuato, zona Val San Martino e Isola Bergamasca. Automunita, libera subito. Tel. 349 4509850 • Cercasi ragazzo/a con patente scooter per consegne a domicilio. Disponibilità anche sabato e domenica. Zona Villa d’Almè. Tel. 035 639218 • Cerco ragazzo/a studente come aiuto cuoco. Info 035 63 92 18 • Cerco lavoro come badante notturno o pomeriggio a Bergamo e provincia, Terno d’Isola Chignolo, Bonate, Presezzo, Ponte S.Pietro. Libera subito, esperienza da anni. No perditempo. Info 389 61 99 313 •Abile impiegata amministrativa contabile, ventennale esperienza lavori ufficio, prima nota gestione banca / cassa -registrazione fatture clienti / fornitori gestione personale etcc.. Cerca zona isola - Ponte S.P. 58 www.newentry.eu

nessun modo gestione diretta da parte dell’Editore. La pubblicazione è gratuita salvo per vendita e affitti di immobili, auto e moto e rubrica Incontri. In questo caso il costo è di €.25,00 per 4 uscite. Il pagamente deve essere effetturato tramite bonifico bancario a: New Entry - Banca Credito Bergamasco - Filiale Brembate di Sopra -

Codice IBAN IT64 S 05034 52660 000 000 000 822 oppure tramite POSTEPAY - CARTA N°5333171027919964 C.F. BFF GLC 73S17 A794L I lettori, se così si possono definire, che chiameranno i numeri relativi agli annunci pubblicati qui di seguito, per azioni di stalking saranno consideratI illecite e perseguite a norma di legge.

Almenno, Brembate, Val San Martino ...part-time o full time. Info 349 4509850 • Cameriera 45 enne con 25 anni di esperienza. cerca lavoro x servizio a pranzo. Info 3473152566. •Insegnante si offre come aiuto compiti a Madone, Bonate Sotto e Bonate Sopra. Prezzo modico. Daniela tel.3776755212 • Sig.italiana automunita 37 anni di Brembate di Sopra cerca lavoro con urgenza: pulire, stirare, accudire bambini o anziani...disponibile subito, massima serietà, Sabrina 3281761156 • Cerco lavoro di badante o pulizie con esperienza italiana Info 3896199313 • Signora italiana referenziata cerca lavoro come badante diurna o notturna. Disponibilità immediata. Zona Isola. Aurora tel. 3282698507. • Italiana cerco lavoro alcune mattine a settimana o pomeriggi come pulizia da Calusco a Suisio o a Ponte San Pietro. No vendita. Veronica 3662746156 • Sono una ragazza seria, 35 anni, sto cercando lavoro come:operaia, badante di giorno, babysitter, collaboratrice domestica,cameriera orario pranzo, lavapiatti, sono referenziata disponibile da subito il mio numero di telefono 349 08 44 118 • Impiegata amministrativa contabile automunita, referenziata,

pluriennale esperienza: contabilità generale clienti/fornitori ordinaria/ semplificata, tesoreria, conoscenza gestionali contabili, valuta proposte impiego Meratese, Alta Brianza, Arcore, Provincia Lecco. Per richieste di ulteriori informazioni chiamare 347.0712280. Max serietà. Astenersi perditempo.

OGGETTI • Vendo tendoni bianchi, usati poco, altezza 2.45 larg1 50.al prezzo di euro 130. Per info 3497864057 • Acquisto album e figurine solo calciatori ma prima del 1978. Va bene anche album vuoti e blocchi di figurine stesso periodo. Tel. 3482729400 • Cerco casa in affitto solo privati. Terno d’Isola, Bonate Sopra o Chignolo Info 3896199313 • Vendo madia in legno massello di noce,intarsiata come nuova al prezzo di euro 700. Info cell. 3497864057 • Vendo tendoni x camera o sala bianchi usati poco,altezza cent 2.45 larg.1.50 . La coppia euro 120. Info cell. 3497864057 • Cerco soprammobili in bronzo vecchi e usati tipo cavalli,cani, e di altri animali, oltre a busti di personaggi per esempio Napoleone, Garibaldi, Mussolini, ecc. Tel. 337424040.


LAVORO OGGETTI ANIMALI INCONTRI IMMOBILI VEICOLI

ALMENNO S.SALVATORE Vendo / affitto box di varie metrature. Zona Borgo. No agenzie. Contattare privato 333 63 72 913.

SANT’OMOBONO TERME Vicino paese Selino Basso, PRIVATO vende casetta con camino. 5 locali, occasione incredibile a 35.000 euro. G492,93khw/m2a Tel. 329/9763584.

PONTE GIURINO (Berbenno) PRIVATO vende bilocale arredato con camino e sottotetto al 2 piano + locale con grande camino e bagno al piano terra e 2 posti auto compresi. All’incredibile prezzo di euro 42.000. Tel. 320/8453943

ANNUNCI ECONOMICI

GASTRONOMIA Vendesi attività commerciale e produttiva ben avviata di gastronomia con forno per dolci e pasticci, possibilità affitto o acquisto dei muri. Ottimo per gestione famigliare. Attività di nicchia e ricercata. Solo se realmente interessati contattare la redazione di New Entry al numero di cellulare 347 73 52 863

Cerchiamo consulenti Bergamo e provincia per vendita profumi biologici e tanto altro. PROVVIGIONI DEL 100% Un esempio: profumo comparabile Ipnotic Poison, paghi 15 euro vendi 30 Per un colloquio informativo 3403324853 Damiano Bonandrini

www.newentry.eu 59


INFOMOTORI

Provata la E All Terrain: la Suvvation MOSCIANO SANT’ANGELO – La Mercedes crea la sua prima SUVvation, unione fra un SUV e una Station Wagon. Questa vettura della casa tedesca è la E All Terrain, versione particolare della Classe E SW. La E All Terrain è disponibile con 1 solo Motore Turbodiesel (220d da 194 cv), negli allstimenti Sport, Business Sport, Premium, Premium Plus. Esternamente si ripresenta con una mascherina a due sole lamelle (simile a quelle delle suv della casa), rivestimenti neri attorno ai passaruota, cerchi in lega leggera con pneumatici a fianchi alti: si tratta, insomma, di una famigliare E SW in allestimento “suvizzato”. La trazione integrale 4Matic e la maggiore altezza libera dal suolo la rendono più versatile ed eclettica: adatta alla famiglia e al tempo libero anche quando si tratta di percorrere un fuori strada leggero, come accade spesso in campagna. Proprio per questo, ci sono appendici in plastica sulla carrozzeria, a proteggerla da possibili danni dovuti a contatti con arbusti e al pietrisco sollevato dalle ruote. Il look, è gradevole, con linee filanti e snelle. Internamente, l’abitacolo è molto spazioso, curatissimo e costruito con materiali di alta qualità. La conformazione è praticamente identica a quella della E SW da cui seriva: tecnologia a piene mani incorniciata da un lusso da top di gamma. Ora è il momento del test drive: la Mercedes E All Terrain guidata è stata la 220d Business Sport 4Matic

da 70761 €. La Mercedes fonde l’anima fuoristradistica del SUV con quella stradale e spaziosa della Station Wagon, creando il primo SUVvation (SUV+Station Wagon). La derivata della E SW, su strada è un salotto viaggiante: comodo, confortevole, facile e intuitivo nella guida. Ottimo è anche l’uso che se ne può fare nel fuoristrada grazie alle sospensioni ad aria regolabili, alla Trazione Integrale 4Matic, all’ottimo Cambio Automatico. Il propulsore che pulsa sotto la E guidata, e finora l’unico motore a listino, è il 2000 Turbodiesel da 194 cv, denominato 220d. Questo motore, che ha fatto il suo debutto con la E Berlina attualmente in listino, è un’ottimo 2000 con prestazioni da cilindrata superiore (brillantezza, potenza, accelerazione, silenziosità, fluidità di marcia....), ma con la parsimonia di consumi e costi di gestione che un motore piccolo di cilindrata può dare. Da ultimo il listino prezzi: si va da 60690 € della 220d Sport 4Matic per arrivare a 75710 € della 220d Premium Plus 4Matic (Diesel). Per ulteriori informazioni sul mondo dei motori visitate il mio magazine www.bestmotori.it

Vivi l’esperienza E All Terrain 60 www.newentry.eu


Offerte in vendita BREMBATE DI SOPRA

PONTE SAN PIETRO

PONTERANICA

Cod. 10815 Quadrilocale di 150 mq ingresso indipendente, giardino, taverna, lavanderia e box € 200.000

Cod. 7284 Trilocale in villetta, ampio giardino privato taverna e doppio box € 180.000

Cod. 9811 Villetta a schiera di ampia metratura, mansarda abitabile, giardino, taverna e box. € 259.000

PALADINA

BREMBATE DI SOPRA

ALME’

Cod. 10730 Introvabile, luminoso ultimo piano terrazzato con box e cantina Libero subito solo € 139.000!

Cod. 10815 Bilocale come nuovo con travi a vista, autonomo spese minime ottime finiture. € 75.000

Cod. 11328 Posizione centrale, appartamento di mq.85, molto luminoso completo di box. € 110.000

Offerte in affitto

SORISOLE bilocale in corte ristrutturata, arredato possibilità box. Cl. E – ipe 125.04 € 500,00 VILLA D’ALME’ trilocale 90 mq, ultimo piano terrazzato con doppio box Cl. F – ipe 168.04 € 550,00 VILLA D’ALME’ bilocale vuoto senza spese condominiali Cl. F – ipe 161.47 € 350,00 SORISOLE casetta indipendente e ristrutturata circa 65 mq non arredata Cl. F – ipe 165.21 € 500,00 ALMENNO S.S. trilocale vuoto nuovo con box cantina e posto auto Cl. B – ipe 55.21 € 550,00 tratt.

EsseVi Immobili - Tel. 035 63 63 27 Almè (Bg) - Viale Italia,37 - www.essevialme.it

esseviimmobili@alice.it


TAPPEZZERIA

ARRIGONI VENDITA, MONTAGGIO E ASSISTENZA

TENDE PER INTERNI - TENDE DA SOLE PERGOTENDE - ZANZARIERE - TENDE A RULLO RIFACIMENTO SEDIE E DIVANI Brembate di Sopra (Bg) Via Cesare Battisti,22

www.tappezzeria-arrigoni.it info@tappezzeria-arrigoni.it

Per informazioni e preventivi

Tel./Fax 035 332096

Eco-Bonus 2018 ti da diritto ad una speciale detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di tende da sole e pergole. APPROFITTANE!!!


RIFLESSIONI

I SALVADANAI DEI BAMBINI Facendo le classiche pulizie di primavera e riordinando casa, ogni anno, immancabilmente, riesco a buttare ben poco: per nostalgia, per abitudine di tenere tutto, perché” non si sa mai”, magari potrebbe servire ancora, o per il ricordo che accompagna certi oggetti…E allora li prendo in mano, lascio spaziare la mente e, tra un sorriso e un po’ di nostalgia, ripongo ancora quasi tutto fino alla prossima pulizia. Tra i molti oggetti che tengo con piacere da tanti anni ci sono le cassettine di risparmio dei miei figli, quando erano piccoli. Fino a qualche decennio fa infatti ogni bambino, fin dalla nascita, riceveva in regalo dai genitori o dai nonni, il salvadanaio, la cassettina della banca in pesante metallo dove mettere gli spiccioli e di conseguenza il libretto dei risparmi emesso dalla stessa banca. Era un regalo che insegnava ai piccoli a risparmiare ogni soldino avuto nelle più diverse occasioni: semplici pranzi di famiglia, compleanni, festività importanti, comunione, cresima, promozione a scuola…

NewEntryTelevision

Momenti in cui familiari e parenti davano la “mancia”a figli e nipoti da mettere nella cassettina. Gesto molto sentito dagli adulti, perché la cultura del risparmio passasse come concetto basilare; contenti i bambini, impazienti di riempirla affinchè la mamma andasse in banca a depositare il gruzzoletto sul libretto e sentirsi “ricchi”. Non erano certo grandi somme, ma il messaggio era importante. Ricordo quando già sposate e con figli piccoli la domenica ci ritrovavamo a cena dalla mamma: salutandoci a fine serata, scambiando baci e abbracci con i rispettivi nipotini, era consuetudine dare a ognuno la mancetta, da mettere nella cassettina. Gesto d’affetto, rituale semplice e spontaneo che non si dimentica e che è sempre simpatico raccontare quando ci si ritrova in famiglia. Abitudini che cambiano, seguendo giustamente metodi più moderni di accantonamento dei risparmi, ma princìpi che dovrebbero restare. È invece sempre meno vissuta l’importanza del risparmio, sia perché oggi è obiettivamente più difficile riuscire a risparmiare( molti giovani sono disoccupati o hanno stipendi bassi e lavori precari, molte famiglie con un solo stipendio non arrivano a fine mese..) sia perché buona parte delle nuove generazioni vive più alla giornata, preoccupandosi un po’ meno di noi del futuro. Ornella Olfi

www.newentry.eu NewEntry... in contatto con le emozioni

App Inside Italy www.newentry.eu 63


Terno d’Isola (Bg) - Via E.Fermi,11 Tel. 035905470 - www.ariannalatelier.com

16 maggio 1985 - 16 maggio 2018

33 anni con voi... grazie!

New Entry - Edizione di Bergamo - 16/05/2018  

Un altro numero ricco di contenuti e di valori Buona lettura

New Entry - Edizione di Bergamo - 16/05/2018  

Un altro numero ricco di contenuti e di valori Buona lettura

Advertisement