Page 1

HARAKA la nostra essenza d’Africa


Indice La nostra Haraka .................. pag.3 Perchè scegliere Haraka ....... pag.4 Il Viaggio di Nozze ................ pag.5 Tanzania ............................... pag.7 Zanzibar ............................... pag.17 Isola di Pemba ...................... pag.21 Isola di MaďŹ a ........................ pag.23


La nostra Haraka È stato l’amore per questi luoghi a spingerci a mettere al servizio dei viaggiatori la nostra esperienza. Per farlo, siamo partiti innanzitutto dal nome, che volevamo fosse parte integrante del nostro progetto. “Haraka” è una parola Swahili, opposta al rinomato “Pole Pole” che entra nel gergo una volta rientrati da questi luoghi. Haraka significa veloce, ma la velocità riguarda soprattutto il nostro modo di lavorare. Perché, per un viaggio, ci vuole invece il Tempo: il tempo di conoscere un luogo, il tempo di emozionarsi, il tempo di ascoltare le proprie sensazioni. Oltre a proporre i classici pacchetti con voli charter, Haraka presenta soluzioni Su Misura, per rendere davvero il viaggio un’esperienza personale fin dai primi passi, disegnando l’itinerario assieme al viaggiatore. Ciò che vogliamo inserire nel Viaggio è la scoperta della Tanzania: proponiamo quindi Safari esclusivi con sistemazioni in Lodge o Campi Tendati per permettere ad ognuno di scegliere la soluzione più adeguata; a Zanzibar le strutture che commercializziamo non prevedono animazione, non hanno trattamenti da “tutto incluso”. La sera diventa quindi un momento di relax, in compagnia dei versi di Bush Babies e di una leggera brezza di vento che culla le palme. Mafia e Pemba chiudono il nostro cerchio come destinazioni fuori dal turismo di massa. Qui si può ancora ammirare una stellata favolosa, mentre il mare piano piano si ritira, per poi aprirsi nuovamente, in questo moto continuo, lento ed affascinante. Ovviamente tutto è combinabile in base alle richieste, in base ai gusti, in base a ciò che si vuole vivere e condividere.

Tanzania: La nostra Essenza d’Africa. www.harakaviaggi.com

3


Perchè scegliere Haraka Perché scegliere Haraka Viaggi per un viaggio in Tanzania? Perché innanzitutto conosciamo questo Paese, quello che può dare e in quale modo. Per i Safari in Tanzania nei Parchi del Nord ci affidiamo ad un nostro corrispondente in loco: oltre all’autista è presente una guida locale parlante italiano, le Jeep 4x4 sono ad uso esclusivo dei viaggiatori, e quindi il Safari è sempre garantito con un minimo di 2 partecipanti. Non verranno creati gruppi, se non direttamente dall’Italia. Per i Parchi del Sud, i Campi Tendati organizzano le attività con Jeep del Campo. Partenze, durata e sistemazioni sono decise assieme al viaggiatore. Per Zanzibar, le strutture che proponiamo sono per lo più a gestione italiana, e un nostro corrispondente in loco si occuperà dei trasferimenti da e per l’aeroporto e fornirà l’adeguata assistenza in caso di emergenze. Abbiamo selezionato piccoli Resort che non prevedono animazione, adatti quindi a chi ricerca una sistemazione tranquilla. Maggiori informazioni si possono trovare a pag. 19 della presente brochure. Per raggiungere la Tanzania consigliamo sia voli charter con partenze dai 4 principali aeroporti italiani, sia voli di Linea con arrivo a Kilimanjaro, Dar o Zanzibar per diversificare il prodotto e renderlo più aderente alle esigenze del singolo.

4

Avete mai sentito parlare del “mal d’Africa”?


Il Viaggio di Nozze. Itinerari..col cuore. Il valore del Viaggio di Nozze fa sì che questa non sia solo una semplice vacanza, ma un vero e proprio suggello d’Amore. Da qui, l’aspettativa che si ha del Viaggio è altissima, e importantissima diventa quindi l’organizzazione, dalla creazione del programma fino alla sua completa realizzazione. Haraka Viaggi mette a completa disposizione dei futuri sposi tutta la sua competenza sulla destinazione Tanzania, con pacchetti ad hoc, su misura della coppia, valutandone insieme le sistemazioni, la durata, eventuali combinazioni tra Safari e mare o fra le varie isole, inserendo anche il combinato, sempre più richiesto, Dubai + Zanzibar. Con il nostro ampio raggio di prodotti, visibile sul sito www.harakaviaggi.com siamo in grado di proporre qualsiasi tipo di viaggio, dal più semplice al più ricercato, con strutture di standard medio o alto, fino all’esclusivo, come lo SkySafari nei Parchi del Nord+ Kilindi o Essque Zalu a Zanzibar per un Viaggio pieno di charme. Inoltre, per chi vuole dire il suo sì con i piedi sulla sabbia, organizziamo anche matrimoni a Zanzibar, con due formule distinte: una con rito cattolico regolare e una con rito non regolare (quest’ultima usata di solito per ripromesse di Matrimonio, Viaggi di Nozze e anniversari) Sarà nostra cura pianificare la cerimonia fin nei minimi dettagli: decorazioni floreali, suonatori e danzatori, servizio fotografico, pranzo o cena dopo il sì, escursioni in loco.

L’importanza di un viaggio non è dove andare, ma con chi...

5


Tanzania

Un Viaggio tra sogno e realtà Vi faremo innamorare ancora prima di partire, per questa Terra d’Africa che ci ha cambiato la vita in tutti i sensi. Vogliamo presentare la Tanzania per le sue ricchezze, che l’hanno resa e la rendono una destinazione allo stesso tempo misteriosa e conosciuta: i suoi magnifici ed infiniti paesaggi protetti in Parchi e Riserve naturali, i colori dei suoi Arcipelaghi, unici e preziosi. Resterete ammaliati dai colori di questa natura selvaggia, dai rumori che emozionano fin nel profondo e dalle abitudini degli animali, entrando a far parte di coloro che sono stati intaccati da quel malessere speciale che tutti conosciamo come il “Mal d’Africa”. Questa terra racchiude i più bei tesori dell’Africa orientale, Parchi famosi come il Serengeti National Park e l’incredibile cratere vulcanico di Ngorongoro, senza tralasciare il Kilimanjaro, la più alta montagna Africana. Ma in Tanzania c’è molto più di tutto questo: il Selous, la più grande riserva Naturale per estensione, ben 55.000 kmq, abbonda di flora e fauna ed è ricco di specie di uccelli, l’habitat ideale per il rinoceronte nero. Questo Paese è unico nei suoi Parchi, con più di 45 mila chilometri quadrati destinata a riserve, aree protette e parchi marini. Il ruolo principale dei suoi quindici Parchi Nazionali (prossimamente sedici) è la tutela e la salvaguardia di un ricco patrimonio naturale per garantire a flora e fauna ampi spazi aperti in cui vivere e riprodursi al sicuro, lontani dagli interessi contrastanti delle popolazioni umane. Scegliendo di visitare la Tanzania contribuirete a sostenere questo straordinario investimento sul futuro di questa meravigliosa terra. Tra gli Arcipelaghi, l’isola più rinomata è sicuramente Zanzibar (Unguja nella lingua ufficiale), con le sue spiagge bianche, accarezzate dalle onde dell’Oceano Indiano, vegetazioni lussureggianti, lingue di sabbia che compaiono e scompaiono a seconda delle maree, regalando agli occhi uno spettacolo di colori unico nel suo genere e sempre diverso. Insieme a Zanzibar, la seconda isola che forma l’arcipelago è Pemba, situata circa 60 chilometri a nord-est di Unguja, dove il Turismo fortunatamente non è ancora troppo sviluppato. È quindi la destinazione ideale per chi desidera evadere dalla stressante vita quotidiana e scoprire un luogo paradisiaco con privacy e relax assicurati. A Sud di Zanzibar, invece, c’è un altro piccolo arcipelago a cui fa capo l’isola di Mafia, dove vivono 45 mila persone e non ancora assediata dal turismo dei grandi numeri. Qui, come a Pemba, i fondali marini e una coloratissima barriera corallina regalano agli amanti della subacquea immersioni spettacolari. Mafia, inoltre, annovera un bellissimo Parco Marino, utile a preservare questo delicatissimo paradiso sommerso. A fare da cornice a tutto ciò, gli uomini che popolano questa terra, i quali avranno forse anche poco da offrirvi, ma i loro sorrisi basteranno per portarvi nel cuore questa intensa essenza d’Africa. www.harakaviaggi.com

7


UGANDA

Parchi del nord 1

Lake Manyara National Park

2

Serengeti National Park

3

Ngorongoro Conservation Area

4

Tarangire National Park

5

Arusha National Park

LAKE VICTORIA

RWANDA

BUR IGI GAME RESERVE

A

8

RUNGWA GAME RESERVE UWAMDA GAME RESERVE

Udzugwa Montains National Park

Altri parchi su richiesta e tutta la nostra programmazione la trovi sul sito www.harakaviaggi.com

DOD

KISIGO GAME RESERVE

KATAVI NATIONAL PARK

YIK AN

9

LAKE MANYARA

1

G AN

Mikumi National Park

LAKE EYASI

MAHALE NATIONAL PARK

ET

8

NGORO NG CONSERVAT AREA

UGALLA RIVER GAME RESERVE

K LA

Ruaha National Park

3

KIGOSI GAME RESERVE

Parchi del sud 7

SERE NGETI NATIONAL PARK

MOYOWOSI GAME RESERVE

GOMBE NATIONAL PARK

Selous Game Reserve

2

BIHARAMULO GAME RESERVE

BURUNDI

6

RUBO NDO NATIONAL PARK

7

RUAHA NATIONAL PARK

ZAMBIA LAKE NYASA

UD MO NAT PAR


KENYA LAKE NATRON

GORO ATION

KILIMANJARO NATIONAL PARK

5

ARUSHA NATIONAL PARK TARANGIRE NATIONAL PARK

MKOMAZI GAME RESERVE

4

PEMBA

SADANI GAME RESERVE

DOMA

ZUGWA ONTAINS TIONAL RK

DARES SALAAAM

8 9

ZANZIBAR

MIKUMI NATIONAL PARK MAFIA

6

SELOUS GAME RESERVE

MOZAMBICO


FOTO 1

10 FOTO 2

Parchi del Nord


FOTO 3

FOTO1 - Serengeti National Park - Seronera Wildlife Lodge FOTO2 - Serengeti National Park - Leoni nel Serengeti FOTO3 - Tarangire National Park - Pic-nic nel parco - FOTO4 - Ngorongoro Conservation Area - Fenicotteri rosa

FOTO 4

11


FOTO 1

12 FOTO 2

Parchi del Nord


FOTO 3

FOTO1 - Veduta del Mount Kilimanjaro FOTO2 - Serengeti National Park - Olduvai Gorge FOTO3 - Escursione in mongolďŹ era nel Serengeti FOTO4 - Leopardo, possibile incontro durante il safari in Serengeti

FOTO 4

13


FOTO 1

14 FOTO 2

Parchi del Sud


FOTO 3

FOTO1 - Ruaha National Park - Famiglia di elefanti che guadano il fiume Ruaha FOTO2 - Ruaha National Park - Giraffe FOTO3 - Selous Game Reserve - Zebre FOTO4 - Relax al tramonto nel fiume Rufiji al Selous

FOTO 4

15


Zanzibar

L’isola delle Spezie L’Arcipelago di Zanzibar è situato nell’Oceano Indiano, di fronte alla costa orientale della Tanzania che dista circa 40 km. Zanzibar è costituita da due isole principali, Unguja (o semplicemente “Isola di Zanzibar”) a sud, Pemba a nord, e da oltre quaranta isole minori, tutte considerevolmente più piccole, alcune delle quali disabitate. L’Isola è stata per secoli predominante negli scambi commerciali fra Asia e Africa, e tutt’ora svolge il ruolo di lingua franca in gran parte dell’Africa orientale. Il centro storico della capitale di Zanzibar, Stone Town, ricco di testimonianze architettoniche e storiche della cultura swahili, è stato dichiarato patrimonio dell’UNESCO. Zanzibar fu anche un luogo importante per il commercio di schiavi a est dell’Africa, nonché per la via delle spezie, e ancora oggi una parte significativa della sua economia si basa sulla produzione di chiodi di garofano, noce moscata, cannella, pepe e zenzero. Negli ultimi decenni ha conosciuto un continuo e rapido sviluppo il settore turistico, che sfrutta il patrimonio naturale, paesaggistico e culturale dell’isola. Ciò che richiama subito nei nostri occhi l’isola di Zanzibar sono i colori. Nessun altro luogo concede uno spettacolo naturale così diverso in base alle ore del giorno, alla luce, al periodo dell’anno. Questo è principalmente dovuto al “respiro del mare”: le maree. Questa caratteristica non la si deve considerare un problema o un limite del luogo, anzi! Le maree offriranno anche la possibilità di arrivare passeggiando alla variopinta barriera corallina e scoprire le molteplici specie marine che affiorano dal mare. Zanzibar è riuscita a mantenere intatta, soprattutto in alcune zone, la sua “africanità”: nei sorrisi della gente, nella natura rigogliosa, nelle spiagge incontaminate, nelle coltivazioni di alghe in riva al mare possiamo trovare l’essenza d’Africa che noi di Haraka Viaggi vogliamo trasmettere. Le spiagge più conosciute e di vera bellezza sono Nungwi e Kendwa a Nord, Pwani Mchangani, Matemwe, Kiwengwa e Uroa a Nord Est, mentre sulla costa Sud- Est Bwejuu e Michamvi, Paje e Jambiani, ognuna con i suoi colori di diverse tonalità, dall’azzurro al verde smeraldo.

www.harakaviaggi.com

17


Mini guida di Zanzibar SPIAGGE: Ampie spiagge di sabbia bianchissima, che richiedono l’uso di occhiali da sole per non rimanere accecati dalla luce che il sole riflette. Immaginatevi.. a piedi scalzi, passeggiare per chilometri e chilometri, il viso accarezzato da un lieve venticello, il rumore del mare che si ritira, o recupera i metri lasciati alla sabbia poche ore prima. A contornare il vostro cammino, alte palme o rigogliosa vegetazione; a popolare la spiaggia, i locali intenti a rientrare dalla pesca o a preparare la barca per la prossima uscita, o a raccogliere le alghe, o a giocare. Questo si può vivere lungo tutta la parte est dell’Isola, da Bwejuu e Paje, passando per Uroa, per Kiwengwa e proseguendo per Pwani Machangani fino ad arrivare a Matemwe. Nungwi, ma soprattutto Kendwa, sono rinomate per la poca presenza delle maree, comunque visibili.

STRUTTURE: In queste spiagge sorgono strutture a gestione italiana od internazionale, dalle 3 stelle fino alle 5 stelle Lusso. Il nostro panorama è ampio, così da poter proporre la migliore sistemazione in base alla tipologia di viaggiatore. Tutte hanno comunque un comun denominatore: dimensioni medio-piccole (da 6 a circa 60 camere), nessuna animazione presente, se non qualche piccolo spettacolo d’intrattenimento serale organizzato direttamente dalla struttura. Anche i trattamenti si diversificano: dal Bed & Breakfast per coloro che amano organizzarsi da sé le giornate, alla pensione completa, passando per la mezza pensione. In qualche caso il servizio è a buffet, ma niente di troppo caotico o che preveda code, in piedi, con il proprio piatto; per tutte le altre il servizio è al tavolo, con menù giornaliero o à la carte.

ESCURSIONI: Zanzibar non è solo spiagge e mare.. per conoscerla un po’ più a fondo, qualche escursione merita la pena di farla. Si può scegliere tra: il Tour delle Spezie, la visita di Stone Town durante il giorno, Prison Island, il Safari Blue, un giro in Quad tra i villaggi, snorkeling sull’isola di Mnemba. Per i più avventurosi, c’è la possibilità di andare a Chumbe Island, poco lontana da Stone Town, dove gli incontri con i Coconut Crab renderanno indimenticabile la giornata. Attenzione, però, perché il numero è chiuso, quindi converrebbe prenotare già dall’Italia per garantirsi la visita.

STONE TOWN DI SERA: L’unica città dell’Isola, e patrimonio dell’UNESCO, offre ampie curiosità da vedere durante il giorno e numerose possibilità per trascorrere una piacevole serata in qualche locale. Per conoscere davvero questa città, consigliamo un itinerario serale molto particolare. Partite dal Vostro Resort nel tardo pomeriggio, e cenate in qualche ristorantino. Noi possiamo consigliarvi la Taverna, con tradizione italiana, il Mercury’s Restaurant, o il caratteristico ristorante posto sulla terrazza dell’House of Spices, da cui si ha una splendida veduta della città (e il gestore è italiano). Per digerire la cena, concedetevi una passeggiata tra i profumi dei giardini di Forodhani, in riva al mare. Qui la sera diventa il ritrovo di molti zanzibarini, e potrete bere un buonissimo succo di canna da zucchero, fatto al momento! Per finire, dirigetevi al bar Livingstone, sempre in riva al mare, per sorseggiare qualcosa di fresco e ritornare poi nel vostro Resort (consigliamo la vista notturna, ma sempre accompagnati da un locale) www.harakaviaggi.com

19


Isola di Pemba L’isola sempre verde

L’isola di Pemba è situata a circa 60 chilometri a nord-est di Zanzibar e a circa 50 chilometri dalla costa della Tanzania; la sua posizione determina un clima tropicale, ed è quindi consigliata da Giugno a Marzo. I primi commercianti Arabi la chiamarono “Al Huthera”, che significa “isola verde”. Infatti, a differenza di Zanzibar, piatta e sabbiosa, Pemba è collinare e con una folta vegetazione, conosciuta soprattutto per le sue coltivazioni di chiodi di garofano. Situata sul crocevia tra le coste orientali ed il Medio Oriente, l’Isola ha visto nascere nei secoli un interessante patrimonio di culture miste; le fiorenti cittadine sviluppatesi rimangono ora nascoste ed abbandonate tra la vegetazione, a memoria perenne dell’antica sovranità araba che ha interessato queste terre. Pemba è rinomata per le sue ricchezze naturali: spiagge incontaminate, mangrovie e foreste. Le barriere coralline che circondano tutta l’isola, tra le più belle al mondo, proteggono una moltitudine di specie marine, e sono ideali per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. I siti di diving della zona sono considerati, infatti, tra i migliori al mondo. Il Turismo a Pemba non è ancora (e possiamo dire “per fortuna”) sviluppato, contando infatti solamente 2 Resort, uno a Nord e uno a Sud dell’Isola, con pochissimi bungalow ed uno standard qualitativo di livello medio-alto. È quindi una destinazione ideale per chi desidera evadere dalla stressante vita quotidiana e scoprire un luogo paradisiaco con privacy e relax assicurati.

www.harakaviaggi.com

21


Isola di Mafia

Spiagge selvagge e barriera corallina Per capire cos’è Mafia, basta guardare fuori dal finestrino del piccolo aeromobile che ci porta su questa piccola gemma. Un’isola incontaminata, quasi selvaggia, adagiata su questo lembo di Oceano Indiano che regala colori indescrivibili. Non è una metropoli, né tantomeno un luogo in cui è possibile destreggiarsi in mille attività, commerciali o prettamente ricreative: è un piccolo angolo di relax, incontaminato e che sembra lontano anni luce dal mondo, anche se ospita un piccolo aeroporto e strutture alberghiere, sapientemente realizzate senza intaccare l’enorme patrimonio naturalistico. L’isola è molto conosciuta soprattutto per il Mafia Island Marine Park che ha una superficie di 822 km2, ed è l’area marina protetta più ampia dell’Oceano Indiano. Il parco marino tutela oltre 50 tipi di corallo, (come il corallo a cervello, molle, di fuoco e poi madrepore, acropore, corna d’alce, corallo a tavolo, oltre ad una varietà di specie di minuscoli organismi sui muri verticali all’esterno della barriera corallina), 460 specie di pesci e 5 diverse specie; interessante la presenza di tartarughe marine che scelgono proprio le spiagge coralline per deporre le uova, individuate nella Baia di Chole. Il WWF ha compreso quest’isola tra quelle da monitorare per il controllo di alcune specie di tartarughe rare, in via d’estinzione. L’Arcipelago di Mafia e’ uno dei più interessanti ambienti marini e corallini del mondo, eccellente in termini di bio-diversità, rendendolo quindi meta ambita dai subacquei che in queste acque possono ammirare molte varietà di pesci e coralli. Il periodo indicato per visitare l’arcipelago di Mafia va da Novembre a Marzo, prima del periodo delle piogge che va da aprile a maggio. I mesi da Giugno ad Ottobre sono molto variabili, mentre Giugno e Luglio sono da evitare nella parte Est dell’isola per il forte vento che impedisce sia le uscite in barca sia le immersioni.

www.harakaviaggi.com

23


www.harakaviaggi.com

www.studioimmaginenet.it

HARAKA

Haraka Viaggi  

brochure haraka

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you