Issuu on Google+

n° 5 22  dicembre

2009

UN

BEL REGALO DI

N ATALE

Sabato i poglianesi hanno trovato nella cassetta della posta un bel regalo di Natale: il nuovo numero dell'informatore comunale che per l'occasione ha cambiato nome, passando da "Il Poglianese" a "Pogliano in Comune". A Natale si è tutti più buoni, tranne la nostra amministrazione che ha deciso di non lasciare a disposizione dell'opposizione neanche mezza delle 24 pagine perché potesse esprimere il suo punto di vista. Ci piace quindi si continui ad utilizzare questo strumento di informazione, non ci piace che si dia spazio solo ad un punto di vista a differenza di quello che è sempre stato fatto negli anni passati. Ci piace che vengano illustrate le iniziative portate avanti, anche quelle che non abbiamo condiviso, non ci piace che venga utilizzato come strumento di propaganda e di presentazione dei sogni di questa amministrazione.

Una risposta inaccettabile E quando Vivere Pogliano ha ovviamente contestato la decisione di non aver avuto nessuno spazio sull'informatore comunale, qual è stata la risposta?


n° 5 22  dicembre

2009

"Se volete informare la cittadinanza, mettete mano al portafoglio e pagate di tasca vostra, così come abbiamo fatto noi in passato". Ribadendo per l'ennesima volta un'idea latente nel centro destra: alla fine la politica deve essere fatta da chi è più forte, da chi è più aggressivo, da chi è più ricco. Questa idea politica si commenta da sola e chiaramente non la condividiamo.

La qualità dell'informazione Qualche osservazione va fatta anche sui contenuti dell'informatore. Di fianco alla presentazione delle (poche) opere oggettivamente realizzate, troviamo: o Opere realizzate dalla passata amministrazione (una bella foto della scuola primaria ristrutturata, il piano di diritto allo studio) o Tanti sogni e speranze per il futuro o Addirittura

il

tentativo

di

rendere

positivi

episodi

che

dovrebbero essere dimenticati come la famosa ordinanza sui bar di questa estate restata in vigore 2 giorni Troviamo positivo invece lo spazio lasciato alle associazioni e sospendiamo il giudizio sullo spazio dedicato ai dipendenti comunali: interessante l'idea, ma piuttosto che l'arido elenco delle mansioni, sarebbe stato più stimolante conoscere i problemi, le peculiarità e l'approccio al servizio di quell'ufficio.


la_voce_dell_opposizione_-_05_-_un_bel_regalo_di_n