Issuu on Google+

Newsletter dell’Associazione Natura per Tutti Onlus

Naturando

Anno 3 — Numero 1 Marzo — Aprile 2011 Pubblicazione non periodica

Prossimi Appuntamenti Fattoria degli Animali La Fattoria per scuole e gruppi, ma anche per singoli e famiglie, è visitabile dal 1° marzo tutti i giorni su appuntamento. Per informazioni Tel. 0699206063 info@fattoriapertutti.it

Appuntamenti di marzo Il mese della Biodiversità 12 marzo ore 10,00 La Fattoria degli Animali 13 marzo ore 10,00 l’Oasi del Bosco di Palo

Quando arriva la primavera! Le stagioni sono scandite in campagna dagli eventi naturali. Tradizionalmente per i contadini si considerava arrivata la primavera alla ricomparsa di alcuni animali, che riprendevano la loro attività dopo la pausa invernale. La comparsa dei primi fiori sul mandorlo è da sempre considerato un altro segnale che ormai l’inverno ed il suo clima severo sta lasciando il passo alla primavera. Il mandorlo della “Fattoria degli Animali” (nella foto) ci regala in questi giorni la sua splendida fioritura candida . Buona primavera a tutti!

19 marzo ore 10,00 La Fattoria degli Animali 20 marzo ore 10,00

Marzo 2011: il mese della Biodiversità

l’Oasi del Bosco di Palo 26 marzo ore 10,00 La spiaggia di Torre Flavia Per prenotazioni: 3313921324

Oasi del Bosco di Palo

Il mese di marzo arriva la primavera e la natura si risveglia; proprio per festeggiare la bella natura di casa nostra proponiamo un calendario speciale di eventi che fanno di marzo il “mese della biodiversità”. Dal Bosco di Palo, alla Palude di Torre Flavia fino alla Fattoria degli Animali, per un percorso ideale tematico alla scoperta delle numerose forme di vita che condividono con noi il pianeta. Vi aspettiamo numerosi!

Dal 1ottobre al 31 maggio l’Oasi sarà aperta al pubblico tutte le domeniche con una visita guidata alle ore 10,00 (non occorre prenotare) Per informazioni Tel 3313921324 - palo@wwf.it Appuntamenti di aprile Saperi e sapori della macchia mediterranea 17 aprile ore 10,00 La macchia mediterranea tra erboristeria, tradizioni e gusto. Per prenotazioni: 3313921324

Splendido esemplare femmina di tritone punteggiato. In questo periodo i tritoni frequentano le pozze d’acqua del Bosco di Palo per deporre le uova


Anno Pagina 4 3 - Numero 1

Naturando Naturando

Pagina 2 Anno 2— Numero 5

La domesticazione degli animali selvatici 

Con la domesticazione, gli animali hanno subito dei cambiamenti, indotti dall’uomo, che li hanno diversificati notevolmente rispetto al loro progenitore selvatico. I primi casi di domesticazione sono collocati molto indietro nel tempo; il primo caso accertato di domesticazione di un animale: quello del lupo (Canis lupus), collocato intorno ai 10.000 anni fa. Alcuni studiosi avanzano l’ipotesi che uomini e lupi si muovessero insieme in

“branchi misti”, collaborando alla ricerca e alla cattura della selvaggina. Questo strano caso di “simbiosi”, in altre parole di due specie che trovano vantaggioso collaborare per la propria sopravvivenza , è considerato il primo passo verso la domesticazione degli animali da parte dell’uomo. In questa fase probabilmente l’uomo venne in possesso di cuccioli di lupo, adottandoli, iniziando così il cammino che conduce alla nascita dei nostri cani domestici. Solo tremila anni più tardi si sarebbe avviata una fase legata alla pratica dell’allevamento, che portò alla domesticazione di molte specie animali selvatiche, prima con la cattura e l’allevamento di pecore e capre selvatiche e, successivamente di bovini ed altri animali.

In tutto il mondo abbiamo assistito, con

la domesticazione, alla nascita e differenziazione di molte razze domestiche, diverse rispetto ai tipi selvatici originari. In questo senso l’uomo ha contribuito ad aumentare la biodiversità attraverso le innumerevoli forme e colori degli animali domestici. Le varie razze locali rispondevano in passato all’esigenza di avere comunque tipi di animali domestici adatti alle metodologie di allevamento e alle condizioni climatiche locali. Negli ultimi decenni, con l’avvento della tecnologia negli allevamenti, l’uomo ha invertito la tendenza riducendo gli animali domestici a poche razze, quelle più produttive, allevate su scala industriale. Per leggere l’articolo integrale vai su: www.treccani.it nella sezione Scuola “biologia e chimica”

Le foglie degli alberi: a ciascuno le sue Passeggiando nel Bosco di Palo uno dei segnali dell’arrivo della primavera è che le piante caducifoglie, che hanno perso le foglie per difendersi dai rigori del freddo, lentamente stanno ritornando alla vita. Con l’innalzamento delle temperature e l’aumento del fotoperiodo le gemme iniziano a svilupparsi in nuove foglie che garantiranno alla pianta la capacità di svolgere la fotosintesi. Le foglie sono infatti indispensabili perché al loro interno si svolge la reazione chimica della fotosintesi, che garantisce la produzione di zuccheri, necessari al metabolismo della pianta. Ciò che stupisce è la varietà di forme, non vi è specie vegetale che abbia la foglia uguale, per dimensione e forma, all’altra.

“NATURA PER TUTTI” Onlus Località Monteroni pod. 1265 00055—Ladispoli (RM) Tel/Fax 0699206063—Cell. 3313921324 Sito Web www.fattoriapertutti.it E-mail: info@fattoriapetutti.it

Naturando Newsletter dell’Associazione Natura per Tutti Onlus Anno 3 Numero 1 - 01 marzo 2011

Testi e foto a cura di

Il bruco del macaone (Papilio macaon) ha trascorso l’inverno sotto forma di crisalide, in aprile si trasformerà in una splendida e variopinta farfalla

Antonio Pizzuti Piccoli Agnieszka Kaczmarczyk

Nel rispetto del decreto legislativo 196/2003, i dati da Lei rilasciati saranno utilizzati dall’Associazione per informarLa sulle iniziative dell’Associazione. I dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terzi se non per obblighi di legge. È Suo diritto ottenere la modifica o la cancellazione e di opporsi al loro trattamento secondo quanto stabili-

to dall’articolo 7 del citato Dlgs. Titolare del trattamento dei dati è Associazione Natura per Tutti Onlus, Località Monteroni pod. 1265 00055 — Ladispoli (RM)


NPTnewsletter1_2011