Issuu on Google+

OSSERVATORIO SULL’USO DEI SISTEMI ADR Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica (Thomas Alva Edison) di Francesca Tempesta


Corte di Appello

Anno 2008

Anno 2009

Anno 2010

Anno 2011

Primo Grado Totale Procedimenti Pendenti per i Tribunali Ordinari

3.496.899

3.540.326

3.486.487

3.452.462

1.477.917

1.700.668

1.440.595

1.485.699

Giudice di Pace Primo Grado Principali Materie Totale Procedimenti Pendenti per il Giudice di Pace A cura del Ministero della Giustizia


Attualmente, in Italia non esiste un’Agenzia Governativa che si occupi di diffondere, monitorare, sviluppare l’uso dei sistemi ADR, che vigili sulla qualità del servizio reso dagli operatori del settore.


Per tali ragioni, anticipando gli intendimenti del Governo e del Parlamento, in un periodo di preoccupante crisi politica-economica-istituzionale del nostro Paese: Università di Teramo Università di Cassino e del Lazio Meridionale Istituto Nazionale di Economia Agraria (Ente Pubblico del Ministero dell’Agricoltura), Forum Nazionale dei Mediatori Re-Innova 2 in data 13 dicembre 2013 hanno sottoscritto un protocollo d’intesa, per dar vita ad un Consorzio “pubblico” denominato “Osservatorio sull’uso dei sistemi ADR”


EMERGENZA MEDIAZIONE


Studenti Universitari con un reddito ISEE inferiore a 38.000 euro, per partecipare a Seminari / Master Universitari in tema di mediazione civile e commerciale e familiare, per acquisire libri, dispense, nonché le competenze necessarie per lavorare all’interno di Organismi di Mediazione Civile / Commerciale / Familiare. Laureati e professionisti con un reddito ISEE inferiore a 38.000 euro, per partecipare a Corsi / Master al fine di acquisire il titolo e/o le competenze di mediatore civile e commerciale / familiare, nonché libri, dispense, software. Mediatori con un reddito ISEE inferiore a 38.000 euro, per partecipare a Corsi / Master di aggiornamento professionale, per acquisire libri, servizi, software per sviluppare la propria professionalità, per essere riconosciuti ed apprezzati dal mercato, per ottenere la certificazione di qualità. Responsabili di Organismi di Mediazione e/o Enti di Formazione con un reddito ISEE inferiore a 38.000 euro, per l’acquisizione di beni e servizi strumentali all’esercizio della loro attività, al fine di favorire lo sviluppo imprenditoriale degli stessi, per ottenere la certificazione di qualità. Possessori di partita IVA con un reddito ISEE inferiore a 38.000 euro, che hanno un contenzioso in atto e che è di ostacolo al loro sviluppo economico, e che vogliono rimuoverlo andando in mediazione.


Funzioni dell’Osservatorio • Svolge attività di ricerca, studio, analisi, vigila sulla qualità degli Organismi di mediazione, dei mediatori, monitora la diffusione della cultura della mediazione e degli altri sistemi ADR. • Certifica la qualità. • Collabora con il Ministero della Giustizia. • Coordina la realizzazione di seminari / master. • Propone interventi legislativi. • Svolge attività di consulenza / realizza pubblicazioni. • Critica.


STRUTTURA DELL’OSSERVATORIO


Primo prodotto dell’Osservatorio SEMINARI UNIVERSITARI Gli attori in campo: UNIVERSITA’ DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Re-Innova 2 INNOVA – CCIAAA DI FROSINONE Forum Nazionale dei Mediatori


Presentazione osservatorio sull'uso dei sistemi ADR