Page 1

Riqualificazione urbana di

Corso Marconi Con visione Sistemica


corso

i n o arc

tto

oge r p l a ccio appro

M

i n o c r Ma

corso

scenario stato di fatto

i

n Marco

ni o c r a M

corso

corso

approccio olistico alla fase realizzativa del corso

progetto

i

n o c r a M

corso

approccio olistico alla gestione del corso

ni

Marco

corso

rilievo olistico fasi di demolizione e rifacimento

i

n Marco

corso

rilievo olistico attivitĂ e risorse

ni

Marco

corso

approccio sistemico alla gestione delle attivitĂ e risorse

ni

Marco

corso

approccio sistemico alle fasi demolitive e realizzative


corso

M

rio i n arco scena

i n o c r a M

corso Obiettivi

-Definizione caratteristiche culturali della zona.

scenario stato di fatto i n o c r Ma

-Analisi della scena urbana.

corso

progetto

-Analisi del lightscape e del soundscape.

i n o c r Ma

corso

approccio olistico alla gestione del corso


chi

abita sansalvario VIA N

IZZA

VIA S

stranieri residenti in sansalvario

ALU

VIA

VIA P

RINC

IPE T

BEL

FIOR

VIA VIA

VIA

IST

INC

IPE

INA

BEL

S.AN

stranieri

FIOR

VIA

E VIA

SEL

TO

MO

MM

H

VIA

RT S.P IO

RI

V OV

CO RS ITT OR IO

VIA

P.Z AM CR ADA IST M INA A

ICO

LL

14% 22%

asia

altro

AN UE L

EM E

S.P IO V

LIO

I

EG

IAR

’AZ

LL

OD

ET

SIM

GA

AS

LL

OM

HO

RS

VIA

RT

VIA

BE

CO

nazionalità straniere in sansalvario

GA LL IA

INA

PE

oM

IST

A

oni

arc

CR

VIA

ME

rs Co

VIA

BE

MA

TI

OR

77%

italiani

O

ET

DA

BA RE T

VIA

O

GO

AS

OL L

MA

VIA

VIA

UZZ

ITO

ME

A

SAL

VIA

CR

PR

NI

MA

RS OM AR CO

MA

23%

LARGO SALUZZO

ASO

DA

OR

E

CO

VIA

VIA

ZZO

OMM

religioni

21%

africa

sansalvario commercio

43% u.e.

in sansalvario convivono religioni e i loro templi: le chiese cattoliche il tempio valdese la sinagoga le sale di preghiera mussulmane

realtà commerciale di piccola scala che richiamano le tradizioni tipiche di ogni etnia prodotti esposti all’esterno del punto vendita

multietnicità

arte

cultura del mercato. piazza madama Cristina fulcro del commercio


i n o c r a M

corso

giardinaggio tende

10

bar/pub

11

uffici

12

uffici

tipologie di spazi e di attrezzature fisse

Marconi

11

12

O SALUZZ

10

VIA

Fontella toret

attività commerciali

9

7

6

Guglielmo

corso

ERE

TI CAN

5

IORE

9

4

F VIA BEL

studio medico

3

2

t in ota n° tu le 40 tto pa 4 il rc co he rs gg o: i

8

1

Ba

assicurazione

VIA NIZZA

7

r

35

assicurazione assicurazione agenzia

8

VIA PRINCIP

1

5 bar 6

situazione park

Porta Nuova

NSELMO ’A T N A S VIA

4 bar

tipolog.pavimento

3 snack bar

tipolog.pavimento

abbigliamento autoscuola nokia store

Uscita Metro

2

tipologie di attrezzature e materiali e situazioni

espos. pubblicità

1 gelateria

cestino “sabaudo”

tto a f i d tato s o i r a scen


i n o c r a M

corso

17

18

orinatoio

panchine

bikesharing

19

21

20

Scuola E PAL

A STR

VIA ORMEA

E TAR N E M ELE I A L O ER SCU . RAYN G. A

Uffici

24

M ECO

TEL

es. prog. Promis

le tipologie architettoniche sono eterogenee tra loro per stile, altezza e colore

es. razionalismo n°1

cartolibreria assicurazione

16

es. edil. anni 60/70

23

assicurazione gioielleria

attività commerciali

24

22

VIA MADAMA CRISTINA

abbigliamento elettrodomestici autoscuola ambulatorio consolato

23 bar

16

MARCONI

19 panificio

21 bar

15

67 34

52 9

Parco Valentino

14

13

es. razionalismo n°2

18 bar

22

emergenza

Piazza Madama

macelleria egiziana

17 kebab pizza

20

ZEGLIO

tabaccaio restauro antichità veterinario cd teca

CORSO MASSIMO D’A

15 expert parrucchiere

16

pubblicità

tipologie di attrezzature pubbliche e private presenti

bar

VIA PRINCIPE TOMMSO

14

edicola

ottica agg.immobiliare oggettistica veterinario agg. viaggi profumeria eliografia

dehors

benzinaio

13 abbigliamento scarpe

cabine telefon.

tto a f i d tato s o i r a scen


i n o c r a M

corso

ico t s i l o cio approc

i n o c r Ma

corso

scenario stato di fatto

i n o c r Ma

corso

progetto

Obiettivi

i n o c r a M

corso

-Definizione categorie di indagine. -Analisi gestione risorse del corso. -Definizione criticitĂ . -Riconversione delle criticitĂ  in visione sistemica.

approccio olistico alla gestione del corso


i n o c r a M

corso

Co

m

Atti v

M

postag

gio

Impianto di borgaro

In

9.149.220L

!

gnatura Fo

-Difficile smaltimento fognario in particolari condizioni -Possibilità di allagamenti durante temporali

500 copie 500 copie Pubblicità cartacea

500 copie

erenzia diff

ta

Riciclo

BI

ME

Mo

Discarica Basse di Stura

Ann

impia

!

V

Pia

2000L

C

Cam io

carica Dis

n Gior ali

Tot. annuo:

In

Ne

P

Fl

Cam i V

ganico Or

o e latt i e tr

!

erenzia diff

ta

interno della discarica in Via Germagnano

Acqua

ci pubbl

tari ici

Sweppy jet

one azi

C

Citt a

Lav

Via

C

ci

+

ta e carto

Metro: Linea 1

o di tritur nt

un

ar

!

NA

tri

!

!

Organico di qualità gettato nel compostaggio

OPOLITA TR

Tot. annuo: 7.307.204L

e cart rta o

CO2

1 punto bikesharing

a

Plastica

ne

azzo l

ganico Or

ne

p tos

2 dipendenti a

li

Quantità giornaliera:

17280L

ne

Grandi quantità di

K

3 dipendenti

Grandi quantità di scarti:

E SHARIN

forme a tta

Plastica

18.000 auto in entrata 20.500 auto in uscita

cafè

-Ristorazione n°: 11 attività -Uffici n°: 4 attività -Artigianato n°: 6 attività -Negozi n°: 10 attività -Altro n°: 8 attività

Bus: 1, 18, 34, 35, 67, 101 Tram: 19, 16CS

2 torelli nel corso

Tot. annuo:

ne

!

-Metratura corso 11.342,5 m -Media pluviometrica 809 mm

lio

Vetro; - metallo (alluminio, rottami d'acciaio, ottone ecc.); - mercurio; - sodio; - lampade di composizione variabile che possono contenere antimonio, bario, piombo, indio, sodio e terre rare

so D.Azeg or

comme ità

G

+

M/BUS

ela

220 kg annui procapite

o e latt i e tr

zi pubbli

A TR

a fontan

1.835.216,5L

3 dipendenti

Complicata dismisione:

108 Kw/h ogni notte

2400Kg

qu

ee er

sidenti

6.000 auto in entrata 6833 auto in uscita

Durata complessiva vita: 6000 ore

a an

Pagamento parcheggio

m ada a Cri M

n

Tutto il corso:

tutto il corso

indiffere

iata

Re

o

na sti

ori/stu rat

850Kg

ff n di eren

qua piov Ac

tature Po

nz

1,2 Kw/h

600 parcheggi auto

ta zia

10,8 Kw/h

nti de

o

-54 Pali -108 apparecchi illuminanti a vapori di sodio da 100W/H

Foglie

izia strad ul

a

gio ag

mbini Ba

-4 Pali -12 apparecchi illuminanti a vapori di sodio da 100W/H

zza urb tte

a an

ni di pass di

ez

a rci

e ar

so veicol us

Acqua

N”116 Ippocastani

550 kg annui procapite

rcheggi Pa

etazion eg

ci

Il

zia cors

e

e

li Pu

Ac

Veicoli

minazion lu

o

tadini Cit

V

ico t s i l o cio approc Rilievo olistico corso G. Marconi


i n o c r a M

corso

ico t s i l o cio approc Rilievo olistico corso G. Marconi

in entrata ed uscita.

Corso M.D’azeglio:

1000 auto medie in

Problematiche

entrata ed in uscita

!

2400 kg

-acqua piova non considerata:

1,8 milioni di litri annui

-Acqua erogata dalle fontane

7,3 milioni di litri annui

zi pubbli

-nella metro poca attenzione ai freepress e alle pubblicità cartacee. -grande quantità di carta gettata nell’indifferenziata

Att iv

M

V

-Le potature vengono triturate nella sede di via Germagnano, e poi compostate nell’impianto di Borgaro

-Enorme spreco di acqua

ez

comme ità cafè

li

-Utilizzo di acqua -gestione scorretta dell’acquedotto per la dell’output organico pulizia delle strade. -forte inquinamento acustico -le foglie vengono gettate 2000 L in discarica -pesante flusso veicolare 850kg via madama Cristina: -Grandi quantità di CO2 immesse nell’atmosfera

108 Kwh giornalieri 260 auto medie all’ora

Acqua

a rci

-grandi consumi energetici

etazion eg

ci

-Lampade a scarica ,difficile dismissione

lizia cors u P

o

Il

Veicoli

e

minazion u l

e

Categorie

Sintesi problematiche riscontrate

-scarto organico di qualità gestito in maniera scorretta. banalmente gettato nell’organico per poi essere compostato.


i n o c r a M

corso

ico t s i l o cio approc estion

Info

54 KwH

Tot: 91,8 Kw/H

Guadagno di 3.448,5 Euro

rari

Scher

og

Impianto attuale assorbe:

eo

m

visione sistemica corso G. Marconi

ogni notte

Potenzialmento prodotti giornalmente

Co

P fe rod rt uz ili io zz n an e te

Ve i

Cam io

Cam i

e

Sel C

P

F

E

Mo

Ter

Asfalt

Ne

V Ac

Pia

Fi ltr o P

V

Lav BI

Fi ltr o Pu liz i

as

tra

de

Se

ro Fi lt

ff n di eren

ar

+

Acqua

+

Sweppy jet

Plastica

2000L

178,6 Kg ogni 1000 Mq Totali

Riciclo

ta e carto

ganico Or

1412 Kg

Materie prime seconde

ne

850Kg

o e latt i e tr

ne

taglia t

iale

+

ta zia

a rb

pazzol a tos

ci

gio

235T di compost

o

glie / frut

lo ova rizz

ne mat zio

tri

postag

iata

a

2400Kg

ndiffere

2 dipendenti

a

a

m

o

tature Po

m

2 dipendenti

izia strad

N”116 Ippocastani

+

ni

ti

t

izia strad

zza urb tte

nz

e

ee er

3 dipendenti

ul

295 auto/H di media in uscita

Mercato a an

etazion eg

550 kg annui procapite

a fontan qu

Quantità giornaliera di un torello: 17280L Tot. annuo: 7.307.204L ttaforme a

ash poin W

1000L

zia cors

o

li Pu

312 auto/H di media in entrata

er

Acqua

1070 auto/H di media in uscita

Pesante traffico in corso D’azeglio e via Madama Cristina

voratori La

ela

a

Gio

Pann

Colonni

C TR A

Se

Ra Cibo p

servizio sociale

All e

A

Ma

976 auto/H di media in entrata

ore at

rconi

corso

ito

li di trans co

a an

d chi ’ac

Incrocio con Via Madama Cristina 96m. 2 corsie di marcia (96m)

“Road - Energy” Innowattech

cafè

0L

x4

ul

trico

Co

o

Veicoli

2 torelli

a

77,1%

Energia

Attività

50

atoio 12. rb

1000L

col gri tur

i di mobi

Quantità giornaliera: Acqua piov 5028L Tot. annuo: 1.835.216,5L

qu

io

19,7%

rv

incrocio con CorsoM. D’azeglio 46m. 4 corsie di marcia (184m)

piezoel

et

e

vi rti

1,6%

ici lta

gio

ti spo ian

dinagg ar

tadini Cit

BUS/ME M/

-Ristorazione n°: 11 attività -Uffici n°: 4 attività -Artigianato n°: 6 attività -Negozi n°: 10 attività -Altro n°: 8 attività -Cinema Low

Residui filtraggio

1,6%

Tot: 36,6 Kw/H 24 ore di flusso veicolare intenso

i fotovo ell

Net

ue grigi cq

vaismo Vi

atori/stu or

à lit

postag

sidenti

ganico Or

scarto di: 1° scelta 2° scelta 3° scelta

ini

Ritorno economico

Re

G

Selezione organico

menti su va

Possibili canali di vendita

Imp

Tot: 55,3kw/H

SHARIN

O TR

nti bie

Tram: 19, 16CS

Introito per comune

Gi

ricarica

122 mq pannelli di silicio che si applicano alle strutture esisteni

mbini Ba

nti de

KE

Acqua in surplus

A

g

poolin ar

Bus: 1, 18, 34, 35, 67, 101

meno ab er

m

ne

ni di pass di

gio ag

-All’uscita della metro -nella prossimità di corso marconi

ici

elliere b s tr

2 postazioni:

ic ettr a el

All’uscita della metro, Vicino via Madama Cristina, Vicino il servizio di carpooling

Postazione carpooling nel tratto finale del corso. -10 posti auto

Citt a

6 KwH

Melma

Torino ricicla 60% dei propri rifiuti: 330 Kg procapite

145kg

procapite annui 595Kg ogni giorno raccolti Circa 1500 abitanti nella zona

231T di scarto

annue


i n o c r a M

corso

ico t s i l o cio approc visione sistemica corso G. Marconi

Nuovo impianto con lampade led 50w. -durata maggio minor consumo:

54 kwh Guadagno annuo di:

3500 euro

10 milioni di litri. Impiego dell’acqua recuperata: -Giochi d’acqua -Pulizia strada -Washpoint

-Utilizzo per la pulizia acqua raccolta.

-centrifuga foglie per separarle dai rifiuti

850kg

in più per il compostaggio

zi pubbli

-Attuare una campagna di sensibilizzazione per l’utente al fine di educarlo alla gestione del freepress e delle pubblicità cartacee.

-posizionare l’impianto -Inserimento ulteriore di triturazione nello stesso postazione bikesharing. sito dell’impianto di compostaggio. -Aggiungere servizi di mobilità quali carpooling Meno emissioni e carsharing di C02

Att iv

M

V

c tr onn a ca ess te io go ne ri e

c tr onn a ca ess te io go ne ri e

91 Kwh

-Recupero dell’acqua piovana e delle fontane.

ez

comme ità cafè

li

Guadagno in termini energetici:

-Sfruttamento del flusso veicolare per per la tecnologia piezoelettrica. -Utilizzo di asfalti fotocatalitici per le emissioni di CO2

etazion eg

a rci

-Utilizzo della tecnologia piezoelettrica negli incroci con via madama cristina e corso D’azeglio tot: 280m

lizia cors u P

ci

Il

Acqua

o

-Inserimento di vetri fotovoltaici in largo marconi 120 m2

Soluzioni

Veicoli

e

minazion u l

e

Categorie

Sintesi soluzione attuate

-Organizzazione da parte delle attività di ristorazione per dividere l’organico in livelli di qualità: 1° : cibo commestibile, destinato a mense per senzatetto (dimensione sociale) 2°: cibo deperito e avanzi pasti per allevamenti maiali. (introito per le attività) 3°: avanzi inutilizzabili, destinato al compostaggio. (introito per il comune) scarto organico non banalizzato.


i n o c r a M

corso

tto Proge

i n o c r Ma

corso

scenario stato di fatto

i n o c r a M

corso ni o c r a M approccio olistico

corso

alla gestione del corso

Obiettivi

Proposta progettuale

-Soluzioni idonee rispetto al contesto ed al cittadino in base alle necessitĂ prestazionali. -Aumento del flusso pedonale con ricadute positive per le attivitĂ  commerciali. -Utilizzo di materiali riciclati. -Sfruttamento sostenibile delle risorse presenti nel corso. -Risparmio energetico per il comune.


i n o c r a M

corso

tto e g o r P Definizione spazi della riqualificazione

tadini Cit

largo Marconi: -spazi per il cittadino

park

zona parcheggio/mercato: -attività commerciale assente,

-valorizzare il fondale

zona bambini: -zona sinistra,densa attività commerciale

inserire dehors ncarelle ba

- zona parcheggio durante la settimana, isola pedonale durante il fine settimana per mercato.

M

dehors

food

giochi

-zona destra inserire spazio gioco per bambini/sedute per attesa genitori

edicola

Scuola

attività di ristorazione negozi e uffici

-posizione strategica per la mobilità, vicino metro e via Nizza

mob i

zona loisir -densa attività commerciale - incrementare visibilita attività commerciale - inserire nel contesto l’edicola e i dehors

Edicola

news dehors

zona spazio teatrale

socialità bla

bla

-valorizzazione asse bipolare -inserire spazi per la socialità -inserire spazi per esposizioni fotografiche -inserire spazio per le performance teatrali/canore

e

-scarsa attività commerciale

ile nib

zona mobilità

soste lità

osizioni sp photo


i n o c r a M

corso

tto Proge

Trama pavimentazione materiale e sviluppo decoro

forme d’ispirazione

Sviluppo della prima parte della pavimentazione

Materiale

Sviluppo della seconda parte della pavimentazione

“Ecotech”

Materiale composito costituito dall’aggregazine in percentuali variabili di scaglie, grani, polveri, impasti, residui e altro materiale ceramico ricilcato pre-consumo -dati tecnici: lastre disponibili 10x40 cm, 40x40 cm, 80x40, 50x80, 60x60, con spessore di 1,5 cm. -lastre utilizzate : 50x80 cm 10x40cm

Decoro cortile del castello del Valentino

Carsharing

Taxi

Particolare largo marconi

Particolare mobilità

Particolare parcheggio

Carpooling

Taxi

Carsharing

Particolare dehors

Particolare bambini

Particolare bambini


i n o c r a M

corso

tto Proge

largo Marconi

Vetri fotovoltaici

isola sedute

Vetri fotovoltaici simulazione diurna scorcio uscita metro

isola sedute Vetri fotovoltaici

simulazione diurna scorcio pensilina


i n o c r a M

corso

tto Proge

Copertura Metro

largo Marconi attrezzature

6 ,3

9 ,6

Servizi offerti dalla zona -Servizio di Bikesharing -Pista ciclabile -Rastreliera biciclette -Eliminazione delle barriere architetoniche -Metro

3,6

Vetri fotovoltaici

7,2

Render entrata

3,8

2,5

isola sedute

Render lato destro

Render 3/4

Copertura fotovoltaica

Vetri fotovoltaici Copertura Condotto di areazione

9.1

isola sedute

6.6

Vetri fotovoltaici

2.5

Vetro fotovoltaico

-Produzione: ONYX Solar -dati tecnici: -vetro e silicio -Potenza di picco: 180W/m2 -RiciclabilitĂ : si -Riuso: no -Struttura portante: Acciaio

Rastrelliera Bici

TO BIKE sharing torino

Pensilina di riparo per il servizio bike sharing di Torino

Copertura fotovoltaica

Render 3/4


i n o c r a M

corso

tto Proge

zona mobilitĂ entrata

Carsharing

Taxi

zona mobilitĂ -parcheggio/mercato

parte esterna portale carpooling

Carsharing

Zona Mercato

parte Interna portale

zona mobilitĂ uscita

Zona Mercato


i n o c r a M

corso

tto Proge

CARPOOLING

Pannello fotovoltaico

Fronte

-Mercato etnico e delle tipicità nei giorni festivi

Lamiera

- lamiera piegata, saldata e verniciata

za

egg

ea

Si l

an dist

Led

- striscia di led nella parte interna

5 di 1

M 4,2M

Servizio comunale di

CARPOOLING Per usufruire del servizio di carpooling bisogna iscriversi al sito cartpooto.it, fatto ciò quando si vede una destinazione desiderata qui sul portale o sul sito si invierà un sms al numero: 1111111111 per prenotare il posto in auto

Per usufruire del servizio di carpooling bisogna iscriversi al sito carpooto.it, fatto ciò quando si vede una destinazione desiderata sul portale o sul sito si invierà un sms al numero: 1111111111 per prenotare il posto in auto

L a ettu 1 ra M a di pp di ro st fo an nd za ita

CARSHARING

TAXI

Componenti:

Retro

Fronte

CARSHARING

Retro

Attività possibili

0,8 M

0,35 M

Carsharing

Taxi

Carsharing

F Le asc d ia in di te rn a

Materiali

Servizio comunale di

Portale della zona mobilità

Servizi offerti dalla zona -Pista ciclabile -Mobilità sostenibile nella prima parte : Carpooling, Taxi -Portale identificativo -Parcheggio -Abbattimento barriere architettoniche

zona mobilità-parcheggio/mercato

Zona Mercato

Il portale sarà posizionato all’ingresso ed all’uscita della zona mobilità

Pannello fotovoltaico

Zona Mercato


i n o c r a M

corso

edicola-dehors

tto Proge

zona Loisir

zona dehors 1

zona dehors 2


i n o c r a M

corso

tto Proge

Retro

Fronte

zona Loisir attrezzature

Servizi offerti dalla zona -Pista ciclabile -Ampi spazi per la socialità -Sedute -Edicola -Dehors -Eliminazione delle barriere architetoniche

Finestre a scorrimento

3M

E riv spo is si te to r

i

Porte a scorrimento

Inserimento nella pavimentazione

Materiali

Cobam -per le pavimentazioni

Sc

he

rm

i

Particolare sabbiatura

Entrata Uscita

a

Entrata Uscita

zo es na po sit iv

Anch’essa riprende i motivi geometrici del corso, e si integra con i dehors studiati appositamente per la riqualificazione. Questa presenta uno spazio interno per ripararsi dalle intemperie ed esternamente degli schermi posti sul retro dove vengono trasmessi tg di varie nazionalità

po zo sit na iva

3M

Il vetro viene sabbiato per dargli una finitura esterna, e per dare allo stesso tempo più privacy all’interno del dehors.

es

Vetro -vetro sabbiato per le pareti

F pe lus rs so on e

Spaccato assonometrico

Edicola Alluminio elettroverniciato -Profilati in alluminio per la struttura -pannelli sandwich per la copertura

Dehors fortemente connotato con i motivi geometrici propri del decoro del corso. questo viene inserito davanti tutte le attività di ristorazione del corso.

3,5 M

Attività possibili

-Mercati etinici e delle tipicità locali (lungo entrambi i lati)

Dehors

4M

1M 6M 5,3 M


i n o c r a M

corso

zona bambini lato sinistro

tto Proge

zona bambini

zona bambini giochi 1

zona bambini giochi 2


i n o c r a M

corso

tto Proge

Zona bambini zona bambini attrezzature

Servizi offerti dalla zona

-Pista ciclabile -Ampi spazi per la socialitĂ infantile -Sedute -Giochi sostenibili ed educativi -Eliminazione delle barriere architetoniche -Dehore caratterizzati

408

160

50

215 60

80

110 335

190 80 92

AttivitĂ possibili

-Spazi predisposti per i mercati etnici e delle tipicitĂ locali - Teatrino burattini per i bambini

Materiali

Superflex

Alluminio

Composto di derivazione -10% materiale vergine resine poliuretaniche -80% gomma riciclata pre consumo -10% gomma espansa riciclata post consumo

Torelli ed altalena I bambini, azionando il gioco, producono elettricitĂ grazie ad una dinamo posizionata alla base del gioco che sfrutta il moto ,che a sua volta alimenta un registratore che diffonde musica nel corso.

Scivolo

Semplice scivolo con forme e colori fortemente integrati con il resto dei giochi presenti nella zona ludica.

Telefono senza fili Parlando al proprio interno, i bambini potranno comunicare a distanza.

Teatrino

I bambini potranno mettere in scena o assistere a spettacoli di burattini.


i n o c r a M

corso

zona cittadino 1

tto Proge

Zona spazio teatrale

zona cittadino 2

particolare palco


i n o c r a M

corso

tto Proge

Strutture presenti Fontana

Servizi offerti dalla zona -WIFI Gratis -Servizio di Bikesharing -Pista ciclabile -Ampi spazi per la socialità -Comode sedute per il relax -Portale identificativo della zona mobilità -Eliminazione delle barriere architettoniche

Zona spazio teatrale attrezzature Zona cittadino Panchina

Panchina ad angolo

2.5 M

Seduta lunga

Palco cinema/teatro

15,4 M 2M 0.5 M

14 M

3M

0.5 M

1M

0.5 M

3,6 M

1,5 M

Attività possibili

-Spazio predisposto per cinema/teatro -Mostra fotografica (lungo tutto il tratto)

Materiali

Cobam

Produzione: Pavitrend Composto di derivazione: Bamboo 10% di materiali leganti Modalità di posa: Listoni Dimensioni: 14x186x2 Riciclabilità: si Riuso: si

Fontana che permette la seduta ai lati. Da questa viene anche diffuso il segnale wifi del corso.

7.6 M

Seduta realizzata con una semplice struttura in profilato a sezione quadrata, che viene sormontata da assi in “cobam” legno realizzato da scarti di lavorazione del baboo.

Seduta angolare, anch’essa realizzata con una semplice struttura in profilato a sezione quadrata, che viene sormontata da assi in “cobam”, legno realizzato da scarti di lavorazione del baboo.

Grande spazio sopraelevato che permette di avere moltiplici soluzione di seduta. la struttura portante e in cemento e la superficie ricoperta da assi in “cobam”.

Ampio spazio sotto la quota zero utile per spettacoli cinematografici e performance teatrali


corso

i n o arc

tto

oge r p l a ccio appro

M

i n o c r a M

i

n o c r a M

corso

corso

progetto

approccio olistico alla fase realizzativa del corso

Obiettivi -Definizione categorie di indagine. -Analisi dinamiche operative. -Definizione criticitĂ dei processi demolitivo e realizzativo del corso.

-Riconversione criticitĂ in visione sitemica.

i

n Marco

corso

ni

Marco

corso

rilievo olistico fasi di demolizione e rifacimento

approccio sistemico alle fasi demolitive e realizzative


i n o arc

one

zzazi i l a e r alla o c i t s i cio ol c o r p ap

rilievo olistico demolizione

re e attre tu

Ma

Stru t

rti Impian ca

ti

WC

riali di sca te

rto

cchinari Ma

atre zz

fessionali ro

P

M

S

corso

ce

rimossa rra

Pietra

ce

Offi

anto elett pi

gnatura Fo

quedott Ac

o

Im

Legno

o ric

W C

o fresato alt

Camion

Te

Ruspa

As f

Co

At t

ainer-Uffi nt

cio

Operai

vizi Igieni er

ci

ia ar

zzatura V re

S

Offi

1

Viaggi al giorno -Scarico materiale e carico detriti

Trasporto ruspa sul sito di interesse

!

Settimane di lavoro

1

1

2

CO2

CO2 Settimane di lavoro Dipendente

1

Dipendente

Motosega

1

Dipendente

3

Saldatrice

Dipendente

CO2

Dipendente

!

4

C02

CO2

1 Dipendente

er ign

Inquinamento Acustico

Specializzato

13

+

camion

Carburante ar

ta e carto

1

!

Plastica

2

camion

CO2

Dipendente

ne

Possibili abbattimenti di sicurezza

Camion

10

tonnellate di terra rimossa

Ri Ri

In

lti

Riutilizzo della terra scavata per la fase di realizzazione

ta

ce

Offi

ll’asfalto De

sato fre

Riuso

Una percentuale viene riutilizzata, il resto gettato

carica Dis

!

a

o dell terr us

stria asfa du

erenzia diff

o dell terr us

Discarica Basse di Stura

a

Inquinamento Acustico Congestione Stradale

!

1

Dipendente

Stoccati in appositi siti per essere utilizzati in altri cantieri

!

1

Kg di tubi ?

metri di filo ?

4

Dipendente

C02

1

Kg di tubi ?

Camion

Camion

Camion

!

!

CO2

Dipendente

CO2

In

ta

C

tonnellate di lastre di diorite

Camion

!

erenzia diff

2,5

20

tonnellate di materiale fresato

Camion

tetto/Des hi

Saldatrice

!

+

Carburante

CO2

zatura V rez

At t

At t

At t

At t

!

zatura V rez

Specializzato

1

In

2

CO2

Dipendente

gnatura Fo

Arc

5

Giorni di lavoro

!

Rifacimento zatura V rez impianto

ia ar

Nessuno Speco

5

Congestione Stradale Dipendente

1 Dipendente

Spurgo

Attrezzatura In affitto. Gestione destinata all’affittuario

!

Non certo come ezzatura V r intervento

ia ar

egnere Ing

CO2

8

Ruspa

Ruspa

ia ar

a Liqu mi ore di utilizzo giornaliero

Attrezzatura di possesso dell’impresa apparttrici.

Ruspa

15T

ia ar

nsabile l po

-Pala -Spatole -Carriole -Secchi -Ecc

ori av

Re s

Camion

Container di proprietà della ditta appaltatrice

CO2

camion Dipendente

1

1

1

camion Dipendente

CO2

camion

1

Dipendente

CO2

! 1

camion

1

Dipendente

CO2


i n o arc

one

zzazi i l a e r alla o c i t s i cio ol c o r p ap

rilievo olistico rifacimento cchinari Ma

Stru t

WC

iale Verg ter

ian Imp ti

ine

atre zz

re e attre tu

fessionali ro

P

M

Ma

corso

ce

Spurgo

+

1

1

Congestione Stradale Dipendente

gnatura Fo

CO2

!

!

Viaggi al giorno dalla sede al sito

C

Pa

13.000 m

Plastica

Inquinamento CO2 Acustico Congestione Stradale

+

Carburante

erenzia diff

ta

CO2

1 Dipendente

!

1

3

1

52.000

1

Dipendente

10 viaggi

Congestione Stradale Dipendente

CO2

15T

13 viaggi

Dipendente

!

10 Ton di cemento

scarti

Listoni

scarti

scarti

Inquinamento Acustico

!

riali di sca te

rto

carica Dis

Kg di tubi ?

zatura V rez

Saldatrice

4

Dipendente

C02

zatura V rez

Saldatrice

4

Dipendente

bancali

400

CO2

Carburante

Kg di tubi ?

130

!

!

zatura V rez

3

400

13 viaggi

di asfalto

!

metri di filo ?

mattonelle per bancale

15T

20 Ton

mattonelle

scarti

+

Inquinamento Acustico Congestione Stradale

Congestione Stradale Dipendente CO2

CO2

15T

Specializzato

CO2

Camion

!

Inquinamento Acustico + Carburante

1

Camion

3 Dipendenti alla stesura dell’asfalto

1

Congestione Stradale Dipendente

(Circa 22 quintali a M )

Congestione Stradale Dipendente

CO2

1

CO2 camion Dipendente

3

Camion

55 viaggi

1

(Circa 15 quintali a M )

Trasporto asfalto caldo 15T di asfalto

1

CO2 camion Dipendente

650 m di Corso3

di Corso

con Patente mezzo

3 Camion

1

Camion

rivestite in Cobam

2

8842,9 m

442,1 m 3di asfalto 3

1 Dipendente

1

CO2 camion Dipendente

Camion

CO2

con Patente mezzo

1 Dipendente Specializzato +

!

In

di Corso

Camion

ia ar

In

-Scarti di lavorazione -Scaglie, Grani, polveri, del bamboo impasti, resudui e altro materiale ceramico riciclato pre-consumo 2 di Corso

Giorni di lavoro

1 Dipendente

Camion

quedott Ac

ia ar

ne

ta

a

e cart rta o

13.000 m

1000 m2di panchine

2/3

Carburante erenzia diff

2

gnatura Fo

ia ar

er ign

tetto/Des hi

!

Ecotech

Componenti Cobam Componenti Mattonele

Trasporto compressore sul sito di interesse

!

5

Dipendente

Inquinamento Acustico

1

Trasporto Asfaltatrice sul sito di interesse

Carburante

CO2

-Filati di vetro contenti biossido di titanio Congestione CO2 -Cemento fotocatalitico Stradale -Inerti silicei Dipendente -Additivi speciali

1

CO2

Viaggi al giorno -Forniture materiale di pavimentazione e arredamenti

Componenti asfalto

Cobam

Metratura corso

elettric ete

At t

Trasporto ruspa sul sito di interesse

10

Fotofluid

Asfalto fotocatalitico

entazi o vim

At t

1

15T

15T

Legno

At t

Nessuno Speco

Com

S

At t

Co

Congestione Stradale Dipendente

CO2

Attrezzatura In affitto. Gestione destinata all’affittuario

Camion

mion Ca

15T

a Liqu mi

Dipendente

Arc

Camion

mento Ce

Ma

Re s

ce

Container di proprietà della ditta appaltatrice

Asfalto

essore st pr

o

egnere Ing

faltatrice As

a

Attrezzatura di possesso dell’impresa apparttrici.

toniera Be

Offi

ori av

nsabile l po

Camion

ne

W C

-Pala -Spatole -Carriole -Secchi -Ecc

Ruspa

dale ra

ainer-Uffi nt

cio

vizi Igieni er

ci

Operai

ia ar

zzatura V re

R

Offi

scarti

scarti

scarti

C02


i n o c r a M

corso

S

Ma

Stru t

P

riali di sca e t

rti Impian a c

ti

WC

cchinari Ma

rto

re e attre u t

atre zz

fessionali o r

Categorie

zione a z z i l la rea l a o c i olist o i c c o appr rilievo olistico demolizione del corso sintesi problematiche riscontrate

ce

Offi

-Personale operativo senza formazione -Poca attenzione alle pratiche operative -Aumento rischio di scarti

-poca attenzione alla raccolta differenziata dei materiali di cancelleria -carta -cartone -plastica

macchinari necessari in questa fase: -camion -ruspa impatto ambientale

Problematiche

-Grandi emissioni di CO2 (più di dieci viaggi giornalieri) -Forte inquinamento acustico (il cantiere produce un rumore costanteche peggiora la qualità della vita) -Congestione stradale (i camion rallentano il traffico)

!

Grandi quantità di materiale rimosso:

grandi quantità di materiale sostituito

-Asfalto fresato 20 ton (destinato per 80% alla discarica)

-150 pali dei vecchi apparecchi d’illuminazione -cavi: 5 km

-Terra rimossa 10 ton -tubi fognature: 100 m -Pietra rimossa 1,5 ton -tubi acquedotto 200 m -legno, non determinabile -prevalentemente destinati alla discarica. -materiali riciclabili

carica Dis


i n o c r a M

corso

Ma

C co ate la m go de un rie m e c in ol on iz Stru io t ne

P

WC

cchinari Ma

ian Imp ti

iale Verg ter

ine

re e attre u t

atre zz

fessionali o r

Categorie

zione a z z i l la rea l a o c i olist o i c c o appr rilievo olistico rifacimento del corso sintesi problematiche riscontrate

ce

Offi

-Personale operativo senza formazione -Poca attenzione alle pratiche operative -Aumento rischio di scarti

container ufficio -poca attenzione alla raccolta differenziata dei materiali di cancelleria -carta -cartone -plastica

macchinari necessari in questa fase: -camion -ruspa -compressore categorie -asfaltatrice aggiunte -betoniera

Problematiche

impatto ambientale

!

-Grandi emissioni di CO2 (più di dieci viaggi giornalieri) -Forte inquinamento acustico (il cantiere produce un disturbo costante in termini di disturbo della quiete. peggiora la qualità della vita) -Congestione stradale (i camion rallentano il traffico)

Grandi quantità di materiale impiegato:

Grandi quantità di materiale impiegato

-asfalto fotofluid 20 ton

-150 apparecchi illuminanti +lampade

-cemento 10 ton

-cavi: 5 km -tubi fognature: 100 m

-pavimentazione in ecotech 13.000 m2

-tubature acquedotto 200 m

Scarti nella realizzazione

legno cobam 1000 mq

Scarti nella realizzazione carica Dis


i n o arc

one

zzazi i l a e r alla o c i t s i cio ol c o r p ap

Riunioni per istruire il personale nella fase operativa.

P S

Stru t

Ruspa

WC

+

Utilizzo mezzi ibridi

1 Dipendente Specializzato

cchinari Ma

Camion

Viaggi al giorno

ce

-Scarico materiale e carico detriti

Offi

Co

1

ainer-Uffi nt

o

Offi

Ma

Congestione Stradale Dipendente

S

su Tra l s sp ito or di to r in us te pa re ss e

ne

CO2

At t

riali di sca te

rto

ta e carto

Container di proprietà della ditta appaltatrice

ti

3,5T

zatura V rez

rti Impian ca

1

Saldatrice

gnatura Fo

4

Dipendente

As f

o fresato alt

Te

1

Dipendente

M

At t

2

Settimane di lavoro

materiale fresato

2

CO2

1

1

At t

C02

4

Camion

Dipendente Kg di tubi ?

CO2

Stoccare tutti gli scarti nel cantiere e una volta ultimati i lavori, trasportare il tutto con il minor numero di viaggi possibili

Dipendente

metri di filo ? Riuso dell’asfalto nel cantiere per il consolidamento dei marciapiedi e per l’asfalto

1

camion Dipendente

Dipendente

1

ok 1

3

Motosega

CO2

Settimane di lavoro Dipendente

Dipendente

At t

el ezz et o tr ic o

el ezz et o tr ic o

M

Riuso

Non certo come ezzatura V r intervento

Rifacimento zatura V rez impianto

ia ar

Ruspa

CO2

sato fre

30 tonnellate di materiale riciclato

anto elett pi

Saldatrice

ia ar

Giorni di lavoro

Im

ic o tr et el zo ez M

Legno

ia ar

Pietra

o ric

rimossa rra

Ruspa

5

ll’asfalto De

Kg di tubi ? C02

zatura V rez

Ruspa

20 tonnellate di

ia ar

Demolizione

Camion

C

ok

quedott Ac

cio

riciclo

10

tonnellate di terra rimossa

2,5

tonnellate di lastre di diorite

Possibili abbattimenti di sicurezza

Camion

Camion

ok 2

camion

Ricostruzione

materia l clo

2

ce

ar

Congestione Stradale Inquinamento Acustico

Carburante

Congestione Stradale Dipendente

Plastica

CO2

e

su Tra l s sp ito or di to r in us te pa re ss e

Congestione Stradale Dipendente

1

atre zz

ta

In

CO2

ci

3,5T

Specializzato

Ric i

Arc

At t

A d lla al ell ccio la o s d fo ca e gn ri lla at co ur a

ia ar

fessionali ro

re e attre tu

W C

1 Dipendente

15T

vizi Igieni er

Camion

Forte diminuzione dei delle emissioni

Camion

zzatura V re

a Liqu mi

CO2

nsabile l po

ori av

tetto/Des hi

er ign

-Pala -Spatole -Carriole -Secchi -Ecc

gnatura Fo

+

8

ore di utilizzo giornaliero

Nessuno Speco

Nessuna emissione dovute allo spurgo giornaliero

erenzia diff

Ricarica notturna mezzo

Operai

egnere Ing

Attrezzatura di possesso dell’impresa apparttrici.

su Tra l s sp ito or di to r in us te pa re ss e

M

sistema demolizione

Lerning

Re s

corso

1

CO2

Dipendente

Riposizionamento dei lastroni nei marciapiedi allargati.

1

CO2 camion Dipendente

1

Materiali risparmiati

CO2 risparmiata

20 10 2,5 N kg

30 60 2

tonnellate asfalto fresato tonnellate terra rimossa tonnellate di latre recuperate di materiale di scarto dal rifacimento degli impianti

viaggi spurgo viaggi camion per rimuovere detriti viaggi per portare via materiali di scarto degli impianti Mezzi da cantiere elettrici


one

Operai

egnere Ing

Attrezzatura di possesso dell’impresa apparttrici.

Nessuna emissione dovute allo spurgo giornaliero

Camion

At t

P Co

Stru t

At t

At t

At t

S

Re s

R

A d lla al ell ccio la o s d fo ca e gn ri lla at co ur a

su Tra l s sp ito or di to r in us te pa re ss e

Pa

Ma

iale Verg ter

Ecotech CO2

Congestione Stradale Dipendente

-Scaglie, Grani, polveri, impasti, resudui e altro materiale ceramico riciclato pre-consumo 2 di Corso

1

130

bancali

13.000 m

Legno

faltatrice As

essore st pr

Mezzo ibrido Camion

Viaggi al giorno

5

-Forniture materiale di pavimentazione e arredamenti

Viaggi al giorno dalla sede al sito

15T Congestione Stradale Dipendente

CO2

Trasporto ruspa sul sito di interesse

1 Dipendente

1

Specializzato

+

1 Dipendente Specializzato +

mattonelle per bancale

Trasporto compressore sul sito di interesse

Trasporto Asfaltatrice sul sito di interesse

1

Trasporto asfalto caldo

Carburante

3 Camion

Inquinamento Acustico Congestione Stradale

CO2

Diminuzione delle emissioni e della congestione stradale

1

-Scarti di lavorazione del bamboo

107 m2di panchine rivestite in Cobam

Camion

Metratura corso 2

13.000 m

CO2

di Corso

Fotofluid

1

Dipendente

Asfalto fotocatalitico

Componenti asfalto -Filati di vetro contenti biossido di titanio -Cemento fotocatalitico -Inerti silicei -Additivi speciali

400

Listoni

650 m

di Corso 3 (Circa 15 quintali a M )

Scarti di produzione Pietra

Dipendente con Patente mezzo

Carburante

Inquinamento CO2 Acustico Congestione Stradale

Congestione CO2 Stradale Dipendente

mattonelle riciclate

Componenti Cobam

Asfalto

15T

mion Ca

Scarti di produzione

52.000

400

mento Ce

Camion

Com

In

su Tra l s sp ito or di to r in us te pa re ss e

15T

13 viaggi

Cobam

5

1

ia ar

C

ia ar

entazi o vim

ne

Congestione Stradale Dipendente

Congestione CO2 Stradale Dipendente

Camion

C02

ine

Diminuzione delle emissioni di CO2

Ricostruzione

cchinari Ma

dale ra

Mezzo ibrido

o

Container di proprietà della ditta appaltatrice

1

15T

Kg di tubi ?

Saldatrice

Dipendente

Camion

Camion

zatura V rez

Componenti Mattonele

toniera Be

Dipendente

ia ar

ainer-Uffi nt

Ruspa

Kg di tubi ?

C02

4

ce

Offi

ce

CO2

+

WC

Offi

3,5T

1

1

quedott Ac

cio

ta e carto

ne

ar

Congestione Stradale Dipendente

ian Imp ti

re e attre tu

atre zz

riciclo

4

Dipendente

W C

Stoccare tutti gli scarti nel cantiere e una volta ultimati i lavori, trasportare il tutto con il minor numero di viaggi possibili

Saldatrice

vizi Igieni er

3,5T

zatura V rez

3

Dipendente

CO2

gnatura Fo

fessionali ro

ci

CO2

Camion

elettric ete

1

camion Dipendente

a

zzatura V re

ia ar

ta

erenzia diff

1

zatura V rez

nsabile l po

ori av

tetto/Des hi

er ign

-Pala -Spatole -Carriole -Secchi -Ecc

a Liqu mi

ok

metri di filo ?

Nessuno Speco

gnatura Fo

Plastica

materia l clo

Ric i

M

sistema rifacimento

e

i n o arc

zzazi i l a e r alla o c i t s i cio ol c o r p ap

Arc

corso

1 Dipendente

con Patente mezzo

Camion

2

8842,9 m

10 viaggi

di Corso

+

CO2

3 Dipendenti

3

Dipendente

alla stesura dell’asfalto

+

Elettricità

Diminuzione delle emissioni di CO2

Congestione Stradale Dipendente

CO2 3 di asfalto (Circa 22 quintali a M3)

442,1 m

1

Demolizione

5 Ton + 5 Ton

Camion

Carburante

15T

di cemento

15T

Materiali di scarto della demolizione

Risparmio di materiale vergine e diminuzione di CO2 per via dei viaggi non effettuati

di detriti demolizione

10 viaggi CO2

Congestione Stradale Dipendente

CO2

Inquinamento Acustico

1

18 Ton + 2 Ton di asfalto

di deriti demolizione

Riutilizzo del materiale per pavimentare i marciapiedi allargati.

14 Ton

Per il riempimento dei marcipiedi


corso

i n o arc

one

zzazi i l a e r alla o c i t s i cio ol c o r p ap

cchinari Ma

S

Ma

Stru t

WC

riali di sca te

rti Impian a c

ti

re e attre u t

Ricostruzione

rto

fessionali o r

atre zz

P

output destinati al processo di rifacimento

Categorie

M

ce

Offi

riunioni per istruire il personale nella fase operativa. -maggiore attenzione alle azioni da compiere -diminuzione scarti -operazioni di attuazione piĂš snelle

container ufficio differenziare l’immondizia

materiali rimossi riconvertiti all’inteno del corso

macchinari necessari in questa fase:

-asfalto fresato 20 ton (destinato al riempimento dei marciapiedi, e nella produzione del nuovo asfalto) -terra rimossa 10

ton

-pietra rimossa 1,5 ton (utilizzata per allargare i marciapiedi)

Soluzioni

-legno, non determinabile

-camion meno materiale da trasportare=Diminuzione dei viaggi dei camion. -meno CO2 -diminuzione congestioni stradali -ruspa utilizzo di mezzo ibrido. -meno CO2 -meno inquinamento acustico

-riciclare 150 il metallo dei pali -riutilizzare le lampade ancora efficenti -riciclare cavi: 5 km tubi fognature: 100 m tubi acquedotto 200 m


i n o c r a M

corso

14 ton 4 ton. per asfalto 3 ton per il cemeto

WC

cchinari Ma

Ma

Ca co te la m go de un rie m e c in Stru o l on t iz io ne

re e attre u t

iale Verg ter

ian Imp ti

ine

P

riempimento marciapiedi

Demolizione

atre zz

fessionali o r

Categorie

zione a z z i l la rea l a o c i sistema rifacimento del corso olist o i c c o r p ap sintesi soluzioni adottate

ce

Offi

riunioni per istruire il personale nella fase operativa. -maggiore attenzione alle azioni da compiere

container ufficio differenziare l’immondizia

macchinari necessari in questa fase: -ruspa utilizzo di mezzo ibrido. -meno CO2

-diminuzione scarti -operazioni di attuazione più snelle

-meno inquinamento acustico -compressore stradale utilizzo mezzo ibrido -meno CO2

Soluzioni

-meno inquinamento acustico

materiali rimossi riconvertiti all’inteno del corso Cemento necessario 10 ton risparmio di 3 ton grazie all’asfalto fresato nella produzione cemento pavimentazione ecotech -riciclo scarti legno cobam -riciclo scarti Asfalto fotocatalitico 20 ton risparmio di 4 ton grazie all’asfalto fresato nella produzione dell’asfalto.

attenta gestione degli scarti di realizzazione.


corso

i n o arc

tto

oge r p l a ccio appro

M

Conclusioni:

-Rispetto della caratteristiche storiche del luogo . -Integrazione con il contesto architettonico e sociale del quartiere. -Realizzazione di spazi che danno voce al cittadino. -Il corso diventa un polo attrattivo. -Produzione energetica con ricadute positive sul bilancio comunale. -Corretto sistema di gestione delle risorse del corso in ottica sistemica. -Attenzione alla fase realizzativa, che permette un risparmio in termini di risorse ambientali ed economiche. -Miglioramento della qualità dell’ambiente urbano durante i lavori di realizzazione.


Grazie

Riqualificazione urbana di corso Marconi con visione sistemica  

Riqualificazione urbana con approccio sistemico ai processi realizzativi e gestionali del luogo di interesse.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you