{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 99

cato i quattro poderosi cavalli per condurli con gli altri nell’angolo approntato sotto la tettoia. Giovanni prese la borsa dal suo baule e aprì la cerniera che emise uno zip prolungato - Vedi, Umberto, che sistema di chiusura usiamo noi? Lo stalliere alzò le sopracciglia - Mi spiegherai a suo tempo tantissime cose disse avvicinandosi a Giovanni che frugava all’interno del suo zainetto. - Gli oggetti che ho con me qua dentro sono frutto della tecnica che in un lontano futuro agevolerà le genti. Stai attento, questa che vedi si chiama fotocamera ed è quella che hai già visto in camera mia. L’oggetto dal quale abbiamo visto la mia Francesca, hai visto me, e abbiamo capito qualcosa sul vortice Giovanni afferrò l’apparecchio e portandoselo all’occhio inquadrò l’amico e scattò. La fotocamera emise un lampo di luce accecante che abbagliò Umberto facendolo quasi paralizzare dalla paura. - Calma Umberto! non è successo nulla, beh... sì, qualcosa è successo! devi solo guardare qua, sul monitor Il ragazzo si avvicinò ma era quasi accecato dalla forte luce emessa dalla macchina fotografica, una palla nera gli impediva la visuale. - Aspetta un attimo che la tua vista si abitui alla luce naturale Umberto si sentiva in balia del volere di Giovanni. - Fidati di me, non avere paura Umberto, sono tuo amico come lo è Giovanni. Guarda ora! Gli mise il monitor davanti agli occhi in modo che vedesse bene - Sono io, si sono io, come quando mi vedo allo specchio. Ma come hai fatto? - Io non ho fatto nulla, ha fatto tutto questo attrezzo che si chiama fotocamera. Nel mio tempo si usa come un… pittore, sì, un pittore che ti fa un ritratto all’istante. Vedi, con la fotocamera puoi copiare all’istante tutto quello che vuoi. Vedi il tuo elmo appoggiato sullo sgabello? Giovanni puntò l’apparecchio verso l’elmo di Umberto, partì il flash facendolo spaventare ancora un’altra volta. Gli fece rivedere il monitor e lo stalliere fu contento di vedere il suo elmo, bello e lucido sullo sgabello. - Hai visto cosa abbiamo nel futuro, Umberto? Il ragazzo guardò Giovanni e inaspettatamente chiese una cosa che lo sbilanciò - Ma, Giovanni! quello vero. Come faremo a riportarlo a casa? - Bella domanda! come faremo? non lo so Umberto, dobbiamo scoprire prima dov’è finito. Sospetto sia stato rapito dai signori di Camino per scambiarlo 99

Profile for Nost Munfrà

Nel vortice del tempo  

Nel vortice del tempo la storia dello jus primae noctis che portò all'incendio del castello dei Miroglio nel racconto di Renzo Badiale da Ca...

Nel vortice del tempo  

Nel vortice del tempo la storia dello jus primae noctis che portò all'incendio del castello dei Miroglio nel racconto di Renzo Badiale da Ca...

Profile for ghigiot
Advertisement