{' '} {' '}
Limited time offer
SAVE % on your upgrade.

Page 29

Andrea, essendo sterile, l’accettò senza ripensamenti, anzi, ringraziò il buon Dio che gli aveva fatto questo bellissimo dono: avrebbero avuto un erede maschio anche se illegittimo - Matilde si strofinò il naso con il dorso della mano Adelaide però dovette essere allontanata dal castello, e infatti, dopo poco tempo, la videro salire su di un carro carico delle sue poche cose e partire per il monastero di Rocca delle Donne, come mi disse in seguito padre Alfonso, scortata da alcuni armigeri - gli occhi della vecchietta iniziarono ad inumidirsi e il mento a tremare lievemente - Morì due anni fa, Giovanni. Frate Alfonso ci portò la brutta notizia dopo una visita al convento. Dissero che morì con il desiderio di vederla almeno una volta, ma non fu possibile Giovanni ascoltò il racconto in silenzio, le domande che si poneva erano infinite. Stava ascoltando una storia che per lui era nuova, non ricordava nulla di tutto questo. - Adesso venga, l’accompagno in camera sua così potrà lavarsi e togliersi questi vestiti ridicoli. Non ricorda proprio nulla Giovanni? questa è la sua casa dove ha sempre vissuto fino ieri - disse Matilde aprendo una pesante porta massiccia di legno scuro. - No! sto vivendo questi attimi come se fossi in un incubo, spero di svegliarmi al più presto perché sto veramente male. Spero di non uscirne pazzo! - Questa è la stanza dove vissero i suoi genitori - gli disse la donna indicandogli la camera da letto. Osservò pieno di meraviglia per le dimensioni della stanza e per i mobili che l’arredavano. - Vissero? mio padre e la mia matrigna allora sono morti entrambi? - chiese a Matilde. La donna lo guardò e iniziò a raccontare quasi rifuggendo i ricordi - Si ammalarono, Giovanni, a qualche mese di distanza l’uno dall’altra. Cominciarono con febbri altissime. Furono chiamati dei bravi medici, o ritenuti tali, ma nessuno di loro riuscì a trovare un rimedio efficace. Provarono con salassi e vari intrugli senza nessun risultato e si spensero come candele. Fu allora che Pietro mi chiamò e mi ordinò di prendermi cura di lei. Lui non si è mai sposato, pur sapendo di aver bisogno di un erede maschio per questo lei Giovanni succederà al conte Si interruppe per un attimo e abbassando la voce sussurrò - Pietro ha sempre goduto delle donne degli altri - disse l’anziana riuscendo a sorridere riprendendosi dall’effetto dei ricordi. 29

Profile for Nost Munfrà

Nel vortice del tempo  

Nel vortice del tempo la storia dello jus primae noctis che portò all'incendio del castello dei Miroglio nel racconto di Renzo Badiale da Ca...

Nel vortice del tempo  

Nel vortice del tempo la storia dello jus primae noctis che portò all'incendio del castello dei Miroglio nel racconto di Renzo Badiale da Ca...

Profile for ghigiot
Advertisement