Page 1

Sito: www.almoleta.it

e-mail: redazione@almoleta.it

“LA CADUTA DEGLI DEI”

Il 2006 ci ha portato l’incredibile notizia dell’attività della magistratura su presunte operazioni illecite dell’Unipol (Gruppo Cooperative Rosse con sede a Bologna via Stalingrado) in attività bancarie, immobiliari e finanziarie. Le indagini degli organi inquirenti e la pressione psicologica degli organi di stampa hanno portato all’azzeramento dei vertici di Unipol ed a moltissimo imbarazzo politico delle sinistre, in un momento così delicato come quello che ci separa dalle ormai imminenti elezioni politiche. L’imbarazzo di molti, di fronte a tali scandali, ha fatto riscontro alla consapevolezza di moltissimi nel ritenere che non esistono organizzazioni perfette ed uomini totalmente onesti per decreto politico, come spesso viene affermato da chi si erige a tutore della morale pubblica, ogniqualvolta un rampante giudice di turno agisce in maniera non governata. Tutti pronti, allora, gli accusati ed i loro difensori a dichiararsi fiduciosi nel trionfo della giustizia e certissimi dell’innocenza degli indagati. Nessuna remora e nemmeno nessun pudore autocritico nel tentare parallelismi tra gli indagati di oggi (certo ingiustamente!) e gli indagati di ieri (se sono indagati un motivo ci sarà!). Meglio il silenzio, meglio sarebbe lavare i panni sporchi in casa propria anche se nel grande condominio dell’Unione ci sono inquilini che non si ritro-

vano ad uniformarsi a tali principi e rivendicano un dissenso pubblico non disgiunto da una solidarietà privata (almeno fino a quando la magistratura non si occuperà di loro!). Chi da sempre si è sforzato di accreditare una immagine di sè basata sui valori sacrosanti (che dovrebbero essere patrimonio di tutti, e non di esclusiva proprietà di qualcuno!) dell’onestà,

E di fronte ai dogmi sappiamo bene chi ci si adegua a scatola chiusa e chi almeno chiede un perchè. Quello che nessuno può negare ora, dentro e fuori dal centrosinistra, è la prova inconfutabile del forte legame statutario-imprenditoriale tra partito e finanza e dove esiste questo connubio è molto difficile uscirne impuniti. Purtuttavia, è possibile che in

che in questa desolazione morale di tipo bipartisan almeno un piccolo vantaggio lo abbiamo ottenuto e cioè che gli onnipresenti, gli onnisentenzianti, gli onnicritici, gli onnimoralisti, gli onnicatastrofisti, di centrosinistra hanno smesso di parlare, impegnati come sono, a regolare internamente la partita, e questo, credetemi, è più rilassante di un nuovo “contratto con gli italiani“. S.Benini

SALUTO AL NUOVO DIRETTORE RESPONSABILE de “AL Moléta”

tratto da “LIBERO”

della solidarietà, dell’equità sociale, si trova oggi a dover giustificare azioni ed atteggiamenti relativi a speculazioni finanziarie, a corporativismo, a finanza creativa, a spregiudicatezza imprenditoriale, che aveva sempre attribuito ai suoi avversari politici in una sorta di dogma etico-politico; se sei di sinistra sei Rock, se sei di destra sei Lento!

questa caduta verticale che è ancora in corso qualcuno degli Dei di cui parliamo, riesca a fare uscire dal suo corpo un paio d’ali posticce e riesca a deviare la traiettoria di discesa atterrando su qualcosa di morbido che potrebbe anche essere (mors tua vita mea) forse il corpo di qualche alleato politico. Attendiamo gli eventi! Certo è

Salutiamo e ringraziamo per la disponibilità e la collaborazione, il Sig. D a n i e l e C e s a r i , primo Direttore responsabile che ha guidato la nascita del nostro periodico e che, per motivi personali, ha lasciato l’incarico. Diamo il benvenuto al nuovo Direttore, Avv. Massimo Mazzanti, Consigliere Provinciale di F.I., con il quale continueremo, sempre di più insieme a Voi lettori, questa impegnativa ma bellissima esperienza. La Redazione


APPROFONDIMENTI-EVENTI

Al Moléta - segui il filo...

Pag. 2

Le Affinità Elettive

ell’affrontare l’argoN mento che mi accingo ad esporre, mi sovviene

alla mente una frase di una famosa canzone del noto cantante Morandi “Anche gli angeli, a volte sai, si sporcano” che dedico al Sindaco. Sia ben chiaro a tutti e senza ombra di equivoci, di provare il massimo rispetto per la Dott.ssa Maria Teresa Bertuzzi, della quale non ho il più pallido dubbio sulla Sua buona fede, ma di essere in disaccordo con Lei quando afferma che bisogna avere sempre e comunque fiducia nelle istituzioni. Nella tenuta di Consiglio Comunale del 29 Dicembre 2005, ebbi modo di disquisire su tale affermazione, facendole notare che le istituzioni sono composte da persone e la quantità di fiducia da riporre in esse deve essere commisurata ai fatti e non alle parole. Ciò premesso veniamo al dunque. Se a livello nazionale ci si interroga sulla liceità dei legami tra le cooperative rosse e le amministrazioni di sinistra, di pari passo a

I L

Copparo, verrebbe da chiedersi quale connubio possa esservi tra, le cosiddette aziende compartecipate e le amministrazioni locali. E’ di recente l’ufficializzazione dell’assegnazione di una commessa che permetterà ad AREA, di garantirsi la gestione dello sfalcio dell’erba, così come quella assegnata alla Soc. STRADE srl di Portomaggiore, che le permette di garantirsi l’appalto di 148.949,00€ per i lavori di rifacimento delle strade e delle ciclabili. Inutile riferire che in occasione del dibattito tenuto in Consiglio Comunale, le rimostranze dell’opposizione sono state ignorate. Rimostranze in particolare mie, con le quali facevo notare come l’adozione di tali misure, di fatto, riduceva la possibilità di impiego di risorse locali, oltre al rendere inefficace il meccanismo della riduzione dei costi, verificabile solo in presenza di effettiva concorrenza. Quando le aziende locali si trovano a dover convivere con chi di fatto ha il monopolio, non rimane altro che

C L U B

C’era anche un nutrito gruppo di iscritti, eletti e simpatizzanti copparesi, con pullman organizzato dal Club, Sabato 4 Febbraio a Modena, a salutare ed ascoltare il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Insieme ad oltre 3 mila persone, molti giovani, convenute da tutta l’Emilia Romagna, stipati al Forum Monzani, abbiamo ascoltato il discorso del Premier che non si è risparmiato, interrotto da frequenti applausi, e ha toc-

chiudere. Comunque, e senza entrare nel merito delle procedure che hanno portato a questa operazione, che di interesse collettivo non ha proprio niente, è palese il significato politico ed economico che le operazioni rivestono. Per i prossimi anni, i lavori di manutenzione e di ristrutturazione della viabilità Comunale Copparese, verranno gestiti in regime di monopolio, da AREA e da STRADE, in virtù di una convenzione con il Comune di Copparo. Non si spenderà e non si investirà un euro pubblico senza passare obbligatoriamente per una società il cui controllo

“ F O R Z A

in trasferta a

cato tutti i temi importanti della campagna elettorale: dall’intreccio tra coop e giunte rosse, le riforme fatte nel corso della legislatura, quanto si dovrà ancora fare nei prossimi anni di governo. Siamo tutti consapevoli che si doveva fare di più, ma alcune circostanze, senza voler cercare scuse, hanno rappresentato un freno alla realizzazione completa dei punti previsti dal contratto con gli Italiani. Dopo 2 ore di discorso il Presi-

è effettuato da “NOMINATI” delle Giunte Rosse e da nessun membro in rappresentanza delle minoranze di opposizione. Anche nel caso di STRADE srl si è dato vita ad una società fondata ‘ad-hoc’, il 06/02/2004 fra Soelia ed il Comune di Portomaggiore, solo per assicurarsi la gestione di commesse, erogate, guarda caso, dal Comune governato dalla sinistra. E’ emblematico che la Giunta abbia deciso di impegnarsi a garantire ad una sola cordata di aziende, la gestione di tali servizi. Ciò che in altri Comuni può apparire politicamente sospetto, a Copparo come negli altri limitrofi, è la prassi quotidiana. In questa operazione non c’è nulla di riconducibile al risparmio ed alla riduzione dei costi e servirà solo ad escludere dal mercato, per tanti anni, altri potenziali competitori privati. Questa è l’ennesima prova di come nei Comuni retti da giunte rosse, affari e politica abbiano percorsi paralleli. S.Vacchi

I T A L I A ”

M O D E N A

dente, accompagnato dall’On. Bonaiuti, dal Ministro Lunardi, dall’On. Sandro Bondi, la portavoce Elisabetta Gardini e naturalmente dal Coordinatore regionale di F.I. On Isabella Bertolini, ha partecipato ad una cena elettorale con imprenditori, professionisti ed esponenti del mondo economico emiliano-romagnolo. Nel periodo che ci separa dalle elezioni politiche del 9 Aprile, saremo tutti impegnati a dire

esattamente come stanno le cose, ad illustrare e documentare le riforme importanti realizzate ed i punti significativi del prossimo programma di mandato. Periodicamente, ci potrete incontrare in Piazza a Copparo, ricevere materiale illustrativo, esporre opinioni e sottoporci i vostri problemi. Franca Orsini Coordinatore comunale F.I.


PROBLEMATICHE

Al Moléta - segui il filo...

Pag. 3

RISONANZA MAGNE TICA:

in funzione a Primavera, sarà la volta buona?

L’ultimo termine che era stato previsto per l’entrata in funzione dello strumento per la risonanza magnetica all’Ospedale di Copparo, 31 Dicembre 2005, è ormai scaduto e, puntualmente, viene proposta la prossima data: Primavera 2006. N o n ricordiamo più or mai, quante volte sia stata annunciata questa famosa attività presso il nostro Ospedale e rimandata; proviamo a ricostruirne il percorso temporale. A Settembre 2003, parte una sottoscrizione in tutti i Comuni del mandamento, per raccogliere fondi e contribuire all’acquisto della strumentazione per la risonanza magnetica: pronta la risposta dei cittadini che versano 33.000,00€. Si mobilita anche il volontariato, intervengono la Fondazione CA.Ri.Fe. ed altri enti. Ad Aprile 2004 si dà per certo l’allestimento dell’apparecchiatura per fine Maggio, circa; finalmente avremo questa sofisticata strumentazione che valo-

Ospedale San Giuseppe di Copparo

rizzerà i servizi sanitari del territorio ed eviterà pellegrinaggi altrove di tutti quei pazienti con patologie che necessitano di indagini osteoarticolari specifiche. No, dietro front: a Settembre 2004, il responsabile di Medicina di Comunità, Dr. Pelizzola, fa sapere c he l’operatività

della Risonanza Magnetica è prevista per l’Estate 2005. A questo punto, il gruppo consiliare di Forza Italia, il 28 Settembre 2004, indirizza una precisa interpellanza al Sindaco per conoscere l’esatta situazione del progetto e quali siano effettivamente i tempi previsti per avere il servizio fun-

DIPENDENZE PATOLOGICHE:

R

ecentemente, su vari quotidiani nazionali, l’Istituto Superiore di Sanità ha lanciato l’allarme sull’abuso degli alcolici: whisky, birra, vino e altre bevande ad alta gradazione, lasciando intendere nel contempo che si sta abbassando la fascia d’età di chi fa un consumo eccessivo. Addirittura, nel contesto europeo, l’Italia risulta il paese dove si inizia a bere più precocemente: la prima sbronza comincia a 11-12 anni rispetto alla media europea che è di 14 anni; inoltre il consumo di alcolici non è più limitato al fine settimana. Logica e conseguente la nostra preoccupazione e l’esigenza di verificare la situazione nel nostro paese. Con il supporto dei dati forniti dai Servizi territoriali (SerT), attivi anche a Copparo, abbiamo avuto informazioni interessanti anche se un po’ preoccupanti. Secondo il rapporto 2004 del SerT, fra i comuni e il distretto Centro-Nord, nostro distretto di

zionante. Attendiamo fiduciosi la risposta del Sindaco c he ci viene data nel corso del Consiglio Comunale del 29 Novembre 2004: il primo cittadino informa c he l’USL ha deciso la ristrutturazione del piano terra dell’Ospedale per far posto all’apparecchiatura per la risonanza; c he sarà a c q u i stato un apparecchio migliore e più costoso rispetto a quello pensato all’inizio; che entro il 31 Dicembre 2005 sarà reso OPERATIVO. Accettiamo la risposta e ci rimettiamo in attesa. Dicembre 2005 è trascorso ma qualcosa di positivo è accaduto: a fine Gennaio è stata consegnata all’Ospedale la preziosa apparecchiatura e si dà per certo la nuova data: l’installazione della strumentazione total body sarà effettuata a Primavera 2006……sarà vero? Noi ce lo auguriamo. F.O.

“ALCOOL”

La nostra comunità ne è esente? appartenenza, Copparo è fra quelli con tassi al di sopra della media provinciale, che vede in aumento anche i nuovi utenti. Fra quelli in carico al servizio territoriale sono numericamente superiori i maschi rispetto alle femmine, il cui numero comunque è in lieve aumento. Accanto agli individui che sono arrivati al SerT perché indirizzati da varie strutture o volontariamente, quanti sono interessati dal problema e non si lasciano aiutare? Certo a monte esiste un conflitto interno che impedisce la presa di coscienza della propria condizione o la forza di ammetterla e chiedere aiuto. E’ opportuno sapere che gli operatori del SerT sono come i confessori: sono tenuti al segreto professionale e garantiscono riservatezza e continuità di assistenza. Per chi volesse mettersi in contatto con loro, basta telefonare al numero: 0532/879944 La Redazione

Totale Utenti Alcoldip. residenti

Tasso di Prevalenza

Nuovi Utenti Alcoldip. residenti

Tasso di incidenza %

134

1,58

34

0,40

Masi Torello

1

0,65

0

0,00

Voghiera

9

3,63

2

0,81

Copparo

33

2,89

9

0,79

Ro

5

2,11

2

0,84

Berra

8

2,25

2

0,56

Jolanda di Savoia

2

0,94

1

0,47

Formignana

3

1,59

1

0,53

Tresigallo

6

1,98

2

0,66

Distretto

201

1,77

53

0,47

DISTRETTO CENTRONORD

Ferrara

Prevalenza e incidenza di alcoldipendenti seguiti dai Centri Alcologici distinti per Comune di residenza – Distretto Centro–Nord


RUBRICHE E INFORMAZIONI

Al Moléta - segui il filo...

INIZIATIVA BENEFICA

Don Aldo Viti a Copparo - 1952 al 1964

C’era una volta a Copparo.... “Arrivai a Copparo nel 1952, quando avevo 29 anni, con il trenino da Ferrara. Copparo mi apparve un grosso borgo, le strade messe male e, fuori dal centro non ancora ghiaiate......” Sono le parole di Don Aldo Viti, parroco nel nostro paese dal 1958 al 1964; egli ci ha lasciato molto, sia spiritualmente che materialmente, l’oratorio e l’asilo parrocchiali, il cinema e la casa-soggiorno di Soraga, i restauri della chiesa e del campanile, ma soprattutto ci ha insegnato il coraggio e la tenacia. La sua opera continua oggi in Africa, da cui ci arrivano sue notizie, perché con Copparo e la sua gente egli ha mantenuto un filo dirett o e speciale; molti lo aiutano con le adozioni a distanza e con raccolte di fondi con cui sostenere le tante iniziative che questo straordinario “giovanotto” di ottantatré anni porta avanti. Dalla missione in Costa d’Avorio, Don Aldo ci viene incontro, con le sue lettere semplici ed efficaci, confidenziali e fiduciose, quasi un diario delle sue lunghe giornate; ci racconta la quotidianità del bisogno, della solitudine, della miseria e della malattia, che egli cerca di alleviare e di nuovo ci conquista, senza affliggerci, e

non dimenticando mai la sua identità di sacerdote, senza prediche ma senza mai annacquare il Vangelo, così che il desiderio di offrirgli il nostro aiuto si fa più forte e diventa un’idea, perchè Don Aldo ha un sogno; dotare una struttura polivalente già in via di costruzione, delle attrezzature e dei materiali necessari per curare una popolazione poverissima e martoriata dalla guerra. Noi de “Al Moléta” ne abbiamo parlato ai redattori del giornale “LAPIS”, l’adesione è stata immediata e l’idea ha preso forma: una serata al teatro De Micheli, a fine Febbraio, una sera insieme, tutti, per conoscere meglio questo infaticabile pioniere e offrirgli concretamente il nostro sostegno. Ci piacerebbe coinvolgere i copparesi che ricordano Don Aldo con affetto e gratitudine, e quanti non hanno avuto l’opportunità di frequentarlo, in questo progetto allargato di solidarietà. Sì, ci preme sottolineare che la solidarietà è un concetto laico, perchè essere solidali è utile, perchè ognuno può fare qualcosa senza privarsi di molto, altra cosa è la vocazione, la chiamata, per cui occorre la grazia. A noi basta l’umanità. Dalide Tridoli

Forse non tutti sanno che……

• dal 2 al 31 Maggio è possibile presentare all’Amministrazione, domanda per ottenere la detrazione ai fini ICI, per l’abitazione principale, da parte dei soggetti compresi nelle categorie in condizioni di disagio. La detrazione prevista per il 2006, è di 250,23€. • sarà costruita la nuova Sede dei Lavori Pubblici nella quale troveranno posto anche il corpo dei Vigili del Fuoco volontari e le associazioni di Protezione Civile. Il costo di 400.000,00€, sarà coperto per 350.000,00€ da alienazione della vecchia sede e 50.000,00€ oneri di affitto oggi corrisposti per l’utilizzo di capannoni privati. • l’antico cancello all’ingresso di Palazzo Zardi, rimosso durante i lavori di ristrutturazione dell’area frontale, è stato riconsegnato alla famiglia Zardi a Ponte S.Pietro. • per l’anno 2006, a causa dei mutui contratti dall’Amministrazione, su ogni cittadino graverà un indebitamento di 1.487,54€. • le SPESE previste per l’attività del Teatro De Micheli sono di 430.673,00€ circa, e le ENTRATE di 165.610,00€ circa.

......chi Sale

* La compagnia teatrale “Lo Specchio”, per aver vinto il terzo concorso “Il Mulino del Po” indetto dal comune di RO. Meritato riconoscimento dal Consiglio comunale di Copparo. * Rotary Club Copparo - per la serata di beneficenza organizzata al Teatro De Micheli, in favore della Casa di Riposo di Copparo. * La Ditta Eredi Fantoni di Santa Maria Maddalena, per come sta attuando i lavori di completamento per la realizzazione della rotatoria di Via Primicello.

......chi Scende

* la Giunta comunale - per gli aumenti delle tariffe stabilite nel Bilancio 2006. * Ass. Lavori Pubblici - per la poco azzeccata scelta temporale nell’appaltare i lavori di sistemazione dei controvialetti di Viale Carducci: i residenti e le attività commerciali “ ringraziano”. * Ass. Ambiente perchè a oltre sei mesi dalla sua costituzione non ha ancora prodotto alcun provvedimento significativo per il benessere dei cittadini.

Pag. 4 Nell’ufficio del

DIFENSORE CIVICO...... …si richiede una diversa tipologia dei cassonetti per i rifiuti organici, quelli che non si aprono a pedale, perché i coperchi sono sempre sporchi. ...molti citt a d i ni p r o testano per la situazione non decorosa e non igieni c a , ne g l i spazi pubblici, causata dai cani, spesso nella indifferenza dei loro proprietari. Si suggerisce l’istituzione di un’area riservata ai “bisogni“ degli animali. …i residenti di Via Podgora si lamentano per il cattivo funzionamento di alcune condotte fognarie; quando piove molto, le acque nere maleodoranti traciman o : Comune, Bonifica e CADF stanno studiando il da farsi. …qualcuno si è lamentato sulla poca chiarezza nelle procedure di compravendita di loculi ed ossari nel Cimitero di Copparo: il prezzo richiesto alla consegna è superiore a quello stabilito nel contratto d’acquisto. Colpa dell’acquirente che non legge bene l’avviso di pre-assegnazione dei loculi……Si auspica un “ italiano” più comprensibile. ...un utente si lamenta che la CMR, che gestisce i servizi cimiteriali del Comune, gli ha inviato una bolletta relativa al servizio luci votive del 2005, senza tener conto della riduzione forfettaria concordata con l’amministrazione comunale...(la lamentela è stata ascoltata) (estratto dalle relazioni semestrali del Difensore Civico)


Al Moléta - segui il filo...

SPECIALE BILANCIO 2006

AL MOLETA

SPECIALE BILANCIO 2006

Avevamo capito, leggendo il programma di mandato del Sindaco Bertuzzi e la sua Giunta, che la famiglia, i bambini e le bambine…, fossero giustamente messi al centro dell’azione di governo. Osservando le voci della tabella che evidenziano gli aumenti stabiliti per l’anno 2006, aumenti importanti che vanno dal 10% al 20%, quindi rincari pesanti, osserviamo con stupore che la metà si abbatte proprio su quei soggetti indicati dall’attuale Amministrazione come benefi-

SPECIALE BILANCIO 2006

ciari: le rette dell’asilo nido, le rette delle scuole materne, della mensa scolastica e il costo del trasporto scolastico. E non sono gli unici, sono aumentate, con il beneplacito del comune: • le tariffe della Piscina e altri impianti sportivi; • la TIA, per capirci meglio chiariamo che è la tassa per la raccolta dei rifiuti alla quale AREA quest’anno aggiungerà il costo per la cura e lo sfalcio del verde.

• raddoppiato a 200,00€ il corrispettivo per chi desidera sposarsi in Municipio il Sabato pomeriggio e festivi (potrà risparmiare scegliendo un altro giorno della settimana). Ancora non è tutto, qualche altro aumento si nasconde tra le pieghe del Bilancio; se a tutto ciò sommiamo il recente aumento dell’ICI 2005, decisamente questa Amministrazione ha raggiunto un bel primato negativo nei primi due anni di governo. Certamente, se chiedete loro ra-

gione di tutto questo, vi risponderanno che è colpa del Governo centrale che ha tagliato i trasferimenti mettendo in difficoltà gli amministratori. Noi però non siamo dello stesso parere, siamo convinti che una gestione più oculata delle risorse e una scelta diversa riguardo alle priorità, avrebbero potuto produrre risultati migliori ed evitare alcuni spiacevoli rincari. La Redazione

Dal Bilancio di Previsione 2006 del Comune di Copparo

Amministrare Copparo tra Utopia e Realismo Uno degli aspetti di analisi del bilancio preventivo 2006, presentato sul finire dello scorso anno in Consiglio Comunale dal Sindaco Bertuzzi, è quello di svolgere un lavoro di confronto tra il modello delle giunte di sinistra e quello di stampo liberale in tema di politica sociale. Nel corso del mio intervento consigliare ho cercato di ripercorrere il filo conduttore delle dichiarazioni d’intenti, fatte dalla maggioranza in carica nel corso di questi due anni, con i risultati ottenuti e, cercando di mantenere il più possibile un’equilibrata equidistanza tra le due ideologie politiche, ho evidenziato alcune sostanziali carenze presenti nel modello adottato dalla maggioranza per dimostrare l’inadeguatezza dei

provvedimenti presi dalla Giunta in tema di sociale. A mio avviso si è venuto a creare un grosso divario tra, le effettive esigenze della cittadinanza e le decisioni maturate dalla Giunta, tra l’altro prive di sostenibilità finanziaria. Ancora una volta, e solo per rendere più comprensibili le mie perplessità, ho richiamato l’attenzione dei presenti, sulla questione del costo di gestione del Teatro De Micheli, in tema di priorità. La risposta da parte di alcuni Consiglieri della maggioranza non si è fatta attendere, ed è stata una risposta sorprendente e per certi versi utopistica. Innanzitutto, in un momento in cui tutti sembrano adoperarsi per ottenere risultati concreti – ci sono limitatissime

coperture finanziarie, si aumentano i tributi e le tariffe - ci si premura di riattizzare il fuoco della demagogia, sostenendo che la presenza e la sostenibilità del Teatro è una risposta alle ingiustizie perpetrate dal Governo Berlusconi. Questo è quanto ho inteso, mi si corregga se fornisco una interpretazione sbagliata delle parole, ma ritengo che ciò oltre ad essere un pensiero demagogico è anche una ingiustizia oltre che un errore politico. Può essere accettata la condivisibilità dell’assunto “Il compito di un buon amministratore è quello di garantire la tranquilla convivenza dei cittadini dando risposte il più vicino possibile alle esigenze di tutti”, ma la scelta unilaterale di sostenere il progetto Teatro De Micheli senza

prospettare soluzioni alternative, risulta essere esclusivamente una azione propagandistica di parte contravvenendo all’etica di buon amministratore di tutti. Nessuno, e sottolineo nessuno compreso il sottoscritto esige la chiusura del Teatro. La ricerca di possibili partners privati a cui affidarne la gestione, previo accordo sull’uso compatibile con i costi ed i ricavi, consentirebbe a tutti i Copparesi di frequentare il Teatro a proprie spese, liberando i costi di gestione attuale per usi più appropriati e necessari. Un esempio? Riportare ai valori precedenti le rette degli asili e delle mense scolastiche, questi sì, servizi indispensabili. S. V.


Al Moléta - segui il filo...

SPECIALE BILANCIO 2006

Giunta Ber tuzzi: BILANCIO PREVISIONALE 2006 Ovvero: una strategia per il declino economico di Copparo PRESSIONE FINANZIARIA (Pressione fiscale esercitata sulla popolazione) Siamo tutti più poveri per effetto del peso delle tasse comunali sui nostri redditi di copparesi. La giunta Bertuzzi cambia registro.

PRESSIONE TRIBUTARIA (prelievo tributario procapite) Il peso dei tributi su ogni cittadino continua a rimanere alto dopo essere aumentato in maniera straordinaria nel 2005 appena concluso.

I.C.I. (imposta comunale sugli immobili) Non sapendo che pesci pigliare la giunta Bertuzzi ha deciso di colpire la casa, aumentando incredibilmente l’ICI aiutata anche dall’aumento delle rendite catastali. (NB: alcuni comuni hanno ridotto l’ICI)

INCENTIVI ALLO SVILUPPO DEL TERRITORIO Così la giunta Bertuzzi sostiene lo sviluppo del territorio. Questi sono i mezzi messi a disposizione per il rilancio del territorio copparese.

INCENTIVI ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE Così si tengono in considerazione gli imprenditori locali e li si aiutano ad uscire dalla crisi: sempre meno risorse.

SPESA CORRENTE DEL COMUNE DI COPPARO Così invece, in barba ad ogni problema locale e nazionale, si continua a spendere per mantenere una macchina comunale ai livelli organizzativi di 20 anni fa.

Anno2 n3 gen feb 2006  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you