Issuu on Google+

www.almoleta.it

C O P PA RO - L A P I A Z Z A D E I M O LÉ TA

e-mail: redazione@almoleta.it

Al Moléta segui il filo …

P E R I O D I C O DI INFORMAZIONE POLITICO-CULT U R A L E - D I S T R I BU Z I O N E G R AT U I TA

C O P PA RO - L A P I A Z Z A D E I M O LÉ TA

www.almoleta.it

A N N O 2° - N° 1 - Sett.-Ott. 2005 e-mail: redazione@almoleta.it

IL NOSTRO “AMBIENTE” L’ASSESSORE:

C’E’ MA NON SI SENTE!!!

I PROBLEMI:

CI SONO E SI SENTONO!!! “- Agosto 2005 – Continua il fenomeno dell‛acqua alta a Copparo!!! L‛Amministrazione Comunale dichiara che non può farci nulla perché “Piove, Governo Ladro!!!”, come al solito è sempre e solo colpa di Berlusconi!”

“- Discarica CRISPA – Un vero effetto speciale per stupirvi: non solo si vede, ma si SENTE anche il vero profumo della campagna!!!”

“- Centro recupero pneumatici - Quando i cittadini e le forze politiche difendono le vere necessità ambientali: cancellate le gomme!!!”

“6.9.2004-6.9.2005 la nostra Rotatoria compie un anno, tuttavia abbandonata da tutti non cresce. Cercasi persone serie e laboriose che la facciano diventare grande. Astenersi perditempo!!!”

Abate Ghiotto

CAMPI ELDA

Gastronomia e tradizione Via San Venanzio, 1 Copparo (Fe) Tel. 0532/871.080

Imp. 5861

È GRADITA LA PRENOTAZIONE

Distributore - Lubrificanti L AVAGGIO AU TOMAT I C O

V i a P rovinciale per Ferrara - A C O P PA RO

Te l . 0532/870.104

Global Informatica S.r.l. V ia V igonovese, 170 - 35127 Camin (PD) Tel.: +39 049 8702172 - Fax: +39 049 8702194 Email: info@globalinformatica.com http:\\www.globalinformatica.com

Servizi di Consulenza

• Organizzazione e Gestione Aziendale • Organizzazione Uffici Tecnici

Prodotti Informatici

• Sistemi ERP, CRM, SMP, Sviluppo software specifico • Sistemi CAD, CAM, CAE, FEM, Sviluppo Post_processor


APPROFONDIMENTI

Al Moléta - segui il filo...

FUSIONI E BOLLETTE Nell’ultima riunione di Consiglio, la Giunta in carica ha posto all’ordine del giorno l’approvazione del progetto di fusione per incorporazione di Hera, già precedentemente fusa con Agea, con il nuovo soggetto Meta operante nell’area dell’Emilia occidentale. Le finalità di questo progetto, approvato dalla maggioranza, è quello di realizzare un gruppo industriale di grande rilevanza che possa competere a livello nazionale e possa assicurare indubbi benefici per la popolazione copparese. Secondo i principi liberistici del libero mercato, l’operazione appare sicuramente lecita e, per certi versi, opportuna in quanto si vengono a creare i presupposti per generare nuovi profitti. Ma vediamo meglio nel dettaglio: 1) ECONOMIE DI SCALA: è evidente che il volume di spesa (es: acquisto del gas da distribuire) risulterà cosi aumentato e quindi si potranno spuntare migliori condizioni di acquisto. Quindi: MINORI SPESE = MAGGIORI PROFITTI 2) RIDUZIONE DEI COSTI FISSI: è evidente, e ci è stato confermato, che tutta l’organizzazione burocratica delle due aziende che si fondono sarà riorganizzata e produrrà risparmi evidenti e misurabili. Quindi: MINORI SPESE = MAGGIORI PROFITTI 3) AUMENTO DEL VALORE PATRIMONIALE DELLE AZIONI. Dal momento che il titolo è quotato in Borsa, esso potrà risentire, in termini di aumento di valore, dei buoni risultati economici della gestione. Purtuttavia, dovendo i Comuni soci (anche Copparo), per statuto detenere non meno del 51% delle azioni, essi non potranno usufruire di tale vantaggio ma saranno esclusivamente i privati a beneficiarne scambiando i titoli in Borsa. Se tuttavia i Comuni decidessero di mantenere una quota superiore al 51%, la parte eccedente tale valore potrebbe essere negoziata sul mercato borsistico e portare un beneficio economico alle casse comunali. Quindi: MAGGIORI PROFITTI

PIZZA E X P

DA STEFANO

Ora cerchiamo di chiederci quale destinazione politico-sociale l’Amministrazione comunale deciderà di attuare. Il Sindaco Bertuzzi già ai tempi della fusione Agea/Hera, incalzata su questi temi, non ebbe alcuna esitazione a dire in un consesso assembleare (è registrato!) “…se sapessi oggi che le società fanno profitti sulle spalle dei cittadini, io mi vergognerei di questo e vigilerei affinché ciò non avesse ad avvenire!“. Per contro, oggi, riscontriamo una posizione diametralmente opposta e cioè che, non solo i profitti vengono incamerati, in sordina, nel bilancio comunale senza alcuna destinazione specifica ma tutta la Giunta, Sindaco compreso, auspicano maggiori profitti per il futuro. All’utente copparese che ha contribuito a costruire il patrimonio di Agea prima, di Hera oggi e di Hera-Meta domani, non arriverà nulla, questo è certo! Nessuna riduzione delle bollette, nessuna pratica riduzione dei costi che gravano sulle famiglie e sulle imprese! Non solo non arriverà nulla all’utente copparese ma egli continuerà, attraverso le sue bollette, ad alimentare quell’aumento di profitti di cui sopra per i quali non è nota la destinazione. Meglio sarebbe per tutti che, sull’onda di possibili ravvedimenti, l’Amministrazione comunale decidesse pubblicamente di destinare i profitti derivanti da queste operazioni, in parte alla riduzione della spesa energetica delle famiglie più bisognose ed in parte alla riduzione della spesa energetica di aziende commerciali artigiane, industriali esistenti e per quelle che decidessero di insediarsi nel nostro comune, fornendo così un solido incentivo allo sviluppo della competitività del nostro territorio. Finora però, da palazzo Barberini, nessun ravvedimento ! S.B.

RT

di MARCHESINI STEFANO

VIA GARIBALDI, 50 - COPPARO (FE)

- VECCHIA GESTIONE CON STEFANO E CATIA L A VERA PIZZA NAPOLETANA COTTA NEL NUOVO FORNO A LEGNA - PIZZE GIGANTI DA ASPORTO, CECI E PATATINE FRITTE. Tel. 0532 CONSEGNA RAPIDA A DOMICILIO 863.223

Pag. 2

CESTA: NO all’attività di recupero e trattamento gomme Il Sindaco corre ai ripari e respinge la richiesta della Eco Rubber. Abbiamo scoperto, nella motivazione fornita dal Sindaco alla stampa locale, che Cesta è inserita in un’area agricola e non è una zona ecologicamente attrezzata per l’esercizio di certe attività tipo quella che era stata richiesta dalla Ditta in oggetto. Va sottolineato che nessun Comune della Provincia è dotato di aree ecologicamente attrezzate e la procedura in casi di richieste di impianti particolari, prevede l’utilizzo degli Art. 33 e 27 del c.d. Decredo Ronchi; quest’ultimo contempla la riunione della conferenza dei servizi: Comune

interessato, Arpa, Asl, Vigili del Fuoco; da questa assemblea è arrivato lo stop all’insediamento. Siamo contenti del fatto che il nostro interes- samento abbia contribuito a sollecitare l’attenzione dell’Amministrazione verso questo fatto che aveva messo in allarme gli abitanti delle frazioni di Coccanile, Cesta e tutti gli altri; visto l’esito della questione, è il caso di dire che l’allarme era giustificato. Il controllo attento che noi all’opposizione esercitiamo sui problemi di tutto il territorio, non è sempre sterile e fine a se stesso ma aiuta, in alcuni casi, gli amministratori a svolgere meglio la loro attività. F.O.

Casa Protetta, Project Financing, Occasione Perduta

In questo lungo anno di dibattiti e di confronto tra gli opposti schieramenti politici Copparesi, la maggioranza di sinistra, senza eccezione alcuna, sorprendentemente ha esaltato l’utilizzo del Project Financing, quale strumento ideale per la realizzazione dell’opera, tipico strumento da liberisti convinti. Dopo tanta enfasi, in un territorio dove, fatta eccezione della Berco SPA, il settore industriale langue, il settore agricolo è asfittico, il settore turistico inesistente, la scuola superiore chiude i battenti e l’ospedale va in dismissione, personalmente mi sarei aspettato ben altro del limitato e limitativo progetto presentato. La tipica accusa mossa alla opposizione, da parte dall’amministrazione locale, “il Comune non è una azienda”, in associazione al “bisogna fare sistema” sbandierata a piè sospinto in ogni occasione, dove la nozione “fare sistema” è però lasciata convenientemente indefinita, evidenziano lo stato confusionale in cui versano le nostre amministrazioni: Comunale, Provinciale e Regionale. Beninteso, eccetto qualche visionario, non credo vi sia oggi tra i miei concittadini qualcuno disposto a ripetere le esperienze negative derivate dall’insediamento dei vari incubatori, ma qualcuno disposto ad intraprendere percorsi alternativi, sicuramente c’è. E non è soltanto una mia convinzione personale indicare come soluzione alternativa, per uscire dalla stagnazione, quella di dare vita ad un progetto il cui

IMPIANTISTICA INDUSTRIALE E CIVILE

G U EI MRP RRE S AAA B I LEI TATA L EL EO NO R I O GGE 46/90 Via Puccini, 26 44033 BERRA (FE)

Cell. 348-6708642 Tel. e Fa x : 0532-83.10.13

obiettivo consista nell’incentivare determinate attività piuttosto che settori. Non poteva esservi occasione più ghiotta ed opportuna di questa. L’idea di un Centro di Geriatria Specializzato, la realizzazione cioè di una opera con un più ampio respiro, nella quale la costruzione della nuova Casa Protetta fosse uno degli aspetti principe del progetto, avrebbe portato con sé molte delle condizioni essenziali richieste dai nuovi criteri per la concessione di finanziamenti ai contratti di programma. Questo ultimo aspetto, delittuosamente ignorato dagli amministratori locali quanto il ridotto e riduttivo progetto di realizzare la sola Casa protetta, ha portato di conseguenza ad avere un solo Proponente. Non è il solo caso di miopia politica: Villa Mensa docet. Sin da quando mi si è prospettata l’idea di divulgare queste mie considerazioni, ho avuto ben presente le contestazioni che la sinistra potrà sollevare. La realizzazione di un simile progetto implica l’entrata in campo di organismi al di sopra dell’ente locale, la gestione sanitaria è materia regionale. Ai possibili detrattori ribadisco: Chi è alla guida degli organi competenti Regionali e Provinciali dell’Emilia Romagna da oltre sessanta anni? Che fine hanno fatto quegli amministratori Copparesi che, dopo aver fatto carriera sulla nostra pelle, a tutt’oggi ricoprono incarichi significativi in Provincia ed in Regione? Ai miei concittadini lascio trarre le debite conclusioni. Ing. Sereno Vacchi Minimarket - Alimentare Frutta e Verdura Articoli da Regalo

NON SOLO PANE di Marchetti Simonetta

GENTILEZZA E CORTESIA - CONSEGNA GRATUITA A CASA TUA Via Idris Ricci, 19 - COPPARO (Fe)

Tel. 0532-861698 - Cell. 349.1839655 - 349.1839657


CULTURA

Al Moléta - segui il filo...

Pag. 3

IL SEGNO DEI TEMPI: VILLA CARLI

Cento anni di STORIA...

...un anno di amministrazione BERTUZZI

L’IMPORTANZA DELLE RADICI Una comunità può definirsi tale solo se riesce a salvaguardare tutto ciò che unisce i suoi membri contro ogni evento o minaccia di distruzione. La lingua, la storia, le tradizioni sono le più comuni espressioni della identità di una comunità, tanto più importanti quanto consentono di sviluppare una eterogenea ed articolata cultura collettiva accrescendo così la forza e l’energia di tutti i suoi membri singolarmente e collettivamente . La ricchezza sta nel confronto fra visioni politiche e morali diverse e nel rispetto di tutto ciò che è innegabilmente un “valore“ per tutti al di là di ogni credo politico e di ogni gusto del bello. Un popolo potrà perdere tutte le sue risorse materiali, potrà essere umiliato, sottomesso, decimato, ma se riuscirà a tenere vive le sue tradizioni e la sua storia potrà sopravvivere ai più tragici eventi. La cultura e l’identità della nostra comunità sono rappresentate da tutto ciò che ci circonda quotidianamente, il nostro dialetto, le nostre

espressioni, i nostri soprannomi, gli eventi,gli aneddoti, i personaggi, i luoghi, tutto all’interno di un contenitore fisico costituito da strade, piazze, vicoli, borghi, edifici che fanno da scenario insostituibile e prezioso alla nostra avventura terrena. Dimenticare gli uomini e le loro opere è quasi un suicidio collettivo ed un delitto contro ognuno di noi copparesi: la negazione delle proprie radici. Non c’è nulla che potrà sostituire il valore culturale di edifici come Villa Carli (100 anni di storia, personaggi del risorgimento che l’hanno abitata, preziosità architettonica acclarata!!), non ci sarà nessun condominio, nessun complesso di villette a schiera, nessuna opera di architetto postmoderno, alternativo e polivalente, nessuna scusa di interesse collettivo, che potrà compensare la perdita conseguente al suo abbattimento. Il nulla al posto della nostra storia collettiva!!

V E N D I TA E D A S S I S T E N Z A

A U T O A Z Z O L I N I srl A U TO R I Z Z ATA C O P PA R O ( F E ) Via Primicello, 23E/G Tel. e Fax: 0532 862.509

ALTRI IMMOBILI DI VALORE IN PERICOLO “BERTUZZI“ Villa Mensa Complesso Residenziale Chiesa Parrocchiale Capitello “Conte Gardani“ Ex Macello Comunale Ex Casa di riposo “Villa Mantovani“ Oratorio di S. Marco Campanile San Venanzio

Sabbioncello S.V. Via Alta, 1 Copparo Gradizza Gradizza Copparo Copparo Fossalta Saletta

...A QUANDO IL PROSSIMO SCEMPIO ?

Lettera Firmata

INSTALLAZIONE - ASSISTENZA AUTORIZZATA

Saunier Duval

IdroTermoElettrica

impianti e manutenzione di Bianchi Marco V i a Ve z i o B e r t o n i , 2 - C O P PA R O ( F e ) Tel. 0532 871056 - Cell. 335.372000 www.idrotermoelettrica.com - E-mail: marcbian@tin.it

LABORATORI FOTOGRAFICI P.ZZA DEL POPOLO, 14/A - COPPARO (FE) TEL. 0532/870.487


Al Moléta - segui il filo...

RUBRICHE E INFORMAZIONI

CHIUDE LA SEZIONE STACCATA DEL “V.MONTI” Una chiusura annunciata Non ci voleva certo la sfera di cristallo per capire come sarebbe finita quando a No-

vembre 2004, rispondendo ad una nostra interpellanza sulla sorte dell’Istituto Superiore di Copparo, il Sindaco ebbe a dire che, se non si fosse riusciti a salvare la scuola, si sarebbe trovato un altro utilizzo per l’edificio che la ospitava. Ecco, Sig. Sindaco, ora ha un nuovo compito: trovi un’altra destinazione d’uso a questa struttura prima che, non più animata dalla presenza di studenti e professori, CADA IN ROVINA come altre simili abbandonate sul nostro territorio. La chiusura di una Scuola rappresenta un fallimento per tutta la comunità; è un segno di impoverimento culturale. Nel caso specifico, un innesco di processo involutivo di Copparo rispetto alla situazione in essere in anni precedenti; un riavviarsi verso la posizione di satellite di Ferrara e non pianeta, almeno culturalmente, indipendente. Dobbiamo comunque sottolineare un aspetto di questo triste epilogo: le famiglie interessate hanno concorso a questo risultato: perché? Esaminando le scelte effettuate nella nostra Scuola Media per l’anno scolastico 2005-2006, emerge un flusso incrementato verso i Licei della città: Classico, Scientifico, Sociale(ex Magistrali); solamente 7 studenti iscritti all’I.T.C. “V.Monti” di Ferrara, 10 in totale se consideriamo Berra e Ro, sezioni staccate di Copparo. Non se la passano meglio

l’Istituto Agrario “F.lli Navarra”, l’Istituto per Geometri, che non hanno ricevuto alcuna iscrizione. A noi resta il dubbio che, da parte degli attori interessati, non sia stato fatto abbastanza per convincere genitori e figli sui molteplici aspetti positivi che rappresentava la presenza della scuola superiore con i suoi progetti formativi innovativi. F.O.

FORSE NON TUTTI SANNO CHE… • Ogni cittadino di Copparo, dal più giovane al più vecchio, porta sulle spalle un un debito di €1.609,40, dovuto ai mutui trentennali contratti dall’Amministrazione comunale.

Pag. 4

Attraverso le pagine de Al Moléta una forte segnalazione del Comitato Paglierini L’Emilia Romagna è la Regione con la più alta percentuale di morti sulle strade sia in rapporto a 100mila abitanti che a 100mila veicoli circolanti. La Provincia di Ferrara addirittura, nel 1998 è stata la prima in assoluto a livello nazionale. E, sia al livello regionale che a quelli provinciali, nessuno si è finora attivato, di fronte alla prima emergenza del territorio, al-

Tratta : Copparo-Ferrara e limitrofe 2003 2004 2005 (07/09/05) N° Deceduti Età media

6 31

chi Sale......

• Le unità manifatturiere (TESSILE) nel nostro comune, dal 2001 al 2003 si sono ridotte di 8 unità: da 56 a 48. (Dati della Camera di Commercio al 2003). Negli anni successivi la situazione non è migliorata.

I RESIDENTI di via Bandiera: per la grande pazienza che stanno dimostrando di fronte al perdurare dei lavori stradali che creano notevoli disagi.

• Ha trovato soluzione la vertenza: BERCO-AMM.COMUNALE sull’area di Via Mazzini. Finalmente, non sappiamo quando, vista l’attuale mancanza di fondi, l’area smetterà quel suo desolante aspetto e diventerà di pubblica utilità.

IMPRESA GATTI: poiché, lavorando anche nel mese di Agosto, ha terminato in tempo utile i lavori di ripristino del piazzale di PALAZZO ZARDI.

• Sono stati approvati dalla Provincia i contributi regionali di €1.143.201 per la conservazione di Villa Mensa, e € 872.790 per la riqualificazione ed ampliamento area produttiva di via Primicello.

Al Moléta

Via Marconi, 3 - C O P PA RO (Fe) Tel. 0532 - 871439 Direttore Responsabile: DA N I E L E C E S A R I Coordinatore redazionale: DA L I D E T R I D O L I Comitato di Redazione: Franca Orsini, S e rgio Benini, S a r a L avezzi, Sandra Carletti, Collaboratori: R i c c a rdo Ziosi, G i ovanni Villani, Mauro L avezzi, Franco Biolcati, Sereno Va c chi, Marica B o s chetti, Andrea Burini, Luca Modoni. Registrazione del Tribunale di Ferrara n. 06/05 del 24/03/2005 del registro periodici. Tiratura 6000 copie. Tipo-Lito DUE B - Copparo (Fe)

meno per rilevare e monitorare, in tempo reale, queste tragedie. Il Comitato Paglierini rileva in proprio i dati di cui di seguito diamo un estratto, riproponendoli e mettendoli poi a disposizione delle istituzioni locali. Il territorio copparese, con i suoi collegamenti viari, e soprattutto sulla direttrice: Ferrara - Copparo - Berra presenta il più alto indice di mortalità stradale insieme alla SS Romea, la ex SS Virgiliana e la SS 16 nella tratta Argentana. Un triste primato! Dr. Luigi A. Ciannilli Presidente del Comitato “F. Paglierini”

PERICOLOSITA’ DELLE STRADE A COPPARO E PROVINCIA

COPPARO NAUTICA: per le nuove interessanti iniziative meseseinincampo. campo.

......chi Scende GIUNTA COMUNALE: per la persistente incuria della centrale Via Garibaldi e la pericolosità dei suoi marciapiedi. AREA: per l’”olezzante“ gestione della discarica della “CRISPA” Ass. AMBIENTE: perché quanto prima emetta il suo primo vagito

11 47

5 59

LA PARTITA DEL CU RE Prosegue la saga del “MONDO PICCOLO” Proposta dal Gruppo consiliare di Forza Italia, presso lo Stadio comunale “Decimo Preziosa” a fine settembre, si affronteranno le squadre di calcio del Centro-Destra e del Centro-Sinistra. Lasciate da parte, per un momento, le diversità politiche e le battaglie serie che ne seguono, ritroveremo ciò che davvero ci unisce: le stesse forti radici. Rivedremo la “Dynamos e la “Gagliarda” di guareschiana memoria affrontarsi in campo con la stessa passione e la stessa voglia di vincere; saranno diverse le magliette, gli allenatori non spaccheranno facce né polverizzeranno sederi a pedate ai giocatori, l’arbitro non sarà comprato da entrambe le squadre e non dovrà trovare rifugio in Chiesa, ma sarà uguale l’entusiasmo perché uguale è l’amore per questo paese che è un puntino nero che si muove con la sua gente su e giù lungo il fiume per quella “fettaccia di terra” che sta tra il Po e l’Appennino; un paese che sa ritrovarsi per ricordare i personaggi di quando eravamo povera gente e i propri poeti, e che la voglia di fare insieme ce l’ha ancora. Obiettivo dell’incontro è la raccolta di fondi da devolvere alla locale sezione dell’A.N.T. di prossima apertura a Copparo. La Redazione

FREDDI ENRICO

R I PA R A Z I O N I E L E T T RO N I CH E S E RV I Z I O A S S I ST E N Z A E M O D I F I CH E : da Lunedì a Venerdì C O N S O L E , CO M P U T E R , DV D , TV…… 9.30 - 12,30 IMPIANTI E L E T T R I C I A N T I F U RT I E V I D E O S O RV E G L I A N Z A 15.00 - 19.30

V I A L E I . R I C C I , 7 5 / B - CO P PA RO ( F E ) T E L . 3 3 8 . 2 94 5 0 0 5 - e-mail: fre d s i mpson@tin.it


Anno2 n1 sett ott 2005