Page 24

3 2016

Azimut

INTERVENTI

Associazioni

L'importanza di un organismo di mediazione nazionale

FILIPPO VIRCILLO ISCRITTO AL REGISTRO NAZIONALE FORMATORI PROFESSIONISTI al n° 57. Formatore formatori. Coach “coaching neurolinguistico”. Facilitatore di gruppi con i metodi di Progettazione Partecipata e con l’OST (Open Space Tecnology). Presidente Nazionale dell’Associazione Nazionale GEO-C.A.M.

L’Associazione Nazionale Geometri Consulenti Tecnici, Arbitri E Mediatori ha lo scopo di aiutare e sostenere tutti i colleghi, ordini professionali o associazioni di categorie che vogliono prendere in considerazione questa materia, canalizzando le proprie iniziative con uno strumento comune per tutti i mediatori. La mediazione non è un metodo sostitutivo al sistema giurisdizionale, bensì un completamento del sistema stesso, adottabile in quelle controversie la cui risoluzione non necessita obbligatoriamente di una decisione vincolante. La mediazione quindi si propone principalmente come metodo “autonomo” dove le parti non si estraniano alla procedura rimandando al terzo una decisione, ma conducono la procedura unitamente. La mediazione è di fatto un processo consensuale nel quale le parti presentano al mediatore, persona istruita e neutrale, il loro punto di vista, mantenendo però il controllo della decisione nella procedura. Non viene mai garantito un accordo fi nale ed il mediatore non può prendere decisioni nel confl itto. Questa è la sostanziale differenza con l’arbitrato, dove le parti accordano facoltà al terzo neutrale di decidere in maniera vincolante per la risoluzione della loro controversia. Il confl itto deve essere visto come una disputa tra tesi ed opinioni diverse, non di mantenimento delle posizioni. Importante, durante tutta la procedura, è la “co-

22

LUGLIO 2016

municazione tra le parti”, che spetta al mediatore tenere in vita e soprattutto stimolare, aiutando le parti medesime a spiegare e capire meglio i loro problemi, a dialogare e interagire tra loro creando un clima di maggiore o ritrovata fi ducia, incoraggiandole a sviluppare i nuovi punti di vista, al fi ne di farle avvicinare. Il confronto tra le parti è condotto dal mediatore in modo non autoritario (lo stesso non imporrà alcuna soluzione) ma stimolerà la comunicazione tra le parti. Il mediatore dovrà utilizzare una serie di tecniche di mediazione comportamentale che gli permetteranno di poter acquisire prima la fi ducia e la collaborazione delle parti e poi il coinvolgimento attivo tra loro. In riferimento a quanto sopra si potrebbe defi nire la Mediazione come una affermazione di crescita civile per tutta la collettività, uno strumento rapido ed effi cace per risolvere le controversie tra le parti. L’associazione nasce per raccogliere e rappresentare tutti i geometri operanti nei settori: della C.T.U. e di parte nel processo civile, amministrativo e nelle procedure stragiudiziali; della Perizia e la Consulenza Tecnica nel processo penale; della Mediazione delegata e la conciliazione; delle attività dell’Ausiliario Giudiziario nel processo esecutivo; dell’Arbitrato, l’Arbitraggio e la Perizia contrattuale; oltre a tutte le altre forme di attività nascenti dalla pubblica e privata giurisdizione.

Profile for Geometri Ancona

Azimut n3 2016  

Azimut n3 2016  

Advertisement