Page 1

Anno XXVII - N. 11 - 2010 MENSILE DI ATTUALITÀ CULTURA E INFORMAZIONE

www.gentesalese.com

redazione@gentesalese.com

Angelo Vanzetto racconta i suoi 100 anni EDUCAZIONE STRADALE Inaugurato il campo scuola permanente

CALTANA Il centro si rinnova

CICLO CROSS Nel trofeo d'autunno Felderer su tutti


SPECIALE STIGLIANO CRONACA

Nelle frazioni la Giunta parla del Bilancio comunale A tenere banco è quello finanziario derivato dalla crisi

N

el mese di novembre, come di consuetudine, il Sindaco e la Giunta comunale hanno incontrato nelle sei frazioni i cittadini di Santa Maria di Sala. Il tema dominante è stato la presentazione della situazione economico finanziaria dell’Ente in vista della presentazione del bilancio di previsione per l’esercizio 2011 in via di definizione. Si è parlato anche di Centro Scolastico, di viabilità, di smaltimento dei rifiuti, di sicurezza idrica ecc. Tutti temi che alimentano il dibattito “politico-amministrativo” del nostro Comune. Il tema forte è stato però quello economico finanziario. L’Assessore Giovanni Vanzetto ha brevemente ricordato la situazione di partenza del 2007: un debito residuo di oltre 15 milioni di euro con una rata annua di oltre un milione e mezzo di euro, la mina vagante della “scommessa sui tassi” SWAP che ci è costata 162 mila euro, il crescente squilibrio di bilancio che assorbiva in modo crescente gli oneri di urbanizzazione per quadrare la parte corrente e lo sforamento del Patto di Stabilità negli anni 2006 e 2007.

Le politiche di bilancio fra il 2008 ed il 2010 sono state, quindi, improntate al risanamento dei conti. Il debito è sceso a 12 milioni di euro e la rata a un milione e duecentomila euro. È stato raggiunto l’equilibrio di bilancio (le entrate correnti e ripetitive coprono le spese correnti senza l’utilizzo di oneri di urbanizzazione che, fra l’altro, sono scesi ad un terzo di quelli incassati negli anni ante 2007) ed è stato rispettato il Patto di Stabilità. L’Assessore ha detto, però, che la finanziaria di quest’estate ha drasticamente ridotto i trasferimenti ai Comuni per cui S. Maria di Sala riceverà nel 2011 trecentomila euro in meno del 2010 e dal 2012 la riduzione sarà di cinquecentocinquantamila. Per questo rimane problematico garantire gli stessi servizi agli stessi costi degli anni precedenti. L’Assessore ha anche detto che la giunta sta lavorando di cesello per cercare di reperire ulteriori entrate (ricordiamo che le aliquote fiscali comunali sono bloccate in attesa del federalismo) e ridurre al minimo l’impatto della manovra sulle tasche delle famiglie. Altra problematica evidenziata dall’Assessore è stata la capacità di spesa in conto capitale fortemente limitata dall’obbligo di rientro nel Patto di stabilità a seguito dello sforamento del 2007 che ci ha penalizzato negli esercizi 2009, 2010 e soprattutto nel 2011 in cui l’Amministrazione potrà spendere per

investimenti solo novecentomilaeuro circa. Una nota di cronaca a margine riguarda come sempre la partecipazione della cittadinanza a questi incontri che vengono sempre richiesti come momento di incontro-confronto e scambio di informazioni e che poi nella pratica vengono disattesi dai più. “È un peccato - ci dice l’Assessore Vanzetto - evidentemente io sarò noioso o quello che sta facendo l’Amministrazione interesserà a pochi. Noi proseguiamo su questa strada perché non vogliamo in alcun modo sottrarci al confronto con i cittadini e non temiamo di assumerci la responsabilità del nostro operato”.

DIRETTORE RESPONSABILE: GRAZIANO BUSATTO Direzione, Redazione e Amministrazione: Associazione Culturale “GENTE SALESE” Via dei Tigli, 10 - Santa Maria di Sala (Venezia) Telefono 041.486369 PRESIDENTE: LILIANA DAL LAGO Registrazione Tribunale di Venezia, n° 770 del 17 gennaio 1984 Tipografia: GRAFICHE QUATTRO S. Maria di Sala (VE)

2 Gente Salese N. 111 - 2010


UN "campo scuola" per l'educazione stradale U

n vero centro nel centro. E si, perché nel cuore di Santa Maria di Sala, alle spalle di villa Farsetti, vicino alle scuole, all’interno della rotonda del parcheggio della villa e degli impianti sportivi, l’Amministrazione comunale ha ricavato un vero “campo scuola” per l’educazione stradale. Una specie di città in miniatura con tanto di strade, incroci, parcheggi, segnali orizzontali e verticali di divieto, di pericolo, di indicazione ecc. Tutto questo per educare i giovani, fin da bambini, a comportarsi bene sulla strada come utenti, sia da pedoni sia come conduttori di veicoli con o senza motore. All’inaugurazione del “Campo scuola”, il primo della provincia di Venezia, erano presenti in sala teatro oltre 100 alunni delle scuole medie con il dirigente scolastico Dario Marchioro. A presentare il progetto il sindaco Paolo Bertoldo, gli assessori Francesca Scatto, Michele Granziero, Giuseppe Sambati e Giovanni Vanzetto e il comandante della Polizia locale Aldo Pagnin. Il sindaco Bertoldo ha sottolineato come nel programma dell’am-

ministrazione comunale c’è la Sicurezza stradale. “Abbiamo messo in sicurezza tanti incroci, costruito rotonde ed ora inauguriamo questa struttura che fa parte a pieno titolo della didattica perché, anticipando i tempi, - ha detto il sindaco - dal prossimo anno scolastico è obbligatoria nelle scuole l’educazione stradale. Questa è un’emergenza educativa: i ragazzi devono capire che la strada non è un videogioco».

Gli ha fatto eco anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Francesca Scatto che si è detta orgogliosa di questa nuova struttura perché diventa laboratorio di conoscenza specifica per non incorrere in incidenti dovuti alla ignoranza delle regole stradali ed è “una educazione alla cittadinanza perché sapersi comportare bene sulla strada non è solo prerogativa di sicurezza ma anche di rispetto e di civiltà nei confronti degli altri cittadini”.

Anche Michele Granziero si è detto convinto che gli incidenti possono diminuire se fin da bambini iniettiamo nei giovanissimi quella “vera cultura della sicurezza stradale”. A condurre la prima lezione è intervenuto Aldo Pagnin che ha messo in guardia i ragazzi dicendo che “questo campo scuola dovrà essere la palestra per imparare ad applicare le regole stradali e a circolare in sicurezza per la strada”. E dopo la lezione teorica, tutti nel campo scuola per la prova pratica dove c'era chi attraversava la strada sulle linee pedonali mentre altri, in sella alla bicicletta, si fermavano al passaggio dei pedoni. E tutto sotto gli occhi vigili degli agenti della Polizia locale che aiutavano e insegnavano. Era un bel gioco. Ci si è divertiti ma allo stesso tempo è stata una bella lezione di educazione stradale. Graziano Busatto

Gente Salese N. 11- 2010

3


CRONACA

A Sant'Angelo la solenne commemorazione dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate

D

omenica 7 novembre l’Amministrazione Comunale di Santa Maria di Sala, in collaborazione con le Associazioni d’Arma locali, ha celebrato nella frazione di Sant'Angelo l’anniversario della fine della prima guerra mondiale con una cerimonia commemorativa in onore dei caduti di tutte le guerre. Una cerimonia significativa che giunge a novantadue anni dalla fine della prima guerra mondiale con cui si è concluso il ciclo delle campagne nazionali per l’unità d’Italia. Un lungo percorso durato settant’anni,

dalla prima guerra di indipendenza in avanti. Quella del 4 novembre è forse la festa civile più sentita dagli italiani. Essa ha, infatti, attraversato indenne tutte le età dell’Italia: liberale, fascista e repubblicana. Anche per que-

La Casa delle Fiabe e il Giardino Incantanto in Villa Farsetti nel periodo natalizio Dopo il grande successo della scorsa edizione la Pro Loco di Santa Maria di Sala propone anche quest’anno “La casa delle Fiabe e Il Giardino Incantato”. Si tratta di un percorso guidato per grandi e piccini fra ambientazioni

tratte dalle fiabe più note e gradite ai bambini con recite di brani della fiaba rappresentata. La manifestazione si svolgerà nel complesso di Villa Farsetti nei giorni di 26 dicembre 2010, 2 e 9 gennaio 2011.

I nostri servizi sono: ❏ Vendita nuovo, Km 0 e multimarche

❏ Vendita semestrale e usato garantito

❏ Assistenza officina

❏ Elettrauto

❏ Servizio pneumatici

❏ Revisione

Via Cavin di Sala, 72/a - MIRANO (VE) - Tel. 041 5701190 E-mail: autorombo@tin.it

4 Gente Salese N. 11 - 2010

sto ha allargato il suo significato divenendo il giorno simbolo dell’Unità d’Italia e la Festa delle Forze Armate; istituzioni queste che forse rappresentano di più l’unità nazionale, oggi più che mai messa in discussione. Unità d’Italia fortemente voluta da una eletta schiera di giovani per lo più borghesi ed aristocratici che in tutto il risorgimento non esitarono a sacrificarsi per l’unificazione dell’Italia. E furono sempre i borghesi e gli intellettuali, giovani e meno giovani, i più convinti interventisti anche nella prima guerra mondiale. Elites ancora sensibili agli ideali mazziniani, nazionalisti ed umanitari, convinte di dover combattere l’ultima guerra risorgimentale contro il militarismo tedesco. Ben presto questi idealisti e centinaia di migliaia di poveri soldati italiani semianalfabeti, che forse non sapevano neanche bene per cosa stessero combattendo, si

scontrarono con la realtà ben diversa di una guerra lunga, logorante, crudele per i soldati e le popolazioni civili. A questi umili inconsapevoli martiri vogliamo dedicare le poche rime di uno sconosciuto scolpite all’imbocco della Galleria del Castelletto alle Tofane. Pochi versi che al di là di ogni enfasi retorica o populismo a buon mercato ci danno la sintesi più commossa di ciò che la guerra ha significato per chi l’ha vissuta al fronte.

“Tutti avevano la faccia del Cristo nella livida aureola dell’elmetto. Tutti portavano l’insegna del supplizio nella croce della baionetta. Nelle tasche il pane dell’Ultima Cena e nella gola il pianto dell’ultimo addio” .


CRONACA

Caltana che cambia T utti i caltanesi ricordano senza dubbio lo squallore che avvolgeva il palazzo “Del Mariutto” presso l’incrocio principale del paese tra via Marinoni e via Caltana, proprio di fronte all’ingresso della Chiesa. Per andare a comprare un giornale all’edicola di Enrico Campanaro si era costretti ad uno zig zag tra gli escrementi dei colombi. Insomma, il centro del paese offriva lo spettacolo davvero pietoso di un edificio cadente, ormai disabitato e infestato dai volatili. Tanti hanno perciò salutato con favore, ormai qualche tempo fa, la vendita dell’immobile e l’inizio di un grande restauro, o per meglio dire il completo rinnovo dell’area. Alcuni per altro hanno storto il naso di fronte al progetto, forse

per quel timpano classicheggiante, “che pare n’altra ciesa”, ma i più erano soddisfatti che finalmente si mettesse mano a quell’edificio. Purtroppo però, complice forse la crisi o la scarsa appetibilità della zona, le vendite dei numerosi appartamenti non sono decollate, i lavori hanno cominciato ad andare a rilento e infine si sono definitivamente bloccati. La causa parrebbe essere il fallimento della società costruttrice, fatto sta che i neo proprietari degli spazi commerciali al piano terra si sono trovati con non poche difficoltà. In particolare il nuovissimo bar “Box Cafè” da poco aperto e la splendida fioreria “Magic Flower” che si era appena trasferita dalla precedente sede presso il molino, hanno dovuto fare i conti con un cantiere

aperto e abbandonato proprio davanti alle nuove attività. È chiaro che una situazione del genere avrebbe rappresentato una vera e propria beffa. Finalmente, quando pareva che l’area fosse di nuovo rimessa in condizioni civili, ci si è trovati con l’amara sorpresa di un cantiere fermo per mesi. Fortunatamente i proprietari degli immobili commerciali hanno deciso di provvedere in proprio al completamento del piazzale antistante. E così la ditta Catto di Caltana quest’estate ha completato i lavori, restituendo al paese la possibilità di fruire di nuovo di un angolo del suo centro.

Alcuni interventi pubblici rendono il paese più vivibile

D

opo tanta attesa finalmente anche Caltana ha visto realizzati due interventi, anche modesti, ma molto attesi dalla popolazione. Parliamo del marciapiede di Via Marinoni fino all’altezza di Via Filzi e della asfaltatura integrale di Via Cavin Caselle est fino al confine con Campocroce. “Il centro di Caltana - ci ha detto l’Assessore ai Lavori Pubblici Michele Granziero - con le due piazzette attigue alla chiesa e con il marciapiede gradevole e sicuro ha ora cambiato volto. E dopo tanti anni anche la Via Cavin Caselle est, pur rimanendo molto stretta, presenta ora maggiore sicurezza

essendo state appianate le perico- ma - ha assicurato Granziero- l’inlosissime buche e gli avallamenti tervento sarà completato con la seche la deformavano. Quanto pri- gnaletica verticale”.

Sono stati creati nuovi parcheggi, una nuova pavimentazione con decori urbani anche pregevoli e finalmente si è conquistata la comodità di poter accedere alla posta, all’edicola e agli altri esercizi del palazzo adiacente attraverso un passaggio coperto che affianca il nuovo bar. Nel frattempo oltre ai citati esercizi commerciali hanno aperto una nuova grande agenzia immobiliare nonché il negozio di Cristian Stocco, tecnico che con la sua ditta si occupa di sistemi antifurto, automazione, demotica, antennistica e comunicazioni satellitari, insomma di tutto ciò che coinvolge l’elettronica applicata alla casa e alle telecomunicazioni. Purtroppo, per il resto dell’edificio la situazione è di stallo e non si vedono grandi prospettive all’orizzonte, come si può vedere qua e là da residui della recinzione arancione del cantiere. Si spera che presto si riesca a trovare una soluzione per lo stato di sostanziale abbandono in cui versano gli appartamenti. Comunque sia il centro di Caltana ha cambiato davvero aspetto e finalmente si può con soddisfazione camminare anche sotto i portici e scambiare quattro chiacchere con negozianti e avventori, in un’atmosfera che qualcuno ha sinteticamente riassunto in una battuta: “par de essare a Padova!” Cristian Novello

Gente Salese N. 11 - 2010

5


CRONACA GrEST L'Amministrazione comunale incentiva lo studio

Premiati gli studenti promossi a PIENI voti

L

o studio, come tutte le altre attività, è fatica. Più ci si applica e maggiore è la fatica ma il risultato sarà più significativo, più alettante, più gratificante. Gli studenti che, a giugno di quest’anno, hanno concluso gli esami di terza media con il dieci, sono stati premiati dall’amministrazione comunale, in municipio, durante una cerimonia semplice ma alquanto significativa. A fare gli onori di casa il sindaco Paolo Bertoldo e l’assessore alla cultura Francesca Scatto che hanno ribadito come per raggiungere importanti obiettivi ci sia bisogno di grande impegno, di molte energie, di spendere molta fatica.

Gli alunni premiati assieme all'assessore Francesca Scatto e alcuni insegnanti intervenuti alla cerimonia in sala Giunta

Dopo il saluto del sindaco, l’assessore Francesca Scatto, durante il suo intervento, ha additato come esempio un nostro concittadino, Antonio Bevilacqua, di Sant’Angelo, maestro elementare e divenuto campione di ciclismo, per aver speso molte energie per raggiungere ambiziosi traguardi. “Mi piacerebbe che il libro “Labron” scritto da Claudio Gregori, gior-

nalista al quale abbiamo conferito la cittadinanza onoraria per aver esaltato i nostri concittadini e valorizzato il nostro Comune attraverso le sue fatiche letterarie, venisse letto dagli studenti delle nostre scuole per comprendere bene come il successo arriva dopo tanta fatica”. L’assessore ha concluso dicendo “esprimo i miei complimenti e quelli dell’amministrazione comunale a voi studenti per questo traguardo, ma mi complimento anche con gli insegnanti e i genitori perché senza una fatica corale il traguardo diventerebbe una meta difficile da raggiungere”. La professoressa Vallin, nel portare il saluto personale e quello del dirigente scolastico, ha sottolineato come la vita ci presenta ogni giorno delle fatiche da affrontare. “Avete concluso una fatica e ne

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

6 Gente Salese N. 11 - 2010

di Zanchin O. & Bertocco M. Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Caltana - Via Caltana, 10/A Tel. e Fax 041/5731603

state iniziando un’altra e pensare di studiare senza far fatica è una cosa impossibile. Voi rappresentate al meglio la nostra scuola e noi insegnanti. Voglio sottolineare che questa scuola di campagna, che a volte viene sottovalutata, perchè sembra sia marginale rispetto ad altre realtà, invece ha espresso delle eccellenze di cui siamo orgogliosi. Ringraziamo tutti per averci fatto rivivere questa realtà che senz’altro è lusinghiera per tutti”. Al termine l’amministrazione comunale ha consegnato un libretto a risparmio ad ognuno con la somma di 110 €. Sono stati premiati Alice Basso, Katia Boesso, Margherita Borgato, Alberto Gobbin, Nicola Pavan, Gabriele Pesce, Riccardo Scapin, Silvia Simioni e Irene Salmaso. G.B.


Il 6 Gennaio "Mano Amica" presenta l 'intrattenimento "Il Flauto magico"

L'Associazione di volontariato “Mano Amica”

UN GRUPPO SALESE DI IMPEGNO SOCIALE

L’

Associazione di Volontariato “MANO AMICA” Gruppo Salese di impegno sociale, da due anni opera attivamente, senza fini di lucro, perseguendo esclusivamente finalità di solidarietà sociale, civile e culturale. A presiedere questa attiva realtà è Giancarlo Zamengo e un consiglio direttivo formato da 7 componenti. Al suo attivo ha 33 soci e adotta come riferimento la Legge sul volontariato n. 266 dell’11 agosto 1991 e la Legge Regionale 40 del 30 agosto 1993. “La nostra attività – afferma Zamengo – è di promuovere strumenti ed iniziative per una cultura solidale, stimolando forme di partecipazione attiva e di integrazione sociale. Svolgiamo questo impegno attraverso l’aiuto a persone in difficoltà, al superamento delle condizioni di povertà. L’Amministrazione Comunale ha sottoscritto una convenzione che impegna l’associazione a svolgere servizi di pubblica attività quali la Vigilanza urbana complementare, tra cui la vigilanza davanti alle scuole (nonni-vigile); la sorveglianza e collaborazione in occasione di mostre e manifestazioni, attività sportive e ricreative organizzate, promosse o patrocinate dal Comune,

PERIODO DAL AL

29 OTTOBRE

5 NOVEMBRE

12 NOVEMBRE

19 NOVEMBRE

5 NOVEMBRE

19 NOVEMBRE 26 NOVEMBRE 3 DICEMBRE

10 DICEMBRE

compresa l’ affissione di manifesti e la distribuzione di volantini. L’accompagnamento anziani, invalidi o persone assistite o individuate dal Comune ed in particolari situazioni di difficoltà negli spostamenti dalla propria abitazione ad altri siti, quali strutture sanitarie, assistenziali, riabilitative, scolastiche, uffici e sedi di pubblici servizi, centri diurni ed altro (trasporti sociali) con il pulmino in dotazione del Comune per trasporti sociali. Ma facciamo anche la manutenzione di aree pubbliche, organizziamo attività a favore degli anziani, insomma

Giancarlo Zamengo

collaboriamo con le iniziative del comune. Approfitto di questa intervista per ricordare e invitare i bambini e genitori il 6 Gennaio alla “Festa della Befana”, uno spettacolo denominato “IL FLAUTO MAGICO” di W.A. MOZART, con musiche dal vivo, presso il Teatro di Villa Farsetti”.

Insomma un impegno per il bene della comunità? “Il volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per la comunità di appartenenza. La gratuità è l’elemento distintivo dell’agire volontario. Il volontario sicuramente trae dalla propria esperienza di dono, motivi di arricchimento sul piano interiore. Per questo faccio appello perché molti altri volontari si avvicininino a noi per mettere a disposizione qualche ora del proprio tempo libero”.

Il Piedibus ha bisogno di "Angeli custodi" Anche quest’anno a Caselle, S. Angelo, S. Maria di Sala e Veternigo circolerà la carovana gialla (data dal colore delle casacche) dei bambini che si recano a scuola con il Piedibus. Il Comitato Genitori, infatti, ha organizzato per il terzo anno consecutivo questo modo economico, ecologico e salubre di andare a scuola. Economico perché tutto è assolutamente gratuito. Ecologico perché si circola a piedi, evitando di inquinare l’aria e di aumentare la confusione ed il pericolo creato ogni giorno dalle auto nelle

zone adiacenti le nostre scuole. Salubre perché i bambini hanno la possibilità di fare un po’ di moto sia prima sia dopo l’orario scolastico. Non bisogna dimenticare poi che recandosi a scuola in gruppo e senza la frenesia di partire all’ultimo minuto, i nostri figli possono socializzare meglio tra loro. Quest’anno l’iniziativa si è arricchita di un oggetto: intatti sono state distribuite ai bambini delle mantelline parapioggia offerte dalla ditta “Beato Materiali Ferrosi” di Caselle, il cui titolare ha dimostrato una generosità e una sensibilità

oggi purtroppo non comuni. A lui, a nome di tutti i bambini, inviamo un grazie di cuore. Organizzare il Piedibus è molto laborioso, non per la scarsità di “piccoli utenti”, bensì per la mancanza di genitori o nonni che vogliano mettersi in gioco facendo gli accompagnatori. È vitale per il Piedibus avere delle persone disponibili a fare gli accompagnatori, per cui, genitori e nonni indecisi, fatevi avanti, vincete la vostra incomprensibile ritrosia e segnalatevi quali “Angeli Custodi” per i nostri figli.

TURNI DELLE FARMACIE Città

Farmacia

Città

Farmacia

Città

Farmacia

CASELLE

DORIGO

SPINEA

CAMOZZI SNC

FIESSO D'ARTICO

CATTIN

12 NOVEMBRE

MIRANO

ROSSI

GAMBARARE

VIANELLO

STRÀ

MORI

SPINEA

COMUNALE

ORIAGO

COMUNALE

DOLO

PINZERATO

26 NOVEMBRE

MIRANO

VOLPATO E.

MARTELLAGO

ROSA

FIESSO D'ARTICO

PAVAN

3 DICEMBRE

NOALE

BERTONCELLO

SCALTENIGO

MISTRORIGO

SPINEA

BEGHETTO

10 DICEMBRE

CAMPOCROCE

ZAFFINO

SALZANO

BOTTACIN

MIRA

DE GOETZEN

17 DICEMBRE

S. MARIA DI SALA

MIRCI

MAERNE

COLACCI

MARANO

GRINFAN

Gente Salese N. 11 - 2010

7


CRONACA GrEST

La Giunta delibera i progetti della MESSA IN sicurezza di alcuni incroci

N

ella seduta del 22 novembre scorso la Giunta Comunale ha deliberato l’approvazione dei progetti tecnici della messa in sicurezza degli incroci fra Via Rivale e Via Cognaro a Caselle e fra Via Pianiga e Via Dante a Veternigo. Nell’immediato vedremo, però, la sola realizzazione dei lavori sull’incrocio a Caselle poiché le disponibilità del bilancio 2010 non consentono altro, mentre sarà differito (speriamo al 2011) l’intervento a Veternigo. L’intervento a Caselle prevede la sopraelevazione della sede stradale nell’intersezione, la sua copertura con resine adeguatamente colorate e stampate e la delimitazione con cordonate colorate con vernice catarifrangente ed un adeguato impianto

L'INTERVENTO

8 Gente Salese N. 11 - 2010

ECOCENTRO COMUNALE

Il Comune informa che l’Ecocentro Comunale in Via Ferraris, gestito da VERITAS, resterà eccezionalmente aperto dalle ore 9,00 alle ore 13,00 nelle Domeniche 28 dicembre 2010 e 9 gennaio 2011. Ricordiamo che il conferimento dei vari materiali è riservato ai residenti di Santa Maria di Sala ed è totalmente gratuito.

BIBLIOTECA COMUNALE

di illuminazione con lampade a led (quindi a basso consumo) per un costo complessivo di c.a 40.000 €. “Questa sistemazione, come già favorevolmente sperimentato negli altri due incroci di Veternigo e S. Maria di Sala realizzati qualche

tempo fa - ci ha detto l’Assessore ai lavori pubblici Michele Granziero - garantirà una maggiore sicurezza nella intersezione stradale molto trafficata e ci consentirà di ammodernare una struttura viaria non più attuale”.

La Biblioteca comunale per motivi organizzativi rimarrà chiusa durante le festività natalizie e precisamente dal 24 dicembre al 6 gennaio. Si invitano gli utenti ad effettuare per tempo eventuali prelievi.

L’affermazione è talmente fuori luogo che offende l’intelligenza delle persone senza tralasciare il fatto che potrebbe veicolare il pericoloso messaggio che gli incidenti sono sempre colpa di qualcos’altro, mai della condotta inadeguata dell’autista. Uno effettua un sorpasso ad oltre centoventi chilometri all'ora in una strada stretta, in prossimità di un incrocio, all’ingresso di un centro abitato dove c'è l'obbligo di viaggiare a cinquanta chilometri ora e la colpa dell’incidente è della rotatoria pericolosamente posta in mezzo alla strada!!! La foto della rotatoria che la prego di pubblicare denuncia inequivocabilmente l’impatto con la parte sinistra della rotonda e quindi

contromano rispetto al senso di marcia. Appare altrettanto evidente a tutte le persone in buona fede che l’impatto col manufatto (che per sua funzione va posto in mezzo alla strada, non saprei dove altro) ha fatto sollevare l’auto proveniente da Borgoricco che ha così sorvolato quelle transitanti in sen-

so contrario evitando un impatto frontale. Il nostro “eroe” avrebbe dovuto dire in buona fede che la rotatoria aveva evitato un tremendo frontale e probabilmente salvato la vita a qualche persona. Se dire una lapalissiana verità costa troppo non è forse meglio tacere? Giovanni Vanzetto

Quell'incidente a Sant'Angelo...

Caro Direttore, Il 14 novembre scorso una potente BMV condotta in modo scriteriato ha impattato (contromano) la nuova rotatoria fra Via Desman e Via Vallotto impennandosi e finendo sul marciapiede a ridosso della recinzione della canonica, dopo aver sorvolato due autovetture che impegnavano la rotonda nel senso opposto. Con la solita tempestività, il solito “saputello” ha dichiarato al solito “cronista” compiacente: “in questo incidente l’elevata velocità ha avuto un suo ruolo ma va riconosciuto che questa rotatoria è pericolosa perché posta al centro di Via Desman che è una strada troppo stretta e poco illuminata …” .

NEWS


CRONACA Angelo Vanzetto festeggiato dai figli e parenti

Il racconto di un centenario

S

anta Maria di Sala da martedì 2 novembre ha un nuovo centenario: nonno Angelo Vanzetto. Un nonno schietto, sorridente, vitale, tutto d’un pezzo. Della sua vita il nuovo centenario, nato a Levada di Piombino Dese, ricorda quasi tutto, in particolare, quei fatti che hanno segnato il distacco da certe persone legate affettivamente. “A quattro anni, mi son messo a piangere disperatamente nel vedere mia sorella Rosa partire per andare a lavorare come domestica in una famiglia di Pezzan d’Istrana. E poi a otto anni, subito dopo la fine della prima guerra mondiale, c’è stata un’epidemia che ha portato la morte in moltissime famiglie: anch’io ho accusato un dolore immenso per la perdita della mia sorella più giovane, Adele, morta per questa “febbre spagnola” che ha seminato dolore in tantissime famiglie”. Poi ci sono stati anni di pace ma si viveva miseramente e il cibo era principalmente rappresentato da uova e latte perchè i suoi genitori erano contadini e il sostentamento era dato dai sei campi che lavoravano e dagli animali da cortile e le mucche in stalla. La casa era spoglia ma non mancava mai il crocifisso sulla parete. Non c’erano elettrodomestici e le donne lavavano la biancheria a mano mettendo gli indumenti su mastelli enormi, con la cenere per disinfettare. I capi lavati in quel modo avevano un profumo particolare e davano il senso della pulizia e della igienizzazione.

In famiglia erano in undici: papà e mamma e nove fratelli. Vivevano in una casetta composta da due stanze e su una dormivano i genitori con i più piccoli, nell’altra le femminucce mentre i maschi dormivamo nel granaio. Allora non c’era la scuola materna e l’istruzione scolastica non era per tutti dal momento che i ragazzi dovevano lavorare sin da piccoli per contribuire al sostentamento della famiglia. Angelo Vanzetto ha partecipato ai primi tre anni delle elementari e si ricorda che “In tutto c’erano due aule e quindi due classi frequentavano al mattino e una al pomeriggio. La scuola era stata costruita da poco e quindi anche i banchi erano nuovi, ognuno con il calamaio per l’inchiostro dove si attingeva il pennino per scrivere; l’insegnante era anziana, tutta schiantata, piccola, aveva fatto quarant’anni di insegnamento,

però, era premurosa come una buona nonna. Pensi che avevamo i pantaloni con la chiusura dietro, non come adesso davanti e, quindi, quando si andava al gabinetto c’era chi non riusciva a chiuderli e allora la maestra provvedeva a metterci in ordine. Era una brava maestra che utilizzava ciò che aveva a disposizione per spiegare al meglio il tema che ci andava a proporre. Mi ricordo che per spiegarci la geografia e farci capire com’era composto il mondo ha preso un’arancia e ha disegnato l’Italia e altri stati e ha acceso una candela facendo finta che fosse il sole. Così ci ha fatto capire come girava il mondo e come avveniva il giorno e la notte”. Con che mezzo andavate a scuola? “Con il cavallo di S. Francesco - si mette a ridere Angelo, affermando che era un modo per dire che si andava a piedi) e indossando gli zoccoli (gaeosse). Come giocavate e con che cosa? “Si giocava a “mussa vegno”, “tre colonne”, e il gomitolo di stoffa rivestito dal filo di lana era la palla per giocare. Le bambine utilizzavano stracci per farsi delle bambole di pezza. I giocattoli venivano creati da chi li utilizzava ed eravamo contenti”. “Durante la guerra ho svolto servizio presso le caserme di Pescan-

tina (VR) e di Villa Vicentina (UD) e, conclusa la guerra, sono ritornato a Levada ma poco dopo sono venuto ad abitare a S. Maria di Sala. A S. Maria di Sala ho avviato un negozio di mercerie dove vendevo di tutto ad eccezione degli alimentari. E andavo a fare le spese con la bicicletta e la caricavo fuori dei limiti, tanto che un giorno mi ha fermato la polizia e mi hanno chiesto “ma questa è una bicicletta o un treno?”. Poi nonno Angelo ha preso in gestione dalla SADE (attuale ENEL) la lettura dei contatori e l’esattore delle bollette. Con l’avvento dell’Enel Angelo è stato assunto e ha dovuto intestare le licenze del commercio al figlio che ha proseguito l’attività fino alla fine del secolo scorso. Per Angelo, come per molti italiani, erano anni davvero difficili, a maggior ragione per chi viveva in una società contadina come quella di Vanzetto. Ma la caparbietà e la determinazione lo hanno portato a raggiungere la veneranda età di cento anni. Angelo, per concludere, posso chiederle il segreto per poter vivere cento anni? La risposta è immediata e sicura: “Lavorare tanto e mangiare poco!”. Auguri nonno Angelo. Graziano Busatto

Gente Salese N. 11 - 2010

9


cronaca CRONACA

Un nuovo esercizio pubblico nella frazione di Sant'Angelo Domenica 7 Novembre 2010, a Sant’Angelo, al termine della bella festa delle Forze Armate, c’è stata l’inaugurazione ufficiale del nuovo bar “Big Bang” sito proprio davanti alla Chiesa. Dopo la Benedizione alle persone e ai locali da parte di Don Pietro, c’è stato il saluto del Sindaco Paolo Ber-

toldo il quale, oltre che complimentarsi per il moderno e accogliente spazio, ha rilevato come questa nuova iniziativa, frutto dell’impegno e della professionalità del giovane proprietario Marco Ballan, fosse attesa in paese e ne qualifichi ulteriormente favorisca lo sviluppo delle relazioni tutto il centro. Noi tutti auguriamo sociali e porti le meritate soddisfache questo nuovo luogo di incontro zioni ai proprietari a compenso del

LUTTI

La scomparsa di Renzo Moro per anni "messo Comunale"

Il 22 novembre è venuto a mancare, vinto da una malattia che non perdona, Renzo Moro, nato a Sant'Angelo sessantasei anni fa ma da molti anni residente a Santa Maria di Sala. Renzo era molto conosciuto anche perché è stato per molti anni stimato messo comunale di Santa Maria di Sala. Nella cerimonia funebre molto partecipata, la figlia Hellen lo ha ricordato come padre esemplare e generoso, sempre presente e attento alle esigenze dei figli e della famiglia. Noi vogliamo ricordarlo come persona arguta e gioviale molto disponibile con tutti e soprattutto con i fratelli e i famigliari. Oltre a ricordare l’amico Renzo, in questa dolorosa circostanza, Gente Salese vuole anche esprimere il proprio cordoglio e vicinanza solidale alla famiglia: alla moglie Maria ed ai figli Carmen, Hellen, Ivan e Christian.

Macelleria

GALLO PLINIO

Qualità, convenienza e tradizione Offerte speciali ogni mese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 - Tel 041.486005

10 Gente Salese N. 11 - 2010

È morta la mamma del sindaco

Il 22 novembre, dopo una breve malattia, è mancata Angela Fusaro vedova Bertoldo di Sant'Angelo e madre del sindaco Paolo Bertoldo. L'Associazione Gente Salese e la redazione del giornale si unisce ai molti amici e conoscenti nell’esprimere il proprio cordoglio ai figli Paolo e Giorgio ed ai parenti tutti.

F.B.F. Impianti s.r.l. Santa Maria di Sala ( VE) Tel. 041.486081 - Fax 041 486928 CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

grande impegno profuso per fare nascere questa nuova piacevole realtà a Sant’Angelo.

È morta nonna Aldina Domenica 21 Novembre 2010 è deceduta nonna Aldina. Solo qualche decina di giorni orsono aveva compiuto 101 anni ed era stata festeggiata dai rappresentati l’Amministrazione Comunale, dai figli Graziano e Marilena e dai famigliari tutti ai quali vanno, ora, le nostre sentite condoglianze.


TACCUINO u LAUREA A DAVIDE PAVAN

u LAUREA AD ALBERTO TESTOLINA

L’8 Ottobre 2010, presso la Facoltà di Scienze Statistiche dell’Università di Padova, Davide Pavan si è laureato in Statistica, Popolazione e Società discutendo la tesi “Consumi culturali giovanili. Indagine svolta tra gli studenti di scuola media superiore nella provincia di Padova 2010” con il relatore Prof. Dalla Zuanna Giampiero. Al neo dottore le congratulazioni del papà Luciano, della

Il 18 Ottobre 2010, Alberto Testolina si è laureato in “Infermieristica” presso l’Università degli studi di Padova sede Mirano, discutendo la tesi “Gestione infermieristica delle ustioni cutanee e riconoscimento delle infezioni” con il relatore Dr. Alaibac Mauro. Congratulazioni vivissime dalla mamma Sonia, dal papà Tino, dalle sorelle Chiara e Beatrice, dallo zio Flavio, dai parenti

mamma Paola, della sorella Martina, dei parenti e amici.

u LAUREA AD ALESSANDRO VIGANò

u LAUREA A SARA DE GASPARI

Il 24 settembre 2010 Alessandro Viganò si è laureato presso l'università degli studi di Padova in Scienze geologiche discutendo la tesi "Generazione di una banca dati geologica in ambiente arcgis finalizzata all’utilizzo geotermico del sottosuolo”. Si complimentano il papà Mauro, la mamma Antonella,

Il 29 ottobre 2010, presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Padova, Sara De Gaspari si è laureata in Infermieristica discutendo la tesi: “L’educazione terapeutica al paziente affetto da Sclerosi Multipla” con la Relatrice Prof.ssa Paola Piccolo. Alla neo dottoressa i complimenti e le congratulazioni di papà Luciano, della mamma Emanuela, dei fratel-

la sorella, Daniele, la nonna e gli amici.

u COMPLEANNO DI LORENZO BEATO Auguri a Lorenzo Beato che l’11 novembre ha compiuto un anno. Gli auguri più sinceri da parte di mamma Marzia, papà Giuliano, dai nonni Renzo e Roberta  e dagli zii Leonardo e Nadia. u BUON 80° COMPLEANNO A VECCHIATO ALICE Tanti auguri di Buon Compleanno ad Alice Vecchiato che l’8 dicembre 2010 compie 80 anni da parte di Paola, Franco Massimo, Nancy e Nicolò.

e amici tutti che si complimentano per il traguardo raggiunto.

li Elisa e Stefano, e dai parenti e amici.

u COMPLEANNO DI BETTIN GIADA Il 5 dicembre 2009 è scesa una stella dal cielo, luminosa e bella, e si è posata sul tetto di casa Bettin a Veternigo per annunciare con felicità e gioia l’arrivo di Giada Bettin. A festeggiare la sua prima candelina ci sono mamma Silvia, papà Daniele, i nonni, zii e cuginetti. u NOZZE D'ORO DI CARLO BOZZA E RINA ROCCHI Il 22 ottobre 2010 Carlo Bozza e Rina Rocchi di Sant'Angelo hanno festeggiato le nozze d'oro. In questo bellissimo giorno che ha segnato un traguardo importante della loro vita sono stati attorniati dai figli, nuore, genero, dai nipoti Fabio, Luca, Davide, Andrea, Giulia e Diego che augurano loro ancora tanti momenti felici

Gente Salese N. 11 - 2010

11


CRONACA

La MASTER leader nel settore degli infissi apre la linea di finestre in vetro antiscasso

N

on si può negare che, in generale, i segni della ripresa economica non sono ancora così certi e hanno bisogno di consolidamento. Quindi, quando veniamo a conoscenza di imprenditori che credono al futuro tanto da impegnare il loro nome, le loro energie fisiche ed economiche, non possiamo che accogliere ciò con la massima approvazione e stima per questi che, in questo momento, sono anche atti di coraggio. Questo è quanto accaduto sabato 16 ottobre scorso, con l’inaugurazione della nuova più grande ed idonea sede della Master di Stefano Bolzonella, in via Spalanzani, nella zona industriale del capoluogo salese. La Ditta Master, già operante a

Caltana dal 1987, costruisce tre tipologie di finestre per esterni: la ECOTEC che è la linea base; la PLUS che è la linea anti effrazione e la promettente linea FIVE (FInestre in VEtro). Quest’ultima linea costituisce il prodotto di punta della Master ed è stata presentata, per la prima volta, alla fiera di Milano, Made Expo, del 2008. Stefano Bolzonella, titolare della Master, con giustificato orgoglio di chi è convinto dell’iniziativa, ha inaugurato la nuova unità produttiva in uno stabile di circa 1200 mq, dove hanno sede sia gli uffici che la produzione delle finestre, produzione ottenuta anche con macchine CNC, completamente automatizzate e in grado di eseguire tutte le fasi

di lavorazione di una finestra. Alla semplice cerimonia erano presenti il parroco don Paolo, per la benedizione alle persone e agli immobili, il Sindaco Paolo Bertoldo, il quale si è complimentato per l’iniziativa e ha fatto i migliori auguri di ogni successo, accompagnato dall’assessore Primo Bertoldo oltre a circa un

centinaio fra operatori, impresari, clienti ed amici che hanno voluto condividere con la famiglia Bolzonella la gioia per l’importante evento. Unanimi sono stati i complimenti e i migliori auspici rivolti dai presenti alla famiglia Bolzonella per la nuova coraggiosa iniziativa. P. B.

13, alla quale fa' riferimento il gruppo, sono in leggero, ma costante aumento rispetto agli anni precedenti (circa 50 donazioni in più di anno in anno). Il Gruppo Fidas coordina un centinaio di donatori attivi e si contano circa 200 donazioni all'anno. Il dott. Manente del Centro Trasfusionale si è reso disponibile per un incontro informativo a Caselle, per illustrare alla cittadinanza come, attraverso la donazione, si possa costantemente monitorare la propria salute, fare prevenzione attiva rispetto alle malattie dovute all'età e/o alla professione e al contempo realizzare un gesto davvero importante e vitale; vitale proprio perché da

la vita. A concludere l’incontro, le premiazioni dei donatori benemeriti, con particolare ringraziamento per la disponibilità sempre puntuale e per il continuo servizio. Tra questi, una speciale nota di riconoscenza e gratitudine ai donatori Renzo Beato, Renato Brazzolotto e Gianluigi Arpi che rispettivamente con 105, 102 e 70 donazioni effettuate, sono stati i donatori più determianti. Il gruppo si augura di continuare crescendo sempre più nel tempo, coinvolgendo maggior numeri di amici e di gente di cuore, che sappia carpire l'importanza di tale semplice azione. Alessandro Arpi

L'impegno del gruppo FIDAS di Caselle per promuovere la donazione del sangue

D

omenica 14 novembre 2010, il gruppo donatori FIDAS di Caselle si è riunito per la grande festa di fine annata 2010. la cerimonia è iniziata con la partecipazione alla Santa Messa delle ore 11.00, presso la Parrocchia di Caselle De' Ruffi. A seguire, la giornata festiva del gruppo, è

12 Gente Salese N. 11 - 2010

continuata con il pranzo sociale al ristorante Napoleone. Presenti in questo momento di comunione, anche il parroco don Lucio Monetti, il presidente Roberto Vecchiato e gli assessori Francesca Scatto, Tino Testolina e Primo Bertoldo. Negli ultimi anni complessivamente le donazioni presso l'ULSS


SPORT 9ª prova del trofeo d’Autunno presso l'FPT a Santa Maria di Sala

Nemmeno il fango ne' la pioggia riescono a bloccare la valanga di Mike Felderer

I

l freddo e la pioggia non hanno fermato gli oltre 320 biker al via della 9ª prova del circuito Autunnale a S. Maria di Sala presso l’FPT Industrie. Il fango l'ha fatta da padrone e questa gara verrà ricordata come la corsa di halloween: tante le maschere di fango sul viso degli atleti, impegnati in un circuito di 7 km, ridotto in un vero e proprio acquitrino. Lo starter è stato preceduto dal commovente ricordo di Nicola Pirolo, il ragazzino del Gruppo ciclistico Robegano, morto il 23 luglio in un incidente stradale a ritorno da un allenamento. Era presente tutto lo staff della società Lagunare con il cons. Regionale Manente. Testimonial della cerimonia la pluricampionessa Olimpica Paola Pezzo. Erano presenti anche i genitori di Nicola, Maurizio e Luana. Nella femminile due i nomi nuovi quello della Menapace del team Carpentari, una specialista delle 24h e naturalmente la partecipazione dell’Olimpionica Paola Pezzo intenta a non “sprofondare” nel percorso, Lei che era ai nastri di partenza solo come Testimonial della giornata.

I primi a concludere la gara sono i giovani con Rasera del Dopla di Treviso a far sua la prova. A seguire ha concluso i due giri la categoria femminile e si è imposta Menapace, la Trentina del team Carpentari, vera indiscussa regina delle 24h, seguita da Selva dello Spezzotto e al terzo posto, per l’icona della MTB, Paola Pezzo. Quarto giro ora la maggiore difficoltà è tenere l’equilibrio. Veramente scene di altri tempi, stremati, irriconoscibili, pronti alla battuta e quasi felici di questa giornata “infame”, ecco già il rombo del bravo motociclista che annuncia l’arrivo del protagoni-

Alex Cazzaro

sta di giornata due apparizioni e due centri Felderer colleziona il 13° centro stagionale, ad 1’e 30” Dalto generoso come sempre, gradino più basso del podio per Dei Tos, quarto assoluto e primo under Zulian, quinto l’inossidabile Bettin ds della formazione di Marostica. Arriva pure Terrin con Cazzaro e Alverà a chiudere l’ultima categoria. Và in cantiere la prova più sentita, la più valida sotto il punto di vista dell’organizzazione. Pezzo, con il vice campione Italiano Felderer, va a chiudere una giornata che di negativo ha solo il meteo, forse una nota mancava era quella della presenza del patron Gabriele, grande sportivo e grande dirigente. Un grazie per la fiducia all'organizzazione con Zorzetto nella veste di presidente, con Antonello in sala regia e Mauro al coordinamento logistico. Un saluto al sindaco Paolo Bertoldo e all'assessore allo sport Sambati che con il presidente provinciale Libertas Perazzato, il responsabile del personale Bastianello, il direttore di produzione Borin, il direttore am-

L'altoatesino Felderer seguito da Dalto

ministrativo Minetto e la figura di spicco di Paola Pezzo, hanno fatto le premiazioni. Luciano Martellozzo

Paola Pezzo intervistata da Luciano

Gottardo Dino lavorazione ferro battuto carpenteria leggera serramenti in alluminio Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (Ve) Tel. e Fax (041) 5780374

Via Caltana, 175/a - Caselle Tel. (041) 5731255 presso Centro Commerciale TOM Gente Salese N. 11 - 2010

13


VARIE

Premiato l'ing. Loris Vedovato per l'area di Villa Farsetti

I

l patrimonio culturale materiale e immateriale merita di essere tutelato e valorizzato. A questo scopo, per il IV° anno consecutivo, è stato istituito il concorso: Restauro dell’Architettura TDA

(Tradizione, Devozione, Ambizione) da UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco Italia) con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, della Regione Veneto, del master in Governace

Alice Basso campionessa regionale di Kumite conquista il bronzo a Roma

A

lice Basso, giovane quattordicenne salese, è una delle componenti della squadra rappresentativa veneta ai campionati italiani di Kumite che si sono svolti a Roma. Alice Basso il 25 ottobre, a Vigasio (VR), è salita sul podio più alto conquistando la medaglia d’oro e il titolo di campionessa regionale accaparrandosi la partecipazione alla fase nazionale dove, poi, è ritornata con la medaglia di bronzo, conquistando un meritatissimo 3 posto. Alice Basso è allenata da Samuel Zuanon (cintura nera 3°

14 Gente Salese N. 11 - 2010

Dan, eccellente coach del Karate Project di Noale) ed è riuscito a far selezionare ben 6 atlete per la fase regionale. Complimenti Alice.

delle Risorse Turistiche Territoriali Università Padova e con il fondamentale sostegno da parte di San Marco-Terreal. La commissione Giudicatrice Nazionale era composta da Ugo Soragni, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Veneto, Davide Desiderio, Manager di San Marco, Nicola Ometto, Rappresentante Associazione Nazionale Costruttori Edili, Angelo Tabaro, Segreteria per la Cultura della Regione Veneto, Giorgio Galeazzo, Docente di Tecnologie del Restauro Edilizio IUAV, Fernando Tomasello, Responsabile Dipartimento Cultura e Territorio UNPLI, e ha premiato quattro categorie, Dimore Storiche, Edifici di Culto, Aree Pubbliche, Aree per la Cultura. A rendere lustro al Comune di Santa Maria di Sala è stato l’Ingegnere Loris Vedovato, a cui è stato consegnato il premio ex aequo, Categoria Aree Pubbliche per la

realizzazione del Parco di Villa Farsetti. Le opere finaliste del concorso sono state esposte in una mostra, nella Galleria est di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta, dal 25 settembre al 31 ottobre 2010, ideata per favorire la diffusione della cultura del recupero, della valorizzazione del patrimonio architettonico italiano e la promozione del restauro dei beni storici-artistici. Il Parco di Villa Farsetti è oggi frequentato da giovani e meno giovani che vogliono trovare un’area di relax dove poter leggere un libro, chiacchierare o semplicemente passeggiare. Ogni prima domenica del mese è sede del mercatino dell’antiquariato, manifestazione che riscuote un buon successo di pubblico, resa possibile grazie all’interessamento dell’Amministrazione Comunale e dell’Associazione di Volontariato “Mano Amica”. Bertilla Ceccato


SPORT

salute e benessere a cura del dott. Luigi Cazzaro

e della dr.ssa Sonia Giacometti

LA CELIACHIA

L

a celiachia è una intolleranza permanente alla gliadina del frumento e alle prolamine di segale, orzo e avena. Queste proteine sono contenute nella pasta, nel pane, nella pizza, nei biscotti e causano delle risposte molto forti da parte del sistema immunitario soprattutto a livello intestinale. L’introduzione di queste proteine che non vengono digerite e assorbite provoca l’atrofia dei villi intestinali e come conseguenza una sindrome da malassorbimento. Praticamente si ha una infiammazione cronica che danneggia i tessuti dell’intestino provocando la scomparsa dei villi intestinali che sono importanti per l’assorbimento dei nutrienti. Pertanto un celiaco, oltre al danno diretto sui villi, subisce pure un danno indiretto perché non è più in grado di assorbire sostanze nutritive. Viene colpito prevalentemente il sesso femminile e la frequenza generale è di circa 1 caso su 200, anche se le diagnosi di celicachia stanno progressivamente aumentando. Il quadro clinico è caratterizzato da sintomi molto diversi che si possono sviluppare in varie fasi della vita. Tra i sintomi possiamo avere dolori addominali ricorrenti, diarrea cronica, perdita di peso, feci chiare, anemia, produzione di gas, dolore alle ossa, crampi muscolari, stanchezza, dolori articolari, ritardo di crescita, irritazioni della pelle, danneggiamento dello smalto e del colore dei denti, irregolarità del ciclo mestruale. Una diagnosi posta solamente su tutta questa varietà di sintomi è decisamente difficile

LA DIETA SENZA GLUTINE

U

poiché questi disturbi sono troppo simili a quelli di altre malattie. La diagnosi precisa si fa pertanto con degli esami del sangue che ricercano anticorpi contro la gliadina, la transglutaminasi o contro l’endomisio. Nel caso di positività di questi anticorpi si procede con l’esecuzione di una biopsia dell’intestino che mira ad evidenziare l’atrofia dei villi. La presenza di celiachia è pure confermata dal fatto che tutti i sintomi regrediscono se si modifica la dieta eliminando tutti quei cibi che contengono gliadina. Proprio per questo motivo oggì sono in commercio diversi prodotti, che sono gratuiti per i celiaci accertati, e che consistono essenzialmente in cibi preparati con farine di cereali prive di glutine. Dobbiamo pertanto sottolineare che l’unica cura per questa patologia è una dieta priva di glutine che permette di conseguenza di ridurre, ed eventualmente di eliminare, i sintomi e di ricostruire i tessuti intestinali.

SO.GE.di.CO. Srl Impianti e Costruzioni Generali Sede legale:30174 ZELARINO (VE) Tel. 041.5461109 Fax 041.5461114

na dieta è bilanciata quando il suo apporto calorico è coperto per il 55-60% dai carboidrati, per il 25-30% dai grassi e per il 1015% dalle proteine. I carboidrati più importanti sotto il profilo nutrizionale sono quelli complessi (amido), presenti nei cereali e derivati, tuberi e legumi. Nella dieta di un celiaco si dovranno mantenere le stesse percentuali dei 3 macronutrienti, sostituendo scrupolosamente i cereali contenenti glutine e loro derivati con i cereali consentiti (riso, mais, grano saraceno, sorgo, miglio, amaranto, quinoa e i tuberi quali patate e manioca) oppure con i prodotti dietetici sostitutivi (pane, pasta, pizza, cracker,biscotti ecc.). Tutti gli altri alimenti quali frutta, ortaggi o verdure, legumi, carne, pesce, uova, latte e derivati, grassi di condimento, sono privi di glutine, pertanto potranno essere liberamente consumati, ovviamente nelle quantità consigliate. La dieta del celiaco non sarà quindi deficitaria sotto il profilo nutritivo, se gli alimenti disponibili verranno utilizzati nel modo corretto e se verranno applicati i principi che regolano una corretta nutrizione. Il principale problema del glutine è che possiamo ritrovarlo come inaspettato contaminante in diversi alimenti confezionati. Tali alimenti infatti possono contenere glutine, intenzionalmente aggiunto come additivo addensante (preparati industriali, salse, conserve, salumi, ecc), oppure accidentalmente presente a seguito di contaminazioni

crociate avvenute durante il processo di lavorazione, ad esempio usando la stessa attrezzatura durante la fase della mietitura, della trebbiatura, dello stoccaggio, sia per i cereali contenenti glutine che per quelli senza. Ma la contaminazione può avvenire anche in cucina. Si consiglia infatti di non preparare contemporaneamente un cibo contenente glutine assieme ad un altro senza: tracce di farina o pangrattato del primo potrebbero contaminare il secondo. Se si devono necessariamente preparare in contemporanea, è utile usare un diverso tagliere e coltello per affettare il pane, oppure mestoli diversi per girare la pasta. Insomma l'ideale sarebbe coinvolgere ogni componente della famiglia in modo da correre meno rischi possibili! Per quanto riguarda i dietoterapici che agevolano l'alimentazione dei celiaci, sono migliorati molto rispetto a un tempo per la qualità e per la vasta scelta messa a disposizione. 2000 sono i prodotti inclusi nel Registro Nazionale degli Alimenti con Autorizzazione Ministeriale e circa 800 sono riconoscibili dal marchio della spiga barrata concesso dall'Associazione italiana celiachia. Questi ultimi prodotti sono quelli prevalentemente reperibili in farmacia in quanto rimborsabili attraverso un bonus mensile. Quindi, grazie alla presenza di questi dietoterapici e a delle semplici linee guida anche il paziente celiaco potrà vivere serenamente un'alimentazione gustosa, varia e naturalmente sana e nutriente!

Tabaccheria - Profumeria Ricevitoria Lotto N. 48

De Gaspari MICHELA Via Cavin di Sala, 45 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041/486008 Gente Salese N. 11 - 2010

15


ATTIVITÀ NATALIZIE

Tante le iniziative natalizie che allieteranno i paesi di Sala Sant'Angelo- Il 18 dicembre 2010 alle ore 20.30 nella chiesa parrocchiale ci sarà il Concerto di Natale. Il 6 gennaio 2011 sempre a Sant'Angelo ci sarà la grande Festa dell'Epifania. Verrà proposta la Sacra rappresentazione dei Magi, la benedizione dei bambini e delle donne in gravidanza e la premiazione dei presepi. Seguirà il gioco della tombola e l'arrivo della Befana con premi per i ragazzi la festa si concluderà con lo spettacolo pirotecnico. CALTANA - Il 12 dicembre alle ore 18.00 Musica giovane "80VOGLIA". Domenica 19 Dicembre alle ore 17.30, in chiesa a Caltana, Concerto di Natale. Giovedì 23 dicembre, alle ore 20.00, presso la palestra "Natale con gli sportivi". Venerdì 31 dicembre, in serata, nel centro parrocchiale Festa con le famiglie. S. MARIA DI SALA - Sabato 18 dicembre alle ore 20.30, in sala teatro, recita di Natale della classe

FABBRICA DIVANI POLTRONE E LETTI PRODUZIONE E SPACCIO AZIENDALE

1ª della Scuola Primaria. Domenica 19 dicembre alle ore 13.30 recita dei bambini della Scuola dell'Infanzia presso la scuola dell'Infanzia. Giovedì 23 dicembre, alle ore 20.30, in sala teatro, recita di Natale della classe 2ª della Scuola Primaria. Domenica 26, alle ore 15.00, presso la scuola materna di S. Maria di Sala, recita di Natale delle oratoriane. Giovedì 6 Gennaio alle ore 17.00, nella chiesa parrocchiale, Concerto Natalizio. VETERNIGO - Domenica 12 dicembre 2010 alle ore 15.00 Concerto del Coro Magnificat presso la chiesa. CASELLE - Sabato 4 dicembre alle ore 20.45, Concerto "Incantevole Musica d'Avvento" presso la chiesa di Caselle.

Onoranze funebri

Bernardi

Via Desman, 139 S. Angelo di S. Maria di Sala tel. 041.487341

M.G. S.R.L. - 30030 S. MARIA DI SALA (VE) Via Salgari, 4/F1 SS. Padova - Treviso Telefono 041.486311 - Fax 041.487810

16 Gente Salese N. 111 - 2010


GS Novembre 2010  

Gente Salese Novembre 2010

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you