Page 1

Anno XXVII - N. 5 - 2010 MENSILE DI ATTUALITÀ CULTURA E INFORMAZIONE

www.gentesalese.com

redazione@gentesalese.com

A Liliana in pensione gli auguri di ogni bene POLIZIA LOCALE Un lavoro di prevenzione per la sicurezza dei cittadini

CONCORSI Piccoli artisti in museo

CALCIO Stagione esaltante per "Del Graticolato"


Gli auguri a Liliana Dal Lago la presidentessa neo pensionata

O

scar Wilde disse: "La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto". Prendendo lo spunto da questo eufemismo di Oscar Wilde abbiamo pensato bene dedicare la copertina di questo numero a Liliana Dal Lago, non solo perchè è la presidentessa dell'Associazione "Gente Salese" editore del nostro giornale, e che si è meritata la pensione dopo quarant'anni di servizio, ma soprattutto perchè ci ha motivati perchè la nostra azione quotidiana non sia in virtù del successo personale ma al servizio del prossimo. E ora che è in pensione le chiediamo di continuare ad aiutarci con i suoi consigli. Dopo la signora Camilla Cappelletto, il nostro Comune ora perde anche la signora Liliana Dal Lago, decana dei dipendenti comunali. Dopo quarant’anni di servizio, di cui quasi trenta nel nostro Comune, Liliana Dal Lago ha lasciato il primo aprile scorso l’ufficio anagrafe per godersi la meritata pensione. Non si può dire che Liliana sia passata senza lasciare traccia. Assunta il 2 novembre del 1981, ha subito portato una ventata di novità scuotendo con la sua giovanile esuberanza un mondo cadenzato dai ritmi lenti del servizio pubblico e dagli immutabili riti burocratici. E molte sono state le soddisfazioni e le attestazioni di stima e di affetto ricevute dai cittadini e dai colleghi in questi lunghi anni di servizio in segreteria, nei servizi sociali ed in quelli demografici dove ha lavorato più a lungo, permettendogli di essere molto conosciuta ma soprattutto dandogli la possibilità di capire le esigenze e le difficoltà

L'OPINIONE

La politica dei due forni non paga Riceviamo e volentieri pubblichiamo l'intervento di un componente della Giunta comunale che analizza criticamente la situazione politica del nostro comune

delle persone alle quali ha offerto utili consigli. In questo settore ha ricevuto riconoscimenti ufficiali ed è stata molto attiva anche come consigliere provinciale della ANUSCA, associazione che raggruppa gli ufficiali dello stato civile e dell’anagrafe. Purtroppo in questi anni non sono mancati neanche atti di ostilità e le amarezze che ne conseguono, superati però sempre grazie alla sua indiscussa professionalità ed al comportamento improntato ad un grande senso di responsabilità e di dovere verso l'Ente ed i cittadini. Da cittadini utenti ci mancherà la sua disponibilità, ma ora Liliana sarà più libera di seguire la sua famiglia, le sue passioni, i suoi impegni extraprofessionali fra cui Gente Salese che, oltre venticinque anni fa, ha voluto far nascere proprio come giornale di informazione e di unione tra i cittadini di Santa Maria di Sala, vecchi e nuovi arrivati. A Liliana rivolgiamo il nostro grazie più sincero con l'augurio di ogni bene e felicità. La redazione

Secondo un’antica definizione scolastica la “Politica” è “l’arte di governare le società”. Dunque chi sceglie di fare politica dovrebbe farlo con lo stato d’animo di chi esercita un’arte, cioè con passione e, a volte, con l’ambizione di creare un qualcosa che possa, a vario titolo, essere goduto dagli altri. Il “politico” e, dunque, anche l’amministratore, in buona sostanza, dovrebbe occuparsi della gestione del paese in cui è stato eletto, affinché quest’ultima sia buona, corretta e utile: l’amministratore è, in pratica, al servizio dei cittadini e non riveste, nel modo più assoluto, una posizione di superiorità (basti pensare che la parola ministro deriva dal latino “minus”, cioè “minore”!). Al servizio dei cittadini per un miglior funzionamento della cosa pubblica e per dare alla cittadinanza ciò di cui ha bisogno. Beh! Probabilmente qui, a S.Maria di Sala, qualcuno sembra non aver avuto chiari questi concetti quando ha deciso di “mettersi in politica”, come si evince chiaramente dagli atteggiamenti tenuti negli ultimi consigli comunali. Dov’è finito il senso di responsabilità, di coerenza e, soprattutto, di lealtà nei confronti

dell’elettorato che ha preferito determinati candidati in virtù di un programma elettorale che prevedeva la realizzazione di determinate opere, improrogabili, visto che, ad oggi, nessuno se ne era preoccupato concretamente? Spero vivamente che il Prof. Angelo Panebianco abbia ragione quando sostiene che “in politica quelli che tengono il piede in due staffe rischiano molto: rischiano di essere considerati né carne né pesce. È la condizione peggiore che si possa immaginare quando si tratta di andare a chiedere ai cittadini consensi e voti.” Troppo comodo, poi, sostenere, quasi a titolo di giustificazione, che "la politica è fatta così”. Mi spiace ma non sono assolutamente d’accordo con questo modo di dire che è diventato un luogo comune: la politica è fatta dalle persone che, con le proprie, personali decisioni, la rendono “buona”o “cattiva”, anzi, visto che essa viene considerata come la seconda più antica professione del mondo, il fatto che molte volte, invece, somigli molto più alla prima, dipende proprio da queste ultime. Per finire, vorrei appellarmi al buon senso delle persone: credete alla politica fatta per il bene dei cittadini, esiste e c’è ancora chi si batte perché sia così. Bisogna soltanto mettere a tacere coloro che, invece, la pensano come Totò quando disse: "…A proposito di politica… ci sarebbe qualcosa da mangiare?” Francesca Scatto

DIRETTORE RESPONSABILE: GRAZIANO BUSATTO Direzione, Redazione e Amministrazione: Associazione Culturale “GENTE SALESE” Via dei Tigli, 10 - Santa Maria di Sala (Venezia) Telefono 041.486369 PRESIDENTE: LILIANA DAL LAGO Registrazione Tribunale di Venezia, n° 770 del 17 gennaio 1984 Tipografia: GRAFICHE QUATTRO S. Maria di Sala (VE)

2 Gente Salese N. 5 - 2010


POLITICA

Senza interessi di parte e Le "foibe" sono storia: coerente con i miei elettori non si prestano a strumentalizzazioni Riportiamo uno stralcio della dichiarazione del consigliere Giorgio Minto in consiglio comunale a seguito delll'annunciato di uscire dal Gruppo "Per Crescere" e dar vita al Gruppo Misto. Riteniamo utile i pensieri di Giorgio Minto perchè ci fanno capire chiaramente chi lavora seriamente per il bene comune e chi cerca di "menar il can per l'aia".

Dopo “…..Quanto è emerso dopo le elezioni al nostro gruppo “Per Crescere” (ora il Vostro) non è stato altro che un susseguirsi di sterili contestazioni contro l’attuale giunta a prescindere dagli argomenti discussi. ... I cittadini esigono dai politici fatti, maggiori attenzioni nelle loro esigenze, e non lotte intestine determinate spesso da interessi di parte o dai propri convincimenti. … In questi due anni ho inoltrato richieste su possibili interventi nella viabilità….all’impianto sportivo per la messa a norma e altro di minore importanza. Voi con il Vostro gruppo cosa avete chiesto sostanzialmente per i cittadini? Vedo che questa amministrazione riesce a portare avanti il proprio programma elettorale nonostante le difficoltà di bilancio determinate dal taglio delle entrate statali, dalla crisi economica e dal risanamento del bilancio della precedente amministrazione. ….. Al contrario di Voi, ho votato a favore anche del nuovo plesso scolastico, un’opera la quale mi auguro si possa realizzare al più presto….. Ho partecipato con voto di astensione al

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un'altra testimonianza sui fatti politici del Comune di Santa Maria di Sala.

penultimo Consiglio comunale per l’adozione del P.A.T., si trattava di una situazione che doveva finire, non si capiva più dove i cittadini dovevano rivolgersi per le loro richieste ed in particolare per la trasformabilità delle proprie aree. Nella regola sappiamo che gli unici interlocutori, per la formulazione del P.A.T…, devono stare negli uffici comunali, ma in questo caso pretendenti manovratori esterni minacciavano attraverso i propri fedeli la crisi del Consiglio stesso formato da 19 consiglieri di centro destra e due di sinistra. …. L’eventualità di nuove elezioni comunali comporterebbe a mio avviso la soddisfazione di alcune persone e lo sperpero di risorse pubbliche senza che poco o nulla cambi per i nostri cittadini. Io sono per una mediazione e un accordo per l’unitarietà, che è la vera forza politica che tutti si aspettano e sperano. ....conosco i miei elettori e continuerò a rappresentarli con impegno e dignità…. Al presidente del Consiglio comunale chiedo che venga formalizzato il mio ingresso nel gruppo misto…” Giorgio Minto

Caro direttore, l'inattesa reazione e la sconcertante "bagarre" mediatica scatenata dalla serata sulle Foibe col Dr. Marco Pirina, mi impone una riflessione sulla vicenda che spero Lei vorrà ospitare. Da sessantacinque anni ogni 25 aprile si commemora la liberazione dell’Italia da parte delle forze alleate e della “Resistenza” che ha avuto un ruolo relativo dal punto di vista strettamente militare ma indiscutibilmente molto rilevante nel riscatto morale del Paese e di fondamentale valenza politica nella nascita dell’Italia repubblicana. Va detto che come la "Resistenza" anche la sua ricorrenza è stata fin dall'inizio espropriata dalla sinistra che ne ha monopolizzato l'uso ed il significato facendone in qualche modo una festa di parte (come dimostrano purtroppo ogni anno le cronache di questa giornata). Come negli anni passati l'Amministrazione comunale ha scelto di commemorare la ricorrenza senza grandi manifestazioni (vista anche la scemante partecipazione popolare) volendo invece maggiormente enfatizzarne il significato, come per la festa della Repubblica del 2 giugno, proponendo un percorso di informazione sulla nostra costituzione rivolto ai ragazzi delle scuole medie e con la consegna di una copia della Carta Costituzionale ai diciottenni. Lo stesso vale per il 4 novembre festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate. Con l’intervento del Dr. Marco Pirina (inizialmente pensato per i ragazzi della scuola media) l’Amministrazione non voleva certo “celebrare l’eccidio delle foibe” (come ha fantasiosamente scritto qualcuno) e tantomeno non intendeva assolutamente svilire il signifi-

cato della lotta di liberazione e della sua ricorrenza ma solo dare un contributo alla conoscenza di un fenomeno di terribile crudeltà che ha segnato la fine della guerra. Lo stesso significato ha avuto l'intervento, sempre promosso per la scuola dalla stessa Amministrazione Comunale nel 2009, della Signora Laura Luzzatto Voghera della Comunità ebraica di Venezia che ha portato un contributo di testimonianza sulla ancor più tragica vicenda della Shoah. Detto questo appare incomprensibile come a sessantacinque anni di distanza da quegli accadimenti non si possa ancora parlare "serenamente" degli avvenimenti eroici e meno, tutti crudelmente sanguinosi, che segnarono la folle guerra fascista e caratterizzarono la guerra civile che ne seguì. Come definire, infatti, la censura preventiva che si è tentato in tutti i modi di esercitare sulla conferenza? E che dire dei falsi messaggi veicolati con la complicità di qualche giornalaio nostrano? E cosa ricordano i manifesti strappati? Ed i sommari processi alle intenzioni pubblicati sulla stampa "seria"? Che spettacolo, infine, la meschina strumentalizzazione a fini di bassa politica dai soliti mestatori casalinghi alla costante ricerca di visibilità, voti ed improbabili alleanze? Non è che le tragiche ideologie che insanguinarono il novecento sono morte lasciando però qualche orfano che si aggira sperduto ed impaurito come quei soldati giapponesi, che fedeli all'imperatore, si rifugiarono per cinquant'anni nella giungla ignorando o rifiutando la resa? Giovanni Vanzetto

I nostri servizi sono: ❏ Vendita nuovo, Km 0 e multimarche

❏ Vendita semestrale e usato garantito

❏ Assistenza officina

❏ Elettrauto

❏ Servizio pneumatici

❏ Revisione

Via Cavin di Sala, 72/a - MIRANO (VE) - Tel. 041 5701190 E-mail: autorombo@tin.it

Gente Salese N. 5 -2010

3


CRONACA

L'orto didattico di Stigliano e la benedizione del Papa

P

er una comunità è sempre motivo d’orgoglio vedere come gli sforzi di singoli cittadini diretti in qualche modo a migliorare la qualità della vita di tutta la collettività, superino talvolta nei risultati le aspettative degli stessi promotori. È proprio questo il caso dell’orto didattico di Stigliano, nato 3 anni fa su iniziativa di Giuseppe Tomaello, attuale presidente, e di Vincenzo Cipolla, suo vice, con l’intento di creare una piccola oasi di verde in cui i pensionati del luogo avrebbero potuto dedicarsi all’orticultura, trascorrendo in tranquillità e soprattutto, in compagnia, qualche ora della giornata. Questo progetto iniziale, già di per sé pregevole, ha tuttavia subito una sostanziale modifica quando si è pensato di aprire “l’orto” anche ai ragazzi delle scuole elementari del Comune, con il duplice intento di riavvicinare i giovani a tratti della cultura contadina che oggi rischiano tristemente di venire dimenticati e di sensibilizzare le nuove generazioni ai valori del “biologico” e della “biocompatibilità” nelle produzioni ortofrutticole e nel piccolo allevamento, così che anche nel futuro, i presidi di eccellenza presenti nel territorio possano essere compresi, apprezzati e di conseguenza, opportunamente tutelati. Ecco che il terreno messo a disposizione da Giuseppe Tomaello, da semplice passatempo, è diventato una vera e propria aula scolastica a cielo aperto e “l’orto”, con le sue due serre, il piccolo pollaio e le arnie per l’apicoltura, si è aperto alla “didattica”. Da tutto questo è nato nel tempo un vitalissimo circolo di visite da parte di scolaresche provenienti non solo dal nostro Comune (le foto si riferiscono ad esempio alla data dello scorso 30 di aprile in cui l’orto è stato meta anche per un gruppo di bambini del-

4 Gente Salese N. 5 - 2010

la “ Hoplà nursery school” di Mirano), complici le feste, come quella del miele o della pigiatura, che vengono organizzate qui numerose nel corso dell’anno, in concomitanza alle date più importanti del calendario agricolo. Visto l’afflusso di sempre più giovani frequentatori, i responsabili dell’iniziativa, qualche mese fa, hanno pensato di porre a protezione dei tanti bambini che ogni settimana vengono accolti nella struttura, una statua della “Madonna di Medjugorie” per la quale era stata chiesta alla curia Romana una lettera di benedizione “a distanza”. E proprio qui arriva la sorpresa: il Vaticano nel mese di febbraio annuncia infatti che lo stesso Papa Benedetto XVI ha manifestato l’intento di benedire personalmente la piccola Madonna proveniente da Stigliano ed invita così una piccola delegazione dell’Orto didattico a Roma, per portare la Statua al cospetto del Santo Padre. La cerimonia ufficiale si è tenuta quindi lo scorso 14 aprile e per l’occasione, il piccolo gruppo Salese, sponsorizzato dalla locale gioielleria De Gasperi, ha omaggiato il Pontefice di un piccolo presente. Abbiamo scambiato quindi qualche parola direttamente con Giuseppe Tomaello. Il “nonno” dell’orto didattico si è detto orgoglioso e commosso di come la sua iniziativa abbia avuto questo grande riconoscimento

ed auspica ora che i risultati dell’iniziativa possano suscitare nuovi stimoli, per privati e Amministrazione, a dare adeguata sponsorizzazione all’Orto didattico. Ad oggi la Madonnina attende di essere posta in ostensione proprio all’ingresso dell’Orto e l’evento è certo destinato a trasformarsi in una

pubblica festa che presumibilmente si terrà a metà di maggio. Siamo sicuri che in molti vorranno salutare la piccola Madonnina di ritorno da Roma; in fondo, una nostra concittadina ha avuto il raro onore di conoscere personalmente Benedetto XVI. Daniele Dal Corso


CRONACA

Lo Stato, con la Giornata della Memoria, ricorda Lino Sabbadin vittima del terrorismo e riafferma i valori della democrazia

D

omenica 9 maggio, Giorno della Memoria dedicato alle vittime del terrorismo, istituito con Legge 4 maggio 2007 n. 57, a Ca’ Corner, nella Sala del Consiglio Provinciale si è tenuta la cerimonia di consegna dell’onorificenza della medaglia in oro a ricordo alla signora Amalia Spolaore, vedova di Lino Sabbadin ucciso da un commando di terroristi il 16 febbraio 1979 nella sua macelleria, a Caltana. Per l’omicidio Sabbadin è stato condannato in contumacia

La sala del Consiglio Provinciale dove è avvenuta la cerimonia

L'assessore Scatto, la vedova e il figlio di Lino Sabbadin

Cesare Battisti ora in carcere in Brasile, nei confronti del quale si auspica una rapida estradizione. Alla cerimonia erano presenti il Prefetto di Venezia Dott.ssa Giulia Lamorgese, un rappresentante

del Comune di Venezia, il Vice Presidente della Provincia Mario Dalla Tor, il Procuratore della Repubblica di Venezia, Dott. Vittorio Borraccetti ed il Prof. Mario Isnenghi, Ordinario di Storia Contemporanea all’Università Ca’ Foscari di Venezia nonché una rappresentanza di studenti e docenti del Liceo “Marco Polo, del Liceo “Foscarini”e del Liceo “D’Alessandro” di Bagheria (Palermo).

Su delega del Sindaco ha partecipato alla cerimonia l’Assessore Francesca Scatto. Toccante l’intervento del Procuratore Borraccetti che ha sottolineato come la Giornata della memoria per le vittime del terrorismo sia stata istituita per dire no alla violenza come metodo di lotta politica ma per riaffermare i valori della democrazia e della Costituzione.

Festa della musica per gli alunni Festa della Repubblica. della Scuola Primaria "F. Farsetti" La Costituzione in dono ai diciottenni, per trasmettere i grandi valori

Martedì 4 maggio 2010, la Scuola Primaria “F. Farsetti” ha organizzato, nell’ambito della settimana dedicata alla Festa della Musica, una vera e propria festa della musica alla cui riuscita hanno contribuito gli alunni di tutte le classi con vere e proprie composizioni, sonore e canore. E’ stato veramente un piacere constatare che il progetto”Nati per la musica”, finanziato dall’Assessorato alla P.I., ha dato degli ottimi risultati.

Quello che più mi ha fatto piacere è stata la collaborazione e l’entusiasmo che tutte le insegnanti del plesso hanno messo a disposizione dell’iniziativa (molte volte lavorando in orario extra-scolastico): vorrei ringraziarLe tutte, pubblicamente, di cuore, con la speranza che questo progetto possa veramente sensibilizzare molti bimbi. Grazie, dunque, a tutte: è stata la conferma che la voglia di fare e di collaborare prevale su tutto!

Il 4 giugno 2010, in occasione della Festa della Repubblica, l’Amministrazione incontrerà i ragazzi del Comune che raggiungeranno la maggiore età nel 2010 per la consegna della Costituzione, come atto di impegno a crescere nel rispetto di quei valori che sono costati la vita di molte persone. La cerimonia avrà luogo nella Sala Cedraie alle ore 20,00. L’occasione vuole essere anche un momento di festa per la cit-

tadinanza tutta: l’Assessorato alla Cultura ha infatti organizzato, nella stessa serata, alle ore 21,00 un concerto con il gruppo “O.I.& B.” ZUCCHERO TRIBUTE BAND che segna anche l’inizio della stagione degli eventi estivi che quest’anno l’Assessorato alla Cultura vuole dedicare soprattutto ai giovani che saranno, pertanto, chiamati a collaborare per la realizzazione di spettacoli di vario genere, soprattutto musicali.

Gente Salese N. 5 -2010

5


CRONACA

Festa dei Fiori e Artigianato corollata da sport a go-go

L

a 15ª Festa dei Fiori di Caselle, che si è svolta nel ponte del 1 maggio, costituisce un appuntamento ormai consolidato nella vita sociale del Comune. La festa ha preso il carattere di una fiera primaverile classica e oltre alla tradizionale mostra mercato dei fiori, abbina anche una “Mostra dell’artigianato locale”, organizzata in collaborazione con la Confartigianato del Miranese e giunta alla sua sesta edizione. Ma la fiera è corollata da una serie di manifestazioni sportive e di promozione culturale realizzate con la partecipazione del Ferrari Club – Scuderia Ferrari – di Caselle, del G.S. Fenice Caselle, del gruppo culturale “Mondo Agricolo”, e del Jolly Basket di Santa Maria di Sala.

La festa è diventata un appuntamento tradizionale intorno al quale si è, in particolare, misurato l’impegno della Confartigianato, presente domenica pomeriggio nel momento celebrativo della manifestazione, sia con il suo nuovo presidente mandamentale Leandro Simion, che con il precedente Otello Calzavara, al quale va riconosciuto il merito di essere stato il promotore negli scorsi anni della realizzazione della “Mostra dell’artigianato”. Quest’anno inoltre il Ferrari Club di Caselle festeggiava i venti anni dalla sua istituzione. E il presidente, Lucio Carraro, ha così celebrato l’evento portando in piazza una rassegna di 25 sfolgoranti autovetture della casa di Maranello, contorniate da un paio di altre granturismo dello stesso livello.

Manutenzione nella piazza di Veternigo Il centro di Veternigo è stato soggetto ad una serie di interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Grazie all’interesse dell’Amministrazione Comunale, in Piazza Gabriele D’Annunzio, nella parte destra, è stato eliminato il gradino alto 10 cm che impediva l’accesso alle carrozzine delle persone diversamente abili e alle mamme con bambini piccoli, nei pubblici esercizi presenti.

La parte sinistra della Piazza è stata interessata da un intervento di messa in sicurezza dell’accesso della Banca del Padovano che, oltre a ripristinare il sistema a botola antirapine, ha permesso la collocazione di una rampa per facilitare l’entrata delle persone in carrozzina. L’anno prossimo dovrebbero partire anche i lavori ben più consistenti, finanzianti in parte della Provincia di

Poi giro per le strade del graticolato e brindisi in Villa Farsetti a far da vetrina alla Mostra dell’antiquariato. E questo senza trascurare l’entusiasmo dell’associazione “Mondo Agricolo”, che ha presentato una promozione del mondo rurale, dei prodotti tipici locali, una esposizione di animali da cortile e una ricca attività di educazione agroalimentare, supportata dalla qualificata presenza di un punto di promozione del settore agricolo regionale, impeccabilmente realizzato da Veneto Agricoltura. Fiorenzo Andreatta, l’animatore di “Mondo Agricolo”, ha anche quest’anno promosso con le scuole elementari degli incontri formativi sulla tradizione contadina e sulla trasformazione ad uso alimentare dei

Venezia, di sistemazione del centro della frazione con la costruzione di due rotonde, le piste ciclabili e la messa in sicurezza dei passaggi pedonali, come da programma elettorale della maggioranza. Bertilla Ceccato

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

6 Gente Salese N. 5 - 2010

di Zanchin O. & Bertocco M. Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Caltana - Via Caltana, 10/A Tel. e Fax 041/5731603

principali prodotti della campagna. Così ha portato in visita circa cinquecento alunni dei plessi scolastici di Caselle e di Caltana degli istituti scolastici comprensivi di Mirano e Noale, che si sono misurati nel confezionare salumi, impastare il pane e mescolare la polenta. Una festa della tradizione e dell’attivismo della comunità locale, a cui si devono aggiungere l’impegno del GS Fenice Caselle, guidato da Stefano Barutta, e del Jolly Basket di Santa Maria di Sala, con Sandro De Liberali, che hanno allietato la giornata di domenica con due kermesse promozionali di calcio e di minibasket per bambini. Una festa, quindi, che è stata come sempre seguita con la dovuta attenzione dalla amministrazione comunale, variamente presente nei vari eventi, a partire dal consigliere delegato al commercio, Angelo Pegoraro, che ha curato l’allestimento della mostra mercato dei fiori del 1 maggio, al sindaco, Paolo Bertoldo, al vicesindaco, Andrea Merlo, e agli assessori allo sport, Giuseppe Sambati, e ai servizi sociali, Primo Bertoldo, che sono stati favorevolmente colpiti dalla vivacità e ricchezza della manifestazione. Ezio Zanon


La POLIZIA LOCALE

Un servizio silenzioso ma determinato al servizio della sicurezza dei cittadini

A

l comando della Polizia Municipale, di solito, ci si va a ritirare una multa. Ma per una volta noi ci siamo andati per un motivo ben più stimolante: intervistare il comandante Magg. Aldo Pagnin. Affabile e sorridente, disponibile a discutere serenamente dei piccoli e grandi problemi del vasto territorio di Santa Maria di Sala, ci accoglie nel suo ufficio dove sul muro sono installati una serie di televisori con i quali controlla le vie principali del comune. Un modo per essere sempre in grado di intervenire con sollecitudine in certe situazioni. In via Roma, 5, sede del comando di Polizia Locale, fanno servizio 7 agenti effettivi. Un Vigile ogni 2471 abitanti residenti. Ma il movimento delle persone a S. Maria di Sala è molto superiore. Quindi, si capisce che l’organico è carente. Spesso gli agenti svolgono un lavoro oscuro, fatto da tanti interventi quotidiani di cui non si conosce nulla. Ecco l'intento della nostra intervista per far capire ai cittadini le difficoltà nell'espletare questo servizio di sicurezza al cittadino. L'intento del comandante è quello di ottimizzare il lavoro per tenere sempre al massimo il livello di efficienza, per snellire i processi operativi, per

PERIODO DAL AL

aumentare la presenza degli agenti nei servizi esterni e per essere più vicini ai cittadini. Quali servizi ha organizzato, per dare risposte inequivocabili? “Il Vigile di quartiere, in tema di vicinanza alla gente, è un chiaro impegno che l’amministrazione vuole perseguire per offrire ai cittadini un maggior senso di tranquillità – precisa Pagnin - nel contempo il vigile di quartiere è “l’occhio” che osserva e raccoglie quelle informazioni e proposte dei cittadini e le riporta agli amministratori per promuovere servizi appropriati. Altro servizio riguarda quello del pattugliamento “moto montato” per il controllo del territorio comunale, anche in zone non raggiungibili con l’auto, o nelle zone residenziali, nei parchi pubblici ivi compresi i parcheggi. Il vigile, quindi non è solo un deterrente per i disturbatori della tranquillità dei cittadini ma verifica anche se le strutture installate sono efficienti e sufficienti”. Svolgete un servizio notturno? “In tema di sicurezza noi abbiamo fatto 31 uscite serali con il prolungamento dell’orario di servizio fino alle 22, a campione e in base alle esigenze. Un servizio improntato quasi esclusivamente sulle zone residenziali per

prevenire schiamazzi o fatti di bullismo e di teppismo”. Il contrasto alla prostituzione viene espletato anche da voi? “C’è un’ordinanza sindacale emessa nel 2008 che vieta in tutto il territorio comunale l’attività di prostituzione e impone a chiunque di avvicinarsi alle prostitute. In collaborazione con le altre forze di polizia, prosegue il comandante - abbiamo fatto delle operazioni mirate che ci hanno portato ad una consistente diminuzione della prostituzione nel nostro territorio. Poi ci sta aiutando la video sorveglianza che, dal mese di agosto 2009 fino ad ora, ci ha permesso di accertare le violazioni di circa 40 cittadini. Ciò che fa specie è che un quarto dei verbalizzati sono residenti di Santa Maria di Sala e gli altri dei comuni vicini e per quanto riguarda l’età accertata dei clienti di queste prostitute è piuttosto bassa: si aggira dai 20 ai 55 anni”. Per quanto riguarda l’ambiente, come contrastate gli abusi. “L’abuso del conferimento dei rifiuti nei nostri cassonetti da parte di utenti di altri comuni, l’abbiamo contrastato con delle telecamere mobili che spostiamo di volta in volta a seconda del-

le esigenze della verifica. Poi ci sono gli ispettori di VERITAS che verificano nei cassonetti se i rifiuti sono stati conferiti adeguatamente secondo il regolamento. In questa maniera abbiamo anche sanzionato circa 150 persone che hanno conferito rifiuti nei nostri cassonetti ed erano residenti a Salzano, Fiesso d’Artico, Dolo, Pianiga, Villanova, Massanzago e Borgoricco e, guarda caso, tutti residenti nei comuni dove si svolge la raccolta “porta a porta”. Questo contrasto ha comportato una diminuzione del peso dei rifiuti di Santa Maria di Sala da conferire in discarica o da mandare all’incenerimento. Inoltre da aprile stiamo sperimentando anche i cassonetti a chiave: solo i residenti hanno la possibilità di deporre i rifiuti nei cassonetti”. Riguardo agli incidenti? “Grazie ad una serie di accortezze che abbiamo realizzato (segnaletica, alcol test ecc.) i dati ci danno soddisfazione sul lavoro che stiamo svolgendo: i morti, i feriti, gli incidenti sono in diminuzione - conclude Pagnin. Ciò è motivo di orgoglio e ci fa proseguire sulla strada intrapresa”. Luciana Busatto

TURNI DELLE FARMACIE Città

Farmacia

Città

Farmacia

Città

Farmacia

21 MAGGIO

28 MAGGIO

ARINO

ALESSANDRINI

BORBIAGO

ZAMBON

MONIEGO

GIANTIN

CALTANA

CASCIARO

DOLO

PINZERATO

SCORZE'

CENTOMO

4 GIUGNO

4 GIUGNO

11 GIUGNO

BRIANA

BUSO

MIRA

COMUNALE

MAERNE

EREDI CARRARO

18 GIUGNO

NOALE

MASCARUCCI

CAZZAGO

BOSCIA

SPINEA

FABRO

25 GIUGNO

MIRANO

BEVILACQUA

PESEGGIA

BORTIGNON G.

SAMBRUSON

MANZOLLI

2 LUGLIO

ZIANIGO

EREDI GIANTIN

MARTELLAGO

TREVISANI

BOJON

GRIGOLETTO

9 LUGLIO

SPINEA

VOLPATO N:

MIRA PORTE

LIBRALESSO

RIO S. MARTINO

CHIMENTI

28 MAGGIO 11 GIUGNO

18 GIUGNO 25 GIUGNO 2 LUGLIO

Gente Salese N. 5 -2010

7


cronaca

Piccoli artisti in museo L

o scorso 11 aprile, i bambini delle classi seconde, sezioni A e B, della scuola Enrico Fermi di Caltana, accompagnati e sostenuti dalle maestre M.P. Carraro e L. Marchiori, sono stati alcuni dei protagonisti del progetto “a scuola di Guggenhein”, realizzata attraverso la collaborazione tra Peggy Guggenheim Collections e Regione del Veneto. Questi piccoli artisti caltanesi hanno interpretato il tema del progetto “arte, scienza e scuola”, realizzando

due quadri nei quali, creatività ed entusiasmo si sono fusi con materiali di recupero, come tappi e bottiglie di plastica, bottoni, fili di lana colorata e stoffe di vario genere e tipo. L’incredibile risultato è rimasto esposto per alcuni giorni, assieme ad opere provenienti dall’estro creativo di altri studenti veneti, al museo Guggenhein di Venezia. Famiglie ed amici hanno così avuto la possibilità di vedere collocate, accanto ai grandi nomi dell’arte, le

La scuola materna di Caltana assieme alle famiglie

opere di questi giovani artisti. Ad esposizione conclusa, i due quadri hanno trovato sistemazione in uno spazio dedicato all’interno della scuola. Ma l’esperienza per questi bambini, ha avuto un esito imprevisto: una coppia di Mestre, vedendo le foto dei due esperimenti artistici, e rimanendo colpita in particolare dall’interpretazione del quadro di Mirò “Le figure capovolte”, ha chiesto ed ottenuto il consenso da parte delle maestre di acquistarne una in cambio di una

fornitura di materiale didattico. Grande la soddisfazione dei bambini e delle maestre per un semplicissimo gesto che ha però la forza di rivelare un apprezzamento sincero per la spontanea bellezza di quell’innato talento artistico che tutti i bambini del mondo dovrebbero essere messi nella condizione e nella possibilità di esprimere. Due mamme Raia e Fiore

Organizzato dallASD Atletico Sala di Paolo Vettorello

Giochi e tanta allegria Villa Farsetti val bene per bambini e genitori un'extempore di pittura

I

bambini della scuola materna di Caltana si sono dati appuntamento nel verde del bellissimo giardino che arricchisce il loro asilo per un pomeriggio di giochi con i loro genitori e fratelli. La giornata alquanto ventosa non ha scoraggiato le famiglie che avevano deciso di trascorrere una domenica pomeriggio diversa, in un luogo sicuro e tanto familiare ai loro figli. Il pomeriggio si è svolto tra voli di aquiloni, bolle di sapone, tiri a pallone, giochi di gruppo, durante i quali è sorto il dubbio se a divertirsi di più fossero i grandi o i piccini. Dopo una buona merenda, i bambini hanno ricevuto una piccola sorpresa con cui hanno giocato fino all’ora di salutarsi. Con la voglia di ripetere la positiva esperienza a fine maggio con l’intento di allargare il gruppo dei partecipanti creando un appuntamento fisso per le famiglie di Caltana. Alla prossima!

8 Gente Salese N. 5 - 2010

Il 9 maggio, in concomitanza del 32° Concorso Ippico, si è svolta la 1ª Extempore voluta dal presidente dell’ASD Atletico Sala Paolo Vettorello che si è avalso della collabodal CNS Libertas e ai primi quattro una razione dell’Assessorato alla Cultura e alla targa ricordo dell’Extempore. Pubblica Istruzione e l’Associazione Nuova La felicità di questi bambini traspariva nelle Arte Grafica di Mestre con il Maestro Alberloro opere e ci hanno insegnato come l'arte to e la nota pittrice Gegia Pileri. possa essere uno spunto per unire e socializMeraviglioso lo scenario del parco di Villa zare, per ampliare i propri pensieri e colorarFarsetti dove bimbi e artisti si sono dilettati li a seconda del momento. a dipingere con una giornata di sole regalata I vincitori sono stati: Giulia Mutti, Riccardo dopo giorni di pioggia intensa. Berto e Anna Brugnolaro a parimerito con Ogni luogo era uno spunto per cogliere moGiovanni Scantamburlo menti da trasformare in arte pittorica da Per quanto riguarda gli artisti purtroppo parte dei bambini che con tantissimo entunon c'è stata ampia partecipazione ma i presiasmo hanno presentato le loro opere utilizGiuliano Libralesso senti hanno comunque trasformato le loro zando colori e pennelli e con la loro fantasia hanno trasformato dei semplici fogli in vere e proprie tele in vere opere con lo scenario di Villa Farsetti, la splendida fontana con le sue statue, l'ampio parco e opere d’arte. La commissione del concorso ha avuto grosse diffi- il giardino attorniato da lunghi filari di siepi. coltà a decretare i vincitori ed infatti tutti i parte- Il 1° premio è andato a Libralesso Giuliano ex equo cipanti sono stati premiati con delle medaglie offerte con Amos Loffredo. Secondo classificato Paolo Beraldo.

1° Classificato di Giulia Mutti

2° Classificato: Riccardo Berto

3° Classificato ex aequo: Anna Brugnolaro e Giovanni Scantamburlo


ALL'ASILO DI STIGLIANO FESTEGGIATE LE MAMME CON TORTE E CAVALLI

S

abato 8 e domenica 9 maggio, a Stigliano si è svolta la “Festa della mamma”, organizzata dai genitori della scuola dell’infanzia e dell’asilo nido integrato “Madonna del Rosario”. Nel nuovo piazzale della chiesa, i volenterosi genitori hanno allestito uno stand dove gustosi dolci fatti in casa e tante varietà di fiori facevano da cornice a lavoretti artigianali. Il tutto accompagnato dalla degustazione di speciali panini caldi con la”porchetta” e da pop-corn. Ad allietare e divertire i più piccoli (e non solo), ci hanno pensato i signori Orlando Bonaldo e Michele Bertoldo, il primo

con la propria carrozza trainata dai suoi meravigliosi cavalli Santana e Ringo, e il secondo con la sua dolce cavalla bianca Perla, che hanno accompagnato e fatto cavalcare per le vie del paese i numerosi bambini accorsi alla festa. Il ricavato della festa verrà utilizzato per l’acquisto di materiale didattico e giochi per la scuola materna e del nido integrato. Gli organizzatori ringraziano i numerosi cittadini che hanno contribuito e in modo particolare per la collaborazione la Macelleria Panè, il Forno Caravello, la Pizzeria Bella Stigliano, l’Alimentari Zacchello, i gruppi sportivi G.S. San Marco e U.S. San Marco Stigliano e la ditta di restauri e costruzioni Masiero Stefano di Veternigo.

LA FESTA DELLA MAMMA A CALTANA

D

omenica 9 maggio sono stata invitata a partecipare alla Festa della mamma organizzata dalla Scuola Materna di Caltana: ringrazio di cuore per l’opportunità che mi è stata data poiché, oltre alla preparazione dei bimbi guidati da meravigliose maestre (naturalmente con la supervisione di Suor Clarita che conosce per nome

tutti i piccoli), ho potuto apprezzare anche sensazioni che da tempo ormai, data l’età dei miei figli, non provavo più. E’ stato emozionante vedere questi piccoli protagonisti sorridere, salutare, cantare, insomma vederli felici! Allora ho pensato a quanto sia importante tenere vive certe tradizioni che sono espressione di quei valori

sui quali poggia (o dovrebbe poggiare) la nostra società, in particolar modo la famiglia. Un ringraziamento, dunque, a tutti coloro, insegnanti, presidenti, vice presidenti, parroci, suore e genitori che con grande dedizione e fiducia collaborano per fare diventare i nostri bimbi degli adulti. Questo momento di festa non pote-

va che cadere nella giornata della festa della mamma dato che proprio in questa festa si celebra l’unico amore veramente incondizionato, oserei dire, molto simile a quello di tutte le persone che si dedicano al mantenimento ed alla crescita delle nostre scuole materne. Grazie a tutti! Francesca Scatto Assessore alla P.I. e Cultura

Gente Salese N. 5 -2010

9


cronaca

Oltre 400 partecipanti per "Tutti in Bici"

D

opo una settimana di pioggia, finalmente domenica 16 maggio splende il sole e allora "Tutti in bici", manifestazione patrocinata dal Comune di Santa Maria di Sala, Assessorato allo sport, gestita dal gruppo sportivo La Fenice Caselle, capitanata da Stefano Barutta. Alle ore 9.30 presso villa Farsetti di Santa Maria di Sala, con oltre 400 partenti, il sindaco Paolo Bertoldo da il via alla biciclettata alzando la bandiera a scacchi. Nota colorita dell’evento è che il primo ad avere un intoppo alla partenza è proprio l’Assessore allo sport Giuseppe Sambati,

che dopo aver rassicurato tutti di verificare lui stesso che nessuno avesse problemi, si è trovato alla prima curva senza il manubrio della bicicletta. Il prezioso lavoro di gestione e sicurezza del percorso è stato curato dal Comandante dei Vigili Urbani, dalla Protezione Civile, dall’admi, dai nonni Vigili e dagli amici del Gs Caselle, che hanno anche avuto il compito di disegnare il percorso che ha attraversato il nostro territorio. Certo non vanno scordati i nostri operai comunali che hanno garantito un'assistenza perfetta al transito dei partecipanti. I ragazzi hanno potuto conoscere

nuove parti del loro territorio e ammirare così le bellezze del paesaggio che li circonda. All’arrivo in piazzetta meridiana, grazie a Pizzeria Meridiana, Ortofrutticola Tomaello, Fioreria Fasolato, amici della terra Caselle de Ruffi e F.P.T, i partecipanti hanno trovato un ristoro ben organizzato con pizze, frutta, bibite, panini con sopressa e salame, per rifocillarsi dalle energie consumate nei 15 km di

RIFLESSIONI E CONTEMPORANEITÀ

“R

iflessioni e contemporaneità” è il titolo della mostra d'arte ospitata nella sala ovale di Villa Farsetti sabato 15 maggio e curata dalla Dottoressa Erika Ferretto che ha visto esposte le opere di quattro donne: Diana Pianetti, Giuliana Marton, Daniela Corrò e Maria Gabriella Troilo. Villa Farsetti, grazie alla disponibilità dell'Amministrazione comunale, assessorato alla cultura, continua, dunque, a ricevere nei suoi spazi (fatti costruire dall’abate Farsetti proprio con l’intento di dedicarli a sede espositiva) il frutto della capacità delle Artiste presenti di esprimere i propri sentimenti e le proprie sensazioni attraverso i colo-

10 Gente Salese N. 5 - 2010

RADUNO NAZIONALE PASTORE TEDESCO

Il sindaco Paolo Bertoldo con l'assessore Francesca Scatto e gli organizzatori della mostra

ri e le forme che riescono ad emozionare il grande pubblico. É sempre bello vedere la Sala Ovale gremita di persone, ed è sicuramente motivo di orgoglio constatare quanto risulti apprezzata da tutti i visitatori. L’intenzione dell’Amministrazione, come ormai tutti avranno capito, è, appunto, quella di offrire sempre più la Villa per la realizzazione di eventi culturalmente rilevanti e

percorso che ha visto comunque la partecipazione di tantissimi bambini, che come premio hanno ricevuto anche un simpatico zainetto omaggio dell’Assesorato allo Sport Comune Santa Maria di Sala, come anche altri premi messi a disposizione dal Centro Regionale Libertas. Alla chiusura ringraziamenti a tutti da parte dell’assessore allo Sport, con l’impegno di riproporla il prossimo anno.

qualificanti, aprendo le porte a tutti coloro che la vorranno visitare. Un progetto tutto femminile quello riguardante questa Mostra d’arte, di promozione delle forme d’arte contemporanee: anche questa esposizione contribuirà, portando all’interno della villa gli esperti, gli appassionati e i semplici curiosi, a riportare la Villa Farsetti al ruolo di “museo del bello” che il suo ideatore intendeva attribuirle.

Sicuramente il Pastore Tedesco è uno dei cani più conosciuti ed apprezzati per le sue innumerevoli doti. E proprio a questi splendidi animali è dedicato il Raduno Nazionale di cani “da Pastore Tedesco” in programma il 27 giugno sul parco di Villa Farsetti. La manifestazione nazionale è organizzata dalla Società Amatori Shaferhunde della Riviera del Brenta in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Santa Maria di Sala


CRONACA

Sant'Angelo accoglie i Bersaglieri e ricorda il campione Mario Vallotto

“T

ricolore sul chilometro, a squadre e di società su pista, secondo ai mondiali ed ai campionati italiani d’inseguimento, trionfatore nella stagione in tutte le prove olimpiche, vincitore di numerose manifestazioni in terra straniera” così si scriveva nel 1959 del salese Mario Vallotto, fortissimo ciclista della gloriosa e pluriblasonata “Società ciclisti Padovani” nato il 18.11.1933 e prematuramente scomparso il 22.04.1966 ha vinto nel 1960 assieme a Luigi Arienti, Franco Testa e Marino Vigna la medaglia d’oro olimpica nei 4000 mt. Inseguimento a squadre. Dopo avergli già intitolato una Via e dedicato una lapide ricordo, a cinquant’anni dalla vittoria olimpica di “Roma 1960” Santa Maria di Sala vuole ricordare il suo campione Mario Vallotto con una giornata di festeggiamenti a Sant’Angelo, suo paese. La manifestazione, organizzata in collaborazione fra il Comune di Santa Maria di Sala, l’Associazione Nazionale Bersaglieri di Caltana e il G.S. San Marco di Stigliano vede a Sant’Angelo il “III Raduno Provinciale Bersaglieri” e la commemorazione del nostro campione bersagliere ciclista. Alla cerimonia saranno presenti alcuni campioni di ciclismo come Francesco Moser e i compagni di quella vittoria romana oltre ad altri campioni olimpici. Per questo il 6 giugno gli organizzatori chiamano tutta la cittadinanza a partecipare ai festeggiamenti e con l’occasione i Bersaglieri Salesi invitano tutti i ragazzi, a cui sarà donato un tricolore, assieme ai genitori che potranno godere di un buffet offerto a tutti.

Come sempre la suggestiva cerimonia dell’alza bandiera, a cui seguirà la intitolazione della palestra di Sant’Angelo a Mario Vallotto, la S. Messa, e le sfilate saranno animate dalle suntuose Fanfare dei Bersaglieri di Padova e di San Donà di Piave ed arricchite dalla partecipazione del Gruppo Motociclisti Bersaglieri di Jesolo e dalla Pattuglia Ciclisti Bersaglieri. L’ammassamento è previsto per le 9,00 del mattino, mentre alle 10,15 avrà inizio la sfilata fino alla palestra dove alle 10,30, dopo l’alzabandiera, ci sarà la cerimonia di intitolazione. Il corteo sarà aperto dalla fiaccola votiva accesa nel 1948 da Coppi e Bartali con la benedizione di Pio XII. Fiaccola proveniente dal Santuario della Madonna del Ghisallo, patrona dei ciclisti, dove è custodita.

Cimitero di Caselle, nuove cappelline

Seguirà la commemorazione al monumento di Via Vallotto. Alle 11,00 la Santa Messa ed a seguire il saluto delle autorità e la sfilata al passo di corsa per la vie cittadine. Alle 13,00 tutti al “pranzo cremisi” per finire in bellezza la giornata.

Ritorno al passato con le Feste Cortesi

L

e “Feste Cortesi” riportano, sabato 5 e domenica 6 giugno, Santa Maria di Sala indietro nel tempo e torna al 1120 (i natali di Santa Maria di Sala) e lo fa con una bella rievocazione storica festeggiando anche il suo fondatore Paganino Sala, tenuto in grande considerazione dai Carraresi, signori di Padova. La manifestazione, organizzata dalla Pro Loco della presidente Caterina Padolazza ha messo in calendario una serie di attività di grande impatto visivo ed emozionale. Questo il perogramma per sabato 5 giugno 2010: ore 18.00 apertura del mercato medievale e Corteo storico.

Dopo l’intervento proposto sul cimitero di Veternigo, ora l’Amministrazione comunale sta ponendo all’asta alcune cappelline che realizzerà nel cimitero di Caselle. Il progetto approvato dalla Giunta comunale prevede la costruzione di due cappelline di 8 loculi ciascuna con la possibilità di costruirne altre tre in caso di richiesta da parte dei cittadini. Le cappelline avranno le stesse rifiniture e caratteristiche di quelle già in uso. Le prime due costruzioni andranno a completare la esistente fila sud, mentre le altre potranno essere realizzate nelle immediate vicinanze in un’area ora destinata a verde. Le cappelline, interamente finite, saranno assegnate per 99 anni a lotti di quattro loculi (metà cappellina) al prezzo base d’asta di 20 mila euro

Un'immagine delle passate edizioni di "Feste Cortesi"

Alle 18.30 la S. Messa solenne con offerta dei doni. Alle 19.30 il Convivio del Priore: banchetto Medievale (con prenotazione obbligatoria) con piatti medievali. Seguono danze e giochi di corte, evoluzioni e sbandieratori, giullari e trovatori. Alle 21 giochi di fuoco e seguita alle 22 l’Innominabile Compagnia presenta “Il canto del fantasma”. Domenica 6 Giugno si riprende alle 15.30 con l’apertura del mercato medievale e la visita guidata agli accampamenti militari.

Alle 15.45 medioevo del bambino con i cavalieri di un tempo. Alle 17.30 corteo storico ispirato agli elementi del cosmo. Alle 18.30 tornei d’arme in onore a Biancofiore da Casale. Alle 19.30 il Convivio del Priore: banchetto Medievale (con prenotazione obbligatoria) con piatti medievali. Seguono danze e giochi di corte, evoluzioni e sbandieratori, giullari e trovatori. Alle 21 giochi di fuoco e seguita alle 22 l’Innominabile Compagnia presenta “Il canto del fantasma”.

Gottardo Dino lavorazione ferro battuto carpenteria leggera serramenti in alluminio Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (Ve) Tel. e Fax (041) 5780374

Via Caltana, 175/a - Caselle Tel. (041) 5731255 presso Centro Commerciale TOM Gente Salese N. 5 -2010

11


TACCUINO u LAUREA A BARBARA BOLZONELLA Il 23 marzo Barbara Bolzonella si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Padova discutendo la tesi “Funzioni esecutive e caratteristiche psico-comportamentali in giovani pazienti emicranici” con il Professore Pier Antonio Battistella. Congratulazioni da papà Valter, da mamma Oriana, da nonno Virginio, dal fidanzato Diego e da tutti i parenti ed amici. u LAUREA A ELEONORA FERRARI Il 24 marzo 2010 Eleonora Ferrari si è laureata in “Lingue e Scienze del Linguaggio” presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia discutendo la tesi “La situazione del ladino dolomitico nella realtà del Nord Italia” con la Ch. ma Prof. ssa Ulrike Kindl. Alla neodottoressa le congratulazione del papà Massimo, della mamma Marina, della sorella Maria Elena, del fidanzato Giuliano, dei nonni e di tutti i parenti ed amici. u LAUREA A FRANCESCO PIETROBON Il 12 aprile 2010 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, facoltà di Economia, Francesco Pietrobon ha conseguito la laurea specialistica in Consulenza Aziendale con il punteggio di 110 e lode, discutendo la tesi “Gli adempimenti dei professionisti contabili per la prevenzione del riciclaggio” con il professor Alberto Urbani. Congratulazioni vivissime da papà Fernando, mamma Marisa – Marta, parenti e amici.

12 Gente Salese N. 5 - 2010

BALLI A GO-GO IN SALA TEATRO CON LA SCUOLA DI DANZA Il 15 giugno 2010 alle ore 21, l’Amministrazione comunale- Assessorato alla Cultura ha il piacere di invitare la cittadinanza allo spettacolo dedicato alla danza di vario genere (dalla contemporanea alla pop) che la Scuola di Danza “Etoile” di Campocroce, diretta dall’insegnante Stefania Marchioro, terrà presso la Sala Teatro di Villa Farsetti.

SAGGIO - CONCERTO DEGLI ALLIEVI DELL'ORCHESTRA DI FIATI DEL VENETO IL 25 giugno 2010, alle ore 20.30 presso la Sala Teatro di Villa Farsetti si terrà il saggio-concerto dell’Orchestra dei Fiati, diretta dal Maestro Benvenuto Bassan. La cittadinanza tutta è invitata.


ONORIFICENZE

Alessandra Tudor è Cavaliere di San Marco

A

l solo parlare dei Cavalieri di San Marco vengono i “brividi”. Ciò per il fatto che, oltre ad essere un Ordine Prestigioso, i Cavalieri di San Marco sono “dentro” la grande Storia della nostra “Superba Serenissima Repubblica”. Le origini dei Cavalieri di San Marco non sono chiaramente identificate e certificate; certo è che si tratta di un Ordine molto antico ed estinto con la caduta di Venezia. Dal 1979 “I Cavalieri di San Marco” vivono sotto forma di “Associazione dei Cavalieri di San Marco”. Non si tratta di una semplice Associazione benefica ma di un sodalizio che, in sintonia con i tempi odierni, si prefigge gli stessi intenti. Il motto dell’Associazione è: “Esto Civis Fidelis” – (sii un cittadino fedele). In altre parole: fai del bene sul piano sociale, umanitario, religioso. Domenica 25 Aprile 2010, nella splendida cornice della Chiesa di San Francesco della Vigna di Venezia, sono stati investiti del prestigioso titolo 36 nuovi Cavalieri di San Marco. Fra questi vi era la nostra giovane concittadina Alessandra Tudor, residente in Croazia, che, proposta dal Cavaliere Franco De Vidocich è stata investita della carica con la motivazione: “Per la buona riuscita del gemellaggio fra Santa Maria di Sala e Hvar ed inoltre per la pubblicazione

del libro Venezia e Hvar”. Un'onorificenza per impegnare ulteriormente il neo Cavaliere a continuare nell’opera di carità e fratellanza e ad essere di esempio e stimolo per gli altri. Ricordiamo che Alessandra, fra le altre cose, è stata una determinante protagonista del nostro recente gemellaggio di Santa Maria di Sala con la Città Croata di Hvar. La cerimonia dell’investitura, preceduta da una Santa Messa, è stata semplice e solenne allo stesso tem-

po: mentre il Cavaliere presentatore metteva una mano sulla spalla dell’aspirante Cavaliere, il Doge Presidente pronunciava la formula rituale “Esto Civis Fidelis”. A questo punto veniva posto simbolicamente il “Mantello” sulle spalle del neo Cavaliere.

Elia Pasuto nominato cavaliere della Repubblica

Il Capo dello Stato Giorgio Napolitano ha conferito ad Elia Pasuto l'onorificenza di cavaliere della Repubblica per particolari bene-

Macelleria

GALLO PLINIO

Qualità, convenienza e tradizione Offerte speciali ogni mese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 - Tel 041.486005

merenze. Il sindaco Paolo Bertoldo ha voluto complimentarsi con Elia e tutti i suoi figli. Complimenti anche dalla redazione.

Ad affiancare Alessandra, oltre al Cavaliere presentatore c’erano, evidentemente commossi, i genitori, i famigliari, parenti ed amici. L’Amministrazione Comunale di Santa Maria di Sala era presente con il Sindaco Paolo Bertoldo, l’assessore Primo Bertoldo e altri componenti. Per la Municipalità di Hvar, in rappresentanza del Sindaco Pierino Babic, indisposto, era presente un suo delegato, ed erano presenti anche il Console Consigliere per la Cultura e l’Economia presso il Consolato Croato di Trieste, Neven Marcich e il Generale Elio Ricciardi, in rappresentanza dell’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo. La festa è proseguita con un buffet dove parenti ed amici hanno potuto congratularsi con la neo Cavaliere di San Marco Alessandra. Siamo certi di interpretare i sentimenti dei Cittadini Salesi nel complimentarci con Alessandra Tudor per il prestigioso riconoscimento e siamo altresì sicuri che continuerà il suo impegno a favore della collettività tutta. P.B.

F.B.F. Impianti s.r.l. Santa Maria di Sala ( VE) Tel. 041.486081 - Fax 041 486928 CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

Gente Salese N. 5 -2010

13


SPORT

LA MENTALITÀ VINCENTE PER L'UNDER 13 DI VOLLEY

V

olge ormai al termine la brillante stagione sportiva 2009/2010 della squadra Under 13. Il gruppo è composto da ragazze che già si conoscevano e di nuove entrate che si sono ben amalgamate facendo squadra. Moreno, Elisabetta, dirigenti accompagnatori, e Nadia, loro allenatrice, le hanno seguite con molta attenzione nella loro preparazione in palestra a partire dall’inizio di settembre, lavorando sodo hanno creato in loro pian piano, una mentalità vincente. Nel prosieguo dell'attività hanno

consolidato le loro prestazioni per presentarsi pronte a gennaio per misurarsi nel Campionato Fipav Under 13, dove si confrontano le migliori squadre della Provincia di Padova. La compagine di Nadia perde solo una partita 2 a 1 ma recupera la prestazione negativa nella partita del girone di ritorno vincendo per 3 a 0. Concludono il campionato vincendolo con 6 punti di vantaggio dalla diretta inseguitrice. Negli ottavi di finale, giocati nella palestra Comunale di Veternigo, mettono in mostra tecnica,

concentrazione e determinazione, ed eliminado le concorrenti, si aggiudicano i quarti di finale. Nei quarti di finale giocano bene la prima partita e la vincono 2 a 1, mentre con la seconda, perdendola per 2 a 0, non accedono alla semifinale. Un'uscita con l'amaro in bocca per non essere riusciti nella fase

finale, resta però l'orgoglio di aver ben figurato durante tutta la stagione agonistica. Ora si guarda già al prossimo campionato: con l'apporto di nuove ragazze la squadra sarà più competitiva e in grado di dare filo da torcere anche alle concorrenti più blasonate. Auguri.

Marta Codato premiata con due borse di studio

M

arta Codato, diciannovenne di Veternigo, ballerina di classico e moderno, sta raccogliendo grandi soddisfazioni e premi, frutto del duro lavoro compiuto negli anni. Marta si è messa in luce con la scuola di danza Step Dont’ Move di Padova e con la compagnia dei Dreamakers, fondata alcuni anni fa dall’insegnante ed ex ballerina professionista Debora Ferrato, con le quali ha partecipato a numerose competizioni nazionali e internazionali con ottimi risultati di gruppo e numerose vittorie, contribuendo in prima linea con favolose esibizioni coreografiche nel moderno, nell’hip-hop e nel classico. Con i Dreamakers ha partecipato ai tour di Radio Company e a momenti d’intrattenimento artistico durante le serate delle selezioni regionali di Miss Italia. Lo scorso febbraio è arrivato un fa-

voloso 3° posto nel passo a due col compagno di ballo Matteo Zamperin nel Concorso Internazionale di Firenze; a marzo è arrivato il tanto atteso e meritato 1° posto al Concorso Internazionale del Friuli Venezia Giulia, svoltosi a Lignano, sempre nel passo a due, dove hanno sbaragliato una temibile concorrenza e infine lo scorso 25 aprile un

altro fantastico 1° posto al Concorso Europeo svoltosi nella Repubblica di S. Marino sempre nel passo a due, con una coreografia perfetta, costruita appositamente sui due ballerini, con passaggi delicati ed intensi, con prese che ai profani possono sembrare impossibili, ma che i due danzatori fanno sembrare semplici tanto sono in sintonia. Inoltre per la Codato è arrivato un attesissimo 2° posto nella categoria assolo, dove si è messa in evidenza per la sua grazia e per il suo perfezionismo; risultato accolto da lei con enorme soddisfazione soprattutto per il duro lavoro cui si è sottoposta in questi ultimi mesi per raggiungere tale risultato. Sempre a S. Marino, Marta ha vinto due borse di studio importanti dell’Ajkun: l’ammissione al Performing estivo a New York, della durata di un mese, e al Trainee Program, di un anno, sempre a

SO.GE.di.CO. Srl

Tabaccheria - Profumeria Ricevitoria Lotto N. 48

Impianti e Costruzioni Generali

De Gaspari MICHELA

Sede legale:30174 ZELARINO (VE) Tel. 041.5461109 Fax 041.5461114

14 Gente Salese N. 5 - 2010

Via Cavin di Sala, 45 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041/486008

Marta Codato durante due esibizioni

New York. Ci aggiungiamo alla soddisfazione dei genitori Mara e Mauro, che in questi anni si sono sottoposti a duri sacrifici e che ora raccolgono frutti e soddisfazioni, e alla gioia di parenti e amici, augurando alla nostra concittadina Marta un cammino stellare e ricco di ulteriori e sempre più grandi soddisfazioni.


SPORT

STAGIONE ESALTANTE PER IL "GRATICOLATO”

D

avvero una stagione esaltante per la rinnovata associazione sportiva di Caltana, recentemente ribattezzata “A.S.D. Del Graticolato”. Due titoli entusiasmanti, vittoria in un campionato dominato e coppa Veneto, bis di successi in entrambe le competizioni che vedevano impegnata la compagine di Mister Gaetano Prisco. La vittoria nel Campionato di prima categoria – Girone F è arrivata in casa con la vittoria sul Trebaseleghe il 2 maggio, alla 29ª giornata. In una partita tecnicamente dominata, come del resto avvenuto in larga parte del campionato, la squadra caltanese ha chiuso i conti già nel primo parziale con una spettacolare quanto efficace acrobazia in rovesciata di Curci (4’

minuto), cui è seguita al 26’ l’autorete di Rossetto. Nel secondo tempo, i padroni di casa hanno cercato il terzo sigillo, ma con un’azione scaturita da un calcio di punizione, gli ospiti hanno accorciato le distanze con Pastore. Niente paura, da par suo il Del Graticolato ha ripreso a pressare gli avversari registrando numerose palle goal, fino al fischio finale che ha decretato l’ennesimo successo di una stagione senza precedenti, dando il via ai meritati festeggiamenti per la matematica promozione nella categoria superiore. I segreti del successo? Per dirla in breve, i numeri parlano chiari: una difesa formidabile (la meno battuta del torneo) e un attacco spavaldo, il tutto inserito in una squadra che quest’anno è

stata rafforzata considerevolmente grazie agli innesti di giocatori del calibro di Barban, Tiso, Fellet, Cacco, Zuin, Curci, Milan, e Bellini. Ma un plauso va a tutto il gruppo di “Tano Prisco”, a cui solo Loreggia ha saputo tener testa quasi fino alla fine della stagione. Ma non basta perché la squadra cannibale di titoli aveva già provveduto a mettere in saccoccia la Coppa Veneto (Trofeo Regione Veneto 1ª categoria), qualche giorno prima con il successo per 2-1 sul Raldon. E pensare che nella finale a passare in vantaggio per primi sono stati proprio i veronesi, al 3’ con Isalberti su calcio d’angolo. Il colpo è di quelli che può tagliar le gambe, ma l’undici caltanese ha carattere e lo dimostra agguan-

tando il pareggio alla mezz’ora con Mazzuccato. Nella ripresa la partita è del tutto aperta, anche se sono sempre gli uomini di Prisco a fare la partita, con la loro manovra ordinata. Al 42’ i caltanesi rischiano la beffa, ma a salvarli è la traversa e per l’antica regola del goal mancato, goal subito, il Radon subisce la seconda rete di Mazzucco che chiude i conti evitando i supplementari e consegnando la coppa nella mani della squadra di Caltana. Insomma due “titoli” meritati alla grande che fanno ben sperare pure per l’anno prossimo, anche grazie alla lungimiranza della dirigenza, del patron Calzavara e dell’entusiasmo dei sostenitori di questo fantastico gruppo! Cristian Novello

"SQUADRA VINCENTE, SUCCESSO DI GRUPPO!"

I

n questa annata molte gratificazioni sono arrivate anche da molteplici iniziative intraprese dalla società Del Graticolato con la Scuola Calcio, che ha svolto l'attività nell'ambito scolastico con docenti qualificati e laureati in scienze motorie. Inoltre come Società abbiamo promosso ben sei incontri di carattere formativo, che anche grazie alla collaborazione della parrocchia sono stati svolti in patronato e rivolti a chiunque. Oltre ad argomenti come “Regola n°5 L'arbitro”, trattati dai respon-

sabili della sezione AIA di Mestre, i temi delle serate, sempre presiedute da vari esperti, hanno spaziato sull'importanza della nutrizione, delle dinamiche di gruppo, dei fattori psicologici, delle droghe, dello sviluppo fisico. Ora, nonostante la stagione sportiva stia per finire, gli impegni sono ancora tanti a partire dai tornei della categoria pulcini, a quelli della prima squadra che dovrà affrontare con incontri a scontro diretto con le capoliste degli altri gironi per contendersi il titolo regionale e il torneo nazionale di calcio

a 7 “Gazzetta Cup” svolto a Caltana (vedi foto a sinistra) con l'organizzazione della Gazzetta dello Sport e il CSI di Padova, che prevede le fasi finali a Coverciano presso le strutture di allenamento della nostra Nazionale. Ma non è ancora tutto, forse sull'onda dell'entusiasmo se ne sente già parlare, ma in questa stagione siamo stati attenti anche agli ottimi risultati delle altre società presenti nel nostro territorio, al settore giovanile della G.S Salese Calcio, all'ottimo lavoro della scuola calcio del G.S. Veternigo, alle iniziative del U.S. San Marco Stigliano, all'impegno del G.S. Fenice

Caselle e grazie a tutti, dopo diversi incontri e confronti, sono nate nuove idee e nuovi progetti che speriamo presto di attuare insieme. Infine vorrei concludere con un ringraziamento particolare per tutti i giocatori, gli allenatori, i dirigenti, i genitori, e gli sponsor, perché, come ha voluto il presidente Giuseppe Meligrana e come riporta a caratteri cubitali uno striscione a bordo campo, “Squadra vincente, successo di gruppo!“, con l'augurio che questo gruppo sia sempre più affiatato e si possa allargare con la gioia di tutti. Andrea Bottura

Gente Salese N. 5 -2010

15


I NOSTRI AMICI "FIDO"

L'obbligo del microchips a tutti i cani

U

n servizio importante, che sta svolgendo la Polizia locale di Santa Maria di Sala, è per i nostri amici “Fido” che permetterà agli agenti di verificare i proprietari degli amici a quattro zampe, di essere rintracciati e di vedersi riportare a casa il proprio cane che si era smarrito. Di conseguenza diventa una lotta anche al randagismo per rendere più vivibile il territorio. Grazie alla legislazione vigente, infatti, che obbliga i proprietari e i detentori di cani a provvedere all’apposizione di microchip e quindi alla loro identificazione ed alla registrazione all’anagrafe canina regionale, presso la ASL o presso un medico privato autorizzato, la polizia locale guidata dal Maggiore Aldo Pagnin, riesce in maniera semplice e veloce a contrastare e prevenire situazioni di randagismo, fenomeno contro il quale il Comune di Santa Maria di Sala, negli ultimi anni, ha intensificato l’azione, dotandosi anche di appositi strumenti. 

“L’apposizione di microchip su tutti i cani presenti sul territorio comunale – afferma il comandante Pa-

FABBRICA DIVANI POLTRONE E LETTI PRODUZIONE E SPACCIO AZIENDALE

gnin - è uno degli strumenti più utili contro l’abbandono di “fido” considerato il fatto che se una volta si mutilava l’orecchio del cane per togliergli il tatuaggio e quindi abbandonarlo, oggi non si può fare una cosa simile perchè il microchip si disperde nel corpo del cane senza arrecargli danno. Considerato che il microchip e l’anagrafe – conclude Il comandante – risultano essere un valido strumento per la lotta all’abbandono degli animali ed al fenomeno del randagismo, e ritenuto di dover contenere nel modo più civile possibile tale fenomeno a tutela della sicurezza pubblica e privata, nel rispetto per la vita degli animali, è obbligatorio iscrivere i cani tenuti in casa o in altro luogo, nell’apposita anagrafe canina regionale. 

Il servizio offerto dal Comune è ancor più importante laddove si pensi che la mancata apposizione del microchip e/o della registrazione comporta, per il proprietario, una sanzione amministrativa da 50 a 107 euro. Confidiamo, pertanto, nella fattiva collaborazione di tutti i cittadini”. L.B.

Onoranze funebri

Bernardi

Via Desman, 139 S. Angelo di S. Maria di Sala tel. 041.487341

M.G. S.R.L. - 30030 S. MARIA DI SALA (VE) Via Salgari, 4/F1 SS. Padova - Treviso Telefono 041.486311 - Fax 041.487810

16 Gente Salese N. 5 - 2010

GS Maggio 2010  

Gente Salese Maggio 2010

Advertisement