Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 09 - ANNO XXXI - OTTOBRE 2014

n. 9 OTTOBRE 2014

GENTE SALESE

L’atrocità della guerra ricordata a Tre Ponti 3

Le opposizioni criticano le scelte della Giunta

6

Premio del lavoro a Bellino Pistore

10

Il Giro d’Italia: passa per S. Maria di Sala


intro. 2

L’indipendenza del Veneto

Caro direttore, da appassionato sostenitore del referendum mirante ad ottenere l’indipendenza del Veneto dallo Stato italiano, desidero esprimere alcune osservazioni inerenti all’articolo sull’argomento pubblicato su Gente Salese di Settembre. Un male che affligge tutti noi è la poca conoscenza di questo delicato argomento. Da tempo ci sono studiosi, anche internazionali che stanno valutando i pro ed i contro di una eventuale indipendenza del Veneto dall’Italia. Sull’argomento c’è stato anche un convegno internazionale a Castelbrando al quale ho partecipato. In quella sede è stato stimato che dopo un periodo di transizione il P.I.L. del nuovo Stato Veneto andrebbe molto in alto. Il movimento non ha mai parlato di una nuova moneta e saremmo accolti a braccia aperte da un’Europa che ha bisogno assoluto di stati virtuosi com’è il Veneto (nonostante il malaffare!!). Il nostro modello di riferimento sarebbe la

Svizzera e la nostra indipendenza sarebbe un “salto nella luce”. Per altre più approfondite e dettagliate considerazioni invito tutti a studiare il sito www.indipendenzaveneta.com poiché ne va del nostro futuro. Concludo affermando che noi stiamo camminando sopra un tesoro costituito dalla nostra storia millenaria, dalle nostre capacità intellettuali e da una indomita voglia di fare. Lo si fa emergere con un solo si. L’alternativa è un debito italiano che aumenta ad ogni secondo che passa. Maurizio Ballan

Ospitiamo volentieri i pensieri dei nostri lettori.

Domenica 14 Dicembre chiamati a rinnovare il Consiglio di Bonifica Acque risorgive

Domenica 14 dicembre si vota per il rinnovo del Consiglio del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive. Perché è importante questo appuntamento? Perché costituisce un’opportunità per garantire una rappresentatività al nostro territorio, tenuto conto delle dimensioni del Consorzio e delle delicate problematiche ambientali e di tutela del territorio che svolge. Il Consorzio di Bonifica per tante persone può sembrare un’entità lontana ed estranea dalla nostra vita e dalle attività che svolgiamo mentre in realtà le funzioni si esplicano ogni giorno, sia nei lavori di realizzazione o risezionamento dei canali, sia nella gestione delle acque in occasione delle precipitazioni atmosferiche. Pensiamo solo a cosa sarebbe il nostro territorio e le nostre attività senza una rete scolante efficiente, senza le opere di Bonifica e senza il sistema delle idrovore che sollevano l’acqua e la scaricano in mare. Un territorio senza bonifica è un territorio a rischio. Un territorio senza un sistema efficiente di scolo è destinato ad allagarsi ripetutamente con gravi danni agli immo-

bili. Quale valore avrebbero infatti gli immobili la cui area finisce periodicamente sott’acqua? L’attività del Consorzio di Bonifica è quindi essenziale per il mantenimento del valore dei beni immobili, sia per le abitazioni, che per i capannoni, che, da ultimo, per i terreni. Vi invitiamo pertanto a votare il 14 dicembre 2014, nel seggio e nel comune indicato nella lettera che è giunta dal Consorzio a tutti gli aventi titolo sapendo che alle votazioni possono recarsi solo i soggetti proprietari di una proprietà immobiliare, divisi in fasce: Fascia 1 – piccoli proprietari; Fascia 2 – medi proprietari; Fascia 3 – grandi proprietari. Vi invitiamo pertanto a votare le seguenti liste: per la Fascia 1 – la lista dei cittadini per la Fascia 2 – la lista dei coltivatori per la Fascia 3 – la lista dei coltivatori ed in particolare indicando la preferenza ai candidati: - Zamengo Giancarlo per la Fascia 1 - Minto Giorgio per la Fascia 2 che sono i rappresentanti del nostro territorio che si sono resi disponibili a candidarsi per portare avanti le istanze del nostro comune. G. Z.

TORO Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

Agenzia Generale via A. Gramsci 61, 30035 Mirano (VE) tel: 041/433333 agenzia451@toro.generali.com Subagenzia via Matteotti 15, 30031 Dolo (VE) tel: 041/413666 toro.dolo@libero.it

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


3

Rodighero (Civica Insieme) e le opposizioni criticano le scelte della giunta Fragomeni Il 29 settembre scorso c’è stata la prima seduta del Consiglio Comunale dopo la lunga pausa estiva. Punto forte all’odg la verifica della salvaguardia degli equilibri di bilancio, che la legge dispone venga eseguita entro il 30 settembre e variazione del bilancio di previsione 2014. Dopo aver comunicato al Consiglio la regolarità dei conti dell’Ente l’avanzato stato di attuazione dei programmi amministrativi, l’assessore Arpi ha annunciato una serie di variazioni al bilancio di previsione 2014 conseguenti a nuovi fatti gestionali emersi nell’esercizio. Due sono i fatti caratteristici della variazione proposta: la riduzione di c.a 50.000 € del Fondo di Solidarietà (sottratti ai comuni per cofinanziare i famosi 80 € in busta paga) e un contributo della Regione Veneto di 600.000 € per lavori di restauro di Villa Farsetti per complessivi 1.000.000 €. L’amministrazione parteciperà alla spesa con 400.000 € utilizzando c.a 230.000 € dell’avanzo di amministrazione 2013 (già destinati ad estinguere mutui; estinzione che non si farà più) e con 170.000 € del bilancio comunale (tasse). Critiche le opposizioni con gli interventi (fotocopia) del capogruppo Rodighiero di Civica Insieme e del consigliere Vanzetto di Lista Salese ed avallati dal consigliere del Movimento 5 stelle Rossella Carolo. Nel suo intervento il capogruppo Rodighiero ha affermato: “..Riteniamo che nel Bilancio 2014 soprattutto per quanto riguarda la Tasi, non si sia andati incontro alla reali esigenze delle famiglie salesi, visto che, come possiamo vedere da una tabella riportata dal Gazzettino l’Amministrazione non sia stata tra le più benevole nei confronti dei contribuenti. Inoltre e su questo non finiremo di criticarvi, la decisione di stabilire una detrazione unica di 30 € a famiglia, senza fare alcuna distinzione a seconda del numero di componenti minorenni del nucleo familiare o della presenza di invalidi al 100% non può che

TASSA

TASI

Previsione iniziale

Previsione assestata

Incremento

850.000

930.000

+80.000

IMU

1.341.000

1.461.000

+120.000

ADD. Com. IRPEF

1.795.000

no variaz.

TOSAP

50.000

76.745

Rec. EVAS. IMU

64.000

134.000

Rec. EVAS. ICI

150.000

150.000

trovare la nostra ferma opposizione. Agevolazioni che si potevano almeno ipotizzare anche per i possessori di fabbricati ad uso abitativo con rendite catastali basse, come le A3. Riteniamo non sempre motivati poi i continui riferimenti dell’assessore al Bilancio alla diminuzione dei trasferimenti statali, questo perché tramite le imposte locali (Tasi, Imu sulle seconde case e sui fabbricati, addizionale comunale Irpef) il Comune ha incassato una cifra ben maggiore. A fronte di tagli tra il 2013 e 2014 pari a 1.421.000 € i cittadini salesi hanno sopportato aumenti per 1.611.000 €. Inoltre, ed è la cosa più rilevante, il Comune sta introitando cifre maggiori di quanto previsto nel Bilancio di Previsione 2014. Per questo - ha proseguito Rodighiero- esigiamo che questi inaspettati (nuovi) fondi, che ammontano a circa € 270.000 e che a fine anno potrebbero essere maggiori anche delle previsioni di assestamento vadano impiegati per la pulizia e lo scavo dei fossati, visto quanto successo ad inizio di Settembre, dove per l’ennesima volta molte strade comunali sono rimaste allagate creando innumerevoli disagi alla cittadinanza. Ma non solo, visto l’avvicinarsi dell’inverno è doveroso che l’amministrazione compia opera di manutenzione delle strade comunali, migliori la segnale-

tica stradale ed infine attui tutte quelle opere di piccola manutenzione che vanno ad arricchire il decoro urbano dei nostri paesi. Naturalmente visti i conti di quest’anno esigiamo che l’anno prossimo l’aliquota Tasi si abbassi e aumentino le detrazioni per le famiglie con figli e/o disabili. Lo stesso ragionamento vale per l’Imu, che stritola le nostre aziende. Passando ad altri argomenti, non certamente trascurabile è il contributo di 600.000 € per il recupero e la riqualificazione di Villa Farsetti proveniente dalla Regione che a sei mesi dalle elezioni si è ricordata di S. Maria di Sala. Ci auguriamo che questo diventi il primo passo per rilanciare il nostro fiore ad occhiello. Quest’anno la Giunta ha disposto di partecipare al progetto di pubblica utilità realizzato con l’impiego di disoccupati privi di ammortizzatori sociali o trattamenti pensionistici, che vede il comune di Pianiga come capofila, rimediando così alla decisione dell’anno scorso, dove si è perduta l’occasione di aiutare le famiglie... Sempre in tema di lavoro e di occupazione vorremo sapere questa sera come procede il Consorzio Itp Venice, tanto reclamizzato inizialmente dall’Amministrazione, ma di cui da tempo non abbiamo più notizie. Quante sono attualmente le aziende che vi hanno aderito? Sono in aumento? Sono stati conquistate nuove fette

Incassato al 30-09-14

587.000

+26.745 130.139 no variaz.

85.000 e accertato 116.000

di mercato in giro per il mondo? Invitiamo l’Amministrazione - ha concluso Rodighiero - a fare nella seconda parte della legislatura un notevole salto di qualità per valutare le soluzioni in modo trasversale, condividendo le scelte con la cittadinanza. In particolare per quanto riguarda i progetti di riqualificazione del Capoluogo, di Veternigo e di Caselle.” A proposito del contributo Regionale per Villa Farsetti, il consigliere Vanzetto ha anche auspicato che: “... tutti questi soldi si riesca a spenderli e a spenderli bene. A tal proposito speriamo siano solo voci infondate quelle che vorrebbero la realizzazione del terzo inutile e invasivo ponte sulla peschiera di Villa Farsetti ...Non vorremmo vedere un altro intervento estemporaneo privo di un disegno organico di come si vuol finalmente dare dignità di capoluogo a Santa Maria di Sala. Certamente aver voluto a tutti i costi impiantare un capannone prefabbricato nel cuore del paese ora non giova ad un disegno del capoluogo del Comune degno di tal nome. Certo è, per il momento, che salta una parte di estinzione anticipata dei mutui già programmata e sbandierata ai quattro venti destinando c.a 230 mila euro dell’avanzo di amministrazione 2013 a cofinanziare nuova spesa; vedremo con quali risultati!”.

www.cvviaggi.it

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI

PAGOTTO

di Pagotto Sandro & Co. snc

Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

Via Bastia Fuori, 26,1 - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5703812 - Fax 041.5703805


4

Alla sagra “Tersa de Otobre” Dal Friuli all’Emilia Romagna per i trattori emanano emozioni la mostra dei presepi di Caselle

Domenica 19 ottobre, una giornata di autunno insolitamente mite e soleggiata, si è tenuto il primo raduno di trattori e macchine agricole d’epoca organizzato dal “Team Tornado di Rigoni e Balsadonna”, grazie anche alla ospitalità ed alla collaborazione della parrocchia e del comitato della sagra “Tersa de Otobre” di Caltana. Rigoni e Balsadonna sono i presidenti animatori di due gruppi di Cadoneghe e Codiverno che riuniscono appassionati di macchine agricole e che, anche attraverso queste manifestazioni, intendono documentare e tenere viva la memoria di quella che è stata la prima motorizzazione del lavoro contadino delle nostre campagne. Giuliano Balsadonna, pur non risiedendo più a Caltana ha voluto portare il “trattoraduno” proprio nel suo paese natio dove conta ancora molti amici e dove vivono, come in tutte le frazioni salesi e nei paesi limitrofi, molti appassionati del settore. In piazza Caltana, lungo Via Caltana erano allineati 95 trattori di ogni età, tutti tirati a lustro per non sfigurare che hanno sfilato per le vie del paese in mezzo a molta gente, molto interessata. Nel primo pomeriggio, poi, hanno dato vita ad una muscolosa esibizione di aratura, prova molto spettacolare e seguita. Ormai sono diverse le iniziative di questo genere che si susseguono nelle frazioni del nostro comune e visto l’ampio consenso e le meritorie finalità che si propongono, molti auspicano che si riesca ad organizzare una grande esposizione a livello comunale magari in Villa Farsetti. È un auspicio a cui si associa anche Gente Salese

Visto il buon successo della prima edizione, dal’8 Dicembre al 11 Gennaio prossimi si terrà a Caselle la seconda esposizione di presepi. “Abbiamo coinvolto le scuole d’infanzia di Caselle, Veternigo e Stigliano e le scuole elementari di tutto il comune -ci dice Renato Brazzolotto, curatore della mostra- oltre a circa 200 espositori appassionati del presepio, provenienti da Udine a Bologna”. La mostra sarà allestita sotto un capannone riscaldato ed installato per l’occasione. L’apertura è prevista per il pomeriggio dell’8 Dicembre con la benedizione del Parroco e l’intervento delle autorità comunali. Durante tutta la giornata in piazza ci sarà una slitta con babbo natale che aspetterà tutti i bambini per ricevere la letterina di Natale.

• COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI • TRASPORTO IN CONTO TERZI • TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI • SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI • PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. • BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO

Se la passata edizione ha registrato circa 17.000 visitatori quest’anno gli organizzatori se ne aspettano molti di più e visto l’impegno e l’esperienza tutto fa supporre che avranno le soddisfazioni che si aspettano e che meritano.

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 -

• COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE

Email. bolzonella.group@tiscalinet.it

• NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

www.bolzonellagroup.com


Nel settantesimo dell’esplosione di Tre Ponti la comunità ha fatto memoria dell’atrocità della guerra Giovedì 26 ottobre 1944 ore 18,26. “Una vampata che toccò il cielo ed un dirompente boato, in pochi istanti annientarono tutto quello che la laboriosa comunità (di Tre Ponti) aveva costruito in decenni di vita. Ventitré fabbricati accartocciati su se stessi in un groviglio di macerie, ventinove persone che qui conclusero il loro cammino di vita..” Così rievoca quel terribile avvenimento accaduto settantanni fa Egle Caon curatrice dell’opuscolo commemorativo, coralmente scritto, raccogliendo le testimonianze di quanti vissero quei terribili momenti. Cos’era successo? ”Un convoglio di tre (forse quattro) camion tedeschi, provenienti dalle polveriere della Pedemontana Est, carichi di dinamite, si stavano dirigendo al deposito di Padova Ovest, ma all’altezza di Tre Ponti, di fronte all’officina meccanica Vecchiato, il penultimo camion saltò in aria provocando un’esplosione di particolare violenza poiché di seguito scoppiarono tutte le bombe che i tedeschi avevano stoccato all’interno della villa (Zanon)..” Quali le cause dell’esplosione? “Due le versioni formatesi per dare una spiegazione alla tragedia; una ritenuta ufficiale, divulgata nell’immediato e durata fino ai nostri giorni, attribuiva l’attentato a dei non

Commemorazione di domenica 26 ottobre 2014

ben identificati partigiani che, di loro iniziativa, avrebbero nascosto in un camion un ordigno a tempo in modo che lo scoppio avvenisse all’interno del deposito padovano, con l’intento di distruggerlo... A causa di un ritardo sulla tabella di marcia per un guasto ad un mezzo, lo scoppio avvenne strada facendo. ...L’altra verità, venuta a galla di recente per le confessioni di chi c’era, sapeva ed aveva visto, fece emergere un’altra realtà, vale a dire che l’attentato fu organizzato da un gruppo di paesani, coadiuvati dai

Inaugurazione del Sacello di Tre Ponti il 26 ottobre 1949

partigiani zonali, per nascondere la vera origine dei tanti furti avvenuti ai danni dei magazzini del Lloyd. Fu programmato di far saltare in aria la villa con i magazzini in modo da mascherare gli ammanchi e, quella sera, il gruppetto d’attentatori, dopo aver imbottito d’esplosivo la condotta che forniva l’acqua alla villa Zanon, si nascose dietro alcuni magazzini nell’attesa che passasse un veicolo per nascondere la vera origine dell’esplosione. Destino volle che passassero i camion di dinamite e fu il disastro..” Dopo settant’anni, domenica 26 ottobre 2014 la comunità parrocchiale di Stigliano e la comunità civile salese hanno ricordato quel tragico giorno nel Sacello votivo sorto nel luogo della tragedia con una S. Messa celebrata a suffragio delle vittime e per la pace. Nell’omelia Don Rodolfo Budini, parroco di Stigliano, ha voluto ricordare quanto sia impegnativo fare memoria e quanto sia importante... “ripensare i fatti del passato, perché diventino insegnamento per apprezzare il presente..” Quella sera una statuina di Sant’An-

5

Egle Caon, curatrice dell’opuscolo

tonio custodita in una cappellina posta fra i rami di un grosso albero posto proprio accanto all’incrocio, rimase illesa, come quel grosso albero, unico rimasto in piedi. Con i lavori di allargamento della statale eseguiti negli anni ‘60, però, l’albero fu abbattuto e con esso si perse l’edicola e la statuetta. A settant’anni di distanza nei pressi del sacello è stata ricostruita una piccola edicola con una nuova statua di Sant’Antonio benedetta nella cerimonia commemorativa del 26 ottobre.

Don Paolo e don Rodolfo davanti all’edicola di S. Antonio


6

Festa di S. Michele patrono di S. Angelo

Domenica 28 Settembre 2014 si è celebrata la Festa del Patrono di Sant’Angelo, San Michele Arcangelo. Anche quest’anno, l’annuale ricorrenza ha visto la Comunità di Sant’Angelo ricordare e rendere merito a vari anniversari di matrimonio e altro. Molte le coppie di sposi che hanno ricordato il loro vivere insieme alla S. Messa solenne delle ore 10,30. Tra i festeggiati c’erano don Pietro, per il suo 30° anniversario di ordinazione sacerdotale e le Suore per il loro speciale Giubileo. Una Messa molto frequentata e in alcuni momenti ricca di emozioni. Dopo questo momento religioso la giornata di festa è proseguita con il pranzo comunitario, sotto il tendone della sagra. Tante persone, circa 250, hanno partecipato al pranzo, accuratamente preparato dai bravi volontari. Tutto il tempo del pranzo è trascorso veloce e in un clima gioioso e di autentica comunità. Ad animare piacevolmente il momento del pranzo l’intervento canoro e sonoro da parte dei compaesani, Italo Seliziato, maestro e compositore e del cantante Silvio Bugin. Don Pietro era visibilmente soddisfatto per l’intensa partecipazione della sua Comunità alla Festa del Patrono. La lotteria a premi ha fornito, ai presenti, ancora un momento di gioia e serenità. La giornata è proseguita sul campetto ricreativo adiacente al tendone, recentemente messo a disposizione dal Gruppo Ricreativo, dove si sono potute svolgere gare amichevoli fra le varie categorie di persone in un’atmosfera di festa e tanta gioia da parte delle famiglie e soprattutto, da parte dei più piccoli. Al termine della giornata si può convenire che l’evento di festa è stato molto bello, anche grazie ad

uno splendido sole e clima mite e ha dimostrato che a Sant’Angelo la Comunità sa cogliere e vivere pienamente queste importanti occasioni. P.B.

Bellino Pistore è stato insignito a Venezia del “Premio del lavoro e del progresso economico” Il nostro concittadino di Caselle Bellino Pistore è stato insignito del “Premio del lavoro, del progresso economico e dell’innovazione” che la Camera di Commercio Veneziana assegna ogni due anni a chi ha significativamente contribuito con la sua vita di lavoro alla crescita del tessuto economico provinciale. E a questa crescita Bellino Pistore ha contribuito con l’assiduo suo lavoro di agente di commercio iniziato oltre quarant’anni fa seguendo le pionieristiche orme della sorella Argia e col suo impegno sociale come assessore allo sport nella prima giunta Bertoldo e come cofondatore e storico vice presidente della Associazione culturale Gente Salese. Il meritato ed ambito premio è stato conferito con una solenne cerimonia tenutasi domenica 5

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405

ottobre nella prestigiosa sede della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia. La premiazione, giunta alla sua 41° edizione, era presieduta dal Presidente della Camera di Commercio di Venezia, dal Senatore Dalla Tor, da altre numerose autorità e dai sindaci dei comuni di residenza dei premiati. Tutti i comuni, infatti, erano stati invitati ed erano rappresentati alla cerimonia. Tutti tranne Santa Maria di Sala che ancora una volta ha voluto distinguersi per la sua assenza. Come si sa un sindaco ha un sacco di cose da fare, soprattutto di domenica, e quindi non può essere presente a tutto ma può sempre delegare e anche per questo dispone di un bel numero di assessori e consiglieri comunali. Basta volere.


Gente Salese porta i soci a Ravenna e a Cesenatico A Cesenatico, una delle perle turistico balneari della riviera romagnola, ci attende la visita guidata al Museo della Marineria. Il museo propone un suggestivo percorso dedicato alla marineria tradizionale dell’alto e medio Adriatico. Vedremo un trabiccolo e un bragozzo attrezzati con “vela al terzo”, due imbarcazioni da pesca protagoniste della antica marineria. Una parte del percorso museale è dedicata, poi, a “struttura e costruzione” e quindi alle tecnologie ed i materiali utilizzati nel passato. Una seconda sezione è, invece, dedicata alla “propulsione e governo”: qui sono esposte ancore moderne ed antiche. Un’ampia parte è, anche, dedicata all’evoluzione dell’attrezzatura velica. Il percorso prosegui con una serie di reperti che testimoniano la vita a bordo, la pesca la sua commercializzazione. Davanti all’edificio del museo, nel tratto più antico del porto canale progettato da Leonardo, c’è la sezione galleggiante del Museo stesso con dieci imbarcazioni tradizionali decorate con i simboli delle famiglie dei pescatori. Durante le feste natalizie queste imbarcazioni ospitano un suggestivo presepe allestito con statue di pescatori a grandezza naturale. Lungo il porto canale si sviluppa, poi un ricco mercato natalizio che non ha nulla da invidiare ai più famosi mercatini di natale alpini. Al mattino ci fermeremo per la S.Messa alla Basilica di Sant’Apollinare in Classe, vicino a Ravenna, mentre il pranzo ci vedrà ospiti del ristorante “Ca’ Nori” di Cervia dove potremo gustare la tipica cucina romagnola ed in particolar modo la pasta fatta in casa. Purtroppo il viaggio è lungo e dobbiamo chiedere una sveglia un po’ più mattiniera del solito ma noi crediamo che la bellezza e la suggestione dei luoghi che andremo a visitare ripagheranno tutti del sacrificio.

SANT’APOLLINARE Sant’Apollinare, costruita in forma basilicale interamente in mattoni fra il 536 ed il 549, è una delle numerose chiese ed edifici che costituivano il centro di Classe porto romano di Ravenna. Il progressivo interramento del porto ha portato al suo abbandono ed alla scomparsa degli edifici. Solo la basilica si è fortunatamente conservata nella sua forma originaria con suo bel campanile cilindrico del X secolo. L’interno della basilica conserva le caratteristiche tre navate coperte a capriate divise da file di bellissime colonne di marmo striato del Proconneso (isola greca del mar di Marmara). L’abside e l’arco trionfale sono rivestiti di un complesso mosaico conservatosi intatto e raffigurante il patrono della chiesa Sant’Apollinare immerso in un paesaggio paradisiaco e circondato da dodici pecore. Al di sopra appare un’originale rappresentazione della Trasfigurazione in cui Cristo è sostituito dalla croce gemmata con la sua immagine e che rappresenta la “Parusia” cioè la seconda venuta alla fine dei tempi. Tra le finestre sono rappresentati alcuni vescovi di Ravenna mentre

Associazione Culturale “Gente Salese”

7

GITA SOCIALE DI FINE AUTUNNO

PRESEPE MARIANO A CESENATICO

DOMENICA 7 DICEMBRE 2014 PROGRAMMA

ore 6.20 Ritrovo davanti alle chiese delle frazioni ore 10.00 S. Messa nella basilica di S.Apollinare in Classe -Ravenna ore 12.00 Pranzo presso il ristorante "Cà Nori" di Cervia ore 16.00 Visita guidata al Museo della Marineria e

visita del presepe galleggiante e i mercatini lungo il porto canale

ore 18.00 Partenza per il rientro ore 21.00 Rientro previsto a S. Maria di Sala

La gita è organizzata per gli Associati. Org. Ag. CVV Mirano (VE) - La quota di partecipazione è di 50 €, Le prenotazioni saranno accettate da lunedì 17 a sabato 29 Novembre 2014, presso i seguenti recapiti: • CALTANA: Non solo Tabacchi

di Zorzan Enrico

• STIGLIANO: Alimentari Zacchello

• CASELLE: Panificio Borsetto

• S. MARIA DI SALA: Panificio Smaggiato

• SANT'ANGELO: Alimentari Negro

• VETERNIGO: Cartoleria La Farfalla

sui lati appaiono altre due scene di personaggi biblici e storici. Avremo la fortuna di partecipare alla S.Messa proprio in uno dei

gioiellini bizantini conservatosi per quasi 1500 anni e che potremo ammirare nella sua superba ed austera bellezza.

Festa per i cinquantenni di Caselle

Sabato 20 settembre i coscritti della classe 1964 di Caselle si sono ritrovati per festeggiare i 50 anni.

Punto di ritrovo a Mirano in pizzeria per brindare e festeggiare con una bella torta.

Domenica, poi, è stata celebrata in chiesa a Caselle una S. Messa per ricordare Sergio Munaretto.

STONE HOUSE S.r.l. Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno sanitari - rubinetteria - complementi d’arredo via L. Da Vinci, 5 - 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041.487046 - fax 041.5760097 E-mail: info@simionatosrl.it - www.simionatosrl.it


L’ampliamento alla scuola: lascia irrisolti molti problemi

8

Uno dei motivi che avevano indotto la giunta Bertoldo a optare per il nuovo plesso scolastico, in luogo dell’ampliamento dell’esistente, poi realizzato dalla nuova amministrazione, era che i vecchi edifici, oltre a necessitare di ampi e costosi interventi di manutenzione erano inadeguati alle esigenze della moderna didattica e presentavano aule tropo piccole per le nuove classi con un numero crescente di alunni. Ha vinto la proposta dell’ampliamento. Si è voluto essere veloci. Bene non si direbbe visti i continui interventi già richiesti al nuovo edificio e soprattutto le problematiche irrisolte (come facilmente prevedibile) che affliggono il vecchio plesso. Come d’incanto il Comitato dei Genitori che tanta solerzia aveva

dimostrato nel “pungulare” l’amministrazione Bertoldo è svanito nel nulla. Va tutto bene, nessun problema, nessun disguido, nessuna lamentela. Ma è proprio così? Siamo attorno al 20 di ottobre e qualche problemino sicuramente non trova ancora risposta. Spazi inadeguati; tapparella bloccata da maggio e nessuno interviene; due aule ampliate con l’abbattimento del corridoio accolgono 15 e 17 alunni stipati all’inverosimile e sono attraversate da quella che dovrebbe essere la via di fuga in caso di emergenza (speriamo bene!!); porte tagliafuoco di collegamento fra le elementari e le medie disassate e che aspettano da tempo un intervento di regolazione, pezzi di battiscopa mancanti o fatiscenti. La nuova mensa merita una anno-

tazione a parte. Poiché bisogna fare presto prestissimo i lavori non vengono curati bene. I nuovi finestroni, installati a ridosso dell’avvio del nuovo anno scolastico, presentano ancora delle finiture incomplete con la schiuma di tamponamento in bella vista e in alcuni casi privi delle fascette. Alcuni finestroni non si chiudono ed altri non si aprono; la porta a vetri che da all’esterno sul lato sud è senza una tenda anti riflesso e costringe gli allievi a spostamenti di tavoli per inseguire l’ombra; la rampa di accesso esterna è tuttora priva di pavimentazione. La nuova ala è stata consegnata il 20 di marzo ed il cantiere è ancora aperto; ormai si va verso i 2.000.000 di euro di spesa e i problemi nel vecchio plesso sono quelli di sempre. Tutto come previsto.

L’ultima gita del 5 Ottobre 2014, organizzata per i soci dall’Associazione Culturale Gente Salese, è stata programmata a seguito di una ricerca che offrisse al gitante un motivo di interesse per questo turismo che aveva lo scopo, oltre di passare un’allegra giornata, ma fosse valido sotto l’aspetto culturale. La scelta è ricaduta su Isola della Scala, patria del riso. Al mattino, dopo la S. Messa presso l’Abbazia benedettina di S. Pietro, in provincia di Verona. C’è stata poi la visita guidata al complesso storicoreligioso benedettino. Dopo un lauto e prelibato pranzo a base di riso, consumato presso la cucina della Risiera Ferron, “Pila Vecia”, al pomeriggio la visita guidata e le spiegazioni sulle varie fasi della lavorazione del riso. È seguita la visita guidata alla risaia e a una risorgiva dell’acqua che alimenta i campi di riso. Il clima della giornata, molto mite e favorevole ad una visita all’esterno, ha reso piacevole questa uscita nella

campagna della bassa veronese. Molto interessanti e apprezzate tutte le notizie che i gitanti hanno avuto dalla competente guida, particolarmente quelle relative alla coltivazione del riso; argomento abbastanza nuovo per molti dei partecipanti. Era palese la soddisfazione di tutti nell’avere appreso che il riso è di diversi tipi, a seconda della lavorazione

subita e che ci sono risi adatti alle diverse ricette. Al ritorno era evidente la soddisfazione di tutti per avere trascorso una giornata piacevole e ricca di cose nuove e diverse e come sempre, la richiesta di programmare la prossima gita. Alla prossima di dicembre! P.B.

La visita a Isola della Scala, patria del riso

Avviato il corso di lingua croato per gli italiani

L’associazione Lesina, a seguito del gemellaggio del nostro Comune con la Città di Hvar-Croazia, opera, ormai da tempo e con profitto, con l’intento di migliorare ed incrementare gli scambi culturali ed economici con la dirimpettaia Croazia. Tante sono le occasioni che i soci e i responsabili dell’Associazione Lesina hanno con le personalità e le autorità Croate nello svolgimento di questo scambio cultuale ed economico. Naturale, quindi, che sia stata presa in considerazione l’idea di migliorare il modo di rapportarsi con gli interlocutori Croati. Ai responsabili dell’Associazione Lesina è nata l’idea di programmare un corso di lingua Croata a favore dei soci che desiderano migliorare le loro possibilità di dialogo in lingua croata. La proposta è stata subito accolta e in breve tempo si è esaurito il numero massimo possibile di adesioni. Il corso è programmato in 16 lezioni, ciascuna di due ore e mercoledì 15 Ottobre 2014 si è svolta la prima lezione. Un motivo di grande soddisfazione per gli organizzatori e frequentatori del corso è il grande interesse dimostrato da parte del Consolato Croato di Trieste per l’iniziativa messa in campo da parte dell’Associazione Lesina. A questo proposito il Consolato, non solo ha offerto il proprio patrocinio all’iniziativa ma, al termine del corso, consegnerà un attestato di frequenza. Il corso è tenuto dal Professore Dott. Gilberto Pegoraro, neo laureato in lingua e cultura Croata il quale sta conducendo al meglio le lezioni mantenendo sempre vivo l’interesse e l’attenzione dei partecipanti. P.B.

AUTOSCUOLA AGENZIA SALESE RECUPERO PUNTI

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Sede Amministrativa in Via Firenze 20 Santa Maria di Sala-VE Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

Patenti: AM-A1- A2- AB1-B-BE-C1-C1C- C- CED1-D1E-D-DE- SPECIALI CQC TRASPORTO MERCI E PERSONE

Email: autoscuola.salese@virgilio.it Via dei Larici, 2 - Tel e Fax. 041.487417 S. Maria di Sala (VE) UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0

SI EFFETTUANO: Passaggi di proprietà auto e moto - Immatricolazioni - Demolizioni auto - Duplicati e conversioni patenti - Collaudi gancio traino e GPL - Targhe ciclomotori - Certificati camerali e Tribunale - Visure P.R.A. - Duplicati carta di circolazione - Corsi per stranieri - Rinnovo patenti con medico in sede


Da Sant’Angelo a Lourdes con la speranza nel cuore Chiunque è stato a Lourdes, sa che il luogo delle apparizioni, con i suoi vari edifici della fede eretti dalla devozione dei fedeli, è immerso in un ambiente naturale di grande fascino che contiene le montagne, le rocce, il verde, il fiume Gave. Ma il cuore di tutto questo è costituito dalla minuscola Grotta nella quale è incastonata, come perla di immenso valore, la bianca marmorea statua della Vergine Immacolata. Proprio in quella grotta, esattamente 156 anni or sono, nella 161ª apparizione del 25 marzo 1858, la Madonna stessa rivelò alla piccola Bernardetta il suo

nome: “Io sono l’Immacolata Concezione”. Dopo di allora, il flusso dei pellegrini a quella grotta aumentò di anno in anno. Anche noi da Sant’Angelo siamo partiti per metterci in fila con loro. Perché si va a Lourdes? Per essere, per dare e per ricevere. Si va a Lourdes, con il bagaglio delle proprie miserie umane e spirituali, per ritrovarsi con Dio e con se stessi, per essere vicini con il cuore e con le mani operose ai fratelli che vivono l’esperienza della malattia. Si va a Lourdes, insomma, per fare ciò che la Madonna ha chiesto: pregare, fare penitenza e praticare la carità.

9

Ma a Lourdes non si torna mai con le mani vuote, con il cuore arido, con la fiaccola della speranza spenta. A Lourdes non parlano tanto le prediche, quanto la gente che prega, che soffre, che sente forte il desiderio della conversione e si affida alla misericordia

A che punto siamo con la Farmacia di Caltana e l’ampliamento del Centro Prelievi di Sala? Come si ricorderà i tre Consiglieri Comunali di Lista Salese, Bertoldo Paolo, Bertoldo Primo e Vanzetto Giovanni si erano fatti interpreti di due problemi esistenti nel nostro Comune e che molto interessavano la vita dei nostri Cittadini: la riapertura della farmacia di Caltana e l’ampliamento del Centro Prelievi e di Medicina di Gruppo di Santa Maria di Sala. Si erano fatti portavoce dell’istanza di molti Salesi, espressa sotto forma di Petizione e sottoscritta da circa 1500 Cittadini. I primi giorni di Luglio 2014, le cartelle con le sottoscrizioni erano state consegnate alle autorità interessate: Sindaco di Santa Maria di Sala, Presidente della Regione Veneto e Direttore Generale ASL 13 di Mirano. Il Sindaco di Santa Maria di Sala, durante il primo consiglio comunale utile, comunicava ai tre Consiglieri Comunali presentatori delle petizioni, che avrebbe risposto ufficialmente in seguito. Le risposte scritte sono, successivamente, pervenute. A destra la lettera i risposta del sindaco Fragomeni. Si tratta di risposte che rimandano al futuro ogni possibile, eventuale, miglioramento delle criticità segnalate e che alleghiamo, affinché siano considerate nel loro significato. Da parte nostra possiamo rilevare, ancora una volta, che i problemi sentiti ed evidenziati da tantissimi Cittadini Salesi, con le Petizioni presentate, riguardano i bisogni della sfera della salute e in quanto tali dovrebbero avere avere l’assoluta priorità. Questo vuol dire che le risorse necessarie alla loro soluzione dovrebbero essere trovate e destinate prioritariamente rispetto ad altre iniziative, certamente meno vitali. Seguiremo ulteriormente l’evolversi della situazione, anche con eventuali solleciti alle autorità competenti. I Consiglieri Comunali di Lista Salese Paolo Bertoldo, Primo Bertoldo e Giovanni Vanzetto

Gottardo Dino & C. snc CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (con marchio CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

del Signore. Proprio per questo noi abbiamo pensato di andare a Lourdes: per trovare nella preghiera la forza della conversione, la gioia della nostra fede e il motivo profondo della nostra speranza. Don Pietro e i Pellegrini

Accoglienza festosa a don Albert Lubuva

Don Alberto Lubuva, nato 44 anni fa in Tanzania, sacerdote dal 15 agosto 1999, e ora a Roma per conseguire un MASTER triennale in Scienze del Matrimonio e della Famiglia, ha festeggiato il suo 15° Giubileo sacerdotale con le coppie di sposi di S. Maria di Sala. Per don Albert il soggiorno estivo, che era stato preceduto da quello natalizio e pasquale a S. Maria di Sala, è stato ritenuto piacevole sia per l’accoglienza che costruttivo per la sua formazione accademica e pastorale.


10

Bruno Carraro centra l’obiettivo inseguito da tempo: il Giro d’Italia 2015 onorerà Bevilacqua e Vallotto

Scommessa vinta per il Cav. Bruno Carraro. Il Giro d’Italia 2015 ricorderà il suo campione: Toni Bevilacqua. È ufficiale il Giro d’Italia 2015 interesserà il comprensorio Salese. Lo farà in occasione della 13ª tappa, la Montecchio MaggioreJesolo, il 22 maggio. La carovana rosa transiterà per S. Maria di Sala, dopo la frazione di S. Angelo e per l’attesissimo evento il vulcanico Vice Presidente del Gruppo Sportivo Madonna del Ghisallo, Bruno Carraro si sta mobilitando per coinvolgere l’intera frazione. L’obiettivo è quello di preparare una grande e memorabile festa. Carraro, come è noto, ha fortemente voluto coniugare il Giro d’Italia ai campioni del ciclismo Bevilacqua e Vallotto per ricordare i nostri due campioni salesi a tutti gli appassionati e non di ciclismo. Lo ricordamo Mario Vallotto è stato Olimpionico a Roma nel 1960 ed il mitico Toni Bevilacqua. La carovana del Giro al suo passaggio potrà ammirare la piazza di Sant’Angelo “vestita” di rosa in ricordo di Toni Bevilacqua come riporta il libro “Labròn” realizzato da Claudio Gregori e dedicato al campione. La piazza, inaugurata nel 2002, è dedicata a Toni ma accomuna

per sederti qui chiamaci allo

041 487356

Toni Bevilacqua e Giordano Cottur

tutti i campioni che hanno scritto le pagine più belle del ciclismo e quindi anche la figura di Alfredo Martini che, proprio insieme a Francesco Moser e a Giordano Cottur, partecipò all’inaugura-

zione e insieme tagliarono il nastro inaugurale. L’ex commissario tecnico della nazionale in quella occasione raccontò agli amici alcuni aneddoti di cui furono protagonisti lui

e lo stesso Bevilacqua del quale aveva una grande stima. “Era il 1951 – disse l’ex ct - eravamo alla Tre Valli Varesine, prova valida per il tricolore, ed eravamo rimasti io e Toni e senza che Lui si accorgesse mi staccò negli ultimi chilometri. Alla fine della gara era quasi dispiaciuto per quello che aveva fatto, ma ripeto lo fece senza scattare e senza che se ne accorgesse”. Parole che evidenziarono la forza del corridore veneziano ma soprattutto la sensibilità dell’uomo. Per il passaggio del Giro d’Italia non mancheranno altre iniziative, ha precisato il Cav. Carraro. È previsto lo stop della carovana con relativo ristoro. Ad allietare quei momenti ci sarà anche la canzone, in diretta, dedicata a Toni Bevilacqua cantata dal mitico Dino Zandegù. Ci sarà anche il raduno di tutti gli ex del pedale della zona e non, con i vari Alfredo ed Arturo Sabbadin, Attilio Benfatto, Endrio Leoni, Roberto Pagnin, con il campione del mondo Moreno Argentin, tutti atleti che hanno fatto la storia del pedale e hanno reso grande onore all’Italia. Ci saranno anche gli sportivi che saluteranno il professionista di Sant’Eufemia Marco Benfatto alla sua probabile prima partecipazione al Giro. Lui difenderà i colori dell’Androni Venezuela capitanata da Franco Pellizotti (altro Lagunare D.O.C. del gruppo). Mancano ancora sei mesi all’avvio del Giro e già si parla di questo grande evento. Un grande plauso e tanti ringraziamenti vanno sicuramente a Bruno Carraro, ispiratore dei libri “Labròn” e “ABC della bicicletta” nati dalla magica penna di Claudio Gregori, cittadino onorario del Comune di Santa Maria di Sala. Sarà un evento memorabile per S. Maria di Sala. Luciano Martellozzo

Salone Triade Master head o Micr era cam ntrollo x co tuito gra capello del


11

Il 50° di matrimonio con Papa Francesco Bruno Carraro festeggia il 50° anniversario di matrimonio incontrando Papa Bergoglio. L’importante incontro nei giorni scorsi in Vaticano tra Papa Francesco e Bruno Carraro, è stata un’occasione unica per festeggiare il 50° Anniversario di matrimonio per il vice presidente del Gruppo Sportivo Madonna del Ghisallo (patrona dei ciclisti) che si occupa delle relazioni tra il benemerito Gruppo Sportivo di

Scantamburlo, Marin e Barbato, nuove cinture nere del Centro Karate Interstile

Magreglio (Como) e la Santa Sede. In passato Carraro è stato corridore e ora fa parte dell’Associazione Azzurri d’Italia. Il dirigente di Santa Maria di Sala è stato riconfermato alla vice presidenza del Madonna del Ghisallo per il quadriennio 2013-2016. Così come era avvenuto per il Papa Emerito Benedetto XVI, nel maggio del 2007, è stata ripetuta la procedura con Papa Francesco. “Il Santo Padre mi ha im-

pressionato - ha osservato Carraro al termine dell’udienza - la benedizione per il cinquantesimo anniversario di matrimonio, è stata un’occasione per parlare di ciclismo e giro d’Italia. Un boato e un applauso del pubblico presente quando alla consegna del cappellino del Giro, Papa Francesco non si è fatto “pregare” nell’indossare il copricapo del Giro d’Italia. Lui è veramente uno di noi. Una persona stra-

Gloria Scantamburlo, Filippo Marin e Marco Barbato, fra i 250 atleti e di fronte alla Commissione Regionale di Karate F.I.J.L.K.A.M., sabato 4 ottobre, sono stati esaminati e ritenuti idonei al grado di cintura nera 1° Dan. Complimenti da parte di tutto lo staff tecnico, dal Presidente Lucia Gottardo, dal direttore tecnico Maestro Renzo Paganin, dall’allenatore Salvadori Groppo Stefano, dall’ufficiale di gara Antonio Merlo e da tutti gli atleti del Centro Karate Interstile di Santa Maria di Sala. Il Maestro Renzo Paganin ricorda sem-

pre agli atleti che la cintura nera non è un arrivo ma una partenza, tanto che la parola Dan significa Uomo mentre prima per i gradi precedenti si dice Kyu, ossia Bambino. Questa è la filosofia orientale che indica che la strada ora è più chiara per coloro che hanno acquisito la cintura nera, ma ancora faticosa nella ricerca del voler sapere sempre di più di questa bellissima arte, questo per far capire che è una continua ricerca e conoscenza per migliorare sempre di più noi stessi.

ordinaria umile e disponibile che trasmette speranza, coraggio e fiducia”. I nostri migliori auguri a Bruno e Mirta esempio di vita coniugale ai nostri giovani sposi. Luciano Martellozzo

Da sx: Scantamburlo, Marin e Barbato

A ricordo di Si è spenta suor Joseffa, una vita Auguri alla nonna Maria Giacomin al servizio di Dio e dei sofferenti più longeva di Sala

Nonna Maria Giacomin, nata a Mirano e vissuta per anni a S. Maria di Sala, a quasi 101 anni Maria, aiutata e confortata dalla figlia e dal genero è morta il 10 ottobre a Spinea. La ricordano i figli Giacomina e Giuseppe, il genero, la nuora, i nipoti e i pronipoti e la sorella Ermenegilda. 

Il 14 settembre scorso è mancata suor Josefa, al secolo Sira Favero di Caselle. Sira era figlia di Giuseppe e Rosa Vecchiato. Sesta di otto fratelli aveva abbracciato la vita monastica nell’ordine delle suore Elisabettine, lo stesso ordine che da circa sessantacinque anni gestisce l’asilo di Caselle. Un altro fratello, Antonio, deceduto nel 2007, era stato sacerdote diocesano di Padova. Suor Josefa ha svolto il suo servizio di infermiera prima a San Vito al Tagliamento, poi ad Aviano e quindi ad Oderzo per concludere a Zovon. I funerali si sono svolti nella casa madre a Padova officiati dal cappellano della casa con don Lucio e don Mario, ultimi parroci di Ca-

selle. Di Lei ci ha detto il fratello Giancarlo: “ha lavorato nel silenzio offrendo a Dio ed al prossimo il suo servizio come infermiera”.

L’11 Ottobre scorso grande festa a Tre Ponti per i 102 anni di nonna Claudia Franceschi, vedova di Armando Selizziato. Italo e Bruna, Umberto e Clara, Ennio e Mirella si sono stretti attorno alla nonna anche 6 nipoti, 12 pronipoti e tutta la via Piave che ha voluto rendere un affettuoso omaggio alla nonnina più anziana del comune.

AGENZIA DUCALE PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE ASSICURAZIONI - BOLLI AUTO Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.00-19.00 / sabato: 9.30 – 12.00 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 E-mail: info@agenziaducale.com - web. www.agenziaducale.com


RUBRICHE

12

AVVENTURINA: la pietra che guida le scelte Capita anche a me di pensare e interrogarmi sul mio futuro, ma so che è una domanda senza una risposta. Allora guardo indietro, al passato, e mi chiedo se certe cose potevano essere fatte in un modo diverso, se avrei potuto scegliere qualcos’altro, o se forse non sarebbe stato meglio lasciar perdere e non fare nulla. Ma a queste domande so dare una risposta: è semplice, perché ciò che sono oggi è il risultato delle azioni e della mia storia passata. E senza quel passato oggi non sarei l’uomo che sono. Ho avuto la fortuna di fare molte esperienze, non tutte positive, ma di certo non posso dire “sbagliate”. Ho viaggiato molto, ho conosciuto tantissime persone e mi sono confrontato con culture diverse. E quest’ultimo è forse il tesoro più grande che potessi ricavare dai miei viaggi. Tuttavia ci sono ancora fantasmi che mi perseguitano, vecchi demoni che dormono dentro di me, più nella mente che nel cuore. E’ una cosa con cui dovrò convivere, perché fanno parte del mio destino e del mio essere, come quello di tutti gli uomini sensibili del resto. Nell’ultimo anno la mia vita ha subito profonde trasformazioni e molte cose sono cambiate. Il lavoro, la famiglia, gli interessi. Mi viene da dire che sono tutte migliorate, nonostante qualche volta quei demoni vengono a farmi visita e mi chiedono se è davvero ciò che volevo. Allora mi basta guardare mia moglie e mia figlia per capire. In loro riconosco, con mente lucida e razionale, i segnali che il fato mi ha messo davanti e che per lungo tempo ho trascurato, per il terrore di scegliere e sbagliare. Segnali che spesso sono stati tranelli,

come se la vita volesse essere sicura che io avessi capito. Questo non è l’articolo che avevo pensato di scrivere quando ho acceso il pc, ma mi è capitata tra le mani un’Avventurina e quindi eccomi qui a fare voli pindarici con la mente. È un’ottima pietra

Macelleria GALLO PLINIO

Q u a l i tà con v e n i e nza e t rad i z ione

per trovare aiuto e capire dove si sta spostando la nostra vita e quali scelte si devono prendere per perseguire il nostro vero cammino. Quella che ho nel mio palmo in questo momento è verde, ma esiste anche di colore giallo, rosso e blu.

È la pietra dello Scorpione, ma anche del Sagittario, del Cancro e del Toro. È indicata per il benessere del cuore e a chi ne fa uso porta maggiore serenità interiore e una migliore capacità nell’affrontare le difficoltà della vita. Permette di prendere coscienza dei vecchi traumi così da superarli e quindi procedere più agevolmente nella vita e nelle relazioni con gli altri, soprattutto a livello sentimentale. Forse è per questo che mi sono ritrovato su queste riflessioni, perché ogni giorno si compiono delle scelte. Spesso ci si chiede se quanto si è deciso sia giusto o sbagliato. Ma io credo che la verità sia solo una: non ci sono scelte giuste o scelte sbagliate, ma solo cose che abbiamo deciso di fare o di non fare. Vi lascio queste poche righe tratte dal mio romanzo “Il mercante di perle” (011 Edizioni, 2014) nella speranza che anche voi, guardandovi indietro, possiate dire che ne è valsa la pena. “Sogniamo un tesoro, un lavoro migliore, una casa, un angolo di felicità, o un amore. Lo cerchiamo. Andiamo lontano o addirittura giriamo il mondo com’è capitato a me, cercando la felicità in un luogo. Più che in un posto, sarebbe bastato andare nella direzione giusta… Anche ora (…), sono sicuro che in un qualche modo mi stia guidando verso quel cammino, illuminando i miei giorni, proprio come quella foto, davanti a un abat-jour sempre acceso. Io ho trovato il mio tesoro, e l’ho visto risplendere (…). Abbiamo fatto tante cose insieme, e l’elenco sarebbe lunghissimo. Posso dire semplicemente che abbiamo condiviso la vita.”

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

Impresa Edile

Concollato Luca Costruzioni e restauri

offe rte sp e c i al i o gn i mese

a cura di Luca Novello

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

Via Gaffarello n. 46/ASant’Angelo di Santa Maria di Sala (VE) Cel. 3476032314


Rubriche

Cinture di sicurezza Le cinture di sicurezza limitano i danni al conducente e ai passeggeri in caso di incidente, in quanto mantengono il corpo altaccato al sedile in caso di urto violento, evitando di essere proiettati contro il parabrezza, contro altre parti interne del veicolo o addirittura all’esterno dell’autovettura. Il conducente del veicolo è tenuto ad assicurarsi della persistenza efficacia dei dispositivi, perciò, deve controllame periodicamente 1o stato di usura e di efficienza. Sono previste sanzioni per chi, pur facendo uso delle cinture di sicurezza” ne alteri o ostacoli il normale funzionemento. Sono obbligati all’utilizzo delle cinture di sicurezza in qualsiasi situazione di marcia: • il conducente e i passeggeri (anche sui sedili posteriori) • tutti gli occupanti, di età superiore a tre anni, dei veicoli in circolazione delle categorie M2 e • M3 (autobus e minibus), quando sono seduti. Sono esentati dall’obbligo di utilizzare le cinture di sicurezza: • gli istruttori di guida nello svolgimento della loro professione; • le persone affette da patologie particolari con idonea certificazione; • le donne in stato di gravidava sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo curante; • gli appartenenti alle forze di polizia in servizio di emergenza; • i conducenti e gli addetti dei veicoli del servizio antincendio e sanitario in caso di interventi di emergenza; • i conducenti dei veicoli per la raccolta e il trasporto dei rifiuti nell’ambito dei centri abitati; • gli appartenenti ai servizi di vigilanza privati se legalmente riconosciuti che effettuano scorte; • i passeggeri di veicoli autorizzati al trasporto di passeggeri in piedi e che circolano in zone urbane. Il sistema di ritenuta per bambini è composto da un sedile fissato alla struttura del veicolo e da una cintura di sicurezza di cui almeno un ancoraggio è fissato alla struttura del sedile. I sistemi di ritenuta per bambini si suddividono in cinque “gruppi di massa” in

La caduta dei capelli

a cura del dott. Luigi Cazzaro

a cura di Mario Garippo

funzione del peso del bambino che possa accogliere. Sui veicoli delle categorie M1, N1, N2 e N3 i bambini di statura inferiore a 1.50 m devono essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta adeguato al loro peso, tipo omologato. In particolare per il trasporto di bambini sono in vigore specifiche disposizioni. Nei veicoli delle categorie M1. N1. N2. N3 sprovvisti di sistemi di ritenuta i bambini fino a tre anni non possono viaggiare. I bambini di età superiore ai tre anni possono viaggiare sui sedili anteriori di un’autovettura solo se la loro statura supera 1.50 m e indossano le cinture di sicurezza; se la loro statura non supera 1.50 m devono occupare esclusivamente i sedili posteriori. Nei veicoli dotati di airbag con comando di disabilitazione, prima di sistemare sul sedile anteriore un seggiolino per bambini (schienale rivolto verso ilparabrezza), bisogna disattivare loairbag. Nei veicoli che non sono muniti del comando per disabilitare I’airbag dal lato passeggero, il seggiolino per bambini non deve essere sistemato sul sedile anteriore, con lo schienale rivolto verso la strada. Quando il mancato uso delle cinture o dei sistemi di ritenuta riguarda un minore, della violazione risponde il conducente o se presente sul veicolo al momento del fatto, chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso. Il conducente è tenuto ad assicurarsi della persistente efficienza dei sistemi di ritenuta dei bambini.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

13

e della

I capelli sono strutture che crescono rapidamente, ma che necessitano di una buona condizione fisica per avere uno sviluppo regolare. I capelli nascono nei follicoli piliferi che terminano in profondità con il bulbo che è la parte più importante perché contiene le cellule della matrice del pelo che danno origine a tutte le sue strutture e a tutti i suoi strati. La ghiandola sebacea, che è posta al lato del follicolo pilifero, produce il sebo che contribuisce a proteggere la superficie cutanea dall’aggressione dei detergenti, dei solventi e dai batteri. Inoltre il sebo lubrifica e impermeabilizza la superficie esterna del capello man mano che questo cresce. La crescita dei capelli avviene attraverso varie fasi durante le quali il follicolo passa da periodi di intensa crescita a periodi di quiescenza se non di involuzione. Queste fasi sono definite come anagen, catagen e telogen, ovvero di nascita, crescita e caduta del capello. La perdita dei capelli fa parte del normale processo di invecchiamento; ogni giorno muoiono circa 10-30 capelli che possono venir sostituiti da nuovi elementi e questo ricambio avviene ogni 2-6 mesi. Quando stress psicologici, problemi metabolici o disturbi ormonali rompono l’equilibrio esistente nella vita del follicolo può succedere che si passi velocemente dalla fase anagen alla fese telogen determinando una alopecia. La normale crescita del capello e la sua durata sono quindi da mettere in relazione a una buona condizione del cuoio capelluto e a una buona condizione psicofisica della persona. Con il termine di alopecia si indica la mancanza di peli localizzata o diffusa, temporanea o permanente. L’alopecia androgenetica (calvizie comune) è la forma più conosciuta e diffusa nell’uomo anche se raramente può colpire la donna. Gli androgeni, ormoni maschili, sono i responsabili della trasformazione dei peli in lanuggine, mentre il fattore

dott.ssa Sonia Giacometti

genetico che può subentrare rende il follicolo più sensibile all’azione degli ormoni stessi. Da questo punto di vista ricordiamoci che i cambi di stagione influiscono negativamente sui nostri capelli. In primavera e in autunno ne cadono di più ma a rovinarne l’aspetto sono l’opacità, la secchezza, la tendenza ad aggrovigliarsi e il problema è ancora più evidente per chi ha i capelli lisci e sottili. Le cause più comuni di perdita dei capelli nelle donne sono il basso livello di antiossidanti come la vitamina C (1000-1500 mg al giorno, in dosi divise) e la vitamina E (400 UI al giorno), ma anche una carenza di ferro che si verifica spesso durante gli anni riproduttivi e che può portare ad anemia. L’anemia sideropenica può essere corretta anche con l’introduzione di alimenti ricchi di ferro come il fegato e la carne rossa ma anche il cioccolato fondente, i legumi, la frutta secca e le verdure a foglia verde. È importante anche tenere sotto controllo lo zinco e questo si può fare esaminando le unghie per verificare la presenza di linee bianche che indicano difficile guarigione delle ferite del letto ungueale, indice proprio di carenza di zinco. Fondamentale per la salute di pelle, unghie e capelli è anche la biotina, che interviene nei processi di produzione dei capelli, la vitamina B12, contenuta in uova e carne, la vitamina A e gli acidi grassi essenziali di cui ci accorgiamo della carenza in caso di pelle molto secca. Contro la caduta dei capelli può essere utile l’utilizzo di un cereale come il miglio che possiede grandi proprietà nutritive, contenendo infatti buona parte delle vitamine e dei minerali citati sopra. Il miglio contiene anche acido silicico e aminoacidi solforati che favoriscono la formazione della cheratina e che promuovono la bellezza, il vigore e la robustezza di unghie e capelli.

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista www.autorombo.com


lauree

Rubriche

14

Dall’autunno all’inverno:

fioriture e non solo in giardino

a cura dell’Architetto Paesaggista Elena Gardin

Siamo soliti pensare che il periodo tardo-autunnale segni il momento in cui il giardino si prepara ad accogliere, con sonnolenza e quiete, il riposo della natura. Tuttavia, questo momento ci aiuta ad osservare con più attenzione particolari che generalmente diamo per scontati, proprio grazie al venir meno dei grandi elementi del giardino come gli alberi e gli arbusti decidui: è il caso della sottile bellezza delle cortecce, delle bacche, del drammatico fogliame di alcuni sempreverdi o, come nel caso di alcuni Cornus, dei rami nudi che spiccano per il rosso, il giallo o addirittura il verde acido. È ora che le bacche degli agrifogli iniziano ad assumere i loro caratteristici toni che vanno dal rosso intenso all’arancio mentre la Skimmia japonica raggiunge il suo massimo splendore con il fogliame lucido coriaceo e le ab-

bondanti bacche rosse. Inoltre, alcune piante si ricoprono ora di interessanti fioriture, spesso accompagnate da delicate fragranze. In generale, sono piante che tollerano bene l’ombra e alcune sanno adattarsi facilmente alla vita in vaso: la loro vista e profumo è così in grado di regalare nuova vita e interesse al nostro spazio verde. Tra gli arbusti più noti troviamo la Camelia sasanqua, un sempreverde di origine asiatiche i cui fiori appaiono tra ottobre a dicem-

bre e sono considerati da molti i gioielli del giardino di questo periodo. Anche i fiori profumati dell’Edgeworthia crysantha si stanno preparando per regalare tenui sfumature gialle e un delicato profumo. La Mahonia e la Sarcococca hookeriana sono altri due grandi classici. Un arbusto ancora poco conosciuto in Italia è Hamamelis, molto rustico presenta foglie simili a quelle del nocciolo, di un bel colore giallo intenso nei mesi autunnali. Fra dicembre e marzo, i rami si coprono di curiosi fiori gialli (alcune varietà anche arancione scuro), costituiti da petali stretti delicatamente profumati. Infine, non possiamo non ricordare la “Rosa d’inverno”, l’Helleborus, che con la sua profusione di fiori dona un anticipo di primavera al giardino.

Laboratori verdi: uno stimolo ai ragazzi per sviluppare una coscienza ambientale Da lunedì 3 novembre è iniziata la 2ª edizione dei Laboratori Verdi, un progetto gratuito che porta all’attenzione dei bambini alcuni temi ambientali, come la biodiversità. A promuoverlo è la Vivai Gardin Piante, azienda di Santa Maria di Sala, che con questo progetto vuole stimolare nei ragazzi lo sviluppo di una coscienza ambientale e favorire così una relazione più virtuosa con l’ambiente circostante, nella speranza che la sensibilizzazione degli studenti possa favorirne la tutela e la conservazione nel futuro. Il progetto è partito lo scorso anno coinvolgendo 380 ragazzi delle scuole elementari dell’Istituto Comprensivo statale “F. e P. CORDENONS” e culminando il passato aprile nella Mostra dei Lavori dei Ragazzi, un’esposizione dei disegni materici ispirati dalle attività svolte durante i Laboratori tenutasi presso il Garden

Center di via Altana 114, a Santa Maria di Sala . I Laboratori della Gardin Piante non sono solo delle lezioni ma un modo in cui i ragazzi possono imparare divertendosi e toccare con mano quello che di solito studiano solo sui libri, attraverso una impostazione che intervalla l’esposizione di nozioni basilari ad attività manuali. I ragazzi possono così aumentare la loro conoscenza e la consapevolezza dell’importanza dei temi ambientali trattati. Grazie al grande successo dell’iniziativa, quest’anno altre scuole ele-

libera associazione per i rapporti italo - croati

Via Giovanni XXIII, 11 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel 3398192638 www.associazionelesina.org mail: info@associazione lesina.org

mentari della zona hanno dimostrato il loro interesse a partecipare, forti di una grande sensibilità per i temi trattati: a novembre assisteranno ai Laboratori Verdi le scuole elementari dei comuni di Villanova, Borgoricco, Vigonza e S. Maria di Sala per un totale di circa un migliaio di studenti. I lavori eseguiti dagli studenti verranno raccolti in una nuova mostra nell’aprile 2015 in concomitanza con i festeggiamenti che si svolgeranno presso il punto vendita per la Giornata Mondiale della Terra, dedicata alla salvaguardia del pianeta. Per informazioni: Dott.ssa Elena Gardin Responsabile Marketing Gardin Piante info@vivaigardinpiante.com

Nicholas Carlo Righetto l’11 ottobre 2014 ha conseguito la laurea triennale in Economia e Management presso l’università degli Studi di Padova. Si congratulano i genitori Francesco e Cristina il fratello Daniel Alex, la fidanzata Vania, i nonni, amici e parenti tutti.

Martina Pagiaro è stata proclamata dottoressa in medicina veterinaria presso l’Università di Padova con il punteggio di 108/110. Orgogliosi si complimentano i genitori Marilena e Livio, il fidanzato Alessandro, i nonni Valentino, Gemma, Giuseppe e Pia, gli zii, i parenti e gli amici tutti.


lauree Mercoledì 8 Ottobre 2014 Alberto Scarpa ha conseguito la Laurea in Mediazione Linguistica e Culturale presso l’Università degli Studi di Padova. Si complimentano i genitori Luciano e Mariuccia, i fratelli Andrea e Simone, la fidanzata Taira e tutti gli amici per il traguardo raggiunto.

Il 7 Ottobre 2014 Debora Pierobon ha conseguito la laurea in Farmacia presso l’università degli studi di Padova. Congratulazioni da mamma Anna, papà Ruggero, dal fratello Diego, la cognata Alessandra e dal fidanzato Andrea e da tutti i parenti e amici.

Il 23 ottobre 2014 Enrico Simionato ha conseguito brillantemente, con la valutazione di 110 e Lode, la Laurea Magistrale in Amministrazione. Finanza e Controllo discutendo la tesi “Sustainability Reporting and its Impact on Corporate Financial Performance” con la relatrice Ch. Prof.ssa Elisa Cavezzali presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Si congratulano con il neodottore il papà Daniele, la mamma Antonella, la sorella Marta col fidanzato Mirko, i nonni, gli zii, le zie, i cuginetti, i parenti e tutti gli amici.

Il giorno 10 ottobre 2014 presso l’università Pontificia Salesiana di Roma, Miriana Ballan si è laureata in Scienze dell’Educazione, discutendo la tesi: “L’importanza del gioco nello sviluppo del bambino”. Relatore: Prof. Loris Benvenuti. I genitori Margherita e Maurizio, le sorelle Mara e Martina, il nipote Giorgio, il fidanzato Mattia, i cognati, parenti ed amici si congratulano con la neodottoressa per il traguardo raggiunto con voti brillanti!

L’11 ottobre 2014, presso l’Università degli Studi di Padova, con 110/110, Luca Tobio ha conseguito la laurea triennale in Economia e Management discutendo la tesi “La manipolazione

dei tassi interbancari Libor ed Euribor”. Si complimentano con il neo dottore la mamma Elisabetta, il papà Ivano e gli amici.

years Il 14 novembre compie due anni la piccola Gioia Zimolo. Auguri vivissimi dalla sorellina Sofia, dalla mamma Manuela, dal papà Gabriele e dai nonni Fiorella, Roberto, Lucia e Franco.

15

Il 5 Ottobre 2014 è nata Noemi Civiletti. Lo annunciano con immensa gioia mamma Irene e papà Francesco. Felicitazioni alla nuova arrivata da parte dei nonni Erminia e Francesco, dagli zii, dai cugini e dalla bisnonna Elisa.

Il 30 settembre, in casa Comin si è festeggiata la nascita di due meravigliosi gemellini Francesco e Giovanni. Grande felicità per la mamma Erika, per il papà Cristian, per i nonni Luciano e Lucia e per la zia Natasha.

Il 4 settembre 2014 è nata Giorgia Concolato. Esultano di gioia la mamma Valentina, il papà Manuel, i nonni Mirco, Marina, Gianni e Luisa.

Il 14 novembre 2014 Viola Gobbo ha compiuto 2 anni. Tanti auguri da mamma Rosita, papà Michele, nonni, bisnonne, zii e cuginetti.

anniversari Il 7 ottobre hanno festeggiato con parenti ed amici il loro 25° di matrimonio Antonio Gomirato e Roberta Saggionetto di Caselle. Auguri anche dalle amiche Tiziana, Rosa ed Amalia.

Il 26 ottobre Carraro Francesco e Giacometti Neva hanno festeggiato le nozze d’oro con i figli Antonio, Donatella, Giuseppina, Tiziano, Cinzia, con i parenti tutti e con tanti amici.

L’11 ottobre 2014 Sergio Bortolato e Bianca Favero hanno celebrato le nozze d’oro festeggiati dai figli, generi, nipoti e parenti. Congratulazioni.

Il 6 settembre Giuseppe Balleello e Antonietta Carolo hanno festeggiato il loro 63° anniversario di matrimonio. I figli Nadia, Carmelo, Morena e Antonella, i generi, le nuore e i nipoti augurano loro ogni felicità.


16

RIPRENDONO i corsi musicali proposti dall’orchestra di Fiati

L’orchestra di Fiati del Veneto apprezzata per il suo vasto e differenziato repertorio, accostandosi alle diverse forme musicali attraverso un’accurata ricerca dei brani che presenta al pubblico nei numerosi concerti offre una panoramica artistica intesa come “Cultura a tutto tondo” ossia di intrattenimento e apprendimento insieme. Parallelamente all’attività concertistica dell’Orchestra, notevole rilievo occupa l’Accademia Filarmonica, primaria Scuola di Musica ove si insegnano tutti gli strumenti a fiato e a percussione oltre a chitarra, fisarmonica, pianoforte, tastiera elettronica e canto lirico. Il tutto per amatori e appassionati o in preparazione agli esami conservatoriali. In questi anni sono passati per la scuola circa 800 allievi, molti dei quali frequentano il Conservatorio, altri hanno abbracciato la carriera di musicista professionista. L’Orchestra di Fiati del Veneto partecipa alle iniziative dell’Università Popolare di Santa Maria di Sala, promossa per il primo anno dal comune attraverso l’Assessorato alla Cultura e la Consulta per le Attività Culturali, con incontri sulla Storia della musica e corsi propedeutici per molteplici strumenti: flauto, clarinetto, saxofono, tromba, percussioni, pianoforte,

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto PRESIDENTE Giovanni Vanzetto ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Villorba (Tv) giovedì: Noale (Ve) - Istrana (Tv) venerdì: Martellago (Ve) - Silea (Tv) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) CON ASSORTIMENTO DI:

GASTRONOMIA - ROSTICCERIA FRIGGITORIA DAL 1964

etc. Chi volesse partecipare le iscrizioni sono aperte senza limiti di età.

Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

Per informazioni contattare la segreteria al 3485848180. B.B.

STIGLIANO DI S. MARIA DI SALA (VE) Via Fracasso 22 Cell. 335 6327747 / Fax 041 2430815 E-mail: anticafattoria@vodafone.it

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

la TUA sicurezza è la nostra rotta!!! Via Caltana 67 Caltana di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/5730635 assipiu@gmail.com

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

ORARI: Lunedì: 15.30 -19.30 Da martedì a venerdì: 9.30-12.30 e 15.30 -19.30 Sabato: 9.30-13.00 e 15.30 -20.00 Domenica (fino al 31 dicembre 2014): 10.00 - 13.00 e 15.30 -19.30

Gente Salese Ottobre 2014  
Gente Salese Ottobre 2014  
Advertisement