Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 11 - ANNO XXXII - NOVEMBRE 2015

n. 11 NOVEMBRE 2015

GENTE SALESE

Yari Favero campione italiano 4

Bonamassa: il sogno di far dormire bene

6

Il nuovo progetto del centro di Veternigo

8

Riqualificazione del centro di Caselle


intro. 2

I lettori ci scrivono

CRITICHE ALLA GIUNTA CHE NON UTILIZZA BENE LE RISORSE

Nel mese di Settembre è stato inaugurato l’ampliamento della scuola elementare di Sant’Angelo per trasferirvi definitivamente la scuola materna dallo storico Istituto “Talamini”. La bella Villa Talamini situata nel centro del paese venne donata dal Sig. Talamini alla Parrocchia di Sant’Angelo ed alle suore con l’impegno che fosse destinata ad accogliere a tempo pieno bambini bisognosi e fosse utilizzata, anche, come asilo infantile per la comunità parrocchiale. Ora, l’Amministrazione comunale ha voluto trasferire l’antica scuola materna nell’edificio delle scuole elementari spendendo per il suo ampliamento ben 800 mila euro (un miliardo e seicento milioni delle vecchie lire). Ci chiediamo: Era proprio indispensabile? È stata una scelta lungimirante? Nel breve discorso inaugurale il Sindaco ha detto che tale scelta è stata necessaria per risparmiare circa tremila euro al mese di affitto (per precisione il risparmio è di circa duemilacinquecento euro al mese). Per tanti anni la scuola materna di

Sant’Angelo è stata gestita dai genitori in collaborazione con la parrocchia e le suore, come avviene in altre scuole materne presenti nel territorio salese. Qualche anno addietro, con una scelta a mio avviso poco opportuna dettata da incomprensioni sorte tra Parrocchia ed Amministrazione Comunale, la scuola materna di Sant’Angelo è passata da una gestione privata paesana a scuola materna statale dove l’accoglimento dei bambini dovrebbe avvenire in base ad una graduatoria comunale sviluppata in base a dei criteri oggettivi e trasparenti, non ultimo, il reddito familiare . Attualmente l’Istituto “Talamini” è abitato da poche suore e tutte con età avanzata, tanto che tra qualche anno verrà chiusa. Allora, non sarebbe stato più opportuno, invece che ampliare l’attuale scuola elementare spendendo 800 mila euro, trattare con le suore un canone d’affitto equo con l’opzione per l’acquisto dell’immobile che avrebbe consentito di avere fin da subito maggiori spazi per la scuola materna stessa e

nuovi altri in futuro per le necessità della cittadinanza? *** È proprio necessario spendere 80 mila euro (centosesantamilioni delle vecchie lire) per realizzare delle zone verdi a disposizione per i bisogni dei cani (anche perché non ci risulta che nel nostro comune ci siano state richieste). I nostri paesi non sono città dove i possessori di cani che abitano in appartamento necessitano di aree verdi attrezzate per le esigenze dei loro animali d’affezione dato che il nostro territorio è per poco più di un quarto edificato, mentre tutto il resto è verde in gran parte utilizzabile da persone ed animali. Dunque, non sarebbe stato meglio impegnare questi soldi per la sicurezza stradale? Nel piano triennale delle opere pubbliche approvato recentemente, l’Amministrazione Comunale ha previsto di spendere nel prossimo anno 100 mila euro per ampliare gli spogliatoi del campo da calcio di Veternigo, ma sono proprio assolutamente indispensabili tali lavori? Questo ampliamento serve proprio

per l’attività sportiva o per qualcosa d’altro che non ha niente che a vedere con il calcio? Questi soldi, sommati agli altri previsti, come per esempio la realizzazione del marciapiede lungo via Paniga sicuramente utile ma certamente opera non prioritaria rispetto ai problemi di Veternigo, potrebbero essere impegnati come richiesto dai cittadini per mettere in sicurezza via Desman nel tratto dal centro della frazione ai confini con il comune di Mirano. Considerato che questa Amministrazione volutamente ha perso (non presentando domanda) la grande opportunità offerta dalla Regione Veneto che aveva messo a disposizione circa 2 milioni di euro per mettere in sicurezza la via Desman, almeno poteva cominciare con queste risorse comunali a fare dei lavori lungo tale via. Probabilmente l’ Amministrazione ritiene che via Desman non sia un bacino di voti degno di attenzione, quindi meglio spendere in altri lavori meno prioritari ma elettoralmente più redditizi: Paolo Bertoldo

TORO Agenti Generali: dott.ssa Elena Stocco e rag. Roberta Degan

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

Agenzia Generale via A. Gramsci 61, 30035 Mirano (VE) tel: 041/433333 agenzia451@toro.generali.com Subagenzia via Matteotti 15, 30031 Dolo (VE) tel: 041/413666 toro.dolo@libero.it

FERRO TONDO PER CEMENTI ARMATI PROFILATI - TUBI - LAMIERE - TRAVI PROFILATI SPECIALI PER SERRAMENTI ACCESSORI - RACCORDERIA TENDE:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

VIA NOALESE, 167 SANTA MARIA DI SALA (VE) TEL. 041.5730222 FAX 041.5730966


Il salese Yary Favero Campione Italiano di Moto Asi pensa alla prossima stagione Campione Italiano di Moto Asi. È un’affermazione facile da pronunciare ma non altrettanto facile da realizzare. Yari Favero, giovane ventenne Salese, lo sa molto bene. Essersi laureato campione italiano di moto ASA, ottenuto sulla pista di Pomposa, è stato frutto di una passione incrollabile, di una robusta tenacia, di un allenamento costante e di una tecnica vincente. Naturalmente, anche la moto e l’organizzazione del Team hanno

avuto un loro ruolo nel far conquistare il titolo di Campione Italiano della sua categoria. Non c’è da dimenticare, poi, il ruolo dei genitori, sempre al fianco di Yari a spronarlo e a sostenerlo nelle sue fatiche, credendo in lui e alle sue capacità di Campione. Quindi, entusiasmo alle stelle, in casa del Campione Favero e tanta voglia di guardare avanti e proseguire nel sostegno a Yari verso sempre ulteriori traguardi. A seguito di questa importante

3

impresa e raccolto l’interesse per questa specialità sportiva, la famiglia Favero e Yari, hanno in programma l’apertura di un punto vendita di moto e l’affiancamento del Campione su percorsi di guida per “giovani pilotini” e a quanti desiderano praticare questo sport, con la stupenda moto Ohvale. Inoltre si pensa nel prossimo anno

di passare alla cilindrata superiore con la Ohvale Daytona 190. Un ringraziamento va anche al costruttore Valerio Da Lio della stupenda moto Ohvale della casa di Mogliano Veneto.

“Il cavallo è vita” sbanca il medagliere nei campionati di volteggio a cavallo Nel sentire comune quando si parla di sport si pensa subito al calcio, al basket, all’atletica al nuoto, sport più diffusi e celebrati (non sempre a ragione) salvo, poi, accorgersi magari, in occasione delle Olimpiadi o di qualche altra manifestazione che riusciamo ad esprimere campioni e campioncini proprio in discipline sconosciute o quasi. È proprio in una di queste attività poco conosciute e celebrate che scopriamo una piccola campionessa salese: Alice Pagotto, di 11 anni, figlia di Agostino e di Daniela Novello che, ereditando dal padre la passione per i cavalli, da tre anni sta coltivando la sua vocazione fra volteggi ed esercizi equestri. Lo abbiamo scoperto il 20 settembre ai Campionati regionali di Volteggio a cavallo tenutesi a Fossalta di Portogruaro. Nella manifestazione l’Associazione Sportiva “Il cavallo è vita” di via Matteotti a Vigonza ha conquistato ben 2 medaglie d’oro nella Categoria E e nel “Pax de due” categoria D femminile, 2 medaglie d’argento nell’individuale femminile categoria D e nella categoria

tutte le altre categorie. Gli artefici di questo grande successo sono state Alice P., Adele G., Elisabetta Letizia R., Giulia P., Tsegayenesh M., Camilla G., Lisa Z., Tilaye M., Giulia C., Natasha C., Davide Z., Gabriele R., Maddalena G., Anna R., Linda G., Irene F. e i tecnici Emanuele Righetto, Fabiano ed Eliana Capovilla e Marzia Rossi. I dirigenti dell’Associazione “Il cavallo è vita” sottolineano che “è stato di certo premiato il lavoro

F ed infine 2 medaglie di bronzo nella categoria L e negli individuali due stelle maschile. Dal 15 al 18 ottobre a San Giovanni in Marignano si è tenuta invece la maggior competizione nazionale di Volteggio in cui l’Associazione “Il cavallo è vita” ha ottenuto 1 oro e 1 bronzo nell’individuale maschile due stelle e 1 meritatissima medaglia d’oro nella categoria F con ottimi piazzamenti in

che da sempre contraddistingue l’Associazione sportiva “Il cavallo è vita”. Innanzitutto un costante lavoro di gruppo, in un clima di amicizia e di aiuto reciproco prima di ogni altra forma di competizione, poi la collaborazione totale tra il Team dei fantastici genitori e, non ultimo perché meno importante, un’attenzione amorevole affinché chiunque partecipa alla vita dell’Associazione possa trovare in essa, sempre e comunque, l’opportunità per crescere”.

Alice Pagotto è la prima di destra

www.cvviaggi.it

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI

PAGOTTO

di Pagotto Sandro & Co. snc

Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

Via Bastia Fuori, 26,1 - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5703812 - Fax 041.5703805


Il sogno di far “dormire bene tutti gli italiani” si concretizza con DORMIFLEX

AZ SA IEN LE D SI E

4

Il sogno di Giorgio Bonamassa, fondatore del Gruppo Dormiflex, è da oltre cinquant’anni “di far dormire bene tutti gli italiani”. Una filosofia che ha inseguito con tenacia e passione. L’intento di Giorgio Bonamassa, a Santa Maria di Sala dal 1967, ha potuto concretizzarsi grazie alla grande determinazione, alla ricerca e alle sempre nuove idee che le hanno permesso di imporsi a livello nazionale ed internazionale acquisendo sempre nuove fette di mercato tanto da portare il marchio Dormiflex come leader nel settore. I giovani non lo sanno ma quelli più attempati si ricordano che quando si acquistava una camera matrimoniale, per la maggior parte dei casi, il mobiliere offriva sulla spesa il materasso in omaggio, quasi un optional di completamento del mobile ma che non aveva in se un gran valore. Si è passati dal materasso fatto con i “scartossi” (cartocci del granoturco per imbottire il materasso) a un materasso più bello esternamente, più lineare fatto con le molle e poi, per chi se lo poteva permettere, anche all’imbottitura di lana. Mancava ancora quella cultura del “dormire sano“ che ha cominciato i suoi primi passi dopo gli anni ‘70 e che continuamente si evolve per rendere sempre più reale quel sogno “di far

Da sinistra: Moreno Morello, Giorgio Bonamassa, la moglie Maria e il figlio Loris

dormire bene tutti gli italiani”. L’acquisto di un componente di sistema per il dormire (materasso, rete, guanciale, etc) tende in effetti a rientrare sempre di più in un modello di consumo alto. “Anche il cliente italiano sta gradualmente comprendendo che scegliere un materasso o una rete non è molto diverso dall’individuare un capo di fashion o perfino un’auto”, dice Bonamassa, patron del gruppo Dormiflex. A condividere con Giorgio questo

“sogno” c’è sempre stata al suo fianco la moglie Maria e attualmente il figlio Loris, che, dopo la laurea, ha impresso all’azienda ancor più energia e vitalità, proseguendo sulla strada tracciata dal padre per offrire un servizio che rispondesse al benessere dei propri clienti. L’anno scorso la Dormiflex ha festeggiato i 50 anni di attività e lo ha fatto alla Fiera di Padova con ospite Moreno Morello che ha interagito con il pubblico raccogliendo le sod-

disfazioni e le istanze di un pubblico sempre più esigente. La forza di Dormiflex è data dall’esperienza e dalla consulenza dei suoi bravi professionisti. “Il nostro comparto di Ricerca e Sviluppo – afferma il dott. Loris Bonamassa - collabora da anni con i più aggiornati Centri di Ricerca italiani ed europei. Uno dei fiori all’occhiello della Dormiflex è il brevetto traspirante Air System “Il materasso che respira!”, i cui benefici per la salute sono stati certificati a livello internazionale. La continua innovazione dei nostri brevetti è data dalla passione, dalla determinazione, dalla freschezza d’approccio, dall’apertura tecnologica e dalla tensione al continuo miglioramento”. Importanti novità arriveranno nel prossimo anno visto che il dott. Loris Bonamassa si è attorniato di collaboratori professionali che, facendo squadra, e con l’utilizzo di prodotti di qualità, intendono migliorare sempre più gli strumenti di riposo atti a ritemprarsi, recuperare energie, per essere pronti ogni mattino con un atteggiamento positivo. Infine Dormiflex ambisce ad ospitare una serie di eventi culturali atti ad allargare la fruizione del punto vendita da mero spazio commerciale a spazio di incontro e scambio di idee creative a tutto tondo.

Bonamassa: Cinquant’anni di storia e di

Il dott. Loris Bonamassa

La Dormiflex nasce con Giorgio Bonamassa nel 1964 quando parte dal paesino di Oriolo Calabro e si trasferisce a Milano, seguito di lì a qualche anno dalla moglie Maria. Tanti sacrifici, determinazione e passione li porta ad accumulare esperienza e a conoscere altri materassai del territorio. Nel 1967 si trasferiscono a Santa Maria di Sala. Il sogno diventa realtà già l’anno dopo, quando Giorgio e Maria aprono un proprio capannone a Capriccio di Vigonza. Nel 1970 nasce il figlio Loris ed insieme a lui

il famoso Materasso a Molle Ortopedico. Il prodotto, di straordinaria qualità e fattura, ha fin da subito un grande successo. Nel 1972 sorge la Bonamassa SPA. Fino al 1983 questa realtà vive dieci anni di crescita costante in Italia ed in Europa, esportando molto soprattutto in Germania. La realtà aziendale cresce e si amplia e nel 1986 nasce Lady Linea SRL, costola femminile della Bonamassa SPA che, tre anni dopo, nel 1989, si fonde con Bonamassa Spa, creando la Dormiflex Lady Linea SRL.

• COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI • TRASPORTO IN CONTO TERZI • TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI • SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI • PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. • BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO

Nello stesso anno nasce l’originale brevetto Air System. Il comparto di Ricerca e Sviluppo cresce e si perfeziona, riuscendo a garantire un prodotto sempre più salutare, anallergico ed antibatterico. S’innova il tradizionale materasso a molle con l’ergonomico, naturale ed elastico lattice. Nel 1995 nasce Gruppo Sì, una cooperazione di materassai della tradizione italiana. Sempre il 1995 segna il primo Expo Day Dormiflex. Il Brand cresce e con lui cresce anche la gamma prodotti. Nel 1997 le omo-

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 -

• COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE

Email. bolzonella.group@tiscalinet.it

• NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

www.bolzonellagroup.com


5

Un’azienda all’avanguardia impegnata ad offrire un servizio personalizzato ad ogni individuo Loris Bonamassa e Giovanni Carletti

Una fase della lavorazione

Loris mostra il materasso sfoderabile

La fase della cucitura

Con il dott. Loris Bonamassa e la dott.ssa Samanta Calzavara, è l’ing. Giovanni Carletti ad accompagnarci nella visita della produzione e stoccaggio dell’azienda Dormiflex. L’ing. Carletti ci mostra gli spazi produttivi e di stoccaggio e ci spiega la nuova strategia del sistema di collocazione del materiale con le aree ben evidenziate dell’approvvigionamento inteso come una gestione visuale e cioè la possibilità dell’operatore di vedere il materiale esistente. “Quando si arriva ad un livello rosso, - ci spiega l’ing. Carletti l’operatore decide l’ordine di acquisto del materiale o mandare in produzione il prodotto. In questo modo si irrobustisce il sistema produttivo con un sistema visuale rapido e di immediata soluzione e nello stesso tempo miglioriamo il sistema gestionale che non ci lascia mai senza materiale”. Continuando la visita vediamo l’Assemblaggio delle componenti

Altra fase della lavorazione del tessuto

per formare l’anima del materasso, l’imbottitura, la trapuntatura del tessuto, il taglia e cuci per definire i bordi e le rifiniture, la creazione delle fascette laterali con l’innovativo Air System, un sistema brevettato e certificato a livello internazionale, in grado di assicurare la massima igiene e sicurezza contro la proliferazione degli acari nei materassi. Poi osserviamo la fase finale dei cappucci di rivestimento dove tessuto, fascia e cerniera vengono cucite insieme e la filatura o bordatura, l’imbottitura molto pregiata, l’etichettatura che porta con sé tutti i dati del materasso e il nome del cliente ed infine l’imballaggio, dove il materasso è ricoperto con un sacchetto di nylon, pronto per la consegna o spedizione. In caso di materassi schiumati il materasso può anche essere messo sottovuoto per poter essere meno ingombrante nel trasporto.

Loris mostra la fascia laterale

successi di un’azienda leader del buon riposo loghe classe 1IM vengono aggiunte per il settore Hospitality ed alberghiero. Nel 1999 in vista della ricorrenza dei 10 anni dall’invenzione del brevetto Air System originale, viene lanciata la sua evoluzione: Air System Respiro Blu, brevetto internazionale. Nel 2001 nasce ad Oriolo Calabro lo stabilimento gemello Dormiflex nel Mezzogiorno, per prendersi cura del buon dormire dal Nord al Sud Italia. Nel 2004 si brevettano e registrano i modelli Lattice MAX-imo, “il lattice che respira Air System”. Nel 2007 le

famiglie di materassi a molle e lattice vengono integrate con i memory viscosi-elastici e gli schiumati ad acqua. Nello stesso anno una ventata di novità riguarda anche il reparto del relax, con le “Poltrone relax: il relax che respira Air System”. Nel gennaio del 2010 Dormiflex acquisisce TISETTE srl, azienda tessile storica di Treviso e la Veneta Molleggi, produttrice di semilavorati. Il 2011 è l’anno in cui nasce “Il letto che respira Air System”: un sistema letto pensato per un dormire pienamen-

te salutare. L’attenzione e la cura verso la sfera della salute porta Dormiflex nel 2012 a realizzare la Linea dei Dispositivi Medici Certificati CE. L’innovativa linea dell’Air System Attivo, il primo materasso testato con la convergenza podalica, viene lanciato con successo nel 2013. Novità 2014 sono i materassi su misura per i veicoli ricreativi ed abitativi, personalizzabili anche nella forma. E nel 2016 al Salone del Mobile di Milano verranno presentate le novità.

CASELLE (VE) di S. MARIA di SALA via Grandi, 13 Dietro C.C. Prisma Tel. 041 57 30 800 caselle@dormiflex.it www.dormiflex.it

Orari apertura VENDITA DIRETTA: Lun-Sab PER APPUNTAMENTO: Sig.ra Laura 342 99 61 070

Loris Bonamassa e la mamma Maria

Una fase del rivestimento

Loris mostra i materassi sottovuoto

Loris e Samanta mostrano i vari cuscini

Materasso a molle insacchettate


S VE PE TE CIA GO RN LE I-

6

Il nuovo progetto per STOP VASCA

COSA PREVEDE IL PROGETTO? • Il progetto si propone la messa vie Desman-Cimitero. Contempoin COMUNE sicurezza la S.P. 33 “Desman” raneamente sul lato ovest di via CiDI S. MARIA DI SALA dalREGIONE confine a estPROVINCIA col comune di mitero sarà realizzata una pista ciDEL VENETO DI VENEZIA Mirano e la via Pianiga. clabile a due corsie a scavalco della L’attuale sedime stradale sarà rialberatura esistente fino alla strada sezionato creando due corsie perVARIANTE dei campi sportivi. Sull’area pedoAL PROGETTO ADEGUAMENTO E MESSA IN SICUREZZA i due sensi di marcia cheDIDEL inTRATTO prosnale ad ovest di via Cimitero si reSTRADALE LUNGO LA S.P. 33 DESMAN TRA LA S.C. VIA PIANIGA E VIA simità degli incroci conVIA via Pia-FRAZIONE alizzerà un parcheggio per 16 auto. CIMITERO NELLA DI VETERNIGO niga e via Cimitero diventeranno La Piazza D’Annunzio sarà rivatre con una corsia di immissione lutata ridisegnando la fontana, il scala: alle traverse. PLANIMETRIA La parte nord della monumento ai caduti e creando PROGETTO APPROVATO 2.0 1:400 carreggiata, a ridosso delle recinuna pavimentazione continua che zioni, sarà destinata a percorso attraversando la strada porti fino pedonale e fra questo e la carregalla Chiesa il cui sagrato sarà pagiata sarà inserita una pista civimentato per l’intera larghezza clabile bidirezionale protetta con della facciata. una aiuolaDELL'AREA continua. Di fronte alla L’incrocio IL RESPONSABILE LL.PP IL DIRIGENTE DEL SETTORE TECNICO con via Rio sarà regolaArch. Alessio Stocco Geom. Carlo PAJARO chiesa, l’asilo e la scuola sarà reato come gli incroci di via Pianiga PROGETTISTA lizzata una fascia pedonale di Arch. 4,8Alessio Stocco e via Cimitero traslando il corso SERVICE DI PROGETTO Arch. Nicola Feriotti mt. Contestualmente saranno elidello scolo Desman di 2,5 mt. per minati gli attuali “parcheggi” lunun tratto di c,a 100 mt. Dallo stesgo le carreggiate. so incroci sarà prolungata la pista Sarà realizzato un parcheggio sul ciclabile sul lato sud fino al confine lato nord-ovest dell’incrocio fra le con Mirano. TAV. N

Venezia, nferiotti@libero.it

CONSIGLIO COMUNALE

adottato

del.

det.

GIUNTA COMUNALE n.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

approvato

del.

det.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

DIRIGENTE

del

IL SINDACO

n.

IL SEGRETARIO COMUNALE

del

IL SINDACO

IL SEGRETARIO COMUNALE

07 APRILE 2015

GSPublisherEngine 27.47.83.43

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - BRICO CENTER (041) 5731405

Il COMMENTO DI “CIVICA INSIEME” • Per quanto concerne l’intervento a Veternigo, che da sempre noi reputiamo prioritario a differenza della compagine di Generazioni per Crescere, che dopo averlo ampiamente strumentalizzato per fini propagandistici durante l’ultima campagna elettorale, privilegiò al momento del suo insediamento la sistemazione dei parcheggi del cimitero e dei campi sportivi, notiamo da un primo esame, visto il poco tempo a disposizione, un piccolo passo in avanti per la sicurezza di pedoni e ciclisti e un miglioramento dell’arredo urbano, ma non ci sembra che si possa parlare ancora di intervento risolutivo. In futuro, dopo aver ascoltato ulteriori considerazioni e suggerimenti di esperti, avanzeremo in consiglio comunale delle proposte migliorative. Infine, non ci stancheremo di solle-

citare l’Amministrazione ad impegnarsi, non solo a parole, a reperire presso gli Enti superiori (Città Metropolitana e Regione) i fondi necessari per mettere in sicurezza l’intera via Desman, da Sant’Angelo fino al confine con Mirano. Rodighiero Giuseppe Civica Insieme


il Centro di Veternigo

STOP STOP

• La variante presentata al progetto di sistemazione e messa in sicurezza del centro abitato di Veternigo, si configura peggiorativa, sotto l’aspetto della sicurezza complessiva, rispetto al progetto precedentemente approvato che va a modificare e che aveva come obiettivo primario quello di mettere in sicurezza la viabilità del centro della Frazione. Da un primo esame ci pare rimanga invariata la pericolosità degli incroci principali della Via Desman con Via Cimitero e con Via Pianiga (due incroci a raso c’erano e due incroci a raso si prevede rimangano). Nulla si prevede per migliorare la sicurezza degli incroci intermedi con le Vie Pascoli e Alfieri teatro di numerosi incidenti e risulta particolarmente interferente quello con Via Pirandello nei confronti dell’adiacente incrocio con la Via Cimitero; Mantenendo invariata la conformazione degli incroci non si riuscirà a rallentare la velocità dei veicoli in

7

STOP

STOP

LE OSSERVAZIONI DI “LISTA SALESE” transito davanti all’asilo, la scuola elementare e la chiesa, velocità che con la precedente soluzione delle rotatorie si rallentava sensibilmente dovendo i veicoli necessariamente fermarsi prima dell’ingresso da est e da ovest al centro abitato. Basterebbe confrontare la velocità media dei veicoli tra le due rotatorie in ingresso ed in uscita del Centro di Sant’Angelo con quella in prossimità della scuola elementare di Veternigo per verificare la bontà della nostra tesi. Si crea un pericoloso spazio non regolamentato di fronte alle attività commerciali (pasticceria, bar, farmacia, pescheria e negozio di abbigliamento) che sarà inevitabilmente usato per sosta “selvaggia” proprio in prossimità del principale incrocio di Via Cimitero spostando ed estendendo a tutta la giornata (orario di utenza delle attività commerciali) il pericolo che oggi si concentra nelle

ore di entrata ed uscita dei bambini dalla scuola e dall’asilo. A poco si crede possa servire alla causa il previsto e comunque necessario nuovo parcheggio su Via Cimitero; Non si ritiene, infine, degna di alcun commento la soluzione prevista per l’incrocio con Via Rio, laddove per realizzare di fatto un incrocio con le stesse caratteristiche di quello attuale, si andrà a spendere una cospicua somma di denaro pubblico per spostare l’alveo e la regimazione idraulica dello scolo consortile Desman con la demolizione e ricostruzione del ponte esistente alterando, tra l’altro, in modo incompatibile la linearità dell’alveo del canale tipica del graticolato romano. In definitiva si ritiene che il mero e costoso ridisegno di spazi già esistenti (percorso ciclo pedonale fronte asilo, scuola e chiesa), del sagrato e dell’area di fronte alla chie-

sa non possa e non debba passare come messa in sicurezza e risoluzione di un annoso ed ancora irrisolto problema viario bensì come semplice manutenzione straordinaria dell’arredo urbano con un deficitario rapporto costi benefici per la collettività. Accantonate le contrapposizioni da campagna elettorale, crediamo che le risorse pubbliche vengano impegnate in efficaci opere risolutive delle gravi ed annose problematiche del territorio. In conclusione riteniamo che prima di dare il via ai cantieri sia opportuno valutare con la dovuta ponderazione l’intervento proposto al fine di trovare quelle soluzioni che risolvano finalmente l’annoso quanto delicato problema della sicurezza della Via Desman a cominciare dall’attraversamento del centro abitato di Veternigo. Paolo Bertoldo Lista Salese

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Sede Amministrativa in Via Firenze 20 Santa Maria di Sala-VE Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0


RI CA QU C A ZI A L SE ON IFILL E E

8

LA PROPOSTA E LE CRITICHE

COSA PREVEDE IL PROGETTO?

Il progetto di Casellle si pone l’obiettivo di riqualificare la via Cavin Caselle dall’incrocio con via Noalese fino a quello con via Bazzea. L’intervento consiste principalmente nella realizzazione sul versante nord della sede stradale di un percorso pedonale alberato adeguatamente illuminato, sedute per la sosta dei pedoni ed una pista ciclabile che provenendo dalla Noalese porterà al sagrato della Chiesa e quindi alla scuola. L’intervento, inoltre, consentirà la formazione di nuovi parcheggi ed aree di sosta alberate. Per fare questo si dovrà restringere l’attuale carreggiata a 6 mt.

Da tempo andiamo dicendo che l’intervento di riorganizzazione di via Cavin Caselle, visto il buon livello di sicurezza e di stato della strada, riveste una mera funzione estetica e per questo non prioritaria rispetto a molte altre situazioni di viabilità, edilizia scolastica ecc. Fra l’altro tutta la vicenda dell’intervento di riqualificazione e messa in sicurezza del centro di Caselle, è stata gestita dalla amministrazione in modo poco trasparente ed istituzionalmente opinabile. Rileviamo come l’Amministrazione abbia tenuto un comportamento scorretto nei confronti dei gruppi consiliari di minoranza, venendo meno ai più elementari principi di correttezza istituzionale. Dichiariamo questo perché nonostante le richieste di accesso agli atti presentate a partire dalla scorsa estate dai capi gruppo Paolo Bertoldo e Giuseppe Rodighiero, per permettere loro di analizzare il progetto durante la sua stesura, questi hanno potuto prenderne visione solamente a poche ore dalla sua presentazione in Parrocchia a Caselle. Incontro per il quale

Gottardo Dino & C. CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (CON MARCHIO CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

snc

non hanno ricevuto nessuna comunicazione ed invito da parte del Sindaco, nonostante avessero alcuni giorni prima dibattuto in consiglio comunale un Ordine del Giorno sul tema in oggetto. Progetto che verosimilmente doveva rimanere segreto solo per i gruppi di opposizione, visto che sulla stampa locale più volte l’Amministrazione lo aveva descritto in modo dettagliato. Siamo convinti che il compito di un consigliere di opposizione sia quello di verifica e di controllo degli atti amministrativa, ma anche e soprattutto di proposta e suggerimento e per questo non possiamo che censurare la condotta del gruppo di Generazioni per Crescere, che ha di fatto svilito e ostacolato la nostra funzione. Dopo aver presenziato alla Commissione Urbanistica (convocata su richiesta dei consiglieri di minoranza!) dove sono stati illustrati dal punto di vista tecnico gli elaborati relativi al centro di Caselle e di Veternigo, Civica Insieme e Lista Salese non hanno cambiato le opinioni espresse in passato, anzi. Per Caselle si tratta di un provvedimento di puro abbellimento urbanisti-

co e quindi prioritario solamente per accrescere il consenso dell’attuale Amministrazione, che ha in questa frazione la sua roccaforte elettorale. Una giunta lungimirante, in un periodo di difficoltà di Bilancio avrebbe dovuto investire i fondi a disposizione per opere realmente necessarie, come possono essere la manutenzione straordinaria del plesso di Caltana o l’ancora più necessario ampliamento di quello di Caselle (lavori già in parte finanziati con 160.000€ euro dall’amministrazione Bertoldo ed inseriti nel programma delle opere pubbliche 2012). Sulla sicurezza stradale i bisogni, poi, non mancano, citiamo solo la messa in sicurezza di alcuni tratti della Noalese (Tabina e Madonna Mora). Purtroppo chi governa attualmente la nostra comunità ha confuso e declinato a proprio piacimento le sagge parole di Alcide De Gasperi, che un giorno disse: “Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista guarda alla prossima generazione”. Giuseppe Rodighiero Civica Insieme Paolo Bertoldo Lista Salese

AUTOSCUOLA AGENZIA SALESE RECUPERO PUNTI

PATENTI: AM-A1- A2- AB1-B-BE-C1-C1C- C- CED1-D1E-D-DE- SPECIALI CQC TRASPORTO MERCI E PERSONE

Email: autoscuola.salese@virgilio.it Via dei Larici, 2 - Tel e Fax. 041.487417 S. Maria di Sala (VE) SI EFFETTUANO: Passaggi di proprietà auto e moto - Immatricolazioni - Demolizioni auto - Duplicati e conversioni patenti - Collaudi gancio traino e GPL - Targhe ciclomotori - Certificati camerali e Tribunale - Visure P.R.A. - Duplicati carta di circolazione - Corsi per stranieri - Rinnovo patenti con medico in sede


Premiazioni in sala teatro del 27° trofeo d’Autunno della Cicli Olimpia di mtb La sala teatro di Villa Farsetti,ha ospitato la cerimonia delle premiazioni del 27° Trofeo d’Autunno Cicli Olympia di mtb. Preparata in ogni particolare da Luciano Martellozzo, sono stati premiati gli atleti e le società che si sono affermate, ma anche gli organizzatori delle 8 tappe. Novanta biker di 18 categorie si sono alternati sul palco per ricevere i riconoscimenti. A fare gli onori di casa il sindaco, Nicola Fragomeni, il responsabile del settore fuoristrada della Fci Veneto, Giuseppe Clementi e Bruno Carraro. Presente alla cerimonia, preparata con la collaborazione della Salese Cycling, lo staff della Cicli Olympia guidato da Michela Fontana e dal team manager, Marino Pizzo. Grande commozione quando è stato consegnato il Trofeo alla famiglia di Luca Zambenedetti. Durante le premiazioni il pubblico ha applaudito a lungo gli atleti soprattutto quelli giovanili che, come ha rilevato lo stesso promo-

tore del Trofeo d’Autunno, “sono di buon auspicio per una specialità che sta crescendo a vista d ‘occhio e che sta dando i propri frutti anche in prospettiva olimpica”. “E’ stato un anno difficile - ha detto Martellozzo - ma nonostante tutto lo sport delle ‘ruote grasse’ ha fatto in pieno la propria parte portando alla ribalta tanti giovani talenti dei quali sentiremo parlare tra qualche anno. Sono proprio loro che ci hanno dato gli stimoli per cominciare a lavorare per l’edizione numero 28 del Trofeo”. Ecco i premiati: Dei Tos (Olympia), tra gli Elite; Bressan (Conegliano), tra gli Under; Teso (Salese), tra le Donne; Molinari (Caprivesi) e Prataviera (R. Project), tra gli Junior; D’Incà (Torpado), Vantaggiato (Velociraptors) e Favrin (Gaerne), tra gli Allievi; Mariutti (Salgareda), Mezzacasa (Agordina) e Valeri (Meduna), tra gli Esordienti e Giraldin (Salese), Piva (id), Kogler (id), Terrin (Spezzotto), Pasquali (Zero S), Morandin (R. Project) e Garofolin (Euganei), tra i Master.

9

La corsa campestre TOM cross richiama 310 partecipanti a Caselle

Una folta partecipazione di atleti ha preso parte alla prima edizione della corsa campestre denominata TOM Cross, tenuta a Caselle lo scorso 29 novembre. Ben 310 gli iscritti nelle varie categorie agonistiche per la conquista del titolo di campione provinciale 2015, ai quali si sono aggiunti una nutrita schiera di bambini delle scuole elementari che nell’area verde di fronte al centro TOM ha dato il meglio di sé in una giornata di sport e festa. L’evento si inserisce in un circuito di gare di corsa campestre promosso dal comitato provinciale di Venezia della Federazione Italiana di Atletica Leggera ed è stato ottimamente organizzato dalla società Atletica Riviera del Brenta che, con il supporto di TOM Sport, ha dato vita ad una kermesse spettacolare

richiamando un gran numero di appassionati e non solo. Praticamente unanime il consenso da parte sia degli atleti che del pubblico il quale, grazie anche ad una accurata scelta della location e del tracciato, ha potuto godere di un’ottima visuale delle competizioni donando un caloroso sostengo emotivo agli atleti in gara. Decisamente apprezzato e con un tocco di originalità il momento delle premiazioni che ha visto tra gli altri la partecipazione della plurimedagliata ex velocista Manuela Levorato. Questi i vincitori delle gare giovanili nonché neo campioni provinciali: Cat. Ragazze: Diletta Moressa (GA Coin Venezia), Cat. Ragazzi: Tewordros Doria (GA Coin Venezia), Cat. Cadette: Angela Luise (Atl. Audace Noale), Cat. Cadetti: Lorenzo Zambelli (La Fenice 1923 Mestre).

Consensi positivi per la mostra “Finestra sull’arte” Nello storico e bellissimo contorno di Villa Farsetti, dal 31 ottobre al 29 novembre, il maestro Gianpietro Vanin ha organizzato una mostra collettiva d’arte in collaborazione con l’associazione artistica “Grecale” di Volpago del Montello. L’esposizione dal titolo “Finestra sull’arte” contava ben 33 artisti espositori che proponevano diverse tecniche artistiche.

“Come organizzatore di questa mostra vi garantisco che durante gli orari di apertura in Villa c’era sempre un piacevole via vai di visitatori provenienti anche da diverse province, vista la presenza di artisti del Montello, ma anche un consistente afflusso di popolazione Salese” - afferma Vanin. Il maestro Vanin si ritiene soddisfatto delle ben 2366 presenze di visitatori e

pavimenti in terrazzo alla veneziana e lucidatura marmi IVAN FANTINATO Cell.: 335 53 10 346 Tel. e Fax 041 5740271 info@venetaterrazzi.it

Via delle Industrie, 16/E 30030 Salzano www.venetaterrazzi.it

quindi pensa di ripropore la mostra in futuro. Per ora vuole ringraziare tutte le persone che lo hanno aiutato nell’organizzazione e predisporre al meglio sia la location che le carte burocratiche. In particolare, ringrazia la Giunta Comunale, la Dott.ssa Lidia Mazzetto,

l’associazione “Grecale” di Volpago del Montello e tutti i visitatori. C.V.


10

Concerto a Caselle “Avvento dei sensi” Anche quest’anno, la Parrocchia di Caselle, intende festeggiare l’avvento attraverso la musica, perché c’è una lingua che non ha bisogno di traduttori, una lingua che capiamo tutti, una lingua che arriva a ciascuno di noi e questa lingua è la musica. Che cosa sarebbe la vita senza la musica? Come potremmo esprimere e vivere le nostre emozioni più intime? Tutto questo sarà esplicitato nel Concerto dal titolo “L’AVVENTO DEI SENSI” di Sabato 12 Dicembre 2015 alle ore 20,30 che si terrà nella chiesa Parrocchiale di Caselle. Nella vita non basta respirare, lavorare, invecchiare, ma bisogna saperla interpretare, amarla ed ammirarla, ciascuno a modo suo, con pregi e difetti, ma sempre e comunque da protagonisti, senza paura e con passione. Nel ricco e nutrito programma del concerto, saranno eseguiti brani di alcuni fra i più celebri compositori, quali: Adam, Bach, Berlin, Caccini, Cesti, Cimarosa, Donizetti, Dvorak, Gruber, Handel, Lorenc, Massenet, Mozart, Rachmaninov, Schubert, Tosti, Verdi e Vivaldi. Ad interpretare il concerto saranno il mezzosoprano di fama internazionale Lyudmila Dobreva, (reduce da alcuni concerti all’estero) ed alcuni dei suoi allievi della scuola di musica, accompagnati al pianoforte ed all’organo dal M° Giovanni Ferrari e dal M° Mario Trevisan ed al flauto dal M° Samuele Masetto. Naturalmente l’ingresso è libero e, data l’importanza degli interpreti e dei brani, siete tutti invitati a partecipare. Giancarlo Zamengo

per sederti qui chiamaci allo

041 487356

“Festa dea stradea” sotto una caldo cocente i “gavettoni” hanno rinfrescato i partecipanti È giunta alla 4ª edizione la “Festa dea stradea” che alla fine di agosto, in via Campocroce, raduna tanta gente gioiosa. L’intento è di portare avanti legami familiari molto importanti e indispensabili per il buon esito di questa festa. Quest’anno il gran caldo non ha scoraggiato i partecipanti che hanno dato vita ad una serie di “gavettoni fantastici” per rinfrescare la situazione. Si ringraziano tutti gli organizzatori e un benvenuto ai nuovi piccoli arrivati. Arrivederci alla prossima edizione.

Sessantenni di Stigliano in festa a Caorle I sessantenni di Stigliano hanno rivissuto una vera e propria gita scolastica. Sono saliti in pullman con destinazione Caorle. Arrivati nella località balneare hanno fatto una passeggiata fino alla celebre chiesetta della Madonna dell’Angelo con tanto di visita agli scogli scolpiti dolcemente dalle onde del mare. Da Caorle poi si sono diretti nella località Ottava Presa per andare a mangiare al ristorante Eden. Non pranzo al sacco quindi come ai tempi delle scuole elementari ma un bel pranzo di pesce. Durante il ristoro sono stati vari i momenti in cui ognuno raccontava qualcosa, ricordava aneddoti divertenti e buffi del passato. Anche i mo-

menti di scherzo e di gioco non sono mancati. Poi sorpresa per tutti, una mega torta dedicata alla classe 1955 spazzolata via nel giro

di poco tempo, vista la sua bontà. Silvano Moro, l’organizzatore, ringrazia tutti i partecipanti per l’ottima compagnia.

Ottimo successo per la 3ª edizione della Fiera del Crisantemo

In piazza a Caselle de’ Ruffi, organizzata dall’Associazione culturale “Vita in piazza” in collaborazione con il locale Comitato Festeggiamenti della parrocchia si è svolta la 3° edizione della Fiera Regionale del Crisantemo e dei fiori autunnali con produttori locali, ma anche provenienti da Villanova di Camposampiero, Pianiga, Mirano, Trebaseleghe, Tombolo e Rovigo. Numerosa e qualificata la pre-

senza di produttori e venditori di Crisantemi e fiori autunnali al concorso per il miglior Crisantemo. Su 10 partecipanti si è imposta l’Azienda Agricola Salmaso Fabrizio e Federica di Murelle di Villanova di Camposampiero ricevendo la medaglia d’oro per una vaso di crisantemi di colore bianco, rosso mattone e fuxia. Al 2° posto medaglia d’argento all’Azienda Agricola Bortolozzo di Campocroce di Mirano con un

vaso gigante di crisantemo bianco a margherita. 3° posto medaglia d’argento per l’azienda Agricola Teresa Levorato di Caselle de’ Ruffi di via Cognaro, per un vaso di crisantemi di colore rosa, fuxia e bianco. All’interno della mostra anche un concorso di pittura e scultura su taglieri di legno organizzata dal socio dell’associazione, artista e scultore del legno M° Gianpietro Vanin.

Salone Triade Master head o Micr era cam ntrollo x co tuito gra capello del


11

Vittoria Mezzalira di Stigliano campionessa triveneta di corsa su strada Vittoria Mezzalira di Stigliano ha vinto il prestigioso Grand Prix Giovani 2015, categoria ragazze, trofeo a tappe di corsa su strada che si svolge in otto località del triveneto tra marzo e settembre e vede la partecipazione di un gran numero di giovani delle società di atletica leggera di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. L’evento, giunto alla diciottesima edizione, ha visto negli anni passati distinguersi atleti che da adulti hanno brillato anche a livello internazionale e può certamente annoverarsi come la più importante competizione giovanile di corsa su strada del triveneto. Vittoria ha 13 anni e abita a Stigliano con mamma Micaela, papà Gianluca e la sorellina Teresa. Pratica atletica da qualche anno con l’Audace Noale,

specialità preferita il mezzofondo, ma ha avuto modo di distinguersi anche nel salto in alto e getto del peso e occasionalmente partecipa a qualche gara di triathlon (nuoto-bi-

La memoria de “el fornaro” Giovanni Basso, fa rivivere i lavori manuali d’altri tempi Persona mite e riservata, così come ha vissuto se n’è andato, Giovanni Basso “el fornaro” nato a Sant’Angelo il 5 dicembre del 1937. A quindici anni inizia a lavorare come fornaio nel forno in paese. Decide nel 1963, assieme ai fratelli Bruno e Giuseppe di avviare un’attività di panificazione a S. Eufemia in via Desman. Di giorno agricoltore e di notte fornaio, poco riposo. Proprio gente di altri tempi sempre e solo lavoro in

anni in cui il pane si consegnava in bicicletta porta a porta, conosciuto nelle vie da tutti “xe qua el fornaro”. Nel 1973 si trasferisce nella via principale di S.Eufemia dove l’attività prosegue tuttora ed è gestita dal nipote con l’aiuto del papà Bruno. “A fugassa de Basso” è il dolce che negli anni ‘80 lo ha reso famoso. Caro buon vecchio Giovanni... Ti salutiamo tutti....ciao

ci-corsa). La tenacia e perseveranza che la contraddistinguono le hanno consentito di spuntarla all’ultima gara, tenutasi il 19 settembre in Piazzale Zenith a Bibione, agguantando

il meritatissimo primo posto che le vale il titolo di Campione Triveneto di corsa su strada 2015. Nel palmares di Vittoria anche il titolo regionale di staffetta 3x800 in pista e la partecipazione al trofeo internazionale di Majano dove si è distinta nei 600 metri. I migliori complimenti e in bocca al lupo per il tuo futuro sportivo dalla redazione di Gente Salese.

Corsi di Natale in giardino 2015 per dare il benvenuto alle feste I corsi di Natale in Giardino si terranno per dare il benvenuto alle feste presso il Garden Center Gardin Piante, con sede in Via Caltana 114 a Santa Maria di Sala (Venezia). Una serie di appuntamenti dedicati a grandi e piccini per aiutare a creare tante decorazioni per la casa, col meglio del materiale vegetale che la stagione ha da offrire…. DOMENICA 13 DICEMBRE dalle 10.00 alle 12.00 ai più intraprendenti verrà riservata una bellissima NOVITA’: un’edizione Master del corso “GHIRLANDE DAL GIARDINO” in cui verrà realizzata una “GHIRLANDA VERTICALE”. Il corso avrà un costo base di 20 euro che include la struttura, il materiale di consumo e quello vegetale. A grande richiesta torna il corso “TAVOLA IN FESTA”, l’occasione ideale per condividere trucchi, idee e ispirazioni per rendere più acco-

gliente il tavolo delle feste! Si terrà DOMENICA 20 DICEMBRE dalle 10.00 alle 12.00. Il corso avrà un costo base di 15 euro che include la struttura, il materiale di consumo e quello vegetale. Viene offerta inoltre la possibilità di confezionare i pacchi regalo, avendo gusto e il giusto occhio di riguardo all’ambiente! Portando gli acquisti, si possono personalizzare con un piccolo contributo. Verrano resi più naturali e originali! Per concludere l’anno in allegria, scambiare gli auguri con vecchi e nuovi amici MERCOLEDI 30 DICEMBRE dalle 17.00 in poi, verrà offerto un “BRINDISI SOTTO AL VISCHIO”. Per tutti i corsi sarà necessaria la prenotazione perché i posti sono limitati. Per informazioni: T. 049 9221783 Uff.Marketing Gardin Piante .

AGENZIA DUCALE PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE ASSICURAZIONI - BOLLI AUTO Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.00-19.00 / sabato: 9.30 – 12.00 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 E-mail: info@agenziaducale.com - web. www.agenziaducale.com


RUBRICHE

12

a cura della dott.ssa Vallj Vecchiato psicologa e psicoterapeuta

Frammenti Anna è una giovane donna che seguo da qualche mese per problemi di ansia, vertigini, umore depresso. È sposata e ha una figlia di 1 anno e mezzo. Dopo qualche incontro Anna si sentì più serena e meno ansiosa; trovò un lavoro come cassiera e ciò la rese più tranquilla anche dal punto di vista economico. Un giorno Anna arrivò in studio col morale a terra come nei primi incontri; mi disse di essere incinta. Il marito era felice ma lei, questa seconda gravidanza, non se lo aspettava e non si sentiva pronta. “Cominciavo a stare un po’ meglio, ho appena trovato lavoro e adesso mi licenzieranno, la bambina è un po’ più autonoma ed io mi posso muovere di più. Adesso un’altra gravidanza! Come farò con due figli piccoli! Da sola non ce la posso fare!”. Tutto il suo problema ruotava intorno all’essere da sola - i suoi genitori abitano dall’altra parte della città, la suocera non è affidabile, il marito sì c’è ma lavora, con le amiche non si sente più -. Mi soffermai sulle “amiche” e le chiesi come mai non le sentisse più. Lei mi raccontò che con le amiche, una dopo l’altra, aveva chiuso perché quando qualcuno le fa un torto lei chiude il rapporto. Le feci notare che facendo così sarebbe rimasta da sola perché è normale avere qualche screzio, qualche divergenza ma poi ci si chiarisce e la relazione può riprendere. Lei restò ferma sulla giustezza del suo comportamento raccontando alcuni episodi di rottura dei rapporti con le amiche e sostenendo che preferiva stare da sola piuttosto che riaffrontare l’accaduto. Le chiesi come fosse stato quando da piccola aveva qualche diverbio con i suoi genitori. Anna raccontò delle sgridate di sua mamma, del suo stare malissimo e della sua disperazione perché la mamma, dopo la sgridata,

le diceva: “Io non ci sono più, non parlarmi!” Per giorni sua mamma non le rivolgeva la parola e dell’accaduto non se ne parlava più. Dissi: “E così lei, con le sue amiche, ha adottato lo stesso comportamento che sua mamma metteva in atto con lei!” Anna mi guardò sorpresa e meravigliata - “È vero, non ci avevo pensato”- disse. In questo breve frammento di seduta possiamo vedere come Anna, da bambina, per difendersi da un’angoscia troppo profonda che le procurava il comportamento della madre, inconsciamente, abbia messo in atto un “meccanismo di difesa” che la aiutava a

Macelleria GALLO PLINIO

Q U A L I TÀ CON V E N I E NZA E T RAD I Z IONE

fronteggiare l’angoscia. La “difesa” messa in atto da Anna è definita dalla teoria psicoanalitica come “”. Questa è una difesa che troviamo frequentemente nei bambini e che consiste nell’assumere i caratteri della persona che provoca l’ansia. Cioè, assumendo il ruolo dell’aggressore (della mamma, del papà o dell’insegnante quando sono arrabbiati) e imitando la sua aggressione, il bambino si trasforma da minacciato in minacciante e allontana dalla coscienza ciò che egli ritiene inaccettabile e pericoloso. I “meccanismi di difesa” non devono essere intesi come “patologici” perché hanno un ruolo fondamen-

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

La dott.ssa Vallj Vecchiato è disponibile a rispondere alle vostre richieste. Per incontri terapeutici personali si può contattarla al n. 3389796664.

Impresa edile

Concolato Luca Costruzioni e restauri

OFFE RTE SP E C I AL I O GN I MESE

tale nello sviluppo e nell’equilibrio psichico del bambino; è solo quando il loro impiego è utilizzato in maniera troppo rigida, inflessibile e indiscriminata (per esempio, mancando un’effettiva situazione minacciosa), allora possono diventare disadattivi poiché compromettono il normale adattamento e funzionamento della persona. Ad esempio, per Anna, mantenere da adulta, nei rapporti amicali, quel comportamento di “chiusura” che aveva appreso dalla madre alla fine si ritorceva contro di lei perché le impediva di coltivare le relazioni di amicizia di cui aveva bisogno. Per un bambino, perdere l’amore della mamma, anche solo momentaneamente, può essere vissuto come una perdita vitale ed è quindi comprensibile che egli faccia ricorso a “meccanismi di difesa” a volte massicci; ma per un adulto è importante che nelle relazioni sia in grado di modulare le “difese” secondo la necessità. È come se andando in auto tenessimo sempre l’acceleratore alla stessa velocità; prima o poi finiremo per incorrere in qualche situazione spiacevole. Allora è importante nelle relazioni, quando sono difficoltose, prendere atto dei nostri comportamenti e non pensare che la colpa sia sempre ”dell’altro”..

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

Via Gaffarello n. 46/ASant’Angelo di Santa Maria di Sala (VE) Cel. 3476032314


a cura di Mario Garippo

RUBRICHE

13 a cura dell’Architetto Paesaggista Elena Gardin

Partenza, arresto, Natale in giardino fermata e sosta I Cornus flaviramea Condurre un veicolo comporta la conoscenza delle fondamentali norme di comportamento da adottare nelle diverse situazioni di guida, come svolte, inversione di marcia, retromarcia, immissione nel flusso della circolazione e fermata. Ovviamente, prima di iniziare a guidare bisogna essere certi che la categoria di patente posseduta consenta la guida del veicolo ed è importante avere con sé tutti i documenti necessari per la guida (carta di circolazione, certificato di assicurazione, patente ecc) e in corso di validità. Preventivamente, bisogna inoltre essere certi del perfetto stato di efficienza del mezzo e, nel veicolo, individuare i comandi necessari per la guida, comprendendone bene il funzionamento. L’arresto è l’interruzione della marcia del veicolo dovuta alle esigenze della circolazione, come ad esempio un semaforo rosso. La fermata è una temporanea sospensione della marcia anche se in un’area in cui non è ammessa la sosta, per consentire la salita o la discesa delle persone, o per altre esigenze di brevissima durata. Durante la fermata il conducente deve essere sempre presente e pronto a riprendere la marcia, evitando di arrecare pericolo agli altri utenti e intralcio alla circolazione, impedendo con il proprio autoveicolo il normale flusso del traffico. Deve sempre adottare le opportune cautele atte ad evitare incidenti. La sosta è la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo, con possibilità di allontanamento da parte del conducente. La sosta di emergenza è l’interruzione della marcia nel caso in cui il veicolo sia inutilizzabile per avaria

oppure deve arrestarsi per malessere fisico del conducente o di un passeggero. In caso di fermata o sosta, il veicolo deve essere collocato il più vicino possibile al margine destro della carreggiata, parallelamente ad esso e secondo il senso di marcia, purché esista il marciapiede (salvo diversa segnalazione o nel caso di strada urbana a senso unico). Qualora non esista marciapiede rialzato, deve essere lasciato uno spazio sufficiente per il transito dei pedoni non inferiore ad un metro. Fuori dai centri abitati i veicoli in fermata o in sosta devono essere collocati, ove possibile, fuori dalla carreggiata evitando di occupare piste ciclabili e banchine, salvo, in quest’ultimo caso, apposita segnalazione. Sulle carreggiate delle strade a precedenza la sosta è vietata. Nei centri abitati, nelle strade a senso unico di marcia, la sosta è consentita anche lungo il margine sinistro della carreggiata, comunque lasciando lo spazio sufficiente al transito di almeno una fila di veicoli e non inferiore a tre metri di larghezza. Durante la sosta il veicolo deve avere il motore spento; il conducente deve adottare le opportune cautele atte ad evitare incidenti e deve impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso. In sosta deve assicurare l’immobilità del veicolo azionando il freno di stazionamento, deve inserire il rapporto più basso del cambio di velocità, e, nelle strade a forte pendenza, deve anche lasciare il veicolo con le ruote sterzate verso il marciapiede. Nelle aree di parcheggio a tempo limitato, i veicoli al servizio di persone diversamente abili non sono obbligati a rispettare il limite di tempo stabilito per la sosta.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

Inverno. Ebbene sì; è arrivato anche quest’anno ad avvolgerci col suo candido manto. Eccoci infagottati, col maglione e il cappello di lana, uscire lesti dalle calde dimore per entrare in fretta e furia sulle nostre auto e attaccare il riscaldamento al massimo…. E se invece ci fermassimo un attimo ad assaporare questo tragitto nonostante il freddo? Ecco il giardino: come un superstite di guerra trionfa sul gelo e la neve, offrendoci piccoli frutti colorati e pigne profumate. Laggiù i cinorrodi di rosa sono testimoni di tanta bellezza passata mentre dall’angolo fanno capolino i rami gialli del Cornus flaviramea, o quelli rossi del Cornus alba ‘elegantissima’. Per chi ha l’onore di ospitarlo, nell’ombra sembra prendere fuoco il Cornus sanguinea ‘Winter Flame’ e ci accorgiamo di quanto la natura possa stupirci anche in una stagione così avversa. Lei celebra il Natale donandoci armonia, serenità e pace… il freddo tinge di amaranto le foglie rimaste, la galaverna rende tutto incantato e il tempo sembra essersi fermato. Il Calycanthus preacox dischiude i suoi timidi fiori gialli, la Skimmia reevesiana è un trionfo di bacche rosse e l’Helleborus niger spunta attraverso il manto bianco e aspetta di schiudere i suoi candidi petali. Tra le risa felici dei bimbi che scar-

tano i regali, talvolta sentiamo un brivido di nostalgia...quel ricordo, quella ferita che riprende a sanguinare quando si avvicinano le feste… vi è mai capitato? Sentiamo freddo nel cuore, ma proprio in questi momenti dovremmo prendere esempio dalla natura. Il bulbo per germogliare ha bisogno di sentire freddo, e così anche noi per essere felici a volte dobbiamo affrontare l’inverno nel cuore, per avere le forze di fiorire di nuovo. Cosa stiamo aspettando? Forbici in mano, usciamo fuori e cogliamo quello che il giardino ha da offrirci... prendiamo questi rami: intrecciamoli, adorniamo i nostri portoni con ghirlande di verde e di luce…portiamo il giardino in tavola, rallegriamo le nostre case con candele e luci colorate. Ed è di nuovo Natale, un’occasione nuova per ritrovare vecchi e nuovi amici, unirsi ai famigliari e stringersi attorno al camino in compagnia di quel libro che ancora non abbiamo finito di leggere… Raccontiamo ai bimbi che cos’è il Natale, non solo un tripudio di oggetti; ma l’occasione per ritrovare se stessi, prima di ripartire con l’anno nuovo. Trasmettiamo i vecchi valori: saranno adulti migliori. Felice Natale ed un Buon Anno nuovo a tutti!

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista www.autorombo.com


14

RUBRICA - IL MERCANTE DI PERLE

DIFFERENZE “Sta cucinando il risotto con il radicchio. Quando l’ho conosciuta, non sapeva nemmeno da dove iniziare: glielo ho insegnato io. Oggi cucina meglio di me. Ci siamo insegnati molte cose durante la nostra vita. Io insegnavo a lei, lei insegnava a me. Credo sia stato questo il segreto. Era spaventata dalle diversità. Poi ha capito che erano la sua e la nostra salvezza.” (tratto da “L’ultimo tramonto a Bangkok”, 0111 Edizioni, 2012, LN) Mi è capitato spesso di avere a che fare con uomini e donne che hanno rinunciato alla possibilità di scoprire se il proprio partner fosse “l’anima gemella” o meno, soltanto perché lui/lei erano “diversi”. Piuttosto che affrontare il miglioramento personale si sono fossilizzati nelle loro abitudini, creando una divisione sempre più netta, fino a lasciarsi. “Io amo lo sport, e lei no!” oppure “A me piace il cinema, mentre lui

Il 29 ottobre Narciso Dal Corso e Rosalia Ceoldo hanno festeggiato 60° di matrimonio, nella chiesa parrocchiale di Caltana. Felicitazioni vivissime dai parenti e amici.

Lina Bortolato ha festeggiato 80 anni in patronato a Veternigo

a cura di Luca Novello

vuole andare allo stadio!” e quante altre ne ho sentite… Diciamoci la verità: è più facile andare d’accordo con i nostri simili che con le persone che presentano delle diversità rispetto ai nostri gusti, comportamenti e desideri. Beh, se siamo alla ricerca di un amico magari questa può essere la strategia giusta, ma se stiamo cercando la nostra anima gemella forse non è la strada migliore da seguire. Dietro alle divergenze di opinione, alle differenze nelle abitudini quotidiane e nei comportamenti si nasconde spesso una ri-

sorsa grandissima: l’opportunità di accrescere l’elasticità e l’apertura mentale. Vedere le cose da una prospettiva diversa non può essere una barriera. Anzi, è una sicura fonte di arricchimento personale (e di coppia). Avete mai visto coppie sposate da cinquant’anni che hanno esattamente gli stessi gusti, abitudini e interessi? Io onestamente no. E la spiegazione è proprio nella consapevolezza delle differenze. Quelle coppie ne hanno fatto tesoro e si sono fortificate nelle diversità che le carat-

Il 13 novembre Berto Maria e Dal Corso Giancarlo hanno festeggiato le nozze d’oro. Felicitazioni da parte dei figli Nicola, Stefano e Pierluigi, dalle nuore Fabiola, Emanuela e Linda e dai nipoti Gianluca, Thomas, Mattia.

Il 18 Ottobre Costanza Caravello e Pietro Ceccato hanno festeggiato il 60° Anniversario di Matrimonio, assieme ai figli, i nipoti, parenti ed amici.

Anniversari

Il 27 Ottobre 2015, Lina Bortolato ha compiuto 80 anni. Per farle festa la figlia Cinzia, con l’aiuto delle amiche del Giovedì, hanno organizzato una magnifica festa in Patronato a Veternigo. A fargli gli auguri per ancora tanti momenti felici c’era il marito Marcello, le altre due figlie Anna e Roberta, tutta la sua numerosa famiglia e tanti amici. Bertilla Ceccato

terizzavano. Tuttavia questo potrebbe non bastare. Stare bene con se stessi quando si è da soli, è l’unico modo per poter costruire una relazione duratura. Se non riesci a stare bene con il tuo “io” cercherai una relazione in modo da “mascherare” la tua vera condizione di disagio interiore. All’inizio forse crederai di aver trovato la soluzione, di aver scoperto in lei/lui tutto ciò di cui avevi bisogno, ma certamente quella tua condizione di sofferenza ritornerà sotto una nuova forma, e con tutta probabilità accuserai il tuo partner della situazione e lo riterrai responsabile della tua infelicità. Ne vale la pena? Non credo. Allora inizia a non giudicarti, ad accettarti così come sei. Ogni persona è unica ed è degna di vivere nella piena consapevolezza della propria bellezza. https://novelloluca.wordpress. com

Il 16 Ottobre Maria Libralon e Remo Bruseghin hanno ricordato i 50 anni di matrimonio e li hanno festeggiati il 18 Ottobre con i figli, Andrea con Roberta, Michele con Anna, la nipote Sara, la figlia Simonetta con Fabio, partecipando alla Messa celebrata da don Paolo.


years Il 29 ottobre Maddalena Gallo di Stigliano ha festeggiato i suoi 100 anni in compagnia di parenti e tanti amici. Sentiti auguri da tutti parenti e amici!

Il 22.10.2015 Anna Munaretto ha compiuto due anni. Tanti auguri dai genitori Cinzia e Martino, dai nonni, dagli zii e da tutti i cugini per gli splendidi sorrisi che ci regali. Buon compleanno Anna.

Il 5 dicembre Giada Bettin ha compiuto 6 anni. A festeggiarla con gioia la mamma Silvia, il papà Daniele, i nonni, gli zii e i cuginetti!

Tantissimi auguri a Ginevra Montin che il 10 Dicembre spegne otto candeline. Auguri dalla mamma, dal papà e dalla sorellina Lucrezia.

Il 24 ottobre Nino Munaretto ha festeggiato gli 80 anni alla Trattatoria dalla Iolanda con parenti e amici, circa 80 invitati. Tanti auguri da Romeo e Teresa, fratelli, cognate e nipoti.

Il 13 novembre scorso la nonna Violetta Rossetto ha compiuto 93 anni! Auguri da parte di tutta la sua famiglia ed in particolar modo dai nipoti.

Libera associazione per i rapporti italo - croati

Via Giovanni XXIII, 11 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel 3398192638 www.associazionelesina.org mail: info@associazione lesina.org

Lauree

15

Alice Bolzonella ha conseguito, presso l’Ateneo di Modena, la Laurea Magistrale di II livello in “Lingue per la comunicazione nell’impresa e nelle organizzazioni internazionali” discutendo la tesi: l’insegnamento dell’inglese come lingua franca” con il relatore Franca Poppi, con 110 e Lode. Si congratulano con Alice i genitori parenti e amici tutti.

Il 28 settembre, presso l’università IUAV di Venezia, si è laureato in architettura, costruzione e conservazione Leonardo Ballan con il voto di 101. Si congratulano i genitori Enrico e Katia; i fratelli Giordano e Tiberio; la fidanzata Rossella; i nonni Fernando, Fiorenza, Domenico e Fiorina; gli zii Serena, Cristiano, Gaia, Denis e Valentina e i cugini.

L’8 Luglio 2015 Riccardo Ceccato si è laureato presso l’università di Padova in ingegneria civile discutendo la tesi “Progetto di una soletta isolata per un data center in una cava naturale” con un voto di 100/110. Congratulazioni da mamma Diana e papà Giovanni, dal fratello Sebastiano, dalla fidanzata, l’amica Bertilla, parenti e amici tutti.

Martedì 10 novembre 2015 Fabio Dominio haconseguito il dottorato di ricerca in Scienza e Tecnologie dell’Informazione presso l’Università degli Studi di Padova, discutendo la tesi “Real-time hand gesture recognition exploiting multiple 2D and 3D cues”, con relatore prof. Guido Maria Cortelazzo. Congratulazioni dalla mamma Annamaria, dal fratello Domenico, la cognata Chiara, i colleghi del Laboratorio.

Francesca Dal Corso si è laureata il 05.10.2015 in Riassetto del territorio e tutela del paesaggio all’Università di Padova discutendo la tesi “Spazi verdi per anziani e persone diversamente abili”. Congratulazioni da Renato, Sonia, Ilaria, Matteo e Andrea.

Il 21 settembre Maria Elena Ferrari si è laureata in Medicina e Chirurgia con la votazione di 110/110 e lode, discutendo la tesi “Trattamento con pamidronato delle osteomieliti croniche non infettive”. Congratulazioni dai genitori Marina e Massimo, dalla sorella Eleonora e da tutta la famiglia, Matteo e tutti gli amici!”


16

CON IL PATROCINIO E LA COLLABORAZIONE

REGIONE DEL VENETO

Città metropolitana di Venezia

Città di Spinea

Comune di Martellago

Comune di Santa Maria di Sala

Comune di Tesero

Città di Mirano

Città di Venezia

Città di Noale

Comune di Salzano

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto PRESIDENTE Giovanni Vanzetto

NATALE 2015 CITTÁ DI VENEZIA Mestre

Unione dei comuni del Miranese

ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

SEDE ESPOSITIVA:

Sala municipio - via palazzo APERTURA MERCOLEDÍ 16 DICEMBRE CHIUSURA SABATO 9 GENNAIO

Pro Loco di Spinea

ORARIO MOSTRA: Giorni feriali orario uffici Sabato mattina dalle ore 09:00 alle 12:00

PREMIO PRO LOCO 2013

Giandomenico Tiepolo

SPINEA SEDI ESPOSITIVE: ex Mobilificio Corò via Alfieri

MAERNE di Martellago

CASELLE

di S.M. di Sala

PREMIO PRO LOCO 2013

SEDE ESPOSITIVA: Biblioteca Comunale

SEDE ESPOSITIVA:

APERTURA SABATO 19 DICEMBRE CHIUSURA MERCOLEDÍ 6 GENNAIO

APERTURA SABATO 19 DICEMBRE CHIUSURA MERCOLEDÍ 6 GENNAIO

APERTURA MARTEDÍ 8 DICEMBRE CHIUSURA DOMENICA 10 GENNAIO

ORARIO MOSTRE:

ORARIO MOSTRA:

ORARIO MOSTRA:

da Martedì a Venerdì pomeriggio ore: 15:30 - 18:30

Feriali

Giorni feriali dalle ore: 14:30 alle 19:00

Sabato, Domenica e Festivi

Prefestivi e Festivi

Dicembre 9-10-11-15-16-17-18-22-23-29-30 Gennaio 4-5-7-8

Chiesetta San Leonardo via Roma angolo via Luneo

Tendostruttura presso la Chiesa di San Giacomo

Oratorio Villa Simion via Roma

mattina ore: 10:15 - 12:15 pomeriggio ore: 15:30 - 18:30

pomeriggio ore: 15:00 - 18:30 mattina ore: 10:00 - 12:00 pomeriggio ore: 15:00 - 18:30

CHIUSO lunedì 21/28 Dicembre - 4 Gennaio venerdì mattina 1 Gennaio

PRESEPE VIVENTE

Giorni Festivi ore: 08:30 - 12:00 14:30 - 19:00 Dicembre 12-13-19-20-24-25-26-27 Gennaio 1-2-3-6-9-10

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Mestre (Ve) giovedì: Noale (Ve) venerdì: Martellago (Ve) - Mestre (Ve) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) SERVIZIO PRO LOCO E COMUNITA’ INFO@LANTICAFATTORIA.NET INFO: LUCA 3356327747 – OLINDA 3356327748

L’ANTICA FATTORIA SNC

DIVENTA NOSTRO AMICO: CLICCA MI PIACE!

Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

la TUA sicurezza è la nostra rotta!!! Via Caltana 67 Caltana di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/5730635 assipiu@gmail.com

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

Orari di apertura Lunedì: 15.30-19.30; Martedì/Venerdì: 9.30-12.30   15.30-19.30 Sabato: 9.30-13.00   15.30-20.00 Domenica (fino a Natale 2015): 10.00 - 13.00 e 15.30 -19.30

Gs novembre 2015  

Gente Salese Novembre 2015

Advertisement