Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 5 - ANNO XXXII - MAGGIO 2015

n. 5 MAGGIO 2015

GENTE SALESE

Un giorno in rosa 4

Il bilancio consultivo sotto la lente

7

Caltana: Come è nata “C’era una volta” ?

12

Il ministro Alfano in casa Sabbadin


intro. 2

Presto verranno spesi soldi pubblici per rinnovare i centri di Caselle de’ Ruffi e Veternigo. Visti i numerosi incidenti successi nella strada statale Noalese, mi stavo chiedendo se per caso non fosse una buona idea raddrizzare qualche cartello (ad esempio davanti alla Speedline all’incrocio) o mettere un attraversamento pedonale per la nostra bellissima pista ciclabile davanti alla Safilo. Per scelta o per impossibilità non tutti giriamo in macchina, poi ricordo che, essendo una strada importante di collegamento tra due città d’arte, aiuterebbe il turismo ciclistico. Una pista ciclabile migliore e fatta a norma, non per legge ma perché è una cosa veramente utile. Molti cittadini tedeschi ed austriaci scendono in Italia direttamente in bicicletta. Sfruttiamo questa opportunità migliorando la sicurezza e le infrastrutture. C’é solo da guadagnarci. Cordialmente saluti. Vi allego alcune foto Andrea Zabeo

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del nostro lettore che evidenzia il problema della sicurezza stradale. Condividendo le sue osservazioni lo ringraziamo per il suo contributo.

I lettori ci scrivono

Il 14 giugno sarà un anno da quando Chiara se n’è andata. Vorrei fosse ricordata con le parole con le quali i suoi amici l’hanno salutata. Daniela Testolina

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.

TORO Agenti Generali: dott.ssa Elena Stocco e rag. Roberta Degan

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

Agenzia Generale via A. Gramsci 61, 30035 Mirano (VE) tel: 041/433333 agenzia451@toro.generali.com Subagenzia via Matteotti 15, 30031 Dolo (VE) tel: 041/413666 toro.dolo@libero.it

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


3

Ricordando chi è morto per la patria costruiamo la giustizia e la pace Nel numero di marzo, col bell’articolo di Egle Caon di Stigliano, abbiamo iniziato un percorso della memoria della nostra prima grande guerra mondiale. L’articolo ha citato i nomi dei caduti di Stigliano, altri nomi sono ancora visibili nelle iscrizioni sui malandati monumenti delle nostre piazze. Leggendoli nei caratteri incerti della fredda pietra sembrano molto più lontani dei cento anni passati dal loro sacrificio, ma ognuno di quei nomi ricorda un uomo giovane e forte stroncato nel pieno della vita, una perdita dolorosa per le famiglie, la comunità, gli affetti. Sono passate ormai quattro generazioni da quei morti. Nonni, bisnonni di cui magari abbiamo sentito parlare in famiglia, ma di cui non si ricorda neanche più il nome. Ora è possibile ritrovare, almeno in parte, la memoria di quei morti sacrificati sull’altare della “Patria”. Un clic sul sito www.cadutigrandeguerra.it, poi il nome o il cognome ed ecco apparire una traccia dello scomparso. Riportiamo, per esempio, alcuni

Albo dei Caduti della Grande Guerra

Scena tratta dal film di Ermanno Olmi “Torneranno i prati” (2014)

dati di nostri caduti: Maso Gustavo di Giuseppe, decorato di medaglia d’argento al V.M.. Soldato 8° reggimento artiglieria da fortezza, nato il 9 gennaio 1897 a Santa Maria di Sala (Caltana), morto il 15 giugno 1918 sul Montello per ferite riportate in combattimento. Bolzonella Giuseppe di Pietro. Soldato 28° reggimento fanteria,

nato il 20 aprile 1885 a Santa Maria di Sala (Veternigo), morto il 19 ottobre 1915 sul medio Isonzo per ferite riportate in combattimento.

La pubblicazione dell’Albo d’Oro dei Caduti della Grande Guerra vuole essere una rinnovata onoranza per il sacrificio di quanti combatterono e caddero nella prima guerra mondiale del novecento. La memoria di essi sia imperitura e di monito vivente per le nuove generazioni. Nel database presente su questo sito sono visibili le schede di tutti i Caduti contenuti nei 28 volumi piu’ le tre appendici del Veneto, costituenti l’Albo d’Oro pubblicato dal Ministero della Guerra.

Bugin Florindo di Giovanni. Soldato 80° reggimento fanteria, nato il 22 maggio 1885 a Santa Maria di Sala (Sant’Angelo), morto il 24 settembre 1917 sull’altipiano della Bainsizza per ferite riportate in combattimento.

Festa per Livio e Adelia per i 60 anni di matrimonio Domenica 7 giugno grande festa a Caselle de’ Ruffi per i 60 anni di matrimonio di Livio ed Adelia. Mamprin Livio e Bovo Adelia si sono sposati il 4 giugno del 1955, negli anni difficili dell’immediato dopoguerra. Nel 1980 hanno festeggiato le nozze d’argento, nel 2005 quelle d’oro ed ora ringraziano il Signore con parenti ed amici per l’invidiabile traguardo raggiunto. Il Cav. Mamprin non ha bisogno

di presentazioni, crediamo che non vi sia persona con qualche capello bianco che non lo conosca. È stato consigliere comunale nella legislatura 1964-1970 ed assessore in quella 1970-1975, sempre con sindaco Mirco Marzaro. Da ben 26 anni svolge le funzioni di sacrestano nella parrocchia di Caselle dove è impegnato in numerose iniziative benefiche e sociali. Agli sposi le congratulazioni e gli

auguri di nuovi lunghi anni di felice unione da parte dei numerosi

parenti ed amici e Gente Salese. G. V.

www.cvviaggi.it

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI

PAGOTTO

di Pagotto Sandro & Co. snc

Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

Via Bastia Fuori, 26,1 - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5703812 - Fax 041.5703805


4

Il bilancio consuntivo smaschera il falso virtuosismo della Giunta

Approvato nel Consiglio Comunale del 30 aprile scorso il bilancio consuntivo comunale del 2014. L’Assessore ha letto una relazione molto tecnica tesa sostanzialmente a spiegare la natura dell’enorme avanzo di amministrazione arrivato ad oltre un milione e seicento mila euro originato in gran parte dal riaccertamento dei residui in base al nuovo metodo contabile adottato dal 2014.

Intervento del consigliere Rodighiero (Civica Insieme) “Non sappiamo se definirlo candore, o in qualche altro modo, quello dell’Assessore Arpi, quando proclama alla stampa che nel Bilancio 2015 le tariffe e le tasse non aumenteranno. E ci mancherebbe pure, alla luce del rendiconto di questa sera! Il Vicesindaco si è dimenticato di dire ai suoi concittadini che nel 2014 sono state sbagliate le previsioni relative a quanto si sarebbe andato ad incassare dalla tassazione di IMU e Tasi. Tasi: previsioni iniziali euro 930.000,00 - rendiconto euro 984.208,40 (+ 54.208.40 euro); Imu: previsioni iniziali euro 1.341.000,00 - rendiconto euro 1666.985.05 (+ 325.985,05 euro). Non possiamo scordare che a fronte della richiesta più volte avanzata da Civica Insieme durante i consigli comunali del 2014 di abbassare almeno le aliquote dell’addizionale Irpef o di ridistribuire il carico fiscale Tasi sulle famiglie, introducendo differenziazioni che tenessero conto del numero di figli minori, (invece che applicare un egualitarismo fuori luogo...), nulla è stato fatto e neppure sono stati implementati i servizi ai cittadini, andando così contro ad un principio sacrosanto, quello cioè di impiegare una parte del cospicuo fondo derivante dalla lotta all’evasione (circa euro 200.000,00) per

SCOSTAMENTO TRA PREVISIONE INIZIALE E RENDICONTO entrate

Rendiconto

Titolo I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva

6.315.183,73

Titolo II Trasferimenti correnti

597.591,04

Titolo III Entrate extratributarie

1.148.962,34

Titolo IV Entrate in conto capitale

498.386,21

Titolo V Entrate da riduzione di attività finanziarie

102.320,00

Titolo VI Accensione di prestiti

0,00

Titolo VII Anticipazione da Istituto tesoriere cassiere

0,00

Titolo IX Entrate per conto terzi e partite di giro

607.617,10 =====

Fondo pluriennale vincolato

=====

9.270.060,42

Il totale delle minori entrate non comprende l’avanzo, che per natura non viene accertato

Spesa

Rendiconto

Titolo I Spesa corrente

6.570.178,22

Titolo II Spesa in conto capitale

1.692.367,25

Titolo III Spesa per incr. attività finanziaria Titolo IV Rimborsi di prestiti

0,00 985.891,39

Titolo V Chiusura anticipazioni ricevute dal tesoriere Titolo VII Uscite per conto terzi e partite di giro

totale spesa

“Se prendiamo in esame le entrate tributarie (depurate per gli anni dal 2011 al 2013 della TARI per renderle omogenee con quelle del 2014) e quelle derivanti dai trasferimenti dallo Stato ed altri Enti come Regione e Provincia, vediamo che: nel 2011 queste due voci sommavano 6.839.000 €, nel 2012, 6.835.000 €, nel 2013, 6.242.000 € e nel 2014 6.912.000 € (che sono ben 73.000 € in più del 2011) confermando che con la manovra fiscale sull’Addizionale IRPEF nel 2013 e sull’Imu e Tasi nel 2014 questa amministrazione si è rifatta con gli

interessi dei minori trasferimenti pubblici. Se andiamo ad esaminare il totale della spesa corrente, anche qui dopo aver depurato i dati dalla TARI, vediamo che: nel 2011 la spesa è stata di 7.032.000 €, nel 2012 di 6.727.000 €, nel 2013 di 6.161.000 € e nel 2014 di 6.570.000 €. Dopo una flessione del 2013, la spesa corrente (quella di funzionamento del Comune) è tornata a crescere registrando nel 2014 un’impennata di ben 409.000 € rispetto al 2013. Maggiore spesa corrente finanziata sostanzialmente con maggiori tasse: IMU e TASI. È pur vero che la spesa rimane ancora 462.000 € più bassa del 2011,

ENTRATE DI NATURA TRIBUTARIA E CONTRIBUTIVA

Avanzo di amministrazione applicato

totale entrate

L’intervento del consigliere Vanzetto (Lista Salese)

0,00

607.617,10

9.856.053,96

abbassare le tasse ai contribuenti onesti. Non crediamo che un Ente si possa definire veramente virtuoso quando eccede nel mettere le mani nelle tasche dei cittadini”.

SCHEMA DPR 194/1996

Rendiconto 2012

Rendiconto 2013

Rendiconto 2014

Categoria I - Imposte ICI Imposta Comunale sugli immobili

353.460,05

117.424,86

166.106,03

IMU - Imposta Municipale Proprie

1.887.007,35

1.361.743,56

1.666.985,05

TASI - Tassa sui servizi Indivisibili

======

======

984.208,40

1.513.000,00

1.690.067,38

1.796.279,30

10.291,43

6.776,27

102,33

170.251,55

203.609,81

1.000

===

7.164,29

6.381,58

3.934.010,38

3.386.786,17

4.798.090,55

2.430.000,00

2.723.297,00

8,00

124.597,15

74.055,37

56.888,20

Addizionale IRPEF Addizion. consumo di energia elettrica Imposta sulla pubblicità Altre imposte Totale categoria I Categoria II - Tasse Tributo Tariffa Igiene Ambientale * TOSAP Altre tasse

2.830,00

======

=====

2.557.427,15

2.797.352,37

56.896,20

Diritti sulle pubbliche affissioni

3.711,48

3.366,26

2.897,80

Fondo sperimentale riequilibrio

1.713.883,78

43.980,00

=====

=====

1.870.226,55

1.457.299,18

Totale categoria III

1.717.595,26

1.917.572,81

1.460.196,98

Totale entrate tributarie

8.209.032,79

8.101.711,35

6.315.183,73

Totale categoria II Categoria III - Tributi Speciali

Fondo silidarietà Comunale

* TARI -Non è più iscritta a bilancio dal 2014 in quanto ha assunto la connotazione di Tassa

• COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI • TRASPORTO IN CONTO TERZI • TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI • SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI • PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. • BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 -

• COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE

Email. bolzonella.group@tiscalinet.it

• NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

www.bolzonellagroup.com


Tasse comunali innalzate e risparmi dovuti ad altri ma di questa riduzione 127.000 € sono dovuti a risparmi sugli interessi e 198.000 € alla minor spesa per il personale. Come si vede gran parte del risparmio di spesa è costituito da voci su cui ben poco ha inciso questa amministrazione. Il risparmio di 127.000 € sugli interessi passivi è collegato alla anticipata estinzione di mutui. E nel 2012 sono stati estinti anticipatamente 701.311 € di debito grazie ad un contributo straordinario vincolato a tale scopo e dovuto al lavoro dell’amministrazione Bertoldo; nel 2013 non c’è stata alcuna estinzione anticipata e nel 2014 si sono estinti 470.500 €, pari a circa la metà di quanto programmato (il risparmio di interessi del 2014 sul 2013 è stato di 36.000 € quota questa, e solo questa, di cui diamo merito a questa amministrazione). I risparmi sulla spesa del personale dipendono dalla riduzione di organico non sostituito, anche vigili urbani che invece sarebbero serviti, eccome! Risparmio, che avrebbe potuto essere molto più consi-

stente se non si fosse proceduto alla assunzione di due dipendenti per ruoli già coperti (quindi si poteva risparmiare di più o investire su ruoli più utili alla cittadinanza). La tanto sbandierata “spending rewiew” praticata dal 2012 al 2014 ha prodotto un risparmio di spesa di 137.000 € (il 2% della spesa corrente) e di questi quasi un terzo riguarda risparmio di energia elettrica ottenuto mettendo al buio i paesi nelle ore più critiche della notte. Anche l’eccezionale avanzo di amministrazione generato sia nel 2013 che in questo 2014, in parte per effetto della nuova contabilizzazione dei residuo attivi e passivi, ma in parte derivante da fondi di bilancio precedentemente accantonati ed in parte dalla gestione di competenza, conferma la nostra tesi sulla sovrabbondante tassazione comunale. Allora ci chiediamo: di fronte a queste cifre che senso ha voler risparmiare proprio sulla illuminazione pubblica dei nostri paesi, tenere alcune strade nelle condizioni

5

SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE Descrizione

Proventi*

Costi*

Saldo

% di copertura realizzata

Impianti sportivi

62.828,98

308.076,44

-245.247,46

20,39

26,41

Trasporto scolastico

65.882,26

219.946,14

-154.063,88

29,95

30,17

Mensa scolastica

74.246,28

187.346,00

-113.099,74

39,63

52,06

Operazioni cimiteriali

31.172,98

56.607,89

-25.434,91

55,07

53,06

Servizio lampade votive

34.425,02

35.465,66

-1.040,64

97,07

88,80

150,00

650,00

500,00

23,08

25,50

8.052,72

11.138,27

-3.085,55

72,30

68,67

276.758,22

818.230,40

-542.472,1

33,78

35,67

Gestione numerazione civica Uso locali comuanli non istituzionali Totale categoria I

* I proventi e costi sono desunti dalla contabilità finanziaria e non da quella economica

di grave degrado e pericolosità, lampioni spenti ecc. Evidentemente si ritiene più urgente ed importante il parcheggio dei campi sportivi di Veternigo, rifare il trucco al verde del municipio, alla piazza di Caselle, ecc. Scelte che forse pagheranno, o forse no, in termini di voti? Si vedrà! Dal bilancio ci pare emerga chiara la focalizzazione sulle entrate dell’amministrazione che, incurante della pesante situazione economica, insiste sul suo programma di spesa non sempre condivisibile e finanziato con una tassazione pesante. Per questo appaiono particolarmente odiose l’esagerata imposizione fiscale e incomprensibili economie come

quella sull’illuminazione pubblica. Tutti saremmo più comprensivi se i sacrifici chiesti servissero per interventi utili ed indispensabili , come mettere in sicurezza il territorio, le strade, aiutare le fasce di popolazione in difficoltà, ma quando si chiedono soldi e tanti per spese di mero decoro allora le cose cambiano. Mai abbiamo avallato questa scelta di politica impositiva e di gestione delle risorse - ha concluso Vanzetto - e continueremo a non avallarla. La maggioranza ha fatto le sue scelte non curante dei suggerimenti delle opposizioni ed ora se ne assuma anche la responsabilità di fronte ai cittadini”.

Interrogazione di “Civica insieme” Nello scorso mese di aprile Civica Insieme ha presentato un’interrogazione “sui temi e sulle modalità di pubblicazione del Notiziario ufficiale del Comune”; partendo dalla considerazione che “ai gruppi consiliari era stato chiesto di presentare gli articoli per l’ultimo numero del Notiziario Ufficiale del Comune entro il 14 febbraio u.s.”. Si chiede: “Per quale motivo il gruppo consiliare “Generazione per Crescere (Zamengo/Fragomeni) ha narrato nel numero 5 di marzo 2015 (uscito ad inizio aprile) fatti avvenuti in data 26 Febbraio u.s. Se la Giunta considera tali comportamenti rispettosi dei più elementari principi di “par condicio” e di correttezza politico-istituzionale, dato che alle spese di pubblicazione contribuisce l’intera cittadinanza”. L’amministrazione, nel Consiglio Comunale del 30 aprile scorso, ha risposto che la notizia fuori termine (consiglio straordinario su Via Desman del 26 febbraio) è stata inserita “per eccesso di zelo dalla redazione che, per motivi tecnici esterni all’Amministrazione comunale, ha ritardato la stampa del no-

tiziario in questione” Il capogruppo Giuseppe Rodighiero ha replicato che “Civica Insieme, fedele al motto del Presidente Einaudi “conoscere per deliberare”, ha sempre sostenuto, come lo avevano fatto le altre forze di centrosinistra nelle passate legislature, la nascita di un “Notiziario Comunale”. Notiziario Comunale “che doveva diventare uno strumento per un’ informazione libera e non di parte, utile ai lettori per conoscere e valutare l’operato dei loro rappresentanti istituzionali e per permettere loro di conoscere i provvedimenti approvati, le scadenze, segnalare problematiche, disservizi e malfunzionamenti della macchina comunale. Purtroppo in questi due anni questi obiettivi non sono stati raggiunti, perché il gruppo di maggioranza ha utilizzato questo strumento quasi esclusivamente per scopi propagandistici. Riteniamo che se la compagine di “Generazioni per Crescere” vuole accrescere il proprio consenso lo può certamente fare, ma non a spese della collettività, mettendo semplicemente le mani al proprio portafoglio”.

% 2013 di copertura realizzata

C


6

MES E di MAG GIO

Il capitello di via Luxore, dedicato alla Madonna del Rosario Le nostre borgate e le nostre strade e campagne erano ricche di Capitelli, volgarmente detti “Capitei”,, costruiti e conservati nei secoli dalla pietà popolare come ex voto per uno scampato pericolo, ma anche come luogo di aggregazione della comunità cristiana che presso di esso si riuniva in preghiera (specie per la recita del rosario). Era questa cosa talmente diffusa e radicata che si pensa potesse

arrivare da una arcaica usanza latina di costruire dei piccoli altari dedicati al “Lares compitales”, divinità deputate alla sorveglianza ed alla protezione dei confini dei campi ed alla tutela dei viandanti e dei contadini. Col declino della società agricola e con la frenetica e talvolta insensata corsa alla industrializzazione e alla modernizzazione delle infrastrutture molti di questi nostri “capitei” sono stati distrutti e

sono andati persi per sempre. Ed è per questo che fa ancora più notizia la costruzione di un nuovo Capiteo dedicato alla Beata Ver-

gine del Rosario a Santa Maria di Sala, in Via Luxore, dove passa la pista ciclabile che porta in Via Santa Lucia. La bella struttura, inaugurata con una S. Messa domenica primo maggio dal parroco di Santa Maria di Sala don Paolo Cecchetto, è stata donata alla comunità salese dai signori Fantinato Guido e Valentini Anna con Valentini Gianni. La bella statuina in marmo della Vergine è opera dello scultore Arrigoni di Pietrasanta, mentre hanno lavorato all’opera la ditta Marmi Bruseghin, l’impresa Codato Mauro e la ditta di impianti elettrici Marcato Danilo. Ringraziando i benefattori, don Paolo ha annunciato che da quel Capitello inizierà negli anni futuri la recita del santo rosario nel mese di maggio.

La devozione mariana nel mese di maggio Nel nostro territorio, durante il Mese di Maggio, particolarmente dedicato alla Madonna, c’è ancora la tradizione della recita del Rosario presso molte abitazioni o Capitelli. È una bella dimostrazione di fede e di dedizione alla Madonna che, a Sant’Angelo è stata molto partecipata. Quest’anno questo esercizio di fede, oltre che nei tradizionali punti, è potuto avvenire, quando il tempo lo ha consentito, anche presso il nuovo altare eretto nel campetto, sul retro della Chiesa. Sarà per il fatto di trovarsi a pregare nel campetto, realizzato con

grande impegno e fatica da un generoso gruppo di genitori del Gruppo Ricreativo, sarà perché effettivamente l’altare, con la sua significativa Croce e le sue dodici sedute in marmo, poste a semicerchio, favorisce l’intima partecipazione dei fedeli, tutto ciò ha fatto sì che la recita del Rosario, tra l’altro molto bene animato, ha attratto molti fedeli con un’intensa partecipazione di molti bambini. È stata una esperienza di fede partecipata ed un positivo uso di un nuovo spazio Parrocchiale. P.B.

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405


Dal 19 al 24 Giugno Caltana festeggia S. Luigi Gonzaga

7

Come e perchè è nata “C’era una volta”? 20 Maggio 2012: Terremoto in Emilia Romagna Si stava preparando a Caltana la festa di S. Luigi, che cascava esattamente un mese dopo, il 20 giugno, quando il terremoto ha colpito l’Emilia Romagna. L’accaduto ha colpito tutti e noi Giovani desideravamo fare qualcosa di concreto per i giovani di S. Felice Sul Panaro, paese colpito dal terremoto e da noi scelto perché ha in comune con Caltana il santo patrono, S. Biagio. Pensando ai bambini di quel paese e ai loro giochi che non c’erano più, e con l’aiuto di alcuni artigiani di Caltana, abbiamo creato diversi “giochi di una volta”. Durante la Festa di sei giorni abbiamo fatto giocare bambini, giovani e genitori con i giochi realizzati, allestendo un’area specifica di circa 300 metri quadrati … ed euro dopo euro abbiamo raccolto un bel gruzzolo, che negli stessi giorni è stato portato direttamente al parroco di S. Felice sul Panaro: si è creato così un gemellaggio che dura ancor oggi e alcuni ragazzi di quel paese ogni anno vengono a fare i campi scuola con noi.

Anno 2013, 16 Giugno Visto il risultato dell’anno precedente, si è pensato di allestire un’area un po’ più grande, arrivando a quasi mille metri quadrati, inserendo oltre ai giochi di una volta anche gli strumenti e le foto di allora, il tutto gentilmente prestatoci dai compaesani di Caltana e da alcune famiglie dei paesi limitrofi: in quel momento è nato “C’era una Volta”. L’obiettivo era, ed è, sostenere i Giovani nelle loro attività ricreative e sportive, ampliando e attrezzando le aree di incontro. Anno 2014, 15 Giugno: sempre più in alto. È stato un anno favoloso, l’entusiasmo alle stelle; tutti volevano darci foto, ricordi di lavoro, attrezzi vari e la cosa ci ha “costretto” ad ampliare ulteriormente l’area dedicata al “C’era una volta”, portandola a oltre 2000 metri quadrati. Il risultato è stato imprevedibile, grazie anche ai nostri “fantastici sponsor” che ci hanno aiutato e sostenuto nella fase iniziale di investimento delle nuove attrezzature necessarie.

Anno 2015, 21 Giugno Stiamo preparando grandi novità, mantenendo invariato lo spirito della festa. Vi aspettiamo numerosi, specialmente con i nonni e i bambini, per ricordare il passato e affrontare il futuro con più fiducia e serenità! Per i giovani ci sono incredibili novità (Birra - Spritz Hour - Musica Live) da vivere in allegria e in compagnia, in un contesto assolutamente nuovo e coinvolgente!! Per tutti abbiamo il nostro “incredibile” Stand Gastronomico dove degustare piatti favolosi elaborati

dai nostri fantastici cuochi. Concludendo: com’è stupenda la vita: da un piccolo gesto di solidarietà è nato un mondo di opportunità per tutti!!! I Giovani di Caltana

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Sede Amministrativa in Via Firenze 20 Santa Maria di Sala-VE Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0


8

Tra due ali di folla passa il Giro d’Italia

Una festa per tutti gli abitanti del comprensorio Salese, una marea di appassionati grandi e piccini, malgrado le condizioni atmosferiche non fossero delle migliori, si sono trovati lungo la frazione di Sant’Angelo, denominata la “Terra dei Campioni”, in memoria di Toni Bevilacqua e Mario Vallotto, e nel centro di S.Maria di Sala davanti al Comune, dove i corridori si sono battuti per il Traguardo Volante valido per l’intergiro. Il fascino della carovana del giro ha davvero contagiato i nostri concittadini, chi lungo le strade, chi all’asciutto davanti al piccolo schermo in attesa della diretta RAI, poco dopo le 15. Infatti le telecamere hanno immortalano S.Maria di Sala e lo scenario di Villa Farsetti dall’elicottero, come detto del paese dei campioni. Sul palco, allestito per ospitare gli sportivi e imprenditori, vicino alle tribune per i più piccoli, dove era posta la TV, si è riempita di

vecchie glorie delle due ruote e giovani corridori. Tocca allo speaker Martellozzo presentare i primi due ospiti di giornata: i fratelli Sabbadin di Caltana. Molto provato e commosso Alfredo, vincitore di tre tappe al giro, “sorretto” da Arturo, il campione Italiano del ‘61. A fare da coreografia il gruppo glorie del ciclismo del triveneto, guidate da Mario Beccia (vincitore di una Freccia Vallone) con Italo Bevilacqua, Flavio Miozzo, Mario Maino, Aurelio Cestaro, Adriano Filippi, e la famiglia Bevilacqua con i figli Franco, Lucio e la sig.ra Adriana. Mancava all’appello l’ex pistard e vincitore di due tappe al giro Attilio Benfatto di Caselle. Il primo riconoscimento spetta alla campionessa del mondo di ciclismo (la prima su strada) Alessandra Cappellotto, omaggiata con un’opera dell’artista Salese Luciana Zabarella intitolata “verso la libertà”, dal passato al presente. Ecco dunque l’atleta di Borgoricco Marco

Benfatto dell’Androni, il suo stop forzato alla partecipazione al giro, causato da un virus, era un augurio per il suo finale di stagione e la possibilità di vederlo tra i protagonisti al prossimo appuntamento Rosa. Una passerella veloce presentata

dal primo cittadino Nicola Fragomeni, accompagnato dalla giunta comunale, e Luigino Miele nella veste di assessore allo sport, verso i “colleghi” sindaci dei paesi limitrofi: per Mirano Maria Rosa Pavanello, Salzano Alessandro Quaresimin, Martellago Monica

LETTERA - Vi invio una foto di mia figlia con la maglietta gentilmente offerta dal Comune di Santa Maria di Sala in occasione del passaggio del Giro d’Italia. Ii bambini hanno vissuto una nuova esperienza, ho pensato di mandarvela nel caso in cui possa esservi utile. Giovanna

Gottardo Dino & C. CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (con marchio CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

snc

AUTOSCUOLA AGENZIA SALESE RECUPERO PUNTI

Patenti: AM-A1- A2- AB1-B-BE-C1-C1C- C- CED1-D1E-D-DE- SPECIALI CQC TRASPORTO MERCI E PERSONE

Email: autoscuola.salese@virgilio.it Via dei Larici, 2 - Tel e Fax. 041.487417 S. Maria di Sala (VE) SI EFFETTUANO: Passaggi di proprietà auto e moto - Immatricolazioni - Demolizioni auto - Duplicati e conversioni patenti - Collaudi gancio traino e GPL - Targhe ciclomotori - Certificati camerali e Tribunale - Visure P.R.A. - Duplicati carta di circolazione - Corsi per stranieri - Rinnovo patenti con medico in sede


Benfatto sul palco pronostica il podio

Servizio fotografico di Fortunato Benfatto Barbiero, Scorzè Giovanni Mestriner, Pianiga Massimo Calzavara, e il parroco Don Paolo Cecchetto. C’erano veramente tutti, così come gli Industriali, vera forza trainante del territorio: la SPEEDLINE rappresentata dal dott. De Angeli (700 dipendenti)

e l’FPT ind con Gabriele Piccolo (500 dip.), a seguire i rappresentanti delle varie aziende quali l’Aeromeccanica Veneta, l’Ago srl Abhika, la C.D.D.Italia, Bortolato sas, le Pelletterie Abl-Cima srl, la Vime srl, Bertan srl, la ED, la PM sas, Coi snc, OMV-, Pane Nostro,

Simionato F.lli, Bortolato Lino, Beato Edoardo, Dormiflex-, Linea Legno. A tutti loro un doveroso grazie e un applauso spontaneo non manca. Ma ora gli obiettivi sono puntati sulla carovana rosa : eccoli sfilare con lo stop lungo oltre 500 m e consegna ad ogni mezzo un cestino con prodotto locali. Ora manca davvero poco per il passaggio degli atleti, radio corsa annuncia un terzetto in fuga, subito Benfatto pronostica lo sprint del compagno di scuderia Frapporti, intanto qualche minuto prima, ad anticipare i protagonisti, si fermano le auto dei due direttori di corsa Mauro Vegni e Stefano Allocchio, anche loro omaggiati dal nostro primo cittadino e da Bruno Carraro, sempre in prima fila. Scende anche il nostro cittadino onorario Claudio Gregori autore del libro Labron. Subito di corsa in auto e via verso Jesolo dopo aver attraversato il comprensorio del Miranese in direzione Spinea e Mestre. Il tempo

Ci vorrebbe un Giro d’Italia ogni mese Dopo giorni di frenetico lavoro e trepidante attesa, finalmente grande festa a Santa Maria di

Sala per il passaggio del giro ciclistico d’Italia nella tappa Montecchio Maggiore - Jesolo. Il Giro è sempre un grande spettacolo popolare di suoni, musiche e colori prima ancora che un importante evento sportivo. A Santa Maria di Sala, terra di campioni come Toni Bevilacqua, Mario Vallotto e Attilio Benfatto, la corsa è ancora più seguita e sentita. E, malgrado la pioggia, il passaggio della corsa è stato salutato da un grande numero di appassionati che non hanno voluto perdersi la volata del traguardo volante voluto per ricordare proprio i nostri campioni, posto all’altezza del municipio. Un grande riconoscente ringra-

Elena Fiori

Addobbi per matrimoni Chiese - Ristoranti Consegna a domicilio fiori per ogni occasione VILLANOVA (PD)

Cell. 3293789463

Elena fiori

ziamento dobbiamo tutti al Cav. Bruno Carraro che ha portato la corsa sul nostro territorio. Al Cav. Carraro va anche la riconoscenza dei non appassionati di ciclismo perché grazie al passaggio del Giro sono stati finalmente puliti i marciapiedi, sfalciata l’erba e messo in ordine l’arredo urbano come non succedeva da tanto tempo, anche in quei quartieri che aspettavano dall’anno scorso. Evidentemente la corsa rosa è riuscita miracolosamente a generare risorse anche per il nostro comune che piange sempre miseria. Grazie Cav. Bruno Carraro! Ci vorrebbe un giro d’Italia ogni mese. Giovanni Vanzetto

9

delle ultime “chiacchierate” e alla domanda secca: chi vince la tappa? Marco Benfatto non sbaglia: Viviani-Modolo-Nizzolo, il podio è stato centrato. Mancava solo lui, il velocista nostrano e casalingo già a segno nelle stagioni precedenti con la maglia azzurra dell’Astana, la stessa di Nibali e Aru. Auguri al nostro campione: lo aspettiamo da protagonista di prossime vittorie. Una cosa non è sfuggita al folto pubblico: qualche centinaio di metri prima dello sprint, i colori biancazzurri della Salese Cycling, le bandiere dello storico marchio della Cicli Olympia, davano una pennellata di colore all’atmosfera ingrigita dalle nuvole cariche di acqua che si trattenevano al passaggio dei corridori. Dicevamo che la Salese Cycling è una società sportiva nuova, nata dalle ceneri dell’FPT ind. che all’attivo può contare su oltre 120 iscritti. Presidente di questo sodalizio è Gabriele Tomaello. Luciano Martellozzo


vince il Il campo da volo di “Ala Salese” Barizza Gran Prix d’Italia è base operativa di Protezione civile di Mountain Bike

10

Dopo valutazioni e sopralluoghi, il campo di volo di “Ala Salese” è stato scelto dalla Regione Veneto ed il reparto Volo della Protezione Civile come la 7ª base operativa della Protezione Civile regionale dopo le due di Rovigo, quella di Caprino, Verona, Padova e di Due Ville. L’area attrezzata, situata strategicamente fra le province di Padova, Rovigo e Venezia, sarà la base operativa di elicotteri, droni ed altri velivoli utilizzati per fronteggiare le emergenze gestite dalla Protezione Civile. Da questa base, infatti, i volontari potranno spostarsi più rapidamente ed a costi contenuti per operazioni di soccorso nella zona compresa fra le tre province. Questo accordo è un nuovo sfidante impegno per il sodalizio salese, ma anche un meritato riconoscimento per l’appassionato lavoro svolto dai numerosi soci fin dal 1991, anno di nascita dell’A.S.D. Ala Salese, che oggi conta ben 30 piloti e gestisce una

Gigi Barizza, alto 1,75 per meno di 60 kg, scalatore puro, libero professionista nella vita. Queste le credenziali del fortissimo atleta Gigi Barizza della Scavezzon Squadra Corse. Dopo il brutto infortunio (rottura della testa del femore) occorsogli lo scorso anno, l’atleta di Fiesso d’Artico (originario di Santa Maria di Sala) si è ripreso nel migliore dei modi. Già subito al rientro dopo la prima gara vittoria assoluta, chiudendo la stagione con cinque vittorie e numerosi podi. Ma è il 2015 dove l’atleta ha avuto un vero e proprio exploit, con la prestigiosa vittoria del Gran Prix d’Italia XCO MTB, il circuito più importante della Federazione Ciclistica Italiana che comprendeva le gare internazionali di cross country di Maser, Tremosine e Rivoli Veronese. Molta la soddisfazione da parte della squadra dei fratelli Scavezzon (dove Gigi è anche il Presidente), del preparatore atletico Paolo Santello, del medico Dr. Nicola Sponsiello, degli amici e dello staff che lo seguono numeroso a tutte le gare. Da un così bell’inizio, ci si possono aspettare solo risultati migliori.

apprezzata scuola di volo. Il campo di volo è costituito da una pista in erba di 400 metri ed hangar in grado di contenere ultraleggeri e deltaplani. Elia Rigo

Elia Rigo vince e convince

Domenica 24 maggio sul Crossomodro internazionale di Fara Vicentina s’è svolta la settima prova del Campionato Europeo di Motocross dove Elia Rigo si è cimentato sulla categoria della cilindrata 85 cc. Il giovane pilota salese, appena tredicenne, è già una concreta promessa. In sella alla sua KTM è stato il migliore degli italiani, ottenendo un ottimo 1° posto in gara 1 e un altrettanto ottimo 2° piazzamento in gara 2, conquistando meritatamente il 2° posto assoluto nella classifica della giornata dietro solo di un soffio al pilota svizzero Ronny Utzinger. Il giovane centauro, iscritto al Moto Club Green Cross salese, dopo il titolo di Campione Venedo di Minicross, è cresciuto molto tanto da essere inserito a pieno titolo nella Squadra Azzurra della sua categoria.

per sederti qui chiamaci allo

041 487356

Elia Rigo sul Podio a Fara Vicentina vincitore del titolo europeo cc. 85

Dietro al giovane pilota c’è l’appassionato impegno dei genitori Sergio e Loredana che lo supportano con dedizione in questa impegnativa disciplina sportiva. Complimenti e un bel bravo di inco-

raggiamento a Elia da parte di tutti i suoi grandi e piccoli fans che gli augurano una lunga serie di risultati ancor più ambiziosi e soddisfacenti a conferma del suo talento e di una appagante carriera.

Salone Triade Master head o Micr era cam ntrollo x co tuito gra capello del


A Sant’Angelo i Cori dei Piccoli e quello dei Giovani, diretti da Tiziana Bernardi, riscuotono continui consensi

11

Note festose dei giovani che amano il bel canto e animano le celebrazioni

A Sant’Angelo, le Messe, da sempre, sono animate dai canti. È una bella tradizione del Paese che si è potuta mantenere nel tempo, grazie all’esistenza di due Cori: quello dei Piccoli e quello dei Giovani. La passione e competenza della direttrice, Tiziana Bernardi, ha fatto sì che i cori quando hanno l’opportunità di esibirsi, anche fuori paese, riscuotono sempre grande apprezzamento. Grande è l’orgoglio e la soddisfazione della Comunità di Sant’Angelo e del parroco, Don Fabio, il quale ha ritenuto opportuno, in segno di gratitudine, di indicare domenica 24 Maggio 2015, quale giorno di festa dei Cori e delle Famiglie. La giornata di Festa ha visto anche dei momenti di socialità, come quello del pranzo, al quale hanno partecipato oltre ottanta persone, fra coristi e famigliari. P.B.

Lesina: Alla festa di S. Leopoldo Mandic per rinsaldare il legame con la Croazia L’Associazione Lesina, proseguendo negli ideali e nello spirito del Gemellaggio di Santa Maria di Sala con la Cittadina Croata di Hvar, sabato 9 Maggio 2015, era presente con il suo Presidente Paolo Bertoldo, il Responsabile Diplomatico Matteo Tudor, Primo Bertoldo della Direzione e altri Soci, alla tradizionale Festa del Patrono dei Croati, San Leopoldo Mandic, che si è svolta presso l’omonima Chiesa a Padova. La Festa, giunta ormai al suo 9° anno, era organizzata dalla Comunità dei Croati del Veneto. Un’Associazione composta da oltre 60 persone attive, come ci ha detto la neo presidente Dusanka Madunic, che rappresenta

alcune migliaia di Croati residenti in Veneto e che si incontra ogni due domeniche. Organizza pellegrinaggi, la Festa dei Popoli, in collaborazione con i Comboniani, alla quale partecipano Autorità del Comune di Padova. Sabato 9 Maggio è stata celebrata la S. Messa, in Croato, seguito dal pranzo. Durante i discorsi di rappresentanza é stato sottolineato il ruolo dell’Associazione Lesina quale instancabile promotrice di iniziative dirette al miglioramento dei rapporti Italo-Croati. In quel momento, l’Ambasciatore Croato presso la Santa Sede, Filip Vucak, presente alla Festa, si è rivolto presso

il nostro Rappresentante Diplomatico, Dott. Matteo Tudor, stringendogli la mano in segno di riconoscimento. Anche questo evento rappresenta il segno di un percorso dell’Associazione Lesina verso un inserimento sempre più significativo nei rapporti con la vicina Croazia. P.B.

AGENZIA DUCALE PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE ASSICURAZIONI - BOLLI AUTO Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.00-19.00 / sabato: 9.30 – 12.00 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 E-mail: info@agenziaducale.com - web. www.agenziaducale.com


12

Il ministro Alfano Zabarella: “Il mio, in casa Sabbadin il nostro filo rosso”

Il ministro degli Interni Angelino Alfano, per un tour elettorale, ha voluto far visita a Caltana, ad Adriano Sabbadin, il figlio del macellaio di Caltana Lino Sabbadin, ucciso il 16 febbraio del 1979 da un commando del gruppo “Proletari armati per il comunismo”. Per quell’omicidio venne condannato Cesare Battisti, al centro di un annoso braccio di ferro tra Italia e Brasile per ottenerne l’estradizione: “Lavoreremo per portare l’assassino Battisti in Italia e fargli scontare la pena fino all’ultimo giorno di carcere - ha dichiarato Alfano di fronte alla vedova e al figlio di Sabbadin - Voi siete condannati all’ergastolo del dolore. Dobbiamo farcela e ce la faremo.

Non molleremo la presa sull’estradizione di Battisti”. Una ferita, quella dell’omicidio di Lino Sabbadin, che non potrà mai rimarginarsi. Finché giustizia non sarà fatta. Questo hanno lasciato intuire più con gli sguardi che con le parole due onesti cittadini di provincia finiti in un incubo più grande di loro dagli anni Settanta in poi. Il messaggio dello Stato, impersonificato dal ministro Alfano, non poteva non arrivare forte anche su un secondo punto: la sicurezza. È stata una visita lampo e ci auguriamo che alle parole seguano i fatti per non lasciar morire anche le ultime speranze di giustizia. G.B.

Dal 9 al 30 maggio Villa Farsetti ha accolto una mostra antologica multidisciplinare dell’artista Luciana Zabarella dal significativo titolo “Il mio, il nostro filo rosso” che ha voluto ripercorrere le tappe più significative di quarant’anni di attività di un’artista poliedrica che ha saputo sperimentare tecniche e materiali diversi. Ne è uscito il “racconto di una donna che si è concessa la straordinaria libertà di camminare lungo la vita e l’arte percorrendo un’unica strada. E lo ha fatto non come semplice osservatrice ma, soprattutto, come creatrice”. Il percorso espositivo si snodava come un lungo filo rosso che costituisce la “memoria quale persistenza del ricordo. In un cammino solcato da impronte che non trascurano il valore affettivo ed emozionale di cui sono portatrici, si intuisce quanto quelle tracce siano state vissute, si possono vivere, e proprio per questo, diventino illuminanti” Con la mostra sono stati esposti anche i lavori dei ragazzi delle elementari che da gennaio scorso hanno partecipato al progetto multidisciplinare promosso con la scuola da un gruppo di artisti coordinati da Luciana Zabarella dal tema: “il

mio paesaggio”. Lavori esposti con le opere degli artisti che li hanno accompagnati in questo percorso. Attraverso il disegno, l’arte digitale, l’incisione calcografica e la legatoria i ragazzi hanno imparato ad osservare e rappresentare la realtà che li circonda e a sondare e “colorare” le proprie emozioni. Ne è uscito un ricco caleidoscopio di colori, immagini e suggestioni impensabile data la giovane età degli aspiranti artisti. Durante la mostra sono stati offerti dei laboratori gratuiti per i bambini dai 5 agli 11 anni: di “Grafica ed incisione” curato dall’artista Luciana Zabarella in cui da una matrice di carton cuoio ogni bambino ha potuto creare una sua opera d’arte attraverso l’antica tecnica del torchio e di “Libricino d’Arte” curato dall’insegnante Elisa Zardo; laboratorio di creatività divertente e stimolante per avvicinare i bambini al mondo del libro e della lettura.

MINIMOTO- Avvio entusiasmante per Yari Favero Il 23-24 maggio nel circuito internazionale d’Abruzzo a Ortona (Chieti) è andata in scena la prima tappa del campionato italiano velocità minimoto, mini gp e Ohvale. Yari Favero, dopo essersi classificato in terza posizione nelle quali-

fiche del sabato con due scivolate, la domenica nel warm up aveva il secondo tempo di categoria (ohvale gp-0 160) . Mentre al pomeriggio Favaro ha concluso la gara una in terza posizione e la due in seconda posi-

Macelleria GALLO PLINIO

Q u a l i tà con v e n i e nza e t rad i z ione

zione, quindi secondo posto finale di giornata. Dopo un’avvio entusiasmante speriamo di puntare anche alla vittoria nel prossimo appuntamento (6-7 giugno) nel circuito di Vallelunga (ROMA).

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

Concollato Luca Costruzioni e restauri

offe rte sp e c i al i o gn i mese

Impresa Edile

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

Via Gaffarello n. 46/ASant’Angelo di Santa Maria di Sala (VE) Cel. 3476032314


a cura di Mario Garippo

RUBRICHE

13 a cura dell’Architetto Paesaggista Elena Gardin

Cambio di direzione, I cornioli da fiore: più di 30 specie di corsia o svolta I conducenti che circolano sulla strada possono eseguire manovre per immettersi nel flusso della circolazione, per cambiare direzione o corsia, per invertire il senso di marcia, per fare retromarcia, per voltare a destra o a sinistra, per impegnare un’altra strada o per immettersi in un luogo non soggetto a pubblico passaggio, ovvero per fermarsi. Tali manovre possono presentare rischi e pericoli, per questo è obbligatorio: • assicurarsi di poter effettuare la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri utenti della strada, tenendo conto della posizione, distanza, direzione di essi; • segnalare in anticipo la manovra facendo uso degli indicatori luminosi di direzione. Le segnalazioni devono continuare per tutta la durata della manovra e devono cessare quando sia stata completata. Qualora tali dispositivi manchino, il conducente deve effettuare le segnalazioni a mano, alzando verticalmente il braccio per fermarsi o sporgendo lateralmente il braccio destro o quello sinistro per svoltare. E’ vietato usare impropriamente le segnalazioni di cambiamento di direzione. Prima di effettuare il cambio di corsia il conducente si deve accertare che la striscia che divide le corsie sia tratteggiata. Deve inoltre accertarsi: • che sulla corsia che intende occupare non stiano arrivando altri veicoli, e che quindi sia libera per un tratto sufficiente sia davanti che dietro (in tal caso utilizzando gli appositi retrovisori); • che il veicolo che la precede non abbia iniziato o segnalato

l’inizio della stessa manovra. Tali precauzioni valgono anche per chi intende cambiare corsia per effettuare un sorpasso. ROTATORIA

In un incrocio regolato con circolazione rotatoria, prima di immettersi il conducente deve moderare la velocità ed usare la massima prudenza, controllando nel contempo il comportamento degli altri utenti. In presenza del segnale Rotatoria o Passaggio obbligatorio, il conducente deve girare intorno all’isola spartitraffico. La circolazione può essere disciplinata in modo che i veicoli che in entrata diano la precedenza a quelli già circolanti nell’anello. Ciò avviene se il segnale Rotatoria è accompagnato dal segnale Dare precedenza, infatti, prima di immettersi in essa, il conducente deve dare la precedenza ai veicoli provenienti da sinistra che circolano nella rotatoria. La mancanza di veicoli nella rotatoria, e questo avviene in quelle molto piccole, vale la regola generale, dove a parità di diritti, si da precedenza a destra. Se occorre arrestarsi, ciò deve avvenire in corrispondenza della striscia trasversale formata da una serie di triangoli bianchi. Per svoltare a sinistra in carreggiate a doppio senso, anche per immettersi in luogo non soggetto a pubblico passaggio, il conducente deve preincolonnarsi nelle corsie che consentono di proseguire nella direzione scelta. Su carreggiata a senso unico occorre tenersi il più vicino possibile al margine sinistro della carreggiata.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

I cornioli da fiore: il Cornus kousa. I cornioli appartengono a un genere di più di 30 specie, costituito per lo più da arbusti o alberi di piccola taglia, originari delle zone temperate dell’Eurasia e dell’America settentrionale; alcuni sono molto comuni nelle nostre zone, come il Cornus sanguinea, i cui rami venivano spesso usati per fabbricare le scope, o il Cornus mas. Si caratterizzano per le splendide fioriture o i fusti colorati, particolarità che ha permesso loro di entrare a pieno titolo tra le specie ornamentali. Tra i cornioli da fiore più belli, troviamo il Cornus kousa, una specie originaria di Cina, Giappone e Corea e introdotta negli USA nel 1875 ma che è diventata popolare solo negli ultimi anni. Le sue dimensioni ed i suoi fiori sono comparabili con quelli di C.florida: entrambe le specie raggiungono l’altezza di 6/9 metri, hanno la stessa ampiezza e producono piccoli fiori circondati da quattro brattee vistose che spesso vengono scambiate per i petali. Le brattee del C. kousa sono appuntite ed appaiono dopo il fogliame;

di colore verde all’inizio, diventano bianche durante lo sviluppo per assumere poi delicati toni rosati. In autunno, le foglie verdi scuro virano al rosso cremisi e appaiono i piccoli frutti simili a fragole. Altra caratteristica di questo Cornus da fiore è la corteccia che ricorda quella del platano e si sfoglia con l’età. Tra le varietà più conosciuta spicca la chinensis, che fiorisce in questo periodo e, se non usata come elemento singolo, può essere accompagnata da una bordura di mughetti, Hosta o felci da sottobosco. Il fogliame autunnale rosa, rosso o porpora di C. kousa è assai notevole ed è specifico delle cultivar, alcune delle quali sono state selezionate proprio per i loro bellissimi colori autunnali, come il C. kousa ‘China Girl’, dalle brattee e frutti molto grandi e dai bei colori autunnali; la varietà ‘Dwarf Pink’, di origine giapponese, presenta invece brattee strette, rosa chiaro; il C. kousa ‘Milky Way’ dal portamento aperto e una corteccia visibilmente sfogliante.

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista www.autorombo.com


Rubriche

14

TURCHESE: se vai di corsa Da qualche tempo ho ripreso a correre. E questa non è una notizia interessante. Ad ogni modo corro per le strade del mio comune e guardo il paesaggio che mi circonda in modo diverso. Antico se vogliamo, come quando ancora si girava per le strade a piedi o in bicicletta. Ecco che noto i casolari, i ruderi e i vigneti; le stalle con gli animali e gli odori delle fattorie. Sento i rumori dei campi e del lavoro negli orti. Gli alberi lungo i fossi mi scorrono accanto e mi accorgo di fiori che prima nemmeno osservavo. Un senso di pace mi accoglie. E sorrido. Perché oggi tutti corrono in modo frenetico: in macchina, con gli scooter, con la moto. Magari solo per fare un chilometro o due, o anche a meno. La gente corre per andare al lavoro e per tornare a casa. Corre a fare la spesa e per

spostarsi nei centri commerciali. Per andare in palestra, magari proprio per “correre” sopra un tappeto rotante... E questa, almeno per me, è la vera notizia. Perché andando per le strade del nostro graticolato romano, a piedi o in bicicletta, si potrebbe riprendere il contatto con la natura, con la storia del proprio paese, con la vita. Ci si porrebbero domande per le quali non si hanno ancora risposte, ma almeno, una volta tanto, si avrebbe il tempo per pensare. Proprio com’è successo a me stamattina. Ho inforcato via Aquileia e mi sono trovato davanti al nuovo maneggio, dove forse presto vedrò cavalli al trotto e qualche aspirante amazzone. E con queste riflessioni mi è tornata in mente una pietra che da sempre affascina esperti e non: la turchese.

Libera associazione per i rapporti italo - croati

Via Giovanni XXIII, 11 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel 3398192638 www.associazionelesina.org mail: info@associazione lesina.org

Considerata come un pezzetto di cielo regalato agli uomini dalle divinità, Aztechi, Incas e Persiani le attribuivano il potere di far comunicare con le forze celesti. I tibetani ancora oggi credono che la turchese rappresenti l’azzurro divino e la usano per farne oggetti di culto da utilizzare durante le cerimonie religiose. Secondo le leggende degli Indiani d’America essa conteneva lo spirito di tutti gli animali, mentre in occidente veniva utilizzata per creare degli ornamenti per abbellire i cavalli e, usandone i poteri benefici, per prevenire le cadute. In Egitto invece era considerata il simbolo dell’aldilà. Iside, una delle dee egiziane più rispettate dagli

a cura di Luca Novello

antichi Egizi, era anche chiamata con il nome di “Signora del turchese”. In grado di tenere lontane le negatività ed aumentare le capacità comunicative è la pietra dell’Acquario, ma soprattutto è la pietra dei coraggiosi e di chi è alla ricerca di un po’ di fortuna. Ma quante altre cose ci sarebbero da dire ancora… Senza annoiarvi mi fermo qui, poso la penna e indosso le mie scarpe da corsa. E chissà che tra le vie del mio piccolo paese non scopra una fortuna inaspettata. E se così non fosse, qualcosa di sicuro troverò: un sole giallo e un cielo azzurro, testimoni di una campagna in fiore che annuncia l’arrivo dell’estate.


years Il 28 Aprile 2015 é nata Chloe Lazzarini per la felicità di mamma Hellen, di papà Emanuele, dei nonni, degli zii, delle cuginette e degli amici.

anni versari

Il giorno 26 maggio Niero Sergio ha festeggiato il suo 90° compleanno. Ancora tantissimi auguri dalla moglie Regina, dai figli Dario e Rosmary, dalla nuora, dal genero e dai nipoti Andrea, Irene e Valentina.

Il 3 giugno ha festeggiato il 1° compleanno Giacomo Celeghin. Auguri dalla mamma Sara e dal papà Alberto, dai nonni Alda e Renzo e dagli zii Nicola e Alessandra.

Il 21 maggio Giulia Carraro ha compiuto 8 anni. Tantissimi auguri dalla mamma Giovanna, dal papà Fabio e dai nonni Margherita, Armando, Lucia e Gianni.

Il 10 Aprile Rocchi Bianca ved. Peron ha festeggiato i suoi 92 anni. Un augurio speciale dalla tua famiglia per tutto quello che hai fatto in questi anni, un grazie per i valori che ci hai trasmesso.

Tantissimi auguri di buon compleanno alla nostra amata nipotina Aurora Simionato che il 23 giugno spegnerà 2 candeline. Con tanto amore nonna Fiorenza e Zio Manuel.

Venerdì 1 Maggio hanno festeggiato le nozze d’oro Edoardo Vecchiato e Carla Zagagnin, attorniati dai figli Claudio, Andrea e parenti.

Il 23 giugno Graziano Cazzin e Romana Bortolato festeggiano le nozze d’argento. Auguri dai figli Sebastiano e Carlotta, parenti e amici.

Nozze d’oro per Emilio e Graziella Sabato 5 Maggio 2015 a Sant’Angelo, Graziella Guidolin ed Emilio Mamprin hanno festeggiato le nozze d’oro. Graziella ed Emilio hanno voluto ricordare questa importante ricorrenza della loro unione in modo semplice ma significativo. Con i famigliari più stretti hanno partecipato alla Santa Messa delle 10,30 nella Chiesa di Sant’Angelo e hanno, poi, proseguito la giornata presso un ristorante, in un’at-

mosfera di vera festa, genuina e semplice come è loro abitudine. Graziella ed Emilio, infatti, sono persone “di una volta” reali e semplici ma con dentro il cuore, molto vivi e forti, i più sani principi di vita, che hanno saputo trasmettere ai tre figli, facendone una famiglia esemplare. Tanti sono i motivi per ricordare la vita di Graziella ed Emilio. Pensiamo soltanto alla loro generosa disponibilità nei riguardi

della Comunità di Sant’Angelo, attraverso il loro impegno in Parrocchia, vuoi con le settimanali pulizie alla Chiesa, vuoi con il portare le Buste delle offerte per il Paese. Gli amici di Gente Salese si congratulano con Graziella ed Emilio per il traguardo di vita raggiunto e augurano ancora tanti anni e tante ricorrenze assieme. Con affetto. Primo Bertoldo

15

Il 21 Maggio ha compiuto quaranta anni Leonardo Beato. Tanti auguri dai tuoi amici!

Se hai più di 18 anni diventa anche tu donatore. Puoi salvare una vita! PENSACI!

Il 27 aprile 2015 Ivone Bortolato e Maria Carraro hanno festeggiato il loro 60° anniversario di matrimonio. Congratulazioni dai figli, nuore, nipoti, pronipoti, parenti e amici..


16

Tra il Sant’Angelo e la Pallavolo Piovese i ragazzi di Volpato s’aggiudicano la Coppa

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto PRESIDENTE Giovanni Vanzetto ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

I ragazzi della prima divisione maschile del G.S. S.Angelo hanno conquistato la prestigiosa Coppa Padova di pallavolo 2014/2015, trofeo organizzato dalla Fipav e riservato alle squadre iscritte ai campionati di Terza, Seconda e Prima Divisione. La provincia di Padova, terza per numero di tesserati a livello nazionale, offre un campionato provinciale di grande livello. La manifestazione ha avuto il suo culmine nella finale di domenica 8 marzo alla palestra Romero a Limena dove i ragazzi del Coach Volpato hanno affrontato l’ostica formazione della Pallavolo Piovese attualmente prima in classifica. Pubblico delle grandi occasioni e tifo sfrenato hanno dato vita ad una partita intensa, giocata sempre

punto punto con rapidi capovolgimenti di fronte, dove la differenza l’ha fatta la maggiore “fame” del S.Angelo. Il presidente Tiso Basilio alla fine della gara ha affermato con orgoglio: “Il fatto che tutto questo sia avvenuto proprio nella stagione del 25° anniversario della società, non fa che rendere il tutto ancora più emozionante. Vedere il nostro capitano Patrik Mistro, che riceve dalle mani del Presidente del Comitato FIPAV di Padova, Fabio Nardo, il trofeo è stata una grandissima soddisfazione, considerando l’impegno ed il lavoro profusi sinora da tutti (ragazzi, allenatori e dirigenti) per mantenere viva e raggiungibile la possibilità di perseguire traguardi importanti, e questo lascia ben sperare

Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

anche per il prosieguo del campionato”. Il G.S.S.Angelo da 25 anni cerca di trasmettere la passione per la Pallavolo e il Beach Volley nel territorio, punta alla crescita del settore giovanile maschile e femminile coprendo quasi tutte le categorie federali. Nella foto la rosa del Gs Sant’Angelo: Patrik Mistro, Andrea Casari, Nicola Pinaffo, Samuele Niero, Mattia Zanin, Davide Dudine, Filippo Bortolotto, Luca Dengo, Riccardo Fasolato, Manuel Vanzetto, Nicolò Fedele, Fabrizio Callegari, Mattia Carraro, Cristian Vedoato, Riccardo Fracalanza. Allenatore Mirko Volpato, vice Giampaolo Ferro; dirigente Fabio Bosello.

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Mestre (Ve) giovedì: Noale (Ve) venerdì: Martellago (Ve) - Mestre (Ve) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) SERVIZIO PRO LOCO E COMUNITA’ INFO@LANTICAFATTORIA.NET INFO: LUCA 3356327747 – OLINDA 3356327748

L’ANTICA FATTORIA SNC

DIVENTA NOSTRO AMICO: CLICCA MI PIACE!

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

la TUA sicurezza è la nostra rotta!!! Via Caltana 67 Caltana di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/5730635 assipiu@gmail.com

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

ORARI: Lunedì: 15.30 -19.30 Da martedì a venerdì: 9.30-12.30 e 15.30 -19.30 Sabato: 9.30-13.00 e 15.30 -20.00 Domenica (fino al 31 dicembre 2014): 10.00 - 13.00 e 15.30 -19.30

GS maggio 2015  
GS maggio 2015  
Advertisement