Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 1 - ANNO XXX - GENNAIO 2013

GENTE SALESE

a t i v

valore non negoziabile

7

VETERNIGO:

la farmacia è realtà

8

MUSICA

applausi al concerto di capodanno

11

CAMPIONATO

nazionale di tiro con ’ l arco in Villa


intro. 2

A fine dicembre il parlamento italiano ha approvato la legge “per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio a sensi dell’art. 81, sesto comma, della Costituzione”, comunemente detta Fiscal Compact. Il provvedimento è stato deliberato senza un approfondito dibattito che avrebbe, invece, richiesto una decisione di fondamentale importanza per la vita degli italiani. Il patto per la disciplina di bilancio è stato recentemente ratificato anche dalla Finlandia, portando così a 12 il numero minimo di paesi dell’Eurozona richiesto per farlo partire. I prossimi governi dovranno, quindi, mantenere, come imposto dall’Unione Europea, l’indebitamento netto strutturale in pareggio; inoltre dovranno avviare una drastica riduzione dell’indebitamento per riportarlo in vent’anni al 60% del PIL (oggi siamo oltre il 120%). Poiché il nostro debito supera i 2.000 miliardi di Euro dal 2013, alle normali manovre di riduzione del deficit di bilancio, dovremo anche aggiungere la somma impressionante di ulteriori 4550 miliardi all’anno per il rientro del debito. Somma da reperire con salassi sulla ricchezza pubblica e privata italiana. E questo non per un anno, ma per i prossimi 20 anni se si vorrà dimezzare il rapporto tra il debito ed il Pil. Una sfida epica ma non impossibile se l’economia comincia a crescere. I problemi saranno, invece, molto seri se non si dovesse crescere perché i governi sarebbero costretti dal Fiscal Compact ad adottare pesanti manovre finanziarie per assestare i conti. Imperativo appare, quindi, rilanciare efficacemente l’economia. Purtroppo non si potrà più pensare di promuovere e sostenere la crescita facendo leva sulla spesa pubblica come succedeva in passato perché anche la spesa è stata contingentata dalla legge approvata dal Senato. La spesa reale, al netto di alcune correzioni, non potrà, infatti, crescere più del Pil potenziale medio. (un modo per dire che la spesa non potrà crescere). Il provvedimento, ovviamente, ha suscitato subito delle polemiche. Per alcuni giuristi, tra cui Giuseppe Guarino ex ministro delle finanze, il Fiscal Compact sarebbe addirittura invalido dato che contrasta con una norma di rango superiore, contenuta nel Trattato di • • • • • • • •

Lisbona, che è il trattato fondamentale su cui si basa l’Unione Europea. L’economista Paolo Savona rileva come dopo vent’anni di sperimentazione della logica della stabilità come presupposto della crescita e l’insistenza con cui si invocano le riforme, che si traducono in maggiori tasse e minore protezione sociale, appare evidente che gli obiettivi sono stati disattesi e che l’Europa necessita di un nuovo più serio accordo. Gli economisti di scuola keynesiana sostengono che inserire nella costituzione il vincolo di pareggio del bilancio rappresenta una scelta politica estremamente improvvida perché aggiungere ulteriori restrizioni, quali un tetto rigido della spesa pubblica, in un periodo di recessione non fa che peggiorare le cose. Nell’attuale congiuntura economica tentare di riportare il bilancio in pareggio troppo rapidamente può essere pericoloso. I grossi tagli di spesa e gli incrementi della pressione fiscale necessari per raggiungere questo scopo, infatti, ostacolano una ripresa economica già di per sé problematica. Comunque la si pensi il nostro legame con l’Europa si è rinsaldato. Qualcuno dice “a torto” perché ci saremmo così gravemente obbligati per compiacere la Germania. Qualcun altro dice “a ragione” perché questa era e rimane l’unica strada possibile per superare il disastro che ci stava per travolgere. Ci sono buone ragioni nell’una e nell’altra tesi, ma resta il fatto che i nostri politici hanno accettato gli obblighi europei scommettendo sulla nostra capacità di rispettarli ed ora devono onorare gli impegni. Vista la situazione della nostra economia e i sacrifici richiesti sarebbe stata, forse, più opportuna una maggiore meditazione ed un dibattito più approfondito anche perché non ci sono precedenti nella storia recente di una simile austerità prolungata negli anni. E conoscendo l’Italia e gli italiani è facile prevedere cedimenti a tentazioni di spesa pre-elettorale o col cambio di maggioranze. Io, quindi, non scommetterei su un simile percorso di rigore e se si decidesse di sgarrare, come piacerebbe a molti, nessuno sa quali rischiosi scenari si aprirebbero. Giovanni Vanzetto

COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI TRASPORTO IN CONTO TERZI TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 - 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 - Email. bolzonella.group@tiscalinet.it www.bolzonellagroup.com

RIPARTIAMO.

Eccoci con la prima uscita del 2013. Grazie al sostegno dei nostri affezionati inserzionisti e all’aiuto disinteressato dei molti collaboratori, anche quest’anno, nonostante la persistente crisi economica che rende tutto più pesante e difficile, Gente Salese arriverà mensilmente nelle vostre case. Questo che inizia è il trentesimo anno di pubblicazione del nostro giornale, il che rappresenta un piccolo record per questo genere di pubblicazioni. Longevità raggiunta grazie all’impegno di tanti che in questi anni ci hanno aiutato e sostenuto e soprattutto grazie ai tanti lettori che ci apprezzano e ci sostengono e anche a quelli che ci “disprezzano” e ci avversano. Le critiche, anche quelle più maligne e subdole, ci hanno stimolato a fare meglio ed incoraggiato a perseverare nella nostra azione quanto e forse ancor di più dei consensi ricevuti. Continuate, quindi, a seguirci con l’interesse e la simpatia che in molti ci avete dimostrato e noi faremo del nostro meglio per veicolare quelle grandi e piccole informazioni locali che possano favorire l’integrazione delle sei frazioni che costituiscono il nostro comune. Ricordiamo che ci potete seguire anche sul sito internet www.gentesalese.com e comunicare con noi all’indirizzo e mail: redazione@ gentesalese.com Dal Lago Liliana e la Redazione di Gente Salese


L’impegno del Gruppo Festa per gli anziani con consiliare “Lista Salese” balli e musiche popolari “Per cinque anni abbiamo coscienziosamente amministrato il Comune riportando in equilibrio il bilancio, disinnescando la mina vagante dello SWAP e riducendo del 30% l’insostenibile debito accumulato in gran parte proprio da chi ora ci sta amministrando. Cinque anni in cui, nonostante la difficile congiuntura economica, abbiamo saputo fare investimenti per oltre 10 milioni di euro, riducendo il debito e portando il nostro Comune da sanzionato per un duplice sforamento (2006/7) del Patto di Stabilità a Comune virtuoso. Virtuosità che ha portato in premio un trasferimento statale extra che ha consentito a fine 2012 di estinguere anticipatamente circa 700 mila euro di mutui riducendo così il pesante onere della rata che pesa sul bilancio corrente e liberando risorse per la spesa corrente. Con lo stesso impegno civico ora esercitiamo il nostro ruolo di opposizione ad una maggioranza che forte dei numeri in Consiglio Comunale (non certo di consensi elettorali) si lascia talvolta prendere da atteggiamenti di sufficienza. La nostra opposizione è stata e sarà, tuttavia, serena ed attenta sia per quanto riguarda la funzione di controllo che quella di proposta e stimolo. Nel primo versante abbiamo già denunciato al Consiglio Comunale un conflitto di interesse in occasione dell’assegnazione di un contributo per l’organizzazione del concerto di Benedetta Caretta e l’inopportuna l’assegnazione di un incarico professionale ad uno studio di ingegneria che dichiara rapporti di collaborazione con alcuni consiglieri della maggioranza. Abbiamo denunciato forte e chiaro il dispregio delle istituzioni e l’arroganza della giunta e della sua maggioranza quando chiamati (tutti i cittadini) a decidere in tema di riordino delle provincie si è arrogata la facoltà di decide-

re scrivendo già il 14 settembre ai cittadini di avere aderito al progetto di Città Metropolitana mentre il Consiglio Comunale (unico competente in materia) era stato convocato per deliberare sull’argomento solo il 26 settembre. Che lo si è convocato a fare? A ratificare una decisione del sindaco e della giunta? Sul versante della proposta abbiamo chiesto (inutilmente) l’abolizione/riduzione dell’IMU sulla prima casa visto che sia il gettito dell’imposta accertato che i dati consuntivi del bilancio 2012 l’avrebbero consentito. Abbiamo chiesto che venisse portata in Consiglio, e finalmente deliberata, la conclusione dell’iter di adozione della seconda fase del Piano degli Interventi e specificatamente sul recupero dei fabbricati rurali non più funzionali alla conduzione del fondo e l’ individuazione delle attività produttive insistenti in zona impropria. Abbiamo sollecitato (invano) l’amministrazione a pronunciarsi in modo chiaro sulle sue intenzioni in merito al proseguimento dei progetti relativi alle aree di sviluppo prioritario di Via Caltana a Caltana e di Via Gaffarello a S.Maria di Sala. Abbiamo sollecitato l’ampliamento dei locali del Centro Prelievi la cui progettazione ed iter burocratico erano già stati portati a termine dalla nostra amministrazione (attendiamo risposta). A otto mesi dall’insediamento della nuova amministrazione dobbiamo, purtroppo, constatare che ben poco è stato fatto a parte smaccate azioni di consolidamento del proprio bacino di consenso. Invitiamo, dunque, i cittadini che avessero proposte da avanzare o istanze da sostenere di contattare il nostro Gruppo che certamente non si sottrarrà al suo impegno civico facendosi carico delle esigenze e portavoce della cittadinanza. Per contattarci scrivere a: listasalese@gmail.com

Domenica 13 gennaio si è svolta la tradizionale festa degli anziani di S. Maria di Sala presso il teatro di Villa Farsetti. È la prima festa dell’anziano organizzata dall’assessorato ai Servizi Sociali della nuova amministrazione. Quest’anno è stato deciso di farla “in casa” riscontrando grande consenso tra i partecipanti e per tutta l’amministrazione è stato un vero piacere servire il pranzo agli invitati e pranzare assieme a loro condividendo questo semplice e sincero momento di incontro e conoscenza. È stato deciso di fare la festa all’inizio dell’anno per chiudere assieme il periodo delle festività natalizie e l’anno 2012 – anno europeo dell’invecchiamento attivo. La festa è proseguita fino a sera intrattenuti dalla compagnia “La Manfrina”, gruppo folkloristico di

Venezia di balli e musiche di antiche tradizioni popolari che ha allietato e coinvolto anche gli invitati sul palco per ballare le caratteristiche danze. Infine l’assessore ai Servizi Sociali ha fatto dono a tutti gli invitati di un cuore bianco in gesso-ceramico.

Rinnovato l’U.G.S.s.e. Prima di dicembre si sono svolte le elezioni per il rinnovo del direttivo dell’ U.G.S.s.e. per il prossimo triennio 2013/2015. Sono stati riconfermati Presidente Renzo Paganin e vice Presidente Maurizio Bolzonella. Tesoriere è stato eletto Manuel De Marchi, segretario Dorino Rigo. Sono stati eletti consiglieri: Andrea Casari, Mara Caccin,  Renzo Sartore, Dario Ziliotto come coordinatore. Revisori dei Conti sono stati nominati:  Pierino Mamprin, Paolo Vettorello e Adriano Minto.   Nella riunione dell’Assemblea delle società sportive del Salese presenti, hanno accolto anche la nuova A.S.D. Olimpia Veternigo aggiungendosi alle altre 18 Società. Su  proposta dell’Assessore allo Sport Luigino Miele, l’UGS.s.e. ha accettato di organizzare “ La Festa dello Sport”  prevista  per l’8-9 e 15-16 Giugno. Inoltre è stata de-

finita la data per Festa dell’OPEN SPORT per il 21 di Settembre. Ora tutti i Gruppi  Sportivi dell’ U.G.S.s.e.  sono impegnati  per il 35° Concorso Ippico Nazionale   S.O.A. 4* che si terrà in VILLA FARSETTI  nei giorni 3-4-5 Maggio 2013.

di Balleello S. & C.

PAGOTTO di Pagotto Sandro & Co. snc

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

3

· Prodotti per animali d’affezione e da cortile · Specialità per giardinaggio e agricoltura · Vendita, noleggio e assistenza macchine per il giardinaggio · Affilatura catene, dischi e nastri · Duplicazione chiavi e Radiocomandi 30030 CALTANA (VE) - Via Gorgo, 53/A - Tel. 041.5731651 Fax 041.5739845 E-mail: agrariaalmolino@libero.it


Come ogni anno in occasione delle giornate dedicate alla “Memoria della Shoah ”, al “Ricordo della tragedia delle Foibe, dell’Esodo giuliano, istriano” ed alla “Promozione della Vita” vogliamo riservare un ampio spazio a queste “giornate” di sensibilizzazione su tre temi che si riconducono in sostanza ad uno essenziale: meditare sul rispetto per la sacralità della vita, il suo valore non negoziabile e da salvaguardare sempre come la dignità di ogni essere umano.

Per non dimenticare

4

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan

IL GIORNO DEL RICORDO

GIORNATA DELLA MEMORIA Il 27 gennaio 1945 le truppe della Armata Rossa nella loro offensiva verso Berlino abbattevano i cancelli di Auschwitz svelando così al mondo intero l’orrenda realtà dei campi di sterminio e dell’olocausto. Questa è stata, poi, la data simbolica scelta per ricordare la Shoah. Ed ogni anno, dal 2000, data di istituzione del “Giorno della Memoria”, anche in Italia, oltre che in molti altri paesi europei, si celebra questa data per non dimenticare gli orrori dell’olocausto e conservare memoria di questo tragico ed oscuro periodo della storia. Assieme alla barbarie di quei giorni questo è anche il giorno della memoria dell’eroismo di quanti si prodigarono, mettendo a rischio la propria vita, per salvare molte vite umane. E perché non rimanga pura celebrazione questa ricorrenza ci deve fare meditare sul valore, ancora oggi indispensabile, della solidarietà umana e sulle conseguenze terribili a cui può, viceversa, portare l’odio razziale. Razzismo, purtroppo, ancora presente anche nella nostra società che non sa integrare ed accettare l’altro, il diverso e che, tuttavia, perde contemporaneamente la propria identità, l’aggancio con le proprie radici culturali e storiche.

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia

Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

Il “Giorno del ricordo”, istituito con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, si celebra il 10 febbraio per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del nostro confine orientale. Per molti anni, per una cinica “ragion di stato” che ha promosso uno vergognoso tentativo di rimozione storica non si è parlato dei misfatti avvenuti dal 1943 al 1945 nelle zone al confine con la ex Jugoslavia dove i partigiani vicini a Tito, si sono macchiati di crimini efferati a carico di persone colpevoli, per lo più, di essere italiane. Il processo di revisione storica e di recupero della verità ha preso vigore nel 1994 con l’avvio dei governi Berlusconi. Oggi sul piano storico resta una memoria che non si è ancora riusciti a trasmettere alle giovani generazioni che poco o nulla sanno delle vicende che stiamo raccontando perché ancora poco o nulla è scritto nei loro libri di testo. Ma annullare la memoria del passato significa non comprendere il presente perché ciò che è accaduto nei campi di sterminio nazisti, e ciò che è accaduto al confine orientale d’Italia è un crimine contro la vita e l’umanità che continua a ripetersi in altre occasioni e in altre parti del mondo in guerre dichiarate e non. Torture, stragi, omicidi di oppositori e di minoranze sono avvenuti ed avvengono anche in terre vicine alla pacificata Europa. Non dimenticare resta, quindi, un prioritario imperativo culturale e civile soprattutto per le giovani generazioni.

Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


5

“La vita vince la crisi” Il 3 febbraio si è celebrata la 35° Giornata nazionale per la vita e come al solito il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana ha individuato un tema da portare all’attenzione degli italiani credenti e non. Quest’anno il titolo è: «Generare la vita vince la crisi» testo di cui riportiamo di seguito un’ampia sintesi. L’attuale gravissima crisi economica sta diffondendo sempre più un forte senso di incertezza di sfiducia e di mancanza di speranza. E, dicono i vescovi “Non ne è forse segno la grave difficoltà nel “fare famiglia”, a causa di condizioni di precarietà che influenzano la visione della vita e i rapporti interpersonali, suscitano inquietudine e portano a rimandare le scelte definitive e, quindi, la trasmissione della vita all’interno della coppia coniugale e della famiglia? La crisi del lavoro aggrava così la crisi della natalità e accresce il preoccupante squilibrio demografico che sta toccando il nostro Paese: il progressivo invecchiamento della popolazione priva la società dell’insostituibile patrimonio che i figli rappresentano, crea difficoltà

relative al mantenimento di attività lavorative e imprenditoriali importanti per il territorio e paralizza il sorgere di nuove iniziative. A fronte di questa difficile situazione, avvertiamo che non è né giusto né sufficiente richiedere ulteriori sacrifici alle famiglie che, al contrario, necessitano di politiche di sostegno, anche nella direzione di un deciso alleggerimento fiscale. Abbiamo bisogno di riconfermare il valore fondamentale della vita, di riscoprire e tutelare le primarie relazioni tra le persone, in partico-

lare quelle familiari, che hanno nella dinamica del dono il loro carattere peculiare e insostituibile per la crescita della persona e lo sviluppo della società. Quest’esperienza è alla radice della vita e porta a “essere prossimo”, a vivere la gratuità, a far festa insieme, educandosi a offrire qualcosa di noi stessi. Troviamo traccia di tale amore vivificante sia nel contesto quotidiano che nelle situazioni straordinarie di bisogno, come è accaduto anche in occasione del terremoto che ha colpito le regioni del Nord Italia. Accanto al dispiegamento di sostegni e soccorsi, ha riscosso stupore e gratitudine la grande generosità e il cuore degli italiani che hanno saputo farsi vicini a chi soffriva. In questa, come in tante altre circostanze, si riconferma il valore della persona e della vita umana, intangibile fin dal concepimento; il primato della persona, infatti, non è stato avvilito dalla crisi e dalla stretta economica. Al contrario, la fattiva solidarietà manifestata da tanti volontari ha mostrato una forza inimmaginabile.”

La testimonianza: “L’importante è essere amati” Il Movimento per la Vita di Robegano, Salzano e Mirano, da 13 anni, organizza, ogni primo venerdì del mese, una veglia di preghiere nel Santuario della Madonna delle Grazie di Robegano, per ringraziare il Signore e per invocare la protezione della Madonna su ogni essere umano chiamato all’esistenza. Il 28 dicembre, festa dei ss. Innocenti, in collaborazione con MpV e Centro Aiuto alla Vita della provincia di Venezia, dà vita anche ad una Fiaccolata e all’occasione particolare importanza viene riservata alla condivisione di testimonianze. Quest’anno ha raccontato la propria esperienza una coppia di sposi, Manuela e Alessandro, in attesa del loro quinto figlio. “L’attesa era ricca di gioia – ha detto Manuela - ma anche di preoccupazione, perché le ultime due gravidanze non erano arrivate a termine”. A febbraio la prima ecografia dava una risposta inesorabile: attorno al bimbo c’era uno strato di liquido che poteva portare a probabili e possibili malformazioni e che la gravidanza si sarebbe interrotta nel giro di poche settimane. I due coniugi sono rimasti male. Il giorno dopo, lei, molto triste, pensava a un altro raschiamento e il marito, al ritorno dal lavoro, nel vedere la moglie triste la rincuorò dicendo: “Il bambino è

ancora vivo, perché farlo?”. “Da quel momento abbiamo pregato e abbiamo capito che la vita è vita anche quando ci sono problemi, non possiamo pensare subito alla morte. E quindi ogni giorno di vita di Daniele era un giorno donato”. I medici, sapendo che la vita di Daniele sarebbe stata limitata dicevano loro: “Vale la pena di portare avanti una gravidanza, impegnare il corpo per una gravidanza, il personale sanitario senza poter garantire a questo bimbo una certa qualità di vita? ”. Domande alle quali i due coniugi hanno risposto: “L’unica qualità di vita che vale per noi (e speriamo per tutti), è essere amati per quello che si è”. “Da quel momento - ha detto Manuela - i medici, rispettando la nostra scelta, hanno messo a disposizione la loro professionalità e l’hanno fatto senza mai illuderci ma, allo stesso tempo, facendoci trovare la gioia di essere genitori. Per noi Daniele era importante, sia che avesse vissuto pochi mesi nella pancia della mamma sia novant’anni, questo non avrebbe cambiato per noi il valore della sua vita perché un giorno saremmo insieme per l’eternità. Questa maternità - prosegue Manuela – mi ha portato alla vicinan-

za di tante persone sia con la preghiera che con piccoli gesti, iniziando dai nonni. E la fede ci ha aiutati a non cadere nella disperazione ”. “Come papà – afferma Alessandro – come potevo pensare di risolvere il problema di Daniele sopprimendolo? Daniele durante tutta la gravidanza è cresciuto con noi, vicino a noi”. Nessuno pensava che la gravidanza sarebbe arrivata alla fine. Il taglio cesareo era deciso per il 23 luglio 2012. “La vigilia del parto – racconta Manuela – ci siamo riuniti in chiesa con tutti quelli che ci avevano sostenuto per ringraziare Dio e la Madonna di questo tempo donato e chiedere aiuto per il giorno dopo. È stata una bella festa perché c’erano tante famiglie e bambini. In questo momento di preghiera abbiamo portato la vestina del battesimo di Daniele all’altare della Madonna quasi a consegnarlo alla sua protezione. In quel momento ho avuto la sensazione di averlo battezzato. Il giorno dopo siamo andati a Treviso per il ricovero. In accettazione ho sentito Daniele muoversi per l’ultima volta. Questo bimbo che poteva spegnersi ogni giorno dal suo concepimento, è salito al cielo nel giorno della sua nascita”. Graziano Busatto

STONE HOUSE S.r.l. Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno sanitari - rubinetteria - complementi d’arredo

Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

via L. Da Vinci, 5 - 30036 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041.487046 - fax 041.5760097 E-mail: info@simionatosrl.it - www.simionatosrl.it


6

Fiori musicali per Myriam “Uno dei metodi più efficaci per conseguire la dolcezza è quello di esercitarla verso se stessi, non indispettendosi mai contro di sé e contro le proprie imperfezioni”. Questa frase di s. Francesco di Sales si addice bene a Myriam Pasuto, che è stata ricordata il 13 gennaio con una S. Messa e con un concerto festoso e ricco di testimonianze. Myriam era donna minuta ma grande e ricca di dolcezza. Chi ha conosciuto Myriam può testimoniare come il suo sorriso stampato in viso sia riuscito a catturare ognuno. Nel suo lavoro, nei suoi hobby, nel suo interesse politico, sociale e culturale ma anche in tutti i rapporti interpersonali, Myriam è riuscita a dare il meglio di sè. Non solo, ma riusciva, con quella sua bontà, a coinvolgere molte persone. La dimostrazione è stata domenica 13 gennaio con il concerto a lei dedicato, voluto dal figlio Matteo perchè, avvicinato dopo il funerale della mamma, molti amici gli avevano dimostrato la loro vicinanza e la voglia di omaggiare l’amicizia di Myriam con una testimonianza concreta. “Si pensava di poterlo organizzare per il 29 dicembre, giorno del 58° compleanno di Myriam - ha detto il fratello Carlo, in apertura del concerto - ma ciò non è stato possibile per gli impegni precedentemente presi da molti partecipanti. Eccoci per questa serata di festa per renderle testimonianza con le parole e con la musica che Myriam amava tanto”. La sorella Gabriella ha detto: “In numerologia il 13 significa l’inizio di un nuovo ciclo, il 12 il numero della

Myriam Pasuto

I coristi dei quattro cori hanno cantato “Signore delle cime” di Bepi De Marzi

Da sx: Gabriella, don Lucio e Carlo

completezza. Aver organizzato oggi questo incontro significa che Myriam è sempre con noi e sarà contenta che la stiamo festeggiando tutti assieme”. Il parroco Don Lucio Monetti ha esordito dicendo ”Come noi stiamo bene qui questa sera, Myriam sta bene. Lo dico con la freschezza e la novità del nostro essere credenti. Noi siamo qui per un ricordo bello e

festoso perchè così deve essere. Noi accompagniamo fino alla soglia e dopo lasciamo per rincontrarci”. Prendendo lo spunto da s. Paolo che venne stoppato dai filosofi parlando loro della risurrezione, dicendo che “di questo ti ascolteremo un’altra volta”, “noi non possiamo dire altrettanto - ha proseguito don Lucio - perchè la risurrezione è il fondamento, il senso della nostra vita. Non viviamo di altre speranze e di altre verità perchè questa è centrale alla nostra fede, ma anche alla nostra vita. Il senso più profondo della vita lo troviamo nella risurrezione di Gesù e qui ci sta tutta la nostra storia, la nostra vita, la nostra gioia. Si tratta di varcare la soglia e di andare oltre, incontro all’età per vivere per sempre, brevemente”.

Oltre a molte bellissime testimonianze e letture proposte dal gruppo “Senti chi parla”, c’è mi ha ricordato che Myriam ha fatto un ottimo servizio come presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di S. Maria di Sala. Nella chiesa di Caselle de’ Ruffi si sono esibiti, in ordine cronologico, il Coro San Bonaventura, il Coro Serenissima di cui Myriam faceva parte come corista, il Coro Voci di Festa e il Coro La Sorgente. Lunghi e scroscianti applausi il pubblico ha tributato a Myriam e anche ai cori che si sono succeduti e non poteva mancare un bis, eseguito a cori riuniti, nell’interpretazione di “Signore delle cime” di Bepi De Marzi. Graziano Busatto

Myriam e la commissione Pari opportunità

Il coro San Bonaventura

Il pubblico che gremiva la chiesa durante il concerto per omaggiare Myriam Pasuto

Il coro Voci di Festa

Il coro Serenissima

Il coro La Sorgente

Simionato F.lli s.r.l. • Compravendite immobiliari • Materiali per l’edilizia • Costruzioni civili ed industriali • Pavimenti e rivestimenti

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te

Sede Legale a Amm.va: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38/B Tel. (041) 5760642 - Fax. (041) 5760048 e-mail: costruzioni@simionato.net

Simionato F.lli s.r.l.

Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405

Esposizione: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38 Tel./Fax (041) 48.77.77 e-mail: info@simionato.net

certificato n.432


La nuova farmacia a Veternigo è realtà L’apertura della nuova “Farmacia del Graticolato” a Veternigo è un motivo di orgoglio per una comunità perchè si dota di un servizio indispensabile alla cittadinanza. Dopo l’esperienza dell’apertura della farmacia di Caltana, che ha avuto un iter lungo per una complicata burocrazia, quella di Veternigo sembrava una promessa azzardata. Invece è realtà ed è il frutto di scelte della precedente Amministrazione Comunale e dell’impegno dell’ex sindaco Paolo Bertoldo e dell’ex assessore ai Servizi Sociali e Sanità, Primo Bertoldo, che sono riusciti a dipanare la matassa burocratica in breve tempo e offrire l’apertura della tanta attesa farmacia a Veternigo. Infatti hanno approvato in Consiglio Comunale la formula più vantaggiosa per il Comune e più rapida per la realizzazione, cioè quella della “Titolarietà” della Farmacia e della “Concessione”, per quanto riguarda l’operatività. Questo ha consentito un iter burocratico rapido della pratica e un interessante ingresso di risorse, per l’amministrazione comunale, sia in termini di una “tantum”, che di canone annuale. La nuova “Farmacia del Graticolato”

Silvia Bolzonella e Giampietro Galzignato

sarà gestita dai Dottori in Farmacia: Silvia Bolzonella e Giampietro Galzignato, entrambi di Veternigo, contitolari della Farmacia, unitamente ad un altro Socio esterno. La Farmacia opererà con orario continuato 9-19,30, dal lunedì al sabato e con i moderni servizi alla persona quali la consegna a domicilio delle medicine per coloro che ne facciano richiesta e alle condizioni prescritte, la misura della pressione, ecc. S. Maria di Sala ha maturato le condizioni per una ulteriore quinta Farmacia. Tale nuova Farmacia sarà assegnata a “concorso” e, come stabilito dalla precedente Amministrazione Comunale, dovrebbe trovare ubicazione nella frazione di Sant’Angelo. P.B.

7

Elisa Spolaore alla presidenza del coro Armonie Dopo un ventennio Fortunato Benfatto lascia l’incarico di presidente del coro “Armonie in preghiera” a Elisa Spolaore. Il nuovo presidente potrà contare sul prezioso aiuto di Mariella per le attività di segreteria, Mariano per le attività di logistica, Moreno per le attività di comunicazione, e come sempre da tutto il gruppo; per vivere al meglio i momenti comuni di fraternità e di servizio alla nostra comunità cristiana. A Fortunato un doveroso e riconoscente ringraziamento per la passione che ha contraddistinto l’attività per anni da lui svolta, sempre con spirito di sincero e armonioso servizio. Intanto si invitano i giovani, musicisti e cantanti a non aver paura di far parte del gruppo che con gioia e serenità e divertendosi faranno un servizio alla comunità.

Fortunato Benfatto e Elisa Spolaore

Il torneo di calcetto Playday per “Il Sorriso” Un torneo di beneficenza denominato “PLAYDAY” è stato organizzato, domenica 23 Dicembre 2012, dall’Associazione culturale “I 300”, sezione di Santa Maria di Sala, nella palestra di Stigliano, dove i ragazzi dell’Associazione Sport Disabili “IL SORRISO” hanno partecipato attivamente al torneo giocando insieme ai giocatori delle squadre delle Forze Armate, dei “I 300” e altre realtà locali. Presenti alla manifestazione l’assessore allo sport di Santa Maria di Sala, Luigino Miele, i vari Sponsor che hanno permesso la realizzazione dell’evento e il Consigliere Comunale Primo Bertoldo. L’emozione provata da tutti i presenti - afferma il presidente de “I 300”, Giuseppe Sambati - nel vedere questi

ragazzi e ragazze correre, difendere la loro porta ed esultare dopo un gol fatto, è stata qualcosa di forte e fuori dagli schemi ordinari del calcio giocato. Toppe volte, per non dire quasi sempre, ci si dimentica che attorno a noi esistono delle realtà diverse che meritano un plauso. Grazie agli operatori che si dedicano con passio-

ne, dedizione e soprattutto amore. Un ringraziamento va al collaboratore ed amico, Moreno Carraro, che all’interno della manifestazione, insieme ai giovani della squadra dei “I300”, ha organizzato un torneo di ragazzi del 2001, con la partecipazione dell’ ASD Salese calcio. G. S.

ISTITUTO COMPRENSIVO CORDENONS

Nuovo sito INTERNET

Un nuovo sito internet dell ’ISTITUTO COMPRENSIVO CORDENONS” è attivo dall’inizio dell’anno. Da quando ha presieduto il Consiglio d’Istituto, nel 2009, Lucio Nalin, una delle cose che auspicava era l’attivazione e l’aggiornamento del vecchio sito scolastico, visto che nell’era della comunicazione globale non avevamo la possibilità di dialogare e avere informazioni utili dalla scuola on line. Le difficoltà incontrate nel tempo sono state soprattutto di carattere economico, dato che le risorse destinate alla scuola sono tuttora scarse. Non rimaneva altra soluzione che rivolgersi a dei volontari disponibili e competenti per attivare questo progetto. Uno dei primi che ha raccolto l’invito e che ha avuto un ruolo importante è stato il professore di matematica e esperto di informatica Alessandro Frison che in collaborazione con un ex studente ora informatico hanno dato vita al nuovo sito. Chi volesse visitarlo può cliccare  www.iccordenons.gov.it e potrà constatare di persona con quanta maestria è strutturato, l’agilità di navigazione, la possibilità di informazioni dagli orari della segreteria  all’albo pretorio passando per l’orientamento dedicato ai ragazzi di terza media per la scelta della scuola futura alla biblioteca. Interessante è la pagina “studentigenitori” dove sono pubblicate le modalità di iscrizione scolastica, le coperture assicurative dei ragazzi, i libri di testo, il trasporto scolastico e addirittura i genitori rappresentanti di classe. Attualmente tutte la lavagne multimediali, le famose L.I.M., in dotazione presso tutti gli 8 plessi scolastici sono finalmente dotate di rete internet, quindi utilizzabili sfruttando anche la rete per la didattica. Un lavoro ottimale e degno del nome che porta l’Istituto scolastico.   Grazie a tutti coloro che dedicano il loro tempo libero, energie e notti insonni e si sono prodigati per regalare questo servizio alla comunità scolastica. L.N.


8

Concerto di Capodanno L’Orchestra di fiati del Veneto di Santa Maria di Sala, come di consuetudine, ha messo in programma il concerto beneaugurante al nuovo anno riservato a tutta la cittadinanza salese, nella sala teatro della Villa Farsetti. Quindi, il 4 Gennaio 2013, c’è stata l’esibizione dell’Orchestra di fiati per la direzione del Maestro Enrico Maria Bassan. Il presentatore del concerto era Roberto Masetto. Il primo brano in programma è stato “Music of the royal firework”s (musica per i reali fuochi d’artificio). Questa suite orchestrale composta da Georg Friedrich Handel, è stata eseguita per la prima volta nel 1749, su commissione di Giorgio II di Gran Bretagna. Il pretesto per la composizione di questo lavoro fu la firma del trattato di Aquisgrana, del 18 ottobre 1748, che mise fine alla guerra di successione austriaca. Il re non badò a spese e volle che si celebrasse l’avvenimento con grandi festeggiamenti e fuochi d’artificio, questi ultimi prodotti da una gigantesca struttura in legno, detta Machine, lunga 124 metri ed alta 34, venne completata solo il 26 aprile 1749, alla vigilia del giorno previsto per i festeggiamenti. Per i musicisti si costruì, dentro di essa, una speciale pedana sopraelevata. Poi il programma è scivolato via velocemente sulle note di G. Giordani con “Caro mio ben” nell’interpretazione della soprano Francesca Boscaro. Poi l’orchestra ha eseguito “Variations per clarinetto e orchestra” con la solista Annalisa Meloni. Poi non poteva mancare “Panis Angelicus” di Cesar Franck interpretata dalla soprano Francesca Boscaro. L’orchestra si è sbizzarita su “Christmas fantasy” di J. De Haan. Di nuovo la voce di Francesca Boscaro con l’accompagnamento dell’orchestra di fiati del Veneto nel brano di G. Caccini “Amarilli mia bella”.

L’esibizione dell’Orchestra di fiati del Veneto mentre sta cantando la soprano Francesca Boscaro Poi sono state eseguite musiche di Irving Berlin “White Christmas” e l’Adeste fideles. Di Johann Strauss Junior: Im Krapfenwald (Nel bosco di Krapfen), Polka francese Johann Strauss Junior: Pallottole

magiche (Freikugeln) Il pubblico entusiasta dopo lunghi applausi ha chiesto il bis. Il maestro ha concesso Bis facendo eseguire “Summertime” e “La marcia di Radetzky”. Grande l’affluenza di pubblico,

venuto anche da fuori comune, per apprezzare questo momento di buona musica, reso ancora più pregiato dall’esibizione della giovane soprano Francesca Boscaro. P.B.

L’Epifania a Sant’Angelo L’Epifania, a Sant’Angelo, è stata organizzata all’insegna della celebrazione e della festa con un’atmosfera di gioia a partire dal mattino con la S. Messa delle ore 10 e l’arrivo in chiesa dei re Magi che hanno reso lode e onore al Bambino Gesù. Nel pomeriggio poi la festa è proseguita con la tradizionale recita dei bambini della scuola materna e primaria accompagnati dalla musica e dal canto del coro giovani. Per un’ora numerosi spettatori hanno assistito alla rievocazione dei momenti più importanti dell’Avvento di Gesù, della sua venuta tra gli uomini. A seguire l’appuntamento con la

tombola presso la vicina palestra e poi il gran finale: lo spettacolo pirotecnico e la musica sono state la cornice del grande falò. Anche quest’anno ‘i gà brusà a vecia’ e la pira fatta da rami, sterpaglie e fascine di legno era davvero alta: a livello record, come ha sottoli-

neato il parroco. Insomma una festa dove gli appuntamenti legati alla tradizione hanno lasciato ai fedeli una grande gioia e agli organizzatori la soddisfazione della buona riuscita della loro proposta comunitaria. Elisa Carraro

Patenti A-B-C-D-E-K - SpecialI “Patentino” Ciclomotori

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0

Via dei Larici, 2 - S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax 041.487417

Via Gramsci, 45/b - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5731656 - Fax 041.5725404 - Email: autoscuolamirano@virgilio.it


9

Il Natale dei bambini di Caltana Domenica 16 Dicembre 2012 a Caltana si è rinnovato il tradizionale appuntamento natalizio della recita della Scuola Materna “F. e T. Crovato”, animata da tutti i bambini con canti e balli. Il tutto si è svolto in un clima gioioso e di condivisione per l’attesa del giorno più bello dell’anno: il Natale, cioè la venuta di Gesù. Al termine della recita l’arrivo di Babbo Natale ha fatto gioire tutti i bambini e anche gli adulti, portando sulla sua slitta dolcetti e tanta allegria. La partecipazione di tutti i presenti è stata molto calorosa e sentita, con lunghi applausi meritatissimi per i piccoli interpreti. Oltre ai bambini della scuola materna si devono ringraziare anche le brave maestre: con il loro paziente lavoro e la loro professionalità hanno reso questa giornata davvero bellissima. La nostra riconoscenza va estesa anche a tutti i genitori che si sono adoperati

con affiatamento e vero spirito natalizio per preparare la scuola e la palestra in occasione di questa festa. Ringraziamo anche la direttrice della scuola materna Suor Fidenziana, la presidente signora Franca Merlo, la segretaria Zelie Borsetto e il nostro parroco don Luigi

A Veternigo un bel Natale Il 17 dicembre il concerto “Incanto di natale” ha aperto le manifestazioni natalizie a Veternigo. Il concerto organizzato da Roberta Bortolozzo, direttrice del Coro Magnificat, dall’Associazione a Se’ Stante e dal gruppo Noi di Veternigo hanno visto partecipare il Coro “Magnificat”, il Coro “La Genzianella”, diretto da Ivano Benedetti, il Coro “San Giovanni Battista”, diretto da Luca Poppi. Il 20 dicembre, alle ore 15.00, i bambini della Scuola Materna hanno augurato alle famiglie il Buon Natale con uno spettacolo natalizio. Dal 17 al 21 dicembre diversi Babbi Natale hanno invaso il paese a bordo di una speciale slitta portando il calendario 2013 della Parrocchia ad ogni famiglia. La vigilia di natale è stata dedicata alla consegna dei doni ai bimbi. In Chiesa, prima e durante la Messa di mezzanotte, il gruppo degli amici dei sordi ha animato con canti la s. Messa. Terminata la celebrazione eucaristica i volontari della Parrocchia hanno invitato tutti in Patronato, per lo scambio d’auguri e per una cioc-

colata calda. Le vacanze natalizie hanno permesso agli animatori di partecipare al campo di formazione a Santo Stefano (BL). L’ultimo dell’anno il patronato si è riempito di gente per il Cenone di Capodanno. Tutte queste manifestazioni sono state organizzate grazie al contributo dei numerosi volontari (giovani, giovanissimi, gruppo famiglie solo per citarne alcuni) che gravitano attorno alla Parrocchia sotto la regia di Don Paolo Cecchetto. I volontari hanno organizzato anche i festeggiamenti in onore di San Sebastiano del 20.01.2013, dove sono stati invitati il Comandate della Polizia Municipale con tutti i suoi collaboratori. Bertilla Ceccato

Caduti e Dispersi in guerra: aggiornamento degli elenchi

Giuseppe Sambati ci prova per la Camera dei Deputati

L’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra (ANFCDG) si propone di aggiornare i propri archivi e verificare se sono presenti tutti i caduti in guerra i cui familiari sono residenti nel Comune di S. Maria di Sala. È questo il motivo di questo articolo, per non tralasciare nessun nominativo e soprattutto perchè, a causa di immigrazioni di nuclei familiari, sarebbe opportuno conoscere le famiglie residenti che hanno avuto familiari dispersi in guerra. Pertanto chi, fino ad oggi, non ha mai ricevuto nessuna comunicazione dalla nostra associazione, significa che non risulta iscritto e, se interessato all’iscrizione, può rivolgersi al sig. Mario Sartore contattandolo al numero telefonico 041 5730291. Questo pemetterebbe di farvi partecipi delle iniziative che l’associazione organizza (raduni, commemorazioni, pellegrinaggi ecc.ra) per ricordare quanti hanno dato la vita nel compiere il loro servizio per la patria.

Tra i candidati alla Camera dei Deputati c’è anche un salese, Giuseppe Sambati, ex assessore allo sport di Santa Maria di Sala, nella lista Fratelli d’Italia, con Giorgia Meloni. “Il centro destra come era diventato non mi piaceva più e ho deciso di correre con questo nuovo soggetto politico perché finalmente mi sento rappresentato” ha detto Sambati. Una scelta ben ponderata. “Certamente non faremo mai la stampella alla sinistra, amica delle banche e poteri forti. Noi siamo con i giovani e i precari e la nostra scelta di campo è netta. Siamo nella coalizione del centro destra e sarà la strada che percorreremo fino in fondo, dove in caso di vittoria potremmo dire la nostra e non ubbidire a lobby di partito. Vogliamo invertire la tendenza perche non è sporca la politica, che ritengo ancora oggi uno strumento essenziale per portare in Parlamento i problemi reali della gente. Semmai - ha concluso Sambati - sono sporchi coloro che vogliono fare i propri interessi”.

Gottardo Dino & C. snc CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (con marchio CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

Beggiao per il loro instancabile sostegno e impegno. La nostra gratitudine va senza dubbio anche al sindaco e amministratori comunali che ci hanno onorato della loro partecipazione. A tutti gli affettuosi auguri di Buon Anno. L.B.

SO.GE.di.CO. Srl casette in legno - gazebi - pergolati box e coperture per auto

tutto su misura

Via Cainazzi 33/A :: Veternigo di S. Maria di Sala Ve Tel./Fax 041 5781316 :: Cell. 339 28

IMPIANTI E Costruzioni Generali Sede Legale: ZELARINO 30174 (VE) Tel. 041.5461109 Fax. 041.5461114


10

Volley Salese: premiata la continuità

Il Gruppo Sportivo Volley Salese

Ottimo inizio per il G.S. Volley Salese che al giro di boa della stagione sportiva 2012/2013 colleziona i frutti del costante lavoro e dell’ impegno che tutte le 205 atlete stanno offrendo. Con un gruppo così, sempre più nutrito, si è dovuto incrementare la squadra degli allenatori (tutti tesserati Fipav o ISEF) e confermare la scelta di puntare sempre sulla qualità sia dal punto di vista sportivo che educativo: i risultati non hanno tardato ad arrivare. La nostra prima squadra ( Seconda Divisione ), composta da atlete giovani, ha accolto alcuni nuovi membri che non hanno tardato ad integrarsi arricchendo le veterane, ed il cambio dell’allenatore ha portato molti stimoli lavorando bene sulla tecnica. Si sta

dimostrando un gruppo molto affiatato e competitivo, tanto da chiudere il 2012 primo in classifica. Speriamo che nella seconda parte del campionato possa avere la soddisfazione di raggiungere l’obbiettivo che si è prefissato, cioè il passaggio di categoria. Non da meno sono state le squadre giovanili, che dopo aver lottato nella prima parte della stagione sportiva hanno ottenuto il loro bel risultato. Tra tutti i brillanti successi: l’Under 14 “Aghito Zambonini SpA” ha vinto le qualificazioni, aggiudicandosi il diritto di disputare il Campionato d’Eccellenza contro le 11 migliori squadre della Provincia di Padova. Lo stesso traguardo ha tagliato anche l’Under 16 “Piscine Niagara”, che a gennaio avrà

modo di misurarsi nel Campionato d’Eccellenza U16. Una splendida sorpresa è arrivata poi dalla squadra della Terza divisione “T.M. Automatismi”, anch’essa composta da ragazze molto giovani (anno 1996, 1997 e 1998), che si è ben unificata e difende il terzo posto in classifica. Ultime nell’elenco, ma non meno importanti, le due squadre Under 12 CSI (Centro Sportivo Italiano), che hanno disputato delle notevoli semifinali di categoria. Tutte le altre squadre stanno portando avanti un buon campionato e mantengono i primi posti in classifica. Non si può tralasciare, in conclusione, il nostro folto Minivolley, linfa della società: le bambine seguite dalle loro istruttrici imparano giocando i fondamentali della

pallavolo, ed una o due volte al mese partecipano ai Tornei di Minivolley dove hanno modo di divertirsi assieme alle squadre delle altre società. Citiamo in particolare il nuovo gruppo nato ad inizio stagione nella palestra di Caselle, che conta già 12 vivacissime atlete e cresce affiatato e pieno di voglia di giocare. Un ringraziamento agli allenatori che stanno seguendo con professionalità le atlete; alla presenza sempre più appassionata dei genitori; a tutti gli sponsor che ci sostengono e ci permettono di continuare a dare alle ragazze l’opportunità di offrire una sana attività sportiva. Grazie a tutti, e seguiteci sul nostro sito www.volleysalese.it.

Il 25 aprile ritorna il premio sportivo “Albo d’Oro” Per il settimo anno consecutivo, l’Unione Sportiva San Marco Stigliano, con il patrocinio e la collaborazione dell’Amministrazione Comunale, organizza il 25 aprile 2013, alle ore 19.30, in concomitanza con la festa dello sport, “L’ALBO D’ORO 2013”, un premio ai campioni dello sport per i risultati conseguiti nell’anno 2012. Verranno premiati atleti singoli o squadre che hanno conseguito un titolo regionale, nazionale, olimpico o mondiale in qualsiasi discipli-

na sportiva riconosciuta dal CONI purchè siano residenti nel comune di S. Maria di Sala. Saranno premiate anche le squadre appartenenti a società che hanno sede nel comune di Santa Maria di Sala con atleti misti sia residenti nel comune che in altri. Per info: Minto Giorgio tel. 041 5780581 cell. 3292335675 E-mail giominto@inwind.it oppure Ufficio dello sport del comune di Santa Maria di Sala, referente Raffaele Sartorato Telefono 041 487550.

per sederti qui chiamaci allo 041-487356

via Firenze 7 S. Maria di Sala

Il gruppo degli atleti premiati nell’edizione “Albo d’Oro” 2012.

Colorniaturali senzmaoniaca am

Salone Triade Master head o Micr era cam ntrollo x co tuito gra capello del


11

Hanno puntato su S. Maria di Sala Ciclismo: Mariuzzo dell’FPT per il campionato di Tiro con l’arco colleziona un prezioso terzo posto Dal 12 al 15 settembre 2013, Villa Farsetti ospiterà il Campionato Nazionale di Tiro con l’Arco. Un evento importante che premia la capacità delle associazioni locali, la bellezza e gli spazi di Villa Farsetti. Il campionato nazionale di tiro con l’arco all’aperto ritorna in Veneto dopo oltre vent’anni, nella 52° edizione e Santa Maria di Sala è stata scelta dal Consiglio Federale “FITARCO”. La manifestazione nazionale verrà trasmessa in diretta su RAI SPORT e sul WEB, in differita dopo 10 giorni sempre su RAI SPORT. Ad organizzare l’evento sarà l’associazione Arcieri di Stigliano, in collaborazione con l’Unione Sportiva San Marco Stigliano e le società arcieristiche di Treviso e Accademia Veneziana. Gli arcieri di Stigliano si sono meritati la fiducia della Federazione dopo aver organizzato per sei anni consecutivi il campionato regionale Veneto, con un punteggio piuttosto elevato degno di organizzare un campionato Europeo. L’accordo fra la FITARCO (Federazione Italiana di Tiro con l’arco) e gli Arcieri di Stigliano è stato siglato a Roma sabato 19 gennaio 2013 fra il Presidente nazionale Mario Scarzella e il Presidente degli Arcieri di Stigliano Giorgio Minto. Parteciperanno a questa competizione circa 700 atleti provenienti da tutte le regioni d’Italia, oltre 1200 fra allenatori e accompagnatori. Circa 200 persone saranno impiegate fra prelavori, logistica e servizi. In questa nobile disciplina sportiva abbiamo ammirato campioni come Marco Gagliazzo, Oscar De Pellegrin, Michele Frangilli, Mauro Nespoli, Natalia Valeeva, Elisabetta Mijno, Ilario di Buò, Guendalina Sartori, Laura Longo ed altri, che hanno regalato all’Italia prestigiosi allori in campo Europeo, olimpico e mondiale. Tutti saranno presenti alla manifestazione nella suggestiva Villa Farsetti. Questa manifestazione avrà una ri-

La nuova stagione regala un bronzo inaspettato alla squadra corse dell’FPT. Il capitano Mariuzzo coglie a Vittorio Veneto, in occasione dei campionati italiani di ciclocross, un lusinghiero terzo posto, ottimo, per uno specialista delle 24h, con alle spalle una stagione che ha registrato 40 affermazioni. L’atleta di Musile di Piave ha partecipato proprio con la sua MTB, una specialissima dell’azienda di Piove di Sacco: la cicli Olympia- Scapin, messa a punto e preparata dall’amico Gian della 2M di Noale. A Vittorio Veneto mi sembrava di essere in un XC, la specialità Olimpica. Ho messo tutta la forze e la

sonanza che supera la realtà locale e Veneta. Per comunicazioni e informazioni: Giorgio Minto cell. 3292335675 E-mail giominto@inwind.it

fatica più grande è stata nel finale per contenere nello sprint il fortissimo Palmisano. Lui era più agevolato per la copertura più stretta. Lode e onore al vincitore Zoppas e a Panzarini, veri specialisti del cross, un grazie all’FPT che con sorpresa era presente con il presidente Zorzetto e l’inesauribile Antonello, veri motori aziendali Se son rose fioriranno e Mariuzzo promette una stagione alla grande e per il ciclocross è solo l’inizio di una nuova scommessa. Un ringraziamento dallo staff aziendale diretto dal grande sportivo Gabriele Piccolo. Luciano Martellozzo

Sei medaglie ai campionati europei di Tai Chi Chuan A Lignano pineta, presso la struttura GeTur, l’8 e 9 dicembre, si sono svolti i Campionati Europei di Tai Chi Chuan organizzati dalla Wudang Fu Style Federation con sede a Padova, diretta dal Gran Maestro Severino Maistrello, con la partecipazione di moltissime squadre straniere e molti maestri. Circa 350 atleti per più di 700 gare. Hanno partecipato due arbitri internazionali e un atleta di Caselle di S. Maria di Sala, tutti insegnanti presso strutture della zona. Il M° Francesco Davide Mauro ha riportato la vittoria nelle forme (successioni di tecniche) a corpo libero conquistando sei medaglie d’oro. Ha iniziato lo studio delle arti marziali partendo dal kara te do stile shotokan a Venezia con il m° Bruno de Michelis, per prosegui-

re poi sotto la guida del m° Bruno Tedeschi con cui consegue il grado di istruttore federale fesika (poi fik, fikda, fikteda, fekam ecc.). Dal 2007 con il m° Mario Spillere a Dolo, e qui nel 2009 ottiene il 5° dan. Ha studiato con i maestri Shirai, Kase, Enoeda e Naito. Nel 2006 è arrivato 6° ai campionati europei master e nel 2007 ha vinto il triveneto Us. ACLI. Pratica il tai chi chuan dal 2003, dapprima stile yang per poi proseguire con il m° Severino Maistrello con lo stile fu. Dal 2008 consegue la qualifica di insegnante di taichi chuan e dal 2009 è insegnante anche di kung fu pa kua chang (l’arte marziale degli otto trigrammi). Ha ottenuto numerosi premi. È stato relatore alla manifestazione “VENICE in SALUTE” per la tematica “TaiChi e longevità, qualità e quantità nell’aspetta-

tiva di vita”. Attualmente insegna con l’A.S.D.DRAGO ROSSO a Dolo presso la palestra Fu Dou Shin, e a Mestre in via Castellana 20/a presso “Lo SPAZIO156”. Enza Carraro, invece, ha arbitrato sia le gare di forma che le gare di “Push Hands” (una forma di lotta). Insegna a Campodarsego presso la A.S.D.IL SENTIERO L’insegnate Ornella Levorato, insegna a Dolo e a Mestre con la A.S.D.DRAGO ROSSO. Ha arbitrato sia le gare di forma che le gare di push hands.

PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE MEDICO IN SEDE PER RINNOVI O DUPLICATI PATENTI ACCETTAZIONE AUTENTICHE DI FIRMA PER TRASFERIMENTI DI PROPRIETÀ

Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com - email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

ASSICURAZIONI - RISCOSSIONE BOLLI AUTO Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.30-19.30 / sabato: 9.30 – 12.30 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 – E-mail: agenzia.ducale@libero.it


Rubriche

12

Pietre e leggende:

lo zaffiro blu Rajeev era diventato mio amico. L’ho incontrato spesso durante quel terzo viaggio, a Bangkok. E spesso mi ha raccontato storie magnifiche e leggende incredibili. Ma ce n’è una, che inizia con una parola strana, in inglese, che mi ha colpito più di altre e mi ha meravigliato. Serendipity! Appena mia moglie sente questa parola mi guarda con gli occhi sognanti che vedi solo nei bambini, sospira e pensa subito a un film di Peter Chelsom, il cui protagonista John Cusak s’innamora di Kate. Uno di quei film in cui l’amore è magico, trionfa e tutto il resto. Ma serendipity (serendipità in italiano) è qualcosa di più, ossia trovare in modo del tutto inaspettato una cosa senza averla cercata affatto. Ed è quanto fecero, secondo un’antica fiaba persiana, i figli del Re Serendip, mandati in giro per il mondo a scoprire la vita, che trovarono invece una miniera di zaffiri. In questa cava, tra le più grandi al mondo, i tre fratelli ne trovarono di vari colori. Di gialli, di rosa, di verdi e di arancioni, ma soprattutto del colore del cielo notturno. Dov’era la miniera? Ovvio! Nello Sri Lanka… Questa pietra è infatti la sorella del rubino: entrambe sono dei corindoni. Da cosa deriva il suo colore blu? Dall’ossido di alluminio e di cobalto presenti in

questa pietra che da sempre ha attirato la curiosità di reali. E non serve andare lontano e pensare ai gioielli degli antichi per capirne l’importanza. Uno dei più famosi è legato alla memoria di un personaggio straordinario, la regina Maria di Romania (18751938) che credeva che questa gemma portasse pace, gioia e saggezza a chi l’indossava e scacciasse gli spiriti del male e le creature delle tenebre. Per restare a giorni nostri invece, vi ricordate l’ultimo matrimonio reale? Quello del principe d’Inghilterra William e della bella

Il Principe Carlo con Lady Diana e il principe William con la principessa Kate

a cura di Luca Novello

Kate Middleton? Bene, la sposa aveva al dito proprio un anello con uno zaffiro! Ma se questa pietra è il portafortuna dei nati in settembre, e per lo Zodiaco è la pietra associata al Toro, perché mai il Principe aveva scelto lo zaffiro per la futura moglie che festeggia il compleanno a gennaio? Le malelingue avevano ipotizzato che la scelta fosse ricaduta su questa gemma perché lo zaffiro ha da sempre simboleggiato la verità, la sincerità e la fedeltà nelle relazioni. E visti i precedenti della Casa Reale, forse un po’ di fortuna non guastava! La verità è che William è un bravo ragazzo, con i suoi sogni, le sue storie e le sue lune. Ma soprattutto con un cuore. Un cuore che non dimentica. Così quando aveva deciso di fidanzarsi con Kate, forse aveva pensato a sua madre, la “Principessa triste” Lady Diana. Magari aveva aperto un cassetto, tirato un lungo sospiro e aveva preso un anello… un anello che sua madre amava, con un zaffiro e i diamanti tutto intorno. Un anello che oggi è al dito di Kate… E per i romantici come mia moglie, è un’altra Serendipity da raccontare. Arrivederci alla prossima storia! Ci aspetta l’affascinante smeraldo…

IL METEORISMO Tutti si saranno accorti che in alcuni momenti della giornata, specie dopo pranzo, si avverte una certa tensione dovuta alla presenza di gas nell’addome. Questo gonfiore può variare durante la giornata ed è molto influenzato dal tipo e dalla quantità di alimenti assunti con la dieta. Il meteorismo è una patologia che interessa l’intestino con un eccesso di gas intestinale che può arrivare a causare spasmi, distensione e dolori addominali. Questi sintomi si accompagnano ad emissione di gas e a rumori intestinali percepibili. La causa del problema può essere dovuta all’aumento dell’aria ingerita. L’eccessiva introduzione di aria principalmente in occasione dei pasti può essere causa di meteorismo e alla base di questa condizione ci sono quasi sempre delle cattive abitudini come i pasti frettolosi con scarsa masticazione, l’eccessiva assunzione di bevande gassate, la masticazione di gomme, il parlare durante i pasti, il fumo. Anche una iperproduzione fisiologica di gas dovuta alla composizione di certi cibi può portare al meteorismo. Ricordiamoci ad esempio che fagioli, lenticchie, ceci, cavoli, verze, melanzane, formaggi teneri e latte possono provocare una fermentazione eccessiva degli zuccheri e della cellulosa nell’intestino. Oltre ai precedenti alimenti dobbiamo ricordare pure che i dolcificanti artificiali, gli zuccheri, la panna montata, i gelati, la cioccolata, la maionese, ect. possono portare a questa condizione. Il meteorismo intestinale può essere dovuto anche a una alterazione della flora intestinale che si verifica quando la flora anaerobica prende il posto di quella aerobica. La presenza di stipsi, di una sindrome del colon irritabile, delle intolleranze alimentari o un alterato assorbimento dei gas intestinali, che quindi non passano nel torrente circolatorio, sono tutti fattori che possono portare al meteorismo. Dobbiamo quindi renderci conto della necessità di modificare alcune nostre abitudini e pensare di adottare delle semplici attenzioni per migliorare questa situazione. Sicuramente è necessario limitare


Rubriche

a cura della dott.ssa Sonia Giacometti e del dott. Luigi Cazzaro

il consumo di grassi e di determinati alimenti, ricordandoci che la prima digestione avviene sempre in bocca con una buona masticazione dei cibi. Importante è fare moto con una certa regolarità, perchè facilita la digestione, attiva un certo rimescolamento del contenuto intestinale e mantiene in tono la muscolatura addominale che poi entra utilmente nel meccanismo dell’evacuazione. Fondamentale è il modo di assumere gli alimenti, cioè con calma e senza parlare continuamente o bere, fatti che favoriscono l’introduzione di aria. I liquidi vanno introdotti lontano dai pasti per favorire i meccanismi digestivi e idratare il materiale che poi costituirà lo scarto del processo, ovvero le feci. Per alleviare i sintomi possiamo ricorrere anche all’assunzione di tisane a base di menta, sedano, cumino. Il finocchio, in particolare, ha un’azione carminativa molto spiccata. E’ anche un ottimo antisettico intestinale: disinfetta l’apparato digerente eliminando le forme batteriche e riequilibrando la flora batterica. Indicato quindi anche in caso di coliti croniche anche putrefattive e di alitosi. In concomitanza la sua azione antispastica rilassa i muscoli lisci con l’effetto di diminuire i dolori, i crampi e gli spasmi addominali. Utile può essere anche l’assunzione periodica di fermenti lattici o compresse di carbone vegetale associato ad argilla. Quest’ultima può essere anche usata sottoforma di cataplasmi in quanto sembra avere l’effetto di assorbire tutte le sostanze tossiche, infette e in decomposizione che ristagnano nel nostro organismo. Esistono inoltre dei derivati siliconici che hanno la capacità di frammentare le bolle di gas e di favorirne l’eliminazione. Solamente in casi selezionati si può pensare di usare una terapia antibiotica intestinale associata a dei probiotici.

13

Le nuove patenti europee

a cura di Mario Garippo

Dal 19 gennasio /2013 hanno fatto il loro ingresso nel Codice della strada italiano tutte le patenti europee. Le categorie delle patente italiane, che si uniformano alla terza direttiva UE, sono ben 15: 1. AM Questa è la nuova patente che sostituisce il CIGC per la guida dei ciclomotori. Cambia il nome, dal momento che la sostanza è già cambiata durante questi anni. Il CIGC si trasforma in AM, una patente a tutti gli effetti, e con questo documento si potrà circolare in tutti i Paesi europei, con l’unica differenza che in Italia l’età minima per conseguirla è fissata a 14 anni, mentre in alcuni Stati europei è di 16 anni – ciò significa che la patente AM, conseguita in Italia non permetterà di guidare ciclomotori in tutta l’UE, se non a partire dai 16 anni. La patente AM varrà anche come documento di riconoscimento e, dunque, non occorrerà avere con sé, durante la guida, un documento idoneo per l’identificazione personale (carta d’identità, passaporto, ecc). 2. A1, A2, A3 Sono le patenti delle moto, a livelli diversi di età del conducente e del veicolo. cambiano alcune cose importanti, con la patente A2 si guidano motocicli di potenza non superiore a 35 Kw (prima erano 25 Kw) e con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 Kw/Kg, e che non sono derivati di una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima (il motore dunque non può derivare da uno di potenza piena superiore a 70 Kw). Per conseguire la patente A senza limiti (A3) bisogna aspettare di avere 24 anni, e non più 21, oppure attendere 2 anni dalla patente A2. 3. B1 Questa è una patente particolare, serve per guidare quadricicli diversi da quelli che è possibile guidare con la patente AM (ex CIGC), ovvero di massa a vuoto superiore a 350 Kg e fino a 400 Kg, e potenza fino a 15 Kw. Si tratta soprattutto dei quad, quelli che finora si guidavano con la patente A1 o B. Età minima 16 anni (fino a 18 anni non si possono trasportare passeggeri).

4. B Età minima 18 anni. Abilita a condurre: veicoli di massa massima non superiore a 3,5 t destinate al trasporto di non più di 8 persone oltre al conducente, anche trainanti un rimorchio leggero non superiore a 750 Kg; è possibile trainare un rimorchio di massa massima superiore a 750 Kg, purché la massa massima autorizzata del complesso non superi 4.250 Kg. Qualora la massa del complesso sia superiore a 3,5 t è richiesto il superamento di una prova di capacità e comportamento su veicolo specifico; superata la quale, sulla patente di cat. B è apposto il codice armonizzato UE “96”; macchine agricole e operatrici, la quale guida su strada è subordinata al possesso della patente di categoria A1, B o C, a seconda delle dimensioni e della massa del veicolo condotto; - solo in Italia, anche i veicoli della categoria A1. 5. BE Età minima 18 anni. Abilita a condurre i complessi di veicoli composti da una motrice della categoria B e da un rimorchio o semirimorchio la cui massa massima autorizzata sia superiore a 4.250 Kg. Il rimorchio o semirimorchio non può, tuttavia, avere massa massima autorizzata superiore a 3,5 t. 6. C1 La C1 abilita alla guida di autoveicoli di massa superiore a 3,5 t ma inferiore a 7.5 t – il rimorchio non può superare i 750 Kg. Questa è la sola patente che è possibile conseguire a 18 anni, se si vuole guidare un autocarro. Per guidare veicoli di massa superiore a 7,5 t, occorre aspettare di avere 21 anni e conseguire la C. 7. C1E Età minima 18 anni. Abilita a

condurre i complessi di veicoli composti da una motrice della categoria C1 e da un rimorchio o semirimorchio di massa massima autorizzata superiore a 750 Kg, purché la massa autorizzata del complesso non sia superiore a 12.000 Kg. 8. C Età minima 21 anni (sono previste disposizioni particolari per chi ha compiuto 65 anni). Abilita a condurre tutti i veicoli, diversi da quelli della cat. D1 e D, aventi massa massima autorizzata superiore a 3,5 t, anche trainanti un rimorchio di massa massima autorizzata non superiore a 750 Kg. 9. CE Età minima 21 anni. Abilita a condurre complessi di veicoli composti da una motrice della cat. C e da un rimorchio superiore a 750 Kg. 10. D1 Età minima 21 anni. Abilita a condurre autoveicoli destinati al trasporto di non più di 16 persone oltre al conducente e aventi lunghezza massima 8 metri; anche trainanti un rimorchio di massa massima autorizzata non superiore a 750 Kg. 11. D1E Età minima 21 anni. Abilita a condurre complessi di veicoli composti da una motrice della cat. D1 e da un rimorchio di massa massima autorizzata superiore a 750 Kg. 12. D Età minima 24 anni. Abilita a condurre veicoli per trasporto persone con numero superiore a 8 oltre al conducente, anche trainanti un rimorchio non superiore a 750 Kg. 13. DE Età minima 24 anni. Abilita a condurre complessi di veicoli composti da una motrice della cat. D e da un rimorchio di massa massima autorizzata superiore a 750 Kg.


14

Sant’Angelo ha festeggiato il compleanno di don Pietro Diversi sono i motivi di incontro di una Comunità attorno alla propria “Chiesa”. Ci sono le occasioni tristi, come quando si accompagna al Camposanto un Parrocchiano. Ci sono momenti belli, come quando si battezza un nuovo “Essere” o si celebrano i Matrimoni. Ci sono momenti di gioia e felicità, come quando ci sono le manifestazioni di festa, in generale. Uno di questi momenti lieti è stato vissuto dalla Comunità di Sant’Angelo, domenica 13 Gennaio scorso, in Patronato, durante il quale si è festeggiato il compleanno del Parroco Don Pietro. Don Pietro, che ha superato da poco i tre anni di permanenza a Sant’Angelo, ha saputo farsi molto apprezzare ed è diventato, ormai, il “fulcro” e il “punto di riferimento” di ognuna delle numerose manifestazioni promosse dai Parrocchiani. Il suo 55° compleanno, quindi, non poteva passare senza un tangibile “segno” di affetto da parte dei suoi Parrocchiani. Così, in pochi giorni e senza preavvisare il Parroco, alcuni genitori hanno “lanciato” la proposta di un momento conviviale e di festa in onore di Don Pietro, da farsi la seguente domenica 13 Gennaio. L’idea ha avuto subito molte adesioni e all’evento e al pranzo hanno aderito oltre 100 persone. Il clima durante il pranzo è stato veramente di festa e gioioso, con

Don Pietro molto soddisfatto nel constatare l’affetto dei tantissimi Parrocchiani presenti e partecipativo ai momenti di piacevoli scherzi, come in occasione dell’attesa dello “scoprimento” dei regali, fatto con il sistema dello “scartare” i pacchettini regalo, inseriti uno dentro all’altro, fino ad arrivare ad un minuscolo e semplice oggetto. Alla fine, però, è arrivato l’omaggio vero, costituito da una camicia ed un Pullover blu, segno, quest’ultimo, del “calore” che la Comunità di Sant’Angelo vuole sempre fare sentire al proprio Parroco. Con l’occasione si è festeggiata anche la Madre Superiora, Suor Emma, che proprio domenica 13 Gennaio ha compiuto gli anni. Ancora, dunque, una bella giornata vissuta dalla Comunità di Sant’angelo in serenità ed allegria, accanto il suo Parroco. P.B.

Macelleria GALLO PLINIO Q ua l i tà c o n v e n i e n za e t r a d i z i on e offe rte sp ec i ali o g n i m ese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

anniv. Armando Masiero e Anna Lomi hanno festeggiato, l’8 settembre 2012, a Stigliano, le loro nozze d’oro. Si sono uniti nella gioiosa e felice ricorrenza la figlia Monica, il fratello, parenti e amici.

Il 12 Dicembre 2012, Paola Quaglia e Giorgio Perin hanno festeggiato le nozze d’argento, assieme ai figli Stefano e Veronica, il papà di Giorgio, Vittorio e sua moglie Lina, il papà di Paola Remiro, parenti ed amici.

Il 29 Dicembre 2012, Paolina Milan e Giorgio Mion hanno festeggiato le nozze d’oro, assieme alla testimone Maria Mion, alle figlie Daniela con Marco e Sabrina, le nipotine Valentina, Gloria, Irene, parenti ed amici.

Renato Ragazzo e Vian Graziella, il 24 settembre 2012, nella chiesa di Caselle, hanno festeggiato le nozze d’Oro con i figli Paola e Moreno, il genero, la nuora, nipoti, fratelli, sorelle, parenti e amici.

lauree

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

Lo scorso 14 dicembre Silvia Lomi si è laureata in Scienze dell’Architettura presso l’Università degli Studi di Trieste con 110 e lode, discutendo una tesi dal titolo “L’architettura si fa strada. Progetto di residenza collettiva sul molo III di Trieste”. Si complimentano per il risultato ottenuto la mamma Valentina, il papà Carlo, la sorella Margherita, i parenti e gli amici tutti. Felicitazioni vivissime anche da parte della redazione di Gente Salese per la nostra collaboratrice Silvia che ha conseguito questo ambito traguardo.


years

15

Il 20 dicembre 2012, i gemelli Alvise e Gabriele Passavanti hanno spento una candelina e sono stati festeggiati dai genitori Eloisa e Francesco, dai nonni, dagli zii e dai parenti.

Il 26 gennaio ha spento la sua seconda candelina Filippo Bertoldo. Tantissimi auguri e un mondo di bene da papà Marco, mamma Silvia, dai nonni e da tutti parenti ed amici.

Il 9 gennaio 2013 Matteo Masiero ha spento 2 candeline! Tantissimi auguri da mamma Leda e papà Fabrizio, dagli zii,dai cuginetti Alice e Andrea, dai nonni Doro e Rita e Angelo e Rita, e dalla bisnonna Antonia.

Il 7 febbraio Marrtina Tognon ha spento la sua 4 candelina. Si stringono attorno per farle tantissimi auguri il papà Simone, la mamma Chiara, i nonni, lo zio e i parenti tutti.

Andrea Masiero l’8 febbraio ha spento la sua prima candelina. Gli fanno gli auguri con tanto amore la mamma Antonella, il papà Alessandro, la sorellina Alice, i nonni tutti, gli zii e il suo cuginetto Matteo.

Sofia Longhin augura buon compleanno alla sorellina Eva che il 15 febbraio ha compiuto un anno. Si uniscono la mamma Irene e papà Denis con i nonni Loretta e Guido, Bertilla e Luigi, gli zii e zie, e Gioia, Gloria e Giuseppe.

Il piccolo Nicolò manda un bacio ai suoi genitori, Samanta e Andrea, e un abbraccio forte a tutti e augura un felice anno 2013 a tutti i parenti e amici che gli vogliono un mondo di bene.

Il 24 marzo la mia piccola Alessia De Lazzari compie 2 anni, che nella foto è con il fratellino Lorenzo. Auguri da mamma Federica, da papà Cristiano, dal fratellino Lorenzo, dalla zia Rosanna e dal nonno Gino.

L’ 11 Gennaio è nata Beatrice Martignon. Le danno il benvenuto la mamma Marika, il papà Massimo, il fratello Filippo (nella foto) e le augurano tanta felicità e ogni bene per tantissimi anni.

Ginevra Montin, il 10 Dicembre 2012, ha compiuto 5 anni. Un grosso bacione da sua sorellina Lucrezia, da mamma e papà e da quanti le vogliono un mondo di bene.

Il 22 gennaio ha spento la sua prima candelina Sally Fusaro. A tutte le persone che l’hanno festeggiata, soprattutto mamma Monica e papà Alessio, nonni, bisnonni e tanti amici, ricambia con un grosso bacio.

Il 26 gennaio ha compiuto 90 anni la bisnonna Cesarina (Linda Munaretto). Tanti auguri dai figli Imelda, Ornella e Pierantonio, generi, nipoti e pronipoti.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu C’è BORTOLATO SHOP per i tuoi acquisti online!

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE

BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

- Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista

Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

www.autorombo.com


16 DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com

Lesina: presentato il programma

2013

DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto Libera associazione per la promozione dei rapporti italo-croati

L’assemblea generale dell’Associazione Lesina (Libera Associazione per i rapporti Italo-Croati) nella prima riunione dell’anno nuovo ha approvato il rendiconto economico 2012 , le quote per le iscrizioni all’associazione per l’anno 2013 ed infine ha approvato il programma delle attività per il 2013. Tale programmazione prevede l’organizzazione di un concerto presso l’isola di Hvar; un concorso con tema l’Europa per le scuole primarie di Santa Maria di Sala e le scuole di Hvar; incontri con le autorità consolari italiane e croate per favorire l’apertura di nuove attività imprenditoriali Venete in Croazia; l’organizzazione di un viaggio a scopo culturale nel mese di giugno. Per iscriversi all’Associazione bisogna com-

Via Giovanni XXIII, n. 11 - 30036 Santa MarIa dI Sala (VE) - Italia E-Mail: associazionelesina@gmail.com Fax +390418623694

pilare l’apposito modulo ,versare la quota di 30 euro per le persone fisiche e 50 euro per le aziende. Programma di massima del viaggio culturale del mese di giugno 2013 – 5/6 giorni per un max di adesioni di 50 persone prevede il viaggio da S. Maria di Sala a Split (Spalato), Medjugorje, Rieka (Fiume), Moscenicka e Draga. Per informazioni sull’attività dell’associazione ed eventuale iscrizione alla stessa basta visitare il sito dell’associazione lesina o su Facebook associazione Lesina o via Mail scrivendo a : associazionelesina@gmail.com.

PRESIDENTE Liliana dal Lago ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Villorba (Tv) giovedì: Noale (Ve) - Istrana (Tv) venerdì: Martellago (Ve) - Silea (Tv) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) CON ASSORTIMENTO DI:

GASTRONOMIA - ROSTICCERIA FRIGGITORIA DAL 1964 STIGLIANO DI S. MARIA DI SALA (VE) Via Fracasso 22 Cell. 335 6327747 / Fax 041 2430815 E-mail: anticafattoria@vodafone.it

ASSICURAZIONI

per tutti i possessori e familiari della carta

fino al

-6% sulla polizza RCA

Onoranze Funebri

per autovetture, ciclomotori e motocicli

a Caltana Via Caltana 67 - 041/5730635 Presentati con questa pubblicità munito della carta COOP

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

Lunedì: 15.30 - 19.30. Da martedì a venerdì: 9.30-12.30 e 15.30-19.30 Sabato: 9.30-13.00 e 15.30-20.00 Dal 7 ottobre tutte le domeniche: 10.00 - 13.00 e 15.30 - 19.30

GS Gennaio 2013  

Gente Salese Gennaio 2013

Advertisement