Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 02 - ANNO XXXI - FEBBRAIO 2014

n. 2 FEBBRAIO 2014

GENTE SALESE

Francesco da un anno Papa 4

“DONNA.. ANCORA” LA GIURIA AL LAVORO

6

ANTONIO CANCIAN E L’EUROPA

12

VOLLEY: UNDER 16 IN ECCELLENZA


intro. 2

Caro direttore, da due anni l’amministrazione comunale ci tormenta con l’annuncio della nuova scuola materna statale di Sant’Angelo; ultimo atto del tormentone l’articolo su Il Gazzettino dell’11 febbraio scorso. Il sindaco dice che l’amministrazione spenderà 800.000 euro per costruire 5 nuove aule ampliando il plesso scolastico di Sant’Angelo. Il tutto per risparmiare circa 30 mila euro annui di affitto. Da profano mi chiedo se in un momento di crisi sia sensato spendere (finanziandosi con nuove tasse) oltre un miliardo e mezzo di vecchie lire che sono pari a trent’anni di canone d’affitto. Non sapendo che cosa succederà in questi trent’anni ma prevedendo che fra trent’anni la nuova scuola avrà bisogno di un radicale opera di manutenzione e quindi nuove spese. Per quanto riguarda, poi, la gestione mi chiedo fino a quando durerà il bluff che gli amministratori vanno dicendo ai cittadini di Sant’Angelo che questo è l’asilo di Sant’Angelo sapendo che se è una scuola pubblica statale, gratuita (esclusa la mensa, il trasporto ed eventuali altri servizi accessori) come le scuole elementari e la scuola media, deve essere aperta a tutti i bambini salesi e non solo a quelli di Sant’Angelo. Poi, avendo un numero limitato di posti, si dovrebbe stilare una apposita graduatoria comunale e su questa base assegnare i posti. Poi ci sono delle spese di gestione che l’amministrazione comunale dovrà accollarsi. Lei lo chiama risparmio tutto questo? Giano

Abusivismo

Un lettore che si firma Michele, ci ha scritto denunciando il fenomeno abbastanza diffuso delle “baracche - tettoie abusive e magari anche vicino ai confini di proprietà, talvolta anche costruite con l’amianto” chiedendosi se tutto ciò sia lecito e come mai il comune non intervenga per la nostra salute e per l’abbellimento del territorio? Non possiamo pubblicare integralmente la lettera del nostro lettore perché non compiutamente sottoscritta. Tuttavia ha sollevato un problema reale e complesso che merita di essere posto all’attenzione di tutti. Certamente all’interno della vasta gamma e numero di annessi e arredi esterni c’è un po’ di tutto, di regolare ed irregolare. Nel tempo le varie amministrazioni hanno adottato un atteggiamento soft nei confronti del problema, forse anche per non sollevare “fastidiosi” vespai. Certo è che ognuno dovrebbe essere rispettoso delle regole, attento al decoro ed alla salute di tutti. Questo purtroppo non sempre avviene (neanche nei centri abitati) ed allora, almeno nei casi palesi, dovrebbe intervenire l’amministrazione comunale a tutela della legalità, della salute dei cittadini e del decoro ambientale del comune.

ERRATA CORRIGE Nel mese di gennaio abbiamo indicato come primo nato nel 2014 Pietro Carraro. In effetti c’è stata una femminuccia che lo ha battuto sul tempo. E’ Benedetta Scarpa nata alle 12,24 del primo gennaio. Anche a lei i nostri migliori auguri con le felicitazioni ai genitori Roberta e Martino ed alla sorellina Vittoria.

LE LETTERE AL DIRETTORE Le lettere al direttore sono molto utili anche per esprimere pubblicamente situazioni di disagio nell’interesse comune o per segnalare inconvenienti di ogni genere. Il mese scorso abbiamo pubblicato la lettera di una mamma disperata perchè dopo il periodo di maternità, dovendo andare a lavorare, non sa a chi lasciare il proprio figlio perchè nel nostro comune non ci sono “asili nido” in grado di accogliere suo figlio. Con piacere abbiamo ricevuto delle risposte positive che abbiamo trasmesso alla lettrice. Questo è stato possibile sia perchè la lettera della lettrice non era anonima e quindi individuata con indirizzo anche se ha preferito che la lettera non riportasse la sua firma ma la scritta “Lettera firmata”. PERTANTO NON INVIATE LETTERE ANONIME MA CON I DATI IDENTIFICATIVI. CHI NON VOLESSE CHE IL SUO NOME APPAIA IN CALCE DEVE RICHIEDERLO ESPRESSAMENTE E LO SCRITTO SARA’ PUBBLICATO COME “LETTERA FIRMATA”

TORO Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

Agenzia Generale via A. Gramsci 61, 30035 Mirano (VE) tel: 041/433333 agenzia451@toro.generali.com Subagenzia via Matteotti 15, 30031 Dolo (VE) tel: 041/413666 toro.dolo@libero.it

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


dati

ABITANTI COMUNE DI SANTA MARIA DI SALA (Dati al 31.12.2013) Frazioni

DEMOGRAFICI

Pubblichiamo nelle tabelle accanto i dati relativi al movimento demografico del nostro comune fotografati al 31.12.2013. I numeri evidenziano una sostanziale stabilità della popolazione ormai consolidatasi da alcuni anni attorno alle 17.500 unità, confermando la fine del fenomeno di crescita che ha caratterizzato gli ultimi decenni con un picco fra la fine degli anni ‘90 ed i primi del 2000. Lo stesso segnale viene indicato dal numero dei nati, che dal 2008 (primo anno preso in esame con 247 nascite) stanno costantemente diminuendo. Questo dovrebbe fare aprire una seria riflessione anche sulla offerta di servizi e strutture pubbliche. Appare, infatti, attenuata (nella quantità e non certo nella qualità) la tensione degli scorsi anni sulle strutture scolastiche e aumenta invece la necessità di spazi e servizi a favore di una popolazione che sta lentamente, ma inesorabilmente invecchiando anche nel nostro comune. Stabilizzati attorno alla sessantina anche i matrimoni con una maggioranza di quelli concordatari-religiosi. Stabile ,poco sopra al 6% della popolazione, il numero dei residenti stranieri.

Maschi

Femmine

Totale

Famiglie

S. Maria di Sala

1486

139

2881

1104

Caltana

1890

1954

3844

1452

Caselle de’ Ruffi

1700

1770

3470

1332

Sant’Angelo

898

882

1780

687

Stigliano

884

917

1801

700

Veternigo

1902

1890

3792

1465

Totale

8760

8808

17568

6740

Maschi

Femmine

Totale

Diff. 12/13

Nati

89

81

170

+9

Morti

45

41

86

+17

Immigrati

217

239

456

+62

Emigrati

304

281

585

+96

Differenza

-43

-2

-45

=

Descrizione

COMPOSIZIONE NUCLEI FAMILIARI

NATI

POPOLAZIONE STRANIERA Nazionalità

Tot.

Anni

2008 2009 2010 2011 2012 2013 Fiff 08/13

Romena

453

Totali

247

Albanese

136

Cinese

99

Blangadesh

53

Stranieri

Dati al 31.12.2012 M

F

Tot.

M

F

Tot.

Diff. 12/13

Moldava

46

Totali

592

645

1237

530

609

1139

-98

Nigeriana + Senegal

49

209

187

172

179

170

-77

Dati al 31.12.2013

MATRIMONI Religiosi (conc.)

33

2 tra stranieri

Civili

22

8 misti

N.° Componenti

Totale nuclei familiari

1

1580

2

1791

3

1645

4

1340

5

279

6 e più

105

Totale

6740

www.cvviaggi.it

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI

PAGOTTO

di Pagotto Sandro & Co. snc

Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

Via Bastia Fuori, 26,1 - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5703812 - Fax 041.5703805

3


GRANDE lavoro DELLA GIURIA per VALUTARE le poesie DEL CONCORSO “DONNA... Ancora”

4

Grande ed inaspettato successo sta avendo il Concorso di poesia “Donna.. Ancora” che Gente Salese, col patrocinio della Provincia di Venezia, ha organizzato nell’ambito dei festeggiamenti per la Festa della Donna. Più di 90 sono stati i poeti “dilettanti” che hanno risposto all’appello con oltre centosettanta componimenti, anche di ottimo livello artistico-letterario, giunti da tutte le regioni italiane e dal Quebec. Giovani e meno giovani, maschi e femmine, hanno accettato di proporre le loro opere letterarie

segno che la sensibilità d’animo, il senso della bellezza e della fantasia italiana sono ancora vivi fra la meravigliosa gente del “bel pa-

ese”, nonostante l’apparente inaridimento degli animi dovuto ai lunghi anni di crisi. Intanto la giuria, composta da Ni-

coletta Masetto, giornalista, Paolo Umberto Pasquon, scrittore di racconti, e Roberta Volpato, insegnante, è già all’opera nel non facile lavoro di scegliere i lavori migliori da premiare. La cerimonia di premiazione verrà proclamata venerdì 14 marzo alle ore 20,00 presso il Castello di Stigliano nel corso di una serata all’insegna della poesia e della musica a cui sono invitati tutti i concorrenti e gli amanti delle belle “cose” dello spirito. G.V.

Una petizione per chiedere AL SINDACO S. ANGELO ORGANIZZA L’ARCI PIROLA IN VISITA l’ampliamento del Centro Prelievi UN VIAGGIO A LOURDES ALLE OPERE DI LOTTO Da alcuni anni è in funzione, presso la Sede Municipale, il Centro Prelievi, un servizio al Cittadino ottenuto e confermato, dopo notevoli insistenze e pressioni nei riguardi dell’ASL 13. Il servizio sanitario che il Centro Prelievi offre ai Cittadini si è dimostrato di crescente utilità tanto da essere utilizzato in modo sempre crescente e da riscuotere la massima soddisfazione della Cittadinanza. L’intenso uso ne ha evidenziato, però, l’insufficienza logistica rispetto alle esigenze, creando delle punte di sovraffollamento inaccettabili anche dal punto di vista igenico-sanitario. Per ovviare a queste problematiche ad Aprile 2012, dopo numerosi con-

tatti e accordi con gli organi tecnicosanitari competenti dell’ASL 13, era stato approntato un progetto esecutivo di ampliamento tale da soddisfare le sempre crescenti esigenze. Progetto di ampliamento che la nuova amministrazione comunale ha però accantonato. Proprio per sollecitare la ripresa del progetto, visti vani gli interventi in Consiglio Comunale, Lista Salese ha promosso una raccolta di firme dei cittadini per chiedere all’amministrazione comunale di ampliare i locali riservati all’utenza rendendoli più idonei al servizio. La petizione potrà essere sottoscritta da tutti i cittadini salesi presso i locali del centro prelievi.

La parrocchia di S.Angelo sta organizzando un viaggio a Lourdes da Lunedì 15 a Sabato 20 settembre 2014. Il viaggio in autopullman GTL lux toccherà la Camargue e il delta del Rodano prima di arrivare a Lourdes dove ci sarà una intera giornata a disposizione per i riti religiosi. Nel viaggio di ritorno si visiterà Carcassone, città fortificata medievale detta la “perla del mezzogiorno”. Ci sarà, quindi, mezza giornata per la visita del Santuario di Ars dedicato al suo celebre “curato”. Sulla strada del rientro in Italia ci sarà anche il tempo per una visita alla Sacra di San Michele, abbazia benedettina del X secolo nei pressi di Avigliana. Le iscrizioni si ricevono in canonica da Don Pietro (tel. 338/8004920) o presso l’agenzia Marlene Travel di Mirano che cura l’organizzazione tecnica (tel.041/5701000-sett.gruppi).

• COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI • TRASPORTO IN CONTO TERZI • TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI • SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI • PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. • BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO

L’ARCI Pirola di S. Maria di Sala organizza per domenica 23 marzo una gita per visitare le opere di Lorenzo Lotto nell’entroterra veneto e, quindi, il tours toccherà Asolo, Treviso e Quinto di Treviso. La quota di partecipazione è di 50 euro e comprende viaggio, ingresso, guida al museo Bailo e pranzo in agriturismo. Per le prenotazioni e informazioni rivolgersi Via Cavin Caselle 193, al martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 oppure telefonando al cel. 347-4156093, o al numero 041-5732261 info@arcipirola.org. Questo il programma della giornata: Ore 8.00 Partenza da S. Maria di Sala con pullman granturismo. Ore 9.00 arrivo ad Asolo e visita del Duomo con la celebre Assunta di L. Lotto. Ore 10.30 partenza per Treviso e visita guidata del Museo Bailo che custodisce il dipinto “Ritratto di un monaco domenicano” di L. Lotto. Ore 13.00 pranzo all’agriturismo “Frasca da Pompe” Ore 15:30 partenza per Santa Cristina di Quinto, visita della chiesa e della pala di L. Lotto Ore 17.00 circa partenza per il rientro. Prenotazioni con saldo della quota entro il 10 Marzo 2014.

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 -

• COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE

Email. bolzonella.group@tiscalinet.it

• NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

www.bolzonellagroup.com


5

“Povera tra i poveri: la missione della Chiesa” Francesco nell’anniversario del suo Pontificato Che significa per la nostra civiltà in crisi - sociale, economica, internazionale - ritrovare la propria umanità? Cosa propone la Chiesa, secondo lo stile e i contenuti del pontefice argentino, all’uomo del terzo millennio? Ho cercato di rispondere a queste domande rifacendomi anche all’opera e ai messaggi di Papa Francesco che tra pochi giorni, il 13 marzo, compirà un anno di pontificato. Mi è tornata in mente la lettura di qualche giorno fa della prefazione di Papa Francesco a un libro del cardinal Müller dal titolo “Povera tra i poveri. La missione della Chiesa”. Una frase mi ha colpito in relazione all’idea, espressa dal Pontefice, di una crisi economica generata dall’egoismo e dall’accaparramento: “Questo accade quando l’uomo, avendo perso la speranza in un orizzonte trascendente, ha perso anche il gusto della gratuità, il gusto di fare il bene per la semplice bellezza di farlo”. Perché l’uomo ha perso l’orizzonte trascendente? Che fine ha fatto la metafisica nella nostra civiltà? Siamo una civiltà al bivio: dobbiamo scegliere tra l’uomo tecnologico - con l’illusione che questa sia la soluzione al problema del limite e della morte - e l’uomo metafisico, che la soluzione la trova oltre il limite e oltre la morte. Fino a qualche decennio fa, almeno tra la gente comune, vi era la consapevolezza che solo nel bene, nella solidarietà risiedesse la speranza della felicità senza fine. Oggi la fiducia cieca in una scienza risolutrice di ogni ansia individuale, in un’economia che vede nell’aumento dei consumi, in un vortice senza fine, la soluzione di ogni precarietà, ha portato il mondo a disumanizzarsi e cioè a togliere all’uomo la componente metafisica che lo rende differente da ogni altro essere vivente.

Papa Francesco il giovedì santo dopo aver lavato i piedi ai detenuti li bacia

Riprendendo allora la domanda iniziale, cosa propone oggi Papa Francesco? Quali le sue parole chiave per risolvere la crisi di un mondo che usa l’essere umano come un qualsiasi altro bene di consumo, che si può gettare via quando non serve più, quando non produce, quando non consuma? Eccone alcune, tratte da alcuni dei suoi discorsi di questo primo anno di pontificato. Misericordia, tenerezza, permesso, grazie, scusa, gioia, indifferenza, povertà, periferie, fede, speranza. Ognuno di questi termini richiama l’uomo e alla sua parte più intima, quella che presiede alla relazione con la profondità degli altri. Non

si parla di salute a tutti i costi, di vita biologica prolungata all’infinito, di benessere economico come orizzonte assoluto. Si parla di perdono, di amore, di gratitudine, di felicità, di giustizia sociale, di umiltà nel sapersi affidare, di speranza nell’eternità del bene. Siamo all’inizio della Quaresima e per noi cristiani è un periodo importante come ha detto Papa Francesco “... la Quaresima è il cammino del Popolo di Dio verso la Pasqua, un cammino di conversione, di lotta contro il male con le armi della preghiera, del digiuno, della misericordia. L’umanità ha bisogno di giustizia, di riconciliazione, di pace, e potrà averle solo ritornando con tutto il cuore a Dio, che ne è la fonte. Anche tutti noi abbiamo

bisogno del perdono di Dio. Entriamo nella Quaresima in spirito di adorazione a Dio e di solidarietà fraterna con quanti, in questi tempi, sono più provati dall’indigenza e da conflitti violenti”. Papa Francesco, nel suo messaggio quaresimale, ci esorta: “Noi cristiani siamo chiamati a guardare le miserie dei fratelli, a toccarle, a farcene carico e a operare concretamente per alleviarle. La miseria non coincide con la povertà; la miseria è la povertà senza fiducia, senza solidarietà, senza speranza. Possiamo distinguere tre tipi di miseria: la miseria materiale, la miseria morale e la miseria spirituale. La miseria materiale è quella che comunemente viene chiamata povertà e tocca quanti vivono in una condizione non degna della persona umana: privati dei diritti fondamentali e dei beni di prima necessità quali il cibo, il lavoro, la possibilità di sviluppo e di crescita culturale”. Si è fatto povero per arricchirci con la sua povertà: il cammino di conversione religiosa e civica quaresimale. Ribadisce con forza il Pontefice: “Nei poveri e negli ultimi noi vediamo il volto di Cristo; amando e aiutando i poveri amiamo e serviamo Cristo. Il nostro impegno si orienta anche a fare in modo che cessino nel mondo le violazioni della dignità umana, le discriminazioni e i soprusi, che, in tanti casi, sono all’origine della miseria. Quando il potere, il lusso e il denaro diventano idoli, si antepongono questi all’esigenza di una equa distribuzione delle ricchezze. Pertanto, è necessario che le coscienze si convertano alla giustizia, all’uguaglianza, alla sobrietà e alla condivisione.” Non ci resta che augurarLe Santità “ad multos annos” perchè abbiamo bisogno che aiuti il mondo a ritrovare la sua umanità. G. B.


6

Cancian: “C’è bisogno di più Europa per uscire dalla crisi e rilanciare la crescita e lo sviluppo” Abbiamo chiesto all’on. Antonio Cancian, di farci una panoramica della situazione italiana e soprattutto Veneta, dal suo osservatorio europeo.

In un mondo globalizzato come quello in cui viviamo non possiamo prescindere dall’Europa. Il punto non è Europa si o no, così facendo continueremo a restare in mezzo al guado, proprio ora che abbiamo la possibilità di aggredire la crescita. L’obiettivo è quello di andare verso gli Stati Uniti d’Europa attraverso l’unione bancaria, l’unione fiscale e successivamente l’unione economica e l’unione politica. Per quanto riguarda il Veneto, la crisi economica che stiamo vivendo sta avendo pesantissime ripercussioni sul tessuto industriale e imprenditoriale della nostra regione. La vicenda che sta interessando Elecxtrolux è l’apice di una situazione difficile che pone una questione di politica industriale di ampio respiro. Abbiamo la necessità di occuparci dell’economia reale, in particolar modo dell’industria con l’obiettivo di far raggiungere a questo settore il 20% del PIL entro il 2020 con il conseguente traino anche del terziario e dei servizi. Per evitare una desertificazione industriale in Veneto, legata alla filiera del bianco, sarebbe opportuno concentrare le risorse per la riduzione del cuneo fiscale in questi settori connotati da un forte export e da alta occupazione e allo

L’On. Antonio Cancian

stesso tempo individuare nuove forme di contrattazione sindacale valide per le aree colpite dalla minaccia di delocalizzazione. Nell’immediato si deve agire sia con il Fondo Sociale Europeo sia con il Fondo della Globalizzazione. Questo distretto produttivo deve poter fruire, inoltre, per il prossimo periodo di programmazione europea fino al 2020 delle misure per le grandi imprese attraverso quelle possibilità di aiuti di Stato a finalità regionali. In ambito europeo, il piano di rilancio industriale a cui ho lavorato in questi anni si basa sul rilancio degli investimenti nell’innovazione, sulle migliori condizioni di mercato, accesso al credito e valorizzazione del capitale umano. Su questi quattro pilastri si vuole invertire la tendenza, che

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405

vede in difficoltà il comparto industriale veneto e del nord-est, con l’obiettivo di una crescita sostenibile capace di creare posti di lavoro di elevato valore. Altro aspetto fondamentale per rilanciare la nostra economia è legato all’approvvigionamento ed efficienza energetica che può avvenire sia con un mercato unico dell’energia sia attraverso il potenziamento delle reti intelligenti nell’ambito dei piani energetici regionali. Per sostenere le realtà imprenditoriali, che sono la colonna vertebrale dell’economia veneta, si sta lavorando per garantire un accesso migliore e più equo al finanziamento attraverso una reale unione bancaria. Dall’Europa è arrivato un grande aiuto per il settore agricolo veneto con la riforma della Poli-

tica Agricola Comune. In questi 5 anni abbiamo affrontato molti temi importanti legati all’agricoltura, alla sicurezza alimentare, alla qualità dei prodotti e alla tutela dei produttori e consumatori. La riforma della Nuova PAC per il periodo 2014-2020 che abbiamo predisposto ha avuto come obiettivo principale l’abbattimento della burocrazia attraverso la semplificazione dei processi, ed il sostegno alla produzione agricola. La Nuova PAC incentiva l’accesso ai giovani alla professione attraverso dei contributi fino a 15mila euro per l’avviamento di piccole aziende agricole, e fino a 70mila euro per sovvenzionare le Strat-up. La riforma della PAC promuove la competitività delle nostre aziende agricole nei mercati globali. La possibilità di cambiamento è tutta nelle nostre mani. Crescita e sviluppo sono i cardini del bilancio di 960 miliardi di euro approvato dall’Unione Europea per il 2014-2020. Il 94% di queste risorse verranno reinvestite nella crescita a vantaggio delle imprese, giovani, occupazione e cittadini. Come deputato di NCD - Partito Popolare Europeo al Parlamento Europeo, in questi anni di duro lavoro, coinciso con una delle depressioni economico-finanziarie più pesanti della storia, sono convinto che per uscire dalla crisi e rilanciare la crescita e lo sviluppo c’è bisogno di più Europa.

On. Antonio Cancian

Eurodeputato NCD-PPE


A S. Maria di Sala nasce il N.C.D. In Via Campocroce a Caltana Presidente è l’avvocato Scatto vince la Gioia della condivisione Come in altri comuni del miranese, anche a S. Maria di Sala si è costituito il circolo del Nuovo Centrodestra. A ricoprire l’incarico di Presidente, l’assemblea del neo circolo ha nominato l’Avv. Francesca Scatto, persona capace e con esperienza amministrativa alle spalle, in quanto ha ricoperto l’incarico di Assessore alla pubblica istruzione e cultura nella passata amministrazione comunale. Il primo impegno del neo presidente sarà quello di rappresentare il circolo di Santa Maria di Sala all’Assemblea Costituente del Nuovo Centrodestra che si svolgerà nei giorni 11, 12 e 13 aprile presso la Fiera di Rimini e partecipare con diritto di voto. Il Nuovo Centro Destra si è costituito anche nel Consiglio regionale del Veneto. Ne fanno parte Giancarlo Conta, capogruppo, e Carlo Alberto Tesserin, vicario. Con loro Clodovaldo Ruffato, presidente del Consiglio regionale,

Marino Zorzato, vicepresidente della Giunta, Nereo Laroni e Costantino Toniolo. Con NCD non cambia nulla nei programmi e nelle prospettive della Regione, intendono portare a termine il percorso politico iniziato con il presidente Zaia, la Giunta e il Consiglio.

Il 22 settembre 2013 si è svolta la 2° edizione della festa dea stradea. Lungo via Campocroce, nella frazione di Caltana, si sono ritrovate per la seconda volta le famiglie Bertan, Gottardo, Munaretto e loro discendenti per festeggiare i nati, i residenti e i parenti di questa piccola stradina.

7

All’insegna dell’allegria e dell’amicizia, mangiando una squisita porchetta inaffiata da ottimo vino, hanno dato vita ad una festa semplice ma quantomai collante speciale, di vera fratellanza. Un grazie a tutti per la collaborazione e arrivederci alla prossima edizione.

Un folto pubblico ha apprezzato il concerto di fine anno Come ormai da tradizione, Venerdì 27 Dicembre nella Sala Teatro della settecentesca Villa Farsetti, si è tenuto il tradizionale “CONCERTO DI FINE ANNO”, organizzato dall’Associazione di Volontariato “MANO AMICA” Onlus – Gruppo Salese di Impegno Sociale, in collaborazione con il CRAL, Circolo Ricreativo Aziendale Lavoratori dell’Ospedale di Mirano e con il Patrocinio del Comune di Santa Maria di Sala – Assessorato alla Cultura. La serata si è svolta in una entusiastica cornice di pubblico che ha riempito fino all’inverosimile la Sala Teatro, indirizzando scroscianti applausi ai cori ed ai gruppi strumentali

che si sono succeduti. A fare gli onori di casa, il Presidente dell’Associazione di Volontariato “MANO AMICA “ Onlus – Giancarlo Zamengo, che, dopo i saluti ed i ringraziamenti al pubblico ed ai cori presenti, invitava il Presidente del CRAL dell’Ospedale di Mirano – Rosaldo Niero, a presentare la serata canoro-musicale. Prima di dare inizio al concerto, il ViceSindaco ed Assessore alla Cultura Alessandro Arpi, a nome anche del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale, ha rivolto un saluto ai presenti ed un ringraziamento ai cori e gruppi strumentali che si sarebbero succeduti. A dare inizio al concerto è stato

il coro polifonico “I Cantori di Corte” diretto dalla M° Isabella Baldeschi. Sorto all’interno del CRAL dell’Ospedale di Mirano, conta circa venticinque elementi, distribuiti fra soprani, contralti, tenori e bassi ed ha proposto un repertorio della tradizione natalizia, di autori quali Beethoven, Mozart ed altri, ed un villancico della tradizione spagnola. È seguito un intrattenimento musicale con una sonata di A. Corelli per violino, violoncello e corno e successivamente alcune armonie natalizie per arpe e flauto; quindi l’intrattenimento musicale si è concluso con il trio londinese n.1 di Joseph Haydn per violino, violoncello e corno.

A questo punto il coro “Helianthus” di Treviso, diretto dalla M° Elisabetta Piovano, composto da una quindicina di elementi armonicamente divisi tra le quattro voci ed in alcuni brani accompagnato dalle voci bianche della scuola “Titù” di Treviso, ha fatto ascoltare brani della tradizione natalizia, della tradizione basca, della liturgia ortodossa e spiritual. Alla fine, a cori uniti e con le voci bianche, sono stati proposti due brani: “Fermarono i cieli” di A. De Liguori e “Stille Nacht” di F. Gruber. Sicuramente è stata una bella serata di musica, incastonata nel contesto delle festività natalizie, che i presenti hanno molto apprezzato. G. Z.

STONE HOUSE S.r.l. Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno sanitari - rubinetteria - complementi d’arredo via L. Da Vinci, 5 - 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041.487046 - fax 041.5760097 E-mail: info@simionatosrl.it - www.simionatosrl.it


8

Patrono di Veternigo e della Polizia Locale San Sebastiano celebrato in forma solenne

Domenica 19 Gennaio 2014, nella ricorrenza della festa di San Sebastiano (viene celebrato il 20 gennaio, ma la festa è stata anticipata a domenica per coinvolgere il maggiore numero di persone), si è riproposta la celebrazione del Santo patrono della comunità di Veternigo. La figura di San Sebastiano è stata ricordata nel corso di due celebrazioni eucaristiche: una alle 9.00 presieduta dal Vescovo emerito, Paolo Magnani, e una alle 11.00, celebrata da Don Paolo Cecchetto. San Sebastiano è anche patrono degli Agenti di Polizia Locale e dei loro comandanti, ufficiali e sottufficiali. Don Paolo ha preso spunto dalla tela di Pietro Malombra, conservata nella Chiesa arcipretale di Veternigo, nella quale ha raffigurato San Sebastiano con i piedi ben fermi sulla terra per dire: “È un bene che i nostri vigili siano ben fermi nella nostra realtà con saldi e robusti principi. Guardando sempre al San Sebastiano si possono notare che le 2 frecce a sinistra e a destra del costato sono state abilmente dipinte, tanto da non penetrare in profondità nel corpo del Santo, così da suggerire che le frecce dolorose che quotidianamente ci colpiscono, non devono mai portarci a morire; in più gli occhi rivolti verso il cielo rap-

presentano un momento di preghiera per chiedere aiuto ai Santi, affinché dall’alto dei cieli assistano le nostre comunità”. Quest’anno, grazie all’organizzazione dell’Associazione “Vita in piazza” e all’energico Angelo Pegoraro, la festa ha coinvolto alcuni venditori

ambulanti che con le loro bancarelle hanno rallegrato la manifestazione e i numerosi sponsor rappresentati dalle attività che gravitano attorno alla piazza Gabriele d’Annunzio dalla Cartoleria “La Farfalla” alla “Banca di Credito Cooperativo Alta Padovana” e hanno permesso la realizzazione

della festa. Tra le bancarelle, degna di menzione è quella dei genitori della scuola primaria di Caltana che offriva musetto, salame su crostini e l’acquisto di cassette di radicchio per raccogliere fondi per la loro scuola. In canonica l’infaticabile Gino Carlucci ha allestito una mostra, rispolverando antichi documenti conservati nell’Archivio parrocchiale che mostrano come Monsignor Paraolin, nipote di Papa Pio X, acquistò terreni in Zianigo a favore della parrocchia di Veternigo. Nel pomeriggio a rendere omaggio al santo nella Chiesa gremita si sono esibiti: il coro giovane “Shaloom” che si è contraddistinto per la freschezza e l’originalità dei canti; il coro femminile “Magnificat”, diretto da Roberta Bortolozzo con all’organo Giovanni Feltrin; la corale parrocchiale “San Sebastiano” diretta da Michele Scamtarburlo accompagnato all’organo da Maria Stella Tambè. Il finale è stato veramente intenso con l’esibizione di “Signore delle cime” di Bepi De Marzi, a cori riuniti. La festa si è conclusa in bellezza al Patronato con l’estrazione dei numeri abbinati ai premi della lotteria. Bertilla Ceccato

Gravi disagi a Caltana per la Chiusura della Farmacia Raccolta di firme per chiedere il reintegro del servizio Dopo lunghi anni di sofferta attesa, i Citta dini di Caltana ad ottobre 2008 erano riusciti ad avere la Farmacia. Dal 1° Novembre 2013 l’importante servizio è cessato a causa della rinuncia, per altra sede, del Farmacista conduttore. La chiusura della Farmacia ha determinato nel paese, che conta circa 4000 abitanti, una situazione di sconcerto e pone i Cittadini in uno stato di grave disagio, in particolar modo gli anziani con difficoltà di spostamento e gli utenti della fascia del bisogno. L’amministrazione comunale ha fatto capire che per la riapertura bisognerà

attendere un nuovo bando di gara da parte della Regione Veneto con tempi indefiniti ma sicuramente lunghi. Per sollecitare gli organi regionali e l’amministrazione comunale Lista Salese si è fatta promotrice di una petizione per chiedere di attuare, con urgenza, ogni possibile provvedimento, ordinario e straordinario, atto ad attivare, al più presto, l’apertura di questo indispensabile presidio sanitario. Tutti i cittadini salesi ed in particolar modo quelli di Caltana, sono quindi invitati a sottoscrivere la petizione nei giorni di mercato e la domenica nella piazzetta della chiesa.

AUTOSCUOLA AGENZIA SALESE RECUPERO PUNTI

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Sede Amministrativa in Via Firenze 20 Santa Maria di Sala-VE Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

Patenti: AM-A1- A2- AB1-B-BE-C1-C1C- C- CED1-D1E-D-DE- SPECIALI CQC TRASPORTO MERCI E PERSONE

Email: autoscuola.salese@virgilio.it Via dei Larici, 2 - Tel e Fax. 041.487417 S. Maria di Sala (VE) UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0

SI EFFETTUANO: Passaggi di proprietà auto e moto - Immatricolazioni - Demolizioni auto - Duplicati e conversioni patenti - Collaudi gancio traino e GPL - Targhe ciclomotori - Certificati camerali e Tribunale Visure P.R.A. - Duplicati carta di circolazione - Corsi per stranieri - Rinnovo patenti con medico in sede


Associazione Lesina: un anno intenso e fecondo di interscambio culturale, imprenditoriale e sociale La fine d’anno è il tempo per i bilanci di ogni attività, in particolar modo dei soggetti attivi, delle società, delle associazioni. Anche per l’Associazione Lesina, la fine del 2013 ha rappresentato un momento di rendiconto dal punto di vista finanziario e delle attività svolte durante l’anno appena trascorso, ed inoltre, di proposte per i programmi per il prossimo anno 2014. Il 15 Gennaio 2014 i soci dell’Associazine Lesina si sono riuniti in Assemblea per ascoltare la relazione del Presidente e del Tesoriere sul bilancio 2013, sulla campagna tesseramento 2014, sulle attività svolte e sui programmi delle attività del 2014. Abbiamo chiesto a Paolo Bertoldo, Presidente dell’Associazione Lesina, di illustrarci l’impegno di quest’ultimo anno. “I punti più interessanti sono stati quelli relativi alle attività svolte e ai programmi del prossimo anno. Molteplici sono state le iniziative intraprese e le attività svolte durante il 2013, sia a livello locale che verso l’esterno. Ecco alcune: Ad Aprile 2013 abbiamo visitato la Zona Industriale di Spalato con alcuni imprenditori Italiani e incontrato le Autorità Consolari e la Comunità Italiana di Spalato. A Giugno 2013 - prosegue l’elenco Paolo bertoldo - abbiamo fatto la Gita Sociale a

Nella foto: i delegati dell’Associazione visitano Havar

Spalato, Medjugorie, Draga di Moschena e anche in questa occasione abbiamo incontrato le Autorità Consolari e la Comunità Italiana di Spalato. A Luglio 2013 una Delegazione dell’Associazione Lesina, ha partecipato, quale invitata d’onore, alla festa, svoltasi a Trieste, per l’ingresso della Croazia nella UE. A Settembre 2013 abbiamo incontrato a

Da sx: Paolo Bertoldo, Domenico Bertoldo, Damir Giancarlo Murcovic e il dottor Tudor

Zagabria, unitamente ad alcuni imprenditori Italiani, il responsabile della Camera di Commercio Croata, per il settore investimenti. Ad Ottobre 2013 una Delegazione dell’Associazione Lesina ha partecipato, quale invitata particolare, al Consiglio Comunale degli Esuli Dalmati nel mondo, svoltosi ad Abano. Ancora ad Ottobre 2013 abbiamo avuto un incontro a Parenzo con l’esperto e referente dell’Associazione Lesina per le attività e gli investimenti in Istria e Serbia. A Novembre 2013 una Delegazione dell’Associazione Lesina ha incontrato, a Trieste, il Console Generale di Croazia e il Vice Console responsabile del settore progetti e investimenti per la Croazia. A Dicembre 2013 abbiamo avuto una riunione dell’Associazione con una serie di imprenditori presso il Castello di Stigliano dove sono state illustrate le condizioni per operare in Croazia. Con l’occasione ci siamo collegati, via internet, con l’isola di Lesina per vedere la conclusione dei lavori di restauro della Loggia di Hvar, avvenuto ad opera di esperti Italiani e Croati .Un buon esempio di collaborazione fra l’Italia e la Croazia.

Gottardo Dino & C. snc CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (con marchio CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

casette in legno - gazebi - pergolati box e coperture per auto

tutto su misura

Via Cainazzi 33/A Veternigo di S. Maria di Sala Ve Tel./Fax 041 5781316 :: Cell. 3392834682

9

Contemporaneamente, durante l’anno 2013, presso la Sede Sociale, si sono tenuti incontri del Direttivo e dei Soci, con cadenza pressoché quindicinale, con lo scopo di relazionare, discutere, accogliere iniziative e proposte, programmare le attività dell’Associazione ed inoltre, con responsabili di Aziende interessati ad una collaborazione con la Croazia. Si è anche provveduto ad attivare il sito dell’Associazione Lesina dove si possono trovare tutte le informazioni che ci riguardano e una casella di posta per lo scambio di informazioni”. Davvero un lungo elenco di occasioni e di incontri; e per quanto riguarda il programma del nuovo anno 2014? Nel prossimo futuro proseguirà da parte dell’Associazione Lesina, l’attività di raccolta delle informazioni utili alla messa a punto per una sempre maggiore efficacia della sua azione di introduzione e supporto delle Aziende che desiderano partecipare le proprie attività in Croazia. Emerge la necessità di chiarire ed assumere concrete informazioni circa due condizioni necessarie a promuovere l’interesse degli imprenditori: Progetti possibili e garanzie per il finanziamento e i pagamenti. Per questo viene considerato indispensabile continuare i contatti con i responsabili degli Organismi Croati preposti onde avere tutte le informazioni di interesse. Dal 17 al 21 Giugno p.v. è prevista una visita a Hvar (Lesina) per rafforzare i legami di amicizia e fratellanza nati con il gemellaggio, sottoscritto da alcuni anni. Si tratta, tra l’altro, di una vacanza aperta a tutti coloro che vogliono gustare le meraviglie di un’isola fra le più belle dell’Adriatico, circondata da un mare limpido, dal profumo di lavanda e dal canto delle cicale. Inoltre, riteniamo molto importante programmare un Convegno, a Santa Maria di Sala, con la partecipazione di autorità Croate influenti sugli aspetti dei progetti e dei finanziamenti e di imprenditori locali interessati, onde dare tutte le informazioni e sicurezze possibili a chi è interessato ad una collaborazione con la Croazia. Auguri di un buon successo!


10

Torneo di beneficenza di calcio a 5 Playday Anche quest’anno grande soddisfazione per l’Associazione i300 che alla seconda edizione del Play Day, torneo di beneficienza di calcio a 5, che ha visto coinvolti rappresentative delle forze armate, locali e il debutto delle prima squadra della Fispes (Federazione Italiana sport paraolimpici e sperimentali) il cui ricavato è andato a favore dell’associazione sportiva per disabili di mira “Il sorriso”. In questa occasione la novità è stata rappresentata dai ragazzi e le ragazze dell’associazione “il sorriso” che hanno espresso la loro volontà di partecipare con una loro squadretta. La gioia che ho visto nei loro occhi quando ho detto loro che potevano farlo è stata per me la parte migliore della giornata dove tutte le squadre si sono cimentate in maniera non solo corretta ma anche goliardica all’insegna della sportività e della solidarietà sul campo della palestra di stigliano. Personalmente ringrazio a nome dell’associazione tutti coloro che

hanno permesso lo svolgimento dell’evento, dall’amministra-

zione comunale con la presenza dell’assessore allo sport Luigino

Miele, ai rappresentanti delle forze armate con il Ten. Col Carmine Coppolecchia capitano della squadra del Presidio Militare di Venezia, alla squadra de i 300 capitanata da Matteo Marzaro e Mattia Volpato, e tantissimi altri giocatori, come del resto non posso non ringraziare gli sponsor che quest’anno con il loro aiuto hanno permesso lo svolgimento della manifestazione. Con l’occasione sono stati devoluti oltre 550 euro all’associazione “il Sorriso”. Grazie, grazie, grazie, con tutto il cuore che con il vostro contributo avete permesso a noi organizzatori e ad una piccola associazione che quotidianamente si impegna nel prendersi cura di questi ragazzi a realizzare quello che ogni giorno tutti noi dovremmo fare non dimenticando che ci sono realtà come questi ragazzi disabili i cui genitori non hanno nessun sostegno dal nostro stato. Grazie ancora a tutti e nell’insegna del motto “Uniti per Vincere” ci daremo appuntamento a dicembre.

Rinnovo patente: dite addio al bollino!

Quali novità vi ha portato finora il 2014? Nel mondo degli automobilisti è in arrivo una novità bella grossa che presenta diversi vantaggi. Scopriamo insieme di che cosa si tratta per non farci cogliere impreparati! La notizia è stata per diverso tempo in prima pagina su tutti i giornali, perché riguarda molti cittadini Italiani: a partire da gennaio 2014 possiamo dire addio al “vecchio” modo di rinnovare la patente. Gli automobilisti con il documento scaduto devono tempestivamente adattarsi alla nuova normativa, approvata nel dicembre 2013 dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I comuni hanno avuto venti giorni per adattarsi alla nuova procedura

per sederti qui chiamaci allo

041 487356

e disporre le strutture sanitarie nella condizione di “rinnovarsi”, per garantire il perfetto funzionamento dei nuovi rinnovi. Ma come funziona precisamente la nuova procedura? E quali vantaggi può garantire agli automobilisti? Innanzitutto si dovrà dire addio al celebre bollino adesivo che infatti non basterà più a sancire in automatico il rinnovo della patente. Secondo il nuovo regolamento a ogni scadenza dovrà praticamente essere emessa una nuova patente, in sostituzione di quella vecchia. Preoccupati? Non ce n’è motivo, perché infatti il rinnovo avverrà quasi completamente per via telematica, in maniera che si promette di essere più comoda e rapida per tutti.

Attraverso il sito web “Il Portale dell’Automobilista”, inserendo le proprie credenziali e un PIN, i medici dovranno indicare lo stato di salute del conducente, eventuali prescrizioni di farmaci o segnalazioni di deficit uditivi o visivi, inserire gli estremi del pagamento e allegare foto e firma del titolare. Dopo questa procedura verrà rilasciata una ricevuta che il medico dovrà stampare, firmare e consegnare al richiedente: la ricevuta è provvisoria, e permette al richiedente di circolare fino all’arrivo del tesserino. Questa ricevuta ha una durata di 60 giorni, e secondo quanto detto dal Ministero basterà una settimana per ricevere la nuova patente. Per quanto riguarda i costi, l’ammontare della procedura è 25

euro, a cui vanno naturalmente aggiunti i costi della visita medica e della spedizione assicurata (circa 7 euro). La rivoluzione delle patenti allo stato attuale riguarda circa 5 milioni di Italiani con documento in scadenza, e nel giro di dieci anni il Ministero dei Trasporti punta a rinnovare tutte le patenti attive, sostituendole con il nuovo modello plastificato. La tessera così pensata è conforme in tutta Europa, ed è stampata con nuove modalità laser che permettono di evitare le falsificazioni. Una bella notizia per tutti gli automobilisti, e un chiaro segnale del Ministero per colpire i “furbetti” che producono e commercializzano patenti false, aumentando i problemi di insicurezza sulle strade italiane.

Salone Triade Master head o Micr era cam ntrollo x co tuito gra capello del


11

Con Gente Salese sulle tracce 2 Febbraio: a Veternigo della Prima Guerra mondiale tanti motivi per celebrarlo

Il 23 luglio 1914, dopo l’attentato al principe Francesco Ferdinando II, iniziò la Prima Guerra Mondiale in cui l’Italia, già Paese neutrale, entrò il 25 maggio 1915. A cento anni da quella terribile catastrofe Gente Salese propone, per il prossimo 11 maggio, una gita sulle tracce della Grande Guerra, un itinerario storico fra le bellezze dell’alta valle dell’Isonzo. La prima parte della giornata ci condurrà a Most na Soci/Santa Lucia d’Isonzo, località situata su una lingua di terra nel punto dove si incontrano i fiumi Soca/ Isonzo e Idrijca e da dove ci imbarcheremo per una appagante navigazione sul fiume e sul lago creatosi a seguito di uno sbarramento artificiale. Dal battello, su cui pranzeremo, si potrà ammirare l’incantevole spettacolo naturale del lago e fiume incastonati in una verde gola fra le montagne (foto in alto). Il battello è costruito nello stile degli antichi piroscafi che un tempo navigavano lungo il Mississipi, mosso da una grande pala rotante, è lungo 30 metri e può contenere 100 passeggeri.

L’itinerario di navigazione ci porterà verso nord fino alla confluenza dell’Isonzo con il fiume Tolminka, per poi scendere a sud fino ad arrivare alla diga di Podselo, sbarramento artificiale che ha creato il lago di Most na Soci. Al termine della navigazione ci recheremo a Kobarid/Caporetto per una visita guidata al celebre museo focalizzato sugli eventi accaduti sul fronte isontino durante la I° guerra mondiale ed in particolare sulla 12ª battaglia dell’Isonzo, nota come la battaglia di Caporetto che fu uno dei più imponenti scontri armati della storia, che portò allo sfondamento delle linee italiane con la temporanea catastrofe (la rotta di Caporetto) che portò l’esercito austroungarico fino al Piave. IMPORTANTE: I luoghi che visiteremo si trovano in Slovenia. Serve, quindi, la carta di identità valida (non rinnovata) e senza timbro di rinnovo che non viene riconosciuto alla frontiera. Maggiori dettagli logistici saranno indicati nel prossimo numero di fine marzo.

Il Battello “Lucja”

Il 2 Febbraio 2014 ricorre la Giornata della vita consacrata, che richiama l’importanza per la Chiesa di quanti hanno accolto la vocazione a seguire Gesù da vicino sulla via dei consigli evangelici e si celebra la giornata mondiale della vita. All’Augelus, Papa Francesco ha affermato “Questa offerta di sé stessi a Dio riguarda ogni cristiano, perché tutti siamo consacrati a Lui mediante il Battesimo. Tutti siamo chiamati ad offrirci al Padre con Gesù e come Gesù, facendo della nostra vita un dono generoso, nella famiglia, nel lavoro, nel servizio alla Chiesa, nelle opere di misericordia”. Inoltre, ha chiesto di pregare per le vocazioni: “I consacrati, i religiosi, le religiose sono la testimonianza che Dio è buono e misericordioso. Perciò è necessario valorizzare con gratitudine le esperienze di vita consacrata e approfondire la conoscenza dei

diversi carismi. Occorre pregare perché tanti giovani rispondano “sì” al Signore che li chiama a consacrarsi totalmente a Lui per un servizio disinteressato ai fratelli; consacrare la vita per servire Dio e i fratelli”. Anche nella comunità di Veternigo il Centro Aiuto alla Vita ha predisposto una bancarella con la vendita di primule, il cui ricavato andrà a sostegno di donne in difficoltà che, rivolgendosi ai Centri di Aiuto alla Vita, hanno scelto di non abortire. Don Gino Masiero, che ha celebrato la Santa Messa, all’omelia, mettendo in risalto i cartelloni con i disegni dipinti dai bambini della scuola dell’infanzia e con i mattoni riportanti i nomi dei ragazzi di 3° media, ha indicato il concetto che “Generare il Futuro significa porre la basi per una Società dell’Accoglienza alla vita dal suo concepimento fino agli ultimi stadi”. Bertilla Ceccato

AGENZIA DUCALE PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE ASSICURAZIONI - BOLLI AUTO Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.00-19.00 / sabato: 9.30 – 12.00 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 E-mail: info@agenziaducale.com - web. www.agenziaducale.com


12

L’ECCELLENZA FEMMINILE DELL’UNDER 16 del GRUPPO SPORTIVO VOLLEY SALESE

Continuano i successi per la squadra Under 16 del Volley Salese che dopo l’indimenticabile cavalcata della scorsa estate alle finali nazionali della categoria Under 14 che ha portato al titolo tricolore, è passata nella categoria maggiore ma non ha smarrito il vizio di battere gli avversari. Nonostante spesso il confronto sia stato contro ragazze di un anno più anziane, le giocatrici di coach Bisello, sponsorizzate anche quest’anno dalla Aghito Zambonini S.p.a., hanno chiuso con una sola sconfitta il girone B del campionato provinciale precedute solo dal Pool Patavium. Meritata la qualificazione al concentramento che decretava il passaggio nell’Eccellenza, le ragazze della Salese si sono ritrovate a misurarsi in un confronto di andata

e ritorno con le avversarie abituali della Pallavolo Valsugana e anche in questa occasione hanno fatto valere la loro tecnica e la loro determinazione. Al secco 3 a 0 inflitto nella partita giocata nelle mura di casa ha fatto seguito l’inequivocabile vittoria (1-3) in trasferta che ha legittimato l’ennesimo obiettivo centrato. Nel girone d’Eccellenza, attualmente in corso di svolgimento, il Volley Salese si deve misurare con le formazioni della Comitense, dell’Aduna Conca d’Albero, del Medoacus Selvazzano, del Vigonza Volley e del Redentore Este. Il livello è indubbiamente elevato ma è lo stesso direttore sportivo della società Dario Ziliotto a chiarire quali debbano essere gli obiettivi della stagione. “Abbiamo rag-

Macelleria GALLO PLINIO

Q u a l i tà con v e n i e nza e t rad i z ione

giunto l’obiettivo dell’Eccellenza e adesso giocando con avversarie tutte di alto livello, dobbiamo incamerare tutta l’esperienza possibile da mettere a frutto il prossimo anno quando giocheremo solo contro squadre della nostra stessa età.” Lo stesso Ziliotto fa un primo bilancio di un annata che sta confermando la serietà di una società rivolta la territorio e desiderosa di imporsi per la qualità dell’attività che svolge in più impianti messi a disposizione dal comune di S. Maria di Sala. “Stiamo continuando nell’importante percorso di crescita della società che non può prescindere dal massimizzare la nostra presenza nel territorio del Salese. Abbiamo 240 atlete tesserate di cui ben 140

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

Impresa Edile

Concollato Luca Costruzioni e restauri

offe rte sp e c i al i o gn i mese

hanno dai cinque e dodici anni, quindi impegnate nell’attività che va dal minivolley all’Under 12 che sono le categorie alle quali vogliamo dedicare le massime attenzioni possibili perché queste giovanissime saranno la ninfa vitale per le categorie superiori del prossimo futuro.” Categorie superiori nelle quali il Volley Salese partecipa con grande impegno iscrivendo le sue squadre in ogni categoria prevista dalla Federazione e dal C.S.I. e contando anche 3 formazioni senior che stanno facendosi onore e di cui la squadra di Prima Categoria è attualmente al vertice della classifica. Ringraziamo tutti gli sponsor che ci permettono di sostenere tutto il settore giovanile. Seguiteci su www.voleysalese.it

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

Via Gaffarello n. 46/ASant’Angelo di Santa Maria di Sala (VE) Cel. 3476032314


Rubriche

13

REGRESSIONE LAVORI IN GIARDINO a cura della dott.ssa Vallj Vecchiato psicologa e psicoterapeuta

Giulia, una ragazza poco più che ventenne, si mette in contatto con me per problemi di ansia e attacchi di panico. La cosa che più mi colpisce nel vederla è il modo infantile di parlare e atteggiarsi. Veste in modo molto casual, informale, come a impedire di mostrare il suo corpo, frequenta l’università con buoni risultati, quando le capita fa qualche lavoretto perché vuole essere autonoma economicamente, ha amici e amiche con i quali esce. È molto arrabbiata con i sui genitori perché da piccola la lasciavano dai nonni e non giocavano mai con lei; adesso Giulia non si preoccupa dell’andamento della famiglia, non aiuta nelle faccende domestiche, non cucina ma aspetta che siano i genitori a cucinare e a preparare per lei. Con loro parla solo della quotidianità ma mai di sé perché dice di non esserne mai stata abituata, anzi di aver sempre dovuto arrangiarsi per conto suo. Anche con me fatica a raccontarsi ma l’argomento che evita in assoluto di affrontare è quello legato alla sfera sessuale: non si è mai innamorata, non ha il fidanzato e non aspira ad averlo. I genitori, in un incontro, mi dicono che la loro preoccupazione è quella che Giulia non abbia ancora un ragazzo. Era chiaro che Giulia rivendicava quel ruolo di “bambina accudita” che i genitori, per problemi di lavoro, le avevano in parte negato; ma nel pretendere ciò, non si accorgeva che aveva assunto inconsciamente comportamenti appartenenti a stadi passati della vita che le impedivano di affrontare un normale e biologico salto maturazionale. In termini psicoanalitici Giulia aveva adottato il meccanismo di difesa della regressione, cioè la messa in atto di modelli di comportamento appartenenti a precedenti stadi dello sviluppo psicosessuale e a precedenti tipi di rapporto parentale.

Durante il percorso di crescita e maturazione verso l’obiettivo della condizione adulta, la persona può incontrare delle difficoltà e, quando questo accade, può ritirarsi su posizioni più arretrate del suo sviluppo, in particolare, su quelle che sono considerate più gratificanti e sicure. Spesso la regressione viene messa in atto dai bambini. Quando nasce un fratellino è facile vedere bambini capaci di mangiare, lavarsi e vestirsi da soli, adottare un comportamento tipico dei bambini più piccoli per riottenere le attenzioni dei propri genitori. Fintanto però che la regressione è momentanea, può essere vista anche come un tornare indietro di qualche passo per spiccare un grande balzo in avanti, cioè prendere un attimo di respiro per riprendere il cammino dello sviluppo. Quando però nell’apparato mentale si crea un’area di “fissazione” a stadi evolutivi passati, allora è importante intervenire perché nella persona si creano aree di sviluppo disarmoniche e in disquilibrio che portano solo ad una grande sofferenza. La regressione è un tipo di meccanismo difensivo in cui l’Io è piuttosto passivo, cioè subisce gli eventi e cerca gli equilibri che può trovare. Nella regressione l’Io non attiva dei processi psichici che, se anche inconsci, dimostrano di possedere una precisa intenzionalità. Più semplicemente l’Io, di fronte alle difficoltà, s’indebolisce, si ferma, torna indietro su posizioni più leggere e aspetta che il momento difficile passi e lui recuperi le forze per riprendere il suo cammino. Importante è allora aiutare la persona a rivivere, attraverso il presente, le fasi passate della vita che gli hanno provocato delle ferite dolorose al fine di favorire la ricerca di percorsi che aiutino la reintegrazione nel proprio vissuto personale, assieme alle difficoltà, anche la propria potenzialità di affrontarle, superarle e andare incontro alla vita.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

a cura dell’Architetto Paesaggista Elena Gardin

Con questo numero iniziamo una nuova rubrica sul giardinaggio con la collaborazione dell’architetto paesaggista Elena Gardin che ci illustrerà meglio i concetti del giardinaggio per tradurli in un’efficace azione di comportamenti per ottenere la massima bellezza nei nostri giardini. Ringraziamo Elena Gardin per la preziosa collaborazione.

La fine di Marzo segna l’arrivo della stagione primaverile e, con essa, la possibilità di godere maggiormente del nostro giardino o terrazzo. I lavori primaverili si concentrano principalmente nella ripulitura e preparazione del nostro spazio verde: iniziate con eliminare le foglie secche rimaste dopo l’inverno, ripulite alberi e arbusti dai rami morti, prestando particolare cura anche alle zone immediatamente intorno e, se necessario, eliminate eventuali erbe infestanti. Con l’arrivo della bella stagione, potete iniziare a pensare a quali nuove piante aggiungere al giardino: le possibilità sono innumerevoli. Ricordatevi di prendervi cura delle piante già presenti attraverso la concimazione con un prodotto organico: questo assicurerà il giusto nutrimento e permetterà ad arbusti e perenni di crescere. Non dimentichiamo che la pri-

mavera è anche il momento in cui possiamo goderci finalmente il nostro prato, magari con i bambini. Per assicurare una rapida ripresa vegetativa del vostro prato, verificate sin da ora gli impianti di irrigazione per non trovarvi in situazioni di urgenza non appena si alzeranno le temperature. Inoltre, ricordate che una semplice pulizia capace di rimuovere il materiale rimasto durante l’inverno è uno degli strumenti più efficaci per rivitalizzare il manto erboso. Inoltre, chiedete al vostro giardiniere di pianificare un piano fertilizzante ad hoc, in modo che possiate soddisfare senza difficoltà le necessità nutritive del tappeto. Infine, non dimenticate di controllare l’eventuale presenza di attacchi da parte di funghi: questa serie di facili precauzioni vi aiuteranno a garantire una rapida ripresa vegetativa del vostro prato.

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista www.autorombo.com


Rubriche

14

La via dell’Ambra Ho girato mezzo mondo, ho preso centinaia di aerei, ma al Castello di Stigliano, esattamente a 2,4 km da casa mia, non sono mai stato. Almeno fino a sabato 14 dicembre. Perché i ragazzi di “Gente Salese” hanno invitato me e mia moglie alla consueta cena di Natale, un’occasione per scambiarsi gli auguri e condividere una serata con persone che magari collaborano insieme per un anno intero, ma che spesso non hanno occasione di vedersi al di fuori della redazione. Come il sottoscritto, che da tredici mesi cura questa rubrica, ma che nessuno dei presenti, o quasi, aveva mai visto in faccia. Per ringraziarli dedico questa storia a tutti loro, agli amici di Gente Salese, e a due simpatiche signore, “gli sponsor”, così hanno detto di chiamarsi, che erano sedute a tavola con me e Alessandra. Infatti proprio una di queste signore mi ha ispirato questo racconto, che parte da lontano e arriva a un castello, forse non quello di Stigliano, ma facciamo finta che lo sia. Antichi mercanti passavano per una strada polverosa, tra paesaggi verdissimi, città storiche e

Malachite

monumenti delle piazze cittadine. Qualcuno si fermava nelle locande, a bere vino buono e a mangiare cibi semplici ma gustosi; altri passavano diritti per paura di perdere il loro carico; altri ancora correvano veloci per raggiungere le proprie mogli o le fidanzate. Ma tutti avevano in comune il fatto di giungere dalla stessa strada, la via dell’Ambra, il sentiero che dal Mar Baltico transitava per la Repubblica Ceca e portava fino all’Adriatico. E attraverso quella

libera associazione per i rapporti italo - croati

Via Giovanni XXIII, 11 - 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel 3398192638

www.associazionelesina.org - mail: info@associazione lesina.org

via avevano imparato a conoscere le gemme preziose di tutto il mondo, come l’ambra appunto, le cui origini si perdono nella notte dei tempi. La leggenda vuole che Zeus, vedendo piangere le sorelle di Fetonte per la triste fine del loro fratello, le abbia trasformate in pioppi e le loro lacrime siano diventate gocce di ambra.  Divinità a parte, il suo valore è legato alla storia millenaria che la rappresenta, e se in origine si credeva provenisse dal mare, molti secoli dopo i mercanti hanno scoperto che si trattava di una resina fossile di colore giallo, proveniente dalle conifere che formavano le foreste preistoriche. Anche se non si tratta di una vera e propria pietra, affascinante e unica grazie alle inclusioni di foglie e di piccoli insetti imprigionati nella sua resina trasparente, ben presto ha iniziato a far parte delle gemme più ricercate.  Usata nell’antichità come rimedio per scacciare gli spiriti maligni, come farmaco per curare l’ansia, le vertigini, la bronchite e addirittura i disturbi cardiaci, attualmente è considerata l’amuleto portafortuna del Leone, della Ver-

a cura di Luca Novello

gine, dell’Acquario, ma anche del Capricorno e dei Gemelli. Per questo “la via dell’Ambra”  ancora oggi rievoca il fascino del passato, tanto che quella stessa via esiste ancora, e, anche se nella Repubblica Ceca non ci sono giacimenti di ambra, la Moravia rimane il luogo simbolo di questa gemma straordinaria. In quelle terre sono sorti villaggi, castelli e fortezze per difendere il passaggio di quegli antichi mercanti. Come il Castello di Bouzov, ad esempio, per secoli eletto a simbolo dell’Ordine dei Cavalieri, tra le cui mura sono custodite gelosamente le armature dei prodi cavalieri che hanno difeso la via e i preziosi carichi che vi transitavano. E ripensando ai cavalieri, mi domando se quell’armatura che avevo davanti durante la cena con gli amici di Gente Salese non sia giunta a Stigliano proprio dalla Moravia, in un lungo viaggio, scortando la carovana di pietre preziose di un mercante che non vedeva l’ora di tornare a casa, a bere vino buono, a mangiare un piatto semplice, al caldo di un focolare rimasto acceso e custodito dalla donna che amava.


years

15

Il 26 febbraio Gioele Ballan ha compiuto 5 anni. Tanti auguri da Mamma Elisa e papà Renzo, dai nonni Renata, Remigio e Bruno, dagli zii Caterina e Cristian. Auguri anche al nonno Remigio che il 3 aprile festeggerà 66 anni.

Il 26 gennaio Filippo Bertoldo ha spento la sua terza candelina. Tantissimi auguri da parte di papà Marco e mamma Silvia. Un grazie a parenti e amici che hanno partecipato alla bellissima festa di compleanno.

Giada Cester il 6 gennaio ha compiuto 6 anni. Tantissimi auguri da mamma Barbara, papà Paolo, sorella Greta e nonno Ennio.

La super nonna Gilda ha festeggiato i sui 87 anni il 10 gennaio. Tanti auguri da parte di tutti. Un ringraziamento a chi si è impegnato a preparare la festa a sorpresa di compleanno e a tutti gli amici e parenti.

Il giorno 20 marzo la nostra bis nonna Maria Cazzin Bertoldo compirà 97 anni. Tutta la sua famiglia e i pronipoti Asja, Lorenzo, Greta, Jacopo, Alice, Giacomo e Viola le augurano tanti auguri!!! Ti vogliamo bene.

Il 19 marzo Niccolò di Veternigo compie 4 anni. Tantissimi auguri dalle sorelle Diletta e Vittoria (nella foto), da mamma e papà, dai nonni e dagli zii.

Nicolò Vanin il 7 marzo ha spento 2 candeline. Tanti auguri dalla mamma Samanta e dal papa Andrea, dai parenti e dagli amici che gli vogliono molto bene. Auguri cucciolo.

Tanti auguri da mamma Samantha e papà Marco alle nostre due piccole stelle che illuminano tutti i nostri giorni. Buon compleanno a Riccardo che ha spento la sua prima candelina e a Sara per i suoi cinque anni.

Tanti di questi giorni a Emilia Saccon di Veternigo, che l’8 febbraio ha festeggiato 90 anni. Si sono raccolti per augurarle ogni bene i figli, le nuore, i nipoti, i fratelli, le sorelle e gli amici.

Il 27 febbraio Michele Pempo ha spento sei candeline. Tantissimi auguri da papà Andrea, dalla mamma Samantha, dalla sorella Linda, dai nonni Michele e Vilma, Graziano e Zita, nonchè da zii e cugini.

laurea

II 13 dicembre 2013 presso l’Università di Padova - Facoltà di Ingegneria, Mauro Mason ha conseguito la Laurea Magistrale in  Ingegneria dei materiali, discutendo la tesi “Affidabilità del vetro cavo temprato termicamente. Difettosità ammissibile e metodi di prova”. Relatore Prof. Paolo Colombo . Complimenti dalla mamma Sonia, dal papà Maurizio, dalla fidanzata Caterina e da tutti gli amici.

anniversari

Valentina Pravato e Carlo Lomi hanno festeggiato le Nozze d’argento. Si sono uniti nella gioia dell’anniversario i genitori Argia, Fernanda e Zefferino, le figlie Silvia e Margherita, parenti ed amici tutti.

Il 27 febbraio scorso Sergio Niero e Regina Minto hanno festeggiato 60 anni di matrimonio. I figli Dario e Rosmary, la nuora, il genero e i nipoti augurano loro un felice anniversario. Congratulazioni per l’importante traguardo raggiunto!

Per far pubblicare i vostri annunci di compleanno, anniversario e lauree, inviare una foto in jpg e un testo in word via mail a: redazione @gentesalese.com con nome e cognome e telefono di chi invia il testo per poter chiedere chiarimenti in caso di cattiva ricezione. La pubblicazioine avverrà gratuitamente nel primo numero disponibile. Auguri a tutti i festeggiati.

Generazioni

In un momento in cui l’istituto famigliare è scosso da una terribile crisi di identità, minacciato da tutti i lati e messo in difficoltà anche dalla crisi economica, ci piace segnalare il caso della bella famiglia di Coccato Gino, ora residente a Zianigo di Mirano. Nella foto da sinistra: i trisnonni Coccato Gino di 93 anni e Iole di 86; la bisnonna Graziella di 65, la nonna Sabrina di 45; la mamma Veronica di 26 ed il piccolo Jordan di 2 mesi.


16

CARNEVALE A SANT’ANGELO

Carri allegorici, costumi e tanta simpatica allegria Domenica 16 Febbraio a Sant’Angelo non servivano le frecce e le indicazioni per capire dov’era la festa di carnevale. Lo si intuiva subito dalle persone che dalle vie laterali confluivano verso il centro. Tutti stipati sul Sagrato della chiesa e sugli spazi adiacenti già dal primo pomeriggio, prima della partenza dei sette carri allegorici. Il corteo dei carri e delle maschere era lungo circa un chilometro e ha percorso le vie del centro, scortato dalla Polizia Urbana, presente con il Comandante Aldo Pagnin, e dagli operatori della Protezione Civile. Il serpentone variopinto aveva alla testa un nutrito gruppo di figuranti in costume, che lanciavano coriandoli, grida di pazza gioia che uscivano da ognuno. Sembrava un liberarsi dal lungo, piovigginoso, insopportabile e anomalo, inverno. Poi, al termine della sfilata, tutti nuovamente sul sagrato della chiesa a proseguire la festa con musica, balli e scherzi di carnevale, accompagnati dai tanti invitanti panini, galani,

DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto

frittelle e altri prodotti, proposti dal chiosco, letteralmente preso d’assalto. Unanimi i commenti positivi e di soddisfazione sulla manifestazione. Fin qui la registrazione e la descrizione, fatta con grande piacere, di una manifestazione che, anche se riuscita al meglio, non è il solo elemento importante da rilevare. Infatti, è d’obbligo porre l’attenzione sulla entità della partecipazione, eccezionalmente elevata, dei cittadini di Sant’Angelo. Un dato, non scontato per il nostro paese, che ha sempre manifestato difficoltà a pensare in modo “Comunitario” e che sta crescendo di manifestazione in manifestazione. Rilevarlo è veramente di grande soddisfazione. Come pure dobbiamo riconoscere il merito di quanto di positivo si sta realizzando nel nostro paese ai Volontari e al Gruppo Ricreativo che si impegnano, con sacrificio e fatica, e che continuano a seminare buoni semi per un sempre migliore futuro per Sant’Angelo. P. B.

Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com

PRESIDENTE Giovanni Vanzetto ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Villorba (Tv) giovedì: Noale (Ve) - Istrana (Tv) venerdì: Martellago (Ve) - Silea (Tv) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) CON ASSORTIMENTO DI:

GASTRONOMIA - ROSTICCERIA FRIGGITORIA DAL 1964 STIGLIANO DI S. MARIA DI SALA (VE) Via Fracasso 22 Cell. 335 6327747 / Fax 041 2430815 E-mail: anticafattoria@vodafone.it

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

la TUA sicurezza è la nostra rotta!!! Via Caltana 67 Caltana di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/5730635 assipiu@gmail.com

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

Orari di apertura 9.30-13.00 15.30-19.30

Gs febbraio 2014  
Gs febbraio 2014  
Advertisement