Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 2 - ANNO XXX - FEBBRAIO 2013

2

GENTE SALESE

FEBBRAIO 2013

Musica Regale 5

Rifiuti: proseguire nella differenziazione

7

Polo scolastico. grave non realizzarlo

11

Sicurezza cantieri: premiato De Gasperi


intro. 2

Come impietosamente dicono i numeri anche Santa Maria di Sala è stata investita dallo tsunami Grillo. I prima marosi, in vero, già si erano fatti sentire alle amministrative di maggio 2012 e tutto faceva presagire una robusta marea, ma il voto di fine febbraio ha travolto ogni barriera complice, evidentemente, l’assoluta cecità e l’inerzia colpevole dei partiti. Se su scala nazionale l’esame dei flussi del voto evidenzia una consistente erosione dei voti di centro sinistra ma anche di centro destra, a Santa Maria di Sala chi ha pagato in maniera preponderante è stata l’area di centrodestra. Qui, infatti il PDL e la Lega Nord hanno pagato un contributo altissimo. Il primo ha ceduto 1.213 voti passando dal 29,77% al 18,02% e la seconda ben 1.856 voti scendendo dal 25,33% al 7,72%. Il PD ha contenuto il danno in 667 voti scendendo dal

38 933 0,35 8,66

24,83% al 18,22% ma confermandosi, seppur per poco, secondo partito del comune. Inutile dire che il Movimento cinque stelle col suo paniera di 3.845 voti, pari al 35,54%, è il primo partito di Santa Maria di Sala. Positiva, ma non all’altezza delle aspettative, la performance della Scelta Civica per Monti che con i suoi 933 voti non va oltre l’8,66% (un po’ meglio va al Senato dove raggiunge il 9,13%). Evidentemente al premier Monti sono state addebitate più colpe che meriti (semplicistico ed interessato messaggio veicolato in campagna elettorale). Di fronte a questa nuova realtà i partiti, anche quelli locali, dovranno fare un serio esame di coscienza. Non si può liquidare il partito di Grillo come un movimento populista che predica antipolitica. Certamente ha intercettato una grossa area di scontento, in preceden-

za raccolta dalla Lega ma che ora, delusa ed arrabbiata, ha abbandonato. Certamente ha raccolto un voto per molti versi di “pancia”, di istinto più che di “testa”. Razionalmente chi ha votato Grillo ha espresso un voto in gran parte “al buio” (non si conosce bene un programma organico e la linea politica, non si conoscono i candidati e si possono solo intuire alcuni riferimenti socio culturali del movimento che non sono proprio quelli dei “moderati” che lo hanno votato) non devono, quindi, stupire le incertezze e le contraddizioni del post voto, semmai come viene, talvolta, utilizzato un fondamentale diritto democratico.

22 149 21 17 1950 151 835 34 166 13 1971 124 3845 155 324 68 0,2 1,37 0,19 0,15 18,02 1,39 7,72 0,31 1,53 0,12 18,22 1,14 35,54 1,43 2,99 0,62

SILVIO BERLUSCONI 2974 (27,47%)

VOTI NEI PRINCIPALI RAGGRUPPAMENTI CAMERA DEI DEPUTATI PIERLUIGI BERSANI MOVIMENTO 5 STELLE 2108 (19,48%) 3845 (35,54%)

918 122 1982 17 102 68 12 23 118 1823 780 47 43 29 25

MONTI 1104 (10,19%)

2 10 15 27 137 273

8 3468

9,13 1,21 19,72 0,16 1,01 0,67 0,11 0,22 1,17 18,14 7,76 0,46 0,42 0,28 0,24 0,01 0,09 0,14 0,26 1,36 2,71 0,07 34,51 VOTI NEI PRINCIPALI RAGGRUPPAMENTI SENATO DELLA REPUBBLICA SILVIO BERLUSCONI PIERLUIGI BERSANI MOVIMENTO 5 STELLE 2824 (28,07%) 2101 (20,89%) 3468 (34,51%) • • • • • • • •

COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI TRASPORTO IN CONTO TERZI TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 - 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 - Email. bolzonella.group@tiscalinet.it www.bolzonellagroup.com

MONTI 918 (9,13%)


dati

DEMOGRAFICI

Anche quest’anno proponiamo ai nostri lettori la situazione demografica del nostro Comune a fine 2012. In fondo al tunnel non si riesce ancora a vedere quella luce che tutti speravano e quindi questo perdurare della crisi si riflette in modo negativo anche nel nostro comune e continua la stagnazione anche nell’andamento demografico. La popolazione è, infatti, cresciuta nel 2012 di 126 unità di cui 51 stranieri. Gli immigrati sono stati 518 contro gli emigrati 472 invertendo così l’andamento dell’anno precedente. Ciò che si nota nella popolazione straniera è che la comunità più numerosa e quella romena con 469 unità seguita da quella albanese con 146 unità e da quella cinese con 110 unità. Nella classifica con un numero molto più basso è passata la comunità marocchina. I matrimoni sono in calo di sole due unità rispetto allo scorso precedente e, comunque, quelli concordatari sono stati 38 dei quali 2 tra stranieri contro i 23 civili di cui 4 misti tra italiani e stranieri. Com’é l composizione familiare a Santa Maria di Sala? Lo vediamo nello specchietto qui sotto dove i nuclei più numerosi (1975) sono quelli con 2 componenti seguiti da quelli con 3 componenti (1619) . Al terzo posto ci sono i nuclei singoli con 1571 unità. Seguono con quattro componenti bn 1357 nuclei familiari, 284 con 5 componenti e da 6 e più componenti ben 117 nuclei familiari.

COMPOSIZIONE NUCLEI FAMILIARI

ABITANTI COMUNE DI SANTA MARIA DI SALA (Dati al 31.12.2012) Frazioni

Maschi

Femmine

Totale

Famiglie

S. Maria di Sala

1485

1405

2890

1113

Caltana

1909

1943

3852

1451

Caselle de’ Ruffi

1712

1768

3480

1345

Sant’Angelo

917

900

1817

692

Stigliano

885

913

1798

700

Veternigo

1896

1881

3777

1442

Totale

8804

8810

17614

6743

Maschi

Femmine

Totale

Diff. 11/12

Nati

84

95

179

+7

Morti

47

56

103

+5

Immigrati

243

275

518

+8

Emigrati

242

230

472

+26

Differenza

+38

+84

+122

=

Descrizione

POPOLAZIONE STRANIERA

Dati al 31.12.2011 M

F

Tot.

M

F

Tot.

Diff. 11/12

572

614

1186

592

645

1237

+51

N.° Componenti

Totale nuclei familiari

Nazionalità

Tot.

Stranieri

1

1571

Romena

469

Totali

2

1795

Albanese

146

3

1619

Cinese

110

4

1357

Blangadesh

59

Religiosi (conc.)

38

5

284

Moldava

59

Civili

23

6 e più

117

Nigeriana + Senegal

77

Totale

6743

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI

PAGOTTO di Pagotto Sandro & Co. snc

3

Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

Dati al 31.12.2012

MATRIMONI 61

2 tra stranieri 4 misti

di Balleello S. & C. · Prodotti per animali d’affezione e da cortile · Specialità per giardinaggio e agricoltura · Vendita, noleggio e assistenza macchine per il giardinaggio · Affilatura catene, dischi e nastri · Duplicazione chiavi e Radiocomandi 30030 CALTANA (VE) - Via Gorgo, 53/A - Tel. 041.5731651 Fax 041.5739845 E-mail: agrariaalmolino@libero.it


Renato Balsadonna dal 2004 dirige il coro della Royal Opera House di Londra. Nel variopinto programma concertistico, Renato Balsadonna, oltre a direttore del coro é un apprezzatissimo pianista e annovera, tra i suoi estimatori moltissime personalità del mondo politico, dello spettacolo, della cultura, e tutti gli amanti della musica. Tra queste personalità c’è anche la Regina Elisabetta che, alla fine di una delle esibizioni, ha omaggiato Renato Balsadonnna, caltanese di nascita e inglese di adozione, con un saluto tutto particolare (nella foto di copertina).

Alla corte della Regina

4

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan

Ce lo racconta il papà di Renato, Roberto Balsadonna, nella sua casa di Caltana. E parla di suo figlio in maniera entusiasta perchè fin da piccolissimo, all’età di 5 anni, Renato aveva una certa predisposizione per la musica. “È stata suor Silvia Rosa, superiora della Scuola Materna di Caltana, a riconoscere in Renato le doti di un musicista e ci ha indicato di farlo studiare”. Infatti “Renato cominciò a studiare da Boschello a Mirano, con Marina Masiero e poi con Benvenuto Bassan” - afferma il papà Roberto Balsadonna. “Ha sempre rimpianto di non aver giocato come i suoi coetanei perchè ha sempre studiato”. Infatti Renato Balsadonna si è laureato in filosofia e dopo il diploma in pianoforte conseguito al conservatorio di Milano ha iniziato la carriera come solista diventando poi professore di piano al Conservatorio di Padova e concertista per il teatro “La Fenice” di Venezia e il “Giuseppe Verdi” di Trieste. Nella stagione lirica 1995-96 ha debutatto alla Monnaie di Bruxelles come assistente del direttore Werner Nitzer al quale è subentrato nel 1997. Nel 2000 con il coro lirico ha accompagnato Norbert Balatsch nella messa in scena di alcune opere di Wagner. A Francoforte ha diretto il coro nella “Giovanna

Renato Balsadonna, primi esercizi al pianoforte

Renato Balsadonna, dopo il diploma

Renato Balsadonna, vincitore a Osimo nel 1986

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia

Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

d’Arco” di Giuseppe Verdi. Dalla stagione 2004-2005 è maestro del coro della Royal Opera House di Londa ma la sua attività concertistica spazia in numeosi teatri di tutto il mondo e numerosa è la sua produzione discografica come pianista. Ad agosto dello scorso anno ospite ad Asolo Musica ha così ha spiegato: “Anche noi, come Browning, arriviamo dall’Inghilterra. Anche se io sono nato a Venezia e sono stato, tra l’altro, un allievo di quella formidabile “Bottega” creata da Peter Maag al Teatro Comunale di Treviso. Ma Peter Manning ed io siamo da parecchi anni colleghi alla Royal Oper House di Covent Garden a Londra: io, pianista innamorato del canto, sono il direttore del coro, mentre lui è il primo violino dell’orchestra. Insieme, abbiamo ideato un progetto che si concretizzerà in un tour internazionale e nella registrazione di due CD che saranno la prima registrazione dell’opera integrale per violino e pianoforte di Schubert. Nobilita il nostro concerto la presenza di Antonio Caprarica, che rende la nostra proposta ancor più simile alle serate viennesi fatte di arte, letteratura e conversazioni colte, delle quali il timido Franz sapeva essere protagonista assoluto con la sua musica da camera”. Graziano Busatto

Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


Rifiuti: Dobbiamo proseguire nella differenziazione L’obiettivo di portare entro il 2012 la quota di raccolta differenziata al 65% di quella totale, imposto dalla legge 152 del 2002 e su cui si è molto spesa l’amministrazione di Paolo Bertoldo, è stato raggiunto e superato. “Abbiamo vinto una scommessa -ha commentato Paolo Bertoldo- perché abbiamo voluto sperimentare il nuovo sistema a “calotta chiusa” in alternativa al collaudato ma gravosissimo sistema “porta a porta”. Per questo dobbiamo ringraziare Veritas ed i dipendenti comunali che hanno sostenuto il gravoso onere della partenza del nuovo sistema e soprattutto i cittadini salesi che hanno collaborato al progetto dimostrando pazienza e collaborazione”. Il progetto di adottare cassonetti per la raccolta del secco indifferenziato con calotta ad apertura con chiavetta elettronica è iniziato ad aprile del 2010, è stato implementato nel febbraio del 2011 e completato a marzo del 2013. La percentuale di raccolta differenziata è salita esponenzialmente dal 42,80% del 2009 al 71,60% del secondo semestre del 2012. L’altro obiettivo, di ridurre il conferimento improprio di utenti da altri comuni ha registrato un primo risultato positivo nel 2011 con la riduzione di quasi 900 tonnellate di rifiuti raccolti. Non abbiamo il dato a consuntivo 2012 ma riteniamo sia anche questo ulteriormente migliorato. Ora rimane da lavorare ancora molto sulla

qualità della differenziata conferita perché una cattiva differenziazione comporta pesanti oneri a carico di tutti gli utenti. Ed ancor più rimane da lavorare sulla pessima abitudine di abbandonare i rifiuti ingombranti vicino ai cassonetti o, peggio, di bruciare i rifiuti come ci segnala qualche nostro lettore. Ricordiamo a tutti che oltre all’Eco Centro comunale sono attivi anche due Ecocentri mobili.

5

Segnaliamo che quest’ultima pratica, oltre a poter essere sanzionata severamente, può nuocere gravemente alla salute di tutti specie se si bruciano prodotti sintetici. Facciamo, quindi, appello al senso civico di tutti i salesi affinché contribuiscano a tenere pulito e sano l’ambiente in cui tutti viviamo.

LETTERA: Non bruciate le immondizie Vorrei porre l’accento su un tema di grande attualità: i rifiuti e la pratica nel nostro comune di bruciare la spazzatura. Sarò il caso limite ma tutti i miei vicini bruciano l’immondizia e qualcuno la butta persino nel fosso. Ho segnalato la cosa alla polizia municipale ma il reato è ancora praticato in barba al regolamento comunale che all’ Art. 5 recita dei divieti e tutele per l’accensione dei fuochi in aree extraurbane: “Si dovrà, in ogni caso, operare in assenza di vento, ad una distanza tale da non compromettere la visibilità sulla rete viaria e comunque ad una distanza di almeno 100 mt dalle abitazioni più vicine. L’accensione del fuoco non deve provocare l’immissione di fumo in un luogo di pubblico transito o in un luogo privato di comune o di altrui uso creando pericolo, disagio, fastidio o disturbo alle persone. In questa ipotesi si configura un reato punito dall’art. 674 del codice

penale. È vietato bruciare, ovunque, immondizie, rifiuti di ogni genere, materiale plastico, pneumatici, legni trattati, vernici.” Ho chiamato pure i carabinieri che mi hanno detto che non è un reato tanto grave e che la competenza è a carico della polizia municipale. L’odore è insopportabile, neanche nei bei tempi di Porto Marghera c’è un aria così non respirabile. Vi allego alcune foto e vi do il consenso al loro utilizzo. Grazie. Stefano

STONE HOUSE S.r.l. Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno sanitari - rubinetteria - complementi d’arredo Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

via L. Da Vinci, 5 - 30036 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041.487046 - fax 041.5760097 E-mail: info@simionatosrl.it - www.simionatosrl.it


6

Attività consiliare

Il 5 marzo scorso è stato convocato il primo consiglio comunale del 2013, oltre tre mesi dall’ultima seduta del 26.11.2012. Ci si aspettava un consiglio ricco di contenuti e di provvedimenti sostanziosi, invece è stato un consiglio molto modesto che “in qualche modo - ci ha detto Giovanni Vanzetto- certifica l’inconsistente azione della amministrazione che non sa ancora andare oltre alla ordinaria amministrazione e ad operazioni di consolidamento del consenso elettorale”. L’ordine del giorno era diviso, infatti, fra le numerose interrogazioni, la nomina di vecchie e nuove consulte e l’approvazione di alcuni regolamenti; nient’altro! Poco successo hanno avuto le interrogazioni propositive presentate da Lista Salese che sono state tutte cassate dalla amministrazione. Poco spessore, a parte quello sulla a “applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi indivisibili (Tares)” hanno i regolamenti approvati o modificati e la nomina delle “consulte” non ha certo richiesto un grande sforzo progettuale, organizzativo e di lavoro della amministrazione.

CONTROLLI INTERNI

TRIBUTO SUI RIFIUTI

È un regolamento squisitamente tecnico imposto dal D.L. 174/2012 coordinato con la Legge di conversione 213/2012. Regolamento che troverà solo una parziale applicazione per mancanza di risorse finanziarie e tecniche del nostro Ente comunale.

Approvazione del “regolamento per l’Applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi indivisibili (tares)” regolamento tecnico che andrà a disciplinare l’applicazione del tributo comunale per la gestione dei rifiuti e dei servizi indivisibili come disposto dall’art. 14 del D.L.201/2011convertito con modificazioni dalla L. 214/2011 e successive modifiche ed integrazioni. L’imposta sarà riscossa in tre rate quadrimestrali scadenti nei mesi di febbraio, giugno ed ottobre. Respinta la mozione presentata da Lista Salese tendente ad adottare quattro rate trimestrali scadenti nei mesi di gennaio, aprile, luglio ed ottobre. Nella discussione l’amministrazione ha dichiarato che applicherà l’imposta nella misura base dello 0,30% per mq.

POLIZIA MORTUARIA SPESE RAPPRESENTANZA Sette articoli che mettono ordine ad una materia che ha un peso economico irrilevante sul bilancio comunale:

SPESE ECONOMALI Anche questo un mini regolamento tecnico che disciplina le minute spese dell’Ente, anche queste di importo irrilevante.

Approvazione del “regolamento comunale di Polizia mortuaria e gestione servizi cimiteriali” È la rivisitazione del regolamento preesistente con cui si cambia ancora una volta l’ordine di occupazione dei loculi che poco servirà perché qualsiasi metodo si usi qualcuno dovrà prima o poi occupare la terza, quarta e quinta fila. E questi non saranno certo contenti.

ELETTI I COMPONENTI NELLE CONSULTE LA GIUNTA FRAGOMENI POCO COERENTE PARI OPPORTUNITÀ PAVANELLO Tina ARGENTINI Ivan FAVERO Milena BERTOLDO Cristina CECCATO Bertilla NIERO Mara CALZAVARA Laura ANDREATTA Fiorenzo BORTOLATO Romana

ATTIVITÀ CULTURALI SOVEGNI Monica AGNOLETTO Marta FAVERO Sergio LOMI Luca PIVA Claudia SANTI Lorena BORTOLOZZO Roberta

POLITICHE GIOVANILI Sono stati eletti tutti i dodici candidati su 16 membri previsti. Nessuna candidatura da Sant’Angelo ARTUSI Stefano BASSO Andrea BASSO Daniel BEGGIORA Simone BETTIN Serenella FERRARI Eleonora FREZZATO Alessio GAIANI Filippo PETRIN Nicolò SCAPIN Riccardo SIMIONATO Enrico ZANCHIN Andrea

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405

Il 12 novembre scorso Giovanni Vanzetto, a nome del Gruppo Consiliare Lista Salese, aveva presentato una interrogazione all’amministrazione comunale chiedendo la riduzione di almeno un punto della aliquota IMU sulla prima casa in coerenza con quanto richiesto dal consigliere Fragomeni e Arpi durante l’approvazione del bilancio di previsione 2012. A ruoli invertiti, il 5 marzo, l’amministrazione ha risposto che le ristrettezze di bilancio non lo permettono. Nella sua replica il consigliere Vanzetto punzecchia il capogruppo Arpi di incoerenza visto che da consigliere aveva espresso un giudizio critico sulle scelte contenute nel bilancio di previsione affermando che “alcune spese puntuali andrebbero tagliate a favore dei gruppi sportivi e delle associazioni.”

E non è mancata la frecciatina al sindaco che da consigliere riteneva “si possa fare molto meglio soprattutto nel sociale, nei contributi ai gruppi sportivi e agli asili anche con tagli alle spese da investire in questi interventi”. E allora si chiede Vanzetto “Che fine hanno fatto tutti questi bei propositi?” Se sono state accertati minori trasferimenti è altrettanto vero che vi sono state anche diverse maggiori entrate. Oltre, chiaramente, ai risparmi relativi al taglio di tutte quelle “spese puntuali” non condivise. Come abbiamo visto -ha concluso Vanzetto- le variazioni di bilancio 2012 del 20 luglio, 26 settembre e l’assestamento generale del 26 novembre hanno sostanzialmente confermato l’impostazione ed i numeri del bilancio di previsione approvato dalla Giunta Bertoldo.

• Compravendite immobiliari • Materiali per l’edilizia • Costruzioni civili ed industriali • Pavimenti e rivestimenti Sede Legale a Amm.va: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38/B Tel. (041) 5760642 - Fax. (041) 5760048 e-mail: costruzioni@simionato.net

Esposizione: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38 Tel./Fax (041) 48.77.77 e-mail: info@simionato.net


Un grave danno a tutta la comunità salese non realizzare il centro scolastico Un nuovo plesso scolastico nel capoluogo (scuola elementare e scuola media) è sempre più necessario, non solo perché è aumentata la popolazione scolastica a seguito dell’aumento demografico, ma soprattutto perché l’attuale edificio scolastico è staticamente vecchio, carente sul piano statico e completamente inadeguato dal punto di vista didattico. In base alle disposizioni Ministeriali, i plessi scolastici devono innanzitutto ottemperare alle norme antisismiche e gli spazi devono essere funzionali alle nuove esigenze didattiche (aule polifunzionali e spazi per attività comuni ecc..) tutti elementi manchevoli nelle attuali scuole del capoluogo. L’attuale Amministrazione Comunale ha previsto, per sopperire a tale carenze, un semplice ampliamento della scuola media per ricavare alcune nuove aule per le necessità immediate, con una spesa presunta di circa 1 milione di euro (se bastano) e che saranno comunque insufficienti per il futuro e, per la scuola elementare, che necessita di interventi strutturali più urgenti l’Amministrazione non ha previsto nulla. Ampliare la scuola media, a mio avviso, è uno spreco di denaro, perché significa ancora rinviare la realizzazione di nuovo centro scolastico necessario e tanto atteso dalla comunità salese, con l’aggravio di spendere risorse economiche significative per avere alcune aule in più e con la logica conseguenza di spenderne altrettante per adeguare la parte vecchia alle nuove norme di sicurezza, senza mai avere, comunque, un edificio scolastico efficiente. Poi altrettanti milioni saranno necessari per intervenire sul plesso della scuola elementare ancora più obsoleto.

In campagna elettorale, lo scorso anno, per il rinnovo dell’Amministrazione Comunale l’attuale maggioranza, in particolare il Sindaco, avevano promesso ai cittadini che con l’avvio dell’anno scolastico avrebbero dotato la scuola media di nuove aule mediante ampliamento dell’edificio esistente e, del nuovo centro scolastico approvato dalla precedente amministrazione, per il momento veniva rinviato, a detta del Sindaco, perché troppo onerosa la sua realizzazione. A tutt’oggi delle nuove aule promesse non c’è’ traccia per colpa – dichiarazioni del Sindaco alla stampa - delle ristrettezze economiche imposte dal governo centrale. I minori trasferimenti da parte dello stato ai comuni sono cominciati già nel 2008 e il Signor Sindaco lo sapeva ancora prima della campagna elettorale. Ci chiediamo: “Per pagare quel milione di euro circa necessari per l’eventuale “ampliamento” dell’attuale scuola media ed i successivi interventi di manutenzione sulle parti rimanenti degli edifici scolastici quanto costeranno in termini di tassazione ai contribuenti salesi? E per quanti anni? Per avere poi un edificio scolastico irrazionale, quando si può avere un nuovo complesso scolastico moderno a costo “zero” per i cittadini contribuenti”. Come è noto il progetto del nuovo centro scolastico approvato dalla precedente Amministrazione Comunale prevede la realizzazione di una nuova scuola media ed elementare, la direzione didattica ed un auditorium, il tutto finanziato in parte (circa 4,5 milioni di euro) da privati, circa 1 milione a fondo perduto dalla Regione Veneto (finanziamento già acquisito), il rimanente con la vendita del dismesso

7

I partecipanti al “Contrada party”

plesso scolastico. L’impegno degli investitori privati tramite l’accordo di programma già preventivamente approvato dal Consiglio Comunale in cambio di cubatura, per effetto della perequazione urbanistica, si fanno carico di realizzare una parte del nuovo complesso scolastico e cioè nella costruzione della scuola media e Direzione didattica e opere esterne. Nell’area oggetto di accordo di programma, (circa 100 mila mq.) che rappresenta l’utilizzo di una minima parte del terreno edificabile previsto dal nuovo PAT comunale, il privato realizzerebbe degli edifici in parte ad uso commerciale e direzionale, parte ad uso servizi dove ha previsto la costruzione di un centro sanitario specialistico ed una casa di riposo il tutto come sopraddetto a costi “zero” per i cittadini salesi. Con questa operazione, la comunità Salese oltre a dotarsi “gratuitamente” di un moderno e funzionale centro scolastico per i prossimi 50 anni, acquisirebbe nella nuova area oggetto di perequazione urbanistica una più efficiente e moderna area commerciale ed a servizi pubblici, offrendo ad alcune attività commerciali, già esistenti nel territorio, la possibilità di

trasferirsi per potere ampliare la propria attività impossibilitate nell’ubicazione attuale, ed all’apertura di nuove attività commerciali e direzionali e di servizi con la creazione di un centinaio di nuovi posti di lavoro. Inoltre, i lavori di urbanizzazione e di costruzione degli edifici nella nuova area urbanizzata, che ammontano approssimativamente per circa 30 milioni di euro (tutto a carico dei privati) darebbero lavoro a diverse imprese locali che a seguito della crisi edilizia ed occupazionale versano oggi in grave difficoltà. Con la dismissione e vendita del vecchio complesso scolastico si potrebbe avviare lo studio urbanistico e di riqualificazione di tutto il centro del capoluogo. Mi auguro che l’Amministrazione Comunale sospenda l’iter per l’ampliamento della scuola media e concluda quanto prima gli accordi definitivi con gli investitori privati, i quali, se le cose andranno per le lunghe, potrebbero spostare il loro investimento economico in comuni limitrofi più lungimiranti, con grave danno per le casse comunali, e più in generale, per tutta la comunità di Santa Maria di Sala. Paolo Bertoldo Capo gruppo “Lista Salese”


8

Il Centro Prelievi è indispensabile Su questo Giornale di informazione, più volte, ci siamo occupati del Centro Prelievi e di Medicina di Gruppo, dall’istituzione del servizio ai nostri giorni. Ne abbiamo sempre evidenziato la grande utilità e i vantaggi a favore delle fasce deboli degli anziani e di chi ha necessità di recarsi dal medico. Ora informiamo i Cittadini circa l’esito di un’interpellanza rivolta all’Amministrazione Comunale, durante l’ultimo Consiglio Comunale del 5 Marzo 2013, da parte dei rappresentanti di Lista Salese, Bertoldo Paolo, Bertoldo Primo, Vanzetto Giovanni, tendente a sollecitare il necessario ampliamento del Centro Prelievi, separandolo dalla Medicina di Gruppo. L’interpellanza in questione è stata illustrata dall’ex Assessore ai Servizi Sociali e Sanità, Primo Bertoldo. La risposta, letta dal Sindaco, è

Il Centro prelievi affollato attendista e non specifica, con certezza, la volontà di esaminare la necessità e di attuare il necessario ampliamento. Primo Bertoldo ha evidenziato, nei dettagli, come la nuova rior-

ganizzazione dei servizi sanitari, prevista dal decreto Balduzzi, e presa a motivo dall’Amministrazione Comunale per non procedere all’ampliamento, sia ad uno stadio tale da fare prevedere tem-

pi incerti e, comunque, molto lunghi. Al contrario, invece, la situazione della nostra struttura richiede interventi di ampliamento a breve, in quanto utilizzata oltre la normale capacità, ed inoltre, con il servizio dei prelievi e di medicina di gruppo in promiscuità. A conclusione dell’intervento Primo Bertoldo ha invitato il Sindaco a rendersi conto e a farsi carico del problema evidenziato, suggerendo anche l’eventuale fonte di finanziamento dei costi necessari, ottenendone un generico impegno in questo senso. Noi speriamo che la necessità dell’ampliamento venga presa in seria considerazione e venga attuata, dando, così, una risposta reale ad una necessità sanitaria del territorio e non venga, viceversa, scartata per ingiustificabili motivi politici. P.B.

Cambio al vertice dell’AVIS Graticolato Santina Riatto sostituisce Gianni Bianco da quindici anni alla presidenza

Domenica 7 aprile l’AVIS salese “Gruppo Graticolato Romano” festeggerà la 21ª “Giornata del Donatore di sangue”. Quest’anno il Gruppo comunale, che ha raggiunto i 150 donatori, registra il cambio della guardia alla guida del gruppo. Il Capogruppo Bianco Gianni, dopo quindici anni di intenso, appassionato e proficuo lavoro, lascia il testimone alla signora Santina Riatto che assume una eredità molto impegnativa e sfidante. Alla nuova Capogruppo va l’augurio di buon lavoro e di ulteriori successi a beneficio della associazione e della società tutta. Quest’anno la festa si svolgerà a Sant’Angelo con il raduno presso Piazza Bevilacqua, alle ore 9.30 con le autorità e le rappresentanze delle Avis consorelle. La celebrazione della S. Messa alle ore 10.00, sarà seguita dalle

Franco, Simionato Simone Tosatto Alex. Medaglia d’Argento: Dalle Fratte Elena, Zamuner Micaela, Basso Gino, Brusauro Gino Bugin Renzo, Calzavara Massimo Da Lio Daniele, Di Pinto Massimiliano, Stocco Roberto

Santina Riatto

premiazioni dei donatori benemeriti alla quale parteciperà il presidente AIDO Sandro Deliberale. Seguirà il pranzo sociale presso il ristorante “Belvedere” di Trebaseleghe.

Gianni Bianco

Ecco i premiati 2013. Medaglia di Rame: Giacomin Marta, Malvestio Anna Malvestio Sonia, Righetto Anthea, Rizzo Cristina, Marchiori

Medaglia d’Argento Dorato: Bonaldo Lucia, Bortolato Mara, Da Lio Francesca, Dalle Fratte Tiziana, Scapinello Samuela, Bordin Alessio, Bortolato Nazzareno, Roncato Fabrizio. Medaglia d’Oro: Muffato Raffaella,Milan Raffaele, Niero Renato, Scaggiante Emiliano, Vedovato Diego. Con Targa Minto Adriano.

Patenti A-B-C-D-E-K - SpecialI “Patentino” Ciclomotori

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0

Via dei Larici, 2 - S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax 041.487417

Via Gramsci, 45/b - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5731656 - Fax 041.5725404 - Email: autoscuolamirano@virgilio.it


Teatro: “Nulla da dichiarare”

9

La compagnia teatrale “amici di Pianiga”, ha portato in scena la diventante pièce teatrale francese “Nulla da dichiarare” coinvolgendo il pubblico presente. La commedia ambientata a Parigi nel 1906, ha visto un susseguirsi di gag e la bravura degli interpreti che ha divertito tutti. Un successo quello di Domenica 03 febbraio 2013, già preannunciato perché la compagnia era già conosciuta a Santa Maria di Sala avendo già portato in scena la brillante commedia Donne di buon umore, per una serata organizzata dalla Consulta per le Pari Opportunità del Comune. Bertilla Ceccato

Sant’Angelo: sole e pubblico sorridono al passaggio dei carri allegorici Da molto tempo, in condizioni disagiate e spesso al freddo, i genitori del Gruppo Ricreativo e altri volontari, erano impegnati a costruire i carri mascherati per il carnevale. Si trattava della seconda edizione del carnevale e l’attesa era carica di ansia e speranza. Infatti, per il successo della manifestazione carnevalesca, c’erano in gioco due condizioni. Si doveva avere un bel tempo e tanta partecipazione. Il tempo meteorologico era tenuto sotto costante monitoraggio e mano a mano che ci si avvicinava la data fatidica le previsioni offrivano sempre maggiore ottimismo. L’altra incognita era la partecipazione della gente alla festa. Finalmente domenica 3 Febbraio é arrivata e con essa un tempo splendido e un sole ammiccante, per tutto il giorno. La festa di Carnevale si è potuta

svolgere nelle migliori condizioni. Il ritrovo dei sette carri, addobbati in vario modo per il Carnevale, era al lato della Chiesa, da dove sono partiti per il giro del centro del paese. Indescrivibile la gioia e l’allegria degli oltre 150 bambini partecipanti con i genitori, nonni e familiari al seguito. Tutti sui carri a cantare, accompagnati dalla musica, e a distribuire coriandoli, stelle filanti a altro, durante tutto il percorso, attraverso le zone limitrofe e il bellissimo centro, definito uno dei meglio arredati, dal punto di vista urbano, del Comune. Poi, al rientro, nella cornice del bel

Sagrato della Chiesa, è continuata la festa con balli carnevaleschi e tanta musica che ha coinvolto tutti, piccoli e grandi. Impossibile descrivere le tante figure che le maschere esprimevano, anche se brillavano quelle di un “Monsignore” e di un “nostrano” Paul Newman; quest’ultima interpretata dal nostro Don Pietro, sempre disponibile e partecipativo ai momenti di festa della sua comunità. Panini, vino, cioccolata calda e tanto altro, hanno contribuito a rendere gradevole la festa. Al termine, in serata, tutti stanchi, ma soddisfatti, soprattutto gli or-

Gottardo Dino & C. snc CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (con marchio CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

ganizzatori del Centro Ricreativo, per il grande successo della festa di Carnevale 2013 che ha visto la partecipazione di non meno di cinquecento persone del Paese e anche di altri luoghi. E’ maturato, anche, un invito a partecipare alle feste di Carnevale dei paesi limitrofi. Per noi, l’aspetto della grande partecipazione è un dato molto confortante in quanto significa che il grande impegno dei genitori del Gruppo Ricreativo, con le continue proposte di incontri e feste, sta facendo arrivare in comunità un numero sempre maggiore di famiglie recentemente venute a Sant’Angelo, le quali, precedentemente, non partecipavano. Questo è anche la consapevolezza del Gruppo Ricreative e lo stimolo a proseguire nelle iniziative per il bene della collettività. P.B.

SO.GE.di.CO. Srl casette in legno - gazebi - pergolati box e coperture per auto

tutto su misura

Via Cainazzi 33/A :: Veternigo di S. Maria di Sala Ve Tel./Fax 041 5781316 :: Cell. 339 28

IMPIANTI E Costruzioni Generali Sede Legale: ZELARINO 30174 (VE) Tel. 041.5461109 Fax. 041.5461114


10

Carnevale a Caselle A Veternigo c’è Giotto Colori, gioia e felicità per i bambini, domenica 3 marzo a Caselle, hanno festeggiato il Carnevale, preparato con ogni cura dai volontari per rallegrare grandi e piccoli in un mix di colori, maschere e musica in un momento critico per la nostra Italia. Come tutti gli anni, nella piazza adiacente alla chiesa si potevano trovare dolci e bevande offerti, e l’estrazione a premi il cui ricavato è andato come da tradizione in beneficenza; inoltre, il circolo parrocchiale era aperto a chi voleva qualche. Anche la sfilata ha divertito tutte le generazioni: i bambini mascherati sono saliti sui carri spargendo coriandoli per tutto il paese; mamme e papà hanno organizzato delle coreografie a tema; adolescenti e giovani hanno trasformato per qualche ora il paese in una discoteca. I travestimenti di gruppo meglio riusciti sono stati i giovani hippie del carro Charge e i pirati del Galeombre, l’interpretazione dei

personaggi di “Hazzard” (con tanto di Generale Lee, la famosa auto del telefilm), le “mamme-api e i loro cuccioli”. Hanno attratto molto pubblico pure il carro su cui si preparava carne alla griglia, e la parodia degli ordini religiosi. Quest’ultima ha suscitato alcune critiche, ma si sa che “a Carnevale ogni scherzo vale”! Margherita Lomi

Personaggio migliore non poteva essere pensato per ispirarsi alla Festa di Carnevale. Celebrare la festa più colorata dell’anno andando a prendere lo spunto da Giotto è una trovata veramente bella e simpatica. Per tutti i piccoli trasformisti la Make Up di ombretti, matite cosmetiche e stick glitter sono diventati gli alleati perfetti per dar vita a maschere colorate e divertenti. Infatti, ci sono tanti colori per truccarsi, spugnette per stendere gli ombretti colorati e una guida ‘step by step’ che aiuta, con tanti suggerimenti, a elaborare perfette maschere di Carnevale. Tanto colore, sui visi, sui giochi, con coriandoli che volavano in testa o sugli occhi, in bocca o sul naso o giù per la schiena lanciati con tanta forza dai ragazzi che si divertivano a strombazzare in piazza. Tanto, ogni scherzo vale! Così, soprattutto divertente, è stato il pomeriggio di intrattenimento, organizzato dal gruppo

Giovani per allietare e insieme divertirsi, i tanti bambini e genitori intervenuti alla Festa Carnevalesca ideata sabato pomeriggio 09 febbraio 2013. Musica, stelle filanti, coriandoli colorati e allegria sono stati il mix vincente per la semplice, ma coinvolgente festa che, visto il successo ottenuto, sarà ripetuta anche nel futuro. Bertilla Ceccato

Orti in promisquità Recependo alcune richieste dei nostri lettori in merito alla possibilità di avere delle aree da destinare ad orti condivisi (cfr Gente Salese di ottobre 2012) il consigliere Giovanni Vanzetto ha presentato una interrogazione all’amministrazione comunale per sondare la disponibilità sull’argomento. Dopo tre mesi l’amministrazione ha risposto che “non risulta pervenuta nessuna richiesta da parte di cittadini salesi di poter utilizzare spazi pubblici da adibire ad orti”. Nel frattempo, però, Gente Salese ha raccolto la disponibilità di un cittadino che dispone di un terreno in Caselle da cedere in uso (sperimentalmente per un anno per poi eventualmente continuare) superfici di 100-200 mq. da adibire ad orto. Chi fosse interessato può chiamare il Sig. Sergio al n.

Il gruppo dei ragazzi in patronato. Sopra don Paolo

Ai lettori di Gente Salese gli auguri di una

37771301666 o scrivere a Gente Salese (redazione@gentesalese.com) che provvederà a mettervi in contatto con il Sig. Sergio.

Buona Pasqua


11

Onorificenza pontificia “Bater marso e brusare a piroea a don Valentino Barbiero i caciane anca sto ano i gà rispetà” Don Valentino Barbiero, nato a Moniego di Noale il 14.02.1922, e consacrato prete dell’ordine di Don Orione, ha stato festeggiato il 50° anniversario di vita sacerdotale, nel 2002, a Veternigo per condividere questa meta con la sorella Rina e Giuseppe Bolzonella, oltre al nipote Sandro Bolzonella (medico geriatra a Camposanpiero), con Paola Andreani (impiegata all’anagrafe di Santa Maria di Sala), Cinzia con Martino, Davide e Don Dino che era missionario in Brasile (mancato il 2003). Anche se ultranovantenne, continua la sua opera pastorale nella parrocchia della Maddalena di Sassello (SV). Di recente è stato insignito dell’Onorificenza Pontificia “Pro Ecclesia et Pontifice” (medaglia d’oro di benemerenza sulla quale troneggia la croce) da parte del Ve-

scovo di Aqui Terme, Mons Pier Giorgio Micchiardi (nella foto mentre concelebra con Don Valentino). L’ambito riconoscimento viene conferito a laici o religiosi distintisi nel loro servizio alla Chiesa. Bertilla Ceccato

L’arch. Germano De Gasperi premiato a Civitanova Marche Qual’è il livello di qualità raggiunto o raggiungibile nella redazione dei piani di sicurezza nei cantieri italiani o europei? Da un’indagine del 2008 dell’INAIL e dell’Università Roma TRE i piani di sicurezza sembrano non essere molto seguiti. Se questi piani non sono molto considerati come si può incentivare la loro attuazione? È stato promosso un Bando-concorso per verificare il livello di qualità raggiunto dai professionisti. Una giuria ha scelto le migliori relazioni e i candidati premiati sono stati chiamati a presentare la propria relazione il 19 aprile presso la Sala Meeting dell’Hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche (MC). in un convegno appositamente organizzato L’importante riconoscimento ricevuto alla partecipazione al pre-

mio nazionale “L’avrei scritto così …. – rielaborazione del PSC post operam” ha visto vincitore del 2° premio assoluto Germano De Gasperi, cittadino salese, Architetto, libero professionista a Vigonza, insegnante a contratto presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia (IUAV) che con orgoglio, nello spirito dell’impegno e negli sforzi che quotidianamente dedica ancora allo studio, verrà premiato a Civitanova Marche il 19 aprile. Complimentandoci con l’arch. Germano De Gasperi per l’impegno profuso nel ricercare continuamente il meglio della sicurezza a vantaggio dell’uomo, lo ringraziamo perché promuove in Italia e nel mondo l’immagine dell’impegno e della laboriosità della gente salese.

“Piuttosto de perder ‘na tradizion xe mejo brusare un paese” così recita un antico adagio popolare. Sant’Angelo stia tranquilla perché anche quest’anno la tradizione di festeggiare il Capodanno Veneto con gli antichi riti de “ciamare marso e de brusare a piroea” è stata rispettata. Grazie alla solita intraprendenza della famiglia Saliziato (Caciane) che con Luigino e Gianni riesce da tanti anni a coinvolgere numerosi volontari per far rivivere la secolare tradizione della nostra terra veneta. Anche quest’anno abbiamo vissuto una vera e genuina festa popolare che ha coinvolto principalmente le famiglie di Via Zeminianella (Stradea dei Poareti), Via Calesella e numerosi loro amici. Nulla di politico collegato a questo o quel movimento venetista ma semplice e spontanea festa di persone che vogliono tenere viva, con il perpetuare i riti

della tradizione popolare, la memoria di quella che fu la grande “Patria Veneta” specie in questi tempi in cui le misere vicende dell’Italia riaccendono le nostalgie mai sopite per la “Serenissima Repubblica” ed i suoi numerosi esempi di buon governo.

Noaltri batimo marso Par tegner viva a tradision vien co noaltri a far confusion. Quando sona l’Ave Maria noi n’darem par ogni via svejaremo anca i morti con querci pignate e bussoeoti tuti veci tuti roti. Se catemo davanti in piassa dea cesa o dove Jijio na volta gavea a botega. Ve spetemo tuti quanti specie i picoi e quei più vanti. E no ste aver paura se no fasemo tuti na bruta figura.

PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE MEDICO IN SEDE PER RINNOVI O DUPLICATI PATENTI ACCETTAZIONE AUTENTICHE DI FIRMA PER TRASFERIMENTI DI PROPRIETÀ

Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com - email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

ASSICURAZIONI - RISCOSSIONE BOLLI AUTO Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.30-19.30 / sabato: 9.30 – 12.30 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 – E-mail: agenzia.ducale@libero.it


Rubriche

12

Pietre e leggende:

lo smeraldo

Oggi devo fare un balzo in avanti, con un salto di otto anni e lasciare per un momento il mio amico Rajeev a Bangkok, e arrivare allo scorso 5 gennaio, quando, con mia moglie, mi trovavo a Parigi. Ci eravamo persi un paio di volte passeggiando tra i vicoli degli artisti del quartiere di Saint Germain, e le osterie di Saint Michel, le celebri Brasserie, prima di ritrovarci sul ponte del piazzale di una delle chiese più famose al mondo: Notre Dame! Erano le sei di sera, con le luci che si accendevano e la nebbia che scendeva sulla città, mentre un mendicante suonava la fisarmonica camminando lungo la Senna. Romantico, e meraviglioso. Io e mia moglie ci eravamo fissati per un instante e avevamo guardato entrambi in alto, verso il rosone della Chiesa, dietro alle gargolle… Non era servito parlare. Insieme, avevamo immaginato di vederlo comparire, con quel suo aspetto goffo e gli occhi buoni, proprio lì sulla torre. Quasimodo! Poi proseguendo verso Place Vendome, ci eravamo fermati davanti a una celebre gioielleria, la Van Cleef & Arpels. In vetrina c’era un anello con una grossa pietra verde e mia moglie, incantata dalla bellezza di quella gemma, mi aveva chiesto: “Che pietra è? È per caso uno smeraldo come quello che aveva al collo Esmeralda nel cartone animato?” “Sì, è proprio quella!” avevo risposto. Non è che certe pietre si trovano solo nella fantasia di Disney, ma sono comunque gemme piuttosto rare quando raggiungono tali dimensioni. Eravamo di fronte ad un gioiello con uno smeraldo centrale incastonato tra una corona di diamanti (magari di queste pietre ne parliamo in uno dei prossimi viaggi) in stile retrò, di chiara manifattura anni ’60. E’ una pietra che in passato ha rappresentato un simbolo di fede, di cortesia e di bontà e aveva il compito di svelare la fedeltà dell’amato! Pensate che gli antichi riconoscevano a questa pietra non solo le virtù dell’amore, della rinascita e della speranza,

ma soprattutto la straordinaria capacità di riposare gli occhi. I vecchi tagliatori di diamanti, infatti, tenevano sul proprio banco di lavoro uno smeraldo, per guardarlo di tanto in tanto e rilassare la vista. Se per lo zodiaco è associato al segno del Toro, in gemmologia lo smeraldo è un berillo. Non un birillo! Beh, in effetti il suo equilibrio gemmologico è alquanto instabile e non serve una palla da bowling per distruggerlo. Il suo colore verde, simile all’erba appena tagliata, è dovuto all’ossido di cromo. Al suo interno spesso abbonda di fessure e inclusioni che sono conosciute con il termine francese di jarden, “giardino” appunto.

a cura di Luca Novello

Così anche noi, dopo aver ammirato per tutto il giorno le meraviglie della capitale francese, con la Tour Eiffel, il Louvre, les Champes Elysee, il Panteon e Notre Dame a brillare davanti ai nostri occhi, avevamo seguito quel vecchio consiglio dei lapidari, e ci eravamo riposati sedendoci su di una panchina di fronte al grande smeraldo verde di Parigi: gli straordinari jardens di Luxemburgo! E da lontano, come in sogno, avevamo sentito suonare le campane della Chiesa… forse era Quasimodo, che suonava per Esmeralda. O magari per noi. Perché in una città come Parigi, non serve uno smeraldo per sognare.

FACCIAMO PACE? Una mamma mi telefona disperata dicendo che con suo figlio non ce la fa più; ha provato di tutto: sgridarlo, punirlo, gratificarlo, ma niente; lui non ubbidisce, è disordinato, non studia, è svogliato, prende brutti voti. Ha deciso di non seguirlo più perché la fa troppo arrabbiare e lei non sa più cosa fare. Invito mamma e figlio a venire in studio. Lei arriva con una faccia scura e visibilmente arrabbiata, lui un po’ dimesso, guarda la mamma con due occhi tristi e imploranti. La mamma ripete tutte le lamentele già dette al telefono. Lui dice che la mamma è sempre arrabbiata con lui e che lo sgrida sempre anche quando la colpa è del fratello. Mi faccio raccontare qualche episodio. Paolo racconta di una litigata successa la sera prima col fratello più piccolo di qualche anno: “Io stavo giocando con un gioco, mio fratello è arrivato e si è messo a urlare perché voleva giocare lui. Io non volevo lasciarlo perché ci stavo giocando io e il gioco è di tutti due; poi è arrivata la mamma e si è arrabbiata con me perché dice che io sono più grande e devo capire di più, così ho lasciato il gioco a lui”. Chiedo: “Anche tu ti sei un po’ arrabbiato con la mamma?” Lui: “Sì, perché con mio fratello devo sempre cedere io anche se mettiamo le regole”. Chiedo: “Ma hai fatto pace con la mamma o siete andati a letto arrabbiati?” Lui: “No, lei rimane sempre arrabbiata e non mi parla più”. Io: “E questa mattina come stavi quando sei andato a scuola?” Lui: “Mi faceva male lo stomaco perché avevo paura di prendere anche dei brutti voti e così lei si sarebbe arrabbiata ancora di più”. Ma come può un bambino riposare bene e alzarsi con la voglia di andare a scuola se la sera è andato a dormire sapendo di aver subito un’ingiustizia e in più con la mamma arrabbiata? Quando un bambino sente che i genitori sono arrabbiati con lui, egli si vive come se avesse perso il loro amore perché lui non va bene. Per stare bene e avere voglia di fare, qualsiasi persona ma soprattutto un bambino ha bisogno di sentirsi amato e stimato per come è. La sgridata, l’arrabbiatura deve


Rubriche

a cura della dott.ssa Vallj Vecchiato psicologa e psicoterapeuta

13

Rinnovo patente di guida

a cura di Mario Garippo

Dal 19 gennaio 2013, è entrato in vigore il decreto 59/11 che recepisce alcune direttive europee in materia. Tra le novità, l’introduzione della patente AM per ciclomotori e quadricicli leggeri, ma soprattutto sono cambiate le regole sulla scadenza della patente e per il relativo rinnovo. Anche per la patente, infatti, si applica il decreto semplificazioni (in vigore dal 10 febbraio 2012) che ha stabilito che la scadenza dei documenti di identità deve coincidere con il compleanno

del possessore. Regola già visto applicare se dal 10 febbraio 2012 ad oggi si è recati in Comune a rinnovare la carta di identità. Si tratta di un’agevolazione non da

poco, visto che a questo punto dovremo tenere a mente solo l’anno in cui scade la patente, per il giorno e il mese non c’è bisogno di prendere appunti!

Assicurazione R.C.A.

durare il tempo necessario per far capire che quel comportamento non va bene ma poi bisogna recuperare la gioia e il piacere di stare insieme che solo può dare la voglia di fare bene. I bambini, quando litigano tra loro, non resistono molto nello stare arrabbiati e quindi spesso si dicono: “facciamo pace?” Due parole magiche che fanno sì che il gioco e l’amicizia riprendano più rafforzate di prima. E poi, come mai un bambino, solo per il fatto di avere qualche anno in più di un altro, deve avere meno diritto di essere tutelato dagli adulti? Che insegnamento riceve un bambino che, solo per il fatto di essere più piccolo di un altro, ottiene più vantaggi? Certo, man mano che un bambino cresce, gli si deve richiedere più responsabilità, più impegno, più autonomia personale, ecc. ma il rispetto delle regole di convivenza non deve dipendere dall’età: deve essere uguale per tutti.

Un figlio neopatentato aumenta il premio assicurativo della nostra polizza? In parte si ed in parte no. La prima cosa da fare, al momento del rinnovo, è segnalare alla compagnia assicurativa l’avvenuto conseguimento della patente B, precisando l’età del neopatentato. Il limite sotto il quale le compagnie considerano “a rischio” un conducente può variare: per alcune la soglia è sotto ai 26 anni, per altre sotto i 28. Potrebbe accadere che, considerata la maggiore insicurezza al volante, la compagnia decida di aumentare il premio della polizza, a fronte però della garanzia di proteggervi nel caso in cui vostro figlio causi o venga coinvolto in un incidente stradale. In ogni caso, se siete sicuri che vostro figlio userà l’auto solo in determinate circostanze – ad esempio, un sabato sera ogni tanto – non siete tenuti a comunicare nulla alla compagnia assicurativa. Questo non vuol dire che pagherete sempre la stessa cifra: di base, molte compagnie applicano in ogni caso tariffe un po’ più alte a chi, in sede di sottoscrizione del contratto, dichiara di avere figli a carico maggiorenni, anche se i loro nominativi non vengono inseriti nella lista di persone che potrebbero guidare il veicolo assicurato. Attenzione che, in questo caso, se vostro figlio causa un incidente stradale, ma non risulta tra i potenziali conducenti, l’assi-

curazione potrebbe anche decidere di non risarcirvi. Situazione diversa se nostro figlio è proprietario di un’automobile. In questo caso, ovviamente, deve essere assicurato a titolo personale. Per fortuna, interviene il cosiddetto “decreto BERSANI”, che permette ai neopatentati di ereditare la classe di merito dei propri genitori. Niente quattordicesima classe, che tutti sappiamo essere l’ultima e dunque la più cara. E quindi niente premio assicurativo salato.

Ricordiamo infine che la legge italiana prevede delle limitazioni per i neopatentati. Innanzitutto, per il primo anno, un limite di potenza del veicolo pari a 55kW/t, parametro non proprio intuitivo che indica i chilowatt di potenza in rapporto alla tara del veicolo. Per i veicoli di categoria M1 (autovetture) è previsto in ogni caso un ulteriore limite di potenza massima di 70 chilowatt. E se quest’ultimo limite è più chiaro, il primo può creare qualche ambiguità. Essendo calcolata in rapporto alla tara, la potenza del veicolo non dipende solo dalla cilindrata pura o dai cavalli. Vi sono utilitarie che, pesando poco, sforano i limiti imposti ai neopatentati e altre che, magari più potenti, vi rientrano tranquillamente proprio grazie alla loro “stazza”. È consigliabile quindi informarsi bene prima di un eventuale acquisto.


14

L’U.C. FPT parte a razzo Andrea Cemolin, di 24 anni incurante del fango apre Hair Design a Caltana

Un avvio di stagione davvero brillante, dopo un bronzo inaspettato agli Italiani di ciclocross, la stagione parte sotto i migliori auspici. A segno il capitano Mariuzzo centra per la quarta volta consecutiva il 6° G.F. di S.Valentino, a Locara (VR), dopo una corsa autoritaria in compagnia del biker russo George Dmitriev. Arrivo allo sprint, dove di forza l’atleta di Musile di Piave, stacca il forte atleta del bike Store di Costermano. Sulla scia di Mariuzzo, bellissima prestazione di Manuel Piva all’esordio con i colori sociali FPT con un 7° posto assoluto e la vittoria di categoria seguito dal compagno di squadra Gianluca Giraldin, che ha colto un onorevole 11° posto e un 2° posto nella sua categoria. Gianfranco Mariuzzo ha detto: “Sono molto soddisfatto della mia prestazione, ma soprattutto di aver vinto di nuovo questa gara che ritengo davvero bellissima. Lo scorso anno è stata una vittoria epica, sotto la neve, mentre quest’anno ho avuto modo di lottare nel fango: una delle mie specialità! Anche negli ultimi chi-

lometri ho avuto modo di dare il meglio di me: la pianura si addice alle mie caratteristiche”. Una settimana dopo un’appuntamento davvero di rilievo: a Concordia Sagittaria si svolge la 1ª G.F. Valle Zignago- laguna di Caorle, valida come prova iniziale del circuito Veneto Mtb Tour, articolato in 7 prove. Ancora protagonisti gli atleti Salesi guidati da Mariuzzo e dal nuovo entrato l’Elite Tiziano Carraro. La coppia ha formato un tandem vincente, argento per il capitano e primo successo in maglia FPT per Carraro. Bene anche Gianluca Giraldin arrivato esausto al traguardo con un 14° assoluto e 3° di categoria. Ora il triplice impegno per gli atleti Salesi: sabato al gran Prix d’Inverno a Tregnago (VR) con Mariuzzo, Teso, Kogler. Domenica, invece, i tre biker saranno impegnati alla challenge ASOLA “X-BIONIC di Mantova. Ben 14 atleti saranno impegnati a S.Donà nella M.F. del Piave, dove Carraro dovrà difendere la leadership del circuito Veneto. Luciano Martellozzo

Il 10 febbraio ha aperto i battenti HAIR DESIGN, un nuovo acconciatore a Caltana, in Via Luigi Einaudi 6. Si tratta dell’inizio di una nuova attività di Parrucchieri, dopo le dismissioni della precedente gestione. Il Gestore di questo nuovo laboratorio di Parrucchieri è un giovane di 24 anni, Andrea Cemolin, il quale, dopo dieci anni di attività come dipendente, e tanta voglia di esprimere tutta la sua fantastica creatività sulla testa dei clienti, ha avuto il coraggio e la volontà di “mettersi in gioco”, cosciente che è un periodo

A Veternigo apre Nazareno Muffato

Di questi tempi ci vuole coraggio, intraprendenza, voglia di mettersi in gioco e un pizzico di fortuna per avviare una nuova attività e Nazareno Muffato, acconciatore per donna e uomo ha aperto un moderno negozio nella nuova zona residenziale a Veternigo. Nel suo salone si può trovare alta

Macelleria GALLO PLINIO Q ua l i tà c o n v e n i e n za e t r a d i z i on e offe rte sp ec i ali o g n i m ese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

un po’ ostico per tutte le attività in generale. Andrea è specializzato nel trattamento dei capelli con i colori quindi, oltre alla clientela della precedente gestione, avrà sicuramente anche moltissimi giovani, quali suoi frequentatori, che utilizzeranno il suo estro professionale e giovanile. Ad Andrea, che costituisce quella schiera di giovani del nostro Veneto che non demorde anche se ci sono difficoltà, le nostre felicitazioni e i migliori auguri di successo in questa nuova impresa. P.B.

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

professionalità unita a prezzi ragionevoli, un mix vincente che auguriamo possa fruttare buoni affari sia per Nazareno sia per molti clienti. Il salone si trova in via Pianiga 37/U ed è possibile fissare un appuntamento telefonando al n. 349343764. B. C.


years lauree Davide e Nicola Frezzato di Caselle il 4 aprile compiono 5 anni. Tanti auguri dalla mamma Renata, dal papà Andrea e da tutti coloro che gli vogliono bene.

Il 18 Aprile Elena Saccon compie 8 anni. Tanti auguri da mamma Monica, papà Marco e dalla sorellina Eleonora.

La piccola Lucrezia Montin il 5 Marzo ha spento la sua prima candelina!!! Le fanno tanti auguri la sua sorellina Ginevra, la mamma Alma, il papà Cristian e i nonni.

Il 7 Marzo 2013 Palmira Bortolato ha festeggiato il 93° compleanno con le figlie Nerina, Loredana, del genero Claudio, dei nipoti Ivan, Damiano, Riccardo.

Anniversario

15

Il 22 febbraio 2013 Alessandro Rizzo ha conseguito la laurea in Economia Internazionale con curriculum in Economia d’Impresa presso l’Università degli Studi di Padova, discutendo la tesi: “Il diritto di recesso nei contratti dei consumatori” con il relatore Prof. Renato Pescara. Si congratulano i genitori Gabriele e Roberta, i parenti e amici tutti.

Il 21 febbraio Denise Garbinetto si è laureata presso l’Università degli Studi di Padova discutendo la tesi: “Lusso e mercati emergenti” con il relatore prof.ssa Eleonora Di Maria. Si congratulano con la neo dottoressa il papà Vittorino, la mamma Daniela, il fratello Jonny, parenti e amici.

Il 15 marzo , Ilaria Buccigrossi, si è laureata in Scienze dell’Educazione presso l’Università di Padova, discutendo la tesi “Servizi Educativi e tutela del minore abusato“ con il relatore Ch.mo Prof. Giuseppe Zago. Alla neo Dottoressa, le felicitazioni dei genitori Angelo e Maria Rosa, dei fratelli Tommaso e Giulia, da Agostino ed il nipotino Riccardo, dalle nonne Miranda e Lina, dagli zii, cugini ed amici tutti.

Il 15 marzo Alessandro Viganò ha conseguito la laurea magistrale in geologia e geologia tecnica presso l’Università degli studi di Padova, Dipartimento di Geoscienze, discutendo la tesi “Applicazioni di interferometria radar satellitare per l’aggiornamento dei fenomeni franosi in Veneto”. Si complimentano i genitori Mauro e Antonella, la sorella Consuelo, Daniele e gli amici tutti.

Incontro sul Gemellaggio S. Maria di Sala - Hvar Il 24 febbraio Trincanato Maria e Nardo Giovanni hanno festeggiato le nozze d’oro. Tantissimi auguri dalle figlie Marina e Marica, dai generi e dai nipoti Gabriele e Danny.

Nell’ambito della serie di incontri organizzati per Gemellaggio Santa Maria di Sala - Hvar, il prossimo appuntamento è per Prossimo appuntamento Mercoledì 3 Aprile 2013 ore 21.00 presso il Teatro comunale di Villa Farsetti.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu

BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista

Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

www.autorombo.com


16

Lesina: Visitiamo Spalato e Medjugorje

Dall’11 al 15 Giugno 2013, Lesina, la Libera associazione per la promozione dei rapporti italocroati organizza un Un tour attraverso le strade del gemellaggio toccando Spalato, Medjugorje e Draga di Moschiena. Il programma prevede che 11 Giugno si parte da S. MARIA DI SALA alle ore 7.00 per arrivare a Spalato alle ore 17.00. Dopo la sistemazione in albergo, ci sarà del tempo libero, la cena e il pernottamento. Il 12 Giugno, dopo la prima colazione in Hotel, si visiterà la città di Spalato accompagnati dalla guida e incontro con la comunità italiana Dopo il pranzo trasferimento a Medjugorje con guida a bordo. Arrivo verso le ore 16.00, sistemazione nelle stanze riservate, tempo libero per visite individuali cena e pernottamento. Il 13 Giugno, la mattinata dedicata alla visita di Medjugorje. Pranzo in hotel e nel primo pomeriggio partenza per Moschenicka Draga. Arrivo in serata, sistemazione in albergo, cena e pernottamento. Il 4° Giorno, il 14 Giugno intera giornata dedicata alla visita di Moschenicka Draga. Cena e pernottamento in hotel Il 15 Giugno: in mattinata e parte del pomeriggio libero per visite individuali. Verso le ore 16.0016.30 inizio del viaggio di ritorno con soste lungo il percorso. Arrivo previsto a S. Maria di Sala per le ore 20.00. Spalato (in croato Split), è una città della Croazia, capoluogo della regione spalatino-dalmata, principale centro della Dalmazia e, con i suoi 178.192 abitanti (2011), seconda città del Paese. Spalato è anche sede universitaria e arcivescovile. La città fece parte della Repubblica di Venezia dal 1420 al 1797. Entrata a far parte dell’Impero austriaco nel 1797, già dal 1848 crebbe la diffidenza austriaca verso la componente italiana della po-

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto PRESIDENTE Liliana dal Lago ART DIRECTOR Manuel Rigo

polazione di Spalato, che costituiva un pericolo per l’integrità dell’Impero. Medjugorje, è nella repubblica della Bosnia Erzegovina (circa 2.500.000 abitanti). Il significato di “Medjugorje” è tra i monti. La parrocchia di Medyugorje è composta di cinque villaggi adagiati fra le colline, il Krizevac (monte della croce sovrastato da una grande croce di cemento, e lo Crnica sulle cui falde si trova la località detta Podbrdo (“collina delle apparizioni”) luogo della prima apparizione il 24 Giugno 1981). La parrocchia di Medjugorje fu fondata il 15 Maggio 1892 e la prima chiesa parrocchiale fu ultimata nel 1897, l’attuale chiesa fu consacrata il 19 Gennaio 1969. Draga di Moschiena è un comune di 1.536 abitanti della regione litoraneo-montana in Croazia. Moscenicka Draga, con la sua lunga spiaggia di ghiaia e molte altre nascoste nelle piccole insenature, si trova nella parte settentrionale della baia del Quarnero, ai piedi del parco naturale del monte.

TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Villorba (Tv) giovedì: Noale (Ve) - Istrana (Tv) venerdì: Martellago (Ve) - Silea (Tv) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) CON ASSORTIMENTO DI:

GASTRONOMIA - ROSTICCERIA FRIGGITORIA DAL 1964 STIGLIANO DI S. MARIA DI SALA (VE) Via Fracasso 22 Cell. 335 6327747 / Fax 041 2430815 E-mail: anticafattoria@vodafone.it

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

Lunedì: 15.30 - 19.30. Da martedì a venerdì: 9.30-12.30 e 15.30-19.30 Sabato: 9.30-13.00 e 15.30-20.00 Dal 7 ottobre tutte le domeniche: 10.00 - 13.00 e 15.30 - 19.30

Gs febbraio 2013  
Advertisement