Page 1

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 12 - ANNO XXIX - DICEMBRE 2012

CAPODANNO: UNA SCINTILLA CHE CI dia NUOVA SPINTA

GENTE SALESE

12

DICEMBRE 2012

5

COPENHAGEN: La metrò è un vanto italiano

9

Incanta La Casa Delle Fiabe

11

CAVEDALE

Premiato con “Un Mondo a colori”


intro. 2

Che fatica, per molta gente, arrivare alla fine di quest’anno 2012. Un anno carico di un mare di preoccupazioni e ansie comuni. Tutti, demoralizzati, hanno la sensazione di non contare niente, di essere in balia di potenze enormi e incontrollate (lo spread, la Bce, l’Unione europea, le lobby di potere, le banche e via dicendo). Tutti si sentono esclusi o inascoltati e irrilevanti nella storia. E tanti sono veramente ai margini o sottoposti a dure prove. Ci aspetta un anno carico di attese. La speranza è che l’Italia possa riprendere vigore e dare in tutti i settori serenità e tranquillità. Soprattutto alle nostre famiglie così duramente impegnate a far quadrare i conti. Abbiamo davanti due mesi di campagna elettorale in vista delle elezioni che si faranno il 24 e 25 febbraio 2013. Molte riforme sono state fatte dal governo Monti, ma molte altre sono state sepolte da polemiche e mancate intese. Il Partito Democratico, per primo, ha fatto le primarie decretando la premiership a Pierluigi Bersani in una contesa finale con il sindaco di Firenze Matteo Renzi. Quest’ultimo ha avuto il merito di aver contribuito alla rinascita della partecipazione popolare alla vita politica perchè aveva tutta l’aria di fare sul serio per offrire nuova linfa a un modo di gestire la cosa pubblica. Non è riuscito nel suo intento ma ha risvegliato dal torpore molti cittadini che ormai avevano perso ogni speranza. Il rottamatore sperava che Bersani non concedesse deroghe a chi ha già al suo

attivo tre legislature. Ma così non è stato. Sul versante del PDL, per la verità, Berlusconi aveva insistentemente chiesto al Professor Monti di assumere un ruolo di parte come federatore dei cosiddetti moderati, per contrapporsi alla sinistra, ma non avendo sortito l’effetto desiderato lo stesso Berlusconi si ripresenterà agli elettori. Monti, al momento attuale in cui scrivo, formalmente l’annuncio non l’ha dato, ma nella sostanza la prossima campagna elettorale avrà in lui un protagonista in più. Il Professore “sale” in politica e lo fa con una schiettezza senza precedenti: l’ormai ex premier lancia la sfida a Pierluigi Bersani, incuneandosi nell’alleanza tra Pd e Sel e avvertendo il segretario democratico che confermare l’accordo a sinistra e il legame con la Cgil comporterà il prezzo di perdite nell’ala montiana del partito. Il premier annuncia la sua “Agenda per cambiare l’Italia e riformare l’Europa”. Nonostante egli dica che il suo programma è rivolto a tutti, è evidente che egli pensa ai partiti del centro che lo stanno aspettando da tanto tempo. Non si è concesso loro subito, ma è logico che conti prima di tutto su di loro. Questi loro, però, nel frattempo, non si sa più bene chi siano. Casini e Fini ci sono per stato di necessità. Riccardi ci sta per infatuazione, le Acli sembra non ci siano più perché il presidente Olivero ha fatto la scelta solitaria di entrare in campo e Raffaele Bonanni ha smentito che lui o la Cisl fossero disponibili ad appoggiare Monti come qualsiasi altro partito. Poi bisognerà vedere i

sondaggi, perché al di là dei partiti c’è il corpo elettorale che, in questa fase, è aperto ad una notevole volatilità di consensi. Nel frattempo si sono mobilitati pro Monti i grandi giornali nazionali. Sul piano politico ci sono già due conseguenze: la prima è che la coalizione politica di Monti non sarà alternativa alla sinistra, anzi, è certo che si prepara a governare con il Partito democratico. È vero che c’è il problema Vendola, ma in politica tutto si può aggiustare. La seconda è che Monti lavora per porre fine al bipolarismo, il quale, dal punto di vista dei principi non negoziabili, ha avuto un merito: ci ha abituato a distinguere tra un’area in cui l’attacco alla famiglia e alla vita è sicuro e un’area in cui è possibile. Il male possibile è comunque meno peggio del male sicuro. Poi c’è la Lega che non ha deciso se allearsi con Belusconi o correre da sola. Il Movimento 5 stelle di Grillo è ancora un’incognita. Io mi auguro che aldilà dei partiti prevalga la voglia di giustizia, di equità, di verità per cercare di rispettare tutti gli uomini e dare a tutti pari dignità Auguri a tutti che si realizzino le vostre attese. Graziano Busatto

SOLUX srl INSTALLAZIONE IMPIANTI FOTOVOLTAICI CHIAVI IN MANO

ASSICURAZIONI

per tutti i possessori e familiari della carta

Via Pioga, 1 - 30030 Caltana di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/5760118 - Fax 041/5760148 E-mail: info@soluxsrl.it - web: www.soluxsrl.it

• • • • • • • •

COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI TRASPORTO IN CONTO TERZI TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 - 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 - Email. bolzonella.group@tiscalinet.it www.bolzonellagroup.com

fino al

-6% per autovetture, ciclomotori e motocicli

sulla polizza RCA a Caltana Via Caltana 67 - 041/5730635 Presentati con questa pubblicità munito della carta COOP


3

UN BEL REGALO DEL GOVERNO MONTI Per il prossimo anno al posto della TIA, la TARES sicuramente ancora più soldi da pagare! Da aprile dovremo fare i conti con una nuova tassa: la Tares, la “tariffa comunale sui rifiuti e i servizi”. La nuova imposta entra in vigore il primo gennaio 2013 in sostituzione della Tia e sarà calcolata in base ai metri quadri del proprio immobile. In un primo momento il calcolo sarà fatto sulla superficie dichiarata ai fini TIA; successivamente, quando l’Agenzia del territorio avrà trasferito ai comuni i dati catastali, il calcolo sarà effettuato sull’80% della superficie catastale. La nuova tassa è stata istituita con la manovra Monti nel decreto Salva Italia del dicembre 2011, e successivamente normata con la legge di Stabilità approvata a fine 2012. La tassa deve finanziare interamente il costo del servizio di igiene ambientale (ora pagato con la Tia), ma anche (e questa è la novità) di illuminazione pubblica, manutenzione delle strade, verde pubblico e tutti gli altri “servizi indivisibili”. Per questo sarà inevitabilmente più salata della Tia. Un’altra novità dell’imposta è che sarà dovuta non solo dai proprietari di immobili, ma da tutti coloro che “occupano o detengono locali

PAGOTTO di Pagotto Sandro & Co. snc

o aree scoperte”. Quindi non solo case, ma negozi, uffici, capannoni. In pratica per i cittadini salesi questo comporta che la tariffa Tia (che storicamente copre i costi totali di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani) sarà aggravata da una maggiorazione pari a 0,30 euro per metro quadrato, a copertura dei costi relativi ai “servizi indivisibili” del Comune. Il Comune (Dio non voglia) potrà, con deliberazione del Consiglio comunale, modificare la misura della maggiorazione fino a 0,40 euro, anche graduandola in ragione della tipologia dell’immobile e della zona dove è ubicato ecc.. L’aumento, rispetto alla vecchia Tia, sarà di qualche decina di euro per una casa di abitazione ma si prevedono nuovi salassi per gli immobili commerciali e per i capannoni artigianali ed industriali. É stato stimato che complessivamente il corrispettivo per i “servizi indivisibili” costerà agli italiani un miliardo di euro all’anno; miliardo che lo Stato decurterà dai trasferimenti ai comuni già dal 2013. Giovanni Vanzetto

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

Famiglie sempre più povere e record del debito pubblico

Continuiamo a pagare sempre maggiori tasse e non riusciamo a vedere la luce in fondo al tunnel. I sacrifici sembrano richiesti solo alla povera gente e quando i mass media ci informano che si è raggiunto un nuovo record del debito pubblico italiano che, ad ottobre, ha sfondato per la prima volta il tetto di duemila miliardi di euro, ci si raddrizzano i capelli e la rabbia ci assale. Il dato diffuso da Bankitalia, con la pubblicazione della statistica sulla finanza pubblica, afferma che il debito si è attestato a 2.014.693 milioni di euro. Le entrate tributarie erariali sono ammontate a 29,6 miliardi a ottobre scorso contro i 22,7 mld del mese precedente. Nei primi dieci mesi del 2012 le entrate si sono attestate a 309,3 miliardi di euro con un aumento del 2,9% sul corrispondente periodo del 2011. Un’altra prova che la cura Monti

non funziona, che nonostante l’aumento delle tasse, il debito pubblico non accenna a dimininuire, anzi continua a crescere. Di pari passo la ricchezza delle famiglie italiane diminuisce. La flessione è del 5,8% dal picco massimo del 2007. E resta molto concentrata: alla fine del 2010 la metà più povera delle famiglie italiane deteneva il 9,4% della ricchezza totale, mentre il 10% più ricco deteneva il 45,9%. La fotografia scattata da Bankitalia delinea un Paese profondamente segnato dalla crisi economica in atto, ormai, da quasi cinque anni. E il dato che si conferma è che la distribuzione della ricchezza “è caratterizzata da un elevato grado di concentrazione”. In sostanza, pochi ricchi che non perdono terreno e molte famiglie che si impoveriscono. Si torna, più o meno, sui livelli di concentrazione di fine anni Novanta.

· Prodotti per animali d’affezione e da cortile · Specialità per giardinaggio e agricoltura · Vendita, noleggio e assistenza macchine per il giardinaggio 30030 CALTANA (VE) - Via Marinoni, 15 - Tel. 041.5731651 Fax 041.5739845 E-mail: agrariaalmolino@libero.it


4

Il caso: La Fondazione “Città della Speranza” polemizza per il pagamento oneroso dell’IMU Ma cosa sta succedendo in Italia? La Fondazione “Città della Speranza” ha dovuto versare a dicembre 87 mila euro per l’IMU. Sono indignato perché molte volte e fin dalla sua nascita, ho contribuito a sostenere questa benemerita fondazione che ha realizzato la “Torre della Ricerca” che non si tratta di un edificio qualsiasi: è nato per essere il più grande polo europeo dedicato alla ricerca scientifica sulle malattie infantili. «Il punto è che continuando così la gente si stanca - sbotta Franco Masello, il “papà” della Fondazione “Città della Speranza”- Rischiamo di spegnere anche le poche cose che ancora brillano in questo Paese, e la “Torre della Ricerca” è una di queste». Il fondatore della “Città della Speranza” scende sul sentiero di guerra e annuncia battaglia per arrivare a non far pagare l’Imu agli enti no-profit che dedicano la loro mission alla beneficenza, alla solidarietà e alla ricerca. «Useremo tutte le armi che avremo a disposizione per non versare più imposte senza senso allo Stato - averte Franco Masello. Perché siamo stanchi di dover continuare a sopportare determinate cose. Rappresentiamo un movimento di opinione che ha raccolto oltre 30 mila firme per la campagna “5 per mille”, qualcuno

quindi dovrà ascoltare la nostra voce e rendere conto di quanto farà». Il messaggio è quindi forte e chiaro. Il destinario anche: tutta la classe politica è chiamata a dare una risposta. «Sia ben chiaro che noi ci rivolgiamo a tutti -prosegue Masello - perché a volere l’introduzione dell’Imu non è stato il solo Monti, e certamente quel provvedimento non se l’è mica approvato da solo. Tutti devono prendersi le proprie responsabilità di fronte ai cittadini».

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan

«Con quei soldi potevamo pagare lo stipendio a tre ricercatori». afferma Franco Masello, lui che ha portato alla realizzazione della Torre della Ricerca (in zona industriale a Padova). Il 16 dicembre ha infatti dovuto versare 87 mila euro di Imu per l’immobile inaugurato in estate e interamente dedicato alla ricerca contro la leucemia. «È uno schifo e una vergogna - accusa Masello senza tanti giri di parole - in questi anni, tra tasse e Iva, la nostra fondazione ha versato almeno 10 milioni di euro. Que-

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia

Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

sta non è una situazione degna di uno Stato civile, perché uno Stato che si definisce tale non deve far pagare imposte inique agli enti noprofit. Non esiste al mondo. Anche perché qualcuno, poi, mi dovrebbe spiegare che fine fanno questi soldi. Quale utilizzo ne prevedono i nostri politici». E così, sul banco degli imputati, sale, ancora una volta, la politica. Quella che a parole manifesta solidarietà verso chi si prodiga nella beneficenza, salvo poi prendere e votare provvedimenti legislativi che ne affossano senso e risorse. È pazzesco che associazioni ricreative non debbano pagare nulla e un edificio come la Torre della ricerca debba essere sottoposto a questa imposta. Intanto una raccolta fondi è partita tra i politici, promossa a quanto pare dall’on. Niccolò Ghedini, ma dalla Fondazione al momento non sembrano avere avuto riscontri. Mentre Margherita Miotto (Pd) ha chiesto in commissione Affari sociali alla Camera che la Fondazione “Città della Speranza” venga esentata dal pagamento dell’Imu. Lo chiede anche Antonio De Poli (Udc): «Va trovata una soluzione che deve andare nella direzione giusta: sostenere la ricerca, incoraggiare le fondazioni a investire e non a chiudere i battenti».

Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


5

La nuova metropolitana di Copenhagen si vanta dell’ingegno del “made in Italy” Abbiamo scoperto che l’ing. Stefano Luise, uno dei nostri collaboratori, è il direttore di uno dei più ambiziosi progetti ingegneristici che si stanno realizzando in Europa. Si tratta della nuova metropolitana di Copenhagen, in Danimarca. Il fatto che un ingegnere che vive nel bel mezzo della campagna Veneta diriga un progetto di così ampia portata in Danimarca è quanto mai insolito. Abbiamo quindi deciso di intervistarlo per capire meglio di cosa si tratta. Allora ingegnere, cosa succede in Danimarca? “Cominciamo con il chiarire che la realizzazione dell’intera metropolitana di Copenhagen, con le relative opere ingegneristiche a corredo, è stata appaltata ad una azienda italiana leader mondiale nel settore aerospazio e trasporti. Dovremmo essere orgogliosi, come italiani, che prodotti di questa portata interamente progettati e realizzati in Italia siano così apprezzati all’estero”. Ci spieghi un po’ meglio in cosa consiste quest’opera? “La metropolitana consiste in un tunnel circolare interrato, lungo circa 20 Km con 17 stazioni, che attraversa il centro storico della città. Su un doppio binario scorrono i treni che, grazie ad un innovativo sistema di guida, sono in grado di muoversi senza macchinista. È chiaro che un’opera come questa coinvolge i più disparati ambiti di conoscenza tecnico scientifica, basti pensare allo scavo della galleria o ai sistemi elettronici di controllo dei treni, tanto per citarne un paio. Non è quindi pensabile che un’unica azienda sia in grado di fare tutto. Ecco perché l’intero progetto è stato diviso in sottosistemi, ognuno relativo ad uno specifico ambito, subappaltato ciascuno ad aziende specializzate in quel determinato settore”.

L’ing. Stefano Luise Chiaro, ma qual è il suo ruolo di direttore di progetto in tutto ciò?

“Il termine esatto del mio ruolo è Project Manager (abbreviato in PM). Lavoro per l’azienda che si occupa di realizzare il sottosistema relativo alla rete di trasmissione dati via cavo e via radio. Come ho detto prima il treno si muove senza macchinista-conducente, pertanto la rete dati e gli apparati elettronici con i quali vengono trasmesse le informazioni tra il treno e il centro di controllo rivestono un ruolo estremamente importante e devono garantire un’assoluta affidabilità. La progettazione e la realizzazione vanno seguite con una certa cura”. Un treno che viaggia senza nessuno che lo guidi, ho capito bene? “Assolutamente sì. In realtà quella delle metropolitane senza condu-

cente non è neppure una novità: linee simili si trovano da molti anni in varie parti del mondo, anzi la tratta di metropolitana che già esiste a Copenhagen funziona senza conducente da 10 anni ed è stata premiata come migliore metropolitana europea, anche questa di progettazione e realizzazione italiana”. A quando l’apertura? “I lavori sono a buon punto ma per l’apertura al pubblico ci vorrà ancora qualche anno. L’appalto prevede la consegna nel 2018. Manca ancora tempo ma i lavori sono molti e senza dubbio saremo capaci di rispettare i tempi di consegna. È una bella esperienza che faccio con grande entusiasmo”. Graziano Busatto

La competizione globale richiede standard tecnici e tecnologici di assoluta eccellenza La costruzione della nuova metropolitana di Copenhagen, una delle più moderne infrastrutture di trasporto al mondo, porta la firma del made in Italy. Il valore totale del contratto è di 1,7 miliardi di euro; i lavori sono in corso per concludersi entro il 2018. Questo ulteriore appalto rappresenta la capacità delle nostre migliori aziende di affermarsi anche quando la competizione globale richiede standard tecnici e tecnologici di assoluta eccellenza. La capitale danese, che vanta il più evoluto sistema di mobilità pubblica in Europa, con il Progetto Cityringen realizzerà il nuovo anello nel centro stesso della città, con due tunnel di 17.4 km di lunghezza ciascuno e con 17 nuove stazioni situate a 30 metri di profondità dal piano stradale.

La linea, completamente automatizzata, funzionerà 24 ore su 24, con intervalli minimi tra i convogli di appena 100 secondi e garantirà la mobilità di 130 milioni di passeggeri all’anno. Il committente danese Metroselskabet ha apprezzato l’impegno delle aziende italiane di garantire il massimo coinvolgimento di tecnici, maestranze e imprese locali, così come l’attenzione dimostrata dal Gruppo per lo svolgimento delle operazioni nel rispetto della sicurezza dei lavoratori e per lo studio sulla mitigazione dell’impatto della costruzione nella vita quotidiana della popolazione residente. Grande apprezzamento anche per le iniziative di informazione alle popolazioni interessate dai lavori.

STONE HOUSE S.r.l. Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno sanitari - rubinetteria - complementi d’arredo Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

via L. Da Vinci, 5 - 30036 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041.487046 - fax 041.5760097 E-mail: info@simionatosrl.it - www.simionatosrl.it


6

Gli auguri dell’Associazione Lesina L’occasione era quella giusta per un incontro da parte dei componenti il Direttivo dell’Associazione Lesina. C’era da scambiarsi gli auguri di Natale. Così la “Famiglia” degli amici dell’Associazione Lesina, allargata per l’occasione ad altri soggetti interessati, si è ritrovata seduta al tavolo di un ristorante. Il Presidente dell’Associazione, Paolo Bertoldo, oltre che porgere gli auguri ai presenti, ha colto l’occasione per una analisi della situazione e, soprattutto, delle prospettive future dell’Associazione. Si è convenuto che le prospettive sono più che positive per quanto riguarda il ruolo e i risultati che l’Associazione ritiene di poter avere nel contesto della collaborazione con la città gemellata di Hvar e di tutta la Croazia. E’ stato rilevato come già ora, grazie al lavoro di tutta la Famiglia del nostro Dott. Matteo Tudor, vero artefice, con Angelo Pegoraro, del gemellaggio con Hvar, ci sia una collaborazione molto interessante sul piano della salvaguardia dei beni architettonici di Hvar. L’Architetto Adelmo Lazzari, docente e socio della LAIRA, ha spiegato, infatti, che le scuole di restauro, sezioni di Padova e Vicenza, sono presenti a Hvar con una delegazione di Giovani Studenti e che ad Ottobre prossimo inizierà l’attività vera e propria di restauro della Loggia di Hvar. Ha rilevato, inoltre, come tutte le Autorità interessate alla collaborazione si pongano in termini molto interessanti e costruttivi, consentendo il superamento delle inevitabili difficoltà. Alla serata erano presenti anche altri Operatori Economici, quali: Pegoraro Franco, titolare di una verniciatura industriale; Simone Poletto, contitolare di un’azienda di lavorazioni inox; Pellegrini Francesco, Economista – Marketing, libero professionista; Pegoraro Gilberto, Croatista, laureato in Croato e operatore di collegamento con la Croazia. Tutti hanno espresso molto interesse e molta disponibilità in relazione alle prospettive future di collaborazione, intendendo molto bene quale possa essere il ruolo dell’Associazione Lesina al riguardo e a garanzia di futuri risultati. Insomma, il lavoro non manca ma non mancano anche la buona volontà e l’intenzione di proseguire, passo dopo passo, secondo i principi e gli obiettivi sanciti nello Statuto dell’Associazione Lesina. P. B.

I partecipanti alla cena del’Associazione

Iniziative culturali dell’ARCI Il circolo ARCI “F. Pirola” di Santa Maria di Sala rende noto il programma di alcune iniziative culturali che verranno presentate nei prossime mesi del nuovo anno. Per domenica 17 febbraio 2013 la visita della Mostra di “Giambattista Tiepolo” a Villa Manin a Passariano, per poi andare a pranzo a San Daniele del Friuli e al pomeriggio a visitare Spilimbergo. Il costo di partecipazione è di 60 euro. Le prenotazioni con saldo della quota, entro l’8 gennaio 2013, comprendeono: Pullman granturismo, l’ingresso e guida alla mostra “Giambattista Tiepolo” , il pranzo in prosciutteria ( prosciutto crudo e affettati, contorni, dolce, caffè,acqua e vino) e la visita guidata al Duomo e al paese di Spilimbergo. Il 17 marzo è in programma la visita delle Ville Paladiane. La gita sarà preceduta da tre conferenze su Palladio che si svolgeranno nella scuola media di S. Maria di Sala nei giorni 1, 8 e 15 marzo. La visita riguarderà la Villa Cornaro di Piombino Dese, la Villa del Conte Marcello di Levada e Villa Emo di Fanzolo, interamente affrescata da Giovan Battista Zelotti. Il costo di partecipazione è di 62 euro.

Infine tre giorni di Pasqua in Svizzera dal 30 marzo al 1 aprile, con visita a Bellinzona, Lucerna, Schiaffusa, Zurigo, Berna, Lugano. La quota di partecipazione è di 395 euro. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a: CIRCOLO ARCI “F.Pirola”, Via Cavin Caselle 193 (martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00) tel. 347.4156093 / 041.5736621; e-mail: lorena@arcipirola.org

Simionato F.lli s.r.l. • Compravendite immobiliari • Materiali per l’edilizia • Costruzioni civili ed industriali • Pavimenti e rivestimenti

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te

Sede Legale a Amm.va: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38/B Tel. (041) 5760642 - Fax. (041) 5760048 e-mail: costruzioni@simionato.net

Simionato F.lli s.r.l.

Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405

Esposizione: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38 Tel./Fax (041) 48.77.77 e-mail: info@simionato.net

certificato n.432


7

Maria Mamprin ha organizzato una festa per ringraziare chi ’ l ha aiutata nelle cure Maria Mamprin in Caccin, chiamata anche affettuosamente dagli amici “Maria Piccola”, per via della sua minuta “figura”, aveva in serbo da tanto tempo la volontà di fare una festa durante la quale convocare parenti ed amici per ringraziare coloro che le sono stati vicini durante la sua recente infermità, a causa di problemi sanitari ad una spalla e ad una gamba. Così Maria ha portato a compimento questa sua volontà “alla grande” invitando domenica 16 Dicembre scorso, presso un prestigioso ristorante locale, una quarantina di persone, considerate a lei vicine, per fare festa condividendo un lauto pranzo a base di pesce. Maria è sempre stata una persona molto attiva e vivace nella vita e, pur essendo stata provata duramente durante la sua esistenza, dalla perdita dell’unica amata giovane figlia, prima, e del marito poi, con tutte le incombenze dovute alla responsabilità della crescita della piccola nipote Consuela, non ha perduto la sua “brillantezza” e il suo “spirito” scherzoso. Così, domenica, Maria ha “condotto” la festa pronunciando anche

un bel discorso, con una capacità e precisione da fare invidia ad un politico consumato, durante il quale ha ringraziato, nominandole, ognuna, singolarmente con il proprio nome, tutte le persone che le sono state accanto, come “Angeli custodi”, e che, con il loro aiuto, le hanno permesso di superare i due incidenti sanitari e riprendere una vita autonoma. Ma-

ria ha ringraziato anche il Parroco Don Pietro, pure presente alla festa, perché, ritenendola somigliante alla sua mamma, ha fatto capire a Maria di avere anche il suo affetto. Maria, inoltre, ha ringraziato il Consigliere Comunale Primo Bertoldo per la sua partecipazione nei riguardi del quale ha avuto espressioni di gradita considerazione.

Grandi momenti di festa, quindi, per Maria con tanto di torta dedicata, alla fine del pranzo, e con il gesto di spegnimento di una candelina, simbolo di speranza e bene augurante per lei. Maria, tanti auguri di ogni bene, di Buon Natale, di un Felice Anno 2013 da tutti gli invitati alla festa. P.B.

Scambio di auguri natalizi tra Lista Salese e Italia Futura Lunedì 10 dicembre 2012, nell’ormai prossimità del Natale, un centinaio di simpatizzanti della Lista Salese si sono ritrovati per scambiarsi gli auguri di Buone Feste. Per l’occasione sono intervenuti anche i vertici regionali di Italia Futura, nella persona del coordinatore Andrea Causin, nonché i presidenti dei circoli di Italia Futura sorti di recente a Noale, Martellago, San Donà di Piave e altri comuni del circondario. Il presidente di Italia Futura di Santa Maria di Sala, l’avvocato Cristian Novello, ha tracciato un breve riassunto della situazione politica nazionale con i possibili, auspicabili, risvolti futuri. Gli altri rappresentanti dei circoli di Ita-

lia Futura, recentemente costituitisi, hanno portato il saluto e gli auguri a nome della loro sezione. Ha concluso Andrea Causin (nella foto mentre fa il suo saluto ai presenti) con una breve, ma puntuale analisi della situazione politica e la necessità di un generale impegno per contribuire a risolvere la situazione di difficoltà in cui si dibatte la nostra Italia. Lo dobbiamo, ha detto Andrea Causin, per i nostri figli e per guardarli in faccia senza rimorsi, nella consapevolezza di “averci provato”. La piacevole serata si è conclusa con il brindisi di Buon Natale. Bertilla Ceccato


8

“Magie Musicali d’Avvento” È diventata una tradizione organizzare concerti a Caselle, così sabato 15 Dicembre, nella chiesa parrocchiale, si è tenuto un concerto dal titolo “MAGIE MUSICALI D’AVVENTO” organizzato dalla Parrocchia di Caselle, con il Patrocinio del Comune di Santa Maria di Sala – Assessorato alla Cultura. L’ideatore del concerto, Giancarlo Zamengo, nella sua presentazione, ha illustrato il titolo del concerto con una breve riflessione, evidenziando che nell’avvento risvegliamo in noi il desiderio, l’attesa di Dio: il Natale è la risposta di Dio che viene. L’intento degli esecutori dei brani è stato quello di dimostrare come un musicista e la musica sono la stessa cosa, tanto più quando ci si cimenta nell’arte dei suoni per ragioni religiose e che si “usa” l’arte per scopi che la trascendono. Per fare questo hanno puntato alla ricerca del bello facendo perno principalmente sulla chiarezza espositiva. Lo scopo è stato quello di far giungere ad ogni ascoltatore il significato vero, mettendosi al servizio della musica, dell’arte e soprattutto del testo. Il concerto, interpretato da alcuni allievi di canto della Scuola di Musica “Maria Callas” di Mestre e dalla docente M° Ludmila Dobreva, accompagnati all’organo dai M° Giovanni Ferrari e M° Mario Trevisan ed al flauto dalla M° Maria Letizia Pizzato, con alcuni allievi del corso di flauto della scuola media “G.Matteotti” di Maerne, si è svolto in una entusiastica cornice di pubblico, che ha indirizzato scroscianti applausi ai vari interpreti che si sono succeduti. Sono stati interpretati brani ed arie dei più importanti compositori, quali: Bizet, Bach, Stradella, Tosti, Mozart, Faber, Telemann, Benedetto Marcello, Vivaldi, Franck, Pergolesi, Caccini, Gluck, Bellini, Mascagni, Donizetti, Gruber, Schubert ed Adam. I vari interpreti che si sono succeduti sono stati: Marco Palma, Carmen Budau,

M° Ludmila Dobreva

Patrizia Cojaniz, Roberta Fuga, Martina Minto, Gabriella Salizzato, Silviana Morando e Francesca Boscaro, oltre alla inconfondibile voce della Docente M° Lyudmila Dobreva, mezzosoprano bulgara, naturalizzata italiana, di fama in-

I concertisti dopo le loro esibizioni

ternazionale. Al termine il Parroco Don Lucio ha rivolto un caloroso ringraziamento agli interpreti del concerto ed un saluto al numeroso pubblico presente, augurandosi che la tradizione concertistica a Caselle sia mantenuta anche in fu-

turo. A tale augurio si è associato anche il Vice Sindaco, con delega alle Politiche Culturali, Alessandro Arpi, presente all’evento in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale.

Tanti cori a Sant’Angelo per Natale Anche a Sant’Angelo di Sala si sono rinnovati quest’anno i consueti appuntamenti dell’Avvento. Sabato 8 dicembre presso il sagrato della chiesa i fedeli sono stati accolti dall’allegria e dalla gioia del Mercatino di Natale, un appuntamento bene accolto dalla popolazione, che ha arricchito la nebbiosa e grigia giornata con tante proposte per il Natale prossimo. La sera di sabato 22 dicembre, invece, ha avuto luogo il Concerto di Natale organizzato dal Coro Giovani di Sant’Angelo. Presso la chiesa parrocchiale i 7 cori: Coro Thomas Tallis di Arduino Pertile (Noale), Coro Sweet Mind (Salzano), Coro Giovani Sant’Antonio (Santuari Antoniani di Camposampiero), Coro femminile La Gioiosa (Roncade), Coro Piccole Note di Sant’Angelo di Sala, Coro Le Mille gru (Murelle) e Coro Giovani Sant’Angelo si sono succeduti

nel presentare canti legati al Natale, appartenenti alla tradizione ma anche versioni rivisitate di musica popolare. In poco meno di due ore nella chiesa di Sant’Angelo si sono fuse voci e melodie per ricreare l’atmosfera unica e sempre coinvolgente dell’attesa del Natale e della festa.

Al termine della serata tutti i presenti sono stati invitati ad un ricco buffet nel vicino patronato. Il prossimo appuntamento è per il 6 gennaio, quando, dal pomeriggio, si susseguiranno dei momenti tradizionali della festa dell’Epifania. Elisa Carraro

Patenti A-B-C-D-E-K - SpecialI “Patentino” Ciclomotori

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0

Via dei Larici, 2 - S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax 041.487417

Via Gramsci, 45/b - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5731656 - Fax 041.5725404 - Email: autoscuolamirano@virgilio.it


9

Il cuore del radicchio, batte in tavola Grazie al gran lavoro della Pro loco, Santa Maria di Sala è ufficialmente entrata nell’itinerario enogastronomico del radicchio rosso di Treviso IGP, sia per la qualità precoce che per quella tardiva e del radicchio variegato di Castelfranco IGP. L’itinerario enogastronomico prevede 11 tappe in altrettanti comuni delle provincie di Venezia, Padova e Treviso. A Santa Maria di Sala il fiore d’inverno è stato festeggiato il 1 Dicembre con una cena a base di radicchio bagnato di vini doc di Lison – Pramaggiore, rallegrata dallo spettacolo cabaret interpretato dal mago Giacomo Goldin e il 2 dicembre, con la mostra dell’antiquariato e il mercatino biologico. La 1° tappa si è svolta a Rio San Martino di Scorzè (VE) dal 9 al 25

Grande rilevanza avrà infine a mostra su Pinocchio, ti ben 60 illustrazioni provenien e gentilmente concesse dalla ionale Fondazione Mostra Internaz d’Illustrazione per l’infanzia di Sarmede (Tv).

nale

Novembre; la 2° a Santa Maria di Sala (VE), la 3° a Martellago (VE) dal 6 al 17 Dicembre, la 4° a Piombino Dese (PD) dal 7 al 9 Dicembre, la 5° a Castelfranco Veneto (TV) il 16 dicembre, la 6° a Mogliano Veneto (TV) dal 21 al 23 Dicembre. Le altre mostre si snoderanno nei primi mesi del 2013, in particolare a Zero Branco (TV) dall’11 al 20 Gennaio, a Mirano (VE) il 13 Gennaio, a Preganziol (TV) il 19 e 20 Gennaio, a Dosson di Casier (TV) dal 25 Gennaio al 3 Febbraio e l’ultima a Quinto (TV) dal 4 al 7 Aprile. Visto il grande interesse che queste manifestazioni rivestono, si dimostra come la soluzione vincente quella di unire l’aspetto enogastronomico, sfruttando le caratteristiche peculiari del territorio. Bertilla Ceccato

“Il gioco rende immensamenLa Provincia di Venezia te di più se ce ne serviremo territorio ricco di arte, d per mettere il bambino in situra, di creatività, di pr tuazioni piacevoli, per fargli “della terra” orticoli e compiere imprese memorabialimentari, ricca di pe li, per presentargli un futuro laboriose ed ingegnose c di soddisfazioni e compensi rendono grande, unic raccontandoglielo come una ripetibile e che la rendo fiaba. So bene che il futuro non sarà quasi mai bello prima Provincia turistic “Il gioco rende immensamenLa Provincia di Venezia è un come una fiaba. la Provincia di Venezia te di più se ce ne serviremo territorio ricco diBisogna arte, diche cul-il bambino fac- vanno al di là, che van Ma non è questo che conta. per mettere il bambino in sidi creatività, di prodotti cia provviste tura, di ottimismo e di fiducia, per sfidare la vita. amano profondamente l tuazioni piacevoli, per fargli “della terra”il valore orticolieducativo e agro- dell’utopia. Se la loro storia al punto di E poi, non trascuriamo compiere imprese memorabialimentari, ricca di persone non sperassimo, a dispetto di tutto, in un mondo miglio- capacità, le proprie con li, per presentargli un futuro laboriosefare ed di ingegnose che dentista?” la re, chi ce lo farebbe andare dal muovere la loro terra… La manifestazione “La casa delle organizzazione abile ambientacon incredibile passione di soddisfazioni e compensi rendono grande, ir- pedagogista Scriveed così Gianni Rodari, unounica, scrittore, e delleed ProentuLoco! Le Pro Lo Fiabe e il giardino incantato” ha zione della Pro Loco, che ha soddisiasmo. raccontandoglielo come una ripetibiledeie nostri che latempi, rendono la giornalista italiano specializzato in testi re, più vera e genuina, d letteralmente le esigenze delleprima neluno Accompagnati dagli adulti … promozione anfiaba.stregato So bene chemigliaia il futuro nonsfatto sarà quasi mai bello Provincia turistica del Paese interpreti Italia. Ma soprattutto, per bambini efamiglie ragazzi. Fu tra i maggiori da la sua en di personecome cheuna si sono che di una certa età … che di fia- tradizio fiaba. riversate periodo natalizio. la Provincia di Venezia, è ricca di uomini e donne che del tema “fantastico” nonché, grazie alla Grammatica riscoperta delle in Villa Farsetti treche edizioni L’edizione di quest’anno èdisvibe ne avranno sentite tante, madiinS. Maria d Ma nonnelle è questo conta. Bisogna che il bambino facvanno là,principale, che vanno oltre, “vanno al sodo”, della fantasia, suasial opera uno frache i principaLa Proche Loco precedenti.ciaMai titolo è apparso luppata il 23, 26 dell’arte e 30 dicembre vita loro mailinea: visto provviste di ottimismo e di fiducia, per sfidare vita. amano la propria terra, ilavranno proprio li la teorici diprofondamente inventare storie. Auguronon a tutti voi territorio, questa durante la più azzeccato all’am2012 e dell’utopia. 6 gennaio 2013 porteFate vere non tempo, hanno certamenE poi,guardando non trascuriamo il valore educativo Se di larivivere loroe storia al punto di offrire il… proprio le proprie bambini, grazie a questa nuova avventura teplici manifestazioni, fe bientazionenon interna ed esterna ràininunscena la fiaba del “burattite perso ammirarle. sperassimo, a dispetto di di tutto, mondo2012 migliocapacità, le proprieVilla conoscenze e professionalità per pro-le proprie tradiz nella nostra incantevole Farsetti,l’occasione le stesse bru- diriscopre questo evento “incantevole”. no Pinocchio” di Carlo Collodi. Poi, tutti, sono stati invitati gu- origin re, chi ce lo farebbe fare di andare dal dentista?” muovere la loro terra… questi sono gli uomini le donneale proprie licanti emozioni, che ho provato io leggendo i racconti di e cultura, La Pro Loco di Santa Maria di Attraverso un percorso guidato starsi una calda cioccolata apposiScrive così Gianni Rodari, uno scrittore, pedagogista delle Pro Le cari Pro genitori, Loco rappresentano l’animaterra”! popolaRodari ine giovane età,Loco! e a voi di dar sempre Nella “Casa delle Sala, in collaborazione condeil’Amdalle “Fate”.voce Gli ospiti tamente preparata “Fate”. giornalista italiano nostri tempi, specializzato in al testi re, hanno più che veraèpoeingenuina, di un territorio, Fanciullino Voi, spirito sensibile cheper ha quanto lada altre to riguarquesto amore, questa ministrazione Comunale, ha Fu or-uno tra tuto rivivere direttamente fiaGrande ha avuto la per bambini e ragazzi. i maggiori interpreti da la sualapromozione enogastronomica e turistica di mocapacità di meravigliarsi delle piccole cose,rilevanza proprio come ai oltre bambini, attenzione ganizzato anche ba entrando a contatto con i delle varitradizioni stra su benculturale. 60 illustradel temal’edizione “fantastico” 2012. nonché, grazie alla Grammatica e diPinocchio: riqualificazione fanno i vostririscoperta figli. domani si formano ogg Questa manifestazione personaggi, interpretati daLoco attori, zioni provenienti e gentilmente della fantasia, suafiabesca opera principale, uno fra i principaLa Pro di S. Maria si inserisce perfettamente (da “La Poetica del Fanciullino” di di G. Sala Pascoli) tutte le in occasioni, le opp ha coinvolto oltre dell’arte 12.500 di bambini quali: il burattino dalla Fondazione li teorici inventare storie. Auguro a tutti voiPinocchio, questa linea:Maduranteconcesse la sua attività annuale propone mol-nelMoaccada migliore dei e naturalmente le rispettive fami- a questa stro nuova Geppetto, il Grillo Parlante, Internazionale d’Illustrazione bambini, di rivivere grazie avventura teplici manifestazioni, feste, sagre, iniziative varie mentre Alessandro Arpi stra Sala sta svolgendo il pro glie delle scuole materne prima- Villa il Gatto Volpe, per l’infanzia Sarmede (TV). 2012 nella nostra eincantevole Farsetti, ele la stesse bru- Mangiafuoco, riscopre le proprie alle tradizioni, la Culturali propriadiidentità, lamodo propria Vicesindaco ed Assessore Politiche esemplare e matur rie, provenienti solo che dalho come leggendo la Fata iTurchina. Incoraggiati dallecon presenze licantinon emozioni, provato io racconti di Hanno cultura,vissuto le proprie origini e lo stretto legame lazatori “propria e eai dalpartecipanti a prensorio del miranese paese terra”! dei Balocchi, la critica questo modo di fare Rodari in giovanema età,anche e a voi caril’atmosfera genitori, di dardel sempre Nella “Casa delle fiabe ed per il giardino incantato” tutincantato” 2012 va il mi da tanti limitrofi comuni le feste nell’osteria del Gambecultura e teatro, avvincente sugvoce al Fanciullino chedelle è in Voi, spirito sensibile che ha la to questo amore, questa passione si tramuta in attenzione augurioeper la buona riu province dicapacità Venezia, di Padovadelle e piccole ro Rosso e attraversato il campo gestivo e dai tanti attestati di di meravigliarsi cose, proprio come ai bambini, attenzione al “nostro domani”; i cittadini curo la di miastipresenza du di Treviso. fanno i vostri figli. dei miracoli. In quei domani 45 minuti di ma, contiamo di adulti proseguire si formano oggi ed è compito degli offrire su Sopra: illustrazione di Pascoli) accompagnati Il successo(dadella manifestazione spettacolo, una le qesta strada “La Poetica del Fanciullino” di G. tutte le da occasioni, opportunità e gliintrapresa. strumenti perché ciò Lu Roberta ha confermato e consolidato la Angeletti, bella e rassicurante Fata, accadasinelsono migliore dei modi; e la Pro Loco di S. Maria diAssessore alle Att di popolarità e la celebritàAlessandro delleillustrazione fiavolentieriSala deista genitori Padolazza Arpi dimenticati svolgendo il proprio compito eCaterina le proprie azioni in Prov Van Haeringen be in Villa, grazie adAnnemarie una le varie e attraenti scenee maturo. Proprio per questo Presidente Pro Loco Vicesindaco edaccorta Assessore alleseguendo Politiche Culturali modo esemplare agli organize a sinistra, illustrazione di Pro Loco Santa Sala - Villa Fars zatori e ai partecipanti alla “Casa delleMaria fiabe ed ildigiardino Gharinbpour Behzad va ildimio più(Ve) caloroso ed un sincero Maria Sala - Tel.saluto e Fax 041.487560 - cell. 33 Via Romaincantato” 1 - Santa2012 augurio per la buona riuscita della manifestazione ed assisnc info@prolocoitalia.it curo la mia presenza durante la stessa.

LA CASA DELLE FIABE INCANTA TUTTI

Gottardo Dino & C.

CARPENTERIASopra: IN FERRO illustrazione di GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI Roberta Angeletti, SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, illustrazione di OTTONE E ALLUMINIO Annemarie Van Haeringen (con marchio CE)

e a sinistra, illustrazione di

Via Rugoletto, 49 Gharinbpour Behzad Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

SO.GE.di.CO. Srl

casette in legno - gazebi - pergolati box e coperture per auto

tutto su misura

Lucio Gianni IMPIANTI Assessore alle Attività produttive e Pro Loco E Provincia Venezia

Costruzioni Generali

Pro Loco Santa Maria di Sala - Villa Farsetti Legale: ZELARINO 30174 (VE) cell. 331.1215242 _ 348.4430937 Via Roma 1 - Santa Maria di Sala (Ve) - Tel. e Fax 041.487560 -Sede info@prolocoitalia.it Tel. 041.5461109 Fax. 041.5461114 Via Cainazzi 33/A :: Veternigo di S. Maria di Sala Ve Tel./Fax 041 5781316 :: Cell. 339 2834682 larredogiardino@libero.it :: www.larredogiardino.it


10

Urge l’ampliamento del centro prelievi un servizio insostituibile per i cittadini

I cittadini si lamentano che i locali per i prelievi del sangue sono insufficienti alle esigenze, soprattutto in inverno quando non si può aspettare fuori al freddo in attesa del proprio turno. Così siamo andati a vedere e abbiamo rilevato che effettivamente il problema esiste. Il Comune di Santa Maria di Sala fa parte dell’ASL 13, la quale comprende il territorio di 17 Comuni ed eroga servizi sanitari e sociosanitari ad una popolazione di circa 265.000 abitanti. Se si dovesse fare una “fotografia” dei servizi presenti all’interno di ciascun Comune, la situazione sarebbe la seguente, per difetto: ci sono 3 ospedali, 7 case di riposo per anziani, 8 CEOD (centri educativi occupazionali diurni), 2 CERID (centri educativi ricreativi diurni), 3 Distretti con sede e servizi, 3 comunità alloggio per disabili, 1 servizio SIL (servizio integrazione lavoro), 3 laboratori occupazionali, 3 servizi di riabilitazione, 1 centro per l’impiego CPI, 9 centri prelievi. Ebbene, di questa nutrita lista di servizi, a disposizione dei Cittadini, il Comune di Santa Maria di Sala ha nel suo territorio, soltanto un Centro Prelievi. Questo significa che gli abitanti di Santa Maria di Sala, al di fuori del Centro Prelievi, per ogni altra necessità sanitaria e socio-sanitaria, devono rivolgersi altrove, fuori Comune, facendo molta strada, a volte con grande disagio, vista la situazione di traffico dei nostri tempi. Eppure, il Comune di Santa Maria di Sala si avvia ormai, ai 18.000 abitanti ed è molto importante per la sua “contribuzione” dovuta alla consistente zona industriale, artigianale e commerciale. È evidente la situazione di grande disparità e inferiorità, relativamente all’accessibilità ai servizi sanitari, da parte dei Cittadini del nostro Comune. È altrettanto evi-

SD

Sala d’attesa del Centro Prelievi di S. Maria di Sala

dente la necessità di ogni impegno per colmare tale disparità. Per questo le Amministrazioni Comunali che si sono succedute ultimamente, coscienti di dovere recuperare le disagevoli differenze, si sono molto impegnate, non solo per avere nuovi servizi, ma opponendosi fermamente alla richiesta di chiudere l’unico Centro Prelievi, pervenuta dall’ASL nel Novembre 2006. Anzi, l’Amministrazione Comunale di Paolo Bertoldo ha incrementato l’offerta sanitaria avviando, accanto al Centro Prelievi, la Medicina di Gruppo e prevedendo, per un prossimo futuro, una sede più idonea, capace di accogliere anche altri, eventuali, servizi specialistici, in una struttura per an-

ziani progettata nella preventivata lottizzazione Gaffarello. L’attenzione dell’ex Amministrazione di Paolo Bertoldo era rivolta al miglioramento del servizio e le risposte date ai Cittadini con il Centro Prelievi e la Medicina di Gruppo sono state così “centrate” ed utili che in breve i due servizi si sono rivelati di grande utilizzo fino a mostrare il loro limite negli spazi necessari. Per questo, nel 2011, l’Amministrazione Comunale ha elaborato ed approvato, con la delibera di Giunta n. 69 del 06-06-2011, un progetto di ampliamento logistico attivando, nel contempo, anche i necessari permessi da parte dell’ASL 13. I permessi, dopo il superamento di tante difficoltà, sono

giunti il 24 Febbraio 2012. Considerando altamente prioritario ogni agevolazione nel settore delle prestazioni sanitarie ai Cittadini, il sindaco Paolo Bertoldo aveva, pur nella ristrettezza del bilancio, trovato le risorse, circa 25.000 euro, da destinare all’ampliamento. L’inizio dei lavori doveva avvenire in Marzo 2012 ma sono stati sospesi a causa delle previste elezioni Comunali dell’Aprile-Maggio in quanto non si poteva interferire con le attività dell’ufficio anagrafe, coinvolto nell’ampliamento. Ora, e particolarmente in questa stagione invernale, la situazione, soprattutto nei giorni destinati ai prelievi, è ingestibile per l’elevato numero di utenti che, a volte, raggiungono e superano il centinaio al giorno. Ci rivolgiamo, pertanto, all’Amministrazione Comunale affinchè dia corso alla realizzazione dell’ampliamento necessario, anche per non favorire richieste ulteriori di chiusura del Centro Prelievi, considerando che non si può perdere un servizio così importante e utilizzato dai cittadini, specialmente quando questo è particolarmente orientato alla fascia debole della popolazione, come quella degli anziani, spesso non autonomi nei movimenti e bisognosi di ogni sostegno. P. B.

“Mano Amica” per lo scambio di auguri Mercoledì 19 Dicembre i soci dell’Associazione “Mano Amica”, si sono ritrovati per l’ultima riunione dell’anno 2012, indetta dal Presidente, Giancarlo Zamengo, in base all’art. 7 dello statuto. L’Associazione attualmente conta una quarantina di iscritti. Le attività proposte dall’Associazione consistono nell’opera dei nonni vigili davanti alle scuole e di vigilanza

CONSULENZA TECNICA E FORMAZIONE di Stefano Dall’Ara

SICUREZZA - FORMAZIONE - IGIENE - QUALITÀ Per i nuovi clienti CHECK UP GRATUITO in azienda, per valutare assieme la situazione relativa agli obblighi imposti dalla normativa vigente in ambito di sicurezza sul lavoro o igiene degli alimenti haccp.

Via Dante, 33 VETERNIGO di S. Maria di Sala (VE) sicurezza.dallara@gmail.com - Mobile: 3485936244

durante la distribuzione dei beni di prima necessità da parte della Caritas di Caselle, nel trasporto sociale in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune e nel prezioso servizio di compagnia a persone sole, coordinato dall’assistente sociale.. La riunione si è conclusa con lo scambio di Auguri di Buone Feste fra tutti i soci presenti. Bertilla Ceccato


11

a Cavedale il terzo premio:

Un mondo a colori di Emanuele Cavedale

“Un mondo a colori”

È nel dì quotidiano che tutti si perdono... Risucchiati dalla furia del mondo che piano piano ci consuma, rendendo noi, anime senza pigmento.

Il prestigioso Premio Camposampiero di Poesia Religiosa, di alto valore letterario, giunto alla 21ª edizione, premiato da un successo costante che negli anni ha coniugato la ricerca del sentimento del divino, che è insita in ogni uomo, con la levità e la potenza dell’espressione poetica contemporanea, ha riservato un terzo premio a un giovane di S. Maria di Sala, Emanuele Cavedale. Nel susseguirsi degli anni, ha corrisposto l’ambito riconoscimento ad autori quali Italo Alighiero Chiusano, Giovanni Raboni, Davide Rondoni, Enzo Bianchi, Ol’ga Sedakova. Ha incoraggiato moltissimi giovani autori di ogni regione italiana, ha prodotto otto antologie che raccolgono le liriche premiate e si è avvalso della collaborazione di giurati di altissimo livello letterario (fra i quali Gaspare Barbiellini Amidei, Mario Luzi, Luigi Santucci, Rodolfo Doni, Valerio Volpini, Bino Rebellato, Fernando Bandini, Silvio Ramat, Antonia Arslan). Indimenticabile è David Maria Turoldo, che ha presieduto la Giuria del Premio dal 1982 al 1992. A lui

E poi mi accorgo di Te, che da un angolo con un’umile sorriso, dai colori di primavera, ci osservi... Ti stupisci di come noi dalla foga e frenesia ci lasciamo riempire: da quel grigiume che ci rende così pieni di vuotezza, dimenticandoci le mille sfumature, di cui possiamo dipingerci.

il Premio è dedicato, a suggellare un’amicizia, quella tra Padre Turoldo e Camposampiero. Infatti, padre Davide, con la sua vulcanica personalità, era riuscito a far convergere sul Premio l’interesse del mondo culturale, dei cenacoli poetici e del mondo cattolico. L’edizione 2012, per dare ascolto e valorizzare la voce dei giovani, ha proposto un incontro con il sociologo Paolo Crepet dal titolo “Il coraggio di crescere, la voglia di futuro” ed il concorso “Parole e Immagini” riservato ad autori di età compresa tra i 16 ed 20 anni. Ai giovani e studenti veniva richiesto di produrre un’immagine fotografica e di accompagnarla con un breve scritto

A sinistra la poesia di Emanuele Cavedale e a destra l’immagine abbinata. Sotto a sinistra Lorena Bianchetti (RAI) intervista Emanuele e sotto il diploma ricevuto

Poi, guardandoci nei Tuoi occhi infiniti che sorridono alla vita, scopro cosa ci stiamo perdendo: “un Mondo a Colori”.

o una poesia. La giuria ha assegnato il terzo premio a Emanuele Cavedale di S. Maria di Sala (Tabina), con la poesia “Un mondo a colori”, premiato da Giuseppe Donegà, e presentato da Lorena Bianchetti della RAI. Donegà ha detto che è stato premiato “per la particolare originalità nella correlazione tra le parole e l’immagine”. Emanuele ha detto a Lorena Bianchetti, “dedico il premio a mio zio Giorgio per l’esperienza vissuta in

India la scorsa estate facendo volontariato”. Nel complimentarci per la bella poesia, auguriamo ad Emanuele che questo premio sia l’inizio di un percorso letterario che farà onore a lui e a S. Maria di Sala. Graziano Busatto

Ai mercatini di Arco con Gente Salese Domenica 9 Dicembre 2012 si è svolta la tradizionale gita di fine anno, organizzata dall’Associazione Gente Salese. La gita ha previsto la visita al Santuario della Madonna delle Grazie di Arco, Trento, caratteristica cittadina a nord del lago di Garda, dove si è potuto partecipare alla S. Messa e ai mercatini natalizi che attorniano il duomo. Dopo la bufera di neve dell’ 8 Dicembre, giorno prima della gita, il tempo è stato clemente, rega-

lando una giornata di sole e la temperatura, anche se piuttosto rigida, non ha scalfito, anzi, ha reso ancora più suggestiva la visita ai tradizionali mercatini Natalizi. Durante il pranzo, in un ottimo ristorante dalle caratteristiche “montanare”, tutti hanno alzato il calice e hanno fatto un beneaugurante brindisi per festeggiare l’approssimarsi del 30° anniversario della nascita dell’Associazione Gente Salese che si compirà l’ormai prossimo 2013. Bertilla Ceccato

PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE MEDICO IN SEDE PER RINNOVI O DUPLICATI PATENTI ACCETTAZIONE AUTENTICHE DI FIRMA PER TRASFERIMENTI DI PROPRIETÀ

Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com - email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

ASSICURAZIONI - RISCOSSIONE BOLLI AUTO Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.30-19.30 / sabato: 9.30 – 12.30 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 – E-mail: agenzia.ducale@libero.it


12

rubriche

Diamoci

Pietre e leggende:

il rubino

a cura di Luca Novello

Da questo numero le rubriche si arricchiscono di “Appunti di viaggio” di Luca Novello. Ringraziamo l’autore per la sua disponibilità augurandoci che siano di gradimento ai lettori. Durante uno dei miei viaggi, il terzo credo, se la memoria non mi inganna, incontrai Rajeev. Si era seduto vicino a me nel pulmino che dall’aeroporto mi portava in città, a Bangkok. Rimase in silenzio per quasi tutto il tragitto, fissando un punto indefinito fuori dal finestrino, tamburellando le dita sul suo ginocchio. Era vestito con abiti semplici ma dignitosi, portava un turbante bianco in testa e al dito mignolo aveva un anello con una pietra rossa grossa come un fagiolo. “Scusi, è un rubino quello?” e con il capo indicai la sua mano. Sorrise, mi guardò per un secondo e poi, anziché rispondere, iniziò a raccontarmi una storia. Surya, il dio-sole, aveva preso il sangue del demone Bala ed era fuggito volando in cielo. Così il Re Ravana, padrone dello Sri Lanka, si precipitò a fermare la fuga di Surya e costui, spaventato dalla potenza del sovrano, fece cadere il sangue del demone. Dall’alto del cielo le gocce caddero in tutto il territorio, e grazie a fiumi che vi scorrevano, le rive si trasformarono in pietre preziose dal colore rosso: i rubini! Mi disse che si trattava di una leggenda, ma che da un tempo incalcolabile le più famose miniere di rubini del mondo si trovano proprio in quella terra, l’isola di Sri Lanka. E che da sempre, tutte le Regine li hanno adorati e che addirittura Elizabeth Taylor ne possedeva alcuni dal valore di qualche centinaia di migliaia di dollari! Mi disse anche il rubino

è la pietra porta fortuna dei nati nel mese di luglio, e che nello zodiaco è abbinata al segno del Capricorno. I più romantici invece abbinano questa pietra all’amore, da sempre di colore rosso. Perché vi racconto questa storia? Semplicemente perché da quell’incontro è nata la mia passione per le gemme, tutte. E non solo perché fanno parte del mio lavoro di ogni giorno, ma piuttosto per il fascino che le leggende che avvolgono le pietre preziose esercitano su di noi. Potrei annoiarvi dicendovi che il rubino è una varietà rossa di corindone (quella blu si chiama zaffiro, ma questa è un’altra storia e magari ve la racconto la prossima volta), e che il suo colore è dovuto all’ossido di cromo contenuto in essa. O potrei dirvi che al suo interno ci sono piccolissime inclusioni di altri minerali, e che proprio grazie a queste inclusioni possiamo distinguere le pietre naturali da quelle sintetiche, ma forse è

più curioso sapere che questa magnifica gemma, nell’antichità veniva usata come medicina, per guarire il mal di schiena e anche problemi alle unghie dei piedi! E non solo dagli sciamani o dai guaritori, ma anche da uomini di medicina… Altri invece consideravano i rubini delle pietre in grado di combattere la sfortuna e la salute cagionevole. No tranquilli, gli antichi non ingerivano queste gemme, consapevoli fin da allora del loro valore, ma semplicemente le posizionavo sul punto da curare o le indossavano, incastonate in un magnifico pendente o in un anello, proprio come Rajeev. Se sia vero o no, francamente non lo so. Ma se qualcuno di voi in casa, magari nello scrigno lasciato in eredità dalla nonna, dovesse trovare una pietra rossa dalla lucentezza strabiliante, faccia un sorriso, perché se proprio non vi curerà il mal di schiena, almeno vi sentirete come una Regina o come una diva di Hollywood.

La maggior parte delle patologie croniche sono da ricondurre a fattori di rischio molto comuni, ma anche modificabili: sedentarietà, fumo, alimentazione scorretta, abuso di alcolici. L’attività fisica insufficiente è di per sé il quarto fattore di rischio di mortalità: ogni anno nel mondo muoiono circa 3 milioni di persone per fattori direttamente attribuibili alla scarsa attività fisica. È possibile affermare che la sedentarietà ha un ruolo molto importante nel predisporre a malattie metaboliche e cardiovascolari. Questa errata abitudine di vita si traduce in una mancanza di attività fisica quotidiana sia nella vita professionale (lavoro sedentario) che privata (assenza di esercizio fisico, molte ore davanti alla televisione o al computer, etc.). Attualmente si è calcolato che circa 2/3 dei bambini non praticano sufficiente attività fisica predisponendoli a gravi conseguenze per la loro salute futura. L’incremento dell’attività fisica è diventato pertanto un problema sociale per le forti correlazioni emerse tra questa e i benefici che si possono avere sulla riduzione della mortalità dovuta a tutte le cause. La salute cardiovascolare viene migliorata con una riduzione di malattia e mortalità da danno coronarico, ictus, ipertensione arteriosa e dislipidemia nelle persone che svolgono attività fisica regolare. Questa infatti frena e ritarda le patologie che possono portare alla morte e ad esempio è in grado di normalizzare la pressione sanguigna in chi è già iperteso. Il ruolo dell’esercizio fisico è inoltre determinante nel recupero funzionale e nella prevenzione delle complicanze nelle persone

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu

Via Cavin Caselle 191 - Caselle di S. Maria di Sala (Ve) - Cell. 328 6599022 P.IVA 04012410272 - SI RICEVE PER APPUNTAMENTO

BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)


13

una mossa a cura del dott. Luigi Cazzaro

già affette da malattia cardiovascolare. Per quanto riguarda la malattie metaboliche, esistono forti evidenze di associazione tra il diabete e l’attività fisica praticata regolarmente. Gli interventi sullo stile di vita sono lo strumento più semplice ed efficace nella prevenzione e nel trattamento del diabete e della sindrome metabolica; basti pensare che le modifiche dello stile di vita sono in grado di prevenire di quasi il 60% la comparsa di diabete e di ridurre di conseguenza la mortalità totale. L’attività fisica favorisce inoltre la riduzione delle fratture dell’anca e della colonna vertebrale e riduce di circa il 30% la possibilità di sviluppare gravi limitazioni funzionali nelle persone anziane. Nelle persone che già sono affette da questi problemi l’attività fisica ha un altro ruolo fondamentale: ridurre il rischio di caduta e migliorare le abilità motorie. Nelle patologie tumorali gli studi hanno mostrato evidenze per quanto riguarda la prevenzione specialmente per il tumore della mammella e del colon. L’esercizio fisico è sempre più utilizzato anche nella riabilitazione funzionale del paziente neoplastico che può così migliorare la sua forza muscolare, le proprie capacità aerobiche, ovvero la possibilità di effettuare degli sforzi prolungati come camminare o andare in bicicletta migliorando quindi la sua qualità di vita. Ancora una volta l’esercizio fisico ci può essere d’aiuto anche per la nostra salute mentale e in particolare per le sindromi depressive e per il declino cognitivo legato all’età, compresa la demenza, ma pure per ridurre i sintomi ansiosi, i disturbi del

sonno o la sensazione di stress e fatica. Un programma di esercizio fisico svolto in modo strutturato, ripetitivo e finalizzato al miglioramento della propria forma fisica porta a modificazioni stabili del proprio organismo sia di tipo funzionale che strutturale. In linea generale per favorire uno stato di buona salute tutti i soggetti adulti sani di età compresa tra 18 e 65 anni necessitano di una attività di tipo aerobico di intensità moderata per un minimo di 30 minuti per cinque giorni alla settimana o per lo meno di una attività aerobica intensa per almeno 20 minuti per tre giorni alla settimana. Ovviamente tutte le persone adulte dovrebbero praticare attività per il mantenimento o l’incremento della forza e della resistenza muscolare almeno due giorni alla settimana.

Macelleria GALLO PLINIO Q ua l i tà c o n v e n i e n za e t r a d i z i on e offe rte sp ec i ali o g n i m ese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

Inquinamento atmosferico

a cura di Mario Garippo

L’inquinamento dell’aria prodotto dai veicoli a motore può causare danni alle vie respiratorie e irritazione agli occhi; fa aumentare lo smog, le piogge acide e l’effetto serra. I gas di scarico contengono diversi elementi inquinanti. Una maggiore emissione di fumo dello scarico è sintomo di maggiore inquinamento causato dal motore. Può essere ridotto adottando uno stile di guida che limiti i consumi di carburante; controllando che il veicolo sia sempre nelle condizioni ottimali di consumo e rendimento. Per limitare i consumi di carburante è opportuno: • ridurre l’uso di apparecchi e dispositivi che funzionano elettricamente (radio, luci, lunotto termico, ecc.); • azionare il climatizzatore il meno possibile, soltanto quando serve; • ridurre i carichi superflui ed eliminare i carichi sul tetto, sistemandoli nel bagagliaio; • tenere il tettuccio e i finestrini chiusi, specie quando si viaggia ad alta velocità; • ridurre il numero e l’intensità delle accelerazioni; • scegliere strade pianeggianti e più scorrevoli; • controllare la pressione di gonfiaggio dei pneumatici; • spegnere il motore in caso di arresto prolungato; • evitare di accelerare bruscamente, portando il motore fuori giri durante le partenze; • evitare l’uso prolungato di marce basse se non necessario; • scegliere veicoli con alimentazione a metano o GPL; • sostituire periodicamente il filtro dell’aria e le candele. Nei motori a scoppio l’inquina-

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

mento può dipendere: • cattiva regolazione dei dispositivi di accensione; • efficacia delle candele; • filtro dell’aria intasato; • sistema di scarico. Nei veicoli con motori diesel far controllare periodicamente il sistema di alimentazione (pompa di iniezione ed iniettori). Guidando un veicolo che emette troppi gas di scarico inquinanti, si può essere puniti con una sanzione amministrativa e ritiro della carta di circolazione.

OBBLIGO DI PNEUMATICI INVERNALI O CATENE A BORDO Dal 15 Novembre è scattato in molte località l’obbligo di montare pneumatici da neve o di avere catene a bordo. Il Codice della strada infatti prevede per i gestori di strade e autostrade la possibilità di rendere obbligatori gli pneumatici invernali o le catene a bordo anche in assenza di neve. L’obbligo di montare gomme da neve o tenere a bordo le catene, deve essere rispettato anche dai possessori di veicoli a trazione integrale e, in ogni caso, gli pneumatici devono essere montati su tutti gli assi, non solo su quello di trazione. La sanzione applicata agli automobilisti che vengono trovati sprovvisti di catene a bordo o di gomme da neve va da 80 a 318 euro. I tratti di viabilità autostradale interessati nel Veneto sono: A4 Torino - Trieste ( tratto Brescia – Padova, Padova – Venezia, Venezia – Trista); A27 Venezia – Belluno; A28 Portogruaro – Conegliano Veneto.

Via L. Einaudi, 2/b 30030 Caltana di S.M. di Sala (VE) tel. e fax 0415732037 Via Cici 17/2 30038 Spinea (VE) tel. 041997271 fax 041995550 email: chinellato.favaretto@libero.it


14

Confronti Lara entra nello studio molto agitata, si siede sbuffando, sbatte la borsa sulla sedia dicendo che oggi è così arrabbiata che spaccherebbe tutto. “Qui?” chiedo io per ridimensionare la sua rabbia. Lei mi sorride e dice: “No, non qui. Ce l’ho con quella “gatta morta” di quella p… che è sposata con due figli e fa la “gatta morta” col mio ragazzo. Io non le posso soffrire le “gatte morte”. Mi prende una rabbia alle mani che le spaccherei la faccia. Sono false, bugiarde e facendo le “gatte” ottengono quello che vogliono”. Mi raccontò che in palestra questa donna si era avvicinata al suo ragazzo e gli aveva dato il suo auricolare per fargli sentire della musica. Lui non aveva risposto a tale richiesta e aveva continuato con i suoi esercizi. Feci notare a Lara la risposta del suo ragazzo e che questa donna, con le sue moine, non aveva ottenuto quello che voleva. Non ci furono ragioni, Lara continuò a imprecare e a inveire

contro di lei ma anche verso tutte le donne che si comportano in tale maniera. Le chiesi se avesse già avuto a che fare con donne di quel tipo. Lei si fermò un attimo poi disse che anche una sua amica si era rivelata essere una “gatta morta” ma da quando l’aveva vista comportarsi in quel modo con i suoi amici, aveva smesso di frequentarla. Anche raccontando della sua amica Lara partì a raffica dicendo il peggio che si possa dire di una donna. Io sentivo la sua reazione esagerata rispetto all’accaduto e insistei su quali esperienze avesse avuto con tali figure. Dopo un po’ disse: “Be, anche mia sorella è un po’ così”. La invitai a raccontare di loro. Lara, ha una sorella di quattro anni più grande, cominciò a raccontare di lei con distacco, poi man mano che i ricordi divennero più vividi, il tono si fece sempre più triste e addolorato. Raccontò che sua sorella era sempre sorridente, non diceva mai no alle richieste dei genitori

a cura della dott.ssa Vallj Vecchiato psicologa e psicoterapeuta

ma accampava sempre buone scuse per non fare quello che le veniva richiesto. Aveva un fare molto accattivante e, soprattutto col padre, riusciva ad ottenere sempre quello che voleva. Lara, invece, era molto diretta nelle sue risposte e molto spontanea nel mostrare i suoi stati d’animo. I genitori spesso si rivolgevano a Lara portando come esempio il modo di fare della sorella. Il comportamento di Lara ogni volta veniva penalizzato nel confronto con la sorella e ciò la faceva sentire perdente e inadeguata. Le chiesi come mai non si arrabbiasse a quel tempo con la sorella e con i genitori. Lei rispose che era peggio perché loro si offendevano e non le parlavano più. Ora, in situazioni simili, di fronte a donne seduttive, si scatenava in lei una rabbia furibonda perché riaffiorava in lei quel senso di inadeguatezza e di perdita che sentiva nel vedere distogliere l’attenzione del padre per rivolgerla all’accattivante sorella.

years

Il 23 dicembre Diletta Groppo ha spento la sua prima candelina e il giorno dopo il fratello Sebastiano ha festeggiato il suo quinto compleanno. Ad entrambi tanti auguri e un mondo di bene dalla mamma Debora, papà Fabio, dalla cuginetta Sofia, dai nonni e dagli zii.

SOS GENITORI Il 28 gennaio spegne la sua terza candelina Filippo Righetto. Buon compleanno da mamma Giorgia, papà Emanuele, fratello Giovanni, nonni e zii.

L’Associazione Gente Salese e la redazione del giornale augurano ai lettori

BEAUTY IDENTITY

0 4 1 / 5 7 3 1 8 9 9

Via Cavin Caselle, 123/C - S. Maria di Sala (VE) - Tel 041.5730718

SOLARIUM

buon anno 2013

ESTETICA

incontri previsti - che si tengono presso il centro parrocchiale di Caltana alle ore 20.45 - affrontano ogni sera un profilo diverso, concentrandosi su argomenti di sicura attualità. Questo il calendario dei prossimi appuntamenti: Lunedì 14 gennaio “Luca vuole stringere amicizia con te su FB – Le amicizie, gli affetti e l’uso del tempo libero su social network e dintorni”; Lunedì 28 gennaio “L’amore ai tempi dell’adolescenza - Significato dei ti amo e dei ti voglio bene fra i giovani”. Tutti invitati.

PARRUCCHIERI

Spesso si dice che il mestiere più difficile sia quello del genitore. È una constatazione quotidiana, come i rapporti con i figli siano articolati, complessi, traboccanti di diverse sfumature verso cui il genitore è a volte impreparato. Esistono atteggiamenti insuscettibili di essere banalizzati con l’indifferenza e che possono essere sintomo di un malessere passeggero, connaturato all’età in cui si manifesta, o magari nascondere qualcosa di più profondo e grave. Come fare a distinguerli? Come interpretare questi segnali? Certo l’esperienza si fa sul campo, ma i consigli non sono mai troppi e se vengono da persone che hanno studiato il problema, ancora meglio. In questo solco si inserisce un interessante ciclo di conferenze voluto da un gruppo di caltanesi che ha avuto il merito di individuare un problema attualissimo, offrendo un prezioso servizio alla comunità. L’iniziativa s’intitola “SOS Genitori: adolescenti e scelte” e nelle prime serate ha già incontrato un ottimo successo con una buona presenza di genitori. I cinque

via marinoni, 29 caltana di s. maria di sala (VE) 30030 dario@dariobeautyidentity.it - www.dariobeautyidentity.it


Playday 2012 Un altro bell’evento è stato organizzato, domenica 23 Dicembre 2012, dall’ Associazione culturale “I 300”, sezione di Santa Maria di Sala, nella palestra di Stigliano, con la realizzazione del torneo di beneficenza di calcio a 5, denominato “PLAYDAY”, dove i ragazzi dell’Associazione Sport Disabili “ IL SORRISO” hanno partecipato attivamente al torneo giocando

15

insieme ai giocatori delle squadre delle Forze Armate, dei “I 300” e altre realtà locali. Presenti alla manifestazione l’assessore allo sport di Santa Maria di Sala, Luigino Miele, i vari Sponsor che hanno permesso la realizzazione dell’evento e il Consigliere Comunale Primo Bertoldo. L’ emozione provata da tutti i presenti, dichiara il Presidente dei “I 300” Giuseppe SAMBATI, nel vedere questi ragazzi e ragazze correre, difendere la loro porta ed esultare dopo un gol fatto, è stata qualcosa di forte e fuori dagli schemi ordinari del calcio giocato. Toppe volte, per non dire quasi sempre, ci si dimentica che attorno a noi esistono delle realtà diverse, con esigenze e cure diverse. Per questo meritano un plauso tutti gli operatori che si dedicano

con passione, dedizione e soprattutto amore, a questi ragazzi, affinché non si sentano abbandonati e soli. Un ringraziamento va al collaboratore ed amico, Moreno CARRARO, che all’interno della manifestazione, insieme ai giovani della squadra dei “I300”, ha organizzato un torneo di ragazzi del 2001, con la partecipazione dell’ ASD Salese calcio. G. S.

Centro Karate Interstile Gli esami Regionali per il passaggio di grado della Federazione F.I.J.L.K.A.M  si sono svolti  con esito positivo per gli atleti CENTRO KARATE INTERSTILE di S. MARIA DI SALA, a Villaverla (VI) sabato 29 settembre 2012. Soddisfazione per tutta la società che ha visto premiato il lavoro di questo ultimo periodo. Nella foto da sinistra: L’allenatore SALVADORI GROPPO STEFANO, cintura nera 4° Dan, che ha ottenuto il 3°posto al 27° Open Mondiale a Lignano Sabbiadoro nella prova di Kata Master over 50. Poi ci sono i neo promossi cinture nere 3° Dan, Zanardi Maurizio e Stefani Pietro, poi i 2° Dan, Peron Mattia e Caccin Roberto, ed il 1°

Dan Campello Marco e il direttore tecnico del Centro Karate Interstile di Santa Maria di Sala, il Maestro Renzo Paganin cintura nera 6° Dan. Sono sempre aperte le iscrizioni di DIFESA PERSONALE per RAGAZZE/DONNE UOMINI e RAGAZZI presso la palestra di CASELLE, oltre ai corsi di KARATE.

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista

Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

www.autorombo.com

Lavanderia Self Service Caselle di S. Maria di Sala Piazzetta Aldo Moro 1

Villanova di Camposampiero Piazza Mercato 38


16

Babbi natale con la moto Centoquarantesei persone, il 1° Dicembre, presso la locanda S. Ferdinando di Scorzè, hanno partecipato alla cena sociale natalizia del moto club CCMOTORDAY di Venezia del patron Marco Milan. Un modo di stringere nuove amicizie, di scambiarsi gli auguri, di conoscere altre persone che hanno la stessa passione per le moto, ma anche come momento per raccogliere dei fondi per solidarizzare con chi è meno fortunato. Infatti la domenica dopo alcuni rappresentanti della sezione si sono recati presso la

fondazione Mater Domini di Marghera per la partecipazione al 4° Motobabbo. Alla Fondazione sono stati accolti da una quindicina di ragazzi e dal direttore Dott. Marco Ballico.Durante il pomeriggio, trascorso con i ragazzi, sono stati consegnati alcuni doni e il ricavato della cena. Sabato 15 dicembre i soci del moto club si sono recati a portare alcuni doni anche presso la casa famiglia “Le Giare” di Ponzano Veneto dove  vivono una ventina di bambini fra i 3 e gli 8 anni. Tutto secondo programma per l’arrivo dei motobabbi alle ore 16, per poi cantare canzoni natalizie e scambiarsi gli auguri con i bambini. La sezione Venezia del motoclub CCmotorday non è nuova a questo tipo di iniziative, infatti uno degli obiettivi, oltre alla promozione del motociclismo, è quello di riuscire ad aiutare e sostenere questi ragazzi in un momento di difficoltà.

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto PRESIDENTE Liliana dal Lago ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Villorba (Tv) giovedì: Noale (Ve) - Istrana (Tv) venerdì: Martellago (Ve) - Silea (Tv) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) CON ASSORTIMENTO DI:

GASTRONOMIA - ROSTICCERIA FRIGGITORIA DAL 1964 STIGLIANO DI S. MARIA DI SALA (VE) Via Fracasso 22 Cell. 335 6327747 / Fax 041 2430815 E-mail: anticafattoria@vodafone.it

Via A. Gramsci, 58 Mirano (Ve) Tel. 041-432946 Via Firenze, 34 S. Maria di Sala (Ve) Tel. 041.5760382

Punto Vendita

Via Firenze, 34 S. Maria di Sala (Ve) Tel. 041 5760382

Nuova apertura: Piazza Rosselli SPINEA (VE) Tel 041 994769

Via A. Gramsci, 58 Mirano (Ve) Tel. 041-432946 Crazy Sun di Barbara e Fabiana Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508 Via Firenze, 34 S. Maria di Sala (Ve) Tel. 041.5760382

Bernardi

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

Lunedì: 15.30 - 19.30. Da martedì a venerdì: 9.30-12.30 e 15.30-19.30 Sabato: 9.30-13.00 e 15.30-20.00 Dal 7 ottobre tutte le domeniche: 10.00 - 13.00 e 15.30 - 19.30

GS Dicembre 2012  

Gente Salese Dicembre 2012

Advertisement