Issuu on Google+

GENTE SALESE - MENSILE DI ATTUALITÀ, CULTURA E INFORMAZIONE

N° 8 - ANNO XXX - AGOSTO 2013

8

GENTE SALESE

AGOSTO 2013

Le testimonianze dalla GMG di RIO 2

LILIANA DAL LAGO e il dolore della gente

5

L’AMPLIAMENTO della scuola media

8

CALTANA saluta don Luigi


intro. 2

LA PRESIDENTE LILIANA DAL LAGO LASCIA UN VUOTO INCOLMABILE

La notizia della morte di Liliana Dal Lago ci ha colti di sorpresa e lasciati attoniti per la tempestività con cui il male si è accanito sul suo corpo. Oltre ad essere vicini nel dolore al marito Giovanni, alla figlia Silvia e alle nipoti, sentiamo attorno a noi un vuoto che difficilmente riusciremo a colmare. Per noi Liliana era prima di tutto un’amica vera, non potevi sottrarti alla sua amicizia perché era diretta, spontanea e senza interessi personali. Alle sue richieste chiedeva risposte immediate. Liliana era così: naturale, vivace, immediata, generosa e molto vicina a chi aveva bisogno di aiuto. Questo giornale, Gente Salese, che Liliana ha fortemente voluto e che è cresciuto piano piano, da trent’anni entra in tutte le case del Comune e se gode di questa longevità significa che non lo ha fatto per i suoi interessi ma perchè credeva profondamente a quella catena, che attraverso l’informazione, avrebbe legato gli abitanti delle sei frazioni, distribuite in una vasta area, per formare una vera comunità degna della realtà produttiva, sociale, economica, industriale e religiosa di Santa Maria di Sala. E il testimone che ci lascia è pesante perchè la forza che Liliana infondeva nel portare avanti le varie iniziative era straordinaria. Alle esequie il marito Giovanni ha fatto stampare un libricino affinchè tutti potessero seguire meglio le letture della S. Messa. Nel frontespizio, oltre ad una riproduzione della “Gloria del Cristo” di Mario Maccatrozzo, c’era la frase “Signore non ti chiediamo perchè ce l’hai tolta, ma ti ringraziamo di avercela data”. Il parroco prendendo lo spunto dal cognome (Dal Lago), ha delineato con grande sagacia il profilo spirituale e so-

Liliana Dal Lago ciale di Liliana. “Come il lago si riempie delle sorgenti montane e lì l’acqua sorgiva trova per un certo tempo la possibilità di fermarsi e dare al paesaggio qualcosa di originale - ha detto don Paolo - così a Liliana il Signore ha voluto dare la possibilità di fermarsi in questa comunità e donare qualcosa di originale. Infatti Liliana ha avuto con molti una parola, un sorriso. Nelle varie molteplici attività si è prodigata per il bene di questa comunità e ha saputo guardare avanti, soprattutto, come presidente di una rivista che arriva in tutte le case e che non tutti possono condividerla sui contenuti, ma Liliana ha saputo guardare avanti, alle cose belle, ha saputo guardare alle cose positive”. Ricordo che il suo viso si illuminava quando le cose andavano bene, soprattutto, quando, all’inizio dell’anno, annunciava la continuazione della pubblicazione di Gente Salese. Non ci resta che ringraziarla per quello che ha fatto per tutti noi e continuare nella sua instancabile opera. Graziano Busatto

• • • • • • • •

IL LUTTO

Quando perdiamo un figlio, un coniuge, un genitore, una persona cara, viviamo una delle esperienze più dolorose che la vita ci può offrire perché è come se avessimo perso una parte di noi stessi. Riuscire ad affrontare questo difficile evento essendo capaci di mantenere un buon equilibrio interiore non è semplice perché, nel vivere il lutto, ci si scontra col senso d’impotenza che si prova quando ci si rende conto che non si può far niente per mantenere in vita la persona a cui siamo legati. Il lutto è una ferita il cui processo di cicatrizzazione richiede tempo e fatica; la reazione è molto personale e differente perché ciascuno di noi ha personalità, modi di affrontare la vita e storie passate diverse, per cui il dolore e i comportamenti saranno diversi da qualsiasi altra persona. Alcune persone si comportano in maniera distaccata e controllata, altre piangono e si disperano; alcune vogliono stare da sole, altre preferiscono una compagnia. Spesso capita che gli uomini facciano “i duri” e nascondino le emozioni e, per non mostrare la loro fragilità, fanno mille cose per evitare di parlare della perdita che hanno subito. Alcuni autori hanno cercato di suddividere il lutto in più fasi in quanto si ritiene che ciò che accomuna tutti i lutti sia la presenza di un percorso. La reazione iniziale alla morte è un senso di stordimento e protesta che paralizza e coinvolge completamente la persona. Si è talmente scossi e disorientati che per difendersi si cerca di negare l’accaduto e tenere lontana una realtà insopportabile. Poi tutti gli interessi si concentrano sulla perdita e sul dolore. Si vive un periodo di abbattimento, inibizione, astenia o iperattività in cui il sonno, l’appetito, la sessualità e la vita relazionale sono sconvolti. Quando si

COSTRUZIONE, VENDITA, LOCAZIONE BENI MOBILI ED IMMOBILI TRASPORTO IN CONTO TERZI TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI IN IMPIANTI AUTORIZZATI SCAVI E DEMOLIZIONI EDILI PULIZIA ED ESPURGO POZZI NERI, DISINTASAMENTO TUBAZ. AD ALTA PRESS. BONIFICHE AMBIENTALI E RIMOZIONE COPERTURE IN CEMENTO AMIANTO COSTRUZIONE IMPIANTI DI SCARICO FOGNATURE E MANUTENZIONE NOLO CASSONI SCARRABILI E BOX SERVIZI IGIENICI PER MANIFESTAZIONI

GRUPPO BOLZONELLA Via Ariosto 2 - 30036 Santa Maria di Sala (Ve) tel. 041 5780386 fax. 041 5780989 - Email. bolzonella.group@tiscalinet.it www.bolzonellagroup.com

diventa più consapevoli della realtà della perdita, si guarda alla totalità della persona scomparsa e si ripercorre la natura della relazione; si ritrovano gli aspetti positivi e negativi e si riconosce ciò che si è condiviso e perduto. Le reazioni emotive che accompagnano questa fase possono essere di rimpianto, senso di colpa, nostalgia, depressione o aggressività. Poi la realtà della perdita comincia ad essere accettata e allora si trova conforto nel conservare dentro di sé l’immagine della persona scomparsa; il suo ricordo diviene costantemente presente anche se non c’è più fisicamente. Infine gli aspetti acuti del dolore cominciano a ridursi e si comincia ad avvertire un ritorno alla normalità. La persona deceduta viene ora ricordata con un senso di gioia, ma anche di tristezza, e la sua immagine viene vissuta internamente; si riscoprono le proprie risorse e funzioni vitali che permettono di procedere nel percorso di ricostruzione della propria vita. Vivere un lutto, implica la necessità di dover affrontare e sentire tutta una serie di sensazioni negative, che riguardano il dolore, la tristezza e la disperazione per l’accaduto. Questo dolore è talmente forte che alcune persone per evitare di star male, reprimono la loro sofferenza e fanno finta che ciò non sia accaduto. Facendo ciò, rischiano di ottenere l’effetto contrario perché aumenta la tensione psicologica e viene rallentato il processo di cicatrizzazione della ferita e quindi il superamento del lutto. Per aiutarsi ad affrontare questo lungo percorso è importante non lasciarsi andare fisicamente, evitare di fare un uso eccessivo di sonniferi, alcool o droga perché col tempo creano assuefazione e dipendenza e impediscono il processo naturale di elaborazione del lutto. Importante invece è cercare di condividere il dolore coi familiari o con persone amiche, parlare e mantenere vivo il ricordo della persona scomparsa festeggiando le date significative e ricordando i momenti belli e brutti passati insieme. La perdita di una persona significativa e la sua profonda elaborazione può creare le condizioni per una maturazione interiore e una maggiore consapevolezza dell’acquisizione di un patrimonio affettivo e relazionale che ci guiderà, in modo nuovo, nelle scelte della nostra futura esistenza. Dott.ssa Vallj Vecchiato (Psicologa)

Sconto del 50% su tutti i prodotti a magazzino per rinnovo locali


L’opinione: “Non è bevendo che si socializza”

Ho appreso con soddisfazione dell’invito firmato dal sindaco, Nicola Fragomeni, da parte della Consulta Giovani, che approfittava dell’occasione per presentarsi, rivolto ai “giovani che compiono il diciottesimo anno d’età nel corso del 2013” per la consegna di copia della Costituzione. Momento sicuramente importante poiché la Costituzione rappresenta la Carta dei Diritti e dei Doveri che ogni cittadino, dal raggiungimento della maggiore età, appunto, è tenuto a rispettare. La soddisfazione, ahimè, ha tuttavia lasciato subito il posto alla delusione e ad una forte preoccupazione. Delusione per l’aver tristemente svilito un momento formativo così importante associandolo ad un luogo comune: una bevuta di spritz, con tutte le problematiche connesse. Di qui la preoccupazione per il messaggio che, complice un’Amministrazione poco accorta e superficiale, è passato ai giovani, purtroppo anche tra quelli non ancora maggiorenni, in un momento in cui non si fa che parlare del problema dell’alcolismo tra i giovani e cioè che, quando ci si ritrova, qualunque possa essere il motivo, il momento aggregante non è rappresentato dallo stare in-

sieme condividendo un momento di festa, ma il bere e, attenzione, il bere alcolici, appunto “per conoscerci, socializzare”. Ricordo che lo spritz (rappresentato in modo inequivocabile nella locandina con l’immancabile oliva!) è, per definizione, “un aperitivo alcolico italiano a base di Aperol, Prosecco, acqua o seltz” e che l’invito era rivolto sia ai giovani che compiono 18 anni nel 2013 sia, in generale, “ai giovani salesi” di ogni età, i quali, pertanto, potevano avere anche meno dei sedici anni , età al di sotto della quale la somministrazione è vietata e punita. Non sarebbe stato più opportuno organizzare un semplice rinfresco con i soliti panini accompagnati da bevande analcoliche? Mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità promuove l’ormai consolidato “Alcol prevention day”, mentre giace in Parlamento un Disegno di Legge relativo ai limiti di pubblicità di alcolici in tv e sui giornali per ragazzi con l’obiettivo di sciogliere il legame che esiste nell’immaginario giovanile tra uso di sostanze alcoliche e capacità di costruire relazioni significative e di successo nel gruppo sociale (il 74% dei giovani beve il sabato sera ed il 20% di que-

3

sti si ubriaca), mentre il nostro Legislatore emana un D.L., il n.158/12, convertito con modifiche nella L. n. 189/12, che vieta la vendita di bevande alcoliche ai minori di anni diciotto e la somministrazione ai minori di sedici, mentre l’art. 689 C.P. prevede e punisce, appunto, la somministrazione di bevande alcoliche a minori di anni sedici, mentre il Piano di azione europeo per l’alcol individua la “necessità di assicurare condizioni di sostegno a casa, a scuola, nelle comunità per proteggere i giovani dalle pressioni del bere”, l’Amministrazione del Comune di S.Maria di Sala e la sua Consulta giovani che cosa fanno in occasione di un momento così solenne come quello della consegna della Costituzione? Non rispettano, oltre che le leggi del nostro ordinamento, neppure la stessa Costituzione che, all’art. 32 stabilisce “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività…”. Mentre tutte le Istituzioni (Scuola, Stato, Famiglie, Comunità, etc) stanno disperatamente lottando contro il problema del consumo dell’alcol da parte dei giovani per non far passare il messaggio che l’alcol sia uno strumento che rende più facile la socializzazione, la “Consulta giova-

ni in collaborazione con il Comune di Santa Maria di Sala presenta… SPRITZ IN VILLA…un momento per conoscerci socializzare e bere qualcosa insieme”! In un momento di grave crisi di valori e di mancanza di ideali e di idee che, a causa nostra, attanaglia il mondo dei giovani che chiedono di aggrapparsi a dei progetti , che cercano delle prospettive, che sognano quel futuro che è stato loro scippato, ebbene, quello che si sono sentiti dire è stato un amichevole “bevi che ti passa”! Complimenti! Un’Amministrazione che è sicuramente in controtendenza!!! Di ciò saranno sicuramente soddisfatti i prossimi relatori della Scuola Genitori. Avv. Francesca Scatto

in consegna tutta la Festa e unire la sagra profana del capusso a quella religiosa della Trasfigurazione di Nostro Signore. Gli organizzatori

soddisfatti per i già buoni risultati assicurano che l’anno prossimo la sagra si arricchirà di altre iniziative. Bertilla Ceccato

Il classico spritz con Aperol, prosecco acqua e oliva

Veternigo festeggia la Trasfigurazione con numerose iniziative religiose e sociali Dal 01 al 07 Agosto Veternigo ha organizzato la Sagra della Trasfigurazione a tutti nota come “sagra del capusso”. Ogni serata era in funzione lo stand gastronomico e l’intrattenimento è stato assicurato con musica eseguita da complessi locali. Vicino al luna park, la proiezione su un grande schermo ha fatto rivivere molte iniziative svolte in parrocchia durante l’anno. Domenica 4 Agosto molti salesi sono stati attratti dalla benedizio-

ne dei trattori con la sfilata per le vie del paese e dopo la Santa Messa solenne, il lancio di palloncini da parte dei ragazzi. Lunedì 5 Agosto molte coppie hanno partecipato alla cena cal lume di candela. Clou della festa è stata il 6 Agosto, festa del patrono, con la Santa Messa Solenne presieduta da Mons. Lino Ragazzo. Il 7 Agosto la festa si è conclusa con l’estrazione dei numeri vincenti della lotteria e il brillante spettacolo pirotecnico. La Parrocchia ha voluto prendere

COSTRUZIONI EDILI CIVILI, INDUSTRIALI E RESTAURI

PAGOTTO di Pagotto Sandro & Co. snc

Via Zinalbo 59 - 30036 Santa Maria di Sala - Venezia Tel./fax 041 5730308 - e-mail: edilpagotto@virgilio.it

di Balleello S. & C. · Prodotti per animali d’affezione e da cortile · Specialità per giardinaggio e agricoltura · Vendita, noleggio e assistenza macchine per il giardinaggio · Affilatura catene, dischi e nastri · Duplicazione chiavi e Radiocomandi 30030 CALTANA (VE) - Via Gorgo, 53/A - Tel. 041.5731651 Fax 041.5739845 E-mail: agrariaalmolino@libero.it


4

Gli Emendamenti al bilancio proposti dalle opposizioni

Nella seduta di bilancio sono stati presentati 7 emendamenti: 5 dal consigliere Vanzetto di Lista Salese (bocciati -astenuti Rodighiero e Carolo) e 2 emendamenti presentati dal Capogruppo Rodighiero di Civica Insieme (il primo approvato all’unanimità, il secondo con la sola astensione della Capogruppo Carolo). ❀ Il primo emendamento presentato da Lista salese proponeva di aumentare di 17.000 euro i fondi per estendere l’illuminazione pubblica a tutte le ore notturne, riducendo di 7.000 euro le indennità dei dirigenti e di 10.000 euro quelle degli amministratori comunali. ❀ Il secondo emendamento presentato da Lista Salese proponeva di aiutare le famiglie attraverso uno sgravio del costo della mensa e/o dei trasporti scolastici di 10.000 euro utilizzando parte dei fondi previsti per il funzionamento dei due “Centri di pubblico accesso ad internet”; servizi ritenuti assolutamente non prioritari e riservati ad una utenza molto marginale. Emendamento non ammesso poiché per il funzionamento dei punti “internet” non sono stati previsti fondi. ❀ Il terzo emendamento presentato da Lista Salese proponeva un maggiore aiuto alle famiglie attraverso il contenimento delle rette scolastiche delle scuole materne paritarie mediante l’incremento di 5.000 euro dei trasferimenti agli Istituti scolastici con il reperimento dei fondi da parte dello stanziamento per il Notiziario Comunale ❀ Il quarto emendamento presentato da Lista Salese proponeva di stanziare maggiori risorse per 10.000 euro per modernizzare la rete di illuminazione pubblica comunale per prevenire i numerosi guasti e le inefficienze al fine di contenere i consumi energetici garantendo un servizio molto sentito dalla cittadinanza.

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan

Risorse da reperire con la riduzione degli stanziamenti a favore dello sviluppo economico. Stanziamenti che per la loro esiguità poco possono incidere sull’argomento. ❀ Il quinto emendamento presentato da Lista Salese proponeva la realizzazione del progettato ampliamento del Centro di medicina di gruppo/centro prelievi non più rispondente alle necessità della vasta utenza, recuperando le risorse di 25.000 euro necessarie da risparmi nel settore molto finanziato della viabilità. ❀

LETTERA: Nel cimitero di S. Maria di Sala vandali scorazzano indisturbati

Dopo numerose lamentele e segnalazioni che si perpetuano da diversi mesi e che purtroppo non hanno ricevuto ascolto, si lascia ai lettori di Gente Salese una riflessione a proposito di quanto accade nel cimitero di S. Maria di Sala. Molti salesi non ne saranno a conoscenza, altri, invece, saranno stanchi di trovarsi di fronte alle tombe che sono state private dei fiori, di statuette votive e di qualsiasi altro oggetto che avevamo portato ai nostri cari defunti. Da alcuni anni il furto nel cimitero è andato intensificandosi: complice la crisi,la diffusione della delinquenza diranno alcuni, però c’è da sottolineare il fatto che il cimitero non è videosorvegliato e uno dei due cancelli -quello dell’entrata nord- rimane aperto anche nelle ore notturne perché il sistema automatico di apertura-chiusura non funziona e non si pensa di provvedere a sistemarlo. Sappiamo tutti che le priorità dell’amministrazione comuna-

le sono ben altre, quindi,vergognosamente, il problema in questione viene accantonato, si fa finta di non sapere. Credo che qualsiasi cimitero, in quanto luogo sacro, non debba mai essere dimenticato: è doveroso prendere provvedimenti, a partire dalla sistemazione del cancello dell’entrata nord e poi, perché no, installare qualche telecamera. Non si dica che il costo è elevato, perché di fronte alle tombe profanate non c’è prezzo che tenga! Quando ci si trova di fronte alla tomba che è stata privata dei fiori e ornamenti vari, il danno non è tanto materiale bensì morale. Visto che i ladri ultimamente sono soliti metter le mani anche su una decina di tombe in un solo giorno, spero che l’amministrazione comunale si dia da fare e prenda seriamente in analisi la questione. Lettera firmata

di Zanchin O. & Bertocco M. Via Caltana, 10/A - 30030 Caltana (VE) Tel. e Fax 041/5731603

ferro tondo per cementi armati profilati - tubi - lamiere - travi profilati speciali per serramenti accessori - raccorderia

Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

Il sesto emendamento presentato da Civica Insieme proponeva un ampliamento delle attività connesse all’offerta culturale della Biblioteca comunale con uno stanziamento di maggiori risorse per 1.500 euro derivanti dalla lotta all’evasione fiscale. ❀ Il settimo emendamento presentato da Civica Insieme proponeva lo stanziamento di 10.000 euro per la messa in sicurezza ed il decoro delle aree adibite a “verde pubblico” con sistemazione delle attrezzature per le attività ludiche dei bambini con una pari riduzione del fondo riserva del Comune.

Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Via Noalese, 167 Santa maria di sala (VE) Tel. 041.5730222 Fax 041.5730966


L’Ampliamento della Scuola Media

5

Sono iniziati i lavori di ampliamento della scuola media per la realizzazione di una decina di aule che il sindaco Fragomeni riteneva talmente urgenti che aveva promesso che sarebbero state consegnate nel 2012. Siamo oltre la metà del 2013 e appena iniziati stanno proseguendo. Ma allora dove stava tutta questa urgenza se i lavori di un primo parziale stralcio non saranno ultimati che alla fine di quest’anno? Quanto prima si dovrà, poi, intervenire sul vecchio e malandato plesso delle scuole elementari e medie. Allora non era più logico ed economicamente vantaggioso dare avvio al nuovo centro scolastico con il progetto già approvato dalla precedente amministrazione che aveva già avuto il parere favorevole di tutti gli enti preposti e con il costo non a carico dei cittadini salesi già gravati dalla crisi economica e dalle ulteriori tasse imposte dalla giunta Fragomeni? Il nuovo plesso darebbe anche una risposta di efficienza sul piano didattico e risolverebbe definiti-

vamente il problema dell’edilizia scolastica. Invece, come è risaputo, l’insignificante ampliamento del vecchio plesso delle scuole medie del costo di circa 1 MILIONE E MEZZO DI EURO È A TOTALE CARICO DEI CITTADINI tant’è che l’amministrazione Fragomeni ha dovuto AUMENTARE ALCUNE IMPOSTE COME L’IMU, L’IRPEF, ecc. Ma quando si dovrà intervenire sulle obsolete scuole elementari cosa farà questa amministrazione? Farà come al suo solito? Aumenterà ancora le tasse? Accenderà nuovi mutui? È d’augurarsi, poi, che gli imprenditori privati che si sono offerti di finanziare parte del nuovo centro scolastico viste le indecisioni e le lungaggini burocratiche della amministrazione non rinuncino all’investimento per indirizzarlo altrove. Se ciò avvenisse il Comune subirebbe danni economici rilevanti visto che sono già stati sostenuti i costi del progetto e del complesso iter procedurale. Il Comune perderebbe, poi, anche il contributo re-

gionale di circa 1 milione di euro. La mancata realizzazione del centro scolastico condizionerebbe anche un nuovo assetto urbano tanto necessario per il capoluogo che necessita di una più idonea qualificazione urbanistica assieme al potenziamento dei servizi alla cittadinanza attualmente carenti. Quindi mi chiedo come possiamo permettere che tale opportunità in un momento storico ed economico come questo possa non essere colta a causa di amministratori poco lungimiranti. Il progetto del centro scolastico di circa 9 milioni di euro costituirebbe una grande opportunità per l’economia del nostro territorio e per le imprese locali, che sarebbero chiamate a realizzarlo, in un momento di grave crisi economica, perciò mi auguro che

i cittadini salesi facciano sentire la propria opinione per il raggiungimento di questo progetto tanto atteso e necessario. In conclusione la situazione che si sta creando a Santa Maria di Sala, dove ci sono privati pronti ad investire risorse economiche su un progetto di interesse pubblico, è paragonabile a quanto avviene a Marghera dove un imprenditore avrebbe realizzato a proprie spese un grande edificio (Palais Lumiere) che avrebbe dato lustro e lavoro al comune di Venezia e avrebbe riqualificato parte dell’area degradata, ma ha rinunciato per la poca perspicacia degli amministratori locali. Paolo Bertoldo Capogruppo Lista Salese

Una delegazione di Civica Insieme ha presentato al Sindaco una proposta di studio per la realizzazione del nuovo centro scolastico o di altre opere pubbliche di primaria necessità tramite il “contratto di disponibilità”. Pur consapevoli che le possibilità finanziarie del Comune sono ridotte e confermando la contrarietà allo strumento della prequazione urbanistica, che nella passata legislatura ci ha visti osteggiare il progetto centro commerciale – centro scolastico ed appoggiare il progetto di ampliamento delle scuole Medie, invitiamo ora l’Amministrazione a studiare le possibilità offerte dal “contratto di disponibilità” per la futura realizzazione di un nuovo e moderno centro scolastico o per eventuali ulteriori opere pubbliche

(scuola materne, centro anziani e civici, impianti fotovoltaici). Il contratto di disponibilità è stato introdotto dal Governo Monti e nasce per far fronte alla necessità degli enti pubblici di disporre di beni immobiliari efficienti per lunghi periodi di tempo. Il contratto di disponibilità è stato concepito per porre il valore dell’investimento, ed è questo l’aspetto più innovativo, fuori dal bilancio pubblico. A fronte di un canone, il privato affidatario non solo deve, a suo carico, progettare, finanziare e realizzare un immobile destinato all’esercizio di un servizio pubblico, ma deve garantire al committente la costante fruibilità, la gestione tecnica e la manutenzione. Vantaggi per l’Amministrazione

Comunale: L’Amministrazione per soddisfare la necessità di approvvigionarsi di opere necessarie per assolvere ai propri compiti istituzionali non deve necessariamente implementare il proprio patrimonio. L’Amministrazione può definire il tempo di utilizzo e pertanto al cessare dello stesso può liberarsi della struttura. La spesa da sostenere per la Pa è solo quella di conduzione e pertanto gli oneri di manutenzione e adeguamento normativo restano in capo alla proprietà, gli importi non gravano sul bilancio tra le spese di investimento, ma possono essere spalmati nel tempo sui costi dei servizi erogati. (NON GRAVA SUL PATTO DI STABILITÀ). Vi è un’effettiva riduzione dei tempi: la gara si svolge direttamente sulla

base del solo manifestarsi delle esigenze dell’amministrazione, mentre tutti gli altri adempimenti sono interamente a carico del privato che liberamente ne dispone sia in termini di tempi, modalità e oneri. Da quando è divenuto legge questo strumento è già stato utilizzato da alcune Amministrazioni per scopi diversi tra cui la realizzazione di plessi scolastici. Altre Amministrazioni hanno utilizzato il contratto di disponibilità per opere diverse (impianti fotovoltaici, palazzetti dello sport, centro anziani, ecc). Quanto sopra non potrà naturalmente prescindere dalla valutazione dell’incidenza che tale scelta avrà nella parte corrente del Bilancio comunale. Gruppo Consiliare Civica Insieme Capogruppo Giuseppe Rodighiero

Civica Insieme propone un “contratto di disponibilità”

STONE HOUSE S.r.l. Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno sanitari - rubinetteria - complementi d’arredo Via dei Marsari 23 30036 S. Angelo di S. M. di Sala (Ve) Tel. 041 486088 - Cel. 338 9891652

via L. Da Vinci, 5 - 30036 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041.487046 - fax 041.5760097 E-mail: info@simionatosrl.it - www.simionatosrl.it


6

Le Interrogazioni dei consiglieri alla Giunta

Come sempre in avvio di Consiglio l’Amministrazione risponde alle interrogazioni ed interpellanze ❀ a) Interrogazione urgente sull’ampliamento e ristrutturazione edificio scolastico del Capoluogo – gara con procedura negoziata. Il Capogruppo Paolo Bertoldo chiedeva per l’ennesima volta i motivi per cui non sono state invitate imprese salesi alla gara di appalto per l’aggiudicazione dei lavori del primo stralcio dell’ampliamento della scuola media. La Risposta della amministrazione cita le leggi seguite per la procedura d’appalto. Il capogruppo Bertoldo replica che per l’ennesima volta non si è data risposta alla domanda sui motivi per cui non si sono invitate anche imprese salesi soprattutto in questo momento di crisi di lavoro. ❀ b) Interrogazione sulla pubblicazione del notiziario comunale. Il cons. Vanzetto, dopo l’uscita del primo numero del Notiziario Comunale, chiedeva di conoscere da chi e con quale criterio sono state fatte le scelte di impostazione editoriale. La risposta della Amministrazione resta sul vago facendo intendere che la scelta editoriale sia stata fatta dal direttore e se il Comitato di Redazione è stato convocato già a bozze pronte, queste potevano essere modificate. Nella sua replica il consigliere Vanzetto evidenzia come ancora ancora una volta la risposta della amministrazione appare evasiva e spesso fuori tema. Non viene, infatti, data risposta al primo quesito: “da chi è stata decisa la linea editoriale e distribuiti gli spazi de notiziario..” Prende, invece, atto del costo di 3.848€ (non si sa se più IVA) del primo numero del notiziario ; pubblicazione che assorbirà circa 15.000€ dal bilancio comunale che equivalgono all’11-12% circa dell’aumento dell’addizionale irpef adottato da questa amministrazione comunale per garantire i servizi ai cittadini. ❀ c) Interpellanza sul riassetto della struttura amministrativa comunale. Il cons. Vanzetto ha chiesto di conoscere - quale sarà la nuova struttura ammini-

strativa che si intende realizzare; - quali obiettivi si intendono perseguire con il nuovo riassetto; - se sono previste variazioni alla pianta organica del Comune; - se il riassetto avrà ripercussioni sul conto economico dell’Ente . La risposta della Amministrazione rinvia alla delibera di Giunta n. 46 del 05.04.2013. Nella sua replica il cons. Vanzetto ha fatto notare che a parte il cambio di nome di qualche servizio ed il rimescolamento di competenze fra i dirigenti nulla sia cambiato. Si capisce che il succo di tutta la manovra si riduce alla assunzione di un nuovo dirigente (in sostituzione di un vigile) su un ruolo già soddisfacentemente coperto e di una nuova segretaria a tempo pieno in sostituzione di una a part-time il tutto “per il pieno raggiungimento degli obiettivi dell’Amministrazione”. ❀ d) Interrogazione sull’ampliamento del nuovo centro scolastico. Il cons. Vanzetto in merito ai lavori di ampliamento della scuola media per conoscere : - se i lavori del primo stralcio termineranno entro il prossimo mese di settembre; - se il costo dell’intervento, indicato genericamente in 1.050.000 euro, si riferisce all’intero nuovo corpo come esaustivamente descritto nella citata pubblicazione o se concerne solo il primo stralcio dei lavori.

4.000 mq di articoli regalo, cartoleria, casalinghi, giocattoli, articoli da campeggio.

BRICO FAI DA TE tutti gli articoli per il tempo libero e il fai da te Presso il Centro Commerciale PRISMA a Caselle di Santa Maria di Sala - Loc. Madonna Mora Tel. (041) 5730377-5730323 - brico center (041) 5731405

Il riscontro della amministrazione, in rigoroso burocratese, non da risposte dirette ma rimanda alle delibere ed alle determine. Nella replica il cons. Vanzetto ha osservato che nonostante le diverse date indicate in libertà nelle varie occasioni i 240 giorni contrattuali per l’esecuzione dei lavori porteranno ad ultimare il cantiere non prima di novembre - dicembre prossimi visto che il cantiere è stato consegnato fra la fine di aprile e l’inizio di maggio scorsi. ❀ e) Interrogazione sulla realizzazione di due centri di pubblico accesso ad internet ed ai servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Interrogazione presentata dal cons. Vanzetto per conoscere maggiori dettagli in merito alla iniziativa. La risposta dell’amministrazione è stata imbarazzante per la contradditorietà e la vaghezza delle argomentazioni. Nella replica il cons. Vanzetto ha fatto notare che se la necessità, come dice l’amministrazione, è quella di dare più spazio alla biblioteca, con questo intervento, in realtà, se ne toglie visto che si vuole installare una postazione internet al pianterreno ad uso delle persone diversamente abili. Altra contraddizione emerge dalla risposta in merito ai criteri di scelta del gestore del centro. Nella delibera di Giunta si “da atto che i centri saranno affidati alla LABS che ha già garantito la disponibilità a tale gestione ed individuato gli operatori idonei ed opportunamente formati in materia” Ora, invece, si risponde che “la gestione alla LABS è stata affidata tenendo conto che il personale a questo dedicato sarà scelto tra giovani disoccupati e persone economicamente svantaggiate e sarà appositamente formato per tale attività.” Quale sarà la versione giusta? Pensare, poi, che questi centri non abbiano dei costi di gestione, come afferma l’amministrazione, appare una leggerezza visto che riscaldare ed illuminare una sala di 178 mq. e 623 mc. grande, quindi, come una casa tutti sappiamo quanto costi. E, poi di toner, di carta, di manutenzione, di gestione, di pulizia. Ecc? Sui costi di realizzazione, poi, si da ren-

dicontazione di spese per 23.427,36 euro contro una spesa più volte indicata in 36.000 euro. “Mi pare -ha concluso Vanzetto- che questa realizzazione sia stata ancora una volta pasticciata e portata avanti con un disarmante pressapochismo. Ritengo che da questa iniziativa sia la biblioteca in quanto tale, sia le categorie svantaggiate, sia i giovani disoccupati sia la sfrattata Orchesta dei Fiati non trarranno alcun beneficio. Certi sono, invece, lo spreco di una sala così ampia ed importante ed i nuovi costi per i bilanci comunali da qui in avvenire” ❀ f) Interrogazione sulla liquidazione e pagamento del contributo economico straordinario alle famiglie colpite dalla crisi economica. Il consigliere Rodighiero ha chiesto di conoscere se vi sia la volontà dell’Amministrazione Comunale di riaprire il bando con criteri di ammissione meno restrittivi, visto che i 45.000 euro stanziati nel 2012 a sostegno delle famiglie in difficoltà economica sono stati utilizzati per soli 14.350 euro. L’amministrazione ha risposto che intende aprire nuovi bandi modificando i criteri ma riservando l’accesso ai contributi ai casi di effettivo bisogno. ❀ g) Interpellanza sulla mancata partecipazione al bando promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione per l’edilizia scolastica. Presentata dal cons. Rodighiero per chiedere il motivo per cui l’Amministrazione Comunale, pur lamentando la diminuzione di trasferimenti statali, non abbia partecipato al bando del Ministero della Pubblica Istruzione per ottenere finanziamenti per l’edilizia scolastica, scaduto il 21 aprile scorso. L’amministrazione ha risposto che il bando prevedeva delle modalità di finanziamento complesse e non adatte alla situazione patrimoniale del nostro comune per cui ha ritenuto di non presentare domanda. Nella sua replica il cons . Rodighiero afferma che la risposta è molto burocratese ed osserva come al bando abbiano risposto dei Comuni più piccoli, aventi patrimoni immobiliari minori.

• Compravendite immobiliari • Materiali per l’edilizia • Costruzioni civili ed industriali • Pavimenti e rivestimenti Sede Legale a Amm.va: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38/B Tel. (041) 5760642 - Fax. (041) 5760048 e-mail: costruzioni@simionato.net

Esposizione: 30036 S. Maria di Sala (VE) Via Noalese, 38 Tel./Fax (041) 48.77.77 e-mail: info@simionato.net


7

La gita a Le Fontanelle, la piccola Lourdes italiana La prossima gita di fine estate di Gente Salese avverrà nella zona di Montichiari in provincia di Brescia. Due sono le attrazioni principali da visitare: Il Santuario Le Fontanelle, detto anche la “Piccola Lourdes Italiana” e il Castello Bonoris. Se le notizie relative alla storia e alle origini del Castello Bonoris sono di immediata e facile comprensione, e comunque verranno date dall’apposita Guida durante la programmata visita, più complessa, profonda e personale sarà la visita al nascente Santuario Le Fontanelle. Si tratta di un luogo che ha alcune caratteristiche in comune con Lourdes, naturalmente, con le debite proporzioni. Ci sono le apparizioni della Madonna all’umile infermiera Pierina Gilli, avve-

nute in più occasioni fin dal 1947, c’è l’acqua che sgorga dalla roccia e ci sono dichiarate guarigioni di persone recatesi per pregare e chiedere grazie. Una storia recente, quella del Santuario Le Fontanelle e delle apparizioni della Madonna, li avvenute, che sta crescendo, spontaneamente, sempre più nonostante, inizialmente, abbia incontrato molte difficoltà da parte della Curia. Il luogo è ormai visitato da Pellegrini provenienti da varie parti del mondo e ciò costituisce meraviglia in quanto si era abituati a pensare che le apparizioni della Madonna avvenissero solo in luoghi di povertà e miseria. La giornata del 22 Settembre sarà senz’altro molto interessante per i gitanti di Gente Salese.

Visite in Villa guidate dal Gruppo Arcipirola

Luigia Betteto ha festeggiato i cento anni

Nonna Giulia ha compiuto novantanni attorniata da figli, nipoti e pronipoti Da settembre riprenderanno le visite guidate alla Villa Farsetti di S.Maria di Sala. Questo il programma: -1 e 15 settembre alle ore 16.00 e alle ore 17.00; - 6 ottobre alle ore 16.00 e alle ore 17.00: Si potranno visitare i tre piani della villa, in parte ancora affrescati, e sarà raccontata ai gentili ospiti la storia di questo edificio e del suo colto ideatore. Da quest’anno inoltre il giro della villa terminerà con la visita della chiesa di S.Maria di Sala, ricca di pregevoli opere d’arte. Inoltre il giorno 11 settembre ci sarà la possibilità di svolgere una visita in notturna alle ore 21.00 in occasione della Sagra della Natività. Per info e prenotazioni: Lorena Santi 347-4156093 email:info@arcipirola.org

Martedì 20 agosto 2013 Luigia Bettetto ha tagliato il traguardo dei 100 anni. La cittadina salese entra così nel novero della stretta cerchia di centenari, che hanno vissuto povertà, guerra, sacrifici ma anche gioie e soddisfazioni passando dalla miseria dei primi del ‘900 alla modernità dei tempi nostri. I festeggiamenti si sono tenuti presso la casa di riposo Mariutto di Mirano, dove Luigia è accolta da qualche anno, fra il calore e l’affetto di nipoti e pronipoti. Per l’occasione anche l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di S.Maria di Sala – Gabriele Ragazzo – e il Parroco di S.Angelo – Don Pietro – si sono recati a far visita all’anziana. Dal volto di Luigia traspariva l’orgoglio di tanta longevità e la felicità di ricevere una festa così partecipata, coronata anche da una magnifica torta, che Luigia stessa ha molto apprezzato.

Gina Tiepolo ved. Turcato, il 20 giugno ha compiuto 90 anni. Rinnoviamo i migliori auguri, e la ringraziamo per tutto

quello che ha fatto e e continua a prodigarsi per tutti noi, figli, nipoti e pronipoti.


8

Caltana ringrazia don Luigi Beggiao e si prepara ad accogliere don Danilo

E’ oramai noto a tutti che Don Luigi Beggiao, parroco di Caltana, lascia la nostra comunità per prendere servizio presso la Parrocchia dei Servi di Padova. Sono già passati 11 anni da quando Don Luigi è arrivato a Caltana. Gli effetti della sua opera pastorale sono sotto gli occhi di tutti: con straordinaria energia e capacità di coinvolgimento ha saputo avvicinare giovani e famiglie ma anche anziani, valorizzando capacità e facendo gustare l’importanza del sentirsi una comunità parrocchiale. La simpatia del “Don” è nota a tutti i caltanesi, una figura dal carisma eccezionale sempre disponibile e vicino alle persone che ha seminato con successo il messaggio evangelico nella nostra parrocchia. Dotato di

una particolare raffinatezza pastorale, Don Luigi ha con passione guidato la comunità di Caltana diventando un punto di riferimento irrinunciabile. Grazie alle sue doti umane, ha continuamente sfidato l’immobilismo, la pigrizia e l’apatia che spesso ci caratterizzano, mettendo di fronte alle provocazioni che sempre si presentano nel cammino dei credenti. In poche righe non è possibile disegnare il percorso umano e di fede che in molti hanno condotto sotto l’esempio di Don Luigi. Meglio di ogni narrativa può parlare la nostra Chiesa. E’ proprio l’edificio che rappresenta la bellezza che Don Luigi ha saputo trasmettere alla nostra comunità, una metafora che condensa aspettative, difficoltà, sforzi comuni, condivisione ma soprattutto senso di appartenen-

za e gioia nel partecipare insieme ad una crescita spirituale. In questi anni, come in tutte le cose umane, non è mancata qualche nuvola passeggera, sulle quali Don Luigi ci dice: “… resta sempre poco tempo e vorrei spenderlo per chiedere scusa per qualche incomprensione nelle relazioni o intemperanza personale, se non sono stato all’altezza delle vostre attese o se nel cammino della fede poso essermi attardato su esperienze non essenziali. Auguro alla mia comunità di Caltana di continuare a camminare con lo sguardo volto a seguire il Signore, con lo slancio di sempre, senza nostalgie … ”. Quello di tutta Caltana non può che essere un grande grazie che speriamo Don Luigi trattenga con sé insieme al bagaglio di esperienze vissute

tra noi. Un po’ di nostalgia emergerà … ma i caltanesi sapranno far tesoro dell’augurio di Don Luigi e far prevalere la gioia di dare il benvenuto al nuovo parroco, Don Danilo Bovo, originario di Murelle, che arriva dalla parrocchia di Caselle di Selvazzano. Cristian Novello

per quanto possibile, nelle manifestazioni e sagre Parrocchiali. Sono state cioè da sempre parte integrante nella condivisioni di scelte sia della Scuola Materna, che della Parrocchia. Domenica 23 Giugno, in occasione della S. Messa delle ore 10, tutti i parrocchiani si sono stretti attorno alle Suore, esprimendo tutta la stima e la gratitudine per 89 anni di impegno e servizio rivolti alla nostra Comunità. Dopo la funzione religiosa, c’è stato un momento conviviale in cui sono stati rievocati i ricordi di in-

tere generazioni che hanno frequentato la Scuola Materna. Non sono mancati i brindisi e la commozione nel dire grazie alle Sorelle e a tutta la Congregazione “Piccole Figlie di San Giuseppe” che ci hanno accompagnato in un cammino di quasi un secolo di storia, lasciando una traccia indelebile nelle vite di ognuno di noi. Buon proseguimento nel cammino di fede, sicuri che continuerete ad essere vicine alla Comunità di Caltana nella preghiera. C. N.

Dopo 89 anni le suore lasciano l’asilo “Francesco e Teresa Crovato” di Caltana

La gioia di servire una comunità La Scuola Materna di Caltana è da sempre un riferimento per tutta la comunità parrocchiale, sin dal lontano 1924, anno in cui le suore della Congregazione “Piccole Figlie di San Giuseppe” iniziarono a gestire l’Istituto, dono della Famiglia Crovato, garantendo la formazione dei più piccoli. Dal prossimo luglio, dopo 89 anni di incessante opera di istruzione, cura e sostegno rivolta ai bambini in età pre-scolare, le suore hanno lasciato definitivamente l’asilo. L’Istituto, nel corso dei decenni, è stato oggetto di numerose trasformazioni che sono seguite ai cambiamenti legislativi e alle necessità dei tempi moderni, pur mantenendo nella sua ossatura gli stessi principi che lo animano dalla sua fondazione, e che traggono origine dagli insegnamenti del Beato Giuseppe Baldo. Attualmente la struttura è un “IPAB”, (Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza) quindi amministrato da un Consiglio di Amministrazione

autonomo rispetto alla Parrocchia, ma con l’obbligo della vice-presidenza al Parroco “pro-tempore” assieme ad altri rappresentanti, ed anche nel futuro l’asilo continuerà ad essere un Istituto vicino alla Comunità Parrocchiale animato dai principi dell’insegnamento cattolico. A testimonianza dell’affetto che la Comunità nutre per la Scuola Materna e le sue Suore sono molti i parrocchiani che hanno contribuito al sostentamento della struttura, soprattutto in questi ultimi anni, sia con donazioni sia con opere di volontariato volte ad abbellire, ammodernare e migliorare un edificio che le persone sentono “proprio”. Le “Nostre” Suore, oltre alla gestione didattica e pastorale della Scuola Materna, hanno contribuito negli anni con la loro preziosa opera alla visita agli ammalati distribuendo la Comunione, alla cura dei Paramenti Sacri dei Parroci e Cappellani, ad abbellire gli altari della Chiesa con fiori e tessuti ricamati e ad aiutare,

Patenti A-B-C-D-E-K - SpecialI “Patentino” Ciclomotori

Via Lissa 124 - Mestre 30174 (Ve) Tel. 041 487010 Fax 041 5760217 Cell. +39 335 7053828 E-mail: impresabarizzasas@gmail.com

UNI EN ISO 9001:2008 CERTIFICATO N. 5955/0

Via dei Larici, 2 - S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax 041.487417

Via Gramsci, 45/b - 30035 MIRANO (VE) Tel. 041.5731656 - Fax 041.5725404 - Email: autoscuolamirano@virgilio.it


9

Milioni di giovani per la GMG con Sua Umiltà Francesco Alla XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù di quest’anno a Rio de Janeiro voluta da Benedetto XVI sul tema: “Andate e fate discepoli tutti i popoli ” hanno risposto all’invito in circa tre milioni di fedeli, di cui quasi 7000 italiani, una quarantina dalla Diocesi di Padova, tra cui anche Alessia, Giovanna, Cristian da Sant’Angelo di Santa Maria di Sala e Luca da Borgoricco. Dopo i primi giorni trascorsi nella periferia di Rio de Janeiro, più precisamente a Vilar dos Teles, per conoscere le realtà locali in cui operano dei missionari Fidei Donum padovani, il gruppo si è spostato nella centralissima Copacabana, dove l’inizio ufficiale della GMG ha avuto luogo con la celebrazione di apertura di martedì 23 luglio. Sono seguiti tre mattinate di catechesi guidate dai cardinali Bagnasco, Crociata e Betori; mentre nei pomeriggi sono state organizzate altre attività: la Festa degli Italiani il mercoledì; il primo incontro con il papa il giovedì; la Via Crucis il venerdì. Gli eventi più attesi dai giovani durante la GMG erano la Veglia Notturna e la celebrazione eucaristica conclusiva guidate da papa Francesco. Il loro svolgimento era previsto al Campus Fidei di Guaratiba, allestito appositamente per l’evento, ma il maltempo lo ha impedito, per questo il tutto si è svolto alla spiaggia di Copacabana. Dai giovani de la Giornata Mondiale infatti è stata vissuta come luogo di riflessione e condivisione come ha detto papa Francesco, “il Campo della Fede non è un luogo geografico, bensì siamo noi stessi”. Le parole del pontefice, semplici e paterne ma allo stesso tempo dirette ed efficaci, e l’incontro con giovani di altre culture, nazionalità e storie diverse, ma uniti per vivere seguendo le orme di Gesù, li hanno ricaricati di speranza e resi forti di fronte alle difficoltà e ha permesso loro di vivere questa Giornata come un’esperienza di Chiesa universale. Seguendo un pò le parole del santo padre, i giovani della Diocesi di Padova, dopo l’intensa settimana a Rio de Janeiro, si sono spostati a Manaus, nel cuore della Foresta Amazzonica, per toccare con mano la vita missionaria. Attraverso l’esempio di padre Ruggero

Ruvoletto, sacerdote padovano assassinato da sconosciuti il 19 settembre 2009 nella sua casa, che ha desiderato ardentemente la missione, si sono lasciati travolgere dalla semplicità, umiltà e dal calore delle persone che li hanno accolti. Non sono mancati momenti emotivamente forti sia nella periferia di Rio, durante la visita di una favela, dove operano delle suore della Divina Volontà, e del centro di accoglienza e recupero per ragazzi e ragazze di strada nella Casa do Menor, guidata da Padre Renato Chiera; sia nella periferia di Manaus, con l’incontro con più di 100 giovani, ospitati nella Fazenda da Esperança, in rinascita dopo una vita vissuta nella droga. Dalla cronaca alla testimonianze di Alessia: “Le parole non bastano per descrivere le emozioni. La GMG è un grande evento di fede condivisa con altri giovani e io l’ho vissuta proprio come un incontro con il mondo e dialogo con Gesù. Alla celebrazione Eucaristica conclusiva ho percepito il Verbo che si è fatto Carne in ogni giovane presente. Gesù è venuto tra di noi per darci la forza di “Andare, senza paura, per servire”, come ci ha suggerito papa Francesco. Il Santo Padre mi ha dato il coraggio di continuare a seguire Cristo e ad essergli sempre fedele con semplicità e umiltà, perché Lui è la nostra certezza. L’esperienza missionaria è stata più difficile da “gestire” a livello emotivo. Di fronte a certe realtà del Brasile ci si sente piccoli, ma le persone hanno avuto la capacità di travolgerci e farci sentire a casa. Il Brasile mi ha insegnato che non aver nulla non significa essere poveri, che non basta una chiesa per amare Dio, che non serve andare a scuola per essere intelligenti e che ciò che unisce le persone non è la lingua, ma la Parola”. Per Cristian: “In questa missione-va-

canza ho imparato molto: il gruppo di Padova partito con me, mi ha regalato amici e amiche nuovi. È stato un girovagare veloce e senza sosta principalmente tra due città: Rio de Janeiro e Manaus. Ho avuto il piacere di visitare anche le grandi cascate di Iguazu’. La GMG mi ha regalato forti emozioni. Ciò che mi ha colpito di più é stato il calore della gente e la loro povertà, tutto questo collegato alla felicità che la gente brasiliana, soprattutto di Manaus, mi ha regalato. Il Brasile è uno Stato che necessita di sovvenzioni statali di sanità e istruzione utili a dare completezza ad uno stato dal doppio volto... “ Giovanna ci ha detto: “Ripensando a tutto quello che ho vissuto mi sembra di essere stata travolta da un fiume in piena, perché sono tante le persone incontrate, le emozioni provate, le realtà locali conosciute, i gesti di fede condivisi. Nonostante ciò, mi viene da riassumere il tutto con una sola parola: umiltà. Da un lato l’umiltà di papa Francesco, che si avvicina ai fedeli con il suo modo di fare paterno, che prende tra le braccia i bambini e li bacia, che accoglie i doni dei fedeli, che vuole essere considerato uno di noi, che parla ai giovani come un amico, non un conoscente ma un amico vero, e che come tale vuole essere al nostro fianco per accompagnarci e consigliarci e non per imporci le cose.

Gottardo Dino & C. snc CARPENTERIA IN FERRO GAZEBI, COPERTURE, RECINZIONI SERRAMENTI IN ACCIAIO INOX, OTTONE E ALLUMINIO (con marchio CE) Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (VE) Tel. e Fax. (041) 5780374

Dall’altro l’umiltà delle persone che ho conosciuto, che hanno lavorato per farci vivere al meglio un momento indimenticabile di vera fede, che ci hanno accolto nelle loro case a braccia aperte, con il tipico sorriso caloroso brasiliano, offrendoci tutto quello che potevano, considerandoci loro fratelli e non stranieri. Sono state queste le cose che mi hanno fatto commuovere di più, che mi hanno fatto sentire piccola ma allo stesso tempo membro di una grande Famiglia.” Luca: “L’obiettivo della GMG era anche quello di essere discepolo ed essere missionario. La parola discepolo significa essere giovane che impara. E da chi potremmo imparare se non da Gesù? Lui è l’unico insuperabile Maestro perché è vero Dio ma è soprattutto vero Uomo. L’incontro personale con Lui è essenziale per diventare adulti ed imparare sia a rimanere in piedi da soli che poi a camminare nella certezza che Lui ci sorreggerà sempre. Se riusciamo a passare dalle esperienze all’Esperienza saremo davvero come una freccia puntata in alto, al cuore della Trinità. Allora le relazioni della nostra vita, della nostra quotidianità ci faranno riconoscere il nostro volto disegnato da Dio sul palmo della Sua mano. Papa Francesco rivolge una domanda ai giovani presenti sulla spiaggia di Copacabana: “vuoi accettare quest’onda che ti travolge e ti chiede di essere missionario?” Cristo è vissuto 2000 anni fa ma è concreto, vive presente in ogni momento. Proprio da Lui dobbiamo far trafiggere la nostra anima per poi riuscire a puntare a quella delle persone che ci stanno attorno. Solo così si può essere missionari e conquistare un fratello.

SO.GE.di.CO. Srl casette in legno - gazebi - pergolati box e coperture per auto

tutto su misura

Via Cainazzi 33/A :: Veternigo di S. Maria di Sala Ve Tel./Fax 041 5781316 :: Cell. 3392834682

IMPIANTI E Costruzioni Generali Sede Legale: ZELARINO 30174 (VE) Tel. 041.5461109 Fax. 041.5461114


10

Una grande estate di sport a Stigliano

Da molte estati ormai l’U.S. S. Marco Stigliano organizza per tutti i cittadini residenti e non molte manifestazioni sportive, di carattere amatoriale, che spaziano in diverse discipline sportive: calcio a 5, pallavolo e bocce. Quest’anno in particolare è stato organizzato il consueto “Torneo delle vie”, di calcio a 5, il quale per regolamento è riservato solo ai residenti del paese e alle persone che vi sono nate. Siamo arrivati ormai alla 28esima edizione che nonostante gli anni porta sempre con se tanto spettacolo ed un certo fascino per tutti i cittadini. Il torneo è intitolato ad un grande amico, Daniele Girardello, che ci ha lasciato, ma che tutti noi portiamo nel cuore. Per dovere di cronaca il torneo è stato vinto dalla squadra Don Mazz che dopo aver affrontato un brillante girone eliminatorio ha battuto in finale i campioni in carica del Canova. Il premio

per il miglior portiere se lo è aggiudicato Francesco Prete (Don Mazz) mentre capocannoniere con 11 reti è stato Gabriele Masiero (Canova). In totale il girone eliminatorio era composto da 6 squadre: Don Mazz, Canova, Tappabuchi, Treponti, Boys e Noalese per un totale di quasi 60 iscritti. Per gli amanti della pallavolo è stato organizzato il 3° Torneo estivo di volley, anche questo di carattere puramente amatoriale, che ha visto ai nastri di partenza ben 10 squadre iscritte per un totale di circa 100 pallavolisti amatoriali. Il torneo si è svolto in due gironi all’italiana formati da 5 squadre ciascuno. Le prime due classificate di ogni girone hanno formato poi le semifinali. Il torneo è stato vinto dalla squadra dei Pincopallino Joe, campione in carica, mentre secondi classificati sono stati i Biutiful tu si. Per concludere sono state or-

ganizzate diverse gare di bocce. In particolare il 1° Memorial Francesco Cuogo, dedicato ad un grande amico appassionato di bocce da poco scomparso, in programma durante la Festa del-

lo Sport ad Aprile ma che a causa del maltempo è stato rimandato nella stagione estiva. Ed infine gare amatoriali “Lui e Lei” a coppie miste tra residenti. C. V.

Settantacinquenni in festa a Veternigo

Domenica 30 Giugno i settantacinquenni di Veternigo, Bolzonella Arturo, Eleonora, Gianni, Giovanni, Lorenzo, Caravello Nazzarena, Dal Corso Emilia, Malvestio Ugo, Masetto Corrado, Masiero Primo, Regazzo Umberto, Scapin Lino, Simionato Bruno, Franco, Giorgio, Teresa, Sovegni Umberto, Stevanato Luigi, Vanzetto Arturo si sono ritrovati assieme per

la Santa Messa celebrata da Don Paolo Cecchetto ricordando i loro coetanei defunti. La giornata si è terminata con il pranzo alla storica Hostaria Baracca a Trebaseleghe. L’allegra compagnia si ritrova dal venticinquesimo anno d’età e dedicano una domenica per ricordare i bei tempi passati e per raccontarsi gli eventi vissuti durante l’anno. Bertilla Ceccato


L’Under 12 del Volley Salese compie un anno ed è già un gruppo compatto e molto affiattato Vogliamo raccontarvi qualcosa della nostra fantastica squadra: l’Under12 del G.S. Volley Salese. La nostra squadra è nata all’inizio della scorsa stagione sportiva 2012/2013: chi per passaparola, chi leggendo un volantino, ci siamo ritrovate un bel pomeriggio nella palestra di Caselle ed abbiamo fatto conoscenza. Alcune di noi hanno iniziato a giocare da piccoline col minivolley, per altre è il primo anno di pallavolo, ma il gruppo che si è creato sembra essere insieme da sempre! Abbiamo cominciato ad allenarci già durante l’estate, lavorando sodo per prepararci al nostro primo campionato. La partecipazione a due campionati contemporaneamente (Fipav e Csi) sia in inverno che in primavera è stato impegnativo ma ci ha dato modo di giocare molto, mettendo in pratica sul campo quello che abbiamo imparato durante la settimana: così anche chi aveva appena iniziato o magari semplicemente più piccolo ha potuto migliorare in fretta ed arrivare ad essere un elemento importante per la squadra. Infatti c’è una cosa che abbiamo imparato stando in gruppo, sostenendoci a vicenda, dovendo far fronte alle assenze delle compagne malate o infortunate: ognuna di noi é fondamentale per la squadra.Quando ci alleniamo assieme ci impegniamo per migliorare noi stesse e per aiutare le nostre compagne a crescere; in campo sappiamo di poter contare le une sulle altre. Abbiamo terminato la stagione superando notevolmente le nostre aspettative ed anche quelle del nostro allenatore Fabio. L’obbiettivo era di creare un gruppo solido perfezionando la tecnica e la disciplina. Abbiamo concluso il campionato Fipav al secondo posto nel nostro girone. Ora in squadra siamo una rosa di 18 atlete, tutte perfettamente inintercambiabili da titolari. Per chiudere in bellezza abbia-

mo partecipato ad un’esperienza davvero speciale: abbiamo formato due squadre e ci siamo iscritte al torneo Amico Volley Under12 di Due Carrare. Sono stati due giorni indimenticabili in cui abbiamo avuto modo di misurarci con le migliori squadre della provincia, ed il nostro gruppo è diventato ancora più affiatato (molte di noi hanno anche dormito insieme, coi sacchi a pelo in palestra). Alla fine siamo riuscite a piazzarci nella parte alta della classifica, ma soprattutto ci siamo meritate la Coppa Fair Play. È stata la conferma che siamo parte di una società seria, fondata sullo spirito di squadra e sul principio della sportività. Ora non ci resta che prepararci al meglio per la nuova stagione (ci siamo allenate anche quest’estate!), per ripartire con obiettivi ancora più stimolanti e sempre con la consapevolezza che l’unità del gruppo è la nostra forza più grande! Seguiteci su www.volleysalese.it

UN SALESE DI NASCITA AMBASCIATORE IN GERMANIA

In occasione del 25° anniversario del gemellaggio fra Recoaro e Neustadt, il 12 Luglio, Danilo Garbinetto si è recato nella cittadina della Germania e ha consegnato nella mani di Thomas Reinar, sindaco di Neustadt cittadina del vasto territorio Pflaz nella Turingia, uno dei 16 stati federali che compongono l’attuale Germania, un prezioso quadretto in mosaico da lui preparato, rappresentante la

bandiera della città. Danilo ha vissuto a Caltana da piccolo fino al 68, quando si è trasferito a Venezia, dove risiede attualmente, ma continua a frequentare Santa Maria di Sala dove lo legano affetti e lunghe amicizie. E’ iscritto all’Associazione Bersaglieri sezione di Caltana “Nereo Calzavara” e partecipa alle manifestazioni organizzati in provincia e in Italia rendendo onore con orgoglio a Santa Maria di Sala. Bertilla Ceccato

PRATICHE AUTO E AMMINISTRATIVE MEDICO IN SEDE PER RINNOVI O DUPLICATI PATENTI ACCETTAZIONE AUTENTICHE DI FIRMA PER TRASFERIMENTI DI PROPRIETÀ

Via Caltana, 169 - 30036 Caselle di S. Maria di Sala (VE) Tel. 041 5731255 www.gioielleriadalmaso.com - email: oreficeria.dalmaso@gmail.com

11

ASSICURAZIONI - RISCOSSIONE BOLLI AUTO Dal lunedì al venerdì: 8.30-12.30 e 15.30-19.30 / sabato: 9.30 – 12.30 Via Cavin di Sala, 65 – 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel. 041/487453 – Tel/Fax 041/487871 – E-mail: agenzia.ducale@libero.it


12

Il presidente CristianVanin analizza i successi e i programmi dell’Us San Marco Stigliano Cristian Vanin è da un anno presidente dell’Unione Sportiva San Marco Stigliano, solida realtà calcistica nel salese. Presidente quale avvenimento l’ha particolarmente fatta emozionare? “Di sicuro la vittoria del campionato provinciale dei giovanissimi 98-99, gruppo splendido guidato in modo eccellente dal mister Emanuele Miccoli. Lui e il direttore sportivo Gallo hanno fatto un lavoro straordinario assieme ai ragazzi. Siamo andati vicinissimi al titolo perdendo solo la finalissima contro il Lupia Maggiore, ma l’annata è stata perfetta, anche e soprattutto perchè lo Stigliano non aveva mai raggiunto un risultato simile prima.” Una vittoria frutto del lavoro svolto negli anni nel settore giovanile?

“Certamente! A partire dai piccoli amici , passando per pulcini ed esordienti, i nostri allenatori lavorano con continuità, perchè i risultati si vedono nel lungo periodo specie con i giovani, motivo per cui la maggioranza dei mister è stata confermata.” Quali sono i progetti per l’anno venturo? “La novità assoluta sarà la presenza degli Allievi provinciali, affidati a mister Miccoli, nel tentativo di stupire ancora, mentre le altre categorie resteranno immutate. Nutro fiducia in tutte le squadre anche in virtù del fatto che abbiamo un continuo incremento del numero di bambini e ragazzi iscritti.” Capitolo a parte gli Amatori, gruppo storico ormai qui a Stigliano “Questi ragazzi meritano grande rispetto visti i risultati ottenuti ne-

gli ultimi due anni. Il gruppo è stato ringiovanito, con tanti under 30 della zona che hanno reso la vita più facile ai “senior”. Il gruppo storico però non verrà affatto dimenticato: Quest’anno infatti oltre al solito campionato amatoriale, parteciperemo all’OVER 35, categoria neonata sempre a cura della UISP. Tutto ciò per creare due gruppi meno numerosi, e dare opportunità a tutti. Poi sono sicuro che gli OVER daranno ancora una grossa mano ai più giovani”. Le strutture sono adeguate visto l’aumento delle squadre nella società? “E’ un problema sul quale stiamo lavorando intensamente. Massimo impegno da parte di tutti per dare ai ragazzi delle strutture per giocare al meglio. Inanzitutto è stato rifatto il manto erboso causa problemi di drenaggio che ha portato

a troppi rinvii l’anno scorso specie nel periodo invernale. Il campo è stato adeguato alle norme di sicurezza FIGC, lavoro importantissimo visto che dal 2014/2015 sarà obbligatorio adeguarsi a tali norme, con la conseguente eliminazione della deroga. Il terreno di gioco principale verrà utilizzato il meno possibile, con la maggior parte degli allenamenti che saranno svolti sui campi sussidiari, mentre è stata potenziata l’illuminazione grazie al contributo del comune, così finalmente le gare in notturna potranno svolgersi in modo adeguato”. Davide Pistore

All’Open Mondiale di Lignano Il pilota Yari Favero Argento per Salvadori Groppo è campione veneto open B

Domenica 25 agosto 2013 a Lignano Sabbiadoro, al 28° Open Mondiale di Karate, della Federazione Sportiva Nazionale FIJLKAM, nella specialità del Kata o Forma individuale , l’atleta Salvadori Groppo Stefano del Centro Karate Interstile di Santa Maria di Sala, diretto dal M° Renzo Paganin si è classificato al 2° posto con l’argento mondiale nella categoria Master 55, men-

tre l’atleta Zanardi Maurizio si è classificato al 5° posto, nei Master + 55. Un grande successo tenendo conto dell’importanza della manifestazione con oltre 1100 atleti in rappresentanza di oltre 45 Nazioni, che hanno gareggiato il 24 e 25 agosto. Grande soddisfazione del M° Renzo Paganin e di tutto lo staff del C.K.I.

Macelleria GALLO PLINIO Q ua l i tà c o n v e n i e n za e t r a d i z i on e offe rte sp ec i ali o g n i m ese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 Tel. 041.486005

Il sogno si è avverato, il pilota YARI FAVERO è campione veneto minimoto 2013 nella categoria open B. Il pilota voleva ringraziare tutto il team che lo ha supportato in tutte le gare, gli amici che lo hanno aiutato e incitato nell’ultima gara e in primis il papà Fabio sponsor ufficiale del team che con molti sacrifici ha aiutato il figlio a raggiungere questo traguardo. Pilota e team dedicano la vittoria al nonno Gianni ormai scomparso da 5 anni e alla presidente Liliana Dal Lago, recentemente scomparsa. Il 1 settembre a Jesolo si è svolta l’ultima gara del trofeo veneto regionale in concomitanza del trofeo Italia UISP. Dopo uno strepitoso lavoro il team è riuscito a piazzare il pilota nella griglia di partenza. Yari

F.B.F. Impianti s.r.l. CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI Santa Maria di Sala (VE) Tel. 041486081 - Fax. 041 486928

partiva dalla terza posizione. Nell’ultimo giro il suo avversario tenta l’attacco decisivo per il secondo posto e la conseguente vittoria del titolo, ma in un contatto con il pilota davanti a lui incappa in una caduta e così per Yari si spiana la strada verso il traguardo e la vittoria del titolo veneto. Ora si lavora al prossimo anno.


anniv. lauree

13

In giugno i coscritti della classe 1943 di Caltana, hanno festeggiato i 70 anni di vita con i propri famigliari e simpattizzanti. Ormai è una tradizione che si ripete da quando hanno scandito i sessant’anni. È un modo per creare un incontro fra coetanei, per rivedersi, per stare insieme una giornata e per festeggiare gli anni che passano e che lasciano il segno. L’occasione è stata propizia per unire tutti i festeggiati coinvolgendo anche

un coetaneo, don Giampietro Bacchin, che tanti anni fa rispondendo alla chiamata del Signore si è fatto prete e svolge il suo servizio pastorale a S. Luca di Crosara (Marostica) come parroco. Non poteva essere occasione migliore per ringraziare il Signore per questi settanat’anni con la celebrazione della S. Messa presieduta da don Giampietro, nella chiesetta di S. Luca. Si ringrazia don Giampietro per l’ospitalità, Fernando per l’organizzazione dell’incontro.

Il 16 luglio, Francesca Bertoldo si è laureata in Diritto dell’economia e governo delle organizzazioni presso l’Università di Padova discutendo la tesi: “L’affidamento esclusivo dei figli dopo la novella del 2006” con la Prof.ssa Maddalena Cinque. Si complimentano con la neo dottoressa la mamma Antonella, il papà Bruno, le sorelle Valentina e Alessia, il fidanzato Roberto, parenti e amici.

Lo scorso 6 Luglio, presso l’Università Cà Foscari di Venezia,  Sofia Gardich si è laureata in Economia e Commercio discutendo la tesi “The Hong Kong stock exchange: the Prada experience”. Si congratulano con la neo Dottoressa, il papà Mariano, la mamma  Rosanna, la sorella Serena, il fidanzato Davide, tutti i parenti e gli amici!

years Il 2 Giugno, nella Chiesa arcipretale di Veternigo Graziella Spalodor e Davide Malvestio hanno festeggiato le nozze d’oro partecipando alla S. Messa celebrata da don Paolo Cecchetto. A far da cornice ai festeggiati i figli Nadia con Fabio, Roberto con Federica e Gianluca, i nipoti Mattia, Nicolas, Filippo, Andrea e numerosi amici e parenti.

Il 30 settembre Martina Zanella compie 3 anni. Tantissimi auguri dalla mamma Elisabetta, dal papà Luca, dai nonni, dagli zii e cuginette e cuginetti.

L’11 Agosto la bisnonna Clara Balsadonna ha spento 90 candeline. Tantissimi auguri dalle pronipoti Ginevra e Lucrezia, i nipoti, la figlia Giuseppina, il genero e amici tutti.

Il 4 settembre Tosca Rodella festeggia il suo 86° compleanno. Un grandissimo augurio dalle figlie, dalla nuora, dai nipoti, dalla pronipote e dai generi.

telefono: 041 5780158 fax: 041 5780668 email: info@bortolato.eu web: www.bortolato.eu

BORTOLATO s.a.s. di Bortolato Onorino & C. via Rugoletto, 37 - 30036 Veternigo di S. Maria di Sala (VE)

DAL 1982 AUTOMOBILI PER PASSIONE - Vendita Nuovo, Km 0 e multi marche - Vendita semestrale e usato garantito - Installazione impianti a GPL - Noleggio Auto

- Revisione - Elettrauto - Assistenza officina - Gommista

Via Cavin di Sala 72/A Mirano (Ve) - Tel. 041 5701190

www.autorombo.com


Rubriche

14

Pietre e leggende:

Il topazio imperiale e il Lago Magia Maurizio è un grande esperto di pietre, proveniente da una lunga tradizione di famiglia. Da bambino suo padre lo portava con sé nei giacimenti di pietre situati a Vila Rica do Ouro Preto, nella regione di Minas Gerais, in Brasile. E’ rimasto affascinato dalle gemme, dalla splendida cittadina di Ouro Preto (da qualche anno dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità) e dalle leggende brasiliane. Lo scorso febbraio, quando Maurizio è tornato dal Brasile, entusiasmato dalla straordinaria bellezza delle donne, dalle meravigliose spiagge di Copacabana e Ipanema, nonché dalla spettacolarità della Capoeira, il mio amico non ha resistito, mi ha telefonato e mi ha raccontato una storia nata nei pressi della città di Salvador, famosa per il lago Malvinas. Questo bellissimo lago dalle acque verdi, diventato per tutti il Lago Magia, fin da tempi lontanissimi ha risucchiato nel fondo molti uomini, attratti dalla bellezza dei suoi colori, specialmente nei pomeriggi di sole. Tant’è che quasi tutti coloro che vi si gettavano, morivano annegati, senza che i loro corpi venissero mai ritrovati. Ma i pochi che riuscivano a salvarsi testimoniavano di aver vissuto un’e-

sperienza incredibile: a portarli al largo nel punto in cui erano scomparsi era stata una sirena! Così da allora, per chiedere alla stupenda creatura di risparmiare la vita dei bagnati attirati dalle meravigliose acque del lago, a febbraio si celebra una festa in cui tutti gli abitanti della città le offrono dei doni e dei fiori. Una volta portati i regali al centro del bacino, gli uomini devono però ritornare sulla riva e aspettare un segno. Se la sirena avrà gradito gli omaggi, allora essi cadranno giù nel fondo e ci si potrà bagnare nelle sue acque per l’anno a venire. Se invece i regali riappariranno sulle sponde del lago, beh in questo caso allora sarà meglio non tuffarsi! Da sempre affascinato dalle vecchie storie, quando ho chiesto a Maurizio se avesse partecipato al rito e quale regalo avesse offerto alla padrona delle acque di Malvinas, lui mi ha risposto: “Per nulla al mondo avrei perso un’occasione del genere! Il lago era in-

cantevole quel giorno. E alla sirena ho offerto un topazio!” “Un topazio? E perché mai?” ho chiesto, stupito dalla sua scelta. “Perché mio padre possedeva una miniera dove si trovavano principalmente queste gemme! E poi secondo la leggenda il topazio fu regalato dagli dei all’uomo affinché capisse che nella profondità della Terra era possibile trovare il sole, se solo si avesse avuto costanza e determinazione nel cercare!” aveva risposto prima di salutarmi e lasciarmi alle mie riflessioni… Aveva ragione. Spesso immaginiamo il topazio nel colore del cielo, ma in natura questa gradazione è piuttosto rara e le attuali pietre azzurre vengono ottenute mediante un processo di radiazione a cui segue un lungo periodo di decontaminazione. Il topazio, infatti, principalmen-

Impresa Edile

Concollato Luca

Costruzioni e restauri

Via Gaffarello n. 46/ASant’Angelo di Santa Maria di Sala (VE) Cel. 3476032314

G

a cura di Luca Novello

te è una pietra giallo-dorata, che assume dei riflessi rosati quando si incontra nella qualità più bella, chiamata topazio imperiale. I più importanti giacimenti si trovano proprio in Brasile, e per questa sua colorazione è sempre stata considerata una pietra solare, capace di donare coraggio, forza e allegria. Tutte caratteristiche che incontriamo anche nel popolo brasiliano! Pertanto quale miglior regalo poteva essere fatto alla sirena del lago Magia? Pietra portafortuna del Leone nella varietà gialla, e invece il talismano dei Pesci nella varietà azzurra. Esiste anche nelle varianti rosa e arancione, seppur molto rare. La capacità di questa gemma è di rendere la mente meno aggressiva, intuitiva, rilassata ed equilibrata. Soprattutto è in grado di far prendere le giuste decisioni, e per questo sono convinto che la sirena abbia davvero apprezzato il dono del mio amico! E, così mentre chiudo la valigia pronto per partire per il mio prossimo viaggio in Oriente, immagino Maurizio sorridente e felice mentre nuota nelle verdi acque del lago, ricordando il tempo in cui era soltanto un bambino accompagnato per mano da suo padre in un Paese lontano…

a r t igiana a i r e t a l e le

Gelati Semifreddi Mignon Torte e... molto altro

Per ogni ricorrenza è posibile prenotare una speciale torta personalizzata e decorata

Stigliano di S. Maria di Sala (VE)


Rubriche

a cura del dott. Luigi Cazzaro

Sole, nei e melanoma

Il melanoma è il più conosciuto dei tumori cutanei anche se rappresenta solamente il 4% del totale. Origina dai melanociti che sono le cellule responsabili della colorazione della pelle e può espandersi in superficie o in profondità. Generalmente colpisce le persone tra i 30 e i 60 anni con una leggera prevalenza nelle donne dove spesso è localizzato agli arti inferiori, mentre nell’uomo si localizza più frequentemente al tronco. Fortunatamente è un tumore relativamente facile da individuare e guaribile con l’asportazione chirurgica se effettuata nelle fasi iniziali, ovvero quando è confinato negli strati più superficiali della pelle. Il primo passo per prevenire il melanoma è il controllo periodico dei nei. Bisogna osservare con attenzione il numero, la forma, il colore e le dimensioni. Ricordiamoci che non è automatico che i nei a rischio degenerino in melanoma, ma è comunque opportuno non sottovalutarli e osservare con attenzione le loro modificazioni. Vanno tenuti sotto osservazione quelli appena comparsi e che tendono a crescere velocemente di dimensioni, quelli congeniti molto grandi e quelli molto scuri. Altra cosa da tener presente è che non necessariamente i nei in rilievo siano più pericolosi di quelli piatti. Per controllare i nei può tornare utile la regola dell’ABCD. A = asimmetria: quando un neo diviso idealmente da una linea centrale presenta una metà diversa dall’altra. B = bordi: quelli irregolari e frastagliati sono più a rischio. C = colore: attenzione se sbiadisce, se sfuma o se cambia colore improvvisamente. D = dimensioni: se il diametro è maggiore di 6 millimetri. Ulteriore attenzione deve essere posta per i nei situati in zone a rischio, ovvero facilmente traumatizzabili dallo sfregamento degli indumenti, dalla spazzola, dal rasoio, ecc. Un discorso a parte merita il sole che è un elemento fondamentale per la vita e la crescita, soprattutto per una corretta formazione delle ossa e dello scheletro. Inoltre è indubbiamente piacevole e mette di buon umore. Queste cose però non devono trarre in inganno e farci trascurare

quelli che sono gli effetti dannosi di una eccessiva esposizione solare: è un importante fattore di rischio e di sviluppo per il melanoma. Il melanoma è prevenibile soprattutto grazie a un corretto comportamento durante l’esposizione al sole. Tra gli errori che vengono più frequentemente commessi troviamo la credenza che una volta abbronzati il rischio legato ai danni solari scompaia. A dire il vero non è proprio così perché l’abbronzatura è il meccanismo che viene messo in atto dalla nostra pelle per proteggersi, ma non rappresenta uno scudo totale verso i danni che possono provocare i raggi solari. Anche quando la pelle è ben “dorata” non ci si deve dimenticare di applicare una crema solare con un buon filtro protettivo più volte nell’arco della giornata, ma soprattutto prima e dopo esser stati in acqua. Ricordiamoci pure che non esistono creme solari che sono in grado di garantire una protezione veramente totale dai raggi solari. Quando questi sono troppo intensi, come avviene durante le ore centrali della giornata o a certe latitudini, è necessario cercare il riparo degli indumenti o mettersi all’ombra. Non dimentichiamoci che anche in montagna è necessario prestare attenzione e proteggersi perché in alta quota i raggi UV aumentano. E i bambini? I bambini sono particolarmente vulnerabili e fino a 3 anni è sconsigliata l’esposizione diretta alla luce solare e anche dopo deve essere comunque moderata e possibilmente limitata alle prime ore del mattino o al tardo pomeriggio, magari con la protezione di creme solari e indumenti. Un buon consiglio per preparare la pelle al sole è nutrirla dall’interno in modo corretto preferendo il consumo di alimenti ricchi di betacarotene che nell’organismo si trasforma in vitamina A: frutta e verdura di colore giallo/arancio (carote, albicocche, pesche, arance, melone, susine, ecc.) e verdura a foglia verde scuro (coste, spinaci, erbette, ecc,). Ricordiamoci che il betacarotene stimola la produzione di melanina e svolge un’azione antiossidante proteggendo la pelle dall’invecchiamento precoce.

libera associazione per i rapporti italo - croati

Via Giovanni XXIII, 11 - 30036 S. Maria di Sala (VE) Tel 3398192638

www.associazionelesina.org - mail: info@associazione lesina.org

15

Le Afte

a cura della dott.ssa Sonia Giacometti

Le afte sono lesioni molto dolorose della mucosa della bocca. Il dolore consiste quasi sempre in un bruciore intenso che può rendere difficile masticazione e deglutizione. L’aftosi è la malattia ulcerativa più diffusa del cavo orale, tanto da interessare dal 20 al 60% della popolazione. Si tratta di lesioni benigne che possono comparire a tutte le età, ma sono più frequenti nei giovani e hanno un’incidenza maggiore nel sesso femminile. In genere prendono una forma ovale, di dimensione variabile, colore bianco-giallastro e un alone eritematoso che si forma all’interno della cavità orale. La loro insorgenza è spesso preannunciata da una sensazione di bruciore che compare uno o due giorni prima nell’area in cui questa si manifesterà. Essa inizia con una piccola lesione rotondeggiante e si trasforma poi in una vescicola che si rompe dopo 24-48 ore. Nei casi più gravi possono oltrepassare il centimetro e la dimensione è proporzionale al grado di dolore provocato. La gran parte delle ulcere guarisce in 2-4 settimane, provocando un senso di spossatezza e malessere simile agli stati febbrili e difficoltà ad alimentarsi. Le cause non sono ancora note ma probabilmente sono collegate tra loro: psicosomatiche, allergiche, autoimmuni, ormonali, infettive, genetiche e dietetiche. In alcuni casi possono essere la conseguenza di traumi, quali morsicature durante la masticazione, o di un utilizzo troppo energetico dello spazzolino da denti, o per l’uso di apparecchi ortodontici e protesi dentarie. In soggetti predisposti, l’insorgenza sarebbe facilitata da un’alimentazione troppo ricca di alcolici, cibi piccanti, grassi animali, frutta secca, mostarda, formaggio e cioccolato, oppure alimenti troppo salati ma anche dalla carenza di alcuni minerali (zinco e ferro) e di vitamine (B12, acido folico o vitamina B9). Spesso le cause scatenanti possono essere lo stress, la stanchezza fisica, i cambi ormonali e temporali. Per quanto riguarda i rimedi, si raccomanda di integrare l’alimentazione con gli elementi in difetto. Per le altre cause non esiste un trattamento particolarmente efficace, anche se possono essere utili alimenti, integratori e medicinali capaci di aumentare l’efficienza fisica e immunitaria come vitamine, probiotici, minerali. Inoltre sulle lesioni si possono applicare rodotti a base di aloe vera, pianta dotata di azione antinfiammatoria e antisettica oppure preparati in gel a base di acido ialuronico che accellera la guarigione e previene la formazione di nuove afte. Utile può essere anche la propoli oppure l’applicazione di una bustina bagnata di tè che, grazie all’azione dell’acido tannico, rende più rapida la guarigione. L’uso dei collutori a base di clorexidina velocizza la guarigione e previene le infezioni batteriche e le complicanze secondarie. In presenza di afte molto dolorose, il ricorso ad antalgici può dare sollievo riducendo la sensazione di dolore, bruciore e fastidio. Si può intervenire anche con la lidocaina in soluzione o in pomata. Talvolta, nei casi più gravi si utilizzano anche antibiotici, utili quando ci sono numerose e grosse afte.


16

L’INCONTRO DI CARRARO CON PAPA FRANCESCO

“Una persona umile”

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: Associazione Culturale Gente Salese Via dei Tigli 10 - 30036 S. Maria di Sala Ve Tel. 041 486369 E-mail. redazione@gentesalese.com www.gentesalese.com DIRETTORE RESPONSABILE Graziano Busatto PRESIDENTE Liliana dal Lago ART DIRECTOR Manuel Rigo TIPOGRAFIA Grafiche Quattro Santa Maria di Sala (VE) Registraz. Tribunale di Venezia n° 770 - 17 gen 1984

Nel mese scorso in Vaticano, durante l’udienza generale, Papa Francesco ha incontrato Bruno Carraro vice presidente del Gruppo Sportivo Madonna del Ghisallo (patrona dei ciclisti) durante la quale è stata consegnata ufficialmente la richiesta di autorizzazione al Pontefice per il suo conferimento alla carica di presidente onorario del sodalizio. Carraro, che si occupa delle relazioni tra il benemerito Gruppo Sportivo di Magreglio (Como) e la Santa Sede, in passato

è stato corridore e fa anche parte dell’Associazione Azurri d’Italia. Il dirigente di Santa Maria di Sala pochi giorni prima dell’udienza di Papa Bergoglio era stato riconfermato alla vice presidenza del Madonna del Ghisallo per il quadriennio 2013-2016. Così come era avvenuto per il Papa Emerito Benedetto XVI, nel maggio del 2007, è stata ripetuta la procedura con Papa Francesco. “Il Santo Padre mi ha lasciato una enorme impressione - ha detto Carraro al termine dell’u-

dienza - . Lui è veramente uno di noi. Una persona straordinaria umile e disponibile che trasmette speranza, coraggio e fiducia. Quando gli ho consegnato la documentazione e ci siamo stretti la mano mi ha detto che era tutto a posto e non ci sarebbero stati problemi. Mi ha ringraziato con un sorriso che non potrò mai dimenticare”. La Giornata Nazionale della Bicicletta si svolgerà come sempre la seconda domenica di ottobre. Luciano Martellozzo

SIAMO PRESENTI NEI MERCATI DI: lunedì: Mirano (Ve) - Mogliano (Tv) martedì: Pianiga (Ve) - Marghera (Ve) mercoledì: Maerne (Ve) - Villorba (Tv) giovedì: Noale (Ve) - Istrana (Tv) venerdì: Martellago (Ve) - Silea (Tv) sabato: Fiesso d’Artico (Ve) - Vedelago (Tv) domenica: Camisano Vicentino (Vi) CON ASSORTIMENTO DI:

GASTRONOMIA - ROSTICCERIA FRIGGITORIA DAL 1964 STIGLIANO DI S. MARIA DI SALA (VE) Via Fracasso 22 Cell. 335 6327747 / Fax 041 2430815 E-mail: anticafattoria@vodafone.it

Crazy Sun di Barbara e Fabiana

Via Don Gallerani, 2 - Caltana (VE) - Tel. 041.5732508

Bernardi

Onoranze Funebri Via Desman, 139 S. Angelo di S. M. di Sala - tel. 041.487341

Dal 1 Settembre: Lunedì: 15.30 - 19.30. Da martedì a venerdì: 9.30-12.30 e 15.30-19.30 Sabato: 9.30-13.00 e 15.30-20.00


Gs agosto 2013