Page 1

Anno XXVII - N. 6 - 2010 MENSILE DI ATTUALITÀ CULTURA E INFORMAZIONE

www.gentesalese.com

redazione@gentesalese.com

Promossi con il 10 e uno con lode STIGLIANO E CASELLE Palestra e spogliatoi pronti per l'inaugurazione

SANT'ANGELO Pellegrini a Torino per la Sindone

CALCIO SALESE I Giovanissimi sul podio più alto


POLITICA

Il Centro scolastico divide il Consiglio I l bilancio di previsione 2010 ha avuto quest’anno un iter di approvazione tormentato: prima per l’attesa di capire come contabilizzare la T.I.A. dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha indirettamente sancito la natura di tributo (e quindi non soggetto ad IVA) del costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti fin qui considerata tassa, e poi per i “distinguo” politici sorti all’interno della maggioranza. Dopo la prima frattura emersa nel consiglio comunale del 23 febbraio che ha registrato una nuova maggioranza trasversale anti PAT (approvato in seconda convocazione il 24 febbraio) nei consigli comunali del 22 marzo e del 27 aprile si è ripetuto il copione nei riguardi del bilancio di previsione 2010 che la Giunta ha dovuto ritirare per evitarne la bocciatura. In questo caso i distinguo sono inaspettatamente emersi sulla prevista alienazione della vecchia scuola media (non anche la elementare come si tende ad insinuare) per completare il finanziamento del secondo stralcio del novo centro scolastico. A nulla sono valsi i tentativi di ricucitura del sindaco il 22 marzo e gli aggiustamenti proposti dall’assessore al bilancio il 27 aprile per venire incontro alle richieste del gruppo dissidente. In entrambe le sedute si è dovuto prendere atto della radicalizzazione delle posizioni e ritirare la delibera di bilancio. Il 24 maggio, alla fine, il bilancio è stato approvato con i voti della Lista Salese e di Giorgio Minto dopo che era stato radicalmente cambiato il piano finanziario del secondo stralcio dei lavori del centro Scolastico. (cfr riquadro) Piano finanziario che ha detto l’assessore Vanzetto “presenta una incertezza relativa all’effettivo realizzo del credito in contenzioso e necessita di una più puntuale va-

Piano finanziario II stralcio Centro scolastico (originario) Costo 3.167.000 967.000 Contributo Regionale già acquisito subordinatamente all'accorpamento delle due scuole (media ed elementare) ed alla dismissione-alienazione del vecchio plesso (solo scuola media).

Vendita scuola media

(dopo il trasloco sul nuovo plesso)

Mutuo

1.800.000 400.000

Questo piano presenta l'incognita del valore di realizzo della vecchia scuola media

Piano finanziario II stralcio Centro scolastico (approvato) Costo 3.167.000 967.000 Contributo Regionale già acquisito subordinatamente all'accorpamento delle due scuole (media ed elementare) ed alla dismissione-alienazione del vecchio plesso (solo scuola media).

Mutuo Incasso crediti in contenzioso

1.000.000 1.200.000

Questo secondo piano presenta una forte incognita sul realizzo dei crediti in contenzioso (causa non ancora a sentenza) ed inoltre allo stato attuale appare improponibile l'assunzione di un mutuo di tale livello che porterebbe allo sforamento del Patto di stabilità e vanificherebbe la politica di risanamento di bilancio perseguita in questi tre anni.

lutazione sulla capacità restituiva al momento di assumere un mutuo di tale importo. Ad ogni modo il piano potrà essere ancora rivisto o integrato da qui all’esecuzione dei lavori”. I dissidi interni alla Lista Salese, inaspettatamente emersi il 23 febbraio e che hanno prodotto una inedita maggioranza trasversale hanno consentito l’approvazione di una serie di provvedimenti proposti dalle opposizioni (rigenerate e compattate dall’insperato aiuto di alcuni consiglieri di maggioranza) tendenti a bloccare l’azione amministrativa della giunta a partire dalla adozione del PAT al quale è indissolubilmente legata la realizzazione del Centro Scolastico. In primis la modifica del regolamen-

to del Consiglio Comunale (approvato solo il 12.03.2008 con ben 19 voti favorevoli e 2 astenuti ma che evidentemente non va più bene) tesa ad imbrigliare l’esecutivo con nuove modalità di convocazione del consiglio Comunale e con l’innalzamento dei voti necessari per le deliberazioni consiliari in seconda convocazione. Altro significativo stop per la Giunta è arrivato, poi, dalla approvazione di una mozione presentata congiuntamente dal gruppo “Uniti per S. Maria di Sala” e dal gruppo “Per Crescere” (approvata anche dalla Lega Nord e dai consiglieri di maggioranza Arpi, Testolina, Ragazzo, Pegoraro e Merlo) che chiede di “sospendere temporaneamente l’iter per la realizzazione del progetto del nuovo

Centro Scolastico e nel contempo nominare una apposita commissione consiliare dove siano rappresentati almeno tutti i gruppi consiliari con lo scopo di effettuare un’approfondita analisi tecnico-economica su tutte le tematiche connesse” Mozione proposta solo ora quando il risultato appare a portata di mano e chiaramente pretestuosa visto che del centro scolastico se ne sta discutendo da oltre tre anni e che rischia di infliggere un colpo mortale al progetto del nuovo centro Scolastico perseguito con tenacia dalla maggioranza della “Lista Salese”. A questo punto è lecito domandarsi quali siano gli obiettivi di questa inedita ed innaturale coalizione che ha boicottato il PAT, approvato un regolamento vessatorio del Consiglio Comunale per imbrigliare ulteriormente l’azione della giunta; sospesa la realizzazione del nuovo Centro Scolastico; bocciato l’unico piano finanziario che allo stato attuale consente realisticamente di realizzare il secondo stralcio del centro Scolastico. Apertamente nessuno li dice, ma analizzando i fatti, ognuno potrà trarre le proprie conclusioni; certamente non sono il bene della cittadinanza che ha subito con questi giochetti il blocco per alcuni mesi dell'azione amministrativa ed uno stop all’iter di realizzazione del tanto atteso Centro Scolastico. Ai cittadini non resta che sperare sulle conclusioni della Commissione che vede anche l’apporto di rappresentanti esterni al Consiglio Comunale quali la Direzione Didattica, il Comitato Genitori e il Consiglio di Istituto che ci si augura possano dare un apporto obiettivo arrivando a delle conclusioni razionali e non condizionate da preconcette posizioni “politiche”. L.B.

DIRETTORE RESPONSABILE: GRAZIANO BUSATTO Direzione, Redazione e Amministrazione: Associazione Culturale “GENTE SALESE” Via dei Tigli, 10 - Santa Maria di Sala (Venezia) Telefono 041.486369 PRESIDENTE: LILIANA DAL LAGO Registrazione Tribunale di Venezia, n° 770 del 17 gennaio 1984 Tipografia: GRAFICHE QUATTRO S. Maria di Sala (VE)

2 Gente Salese N. 6 - 2010


BILANCIO DI PREVISIONE 2010 - Spese correnti Descrizione

La protesta dei genitori Lunedì 24 maggio, una rappresentanza dei genitori di tutti i plessi scolastici del comune ha aderito alla manifestazione organizzata dal Comitato Genitori, dimostrando agli amministratori tutta la delusione e la rabbia per la mancanza di chiarezza circa la volontà di realizzare il nuovo plesso scolastico. Dopo l'approvazione di un documanto da parte dei presenti si è raggiunta la sede comunale, dove i rappresentanti hanno letto e consegnato il comunicato con il quale si esprimeva l’indignazione dei genitori per quanto stava accadendo circa la realizzazione del Centro Scolastico e gli è stato chiesto di dare delle risposte certe alla carenza di spazi che affliggono le scuole del capoluogo e di comunicare il fantomatico “crono programma” relativo al nuovo plesso scolastico, cioè le varie scadenze temporali che erano state date per ogni fase in cui erano stati suddivisi i lavori. Il Sindaco ha affermato che l’iter per la costruzione del nuovo plesso, per quanto lo riguarda, prosegue ed ha invitato sostanzialmente a pazientare perché prima o poi i lavori inizieranno. Tali affermazioni hanno deluso i presenti sia per la loro genericità, che ovviamente non è servita a fare chiarezza e dare delle certezze, sia per la frettolosità con cui si è voluto chiudere l’incontro sottraendosi ad un democratico confronto negando quindi la possibilità di replica ai presenti. Ovviamente la questione per i genitori non si è certo chiusa così, e in mancanza di fatti concreti si tornerà sicuramente a farsi sentire nelle sedi e con i metodi, sempre ovviamente democratici, che si ritengono più opportuni. In seguito alla manifestazione il Comitato Genitori è stato invitato a partecipare, senza diritto di voto, ad una Commissione Consigliare Speciale istituita per effettuare un’analisi tecnico-economica in ordine alla realizzazione del Centro scolastico. Il Comitato Genitori ha deciso di partecipare a tale commissione con l’intento di vigilare sull’operato degli amministratori ed informare tutti i genitori su quanto accadrà. A tal proposito pare utile segnalare il sito www. comitatogenitorisala.it, dove sarà inserita una pagina con il resoconto di quanto verrà deciso nella suddetta commissione. Il Comitato di genitori

Approvato il Bilancio di previsione 2010

I

l 24 maggio scorso il Consiglio Comunale ha finalmente approvato il bilancio di previsione 2010 che, in sintesi, centra questi obiettivi: - Il Mantenimento dei servizi sugli attuali livelli senza costi aggiuntivi per i cittadini; - Lo Sviluppo soprattutto nella parte assistenziale relativamente alle famiglie più in difficoltà e delle manutenzioni ordinarie e straordinarie del territorio; - Realizzazione e completamento delle opere pubbliche e di quelle di nuova programmazione (ampliamento scuola elementare Caselle, ricostruzione del Ponte Armati, ampliamento del magazzino comunale ecc.) ed all’assetto del territorio con il completamento dell’iter di adozione del P.A.T. e del Piano degli Interventi. “E’ questo il terzo bilancio della nostra amministrazione -ha esordito l’assessore Vanzetto- che si appresta ad affrontare un altro anno molto difficile per i più pericolosi colpi di coda della crisi economica che inevitabilmente si ripercuoteranno sulla vita sociale della nostra comunità. Per questo -ha proseguito l’assessoreabbiamo aumentato le risorse del settore sociale portandole a 1.731.900 euro e prevedendo degli stanziamenti straordinari a favore delle famiglie in difficoltà per circa 80 mila euro.” Entrate Tributarie La manovra di bilancio non prevede alcuna variazione di imposte, addizionali comunali, diritti, tasse e tariffe per i servizi a domanda individuale ed in particolar modo sono rimaste invariate le tariffe dei servizi mensa e trasporto scolastico il cui costo sta progressivamente spostandosi a carico della Amministrazione. Aumenterà, invece, di circa il 3% il costo della raccolta e smaltimento dei rifiuti prevalentemente per l’ effetto della indicizzazione di alcuni servizi. Spese e Trasferimenti Nel bilancio trovano anche conferma i contributi alla scuola, alle scuole materne ed asili integrati, così come è stato confermato, nonostante il drastico calo degli oneri di urbanizzazione, il fondo di 36 mila euro annui

Generali di Amministrazione Polizia locale Istruzione Pubblica Cultura Sport e attività ricreative Sviluppo turistico Viabilità Territorio e ambiente Servizi Sociali Sviluppo Economico TOTALI

Assestato 2009

Preventivo 2010

3.016.600 2.985.900 312.500 318.300 1.075.000 1.149.200 256.100 212.700 231.000 300.800 1.000 2.000 939.200 856.300 2.148.400 2.535.100 1.593.100 1.731.900 36.500 37.500 9.609.400 10.129.700

della parte di oneri per finanziare gli interventi delle nostre parrocchie sugli edifici di culto (stesso importo di quando gli oneri di urbanizzazione superavano abbondantemente il milione di euro). Sul versante degli investimenti sono stati programmati lavori per una spesa di c.a 1.700.000 euro (somma massima spendibile consentita dal Patto di Stabilità). Obiettivi finanziari L’Assessore, nella sua relazione, ha evidenziato come siano stati raggiunti gli obiettivi di natura finanziaria indicati fin dal costituirsi della amministrazione: gestione dello swap, che è stato estinto nei primi giorni del 2009; riduzione dell’indebitamento che aveva raggiunto fra il 2006 ed il 2007 livelli pari al 222% delle entrate correnti e che al 31.12.2010 si assesterà su una cifra vicina 130% delle entrate correnti con l’abbattimento dello stock del 20%; riportare in equilibrio il bilancio comunale nella sua parte corrente che si era avvitata su una spirale di crescente deficit via via ripianato con l'utilizzo altrettanto crescente degli oneri di urbanizzazione. "In questo esercizio 2010 -ha affermato Vanzetto- raggiungeremo il quasi totale equilibrio (le entrate correnti e ricorrenti coprono interamente le spese correnti e ripetitive)… Abbiamo utilizzato in parte corrente solo 100.000 euro di oneri di urbanizzazione”. Ricordiamo che nel 2007 gli oneri utilizzati a copertura delle spese correnti avevano raggiunto l'insostenibile cifra di 600.000 euro. È chiaro come l’estinzione dello swap e la massiccia manovra di estinzione anticipata dei mutui perseguita in questi anni dall’assessore al bilancio, abbia portato la rata annua di ammortamento del debito da 1.528.000 del 2007 agli attuali 1.178.000 euro; risparmio che sarà particolarmente utile visti i tempi di ristrettezze che si preannunciano. L.B.

Gente Salese N. 6 - 2010

3


CRONACA

Lavori Pubblici: A luglio l'inaugurazione della palestra di Stigliano e degli spogliatoi di Caselle

D

ue importanti opere pubbliche vengono inaugurate a S. Maria di Sala nel mese di luglio: si tratta della palestra di Stigliano (nella foto a destra), ultimata in anticipo sui tempi previsti, che verrà inaugurata venerdì 16 luglio alle ore 20.00. Così come la messa in sicurezza della fermata dell’autobus sulla Statale Noalese a Stigliano, partita in ritardo per i prolungati tempi di approvazione del bilancio 2010. Venerdì 23 luglio alle ore 20.00, verranno inaugurati gli spogliatoi dei campi di calcetto di Caselle. A Stigliano, a lavori ultimati l’ingresso del Paese appare più ordinato e nobilitato dall’importante edificio della palestra che presenta linee

semplici e pulite e bene si inserisce nel contesto. La scuola, dal canto suo, oltre ad aver acquisito nuovi spazi per la didattica ed i servizi, ha anche un'importante area verde di cui potranno beneficiare i bambini. La palestra di Stgliano è il 1° edificio pubblico comunale a S. Maria di Sala ad ospitare nel tetto un impianto fotovoltaico per la produzione di 5,5 KW che andranno a soddisfare parzialmente il fabbisogno energetico del complesso. Un nuovo impianto solare garantirà, infine, la totale richiesta di acqua calda per l’uso dell’intero complesso. In questi giorni fremono i lavori di rifinitura esterna e l'installazione delle attrezzature per le attività ginniche varie.

Caselle de' Ruffi: gli spogliatoi dei campi di calcetto

I nostri servizi sono: ❏ Vendita nuovo, Km 0 e multimarche

❏ Vendita semestrale e usato garantito

❏ Assistenza officina

❏ Elettrauto

❏ Servizio pneumatici

❏ Revisione

Via Cavin di Sala, 72/a - MIRANO (VE) - Tel. 041 5701190 E-mail: autorombo@tin.it

4 Gente Salese N. 6 - 2010

Stigliano: la nuova palestra

A Caselle, venerdì 23 luglio, alle ore 20.00, verranno inaugurati gli spogliatoi per i campi da calcetto (nella foto in basso a sinistra), dotati degli indispensabili servizi, potranno essere finalmente pienamente utilizzati dai nostri sportivi. Anche questo nuovo edificio è dotato di impianto solare per la produzione dell’acqua calda necessaria ai servizi degli spogliatoi A Sant’Angelo è a buon punto l’ampliamento della scuola elementare: si stanno effettuando in questi giorni (terminate le lezioni) i collegamenti fra le vecchie e le nuove parti. I lavori dovrebbero essere ultimati entro l’estate per poter partire col nuovo anno scolastico con la completa agibilità del rinnovato plesso scolastico. Il vecchio edificio è stato ampliato ad ovest con la costruzione di due nuove aule e due stanze per servizi accessori. Ad est, invece, è stata realizzata la sopraelevazione dei servizi fra la scuola e la palestra che ospiterà

la nuova mensa (dalle dimensioni di due aule) e la sala insegnanti. In ritardo rispetto ai tempi previsti, appaiono i lavori di sistemazione viaria. Sono comunque in funzione le rotatorie agli ingressi est ed ovest del Paese ed è stata avviata la simulazione sperimentale della aiuola spartitraffico centrale. Se questi sono i cantieri in via di ultimazione, altri ne stanno per partire. In pool position, ci dice l’assessore ai lavori pubblici Michele Granziero, c’è l’intervento sul lato ovest di Via Marinoni dalla chiesa fino a Via Filzi (parcheggio autobus). I lavori prevedono il rifacimento dell’attuale marciapiede dissestato e l’esecuzione di un nuovo tratto di circa 120 metri. L’avvio della procedura di appalto di questi lavori, come quelli di riasfaltatura di Via Cavin Caselle (lato est) è partito in ritardo sul programma originario in attesa della difficile approvazione del bilancio 2010 avvenuta solo a fine dello scorso mese di maggio.


CRONACA

Il fascino del legno per abbellire la casa

L'

Industria Piarottolegno Spa, azienda veneta leader nella lavorazione del legno, apre sabato 3 luglio con l’inaugurazione ufficiale alle 11 seguita dal rinfresco, il proprio outlet a S. Maria di Sala in via Noalese, 160, città natale del marchio a pochi chilometri dal centro, nei pressi del quartier generale dell'azienda. Un'ampia superficie accoglie i prodotti Piarottolegno, appositamente raggruppati in aree distinte: pannelli, mensole, piani di lavoro, montanti, listoni, traversi, tavole, legna da brucio e pellet. Tutto rigorosamente legno massiccio (ontano, faggio, rovere, noce, acero, frassino, mogano, noce, ciliegio, iroko, zebrano e wengè) e lavorato con la professionalità della tradizione della piarottolegno, che attraverso la sapiente

Carlos Skladanow, un italo-argentino, ha creato "Doma", un angolo di Argentina creatività dei designer, hanno elaborato soluzioni originali ed inedite tali da lasciar stupire anche i più qualificati intenditori. Infatti i designer della Piarottolegno hanno saputo coniugare la bellezza e il calore delle varie essenze del legno con la creatività dando vita a sofisticati pannelli lamellari massicci che rendono qualsiasi ambiente caldo, raffinato e di prestigio. Già dalle foto vien voglia di accarezzare la superficie liscia e oleata. Tutto il materiale in esposizione è , soprattutto, per artigiani e hobbisti che sappiano lavorare il legno: si possono trovare, a prezzi veramente eccezionali, legno stagionato e che è frutto di residui di magazzino, di partite non completamente smaltite, di scarti di lavorazione e incollati tra loro che formano dei pannelli di grande pregio e di impatto visivo che solo la bellezza del legno, nella varie tonalità ed essenze, riesce a regalare all’osservatore anche più distratto. Non ci resta che visitare il nuovo outlet che farà crescere in ognuno la voglia di inserire nella nostra casa un tocco affascinante di classe che il legno riesce a profondere in ogni ambiente.

C’

è un angolo di Argentina da pochi giorni a Santa Maria di Sala. In via Noalese 67, infatti, ha aperto i battenti il ristorante “La Doma Argentina”, locale nato dalla passione di Carlos Skladanowski, un italo-argentino che è passato in un batter d’occhio dalla passione per la fotografia a quella per i fornelli, coinvolgendo in questo suo progetto tutta la famiglia. Si dirà: un nuovo ristorante nato sulla scorta dei tanti ristoranti di ispirazione sudamericana nati in questi ultimi anni. Le cose, invece, stanno diversamente, perchè alla “Doma” l’atmosfera è diversa, a cominciare dalle scelte fatte in fase di allestimento: pannelli con tangueros, accessori da gaucho alle pareti, una bacheca dove è possibile ammirare il necessario per gustare il mate, la tipica bevanda delle pampas. E poi una chicca al piano superiore: una sala che ospita immagini dei grandi dello sport argentino, da Xavier Zanetti a Carlos Monzon, da Juan Manuel Fangio ai Pumas, la nazionale di rugby argen-

tina. Questa è la cornice, ma poi c’è la sostanza, ovvero l’offerta gastronomica: all’inaugurazione, alla quale tra l’altro hanno partecipato personalità delle istituzioni e del mondo dello sport quali De Piccoli Francesco (medaglia d’oro olimpica), Favaro Luciano (giocatore della Juventus), Scaglia Diego (giocatore della Nazionale Italiana Rugby), il Sindaco Paolo Bertoldo con alcuni assessori, è stato possibile gustare piatti di carne di ottimo livello, cucinati con sapienza. Gusti forti, che talvolta hanno fornito suggestioni al palato difformi rispetto alla tradizione enogastronomica nostrana. La “Doma Argentina”, insomma, si propone non solo come un’alternativa per le serate ma anche come un presidio del gusto. Un’occasione per assaporare, senza fare troppa strada, l’atmosfera più verace dell’Argentina. Paese dove la gran parte degli abitanti è di origine italiana e tra questi i veneti di seconda o terza generazione sono predominanti. M.T.

Gente Salese N. 6 -2010

5


CRONACA

Anche a Stigliano il Grest anima l'estate dei ragazzi

D

opo circa dieci anni di assenza, è ritornato il Grest a Stigliano. L’idea è nata da un piccolo gruppo di mamme del paese con l’intento di stimolare i ragazzi a vivere in gruppo e ad apprezzare le piccole cose della quotidianità. All’inizio è stato difficile perché, non avendo mai avuto esperienze di questo tipo, tutti gli organizzatori hanno dovuto darsi vera-

mente da fare per questa piccola grande iniziativa che ha avuto però un notevole successo da tutti i punti di vista ... L’idea di partecipare ha allettato un po’ tutti i ragazzi del paese, che si sono iscritti piacevolmente per un totale di 36 ragazzi/e. In paese tutti sono molto contenti e soddisfatti di tutto ciò perché, anche in una piccola comunità, si è riusciti a sviluppare questa idea che,

Tempo di vacanze anche per i nonni

U

n buon numero di nostri concittadini, anche quest’anno, ha trascorso le vacanze estive a Fiera di Primiero. L’Assessore ai Servizi Sociali Primo Bertoldo è andato a fargli visita trascorrendo qualche ora in loro compagnia. Con l’occasione ha portato i saluti del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale e gli auguri di una serena vacanza. Ha anche distribuito a ciascuno un piccolo pensiero e una foto a

ricordo delle vacanze della scorsa stagione. Tutti i partecipanti hanno espresso i ringraziamenti per la gradita visita e dimostrato apprezzamento per i piccoli ma significativi omaggi ricevuti.

nonostante tutti gli ostacoli, è stata molto apprezzata e partecipata! La costanza, l’impegno e la disponibilità degli animatori verranno premiati la sera del 26

Il meteo è di casa a Sant'Angelo www.meteosantangelo.it è in rete ormai da un anno ed è interamente dedicato alla rilevazione ed analisi del tempo atmosferico, offrendo ai visitatori le previsioni meteo in tempo reale. Gli artefici sono Adriano Zagagnin e Daniel Montin, due appassionati di metereologia residenti a Sant’Angelo. Nel sito si può consultare la stazione meteo Davis, inserita anche nella nota rete di MeteoNetwork-Centro Epson Meteo e operativa 24 ore su 24, che riesce a visualizzare tutti i dati meteo in pochi e semplici passaggi. E’ composta da un Pluviometro, un indicatore che rileva quotidianamente la pioggia caduta, un Termoigrometro, un rilevatore della

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

6 Gente Salese N. 6 - 2010

giugno 2010 con una bellissima esibizione di tutte le attività svolte durante queste due settimane! Il gruppo parrocchiale di Stigliano

di Zanchin O. & Bertocco M. Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Caltana - Via Caltana, 10/A Tel. e Fax 041/5731603

temperatura, umidità, pressione atmosferica e punto di rugiada ed un Anemometro, strumento utilizzato per la rilevazione della velocità del vento. A breve sarà aggiunta una seconda stazione. Nel sito sono inseriti anche i dati di Radar e Satelliti e si possono inoltre consultare i Report mensili di tutti i dati rilevati. E’ presente, infine, anche una Webcam professionale per la meteorologia collegata anch’essa in Internet 24 ore su 24. Qualche dato? Sono in media 1200 i visitatori al mese e possiamo affermare che per noi è un ottimo risultato e speriamo che il numero aumenti.


CRONACA

L'AVIS di Caltana conferma il suo altruismo e la solidarietà Oltre al sangue ha donato un defibrillatore alla Protezione Civile

D

omenica 13 Giugno scorso, Caltana ha festeggiato i donatori di sangue. La giornata è iniziata con la sfilata, per le vie del paese, e la deposizione della corona d'alloro al monumento dei caduti seguita dall'alza bandiera. La S. Messa, molto partecipata e accompagnata dai canti del Coro di Caltana, è stata celebrata dal parroco don Luigi. E l’AVIS di Caltana, ancora una volta ha dimostrato la sua sensibilità al prossimo, offrendo alla Protezione Civile, presente in forze e con il Presidente Luca Nebradiga, di un defibrillatore

portatile da utilizzare in caso di interventi di protezione civile e strumento necessario per ridare vita dopo un arresto cardiaco. Il Sindaco Paolo Bertoldo, presente unitamente all’Assessore ai Servizi Sociali Primo Bertoldo e ad altri Amministratori, ha ringraziato tutti gli avisini perchè nella gratuità e nell'anonimato

del dono del sangue, riescono a salvare molte vite umane. Poi, riferendosi al defibrillatore regalato dall'Avis alla Protezione Civile, ha evidenziato come queste due associazioni, pur nella loro autonomia, dimostrano appieno la loro solidarietà come il principio fisico dei vasi comunicanti, nell'unico intento di aiutare il prossimo. Sono seguite le premiazioni degli numerosi Avisini con la consegna dei riconoscimenti ai donatori, consistente in medaglie di rame, d’argento, d’argento dorato e d’oro e rubini, in relazione al numero di donazione erogate.

"Ala Salese" tra spettacolo e onore ai Bersaglieri

D

omenica 6 Giugno scorso è stata una giornata di festa per ALA SALESE di Via Lusore a S. Maria di Sala in occasione del V memorial Luciano Carraro e 18° Raduno dell’aria. Vi sono state esibizioni dimostrative di elicotteri, aerei, deltaplani, biplani, paramotori e ultraleggeri che hanno entusiasmato i numerosi affezionati e i cittadini presenti. Particolarmente apprezzate le esibizioni degli aerei che hanno sor-

PERIODO DAL AL

volato il corteo della Festa dei Bersaglieri a S. Angelo e della Pattuglia con i colori Nazionali che ha ripetutamente sorvolato Villa Farsetti. Il Sindaco Paolo Bertoldo che, unitamente all’Assessore Primo Bertoldo, ha fatto visita ad ALA SALESE, si è complimentato con organizzatori e piloti e ha ringraziato il presidente Costantino Rigo per la disponibilità

dimostrata e per i momenti di vero spettacolo aereo offerto. P.B.

ESAME DI 3ª MEDIA

Otto promossi con il 10 e Nicola Pavan con la lode

P

oche ore prima di chiudere il numero di Giugno di Gente Salese siamo riusciti a fotografare e a parlare con gli otto studenti della 3ª Media che sono stati licenziati all'esame di stato con il 10. Abbiamo dedicato loro la copertina, come anteprima assoluta, lasciando spazio ad ognuno, per la fotografia singola e l'intervista, nel prossimo numero di luglio. A tutti i promossi vanno le congratulazioni e i complimenti della redazione, dei loro genitori, degli amici e tutti voi lettori. Nicola Pavan (3ª D) è stato licenziato con 10 e lode (nella foto). Gli altri, promossi con il 10, sono: Katia Boesso (3ª A), Margherita Borgato (3ª B), Alice Basso (3ª C), Alberto Gobbin (3ª D), Gabriele Pesce, Riccardo Scapin e Silvia Simioni (3ª E). Nel prossimo numero le foto, le interviste e i commenti.

TURNI DELLE FARMACIE Città

Farmacia

Città

Farmacia

Città

Farmacia

25 GIUGNO

2 LUGLIO

ZIANIGO

EREDI GIANTIN

MARTELLAGO

TREVISANI

BOJON

GRIGOLETTO

SPINEA

VOLPATO N:

MIRA PORTE

LIBRALESSO

RIO S. MARTINO

CHIMENTI

9 LUGLIO

9 LUGLIO

16 LUGLIO

MIRANO

SANSONI

ROBEGANO

PENZO

PIANIGA

ZOTTI SNC

23 LUGLIO

CASELLE

DORIGO

FIESSO D'ARTICO

CATTIN

SPINEA

CAMOZZI SNC

30 LUGLIO

MIRANO

ROSSI

GAMBARARE

VIANELLO

STRA

MORI

6 AGOSTO

SPINEA

COMUNALE

ORIAGO

COMUNALE

DOLO

CARUSO

13 AGOSTO

MIRANO

VOLPATO E.

FIESSO D'ARTICO

PAVAN

CAMPONOGARA

DAVI'

2 LUGLIO

16 LUGLIO 23 LUGLIO 30 LUGLIO 6 AGOSTO

Gente Salese N. 6 -2010

7


8 Gente Salese N. 6 - 2010


IL CONFRONTO Una mamma ci scrive Gentilissima Redazione, a volte i nostri ragazzi, al di là delle comuni difficoltà di comunicazione che caratterizzano il baratro generazionale fra genitori e figli, sono, però, anche in grado di stupirci con considerazioni critiche sulla società, scritte (non più a penna, ma a PC..) con passione e freschezza. Perchè non dedicare anche a loro una piccola rubrica nella nostra Rivista, magari intitolata “Confronto”, che possa, periodicamente, accogliere qualche breve articolo scritto dagli adolescenti? Forse potrebbe incentivare la voglia di andare contro-tendenza e riscoprire il piacere (non scolastico e non “sms” criptato) della scrittura. Lettera firmata Gentile lettrice, la sua idea mi piace e possiamo provare. Vediamo la reazione dei giovani. Credo che valga la pena di provare. Dall'idea di questa mamma rivolgiamo l'invito ai giovani a voler esprimere, in questo spazio a loro dedicato del "Confronto" i propri pensieri ed idee per arricchire un dibattito di crescita culturale e sociale. Iniziamo con quello di G. che vuole rimanere nell'anonimato.

TV: SCADENDO O SCADUTA? S empre più spesso, negli ultimi tempi, si mette sotto accusa la televisione, a causa della sua leggerezza nella scelta di programmi spesso stupidi e non certo educativi. Ora, non che sia compito del piccolo schermo mettere in guardia i giovani sul loro futuro, né tanto meno che debba essere una sua prerogativa quella di essere divulgatore di cultura, ma io penso che certe volte la tv dei nostri giorni scada proprio sotto ogni aspetto. La tv di intrattenimento, nella fattispecie, comprende oramai solamente reality show, brutte copie di programmi americani riproposti e rivisti già migliaia di volte, o improbabili quiz televisivi sotto la guida di presentatori eccentrici e di vallette svestite che animano la conduzione con le loro moine. Gli effetti inflitti sul pubblico sono inequivocabilmente terrificanti. Nonostante sia palese che ciò che si vede in programmi del genere sia sciocco e vuoto di un qualsiasi significato, la gente quando torna a casa la sera, ma soprattutto i giovani che gestiscono la propria televisione ventiquattrore su ventiquattro, si abbandonano alla vista di ogni cosa, scadente o non scadente che sia.

Purtroppo oggigiorno programmi intelligenti sono più unici che rari e spesso sono trasmessi a orari di bassa audience, come le undici di sera, o le due di notte. Ma perché siamo passati da una tv di intrattenimento del valore di Carosello, nel quale intervenivano cantanti e showman della portata della grande Mina, alle porcherie che i grandi network propongono di questi tempi? Per inseguire l'audience, i programmi si conformano ai gusti e alla cultura dei telespettatori meno esigenti, ma secondo me questo ha poco di vero, perché se il lavoratore medio, che torna a casa stanco la sera, trovasse la voglia di cambiar canale di fronte alle battute di cattivo gusto di certi presentatori, o la casalinga alle due del pomeriggio si imponesse di non sorbirsi fiction inutili, l'audience calerebbe e programmi stupidi come questi forse smetterebbero di essere mandati in onda.

La tv dei reality mostra un mondo falso e superficiale e la visione di questa da parte di un pubblico giovane non fa che alterare la sua idea di civiltà, i contenuti delle sue discussioni, il suo modo di pensare e di interloquire col mondo. Violenza, sbandierata a non finire nei telegiornali, i quali non fanno altro che trattare di cronaca nera, se non del matrimonio fra Katy Holmes e Tom Cruise, ma anche volgarità, di cui sono un chiaro esempio anche trasmissioni in onda alle cinque del pomeriggio, sono il pane quotidiano degli italiani. La tv rispecchia la società in cui viviamo? Io credo proprio di no. Personalmente non ritengo di far parte della cerchia dei telespettatori schiavi del televoto e ansiosi di accendere il proprio televisore su canali vuoti di contenuti e banali. La tv ha visibilmente abbassato i suoi livelli, ma questo non vuol dire che in un futuro non lontano, non possa allargare i propri orizzonti e sfatare così anche il mito di una società stupida. I giovani non sono stupidi. Stupidi, o per meglio dire, estremamente scaltri, sono i Mass Media che sanno giocare sul mercato. G.

Gente Salese N. 6 -2010

9


cronaca

Sante Schiavon nato a S. Maria di Sala L'arte del ricamo tra i "MILLE" volontari con Garibaldi legato a

S

ono iniziati il 5 maggio i festeggiamenti dei 150 anni dell’unità d’Italia che si compiranno nel 2011. L’inizio dei festeggiamenti è coinciso con la ricorrenza della partenza dei Mille il 5 maggio 1860 dallo scoglio di Quarto. L’armistizio di Villafranca dell’11 luglio 1859, che pose termine alla seconda guerra di indipendenza, e le conseguenti cessioni alla Francia di Nizza e della Savoia avevano screditato la politica piemontese e l’immagine dei Savoia agli occhi dell’opinione pubblica italiana. Con questo clima nella primavera del 1860 sembrava più facile una iniziativa democratico-repubblicana che poteva agire al di fuori di ogni impedimento diplomatico e poteva contare sulla enorme popolarità di Garibaldi. Il 5 maggio iniziò così l’avventura di Garibaldi con i mille volontari raccolti fra la classe media italiana che aveva aderito entusiasticamente agli ideali di Mazzini, Cattaneo, Pisacane ed agli altri numerosi patrioti del risorgimento italiano. In effetti il numero preciso di coloro che si imbarcarono sulle navi a vapore Lombardo e Piemonte era di 1088 uomini ed una donna: Rosalia Montmasson (moglie di Francesco Crispi, uno dei capi della sinistra e fra i fautori della spedizione). La provenienza politica dei volontari era essenzialmente di sinistra mentre

L'imbarco notturno dei Mille a Quarto, il 5 maggio 1860

10 Gente Salese N. 6 - 2010

quella sociale era costituita per metà circa da professionisti ed intellettuali e per l’altra metà da artigiani, commercianti e qualche operaio. Sicuramente mancava il “popolino” ed i contadini. La gran parte dei volontari era costituita da lombardi ma vi erano anche 194 veneti e fra questi Sante Schiavon fu Giuseppe, “nato a Santa Maria di Sala nel 1827, (già) residente a Cagliari (nel 1864), morto allo Spedale Maggiore di Milano.” La notizia della presenza di un nostro concittadino fra i Mille ci viene tramandata della pubblicazione della lista dei garibaldini avvenuta nel 1864 a cura del Comitato di Stato istituito per determinare quanti e chi realmente fossero i protagonisti della storica spedizione. In quegli stessi anni che seguirono l’unità d’Italia il fotografo Alessandro Pavia realizzò l’Album dei Mille con l’intendo di raccogliere tutti i ritratti dei protagonisti della spedizione. Purtroppo nell’Album (ripubblicato nel 2004) manca la foto del nostro concittadino Sante Schiavon. Di Sante non abbiamo altre notizie se non quella traccia lasciata sui registri parrocchiali del Capoluogo dove venne battezzato nel 1827. Nella storica ricorrenza sarebbe auspicabile che la figura di questo nostro concittadino venisse riscoperta e adeguatamente valorizzata. G.V.

"Fili del Tesoro"

D

a diversi anni alcuni gruppi di amiche con l’aiuto di Giuliana Vieni, come coordinatrice, si incontravano autonomamente per esprimere il loro amore per l’arte del ricamo. Quasi tutte autodidatte, riuscivano con buon gusto, passione e intelligenza a creare dei buoni lavori, finché sentirono l’urgenza di dar sostegno alle loro innate qualità migliorando tecnica e metodo di lavoro. Nacquero così i primi corsi “strutturati”, con l’obiettivo cioè di approfondire la tecnica con le migliori maestre che il mondo del ricamo proponeva. L’incontro con la maestra di reticello, Maria Del Popolo, fu determinante perché aprì, per molte, un nuovo orizzonte senza tuttavia tralasciare altri punti classici che conoscevano. La maggior sicurezza e la gioia di veder eseguiti i nuovi progetti, ammirati da amici e conoscenti, resero i partecipanti consapevoli di poter far conoscere e diffondere un’arte, quella del ricamo, che tanto deve al cuore, all’intelligenza e alle mani di tante donne di ogni ceto e di ogni epoca. Nacque così l'associazione di promozione sociale “I Fili del Tesoro” che ha come scopo quello di: …….diffondere e far conoscere l’arte del ricamo e del merletto e la loro storia, in particolare del pizzo ad ago conosciuto come Reticello Antico… attraverso l’organizzazione di mostre.. di corsi al fine di permettere a chiunque lo desiderasse, di poter apprenderne la tecnica ed impedirne la possibile scomparsa dalla nostra cultura…” Per rispettare questi principi e adempierne le finalità, l’Associazione in questi suoi pochi anni di vita, ha offerto la sua collaborazione a eventi organizzati a Salzano, sede dell’Associazione e in alcuni comuni limitrofi, quali Mira, Spinea e Santa Maria di Sala. Ha organizzato dimostrazioni con lavori già eseguiti in esposizione nazionali come a Rimini nel 2007. Ha partecipato a eventi nazionali a Valtopina (PG) nel 2008 e nel 2009 vincendo il 1° premio nella sezione ricamo classico; a Vicenza nell’esposizione Abilmente del 2008 e 2009. Inoltre ha collaborato e tuttora collabora con le riviste specialistiche nazionali quali RICAMO ITALIANO e RAKAM. Ha organizzato e organizza sia stages di insegnamento e perfezionamento con la formula del full-immersion, sia corsi annuali presso la sua sede di Salzano e in altre sedi locali. Collaborando con scuole e associazione che organizzano corsi di ricamo, è emersa l’esigenza di trovare un modo per coordinare queste esperienze e poter, seguendo tempi e procedure adatte allo scopo, interagire assieme agli Enti locali e alle Istituzioni presenti in loco al fine di salvaguardare e, laddove possibile, ampliare questo patrimonio culturale che appartiene a tutti e che rappresenta un lungo filo bianco che lega le generazioni da tempo immemorabile.


Pellegrini di Sant'Angelo alla Sindone a Torino G iovedì 22 aprile per alcuni parrocchiani di S.Angelo di Sala è stata una giornata impegnativa ma ricca di fede, devozione e condivisione. Per quel giorno infatti è stata organizzata un’uscita-pellegrinaggio verso l’ostensione della Sacra Sindone a Torino. Partiti di buon mattino, i pellegrini si sono diretti verso Colle don Bosco, cioè nei luoghi natali e di famiglia del grande santo e patrono dei giovani Giovanni Bosco. Lì ci ha accolti un sacerdote salesiano che ci ha parlato sui primi anni di vita del santo e di come trascorreva le sue gior-

nate: in preghiera, gioco, canto e amicizia. Da lui dovremmo reimparare! La visita ai luoghi cari è stata semplice e ordinata e carica di nostra curiosità e di devozione. Abbiamo poi preso un ottimo pranzo presso il ristoro del santuario intitolato a Mamma Margherita, la Serva di Dio madre di don Bosco la quale fu anche la prima catechista dei ragazzi accolti da don Bosco nel suo primo oratorio a Torino. Dopo poca strada, arrivando a Torino, si avvertiva l’eccezionalità dell’evento: pullman ovunque, ondate di pellegrini sulle strisce pedonali, flotte di gendarmi. Fi-

nalmente eravamo arrivati anche noi a Torino; quella Torino depositaria di quella insigne reliquia che crediamo essere il sudario di Cristo. L’emozione era grande quanto la lunghezza della fila di persone in entrata. Ma l’efficiente organizzazione di quest’ostensione permetteva di essere veloci nel percorso e essere preparati alla visione dal sacro telo con una

Un pomeriggio insieme vivendo appieno il senso di comunità S

pesso le buone notizie non fanno “rumore”, ma stavolta vogliamo raccontarvi una bella esperienza di comunità a Sant'Angelo di Sala dove gli animatori del coretto "Piccole Note" hanno creato un momento di festa per far riscoprire il gusto dello stare insieme come comunità. È stato possibile grazie alla collaborazione e disponibilità della comunità delle suore imeldine che vive e collabora nella nostra parrocchia. Sabato pomeriggio 1 maggio sono state coinvolte famiglie, bambini, suore e amici, presso il curatissimo parco fiorito delle suore nella casa Villa Talamini, e sono stati presentati i momenti di gioia del mese mariano: - il fioretto serale nelle nove contrade della parrocchia; - l’appuntamento dalle suore per la recita del rosario tutte le sere;

- le S. Messe per le contrade; -la Prima Comunione dei bambini della 4ª primaria; - i matrimoni e i battesimi che ci legano più intimamente alla vera vite; - la festa della beata Imelda, stimolo dell’amore verso Gesù Eucaristia; - la testimonianza missionaria di don Luigi Piotto che opera in Madagascar; - la solennità di Pentecoste, primizia della Chiesa aperta al prossimo; - la festa della mamma e in particolare della mamma per eccellenza Maria alla quale è stata dedicato questo bellissimo mese di maggio. C’è stato il momento di suor Leonia venuta dalla comunità imeldina di Ormelle che con il suo slogan “AMARE GESÙ”, ci ha portato la sua testimonianza d’amore verso Gesù Eucaristico. Dopo questo momento di riflessione, il coro "Piccole Note" ha intrattenuto i

presenti con bellissimi canti dedicati a Maria e anche alla beata Imelda. Alla fine una bellissima ed effervescente caccia al tesoro, dove si è riusciti a far fiorire una pianta ormai secca, con i nostri fiori di maggio. La conclusione con un buffet offerto dalle mamme e da tanti amici che ci vogliono bene.   È stato un bellissimo pomeriggio di condivisione e tutti, insieme al parroco don Pietro e alle suore, abbiamo la speranza che questo sia l’inizio di una comunità che si incontra per pregare, riflettere, condividere e, perché no, anche giocare tutti insieme con gioia, sempre e solo, nello stile di Gesù Eucaristia. Vi aspettiamo in tanti il prossimo anno. Davide Cherubin ed Emerenziana Saggionetto

filmina apposita. Man mano che ci si avvicinava all’ingresso del Duomo di Torino un silenzio fitto calava. Fuori e dentro. L’emozione era tangibile, la Sua presenza si sentiva. Noi eravamo lì, a contemplare in questo tempo pasquale le sue sofferenze e i suoi dolori. Sapevamo comunque che quel telo è solo una conferma: Gesù è risorto. Ha voluto lasciare impresse le impronte della morte nell’attimo in cui Egli stesso la sconfisse. Per la nostra fede di cristiani è stata una esperienza di fede sorprendente e così forte che, anche usciti, il silenzio rimaneva. Con tutto il nostro carico di emozioni provate, ci siamo trasferiti a Valdocco presso l’oratorio di don Bosco. Davvero, appena varcato il portone che dà sul cortile, si respirava un’aria di santità. Quante vocazioni, quante belle storie, quanta voglia di nuovi orizzonti in questo luogo! Una breve visita al santuario di Santa Maria Ausiliatrice con le spoglie del patrono dei giovani, di san Domenico Savio e della santa Domenica Mazzarello. Il rientro in parrocchia è stato un bel momento con la recita del santo rosario e un intenso racconto di emozioni condivise in poche parole che però restano nel cuore. Speriamo portino frutto. Davide Cherubin

Gottardo Dino lavorazione ferro battuto carpenteria leggera serramenti in alluminio Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (Ve) Tel. e Fax (041) 5780374

Via Caltana, 175/a - Caselle Tel. (041) 5731255 presso Centro Commerciale TOM Gente Salese N. 6 -2010

11


TACCUINO u NOZZE D'ORO DI PAOLO SEGATO E MARTA SIMIONATO

u NOZZE D'ORO DI SILVANO E GIOVANNA CARRARO

Paolo Segato e Marta Simionato, di Caselle de' Ruffi, hanno festeggiato venerdì 14 maggio le loro nozze d'oro. Sono stati festeggiati dalle figlie Sonia e Mara, dai generi, dal nipote Simone e dai parenti e amici.

Silvano Carraro e Giovanna Fornea il 12 giugno 2010 hanno festeggiato le nozze d'oro, attorniati dai figli, cognati, amici e parenti tutti. Alle felicitazioni dei parenti, uniamo anche quelle della redazione di Gente Salese.

Medaglia d'onore ad Alfredo Mason

Il Prefetto di Venezia alla presenza del Sindaco Paolo Bertoldo ha consegnato la medaglia d’onore ad Alfredo Mason di Caselle via Cavin de Do internato durante l’ultima guerra in campi di concentramento tedeschi. La cerimonia che rientra nell’ambito della legge 27/12/2006 in favore dei cittadini militari e civili, deportati nel lager nazisti e dei familiari, si è svolta l’1 giugno scorso nel palazzo

della prefettura a Venezia. Alfredo Mason fu chiamato alle armi nel 1939 e combattè in Val Di Susa e successivamente partecipò alla campagna di guerra d’Albania e Grecia. BUON COMPLEANNO A GIULIA CARRARO Al ritorno dai Balcani venne fatto prigioniero dai tedeschi e spedito Il 21 magassieme ad altri soldati nei campi di gio Giulia concentramento in Germania e per Carraro ha 5 anni lavorò per i tedeschi fino alla compiuto 3 fine della guerra. anni. A ritirare l’onorificenza è stata la Tantissimi moglie di Alfredo Mason, la signoauguri da mamma ra Maria Minello (nella foto con il Giovanna e sindaco), accompagnata dai figli papà Fabio! Daniela e Gianni

12 Gente Salese N. 6 - 2010

u MAURO CODATO ALLENATORE UEFA B Il 24 aprile 2010, Mauro Codato ha conseguito brillantemente il patentino di allenatore UEFA B della FIGC, superando un corso a numero chiuso con 40 candidati scelti, sotto la guida di Maurizio Viscidi a cui ha partecipato l’ex giocatore di serie A del Padova Michel Kreek, ora allenatore del settore giovanile dell’Ajax. Si complimentano con il neo patentato la moglie Mara, la figlia Marta, parenti ed amici.


AZIENDE SALESI

di Stefano LUISE

"Passaggio obbligato" per le camicie d'autore

T

ra le aziende che si sono particolarmente distinte nel Salese parliamo questo mese di Passaggio Obbligato, una realtà industriale che si occupa esclusivamente di camicie attraverso il marchio Nara Camicie, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. A gestire l’azienda Mario Pellegrino, uno stilista che opera nel settore dal 1986 anno in cui ha iniziato l’attività con Passaggio Obbligato. Come lui stesso ci racconta, “la svolta è arrivata quando assieme all’imprenditore milanese Walter Annaratone è partito il progetto di apertura di negozi in franchising specializzati in camicie”. Il primo ad essere inaugurato in via Montenapoleone a Milano, luogo simbolo dell’alta moda mondiale, ha riscosso un successo talmente ampio da restare ancora oggi il punto di riferimento dell’immagine del marchio. Un inizio alla grande che ha dato il via alla diffusione capillare nel mondo con altri negozi in Giappone, Taiwan, Stati Uniti, Paesi Arabi, Russia ed Europa.

Nel complesso sono 500 i punti di distribuzione nel mondo che fanno riferimento all’headquarter di Santa Maria di Sala. L’azienda, che ha saputo mantenere negli anni un alto profilo di prodotto e di vendita, si è recentemente trasferita in via Cavin di Sala, in quelli che negli anni 70 erano gli stabilimenti dell’ IVAGS, a fianco dei quali sorgeva la piscina

Macelleria

GALLO PLINIO

Qualità, convenienza e tradizione Offerte speciali ogni mese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 - Tel 041.486005

che molti sicuramente ricorderanno. Gli edifici sono stati completamente ristrutturati e si presentano sia esternamente che internamen-

te con un design architettonico di pregio, caratterizzato dalla struttura trasparente di collegamento tra la ex falegnameria e quello che una volta era l’edificio ospitante la piscina. A proposito! Sapete che fine ha fatto la vasca? Vi diciamo subito che non è stata interrata, anzi i mosaici che la rivestono fanno ancora bella mostra di sè grazie ad una brillante idea di Mario Pellegrino che ha pensato di coprirla con un robusto cristallo trasparente sopra il quale lavorano le sarte che realizzano i modelli di quelli che saranno poi i prodotti da distribuire in tutto il mondo. Come diceva Schelling: “l’artista è colui che riesce a cogliere l’Assoluto attraverso l’intuizione estetica”.

F.B.F. Impianti s.r.l. Santa Maria di Sala ( VE) Tel. 041.486081 - Fax 041 486928 CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

Gente Salese N. 6 -2010

13


G.S.D. SALESE

I GIOVANISSIMI DELLA SALESE SI LAUREANO CAMPIONI PROVINCIALI

I

l giorno 15 maggio 2010 allo stadio comunale di Salzano la squadra giovanissimi (annata 1995/96) del G.S. Salese con un sonoro 4 a 0 sulla squadra del Maerne Calcio si è aggiudicata il titolo di campione provinciale 2009/2010 di categoria. La conquista del titolo va a coronare una stagione sportiva esaltante ribadita dalla vittoria del proprio girone con ben 13 punti di distacco dalle più dirette inseguitrici e con solamente 7 gol subiti fra campionato e fasi finali. Il risultato già di per se eclatante premia l’impegno di un gruppo di ragazzi e del loro mister che a settembre avevano iniziato la preparazione con tanto entusiasmo ma con grossi problemi di organico e il buon lavoro di una società sportiva che ha sempre creduto nel proprio settore giovanile. Con l’occasione si ringraziano per l’impegno profuso gli accompagnatori della squadra i sigg.ri Stevanato Nerio, Anastasio Moreno, Simionato Diego, Pavanello Angelo e Giacomini Carlo. Tutto ciò fa inoltre ben sperare per le prossime annate calcistiche alla luce del recente accordo fra le società calcistiche sa-

14 Gente Salese N. 6 - 2010

Da sinistra in alto: Spolaore Bruno (ds); Romito Franco (all.); Stevanato Nereo (dir.acc.); Anastasio Edoardo; Zurini Nicola; Boato Edoardo; Pavanello Simone; Bernardi Samuele; Popa Viorel; Stevanato Mosè; Muffatto Andrea; Zurini Maurizio (Pres.); Bernardi Emanuele (segr.); Seduti da sinistra: Garoni Federico; Giacomini Luca; Vedovato Davide; Cavedale Ismaele; Kove Matteo; Favero Riccardo; Accovacciati da sinistra :Simionato Riccardo; Alexandru Ionut; Piva Mattia; Gasparini Romario; Scantamburlo Alberto.

lesi che parteciperanno ai vari campionati giovanili regionali e provinciali (una squadra per annata) col nome di “A.S.D. GRATICOLATO SALESE”. Visitate anche il nostro sito www.salesecalcio.it


SPORT

salute e benessere a cura del dott. Luigi Cazzaro

e della dr.ssa Sonia Giacometti

L'ANEMIA IL FERRO

L’

anemia è senza dubbio la patologia del sangue più comune ed è sintomo di altre malattie più o meno gravi. L’anemia non dipende soltanto dalla diminuzione del numero dei globuli rossi ma pure dal loro contenuto di emoglobina. Questa è una proteina che contiene ferro e che con la sua struttura è in grado di legare ossigeno e di far si che i globuli rossi lo trasportino a tutte le cellule dell’organismo. Il sintomo principale dell’anemia è l’affaticamento, ma anche altri sintomi fanno parte di questo quadro. Tra questi ricordiamo la cute pallida, la tachicardia, il respiro affannoso dopo uno sforzo leggero, i capogiri, l’irritabilità, la confusione con scarsa concentrazione e la sensazione di freddo. L’anemia è una condizione in cui il numero di globuli rossi e l’emoglobina che è presente in essi è al di sotto del livello normale. Quando ci si trova in uno stato di anemia significa che il nostro corpo produce pochi globuli rossi, oppure ne perde troppi o ancora, li distrugge in quantità superiore a quella che è in grado di produrre. Pertanto ci si troverà in una condizione con un numero di globuli rossi inferiore al normale con scarsa capacità di trasportare ossigeno ai tessuti e pertanto con conseguente stanchezza. Esistono ovviamente molti tipi di anemia che possiamo cercare di raggruppare e semplificare. L’anemia da carenza di ferro: in seguito alla carenza di ferro viene prodotta poca emoglobina per i globuli rossi. In pratica, perdere sangue significa perdere ferro. Donne con ciclo mestruale abbondante sono ovviamente a rischio di anemia. Anche una lenta ma cronica perdi-

ta di sangue può portare ad anemia da carenza di ferro, come nel caso dell’ulcera gastroduodenale o dei polipi del colon. Una dieta povera di ferro o l’incapacità ad assorbirlo può portare a questo tipo di anemia. Nelle donne in gravidanza lo svilupparsi del feto normalmente porta la madre ad uno stato di anemia. Il nostro corpo ha inoltre bisogno di altre sostanza come l’acido folico e la vitamina B12 che servono per produrre il giusto numero di globuli rossi. Le anemia dovute a questo tipo di carenza rientrano tra quelle cosiddette megaloblastiche, ovvero con dei globuli rossi molto grandi. Non dimentichiamoci poi che anche le malattie croniche possono portare ad anemia. Ad esempio i tumori, l’epatite, certe malattie croniche infiammatorie e le malattie renali possono portare ad una forma di anemia cronica. L’anemia aplastica è invece un tipo di patologia che può mettere in pericolo la vita della persona. E’ infatti causata da un midollo osseo che non è in grado di produrre globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Esiste poi anche la cosiddetta anemia emolitica, ovvero quella situazione in cui i globuli rossi vengono distrutti ad una velocità superiore a quella che è la velocità di produzione. Infine ricordiamo quella che nel nostro paese è una forma di anemia molto comune: l’anemia mediterranea. E’ caratterizzata da una produzione irregolare di emoglobina e si presenta in una forma “minor” che non da sintomi particolari se non una carenza variabile di emoglobina, e una forma “maior” che invece presenta una grave carenza di emoglobina e che è curabile solo con trasfusioni o trapianto di midollo.

SO.GE.di.CO. Srl Impianti e Costruzioni Generali Sede legale:30174 ZELARINO (VE) Tel. 041.5461109 Fax 041.5461114

L

e analisi del sangue di routine non riflettono quanto ferro viene assunto, ma sono usate per determinare le riserve corporee, le carenze o il sovraccarico. Nel corso della giornata i valori del ferro nel siero sono instabili; a causa del normale bioritmo i valori mattutini possono essere superiori fino al 30% di quelli serali. Questo bioritmo è invece opposto in persone che lavorano di notte. La privazione del sonno può provocare una riduzione del ferro sierico persino del 50%. Tali livelli variano anche in relazione al ciclo mestruale, infatti cala nel periodo premestruale mentre aumenta con l’uso di contraccettivi orali. A causa delle variazioni normali e indotte della sideremia, bisogna interpretare con cautela la determinazione del ferro ematico quando è unica. Il ferro entra nella costituzione di importanti strutture dell’organismo. Esso è collegato col trasporto di ossigeno nel sangue e partecipa alla struttura di una proteina, l’emoglobina, che funge da veicolo in questa importante funzione. Il ferro è inoltre presente in molti enzimi, cioè in quelle sostanze proteiche che esercitano alcune attività vitali fondamentali. L’organismo umano adulto (75 kg) contiene circa 4 g di ferro. La richiesta media giornaliera è di 1015 mg per neonati e bambini, 18 mg per ragazzi e donne adulte, 10 mg nell’uomo e 45 mg durante la gravidanza e l’allattamento; ma solo una parte piuttosto esigua (da

Tabaccheria - Profumeria Ricevitoria Lotto N. 48

un quinto a un decimo) del ferro introdotto con gli alimenti viene assorbita dall’intestino. Per questo, quando si considera il contenuto di ferro negli alimenti, ciò che conta non è la quantità assoluta ma la sua biodisponibilità, cioè la percentuale effettiva che il nostro organismo riesce ad assorbire ed utilizzare. Classico è l’esempio degli spinaci, vegetali ricchi di ferro, ma è complessato ad altre sostanze che ne limitano fortemente l’assorbimento. Anche un eccesso di fibra limita la biodisponibilità dell’elemento; mentre una apprezzabile quantità di ferro viene eliminata con il latte legata alla lattoferrina. Altri fattori contribuiscono a rendere carente il ferro come determinate condizioni patologiche come infezioni, parassiti, carenze vitaminiche e minerali. La forma di ferro più facilmente biodisponibile si trova nelle proteine animali e richiede un ambiente acido per potersi legare alle proteine, a livello dello stomaco, per poi essere rilasciato e assorbito nell’intestino tenue. Infatti i fattori che aumentano l’assorbimento del ferro sono la vitamina C'é l’acido citrico, ma anche zuccheri ed aminoacidi. Alimenti ricchi di ferro sono la carne delle interiora come il fegato, ma anche cuore e rene. Molti alimenti di origine vegetale che sono una fonte abbastanza sostenuta di ferro sono sempre più marginali nelle nostre abitudini familiari: legumi, frutta secca in guscio, vegetali a foglia.

De Gaspari MICHELA Via Cavin di Sala, 45 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041/486008 Gente Salese N. 6 -2010

15


SPORT

I nuovi spogliatoi a Caselle: fanno crescere la voglia di sport

C

resce sempre di più a Caselle il movimento del calcio a 5. Quest’anno il campionato al tennis club a Mirano si è concluso con un meritato secondo posto per la FENICE che ha conquistato molti dei loro compaesani vista la presenza nelle tribune di tantissimi tifosi che hanno sperato nel trionfo fino all’ultimo. Finale persa per 3 a 2 contro lo Spinea, compagine molto più esperta che ha saputo contenere le scorribande casellane. Per tutto l’anno è stato comunque positivo l’andamento dei ragazzi di mister Carraro che hanno stravinto il loro girone giocando un buon calcetto e diventando il miglior attacco del torneo. Questa la rosa della squadra: Marzaro Matteo, Merlo Marco, Testolina Alberto, Bovo Simone, Bragagnolo Davide, Cotugno Mirco, Pistore Davide, Grego Milo,Silvestrin Jacopo, Fio-

FABBRICA DIVANI POLTRONE E LETTI PRODUZIONE E SPACCIO AZIENDALE

rentino Alberto. Allenatore Carraro Moreno. Con la costruzione, e l’inaugurazione venerdì 23 luglio, dei nuovi spogliatoi che consentono di poter organizzare molti tornei, il movimento può crescere ancora di più. L'anno prossimo, inoltre, a Mirano si iscriverà un’altra squadra di Caselle che sicuramente farà bella figura. Tutto per una passione del calcio che non accenna mai a diminuire.

Onoranze funebri

Bernardi

Via Desman, 139 S. Angelo di S. Maria di Sala tel. 041.487341

M.G. S.R.L. - 30030 S. MARIA DI SALA (VE) Via Salgari, 4/F1 SS. Padova - Treviso Telefono 041.486311 - Fax 041.487810

16 Gente Salese N. 6 - 2010

GS Giugno 2010  

Gente Salese Giugno 2010

Advertisement