Page 1

Anno XXVII - N. 12 - 2010 MENSILE DI ATTUALITÀ CULTURA E INFORMAZIONE

www.gentesalese.com

redazione@gentesalese.com

Buo

nno

nN A atale e Buon AFGHANISTAN Lagunari in prima linea nell'emergenza sanitaria

Intervista Il sindaco a tutto campo

COncerti natalizi Ricco il programma in calendario


SPECIALE STIGLIANO EDITORIALE

Suggestioni guardando

il Presepio di Paolo Cecchetto * _______________________________

U

no dei simboli del Natale, a me più cari, è il Presepio. Per alcuni aspetti il presepio è amato anche da chi cristiano non è, e questo per la sua carica evocativa di richiamo alla nascita di un bambino, attorniato da persone semplici e umili. Per un cristiano, invece, quella vicenda umana ha una portata singolare. Mi piace pensare tuttavia che, proprio perché alcuni elementi sono condivisi e compresi da tutti, questo "evento" possa aiutarci, almeno per una parte, a riflettere assieme. Innanzi tutto il luogo di quella nascita: grotta o umile stalla, a seconda della traduzione. I due luoghi non sono in contrapposizione perché il ricovero per gli animali, là dove era possibile sfruttava un anfratto o una grotta naturale poi integrata da una parte di tettoia o dependance aggiunta dai contadini o dai pastori. La cosa certa è che era un ricovero molto semplice e umile. Un alloggio tipico di pastori o semplici contadini che dovevano custodire l'unico loro patrimonio: i pochi capi di bestiame di cui erano proprietari. Quella famiglia accetta perciò una situazione di precarietà, ma questo non le impedisce di offrire gioia e di viverla. La povertà subita non è mai un ideale, ma saper vivere con dignità anche nelle ristrettezze è segno di grande ricchezza interiore. Questa semplicità mi rinvia ai primi anni della mia fanciullezza. I miei primi anni li ho vissuti in una grande casa colonica di contadini e la stalla era il luogo di tanti giochi; quello per eccellenza consisteva nel salire nella "tesa" (la parte sovrastante la stalla, dove veniva conservato il fieno che serviva per le mucche) su per la scala a pioli e lasciarsi cadere nel piano sottostante, attraverso il buco, che serviva per buttare giù il fieno. Naturalmente il "tuffo nel piano inferiore" veniva fatto dopo aver buttato, preventivamente, una quantità di fieno sufficiente, che faceva da materasso. Un gioco innocente, ma per noi ragazzi ricco di grande fascino. Tra cuginetti e amici del vicinato era una vera festa, e sarebbe ingiusto pensare che la povertà ci im-

pedisse di divertirci veramente. Anzi noi ragazzi ci consideravamo, in quei momenti, dei veri fortunati, perché ci sembrava di vivere un'emozione singolare. Naturalmente altre cose che rendevano la vita ordinaria difficile, noi ragazzi, non le potevamo capire, come per esempio il fatto che l'acqua per l'orto la si doveva issare con il secchio dal pozzo. Quelle fatiche non erano cose per bambini e quindi non le ho mai fatte, ma con il senno di poi capisco quanto deve essere stato duro d'inverno, per i miei nonni, tirar su l'acqua gelida dal pozzo per qualsiasi cosa, per bere, per cucinare, per innaffiare l'orto, per lavarsi. Oggi quella vita mi sembra lontana mille miglia eppure, a tutt'oggi, in vari paesi questa continua ad essere la normalità. Ritornando alla umile dimora del presepe, vorrei dire che la sacra famiglia ha condiviso la sorte di quella parte di umanità che non gode di grandi benefici, ma che con dignità accetta la sua condizione umile. E non per questo dovevano essere tristi o affranti, erano, al pari di tanti poveri di ogni tempo, soggetti a tante difficoltà, ma capaci di affrontarle con coraggio! Questa allora diventa l'occasione per augurare, a tutti, in primo luogo almeno un tetto sicuro dove potersi riparare; l'augurio, poi, che la vita familiare sia così bella da sopperire alle mancanze delle comodità; in terza istanza, vorrei aggiungere l'auspicio che i figli possano continuare a vivere con la stessa spensieratezza con cui, io e i miei cuginetti, potevamo trascorrere il nostro tempo . Altro elemento chiave di quel presepio sono i personaggi che la compongono: i due genitori, i pastori sparsi in tutto il territorio, il neonato, i soldati sullo sfondo e alla fine i Re Magi. Tutte figure care ad ogni storia che si rispetti, una storia che parla della nascita di un figlio, che commuove e intenerisce sempre. Una storia di persone semplici, i pastori, che sanno condividere il loro poco, ma che sanno farsi carico anche delle gioie e delle fatiche altrui, per averle loro stessi sperimentate; storia di soprusi, perpetrati dal Re Erode e dai suoi subalterni, storia che si ripete ogni qual volta il potere diventa fine a se stesso e viene gestito non a servizio di tutti, ma a beneficio personale, anche se poi, la storia lo dimostra, anche i Re Erode

escono di scena; e storia, infine, di personaggi altrettanto importanti che invece sanno condividere e mettere a disposizione il loro sapere e rimettere in circolo i loro beni: i Re Magi, simbolo di quella parte di persone che sanno gestire bene il loro potere e le loro ricchezze e le sanno condividere per i grandi ideali. Persone sagge e intelligenti che appartengono a culture differenti, ma capaci di convergere attorno ad un grande "progetto": riconoscere la "regalità di quel bambino", rispettandone l'innocenza e la singolarità. Statue mute eppure capaci di parlare un linguaggio universale, capaci di riportare la nostra fantasia su scene ben conosciute e certamente significative: le gioie e le fatiche della vita quotidiana. Per tutti il presepio è un simbolo da rispettare e da interpretare nella sua carica evocativa e simbolica, per coglierne i rimandi e le implicazioni, ma per tutti coloro che identificano quel "bambinello" nel figlio di Dio, la cosa diventa ancora più interessante. Quella Famiglia per tutti è uno sprone a costruire relazioni familiari più solide, a cercare risposte più adeguate alle attese delle persone dentro la famiglia e fuori di essa, a guardare con stima e riconoscenza ogni persona di buona volontà, come ripete l'angelo ai pastori: "gloria a Dio e agli uomini di buona volontà". Quella santa Famiglia e la sua umile dimora ci ricordano la gioia di vivere assieme e che lo si può fare in mezzo a qualsiasi situazione economica, sociale e geografica. La sacra Famiglia ha avuto per casa un ricovero fortuito; era nelle ristrettezze economiche e ciò nonostante ha accolto la nascita del loro figlio; ciò è avvenuto in un paese che non era il loro, a Betlemme e non a Nazareth e, di lì a poco, sono anche dovuti emigrare in terra lontana, in Egitto, a causa delle minacce di re Erode; nonostante tutto ciò hanno vissuto nella gioia e nella serenità familiare, fidandosi della provvidenza divina, cosa che siamo invitati a fare anche tutti noi. Ognuno per la sua parte cerchi il modo di essere strumento di gioia per qualche persona e il miracolo di Natale si ripeterà non in un solo luogo ma in piccoli mille luoghi e sarà…vero Natale. * Parroco di S. Maria di Sala

DIRETTORE RESPONSABILE: GRAZIANO BUSATTO Direzione, Redazione e Amministrazione: Associazione Culturale “GENTE SALESE” Via dei Tigli, 10 - Santa Maria di Sala (Venezia) Telefono 041.486369 PRESIDENTE: LILIANA DAL LAGO Registrazione Tribunale di Venezia, n° 770 del 17 gennaio 1984 Tipografia: GRAFICHE QUATTRO S. Maria di Sala (VE)

2 Gente Salese N. 12 - 2010


Nonostante le crisi guardiamo al futuro con buoni propositi

A Claudio Gregori il prestigioso premio Cesare Angelini 2010

I

l 2010 se ne sta andando e, come ogni fine anno, è tempo di bilanci, della revisione critica del tempo passato e dei buoni propositi per l’avvenire. Quest’anno abbiamo avuto qualche problema con i tempi di uscita del nostro giornale per una serie di motivi che speriamo superati. Abbiamo anche avvertito il desiderio dei nostri lettori di avere più notizie delle attività socio-culturali e ricreativosportive locali. Per questo rivolgiamo un appello a tutti di proporci notizie da pubblicare ed avvenimenti da pubblicizzare. L’anno 2010 non è stato un anno facile, la crisi economica mondiale, europea ed italiana non ha, purtroppo, risparmiato il nostro Comune. Alcune ditte hanno chiuso, altre si dibattono in più o meno gravi difficoltà quindi anche i dipendenti e le loro famiglie ne soffrono le conseguenze. È stato, quindi, questo un altro anno che ha richiesto a tutti impegno, passione e tanta costanza e coraggio per affrontare le difficoltà quotidiane. I buoni propositi che si richiedono, invece, ad ogni inizio sono per noi quelli di fare sempre meglio, di essere più presenti nel territorio vicini ai nostri lettori con spirito critico e disponibilità. Natale, poi, è anche il momento in cui ci si sente più buoni e più inclini al perdono ed alla comprensione. Sarà per questo che vogliamo ignorare certi atteggiamenti astiosi nei confronti del nostro giornale dovuti ad una insana invidia che rode l’animo di alcune persone. A queste auguriamo di cuore di vincere nel 2011 questo tarlo e di affrontare la vita con maggiore serenità, in pace e salute. Infine vogliamo ringraziare tutti i nostri collaboratori, da chi scrive e ci scrive, a chi distribuisce mese dopo mese il giornale e soprattutto i lettori, i numerosi sostenitori, inserzionisti sponsor ed amici e i numerosi e simpatici partecipan10ti ai nostri viaggi. A tutti auguriamo un 2010 ricco di salute, serenità e cose belle. Liliana Dal Lago Presidente Associazione Culturale Gente Salese

Gesti di solidarietà ai cittadini alluvionati della Regione del Veneto

I

A

l giornalista e scrittore Claudio Gregori, dal 23 ottobre cittadino onorario di Santa Maria di Sala per i suoi scritti su Toni Bevilacqua, è stato conferito il 26 novembre scorso il prestigiosissimo premio Cesare Angelini 2010. Il Premio è stato assegnato a Claudio Gregori per il suo volume dedicato a Livio Berruti, il romanzo di un campione e del suo tempo. Il volume è la biografia dell’olimpionico di Roma ’60 che in 20”5 eguagliò, per due volte in due ore, il record del mondo nei 200 mt. piani e diventò il Campione dei Giochi olimpici romani. Il premio Angelini viene assegnato dall’Università di Pavia ogni anno dal 1987 ad uno scrittore, critico o saggista. Il primo vincitore fu Alberto Arbasino, poi seguirono i nomi di autorevoli personalità della cultura italiana fra i quali Indro Montanelli, Gianfranco Ravasi, Sergio Romano, Claudio Magris, Enzo Bettizza, Antonio Padoa Scioppa, il rabbino Elio Toaff ed Enzo Bianchi vincitore dell’edizione 2009. Al nostro concittadino onorario facciamo tutti orgogliosamente le più vive congratulazioni.

n queste feste natalizie nel Comune di Santa Maria di Sala non vedremo le tradizionali colorate luminarie che Angelo Pegoraro da alcuni anni, col sostegno economico dei commercianti locali, faceva installare nei nostri centri abitati. L’Amministrazione Comunale ha, infatti, invitato tutti i commercianti a devolvere il corrispettivo del costo delle luci natalizie al fondo di solidarietà pro alluvionati del Veneto istituito dalla Regione. Tutti ci auguriamo che questo invito alla solidarietà sia accolto dagli esercenti e capito dai cittadini chiamati anche in questo modo a vivere un Santo Natale più sobrio anche e, soprattutto, nelle sue manifestazioni esterne. Lo stesso ha fatto il Consiglio Comunale all'unanimità che ha deciso di devolvere a favore delle popolazioni alluvionate della Regione Veneto il gettone di presenza dei consiglieri comunali della seduta del 22 novembre e una quota delle indennità di carica per sindaco ed assessori. Si sono così potuti accreditare sul conto, appositamente aperto dalla Regione Veneto, 930 euro a cui vanno aggiunti altri 300 euro raccolti fra il personale comunale. Questo è un gesto che fa certamente onore agli amministratori che non solo hanno devoluto parte del loro gettone di presenza ma hanno invitato anche altri a privarsi di qualcosa per darlo a chi ha meno di loro. Tutti noi possiamo imitarli.

Gente Salese N. 12- 2010

3


CRONACA

Verrà rifatto il Ampliato il parcheggio PONTE ARMATI a nord del Municipio

D

I

opo anni di attesa finalmente sarà rifatto il “Ponte Armati” sul Muson a Veter-

nigo. La vecchia passerella di legno che scavalca il Muson che da sempre veniva utilizzata dai cittadini di Veternigo e Zianigo per andare a Noale attraverso un viottolo che dall’argine nord del Muson porta alla strada che collega Salzano a Noale è da anni inagibile e da molto tempo si attendeva il suo ripristino. Finalmente l’assessore Michele Granziero ha mantenuto la promessa fatta ai suoi concittadini ed ha appaltato i lavori del nuovo ponte. Il ponte con spalle in calcestruzzo e ad unica arcata in legno lamellare dovrebbe essere agibile nella prossima primavera per il transito ciclopedonale. Quest’altro tassello aggiunto alla

realizzazione del programma elettorale della Lista Salese sembra proprio essere la tempestiva e concreta risposta dell’Assessore che da tempo viene pesantemente criticato proprio da coloro che per anni avevano promesso l’opera, iscritta e reiscritta nei loro programmi ma che alla sua realizzazione, ci ha pensato il tanto vituperato assessore Granziero.

n questi giorni di fine anno è stato realizzato un ulteriore parcheggio nella parte nord del Municipio a ridosso delle case popolari e risistemata Via Monte Santo all’altezza della piazzetta della Meridiana. L’intervento urbanistico, oltre a mettere un po’ d’ordine in quell’angolo a nord del municipio, ha consentito la creazione di altri diciotto nuovi posti auto molto necessari soprattutto da quando ha iniziato la sua crescente attività il Centro di Medicina Generale. Ora riteniamo utile che l’Amministrazione Comunale regolamenti la sosta in questi nuovi

Veglia e fiaccolata per la Vita

Il Centro di Aiuto alla Vita del comprensorio del miranese di Mirano ed i Movimenti per la Vita di Salzano - Robegano, Mirano e Riviera del Brenta, in collaborazione con i Mpv di Mestre, Noale, Olmo di Martellago, Chioggia e Scorzè, organizzano la Fiaccolata e Veglia per la Vita nella festivita dei Ss. Innocenti,

I nostri servizi sono: ❏ Vendita nuovo, Km 0 e multimarche

❏ Vendita semestrale e usato garantito

❏ Assistenza officina

❏ Elettrauto

❏ Servizio pneumatici

❏ Revisione

Via Cavin di Sala, 72/a - MIRANO (VE) - Tel. 041 5701190 E-mail: autorombo@tin.it

4 Gente Salese N. 12 - 2010

posti con disco orario di un’ora al fine di consentire un veloce ricambio degli utenti dei parcheggi ad uso del municipio e delle attività commerciali e direzionali del centro.

il 28 dicembre 2010, nella chiesa Santuario di Robegano. Questa suggestiva cerimonia, celebrata a conclusione di un ciclo annuale di Veglie di preghiera, tenute ogni primo venerdì del mese e dedicate specificatamente alla Difesa della Vita Nascente. offre l'occasione per testimonianze importanti.


CRONACA

A tutto campo il sindaco snocciola

i traguardi ottenuti

L

a fine dell’anno è generalmente l’occasione per analizzare il lavoro svolto e prepararsi ad affrontare l’anno successivo. Siamo andati a trovare il Sindaco Paolo Bertoldo per farci raccontare com’è andato il 2010 e cosa si aspetta per l’anno a venire. Cosa ci dice dell’anno appena trascorso ? La cosa più importante è che abbiamo completato il risanamento del bilancio comunale e possiamo ormai dire con certezza che, anche grazie all’opera dell’assessore al bilancio Giovanni Vanzetto, i conti sono a posto. Questo ci ha consentito di realizzare numerose opere pubbliche nonostante la situazione di crisi economica generale. Sì, ma in sostanza che opere sono state fatte ? Siamo intervenuti sul capoluogo e in tutte le frazioni. Tanto per citare le opere più importanti, a Stigliano è stata realizzata la palestra polivalente con l’ampliamento della scuola. In collaborazione con la parrocchia e attraverso un generoso contributo dell’amministrazione si è realizzato il sagrato che ha dato un aspetto più armonioso al centro del paese, opere che rientrano nel programma dell’amministrazione per modernizzare i centri delle frazioni sia dal punto di vista estetico che della sicurezza. A S. Angelo l’ampliamento delle scuole elementari e anche qui il nuovo sagrato in collaborazione con la Parrocchia che, a detta di molti, è uno dei più belli del Miranese. Stiamo inoltre com-

pletando i lavori di messa in sicurezza di tutta la viabilità del centro con un ammodernamento dell’arredo. A Caselle è stata realizzata la palazzina sportiva, opera richiesta da diverso tempo dagli utilizzatori del centro sportivo. Si è data così risposta alle esigenze dettate sia del notevole utilizzo della palesta di Caselle che dai giocatori di calcetto che possono ora beneficiare degli spogliatoi. A Caltana, in collaborazione con i privati, è stata completata la piazzetta di fronte alla chiesa, opera importante per l’immagine del centro. Altri interventi significativi sono stati l’asfaltatura di via Cavin Caselle est, strada dissestata da parecchio tempo che con questo intervento è stata messa in sicurezza, e il completamento del marciapiede lungo via Marinoni. Santa Maria di Sala è oggetto in questi giorni di un importante intervento di ampliamento del marciapiede a nord del municipio che consentirà di ottenere nuovi parcheggi. Altra importante opera pressochè unica nel circondario è il campo di educazione stradale permanente, realizzato al centro del parcheggio posto a nord della Villa, che sarà utilizzato dai ragazzi delle nostre scuole e messo a disposizione delle scuole degli altri comuni. Infine a Veternigo è pronto l’appalto dei lavori di sistemazione del centro del paese ed è prossima la realizzazione del tanto richiesto Ponte degli Armati sul fiume Muson. Delle altre iniziative cosa ci

racconta? È stato un anno interessante anche dal punto di vista delle attività culturali e sportive. In Villa Farsetti oltre alle ormai consolidate manifestazioni quali il Concorso Ippico, la Festa dei Fiori e Sapori e la Festa del Radicchio, si è realizzata anche la manifestazione Open Sport, importante iniziativa a livello provinciale che quest’anno ha visto la partecipazione di circa 3000 persone coinvolgendo soprattutto le scuole. Un grande successo ha ottenuto anche la manifestazione Caseus, interamente sponsorizzata dalla Regione Veneto, che ha visto la partecipazione di un gran numero di caseifici di tutto il Veneto e la presenza di circa 15.000 visitatori. Come ultimo ci tengo a segnalare due iniziative che contribuiscono a far conoscere il nostro comune al di fuori dei consueti confini locali. Il primo è il gemellaggio con l’isola di Hvar dove quest’anno abbiamo portato una rappresentativa di calcio locale che si è confrontata con una rappresentativa dell’isola. L’altro è l’istituzione del registro delle cittadinanze onorarie, il primo a ricevere il riconoscimento di Cittadino Onorario è stato il noto giornalista sportivo Claudio Gregori, che attraverso l’amicizia con il nostro comune e grazie al libro “Labron” sulla storia di Toni Bevilacqua ha portato lustro a Santa Maria di Sala. Un gran numero di lavori ed iniziative, senza dubbio, ma da parte dei componenti del gruppo di maggioranza c’è compat-

tezza o, come si sente in giro, qualcuno rema contro? Tutto ciò che abbiamo realizzato è frutto di una stabilità sia della giunta che del gruppo consiliare. C’è stato qualche momento di animato confronto non tanto sugli obiettivi prefissati quanto sulle modalità per raggiungerli, momenti superati, fatto questo che dà certezza e continuità al futuro dell’amministrazione fino alla naturale scadenza del suo mandato a marzo 2012. Cosa possiamo aspettarci per il prossimo anno? Sicuramente termineremo il PAT, per dare risposta alle esigenze dei cittadini e per dare avvio al nuovo centro scolastico. Una generale ripresa economica garantirebbe più tranquillità alle aziende, alle famiglie e anche al comune e ci consentirebbe di realizzare i molti altri progetti che abbiamo in cantiere. Faccio un cordiale augurio per un 2011 di serenità a tutti i concittadini, ringraziandoli per il sostegno finora ricevuto ed assicurandoli sul fatto che l’amministrazione proseguirà nel suo servizio alla cittadinanza continuando nella realizzazione di quanto previsto dal programma. Buon Natale e buon anno a tutti. Stefano Luise

Gente Salese N. 12 - 2010

5


CRONACA GrEST

A Caselle si brucia LA BEFANA

I

l 6 Gennaio 2011, torna il consueto appuntamento con i bambini a Caselle di S.Maria di Sala. Si, perché si brucia la befana ! Presso il campo sportivo parrocchiale, grande spettacolo pirotecnico, anche quest’ anno! Il nostro “piccolo Archimede”, il Sig. Romeo Coi, riserverà simpatiche ed originali sorprese anche per questo prossimo appuntamento; un piccolo evento paesano, diventato ormai negli anni, importante momento di incontro per i concittadini casellesi . Per i più piccoli, il comitato

festeggiamenti di Caselle De’ Ruffi, offrirà in dono una calza ricca di leccornie e golosità! Il ritrovo è stato fissato per le ore 15.30, nella piazzetta antistante la chiesa. Il tutto sarà accompagnato dal caratteristico Vin Brulè, i tipici galani fatti in casa, le golose frittelle e dolci a volontà ! Grande festa dunque, squisito rinfresco ed entusiasmati colori! Il parroco Don Lucio Monetti e il comitato festeggiamenti invitano la comunità tutta a partecipare! Accensione della “Vecia” verso le 16.30, all’ imbrunire. Alessandro Arpi

A Stigliano sarà un arciere a dare fuoco alla Piroea e Paroea

Manuel Rigo si laurea con una tesi su "Gente Salese"

In attesa del Natale, Stigliano si veste di luci e addobbi natalizi grazie ai commercianti e artigiani che si sono impegnati nel creare quell’atmosfera serale che genera nell’animo di tutti uno spirito di allegria e serenità. Mentre il parroco Don Sergio richiama i fedeli alle funzioni religiose, l’Unione Sportiva San Marco Stigliano ricorda il tradizionale appuntamento del 6 gennaio presso il centro sportivo con la “Piroea Paroea". Uno spettacolo unico che inizierà alle ore 20:00 con racconti e canti del gruppo “ I FIOI DEL FIO'”, a seguire poi gli arceri di Stigliano accenderanno la piroea con archi e frecce incendiarie, al termine verrà offerto a tutti i presenti musetto, zampone, cioccolata, dolci, pinza e vin brulè.

È motivo di orgoglio per la nostra associazione e per il nostro giornale che un nostro concittadino, Manuel Rigo, si sia laureato in Scienze e Tecniche della Comunicazione, in Grafica e Multimediale, discutendo la tesi "Restyling del periodico Gente Salese" conseguendo la votazione di 30 e lode su 30 o 110/110. Il neo dottore è stato premiato dal presidente di Gente Salese durante il convivio di Natale e applaudito da tutti i collaboratori e sponsor. Ora ci auguriamo che il suo lavoro possa essere utile anche al nostro giornale per farlo sempre più accattivante.

Agenti Generali: dott. Vito Stocco e rag. Roberta Degan Agenzia Generale Via Gramsci - Mirano (Ve) Tel. (041) 433333-4355788 Sub-Agenzia Via Guolo, 4 - Dolo (Ve) Tel. (041) 413666

6 Gente Salese N. 12 - 2010

di Zanchin O. & Bertocco M. Tende:

AD ARCO, A CAPPOTTINA, FISSA, A BRACCI ESTENSIBILI PER ARREDAMENTO, GAZEBI PER GIARDINO, BOX AUTO, ZANZARIERE

Caltana - Via Caltana, 10/A Tel. e Fax 041/5731603


"Il Sentiero" ci indica tante proposte culturali

N

ell’iniziare una collaborazione con questo giornale, di cui condividiamo l’obiettivo di creare informazione, dibattito e occasioni di incontro e confronto costruttivo, ci presentiamo. Siamo l’Associazione culturale “Il Sentiero”, al cui interno opera la “Scuola Internazionale di Shiatsu” – sede di Venezia – è nata nel 1995 dall’intento dei Soci Fondatori di promuovere e favorire la crescita personale e spirituale dell’individuo, nell’ambito di una visione consapevole e globale della vita. È un obiettivo ambizioso, ma non vi è presunzione, perché nasce dall’aspirazione di crescere insieme semplicemente, mettendo a disposizione di chi è interessato proposte, professionalità e la disponibilità comune a quanti si occupano di sociale e/o volontariato. Organizziamo incontri, seminari, corsi ed eventi, finalizzati allo sviluppo della coscienza personale, anche nello spirito di gruppo. Siamo infatti consapevoli di essere parte di un grande organismo, l’umanità, allo stesso modo in cui ogni singolo organo è parte del nostro corpo, e ogni singola cellula è

PERIODO DAL AL

10 DICEMBRE

17 DICEMBRE

24 DICEMBRE

17 DICEMBRE 31 DICEMBRE 07 GENNAIO 14 GENNAIO 21 GENNAIO

parte di quell’organo. Il benessere dell’intero organismo dipende dal corretto ed armonico scambio fra le diverse cellule e così anche il benessere dell’umanità dipende non solo dall’equilibrio di ciascun individuo,

ma anche dalla qualità del rapporto che siamo in grado di instaurare con gli altri e deriva direttamente dal grado di armonia che possiamo conseguire interiormente. L’Associazione ha la sua sede opera-

Le nostre proposte per il mese di gennaio 2011: CORSO DI UNCINETTO presentazione Lunedì 10/01, ore 20.30 “LA NASCITA E POI…” preparazione al parto presentazione Martedì 11/01 ore 20.30 CORSO AMATORIALE SHIATSU – presentazioni: Sabato 15/01 ore 10.00 e Lunedì 17/01 ore 20.30. CORSO DI MASSAGGIO AYURVEDA presentazione Martedì 18/01, ore 20.30 GIOCHIAMO A FARE TEATRO presentazione Venerdì 21/01 ore 20.00 CORSO DI GRAFOLOGIA a partire da Mercoledì 26/01, ore 20.30 CORSO DI REIKI (1° livello) presentazione 28/01 ore 20.30, corso 05/06 febbraio.

tiva a Fiesso d’Artico, in via Milano 40, ma è attiva in tutto il territorio della Riviera del Brenta e nella provincia di Venezia, anche con un impegno sociale di volontariato, volto a favore di bambini, portatori di handicap e anziani, oltre che con corsi amatoriali e professionali di Shiatsu, conferenze ed iniziative riguardanti il benessere inteso in senso olistico, l’ecologia e lo sviluppo sostenibile, la cultura e la creatività. Il nostro sito internet è www.ilsentieroweb.org, ed è collegato ad un Forum al quale chiunque può accedere, nel rispetto dello spirito che ci anima, e partecipare alla discussione, proporre temi, o chiedere informazioni riguardanti gli argomenti che costituiscono l’oggetto delle nostre attività. Tutti i nostri corsi prevedono momenti di presentazione (anche esperienziale) gratuiti, inoltre il giovedì sera, dalle 20.30, si tengono alternativamente incontri di meditazione, serate Diksha e conferenze, ad ingresso libero. Per info: segreteria: Tel. 041 5160594 dal Lunedì al Giovedì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 18.00 alle 20.00.

TURNI DELLE FARMACIE Città

Farmacia

Città

Farmacia

Città

Farmacia

S. MARIA DI SALA

MIRCI

MAERNE

COLACCI

MARANO

GRINFAN

24 DICEMBRE

SPINEA

SERENISSIMA

MONIEGO

GIANTIN

ARINO

ALESSANDRINI

31 DICEMBRE

CALTANA

CASCIARO

SCORZÈ

PERRI

DOLO

CARUSO

07 GENNAIO

MAERNE

CARRARO

BRIANA

BUSO

MIRA

COMUNALE

14 GENNAIO

NOALE

MASCARUCCI

CAZZAGO

MELTIAS

SPIENA

FABRO

21 GENNAIO

MIRANO

BEVILACQUA

PESEGGIA

BORTIGNON

SAMBRUSON

MANZOLLI

28 GENNAIO

ZIANIGO

EREDI GIANTIN

MARTELLAGO

TREVISANI

ORIAGO

FAVERO

Gente Salese N. 12 - 2010

7


CONSIGLIO COMUNALE GrEST

Il dibattito sulla scuola del capoluogo smaschera gli amministratori "furbetti" I l Consiglio Comunale centrato sui problemi delle scuole del capoluogo, del 22 novembre scorso voluto dai consiglieri di opposizione, che stanno incalzando la Giunta Bertoldo sui ritardi di attuazione dei programmi di realizzazione del Nuovo Centro Scolastico, si è rivelato un autentico boomerang. Il Consiglio Comunale era aperto ai numerosi genitori presenti intervenuti con il portavoce del Comitato dei Genitori e con il Sig. Maso per sollecitare l’Amministrazione a porre finalmente rimedio alla inadeguatezza delle strutture scolastiche del Capoluogo. A tutti ed anche alle numerose interrogazioni presentate dalla Lega Nord sullo stesso argomento ha risposto l’Assessore Michele Granziero, sottolineando come l’Amministrazione in questi anni sia già intervenuta sui plessi di Veternigo, Stigliano e Sant’Angelo e come abbia recuperato ben cinque aule nel vecchio plesso del Capoluogo. L’Assessore Granziero ha anche ribadito la ferma determinazione dell'Amministrazione Comunale nel perseguire il suo progetto di un Nuovo Centro Scolastico visto che, come da tutti denunciato, le vecchie strutture sono non solo insufficienti ma anche obsolete e degradate. Il solo ampliamento non basterebbe ma servirebbe anche un radicale intervento manutentivo con costi proibitivi (vedasi il velleitario intervento sulla palestra del capoluogo). L'assessore ha avvertito i genitori a non farsi strumentalizzare proprio da chi poteva intervenire in tempi opportuni e non l'ha fatto.

8 Gente Salese N. 12 - 2010

L'assessore Michele Granziero

Granziero ha evidenziato come l’amministrazione precedente, sostenuta da gran parte della attuale opposizione (Lega compresa) negli anni fra il 2003 ed il 2006, ha avuto a disposizione risorse per investimenti in conto capitale per 13.800.000 euro

ed ha investito nella scuola (ed i problemi di sottodimensionamento delle strutture c’erano già allora) solo 703.225 euro, pari al 5% degli investimenti. In tempi di vacche molto magre invece, l'Amministrazione Bertoldo ha già speso per la scuola

2.050.000 euro, pari al 47% della spesa complessiva per investimenti. L’Assessore alla Pubblica Istruzione Francesca Scatto ha ribadito che non ha mai sfuggito il confronto sui problemi della scuola e si è detta convinta che il nuovo Polo scolastico alla fine si farà dando così, finalmente, anche a Santa Maria di Sala, una scuola degna di tale nome. Se così fosse sarebbe pronta ad assumersi le sue responsabilità.

Briciole per l'edilizia scolastica in tempi di vacche grasse Descrizione

2002

2003

2004

Contr. Regione e provincia

206.582

103.291

468.480

Oneri di Urbanizzazione

885.744 1.162.483

Assunzione di Mutui

955.455 1.533.877

Vendita Patrimonio

639.882

Totale

Prendendo spunto dalle parole dell’Assessore Michele Granziero abbiamo voluto verificare le effettive somme gestite per investimenti fra gli anni 2002 e 2006 dall'Amministrazione Zamengo rappresentata e sostenuta da “’Per Crescere”, dalla “Margherita/Ulivo” e dalla “Lega Nord”. Gruppi che ora sono all'opposizione e che

466.841

2006

Totale

66.000

1.311.194

1.129.042

846.035 1.980.206

6.003.560

1.944.150

510.000 1.755.000

6.698.482

236.285 810.000,00

2.689.665 3.037.939

2005

54.232

149.762

1.890.163

4.353.676 1.879.113 3.952.974 15.903.399

solo ora sembrano avere tanto a cuore il problema dell’edilizia scolastica. A queste cifre bisogna aggiungere i residui passivi del titolo secondo pari a € 4.030.508. Delle complessive disponibilità di quasi 20 milioni di Euro sono stati spesi per le strutture scolastiche solo 703.000 euro oltre ai 415.000 euro per la

palestra del Capoluogo. Come si può ben vedere le risorse per la scuola c’erano come c’era già un progetto (anche parzialmente finanziato) per una nuova scuola media. Se non si è speso per la scuola evidentemente sono state ritenute più opportune ed urgenti altre opere, come tutti abbiamo potuto vedere ed apprezzare. O no??!!


Le interrogazioni sulla palestra evidenziano la bontà del

L

Centro Scolastico

a Lega Nord ha presentato al sindaco e alla giunta una “interrogazione urgente sullo stato disastroso della palestra di S.Maria di Sala”. Richiesta che è partita a seguito di alcune infiltrazioni d’acqua dal tetto vicino alla porta di ingresso. L'interrogazione, da come è stata presentata, era tesa ad enfatizzare in misura sfrontatamente esagerata lo stato di usura della palestra del Capoluogo. L’Assessore ai lavori pubblici Michele Granziero ha prontamente risposto che non risultano esserci delle infiltrazioni d’acqua che interessano il campo da gioco e quindi tali da compromettere

l’uso della palestra e che comunque è già stato avviato un intervento sulla copertura per risolvere i problemi di impermeabilizzazione del canale di gronda dal quale trafila l’acqua in corrispondenza della muratura perimetrale. Comunque sia con questa interrogazione la Lega Nord, certamente senza volerlo, ha portato acqua al mulino della Amministrazione Comunale che da sempre sostiene che sarebbe irrazionale ampliare il plesso scolastico del Capoluogo quando il resto, obsoleto e molto usurato, necessita di un radicale e costosissimo restauro conservativo che non gioverebbe, comunque, al miglioramento della

didattica e della offerta formativa. L’interrogazione leghista, con tutte le riserve sulle esagerazioni, avalla lo stesso ragionamento. La palestra del capoluogo, infatti, oltre ad essere insufficiente per le esigenze delle due scuole (media ed elementare) presenta uno stato di usura molto preoccupante. Prova ne è l’intervento effettuato fra il 2006 ed il 2007 (Giunta Zamengo) di ampliamento degli

Assestamento di bilancio per l'entrata del contributo regionale per il fortunale

I

l Consiglio Comunale, nella seduta del 22 novembre, ha approvato l’assestamento generale di bilancio presentato dall’Assessore Giovanni Vanzetto che riassume in poche cifre le variazioni, complessivamente modeste. Le entrate correnti aumentano di 258 mila euro di cui 160 mila per il previsto rimborso del danno subito dalla palestra di Caltana nel fortunale dell’agosto scorso. Le entrate in conto capitale prevedono una variazione in aumento di 200 mila euro per la registrazione del contributo atteso dalla Regione Veneto per l’intervento su Via Desman a Veternigo. Le spese correnti aumentano di 248 mila euro per l’aggiornamento degli stanzia-

menti per far fronte alle nuove e diverse esigenze rispetto alle previsioni iniziali per maggiori o nuove prestazioni di servizi. L’Assessore al bilancio ha anche proposto l’estinzione anticipata di altri 5 mutui con la Cassa Depositi e Prestiti per un debito residuo complessivo di circa 81 mila euro. Le disponibilità per l’estinzione derivano dall’utilizzo di un trasferimento straordinario dallo Stato e dall’utilizzo dei residui 15 mila euro dell’avanzo di amministrazione 2009. “Con questa estinzione – ha dichiarato l’Assessore – la quota capitale dei mutui a carico del Comune anticipatamente rimborsata dal 2008 ad oggi ammonta ad oltre

spogliatoi (ora già molto degradati e da ristrutturare) e di rifacimento degli impianti costati oltre 415 mila euro. Il resto è rimasto nel suo stato di pesante degrado tanto da provocare l’intervento leghista? Ora è proprio il caso di dire che non bisogna più perdere tempo e si dia il via al Centro Scolastico, realizzazione che non può più attendere.

EXPO degli Istituti Superiori per i ragazzi di 3ª Media

L'assessore Giovanni Vanzetto

duemilioniequattrocentomila euro. Il debito del Comune è sceso da 15.133.000 euro del 2007 agli attuali 12.082.000 con una riduzione di un buon 20% e la rata annua è scesa da 1.528.000 euro del 2007 a 1.120.000 del 2011”

Sabato 15 gennaio 2011, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, presso la sala Teatro di Villa Farsetti a S. Maria di Sala, a cura dell'Informagiovani del Miranese, del Comune di S. Maria di Sala e dell'Istituto "Cordenons", gli alunni di 3ª Media e i loro genitori potranno chiedere informazioni e confrontarsi con molti Istituti Superiori del territorio per non arrivare impreparati al momento della scelta dell'Istituto Superiore.

Gente Salese N. 12 - 2010

9


cronaca Natale CON i militari

Graditissimi auguri dall'Afghanistan Ci è giunta questa email che abbiamo molto apprezzato e contraccambiamo gli auguri a Marco e a tutti i militari italiani in Afganistan e in tutto il mondo. Li ringraziamo del lavoro che stanno svolgendo come contingenti di pace. Ci auguariamo che tornino quanto prima.

Gentilissima redazione, sono un cittadino salese da 11 anni e volevo semplicemente porgere un saluto a tutta la cittadinanza, e alle autorità dall'Afghanistan, luogo dove mi trovo per servizio essendo un sottufficiale dell'Esercito in servizio al prestigioso Reggimento Lagunari "SERENISSIMA". Con la presente viste le uscite del fantastico giornale ne approfitto anche per fare gli auguri di un buon fine anno e buon 2011. Marco Benetelli

Emergenze sanitarie in Afghanistan I Lagunari in prima fila

L

e attività del contingente italiano in Afghanistan non hanno soste né variazioni e le rotazioni dovute ai vari cambi tra reparti non inficiano le attività sul terreno. È così che i Lagunari del reggimento “Serenissima” anche se da poco su terreno muovono ed agiscono con comprovata operatività. L’azione sul terreno viene svolta non da soli ma in un parternierato sempre più stretto con le forze della Coalizione e i colleghi afghani che giorno dopo giorno acquisiscono nuove competenze. La chiave di volta dell’approccio italiano rimane la popolazione locale, popolazione che nelle aree di competenza dei Lagunari soffre una grave mancanza di strutture ospedaliere. Così anche le singole attività di in-

Abbiamo risposto chiedendogli anche informazioni sul loro lavoro e mi ha risposto il Magg. Igor Piani, portavoce del contingente, con questa info che pubblichiamo a destra.

Macelleria

GALLO PLINIO

Qualità, convenienza e tradizione Offerte speciali ogni mese

S. Maria di Sala (VE) Via Cavin di Sala, 34-36 - Tel 041.486005

10 Gente Salese N. 12 - 2010

contro con i capi villaggio si trasformano spesso in richieste di aiuto di base. In particolare, durante un`attività il capo villaggio di TAPPEH SADAT, piccola zona abitativa vicino alla FOB “Tobruk” di BALA BULUK sede della 1ª compagnia, i lagunari hanno allestito una clinica mobile. Durante le visite, l`attenzione del medico è stata data da un grave problema sofferto da un bimbo. Il piccolo, di soli 3 anni, si era procurato una ferita al piede dovuta all`incapsulamento di un sasso sotto il tallone destro. Patologia minore che, in queste condizioni igienicosanitarie si era aggravata causando così una profonda e pericolosa infezione. Infezione che avrebbe potuto avere come esito l’amputazione dell`arto. Il medico militare resosi conto della gravità del caso e dell`impossibilità di agire sul posto, ha attivato la catena medica per una pronta risposta. Grazie alla disponibilità del team medico statuni-

F.B.F. Impianti s.r.l. Santa Maria di Sala ( VE) Tel. 041.486081 - Fax 041 486928 CONDIZIONAMENTO RISCALDAMENTO IMPIANTI ELETTRICI

tense è stato possibile organizzare il trasporto presso il “Role 1” italiano della FOB “El Alamein” di FARAH. Qui un’equipe italo-americana guidata dal medico militare italiano ha eseguito un intervento chirurgico al piccolo Hamibullah estraendo il sasso e medicando la ferita. L`operazione concepita, organizzata e condotta con estrema rapidità ed efficacia ha avuto esito positivo. Il piccolo Hamibullah attende ora la completa guarigione stimata in 40 giorni con medicazioni periodiche per poter ricominciare a correre ed a giocare con i propri coetanei. Con una stretta di mano al Comandante della Task Force South, colonnello Giovanni PARMIGGIANI, il padre del piccolo paziente ha dimostrato una sincera gratitudine a tutto il contingente ISAF. Magg. Igor PIANI

Grazie per questa testimonianza dell'azione dei nostri militari all'estero che fa onore all'Italia A tutti voi, angeli di pace, gli auguri di Buon Natale e Felice 2011. Graziano Busatto


TACCUINO u COMPLEANNO DI GIOVANNI RIGHETTO

u ANNIVERSARIO DI LORELLA È quasi un anno che manchi ma in fondo non ti sai nascondere davvero... chissà quante altre volte mancherai... ma tu ci sei sempre stata, ci sei e ci sarai sempre...sei solo un pò più lontana...”

Il 14 dicembre ha compiuto 3 anni Giovanni Righetto. Tanti cari auguri da mamma Giorgia, papà Emanuele, dal fratellino Filippo, dai nonni e dagli zii.

I colleghi del Tom Tommasini

CONCERTI NATALIZI DA NON PERDERE 20 DICEMBRE 2010

TEATRO COMUNALE - Villa Farsetti Ore 21.00

CONCERTO DI NATALE Assessorato alla Cultura In collaborazione con:

Scuola di Musica “Fancelli-Boschello” di Mirano Saggio-concerto degli allievi dei Maestri: Boschello, Masiero, Zanaga, Gallo, Vianello, Balsadonna, Ferroni

INGRESSO LIBERO Info: Biblioteca comunale 041.487550

UV

22 DICEMBRE 2010 TEATRO COMUNALE - Villa Farsetti Ore 20.45 VENEZIA SPECCHIO D’ORIENTE

Assessorato alla Cultura In collaborazione con: Associazione “Amici della Musica” di Venezia Istituto Regionale Ville Venete - Regione del Veneto Musiche di: Antonio Vivaldi, David Perez, Johann Gottlieb Naumann, Joseph Schuster, Giambattista Toderini, Franz Joseph Haydn, Wolfgang Amadeus Mozart Intero € 10 ridotto € 5 Info e prenotazioni: Amici della Musica di Venezia tel. 041 5462514 cell. 3287372286 , 3386950929 www.amicimusicavenezia.it; info@amicimusicavenezia.it

30 DICEMBRE 2010

TEATRO COMUNALE – Villa Farsetti Ore 20.45

MOZART O SIA COME DIVENTARE UN VERO VENEZIANO IN UN MESE

Assessorato alla Cultura In collaborazione con: Associazione “Amici della Musica” di Venezia Istituto Regionale Ville Venete Regione del Veneto Musiche per cinque musicisti, soprano e voce narrante di: Wolfgang Amadeus Mozart, Giuseppe Tartini, Antonio Vivaldi, Giovanni Ferrandini Intero € 10 ridotto € 5 Info e prenotazioni: Amici della Musica di Venezia tel. 041 5462514 cell. 3287372286 , 3386950929 www.amicimusicavenezia.it; info@amicimusicavenezia.it

Gente Salese N. 12 - 2010

11


AUGURI E GITA SOCIALE Dai mercatini natalizi di Rovereto, con gli affezionati lettori, gli auguri di

Buon Natale e Felice Anno

C

on la tradizionale gita dell‘8 dicembre ai mercatini natalizi di Rovereto si è concluso il ciclo dei viaggi 2010 come annualmente proposti ai suoi lettori da “Gente Salese.” Quest’anno siamo stati nelle terre di Castelli del Gran Ducato di

12 Gente Salese N. 12 - 2010

Parma e Piacenza con la visita alla reggia di Colorno e al castello di Fontanellato. A settembre siamo stati, invece, a Bologna e al Museo della Civiltà Contadina di Villa Smeraldi. Il programma annuale nel suo complesso è stato vario ed inte-

ressante, guastato, ma solo un poco, dalle cattive condizioni del tempo che ci hanno purtroppo in qualche caso accompagnati. Fin tanto ché i lettori continueranno ad apprezzare l’iniziativa Gente Salese continuerà a proporre le sue gite socio cultura-

li ed anche per il 2011 sono in cantiere le tre tappe primaverile (torneremo come data a maggio) a settembre e per finire in bellezza l’anno all’8 dicembre. Appuntamento, quindi, a tutti al prossimo mese di maggio, ed ora, auguri di Buon Natale.


SPORT

L'U.C. FPT Industrie di S.Maria di Sala pregusta una stagione ciclistica esaltante

R

icca di appuntamenti e di partecipazione la stagione 2010 per la società ciclistica U.C. FPT, nata 11 anni fa dalla costola dell'omonima azienda leader nel settore della fresatrici industriali a controllo numerico. Forse è stata la prima azienda a creare all'interno del proprio organico una società ciclistica. L’unico scopo era quello di creare all’interno dell’azienda un gruppo sportivo tra i dipendenti legata dalla passione per le due ruote. L’inizio strettamente Ecologistico con incontri e pedalate alla riscoperta del territorio, poi il primo approccio con la Federazione ciclistica viene dal circuito promozionale delle pedalate, per passare poi all’agonismo del circuito Autunnale. L'organico si è via via rafforzato con l'aggiunta di atleti fuori dai dipendenti dell'azienda con il consenso espresso dal sig. Gabriele Piccolo, titolare della FPT. Una stagione, quella appena passata e diretta da Zorzetto con Antonello e Piccolo in sala regia, ricca di soddisfazioni tanto da raggiungere il successo al trofeo d’Autunno e al titolo provinciale a opera di Alex Cazzaro. Piazzamenti di spicco anche per Luca Kogler bronzo autunnale, ed Enrico Lazzaro che abbina il fuoristrada nelle due specialità con il ciclocross. L’organizzazione di due eventi di vitale importanza per la provincia Lagunare, il primo con la pedalata di Mirano in occasione della festa dello sport nello scenario di villa Herrera. La seconda con la prova del trofeo d’Autun-

no, vero fiore all’occhiello per il movimento, svoltasi meno di un mese fa, ricordata sicuramente per il fango ma anche per la grande organizzazione. La manifestazione aveva come madrina d’eccezione la pluricampionessa Olimpica Paola Pezzo, ormai di casa, accompagnata dai due figli e da Paolo Rosola, l’indiscusso cavallo pazzo del ciclismo Italiano, con 14 tappe vinte al giro e la maglia rosa, con successi in tutto il mondo. Non possiamo non ricordare la loro prima apparizione in pubblico quando nel 90 si forma la prima nazionale, per il mondiale di Durango, dove Paolo e Paola erano già in prima linea. Tra gli ospiti anche il consigliere Regionale Italo Bevilacqua, a Lui il compito di premiare i due giovanissimi biker del gruppo: Alessandro Soligo e Daniele Bernardi. L’assessore allo sport del comune di Santa Maria di Sala, Giuseppe Sambati, ha elogiato la FPT per aver incentivato e promosso lo sport tra i dipendenti dell'azienda. E' toccato al “motore” aziendale, Sandro Antonello, consegnare alla protezione civile di S.Maria di Sala, nelle mani del capogruppo Luca Nebradiga, un tangibile premio a questa associazione diventata ormai un punto di forza per tutte le manifestazioni, non solo sportive. Dopo i vari riconoscimenti agli “ecologisti” premiati dal responsabile dello stabilimento ing. Stefano Lenarduzzi, vengono premiate le “prime donne”, con il titolo provinciale e il trofeo d’Autunno, le sue “perle”con il

leader indiscusso Alex Cazzaro. A consegnare il trofeo, il presidente dell’uc. Fpt MauroZorzetto. Tocca al padrone di casa il sig. Gabriele a consegnare l’omaggio floreale alla campionessa olimpica e illustrare la stagione ormai alle porte, elogiando il lavoro aziendale della parte sportiva senza dimenticare le varie problematiche legate alla crisi economica che sta attanagliando il nostro paese dove la propria azienda sembra “cavalcare l’onda” senza “bagnarsi” troppo, grazie ad un lavoro di squadra. Sembra finire nel miglior dei modi la serata, con la simbolica e gratuita lotteria, ma il gran finale vede presentare i programmi e le novità per il 2011. Il team si rafforza per puntare con diversi atleti al trofeo Autunnale. Su il sipario, il primo biker nuovo entrato è una donna, ex campionessa Provinciale: Alessandra Teso della Perla Verde di Eraclea, unica agonista femminile del gruppo, un grande applauso scappa spontaneo, ma il cavallo di “razza”è Lui, il più gettonato della stagione: G.Franco Mariuzzo vincitore di diversi titoli Provinciale e Autunnali, vincitore di G.Fondo e 24h, oltre una trentina i successi conquistati solo in questa stagione, difendendo i colori dell’Eurovelo.

Il 2011 lo vede ora in forza al team Veneziano per difendere il trofeo e ritornare ai titoli Provinciali e Regionali. È la volta di un giovane emergente, alla prima stagione con le ruote grasse ma con ampi margini di miglioramento, 4° posto nella classifica finale del trofeo d’Autunno, dal gruppo sportivo Fossò arriva Ivo Rampado e, vi assicuro, ne sentiremo parlare. Anche tra le fila dei dipendenti spunta un nuovo biker: Mattia Affiati. Il suo sarà un doppio impegno aziendale, lavorativo e sportivo a tutti gli effetti. Presentazione con simbolica consegna di Felpa e cappellino, mentre per l’assistenza meccanica il punto vendita di Noale dell’amico G.Franco Massarotto della Due Emme sarà a disposizione per la cura dei nuovi mezzi, messi a disposizione dell’azienda di Piove di Sacco, la cicli Olympia, diretta da Marino Pizzo e come detto con il supporto dell’amico Gian. Ora le premesse ci sono tutte per una stagione esaltante per portare l’FPT sulle vette delle classifiche. Un cordiale e sincero augurio di buone feste da parte del gruppo ciclistico FPT industrie di S. Maria di Sala e dal sottoscritto. Luciano Martellozzo

Gottardo Dino lavorazione ferro battuto carpenteria leggera serramenti in alluminio Via Rugoletto, 49 Veternigo di S. Maria di Sala (Ve) Tel. e Fax (041) 5780374

Via Caltana, 175/a - Caselle Tel. (041) 5731255 presso Centro Commerciale TOM Gente Salese N. 12 - 2010

13


PENSIERI ED EMOZIONI

a cura della Dr.ssa Vallj VECCHIATO

EMOZIONI REPRESSE C

on Andrea ci vediamo da qualche mese per problemi di ansia, tachicardia e attacchi di panico. Dopo alcune settimane in cui non aveva avuto problemi arrivò dicendomi che giovedì sera era stato molto male tanto da dover ricorrere a dei farmaci che non prendeva più da tanto tempo. Gli chiesi se quel giorno c’era qualcosa di particolare, se la notte aveva dormito bene, se aveva qualche preoccupazione per il giorno dopo. Niente di niente; non sa darsi una spiegazione perché tutto è stato come al solito, niente di nuovo, nessun problema particolare. Ricordò che già al mattino si era alzato con un certo malessere e che era durato tutto il giorno. Raccontò che la domenica si era arrabbiato col padre perché gli aveva prestato la macchina e lui gliela aveva riportata tutta sporca, però lunedì gli era già passata e alla rabbia non ci aveva più pensato. Lo riportai all’episodio e alla rabbia. Andrea ammise che spesso sente rabbia verso il padre ma poi non riesce a manifestarla

14 Gente Salese N. 12 - 2010

e se la tiene dentro. Sin da piccolo con suo padre è stato così: gli fa soggezione e non riesce a dirgli quello che pensa né tantomeno quello che sente. La rabbia Andrea si permette di tirarla fuori solo con i suoi figli. I due episodi, quello della rabbia verso il padre e il malessere, mi sembrarono lontani tra loro per cui espressi ad Andrea la mia perplessità circa quel giovedì così ”normale”. Dopo qualche ripensamento Andrea disse che domenica si era ricordato che giovedì era l’anni-

versario di matrimonio: era il settimo anno. Nei giorni seguenti però non ci aveva più pensato. Lo invitai a parlare un po’ di più circa tale ricorrenza e lui raccontò di quanto fosse importante quella data perché superare il settimo anno era come dire che il matrimonio andava bene. Disse: “Spesso si sente dire che intorno al settimo anno molte coppie si lasciano. Io sono contento della scelta che ho fatto, della famiglia che abbiamo costruito insieme; sto bene con mia moglie e con i miei figli, non vorrei proprio

cambiare”. Dissi: “Quindi era una data importante giovedì, ma non ci aveva pensato!” Andrea si rigirò sulla sedia, poi disse che la moglie al mattino lo aveva chiamato per fargli gli auguri e che lui avrebbe voluto portarli fuori a cena ma stava male e allora non propose niente. Gli chiesi come fu il rientro a casa la sera e lui raccontò che la moglie gli andò incontro e lo abbracciò. “Sua moglie? Non lei?” chiesi. “Sì, dopo anch’io, però è sempre mia moglie che lo fa per prima. Anche quando eravamo fidanzati, era sempre lei che veniva ad abbracciarmi per prima”. Qui Andrea scoppiò a piangere e tra le lacrime raccontò che non era mai riuscito ad abbracciare neanche sua madre, che tante volte aveva desiderato che lei l’abbracciasse, ma poi succedeva che se lei si avvicinava lui si allontanava e poi stava molto male. “Quante emozioni chiuse dentro c’erano quel giorno! Chissà se adesso che le ha tirate fuori riuscirà anche a viverle!?” Andrea si asciugò le lacrime e mi ringraziò.


SPORT

salute e benessere a cura del dott. Luigi Cazzaro

e della dr.ssa Sonia Giacometti

LA TOSSE

L

a tosse è uno dei sintomi che più di frequente la persone lamentano e circa la metà delle volte la tosse è cronica. Questa preoccupa le persone perché temono di avere qualche malattia seria o perché ne viene compromessa la qualità di vita. La tosse essenzialmente è un riflesso di difesa dell’organismo che tende a rimuovere l’eccesso di secrezioni o di materiale estraneo dalle vie aree e dai polmoni. La tosse può essere acuta o cronica ed è dovuta quasi sempre ad infezioni delle vie aeree superiori, asma, bronchiti, sinusiti, faringiti, tracheiti, raffreddore e riniti allergiche. Per quanto rigurda la tosse acuta dobbiamo dire che spesso è dovuta ad una infezione virale che provoca una infiammazione acuta ed un broncospasmo. Qualche volta questa è però dovuta ad una infezione batterica come una sinusite, una faringite, una bronchite, etc. La tosse cronica, invece, è spessso correlata al fumo di sigaretta che irrita la mucosa bronchiale provocando questo riflesso. Altre cause di tosse cronica sono l’asma, la rinorrea retronasale, il reflusso gastroesofageo, le bronchiti croniche e in minor misura i farmaci, lo scompenso cardiaco e i tumori bronchiali. La terapia specifica di questo sintomo varia in base alla causa che la provoca, per cui si potranno usare a seconda delle necessità farmaci decongestionanti, fluidificanti, steroidi nasali, antistaminici, ect. Nel caso della tosse da reflusso gastroesofageo andranno modificate le abitudini di vita come

LO SCIROPPO DI LUMACHE

ad esempio una modifica della dieta che dovrà risultare povera di grassi, la perdita dell’abitudine del sonnellino post-prandiale, l’evitare i pasti abbondanti e sollevare la testiera del letto oltre che ad intervenire con farmaci adeguati come gli antiacidi e i procinetici. Quando invece non si riesce ad avere una diagnosi precisa o comunque non si ha una patologia così importante da necessitare di terapia specifica, si può prendere in considerazione l’uso di

rimedi non farmacologici come il bere latte o tè con il miele, succhiare liquirizia o pastiglie apposite per la tosse, oltre che bere abbondantemente acqua, umidificare l’aria dell’ambiente e smettere di fumare. Nei casi in cui questo disturbo diventa insopportabile diventa utile l’uso di farmaci che sedano la tosse o la fluidificano.

SO.GE.di.CO. Srl Impianti e Costruzioni Generali Sede legale:30174 ZELARINO (VE) Tel. 041.5461109 Fax 041.5461114

S

embra che la lumaca fin dai tempi antichi, abbia avuto un utilizzo curativo generalizzato. Galeno raccontava che gli abitanti di Alessandria d'Egitto si nutrivano di lumache durante l'inverno e se ne servivano per ristabilire le forze. Nel XVI secolo, invece, erano di moda numerose ricette: il pane di lumache, considerato il pane della salute, la pomata di lumache per fortificare il cuoio capelluto oppure per suffumigi ottenuti per distillazione per assorbire la cataratta. Solo nel XIX secolo le preparazioni a base di mucillagine di lumache venivano abbondantemente utilizzate per problemi di bronchi, di languori e di anemie. La pasta di lumache veniva venduta come addol- cente bronchiale. La bava di lumaca era considerata il rimedio più efficace per curare la pertosse. La lumaca veniva inghiottita cruda o succhiata o anche strofinata direttamente in gola. La maggior parte dei pazienti però, beveva uno sciroppo fatto di bava miscelata ad acqua zuccherata o succo di carota, limonata o miele. Il professor Quevauviller ed i suoi collaboratori, basandosi su questi utilizzi tradizionali, ma anche sui risultati di ricerche cliniche dell'epoca, si incaricarono di una revisione sistematica della preparazione, della composizio-

ne e delle proprietà terapeutiche e farmacodinamiche del mucus helicis pomatiae. Invece in tempi più recenti , proprio nella nostra Pianura Padana, era consuetudine, nei casi di problemi allo stomaco, tipo gastriti e ulcere, inghiottire una lumaca viva e il muco prodotto, rivestendo le pareti dello stomaco, dava un rapido sollievo. Non esistono oggi ipotesi soddisfacenti sul meccanismo d'azione dello sciroppo; di fatto presenta proprietà espettoranti, fluidificanti e sedative. Diminuisce la viscosità delle secrezioni bronchiali per la presenza di enzimi litici cioè sostanze che rompono le grosse molecole (proteine, glicoproteine, polisaccaridi) che compongono il muco catarrale denso. Sembra inoltre che il preparato contribuisca a liberare dal muco le vie respiratorie anche perché riduce l'adesività del secreto bronchiale. Grazie inoltre alla presenza di neuropeptidi, agisce per via nervosa centrale sul riflesso della tosse, inibendolo, e provocando nel contempo, il rilasciamento della muscolatura bronchiale. Spesso nello sciroppo l'estratto di bava di lumaca è abbinato al succo di lampone per la sua azione astringente che lo vede utilizzato quale antinfiammatorio del cavo orale, della faringe e intestinale. Dai frutti di lampone si ricava il succo che conferisce al preparato un gusto gradevole, molto apprezzato dai bambini. Unica attenzione: non è adatto alle persone asmatiche a causa dell'alta azione fluidificante sul catarro.

Tabaccheria - Profumeria Ricevitoria Lotto N. 48

De Gaspari MICHELA Via Cavin di Sala, 45 S. Maria di Sala (VE) - Tel. 041/486008 Gente Salese N. 12 - 2010

15


AUGURI DI NATALE

Gli alunni fanno gli auguri di Buon Natale ai genitori

I

n tutte le scuole del Comune di S. Maria di Sala si stanno concentrando manifestazioni natalizie con varie recite e rappresentazioni. Abbiamo preso ad esempio la recita di Natale delle scuole elementari di Stigliano (nella foto sopra) che è stata effettuata presso la nuova palestra sabato 18 dicembre. Hanno sfilato tutte le classi e gli alunni si sono esibiti in canti, favole, letture e balletti sia divisi per classe sia tutti assieme, sempre accompagnati dalle loro insegnanti. Infine sono arrivati Babbo Natale e la Befana che si sono intrattenuti con i bambini per rispondere alle loro domande molto curiose e

FABBRICA DIVANI POLTRONE E LETTI PRODUZIONE E SPACCIO AZIENDALE

pertinenti. Nel pomeriggio anche la scuola dell'Infanzia di Stigliano ha promosso una recita tutta incentrata sulla nascita di Gesù e sull'arrivo dei re Magi, alla quale hanno partecipato genitori e nonni dei bambini. Con il consenso dei genitori, abbiamo dedicato la copertina del nostro giornale al presepio vivente fatto dai bambini che ci hanno ricordato che se facciamo festa è perché è l'anniversario della nascita di Gesù. I bambini, aiutati dalle loro insegnanti, ce lo hanno ricordato in maniera spontanea e con grande gioia.

Onoranze funebri

Bernardi

Via Desman, 139 S. Angelo di S. Maria di Sala tel. 041.487341

M.G. S.R.L. - 30030 S. MARIA DI SALA (VE) Via Salgari, 4/F1 SS. Padova - Treviso Telefono 041.486311 - Fax 041.487810

16 Gente Salese N. 12 - 2010

GS Dicembre 2010  

Gente Salese Dicembre 2010.

Advertisement