Page 48

CALCIO

48

lunedì 18 novembre 2013

■ PROMOZIONE / Quinta vittoria consecutiva di Umeroski e soci, cha passano a Leinì

Il pokerissimo del P.D.H.A. Andrea TROVATO Inviato al Cittadella dello Sport LEINI’ - Quinta vittoria consecutiva del Pont Donnaz Hône Arnad, che espugna 1-0 il campo del Leinì. Ci pensa il solito Umeroski a sbloccare la partita dopo neppure dieci minuti, regalando ai suoi un successo pesantissimo in vista del big match di domenica 24 novembre contro la capolista Volpiano, reduce dalla vittoria casalinga per 21 contro il Brandizzo. Una partita dai due volti quella contro i canavesani: un ottimo primo tempo, con numerose palle gol sprecate per chiudere i conti, mentre una ripresa dai ritmi decisamente più bassi dove soltanto un ottimo Peirano ha evitato la beffa in almeno un paio di occasioni. Milani parte con il tradizionale 4-4-2, dando fiducia al giovane Sirigu sulla sinistra e a Moretto sulla destra, con Bergonzi e Barbiero al centro; in mezzo al campo giostrano Ollier e Della Rosa, Scala e Menchini si occupano delle fasce e Canalini si piazza alle spalle del bomber macedone. Stesso modulo per i padroni di casa, che faticano a rendersi pericolosi nei primi quarantacinque minuti, nonostante due giocatori di esperienza in avanti come Raso e Aniello. Alla prima occasione, gli ospiti vanno in gol: gran palla di Ollier per Menchini sulla sinistra, tocco per Umeroski, che mette alle spalle di Calabrese. I gialloblù provano subito a reagire, ma la punizione dal limite di Raso è centrale. Nel finale del primo tempo la gara si accende: l’estremo difensore leinicese atterra

Capitan Menchini porta lo scompiglio nell’area leinicese nel finale di match

appena fuori area Umeroski lanciato ormai verso la porta, servito in profondità da Della Rosa, ma l’arbi-

tro estrae solo il cartellino giallo e non il rosso, tra le proteste dei valligiani. E sul calcio piazzato seguente, il

LEINI’ P.D.H.A.

0 (0) 1 (1)

MARCATORE: 7’ pt Umeroski. LEINI’ (4-4-2): Calabrese, Beltempo, Brusa (10’ st Cristiano), Camosso (26’ st Fabio Petrone), Dalla Chiusa, Calzolaro, Bochicchio, Casari (3’ st Matrella), Aniello, Raso, Terrano. All.: Antonio Petrone. PONT DONNAZ HONE ARNAD (4-4-2): Peirano, Moretto, Sirigu, Della Rosa, Bergonzi, Barbiero, Ollier, Scala, Umeroski, Menchini, Canalini (29’ st Dotelli). All.: Milani. ARBITRO: Paralovo di Torino. AMMONITI: Casari, Camosso, Calabrese, Dalla Chiusa, Barbiero, Umeroski. NOTE: giornata nuvolosa, terreno in discrete condizioni, spettatori 50 circa; recupero 1+3. Barjan Umeroski: «Abbiamo sofferto un po’ più del dovuto, ma sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Avremmo dovuto chiudere il match nel primo tempo, ma alla fine è importante tornare a casa con i tre punti e non perdere contatto da chi ci precede».

numero uno compie un vero e proprio miracolo sulla conclusione di Menchini. L’ultimo sussulto prima

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

Peirano 7.5: ci mette una pezza in almeno un paio di occasioni. Moretto 6: non sfigura, si limita più a controllare che non a spingere. Sirigu 6.5: è soltanto un ‘96, ma ha già classe da vendere. Non si intimorisce mai, neppure di fronte ad avversari più esperti di lui. Della Rosa 7: non sbaglia un pallone in mezzo al campo, sempre determinante sulle palle alte. Bergonzi 6: perfetto per quasi tutta la partita, rischia la frittata in avvìo di ripresa. Barbiero 6.5: concede poco o nulla agli attaccanti leinicesi, soprattutto nel pri-

Gariano marchia a fuoco lo scontro salvezza SAN MAURIZIO - Vittoria preziosa del Verrès nello scontro salvezza. I rossoneri scendono in campo determinati dimostrando di avere tutte le carte in regola per rimanere nella categoria dominando un San Maurizio avanti in classifica. Oltre alla classifica, questo successo è una grande iniezione di fiducia per i valligiani in vista dei prossimi impegni. Il tecnico Marcellan prova a scardinare il fortino eretto dai canavesani con il collaudato albero di Natale, 4-3-2-1, dove Bonjean è la punta centrale con Gariano e Sirigu a supporto; i padroni di casa rispondono con un classico 4-4-2, schierando la coppia offensiva composta da Vayr e Grapoli. I primi minuti di gara non riservano molte emozioni con il Verrès a tenere in mano le redini dell’incontro, mentre il San Maurizio si limita a colpire in contropiede, senza risultati. Il primo brivido arriva al 21’ quando nel momento migliore degli ospiti, una punizione di Alestra libera Ghilleri a due passi da Orrù, ma il tiro al volo dell’esterno sanmauriziese finisce alto sulla traversa. Gol sbagliato-gol subito e sul capovolgimen-

toto di fronte Bonjean prende palla ai trenta metri lasciando partire un rasoterra, che il portiere Avataneo si fa sfuggire dalle mani. Gli ospiti sembrano controllare il vantaggio senza troppi patemi, ma al 35’ perdono palla in mezzo al campo lanciando il contropiede dei rivali, Vayr è bravo a servire Grapoli, che tutto solo infila Orrù. A inizio ripresa il Verrès si getta in avanti alla ricerca del vantaggio, ma sono i sanmauriziesi a sfiorare il vantaggio con Ghilleri, che, scattato in

posizione dubbia, chiama al grande intervento Orru. All’8’ si rivedono i locali con una punizione di Alestra, che impegna il guardiano ospite. Scampato il pericolo, gli ospiti si rimettono a macinare gioco e al 20’ falliscono una ghiotta pallagol con Sirigu, che colpisce di testa a porta vuota su assist di Bonjean, ma ci pensa Ossati a salvare sulla linea. A questo punto Callegari, allenatore del San Maurizio si gioca la carta Dauria per Vayr, ma sono gli ospiti a sfiorare il gol con Bonjean, tapin ravvicinato

sbagliato. Dopo la mezz’ora il San Maurizio rimane in dieci per l’espulsione di Dauria, allora Marcellan tenta il tutto per tutto inserendo Gaiche per Guiat, la mossa si rivela azzeccata, perchè l’ariete rossonero al 36’ fa sponda per Gariano che dal limite lascia partire un destro imprendibile per Avataneo. Nei minuti finali i locali si gettano in avanti alla ricerca del pareggio, ma ci pensa Orrù a salvare il risultato con due splendidi interventi su Grapoli e il neoentrato Montanari.

PONT-ST-MARTIN - Una sola squadra in vetta a punteggio pieno della Free Time Cup in corso di svolgimento al palasport di Pont-St-Martin. Dopo la terza giornata, complice il turno di riposo del Dalailama Village Bistrot (che come il Fiat Cesaro - Bar Lys ha vinto le due gare finora giocate), a guardare tutti dall’alto è il Bar Comola, che ha sconfitto 3-1 il F.C. Walser nel big match della settimana. A quota sei sono saliti anche il Fiat Cesaro - Bar Lys, che ha superato 6-2 il Psm 2013, e il Conad, che non ha lasciato scampo 11-5 l’M10 Sport. Successo di misura, infine, per il Treves Football Club, che ha battuto 5-4 la Carrozzeria Di Marco e Pinet. CLASSIFICA: Bar Comola p.ti 9; Dalailama Village Bistrot, Fiat Cesaro - Bar Lys, F.C. Walser e Conad 6; Treves Football Club 3; Carrozzeria Di Marco e Pinet, M10 Sport e Psm 2013 0. ■ r.g.

mo tempo. Ollier 6.5: gioca una gran palla in occasione del gol, ma sbaglia qualche passaggio di troppo. Scala 6.5: ha i piedi buoni e si vede. Disputa una partita di sacrificio, nella quale dà una mano alla difesa quando serve. Umeroski 8: sua la rete che vale i tre punti. Ormai non si ferma più e trascina i compagni di squadra verso le zone nobili della classifica. Menchini 7: ottimo l’assist in occasione dell’1-0, poi si sacrifica per i compagni. Canalini 6: fatica a trovare lo specchio della porta. Dal 29’ st Dotelli s.v.

SAN MAURIZIO VERRES

1 (1) 2 (1)

MARCATORI: 22’ pt Bonjean; 35’ pt Grapoli; 35’ st Gariano. SAN MAURIZIO (4-4-2): Avataneo, Capogna (36’ st Franciolo), Levra, Ossati, Alestra, Massa, Ghilleri, Lo Buono,Vayr (21’ st Dauria), Grapoli, Ballarin (30’ st Montanari). All. Callegari. VERRES (4-3-2-1): Orrù,Voyat (34’ st Gaiche), Raffaele, Giovanzana, Noro, Dattolo, Gariano, Furfaro, Bonjean (37’ st Bionaz), Sirigu (22’ st Giovenzi), Bardhoku. All.: Marcellan. ARBITRO: Parola di Cuneo. ESPULSO: 32’ st Dauria. AMMONITI: Ballarin, Massa, Raffaele e Furfaro. NOTE: giornata nuvolosa e fredda; spettatori paganti 53; recupero 1+4; tiri in porta 5-4; tiri fuori 4-4; angoli 2-2; fuorigioco 6-3; falli commessi 23-15.

FREE TIME CUP

Il Bar Comola piega il F.C. Walser

Il bomber macedone non si ferma più, Peirano decisivo

■ 1ª CATEGORIA / Botta e risposta Bonjean-Grapoli, ma il Verrès trova il gol-partita nel finale

Federico MECCA Inviato al Comunale

dell’intervallo è dei locali, con la conclusione da fuori di Calzolaro che si spegne di un soffio a lato.

Nella ripresa il Leinì passa alla difesa a tre e scende in campo con maggior piglio. Dopo pochi secondi l’undici di casa sfiora il pari con Raso, che approfitta di un retropassaggio errato di Bergonzi, ma Peirano ci mette il piedone. Il Pont Donnaz Hône Arnad prova a chiudere la partita, prima con Menchini e poi con Canalini, ma entrambi non trovano di un soffio lo specchio della porta. Nel finale, invece, il protagonista è Peirano che compie un vero e proprio miracolo su Aniello e si ripete subito dopo sul neo entrato Matrella, regalando ai suoi tre punti fondamentali nella rincorsa alla vetta della classifica. Ora la mente è già rivolta alla sfida con il Volpiano, lontano cinque punti: un successo riaprirebbe il campionato, mentre una sconfitta potrebbe compromettere la rincorsa dei ragazzi di Milani verso quel sogno chiamato Eccellenza.

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

Roberto Gariano: «E’ una vittoria importantissima per la classifica e il morale, visto che stavamo giocando bene, ma i risultati non arrivavano. Sono felice per il gol, ma di pù per i tre punti. Adesso possiamo guardare con fiducia ai prossimi impegni».

Bonjean bomber di razza, Furfaro lotta come un leone Orrù 6.5: incolpevole in occasione del gol, nella ripresa salva il risultato con grandi interventi. Voyat 6.5: difende con ordine sulla destra e si propone in sovrapposizione sulla fascia. Dal 34’ st Gaiche s.v. Raffaele 6: meglio nella fase di contenimento sulle ripartenze avversarie, che in fase offensiva. Giovanzana 6.5: usa tutta la sua esperienza per marcare il colosso Vayr. Noro 5.5: sulla fascia sinistra patisce le folate offensive di Ballarin. Dattolo 6: gioca d’anticipo con grande determinazione, peccato si perda Grapoli in

occasione del pareggio. Gariano 7.5: con la sua velocità mette sottosopra la difesa avversaria, sigla la rete della vittoria. Furfaro 6.5: lotta come un leone davanti alla difesa recuperando palloni in continuità. Bonjean 7: si conerma bomber di spessore trovando il vantaggio con un rasoterra velenoso. Dal 37’ st Bionaz s.v. Sirigu 6: mezzo voto in meno per il gol mancato a porta vuota nella ripresa. Dal 22’ st Giovenzi 6.5: dà vivacità all’attacco rossonero. Bardhoku 5.5: si propone poco al tiro prediligendo la copertura.

Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  

Versione sfogliabile del settimanale Gazzetta Matin

Advertisement