Page 33

lunedì 18 novembre 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T RO S E

33

■ fontainemore / Lo spazio costruito a pochi passi dalla scuola con lo scopo di instillare nei più giovani l’amore per la terra

Nasce l’orto didattico: piccoli coltivatori crescono fontainemore - «Saper lavorare la terra è sempre stato un atout, che purtroppo si è andato perdendo un po’ negli anni. In questi momenti di crisi, però, recuperare il rapporto con la natura o, addirittura, costruirlo da zero, è una cosa che può dare un’importante mano». Con queste parole il sindaco di Fontainemore, Speranza Girod, commenta la nascita dell’orto didattico comunale, costruito in collaborazione con la Riserva Naturale del Mont Mars, con l’obiettivo di stimolare fin dalla più tenera età i cittadini a instaurare un rapporto positivo con la terra e le attività connesse. «Vogliamo stimolare nei ragazzi lo sviluppo di una ruralità legata al turismo - spiega Federico Chierico, responsabile del Centro visitatori del Mont Mars -, ma vogliamo svolgere con loro anche attività che vanno oltre l’agricoltura: geometria, logica e affrontare il tema del-

Piccoli e grandi protagonisti del progetto con il sindaco Speranza Girod

l’orticoltura nell’arte, nella letteratura e nelle scienze». Insomma, un progetto a tutto tondo, in un orto realizzato a pochi passi dalle scuole. «Abbiamo iniziato il 28 ottobre - chiosa ancora Federico Chierico -, procedendo con la vangatura e la preparazione del terreno; poi abbiamo seminato la segale, l’aglio e i bulbi da fiore. In inverno, poi, semineremo nei cassoni le piante orticole che andremo a trapiantare in primavera, quando metteremo anche erbe officinali, mirtilli, lamponi e piccoli frutti». A fianco di Chierico agirà Monica Molino, laureanda in Scienze della Formazione che svilupperà proprio una tesi sull’orto didattico nello sviluppo della pedagogia, sperando sempre che l’avventura non si chiuda a scuola, ma riesca a sensibilizzare anche le famiglie. ■ al.bi.

■ hone / Alex Micheletto e Stefano Borettaz, sindaco e vice, protagonisti di Santa Cecilia «in onore dei nonni»

Due priori...e una fusciacca hone - Svestire la fusciacca (nonché la “vice-fusciacca”) per indossare i panni di priori di Santa Cecilia. E’ quanto accaduto ad Alex Micheletto e Stefano Borettaz, sindaco e vice sindaco di Hône che lo scorso weekend hanno tirato le redini dell’edizione 2013 di Santa Cecilia, offrendo aperitivo e colazione, regalando come tradizione qualcosa di utile alla banda e al Coro La Manda e inventandosi, persino, un’etichetta celebrativa per il vino che ha accompagnato l’intenso fine settimana. «Una bella esperienza esclama Alex Micheletto -, ma voglio sottolineare che ci eravamo impegnati a ricoprire questo ruolo in tempi non sospetti, non vogliamo monopolizzare la vita del paese». Micheletto sorride e racconta l’andeddoto che ha spinto lui e Borettaz a “candidarsi”. «Ci tenevamo tanto in quanto quest’anno ricorre il 50° anniversario della festa in cui i nostri nonni hanno ricoperto il ruolo di priori - continua il primo cittadino -. Volevamo onorarli in questo modo e spero che ci sia-

I priori di Santa Cecilia Alex Micheletto e Stefano Borettaz con le future priore; più a destra la Filarmonica Alpina di Hône (foto Fabrizio LEONARDUZZI)

Lillianes: la domenica è dedicata agli anziani Festa degli anziani, domenica 17 novembre a Lillianes. Guidati dai più “attempati” del gruppo, Don Cesare Verthuy e Lea Silvia Squinabol, gli oltre trenta partecipanti si sono goduti un goloso pranzo nel salone polivalente, per poi dedicarsi a un pomeriggio in allegria all’insegna della tombola. Il tutto, sotto gli occhi attenti dell’assessore alle Politiche Sociali Piera Longis.

mo riusciti». Dopo il tour de force, fatto di serata in allegria sabato e condito dalla levata di domenica e dalla giornata di festa, anche Stefano Borettaz è soddisfatto. «Ci piaceva l’idea di fare qualcosa per il paese - chiosa Stefano -. Prima o poi sarebbe stata una tappa obbligata, per cui abbiamo scelto un anno speciale per fare i priori. Sono tre bei giorni di festa per stare con i nostri compaesani in altre vesti che, peraltro, sono poi quelle con cui ci conoscono meglio». ■ Alessandro Bianchet

Donnas capitale delle Reines; festa grande per Piero Busso donnas - Un intero paese riunito per festeggiare una mezza impresa. Il festeggiato è Piero Busso, l’allevatore di Donnas che nell’ultimo Combat Final ha portato a casa ben due titoli, con Malice a primeggiare in Prima categoria (sconfitta Sambaion de Lo Tsantì) e Melodie a sbaragliare la concorrenza in Seconda (ko Zara sempre de Lo Tsantì). Il teatro è quello del salone Bec Renon, dove amministratori e amici si sono riuniti per dire un grazie al dominatore delle Batailles 2013. «Non possiamo che essere contenti per questo incredibile risultato - esclama il primo cittadino Amedeo Follioley -. Piero merita tutte queste soddisfazioni che, in qualche modo, lo ripagano di tutti i sacrifici e del grande lavoro di selezione che ha fatto nel corso degli anni. Inoltre, questo exploit dà un po’ di lustro anche alla zootecnia della bassa Valle e di Donnas in particolare; ora non siamo più famosi solo per il vino e per le capre, ma anche per le Reines. Non possiamo che dirgli grazie e fargli tantissimi complimenti». ■ al.bi.

A sinistra, Busso festeggiato dall’amministrazione comunale, a destra, dagli amici e sotto la famiglia al gran completo

fotoservizio JANS PHOTO

Mont Rose

Flash

Pont-St-Martin: ‘Quattro chiacchiere’ su giovani e abuso di alcol

‘Giovani e Alcol; la realtà così com’è e non come si vorrebbe fosse’. E’ il tema che verrà affrontato venerdì 22 novembre alle 21 nel Centre Culturel di Villa Michetti, nell’ambito della rassegna “Quattro chiacchiere in biblioteca”. L’incontro, dedicato a genitori, educatori e ragazzi, proverà ad affrontare le varie tematiche legate all’abuso di alcol tra i giovani. All’appuntamento prenderanno parte la sociologa Franca Beccaria e la giovane autrice Giulia Gino, che nei libri “Fragile come un sogno” e “Ritornerà settembre” descrive il mondo giovanile affrontando il rapporto dei suoi giovani protagonisti con l’alcol.

Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  
Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  

Versione sfogliabile del settimanale Gazzetta Matin

Advertisement