Page 24

24

C O M U N I TÀ M O N TA NA

GRAND COMBIN

lunedì 18 novembre 2013

■ cpel / All’atto dell’ok al bilancio di previsione 2014, sono stati ben 6 su 11 gli amministratori del Grand Combin a votare contro o ad astenersi

La Coumba roccaforte del malcontento dei sindaci

Manes: «Nessuna spaccatura nella Comunità montana»; Tamone: «Noi chiamati a ratificare decisioni calate dall’alto» gignod - Coumba Frèide roccaforte del malcontento degli enti locali valdostani? Numeri alla mano, sembrerebbe proprio di sì, visto che all’atto del via libera concesso a maggioranza al bilancio di previsione della Regione per l’anno 2014, all’interno dell’assemblea del Consiglio permanente degli enti locali sono stati ben sei gli amministratori comunali del Grand Combin a non fornire il loro parere favorevole al documento economico-finanziario presentato dal presidente della Regione, Augusto Rollandin, e dall’assessore regionale al bilancio, Mauro Baccega. Insomma, all’interno della Comunità montana Grand Combin sono stati più i sindaci a non fornire il loro parere favorevole al bilancio di previsione (Massimo Tamone di Etroubles, Riccardo Farcoz di Gignod, Natalino Proment di St-Oyen, Corrado Jordan di St-Rhémy-en-Bosses, Gabriel Diémoz di Roisan ed Ermanno Riva Rivot di Valpelline) rispetto a quelli che hanno invece optato per il via libera (Erik Patrocle di Allein, Armando Chentre di Bionaz, Franco Manes di Doues, Joël Creton di Ollomont e Remo Domaine di Oyace). Una Comunità montana spaccata a metà, 6 a 5, quella del Grand Combin, numeri alla mano. Interpellato in merito all’esito della votazione in seno al Cpel, il sindaco di Doues, Franco Manes, uno dei cinque a fornire il parere favorevole al bilancio di previsione regionale, parla

Franco Manes

Massimo Tamone

di «astensioni o voto contrario che, tranne qualche caso dovuto all’appartenenza politica dell’amministratore locale, penso siano riconducibili alla complessità della materia, nessuna spaccatura all’interno della Comunità montana - commenta -, anche perché, stando all’analisi dei costi standard e allo studio di rior-

ganizzazione del comparto socio-assistenziale, la nostra realtà non dovrebbe in alcun modo essere toccata, rientrando in maniera ottimale nei parametri legati alla gestione della spesa pubblica». Passando agli amministratori che non hanno fornito il loro via libera al documento economico-finanziario di previsio-

ne, dopo aver più volte provato a contattare (ma senza esito) il sindaco di Gignod nonché presidente della Comunità montana, Riccardo Farcoz, che si è astenuto, abbiamo sentito Massimo Tamone di Etroubles, uno dei tre primi cittadini - insieme a Sandro Pepellin di Jovençan e Roberto Brunod di Antey - a votare contro. «Nell’ambito della finanza locale, c’è sempre più un’invasione di campo da parte della Regione, con le decisioni che vengono presentate al Cpel soltanto per essere ratificate. Se in più aggiungiamo che ben pochi amministratori locali si stanno rendendo conto della gravità dei tagli che ci sono stati imposti, ecco che il panorama futuro non può che assumere contorni molto problematici», anticipa Tamone. ■ Patrick Barmasse

GC: coscritti 1956 in festa ricordando Déleonard e Piassot

notizie in breve Gignod, premiazione L’écrivain de la Tour

La biblioteca comunale di Gignod, nell’ambito della XI giornata di promozione della scrittura, organizza la premiazione del XVIII concorso letterario ‘L’écrivain de la Tour’. La kermesse finale del concorso è in programma domenica 24 novembre, a partire dalle 15, nel salone polivalente della scuola primaria di Gignod capoluogo. Ollomont, campionato di arrampicata

Si terrà domenica 24 novembre, alla Maison Grimpe di Ollomont, il campionato di arrampicata sportiva amatoriale, VI Trofeo Giulio Dannaz. La manifestazione prenderà il via alle 10 nella struttura al coperto di frazione Rey, con le iscrizioni che si raccoglieranno in loco (7 euro fino a 19 anni, 10 euro dalla categoria Senior). Info: 335 6658579, 347 7294661, 339 6298900. Bionaz, 11° Mercatino di Natale

Sabato 30 novembre e domenica primo dicembre, all’interno dei saloni comunali in località Capoluogo di Bionaz, è in programma l’11ª edizione del Mercatino di Natale. Tra i diversi oggetti in esposizione (e naturalmente in vendita) ci saranno decorazioni natalizie, decorazioni per la casa, oggetti artigianali in legno e ferro battuto, articoli regalo, uncinetto, cucito e lavori a maglia, articoli dipinti a mano e tanto altro ancora. Per info e adesioni: 0165 730959, biblioteca@comune.bionaz.ao.it. Gignod, preparare il pane nero

Il gruppo coscritti del 1956 del Grand Combin si è ritrovato per la consueta cena annuale, organizzata dopo la messa in ricordo degli amici Mauro Deléonard e Silvana Piassot - al ristorante Bonplan di St-Marcel

La biblioteca comunale di Gignod, sabato 30 novembre, alle 10.30 al forno di Vefan, al Planet, organizza un incontro per preparare il pane nero. Sono invitati a partecipare sia adulti che bambini, ognuno potrà portarsi a casa qualche pane. Le spese di legna e farina saranno divise tra i partecipanti all’iniziativa. Le iscrizioni dovranno pervenire in biblioteca (0165 56449) entro mercoledì 27 novembre. Alle 14.30 di sabato 30, poi, l’oratorio di Gignod invita bimbi e genitori a preparare i pani che verranno venduti il primo dicembre davanti alla chiesa parrocchiale, il cui ricavato servirà per organizzare le attività dell’oratorio.

■ flassin / Divergenze economiche dietro al tira e molla sul contratto di gestione dei tracciati di sci nordico e slittino

Pista di fondo: trattativa SERRATA tra comuni e Pila Spa La firma è attesa a giorni, ma sui lavoratori assunti - anche per Crévacol - la società fa sapere: «Occorre razionalizzare» st-oyen - Trattativa serrata, quella in atto da qualche settimana tra le amministrazione comunali di St-Oyen, Etroubles e St-Rhémy-enBosses, e la Pila Spa, società che dalla stagione invernale ormai alle porte, oltre al comprensorio sciistico di Crévacol, gestirà la pista di sci nordico intercomunale dell’alta valle del Gran San Bernardo, la pista di slittino e lo snowpark di Flassin. La firma sul contratto di gestione delle piste di fondo e di slittino sembra ormai imminente, «è questione di giorni», conferma il direttore generale della Pila Spa, Fabio Junod, anche se a oggi le pretese economiche della società del presidente Remo Grange non hanno incontrato l’approvazione delle tre amministrazioni comunali coinvolte nella trattativa. «L’aspetto economico è stato senz’altro quello che ci ha visti inizialmente più distanti spiega il sindaco di St-Oyen, Natalino Proment, primo cittadino dell’ente capofila nel procedimento -. Detto questo, la volontà di entrambe le parti è quella di arrivare all’apertura della stagione dello sci a Flassin con la situazione definita, quindi reputo che entro la fine di questa settimana ci siano ottime probabilità che si chiuda l’operazione». Sui dettagli economici al centro della trattativa, però, Proment preferisce ri-

Il sindaco Natalino Proment Una panoramica della pista di Flassin, vista dalla zona del Foyer

manere abbottonato. L’unica indiscrezione che ci conferma è che «le pretese economiche iniziali, che noi abbiamo reputato un po’ troppo alte, sono state riviste». La pista intercomunale di sci nordico, un tracciato di 18 km di proprietà dei tre co-

muni dell’alta valle del Gran San Bernardo, neve permettendo, dovrebbe aprire per il ponte di Sant’Ambrogio, così come confermato dal direttore generale della Pila Spa, Fabio Junod. «L’intenzione è sicuramente quella di poter aprire la pi-

sta di fondo non appena le condizioni di innevamento ce lo permetteranno - afferma -. Ovviamente ci sono ancora dei dettagli da definire col Comune di St-Oyen, ente locale col quale cercheremo di confrontarci anche in merito alle modalità di gestione dell’impianto dedicato allo sci nordico».

BELOTE: Reginato balza al comando della generale Gignod - Cambio al vertice della classifica generale della quarta edizione del torneo degli undici comuni di belote, kermesse organizzata dalla sezione intercomunale Avis del Grand Combin. Dopo la seconda delle undici tappe in programma, andata in scena giovedì sera al ristorante pizzeria La Maison de Pierre di Gignod, alla presenza di 75 concorrenti, Fernando Reginato (foto) ha scavalcato al comando della graduatoria Sebastiano Navarretta, che aveva primeggiato nella prova inaugurale al bar Miravalle di Allein. A Gignod, nella speciale classifica riservata ai soci Avis, a imporsi è

stato Silvano Petitjacques davanti a Gemma Ronc, Walter Faustinelli, Edy Vermillon e Stefano Belli, mentre nella graduatoria dedicata ai simpatizzanti Remo Juglair si è imposto su Corrado Avantey, Franco Torgneur, Fernando Reginato e Franco Petitjacques. Tornando alla classifica generale, quindi, a comandare provvisoriamente la situazione troviamo Reginato davanti a Faustinelli, Gemma Ronc, Torgneur, Navarretta, Angelo Vaudan, Franco Petitjacques, Juglair e Bruno Ronc. Terza tappa in programma giovedì al ristorante pizzeria La Meule di Roisan. ■ p.b.

E per quanto riguarda lo snowpark, struttura che nella stagione passata, a causa di un guasto al tapis roulant, provocò non pochi grattacapi a chi vi precedette nella gestione, ovvero la GrandSt-Bernard Spa? «Tutto a posto, il tapis roulant è stato sostituito e quindi ci presenteremo pronti all’inaugurazione della stagione (che per quanto riguarda l’area giochi invernale è fissata per il 21 dicembre, ndr)», replica Junod della Pila Spa, che poi annuncia: «Il comprensorio sciistico di Crévacol contiamo di aprirlo sabato 7 dicembre». Un aspetto a cui la Grand-St-Bernard Spa ha sempre prestato molta attenzione, era il fatto di poter assumere personale del posto, anche a livello stagionale, per poter gestire il domaine skiable. E’ vostra intenzione fare altrettanto? «Guardi, in questo momento stiamo ancora definendo le piante organiche da impegnare nel comprensorio, quindi a questa domanda preferisco non rispondere in maniera troppo precisa, anche perché non vorrei poi essere smentito - afferma ancora Fabio Junod -. Diciamo che è nostra intenzione andare a riorganizzare un po’ tutta la gestione, ottimizzando le risorse a disposizione così da poter abbattere i costi. Occorre razionalizzare». ■ pa.ba.

St-Oyen

Flash

La Foire Marché de Noël du Grand Combin L’amministrazione comunale di St-Oyen comunica che anche quest’anno si terrà la Foire Marché de Noël du Grand Combin, manifestazione in programma al centro espositivo adiacente al Bar Tennis di Etroubles nei giorni 7, 8, 14, 15, 21, 22, 23 e 24 dicembre, con il seguente orario: tutti i giorni dalle 14 alle 19, a esclusione della giornata del 24 dicembre, in cui verrà disposta la chiusura anticipata alle 18. Alla mostra mercato possono partecipare tutti gli artigiani residenti in Valle d’Aosta, con priorità a quelli residenti nei comuni di St-Oyen, St-Rhémy-en-Bosses ed Etroubles, con a seguire - in caso di disponibilità di posti - quelli residenti nel comprensorio della Comunità montana Grand Combin, anche non iscritti all’albo regionale. Per qualsiasi dettaglio, sul sito del Comune di St-Oyen è pubblicata copia del regolamento per la partecipazione alla manifestazione, le cui adesioni si raccolgono entro oggi, lunedì 18 novembre, compilando la domanda e spedendola al Comune di St-Oyen, rue GrandSt-Bernard 52, oppure inviandola via fax al 0165 78478 o consegnandola a mano. Info: 348 2491302, 340 2497114.

Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  

Versione sfogliabile del settimanale Gazzetta Matin

Advertisement