Page 18

18

ao s ta

lunedì 18 novembre 2013

■ in piazza Chanoux / Festa sobria e allegria con le band e i talenti di casa

Sarà un Capodanno senza BIG aosta - Mentre al Teatro Romano continuano i lavori per l’allestimento del giardino alpino nel quale saranno dislocati gli chalet del Marché Vert Noël (saranno 46 le suggestive casette di legno, 14 in più rispetto allo scorso anno, con due postazioni riservate alla promozione delle eccellenze DOP della nostra regione, ndr), la cui inaugurazione è prevista tra poco più di 10 giorni, il 29 novembre prossimo - cominciano i primi pour parler relativi al Capodanno in piazza. Pare che non ci sarà un nome ‘vip’ nell’animazione che ormai da tanti anni il comune capoluogo offre nel salotto buono della città; lo scorso anno fu il verace Gigi d’Alessio a dividere gli animi, tra detrattori e sostenitori e in ogni caso, la piazza rispose con un’ottima presenza di pubblico e alcune finestre di collegamento con il Capodanno Rai di Coumayeur che hanno contribuito a far entrare nelle case degli italiani i filmati promozionali sulla nostra regione. Il palco di piazza Chanoux dovrebbe essere territorio di conquista di gruppi e band locali, compresa la conduzione della serata. «Stiamo ancora perfezionando i dettagli – spiega l’assessore al Turismo Patrizia Carradore - ma sarà come già annunciato tempo addietro, un intrattenimento molto sobrio, calato in un contesto socio-economico tutt’altro che roseo ma che ha anche l’obiet-

tivo di valorizzare i talenti locali che nulla hanno da invidiare a gruppi o solisti certamente più noti. La decisione di offrire un intrattenimento di piazza post cena di San Silvestro fa anche i conti con un cambiamento nei costumi della società che ogni anno si nota sempre di più. Vuoi per la crisi e per la mutata esigenza di divertimento, sono in netto calo cenoni o grandi feste organizzate, mentre vanno per la maggiore le cene casa-

linghe, tra gruppi di amici o parenti che si ritrovano per condividere una serata di festa. Ecco che dopo cena, l’idea è quella di continuare la serata insieme, magari facendo un giro in piazza, per ascoltare musica dal vivo e divertirsi, con molta semplicità e con una spesa certamente più contenuta». Nella foto, piazza Chanoux lo scorso anno; sul palco la show girl Valeria Marini e il cantautore napoletano Gigi D’Alessio; nel riquadro, l’assessore al Turismo Patrizia Carradore. ■ c.t.

Servizio civile: un anno dedicato agli altri Aosta - Lorenzo Allera, Naiara Aspesi, Alice Borney, Jasmine Elia, Nicholas Frison, Veronica Gencarelli, Mariele Lanza, Francesca Mallamaci, Alice Mantovani, Valeria Mariani, Sara Marogna, Maria Concetta Muraca, Eleonora Oberto, Frederic Raso e Paola Tramonti sono i sedici ragazzi che, lunedì 11 novembre, hanno iniziato la loro esperienza di servizio civile regionale che li impegnerà per un anno negli enti, associazioni e cooperative che hanno dato la disponibilità. Otto le sedi lavorative dei ragazzi: con l’associazione Alzheimer Valle d’Aosta; le Acli regionali della Valle d’Aosta; la cooperativa La Sorgente; la cooperativa La Libellula; la cooperativa Mont Fallère e l’associazione Enaip; il consorzio Trait d’Union e L’Esprit à L’Envers. Alla presentazione del servizio, martedì 12 alla Cittadella dei Giovani, erano presenti anche i ragazzi del Movimento universitario valdostano intenzionati, in occasione del prossimo bando per il servizio civile, a promuoverlo tra gli studenti, illustrandone caratteristiche e opportunità.

Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  
Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  

Versione sfogliabile del settimanale Gazzetta Matin

Advertisement