Page 15

lunedì 18 novembre 2013

REGIONE

15

■ IL CASO / E’ nato su Facebook il gruppo ‘Studenti valdostani contro i tagli’; prima riunione per ‘contarsi’

«No» ai tagli a biglietti e borse di studio AOSTA - Rimodulazione dei criteri per le borse di studio e agevolazioni sui biglietti di pullman e treno per gli studenti universitari fuori sede: c’è preoccupazione per i tagli annunciati dal disegno di Finanziaria regionale 2014/2016. Sabato scorso al Caffè Quotidiano di piazza Chanoux l’incontro di un gruppo di studenti universitari è stato l’occasione per discutere dei tagli annunciati ed elaborare possibili alternative. «Una rimodulazione dei criteri è sensata, soprattutto quelli relativi al merito - spiega Elisa - per il primo anno di iscrizio-

ne, oltre al reddito, sono previsti 20 crediti per ottenere la borsa, cioè niente, l’equivalente di due esami in tutto l’anno. Una revisione in questo senso è giusta ma a preoccupare sono i tagli legati a reddito e patrimonio» - spiega Elisa. «Senza tener conto che ci sono famiglie sicuramente in difficoltà economiche ma i cui figli, con risultati discutibili, ottengono la borsa, mentre studenti meritevoli, in tempo con gli esami e con una media alta non possono aspirare a nessun sussidio sostiene Giulia. «Anche per i biglietti del treno: ci sarà pur una via di mezzo fra

La riunione dei giovani, sabato scorso al Caffè Quotidiano

tutto e niente - dice Eleonora c’è chi, per anni, ha mangiato sopra la questione dei biglietti del treno, chiedendo rimborsi a sproposito e adesso di colpo viene tolto tutto; un’alternativa sarebbe concedere un minor numero di biglietti all’anno per ciascuno». Ad aumentare la preoccupazione l’incertezza sulla data d’inizio dei tagli - dall’anno solare 2014 o dall’anno accademico 2014/2015; la mancata pubblicazione dei bandi per le borse del 2014 - per ora sono presenti solo quelle per gli studenti dell’Università della Valle d’Aosta- che proprio in questi giorni dovreb-

bero comparire sul sito della regione non fa ben sperare. Qualcuno polemizza: «Però la ristrutturazione del Billia quando non ci sono turisti per la crisi serviva proprio vero? Per non parlare dell’aereoporto…». Un incontro con gli assessori competenti, il coinvolgimento delle altre categorie a rischio (anziani, disabili e invalidi, ma anche ragazzi delle scuole), l’allargamento al Comitato Pendolari Stanchi sono fra le proposte nell’aria; intanto nasce su facebook il gruppo ‘Studenti Valdostani Contro i Tagli’, per informazioni, proposte e prossimi appuntamenti. ■ Miriam Begliuomini

■ SOLIDARIETÀ 1 / L’associazione Ana Moise ha aiutato un bimbo kosovaro ■ SOLIDARIETÀ 2 / Les Amis du Coeur aiuteranno le popolazioni filippine

Prime buone notizie per Fatbardh Dalle noci, l’aiuto va oltreoceano AOSTA - Quattromila euro, al netto di tutte le spese, per aiutare un bambino bisognoso di cure. E’ la bella cifra raccolta grazie alla generosità dei 250 commensali che la scorsa settimana si sono seduti a tavola con Ana Moise, l’associazione onlus che da ormai dieci anni aiuta bambini bisognosi di cure, proprio come fece agli esordi, aiutando la rumena Ana Moise – oggi giovane donna guarita da una forma rara di leucemia – e dalla quale ha preso il nome. Questa volta, la cena della solidarietà andata in scena al ristorante AnIl direttivo dell’associazione Ana Moise; Fatbardh è in braccio cien Braconnier ha aiutato ad Alessandro Gal e accanto alla sua giovane mamma Fatbardh Bega, un bambino kosovaro di tre anni affetto da una grave cardiopatia congenita che suoi ‘amici’ valdostani che hanno contribuito proprio nei giorni scorsi ha cominciato il suo ad aiutarlo. «Continuiamo a occuparci di allungo percorso di cure all’ospedale Gaslini. tri bambini – spiega il presidente della onlus Lunedì, il piccolo è stato preso in carico dal- Ana Moise Alessandro Gal – ce ne sono tanti, l’équipe dell’ospedale Gaslini e giovedì scor- tantissimi, che hanno bisogno di cure e assiso è stato dimesso dopo alcuni accertamen- stenza che non potrebbero avere in alcun moti che hanno dato esito incoraggiante, ren- do. Grazie a chi ci ha aiutato e a chi continuedendo felice la sua giovane mamma e tutti i rà a sostenere la nostra attività».

AOSTA - Se si rompe una noce a metà si nota subito la sua forma a cuore. Le noci sono amiche del cuore e non solo per la caratteristica forma. Contengono infatti sostanze nutrienti, comprese proteine e fibre alimentari, contengono anche acido folico, niacina, vitamine E e B6 oltre che minerali come magnesio, rame, zinco, selenio, fosforo e potassio. Contengono anche grassi (sono infatti piuttosto caloriche) ma si tratta di grassi insaturi che possono contribuire ad abbassare il tasso di lipoproteina (cioè le lipoproteine a bassa densità, definite colesterolo cattivo). Naturalmente, visto anche l’importante apporto calorico, bisogna assumerne con moderazione, due o tre noci al giorno. Le noci fanno anche ‘del’ bene. Sabato scorso, al Gros Cidac di Aosta, i volontari des Amis du Coeur erano in prima linea e hanno distribuito sacchetti di noci. Come spiega

■ GIUNTA / L’amministrazione regionale ha destinato 50 mila euro al progetto Giovani in M.o.t.o.

Griffe regionale sugli sportivi della neve AOSTA - Arrivano proprio insieme ai primi fiocchi di neve sulla città di Aosta i provvedimenti della giunta regionale sulle sponsorizzazioni di atleti valdostani (27.700 euro) per le discipline invernali, su contributi ad associazioni per l’organizzazione di manifestazioni sportive per l’ultimo trimestre (47.300 euro) e l’approvazione del nuovo quadro economico per l’impianto di innevamento artificiale per la pista di fondo di Coppa del Mondo di Cogne. Sono undici gli atleti che saranno griffati Vallée d’Aoste: Raffaella Brutto (3.200 euro), Luca Matteotti (3.100), Tom-

Il presidente Augusto Rollandin

maso Leoni (2.800) e Fabio Cordi (2.500) per lo snowboard; Matteo Eydallin (3.000) e Denis Trento (2.900) per lo sci alpinismo; Simone Origone (3.000)

e Ivan Origone (2.100) per lo sci di velocità; Nicole Gontier (2.700) per il biathlon; Stephan Miribung (1.600) per freestyle/ skicross e Giuseppe Lamastra (800 euro) per il winter triathlon. Grazie a un risparmio sui lavori per l’impianto di innevamento artificiale della pista di Cogne (vedi servizio a pagina 22) si potranno acquistare altri quattro cannoni da neve, oltre i quattro già previsti, e avere una riduzione delle spese di 63.500 euro. Presidenza Regione La giunta ha deciso di ricorrere dinanzi al Tar del Lazio e alla

Corte costituzionale contro il decreto del ministero dell’economia e delle finanze del settembre 2013 sul riparto del contributo alla finanza pubblica da parte delle autonomie speciali, sproporzionato per la Valle d’Aosta e ritenuto comunque «illegittimo e lesivo delle attribuzioni costituzionalmente spettante alla Regione». Politiche sociali Con un finanziamento di 50 mila euro è stato approvato il piano di intervento per l’attuazione dei progetti a favore dei giovani per il 2013, Giovani in M.o.t.o. ■ e.d.

CRER: le sezioni Pesca e Bocce in gita in Valchiusella

I volontari al lavoro sabato all’ipermercato Gros Cidac

Renato Bizzotto, «quest’anno non acquisteremo i defibrillatori salva vita come nelle precedenti edizioni, la tragedia attuale che ha colpito le Filippine ci ha fatto cambiare ‘rotta’. I soldi raccolti contribuiranno così all’acquisto di ‘shelter box’; si tratta di un box che assicura autosufficienza e riparo per un mese

a un nucleo di massimo dieci persone, ed è un’attrezzatura essenziale in favore delle popolazioni colpite da calamità e disastri naturali, contiene una tenda, coperte termiche, un set per potabilizzare l’acqua per sei mesi, stoviglie e materiale scolastico per bambini». ■ Valeria Luberto

FONDAZIONE COMUNITARIA

50mila euro per l’occupazione AOSTA - Solidarietà e lavoro. E’ il tema del bando a favore di progetti che sostengano iniziative a favore di cittadini in situazioni di disagio economico lanciato dalla Fondazione Comunitaria della Valle d’Aosta e finanzato attraverso 50 mila euro messi a disposizione dalla Compagnia di San Paolo di Torino. Al bando possono partecipare onlus, parrocchie, cooperative, associazioni di promozione sociale che presentano progetti in grado di fornire una risposta alla disoccupazione nella nostra regione, favorendo la formazione e l’inserimento professionale di persone in situazione di disagio, promuovendo un mercato del lavoro maggiormente inclusivo con minori barriere sociali, culturale e geografiche. Le domande possono essere consegnate entro il 24 gennaio 2014 e gli stessi progetti dovranno essere realizzati entro il 31 dicembre 2014. Bando, formulario e informazioni sono disponibili sul sito della Fondazione, www. fondazionevda.it.

Le sezioni Pesca e Bocce del Crer, l’ente ricreativo della amministrazione regionale e degli enti locali, a conclusione dell’attività 2013, si sono ritrovate a Traversella, in Val Chiusella per una giornata all’insegna dell’amicizia e per un buon pranzo in compagnia

Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  
Gazzetta Matin del 18 novembre 2013  

Versione sfogliabile del settimanale Gazzetta Matin

Advertisement