Issuu on Google+

Direttore: LUCA MERCANTI ANNO XIII - N° 16

www.gazzettamatin.com www.newsvda.it

Poste italiane. Spedizione in A.P.D. L.353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1. DCB Aosta

lunedì 14 aprile 2014 Tel. 0165 231711 centralino segreteria@gazzettamatin.com

SETTIMANALE INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE, POLITICA, CULTURA, SPORT

■ INCHIESTA / Per i lavori del secondo lotto

VDA news: vieni a visitare il nuovo quotidiano online www.newsvda.it

EDITORIALE

Muro contro Muro di Luca MERCANTI

N

eanche un congresso politico, momento di confronto e riflessione per antonomasia, di questi tempi riesce tenersi alla larga dalle polemiche. A Fénis - congresso Uvp - invece di trovare una strada alternativa a quella dell’Aventino, dalle scintille si è passati alle fiamme vere e proprie. In casa Pd sono volate parole grosse, proprio come è avvenuto in Consiglio Valle mercoledì scorso, quando soprattutto le promesse bellicose di Raimondo Donzel («andremo casa per casa a dire quello che fate) e le minacce di Stefano Ferrero («vi diamo gli schiaffi a viso aperto») hanno irrigidito ancor più gli antagonisti di Uv e Sa, con l’Ago della Bilancia Leonardo La Torre contrariato per tanta violenza verbale, il quale alla fine è rimasto in aula facendo raggiungere il numero legale. L’opposizione, che evi-

CALCIO

Il VdA ferma la capolista Giana ■ a pagina 49

dentemente ha stappato le bottiglie di spumante troppo presto, comportandosi così dimostra di non disporre ancora completamente di quella borsa dell’acqua calda che servirebbe a convincere i malpancisti della maggioranza a fare il salto della quaglia.Constatato che una risoluzione non è sufficiente per far sloggiare il governo Rollandin, il decalogo di principi («la Valle d’Aosta che vogliamo»), più che condivisibile, a questo punto sembra un manifesto elettorale. Già, perché se la crisi non troverà soluzione, l’unica alternativa resterà proprio quella delle elezioni. Certo, se la maggioranza si chiarirà al suo interno, con il presidente Rollandin finalmente aperto al confronto e alla collegialità nelle decisioni, la buriana potrebbe anche passare. La gente, però, ha bisogno di risposte e certezze. E subito. Questa politica, però, sta dando il peggio di sè. Non è stata neanche in grado di trovare un punto d’incontro per le elezioni europee. L’ennesima occasione persa, che i valdostani non sono più disposti a perdonare. Cecità che la gente non accetta, perché in fondo al cittadino poco importa chi governa. Al cittadino interessa solo il “come”. E questo “come” di far politica a Palazzo è ripugnate.

PER LA PUBBLICITÀ LG PRESSE

-

EURO 1.50

GALLERIA DI ETROUBLES CI SONO I PRIMI INDAGATI AOSTA - Prime iscrizioni sul registro degli indagati, quelle effettuate dalla procura di Aosta, in relazione all’inchiesta aperta sui lavori di realizzazione della variante della strada statale 27 tra Etroubles e Saint-Oyen, più precisamente nell’ambito del secondo lotto di intervento per la costruzione di una galleria con successivo raccordo tramite viadotto alla strada statale 27 attuale. Al centro dell’inchiesta ci sarebbero le cause alla base dei cedimenti del terreno che ormai da un anno costringono fuori dalle proprie abitazioni i residenti di frazione La Collère, a Etroubles.

in occasione della

Santa Pasqua sarà in edicola

SABATO 19 APRILE

■ a pagina 6

■ PROSTITUZIONE A CERVINIA / Valdostani alla sbarra

Bocca di Rosa, in due a processo

TEL:

SPORT INVERNALI

Asiva, 112 medaglie tricolori: bilancio ok ■ a pagina 44

AOSTA - Due rinvii a giudizio e due assoluzioni per non avere commesso il fatto». Si è chiusa in questo modo, davanti al gup Giuseppe Colazingari, l’udienza preliminare relativa all’operazione “Bocca di Rosa” di Cervinia, indagine che il 4 maggio del 2012 portò il gip Maurizio D’Abrusco a disporre quattro misure cautelari. ■ a pagina 6

0165.1845110 CELL: 366.6174591 - EMAIL: M.HENRY@LGPRESSE.COM


2

lunedĂŹ 14 aprile 2014


1P °

PRIMO PIANO

lunedì 14 aprile 2014

3

■ CRISI POLITICA / Prove di dialogo, ma il nodo dimissioni dell’esecutivo non è sciolto

Resta il muro contro muro di Danila CHENAL AOSTA - «Quando lo vedrò ci crederò». E’ lapidario il presidente della Giunta Augusto Rollandin rispondendo a chi adombra la possibile sottoscrizione da parte di alcuni elementi della maggioranza delle linee programmatiche contenute nel documento ‘Per la Valle d’Aosta che vogliamo’ presentate venerdì 11 in Consiglio Valle dalle Alpe, M5S, Pd-sinistra valdostana e Uvp. La discussione si è arenata quando le opposizioni sono tornate a reclamare le dimissioni dell’esecutivo. Rollandin ha ricordato il rispetto delle regole (leggi mozione di sfiducia costruttiva) e la partita si è chiusa con l’abbandono dell’aula dei 17. Gli alleati Union valdôtaine-Stella Alpina non hanno registrato defezione nelle proprie fila - Leonardo La Torre è restato al suo posto - hanno liquidato i punti all’ordine del giorno di competenza e convocato il Consiglio Valle per il 23 aprile: una boccata di ossigeno per la maggioranza e tempo davanti a sé per affinare le strategie. All’inizio della seduta il clima era disteso e sia Uv che Sa si sono dimostrati disponibili ad analizzare il documento «aperto al contributo» avevano sottolineato dai ranghi della minoranza. Sulle dimissioni i toni si sono inaspriti. Nulla di fatto: resta muro contro muro. La tattica per il futuro l’ha tracciata Luigi Bertschy (Uvp): dimissioni di 17 e forse più in cinque giorni – ancora a caccia dei malpancisti - o mozioni di sfiducia a raffica per gli assessori. Prove tecniche di confronto anche sabato 12 al Congrès dell’Union valdôtaine progressiste. Nell’intervenire il presidente dell’Union valdôtaine Ennio Pastoret dice sì alle dimissioni dell’esecutivo «ma l’alternativa sia proposta secondo le regole». Apre poi al dialogo: «Siamo in una fase di stallo ed è sempre possibile trovare un’intesa, senza inciuci e larghe intese, ma in maniera chiara e senza pregiudiziali; ci si confronta sui programmi». Il nodo resta: il presidente dell’Uvp aveva ribadito poco prima che Pastoret parlasse: o dimissioni o non se ne fa nulla. L’apertura arriva anche dalla Stella Alpina per bocca del presidente Maurizio Martin: «Facciamo tutti un passo indietro per far fare un passo avanti a tutta la Valle d’Aosta» e accoglie il documento programmatico delle opposizioni consiliari come «uno strumento del confronto che il mio movimento analizzerà visto che sono i punti in linea con il nostro programma». Frena sulle elezioni Martin: «La maggioranza pare che non ci sia e la minoranza non ha i numeri per sostituirla: la conclusione logica sarebbe il ritorno alle urne ma la Stella Alpina non è di questo avviso; sarebbe deleterio bloccare l’attività amministrativa per sei mesi con un piano lavoro da approvare, con lo sblocco del patto di stabilità, con la programmazione dei fondi europei, azioni necessarie alla ripresa eco-

RIFORMA COSTITUZIONE

Una delegazione a Roma per discutere le modifiche

nomica. Senza contare che con questa legge elettorale si otterrebbero gli stessi risultati». Martin cita La Torre che «ha avuto il coraggio di sollevare il coperchio dei malumori». A conti fatti per dirla con Pastoret «a demolire sono in 17 e a costruire sono in 15+2». Pronti a sostenere il progetto di cambiamento ma non a governare il Movimento 5 Stelle. Per Stefano Ferrero «la sfida ora è nel concretizzare ciò che è stato det-

to e scritto. Sarà una partita dura fatta di coraggio, responsabilità e umiltà perché non devono più esistere prime donne». Ai grillini rivendica il ruolo di «sentinelle dei cittadini» e scherza rivolgendosi ai colleghi consiglieri alleati «non vi faremo sconti». Il segretario del Pd Fulvio Centoz - tralasciando il polverone sollevato dalle sue dichiarazioni - e il presidente di Alpe Piero Floris sono d’accordo per una po-

litica meno ‘palazzocentrica’. Floris invoca «il ritorno alla centralità dei partiti e dei movimenti. Non tutto si concretizza a Palazzo: le scelte amministrative sono la conseguenza del dialogo interno a movimenti e partiti e non viceversa». Pur plaudendo al decalogo ‘Per la Valle d’Aosta che vogliamo’ Floris ammonisce: «Che i segretari di partito lavorino perché sono convinto che non tutti vogliano l’impasse».

Dall’alto in senso orario: l’aula del Consiglio Valle, Ennio Pastoret (Uv), Maurizio Martin (Sa) e Piero Floris (Alpe)

AOSTA - Si parlerà di “Regioni e riforme costituzionali” lunedì 14 a Roma dove si terrà l’incontro organizzato dalla Conferenza delle Regioni e dalla Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative regionali. La delegazione valdostana sarà composta dai Presidenti della Regione e del Consiglio, Augusto Rollandin e Emily Rini, dal Vicepresidente del Consiglio André Lanièce, dal Consigliere segretario David Follien, dal Capogruppo di Stella Alpina Stefano Borrello e dal Vice Capogruppo dell’Union Valdôtaine Claudio Restano. Il programma prevede l’apertura dei lavori alle 11.30 con gli interventi di Enrico Rossi (presidente della Regione Toscana) e di Eros Brega (presidente del Consiglio regionale dell’Umbria e coordinatore della Conferenza dei Presidenti delle Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome). Seguiranno, a partire dalle ore 12, alcuni interventi programmati di presidenti delle Giunte e delle Assemblee regionali. I lavori proseguiranno con il dibattito e termineranno con le conclusioni di Vasco Errani.

IL DECALOGO

Progetto La Renaissance valdôtaine per cambiare la Valle d’Aosta in 100 giorni Ecco sette punti presentati da Alpe, M5S, Pd-Sinistra valdostana e Uvp per cambiare la Valle d’Aosta in cento giorni e che sono contenuti nelle linee programmatiche del progetto ‘Per la Valle d’Aosta che vogliamo’ che hanno chiesto alla maggioranza di sottoscrivere. Il decalogo prende in esame il lavoro, l’equità sociale, le riforme e i costi della politica, riforma delle società partecipate, lo stop alle grandi opere, il diritto alla salute per una sanità di qualità e accessibile a tutti, un piano di rilancio dell’agricoltura, il rispetto del territorio, energie rinnovabili e rifiuti zero, una nuova mobilità, turismo volano dell’economia, cultura, formazione, ricerca e sport. Riduzione costi politica L’eliminazione dei contributi ai gruppi consiliari, taglio alle indennità come da emendamento finanziaria

In Salita

ALESSIA FAVRE

Presidente Uvp

Riforma società partecipate Con una proposta di legge, taglio agli emolumenti dei manager, istituzione commissione speciale partecipate Legge sul reddito minimo di cittadinanza Il reddito di cittadinanza è finalizzato a contrastare la povertà, la disuguaglianza e l’esclusione sociale Stop grandi opere Fermare i cantieri dell’ospedale e dell’università, recupero immediato di fondi da destinare al rilancio della piccola impresa e dell’occupazione

GIORGIO MUNARI

Sindaco Ayas

In Discesa Non c’è pace nel Pd. Neanche in quello valdostano. Il neo segretario bacchetta i consiglieri regionali, i quali per tutta risposta si autosospendono. E sui social network si scatena la polemica.

E’ riconfermata al timone del Movimento. A lei, unica donna alla guida di un movimento politico in Valle d’Aosta, un attestato di stima e fiducia in un momento tanto delicato per la nostra regione e per la politica in genere. Buon lavoro.

Nuovo ed ex segretario Pd Valle d’Aosta

Piano regolatore di Ayas: il Tar valdostano dà ragione al Comune e a dei residenti, che avevano presentato ricorso contro le modifiche apportate dalla Regione, invocando l’autonomia dell’ente.

La Regione solleva qualche dubbio sulla regolarità della concessione edilizia, intestata allo stesso sindaco, per la realizzazione di un deposito per atROBERTO trezzi agricoli e legnaBRUNOD nia. Sembra quantomeno Sindaco Antey-St-André sovradimesionato.

Con 26.152 voti il valdostano Dante Berthod è riconfermato nel ruolo di consigliere nazionale della Fisi. Per lui e per il presidente uscente, Flavio Roda, la conferma della stima di tanti delegati. Complimenti.

Perdendo 5-2 il derby con l’Aosta 511, la compagine del presidente Giorgio Maio rischia la retrocessione, dopo una partenza di stagione non male, ma un girone di ritorno da dimenticare:

F. CENTOZ R. DONZEL

Legge elettorale e riforma degli enti locali Riforma della legge elettorale con introduzione della preferenza unica e dello spoglio di circoscrizione Piano per la gestione dei rifiuti L’obiettivo è rifiuti zero. Investimenti straordinari per il lavoro Prima azione di sburocratizzazione e implementazione dei fondi di rotazione per il sostegno e lo sviluppo del settore produttivo.

DANTE BERTHOD

Consigliere Fisi

PIERGIORGIO FOGLIA

Allenatore Aosta GLV Calcio


1P °

primo piano

4

lunedì 14 aprile 2014

■ premier congrès uvp / Alessia Favre riconfermata presidente per acclamazione

«Pronti a governare o a tornare alle urne» La neo proclamata: «L’alleanza autonomista progressista è salda perché è un progetto politico e non elettorale» Bruno FRACASSO inviato al Comtes de Challant Fénis - Sabato 12 il rito del primo congresso regionale della neonata Union valdôtaine progressiste si è compiuto a Fénis. Alessia Favre è stata rieletta presidente per acclamazione dai 250 congressisti rimanendo così l’unica donna a guidare un movimento tra quelli presenti in Consiglio regionale. La presidente ha tracciato una linea politica chiara: «La Valle d’Aosta ha la necessità di avere un movimento autonomista al centro dello scenario politico che presenti un progetto pulito, trasparente e moderno che punti a una Valle d’Aosta di eccellenza allontanandosi dai vecchi metodi di far politica». Nel ribadire che i temi nodali per l’Uvp sono l’autonomia, il lavoro e l’identità, ha messo in evidenza che l’Uvp punterà ancora sull’alleanza portata avanti finora rinsaldando i vincoli che legano i movimenti e partiti che la compongono. Gli attacchi alla politica dell’Uv non sono mancati e anche quelli personali all’Uv accusata principalmente di aver favorito una politica clientelare che rende i cittadini schiavi delle istituzioni. Tutti i leader del movimento hanno sottolineato che «la Renaissance» parte dal cambiamento di rotta e auspica-

La platea e sotto il tavolo di presidenza con Alessia Favre riconfermata

no che, nel caso qualcuno della maggioranza sentisse il bisogno di invertire la marcia non aspetti che sia troppo tardi. Gazzetta Matin ha intervistato Alessia Favre a bocce ferme E’ un’emozione anche se non si tratta della prima volta? «Tanta emozione. Essere eletta per acclamazione con una platea in piedi mi ha reso orgogliosa, ma mi ha anche fatto sentire una grande responsabilità: quella di mettermi in gioco per un progetto alternativo». Preoccupata? «No, perché non sono sola, ma sono il frutto di una grande squadra, affiatata e forte che ha fatto della libertà e l’autonomia non solo i proprio ideali, ma anche il

proprio modo di lavorare. La stessa libertà e autonomia che vogliamo per la nostra Regione noi la offriamo ai referenti dei vari settori affinché possano liberamente elaborare le loro proposte e

ELEZIONI EUROPEE 25 maggio 2014

Comunicazione preventiva per la diffusione di messaggi elettorali per Elezioni Europee fissate per il 25 maggio 2014

a tutte le persone del territorio valdostano perché possano essere propositive. La stretta sinergica tra eletti e movimento mi rassicura e offre alla gente la possibilità di partecipare».

Siete stati accusati di voler sostituire un capo con un altro. «L’idea del gruppo è stata forte fin dall’inizio. Non siamo noi che abbiamo l’idea dell’uomo solo al comando. Noi

elezioni europee del 25 maggio

Aap, Luca Barbieri: «Portare a Bruxelles la voce della montagna»

Ai sensi e per le disposizioni di attuazione della legge 22 febbraio 2000, n. 28 in materia di comunicazione politica e di parità d’accesso ai mezzi di informazione emesse dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni; Editrice Gazzetta Matin srl a socio unico Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta (AO) P.I. e C.F. 00475000071 in qualità di editore per la testata Gazzetta Matin Dichiara la propria disponibilità a pubblicare sulla predetta testata messaggi politici elettorali tramite prenotazione degli spazi, invio del materiale, secondo le condizioni contenute nel codice di autoregolazione depositato presso i propri uffici di redazione e della concessionaria di pubblicità: Concessionaria di pubblicità LG Presse srl Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta (AO) Tel: 0165 231711 Il codice di autoregolamentazione per la fruizione degli spazi, indica: le condizioni temporali, modalità di presentazione delle richieste, le modalità di invio del materiale, le modalità di pubblicazione in funzione alla disponibilità degli spazi, le condizioni tariffarie.

lavoriamo in gruppo». E ora che cosa deve aspettarsi la Valle d’Aosta? «L’uomo solo al comando, quello reale, non quello ipotetico dovrebbe ammettere di non avere più i numeri e fare un passo indietro. Se non avremo noi i numeri per governare cercheremo quelli per tornare alle urne. Non abbiamo paura di tornare alle urne perché noi non abbiamo promesso posti di lavoro in cambio di voti». Oggi è parso di cogliere qualche crepa nell’alleanza. «L’alleanza è salda e va oltre il consiglio, le europee e le comunali. La coalizione è confermata perché è un progetto politico, non elettorale, che ha le sue radici nelle elezioni regionali».

Lega Nord, Zeudi Zoso candidata E’ arrivata nella serata di venerdì 11 dalla riunione del consiglio federale la conferma della candidatura per la Lega Nord Valle d’Aosta di Zeudi Zoso, l’imprenditrice di Quart già candidata alle scorse regionali nella lista della Stella Alpina. «Avevamo offerto l’apparentamento all’Uv - sottolinea il segretario regionale Sergio Ferrero - che è stata però miope. Non vede al di là dei confini regionali. Noi portiamo avanti la stessa politica che si oppone ai diktat di Roma e di Bruxelles e difendiamo i diritti di tutti i cittadini». Forza Italia appoggia Lara Comi

aosta - Luca Barbieri, insegnante di 44 anni, attivo nel mondo della cooperazione, è il candidato espresso da Uvp, Alpe e Pd per le elezioni europee. Il suo nome è stato inserito nella lista del Pd del collegio NordOvest. Perché ha accettato una sfida così importante. Portare a casa 50 mila voto non è cosa semplice, chiediamo. «Perché il mio nome è stato accettato da tutta la coalizione autonomista progressista. Ho sentito di avere il sostegno e la fiducia di tutte e tre le forze politiche e ho detto sì» risponde Barbieri che ha fatto la sua prima apparizione in veste da candidato al congresso dell’Uvp di sabato 12. Non nega che l’obiettivo arduo da raggiungere ma è fiducioso: «L’alleanza crede fortemente nell’Europa ed è convinta che la presenza di rappresentanti delle comunità di montagna a Strasburgo sia fondamentale per creare un’Unione non solo basata sull’industria, sulla pianura e sulle aree metropolitane». Aggiunge Barbieri: «Siamo convinti che non si possa non partecipare a una competizione elettorale perché le decisioni che vengono prese al parlamento europeo si ripercuotono sulle nazione, sui popoli e sulle comunità di montagna che sono la memoria storica di un passato che si sta perdendo. Noi saremo portatori di un patrimonio che è di tutti e che era alla base dell’Europa». ■ Danila Chenal

Va anche all’europarlamentare di Forza Italia Lara Comi (in foto con Massimo Lattanzi), in visita in Valle d’Aosta giovedì 10, l’appoggio dei forzisti per le elezioni europee del 25 maggio. La giovane europarlamentare dice «sì alle Regioni autonome ma non all’indipendentismo perché l’Italia è unica». Vede bene lo sviluppo dell’aeroporto Corrado Gex «in chiave Milano Expo 2015». Per l’Europa le parole chiave sono ‘’ricostruzione e rinnovamento’’: «Non dobbiamo distruggere l’eurozona ma cambiare le regole del gioco». Tsipras, Andrea Padovani in campo Raggiunti il traguardo delle 3.834 firme Andrea Padovani (in foto con Rosa Rinaldi) declina l’Europa a cui aspira. «Non siamo antieuropeisti né anti-euro. Noi vogliamo che l’Europa torni a essere luogo di incontro, di scambio, di solidarietà, di ecologia e di cultura; vogliamo un’Europa che non sia solo economica, che tuteli i diritti di tutti e il lavoro, che sia contro la precarietà e la disoccupazione, che non sia matrigna con i più deboli».


1P °

primo piano

lunedì 14 aprile 2014

5

■ pd / Il segretario Fulvio Centoz invita i suoi consiglieri a non correre in solitaria e i tre si autosospendono

I democratici a pezzi verso la resa dei conti Donzel rincara: «Se vuole andare in avenue des Maquisards come a Canossa non lo farà a nome mio» orecchie da un segretario che loro considerano «assenteista» e Raimondo Donzel reagisce perdendo il suo classico aplomb: «Sono tre mesi che nessuno capisce che cosa dice e cosa vuole fare. E’ il segretario che decide la linea politica e se non la condivide comunque deve andare in fondo e fa una battaglia interna. A me la sua è parsa una pura improvvisazione: non ha mai preso parte alle riunioni del gruppo che il lunedì si trovava a discutere con i consiglieri la situazione. Inoltre, Irene Deval, la presidente dell’assemblea ha ricevuto in via riservata il testo della proposta che abbiamo fatto e al segretario è stata mandata una mail con il testo alla quale lui non ha mai risposto. Abbiamo fatto delle assemblea in cui avrebbero dovuto essere presenti tutte le forze e, invece, nulla. E, sull’atteggiamento nostro in consiglio, esprime una posizione che è identica a quella di Rollandin: noi insistiamo che si dimetta e poi si apre un dialogo confronto. Se il segretario vuole andare in avenue des Maquisard scome a Canossa a fare consultazione non lo farà a nome mio. Alle assemblee lui non interviene: è un segretario che crede di poter andare da solo, ma dimentica che proprio l’assemblea del Pd ha detto che l’alleanza per le europee è questa e anche per le comunali di Aosta sarà Pd, Alpe e Uvp. Le decisioni dell’Assemblea vanno rispettate». Lo scontro è molto più profondo di quanto possa sembrare e anche i toni con i quali sono state pronunciate le parole, che è difficile rendere per iscritto, lasciano

Lividi in volto Raimondo Donzel e Carmela Fontana dopo l’intervendo di Fulvio Centoz

presagire un difficile futuro prossimo per il Pd e fanno temere, per coloro che lo temessero, la sparizione del Pd, di un parti-

to tutto preso dalle beghe interne tanto da perdere di vista l’immagine che dà di sé all’esterno. ■ Bruno Fracasso

a r u er t

FABIO CENTO © 2014 - LGPRESSE

AOSTA - Che ai tre consiglieri regionali del Pd non fossero andate giù le battute del Segretario Fulvio Centoz al congresso Uvp di Fénis, sabato 12, era apparso chiaro fin da subito e lo si può chiaramente notare dalle facce del post intervento. Sembrava che le diverse anime dei democratici avessero trovato un modus vivendi all’interno del partito e invece il caso è esploso con tanto di autosospensione dal partito arrivata a stretto giro di posta a firma Raimondo Donzel, Carmela Fontana e Jean-Pierre Guichardaz. I tre restano in attesa di chiarimenti nella prossima assemblea. Centoz rimprovera, davanti alla platea del Leone dorato, ai suoi rappresentanti in Consiglio di aver preso decisioni senza consultare il partito – la stesura del documento programmatico - e li invita a smettere l’atteggiamento tenuto finora verso la maggioranza, ammonendo: «Se abbandonare l’aula una volta come gesto simbolico può indurre l’altra parte a ragionare, perseverare su questa strada non credo porti ad alcun risultato». Nel pomeriggio di sabato ammorbidisce la posizione il segretario Pd, i toni sono più concilianti: «Il mio era un invito generale. La gente pensa che in Consiglio regionale ci sia uno stallo e io, anche se nel congresso di un altro partito con il quale si sta costruendo un’alleanza, ho voluto portare stimoli per la crescita. L’Aventino è un momento di protesta poi si deve dare seguito alle proposte e agli atti». Ma i tre consiglieri non ci stanno a farsi tirare le

p a ou va

N

La nostra Osteria vi propone piatti gustosissimi abbinati ad una accurata carta dei vini

NCD

A Roma per l’assemblea costituente ottiene garanzie sulla tratta ferroviaria Il ministro ai Trasporti Maurizio Lupi con Ettore Viérin

aosta - A Roma per l’assemblea costituente del Nuovo centro destra di Angelino Alfano il coordinatore regionale di Ncd Ettore Viérin ha portato anche le istanze della regione. «Dal ministro ai Trasporti e Infrastrutture Maurizio Lupi – fa sapere Viérin – ho avuto garanzie sul suo interessamento per risolvere i problemi della tratta ferroviaria Aosta-Torino. Mi ha anche riferito di essere in stretto contatto con il deputato Rudi Marguerettaz». Nella capitale si è parlato anche di un candidato valdostano per le Europee del 25 maggio nella lista Ncd-Udc – freschi di alleanza anche in Valle d’Aosta – ma «la proposta è in fase di valutazione». Intanto in settimana Viérin nel presentare i presidenti dei primi circoli costituitisi sul territorio – sette e altri cinque iarrivo – nella sede di via Sant’Anselmo 34 ha detto: «I due primi obiettivi li abbiamo centrati: abbiamo la sede e costruito i circoli, entrambi sono luoghi di aggregazione dei cittadini dai 16 anni in su e sono il collegamento con le istituzioni romane». A guidare i circoli sono: Verrayes Luigi Nardi; Aosta Centro Deborah Dodaro; Saint-Pierre Aurelio Scaduto; Aymavilles Valentina Guerrisi e Saint-Marcel Gilles Rosson. ■ d.c.

Osteria “le Roi Moustache” offre un menù ricchissimo e svariato dando la possibilità al cliente di variare in più paesi del mondo. Siamo aperti tutti i giorni, esclusa domenica, dalle 06:00 alle 24:00 offrendo al cliente un servizio per ogni tipo di pasto della giornata partendo dalla colazione fino alla cena. E’ un osteria a conduzione familiare che ha come principale obiettivo quello di lasciare sempre il cliente soddisfatto grazie alla propria esperienza e professionalità nel mestiere.

Località Torille 62, 11029 Verres, AO Tel: 0125 920309 - Fax: 0125 920309 - Mail: gasolineverres@libero.it - WEB: www.leroimoustache.it


c ro n ac a

6

lunedì 14 aprile 2014

■ etroubles / Al centro dell’inchiesta i lavori della galleria del II lotto, che avrebbero provocato la frana di La Collère

Primi INDAGATI per la variante della SS27

L’intervento venne autorizzato nel 2010 in deroga ai vincoli urbanistici e di pianificazione territoriale di Patrick BARMASSE etroubles - Prime iscrizioni sul registro degli indagati, quelle effettuate nelle settimane scorse dalla Procura della Repubblica di Aosta in relazione all’inchiesta aperta sui lavori di realizzazione della variante della strada statale 27 tra Etroubles e St-Oyen, più precisamente nell’ambito del II lotto di intervento per la costruzione di una galleria con successivo raccordo - per il tramite di un breve tratto di viadotto - alla strada statale 27 attuale. Al centro dell’inchiesta, il cui fascicolo è stato aperto a seguito dell’analisi delle risultanze emerse dalla relazione prodotta alla fine del 2013 dall’Ufficio di vigilanza ambientale della Forestale, ci sarebbero le cause alla base dei cedimenti del terreno che ormai da un anno costringono fuori dalle proprie abitazioni i residenti di frazione La Collère, a Etroubles, villaggio nei pressi del quale è tuttora attiva una frana che incombe sulla destra orografica del torrente Menouve. Bocche cucite in Procura sia sui nomi degli indagati, sia sulle eventuali ipotesi di reato contestate agli ‘iscritti’. L’opera della variante della strada statale 27 tra Etroubles e St-Oyen, appaltata dall’Anas alla ditta Lauro Spa, per quanto riguarda la realizzazione della galleria del II lotto - lo scavo dal lato sud, per intenderci - necessitò

dell’attivazione di un’apposita procedura di autorizzazione in deroga in materia di urbanistica e di pianificazione territoriale, considerato che - cartografia regionale degli ambiti inedificabili per terreni sedi di frane alla mano - l’area sottostante il torrente Menouve risulta classificata ad alta e media pericolosità idrogeologica per «fenomeni di dissesto corticale, legati in particolare all’imbibizione del terreno, tra i quali il più importante è rappresentato dall’instabilità delle sponde del torrente Menouve», si legge nella delibera 1386/2010 con la quale la Giunta regionale dell’epoca autorizzò l’Anas ad avviare l’intervento in deroga. Se non fosse che le rassicurazioni poste alla base dell’autorizzazione, contenute sia negli approfondimenti geologici condotti nel gen-

L’imbocco lato sud della galleria della variante della SS27

naio 2010 da un professionista aostano per conto dell’Anas, sia nel parere emesso dal Servizio geologico della Regione, sarebbero state sconfessate dai fatti, con i lavori di scavo della galleria che - dal lato sud - sono rima-

sti fermi dall’aprile al dicembre del 2013 a causa dell’interferenza in profondità con la falda acquifera, con i residenti del villaggio di La Collère costretti - dal 19 aprile di un anno fa - fuori dalle rispettive abitazioni per via di

un’ordinanza di evacuazione emessa dal sindaco di Etroubles e tuttora in vigore. Una dichiarata «compatibilità dell’intervento con lo stato di dissesto in essere» che in realtà non si sarebbe rivelata tale, insomma, ed è proprio su questo aspetto che la Procura vuole vederci chiaro. Presunti errori di valutazione nell’effettuazione degli interventi propedeutici all’avvio dei lavori di scavo della galleria o leggerezze negli approfondimenti geologici preliminari? Tecniche di trivellazione non idonee oppure ancora autorizzazione in deroga che non sarebbe dovuta essere rilasciata? Questi alcuni dei quesiti che potrebbero essere stati posti alla base della delega di indagine affidata nei giorni scorsi alla Sezione di Polizia Giudiziaria del Corpo Forestale.

‘NDRANGHETA: oggi l’udienza preliminare dell’operazione Hybris aosta - Si terrà questa mattina a Torino - lunedì 14 aprile - l’udienza preliminare legata all’operazione Hybris, inchiesta che all’alba del 22 giugno 2013 fece scattare le manette ai polsi di Claudio Taccone, 45 anni, dei figli Ferdinando e Vincenzo, 21 e 20 anni, e di Santo e Domenico Mammoliti, 39 e 27 anni (quest’ultimo venne arrestato soltanto in un secondo tempo perché latitante), accusati a vario titolo di estorsione, danneggiamento a seguito di incendio, tentato omicidio e lesioni personali, tutti reati per i quali è stata applicata l’aggravante del metodo mafioso. Le indagini, coordinate dalla Dda di Torino (sostituto procuratore Stefano Castellani e pm Daniela Isaia applicata alla Dda) e svolte dai mili-

tari del Gruppo carabinieri di Aosta, portarono alla luce una serie di episodi dai risvolti inquietanti come - tra gli altri - l’incendio di un’automobile parcheggiata al Quartiere Dora (vettura che sarebbe stata data alle fiamme il 3 giugno 2012 per vendicare la mancata assunzione forzosa di Ferdinando e Vincenzo Taccone in un’impresa edile) e un pestaggio perpetrato sulla collina di Aosta con tanto di bastone e coltello (aggressione avvenuta il 30 settembre 2012 in via Seigneurs de Quart nei confronti di due persone - padre e figlio - che avrebbero offeso con battute e comportamenti l’onorabilità della famiglia Taccone). Claudio, Ferdinando e Vincenzo Taccone - uni-

tamente ad Alex Taccone, 19 anni - venerdì sono comparsi nel frattempo dinanzi al giudice monocratico di Aosta, Marco Tornatore, per rispondere delle minacce e delle lesioni personali che avrebbero causato il 4 aprile del 2013 nel presunto pestaggio dei vicini di casa Emilio Bétral e Cristina Joyeusaz. La difesa degli imputati ha insistito sul fatto che soltanto Ferdinando e Alex Taccone avrebbero partecipato ai fatti, e comunque dopo essere stati minacciati con un fucile dal Bétral. Fucile che non si è mai trovato, motivo per cui nella prossima udienza - fissata per il 29 aprile - saranno sentiti come testimoni i due Carabinieri impegnati nelle ricerche (vane) del fucile sul luogo dell’aggressione.

Cronaca

Flash

Assolto per le presunte botte a Giovanni Faggionato Aosta - Accusato di aver procurato lesioni personali a Giovanni Faggionato (foto), 60 anni, fondatore dell’associazione ‘Protagonisti per Aosta-Salviamo i cristiani’, Hassan Qabbal, marocchino di 40 anni, è stato assolto dal giudice monocratico del Tribunale di Aosta, Paola Cordero, «perché manca la prova che abbia commesso il fatto». L’episodio contestato risale al pomeriggio del 7 marzo del 2013 a St-Marcel, dove - secondo la ricostruzione dell’accusa - il signor Hassan Qabbal avrebbe spintonato e malmenato Giovanni Faggionato, che per le lesioni riportate aveva chiesto anche un risarcimento (negato dal giudice con l’assoluzione dell’imputato). «Alcun riscontro è emerso circa la presenza sul luogo dei fatti del signor Qabbal, che tra l’altro a quell’ora, verso le 16 del 7 marzo, si trovava ad Aosta per accompagnare suo figlio piccolo dalla pediatra», ha spiegato in aula il difensore dell’imputato, l’avvocato Luca Consonni .

■ prostituzione a cervinia / Assolti Domenico Pola e Mario Spingola

OPERAZIONE BOCCA DI ROSA: rinviati a giudizio il gestore del night e il tassista

SAVT

La foto della conferenza stampa del 5 maggio 2012, quando i Carabinieri spiegarono i dettagli della loro attività di indagine (sul tavolo una parte dei 94.000 euro in contanti sequestrati oltre al revolver con silenziatore)

UN 730 COMPLETO IN OGNI PUNTO E PERFETTO IN OGNI VIRGOLA Un servizio di

ASSISTENZA FISCALE Rivolgiti con fiducia alla più vicina sede del SAVT

Con la compilazione del Modello 730 si ha il vantaggio di ricevere immediatamente i rimborsi o pagare le tasse direttamente in busta paga o pensione con un’assistenza completa e riservata

AOSTA Piazza Manzetti 2 Dal 24/03 al 31/05 2014 Dal lunedì al giovedì: 8,30/12,00 - 14,00/17,00 Venerdì: 8,30/11,30 - 13,00/16,30 0165 238384 - 0165 235383

VERRÈS Via Duca d’Aosta 29 Dal 31/03 al 31/05 2014 Lunedì e mercoledì chiuso Martedì e giovedì: 8,30/11,30 - 14,00/17,30 Venerdì: 8,30/11,30 - 13,00/16,30 0125 920425

CHATILLON Via Chanoux 39 Dal 31/03 al 31/05 2014 Tutti i lunedì e giovedì: 9,00/12,00 l’ufficio di Chatillon funzionerà esclusivamente come sede di raccolta e consegna documentazione.

MORGEX Via Valdigne 21 Giovedì 3 e 17 aprile 2014: 9,00/11,00 Giovedì 8 e 15 maggio 2014: 9,00/11,00

COGNE c/o Bar Licone Venerdì 18 aprile 2014: 9,00/11,00 Venerdì 9 e 23 maggio 2014: 9,00/11,00

PONT-SAINT-MARTIN Via Chanoux 9 Dal 31/03 al 31/05 2014 Martedì e giovedì chiuso Lunedì: 8,30/11,30 - 14,00/17,30 Mercoledì: 8,30/11,30 - 13,00/16,30 Venerdì: 8,30/11,30 - 13,00/16,30 0125 804383

aosta - Due rinvii a giudizio e due assoluzioni «per non avere commesso il fatto». Si è chiusa in questo modo mercoledì - dinanzi al gup del Tribunale di Aosta, Giuseppe Colazingari - l’udienza preliminare relativa all’operazione ‘Bocca di Rosa’, indagine coordinata dal sostituto procuratore Pasquale Longarini e guidata dal Capitano Enzo Molinari, che il 4 maggio del 2012 portò il gip di Aosta, Maurizio D’Abrusco, a disporre quattro misure cautelari, una in carcere, due agli arresti domiciliari e un obbligo di dimora. Mercoledì - accogliendo le richieste del pm Longarini - il gup Giuseppe Colazingari ha rinviato a giudizio sia Remo Lyabel, 50 anni di Valtounenche, sia Marco Pellissier, 65 anni di Cervinia, entrambi accusati in concorso di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Secondo quanto emerso dall’operazione dei Carabinieri, Remo Lyabel - che in realtà venne arrestato il 19 aprile del 2012 mentre a Caselle si stava per imbarcare su un volo per la Colombia - sarebbe stato il gestore effettivo del night club ‘Lap Dance’ di Breuil-Cervinia, nei locali seminterrati del ristorante ‘Capanna alpina’, dove gli inquirenti avrebbero sgominato all’epoca una vera e propria organizzazione dedita alla gestione di un giro di prostituzione ai piedi del Cervino, in gran parte alimentato da turisti. Marco Pellissier, invece, sarebbe da ritenersi - secondo quanto emerso dalle inda-

gini - il tassista che accompagnava i clienti nel locale, in cui sarebbero stati accertati circa 170 episodi di prostituzione grazie alla raccolta di testimonianze, pedinamenti, riprese di videocamere e intercettazioni. In un simile contesto, che all’epoca dell’operazione portò anche all’identificazione di dodici ragazze (tutte straniere) e alla scoperta di 94.000 euro in contanti, cocaina e un revolver con matricola abrasa, mercoledì - nel processo con rito abbreviato - sono stati invece assolti dalle accuse sia l’ingegnere residente a Cervinia, Domenico Pola, 58 anni, sia Mario Spingola, 33 anni di St-Vincent. Pola era il legale rappresentante dell’associazione che gestiva il night club, e per questo venne ritenuto dagli inquirenti come il «promotore e organizzatore» del giro di prostituzione. «L’ingegner Pola era sì il legale rappresentante del night club, ma si è sempre e solo occupato dell’organizzazione di attività lecite al suo interno - ha spiegato l’avvocato Massimo Balì di Aosta, che ha difeso l’imputato insieme all’avvocato Pierfrancesco Bruno di Roma -. Delle attività illecite lui non ne era a conoscenza, anche perché queste venivano compiute quando il nostro assistito non c’era». Posizione speculare anche per l’altro imputato assolto, Mario Spingola, addetto alla sicurezza del locale, difeso dall’avvocato Maria Rita Bagalà di Lamezia Terme. ■ pa.ba.


c ro n ac a

lunedì 14 aprile 2014

7

■ il caso / Mercoledì si terrà l’udienza del processo in cui in tre sono accusati di concorso in lesioni personali

Presunta aggressione... a colpi di TACCO 12 I fatti risalgono al 13 marzo 2011 alla discoteca Face di Quart; l’ex ragazza della persona offesa: «Scarpe usate come armi» aosta - Scarpe tacco 12 utilizzate come armi. Scene da film? Nemmeno per sogno. E’ quanto sarebbe accaduto alle prime ore del 13 marzo del 2011 all’esterno della discoteca Face di regione Amérique, a Quart, e che dopodomani mercoledì 16 aprile - vedrà a processo Reynaldo Emilio e Jonathan De La Cruz, 26 e 23 anni, e Gabriela Ortiz, 35 anni, accusati di concorso in lesioni personali. I fatti contestati - come anticipato - risalgono all’alba del 13 marzo di tre anni fa, quando all’uscita del locale notturno la persona offesa, Marco Arena, 35 anni, avrebbe avuto un diverbio con un ragazzo, reo - secondo le dichiarazioni rese nell’udienza del 19 marzo scorso - di avere importunato la sua fidanzata. «Quando uscii dalla discoteca, mi accorsi di un giovane che si era avvicinato alla mia ragazza e aveva provato a baciarla sul collo», spiegò in aula Marco Arena. Da lì un rapido scambio di battute e la presunta ricezione di un pugno, che sfiorò soltanto la spalla della persona costituitasi parte civile nel processo. «In quel momento, essendo insieme a due ragazze (la fidanzata - ora ex - e un’amica, ndr), decidetti di lasciare perdere e di andarmene», fu il racconto di Arena. Quasi giunti all’auto, parcheggiata nel piazzale accanto alla strada statale 26, Are-

La scarpa tacco 12, un must per molte donne e ragazze, che in questo caso però è stata portata all’attenzione delle cronache per il suo presunto utilizzo improprio

na sarebbe stato però raggiunto dagli stessi due ragazzi con cui avrebbe avuto il diverbio poco prima e da altrettante ragazze, le quali tolte le rispettive scarpe col tacco - avrebbero iniziato a brandirle come vere e pro-

prie armi, colpendo il ragazzo alla fronte e la sua fidanzata sul braccio. «Mentre le ragazze agivano con le scarpe in mano, ricevetti un pugno da un ragazzo, poi caddi a terra e da quel momento iniziarono ad arriv-

armi anche calci da tutte le parti», riferì Arena davanti al giudice Paola Cordero. Dal pestaggio l’uomo rimediò la rottura del setto nasale, escoriazioni sulla fronte, rottura di due incisivi e di un molare, oltre a diverse contusioni alla mano e al braccio. Il riconoscimento dei presunti responsabili dei fatti contestati venne effettuato tramite fotografie, con la posizione della quarta persona presente sul luogo della presunta aggressione che sarebbe stata stralciata nel corso delle indagini. «I due ragazzi che aggredirono il mio fidanzato mi erano stati presentati la sera prima da amici che avevamo in comune», ha aggiunto l’ex ragazza di Arena. ■ Patrick Barmasse

TENTATO OMICIDIO: a processo Wander Diaz Guzman aosta - Sarà chiamato a comparire in aula dopodomani - mercoledì 16 aprile - Wander Diaz Guzman, aostano di 21 anni originario della Repubblica Dominicana (foto), che sarà giudicato nel processo collegiale per i reati di tentato omicidio e porto abusivo di armi. I fatti che gli saranno contestati in udienza risalgono alle prime ore del 23 marzo scorso, quando - attorno alle 2.30, nei pressi del salone polivalente sotto le scuole materne di StPierre - avrebbe dapprima raggiunto all’esterno del salone il ventiduenne marocchino Ahmed Rabit, per poi aggredirlo direttamente in strada, in via Corrado Gex, nei pressi del bivio di accesso alla strada statale 26, di fronte alla Banca di Credito Cooperativo. Rabit

sarebbe stato raggiunto al collo e al torace da diverse coltellate: ricoverato d’urgenza all’ospedale Umberto Parini di Aosta, dopo essere stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, le sue condizioni si sono via via stabilizzate col passare dei giorni. Alla base dell’aggressione ci sarebbe stata una ragazza contesa dai due: Diaz Wander - nell’interrogatorio di garanzia in carcere del 26 marzo - avrebbe dichiarato al gip Maurizio D’Abrusco di essere stato colpito sul labbro da Ahmed Rabit, di avere più volte provato a respingerlo e che soltanto in un secondo momento avrebbe sventagliato il coltello per cercare di tenere a distanza l’aggressore. ■ p.b.

notizie in breve L’ex titolare del ristorante Chez Germain di St-Christophe in aula per evasione fiscale

E’ stato aggiornato a domani - martedì 15 aprile - il processo nei confronti di Antonio Albace, 48 anni, ex titolare del ristorante pizzeria Chez Germain di St-Christophe, che deve rispondere di reati in materia di imposte sui redditi e sul valore aggiunto. Nel gennaio del 2012 la Guardia di Finanza di Aosta sottopose l’attività di ristorazione - che da lì a un paio di mesi avrebbe chiuso - a una serie di controlli che portarono ad accertare una evasione fiscale che - secondo le Fiamme Gialle - si sarebbe attestata a circa 850.000 euro di ricavi sottratti al fisco e a Iva non versata per circa 85.000 euro. Nelle pieghe dell’indagine, quindi, vennero portate alla luce anche posizioni lavorative ‘in nero’. La difesa dell’imputato, rappresentata dall’avvocato Genny Bouc, nell’udienza di venerdì ha chiesto una perizia tecnico-contabile sulle cifre oggetto di contestazione da parte dell’accusa, richiesta sulla cui ammissibilità si esprimerà domani - martedì 15 - il giudice monocratico del Tribunale di Aosta, Marco Tornatore. Traforo Monte Bianco: arrestato un ricercato

Sabato, attorno alle 2, gli agenti della Sottosezione di Polizia di frontiera al Traforo del Monte Bianco hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Padova nei confronti di Dragan Novak, 33 anni, cittadino montenegrino pluripregiudicato e senza fissa dimora, protagonista di molteplici episodi di sostituzione di persona (oltre 28). Il soggetto è stato fermato mentre conduceva un veicolo con targa italiana in uscita dal territorio nazionale, quando - dopo essere stato fermato per un controllo - è risultato non in regola con la copertura assicurativa del mezzo. Dagli accertamenti effettuati, anche tramite impronte digitali, a carico dell’uomo sono emersi innumerevoli ‘alias’: nei confronti di una di queste false identità, quindi, è saltato fuori un ordine di custodia cautelare in carcere pendente dal 2011. Dragan Novak è stato trasferito alla casa circondariale di Brissogne e il veicolo posto sotto sequestro.


1 P ■ reines / A Pasquetta, combats nell’arena di Fénis; il 25 aprile a Issime, il 27 a La Salle °

regione

8

lunedì 14 aprile 2014

Mandarine regina a Rapy Verrayes - E’ Mandarine, 688 kg, di proprietà del giovane allevatore Davide Ramires di Quart la regina nell’arena di Rapy, a Verrayes. In finale, ha avuto la meglio su Mourina di Ronny Vial di Nus. Terze quarte sono Marmotta dei fratelli Viérin di Pollein e Noblesse di Franco Bettinelli di Chambave. Nel secondo peso, (51 bovine partecipanti) vince Plontzon di Claudio Berthod di Doues che nella finale batte Contessa di Egidio Bionaz di Quart. Terze-quarte sono Ceres di Jean Antoine Maquignaz di Valtournenche e Drapeau di Danilo Chapellu di Verrayes.

Nella terza categoria si impone Ribot di Aurelio Cretier di Saint-Christophe, che in finale ha ragione di Naccia di Marcella Pont di Saint-Denis. Terze-quarte sono Jardin di Alino Marquis di Nus e Gitane di Aurelio Jacquemod di La Thuile. La regina del peso è Mora di Elio Ottin di Aosta, ben 762 kg. Domenica di Pasqua nessun combats; a Pasquetta, batailles nell’arena di Fénis, venerdì 25 aprile, festa della Liberazione appuntamento a Issime e domenica 27 aprile combats a La Salle. ■ re.ga.

Mandarine, regina di prima categoria, festeggiata dalla famiglia Ramires

Nella foto a sinistra, Plontzon, regina di seconda categoria di Claudio Berthod di Doues

Foto www.reinesvalleedaoste.com

A destra Ribot, regina di terzo peso festeggiata dalla famiglia Crétier

Marmotta dei fratelli Viérin di Pollein

Il combat finale tra Mandarine e Mourina

Drapeau di Danilo Chapellu di Verrayes

La finale tra Plontzon e Contessa

Mourina di Ronny Vial di Nus

La finale di terza categoria tra Ribot e Naccia


1P °

regione

lunedì 14 aprile 2014

9

■ moudzons / Sabato prossimo, 19 aprile, doppio appuntamento a Quart e Fénis

Dieci REINES di primavera aosta - Tre appuntamenti questa settimana con i combats di moudzons. Mercoledì a Issime – sotto l’occhio attento dei delegati di zona Franco Consol e Giuseppe Squinobal - è stato Sandro Rocco a dettar legge con due bosquets su due disponibili e anche i titoli per le vice regine. In prima categoria (oltre 380 kg di peso), Magali è regina, battendo la compagna di stalla Souris. Terze sono Viky di Sandro Ronco e Barletta di Stefano Linty. Nel secondo peso (manzi fino al 380 kg) bosquet ancora a Sandro Ronco con Marmotta che batte la compagna di stalla Rigotta. Terze sono Tabata di Paolo Busso e Canaille di Paola Stevenin. La bovina più pesante di prima categoria è stata Couronne di Dario Vitale (525 kg) mentre la più pesante di seconda categoria è Metisse di Angelo Girod. Qui Villeneuve. Sabato 12 aprile combats a Villeneuve, occasione per festeggiare il ventennale del Comitato presieduto da Valerio Vaudan. In prima categoria (bovine di oltre 414 kg) ha la meglio Weatherby di Imac Frassy; seconda è Sveglia di Ettore Trentaz. Terze sono Café di Remy Vaudan e Souris di Marco Cuc. La bovina più pesante di categoria è la regina Weatherby. Nel secondo peso (44 partecipanti, peso fino a 414 kg) vince Frison di Marco Cuc che nella finalissima ha la meglio contro Lion della famiglia Cerise-Colosimo. Terze sono Magneun, sempre della famiglia Cerise-Colosimo e Antesis di Giovanni Gérard. La regina del peso di categoria è Rubis di Anna Abram. Tra le manze di quattro anni vince Caprice di Marco Cuc, battendo Chanel di Imac Frassy che si consola con il titolo di regina del peso, ben 620 kg. Terze sono Coquette e Tzardoun, entrambe di proprietà di Marco Cuc. Tra le manzette di un anno vince Lisetta di Imac Frassy che si aggiudica anche il ti-

tolo di regina del peso, forte dei suoi 453 kg. Seconda è Allegra di Marcello Bich. Terze sono Banjoul di Giovanni Gérard e Génève di Giuseppe Thomasset. Qui Valpelline Nell’arena di Valpelline è Ar-

dita a conquistare il titolo di prima categoria, dov’erano in gara 20 manzi di peso oltre i 459 kg; la bovina di Ines Savoretti ha la meglio su Vespa di Remigio Favre. Terze sono Acasha di Ines Savoretti e Charmante dei fratelli Ber-

Magali di Sandro Ronco, regina di primo peso a Issime

thod. Nel secondo peso (bovine tra 413 e 458 kg) vince Fribourg dei fratelli Jordaney che in finale batte Killy di Agostino Jordan. Zara dei fratelli Jordaney e Vitesse di Remigio Favre sono terze. In terza categoria vince Berlin dei fratelli

Berthod; seconda è Beyoncé di Albino Cuaz. Terza piazza per Sirène e Mauvaise, entrambe di Bruno Bal. Borga di Domenico Chenal vince tra le manze di 4 anni, battendo Souris dei fratelli Abram. Terzze sono Valeisa dei fratelli Jorda-

ney e Chimera della famiglia Venturini-Chentre. La regina del peso è Omar di Dontao Petitjacques, 554 kg. Domenica prossima doppio appuntamento per la Comunità Montana Mont-Emilius, nelle arene di Quart e di Fénis.

Marmotta di Sandro Ronco, regina di seconda categoria a Issime

Borga di Domenico Chenal, regina tra le manze di 4 anni a Valpelline

Berlin dei fratelli Berthod, regina di III categoria a Valpelline

LOTTERIA

I 96 biglietti vincenti

A sinistra, Ardita di Ines Savoretti, regina di primo peso sabato a Valpelline A destra, Fribourg dei fratelli Jordaney, regina di II peso a Valpelline

Due bosquet a testa per gli allevatori Marco Cuc e Imac Frassy: le regine sono Weatherby, Frison, Caprice e Lisetta

Ecco i 96 biglietti vincenti della lotteria organizzata in occasione della batailles de moudzon per la Comunità Montana Grand Paradis, sabato scorso a Villeneuve. Primo premio al tagliando numero 3596; secondo al 2081, terzo al 5468; 4º all’829, 5º al 4385, sesto al 2654, 7º al 5249, 8º al 3231, 9º all’869, 10º al 107, 11º al biglietto numero 857, 12º al 1580, 13º al 1830, 14º al 2742, 15º al 215, 16º al 23, 17º al 4929, 18º al 4455, 19º al 4850, ventesimo al 397, 21º 649, 22º 5394, 23º al 795, 24º 1823, 25º 3285, 26º 3251, 27º 2686, 28º 1426, 29º 4904, 30º 3839, 31esimo al 2217, 32º 152, 33º 1301, 34º al 655, 35º al biglietto 399, 36º 5330, 37º 4064, 38º 4206, 39º 4997, 40º 1290, 41º al 1460, 42º al biglietto 3888, 43º al 4463, 44º 2145, 45º al 3672, 46º 1858, 47º 5224, 48º 2179, 49esimo al 2036 e 50º al 460, 51º 4956, 52º 4134, 53º 2721, 54º 3301, 55º 4241, 56º 3664, 57º 2045, 58º 4525, 59º 5276, 60º 5362, 61º 2714, 62º 3840, 63º 3021, 64º 3890, 65º 4362, 66º 3763, 67º 2813, 68º 5537, 69º al biglietto numero 1, 70º al 1243, 71º 5240, 72º 3029, 73º 1166, 74º 3512, 75º 1681, 76º 2035, 77º 806, 78º 1067, 79º 880, 80º al 2393, 81º 3203, 82º al 4813, 83º 1359, 84º 5361, 85º al 2168, 86º 2534, 87º 1323, 88º 2683, 89º 1955, 90º 2401, 91º 4505, 92º 3400, 93º 4539, 94º 2246, 95º 1178 e 96º al 1402.


regione

10

lunedì 14 aprile 2014

■ venerdì 18 aprile / Partenza alle 20.30 all’Arco d’Augusto, 14 stazioni verso la Cattedrale

Via Crucis, occasione di preghiera aosta - Nel giorno in cui i cristiani commemorano la passione e la crocefissione di Gesù Cristo, Aosta, per la seconda volta, celebrerà la Via Crucis cittadina. Dopo la folta partecipazione dello scorso anno, la diocesi di Aosta e la Consulta delle Aggregazioni Laicali, parrocchie città di Aosta, in collaborazione con Radio Proposta in blu, hanno deciso di organizzare la manifestazione, questa volta partendo dall’Arco d’Augusto, alla volta della Cattedrale. Come lo scorso anno, le stazioni attraverseranno il centro storico, occasione di preghiera e di riflessione. L’appuntamento è alle 20.30 all’Arco d’Augusto. Il percorso: via sant’Anselmo, via Porta Praetoria, piazza Chanoux, via de Tillier, via Croce di Città, via Monsignor de Sales per ritrovarsi poi in piazza Giovanni XXIII, davanti alla Cattedrale. Le quattordici stazioni quaresimali saranno contraddistinte dai cartelli portati dagli Scouts; la Croce, portata da Monsignor Lovignana, passerà ai sacerdoti delle parrocchie della città, agli scouts, ai ragazzi degli oratori e ai volontari della Caritas diocesa. Messa crismale In Cattedrale, giovedì 17 aprile, dalle 8,30, si terrà la messa crismale, officiata dal Vescovo di Aosta; occasione nella quale il clero valdostano si riunisce intorno a Monsignor Lovignana e nella quale ven-

DOMENICA delle PALME alla chiesa di St-Etienne: il RE d’amor si avvicina

Il ramo d’alloro di Sophie, abbellito alla scuola dell’infanzia con caramelle e una preghiera su un cartoncino giallo

Alcuni momenti della benedizione degli ulivi e delle palme, ieri, domenica, alla chiesa di Saint-Etienne, durante la messa celebrata da Monsignor Franco Lovignana, don Fabio Brédy e don Carmelo Pellicone (foto in alto)

gono ricordati alcuni anniversari di ordinazione sacerdotale: 65esimo annivrsario di padre Danti Cassiani, 60esimo di don Pio Herin, don Antonio

Promont, don Cesare Verthuy e padre Roch Revillard. Saranno ricordati i cinquant’anni di sacerdozio di don Elio Vittaz e di padre Guglielmo

Crespan e i 25 anni dall’ordinazione di don Ugo Reggiani e del diacono Valiero Miozzi. Sarà anche celebrato il 25esimo anniversario dall’ordina-

zione di don Gilles Jeanguenin, parroco in Liguria. La messa crismale, così come la messa di Pasqua, saranno trasmesse sulle fre-

quenze di Radio Proposta in Blu e si possono anche ascoltare in streaming collegandosi al sito www.radiopropostainblu.it.

■ novità / L’apertura, nel comune di Gressan, è prevista per il mese di ottobre

PRoblema

amianto?

Rimozione bonifica

smaltimento amianto

Rifacimento coPeRtURe

MELO, primo nido montessoriano aosta - «Aiutami a fare da solo»: è il motto della filosofia Montessori, un metodo educativo che ha ormai 100 anni ma di cui si sente parlare solo da qualche anno in Italia e che tra qualche mese avrà il suo primo centro anche in Valle d’Aosta, nello specifico un asilo nido chiamato Melo che accoglierà i bimbi dai 9 mesi ai 3 anni. «Questa nuova proposta di asilo nido privato basato sul sistema Montessori che sorgerà a Gressan è il primo in Valle, ma di scuole così ce ne sono già 25 mila in tutto il mondo e accompagnano lo sviluppo da pochi mesi ai 18 anni - spiega la direttrice nonché ideatrice del progetto Nelly Mendiola. Educatrice certificata Montessori, Nelly Mendiola ha studiato in scuole basate su questa filosofia, dicendosene soddisfatta. «I bambini vengono lasciati liberi di esplorare l’ambiente scuola autonomamente, senza che gli insegnanti dicano loro cosa fare ma limitandosi ad osservarli e preparando il contesto scolastico e le attività a seconda delle esigenze e dei bisogni specifici di ognuno. I bambini sono seguiti individualmente, non ci sono programmi fissi di attività anno per anno». Il metodo si fonda sull’importanza del movimento e della libera scelta dei piccoli, ecco perché anche l’architettura di questi edifici è particolare: «le scuole sembrano delle case dai colori neutri, tutto è alla portata dei bambini che non devono in questo modo aspettare che l’adulto porga loro gli oggetti; esterno ed interno delle scuole sono legati in modo che la libertà di circolazione sia garantita il più possibile» - prosegue Mendiola. Le altre novità sono il trilinguismo della scuola, in cui italiano francese e inglese saranno utilizzate allo stesso modo per comunicare con i bimbi, particolarmente sensibili all’acquisizione dei suoni fonetici a quest’età, e il numero ristretto di posti: «l’asilo potrà ospitare al massimo 18 bambini seguiti da 3 educatrici, e tali numeri non verranno incrementati negli anni proprio per garantire

Nelly Mendiola, educatrice metodo Montessori

una maggiore attenzione individuale a ciascuno. Il nido sarà aperto dal lunedì al venerdì, la mattina dalle 8 alle 12 e il pomeriggio dalle 13.30 alle 17.30. In base alle esigenze dei genitori sarà possibile scegliere tra un part-time o il tempo pieno, ed è caldamente consigliata l’iscrizione per la settimana intera, in modo da non interrompere il processo educativo svolto. Il pranzo verrà servito in struttura, all’inizio saremo convenzionati con una ditta fornitrice di pasti ma speriamo in futuro di poterci dotare di una cucina interna. Per quanto riguarda i costi si parla di 450 euro al mese per l’iscrizione part-time e di 650 euro per il tempo pieno». L’asilo sorgerà in Frazione La Combaz 2, a Gressan, dove sono già iniziati i lavori, e l’apertura è prevista per ottobre: è possibile richiedere il modulo di iscrizione all’indirizzo mail scrivi@pec.meloeducation.com o telefonando al numero 3477388023. L’asilo ha anche un sito internet (www.meloeducation.com) e una pagina Facebook su cui trovare ulteriori informazioni. ■ Cristina Compagnoni

Associazione italiana di Cultura classica

cHiamaci sUbito PeR Un soPRallUoGo e PReVentiVo

GRatUito!

EDILVI COSTRUZIONI Via Trottechien, 35/c Aosta (AO) - Tel. 0165/230131 - info@edilvicostruzioni.com

www.edilvicostruzioni.com

Uomini e diritti: un incontro con il professor Sebastiano Tafaro a considerare l’importanza dell’uomo, in quanto tale e non funzionale a un’altra entità, per riconsiderare Rzioniitornare la centralità dell’uomo e ribaltare, quindi l’attuale posizione che pone al centro l’autorità ossia il potere e le istituche di fatto schiacciano il cittadino.

Si è parlato di questo venerdì in biblioteca regionale, nell’ambito della conferenza ‘Un diritto a misura d’uomo?’, organizzata nell’ambito della Saison Culturelle con la collaborazione scientifica della delegazione valdostana dell’Associazione italiana di Cultura classica e che ha visto l’intervento del Professore onorario della Repubblica italiana di Diritto romano Sebastiano Tafaro, docente di Giurisprudenza all’Università di Bari-Taranto-Sassari. La discussione della serata si è incentrata,infatti, sul rapporto che esiste tra il diritto e l’uomo; da dove nasce il concetto di diritto, di legge e di come, partendo dal periodo romano, nel tempo, i concetti e le modalità di ricaduta sull’uomo hanno assunto interpretazioni diverse che hanno influito sulla società e sul modo di gestire anche il potere. Se ai giorni nostri l’essere umano si trova in posizione di subordinazione molto è dovuto a scelte di modelli democratici rappresentativi che di fatto poco rispettano l’uomo e l’ambiente. Per poter cambiare occorrono, dunque, una riflessione ed un’analisi che riconsiderino il valore del ‘diritto’ funzionale al vivere civile. Maria Grazia Vacchina e Sebastiano Tafaro


regione

lunedì 14 aprile 2014

11

■ giunta / Sbloccati 255 milioni di euro per il contratto di programma con l’Usl; stanziamenti per Arev, Ivat e Mav

VENTI milioni per i fondi di rotazione Nuova gara di appalto per l’acquisto di cinque treni bimodali, un’operazione da 50 milioni di Danila CHENAL aosta - Con la legge di assestamento di bilancio la Regione libera risorse da redistribuire per 27.659.000 che sono parte dell’avanzo di amministrazione del 2013 che è di poco oltre 52 milioni di euro di cui 42,8 milioni vincolati. I restanti 16,4 milioni, sommati a 11,2 milioni per maggiori entrate derivanti da imposte degli anni precedenti, sono stati destinati, tra l’altro, ai fondi di rotazione, 20 milioni, e agli interventi per la frana di La Saxe 2,3 milioni. «Sono una boccata di ossigeno per l’economia valdostana in difficoltà. Per i fondi di rotazione c’è molta attesa nel mondo delle imprese». Lo ha sottolineato l’assessore regionale alle Finanze Mauro Baccega nella conferenza stampa della giunta regionale di venerdì 11. L’assessore al bilancio ha poi sottolineato come «il rendiconto 2013 sia caratterizzato dal pesante contributo di 197,5 milioni di euro accantonati e trattenuti dalle compartecipazioni in favore dello Stato». Nella legge di assestamento è stato introdotto il tetto di 750 milioni di euro di capacità di spesa. «E’ una misura di precauzione in attesa di conoscere il Patto di stabilità per il 2014 di cui discuteremo a breve con lo Stato» ha aggiunto il presidente Augusto Rollandin che ha poi ribadito che i pagamenti stanno arrivando «grazie all’accordo sul patto di stabilità del 2013 siglato con in Gover-

L’assessore alle Finanze Mauro Baccega e il presidente della Regione Augusto Rollandin

Valle d’Aosta per l’applicazione dello Statuto speciale di autonomia. I rappresentanti del Governo sono Marco Cammelli, presidente della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Marco Olivetti, docente di Diritto Costituzionale alla Facoltà di Giurisprudenza all’Università di Foggia e Paolo Carrozza, professore ordinario di Diritto costituzionale alla Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento S. Anna di Pisa. I tre componenti si aggiungo a quelli nominati dal Consiglio regionale Adolfo Angeletti, Renato Barbagallo e Roberto Louvin.

no romano e che ha sbloccato oltre 145 milioni di euro. Sarà mica un difetto come vuol far credere l’opposizione in Consiglio». L’esecutivo ha dato il via libera a un nuovo bando di gara per l’acquisto di cinque treni bimodali «altrimenti rischiamo di perdere i 27 milioni dello Stato e i 23 dei fondi europei» ha precisato il capo dell’esecutivo che ha spiegato: «Ci era stato proposto un treno che non era quello che avevamo richiesto, non siamo riusciti a concordare la fornitura e abbiamo dunque deciso di procedere a un nuovo appalto per non perdere ancora tempo ed evitare di perdere il finanziamento». Il costo dell’operazione è di circa 50 milioni di euro.

All’Arev un milione e 100 mila euro E’ stato approvato dall’assessorato all’Agricoltura il programma di identificazione del bestiame per l’anno 2014, presentato dall’Association Régionale Eléveurs Valdôtains. Così come è stato dato parere fa-

Paritetica, nominati i componenti statali Con la recente nomina dei componenti di parte statale si è costituita la Commissione paritetica tra Stato e Regione

vorevole all’assegnazione del contributo all’Arev per la realizzazione di una prima parte dell’attività di tenuta dei libri genealogici e dei registri anagrafici degli animali, con i relativi controlli. L’ammontare del contributo è rispettivamente di 300 e 800 mila euro. Contributi alle imprese, all’Ivat e al Mav E’ stato concesso il contributo annuale per l’attività dell’IvatInstitut Valdôtain de l’Artisanat de Tradition, pari a 520 mila euro. Così come è stato approvato il contributo per il Mav-Musée de l’Artisanat Valdôtain, per un importo di 300 mila euro. E’ stata approvata la concessione, in istruttoria valutativa, di un contributo in conto capitale a favore del Consorzio artigiani e piccole imprese per un importo complessivo di 764 mila 629 euro. In particolare sono state concesse, a favore di imprese industriali e

artigiane, agevolazioni relative alla promozione dell’internazionalizzazione per un importo di 83 mila 461 euro, al sostegno di iniziative rivolte all’effettuazione di investimenti produttivi per un importo di 644 mila 567 euro, di cui 42 mila 726 euro riguardo all’adozione di misure di tutela ambientale, e all’incentivazione di un investimento attuato da un consorzio di imprese per un importo di 36 mila 600 euro. A deliberalo l’assessorato alle Attività produttive Piano occupazione giovanile E’ stata siglata la convenzione per l’attuazione dell’Iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani fra il ministero del Lavoro e delle politiche sociali e la Regione autonoma Valle d’Aosta - assessorato alle Attività produttive - che riceverà un importo complessivo di 2 milioni 325 mila euro per un bacino di utenza di 2.549 giovani tra i 16 e i 29 anni. Mostre estive E’ stata approvata dall’assessorato alla Cultura l’organizzazione di due mostre che saranno protagoniste della prossima programmazione espositiva: Una stagione informale. Capolavori europei dalla collezione Gian Piero Reverberi, prevista al Museo archeologico regionale di Aosta, dal 20 giugno al 26 ottobre, e Gian Paolo Bariberi. La seduzione della moda, in calendario dal 6 giugno al 2 novembre, al Centro Saint-Bénin di Aosta.

Sanità, sbloccati 255 milioni per l’Usl E’ stato approvato il contratto di programma fra la Regione e l’Azienda Usl della Valle d’Aosta per l’anno 2014: sbloccati 255 milioni di euro. A siglarlo l’assessorato alla Sanità. Fondi per le iniziative delle società sportive Per un totale di 226 mila 900 euro, sono stati concessi contributi a varie associazioni sportive, per l’organizzazione di manifestazioni sportive in programma nel primo semestre del 2014. Sono stati inoltre concessi i contributi speciali, per l’anno 2014, in favore di organismi sportivi regionali, per la partecipazione dei tecnici ad iniziative di formazione, aggiornamento e specializzazione. A deciderlo l’assessorato al Turismo e Sport. Nuovo piano energetico L’esecutivo ha dato il via libera alla proposta di Piano energetico ambientale regionale messo a punto dall’assessorato regionale alle Attività produttive che punta a uno sviluppo sostenibile del territorio regionale. Il nuovo Pear definisce l’evoluzione del sistema energetico regionale fino al 2020 attraverso uno scenario che prevede azioni volte alla riduzione dei consumi, quali per esempio la realizzazione di interventi di isolamento degli edifici o di sostituzione degli impianti termici, e allo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili.

■ immigrazione / Nella nostra regione, gli immigrati sono circa 9 mila, il 7,4% della popolazione

Fine dell’Eldorado, si torna al Paese d’origine aosta - ‘Immigrazione: tra crisi e diritti umani’ è il titolo del rapporto 2013 curato dalla Caritas Italiana e dalla Fondazione Migrantes, presentato lo scorso venerdì al Priorato di Sant’Orso. Il direttore della Caritas diocesana, Don Aldo Armellin, illustra le cifre: la Valle d’Aosta, coi suoi 9mila immigrati - distribuiti fra comunità magrebina, romena, ucraina e albanese- è sostanzialmente allineata al panorama italiano, con un rapporto stranieri-cittadini del 7,4%. «Se da un lato gli sbarchi, anche recenti, ci indicano un contesto occidentale ancora sentito come una Eldorado - spiega don Armellin - d’altra parte sono sempre di più i casi di ritorno al paese d’origine. Questo porta a riflettere sull’impoverimento della nostra realtà, da un punto di vista economico, ma anche culturale, di prospettiva, di capacità di promesse». A ripercorrere le principali tappe della storia dei diritti umani è la dotto-

no e giuridico. «I diritti non sono mai fissati una volta per sempre, ma accolgono la sfida della realtà. L’ Italia ha saputo conciliare negli anni una naturale disposizione all’accoglienza con il ri-

cordo sempre vivo delle nostre radici. La spinta universalistica della nostra Costituzione ha forse solo bisogno di essere rivitalizzata per la costruzione dell’oggi». ■ Miriam Begliuomini

Corpi e bi-sogni migranti in mostra Don Aldo Armellin e la dottoressa Lorenza Violini

ressa Lorenza Violini, docente di Diritto Costituzionale all’Università di Milano: partendo da quella lontana Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino frutto della Rivoluzione Francese per arrivare alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani siglata dall’Onu del 1948 e alla Costituzione Italiana. «Una forte apertura alla dimensione internazionale e all’integrazione ani-

mano la nostra Costituzione - spiega la dottoressa Violini - nell’ambiguo alternarsi delle due espressioni cittadini e tutti in materia di diritti sta la larga generosità che a lungo ha caratterizzato l’Italia». Il cambio politico dell’ultimo ventennio, quello economico degli ultimi anni, un’immigrazione sempre più di massa pongono di fronte a nuovi problemi, dal punto di vista uma-

Alle Olimpiadi della multimedialità, buon quarto posto per Francesco Rey

Da sinistra, Francesco Rey di Aosta e Enrik Sheti di Gressan

aosta - Sul tema futuro, bellezza e arte si sono confrontati oltre 130 ragazzi impegnati nelle scorse settimane alle Olimpiadi della multimedialità per la XVI edizione del Mediashow, organizzato dal liceo scientifico Federico II di Svevia, di Melfi (in provincia di Potenza) in collaborazione con il comune e l’Università della Basilicata. C’erano anche Francesco Rey di Aosta ed Enrik Sheti di Gressan, studenti della IV A indirizzo informatica dell’IT Manzetti di Aosta, che si sono cimentati nella produzione di un video di tre minuti. Rey si è classificato al quarto post ex aequo, ottenendo la certificazione di eccellenza; spiega Francesco Rey: «abbiamo avuto otto ore di tempo per pensare e realizzare un video della durata massima di tre minuti sui temi del futuro, della bellezza e dell’arte; io ho pensato a un viaggio di 2 minuti e mezzo che ha messo in relazione questi tre temi, giungendo alla conclusione che un mondo senza bellezza né arte per rappresentarla, senza le ali della creatività, è un mondo che non ha futuro. Sono partito dalla definizione di arte, utilizzando opere e monumenti, per poi raccontare l’introspezione e di conseguenza la soggettività della bellezza, da osservatori diversi, dalla fotografia, le arti di strada, la giocoleria, la lavorazione del legno...».

aosta - Lontano e vicino, ieri e oggi, passi che da un altrove hanno condotto a un ‘qui’: racconta volti, tante difficoltà e moltissime storie: è la mostra fotografica ‘Corpi migranti (bi)sogni-respinti-integrati-italiani’, inaugurata lo scorso venerdì al Priorato di Sant’Orso. Promossa dalla Caritas diocesana di Aosta, dal Museo africano e dalla Fondazione Nigrizia, l’esposizione è articolata in diverse sezioni. La prima racconta le cause che inducono a lasciare la propria terra e a ricominciare a vivere in un altro paese; la seconda riporta la cruda realtà dei respingimenti e della clandestinità, testimoniati dagli scatti di Enrico Dagnino, che nel 2009, a largo di Lampedusa, assistette al primo respingimento verso la Libia. Spiragli di speranza si aprono negli scatti di Alan Maglio e Giuliano Matteucci, nella parte dedicata alle seconde generazioni italiane e al successo di molti immigrati integrati. Particolarmente efficace il confronto instaurato dai dittici delle sezioni ‘Milano Africa’ e ‘Ritratti africani’in cui foto di immigrati vestiti all’occidentale sono accostate a ritratti in costume tradizionale o a foto d’epoca coloniale. Si potrà visitare l’esposizione, allestita nel salone del Priorato di Sant’Orso, fino a sabato 19 aprile 2014 tutti i giorni dalle 10 alle 17. ■ mi.be.


REGIONE

12

lunedì 14 aprile 2014

■ AIDO / Sabato 12 aprile, ad Aosta, si è tenuta l’assemblea dell’associazione dei donatori di organi, tessuti e cellule che conta oltre 6500 iscritti

«Donare, atto di coraggio, perché la vita sia un diritto di tutti» Carol DI VITO inviata all’Hôtel des Etats AOSTA - L’Aido, Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule della Valle d’Aosta è in ottima salute e sempre più vicina ai giovani: é quanto si evince dalla 39ª assemblea annuale tenutasi sabato 12 aprile alla saletta dell’Hôtel des Etats. ll coraggio di donare è lo slogan scelto per quest’evento e vuole sottolineare il carattere insito del Donare, «un piccolo gesto che rappresenta un grande atto di solidarietà e di civiltà verso una collettività che si riconosce nel rispetto e nella valorizzazione della vita, operato da persone che hanno deciso di dedicarsi agli altri, diffondendo così la cultura della donazione affinché il diritto alla Vita, differentemente da oggi, appar-

Didascalia di prova su piu righe di testo se chiude

tenga a tutti» - spiega il presidente Aido Claudio Latino. Uno dei dati più rilevanti, sta nel numero dei donatori, siamo a 6.500 iscritti, «certamente – continua Latino - un gran

risultato che, tuttavia, non deve essere considerato come un traguardo, bensì come un nuovo start per la nostra azione futura di far crescere la speranza per tutti quei malati che, da

troppi anni, sono in attesa di un trapianto». Anche se il periodo economico non è dei migliori, l’Aido non si è fatta trovare impreparata; sono state messe a punto

una serie di economie interne capaci di razionalizzare la gestione interna complessiva, «un corretto operare che ha consentito non solo di evitare la riduzione dell’attività

complessiva, ma anche di intensificarla in termini qualitativi e quantitativi, trasformando così il periodo critico in una rinnovata opportunità per la nostra associazione e per il volontariato in generale». Certo è che, grazie ad alcuni fattori quali le nuove tecnologie (internet), è stato possibile divulgare maggiormente la cultura della donazione. Incontri scolastici, a tale scopo, non sono mancati come anche la promozione di un musical al Centro Congressi di Saint Vincent. Anche i gemellaggi non mancano; dal 2013 è in corso quello con Les Amis de France ADOT della Savoia, il cui scopo principale è quello di costruire una comune cultura della donazione di organi capace di superare i confini, le montagne e i diversi linguaggi al fine di divenire patrimonio universale.

■ TURISMO 1 / Presentata in Inghilterra, una ricerca alla quale ha partecipato un professore dell’Università della Valle d’Aosta

Volo low cost? Compra il biglietto 10 giorni prima AOSTA - C’è anche un pezzo di Valle d’Aosta nella ricerca universitaria che risponde alla domanda che si fanno tutti i viaggiatori low cost: quando comprare un biglietto aereo super-scontato? Marco Alderighi, docente di Economia all’Università della Valle d’Aosta, con Marcella Nicolini dell’Università di Pavia e Claudio Piga dell’Università di Keele, ha promosso un progetto internazionale che decifra come le compagnie aeree definiscono i prezzi dei biglietti. La ricerca è stata presentata mercoledì scorso, 9 aprile, alla Royal Economic Society di Manchester. Professor Alderighi, quando è meglio comprare un biglietto low cost? «Le compagnie aeree applicano una strategia di prezzo molto complessa – spiega - che tiene conto sia di quando viene acquistato il biglietto, ovvero il numero di giorni prima della partenza, sia del numero di posti disponi-

bili sul volo al momento dell’acquisto. A pochi giorni della partenza il prezzo è solitamente alto e tende a salire velocemente. Quindi attendere per avere un’offerta ‘last minute’ è molto rischioso e ritardare l’acquisto una strategia perdente. Bisogna quindi acquistare almeno 10-15 giorni prima della partenza». Per valutare il momento migliore, continua Alderighi, «si dovrebbe avere informazione anche sul numero di posti disponibili. Nei due mesi prima della data di partenza, se il numero di posti disponibili sul volo è elevato, le compagnie aeree low-cost tendono a ridurre il prezzo dei biglietti, mentre lo aumentano quando il numero di posti disponibili è basso». Quale metodo di studio avete utilizzato? «Con l’aiuto di un tecnico informatico – racconta - abbiamo realizzato un programma che ha effettuato finte prenotazioni on-line su moltissime destinazioni ad intervalli di

TURISMO 3

Ultima settimana boom per INTERSKI AOSTA - Si chiude con numeri record la trentesima stagione invernale del tour operator Interski nella nostra regione; nell’ultima settimana di presenza, da sabato 12 a sabato 19 aprile sono ben 816 gli ospiti che, insieme a autisti e maestri portano a 955 il numero degli ospiti della settimana. Nella trentesima stagione nella nostra regione - festeggiata a fine marzo con il patron del tour operator Colin Mc’Intosh, Interski ha portato a sciare in Valle quasi 11mila ragazzi, oltre la metà a Pila, gli altri a Courmayeur, La Thuile e, per la prima volta, a Champoluc, coinvolgendo una quarantina di alberghi e ogni settimana, 200 persone tra staff e maestri.

Il professor Marco Alderighi

tempo regolari: da 70 a un giorno prima della partenza del volo. Il programma ha registrato il prezzo del biglietto, il numero di posti disponibili e altre informazioni relative al volo. Questi dati sono stati poi elaborati con sofisticate tecniche econometriche. Per l’analisi abbiamo raccolto più di un milione di osservazioni». Come procede la vostra ricerca adesso? «L’Università della Valle d’Aosta – prosegue il docente - ha sostenuto il pro-

getto finanziando parte delle spese per la realizzazione del programma e ha messo a disposizione un computer che attualmente continua a raccogliere informazioni sui prezzi delle compagnie lowcost. Abbiamo inoltre acquistato un pacchetto statistico, e a breve il Dipartimento di Scienze Economiche e Politiche si doterà di una workstation che potrà essere utilizzata per l’elaborazione dei nuovi dati (attualmente siamo a più di 5 milioni di osservazioni)». Il gruppo di lavoro si sta ampliando e ora collaborano altri ricercatori in Italia, Francia e Inghilterra. Dovrebbe aggiungersi al gruppo un laureato dell’Università di Aosta che ha da poco finito il dottorato. Infine, conclude Marco Alderighi, «anche questo progetto è low-cost. E’ costato all’Ateneo non più di 5.000 euro in retribuzione del programmatore, attrezzature e software». ■ Francesca Jaccod

TURISMO 2 - PRO LOCO

Sempre più interpreti dei prodotti a km zero AOSTA - Pro loco sempre più attori nella valorizzazione dei prodotti agroalimentari tipici della nostra regione. Questa sera, lunedì 14 aprile, la Cave des Onze Communes di Aymavilles ospiterà l’assemblea generale ordinaria dell’associazione regionale delle pro loco della Valle d’Aosta, Unpli VdA (ore 18); sarà l’occasione per siglare un protocollo d’intesa con l’assessorato regionale all’Agricoltura per «promuovere e favorire l’utilizzo delle produzioni enogastronomiche regionali nelle manifestazioni organizzate dalle pro loco su tutto il territorio regionale». «Si tratta di un’intesa che sigleremo nel solco di quanto già avviene nelle singole pro loco – commenta il presidente dell’Unpli Valle d’Aosta Pericle Calgaro (foto) – l’idea è di lunga data, c’erano già stati dei pour parler con il Celva. Le pro loco di impegnano a utilizzare – laddove possibile – anche in ragione dei limiti quantitativi di certe produzioni autoctone – i prodotti del territorio nelle varie manifestazioni sul territorio e di promuovere i produttori locali e i prodotti a km zero. Le sagre estive, ad esempio – commenta Calgaro – potrebbero trasformarsi in interessanti vetrine per i produttori, dove esporre e vendere le proprie eccellenze. Abbiamo invitato sei o sette produttori, in rappresentanza dei diversi settori di produzione, perchè possano ‘raccontare’ i propri prodotti». All’ordine del giorno dell’assemblea, anche i temi dei diritti Siae e della fiscalità delle pro loco; sarà presente anche il responsabile del Dipartimento fisco e Siae dell’Unpli Mario Barone. Il presidente dell’Unpli VdA Pericle Calgaro presenterà il vademecum che sarà poi consegnato ai presidenti di ciascuna pro loco e che riguarda la formazione, il fisco e l’amministrazione delle pro loco. ■ c.t.

FIDAS: musica e cultura della donazione per ricordare Silvy e Nicole

La musica degli amici di Silvy e dell’Aosta Feels Good Marching Band per ricordare Silvy e Nicole e tutte le vittime della strada per iniziativa della Fidas Vd’A

■ SCUOLA E ASSOCIAZIONI / La studentessa del liceo artistico ha vinto il concorso per l’immagine che contraddistinguerà l’evento

La firma di Mélanie sul corso di Storia della Croce Rossa

A sinistra, la VC del liceo artistico di Aosta; qui sopra Mélanie Avoyer accanto al bozzetto vincitore

AOSTA - E’ di Mélanie Avoyer, studentessa di Gignod, classe 1994 del liceo artistico di Aosta, l’immagine che rappresenterà l’undicesimo corso di Storia della Croce Rossa e della Medicina che si terrà in Valle nel mese di settembre. Si tratta di un importante evento formativo di livello internazionale che richiama corsisti da tutta italia e docenti anche dall’estero e che per questa edizione, ospiterà anche un intervento sulla medicina di montagna. Per valorizzare l’evento, la Croce Rossa valdostana ha pensato a un’immagine efficace, fresca che potesse ben rappresentare il corso; così, sono stati coinvolti gli studenti della V C del liceo artistico di Aosta, aiutati dalla professoressa Elena Capra. I ragazzi hanno incontrato i volontari della Croce Rossa; poi hanno lavorato ai bozzetti, rappresentando il logo sul manifesto dell’evento, sul segnalibro e sul programma; i lavori di tutti i partecipanti saranno oggetto di un’esposizione itinerante.


13

FABIO CENTO © 2014 - LGPRESSE

lunedì 14 aprile 2014

Ci �ono tant� cos� importanti nell� vit� L� prim� è mangiar� un buon gelato possibilment� al Bacio (di Nus) L� altr� non l� conosco

Pasticceri�

Gelateri�

Nus (AO) - Via Circonvallazione Sud 39


regione

14

lunedì 14 aprile 2014

■ premiazione / 707 bambini hanno partecipato al concorso promosso da CVA

ENERGIA fa rima con fantasia Le classi che hanno visitato la centrale di Maën

Carlotta MAQUIGNAZ inviata a Maën Valtournenche - Magoutte, un’allegra goccia d’acqua; Tourbillon, una nuvoletta leggiadra; Petit Soleil, un sole luminoso: sono i nomi delle mascotte del concorso CVA ‘Tourbillon - La storia del vento che diventa energia e dei suoi amici’, rivolto alle scuole valdostane dell’infanzia di tutta la Valle d’Aosta ed, in particolare, ai bambini di 5 anni, con l’obiettivo di sensibilizzare i bambini sul tema della produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili come, appunto, acqua, vento e sole. 707 sono stati i bimbi che hanno partecipato, di cui 189 quelli di 5

anni che hanno presentato i 27 disegni in concorso, a tecnica libera e con l’aiuto e la supervisione delle loro insegnanti. Martedì 8 aprile, alla centrale di Maën, sono stati premiati i quattro disegni vincitori, precedentemente

estratti a sorte, delle classi delle scuole dell’infanzia di AostaPorossan (Istituzione scolastica Luigi Einaudi), di La Thuile (Istituzione Valdigne-Mont Blanc), di Donnas Capoluogo (Istituzione Scolastica Mont Rose A), e del-

la scuola di infanzia di Gressoney-La-Trinité (Istituzione Scolastica Mont Rose B). Energia elettrica, pannelli fotovoltaici, pale eoliche, turbine, produzione di corrente, risparmio energetico sono stati i

temi affrontati e argomentati con grande consapevolezza dai bimbi delle scuole dell’infanzia. La premiazione, alla quale sono intervenuti il presidente di CVA Riccardo Trisoldi e l’assessore all’Istruzione e Cultura Joël Far-

coz, è stata anche l’occasione, per le quattro classi vincitrici, di visitare l’impianto idroelettrico di Maën, accompagnati dai tecnici intenti a spiegare loro il funzionamento dei vari macchinari e l’organizzazione della centrale. Ogni bambino ha ricevuto un peluche di Magoutte come premio per la partecipazione; alla scuola vincitrice è andata una macchina fotografica. Le emozioni non mancheranno neanche il prossimo anno perché il concorso CVA, sempre dedicato ai bambini di 5 anni delle scuole dell’infanzia della Valle d’Aosta, si ripeterà e il protagonista dell’edizione 2014-15 sarà Petit Soleil, come rappresentante dell’energia fotovoltaica.

Dopo sci e baskin, nasce il calcio integrato totale aosta - Uno scambio tra persone con e senza disabilità di Valle d’Aosta, Abruzzo, Sicilia e Lazio. Un nuovo sport che si ispira al calcio a otto, dove si rincorre una palla per inseguire la vittoria... dell’integrazione. Si è conclusa in Abruzzo la terza tappa del progetto ‘Pluralmente’, vincitore di un bando nazionale del Ministero delle Pari Opportunità per interventi finalizzati alla promozione delle pari opportunità delle persone con disabilità. Dopo la barca a vela a Messina e lo sci a Courmayeur, in Abruzzo, a Lettomanopello (in provincia di Pescara), da giovedì scorso e fino a ieri, domenica,

si è giocato al calcio integrato totale, che si ispira al calcio a 8, al baskin e alla pallamano, si gioca con quattro porte e quindi su due direzioni, strutturato per ruoli, senza perdere di visto lo spirito degli Special Olympics. A Roma, il 14 giugno, si terrà il primo trofeo nazionale della nuova disciplina. Commenta Andrea Borney, di Antenne Handicap VdA e uno degli ideatori del nuovo sport: «è uno sport immediato da comprendere e da praticare, per i fonamentali più semplici. Crediamo, insieme allo CSEN, che sia possibile diffonderlo capillarmente su tutto il territorio nazionale».


regione

lunedì 14 aprile 2014

15

■ Giochi sportivi studenteschi / I ragazzi di Paolo Faleo imbattibili

Dama, un POKER di titoli

33 bambini parteciperanno a metà maggio alle finali nazionali in Toscana aosta - Sventolano i colori rossoneri sulle finali interregionali del Nord Ovest dei Giochi Sportivi Giovanili di dama, andati in scena giovedì 10 aprile a Varazze, in provincia di Savona. Gli allievi del Gran Maestro Paolo Faleo, studenti della scuola primaria ‘Giovanni Pezzoli’ e della secondaria di primo grado ‘Cerlogne’ fanno il pieno di titolo, conquistando quattro titoli su quattro. Agevole e I partecipanti alla trasferta di Varazze per le finali interregionali a punteggio pieno la vittoria nel gruppo ‘Medie Dama italiana’ con i ragazzini squadre dei ragazzini di Aosta tina Zola, Matteo Andriolo e di Aosta 1 (Davide Zhou, Mate- 1: Mattia Raia, Corinne Comé e Giulia Addario. Più sofferte le to Mirabello e Marius Mafteuta) Noemi Bushati che si lasciano vittorie degli altri due gruppi; che hanno la meglio sui compa- alle spalle di quattro lunghez- tra ‘Elementari Dama italiana’ gni di Aosta 2 (Davide e Nico- ze la squadra di casa. Comé e (24 squadre partecipanti) ha la laj Tamborin e Giovanni Man- Bushati sono le migliori gioca- meglio Aosta1 (Nicolas Pozza, gioglio) e in generale sulle ot- trici del torneo, totalizzando 16 Sasha Papa e Ilyass Lammada) to squadra partecipanti. Nel punti sui 16 disponibili. Secon- su Aosta2 (Maurizio Lanzoni migruppo ‘Elementari Dama in- do gradino del podio per i com- glior giocatore, Samuele Belleternazionale’, dominio tra le 14 pagni della Aosta 2 con Mar- solo e Nicolò Canini, in parità

con quoziente di soli 3 centesimi), dopo un agguerrito battage con la squadra di Albisola. Vittoria all’ultimo turno anche per le ‘Medie dama internazionale’ con l’unica squadra valdostana in gara composta da Claudia Casadei, Luca Borlini, miglior giocatore del gruppo e Alessandro Casadei.

Stupiscono anche i ragazzini delle classi II B e II C che si sono classificati per le finali nazionali. Ecco i 33 bambini qualificati per le finali nazionali che si terranno dal 15 al 18 maggio a Castiglione della Pescaia, in provincia di Grosseto. Elementari Dama Italiana Aosta1: Nicolas Pozza, Sasha Papa, Ilyass Lammada. Aosta2: Maurizio Lanzoni, Samuele Bellesolo, Nicolò Canini. Aosta3: Daniel Pozza, Hervé Laurent, Davide Gemma. Aosta4: Alessandro Allera, Gema Vallejo, Elisa Bonino. Elementari Dama Internazio-

nale Aosta1: Mattia Raia, Corinne Comè, Noemi Bushati. Aosta2: Martina Zola, Matteo Andriolo, Giulia Addario. Aosta4: Giovanni Autelitano, Michel Bethaz, Lauriana Holban. Medie Dama Internazionale Aosta1: Claudia Casadei,Luca Borlini, Alessandro Casadei. Medie Dama Italiana Aosta1: Davide Zhou, Matteo Mirabello, Marius Mafteuta. Aosta2: Davide Tamborin, Nicolaj Tamborin, Giovanni Malgioglio. Aosta3: Michele Zhao, Alex Valerioti, Arafat Sarcar. ■ c.t.

■ maestri di sci / A Courmayeur, i campionati regionali e quelli nazionali riservati ai professionisti della neve

Questa volta, la gara è per i PRO aosta - La Scuola Sci Aprica (in provincia di Sondrio) ha vinto il trofeo AMSI per società al 48esimo campionato italiano di sci alpino, lasciandosi alle spalle Sestriere (2’21”34) ed Equipe Falcade (2’22”42). La migliore scuola valdostana è stata la Monte Bianco, organizzatrice dell’evento insieme all’Associazione Valdostana Maestri di Sci, quinta in 2’25’’33, grazie ai risultati di Giuseppe Perrod, Emanuele Ravano e Faustino Desandré. Alla kermesse hanno partecipato circa 130 professionisti; sono stati assegnati i titoli italiani femminili e maschili, ricalcolati in base all’età; nella gara in rosa doppietta dell’Equipe Falcade con Cinzia Valt (48”92) ed Elena Valt (49”70). Terzo gradino del podio e medaglia di bronzo per la valdostana Paola Marciandi (Monte Bianco), all’arrivo in 52”15. Quarto e quinto posto per la valdostana Sonia Viérin (Gressoney-Saint-Jean) e Anahid Tasgian (Azzurri Cortina). Nella ‘top 10’ tricolore anche Stefania Perrod (Monte Bianco), sesta, e Maria Lagazzi (Monte Bianco), ottava. In campo maschile, titolo italiano per il valdostano libero professionista Enrico Voyat, accreditato del tempo di 42”75. Medaglia d’argento per Natale Bavo dell’Aprica in 43”97 e terzo Massimo Poncet del Sestriere in 44”44. Quarto posto per il bellunese dell’Equipe Falcade Pietro Dalmasso (44”56) e quinto il valdostano Luigi Gex (Libero Professionista, 44”67). Ancora Valle d’Aosta al sesto posto con Guido Zampieri (libero professionista, 44”88). Nella classifica a tempi effettivi, il miglior tempo al femminile è stato fatto registrare dalla piemontese del Sestriere Alice Charret (53’’74), con secondo e terzo posto per Arian-

Enrico Voyat e Beppe Cuc

Il podio per lo snowboard maschile

Il Trofeo Paris è andato alla scuola di sci Monte Bianco

na Sommariva (Limone; 55’’07) e Susanna De Biasio (Val Biois; 55’’35). Al maschile i tre professionisti della neve più veloci sono stati Nicolò Nogara (libero professionista; 51’’22), Alberto Marinoni (Castione; 52’’24) e Nicolò Cantele (Sestriere; 52’’60). Assegnati invece lunedì i titoli italiani di snowboard (tempi effettivi). In campo femminile tripletta rossonera grazie a Stefania Perrod (Monte Bianco), Michelle Annunziata (Gran Paradiso) e Nadine Chatrian (Torgnon), mentre al maschile l’oro è andato al bellunese Pietro Dalmasso, l’argento a Matteo Bormolini (Livigno) e bronzo al valdostano della Monte Bianco Christian Nuvoloni. CAMPIONATI REGIONALI Quasi 200 maestri di sci hanno partecipato al-

lo slalom gigante dei campionati regionali, lunedì scorso, sulla pista Le Greye di Courmayeur. Tanti gli ex atleti che hanno preso parte all’appuntamento, con apripista d’eccezione l’azzurro Davide Simoncelli, atleta che sta seguendo il corso di formazione proprio nella nostra regione e con le azzurre Federica Brignone, Elena e Irene Curtoni presenti alle premiazioni al Jardin de l’Ange. I migliori tempi di giornata sono stati fatti registrare dall’ex azzurro e ora istruttore nazionale Alberto Schieppati (Courmayeur; 53.20) e dalla maestra di sci del Monte Bianco Maria Lagazzi (56.23). A livello societario, il trofeo ‘Lorenzo Paris’ è andato alla Scuola Sci Monte Bianco che ha preceduto la Gran Paradiso e la Scuola Sci Pila, che seppur senza un maestro per ogni fascia d’età è stata la mi-

gliore sommando i primi tre tempi. Categoria A. Vittoria di Maria Lagazzi (Monte Bianco), su Cecilia Cenzato (Courmayeur) e Marta Cogotti (Monte Bianco). Al maschile doppietta della Monte Bianco con Federico Guedoz e Luca Xausa, con terzo Edoardo Saccaro (Pila). Categoria B - Prima Sonia Viérin (Gressoney Saint-Jean) e seconda Stefania Perrod (Monte Bianco). Al maschile primo Federico Detragiache (Pila), secondo Martino Zucchi (Monte Bianco) e terzo Giuseppe Lamastra (Gran Paradiso). Categoria C - Successi per Mara Piccioni (Monte Bianco) e Alberto Schieppati (Courmayeur). Categoria D - 1ª Paola Marciandi (Monte Bianco), mentre al maschile prime tre posizioni per Emanuele Ravano (Monte Bianco), Michel Raso (Monte Bianco) ed Ettore Personnettaz (Gran Paradiso). Categoria E - Si è imposto Alessandro Viérin (Pila) su Edy Ruffier e Alex Berger entrambi della Scuola Sci Monte Bianco. Negli F vittoria di Mauro Bieler (Gressoney Saint-Jean) su Alfonso

Montrosset (Gran San Bernardo) e Marco Belfrond (Monte Bianco); nei G ha vinto Piero Jordan (Pila) su Claudio Passino (Monte Bianco) e Marco Lambert (La Thuile), negli H si è imposto Enrico Voyat (Libero Professionista) su Luigi Gex (Libero Professionista) e Luigi Riz (Monte Bianco); negli I l’ha spuntata Alberto Enrietti (Gran Paradiso) su Lorenzo Carrara (Evolution) e Lorenzo Boi (Libero Professionista); negli L prime tre posizioni per Maurizio Laffranc (Libero Professionista), Enrico De Cassan (Libero Professionista) e Faustino Desandré (Monte Bianco); negli M ha vinto Guido Zampieri (Libero Professionista) su Giuseppe Perrod (Monte Bianco) e Dario Ponti (Libero Professionista), mentre negli N prime due piazze per Osvaldo Picchiottino (Monte Bianco) e Attilio Ducly (Chamois). Per lo snowboard, Giacomo Rey è il neo campione valdostano di slopestyle Under 30, davanti a Francesco Brutto ed Edoardo Bellotto, mentre negli Over 30 prime tre posizioni per Mattia Piccardi, Luca Thomain e Andrea Belfrond. Nel prova di gigante, nella categoria A ha vinto Michelle Annunziata su Nadine Chatrian, mentre al maschile Edoardo Bellotto ha preceduto Filippo Mairate e Jacopo Thomain. Nella categoria B successo di Stefania Perrod e Stefano Nuvoloni che ha vinto la gara maschile davanti a Francesco Musa e Jean Claude Chiementin. ■ re.ga.

■ UISP / Lo Sci Club Avvenire ha salutato la conclusione della stagione dei corsi con la gara, premiazioni e aperitivo

Piccoli grandi progressi per gli sciatori in erba aosta - Divertimento, sport e qualità a costi sostenibili. Così il presidente dello Sci Club Avvenire della Uisp Massimo Verduci a inizio stagione invernale, aveva presentato i corsi di sci organizzati dal sodalizio, sposando la filosofia dei mini gruppi e con attenzione alla tecnica piuttosto che all’aspetto agonistico. E così è stato, con soddisfazione degli sciatori in erba e delle famiglie che domenica 6 aprile si sono ritrovati a Pila per la gara di fine stagione. Alle lezioni singole e collettive proposte a inizio stagione si sono aggiunte lezioni integrative che hanno permesso ai piccoli ‘apprendisti’ sciatori di migliorare. I bambini hanno affrontato la gara con determinazione, mostrando i loro progressi innanzi a genitori e nonni accorsi a bordo del tracciato sulla pista Gran Grimod. Alla Maison de Jean, la premiazione – una bella me-

I partecipanti alla gara di fine corso di domenica 6 aprile con i maestri di sci Francesca Menaldo, Lidio Lucianaz e Riccardo Vuillermoz

daglia per tutti e un sacchetto con gadgets e piccoli graditi premi – è stata l’occasione per un sostanzioso aperi-

tivo in compagnia e l’arrivederci alla prossima stagione sportiva. Ecco i nomi dei corsisti segui-

ti dai maestri di sci Francesca Menaldo, Lidio Lucianaz e Riccardo Vuillermoz, che hanno ricevuto un attestato di rico-

noscimento firmato da tutti i bambini per l’ottimo lavoro svolto: Enrico Papa, Emilio Volpi, Giuseppe Scappatura, Le-

da Berardo, Emma Dalla Rosa (tutti non presenti alla gara e non in foto), Riccardo Crocitti, Armando Pjollaj, Alexandre Sascia Curto, Tommaso Mazzocchi, Camilla Gazzola, Vittoria Ottonello, Federico Billotti, Ismaele Chentre, Davide Bougeat, Matteo Sinigaglia, Nicolas Girod, Leonardo Monegato, Gabriele Barollo, Valentina Micciché, Rebecca Julie Mercurio, Alice Pradelli, Julien Lucianaz, Lorenzo Crisafi, Vasco Gazzola, Daniele Cama, Daniele Berutti, Simone Comé, Matilde Ottonello, Sara Cicagna, Elisabeth Gobbo, Giorgio Sisti, Mattia Sciulli, Tosca Bravo, Pietro Niccolò Lagrasta, Francesco Ottonello, Ludovico Falzone, Giorgia Santucci, Leonardo Betemps, Pietro Deodati, Niccolò Drudi, Federico Sinigaglia, Mathieu Gobbo, Matteo Barollo, Giulia Polignone e Lorenzo Micciché. ■ c.t.


E C O N O M I A & L AVO RO

16 ECONOMIA IN BREVE Information security, incontro alla Pepinière d’Entreprises Lunedì 14 aprile alle 21 nella sala Cogne della Pépinière d’Entreprises Espace Aosta si terrà la conferenza “Governance dell’information security” sui casi di virus, attacchi informatici. Interverrà Luca Zampaglione. A Les Halles le Perle d’Italia da gustare Lo martchà valdotèn di località Autoporto ospiterà da giovedì 17 a domenica 27 aprile “Perle d’Italia da gustare”, rassegna enogastronomica delle principali regioni satelliti del gusto. Nel primo fine settimana i clienti che avranno acquistato prodotti per un importo minimo di 10 euro potranno partecipare a “Gusta e Vinci”, ricevendo un tal-

lunedì 14 aprile 2014 CASINÒ E RESORT

loncino che dà diritto all’estrazione di un iPad. Il fine settimana successivo, si terrà il laboratorio di pasticceria “Mani e manine in crema”. La fiera rimarrà aperta con gli stessi orari della galleria commerciale, il laboratorio è in programma dalle 17. Carrozzeria Amica, presentata la proposta di legge sulla libertà nelle Rc Auto Tre i principi fondamentali della proposta di legge sulla riforma delle Rc auto, presentata a Roma mercoledì 9 aprile: libertà di scelta, tutela delle vittime della strada e controllo da parte di un’agenzia antifrode. Ancora lungo il cammino prima dell’eventuale approvazione, la proposta andrà ponderata e ricamata all’insegna della concorrenza e della libertà.

Braccio di ferro dei dipendenti dei servizi alberghieri SAINT-VINCENT - Clima incandescente tra i lavoratori dei servizi alberghieri e i le sigle sindacali Cgil, Cisl, Savt e Uil, rei di aver preso le distanze da uno sciopero molto sentito dai lavoratori. L’astensione del lavoro, molto partecipata secondo Tommaso Auci dell’Ugl, aveva coinvolto le ultime 4 ore del turno di sabato 5 e le prime 4 di domenica 6 aprile. Secondo le OoSs la proclamazione dello sciopero «è stata una forzatura unilaterale», ma nell’incontro di giovedì 10 è emerso che i lavoratori non mollano: o l’azienda ripristina l’accordo integrativo

scaduto a fine anno oppure la lotta va avanti. «I dipendenti sono fermi sulle loro posizioni, siamo in una posizione di stallo, se l’integrativo non viene ripristinato si tornerà all’azione di lotta» conferma Raffaele Statti (Uil). Venerdì è stata la volta dell’assemblea dei lavoratori iscritti a Ugl. Come i colleghi dipendenti del Casinò, anche i lavoratori dell’unità servizi alberghieri hanno dato mandato al sindacato di non trattare più con i vertici aziendali ormai sfiduciati, ma direttamente con la proprietà. ■ er.da.

■ LAVORO / Una ventina tra medici e specialisti di medicine e tecniche alternative hanno fatto rete

Alkimea, i professionisti del naturale GRESSAN - Alkimea, alchimia, il luogo dove avvengono le trasformazioni. Alkimea è un centro, inaugurato nel novembre 2013, che riunisce sotto un unico tetto, a Gressan in frazione Borettaz 7, oltre venti tra medici, psicoterapeuti, professionisti di varie discipline come Reiki, naturopatia, logopedia, shiatsu, tuina, e molto altro ancora. Tutti sono accomunati da un unico obiettivo portare le persone al benessere con tecniche esclusivamente naturali. L’associazione nasce cinque anni fa in un’altra sede, del gruppo originario restano nel-

la nuova struttura il medico Gianmario Governato, che si occupa di medicina psicosomatica e di omeopatia e Valter Celestino operatore e insegnante Life Alignment. «Pur utilizzando tecniche diverse, dall’agopressione, alla psicoterapia, dal reiki all’arteterapia, e abbiamo tutti lo stesso scopo - spiega il dottor Governato - attivare la capacità di autoguarigione che ognuno di noi possiede attraverso metodi naturali e riducendo i farmaci chimici al minimo, questi ultimi sopprimono il sintomo che invece ci aiuta a capire cosa sta suc-

cedendo, è un segnale - continua Governato - il sintomo chiede di essere ascoltato e l’ascolto è per noi fondamentale per accompagnare le persone in un cammino». In Italia 12 milioni di persone

si curano con medicine non convenzionali, una persona su due in Europa, un fenomeno in continua crescita, ma ancora poco conosciuto, nel senso che spesso subentrano luoghi comuni, pregiudizi, e scarsa

conoscenza scientifica delle singole discipline. «L’idea che abbiamo con il nostro centro è quella, oltre che curare le persone e farle stare bene - racconta ancora Governato - è fare formazione e dare informazioni sull’argomento, per questo abbiamo pensato ad alcune serate o eventi a tema che permettano di approfondire le singole tematiche e di farci conoscere meglio». Per questo è in fase di riorganizzazione il sito internet www.alkimea.org dove è comunque già possibile da oggi conoscere le differenti disci-

pline e chi le pratica, e l’implementazione della pagina facebook e la creazione di un notiziario online. Tra le iniziative che sono in divenire anche dei pacchetti salute, ovvero dei veri e propri percorsi salute che andranno a interessare più discipline. «Lavoriamo tutti per l’anima spiegano ancora il dottor Governato e la psicoterapeuta Alessandra Broglio - le emozioni parlano attraverso il corpo ed è per questo che somatizziamo, ma attraverso di esso si può agire e curare». ■ Simonetta Padalino

■ EVENTO / Alla Fiera di Verona le aziende valdostane hanno registrato segnali di ripresa e allacciato nuovi contatti

Vinitaly, a Martin il Premio Cangrande Matteo PAOLINI inviato a Vinitaly VERONA - Numeri in crescita rispetto all’edizione passata per il Vinitaly 2014, andato in scena a Verona la scorsa settimana. E la conferma arriva anche dai produttori valdostani presenti alla fiera del vino, tra i quali il Premio Cangrande per la viticoltura valdostana andato a Marco Martin di Lo Triolet «quest’anno – ha commentato Martin – la nostra azienda compie vent’anni e questo premio ci onora perché è un segno che abbiamo lavorato bene e che stiamo promuovendo non solo il nostro vino, ma anche la Valle d’Aosta». «Segni confortanti se prendiamo come riferimento l’anno scorso – spiega Costantino Charrère di Les Crêtes – sembra esserci una ripresa esponenziale d’esportazione

Costantino e Elena Charrère

con l’estero come USA, Canada, Olanda, Svezia e Lussenburgo. Grazie alla passerella del Vinitaly riusciamo a consolidare i contatti che già abbiamo a crearne di nuovi e quest’anno siamo riusciti a piazzare già il 45% della nostra produzione». Ogni anno i vini valdostani ricevono sempre più attenzioni frutto del duro lavoro premiato anche con dei riconosci-

Dino Darensod

Marco Martin

I sommelier della Fisar al Vinitaly, da sx Roberto Jacquemod Pane, Stefano Gosatti, Luca Tonino e Alberto Riconda

Nicola Del Negro

menti, come il Flétry Moscat “Petit Grain” 2012 dell’azienda Cave des Onze Communes di Dino Darensod, «ricevere un premio fa sempre piacere – commenta Darensod – molte persone si sono fermate per assaggiare il vino premiato tant’è che non abbiamo potuto accontentare tutti perché l’abbiamo finito nel giro di poco tempo. Noi non abbiamo una rete di distribu-

■ NOVITÀ / Porte aperte nella sede del Csv per acquistare i capi rivisitati

LABEAU nuova vita agli abiti usati Stella, Simona, Nores Monica, Flavia, Sara, Katiuscia

AOSTA - Primo porte aperte, venerdì 11 aprile, per l’atelier di Labeau, il laboratorio occupazionaleallestito in via Xavier de Maistre nella sede del Csv. Il laboratorio, iniziato a gennaio 2014 ha coinvolto 4 persone che tre mattine a settimana si sono cimentate nel riuso e riciclo di vestiti usati. Coadiuvate dal personale della cooperativa Esprit à l’Envers e da una sarta le signore hanno scelto quali capi in buone condizioni tenere e quindi rivendere subi-

to dopo il lavaggio che viene effettuato nella lavanderia del carcere di Brissogne, e quali capi invece “fare a pezzi” per dar loro nuova vita, o semplicemente recuperare i bottoni o le cerniere. All’inaugurazione si è potuto ammirare il lavoro svolto, abiti come nuovi, e vecchi jeans trasformati in porta oggetti. Riciclati sono anche gli arredi, cassette della frutta e pallet riverniciati, che delineano il reparto donna, uomo e bambino. «L’attività è ricca e varia e tra le partecipanti è nata una bella amicizia - spiega Flavia Tartaglione coordinatrice del progetto - abbiamo ricevuto molti aiuti, oltre ai partner iniziali, (assessorato alla sanità, Consorzio Trait d’Union, Enaip Valle d’Aosta) molti altri se ne sono aggiunti strada facendo, oltre agli abiti che molti cittadini ci hanno donato, l’Oviesse ci ha regalato le stampelle per appenderli, l’azienda Bisson i pallet per gli arredi e molti altri ancora, c’è

stata molta simpatia per questo progetto». Le donazioni variano dagli otto euro per le giacche ai tre per tutti i capi per i bambini, il ricavato verrà utilizzato per l’acquisto di materiale impiegato per la “ri-creazione” degli abiti. Per chi volesse donare ancora dei vestiti, ma anche bottoni, tessuti vari, può farlo direttamente al Labeau il lunedì, mercoledì o venerdì mattina oppure alla sede della cooperativa in via Pasubio 25. Per chi volesse invece acquistare ci saranno due porte aperte al mese il secondo venerdì dalle 11 alle 14 ed il quarto venerdì di ogni mese dalle 16 alle 18.30. «Per il futuro pensiamo di ampliare gli oggetti per la casa, che saranno disponibile anche a Lo Panner» conclude Tartaglione. Per chi volesse saperne di più e rimanere aggiornato può consultare la pagina Facebook. ■ si.pa.

Daniela Dellio

zione ma prendiamo direttamente contatti con le persone interessate e riusciamo ad essere presenti sia in Italia che all’estero come in USA, Giappone e Singapore». Il Vinitaly è una vetrina e in quanto tale è un occasione per presentare e testare nuovi prodotti come ha fatto la Cave du Vin Blanc di Morgex et de La Salle «abbiamo portato in anteprima il Roussin di Morgex – ha spiegato Nicola Del Negro – un vino ancora in fase di sviluppo, ma nel quale crediamo molto». Anche Daniela Dellio della Maison Agricole D&D ha sfruttato il Vinitaly per presentare un nuovo prodotto «il vino che presentiamo quest’anno – spiega Dellio – si chiama Deux Petit Doux perché è stato fatto con due tipi diversi di vitigni, e in famiglia sono appena nati due gemelli, speriamo che questo nuovo vino riscuota successo». Al Vinitaly anche i distillati, e grande interesse per il “Giro d’Italia della Grappa”. Per la Valle d’Aosta, presente, la Saint-Roch, che ha portato sette etichette medagliate, con in testa il Syrah 2011 Rosset Terroir, medaglia d’oro al Concours 7 Ceps di Bour en Bresse.


lunedĂŹ 14 aprile 2014

17


18

lunedĂŹ 14 aprile 2014


ao s ta

lunedì 14 aprile 2014

19

■ cordoglio / Si è spento a 95 anni, l’artigiano Francesco Pronesti che nel 1954 aveva aperto una delle prime officine del capoluogo

L’addio a ‘Mastro Ciccio’, lo storico fabbro di via Lostan aosta - Tanti lo ricordano come Mastro Ciccio, Francesco Pronesti, lo storico fabbro di via Lostan che si è spento martedì scorso, 8 aprile, a 95 anni, nella sua casa di via De Tillier, a pochi passi dall’officina dove trascorse buona parte della sua vita. Tante persone hanno voluto salutarlo giovedì, alla cerimonia funebre, in Cattedrale, ricordando quell’artigiano d’antan, diventato una figura professionale simbolo del cen-

tro cittadino. Mastro significa maestro, a sottolineare le indiscusse capacità nella lavorazione del ferro, ma mastro è anche un aggettivo che valorizza l’uomo, che ne sottolinea la rettitudine e l’onestà. Calabrese, originario di Cittanova, in provincia di Reggio Calabria, Pronesti raggiunse la Valle nel dopo Guerra; lavorò per l’impresa edile Giachetti come dipendente e nel 1954 – sei anni dopo il suo arrivo ad Aosta, aprì al Ponte Romano la sua prima officina da fab-

bro. Quattro anni dopo il trasferimento nella storica sede di via Lostan, dove il figlio Antonio, ‘Antoine’, ha proseguito le orme paterne. Pronesti lavorò fino alla bella età di 88 anni – era il 2007, affiancando il figlio Antonio che nel 1994 aveva rilevato l’attività. Proprio nel 2007 perse l’amata moglie Antonina e quel lutto lo segnò profondamente, facendogli perdere un po’ di quel brio che lo contraddistingueva e compromettendo il suo stato di salute. Tre anni

addietro, a causa dei lavori di restyling di Maison de Lostan, l’officina di Antoine e del nipote Francesco si è trasferita in corso Lancieri. Clienti di ieri e di oggi, giovedì scorso, hanno voluto ricordare Pronesti, il suo attaccamento al lavoro e alla famiglia, la sua precisione nell’esecuzione dei lavori, l’attenzione certosina nel modellare il ferro. Un artigiano e un uomo di altri tempi. Addio Mastro Ciccio. ■ c.t.

■ novità / Dopo i party di compleanno, un nuovo servizio da Mastro Ciliegia

Scuola chiusa? Si va in ludoteca Il servizio pensato per le famiglie costa tra 20 e 35 euro al giorno aosta - «Oddio, e con i bambini come faccio?». Per la prima volta, il calendario scolastico prevede una pausa lunga in occasione delle festività pasquali; le scuole rimarranno chiuse dal 18 al 26 aprile; le lezioni riprenderanno lunedì 28 e per molte famiglie, il problema è trovare una sistemazione per i bambini durante l’orario lavorativo. Chi non ha nonni o zii o una rete familiare o di amici di sostegno, può pensare... alla ludoteca comunale. Proprio così, perchè dopo l’ouverture alle feste di compleanno, la Bottega di Mastro Ciliegia, promuove l’iniziativa ‘la ludoteca in vacanza; «un servizio di accoglienza per minori tra 3 e 10 anni, ideato a sostegno delle famiglie nei periodi di chiusura delle scuole – commenta Maria Luisa Russo, coordinatrice del servizio per la cooperativa Noi e Gli Altri – e assicurando la presenza di assistenza qualificata e stimolante per i propri figli durante durante il giorno». La ludoteca in vacanza sarà disponibile il 18, 22, 23 3 24 aprile, dal 16 al 20 giugno e dal 23 al 27 giugno, dalle 8 alle 17, con quattro soluzioni di frequenza possibile. Cosa faranno in ludoteca i bambini? «Ogni giorno, per chi sceglierà il servizio saranno organizzate attività diversificate a seconda delle fasce d’età, pre scolare 3-5 anni e scolare, 6-10 anni. Saranno organizzati giochi di squadra, laboratori creativo-espres-

La gara di disegno, una delle tante iniziative della ludoteca; in foto, con i partecipanti, ci sono anche le ludotecare Patrizia e Cristina

sivi, tornei di ping pong e calcio balilla; se la meteo lo permetterà potrebbero anche essere organizzate uscite alla scoperta del territorio o visite a mostre e iniziative culturali organizzate in città e nei dintorni. Per i bambini in età scolare, ogni giorno, è prevista una parentesi dedi-

cata allo svolgimento dei compiti delle vacanze». I costi «Abbiamo pensato che il bisogno per le famiglie fosse per le singole giornate – commenta Russo. La giornata intera, (8-17), compreso il pranzo, costerà 35

Meringhe e fantasia, che bontà i MACARONS

euro; la mattina (8-12.30) senza pranzo, 20 euro; la mattina (8-13.30), pranzo compreso, 24 euro; il pomeriggio con pranzo (12.30-17), 24 euro, senza pranzo, dalle 14 alle 18, 20 euro. «I menù che proporremo sono avallati dall’azienda Usl – commenta la coordinatrice – i pasti saranno cucinati nel centro di cottura della cooperativa Noi & Gli Altri e il menù sarà quotidianamente comunicato ai genitori, preparato nell’ottica di una sana alimentazione che predilige cibi freschi e di stagione». Per informazioni e iscrizioni, contattare la Bottega di Mastro Ciliegia, direttamente alla sede del servizio in corso Battaglione, dal martedì al sabato dalle 14.30 alle 18.30 oppure telefonando allo 0165-361791 o inviando una mail a ludotecaaosta@libero.it. ■ Cinzia Timpano

Micaela, Marvy, Roberta, Simonetta e la piccola Clarissa sotto la guida esperta di Lucia dell’AD Forum di Aosta hanno creato coloratissimi e buonissimi macarons farciti con ganache al cioccolato, crema alla fragola e crema al burro

notizie in breve Kangugym e bebéstyle: via alle iscrizioni ai corsi Kangugym e bebéstyle, perchè il movimento e il recupero della forma fisica sono possibili anche con i neonati, a poche settimana di distanza dal parto. Per iniziativa di Ilenia Carnevale (foto), laureata in Scienze Motorie, specializzata in ginnastica post parto – che già lo scorso anno aveva proposto una ginnastica per neo mamme con passeggino (e pargolo) al seguito - nelle prossime settimane, avranno inizio i corsi di Kangugym e bebéstyle; «la prima è una ginnastica post parto che si svolge con marsupio o fascia porta bebé – commenta Carnevale - e si pratica ad almeno sei settimane di distanza dal parto; i benefici sono la tonificazione della massa muscolare, anche addominale, la riabilitazione del pavimento pelvico oltre a rappresentare un momento di aggregazione e confronto per le mamme che affrontano il puerperio». Bebéstyle è invece una ginnastica per i bebé, fatta di esercizi e piccoli giochi; il corso si articola in cinque incontri, che possono anche proseguire; «così si educano i bebé all’attività fisica, si favoriscono lo sviluppo muscolare e la coordinazione oculo-manuale e l’equilibrio, oltre a divertirsi e a consolidare il rapporto genitore bebé». Le lezioni di Kangugym si terranno ogni mercoledì mattina, a partire dalle 10.30, dal 7 maggio, nella sede di Suono Gesto Musica Danza in regione Tzambarlet; stessa sede e stesso orario per il bebéstyle, a partire da martedì 6 maggio; per informazioni, contattare Ilenia Carnevale, 342-9339642. Zonta Club Vd’A: mercoledì consulenze legali gratuite Advocacy day per riaffermare i diritti delle donne. Mercoledì 16 aprile, lo Zonta Club Valle d’Aosta presieduto dalla dottoressa Silvana De Riccardis parteciperà all’iniziativa che prevede la disponibilità di un avvocato per una consulenza gratuita in tema di diritti delle donne. All’Hostellerie du Cheval Blanc, dalle 15 alle 19, sarà a disposizione l’avvocato Agata Bonaudo che offrirà le sue competenze e la sua esperienza a quante vorranno chiedere un suo parere. Liceo musicale: due concerti degli alunni Le classi del liceo musicale terranno due concerti aperti al pubblico, a ingresso libero, nell’aula magna della sede di via dei Cappuccini, ad Aosta. Apppuntamento questa sera, lunedì 14 aprile e mercoledì 16 aprile alle 18. Oggi, lunedì, in piazza Chanoux, la Lancia Stratos di Remo Celesia che ha fatto la storia dei rally Dopo 34 anni, torna ad Aosta la mitica Lancia Stratos di Remo Celesia, la più bella auto da rally mai realizzata che dominò la scena delle corse negli anni ‘70/’80. Lo annuncia con orgoglio il presidente dell’Automobile Club Valle d’Aosta Ettore Viérin. L’auto lasciò Aosta nel 1980 per raggiungere la Toscana, acquistata dai fratelli Borretti e poi approdare a Melbourne, in Australia. Grazie all’interessamento del collezionista ginevrino Thomas Popper, al rientro dal Tour de France, l’auto arriverà ad Aosta quest’oggi, lunedì 14 aprile, alla guida del nuovo proprietario Flavio Puccinelli per fare una sosta all’Officina Mario Ferrato, figlio di Gino, preparatore di tante auto da corsa; dalle 18 alle 20, i protagonisti dell’epoca Remo Celesia, Mario Viglione, Massimo Frola, Flavio Paganin e Ettore Viérin omaggeranno la Stratos, prima del suo rientro in Australia.

GIOVEDÌ 17 APRILE 2014 presso la FARMACIA DOTT. NICOLA, il Dott. Alex Manazzon, dottore in scienze motorie, master in posturologia presso l’Università La Sapienza di Roma, eseguirà gratuitamente il TEST delle PRESSIONI PLANTARI.

Viale Federico Chabod, 22 - Aosta (AO) Tel: 0165.31379 Mail: info@dottornicola.it Web: www.dottornicola.it


ao s ta

20

lunedì 14 aprile 2014

■ verso la pasqua / Laboratorio di decorazioni pasquali alla garderie Ape Luna

Lana e pon pon per pasticci creativi Carol DI VITO inviata all’Ape Luna aosta - Pon pon di lana diventano per magia coniglietti e pulcini; ovetti pasquali che si colorano grazie a fili, lana e decori di feltro. La Pasqua è alle porte e proprio sulla creazione di addobbi pasquali si è concentrato il laboratorio dell’iniziativa ‘tempo per le famiglie’ alla garderie ApeLuna di via Valli Valdostane. Mercoledì pomeriggio, genitori, educatrici e bambini hanno realizzato diverse decorazioni, con creatività e fantasia: pulcini, coniglietti di lana e ovetti colorati. Una bella occasione per riunire la famiglia in un momento creativo, diverso dal solito contesto familiare e incontrare altri genitori. Spiega mamma Vittoria: «Devo dire che le iniziative che vengono proposte sono veramente molto carine; parlando di quella di oggi, la Pasqua è sicuramente un tema che permette di esprimere estro e molta fantasia». Simile il pensiero di mamma Liliana: «E’ stato un bel pomeriggio ben speso con i miei figli; anche se sono ancora piccini, siamo comunque riusciti a realizzare ovetti pasquali che, sicuramente, rappresenteranno un bel ricordo per loro e per me». Tra tutte le mamme presenti, l’unico papà è Marco; tra la creazione di un pon pon e l’altro, afferma: «E’ il primo laboratorio che frequento, ma ho visto il programma e mi sembrano molto interessanti le attività proposte dalle garderie. Il

Il gruppo dei partecipanti al pomeriggio creativo Nella foto qui sopra papà Marco con Matilde; qui a destra mamma Michela con Marina; a sinistra mamma Liliana con Edoardo e Filippo

Mamma Stefania con Sara

Marina fa un po’ di pulizia...

laboratorio delle creazioni pasquali è molto estroso e istrutti-

Sylvie mostra un ovetto decorato

vo, anche se mia figlia è ancora piccina per avere la giusta

manualità; le iniziative proposte sono molto utili a mio pa-

rere perché permettono di passare un momento in famiglia

all’insegna del divertimento e dei pasticci creativi».


ao s ta

lunedì 14 aprile 2014

21

■ lavori in città / Il vice sindaco Alberto Follien fa il punto sui principali cantieri aperti nel capoluogo

«La sfida? Poche risorse, tante risposte» Da mercoledì 16 aprile, ai giardinetti di via Vuillerminaz, sarà fruibile l’altalena per i bambini disabili aosta - Potrà essere utilizzata a partire da mercoledì, l’altalena per bambini diversamente abili installata da qualche settimana ai giardinetti di via Vuillerminaz. L’Esecutivo aveva deciso per l’acquisto alla vigilia delle festività natalizie; dell’iniziativa si era fatto promotore il consigliere di Forza Italia Luca Lattanzi che aveva commentato su FB «il più bel regalo di Natale»; oggi, i bambini in carrozzella avranno una bella sorpresa per l’imminente Pasqua. «Oltre alla posa dell’altalena, l’intervento – per complessivi 12 mila euro iva compresa – commenta l’assessore alle Opere Pubbliche Alberto Follien – ha previsto la realizzazione di una pavimentazione antitrauma e la posa di un pannello informativo che spiega la modalità di utilizzo dell’altalena». Primavera è tempo anche di ripresa dei cantieri; «quest’anno più che mai una sfida – spiega Follien – visto che ci muovia-

mo entro i limiti stringenti del patto di stabilità; la sfida sarà proprio quella di dare tante risposte con le poche risorse a disposizione». Rotonde e verde Il coinvolgimento degli imprenditori privati con l’azione di sponsoring comincia a dare i frutti... «Sì, l’avviso pubblico per il progetto di manutenzione e abbellimento della rotonda di viale dei Partigiani ha dato i suoi frutti – commenta – la società Arte Verde di Jean-Pierre Perruchon di Verrès si occuperà della rotonda per tre anni; in cambio, il comune di Aosta cederà degli spazi pubblicitari sulla stessa rotonda e in città per fare promozione dell’azienda. Altri tre piccoli appalti per la cura del verde pubblico e il lavoro delle squadre dei lavori di utilità sociale ci consentiranno di manutenere per bene il verde cittadino, curando aiuole, rotonde e

L’altalena installata in via Vuillerminaz e, nel riquadro, l’assessore Follien

spazi fioriti». Magazzini Bianchi «Stanno procedendo i lavori per il recupero dei Magazzini Bianchi, aggiudicati alla ditta Luciano Girardi di Alessandria per un milione e 242 mila euro; l’intervento dovrebbe concludersi en-

tro l’inverno 2015. Sarà riqualificato un edificio di pregio e al tempo stesso sarà sistemata a verde l’area circostante e con un progetto di valorizzazione del tratto di ru ‘mère des rives’ che scorre lì a lato. I Magazzini Bianchi furono il primo punto vendita e depo-

sito di materiali edili della città della famiglia Bianchi – di qui il nome. L’edificio manterrà gli stessi volumi; due piani fuori terra, collegati da scala e ascensore interno, «salvaguardando alcuni elementi architettonici di pregio» - sottolinea l’assessore. Il primo piano accoglierà l’ufficio dell’assessore, dei dirigenti, dei funzionari e gli uffici dei dipendenti; al piano terra troveranno spazio gli uffici aperti al pubblico e nella nuova sede si trasferirà anche l’ufficio del segretariato sociale, che oggi si trova sotto i portici del municipio. Saranno anche ricavati i parcheggi per il personale dipendente. «Trasferire gli uffici agli ex Magazzini Bianchi significherà risparmiare circa 70 mila euro annui di affitto dell’attuale sede dell’assessorato».

Quartiere Cogne E’ in fase di ultimazione l’intervento del IV lotto al quartiere Cogne; «nei mesi estivi dovremmo riuscire a consegnare gli alloggi; sulle ceneri dei tre edifici demoliti sono stati ricavati 76 alloggi di metrature che variano tra i 70 e i 110 metri quadrati e 122 box interrati; l’investimento complessivo è stato di 7 milioni e 100 mila euro. Proseguono, come da programma, i lavori del contratto di quartiere 1. Tra gli altri interventi, appalteremo la parte di carpenteria metallica per la passerella del quartiere Dora per la quale non erano disponibili risorse; in appalto anche le colonnine fotovoltaiche per alimentare i mezzi del cityporto, l’impianto di illuminazione a led all’Arco d’Augusto; la sfida più grande sarà quella di reperire le risorse per i lavori di restyling di piazza Roncas e piazza Giovanni XXIII». ■ Cinzia Timpano

Mozziconi e rifiuti alla PORTA PRAETORIA: i soliti incivili non rispettano il monumento

aosta - Passerelle sì, no, forse. Passerelle brutte o belle che deturpano la maestosità della Porta Praetoria. Passerelle che però diventa-

no occasione, per i soliti maleducati, per gettare mozziconi di sigaretta, cartacce, bottigliette di acqua vuote che si annidano nei teloni verdi sot-

to le passerelle. Così, agli occhi dei visitatori (nella foto, una scolaresca piemontese in gita giovedì pomeriggio) la Porta offre an-

che la già non bella immagine dei teloni sporchi che diventano deposito di immondizia. Pessima cartolina per la città così come pessimo è il compor-

■ rassegna comici in città / Si esibiranno anche i valdostani Alessandro Favre e Martino Rossi

Week-end pasquale all’insegna della risata aosta - Natale con i tuoi, Pasqua... con la risata. Si potrebbe rivisitare così l’antico adagio per presentare il consueto appuntamento con la rassegna di cabaret ‘Comici in città’ che farà di Aosta, nel week-end pasquale - sabato 19 e domenica 20 aprile prossimi - la capitale alpina della risata. In piazza Chanoux, nella struttura che ospiterà il festival letterario Les Mots, si esibiranno artisti affermatisi nelle trasmissioni televisive cult quali Zelig e Colorado Café, accanto a talenti emergenti e a due artisti della risata di casa nostra. Sabato 19 aprile, a partire dalle ore 17, si esibiranno Boe e Limardi, Giovanni D’Angella e

Alessandro Favre

Martino Rossi

Chiara Rivoli mentre domenica 20 aprile, stessa ora, toccherà a Leonardo Manera, Federica Ferrero e Laura Magni. Si esibiranno anche Alessandro Favre, noto gelataio del capoluogo, che si definisce r’umo-

rista – vista la verve comica abbinata a una divertente abilità a imitare rumori strani. Vincitore della Corrida valdostana, ha partecipato a trasmissioni cult come La Corrida, La sai l’ultima?, Ciao Darwin, Sotto

Messe en français tous les dimanches à Saint-Martin Tous les dimanches, à 9h45, à l’église de Saint Martin de Corléans, messe en français, célébrée par le chanoine Adolfo Bois, animée par le Choeur (en photo) dirigé par Pier Giorgio Junod, accompagné aux orgues par Paolo Torrente.

a chi tocca, Sarabanda, I raccomandati. L’altro valdostano sul palco è l’imitatore e caratterista Martino Rossi; Rossi è stato il ‘valdostano alla ribalta’ della scorsa edizione; noto per le imitazioni di Beppe Grillo, Adriano Celentano e Vasco Rossi, Martino si è distinto nella scorsa edizione di Comici in Città portando in scena Frate Ciccio, un frate calabrese un po’ fuori dalle righe. Nelle due serate, ci sarà spazio anche per momenti di improvvisazione; uno spazio sarà riservato a un giovane artista di casa, selezionato tra coloro che invieranno una richiesta alla mail valdostaniallaribalta@comicincitta.it.

tamento di chi ha preso il monumento come personale posacenere, poggiandosi alla ringhiera e gettando di sotto il mozzicone. Incivili!

un incontro speciale

Il partigiano ICO è tornato ad Aosta aosta - E’ stato uno dei testimoni d’eccezione della Liberazione della città di Aosta. Enrico Loewenthal, classe 1926, che oggi vive tra Torino e Pantelleria, tornato in Valle dopo molti anni e che, venerdì mattina, in municipio, ha incontrato il primo cittadino Bruno Giordano. Loewenthal fu comandante delle formazioni partigiane autonome delle Valli del Gran San Bernardo; durante il suo incontro con il sindaco, ha rievocato alcuni ricordi dei giorni della Liberazione (è nota l’immagine che lo ritrae su un camion sequestrato dai nazi fascisti il 28 aprile 1945 in piazza Chanoux) e ha omaggiato il primo cittadino con una copia del libro di cui è autore, ‘Mani in alto, bitte, memorie di Ico, partigiano ebreo’. Il sindaco Giordano – si legge sulla pagina FB del comune di Aosta – ha espresso «la vicinanza della città ed espressol’interesse dell’amministrazione per la valorizzazione delle testimonianza di cui Enrico Loewenthal è prezioso portatore».

Autoalpina ha presentato la nuova Jeep Cherokee Roberto Richetti, a sinistra, a.d. Autoalpina venerdì sera in piazza Chanoux per il lancio della nuova Jeep Cherokee con le hostess Dominique e Angelica (che indossano gli abiti creati dallo stilista valdostano Fabio Porliod) e il venditore Stefano Bal.


22

C O M U N I TÀ M O N TA NA

VA L D I G N E

mont b lanc

lunedì 14 aprile 2014

■ courmayeur / Da sabato pomeriggio, continue scariche di sassi e terra

Frana, partito il countdown courmayeur - La parola imminente ha assunto significati diversi in questa settimana, almeno per chi abita, lavora e amministra Courmayeur e ha a che fare con la frana del Mont de la Saxe. Martedì 8, al momento dell’allarme e dell’evacuazione, si parlava di «probabili crolli imminenti» e giorno dopo giorno i tecnici al lavoro sul monitoraggio del movimento franoso di 265 mila metri cubi continuano a dire che il crollo «è sempre più imminente». A dirla tutta, gli esperti fanno fatica a capire come mai sia ancora lì attaccata, quella porzione di roccia e terra che scivola verso il basso a una velocità, ormai, di oltre un metro al giorno, anche se l’abbassamento delle temperature tra sabato e domenica hanno rallentato un pochino l’avanzamento della frana e diminuito la frequenza dei distacchi (sabato ne sono stati contati 205, di cui uno di circa 1000 mc, che ha generato una nube di polvere fino a Entrèves). «Siamo pronti - dice il sindaco Fabrizia Derriard - stiamo solo aspettando». A partire da sabato pomeriggio le colate di terra e sassi si sono fatte sempre più frequenti, praticamente piccole scariche continue «come se la frana si stesse liberando i contorni» dice Derriard. Sul versante il monitoraggio è continuo e costante, sia a occhio nudo che con teleca-

mere, sensori, macchine fotografice e, dal pomeriggio di venerdì, anche grazie alle immagini ravvicinate fornite da un drone messo a disposizione dalla protezione civile e governato dall’archeologo Nicola Pozzato e dall’architetto specializzato in rilievi Riccardo Deregibus. Venerdì sera, dopo gli ultimi scenari di evento redatti dal Servizio attività geologiche della Regione, il sindaco ha deciso di ampliare il perimetro dell’area sgomberata, coinvolgendo altri tre edifici.

Sono in zona e pronti all’uso mezzi scavatori e pompe idrovore per intervenire immediatamente dopo il crollo a liberare la strada e la dora Ferret in caso di ostruzione. «Al momento del crollo scatterà immediatamente, secondo il piano regionaledi protezione civile, la chiusura della starada statale e di conseguenza del traforo e saranno posizionati nuovi cancelli per modificare la viabilità dei mezzi di soccorso. Abbiamo in programma una serie di azioni rivolte alla popolazione che

non è stata evacuata ma che potrebbe avere del disagio per i rumori o la polvere, ci sono postazioni fisse del personale del 118». Subito dopo il crollo il piano prevede che i geologi verifichino le condizioni di sicurezza per poter intervenire nella pulizia della strada o dell’alveo della dora, dopodiché scatta immediatamente il ripristino della normale viabilità sulla statale. «Siamo pronti - sospira Derriard - aspettiamo». ■ Erika David

■ morgex / A ottobre il supermercato cambierà marchio e amplierà la superficie trasferendosi nella nuova struttura

L’A&O trasloca, in autunno arriverà il FAMILA morgex - I lavori di costruzione del nuovo supermercato non sono certo passati inosservati e il fatto che l’A&O traslocherà ormai è un segreto di pulcinella. La nuova struttura sta sorgendo proprio accanto all’attuale sede e dovrebbe essere pronta per l’autunno, verosimilmente entro il mese di ottobre, quando aprirà sotto il marchio Famila. Dai mille metri quadri attuali, divisi su due piani, si passerà ai 1.500 metri quadri effettivi di vendita su un unico piano, per una struttura, parcheggio compreso, di 3.000 metri quadri totali, spiega il vice direttore Alex.

Valdigne in breve La Salle, prorogato al 5 maggio il bando per la gestione delle ex Casermette Alla scadenza fissata al venerdì 4 aprile 2014 non era perventuta nessuna manifestazione di interesse per il bando per la gestione delle ex Casermette di Derby. Per questo motivo la giunta comunale ha deliberato una proroga al 5 maggio del termine per la presentazione delle offerte. Non sembra preoccupato per il mancato interesse verso la struttura comunale il sindaco, Cassiano Pascal: «se non riceveremo nessuna offerta rifaremo il bando fino a quando non troveremo qualcuno interessato. Abbiamo la disponibilità di questi locali, vediamo se qualcuno manifesta l’interesse a occcuparsene». La Thuile, Tratipic a spasso tra le eccellenze enogastronomiche valdostane Toccherà a La Thuile, sabato 19 aprile a partire dalle 16 all’arrivo delle piste da sci, ospitare la seconda edizione di “Tratipic”, percorso enogastronomico attraverso le eccellenze alimentari e musicali della Valle d’Aosta. I partecipanti, muniti di bicchiere da degustazione, saranno guidati in un multisensoriale itinerario del gusto, attraverso una selezione di vini rinomati in abbinamento a prodotti caseari e salumi tipici. Durante il percorso, maestri enogastronomi-sommeliers sveleranno i segreti per un giusto abbinamento vino-cibo, illustrando la realtà agro-alimentare valligiana. L’evento sarà accompagnato da gruppi di musica popolare. Pré-Saint-Didier, a luglio tornano Les Goûts du Mont Blanc La manifestazione enogastronomica Les Goûts du Mont Blanc, organizzata nell’ambito del progetto Alcotra Produits d’Hauteur, torna al Verrand di PréSaint-Didier il 26 e 27 luglio. L’evento è rivolto ai produttori residenti in Valle d’Aosta, Savoie e Valais. Gli interessati, a partire dal 15 aprile, potranno compilare la domanda di partecipazione che troveranno sul sito internet del comune www.comune.pre-saintdidier.ao.it. Pré-Saint-Didier, aperta la passerella sull’orrido In attesa dell’inaugurazione ufficiale la spettacolare e vertiginosa passerella pedonale sull’orrido è stata riaperta al pubblico. 160 metri di altezza a sbalzo sul fiume, la passerella è raggiungibile dal nuovo sentiero panoramico che parte dalle Terme di Pré-Saint-Didier, oppure, a monte, dal Parco avventura che sorge lungo la statale 27 per La Thuile.

Il nuovo supermercato in costruzione

«Potenzieremo alcuni settori come l’abbigliamento e introdurremo un piccolo reparto di HiFi, senza metterci in concorrenza con Gros Cidac o Carrefour

- precisa il vice direttore -, ma avremo un piccolo spazio». Nessun disagio per gli utenti nemmeno durante la fase del trasloco, il supermerca-

to rimarrà chiuso al massimo un giorno per il trasferimento della merce che si farà in circa 40 ore. Famila, insegna di punta del Gruppo Selex, è attiva in Italia dal 1984 ed è in costante crescita con oltre 220 punti vendita sull’intero terrtiorio nazionale. Quello di Morgex sarebbe il primo in Valle d’Aosta (l’impresa Brendolan ha in programma l’apertura di un punto di media vendita anche a Sarre) e non creerebbe particolari problemi al commercio locale, alla tutela del quale l’amministrazione comunale ha sempre dedicato particolare attenzione. «Cerchiamo di evitare la sovrapposizione - spiega il sindaco Lo-

renzo Graziola -, qui non si tratta di una nuova apertura, ma di un trasferimento e i settori merceologici sarebbero gli stessi, solo con spazi meglio organizzati , più fruibili, gradevoli e con un accesso e un parcheggio sicuramente migliori». Sul futuro dell’attuale sede dell’A&O non ci sono ancora idee precise, come spiega il proprietario della struttura, Eddy Ottoz. «Non abbiamo ancora ricevuto la comunicazione ufficiale del trasloco del supermercato anche se ormai lo sanno tutti, quindi non abbiamo ancora fatto dei ragionamenti in merito. Vedremo se ci saranno attività interessate a insediarsi». ■ er.da.

■ courmayeur / Sabato 19 aprile degustazioni di vini e menù a tema

Gli alberghi ospitano le cantine courmayeur - Gli albergatori di Courmayeur ospitano i viticoltori valdostani. Sabato 19 aprile tredici strutture alberghiere apriranno le loro porte ai villeggianti, ma anche a curiosi e appassionati, ospiti d’onore venti aziende vitivinicole. «L’idea nasce dalla voglia di dare visibilità alle nostre strutture alberghiere ma ovviamente anche ai vini valdostani spiega Alessio Berthod (in foto) presidente dell’associazione albergatori di Cormayeur

- non sappiamo quanta gente aspettarci, in questo periodo dell’anno molte strutture chiudono, così come vengono chiuse le seconde case. Abbiamo scelto il fine settimana di Pasqua perché comunque per chi ci sarà vogliamo regalare un momento diverso, vogliamo far conoscere gli alber-

ghi che possono essere una valida alternativa alla seconda casa in affitto, l’albergo è il fulcro reale del turismo». L’evento inizierà alle 16.30 con la presentazione del libro di Fabrizio Gallino “Vino in Valle. Un viaggio tra i vignerons della Valle d’Aosta” all’hôtel Jardin de l’Ange. Dalle 17.30 in poi è previsto un percorso di degustazioni con partenza dal Jardin de l’Ange con le bollicine

■ pré-st-didier / Il Consiglio approva il bilancio e ritocca le aliquote

Imu meno cara per gli hôtels

Pré-saint-didier - Riaperta da venerdì la passerella a sbalzo sull’orrido, ora l’amministrazione comunale sta valutando un progetto per renderla accessibile anche ai disabile tramite un finanziamento europeo di circa 500 mila euro. É una delle voci del bilancio di previsione approvato lunedì 7 dal Consiglio comunale, bilancio che pareggia, per il 2014, sui 6 milioni 448 mila euro. Rimane invariata l’Imu, applicata solo per le prime case nelle categorie A/1 A/8 A/9 e, al 7,6 permille per negozi e botteghe. Diminuisce invece la tassazione per le strutture alberghiere D2 che da 8 scende al 7,6 permille. L’aliquota per tutti gli altri fabbricati rimane all’8,6 per mille. Il Comune ha deciso di applicare la Tasi solo alle abitazioni principali all’1 permille, infine per la Tari le tariffe rimangono invariate. Un occhio di riguardo al turismo con l’approvazione del nuovo regolamentoper la tassa

di soggiorno concertato con l’assessorato al Turismo, L’Office Régional, il dipartimento enti locali e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative. «Le novità più salienti - spiega il sindaco Alessandra Uva - riguardano le esenzioni -non pagano i minori di 13 anni, le persone disabili e coloro che alloggiano per più di 7 giorni (dall’8° in poi non pagano)- e la variazione delle date di versamenti e dichiarazioni». Tra gli investimenti in programma, cifra per i quali sono stati stanziati circa 2 milioni di euro, il vice sindaco Riccardo Bieller ricorda la messa in sicurezza di un tratto di strada in località Prévoz (200 mila euro circa), l’intervento per la divisione delle acque nere e le acque bianche a Pallusieux (500 mila euro), la previsione di un cinerario al cimitero (250 mila euro) oltre, naturalmente, a concludere i diversi interventi in corso. ■ e.d.

della Cave du Vin Blanc, e che proseguirà anche nelle altre strutture ricettive, per quelle più lontane sarà a disposizione dei partecipanti una navetta. «Il costo del bicchiere con la pochette è di 15 euro e tolte le spese organizzative il ricavato andrà in beneficenza all’associazione Viola - spiega Riccardo Santin tra gli organizzatori dell’evento -. Per chi poi volesse fermarsi anche a cena gli hôtel che hanno una cucina propongono un menu a 38 euro con piatti abbinati al vino del produttore che ospitano». I partecipanti Hôtel Dente del Gigante: Priod Fabrizio, Di Francesco-Gasperi Vino & Spiriti, Tanteun et Marietta; Hôtel Croux: Di Barrò e Azienda Vitivinicola Pavese Ermes; Hôtel Edelweiss: Azienda Vitivinicola Celegato Carlo, Azienda Agricola Diego Curtaz, D & D di Daniela Dellio; Hôtel Walser: ClosBlanc di Blanc Alberto; Maison Campagnar: Crotta di Vegnerons Hôtel Pilier d’angle Maison Anselmet; Hôtel Svizzero: Maison Vigneronne Frères Grosjean s.s.; Hôtel Cresta et Duc: Feudo di San Maurizio di Vallet Michel; Hôtel Villa Novecento: Rosset s.s. e La Source di Stefano Celi; Hôtel Funivia: Les Granges di Crea e Grange e Le Clocher di Danilo Charrère; Hôtel Berthod: Caves des Onze Communes; Hôtel Maison Saint Jean: Cooperativa La Kiuwa; Auberge De La Maison: Lo Triolet di Marco Martin e Jardin de L’Ange: Cave du Vin Blanc. ■ Simonetta Padalino


lunedì 14 aprile 2014

C O M U N I TÀ M O N TA NA

St-Pierre

Dichiarazioni dell’ex capo ufficio tecnico

Egregio direttore di Gazzetta Matin, La sottoscritta Ing. Marie-Ange de la Vaissière de Lavergne, chiede alla S.V. di pubblicare la presente dichiarazione ai sensi dell’art. 8 della L. 47/1948, per diritto di replica all’articolo Saint-Pierre : ‘Pratiche ferme da anni nei cassetti ‘, scoppia il caso’ pubblicato lunedì scorso 7 aprile 2014, sul suo giornale a pagina 22, la cui lettura mi ha lasciata allibita per la gravità delle accuse gratuite e prive di ogni fondamento, fatte su questo settimanale valdostano ad alta tiratura, al solo fine di ledere la mia reputazione e la mia professionalità, secondo una soggettiva ed interessata versione dei fatti con lo scopo apodittico di innalzare sugli altari il geom. Fabio Chiavazza e di tentare di offrire un capro espiatorio da esporre alla gogna pubblica, fatto che può tornare utile e opportuno all’Amministrazione pubblica che si sta avviando verso l’ultimo anno della sua legislatura. Questa vicenda si riferisce ad un rapporto di pubblico impiego, ma fatto inaudito ne travolge tutte le regole, poiché se davvero il funzionario pubblico quale pubblico ufficiale avesse ravvisato gli estremi di tanta negligenza e incompetenza da lui denunciate, avrebbe dovuto in quel caso seguire tutt’altra procedura amministrativa, e non di certo scrivere alla stampa. Ma evidentemente così non è! Dato che le pagine di questo giornale non sono la sede per contestare ai propri collaboratori eventuali e tutte da provare negligenze o incompetenze, evidentemente non sono neppure la sede in cui debbono essere presentate eventuali giustificazioni. Tuttavia, per diritto di replica e per tacitare ogni altro commento, evidenzierò soltanto alcuni fatti certi, tutti documentabili e depositati agli atti: 1) Pochi numeri emblematici della gestione 2013 dell’ufficio tecnico: più di 168 fatture liquidate, n. 179 atti pubblici redatti dall’ufficio tecnico, n. 106 S.C.I.A e n. 32 concessioni edilizie, tutto ciò anche grazie ai miei altri preziosi e meritevole collaboratori e collaboratrici che ringrazio sentitamente per il loro impegno congiunto. Negli ultimi anni, posso inoltre affermare con vivo orgoglio di avere portato personalmente all’approvazione più di 26 fasi progettuali, n. 6 perizie suppletive e indetto almeno 12 gare d’appalto. Chi dice di sapere fare meglio o di più, lo dimostri non con le parole ma con i fatti a consuntivo! 2) Chi conosce davvero la pratica dell’opera della riqualificazione ambientale della fascia fluviale, si ricorderà che dopo l’approvazione del primo progetto preliminare nel 2010, l’Amministrazione entrante ha deciso di rivedere il progetto con una variante, fatto che ha richiesto una nuova adozione di variante non sostanziale e successiva approvazione in consiglio, che ha dilungato il suo iter procedurale di circa due anni. La Giunta comunale ha deciso poi di evitare la procedura espropriativa legata al progetto definitivo, in modo da cercare di risparmiare le relative indennità ormai più onerose, chiedendo direttamente ai proprietari dei terreni di rilasciare a titolo gratuito autorizzazione a fare eseguire i lavori sui loro terreni, e quindi essa è tuttora in fase di definizione per l’approvazione del progetto definitivo e non ancora in fase di indizione di gara, come sembra riportato. Ritardo quindi che non si può imputare né alla sottoscritta e tanto meno al progettista che si sono adoperati per rispondere a tutte le esigenze dettate dagli amministratori. 3) Per il Collettore Valsavarenche, era stato ipotizzato dalla Giunta comunale un nuovo e diverso tracciato alternativo, che dopo attenta analisi è stato accantonato per evitare la richiesta di numerosi ulteriori pareri, successivamente si è reso necessario sottoscrivere tre diverse convenzioni stipulate con le Ferrovie (RFI), la società Raccordo Autostradale Valle d’Aosta (RAV), ed infine la Società Terna S.p.a, per il passaggio sotterraneo della conduttura sui loro terreni. In seguito, fin da gennaio 2013, il geometra Fabio Chiavazza ricevette l’input di seguire tutte le opere acquedottistiche e la manutenzione della rete idrica, in affiancamento al tecnico comunale che stava andando in pensione, quindi non è tutto merito suo se siamo riusciti insieme l’anno scorso, e non quest’anno come appare nell’articolo, a indire gli appalti e aggiudicare con determinazione n. 27 del 2 luglio 2013, la prima parte delle opere di ribaltamento delle utenze (nelle frazioni Vereytas Cognein Etavel) e il completamento della rete acquedottistica con determinazione n. 45 del 20 agosto 2013. Infine soltanto l’ultima parte dei lavori di ribaltamenti è stata aggiudicata al terzo mese del 2014 in seconda gara d’appalto, ma era stata dapprima appaltata fin dal 2013 con determinazione n. 71 dell’8 novembre 2013. Questa riuscita pertanto va condivisa e considerata il frutto di anni di lavoro tecnico-amministrativo di molti predecessori tra professionisti, funzionari e amministratori comunali attuali e passati. Infine Il geom. Fabio Chiavazza ha beneficiato, su mia personale indicazione, di un graduale e lungo passaggio di consegna per quasi dieci mesi, da chi aveva prima di lui seguito e gestito per decenni la manutenzione dell’acquedotto comunale, che per ragioni di continuità e opportunità dovrebbe rimanere ora nelle sue mani, cioè nelle mani dello stesso Responsabile Unico di Procedimento che segue gli appalti suddetti dell’acquedotto, in modo da essere edotto rapidamente di qualsiasi eventuale interruzione del servizio idrico durante i lavori in corso e garantire così pronto intervento e minimo disservizio alla cittadinanza di Saint-Pierre. Malgrado il clima astioso, controproducente e anche doloroso venutosi a creare, non per colpa mia, rinnovo e garantisco come sempre la mia massima collaborazione e professionalità all’Amministrazione comunale per il bene dell’Ente pubblico e della cittadinanza di Saint-Pierre. Mi rivolgo quindi al buon senso e all’intelligenza dei Saint-Pierroleins affinché non affrettino il loro giudizio sulla base delle gravissime affermazioni e provocazioni apparse nell’articolo precedente prive di ogni fondamento, per le quali mi riservo di adire le vie legali poiché esse costituiscono reato. Salutations distinguées. ■ Ing. Marie-Ange de la Vaissière de Lavergne RISPOSTA Gentile ingegnere, nell’articolo pubblicato sul numero di Gazzetta Matin del 7 aprile scorso ci siamo limitati a ricostruire la vicenda partendo da due dati oggettivi, che d’altra parte sono gli unici - al di fuori delle dichiarazioni rese dalle persone sentite -: un certo malcontento presente in paese in riferimento alla gestione di alcune pratiche e il cambio di responsabile dell’ufficio tecnico a decorrere dal 1° gennaio 2014, dati certi perché da noi stessi riscontrati, così come l’affidamento di diversi lavori pubblici nei primi mesi di quest’anno. Su tutto il resto il nostro settimanale non è entrato nel merito, dando anzi la possibilità all’attuale capo ufficio tecnico, al sindaco e anche a Lei di spiegare la realtà dei fatti. Gazzetta Matin ha riportato parte di un documento ufficiale (relazione protocollata il 19 marzo di quest’anno) oltre alle dichiarazioni per le quali chi le ha rilasciate se ne assume la responsabilità. Cordiali saluti. ■ Luca Mercanti

G R A N D PA R A D I S

23

■ villeneuve / Giovedì 17 aprile la festa di inaugurazione dell’area

Chavonne apre in musica villeneuve - Una nuova gestione e un nuovo corso per l’area verde di Chavonne che, dal 17 aprile, sarà amministrata dalla cooperativa Noi & Gli Altri. Un calendario fitto di appuntamenti, concerti e iniziative rivolti a tutti i target di età scandirà la primavera e l’estate dell’area verde, già da giovedì 17 aprile con diversi concerti e una cena molto particolare. A inaugurare il nuovo corso del Parc Chavonne sarà una lineup d’eccezione: alle15 la Taxi Orchestra, composta da ragazzi diversamente abili, terrà workshop e laboratori musicali, mentre alle 17.30 L’Ecole du Rock inizierà a scaldare gli animi con della musica live; a proseguire la serata in

allegria ci penseranno gli allievi della Sfom Batucada e la Street Band. Siccome al Parc Chavonne non ci sarà solo musica, gli organizzatori propongono una cena particolare, preparata da uno chef di lungo corso: sarà presente Chacho Ruiz, che cucinerà l’asado per il quale è conosciutissimo (info e prenotazioni al 335/318675, costo della cena 20 euro). La serata continuerà con altra musica live, in collaborazione con l’associazione Tamtando e non solo. «É una nuova avventura per la cooperativa - commenta il presidente Noella Semeria (in foto) -, siamo felici di come si sta sviluppando il nostro progetto e siamo certi di poter con-

tare sul vicinato di Chavonne e sull’amministrazione comunale. Durante l’estate proporremo diversi eventi serali di musica live e non solo, abbiamo in programma per il 1° giugno la mostra mercato di vinili impreziosita da laboratori di liuteria e da ospiti come gli Ulysses, la nuova rivelazione del rock britannico». Il Parc Chavonne fungerà ancora da area attrezzata per grigliate e svago, ma, per mantenere il decoro dello spazio, nei weekend, agli avventori che vorranno usufruire dei servizi verrà chiesta una cifra simbolica per l’ingresso. «Abbiamo in previsione i centri estivi e molte altre iniziative - continua Semeria -, come

la festa di Club de Musique, nota etichetta indipendente valdostana, in previsione il 6 settembre . A detta dei responsabili l’accoglienza della comunità locale è stata ottima: «Ci hanno accolto con grande entusiasmo e hanno risposto bene al nostro appello di creare una rete che possa permettere a tutti di lavorare bene. Siamo inoltre stati contattati da molti esercizi di Villeneuve che si sono proposti in quanto sponsor, dunque siamo partiti assolutamente col piede giusto e le motivazioni adatte». ■ Alessandra Borre


24

lunedĂŹ 14 aprile 2014

45 cm

A spinta

60 cm

A trazione


lunedì 14 aprile 2014

C O M U N I TÀ M O N TA NA

G R A N D PA R A D I S

25

■ evento / Sabato a Runaz la premiazione delle gare di sci della Comunità montana

Drink e Valgrisenche sugli scudi runaz (avise) - Sono stati lo Sci club Drink per lo sci nordico e lo Sci club Valgrisenche per lo sci alpino ad aver alzato i rispettivi trofei della Comunità montana Grand Paradis messi in palio nell’ambito della 31ª edizione del circuito del fondo e del 34° circuito della discesa. La premiazione delle gare della stagione invernale 2013/2014 è andata in scena sabato pomeriggio a Runaz di Avise, cerimonia che è stata anche l’occasione per «ringraziare tutti gli sci club che si sono impegnati nell’organizzazione delle quattro prove di fondo (St-Nicolas, Rhêmes-Notre-Dame, Corrado Gex e Drink, ndr) e delle quattro di slalom gigante (Granta Parey, Valsavarenche, Valgrisenche e Gran Paradiso, ndr)», hanno fatto sapere dalla Comunità montana. Qui di seguito i vincitori finali delle diverse categorie.

LIEVI M: Kevin Gontel (Granta Parey). GIOVANI F: Valérie Clap (Valgrisenche). GIOVANI M: Filippo Thomasset (St-Nicolas). SENIORES F: Federica Buschino (Drink). SENIORES M: Laurent Clos (Drink). CLASSIFICA SCI CLUB: 1° Drink 2587, 2° St-Nicolas 2355, 3° Granta Parey 2333, 4° Valgrisenche 1684, 5° Gran Paradiso 1472, 6° Valsavarenche 1382, 7° Sarre 182, 8° Rhêmes-NotreDame 140. Lo Sci club Drink premiato come migliore società dello sci nordico

Sci nordico BABY SPRINT F: Nayeli Mariotti (Gran Paradiso). BABY SPRINT M: Daniel Segor (Drink). BABY F: Amélie Preyet (Valsavarenche). BABY M: Pierre Bethaz (Valgrisenche). CUCCIOLI F: Nicole Favre (Valsavarenche). CUCCIOLI M: Gérome Garin (Valgrisenche). RAGAZZI F: Carlotta Thomasset (St-Nicolas). RAGAZZI M: Simone Crivellin (Drink). ALLIEVI F: Martina Blanchet (St-Nicolas). AL-

Festa grande in casa Sci club Valgrisenche, laureatosi migliore sodalizio dello sci alpino

Sci alpino PRE-BABY F: Margherita Bertani (Valgrisenche). PRE-BABY M: Philippe Sarriod d’Introd (Granta Parey). BABY F: Aline Gerard (Gran Paradiso). BABY M: Daniel Gillio (Valgrisenche). CUCCIOLI F: Marta Gritti (Valgrisenche). CUCCIOLI M: Leonardo Imbimbo (Gran Paradiso). RAGAZZI F: Asia Allera (Gran Paradiso). RAGAZZI M: Federico Pallais (Valgrisenche). ALLIEVI M: Etienne Clap (Valgrisenche). SENIORES M: Diego Usel (Valgrisenche). MASTER C F: Barbara Bertasi (Valgrisenche). MASTER B2: Luigino Milliery (Granta Parey). MASTER B1: Adolfo Usel (Valgrisenche). MASTER A2: Ettore Junin (Valgrisenche). MASTER A1: Dante Gerard (Gran Paradiso). CLASSIFICA SCI CLUB: 1° Valgrisenche 3051, 2° Gran Paradiso 2350, 3° Granta Parey 2120, 4° Corrado Gex 958. ■ Patrick Barmasse

ARVIER: riuscita la consueta giornata ecologica di pulizia e riassetto del territorio

Picco, pala, rastrello e carriola: sono stati questi gli attrezzi che hanno utilizzato i volenterosi volontari - tra i quali anche un nutrito gruppo di bambini - che sabato hanno partecipato all’edizione annuale della Corvée d’Arvì, giornata ecologica di pulizia e riassetto del territorio

FUTURE HOUSE C A S E P E R PA S S I O N E

VENDITA E SOSTITUZIONE:

• Tapparelle • Zanzariere • Tende veneziane • Porte a soffietto • Tende verticali • Persiane

PUOI TROVARE:

• Isolamenti termici • Porte e serramenti • Pavimenti in legno • Porte basculanti • Sezionali

BUONO SCONTO DEL VALORE DI 150,00 €

FUTURE HOUSE C A S E P E R PA S S I O N E

PER ACQUISTI SUCCESSIVI DI IMPORTO SUPERIORE A 1.000,00 €

PROMOZIONE VALIDA FINO AL 30 APRILE 2014 FUTURE HOUSE - ESPOSIZIONE: Via Pellissier 38 Chatillon Tel ufficio: 0166 61775 Web: commerciale@rffsrl.com


26

lunedĂŹ 14 aprile 2014


lunedì 14 aprile 2014

C O M U N I TÀ M O N TA NA

GRAND COMBIN

27

■ etroubles / Avviata la ricerca di un nuovo gestore per la struttura ricettiva che ha cessato l’attività il primo aprile

Preoccupazione per la chiusura del Col Serena

Il sindaco Massimo Tamone: «La speranza è che riapra al più presto; il Comune in questo momento è spettatore» etroubles - In vista dell’ormai imminente bella stagione, l’amministrazione comunale di Etroubles - nonostante un 2013 chiuso con cali del 16,61% per gli arrivi e 9,59% per le presenze rispetto al 2012 - ha riattivato la propria macchina di promozione turistica, partecipando il 6 aprile scorso - negli studi televisivi Rai di Napoli - al programma ‘Alle falde del Kilimangiaro’ condotto da Licia Colò. Nemmeno il tempo di rientrare a casa, che il primo cittadino di Etroubles, Massimo Tamone, si è trovato costretto a gestire - seppur indirettamente - la delicata situazione dell’Hôtel Col Serena, la seconda struttura ricettiva in paese per dotazione di posti letto, che dal 1° aprile scorso risulta chiuso in attesa di un nuovo gestore.

La delegazione di Etroubles nello studio del programma televisivo ‘Alle falde del Kilimangiaro’ con Licia Colò e Dario Vergassola

«La partecipazione di una nostra delegazione a Napoli è stata l’occasione per presentare a milioni di italiani le principali attrattive del nostro borgo fiorito tra arte, natura e cultura - ha spiegato il sindaco Massimo Tamone, che ha

fatto parte della delegazione valdostana con tanto di costume tipico di carnevale -. Detto questo, è chiaro che ora la nostra realtà si trova a gestire una situazione delicata in riferimento all’Hôtel Col Serena, considerato che l’albergo ha

chiuso proprio al termine della stagione invernale. La speranza dell’amministrazione è che la struttura ricettiva possa riaprire con un nuovo gestore il prima possibile, sicuramente per l’estate, anche perché questo ci darebbe la possibilità di

poter contare su tutta una serie di posti letto che altrimenti verrebbero a mancare». Un paio di settimane fa, Gazzetta Matin si occupò dei dati consuntivi in calo dell’affluenza turistica a Etroubles nell’anno 2013: in tale occasione, il primo cittadino parlò di una diminuzione legata «alle attività alberghiere, non alle seconde case». In un simile contesto, quale può essere il ruolo svolto dall’amministrazione comunale? «Il Comune in questo momento è spettatore, o meglio possiamo creare tutte le condizioni necessarie per rendere appetibile turisticamente il nostro territorio, ma per la ricerca di un nuovo gestore per il Col Serena vige il libero mercato tra privati», conclude Tamone. ■ Patrick Barmasse

Bionaz

Prenderà il via lunedì 21 aprile, giorno di Pasquetta, per proseguire giovedì 1° e domenica 25 maggio, il trittico delle Giornate di Primavera a Bionaz. Più nel dettaglio, a Pasquetta si terrà - presso l’ostello La Bâtise - un mercatino di prodotti a km 0, laboratori per bambini, la presentazione della nuova riserva naturale regionale di Montagnayes, il pranzo sociale e altre iniziative ancora. Per ulteriori informazioni: 328 4879702 oppure info@labatise.eu.

GIGNOD: gita fuori porta al ristorante Mago di Caluso per il Comité di Poudzo

■ Valpelline / Il prezzo a base d’asta è stato fissato a 108.014 euro

Il Comune ci riprova: terzo tentativo di vendita delle ex scuole di Lavod

valpelline - Il Comune di Valpelline ci riprova. A circa un anno dall’ultimo tentativo andato a vuoto, l’amministrazione del sindaco Ermanno Riva Rivot intende procedere al terzo esperimento di gara con offerte al rialzo sul prezzo a base d’asta di 108.014 euro per l’alienazione delle ex scuole di Lavod, in frazione Semon (foto).

Dopo i circa 149.000 euro della prima gara e i 127.075 della seconda, il prezzo a base d’asta è sceso ancora, rasentando questa volta la soglia dei 100.000 euro. Nel disciplinare di gara, tra i diversi aspetti affrontati, c’è quello relativo ai diversi tipi di intervento ammessi sull’edificio: «interventi di restauro, risanamento conservativo,

ristrutturazione edilizia e demolizione», si legge. E ancora: «Sono comunque ammessi interventi di cambio d’uso dei sottotetti nei fabbricati esistenti, finalizzati all’utilizzo ai fini abitativi di tali locali, nel rispetto delle altezze interne previste dalla legge e dei volumi esistenti». Chiunque fosse interessato a partecipare alla gara dovrà fare pervenire all’ufficio protocollo del Comune di Valpelline - entro le 12 del prossimo 2 maggio - mediante raccomandata con avviso di ricevimento o tramite consegna a mano, un plico indirizzato a ‘Comune di Valpelline - Fraz. Les Prailles 7 - 11010 Valpelline (AO)’. Maggiori informazioni presso l’ufficio tecnico (0165 73227 - info@comune.valpelline.ao.it). ■ p.b.

Maschere in udienza da Papa Francesco a Roma Udienza da Papa Francesco con i costumi tipici di carnevale, quella di mercoledì a Roma per la delegazione valdostana composta da Edy Betemps, Graziella Blanc, Giovanna Dezoppis, Rita Guizzetti, Andrea Triolo e Viviana Verthuy in occasione della giornata dedicata alle culture e alle tradizioni del Nord Italia

Flash

Giornate di Primavera per grandi e piccini


28

lunedĂŹ 14 aprile 2014


lunedì 14 aprile 2014

Jovençan

Maggioranza, taglio del 10% dei compensi Jovençan - «E’ stato un Consiglio positivo dai toni pacati». A commentare la seduta di venerdì 11 nella quale si è discusso di bilancio di previsione è il capogruppo della minoranza Nicolas Viérin che aggiunge: «Ci sono in assemblea naturali divergenze ma il muro contro muro non ha nessun vantaggio. Le risorse diminuiscono e i consigli si svuotano di contenuti». Conferma il clima disteso il sindaco Sandro Pepellin che in sintonia con l’avversario politico commenta: «I Comuni non hanno più la possibilità di fare programmazione, viste le risorse all’asso: resta loro la mera gestione dell’esistente». Sul bilancio Viérin e colleghi si sono astenuti: «Ci sono spese ancora troppo alte come quelle per il funzionamento della Maison des anciens remèdes» motiva e si affretta a dire: «Abbiamo condiviso la riduzione del 10% delle indennità della maggioranza», ricordando che la minoranza devolve il gettone di presenza alle scuole. Il documento contabile pareggia sulla cifra di oltre sei milioni. Puntualizza Pepellin: «In realtà stralciati i due milioni investiti e gli oltre tre per la nuova scuola il bilancio reale è di 1.300.000». Ricordiamo che per il nuovo edificio scolastico il Comune sta aspettando i fondi regionali Fospi di cui non si conosce la data di erogazione. Per gli investimenti restano 160 mila euro che se ne vanno per le manutenzioni ordinarie di strade e acquedotto e la progettazione di un pozzo per l’acqua potabile. Pepellin ricorda che l’amministrazione non ha debiti perché «tutti i mutui sono stati azzerati; il Comune è contabilmente tranquillo perché siamo sempre stati oculati». La Tasi peserà per l’uno per mille: «Incasseremo 40 mila euro, una cifra che compensa l’entrata dell’Ici sulla prima casa» spiega il primo cittadino. ■ da.ch.

C O M U N I TÀ M O N TA NA

MONT EMILIUS

29

■ Nus / Ha aperto i battenti la gelateria della storica azienda

Da Buzzi gelato al bacio Giulio GASPERINI inviato a Nus Nus - Appena si entra nella nuova (e prima) gelateria di Nus, aperta dalla Pasticceria Buzzi e inaugurata sabato 12 aprile, un messaggio dipinto sul muro dà il benvenuto: “Qui è tutto dolce, sorridi...”. E la dolcezza, in questo caso, è proprio una questione di famiglia: «I miei genitori hanno aperto l’attività nel 1973 – spiega Amanda Buzzi, in mezzo al vociare allegro dell’affollatissima inaugurazione – . A quel tempo il negozio era nel centro del paese. Poi nel 2003 io e mio marito Claudio abbiamo rilevato l’impresa e nel 2010 ci siamo spostati dove siamo adesso, in via della Circonvallazione». La nuova gelateria non si svuota un attimo: tutti, grandi e piccoli, si affollano al vetro del bancone, leggono i nomi dei gusti, indecisi su cosa assaggiare. Uno dei più gettonati è stato senza dubbio il gusto al bacio di Nus: «È stato naturale creare un gelato dal nostro dolce simbolo, di cui abbiamo il marchio registrato – sottolinea Amanda, con una nota di orgoglio – . Il bacio di Nus è stato creato dai miei genitori, anni fa, cercando di soddisfare la richiesta della signora Grazia, presidente del gruppo storico di Nus. Lei, infatti aveva chiesto ai miei genitori di creare un dolcetto che fosse naturalmente buono ma anche pratico da portare come omaggio ogni volta che partecipava, con il

Da sinistra in senso orario: Amanda Buzzi con le figlie Elisabetta e Giulia; Luca, Giada, Valentina e Samuele si gustano un gelato; lunga fila per un assaggio

gruppo, alle varie rievocazioni storiche in giro per l’Italia. La signora Grazia si ricordava – continua Amanda Buzzi – che in Valle, nei giorni di festa, c’era l’usanza di mangiare la poltiglia che rimaneva dell’olio delle noci, il “trojlet”, mischiata con lo zucchero. Da questa idea i miei genitori, rivedendo un po’ le do-

si e la miscela, hanno creato il bacio». Dal grande successo della pasticceria, oramai punto di riferimento, è nata l’idea della gelateria: «I nostri gelati sono molto naturali, creati con le materie prime basilari senza conservanti né coloranti, per offrire un prodotto il più gustoso e naturale possibile – sotto-

linea Amanda Buzzi – Abbiamo deciso di affrontare quest’avventura sia per investire sulla famiglia e sulle mie tre figlie, Elisabetta, Giulia e Cecilia, sia perché c’è un’effettiva richiesta». E l’idea è stata decisamente apprezzata dalla popolazione, che per tutto il pomeriggio ha popolato le nuove sale: «Finalmente una gelateria a Nus – esclama una ragazza, in coda per il suo buon gelato – così non dovrò ogni volta salire ad Aosta». E anche i bambini, com’è naturale, apprezzano l’idea: «Io sono già al secondo gelato!» confessa candidamente il piccolo Samuele.

■ Quart / La pulizia del territorio come occasione per verificarne il funzionamento

Testato il piano di protezione civile quart - A sentire il sindaco Giovanni Barocco la giornata dedicata alle corvées e agli interventi di protezione civile in cassa «un bilancio decisamente positivo». Sono state quasi 150 le persone che, raccolto l’invito dell’amministrazione, hanno operato sul Ru Roveyrettaz e su una serie di sentieri nella zona di La Montagne. Il centro operativo era alle scuole medie del Villair e da qui venivano coordinate tutte le squadre tramite collegamento radio. Inoltre gli amministratori comunali, suddivisi in squadre, hanno verificato che il funzionamento del piano della protezione civile comunale filasse liscio. Hanno visitato le varie zone che, secondo il Piano, dovrebbero ospitare persone, animali e mezzi in caso di emergenze sul territorio. «La giornata di oggi ha coinvolto anche le classi delle scuole medie del Villair - spiega il primo cittadino - per un importante momento didattico di educazione civica. I ragazzi hanno assistito alle diverse dimostrazioni di interventi coordinati dal comando regionale dei vigili del fuoco professionisti di Aosta. Vorrei ringraziare tutti i volontari che, insieme al personale comunale, hanno reso possibile il buon esito di questa prima edizione che vorremmo ripetere tra un anno». ■ Claudia Olivotto

Sopra: la Pro loco con un gruppo di volonatri; a destra i ragazzi delle medie del Villair e le squadre in azione; a sinistra: a tavola dopo le fatiche Foto: Patrick Perrin


30

C O M U N I TÀ M O N TA NA

MONt Emilius flash St-Christophe, La Veillà delle meraviglie Giovedì 17 aprile, alle 20.45 nella sala conferenze della biblioteca, serata dedicata alla presentazione dell’anteprima del serial per RAI 3 Vallée d’Aoste “La Veillà delle meraviglie”. Nus, Giovediamoci con la nutrizione Alle ore 21 nella sala consiliare del municipio Miriam Cinque, laurea in biotecnologie, personal trainer e consulente nutrizionale, parlerà di attività fisica e nutrizione. Nus, corso di fiori di legno Proseguono nella saletta delle associazioni nell’area ex Cpn i laboratori dedicati alla produzione di fiori in legno. Il prossimo appuntamento è per venerdì 18 aprile dalle ore 20.30 alle 22. Gli appuntamenti per maggio sono i venerdì 2, 19,16, 23 e 30 con lo stesso orario. La quota di partecipazione, materiale non compreso, è di 90 euro. Iscrizioni all’ufficio segreteria del comune (0165 763774) entri il 15 aprile. Gressan, costruire un libro pop up La biblioteca comunale, in collaborazione con la Federica Mossetti, propone un laboratorio per costruire un libro pop up, rivolto ai bambini dai 6 anni in su (o dai 3 ai 6 anni accompagnati). Il laboratorio si terrà mercoledì 7 maggio dalle 16 alle 18.30 presso la Biblioteca comunale. Iscrizioni entro mercoledì 30 aprile.

MONT EMILIUS

lunedì 14 aprile 2014

■ fénis / In Consiglio comunale un’interrogazione della minoranza

MusiChiosco con il ‘silenziatore’ Il gestore anticipa: ci sarà un solo concerto serale e stop a mezzanotte FéNIS – Un’interpellanza preventiva: definisce così la richiesta di chiarimenti sulla gestione del chiosco di Tzanté de Bouva il capogruppo della minoranza Mattia Nicoletta. L’estate si avvicina come l’apertura del MusiChiosco la cui programmazione musicale aveva sollevato qualche polemica la scorsa stagione. Si affretta a spiegare Nicoletta: «Non vogliamo si cassi l’iniziativa; l’esta­ te musicale va bene ma non devono patire le atti­ vità nei dintorni di Tanté de Bouva». Le lamentele nell’estate 2013 erano arrivate dai proprietari dell’Hôtel Comtes de Chal-

Il gestore Roberto Simonetti e il direttore artistico Armando Martellini

lant. «C’è chi se ne è an­ dato senza saldare il con­ to. Noi garantiamo un ser­ vizio che è quello del ripo­

so e quando non possiamo farlo è un guaio» avevano dichiarato. Nicoletta chiede «che per evitare i disagi

Saint-Christophe, in 140 per le corvée dalla Dora Baltea alla collina

Oltre 140 volontari con mezzi propri hanno contribuito a ripulire il territorio sabato 12 partendo dai margini della Dora Baltea, dove era impegnato il gruppo dei pescatori, e via via salendo verso la collina mentre le aree verdi con i parchi gioco sono stati assegnati a una dozzina di alunni delle scuole primarie che insieme ai genitori hanno dato prova di un crescendo di attenzione verso l’ambiente e il civile convivere; alla fine pranzo per tutti al Croux con ai fornelli gli alpini

il sindaco medi tra gesto­ re del chiosco e proprieta­ ri dell’hôtel». Aveva promesso il primo cittadino Giusto Perron: «Se la musica dà fasti­dio, il prossimo anno met­teremo regole più ferree per tutti». Oggi conferma: «Il Comu­ ne non può sottrarsi alle sue responsabilità. L’anno scorso abbiamo provato a conciliare le due posizioni ma senza riuscirci. I limi­ ti dettati dal piano acusti­ co e lo stop alla musica a mezzanotte dovranno esse­ re rispettati da tutti». E’ conscio dei paletti il gestore Roberto Simonetti il quale annuncia: «Non è un problema. Con il direttore artistico Armando Martel­ lini, ho stilato un program­ ma modificato rispetto al primo anno di attività del MusiChiosco: ci sarà un so­ lo concerto per sera, ad esi­ birsi ancora gruppi valdo­ stani, che inizierà prima per concludersi entro la mezza­ notte e la scelta dei gene­ ri musicali è meno impat­ tante. Inoltre, ho già pre­ so contatti con tecnici che valuteranno l’impatto acu­ stico». Simonetti anticipa una novità nella program­ mazione – il debutto è per il 7 giugno - : «Il venerdì la musica classica sarà pro­ tagonista. Vogliamo inizia­ re a proporre questo genere musicale a una platea più ampia iniziando dai brani d’opera più popolari» ■ Danila Chenal.

■ nus / In tanti hanno risposto alla chiamata dell’amministrazione comunale e consorzi irrigui

Ripuliti torrente e territorio, il paese è più sicuro Valeria LUBERTO inviata a Nus NUS - Un sabato di pulizie, quello del 12, per i tanti neuven che hanno risposto alla chiamata dell’amministrazione comunale e, sacchetti, rastrelli e scope alla mano, hanno ripulito il territorio comunale. A guidare le operazioni l’assessore comunale Edy Favre che spiega : «Questo di oggi è stato l’appunta­ mento, diciamo, ufficiale, in effetti alcuni di noi già la settimana precedente sono intervenuti in modo più specifico per la puli­ zia del torrente. Un’ope­ razione decisamente più complessa che ha visto al lavoro una trentina di partecipanti e il sostegno di tutte le principali asso­ ciazioni quali gli Alpini, i Vigili del Fuoco, l’Avis, lo Sci Club, les Peintres, lo Tzan. Quella di oggi, invece, rientra nel clas­ sico novero delle antiche corvées, finalizzata alla pulizia, bonifica e rimes­ sa in sesto del territorio circostante. C’è stata la tradizionale divisione in squadre provvista di un responsabile. Una valu­ tazione generale ci fa dire che l’attività primaverile di ripristono è fondamen­ tale. Le quantità di rifiuti che ritroviamo ogni an­ no è sempre importante e, purtroppo, segnale an­ che di non rispetto e in­ civiltà. Il nostro augurio

Sopra: il gruppo di volenterosi che ha ripulito il territorio; a destra: Kristel, Nicole e Wallis

è duplice: una maggio­ re sensibilità per i nostri spazi, che dovrebbe es­ sere intriseco nel rispet­ to delle normali regole di buona educazione e l’au­ spicio ulteriore riguarda anche il desiderio di una maggiore partecipazione per gli anni venturi» Una giornata che coinvolge non solo gli uomini del paese ma protagonisti anche i più piccoli, Kristel, Nicole e Wallis e mamma Anna, che si è onorevolmente cimentata nell’esperienza sul territorio.

Charvensod

Riproposta l’iniziativa “Adotta un fiore” CHARVENSOD - C’è tempo fino al prossimo 28 aprile per aderire all’iniziativa ‘Adotta un fiore’. Gli amministratori fanno appello al senso civico dei loro concittadini, invitandoli a curare, nel tempo libero, gli spazi fioriti del paese che così si farà più accogliente e ordinato. Per il 2014, oltre ai dodici spazi pubblici, il Comune invita la popolazione ad indicare altre soluzioni, legate alla cura e all’abbellimento delle aiuole o delle aree pubbliche. L’amministrazione provvederà all’acquisto e alla posa dei fiori; la cura sarà invece a carico di coloro che aderiranno all’iniziativa. «La collaborazione e la sinergia tra sogget­ ti privati e l’ente pubblico è fondamentale per la costruzione della “casa comune” che potrà av­ venire solo grazie al contributo di ognuno nel ri­ spetto dei ruoli e delle proprie sfere di competen­ za» commentano il primo cittadino Ennio Subet e l’assessore comunale Ronny Borbey. Il modulo di adesione è disponibile sul sito internet del comune: www.comune.charvensod.ao.it


lunedì 14 aprile 2014

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T E C E RV I N O

31

■ antey-st-andrE / Lo prevede la variante generale al Piano regolatore del Comune

Ridotta la capienza del camping Cervino La minoranza teme la chiusura della struttura e contesta la palestra sportiva e l’allargamento della strada di Bourg Danila CHENAL inviata ad Antey-Saint-André

la polemica

Antey-Saint-André - Più che un Consiglio comunale, quello di giovedì 11, è stata un’adunanza civica: il pubblico ha più volte interrotto l’illustrazione del nuovo piano regolatore per porre domande ai tecnici chiamati a redarlo o portare casi personali senza contare il gustoso siparietto sull’utilizzo del proiettore reclamato a gran voce dai cittadini e dalla minoranza. Invoca il capogruppo Gabriella Chatrian: «Chiamate qualcuno che lo metta in funzione: il pubblico ha diritto di vedere il Prg». I relatori fanno ammenda: «Abbiamo deciso noi di spiegarlo utilizzando le cartografie» che alla fine vengono appese al muro. A introdurre l’argomento l’assessore Mauro Pitetti. «Il nostro territorio, tra cadute massi e possibili esondazioni, è fragile e ci ha penalizzati, limitando la progettualità: gli ambiti inedificabili sono numerosi. Abbiamo dovuto sacrificare nuove stalle e la zona artigianale». Il documento di pianificazione urbanistica punta a favorire la costruzione di prime case e di piccole strutture

Concessione edilizia contestata Il sindaco: «E’ un attacco personale»

Il sindaco Roberto Brunod tenta di riportare la calma in aula

ricettive e al recupero dei centri storici. Prevede una popolazione in crescita per il prossimo decennio di 70 abitanti e un incremento di 463 posti letto che oggi sono 5.346. Ne esce ridimensionato - 650 persone secondo quanto permesso dal piano di evacuazione - il camping Cervino a Buisson. Fa notare la minoranza: «La variante si limita a consentire il mantenimento della struttura con un numero di persone ridotte a fronte di onerose opere che difficilmente il gestore realizze-

Valtournenche

Flash

Legambiente contro il collegamento con Zermatt e Val d’Ayas Con un ribasso del 37% la società canadese Ecosign Mountain Resort Planners Ltd di Whistler (British Columbia/Canada) si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione dello studio urbanistico ambientale e dell’analisi degli effetti territoriali e socioeconomici dell’integrazione dei trasporti tra Zermatt, Valtournenche, Ayas e Gressoney. Lo studio è atteso per la fine dell’anno. La notizia non è gradita a Legambiente che si dice nettamente contraria: «Gli appetiti speculativi ritornano prepotentemente alla carica nelle nostre valli riproponendo il miraggio del collegamento sciistico fra la Valtournenche e la Val d’Ayas. Un’idea insensata da ogni punto di vista». Motivano: «Le infrastrutture di trasporto sarebbero di una lunghezza tale da richiedere investimenti e scassi ambientali colossali, del tutto insostenibili; l’intera area racchiude una preziosa ricchezza di varietà geologiche, paesaggistiche, floristiche, faunistiche nonché di testimonianze storico-culturali».

rà senza di fatto avere un tornaconto. Il rischio è che opti per la chiusura con ricadute negative sul turismo». Contestano Chatrian e colleghi la palestra di Bourg per le attività sportive «sarebbe meglio coprire il maneggio che funziona. Il costo della sua realizzazione e i costi di gestione finirebbero per impegnare i bilanci comunali dei prossimi decenni» e l’allargamento della strada di Bourg «meglio realizzare la strada consortile pavimentata» puntualizzano e ricordano la petizione che era circolata contro l’opera. Lamenta Chatrian «la mancata condivisione del documento e la fretta con la quale lo si vuole approvare senza che dalla Regione sian tornata indietro la cartografia puntuale degli ambiti inedificabili». A nulla è valso al sindaco Roberto Brunod ricordare che «i tempi stringono, avvicinandosi la fine della legislatura», che «c’è gente che aspetta per sfruttare i contributi regionali sulla casa» e che «i cittadini hanno ancora diritto a presentare osservazioni circostanziate nei 45 giorni in cui sarà affisso all’albo pretorio». Sulla variante generale al piano regolatore è pollice verso di Chatrian e colleghi. Motivano: «Pur consapevoli della situazione morfologica del nostro comune, qualche scelta più oculata poteva essere adottata senza, per esempio penalizzare le frazioni alte di fatto libere da vincoli idrogeologici».

OGNI TUO DESIDERIO È DI SERIE.

Antey-Saint-André - Il deposito attrezzi e legnaia da 120 metri quadrati del sindaco Roberto Brunod è nel mirino della minoranza, capitanata da Gabriella Chatrian, che ha chiesto agli assessorati regionali al Territorio e all’Agricoltura un parere sulla legittimità della concessione edilizia - una questione di funzionalità alle attività agricole - e presentato in Consiglio un’interrogazione con risposta scritta nella quale ha chiesto lumi al primo cittadino. Brunod non la legge in aula consiliare - regolamento vuole - ma a margine dell’adunanza di giovedì 11 sbotta: «La forestale ne ha controllato ogni centimetro due anni fa e l’esposto che era stato presentato è stato archiviato. Inoltre non ho chiesto un centesimo di contributo per la sua realizzazione. Questo è un attacco personale». Tiene a precisare Chatrian: «Non è una questione personale ma un’azione di controllo che è propria del ruolo della minoranza». Capogruppo e colleghi ritengono «assolutamente insufficiente la risposta del sindaco. Dice di aver ottenuto il parere di funzionalità dalla commissione edilizia di cui però non c’è traccia di verbale e non dagli assessorati. Risponde non so sulla congruità delle attività agricole». Per l’opposizione è questione di accertare se la struttura è sovradimensionata o meno. Fa notare Chatrian: «Ad Antey nel passato recente sono state emesse ordinanze per la demolizione di 180 manufatti in contrasto con le norme del piano regolatore che sollevarono un enorme malumore nella popolazione». Nella relazione dei due assessorati regionali si legge «la situazione aziendale di Roberto Brunod, rilevata presso l’anagrafe delle aziende agricole agricole alla data del rilascio della concessione del 26/04/2012, non giustifica il rilascio del giudizio di razionalità e funzionalità per l’intervento concessionato causa una produzione foraggera inferiore a quella prevista dalla norma e un dimensionamento della struttura maggiore rispetto ai 100 mq lordi massimi ammissibile per le aziende foraggicole». Gli assessorati terminano le deduzioni chiedendo «un riscontro da parte dell’amministrazione comunale». I consiglieri di minoranza «non escludono di tornare alla carica» ■ d.c.

Equipaggiamenti di serie: > Bluetooth® con vivavoce > Volante multifunzione in pelle > Sensori posteriori per il parcheggio > Radio, clima > Cerchi in lega

Finanziamento anticipo 0 Tasso 0 TAEG 2,28%. 1 anno di Furto e Incendio in omaggio. ŠKODA Fabia 1.2 Drive 51 kW/70 CV da €10.500,00 (chiavi in mano IPT esclusa) a fronte del ritiro dell’usato, grazie al contributo delle Concessionarie ŠKODA - Anticipo €0,00 + Spese istruttoria pratica €300,00 - Finanziamento €10.500,00 - in 48 rate da €218,75 - Polizza (First Trip) Incendio e Furto in omaggio per 12 mesi - interessi €0,00 - TAN 0% fisso - TAEG 2,28% - Importo totale del credito €10.500,00 - Spese d’incasso rata €3,00/mese - Spese totali per comunicazioni periodiche €4,00 - Bollo/Imposta sostitutiva €26,25 - Importo totale dovuto dal consumatore €10.674,25 - Gli importi fin qui riportati sono IVA inclusa ove applicabile - Informazioni europee di base, Fogli informativi e Condizioni generali di assicurazione disponibili presso le Concessionarie ŠKODA. Salvo approvazione ŠKODA Financial Services. Offerta valida sino al 30/04/2014.

Consumo massimo di carburante, urbano/extraurbano/combinato 7,3/4,5/5,5 (l/100 km). Emissione massima di biossido di carbonio (CO2) 128 (g/km). Dati riferiti a ŠKODA Fabia 1.2 Drive 51 kW/70 CV.

Insegna Organizzato Indirizzo/Tel. Fraz. Plan Felinaz, 19 - Charvensod (AO) Sito/e-mail . Tel. 0165/262286 Fax 0165/41337


32

C O M U N I TÀ M O N TA NA

Cordoglio

Valtournenche, l’addio a Virgilio Pession uomo di montagna e imprenditore VALTOURNENCHE - Virgilio Pession (foto), maestro di sci, portatore, imprenditore, uomo di montagna, ma anche marito, papà e nonno lascia un grande vuoto a Valtournenche, dove ha vissuto per tutta la sua vita destreggiandosi tra le piste, dove con dedizione trasmetteva la passione per lo sci ai suoi clienti, e le cime della conca della Gran Becca, nel suo ruolo di “portatore”. In molti tra concittadini, amici e parenti si sono riuniti giovedì 10 aprile per ricordarlo nella chiesa del paese e si sono stretti intorno ai figli Fabrizio e Giorgio, alla moglie Liduina Frachey e alle nipotine Sophie, Emilie, Giorgia e Laura a cui era molto affezionato. Nato il 16 luglio del 1932 da papà Giuseppe e mamma Henriette Meynet, ben presto divenne maestro di sci, ottenendo il diploma nel 1958, e iscrivendosi alla Scuola di Sci del Cervino. Indossò la giubba rossa per tutta la vita, sulle piste del comprensorio ai piedi della Gran Becca durante l’inverno, ma anche sul ghiacciaio del Plateau Rosà, nella stagione estiva che, negli anni ’70 e ’80 contava numerosi turisti. Era apprezzato dai suoi clienti, tra cui i tre figli della storica famiglia Villa, a tal punto da accompagnarli in giro per l’Italia nei diversi comprensori per prepararli al meglio per le competizioni. Il suo amore per la montagna si concretizzò anche con il conseguimento del titolo di “portatore”, iscritto alla Società delle Guide del Cervino: nel 1956 partecipò alla prima impresa di Monzino nella traversata delle Grandes Murailles. La sua vita da sportivo non era mai separata dalla sua vita familiare: nel 1961 sposò Liduina Frachey, trasferitasi a Valtournenche per lavoro, ma originaria della Val d’Ayas e con lei, insieme al fratello Abramo e a sua moglie Carla Gorret, intraprese il progetto di occuparsi dell’Albergo Brenga, costruito agli inizi degli anni ’50 da papà Giuseppe, al tempo in cui il materiale veniva ancora trasportato tramite teleferica e i bagagli dei clienti portati a mano. Nel 1970 decise, sempre con la collaborazione di sua moglie, di costruire l’Hôtel Tersiva, tuttora gestito dal figlio Fabrizio e da mamma Liduina. Grande lavoratore, amante della natura e della sua terra, sempre pronto ad aiutare il fratello Gino a fare i fieni, si dedicava poi alle sue galline, al suo orto e ai suoi fiori. ■ Carlotta Maquignaz

M O N T E C E RV I N O

lunedì 14 aprile 2014

■ chatillon / La terza PIA in visita alla Pépinière di Pont-St-Martin

Scuola d’impresa al Don Bosco Un progetto di azienda da sviluppare per diciotto ragazzi CHATILLON - A scuola di impresa. Bella uscita sul campo, per gli alunni della 3 PIA del Don Bosco di Châtillon che hanno visitato la Pépinières d’ Entreprises, l’incubatrice di aziende che ha sede a Pont-Saint-Martin, accompagnati dai loro insegnanti e dal responsabile di Structure VdA Antonio De Blasi che ha spiegato come funziona questa struttura. L’uscita è servita ai ragazzi, per capire come si fa impresa e cosa vuol dire la parola innovazione nell’ambito del progetto di classe Impresa in Azione in collaborazione con Junior Achievement. Gli studenti che hanno potuto apprendere alcuni segreti dalle aziende per provare a metterli in campo nel loro progetto, che per l’intero anno scolastico offre loro la possibilità di organizzare una vera e propria impresa - coordinata dall’ad Gilles Clusaz supportato da altri manager -, con tanto di cariche aziendali da assegnare e un capitale da gestire. «Dall’ uscita che abbiamo fatto – spiegano i ragazzi siamo arrivati alla conclusione che la forza di un’azienda sta nel gruppo: nessuno è indispensabile, ma bisogna mettersi in gioco». Seguono il progetto gli insegnanti Michele Maglio, Felicino Philippot e Sara Caseti. «La nostra azienda sta procedendo abbastanza bene – commenta l’amministratore

La III PIA in visita alla Pépinière d’entreprises di Pont Saint Martin con gli insegnanti

delegato - nonostante le difficoltà iniziali siamo riusciti a creare, progettare e studiare due articoli per la casa molto interessanti e che presto presenteremo. L’azienda sarà ad Aosta alla finale regionale che si svolgerà il 15 maggio in piazza Chanoux insieme alle altre scuole valdostane che hanno aderito al progetto». I ragazzi dell’IGF Ja (Impresa giovani Falegnami) - 18 giovani dai 16 ai 18 anni durante l’uscita hanno potuto visitare alcuni aziende che sono all’interno dello stabile e parlare con alcuni manager. La classe ha fatto visita a E-Green Technologies, Gap Laser & Photonics, Biodigitalvalley, Thallos e per ultimo Novasis Innovazione. ■ d.c.

monte cervino flash

St-Vincent, relax e cultura alle terme L’associazione Poetica del Territorio propone un pomeriggio alle terme di Saint-Vincent all’insegna del relax e della cultura per giovedì 17 aprile alla scoperta di un impianto termale nelle vicinanze di una mansio romana su cui poggia attualmente l’Hôtel della Posta. Prenotazione obbligatoria entro il 15 aprile al numero 345 1749062. Antey-St-André, torneo Avis di belote Prosegue il torneo di belote Avis Monte cervino che farà tappa giovedì 17 al bar locanda Monte Cervino. La classifica vede Renato Artaz al primo posto. Alle sue spalle nell’ordine: Paolo Bancod, Fabio Chapellu e Francesco Mannoni. Primo della classifica nella categoria avisini è Enrico Perrin. Chamois, concerto per viola e fisarmonica E’ in calendario domenica 20 aprile alle ore 21 nella sala polivalente comunale il concerto pasquale per viola e fisarmonica: a esibirsi il duo formato da Susanna Tognella e Gabriele Mrangoni, due concertisti di fama internazionale.

“Una giornata al mare... Alassio” domenica 11 maggio da € 40,00 A grande richiesta PRANZO CON FRITTO MISTO!

“Pedalando in riva al lago... Annecy” “Benessere e relax... Ischia” dal 22 giugno al 5 luglio € 1.030,00

domenica 25 maggio € 32,00

Agenzia viaggi LE BOUQUET - Strada Pellissier 4a, Chatillon (Ao) tel/fax 0166.563165 www.bouquetviaggi.altervista.org


lunedì 14 aprile 2014

C O M U N I TÀ M O N TA NA

33

E VA N Ç O N

■ ayas / Il TAR della Valle d’Aosta accoglie il ricorso del Comune; annullate le modifiche al Piano regolatore apportate dalla Giunta regionale

«Un bel successo; ne guadagna l’autonomia di tutti i comuni» ayas - «Più che una nostra vittoria è un bel successo per tutti i comuni della Valle. Grazie alla decisione dei giudici amministrativi è stato messo un punto fermo: l’autonomia di pianificazione del territorio spetta alle amministrazioni comunali e l’ingerenza politica della Giunta subisce uno stop». E’ decisamente soddisfatto il sindaco di Ayas, Giorgio Munari (foto), per la sentenza del TAR della Valle d’Aosta, che ha accolto il ricorso dell’amministrazione comunale e di alcuni proprieta-

ri di seconde case, contro le modifiche alla variante al Piano regolatore, approvate dalla Giunta regionale il 23 aprile 2013. «In estrema sintesi, il tribunale amministrativo ha annullato i punti modificati dalla Giunta regionale, dopo che noi avevamo approvato in Consiglio il piano regolatore - continua il primo cittadino -. Martedì mi recherò in Urbanistica per capire come poterci muovere, ma credo proprio che l’annullamento non riguardi l’intero documento, per cui il PRGC rimane in

vigore e tornano in ballo solamente i punti contestati». Punti contestati che riguardano, principalmente, il posizionamento dell’area camper, la definizione degli equilibri funzionali, lo snow park di Antagnod e la strada di penetrazione di Champoluc. «Ci tengo a sottolineare che queste decisioni non erano state prese in autonomia - esclama Giorgio Munari -. C’è tutto

un lavoro dietro la redazione di un piano regolatore, con paletti normativi regionali da rispettare. I punti in questione erano stati approvati nell’ambito della conferenza di pianificazione con i tecnici regionali; in questo modo anche il loro lavoro non viene mortificato». Entra nei dettagli delle conseguenze il primo cittadino. «Per noi la zona camper doveva essere all’ingres-

so del paese, vicino ai campi da tennis, e non nelle vicinanze del palazzetto, dove noi avevamo pensato di inserire una zona alberghiera - illustra il sindaco -. Per quanto riguarda gli equilibri funzionali, non ci sembrava giusto che la possibilità di cambio di destinazione d’uso riguardasse solo gli ex alberghi e non strutture extra-alberghiere; e soprattutto volevamo che la possibilità fosse limitata solamente alle zone di Antagnod, Champoluc e Frachey. Inoltre, il consiglio comunale aveva op-

tato per la pedonalizzazione di Route Ramey, con la realizzazione di una strada di penetrazione, mentre la Giunta regionale voleva la realizzazione di un lungo tunnel esterno al centro. Infine, abbiamo riottenuto anche l’ampliamento della sottozona di Antagnod, potendo così procedere alla realizzazione dello snow park. Insomma, finalmente penso che potremo lavorare per la comunità, anche se abbiamo perso due anni e tanti soldi». ■ Alessandro Bianchet

■ montjovet / Venerdì 18 riapre il bar ristorante nel cuore del Bourg, chiuso da più di un anno

Il borgo prova a riprendere vita montjovet - Tempo di rilancio per il Borgo storico di Montjovet. Nel cuore del caratteristico villaggio, infatti, sta per riaprire un bar-ristorante, ospitato in un edificio cinquecentesco di proprietà del Comune della bassa Valle. Dopo che una prima gestione si era interrotta bruscamente più di un anno fa, la “Casa del Cinquecento”, ristrutturata e attrezzata per fare da volano al rilancio del Bourg, era rimasta desolatamente chiusa. Un primo bando di affidamento, lo scorso autunno, era andato poi deserto, prolungando l’incertezza sul destino della struttura. Il secondo tentativo è stato quello buono e l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Rinaldo Ghirardi, ha individuato i nuovi gestori degli spazi del Borgo: a raccogliere la sfida saranno Andréa Lomen e sua figlia Vittoria Bertola, assieme ai rispettivi mariti Carlo Bertola e Mattia Perrone. Non si tratta di novizi nel campo della ristorazione, perché, come ci racconta Andréa Lomen, «da trent’anni abbiamo una trattoria a Fontaneto Po, nel cuore delle risaie vercellesi; un’attività che ci ha

Il ristorante che riaprirà nel cuore del Bourg a Montjovet

■ challnd-st-victor / Messi 112 mila euro nel bilancio 2014; arriva l’imposta di soggiorno

Vecchia latteria di Ville: ok al recupero challand-st-victor - «Tutto sommato è un buon bilancio, anche se, visti i nostri numeri limitati, per noi è difficile coprire servizi come scuolabus e mensa. Però, visto come vanno le cose, non possiamo davvero lamentarci». E’ soddisfatta il sindaco di Challand-St-Victor, Gabriella Minuzzo (foto), per il bilancio di previsione per il triennio 20142016, che vede un pareggio, per il 2014, a quota 2 milioni 306

mila 588 euro, con 1 milione 284 mila euro per le spese correnti e 625 mila euro destinati agli investimenti. «Saranno quasi tutti inverventi di manutenzione su strade e acquedotti - sottolinea il primo cittadino -, anche perché è difficile fare di più in questo frangente. Abbiamo comunque stanziato 112 mila euro per il recupero della vecchia latteria di Ville: visto il finanziamento del GAL, non ci siamo lasciati sfuggire questa opportunità e partiremo a breve con le procedure. Infine, destineremo 50 mila euro per la sistemazione di un tratto di strada in località Abat; ci sono motivazioni legate alla sicu-

rezza che non possono più essere rinviate». Nessun ritocco arriva sulle tariffe. «Abbiamo mantenuto costanti IMU e TARI, mentre abbiamo deciso di non applicare la TASI - continua Minuzzo -; con qualche riduzione di spesa riusciamo ad evitare di mettere un altro balzello». Mentre vengono mantenute le indennità, fa il suo ingresso in scena l’imposta di soggiorno. «Abbiamo deciso di applicarla per uniformarci al resto della Regione - conclude il sindaco di Challand-St-Victor -. A noi non porterà molto in cassa, ma è giusto creare omogeneità tra i vari comuni». ■ al.bi.

dato molte soddisfazioni e che ha una sua clientela affezionata». I Bertola si trasferiranno dunque sulle rive della Dora, «ma per me si tratta di un ritorno: sono nata proprio qui, nel Borgo, e così ho colto l’occasione per ritrovare le mie radici e cercare un ambiente sereno per la mia famiglia» sottolinea ancora Andréa Lomen. La nuova gestione si baserà sulla formula già sperimentata con successo a Fontaneto Po, fatta di «cucina piemontese e valdostana. Almeno una volta al mese proporremo serate a tema dedicate, ad esempio, al fungo o al tartufo e, per i vini, collaboreremo con cantine prestigiose. Tempo permettendo, useremo anche gli spazi esterni per le grigliate argentine». A completare l’offerta ci saranno un bar, aperto per gli aperitivi dalle 17 alle 20, e uno spaccio enogastronomico per promuovere i prodotti tipici. L’apertura è fissata per venerdì 18 aprile alle 17,.30, quando, con una festa d’inaugurazione, l’avventura del ristorante del Bourg di Montjovet potrà finalmente ripartire. E con essa, magari, anche la vita della zona. ■ Julien D’Herin

Champdepraz: il laboratorio pasquale fa centro

Fa centro il laboratorio creativo pasquale organizzato dalla biblioteca di Champdepraz e tenuto da Chantal Godio. Tredici i bambini (Alessandro, Benjamin, Claire, Fabiano, Giulia, Jasmine, Manuel, Michelle, Miriam, Miriana, Nathalie, Nicole e Rebecca), che hanno preso parte al divertente pomeriggio e al termine delle due ore di lavoro sono tornati a casa soddisfatti con dei bellissimi cestini pasquali

Verrès: Mirtilla e i piccoli artisti “spiegano” Guttuso Salim ZNAIDI Inviato a Verrès

verres - «Le produzioni dei bambini sono volutamente anonime, in quanto esse sono un patrimonio comune, esattamente come lo deve essere l’arte». E’ questo il leitmotiv che ha caratterizzato l’inaugurazione della mostra finale del progetto “Mirtilla presenta Guttuso”, aperta venerdì 11 aprile nel salone La Murasse di Verrès, con le opere realizzte dai ragazzi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria dell’Istituzione Scolastica Evançon 2. «Questo progetto - racconta Nadia Dulicchio, insegnante della scuola primaria di Ruelle e responsabile dell’iniziativa - è nato nel 2009 e, ogni anno, ci consente di trattare una tematica atistica diversa, visitando musei ancheal di fuori del territorio valdostano. Dopo aver trattato artisti del calibro di Matisse, Chagall, Mirò e Kandinsky, quest’anno abbiamo scelto un’altra grande figura del ‘900: Renato Guttuso. E’ prevalentemente un’artista per adulti, per cui abbiamo dovuto trovare una mediazione per farlo “digerire” ai bambini». «Ed è così che nacque “Mirtilla” - continua la spiegazione Mari-

I piccoli artisti che hanno partecipato al progetto “Mirtilla presenta Guttuso”

na Pramotton, insegnante della scuola dell’infanzia di Verrès -. Questa bambina è un personaggio inventato, estrapolato da un dipinto dell’artista contemporaneo Guttuso, presen-

te alla mostra che abbiamo visitato al museo archeologico di Aosta. La curiosità di questo quadro è che, malgrado si intitoli “La ragazza con l’aquilone” non c’è traccia del giocattolo di

cui si parla. Noi siamo proprio partiti da questa caratteristica per iniziare un lavoro laboratoriale, culminato poi con questa mostra». Lo scopo di questa bella iniziativa, resa possibile grazie alla voglia di fare degli insegnanti e alla voglia di apprendere dei provetti artisti, è quello di avvicinare i bambini alla conoscenza critica del patrimonio artistico, in modo da sviluppare il concetto di rispetto, che li porterà a salvaguardare e a difendere l’arte, e soprattutto la curiosità pura e semplice. Quest’anno, poi, c’è anche una novità, rappresentata dalla stesura di un catalogo, che documenta il grande lavoro svolto da tutte le classi coinvolte, permettendo al tempo stesso di conoscere Renato Guttuso e la sua produzione artistica. «Siamo molto soddisfatti - conclude Nadia Dulicchio -; il progetto sta continuando e ogni anno riusciamo a trovare qualcosa su cui lavorare. Inoltre anche l’atteggiamento dei bambini nei confronti dei musei e dell’arte è cambiato. Ora sono in grado di fermarsi davanti a un quadro e analizzarlo in maniera piuttosto critica; direi che è un bel risultato». “Mirtilla presenta Guttuso” verrà ospitata nel salone La Murasse fino a giovedì 17 aprile.


34

C O M U N I TÀ M O N TA NA

E VA N Ç O N

lunedì 14 aprile 2014

■ BRUSSON / La Monterosa SpA traccia il bilancio della stagione invernale

Tanta neve, presenze in crescita

BRUSSON - Sorrisi di fine inverno. La stagione fa registrare un leggero incremento di presenze per quanto concerne le piste di risalita di Palasinaz e una lieve crescita anche per le piste di fondo. A proposito degli impianti, ex gestione Sitib, ora parla la Monterosa SpA per voce di Tiziana Turino (foto), responsabile commerciale e Marketing: «Dati positivi, abbiamo mantenuto il mercato nonostante la congiuntura non certo favorevole – commenta – abbiamo aumentato leggermente le presenze, perché dove sono calati leggermente gli italiani è aumentata la parte dei tour operator; non si tratta necessariamente di grandi tour operator che assicurano l’occupazione di centinaia di posti letto. Cerchiamo di incoraggiare i gruppi organizzati, soprattutto se stranieri, il fatto di trovare una giornata non soleggiata non li scoraggia. Questo è un aspetto non da poco, quest’anno ad esempio, l’innevamento è stato abbondante come non si ricordava da anni, ma lo scotto da pagare è in termini di giornate dalla meteo sfavorevole». La nuova gestione non è stata un ostacolo, semmai il contrario; commenta Tiziana Turino «abbiamo trovato un gruppo affiatato di persone che lavora con passione straordinaria, las stessa filosofia di chi lavora per la Monterosa; non solo non c’è stata alcuna frizione ma

abbiamo anche scoperto un universo molto più familiare del nostro; Monterosa è una grande azienda, sicura-

mente distante dalla gestione familiare, e invece abbiamo conosciuto queste realtà più piccole, ma con dei rap-

porti umani e delle dinamiche tra i dipendenti e clienti, veramente fantastiche». Commento positivo anche

per quanto concerne le piste da fondo, come conferma Luciano Fosson, «posso confermare che abbiamo registra-

to un lieve incremento, certamente grazie alle abbondanti nevicate». ■ Teresa Marchese

■ VERRES / Al salone La Murasse, 500 bambini hanno partecipato ai laboratori interculturali VERRES

Capirsi è più facile con il girotondo dell’amicizia VERRÈS - Comunicare, capirsi, anche se non si parla la stessa lingua, si può. Il salone de La Murasse ha ospitato fino a venerdì 11 aprile i laboratori interculturali gestiti da insegnanti e studenti della classe IV dell’Isitip di Verrès dell’indirizzo sociale. 500 bambini dell’Istituzione Evançon 2 hanno preso parte ai laboratori: «per accogliere ogni gruppo di alunni- spiegano le insegnanti coinvolte nel progetto - gli studenti si sono esibiti in un’azione teatrale di cui sono stati autori, registi e attori. Lo scopo è stato di far comprendere in modo ironico le difficoltà che si possono incontrare quando non si riesce a comunicare tra persone che non parlano la stessa lingua». I laboratori interculturali fanno parte di quel grande progetto che è ‘Il Girotondo dell’amicizia’, quest’anno giunto alla settima edizione. Entrano nei dettagli le insegnanti: «Quest’anno l’istituzione scolastica Evançon 2 ha iniziato il 15 febbraio la stagione interculturale Girotondo dell’amicizia con una Festa tra donne e per le donne. L’evento, che ha lo scopo di offrire occasioni di reciproco scambio e conoscenza fra donne appartenenti a culture diverse, sarà ripetuto anche il 21 giugno e chiuderà la rassegna di iniziative organizzate per la stagione. Il titolo del Gi-

no nate ulteriori collaborazioni per promuovere una continuità educativa fra i diversi ordini di scuola. Anche la progettazione dell’intero percorso è stata condivisa dai referenti dei vari ordini di scuola». Nel mese di marzo le tirocinanti universitarie hanno insegnato una danza cantata ideata da loro in parecchie sezioni e classi dell’istituzione scolastica. La stessa verrà riproposta durante i laboratori didattici delle Giornate dell’intercultura e durante la ‘Festa di Tutti’ in programma il 17 maggio. ■ te.ma.

Martedì, ore 21, sede CAI

Serata dedicata a Italo Calvino Continua la rassegna promossa dal CAI di Verrès e dedicata agli incontri letterari sulla montagna. Martedì 15 aprile, la sede del CAI ospiterà, alle 21, la serata dedicata a Italo Calvino: «E le montagne nitide ghiacciate una per una, solo qua e là piumate sulla cresta dai soffici brandelli di una nuvola di neve». Durante la serata, la socia della sezione, Annamaria De Palma, leggerà alcuni brani tratti dalle opere dello scrittore, che metteranno in evidenza i profondi cambiamenti, di mentalità e abitudini, che nel corso del secolo scorso hanno caratterizzato il rapporto tra l’uomo e la montagna.

rotondo dell’amicizia 2014 è ‘Paese che vai, lingua che trovi…’» Sono tante le iniziative del Girotondo dell’Amicizia come sottolineano le promotrici del progetto: «diverse iniziative che sono parte integrante del progetto “Star bene insieme” che è nato, anche grazie alla collaborazione degli enti locali, per promuovere nella nostra istituzione l’inclusione di tutti gli alunni e la conoscenza delle diverse culture e per favorire relazioni positive fra le famiglie presenti nel territorio. Durante l’anno scolastico in corso so-

C O M U N I TÀ M O N TA NA

WA L S E R

■ GRESSONEY-ST-JEAN / Approvato il bilancio di previsione per il 2014; ben 1.5 milioni sono per gli investimenti

Calano IMU e TARI; si intravede la Club House GRESSONEY-ST-JEAN - Un’abbuffata di opere in rampa di lancio e tagli alle imposte. Questo il piatto offerto dal consiglio comunale di Gressoney Saint-Jean che, lunedì 7, ha affrontato un vero e proprio tour de force per approvare la previsione di bilancio per il triennio 2014-2016. «Per il 2014 abbiamo “sterilizzato” la TASI - spiega soddisfatto il sindaco Luigi Chiavenuto - e siamo riusciti a rosicchiare qualcosa sull’IMU, riducendo dal 9.6 al 9.4 l’aliquota per gli immobili non affittati, e fissando al 7.6 quella per gli immo-

GABY - «Conservare ciò che si è fatto. In questo momento così complesso bisogna tenere la posizione senza rimanere fermi». Questo il motto del sindaco di Gaby, Pierluigi Ropele, espresso al termine del consiglio comunale di venerdì 11 aprile, che ha visto l’approvazione del bilancio di previsione 2014-2016, analizzato dopo aver confermato le convenzioni con il comune di Issime per la gestione in forma associata della polizia locale, del servizio di trasporto scolastico e la gestione della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Anche Gaby, poi, ha dovuto fare i conti con risorse sempre più limitate e con una legge, che impone il versamento del 50% dell’Imu incassata allo

bili dati in locazione a scopo turistico, al 6 per quelli concessi ai residenti. Scende dal 7.6 al 6 anche l’aliquota per gli edifici di cateogria C. Infine, anche la TARI ha subito una riduzione per le utenze domestiche». Con l’avanzo di amministrazione di 887 mila euro, pareggia a quota 6 milioni 174 mila 900 euro il bilancio 2014, con ben 1.5 milioni previsti per la voce investimenti, che comprende anche la manutenzione degli stabili comunali. Tra le opere pubbliche spiccano l’ampliamento del La-

go Gover, un’opera di protezione idrogeologica in località Underwoald (per un ammontare di 390 mila euro), la realizzazione del sovrappasso che interessa la pista di sci da fondo in località Blattery (320 mila euro) e la costruzione della Club house e l’ampliamento del campo da golf per un totale di 800 mila euro. «Partirà anche la costruzione della centrale per le biomasse allo Sport Haus - conclude il sindaco Luigi Chiavenuto - e la predisposizione della tensostruttura a Rofono, nella zona delle scuole medie». Ricordiamo

Gaby: il sogno è il recupero della casa di Monseigneur Stevenin Stato, che non va giù. «Per questo - esclama il sindaco - abbiamo dovuto inserire 220 mila euro in uscita, rispetto ai 180 mila dello scorso anno; è chiaro che se tutta l’entrata dell’Imu rimanesse al comune ben diverse sarebbero le prospettive». Nonostante questo, rimangono invariate le aliquote Imu, mentre la TASI viene adottata, ma applicata a zero. Il pareggio di bilancio si assesta sul milione 875 mila euro, che «permettono di garantire i servizi attuali - chiosa ancora Ropele -. Abbiamo previsto gli stanziamenti per le ma-

nutenzioni straordinarie necessarie al mantenimento del patrimonio pubblico esistente: parchi gioco, staccionate lungo le passeggiate, aree verdi, selciati e asfalti». Tra i lavori in programma, è previsto un iniziale intervento manutentivo al cimitero, per la realizzazione di una seconda via di accesso (dal piazzale nuovo) e la sistemazione di parte dei camminamenti interni. La località Niel, storico villaggio, costringe l’amministrazione a continui interventi per la sistemazione di frequenti dissesti lungo la strada di collega-

che questa tensostruttura è predisposta per una serie di manifestazioni, non ultime quelle legate al Festival estivo, e tornerà utile anche quando le condizioni meteo avverse costringeranno gli organizzatori a spostare gli appuntamenti dalla centrale Piazza Umberto I. Attualmente, gli appuntamenti venivano spostati allo Sport Haus; in questo modo, tutto rimarrà concentrato nel centro del paese, aumentando, presumibilmente, la portata degli eventi anche in caso di maltempo. ■ Franco Ormea

mento: anche in questo bilancio ci sono voci al proposito, come ci sono fondi per la gestione degli appuntamenti turistici. Opere avviate in precedenza e inerenti la rete fognaria, l’acquedotto e l’edilizia scolastica, verranno portate a termine. Esiste poi il classico “sogno nel cassetto”, che da anni rompe il sonno degli amministratori e dei cittadini: la sistemazione della casa natia di un illustre concittadino, Monseigneur Stevenin, di proprietà comunale e sita nel centro storico. «Abbiamo idee ma non la pecunia -conclude il Sindaco -; è difficile da trovare oggigiorno, stiamo bussando a molte porte speriamo che una ci apra con benevolenza». ■ fr.or.

Dovrebbe partire quest’anno l’ampliamento del campo da golf

GRESSONEY-LA-TRINITE

Aspiranti dj si sfidano in quota GRESSONEY-LA-TRINITE - Appuntamento con la musica a Gressoney. Venerdì 18 aprile dalle 11 alle 15, infatti, il rifugio Alpenhutte del Lys (in località Gabiet) ospiterà il dj set e contest “Giovani Dj in quota”. Il pomeriggio servirà da lancio per il programma “TOP DJ”, che andrà in onda su Sky Uno Hd il 13 maggio con Dj Albertino, Lele Sacchi e Stefano Fontana. Sky Uno, in collaborazione con il Consorzio Gressoney Monterosa e Monterosa Ski, effettuerà le riprese per la realizzazion di una puntata di “Top Dj”, talent show dedicato ai deejay-producer che andrà in onda dal 13 maggio su Sky Uno HD (Sky, canale 108) e in chiaro dal 15 maggio su Cielo (canale 26 digitale terrestre). Nella cornice del Monterosa, andrò in scena un dj set che vedrà alla consolle promesse dj italiane sotto l’orecchio di tre star della musica dance come, appunto, Albertino, Stefano Fontana e Lele Sacchi. Per informazioni è possibile conttatare il 335-6864168 o il 347-6974636.


lunedì 14 aprile 2014

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T RO S E

35

■ SOLIDARIETÀ / Banchetto a Pont-St-Martin per promuovere le due associazioni e raccogliere i fondi

AVIS e Telefono Azzurro fanno squadra PONT-ST-MARTIN - Una bella giornata di sole ha accompagnato l’uscita della sezione Avis di Pont-Saint-Martin e di Telefono Azzurro che, sabato mattina al mercato di Pont-Saint-Martin, hanno allestito un banchetto. Duplice lo scopo: raccogliere offerte dai passanti in cambio di un bel vaso di fiori, ma anche fornire informazioni a tutti gli interessati. Insomma, una bella collaborazione all’insegna della solidarietà tra due associazioni molto attive sul territorio. A spiegare il motivo della presenza al mercato è Eraldo Giovanetto, presidente della locale sezione dell’Avis: «Siamo qui per promuovere la nostra associazione che si occupa della donazione del san-

gue e lo facciamo a fianco dei nostri amici di Telefono Azzurro, a cui sempre volentieri diamo una mano. Promuovere vuol dire essere visibili, informare, far conoscere le nostre attività. Il nostro motto è, infatti, “con la gente, tra la gente”; e noi ci riconosciamo in questo». Sono circa 500 i donatori della sezione di Pont-St-Martin, per un totale di circa 700 donazioni all’anno. Inoltre, da qualche tempo, le varie sezioni della bassa Valle hanno fatto squadra, unendo le forze tra Pont-StMartin, Walser, Arnad e Verrès. Il perché lo spiega Giovanetto: «per andare avanti bisognava unire le varie forze del territorio, soprattutto per riuscire a organizza-

re le feste». E a proposito di feste il calendario è ricco: il 10 maggio ci sarà la gara di bocce a Pont-Saint-Martin, il 17 luglio l’Avis, insieme ai colleghi di Ivrea, sarà a Tavagnasco per la serata dei cori. Inoltre sono previste numerose uscite informative nei vari paesi e la collaborazione ad alcune manifestazioni locali come la corsa al Crabun. Insomma, un gruppo di amici e volontari che ci credono, che dedicano il proprio tempo a difendere e diffondere due tematiche delicate come il maltrattamento e le violenze sui bambini e la salute, per il mantenimento della quale diventa fondamentale donare il sangue. ■ Maurizio Pitti

Il banchetto di AVIS e Telefono Azzurro a Pont-St-Martin

■ PONT-ST-MARTIN / La seconda ditta classificata ricorre contro l’assegnazione dell’appalto triennale

Gestione dei cimiteri: deciderà il TAR

Il sindaco Guido Yeuillaz: «Difendiamo l’interesse della comunità; troppa differenza nell’offerta, inciderebbe sulle tariffe» PONT-ST-MARTIN - Ha deciso di resistere in giudizio il comune di Pont-St-Martin, in merito al ricorso al TAR presentato dalla Melillo Servizi ambientali e cimiteriali s.r.l di Sant’Angelo a Fasanella (Sa), sull’assegnazione del servizio triennale di gestione dei cimiteri comunali di Capoluogo, Fontaney e Ivery. I fatti parlano di un servizio assegnato nel dicembre 2013 all’Impresa edile Regge Danilo, che su una base d’asta di 151 mila 80 euro, proponeva, come riportato dal verbale di gara, un ribasso del 39.20% a fronte, del 1.5% proposto dalla società salernitana. La procedura di assegnazione, però, viene sospesa, per richiedere

alla ditta di Pont-St-Martin di presentare tutta la documentazione necessaria al fine di attestare la congruità dell’offerta presentata (definitia «offerta anomala» per il forte ribasso). In data 24 gennaio, l’impresa edile Regge Danilo presenta una memoria scritta che «giustifica tale offerta» e il 27 arriva l’assegnazione provvisoria. Qui scatta la controffensiva della Melillo Servizi ambientali e cimiteriali s.r.l., che decide di fare ricorso al TAR, bloccando di fatto l’assegnazione. Ci prova il primo cittadino di Pont-St-Martin, Guido Yeuillaz, a fare chiarezza. «Abbiamo deciso di resistere in giudizio perché di mez-

PONT-ST-MARTIN

La promozione passa per la fotografia PONT-ST-MARTIN - Un concorso fotografico avente come tema la promozione di Pont-St-Martin, attraverso il suo territorio, la comunità, le tradizioni, le feste e la storia. Questa l’iniziativa organizzata dalla biblioteca comunale in collaborazione con l’amministrazione comunale. Chiunque volesse partecipare, dovrà inviare un massimo di 4 scatti a colori con orientamento verticale, entro il 30 aprile, alla Biblioteca Comunale “Monsignor Giuseppe Capra”, via Resistenza 5 11026, PontSt-Martin. Sulla busta dovrà essere indicata la dicitura “Concorso fotografico”, senza indicazione dell’autore, e al suo interno dovrà contenere una piccola busta chiusa con l’indicazione dell’autore, dei recapiti e della residenza. Le opere partecipanti saranno esposte dal 6 al 25 maggio nei locali della biblioteca, con le opere vincitrici che potranno essere utilizzate dal Comune per scopi promozionali. Per informazioni è possibile rivolgersi alla biblioteca allo 0125-807793.

zo ci va l’interesse pubblico - spiega il sindaco -. Vista la grande differenza di offerta tra le due ditte in gara, abbiamo deciso di non procedere a un secondo appalto, ma di consentire alla ditta vincitrice di presentare la documentazione necessaria a giustificare il ribasso presentato. La seconda classificata, però, non ha condiviso questa scelta e ha deciso di fare ricorso al TAR». Il comune ponsammartinese, però, non intende mollare. «Per la comunità la seconda offerta non è assolutamente conveniente - conclude Yeuillaz -, anche perché sulla base di questo appalto varierebbero anche le tariffe cimiteriali. Vedia-

Guido Yeuillaz

mo ora l’esito del ricorso, ma siamo convinti di avere operato la scelta giusta; di mezzo, come detto, c’è l’interesse pubblico». ■ Alessandro Bianchet


36

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T RO S E

La Fidas cresce con il coordinamento bassa Valle

Il direttivo della Fidas Valle d’Aosta con il presidente del coordinamento Roberto Gianusso

PONT-ST-MARTIN - Nella foto, il direttivo della Fidas Valle d’Aosta accoglie nella ‘grande famiglia’ dei donatori il coordinamento Fidas bassa Valle affidato a Roberto Gianusso (primo a sinistra). Obiettivo del nuovo sodalizio, incentivare e radicare la presenza della Federazione italiana associazioni donatori di sangue nei comuni della Comunità Montana Mont Rose e fare rete con le associazioni di volontariato dei comuni di Champorcher, Pontboset, Hône, Bard, Donnas, Pont-Saint-Martin, Lillianes e Fontainemore.

lunedì 14 aprile 2014

Mont Rose

Flash

Donnas: incontri per parlare di sicurezza domestica L’Associazione volontari del soccorso di Donnas, in collaborazione con al biblioteca, propone una serie di incontri sul tema della sicurezza, soprattutto tra le mura domestiche, dal titolo “...E a casa tutto ok?”. Il primo appuntamento è fissato per mercoledì 16 aprile, quando Luigina Rei, esperta in sicurezza sul lavoro, terrà l’incontro “La sicurezza in casa”, che si terrà dalle 21 alle 22.30 nei locali della biblioteca donnaziese. Hône: una ricerca storica e geografica in un libro “Hône e Donnas... in origine era l’acqua”. Questo il titolo del video di Patrizio Vichi che sarà presentato martedì 22 aprile alle 20.45 nei locali della biblioteca comunale di Hône. L’opera in questione è un filmato della durata di 19 minuti, realizzato nel 2013, che raccoglie i risultati di una ricerca storica e geografica sul comune di Hône, sull’origine del suo nome, e che nel finale regala una nuova interpretazione del nome “Donnas”. «Una delle particolarità che emergono dal video - spiega l’autore - è che su alcune carte geografiche, a partire dal ‘600, l’indicazione del paese Hône si spostava seguengo il corso del torrente Ayasse, per segnalare, a chi doveva recarsi nel paese, la corretta strada. Le variazioni seguivano regolarmente le possibilità di accesso all’antico ponte sulla Dora Baltea, accesso di importanza vitale per il comune».

■ PONTBOSET / Bilancio di previsione prudente per il Comune; il sindaco: «Puntiamo a preservare quanto fatto»

«Inserita la Tasi per mantenere i servizi» Ha riaperto i battenti l’unico negozio del paese: «Un manna soprattutto per gli anziani» PONTBOSET - «Essendo l’ultimo anno di mandato, vogliamo puntare a mantenre le cose che siamo riusciti a fare, senza mettere in cantiere opere o lavori che i nostri successori poi si troverebbero a dover affrontare». Commenta così il sindaco di Pontboset, Ilo Chanoux, l’approvazione del bilancio di previsione per il triennio 2014-2016, approvato dal consiglio comunale. Pareggia a 994 mila 493 euro la previsione del 2014, con circa 600 mila euro di spese correnti e «150 mila euro che destineremo più che altro alla manutenzione» spiega il primo cittadino. Invariato l’IMU, le tariffe per i servizi a domanda individuale e la TARES, un’aggiunta è arri-

vata con l’introduzione della TASI: «Abbiamo optato per un’aliquota allo 0.5 per mille - illustra Ilo Chanoux -. Porterà nelle nostre casse circa 8 mila euro, ma non essendo un paese con tante seconde case e non potendo intervenire altrove, abbiamo dovuto andare in questa direzione. Non sono cifre pazzesche, ma ci permettono di coprire un po’ di spese relative alla luce e altri servizi». Rimangono inalterate, infine, le indennità di sindaco e assessori e l’imposta di soggiorno, adeguata semplicemente alle linee guida indicate dal CELVA. Riapre il negozio Intanto, martedì 1 aprile, ha

Pont-St-Martin

Flash

Uno spettacolo per aiutare la raccolta differenziata Capitan Eco...live! E’ il titolo dello spettacolo teatral-musicale che andrà in scena giovedì 17 aprile con l’organizzazione della comunità montana Mont Rose, in collaborazione con Quendoz Srl. e Achab Group. L’evento, ospitato dall’auditorium di Pont-St-Martin, prevede due repliche, alle 11 e alle 14.30 e vedrà la partecipazione delle scuole delle comunità montane Walser e Mont Rose, con circa 325 che si godranno lo spettacolo creato da Manuela Tamietti, Alessandro Germano, Noemi Garbo e Andrea Zuliani. Ci pensa la presidente della comunità montana, Ornella Badery a spiegare il nobile scopo dell’iniziativa. «La promozione della raccolta differenziata e della riduzione dei rifiuti è un compito fondamentale per le istituzioni pubbliche, che devono operare al fine di conservare in modo ottimale l’ambiente - spiega Badery -. L’educazione ambientale nelle scuole è sicuramente uno dei modi migliori per trasmettere questi valori alle nuove generazioni. Questo evento si inserisce nel contesto di quelle iniziative di sensibilizzazione che il nostro ente, nel corso degli ultimi anni, ha fortemente proposto con l’obiettivo di aumentare ancora i risultati di raccolta differenziata e la coscienza ambientale dei cittadini».

riaperto i battenti il negozio di alimentari del paese, “La Bottega di Pontboset”, come ricorda ancora il sindaco. «Questo per noi è un altro bell’impegno, visto che contribuiremo ogni anno con 8 mila euro - chiosa ancora Chanoux -. Però si tratta davvero di un grande servizio per il nostro paese, un passo avanti notevole se si pensa che ultimamente eravamo obbligati ad andare a Hône o Champorcher. Vedremo di sostenerlo e, in tal senso, abbiamo già fatto parecchia pubblicità, con volantini e affissioni. Certo, ci vorrà di nuovo l’abitudine a servirsene, ma gli anziani sono già “attivi” in tal senso. Giuseppe Zoppo, il proprietario, ha deciso

Ilo Chanoux

di tenere aperto tutti i giorni, compresa la mattinata di domenica: è già un buon inizio, speriamo che sia un crescendo». ■ Alessandro Bianchet

Hône: festa grande per i coscritti del 1996

I coscritti del 1996 di Hône con la giunta comunale

HONE - Giornata importante per i coscritti del 1996 di Hône che, lo scorso 10 aprile, sono stati ricevuti in Comune per l’ormai tradizionale consegna dei diplomi di maturità civica. Il sindaco Alex Micheletto, il vice Stefano Borettaz e l’intera giunta comunale hanno voluto sottolineare l’importanza dell’ingresso nella maggiore età, per un gruppo che, in attesa della Patronale di San Giorgio, in programma dal 22 al 29 aprile, si è goduto tre giorni di grande festa. «Questo è un passo importante, che porta con sé tanti diritti e anche qualche dovere. Speriamo che con la maggiore età vi vedremo molto attivi nella vita di paese, partecipando alle diverse realtà che l’associazionismo offre qui a Hône e alle tante attività organizzate. Speriamo che il vostro gruppo sia unito e si faccia vedere con grande frequenza, aiutandoci anche a colorare que-

sto periodo di festa che ci apprestiamo a vivere». I neodiciottenni hônois sono Mirko Pastour, Richard Dublanc, Simone Manservigi, Elisa Martinet, Sara Libero Man-

geri, Davide Iorio, Federica Mandato, Giulia Trompetto, Dragos Ojog, Jaspreet Kaur, Matteo Colliard, Anastasia Vaser e Joëlle Cominet. ■ r.g.

FONTAINEMORE

Doppia iniziativa per Pasqua FONTAINEMORE - Due interessanti iniziative per Pasqua organizzate dal comune di Fontainemore con Viva Valle d’Aosta e Riserva naturale Mont Mars. Sabato 19 aprile, alle 17.30 a Coumarial è fissato il ritrovo per Pasqua sotto le stelle, una passeggiata a chiaro di luna immersi nella natura. Dopo la ciaspolata guidata all’Alpe Leretta, è prevista una merenda sinoira all’agriturismo Le Soleil; il costo è di 35 euro. “Chi passa per questa via”? è il titolo dell’iniziativa prevista per lunedì 21 aprile. Il ritrovo è fissato per le 9.30 al centro visitatori della riserva del Mont Mars, da dove partirà una gita nel bosco di Pian Fontana alla scoperta degli animali e delle loro abitudini. Il costo è di 15 euro. Per informazioni, contattare Federico al 340-2736621.


37

lunedì 14 aprile 2014

Les Mots in 7.000 libri in piazza Chanoux

torna il festival della parola P rende ispirazione da Sartre e riparte all’insegna della rinascita il Festival della parola in Valle d’Aosta che cambia nome e da Babel, («non più usato perché sono cambiate le condizioni di utilizzo del marchio» ha spiegato il dirigente Ercole Balliana), diventa Les Mots, e proprio alla rinascita, culturale, economica e religiosa, dedica l’edizione 2014. Il padiglione di mille metri quadri, che ospiterà le librerie valdostane e i loro stand, con oltre 7.000 volumi, e un calendario di 117 eventi, aprirà le porte giovedì 17 aprile alle 17 con Antonio Scurati (“Il padre infedele”) e il regista e scrittore Giorgio Pressburger (“Storia umana e inumana”) che, moderati dal direttore artistico della rassegna, Arnaldo Colasanti, dialogheranno sul tema dell’edizione 2014 la “Rinascita”. A seguire la prima giornata di Les Mots proseguirà con la presentazione del libro “La green economy in Valle d’Aosta” che raccoglie i risultati di uno studio commissionato dalla Chambre Valdôtaine per fotografare la green economy in Valle d’Aosta. Il festival sarà suddiviso in diversi momenti: oltre agli

Il direttore artistico Arnaldo Colasanti e l’assessore Joël Farcoz

Les Mots - Il programma Giorno per giorno le chicche dei primi dieci giorni di Festival Giovedì 17 aprile

Ore: 17 Antonio Scurati racconta il suo libro “Il padre infedele”, Giorgio Pressburger racconta il suo libro “Storia umana e inumana”; Ore 18.30 “La green economy in Valle d’Aosta” Venerdì 18 aprile

Ore 16: Antonio Manzini racconta il suo libro “La costola di Adamo” ambientato ad Aosta; Ore 17: Andrea Delogu e Andrea Cerola presentano “La collina” Sabato 19 aprile

Ore 21: Giuseppe Cazzottella parla di “Non dirmi che hai paura” Lunedì 21 aprile

Antonio Scurati (a sinistra) aprirà il festival Paolo Jannacci (a destra) lo chiuderà

Babel - Il caso

incontri con gli autori nazionali ci saranno i tradizionali “Assaggi letterari” con autori valdostani, la nuova rubrica “Eun mot pe dzor” alla scoperta delle parole in patois, i momenti dedicati al 70° anniversario della Resistenza, della Liberazione e dell’Autonomia, “Les mots devoilés” dedicati a grandi autori della letteratura valdostana (Tancrède Tibaldi, Antoine Chanoux, Auguste Petigat e Léon -Marius Manzetti) e “Ti dico un libro”, la condivisione teatrale dei testi “Il Libro di Giobbe”, “La fattoria degli nimali”, “Il Cavaliere inesistente” e “Cuore”. Tra i protagonisti Antonio

«Ho appreso la notizia dagli organi di informazione, non sapevo nulla del cambio di nome, né ho avanzato delle pretese». É stupito Riccardo Piaggio, a cui si deve la paternità del marchio “Babel”, della decisione dell’assessorato alla Cultura di cambiare nome all’evento. «Ritengo che non sia una scelta valorizzante per questo festival che ho ideato 5 anni fa e al quale ho collaborato fino alla scorsa edizione. Nessuno mi ha chiesto né comunicato niente. Io avrei potuto fare una proposta e poi si sarebbe potuta aprire una trattativa, invece dopo aver inoltrato, come sempre, la mia proposta di collaborazione, un mese fa, non ho più saputo nulla».

Manzini, Andrea Delogu, Andrea Cerola, Giuseppe Catozzella, Andrea Vitali, Gianni Valente, Alessandra Ferraro, Michele e Nicola Neri, Giuseppe Lupo, Sara Tessa, Candida Livatino, Lucia Rizzi, Francesco Degl’Innocenti, Corrado Formigli, Mario Giordano, Piergiorgio Odifreddi, Paolo Maria Noseda, Marco Steiner, Cinzia Leone, Paolo Brosio. Per i più piccoli Giunti Editore racconterà le storie di Peppa Pig e i suoi amici (il 22 aprile alle 15.30 e il 4 maggio alle 11) Il programma dettagliato delle iniziative al sito www. regione.vda.it. ■ Erika David

■ e.d.

Ore17.30 Andrea Vitali racconta il suo libro “Premiata Ditta sorelle Ficcadenti” Martedì 22 aprile

Ore 17.30: Gianni Valente presenta “Francesco, un Papa dalla fine del mondo” Mercoledì 23 aprile Ore16: Michele e Nicola Neri parlano di “Scazzi”; Ore 17.30 Giuseppe Lupo racconta “Viaggiatori di Nuvole” Giovedì 24 aprile

Ore 15: Sara Tessa racconta “L’uragano di un batter d’ali”; Ore 17.30 tata Lucia Rizzi parla di “I segreti delle famiglie felici” Sabato 26 aprile Ore 15: Corrado Formigli presenta “Impresa impossibile”; Ore 17.30 Mario Giordano racconta “Non vale una lira” Domenica 27 aprile

Ore 11: Virginia Bramati racconta “Tutta colpa della neve”; Ore 17.30 Cristina De Stefano presenta “Oriana una donna”


38

lunedĂŹ 14 aprile 2014


lunedì 14 aprile 2014

c u lt u r a & s p e t tac o l i

39

INCHIESTA: E-book, sconti e vendite promozionali, supermercati e autogrill mettono in difficoltà i professionisti dei libri

I librai (a fatica) sopravvivono di Miriam BEGLIUOMINI aosta - «L’Italia è spaccata a metà: i lettori sono concentrati tra Emilia-Romagna e Nord Est. Le donne leggono più degli uomini, i ragazzi tra i 14 e i 19 anni sono il 60 per cento dei lettori, le fasce più benestanti comprano più libri. La vendita di ebook è aumentata, ma solo del 14 per cento: troppo poco per compensare il calo del resto del settore». Così poche settimane fa un editoriale di Giovanni De Mauro su Internazionale tracciava le linee di quella specie (in via d’estinzione?) che è il lettore in Italia. Una passeggiata fra le librerie del centro di Aosta fotografa una situazione ambivalente, un continuo tira-emolla senza esclusione di colpi fra librai in carne e ossa da un lato, vendite promozionali, e-book, mancanza di leggi chiare dall’altro. Se lo sconto fisso del 15% negli ipermercati fa sì che i fatturati siano in linea con quelli degli anni scorsi («Da quest’anno abbiamo introdotto anche la vendita dei libri di testo con buoni risultati» - spiega il capo settore Cidac Luca Jacquemet) e permette al cartaceo di resistere alla concorrenza dell’e-book, specie nel periodo delle feste, la situazione si fa più incerta in libreria. «Si lavoricchia - dice Clara Acerbi della libreria A La Page - fra crisi, diffusione dei libri in vari esercizi commerciali e vendite promozionali non può che prodursi una flessione. Anche gli e-book hanno la loro parte: i lettori forti in molti casi optano per il reader, vuoi perché più economico, vuoi perché più pratico e capiente». Una clientela di nicchia funziona in alcuni casi da garanzia. «Siamo specializzati nel settore ragazzi e infanzia - commenta Serena Lanari, libreria Giunti - e forse per questo non c’è una reale competizione con l’e-book, anche se questo permette di scavalcare i tempi d’attesa della libreria». Più che uno slittamento al digitale, in genere, si accusa un vuoto di legge sulla questione sconti: l’unica normativa esistente al momento è la legge Levi, che, pur imponendo un

il lettore forte? E’ Donna e over 40

Clara Acerbi, à la Page, livres et café

Il lettore medio: ha dai 12 ai 16 anni e oltre i 40; manca quasi completamente la fascia 20-35. I “lettori forti” risultano essere soprattutto “ lettrici forti”; curiosità: gli uomini comprano 2-3 libri alla volta, le donne quasi sempre uno. I più gettonati sono i romanzi ma anche i gialli e i polizieschi di Carofiglio e Camilleri. Per i piccoli i must rimangono Geronimo Stilton e l’ormai non più giovanissimo Harry Potter.

Luciano Pollicini e Piero Valleise, Libreria Aubert

tetto massimo di sconto del 15%, lascia ampio spazio alle singole iniziative. Spiega Stefano Tringali della

Stefano Tringali, Libreria Mondadori

Serena Lanari, libreria Giunti

libreria Mondadori: «il vero problema è che i libri si trovano dappertutto, dal tabacchino alle poste, all’autogrill.

In più manca una legge univoca in materia di sconti. Ed in tempi di crisi al libro si può rinunciare… L’e-book non è

un vero concorrente in Italia, almeno per ora. Peraltro, anche dove si è registrato un iniziale boom, come negli Stati

Uniti, si assiste ora a un ritorno al cartaceo». Il disamore per il formato digitale è confermato anche alla Libreria Aubert: a una breve luna di miele con l’e-book segue di solito un ritorno al cartaceo. Il contesto resta, però, spigoloso. Una stessa opera di Molière nell’ edizione Gallimard costa 2.90 euro, mentre nell’edizione Garzanti 9.90 euro. «Come libreria indipendente i nostri modelli sono quello tedesco, francese, spagnolo: all’estero c’è una normativa ferrea che impedisce ai librai di fare sconti e tuttavia i prezzi sono molto più bassi - ragiona Piero Valleise - ciò detto, quella del libraio resta una figura fondamentale, al di là di e-book e acquisti online; si crea un rapporto di scambio, c’è la possibilità di cambiare un libro se non piace. Da noi hanno molto successo i bigliettini con il parere del libraio» - aggiunge Valleise - «come anche le presentazioni di libri, sia in loco che sul territorio; dall’autunno partiremo con una serie di esposizioni che legheranno fotografia di viaggio e libri». Caffè-librerie, incontri con l’autore, moltiplicazione dei linguaggi: la pluridimensionalità sembra l’unica via di salvezza per quegli antichi e meravigliosi crocevia fra uomini di carne e uomini di carta che sono le librerie.

CINEMA - Il documentarista Ketch Rossi ha girato qui il documentario ‘The last snow in Valle d’Aosta’

La Valle d’Aosta sugli schermi di Las Vegas Aosta - Valle d’Aosta, Hollywood e non solo. Dopo “Point Break” e “Age of Ultron”, gli scenari alpini della nostra regione sono stati scelti anche per altre produzioni americane, destinate a un pubblico di professionisti della cinematografia. Fra fine marzo e l’inizio di aprile il direttore della fotografia di origine italiana Ketch Rossi ha scelto le nevi del Monte Rosa e il castello di Issogne per testare materiali e nuovissime tecnologie di ripresa. Il filmato, realizzato con la cinecamera Red Dragon, è stato poi presentato negli Stati Uniti alla fiera NAB di Las Vegas. La tecnologia red dragon è utilizzata nelle grosse produzioni cinematografiche e offre una spettacolare risoluzione 6K, pari a più di nove volte quella HD. Ha una risoluzione enorme e una latitudine di posa che la rendono la più sensibile e dettagliata nei colori del mondo. Il professionista valdostano Ste-

fano Ceccon ha partecipato alle riprese come co-produttore, operatore e location manager. Spiega: «Ho conosciuto Ketch Rossi due anni fa, tramite il sito reduser.net. Quando sono venuto a sapere che voleva filmare sulle nevi delle Alpi, l’ho subito contattato per riprendere in Valle d’Aosta. Ottenuto il suo ok, la logistica è stata realizzata grazie al supporto della Film Commission, dell’assessorato regionale al Turismo e della Monterosa Ski. Il risultato è stato il cortometraggio “The last snow in Valle d’Aosta”, alla quale hanno partecipato il fotografo di scena Piero Celesia, freeriders, dogslesman, e svariate comparse locali». Ceccon ha realizzato diversi filmati di back-stage destinati agli sponsor del progetto, e ha curato anche l’editing e il color-correction di altri filmati girati da Ketch Rossi a Venezia. ■ Francesca Jaccod

Rossi al lavoro, sullo sfondo l’operatore locale Stefano Ceccon - Ph. Pietro Celesia

L’iniziativa della community Instagramers VdA e di Gazzetta Matin

LA VALLE D’AOSTA VISTA ATTRAVERSO INSTAGRAM Inviate le foto con l’hashtag #igersvalledaosta; ogni lunedì pubblicheremo le migliori quattro Qui a lato, lo scatto di Ezio Riccio; più a sinistra la silhouette del campanile scelta da Romuald Desandré Qui a lato, gli stambecchi dello staff del Parc Animalier di Introd; più a destra, StBarthélemy verso Cuney nella foto di Gianluca Scarpari

aosta - Uno degli aspetti che più amo di Instagram è la sua democraticità. Non bisogna essere dei fotografi affermati né degli utenti attivi da anni sulla piattaforma per pubblicare un’immagine che lasci il segno. È sufficiente tanta passione, un discreto occhio fotografico e, soprattutto, trovarsi nel posto giusto al momento giusto. I ragazzi dello staff del Parc Animalier d’Introd hanno la fortuna di vivere la loro quotidianità nel posto giusto ed avere a disposizione una serie di momenti perfetti, grazie alla fauna alpina che li circonda. Con il loro profilo @parcanimalierintrod sono su Instagram da solo due mesi e hanno ancora pochissimi followers, ma non faticheranno ad aumentarli in fretta se continuano a pubblicare foto come questa, dal titolo ‘tre stambecchi a riposo sotto il sole primaverile’. Lo scatto è stato realizzato con un iPhone 4s e il filtro scelto è Lo-Fi, nella sua versione con cornice, che tanto andava di moda nel primo anno di Instagram e che attualmente viene sempre più spesso riproposto. Vi accorgerete che anche Gianluca Scarpari di Aosta (@gianlucascarpari) meriterebbe un seguito maggiore, se curiosaste un po’ sul suo profilo; l’immagine che abbiamo selezionato, realizzata con un iPhone 5, è stata ripresa a Saint Barthélemy, salendo verso Cuney; la vallata appare come un luogo incantato e la scelta del filtro Hefe si sposa benissimo con il contrasto di colori del paesaggio. È invece seguitissimo su Instagram Ezio Riccio di Gressan (@bennu_semper_eadem), e basta dare un’occhiata alla sua gallery per capirne il motivo. Lo scorcio di via San Giocondo immortalato ad arte con un iPhone 5, (utilizzando Snapseed Drama e HDR Scape), ne è un incantevole esempio. Sensazione di pace e tranquillità, (e nuovamente Saint Barthélemy), sono protagonisti nell’ultima foto di questa settimana, quella del rinomato fotografo Romuald Desandré (@romualddesandre), che nonostante la scarsa luce, corretta con la luminosità di Instagram, ha voluto ‘sfruttare il cielo terso che lasciava distinguere la silhouette del campanile’. Romuald ha utilizzato l’applicazione hipstamatic dal suo iPhone, direttamente con preset bianconero; il risultato, converrete con me, è impeccabile. ■ Giuseppe Giorgi


c u lt u r a & s p e t tac o l i

40

lunedì 14 aprile 2014

ARTE - Parte da Pont-Saint-Martin la tournée dell’originale band che viaggerà tutto l’anno in sedi diverse

Pittori e scultori in (Re) Tour Pont-saint-martin - Una band improbabile quella che ha inizato il suo tour, il Re-Tour per la precisione, venerdì 11 aprile da ‘l Castel di Pont-SaintMartin. Tre scultori, Cesare Marguerettaz, Bobo Pernettaz e Marina Torchio e due pittori Gianni Bersezio e Barbara Tutino compongono l’originale formazione. «Il gruppo – racconta Pernettaz – è nato per gioco, a inizio febbraio, durante un pranzo tra amici, artisti che lavorano sul territorio valdostano, con la voglia di condividere spazi, idee e progetti». Una band di pittori e scultori che pur con personalità molto eterogenee, anche a livello artistico, riescono ad an-

Cesare Marguerettaz, Marina Torchio, Barbara Tutino, Bobo Pernettaz e Gianni Bersezio

dare d’accordo, amano condividere, uniti dalla passione per l’arte. «La vita dell’artista – specifica Marina Torchio – è spesso vissuta in solitudine. In questo momento difficile di crisi, abbiamo deciso di unire le forze e di proporre insieme le nostre opere». «Siamo – sottolinea Pernettaz - un’unione di anime che amano incontrarsi per vivere insieme delle belle emozioni». Nella prima sala espositiva è possibile ammirare le sculture in grès di Marina Torchio che, come lei descrive, raffigurano dei Santi, ognuno rappresentato rispettandone l’iconografia. San Martino, per esempio, è raffigurato richiamando l’episodio famoso di lui a cavallo, che con la spada taglia in due il

TEATRO - Appuntamento infrasettimanale per non accavallarsi con le celebrazioni pasquali

Il Printemps si sposta al giovedì: tocca a Cogne e Arnad

Lou Tracachemèn de Cogne

aosta - Appuntamento infrasettimanale, giovedì 17 aprile, per il Printemps Théâtral, che vedrà esibirsi le compagnie di Cogne e Arnad. Si comincia con Lou Tracachemèn de Cogne che presenterà la pièce “Pays natal” scritta da Andrea Cavagnet e portata in scena, con la collaborazione dell’ensemble vocale De Si De La diretto da Davide Benetti, dagli attori Edoardo, Elodie e Mattia Abram, Ma-

La Compagnì dou Beufet di Arnad

thias Allera, Noemi Brocard, Thomas Buscaglione, Andrea Cavagnet, Damien Charrance, Katia Cuaz, Davide Filippini, Jean Foretier, Xavier Gerard, Nadia Glarey, Roger Savin, Erik Vial e Tuulikki Venturini. Si tratta di una pièce amara sull’avvenire socio-culturale della Valle d’Aosta. A seguire toccherà a La Compagnì dou Beufet di Arnad con la pièce “Télévéyà: quiapolé dé la Val d’Ohta é d’Arnà”. Saliranno sul pal-

co Alexandre Bertolin, Simone Bonel, Matthieu e Valentina Challancin, Martine Cortinovis, Aldo Depré, Rhemy Deval, Marco Favre, Fabio, Monia e Sofia Janin, Claudio, Patrick e Sara Joly, Federica e Francesca Laurent, Aline e Yvette Noro, Simone Rossi, Serena Torreano e Luisa Valleise. Appuntamento alle 21, allo Splendor, ingresso 8 euro, gratis i ragazzini sotto i 14 anni. ■ r.g.

suo prezioso mantello per donarlo a un povero viandante. Le sculture di Torchio sono contornate dai quadri su carta vetro di Barbara Tutino. Il suo è un lavoro dedicato alla devozione spontanea e popolare, espressa attraverso altarini e tabernacoli, all’interno dei quali, protetti da grate, sono ospitati i Santi, che emanano grazia e a cui vengono offerti fiori freschi. Nella seconda sala troviamo invece i quadri di Gianni Bersezio. «Spesso mi ritrovo a interpretare la vita in modo grottesco» spiega. Nel quadro intitolato “La proprietà”, per esempio, sono raffigurate tante persone con in mano delle scatole, tenute gelosamente strette tra le braccia, ma che in realtà non contengono assolutamente nulla. Cesare Marguerettaz, famoso per i suoi tatà, espone alla mostra delle opere che celebrano il mondo montanaro, attraverso la sua personale interpretazione: sentendo – come più volte lui ha ribadito – l’aria magica della ruralità alpina. Si possono ammirare l’albero dei “trovilles” (attrezzi agricoli per imballare il fieno), oppure l’albero di farfalle di corteccia di betulle. Pernettaz rimane legato al territorio, alla cultura popolare valdostana. «Tutti i lavori sono recenti -precisa lo scultore -. Sto approfondendo anche nuove tematiche come nel caso della scultura “Il matto” e sto usando anche materiali finora non utilizzati, come il plexiglas, che mi permette di aumentare l’effetto prospettico». Il tour della Valle d’Aosta prevede, oltre a quella di PontSaint-Martin, altre tre esposizioni: a Cogne, dal 4 luglio al 31 agosto, nella Maison G. Dainé e a Saint-Rhémy-enBosses, dal 6 dicembre all’11 gennaio 2015, al Castello. ■ Piera Squillia

EVENTO - Fino al 17 aprile la Valle d’Aosta accoglie un gruppo di studenti ebrei e palestinesi

di Daniele Fassin

Il 1630: un anno da dimenticare Nel 1630 è in corso la guerra tra Spagna e Francia per Mantova e il Monferrato. La Francia è alleata con la Savoia è dunque la Valle d’Aosta è interessata dal continuo passaggio di eserciti e truppe mercenarie. Nel maggio di quell’anno il Conseil des Commis è avvisato riguardo al passaggio di ben quattro reggimenti: quello del principe Tommaso di Savoia, quello del conte di Strambino e due del colonnello Juscigny. Questi reggimenti sono portatori di violenza, di sporcizia e di malattie. Da alcuni anni in Piemonte, Lombardia e in Francia (Lione) si registrano casi di epidemia. É la peste, un’epidemia che ognuno di noi ha letto nei Promessi Sposi e che porta il suo messaggio di morte in tutta Europa fino alla fine del 1631 accanendosi in particolare nel nord Italia, decimandone la popolazione. In Valle d’Aosta il primo caso registrato si ha poco dopo l’arrivo delle truppe lanzichenecche e precisamente il 19 aprile 1630, nel borgo di Donnas. Il Conseil des Commis si attiva subito per la predisposizione di un cordone sanitario, una frenetica azione per isolare i casi sospetti e limitare i movimenti delle truppe immonde e infette, nel frattempo installatesi sul lungo Dora nei pressi di Aosta. Il codone sanitario ha però vita breve e la peste dilaga; i Consiglieri smettono di riunirsi in città e si spostano nella zona di Pont Suaz dove cercano di arginare l’epidemia bloccando, ove possibile, la fuga dei contagiati verso le località ancora immuni. Il giorno 13 giugno anche i Consiglieri si arrendono, il libro delle delibere si arresta improvvisamente, con una frase troncata a metà e per tre mesi le cronache ufficiali sono interrotte. Al rapidissimo diffondersi dell’epidemia si aggiunge una compagna di morte: la fame. Le scorte di viveri sono saccheggiate dai soldati, le coltivazioni si interrompono, le mandrie al pascolo diminuiscono, le mucche diventano razioni di cibo. Durante il mese di agosto la situazione precipita, ogni angolo della Valle d’Aosta è raggiunto dal terribile morbo «le mal contagieux s’alloit tellement dilatant par tous les coins du pays qu’il se peut dire universel». Diete, medicine, precauzioni vengono sostituite dalla stregoneria, dai riti magici, dagli oli miracolosi e dalla misericordia divina, «à fin d’implorer l’aide divin et supplier le bon dieu de appaiser son ire et divertir le fléau». Anche il Conseil des Commis si allinea e con un voto di devozione propone di raccogliere i ducati necessari per regalare una targa d’argento raffigurante la città di Aosta alla Madonna di Loreto, la Madonna nera. Tale voto verrà soddisfatto solo nel 1644, a peste ampiamente superata e a seguito di una sommossa del popolo, adirato dal ritardo di esecuzione e dai soldi sborsati nei momenti difficili. In ogni comune della Valle d’Aosta si possono vedere cappelle e oratori frutto di questi voti. Peste, fame, disperazione, trasgressione dei divieti e dunque ulteriori contagi sono il filo conduttore dell’estate e dell’autunno 1630: «o posteri, se sentiste i pianti e le grida di quest’anno 1630, vi creperebbe il cuore» è la testimonianza di un frate che assisteva gli appestati. Solo con le temperature rigide dell’inverno il contagio dà segni di rallentamento. Inizia quindi un periodo di quarantena e di disinfestazione, la quotidianità riaffiora, il mercato, il commercio e i soldi riprendono il loro corso; anche i viveri iniziano ad abbondare anche perché le bocche da sfamare sono drammaticamente ridotte. Con la primavera riprende la peste e i morti, ma la quarantena invernale ha comunque fatto la sua parte e dopo un’estate ancora tribolata ad ottobre 1631 il peggio è alle spalle, Aosta «est en pleine santé» Si iniziano a tirare le somme e a stilare i bilanci, sebbene sommari: i numeri sono comunque impietosi e di una tragicità irripetibile: la popolazione valdostana è ridotta ad un terzo! 70 mila morti riducono la popolazione da 100.000 abitanti del 1629 a poco meno di 30.000! Ci vorranno secoli per tornare ad una popolazione superiore ai 100.000 abitanti e delle generazioni intere per dimenticare l’odore della morte nera.

Un coro di VOCI DI PACE saint-christophe - Che ci fanno ebrei, palestinesi e valdostani sotto lo stesso tetto? Ballano! Siamo ormai giunti alla quarta edizione di “Voci di Pace in Valle d’Aosta” che riconferma il rapporto tra la nostra piccola valle e i ragazzi ebrei e palestinesi che la frequentano. La ricetta di questo successo è il clima di incontro, tolleranza e comprensione che abbatte i limiti e le distanze interculturali che si crea in una regione neutra come la Valle d’Aosta, lontana dai territori coinvolti nel conflitto mediorientale. La biblioteca di Saint-Christophe, venerdì 14 aprile, ha avuto la fortuna di vedere tre etnie incontrarsi e conoscersi tra danze tradizionali, strumenti tipici e canti a squarcia gola. Il Gruppo Folkloristico delle Tradizioni Valdostane ha rappresentato le nostre danze e i nostri canti con splendidi abiti tipici che hanno catturato l’interesse dei ragazzi che hanno partecipato con entusiasmo ai balli. In particolare è stato apprezzato lo Fléyé uno strumento ricavato da un attrezzo per battere il grano che li ha resi protagonisti di un piccolo concer-

I ragazzi si uniscono alle danze del Comité des Traditions, sotto un momento dei gruppi di lavoro

to improvvisato. Il progetto, dallo scorso 7 aprile al 17 aprile prossimo, vede undici studenti ebrei e palestinesi soggiornare nella casa parrocchiale della Cattedrale di Aosta grazie all’impegno dalla sezione valdostana del Movimento internazionale della riconciliazione, dall’Istituto pace sviluppo e innovazione delle Acli di Aosta e dal Coordinamento solidarietà Valle d’Aosta, in collaborazione con il Consiglio Valle, l’assessorato istruzione e cultura, la presidenza del Consiglio comunale di Aosta, l’assessorato alle politiche giovanili del

Comune di Aosta e l’Università della Valle d’Aosta. I ragazzi sono stati accolti da 30 coetanei provenienti dal Liceo scientifico-linguistico di Aosta e dal Liceo scientifico

di Saint-Vincent e da un’équipe di educatori e psicologi il cui compito è di seguire e incentivare il dialogo interculturale. ■ Francesca Contini


lunedì 14 aprile 2014

S P E T TAC O L O & C U LT U R A

41

MUSICA - Nei padiglioni di Runaz la seconda edizione della Festa, venerdì 18 aprile, a partire dalle 18.30

Torna L’Orage di Primavera avise - Una primavera che si rispetti vuole il suo orage. Dopo il successo dello scorso anno i padiglioni di Runaz aprono nuovamente i portoni per ospitare la seconda edizione della Festa di Primavera voluta da L’Orage. L’appuntamento è per venerdì 18 aprile a partire dalle 18.30. «Volevamo che diventasse un appuntamento annuale - spiega il polistrumentista Vincent Boniface -, purtroppo andiamo a ledere la morale cattolica festeggiando il venerdì santo, ma era l’unica data che poteva andare bene un po’ a tutti». Formula vincente non si cambia e così, come lo scorso anno, si comincerà con l’aperitivo e un dj set curato dai diversi musicisti de L’Orage. Chi vuole può approfittare della cucina presidiata dagli amici della band e cenare nel padiglione (prenotazioni a lorageband@ gmail.com). «Per la quota ci affidiamo al buon cuore dei valdostani, cerchiamo di andare incontro alle persone in questo momento difficile e lasciamo libera l’offerta». Alle 20.30 si comincia con la musica live. «Il folksinger con la F maiuscola Stefano Frsion presenterà il suo ul-

Nella foto di Daniela Silvi L’Orage in concerto al Cap 10100 venerdì scorso

timo lavoro al quale abbiamo partecipato io e Alberto Visconti - aggiunge Boniface -, in secon-

da serata ci saremo noi, L’Orage, con lo spettacolo che porteremo in tour quest’estate». Tour che

ha già dieci date certe e altrettante da confermare e che porteranno il rock delle montagne

del gruppo valdostano a risuonare in diversi paesi dello stivale. La Festa di Primavera

proseguirà poi con un assaggio del primo album di Estremìa, il duo formato da Marta Caldara al pianoforte e lo stesso Vincent Boniface all’organetto. «Estremìa è un modo di dire del patois per distinguere la funzione extraecclesiastica dei ritocchi del campanile, quelle volte, cioè, quando le campane suonavano per dare l’allarme - spiega il musicista -. Insieme a noi si esibirà Abramo, vero professionista del Beat box, mentre a chiudere la serata ci penserè il soul e il reagge dell’Augusta Massive Family». ■ Erika David

...Pillole di cultura...Pillole di cultura...Pillole di cultura...

Doppio appuntamento con lo ska dei Bankrobbers

Arrivano da lontano e ne approfittano per portare il loro ska2tone in un doppio appuntamento valdostano. Sono i Bankrobbers che si esibiranno venerdì 18 aprile al Nigra Pub di Montjovet per bissare, sabato 19 aprile, all’Espace populaire di Aosta, dove chiuderà la serata l’Arma dj set. La band che vanta collaborazioni con Enrico dei Los Fastidios, Ennio degli Statuto, Duca e De Veggent dai Redska porterà in Valle d’Aosta il suo ultimo album “Folgen” che segue di due anni l’album di esordio, “Our Times”. Al Giro del Mondo l’ultimo Scorsese Il primo film di questa settimana della rassegna Il giro del Mondo in 50 film è “La mia classe” di Daniele Gaglianone, in programma al de la Ville martedì 15 aprile alle 16 e alle 21.15 e mercoledì 16 alle 19.15. La seconda pellicola è il tanto discusso, per l’Oscar mancato alla straordinaria interpre-

tazione di Leonardo Di Caprio, “The Wolf of Wall Street” di Martin Scorsese che sarà proiettato martedì alle 18 e mercoledì alle 16 e 21. Il Liceo musicale in concerto Le classi del Liceo artistico musicale si esibiranno in concerto nell’Aula Magna della sede di Via dei Cappuccini 2 di Aosta lunedi 14 e mercoledi 16 aprile, alle 18. La tua vita un inferno, Tiziano Trevisan presenta il suo romanzo alla biblioteca regionale Uscito da pochi giorni nelle librerie, sarà presentato venerdì 18 aprile, alle 18, nella sala conferenze della biblioteca regionale il romanzo “La tua vita un inferno” del giornalista, e presidente dell’ordine dei giornalisti della Valle d’Aosta, Tiziano Trevisan. Il romanzo è edito da Nulla Die di Massimiliano Giordano.


AG E N DA

42

Buon compleanno!

Auguri!! Gianluca Rodolfo Ivan Fabio Manfredi Alberto Katya Mauro Serena Simone Enrica Richard Luca Livia Marlene Nelly Diego Stefano Franco Matteo Federica Sabrina Marco Jules Veronica Angelo Adriano Michael Andrea Luca Susanna Jean Giovanni Luca Alessandro Alessandra Davide

Bertschy Blasi Catalfamo Cento Cortivo Cotroneo Covolo D’Aprile De Santis Dosso Ferri Gaetano Girasole Herbet Jocallaz Loriot Marchioro Money Ottomanelli Pangallo Pansera Pansera Pellicanò Pession Pirana Prodoti Sedda Tedde Tabanelli Tacchella Tassone Uroni Valente Vasciminno Violante Volpe Zambon

14 Aprile 17 Aprile 14 Aprile 14 Aprile 20 Aprile 15 Aprile 17 Aprile 19 Aprile 16 Aprile 16 Aprile 14 Aprile 14 Aprile 20 Aprile 15 Aprile 16 Aprile 16 Aprile 17 Aprile 14 Aprile 16 Aprile 16 Aprile 15 Aprile 15 Aprile 20 Aprile 16 Aprile 17 Aprile 17 Aprile 14 Aprile 14 Aprile 16 Aprile 17 Aprile 19 Aprile 18 Aprile 18 Aprile 17 Aprile 18 Aprile 19 Aprile 19 Aprile

lunedì 14 aprile 2014

Tanti auguri a nonna Rita per i suoi sessant’a nni. Amélie, Amandine e Armelle

Un augurio speciale per il tuo Compleanno da parte di Piero Antonio e Loris

Congratulazioni!

Un messaggio per...

Ad Alessandro e Simone, che domenica 6 aprile, a Sarre, hanno ricevuto il Battesimo, tanti auguri e grazie per la bella festa!

Fiocco azzurro

Fiocco rosa

Il 10 aprile è nato Noah per la gioia di mamma Simona, papà Luca e della sorellina Giada. I genitori colgono l’occasione per ringraziare tutto il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Beauregard

Fiocco azzurro

Questo è Luigi nato il 10 aprile per la felicità di mamma Giuliana e papà Michele ringraziano tutto il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Beauregard

Questa è Emma nata il 4 aprile da mamma Anna e papà Cesare

aver Congratulazioni al Maestro Piermario Rudda per Pratica in ma Diplo il , esso succ conseguito, con meritevole estetica del e Tecnica in Direzione di Banda, teoria, storia ed a Ida Viglino Corso Biennale realizzato dalla Fondazione Maril’Orchestre per la cultura musicale in collaborazione con r Ferran d’Harmonie du Val d’Aoste tenuto dal Maestro Ferre

Fiocco rosa

Ecco Aurora nata il 10 aprile da mamma Valentina e papà Fabio che ringraziano il ginecologo Komi Kavege e l’ostetrica Francesca Cavalieri

Un messaggio per... Grandissima prestazione dell’Under 9 dei Gladiators Aosta che a Chamonix hanno conquistato un bellissimo 2^ posto su 24 squadre francesi e svizzere


lunedì 14 aprile 2014

Foto ACMediapress

SCIALPINISMO

a pagina 45

CALCIO

da pagina 49

PICCOLI TALENTI a pagina 46-47

Oggi il bilancio tricolore dell’Asiva a pag. 44

■ IL PERSONAGGIO / Il 17enne Matteo Viana si distingue nel circuito mondiale Juniores dello sci di velocità e sui banchi di scuola

Il ragazzo-jet che segue la scia dei fratelli Origone AOSTA - Ha solo 17 anni e una passione smoderata (in tutti i sensi) per la velocità. Quando è in pista va più veloce di un centauro (176.471 km/h il suo record personale, stabilito sabato vincendo il Grand Prix di Guillestre a Vars), solo che non cavalca una moto, ma sfreccia tra le fotocellule a bordo dei suoi sci. E’ Matteo Viana, promessa di uno sci di velocità abbondantemente illuminato dai due super campioni valdostani Ivan e Simone Origone. In nazionale Juniores da due anni, il giovane

di Villeneuve, si dichiara soddisfatto dei risultati raggiunti e, in particolare della stagione appena ultimata. «E’ stata tutta in crescendo - ha detto -. La prima gara a Vars non è andata benissimo, anche a causa del poco allenamento. E’ difficile trovare delle piste che abbiano i requisiti necessari, forse anche perché la nostra, non essendo disciplina olimpica risulta meno allettante per le società che gestiscono gli impianti». Dopo il 6° posto francese è arrivata Andorra con il successo nella gara FIS e il

secondo posto nella seconda di Coppa del Mondo. «Fino a sabato scorso era la mia pista preferita, mi dà sempre buone sensazioni. Adesso però è stata scavalcata da quella di Vars, dove ho ottenuto il mio primato personale due settimane dopo l’exploit mondiale di Simone Origone», ha dichiarato il ragazzo-jet rossonero. Saltata la trasferta in Canada lo speed skier si è rifatto in Svezia conquistando due terzi posti e la soddisfazione migliore dell’anno. «Abbiamo vinto la Coppa del Mondo a squadre,

ha detto. Noi che siamo cinque in tutto abbiamo sbaragliato la concorrenza di squadre come quelle di Svezia, Austria e Svizzera che hanno al loro attivo il triplo degli atleti». Al rientro dalla Scandinavia, full immersion nei libri, inseparabili compagni di trasferta. «Mi gestisco abbastanza bene, ha spiegato Viana. E’ questione di ottimizzare i tempi». Anche a scuola il punteggio conta e bisogna mantenere la performance del 2013: media dell’otto e meritata borsa di studio. «Sono fiducioso, ha det-

to il liceale volante. Non solo per la scuola ma anche per la prossima stagione, Ci saranno anche i Mondiali e proprio ad Andorra. Sento di poter correre per la medaglia d’oro», ha concluso con un ringraziamento ai due campioni di Ayas «volevano darmi la wild-card per gli Speed Masters, la gara ad inviti per tentare il record del mondo, ma la loro proposta è stata rifiutata dagli organizzatori che mi hanno considerato troppo giovane per competere a quel livello». ■ Laura G. Vinaj

Matteo Viana


s p o rt i n v e r n a l i

44

lunedì 14 aprile 2014

■ bilancio / Centododici medaglie tricolori per l’Asiva: è il terzo miglior risultato di sempre, anche se sono calati gli ori

Borbey: «Una stagione entusiasmante»

Il numero uno degli sport invernali rossoneri promuove tecnici e atleti: «Più forti dei tagli delle risorse» aosta - Si chiude con centododici medaglie tricolori la stagione agonistica a livello nazionale dell’Asiva. Un dato positivo, il terzo di sempre, dopo le centoventuno del 2009/2010 e le centosedici di dodici mesi fa. Rispetto al 2013 la Valle ha perso dieci ori (passati da 46 a 36, il livello più basso dal 2008/2009), ha mantenuto costanti gli argenti (35) e aumentato di sei unità i bronzi (41 contro 36). Chi ha contibuito maggiormente a rimpinguare il bottino è stato il biathlon (32 medaglie: 11 ori, 9 argenti e 12 bronzi), seguito da scialpinismo (26: 8 ori, 7 argenti e 11 bronzi), fondo (21, equamenDATA

ATLETA

te distribuite tra i tre metalli), sci alpino (20: 3 ori, 8 argenti e 9 bronzi), snowboard (10: 4 ori, altrettanti argenti e 2 bronzi), freestyle (2 ori) e slittino (1 oro). Rispetto all’anno scorso, le variazioni più significative sono quelle dello scialpinismo (cresciuto da 19 a 26) e del fondo (sceso da 30 a 21); grosso modo costanti lo sci alpino (20 contro 21), il biathlon (32 contro 33) e lo snowboard (10 contro 13); slittino e freestyle (che però ha trasformato un argento e un bronzo in due ori) si sono confermati in tutto e per tutto. «E’ stata una stagione impegnativa, ma entusiasmante commenta soddisfatto RiccarTIPO

TECNICA E KM

do Borbey, presidente dell’Asiva -. Al di là del numero di medaglie, in tutti i settori c’è un vivaio di giovani che sta crescendo alla grande e che ci fa ben sperare per il futuro. Non è bello fare nomi, ma se penso agli ultimi mesi, mi vengono in mente le grandi imprese di Bosca, Vaghi, Fornari e Tedde nello sci alpino, di Abram nel fondo e Durand nel biathlon, disciplina nella quale non dobbiamo dimenticare che Oreiller e Maule hanno saputo qualificarsi per i Mondiali Juniores pur non facendo parte della Nazionale. Il tutto dovendo fare i conti con pesanti tagli alle risorse economiche, che siamo riusciti a frontegLOCALITÀ

SETTORE

ORO

giare riorganizzando i diversi settori, i cui responsabili sono stati bravi ad adattarsi al cambiamento tecnico imposto dal mutamento del quadro economico». Il numero uno degli sport invernali valdostani entra quindi un po’ più nello specifico: «Il biathlon, che rispetto a fondo e sci alpino ha il vantaggio di poter contare su una concorrenza numericamente meno importante, ha comunque confermato di viaggiare su livelli di assoluta eccellenza. Lo sci alpino si è confermato, mentre il calo del fondo non mi preoccupa, perché abbiamo tanti giovani leve di talento. Lo scialpinismo continua

a dare grandi soddisfazioni e l’inserimento di Gloriana Pellissier nello staff tecnico ha portato entusiasmo ed esperienza. Mi piace anche sottolineare il fatto che siamo tornati sul gradino più alto del podio nello slittino su pista naturale, specialità che può contare su un allenatore come Battista Pieiller. Il merito è degli atleti e dei nostri tecnici, che si confermano tra i più preparati in circolazione». A maggio ci saranno le elezioni per il rinnovo del direttivo dell’Asiva; Borney per il momento glissa. «Dobbiamo fare un passo alla volta perché se se ne fanno due si rischia di cadere - taglia corto il presi-

dente -. Per ora ci siamo concentrati sulle elezioni nazionali, da lunedì inizieremo a pensare a quello che succederà in Valle d’Aosta». ■ Davide Pellegrino

Riccardo Borbey

23/03/14

Abram Mikael

c.i. aspiranti

mass start tl

Campo C. Magno

fondo

24/03/14

Vaghi Matteo

c.i. aspiranti

slalom gigante

Pila

sci alpino

Simoni Federico

c.i. aspiranti

super gigante

Pila

sci alpino

14/12/13

Pellissier Gloriana

c.i. assoluti

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

26/03/14

14/12/13

Maguet Nadir

c.i. espoir

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

26/03/14

Lanfranco Niccolò

c.i. ragazzi

super gigante

Canazei

sci alpino

14/12/13

Titolo Claudia

c.i. master

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

27/03/14

Lanfranco Niccolò

c.i. ragazzi

combinata

Canazei

sci alpino

06/01/14

Pellegrino Federico

c.i. assoluti

team sprint

Fiera Di Primiero

fondo

29/03/14

Maule Nicolò

c.i. juniores

mass start pc

Forni Avoltri

biathlon

06/01/14

Agnesod Matteo

c.i. giovani

doppio

Laces

slittino

06/04/14

Yeuilla Daniel

c.i. assoluti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

06/01/14

Sarteur Ylenia

c.i. giovani

doppio

Laces

slittino

06/04/14

Chanoine J. Lino

c.i. cadetti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

12/01/14

Cazzanelli Alessandra

c.i. espoir

individuale

Valle Aurina

sci alpinismo

06/04/14

Trento Mathias

c.i. juniores

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

12/01/14

Maguet Nadir

c.i. espoir

individuale

Valle Aurina

sci alpinismo

06/04/14

Borghini Claudia

c.i. master

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

Ouvrier Giuseppe

c.i. master

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

18/01/14

Baudin Francesca

c.i. assoluti

sprint tl

Primiero - P. Cereda

fondo

06/04/14

18/01/14

Baudin Francesca

c.i. under 23

sprint tl

Primiero - P. Cereda

fondo

05/04/14

Framarin Loris

c.i. giovani

half pipe

Valmalenco

snowboard

19/01/14

Carrara Michela

c.i. aspiranti

inseguimento pc

Val Martello

biathlon

07/04/14

Menconi Matteo

c.i. assoluti

sbx

Valmalenco

snowboard

19/01/14

Abram Mikael

c.i. aspiranti

individuale tc

Forni Di Sopra

fondo

08/02/14

Gontel Kevin

c.i. allievi

sprint ac

Brusson

biathlon

14/12/13

Stradelli Stefano

c.i. espoir

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

08/02/14

Trabucchi Martina

c.i. ragazzi

sprint ac

Brusson

biathlon

14/12/13

Dalla Zanna Giorgia

c.i. juniores

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

09/02/14

Christille Cedric

c.i. allievi

inseguimento ac

Brusson

biathlon

14/12/13

Borghini Claudia

c.i. master

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

09/02/14

Zappa Martina

c.i. allievi

inseguimento ac

Brusson

biathlon

15/12/13

Pellissier Gloriana

c.i. assoluti

squadre

Torgnon

sci alpinismo

09/02/14

Trabucchi Martina

c.i. ragazzi

inseguimento ac

Brusson

biathlon

05/01/14

Dalla Zanna Giorgia

c.i. giovani

individuale

Tartano

sci alpinismo

22/02/14

Christille Cedric

c.i. allievi

individuale ac

Val Ridanna

biathlon

12/01/14

Stradelli Stefano

c.i. espoir

individuale

Valle Aurina

sci alpinismo

22/02/14

Zappa Martina

c.i. allievi

individuale ac

Val Ridanna

biathlon

17/01/14

Brocard Elisa

c.i. assoluti

individuale tc

Primiero - P. Cereda

fondo

23/02/14

Christille Cedric

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

18/01/14

Noro Aline

c.i. aspiranti

sprint pc

Val Martello

biathlon

23/02/14

Fosson Ambra

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

18/01/14

Oreiller Denis

c.i. juniores

sprint pc

Val Martello

biathlon

23/02/14

Gontel Kevin

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

18/01/14

Vierin Francois

c.i. assoluti

sprint tl

Primiero - P. Cereda

fondo

23/02/14

Leonesio Iacopo

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

19/01/14

Glarey Renee

c.i. juniores

inseguimento pc

Val Martello

biathlon

23/02/14

Trabucchi Beatrice

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

19/01/14

Oreiller Denis

c.i. juniores

inseguimento pc

Val Martello

biathlon

23/02/14

Zappa Martina

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

08/02/14

Andriotto Simone

c.i. allievi

sprint ac

Brusson

biathlon

02/03/14

Abram Mikael

c.i. aspiranti

individuale tl

Schilpario

fondo

08/02/14

Muscara’ Denis

c.i. ragazzi

sprint ac

Brusson

biathlon

21/03/14

De Fabiani Francesco

c.i. assoluti

staffetta

Campo C. Magno

fondo

09/02/14

Muscara’ Denis

c.i. ragazzi

inseguimento ac

Brusson

biathlon

21/03/14

Battilani Henri

c.i. giovani

discesa libera

Tarvisio

sci alpino

16/02/14

Carrara Michela

c.i.aspiranti

staffetta pc

Bionaz

biathlon

23/03/14

De Fabiani Francesco

c.i. under 23

mass start tl

Campo C. Magno

fondo

16/02/14

Comola Samuela

c.i.aspiranti

staffetta pc

Bionaz

biathlon

25/03/14

Tedde Michael

c.i. allievi

super gigante

Canazei

sci alpino

16/02/14

Noro Aline

c.i.aspiranti

staffetta pc

Bionaz

biathlon

25/03/14

Alliod Benjamin

c.i. ragazzi

slalom speciale

Canazei

sci alpino

21/02/14

Canonico Corrado

c.i. master b

super gigante

Tarvisio

sci alpino

28/03/14

Mauriello Francesco

c.i. assoluti

skicross

Watles

freestyle

21/02/14

Jacquemod Clementina

c.i. master c

super gigante

Tarvisio

sci alpino

28/03/14

Mauriello Francesco

c.i. juniores

skicross

Watles

freestyle

23/02/14

Borettaz Irene

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

29/03/14

Durand Michael

c.i. aspiranti

mass start pc

Forni Avoltri

biathlon

23/02/14

Cassol Federica

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

05/04/14

Framarin Leo

c.i. ragazzi

half pipe

Valmalenco

snowboard

23/02/14

Vicquery Maisette

c.i. allievi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

06/04/14

Borgesio Cristina

c.i. assoluti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

23/02/14

Barailler Martina

c.i. ragazzi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

06/04/14

Perruquet Jérôme

c.i. cadetti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

23/02/14

Oreiller Desiree

c.i. ragazzi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

06/04/14

Titolo Claudia

c.i. master

individuale tl

Rhêmes-Notre-D

sci alpinismo

23/02/14

Trabucchi Martina

c.i. ragazzi

staffetta ac

Val Ridanna

biathlon

06/04/14

Framarin Leo

c.i. ragazzi

slopestyle

Valmalenco

snowboard

01/03/14

Abram Mikael

c.i. giovani

team sprint

Schilpario

fondo

07/04/14

Brutto Raffaella

c.i. assoluti

sbx

Valmalenco

snowboard

01/03/14

Perruquet Jerome

c.i. giovani

team sprint

Schilpario

fondo

07/04/14

Menconi Matteo

c.i. giovani

sbx

Valmalenco

snowboard

05/03/14

Vaghi Matteo

c.i. aspiranti

slalom speciale

Campo Felice

sci alpino

07/03/14

Glarey Noemi

c.i. allievi

gimkana tl

Vermiglio

fondo

ARGENTO

BRONZO

14/12/13

Cazzanelli Alessandra

c.i. espoir

vertical race

Torgnon

sci alpinismo

14/03/14

Zappa Martina

c.i. ragazzi

gimkana tl

Campolongo

fondo

15/12/13

Trento Denis

c.i. assoluti

squadre

Torgnon

sci alpinismo

15/03/14

Jordaney Etienne

c.i. giovani

individuale pc

Val Ridanna

biathlon

06/01/14

Baudin Francesca

c.i. assoluti

team sprint

Fiera Di Primiero

fondo

15/03/14

Maule Nicolò

c.i. juniores

individuale pc

Val Ridanna

biathlon

06/01/14

Laurent Greta

c.i. assoluti

team sprint

Fiera Di Primiero

fondo

16/03/14

Doveri Nicola

c.i. ragazzi

staffetta mix

Campolongo

fondo

17/01/14

Baudin Francesca

c.i. under 23

individuale tc

Primiero - P. Cereda

fondo

16/03/14

Jeantet Emilie

c.i. ragazzi

staffetta mix

Campolongo

fondo

18/01/14

Carrara Michela

c.i. aspiranti

sprint pc

Val Martello

biathlon

16/03/14

Turcotti B. Mathieu

c.i. ragazzi

staffetta mix

Campolongo

fondo

18/01/14

Nicase Mattia

c.i. aspiranti

sprint pc

Val Martello

biathlon

16/03/14

Zappa Martina

c.i. ragazzi

staffetta mix

Campolongo

fondo

18/01/14

Glarey Renee

c.i. juniores

sprint pc

Val Martello

biathlon

21/03/14

Bosca Guglielmo

c.i. giovani

discesa libera

Tarvisio

sci alpino

19/01/14

Chanloung Karen

c.i. aspiranti

individuale tc

Forni Di Sopra

fondo

23/03/14

Baudin Francesca

c.i. under 23

mass start tl

Campo C. Magno

fondo

08/02/14

Christille Cedric

c.i. allievi

sprint ac

Brusson

biathlon

24/03/14

Grecchi Riccardo

c.i. aspiranti

slalom gigante

Pila

sci alpino

08/02/14

Zappa Martina

c.i. allievi

sprint ac

Brusson

biathlon

26/03/14

Alliod Benjamin

c.i. ragazzi

super gigante

Canazei

sci alpino

09/02/14

Gontel Kevin

c.i. allievi

inseguimento ac

Brusson

biathlon

26/03/14

Brunet Nadine

c.i. ragazzi

super gigante

Canazei

sci alpino

16/02/14

Guidetti Xavier

c.i.juniores

staffetta pc

Bionaz

biathlon

27/03/14

Alliod Benjamin

c.i. ragazzi

combinata

Canazei

sci alpino

16/02/14

Maule Nicolò

c.i.juniores

staffetta pc

Bionaz

biathlon

01/04/14

Brignone Federica

c.i. assoluti

super combinata

S. C. Valfurva

sci alpino

Murachelli Micol

c.i. assoluti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

16/02/14

Oreiller Denis

c.i.juniores

staffetta pc

Bionaz

biathlon

06/04/14

21/02/14

Fossali Laura

c.i. master c

super gigante

Tarvisio

sci alpino

06/04/14

Luboz Mattia

c.i. assoluti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

22/02/14

Gontel Kevin

c.i. allievi

individuale ac

Val Ridanna

biathlon

06/04/14

Chanoine Didier Dario

c.i. cadetti

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

23/02/14

Jacquemod Clementina

c.i. master c

slalom gigante

Tarvisio

sci alpino

06/04/14

Napoli F. Paola

c.i. master

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

06/03/14

Fornari Elisa

c.i. aspiranti

slalom speciale

Campo Felice

sci alpino

06/04/14

Borettaz Massimo

c.i. master

individuale tl

Rhêmes-Notre-D.

sci alpinismo

09/03/14

Berta Martina

c.i. allievi

staffetta

Vermiglio

fondo

05/04/14

De Feo Milco

c.i. ragazzi

half pipe

Valmalenco

snowboard

09/03/14

Borettaz Alexa

c.i. allievi

staffetta

Vermiglio

fondo

06/04/14

Chittaro Cesare

c.i. ragazzi

slopestyle

Valmalenco

snowboard

09/03/14

Glarey Noemi

c.i. allievi

staffetta

Vermiglio

fondo

06/04/14

Piana Francesca

c.i. allievi

slopestyle

Valmalend

snowboard

Giuntoli Vercellin Nico

c.i. giovani

sbx

Valmalenco

snowboard

Crepaldi Giulia

c.i. giovani

sbx

Valmalenco

snowboard

15/03/14

Jeantet Emilie

c.i.ragazzi

individuale tc

Campolongo

fondo

07/04/14

18/03/14

Bosca Guglielmo

c.i. giovani

slalom gigante

Falcade

sci alpino

07/04/14

21/03/14

Baudin Francesca

c.i. assoluti

staffetta

Campo C. Magno

fondo

FONTE UFFICIO STAMPA ASIVA


s p o rt i n v e r n a l i

lunedì 14 aprile 2014

45

■ scialpinismo / Nuovo trionfo dopo quello del 2012 con Reichegger; ottimo 3° Nadir Maguet

Eydallin domina sul Gran Paradiso Mathieu COURTHOUD Inviato a Valsavarenche valsavarenche - Al Tour du Grand Paradis cambia l’edizione ma non cambiano i protagonisti. A distanza di due anni, a salire sul gradino più alto del podio sono stati nuovamente Francesca MartinelliRoberta Pedranzini e Matteo Eydallin con Michele Boscacci, unica new entry che prende il posto di Manfred Reichegger, vincitore nel 2012, nella coppia targata Caserma Perenni di Courmayeur. Eydallin-Boscacci subito dopo il via, dato alle 8.30 con sci sullo zaino, prendono il comando della corsa, conducendo il lungo plotone colorato (composto da 120 squadre) verso il Rifugio Chabod. In campo femminile le bormine Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini si portano in testa, ma vengono tallonate da Laura Besseghini e Birgit Stuffer. Alla schiena d’asino, punto più alto della corsa con i suoi 3.730 metri di quota, Matteo Eydallin e Michele Boscacci transitano con un minuto e mezzo di vantaggio su Barazzuol-Galizzi, con in terza posizione il primo valdostano Nadir Maguet

in coppia con Filippo Beccari. Nella discesa che porta al Rifugio Vittorio Emanuele e nell’ultima salita verso le pendici del Ciarforon le posizioni non cambiano, e dopo 2h 16’29” Eydallin e Boscacci tagliano il traguardo con le braccia alzate; in seconda posizione si classificano Filippo Barazzuol-Davide Galizzi con 4’05’’ di ritardo, mentre completa il podio la squadra formata da Nadir Maguet-Filippo Beccari attardati di 7’24”. Nella classifica femminile, dopo la conferma di Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini con il tempo di 3h 10’18”, conquistano la piazza d’onore Besseghini-Stuffer dopo 3h 11’57”di gara, con Federica Osler e Maria Lucia Moraschinelli terze in 3h 24’28”.

Remo Gorraz

Joël Fusinaz

ci siamo divertiti grazie a un percorso ben segnalato e delle discese spettacolari». Ottime parole sulla tracciatura e tanta stanchezza per Amos Rosazza Buro: «Il percorso era veramente molto bello e anche i passaggi sul ghiacciaio erano

in sicurezza. Peccato solo che non stavo benissimo, è un periodo che sono stanco, ma grazie all’aiuto del socio diciamo che l’abbiamo tacconata chiudendo al 21° posto. Ora spero di recuperare in vista della Patrouille des Glaciers, mia ulti-

ma fatica stagionale». Anche Nadir Maguet guarda con tanto ottimismo (e forse con un filo di timore) alla Patrouille: «Sono soddisfatto del risultato ottenuto oggi con Filippo, abbiamo saputo aprire il gas quando era necessario e controllare nelle discese senza prendere troppi rischi. Ora penso alla Patrouille, dove correrò con Filippo Beccari e Filippo Barazzuol, cercherò di chiudere una stagione ricca di soddisfazioni». Non guarda invece al tempo e alle posizioni Micol Murachelli, che ha preso la 6ª edizione del Tour du Grand Paradis come un giorno di divertimento tra le montagne: «Era la prima volta che partecipavo a questa gara, con il poco alle-

namento sulle gambe l’ho presa come una passeggiata dove divertirmi». Ha guardato l’orologio Joël Fusinaz, che ha chiuso la sua fatica appena sopra le tre ore: «Sono molto soddisfatto della mia gara, mi sono difeso bene su un tracciato molto impegnativo e tecnico, l’unico rammarico è quello di non essere sceso sotto le 3 ore». Bella prestazione anche da parte di Richard Tiraboschi: «Oggi sono veramente felice del risultato ottenuto, non mi sarei mai aspettato di tagliare il traguardo a ridosso dei primi. Queste buone sensazioni mi fanno ben sperare in vista della Patrouille che correrò con Daniel Yeuilla e un altro atleta del Centro sportivo Esercito».

Sala stampa Soddisfazione e divertimento nelle parole di tutti i concorrenti, i quali fanno un plauso all’organizzazione per un tracciato in ottime condizioni e in sicurezza malgrado lo scarso innevamento sul ghiacciaio. Come racconta Remo Gorraz: «Oggi la gara è stata veramente bellissima, e nonostante il brutto tempo delle prime ore di gara

■ snowboard / Rossoneri ok ai tricolori

Pioggia di medaglie aosta - Buona caccia da parte dei riders rossoneri agli italiani di snowboard di Chiesa in Valmalenco. Snowboardcross Quinto titolo in carriera per l’alpina Raffaella Brutto, mentre al maschile Luca Matteotti, pure lui dell’Esercito, ha dovuto inchinarsi a Omar Visintin, che ha così legittimato la conquista della Coppa del Mondo. Tra i Giovani bronzo per Nico Giuntoli Vercellin del Granta Parey. Nella categoria Ragazzi l’oro è andato al torinese Jacopo Raimondo e alla bergamasca Sofia Zana; per quanto riguarda i valdostani, 6° Cesare Chittaro (Crammont), 7° Leo Framarin (Crammont), 12° Gabriele Zanni (Flying Wolves Cervinia), 13° Laurent Grange (Crammont), 14° Michael Clavel (Crammont). Titoli Allievi al veronese Marco Kerschhackl e alla trentina Daniela Caneppele; 8ª Antonia Cecilia Massocco (Crammont) e 19° Hermann Clavel (Crammont). Slope style Titolo maschile assoluto all’altoatesino Simon Gruber, con il trentino Alessandro Bonapace primo tra i Giovani; 14° Filippo Maquignaz del Cervino Valtournenche (7° Giovani), 15° Simone Zilio del Crammont (8° Giovani), 18° Lodovico Guichardaz dello Snow Team Courmayeur (10° Giovani), 21° Loris Framarin del Crammont MB, 47° Andrea Vismara del Snow Team Courmayeur, 48° Andrea Omezzolli dell’Aosta Snowboard club. Tra gli Allievi oro al veronese Nicola Liviero, 4° Edoardo Rossi dello Snow Team Courmayeur. La gara femminile è stata vinta gara vinta dalla torinese Valentina Barengo; 6ª Alessia Menardi dell’Aosta Snowboard club (4ª Giovani), 13ª Giulia Crepaldi dell’Aosta Snowboard club (7ª Giovani), 15ª Ilaria Colella dell’Aosta Snowboard club (8ª Giovani), 17ª Lucia Guarienti dell’Aosta Snowboard club (9ª Giovani), 14ª Francesca Piana del-

l’Aosta Snowboard club (bronzo Allievi), 18ª Antonia Cecilia Massocco del Crammont (5ª Allievi), 19ª Bianca Rey dello Snow Team Courmayeur (10ª Giovani). Tra Ragazzi doppio podio per il Crammont, con oro a Leo Framarin e bronzo a Cesare Chittaro, entrambi dello Sc Crammont MB; 6° Milco De Feo dello Snow Team Courmayeur e 13° Laurent Grange del Crammont. Halfpipe Il bresciano Manuel Pietropoli è salito sul gradino più alto del podio nell’half pipe, con 7° Kevin Kok dello Snow Team Courmayeur. Medaglia d’argento, tra i Giovani per Loris Framarin del Crammont, secondo dietro al trentino Davide Liberatore; 5° Leonardo Cargnino dell’Aosta Snowboard club, 7° Simone Zilio del Crammont, 16° Filippo Maquignaz del Cervino Valtournenche, 17° Viaceslav Barbera dell’Aosta Snowboard club, 23° Andrea Omezzolli dell’Aosta Snowboard club. Tra gli Allievi successo del veronese Nicola Liviero, con 7° Edoardo Rossi dello Snow Team Courmayeur. Oro ragazzi per Leo Framarin del Crammont (foto), accompagnato sul terzo gradino del podio da Milco De Feo dello Snow Team Courmayeur. Nella competizione in rosa affermazione di Maria Delfino Maiocco; 4ª assoluta e bronzo Giovani Alessia Menardi dell’Aosta Snowboard club, 6ª Lucia Guarienti dell’Aosta Snowboard club (5ª Giovani), 8° Bianca Rey dello Snow Team Coumayeur, 20ª Giulia Crepadi dell’Aosta Snowboard club, 22° Ilaria Colella dell’Aosta Snowboard club. Tra le Allieve oro a Antonia Massocco del Crammont e bronzo a Francesca Piana dell’Aosta Snowboard club. ■ r.g.

! o m a i t t e p s a i V Un Parco per osservare, scoprire e capire. Un parco per rispettare e preservare...

WWW.PARC-ANIMALIER-INTROD.IT

Frazione Villes Dessus Introd Tel: 0165 95982 / 0165 95557 Fax: 0165 95982 Cell: 334 7955000 Mail: info@parc-animalier-introd.it


S P O RT I N V E R N A L I

46

lunedì 14 aprile 2014

■ BILANCIO / Lo staff coordinato dal presidente della Scuola di Sci Monte Bianco ha dovuto fare i conti anche con la frana

Paolo Broglio: «Stanchi, ma molto contenti»

Paolo Broglio assieme a Prezzemolo, mascotte della manifestazione

COURMAYEUR - Nonostante l’enorme lavoro, il presidente della Scuola Sci Monte Bianco, Paolo Broglio ha trovato il tempo per fare il punto su questo intenso e lungo fine settimana di gare sulle piste di Courmayeur. Come è andata la rassegna tricolore appena conclusa? «Direi ottimamente, in questo periodo in cui nel comprensorio sciistico e nel paese ci sono ormai pochi turisti, questo avvenimento ha popolato l’intera zona e non solo. Stimiamo all’incirca 4.000 persone tra atleti e accompagnatori e chiaramente

l’intera Valdigne ne ha giovato. Figurati che anche ad Aosta abbiamo atleti». Settimana intensa, con finale regionale Cuccioli e Baby, fase nazionale dei Maestri di sci e, infine, questa manifestazione. «Si la stanchezza si fa sentire, ma siamo contenti tutti. Grazie anche alla piena collaborazione degli uomini delle Funivie della Val Veny, abbiamo preparato le piste stupendamente». La frana di La Saxe ha influito negativamente in questo caso oppure...

«Beh certo. Questo evento naturale ha creato dei problemi che abbiamo dovuto risolvere in tempi brevi. Abbiamo dovuto spostare dei gruppi nel capoluogo regionale, poiché qui non si trovava più posto». Quanti uomini sono serviti per preparare e servire i tracciati? «Circa una cinquantina di maestri che hanno lavorato alacremente in questi giorni, spargendo lungo i tracciati di gara quintali di sale, viste le elevate temperature. Meno male che il bel tempo ci ha dato una mano». ■ ma.alt.

■ GRAN PRIX GIOVANISSIMI - 1 /Nessuna medaglia e due soli rossoneri nei dieci

Pochi sorrisi dallo sci alpino COURMAYEUR - Nessun podio per gli atleti valdostani impegnati a Courmayeur nella fase nazionale del 37° Gran Premio Giovanissimi che mancava dalla Valle d’Aosta da ben 17 anni. Tre giorni di gare, 1500 atleti provenienti da tutto lo stivale, due piste di gara per i Baby e Cuccioli dello sci alpino, un’organizzazione mostruosa che ha invaso il paese del Monte Bianco e che chiude definitivamente il capitolo agonistico di questa lunghissima stagione invernale. Ottima l’organizzazione della Scuola di sci Monte Bianco, con i maestri che sono stati sottoposti a un duro lavoro lungo i tracciati, che hanno curato fino all’ultimo concorrente, lisciando e spargendo quintali di sale per rendere la neve dura, viste le alte temperature. Sabato, ecco presentarsi al cancelletto di partenza il settore Baby, nati nel 2004, sul pendio Checrouit, mentre i Cuccioli nati del 2002 si contendevano il titolo nel più difficile tracciato di “Le Greye”. Baby Disegnato da Michele Gaglianone con 28 porte, il gigante a manche unica vede la prima valdostana al 12° posto; si tratta

fotoservizio www.fotopiù.it

Massimo ALTINI Inviato a Courmayeur

Thomas Larivière

di Maria Toja della Scuola di sci di Chamois, che in 46.51 chiude la sua fatica nella gara vinta da Ellis Pellizzari della Scuola sci Selvagardena in 43.11, davanti alla toscana Rebecca Gnesi e a Virginia De Conti della Scuola sci Valbelluna. La seconda valdostana appartiene alla scuola del Monte Bianco: Greta Boano si ritrova in 14ª piazza, seguita da Cecilia Pizzinato della Scuola sci Courmayeur in 26ª posizione. Nel maschile, Jacques Belfrond, il migliore del circuito regionale, sbaglia molto lungo il tracciato. E’ come se non conoscesse la pista e termina la sua corsa in 16ª posizione a 2.35 dall’oro, ap-

Sophie Mathiou

peso al collo di Matteo Vottero della Scuola sci Sansicario. Poi sino alla 30ª piazza non c’è ombra di valdostani. Il giorno due, la stessa pista vede i nati nel 2005 fronteggiarsi nelle 29 porte sempre posate da Gaglianone. Nel settore rosa, l’oro se lo porta a casa la bresciana Giulia Romele della Scuola sci Val Palot, che in 47.68 è la leader indiscussa. La prima rossonera la troviamo in 13ª posizione, si tratta di Olivia Carolin Nardo Maxwell della scuola organizzatrice, seguita in 20ª posizione dalla scuola di Pila, rappresentata da Matilde Cracò. Pesante il ritardo delle due atlete nostrane,

nei confronti della vincitrice. La prima paga 1.88, la seconda 2.49. Nelle trenta troviamo ancora due mini atlete nostrane: trattasi di Gaja Jeantet e Aline Gerard, entrambe della scuola sci Gran Paradiso. Il bellunese Vittorio De Pieri, in rappresentanza della scuola sci Tre Cime, è il vincitore in 45.47 del settore maschile, dove il primo valdostano chiude in 17ª posizione. Si tratta del rappresentante della Scuola sci Gressoney Monte Rosa, Riccardo Castagna, attardato di oltre 3 secondi (3.33) dal capo classifica. Leggiamo ancora in 26ª e 29ª posizione Tommaso Pucci (Chamois 2005) e

Eugenio Battaglia della Scuola di Pila. Cuccioli Anche in questo settore, la Valle d’Aosta va a picco. In gara uno, fra le femmine, vittoria dell’emiliana Alice Pazzaglia in 41.83, con Sophie Mathiou che difende i colori della Scuola sci Pila in 9ª posizione a 3.16 e Giulia Artigiani (Chamois Ski) 24ª. Al maschile la vittoria bacia il piemontese Lorenzo Bini della Scuola sci Sestriere che ferma il crono sul tempo di 42.96. Unici fra i primi trenta, Thomas La Riviere che conclude 13° a 1.62 dalla testa della classifica e Alessandro Lami

della Scuola del Cervino, subito dietro in 15ª piazza. Fra i nati del 2003, la domenica non regala soddisfazioni alla Valle. Al femminile, nemmeno una valdostana fra le prime trenta classificate. La prima è 43ª e si chiama Martine Brumin, in rappresentanza della Scuola di Pila, a quasi 4 secondi dall’oro piemontese (3.66). Poi, 45ª Carlotta Pastore Scuola Sci Breuil, 47ª Cecilia Bianco (Gressoney) e Margherita Giulia Tartaglia 50ª della Scuola di Champoluc. Al maschile, in 44.29, è il parmense della Scuola sci Schia Monte Caio, Alberto Cellia, ad aggiudicarsi la prova in 44.29 con il primo valdostano in 12ª posizione. Si tratta di Leonardo Magnetti, portacolori della Scuola del Cervino e ancora fra i primi trenta troviamo Edoardo Carrel (Monte Bianco) in 27ª piazza. In questo segmento c’è ancora molto da lavorare per la Valle d’Aosta se vuole mettersi alla pari con le altre realtà italiane, anche se il parere dei tecnici, da noi avvalorato, è di non iniziare a spremere gli atleti fin da questa età, ma di lasciarli crescere a poco a poco. Spingendo non a tutto gas, ma gradatamente l’acceleratore sino a raggiungere la massima velocità. per far questo c’è bisogno di tempo.

TUTTI I VALDOSTANI IN GARA

Leonardo Magnetti

Riccardo Castagna

CUCCIOLI 1 FEMMINILE: 43ª Martine Brumin (Ss Pila; 49”86), 47ª Cecilia Bianco (Ss Gressoney MR; 50”11), 50ª Giulia MargheritaTartaglia (Ss Champoluc; 50”21), 74ªVictoria Molteni (Ss La Thuile; 51”88), 78ª Clarissa Da Canal (Ss Pila, 52”26), 82ª Bianca Maria Fumagalli (Ss Courmayeur; 52”87), 83ª Francesca Minellono (Ss Pila; 53”00), 86ª Giesni Catlin (Ss Champoluc, 54”29), 103ª Anan Onorato (Ss La Thuile; 55”41). CUCCIOLI 1 MASCHILE: 12° Leonardo Magnetti (Ss del Cervino; 46”94), 27° Edoardo Carrel (Ss Monte Bianco; 48”68), 35° Alessandro Chiaravalli (Ss La Thuile; 49”26), 48° Massimo Capolino (Ss Monte Bianco; 50”15), 52° Luca Giorda (Ss Pila; 50”57), 59°Yannick Nieroz (Ss Pila; 50”99), 60° Filippo Mattei (Ss Champoluc; 51”03), 67° Francesco Mangili (Ss Champoluc; 51”32), 74° Edgard Ghirardo (Ss Gressoney MR; 51”62), 82° Guglielmo Vasirani (Ss Pila; 52”00), 99° Matteo Pecchio (Ss Champoluc; 53”45). CUCCIOLI 2 FEMMINILE: 9ª Sophie Mathiou (Ss Pila; 44”99), 35ª Giulietta Isolde Mazzarello (Ss Champoluc; 46”89), 36ª Margot Ceffa (Sc LaThuile; 47”02), 47ª Gaia Spinella (Ss Pila; 48”27), 48ª Matilde Citati (Ss Monte Bianco; 48”34), 50ª Enrica Lévêque (Ss Champoluc; 48”54), 73ªYvonne Daudry (Ss Pila; 50”73), 79ª Giada Scarpante (Ss Pila; 51”13), 85ª Elisa Valieri (Ss Pila; 51”87), 92ª Margherita Manna (Ss Champoluc; 52”55), 107ª Lucrezia Sofia Rispoli (Ss Gressoney MR; 54”58), 119ª Marta Siglienti (Ss La Thuile; 1’05”37). CUCCIOLI 2 MASCHILE: 13° Thomas Larivière (Ss Monte Bianco; 44”58), 15° Alessandro Lami (Ss del Cervino; 44”68), 32° Alberto Lovato (Ss Monte Bianco; 45”88), 33° Elliot Perretta (Ss Monte Bianco; 46”03), 42° Stéphane Béthaz (Ss Pila; 46”63), 44° Alessandro Arnaldi (Ss Monte Bianco; 46”73), 55° Stéphane Berthod (Ss Pila; 47”70), 61° Giacomo Gerosa (Ss Pila; 48”13); 85° GillesVacquin (Ss Champoluc; 50”18), 95° Emile Boniface (Ss Pila; 51”19), 107° Julian Ehrlich (Ss Pila; 53”99), 123° Leonardo Brumgnach (Ss Champoluc; 1’02”05). BABY 1 FEMMINILE: 13ª Olivia Carolina Nardo Maxwell (Ss Monte Bianco; 49”56), 20ª Matilde Cracò (Ss Pila; 50”17), 25ª Gaja Jeantet (Ss Gran Paradiso; 50”58), 29ª Aline Gerard (Ss Gran Paradiso; 50”82), 45ª Isabella Ciccone (Ss del Cervino; 52”10), 49ª Madeline

Grange (Ss Monte Bianco; 52”57), 56ª Anaïs Nieroz (Ss Pila; 53”23), 60ª Francine Rollet (Ss Pila; 53”51), 66ª Marta Benedettini (Ss Champoluc; 53”89), 72ª Tatum Bieler (Ss Gressoney MR; 54”25), 74ª NicoleTruc (Ss Pila; 54”29), 84ª Matilde Albertazzi (Ss Champorcher; 55”23), 88ª Cecilia Simoncini (Ss Pila; 58”10), 94ª Sara Benvenuto (Ss Champoluc; 56”78), 107ª Bianca Corte (Sc Champoluc; 59”85). BABY 1 MASCHILE: 17° Riccardo Castagna (Ss Gressoney MR; 48”80), 26°Tommaso Pucci (Ss Chamois 2005; 49”40), 29° Eugenio Battaglia (Ss Pila; 49”48), 32° Noah Nikolas Bieler (Ss Gressoney MR; 49”51), 37° Federico Vierin (Ss G.S. Bernardo; 50”38), 55° Giovanni Pendenza (Ss Monte Bianco; 51”70), 56° Filippo Martelli (Ss Monte Bianco; 51”74), 60° Filippo Gennarelli (Ss Champoluc; 52”04), 64° Gabriele De Pieri (Ss Pila; 52”51), 67° Kevin Cugnod (Ss Champoluc; 53”07), 78° Giacomo Santagostino (Ss Pila; 53”51), 110° Hervé Quinson (Ss Champoluc; 56”37). BABY 2 FEMMINILE: 14ª Greta Boano (Ss Monte Bianco; 46”57), 26ª Cecilia Pizzinato (Ss Courmayeur; 47”89), 31ª Emma Rivolta (Ss Gressoney MR; 48”20), 54ª Nicole Isabel (Ss Champorcher; 49”37); 58ª Martina Ravano (Ss Courmayeur; 49”59), 60ª ChiaraVerducci (Ss Pila; 49”70), 82ª Julia Hultberg (Ss Champoluc; 51”42), 91ª Sofia Vigilante (Ss Champoluc; 51”99), 94ª Margherita Sala (Ss Gressoney MR; 52”06), 95ª Penelope Pelà (Ss Gressoney MR; 52”13), 101ª Chiara Boggio (Ss Pila; 52”54), 103ª Chiara Ponzellini (Ss Gressoney MR; 52”85), 105ª Chiara Miglietta (Ss La Thuile; 53”03). BABY 2 MASCHILE: 6° Edoardo Conca (Ss Monte Bianco; 45”33), 16° Jacques Belfrond (Ss Monte Bianco; 46”02), 30° Lorenzo Sangiorgio (Ss La Thuile; 47”32), 31° Edoardo Eigenmann (Ss Monte Bianco; 47”43), 40° Aldo Ranzani Magni (Ss Monte Bianco; 47”63), 47° Tommaso Maria Torno (Ss Courmayeur; 48”08), 61° Matteo Rossi (Ss Courmayeur; 49”09), 71° Sergio Mellé (Ss LaThuile; 49”46), 80°Tommaso Olivieri (Ss Monte Bianco; 49”93), 88° Edoardo Greco (Ss Monte Bianco; 50”84), 101° Cédric Louis Capietto (Ss Valtournenche; 42”46), 108° Lorenzo Busana (Ss Champoluc; 52”99), 121° Filippo Molinari (Ss La Thuile; 55”39), 123° Lorenzo Paolo Russo (Ss Champoluc; 55”88).

Olivia Carolin Nardo Maxwell

Martine Brumin


S P O RT I N V E R N A L I

lunedì 14 aprile 2014

47

■ ELEZIONI FISI / Dante Berthod commenta la sua conferma e quella del presidente

«Roda considera la Valle d’Aosta da CdM» AOSTA - «Cercherò di fare il possibile, anzi anche l’impossibile affinché questa federazione possa avere un percorso un po’ più lineare, che non ci sia più interruzione. Sicuramente ci vorrà un’attenzione particolare al territorio, anche se come prima cosa mi piacerebbe incontrare personalmente tutti gli atleti, in attesa di poter organizzare al più presto le nuove direzioni agonistiche per la prossima stagione». Queste sono le prime parole espresse da Flavio Roda, confermato presidente della Federazione italiana sport invernali nell’assemblea elettiva tenutasi sabato al Palazzo della Cultura di Bologna. Roda, con 57.279 voti, si è affermato al cospetto di Pietro Marocco (27.868) e Manuela Di Centa (12.173). Per quanto riguarda la Valle d’Aosta, ennesima conferma nell’ambito del Consiglio federale per Dante Berthod con 26.152 voti, il sesto dei sette consiglieri lai-

ci eletti. «E’ la conferma della stima e della considerazione che la Valle d’Aosta riscuote a livello nazionale ha commentato a elezione avvenuta, Dante Berthod . Detto questo, va sottolineato come Flavio Roda, tra i suoi diversi punti del suo programma, abbia menzionato espressamente la nostra regione, a testimonianza di come il progetto Valle d’Aosta per portare il circus della Coppa del Mondo di sci alpino sulle nostre nevi sia tenuto in considerazione dalla Federazione». E sul fatto che da primo eletto lei sia ‘retrocesso’ questa volta al sesto? «I voti di volta in volta si spostano, l’importante è essere entrati. Pensi che l’Alto Adige, candidando quattro consiglieri, ne ha fatto eleggere uno come la Valle d’Aosta, quindi per noi è andata benissimo», ha concluso Berthod. ■ p.b.

Foto di gruppo per la delegazione valdostana insieme al confermato presidente Flavio Roda

■ GRAN PRIX GIOVANISSIMI - 2 / Nel fondo, (Cuccioli 1), vittoria di Nadine Laurent

La TAVOLA porta sei podi COURMAYEUR - Non solo sci alpino ai piedi del bianco, spazio anche allo snowboard, mentre per lo sci di fondo il Gran Prix ha fatto tappa ad Arpy. Valdostani in bella evidenza (due vittorie e quattro podi) nel gigante che ha aperto venerdì le finali nazionali del Gran Premio Giovanissimi. Tra le Baby 1 successo di Cristina Silvestri (44.64) della Scuola di Sci Livigno sulla valdostana Camilla Angiolini (1.10.57) della Monte Bianco; tra i maschietti successo di Simone Bussani della Tarvisio (43.38) sulla coppia della Courmayeur formata da Davide Maifredi Gianelli (44.04) e Riccardo Colombo (44.22); 4° Riccardo Quartiero (45.80), 5° Riccardo Carrozzino (46.99), entrambi della Monte Bianco. Tra i Baby 2 acuto di Alice Rinaldi della Monte Bianco (57.44) e di Alex Lo Torto (37.68) della Courmayeur a mettere d’accordo tutti; 7° Martino Moresi (Courmayeur; 41.70), 8° Mattia De Feo (Courmayeur; 41.83), 11° Lorenzo Marconi (Monte Bianco; 44.20). Nella categoria Cucciole 1 successo di Elisa Fava del Freewhite (1.06.55) su Denise Khacha-

le si è chiusa con il successo di Jacopo Rodigari della Livigno (1.07.71) davanti a Ross Erta (Sauze; 1.08.72) e a Milco De Feo (Courmayeur; 1.09.20). Sci di fondo

Clementina Massocco

Riccardo Carrozzino

ba (Sauze; 1.11.97) e sulla com-

pagna di scuola di sci Carlotta Fontana (Freewhite; 1.17.23). Nella prova in azzurro affermazione di Nicolò Colturi (Anzi Bormio; 1.06.98) su Andrea Lupo Drovetto (Sestriere; 1.07.26) e Nicolò Milani (Tarvisio; 1.08.20); 4° Carlo Maria Maldarelli (Monte Bianco; 1.08.63), 6° Mattia Cacciatori (Courmayeur; 1.09.98), 9° Simone Belfrond (Monte Bianco; 1.19.44). Tra le nate nel 2002 la vittoria è andata ad Alice Bruno dell’Alpe di Mera (1.11.93), sulla compagna di squadra Cecilia Canestro e su Anna Biagiolini del Tarvisio, entrambe al traguar-

Milco De Feo

Simone Belfrond

do in 1.15.72. La gara maschi-

Terza e ultima giornata di gare, quella andata in scena ieri - domenica 13 aprile - nell’ambito della finale nazionale del Gran Prix Giovanissimi, che per quanto riguarda lo sci nordico ha visto i piccoli interpreti degli sci stretti impegnati sulla pista di Arpy. Nei Baby 1 vittoria di Sofia Polo del Forni di Sopra (4’22”70) davanti a Sofia Bassi Giumel (Fondo Alta Valtellina; 5’12”20) e a Giorgia Finco (Fondo Campomulo; 5’18”60); sesta Arianne Beneyton (Monte Bianco; 5’50”30), migliore delle valdostane al traguardo. Al maschile, sempre sui 2 km, successo di Alfredo Gaglia (Fondo Alta Valtellina; 4’29”50) a precedere la coppia di valdostani composta da Tommaso Cuc (Gran Paradiso; 4’41”90) e Mathieu Chatrian (Cervino; 4’57”10). Nelle Baby 2 ha vinto Elena Spiller (Fondo Alta Valtellina; 4’38”20) su Christine Quendoz del Gran Para-

diso (4’49”80) e Sofia Pellarini (Forni di Sopra; 4’53”90). Nei pari età al maschile l’ha spuntata il lombardo Gioele Gaglia (Fondo Alta Valtellina; 4’01”70) su Alex Perissutti (Forni di Sopra; 4’13”00) e Simone Gemelli, valdostano del Gran Paradiso (4’26”20). Vittoria valdostana sui 3 km Cuccioli 1 con Nadine Laurent del Gressoney Monte Rosa (7’13”60) che ha preceduto Arianna Vitalini (Fondo Alta Valtellina; 7’31”50) e Beatrice Colleselli (Marmolada; 7’32”20). Al maschile Matteo Biondini (Val Dragone; 7’09”05) si è imposto davanti a Leonardo Busin (Marmolada; 7’22”70) e Gabriel Antoniacomi (Forni di Sopra; 7’44”70). Quinto posto per il miglior rossonero all’arrivo, Luca Brusaferro (7’56”30). Nei Cuccioli 2 Matilde Finco del Fondo Campomulo (6’59”30) ha preceduto la coppia del Gran Paradiso composta da Lucrezia Barni (7’03”70) e Coralie Grappein (7’31”60). Nei pari età al maschile vittoria di Gabriele Giannotti (Val Dragone; 6’35”90) su Andrea Gradizzi (Gran Paradiso; 6’59”70) e Lorenzo Colman (Forni di Sopra; 7’13”10). ■ d.p.

SCI ALPINO

SCI ALPINO

Allievi: il copione non cambia, vincono Fiorano e Tedde

Ragazzi: il gran finale è di Sofia Brustia e Benjamin Alliod

VALTOURNENCHE - Ancora loro, sempre loro. Si chiude con i successi di Jacqueline Fiorano e Michael Tedde la lunga stagione degli Allievi che, domenica, hanno concluso il circuito Gros Cidac con il gigante di Valtournenche, organizzato dal Club de Ski. Tra le 37 porte, disegnate da Stefano Carrel sulla Silvi Canestrini, i due dominatori della stagione hanno anche contribuito a far vincere al proprio sodalizio, lo Chamolé, il Trofeo Foyer des Guides. La grande giornata dell’équipe di Charvensod è cominciata al femminile, con la doppietta firmata da Jacqueline Fiorano (53”90), seguita da Debora Pedrini (53”98

PILA (GRESSAN) - Sono Sofia Brustia (foto) e Benjamin Alliod i protagonisti della gigante di Pila che ha chiuso la stagione della categoria Ragazzi. Organizzato dallo Sci club Aosta, l’ultimo appuntamento del circuito Gros Cidac, è andato in scena sulla Leissé, con le 40 porte, disegnate da Christian Comé, che hanno regalato il Trofeo Parc Animalier d’Introd allo Sci club La Thuile Rutor. Il sodalizio dell’alta valle ha iniziato a costruire il proprio trionfo nella gara femminile, dove Sofia Brustia (58”58 - foto -) ha avuto la meglio nettamente sulla compagna di squadra Benedetta Giordani (59”30). Il po-

- foto -). Terzo posto per Malvina Sommo (Sc Aosta; 54”18), che lascia ai piedi del podio Chiara Pirovano (Sc Gressoney MR; 54”17) e Ludovica De Martino (Sc Pila; 54”18). In campo maschile, detto dell’ennesimo successo stagionale di Michael Tedde (Sc Chamolé; 51”40), la seconda piazza va a Jean-Claude Ferrod (Sc Aosta; 53”03), che ha la meglio sul compagno di squadra Aimé Boniface (Sc Chamolé; 53”13). Quarta piazza per Giovanni Zazzaro (Sc Azzurri del Cervino; 53”30), seguito al quinto posto da Federico Martelli (Sc Courmayeur MB; 53”56). ■ al.bi.

dio è completato dalla padrona di casa Nadine Brunet (Sc Aosta; 59”46”), che ha scalzato dal terzetto di testa Alice Mus (Sc Torgnon; 59”48) e Giorgia Viglianco (Sc Courmayeur MB; 59”61). In campo maschile, a sbaragliare letteralmente la concorrenza è stato Benjamin Alliod (Sc Pila; 57”24), che staccato nettamente il secondo classificato Jacopo Battaglini (Sc Crammont MB; 59”63) e il terzo Aleandro Arnod (Sc La Thuile Rutor; 59”69). Quarta piazza per Edoardo Pitto (Flying Wolves Cervinia; 59”73), che è riuscito a tenersi alle spalle Davide Polesel (Sc Pila; 1’00”16). ■ al.bi.

IVREA (TO) C.so Vercelli 139 Tel. 0125253284 Fax 0125254069

pagliughisport.com NUOVA APERTURA REPARTO ALPINISMO-TREKKING ROCK & ICE

VENERDÌ 18 E SABATO 19 APRILE

SCONTO DEL 20%


S P E C I A L E C L AU D E S P O RT

48

lunedì 14 aprile 2014

■ la finalissima / CB Costruzioni al tappeto; promosse Solarspot, Impresa Macrì, Il Capriccio, Agricenter e Camelliti

Piaggio Giachino, trionfo come nelle attese

Andrea Valenti preoccupato per il futuro: «A breve ho bisogno di riposte certe sull’uso del Montfleuri» PIAGGIO GIACHINO CB COSTRUZIONI

re; per ora utilizziamo Aymavilles, Charvensod e il solo Montfleuri ad Aosta, il cui terreno di gioco è in condizioni ormai al limite. Mi piacerebbe capire se possiamo andare avanti con il progetto o se dovremo cercare altre strutture che, comunque, sono molto distanti, vedi Courmayeur o Pont-St-Martin, che hanno due palazzetti invidiabili. Confido nell’amministrazione comunale, sperando che la burocrazia non rallenti troppo i tempi che per noi sono già molto stretti».

4 (3) 1 (0)

MARCATORI: 1’46” pt, 2’19”pt e 6’39” pt Roberto Concio; 1’10” st Mangiardi; 11’23” st Vona. CONCESSIONARIA PIAGGIO GIACHINO: Impieri 7, Davì 6.5, Chatrian 8, Barmasse 7, Girardi 7, Rissone 8, Roberto Concio 9, Vona 7.5, Davide Da Canal 6.5, Luca Da Canal 7, Zuccolotto n.e. All.: Luigi Concio 9. CB COSTRUZIONI: Luberto 6, Rainero 6, Bardhoku 6, Sterrantino 7, Mangiardi 7, D’Aprile 6, Davide Collura 7, Sapinet n.e., Claudio Collura 7, Biviera n.e. All.: D’Introno 8. ARBITRI: Ducoli e Trevisan.

I premi speciali

Christian EVASPASIANO Inviato al Montfleuri AOSTA - Pronostico rispettato. Non delude le attese della vigilia la Concessionaria Piaggio Giachino, che scrive il proprio nome sul palmares della 20ª edizione del Claude Sport di calcio a 5. I campioni hanno superato in finale il CB Costruzioni, al termine di una gara che si è messa subito in discesa per gli azulgrana, che, già nella prima metà della prima frazione, hanno ipotecato il risultato finale, grazie a una tripletta di un devastante Robertino Concio. La cronaca è subito ricca. Al 1’46”, Vona protegge palla al limite dell’area e serve l’accorrente Concio, che controlla e fredda Luberto. Il raddoppio, mezzo minuto più tardi, è ancora opera di Concio, che parte in contropiede, scambia con Chatrian e deposita in fondo al sacco. Il CB fatica a ritrovarsi e deve nuovamente inchinarsi a Concio che, al 6’39”, ruba palla sulla trequarti difensiva, serve Ris-

E’ il momento della gioia per la Concessionaria Piaggio Giachino che ha vinto la serie A1 tenendo fede ai pronostici

sone che chiude il trinagolo con lo stesso numero 9, al quale non rimane altro che depositare in fondo al sacco. La partenza shock sveglia dal torpore i bianconeri, che iniziano a farsi vedere dalle parti di Impieri, salvato per ben due volte dal palo sulle conclusioni di Sterrantino e di Bardhoku. Si passa alla ripresa e il CB sembra una squadra diversa e, al 1’10”, accorcia le distanze con Mangiardi che supera Impieri dopo uno scambio con D’Aprile. L’estremo della Concessionaria Giachino deve metterci più di una pezza sui tentativi degli avanti avversari, venendo nuovamente aiutato dalla dea bendata quando il montante lo salva sulla conclusione da distanza ravvicinata di Mangiardi. All’11’23”, però, è Vona a mettere la parola fine sulla finalissima, fissando il risultato sul 4-1 definitivo.

L’azione è ancora un classico contropiede, con la sfera che termina sui piedi di Chatrian, che imbecca all’altezza del secondo palo l’accorrente Vona che non si fa pregare e realizza di precisione.

Sala stampa Al termine della gara un raggiante Roberto Concio commenta così la conquista del trofeo: «E’ bello vincere al primo colpo un torneo bellissimo e organizzato alla grande. Te-

Serie A1: sconfitta in finale per il CB Costruzioni

Serie A2: il Solarspot

Serie B2: la Pizzeria Il Capriccio - Bar Ruitor

Serie B1: l’Impresa Edile F.lli Macrì

serie a1 - 3° posto Technos Medica

4

Nipponly

5

Marcatori: 3 Tacchella, Di Miceli, Favre (N); 2 Rinaldi, Felicetti, Albace (T). Espulso: Fonte (N).

Serie C2: il Camelliti Costruzioni

Serie C1: l’Agricenter Jacquemod

serie a2 Solarspot

mevamo questa finale, ma siamo partiti con il piede giusto e penso che abbiamo vinto meritatamente». Accetta la sconfitta il capitano del CB Costruzione, Claudio Collura: «Loro sono stati superiori e hanno meritato. Siamo già contenti di essere arrivati fino alla finale, soprattutto dopo un avvio di torneo decisamente negativo». Archiviata l’edizione 2014, il patron della manifestazione è preoccupato per il futuro. «Mi dispiace a oggi non avere alcuna comunicazione in merito al prossimo campionato che ho già iniziato ad organizzare spiega Andrea Valenti -; purtroppo c’è un grosso punto interrogativo sul Montfleuri, i cui gestori non sanno darmi certezze, mentre i 956 partecipanti vorrebbero delle risposte sulla prossima stagione. Per poter continuare il ClaudeSport, servono come minimo tre struttu-

Coppa disciplina: Bar Carlo Courmayeur, Valser Serramenti, Ristorante Il Tripoli, La Thuile Carter & Benson, MDA Edil e Pesa Carpenterie. Capocannoniere: Rolando Chiodo (Bar Carlo - 29), Michelangelo Mammoliti (Decor Art - 46), Marco Cabraz (Antirouille - 40), Christian Nocera (Valcolor - 22), Andres Tomas (MDA Edil - 31) e Luigi Rudda (Alpistrutture 38). Miglior portiere: Joseph Albace (Technos), Luca Sterrantino (Decor Art), Simone D’Alessandro (Open), Andrea Bussi (Serdoz), David Borinatto (Calia) e Matteo Chenal (Place Moulin). Miglior giocatore: Carmelo Sterrantino (CB Costruzioni), Danny Treves (G7 Team), Ernesto Canneva (B.E. Impianti), Andrea Mammoliti (Avist St-Pierre), Pierluigi Goldoni (Avalanche) e Giuseppe Spanò (Vama). Premio Mariolino Danesi al giocatore più fantasioso: Eric Chatrian (Piaggio Giachino). Premio Bruno Testolin alla squadra con il miglior spirito: Pepe & Sale. Premio Marco Alleyson al capitano esemplare: Simone Villani (Supermercati Chatrian). Premio speciale Marco Alleyson al condottiero del Nipponly Salvatore Fonte.

serie b1 4

Erbavoglio 1 Marcatori: 2 Perrin, Mazza, Croci (S); Tacchella (E). Ammoniti: Nania, Perrin, Bagnod (S); Fea, Cadin, Madaschi (E).

Chez Drink - Birra Menabrea

serie b2 3

Impresa Edile f.lli Macrì 5 Marcatori: Chamonin, Massarenti, Donnet (C); 3 Ricciardello, Demasi, Cotroneo (I). Ammoniti: Massarenti (C); Facelli, Piciavanni (I). Espulsi: Berard (C).

Serdoz Ascensori - Old Distillery 3 Pizzeria Il Capriccio - Bar Ruitor 4 Marcatori: 2 Gjini, Bodrino (S); 2 Chetreanu,Tripodi, De Lorenzis (P). Ammoniti: Fimiano (S); Sorace Di., Doca (P). Espulsi: Peloso (S).

serie c1 Agricenter Jacquemod

serie c2 3

Avalanche Guard 2 Marcatori: De Vecchi, Dilallo, Donato (Ag); Goldoni, Melgara (Av). Ammoniti: Jacquemod (Ag). Espulsi: Mascardi (Av).

Camelliti Costruzioni

4

Pesa Carpenterie 2 Marcatori: 2 Rao G., Raso I., Raso G. (C); Lattanzi, Paonna (P). Ammoniti: Macrì, Siciliano, Raso I., Lanzo A., Istrate titi, Ursida (C); Lattanzi, Politano, Allera (P). Espulsi: Lanzo R. (C); Zanin J. (P).


CALCIO

lunedì 14 aprile 2014

49

■ SERIE D / Vezzani para un rigore a Recino, ma i locali giocano alla pari e sfiorano l’impresa

Il VdA spaventa la capolista Alessandro ROSSI Inviato al Puchoz AOSTA - La festa, per il Giana Erminio, era comunque stata rimandata, visto il successo del Borgosesia nell’anticipo del sabato, ma in ogni caso al Puchoz lo spumante, per i ragazzi di Albé, sarebbe rimasto in frigorifero. Un bel Vallée d’Aoste, infatti, imbriglia la prima della classe, ormai a un passo dal grande salto in Lega Pro, meritando ampiamente la divisione della posta, rischiando il giusto, ma pungendo anche in avanti e sfiorando in un paio di occasioni il colpaccio. Una bella gara quella andata in scena ad Aosta, con ospiti molto bravi tecnicamente e capaci di mantenere a lungo il possesso palla nella prima frazione, ma con valligiani a rispondere colpo su colpo, senza mai rintanarsi negli ultimi 20 metri. Nella ripresa, poi, con il ritmo a calare con il passare dei minuti, la squadra di Dossena è ancora cresciuta, riuscendo a mettere paura alla retroguardia ospite, mantenendo una solidità difensiva che in altre gare, come ha poi affermato il mister in sala stampa, non si era sempre vista in campo. In campo, dal 1’, i locali si presentano con la difesa a tre D’Errico-Boi-Fiore, larghi in fascia Bonomo Garcia e Raso, con Bedini preferito a Furfaro, non al meglio. Per gli ospiti un occhio di riguardo al bomber Recino, che fa coppia con Spiranelli; difesa a quattro guidata da capitam Chiappella. Dopo 10’ di studio il Giana prova a colpire e mette subito i brividi ai padroni di

Vezzani ipnotizza Recino dal dischetto e mantiene inviolata la porta del Vallée d’Aoste

casa: sugli sviluppi di un lancio dalla retrovie, Spiranelli supera anche Vezzani in uscita, ma D’Errico

VALLEE D’AOSTE GIANA ERMINIO

è fenomenale nello stoppare il tiro a botta sicura dell’attaccante ospite. La risposta del VdA è in una

0 0

punizione di Visconti al 13’ parata a terra da Sanchez. Ancora Visconti si fa vedere al 21’ con un destro

a giro bloccato a terra dall’estremo ospite. Al 32’, su azione d’angolo, Boi strattona Recino e per l’arbitro

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

VALLEE D’AOSTE (3-5-2): Vezzani, Raso, D’Errico, Boi, Mazzei, Fiore, Noro (30’ st Losi), Bedini (5’ sr Furfaro), Di Maira, Visconti (39’ st Podvorica), Bonomo Garcia. All.: Dossena. GIANA ERMINIO (4-4-2): Sanchez, Crociati (33’ st Forbiti), Solerio, Marotta, Bonalumi, Chiappella, Spiranelli (18’ st Cavalleri), Biraghi, Recino (42’ st Levati), Ferré, Rossini. All.: Albé. ARBITRO: Marchi di Bologna. ESPULSO: 46’ st Ferré. AMMONITI: Boi, Bedini, Di Maira, Chiappella. NOTE: recupero 1+4, terreno in buone condizioni; giornata di sole, spettatori 300 circa. Michael Vezzani: «Sono stato bravo a intuire la direzione del rigore di Recino; ho aspettato fino all’ultimo e mi è andata bene. Un ottimo pareggio, ma ora ci aspettano ancora tre battaglie e dobbiamo cercare di portare a casa il massimo».

è rigore; dal dischetto va lo stesso Recino, ma Vezzani sceglie il lato giusto e addirittura blocca la conclusione del bomber del Giana. Ancora Vezzani al 35’ dice di no a Biraghi, quindi al 46’ Bedini, lanciato alla perfezione in piena area, anziché calciare rientra sul destro e l’azione sfuma. Nella ripresa, dopo 5’, entra Furfaro per Bedini e il centrocampo locale cresce in qualità. Al 10’ Mazzei dal limite conclude a lato, al 16’ il VdA sfiora il gol con Furfaro, che di testa appoggia debole da ottima posizione un cross di Raso; al 29’ ancora Furfaro calcia dal limite un destro velenoso, parato da Sanchez. Il Giana passa al 4-2-3-1, ma la difesa locale non traballa. L’unica occasione arriva al 43’ con Forbiti, ma sul suo sinistro Vezzani compie il secondo miracolo di giornata. In pieno recupero da segnalare il rosso diretto a Ferré per una gomitata a D’Errico.

Vezzani è l’uomo partita, Bonomo Garcia sugli scudi Vezzani 8: la prima uscita fuori area fa venire i brividi a compagni e tifosi, poi però ipnotizza Recino, parando il rigore del possibile vantaggio ospite, e nel secondo tempo è strepitoso su Forbiti. Raso 6: controlla la corsia di competenza con grande autorità. D’Errico 6.5: terzo centrale, zona destra, se la cava alla grande non concedendo spazi alle punte ospiti. Boi 6.5: mezzo punto in meno per il rigore causato; per il resto è da applausi. Mazzei 6.5: qualche rischio non manca mai, ma le giocate sono sempre sopraffine e le intuizioni di alta scuola.

Fiore 6.5: il trio dei centrali funziona bene e lui ne fa parte; non una sbavatura. Noro 6.5: uno dei pochi a saltare l’uomo. Dal 30’ st Losi s.v. Bedini 6: si vede poco, inoltre fallisce un’ottima chance. Dal 5’ st Furfaro 6.5: altra pasta, sfiora due volte il gol. Di Maira 6.5: lotta e sgomita contro tutto e tutti; cerca di far salire la squadra. Visconti 6.5: non ha molti palloni giocabili, ma quando può puntare è sempre pericoloso per la squadra avversaria. Dal 39’ st Podvorica s.v. Bonomo Garcia 7: ottimo primo tempo, in entrambe le fasi; nella ripresa gioca facile.

■ CALCIO A 5 / Il Cld Carmagnola del grande ex batte i gialloblu, che chiudono al sesto posto ■ VETERANI / Bene St-Vincent e St-Christophe

Lino Gomes nega i play off all’Aosta 511 Il riscatto dell’Issogne CLD CARMAGNOLA AOSTA CALCIO 511

3 (0) 1 (1)

MARCATORI: 15’01’’ pt Birochi; 36’’ st Gil; 11’15’’ st Giuliano; 18’50’’ st Tipau. CLD CARMAGNOLA: Mastrogiacomo, Giuliano, Monsurrò, Siviero, Zanella, Oanea, Silvestri, Gil, Gomes, Iapicca, Tipau, Borsello. All.: Gomes. AOSTA 511: Garin, Traglia, Birochi, Fabio Iurmanò, Estedadishad, Paschoal, Lucianaz, Luca Iurmanò, Gullone, De Lima, Ruiz Fernandez, Monteleone. All.: Rosa.

ARBITRI: Beneduce di Nola e Prisma di Crotone. AMMONITI: Traglia e Lucianaz. CARMAGNOLA - Sfuma sul più bello il sogno dell’Aosta 511 di qualificarsi, per il secondo anno consecutivo, ai play off di A2. Sul campo di Caramagna vince il Cld degli ex Gomes e Mastrogiacomo. Sorride così il Forlì, che ottiene il pass per gli spareggi promozione nonostante la sconfitta casalinga contro la Tridentina. E dire che la partita si era messa anche bene per i gialloblù, visto il vantaggio siglato nella prima frazio-

SERIE C ALCIOBAD5ONNE SERIE A2 13ª giornata - Ritorno

Carmagnola - Aosta Calcio 511 . .3 - 1 New Team - Comelt Toniolo . . . . . .12 - 5 Forlì - Tridentina . . . . . . . . . . . . . . .4 - 7 Lecco - Dolomitica Belluno . . . . . . .4 - 1 Gruppo Fassina - PesaroFano . . . . . .2 - 5 Città di Sestu - Reggiana. . . . . . . . .9 - 6 Cagliari riposa . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

I verdetti La New Team è promossa in serie A1; Città di Sestu, Pesaro Fano, Cagliari e Forlì accedono ai play off; Tridentina e Comelt Toniolo giocheranno i play out; la Dolomitica Belluno retrocede in serie B.

Squadra New Team

GIRONE A P.ti

Partite Reti G V N P F S 59 24 19 2 3 138 81

Città di Sestu

54 24 17 3 4 97 54

PesaroFano

53 24 16 5 3 110 64

Cagliari

51 24 16 3 5 110 70

Forlì

37 24 11 4 9 91 83

Aosta Calcio 511 36 24 11 3 10 92 90 Carmagnola

34 24 9 7 8 68 60

Reggiana

33 24 10 3 11 79 91

Gruppo Fassina 32 24 9 5 10 88 73 Lecco

27 24 9 0 15 77 93

Tridentina

14 24 4 2 18 66 99

Comelt Toniolo

13 24 4 1 19 73 138

Dolomitica Belluno 5 24 1 2 21 45 138

ne di gioco da Birochi, bravo ad uscire dal pressing e a superare l’estremo difensore avversario con un pregevole pallonetto. Gli ospiti avrebbero anche l’occasione per allungare, ma Lucianaz spreca a porta vuota e poi Ruiz Fernandez non finalizza un contropiede. Nella ripresa i piemontesi trovano subito il pari con Gil, con il capitano Giuliano che sigla il sorpasso a metà del secondo tempo. L’Aosta 511 prova a spingere alla ricerca del pari, ma a tempo quasi scaduto arriva il tris dei gialloneri con Tipau, che chiu-

de definitivamente i conti e fissa il risultato sul definitivo 3-1. Nel finale da segnalare l’esordio di Alessandro Garin tra i pali. «Eravamo stanchi, ma siamo comunque soddisfatti - ammette il tecnico Rodrigo Rosa anche perché il nostro obiettivo di inizio stagione era la salvezza. Il campionato è stato positivo, siamo contenti di essercela giocata fino all’ultima giornata. I nostri giovani stanno crescendo molto e sono sicuro che in futuro potranno togliersi diverse soddisfazioni». ■ an.tro.

AOSTA - Riprende a correre la capolista della Coppa Valle d’Aosta organizzata da US Acli e VdA Châtillon per la categoria Veterani. L’Issogne, dopo lo stop contro il Casinò, ha sbancato 3-0 il campo dell’Olimpia Gressan grazie alla doppietta di Marco Vignaton e al gol di Oscar Dalbard. La squadra della bassa Valle ha così allungato sulle inseguitrici: il Casinò ha impattato 0-0 in casa con il Sarre, il Quart ha chiuso 11 la sfida con l’Aymavilles (a segno Nicola Turato e Davide Carrozzino).

CALCIO A 5 AMATORIALE

Mercoledì il Gazzetta Football Challenge entra nel vivo AYMAVILLES - La fase regionale del Gazzetta Football Challenge 2014 entra nel vivo. In settimana si è chiusa la fase di qualificazione e le migliori otto squadre sono state promosse al tabellone a eliminazione diretta. Nei quarti di finale si affronteranno I.A.R.-Centro della Sicurezza, Cobola Serramenti (mercoledì dalle 21), C.S. Aymavilles-F.C. VillSarre e Caldarelli Assicurazioni-Alpistrutture (giovedì dalle 21). Ma facciamo un passo indietro e vediamo così successo nella terza e ultima giornata della regular season. Ecco i risultati: Centro della Sicurezza-Esso Brunello 1-6, Cobola Serramenti-Vallée Trafor 6-4, Institut Agricole Régional-Motor Café 10-

2, Real Scucchio-C.S. Aymavilles 0-6, Caldarelli Assicurazioni-F.C. VillSarre 7-1, Ferramenta Peretto-Alpistrutture 3-6. Classifica girone A: Caldarelli p.ti 9; Cobola 6; F.C. VillSarre 3; Vallée Trafor 0. Classifica girone B: Institut Agricole Régional p.ti 9; Alpistrutture 6; Motor Café 3; Ferramenta Peretto 0. Classifica girone C: C.S. Aymavilles p.ti 9; Esso Brunello 6; Centro della Sicurezza 3; Real Scucchio 0. In classifica marcatori comanda Mathieu Pont dell’I.A.R. con otto centri, seguito a due lunghezze da Riccardo Manti dell’Esso Brunello e da Danny Treves della Caldarelli. ■ r.g.

Non si scioglie la coppia che comanda il Memorial Attilio Rolando. Il St-Christophe ha regolato 2-0 il VdA Châtillon con i gol di Bruno Iamonte e Gianluca Villa; il St-Vincent ha risposto vincendo con un acuto di Dominique Grenier nella tana del Fenusma. Pari senza reti, infine, tra St-Pierre e Grand Combin. In classifica marcatori Oscar Dalbard ha raggiunto quota 19 gol, dieci in più di Alessandro Celano del Casinò e Didier De Antoni del Quart. CLASSIFICA COPPA VALLE D’AOSTA: Issogne p.ti 12; Casinò 8; Quart 6; Sarre 5; Aymavilles 2; Olimpia Gressan 1. CLASSIFICA MEMORIAL ATTILIO ROLANDO: St-Christophe e St-Vincent p.ti 10; Fenusma, Grand Combin e StPierre 5; Verrès e VdA Châtillon 1.

Nicola Turato (Quart)


CALCIO

50

lunedì 14 aprile 2014

■ PROMOZIONE / Il P.D.H.A. avvicina i play off uscendo indenne dal campo della capolista

Un punto nella tana del Volpiano Federico MECCA Inviato al Comunale VOLPIANO - Il Pont Donnaz Hône Arnad spaventa la capolista strappandole un punto. I rossoblu sfoderano una bella prestazione passando prima in vantaggio e poi recuperando, anche se rimane il rammarico per un rigore non concesso a inizio ripresa, che poteva cambiare il volto della gara. Questo risultato conferma l’ottimo momento di forma dei valligiani, che rimangono in corsa per i play off, visto il pari dell’Alicese e il ko del Casale. Il tecnico Milani vuole sfidare la capolista a viso aperto confermando il collaudato 4-2-3-1, con Chiavenuto unica punta supportato da Barbiero, Clemente e Menchini. Il Volpiano risponde con il 4-3-1-2, dove l’ex Torino Andreotti ispira la coppia gol formata da Santoro ed Amoruso. Le due compagini iniziano subito a ritmi vertiginosi con gli ospiti a manovrare, mentre i volpianesi colpiscono in ripartenza come al 3’ quando Andreotti lancia in area Santoro, ma il diagonale al volo sorvola la traversa. La risposta del P.D.H.A. non tarda ad arrivare e fa subito male, infatti, al 5’ Barbiero mette in mezzo dalla destra, Valsecchi perde il pallone lasciando strada a Menchini, che controlla e infila Pinelli con un diagonale rasoterra imprendibile. La rete risveglia l’orgoglio del Volpiano, che si getta in avanti alla ricerca del pareggio, ma al 9’ il diagonale di Santoro esce di un soffio. Gli ospiti faticano a contenere gli assalti dei rivali, che al 17’ trovano il pareggio: Andreotti mette in mezzo, Musacchio

VOLPIANO P.D.H.A.

2 (2) 2 (1)

MARCATORI: 5’ pt Menghini; 17’ pt Ferone; 26’ pt Amoruso; 13’ st Clemente. VOLPIANO (4-3-1-2): Pinelli, Valsecchi, Zaccarelli, Filoni, Di Benedetto, Ferone (38’ st Persiano), Taramino, Parente, Santoro, Andreotti (24’ st Guastaferri), Amoruso. All.: Scirè. PONT DONNAZ HONE ARNAD (4-2-3-1): Peirano, Vercella, Sirigu (33’ Bergonzi), Moretto, Lorusso, Musacchio, Barbiero, Amato, Chiavenuto (42’ st Dotelli), Menchini, Clemente. All.: Milani. ARBITRO: Ciaccio di Nichelino. AMMONITI: Zaccarelli, Vercella e Musacchio. NOTE: spettatori paganti 94; recupero 1+3; tiri in porta 5-3; tiri fuori 3-2; angoli 5-1; fuorigioco 4-2; falli commessi 14-19. Gabriele Bergonzi: «Rimane un po’ di rammarico perchè abbiamo giocato alla pari contro la capolista e se l’arbitro avesse fischiato il rigore a inizio ripresa poteva cambiare tutto. Nella ripresa non abbiamo rischiato quasi nulla dimostrando tutte le nostre qualità».

rinvia di testa sui piedi di Ferone, che dal centro dell’area trafigge l’incolpevole Peirano. I rossoblu prova-

no a rispondere al 23’, ma il fendente dal limite di Clemente viene bloccato in due tempi da Pinelli. Gol sba-

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

Menchini sblocca la partita, Clemente firma il pari Peirano 6: salva la sua porta in più di un’occasione, nulla può sulle reti volpianesi. Vercella 6: parte a destra faticando su Amoruso, meglio quando viene spostato a sinistra. Sirigu 5: fatica a contenere le folate offensive di Ferone sulla fascia sinistra. Dal 33’ Bergonzi 6.5: sfrutta il fisico possente per tenere a bada Amoruso e si propone anche in avanti. Moretto 6.5: lotta come un leone davanti alla difesa recuperando diversi palloni. Lorusso 6.5: è il più sicuro della retroguardia rossoblu. Musacchio 6: mezzo voto in meno per il

gliato-gol subito: al 26’ Parente lancia Amoruso, che scattato sul filo del fuorigioco supera Peirano in usci-

Il Fenusma fa piangere il Banchette BANCHETTE FENUSMA

1 (0) 4 (3)

MARCATORI: 3’ pt e 10’ pt Corniolo, 5’ pt Dalla Zanna; 15’ st Massimino; 20’ st Ferrero BANCHETTE (3-5-2): Nicolò Lago, Brizzi (16’ st Benou), Mendo, Aime (27’ st Savio), Sabolo, Bianco, Padovan, Ferrero, Migliorin, Errico, Agostino (11’ st Maccioni). All.: Franco Lago. FENUSMA (3-4-1-2): Dandres,Voyat, Statti, Dalla Zanna (11’ st Massimino), Pession, Rudzko (1’ st Droz), Grange, Alessandro Perruquet, Corniolo, Money, Donato (21’ st Comé). All.: Riboni. ARBITRO: Cavanè di Torino. AMMONITI: Bianco, Padovan, Mo-

Alberto Dalla Zanna

ney, Voyat, Alessandro Perruquet, Droz. BANCHETTE - Il Fenusma cala il poker e allunga a quattro la striscia positiva (due vittorie e altrettanti pareggi). La pratica Banchette viene chiusa

già dopo appena 10’ grazie alla doppietta di uno scatenato Corniolo e al gol di Dalla Zanna. I padroni di casa provano a reagire, ma Dandres sbarra la strada ai tentativi degli attaccanti e, ad inizio ripresa, il neo entrato Massimino mette il sigillo sulla gara su punizione. La rete della bandiera dei padroni di casa arriva su calcio piazzato, con Ferrero che rende meno amara la sconfitta. La squadra di Claudio Riboni sale così a quota 46 punti in classifica, conquistando aritmeticamente il sesto posto. Il Banchette, invece, scivola a -11 dal Real Sarre: la qualificazione ai play off è ad altissimo rischio. ■ an.tro.

Il Real schianta il Vallorco e blinda il secondo posto AOSTA - Tutto facile per il Real Sarre dinanzi a un decimato Vallorco (oltre al portiere, aveva un solo elemento in panchina). I castellani ne fanno sei, riscattano il brutto 2-4 dell’andata e difendono il secondo posto in classifica; piazzamento che permette di disputare in casa i primi due turni dei play off. Sempre che siano due, visto che, grazie al Fenusma, si è aperto pure un altro bello scenario. I cuginetti blucerchiati battendo il Banchette hanno portato a 11 il distacco tra Real e lo stesso Banchette e ciò significa, così stando le cose, che la Vallet-band accederebbe direttamente al secondo turno. Obiettivi (secondo posto e distacco di almeno 10 punti dalla quinta) che si concretizzeranno con un ultimo sforzo: battere il San Maurizio Canavese dopo la sosta pasquale. Nel frattempo un primato stagionale il Real Sarre l’ha già stabilito: con 12 vittorie e 3 pareggi, è l’unica squadra del girone C imbattuta in casa. Sulla pratica Vallorco c’è invece poco (o tanto, se si considerano i gol) da dire. Vallet (privo di Giannini, squalificato, Stefano Riente, Ceccato e Angelo e Matteo Diano, indi-

colpo di testa che regala il pareggio al Volpiano. Barbiero 6.5: corre avanti e indietro sulla destra, ma è costretto sulla difensiva dai rivali. Amato 6.5: è il riferimento per i compagni nella costruzione della manovra. Chiavenuto 5.5: dimenticato in avanti lotta da solo contro la difesa avversaria. Dal 42’ st Dotelli s.v. Menchini 7: trova il momentaneo vantaggio e a inizio ripresa l’arbitro gli nega un calcio di rigore. Clemente 7: bravo nel fraseggio e cinico nell’unica occasione avuta.

ta con un pallonetto morbido. A questo punto Milani getta nella mischia Bergonzi al posto di un Sirigu

■ 1ª CATEGORIA / Il colpaccio castellano mette a rischio i play off dei rossoblu Eccellenza

■ 1ª CATEGORIA / Vincendo a San Maurizio, la Vallet-band salterà il primo turno dei play off

Renato DUCLY Inviato al Comunale

sponibili), mette in campo Pasteris e Raco II in avanti con Luca Riente alle loro spalle, quindi il tris d’assi BouamerAndrea Raco-Berthod in mediana, Bandieri e Locci terzini e l’inossidabile coppia centrale Gagliardi-Raco I a protezione di Erba. Pronti via e il match si mette subito in discesa: Riente serve l’assist e Pasteris trafigge con un preciso diagonale Gaido. Dopo appena 5’ si potrebbe già essere sul 2-0, ma il palo dice di no allo stesso Riente. Raddoppio che comunque non tarda ad arriva-

re: Bouamer lancia Raco II, il quale scarta pure il portiere e deposita la palla in rete. Il Real ci prova varie volte, non trovando lo specchio, dalla distanza (sull’altro fronte è bravo Erba a dire di no a Mastrogiuseppe) e il tris arriva al 37’: assist di Pasteris e penetrazione in area del sempre ottimo Berthod, che non lascia scampo al portiere. Per gli ospiti, prima della pausa, da segnalare anche il palo colpito da Alessandro Bruno. Nella ripresa il copione non cambia e così arriva il 4-0 con Raco I su azio-

ne d’angolo (i difensori ospiti pasticciano, la palla giunge al buon Gigi, che da due passi la mette dentro). Quindi Riente viene steso in area da Orlando, l’arbitro indica il dischetto e lo stesso Luca spiazza Gaido. Break del Vallorco a metà frazione: prima Erba salva su Lucco, successivamente Obert sigla il gol della bandiera. La pratica si chiude pertanto con l’autogol clamoroso di Caserio: cross in mezzo di Berthod e bel colpo di testa del difensore nerocrociato a battere il proprio portiere.

Vince lo Charva, pari dell’Aygre Niente calcio domenicale per le formazioni di Eccellenza, che hanno anticipato la penultima di ritorno a mercoledì per gli impegni della rappresentativa regionale al Trofeo delle Regioni. Lo Charva ha vinto 4-3 sul Settimo (doppietta di Garbini, reti di Sterrantino e Antonacci), tenendo vive le speranze di evitare i play out (ma nell’ultimo turno del 25 aprile i rossoneri dovranno vincere sull’Atletico Torino e sperare nel passo falso di una tra Borgaro e Lascaris). Pareggio 2-2 dell’Aygreville a casa dell Pro Settimo (doppietta di Turato); i torinesi hanno così festeggiato il salto in serie D.

REAL SARRE VALLORCO

AOSTA - Venerdì 25 aprile sui campi di regione Montfleury di Aosta si giocherà il Trofeo della Liberazione - 1° Memorial Ernesto Guglielminotti per Pulcini e Veterani organizzato da CGC Aosta, Anpi Valle d’Aosta e Uisp. I Pulcini 2004 cominceranno a giocare alle 10.30 con i primi match dei due quadrangolari; la fase di qualificazione si concluderà prima del pranzo, quindi, dalle 16, via ai gironi decisivi per la classifica finale. Nel gruppo A sono inserite Alessandria, CGC Aosta, C.M. Grand Paradis A e Courmayeur; in quello B si sfideranno Jr Biellese Libertaz, C.M. Grand Paradis B, Aygreville e Charvensod. Il torneo dei Veterani scatterà alle 18.15 con la sfida tra Olimpia e Anpi Elter; alle 19 la perdente se la vedrà con il CGC Aosta, che alle 19.45 chiuderà il triangolare affrontando la vincente del primo match. In caso di parità, invece dei rigori, si tireranno gli shoot-out.

6 (3) 1 (0)

MARCATORI: 2’ pt Pasteris; 15’ pt Luigi Raco II; 37’ pt Berthod; 5’ st Luigi Raco I; 9’ st rig. Luca Riente; 19’ st Obert; 36’ st aut. Caserio. REAL SARRE (4-3-1-2 ): Erba, Locci, Bandieri (26’ st Spataro), Berthod, Luigi Raco I (29’ st Rao; 33’ st Marco Diano), Gagliardi, Luca Riente, Bouamer, Pasteris, Andrea Raco, Luigi Raco II. All.: Vallet. VALLORCO (4-4-2): Gaido, Chimento, Lucco (14’ st Mahila), Orlando, Caserio, Le Pere, Allessandro Bruno, Mastrogiuseppe, Obert, Matteo Bruno, Tommasi. All.: Cocco. ARBITRO: Flore di Collegno. AMMONITI: Berthod, Orlando, Alessandro Bruno, Mastrogiuseppe, Matteo Bruno.

KERMESSE

Il Trofeo della Liberazione

Flash

in difficoltà, ma prima del riposo è ancora Andreotti ad avere due occasioni per centrare la terza rete. A inizio ripresa il Pont si getta in avanti alla ricerca del pareggio, ma al 6’ Menchini lanciato a rete viene atterrato in area da Filoni e l’arbitro lascia incredibilmente correre. Gli ospiti ci credono e al 13’ arriva il meritato pareggio: Bergonzi lancia in profondità Clemente partito sul filo del fuorigioco, il fantasista rossoblu a tu per tu con Pinelli non manca l’appuntamento con il gol. Il Volpiano fatica a contenere gli assalti degli ospiti, così, Scirè corre ai ripari passando al 4-4-2, con Guastaferri al posto di Andreotti. Il P.D.H.A. tiene bene il campo, anche se gli manca lo spunto per centrare la vittoria. Nel finale Scirè prova il 4-3-3 inserendo Persiano per Ferone, ma sono gli ospiti a sfiorare la vittoria con una punizione insidiosa di Amato, che Pinelli salva sulla linea.

LE PAGELLE DEL NOSTRO INVIATO

Luigi Raco I: «La partita si è messa subito bene dopodiché abbiamo rischiato davvero poco. L’obiettivo dei play off l’abbiamo centrato ora dobbiamo chiudere secondi. Il gol? Sono contento e lo dedico a tutto questo splendido gruppo, dai compagni a tutto lo staff (con menzione speciale al direttore sportivo Luca Cusano ndr)».

Berthod prezioso davanti e dietro, Luigi Raco II dinamico Erba 6: un liscio di piede in uscita (lo salva Gagliardi), ma anche due belle parate. Locci 6: controlla la sua zona limitandosi nelle avanzate. Bandieri 6.5: attento dietro e alcune buone sortite in avanti. Dal 26’ st Spataro 6: un tranquillo spezzone di partita. Berthod 7.5: oltre al bel gol del 3-0 porta Caserio all’autolesionismo. Non molla mai, creando per i suoi e spezzando trame avversarie. Luigi Raco I 7: dietro come al solito non delude, quindi partecipa alla festa siglando il suo primo gol stagionale. Dal 29’ st Rao s.v.: al primo intervento si fa male: distorsione del ginocchio destro. Sfortunato. Dal 33’ st Mar-

co Diano s.v. Gagliardi 6.5: meno lavoro di altre volte, ma l’attenzione e l’efficacia sono sempre alte. Luca Riente 7: un palo, un rigore conquistato e trasformato e un buon feeling coi compagni. Bouamer 6.5: svaria a tutto il campo, cerca la conclusione, serve l’assist del 2-0 e finisce centrale di difesa. Utilissimo. Pasteris 7: paradossalmente ha meno occasioni per colpire di quanto ci si aspetti, ma un gol e un assist li sforna comunque. Andrea Raco 6.5: tocca tanti palloni e in un paio di circostanze è pure troppo altruista. Luigi Raco II 7: si muove molto, va a segno e sfiora la doppietta.


CALCIO

lunedì 14 aprile 2014

SERIE D

14ª giornata - Ritorno Lavagnese - Albese . . . . . . . . . . . . .3 - 2 Asti - Caronnese . . . . . . . . . . . . . . .0 - 1 Pro Dronero - Chiavari Ca.. . . . . . . .1 - 1 Vado - Caratese . . . . . . . . . . . . . . .1 - 1 Vallée d’Aoste - Giana Erminio . . . .0 - 0 Borgosesia - Novese . . . . . . . . . . . .4 - 0 Verbania - Rap.Bogliasco . . . . . . . .0 - 3 Derthona - Santhià . . . . . . . . . . . . .3 - 1 Chieri - Sestri Levante . . . . . . . . . .0 - 2

Prossimo turno Chiavari Ca. - Asti . . . . . . . . . . . . . (0-0) Rap.Bogliasco - Borgosesia . . . . . . (1-0) Albese - Chieri . . . . . . . . . . . . . . . (0-2) Caronnese - Derthona . . . . . . . . . . (3-0) Novese - Lavagnese . . . . . . . . . . . (0-3) Giana Erminio - Pro Dronero . . . . . (8-2) Santhià - Vado . . . . . . . . . . . . . . . (0-4) Sestri Levante - Vallée d’Aoste . . . .(1-4) Caratese - Verbania . . . . . . . . . . . . (0-0)

GIRONE A Squadra

P.ti

Giana Erminio Borgosesia Rap.Bogliasco Caronnese Lavagnese Chieri Vado Chiavari Ca. Vallée d’Aoste Novese Asti Derthona Albese Caratese Sestri Levante Pro Dronero Santhià Verbania

SECONDA ERIE B DCONNE ATEGORIA 12ª giornata - Ritorno Valchiusella - Agliè . . . . . . . . . . . . .3 - 0 CG Sanson - Azeglio . . . . . . . . . .0 - 1 La Romanese - Bajo Dora . . . . . . . .0 - 0 Introd - Grand Combin . . . . . . . .2 - 3 Aosta Calcio 511 - Aosta GLV . . . . .5 - 2 Fiorano - Red Devils . . . . . . . . . .2 - 1 Corrado Gex - Val d’Ayas. . . . . . .0 - 1

Squadra

Partite G V N 31 20 10 31 20 5 31 19 5 31 16 8 31 16 8 31 17 3 31 13 9 31 11 12 31 10 11 31 10 9 31 9 10 31 9 9 31 9 8 31 8 11 31 8 6 31 4 9 31 4 9 31 2 6

70 65 62 56 56 54 48 45 41 39 37 36 35 35 30 21 21 12

Reti F S 64 24 69 30 57 30 47 26 43 26 48 40 51 41 34 27 39 38 35 46 40 35 35 39 30 48 29 45 33 48 44 75 22 59 16 59

P 1 6 7 7 7 11 9 8 10 12 12 13 14 12 17 18 18 23

Bajo Dora - Aosta Calcio 511 . . .(1-1) Agliè - CG Sanson . . . . . . . . . . .(1-1) Aosta GLV - Corrado Gex . . . . . .(0-0) Azeglio - Fiorano . . . . . . . . . . . . . (3-2) Val d’Ayas - Introd . . . . . . . . . . .(2-2) Red Devils - La Romanese . . . . . .(2-3) Grand Combin - Valchiusella . . . . .(0-4)

GIRONE B PRIMA CATEGORIA

14ª giornata - Ritorno

Squadra

Leinì - Bollengo A. . . . . . . . . . . . . .0 - 3 Sp.Nolese - Brandizzo . . . . . . . . . . .0 - 6 Rivarolese - Casale . . . . . . . . . . . . .3 - 2 Alicese - Crescentinese . . . . . . . . . .2 - 2 Quinci.Tava. - LG Trino . . . . . . . . . .1 - 0 San Carlo - Pavarolo . . . . . . . . . . . .2 - 0 Volpiano - P.D.H.A. . . . . . . . . . . .2 - 2 Venaria - Real Canavese . . . . . . . . .3 - 2 Mathi L. riposa . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Prossimo turno Real Canavese - Alicese . . . . . . . . . (1-2) Pavarolo - Leinì . . . . . . . . . . . . . . (1-2) LG Trino - Mathi L. . . . . . . . . . . . . (2-1) Brandizzo - Quinci.Tava. . . . . . . . . (0-0) Crescentinese - San Carlo . . . . . . . (1-2) P.D.H.A. - Sp.Nolese . . . . . . . . . .(0-1) Casale - Venaria . . . . . . . . . . . . . . (2-3) Bollengo A. - Volpiano . . . . . . . . . . (0-2) Rivarolese riposa . . . . . . . . . . . . . . . . .

P.ti

Partite Reti G V N P F S

11ª giornata - Ritorno

Volpiano Casale Quinci.Tava. P.D.H.A. Alicese Brandizzo Rivarolese Mathi L. Sp.Nolese Venaria Real Canavese LG Trino Bollengo A. Pavarolo Leinì San Carlo Crescentinese

70 63 51 50 47 43 42 39 38 38 37 36 35 34 27 26 11

Chambave - Champdepraz . . . . . .2 - 4

CG Sanson

57 25 18 3 4 63 30

Atletico 1912 - Châtillon . . . . .10 - 3

Valchiusella

53 25 17 2 6 67 36

Forno - Jr Salassa . . . . . . . . . . . . . .1 - 2

Agliè

44 25 13 5 7 46 34

Bellavista - Montjovet . . . . . . . . .4 - 1

Aosta Calcio 511

39 25 11 6 8 59 49

Red Devils

34 25 9 7 9 37 30

San Grato - Rivarese . . . . . . . . . . . .4 - 2 CGC Aosta - Sporting Issogne . . .3 - 1

G 29 29 29 29 29 29 30 29 29 30 30 29 29 29 29 29 29

Partite V N 21 7 19 6 15 6 15 5 14 5 11 10 12 6 12 3 11 5 10 8 9 10 9 9 9 8 8 10 7 6 7 5 2 5

P 1 4 8 9 10 8 12 14 13 12 11 11 12 11 16 17 22

Reti F S 56 20 62 27 47 27 44 27 40 35 33 24 42 43 37 41 35 42 30 38 37 43 41 44 46 49 27 33 29 54 28 47 29 69

P.ti

Forno

Partite Reti G V N P F S

52 22 16 4 2 60 25

Champdepraz 46 22 13 7 2 55 26 Bellavista Chambave

42 22 13 3 6 39 28 36 22 10 6 6 40 38

GIRONE C

Squadra

Real Leinì - A.S.Francesco . . . . . . . .2 - 1 Castellamonte - Bosconerese . . . . . .0 - 2 Banchette - Fenusma . . . . . . . . .1 - 4 P.V.F. - La Chivasso . . . . . . . . . . . . .3 - 2 St.V.Châ. - Quart . . . . . . . . . . . .3 - 1 Colleretto G.P. - San Maurizio . . . . .3 - 0 Real Sarre - Vallorco . . . . . . . . . .6 - 1 Esperanza - Verrès . . . . . . . . . . .2 - 1

Prossimo turno Verrès - Banchette . . . . . . . . . . .(0-7) Vallorco - Castellamonte . . . . . . . . (2-0) Fenusma - Colleretto G.P. . . . . . .(1-1) La Chivasso - Esperanza . . . . . . . . (1-0) Quart - P.V.F. . . . . . . . . . . . . . . .(2-1) Bosconerese - Real Leinì . . . . . . . . (1-1) San Maurizio - Real Sarre . . . . . .(1-1) A.S.Francesco - St.V.Châ. . . . . . .(1-1)

La Chivasso Real Sarre Colleretto G.P. P.V.F. Banchette Fenusma Real Leinì Bosconerese Vallorco Verrès San Maurizio Esperanza St.V.Châ. Quart Castellamonte A.S.Francesco

P.ti 76 63 61 55 52 46 41 40 39 37 36 32 28 21 15 9

11ª giornata - Ritorno

Squadra

Castellamonte - Banchette . . . . . . .2 - 1 Montanaro - Bollengo A. . . . . . . . . .6 - 0

Chiavazzese

Quinci.Tava. - Montaltese . . . . . . . .4 - 0 P.V.F. Chiavazzese - CGC Aosta . . . . . . .6 - 0 Castellamonte

G 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29 29

Partite V N 25 1 20 3 18 7 17 4 16 4 12 10 11 8 12 4 10 9 10 7 9 9 9 5 7 7 6 3 3 6 2 3

P 3 6 4 8 9 7 10 13 10 12 11 15 15 20 20 24

Reti F S 85 27 74 29 61 26 59 37 71 36 56 46 40 43 44 46 41 53 43 57 34 49 46 60 29 59 30 58 28 67 28 76

GIRONE A P.ti

Partite Reti G V N P F S 54 22 17 3 2 76 31

51 22 16 3 3 63 32 41 22 12 5 5 48 30

St.V.Châ. - La Romanese . . . . . . .4 - 2 Quinci.Tava. P.V.F. - Red Devils . . . . . . . . . . . .2 - 1 St.V.Châ.

34 22 10 4 8 44 38 33 22 10 3 9 48 31

39 22 11 6 5 38 27

Jr Salassa

33 22 9 6 7 40 34

Atletico 1912

31 22 8 7 7 45 31

Il verdetto

Banchette

San Grato

27 22 8 3 11 38 38

La Chiavazzese vince il girone.

Bollengo A.

31 22 9 4 9 32 38

25 22 6 7 9 26 36

Red Devils

22 22 7 1 14 41 51

21 22 6 3 13 23 38

La Romanese

20 22 6 2 14 37 60

La Romanese

31 25 8 7 10 37 39

Introd

26 25 7 5 13 35 53

Fiorano

25 25 7 4 14 26 48

Corrado Gex

25 25 6 7 12 23 37

Val d’Ayas

20 25 5 5 15 27 46

Bajo Dora

19 25 4 7 14 25 50

20 22 6 2 14 35 53 accedono ai play off (lo Jr Salassa, benché CGC Aosta Sporting Issogne20 22 4 8 10 27 48 quinto, è escluso perché ha oltre dieci

Aosta GLV

19 25 5 4 16 23 55

punti di ritardo dalla seconda).

Prossimo turno

14ª giornata - Ritorno

ERIE BPD ROVINCIALE ONNE GIRONE A JSUNIOR Squadra

64 25 20 4 1 72 20

Azeglio

P.ti

GIRONE A E TSERZA ERIE B CATEGORIA DONNE

Grand Combin 33 25 9 6 10 41 54

Prossimo turno

PROMOZIONE

51

Il Forno è promosso in Seconda Categoria; Montjovet Rivarese Champdepraz, Bellavista e Chambave

Châtillon

13 22 3 4 15 28 61

Montaltese

19 22 5 5 12 37 57

CGC Aosta

17 22 4 5 13 44 76

Montanaro

12 22 4 1 17 29 66

CALCIO A 5 AMATORIALE: il Fiat Cesaro - Bar Lys conquista la 2ª Free Time Cup

Il Fiat Cesaro - Bar Lys

Il Bar Comola

Il Dalailama Bistrot Village

Il F.C. Walser

Il Fiat Cesaro - Bar Lys ha vinto a Pont-St-Martin la seconda edizione della Free Time Cup. Nella finalissima si è arreso 4-3 il Bar Comola, che aveva vinto la regular season; terza piazza per il Dalailama Village Bistrot (piegato 5-3 in semifinale dal Cesaro), che ha sconfitto 6-2 il F.C. Walser (eliminato in semifinale 4-3 dal Comola). Cinque i premi speciali assegnati: Stefano Bastrentaz del Walser (miglior portiere), Alessandro Peila del Bar Comola (miglior giocatore), Simone Frassy del Dalailama (capocannoniere delle fasi finali), Davide Soster del Fiat Cesaro (giocatore più giovane), Roberto Duclair del Fiat Cesaro e Federico Dalbard del Bar Comola (migliori giocatori della finale).

ALLIEVI PROVINCIALI

GIOVANISSIMI REGIONALI

GIOVANISSIMI PROVINCIALI

GIOVANISSIMI F/B REG. A

GIOVANISSIMI F/B REG. B

GIOVANISSIMI F/B PROV.

7ª giornata - Ritorno

7ª giornata - Ritorno

4ª giornata - Ritorno

8ª giornata - Ritorno

8ª giornata - Ritorno

4ª giornata - Ritorno

C.M. Gr.Paradis - Brandizzo. . . 1 - 2

Ramatese Omegna - Piemonte Sport . . .3 - 1

Aosta 511 - Bollengo A. . . . . . 3 - 2

Pertusa Biglieri - Evançon . . . . 2 - 2

Fenusma - J. Stars . . . . . . . . . 2 - 0

C.M. Gr.Paradis - Aygreville. . . 0 - 8

Lascaris - Cenisia . . . . . . . . . . . .3 - 3

Alpignano - Pro Settimo . . . . . . .1 - 2

Orione Vallette - Collegno Pa.. . . .1 - 8

Trecate - Santhià . . . . . . . . . . . .1 - 1

La Chivasso - Evançon . . . . . . 4 - 2

Aygreville - Vallée d’Aoste. . . . 4 - 1

Charvensod - C.M. Gr.Paradis . 3 - 0

Vallée d’Aoste - P.V.F. . . . . . . . 2 - 1

Lascaris - Varzese . . . . . . . . . . 17/04

Grand Combin - Ivrea . . . . . . . 3 - 3

Rapid Torino - Parlamento . . . . . .1 - 1

Alicese - Sparta Novara. . . . . . . .0 - 3

Aosta 511 - San Grato . . . . . . 8 - 1

Pool Ciriè - Quinci.Tava. . . . . . . .2 - 2 Squadra P.ti Partite G V N P P.V.F. 39 16 13 0 3 Evançon 36 16 12 0 4 Vallée d’Aoste 35 16 11 2 3 Pool Ciriè 31 16 10 1 5 Rivarolese 30 16 9 3 4 Brandizzo 19 16 6 1 9 La Chivasso 15 16 4 4 8 Quinci.Tava. 11 16 3 2 11 C.M. Gr.Paradis 6 16 1 3 12 Livorno Ferr. 5 16 1 4 11

Sparta Novara - Volpiano . . . . . . .3 - 1 Squadra P.ti Partite G V N P Sparta Novara 35 14 11 2 1

Evançon - P.D.H.A. . . . . . . . . . 1 - 1 Squadra P.ti Partite G V N P Charvensod 33 11 11 0 0

Arona riposa . . . . . . . . . . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P J. Stars 33 15 11 0 4

Grand Combin - Vallée d’Aoste . .16/04 Squadra P.ti Partite G V N P CGC Aosta 27 11 9 0 2

Lascaris

1

Charvensod

33 11 11

0

0

Alpignano

32 15 10

2

3

Aygreville

24 11

7

3

1

4

P.D.H.A.

25 11

8

1

2

Pro Settimo

29 15

9

2

4

Ivrea

18 11

5

3

3

Aosta 511

23 11

6

5

0

Fenusma

26 16

7

5

4

Aosta 511

15 11

5

0

6

Montaltese - Real Canavese . . . . .0 - 6 Squadra P.ti Partite G V N P Collegno Pa. 48 17 16 0 1 Lascaris 46 17 15 1 1 Pertusa Biglieri 33 17 10 3 4 Cenisia 29 17 9 2 6 Real Canavese 18 17 6 0 11 Rapid Torino 17 17 4 5 8 Orione Vallette 16 17 5 1 11 Evançon 16 17 4 4 9 Parlamento 13 17 3 4 10 Montaltese 8 17 2 2 13

Sparta Novara

20 15

4

8

3

Santhià

19 15

5

4

6

Arona

18 15

5

3

Trecate

9 15

1

Alicese

2 15

0

9ª Giornata

9ª Giornata

Collegno Pa. - Montaltese . . . . . (8-1)

J. Stars - Alicese . . . . . . . . . . . . (5-2)

Evançon - Lascaris . . . . . . . . .(0-2)

Santhià - Alpignano . . . . . . . . . (1-3)

Cenisia - Orione Vallette . . . . . . (1-2)

Pro Settimo - Arona . . . . . . . . . (1-0)

Parlamento - Pertusa Biglieri. . . (2-4)

Sparta Novara - Trecate . . . . . . . (1-1)

San Grato - C.M. Gr.Paradis . .(1-2)

Real Canavese - Rapid Torino . . . (0-2)

Fenusma riposa . . . . . . . . . . . . . .

Aygreville - Grand Combin . . .(9-1)

Rivarolese - Livorno Ferr. . . . . . .3 - 0

Prossimo turno 8ª Giornata

P.V.F. - C.M. Gr.Paradis . . . . . .(5-3) Livorno Ferr. - La Chivasso . . . . (1-3) Evançon - Pool Ciriè . . . . . . . .(0-1)

Aygreville Volpiano

28 13 26 14

8 8

4 2

26 14

8

2

4

Vallée d’Aoste 21 14

6

3

5

Ramatese Omegna10 14

3

1

10

Piemonte Sport 9 14

3

0

Varzese

1

0

I verdetti

3 13

C.M. Gr.Paradis 15 11

4

3

4

Evançon

12 11

3

3

5

11

Bollengo A.

4 11

1

1

9

12

Grand Combin 3 11

0

3

8

Lo Sparta Novara e il Lascaris accedono ai play off per l’assegnazione del titolo regionale di categoria.

Prossimo turno 5ª Giornata

C.M. Gr.Paradis - Aosta 511 . .(1-4) Ivrea - Evançon . . . . . . . . . . .(2-2)

Vallée d’Aoste - Quinci.Tava. . .(3-1)

Bollengo A. - Grand Combin . .(1-0)

Brandizzo - Rivarolese . . . . . . . (1-2)

P.D.H.A. - Charvensod . . . . . . .(0-4)

Prossimo turno

Prossimo turno

Bollengo A. - CGC Aosta . . . . . 1 - 4

Vallée d’Aoste 16 10

4

4

2

Grand Combin 14 10

4

2

4

7

Bollengo A.

8 11

2

2

7

6

8

C.M. Gr.Paradis 5 11

1

2

8

2

13

San Grato

1

0

10

3 11

Prossimo turno 5ª Giornata

CGC Aosta - Aosta 511 . . . . . .(0-1) Vallée d’Aoste - Bollengo A. . .(4-2)


CALCIO

52

lunedì 14 aprile 2014

■ 2ª CATEGORIA / I canavesani si prendono lo scontro diretto col CG Sanson e volano in Prima

L’Azeglio fa festa al Luboz CG SANSON AZEGLIO

0 (0) 1 (1)

MARCATORI: 42’ pt rig. Farinella. SANSON (3-5-2): Montefiori 6, Adriano 6, Soldano 6, Marchetto 6, Dosso 5, Pozzolini 7, Giorgi 6, Guedoz 7,Vittoni 7 (15’ st Haddouche 6), Cappellari 6, Cetara 6.5 (11’ st Peaquin 6). All.: Barzagli. AZEGLIO (4-4-2): Blanc 6.5, Florio 6 (25’ st Loreni s.v.), Camosso 6.5, Falcone 7 (44’ st Pozzo s.v.), Sonnati 6, Dotelli 6.5, Soda 7, Mordenti 6, Farinella 7, Mollo 6.5, Revello Chion 7 (33’ st Gianotti s.v.). All.: Masi. ARBITRO: Rosso da Collegno. ESPULSO: 42’ pt Dosso. AMMONITI: Adriano, Cappellari.

te a un Azeglio indiavolato, ma dopo il gol ospite su rigore non è più riuscito a rimettere in piedi la situazione. Pronti via e subito gli ospiti si rendono pericolosi, con una punizione di Mordenti che Mollo sfiora di testa davanti alla porta, mandando a lato di poco. I padroni di casa reagiscono con Vittoni, che intercetta un pallone davanti al portiere, ma lo spara sopra la traversa, mangiandosi un gol piuttosto semplice. Gli ospiti reggono il gioco e fanno venire i brividi con Falcone, il cui missile da fuo-

MORGEX - Finisce con il successo dell’Azeglio lo scontro al vertice di Seconda categoria, andato in scena al Luboz di Morgex contro il Sanson al Luboz di Morgex. Vittoria che ha sancito la conquista matematica della promozione in Prima categoria per gli ospiti, che hanno potuto festeggiare di fronte a spalti gremiti di supporter giunti appositamente dal canavese. Il CG Sanson, dal canto suo, ha retto praticamente un tempo, di fron-

palla viene intercettata da Soda che tira nuovamente trova l’intervento di mani di Dosso. Rigore ed espulsione. Sul dischetto Farinella non sbaglia e sigla il gol promozione. Nella ripresa, i padroni di casa provano a rimediare immediatamente, ma la pericolosa punizione di Cappellari frutta solo un corner. Il CG Sanson, però, ci crede; Guedoz intercetta un rinvio di Blanc, ma il suo tiro è sballato. Scampato il pericolo, l’Azeglio riprende in mano la partita e va vicino al raddoppio con un siluro di Soda

che fa la barba al palo. Il gioco si spegne, con i padroni di casa alla vana ricerca di una scossa e gli ospiti che fanno girare bene la palla e addormentano il match. Gli ultimi, tenui, sussulti arrivano nel finale, quando Guedoz prova due conclusioni da fuori che, però, finiscono la propria corsa sopra la traversa, vanificando il sogno. A fine gara è amareggiato, ma comunque soddisfatto, Luca Pozzolini: «L’Azeglio ha meritato; abbiamo provato a reggere il loro gioco, ma dopo il gol e l’espulsione non siamo

2ª CATEGORIA

Il Val d’Ayas vince il derbissimo e vede da vicino la salvezza CORRADO GEX VAL D’AYAS

Simone NIGRISOLI Inviato al Luboz

ri si stampa sul palo. E’ ancora l’Azeglio a rendersi pericoloso, con una punizione di Florio che finisce la sua corsa sul fondo. I ragazzi di Barzagli faticano a creare pericoli per la porta di Blanc, ma provano comunque a reagire. E’ però ancora la capolista ad affacciarsi dalle parti di Montefiori: Farinella ruba palla ai difensori di casa e prova un tiro dalla bandierina che fa quasi urlare al gol. La gioia canavesana è solo rimandata. Al 42’, Mollo tira in porta dopo una cavalcata inarrestabile; Montefiori respinge, ma la

0 (0) 1 (1)

MARCATORE: 20’ pt Sarteur. CORRADO GEX (4-3-3): Jacquemin, Vaccari, Nex, Romeo, Barmaverain, Lancellotta, Donato, Chasseur, Chiudinelli (Zefilippo), Pellicanò, Frassy (Marino). All.: Vigon. VAL D’AYAS (3-5-2): Fabrizio Favre, Emanuele Favre, Nicco, Ansermé, Panetto (Matteo Bosonin), Surroz, Deiana, Elwis Artaz (Bru-

net), Nadir Artaz, Sarteur, Gens (Martignene). All.: Luppi. ARBITRO: Vaccaro di Aosta. AYMAVILLES - Una vittoria che potrebbe significare salvezza per il Val d’Ayas, che batte 1-0 il Corrado Gex in uno dei derby di giornata e, ad un turno dalla fine del campionato, lascia alle spalle sia Bajo Dora che

Aosta GLV. Ora, per la salvezza, i giocatori di Luppi dovranno battere l’Introd per avere la certezza matematica di rimanere in Seconda categoria. «E’ tutto nelle nostre mani - afferma mister Luppi a fine gara. Dobbiamo conquistare questi tre punti senza pensare ai risultati altrui;

siamo artefici del nostro destino». Il derby di Aymavilles si decide al 20’ del primo tempo: percussione di Ansermé, cross e di testa si inserisce Sarteur (foto) per una rete che potrebbe davvero valere più dei tre punti di ieri. Il Corrado Gex prova la reazione ma, a differenza di sette giorni or sono, il Val d’Ayas difende con ordine e mantiene la propria porta inviolata.

più riusciti a rientrare in partita. In ogni caso siamo contenti; abbiamo fatto un bel campionato e siamo matematicamente secondi e qualificati ai playoff. Ce la giocheremo, anche se oggi speravo di fare il colpaccio. Comunque è giusto così, hanno meritato». Dall’altra parte, nel bel mezzo della festa, parla l’autore del gol promozione Alberto Farinella: «Abbiamo concluso nel migliore dei modi questa annata straordinaria. Abbiamo dominato dall’inizio della stagione e questa è una vittoria voluta e meritata. Fortunatamente siamo riusciti a segnare nel primo tempo, così loro hanno subito psicologicamente il colpo; siamo un gruppo forte e lo abbiamo dimostrato anche oggi, sono felice di avere creduto in questo progetto e di essere venuto a giocare qui».

Luca Pozzolini

2ª CATEGORIA

2ª CATEGORIA

Uno strepitoso Fazari regala tre punti al Grand Combin

L’Aosta GLV cede ai «cugini» e ora ha un piede in Terza

INTROD GRAND COMBIN

2 (1) 3 (0)

MARCATORI: 39’ pt Didier Jocallaz; 17’ st Alessi; 19’ st, 28’ st e 33’ st Fazari. INTROD (3-5-2): Didier Perrier, Hervé Vallet (Jean Marc Perrier), Fusinaz, Didier Jocallaz, Gontel (Frederik Jocallaz), Alessi, Jean Pellissier, Nicolas Vallet, Fabiano Pellissier (Martin), Jean Pierre Perrier, Blanc. All.: Panont. GRAND COMBIN (4-3-1-2): Glarey, Rosson (Abram), Barrel, Pellissier (Farcoz), Diémoz, Guglielmetti, Fazari, Erculiani, Accatino, Sangineto, Rossetto (Bal). All.: Drudi.

ARBITRO: Fiori di Aosta. ESPULSO: 38’ st Accatino. INTROD - Una rimonta nel giro di 14’ per il Grand Combin, che espugna il terreno dell’Introd. I padroni di casa pensavano giustamente già al successo dopo un quarto d’ora della ripresa, ma gli ospiti hanno saputo reagire portandosi a casa i tre punti. Locali avanti con Didier Jocallaz e Alessi, ma per il Grand Combin si scatena un fenomenale Fazari (foto) che segna tre gol, tutti su azioni in profondità, che mettono al tappeto la squadra di Panont.

■ 2ª CATEGORIA / I Red Devils vanno ko

Il Fiorano vince e si salva FIORANO RED DEVILS

2 (1) 1 (0)

MARCATORI: 20’ pt Brunero; 14’ st rig. Bonin; 27’ st Cantatore. FIORANO (4-4-2): Bonfanti, Corrente, Grosso (Boulam), Corsetti, Salaro, Colaiocco (Bonello),Tessari (Cantatore), Gardellin, Brunero, Nocco, Salvato. All.: Vitaliano Giaquinto. RED DEVILS (3-5-2): Lorenzetti, Massimiliano Rotundo, Bonin, Andreo (Prola), Zunino (Sanfedele), Stefano Bosonin, Dalle, Peila, Giachino (Stefano Rotundo), Fraschetto, Mattia Bosonin. All.: Massari. ARBITRO: Croce di Chivasso. AMMONITI: Grosso,Tessari, Gardellin, Brunero, Massimiliano Rotundo, Bonin, Sanfedele. LESSOLO - Salvezza matematica per il Fiorano che, grazie ai tre punti contro i Red Devils, si mette al riparo da qualunque sorpresa negativa e potrà giocare l’ultima partita della stagione in assoluta tranquillità. Per i Red Devils una sconfitta che non fa male, al termine di un’annata comunque positiva, seppur “condita” da una partenza di

campionato non all’altezza e che ha causato un ritardo in graduatoria non colmabile nonostante il grande recupero nella seconda fase. La partita di ieri pomeriggio è stata divertente e ricca di occasioni. Locali in vantaggio dopo soli 20’ grazie alla realizzazione di Brunero, ma al quarto d’ora della ripresa Lorenzo Bonin (foto), su rigore, riporta le cose in parità. Al 27’, però, il Fiorano trova la rete della vittoria e della salvezza grazie a Cantatore, che batte imparabilmente Lorenzetti. Nel finale i locali controllano le rare offensive ospiti.

5 (0) 2 (2)

MARCATORI: 35’ pt Fanan; 44’ pt Monteleone; 7’ st e 20’ st Cerise; 13’ st Tibaldi; 25’ st Luca Paonessa; 26’ st Arachidi. AOSTA CALCIO 511 (4-4-2): Garin, Armenghi, Andrea Paonessa (Fuggetta), Barcellos (Faustinelli),Traverso, Stan, De Lima, Cerise, Luca Paonessa,Tibaldi, Ruiz Fernandez (Arachidi). All.: Lumicisi. AOSTA GLV (4-4-2): Franco, Fazari, Gjini, Giambra (Marchesano), Mantione, Costenaro, Chakri, Raffa, Monteleone, Fanan, Laghfoud. All.: Foglia.

ARBITRO: Squara di Chivasso. AMMONITI: Stan, Raffa, Gjini. AOSTA - Si illude per 45’ l’Aosta GLV, ma nella ripresa i “cugini” dell’Aosta calcio 511 entrano in campo trasformati e ribaltano la partita realizzando cinque gol in 26 minuti. Primo tempo di grande ritmo per i ragazzi del presidente Giorgio Maio, con reti di Fanan e Monteleone che mettono le cose in discesa per gli ospiti. Come detto, però, nella ripresa cambia la musica e Cerise, due volte, Tibaldi (foto), Luca Paonessa e Arachidi fanno male ai rivali, che ora hanno un piede in terza categoria.

3ª CATEGORIA

3ª CATEGORIA

3ª CATEGORIA

3ª CATEGORIA

Lo Champdepraz cala il poker

Il CGC Aosta ne segna tre

L’Atletico 1912 in doppia cifra

Il Bellavista scappa nel finale

CHAMBAVE CHAMPDEPRAZ

Lorenzo Bonin

AOSTA CALCIO 511 AOSTA GLV

2 (0) 4 (3)

MARCATORI: 28’ pt Miassot; 36’ pt aut. Albanese; 42’ pt Cauteruccio; 25’ stYoccoz; 28’ st Contardo; 45’ st Ferreira Coutinho. CHAMBAVE (3-4-1-2): Palma, Albanese, Fary, Contardo, Iamonte,Voce, Ferreira Coutinho, Papale, Amato, Davide Elos (Sarteur, Carta),Vidiri. All.: Tosetto. CHAMPDEPRAZ (3-4-3): Prelaz, Melada, Balme, Gallo,Treu, Ceseracciu (Pandolfini),Yoccoz, Apetre, Cauteruccio, Rollet (Santangelo), Miassot. All.: Frassy. ARBITRO: Alex Charles di Aosta. AMMONITI: Papale, Ceseracciu e Santangelo. CHAMBAVE - Scoppiettante 42 tra due squadre già sicure dei play off. Ospiti avanti 30 al riposo (Miassot sulla ribattuta di un rigore parato da Palma, autogol di Albanese e Cauteruccio), a metà ripresa arriva il poker di Yoccoz, quindi nel finale Conardo e Ferreira dimezzano il divario.

CGC AOSTA SPORTING ISSOGNE

3 (2) 1 (0)

MARCATORI: 10’ pt Rosati; 39’ pt Pellegrino; 11’ st Cheraz; 32’ st Raco. CGC AOSTA (4-4-2): Colosimo, Martina,Trocino, Ruffier,Tarea, Pellegrino, Dezottis (La Rosa), Rosati (De Ceglie), Bellissimo, Sferrazza (Rossi), Mancheddu. All.: Alì. SPORTING ISSOGNE (3-5-2): Marchesi, Miope, Solari, Baldi, Rossi, Erriquez, Perrone, Cheraz, Godio (Targhetta), Roveyaz, Dublanc. All.: Ferrari. ARBITRO: Savoca di Aosta. ESPULSO: 20’ pt Baldi; 15’ st Mancheddu. AMMONITI: Rossi e Colosimo. AOSTA - Dopo quello di sette giorni fa a Châtillon, il CGC Aosta si prende anche il derby casalingo con lo Sporting Issogne. Locali subito avanti con Rosati, poi viene espulso Baldi e Pellegrino raddoppia. Nella ripresa accorcia Cheraz, Mancheddu si becca un rosso, ma Raco chiude i conti.

ATLETICO 1912 CHATILLON

10 (1) 3 (0)

MARCATORI: 4 Mercuriali; 2 El Marbouhi e Bushaj; 1 Sfintischi, Magliana, Leoncini, Rizza e Zecca. ATLETICO 1912 (4-4-2): Spadafina, Leoncini, Cavana, Benedetto, Magliana, Reinerio, Fuzzo,Vulcano, Revello (Mercuriali), El Marbouhi (Magliana), Rizza (Sfintischi). All.: Sinato. CHATILLON (4-5-1): Piperata, Paoloni, Giovannelli, Caffaro Rore, Zecca, Mazzotta, Di Palo, Gianotti, Bushaj, Mabchour, Samaali. All.: Piperata. ARBITRO: Cavallero di Ivrea. AMMONITI: Caffaro, Mazzotta e Mabchour. SAN GIUSTO - Lo Châtillon regge per un tempo il confronto con l’Atletico 1912, poi nella ripresa si scioglie e viene pesantemente punito dai canavesani, che dilagano 10-3. Le reti della bandiera dei castiglionesi portano la firma di Bushaj (doppietta) e Zecca. ■ r.g.

BELLAVISTA MONTJOVET

4 (1) 1 (1)

MARCATORI: 5’ st Hanine; 35’ pt rig. Matteo Spalla; 30’ st Piredda; 42’ st Ocleppo; 46’ st Garetto. BELLAVISTA (4-4-2): Orlandin, Menaldino (Barolat), Roberto Natale, Orciuoli, Francescato, Hrustanovich (Garetto), Bianco (Silvi),Tavarelli, Hanine (Gagliano), El Ajam, Piredda (Ocleppo). All.: Vassoney. MONTJOVET (4-5-1): Cerquetti, Lo Piccolo, Portè, Marco Gamba (Voyat), Luca Spalla, Dalle, Foti (Nardone), Roberto Gamba (Pernel), De Muro, Matteo Spalla, Pession. All.: Bozzetti. ARBITRO: Babando di Collegno. AMMONITI: Orlandin e Menaldino. IVREA - Un brillante Montjovet tiene in scacco il Bellavista fino a un quarto d’ora dalla fine grazie al pari messo a segno su rigore da Matteo Spalla a 10’ dal riposo. Nel finale, però, i locali dilagano con Piredda, Ocleppo e Garetto.


CALCIO

lunedì 14 aprile 2014

53

■ 1ª CATEGORIA / Dopo la figuraccia di Chivasso, i termali battono il Quart e sperano nella salvezza diretta

Il S.V.C. risorge nel derby Julien D’HERIN Inviato al Brunod CHATILLON - Con una prestazione convincente, il St-Vincent Châtillon si aggiudica lo scontro salvezza a spese di un Quart che, domenica 27 aprile (dopo la sosta pasquale), cercherà il punto necessario per raggiungere i play out. La sfida del Brunod, indirizzata già nel primo tempo dalla doppietta di Vaccaro, lascia invece ai termali qualche chances di raggiungere i fatidici dieci punti di distacco sui viola, sinonimo di salvezza diretta. A Châtillon, il derby inizia subito su ritmi sostenuti, senza fasi di studio: un paio di iniziative di Destrotti inquietano Bonomo, mentre dall’altra parte Arena, che gioca un’ottima partita, imbecca le rapide punte di casa. Al 20’, Bonin chiude una brillante manovra del Saint-Vincent appoggiando su Vaccaro, che dal limite fa partire un destro a giro imparabile e sblocca il risultato. Solo otto minuti dopo, il numero 10 biancorosso raddoppia: controllo perfet-

to in area, che beffa la guardia dei centrali ospiti, e destro preciso scagliato all’altezza del dischetto del rigore. I due schiaffi del giovane

S.V.C. QUART

3 (2) 1 (0)

MARCATORI: 20’ pt e 28’ pt Vaccaro; 15’ st Ara; 28’ st rig. Destrotti. SAINT-VINCENT CHATILLON (4-4-2): Bonomo, Duce, Pangallo, Lavoyer, Belloro, Morelli, Bonin, Arena, Ara (43’ st Badiluzzo), Vaccaro (20’ st Olivari), Pisani (46’ st Bocca). All.: Grenier. QUART (4-5-1): Soni, Mammoliti S., Badarello (17’ st Balan), Allegri, Pont (3’ st Rezzaro), Borrello, Aftane, Marco Angiulli, Glarey (20’st Barrel), Destrotti. All.: Brigantino ARBITRO: Carbone di Aosta. AMMONITI: Lavoyer, Candiloro, Rezzaro, Balan e Allegri. NOTE: pomeriggio di sole, terreno in buone condizioni.

attaccante piegano, di fatto, la partita, anche perché Aftane, un minuto prima della pausa, sciupa una favorevolissima occasione per accorcia-

re le distanze, mandando di testa sulla traversa il pallone servitogli da Destrotti. Nella ripresa, il copione non cambia. Il centrocampo del

■ SALA STAMPA / Brigantino: «Bravi loro a segnare nel primo tempo»

Grenier: «Martedì ci siamo chiariti» SARRE - A fine gara, il tecnico del Quart Marco Brigantino prova a spiegare la sconfitta dei suoi: «Non abbiamo iniziato male, ma i nostri tiri hanno preso i legni, mentre loro davanti sono stati più bravi e hanno trovato due gol già nel primo tempo. Nel secondo tempo dovevano cercare di recuperare e ci siamo buttati in avanti come potevamo». Ora si guarda all’ultima, decisiva, domenica: «La situazione non è cambiata, ci serve ancora un punto per poter fare i play out ». Dominique Grenier, allenatore del St-Vincent Châtillon, parla invece di «risultato giusto, per quello che si è visto in campo. Nota negativa, si è stirato Vaccaro, e anche per noi l’ultima partita sarà molto im-

Dominique Grenier

Marco Brigantino

portante». Dopo la sberla presa nell’ultima giornata, il tecnico termale elogia la reazione dei suoi: «Già dagli allenamenti in settimana, ho visto che oggi avremmo fatto una bella partita, ci siamo parlati e c’era voglia di rifarsi. Siamo

una squadra molto giovane, c’è entusiasmo, ma a volte il rendimento è stato un po’ altalenante e bisogna anche accettarlo». Per centrare la salvezza diretta, serviranno tre punti a San Francesco e il ko interno dei cugini col Favria.

Vaccaro match winner, Ara è un moto perpetuo, Arena illumina i locali Bonomo 6: disturbato solo all’inizio da Destrotti, poi passa un pomeriggio tutto sommato tranquillo, con pochi interventi da segnalare. Duce 6: copre una fascia poco sfruttata dal Quart, non c’è il rischio di andare in affanno. Pangallo 6.5: a sinistra è impegnato spesso da Aftane e Angiulli, se la cava bene. Lavoyer 6: tanti duelli con Destrotti, che lo costringe a spendere un fallo da ammonizione, ma non lo affonda. Belloro 6.5: centrale essenziale e senza sbavature, contiene bene le punte avversarie. Morelli 6.5: spalla ideale di Arena, tiene la posizione e aiuta dappertutto. Bonin 6.5: spinta costante sulla fascia de-

LE PAGELLE DEL QUART

Saint-Vincent ha il controllo della gara, nonostante il Quart sia rientrato dagli spogliatoi con un’altra tigna e cerchi di contrastare la mediana di ca-

sa mettendo più grinta in campo. I padroni di casa hanno spazi per lanciare il contropiede e, al 15’, trovano il gol che chiude la partita: Ara, imbeccato dalle retrovie, sfrutta la sua velocità per seminare i difensori in maglia bianca e presentarsi tutto solo davanti a Soni, che non può evitare il 3 a 0. Quando sembra che il resto della gara possa scorrere via liscio, l’arbitro concede un rigore al Quart per un fallo su Aftane. La trasformazione di Destrotti serve a rendere più interessanti gli ultimi venti minuti di gioco, con gli ospiti che si riversano generosamente in avanti, ma non riescono più a crearsi nitide occasioni da gol. La partita si fa decisamente confusa, tra gli errori dei termali di nel controllo del pallone e le disordinate offensive del Quart. Non succede più niente, e dopo il triplice fischio finale tutti possono cominciare a pensare all’ultima giornata di campionato e ai suoi verdetti. L’11 maggio, infatti, potrebbero essere proprio Quart e St-Vincent Châtillon a giocarsi la categoria nel play out.

LE PAGELLE DEL ST-VINCENT CHATILLON

stra, un bel tiro al volo, tanta corsa. Arena 7.5: è stato il faro del centrocampo termale: regìa ispirata per gran parte del match, idee interessanti e aperture illuminate; le cose importanti partono sempre da lui. Ara 7: sul terzo gol, si fionda come un missile nello spazio; partita di moto perpetuo, senza dare punti di riferimento. Dal 43’ st Badiluzzo s.v. Vaccaro 8: match winner, segna i gol che spaccano la partita e tormenta, con i suoi movimenti, i difensori avversari; esce stirato. Dal 20’ st Olivari s.v. Pisani Varricchio 6: cerca soprattutto di dare equilibro alla squadra. Dal 46’st Bocca s.v.

Soni incolpevole, Borrello tritato dai mediani di casa, Glarey non fa filtro Soni 6: sui gol non ha particolari responsabilità. Mammoliti 6: tiene la fascia meno battuta dagli avversari, se la cava con onore. Badarello 5: un pomeriggio difficile, Bonin gli scappa spesso e a sinistra si aprono troppe falle. Dal 17’ st Balan 5.5: sembra molto (per non dire troppo) innamorato del pallone. Allegri 5: soffre la mancanza di punti di riferimento, i tagli delle punte termali lo trovano spesso fuori posizione e non ha la velocità per recuperare Pont 5.5: un tempo solo, tenta di mettere molte toppe ma non sempre ce la fa. Dal 3’ st Rezzaro 5.5: qualche disimpegno da brivido per un difensore.

Borrello 5: triturato dalla mediana avversaria, non riesce mai a giocare la palla con lucidità. Aftane 6: si procura il rigore e prende una traversa sfortunata. Ce la mette tutta per rendersi pericoloso, anche se non fa sempre la giocata giusta. Angiulli 5.5: meglio largo che in mezzo, sembra comunque più nervoso che incisivo Glarey 5: filtro di centrocampo poco efficace, non riesce quasi mai a sporcare la regia di Arena. Dal 20’ st Barrel s.v. Destrotti 6: inizia bene, poi, ai punti, perde il duello a sportellate con i centrali avversari; segna il rigore. Candiloro 5: largo a sinistra, poche iniziative da ricordare.

■ 1ª CATEGORIA / Nelaj porta in vantaggio i castellani, ma i ciriacesi pareggiano prima del riposo e vincono nell’extratime

Il Verrès si piega al 93’: un rigore salva l’Esperanza ESPERANZA VERRES

2 (1) 1 (1)

MARCATORI: 11’ pt Nelaj; 38’ pt Manino; 48’ st rig. Cigna. ESPERANZA (4-3-3): Baima 6 (11’ st Fregolent 6.5), Spiga 6.5, Casagrande 6.5, Umoretto 6, Massa 6.5, Colombatto 6.5, Richiardi 6, Manino 7 (30’ st Tricarico 6), Cagliostro 6, Cigna 6.5, Zungri 6 (26’ st Liberato 6). All.: Ragusa. VERRES (4-4-2): Zublena 7,Voyat 6, Gariano 6, Giovanzana 6.5, Noro 6, Pentimalli 6, Nelaj 7, Furfaro

6.5, Porro 6 (20’ st Bardhoku 6), Perucchione 5.5, Giovenzi 5.5 (16’ st Bonjean 6). All.: Marcellan. ARBITRO: Mandarino di Bra 6.5. AMMONITI: Colombatto, Richiardi,Voyat.

Andrea TROVATO Inviato al Comunale CIRIE’ - Un rigore di Cigna all’ultimo minuto di recupero condanna il Verrès. Vince 2-1 l’Esperanza al termine di una partita decisiva soltanto per i padroni di casa che, grazie a questo

successo, raggiungono la salvezza con un turno di anticipo e condannano il St-Vincent Châtillon al play out contro il Quart (a meno che nell’ultimo turno i termali vincano e i viola perdano). Gli ospiti, arrivati in Canavese con soli 13 giocatori, partono con il tradizionale 4-4-2, con Zublena tra i pali, Giovanzana e Noro in mezzo alla difesa, con Voyat a sinistra e Gariano a destra, Pentimalli e Nelaj (foto) sulle fasce, Furfaro e Porro a centrocampo, Perucchione e Giovenzi in avanti. Modulo più spregiudi-

cato per i ciriacesi, partiti con un 4-3-3, costretti a vincere per evitare di rimandare il discorso salvezza agli ultimi 90’. Sono proprio gli uomini di Marcellan a portarsi clamorosamente in vantaggio all’11’ con Nelaj che parte in contropiede e supera un non trascendentale Baima. L’Esperanza prova a reagire, prendendo in mano il pallino del gioco e sfiora subito il pari con Umoretto che, tutto solo, calcia alto. I rossoneri tentano di mettere al sicuro il risultato, ma l’estremo difensore gialloblu si riscatta e prima evita la

disfatta, salvando in uscita su Perucchione, ripetendosi poi con un volo plastico sul calcio di punizione dal limite battuto sempre dal numero dieci ospite. I locali, dopo aver rischiato il colpo del definitivo ko, spingono alla ricerca del gol con Zublena che si supera sul pallonetto di Cagliostro, ma nulla può sul calcio piazzato di Manino nel finale del primo tempo, con le squadre che vanno negli spogliatoi in parità. A inizio ripresa l’Esperanza sfiora per due volte il gol, prima con Umoretto e poi con Massa, ma

senza centrare lo specchio della porta. Anzi, in contropiede, il Verrès va vicino al vantaggio con Bonjean (subentrato da poco), ma il neo entrato Fregolent gli nega la gioia del gol in due occasioni. Poi, a tempo abbondantemente scaduto, Nelaj atterra Cagliostro in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore ai ciriacesi: dal dischetto va Cigna, che non sbaglia, e fissa così il risultato sul definitivo 2-1.


C A L C I O G I OVA N I L E

54

lunedì 14 aprile 2014

■ JR REGIONALE / Le Aquile vincono a Baveno (3-1) e mirano la finale

Aygre, il sogno continua CITTA’ DI BAVENO AYGREVILLE

1 (0) 3 (2)

MARCATORI: 2’ pt Hafidi, 40’ pt e 10’ st Carpentieri, 29’ st Kuadio. AYGREVILLE (4-2-3-1): Imperial, Cheillon, Puglisi, Risso (20’ st D’Anello), Gorraz, Luboz, Carpentieri,Thomain, Hafidi (37’ st Ferrarese), Stevenin (40’ st Zerbo), Scalise. All.: Mercanti. ARBITRO: Altomonte di Domodossola. ESPULSI: 94’ Madafferi e Imperial. BAVENO - L’Aygreville sbanca Baveno (3-1) e mantiene vivo il sogno di conquistare la finale regionale. Dopo lo 0-0 casalingo con la Cheraschese (che ha pareggiato con lo stesso punteggio anche con l’Osmon Suno, vincitore sul baveno 2-0 nella prima giornata), Gorraz e compagni hanno espugnato il campo dei campioni in carica con una prova di carattere, vibrante, che ha avuto un epilogo da censurare, con i padroni di casa, irritati per il risultato che li condannava all’eliminazione, che han-

Andrea Carpentieri

no perso la testa, tanto che al triplice fischio finale l’attaccante piemontese Madafferi sferrava un pugno a Imperial (entrambi espulsi), dando il via a una rissa, che veniva arginata dai dirigenti delle due squadre.

Venendo al match, prontivia e l’Aygre passa grazie a un diagonale a fil di palo di Hafidi. La reazione locale è veemente e per una ventina di minuti le Aquile vengono schiacciate nella loro metà campo. Il Baveno colpisce

un palo in mischia, poi il raddoppio: taglio di Carpentieri, imbeccata di Risso e palla in rete. Il Baveno accusa il colpo ed è Thomain da lontano a colpire la traversa. Nella ripresa l’Aygre triplica con Carpentieri abile a rea-

lizzare dopo un doppio salvataggio sulla linea. A questo punto sono ampi i varchi lasciati dal Baveno. Hafidi colpisce due volte i legni della porta, poi Stevenin si procura un rigore che, però, Luboz si fa parare.

■ JR PROVINCIALE / I lanieri travolgono gli aostani e vincono il girone; poker del St-Vincent Châtillon

La Chiavazzese batte il CGC Aosta e festeggia CHIAVAZZESE CGC AOSTA

6 (5) 0 (0)

MARCATORI: 9’ pt e 37’ pt Opezzo; 10’ pt Riane; 29’ pt Rosa; 30’ pt Panzeri; 21’ st Colombo. CGC AOSTA (3-5-2): Marrari (Sandretto), Mangeruga, Ruffier (Stevenin), Marco Scopacasa, Vinzio, Nigra, Lupi (Furru), Palermo, Rossi, Giulio Scopacasa, La Rosa (Costantin). All.: Jans. ARBITRO: Bolla di Biella. AMMONITO: Ruffier. BIELLA PAVIGNANO - Ultima giornata di campionato con gioie e dolori per le squadre valligiane impegnate nel torneo Juniores provinciale. Pesante sconfitta esterna per il CGC Aosta che, a casa della prima della classe, non riesce a contenere il predominio territoriale dei locali e perde il set. Già nel primo tempo la gara si mette in salita per i ragazzi di Marco Jans, con Opezzo, autore di una doppietta, Riane, Rosa e Panzeri che infilano l’estremo ospi-

Raphael Marrari

Michel Lucia

Stefano Scali

te portando la Chiavazzese al riposo avanti di cinque segnature. Nella ripresa i valligiani difendono meglio, provano anche qualche sortita offensiva, ma Colombo va ancora in gol per il definitivo 6-0. Altra sconfitta esterna quella dei Red Devils a casa del Pertusio. Una partita giocata discretamente dagli ospiti, che in undici contati, hanno comunque venduto cara la pelle per tutti i 90’. La partita si decide nel primo tempo, con doppio vantaggio locale nel primo quarto

d’ora e rete ospite ad accorciare le distanze del sempre positivo Davide Donanzan. Nel finale di tempo e per tutta la ripresa i Red Devils provano a riportarsi sul 2-2, risultato meritato, ma la palla non entra e i tre punti rimangono in terra piemontese. L’unica gioia della giornata arriva dal St-Vincent Châtillon che, fra le mura amiche, regola per 4-2 La Romanese. Al 18’ è Cerise a portare avanti i termali, ma il rigore di D’Errico sancisce l’11. I padroni di casa ripartono a

testa bassa e, nel giro di 2’, realizzano altrettante reti, prima con Romeo su rigore e quindi con Lucia. La Romanese patisce il colpo, e protesta parecchio con l’arbitro per un gol viziato, a detta dei piemontesi, da una rimessa laterale segnalata dal guardalinee, ma non sanzionata dall’arbitro, sull’azione della seconda rete locale. Nella ripresa Vuillermoz fa poker e la rete di Calvetti su rigore per i piemontesi serve solamente per le statistiche. ■ ale.ro.

Nel finale Kuadio realizza sotto misura il gol della bandiera, prima del finale concitato. Sabato 26 aprile a Strambino le Aquile sfideranno l’Osmon Suno per l’accesso alla finale. ■ r.g.

S.V.C. LA ROMANESE

MARCATORI: 18’ pt Cerise; 28’ pt D’Errico; 34’ pt rig. Romeo; 35’ pt Lucia; 11’ st Vuillermoz; 33’ st rig. Calvetti. SAINT-VINCENT CHATILLON (45-1): Saladino,Théodule, Negri, Cerise, Marquis, Picciariello, Oggiani, Badiluzzo (Page), Lucia (Vuillermoz), Romeo (Bocca), Olivari (Gaspard). All.: Deiana. ARBITRO: Vona di Aosta. AMMONITI: Badiluzzo, Oggiani, Picciariello, Gaspard, Cerise, Page.

P.V.F. RED DEVILS

COMMERCIO ingrosso e minuto

CONSEGNA A DOMICILIO IN TUTTA LA VALLE TAGLI DISPONIBILI 6 mt

4 mt

2 mt

1mt

50 cm

40 cm

33 cm

25 cm

PREZZI ANTICR ISI!

VENDITA LEGNA STAGIONALE FAGGIO, CARPINO, FRASSINO E ROVERE PROVENIENZA FRANCESE QUALITÀ GARANTITA

2 (2) 1 (1)

MARCATORI: 8’ pt rig. e 15’ pt Arcesto; 20’ pt Davide Donanzan. RED DEVILS (4-4-2): Bertolin, Russiano, Gaioni, Ramadani, Scali, Jean Bonin, Chenal, Davide Donanzan, Kevin Bonin, Rotundo, Cojocariu. All.: Alessandro Donanzan. ARBITRO: Centrella di Ivrea. ESPULSO: 25’ st Jean Bonin. AMMONITI: Rotundo.

EFISIO LEGNAMI

VENDITA INGROSSO MINUTO

4 (3) 2 (1)

VENDITA PELLET CERTIFICATO DIN PLUS FRANCESE BIANCO

Acquistare la legna in primavera conviene! Vieni a scoprire perché

www.efisiolegnami.it Via la Stazione n° 10 Saint-Marcel PER INFO: 348 5199843 / 348 5199840


C A L C I O G I OVA N I L E

lunedì 14 aprile 2014

55

■ ALLIEVI FASCIA B REGIONALI / Gli Aquilotti vedono i play off per il titolo

L’Aygre risale al secondo posto UNION VAL DI SUSA CHARVENSOD

1 (1) 2 (0)

MARCATORI: 26’ pt Garofalo; 10’ st Corradino; 23’ st rig. Macrì. CHARVENSOD (4-3-1-2): Vescio, Corradino, Puglisi, Rodà (Boche), D’Asta, Subet, Juri Fazari (Manfredi), Sacchet, Luca Fazari (Agnesod), Carere, Macrì. All.: Anania. ARBITRO: Missud di Torino. AMMONITI: Moubtassim, Giuliano, Pesando, Rodà, Puglisi e Carere.

LA CHIVASSO EVANCON

4 (1) 2 (1)

MARCATORI: 13’ pt El Kas; 19’ pt Engaz; 3’ st Duguet; 11’ st e 19’ st Ignazzi; 28’ st Merenda. EVANCON (4-4-2): Gheorghita, Bosonin (Ruatto), Buschino (Cout), Vuillermin (Barmasse), Noro, Ferraris, Duguet, Pinet, Mileto (Harkane), Bruni, Engaz (Rousc). All.: Vallomy. ARBITRO: Federico Verdone di Chivasso. AMMONITI: Pinet, Bruni e Nicita. NOTE: al 2’ st Gheorghita para un rigore a Ignazzi.

AOSTA - Sabato positivo per le due valdostane impegnate nel campionato regionale degli Allievi fascia B. Aygreville e Charvensod non si sono distratti con due avversarie modeste e hanno fatto bottino pieno. Gli Aquilotti di Didier Dégioz, impegnati in casa contro il Parlamento, hanno vinto 6-2 e hanno nuovemente agguantato il secondo posto, l’ultimo valido per accedere ai play off per il titolo regionale di categoria. Nell’ultima di campionato, in programma sabato 26 aprile, l’Aygreville gio-

Matteo Corradino

Massimiliano Mongino

cherà lo scontro diretto con lo Sparta Novara, superato l’altro ieri grazie al turno di riposo dei piemontesi, con

il vantaggio di poter contare su due risultati su tre. La gara di sabato, si è messa subito bene, con il van-

taggio di Poletti (migliore in campo) e il raddoppio di Glarey prima dell’intervallo. Nella ripresa ancora Poletti (due volte), Scalise e Boverod hanno chiuso il set. Lo Charvensod, dal canto suo, è passato 2-1 a casa dell’Union Val di Susa. Dopo aver chiuso il primo tempo sotto 1-0, i rossoneri hanno ribaltato la situazione nella ripresa, pareggiando al 10’ con Corradino e trovando il gol da tre punti al 23’ con un rigore conquistato e trasformato da Macrì. ■ r.g.

■ ALLIEVI PROVINCIALI / Evançon ko a Chivasso

2 (1) 1 (0)

MARCATORI: 37’ pt rig. Giordano; 2’ st Boussik; 15’ st Grimaldi. VALLEE D’AOSTE (4-2-3-1): Scarlato,Valerioti, Bonel, Bionaz, Udali, Giordano, Boussik (Carlott), Rossi, Campagnolo (Dakhlaoui), Frison (Mammoliti), Dayné (Bétemps). All.: Telesforo. ARBITRO: Vignolo di Aosta. ST-CHRISTOPHE - Niente aggancio in vetta al campionato pro-

vinciale Allievi. Il Vallée d’Aoste ha sgambettato la capolista P.V.F., ma l’Evançon non ha approfittato del regalo dei cugini, cadendo 4-2 a Chivasso. Al Comunale di St-Christophe i granata di Telesforo hanno giocato una bella gara, andando a segno con Giordano (su un rigore che si era conquistato) e Boussik. Prova negativa dell’Evançon a Chivasso, dove i valdostani sono parsi sottotono e, nonostante il vantaggio 2-1 firmato da Duguet a inizio ripresa,

Marco Udali

Gianluca Mileto

sono usciti del campo a mani vuote. Sconfitta interna per la C.M. Grand Paradis, che contro il Brandizzo è passata in vantaggio con Christille, ma è stata raggiunta prima della pausa da

Gagliano. Proprio allo scadere della ripresa arriva la beffa firmata da Ciconte; prima i locali hanno protestato per un gol in mischia messo a segno dopo una traversa di Spiga. ■ r.g.

■ ALLIEVI FASCIA B PROVINCIALI / Il CGC Aosta cala il poker e travolge La Romanese

2 (2) 1 (0)

MARCATORI: 22’ pt e 39’ pt Candian; 5’ st Casella. EVANCON (4-4-2): Gheorghita, Shauli (7’ st Hijaz), Minnini, D’Herin (11’ st Dellarosa),Troplini, Balbiano, Candian (36’ st Chenuil), Daricou, Comandu (25’ st Lefal),Vergano (1’ st Massari), Borbey. All.: Edifizi. ST-VINCENT CHATILLON (4-4-2): Buha, Pusceddu, Pillon (23’ st Servidio), Casella, Pramotton, Zingarelli, Brscic, Caresio, Zublena, Racca, Personnettaz (23’ st Treves). All.: Chirico. ARBITRO: Kenfack di Aosta.

Nicolas Candian

Loris Casella

Roberto Mestieri

AMMONITI: Servidio, Daricou, Comandu. MONTJOVET - Sovverte i pronostici l’Evançon che, grazie a una

doppietta di Candian, mette le mani sul derby con il St-Vincent Châtillon. Primo tempo di marca casalinga, con il bomber di

giornata che sblocca al 22’. Lancio lungo di Daricou, con palla che rimbalza davanti al portiere, Candian la tocca per primo,

■ CALCIO A 5 / I sedicesimi di finale dei play off nazionali sorridono al Kaos Bologna

L’Aosta 511 fuori dalla corsa per lo scudetto U21 AOSTA - Si interrompe in Emilia la corsa dell’Aosta 511 verso lo scudetto Under 21. Le speranze gialloblu si sono spente nella partita di ritorno a Bologna, che ha sancito l’eliminazione della squadra valdostana nei sedicesimi di finale dei play off nazionali. Il Kaos ha dimostrato di essere una delle squadre più forte in Italia, ma all’Aosta 511 restano i rimpianti legati alla sconfitta casalinga dell’andata per 5-3, dopo il pareggio a metà gara per 2-2. Il quintetto di Rosa, in terra felsinea, ha disputato un’ottima gara, andando al riposo col minimo vantaggio e uscendo alla fine sconfitta con una sola rete di scarto (4-3). Sono andati a bersaglio Turelo e Luca Iurmanò con una doppietta. AOSTA 511: Monteleone,

Birochi, Lucianaz, Turelo, Bellafiore, Luca Iurmanò, Gullone, Fabio Iurmanò, Estedadishad, Traglia, Boche. All.: Rodrigo Rosa. Juniores L’Aosta 511 ha chiuso in bellezza la regular season sul terreno astigiano dell’Avis Isola, dove venerdì si è imposta per 8-0. Hanno segnato Gianluca Garau (3), Mauricio Paschoal (2), Simone Traglia, Luca Carvelli, Dayen Estedadishad. Ora i gialloblu disputeranno la semifinale in partita unica contro il Carmagnola al Montfleuri sabato 26 aprile (l’orario è ancora da definire). AOSTA 511: Luberto, Garau, Paschoal, Traglia, Carvelli, Fabio Iurmanò, Estedadishad. All.: Rodrigo Rosa.

Allievi

L’incontro di fine campionato tra Aosta e Cantarana in programma domenica 13 al Montfleuri non si è disputato per il mancato arrivo della squadra ospite (che lo aveva annunciato alla dirigenza di casa). Scontato il verdetto del giudice sportivo, che in settimana consegnerà all’Aosta 511 la vittoria a tavolino e penalizzerà di un punto in classifica i piemontesi. La semifinale (anche in questo caso in partita unica) si giocherà a casa del Carmagnola martedì 22 aprile.

MARCATORI: 8’ pt, 3’ st e 13’ st Poletti; 35’ pt Glarey; 2’ st Scalise; 22’ st Bozza; 26’ st Boverod; 30’ st Facchinetti. AYGREVILLE (4-4-2): Panetta (Bianchi), Mameli (Clusaz), Rizzi (Mongino), Zadkovich, Meraglia (Mila), Gentili (Florio), Glarey (Perrier), Telesforo, Poletti (Marco Stufa I), Boverod, Scalise. All.: Dégioz. ARBITRO: La Piana di Aosta. AMMONITI: Telesforo e Mongino.

tempo di Andrea Tufano. Anche in questo caso semifinale unica, già programmata per venerdì 18 aprile alle 20.30 che si giocherà in casa contro il Borgonuovo, mentre la finale è prevista in campo neutro. AOSTA 511: Frassy, Di Maio, Fea, Horr, Gos, Mocanu, Tufano, Veronesi, Avallone. All.: Fea. ■ l.p.

resiste all’intervento di Buha e insacca. Il raddoppio arriva in chiusura: cross, Daricou spizzica e Candian mette sotto il sette. Nella ripresa il St-Vincent Châtillon pareggia Casella, che sfrutta un’azione da calcio d’angolo, poi spinge, ma non riesce a centrare il bersaglio grosso. Ci va vicino Racca con una punizione dal limite alta di poco. E’ soddisfatto Nicolas Candian: «Siamo contenti per questo successo. Alla vigilia era tutt’altro che scontato, ma abbiamo giocato bene e dopo il doppio vantaggio siamo riusciti a non soffrire più di tanto». ■ al.bi.

ALLEVI F/B PROVINCIALI

1 (0) 4 (3)

MARCATORI: 5’ ptTelesforo; 15’ pt e 30’ pt Merlicco; 20’ st Mestieri; 30’ st Cattaneo. CGC AOSTA (4-3-3): Salvoldi, Taria, Usel (Ambrosio), Bosonin, Telesforo, Sarteur, Merlicco, Petitjacques (De Ceglie), Mestieri, Marcoz (Pronesti),Vighetti. All.: Hattab. ARBITRO: Ortalda di Ivrea. NOTE: bella vittoria esterna del CGC Aosta, che espugna il campo de La Romanese. Quasi in fotocopia le prime tre reti, con Telesforo e Merlicco (due volte) che sfruttano al meglio azioni da calcio d’angolo. Ci pensa Mestieri a chiudere i conti e metà secondo tempo.

ALLIEVI F/B REGIONALI

4ª giornata - Ritorno

8ª giornata - Ritorno

Banchette - Ivrea . . . . . . . . . . 17/04

Borgomanero - Lucento . . . . . . .2 - 1

La Romanese - CGC Aosta . . . . 1 - 4

Aygreville - Parlamento . . . . . 6 - 2 Union VdS - Charvensod . . . . . 1 - 2

Evançon - St.V.Châ. . . . . . . . . 2 - 1

Mathi Lanzese - Volpiano . . . . . . .2 - 1

Montaltese - Settimo Vittone . . . .5 - 1 Squadra P.ti Partite G V N P Banchette 25 10 8 1 1

Sparta Novara riposa . . . . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V N P Lucento 37 16 11 4 1

Ivrea

1

Aygreville

31 15 10

1

Sparta Novara

29 15

9

2

4

Charvensod

22 15

7

1

7

23 10

7

2

Montaltese

22 11

7

1

3

St.V.Châ.

20 11

6

2

3

Evançon

15 11

5

0

6

Settimo Vittone 11 11

3

2

6

CGC Aosta

7 11

2

1

8

La Romanese

1 11

0

1

10

Prossimo turno

Giovanissimi

5ª Giornata

Nell’ultima di campionato a Caselle in casa del Don Bosco, sabato 12 aprile la squadra di Gianluca Fea ha vinto per 2-1 grazie a una doppietta nel primo

Settimo Vittone - Banchette . . . . (2-5) Ivrea - Evançon . . . . . . . . . . .(4-0)

Gianluca Garau

MARCATORI: 10’ pt Christille; 35’ pt Gagliano; 40’ st Ciconte. C.M. GRAND PARADIS (44-2): Cocca, Piccot (Cerise), Blanc, Noto, Di Caprio, Lorche, Spiga (Bertone), Arizio (Fiou), Christille, Barbuto, Tidva (El Youssefi). All.: Concio. ARBITRO: Armando Morra di Aosta. AMMONITI: Gamberoni, Gagliano, Lapertosa e Bartolone. NOTE: partita giocata in anticipo sabato pomeriggio.

LA ROMANESE CGC AOSTA

Doppio Candian, l’Evançon fa suo il derby EVANCON ST-VINCENT CHATILLON

6 (2) 2 (0)

C.M. GRAND PARADIS 1 (1) BRANDIZZO 2 (1)

L’impresa del VdA VALLEE D’AOSTE P.V.F.

AYGREVILLE PARLAMENTO

4

Borgomanero

20 15

5

5

5

Volpiano

20 15

6

2

7

Parlamento

19 15

6

1

8

Mathi Lanzese

9 15

2

3

10

Union VdS

7 15

2

1

12

Prossimo turno 9ª Giornata

Sparta Novara - Aygreville. . . .(2-1) Charvensod - Borgomanero . . .(1-5) Parlamento - Mathi Lanzese . . . (3-0)

CGC Aosta - Montaltese . . . . .(2-5)

Volpiano - Union VdS. . . . . . . . . (3-1)

St.V.Châ. - La Romanese . . . . .(2-1)

Lucento riposa . . . . . . . . . . . . . . . . .


T o r n e i g i ova n i l i

56

lunedì 14 aprile 2014

■ esordienti 2001 / I lanieri piegano in finale ai supplementari l’Inter Suno

Il Bonichon alla Jr Biellese fenis - Sorride alla Jr Biellese Libertas la seconda edizione del Memorial Gianni Bonichon, la manifestazione riservata agli Esordienti 2001 organizzata dal Fenusma e andata in scena sui campi di Chambave, St-Marcel, Nus e Fénis, con sedici formazioni al via. La Jr Biellese ha

portato a casa il trofeo battendo in una finale avvincente e combattuta l’Inter Suno. L’atto conclusivo ha avuto bisogno dei tempi supplementi, visto che i regolamentari si erano conclusi sullo 0-0; nell’extratime i bianconeri hanno trovato il gol decisivo che ha permesso loro di

alzare la coppa. Sul terzo gradino del podio sono saliti i torinesi del Mirafiori, che nella gara di consolazione tra le sconfitte in semifinale hanno superato la Pro Vigevano. Le tre valdostane hanno concluso dal decimo posto in giù, ma il Fenusma si è regalato la soddisfazione di esse-

re l’unica squadra ad aver inflitto una sconfitta alla Jr Biellese Libertas: nel girone eliminatorio del mattino, infatti, i padroni di casa si erano imposti sui lanieri per 2-0. A livello individuale sono stati assegnati tre premi speciali: a Nicola Menniti del Mirafiori (miglior portiere), ad An-

drea Colombo dell’Inter Suno (miglior giocatore) e ad Andrea Pisanello dell’Inter Suno (capocannoniere). Consegnati anche i riconoscimenti alle uniche due ragazze che sono scese in campo: Federica Cafferata del Rapallo Bogliasco e Margherita Brscic del Fenusma.

La Jr Biellese festeggia la conquista del Trofeo Bonichon

Il Fenusma

Il CGC Aosta

Lo Charvensod

La classifica finale

1° Jr Biellese, 2° Inter Suno, 3° MIrafiori, 4° Pro Vigevano, 5° Varese, 6° Torino, 7ª Sampdoria, 8° Novara, 9° Rapallo Bogliasco, 10° Fenusma, 11ª Rivarolese, 12° Ivrea, 13° Atletico 1912, 14° Charvensod, 15° Borgosesia, 16° CGC Aosta. ■ Davide Pellegrino

■ esordienti 2002 / I blucerchiati hanno la meglio sul Torino

La Monte Cervino Cup è della Samp

Il Monte Cervino (fotoservizio Fotoextreme)

L’Evançon

st-vincent - Si decide ai calci di rigore l’edizione 2014 della Monte Cervino Cup, riservata agli Esordienti 2002. A vincere è la Sampdoria, che si impone per 5-3 ai calci di rigore sul Torino, dopo essersi guadagnata l’atto finale battendo 54, sempre ai penalty, il Novara. I granata, invece, si erano qualificati battendo per 2-1 il Neive 1997. Neive 1997 che si è poi rifatto prendendosi il terzo posto grazie all’1-0 sul Novara. Prima valdostana è l’Aygreville, che sconfigge 9-8 (dopo i rigori) i padroni di casa del Monte Cervino. Settimo posto per il Suno (3-0 sull’Union Villa Cassano), seguito al 9° posto dal Varese, che si è aggiudicato la finalina per 1-0 sulla Pro Vigevano. Undicesima piazza per lo Junior Grignasco (3-0 sull’Evançon); tredicesimo il Cossato (20 sulla Marcallese); quindicesimo il Fulgor Ron-

co Valdengo (3-0 sul Luserna). La fase finale di Saint-Vincent era stata anticipata, al mattino, dai quattro gironi, andati in scena tra la cittadina termale e Châtillon. Nel girone A, a imporsi era stato il Torino con 7, che ha avuto la meglio sull’Aygreville solamente per un gol di differenza. Terza piazza per lo Junior Grignasco, con ultima la Marcallese. La Sampdoria era decollata verso il successo finale vincendo a punteggio pieno il girone B, seguita da Union Villa Cassano (4), Provigevanio Suardese (4) e Fulgor Ronco Valdengo (0). Punteggio pieno nel girone C anche per il Neive 1997, seguito dal Monte Cervino a 6, Varese a 3 e Luserna fermo al palo. Il Novara, infine, aveva avuto la meglio nel girone D, vincendo con 7 punti, davanti a Suno (6), Evançon (3) e Cossato (1).

L’Aygreville


C A L C I O G I OVA N I L E

lunedì 14 aprile 2014

57

■ giovanissimi regionali / Il VdA passa, sbaglia un rigore, poi sale in cattedra l’Aygreville

Gullone-Linty: il derby è rossonero AYGREVILLE VALLEE D’AOSTE

4 (2) 1 (1)

MARCATORI: 1’ pt Bosonin; 17’ pt e 13’ st Gullone; 26’ pt rig. e 25’ st Linty Blanchet. AYGREVILLE (4-3-1-2): Shkreli, Raso, Melchiorre, Lamarra, Moret (Zanat), Boch,Vassoney, Contu, Linty Blanchet (Abbiati), Gullone, Bersano. All.:Vallet. VALLEE D’AOSTE (4-1-4-1): Casale, Podio, Marco Paolini (Grange), Christian Paolini, Uda, Brunod, Martini (Pastore), Grimaldi (Ramires), Valente, Bosonin (Errati), Mazzocchi. All.:Vincenzi.

ARBITRO: Nguepi di Aosta. AMMONITI:Vassoney e Grimaldi. gressan - Il derby valido per l’ultima giornata del campionato regionale Giovanissimi sorride all’Aygreville, che rifila un secco 4-1 ai cugini del Vallée d’Aoste e chiude la stagione sul terzo gradino del podio assieme al Volpiano, sculacciato 3-1 nell’anticipo di mercoledì dallo Sparta Novara. Partita divertente quella andata in scena ieri mattina sul sintetico di Gressan, con i padroni di casa che sono stati bravi a non disunirsi dopo un avvìo complicato e che nell’arco del match hanno meritato i tre punti metten-

do in mostra una più spiccata identità di squadra. A partire meglio, però, è stato il Vallée d’Aoste. I granati-

Federico Gullone

ni hanno infatti impiegato una sessantina di secondi per passare in vantaggio: discesa a destra di Podio, cross al bacio per

Mattia Uda

■ GIOVANISSIMI PROVINCIALI / Vittoria meritata per l’Aosta 511; pirotecnico pareggio del Grand Combin

Il P.D.H.A. rallenta, lo Charva ipoteca la fase finale EVANCON P.D.H.A.

1 (1) 1 (1)

MARCATORI: 26’ pt Zinutti; 36’ pt Dotelli. EVANCON (4-4-2): Gazzi, Colliard, Noro (D’Agosto), D’Imperio, Giannini, Francisco, Veliu, Chodakowski, Zinutti (Caridi), Martino (Gidiuta), D’Angelo. All.: Gamba. PONT DONNAZ HONE ARNAD (4-42): Ambrosio, Arena, Dametto, Romei, Suozzo, Fantini (Bastrentaz), Cuomo, Dotelli,Torricelli, Angelo, Capone (Iancu). All.: Perottino.

GRAND COMBIN IVREA

telli pareggia con un gran tiro da fuori. Nella ripresa gli ospiti spingono, ma non passano e recriminano per il salvataggio di Gazzi (ottima prova) su Angelo e di Colliard, che recupera sulla riga il tiro di Suozzo. Nell’altro derby, che lancia lo Charva verso il successo finale, parte meglio la C.M. Grand Paradis che avrebbe tre buone chance di passare in vantaggio. Nella ripresa, però, lo Charva si veglia e dilaga grazie al solito Caminiti e alla grande rete, in tuffo di testa, di Arcidiacono.

3 (1) 3 (2)

MARCATORI: 4’ pt e 5’ st Marguerettaz; 10’ pt Filippi; 20’ pt e 15’ st Cervato; 25’ st Rosset. GRAND COMBIN (4-5-1): David, Palumbo,Toma, Lopresti, Jordan, Barbieri, Erculiani (Faslia), Agostino (Bignon), Marguerettaz, Falconero, Di Vito (Rosset). All.: Barbieri. ARBITRO: Nganmegni di Aosta. NOTE: ottimo pari del Grand Combin, che dopo il grande avvio, riesce a recuperare in rimonta con un eurogol un po’ fortuito di Rosset. Nota di merito per David, che ha salvato il risultato in più di un’occasione. Nel finale, Marguerettaz, autore di una doppietta, sciupa il possibile colpo del ko.

Calcio

ARBITRO: Dassi di Aosta. CHAMPDEPRAZ - Ricava solo un pari il P.D.H.A. dal derby con l’Evançon e, di fatto, saluta la possibilità di accedere alla fase finale, visto che allo Charva basta una vittoria per centrare il traguardo. I ragazzi di Perottino partono male nel primo tempo e vanno sotto al 26’ per mano di Zinutti, che finalizza una bella azione in contropiede. Passano dieci minuti e Do-

AOSTA CALCIO 511 3 (2) BOLLENGO ALBIANO 2 (1) MARCATORI: 10’ pt Belabil; 15’ pt rig. Gos; 25’ pt e 33’ st Tufano; 25’ st Lesca. AOSTA CALCIO 511 (4-3-3): Bogoni, Mocanu, Avallone, Pettinari, Horr, Pajusco, Gos, Marchese (Di Maio), Tufano, Veronesi (Cantele), Licordari. All.Volpone. NOTE: vittoria meritata per l’Aosta 511, che spreca parecchie occasioni, ma passa grazie a Tufano e Gos.

Bosonin, la cui incornata di testa si è infilata imparabilmente all’altezza del primo palo. Sulle ali dell’entusiasmo i ragazzi di mister Vincenzi si sono regalati la chance per assestare una violenta spallata alla gara: al 5’ Martini si è conquistato un rigore, ma Shkreli ha compiuto il miracolo di respingere la conclusione di Mazzocchi, ponendo il primo mattoncino per la rimonta. L’Aygreville, rinfrancata dallo scampato pericolo, ha pareggiato al 17’ con Gullone, che ha messo nel sacco un bel lancio di Lamarra. Prima del riposo è arrivato il sorpasso: fallo su Bersano (secondo gli

CHARVENSOD 3 (0) C.M. GRAND PARADIS 0 (0) MARCATORI: 5’ st e 12’ st Caminiti; 35’ st Arcidiacono. CHARVENSOD (4-2-3-1): Colosimo (Pinelli), Napoli, Zonin, Mattana (Tieri), Orizio, Laino, Bonatti, Piccot, Arcidiacono, Caminiti, Martorello. All.: Macrì. C.M. GRAND PARADIS (4-31-2): Giugler, Lazzaro (Morabito), Munari, Rigante, Mascherona, Lale-Murix, Andragel (Pressi), Celoria (Salandini),Vizzardelli, Luboz,Thomain. All.: Luciano Luboz. ARBITRO: Russo di Aosta. AMMONITO: Piccot.

Flash

Pomeriggio di aggiornamento tecnico, oggi (lunedì 14 aprile) per i mister valdostani a Fénis. Il Fenusma, in collaborazione con il Torino Calcio, propone agli allenatori e istruttori di calcio della nostra regione un mini-stage sul tema “Crescita e valorizzazione del giovane calciatore”. Il ruolo di relatore sarà affidato a Diego Salvamano, che in questa stagione sta dirigento i Pulcini 2003 del Toro. L’aggiornamento prenderà il via alle 17, quando ci sarà la sessione pratica al campo di Fénis; alle 18.15 si passerà a quella teorica nei locali dell’area di Tzanté di Bouva. La partecipazione all’iniziativa è gratuita.

Sala stampa «Volevamo vincere perché sapevamo che il Volpiano aveva perso e ci tenevamo a chiudere terzi - spiega Federico Gullone, che poi racconta le due prodezze personali -. Sul primo gol Lamarra ha letto bene il mio movimento e mi ha lanciato una bella palla, sul secondo ho visto il portiere fuori dai pali e, visto che eravamo già in vantaggio, ci ho provato ed è andata bene. Non mi aspettavo un approccio del genere al campionato regionale, ho segnato diciotto gol e sono soddisfatto della mia annata. Voglio dedicare la doppietta alla mia famiglia, al mister e alla squadra». Umore opposto nello spogliatoio ospite. «Siamo delusi - ammette capitan Mattia Uda -, ma c’è poco da recriminare, la sconfitta è giusta. Oggi siamo mancati sotto il profilo della concentrazione e della grinta. E’ un peccato, perché eravamo partiti bene, ma abbiamo accusato il contraccolpo del rigore fallito, che, sicuramente, avrebbe potuto dare un altro senso alla partita». ■ Davide Pellegrino

■ GIOVANISSIMI FASCIA B REGIONALI / L’Evançon va vicino al colpaccio

Il Fenusma sgambetta la capolista PERTUSA BIGLIERI EVANCON

Alberto Gazzi

2 (1) 2 (1)

MARCATORI: 10’ pt e 35’ st Mazzarello; 20’ pt rig. e 5’ st Trisolino. EVANCON (4-4-2): Cuoghi, Borettaz, Mandato (Armani), Paris, Orlarey, D’Agosto, Mazzei, Martino, Mazzarello, Imad, Barthy (Roveyaz). All.: Balbis. ARBITRO: Haouass di Nichelino. AMMONITI: Roveyaz.

Andrea Tufano

aosta - Un successo e un pari che va stretto per le valdostane. Sorride il Fenusma, che in casa ferma la corsa della capolista J-Stars al termine di un ottimo match. Apre le danze Neyvoz, che realizza un rigore concesso per un fallo di mano in area. Il J-Stars prova a reagire, ma non riesce a creare situazioni pericolose. La partita si chiude al 34’ della ripresa, quando Triglia va via a destra e serve Meggiolaro, che fa secco l’estremo ospite e sigla il raddoppio. Torna a casa con qualche rammarico, invece, l’Evnçon, che pesca comunque un buon pareggio sul campo del Pertusa Biglieri. I ragazzi di Balbis partono bene e trovano subito il vantaggio con Mazzarello. Dieci minuti e i padroni di casa pareggiano; D’Agosto cicca il rinvio, la sfera gli tocca la mano e l’arbitro decreta un penalty discutibile che Trisolino realizza. L’Evançon vuole il successo e prima Martino, poi Paris, chiamano il portiere di casa a due grandi interventi. E’ però ancora Trisolino a portare in vantaggio i suoi a inizio ripresa, ma Mazzarello rimette tutto a posto a pochi secondi dalla fine.

■ GIOVANISSIMI FASCIA B PROVINCIALI / Battuto il Grand Paradis; sorrisi anche per CGC Aosta e Aosta 511

Oggi aggiornamento per mister a Fénis

ospiti fuori area), per Nguepi è rigore e Linty Blanchet firma il 2-1. Nella ripresa il VdA prova a raddrizzare il derby, ma si affida troppo alle iniziative personali ed è l’Aygreville a chiudere i conti con un missile da quaranta metri di Gullone e con un lob di Linty Blanchet su imbucata di Contu.

L’Aygreville si aggiudica il derby a forza 8 C.M. GRAND PARADIS AYGREVILLE

0 (0) 8 (4)

MARCATORI: 2 Panizzi, 2 Rizzi, Bastia, Boccarella, Macrì, aut. Borney. C.M. GRAND PARADIS (4-4-2): Pellissier, Lale-Murix (Lika), Presta (Lauri), Jula (Chiudinelli), Curcio, Piras (Rostagno), Bovet (Noto), Fiou, Ronc (Saoudi),Vallet, Borney. All.: Masoni. AYGREVILLE (4-4-2): Raniero (Jeantet), Lituana, Spanò (Gentili), Mongino, Maria-

Giuseppe Nicotera

no, Sheti (Boccarella), Salvatori, Panizzi, Rizzi (Chaib El Ayne), Bouamer (Bastia), Macrì (Apparenza). All.: Umlil. ARBITRO: Nakmanou di Aosta. AMMONITI: Jula. ESPULSO: al 20’ st Vallet. AYMAVILLES - Derby senza storia, quello andato in scena ieri pomeriggio - domenica 13 aprile - al Comunale di Aymavilles, con i padroni di casa della Comunità montana Grand Paradis che nulla han-

Davide Pesa

no potuto al cospetto dell’Aygreville di mister Umlil, che ha inaugurato la girandola delle marcature già al 4’ del primo tempo con Macrì, bravo a sfruttare al meglio una bella azione corale con un altrettanto pregevole taglio a centro area. Tutto facile per l’Aosta 511, che dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, dilaga nella ripresa con il San Grato. Positiva la tripletta messa a segno

Mathieu Bovet

da Arlian, al rientro in campo dopo la lunga assenza per problemi al ginocchio. Poker esterno per il CGC Aosta, che continua la marcia in vetta alla classifica. Dopo un primo tempo difficile, chiuso comunque con il vantaggio per il gran gol di Bonomo, nella ripresa i ragazzi di Bellissimo dilagano con Bonomo e Usel. De Santis accorcia su punizione, ma Ciavattone chiude i conti.

Denis Apparenza

FENUSMA J STARS

2 (1) 0 (0)

MARCATORI: 5’ pt rig. Neyvoz; 34’ st Meggiolaro. FENUSMA (4-3-3): Leone, Neyvoz, Labidi, Racchio Barmasse; Giuramento, Baudin, Triglia; Arieta, Cardella (Gaspard), Jacobucci (Meggiolaro). All.: Statti. ARBITRO: Marco Dufour di Aosta. NOTE: partita giocata in anticipo sabato pomeriggio.

BOLLENGO ALBIANO 1 (0) CGC AOSTA 4 (1) MARCATORI: 18’ pt e 15’ st Bonomo; 18’ st Usel; 27’ st De Santis; 34’ st Ciavattone. CGC AOSTA (4-4-2): Nicotera (Asiatici), Merlicco, Fabrizi (Mafteuta), Sposato, Affortunato, Macrì, Marcoz, Bonomo, Ciavattone, Usel, Amato. All.: Bellissimo. ESPULSO: 35’ st Cuozzo. AMMONITI: Bonomo, Bonfitto e Lansa.

AOSTA CALCIO 511 SAN GRATO

8 (2) 1 (0)

MARCATORI: 6’ pt Pesa; 19’ pt Belley; 7’ st Tesauro; 13’ st e 24’ st Saracino; 16’ st, 23’ st e 30’ st Arlian; 25’ st Gianesin. AOSTA CALCIO 511 (4-3-3): Marlier, Ignoti, Tesauro, Cordì, Munier, Pesa (Chabod), Gagliardi (Saracino), Belley (Zanetti), Grange (Arlian), Bisi, Fea. All.: Volpone. ARBITRO: Nganmegni di Aosta.


c a l c i o g i ova n i l e

58

lunedì 14 aprile 2014

■ tabellini / Il dettaglio delle partite giocate questa settimana da Esordienti e Pulcini

La scorpacciata di Chianese PULCINI A 6 MERCOLEDI’

QUART COURMAYEUR

MARCATORI: 3 Bianquin; 1 Vagneur. C.M. GRAND PARADIS A: Jocallaz, Perrier, Rosset, Mariano, Iannino, Vagneur, Laarussi, Verna, Benvenuto, Lika, Ronc. All.: Morabito QUART: Daniele Riga, Giada Bionaz, Andrea Bionaz, Bosonin, Cheli, Addario, Marguerettaz, Bianquin, Desandré, Cerise, Pegorotto, Barbara Chellini, All.: Stefano Riga e Rezzaro.

1 3

PARZIALI: 0-1, 0-1, 2-1. MARCATORI: 5 Zanini; 1 Rollet, Budroni e Money. QUART: Blua, Desandré, Sinigaglia, Rey, Rollet, Money, Budroni, Moro, Ronco, Bionaz, Rebecca Cheli. All.: Savasta e Negretto. COURMAYEUR: Baggio, Casalenuovo, Cedric Nobile, Thierry Nobile, Gazzera, Bertolotti, Zanini, Cavallo. All.: Argese.

VALLEE D’AOSTE CGC AOSTA

PULCINI A 5 SABATO 3 0

PARZIALI: 2-0, 2-1, 8-0. MARCATORI: 6 Chianese; 4 Cuc; 2 Palmas; 1 Rao. AYGREVILLE: Borre, Rossi, Benvenuto, Mendez, Franceschini, Cuc, Chianese, Palmas. All.: Marchesano e Bastia. GRAND COMBIN: Riva Rivot, Carvalho, Tesoro, Rao, Bionaz, Scapin, Guiot Pin. All.: Macori.

C.M. GRAND PARADIS A AOSTA CALCIO 511

3 2

PARZIALI: 0-0, 1-1, 2-1. MARCATORI: 1 Carretta, Tommaso Gobbo e Saudin, Durra e Piccolo. C.M. GRAND PARADIS A: Garofalo, Thomas Testolin, Herman Testolin, Giangrasso, Gastaldo, El Ouatassi, Carretta, Tommaso Gobbo, Di Francescantonio, Saudin. All.: Robert Gobbo. AOSTA CALCIO 511: Rossero, Lautiero, Durra, Majoui, Ranieri, Apollaro, Piccolo. All.: Giuseppe Spanò.

CHARVENSOD AOSTA GLV

3 2

PARZIALI: 1-1, 2-0, 0-0. MARCATORI: 2 Franceschi; 1 Fazari e Salvi. CHARVENSOD: Maruca, Anania, Salvi, Denic, Corselli, Lucianaz, Franceschi. All.: Manfrin. AOSTA GLV: Monegato, Iurlaro, Betemps, Orfano, Gagliardi, Massaro, Fazari. All.: Luberto.

EVANCON P.D.H.A.

3 1

PARZIALI: 4-2, 3-3, 3-0. MARCATORI: 3 Grizzi e Juglair; 2 Pramotton e Ruggeri; 1 Follioley, Magro, Alessio Bordet, Carrel e Messelod. EVANCON: Conusur, Ruggeri, Challancin, Verrone, Grizzi, Melis, Carrel, Juglair, Messelod. All.: Tonino. PONT DONNAZ HONE ARNAD: Lazzarin, Biazzetti, Follioley, Crivellaro, Alessio Bordet, Girod, Magro, Pramotton. All.: Mauro Bordet.

FENUSMA C.M. GRAND PARADIS B

0 3

PARZIALI: 1-5, 1-3, 1-8. MARCATORI: 5 Boussik; 4 Benaim; 2 Verna, Sirianni e Rosset; 1 Luboz, Rey, Villano e Del Frate. FENUSMA: Pandolfi, Tercinod, Rosset, Pieiller, Calia, Lavevaz, Thedy, Martocchia, Del Frate. All.: Rao. C.M. GRAND PARADIS B: Francesco Distrotti, Verna, Luboz, Boussik, Benaim, Fico, Lazzaro, Rey, Villano, Sirianni. All.: Riccardo Distrotti.

PULCINI A 6 SABATO S.V.C. A P.D.H.A.

1 3

PARZIALI: 0-2, 0-1, 1-1. MARCATORI: 2 Boulkhoukh; 1 Durante, Yoccoz e Busmachiu.

2 3

PARZIALI: 0-0, 0-1, 0-0. MARCATORE: 1 Girotti. EVANCON: Sarteur, Lombardi, Lombard, Lefhal, Zancanella, Lazier, Perrone, Fadda, Lombardini, Vuillermin, Christille, Pinet. All.: Ardito. AYGREVILLE: Montrosset, Scaletta, Raffa, Cotrone, Edoardo Antonin, Vierin, Cavallero, Mugione, Monteleone, Girotti, Adorni, Moro. All.: Nieroz.

1 2

PARZIALI: 3-1, 0-2, 0-1. MARCATORI: 2 Dal Follo; 1 Boch, Chamonin, D’Agostino, Pisani e Dovigo. VALLEE D’AOSTE: Agostino, D’Agostino, Didier Jotaz, Chamonin, Sara Pirozzolo, Collé, Meloni, Bionaz. All.: Gustavo Jotaz. CGC AOSTA: Ansermin, Dal Follo, Dovigo, Rarinca, Pisani, Mosca, Bulat, Dascalu. All.: Medici.

AYGREVILLE GRAND COMBIN

EVANCON AYGREVILLE

La formazione dei Pulcini a 6 del Vallée d’Aoste

ST-VINCENT CHATILLON A: Ferraris, Cornaz,Vomvea, Cornero, Silvestro, Viérin, Prudenziati, Durante, Matthias Hérin. All.: Enrico Collin. PONT DONNAZ HONE ARNAD: Belkhiri, Bosonin, Boulkhoukh, Busmachiu, Correia, Dirmi, Ferrari, Kriki, Rolfini, Yoccoz, Zola. All.: Morgani.

VALLEE D’AOSTE FENUSMA

2 1

PARZIALI: 3-0, 0-3, 3-1. MARCATORI: 2 Chuc e Tibone; 1 Pisano, Dalla Palma, Boch, Didier Jotaz, D’Agostino e Chamonin. VALLEE D’AOSTE: Agostino, D’Agostino, Tibone, Boch, Didier Jotaz, Chamonin, Frattallone, Michelini, Bionaz. All.: Gustavo Jotaz. FENUSMA: Guichardaz, Sveica, Ravasenga, Chuc, Attak, Pisano, Dalla Palma, Fazari, Esquisito. All.: Bottani.

AYGREVILLE GRAND COMBIN

3 0

PARZIALI: 4-0, 6-1, 4-0. MARCATORI: 5 Zanardi; 3 Cotrone; 2 Nicolò Zoppo; 1 Mecugni, Foriglio, Adamo, Mammoliti e Laino. AYGREVILLE: Bosonin, Laino, Zanardi, Mammoliti, Cotrone, Foriglio, Adamo, Nicolò Zoppo, Borney, Ceriolo, Cao, Vallet, Raffa. All.: Samuele Zoppo. GRAND COMBIN: Nex, Borin, Fussambri, Mecugni, Carozza, Bétemps, Verducci, Picciau. All.: Viglino.

EVANCON B CHARVENSOD

3 2

PARZIALI: 1-1, 2-0, 1-1. MARCATORI: 2 Mattioli; 1 Vescio, Cutano, La Pica e Dalle. EVANCON B: Cout, Dalle, Bianco, Nicod, Divile Grazioli, La Pica, Mattioli, Lo Porto, Camosso. All.: Vinante. CHARVENSOD: Giacomo Rinato, Giuseppe Rinato, Cutano, Vescio, Scordamaglia, Barletta, Gullone, Boche, Bonazzi, Grande. All.: Zenti.

CGC AOSTA C.M. GRAND PARADIS A

1 2

PARZIALI: 2-4, 0-1, 4-3. MARCATORI: 5 Jacopo Fimiano; 2 Brunelli, Perrier e Cantele; 1 Cannatà, Carlotto e D’Angelo. CGC AOSTA: Cantele, Carlotto, Cartalemi, Scali, Soldano, Cannatà, Brunelli, Dessimone. All.: Renato Di Vito. C.M. GRAND PARADIS A: Chabloz, Manzone, D’Angelo, Jacopo Fimiano, Billotti, Anglesio, Loka, Puppi, Rostagno, Perrier, Lazzaro. All.: Spiga.

PULCINI A 7 SABATO AYGREVILLE GRAND COMBIN

3 0

PARZIALI: 2-0, 2-2, 5-0. MARCATORI: 4 Quaranta; 2 Ponsetti, Davisod; 1 Ferrarese, Boffetti e Mammoliti. AYGREVILLE: Dattola, Panetta, Zanat, Ferrarese, Ponsetti, Mammoliti, Boffetti, Cannatà, Quaranta, Benvenuto, Lesto, Perrin. All.: Verde. GRAND COMBIN: Ricci, Guerrisi, Cedric Proment, Loic Proment, Cerva, Davisod, Asero. All.: Danna e Florio.

CGC AOSTA A CHARVENSOD

2 1

PARZIALI: 1-2, 5-0, 2-1. MARCATORI: 7 Canonico; 2 Fazari; 1 Milani, Maruca . CGC AOSTA: Bazzano, Scala, Viscariello, Najam, Milani, La Rosa, Affortunato, Achchane, Canonico, Andrea Catalano. All.: Merlicco. CHARVENSOD: Hassani, Bonatti, Brunet, Mattia Catalano, Diaconu, Figliuzzi, Fazari, Giannattasio, Laino, Giordano, Maruca, Monteleone, Mammoliti, Fusa, Lanzo, Pozza, Corselli. All.: Del Favero.

COURMAYEUR AOSTA CALCIO 511

1 3

PARZIALI: 0-1, 1-1, 0-6. MARCATORI: 3 Menegatti e Haddad; 1 Martinod, Campagnolo e Gazzera. COURMAYEUR: Chatel, Cristofaro, Borrelli, Dal Molin, Rosas, Cerminara, Gazzera, Bouhad, Perruquet, Belfrond. All.: Mila. AOSTA CALCIO 511: Chabod, Lanaro, Bisson, Tarchoun, Corino, Campagnolo, Haddad, Xhaferi, Menegatti, Martinod. All.: Mazzotta.

EVANCON S.V.C.

2 1

PARZIALI: 0-3, 1-0, 3-0. MARCATORI: 2 Valleise e Vergano; 1 Ciurca, Roncali e Donato. EVANCON: Azzaz, Grizzi, Ruggeri, Scali, Chiumello, Bottoni, Valleise, Vergano. All.: Pangallo. ST-VINCENT CHATILLON: Doci, Dimitrov, Péaquin, Ciurca, Lo Faro, Lentini, Donato, Roncali, Mune. All.: Pisani.

CGC AOSTA B VERRES

3 3

PARZIALI: 0-0, 1-1, 1-1. MARCATORI: 1 Guarraoui, Macinato, Poli e Pellegrino. CGC AOSTA B: Polignone, Savioz, Usel, El Gouzi, Delpero, Tamone, Pession, Zorzato, El Khayat, Poli, Pellegrino. All.: Ayassi. VERRES: Francisco, Jeantet, Bevilacqua, Manca, Macinato, Christopher Pinet, Benincasa, Casadei, Guarraoui, Joly, Muratore. All.: Marino Pinet.

FENUSMA P.D.H.A.

3 0

PARZIALI: 2-1, 2-0, 4-0. MARCATORI: 3 Visinoni, 2 Racchio, 1 Giancotta, Pieiller, Regazzoni, Bottan. FENUSMA: Perron, Ottomanelli, Alessia Ottolenghi, Racchio, Visinoni, Regazzoni, Pieiller, Agostino, Giancotta, All.: Rudda e Nirta. PONT DONNAZ HONE ARNAD: Rampin, Ammoni, Arvat, Barra, Bastrentaz, Bottan, Cresto, Faga, Gamba, Alessandro Niosi, Pitti, Romei. All.: Maurizio Niosi.

ESORDIENTI A 9 C.M. GRAND PARADIS A QUART PARZIALI: 1-1, 0-1, 0-1.

1 3

CGC AOSTA GRAND COMBIN

3 0

PARZIALI: 1-0, 1-0, 2-0. MARCATORI: 2 Sterrantino; 1 Sabatino e Distasi. CGC AOSTA: Leca Regis, Bedjiar, Autelitano, Baldanzi, Ienaro, Simonelli, Distasi, Sterrantino, Amato, Sabatino, Giuliano, Grasso, Becker, Evaspasiano, Mammoliti. All.: Gaglietto. GRAND COMBIN: Patrick Diemoz, Christian Diemoz, Aureli, Noyer, Elton Luca, Florian Luca, Vallet, Ceccon, Cottin, Camedda, Foretier, Chatrian. All.: Erculiani.

S.V.C. C.M. GRAND PARADIS B

3 1

PARZIALI: 1-1, 4-1, 2-1. MARCATORI: 3 Lombardini; 2 Petey, Florio; 1 Lombard, Joyeusaz, Iannino. ST-VINCENT CHATILLON: Juglair, Barone, Stevanoni, Casella, Silvestro, Iacono, Joyeusaz, Rade, Petey, Lombardini, Todaro, Stabile, Gaspard, Cerise, Chapellu, Lombard. All.: Iacobucci. C.M. GRAND PARADIS B: Jocallaz, Melidona, Iannino, Boemio, Benvenuto, Vegneur, Ronc, Laaroussi, Florio, Bullio. All.: Gobbo e Perrier.

VAL D’AYAS AOSTA CALCIO 511

1 2

PARZIALI: 1-0, 0-2, 0-4. MARCATORI: 2 Bosonin e Ciavorella; 1 Soriani, Sirianni e Vicquéry. VAL D’AYAS: Andrea Bellavia, Tupu, Simone Boscolo, Gugliada, Samuele Boscolo, Luca Bellavia, Prato, Vivquéry, Porfirione, Gianì. All.: Giuseppe Alessandro Farinella. AOSTA CALCIO 511: Berthod, Soriani, Pellissier, Battilani, Borraccino, Podio, Ciavorella, Ribeiro Neto, Bosonin, Piccolo, Giovinazzo, Sirianni, Iamonte. All.: Volpone.

ESORDIENTI A 11 AOSTA CALCIO 511 VERRES

3 0

PARZIALI: 6-0, 1-0, 5-0. MARCATORI: 4 Gagliardi; 2 Viot; 1 Grange, Tesauro, Cordì, Pesa, Pettinari e Arlian. AOSTA CALCIO 511: Fachin, Najoui, Pettinari, Cordì, Munier, Pesa, Marchese, Bisi, Grange, Belley, Ignoti, Zanetti, Tesauro, Gagliardi, Viot, Saracino, Benoit Chabod, Arlian. All.: Loris Chabod. VERRES: Francisco, Mancuso, Said, Cristina, Benali, Giovenzi, Thiebat, Singh, Perotti, Marchesi, Howlader, Ricchiello, Sorvillo. All.: Vincenzo Mercurio.

CHARVENSOD CGC AOSTA

3 1

PARZIALI: 1-0, 1-1, 3-1. MARCATORI: 2 Ciammaichella; 1 Caminiti, Camelliti, Scattolin, Salvatore Fazari e Rollet. CHARVENSOD: Simone Antonin, Bennani, Davide Fazari, Canova, De Fazio, Lorenzo Antonin, Rollet, Franceschi, Caminiti, Salvatore Fazari, Romeo, Jorrioz, Padula, Ciammaichella, Gerard, Mitic, Zarbi. All.: Bravi. CGC AOSTA: Frassy, Dovigo, Presti, Rarhai, Milleret, Medici, Scattolin, Tedesco, Vighetti, Camelliti, Curtaz, Giovinazzo, Mirabello, Tomis, Mosca, Cozariuc. All.: Carere.


59

lunedì 14 aprile 2014

HAI IDEA DI QUANTO

CALORE

DISPERDONO I TUOI SERRAMENTI?

MEDIAMENTE IL 25%

del tuo consumo energetico

Legno lamellare e alluminio

COSA TI OFFRIAMO? Una CONSULENZA GRATUITA per aiutarti a capire i benefici che potrai trarre dalla sostituzione dei vecchi serramenti Pvc

GRAZIE AGLI

INCENTIVI

STATALI

DEL

65% E 50%

per il risparmio energetico o per le ristrutturazioni

Legno

FABIO CENTO © 2013

Contattaci per un preventivo GRATUITO

Pvc e alluminio

porte e finestre per la tua casa

Via Roma 7 Aosta (AO) TEL_0165.31011 MAIL_fabrizio.cerise@me.com


S P O RT VA R I

60

lunedì 14 aprile 2014

■ EVENTO / Sabato 12 consegnati i premi ai migliori atleti del 2013, la maggior parte dei quali ha però disertato l’appuntamento

L’atletica valdostana si veste a FESTA

Il presidente Fidal VdA: «Movimento in salute»; l’assessore Marguerettaz: «Il “pubblico” non può più farsi carico da solo delle strutture» Patrick BARMASSE Inviato al PalaIndoor AOSTA - Il movimento valdostano dell’atletica leggera si è vestito a festa, sabato pomeriggio al Palaindoor di regione Tzamberlet, in occasione della cerimonia di consegna dei riconoscimenti agli atleti maggiormente distintisi nella stagione agonistica 2013 e - limitatamente alle categorie promozionali - anche in quella 2012. «L’atletica leggera valdostana possiamo tranquillamente affermare che è in salute ha dichiarato nel suo bilancio il presidente del Comitato regionale Fidal, Jean Dondeynaz -. L’atletica in Valle d’Aosta è il quarto sport più praticato, se contiamo il numero di tesserati (circa 1.900, ndr), e questo dato sembra fare il paio con la vivacità dimostrata dalle società affiliate, che tra l’altro sono anche aumentate». Soddisfazione anche dal punto di vista dei risultati conseguiti. «Finalmente il progetto dalla quantità alla qualità sta iniziando a dare i suoi frutti, e questo grazie all’impegno congiunto del Comitato e di tutti i club affiliati, senza dimenticare il fatto che la Valle d’Aosta, in fatto di impianti, penso non sia seconda a nessuno, e di questo va dato atto agli amministratori locali», ha proseguito Dondeynaz. Sul discorso degli impianti, riprendendo in qualche modo l’intervento che fece il presidente del Coni nazionale, Giovanni Malagò, nella sua visita ad Aosta del 28 novembre scorso, il presidente regionale Piero Marchiando ha voluto porre l’accento sulla necessità di «provvedere a una ge-

I premiati delle categorie promozionali (foto Alexis Courthoud)

stione ottimale delle strutture a disposizione, perché una volta realizzate queste devono essere mantenute funzionali all’attività delle società sportive». L’assessore regionale al turismo, sport e trasporti, Aurelio Marguerettaz, ha quindi sot-

tolineato come «l’amministrazione pubblica non è ormai più in grado di gestire tutta sola gli impianti, motivo per cui il particolare periodo economico-finanziario che stiamo attraversando dovrebbe fornire a tutti lo spunto per avviare forme di collaborazione vir-

tuosa tra enti locali e società sportive. Gli impianti ci sono, ora ne va valorizzata al meglio la funzionalità cercando nel contempo di razionalizzare i costi di gestione», ha concluso. Per quanto riguarda la cerimonia di premiazione vera e pro-

pria, disertata da buona parte degli atleti premiati (questo è stato l’unico neo della manifestazione, un dettaglio che forse dovrebbe fare riflettere sull’eventuale collocazione della Festa dell’Atletica in un’altra data, magari anticipandola al mese di novembre), gli ‘atleti

I premiati delle categorie Allievi, Assoluti e Master

dell’anno 2013’ sono stati Catherine Bertone e Jacopo Spanò. La prima, nonostante non sia atleta professionista, bensì pediatra con tanto di famiglia da mandare avanti, «è stata inserita dal direttore tecnico azzurro nel prestigioso gruppo Elite riservato ai migliori atleti italiani della corsa su strada», si legge nella motivazione del premio, potendo vantare i riscontri cronometrici di 2h 34’24” sulla maratona e 1h 16’12” sulla mezza maratona (entrambi record regionali assoluti in campo femminile). Per il velocista ossolano della Calvesi, invece, il riconoscimento è stato conferito in quanto nel 2013 «ha partecipato alla prima gara con la maglia della nazionale in Germania, vincendo i 200 metri, dopo aver già conquistato un titolo italiano da Cadetto e uno da Allievo», si legge. Premi speciali sono stati consegnati anche a Eleonora Marchiando, salita sul trono nazionale Allieve sui 60 hs indoor e presentatasi al via dei Mondiali giovanili di Donetsk, in Ucraina, sui 400 metri, e a Michela Comola per la corsa in montagna, finita 13ª agli Europei e 2ª ai Campionati italiani di staffetta. A margine della cerimonia, quindi, riconoscimenti sono stati anche consegnati al fiduciario regionale dei giudici Hermes Perotto Ghi, al fiduciario tecnico regionale Cristina Ratto, alla segretaria del Comitato Fidal Valle d’Aosta, Maria Barbalace, ad Antonino Lo Nano e Francesco Barbalace «per il prezioso contributo che offrono nella gestione delle strutture», a Eddy Ottoz e all’allenatore di Eleonora Marchiando, Patrick Ottoz.

TUTTI I PREMIATI PROMOATLETICA 2012

PROMOATLETICA 2013

ESORDIENTI F.: 1ª Sofia Sergi (Cogne). ESORDIENTI M.: 1° Simone De Marco (Cogne). RAGAZZE: 1ª Charlotte Siani (Calvesi). RAGAZZI: 1° Luca Merli (Donnas). CADETTE. TOP: 1ª Eleonora Marchiando; STANDARD: 1ª Eleonora Marchiando; SPECIAL SPRINT & HURDLES: 1ª Eleonora Marchiando; SPECIAL RUN & WALK: 1ª Manuela Contu; SPECIAL JUMP: 1ª Elena Jaccond; SPECIAL THROW: 1ª Federica Castronovo. CADETTI. TOP: 1° Jean-Marie Robbin; STANDARD: 1° Luca Militello; SPECIAL RUN & WALK: 1° Andrea Casassa; SPECIAL JUMP: 1° Francesco Antonicelli; SPECIAL THROW: 1° Maurizio Zambon.

ESORDIENTI F. A: 1ª Elena Perego (Calvesi); 2ª Valentina Boria (Donnas); 3ª Sofia Mancini (Calvesi); 4ª Sara Rollandin (St-Christophe); 5ª Alessia Martini (St-Christophe); 6ª Camilla Sergi (Cogne); 7ª Martina Turino (Donnas); 8ª Melissa Genestrone (Cogne); 9ª Giorgia Anselmo (Donnas); 10ª Elenoire Bredy (Calvesi). ESORDIENTI M.: 1° Gabriele Adorni (Calvesi); 2° Liam Vigon (Donnas); 3° Alessandro Zonin (Calvesi); 4° Jean Xavier Villanese (Donnas); 5° Alessandro Tavano (Calvesi); 6° Edoardo Ceccon (Cogne); 7° Laurent Grange (Calvesi); 8° Riccardo Melidona (Cogne); 9° Riccardo Sulas (Cogne); 10° Andrea Merli (Donnas). RAGAZZE: 1ª Eleonora Foudraz (Calvesi); 2ª Sofia Sergi (Cogne); 3ª Blanca Mancini (Calvesi); 4ª Charlotte Siani

(Calvesi); 5ª Matilde Ferrucci (Calvesi); 6ª Anna Gaudio (Calvesi); 7ª Chiara Delpero (Calvesi); 8ª Caterina Lisi (Calvesi); 9ª Elena Del Col (Calvesi); 10ª Laila Salih (Calvesi). RAGAZZI: 1° Jerome Romano (Cogne); 2° Pietro Perego (Calvesi); 3° Simone De Marco (Cogne); 4° Jean Marc Bastrentaz (Donnas); 5° Arnaud Comé (Calvesi); 6° Simone Locatelli (St- Christophe); 7° Alberto Legato (Calvesi); 8° Lois Vierin (Calvesi); 9° Edoardo DiVita (Calvesi); 10° Alessandro Mantega (Cogne). CADETTE: 1ª Martina Mladenic (Calvesi); 2ª Giulia Zambotto (Cogne); 3ª Helene Bringhen (Calvesi); 4ª Corinne Challancin (Donnas); 5ª Ludovica Demartino (Calvesi); 6ª Andree DenisaTaut (Cogne); 7ª Silvia Bellardore (Donnas); 8ª Federica Chamoi (Cogne); 9ª Erika Balzarotti (Donnas); 10ª Chiara Miodini (Calvesi). CADETTI: 1° Luca Merli (Donnas); 2° Emi-

lianoVuillermoz (Cogne); 3° Michel Comé (Calvesi); 4° Jean Marie Robbin (Calvesi); 5° Pietro Scattolin (Cogne); 6° Andrea Casassa (Calvesi); 6° Mattia Paonessa (Donnas); 8° Federico Louvin (Cogne); 9° JoelVierin (Calvesi); 10° Filippo Girardi (Cogne). SOCIETA’ 2012/2013: Calvesi; Cogne; Pont Donnas; St-Christophe; Circolo Fiamme Gialle Aosta; Cogne 4061. I MIGLIORI DEL 2013 ATLETI DELL’ANNO: Catherine Bertone (Calvesi) e Jacopo Spanò (Calvesi). CORSA IN MONTAGNA: Michela Comola (P.S.Martin) e Massimo Farcoz (P.S.Martin). FINALISTI CAMPIONATI ITALIANI: Eleonora Marchiando (Calvesi), Alessia Annovazzi (Pont Donnas), Federico Deligios (Calvesi), Gabriele Moris (Calvesi). PARTECIPANTI

CAMPIONATI ITALIANI: André Comé (Calvesi), Jean Paul Perret (Calvesi), Beatrice Sammaritani (Cogne), Emma Paillex (Calvesi), Ian Campaci (Calvesi), John Dejanaz (Calvesi), Fabrizio Merlo (Calvesi), CamillaVuillermoz (Cogne), Marta Arlian (Calvesi), Claire Challancin (Pont Donnas), Valentina Campana (Cogne), Arianna Imperial (Calvesi),Veronica Pirana (Cogne), Claudia Cometto (Calvesi), Irene Glarey (Calvesi), Lorenzo Serpone (Cogne). MASTER: Roberto Fasoli (Calvesi), Giancarlo Ciceri (Calvesi), Sandra Dini (Calvesi), Marisa Fimazzi (Calvesi), Umberto Benevenia (Calvesi), Liana Calvesi (Calvesi), Emanuele Tortorici (Calvesi), Maria Luigia Belletti (Calvesi), Debora Locatelli (Calvesi), Michelangelo Bellantoni (Calvesi), Giovanni Rastelli (Calvesi), Antonino Lo Nano (Calvesi) e Domenica Vadalà (Calvesi).

PESISTICA: la Enrica Martinet e la Abbé Treves conquistano gli studenteschi

La Enrica Martinet di Aosta

QUART - La Eugenia Martinet di Aosta e la Abbé Treves di St-Vincent e Valtournenche hanno vinto mercoledì alla palestra delle scuole di Quart la finale regionale dei Giochi Sportivi Studenteschi di Pesistica. Al via si sono presentati 77 alunni delle seconde medie (anni 2000 e 2001) di quattro istituzioni scolastiche: Eu-

La Abbé Treves di St-Vincent e Valtournenche

genia Martinet di Aosta (insegnante Cristina Sanson), Emile Lexert di Aosta (insegnante Marco Varisella), Mont Emilius 2 di Quart (insegnante Raffaella Rosset) e Abbé Treves di St-Vincent e Valtournenche (insegnanti Monica Borghese e Barbara Remondino). I partecipanti si sono sfidati nel triathlon della pe-

sistica che comprende salto triplo da fermo, lancio della palla medica e slancio. Nella classifica femminile la Eugenia Martinet ha preceduto la Abbé Treves, la Emile Lexert e la Mont Emilius 2; tra i maschi la Abbé Treves si è tenuta alle spalle la Emile Lexert, la Eugenia Martinet e la Mont Emilius 2.

A livello individuale si sono imposti: Deasy Macrì della Lexert, Luca Giovinazzo della Eugenia Martinet e Simone Zanon della Mont Emilius 2 (a pari merito) nella categoria 43 kg; Lucrezia Mammoliti della Eugenia Martinet ed Edoardo Silvestri della Mont Emilius 2 nella categoria 50 kg; Margherita Brscic

della Abbé Trèves e Yousef Fanan della Emile Lexert nella categoria 57 kg; Roberta Macrì e Davide Artuso della Eugenia Martinet nella categoria 66 kg; Arianna Caria della Eugenia Martinet ed Hervé Chatillard della Abbé Treves nella categoria +66 kg. ■ r.g.


PA L L AC A N E S T RO

lunedì 14 aprile 2014

61

■ SERIE C / I gialloneri sono decimati, ma sfiorano il colpaccio a Carmagnola

13ª giornata - Ritorno Lettera 22 - Saluzzo ........73 - 61 Cuneo - College Borgo......54 - 58 Ciriè - Serravalle ..............59 - 67 Il Canestro - Fossano........66 - 68 Carmagnola - Moretti Zero. 76 - 74 Torino - Arona .......................n.p. Chivasso - Biella ..............59 - 65 Trecate - Kolbe ................69 - 55

CARMAGNOLA MORETTI ZERO

76 (51) 74 (39)

PARZIALI: 23-16, 28-23, 16-20, 915. CARMAGNOLA: Fornuto 4, Masola, Mudadu 3, Giustetto 14, Ritta, Campanelli 23, Breusa 16,Turetta,Tonin 8, Roncarolo 8. Coach: Gili. MORETTI ZERO: Frassy 18 (foto), Chenal 15, Seminara, Cosentino 4, Cardenas 26, Plati, Polin 8, Massone 3. Coach: Renna. ARBITRI: Berger di Savigliano e Cosola di Chieri. CARMAGNOLA - Si arrende all’ultimo respiro la Moretti Zero, ma esce a testa alta dalla sfida contro l’Endurance. I rossoneri si presentano con una formazione fortemente rimaneggiata, con soli otto effettivi (e tre giocatori del ‘96, tra cui Fabio Plati e Francesco Massone al debutto in C Regionale) , per affronta-

re una compagine in piena corsa per l’ultimo posto playoff. E i giovani alla fine sono la nota positiva degli aostani. La partenza degli ospiti è contratta, così

Campanelli e compagni provano l’allungo, +12, ma Frassy e Cardenas tengono Aosta in partita: 23-16. Nel secondo quarto, i rossoneri faticano in difesa, men-

tre in attacco sbagliano molti possessi, oltre ai liberi; Carmagnola scappa via e vola sul 51-39. La partita sembra chiusa, ma al rientro dagli spogliatoi i

PROMOZIONE

Lo Chez Drink schianta il Victoria nel primo match dei playoff CHEZ DRINK VICTORIA TORINO

88 (38) 44 (17)

PARZIALI: 19-12, 19-5, 23-12, 27-15. CHEZ DRINK: Catalfamo 10,Treves 6, Bassi 5, Bianchet 4,Torino 11, Blanc 13, Rossi 8, Fracellio 10, Catona 1, Aiello 8, Charles 10, Citti 2. Coach: Fristachi. ARBITRO: Colpo e Frassati di Biella. AOSTA - Comincia nel migliore dei modi l’avventura dello Chez Drink nei playoff. Giovedì sera, infatti, i ragazzi di coach Fristachi hanno

schiantato il Victoria Torino in un match dominato praticamente dal primo minuto, come dimostra il parziale di 13-2 in apertura di match, propiziato da Bassi, Aiello e Treves. I torinesi provano a rialzare la testa, ma nel secondo quarto l’onda d’urto dello Chez Drink, fatta di difesa e tanto contropiede, diventa inarrestabile e, di fatto, chiude i discorsi già all’intervallo. Le seconda metà di gara diventa una sorta di passerella, che Fracellio (foto) onorano fino in fondo, presentadosi al meglio in vista di gara-2, in programma venerdì 18 aprile.

rossoneri mettono sul parquet tutta la loro determinazione per riavvicinarsi chiudendo il terzo quarto a -8. Gli ultimi 10’ sono giocati all’arma bianca dai ragazzi di coach Renna. I locali faticano nel possesso palla, ma la rimonta aostana si ferma a -2 al suono della sirena. Alla fine, la Moretti Zero si arrende più alle percentuali dai liberi (19/36), che alla forza d’urto dei rivali. Coach Fausto Renna commenta a fine gara: «Peccato per la sconfitta, ma devo congratularmi con i ragazzi per la prestazione. Nonostante le tante assenze siamo riusciti a sfiorare la rimonta dimostrando grande carattere, in particolare dai giovani, che per la prima volta si sono affacciati alla serie C». ■ Federico Mecca

SERIE C GIRONE A

La Moretti ha il fiato corto

Squadra

P.ti

Partite G V P

Serravalle Trecate Cuneo Fossano Biella Moretti Zero Torino Carmagnola Kolbe Ciriè Saluzzo Lettera 22 College Borgo. Chivasso Il Canestro Arona

48 46 42 40 36 32 32 28 26 26 24 22 20 12 8 4

28 28 28 28 28 28 27 28 28 28 28 28 28 28 28 27

24 23 21 20 18 16 16 14 13 13 12 11 10 6 4 2

4 5 7 8 10 12 11 14 15 15 16 17 18 22 24 25

Prossimo turno 14ª Giornata

Biella - Trecate ................(57-78) College Borgo. - Lettera 22(72-89) Moretti Zero - Torino ....(73-86) Serravalle - Cuneo ..........(69-72) Fossano - Carmagnola.....(72-64) Arona - Chivasso.............(75-84) Saluzzo - Il Canestro .......(69-61) Kolbe - Ciriè ...................(59-78)

■ GIOVANILE / Colpaccio del Monte Emilius UISP che batte il Rebabasket B con un canestro a fil di sirena; ko Di Gel e Falleti Decorazioni

La Savda U17 centra il pokerissimo e continua il filotto AOSTA - Settimana avara per le compagini valdostane del basket giovanile, che sorridono solamente grazie a Savda e Monte Emilius UISP Under 17. UNDER 19 ELITE

64 (27) 80 (33)

UNDER 19 REGIONALE Dopo la sosta, il Monte Emilius UISP ritornerà in campo giovedì 17 aprile alle 21 a Orbassano in una partita che i ragazzi di Raffaele Romano non possono fallire per rimanere nella scia della capolista Kappadue. UNDER 17 ELITE

ALTER ’82 PIOSSASCO 49 (28) SAVDA 69 (38) SAVDA: Parolo 9; Benzo 12; Garofalo A. 12; Croatto 5; Melliti 4; Cuneaz 4; Rucsanda; Minissale L. 1; Borlini; Massone Fe. 22. Coach Ferina. Continua l’imbattibilità della Savda che a Piossasco centra la quinta vittoria consecutiva, pur con troppe palle perse e difesa a lungo non all’altezza. La gara è stata decisa nell’ultimo quarto, quando i ragazzi di Fabio Ferina hanno aumentato la pressione difensiva recuperando importanti palloni trasformati in contropiede da Federico Benzo e Gregory Parolo. UNDER 17 REGIONALE

VALCOLOR VICTORIA A TORINO

48 (23) 63 (37)

Michele Seminara

Andrea Franzoso

Giovanni Sullis

Samuele Lame

VALCOLOR: Mazzotti; Lame 4; Mazzoleni 21; De Leo M. 6; Mosconi 8; Akli 1; Martini; Giordano; Yon 3; Nicolet 5; Menegolo. Coach Pronesti. Prova più che dignitosa della Valcolor, che fino all’inizio del terzo quarto è stata aggrappata, grazie ai canestri di Mikael Mazzoleni, alla forte capolista. Purtroppo ogni volta che i ragazzi di Enrico Pronesti si sono riavvicinati, i torinesi hanno piazzato la zona 1–3–1 con raddoppi e sono riusciti sempre a riprendere il volo. Note liete per la difesa che ha ben contenuto le guardie del Victoria.

librio. Nella formazione aostana si sono distinti Alessio Bicciato e Luca Conchatre.

vda affronterà sabato 19 alle 16 al PalaMiozzi il Don Bosco Rivoli. Intanto l’Ufficio Gare ha stilato il calendario della fase di completamento nella quale i ragazzi di Silvia Rosset sono stati inseriti nel girone B assieme a Usac Rivarolo e Cestistica Biella.

tura a impattare il terzo periodo di gioco.

REBABASKET B MONTE EMILIUS UISP

54 (24) 55 (24)

MONTE EMILIUS UISP: Aguettaz G. 6; Conchatre 14; Bicciato 12; Aguettaz F. 1; Cairo 5; Saivetto 17; Fracasso; Stumbo. Coach Conte. Piccola, ma significativa impresa del rabberciato Monte Emilius UISP, che è riuscito con un canestro finale di Matteo Saivetto a imporsi di misura sul campo del Rebabasket B, al termine di una partita in costante equi-

UNDER 15 REGIONALE

FALLETI DECORAZIONI 30 (13) OASI LAURA VICUNA 59 (32) FALLETI DECORAZIONI: Fazari;Vaudan A. 9; Casarotto; Guerrisi 2; Cossard 1; Macrì; Vinci A. 13; Franzoso A.; Giannattasio 4; Marjolet; Raffa; Vaudan M. Coach Catalfamo. Pesante débacle casalinga della Falleti Decorazioni, che senza la spinta dell’assente Leonardo Lotto, ha avuto grossi problemi offensivi, tanto che il primo canestro su azione è arrivato dopo circa 7 minuti di gioco. Nella ripresa, a complicare il tutto, è venuta anche l’uscita anticipata per falli di Alex Vaudan. Venerdì 18 aprile alle 18 la Falleti recupererà la partita esterna con il Chieri. UNDER 14 REGIONALE Nell’ultima giornata della prima fase del campionato, la Sa-

Flash

LA BRACE: Ceca 4; Massone Fe. 22; Figus 6; Seminara 20; Massone Fr. 6; Parolo 2; De Leo J. 2; Plati F. 2; Obino;Talarico. Coach Padovani. Niente da fare per La Brace che rimane all’asciutto di successi nella fase di completamento, con l’assenza dell’infortunato Umberto Pietrini che pesa come un macigno. A complicare la situazione, sono arrivate le assenze degli infortunati Stefano Capriglione e Valerian Alixei che hanno lasciato il reparto lunghi pressoché sguarnito. Nella formazione di Roberto Padovani si sono messi in luce i due talentuosi play Michele Seminara e Federico Massone. Domani alle 19 La Brace giocherà a Carmagnola.

Tennis

LA BRACE SERRAVALLE

Lo Châtillon St-Vincent sorride solo al femminile Una vittoria e una sconfitta per le squadre dello Châtillon St-Vincent. Nel campionato di serie C femminile le valligiane hanno travolto 40 lo Sporting La Stampa Torino: a segno Monica Cantele, Valeria e Francesca Campigotto in singolo e le sorelle Campigotto in doppio. Nulla da fare, nel torneo Over 40 maschile, per i castiglionesi, battuti 2-1 ad Alessandria; per lo Châtillon St-Vincent a segno il doppio formato da Pier Paolo Pace e Alessandro Finelli.

UNDER 13 ELITE

CIRIE’ DI GEL

80 (45) 57 (33)

DI GEL: Artuso 36; Borrione 9; De Gattis 4; Fiori; Mimotti; Paonessa 2; Pardini; Pezzoli 2; Rollandin; Silvestri; Sulis 4. Coach Pronesti. Non è bastato alla Di Gel, sul difficile campo del Cirié, un ottimo Davide Artuso per evitare un’altra pesante sconfitta in questa difficile, ma largamente formativa fase finale. I ragazzi di Enrico Pronesti hanno patito, a inizio incontro, l’aggressività e il ritmo dei padroni di casa, ma per fortuna, nonostante l’importante assenza di Daniele Scattolin, non hanno mai mollato e sono riusciti addirit-

Rappresentativa al terzo posto nella PIA Cup La rappresentativa di Aosta batte la selezione di Novara e Vercelli e chiude l’avventura nella PIA Cup con un buon terzo posto. Lapo Stelitano, Ambra Grumolato, Claudia Soro, Niccolò Giovinazzo e Mattia

JOIN THE GAME Saranno due squadre dell’Eteila a rappresentare la nostra Regione nelle finali nazionali della manifestazione di 3vs3 Join the Game che si svolgeranno a Fano il 17 e 18 maggio. Nelle finali regionali, disputate la scorsa settimana al PalaMiozzi, nell’Under 13 si è imposta la formazione composta da Davide Artuso, Daniele Scattolin, Jacopo De Gattis e Alessandro Borrione, mentre nell’Under 14 il successo finale è andato alla squadra composta da Andrea Vinci, Gabriele Guerrisi, Davide Fazari e Mattia Vaudan. Nel settore femminile nessuna squadra valdostana era iscritta alla manifestazione. ESORDIENTI Purtroppo, la mancanza di serietà di alcune società piemontesi è ormai risaputa, ma questa settimana la situazione è diventata addirittura esaspe-

Musa hanno superato 20-16 i rivali piemontesi, confermando così il piazzamento alle spalle di Torino 1 e Cuneo. Nei match di tennis successi in singolare di Stelitano, Grumolato e Soro e di Giovinazzo-Grumolato nel doppio; i rossoneri hanno poi pareggiato le prove atletiche.

rata, con la Tuttauto e il Paradis des Fruits che hanno vinto a tavolino gli incontri casalinghi contro Jolly Vinovo, Csen Leinì e Nole per rinuncia delle tre formazioni piemontesi a effettuare le trasferte ad Aosta. Purtroppo, in queste categorie minori, non sono previste ammende pecuniarie, oltre al 200 a tavolino, e così le compagini valdostane per fare attività sono obbligate a giocare dei tornei pressoché in trasferta senza alcuna tutela. Sarebbe dunque auspicabile che il delegato regionale FIP Mario Vietti si facesse carico del problema che, ormai, ha effetti sempre più devastanti sul malconcio settore Minibasket. AQUILOTTI

CROCETTA TORINO LE RESTO’

14 (7) 10 (5)

LE RESTO’: Andriolo 3; Regruto Tomalino 4; Gjermeni; Maio; Broccolato; Malara 4; Nogara 5; Mouhoub; Mantovani; Polin 1; Tronchin. Istr. Rosset E. Nonostante la sconfitta subita contro la forte Crocetta Torino nell’ultima giornata della seconda fase, i ragazzini di Elis Rosset, scesi in campo privi di Pietro Pacchiodi, non hanno affatto sfigurato, vendendo cara la pelle e vincendo ben due tempi, dimostrando sempre maggiore autorità nelle loro azioni di gioco. G.P. SCOIATTOLI

MONTE EMILIUS UISP ETEILA CHATILLON

10 (5) 14 (7)

MONTE EMILIUS UISP: Graziosi 1; Buemi 2; Grattacaso 6; Lanteri; Gandini; Brunodet; Golia 2; Danchasaz; Cerise; Peloso 1; Calderone 7; Albiero. Istr. Spina. ETEILA CHATILLON: Bisazza; Rastelli 6; Camos 7; Hosquet; Lavoyer 1; Paba; Renoldi 2; Vecchioli 2; Vesan; Lo Iodice. Istr. Lombard.

ETEILA CHATILLON SARRE/CHESALLET

18 (9) 6 (3)

ETEILA CHATILLON: Camos 6; Bisazza 2; Hosquet; Lavoyer 6; Lo Iodice; Mus 2; Paba 18; Rastelli 2; Renoldi 4; Vecchioli 8; Vesan 2. Istr. Lombard. SARRE CHESALLET: D’Auge; Rigollet; Schenoni; Collova; Grigoletto 3; Territo; Federico; Montero; Lanza. Istr. Saudin. ■ Gabriele Peloso


S P O RT VA R I

62

lunedì 14 aprile 2014

SCACCHI

CICLISMO

Giacomo Lyabel si conferma sul trono regionale giovanile

Un Petit Tour da cinque tappe

AOSTA - Giacomo Lyabel si è confermato sabato al CCS Cogne di Aosta campione valdostano giovanile di scacchi precedendo Antonio Marotta e Jacopo Cecchi. Alla kermesse rossonera hanno preso parte undici giocatori. Lyabel si è imposto anche nella categoria Under 12 tenendosi alle spalle Oussama El Gadda e Wei Lin; tra gli Under 14 successo di Jacopo Cecchi su

AOSTA - Cinque tappe, due delle quali a cronometro, costituiranno il menù del 51° Giro ciclistico internazionale Valle d’Aosta/Mont Blanc. «Abbiamo incontrato mille difficoltà economiche - spiega Vasco Sarto, presidente della Società Ciclistica Valdostana -, ma siamo comunque riusciti ad allestire un percorso che si snoderà tra Valle d’Aosta, Svizzera e Francia». Le prime due tappa saranno proprio sulle nostre strade: mercoledì 16 luglio ci sarà il cronoprologo Planaval-Valgrisenche, seguito giovedì 17 dalla Valtournenche-Cervinia. Venerdì 18 la carovana si sposterà in Svizzera, per la Martigny-Salvan, mentre il gran finale andrà in scena in Francia con la Chatel-Morillon e la cronoscalata Morillon-Morillon Les Esserts. ■ r.g.

Alberto Spazzini e Giulio Carmassi; tra gli Under 16 (foto) affermazione di Antonio Marotta su Ruben Bagnod. A livello femminile si sono disimpegnate le sorelle Anna e Désirée Gaudio, che hanno ottenuto assieme la qualificazione agli italiani di Tarvisio dove, dal 28 giugno al 5 luglio, saranno impegnati anche i primi maschi di ogni categoria. ■ r.g.

■ HOCKEY / L’Under 11 di Luca Giovinazzo seconda nel torneo internazionale di casa

I Gladiators sfiorano l’exploit AOSTA - «Più di così non potevamo fare, è come se avessimo vinto il torneo, i ragazzi sono stati fantastici». E’ stanco ma soddisfatto, coach Luca Giovinazzo, con l’organico dei Gladiators bianchi capace di chiudere alla piazza d’onore «il più grande torneo giovanile della stagione in Italia», spiega ancora ul presidente dell’Hockey club Aosta Gladiators. «Fino a venerdì c’era stato quello Under 8 di Bolzano, che aveva ospitato 16 squadre sul ghiaccio del Palaonda, noi nel fine settimana siamo riusciti a portarne addirittura 20 sulla pista della Patinoire di regione Tzamberlet ben 20», precisa. In un simile contesto, caratterizzato dalla partecipazione di formazioni Under 11 provenienti da Francia e Svizzera, oltre che dall’Italia, i piccoli hockeisti in erba valdostani della squadra bianca sono riusciti ad aggiudicarsi di slancio il proprio girone di qualificazione, composto anche da Yverdon, Milano Rossoblu, Co-

Le due formazioni degli Aosta Gladiators che hanno preso parte all’importante torneo internazionale andato in scena sul ghiaccio della patinoire

mo e Besançon, compagine - quest’ultima - incontrata anche negli ottavi di finale e battuta 3-1. Nei quarti, quindi, successo col brivido per Dennis Perino (suo il gol ritenuto più bello del torneo) e soci contro il Trois Chêne, organico piegato agli shootout dopo un palpitante 2-2

nei tempi regolamentari. In semifinale secco 2-0 sui ‘cugini’ dei Valpellice Bulldogs, con la finalissima della due giorni agonistica aostana che ha visto primeggiare il Lugano per 4-1, dopo che il primo drittel aveva visto i Gladiators costringere sull’1-1 i fortissimi coe-

tanei svizzeri. «E’ stata una soddisfazione immensa essere riusciti a fare un figurone sia dal punto di vista organizzativo, sia tecnico, visto che oltre alla bellissima medaglia d’argento conquistata dalla formazione dei 2003 e 2004 (più due piccoli del 2005, ndr), siamo

riusciti a schierare sul ghiaccio anche i Gladiators neri del 2006, che hanno potuto maturare esperienza in un contesto di livello assoluto grazie anche alla presenza in squadra di qualche compagno del 2003», ha concluso Luca Giovinazzo. All’atto della cerimonia di

■ BOCCE / Nella finalissima di Seconda Categoria l’Aostana si arrende soltanto in extremis

Lo spareggio ai pallini dice Le Carreau GRESSAN - C’è voluto lo spareggio ai pallini per decretare la squadra vincitrice della fase regionale della 2ª Categoria. A vincere è stato il Le Carreau, che ha piegato la strenua resistenza dell’Aostana; il match decisivo si era chiuso sul 5-5. In semifinale l’Aostana aveva travolto 10-0 il St-Vincent, il Le Carreau aveva piegato 6-4 la Bassa Valle. Le quattro semifinaliste AOSTANA: AngeloTiotto, SergioYeuillaz, Mario Favre, Rino Vial, Gianluigi Apparenza, Roberto Floran, Paolo Ciancamerla, Gianni Ronchietto, Ildo Desandré Lombard, Andrea D’Alonzo, Carletto Desandré, Pier Sandro Barailler. LE CARREAU: Maurizio Lucianaz, Ildo Cerise, Delio Curtaz, Mauro Gontier, Germano Rigollet, Daniele Olivier,Valter Vayr, Giulio Roveyaz, Dorino Borney, Michele Furfaro, Umberto Pellati, Edy Gerard, Mauro Ajmone. BASSA VALLE: Gianni Rossignod, Germano Quacchia, Amilcare Giopp, Valter Clerin, Piero Ariagno, Gianni Vairos, Franco Nicoletta, Massimo Martinetti, Corrado Zini, Italino Facchinetti. ST-VINCENT: Giorgio Guglia, LucianoVout, SusyVout, Armando Jacquemet, Albano Bacco, Edmondo Perrucchione, EnricoVerthuy, Remo Bancod, Luigino Aira,Vittorio Negro, Ferdinando Daniele, Remigio Glacier.

Le Carreau e Aostana si sono contese fino all’ultimo il titolo di Seconda e rappresenteranno insieme la Valle alla fase nazionale

Il St-Vincent è stato travolto dall’Aostana

Sconfitta di misura contro il Le Carreau per la Bassa Valle

premiazione della manifestazione, animata complessivamente da circa 350 atleti e da oltre 800 persone sugli spalti, tra i diversi riconoscimenti assegnati, quello di miglior goalie è stato conferito all’estremo difensore di casa Edoardo Berti. ■ pa.ba.

Sport

Flash

Triathlon: successo di Manuela Contu Manuela Contu grande protagonista della prima prova della Nord Ovest Cup di ieri a Vigevano. La portacolori del Valle d’Aosta Triathlon si è imposta tra le Youth B, categoria nella quale la sua compagna di squadra Sofia Gigliotti si è piazzata sesta. Medesimo risultato per Matteo Bozzato nella gara maschile. Manuela Contu dal 17 al 21 aprile prenderà parte al raduno della Nazionale Junior-Youth di Piombino. Golf: all’Arsanières si impone Rollet Renato Rollet ha vinto ieri all’Arsanières di Gignod il netto di Prima Categoria del Trofeo Tipografia Valdostana precedendo Ennio Abram e Giulio Scopacasa; primo lordo Loris Farinet. In Seconda successo di Giuseppe Borbey su Pier Giorgio Gagliardi e Vincenzo Cairo; prima Ladies Francesca Marconi, primo Seniores Cesarino Collé, primo N.C. Roberto Pane Jacquemod.


S P O RT VA R I

lunedì 14 aprile 2014

63

■ MTB / I due club valdostani sui gradini più alti del podio nella prima prova dei campionati di società

Lucchini e RDR Pila super a Tabiano Terme AOSTA - Due valdostane in vetta al podio. Arrivano solo buone notizie dalla prima prova dei campionati di società di mountain bike andati in scena domenica 13 aprile a Tabiano Terme. Il primo posto è del Cicli Lucchini, che con 257 punti si lascia alle spalle il RDR Pila Bike (179), con l’Alpin Bike Edilbi a completare il terzetto di testa. Le società rossonere completano il bilancio con l’undicesimo posto dei Lupi Valle d’Aosta e il 32° dell’Orange Bike Team. Ovviamente, non

mancano gli squilli a livello indiduale. Negli Allievi 1, il primo valdostano è Simone Masoni (Lupi) che chiude 12°, con 20° André Nicolet (Cicli Lucchini) e 25° Pierre Salussolia (Orange). Il primo successo arriva negli Allievi 2, grazie a Federico Piccolo (Pila) che sbaraglia la concorrenza. Ai piedi del podio Alberto Cosentino (Cicli Lucchini), con 7° Federico Fiori (Pila), 9° Davide Aresca (Cicli Lucchini) e 18° Alex Agostinacchio (Pila). Vince anche Francesca Liporace (Pila),

che domina le Allieve 1, dove Alice Martinet (Cicli Lucchini) è decima. Sorride anche Eleonore Barmaverain (Cicli Lucchini), che si impone nelle Allieve 2. Terzo gradino del podio per Jessica Balbo (Cicli Lucchini). Stessi risultati rossoneri nelle Esordienti 1, che vedono il successo di Elisa Muratori (Pila), con terza Camilla De Pieri (Cicli Lucchini). Arriva una seconda piazza nelle Esordienti 2, grazie a Martina Stirano del Cicli Lucchini; Matilda Cosentino (Oran-

ge) è invece decima. Negli Esordienti 1, Andreas Emanuele Vittone (Cicli Lucchini) chiude la propria fatica ai piedi del podio, con 8° Thierry Grivel (Pila) e 12° Mattia Borroz (Orange). Primo posto a parte, parla valdostano la categoria Esordienti 2, con Fabio Signorino (Cicli Lucchini) che finisce al secondo posto, davanti a Roberto Vassoney (Lupi) e Thierry Bionaz (Cicli Lucchini). Undicesimo posto per Luca Pieiller (Pila), 13° Davide Trossello (Lupi), 15° Gioe-

Francesca Liporace è salita sul gradino più alto dei podio

le Bravo (Cicli Lucchini) e 25° Thomas Monegato (Orange). La carrellata si chiude con la categoria G6F, dove Alessan-

dra Piccolo (Pila) è senza rivali, mentre Lorenzo Russoto (Lupi) conclude sesto. ■ r.g.

■ GINNASTICA / Le due giovanissime della Gym in evidenza nel Torneo GpT di Torino

Vallet e Trento sul podio AOSTA - Fine settimana dedicato alla ginnastica artistica, con impegni a Mortara e Torino. Nel capoluogo regionale piemontese è arrivato un doppio podio per la Gym nella prova regionale Piemonte/Valle d’Aosta del “Torneo GpT di 2° livello” di artistica maschile e femminile. Il primo risultato di rilievo delle rossonere è arrivato sabato nella “terza fascia” (14-19 anni), con lo splendido secondo posto di Lisa Vallet (37.10). Nella “prima fascia” (8-10 anni) maschile, Simone Jorioz si è classificato 13° con il punteggio di 34.40. Ieri nella “prima fascia” femminile (ben 105 giovanissime ginnaste in lizza) è arrivato il secondo podio della Gym grazie all’ottima prova di Tania Trento (8 anni appena compiuti), che ha ottenuto 36.60 nel giorno del suo esordio agonistico. Bene anche Michela Spagnuolo, 8ª con 36.20; Clizia Vallet si è piazzata 19ª (35.60). Da segnalare anche le pre-

A sinistra le due squadre maschili che hanno gareggiato a Mortara; qui a fianco le ginnaste della Gym protagoniste a Torino

stazioni di Sophie Vevey, 63ª con 34.70, e di Angelica Perrone, 89ª con 33.40. In “seconda fascia” (11-13 anni) Yvonne Jaccod ha ottenuto un rimarchevole 7° posto con 36.70; Sara Spensatello si è piazzata

Basket: blitz esterno del Paolo Preti

Sport

Flash

Successo esterno del Pont Donnas a casa del Castelletto Ticino. I biancoverdi si sono imposti 5040 (13-5, 9-15, 15-10 e 13-10) disputando un’ottima prova difensiva. PAOLO PRETI: Fabiole 10, Marchiando 9, Catenazzi 7, Glesaz 2, Martignene 14, Diego Bellardone 4, Enrico Bellardone 4.

12ª con 36.40. Il settore maschile è stato impegnato a Mortara nella fase interregionale Nord-Ovest del campionato di serie C a squadre categoria Allievi, alla quale la Valle ha preso parte con

due giovanissime squadre, entrambe autrici di prove lineari e pulite in tutti e quanti gli attrezzi, mostrando una buona tecnica nell’esecuzione dei vari esercizi. Il risultato migliore lo ha ottenuto la Gym

Aosta (Lorenzo e Samuele Gallo, Gabriele Lupieri, Lorenzo Moniotto e Matteo Rezzoli), che ha ottenuto un buon 34° posto. Positiva anche la prestazione dell’Olimpia (Filippo Agostinacchio, Lorenzo Matta-

na, Didier Betemps e Tommaso Morra Di Cella), che si sono classificati due piazze dietro ai cugini. Le valdostane non sono riuscite a centrare la qualificazione alla fase nazionale. ■ r.g.

■ BOCCE / La quadretta della Nitri quinta ad Alassio; Lale Demoz trionfa a Gignod nella petanque

Cerise-Chabloz-Muin vincono a St-Vincent

Marcia: rossoneri in evidenza Buone prestazioni dei marciatori valdostani a Serravalle Scrivia nella quinta prova del Trofeo Ugo Frigerio, valida anche come seconda tappa del Gran Prix Piemonte di marcia. Sui 5.400 metri 7ª Michela Benzi (Calvesi) in 31”38 (1ª Senior); alle sue spalle l’Allieva e compagna di club Barbara Sciardi in 31’42”. Sui 3.600 metri 3° Edoardo Gagliardi (Cogne) in 17’48”; sui 2.700 metri le Cadette della Calvesi Anna Gaudio (16’28”) e Alice Vaccari (17’43”) si sono piazzate 14ª e 21ª. Rugby: dilaga lo Stade Valdôtain Tutto facile per lo Stade Valdôtain, che allo Tzamberlet ha travolto 63-5 il Borgomanero, consolidando il quinto posto. Nulla da fare, invece, per l’Under 14 giallonera, battuta a domicilio dal Novara. Bella esperienza, invece, per gli Old aostani (foto), che a Rovigo hanno preso parte a un torneo a venti squadre, nel corso del quale hanno incassato una sola sconfitta, contro i padroni di casa nelle cui fila militava il neozelandese John Mc Donald, sette caps con gli All Blaks.

Le due terne finaliste della gara di ieri a St-Vincent

AOSTA - Disco rosso nei quarti di finale per la quadretta della Nitri Aosta nella prestigioso Targa Oro. Alla manifestazione di Alassio, giunta alla 61ª edizione, hanno preso parte ben 336 squadre provenienti da tutta Europa. Paolo Contoz-Claudio Gassino-Sergio Guaschino-Marco Hugonin sono stati autori di un grande percorso, che si è interrotto nel match decisivo per entrare in semifinale, nel quale i biancoverdi, dopo aver battuto negli ottavi di finale per 136 i Forti e Sani, si sono arresi 13-4 al Ponte Masino, sconfitto poi nella finalissima per 125 dal Saint-Vulbas. Rino Cerise, Simeone Chabloz

Romildo Ceria e i primi tre giocatori della gara di petanque

e Leonardo Muin del Nus hanno vinto ieri a St-Vincent la selezione per i campionati italiani a terne di categoria D. Nella finalissima gli azzurri hanno battuto Calogero Marocco, Marcello Vigon e Roberto Voyat del Fénis. Petanque

La quadretta della Nitri che è arrivata quinta ad Alassio

Flavio Lale Demoz ha vinto sabato a Gignod la gara di petanque organizzata dal Variney alla quale hanno preso parte 40 giocatori. Il portacolori del Quart ha preceduto Maria Piras della Sant’Orso e il compagno di club Guerrino Davisod; ha arbitrato Romildo Ceria. ■ r.g.


PA L L AVO L O

64

lunedì 14 aprile 2014

■ C MASCHILE / L’Olimpia stende il San Benigno e vede avvicinarsi la vittoria finale

Un balzo verso la doppietta BRUNO TEX OLIMPIA SAN BENIGNO

3 0

PARZIALI: 25/15, 25/18, 25/11. BRUNO TEX OLIMPIA: Appendino, Arbaney, Bertoni, Blanchet, Genola, Grosjacques, Grumolato, Mammoliti, Mascotto, Solera, Valentino, Vercellone Coach: Arbaney, Baldon e Moro. SAN BENIGNO: Castellazzo, Demo, Prina Esattor, Regis, Cagnola Tomatis, Forno, Rotundo, Carlucci, Stratta, Corvaglia, Olivetti, Coach: Gennaro. ARBITRO: De Giampaolis da Torino.

AOSTA - Vittoria facile per la capolista Bruno Tex, che alla Peila-Pressendo ha battuto per 3-0 il San Benigno Volley, penultimo in classifica, mantenendo lo scettro del comando. Gli aostani hanno giocato una partita senza rischiare troppo, ma senza nemmeno perdere la concentrazione e, nonostante non abbiano brillato particolarmente, hanno conquistato una vittoria che accorcia sempre più il cammino verso il sogno pro-

mozione. In campo con Grosjacques, Grumolato, Blanchet, Solera, Bertoni e Arbaney, il Bruno Tex parte contratto, andando a braccetto con gli avversari fino al 5/5. Arriva, però, subito l’allungo, che lancia gli aostani sul 12/8, con un Grosjacques in grande giornata che realizza i punti del 16/11. Sale in cattedra anche Valentino e l’Olimpia vola sul 23/13, prima che ancora Grosjacques chiuda il set sul 25/15. Nel secondo

re il timeout di Moro. Al rientro dalla pausa, Bertoni e Grosjacques chiudono sul 25/18. Il terzo parziale parte di nuovo equlibrato, con le due squadre che vanno a braccetto, prima che San Benigno provi ad allungare sul 6/9. Grosjacques impatta, ma gli ospiti provano di nuovo la fuga, prima che Arbaney rimetta tutto a posto sull’11/11. Tornato in parità il match, entra in scena il trio d’attacco Valentino-Arbaney- Grosjacques, che propi-

zia l’allungo fino a 19/15. I canavesani reagiscono ancora, grazie ad alcuni lampi di Corvaglia, ma ci pensano Bertoni, Valentino e Grosjacques a chiudere sul 25/21. Soddisfatto il giovanissimo Andrea Bertoni, classe 1993: «Nonostante tutto, abbiamo dimostrato di essere un gruppo unito. Ora speriamo di chiudere in fretta il campionato e completare la doppietta: le capacità le abbiamo, dobbiamo solo sfruttarle fino in fondo».

C FEMMINILE

D FEMMINILE

La Cogne soffre, ma riesce a passare anche a Bellinzago

Esce il cuore del CSI: Fortitudo al tappeto

BELLINZAGO COGNE ACCIAI SPECIALI

Simone NIGRISOLI Inviato alla Peila-Pressendo

parziale sono i canavesani a partire bene: 1/3, ma subito arriva la reazione del Bruno Tex, che vola sul 6/3, poi trova con Bertoni l’allungo fino al 9/5. L’Olimpia cala il livello di gioco, commette qualche errore di troppo in attacco e in ricezione e lascia spazio agli ospiti, che rientrano fino al 10/8. Ci pensano Grosjacques e Arbaney a dare una scossa e ad allungare fino al 20/11. Gli ospiti reagiscono e rimontano fino al 21/16, facendo scatta-

1 3

PARZIALI: 28/26, 17/25, 23/25, 23/25. COGNE ACCIAI SPECIALI: . Albarello 12, Michela Bajo 6, Chira, Henry 6, Mattaraggia 2, Mussone, Ricciardello 27, Giulia Zanin 15,Valeria Zanin 9, Danna,Treves (L). Coach: Leo Bajo. BELLINZAGO - Ci vuole il cuore alla Cogne per passare sul campo di un Bellinzago particolarmente battagliero. Quella che alla vigilia poteva sembrare una pratica semplice, infatti, si trasforma ben presto in una battaglia per Ricciardello (an-

cora devastante) e compagne, che lasciano il primo set. Nel secondo le ragazze di Bajo mettono in campo tutta la propria forza e demoliscono le piemontesi, facendo pensare a una conclusione del match. Niente di più sbagliato, perché Bellinzago lotta alla morte per evitare i playout e cede solo nel finale il terzo set. Stesso copione nel quarto, quando la Cogne si trova in vantaggio sul 20-22, ma dopo il giallo a Giulia Zanin e il rosso a coach Bajo si vede raggiungere. Ci vuole la classe delle sorelle Giulia e Valeria Zanin (foto) per chiudere i conti e mettere in cascina un altro prezioso successo.

CSI CHATILLON FORTITUDO

3 1

PARZIALI: 17/25, 25/18, 25/22, 25/19. CSI CHATILLON: Torreano, Di Giuseppe, Cornaz, Bertocco, Leonova, Perruquet, Joly,Termine, Fosson,Treves, Cavallo, Cretier (L2), Martello (L1). Coach: Vittone. CHATILLON - Preziosa vittoria per il CSI, che sbarra la strada a una Fortitudo salita in Valle con tutte le intenzioni di fare lo sgambet-

to, per chiudere il discorso salvezza. Dopo un avvio di marca ospite, le padrone di casa aggiustano il tiro nei tempi di attacco, ci aggiungono una battuta affidabile e ribaltano il match, mettendo una distanza rassicurante dalla retrocessione diretta. «Ora abbiamo un trittico di fuoco con Borgomanero, Botalla e Montalto, ma se riusciamo a fare due punti ce la possiamo fare» chiosa soddisfatto coach Vittone.

Andrea Bertoni

■ D MASCHILE / Bruno Tex ok a Torino; manca un successo per la vittoria del campionato

Il trionfo è ormai a un passo ARTI E MESTIERI BRUNO TEX OLIMPIA

0 3

PARZIALI: 20/25, 19/25, 23/25. ARTI E MESTIERI: Bonomi 1, Gammino 1, Pleitavino, Cigna 7, Goscino 7, Maschio 9, Blua 3,Turinetto, Sorrentino 8, Giugno (L1), Rigozzi (L2). Coach: Rizzo. BRUNO TEX OLIMPIA: Macrobio 2, Trucco 9, Caielli, Carvallo, Marchegiano 1, Pagani 10, Boi 7, Bianchi 15, Cremascoli, Matteotti 3, Limonet, D’Amico (L). Coach: Matteotti. ARBITRO: Gheller di Torino.

Federico MECCA Inviato a Torino TORINO - Il Bruno Tex non manca l’appuntamento con i tre punti in casa dell’Arti e Mestieri e vede a un passo la vit-

toria del campionato. Ai gialloblu, infatti, basterà vincere una delle ultime tre gare della stagione per festeggiare un successo strameritato. Gli aostani dominano l’avversario a piacimento, risultando devastanti al centro dell’attacco, dove Pagani e Bianchi fanno la differenza. L’unico neo emerso dalla trasferta torinese è qualche calo di concentrazione di troppo, che ha rischiato di riportare in gara gli avversari. L’avvio del Bruno Tex è contratto, così i collegnesi rimangono agganciati, 5-5, e con Cigno provano l’allungo: 12-10. A questo punto si scatenano gli ospiti, che sfruttano le veloci di Pagani per ribaltare il risultato prendendo il largo: 1218. La partita sembra chiusa, ma un calo di concentrazione permette a Maschio e compa-

gni di riportarsi sotto fino al 18-21. I gialloblu ritrovano in fretta la via smarrita, e chiudono i giochi con una prima di Matteotti. Nel secondo set gli aostani partono alla grande: 2-7, ma Maschio trova le schiacciate del 6-9. La rimonta dei locali dura poco, perché il Bruno Tex allunga immediatamente con un Bianchi incontenibile al centro e va sul 8-14. Sul 12-21, l’Arti e Mestieri sfrutta le distrazioni rivali per riportarsi fino al 18-21, ma la reazione gialloblu non tarda, con un break di 1-6 che chiude i conti. Nel terzo periodo, le due compagini lottano alla pari fino al 5-5, poi Trucco trova il primo allungo: 5-8. La reazione dei locali dura fino al 7-8, perché le schiacciate di Trucco e Bianchi fanno volare il Bruno

Fabio Matteotti esulta; i gialloblu sono a un passo dal trionfo; nel riquadro, Marco Pagani

Tex sul 9-15. A questo punto le due compagini vanno avanti a strappi, prima i collegnesi si riavvicinano, poi i gialloblù scappano (15-21), ma rallentano nuovamente. I brividi per il Bruno Tex arrivano sul

19-24, quando i rivali rimontano fino al 23-24, poi un errore in palleggio di Sorrentino regala la vittoria agli aostani. A fine gara il centrale Marco Pagani commenta: «Una vittoria importante, che ci avvi-

cina all’obbiettivo. Sono contento per la mia prestazione, ma l’importante era vincere. Nel finale abbiamo concesso qualche pallone di troppo, ma siamo riusciti a raddrizzare la situazione ugualmente».

10ª giornata - Ritorno

10ª giornata - Ritorno

D FEMMINILE

Anche il Trecate passa in Valle

Pavic - Oleggio . . . . . . . . . 3 - 1 Calton - S.Parella . . . . . . . 3 - 0 Trecate - Lilliput . . . . . . . . 3 - 0 Angelico - Lingotto . . . . . . .n.p. Asti - Ascot . . . . . . . . . . . 1 - 3 Bellinzago - Cogne A.S.. 1 - 3 Sprintvirtus riposa . . . . . . . . . Squadra P.ti Partite G V P Calton 56 22 20 2 Lingotto 50 20 17 3 Angelico 47 20 16 3 Cogne A.S. 39 21 13 8 Sprintvirtus 36 21 12 8 Ascot 35 21 11 10 Pavic 33 21 11 10 Oleggio 30 21 11 10 Asti 28 21 9 12 Bellinzago 24 22 8 14 S.Parella 13 21 3 18 Trecate 13 21 4 17 Lilliput 4 22 1 21

Novara - Pavic . . . . . . . . . 3 - 0 Bruno Tex - San Benigno . 3 - 0 Pivielle - Negrini Acqui . . . 3 - 0 Valsusa - Domodossola . . . 3 - 1 S.Parella - Ascot . . . . . . . . 3 - 0 Montanaro - Altiora . . . . . 1 - 3 Galup riposa . . . . . . . . . . . . .

Team Volley - Botalla . . . . . 1 - 3 Gravellona - Montalto . . . . 3 - 1 Altiora - Borgomanero . . . 3 - 0 CSI Châtillon - Fortitudo . . 3 - 1 Cacciati - Cusio S.O. . . . . . 3 - 1 Conad - Trecate . . . . . . 1 - 3 Red Volley - Framavetri . 3 - 0 Squadra P.ti Partite G V P Botalla 66 23 22 1 Red Volley 60 23 20 3 Cacciati 45 23 15 8 Altiora 42 23 14 9 Borgomanero 42 23 14 9 Montalto 41 23 14 9 Gravellona 41 23 14 9 Fortitudo 31 23 10 13 Trecate 30 23 10 13 CSI Châtillon 28 23 9 14 Team Volley 23 23 8 15 Cusio S.O. 19 23 6 17 Framavetri 10 23 3 20 Conad 5 23 2 21

Alto Canavese - Alba . . . . . 0 - 3 S.Parella - Meneghetti . . . 2 - 3 Savigliano - San Paolo . . . 1 - 3 Pivielle - Hasta Volley . . . . 3 - 0 S.Pinerolo - Foglizzo . . . . . 0 - 3 Arti e Mestieri - Bruno Tex . 0 - 3 Alessandria - Vercelli . . . . . 3 - 0

Il Red Volley non fa sconti al Framavetri

1 3

PARZIALI: 8/25, 26/24, 12/25, 13/25. CONAD PONT-ST-MARTIN: Balzarotti, Bordet, Borettaz, Gaia Gamba, Brulard, Cappuccio, Chenuil. Costa, Gloria Gamba, Monetta, Pavani, Vietti. Coach: Blanchet. PONT-ST-MARTIN - Si allunga la striscia negativa del Conad, che dà via libera anche al Trecate. Il sestetto della bassa Valle nel primo set è stato spazzato via dalle novaresi, che si sono imposte 25/8. Cambiato campo le valligiane sono finalmente entrate in partita e hanno pareggiato imponendosi 26/24, ma il Trecate è poi tornato padrone della sfida chiudendo i conti 25/12, 25/13.

SERIE C FEMMINILE GIRONE A

CONAD TRECATE

Prossimo turno 11ª Giornata Sprintvirtus - Bellinzago . (3-0) Oleggio - Calton . . . . . . . (1-3) S.Parella - Trecate . . . . . . (1-3) Cogne A.S. - Angelico . . (0-3) Ascot - Pavic . . . . . . . . . (1-3) Lingotto - Asti . . . . . . . . (3-0) Lilliput riposa. . . . . . . . . . . . .

Squadra

P.ti

Bruno Tex S.Parella Valsusa Negrini Acqui Novara Galup Pivielle Ascot Altiora Domodossola Pavic San Benigno Montanaro

52 51 48 44 44 38 34 29 29 23 14 8 0

Partite G V P 21 19 2 22 17 5 22 15 7 21 15 6 21 15 6 21 12 9 21 13 8 21 10 11 21 9 12 22 7 15 21 4 17 21 2 19 21 0 21

SERIE D MASCHILE GIRONE A

10ª giornata - Ritorno

SERIE D FEMMINILE GIRONE A

10ª giornata - Ritorno

SERIE C MASCHILE GIRONE A

D FEMMINILE

Squadra

P.ti

Bruno Tex Alba Alto Canavese Foglizzo Meneghetti S.Parella Hasta Volley Savigliano San Paolo Pivielle Alessandria Arti e Mestieri Vercelli S.Pinerolo

61 53 51 48 46 37 36 32 27 26 26 19 19 2

Partite G V P 23 21 2 23 17 6 23 18 5 23 16 7 23 15 8 23 13 10 23 12 11 23 11 12 23 8 15 23 8 15 23 8 15 23 6 17 23 7 16 23 1 22

Prossimo turno

Prossimo turno

Prossimo turno

11ª Giornata

11ª Giornata

11ª Giornata

Negrini Acqui - Novara . . (2-3) Pavic - Bruno Tex . . . . . (0-3) San Benigno - Montanaro (3-1) Domodossola - S.Parella . (0-3) Altiora - Galup . . . . . . . . (0-3) Ascot - Pivielle . . . . . . . . (2-3) Valsusa riposa . . . . . . . . . . . .

Botalla - Red Volley . . . . . (3-0) Montalto - Altiora . . . . . . (0-3) Borgomanero - CSI Châtillon . (2-3) Fortitudo - Team Volley . . (1-3) Framavetri - Cacciati. . . (1-3) Trecate - Gravellona . . . . (1-3) Cusio S.O. - Conad . . . . (3-0)

Alba - Alessandria . . . . . (3-1) Meneghetti - Savigliano . (2-3) San Paolo - Pivielle. . . . . (2-3) Hasta Volley - Alto Canavese(0-3) Vercelli - S.Pinerolo . . . . (3-0) Bruno Tex - S.Parella . . (3-0) Foglizzo - Arti e Mestieri . (3-1)

RED VOLLEY FRAMAVETRI

3 0

PARZIALI: 25/14, 25/15, 25/22. FRAMAVETRI: Ceccarelli,Varvello, Grosjacques, Cabrio, Gianninoto (L1), Ciurca (L2), Liporace, Forte, Pegorotto, Di Sciacca, Scandariato, Grange. Coach: Quarello. VERCELLI - Niente da fare per il Framavetri che, contro la seconda della classe, si presenta con una formazione rimaneggiata per acchiacchi e infortuni vari. Le aostane partono rassegnate e solamente nel terzo set mettono paura alle padrone di casa, andando a un soffio dalla conquista del parziale. Ottimi l’esordio della giovanissima Clara Ceccarelli e la prova di Varvello, che in questo finale di stagione si sta avvicinando a grandi passi alla prima squadra.


S P O RT P O P O L A R I

lunedì 14 aprile 2014

SERIE A

GIRONE

Emarèse I - Verrayes II Montjovet II - St-Vincent I Brisma I - Pollein I

■ TSAN / I campioni in carica cadono contro la mina vagante Chambave I

A

1810 - 2044 1642 - 1662 (pari) 2202 - 1613

CLASSIFICA: St-Vincent I (9 p.), Brisma I (8 p.), Montjovet II (7 p.), Verrayes II (6 p.), Pollein I (4 p.), Emarèse I (2 p.)

SERIE A

GIRONE

Verrayes I - Nus I Chambave I - Montjovet I Challant S.A. I - Châtillon I

B 2851 - 2304 3072 - 2972 2600 - 3189

CLASSIFICA: Verrayes I (10 p.), Montjovet I (8 p.), Châtillon I (6 p.), Chambave I (6 p.), Challant S.A. I (4 p.), Nus I (2 p.)

SERIE B

GIRONE

Valtournenche I - Brisma II Fénis I - Quart I Antey Torgnon I - Challant S.A. II

A

2875 - 1217 649 - 680 (pari) 563 - 1465

CLASSIFICA: Challant S.A. II (12 p.), Fénis I (8 p.), Valtournenche I (7 p.), Quart I (5 p.), Brisma II (4 p.), Antey Torgnon I (0 p.)

SERIE B

GIRONE

Challant S.A. III - St-Christophe I Châtillon II - Montjovet III Brusson I - Chambave II

B 1272 - 2266 1363 - 687 2193 - 2312

CLASSIFICA: St-Christophe I (12 p.), Chambave II (8 p.), Châtillon II (8 p.), Brusson I (6 p.), Challant S.A. III (2 p.), Montjovet III (0 p.)

SERIE C

GIRONE

St-Christophe II - Nus II Montjovet IV - Verrayes III Quart II - Challant S.V. I

A 608 - 1847 2552 - 1926 735 - 2425

CLASSIFICA: Challant S.V. I (12 p.), Nus II (10 p.), Montjovet IV (7 p.), St-Christophe II (4 p.), Verrayes III (3 p.), Quart II (0 p.)

SERIE C

GIRONE

1411 - 630 632 - 2876

CLASSIFICA: Pollein II (10 p.), Challant S.A. IV (8 p.), Brusson II (2 p.), Emarèse II (2 p.), Brisma III (2 p.)

SERIE A St-Vincent - Brisma Nus - Quart Pollein - St-Christophe Challant S.A. - Verrayes

FEMMINILE

1403 - 642 1542 - 1122 1122 - 892 1000 - 618

CLASSIFICA: St-Vincent (10 p.), Challant S.A. (10 p.), Nus (8 p.), Quart (4 p.), Brisma (4 p.), Pollein (4 p.), Verrayes (0 p.), St-Christophe (0 p.)

JUNIORES

Montjovet I, secondo tonfo Nel raggruppamento A la capolista St-Vincent I è costretta al pareggio BRISSOGNE - Prima giornata di ritorno della regular season del 66° Campionato primaverile di tsan non priva di sorprese, quella andata in scena nel fine settimana sui diversi terreni di gara della regione (15 vittorie interne, 9 in trasferta e due pareggi), con i campioni in carica del Montjovet I caduti per la seconda volta in stagione, a testimonianza del grande equilibrio che vige nella massima categoria di questo sport popolare. Serie A Nella poule A il Montjovet II riesce a fermare la marcia del St-Vincent I, costringendo i termali sul 1662-1642, ovvero al di sotto dei 40 metri di divario tra i due collettivi. Ed è così che Michel Isabellon e compagni mantengono la testa della graduatoria a quota 9 punti, tallonati nell’ordine dal Brisma I (8), dal Montjovet II (7) e dal Verrayes II (6). Nel girone B - come anticipato - secondo passo falso stagionale per i campionissimi del Montjovet I, che dopo essere caduti al cospetto del Verrayes I, ieri - domenica 13 aprile - sono stati fermati dalla formazione che finora si è dimostrata la vera e propria mina vagante del torneo, ovvero quello Chambave I capace di alternare prestazioni di altissimo profilo ad altre assolutamente da dimenticare. Nei restanti due match successi per il Verrayes I contro il Nus I e per lo Châtillon I contro lo Challand-St-Anselme I al Col d’Arlaz. Le altre categorie

B

Challant S.A. IV - Brisma III Emarèse II - Pollein II Brusson II riposa

GIRONE UNICO

Valtournenche - Emarèse S.V. 1425 - 1178 Chambave - Brusson 1384 - 1484 Châtillon - Brisma 2737 - 1990 Verrayes - Challant S.A. 2135 - 720 Montjovet - St-Christophe 2101 - 1884 CLASSIFICA: Brisma (10 p.), Châtillon (10 p.), Montjovet (10 p.), StChristophe (6 p.), Verrayes (6 p.), Valtournenche (4 p.), Brusson (4 p.), Chambave (4 p.), Emarèse S.V. (4 p.), Challant S.A. (0 p.)

Nella poule A della divisione cadetta continua a menare le danze lo Challand-St-Anselme II, che comanda rispettivamente con quattro e cinque lunghezze di margine su Fénis I (ieri al secondo pareggio stagionale) e Valtournenche I. Nel gruppo B il St-Christophe I sembra proprio non avere avversari, a maggior ragione dopo la conquista dell’ennesimo successo ‘una tsachà contro due’, questa volta contro il modesto ChallandSt-Anselme III. In serie C stanno dettando legge nei rispettivi gironi lo Challand-St-Victor I da una parte e il Pollein II dall’altra, con la coppia composta da StVincent e Challand-St-Anselme capolista della categoria femminile. Tra gli Juniores, infine, Brisma, Montjovet e Châtillon si confermano in testa alla graduatoria, nonostante questi ultimi due organici abbiano ancora lo scontro diretto del 22 marzo da recuperare (in programma il prossimo 23 aprile). ■ Patrick Barmasse

PALET

Mirko Aymonod balza in vetta al Trofeo Dal Bosco CHAMPDEPRAZ - Mirko Aymonod (foto) è balzato sabato al comando del 36° Trofeo Dal Bosco in corso di svolgimento a Champdepraz. Sabato al via si sono presentati 78 giocatori (14 in meno rispetto alla prima tappa). A imporsi sono stati Mirko Aymonod (Marmore) e Gilles Pinet (Isssogne) che in finale hanno superato Ugo Pession (Valtournenche) e Ives Thoéodule (Pontey). Terzi, battuti in semifinale, Bruno Perruquet (Châtillon)-Renato Creux (Issogne) e Bruno Vaser (Arnad)-Sandro Forétier (Gressan/Cogne). Hanno alzato bandiera bianca nei quarti di finale Remo Stefanoli-Aldo David

65

(entrambi di Aymavilles), Luigi Manella (Grand Paradis)-Maicol Massensini (Pontey, Loris Peaquin (St-Vincent)-Aldo Colmar (Issogne) e Renato Dal Bosco (Issogne)-Elio Dallod (Marmore). Al comando della classifica con 45 punti c’è Mirko Aymonod (un primo e un secondo posto), seguito a 35 da Aldo Colmar; quindi troviamo Ives Théodule a 32, Gilles Pinet a 27, Mirko Fosson (Châtillon) a 26 e Renato Dal Bosco a 22. Sabato sempre a Champdepraz si giocherà la terza tappa, una prova individuale con tre palet a testa. ■ ri.sa.

Lo Challand-St-Victor I al comando del gruppo A di serie C

L’organico femminile del Nus


S P O RT P O P O L A R I

66

I categoria: Jovençan

lunedì 14 aprile 2014

II categoria: Valpelline A

III categoria: Aymavilles

■ REBATTA / Doues, Gressan e Jovençan in lizza per la piazza d’onore alle spalle dell’Ollomont

Lotta a tre per il secondo posto I CATEGORIA

A

GIRONE

Gressan - Jovençan Doues - Valpelline Ollomont riposa

1197 - 1233 1118 - 1073

CLASSIFICA: Ollomont (8 p.), Jovençan (4 p.), Gressan (4 p.), Doues (4 p.), Valpelline (0 p.)

II CATEGORIA

GIRONE

Aymavilles - Doues Valpelline B - Valpelline A

A

945 - 981 943 - 1019

CLASSIFICA: Aymavilles (6 p.), Valpelline B (4 p.), Doues (4 p.), Valpelline A (2 p.)

III CATEGORIA

GIRONE

A

Chevrot A - Bionaz 953 - 853 Ollomont - Doues A 890 - 852 Aymavilles - Gressan 729 - 685 Doues B - Chevrot B 717 - 692 Jovençan riposa CLASSIFICA: Chevrot A (8 p.), Ollomont (8 p.), Doues A (6 p.), Jovençan (6 p.), Gressan (4 p.), Doues B (4 p.), Bionaz (2 p.), Aymavilles (2 p.), Chevrot B (0 p.)

IV CATEGORIA

GIRONE

Gressan A - Chevrot Cogne B - Valpelline B Bionaz B riposa

A 634 - 497 623 - 734

CLASSIFICA: Valpelline B (8 p.), Cogne B (6 p.), Chevrot (2 p.), Gressan A (2 p.), Bionaz B (2 p.)

IV CATEGORIA

GIRONE

Bionaz A - Gignod Cogne A - Gressan B Valpelline A riposa

B 508 - 588 505 - 684

CLASSIFICA: Bionaz A (6 p.), Gignod (6 p.), Valpelline A (4 p.), Gressan B (4 p.), Cogne A (0 p.)

V CATEGORIA

GIRONE

Gignod - Chevrot Charvensod - Jovençan Pollein riposa

AOSTA - Il Campionato per alcune categorie è giunto al giro di boa, per cui un bilancio è d’obbligo, categoria per categoria. In I CATEGORIA abbiamo una squadra, l’Ollomont, che viaggia a punteggio pieno e tre squadre che lottano per il secondo posto, stando almeno ai risultati di ieri, caratterizzati dal successo del Doues per 45 punti nel derby del Grand Combin sul Valpelline e dello Jovençan, che per 36 punti ha espugnato il campo dei campioni del Gressan, aggiudicandosi il derby dell’Envers. Tutti gli occhi ora sono puntati sullo scontro di Pasquetta tra l’Ollomont e lo Jovençan che, dopo un avvio stentato, ha ingranato la quarta. DOUES 1118: Valter Tutel 222, Loris Nex 231, François Dayné 163, Fabio Cottin 243, David Nex 259. VALPELLINE 1073: Paolo Gachet 240, Paolo Viérin 195, Fabrizio Viérin 175, Laurent Guichardaz 237, Sergio Létey 226. GRESSAN 1197: Fabrizio Sandi 241, René Cottino 238, Nadir Cuneaz 233, René Rosset 282, Alberto Frachey 80/8, Rhemy Curtaz 123/12. JOVENCAN 1233: Raphael Désaymonet 254, Rudy Brun 270, René Curtaz 187, Terence Tessarin 262, Piero Bionaz 260.

III categoria: Doues B

JUNIORES

GIRONE

A

Jovençan - Charvensod 103 - 110 Gressan - Bionaz 217 - 149 Valpelline - Chevrot 140 - 102 Doues riposa CLASSIFICA: Gressan (6 p.), Doues (4 p.), Chevrot (2 p.), Charvensod (2 p.), Valpelline (2 p.), Bionaz (0 p.), Jovençan (0 p.)

LE ALTRE CATEGORIE In II CATEGORIA prima battuta di arresto per la capolista Aymavilles, battuta dal Douesper 36 punti e, sempre nella medesima divisione, primi due punti per il Valpelline A, che ha vinto il derby contro il Valpelline B, vendicando la sconfitta dell’andata. Con questi risultati tutte e quattro le squadre sono ancora in lizza per la finale. Individualmente i migliori sono stati due giocatori di Valpelline, uno per squadra, entrambi con 243 punt: Kevin Favre e Patrik Pétey. In III CATEGORIA en plein dei padroni di casa, che hanno incamerato gli 8 punti in palio. Lo scontrto al vertice tra Ollo-

IV categoria: Gressan A

MORRA

A 387 - 411 359 - 441

CLASSIFICA: Jovençan (8 p.), Chevrot (4 p.), Charvensod (4 p.), Pollein (2 p.), Gignod (2 p.)

FEMMINILE Doues B - Jovençan Doues A - Gignod

GIRONE

A 185 - 288 224 - 139

CLASSIFICA: Jovençan (8 p.), Doues A (4 p.), Doues B (4 p.), Gignod (0 p.)

mont e Doues è stato vinto per 38 punti dai padroni di casa, che si portano in vetta alla classifica, sia pure in coabitazione con lo Chevrot A, vincitore facile sul Bionaz, al quale non sono bastati i 210 punti di Stefano Vermillon. Negli altri due incontri successi di misura dell’Aymavilles sul Gressan e del Doues B sul Chevrot B. In IV CATEGORIA - girone A lo scontro di vertice tra il Valpelline B e il Cogne B è stato vinto dai padroni di casa tra le cui fila si è posto in evidenza Nicolas Antoniotti con 207 punti. Nell’altro incontro il Gressan A (benissino Aldo Cottino con 165 punti) si è aggiudicato il derby dell’Envers battendo lo Chevrot. Nel girone B lo Gignod, guidato da Alain Diémoz autore di 198 punti, si è aggiudicato il derby del Grand Combin superando la capolista Bionaz. Nell’altro incontro netto successo del Gressan B (in evidenza Ezio Cottino con 201 punti) sul Cogne A. In V CATEGORIA lo Jovençan ha una marcia in più; le compagne di viaggio lottano per il secondo posto. In campo FEMMINILE lo Jovençan (in evidenza Vilma Cerise con 105 punti) sembra senza avversari. Praticamente è già in finale nella quale incontrerà il Doues A o il Doues B. In campo JUNIORES primi due punti per lo Char vensod, che ha piegato lo Jovençan. Negli altri due incontri successi scontati del Gressan e del Valpelline TROFEO DELEONARD Sabato prossimo a Doues (Tsan Mort) si svolgerà la 20ª edizione del Trofeo Mauro Deleonard, articolato sulle cinque battute. RIUNIONE DIRETTIVO Questa sera, lunedì 14, al Palafent si riuniranno i responsabili della Rebatta per definire nei dettagli l’organizzazione dei campionati individuali in programma venerdì 25 aprile ai campi regionali. ■ Riccardo Savoye

Il podio della gara di sabato a La Salle

Vincono Théodule e Carlin

LA SALLE - Guido Théodule di St-Denis e Franco Carlin di Aymavilles hanno vinto sabato la gara a coppie di La Salle. Nella finalissima ad arrendersi è stata la formazione composta da giocatore di casa Roberto Coccoz e da Umberto Lavevaz di Verrayes. Terzo posto per Joel Cena di St-Denis e Tiziano Borettaz di Issogne, quarti Stefano Lavy di Villeneuve e Sergio Jovial di Aosta. Sabato 26 aprile alle 20.30 al Ristorante Foyer du Fond di Flassin (St-Oyen) ci sarà una gara a coppie fisse. ■ r.g.


s p o rt p o p o l a r i

lunedì 14 aprile 2014

67

■ tour di fiolet / Il giocatore del St-Christophe vince a La Salle; il Bâton d’Oro della Valdigne a Denis Bizel

Il Trofeo Dufour è di Simon Charbonnier derby (la salle) - Simon Charbonnier ha vinto sabato a Derby di La Salle il Trofeo Angelo Dufour, valido per la terza tappa del Tour di Fiolet. Alla manifestazione, organizzata dalla sezione di La Salle, hanno preso parte 127 giocatori. Il bombardiere di St-Christophe ha trionfato nella categoria A con 51 punti (miglior risultato in assoluto della giornata), uno in più di Gabriel Madonna; terzo Denis Bizel con 47. In B tre giocatori hanno chiuso la loro prova a quota 44, con primo Edi Chenal davanti a Germano Bal e a Enzo Chanoine; nella terza serie a vin-

Serie A

girone

St-Oyen I - Etroubles I Charvensod I - St-Christophe I Porossan I riposa

cere è stato Andrea Zanivan con 40, su Davide Mellé (38) e André Cornaz (37), mentre in D ha primeggiato René Zanivan con 41 su Emilio Letey (33) e Salvatore Impieri (32). In campo femminile il successo è andato a Claudia Deffeyes con 28, accompagnata sul podio da Valentina Bal (20) e Lorenza Malara (14); tra i simpatizzanti il successo ha strizzato l’occhio a Mauro Brumin con 41, più staccati Ugo Fosseret (16) e Christian Pisano (15). A livello giovanile Gabriel Pareyson ha trionfato tra gli Juniores A con 33, precedendo Davide Pesenti (32) e Di-

girone

1088 - 1114 1143 - 1197

A

La Salle I - St-Christophe II Morgex I - Morgex II Bosses I - Avise I

869 - 716 902 - 978 1027 - 995

CLASSIFICA: La Salle I (10 p.), Avise I (8 p.), Morgex II (6 p.), St-Christophe II (6 p.), Morgex I (4 p.), Bosses I (2 p.)

Serie C

girone

A

St-Oyen II - Arpuilles I Allein I - Gignod I Etroubles III - Oyace I

749 - 881 708 - 625 682 - 732

CLASSIFICA: Oyace I (12 p.), Allein I (10 p.), StOyen II (6 p.), Etroubles III (4 p.), Arpuilles I (2 p.), Gignod I (2 p.)

Serie C

girone

B

Charvensod II - Sarre I Gignod II - Avise II Allein II - Etroubles II

828 - 790 839 - 793 872 - 859

La Coumba è dell’Etroubles I Il St-Christophe I batte lo Charvensod I e allunga in vetta brissogne - Prima giornata di ritorno della regular season del Campionato primaverile 2014 di fiolet, quella andata in scena nel fine settimana, con la capolista St-Christophe I che colleziona il suo quinto successo consecutivo stagionale, imponendo la sua legge a uno Charvensod I relegato a -54 punti dai granata. In questa sfida i migliori in campo si sono rivelati Ezio Marguerettaz da una parte (289) e Gabriel Madonna dall’altra (264). Per quanto concerne l’altro incontro in programma nella massima divisione, il derby della Coumba Frèide - così come all’andata - ha sorriso ai portacolori dell’Etroubles I di Mathieu Cerisey (253), capaci di svettare non senza apprensioni (26 lunghezze) al cospetto di un St-Oyen I di Michel Ronc (255) ancora fermo mestamente in fondo alla classifica. Le altre categorie

CLASSIFICA: Etroubles II (8 p.), Gignod II (8 p.), Sarre I (6 p.), Allein II (6 p.), Avise II (4 p.), Charvensod II (4 p.)

Serie D

girone

649 - 596 352 - 433

CLASSIFICA: Morgex IV (10 p.), St-Martin I (6 p.), StChristophe III (4 p.), Sarre II (4 p.), Oyace II (0 p.)

Serie D Avise III - Allein III Gignod III - Charvensod III Morgex III riposa

girone

Nel girone unico di serie B a comandare la situazione troviamo il La Salle I, ieri - domenica 13 aprile - afferma-

Serie A

A

Morgex IV - St-Christophe III Oyace II - Sarre II St-Martin I riposa

Elsa Vailler, Sabrina Dufour, Simon Charbonnier e Agnese Dufour

■ fiolet / Quinta sconfitta stagionale per i campioni in carica del St-Oyen I

A

CLASSIFICA: St-Christophe I (10 p.), Porossan I (6 p.), Etroubles I (4 p.), Charvensod I (4 p.), St-Oyen I (0 p.)

Serie B

dier Gamba (29); tra gli Juniores B ha vinto Emanuele Glarey con 18, con secondo Laurent Nex (8) e terzo Gilles Villaz (4). Il Trofeo Dufour è servito ad assegnare il Bâton d’Or della Valdigne; a vincerlo sono stati: Denis Bizel (assoluto e A), Germano Bal (B), Andrea Zanivan (C), René Zanivan (D), Lorenza Malara (femminile) e Gabriel Pareyson (Ragazzi). Sabato 17 maggio la quarta tappa del Tour di Fiolet si giocherà sui campi di Senin di St-Christophe dove verrà assegnato il Trofeo St-Martin. ■ d.p.

Lo Charvensod I di serie A

tosi senza particolari problemi contro il St-Christophe II. Alle sue spalle, attardato di due lunghezze, dopo l’inopinata sconfitta contro il Bosses I, c’è l’Avise I, che fino alla scorsa giornata condivideva la posizione di vertice della graduatoria proprio con i portacolori della

393 - 554 674 - 655

CLASSIFICA: Gignod III (8 p.), Allein III (6 p.), Morgex III (6 p.), Charvensod III (2 p.), Avise III (0 p.)

312 - 223 151 - 194 219 - 226

CLASSIFICA: Etroubles IV (4 p.), Gignod IV (2 p.), Allein IV (2 p.), La Salle II (2 p.), Avise IV (2 p.), Charvensod IV (0 p.)

juniores A

B

juniores B

femminile

Gignod IV - La Salle II Charvensod IV - Avise IV Allein IV - Etroubles IV

Avise I - Morgex II Morgex I - Etroubles I Charvensod I - Arpuilles I

girone

Valdigne. Nel gruppo A di serie C l’Oyace I continua inarrestabile la sua marcia in testa alla classifica, a maggior ragione dopo il successo di ieri contro l’Etroubles III. Nella poule B troviamo una coppia in vetta alla graduatoria: si tratta dell’Etroubles

II e dello Gignod II, a braccetto a quota 8, con due lunghezze di margine sul quotato Sarre I e sull’Allein II, formazione - quest’ultima che nell’ultimo turno ha reso amara la domenica della capolista Etroubles II. Nella categoria inferiore maschile, vale a dire la serie D, nel girone A conduce il Morgex IV, dall’alto dei suoi 10 punti conquistati, e nel gruppo B il Gignod III in virtù dei quattro successi finora messi a referto. In campo femminile blitz esterno dell’Etroubles IV sul terreno di gara delle ‘cugine’ dell’Allein IV, per un derby andato alle portacolori etroblentse per un’inezia (+7). Vittorie anche per lo Gignod IV sul La Salle II e per l’Avise IV sullo Charvensod IV, mentre tra gli Juniores A a esultare sono stati i giovani interpreti del Morgex II, del Morgex I e dello Charvensod I. Tra gli Juniores B, infine, affermazioni del St-Christophe I e dell’Allein I nella poule A e dello Charvensod II e del StOyen I nel gruppo B. ■ Patrick Barmasse

A 84 - 511 464 - 188 396 - 387

CLASSIFICA: Morgex I (4 p.), Charvensod I (4 p.), Morgex II (2 p.), Etroubles I (2 p.), Arpuilles I (0 p.), Avise I (0 p.)

girone

Avise II - St-Christophe I Morgex IV - Allein I

A 106 - 243 123 - 130

CLASSIFICA: St-Christophe I (2 p.), Allein I (2 p.), Morgex IV (0 p.), Avise II (0 p.)

juniores b Charvensod II - Morgex III Oyace I - St-Oyen I St-Christophe II riposa

girone

B 120 - 101 51 - 80

CLASSIFICA: Morgex III (2 p.), Charvensod II (2 p.), StOyen I (2 p.), Oyace I (0 p.), St-Christophe II (0 p.)


Annunci Economici •INDICE RUBRICHE

➜ Lavoro 01 - lavoro offerta 02 - lavoro domanda 03 - prestazioni professionali 04 - lezioni e traduzioni 05 - artigiani

➜ Immobiliari 06 - aziende e negozi 07 - abitazioni vendita 08 - abitazioni acquisto 09 - abitazioni affitto 10 - terreni e locali industr./comm.

➜ Varie 11 - sentimentali 12 - auto e accessori 13 - moto cicli e accessori 14 - macchinari e attrezzature 15 - animali vendita e acquisto 16 - animali, oggetti smarriti e regalo 17 - scambi e baratti 18 - abbigliamento 19 - articoli sportivi 20 - audio, video, foto e computer 21 - varie (le rubriche non sottolineate sono a pagamento) 02-16-17

• LAVORO 2. LAVORO DOMANDA 36ENNE MURATORE DI PROFESSIONE ma con anche esperienza in pulizie e lavapiatti, cerca qualsiasi tipo di lavoro purché serio. Tel. 389 2470525 40ENNE cerca lavoro come tutto fare oppure per consegne. Automunito e con patente C. Tel. 333 2937529 55ENNE CERCA qualsiasi tipo di lavoro, patente C, esperienza in antitaccheggio. Tel. 347 3852936 ABILE PIZZAIOLO FORNO A LEGNA OFFRESI cerca

lavoro, qualità garantita. Tel. 328 7976170 CERCHIAMO LAVORO come cuoca, aiuto cuoca, sala bar, piani, anche a chiamata extra e festivi. Tel. 339 5975997 CERCO LAVORO serale nei giorni di venerdì, sabato e domenica, presso bar, birrerie e ristoranti in zona bassa valle e dintorni. Tel. 0125 811295 oppure 347 3033935 ESEGUO PICCOLI LAVORI in campagna. Tel. 389 1621639 MAMMA ITALIANA 45 ENNE offresi come baby sitter, la mattina. Automunita, ottima conoscenza della

AFFITTASI

COMPRO BOX AUTO in Aosta centro, zona Palazzo Regionale. No Palais Challand

alloggi in villa oppure villa singola Per info telefonare ai numeri:

393 37 92 279 328 46 78 772 lingua inglese e francese e con lunga esperienza. Tel. 340 0657203 MURATORE economico, esegue rimozione e smaltimento amianto, ripassamenti e rifacimenti tetti, lavori edili in genere e tinteggiatura. Tel. 339 3118584 OPERAIO CON ESPERIENZA cerca lavoro come muratore, piastrellista, lavori di boiseries e rifacimenti tetti. Tel. 320 3519576 PANETTIERE esperienza pluriennale, pratico pane, grissini e pizza. Cerca lavoro in Aosta e provincia. Tel. 388 1692171 PERSONA REFERENZIATA CON 20 ANNI DI ESPERIENZA come magazziniere e autotrasportatore (patente D), diploma da perito agrario, cerca lavoro nel settore, causa cessata attività. Disponibilità immediata. Tel. 340 3803068 oppure 348 8953263 PERSONA SERIA CERCA LAVORO COME badante, assistenza invalidi, anziani, ammalati, colf in famiglia, pulizie e sostituzioni. Tel. 339 5975997 RAGAZZA DI 18 ANNI cerca lavoro come badante, cameriera di sala o ai piani, pulizie, aiuto cuoco e baby sitter. Tel. 329 6310656 RAGAZZO CERCA LAVORO come muratore, manovale, lavapiatti, pastore e lavori nell'ambito agricolo. Tel. 327 1561049 RAGAZZO DI 20 ANNI cerca lavoro come apprendista muratore, falegname, imbianchino, lavapiatti, cameriere e

qualsiasi lavoro purché serio. In Aosta e dintorni. Tel. 327 7107288 RAGAZZO DI 24 ANNI CON 3 ANNI DI ESPERIENZA come camionista all'estero (patenti C-C-E-CQC e patentino mulettista), cerca lavoro come autista, manovale, corriere, settore ristorazione oppure qualsiasi tipo di lavoro. Tel. 380 2169692 RAGAZZO DI 26 ANNI cerca lavoro come manovale, lavapiatti, pastore, lavori agricoli e tutto fare. Tel. 327 1561049 SIGNORA CERCA LAVORO come badante, colf, baby-sitter oppure in albergo. In Aosta e dintorni. Tel. 329 3834913 SIGNORA ITALIANA seria, cerca lavoro come badante, baby sitter, in alta valle, mezza giornata oppure giornata intera. Tel. 349 7718851

mq. 350 – h. 7 mt con piazzale antistante in localita’ tzamberlet

Per info tel. ai numeri:

393 37 92 279 328 46 78 772

TEL. 333 6192124 VENDESI

VENDESI MAGAZZINO ARTIGIANALE

Affittasi trilocale non ammobiliato ad Aosta a 500 euro. Affittasi garage

Telefonare ore ufficio al n. 3332115102

• VARIE 11. SENTIMENTALI AOSTA NOVITA' bellissima bionda, stupenda massaggiatrice body corpo amante del gioco erotico. Tel. 347 8573498

12. AUTO E ACCESSORI VENDO CAMPER Fiat Ducato turbo diesel 1.9, marca Mclouis, anno 2002, mansardato, ben tenuto, km 52.000, lungo 550 cm, con vari accessori. Tel. 346 4928084 VENDO GOLF 1.6 FSI BENZINA anno 2006, 160.000 km, tagliandata e in buone condizioni. Euro 4.500 trattabili. Tel. 349 0093308 Nicolo VENDO VOLKSWAGEN Tiguan 1400 TSI benzina, anno 11/2007, km 101.000 + 4

cerchi con gomme da neve. In ottime condizioni, tenuta in garage, colore grigio metallizzato. Tel. 335 6156885

13. CICLI, MOTO E ACCESSORI HONDA RC 13 Night Hawk, 1987, Asi, Km 26.000, in ottimo stato. Vendo a € 2.000. Tel. 320 0505855 VENDO SCOOTER Kymco Agility 200I anno 2012, 26.000 km, colore bianco, con bauletto, in ottimo stato, € 1.500. Tel. 338 3222885

14. MACCHINARI E ATTREZZATURE BETONIERA di medie dimensioni, elettrica, usata poco, vendo a € 300,00 trattabili. Tel. 333 8324847 GRUPPO ELETTROGENO da 220, benzia 4kw, usato

COMUNE DI ALLEIN

COMMUNE D’ALLEIN

Regione Autonoma della Valle d’Aosta

Région Autonome de la Vallée d’Aosta

UFFICIO TECNICO COMUNALE

AVVISO DI ADOZIONE DEL TESTO PRELIMINARE DELLA VARIANTE SOSTANZIALE GENERALE AL VIGENTE PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE (PRGC) DI ADEGUAMENTO ALLA LR 06.04.1998 N° 11 ED AL PIANO TERRITORIALE PAESISTICO (PTP) APPROVATO CON LR 10.04.1998 N° 13

IL SINDACO Visto l’art. 15, comma 8, della LR 06.04.1998 n° 11 che recita “La variante sostanziale adottata è pubblicata mediante deposito in pubblica visione dei relativi atti presso il Comune interessato per quarantacinque giorni consecutivi; dell'avvenuta adozione è data tempestiva informazione tramite comunicato inviato agli organi di informazione a carattere regionale o locale. Chiunque ha facoltà di produrre osservazioni, nel pubblico interesse, fino allo scadere del termine predetto”;

RENDE NOTO che con deliberazione del Consiglio Comunale n° 8 del 08.04.2014 è stato adottato il testo preliminare della variante sostanziale generale di adeguamento del vigente Piano Regolatore Generale Comunale alle norme della LR 06.04.1998 n° 11 e dei provvedimenti attuativi della stessa, nonché alle determinazioni del PTP, approvato con LR 10.04.1998 n° 13; che, ai sensi dell’art. 15, comma 8, della LR 06.04.1998 n° 11, copia della deliberazione del Consiglio Comunale n° 8 del 08.04.2014 è pubblicata all’Albo digitale comunale e depositata in pubblica visione, con gli atti costituenti la variante sostanziale, presso l’ufficio tecnico del Comune di Allein, per la durata di 45 giorni, a partire dalla data di pubblicazione del presente avviso, in libera visione durante l’orario di apertura al pubblico degli uffici;

AVVERTE che, ai sensi dell’art. 15, comma 8, della LR 06.04.1998 n° 11, chiunque ha facoltà di produrre osservazioni scritte nel pubblico interesse fino allo scadere del termine massimo di 45 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso all’Albo digitale comunale di questo Comune. Decorsa tale data nessuna osservazione potrà più essere presa in considerazione.

PRECISA

Comune di Quart

Il responsabile dell’area tecnica rende noto che sono depositati presso l’ufficio tecnico comunale per la durata di quarantacinque giorni interi e consecutivi a partire dal 11/04/2014 gli atti inerenti la “ADOZIONE DI VARIANTE NON SOSTANZIALE N. 26/2 AL PRGC VIGENTE AI SENSI DELL’ART. 16 DELLA L.R. 11/98, RELATIVA AD ALCUNE MODIFICHE DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE “. Chiunque abbia interesse potrà presentare osservazioni, inerenti la variante al PRG entro il termine perentorio di 45 giorni dalla data sopra citata (26/05/2014). Il responsabile dell’area tecnica (ing. Cortese Federica)

che le osservazioni, redatte in carta legale, dovranno essere presentate presso la Segreteria Comunale nel normale orario di apertura al pubblico e saranno acquisite al protocollo. Gli eventuali elaborati grafici allegati alle osservazioni dovranno essere muniti di competente marca da bollo.

Allein, lì 11 aprile 2014

IL SINDACO Erik PATROCLE

TRIBUNALE DI AOSTA - AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE. Procedura esecutiva 144/12 – professionista delegato Avv. Fulvio Zhara Buda

VENDITE GIUDIZIARIE TRIBUNALE DI AOSTA Per dettagli sulle vendite e consultazione della documentazione visionare i siti www.tribunale.aosta.it e www.astalegale.net oppure 848.800.583 ISSIME (AO) - LOCALITA’ CROSE - APPARTAMENTO: composto da ingresso, soggiorno, cucina, bagno, due camere e ripostiglio con annesso locale cantina/deposito. Valore di perizia Euro 133.400,00. Prezzo base Euro 107.000,00. Vendita senza incanto 09/06/14 ore 12:00. Eventuale vendita con incanto 16/06/14 ore 12:00. G.E. Dott. Paladino. Professionista Delegato alla vendita Dott. Jean Claude Mochet tel. 0165230011. Custode Giudiziario Istituto Vendite Giudiziarie Aosta tel. 0165061070. Rif. RGE 109/2012 AA204146

AVVISA che il giorno 25 giugno 2014 alle ore 12,00 si procederà alla vendita senza incanto davanti al professionista delegato presso il Tribunale di Aosta, via Ollietti n. 1 del seguente bene immobile COMUNICA che in caso di esito negativo della vendita senza incanto il giorno 1° luglio 2014 alle ore 12,00, si procederà alla vendita con incanto davanti al professionista delegato presso il Tribunale di Aosta del seguente bene immobile. In Comune di Aymavilles (Ao), località Turlin n. 1: LOTTO UNICO: piena proprietà Porzione di fabbricato bifamiliare della superficie commerciale di circa 115,84 mq, disposta su tre livelli (seminterrato, terra, sottotetto non abitabile) con corte di pertinenza censita al Catasto Terreni del Comune di Aymavilles al Foglio 24 n. 182 – ente urbano – are 3 ca 33. Tale unità immobiliare è censita al Catasto Fabbricati del Comune di Aymavilles al Foglio 24, particella 182 - Cat. A/3 - vani 6 - rendita euro 542,28 – località Turlin – piano T-1. Prezzo base: (come da perizia) per piena proprietà: Euro 110.000,00; offerta minima euro 2.000,00. Il CTU ha rilevato delle difformità tra lo stato dei luoghi ed il progetto concessionato. Per modalità di partecipazione e ulteriori informazioni rivolgersi al professionista delegato ai nn. 0165.548095 – 349.0631321 - zharabuda@tiscali.it. La perizia e l’avviso integrale sono consultabili sul sito Internet www.asteimmobili.it. Avv. Fulvio Zhara Buda

COMUNE DI SAINT-CHRISTOPHE Adozione di Variante Non Sostanziale al P.R.G.C. Il Sindaco rende noto che con deliberazione del Consiglio comunale n° 14 del 31.03.2014 e n° 15 del 31.03.2014, sono state adottate le varianti non sostanziali per modifiche del PRGC inerenti la perimetrazione delle zone Ba, l'art. 33 delle NTA per accessi e di correzioni di errori materiali nonché eliminazione di contrasti, ai sensi dell’art. 16 della L.R. n° 11/98. Gli atti della variante non sostanziale, nonché la deliberazione stessa, sono depositati in pubblica visione presso la segreteria del comune per 45 giorni consecutivi a decorrere dal 04.04.2014 Chiunque ha facoltà di produrre osservazioni nel pubblico interesse fino allo scadere del termine predetto. Saint-Christophe, lì 07.04.2014. Il SINDACO Paolo CHENEY


Annunci Economici

lunedì 14 aprile 2014

VENDO CAUSA INUTILIZZO Specchio Arte e mestieri in foglia d'oro SPECCHIO A SOLE € 150

TEL. 3492112753

pochissimo, vendo a € 350,00 trattabili. Tel. 333 8324847 VENDO GENERATORE monofase e trifase come nuovo. Usato pochissimo, potenza 2.85 w benzina, prezzo nuovo 1.230 €, vendo a 650 €. Tel. 347 5231750 VENDO TIRAPASTA a € 700,00 trattabili. Per informazioni mandare sms al numero 329 2378410

17. SCAMBI E BARATTI SCAMBIO SUPERMOTARD Derby - Senda 125 cc, anno 2004, 15.000 km con ape 50 cc funzionante e in buono stato. Tel. 340 0579018 op-

pure 345 9566555

19. ARTICOLI SPORTIVI VENDO TAVOLO da ping pong a € 100. Tel. 333 8324847

20. AUDIO, VIDEO, FOTO, COMPUTER VENDO TV SAMSUNG nuovo F5000, 22 pollici, ancora nella scatola originale, 200,00 € leggermente trattabili. Tel. 328 1373742

21. VARIE OCCASIONE svendo ba-

VENDO NUOVO FORNO SIEMENS

multifunzione in acciaio inox per errato acquisto, imballato e ancora presso rivenditore ufficiale (vedi scheda tecnica e caratteristiche in base al codice dell'articolo in foto!). Richiesta euro 600

TEL. 3492112753

se in noce vecchio, 2 porte, 2 cassetti, restaurata. Larghezza 190 cm, profondità 50 cm e altezza 100 cmq. Euro 1.500,00. Tel. 338 1398091 OCCASIONE vendo cucina in laminato: lavello inox, scolapiatti, 4 fuochi a gas, cappa, pensili, cassettiera, solonna, porta pentole e tavolo allungabile. Tel. 338 1398091 PER CESSATA ATTIVITA'svendo mobili vari nuovi, cucine, sale e tantissi-

PRIMISSIMA VOLTA

PERLA

trans Erika, 20 enne, dolcissima, affascinante, indimenticabile, un vero uragano di passione da non perdere

primissima volta in città, donna molto prosperosa, dolcissima, 6ª taglia per i tuoi massaggi come vorrai e per momenti di vero relax

TEL. 329 8503661

TEL. 380 6594298

MIELE

CLAUDIA

novità zona Amerique, trans, affascinante brasiliana, dolce, intrigante, fisico tonico e resistente, molto disponibile, intraprendente oltre che femminile e completa

bionda tremendamente sexy, fisico perfetto, dolce, raffinata e sensuale, disponibilissima anche per giochi particolari, intraprendente ma soprattutto completa

TEL. 327 4658923

TEL. 329 4364267

KARLA

AOSTA

Aosta centro appena arrivata, bella bionda 40 enne, 5ª naturale, affascinante e raffinata , molto simpatica e tranquilla. Ti aspetto per momenti di vero relax

TEL. 366 1783233

annunci gratuiti N.

2-16-17

COME?

Con il tagliando Compilare l'apposito tagliando pubblicato su ogni numero del giornale e consegnarlo - o inviarlo - alla segreteria della redazione del vostro settimanale locale; l'annuncio deve contenere al massimo 20 parole. Ogni tagliando vale una pubblicazione.

bella trans, Giulia, molto femminile, fisico mozzafiato, bel decolté prosperoso, bravissima massaggiatrice. Tutti i giorni

TEL. 334 1689408

IL TAGLIANDO

(SOLO PER PRIVATI) RUBRICHE

mi complementi sottocosto. Tel. 338 1398091 VENDESI BANCONE in ottimo stato in massello di pino naturale. Misure cm 260x77x96. Prezzo da concordare. Tel. 328 4265035 VENDO A 5 € CAD. una decina di damigiane per vino da 54 litri, regalo bottiglioni. Tel. 348 5831051 VENDO BANCO DA FALEGNAME anni 50,245x60, super accessoriato, robusto. Tel. 338 1398091 VENDO BATTITAPPETO Vorwerk Folletto ultimo modello, nuovo completo a metà prezzo. Tel. 331 6510146 VENDO DUE PORTE IN LARICE ottime condizioni con telaio, listelli, maniglie con chiavi. Misure H1.71 x L84. Euro 150,00. Tel. 339 6105883 VENDO DUE QUADRI a olio del noto pittore Elso Montrosset, raffiguranti mucche al pascolo, a € 450,00 cad. No cornice. Tel. 345 0350895 VENDO PER CAMBIO CASA bellissima arte povera massiccia, mobile a 4 cassetti da 3 m con vetrina sovrastante in vetro scuro e tavolo allungabile con 6 sedie. Tutto a 550 € un vero affare! Tel. 329 1925944 VENDO VASTA RACCOLTA del mensile "Quattroruote" a partire dall'anno 1982 all'anno 2013. Prezzo da concordare. Tel. 340 3803068.

PER I VOSTRI ANNUNCI

➜ Massimo 20 parole ➜ Scrivere in stampantello ➜ Indicare nel riquadro a fianco il numero della rubrica prescelta

69

EDITRICE GAZZETTA MATIN S.R.L. A SOCIO UNICO Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta P.IVA E C.F.: 00475000071 CAP. SOCIALE € 25.000 - Iscr. REA: 43679 Amministratore unico: Arianna Gori Chisari REDAZIONE Centro Direzionale “I Prismi” Regione Borgnalle, 12 Tel. 0165 231711 (centralino) E-mail: segreteria@gazzettamatin.com Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 9/02 del 20/05/02 Direttore responsabile: l.mercanti@gazzettamatin.com

Luca Mercanti Patrick Barmasse Alessandro Bianchet Danila Chenal Erika David Davide Pellegrino Cinzia Timpano Fabio Cento Roberta Prodoti

Redazione: p.barmasse@gazzettamatin.com a.bianchet@gazzettamatin.com d.chenal@gazzettamatin.com e.david@gazzettamatin.com d.pellegrino@gazzettamatin.com c.timpano@gazzettamatin.com Grafico: grafico@gazzettamatin.com Segretaria: segreteria@gazzettamatin.com

COLLABORATORI: Massimo Altini, Samir Bastajib, Serena Bazzocchi, Miriam Begliuomini, Michelle Berard, Davide Boggia, Marta Bonarelli, Riccardo Bortolotti, Alessandra Borre, Emanuele Burzio, Nadia Camposaragna, Michelangelo Carrupt Belfiore, Ilaria Cavalet Giorsa, Cristina Compagnoni, Francesca Contini, Silvia Costa, Alexis Courthoud, Mathieu Courthoud, Cosimo Crea, Elettra Crocetti, Julien D’Herin, Camilla Di Tommaso, Carol Di Vito, Renato Ducly, Christian Evaspasiano, Giuseppe Farinella, Daniele Fassin, Ursula Ferrari, Enrico Formento, Bruno Fracasso, Giulio Gasperini, Francesca Jaccod, Fabrizio Leonarduzzi, Valeria Luberto, Joelle Lucianaz, Hélène Lunghini, Stefania Manenti, Andrea Manfrin, Giacomo Mangano, Carlotta Maquignaz, Teresa Marchese, Umberto Martelli, Federico Mecca, JeanClaude Mochet, Miriam Nex, Christopher Nieroz, Simone Nigrisoli, Claudia Olivotto, Franco Ormea, Simonetta Padalino, Matteo Paolini, Giulia Pasi, Margherita Pellegrino, Gabriele Peloso, Luigi Perosino, Antonella Perriello, Maurizio Pitti, Loris Ponsetto, Raffaele Romano, Luca Rosati, Alessandro Rossi, Erica Rudda, Riccardo Savoye, Rossella Scalise, Piera Squillia, Albert Tamietto, Andrea Trovato, Luigi Varese, Laura Vinaj, Caterina Venchi, Salim Znaidi. Abbonamento: 70 euro all’anno (+ online 85 euro) - c/c postale: 000059269571 - bonifico bancario: Banca Sella, Succursale 56 IBAN: IT 06 P 03268 01200 052886002500 (intestato a: Editrice Gazzetta Matin S.r.l. a socio unico Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta) Concessionaria di pubblicità LG PRESSE S.R.L. Regione Borgnalle, 12 - 11100 AOSTA Tel: 0165 231711 - 0165 1845110 Fax: 0165 1820141 Michel Henry (resp. commerciale) m.henry@lgpresse.com Arianna Gori Chisari (commerciale) a.chisari@lgpresse.com Vasco Cannatà (commerciale) v.cannata@lgpresse.com Prezzi per pubblicità a modulo (IVA esclusa): Commerciali euro 28,00 - Occasionali euro 30,00 Finanziari, Legali, Concorsi, Aste euro 30,00 Economici euro 20,00, max 20 parole (modulo 38x38 mm) Necrologie: euro 37,00 (senza foto), 50 (con foto) Posizione di rigore: +20% Il giornale si riserva di rifiutare qualsiasi inserzione Stampa: I.T.S. Sarnub SpA Cavaglià (Bi) Via Abate Bertone, 14 - 13881 Tel. 0161/996411 - Fax 0161/996400 P.Iva 01805240023 Distribuzione: Altrimedia e Taramino E’ vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale, di tutto quanto pubblicato su questo giornale. Ogni violazione è perseguibile per legge.

Concessionaria per la vostra

PUBBLICITÀ

DOVE? Presso questa sede:

LG Presse - GAZZETTA MATIN

Regione Borgnalle, 12 AOSTA

Regione Borgnalle 12 - 11100 AOSTA Tel. 0165 231711 Fax 0165 1820141

Dati per la segreteria (che non saranno pubblicati):

AVVERTENZE. Le inserzioni si ricevono in orario di ufficio (9/12) - (15/18). La direzione, pur impegnata nell'opera di controllo, non è responsabile della veridicità e della provenienza dei testi pubblicati. Si riserva, in ogni caso, di rifiutare qualsiasi inserzione.

NOME INDIRIZZO TEL

PER INFORMAZIONI: 0165/231711 (Segreteria) 0165/1820141 (Fax) m.henry@lgpresse.com v.cannata@lgpresse.com segreteria@gazzettamatin.com


LETTERE

70

lunedì 14 aprile 2014

INVIATE LE VOSTRE LETTERE A: l.mercanti@gazzettamatin.com

«Una morte che meritava più rispetto»

dentemente non ne ho capito lo spirito. La stessa riportava: «(...)Non si può annunciare una morte così tragica,in modo così brutale,freddo,privo d’umanità e di riguardo verso la vittima, i familiari, i parenti, gli amici. (...) meritava più rispetto,comprensione e silenzio». Siccome il diritto-dovere di chi fa informazione è, appunto, informare, rispettare il silenzio avrebbe significato non scrivere nulla. Mi permetta di dissentire. Come ho già risposto precedentemente,avessimo voluto speculare sulla notizia, avrei fatto un titolo a sei colonne in prima pagina e così avremmo probabilmente venduto molte copie. Invece, abbiamo dato la notizia sì in prima pagina, ma con un titolo molto meno evidente, senza mettere nome e cognome della vittima. Inoltre, l’articolo interno era più che altro un ricordo del povero ragazzo.In questi casi,infatti - ripeto - Gazzetta Matin si limita a dare la triste notizia, cercando di farne un ricordo,omettendo volutamente i particolari, proprio in segno di rispetto per un gesto tanto estremo quanto scioccante. Posso capire il dolore e lo choc di parenti e amici,ma non penso di aver affrontato il caso con brutalità,freddezza e senza umanità.Penso di averlo affrontata con l’intenzione di non generare curiosità morbosa tra i lettori rivelandone i particolari. Capisco che chi è vicino alla vittima ha una sensibilità diversa rispetto a chi scrive e chi legge. Mi dispiace molto di aver urtato la sensibilità altrui (è una cosa che accade ogni volta che si scrive di casi dolorosi), ma non per questo credo di dovermi scusare, perché non rinnego - tecnicamente - l’operato scrupoloso del giornalista che ha trattato la

Gentile direttore, ho letto la sua risposta data la settimana scorsa alle insegnanti di Cogne che le avevano indirizzato una lettera rispetto alla notizia riportatanell’edizione precedente del suo giornale riguardante il gesto estremo compiuto da un loro ex alunno. Mi è spiaciuto che lei non abbia colto in questo caso lo spirito della lettera, ma abbia risposto come è tipico dei giornalisti, e cioè a difesa a ogni costo del loro operato. Capisco che dare notizie su fatti dolorosi e tragici non sia mai facile, però mi chiedo se nella circostanza non avrebbe potuto limitarsi sommessamente a prendere atto di un punto di vista diverso dal suo e, magari, scusarsi per aver urtato la sensibilità altrui, ma capisco che è chiedere troppo. Purtroppo, i casi di suicidio vengono spesso trattati da parte di giornali e televisioni con insufficiente attenzione al dovuto rispetto a cui hanno diritto le persone che decidono, con un atto estremo, di risolvere il dramma che stanno vivendo. Basterebbe forse in questi casi evitare titoli ad effetto in prima pagina, e limitarsi a raccontare i fatti senza dare troppo risalto alla notizia, relegandola nelle pagine interne. La saluto. ■ Claudio Brédy, Aosta Gentile lettore, ho preso atto (e prendo atto) del punto di vista diverso dal mio,ma ho sentito la necessità di rispondere e spiegare le ragioni per le quali ho agito in quel modo perché tirato in ballo sorpreso dal tono di un passaggio della lettera inviatami che, come dice lei, evi-

notizia e il mio.E questo non significa doversi difendere a ogni costo. Smettendo i panni di chi fa questo mestiere,invece,e provando a mettere quelli di un amico di una vittima,mi trovate d’accordo con voi e mai vorrei leggere cose simili, oltre che ovviamente, mai vorrei che cose simili accadessero. Ma questo è un altro paio di maniche. La saluto. «Dimissioni per favorire discontinuità» Caro direttore, non c’è una soluzione semplice alla crisi politica della regione Valle d’Aosta. Il venir meno della maggioranza non è un incidente di percorso o il semplice effetto di piccole dinamiche politiche. Non credo che si tratti solo della precarietà dell’esito delle elezioni del 2013 e nemmeno che si tratti solo di una questione di personalismi legati alle ambizioni di tizio o caio che producono tensioni, distinzioni e franchi tiratori. Non credo che possa bastare un autorevole appello di “saggi” per scongiurare la crisi della maggioranza o la sua sostituzione con un’altra. Penso che la questione sia più complessa di ciò che appare e che questo sia testimoniato, soprattutto, dalla difficoltà della maggioranza a gestire questa crisi con un progetto che non sia semplicemente quello “giapponese” dell’arroccamento in trincea o dell’appello capzioso ad un dialogo senza autocritica e senza vera disponibilità. Sono, ormai, diversi anni che l’alleanza autonomista tra Union Valdotaine e Stella Alpina governa la regione Valle d’Aosta. Senza indugiare troppo sugli oggetti della polemica politica di questi anni (oggetti reali e consisten-

QUEST’ANNO ABBONATI A

54 54

NUMERI CARTACEI A

70€

NOVITÀ NUMERI SFOGLIABILI ONLINE A

50€

SE TI ABBONI

OMAGGIO L’ESCLUSIVO LIBRO

*

“SANTO SUBITO”

+

CONTENENTE 100 FOTOGRAFIE INEDITE

=

85€ INFO: REGIONE BORGNALLE 12 - AOSTA (AO) TEL: +39 0165 231711 MAIL: SEGRETERIA@GAZZETTAMATIN.COM

*Fino ad esaurimento scorte - immagini puramente indicative

SUBITO IN

ti) non si può non lasciarsi interrogare dai risultati concreti, sul piano dello sviluppo globale della nostra comunità. Dal 2008 la Giunta Rollandin è stata caratterizzata da una forma di autonomismo di governo per lo più di stampo doroteo, centralista e tutto piegato sulla gestione dell’esistente. La crisi economica è stata affrontata affidandosi alla logica ragionieristica dell’aggiustamento progressivo dei conti, quella sociale con l’illusione della dazione monetaria e quella democratica con l’arroccamento e la chiusura verso le richieste di sobrietà e di partecipazione che venivano dai cittadini. Se guardiamo alla cronaca di questi ultimi 6 anni il film che ne esce è, dal mio punto di vista, la narrazione di una debolezza sempre più strutturale della Valle d’Aosta e del fallimento di un blocco politico istituzionale che non è riuscito ad affrontare i nodi di fondo. Il mio è, ovviamente, un giudizio di parte, ma la realtà drammatica della nostra comunità è un dato oggettivo. Si potrebbe replicare, con qualche ragione, che questa debolezza non è solo di UV e SA ma della politica tutta.Vero, ma questo non assolve e non sposta il problema della responsabilità di chi, protempore, ha avuto la gestione del potere. Far finta di non vedere che è la mancanza di idee che provoca lo stallo istituzionale della Regione in questa fase è chiudere gli occhi di fronte ad una verità. Così come è miope, intestardirsi a rispondere No alla richiesta di dimissioni del Presidente Rollandin adducendo “l’obbligo morale” di evitare un, presunto, vuoto amministrativo e una altrettanto aprioristica difesa del leader. Il vuoto amministrativo c’è già da tempo e non dipende semplicemente da Rollandin ma da una impostazione di fondo che non è più all’altezza delle sfide. Il Problema non è Rollandin ma quello che, al di là della sua persona, ha rappresentato e rappresenta tuttora. Insistere sulle sue dimissioni è anche dettato dal bisogno di aprire una fase nuova, per poter rinnovare e rilanciare tutto il sistema politico e democratico valdostano. Se UV e Stella Alpina non capiscono che è anche nel loro interesse favorire una discontinuità forte e si ostinano a difendere lo “statu quo” il risultato sarà una ulteriore marginalizzazione la nostra regione. ■ Fabio Protasoni, presidente Pd Valle d’Aosta Gentile presidente, io ai governi dei Larghi Inciuci (così definisco le Larghe Intese) non credo.Durano poco e non fanno il bene dei cittadini.Il voto del 2013 ha consegnato una Valle divisa a metà.Uv e Sa hanno potuto definirsi maggioranza per effetto degli “scarti”. Se oggi c’è una maggioranza diversa, che venga allo scoperto e faccia “saltare” il governo Rollandin.A forza di andare avanti a insulti credo che gli stessi “malpancisti”si possano irritare e trovare nel confronto interno a Uv e Sa la nuova strada. A parer mio,però c’è solo una strada praticabile:TORNARE AL VOTO. Ovvio, con una legge elettorale diversa. La politica ce lo deve, a noi cittadini. La saluto Facciamo chiarezza sul servizio mensa di Aosta Venerdì 4 Aprile sono usciti sulla stampa locale diversi articoli riguardanti il servizio di refezione scolastica del comune di Aosta. In particolare uno di questi ci ha fatto prendere la decisione di fare chiarezza sulla situazione, disservizi , compiti e qualità del cibo, oggetto di molte critiche. Chi scrive ricopre il ruolo di coordinatrice delle scuole primarie di cui Vivenda SpA fornisce il servizio mensa. Il nostro compito è vigilare che i bambini trascorrano il momento del pasto e della ricreazione in serenità e sicurezza.

Le eventuali criticità vengono tempestivamente segnalate agli ispettori (attraverso report compilati giornalmente a fine servizio) i quali informano agli organi competenti le relative considerazioni. All’interno del refettorio, oltre alla coordinatrice e alle assistenti, lavorano le inservienti, con un rapporto numerico di una ogni quaranta bambini: il loro compito è apparecchiare i tavoli, controllare le temperature, somministrare il pasto e a fine servizio fare le pulizie ordinarie e ciclicamente quelle straordinarie. Il comune richiede alla ditta appaltatrice una formazione per le assistenti, che sono tutte operanti da diversi anni.Il rapporto numerico ad oggi è di un’assistente ogni venti bambini per cui si può parlare più di assistenza e controllo che di animazione. Periodicamente viene stilata una programmazione delle attività ludico-ricreative, proposte e concordate da incontri periodici delle coordinatrici. Invitiamo quanti interessati a prendere visione del sito www.aostamense.it dove sono pubblicate alcune delle attività che le assistenti propongono ai bambini oltre alle notizie sul servizio. Nelle scuole primarie Pezzoli , Quartiere Dora, e Ponte di Pietra alcune insegnanti,a turno, mangiano con i bambini. La loro presenza si rivela strategia vincente che permette con una buona collaborazione di dare continuità educativa. A loro giudizio le migliorie strutturali quali contenitori e posate di acciaio, carrelli scalda vivande, microonde hanno permesso di innalzare la qualità del servizio. Il nostro lavoro è incentrato sul benessere dei bambini che non hanno la possibilità di andare a casa a pranzo; operiamo affinché tutto funzioni nei migliori dei modi. I nostri refettori sono aperti a tutti (previa autorizzazione del comune): a genitori, consiglieri comunali ed insegnanti. Siamo sempre disponibili a confrontarci costruttivamente, anche per far conoscere il nostro lavoro, molto impegnativo e di indubbia responsabilità. ■ Le coordinatrici della Enaudi, Lexert, Pezzoli, Ponte di Pietra, Porossan , Q. Dora e Ramirez

«Un grazie di cuore a medici e cparamedici valdostani» Buongiorno direttore! E’ la prima volta che scrivo ad un giornale, ma l’occasione è particolarmente sentita. Martedì 25 marzo marzo ho dovuto ricoverare quasi d’urgenza mio figlio Mathieu (7 anni) per un’appendicite acuta aggravata da febbre alta causata da un’ infiammazione importante dell’intestino. Per fortuna (quella un pochino ci vuole sempre!) tutto si è risolto per il meglio, ma il grosso merito va alla nostra pediatra, la dottoressa Pia Cirillo, e all’équipe medica che ha seguito tutta la sua degenza, in primis al medico chirurgo, dottor Alessandro Bosco che lo ha operato. Di uguale importanza è stato il comportamento degli altri medici, delle dottoresse anestesiste presenti in sala operatoria, delle infermiere presenti in reparto (Chirurgia d’Urgenza) e delle operatrici sanitarie. Tutti, ma proprio tutti, fin dall’arrivo al Pronto Soccorso, sono stati professionalmente e umanamente impeccabili. Cortesi, disponibili, sempre sorridenti e collaborativi non solo con la mia famiglia, ma con tutti i pazienti presenti. Nel ringraziarli di cuore, vor-

rei sottolineare la loro eccellenza per il prezioso lavoro che svolgono quotidianamente con una pazienza incredibile e una dedizione ammirevole. Qualità che credo non siano facilmente riscontrabili in tutti gli ambiti ospedalieri italiani. Continuate così! ■ Mario Barmasse, Aosta Diceva il moralista francese nel Seicento... Egregio direttore, diceva Jean De La Bruyère nel 1688:“ Un colpevole punito è un esempio per la canaglia, un innocente condannato è cosa che riguarda tutti gli uomini onesti”. ■ Giovanni Faggionato, Aosta «Caro Nicolò, ti voglio un bene dell’anima e mi manchi tanto» Ciao direttore, come al solito le scrivo per la festa del papà. Dall’anno scorso ad oggi le cose non sono molto cambiate, anzi devo dire che le esperienze di questo anno mi hanno lasciato molto deluso. Ormai abbiamo una scala di valori e di comunicazione sociale che secondo me andrebbe rivista; si parla solo di denaro e si parla poco di risorse umane, come i nostri figli che sono le nuove generazioni e il futuro di questo mondo. Pensi che a me dopo la separazione, come credo a tanti padri, è impedito di avere rapporto continuativo con mio figlio per colpa di leggi sbagliate e per una scarsa sensibilità e educazione di organi che dovrebbero tutelare i diritti dei minori e non esercitare la professione solo per chissà cosa. Non gliela voglio fare troppo lunga la mia lettera, ma spero che in futuro si parli di più di rapporti umani, difficoltà di rapporti con i figli, leggi per tutelare rapporti genitori figli, la legge sull’affidamento condiviso, che di denaro, Pil e spending review. Diamo voce anche a questi problemi ma non solo per una volta all’anno, perché i nostri bambini bisogna aiutarli e non sopprimere i loro sogni solo per gli interessi degli adulti. Vorrei fare un saluto a mio figlio Niccolò e dirgli che gli voglio un bene dell’anima e che mi manca tanto. Grazie direttore per il suo ascolto. ■ Cesare Berthod, Courmayeur Caro Cesare, innanzitutto, ti chiedo scusa per mnon aver pubblicato prima la tua lettera. Il problema è che la e-mail era finita nello “spam”. Solo questa settimana, facendo un po’ di pulizia nel computer, l’ho scoperta. Benché il messaggio a tuo figlio attraverso il giornale sia ovviamente tardivo (siamo praticamente a un mese dalla Festa del papà), quello di invocare una maggiore attenzione verso questi problemi resta attualissimo. Per fortuna l’Associazione Genitori Separati è molto attiva e conduce una battaglia (più che giusta) in favore dei diritti di tanti genitori che senza i loro figli perdono lo scopo della loro vita. Non basta, certo, ma è importante che l’attenzione resti alta. Mi raccomando: non mollare e continua a lottare per tuo figlio. Un abbraccio. Luca


lunedĂŹ 14 aprile 2014

71


72

lunedì 14 aprile 2014

CIELO

VENTO SOLE

VARIABILE

NUVOLO

NEVE

PIOGGIA

Oggi in Valle d’Aosta

VENTO

NEBBIA

TEMPORALE

Il sole

S

ereno o poco nuvoloso, con possibili cumuli pomeridiani. Temperature: in lieve aumento, specie quelle massime nelle valli. Venti: a 3.000 metri inizialmente moderati da NW, poi in rinforzo sino a forti. Foehn in aumento nelle valli dal pomeriggio.

sorge oggi alle 6.42 e tramonta alle 20.20

VENTO FORTE

La luna

sorge oggi alle 19.35 e tramonta alle 6.45

Situazione generale

A

ssociate ad una rimonta dell’anticlone, le correnti dai quadranti settentrionali favoriranno giornate stabili e prevalentemente soleggiate fino a metà settimana con episodi di foehn nelle valli.

Tendenza successiva Martedì 15

S

ereno o poco nuvoloso, con possibili cumuli pomeridiani. Temperature: in calo, specie in montagna.

A PONT-SAINT-MARTIN IN VIA DELLA RESISTENZA

NUOVI APPARTAMENTI IN PRONTA CONSEGNA IN POSIZIONE CENTRALE, COMODA AL CENTRO ED AI SERVIZI, MA TRANQUILLA E SOLEGGIATA. DOTATI DI GARAGE,CANTINA E POSTO AUTO.

da mercoledì

G

raduale aumento della nuvolosità giovedì; velato venerdì; parzialmente soleggiato sabato.

Accadde oggi 1896 - John Harvey Kellog ottiene il brevetto per l’invenzione dei corn-flakes, i fiocchi di mais di cui sono ancora oggi pieni gli scaffali dei supermercati. Con lui ha lavorato al progetto il fratello Will. 1897 - Viene fondata l’Associazione Industriale Bresciana. E’ la prima associazione industriale italiana. 1912 - Attorno alle 23,40 il transatlantico Titanic urta un iceberg durante il suo viaggio inaugurale da Southampton a New York. Intorno alle 2,20 del 15 aprile si spezzò in due tronconi. Morirono 1518 persone delle 2223 imbarcate, compresi 800 membri dell’equipaggio. 1940 - Viene presentato il microscopio elettronico. 1978 - La Camera dei deputati approva la legge sull’interruzione di gravidanza con 308 favorevoli e 275 contrari. 1980 - Si spegne cinquantanovenne a Roma lo scrittore Gianni Rodàri, autore tra i più diffusi testi per bambini e ragazzi.

ESEMPIO BILOCALE

Bilocale € 120.000,00 Anticipo € 24.000,00 Rata mensile € 526,00 Esempio mutuo 20 anni tasso variabile

ESEMPIO TRILOCALE

Trilocale € 160.000,00 Anticipo € 32.000,00 Rata mensile € 700,00 Esempio mutuo 20 anni tasso variabile

EDILVI COSTRUZIONI Via Trottechien, 35/c Aosta (AO) Tel. 0165/230131 - 348/4818420 - info@pontsrl.com

ESEMPIO QUADRILOCALE

Quadrilocale € 200.000,00 Anticipo € 56.000,00 Rata mensile € 787,00 Esempio mutuo 20 anni tasso variabile

www.edilvicostruzioni.com


Gazzetta Matin del 14 aprile 2014