Page 1

Direttore: LUCA MERCANTI ANNO XII - N° 30

www.gazzettamatin.com www.newsvda.it

Poste italiane. Spedizione in A.P.D. L.353/2003 (conv.in L.27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1. DCB Aosta

lunedì 8 luglio 2013 Tel. 0165 231711 centralino segreteria@gazzettamatin.com

SETTIMANALE INDIPENDENTE DI INFORMAZIONE, POLITICA, CULTURA, SPORT

EURO 1.50

SERRAMENTI & PORTONCINI

Claudio Bruna

Consulente tecnico commerciale cell. 346 6245983 claudio.bruna@alpifenster.it - www.alpifenster.it

■ GIUNTA REGIONALE / Una maratona per l’elezione

EDITORIALE

VDA news: vieni a visitare il nuovo quotidiano online www.newsvda.it

La legge è uguale per tutti di Luca MERCANTI essuno ha la sfera di N cristallo per poter dire cosa accadrà oggi in

Consiglio Valle e quanto durerà il prossimo governo regionale. Tanto meno io. Una cosa è certa, però: ha ragione Mauro Baccega quando afferma che «oggi abbiamo allontanato ancor più la gente dalla politica». L’assessore alle Finanze candidato si riferiva al livore con il quale i consiglieri di minoranza in aula si sono scagliati contro quella maggioranza risicata di cui lui fa parte, attaccando soprattutto Augusto Rollandin, presidente uscente, alle prese con il non poco doloroso compito di farsi rieleggere. Una riconferma che genererebbe un governo con sulle spalle la responsabilità di far ripartire la Valle d’Aosta colpita anche lei duramente dalla crisi. Un esecutivo che il più votato della coalizione di opposizione, Laurent Viérin, bolla come «governo balneare e forse neanche». Viérin ostenta sicurezza, e non sembra solo perché i numeri dei due schieramenti parlano da soli, ma perché è convinto che nella maggioranza ci siano crepe tali da potersi infilare e così sfilare quel consigliere (o quei consiglieri) per mettere a segno il più classico dei ribaltoni. L’obiettivo dell’opposizione è uno solo: far ca-

dere quell’Augusto Rollandin che lo stesso M5S ha dipinto come Belzebù, rileggendogli il faccia la sua carta d’identità. Il presidente, però, ha confermato ancora una volta di avere le spalle molto larghe. Si è annotato parecchie cose, tanto che oggi non è da escludere un contrattacco degno della migliore contraerei in circolazione. Il M5S non intende appoggiare un governo targato Rollandin e ha già fatto gruppo con l’opposizione. Una domanda: ma se ribaltone mai ci sarà, come si comporteranno i grillini? Appoggeranno un secondo governo formato da molti politici (8) già presenti nella XIII legislatura, di cui probabilmente qualcuno anche prossimo a essere indagato per finanziamento illecito dei partiti e peculato? Vedremo. Oggi in aula gli animi si scalderanno ulteriormente quando sarà discusso un ordine del giorno proprosto dalla minoranza per chiedere che «i consiglieri regionali implicati in indagini riconducibili direttamente o indirettamente alla criminalità organizzatan di stampo mafioso non assumano incarichi in giunta». Evidente chi sia il destinatario: ancora Lui. Con fare talebano, anticipando la magistratura, la minoranza avrebbe potuto osare di più e chiedere anche la rinuncia al ruolo di consigliere. (continua a pagina 3)

PER LA PUBBLICITÀ LG PRESSE

-

UNA GUERRA DI NERVI Rollandin e la sua giunta alla prova del fuoco AOSTA - La seduta odierna del Consiglio regionale (convocata a scanso di equivoci in seduta notturna) si preannuncia già come una maratona. Una guerra di nervi che dovrà portare all’elezione del presidente della Regione, degli assessori e alla nomina delle commissioni. ■ alle pagine 3-4

CORSA IN MONTAGNA

CELTICA più forte dei tagli

Xavier Chevrier campione europeo ■ a pagina 55

Alle pagine 8-9

■ SCUOLA /Sono 14; 7 solo al “Classico” ■ ISTITUTO MUSICALE /E’ già un caso

Maturità, ecco i primi 100 Il direttore costa il doppio AOSTA - Sabato 6 luglio sono stati pubblicati i primi risultati degli esami di maturità. Sono quattordici, per il momento, gli studenti che si sono diplomatici con il massimo dei voti, 100. Sette di questi sono del Liceo classico.

AOSTA - L’istituto musicale diventapubblico, e alcune professionalità costano il doppio. E’ avvenuto per il nuovo direttore amministrativo. Il vecchio, andato in pensione senza il riconoscimento del ruolo, fa causa e chiede gli arretrati.

■ a pagina 16

■ a pagina 6

TEL:

0165.1845110 CELL: 366.6174591 - EMAIL: M.HENRY@LGPRESSE.COM


2

lunedì 8 luglio 2013

AOSTA - QUART Loc. Ame AOSTA - QUART Loc. Amerique, tel 0165765839 IVREA 10 - BOLLENGO IVREA - BOLLENGO Statale Viverone - tel 012557585 CONCESSIONARIA UFFICIALE OFFICINA ASSISTENZA E MAGAZZINO RICAMBI


1P °

PRIMO PIANO

lunedì 8 luglio 2013

La legge è uguale per tutti (segue dalla prima pagina) Siccome un reato è pur sempre un reato e se commesso da un rappresentante dei cittadini per me è ancora più grave, per scacciare il dubbio che l’intenzione è quella di voler mettere sul banco degli inputati una sola persona e ancor prima di un eventuale rinvio a giudizio o condanna, cambierei il testo della richiesta in questo modo: «i consiglieri regionali rinviati a giudizio per qualsiasi reato riconducibile direttamente o indirettamente al loro ruolo istituzionale che ricoprono devono autosospendersi in attesa che la giustizia ordinaria faccia il suo corso» (per poi poter riprendere il posto il Consiglio una volta riconosciuti non colpevoli). Così mi suona meglio e scaccerebbe qualsiasi dubbio. C’è un però. Sono attesi a giorni i primi avvisi di garanzia per le spese dei gruppi consiliari. I destinatari iniziali sarebbero coloro i quali nella passata legislatura hanno ricoperto il ruolo di capogruppo. Poi ne arriveranno altri. Si tratta di finanziamento illecito dei partiti e peculato. Reati che, se provati, sono gravissimi, perché si tratta di soldi nostri, dei cittadini, utilizzati in modo illecito. Come la metteremo allora? Tra maggioranza e opposizione di ieri saranno tanti i destinatari degli avvisi. Ho il dubbio che le difese saranno le più disparate, cercando di fare una classifica delle ipotesi di reato e mantenere il più possibile la poltrona. ■ Luca Mercanti

3

Per la maggioranza regionale sarà anche quella di oggi una giornata fitta di scambi di opinioni e confronti

■ GOVERNO REGIONALE / Oggi, lunedì, l’elezione dell’Esecutivo

UNA MARATONA ELETTORALE Rollandin e i suoi assessori alla prova del fuoco nell’urna segreta di Luca MERCANTI AOSTA - Per evitare altri rinvii, la seduta di oggi, lunedì 8 luglio, del Consiglio regionale è stata convocata in seduta notturna. In soldoni, l’elezione di presidente della Regione, Giunta e Commissioni potrà avvenire anche a tarda notte. Si preannuncia così una maratona, perché la minoranza ha già dato prova di conoscere bene il regolamento, facendo il possibile per ostacolare la riconferma di Augusto Rollandin a capo dell’Esecutivo della XIV legislatura. Nella seduta di venerdì 5 i lavori furono sospesi poco dopo le 21 e rinviati

URNA Presidente e assessori

Si vota a scrutinio segreto

AOSTA - Elezioni di presidente della Regione, assessori e nomina delle Commissioni consiliari permanenti sono gli ultimi tre scogli da superare dalla maggiornaza regionale prima di poter diventare operativa. Ecco ecome si vota. Per il presidente della Regione, concluso il dibattito, l’elezione avviene a scrutinio segreto, a maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati (18 voti). Gli assessori sono eletti su proposta del presidente della Regione con un’unica votazione. L’elezione si effettua a scrutinio segreto, a maggioranza assoluta dei consiglieri assegnati, apponendo sulla scheda di votazione un segno nel rettangolo sottostante le diciture “Sì/Oui” - “No/ Non”. Le Commissioni permanenti sono nominate dal Consiglio, con voto palese, su proposta del presidente del Consiglio, sentita la Conferenza dei capigruppo.

appunto a oggi al termine di una giornata caratterizzata dalla conclusione del già aspro dibattito sulla candidatura del presidente del Consiglio, poi eletto alla seconda votazione, Emily Rini, cui ha fatto seguito la presentazione del programma di governo del candidato presidente, Augusto Rollandin, che ha generato una serie interminabile di interventi da parte dell’opposizione, con l’aggiunta del Movimento 5 Stelle. Forti critiche al programma di governo (ma soprattutto al presidente uscente) sono state mosse dai neo consiglieri Jean Pierre Guichardaz (Pd) e Stefano Fer-

Per la minoranza il confronto sulle strategie da attuare

rero (M5S), seguiti dagli altri colleghi, anche i più esperti, i quali hanno cercato di mettere in evidenze, secondo le loro competenze, le presunte

pecche di quanto proposto da Rollandin. La seduta di oggi si aprirà alle 9. S’inizierà con gli interventi che mancano ancora dei 17 con-

siglieri di minoranza, cui faranno seguito, molto probabilmente, le repliche della maggioranza. Il capogruppo di Stella Alpina, Stefano Borrello è già intervenuto; all’appello mancherebbe così il capogruppo dell’Uv, Ego Perron, a meno che non passi al contrattacco lo stesso Rollandin, il quale sul suo taccuino venerdì scorso di cose ne ha appuntate parecchie. Il copione degli interventi a oltralza rischia di ripetersi per l’elezione degli assessori e la nomina delle cinque commissioni permanenti. Altro giro, altro rallentamento quando sarà discusso un ordine del

giorno della minoranza che chiede «i consiglieri regionali implicati in indagini riconducibili direttamente o indirettamente alla criminalità organizzata di stampo mafioso non assumano incarichi in giunta». Se non ci saranno altri intoppi o colpi di scena con qualche asso nella manica della minoranza (circola la voce di una tentata campagna acquisti tra le fila della maggioranza), sarà la volta dell’urna. E proprio da dal segreto dell’urna sapremo se Augusto Rollandin avrà saputo mantenere compatto il suo gruppo di 18 o se la minoranza avrà convinto qualcuno a fare il salto della quaglia.

IL PROGRAMMA DI GOVERNO DI UNION E STELLA ALPINA AOSTA - «Union Valdôtaine e Stella Alpina intendono: lavorare, in ogni momento e in ogni ambito, nella convinzione che l’autonomia speciale sia “valore”, a riconoscimento delle nostre particolarità, sia “strumento”, essenziale per costruire il nostro autogoverno e assumere scelte e responsabilità in favore di tutti i Valdostani; difendere e valorizzare il nostro particolarismo linguistico e culturale, così come la nostra specificità montanara, che sono alla base della nostra specificità politica; rafforzare il dialogo e le relazioni con le altre comunità alpine e di montagna, in Italia e in Europa, così come con le Regioni, i Paesi e le Comunità francofone; valorizzare il sistema valdostano delle autonomie, fondato su due livelli di governo i Comuni e la Regione - entrambi impegnati, con pari dignità e responsabilità, ad operare per il bene della Valle d’Aosta e dei Valdostani; investire ancor più in un modello di governo del territorio che sia, allo stesso tempo: riconoscimento e valorizzazione del ruolo degli enti locali, consapevolezza dell’importanza dell’ambiente e delle risorse idriche e del delicato equilibrio naturale della montagna, vivibilità (in termini di lavoro, infrastrutture e servizi) delle valli, ma sempre in un’ottica di sostenibilità ambientale, valorizzazione del nostro patrimonio culturale e della Valle d’Aosta nel suo insieme, grazie ad adeguate politiche di marketing territoriale; chiedere, in ogni sede italiana e europea, il pieno riconoscimento delle specificità della montagna, tra le quali gli evidenti sovraccosti relativi ai servizi offerti e quelli che gravano su ogni settore dell’economia e della vita delle famiglie. Bisognerà continuare a intervenire, in questa particolare fase, per controbilanciare gli effetti negativi della crisi, attivando le necessarie misure di aiuto sociale in favore delle famiglie e dei più bisognosi, ma anche cercando di porre le basi per un nuovo sviluppo in grado di creare lavoro, benessere, fiducia nel domani soprattutto per le giovani generazioni. Opereremo sempre secondo i principi che sono alla base della nostra identità politica, così come dell’identità valdostana e dei sistemi realmente federalisti, tra cui: l’autonomia, la partecipazione, il confronto, la solidarietà, la sussidiarietà, la coesione, l’onestà, la sobrietà, la responsabilità.»

In Salita

ANGELO FILIPPINI

Sindaco di Pollein

MARCELLO MEYSEILLER

Proprietario terreni Entrèves-Courmayeur

XAVIER CHEVRIER

Atleta corsa in montagna

In Discesa Oltre a tagliare la sua indennità di carica (percepirà il 40% e non il 60% dello stipendio di un consigliere regionale), il neo sindaco riduce anche del 10% il costo del buono mensa. Se il buongiorno si vede dal mattino...

La minoranza consiliare di Bionaz è ormai da tempo latitante. Interpallato in merito alle continue assenze, il capogruppo si difende sostenendo che «oltre agli imEMILIO pegni personali, c’è poca BERRIAT trasparenza e apertura da Capogruppo minoranza parte della maggioranza». Bionaz

In 36 proprietari di terreni espropriati a Entrèves non hanno accettato 1,30 euro al metro quadro proposti dalla Regione. Hanno promosso una causa e alla fine la Corte d’Apello di Torino ha dato loro ragione, portando la cifra a 60 euro. Vittoria.

Passerella Porta Praetoria della discordia. Oltre alle critiche sull’estetica (sembra che meglio non si potesse fare), la protesta dei commercianti, che accusano la scarsa informazione GAETANO sui lavori. Evidentemente le 24 DE GATTIS giornate di cantiere aperto Responsabile direzione non sono state sufficienti. Restauro Soprintendenza

A Borovets, in Bulgaria, conquista il titolo europeo a squadre di corsa in montagna, sfiorando anche il podio nella gara individuale. Un grande successo per l’azzurro di Nus, che dimostra di essere tra i più forti di questa disciplina.

Se le ragazze si sono lasciate due regioni alle spalle, per la Rappresentativa maschile il Trofeo delle Regioni è ancora tabù. I ragazzi migliorano, se la giocano, ma per il momento i risultati non arrivano, con 6 sconfitte su altrettanti incontri. Coraggio.

STEFANO GENOLA

Allenatore Rappresentativa volley


1P °

primo piano

4

lunedì 8 luglio 2013

■ consiglio valle / La guerra dei nervi, iniziata venerdì 5, continuerà oggi, lunedì 8

La minoranza prepara un governo alternativo

I consiglieri dell’oppsizione hanno affrontato un argomento da ‘‘assessori dietro le quinte’’ AOSTA - La minoranza compatta lavora ai fianchi la maggioranza adottando una strategia da ‘guerra dei nervi’. L’antipasto è stato servito venerdì 5 e per dirla con Laurent Viérin «si va avanti un passo alla volta». Oggi, lunedì 8, si vota per il presidente della giunta che, su Facebook, Viérin definisce dalla «valenza probabilmente balneare, o forse nemmeno», riferendosi in particolare alla presenza di due franchi tiratori durante la prima votazione per l’elezione di Emily Rini a presidente del Consiglio. Prematuro forse per la minoranza fare una proposta di governo tutta sua ma dal tono degli interventi una possibile squadra - o governo ombra - è andato delineandosi. Di sanità hanno parlato Nello Fabbri dell’Uvp che

Il Pd ha parlato di lavoro e sanità

ha chiesto «un attento monitoraggio degli sprechi nella sanità, un’integrazione dei due poli sanitari, di favorire la professionalità senza ingerenze, una sanità diffusa sul territorio e sburocratizzata, sostegno all’infanzia e agli anziani» e Jean Pierre Guichradaz del Pd-Sinistra VdA che ha denunciato: «Nel pro-

gramma non c’è una parola sul futuro del sistema sanitario, nulla sulla riorganizzazione dei primariati, c’è un accenno minimale alla prevenzione e alla salute sui luoghi di lavoro». Tema caro a Albert Chatrian di Alpe e Vincenzo Grosjean ell’Uvp l’agricoltura per la quale promettono «iniziative in aula per ridare

fiato, ossigeno a un comparto mortificato nell’ultimo quinquennio». Sull’ambiente e la gestione dei rifiuti è intervenuto Frabrizio Roscio che ha concesso: «A una prima lettura è condivisibile mi chiedo se le intenzioni seguiranno i fatti». Il programma cita l’educazione ambientale, la differenziata, la quali-

tà di aria, acqua e suolo, la massima attenzione all’utilizzo delle risorse idriche. Per il capogruppo di Alpe Patrizia Morelli l’aeroporto Corrado Gex «va restituito agli sport dell’aria e il turismo va ripensato perché è rimasto all’era della pietra». Di scuola ha parlato Chantal Certan, sempre di Alpe, che ha chiesto di fare «di più per gli insegnanti e le istituzioni scolastiche». Raimondo Donzel, Pd, ha dedicato parte del suo intervento alle politiche del lavoro. Il Movimento 5 Stelle ha evocato le risorse idriche sfruttate da pochi, le leggi che mortificano la piccola distribuzione, gli sprechi per l’aeroporto, l’immobilismo per la ferrovia, la progressiva degradazione dell’apparato amministrativo regionale. ■ Danila Chenal

Lega Nord

Flash

Gerard Davy entra nel dipartimento Sviluppo La Segreteria della Lega Nord Valle d’Aosta fa sapere che il giovane Gerard Davy di Cogne è stato chiamato, dall’ Uffico Politico Federale della Lega Nord per l’Indipendenza della Padania, a far parte del Dipartimento Sviluppo Economico e Attività Produttive.

Gerard David

■ m5s / Il capogruppo risponde a Cittadinanzattiva e ribadisce di non aver pregiudiziali

«Ci siamo trovati d’accordo sulle strategie» aosta - C’è stato un po’ di stupore nei confronti dello schieramento netto del M5S al fianco dei colleghi dell’opposizione - Alpe, Pd e Uvp - , ma Stefano Ferrero, capogruppo regionale dei grillini, giustifica pienamente il comportamento del gruppo consiliare: «C’era e c’è la chiara esigenza di non far eleggere un pregiudicato (la condanna è stata cancellata n.d.r.) e un possibile indagato per turbativa d’asta come presidente della giunta regionale. L’attuale maggioranza voleva accaparrarsi tutto, come aveva fatto il precedente governo e quindi noi abbiamo agito di conseguenza non già cercando di sostituire una persona con un’altra, ma cercando di collaborare con dei gruppi che accettassero pienamente i punti che sono nel nostro programma. Volevamo impedire che, come ha fatto il governo precedente, si facesse shopping

Stefano Ferrero con Patrizia Morelli e Alberto Bertin di Alpe

anche in questa legislatura. E su questo continueremo a vigilare con costante attenzione». Qualcuno li avrebbe voluti anche più aggressivi fino al punto di proporre propri candidati: «Non abbiamo i numeri per farlo e quindi non possiamo pretendere di avere un nostro presidente del Consiglio. Per questo ci siamo confrontati con le altre forze di minoranza e

abbiamo proposto i nostri punti così come loro hanno proposto i loro. Ci siamo trovati d’accordo all’unanimità nella proposta politica che vogliamo portare avanti e quindi non ci sono stati problemi e l’esempio è l’ordine del giorno contro il candidato presidente della giunta». Rimane la loro non pregiudiziale nei confronti di proposte accettabili: «La

confermiamo. Se ci sono dei punti che noi abbiamo nei nostri programmi, quali ad esempio la riduzione dei costi della politica, siamo disponibili al dialogo. Noi vogliamo che sia il Consiglio al centro dell’azione politica e non la Giunta che, tra numeri risicati e tristi avvertimenti di stampo mafioso come quello della prima votazione, naviga in cattive acque con un clima politico pesante nella maggioranza». Opposizione morbida? Tutt’altro. «Abbiamo solo messo la tovaglia, arriveranno antipasti, primi e altro. Noi promettiamo un gran lavoro di controllo e di proposta. Vogliamo far valere il nostro ruolo che è decisivo. Abbiamo colpito di fioretto. Per l’artiglieria pesante si vedrà in seguito. Intanto vogliamo batterci sul piano politico per sconfiggere questa casta proprio su quel piano». ■ Bruno Fracasso

cittadinanza attiva

Prime critiche a Ferrero e Cognetta «Troppo allineati con Alpe Pd e Uvp» Prime critiche ai comportamenti dei due consiglieri del M5S da parte di un ex-aderente, Giovan Battista De Gattis. In una mail inviata ai giornali, seppure indirettamente accusa i due consiglieri di essersi accodati acriticamente all’opposizione senza aver consultato via web la base. Inoltre, pone alcune questioni di principio ricordando che dal sito non è possibile votare sulle proposte presentate dai consiglieri, che lui definisce portavoce, e che il M5S presenta un atteggiamento ondivago poiché prima muove pesanti critiche a Pd e Alpe e poi appoggia candidature presentate da loro. L’accusa, mossa con ironia, è di aver “autonomizzato” il movimento valdostano dal resto del movimento. Ai consiglieri ricorda: «Lasciate perdere le questioni di forma ed iniziate ad occuparvi della sostanza. I valdostani si aspettano rapide ed incisive soluzioni ai problemi di tutti i giorni. Una famiglia di ceto medio-basso vuol sapere se domani potrà o meno dare da mangiare ai suoi figli e non pretendere a tutti i costi che su una poltrona sieda un consigliere piuttosto che l’altro». E quindi, invita: «Vigilate e denunciate gli eventuali illeciti e gli sprechi. Non continuate a fare il processo alle intenzioni».

■ uv giovani / Il neo eletto sgombera il campo da illazioni: «Non ci sono state fibrillazioni né imposizioni»

Robert Camos è il nuovo animateur della Jeunesse aosta - Robert Camos , 26 anni medico chirurgo di Châtillon, è il nuovo Animateur principal della Jeunesse valdôtaine. Già tesoriere è stato indicato dai giovani dell’Uv per succedere a Joël Farcoz, eletto consigliere regionale. Sgombera il campo dalle illazioni circolate che indicavano una Jeunesse spaccata: «Non ci sono né fibrillazioni né imposizioni. La votazione è stata a scrutinio segreto e mi hanno votato. Inoltre la mia nomina è stata ratificata». Preferisce Camos parlare in prima battuta di politica: «E’ bello vedere che la squadra che ha lavorato in questi anni è stata apprezzata e confermata dalla mia elezione: vuol dire che il nostro percorso è stato apprezzato. Il fatto è stato confermato dai cambiamenti minimi effettuati nel direttivo».

Il suo secondo pensiero è per la Valle d’Aosta, il paese che ama particolarmente: «Dobbiamo ricominciare a fare mestieri valdostani, a rileggere la nostra

storia, la nostra letteratura che hanno costruito la nostra cultura e il nostro modo di vivere, la coscienza di un popolo. Sono i giovani che devono riprendere

questa cultura e farla rivivere». Sul piano economico, ricorda come l’agricoltura stia vivendo un momento di sviluppo in Italia: «Abbiamo parti-

colarità territoriali e prodotti, piante, ortaggi e erbe officinali che ci permetterebbero di vivere di agricoltura. Dobbiamo mirare ad un target preciso, un pubblico specializzato migliorando, come sta facendo il governo regionale, non solo le comunicazioni fisiche, ma anche quelle telematiche». E, infine, un invito ai giovani ad imparare: «Bisogna che i valdostani conoscano il mondo esterno perché poi, ritornando qui, riescano a valorizzare il nostro territorio, i nostri prodotti e la nostra cultura. Non chiusura dunque, ma conoscenza e valorizzazione». ■ br.fr.


5

lunedì 8 luglio 2013

Cod. 296144 - Mi chiamo Daniele, ho 35 anni, sono un tipo affascinante, sincero e molto dolce. Mi piace viaggiare, leggere e conoscere nuove persone. Cerco una ragazza sincera con la quale iniziare una bella amicizia. Invia un SMS al 3481036123 Cod. 296126 - Ciao, sono Enrico, ho 36 anni e sono un ragazzo molto dolce, sensibile e dinamico. Cerco una ragazza carina e gentile che come me ami il mare e la bella musica. Se pensi di essere la ragazza giusta per me, chiamami! Tel 0125 1925243 Cod. 296115 - Mi chiamo Alex, ho 37 anni, capelli castani, occhi verdi. Sono una persona molto affettuosa, socievole e amante dello sport. Aspetto una ragazza solare e carina che abbia uno spirito avventuroso per iniziare per una bella amicizia. Invia un SMS al 3341810520 Cod. 296131 - Gigi, 39enne, occhi profondi e capelli castani, socievole, ottimista e responsabile, è alla ricerca di una bella ragazza dolce e amante della famiglia come lui con la quale poter condividere un futuro insieme. Contattalo tramite SMS al 3481036123 Cod. 296069 - Loris ha 40 anni, occhi verdi capelli scuri. E’ una persona molto simpatica, generosa e timida. Ama gli animali e passeggiare in montagna. Crede che possa ancora esistere la ragazza giusta capace di fargli battere il cuore. Chiamalo! Tel 0165 40099 Cod. 296113 - Marco, capelli e occhi castani, ha 42 anni ed è un bel ragazzo socievole, dinamico e affettuoso. Gli piace molto la musica e il cinema. Economicamente indipendente, cerca una persona molto dolce e sensibile da amare per tutta la vita. Tel 0125 1925243 Cod. 296108 - Sono Davide, ho 43 anni, e sono una persona protettiva, socievole e molto dinamica. Amo il mare e la montagna. Sono ancora in attesa della persona giusta, per cui se sei in cerca anche tu dell’anima gemella chiamami! Tel 0125 1925243 Cod. 296156 - Mi presento, sono Alex, ho 45 anni e sono divorziato. La mia posizione economica è delle migliori, e non di meno il mio aspetto: sono un bel ragazzo atletico, con due splendidi occhi azzurri! Contattami al 3481036123 Cod. 296190 - Matteo, impiegato, 46 anni. Mi affaccio per la prima volta ad un’agenzia per single perchè voglio incontrare la mia dolce metà. Buono, dolcissimo, tenero, chiedo una compagna per la vita. Posso permettermi una vita sicura e tranquilla, perchè sto bene economicamente. Non esitare a chiedere di me. Invia un SMS al 3341810520.

Cod. 296222 - Maria è una bella ragazza nubile di 36 anni, innamorata della vita e desiderosa di donare tutta la sua allegria, la sua spigliatezza e la sua voglia di vivere al ragazzo che sarà quello giusto. Invia un SMS al 3341810520 Cod. 296179 - Ciao, mi chiamo Cinzia, ho 37 anni, sono bionda con gli occhi azzurri. Sono una persona sensibile, dinamica, sportiva e amante degli animali. Cerco un uomo gentile, carino e coi miei stessi interessi per iniziare un futuro insieme. Tel 0125 1925243 Cod. 296164- Sono Mirella, ho 39 anni, ho i capelli castani e gli occhi verdi. Cerco un uomo che come me sia socievole, dolce e romantico. Che ami il teatro e il cinema per iniziare ad uscire insieme capire se siamo fatti l’uno per l’altro. Chiamami! Tel 3481036123

Cod. 296121 - Mi chiamo Max, ho 47 anni, capelli e occhi scuri. Dicono che sono solare, affascinante e carino. Mi piace ascoltare la musica e andare al cinema. Credo che il futuro possa ancora riservarmi belle sorprese accanto a una donna da amare. Invia un SMS al 3481036123 Cod. 195063 - Mi chiamo Massimo, ho 49 anni. Il più bel ragioniere che si sia mai visto!!! Lavoro tra i numeri tutto il giorno... ora cerco una bella signora che voglia farmi amare all’infinito!!! Ci conto. Tel 0125 1925243 Cod. 296167 - Angelo, ha 50 anni, occhi e capelli castani. Molto affettuoso, dinamico e a volte impulsivo. Amante dell’antiquariato e della buona musica, cerca una persona gentile e premurosa con la quale condividere le sue passioni. Contattalo tramite SMS al 3341810520 Cod. 296220 - Leggi questo annuncio molto attentamente, non ti pentirai. Mi chiamo Dario, ho 54 anni, portati alla grande! Ho un Lavoro che mi consente di stare in mezzo alla gente, ma non ho ancora incontrato te! Voglio amare, amare e poi ancora amare. Chiamami presto! Tel 3481036123 Cod. 296162 - Il mio nome é Michele, sono un uomo di 57 anni, celibe, alla ricerca dell’anima gemella. Ho un’ottima pensione, ed essendo ancora giovane ho il privilegio di potermi godere la vita. Aspetto solo di incontrare te... chiamami! Tel 0125 1925243 Cod. 296141 - 52enne, occhi azzurri, capelli brizzolati. Mario è una persona socievole, romantica e fedele. Ama il teatro, la musica e il cinema. Crede che la vita abbia ancora tanto da offrirgli e che possa ancora esserci felicità nel suo cuore. Invia un SMS al 3341810520. Cod. 296305 - Mi chiamo Sandro, ho 60 anni e sono divorziato. Mi definisco socievole, ottimista e molto affettuoso. Vorrei incontrare una donna allegra, spigliata e che ami la musica. Se ami le cose semplici della vita. Invia un SMS al 3341810520 Cod. 296093- Matteo, 67 anni ben portati, capelli brizzolati occhi castani. Affettuoso, ottimista, romantico e molto dolce, cerca una bella signora che come lui ami gli animali e il cinema per iniziare una bel rapporto di amicizia. Invia un SMS al 3481036123 Cod. 296094- Davide è un 75enne ingegnere in pensione. Gran lavoratore, protettivo e molto dinamico. Gli piace dipingere, passeggiare e ascoltare musica classica. Vorrebbe conoscere una persona solare con la quale condividere i suoi hobbies preferiti. Tel 3481036123

azienda. Cerca un uomo dolce e romantico perché vuole ancora amare ed essere amata. Invia un SMS al 3481036123 Cod. 296200- Rita, 52enne, capelli castani occhi verdi, è una donna carina, molto dolce e socievole. Cerca un uomo sensibile e simpatico con la passione del ballo come lei. Se credi di avere le carte in regola per conquistarla chiamala subito!! Tel 0165 40099 Cod. 296165 - Domenica ha 53 anni, ed è una bella donna dagli occhi marroni e capelli castani. E’ una persona affettuosa, sensibile generosa. Adora il teatro e il cinema. Crede che possa ancora esistere il grande amore, perciò fatti avanti e chiamala. Invia un SMS al 3481036123

Cod. 296183 - Monica ha 40 anni, è una grande lavoratrice, amante degli animali e della famiglia. Ha grandi occhi celesti e capelli biondi. Il suo obiettivo ora è cercare “l’uomo della sua vita”. Chiama e chiedi di lei. Tel 0125 1925243

Cod. 296211- Ciao, mi chiamo Cinzia, e ho 55 anni. Sono una persona carina, sincera, molto amante del ballo e degli animali. Vivo da sola e cerco un uomo simpatico che voglia farmi compagnia durante le mie serate danzanti. Se sei interessato cercami via SMS al 3341810520

Cod. 390382 - Antonella è una bella e radiosa 43enne nubile, con un sorriso accattivante che ti apre il cuore. Cerca un giovane posizionato, serio, ma semplice e dolce. Contattala al più presto, non fartela sfuggire! Invia un SMS al 3481036123

Cod. 296127 - Ciao, sono Mary, ho 56 anni e ho i capelli castani e occhi marroni. Mi ritengo dinamica, socievole e romantica. Amo ballare e ascoltare musica classica. Se hai i miei stessi interessi e vuoi conoscere una persona speciale chiamami! Tel 3481036123

Cod. 296151 - Matilde è una donna piacevole sotto tutti gli aspetti: è bionda, ha gli occhi verdi, ed è molto graziosa. Svolge un lavoro di grande responsabilità. Ha 45 anni. Vuole conoscere una persona seria, sensibile e sincera. Contattala! Tel 3481036123

Cod. 296246 - Antonia è una donna frizzante che sprizza vitalità da tutti i pori. Ha 58 anni, è mora, veste bene e ama il liscio. E’ una persona che non si ferma davanti a nulla e per questo cerca un uomo intraprendente, dinamico, benestante, colto. Contattala subito! Tel 0125 1925243

Cod. 296118 - 46enne, occhi scuri penetranti e capelli castani. Elena è una persona affettuosa, sensibile, estroversa, amante della musica. Vive in casa di proprietà ed è convinta che possa ancora esistere l’uomo che possa renderla felice. Contattala tramite SMS al 3341810520 Cod. 296115- Il mio nome è Simona, ho 46 anni, capelli biondi è occhi azzurri. Mi definisco una persona, socievole, dinamica ed esigente. Amo la musica e gli animali. Sono alla ricerca di un uomo dai sani principi che mi faccia ancora battere forte il cuore. Chiamami! Tel 3481036123 Cod. 390349 - Aurora è una dolcissima 48enne separata, molto carina , con degli occhi verdi in cui perdersi... Ha tanta voglia di amare e di essere amata. Contattala. Tel 01251925243 Cod. 296201 - Patrizia è una simpatica e giovane donna di 50 anni, diplomata. Lavora in una grande

Cod. 296162 - Mi chiamo Laura, ho 61 anni, sono vedova, laureata, ex bancaria. Non prometto magie... voglio solo provarci con tutta me stessa! Sono una donna concreta e di sani principi, ho tanta voglia di costruire qualcosa di serio con te, distinto, colto, galante...prova a conoscermi meglio! Invia un SMS al 3341810520 Cod. 296107 - Ciao, sono Francesca, ho 69 anni molto ben portati. Sono una donna dinamica, socievole, dolce. Credo che non sia mai troppo tardi per poter ricominciare a vivere un nuovo amore. Se anche tu la pensi come me chiamami o Invia un SMS al 3481036123 Cod. 296141 - Anna ha 73 anni ma non li dimostra. Ha i capelli biondi e gli occhi verdi. Ha un carattere socievole, generoso e protettivo. Ama il mare e ascoltare musica classica. Cerca un uomo che le faccia ancora provare forti emozioni. Tel 3481036123


C RO N AC A

6

lunedì 8 luglio 2013

■ IL CASO / Giuseppina Scalise pretende l’indennità (mai corrisposta) di direttore amministrativo dell’Istituto musicale pareggiato

«Voglio vedermi riconosciuto quanto mi spetta»

La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso? Lo stipendio accordato alla nuova dirigente Laura Colantuono, di fatto raddoppiato AOSTA - Dirigenza dell’Istituto musicale pareggiato della Valle d’Aosta che sembra attraversare un periodo di forte imbarazzo, dopo il contenzioso legale avviato dalla storica dirigente della struttura, Giuseppina Scalise, ora in pensione, promosso con l’intento di vedersi riconosciuta l’indennità di direttore amministrativo (mai corrisposta) per il periodo compreso tra il 3 dicembre del 2008 e il 30 novembre del 2011 (all’epoca l’ente era privato, mentre ora è diventato a gestione pubblica). La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso? La nomina - a decorrere dal 1° febbraio scorso - del nuovo direttore amministrativo, la dottoressa Laura Colantuono, il cui stipendio annuo si aggirerebbe attorno ai 100.000 euro, cifra più del doppio superiore rispetto a quella percepita dall’ex dirigente Giuseppina Scalise (...quando il pubblico costa il doppio del privato, insomma). «Trovo ingiusto il fatto di aver ricoperto per diversi anni il ruolo di direttore amministrativo dell’Istituto senza che mi venisse mai riconosciuta la relativa indennità per la carica ricoperta», spiega l’ex dirigente. Giuseppina Scalise, Capo dei servizi di segreteria per un trentennio, il 3 dicembre del 2008 venne nominata direttore amministrativo con apposito provvedimento dell’allora CdA presieduto da Gianni Nuti. «Una nomina prevista dallo statuto (approvato dal CdA nella seduta del 29 febbraio del 2008, ndr) - afferma l’ex presidente -. Detto questo, in linea di prin-

Bagarre all’Istituto musicale; nei riquadri il presidente Daniele De Giorgis e l’ex presidente Gianni Nuti

cipio non mi sento di dare torto a Giuseppina Scalise: quel che è certo - continua Nuti - è che la sua posizione economica è sempre rimasta in sospeso a causa di una situazione giuridica poco chiara (essendo all’epoca un ente privato,

il suo contratto avrebbe dovuto riferirsi al comparto AFAM - Alta Formazione Artistica e Musicale - anche se di fatto le venne sempre applicato informalmente un contratto del comparto unico regionale, ndr)». Una nomina rimasta

sempre e solo sulla carta, insomma, fino al suo ingresso in quiescenza, perfezionatosi il 30 novembre del 2011. Una gestione della vicenda che, secondo la stessa Giuseppina Scalise, ha avuto un’unica finalità: «Quella di farmi ricoprire

COLANTUONO: «Incarico rispondente alla nuova normativa» AOSTA - «Guardi, è già da tempo che ho percepito attorno alla mia figura una sorta di strana fibrillazione, e non mi riferisco certo a chi mi ha preceduta (l’ex dirigente Giuseppina Scalise, ndr)». Esordisce con queste parole l’attuale direttore amministrativo dell’Istituto musicale pareggiato della Valle d’Aosta, Laura Colantuono (foto), che a riguardo della sua posizione, ci tiene a precisare: «Ho assunto l’incarico di direttore amministrativo nel febbraio scorso (rimasto vacante dal 30 novembre del 2011, giorno dell’ingresso in pensione dell’ex dirigente, ndr). Un incarico i cui dettagli sono stati normati dalla legge 22 varata dal Consiglio regionale il 18 luglio del 2012, testo che prevede per la figura del direttore amministrativo tutta una serie di requisiti da rispettare -

spiega -. Detto questo, va sottolineato come la mia posizione economica faccia riferimento alla 2ª fascia dirigenziale del comparto unico del pubblico impiego regionale, aspetto che - così come quello dei requisiti - è stato recepito dal nuovo statuto dell’Istituto musicale, approvato nel gennaio di quest’anno». Una domanda che qualcuno ha iniziato a porsi: perché tutta questa differenza di retribuzione - di fatto più del doppio - rispetto a chi l’ha preceduta? «Chi mi ha preceduta ha prestato servizio in un ente privato, la sottoscritta lo sta prestando in un ente divenuto pubblico - afferma -. E poi tutta una serie di requisiti stringenti posti alla base della figura di direttore amministrativo prima non c’erano e ora sì». ■ p.b.

un doppio ruolo, ovvero quelli di Capo dei servizi di segreteria nell’ambito della scuola di formazione a orientamento musicale e di direttore amministrativo dell’Istituto musicale, riconoscendomi però solamente quanto dovuto come Capo dei servizi di segreteria». D’accordo, ma lei non ha mai provato a fare presente questa anomalia? «Eccome se l’ho fatto - replica Giuseppina Scalise -. Mi è sempre stato risposto che avrei potuto alzarmi autonomamente lo stipendio, pur non avendo in realtà facoltà di farlo, visto che soltanto il CdA avrebbe potuto riconoscermi quanto effettivamente mi sarebbe spettato». Da qui l’avvio della causa legale - patrocinata dall’avvocato Lorenzo Sommo del foro di Aosta - al fine di «vedermi corrisposta l’indennità di direttore amministrativo mai percepita», precisa. Interpellato in merito alla vicenda, non nasconde il proprio imbarazzo l’attuale presidente del CdA, Daniele De Giorgis: «Purtroppo il CdA da me presieduto si trova nella difficile situazione di dover gestire una vicenda non sua, visto che la questione l’abbiamo ereditata da chi ci ha preceduti - afferma -. Ciò premesso, si tratta di una questione interna che stiamo cercando di gestire attraverso l’espletamento delle verifiche del caso. Dispiace soltanto che qualcuno abbia messo in circolo notizie in merito a una vicenda che sta coinvolgendo personalmente più di un soggetto». ■ Patrick Barmasse

Cronaca

Flash

Espropri Funivia MB: stangata per la Regione «E’ stato un successo. Ci avevano detto che avremmo dovuto accettare un euro 31 centesimi al metro quadro, noi abbiamo tenuto duro e siamo voluti andare fino in fondo. Ci siamo informati, ci siamo riferiti a casi analoghi a livello europeo e alla fine la Corte d’Appello di Torino ci ha dato ragione. Certo è che si poteva arrivare a un accordo molto prima». E’ il commento di Marcello Meyseiller, uno dei 36 proprietari dei terreni interessati dai lavori di realizzazione della stazione di partenza della nuova Funivia del Monte Bianco, ad Entrèves di Courmayeur. Un’autentica stangata, insomma: è a quanto è stata condannata la Regione dalla Corte d’Appello nell’ambito delle procedure di calcolo e liquidazione degli espropri a favore dei proprietari dei terreni. L’amministrazione regionale aveva stimato in un euro 31 centesimi al metro quadro il prezzo da corrispondere loro: una cifra - l’equivalente di un caffé marocchino al bar - che non appena comunicata, avrà sicuramente fatto sobbalzare sulla sedia più di un diretto interessato, se è vero che i proprietari si sono immediatamente attivati per fare valere i loro diritti per vie legali. I ricorrenti, rappresentati in giudizio dall’avvocato Filippo Vaccino del foro di Aosta, si sono visti così riconoscere dalla Corte d’Appello 60 euro al metro quadro anziché l’euro 31 centesimi stabilito originariamente dalla Regione. Regione che - per i circa 16.000 metri quadrati espropriati - dovrà ora sborsare 960.000 euro anziché i 21.000 previsti in principio.

■ SPESE DEI GRUPPI / Gli inquirenti stanno verificando il presunto acquisto a prezzi gonfiati di spazi per la resocontazione delle iniziative in Consiglio

Al setaccio i giornali di partito, possibili strumenti di finanziamento occulto AOSTA - Il presunto finanziamento illecito dei partiti sarebbe avvenuto (anche) attraverso l’utilizzo dei rispettivi giornali di partito, e più precisamente mediante l’acquisto da parte dei diversi gruppi (a prezzi gonfiati) di spazi utili alla resocontazione delle loro iniziative promosse in Consiglio regionale. Sembra essere questa, una delle ipotesi investigative a cui nei giorni scorsi hanno lavorato alacremente gli uomini dell’aliquota della Guardia di Finanza della Polizia Giudiziaria, struttura recentemente potenziata, tanto da richiamare presso la Procura della Repubblica anche personale in servizio alla Tenenza del Gran San Bernardo. Secondo indiscrezioni trapelate da ambienti molto vicini alla Procura, dai primi riscontri sarebbero emersi spazi acquistati da gruppi consiliari sui rispettivi organi di informazione di partito a prezzi anche

di molto superiori a quelli di mercato. All’inizio della settimana scorsa, nel frattempo, negli uffici dell’aliquota della Guardia di Finanza presso la Procura sono stati convocati tutti e sei i capigruppo della XIII legislatura, ovvero Diego Empereur (Uv), Leonardo La Torre (Fa), Francesco Salzone (Sa), Massimo Lattanzi (Pdl), Patrizia Morelli (Alpe) e Carmela Fontana (Pd),

chiamati a produrre documentazione utile alla giustificazione delle spese effettuate dai rispettivi gruppi consiliari negli anni 2009, 2010 e 2011. Le Fiamme Gialle, però, stanno già analizzando le spese effettuate dai gruppi anche nel corso del 2012, anno in merito al quale la Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti della Valle d’Aosta ha aperto un’apposita istruttoria ammi-

nistrativo-contabile. Nell’ambito dell’inchiesta sulle spese dei gruppi della XIII legislatura, che li vede tutti e sei a vario titolo coinvolti, la Procura di Aosta ha già iscritto nel registro degli indagati i nomi di alcuni consiglieri in carica nella legislatura 2008-2013 (tra questi, molto probabilmente, figurerebbero quelli dei capigruppo): le accuse vanno dal finanziamento illecito dei partiti al peculato. L’obiettivo del procuratore capo Marilinda Mineccia, secondo le ultime indiscrezioni trapelate da palazzo di giustizia, sembra essere quello di arrivare all’invio degli avvisi di garanzia con il quadro il più esaustivo possibile, così da poter eventualmente stralciare le posizioni di coloro che - nel frattempo - potrebbero giustificare con congrua documentazione spese al momento rimaste non giustificate. ■ pa.ba.

TRIBUNALE

Guai per l’immobiliarista Sandro Vastarini E’ in programma il prossimo 27 novembre, dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Aosta, Davide Paladino, l’udienza a carico dell’imputato Sandro Vastarini, 59 anni di Aosta, legale rappresentante della società Lete Srl, accusato di truffa e appropriazione indebita nell’ambito di diverse operazioni immobiliari. Complessivamente cinque i reati che gli verranno contestati in aula: la presunta appropriazione indebita è scattata a seguito della querela presentata da uno degli acquirenti degli appartamenti di nuova realizzazione in via Monte Emilius, a Quart. In occasione della vendita di un immobile all’ispettore di polizia Francesco Cirri, al prezzo complessivo di 200.000 euro oltre Iva, dopo essersi impegnato con scrittura privata a completare alcuni lavori previsti nel capitolato e non ancora ultimati (scrittura privata effettuata il 14 ottobre del 2010, contestualmente all’atto di compravendita), Sandro Vastarini si sarebbe comunque appropriato dei 40.000 euro rilasciati a titolo di garanzia dall’acquirente nonostante i lavori non fossero mai stati completati. In un’altra occasione, avrebbe agito «con artifici e raggiri» per tacere agli acquirenti la necessità di sottoscrivere una convenzione edilizia relativa al vincolo di abitazione permanente o principale. Nel processo risultano persone offese Francesco Cirri, Luca Mologni, Stefano Antonacci, Giorgia Fonte, Alessandro Trapani e Jeannette Chenal.


c ro n ac a

lunedì 8 luglio 2013

7

■ operazione immaturi / La conferma ufficiale arrivata venerdì dagli inquirenti delle Fiamme Gialle di Torre Annunziata

Anche VALDOSTANI tra i maturandi del ‘diplomificio’ di Nola Dalla sede aostana di Scuola Italia fanno sapere: «Non erano nostri studenti, da quelle parti non ci risulta aver inviato qualcuno» Il Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha scoperto anche studenti valdostani all’interno dell’istituto ‘Luca Pacioli’

re gli esami sostenuti in quello che è già stato ribattezzato il ‘diplomificio’ più gettonato d’Italia. Insomma, zero fatica, zero stress e titolo di studio assicurato... a patto che venissero corrisposte somme che vanno dai 3.000 agli 8.000 euro. Più nel dettaglio, abbiamo avuto riscontro di studenti valdostani impegnati in ses-

sioni di esame a Nola, Scampia e in altre località dell’hinterland napoletano. Giunti a questo punto, in molti sembrano ora iniziare a puntare il dito contro Scuola Italia (forse l’unica scuola privata con sede in Valle d’Aosta che quest’anno ha inviato alcuni dei suoi iscritti in quelle zone), nonostante il respon-

maturità al ‘pacioli’

Studenti identificati nel blitz della GdF

500 sabile territoriale rigetti ogni possibile coinvolgimento di suoi studenti nell’operazione ‘Immaturi’ del Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata. «Non è roba nostra, da quelle parti non ci risulta aver inviato nessuno afferma -. I nostri studenti frequentano regolarmente le lezioni nella sede di Aosta, in cui nell’anno scolastico 2012/2013

La GdF: «Resta da capire chi abbia potuto inviarli quaggiù» torre annunziata (Napoli) - «La seconda fase delle indagini è volta a smascherare una sorta di livello superiore, ovvero capire quali strutture a livello regionale possano aver fatto da ‘intermediari’ tra studenti e istituto ‘Pacioli’». La conferma corre via telefono, direttamente da colui che sta coordinando le indagini per conto della Procura della Repubblica di Nola, ovvero il Tenente Colonnello Carmine Virno, comandante del Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata. «Le confermo la presenza di studenti valdostani tra i circa 500 individuati all’interno dell’istituto ‘Pacioli’ di Nola - spiega -. Detto questo, posso aggiungere che un ragazzo aostano (le cui generalità rimangono al momento top secret, ndr) è già stato interrogato nei nostri uffici. Attualmente sono al vaglio le posizioni di altri giovani, tra cui non escluso ci possano essere altri valdostani». Avete già

ascoltato un ragazzo aostano: cosa vi ha riferito? «Ovviamente le dichiarazioni fornite sono soggette al segreto istruttorio - risponde Virno - anche se la sua deposizione non mi sembra sia stata diversa da quelle rilasciate dai suoi ‘colleghi’ provenienti da altre regioni d’Italia». Quindi? «A riguardo è già stato sufficientemente esplicito il procuratore capo Mancuso: tutti gli studenti del ‘Pacioli’ figuravano come studenti frequentanti l’istituto nonostante i documenti in nostro possesso dimostrino l’esatto opposto». A questo punto cosa rischiano gli studenti? «L’inchiesta è ancora in corso, quello che posso dirle è che l’Ufficio scolastico provinciale di Napoli, venerdì mattina, ha deciso di sospendere la terza prova d’esame. Lascio a lei immaginare le conseguenze che potrebbero scaturire da un simile provvedimento», conclude. ■ p.b.

sono stati attivati diversi corsi a frequenza giornaliera. Dopodiché questi corsi sono stati integrati con lezioni a distanza fruibili attraverso piattaforme multimediali». Bene, allora quali altre scuole private valdostane avrebbero potuto inviare i loro iscritti in quelle zone? «Non siamo noi, forse è la Cepu», replica il responsabile territoriale di Scuola Italia. Sì, ma la sede Cepu della Valle d’Aosta è stata chiusa ormai un anno fa, nel luglio del 2012. «E allora sarà qualcun altro, di certo non noi», ribatte ancora. Soltanto una curiosità, se possibile: dato per assodato il fatto che l’esame di maturità deve essere sostenuto dai ragazzi all’interno della loro regione di residenza, la vostra struttura come riesce a gestire l’invio degli studenti fuori dalla Valle d’Aosta per il sostenimento dell’esame di Stato? «Noi abbiamo i nostri istituti presso cui ci appoggiamo, e comunque il discorso degli esami da effettuarsi all’interno della propria regione di residenza vale soltanto per gli studenti non privatisti». Infatti nel corso dell’operazione ‘Immaturi’ sono stati effettuati controlli che hanno consentito di appurare che il giorno della prova scritta di italiano al ‘Pacioli’ non vi erano candidati privatisti: quindi? «Quindi le ripeto che non c’erano nostri studenti», sostiene. Dunque dove li avete mandati? «Non glielo posso dire, non so chi effettivamente c’è dall’altra parte del telefono», conclude. ■ Patrick Barmasse

Cronaca

Flash

Stabili le condizioni di Fedele Belley Permangono stazionarie le condizioni di Fedele Belley (foto), 52 anni, ex sindaco di Aymavilles nonché capogruppo attuale di minoranza in Consiglio, vittima nel primo pomeriggio di sabato (poco dopo le 14) di un incidente stradale occorsogli all’altezza dello svincolo per Aymavilles, sulla strada statale 26. Belley ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Umberto Parini di Aosta, nel reparto di Rianimazione - nella mattinata di ieri è stato sottoposto a intervento chirurgico, avendo riportato fratture multiple e un forte politrauma. Belley, a bordo del suo scooter, si è scontrato contro una Fiat Panda guidata da un 73enne che proveniva dalla direzione opposta al suo senso di marcia. La dinamica dell’incidente risulta tuttora al vaglio degli inquirenti.

n è v a s T Château Introd Lo

au

d’

CAMPAGNA AMICA

Dalle ore 9,30 alle 17,30 troverete le eccellenze agroalimentari della nostra Regione direttamente dal produttore al consumatore

Sabato 20 luglio 2013 Iniziativa promossa da

info: valledaosta@campagnamica.it tel. 0165 262143 - 0165 45640

FABIO CENTO © 2013 LG PRESSE

aosta - Un flusso anomalo di residenze fittizie che da numerose regioni italiane (Valle d’Aosta compresa) si è concentrato nelle zone del napoletano e del salernitano giusto a ridosso dello svolgimento delle diverse sessioni degli esami di Stato. E’ questo che ha catturato l’attenzione delle Fiamme Gialle del Gruppo di Torre Annunziata, protagonista nel corso della settimana scorsa dell’operazione ‘Immaturi’, indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nola che ha permesso - tra le altre cose - di appurare all’interno del Centro scolastico paritario Luca Pacioli di Nola «la totale assenza di studenti privatisti (pertanto tutti gli esaminandi avrebbero dovuto assolvere l’obbligo di frequenza presso l’istituto durante l’intero anno scolastico) e l’assoluta mancanza di una qualsiasi rendicontazione ufficiale delle attività didattiche svolte, della frequenza e della valutazione degli alunni, anomalie tali da rendere di fatto inattendibili i dati con i quali i candidati sono stati ammessi al sostenimento degli esami di Stato», si legge in una nota a firma del procuratore capo di Nola, Paolo Mancuso. In un simile contesto, la notizia confermata dal Tenente Colonnello Carmine Virno (e dalla collega della redazione napoletana di Repubblica, Conchita Sannino) è la presenza anche di giovani valdostani tra i circa 500 candidati che rischiano ora di vedersi invalida-


1P «UNA EDIZIONE BA °

primo piano

8

lunedì 8 luglio 2013

■ celtica / Soddisfatto il direttore artitico, Riccardo T

Bambinifolletti in azione e in basso chiacchiere attorno al fuoco; nel tondo sotto la mamma di Celtica, Laura Plati

Circa mille ingressi in più rispetto lo scorso anno solo nel

■ nel bosco / L’area dedicata ai bambini presa d’assalto, tanto pubblico anche per le rievocazioni storiche

Tra gli alberi del Peuterey un tuffo tra guerrieri e fatine Laura G. VINAJ inviata nel bosco del Peuterey courmayeur - Entrare nel bosco del Peuterey nei giorni di Celtica, la kermesse dedicata all’arte, alla cultura e alla musica celtica, è come fare un tuffo nei libri fantasy. Una mano gigante che impugna una spada di circa sei metri dà il benvenuto nell’area dedicata ai bambini, un parco allestito tra gli alberi dove i piccoli ospiti del bosco hanno potuto partecipare a battaglie di cuscini, percorsi di abilità e vari giochi che rievocano battaglie e cavalcate, passeggiate alla ricerca degli gnomi e racconti di antiche leggende, condotti da fa-

tine e folletti dalle orecchie a punta. Durante i tre giorni di festa, la Grande Orsa e tanti altri clan giunti da tutta Italia hanno fatto gli onori di casa mettendo in scena l’articolata cultura del popolo celtico, declinata secondo l’età e i diversi interessi dei visitatori. Per gli adulti: conferenze e conversazioni, ricostruzioni e dimostrazioni storiche. Per tutti: la musica che, come sempre, è il filo conduttore della manifestazione. Nell’insediamento di “Sagitta Barbarica” gli uomini raccontano l’arcieria con dimostrazioni pratiche, mentre le donne tessono al telaio, fedele riproduzione di un reperto

archeologico. “Bibrax” offre, invece, dimostrazioni di war painting, ma anche spiegazioni sull’alimentazione dei Galli, e su usi e costumi della loro vita quotidiana. Poco oltre, nell’accampamento “Okelum” due guerrieri si affrontano con la “Boxe delle Situle”, praticata con

due manubri di pelle imbottiti. Propedeutico all’uso della scherma, questo pugilato sportivo era anche utilizzato come forma di intrattenimento durante i banchetti. Strategia bellica per i celti di “Teuta Laevi” che si cimentano con Ard Ri, gioco da tavolo in cui variano la grandezza della

scacchiera e il numero dei pezzi attribuiti ai due sfidanti. Nella guerra virtuale sono impegnati un re con i suoi fedeli il cui obiettivo è quello di scappare, mentre le forze avversarie hanno come ovvia missione la sua cattura. Seguendo la musica itinerante della cornamusa che filtra dagli alberi, si cambia scenografia. Abbandonata la quiete degli insediamenti, il visitatore si immerge nel brulichio di persone che affollano il mercato celtico, luogo di contrattazione, affari e divertimento, per arrivare fino al palco centrale, posizionato nel cuore del bosco che accoglie i grandi eventi musicali previsti per le tre serate.

■ in piazza / Riuscita la seconda edizione dell’evento dedica

OLLAFEST, tutti in fila per Nadia CAMPOSARAGNA inviata all’Ollafest

Pré-Saint-Didier - Un pomeriggio in piazza Vittorio Emanuele II, per assistere alla seconda edizione dell’Ollafest, uno degli eventi speciali di Celtica. Stand gastronomici, di produttori di idromele e sidro, l’Associazione degustatori birra e l’esposizione delle arpe celtiche di Andrea Novella, hanno fatto da cornice allo spettacolo tra la musica di Alpid’Arpa, le danze irlandesi e il concerto dei Garlic Bread. Soddisfatta il sindaco Alessandra Uva «Il pubblico è sempre numerosissimo, è un evento consolidato e la gente, tra pubblico affezionato o occasionale, è molto partecipe per gli eventi di Maria Luisa, Selena e Enrico all’Ollafest qualità». «É un evento progettuale che parte da una buona idea – dichiara l’ideatore e direttore artstico di Celtica Riccardo Taraglio – ed è sempre in evoluzione, un work in progress». Molti venuti da fuori Valle: «Un passaparola ci ha portati qui per la prima volta. - dicono Maria Luisa, Selena e Enrico – Buonissima prima impressione e molta varietà». Tutti d’accordo sulla buona organizzazione, ma con l’auspicio di qualcuno che viene da fuori, di avere la possibilità di prenotare biglietto e campeggio insieme. Sotto il porticato in bella mostra anche le arpe neoceltiche costruite dall’artigiano liutaio Andrea Novella e Lara Manis che ne cura le rifiniture: «Il mercato delle arpe è più estero che italiano perchè da noi la cultura della liuteria non è così sentita - spiega l’artigiano –. Ne costruisco di moderne su miei disegni o ne riproduco, come questa, ispirandomi alle arpe antiche d’Irlanda del XII secolo». Ancora un giro per saperne di più sulla bevanda degli dei l’idromele (prodotto dalla fermentazione del miele) e del medievale sidro (ottenuto dalla fermentazione alcolica, nella maggior parte dei casi di mele Laura Manis e Andrea Novella oppure pere). Ce n’è per tutti i gusti!


1P ACIATA DAL CIELO» °

primo piano

lunedì 8 luglio 2013

9

Taraglio. Nella tre giorni di festa otre sedicimila presenze

bosco del Peuterey, tante famiglie e tantissimi bambini

S

orride Riccardo Taraglio tracciando un primo provvisorio bilancio della festa poche ore prima della conclusione. Lo si sente dalla voce, rilassata, felice, appassionata. «É andata molto bene - spiega - dalle casse ci segnalano circa 15.300 presenze e mancano ancora quelle al Forte di Bard e quelle dei concerti serali nel bosco. Supereremo sicuramente le 16mila presenze. Solo per il bosco abbiamo venduto 12mila biglietti, mille in più rispetto allo scorso anno, ma la cosa che più ci ha fatto piacere è vedere tante, tantissime famiglie». Tanta parte l’ha fatta la meteo che ha regalato alla festa tre giorni di bel tempo. «In 17 edizioni è successo solo tre volte... Celtica è stata baciata dal cielo». Già il giovedì l’area camper era esaurita, stessa sorte venerdì per il campeggio. Insieme alle famiglie tanti, tantissimi bambini che si sono scatenati nella bellis-

sima area tematica a loro riservata. «Nel bosco tutte le generazioni hanno qualcosa da fare». A unire tutti quanti la musica che ha fatto ballare e ha tenuto svegli fino a notte fonda per l’atteso Greenlands di sabato notte, adulti e bambini. Apprezzati i piatti della tradizione valdostana proposti nei punti ristoro, «quello che più fa piacere sono i complimenti dei valdostani, visto che il cuoco è di fuori Valle...». Qualche piccola magagna c’è stata, com’è normale in una grande festa: «Abbiamo avuto lamentele per i ritardi delle navette, la carta igienica finita nei bagni, i panini esauriti alla buvette... É normale, sono cose che ci stanno e che abbiamo cercato di risolvere in corsa, ma l’aspetto principale è il rispetto che, bene o male, tutti hanno avuto per il bosco». ■ Erika David

Al centro uno dei concerti sul palco grande del bosco; in alto a destra la suggestiva cerimonia di accensione del fuoco druidico

Giordano Rosolen e Ivan De Pascale

L’artigiana Elisa Cappello

ato alle bevande dei Celti accompagnato dalla musica delle arpe

un brindisi con l’idromele A sinistra Gianluca Telloli offre il sidro Maley a Federica, Daniela e Marco; qui a fianco Mathieu, Stella e Cosimo con l’idromele StRoch

I francesi Garlic Bread

Il papà di Celtica, Riccardo Taraglio con il sindaco Alessandra Uva

Body painting nel bosco


1 P ■ DOUES / Oltre 1600 le persone in fila alla sagra Con la crisi torna BUONA la POLENTA In aumento le presenze °

primo piano

10

Soddisfatto il neo presidente Denis Verraz

Ermelio e Germano

Renato DUCLY inviato a Doues

lunedì 8 luglio 2013

DOUES - Stanchi e soddisfatti i volontari della Pro loco; sazi e divertiti i visitatori; acciaccati e assonati i partecipanti alla 24 Ore di calcio. Sono i risultati della tre giorni della Sagra della Polenta, evento giunto all’ottava edizione e che in un mix gastronomico, musicale e sportivo ha esaltato per l’ennesima volta uno dei piatti simbolo della tradizione valdostana. La Regina della festa, accompagnata da spezzatino, salsicce e grigliata di carne, è finita nei vassoi dei numerosi avventori nella versione classica e concia, ma anche mascherata da crespella, da gnocco e da crêpe. A livello culinario, quindi, nessuna novità ma ancora una volta la festa doyarda, che di fatto ha aperto le sagre del Grand Combin, è stata

Paola, Marisa, Elena e il sindaco Franco Manes

un successo, facendo addirittura registrare numeri record, come i 900 pasti serviti sabato a cena e i 750 nel pranzo della domenica. Dati che non possono che far felice Denis Verraz, nuovo presidente della Pro loco. «Si può dire che è stato un successo - spiega -, già lo scorso anno c’era

stata un’ottima affluenza, ma quest’anno è addirittura aumentata, specialmente nella serata di sabato; sarà perché si tratta della prima sagra della zona, ma sicuramente è il torneo di calcio a contribuire parecchio nelle presenze. Quest’anno poi, per ballare abbiamo avuto a disposi-

Federica, Menny, Alice, Nicole, Jessica, Natalie, Chantal e Sabrina lo staff del bar

zione anche la nuova struttura fissa. Non mi resta che ringraziare tutti i volontari; è cambiato un pochino il direttivo, ma questo rimane un grande gruppo e ben organizzato». Pro loco e volontari che avranno ora un mese per ricaricare le pile prima di rimettersi in moto, in collaborazione con la biblioteca e l’amministrazione comunale, sabato 17 agosto per animare il borgo in occasione della terza edizione de Le Goù de Doues et de la Val d’Ousta.

Marisa, Pia, Patrizia e Tiziana

Emilie, Yannick, Hervé, Valentina, Sonia, Lara e Nicolas

Emilio, Monique, Marta, Alice, Pierina e Martino

L’ex sindaco Eugenio Isabel al lavoro

Chiara e Elena


1 P ■ challand-saint-anselme / I premiati del concorso formaggi caprini °

primo piano

lunedì 8 luglio 2013

11

Tutti pazzi per la capra Challand-Saint-Anselme – Archiviata anche questa terza edizione della Fehta da Tchivra. Una gimkana di piccole iniziative che ruotavano intorno a questo affascinante e mitologico animale: dal laboratorio didattico curato dalla giovanissima Rita Challancin, che ha visto la partecipazione di circa quaranta piccoli provetti allevatori e con la deliziosa partecipazione dei bambini di Challand che per l’occasione vestivano con gli abiti di una volta. Sempre nel pomeriggio dello svolgimento della fattoria didattica è stata apprezzata l’esibizione della storia Cantoria che ha dato un tocco particolare alla bucolica iniziativa. Prima dell’aspetto mangereccio, è stata aperta al pubblico la mostra dei disegni dei bambini delle scuole primaria e dell’infanzia di Challand-Saint-Anselme, incentrata sul mondo delle capre. Dopodiché è toccato alla scrittrice Marzia Verona con il suo libro”Di questo lavoro mi piacere tutto” dare un tocco culturale alla manifestazione. Il “piatto forte” è sicuramente la capra cucinata in vari modi bollita, capretto al forno e in umido. Ma anche i primi non hanno sfigurato: zuppa con tomino caprino e lasagne al ragù di capretto. Domenica 23 espositori grazie alla collaborazione con la Coldiretti Vda e degna di nota la presenza di Libe-

A fianco una parte dei volontari della Pro loco; in basso a sinistra i bambini alla fattoria didattica, al centro lo staff degustazioni curato da Diego Bovard; una tavolata e in basso le capre premiate

ra Valle d’Aosta. Sessantatre le capre che hanno partecipato poi nel pomeriggio all’amichevole bataille des chèvres e in concomitanza il concorso regionale di formaggi caprini, a cura dell’Arev sezione ovi caprina, che ha visto primeggiare nei freschi Grottin di les Ecureuils. Tra gli stagionati la società Challancin-Vuillermin. Nelle “altre tecnologie” la ferme du Grand Paradis

de Cogne e categoria “ricotta” ha vinto Challancin-Vuillermin. Nella petite bataille des chèvres ha primeggiato in prima categoria (più di 68 kg) Ombra di Henry e Desy Vuillermin. Nella seconda categoria (da 61 a 68 kg) Tequila di Ugo Darbaz. Terza categoria (meno di 61 kg) Spia di Marina Ceriano. Tra le bime Lupa di Patrick Bionaz. La capra più pesante è stata la “regina” Ombra di

106 kg. Il tardo pomeriggio è proseguito con i giochi contadini a cura di Stefano Lunardi e il cabaret tutto valdostano di Franco Millet. Organizzatori stanchi ma soddisfatti. La manifestazione è stata curata dalla pro loco di Challand-Saint-Anselme in collaborazione con laAssessorato regionale all’Agricoltura e Arev sezione Ovi-caprina. ■ r.g.

■ pollein / Il Camping Les Iles ha ospitato la quarta edizione della festa Country

Stivali fumanti per il Weekend Cowboys’ Renato DUCLY inviato a Pollein POLLEIN - «Ci vuole poco per rivivere l’atmosfera del Far West: Un cappello, un paio di stivali, un po’ di musica country e tanta voglia di divertirsi». Questo è il loro motto verso una passione, per la country music e per la countrywestern dance, che sta contagiando sempre più persone anche in Valle; loro sono i cowboy di chez-nous che, con in regia l’Asd Compagnie Country Dance Vallée d’Aoste, si sono ritrovati sabato 6 e domenica 7 luglio a Pollein, insieme ad amici francesi, svizzeri, belgi e di altre regioni italiane, per l’imperdibile appuntamento con l’internazionale Weekend Cowboys’, giunto alla quarta edizione. Due giornate immersi nella magica atmosfera western; due giornate dove gli stivali hanno messo a dura prova il parquet del “saloon” allestito al Camping Les Iles. Al centro della festa, che ha richiamato cowboy “certificati”, semplici appassionati e curiosi, ci sono stati naturalmente i balli, a ritmo di musica su cd e soprattutto sulle note del concerto live dei Tennessee River Country Band, ma questa edizione è stata arricchi-

Alcuni momenti della festa country andata in scena nel fine settimana al Camping Les Iles

Due giorni di festa country con danze, giochi e cavalcate

ta anche da altri simboli del Far West, ovvero tepee (tenda indiana), carrozze e cavalli, con tanto di suggestivo battesimo della sella per grandi e piccini (quest’ultimi in groppa a un simpatico pony). Non sono poi mancati gli stage di

ballo (uno degli obiettivi dell’evento era divulgare la musica e i balli country) e divertenti animazioni per bambini. «Questa, per noi, è una ricorrenza attesissima - afferma Sara Barbieri, insegnante di ballo, così come il presiden-

te Mirko Bottel, della Compagnie Country VdA - e siamo pertanto molto contenti per com’è andata, a maggior ragione vista la partecipazione di più gruppi rispetto allo scorso anno (venti, cinque in più dell’edizione 2012 ndr)».

Una bella festa nella quale è stato ricordato anche l’amico George McAnthony, il Re del country italiano prematuramente scomparso due anni fa, una settimana dopo il concerto tenuto a Sarre durante la Festa Country che, in suo

onore, è stata poi ribattezzata col nome di una sua canzone, ovvero Weekend Cowboys’. Quel weekend che si è appena concluso lasciando cowboy sfiniti e con gli stivali ancora fumanti, ma già in attesa dell’edizione 2014.


1 P ■ arnad / Undicesima edizione della rievocazione di scene di vita La Veillà fa rivivere nell’antico borgo piccoli gesti quotidiani d’antan °

primo piano

12

lunedì 8 luglio 2013

Oltre una trentina i figuranti che hanno animato il Pied de Ville

Miriam BEGLIUOMINI inviata alla Veillà ARNAD - Lo tsarbouì, lo tchavatén, lo rahpatserfiou, ovvero il carbonaio, il calzolaio, lo spazzacamino ma anche la miihtra de grì (minestra d’orzo), lar e salam: questa la ricetta della veillà di Arnad, che nello scorso finesettimana ha riscoperto la sua anima d’antan. Ogni due anni, il primo sabato di luglio, Arnad riporta alla luce le proprie tradizioni. Il borgo medievale si ripopola di antichi mestieri e attività dimenticate, come la battitura delle castagne secche e della paglia, l’intaglio della pietra e perfino l’arte magica delle streghe. Alcuni mestieri sono tramandati di generazione in generazione: «Ho imparato il ricamo dei pizzi al chiacchierino da mia nonna e ora cerco di insegnarlo alle mie figlie, perché non vada perso» spiega Elena ricamando centrini e merletti con le tre piccole Cécile, Emilie e Isabelle. Non può mancare il progenitore del calzolaio, l’intagliatore di sabots: «In media ci vogliono quattro ore per un paio di sabots» spiega Roger Favre (Sabots d’Ayas); «Il lavoro è ancora svolto prevalentemente a mano; ci sono alcuni macchinari che accorciano un po’ i tempi ma la rifinitura è comunque manuale». Ricamatrici, scultori, intagliatori di pietre raccontano il tempo lento e manuale di un mondo che si sta perdendo: «Un cestino richiede più o meno una giornata di lavoro - spiega Gioachino Challansen - Non si è più svelti come una volta! Ci vuole pazienza e soprattutto tempo, ma così le giornate sono occupate». Mentre dalle cantine salgono le note delle fisarmoniche e i canti di festa, le code si allungano ai banchi di polenta, salumi e frittele di mele, pazientemente cucinate per ore dalle volontarie della Proloco.

Le donne della Pro loco di Arnad e, in alto a sinistra, l’arrotino

La battitura del grano

Elena Cécile Emilie Isabelle.

A sinistra il sabotier Roger Favre; al centro una donna al lavoro al telaio e a destra Claudio e Remo in cantina

Anche i coscritti del 1994/1995 in festa per la Veillà; al centro Joelle Horelie Erica e a destra la battitura delle castagne


lunedĂŹ 8 luglio 2013

13


14

lunedì 8 luglio 2013 tura Le Gordze du Terré. Costo: 30 euro. Prenotazione obbligatoria entro il giorno precedente.Tel.: 345.2106893.

LUNEDÌ 8 LUGLIO AOSTA

Ore 21.30-23.30: Teatro Romano, Théâtre et lumières, proiezioni ogni 30 minuti, ultima proiezione alle 23, gratuito. Ore 21: Théâtre de la Ville, Estate d’Essai, proiezione del film Nina. Costo: 6 euro.

GIOVEDÌ 11 LUGLIO AOSTA

Ore 17.30-18.30: Biblioteca Regionale, ora del racconto. Tel.: 0165274822. Ore 18.30: Spazio 4K in Rue Malherbes, 34, cine-concerto con il pianista, compositore ed arrangiatore valdostano Beppe Barbera dedicato al ruolo della musica jazz all’interno dell’immagine filmica. Prenotazione obbligatoria. Tel.: 0165 263554.

AYAS

Ore 10-17:Corso di arrampicata per bambini dai 6 ai 14 anni nelle falesie di Extrepieraz e Arnad. Costo 50 euro. Ore 15-17.30: Ufficio del Turismo di Champoluc, laboratorio per bambini dai 4 ai 12 anni “Facciamo volare la fantasia”, realizzazione di piccole mongolfiere. Tel.: 0165.306319.

BRUSSON

Ore 15-17:30: Località Laghetto, animazione lungo i Rûs per bimbi da 6 a 11 anni.

COGNE

Ore 17:30: per tutta la settimana in Piazza E. Chanoux, “Vivere la piazza, musica per degustare e condividere”, intermezzo musicale alla scoperta delle ricchezze culturali e tradizionali. Tel.: 0165.74835.

COURMAYEUR

Ore 18.00 Auditorium Scuole Elementari Anteprima Zephyr, Festival Internazionale di Musica da Camera 2013. Ore 21.00 Chiesa di San Pantaleone, concerto con musiche di Johan Sebastian Bach, Mozart: Clarinetto Quintetto in la maggiore, K. 581.

DONNAS

Ore 15-18: laboratorio per la realizzazione di un murale rivolto ai ragazzi dai 10 ai 18 anni. Costo: 10 euro per l’intera settimana. Informazioni: 0125/806508.

GRESSONEY-SAINT-JEAN

“Multiactivity Gressoney-Monte-Rosa” - Attività di più giorni per tutta la famiglia.Tel.:0125 366019 - 349 3674950.

LA SALLE

Ore 9-16:”Tutti sui pedali”, esperienza in mountain bike per bambini. Tel. 3478632466.

LA THUILE/ PRÉ-SAINT-DIDIER

Ore 8: Giornata intera di arrampicata a Courmayeur/Valgrisenche. Costo: 65 euro.Tel. 340.0700010-347.2778911.

SAINT-VINCENT

Ore 21-23: Le Terme in vetrina, esposizione dei trattamenti presso il nuovo Stabilimento Termale. Ingresso gratuito. Tel.: 0166 511223.

MARTEDì 9 LUGLIO

50° Giro ciclistico internazionale a tappe Valle d’Aosta

AOSTA

Ore 21: Théâtre de la Ville, Estate d’Essai, proiezione del film Nina. Costo: 6 euro.

AYAS

Ore 8.30-19: Gita in autobus di una giornata intera in Valle di Rhemes e al castello di Sarre. Costo: 15 euro (intero) e 8 euro (ridotto). Tel.:0125.306632

COGNE

Ore 9-17.30: Palestra di roccia e paleofrana a Lillaz. Ritrovo in piazza Chanoux. Rivolto a adulti e ragazzi a partire dai 7 anni. Prenota-

AYAS zioni entro le 12 del giorno precedente. Infor- quinta GiocAosta. mazioni: 0165 74835. Ore 21: Théâtre de la Ville, Estate d’Essai, proiezione del film Nina. Costo: 6 euro. LA SALLE Ore 9-16: Caccia al tesoro naturalistica per ra- Ore 21-23: Biblioteca Regionale, Conferenza d’estate “Sotto due cieli. Alla gazzi dai 7 ai 12 anni nell‘ambito del progetricerca di nuovi to “Una Montagna di avventure”. Tel.: mondi tra 347.8632466. Saint– NUS Ore 14.30-16: Laboratorio presso il planetario di Lignan per ragazzi da 10 a 15 anni alla scoperta dei pianeti del Sistema Solare. Costo: 5 euro. Tel.: 0165.770050. Ore 16.2023.30: Osservatorio Astronomico di SaintBarthélemy, visite guidate diurne e notturne dal martedì al sabato.Necessaria prenotazione.Costo: dai 3 ai 15 euro. Informazioni: 0165.770050. BarVALSAVARENCHE thélemy Ore 15:Bois de Clin, “Erbe in paradie le Canarie”. so”, visita guidata presso l’Azienda AgricoBRUSSON la da Emy, per scoprire la coltivazione di genepy e stelle alpine. Prenotazione entro il giorno Ore 15.30-17.30: Patinoire L’Etoile, corso di avvicinamento al pattinaggio. Costo: 10 eustesso. Tel.: 347.3716812. ro. Iscrizione obbligatoria presso l’ufficio del MERCOLEDÌ 10 LUGLIO turismo di Brusson entro le ore 17.00 di marANTEY-SAINT-ANDRÉ tedì 9 luglio. Ore 9.30-12: Area sportiva Déjanaz, attività per CHÂTILLON bambini da 3 a 7 anni “Sveglia con i pony”. Ne- Ore 15-16:30: Castello Baron Gamba, attività cessaria prenotazione. Tel.:339.8573137. laboratoriale per bambini dai 5 ai 12 anni inOre 14:30-17: Area sportiva Déjanaz, attività de- centrata sulla figura di Mirò e sulla tematica del dicata ai bambini dai 8 ai 14 anni “Horse ga- colore. Costo: 8-3 euro. Prenotazione obbligames”. Necessaria prenotazione. Tel.:339.8573137. toria. Informazioni: 0166.563252.

AOSTA

Ore 14-17: Museo archeologico regionale, visita guidata “Come allo specchio tra reale e immaginato, dalla preistoria a Guttuso”.Tel.: 3474240138 – 3408572556. Ore 19-22: Birrificio B63, aperitivo ludico tra dadi e stuzzichini per preparare l’arrivo della

COGNE

Ore 9-17.30: Palestra di roccia e paleofrana a Lillaz. Rivolto a adulti e ragazzi a partire dai 7 anni. Prenotazioni entro le 12 del giorno precedente. Informazioni: 0165 74835. Ore 15-16: piazza E.Chanoux, “I misteri del Dot-

tor Grappein”, visita guidata nel centro di Cogne. Costo: 5 euro. Informazioni 0165.74835. Ore 21: escursione serale alla scoperta di Cogne. Costo: 7 euro, gratuito fino a 10 anni. Prenotazione obbligatoria. Informazioni 348.2308967.

FÉNIS

Ore 10-17: Museo dell’artigianato valdostano di tradizione, atelier didattici per bambini da 3 a 12 anni. Costo: 5 euro. Informazioni 0165/763912.

GRESSONEY-SAINT-JEAN

Ore 9: Escursione di mezza giornata al rifugio Alpenzu. Costo: 7 euro. Prenotazione obbligatoria entro h 17,00 del giorno precedente telefonando al numero 340.9175734.

LA SALLE

Ore 9-16: Caccia al tesoro naturalisticostorica per bambini dai 4 ai 6 anni nell‘ambito del progetto “Una Montagna di avventure”. Tel.: 347.8632466. Ore 14.30-17.30: Laboratorio sull’acqua per bambini da 5 a 8 anni. Costo: 5 euro. Necessaria prenotazione.Tel.: 0165.1845115.

LA THUILE

Ore 21: Sala Manifestazioni Arly, conferenza “Le loup, le lynx, l’ours...et le gypaète?” a cura di Lorenzo Berguerand.

MORGEX

Ore 21: Tour de l’Archet, spettacolo con Carlo Pestelli e Marco Piccirilli nell’ambito di “Châteaux en musique”.

NUS

Ore 14.30-16: Laboratorio “Un grande girotondo per lo spazio” per bambini da 7 a 12 anni . Costo: 5 euro. Prenotazione obbligatoria. Tel.: 0165.770050.

PRÉ-SAINT-DIDIER

Ore 15: Giochi in acqua nella piscina di Pré. Prenotazione Obbligatoria presso la biblioteca.Tel.: 0165 87031.

SAINT-VINCENT

Ore 15: Il Cenacolo Italo Mus organizza una passeggiata a Saint-Vincent, dinorni chiesa e scavi romani. Ritrovo presso il Museo Mineralogico e Paleontologico.Tel.: 348 5190517. Ore 19: Terme, apericena a bordo piscina all’aperto. Prenotazione tavoli: 333 4951464 – 333 6645007.

VALSAVARENCHE

Ore 10.30-12.30: Alla scoperta del parco avven-

Ore 10-12: Lezione base di Nordic Walking. Costo: 5 euro. Tel.:0125.306632 Ore 21: Tensostruttura Champuluc, serata di musica con l’orchestra “LA STORIA”. Gita in autobus di mezza giornata al Forte di Bard. Costo: 8-6 euro.Tel.:0125.306632.

BREUIL-CERVINIA

“Le bivouac au Cervin”, quattro giorni di sport all‘ombra del Cervino, fino a domenica 14 luglio. Tel.: 3929053048.

BRUSSON

Ore 14.30: Escursione naturalistica al castello di Graines. Iscrizione gratuita ed obbligatoria presso l’Ufficio del Turismo di Brusson.

COURMAYEUR

Ore 21.15: Chiesa di S. Margherita Entrèves, Concerto Zephyr - Festival Internazionale di Musica da Camera.

ISSIME

Ore 21: Capannone in piazza, gara di scopa a baraonda. Tel.:348.27024.

MORGEX

Tour de l’Archet, convegno “Poesia e musica-dalla Francia all’Europa”. Terminerà sabato 13 luglio. Ore 9-16: Trekking nel Marais di Morgex per bambini dai 4 ai 6 anni nell’ambito del progetto “Una montagna di avventure”. Tel.:347.8632466.

NUS

Ore 14.30-16: Planetario di Lignan, laboratorio per bambini da 7 a 14 anni “le costellazioni sono mitiche”. Costo: 5 euro. Tel.: 0165.770050.

PRÉ-SAINT-DIDIER

Ore 15.50:Visita guidata al magazzino della Fontina e dagustazione. Prenotazione necessaria.Tel.:0165 87817.

SAINT-OYEN

Ore 9: Escursione giornata intera alla scoperta delle erbe spontanee commestibili. Costo: da 8 a 15 euro. Prenotazione obbligatoria . Tel.:0165.23952 - 335.6062076.

VALSAVARENCHE

Ore 15-18: Pomeriggio di socializzazione per tutti con mini-laboratorio (fiori di carta, lavori a maglia/uncinetto, giochi a carte…) a cura di Chabod Gabriella. Tel.: 338.3875314.

VENERDÌ 12 LUGLIO 2013 AOSTA

Ore 21:Théâtre de la Ville, Estate d’Essai, proiezione del film La città ideale. Costo: 6 euro.

ARVIER

Ore 19: Leverogne en musique (teatro, musica,


15

lunedì 8 luglio 2013 esposizione e degustazione). Fino al 13 luglio.

AYAS

Ore 9.30-11.30: laboratorio sui sabots per bambini dai 4 ai 12 anni. Costo 5 euro. Tel.: 0165.306319. Ore 14: Escursione di mezza giornata all’alpeggio Alpe Corneuil. Costo: 5 euro. Tel.:0165.306319. Ore 21: Tensostruttura Champuluc, teatro per bambini: La storia del principe e dell’aviatore. Tel.: 0125.306632.

BRUSSON

Ore 9-17: Animazione con carrozza e cavalli lungo il Ru. Costo: 5 euro. Iscrizione obbligatoria presso l’Ufficio del Turismo di Brusson. Ore 15.30-17.30: Laboratorio per bambini da 4 a 8 anni “Ssssss..Si pesca!”. Costo: 5 euro. Tel.: 0165.33352.

CHAMPORCHER

Ore 18:Inaugurazione della mostra fotografica “Riflessi”. Termina venerdì 19 luglio.

COGNE

Ore 13.45-17.30: Escursione di mezza giornata “Il sentiero natura”. Costo: 12 euro. Tel.: 0165.74835. Ore 14: Escursione di mezza giornata “Vita d’altri tempi”. Costo: 7 euro. Prenotazione obbligatoria. Tel.: 348.2308967. Ore 14.30-16: Laboratorio sulla musica al Giardiono Botanico Alpino Paradisia per bambini da 6 a 11 anni. Costo: 5 euro. Prenotazione obbligatoria entro le ore 12.00 dello stesso giorno. Tel.: 0165.75301.

Ore 21: Mountain Film Forum presso il centro Ore 21: Sala consiglio comunale, conferenza “Cocongressi, proiezione filmato e piccola pièce me aquile sul Cervino” con Cesare Balbis. teatrale a tema. Tel.: 345 7398998. COURMAYEUR SABATO 13 LUGLIO Ore 10-13: Giardino Botanico Alpino Saussurea, laboratorio per bambini da 5 a 8 anANTEY-SAINT-ANDRÉ ni “Bottini e bottinatori”. Costo: 5 euro.Tel.: Ore 20.30-22.30: Biblioteca, incontro con Coco 0165.1845115 Cano, artista Uruguayo, nell’ambito delle inizia- Ore 21:Cinema Palanoir, Gran Galà di chiusutive legate alla mostra Le filastrocche dei colo- ra della VIII edizione di Courmayeur in Danri. Tel.:0166.548450. za e “Ai piedi del Monte Bianco”, rassegna di scuole di danza. AOSTA Ore 14-17: Museo archeologico regionale, vi- Festa Patronale di Dolonne dedicata a San Besita guidata “Come allo specchio tra reale e nedetto. immaginato, dalla preistoria a Guttuso”.Tel.: DONNAS 3474240138 – 3408572556. Ore 15.30-17.30: Laboratorio di prerarazione biOre 17-19: Biblioteca, cinema per ragazzi. Tel.: scotti per bambini da 4 a 8 anni. Costo: 5 eu0165274822. ro. Tel.: 0165.33352. Ore 21:Théâtre de la Ville, Estate d’Essai, proie- ÉTROUBLES zione del film La città ideale. Costo: 6 euro. Ore 16: Saletta comunale di Piazza Chanoux, Ore 21: Cittadella dei Giovani, finale della quar- inaugurazione della mostra personale di Emilie ta edizione del Music Does Festival. Munier di disegni a matita e carboncino.

AYAS

Fine settimana dedicato alla scoperta del Fitwalking. Ore 21:Tensostruttura Champoluc, serata in musica: Junior Band.

BARD

BIONAZ

Ore 7.30:Escursione giornata intera al rifugio Monzino. Costo: 80 euro. Informazioni: 0165.842064. Ore 21.15: Jardin de l’Ange, concerto Zephyr Festival Internazionale di Musica da Camera. Ore 10-17: Museo dell’artigianato valdostano di tradizione, atelier didattici per bambini da 3 a 12 anni. Costo: 5 euro. Informazioni 0165/763912.

CHALLAND-SAINT-ANSELME

FÉNIS

ISSIME

Ore 20.30: Padiglione in piazza, gran fritto misto di pesce. Prenotazioni entro il 10 luglio al numero telefonico 349 1314549.

MORGEX

Ore 18: Tour de l’Archet, inaugurazione della mostra “Brassens ou la liberté”. Terminerà lunedì 30 settembre.

PERLOZ

Ore 20: Loc. Marine, inizio della 38ª Fehta dou pan ner (Sagra del pane nero). Grigliata.

POLLEIN

Ore 19: Camping Les Iles, V Festa del pesce

SARRE

Ore 20.30-24: Piazzetta”Espace La Turbie”, rassegna di fisarmoniche e di musiche tradizionali aperta a tutti, professionisti ed amatori.

TORGNON

Ore 21: Palastra delle scuole elementari, giovani talenti al pianoforte: “note ed emozioni”.

VALSAVARENCHE

Ore 21:Centro visitatori Riserva del Mont Mars, presentazione del libro Erbario della Valle d’Aosta con Alexis Betemps.

GABY

Ore 21.15:Concerto di inaugurazione della FiScuderie del Forte, “Legningegno”, giochi di larmonica “Regina Margherita” di Gaby e Sosocietà giganti messi a disposizione di bam- cietà Filarmonica di Verrès nell’ambito della bini e adulti. XVIII^ Estate musicale. Ore 14-18:Campo sportivo, pomeriggio di divertimento per persone dai 6 ai 96 anni con Luca Nardi (esperto in attività ludico-motorie con un approccio etico). Tel.: 0165.730959. Ore 18.10-19.10: Campo sportivo, ora di meditazione e yoga.Tel.:0165.730959. Ore 14.30: LiberalaMente al rifugio Crête Sèche - week end in montagna per bambini. Tel: 0165.730030.

COURMAYEUR

FONTAINEMORE

GRESSONEY-SAINT-JEAN

Ore 18-21:Piazza Umberti I, “Walser Nacht” : serata di musica e folklore.

INTROD

Ore 21.15: Castello, Concerto Zephyr International Music Chamber.

LA MAGDELEINE

Ore 9: Raduno di mezzi militari storici Valle d’Aosta 2013 “Dal Col Portola allo Zerbion”. Anche domenica 14 luglio. BRUSSON Ore 16: Laboratorio per bambini da 6 a 12 anOre 10-16: Una giornata intera all’alpeggio Cre- ni dal tema “Mostriciattoli tridimensionali”. spin con degustazione prodotti. Costo: 7 euro. Tel.: 0166.548274. Tel.: 0165.34510. Ore 21: Serata danzante.

CHAMOIS

LA SALLE

Ore 18: Plan Belle Crête, concerto di Max Gazzè nell’ambito di Musicastelle Outdoor.Gratuito.

LA THUILE

Ore 19: Forno Fraz.Corgnolaz, pizzata in com- Ore 21: Sala Manifestazioni Arly, serata danpagnia. Tel.:348.2466291. zante con Lauro e la sua fisa.

CHAMPDEPRAZ

MORGEX

Ore 20: Rifugio Barbustel, concerto della Fi- Ore 21:Auditorium, serata di musica e proiezioni larmonica di Montjovet per la festa del La- con Franco Fabbri ed Enrico de Angelis . go Bianco.

NUS

CHÂTILLON

Ore 15-19.30: Prioezione di “Viaggi virtuali nel Ore 14-15.30:Castello Baron Gamba, attività per cosmo” al Planetario di Lignan. bambini dai 6 ai 12 anni “Una squadra in gam- Ore 20: Festa per i 354 anni del Santuario di ba”. Costo: 3 euro. Tel.: 0166 563252. Cuney. Termina domenica 14 luglio. Ore 15.30-17:Castello Baron Gamba, attività per famiglie con bambini dai 6 ai 12 anni “La sfida”. PERLOZ Ore 19: Loc. Marine, 38ª Fehta dou pan ner (SaEntrambi i laboratori anche domenica. gra del pane nero). Pizzata.

COGNE

Ore 15: Escursione di mezza giornata alla scoperta della piante officinali. Costo: 10 euro. Informazioni: 348.2308967. Ore 15-17: Visita di Cogne e dei suoi monumenti. Costo: 5 euro. Prenotazioni entro le ore 18 del giorno precedente. Informazioni: 0165.74835

estate

Attivo il servizio di assistenza ai turisti fino al 16 agosto aosta - Anche quest’anno, nel periodo estivo, l’azienda Usl ha attivato il servizio di medicina di base a favore di turisti e villeggianti, italiani e stranieri. Il servizio è esteso anche ai lavoratori stagionali. Queste le sedi in cui saranno operativi i medici per i turisti: Courmayeur, Morgex e La Salle, La Thuile; Villeneuve, Cogne,Aosta, valli di Valtournenche, Ayas, Champorcher, Gressoney. I medici eseguono le visite ambulatoriali e domiciliari a scopo diagnostico e terapeutico, svolgono prestazioni ambulatoriali, rilasciano prescrizioni farmaceutiche, richiedono all’occorrenza esami specialistici, formulano proposte di ricovero e rilasciano certificazioni di malattia secondo le normative vigenti. E’ prevista una partecipazione alla spesa da parte degli utenti, così stabilita: 11 euro per prestazioni individuabili come atti medici ripetitivi (controllo pressione arteriosa, ripetizione ricetta medica); 16 euro per visita o prestazione ambulatoriale; 26 euro per visita o prestazione domiciliare. E’ obbligatorio il rilascio di regolare ricevuta fiscale. Il turista o il villeggiante potrà richiedere il rimborso alla Asl di appartenenza. L’attività sarà garantita dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 20, mentre l’assistenza notturna, prefestiva e festiva è affidata ai medici di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) e a quelli dell’Emergenza Territoriale. Entrambi vengono attivati componendo il numero telefonico 118. La tabella di sedi, orari e numeri telefonici del servizio di assistenza medica ai turisti è pubblicata sul sito internet dell’Azienda USL www.ausl.vda.it (in home page). Foto: sci estivo a Cervinia

POLLEIN

Ore 12 e 19: Camping Les Iles, V Festa del pesce

PONTBOSET

Ore 9-19:Piazza Don Germano Bois, scultura dal vivo nei 4 Comuni.

PRÉ-SAINT-DIDIER

Ore 10: Palestra suole elementari, inaugurazione dell’11^ Mostra dei trofei di caccia della Valdigne. Ore 14.30: Rafting e grigliata in riva al fiume. Costo: 65 euro.Tel.: 0165 87677 - 335 8114734. Ore 16: Caccia al tesoro per bambini e ragazzi. Ritrovo presso la biblioteca. Tel:0165 87031.

Ore 18: Jardin de l’Ange, Concerto Zephyr - Festival Internazionale di Musica da Camera.

DOUES

Ore 9:TheaTrekking: Il Ru nella Montagna. Costo: 11 euro. Tel.: 338 4530940.

GABY

SAINT-VINCENT

Corsi e eventi musicali nell’ambito della XVIII^ Estate Musicale. Termineranno sabato 20 luglio. Banda musicale tel. 347 6939657.

TORGNON

Ore 9: XX Trofeo comune di La Magdeleine gara di bocce.

VALGRISENCHE

Ore 14.30-17.30: Giardino Botanico Alpino Chanousia, laboratorio per bambini da 5 a 12 anni. Costo: 5 euro. Tel.:0165.1845115. Ore 21:Sala Manifestazioni Arly, “Il Regio Itibnerante”, concerto.

Ore 21.30-23.30: Centro storico, caccia al tesoro dedicata alla magia. Tel.: 0166 522521. Ore 9.30-18.30: Agriturismo Boule de Neige “L’incantesimo dell’incontro”, percorso per coppie. Costo 80 euro.Tel.:328.1272841. Ore 18: Sala polifunzonale, presentazione del libro “Valgrisenche, nel silenzio del ricordo”.

VALSAVARENCHE

Ore 10: Valsavarenche & dintorni, escursione “assaggi di natura 100% protetta”. Tel:339 89 09 283 oppure 347 37 16 812. Ore 21: Montagne aux livres - Storie di donne ai piedi delle montagne. Esperienze di Eloise Barbieri. Domenica canyoning nel parco le Gordze du Terré. Tel.: 0165 905505 - 347.3205110 – 392.3538328.

VALTOURNENCHE

Ore 19: Area verde del Lago di Maen,”La feta du bulì”- Sagra del bollito misto con serata musicale e fuochi pirotecnici.

DOMENICA 14 LUGLIO ANTEY-SAINT-ANDRÉ

Ore 10:”Olympic Dream Team” - II edizione, giochi aperitivo e prove di abilità.

AOSTA

Ore 9.30-18.30:Portici di Piazza Chanoux,”Lo Tsaven”,mercato di prodotti alimentari biologici e tradizionali. Ore 21:Théâtre de la Ville, Estate d’Essai, proiezione del film La città ideale. Costo: 6 euro.

LA MAGDELAINE LA THUILE

NUS

Ore 14.50-23.30: Visite guidate diurne e notturne all’osrrvatorio di Saint-Barthélemy e prioezioni al Planetario. Costo: 5-15 euro. Necessaria prenotazione. Tel.: 0165.770050.

PERLOZ

Ore 10: Loc. Marine, 38ª Fehta dou pan ner (Sagra del pane nero). Infornata di pani, messa, a seguire pranzo e nel pomeriggio musica con gli Chemin de Fer.

PILA

Ore 15: Lago di Chamolé, concerto di Raphael Gualazzi nell’ambito della manifestazione Musicastelle Outdoor.

POLLEIN

Ore 12: Camping Les Iles, V Festa del pesce

SAINT-CRISTOPHE

Ore 15.30-17.30: Giochi tradizionali rivolti ai bambini da 4 a 8 anni. Costo: 5 euro. Necessaria prenotazione.Tel.: 0165.33352.

SAINT-VINCENT

ARNAD

Ore 9-18: II° Raduno delle Lambrette in Valle d’Aosta.

Terme, cena a lume di candela con Alfredo Nocera. Costo: 30 euro.Tel.: 0166 511223.

TORGNON

Ore 10.30:Festa dei cacciatori alla Cima Bianca. Ore 14: Palestra delle scuole elementari, concerto finale con gli allievi del corso di pianoforte e musica da camera.

AYAS

Ore 21: Tensostruttura Champoluc, serata di musica con il coro Grand Combin.

VALSAVARENCHE

CHAMOIS

Ore 9-18:Atelier degli artigiani, nell‘arco della giornata esposizione e vendita dei prodotti

Ore 16-19: Centrale di Maen, aperutra della mostra “Oltre il Cervino”. Terminerà domenica 15 settembre.

CHAMPORCHER

VALTOURNENCHE

Ore 10-18:Manifestazione con narrazioni e teatro dedicata ai più piccoli. COURMAYEUR.

Ore 9: 4° Retrom o b i l e Te l . : 0 1 6 5 364561/333.2374523.

■ eventi / Primo appuntamento sabato 13 a Brusson

Torna Alpages ouverts aosta -La quattordicesima edizione di Alpage ouverts si aprirà all’alpe Crespin di Brusson sabato 13 luglio che offre un ampio panorama sulla Val d’Ayas e ospita 110 mucche da latte; i padroni di casa offriranno prodotti come la fontina, la brossa, il seras e il burro. L’iniziativa è nata nel 2000 con l’obiettivo di promuovere i prodotti caseari di alta montagna. Gli alpeggi, negli anni, si sono evoluti riuscendo però a ottenere ancora un prodotto semplice e sano grazie all’ambiente, all’animale allevato e al tipo di gestione della mandria. Il latte, inoltre, viene lavorato sul posto e la microflora batterica si sviluppa naturalmente conferendo al prodotto finale un aroma molto particolare. In queste giornate il visitatore potrà conoscere e sperimentare la vita d’alpeggio. Il programma prevede, a partire dalle ore 10, alcuni laboratori e percorsi tematici per osservare da vicino l’allevamento dei bovini, la mungitura, la trasformazione del prodotto e molto altro. Intorno alle ore 13 è possibile, inoltre, degustare le produzioni dell’alpeggio in questione. Nel secondo appuntamento si va nell’alpeggio Plan Veny di Courmayeur, proprio ai piedi del Monte Bianco, punto di partenza per le più importanti vie

alpinistiche. Le rendezvous è in calendario per il 1 agosto 2013 e la struttura ospita 130 capi in latta-

zione, tutti di razza camosciata delle Alpi e i prodotti presenti sono il latte che è conferito al caseificio Pa-

Regione

Flash

Un veterinario per gli animali selvatici E’ aperto l’avviso pubblico concernente Indagine di mercato per l’affidamento del servizio medico veterinario della durata di due anni per la cura e la riabilitazione degli animali selvatici rinvenuti feriti o malati. L’avviso è finalizzato all’individuazione di operatori, in possesso dei requisiti necessari, per l’affidamento mediante cottimo fiduciario del servizio. Non sarà redatta, pertanto, alcuna graduatoria delle domande pervenute, né sarà attribuito alcun punteggio alle stesse. Coloro che presenteranno la manifestazione di interesse saranno invitati alla successiva procedura negoziata. L’avviso è pubblicato sul sito internet della Regione www.regione.vda.it, percorso Bandi di gara – Indagini di mercato – Regione. Il termine per la presentazione delle domande scadrà alle ore 12 di lunedì 15 luglio 2013.

nizzi di Courmayeur per la trasformazione in formaggi, stagionati e ricotta. Il 4 agosto è la volta dell’alpage La Manda di Dragon di Valtournanche che ospita 25 vacche, 10 manze, 6 vitelli, 20 capre e 20 asini. I prodotti presenti sono il latte bovino che viene conferito al caseificio Valle del Cervino dove viene trasformato in fontina, brossa, seras, burro e formaggio. L’alpeggio si raggiunge con l’ovovia e il costo per il biglietto di andata e ritorno è di sette euro. Il 13 agosto tocca l’Alpage Croux di La Magdeleine ospitare la manifestazione. In posizione panoramica sulle vallate di Torgnon e Antey-Saint-André ospita 40 bovine e 17 vitelli. Il latte prodotto viene conferito e trasformato dalla Cooperativa Latte di Chaâtillon in fontina, burro, formaggio, brossa e seras. L’ultimo appuntamento con Alpages ouverts è previsto per il 24 agosto nel comune all’alpe Seyvaz gestito dalla famiglia Brillo fin dal 1996 che sfrutta i pascoli da inizio giugno fino agli ultimi giorni di ottobre. Il latte prodotto da oltre cento vacche viene lavorato direttamente in alpeggio e trasformato in fontina, formaggio, ricotta e brossa. ■ giu.an.


regione

16

lunedì 8 luglio 2013

■ le maturità / Chi ha superato brillantemente l’esame di Stato

Ecco i ragazzi da 100 Al Liceo classico le eccellenze sono donna: in sette con il massimo punteggio aosta - Giada Cordì, Lavinia Ferretti, Federica Maresca, Greta Mesiano, Ilaria Chiarella, Elena De Vito, Elisa Gandolfi del liceo classico; Pietro Maria Bonetti, Eugenio Clerico, Federica Mus, Anna Roux del liceo scientifico Bérard; Silvana Favre dell’istituto regionieri; Stefano Pillon del liceo scientifico di SaintVincent, Anna Covolo dello scientifico di Pont-Saint-Martin sono i primi maturi da cento. Iniziamo a pubblicare le interviste le interviste che abbiamo fatto loro. Pietro Maria Bonetti vive a Gignod con i genitori e le due sorelle più piccole Laura e Marta. «Ho studiato tutto l’anno quindi per l’esame ho semplicemente dovuto riprendere in mano il mio lavoro. Ero sicuro delle mie conoscenze e qualsiasi risultato avessi ottenuto sarei stato soddisfatto», spiega Pietro che ha frequentato il liceo scientifico E.Bérard, indirizzo PNI. Il giovane ha molte passioni: suona la tromba nell’ensemble musicale Aosta Marching Band”, gioca a calcio nella squadra del Grand Combin, viaggia spesso in moto ma soprattutto è appassionato di storia dell’Oriente e Medio Oriente. La scorsa estate, infatti, è stato in Israele. Quest’anno le vacanze le passerà a studiare in vista del test d’ingresso alla Normale di Pisa. Federica Mus lascia il liceo scientifico con la soddisfazione di aver terminato il suo percorso di studi superiori con l’eccellenza. «E’ sta-

Pietro Maria Bonetti, del Pni, Federica Nus, liceo scientifico, e Elena Di Vito, Classico

ta una grande sorpresa - confessa -, questo è per me un momento di grande cambiamento, la fine di una fase della vita e l’inizio di una nuova che da mesi ormai sto immaginando e che ho usato come obiettivo per riuscire a dare il massimo». Il prossimo anno scolastico frequenterà i corsi di ingegneria della produzione industriale a Torino. Dopo un anno di esperinza torinese concluderà il ciclo di studi a Barcellona. La sua tesina trattava dell’influenza che la cultura ha sul modo di fare buisness concentrandosi sul confronto fra il mondo del buisness americano e quello cinese. Elena De Vito è solo una delle studentesse del liceo classico di Aosta che si sono distinte per l’eccellente esito del loro esame di maturità. La sua tesina tratta il tema della manipolazione del pensiero e delle emozioni nelle società disto-

piche dei romanzi della letteratura inglese. «Il nucleo della tesina - spiega Elena - tratta di come la manipolazione del pensiero e delle emozioni può portare a società idealmente perfette ma, allo stesso tempo, a trasformare radicalmente l’uomo privandolo del pensiero critico. Ciò che mi ha spinta ha sceglere quest’argomento è il fatto che non avendo studiato inglese durante il mio percorso scolastico volevo cimentarmi in una tematica che non conoscevo affatto». Nel tempo libero ama dedicarsi alla danza e allo studio della chitarra. Sulla scelta dell’Università è ancora un po’ titubante ma, ci dice: «Penso che opterò per una facoltà di Giurisprudenza o una ad ambito scientifico». ■ s.n. ■ giu.cu.

scuole medie

Filippo Girardi e Hélène Dotti sono gli studenti 10 e lode dell’Enaudi aosta - Il quattordicenne Filippo Girardi (foto a fianco), residente ad Aosta con mamma Elena e papà Corrado, rappresenta uno dei due dieci e lode vantati dalla scuola media Luigi Einaudi. Nel tempo libero ama destreggiarsi tra i tornei di tennis e gli allenamenti di atletica. «Utimamente mi sto appassionando anche alla programmazione», aggiunge. E per quanto riguarda le vacanze estive? «Le trascorrerò a Varazze e in Grecia con la mia famiglia, in seguito parteciperò a una vacanza studio in Inghilterra organizzata dalla mia scuola». La sua passione per le materie scientifiche, in particolare per la matematica, lo ha portato a indirizzare la scelta della scuola superiore verso il liceo scientifico E.Bérard. Non si aspettava affatto che avrebbe ottenuto una valutazione così alta ma, confessa «ho affronatato l’esame cercando di dare sempre il massimo». Helène Dotti (foto a fianco), come Filippo, lascia la scuola media di primo grado al massimo. Ha 14 anni è figlia unica e vive ad Aosta con la mamma Gabriella. «Il prossimo anno mi sono iscritta al liceo classico XXVI febbraio perché le mie materie preferite sono italiano e francese», racconta Helène che pratica ginnastica artistica e nel tempo libero ama leggere. Alla domanda: Progetti per l’estate? Ha risposto: «Verso la metà di luglio parto per la Spagna con alcune mie amiche e in seguito sarò in Sardegna, mentre agli inizi di settembre farò un viaggetto in Canada con mia madre». Helène ha confessato che non si aspettava di ottenere un voto così alto all’esame, nonostante le eccellenze prese durante l’anno scolastico. ■ giu.cu. ■ giu.ar.

Risultati scolastici: ecco gli studenti più brillanti della regione aosta - Pubblichiamo gli ultimi risultati degli studenti che hanno sostenuto la prova di terza media con voto pari o superiore a 8. Di seguito anche i nomi degli studenti meritevoli dell’Institut Agricole, dell’istituzione scolastica di istruzione tecnica di Aosta (Ragioneria) e delle classi mancanti del liceo Binel Viglino di Saint-Vincent e Pont-Saint-Martin. Iniziamo la pubblicazione dei nomi degli studenti che hanno affrontato la maturità superandola con un punteggio pari o superiore a 80/100. ISTITUZIONE SCOLASTICA EUGENIA MARTINET 3A: Alessandro Collura 8, Ilaria Malesan 8, Arianna Rogolino 8, Alice Sartore 8, Teodoro Berzieri 9, Giorgia Larosa 9, Andrea Franzoso 10, Marina Tartarone 10 3B: Chiara Ferrari 8, Fabio Moret 8, Erika Podda 8, André Podio 8, Rosario Piero Saporito 8, Arianna Viatale 8, Santino Grosso 9, Pietro Mirabello 9, Lorenzo Vercellino 9, Alessia Agostinelli 10 3C: Lorenzo Canini 8, Lorenzo Casarotto 8, Daniele Faedi 8, Samuele Frediani 8, Joseph Lillaz 8, Asia Moscato 8, Francesco Cossard 9, Alessia Giovinazzo 9, Martina Mladenic 10 3D: Alessandra Coppes 8, Johann De La Pierre 8, Mathieu Dublanc 8, Paola Feder 8, Alessandro Goi 8, Matteo Milliery 8, Federica Pasquariello 8, Christian Spinella 8, Alice Plebs 9, Didier Cuneaz 10, Alessia Mazzon 10, Lorena Pia Padalino 10 ISTITUZIONE SCOLASTICA LUIGI EINAUDI 3A: Lucrezia Buschino 9, Niccolò Cantele 10, Silvia Chasseur 8, Corinne Cornaz 8, Marie-Claire Corradino 8, Filippo Girardi 10 con lode, Alessandro Longo 8, Chiara Silvestro 8, Emiliano Vuillermoz 9 3B: Laurent Diemoz 9, Elisa Distasi 9, Lapo Lucio Ferretti 8, Lorenzo Gallo 8, Sophie Grange 8, Aurora Lanaro 8, Federico Louvin 9, Emanuele Mazzocchi 8, Francesca Mus 10, Manuela Tripodi 8 3C: Asja Amail 9, Paolo Bigiarini 8, Helene Bringhen 9, Sofia Colombini 8, Bartolo Daniel Iamonte 8, Danuiela Ismail 8, Alice Jacquemet 9, Francesca Liporace 9, Lorenzo Oberto 8, Ludovico Rebecchi 8, Nathalie Roveyaz 8 3D: Eleonora Giulia Berno 10, Helene Dotti 10 con lode, Carlotta Franco 10, Emanuele Linty Blanchet 9, Marina Massone 10, Beatrice Nuvolari 10, Miriam Papandrea 8, Lorenzo Sciacqua 9, Martina Ullasci 9 3E: Diego Anzeloni 8, Gabriele Battisti 8,

Laura Benzo 9, Giulia Borra 10, Lorenzo Di Vona 9, Sara Fristachi 8, Helene Leon 8, Leonardo Enrico Lotto 9, Chiara Miodini 9, Tommaso Rossin 9, Eleonora Scapillato 8, Giancarlo Schiagno 8 ISTITUZIONE SCOLASTICA LUIGI BARONE 3A: Giulia Chouquer 8, Francesco Ferrero 8, Aleaddine Jdidi 8, Jessica Joly 9, Luca Vitello 9 3B: Sylvie Borettaz 9, Stefania Cout 8, Alex Ferrante 9, Céline Janin 8, Marco Pallavicini 9, Simone Petroz 8, Maria Luca Rocco 8, Serena Torreano 8, Domenico Venturella 8, André Vuillermin 9 3C: Marisol Cretier 8, Serena Francisco 10, Giorgia Giacobbe 9, Fulvio Joly 8, Matteo Joly 8, Costel Dinu Streanga 8. Jacopo Su Sbenso 8 3F: Valérie Bechaz 8, Bergeuet Astrid 8, Andrea Bruni 8, Demoz Nathalie 8, Corinne Prato 9, Henri Vacquin 10, Marléne Viquery 9, Céline Voulaz 9, Émilie Voulaz 9 3G: Alice Agnesod 10, Cedric Christille 9, Beatrice Favre 9, Nicole Favre 9, Amy Obert 9, Ilaria Perret 9, Narjis Touaj 8 ISTITUZIONE SCOLASTICA MONT ROSE B 3A: Giacomo Fresc 8 3A MORGEX: Vivien Bovard 8, Robert Casian Movila 8, Sylvie Quinson 9, Martina Ravello 9, Leonardo Salaris 8, Giulia Salluard 8 ISTITUZIONE SCOLASTICA VALDIGNE MONT BLANC 3B Morgex: Rebecca Glarey 9, Charlotte Lumignon 9, Giulia Netto 8, Miriana Sbalchiero 8 3C Morgex: Davide Carradore 8, Giada Crema 8, Hervé Donnet 8, Nicole Andrea Mazzoli 9, Davide Melchiorre 8 3A Courmayeur: Alice Abbruz-

zino 8, Riccardo Giacomo Ferrari 8, Teresa Nelva Stellio 8, Sebastian Antonio Rojas Sanchez 8, Vincenzo Daniele Sangineto 8 3B Coumayeur: André Alliod 9, Luca Angelini 8, Claudia Colpo 9, Laura Filip 8, Laura Pisano 9, Giulia Zambotto 9 ISTITUZIONE SCOLASTICA MARIA IDA VIGLINO 3E: Nicolò Benech 9, Denise Chabod 8, Alice Devizzi 9, Guillaume Gerbelle 9, Lorenzo Munari 8, Federica Rocca 8 ISTITUZIONE SCOLASTICA DI ISTRUZIONE TECNICA 1A amministrazione, finanza e marketing: Serena Michielin 8.3 1A amministrazione, finanza e marketing (serale): Enzo Pont 8.2 1B costruzioni, ambiente e territorio Xavier Donzel 8.6, Stefano Ricci 8.2 2A amministrazione, finanza e marketing: Serena Cuignod 8.2, Ilaria Joly 8.2 2A informatica e telecomunicazioni: Robert Ovidiu Ciubottariu 8.6, Lorenzo Guatteri 8 3A amministrazione, finanza e marketing: Federica Cosentino 8.1, Luca Preyet 8.3 3B amministrazione, finanza e marketing: Chantal Cuc 8.4, Greta Garino 8.4 3A costruzioni, ambiente e territorio: Marco Chateau 8.3, Marco Guala 8.4 3B costruzioni, ambiente e territorio: Jean-Marc Perrier 8.1 3A informatica: Francesco Rey 8.4 4A geometri: Chiara Gaspard 8.1, Elisa Ferraro 8.2 4B geometri: Michele Aiello 9.1, Andrea Fonte 9.1, Alessandro Vaccaro 8.7 4A progetto sirio: Antares Fontanine 9.1, Nadia Galuppo 8.1, Sandra Letey 8.1, Marcella Mantova 8.3, Girolama Rao 8.6, Maria Rosa Tedesco 9.1 4B progetto programmatori: Silvia Barbero 8.2, Luca Fiou 8.5, Azim Savioz 8.7 4A programmatori: Alberto Gallo 8.2

INSTITUT AGRICOLE 1A: Martina Dondeynaz 8.2, Elisa Voulaz 8.4 2A: Michel Bovard 8.4 ISITP PONT-SAINT-MARTIN Operatore meccanico: Alexander Felderer 8.1 4 Economico aziendale: Emiliana Enrico 8, Sergio Ronc 8 ISTITUTO TECNICO DEL SETTORE ECONOMICO 1A:Silvia Balestrini 8.8, Alessandra Bramante 8, Marica Vesco 8 LICEO SCIENTIFICO SAINT-VINCENT 4B: Silvia Gaspard 8, Martina Rossero 8.3 2B:Nicole Chatrian 8, Jean Marc Cugnod 8.2 ISTITUZIONE SCOLASTICA CORRADO GEX 5A Tecnico dei servizi sociali: Martina Cacciatore 91, Giulia Lumicisi 91, Frédy Pascal 98, Giuliana Ruscica 83 5A Tecnico delle industrie elettriche: Andrea Bosco 96, Giuseppe Manuel Cipollone 83, Matteo Roppa 80 5A Tecnico della gestione aziendale informatico: Elena Bogino 90, Mathias Lucianaz 80 5A Tecnico dei servizi turistici: Martina Del Col 82, Alessia Grange 80, Didier Vection 80 5A Tecnico del mobile e dell’arredamento: Stefano Carrel 83, Federico Di Francesco 80, Fabrizio Neyroz 92 5A Tecnico dei sistemi energetici: 5 A: Samuele Grange 81, Davide Iamonte 87 LICEO SCIENTIFICO TECNOLOGICO 5A: Debora Ascienzi 91, Annie Bionaz 80, Nicole Borre 80, Mathieu Dufour 82, Luca Peraga 88 5B: Valérie Orsières 85 LICEO SCIENTIFICO PNI 5 A: Lorenzo Capra 80, Alex Giovinazzo 84, Federico Lunardi 82, Ginette Siani Nebua 95, Jacopo Tarello 92, Anna Vinante 88 CLASSICO ORDINARIO III A: Cecilia Bartolini, 83, Joelle Lucianaz 98, Stefano Mala-

crinò 93, Davy Marguerettaz 87, Marta Riva Rivot 84, Ilaria Chiarella 100, Elisa Gandolfi, Elena De Vito III B: Silvia Borriello 83, Martina Pastore 87, Caroline Voulaz 88, Giada Cordì 100, Lavinia Ferretti 100, Federica Maresca 100, Greta Mesiano 100 CLASSICO INDIRIZZO LINGUISTICO 5C: Federica Auletta 84, Valentina Cortese 82, Benedetta Gal 86, Francesca Lattanzi 85, Martina Tantari 80, Martina Torrione 86, RAGIONIERIA IGEA SERALI 5A: Rita Baggio 81, Massimiliano Gianchini 80 RAGIONIERIA IGEA 5A: Laurent Barmaverain 87, Jordy Bollon 91, Giuseppe Ciriaco Cairo 90, Nadine Charbonnier 87 VERRES LICEO SCIENZE SOCIALI 5ªA: Alessia Annovazzi 83, Sara Jaccond 93, Jessica Lodo 85, Francesca Sassi 97 5C: Lorenzo Vaj Piova 80 SAINT-VINCENT LICEO SCIENTIFICO 5B: Ioan Lakatos 92, Vittoria Perseghin 89, Stefano Pillon 100, Sara Simonetti Cretier 91, Mirko Zafferetti 82 PONT-SAINT-MARTIN SCIENTIFICO 5ª A: Ludovica Blasi 80, Anna Covolo 100, Nicol Perronet 87 LICEO TECNICO TURISMO BINEL VIGLINO 5A: Anthony Brunod 92, Elisa Buschino 82, Eva Lateltin 90, Denis Vallet 80 LICEO LINGUISTICO BINEL VIGLINO 5B: Chiara Villermoz 83, Nicol Salto 87, Nicola Rolland 88, Cristina Pietro Paolo 100, Sonia Giancono 82, Vanessa Clapasson 85 COURMAYEUR LICEO LINGUISTICO 5A: Ingrid Dayné 84, Lorenzo Domaine 82, André Grange 80, Luna Soraya Lucchetti 90, Cesare Rey 82, Francesca Sergi 87


e c o n o m i a & l avo ro

lunedì 8 luglio 2013

17

■ commercio / Da sabato 6 luglio sono partite le svendite di fine stagione

Scaffali carichi di merce invenduta, saldi al via Commercianti perplessi: «L’estate non è praticamente iniziata e già saldiamo la merce»

Laura Zanetta Pierluigi Casagrande Pelletterie Zanetta

di Laura G. VINAJ AOSTA - Il calendario comunica che siamo in piena stagione anche se il meteo non sembra confermare e, per la legge, invece, l’estate è già finita. Sono iniziati sabato i saldi di fine stagione con scaffali piuttosto carichi di merce invenduta. «Il tempo decisamente non ha invogliato a rinnovare il guardaroba - dice Matilde Canonico della boutique Canonico e Vacchina di Aosta. - La crisi, poi, ha fatto il resto: anche l’abbigliamento da cerimonia e quello primaverile, più pesante e adatto al tempo di questa stagione pazza, non si sono venduti gran che». Stesso discorso per le calzature «La richiesta è andata su qualche scarpa chiusa mentre i sandali sono rimasti tutti qui - conferma Silvana del negozio Calzature Careri -. Anche i turisti che sono parte della nostra clientela, non si sono praticamente visti, per ora». Per Lucia Lo Magno di Jathikai, al secondo anno di attività, i saldi estivi si aprono con parecchio abbigliamento invenduto. «L’anno scorso si è lavorato meglio - dice -, forse ha inciso anche la novità del negozio appena aperto. In generale, comunque, le vendite nel 2012 sono state distribuite in maniera più

Matilde Canonico

Lucia Lo Magno Jathikai

Adriana e Giada Ciprietti Bisbigli store

equilibrata». «Credo che siano da rivedere le date dei saldi commenta Laura Zanetta dell’omonima pelletteria -. In realtà come le nostre, condizionate da un

clima capriccioso, è possibile che l’estate si faccia vedere solo a luglio, proprio come quest’anno in cui non c’è stata richiesta di prodotti tipicamente estivi e adesso è già ora di

saldarli». Dello stesso avviso anche Paolo Giumenti del negozio Via Roma di Courmayeur. «Ho sempre sostenuto che i saldi estivi dovrebbero partire a fine agosto e quelli invernali

Silvana Careri e nipotina Calzature Careri

a febbraio, in date uguali per tutti. Per le località turistiche che lavorano su base stagionale, i saldi a luglio arrivano troppo presto, soprattutto se si conta che da dopo Pasqua fi-

Industria: il Savt chiede alla nuova Giunta un tempestivo intervento aosta - Serve un intervento tempestivo e un concreto e innovativo piano di politica industriale che faccia fronte alla crisi occupazionale in atto. É la richiesta che il Savt Industrie al nuovo governo regionale emersa in seguito all’assemblea dei quadri sindacali riunitasi venerdì 5 luglio. Nell’incontro sono state analizzate e discusse varie criticità, economiche e produttive degli stabilimenti valdostani. Sono le aziende metalmeccaniche che operano nell’automotive e nella componentistica per elettrodomestici quelle che hanno maggiori difficoltà. Come si legge in una nota il Savt «va-

luta negativamente le riforme apportate nel 2012 dal governo “tecnico” del professor Monti, che hanno portato il paese verso il rilancio produttivo e sociale. Le problematiche legate al mondo del lavoro - sottolinea il sindacato - sono aumentate con l’esponenziale crescita della disoccupazione che, purtroppo, ha raggiunto i massimi livelli storici, anche in Valle d’Aosta». Non esprime ottimismo il direttivo Savt Industrie per un possibile rilancio che giudica «una semplice speranza, senza che si intraveda realmente una vera e propria inversione di tendenza». «La scelta, improcrastinabile, nel fu-

turo prossimo è quella di ritornare a una concreta unità sindacale, per affrontare, insieme, le quotidiane difficoltà all’interno delle aziende, con tutti i datori di lavoro nell’interesse di tutti i lavoratori. Come Savt Industrie - conclude il sindacato - riaffermiamo ancora una volta che i valori fondanti del nostro statuto devono consentirci di trovare soluzioni alle problematiche del lavoro all’interno della nostra comunità, lavorando in difesa dei lavoratori e delle categorie più deboli, al fine di contrastare l’attuale crisi occupazionale ancora in piena espansione». ■ r.g.

no a giugno il lavoro cala tanto e parecchie attività sono addirittura chiuse. In pratica le vendite pre saldi da noi si concentrano negli ultimi quindici giorni di giugno. A luglio partono i saldi ma quasi nello stesso tempo anche le anticipazioni invernali che cerchiamo di vendere entro fine agosto, prima delle spopolamento della bassa stagione che dura fino ai primi di novembre». Decisamente contro tendenza Adriana Ciprietti di Bisbigli Store negozio di intimo e costumi del capoluogo. «La stagione è andata bene, non mi posso lamentare, ha confermato. Ho l’attività da 39 anni e una clientela prevalentemente del posto a cui so cosa piace. Il mio segreto per vendere nonostante il brutto tempo e la crisi è saper consigliare bene e tenere prezzi giusti».

■ novità / In via Porta Prætoria ha aperto i battenti una nuova enoteca che oltre al vino di qualità punta su prosciutto nostrano e prodotti di livello

Le merenderie sbarcano nel cuore di Aosta: nasce il Bar à Vin aosta - Martedì 2 luglio via Porte Pretorie ne di una macchina azotatrice che permette si è arricchita di un nuovo esercizio comalle proprietà del vino di rimanere intatto per merciale che, dietro l’etichetta di enoteun massimo di tre settimane nonostante sia ca, cela molto altro: «Non è solo un’enoteca, stata aperta la bottiglia. è un mondo – spiega Guido Piccinini, uno «Serviamo di tutto e tutto di qualità, dal salmodei due proprietari- , la ricerca dei prodotti ne selvatico al culatello d.o.c., ci teniamo che il che serviamo è il nostro marchio di fabbricliente si senta coccolato passando da noi». ca, selezioniamo in prima persona tutto ciò A dare un tocco di estro ci ha pensato Franche arriva in tavola, dal vino ai salumi pasco Balan che ha creato, prima di mancare, il sando per l’olio». logo del locale che i visitatori ritrovano sulle L’enoteca fa parte del circuito di merenderie Marco Piccinini, Sergio Catalisano, Valentina Borre, Guido Piccinini e Giorgio Lenta (i totiolari) e il maître Giampiero Bianchetti lampade, sui menù e sulle tovagliette realizdel prosciuttificio di Saint-Marcel e serve al zate dal figlio Joël; molto legato ai due gestosuo interno dei taglieri con la prelibatezza valdostana. gusti e sapori nazionali e internazionali, ecco perché l’idea di ri dell’enoteca l’artista aostano aveva già disegnato per loro Da vent’anni Giorgio Lenta e Guido Piccinini gestiscono La bot- aprire un locale dove poter gustare i prodotti selezionati im- il logo del loro prodotto di punta: il Gatô aux pommes dall’intega degli antichi sapori, rinomata gastronomia ai piedi delle mersi in un ambiente accogliente ed informale. All’avanguar- confondibile confezione arancione. Porte Pretorie e da altrettanti anni portano in Valle d’Aosta dia sulle tecniche di conservazione del vino Le bar à vin dispo■ al.bo.

ECONOMIA Flash

Sbloccate le risorse per gli ammortizzatori in deroga Con la firma di un decreto del ministro del Lavoro e del ministro dell’Economia sono stati sbloccati nei giorni scorsi i fondi per gli ammortizzatori in deroga stanziati con la legge 54/2013. Lo rende noto la Cisl Valle d’Aosta che ricorda come alla Valle d’Aosta dovrebbero spettare oltre 700 mila euro, somma con la quale, secondo il sindacato, si potrà far fronte fino al mese di ottobre alle domande presentate in questo ultimo periodo. «Pur esprimendo soddisfazione per lo sblocco di queste risorse - si legge in una nota - la Cisl fa presente che è ancora del tutto evidente l’insufficienza della somma assegnata sia a livello nazionale, sia a livello regionale, che consentirà di pagare i trattamenti arretrati di qualche mese, ma non certo di coprire l’intero anno, come ripetutamente chiesto al governo regionale». Chambre Valdôtaine, nuovo orario La Chambre Valdôtaine informa che, al fine di garantire una maggiore flessibilità ed agevolare l’accesso degli utenti ai servizi della Camera di Commercio, dallo scorso 1° luglio l’ordinaria attività di sportello sarà garantita dal lunedì al venerdì a partire dalle 8,30 e fino alle 14, anziché alle 12 come in passato. Indagine di mercato per cura e riabilitazione degli animali selavtici Scade lunedì 15 alle 12 il termine per la presentazione delle domande per l’affidamento del servizio medico veterinario per la cura e la riabilitazione degli animali selvatici, per il quale l’assessorato all’agricoltura ha avviato un’indagine di mercato. Info www.regione.vda.it, bandi di gara.


ao s ta

18

lunedì 8 luglio 2013

■ quartiere cogne / Letizia Patrizi dell’associazione Quartiere Possibile lancia segnali positivi sulla situazione della zona

«Rispetto a dieci anni fa è un altro mondo» L’Oratorio fa il pieno di adesioni: «Pochi casi limite, ma non mancano famiglie con problemi economici» aosta - Quartiere Cogne. Un luogo che spesso, nell’immaginario collettivo, è associato a microcriminalità e situazioni sociali scomode. Già, nell’immaginario. Ma parlando con chi il territorio lo vive, forse il famigerato Quartiere Cogne non è poi così terribile come si pensa. «Qualche disagio c’è, inutile negarlo - spiega Letizia Patrizi, presidente dell’associazione comunitaria “Quartiere Possibile” Onlus -. Abbiamo qualche caso limite in un paio di condomini e un paio di personaggi che conoscono tutti seguiti dagli psichiatri, ma a parte questo la situazione è molto migliorata rispetto anche solo a dieci anni fa». Patrizi, vivendo nella zona e portando avanti il suo grande impegno nell’associazione, ha bene in mano il polso della situazione. «Diciamo che i problemi erano dati da ragazzi che, ora, sono cresciuti e, in molti casi, si sono allontanati dal quartiere - chiosa ancora Patrizi -. Ho vissuto più di una volta grossi spacci di stupefacenti, arresti di spacciatori e situazioni limite, ma al giorno d’oggi posso dire che le cose si sono di molto assottigliate». Ora i disagi sono cambiati, ma la situazione, ribadisce ancora Letizia Patrizi, è sicuramente in netto miglioramento. «Ora ci possono essere i ra-

Gli animatori dell’Oratorio del Quartiere Cogne durante l’E...state ragazzi

gazzi che giocano a basket fino a tardi e fanno rumore, oppure un bar della zona frequentato fino a tardi, da cui spesso provengono rumori e schiamazzi e che dà fastidio soprattutto alle persone anziane, ma voglio dire, questi problemi credo proprio che esistano in tutte le zone. Come in tutte le zone esistono i furti in appartamento. Insomma, sono cose risolvibili con una semplice “drizzata” o, in casi estremi, con l’intrevento senza conseguenze di una volante, ma eviteri di parlare di allarme microcriminalità.

Insomma, se i problemi sono questi ben vengano, non c’è bisogno di fare le ronde. io ho dei figli e tornano tranquillamente a casa anche la sera». Sull’attività delle associazioni Letizia Patrizi ha solo un piccolo rammarico: «L’Oratorio lavora abbastanza per i fatti propri spiega ancora -. Invece, con gli assistenti di quartiere abbiamo rapporti costruttivi e frequenti, dibattendo su tutti i possibili problemi. Fortunatamente, negli ultimi incontri non sono emersi altri fatti gravi, se non la progressiva privatizzazio-

ne di alcuni servizi che prima erano garantiti dalla cosa pubblica, ma questo è un altro discorso». A proposito di Oratorio, ci pensano Gianluca Gallizioli e Giulia Antonacci a spiegare il ruolo dell’associazione dell’Immacolata, potenziata dieci anni fa. «Questa organizzazione che abbiamo oggi è nata proprio dieci anni fa spiegano Gianluca e Giulia -. Tutti i sabati pomeriggio accogliamo i ragazzi di elementari e medie, coinvolgendoli in giochi, varie attività e scenette, condendo il tutto con la messa. In

questi giorni, invece, abbiamo appena concluso l’appuntamento con l’E..state ragazzi, unica cosa per cui chiediamo un contributo di circa 60 euro alle famiglie per garantire la cena ai ragazzi e aiutarci a finanziare le attività dell’oratorio». Già, poco più di 5 euro al giorno, che per qualcuno possono essere anche troppi. «Molte volte ci pensa padre Luigino a coprire le rette di famiglie che non se lo possono permettere illustrano ancora Gianluca e Giulia -. La situazione, dal punto di vista economico, non è florida nella zo-

na, ma da noi per ora non abbiamo mai avuto casi limite. Famiglie con problemi di soldi sì, ma mai oltre questo». L’idea è quella di creare una grande famiglia. «E’ proprio l’intenzione di Padre Luigino - continuano i due animatori . Vogliamo che si crei una grande famiglia allargata, che aiuti a ricreare l’idea di comunità in questo quartiere difficile. In qualche modo ci stiamo riuscendo, come dimostrano i 150 ragazzi che hanno preso parte all’E...state ragazzi e gli otre trenta genitori che nel corso della rassegna si sono resi disponibili nelle vesti di cuochi». Gianluca e Giulia evidenziano però un rischio. «Non ci dobbiamo chiudere in noi stessi esclamano i ragazzi -. Noi continuiamo a fare volantinaggio per attirare nuovi ragazzi e proporre loro un modo diverso di trascorrere il tempo libero. Continuiamo ad avere “aggiunte” e questo ci fa ben sperare anche per il futuro. Dobbiamo però continuare a “buttarci in mezzo alla strada” per avere il polso della situazione ed essere sempre utili alla comunità. Accordi con le altre associazioni del Quartiere? Per ora no, ma forse sarebbe davvero il caso di iniziare; solo unendo le forze si può portare davvero beneficio al quartiere». ■ Alessandro Bianchet


AO S TA

lunedì 8 luglio 2013

19

■ QUARTIERE COGNE / Giovanissimi e anziani sabato 6 insieme per la nona edizione della Festa

Tutti uniti, come una volta Cosimo CREA Inviato al Quartiere Cogne AOSTA - Qui i numeri contano fino a un certo punto, sicuramente meno della valenza sociale. E sotto questo punto di vista non sbaglia mai un colpo la Festa del Quartiere Cogne, che sabato 6 luglio ha vissuto la sua nona edizione. Sotto l’attenta organizzazione delle associazioni, guidate da “Quartiere Possibile” e con l’appoggio dell’amministrazione comunale, la festa è cominciata con la messa, seguita da un pomeriggio all’insegna dello sport e del divertimento. Nonostante il caldo torrido, sono stati molti anche gli anziani che si sono ritrovati all’ombra degli alberi, per scambiare quattro chiacchiere in compagnia e assistere alle prodezze delle nuove generazioni, impegnati nei giochi ideati per loro dalla ludoteca comunale Mastro Ciliegia. Ovviamente finiti i giochi ai piccoli è toccata come premio la merenda per ricaricarsi dalle energie spese. In contemporanea, nel campo da basket, è andata in scena prima la dimostrazione di baskin, con la collaborazione dell’associazione Aspert, seguito dalla rassegna di Basket 3vs3, proprio a segnare il legame tra queste due discipline, cone il baskin in grado di mettere sullo stesso piano giovani normodotati e giovani disabili. Anche per i giocato-

I bambini che si sono goduti i giochi della ludoteca Mastro Ciliegia

ri, una volta finita la partita, è spettata la meritata merenda. A godersela da vincitori, per quanto riguarda il basket Under 18, sono stati I Pro (Riccardo, Lorenzo e Mattia), compagine che nel mese di luglio si troverà direttamente al secondo turno del torneo di basket riservato ai grandi e che andrà in scena sempre nel quartiere. Un’altra attività pensata per la festa è stata il concorso “Dolci Senza Frontiere”, nel quale le migliori casalinghe del quartiere si sono sfidate a chi sfornava il dolce più buono. La giuria, composta dagli assessori Patrizia Carradore e Marco Sorbara e dal giornalista Corrado Ferrarese, ha decretato la vitto-

I protagonisti dell’esibizione di baskin

ria di Ines Gipponi, seguita da Azza Kaduja e da Aielo Iosef. La festa si è conclusa con una cena aperta a tutti seguita da una serata danzante. Sulla giornata è grande la soddisfazione di Letizia Patrizi, responsabile dell’associazione “Quartiere Possibile”. «Rispetto agli altri anni sono aumentate le attività proposte, grazie all’intervento anche di privati e del Comune esclama -. Forse c’è stato un lieve calo di partecipanti, ma vista l’agguerrita concorrenza siamo molto soddisfatti». «Volevamo ricreare le feste di un tempo, che univano il quartiere in un unico cortile» spiega soddisfatto l’assessore alle Politiche Sociali Marco Sorbara. Concetto confermato da Francesco Buratti della cooperativa Leone Rosso, responsabile del Servizio di Prossimità. «E’ importante l’aspetto sociale di questa festa - ricorda -. La preparazione della giornata è laboriosa e condivisa da tutte le associazioni e i servizi del territorio, con il solo scopo di ricreare l’atmosfera di un tempo, quando tutti si ritrovavano in un cortile per festeggiare. E direi che la cosa è riuscita anche quest’anno, visto che tanti anziani hanno chiesto agli organizzatori di “partecipare” da lontano ricevendo almeno il pasto». Insomma, tutti uniti, senza distinzione di razza o generazione, per continuare a far crescere il quartiere.

Organizzatori e assessori comunali soddisfatti per la riuscita della festa

I Pro vincitori del torneo di basket

Grande concentrazione tra i più piccoli

TORNEO DI BELOTE CCS COGNE

Sorridono Giorgio Furfaro e André Gaillard AOSTA - Sono Giorgio Furfaro e André Gaillard i vincitori della tappa del torneo di belote del CCS Cogne andata in scena venerdì 5 luglio. Non cambia la situazione in classifica generale, con Giuseppe Pietrosanti che mantiene il comando con 105 punti, seguito da Renzo Cheney con 98. Terzo Gino Grossi Gino con 95. Tra le donne continua il dominio di Marilena Menabreaz (10ª assoluta con 80 punti).

Giorgio Furfaro e André Gaillard


*Attraverso le detrazioni fiscali del 50%

20 lunedĂŹ 8 luglio 2013


ao s ta

lunedì 8 luglio 2013

21

■ il caso / Disagi in via Vevey per i lavori di riqualificazione della Porta Praetoria

Commercianti sul piede di guerra

Sabato aperto un passaggio da via Sant’Anselmo; «Il crollo degli incassi però non si recupera» aosta - Un varco è stato aperto giusto sabato mattina, permettendo così, dopo circa due settimane, un accesso diretto a via Vevey da via Sant’Anselmo. I negozianti della zona, però, non riescono a far sbollire la propria rabbia e non le mandano a dire, dopo essere stati praticamente “isolati” per i lavori alla Porta Praetoria nel deilcato periodo pre-saldi, con un solo impervio accesso da una delle porte laterali del monumento e passerelle provvisorie a condurre (non sempre come evidenziano i diretti interessati) nelle attività commerciali. «Effettivamente ora il varco è arrivato, ma come possiamo dimenticare le due settimane in cui gli incassi sono letteralmente crollati? - esclama Roberta Landra di And -. A dicembre, prima del periodo natalizio, ci hanno chiuso la strada, con tutte le conseguenze del caso; stessa cosa ora, a pochi giorni dall’inizio dei saldi. Il problema grosso è che nessuno ci dice niente, noi veniamo a sapere le scadenze e le cose solamente dagli operai, che fortunatamente sono gentili e ci dicono ciò che sanno». Landra ripercorre queste due settimane “di fuoco”. «Abbiamo chiesto immediatamente di lasciarci un passaggio, invece hanno fatto solamente l’accesso dalla passerella della Porta Praetoria, con la gente che doveva aggirare tutto il monumento e arrivare da noi con passerelle provvisorie, quando c’erano - continua -. In tanti ci hanno detto che volevano passare, ma che lasciavano perdere per il disagio. I clienti fedeli prima o poi arrivano, quelli occasionali non li rivedi più. Abbiamo perso due sabati con tantissima gente in giro e gli incassi lo testimoniano: negli ultimi due fine settimana ho fatturato un quarto rispetto al solito e la metà se considero il periodo intero. Ho dovuto mandare le fo-

to al mio commercialista per giustificare questo crollo nelle vendite». Sulla stessa lunghezza d’onda Massimo Cintori, proprietario di Igi& co. «Ci tengo a sottolineare che la colpa non è degli operai, alla fine fanno solo il loro lavoro - ricostruisce Cintori -. Ma in alcuni giorni non ho avuto nemmeno la passerella di accesso e in altri andava e veniva a seconda dei comodi. Il problema è che così non si può lavorare, e non posso permettermi di chiudere per ferie come

aosta - Tante critiche. Piovute da più parti, con tanti cittadini a commentare nelle più classiche delle chiacchiere da bar e altri a inscenare flash mob di protesta. Insomma, i lavori alla Porta Praetoria non sembrano riscontrare grandi consensi, ma ci pensa l’architetto Gaetano De Gattis, responsabile della Direzione restauro e valorizzazione della Soprintendenza a spiegare la situazione e i lavori «che termineranno entro luglio per quanto riguarda il discorso relativo alle passerelle – spiega De Gattis -, mentre si protrarranno più a lungo, in attesa di nuovi fondi, per quanto concerne la parte del restauro conservativo del monumeto». Già, i fondi. E’ proprio il budget una delle cause principali che hanno portato ad alcune variazioni su quello che doveva essere il progetto originario, come spiega con dovizia di particolari il direttore dei lavori, partendo dalle motivazioni che stanno alla base dell’intervento. «L’operazione è finalizzata alla tutela, al restauro e alla valorizzazione della Porta – illustra De Gattis -. L’intervento si è reso necessario in quanto, con il terreno attaccato al monumento, sono emerse gravi problematiche di degrado, con il passaggio di uomini e animali ad ac-

ha giustamente fatto Dolcemania. Ma dico io, vi sembra normale incassare un centinaio di euro in tre giorni? Molta gente che avrebbe voluto venire non è passata, altri hanno tirato dritto vedendo la strada sbarrata. Ci avessero almeno detto qualcosa: dopo dicembre speravamo di aver già dato». «Già le persone faticano a entrare comprare per la crisi, ma con le transenne davanti al negozio diventa praticamente impossibile - esclama Michela di Oltre, esercizio commerciale all’ango-

lo tra via Vevey e via Sant’Anselmo -. Abbiamo il contapersone e i dati parlano chiaro: il calo è vertiginoso con -60% a dicembre e -35% ora, vi lascio immaginare gli incassi. Con questa situazione l’azienda ci martella e continua a chiederci foto per giustificare il tutto: non ci credono nemmeno loro. E poi, le istituzioni latitano; abbiamo visto solamente l’architetto De Gattis a fine dicembre e poi più nessuno». E proprio il responsabile della Direzione restauro e valorizza-

Via Vevey nella mattinata di venerdì, prima che si aprisse il tanto atteso varco

zione della Soprintendenza risponde alle critiche: «Abbiamo cercato di posare le pietre il più in fretta possibile proprio per aprire il passaggio verso quella zona - spiega -. Abbiamo incontrato tempo fa i negozianti per

■ i lavori / Gaetano De Gattis illustra l’intervento sulla Porta Praetoria

ta a due laterali, altrimenti non sarebbe stato possibile garantire determinati standard, come la larghezza minima. Inoltre, le passerelle non dovevano avere appoggi centrali, perché le eventuali fondazioni avrebbero intaccato la Porta, ma allo stesso tempo dovevano garantire una certa resistenza e sicurezza, con in più la possibilità di essere smontate per allestire l’area riservata agli espositori. Se a tutto questo aggiungiamo i limiti di budget (poco più di un milione di euro) e il fat-

to che sia tramontata l’idea di una copertura superiore, ecco spiegati anche i materiali scelti. Sono consapevole che sarebbe stato magari anche più bello utilizzare il vetro o qualcosa di simile, ma al momento non è possibile. Mi preme comunque sottolineare che questo intervento è reversibile. Abbiamo già fatto richiesta per ottenere finanziamenti europei e, nel caso arrivassero, si possono intraprendere altre strade, andando verso l’utilizzo di materiali meno impattanti, agendo a partire dalle ringhiere». Un ultimo accenno va in risposta alle lamentele della cittadinanza: «I nostri monumenti romani costituiscono un’immagine storica per la popolazione – conclude De Gattis -. Spesso questi vengono tralasciati anche come visibilità, ma nel momento in cui ne modifichiamo l’immagine consolidata, ecco che la resistenza al cambiamento e la coscienza critica dei cittadini si risveglia. Noi abbiamo provato a spiegare le cose, grazie ai 24 incontri con 1500 visitatori, nell’ambito dei cantieri. Bisogna comunque pensare che ci sono degli studi alla base di tutto e i conti vanno fatti con il budget, ma anche con le esigenze tecniche». ■ al.bi.

perentorio 3-0 sulla Juventus. La terza piazza è andata al Milan che, nella finalina, ha superato la Juventus con il punteggio di 3-0. Senza discussione la finalissima che ha visto il Barcellona subissare sotto una valanga di reti il Bayern Monaco; 7-0 il risultato finale. L’affluenza alla manifestazione, soprattutto a causa del caldo, è

decisamente aumentata in serata quando la musica ha giocato il ruolo del protagonista. La manifestazione, anche dai fini di beneficenza, si è conclusa con un dj set che ha fatto scatenare i partecipanti all’evento. E vista la terribile concorrenza del weekend, per gli organizzatori è arrivata la spinta a proseguire anche il prossimo anno.

«Budget limitato; il lavoro è reversibile»

La zona di passaggio interna alla Porta Praetoria

centuare l’erosione degli elementi. In più, l’azione corrosiva del sale, l’azione dell’acqua di risalita, il gelo e il terreno attaccato alla puddinga (materiale poroso di cui è costituita la Porta) hanno creato una sorta di “effetto-torsolo”, con la zona situata all’altezza del piano calpestabile con la sezione decisamente ridotta rispetto al resto. Per questo, è emersa l’idea dello scavo e da qui non si torna indietro». Le critiche maggiori riguardano le passerelle, ma anche

per questo De Gattis ha risposte esaustive. «Dobbiamo pensare alla valorizzazione – chiosa ancora l’architetto -, ma la città deve continuare a vivere. Era impensabile interrompere la viabilità sotto la Porta Praetoria, per cui si sono rese necessarie le passerelle. Poi è emersa la volontà di mantenere questa zona come fulcro della Fiera di Sant’Orso e per fare ciò abbiamo dovuto pensare a gestire un flusso di più di centomila persone. Per questo abbiamo optato per una passerella centrale, uni-

spiegare loro i lavori e d’intesa con la ditta abbiamo cercato di limitare i disagi. Ora il passaggo è stato realizzato, per cui almeno questo problema è risolto per l’inizio dei saldi». ■ Alessandro Bianchet

■ manifestazione / Il Bikers Sound Fest si difende alla grande in un weekend di fuoco

Rock, sport e due ruote: il prezzo è giusto Christian EVASPASIANO Inviato alla Croix Noire aosta - Musica, sport, foto, due ruote e mercatini. Ha funzionato la ricetta pensata per sabato 6 luglio alla Croix Noire dalla terza edizione del Bikers Sound Fest. La particolare location dell’arena ha permesso agli ideatori di mettere in piedi un torneo di calcio a cinque, una mostra fotografica legata al mondo delle due ruote, i mercatini estivi, l’animazione per i più piccoli e una serie di concerti a catena, che ha visto alternarsi sul palco all’uopo allestito, la bellezza di tredici gruppi musicali valdostani con il filo conduttore della musica metal. Il pomeriggio ha avuto come massimo evento il torneo di calcio a cinque con dieci squadre ai nastri di partenza. Divise in due gironi da cinque, le squadre hanno visto accedere alle semifinali Barcellona e Juventus, che hanno avuto la meglio su Borussia Dortmund, lo Shakhtar Donetsk e il Real Madrid, mentre a qualificarsi nel secondo girone sono state Milan e Bayern Monaco, che hanno superato il Manchester City, il Manchester United e il PSG. Nelle finali incrociate il Barcellona si è imposto sul Milan con il punteggio di 2-0, mentre il Bayern Monaco ha avuto vita facile imponendosi con un

Nelle immagini tre momenti della giornata che raccontano l’atmosfera della Croix Noire

Dal Lions club Aosta Mont-Blanc 5 mila euro in beneficenza aosta - Un assegno da 5 mila euro destinato all’istituto europeo oncologico IEO di Milano. Questa la cifra devoluta lo scorso venerdì dal Lions Club Aosta Mont-Blanc nell’ambito dell’ultimo incontro dell’anno 2012-2013. La somma, consegnata dal presidente Paolo Varetti alla dottoressa Lorenza Meneghetti, servirà per finanziare una nuova iniziativa in tema di prevenzione dei tumori al sano. La raccolta fondi è stata realizzata nel corso dell’anno grazie alle varie iniziative messe in piedi, tra cui la mostra fotografica “Islanda. Il fascino estremo del Nord”. «Ringrazio tutti i soci e gli amici che hanno partecipato alle nostre iniziative e che, con generosità, hanno voluto offrire il loro supporto» ha commentato soddisfatto il presidente Varetti. La cerimonia è stata anche l’occasione per festeggiare l’ingresso nel club dei nuovi soci Sabrina Janin di Aosta, Deborah Celant di Saint-Vincent e Dante Gérard di Cogne.

Il presidente del Lions Club Paolo Varetti con Marco Princivalle e Lorenza Meneghetti


22

C O M U N I TÀ M O N TA NA

VA L D I G N E

mont b lanc

lunedì 8 luglio 2013

■ la salle / Il punto informazionisarà operativo fino a domenica primo settembre

Riapre i battenti lo chalet del turismo

Michela Sarasino presidia lo chalet turistico di La Salle

la salle - Una media di 30/40 passaggi giornalieri e la continua richiesta dei villeggianti di poter avere le informazioni riunite in un unico uifficio hanno spinto l’amministrazione comunale di La Salle a riaprire, per la terza estate, il piccolo chalet di informazioni turistiche a proprie spese. Lo chalet, in posizione strategica, accanto alla macelleria Ottoz, ha riaperto i battenti ieri, domenica 7 luglio e rimarrà aperto fino al 1° settembre dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18, dal martedì al sabato e dalle 9.30 alle 12.30 la domenica. Chiuso il lunedì. La gestione dell’ufficio è affidata alla Cooperativa Tandem di Aosta per un impegno di spesa di poco più di 6mila euro, dietro al bancone si alterneranno tre studenti di scuole superiori o universitari con meno di 25 anni. «Finché avremo le risorse è un servizio che cercheremo sempre di attivare - spiega l’assessore al Turismo del Comune

di La Salle, Attilio Tampan - per noi è importante riunire in un ufficio tutto ciò che riguarda il turismo, è un servizio che ci chiedono i villeggianti stessi». Allo chalet sono disponibili l’elenco delle manifestazioni, degli itinerari escursionistici, le animazioni per i bambini e un elenco di contatti dei proprietari di seconde case. Per trovare le risorse necessarie il Comune ha adottato anche un modo diverso per gestire la manutenzione dell’arredo floreale del paese, tramite il ricorso al lavoro occasionale con pagamento attraverso voucher. Oltre alla cura dei fiori il personale si occuperà della pulizia dei bagni pubblici di Maison Gerbollier, della loro apertura il sabato, della pulizia del cortile del municipio e di piccoli lavori di manutenzione e cura dell’arredo urbano, dal 12 luglio fino al 7 settembre. ■ e.d.

■ courmayeur / Il prossimo fine settimana in programma il Gran Trail di Courmayeur e il Licony Trail di Morgex e La Salle

La Valdigne impazzisce per i trail

Quattro le gare in programma, poco meno di 800 gli iscritti provenienti soprattutto da fuori Valle courmayeur - La mania dei trail, maratone di alta montagna, ha fatto proseliti e il numero delle gare organizzate in Valle d’Aosta quest’anno ha raggiunto cifre mai viste prima. La Valdigne può in qualche modo definirsi la culla di questa disciplina che anno dopo anno attira sempre nuovi appassionati. Naufragato il Gran Trail Valdigne per alcune incomprensioni tra gli organizzatori ecco che spuntano però due nuove gare, organizzate lo stesso giorno, sabato 13 luglio, che coinvolgono tre comunità. Gran Trail Courmayeur I VdA Trailers propongono

una cavalcata ai piedi del Monte Bianco, tra le valli Vény e Ferret in due prove da 80 km e 4.500 metri di dislivello e 50 km e 2.800 metri di dislivello. «Stiamo aspettando che si sciolga le neve! - commenta Alessandra Nicoletti dei VdA Trailers -. In questi giorni stiamo pulendo il percorso e facendo la traccia su alcuni nevai, purtroppo il percorso completo non si potrà fare perché dietro le Pyramides Calcaires è pratcamente ancora inverno». Saranno 240 gli appassionati di questa disciplina al via, 200 dei quali provenienti da fuori Valle, numerosi gli stranieri. «Questo è un buon risulta-

Morgex, con il ritiro del Novara il paese ritrova il calcio Morgex - Due settimane di ritiro, allenamenti al comunale di Morgex e quattro amichevoli già programmate. Arriverà in Valle d’Aosta sabato 20 luglio il Novara, la squadra piemontese che milita nel campionato cadetto e che quest’anno ha sfiorato l’immediato ritorno in serie A dopo la retrocessione della passata stagione; la compagine, allenata da mister Aglietti, soggiornerà all’Hotel Alpe Chiara di Pré-Saint-Didier e ripartirà alla volta di Novara sabato 3 agosto, serata nella quale affronterà al Piola in amichevole il Catania. Una bella soddisfazione per gli artefici della salita dello squadrone azzurro: «Dopo alcuni anni di rugby, torniamo ad ospitare una squadra di calcio di assoluto livello – spiega Giovanni Di Lallo (in foto), presidente della Polisportiva Centro Giovani Sanson che, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Morgex, con l’assessorato allo Sport della regione e con l’Agenzia Mediasport Event, ha definito la trattativa -. Sono molto contento del ritorno a Morgex di un evento di questo genere, perché potrà portare benefici ai due paesi coinvolti, ma in generale a tutta la Valdigne. Il

Novara è una signora squadra, quest’anno ha sfiorato il ritorno in seria A e dunque contiamo sull’arrivo di numerosi tifosi al seguito e sulla fattiva partecipazione della popolazione valdostana». La squadra, come detto, si allenerà sul manto del comunale di Morgex tutti i giorni a partire proprio da sabato 20 luglio con doppia seduta giornaliera. Le amichevoli in programma sono state fissate per mercoledì 24 luglio alle 17.30 contro una rappresentativa locale, sabato 27 luglio alle17.30 contro il Vigevano, martedì 30 luglio alle 17.30 contro il Santhià e mercoledì 31 luglio alle 18.00 contro una compagine da definire. ■ Alessandro Rossi

si stanno adoperando per pulire il tracciato e che saranno impegnati nell’assistenza durante la gara. La partenza è fissata alle 6 di sabato 13 luglio al Forum Sport Center di Dolonne. Il Licony Trail Vertikal 2000

to, l’obiettivo è far venire gente da fuori in modo che possa conoscere la Valle d’Ao-

sta, e non solo far correre i valdostani». Un centinaio i volontari che

e

Anche le gare organizzate dallo sci club Valdigne Mont Blanc e le amministrazioni comunali di Morgex e La Salle, il Licony Trail (25 km per 1.300 metri di dislivello) e il Vertikal 2000, hanno richiamato un centinaio di volontari, e poco meno di 500 iscritti. «Questa è la gara dei due paesi, delle due comunità che si sono impegnate per orga-

nizzarla al meglio - dice Giacomo Domeneghini, assessore allo Sport del Comune di Morgex -. Sono gare particolari, il Vertikal è unico nel suo genere ed è fattibile solo da persone veramente allenate, mentre il trail è bello, su un tracciato privo di pericoli e con l’assistenza delle guide alpine nei tratti più impegnativi. Devo ringraziare lo sci club, tutti coloro che si stanno impegnando perché tutto funzioni al meglio e gli alpini di La Salle e Morgex che si occuperanno dei punti ristoro». La partenza per entrambe le gare è fissata alle 9 di sabato 13 luglio dalla piazza di Morgex. ■ Erika David

■ la thuile / Due enfants du pays alla selezione finale del programma Tv Donnavventura

Martinet-Udali, l’avventura è donna la thuile - Fiduciosa e ottimista una, più concreta la seconda sulle possibilità di passare anche l’ultima selezione e partire alla volta degli Stati Uniti per l’edizione 2013 di Donnavventura. Sono Valentina Martinet e Maria Elena Udali, entrambe di La Thuile, arrivate fino all’ultima selezione del viaggio-avventura-programma televisivo che quest’anno torna in nord America con un itinerario inedito. Un Coast to Coast dall’Atlantico al Pacifico, da New York City il team raggiungerà la costa californiana lungo la mitica Route 66, volerà alle Hawaii e poi ai Caraibi, a Puerto Rico, visiterà le Florida Keys e Miami per poi tornare a New York City e concludere la spedizione poco prima di Natale.

Da sinistra Valentina Martinet e Maria Elena Udali in attesa di sapere se saranno nel programma

Valentina Martinet, 29 anni, maestra di sci e assessore comunale al Turismo, è quasi convinta che due valdostane possano essere selezionate per il viaggio: «districarci in montagna è il nostro pane! - spiega -. In ogni caso, comunque

andrà, è una vera esperienza di vita. Un’esperienza dura sia psicologicamente, sia fisicamente che aiuta tantissimo a vivere e lavore in un gruppo unito». Se mai dovesse agguantare un posto per la spedizione al femminile Valentina

Notizie in breve dalla Valdigne Mont-Blanc Courmayeur, atelier naturalistici in quota I ghiacciai, la geomorfologia, la fauna e la flora del Monte Bianco, la meteorologia e la frequentazione consapevole della montagna, la vita, teconologie ecosostenibili e la Val Veny da territorio di guerra a territorio di pace sono le attività proposte dalla fondazione Montagna sicura nell’estate 2013 presso la Casermetta al Col de La Seigne situata sull’itinerario del Tour du Mont Blanc. Gli atelier, gratuiti, propongono percorsi di sensibilizzazione sul tema legato ai territori di alta quota e sono tenuti dai tecnici della Fondazione. Il numero minimo di partecipanti ri-

chiesto è 8 e il progetto parte dal 15 luglio e termina l’8 settembre. L’attività fa parte del progetto Eco innovation en altitude, per ulteriori informazioni telefonare al 3274503599 327-4567482, via mail: casermetta@fondms.org/ mpiccardi@fondms.org. Courmayeur, riapre la piscina dello Chécrouit Con la riapertura della funivia Courmayeur e della seggiovia Maison Vieille, meteo permettendo, si potrà nuovamente approfittare dei bagni in piscina ad alta quota. Il 13 luglio, insieme agli impianti di risalita, riaprirà anche la piscina alpina con acqua riscaldata di Plan Ché-

crouit (1.704 m) dotata di bar, solarium e sauna. La piscina rimarrà aperta dalle 10.30 alle 17 fino al 1° settembre, mentre la funivia dalle 9.30 alle 17.50 e la seggiovia dalle 9.50 alle 17.20. Gratuito il parcheggio della funivia. Pré-Saint-Didier, trofei di caccia in mostra Sarà inaugurata sabato 13 luglio la mostra dei trofei di caccia curata dalla sezione dei cacciatori della Valdigne, allestita nella palestra della scuola primaria. La mostra rimarrà aperta fino al 21 luglio dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19.30; il sabato e domenica dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19.30.

avrebbe un’unica preoccupazione: «non avere contatti con la famiglia... Si potrà telefonare solo una volta al mese per pochi minuti e davanti a una telecamera. Questo un po’ mi spaventa». Maria Elena Udali, 25 anni, laureat in lingue e commercio internazionalelavora tra Indonesia e Sud America nell’import/export e, quando è a casa, nel ristorante di famiglia, Lo Riondet. «Non so se decideranno, su 4 ragazze finaliste, di tenerne due di La Thuile - commenta -, ma in ogni caso sono stata contenta di partecipare. É un’esperienza dura, formativa e come dice mio papà un po’ di naja mi fa proprio bene!». In settimana le ragazze, che a La Thuile hanno seguito un vero e proprio addestramento con prove di resistenza fisica, di guida e dell’uso di computer, videocamere e fotocamere con i quali documenteranno la spedizione, sapranno i nomi delle 4 donneavventura 2013. ■ er.da.


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

G R A N D PA R A D I S

23

■ sarre / Dal 28 giugno è vietata la pesca nel lago che l’anno scorso fu oggetto di lavori di innalzamento del suo livello

Il Comune si chiama fuori dal ‘caso Fallère’ Il sindaco Vallet: «Improbabile l’accidentale riversamento in acqua di idrocarburi»; Crea: «Aspettiamo i risultati delle analisi» sarre - «Nella vicenda non siamo stati direttamente coinvolti. Quello che mi sento però di affermare, è che difficilmente potranno essere accertate nostre responsabilità in merito a quanto sta accadendo, reputando il fenomeno un risvolto naturale ancora al vaglio delle autorità competenti». Sono queste le prime dichiarazioni rilasciate dal sindaco di Sarre, Roberto Vallet, a commento dell’ordinanza emessa il 28 giugno scorso dal Consorzio Pesca della Valle d’Aosta, che ha di fatto vietato la pesca nelle acque del Lago Fallère «a seguito di numerose segnalazioni relative a morìa di materiale ittico», si legge nell’ordinanza. «Stiamo seguendo molto attentamente l’evolversi della vicenda, a maggior ragione considerando che il Lago Fallère è un’attrattiva turistica di prim’ordine per il nostro territorio», spiega Vallet. Uno specchio d’acqua, quello ai piedi dell’omonima cima, oggetto l’anno scorso di una serie di lavori volti all’innalzamento di circa un metro del livello del lago. «Sì, per garantire una migliore redistribuzione della risorsa idrica sul territorio, abbiamo deciso di intervenire cercando di trattenere l’acqua il più possibile a monte - conferma Vallet -. Detto questo, posso dire che i lavori si sono svolti a regola d’arte: è vero, alcuni mezzi hanno operato anche all’in-

Sulla sinistra il Lago Fallère; nel riquadro il sindaco di Sarre, Roberto Vallet

terno del lago, ma non abbiamo avuto alcuna notizia circa l’eventuale riversamento accidentale di idrocarburi in acqua. D’altra parte il cantie-

re era stato smantellato già nel settembre scorso, quindi mi sembra improbabile che un’eventuale problematica di questo tipo possa sorgere

soltanto ora». Interpellato in merito alla questione, il presidente del Consorzio Pesca della Valle d’Aosta, Antonio Crea, afferma: «Al momento sono ancora in corso le analisi da parte dell’Usl e dei servizi regionali coinvolti, dunque mi sembra prematuro lanciarmi nell’enunciazione di ipotetiche cause. Di certo quella del Lago Fallère è una situazione che ci preoccupa, ma con questo non vorrei assolutamente enfatizzare una vicenda che potrebbe rivelarsi del tutto naturale. Aspettiamo di avere in mano i primi risultati delle analisi, dopodiché vedremo», conclude. ■ Patrick Barmasse

AVISE: la centrale di Vertosan approda in Consiglio avise - Sono inserite al punto 4 dell’ordine del giorno del Consiglio comunale di Avise, in programma domani, martedì 9 luglio, l’esame e l’approvazione della convenzione tra l’amministrazione del sindaco Romana Lyabel (foto) e la società Maisonnettes facente capo all’ingegner Andrea Gadin di La Salle, convenzione volta a disciplinare le modalità di utilizzo e occupazione di due strade utili all’allestimento del cantiere di realizzazione di una centralina idroelettrica nel vallone di Vertosan. «La convenzione in discussione martedì (domani per chi legge, ndr) ha l’obiettivo di andare a disciplinare tutta una serie di aspetti dai risvolti piuttosto delicati - spiega il primo cittadino di Avise, Romana Lyabel -. Più nel dettaglio, andremo a regolare l’utilizzo e l’occupazione di due strade: quella comunale di Vedun, sotto cui verran-

no posizionate le condotte a servizio del futuro impianto, e il tratto dismesso di strada statale 26 di Pierre Taillée, che verrà invece sfruttato dalla committenza per raggiungere il cantiere dove verrà costruita la centrale idroelettrica». La procedura di realizzazione della centrale, con opera di presa sul torrente Vertosan, a 1720 metri di quota, si trascinava ormai dal 2007, a cui seguì - con delibera di Giunta regionale del 20 giugno del 2008 - il parere favorevole circa la valutazione impatto ambientale dell’impianto. «Al di là della centrale idroelettrica, i cui lavori sono già supportati da tutta la documentazione necessaria, quello che a noi preme è garantire il minor impatto possibile delle aree di cantiere sulla quotidianità della popolazione», precisa il sindaco. ■ pa.ba.

notizie in breve Arvier, Leverogne en Musique

E’ in programma venerdì e sabato prossimi, 12 e 13 luglio, l’edizione 2013 di ‘Leverogne en Musique’, rassegna sospesa a metà tra il padiglione allestito in località Thomasset e il suggestivo borgo di Leverogne. Venerdì la serata prenderà il via con una cena a base di asado (ore 19.30) a cui seguiranno rappresentazioni teatrali in patois e disco. L’indomani, sabato, le attività prenderanno il via dalle 15 con l’esposizione sonora e interattiva di strumenti a corda, il percorso gastronomico abbinato ai vini della Co-Enfer con animazione musicale e tante altre iniziative ancora. Il tutto verrà completato (dalle 20) con cena tipica valdostana. Sarre, Fisarmoniche sotto le stelle

Si terrà venerdì prossimo, 12 luglio, a partire dalle ore 21, all’interno dell’Espace La Turbie di Sarre, l’edizione 2013 di Fisarmoniche sotto le stelle, rassegna di fisarmoniche e di musiche tradizionali. Gli organizzatori - con in cabina di regia la Pro loco della presidente Giuliana Lupato - comunicano che in caso di maltempo la manifestazione avrà luogo nella sala consiliare del municipio. Villeneuve, a Chavonne il ‘Villiardino’

L’area verde del Parc Chavonne, la cui gestione - da qui a settembre - sarà garantita da personale interno all’amministrazione di Villeneuve (durante la settimana) e dalla cooperativa Noi & Gli Altri (nei week end), sabato 13 luglio ospiterà la 2ª edizione del ‘Villiardino’, torneo di calcio balilla umano. Le prime sfide prenderanno il via alle ore 9, con la finalissima prevista in serata. Valgrisenche, presentazione libro thriller

E’ in programma sabato 13 luglio, alle ore 18 presso la sala polifunzionale del Comune di Valgrisenche, la presentazione del libro thriller ‘Valgrisenche, nel silenzio del ricordo’ alla presenza dell’autore Amos Cartabia. A corollario sarà possibile visitare la mostra fotografica di Marco Turchetto, a cui seguirà un piccolo rinfresco.


24

C O M U N I TÀ M O N TA NA

G R A N D PA R A D I S

lunedì 8 luglio 2013

■ CERVIM / E’ quanto emerso nel 21° concorso internazionale tenutosi a Sarre; la proclamazione dei vincitori prevista in autunno

I vini di montagna reggono l’onda d’urto della crisi di Andrea MANFRIN SARRE - E’ arrivato alla sua 21ª edizione il concorso internazionale dei vini di montagna, l’unico nel panorama mondiale specificatamente dedicato ai vini prodotti in contesti particolari, ovvero viticolture superiori ai 1500 metri di quota con l’esclusione degli altipiani oppure delle viticolture poste su pendenze superiori al 30%. L’evento, svoltosi giovedì e venerdì all’Etoile du Nord di Sarre, ha nuovamente siglato un trend in aumento nonostante la situazione economica negativa, passando dai 440 vini in gara del 2010 ai 660 di quest’anno, superiori di una cinquantina di unità rispetto

Da sinistra il presidente del Cervim, Roberto Gaudio, e il direttore Gianluca Macchi

al 2012. Nove paesi (Spagna, Portogallo, Francia, Germania, Austria, Slovenia, Grecia, Armenia e Italia) e 40 regioni a contendersi il titolo, con la novità assoluta dei vini provenienti dalle Canarie e dall’Armenia. Ottima rappresentanza per l’Italia, con in gara ben 16 regioni su 20 (assenti solo Marche, Puglia, Ba-

silicata e Umbria). Per quanto riguarda le aziende valdostane presenti all’evento, queste hanno confermato i numeri degli altri anni. «Il concorso ha ricevuto il patrocinio del massimo organismo a livello mondiale, ovvero l’Organizzazione internazionale della vigna e del vino - spiega Roberto Gaudio, pres-

idente del Cervim -. Il regolamento dell’evento è stato inoltre approvato dal Ministero delle Politiche Agricole». Da quest’anno per le degustazioni è stato predisposto - grazie a una collaborazione con una società svizzera che si occupa di informatizzazione - un sistema telematico per le operazioni di degustazione con tanto di tablet distribuiti a ognuno dei 30 degustatori provenienti da tutta Europa. «Dalle prime indicazioni che sono emerse, sembra che la qualità media dei vini si sia attestata a un livello più alto rispetto a quello degli anni passati», conclude Gaudio. La premiazione del concorso verrà organizzata in autunno.

ST-NICOLAS

Inaugurata la gestione del Foyer

E’ andata in scena nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 7 luglio, la cerimonia di inaugurazione della nuova gestione dell’area sportiva di frazione Fossaz Dessous, affidata per i prossimi 6 anni a Nereo Chiementin (foto nel riquadro) della società Planet

ARVIER: sabato inaugurato il sentiero Leverogne-Grand Haury OZEIN: aeromodellisti protagonisti

L’amministrazione comunale e la Pro loco di Arvier, sabato mattina, hanno organizzato una camminata in compagnia in occasione dell’inaugurazione del sentiero di collegamento Leverogne-Grand Haury, il cui tempo di percorrenza si attesta sull’ora e mezza-due ore

SERVIZI AGRO-AMBIENTALI • FORNITURA DI AMMENDAMENTI ORGANICI (compost vegetale) di nostra produzione • IDROSEMINA con mezzi 4x4 • RACCOLTA VERDE E RAMAGLIA da pubblico e privato

Dalla Natura

• TAGLIO PIANTE ED ESBOSCO • PULIZIA MECCANICA CON TRITURATORI di piste da sci, incolti, ecc... • PREPARAZIONI DEL LETTO DI SEMINA con interrasassi e semina meccanica

Per la Natura

• DISTRIBUZIONE MATERIALE ORGANICO in zone di forte pendenza con mezzi 4x4 (es. piste da sci e alpeggi) • SCASSI PER IMPIANTO VIGNETI E FRUTTETI sistemazioni agrarie • DISERBI SELETTIVI E CONSULENZE TECNICHE

Località Pont JOVENÇAN (AO) - valcompost@libero.it

ENZO: 335 431377 - DIEGO: 329 2151525 - HERVÉ: 349 5252476

Si sono ritrovati nel fine settimana a Ozein, nello splendido palcoscenico naturale dominato dalla Grivola e dal Grand Nomenon, ai piedi di Punta La Pira, i tesserati del Gruppo Aeromodellisti Valle d’Aosta, società sportiva dilettantistica che ha organizzato il raduno nazionale alianti radiocomandati - 2° Memorial Riccardo Borney. All’appuntamento hanno partecipato anche una ventina di appassionati valdostani della specialità


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

GRAND COMBIN

25

■ Etroubles / Visita della giuria di Entente Florale Europe

Un FIORE di comune Nadia CAMPOSARAGNA inviata a Etroubles Etroubles - Si dovrà attendere la fine di settembre per sapere se Etroubles ritirerà a Newport in Belgio, per la categoria villages, il premio per la competizione internazionale Entente Florale Europe, dal 1998 sotto l’egida dell‘Association Européenne pour le Fleurissement et le Paysage. Ieri la giuria era a Etroubles, per la prima tappa della seconda tranche di sopralluoghi europei. Accompagnati dal sindaco Massimo Tamone, coadiuvato dalla guida turistica e interprete Claudia Revel di Morgex e da Alessandro Parrella, curatore e direttore artistico del locale museo a cielo aperto che ha illustrato le opere presenti lungo le vie del borgo, gli ospiti hanno potuto immergersi nelle viuzze tra arte e fiori abilmente disposti. Molti i criteri di valutazioni da superare. «Non posso sbilanciarmi, - spiega Inka Truxová Presidente praghese e architetto del paesaggio - ma posso dire che tutto è molto ben salvaguardato, dalla qualità di vita, al-

Sopra: il direttore artistico del museo a cielo aperto Alessandro Parrella mentre illustra le opere d’arte al gruppo a sinistra, che si è aggirato nelle vie del borgo

le decorazioni floreali che ben si integrano nel contesto architettonico locale». «Ho notato che la giuria era molto coinvolta e attenta alla qualità di quello che gli abbiamo presentato», dice contento il primo cittadino mentre la giuria si è appena ritirata nella sala del Comune per dare il suo giudizio. «Questo anche a conferma della serietà e importanza dell’iniziativa», conclude Tamone. Bonne chance, alors!

Fernanda Lettry premaita per l’orto più bello da Inka Truxová presidente dell’Entente e Karen con Easy e Ranna; sotto: lo staff dei volontari e una signora affacciata al balcone fiorito


26

lunedĂŹ 8 luglio 2013


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

GRAND COMBIN

27

■ bionaz / La minoranza ormai da tempo non si presenta più a ranghi compatti; il capogruppo Berriat: «Inutile la nostra presenza»

AAA: opposizione in Consiglio cercasi

Il sindaco Chentre: «Poca trasparenza? Interpellino la magistratura o la Corte dei Conti se sono convinti di quello che dicono» bionaz - Il dato politico è uno solo: il gruppo di opposizione in Consiglio comunale a Bionaz è ormai da tempo che ha deciso di disertare le adunanze, se è vero che nel corso degli ultimi consigli, praticamente mai si è presentato a ranghi compatti, anzi. Nell’ultimo appuntamento del 27 giugno scorso, a rappresentare la minoranza c’era soltanto un consigliere dei quattro eletti nel 2010. Una situazione divenuta ormai un caso, se è vero che un consigliere in particolare - non si sarebbe più fatto vedere in Consiglio da un anno a questa parte, seduta più seduta meno. «Purtroppo ognuno ha i suoi impegni personali, a volte prorogabili, altre volte meno - spiega il capogruppo di opposizione, Emilio Berriat -. Detto questo, non posso non fare notare come in realtà piccole come quella di Bionaz, il ruolo della minoranza sia assolutamente marginale. I consigli comunali sono convocati per ratificare scelte prese già in Giunta, organo in cui noi non possiamo contare su nessuno. Se poi aggiungiamo che la maggioranza ha sempre dimostrato poca apertura nei nostri confronti, oltre a scarsa trasparenza nel metterci al corrente delle decisioni assunte, ecco che il quadro è bell’è che fatto». D’accordo, ma a questo punto non vi converrebbe - come gruppo di minoranza - cercare di avviare una sorta di turn-over tra alcuni consiglieri, anche alla luce degli elettori che vi han-

Emilio Berriat

Armando Chentre

no votati (il 32,78% dei votanti)? «In tutta onestà è una tematica che non abbiamo ancora affrontato», afferma ancora Berriat. Interpellato in merito alle dichiarazioni rilasciate dal capogruppo di opposizione, che chiamano direttamente in cau-

sa la maggioranza, il sindaco Armando Chentre sbotta: «Il sottoscritto, nella legislatura 2000-2005, è stato all’opposizione, e non per questo ha rinunciato a organizzare periodicamente riunioni di minoranza in cui venivano discussi argomenti da portare all’attenzione del

ST-RHEMY: lo Jambon Day al posto della Fête annullata st-rhemy-en-bosses - Saltata per cause di forza maggiore la XLII (42ª) Fête du Jambon de Bosses Dop, il comitato per la promozione e la valorizzazione del prodotto ha comunque deciso di dedicare un’intera giornata alla scoperta del ‘Re dei crudi’: lo Jambon Day. La notizia, per la verità, era già nell’aria, ma ora c’è anche l’ufficialità. Domenica 14 luglio, all’interno del suggestivo borgo di St-Rhémy, gli attenti gourmet e i curiosi buongustai potranno visitare lo stabilimento di produzione e conoscerne contestualmente i segreti, assaggiare il Vallée d’Aoste Jambon de Bosses Dop e apprezzarne le peculiarità nonché acquistarlo direttamente dal produttore, senza alcun pas-

saggio intermedio. Nel corso della giornata, che proporrà numerosi appuntamenti come le sessioni di salatura e sugnatura, quelle di taglio a coltello e disossatura, oltre a degustazioni guidate, sarà attivo un servizio di navetta gratuito dal parcheggio appositamente predisposto per l’occasione. Questo il programma orario: sessione di preparazione coscia, salatura e sugnatura (dalle ore 10.30 alle 14.30 all’interno del prosciuttificio); sessione di disossatura e taglio a coltello (dalle ore 11.30 e ogni ora all’esterno del prosciuttificio); degustazione del VdA Jambon de Bosses Dop e Fontina (alle ore 11.00 e ogni ora all’interno di Casa Cortese); polenta e spezzatino (dalle ore 12.30).

■ gignod / Causa promossa da un privato a cui non fu concesso un condono edilizio

Il Consiglio di Stato dà ragione al Comune gignod - E’ andata finalmente a soluzione - dopo svariati anni di carte bollate - la causa legale di natura amministrativa dinanzi al Consiglio di Stato, sede in cui il Comune di Gignod - nel 2007 - decise di impugnare la sentenza del Tar della Valle d’Aosta che aveva dato ragione al signor Giuseppe Di Nardo. I fatti oggetto del procedimento risalgono al periodo in cui venne realizzata la struttura che attualmente ospita il Chiribiri Bar e la stazione di servizio Esso sulla strada statale 27. «Nel corso della realizzazione dell’edificio, più precisamente delle opere sottostanti gli attuali esercizi commerciali, fu ravvisata la costruzione di un muro con caratteristiche non rispondenti a quelle sancite a livello progettuale», spiega il sindaco Riccardo Farcoz, che ha ereditato la vicenda da chi l’ha preceduto. Una volta fatta notare la presunta irregolarità, il

Consiglio per il bene del paese». Un’affermazione in particolare, però, l’ha fatto andare su tutte le furie. «L’amministrazione sarebbe poco trasparente? In che senso? Tutti i provvedimenti adottati sono immediatamente pubblicati, consultabili da chiunque. E’ un’accusa che rimando al mittente, così come quella del Consiglio convocato solo per ratificare scelte già prese a monte, visto che tutte le questioni vengono prima discusse nelle riunioni di maggioranza», sostiene Chentre, che poi conclude: «Hanno dubbi sulla nostra trasparenza? Allora inizino a inviare esposti alla magistratura e alla Corte dei Conti se sono convinti di quello che dicono». ■ Patrick Barmasse

La struttura sulla strada statale 27 al centro del contenzioso

proprietario della struttura il signor Giuseppe Di Nardo - decise quindi di richiedere un condono edilizio al Comune, condono che in realtà non venne mai concesso perché «il regolamento edilizio comunale non lo prevedeva per tale fattispecie», ricorda Farcoz. Da qui il ricorso del privato ai giudici amministrativi del Tar della Valle d’Aosta (che gli diedero ragione) e il

successivo controricorso da parte del Comune dinanzi al Consiglio di Stato (che ha dato invece ragione all’amministrazione pubblica). Ora cosa succederà? Il muro dovrà essere smantellato? «Abbiamo già dato mandato a un tecnico per valutare quale possa essere la soluzione migliore da adottare», conclude il primo cittadino. ■ pa.ba.

Grand Combin

Flash

Bionaz, week end in montagna al rifugio Crête Sèche Lo staff del rifugio Crête Sèche di Bionaz - capitanato dal gestore Daniele Pieiller - organizza come ogni anno due fine settimana (13-14 luglio e 17-18 agosto) dedicati alle famiglie che vogliono vivere appieno la montagna, arrampicare, volare sopra un torrente, conoscere gli asinelli (che come di consueto sono stati portati ai 2410 metri di quota del rifugio per allietare le giornate di grandi e piccini), assaporare piatti tipici o rimanere anche soltanto a osservare gli stambecchi che brucano al tramonto. Il prezzo per week end a persona è di 65 euro (all inclusive, ovvero pensione completa al rifugio, attività con guida alpina e materiale). Info e prenotazioni: 347 0330713. Doues, terza Giornata della Salute Il Comune di Doues e l’associazione ‘Cibo è Salute’ - sabato 20 luglio - organizzano la terza Giornata della Salute, che quest’anno affronterà il seguente tema: stile di vita come la più efficace delle prevenzioni. La manifestazione si terrà - dalle 9 alle 18 - presso il padiglione della Pro loco di Doues, prevedendo il pranzo e la merenda kousminiani al costo di 20 euro. Info e prenotazioni: 366 9036278, 328 7120593, abram.flavia1959@libero.it, clarachiabotto@yahoo.it.

traforo gsb

Contenzioso Sitrasb-Condotte accordo extragiudiziale in alto mare st-Rhemy-en-bosses - Una trattativa ancora in alto mare. E’ questa la sensazione percepita nell’apprendere - da fonti interne alla Società Italiana Condotte d’Acqua Spa - lo stato dell’arte della trattativa in atto tra Sitrasb Spa e il colosso romano delle infrastrutture in merito a una possibile ripresa dei lotti 1 e 2 dei lavori di realizzazione della galleria di servizio e sicurezza del Traforo del Gran San Bernardo (foto). Il cantiere, interrotto nell’ottobre scorso, potrebbe effettivamente riprendere nell’eventualità in cui si giunga al perfezionamento tra le parti di un contratto di transazione in favore della Condotte d’Acqua, sviluppo che scongiurerebbe la prosecuzione della causa legale multimilionaria pendente presso il Tribunale delle imprese di Torino. «Al momento l’intenzione della società rimane quella di non sbilanciarsi in alcun modo - fanno sapere fonti della società -. Confermiano il fatto di esserci già incontrati con la controparte, nonostante gli incontri siano stati di natura puramente interlocutoria. Nessuna cifra da inserire in un’eventuale transazione è stata al momento discussa». Ma non è finita qui. «Tutti gli scenari rimangono per noi aperti, anche perché la questione appare tutt’altro che superficiale: a nostro avviso ci vorrà ancora del tempo prima di giungere a un punto fermo (ovvero o a un accordo extragiudiziale, o alla prosecuzione della causa legale, ndr)», concludono dalla Condotte d’Acqua. Leggendo tra le righe, insomma, sembra che l’accordo per la prosecuzione dei lavori sia tutt’altro che scontato. ■ p.b.


28

lunedĂŹ 8 luglio 2013


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

saint-marcel

MONT EMILIUS

29

■ pollein / Lo sconto farà risparmiare alle famiglie 72 euro l’anno

Per la scuola un incontro con i genitori a settembre Saint-Marcel - A pagare la realizzazione del prefabbricato - appendice dell’attuale edificio scolastico - da destinare ai bimbi della scuola dell’infanzia di Saint-Marcel sarà la Regione, all’amministrazione provvederà all’appalto integrato: «Una prospettiva che garantisce alla collettività un lavoro “chiavi in mano”, con evidenti economie e operatività nella sua esecuzione», ha spiegato in consiglio comunale il sindaco Roberto Crétier, rispondendo a un’interrogazione della minoranza (foto), guidata da Lara Artaz, che chiedeva aggiornamenti sull’ampliamento dell’edificio.«La scadenza per la redazione dei documenti integrativi è fissato per il 5 agosto - ha puntualizzato il primo cittadino –; con in mano dati certi, potremo rispondere alla cittadinanza che contiamo di invitare per un incontro specifico nel mese di settembre di quest’anno. Il cronoprogramma fissa per la fine del 2013 l’aggiudicazione dei lavori, con la prospettiva di aprire il nuovo plesso per l’anno scolastico 2014-2015». «Siamo soddisfatti della risposta e del fatto che è fissato per settembre, prima dell’inizio dell’anno scolastico, un inconttro tra l’amministrazione e i genitori dai quali ci era giunta la richiesta di saperne di più sull’iter del progetto», commenta Artaz. L’assemblea municipale ha poi votato all’unanimità la variazione al bilancio di previsione che destina un migliaio di euro per la biblioteca e poco più di 20 mila euro per la manutenzione ordinaria di strade e segnaletica comunale. Approvato anche il rendiconto dell’esercizio finanziario 2012 che chiude con un avanzo di amministrazione di 238 mila euro». ■ d.c.

Mensa scolastica meno cara In attesa dell’Usl per l’apertura della farmacia dell’ex autoporto Pollein - Debutto alla guida del consiglio comunale per Angelo Filippini, lunedì primo luglio, che ha optato per un taglio dei componenti della giunta - da 5 a 4 - e della sua indennità di carica - percepirà il 40% e non il 60% di quanto porta a casa un consigliere regionale - perché «i tempi di crisi impongono un taglio dei costi della politica», argomenta. Dal sindaco arriva una notizia attesa: per l’apertura della farmacia nell’area dell’ex autoporto il Comune aspetta a breve il parere dell’Usl che permetterà l’avvio dell’attività. L’amministrazione comunale ha inoltre deciso, a partire dal prossimo anno scolastico, di ridurre il buono mensa scolastica portando da 4 a 3,60 euro il prezzo del singolo pasto: il risparmio annuo sarà per le famiglie di 72 euro. Nell’aprire la seduta il primo cittadino ha sottolineato: «E’ una legislatura che prosegue nel segno della continuità del programma elettore secondo l’impegno che, come lista, poco più di tre anni fa, abbiamo preso con la collettività. Non vi prometto niente, ma vi offro il mio impegno, la mia semplicità, la mia serietà, la mia preparazione, la mia speranza, con la consapevolezza che, con il vostro aiuto, tutti insieme possiamo contribuire al raggiungimento dell’interesse collettivo con senso di coerenza e responsabilità». Per Filippini «bisogna saper amministra-

Il nuovo sindaco Angelo Filippini

re, in tempi di recessione, con il senso di un buon padre di famiglia che usa oculatezza nella destinazione delle risorse». Per il neo primo cittadino la sfida futura sarà «individuare come reperire risorse proprie e come contenere la spesa corrente». La squadra - dopo l’elezione di Luca Bianchi in Consiglio regionale - sarà formata dai tre assessori Josette Dalbard, Enzo Magarini, Giancarlo Manella e dallo stesso Filippini che garantirà un impegno a tempo pieno.

Pollein, a tutto pesce con il CRER Pollein - Cambia sede la Festa del Pesce: dall’arena della Croix Noire si sposta al Camping Les Iles di Pollein. Una questione di finanze risicate: l’affitto dell’arena troppo caro per le casse del Centro ricreativo regionale. Il menù marinaro però rimane quasi immutato, mancheranno i bigoli: sarde in saor, cozze, vongole, fritto misto e orate alla griglia da annaffiare con vino bianco e rosé in arrivo dal Veneto. In cucina ancora gli amici cuochi del comune di Quarto d’Altino e in regia, per la quinta edizione, il Crer, capitanato da Enzo Baccega. «Salvo la sede è tutto secondo la tradizione con 35 volon-

tari, che si alterneranno a ogni servizio, con il pesce fresco e con i nostri amici veneti», commenta. Il ristorante aprirà i battenti ve-

■ st-christophe / La minoranza chiede di rivedere le priorità di legislatura

«No alla ciclabile, sì alle fognature» Saint-Christophe - Oltre un milione di euro di avanzo di amministrazione, al momento accantonati, che la minoranza, guidata da François Desandré chiede che «vengano spesi con oculatezza». Della pista ciclabile, che dovrebbe congiungere il Comune con quella della Comunità montana Monte Emilius, che da Sarre porterà in futuro in bassa Valle, non vogliono sentirne parlare. «In un periodo in cui i lavori pubblici si fanno con il contagocce sarebbe opportuno che il sindaco Cheney rivedesse il programma di legislatura nel quale la ciclabile è inclusa». Per Desandré meglio puntare «su lavori che rispondano ai servizi primari della popolazio-

La frazione Condemine non ha ancora le fognature

ne come l’impianto fognario di Condemine e altri piccoli interventi per migliorare la vivibilità del paese». Il capo dell’opposizione, che aveva già sollevato la que-

Il conto consuntivo 2012 fa registrare un avanzo di amministrazione di 1,4 milioni di euro. «Avevamo situazioni stagnanti dal 1997, con impegni e accantonamenti su opere ormai concluse. L’intervento è stato attento e mirato, su circa ottanta voci. Non risulta essere definitivo, ma certamente si tratta di un importante punto di partenza per arrivare a chiudere la legislatura con un bilancio più ordinato», ha precisato Filippini. ■ da.ch.

stione in consiglio comunale, promette che «la minoranza si farà avanti per fare chiarezza sulle iniziative che intenderà mettere in atto la maggioranza perché gli

investimenti, in tempi di crisi e ristrettezze vanno fatti con oculatezza». Desandré e colleghi non hanno nulla da eccepire sugli 83 mila euro, di cui 64 mila provenienti da risorse regionali, sui lavori di ristrutturazione di due campi da tennis del centro sportivo di Prevot. «Entro la fine dell’estate i tennisti che frequentano il nostro circolo potranno di nuovo contare sui due campi scoperti, nell’ultimo periodo sottoutilizzati in quanto ormai decisamente consunti. Con le risorse a disposizione, saranno predisposti due campi in erba sintetica e saranno sostituite le porte di sicurezza dei due palloni». ■ re.ga.

nerdì 12 luglio alle 19. Sabato 13 doppio servizio alle 12 e alle 9; domenica 14 ultima possibilità di gustare pesce alle ore 12.

Mont emilius flash

Jovençan, quale sgombero neve per l’inverno?

Si prende per tempo la minoranza di Jovençan Avec Vous. In un’interpellanza chiede conto al sindaco Sandro Pepellin del servizio sgombero neve. «Tenuto conto delle giustificazioni dell’amministrazione comunale in merito alla proroga di un anno alla Valcompost srl e della volontà di procedere dalla prossima stagione invernale 2013/2014, a una gestione associata di tale servizio con il limitrofo comune di Aymavilles», articola la richiesta l’opposizione e interpella la giunta «per sapere come intenda procedere per garantire il servizio di sgombero neve durante la stagione invernale 2013/2014 e successive». Quart, la Comunità montana partecipa alle Cartoniadi Dal 15 luglio al 15 agosto la Comunità Montana Mont Emilius parteciperà alle Cartoniadi 2013. Per centrare l’obiettivo chiama a raccolta i cittadini. I vincitori riceveranno premi in denaro da spendere per la collettività. Per partecipare è sufficiente conferire la carta ed il cartone negli appositi contenitori, oppure, per quantitativi considerevoli, concordare il ritiro gratuito prenotando l’intervento al numero verde 800995100 della ditta De Vizia Transfer.

Don Bosco, rimpatriata a Plout per Fénis, Nus e St-Marcel Mega raduno a Plout per gli ex allievi del Don Bosco di Saint-Marcel, Fénis e Nus; opsite il consigliere Aurelio Marguerettaz al quale è stata consegnata la targa in legno “Amico di Don Bosco” realizzata dall’ex alunno dell’istituto di Châtillon Roberto Zublena testimone della vicinanza dimostrata verso la comunità salesiana


30

C O M U N I TÀ M O N TA NA

MONT EMILIUS

lunedì 8 luglio 2013

■ nus / Il sindaco Baravex dice sì a un sporalluogo congiunto con il geologo e il sindaco dei quartins

Strada di collegamento con Quart, spiraglio aperto La minoranza: «Capiamo le responsabilità ma una soluzione di buon senso va trovata» Nus - «Per la strada di collegamento fra le frazioni di Clemensod e Arlod un piccolo passo avanti, in consiglio comunale, è stato fatto». Lo concede Marco Grange, consigliere di minoranza a Nus, che con una mozione, nella serata di venerdì 5, ha chiesto conto delle azioni intraprese dall’amministrazione per andare incontro alle esigenze degli abitanti di Saint-Barthélemy che, da maggio, a causa di una frana si sono visti chiudere la carreggiata. «Il sindaco ha manifestato la disponibilità a organizzare un sopralluogo con giunta, geologo e primo cittadino di Quart, visto che la strada in questio-

ne collega i due comuni», spiega Grange che, nella mattinata di venerdì, ha partecipato all’incontro tra il sindaco Elida Baravex e la popolazione della parte alta del territorio la quale, oltre ai disagi per la chiusura del collegamento, ha lamentato la mancanza di comunicazione. Ricordiamo che era saltato un primo e annunciato appuntamento con gli amministratori. Episodio che aveva fatto andare i cittadini su tutte le furie. Durante l’assemblea comunale il primo cittadino ha ribadito di «aver fatto i passi necessari per la riapertura» e ha confermato «l’esito poco favorevole

A sinistra l’incontro a Lignan tra la popolazione e il sindaco; in alto: il consigliere di minoranza Marco Grange

della perizia del geologo». «Capiamo la delicatezza ma una soluzione di buon senso che coniughi la sicurezza per il sindaco e per i

cittadini va trovata. Non neghiamo sia una strada problematica ma è l’unica alternativa alla regionale 36», insiste il consiglie-

Gressan, un defibrillatore in Comune GRESSAN - L’associazione di Giuseppe Ciancameral Les Amis du Coeur ha consegnato al comune di Gressan un defibrillatore da utilizzare per chi dovesse avere un arresto cardiaco. Ora è posizionato in una nicchia nelle vicinanze dell’ufficio anagrafe del Comune (foto), ben visibile dalla strada regionale e quindi facilmente raggiungibile in caso di necessità. L’assessore alle politiche sociali Michelina Greco sottolinea: «L’ amministrazione comunale ha orgaC O M U N I TÀ M O N TA NA

chambave flash

Degustar leggendo con Poggianti e Caniggia CHAMBAVE - Prosegue oggi, 8 luglio la rassegna “Degustar Leggendo” all’enoteca della cooperativa vitivinicola La Crotta di Vegneron di Chambave con la conferenza “La Val d’Aosta non esiste” a cura del duo di appassionati ricercatori aostani Luca Poggianti e Mauro Caniggia Nicolotti. Durante la serata gli autori presenteranno il loro libro , illustrando una carrellata degli errori più evidenti che si compiono nella toponomia e nella cartellonistica della Valle d’Aosta. Caniggia Nicolotti spiega: «Si tratta di una sorta di librodenuncia, sperando possa servire prima di tutto a noi valdostani a cercare di evitare gli errori più gravi». L’appuntamento a ingresso gratuito è alle ore 21; seguirà la degustazione. Per informazioni 0166 46670 o facebook: La crotta di Vegneron.

nizzato un corso per spiegare il funzionamento e le modalità di utilizzo dell’apparecchiatura sanitaria al quale hanno partecipato dei dipendenti comunali e dei volontari. Voglio quindi ringraziare i nostri concittadini Marco Azzaroli, Miriam Ponsetti e Roberto Villella tutti operatori del 118 che hanno tenuto il corso gartuitamente». L’assessore Greco si sta interessando affiché un secondo defibrillatore da installare nella zona sportiva.

re dell’opposizione. Parla anche di «lavoro urgente e indifferibile» e di «ricadute negative perché il collegamento ha anche una valen-

Gressan

Flash

A Pila un torneo di beach volley E’ in programma il 27 e 28 luglio un torneo di beach volley a Pila, organizzato dal Ccs Cogne e dall’associazione sportiva dilettantistica Tous sports Vallée d’Aoste. Il costo della partecipazione al torneo è di 250 euro a squadra comprensivo di assicurazione per i giocatori. Minimo 8 giocatori iscritti per squadra e massimo 10. Le iscrizioni scadno giovedì 25 luglio. Per informazioni rivolgersi a Mauro 339 6656195.

za economico-turistica senza contare che una famiglia, che presidia il territorio, è tagliata fuori». Grange e colleghi qualche suggerimento l’hanno dato come l’apertura a senso alternato e solo diurna della carreggiata. Soprattutto hanno chiesto di portare avanti «un’azione politica congiunta per fare pressione sulla Regione affinché venga riconosciuta la procedura di somma urgenza per i lavori di sistemazione della strada». Venerdì ha integrato le fila della maggioranza Franco Berriat, secondo degli esclusi della lista vincente nel maggio 2010, votato da 72 elettori. Sostituisce Nello Fabbri diventato consigliere regionale nelle fila dell’Union valdôtaine progressiste. ■ Danila Chenal

M O N T E C E RV I N O

■ valtournenche/ La sezione valdostana celebra nel 2013 i 90 anni

In onore del Battaglione Cervino Valtournenche - I vessilli delle sezioni ANA di Biella, Genova, Ivrea, Novara, Vercelli e Torino, oltre quaranta gagliardetti in rappresentanza di altrettanti Gruppi, i vessilli delle Associazioni combattentistiche e d’arma, il Gonfalone di Valtournenche hanno accompagnato, domenica 7, gli Alpini della sezione valdostana dell’Ana, guidati dal presidente Carlo Bionaz, e quelli del IV Reggimento Ranger Alpini Paracadutisti nell’annuale commemorazione del Battaglione Alpini sciatori Monte Cervino. La cerimonia ha assunto un particolare significato perché quest’anno la sezione delle Penen Nere valdostane compie novant’anni e l’incontro

Alla testa della sfilata Renato Zorio, Imelda Reginato, Maria Bonini e Remo Gobetto

di Cervinia ha dato il via alle numerose iniziative che si susseguiranno fino al 22 set-

tembre, quando gli Alpini sfileranno lungo le vie di Aosta, per ricordare l’avvenimento.

Chamois, Atelier degli artigiani in piazza Chamois - La stagione di eventi estivi a Chamois, dopo il debutto di sabato 6 con l’inaugurazione della personale di Elena Camboaghi (foto), prosegue con la seconda edizione dell’Atelier degli artigiani in piazza, la cui organizzazione è affidata all’assessore comunale Paola Brunet. L’appuntamento è per domenica 14 luglio dalle ore 9 alle 18 nella località della media valle del Cervino dove trenta artigiani esporranno manufatti in legno, ferro, cuoio, ceramica e piazza ollare. Di che accontentare tutti anche chi va a caccia di prodotti locali: a proporli alcuni affiliati della Coldiretti. A garantire l’animazione dalle 14 la Marc e Simon Band. Ai fornelli ci sarà la Pro loco che cucinerà polenta e spezzatino.

Nelle prossime settimane, invece, la biblioteca regionale ospiterà alcune esposizioni legate al mondo degli Alpini e alla loro storia, con particolare riferimento alle infrastrutture militari, caserme e fortificazioni, presenti in Valle e alle annuali Adunate nazionali. È il 55° Raduno di Reduci e familiari del Battaglione Sciatori Monte Cervino, glorioso e mitico reparto inquadrato nel 1911 nel 4° Reggimento alpini, sciolto nel 1919 e ricostituito nel 1940 come Battaglione Sciatori Monte Cervino. Partiti in 600, rientrarono in 226. Rapportato alla forza, il Monte Cervino fu il reparto più decorato del Secondo conflitto mondiale: 4 medaglie d‘Oro, 43 d‘Argento, 69 di Bronzo e 81 Croci di guerra. ■ re.ga.


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T E C E RV I N O

31

■ chatillon / Al Baron Gamba animazioni per bambini e ragazzi; sconti per mostre, terme e skipass

Juventus: mostre, laboratori e riduzioni

Al Castello di Ussel ingresso gratuito all’esposizione ‘La Marcia Trionfale’ della Vecchia Signora chatillon - Non solo calcio nei dieci giorni di ritiro della Juventus in Valle d’Aosta. La Regione ha infatti predisposto un programma di mostre, laboratori per bambini e famiglie e riduzioni su altri eventi collaterali, in modo da arricchire l’offerta turistico-culturale dei dieci giorni bianconeri di metà luglio. Venerdì 12 luglio, giorno di arrivo della Vecchia Signora a Châtillon verrà inaugurata alle 11 al Castello di Ussel la mostra “La marcia trionfale - Juventus Campione d’Italia 2012/2013”. Nella suggestiva cornice del Castello Gamba di Châtillon, l’amministrazione regionale ha poi previsto dei laboratori didattici dedicati ai bambini e alle famiglie. Sabato 13, domenica 14 e sabato 20 dalle 14 alle 15.30 ci sarà “Una squadra in gamba”, attività dedicata a bambini dai 6-12 anni: dopo una visita alla scoperta delle opere più importanti della collezione di arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta presenti al Castello Gamba, i giovani realizzeranno un taccuino d’artista, da far autografare ai campioni bianconeri, rielaborando in maniera creativa alcune delle opere viste al museo. Negli stessi giorni, ma dalle 15.30 alle 17 toccherà a “La sfida”, riservata alle famiglie con bambini dai 6-12 anni: i partecipanti affronteranno un percorso di scoperta

delle opere presenti nella collezione regionale di arte moderna e contemporanea, incentrato sul tema della sfida e del bisogno dell’uomo di raggiungere la sommità, la “vetta”, per riuscire nella vita; seguirà un’attività laboratoriale durante la quale i bambini realizzeranno, con l’aiuto dell’adulto di riferimento, degli aquiloni artistici da far volare in alto...con la fantasia. Lunedì 15, mercoledì 17 e venerdì 19 luglio dalle 14 alle 15.30 spazio a “La squadra del cuore in un quadro d’autore”, pensato per bambini dai 6 ai 12 anni: dopo aver ascoltato la storia del Castello Gamba e scoperto le opere della collezione di arte moderna e contemporanea in esso ospitata, i partecipanti realizzeranno una cornice artistica per inquadrare la fotografia della squadra del cuore. Martedì 16 e giovedì 18 luglio, infine, sempre dalle 14 alle 15.30, è prevista l’attività “Espressioni per una partita artistica” per bambini dai 6-12 anni: la prima parte sarà dedicata alla ricerca e alla scoperta delle opere presenti nella collezione regionale di arte moderna e contemporanea che si legano ai differenti linguaggi di espressione, quindi ci sarà il laboratorio per realizzare, su un grande telo bianco rappresentante un campo da calcio, una squadra di espressioni e sentimenti

Valtournenche, bollito e fuochi d’artificio a Maën Valtournenche - Giunta alla quarta edizione La fëta du bulì, ovvero la sagra del bollito, di Maën di Valtournenche ripercorre i sentieri della gastronomia casereccia montanara, offrendo una pietanza “umile” ma gustosa, in una giornata dedicata al gusto, all’arte, alla musica e ai fuochi pirotecnici. L’appuntamento è nell’area verde alle porte del capoluogo alle 19 quando cominceranno a servire il fumante bollito misto con salse al quale fare seguire un piatto di formaggi e il dolce.«Serviremo a oltranza fino a esaurimento scorte», fa sapere il presidente della Pro loco Agostino Carrel che sarà alla testa di oltre sessanta volontari impegnati ai fornelli e ai tavoli. Costo del menù 15 euro. Ad allietare la festa le note della Marco e Simon band. Alle 22, in regia la Compagnia valdostana delle Acque, lo spettacolo piromusicale Leggende e... fuochi la cui promozzione recita: «Tra reale e meraviglioso, alla ricerca dei perché. Storia della Valle d’Aosta che si tramandano e raccontano la vita della gente e dei luoghi». Antipasto della manifestazione l’inaugurazione, alle 18.30, della mostra allestita nella centrale Cva di Maën Oltre il Cervino. Aperta fino al 15 settembre – tutti i giorni dalle 16 alle 19 -, l’esposizione ripercorre le gesta della famiglia di alpinisti Barmasse. Dal bisnonno Michele al giovane Hervé, protagonista dell’alpinismo contemporaneo, la famiglia Barmasse di Valtournenche ha interpretato in oltre un secolo di attività la tradizione delle guide del Cervino, accompagnando i clienti sulla Gran Becca, aprendo nuovi itinerari e affrontando spedizioni sulle montagne del mondo, dal Pakistan alla Patagonia. Sarà garantito un servizio navetta gratuito dal parcheggio degli impianti di risalita di Cime Bianche e Valtournenche a partire dalle 18. ■ da.ch.

Paolo De Ceglie tornerà, per il secondo anno, in Valle d’Aosta con la maglia di campione d’Italia

legati alla loro passione in bianco e nero. Il costo di partecipazione è di 3 euro per i bambini e di

5 per gli adulti. La Regione ha inoltre previsto una serie di agevolazioni per chi entre-

rà allo stadio. I possessori di un biglietto valido per gli allenamenti del Brunod di Châtillon (tutti i giorni due sedute) o per la partita amichevole del 17 luglio al Perucca di St-Vincent contro una selezione valdostana, potranno usufruire (presentandosi preso lo stand della Valle allo Juventus Village) della promozione 2x1 sugli ingressi al Castello Gamba, al Museo Archeologico di Aosta per la mostra di Renato Guttuso, alle Prigioni del Forte di Bard (oltre alla riduzione di 2 euro sul biglietto intero per la mostra di Yan

Arthus Bertrand: Dalla Terra all’Uomo. Un ritratto aereo del Pianeta), alle Terme di Pré-SaintDidier, mentre per quelle di St-Vincent è previsto uno sconto di 15 euro per l’accesso alla SPA, con un trattamento compreso; sconto anche alla Cervino SpA, con una riduzione del 10% sullo skipass estivo e del 20% sul biglietto di andata e ritorno della funivia per Plateau Rosa. Ingresso gratuito, invece, per chi vorrà visitare la mostra “La Marcia Trionfale” del Castello di Ussel. ■ Davide Pellegrino


32

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T E C E RV I N O

lunedì 8 luglio 2013

■ St-vincent / Notte di musica, danze e animazione con alla regia dj Ieia

E’ verde il colore della FESTA Francesca JACCOD inviata a Saint-Vincent SAINT-VINCENT - Trascinante, energica, tirata fino all’ultimo respiro: è stata un successo la “Festa verde” che venerdì 5 luglio a Saint-Vincent ha dato il via alla prima di tre serate fatte di musica e divertimento che, sino a Ferragosto, animeranno l’estate della Valle d’Aosta. Dalle 19 e sino a notte fonda sono state migliaia le persone che hanno trascorso la serata in Via Chanoux, animata da dj-set, bar e negozi aperti ed esibizioni di danza e tessuti aerei. L’iniziativa è stata organizzata da Francesco Ierardi, meglio noto come dj Ieia, in collaborazione con lo staff del Termecafé della cittadina e il supporto dei Comuni di Saint-Vincent, Châtillon e l’associazione In Saint-Vincent. «Una serata fantastica - spiega Ierardi - abbiamo contato quasi 10 mila passaggi, più che raddoppiando le nostre previsioni. I migliori locali della Valle d’Aosta ci hanno “imprestato” i loro dj di punta, permettendo di animare la via con undici postazioni musicali». La serata è stata pensata per tutti gli amanti della musica: dai

Una marea di persone si è riversata nella centrale via Chanoux nella serata di venerdì 5 per l’evento ideato da dj Ieia, in foto con Marina Pizzorni e Chantal Bernini, e che ha anche offerto spettacoli di strada

balli di gruppo al liscio, passando dal repertorio degli anni Settanta, Ottanta, Novanta Duemi-

la, commerciale, elettronico, minimal, rock, hip-hop, latino e tango, con un occhio anche al-

le famiglie con bambini al seguito. Lo “Street party” replica il 19 luglio con la notte bianco-nera

a Châtillon, per poi tornare il 14 agosto a SaintVincent con una serata all’insegna del “rosso as-

soluto”, che trasformerà di nuovo il salotto buono del paese in “sala da ballo” sotto le stelle”.

Tanti prodotti a 0,50€ 1€ 2€ OFFERTE VALIDE DA GIOVEDÌ 11 A MERCOLEDÌ 31 LUGLIO 2013

Biscotti Mulino Bianco gusti assortiti gr.300 - al kg. € 3,33

1,00

Prosciutto crudo San Daniele

Pasta di semola Barilla gr.500- al kg. € 1,00

all’etto

2,00

0,50

Olio extra vergine di oliva Bertolli

Pannolini Pampers Baby Dry misure assortite

fragrante/gentile/robusto - lt.1

3,50

6,90

i Tant ti ot prod

Bio DOMENICA SEMPRE APERTO CHATILLON 8,30-19,30 Tutti i giorni

SAINT-VINCENT 8,45-12,45 15,30-19,30 Tutti i giorni

VALTOURNENCHE 8,30-12,30 15,30-19,30 Tutti i giorni


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

pontey

La minoranza chiede le barriere antirumore Pontey - Guarda a Châtillon, che avrà le barriere antirumore lungo l’autostrada A5, la minoranza di Pontey, capitanata da Matthieu Bich. In un’interragozione chiede conto al sindaco Rudy Tillier delle iniziative intraprese dal Comune per ottenere altrrettanto. Ricorda Bich che «il nostro gruppo più volte in passato aveva portato la questione delle barriere antirumore nelle frazione di Lezin, Torin, La Bovaye in Consiglio Comunale e sottolineato l’importanza che queste rivestirebbero per gli abitanti delle frazioni di Lezin e La Bovaye». L’opposizione chiede «cosa si è fatto fin qui e quali iniziative la giunta intenderà intraprendere in futuro per concretizzare un simile intervento anche nel nostro comune».

M O N T E C E RV I N O

33

■ St-Denis / Recupero dei villaggi, nuove stalle e aree artigianali tra i punti cardine

Piano regolatore alla stretta finale

Conto consuntivo: diminuisce di centomila euro la spesa corrente SAINT-DENIS - L’iter decennale per la stesura della variante generale al piano regolatore, a Saint-Denis, è alla stretta finale: il documento di programmazione territoriale è stato portato all’attenzione del consiglio comunale nella serata di venerdì 5 luglio e ora sarà inoltrato alla Regione per l’ok definitivo. «Non abbiamo fatto grandi stravolgimenti rispetto all’ex piano regolatore e abbiamo seguito le linee guida suggeriteci dall’amministrazione regionale». A sottolinearlo è il sindaco Franco Thiébat (foto). Il nuovo piano è incardinato sul recupero dei centri storici e dei villaggi ma «abbiamo mantenuto e ampliato le zo-

ne edificabili nella parte alta del Comune nelle frazioni di Semon e di Plau», spiega il primo cittadino; sul sostegno al settore agricolo «con la possibilità di costruire nuove stalle visto che negli anni l’assessorato regionale all’Agricoltura ha investito soldi per il riordino fondiario», aggiunge Thiébat; sull’incentivazione al settore artigianale «al quale abbiamo riservato alcune aree dove piccole realtà avranno la possibilità di insediarsi». E’ lo stesso sindaco a raccontare che la variante è passata senza l’appoggio della minoranza, capitanata da Sandro Théodule. «Al momento del voto hanno abbandonato l’aula

dicendo che non erano mai stati coinvolti nella sua stesura», puntualizza con rammarico Thiébat. Nelle seduta di venerdì è stato analizzato pure il conto consuntivo del 2012, il cui eserci-

Un torneo di calcio a 5 per la nuova Pro loco Saint-Denis - «La Pro loco rischiava di chiudere e di sparire sul territorio, un’eventualità che volevamo assolutamente scongiurare». A parlare è Domenico Mamertino, neo eletto presidente della rinnovata Pro loco Château de Cly di Saint-Denis. Al suo fianco Nathalie Pelin, vicepresidente, Lorenzo Trombini, segretario, Stefano Covolo, tesoriere, Sonia Besenval, revisore dei conti, e Mario Rigollet in rappresentanza del Comune. Primo banco di prova del nuovo direttivo e dei venti associati l’annuale festa diSaint Evence, in calendario il 23 giugno scorso. Commenta Martino: «La festa è stata un successo grazie alla

C O M U N I TÀ M O N TA NA

buona presenza di persone - circa 180 - e alle condizioni meteo favorevoli che hanno permesso a tutti di poter apprezzare l’iniziativa». L’associazione ha preparato e servito un pranzo a base di polenta e salsicce e garantito l’animazione con giochi e musica. Prossimo appuntamento il 15 luglio quando prenderà il via il 13° torneo di calcio a 5 che si giocherà fino al 3 agosto nell’area sortiva comunale. Per iscrizioni e informazioni telefonare a: Mario 334 9467372 o Domenico 389 4343107. Presidente e volontari saranno impegnati anche il 28 luglio per la festa degli alpini. ■ da.ch.

zio si è chiuso con un avanzo di 122 mila euro di cui 50 mila euro sono stati accantonati per le urgenze. Il sindaco parla di «contrazione della spesa corrente con un risparmio di centomila euro all’anno». Prosegue Thiébat: «Negli investimenti il Comune è bloccato a causa dell’indebitamento ma, dall’anno prossimo, le cose andranno meglio visto che sarà estinto il mutuo acceso per l’area sportiva. Ne abbiamo altri ma per somme poco importanti. D’altronde dovevamo farli per migliorare il paese. Oggi, in tempo di crisi, non saremmo riusciti a fare tanto. Stare nella normalità è già un successo». ■ Danila Chenal

Monte Cervino

Flash

Torgnon, concerti di solidarietà in palestra E’ in calendario venerdì 12 luglio, alle 21 in palestra, il concerto degli allievi del corso di pianoforte e musica da camera, iniziativa curata dall’Associazione Musicale Culturale Preludio Ensemble che vedrà il suo culmine con il saggio finale di domenica 14 luglio alle 16 sempre in palestra . Antey, incontro con l’artista Sabato 13 luglio, alle ore 20.30, nel salone della biblioteca è in calendario un incontro con Coco Cano, artista dell’Uruguay con in programma narrazione, letture, musica e presentazione della mostra Le filastrocche del colore.

E VA N Ç O N

■ mont avic / Presentato il programma estivo del Parco naturale

Verso la consacrazione definitiva champdepraz - Un video promozionale, tante iniziative legate, ça va sans dire, alla natura e qualche sorpresa legata a nuove costruzioni. Si prepara a una grande estate il Parco naturale del Mont Avic, che giovedì scorso ha presentato i programmi per la bella stagione. Una delle chicche riguarda, appunto, il video promozionale, realizzato in collaborazione con Enzio Sanguinetti, che illustra i dettagli di un lavoro destinato al web. «Intanto, dobbiamo ringraziare il sindaco di Champdepraz, Luigi Berger, che con il suo contributo ci ha permesso di realizzare un video in full hd e caratterizzato da tante suggestive riprese aeree - spiega Sanguinetti -. Questo permetterà di far vedere ai possibili turisti tutte le meraviglie di quest’area». E’ toccato al direttore Massimo Bocca passare in rassegna gli appuntamenti, puntando forte sul discorso della mobilità sostenibile. «Le e-bike del punto informazioni di Vignat non sono l’unico atout - spiega Bocca -. Puntiamo molto anche sul trekbus, che servirà la valle di Champdepraz; è una zona sprovvista di collegamenti col fondo valle e speriamo che questa iniziativa, del costo di solo 1 euro, aiuti a far cambiare le abitudini di trasporto a chi vorrà recarsi a Covarey». A proposito di manifestazioni, la stagione decollerà con le iniziativa di E...state in fami-

glia, serie di laboratori e attività per bambini ragazzi e famiglie, promosse dall’Office Régional du Tourisme. Prezioso sarà anche l’accordo stretto con il network di negozi Alpstation, che grazie alla partnership con Filmontagna, permetterà al Parco di ospitare delle anteprime, oltre a comparire nel calendario delle proiezioni con la produzione fotografica realizzata da Pietro Celesia. Da non sottovalutare anche la mostra fotografica “Nel cuore della foresta” (ospitata al centro visitatori di Covarey fino a sabato 31 agosto), l’Open day

natura del 27 luglio, la presentazione del progetto di ricerca sulla lepre variabile (presentato sabato 27 e domenica 28 luglio), le passeggiate nell’ambito del progetto “A piedi nel parco” e la partecipazione a VIVA, Valle d’Aosta unica per natura (promosso dalla Giunta Regionale). L’ennesimo atout del futuro prossimo è svelato dal presidente Corrado Binel, che illustra il progetto presentato al Gal, per arrivare a finanziare “Natural viewpoint”. «Vorremmo riuscire a creare tre percorsi di scoperta del parco - spiega

Binel -. Il primo dovrebbe essere avviato già nel 2013 e riguarderebbe Covarey, Servaz e Pra Oursie, dove vorremmo affrontare il rapporto fra la natura e l’attività dell’uomo, unendo in un unico progetto gli interventi realizzati con Giroparchi e anche lo splendido edificio della Casa dell’Inglese. E’ la zona in cui l’interazione fra natura e uomo è più evidente». Ma i progetti non terminano qui. «Creeremo delle aree di sosta particolari, che permetteranno la visione d’insieme del Parco, creando una sorta di rete conclude Binel -. Infine, nella

Corrado Binel e Massimo Bocca, presidente e direttore del Parco

zona di Covarey, realizzeremo un luogo che ospiterà gli Atelier de paysage, in cui il particolare punto di osservazione verrà affiancato a progetti didattici». Non manca il commento soddisfatto del sindaco di Champdepraz, Luigi Berger, uno dei più strenui sostenitori del Parco: «Se penso a come siamo

partiti, quando nell’88, epoca dei primi sopralluoghi, spingevamo il progetto quasi solamente io e il presidente Mario Andrione quasi non ci credo esclama Berger -. La popolazione era abbastanza contraria alla realizzazione del parco naturale, ma credo che ora ringrazi questa idea». ■ Alessandro Bianchet

CHAMPDEPRAZ, ANCHE UNA MAXI TORTA ALLA SAGRA DEL DOLCE

Volontari e autorità in posa con la torta più grande della Sagra del dolce, preparata dal Conad di Verrès

champdepraz - Non si spegne l’eco di successo della 14ª edizione della Sagra del dolce di Champdepraz, andata in scena sabato 29 giugno. Un grande successo, fatto di oltre 500 torte, con oltre tremila visitatori che si sono potuti godere anche 200 chili tra bigné, frittelle e crêpes, che si sono aggiunti a zucchero filato e panna montata. «Siamo davvero soddisfatti - esclama Mariella Saracino, presidente della Pro loco de Tsandeprà -. Può sembrare una frase di rito, ma dobbiamo veramente condividere la riuscita dell’evento con tutti coloro che ci hanno sostenuto. Ringraziamo il comune, la biblioteca di Issogne, i pasticceri Eugenio ed Ernesto Maulini, i vigili volontari di Champdepraz e le ottime ragazze pasticcere della Conad di Verrès che ci ha donato la maxi torta di questa bellissima edizione». ■ r.g.


34

C O M U N I TÀ M O N TA NA

E VA N Ç O N

lunedì 8 luglio 2013

■ ISSOGNE / Consegnate le maturità civiche ai coscritti e le Pouette ai nuovi nati

«Mettetevi in gioco nella vita pubblica» ISSOGNE - Ingresso nella comunità a tutti gli effetti da una parte e approdo nel paese dall’altra. Per un giorno si uniscono i destini dei neodiciottenni e dei nuovi nati di Issogne, che domenica 7 luglio sono stati ricevuti nella sala consigliare. I coscritti sono tornati a casa con tanto di maturità civica, zainetto e chiavetta USB contenente lo statuto comunale, regionale, la Costituzione italiana e la Carta dei diritti dell’Unione europea. I nati nel 2012, invece, accompagnati dai genitori, hanno ricevuto la Pouetta dell’Unicef.

Non poteva mancare il discorso del primo cittadino, Battistino Delchoz, rivolto soprattutto ai ragazzi impegnati nella festa dei coscritti: «Lo zaino rappresenta una metafora della vita e delle fatiche che dovrete affrontare - ha detto il sindaco -. Con i 18 anni entrate a tutti gli effetti nella comunità, il che non vuol dire solo divertimento, ma anche maggiori responsabilità e maggiori aspettative nei vostri confronti. Spero non cadiate nei luoghi comuni per cui si pensa che tutti gli amministratori sono ladri e malfattori e, an-

zi, spero tra qualche anno di vedere qualcuno di voi mettersi in gioco in prima persona». I coscritti del 1995: Martina Borettaz, Vincenzo Cipriano, Stefano Doveil, Luca Gradizzi, Vanessa Impieri, Sylvie Mares, Christopher Pes, Diego Pinet, Miriana Priod, Yasmine Silini, Martina Tocci. I nati del 2012: Thierry Borettaz, Luca Cuccarolo, Denise Dublanc, Tommaso Alberto Enria, Leandro Lo Valvo, Alessia Masoaro, Joel Pinet, Marthyn Ronc, Maelle Ronco, Mathieu Vuillermin. ■ al.bi.

Coscritti del 1995 e nati nel 2012 con genitori giunta comunale

■ AYAS / Presentato il calendario delle manifestazioni con tante novità e alcuni capisaldi AYAS - Ce n’è per tutti gusti in questa stagione estiva di Ayas. Tutti accontentati dai più piccoli agli adulti con i laboratori del pane e del formaggio, l’animazione, lo sport, le escursioni, i concerti, le serate danzanti e il cabaret. Non può non esserci la parte dedicata alla cultura con Ayas Cultura, tra i cui ospiti spicca il nome del vice direttore del Mattino Federico Monga, che presenterà il suo libro martedì 6 agosto “Sono un uomo morto”. Fedelissima come sempre l’attesa notte bianca, in programma il 10 agosto. Dal punto di vista musicale, il 30 luglio ci saranno i Dik Dik in concerto.Insomma un’estate colma di iniziative dal 1° luglio al 31 agosto. Non può che essere piena di entusiasmo Ivana Gaillard, assessore al turismo di Ayas: «Proponiamo un

L’estate delle prime volte Arrivano gli esordi di Monterosa Musique e Montagne en Rose ricco calendario di manifestazioni, intrattenimenti e attività sul territorio.

Desideriamo accompagnare chi, come noi, ama e vive la montagna, in un

viaggio alla scoperta delle tradizioni e delle peculiarità di Ayas e del Montero-

sa. Rispetto alle precedenti edizioni abbiamo fortemente voluto rinnovare il

BRUSSON

Ventata di freschezza nella Pro loco; nuovi giovani nel direttivo BRUSSON - Arrivano gustose novità dall’assemblea dei soci della Pro loco di Brusson, che si prepara a mettere in scena la grande Festa dell’Asado, in programma per il 19, 20 e 21 luglio. La prima riguarda l’ingresso di new entry , giovanissimi e volenterosi, come Alessia Bonetti, Matteo Agnesod, Stefano

e Davide Grosjacques e Fabio Tonelli. Soddisfatta Monica Grassi, la presidente: «C’è stato un rimpasto nel direttivo e ne avevamo proprio bisogno (oltre Grassi i veterani del direttivo sono Franco Pitti, Doriana Fassin, Adriano Favre n.d.r.) di questi giovani che con la loro allegria allietano la nostra associazio-

ne». Monica Grassi parla dei prossimi appuntamenti che riguardano Brusson e che vedono la Pro loco di Brusson impegnata nella regia organizzativa: «Si parte con la festa dell’Asado nel terzo week end di luglio e quest’anno potremo contare sulla collaborazione degli amici dell’Asado. Poi ci sarà la serata con i fuo-

chi (nella zona del Laghetto di Brusson a cura del gruppo Cva ndr) e poi sicuramente avendo a disposizione il padiglione penseremo a qualche altra iniziativa». Dice ancora Monica Grassi: «Questo inserimento dei giovani è un buon inizio: ha rinfrescato il direttivo». ■ te.ma.

palinsesto creando e promuovendo alcune importanti rassegne. Gli appuntamenti fissi come Ayas Artisanat e Ayas Cultura saranno infatti affiancati da Monterosa Musique e Montagne en Rose, due prime edizioni che rappresentano un modo nuovo di fare intrattenimento in un ambiente montano. Inoltre l’estate 2013 abbraccia tanti generi diversi, dal folk ai cori alpini, dal jazz al rock, dal teatro e al cabaret, dalla moda alla discoteca, per soddisfare ogni tipo di pubblico. Non mancherà l’animazione per i più piccoli che potranno anche cimentarsi in stage e laboratori creativi. Per gli appassionati della natura e dello sport in alta quota, percorsi di mountain bike ed escursioni per ogni livello di difficoltà». ■ Teresa Marchese

■ MONTJOVET / Oltre 150 persone hanno preso parte alla giornata pensata da DesmoVdA

La Desmogrigliata non tradisce MONTJOVET - Fa centro la quarta edizione della Desmogrigliata, organizzata da DesmoVdA, fan club Ducati, da poco riconosciuto ufficialmente dalla scuderia di Borgo Panigale. Dopo uan sorta di warmup nella giornata di sabato, domenica a tutto gas per oltre 150 centauri e circa 115 moto, con ritrovo al Café de la Moto di Aosta, giro fino al Col San Pantaleone e, infine, super grigliata nell’area sportiva di Montjovet. «E’ andata davvero bene - esclama in coro il direttivo di DesmoVdA -. Il risultato è andato anche oltre le nostre aspettative e tutto è filato liscio. Abbiamo fatto un bel giro in moto e festeggiato nel migliore dei modi il nostro ingresso ufficiale

Issogne

Flash

Mostra di Bartoli

Il direttivo di DesmoVdA; a destra pronti a partire

di Ducati. Ringraziamo la Pro loco di Montjovet che di ha dato una grande mano e non ve-

diamo l’ora di riprovarci anche il prossimo anno». ■ al.bi.

Chiuderà i battenti sabato 14 luglio la mostra Luciano Bartoli, la fede in immagini, ospitata nei locali della biblioteca comunale di Issogne. Organizzata in occasione dei 50 anni dell’ordinazione sacerdotale di don Eraldo Segafredo dalla parrocchia di Issogne, l’esposizione prevede la presenza di tavole dipinte dall’artista Luciano Bartoli (Trieste 1912-Aosta 2009) a sfondo religioso. Bartoli è conosciuto in Valle per aver decorato la navata della chiesa Santa Maria Assunta di Issogne, per la quale ha anche realizzato il tabernacolo in smalti policromi e l’ambone, ed è intervenuto nei lavori che hanno riguardato la chiesa parrocchiale di Nus.. L’esposizione è visitabile dalle 14.30 alle 17; la domenica anche dalle 10.30 alle 12.

Brusson, Roet diventa per una sera la via del vino BRUSSON - Buona la prima festa del vino che si è svolta a Brusson sabato scorso a Roet. L’iniziativa organizzata dagli operatori turistici in collaborazione con l’amministrazione comunale ha avuto un ottimo riscontro di pubblico. Soddisfatti gli organizzatori per questa prima edizione che sicuramente non si fermerà a una serata, ma vedrà lo svolgimento di tante altre serate con il tema delle degustazioni del vino. Come conferma Maura del negozio la Cretza di Brusson: «É stata una bella serata e abbiamo avuto un’ottima partecipazione di pubblico. Per una sera Roet si è trasformata in una via del vino dove il pubblico po-

teva degustare una varietà di vini , acquistare e avere in omaggio il calice. Altrimenti poteva semplicemente passeggiare e degustare gratui-

tamente. É stata un’iniziativa pensata per vivacizzare la via e dare la possibilità ai turisti di degustare i vini locali. Anche gli espositori

erano molto soddisfatti delle vendite. É stata un’iniziativa riuscitissima che sicuramente replicheremo». ■ t.m.

La via piena e un momento della festa di sabato sera


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

35

E VA N Ç O N

■ verres / Fa centro la Pro loco, che anticipa la Notte Bianca con un grande post-concerto

RestiAmo...molto volentieri Serena BAZZOCCHI Inviata a Verrès verres - Dopo il magico concerto di Simone Cristicchi, venerdì 5 luglio al castello di Verrès, tutta la popolazione verrezziese e non è stata invitata a partecipare alla serata “RestiAmo a Verrès”. Un’anticipazione questa della Notte Bianca che avrà luogo sabato 13 luglio. Balli, canti e tanta allegria hanno riempito le vie del piccolo borgo. Tra negozianti che hanno tenuto aperte le loro attività, ristoranti in servizio fino a tardi e tanta voglia di far festa, la serata si è svolta all’insegna del divertimento e della partecipazione dei cittadini locali che, come una grande famiglia, hanno accolto calorosamente anche i turisti con fantasia e spontaneità.. Per coronare il tutto, amministrazione comunale e Pro loco hanno ingaggiato anche due musicisti. «E’ una buona occasione per valorizzare il centro storico di Verrès, cercando di portare le persone che hanno assistito al concerto, a fare un giro nel centro nelle vie principali del borgo» afferma Neva, una negoziante di Verrès». Gruppi di ricerca, stu-

A sinistra, Chiara e Paola; a destra, è giunto il momento delle danze

dio e valorizzazione dei costumi tradizionali valdostani come la Famille des Challant e altri hanno sfilato per le vie del centro sfoggiando i loro abiti. «E’ sempre bello partecipare a queste iniziative per vivere a pieno il clima familiare che si respira da queste parti e far rivivere la storia di questi personaggi attraverso i loro costumi tradizionali» afferma Chiara. Cala la notte, ma non la voglia di fare festa e nel dopo cena sono previsti balli e canti locali per riscaldare l’atmosfera. «Sabato 13 luglio invece – afferma Jean Pierre Perruchon, presidente della Pro loco - la manife-

Ornella, Neva, Valentina e Laura

Sandro, Eugenio, Moro e Livio

Evançon

Flash

Arnad: i 50 anni della compagnia le Beufet Si avvicinano a grandi passi i festeggiamenti organizzati dalla compagnia teatrale le Beufet d’Arnà, per celebrare i 50 anni dalla fondazione. Il programma inizierà venerdì 12 luglio alle 20.30, con la località La Keya che ospiterà lo spettacolo teatrale in patois di “Viei dou Beufet”, che sarà seguito dalla Marco e Simon Band. Sabato 13 luglio la giornata comincerà alle 13 con i giochi d’antan, seguiti alle 18 dall’aperitivo a base di sangria e alle 22 dal Summer crazy party con Discoevoluzione. La festa si concluderà domenica 14 luglio alle 21 con la serata danzante curata da Giusy Montagnani. Montjovet: iscrizioni per la Sagra dell’Olio di noce Fervono i preparativi a Montjovet, in vista della seconda edizione della Sagra dell’olio di noce valdostano organizzata dalla Pro loco. L’appuntamento è previsto per il 2, 3 e 4 agosto, con la giornata di domenica che riserverà l’esposizione di arigianato e prodotti tipici. E proprio al riguardo, il presidente della Pro loco, Antonio Albisetti, lancia una sorta di appello per rendere ancora più speciale la festa. «Invitiamo espositori di prodotti artigianali e mangerecci, magari legati proprio alle noci, a farsi avanti per partecipare alla mostra mercato». Insomma, l’appello è lanciato e per iscriversi è sufficiente contattare lo stesso Albisetti al 329-5641394.

stazione prenderà piede più precisamente nel centro storico, con le cantine di privati aperte, con la distribuzione di vini valdostani e pro-

dotti locali. Vi sarà un produttore di vino valdostano per ogni cantina. L’obiettivo di questa manifestazione è sicuramente quello di

valorizzare il centro storico di questo piccolo borgo e di farlo al meglio». Per la vera notte bianca sono previsti eventi serali a parti-

re dalle 20 con la partecipazione di Barbara Abena, che realizzerà delle aerografie sui corpi e con altri artisti che faranno acconciature particolari, diverse dal solito. Vi sarà poi la Congrega dei buffoni, teatranti di strada, artisti sui trampoli, che intratterranno i pubblico. La serata terminerà all’insegna della musica con due spettacoli, uno di ginnastica ritmica e uno di zumba. «Spero sia una manifestazione capace di colpire la popolazione - aggiunge poi Jean Pierre Perruchon -, che abbia successo e che diventi una sorta di tradizione verrezziese. Speriamo nel bel tempo, che non faccia scherzi come nelle manifestazioni passate».


36

lunedĂŹ 8 luglio 2013


lunedì 8 luglio 2013

Champorcher

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T RO S E

37

■ perloz / Tutto pronto a Marine per la 38ª edizione della fortunata sagra mangereccia Flash

Domenica per i bambini con Champorcher Narra Scalda i motori la biblioteca di Champorcher che, per domenica 14 luglio gioca la carta di Champorcher Narra. La manifestazione, dedicata principalmente ai bambini, andrà in scena dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30 in frazione Castello e sarà caratterizzata da tre punti di incontro con racconti e da un punto riservato all’animazione. Parole lungo la strada, racconti delle nonne, racconti dal mondo, saranno tanti gli ingredienti di questa giornata, che vedrà anche l’esposizione di libri curata dall’ABC di Pont-St-Martin. La manifestazione verrà conclusa, a partire dalle 18, con lo spettacolo teatrale per bambini “Perché”, messo in scena dalla compagnia Stilema nel padiglione della pineta.

Si scalda il forno, arriva la Fehta dou Pan Ner perloz - Sono quasi 500 i pani che saranno cotti durante la 38ª edizione della Fehta dou Pan Ner di Perloz. In occasione di questa manifestazione verrà acceso l’antico forno nel cuore di Marine, piccola località nella parte alta del comune. Il pane nero di questo paese gode di una lunga tradizione: in passato, una volta essiccato sulle “ratelë”, veniva spezzato con un attrezzo apposito, il “copapan”. Durante la festa sarà possibile gustare il pane fresco confezio-

nato con il ripieno tradizionale composto da castagne, cumino e frutta secca. La manifestazione inizierà venerdì 12 luglio alle 20 con una grigliata sotto le stelle accompagnata dalla musica di Massimo. Si proseguirà sabato 13 con la pizzata nel tradizionale forno a legna. La serata inizierà alle 19 e sarà allietata da Egy. Domenica 14 luglio alle 11.30 avrà luogo la Santa Messa con la benedizione del Pan Ner. A seguire un pranzo a base di

Un momento dei preparativ dello scorso anno a Perloz

capretto, insaccati e polenta. Il pomeriggio sarà all’insegna della musica con la

band “Chemin de Fer”, che suonerà dalle 14. ■ giu.cu.

■ champorcher / Progetto definitivo per l’allargamento della strada che porta a Grand Mont Blanc

Una manna dal cielo per i pullman

Verrà interrata una centralina Enel; Costabloz: «Più facile l’accesso al Mont Avic, ma speriamo in altri fondi» Donnas

Flash

Romeo et Juliette all’Arena di Verona Una gita all’arena di Verona per assistere all’opera in cinque atti di Charles Gounod Roméo et Juillete. Questa l’iniziativa messa in piedi dalla biblioteca di Donnas per sabato 31 agosto, con partenza alle 13.45 da Hône e tappe a Donnas e PontSt-Martin. Le prenotazioni sono aperte fino a venerdì 12 luglio e vanno effettuate chiamano lo 0125-806508. La quota di partecipazione è di 43 o 49 euro a persona a seconda degli iscritti.

champorcher - Il parco del Mont Avic è una meta che di anno in anno sta diventando sempre più gettonata, con tanti turisti che scelgono l’area protetta per trascorrere i propri momenti di relax. Molti arrivano anche con i pullman, ma incontrano dei disagi. Bene, è proprio a questi disagi che l’amministrazione comunale di Champorcher, in collaborazione con la Regione, ha deciso di mettere fine. E’ stato infatti approvato il progetto per i lavori di miglioramento della strada che conduce a Grand Mont Blanc, in particolare partendo dall’innesto con frazio-

Il bivio che permette l’innesto sulla strada per Grand Mont Blanc

ne Gontier. «Per andare verso il Mont Avic, molti pullman fanno fatica

ad affrontare i tornanti – spiega Paqualino Costabloz, assessore alle

Opere Pubbliche del comune di Champorcher . Per questo, è stato de-

ciso di allargare la strada, partendo proprio dal primo tratto. Per un costo di 355 mila euro, con circa 50 mila euro a carico del comune e il resto affrontato dalla Regione, allargheremo i primi chilometri di strada, rimuoveremo una cabina dell’Enel, sostituendola con una interrrata e creeremo una decina di posti auto. Il problema, però, è che tutta la strada avrebbe bisogno di essere sistemata, ma procederemo per tappe, con la speranza di trovare i fondi che ci permettano di progredire con i lavori». ■ Alessandro Bianchet

PRODUZIONE PROPRIA SERRAMENTI

FABIO CENTO © 2013 LG PRESSE

Strada Pont Suaz 14 - Aosta (AO) TEL: 0165 263970 valdostanainfissi@gmail.com


38

lunedì 8 luglio 2013

CENTRO VALDOSTANO DEL SERRAMENTO TANTI MOTIVI PER SOSTITUIRE I VECCHI SERRAMENTI! QUALITÀ - TECNOLOGIA DURATA NEL TEMPO - VALORE ESTETICO

Chiaramello|www.visualdesigner.it

Serramenti in legno lamellare, doppie guarnizioni e doppio o triplo vetro con gas Argon. Ferramenta Roto, antaribalta di serie e punti di rotazione a scomparsa nelle battute. Fissaggio meccanico - Tutti gli elementi della finestra sono facilmente intercambiabili.

SICUREZZA - PROTEZIONE RISPARMIO ENERGETICO - CONFORT

Serramenti con ferramenta di sicurezza e vetri antieffrazione, anticaduta e antinfortunio. Le nostre finestre si pagano da sole in pochi anni grazie al risparmio di riscaldamento. Benessere termico e acustico, meno polvere in casa e più freschezza d’estate.

SERVIZIO - ESPERIENZA TRADIZIONE - GARANZIA

Specializzati nelle sostituzione dei vecchi serramenti senza opere di muratura. Posa in opera chiavi in mano, servizio di manutenzione e tutti i pezzi di ricambio. Consegna veloce in pochi giorni per piccole partite o pezzi singoli.

INFORMAZIONI - CONSULENZA RICERCA - PREVENTIVI

Esposizione con entrata libera e vendita diretta al consumatore. Basta una telefonata e saremo da Voi senza nessun impegno da parte vostra!

USUFRUISCI DEI

CONTRIBUTI REGIONALI E SGRAVI FISCALI STATALI DEL

55%

Antica Falegnameria Fraz. Champagne, 55 t 11020 Verrayes t Valle d’Aosta Tel. +39.0166.54.68.02 t Fax +39.0166.54.66.21 t info@engaz.com t www.engaz.com


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T RO S E

39

Hône: la Patronale Biel si gode anche il nuovo forno hone - Non sbaglia l’associazione Lou Canton de Verbiet guidata dal presidente Michel Marioni, che anche quest’anno ha messo in piedi tre giorni di festa per il Patrono di Biel, Sant’Antonio. Le celebrazioni nel villaggio hônois sono cominciate nella serata di venerdì, con la cena a base di spaghetti e miasse e l’imperdibile falò. Da scolpire nei ricordi la giornata di sabato, con la santa messa in onore del patrono, che ha preceduto l’inaugurazione del forno, subito ampiamente utilizzato, in vista della lunga giornata, caratterizzata anche dalla consegna del Platé du Canton al priore. La degna conclusione è arrivata domenica, con il pranzo sociale e l’incanto di oggetti “Pro-Canton”. ■ al.bi.

Primi pani per il nuovo forno

La consegna del Platé du Canton al Priore

■ hone / Luigi Bertschy lascia la fusciacca di sindaco dopo 18 anni e viene salutato con una grande festa

«Fare squadra è la ricetta vincente»

Soddisfatto, nonostante i tanti impegni, il successore Alex Micheletto: «Crediamo fortemente nella valorizzazione della bassa Valle» hone - Diciotto anni alla guida di un paese non sono proprio una cosa da poco. E bisogna dare merito all’ormai ex sindaco di Hône, Luigi Bertschy (attualmente consigliere regionale nelle file dell’Uvp) nel momento del passaggio di consegne col successore Alex Micheletto, di aver modernizzato il piccolo paese della bassa Valle e di averlo reso sempre più vicino alle esigenze dei giovani. Lo si nota dalla cura e dalla nascita dei tanti parchi giochi nel paese e dalle varie iniziative dedicate ai giovani. Tra i primissimi comuni a dare una funzione importante alle politiche giovanili, Hône sembra essere diventato una guida in materia. «Siamo stati precursori e poi tanti comuni fortunatamente hanno seguito il nostro esempio» sottolinea il diretto interessato. Più che il dovere di amministrare, una missione, come la de-

finisce anche Luigi Bertschy: «Gia, è diventata una missione. Prima degli investimenti ho pensato all’unità della comunità». Da una parte la soddisfazione dell’essere entrato in consiglio regionale («era da anni che aspettavo questo momento), ma dall’altra parte un po’ di malinconia: «Si chiude un’esperienza fantastica che mi ha fatto crescere, maturare e diventare un uomo migliore ricorda -.Grazie di cuore alla mia famiglia e alle tante persone che in questi anni mi hanno aiutato a fare bene il mio lavoro» esclama l’ex primo cittadino durante i festeggiamenti che si sono svolti giovedì scorso. «Senza di loro non avrei potuto raggiungere i risultati che ho raggiunto e Hône non sarebbe diventato il paese che è diventato. C’è un solo sistema che garantisce il progresso e la crescita di un gruppo come di una comunità: fare squadra e

E’ il momento del passaggio di testimone tra Luigi Bertschy e Alex Micheletto (foto Fabrizio Leonarduzzi)

lavorare insieme, rispettando il pensiero e la libertà altrui e rispettando se stessi. Auguro ad

Alex, il nuovo sindaco di Hône e a Stefano Borettaz (assessore allo Sport e politiche familia-

ri ndr.) prossimo vice sindaco e a tutti gli altri amministratori comunali di poter vivere un’esperienza bella ed emozionante come quella che ho vissuto io in questo bellissimi diciotto anni». Una soddisfazione? «Sono tante, ma la più grande è il rapporto di amicizia con la gente del mio paese». Rimpianti? «Nessuno. Anche se mi ero prefissato l’eliminazione di tante infrastrutture che hanno penalizzato il nostro paese. Dal doppio elettrodotto all’occupazione dell’autostrada nel nostro territorio. L’autostrada taglia in due Hône e tutta la campagna della bassa valle. Stavamo proprio lavorando a dei progetti in questa direzione». Non esulta Alex Micheletto per il nuovo ruolo da vice sindaco, ma ci tiene a precisare: «Diventa impegnativo conciliare il mio lavoro da avvocato con questo nuovo ruolo, ma accetto volentieri il

passaggio, anche perché sono in amministrazione dal 2000 e intendo proseguire con il lavoro intrapreso da Gigi che ha reso funzionale il lavoro degli uffici, cosa che mi rende anche più sereno». E sottolinea: «Crediamo fortemente nel territorio e nella valorizzazione della bassa Valle». All’interno della seduta consiliare che ha segnato il passaggio di consegne, è stato approvato il progetto preliminare per la realizzazione del parcheggio nella zona della sede della Filarmonica alpina e del Cea. Saranno creati sei posti auto e sarà riqualificata quella zona. Inoltre è stato approvato il consuntivo con un avanzo di amministrazione di circa 240 mila euro. Conclude il neo sindaco: «A fine mese provvederemo alla nomina del quinto assessore». Bocche cucite al momento sul nome. ■ Teresa Marchese

Pont-St-Martin: con l’Insula Leonis, Roma torna a rivivere pont-st-martin - Un tuffo nel passato, un’immersione nelle usanze, nei sapori, nei profumi e nelle abitudini degli antichi romani. C’era tutto questo, sabato sera, nella seconda edizione della rievocazione della cena romana messa in scena anche quest’anno dall’Insula Leonis. Tra le urla di giubilo per l’ingresso del pentolone con il maiale e l’accoglienza di turisti capitati per caso, ma subito ben inserito nell’ambientazione, la serata ha registrato ancora un successo, immortalato dalla trasmissione televisiva Agrisapori, che metterà in piedi una trasmissione dedicata alla Valle, con un ricco servizio anche su Pont-St-Martin. «Siamo davvero contenti e orgogliosi di quanto messo in piedi - spiega il referente dei Leonis Giovanni De Bernardi -. Abbiamo raggiunto un livello di fedeltà incredibile, offrendo anche un menù che si trova solo qui, con tanto di quaglie. Abbiamo invitato poi i Consoli del Carnevale, insomma, non avevano mai provato l’ebbrezza di mangiare serviti e riveriti sui triclini. Speriamo di replicare il prossimo anno, anche se è sempre difficile reperire i fondi». ■ al.bi.

Due momenti della serata di sabato, nel corso della quale è andata in scena la seconda edizione della rievocazione della cena romana dell’Insula Leonis

Fontainemore: Scultura dal vivo parte con il piede giusto fontainemore - Promossa. Riscuote un buon successo il primo weekend della rassegna “Scultura dal vivo”, andata in scena sabato 29 e domenica 30 giugno a Fontainemore, grazie all’organizzazione dell’associazione 4 Communes e al patrocinio della Presidenza del Consiglio. Ideata da Simone Allione, artista e maestro della scuola di scultura di Lillianes, il primo appuntamento ha visto la partecipazione dello stesso Allione, di Stefano Arnodo di Perloz, di Dario Berlier di Gressan ed Enrico Massetto di Saint-Pierre, che si so-

Gli artisti impegnati in Scultura dal vivo a Fontainemore

no esibiti appunto dal vivo, dando prova delle proprie capacità di fronte a un folto pubblico. Il successo è testimoniato anche dalla scel-

ta del comune di Fontainemore, che ha scelto quattro opere per abbellire il proprio paese. I prossimi appuntamenti so-

no previsti per sabato 13 e domenica 14 luglio a Pontboset, sabato 10 e domenica 11 agosto a Lillianes e sabato 7 e domenica 8 settembre a

Perloz. A Pontboset saranno di scena Simone Allione, Stefano Arnodo, Ornella Cretaz e Luciano Regazzoni. ■ al.bi.


40

C O M U N I TÀ M O N TA NA

M O N T RO S E

lunedì 8 luglio 2013

■ bard / Gli stand degli artigiani sono stati accompagnati dalla musica celtica

Anche a luglio il borgo ha il suo mercatino Anna Malavolti artigiana del cuoio

Le Spaturnie di Sandra Santagiuliana

Cristina e Silvano Armato produttori di olio

Daniela Prevedini e il suo staff Michel Grivon alla sua destra Giulia e Riccardo Di Giamma

Piera SQUILLIA inviata a Bard

Bard - Nella suggestiva cornice del borgo medievale, ai piedi dell’imponente Forte, si è svolto domenica 7 luglio il primo appuntamento della Mostra mercato. «É la prima volta che prevediamo una giornata anche a luglio - ha spiegato Daniela Prevedini, presidente dell’associazione Borgo di Bard -. Abbiamo, insieme al Comune, deciso di unire la nostra mostra con l’evento della nuova edizione di Celtica, la Festa internazionale di Musica, Arte e Cultura celtica (altri servizi alle pagine 8 e 9). Nel pomeriggio i gruppi Pendagron e Ascapiss Pipeband ha dato vita nel cuore della borgata a uno show itinerante, riuscendo a creare per tutti i visitatori un clima di musica, magia e colori. Abbiamo cercato di venire incontro alle spese dei nostri espositori,

circa 40 quest’anno, permettendo loro di pagare una sola volta anche per la mostra mercato di ferragosto, che prevede due giornate». I visitatori, molto più numerosi nel corso del pomeriggio, hanno potuto acquistare i prodotti enogastronomici, l’artigianato di tradizione e oggetti di hobbistica. La cooperativa Les Tisserand di Valgrisenche partecipa per la prima volta, nel periodo estivo, alla mostra di Bard. «Il nostro unico punto vendita – ha precisato Luana Usel – è a Valgrisenche. I mercati rappresentano un modo per farci conoscere, anche dagli stranieri che visitano la valle. Certo che oggi, con questa giornata di gran caldo, i nostri prodotti in pura lana non hanno avuto molto successo». Anche Anna Malavolti, proprietaria del negozio di pelletteria Minel di Aosta, ha aderito a questa iniziativa

Luana Usel de Les Tisserands di Valgrisenche

I monaci indiani hanno spiegato l’arte del Mandala

Un momento dell’esibizione dell’Ascapiss Pipeband

ed espone i suoi prodotti. «Il borgo è bellissimo. Il mercato rappresenta un’occasione non solo per dare visibilità alle tue creazioni, ma anche per conoscere tante persone e questo è molto arricchente. Cosa non dire poi della buonissima zuppa di Bard, che ho mangiato a pranzo

al punto ristoro, un prodotto di eccellenza». Quest’anno molti gli espositori di fuori valle, come Silvano e la figlia Cristina Armato che da 5 generazioni producono olio a Lucinasco (Imperia) e che da alcuni anni vengono a Bard per presentare i loro prodotti a un

pubblico più ampio, o come Dario Giovale della Cooperativa agricola “Le tre Cascine” che produce formaggi, in particolare toma e formaggi di capra, il quale in valle, oltre a vendere, si può confrontare con altri produttori valdostani. Molto successo hanno avuto

anche le “Spaturnie” di Sandra Santagiuliana di Moncrivello (Vc). «Qui al Forte si rivive la vecchia aria dei mercati di un tempo. Vengo da anni alla mostra anche in inverno. Ormai molti conoscono i miei ninnoli a forma di bambolina. Servono per allontanare la tristezza, la malinconia e le manie. Mai come in questo periodo sono utili. É un gioco divertente che raccoglie tante persone, di tutte le età». Nel tardo pomeriggio infine è stato possibile assistere alla iniziativa promossa dall’associazione Tso Pema. Alcuni monaci del monastero di Gaden Jangstes di Karnataka (India), che stanno effettuando un tour per l’Italia, hanno raccontato “l’arte del Mandala” fornendo gli insegnamenti di base della cultura tibetana. I loro obiettivi sono di farsi conoscere e anche di raccogliere fondi per aiutare il loro monastero.

■ bard / Via la commissione ediliza; ok alla demolizione di un edificio, «sognando un’area verde» ■ pont-st-martin / Yeuillaz: «Garantiamo San Lorenzo»; Enrietti: «Ultima chiamata utile»

«Avremo molta meno burocrazia» Pro loco: nulla di fatto, ma si muove qualcosa bard - Abolizione della commissione edilizia, rendiconto col segno positivo e conferma delle indennità 2012. Questo in sostanza il consiglio comunale di Bard, andato in scena martedì 2 luglio. «Non ci sarà un risparmio a livello economico, ma dal punto di vista dello snellimento delle pratiche il cambiamento sarà deciso – commenta il sindaco Cesare Bottan, in merito all’abolizione della commissione edilizia, strada già intrapresa da diversi altri comuni -. Non aveva molto senso mantenere questo organo consultivo, anche perché magari delle pratiche dovevano stare ferme per mesi in attesa di poterla convocare. Ora, invece, ci affideremo a un tecnico, che avrà sempre potere consultivo, ma avrà un parere univoco e non riunirà le idee di persone diverse. Una volta ricevuto il suo giudizio su una pratica, avrò

Cesare Bottan

in mano tutti gli elementi per firmare». E’ di 563 mila 410 euro l’avanzo di amministrazione sul rendiconto 2012. «Abbiamo dei fondi in più rispetto a quanto previsto, segno che il bilancio è in attivo – continua Bottan -. Di questo avanzo, comunque, gran parte era già prevista ed è già stata inserita a bilancio per il 2013. Rimane fuori qualche bricio-

la, ma vedremo di riuscire a reinserirla». Un ulteriore atto riguarda una sorta di marcia indietro, con il compenso del primo cittadino riportato ai valori del 2012, in quanto non sforando i limiti previsti, non rientrava nella categoria delle indennità soggette obbligatoriamente al ribasso del 5%. L’ultimo aspetto, infine, riguarda la declassficazione di un edificio in cattive condizioni, ubicato tra la statale e la strada romana. «Il proprietario non può permettersi di ristrutturarlo, per cui ha chiesto la possibilità di demolirlo – conclude Bottan -. Probabilmente, poi, proveremo a rilevare il terreno, riuscendo così a valorizzare il ponte ora nascosto alle spalle della struttura e magari, in futuro, riusciremo anche a realizzare un’area verde». ■ al.bi.

pont-st-martin - Ancora una fumata nera, anche se forse un po’ meno densa. Non si è ancora sbloccata la situazione di stallo della Pro loco di PontSt-Martin, che dopo le dimissioni di Battista Enrietti fatica a trovare un successore e un direttivo che prendano in mano le redini dell’associazione. L’assemblea di lunedì 1° luglio, infatti, ha portato a un altro nulla di fatto, anche se qualcuno si è fatto avanti chiedendo, però, un po’ di tempo e facendo slittare, di fatto, la prossima assemblea al 15 luglio. «Abbiamo preso parte all’assemblea anche noi come Giunta comunale – spiega il primo cittadino Guido Yeuillaz – e siamo soddisfatti del fatto che qualcuno si sia fatto avanti per raccogliere

Battista Enrietti

l’eredità lasciata da Enrietti. Speriamo che questa disponibilità si concretizzi, ma credo che ci siano ottime speranze. San Lorenzo a rischio? Beh se non ci dovesse essere un nuovo direttivo della Pro loco interverremo direttamente noi come amministrazione comunale, ma la patronale di San Lorenzo si farà sicuramente in un

modo o nell’altro». Non si sbilancia sulla buona riuscita del passaggio di consegne il presidente dimissionario Battista Enrietti: «Spero veramente che il 15 si risolva tutto, anche perché qui i tempi stringono e forse non si capisce che per organizzare una manifestazione come San Lorenzo ci vuole un po’ di tempo – chiosa Enrietti -. L’unico mio dubbio è che sembra finalmente che ci siano forze nuove che vogliano entrare nella Pro loco a dare una mano, ma per ora non sembra esserci nessuno che vuole prendersi “i gradi” di presidente. Ripeto, spero che la cosa si risolva in fretta anche perché come tutti sanno, a San Lorenzo si iniziano già i preparativi in vista del Carnevale». ■ al.bi.


lunedì 8 luglio 2013

C O M U N I TÀ M O N TA NA

WA L S E R

41

GRESSONEY-LA-TRINITÉ: sul progetto all’alpe Cortlys la perplessità del Comitato glaciologico Gressoney-La-Trinité - Pubblico numeroso e attentissimo ha gremito la sala consiliare del Comune, venerdì 5 luglio, per partecipare alla riunione estiva del Comitato Glaciologico Italiano. La complessità della contemporanea ricerca sui ghiacciai è emersa nelle relazioni esposte dagli scienziati. Michele Freppaz, Umberto Monterin, Gian Domenico Cella, Antonello Provenzale. L’analisi pollinica è il metodo utilizzato per ricostruire l’evoluzione olocenica dell’ambiente e del ghiacciaio del Lys nella ricerca condotta presso Cortlys in programma il giorno successivo, sabato 6 luglio. All’Alpe Cortlys, Carlo Baroni, dell’Università di Pisa e presidente del Comitato Glaciologico italiano, ha espresso grande soddisfazione per la due giorni, sottolineando la bellezza e specificità dei luoghi visitati. Ed a proposito di luoghi da pre-

servare perché anche in questa occasione oggetto di studi e visite, la recente decisione della conferenza dei servizi che ha approvato la centralina idroelettrica, ha lasciato molto perplessi coloro che sin dalla prima ora si

sono opposti a tale costruzione. Nella relazione presentata dalla Società che ha presentato domanda, si legge che si ritiene di ottenere un utile lordo annuo di 68 mila euro, quanto alla creazione di posti di lavoro si pre-

vede una posizione part time per un costo complessivo di 6 mila euro. Sono questi i vantaggi dell’operazione, si chiedono i ricorrenti che hanno comunque tempo sino al 18 luglio per presentare osservazioni sul progetto.

Il ricorso al Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche è stato discusso nell’udienza del 26 giugno,l’udienza del TAR è prevista per il 10 luglio . Attendiamo gli sviluppi. ■ fr.or.

■ gressoney-st-jean / Successo per la prima edizione della fiera florivivaistica

Artemisia, le piante amiche dell’uomo Gressoney-saint-Jean - La cornice è bella, i colori sono splendidi, l’atmosfera idilliaca per una giornata all’insegna di piante e fiori di montagna e articoli correlati. Questa è stata “Artemisia” la prima edizione di una manifestazione fieristica a cura della Pro loco. Oltre trenta espositori, in maggioranza piemontesi, ma anche lombardi e liguri per un insieme che ha colpito i numerosi visitatori, Ma non solo esposizione, anche un corso sulla coltivazione delle orchidee in casa, allo stand Orchidea di Morosolo, perché chi vive in città e non ha a disposizione terreni, deve sapere quando è il tempo ed il modo del taglio delo stelo fiorito, quando e come si concima e si innaffia, insomma un corso accelerato per conoscere tutto sul fiore che più colpisce l’immaginazione. Quattro gli espositori valdostani e novità di grande interesse. Iniziamo con lo stand di Bruna Vai “Montiflor l’erba del vicino”. «Ci sono e non ci sono - afferma il figlio Giulio - ma del vivaio so tutto! É stata la prima azienda di piante officinali a uso cosmetico della Regione, ma entro l’anno riteniamo di poter chiudere la filiera che diventa quindi corta, attualmente le piante officinali si trasformano in

Gli artigiani di Bois et Fleurs

Le due rappresentanti della cooperativa Lo Tsaven

Il banchetto di Montflor

Servizio di volontariato per gli alpini

prodotti da banco nell’Astigiano, d’ora in poi, faremo tutto noi, dalla coltivazione alla trasformazione». Tisane, olii essenziali, olio iperico contro le scottatute, eritemi solari, cicatrizzante anche per piaghe da decubiito, antisettico, olio di lavanda, proprietà dermopurificanti,

olio per massaggi al rosmarino, olio per massaggi alla lavanda, alla menta, crema lenitiva alla stella alpina, all’elicrisio, all’iperico, alla calendula, all’alloro, detergente intmo al timo e lavanda, crema mani mai e piedi achillea ed elicrisio, tonico alla rosa, protezione labbra

all’edelweiss. Insomma una cura completa del corpo, il tutto in frazione Chardoney di Charporcher. In frazione Clut di Sarre invece opera Nadia Marguis, a Gressoney con la sorella. «Lavoravo sino all’anno scorso in un vivaio, poi la grande scelta, fondare e condur-

re l’azienda agricola “Lo Tsaven” duro ma soddisfacente!» Da sola, menta, salvia, rosmarino e altro ancora. A pochi metri di distanza, sempre a Sarre, in frazione Maillod, sorge la società agricola “Vivai Valdostani”, di Franco Gamerro. E qui troviamo altre novità inte-

ressanti, quasi primizie. E siamo nuovamente alla presa con la cura del corpo, pare che di questi tempi sia la voce che smuove maggiormente le tasche degli italiani, o delle italiane che rinunciano a molto ma non alla speranza di apparire sempre più belle. Chi immaginerebbe che dal genepy si possono ricavare olii essenziali le cui proprietà sono anche indicare per la cura del corpo. Ma non solo perché Gamerro produce il liquore di Genepy, ed è l’unico in Italia a coltivare e vendere la stella alpina «Elvezia - ci suggerisce - perché frutto di studi dell’ACW della Svizzera», un laboratorio dove si svolgono molti studi. Chi invece si occupa di progettare e realizzare aree verdi, giardini rocciosi, ornamentali, impianti di irrigazione, fontane, lagghetti, posa e potatura di piante di alto fusto è l’azienda “Les bois et les fleurs” di Serafino Cugnod di Brusson, Hameau Ponteil, presente alla manifestazione con una ricca esposizione di prodotti, coadiuvato dal figlio. Sicurezza? Certo fornita dalla Security degli alpini di Gressoney, e allo stand della Pro loco, gelato al genepy ed altri gusti , tutti rigorosamente in sintonia con l’esposizione. ■ Franco Ormea

GABY: festa della schiuma, si aspetta il bis Gaby - Ricco buffet che la solerzia e abnegazione dei volontari della Pro Loco ha fatto trovare ai partecipanti della pre serata al Salone Palatz. Alle 21,30 un canno-

ne ha lanciato in mezzo al salone una notevole schiuma, sulla quale, giovani e coloro che hanno ancora l’aspirazione di essere tali, hanno ballato sino a tarda notte sulle

Un momento esilarante della prima edizione della festa con le bolle di sapone

note del dj Midnight. Si è assistito proprio a tutto, chi era coperto dai soli bermuda ed infradito tenuta tipicamente balneare, chi addirittura in costume da bagno,

chi ha addiritura portato materassini e coccodrilli gonfiabili, insomma una vera e propria anticipazione della spiaggia. Atmosfera calda, surriscaldata, ma ancora

la Pro Loco ha offerto aiuto e soccorso con la birra alla spina. Serata riuscitissima e, manco a dirlo, tutti si attendono il bis! ■ f.o.


AG E N DA

42

L’

Oroscopo di Gazzetta Ariete

Leone

Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: lunedì sarà perfetto per sbrigare faccende ed eseguire eventuali commissioni con piglio sicuro. La prima decade è favorita sentimentalmente da Venere, ma può vivere un senso di mancanza, generato dalla quadratura di Giove. Dedicate martedì e mercoledì a questioni economiche; potrete godere di una maggiore leggerezza e di una socialità stimolante nei due giorni a seguire, decisamente più godibili. La domenica potrebbe riservare qualche disarmonia in famiglia: siate malleabili.

Sagittario

Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: probabilmente, lunedì vi verrà offerta una trasferta o un diversivo, che gradirete molto e che affronterete con grande slancio. Le due giornate successive saranno improntate invece a toni più prosaici: alcune scadenze amministrative vi riporteranno alla realtà. Dovrete attendere le giornate di venerdì e sabato per recuperare uno sprint più dinamico e aperto. La prima decade viaggia spedita, grazie ai favori di Venere, che non le farà mancare il calore del sentimento. Domenica avrà sfumature più riflessive e contemplative.

Vergine

Toro Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: la settimana comincerà con un carico di riflessioni intimiste, che insidieranno forse il buonumore. Martedì, mercoledì e giovedì mattina, fortunatamente, ogni cosa ritornerà a posto, sotto la vostra attenta e amorevole supervisione. La prima decade subisce la quadratura di Venere (dialogo sentimentale a tratti difficile), ma è efficacemente sostenuta dal sestile di Giove (brillantezza e fortuna nelle relazioni). La Luna in Cancro di domenica sarà splendida per svaghi e confidenze.

Gemelli Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: con Marte e Venere, in aspetti favorevoli, non potrà che essere una buona settimana. Lunedì, informatica e comunicazioni saranno i settori nei quali eccellerete. La Luna, in Toro nel dodicesimo campo dei due giorni seguenti, vi chiederà, invece, di focalizzarvi maggiormente sull’interiorità. Da giovedì pomeriggio a tutto sabato, l’argento vivo che avrete addosso sarà contagioso. Domenica sarà più indicata per il riposo.

Cancro Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: la Luna in Ariete di lunedì, in aspetto di quadratura, potrebbe causare qualche problema coi vertici aziendali: adottate un atteggiamento cauto e lineare. Da martedì a giovedì mattina, però, potrete concedervi qualche libertà, soprattutto se esercitate la libera professione. Venerdì e sabato, la tendenza a proteggervi dal caos circostante sarà fortissima. Domenica, recupererete con gli interessi: coccolatevi e svagatevi.

Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: questioni finanziarie, compravendite, transazioni: questo sarà il gergo che caratterizzerà la giornata di lunedì. Nei due giorni seguenti, vi ritaglierete uno spazio per pensieri più avventurosi, con un desiderio di naturalezza e di oasi incontaminate, che sarà preponderante. Venerdì e sabato, il lavoro sarà fonte di qualche battibecco, con relativo aumento del nervosismo. Domenica, interessi culturali e affinità elettive saranno le vostre priorità: la socialità sarà molto gratificante.

Bilancia Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: Venere vi stuzzica, vi blandisce, insinua idee di evasione, stimola il dialogo e la complicità. I pianeti in Cancro, però, vi riportano a tematiche più emotive, parlandovi a più riprese di autonomia, doveri, tradizioni e rituali da rispettare. L’inizio di settimana non sarà di quelli eclatanti, ma venerdì e sabato costituiranno un’oasi di spensieratezza, dove far volare la fantasia, magari anche concedendovi un’escursione o una gita. Nel fine settimana, un venticello gelido vi renderà poco espansivi.

Scorpione Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: come soldatini: perfettamente focalizzati, con massimo spirito di sacrificio, riuscirete, lunedì, a smaltire grande carichi di lavoro. Da martedì a giovedì mattina, però, non vi mostrerete affatto collaborativi e sarete pronti a sfoderare il vostro micidiale spirito polemico. Ne varrà la pena? Solo voi potrete stabilirlo. Venerdì e sabato, con le connessioni neuronali al top della forma, impiegherete le energie in un hobby appassionante. Domenica sarà eccellente per escursioni, viaggi e avventure.

Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: la prima decade si gode i favori di Venere: i sentimenti saranno calorosi, le relazioni gratificanti. L’ultima, con Marte opposto, deve respingere al mittente ogni provocazione, o stare lontana da possibili equivoci. La settimana parte in quarta grazie a una Luna di fuoco che propizierà ogni tipo di attività. I due giorni seguenti saranno da dedicare alle pratiche da sbrigare. Venerdì e sabato, la Luna opposta vi renderà polemici. Domenica, i sentimenti saranno intensi e profondi.

0165 279111 0165 279300 0165 279515 0165 890811 0165 787811 0165 238222 0165 238238 0165 44444 0165 2331 0165 842225 0125 929010 0125 807054 0165 767934 0165 809412 0165 78229 0165 904124 0166 92022 0125 355304 0165 74026 0166 569300 0166 949073 0125 300123 0165 713508 0165 40308 0165 5431

MERCATI

LUNEDÌ: Châtillon, La Salle e Verrès. MARTEDÌ: Aosta. MERCOLEDÌ: Courmayeur, Fontainemore, Pont-Saint-Martin. GIOVEDÌ: Hône, Gressoney-St-Jean, Brusson, St-Vincent e Morgex. VENERDÌ: Ayas, Gaby, Issogne, Valtournenche, Etroubles, Donnas.

SABATO:

Bard, Pont-Saint-Martin, La Thuile, Antey.

DOMENICA:

Gressoney La Trinité, Cogne, Aymavilles.

EDITRICE GAZZETTA MATIN S.R.L. A SOCIO UNICO Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta P.IVA E C.F.: 00475000071 CAP. SOCIALE € 25.000 - Iscr. REA: 43679 Amministratore unico: Arianna Gori Chisari REDAZIONE Centro Direzionale “I Prismi” Regione Borgnalle, 12 Tel. 0165 231711 (centralino) E-mail: segreteria@gazzettamatin.com Iscrizione al Tribunale di Aosta n. 9/02 del 20/05/02

Capricorno Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: poiché lunedì rischierà di essere una giornata critica in famiglia, non raccogliete le provocazioni e non alzate un muro di ghiaccio in difesa delle vostre posizioni. Già da martedì (e fino a giovedì mattina) sarete più predisposti ad occuparvi del benessere di chi amate, che saprete sostenere senza riserve. Venerdì e sabato, gli studi e le pubbliche relazioni saranno i settori nei quali vi muoverete con maggiore scioltezza. Domenica, la Luna opposta insinuerà maretta con il partner: cautela.

Acquario Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: lunedì la Luna vi sorriderà benevolmente: cogliete al volo qualche nuova occasione, proponetevi per una collaborazione. Da martedì a giovedì mattina, invece, il vostro appeal sembrerà perdere smalto, quantomeno nei territori familiari, che potrebbero essere fonte di incomprensioni. Venerdì e sabato, per contro, troverete interlocutori all’altezza del vostro brio: energia e passione sono in aumento, la creatività è garantita. Domenica, spegnete l’interruttore dei pensieri e accendete quello delle emozioni.

Pesci Settimana dall’ 8 al 14 luglio 2013: i Pesci, nati a fine febbraio, stanno iniziando a captare l’influsso combinato di Saturno e Giove: fantasiosi ed espansivi, ma coi piedi ben piantati a terra, raccolgono adesso i primi frutti dell’impegno profuso in precedenza. Da martedì a giovedì mattina, l’alleanza della Luna permetterà di trarre il massimo da studi, esami e colloqui. Venerdì e sabato si prospettano come giornate meno esaltanti, ma la domenica vi riserverà sicuramente una forma strepitosa: grande passionalità.

NUMERI UTILI

Questura Polizia Stradale Polizia di Frontiera Polizia Monte Bianco Polizia Gran San Bernardo Protezione Civile Polizia Locale Vigili del Fuoco Carabinieri Aosta Carabinieri Courmayeur Carabinieri Verrès Carabinieri Donnas Carabinieri Nus Carabinieri Morgex Carabinieri Etroubles Carabinieri Saint-Pierre Carabinieri Valtournenche Carabinieri Gressoney Carabinieri Cogne Carabinieri Châtillon Carabinirei Cervinia Carabinieri Brusson Carabinieri Valpelline Guardia di Finanza centralino ospedale

lunedì 8 luglio 2013

Direttore responsabile: l.mercanti@gazzettamatin.com

Luca Mercanti

Patrick Barmasse Alessandro Bianchet Danila Chenal Erika David Davide Pellegrino Cinzia Timpano Fabio Cento Roberta Prodoti

Redazione: p.barmasse@gazzettamatin.com a.bianchet@gazzettamatin.com d.chenal@gazzettamatin.com e.david@gazzettamatin.com d.pellegrino@gazzettamatin.com c.timpano@gazzettamatin.com Grafico: grafico@gazzettamatin.com Segretaria: segreteria@gazzettamatin.com

COLLABORATORI: Massimo Altini, Samir Bastajib, Serena Bazzocchi, Miriam Begliuomini, Angela Bellin, Michelle Berard, Marta Bonarelli, Riccardo Bortolotti, Simona Bosonin, Alessandra Borre, Emanuele Burzio, Nadia Camposaragna, Michelangelo Carrupt Belfiore, Ilaria Cavalet Giorsa, Andrea Chiericato, Cristina Compagnoni, Elettra Crocetti, Andrea Cura Curà, Camilla Di Tommaso, Renato Ducly, Christian Evaspasiano, Giuseppe Farinella, Ursula Ferrari, Enrico Formento, Bruno Fracasso, Giulio Gasperini, Francesca Jaccod, Luca Lavit, Sonia Locatelli, Valeria Luberto, Joelle Lucianaz, Stefania Manenti, Andrea Manfrin, Giacomo Mangano, Teresa Marchese, Umberto Martelli, Federico Mecca, Jean-Claude Mochet, Claudia Olivotto, Franco Ormea, Simonetta Padalino, Matteo Paolini, Giulia Pasi, Gabriele Peloso, Luigi Perosino, Antonella Perriello, Maurizio Pitti, Loris Ponsetto, Thierry Pronesti, Raffaele Romano, Luca Rosati, Alessandro Rossi, Erica Rudda, Riccardo Savoye, Rossella Scalise, Stefano Spandonari, Piera Squillia, Albert Tamietto, Laura Vinaj, Sophie Tavernese, Andrea Trovato, Caterina Venchi, Wilma Zanelli. Abbonamento: 65 euro all’anno (+ online 80 euro) - c/c postale: 000059269571 - bonifico bancario: Banca Sella, Succursale 56 IBAN: IT 06 P 03268 01200 052886002500 (intestato a: Editrice Gazzetta Matin S.r.l. a socio unico Regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta) Concessionaria di pubblicità LG PRESSE S.R.L. Regione Borgnalle, 12 - 11100 AOSTA Tel: 0165 231711 - 0165 1845110 Fax: 0165 1820141 Michel Henry (resp. commerciale) m.henry@lgpresse.com Arianna Gori Chisari (commerciale) a.chisari@lg.presse.com

FARMACIE DI TURNO LUNEDÌ 8 LUGLIO Aosta: farmacia Moderna dottori Orillier e Lupi, Via Torino 20 Arvier: farmacia di Arvier dott. Simona Mazzola Ayas: farmacia Costa di Simonetta Costa Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro La Salle: farmacia S. Vittoria dott.ssa Cinzia Serravalle La Thuile: farmacia dottoressa Anna Berthet Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello Valtournenche: farmacia dottor Luca Varvello Verrès: farmacia dottor Cesare Quey MARTEDÌ 9 LUGLIO Aosta: farmacia comunale di Corso Battaglione Aosta Ayas: farmacia Costa di Simonetta Costa Aymavilles: farmacia dottoressa Milena Cuc Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro La Thuile: farmacia dottoressa Anna Berthet Morgex: farmacia di Morgex S.n.c. Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello Valtournenche: farmacia dottor Luca Varvello Verrès: farmacia dottor Cesare Quey MERCOLEDÌ 10 LUGLIO Aosta: farmacia comunale di Via St-Martin de Corléans Ayas: farmacia Costa di Simonetta Costa Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Courmayeur: farmacia Monte Bianco S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro La Thuile: farmacia dottoressa Anna Berthet Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello St-Pierre: farmacia Vittore Caprani Valtournenche: farmacia dottor Luca Varvello Verrès: farmacia dottor Cesare Quey GIOVEDÌ 11 LUGLIO Aosta: farmacia Croix de Ville dottor Chenal, Via Croix de Ville 1 Breuil Cervinia: farmacia Antica del Breuil di Guido Fontanella Brusson: farmacia San Giuseppe dott.ssa Michela Murdocco Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando visualizza

Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello Pré-St-Didier: farmacia del Verrand dott.ssa Caterina Tubère Sarre: farmacia dottor Renato Rovito Verrès: farmacia dottor Cesare Quey VENERDÌ 12 LUGLIO Aosta: farmacia dottor Corrado Papone Breuil Cervinia: farmacia Antica del Breuil di Guido Fontanella Brusson: farmacia San Giuseppe dott.ssa Michela Murdocco Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro La Thuile: farmacia dottoressa Anna Berthet Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello Pré-St-Didier: farmacia del Verrand dott.ssa Caterina Tubère Verrès: farmacia dottor Cesare Quey Villeneuve: farmacia dottor Cesare Saroglia SABATO 13 LUGLIO Aosta: farmacia Comunale di Via St-Martin de Corléans Breuil Cervinia: farmacia Antica del Breuil di Guido Fontanella Brusson: farmacia San Giuseppe dott.ssa Michela Murdocco Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro La Salle: farmacia S. Vittoria dott.ssa Cinzia Serravalle La Thuile: farmacia dottoressa Anna Berthet Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello Verrès: farmacia dottor Cesare Quey Villeneuve: farmacia dottor Cesare Saroglia 14 LUGLIO Antey-St-André: farmacia Marchesini dott.ssa Laura Desotgiu Aosta: farmacia comunale di Corso Battaglione Aosta Ayas: farmacia Costa di Simonetta Costa Champorcher: farmacia Sant’Anna Châtillon: farmacia Ferrando Cogne: farmcia di Cogne dott.sse Frisone & Ruffier S.n.c. Courmayeur: farmacia Monte Bianco S.n.c. Etroubles: farmacia dottor Federico Mion Issime: farmacia Friedenskönigin dottor Franco Lo Nigro Nus: farmacia di Nello Fabbri Nello Verrès: farmacia dottor Cesare Quey Villeneuve: farmacia dottor Cesare Saroglia DOMENICA

Prezzi per pubblicità a modulo (IVA esclusa): Commerciali euro 28,00 - Occasionali euro 30,00 Finanziari, Legali, Concorsi, Aste euro 30,00 Economici euro 20,00, max 20 parole (modulo 38x38 mm) Necrologie: euro 37,00 (senza foto), 50 (con foto) Posizione di rigore: +20% Il giornale si riserva di rifiutare qualsiasi inserzione Stampa: I.T.S. Sarnub SpA Cavaglià (Bi) Via Abate Bertone, 14 - 13881 Tel. 0161/996411 - Fax 0161/996400 P.Iva 01805240023 Distribuzione: Altrimedia e Taramino E’ vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale, di tutto quanto pubblicato su questo giornale. Ogni violazione è perseguibile per legge.

Concessionaria per la vostra

PUBBLICITÀ

Regione Borgnalle, 12 AOSTA PER INFORMAZIONI: 0165/231711 (Segreteria) 0165/1820141 (Fax) m.henry@lgpresse.com a.chisari@lgpresse.com segreteria@gazzettamatin.com


43

lunedì 8 luglio 2013

Musicastelle Piace la versione

en plein air e pomeridiana dei concerti Outdoor

Simone Cristicchi tra i personaggi del Carnevale storico di Verrès

Serena BAZZOCCHI inviata a Verrès e Torgnon

S

aranno quei capelli inconfondibili, quello sguardo che parla e quella voglia di comunicare emozioni attraverso le sue canzoni che hanno fatto del concerto di Simone Cristicchi un evento unico nell’ambito della rassegna Musicastelle. «Sono stato contattato per poter dare una bella performance in un contesto magico come questo, il parco del castello di Verrès. Questo luogo ben si accosta alle me canzoni che sono anch’esse un po’ un racconto, una fiaba» spiega Cristicchi. Due ore in compagnia del “cantattore” romano hanno permesso al pubblico di divertirsi con la musica e di partecipare a pieno a questo concerto che come dice Cristicchi stesso, «abituato ai grandi palcoscenici, è stato un piacevolissimo concerto in famiglia. Ero molto a mio agio col pubblico, mi sentivo a casa». Una performance varia quella che il cantante ha offerto al pubblico valdostano, arricchita con intermezzi di teatro, legati al suo

Simone Cristicchi

La vincitrice di X Factor, Chiara

Il pubblico di Chiara a Torgnon

prossimo progetto che porterà a visitare l’umanità dimenticata attraverso una riflessione sulla complessa vicenda giulianodalmata in “Magazzino 18”, nome del deposito situato nel porto di Trieste che conserva molte masserizie abbandonate da un’intera generazione di italiani costretti all’esilio. Dopo questa toccante riflessione, il cantante attua una completa sterzata e un cambio di registro esaltante che porta il pubblico attentissimo a ridere delle numerose parodie dei suoi colleghi. Non solo Biagio Antonacci, protagoni-

sta della canzone “Vorrei cantare come Biagio Antonacci”, ma anche Gigi d’Alessio, i Gemelli Diversi, Tiziano Ferro e tanti altri. «Ho privilegiato le canzoni che acusticamente meglio si adattano al contesto. Quella che ho cantato più volentieri è “La prima volta che sono morto”, una canzone leggera, non troppo impegnativa, ma ricca di emozioni. Non mi definisco un cantante, né un attore,ma piuttosto un “cantattore” o meglio un “intrattenitore”. Adoro intrattenere la gente, farla ridere, soprattutto in un periodo dramma-

tico come quello che stiamo vivendo» aggiunge. Sabato 6 luglio è stata invece la volta di Chiara Galiazzo, cantante italiana salita alla ribalta nel 2012 vincendo la sesta edizione di X-Factor. Chiara ha fatto cantare e ballare il pubblico di Torgnon a ritmo delle sue canzoni e con la sua voce potente riflessa negli sguardi sorridenti e nelle espressioni di una ragazza semplice, acqua e sapone con un grande talento. Un concerto totalmente diverso rispetto a quello del giorno precedente, in una location

naturale, i monti sullo sfondo e un prato verde che ha accolto il numeroso pubblico. «Non so se mi sono divertita più io o voi: insieme!» afferma Chiara dopo aver cantato due volte il conosciutissimo singolo “Due respiri”. Un concerto anche in questo caso ambientato in un contesto piacevole e tranquillo. La semplicità di questa cantante accostata a un grande talento che si manifesta non appena avvicina le labbra a un microfono hanno fatto breccia nei cuori dei partecipanti che con foto, video e autografi hanno immortalato que-

sto pomeriggio speciale. «Non ho mai cantato con il sole in fronte e con così tanti momenti di improvvisazione in cui mi sono divertita molto. Ho sempre fatto concerti serali, questo si differenzia dagli altri e sicuramente lo ricorderò con immenso piacere» aggiunge Chiara. Musicastelle outdoor torna sabato 13 luglio alle 18 al Plan Belle Crete di La Salle, con il cantautore romano Max Gazzé. A chiudere la serie di concerti domenica 14 luglio, alle 15, sullo sfondo del lago di Chamolé a Pila, Raphael Gualazzi.

MUSICA - Appassionati anche dalla Savoia per la due giorni allo stadio Puchoz di Aosta

Il BLUES fa ancora centro Guitar Crusher e a destra la serata Motown Forever

AOSTA - Per l’undicesimo anno le sonorità trascinanti del blues e del soul hanno conquistato il pubblico valdostano: mercoledì 3 e giovedì 4 luglio la musica di qua-

lità è stata l’indiscussa protagonista dell’Aosta Blues and Soul Festival allo Stadio Puchoz di Aosta. Il magnetismo della voce di Sidney Selby, meglio noto come Guitar

Crusher (classe 1931), ha dato avvio alla prima serata. É stato facile emozionarsi con il blues “old style” evocato dalla sua inconfondibile voce baritonale. La temperatura si è poi fatta bollente con l’esibizione di Dana Fuchs, cantante, compositrice e attrice newyorchese che forte di una bellezza fuori dal comune e una voce straordinaria si è confermata vero e proprio fenomeno del palcoscenico.

Il Duedipicche festeggia il compleanno con il Gran galà al castello SARRE - Nati nel 2007, i Duedipicche hanno debuttato il 4 luglio con la loro prima festa al “Capogiro”. A distanza di sei anni dal loro debutto sono passati dall’essere «un semplice gruppo di amici con la passione per l’intrattenimento», come dice uno dei fondatori, Luca Mauro Melloni, a rappresentare oggi una figura di rilievo nelle serate della movida valdostana e firmare una linea di abbigliamento. Sabato 13 luglio il parco del Castello di Sarre, ospiterà il Gran Galà in onore del loro sesto compleanno. L’incantevole e suggestiva ambientazione sarà teatro dei numerosi spettacoli che ani-

meranno la serata. Nella prima parte dell’evento sarà possibile

assistere al concerto di Manolo dei Gipsy Kings nonché a spettacoli pirotecnici e circensi. La serata sarà inoltre caratterizzata da un percorso enogastronomico accompagnato da un ricco buffet preparato per l’occasione dallo chef Julien Chiudinelli. Assieme ai piatti sarà possibile gustare i vini scelti dall’Associazione italiana Sommeliers. Per chi fosse interessato è possibile prenotare i tavoli per la cena rivolgendosi ai membri dello staff. Nel corso della serata ci sarà inoltre la possibilità di percorrere gli spazi interni del castello grazie a visite guidate. ■ Stefania Negretto

La seconda serata si è aperta con il concerto di Roland Tchakundé, uno dei più importanti interpreti dell’african blues, che in più di un’ora di esibizione ha unito con la sua musica lo spirito primitivo del blues americano con i suoni e addirittura i dialetti africani. Chiusura con il botto con l’esibizione-evento dedicata all’epopea della Motown: i cantanti Joyce Yuille, Will Robertson, Ronnie Jones e Tia Architto, assieme ad otto musicisti, con “Motown Forever” hanno fatto rivivere un’epoca mitica per tutti gli amanti della musica soul. «É stata un’edizione dalle grandi soddidfazioni - ha detto Palmiro Peaquin, “anima” del festival assieme ad Aurora Carrara -. Grazie al Comune di Aosta che lo ha promosso e sostenuto fortemente. Mille persone presenti la prima sera, più di mille la seconda, con tanti amici del soul arrivati anche da Savoia, Piemonte e Liguria». ■ Francesca Jaccod


C U LT U R A & S P E T TAC O L O

44

lunedì 8 luglio 2013

EDITORIA - Mario Badino inaugura la nuova collana poetica di End Edizioni

Cianfrusaglia poetica L’autore in un autoscatto e la copertina del libro

AOSTA - «Mi piacerebbe che fosse un libro vivo, che non prendesse polvere su uno scaffale, ma che fosse utilizzato il più possibile, fotocopiato, citato, preso come spunto per una canzo-

ne...». Il libro è “Cianfrusaglia”, l’autore Mario Badino, 38enne insegnante di professione e poeta per passione.

Una passione nata sui banchi di scuola più di vent’anni fa e coltivata privatamente, prima, e poi sul web nei blog che cura (cianfrusaglia.webpresse.com e ziapoe.noblogs.org). “Cianfrusaglia” è la prima perla della nuova collana di poesie che End Edizioni ha deciso di aprire. «Una decisione sofferta - spiega l’editrice Viviana Rosi - perché, come scrive anche Mario nei ringraziamenti, la poesia non ven-

de. Dopo una lunga riflessione abbiamo avuto una botta di coraggio: massì facciamola!». A Badino l’onore di inaugurarla con una raccolta di scritti dell’ultimo anno che inizia con un nucleo di componimenti più esistenziali, legati ad alcune riflessioni suggerite da vicende personali che hanno colpito l’autore recentemente, per poi estendersi fino ad abbracciare 4/5 filoni narrativi: dal mito all’impegno civile, dall’esi-

stenziale al geografico. «La poesia è anche impegno» sostiene l’autore spiegando i versi più attuali e collegati alla realtà e alla società come “La peste nera”, scaturita dopo alcuni dati allarmanti sulle emissioni dell’acciaieria cittadina, “Montecitorio” o “Trappola per topi”. C’è poi tanta Cogne, secondo paese del poeta aostano, nei versi sul bosco, sulle passeggiate nel silenzio che si trovano in “Cogne”, “Il bosco”, “Cam-

ESPOSIZIONE - Gli oli su tavola del pittore torinese in mostra nella saletta di via Xavier de Maistre

I paesaggi reali e le strade immaginarie di Pepino AOSTA - A Roberto Pepino piacciono le facciate dei palazzi, le vecchie insegne dei negozi, le pubblicità della Martini e della Cinzano. Piacciono i panni stesi al sole e i gerani alle finestre, i passanti, ma anche strade, immaginarie, deserte. Il pittore torinese, da anni trapiantato in Valle d’Aosta, espone fino al 15 luglio alla saletta d’arte di via Xavier de Maistre i suoi quadri raccolti sotto il titolo “Dal reale all’immaginario”. «É un titolo che ho dato per differenziare i due percorsi, i paesaggi reali, tratti da ricordi e foto di viaggi - spiega -, e le strade immaginarie, strade

La strada immaginaria di Roberto Pepino con l’omaggio a Franco Grobberio

di sapore parigin-padano anni Sessanta, che sono di pura fantasia». E sono proprio questi scorci di vita urbana a ricoprire quasi il 50% della produzione del pittore che conta circa 3.000 opere a olio su tavo-

CINEMA

IVREA ESTATE CASTELLO DI IVREA

ST. CHRISTOPHE CINELANDIA sala 1 digitale-open sky: lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 luglio alle ore 20 e alle ore 22.55 The lone ranger sala 2 digitale: lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 luglio alle ore 20 e alle ore 22.45 L’uomo d’acciaio sala 3 digitale: lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 luglio alle ore 20.30 e alle ore 22.40 After Earth Dopo la fine del mondo sala 4 digitale: lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 luglio alle ore 20.10 e alle ore 22.40 World War Z sala 5 digitale-open sky: lunedì 8, martedì 9 e mercoledì 10 luglio alle ore 21.30 The lone ranger

martedì 9 luglio alle ore 22 La grande bellezza mercoledì 10 luglio alle ore 22 - Spettacolo Africa Brasile Cuba giovedì 11 luglio alle ore 22 Il grande e potente Oz venerdì 12 luglio alle ore 22 - Spettacolo In-ec-cesso una bomba per cintura

VERRÈS CINEMA IDEAL lunedì 8 e martedì 9 luglio alle ore 21 The lone ranger

SAINT-VINCENT AUDITORIUM lunedì 8 e martedì 9 luglio alle ore 21 World War Z mercoledì 10 luglio alle ore 21 The lone ranger

le. «Ne ho fatte così tante perché sono richiestissime. Molte le ho fatte su ordinazione: il cliente mi dice cosa vuole: estate, inverno, tipo di negozio, nomi da apporre sulle insegne... e io eseguo». Gli scorci di paesaggi reali

(in mostra alcune vedute lacustri) hanno un titolo che li contraddistingue, alle strade immaginarie Pepino dà invece una numerazione progressiva. In una di queste strade c’è anche un omaggio a un altro pit-

tore valdostano, Franco Grobberio. Un camion rosso porta un grande cavalletto con un quadro di inconfondibile stile grobberiano, un omino con gerla sulle spalle in groppa a un tatà colorato. «Grobberio mi fa sognare! commenta Pepino - L’ho conosciuto alla mia mostra e si è complimentato per le mie opere. Ci siamo soffermati a parlare e mi ha scritto una bella dedica sul libro della mostra. Era il giorno del mio compleanno e la sua visita è stata il più bel regalo». La mostra rimarrà aperta fino a lunedì 15 luglio dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19. ■ er.da.

minante”, “Il sentiero” e “Colonna”. «Nella parte sui miti mi diverto a leggerli e trasformarli, agganciarli alla realtà, lì più che altrove c’è dell’ironia» spiega ancora. E poi l’amore. Quello per la propria donna, per i propri figli, come in Emma, perla, tra le perle, dedicata alla figlia: «Dormire dopopranzo non mi piace e non m’è mai piaciuto; rivedo me nelle tue giravolte per ingannare il tempo. Il letto è oggetto delle tue attenzioni come percussionista: lo batti con le mani, con le gambe, ti drizzi e ti ridistendi, picchietti con il piede contro il muro. Chi ti ha costretta in guerra con la noia, quello son io, tuo padre, che ti ha portato in dono, insieme a labbra grandi e pelle scura, anche quest’avversione a perdere il tuo tempo sonnecchiando.» Il tutto raccontato con uno linguaggio classico, e uno stile pulito che hanno sempre contraddistinto la produzione dell’autore. «Il vero filo conduttore, che nessuno capisce - conclude Badino - è dimostrare a Viviana che la poesia vende», a buon intenditore... Cianfrusaglia, Mario Badino, End Edizioni, 117 pagine, 10 euro. ■ Erika David

NOVITÀ - Torna il tour con regia mobile di Radio Proposta in blu con il nuovo programma estivo

L’Arcobaleno viaggia col pullmino AOSTA - É partito il tour di Radio Proposta in blu che fino al 14 agosto con il suo furgone regia mobile trasmetterà il programma estivo l’Arcobaleno. Un contenitore radiofonico ricco di interviste, rubriche dedicate a svariati temi, per esempio al cinema, alla cucina alle passeggiate in montagna e tanto altro, il tutto accompagnato da ottima musica. Dalle 9 alle 12 Paola Borgnino ed Ettore Danna,

Paola Borgnino ed Ettore Danna: sono ancora loro le voci dell’estate

La Semaine «culturale»

Théâtre et lumières al Teatro romano

Secondo appuntamento, questa sera, lunedì 8 luglio, con Théâtre et Lumières, l’evento di giochi di luci e suoni sulla facciata del Teatro romano di Aosta. Dalle 21.30 alle 23, ogni mezz’ora lo spettacolo, che dura all’incirca 15 minuti, sarà ripetuto. La musica utilizzata quest’estate, dal carattere neo-sinfonico, è stata realizzata dal compositore Massimo Giuntoli e si ispira a “Le Sacre du printemps” di Igor Stravinskij. Ritmo, melodia e armonia sono strutturati per corrispondere agli elementi architettonici e agli effetti illuminotecnici. Ingresso gratuito, repliche ogni lunedì sera fino al 26 agosto.

La Tour de l’Archet di Morgex ospiterà dal 10 al 13 luglio il convegno “Poesia e canzone dalla Francia all’Europa”. In occasione del centenario della nascita di Charles Trenet, capostipite di una generazione di auteurs-compositeurs-interprètes, il Centro studi Natalino Sapegno ha promosso il convegno che prevede, mercoledì 10 alle 21 il concerto “Tutte le lingue di Brassens”, nell’ambito della rassegna Châteaux en Musique, l’apertura del seminario giovedì alle 9.30, l’inaugurazione, venerdì 12 alle 18.30 della mostra “Brassens ou liberté” e, sabato 13 alle 21, la conferenza-concerto di chiusura “Morgex Mix”.

Tre x tre di me, un po’ arte, un po’ libro

Il Canto della Terra, quando il cibo incontra la tradizione

Il ristorante di piazza della Cattedrale Sur Place ospiterà giovedì 11 luglio alle 18 la presentazione di “Tre x Tre di me - Libro d’artista” nato dalle poesie di Maria Adele Sinisi che hanno ispirato l’artista catalano Jaume Aldabo.

La libreria A la page di via Porta Prætoria ad Aosta ospiterà oggi, lunedì 8 luglio, alle 18, la presentazione de “Il Canto della Terra”, nuovo libro della Testolin Editore, a cura di Laura Zenti. L’autrice presenta antiche ricette e antichi piatti della tradizione valdostana quasi scomparsi dalle tavole, accanto ad altri piatti curiosi che valorizzano i prodotti locali.

Poesia e canzone dalla Francia all’Europa, da Trenet a Brassens

si alterneranno settimanalmente, dopo l’esordio dedicato al capoluogo regionale, dall’8 al 12 luglio le trasmissioni saranno in diretta da Donnas. L’attenzione sarà rivolta alle numerose realtà presenti in questo comune della bassa Valle ma si evidenzieranno anche le tantissime iniziative realizzate nei paesi limitrofi durante l’estate . Il viaggio radiofonico continuerà la settimana dal 15 luglio al 19 luglio a Morgex, dal 22 luglio al 26 luglio da Gressan dal 29 luglio al 2 agosto da Bard e dal 5 agosto al 14 agosto da Etroubles. Alcuni contributi verranno proposti anche in un programma di carattere nazionale trasmesso dal circuito in blu dalle 14.05 alle 14.30 dal lunedì al sabato dal titolo “Inblu In TOUR In Valle d’Aosta”. Un’altra occasione per fare conoscere la nostra bella Valle d’Aosta a tutti coloro che scelgono di ascoltare il circuito nazionale delle radio della Conferenza Episcopale Italiana. Le trasmissioni si possono anche ascoltare sul sito www.radiopropostainblu.it e si può “cliccare” un “mi piace” sulla pagina facebook per essere aggiornati su tutti gli spostamenti e i programmi radiofonici. ■ r.g.


lunedì 8 luglio 2013

c u lt u r a & s p e t tac o l i

45

FOTOGRAFIA - Inaugurata sotto i portici del municipio di Aosta la mostra del progetto Viva Valle d’Aosta

Col naso in su in viaggio nella Natura aosta - Naso all’insù sotto i portici di Piazza Chanoux Giovedì 4 luglio la sala conferenze dell’Hôtel des Etats ha ospitato l’inaugurazione della mostra fotografica Valle d’Aosta Il Viaggio nella natura. La mostra rientra nelle iniziative di promozione, organizzate per il periodo estivo, del più ampio progetto Viva – Valle d’Aosta unica per natura, volto a favorire la conoscenza del patrimonio naturale valdostano e a promuovere il turismo naturalistico sostenibile. L’esposizione, realizzata con il patrocinio del Comune di Aosta, si compone di 44 immagini di fotografi valdostani dedicate alle aree naturali protette, ai siti della rete ecologica europea Natura 2000, a fiori e a splendidi esemplari di animali che popolano questi luoghi. «É una mostra intensa e di prestigio per la Valle. E’un progetto che ha permesso di usare fondi europei con un grande impatto turistico e soprattutto culturale - afferma Augusto Rollandin e aggiunge –. La cultura della montagna passa attraverso delle immagini che dimostrano quanto sia ricca questa montagna. É un’iniziativa che incoraggia la protezione del territorio e il mantenimento di tutte le attività che fanno riferimento a questo ambiente. La nostra Valle d’Aosta, proprio perché è piccola, ha bisogno di gran-

di cose». Segue poi l’illustrazione delle foto che saranno esposte fino al 30 settembre. L’immagine di apertura, uno stambecco con un’espressione particolarmente “curiosa”, è di Stefano Unterthiner, testimonial del progetto VIVA, e sarà l’emblema anche per gli strumenti di comunicazione dei tanti eventi che saranno organizzati nel corso dell’estate. ■ Serena Bazzocchi

Una delle immagini in esposizione e a destra l’inaugurazione

CINEMA - In mostra allo spazio 4K di rue Malherbes ad Aosta “Gli amanti del sogno”, poster di film antichi

L’amore esiste solo nelle locandine del cinema Aosta - Ti amavo senza saperlo, il suo onore gridava vendetta, tragico segreto: roboanti titoli si susseguono sulle pareti dello spazio 4K e i volti delle star per eccellenza – Fred Astair, Cary Grant, Katharine Hepburn - invitano il visitatore nel mondo luccicante del cinema classico hollywoodiano. É stata inaugurata venerdì scorso la mostra “Gli amanti del sogno”, curata da Michelangelo Buffa e Alexine Dayné, ospitata in via Malherbes 34, nella sede dell’Associazione culturale FrameDivision. L’esposizione raccoglie una selezione di locandine e riviste originali degli anni ’30’60, provenienti dalla raccolta personale di Buffa, che spiega: «Non è una collezione ma

Il curatore Michelangelo Buffa e i componenti l’associazione FrameDivision

una raccolta, nata dai regali di un amico, proprietario di tre cinema a Mondovì; solo poche le ho comprate personalmente, perché particolarmente interessanti». A lungo chiusi in cantina, i

manifesti sono stati di recente restaurati e restituiscono i colori brillanti e la finezza di tratto dei più illustri grafici italiani del tempo. «Guardando le stampe mi sono accorto che tutte ruotavano attorno a

un tema fisso, la coppia, sempre e dappertutto. Era quasi un’ossessione dell’amore eterno e ideale cui gli spettatori erano sottoposti. Il mio amico di Mondovì aveva ironicamente concluso…l’amore esi-

ste solo al cinema!». Solo una lettura più profonda, simbolica delle pellicole permette di trovare il vero messaggio che «rende questi film interessanti ancora oggi». Proprio in questo senso vanno due iniziative a cura dell’Associazione FrameDivision: lo scorso sabato pomeriggio una lezione-incontro dedicata alla lettura ed alla comprensione della mostra; giovedì 11 luglio alle 19 invece un cine-concerto vedrà la proiezione del film Ascensore per il patibolo accompagnata dal pianoforte di Beppe Barbera. La mostra resterà aperta fino a domenica 21 luglio, dal martedì al venerdì: dalle 17.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 15.30 alle 19.30. ■ Miriam Begliuomini


46

lunedĂŹ 8 luglio 2013


lunedì 8 luglio 2013

c u lt u r a & s p e t tac o l i

47

EVENTO - “Come allo specchio”, il fil rouge tra arte contemporanea e le opere del Museo archeologico

Cinema earcheos all’aperitivo al Mar Aosta - «Qualunque cosa si faccia si ricostruisce sempre il monumento a modo proprio. L’importante è utilizzare sempre pietre originali». Si è aperta con questa citazione di Marguerite Yourcenar la presentazione di “Come allo specchio”, venerdì 5 luglio nel museo archeologico di piazza Roncas dall’archeologa Maria Cristina Ronc. Iniziativa che animerà tutta l’estate aostana con appuntamenti il mercoledì e il sabato. «Come allo specchio - spiega l’esperta - è un percorso tematico che cerca di creare un particolare gemellaggio tra l’arte contemporanea, rappresentata in questo caso dalle opere di Guttuso, con le opere della collezione permanente del Museo Archeologico Regionale. Si tratta senza dubbio di una sfida ambiziosa, dalla quale ci aspettiamo sorgano interessanti dibattiti. Sono proprio questi scambi di idee l’obiettivo del percorso di confronto tra due temi tanto diversi come l’archeologia ed il cinema - prosegue Ronc -. Il tentativo, con l’aiuto del neolaureato e appassionato di cinema Alberto Martelli, sarà quello di creare collegamenti tra questi due colossi. La testimonianza che ciò è possibile è il famoso film di Indiana Jones. Vorremmo tuttavia cercare di personalizzare, per co-

sì dire, il dibattito. Per tale motivo sarebbe interessante partire, per l’idea di ciò che effettivamente l’archeologia rappresenta, da qui ricordi che ognuno possiede, ovvero da quelle immagini in cui un monumen-

to ne è lo sfondo. A questo punto interviene il cinema come strumento attraverso il quale si possono rievocare tali ricordi e far partire delle riflessioni che coinvolgano appassionatamente i partecipanti all’iniziativa.

Si potrebbe affermare, per ricollegarsi con la citazione iniziale, che come allo specchio sia un tentativo di ricostruire a modo nostro il monumento della cultura». ■ Claudia Olivotto

L’incontro di venerdì sera

MUSICA - La formazione ha rappresentato la Valle d’Aosta a Roma in quattro concerti, debuttando con la nuova divisa

Le voci del Coro Saint Roch nella città eterna Fénis - Un pezzetto di Valle d’Aosta a Roma: è successo il weekend dal 28 al 30 giugno quando il Coro Saint Roch di Fénis ha partecipato a una trasferta nella capitale per prendere parte a una kermesse corale organizzata dall’Accademia Culturale Europea e dall’Arciconfraternita dell’Orazione e Morte di Roma. «Il programma, piuttosto corposo, comprendeva sia brani polifonici sacri che profani, ma anche canzoni popolari e della tradizione valdostana» spiega il Maestro Piermario Rudda. Non solo canzoni religiose, quindi, ma anche brani in patois come “Ma verda vallaye”,“Lo viou velladzo” e “Lo djor da feira” hanno risuonato nella città eterna. I concerti sono stati complessivamente quattro: al Teatro dell’Accademia Praeneste, alla Basilica di San Pancrazio al

Il Coro Saint Roch

Gianicolo, in piazza Giovanni XXIII, nella Cattedrale di Santa Maria Annunziata e a Priverno, in provincia di Latina. «I coristi si sono esibiti con 25 brani totali, ottenendo moltissimi consensi da parte del pubblico, tra cui erano presenti anche personaggi importanti del panorama musicale roma-

no; sono state particolarmente apprezzate le buone capacità tecnico-vocali, di intonazione e brillantezza. Inoltre abbiamo colto l’occasione per presentare non solo le nostre nuove divise ma anche l’ottetto femminile composto in realtà da 9 coriste del nostro coro più 3 dell’Accademia che hanno collaborato

per l’esecuzione di 5 brani. Il duro lavoro svolto durante le prove paga, tant’è che gli organizzatori dell’evento ci hanno rinnovato l’invito per l’edizione del prossimo anno». Soddisfazioni che vanno ad aggiungersi a quelle per la buona prova alla recente Assemblée Régionale de Chant Cho-

ral che ha visto il Saint Roch segnalato nella categoria dei cori a cappella. Adesso un po’ di meritato riposo, ma gli impegni non finiscono qui: nei mesi estivi infatti il coro sarà in concerto, oltre che in casa a Fénis, anche a Gaby. ■ Cristina Compagnoni


TA N T I AU G U R I A . . .

48

Rocco Luca Davide Paolo Emanuela Andrea Bernardo Michela Sandra Pierre Federica Paolo Giorgio Nicola Wolf Luigi Edi Thierry Stefano Mirko Ramon Michelino Ferdinando Marco Ivan Tiziana Giorgio Gioacchino Sandro Sebastiano Wanner Ennio Junior Stefano Muriel Christophe Roberto Salvatore Francesca Giovanni Lino Bruno Giancarlo Luca

Ali’ Astorino Benzi Benzi Berardi Ciddio Berthod Bovo Brean Brignone Bringhen Cantele Cerquetti Chabloz Condo’ Dufour Droz Ferrucci Foletto Frazzetta Gentili Giannotti Giansoldati Goyet Jon Macchiavello Mantione Massari Murdaca Orsi Pedrini Pession Pomat Rosset Saccavino Sangineto Squillaci Susanna Tadei Todaro Valsania Veronesi

12 Luglio 8 Luglio 12 Luglio 12 Luglio 13 Luglio 11 Luglio 8 Luglio 13 Luglio 10 Luglio 14 Luglio 12 Luglio 12 Luglio 11 Luglio 10 Luglio 10 Luglio 13 Luglio 8 Luglio 13 Luglio 12 Luglio 10 Luglio 13 Luglio 13 Luglio 9 Luglio 13 Luglio 9 Luglio 8 Luglio 9 Luglio 12 Luglio 13 Luglio 10 Luglio 8 Luglio 11 Luglio 10 Luglio 14 Luglio 12 Luglio 14 Luglio 12 Luglio 8 Luglio 9 Luglio 8 Luglio 14 Luglio 10 Luglio

Fiocco azzurro

lunedì 8 luglio 2013

Buon compleanno!

Un messaggio speciale per...

Il festeggiato Agostino Casella con la moglie Natalina e il figlio Luca che il 30 giugno scorso ha compiuto 80 anni. Un bel traguardo Ago! Sei una persona meravigliosa... ti vogliamo un bene dell’anima!

Congratulazioni ai nostri piccoli arcieri (Mar scha Christian-Alessia-Stefano-Eloé-Laurent) che -Gianmarco-Matteoal trofeo Pinocchio 2013 a Silvi Marina , e un hanno partecipato allenatori(Orietta-Ugo) e al nostro allenator ringraziamento agli e/presidente (Sergio)

Auguri!!!

Un messaggio per...

La Giunta Bianchi saluta il neo-eletto consigliere regionale

Fiocco rosa

Il piccolo Michael, mamma Maurizia e papa’ Marco ringraziano tutti coloro che hanno partecipato al mio secondo compleanno!

Un messaggio speciale per...

Semplicemente grazie ai “miei pulcini” per i bei momenti passatii insieme. Buone vacanze a tutti, la vostra dirigente “rompi”

Il 1° luglio è nato Christian piccolo di mamma Rosangela e di papà Fabio

Fiocco rosa

Questa è Nicole nata il 1° luglio per la gioia di mamma Ines e papà Mauro

Buon compleanno!!

Il 2 luglio mamma Pamela e papa Denis hanno festeggiato la nascita di Aicha

Auguri di buon compleanno dai nonni, dagli zii e dalla tua amata Zara

Fiocco rosa

Ecco Nicole nata il 30 giugno da mamma Luana e papà Joël che colgono l’occasione per ringraziare tutto il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Beuregard


INTONACO TERMOCAPPOTTO PAVIMENTI RIVESTIMENTI IN RESINA AFFRESCHI DIGITALI E TATOO WALL Fraz. Extraz, 2 - 11020 Arnad

lunedì 8 luglio 2013

Tel: 392.8840896 E-mail: yves2010@hotmail.it

CICLISMO

foto Manuel Montegrandi

a pagina 55

PALLAVOLO

PADRONI DI AOSTA

a pagina 67

a pagina 61-62 Oggi la 24 Ore di calcio a 5 di Doues a pag. 60-61

Il punto di vista

S

ettimana con rischio overdose per gli appassionati di sport. La Valle, che per certi aspetti vive lunghi mesi ai margini del palscoscenico sportivo che conta, entra nei giorni clou della sua estate ad alto livello. Mandati in archivio i campionati italiani giovanili di scacchi, che hanno portato a Courmayeur quasi tremila persone, saranno il ciclismo e il calcio a occupare la scena. Le due ruote meritano la copertina. Vuoi perché la bici, in un modo o nell’altro, riesce ad attirare l’attenzione trasversale di uomini e donne, di grandi e piccoli. E domani non sarà un martedì come tutti gli altri, perché da Pont-St-Martin, proprio là dove era nato nel lontano 1963, scatterà il Giro

della Valle d’Aosta. Il Petit Tour, grazie alla cocciutaggine e alla passione di quel vecchio lupo di mare del ciclismo di Vasco Sarto, si è dimostrato più forte della crisi economica e, pur con un’edizione che ha una tappa in meno rispetto al recente passato, si presenta con tutti i numeri per riscuotere un successo che quasi non fa più notizia (soprattutto perché in Italia siamo campioni nel dare per scontato quello che di positivo può accadere e aspettare la magagna per imbracciare il cannone della critica). Dopo aver reso omaggio al paese che lo tenne a battesimo, il Giro servirà ai 110 partecipanti il tradizionale menù della casa, fatto di ritmi folli e salite da far bruciare i muscoli. Mercoledì si arriverà a La Magdeleine, giovedi

a Champorcher e anche nelle due frazioni in terra francese i girini non potranno riposarsi, né tanto meno distrarsi, in vista della passerella conclusiva di domenica all’Arco d’Augusto dove, ad attenderli, ci saranno anche un paio di giocatori della Juventus. Un binomio, quello tra i dilettanti del ciclismo e gli iper-professionisti del calcio, che ai puristi dello sport potrà anche rimanere sullo stomaco, ma che è perfetto per legare i due grandi eventi della settimana. Sì, perché venerdì tornerà tra le nostre montagne la Vecchia Signora del calcio italiano, che da poco ha vinto il suo secondo scudetto consecutivo, il 29° della sua storia. I bianconeri resteranno a Châtillon dal 12 al 22 luglio e mercoledì 17 giocheranno la prima gara

stagionale, sfidando al Perucca di St-Vincent una selezione rossonera. Nonostante le vacanze postume dei nazionali azzurri reduci dalla Confederations Cup, i colpi Tevez e Llorente, che hanno infiammato il popolo bianconero, promettono di trasformare in un bagno di folla i dieci giorni chez nous. I valdostani, a prescindere dalla fede calcistica, avranno di nuovo la possibilità vedere da vicino Paolo De Ceglie con sulla maglia lo scudetto tricolore. E di gonfiare il petto per un esempio di professionalità e di stile. Anche se molto occupati in faccende decisamente più delicate, sarebbe bello che i nostri amministratori pubblici quest’anno se ne ricordassero. ■ Davide Pellegrino


50

lunedĂŹ 8 luglio 2013

www.girovalledaosta.it


calcio

lunedì 8 luglio 2013

51

■ mercato / Il VdA sogna il colpo-Artaria, l’Aygreville torna a pensare a Matteo Pasteris, lo Charva prende Capello

Il Fenusma si consola con Comé e Spataro Il PDHA si assicura il talentuoso ‘96 Dotelli, il Monte Cervino vicinissimo a Pendezza, il Quart a un passo da Guarino e Zito aosta - Prima settimana ufficiale di mercato (da luglio possono essere depositati i tesseramenti e i trasferimenti) senza botti sensazionali, ma comunque con alcune operazioni degne di nota. Il Vallée d’Aoste ha chiuso ieri i sei giorni di selezione e ha praticamente raggiunto l’accordo con l’aostano Giuseppe Furfaro, cresciuto nel Toro, negli ultimi mesi al Volpiano. I granata sono vicini ad altri due ‘95 interessanti, Fortino e Bedini, ma il pezzo da novanta potrebbe essere il bomber della Pro Patria (classe ‘91) Luca Artaria. Della passata stagione potrebbero tornare in Valle i difensori Fiore e Benedetto, mentre sembra ben avviata la trattativa con Daniele Grandi, talentuoso attaccante classe ‘93 dell’Atalanta, già seguito a gennaio. «I due stage ci sono serviti molto - ha spiegato il DS Christial Filippella -, specie il primo, dal quale dovremmo prendere sei o sette elementi. Ho dovuto annullare la terza selezione, perché da lunedì sarò a Milano per seguire direttamente il mercato e cominciare a chiudere le operazioni che ci interessano». In casa Aygreville potrebbe aprirsi un problema in attacco. «Ho parlato con Lopez venerdì - racconta il DS Simone Zoppo - e ho scoperto che inizierà a correre soltanto nei prossimi giorni. Sinceramente pensavamo fosse messo meglio e a inizio settimana faremo una riunione con presidente e allenatore per decidere cosa fare. L’idea attuale è ancora quella di farlo rientrare qualche giorno prima del ritiro per verificarne le condizioni, ma dobbiamo ragionarci su. Non dovesse tornare lui, dovremo buttarci su un attaccante di alto livello». Intanto, ma del tutto svincolato dal discorsoLopez, è tornato d’attualità il nome di Matteo Pasteris; l’attaccante, che non ha ancora trovato una collocazione (l’arrivo a Sarre di Luca Riente ha fatto raffreddare anche quella trattativa), farebbe comodo a Giorgio Benedetti per aumentare l’esperienza del reparto offensivo. Sul taccuino del tecnico è anche finita una punta toscana di 23 anni che si è messa in mostra in un torneo estivo al quale il trainer ha assistito. Per quanto riguarda i fuoriquota, anche l’Aygreville segue Gherard Bosonin, sul quale c’è il VdA; proprio dai granata sono andati sabato a provare i giovani Alex Apparenza (il cui fratellino Denis è nel mirino della Pro Vercelli, che l’ha valutato in settimana durante un allenamento), Luca Lancellotta e Jean Pellissier. Dal CGC Aosta è sta-

Daniele Grandi

Gherard Bosonin

Matteo Comé

Davide Donato

to preso il portiere ‘96 Alexis Imperial, che a breve dovrebbe venire raggiunto dall’attaccante Abdel Hafidi. Non si è ancora sbloccata l’operazione per portare definitivamente a Charvensod il portiere Stephan Celesia. «Dobbiamo avere pazienza fino al 15 luglio - fa sapere mister Claudio Fermanelli, che grazie alle sue conoscenze a Roma sta seguendo in prima persona l’evolversi della situazione -. Il presidente ha parlato con tutti i giocatori e dovremmo riuscire a confer-

mare il gruppo che ha vinto il campionato». L’unico a essere sul piede di partenza è Luca Riente, a un passo dal Real Sarre; radio mercato dava anche Simone Pitrolino vicino al Quart, ma “Ferma” si dimostra sereno: «Simone è un ragazzo serio e quando l’ho incontrato si è detto entusiasta di giocare in Eccellenza. In attacco ci piaceva Destrotti, ma per problemi di lavoro non riuscirebbe ad allenarsi con continuità e allora non ne faremo nulla. Sono contento che Davide Donato abbia deciso di rima-

nere e sono convinto che potrà essere molto utile. Puntiamo a essere la sorpresa di un campionato che sarà di altissimo livello». Intanto sta andando in porto lo scambio con il Real Sarre tra Christian Capello e Stefano Riente. Da Charvensod non dovrebbe muoversi nemmeno Christian Berger, che non avrebbe disdegnato un approdo al Pont Donnaz Hône Arnad. «Da qualche stagione gioca centrale difensivo e noi, ormai, in quel ruolo siamo coperti, visto l’arrivo di Lorusso - commenta il direttore

generale del club della bassa Valle Walter Barbero -. In settimana abbiamo preso il centrocampista del ‘96 Andrea Dotelli, ex capitano degli Allievi della Pro Vercelli, compensando al meglio la partenza di Soster. Tra i giocatori di esperienza cerchiamo un esterno che abbia gamba e che possa fare entrambe le fasi». In uscita è ben avviata la trattativa con il Monte Cervino per il prestito del portiere Samuel Pendezza; i termali hanno chiesto anche il giovane Matteo Arena, ma bisognerà accor-

acquisti

cessioni

Società ST-CHRI VDA All.: Alexandro Dossena (nuovo)

Noro (a. Torino).

trattative Furfaro (c. Volpiano), Artaria (a. Pro Patria), Gherard Bosonin (c. Brescia), Longo (a. Atalanta).

Consol (p. Torino).

AYGREVILLE All.: Giorgio Benedetti (confermato)

Pramotton (c. svincolato), Imperial (p. CGC Aosta).

Pasteris (a. svincolato), Hafidi (a. CGC Aosta).

CHARVENSOD Capello (c. Real Sarre).

All.: Claudio Fermanelli (confermato) P.D.H.A. All.: Roberto Milani (confermato) FENUSMA All.: Claudio Riboni (confermato)

Lorusso (d. svincolato), Umeroski (a. svincolato), Dotelli (c. Pro Vercelli). Comé (c. svincolato), Spataro (d. svincolato), Massimino (a. Corrado Gex).

Palmitessa (d. Monte Cervino), Bravi (d. svincolato), Giometto (d. Quart), Sirigu (a. Monte Cervino).

Termine (d. svincolato).

Pendezza (p. PDHA), Saccavino (p. svincolato), Arena (c. PDHA), Bruni (c. svincolato), Pangallo (d. svincolato), Belloro (d. PDHA).

MONTE CERVINO All.: Dominique Grenier (nuovo) QUART

Guarino (a. svincolato), Zito (d. svincolato), Mantione (d. Charvensod), Badarello (d. Charvensod), Malacarne (d. Charvensod).

All.: Marco Brigantino (confermato) REAL SARRE

Stefano Riente (a. Charvensod), Luca Riente (a. svincolato), Bandieri (c. svincolato), Scarabelli (p. svincolato), Pasteris (a. svincolato).

All.: Marco Girelli (confermato) VERRES All.: Gianluca Marcellan (nuovo)

Saccavino (p. svincolato), Arena (c. PDHA), Bruni (c. svincolato), Pangallo (d. svincolato), Belloro (d. PDHA), Sirigu (a. Monte Cervino), Gamba (d. svincolato).

Borettaz (c. svincolato), Brunod (p. svincolato).

darsi sulle contropartite tecniche, visto che Davide Sirigu, inseguito anche dal Quinci.Tava., dovrebbe iniziare la preparazione con l’Aygreville, e il portiere Simone Lucchetti non è intenzionato a lasciare la squadra Juniores del club del presidente Luca Bertuletti. A Quincinetto, intanto, il direttore sportivo Gregorio Vacchiero ha regalato a Mirko Monetta l’esperto centrale difensivo Igor Vercellinatto, ex Cossato, e ha preso l’interessante ‘96 ex VdA Federico Dalbard. I nerostellati sono ora a caccia di un centravanti e un centrocampista. In Prima Categoria il Fenusma, persi Ugonino e Miassot, è pronto a rimpiazzarli con Matteo Comé ed Anthony Spataro, ai quali potrebbe aggiungersi Emanuele Giometto, che però è di proprietà del Quart. I blucerchiati hanno parlato con Matteo Bravi, contattato pure dall’Aosta 511, ma il giocatore non ha ancora deciso se smetterà per fare soltanto l’allenatore. A Nus rientrerà Simone Massimino e dal Monte Cervino potrebbe arrivare Giovanni Palmitessa. Proprio i termali, che hanno chiuso con il giovane Davide Termine, sperano di trattenere l’attaccante Yuri Sirigu. «Ho bisogno di un giocatore come lui - afferma mister Dominique Grenier -; l’anno scorso lui si è trovato male, ma gli ho spiegato che le cose adesso sono totalmente diverse. Mi auguro di riuscire a fargli cambiare idea, perché sarebbe un peccato che un giocatore per noi utile andasse a rinforzare una squadra concorrente». Se il bomber scegliesse comunque di partire, il Monte Cervino, proprietario del suo cartellino, lo dirotterebbe verso il Fenusma a discapito del Verrès, che è la prima scelta del calciatore. Il Quart, presi Bianchi, Borrello e Allegri, è molto vicino a Vittorio Guarino e Dominic Zito, due elementi importanti nello scacchiere di Marco Brigantino. In uscita c’è Alex Bandieri, che molto probabilmente finirà al Sarre; Romeo e Nex andranno al Corrado Gex. Al tecnico dei viola piacciono i giovani dello Charva Mantione, Malacarne e Badarello. Il Verrès, ancora in attesa di conoscere le decisioni di Saccavino, Belloro, Pangallo e Bruni (in bilico con il Monte Cervino), potrebbe chiudere con Simone Porro, talentuso ‘93, che in mancanza di richieste da categorie superiori rimarrebbe nella squadra del suo paese. ■ Davide Pellegrino

■ dilettanti / Il comitato regionale ha varato le norme per la nuova stagione: chi vincerà la Coppa dalla Promozione in giù salirà di categoria

Si parte il 25 agosto, stop ai rinvii selvaggi per impraticabilità del campo aosta - Domenica 25 agosto scatterà la nuova stagione del calcio dilettantistico regionale. Lunedì il comitato Piemonte-Valle d’Aosta della Figc ha pubblicato il comunicato numero 1, quello che contiene le linee guida della nuova annata agonistica. Le date A dare l’inizio ufficiale alle danze sarà la Coppa Italia di Eccellenza, che scatterà l’ultima domenica di agosto. A differenza delle ultime stagioni, invece, la Coppa di Promozione e quella di Prima Categoria prenderanno il via, rispettivamente, merco-

ledì 28 e giovedì 29 agosto; la Coppa di Seconda scatterà domenica 8 settembre, quella di Terza il 15. Per quanto riguarda i campionati, domenica 1° settembre partirà l’Eccellenza (contemporaneamente alla serie D, la cui Coppa decollerà il 18 agosto); Promozione e Prima scatteranno l’8, la Seconda e la serie D femminile il 15, la Terza il 22, la serie D di calcio a 5 addirittura il 14 ottobre. Il torneo di qualificazione alla Juniores regionale comincerà sabato 31 agosto, mentre il campionato vero e proprio debutterà mercoledì 18 settembre; tre giorni dopo (saba-

to 21) toccherà alla Juniores provinciale. Confermato il format dei tornei giovanili, con le qualificazioni su base provinciale dal 18 settembre a fine ottobre, in modo da far partire la seconda fase a novembre. Il comitato ha stabilito che una società può chiedere direttamente l’iscrizione al campionato provinciale senza prendere parte alla prima fase. I fuoriquota Il direttivo presieduto da Ermelindo Bacchetta ha ratificato la regola sull’utilizzo dei giovani nei diversi campionati. In Eccellenza e Promozione bisognerà schierare un ‘93, un ‘94 e

un ‘95, mentre in Prima Categoria saranno necessari un ‘91 e un ‘92 e in Seconda un ‘90. Nella Juniores regionale potranno esserci al massimo due giocatori nati nel ‘94, in quella provinciale quattro del ‘93. Le novità Due decisioni importanti sono state prese dal direttivo di via Volta. La prima riguarda l’accesso diretto alla categoria superiore delle squadre che vinceranno la Coppa di Promozione, Prima, Seconda, Terza Categoria e serie D di calcio a 5 (fino allo scorso giugno il successo dava soltanto la priorità in caso di ripescag-

gio); nel caso in cui la vincitrice si sarà imposta anche in campionato, il diritto spetterà alla finalista. Novità anche a livello di maltempo. Per garantire uno svolgimento corretto dei campionati, è infatti stato deciso che ogni club potrà rinviare un numero limitato di partite per impraticambilità del campo ad eccezione di quelle sospese d’ufficio dal comitato (due per Eccellenza, Promozione e Prima, tre per Seconda e Terza); esaurito il “bonus”, la Figc potrà requisire d’ufficio un campo alternativo sul quale far disputare le ulteriori gare a rischio. ■ d.p.


CALCIO

52

lunedì 8 luglio 2013

■ PERSONAGGIO / Max Fusani smette di giocare per indossare i panni del team manager degli emiliani neo promossi in serie A

«Il Sassuolo mi ha aperto un portone» L’ex perugino: «Ho giocato un anno nei dilettanti, ma ho capito che non era il mio mondo; il ricordo più bello è il gol a Dundee» SASSUOLO - «Non mi si è aperta una porta, ma un portone». Massimiliano Fusani ha da pochi giorni concluso la sua carriera da calciatore, senza però uscire dal mondo del calcio. E lo ha fatto tornando sul palcoscenico più importante, quello della serie A, visto che è da poco stato nominato team manager del Sassuolo. «Quando mi ha telefonato il direttore generale Nereo Bonato, che conosco dai tempi del Brescello, non ci ho pensato un attimo e ho colto l’occasione al volo - racconta l’ormai ex calciatore classe ‘79 -, anche se la decisione di smettere l’avevo già presa da qualche mese. Due stagioni fa, quando mi era scaduto il contratto con il Sassuolo, avevo deciso di allenarmi con la Bagnolese per tenermi in forma in vista di un possibile nuovo accordo, ma sfortunatamente mi sono rotto il crociato. Ho perso tutto l’anno e l’estate scorsa mi sono rimesso in gioco, facendo la preparazione con il Pisa, ma all’ultimo non se n’è fatto nulla, visto che in Lega Pro è sempre più difficile trovare spazio per un giocatore che ha superato i trent’anni. Tramite l’ex patron del Modena Amadei, al quale sono molto legato, mi sono accasato al Lentigione in Eccellenza, in modo da rimanere vicino a casa (Fusani vive da qualche anno a Sorbolo, in provincia di Parma ndr), ma ho capito che quello dei dilettanti non è il mio mondo; io sono abituato a lavorare in un determinato modo e in un altro ambiente mi sono accorto che ren-

Massimiliano Fusano con la maglia del Sassuolo durante i play off di serie B del 2010

devo molto meno e mi innervosivo di più di quando ero professionista. Il brutto del calcio è che ci si adegua in fretta all’ambiente che ti circonda e non avrei mai vo-

luto guardarmi e dire: io non sono questa persona». Da ragazzo intelligente quale ha sempre dimostrato di essere, Max ha così preso la decisione di appendere le scar-

Alexandro Dossena con uno dei giocatori che ha preso parte al primo stage di selezione

il prima possibile, andando a fare la guerra con la bava alla bocca su tutti i campi; poi vedremo di puntare ad altri traguardi». Dossena, che sarà affiancato dal vice Ivan Stincone e dal preparatore atletico Fabio Di Bois, è poi entrato nei dettagli tattici: «I giocatori per rendere al meglio devono avere certezze, sentirsi sicuri, per cui, secondo me, non è utile cambiare tanti moduli in funzione dell’avversario. Io credo nel 4-4-2, il sistema che mi dà più garanzie, ed è su quello che lavoreremo dal primo giorno di ritiro. Cercheremo di avere coppie in ogni reparto che si completino, in modo da sfruttare in maniera diverse le situazioni di gioco. I giovani saranno importanti e non penso a loro come a qualcosa da mettere ai margini del gioco; la spina dorsale della squadra deve comun-

que avere una certa esperienza». Christian Filippella ha parlato del mercato: «Sto lavorando per completare la rosa entro la fine del mese, poi ci resterà agosto per piazzare qualche eventuale colpo con i giocatori che non avranno trovato una collocazione in Lega Pro e abbasseranno le richieste. Grazie agli stage abbiamo visto già almeno dieci calciatori interessanti, ma per il momento non mettiamo nessuno sotto contratto». Oltre alla prima squadra, sta prendendo forma anche il settore giovanile granata. Giovedì è stata ufficializzata la nomina di Massimo Giovetti a mister della Juniores che prenderà parte al campionato nazionale. «Quando la società mi ha fatto la proposta ho preso un po’ di tempo, ma avevo già deciso di accettare - ha spiegato l’ex mister dei Giovanissimi -. Per me è un’altra bella sfida, che affronto con grande entusiasmo; tra l’altro avrò la fortuna di avere davanti un allenatore come Dossena, dal quale potrò imparare tantissimo». Paolo Cafasso, responsabile del vivaio del VdA, ha fatto il punto sul lavoro da svolgere: «Ci stiamo muovendo per creare collaborazioni con le altre società valdostane, in modo da dare ai ragazzi l’opportunità di crescere nelle migliori condizioni ed essere poi pronti al salto in prima squadra. L’importante non è con che maglia giocano, ma riuscire a mettere insieme i migliori per confrontarsi ad armi pari durante la fase regionale dei campionati di categoria». Per l’annata ‘99 il VdA ha allungato la collaborazione iniziata l’anno scorso con il Fenusma, l’allenatore sarà Davide Vincenzi. ■ d.p.

Gignod detronizza Etroubles Turno infrasettimanale con il botto al 39° Torneo Comunità Montana Grand Combin. Lo Gignod ha regolato 2-0 l’Etroubles (Jean Paul Farcoz e autogol), permettendo al Bosses, che ha travolto 4-0 il St-Oyen (a segno Enrico Alliod, Diego Brunetti, Marco Cabraz ed Erik Miassot) di rimanere in vetta da solo. Rotondo 5-0 del Roisan sul Valpelline per merito di Pierre Vuillermoz (2), Simone Erculiani, Michel Lévèque e Luca Preyet.

Flash

Dossena: «Siamo tutti incazzati, ci sarà da divertirsi»

Tornei

■ SERIE D / Il nuovo mister del VdA ha subito messo in mostra grande determinazione; Giovetti tecnico della Juniores

AOSTA - «Per sentirmi sicuro devo essere un leone e sono qui per trasferire la mia identità ai giocatori, perché per essere un leone in panchina, ho bisogno di leoni in campo». Non ha usato giri di parole, Alexandro Dossena, al suo primo giorno da allenatore del Vallée d’Aoste. E, dopo che il DS Christian Filippella aveva spiegato che «al mister non abbiamo chiesto di vincere il campionato, visto che non abbiamo intenzione di fare un nuovo bagno di sangue prima che la Regione abbia risolto il problema stadio», il tecnico ha chiuso con un’equazione piuttosto chiara: «Quest’anno avrete una società incazzata che ha assunto un mister incazzato, credo che ci sarà da divertirsi». Il mister milanese, che il 7 settembre compirà 36 anni, sa che questa è la sua grande occasione: «Se qualcuno che ti ha avuto come vice in una stagione difficile ti richiama, vuol dire che ha apprezzato non solo l’allenatore, ma anche l’uomo. E’ un’opportunità importante e vedrò di sfruttarla dando il massimo. Quando si retrocede le responsabilità sono di tutti, quindi anche mie e ho fatto autocritica: è proprio dalla delusioni che si può crescere, mentre quando vinci è facile arrivare a pensare di essere bravi in tutto ed è l’inizio della fine». Il mister ha quindi spiegato che con la società si è subito creato un bel feeling: «Condividiamo gli stessi valori: crediamo nei giovani, nell’umiltà, nella determinazione, nella voglia di sudare, cosa che i ragazzi ultimamente hanno un po’ perso. Non sono qui a fare il prete o il chierichetto, ma io ho tanta fame e i miei giocatori non devono essere da meno: nel calcio ci vuole molta continuità, non mi basteranno due exploit al mese. Dobbiamo salvarci

pette al chiodo e di tuffarsi in una nuova avventura. «Erano anni che pensavo di rimanere nel calcio anche dopo aver smesso di giocare e qui ho la possibilità di farlo cominciando dal calcio vero, quello di serie A. Il Sassuolo, poi, mi ha proposto di ricoprire un ruolo, quello di team manager, che ti permette di capire quello che davvero ti piacerebbe fare. Potrò continuare a vivere lo spogliatoio, anche se mi mancheranno tantissimo le partite e gli allenamenti. Allenare? Al momento ho il patentino di base, perché nella vita non si sa mai, più avanti capirò in che direzione voglio davvero andare e, se sarà il caso, mi iscriverò al corso per diventare professionista». Con una parentesi importante che si chiude, è inevitabile provare a fare una classifica dei momenti più belli e più brutti che si sono vissuti. «Il ricordo più felice è il gol segnato a Dundee in Coppa Uefa, con mio cugino che senza dirmi niente era venuto fino in Scozia per vedermi. Voglio però ricordare anche la firma del contratto con l’Inter, che avrà sicuramente riempito di orgoglio mio papà, che adesso non c’è più, grande tifoso neroazzurro. Il rimpianto è quello di non aver avuto la possibilità di spiccare il volo in una grande squadra nel mio momento migliore al Perugia, ma il calcio è diventato molto simile a un tritacarne e la mia incapacità a scendere a compromessi non mi ha certo aiutato». ■ Davide Pellegrino

A Oyace vola il Valpelline Il Valpelline ha già staccato il biglietto per la semifinale del torneo di calcio a 5 di Oyace. I ragazzi di Gianni Torello hanno travolto 16-0 i padroni di casa, conquistando matematicamente il passaggio del turno; per i primi della classe a segno Prisant (10), Perrino (2), Piperata, Bal, Bondaz e Antoniotti (1). Nell’altro match giocato in settimana la Locanda Lac Place Moulin ha battuto 53 il St-Christophe grazie alla doppietta di Bionaz e ai gol di Vallet, Parlato e Vaudan, mentre per gli sconfitti hanno segnato Venturini, Dalbard oltre a un’autorete). A Roisan il Memorial Erisi Chiuderanno mercoledì 10 luglio le iscrizioni al 5° Torneo “Io Amo la Vita” - Memorial Claudio Erisi di calcio a 6. La manifestazione, i cui proventi saranno devoluti all’Associazione Fibrosi Cistica Valle d’Aosta Onlus, si svolgerà dal 12 al 14 luglio al centro sportivo Grand Combin di Roisan, dove bisognerà presentarsi per perfezionare l’adesione (oppure si può telefonare al 349 2549962); la quota di partecipazione è di 25 euro a persona per il torneo degli adulti e di 8 euro per quello dei bambini. Venerdì dopo le 20 ci sarà la serata “Panino”, sabato, invece, verrà servita una gustosa grigliata (compresa nella quota di iscrizione di ciascun giocatore).

Sergio Pellissier visita i giovani del Fenusma Summer Camp e rinnova per due anni con il Chievo

Terzo turno in archivio per il Fenusma Summer Camp, il tradizionale stage di inizio estate organizzato dalla società castellana; martedì i partecipanti hanno avuto la bella sorpresa di ricevere la visita di Sergio Pellessier; il bomber castellano ha vissuto una settimana importante, conclusa con il rinnovo del contratto con il Chievo per altri due anni


calcio

lunedì 8 luglio 2013

53

■ mercato-2 / L’ex tecnico del Verrès dice no al PDHA per il settore giovanile e si trasferisce alla corte di Sergio Ansermé

Lo Sporting Issogne riparte in FERRARI

Lo Champdepraz prende pure Rollet, il Montjovet affida la porta a Cerquetti, Monteleone torna all’Aosta GLV aosta - Nonostante le vacanze estive e la stagione conclusa da poco più di un mese, anche le società di Seconda e Terza Categoria sono al lavoro per completare le rose. In seconda categoria, in attesa che venga ufficializzato il cambio del mister all’Aosta GLV - Alessandro Vigna dovrebbe sostituire Massimo Chiumello - proprio la squadra del capoluogo ritrova un tassello importante, quell’Andrea Monteleone che nell’ultima stagione ha giocato con i colori dello Chambave. Nella voce partenze ormai certa quella di Marco Mammoliti, destinazione Corrado Gex. Salendo in alta Valle, in casa CG Sanson nelle prossime settimana si saprà qualcosina di più, considerando che la squadra si ritroverà agli ordini di mister Federico Barzagli per un paio di sedute atletiche in vista dell’amichevole contro il Novara. Quel che è sicuro è il rientro di Luca Pozzolini, mentre sono probabili gli addii di Vittoni e Poli; incerto il futuro di Marco Vallet per problemi di studio. La squadra che più ha fatto scintille in questa prima parte di calcio mercato è senza dubbio il Corrado Gex del neo mister Gianluca Vigon: certi gli arrivi dal Quart di Marco Pellicanò, Fabio Nex e Davide Romeo, dal Pollein di Federico Donato e dall’Aosta GLV di Marco Mammoliti. Saranno inoltre nella rosa il portiere Matteo Farcoz e Giacomo Di Libero. Sfumata la pista Nicholas Ricciardello, si continua ad inseguire Davide Lancerotto. In uscita Luca Pozzolini, di rientro al Sanson, Massimino che torna al Fenusma e quindi Massa, Garino e Berlier che terminano l’attività. In casa Grand Combin, sicuri gli addii di Grassi e Jacquin, inizieranno la preparazione in prima squadra i giovani Camedda, Abram e Zaffuto, mentre per quanto riguarda Raiteri mister Drudi cercherà di convicerlo a restare in maglia neroverde. L’Introd cerca un portiere, considerando l’ormai certo addio di Fabio Cerquetti, destinato al Montjovet. La società ha chiesto la disponibilità a Michel Colosimo, ma ancora la trattativa è agli inizi. La riunione della scorsa settimana non ha avuto luogo e dunque si attendono le prossime settimane per capire come muoversi sul mercato insieme al neo mister Devis Panont; sicuro l’addio di Edoardo Braga. Ufficializzata la nuova fusione fra Pollein e Aosta calcio a 5: la squadra si iscriverà al campionato con la denominazione di Aosta Calcio 511 e giocherà le gare interne al Puchoz. Per ora l’unica cosa certa è l’addio di Federico Donato, passato al

Società

acquisti

cessioni

trattative

AOSTA GLV All.: Alessandro Vigna (nuovo)

Monteleone (a. svincolato).

AOSTA 511

Mammoliti (a. Corrado Gex).

Donato (d. Corrado Gex), Bianchi (d. Quart), Allegri (d. Quart), Borrello (a. Quart).

All.: Francesco Lumicisi (confermato) CG SANSON All.: Federico Barzagli (confermato) CORRADO GEX All.: Gianluca Vigon (nuovo)

Luca Pozzolini (c. svincolato). Pellicanò (a. Quart), Donato (d. Nex (d. Quart), Romeo (c. Quart), Aosta 511), Mammoliti (Aosta Massa, Garino, Berlier (fine atDavide Lancerotto (c. AygreGLV), Farcoz (p. svincolato), Di tività). ville). Libero (c. svincolato).

GRAND COMBIN Jacquin e Grassi (fine attiviVittoni (a. svincolato). tà).

All.: Renzo Drudi (confermato) INTROD

Cerquetti (p. Montjovet).

All.: Devis Panont (nuovo) RED DEVILS

Poli (p. svincolato), Colosimo (p. svincolato). Sardino (a. svincolato), Boato (p. PDHA), Daniele Apostolo (c. PDHA), Matteo Bosonin (a. PDHA), Gianluca Bosonin (a. PDHA).

All.: Riccardo Racchio (confermato) VAL D’AYAS

Neal Bosonin (PDHA).

All.: Alberto Luppi (confermato) ACF AOSTA All.: Luca Lenzi (confermato) CGC AOSTA Imperial (p. Aygreville).

All.: Franco Alì (confermato) CHAMBAVE All.: Franco Tosetto (confermato) CHAMPDEPRAZ All.: Simone Frassy (confermato) CHATILLON All.: Tonino Natalino (confermato)

Morabito (p. svincolato), Cominelli (d. svincolato), Théodule (d. Charvensod).

Amato (a. Quart).

Miassot (c. svincolato), Ugonino (d. svincolato), Rollet (c. svincolato), Yoccoz (c. PDHA), Vacca (d. PDHA), Melada (c. PDHA).

Boato (p. PDHA), Lucà (p. svincolato), Ruatto (p. svincolato).

Bushaj (c. Chambave), Mazzotta (a. Chambave), Piperata (p. Chambave).

Corrado Gex; il presidente sarà Gianluca Fea. In bassa Valle i Red Devils rimangono con un pugno di mosche; i tre obiettivi principali, Monetta, Mascia e Arioli, rimarranno al Quinci.Tava. e dunque Bruno Bosonin deve ripartire da zero con la sua strategia. Ancora uno spiraglio per Sardino, ma anche questa pista sembra ormai difficilmente praticabile. Infine il Val d’Ayas, che cerca un attaccante e intanto saluta l’arrivo di Neal Bosonin, l’anno passato al Montjovet. In Terza Categoria ancora da definire l’eventuale iscrizione dell’ACF Aosta (anche per la squadra femminile sono ancora molti i dubbi), mentre il CGC Aosta punterà sui giovani, con l’iscrizione anche delle squadre Juniores, Allievi e Giovanissimi fascia B. A Chambave la difesa è quasi a posto con gli arrivi di Jean Claude Cominelli e Riccardo Théodule, ex Juniores dello Charvensod. Il secondo portiere sarà Alessandro Morabito, mentre si continua a trattare per Luca Amato, che potrebbe rimanere. In uscita Monteleone, mentre Gianni Meynet appenderà le scarpe al chiodo e Stefano Giansetto fungerà da secondo allenatore. Lo Champdepraz, dopo Miassot e Ugonino, piazza anche il colpo Remy Rollet. Certi i riscatti di Vacca, Melada e Yoccoz dal PDHA. Si cerca un portiere fra Lucà, Boato e Ruatto. A Châtillon si contano i ritorni di Bushaj, Mazzotta e Piperata, mentre a Montjovet il nuovo portiere sarà Fabio Cerquetti. Perso Rollet, si continua a trattare con Treu e Surroz, mentre Neal Bosonin saluta e passa al Val d’Ayas. La novità principale della settimana arriva da Issogne: lo Sporting ha un nuovo mister, scelto in settimana. Si tratta di Piergiorgio Ferrari, che avrà come secondo Lorenzo Tramontini. L’ex mister del Verrès, che sembrava in procinto di passare al PDHA per allenare gli Allievi, cercherà di trattenere Cosentino e Martignene, così come Thomas Marchesi, del Verrès; Marino Roveyaz rimarrà come giocatore. ■ Alessandro Rossi

MONTJOVET All.: Marco Bozzetti (nuovo) SPORTING ISSOGNE All.: Piergiorgio Ferrari (nuovo)

Cerquetti (p. Introd).

Surroz (c. svincolato), Treu (a. svincolato).

Cosentino (d. PDHA), Martignene (c. PDHA), Marchesi (c. Verrès).

Piergiorgio Ferrari


5 0 ° g i ro d e l l a va l l e d ’ ao s ta

54

lunedì 8 luglio 2013

■ CICLISMO / Scatta domani alle 18 con il cronoprologo di Pont-St-Martin l’edizione delle nozze d’oro

Tutti a caccia dello SCETTRO di Fabio Aru Formolo, Penasa e Masnada partono per vincere, ma occhio a Sterbini (il nuovo gioiellino di Locatelli) e ai giovanissimi stranieri aosta - Una cosa è sicura: il Giro della Valle cambierà padrone. Dopo due anni di dominio di Fabio Aru, scatta alle 18 di domani con il prologo di Pont-StMartin la battaglia per succedere al piccolo-grande sardo, ormai lanciato sul grande palcoscenico professionistico. I favoriti Fare un pronostico in una corsa a tappe per dilettanti è difficile, ma tre nomi possono essere spesi. E sono tutti italiani. Il più accreditato è Davide Formolo della Petroli Firenze, quarto l’anno passato, ma, soprattutto, un contratto in saccoccia con la Cannondale per l’anno venturo. A dargli fastidio potrebbero essere altri due corridori che nell’edizione 2012 hanno chiuso nelle parti alte della graduatoria: Pierre Penasa della Zalf e Fausto Masnada del Team Colpack, anche se quest’ultimo è reduce dalla maturità e potrebbe presentarsi non al meglio della condizione. Nonostante torni in Valle orfano di Fabio Aru, c’è da scommettere che Olivano Locatelli proverà comunque a far saltare per l’ennesima volta il banco: il suo gioiellino, questa volta, si chiama Simone Sterbini. La gara Dopo la passerella di Pont-StMartin, da mercoledì si farà sul serio, con il primo traguardo in salita. La tappa di La Magdeleine arriva forse un po’ troppo presto e il grande scossone potrebbe giungere il giorno successivo, al termine della St-Vin-

TUTTI GLI ISCRITTI AL 50° GIRO DELLA VALLE D’AOSTA TEAM PALAZZAGO BRASI DIEGO BONUSI RAFFAELLO CHIANESE MARCO ZMORKA MARLEN STERBINI SIMONE RUSSIA NATIONAL TEAM AKIMOV MIKHAIL FOLIFOROV ALEXANDER TATARINOV GENNADIY KATYRIN ROMAN MAMIKIN MATVEY PETROLI FIRENZE - WEGA - CONTECH FORMOLO DAVIDE TRENTIN DANIELE MOGGIO LEONARDO FAVERO EMANUELE ORLOV ANDRII TEAM COLPACK VILLELLA DAVIDE MASNADA FAUSTO SENNI MANUEL SENNI MICHELE TROIA OLIVIERO ZALF EUROMOBIL DESIREE FIOR PENASA PIERRE PAOLO GAROSIO ANDREA ANDREETTA SIMONE TONIATTI ANDREA BERLATO GIACOMO OVERALL CYCLING TEAM BASCIU NICOLO’ GROSU EDUARD MICHAEL CIRINO LORIS BARBERO PIANTINO MASSIMILIANO DEVECCHI WALTER

TEAM HAUTE-SAVOIE RHONE-ALPES MAERTENS CLEMENT CORBEX EMILIO BIZZOZZERO REMI WAGON ERIC ARNAUD VINCENT VENTILAIR STERIA CYCLING TEAM COOLS MICHAEL PEETERS DANIEL ROELANDTS RUTGER RUYTERS BRECHT VANDEWIELE FREDERIEK CONTINENTAL TEAM ASTANA AYAZBAYEV MAXAT SEMYONOV ROMAN FOMINYKH DANIL KOZHATAYEV BAKHTIYAR KULIMBETOV NURBOLAT LOTTO BELISOL VERVAEKE LOUIS PEYSKENS DIMITRI VANBESIEN THOMAS MEURISSE XANDRO VROLIJKX JEROEN TREVIGIANI DYNAMON BOTTOLI CURUCHET JUAN IGNATIO FRAPPORTI MATTIA GASPARRINI RINO DALL’OSTE DANIELE CHIRICO LUCA SWISS NATIONAL TEAM BAUR FELIX CHENAUX ADRIEN JAUN LUKAS PELLAUD SIMON STUESSI COLIN

EFC - OMEGA PHARMA - QUICK-STEP WALLAYS JENS DE TIER FLORIS HAVIK PIOTR FEYS JELLE LONCIN GILLES ASD CERONE RAFI GENOVESE NICOLA LOREFICE CESARE TERLATO LUCA FERRAROTTI ALESSANDRO MARIO RIAPOSOV BOGDAN CHAMBERY CYCLISME FONDATION BROSSAIS CLEMENT CHEVRIER CLEMENT DRAPERI MATTEO LATOUR PIERRE-ROGER LELAVANDIER MATHIEU EUSKADI BARBERO CARLOS ORBE HARITZ ITURRIA MIKEL ARISTI MIKEL BMC DEVELOPMENT TEAM BAILLIFARD VALENTIN FRANKINY KILIAN LYNCH PAUL VERMEULEN ALEXEY VLIEGEN LOIC GENERAL STORE MEDLAGO MERIDA MODENA ISAIA GIACOBAZZI ROBERTO CEOLAN LUCA GARBY MARC CHRISTIAN MARCHI ANDREA

THURINGER ENERGIE TEAM HOLLER NIKODEMUS SUTTERLIN JASHA CUMMINGS JACK BROCKHOFF JAN SCHACHMANN MAXIMILIAN LOKOSPHINXS TEAM KARPENKOV PAVEL ZHURAVLEV VADIM SAMOLENKOV ARTEM ZATESHILOV EUGENY VDOVIN SERGEY VEJUS-TMF CASTALDO FILIPPO LAROSSA MARCO FIORILLO GIUSEPPE CARUSO GIOVANNI DEGIOIA ANGELO BONAVENTURA DELIO GALLINA GALLIO GIACOMO PETILLI SIMONE MEGGIORINI ANDREA PASTORINO LEONARDO LORENZON RUDY

cent-Champorcher. Da venerdì il Petit Tour varcherà il confine e, anche se la seconda delle due frazioni è piuttosto dura, se qualcuno riuscirà a espatriare con un vantaggio di un paio di minuti in classifica, avrà messo una mano e mezza sull’edizione delle nozze d’oro. Domenica il gran finale, con l’arrivo all’Arco d’Augusto. Gli eventi collaterali Alle 18 di oggi, lunedì 8 luglio, verrà inaugurata alla Cittadella dei Giovani di Aosta la mostra Album, dedicata ai 50 anni del Giro. L’esposizione di foto resterà aperta fino al 20 luglio. Tre gli eventi organizzati dal comitato valdostano della FCI. Martedì, in concomitanza con la punzonatura degli atleti, ci sarà una gara di MTB riservata ai Giovanissimi; giovedì 11, invece, prima dell’arrivo dei girini a Champorcher, è prevista una gara di skiroll, mentre domenica 14, nella zona del traguardo, andrà in scena una dimostrazione di bike trial. ■ Davide Pellegrino

LE SEI FRAZIONI DEL 50° PETIT TOUR 09/07 PONT-ST-MARTIN - PONT-ST-MARTIN

2,490 KM

10/07

PONT-ST-MARTIN - LA MAGDELEINE

154,594 KM

11/07

SAINT-VINCENT - CHAMPORCHER

162,192 KM

12/07

CHATEL - CHATEL

145,061 KM

13/07

CHATEL - MORILLON LES ESSERTS

148,660 KM

14/07

PRE’-ST-DIDIER - AOSTA

89,679 KM

Unica Ag enzia “Prestige Club Me d” in Valle d ’Aosta

Liberté Égalité Fraternité... Festeggiamo insieme la Fête de la République! Per chi prenota una vacanza “Club Med” nella settimana dal 15-19 LUGLIO Sconti fino a 300,00 Euro*! Sono già aperte le vendite per la stagione invernale 2013-2014

FABIO CENTO © 2013

*(contingentati e cumulabili con Early Booking Bonus o qualsiasi altra riduzione o promozione Med in vigore)

ORARIO: dal lunedì al venerdì ORARIO CONTINUATO dalle 09:00 alle 19:30 Via Roma 72 Saint-Vincent (Ao) T: 0166 512231 F: 0166 512309 W: www.ciptours.com E: cip@ciptours.com


s p o rt va r i

lunedì 8 luglio 2013

55

■ atletica / Al meeting ‘Via col... Vento’ siglati due nuovi primati del campo Crestella

Jacopo Spanò brilla tra i giganti donnas - «Una grande soddisfazione al termine di una giornata vissuta tutta d’un fiato, seguendo il vento». E’ questo il primo commento rilasciato da Hermes Perotto Ghi dell’Atletica Pont Donnas al termine della giornata di ieri, una volta mandata in archivio la XVIII edizione del meeting internazionale di Donnas ‘Via col... Vento’. Una manifestazione capace di richiamare sullo sportflex del campo Crestella oltre 400 atleti provenienti anche dagli States, e in cui si sono registrati addirittura due nuovi primati del meeting, rispettivamente nei concorsi del getto del peso (il sudafricano Orazio Cremona con 20.55) e del lancio del disco (il cubano Lois Maikel Martinez con 65.98). In un simile contesto, da sottolineare il brillante 21”76 siglato dal velocista dell’Atletica Sandro Calvesi, lo Juniores Jacopo Spanò, capace di correre i 200 metri del mezzo giro di pista a un soffio dal suo primato personale di 21”41. Un tempo, quello dell’astro nascente della velocità azzurra, che l’ha piazzato al 6° posto assoluto (1° di categoria) nella prova vinta dal britannico - classe 1989 - Rory Evans in 21”02. Passan-

Da sinistra: Arianna Imperial, Claudia Cometto, Marta Arlian, Lyana Calvesi, Jacopo Spanò, Federico Deligios, Francesco Antonicelli, Boris Accardi e Nicolò Giachino

do alla pedana del salto in alto, primato stagionale di due metri varcato dallo Juniores della Calvesi, Federico Deligios, fermatosi 5 centimetri sotto il suo per-

sonal best nel concorso andato all’ucraino Viktor Shapoval con la misura di 2.18. Passando al comparto femminile, la velocista dell’Atletica Cogne Aosta, Elena No-

gara, ha chiuso i 100 metri in 12”76, con l’Allieva della Calvesi, Arianna Imperial, a completare la doppia distanza in 26”52 nella gara vinta dalla statunitense Cleo

Vamburen in 23”94. Spostandoci alle prove giovanili EAP Future, molto bene����������� l’Allievo ������ Boris Accardi (Calvesi), protagonista di un 11”29 sui 100 metri che - se non fosse

■ corsa in montagna / Nella kermesse continentale bulgara brilla anche Michela Comola

Xavier Chevrier campione europeo a squadre BOROVETS - Incetta di medaglie per gli azzurri in Bulgaria nel 12° Campionato Europeo, con un bottino che è andato ben al di là di ogni più ottimistica previsione. Sabato 6 luglio a Borovets è stata un’Italia da urlo. Iniziamo con gli Juniores, gara nella quale Michele Vaia ha vinto il bronzo individuale e assieme ai compagni si è messo al collo anche l’argento a squadre. In campo femminile le nostre Juniores si sono ben difese, ma squadre più esper-

te hanno avuto la meglio. Decimo posto individuale per Laura Maraga, con l’ottima Michela Comola seconda delle azzurre al 14° posto, meglio di De Silvestro (16ª) e di Pelamatti (24ª). La squadra azzurra si è così piazzata quinta, precedendo Bulgaria, Romania, Austria e

Irlanda. Belle soddisfazioni anche nelle Senior donne con Valentina Belotti d’argento e assieme alla Desco ed alla Rungger, ecco l’oro a squadre. Il colpo magico è però arrivato dagli uomini, la gara più ambita. Ha vinto alla grande Bernard Demat-

teis con Alex Baldaccini d’argento e Xavier (foto) quarto, dietro al favorito turco Arslan; grazie alla sua marcatura stretta ad Arslan, sono partiti quasi come un contropiede nel calcio i suoi due compagni di squadra. Alla fine questa grandissima Italia si è fregiata dell’oro proprio col trio Dematteis, Baldaccini e Chevrier, che porta così a Nus un ennesimo alloro da aggiungere nella sua ricchissima bacheca. ■ l.p.

stato per gli oltre 4 metri di vento a favore (+4.2) gli sarebbe valso il minimo di partecipazione ai Campionati italiani di categoria (nelle batterie assolute al via anche le Promesse Gabriele Moris della Calvesi - 11”33 - e Manuel Ivoli della Cogne - 11”57). Nel concorso del salto in alto l’Allievo della Calvesi, Francesco Antonicelli, è balzato a quota 1.70 al terzo tentativo. Tra le Allieve, sui 100 metri 12”80 per Veronica Pirana della Cogne e 12”85 per Arianna Imperial della Calvesi, rimaste fuori dalla finale a sei di categoria rispettivamente per 15 e 20 centesimi di secondo. Nel salto in lungo terzo gradino del podio per Marta Arlian della Calvesi, atterrata a 4.82, mentre nel lancio del disco la tesserata dell’Atletica Cogne, Valentina Campana, ha scagliato l’attrezzo a 26.87 nell’unico suo tentativo andato a segno (dei sei lanci, ben cinque si sono rivelati nulli). Chiudendo con Cadetti e Ragazzi, belle prestazioni a firma di Luca Merli del Pont Donnas (9”57 sugli 80 piani), Jerome Romano della Cogne (8”19 sui 60 metri) ed Eleonora Foudraz della Calvesi (8”74 sui 60 piani). ■ Patrick Barmasse

Fraz. Plan Felinaz, 19 - Charvensod (AO) Tel. 0165/262286 Fax 0165/41337


s p o rt va r i

56

lunedì 8 luglio 2013

■ cervino xtrail / Il gressonaro domina la lunga davanti a Caimi e Brunod

Franco Collé è senza rivali Davide TACTEL Inviato a Cervinia valtournenche - Il Cervino X Trail cambia sede e supera l’esame. Da Valtournenche ad Antey, con i comuni di Chamois e la Magdelaine coinvolti, l’ascesa al Monte Zerbion e al Tantané e sguardi soddisfatti e volti sorridenti all’arrivo. Compreso quello di Franco Collé che ha dominato il percorso lungo da 55 chilometri e 2000 metri di dislivello. La qualità dei trailer non manca certo alla gara organizzata dai Cervino Trailers: Collé, Marco Gazzola, il francese Alexandre Doms e Bruno Brunod nella lunga; il campione di Spagna Alfonisto Rodriguez, Giuliano Cavallo e Maurizio Fenoglio in quella corta. Quest’anno sono arrivati anche i numeri (320) a dare conforto agli organizzatori. I trailers del lungo partono alle 7.30 del mattino. Si va subito sullo Zerbion e Franco Collé (Team Tecnica) a metà salita è già davanti. Ci provano a stargli dietro Doms e Gazzola ma entrambi finiscono fuori giri e per il gressonaro inizia la cavalcata solitaria. Doms si ritira e da da dietro rinviene il varesino che vive a Valtournenche Gianluca Caimi (varesotto, ma ormai adottato da Valtournenche) che passa Brunod e Gazzola nel finale. Collé ha tutto il tempo per sbagliare an-

A sinistra il dominatore Franco Collé; a destra Bruno Brunod e Aldo Christille

che un pezzo di tracciato e di arrivare dando il cinque ai bimbi al traguardo. Vince con 9’ su Caimi e 11 su Brunod. Poi Marco Gazzola e poi la bella gara dei valdostani: Aldo Christille è quinto, Paolo Viérin sesto, Alberto Commod settimo, Pierre-Yves Oddone ottavo e Igor Contoz nono, Andrea Bastrentaz undicesimo, Domenico Longo dodicesimo, Mikael Mongiovetto tredicesimo, Jarno Venturini quindicesimo, Gianpiero Bari diciottesimo, Igor Rubbo diciannovesimo, Fabio Cargnan ventesimo, Franco Pichiottino ventunesimo. Tra i trailer in classifica troviamo anche il canadese Sean Van Court. Tra le donne non c’è

■ sala stampa / Promosso a pieni voti il nuovo «bellissimo» tracciato

«Pensiamo a un percorso per famiglie» valtournenche - «Una gara fantastica; Enzo Scipioni e il suo staff hanno disegnato un tracciato molto bello e affascinante. La mia è stata una gara perfetta: mai in crisi e con il giusto ritmo dall’inizio alla fine. Sono proprio contento». Franco Collé ha vinto anche il Cervino X Trail e continua ad alzare l’asticella del proprio livello. La sorpresa della gara lunga è Gianluca Caimi, secondo. «Sono due anni che corro nei trail e mi piacciono davvero molto. Oggi ho fatto una gara in crescendo e regolare. Adesso punto al Tor des Géants». Bruno Brunod: «Bene anche se ho patito i sali e scendi. Avevo avuto un periodo di crisi ma mi sto riprendendo. Il mio obiettivo è finire il Tor. Sino ad allora prendo per buono tutto quello che viene». Aldo Christille è arrivato sesto. «Una piccola soddisfazione. Correre in mezzo a questi campioni fa sempre tanto piacere». Mikael Mongiovetto è tornato in gara dopo essere caduto ed essersi infortunato al Gran Paradiso Trail. «Ho ancora qualche risentimento ma va molto meglio. Bellissima gara». Nella corta Giuliano Cavallo ha concluso quarto. «Ero al rientro e non volevo e potevo forzare. C’era un livello molto alto e sono contento del mio risultato. Adesso punto all’Utmb, il mio vero obiettivo stagionale». Enzo Scipioni, organizzatore: «Antey, Chamois, La Magdelaine ci hanno accolto a braccia aperte . Il tracciato nuovo

Un passaggio ad Antey-St-André

Maurizio Fenoglio e Giuliano Cavallo

con la salita allo Zerbion e al Tantané è piaciuto molto e così l’anno prossimo saremo ancora qui con qualche novità. Staimo pensando ad un percorso riservato alle famiglie». ■ da.ta.

Gianluca Caimi ottimo secondo nella lunga

storia: Arianna Regis è autrice del 16° tempo Assoluto e vince con poco meno di un’ora e mezza su Giulia Amadori; terzo posto per la valdostana Paola Dell’Acqua. Nella media Alfonsito Rodriguez aspetta la salita di Chamois per attaccare. Va via facile e in cima alla salita, al Colle Pilaz, ha più di 2’ di vantaggio su Cavallo e Fenoglio che corrono appaiati. In discesa lo spagnolo non ha problemi a gestire il vantaggio e chiude con 1’11” su Fenoglio che batte in volata Cavallo. Terzo posto per il piemontese Stefano Castagneri, quinto per il collega giornalista Luca Casali, sesto per Pietro Orlando, settimo per Marco Bethaz,

ottavo per il francese Marc Couture, nono per lo scialpinista Stefano Stradelli, decimo per Cesare Clap, dodicesimo per Joel Deanoz, quattordicesimo per Jerome Rey, quindicesimo per Patrick Verthuy, sedicesimo per Luca Pareti, diciassettesimo per Daniele Nicco, diciannovesimo per Joel Fusinaz, ventesimo per Hervé Domeneghini e ventunesimo per Giovanni Ienaro. Finita la gara tutti a pranzo con un ricco buffet (riso, affettati, dolci, insalata, anguria e macedonia di frutta) a rimettere ordine allo stomaco in subbuglio dei trailer. Poi la premiazione con il sorteggio di due wild card per il Tor de Géants.


PODISMO

lunedì 8 luglio 2013

57

■ CHATILLON / Battuto nell’Alpemarathon il forte marocchino Hajjy in un consueto bagno di folla

Dennis profeta in patria CHATILLON - Superfluo ripetere fino alla noia che soltanto con un personaggio chiamato Mario Blatto si possono raggiungere risultati di un simile livello. E’ una pentola in continua ebollizione, dev’essere parente di un polipo perché è dovunque con i suoi tentacoli. Conosce tutta l’Italia e a dare un’occhiata ai parcheggi, pare quasi di essere catapultati nei paraggi di un Gran Premio di F1: a perdita d’occhio camper e roulottes, oltre a decine e decine di autobus. E questo significa un bel ritorno turistico per gli alberghi, i pub, i ristoranti, come dimostra la soddisfazione espressa dai due primi cittadini della zona, Henry Calza e Adalberto Perosino, supportati anche dalle parole di elogio dispensate dagli ospiti, dai grandi atleti ai corposi gruppi di camminatori. Il retrorunning Quarantasette adulti e una decina di giovanissimi si sono esibiti in questa corsa a ritroso che desta sempre parecchia curiosità fra i numerosi spettatori. E’ una disciplina anomala, ma è noto come venga praticata con buon seguito nelle grandi maratone internazionali e abbiamo visto anche nel nostro ambito autentici specialisti. E’ stata la seconda edizione con validità di Campionato italiano Libertas, denominata ‘Verso St-Vincent guardando Châtillon’ di 3 km e anche con opzione inferiore per i ragazzi. Ha ribadito il successo dello scorso anno il toscano Paolo Taravella che in 14’18” (14’26” nel 2012) da Piazza Duc di Châtillon ha

A sinistra l’arrivo trionfale dell’enfant du pays, Dennis Brunod, vincitore con tanto di record nell’Alpemarathon; a destra Marco Vuillermoz, piazzatosi a sorpresa subito a ridosso del podio nell’ultramaratona, ed Ermes Prudenziati impegnato nella curiosa ‘Verso St-Vincent guardando Châtillon’ (fotoservizio Foto Extreme)

raggiunto Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto a StVincent. Altro importante ‘bis’ in campo femminile per merito di Valérie Desandré del Pont-St-Martin, l’anno scorso Allieva e ora Juniores, che si è confermata ottima esecutrice di questo tipo di competizione, giunta 11ª assoluta in 20’34”. Tre gli altri valdostani in classifica: 10° Ermes Prudenziati (20’29”), 23° Valter Desandré, papà di Valérie (25’30) e 25° Gianni Vittaz ( 26’21”).

delle località attraversate. Al via il forte marocchino Mohamed Hajjy, ultramaratoneta dal ricchissimo palmarès che partiva tra i favoriti, ma c’era un’altra presenza di rilievo che arrivava da molto più vicino, tale Dennis Brunod, maglia Zerbion, che sulla collina di Châtillon è nato e cresciuto. E la sua prestazione è stata strabiliante: partito subito forte, a Nissod aveva 3’ sul marocchino, poi 4’ e solo

a inizio del tratto discendente è stato leggermente avvicinato: ma nulla da fare, Dennis ha chiuso in 2h 51’41”, primato stracciato; l’anno scorso Giuliano Cavallo aveva impiegato 3h 04’56”. Mohamed - anche stanco per recenti gravosi impegni è stato splendido avversario e con 2h5 5’35” è sceso a sua volta sotto il precedente primato. Nemmeno provato il vincitore, subito disponibile per

L’Alpemarathon Arrivati 199 nella competitiva valida anche per il Campionato valdostano, che uniti ai 35 ‘non competitivi’ giunti al traguardo, sono numeri che da soli bastano a promuovere a pieni voti una gara impegnativa che, sottolineatura importante, ha riscosso l’approvazione incondizionata degli atleti per la perfetta preparazione del percorso, per l’assistenza e per la bellezza

Il podio del ‘retrorunning’ femminile

■ ISSOGNE / Il Tour du Château ha incoronato i portacolori di Pont-St-Martin e Monterosa

Pogliani e Terrazzino nuovi signori di castello ISSOGNE - Due nuovi vincitori nell’undicesima edizione del “Tour du Château”, gara di Campionato Valdostano, con l’opzione punteggi ‘assoluti’ nella specialità ‘circuito’, indetta dal Comune di Issogne in collaborazione con la Pro loco con supporto tecnico dell’Atletica Zerbion. Hanno firmato l’albo d’oro Carlo Pogliani del Pont-St-Martin ed Elisa Terrazzino della Monterosa, due atleti in un grande momento di forma. Pogliani è diventato uo-

mo molto veloce grazie anche alle sue recenti escursioni su pista e lo si è visto eccellere nello spunto finale: Elisa Terrazzino ha fatto gara a se, senza problemi dichiarando: «Sapevo di avere avversari pericolose come la Perico, la Jocallaz e la Cuneaz, ma all’inizio sono partita forte senza più pensare a loro; si è così materializzato un piccolo vantaggio che sono riuscita a mantenere abbastanza agevolmente». Terrazzino è di origini lombarde e

da giovane ha praticato la pista come mezzofondista di buon livello. Ora risiede a Donnas, è mamma di due bimbi ed è insegnate all’Istituto d’Arte aostano. La serata è iniziata con le gare giovanili, poco popolate ma molto combattute, che hanno tuttavia contribuito a far salire la partecipazione ad oltre 110 unità, cifra perfettamente nella media per questa gara. Svettano Federico Bonino ed Elena Perego (Esordienti), Pietro Perego e Chiara

La nutrita pattuglia della Sant’Orso che ha gareggiato giovedì a Issogne

Lorenzi (Ragazzi), Alberto Rabellino e Caterina Perego (Cadetti). Ma ecco partire i 95 per il percorso di km. 6, da Allievi in poi. Gli atleti transitano all’ombra del maniero dopo otto minuti e poco più. Racchiusi in pochissimi secondi ci sono Andrea Dufour, Carlo Pogliani, Ivo Aimone, Massimo Farcoz e Davide Sapinet: successo e gradini podio li aspettano. Elisa Terrazzino conduce la pattuglia ‘rosa’ su Enrica Perico e Marlène Jocallaz. Cedimento finale per Dufour, che non bissa il 2012, ed è Pogliani a precedere Aimone e Farcoz per il podio, vicinissimi fra di loro. Seguono Sapinet, uno stanco Dufour, quindi Matteo Savin, Michele Saba, Pietro Fares, il bravissimo Junior Marco Ranfone e Savino Quendoz a chiudere la prima decade. Merita citazione Mathieu Brunod, erede dell’immenso Bruno, che vince fra gli Allievi. Già detto del successo di Terrazzino, confermano il podio le due inseguitrici Enrica Perico e Marlène Jocallaz, seguita da Roberta Cuneaz, Chantal Vallet, Laura Maschi, Elisa Vitton Mea, Michela Brun e la Junior Valèrie Desandré. ■ l.p.

una battuta: «Pur non essendo uno dei miei terreni preferiti, ci tenevo a fare questa gara essendo di Châtillon, ed essere riuscito a vincere ha per me doppio valore ed è una grandissima soddisfazione». Dopo il fiorentino Alberto Di Petrillo a completare il podio (3h 16’22”), una bella sorpresa per i valdostani, con il bel quarto posto dell’atleta della Monterosa Marco Vuillermoz in 3h 19’50”. Vediamo ora i risultati di tutti i valdostani in gara: 14° Arturo Consoli (Pont-St-Martin, 3h 54’34”); 17° Vittorio Iuliano (id. 3h 55’25”); 19° Luciano Malino (Cogne, 3h 55’38”); 35° Fabrizio Farina (FF.GG., 4h 10’09”); 42° Egidio Marquis (Cogne, 4h 17’52”); 49° Paolo Giacobbe (S.Orso, 4h 24’42”); 72° Marco Moretti (Pont-St-Martin, 4h 42’29”); 89° Mauro Fary (Zerbion, 4h 51’42”); 190° Francesco Fornoni (id. 7h 11’39”). Una curiosità riguarda il settore femminile: il podio è stato esattamente quello

dell’anno scorso e facciamo un paragone sui tempi, prima quello attuale e dopo quello precedente: 1ª Paola Vignale di Trana (3h 57’24” - 3h 59’28”); 2ª Monica Baldi di Vigevano (4h 04’36” - 4h 04’30”); 3ª Luigia Definis di Torino (4h 11’09” - 4h 07’42”). Buona notizia è che al quarto posto si è classificata Ester Callegari della Calvesi in 4h 20’10”, mentre Adriana Zappalà della Monterosa ha chiuso la sua fatica al 34° posto in 6h28’37”. Balconata M. Zerbion Ancora non abbiamo il consuntivo delle presenze. Tantissime le premiazioni ai gruppi provenienti da tutta la Penisola. Premio speciale a Lino Tadei (92 anni), trofeo ‘Ornella Mongodi’ al Gruppo Fucecchio per la maggior presenza femminile e via via la lunga elencazione, fra applausi e complimenti, presenti i due sindaci e l’assessore Vittorio Pongan. ■ l.p.

TUTTE LE CLASSIFICHE DI ISSOGNE Km 0.5 - Esordienti f.: 1ª Elena Perego (Calvesi 1’20”); 2ª Michelle Quendoz (S.Orso 1’24”); 3ª Martina Turino (P.Donnas 1’32”). Esordienti m.: 1° Federico Bonino (Zerbion 1’23”); 2° Etienne Boniface (id. 1’30”); 3° Stephane Berthod (id. 1’30”). Km 1 - Ragazzi f.: 1ª Chiara Lorenzi (Calvesi 2’58”); 2ª Chantal Girod (S.Orso 3’11”). Ragazzi m.: 1° Pietro Perego (Calvesi 2’38”); 2° Ivan Baravex (Zerbion 2’40”); 3° Didier Rollet (Calvesi 2’42”). Km 1.5 - Cadetti f.: 1ª Caterina Perego (Calvesi 5’08”). Cadetti m.: 1° Alberto Rabellino (S.Orso 4’25”). Km 6 - Allievi m.: 1° Mathieu Brunod (Zerbion 19’49”); 2° Luca Atzori (id. 21’01”); 3° Sebastiano Enrico (P.S.Martin 21’26”). Juniores f.: 1ª Valérie Desandré (P.S.Martin 23’28”). Juniores m.: 1° Marco Ranfone (Calvesi 17’57”). Seniores f.: 1ª Moira Montanelli (Zerbion 23’59”); 2ª Veronica Zonin (S.Orso 24’26”); 3ª Michela Pagani (id. 28’58”). Master f. ‘A’: 1ª Elisa Terrazzino (Monterosa 19’11”); 2ª Enrica Perico (P.S.Martin 19’54”); 3ª Marlène Jocallaz (Zerbion 20’17”); 4ª Roberta Cuneaz (Calvesi 20’35”); 5ª Chantal Vallet (FF.GG. 21’59”). Master f. ‘B’: 1ª Rosalba Lana (Zerbion 30’32”); 2ª Graziella Savin (P.S.Martin 37’46”). Seniores m.: 1° Carlo Pogliani (P.S.Martin 16’26”); 2° Ivo Aimone (P.Donnas 16’30”); 3° Massimo Farcoz (P.S.Martin 16’33”); 4° Andrea Dufour (Calvesi 17’03”); 5° Matteo Savin (Calvesi 17’04”); 6° Laurent Chuc (P.S.Martin 18’15”); 7° Alessandro Benati (18’20”); 8°Yannich Martinod (18’27”); 9° Jean Pierre Baudin (id. 18’34”); 10° Joel Deanoz (S.Orso 18’38”). Amatori: 1° Davide Sapinet (S.Orso 16’43”); 2° Michele Saba (Cogne 17’26”); 3° Pietro Fares (Calvesi 17’39”); 4° Mirko Imperial (P.S.Martin 18’56”); 5° Victor Vicquery (id. 19’00”); 6° Alex Fassy (Cogne 19’20”); 7° Daniele Pigliacelli (FF.GG. 19’43”); 8° Jean Courtil (S.Orso 19’48”); 9° Diego Merivot (id. 19’52”); 10° Antonino Sergi (id. 21’01”). Veterani: 1° Savino Quendoz (S.Orso 18’02”); 2° Claudio Restano (Cogne 18’04”); 3° Mauro Buvet (P.S.Martin 18’18”); 4° Massimo Bethaz (Cogne 18’40”); 5° Giuseppe Giovinazzo (Calvesi 18’36”); 6° Giuseppe Piras (Cogne 19’10”); 7° Diego Follis (P.S.Martin 19’42”); 8° Franco Cabras (Calvesi 20’24”); 9° Osvaldo Baudin (P.S.Martin 20’16”); 10° Luciano Seghesio (FF.GG. 20’22”). Pionieri: 1° Angelo Nicco (Monterosa 19’47”); 2° Claudio Rey (Cogne 20’18”); 3° Felice Vallainc (P.S.Martin 21’07”); 4° Alberto Collavo (S.Orso 21’14”); 5° Roberto Ronc (Cogne 22’41”). Superpionieri: 1° Egidio Marquis (Cogne 22’28”); 2° Mario Casu (S.Orso 23’”); 3° Alfredo Nicolotti (Calvesi 23’36”); 4° Enrico Sanna (FF.GG. 27’05”); 5° Vincenzo Perret (Zerbion 29’40”). Società m.: 1° P.S.Martin p. 620; 2° S.Orso p. 503; 3° Cogne p. 456. Società f.: 1° S.Orso p.ti 29; 2° Zerbion 26; 3° P.S.Martin 25. Società giovani m.: 1° Zerbion p.ti 26; 2° Calvesi 11; 3° S.Orso 4. Società giovani f.: 1° Calvesi p.ti 7; 2° S.Orso p. 4; 3° P.Donnas p.2.


speciale 24 ore di doues

58

lunedì 8 luglio 2013

■ calcio a 5 / La doppietta di Destrotti abbatte la Pro loco di Valpelline

Un Coinvert...paradisiaco COINVERT PRO LOCO VALPELLINE

2 (1) 0 (0)

piegando, 1-0, lo Ski Sport House. Nell’altra semifinale, finita 0-0, ci sono voluti i calci di rigore per decidere chi tra Pro loco Valpelline e Caffè Quotidiano si sarebbe giocato la finale (5-3 per i vapellenen). Quindi terzo posto per il Caffè Quotidiano, che ha vinto la finalina contro lo Ski Sport House con una rete di Henriod. Fuori ai quarti: Campioni al Bancone, Perino, Grappa Tzada e Inusuali; out agli ottavi: Longobarda, New Pixie, Bar Meabé, A’dam Bistrot, La Fiacca, Seleçao Doues, Cogne e 82 Mundial.

Foto Renato Ducly

MARCATORI: 2 Destrotti. COINVERT: Salvi, Lugon, Gorraz, Vaudan, Pont, Destrotti,Viérin, Dalbard, Filippetto. All.: Joux. PRO LOCO VALPELLINE: Arcaro, Bondaz, Prisant, Passerat, Vuillermoz,Vevey, Sanseverino,Torello L., Piperata. All.: Torello G. ARBITRI: Gosatti e Rigollet.

Renato DUCLY Inviato a Doues DOUES - Tra tanto giallo (Polenta) alla 24 Ore di Doues spicca un Coinvert; è stata infatti la compagine targata Pollein ad aggiudicarsi il torneo di calcio a 6 organizzato dalla Pro loco e che ha visto la partecipazione di trenta squadre. I ragazzi in maglia nera, però, non si sono accontentati di portare a casa il Trofeo, ma hanno fatto man bassa di premi speciali. Non a caso la vittoria finale è passata attraverso un super attacco composto dai migliori bomber del torneo, Mathieu Pont e Alberto Destrotti, e da una difesa granitica con tra i pali il miglior portiere, quell’Alex Salvi che in due giorni ha dovuto raccogliere solo un pallone in fondo al sacco, quando è stato trafitto dalla piccola Alessia Bredy, mascotte della 24 Ore, contro le Grappa Tzada Girls. In finale i campioni hanno avuto la meglio sulla Pro loco Valpelline con una doppietta di Destrotti, dopo che lo stesso numero 9 aveva già deciso la semifinale

Premi Speciali Miglior Cannoniere: 1° Mathieu Pont (Coinvert) con 13 gol; 2° Alberto Destrotti (Coinvert, 11); 3° Ivan Passerat (Pro loco Valpelline, 9). Miglior Portiere: 1° Alex Salvi (Coinvert); 2° Michel Trione (Ski Sport House); 3° Mauro Bertucci (Bar Meabé).

Il Coinvert fa festa dopo la finale vinta con la doppietta di Destrotti

La Pro loco di Valpelline è caduta a un passo dal traguardo

Lo Ski Sport House

Il Caffé Quotidiano

I Campioni al bancone

Gli Inusuali

I Grappa Tzada

Il Perino Marmi

L’Adam Bistrot

Il Bar Meabé

Il Cogne

La Fiacca

Fotoservizio Rhemy Machet


speciale 24 ore di doues

lunedì 8 luglio 2013

59

La Longobarda

Il New Pixie Bar

La Seleçao Doues

L’82 Mundial

L’Ad Muzzum

Il Centro Sportivo Prenoud

Il Coro penne nere

L’Energia lenta

Gli Svalvolati

Gli Unisex

La banda barzotti

La Pizzeria du Tunnel

Il Grappa Tzada Girl

La Locanda Place Moulin

Le Vieux Bourg

I soliti ignoti

Gli Scaldavivande

Il Zazy’s Pub


tornei estivi

60

Il Gasoline Road Bar Verrès

Il Coro Verrès

lunedì 8 luglio 2013

L’Albania

■ summer cup / Gli studenti camerunensi dell’A-Team dominano la rassegna

Profumo d’Africa su Verrès

Le Pelandre

verres - Sapore d’Africa alla quinta edizione della Summer Cup. Nella manifestazione messa in piedi dalla Pro loco di Verrès, a vincere è l’ATeam, compagine di ragazzi camerunensi che studiano al Politecnico di Verrès. I dominatori del torneo, in finale, hanno avuto la meglio sul Bar Alpino, al termine di un match combattuto. Nella finalina di consolazione, il terzo posto finisce nelle mani del Bar Mulino, che chiude la pratica con un netto 3-0 ai danni del Coro di Verrès. A completare la classifica le altre quattro formazioni partecipanti al torneo, che hannno concluso la pro-

Il Mulino

pria corsa ai quarti di finale: Albania, Sbronzi di Riace, Gasoline Pub e Le Pelandre. L’associazione guidata da Jean Pierre Perruchon non ha fatto mancare anche i premi speciali, in una giornata in cui finalmente ha vinto il bel tempo. Miglior portiere è stato nominato Marco Boato, saracinesca de Le Pelandre. Luca Pramotton, del Bar Alpino, si è invece portato a casa il riconoscimento per il miglior giocatore della rassegna. La classifica dei marcatori è stata invece vinta dal bomber del Bar Mulino, Luca Bruni, primo con dieci reti al suo attivo.

Il Bar Alpino

L’A-Team

Gli Sbronzi di Riace


s p e c i a l e t ro f e o c i t ta’ d i ao s ta

lunedì 8 luglio 2013

61

I giovanissimi che hanno preso parte ai match di domenica mattina

■ trofeo citta’ di aosta / Sconfitto in finale per 9-8 ai rigori l’11100 2 di Picche aosta - Bar Giovanni padrone. Finisce in gloria per Erba e soci la terza edizione del Trofeo Città di Aosta. A farne le spese la formazione 11100 2 di Picche, che ha ceduto per 9-8 ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari si erano conclusi sul 2-2 (reti di Garbini e Bravi per il Bar Giovanni e di Menegazzi e Chabod per il 11100 2 di Picche). I campioni si

Delirio Bar Giovanni: il capoluogo è tuo Garbini miglior giocatore di una rassegna che ha fatto nuovamente il botto erano qualificati all’atto finale battendo per 5-2 il Bar Roncas. Stesso punteggio per il 11100 2 di Picche, che aveva spezzato i sogni di gloria del Café du Moulin-Ferramenta Nava.

I primi otto posti sono completati da Hostaria del Calvino, Pizzeria Moderno, Autodemolizioni Demoro e Kruder. Premi speciali sono stati assegnati alle Violette, come

prima squadra femminile a partecipare, Gekoo (squadra più simpatica), Rocco Garbini (Bar Giovanni - miglior giocatore), Christian Berger (11100 2 di Picche - miglior gladiato-

re), Alex Erba (Bar Giovanni - miglior portiere), Simone Traglia ( Ristorante Moderno - miglior giovane) e André Cunéaz premiato con il pallone della finale.

E poi c’è un premio immaginario, che va all’organizzazione dell’ASD Valdostana, riuscita a gestire cinquanta squadre nella suggestiva cornice di Piazza Chanoux. Ancora una volta l’obiettivo è stato centrato: e la folla presente nel cuore di Aosta nelle serate di venerdì, sabato e domenica ne è la dimostrazione. ■ Alessandro Bianchet

Bar Giovanni

11000 2 di Picche

Bar Roncas

Café du Moulin - Ferramenta Nava

Hostaria del Calvino

Ristorante Moderno

Autodemolizioni De Moro

Kruder

Brasserie du Commerce

Pizzeria La Rotonda

Bar Saint-Anselme

Café du Théatre


s p e c i a l e t ro f e o c i t ta’ d i ao s ta

62

lunedì 8 luglio 2013

Café du Mont Blanc - Pizzeria da Beppe

Café du Centre

Café de la Place - Bar Agip

Pertugio Café - Ristorante Al Dente

Bar Ariston

Trattoria Praetoria

Ad Forum

Bataclan - Magic Game

Bar Ivrea - AVIS Gressan

Neapolis

Bar Beautiful

AIA

Gelato Pazzo

Bar Haiti - Bar Montan

Caffé Italia

Football Café - ILEVA Verta

Aosta 2.0

MDA Edile


S P O RT VA R I

lunedì 8 luglio 2013

63

■ MTB / Grandi exploit valdostani ai Campionati italiani di Erice; il bottino è completato da tre argenti e un bronzo

Francesca Liporace e Federico Piccolo fanno il botto

Francesca Liporace

AOSTA - Si tingono a forti tinte rossonere i campionati italiani di cross country andati in scena domenica a Erice (Trapani). Due titoli tricolori targati Francesca Liporace (Pila Bike) e Federico Piccolo (ancora Pila Bike), uniti a tre argenti, un bronzo e tanti buoni piazzamenti, pur con qualche medaglia di legno. Insomma, il bottino è di quelli per cui ci si metterebbe la firma per la pattuglia valdostana, con l’oro anche

della piemontese del Velo Club Courmayeur, Martina Berta, a completare il quadro roseo. Cominciamo proprio dalle Allieve primo anno, dominate da Berta, seguita al quarto posto da Eleonore Barmaverain (GS Lupi Valle d’Aosta) e al 7° Jessica Balbo (Cicli Lucchini). Il primo argento rossonero arriva dalle Allieve secondo anno, grazie all’exploit di Sofia Fiori. Un altro secondo posto arriva dalle Esordien-

ti primo anno, con Martina Zappa (Courmayeur), con settima piazza per Martina Stirano (Pila Bike). Francesca Liporace è la dominatrice degli Esordienti secondo anno, mentre il compagno di squadra Federico Piccolo si impone negli Allievi primo anno, con il dominio rossonero completato dal secondo posto di Davide Aresca (Cicli Lucchini). Federico Fiori (Pila Bike) è ottavo, mentre Xavier Donzel 8° posto per Federico Fiori (Pi-

la Bike); 34° Xavier Donzel (Courmayeur). Nei secondo anno, arriva un altro argento, grazie a Marco Liporace (Pila), seguito in terza piazza da Dominique Sitta (Courmayeur M.B.), con 12° Luca Garino del Cicli Lucchini. Niente podi, ma un buon quinto posto di Thierry Bionaz (Cicli Lucchini) negli Esordienti primo anno, con 11° Roberto Vassoney (Lupi VdA) e 28° Francesco Grange (Courmayeur). ■ al.bi.

Federico Piccolo

■ MTB / Michael e Carlo laureati campioni valdostani nella kermesse di Gressoney

Il dominio di McNeill e Franco Franco ORMEA Inviato a Gressoney

Foto di gruppo per gli organizzatori della gara di Gressoney-La-Trinité

di propaganada per l’impianto che merita manifestazioni di alto livello». Undici agonisti, cinque amatori, ma ben sette ragazzini sotto i 13 anni che non possono partecipare perché questa è l’età minima per accedere alla categoria Esordienti, e che hanno fatto gli apripista. Buon segno per il futuro comunque.

Sport

Flash

GRESSONEY-LA-TRINITE’ - La discesa da Punta Jolanda abitualmente si percorre con gli sci ai piedi, c’è pero’ chi scende in bicicetta. Direte che sono un po’ strani, invece sono ragazzi con una passione sfrenata per il downhill, in gara per il campionato regionale, organizzato per la prima volta nella Valle del Lys. «E speriamo che non sia l’ultima - commenta l’assessore Oscar Rial -, perché questa specialità è veicolo di turismo e presenze che di questi tempi non sono affato male». La pista, lunga 4 chilometri con un dislivello di circa 600 metri, si snoda in un paesaggio fantastico. «Peccato che in pochi ci abbiano creduto - esclama il presidente del comitato regionale della federazione ciclistica italiana Antonio Carlo Franco - e in pochi si siano preentati al via, ma credo che la nostra patecipazione potrà essere veicolo

Bike trial: squilli rossoneri in CI Buoni risultati dal bike trial di sceba a Vico Canavese per la Coppa Italia. Nei Giovanissimi, percorso bianco, primo posto per Marco Tourel (Orange Bike Team); nel percorso verde, quarta piazza per Jean Ramolivaz (Orange Bike Team). Nelle Esordienti, Elisa Neve Lini (Orange Bike Team) è quarta, mentre Laurent Peaquin (VTT Arnad) sale sul gradino più basso del podio. Secondo posto Allievi per Nathan Pavese (Courmayeur), mentre negli Elite Alessandro Delfino è settimo. Nella nona prova di Coppa Piemonte, andata in scena a Lessona e valida per il campionato provinciale, arriva il terzo posto assoluto - 2° Under 23 - di Andrea Cina; Cindy Casadei è seconda Under 23. Nuoto: Aqua Team in luce ai Regionali Non arrivano podi, ma buoni piazzamenti dai campionati regionali di Novara per gli Esordienti A. Per l’Aqua Team Aosta Alessandro Adorni migliora il proprio personale e chiude 8° nei 100 rana. Alice Coppes è settima nei 200 farfalla e quinta 100. Vicina al podio Giada Dellea, quarta nei 100 dorso e settima nei 100 stile. C’erano anche due valdostani nella Swimming Cup 2013, andata in scena martedì 2 luglioa Torino e mercoledì 3 luglio a Milano in preparazione dei Mondiali di Barcellona. Tra mostri sacri come Filippo Magnini e Federica Pellegrini, in vasca sono scesi anche due portacolori dell’Aqua Team Aosta. Giuseppe Raso e Gabriel Gamba-

Ma veniamo ai risultati. Campione regionale 2013 nella categoria Amatori Master è proprio il presidente del comitato Franco, che si dichiara soddisfatto della manifestazione: «Lo scorso annno a Champoluc, quest’anno a Gressoney - confida il neo campone e presidente -, la Valle ha una vasta scelta, speriamo nel-

retto, nonostante la tensione per l’importanza del palcoscenico, hanno portato a casa due quinti posti rispettivamente nei 50 metri rana e nei 50 metri stile. Kart: Giorla 5° a Borgo Ticino Nonostante la sfortuna, alla fine è stato un weekend col sorriso per Mattia Giorla, impegnato nella settima prova del Campionato Brianza Karting al Kartodromo Pista Azzurra di Borgo Ticino (NO). Alle prese con un nuovo telaio da regolare, il pilota di Quart ha ottenuto il settimo tempo nelle qualifiche, mentre in prefinale ha dovuto fare i conti con la rottura di una molla del carburatore che lo ha costretto ad abbandonare dopo appena un giro e mezzo. Partito dall’ultimo posto, in finale ha rimontato fino alla quinta posizione. Petanque: Mochettaz I alla fase finale Il primo Torneo dei Bar di petanque è giunto alla 5ª giornata nel gruppo A (sette squadre) mentre ha riposato per un turno nel girone B. La prima formazione a qualificarsi matematicamente alla fase finale della kermesse è quella del Mochettaz I. GIRONE A (risultati): Mochettaz ILa Resaz 4-1, Pizzeria La Renoille-Chiribiri Bar 4-1, Il Boccio I-Bar Miramonti 32, ha riposato Toni Bar. GIRONE A (classifica): Mochettaz I 8, La Resaz 6, Il Boccio I, Bar Miramonti, Pizzeria La Renoille, Toni Bar 4, Chiribiri Bar 0.

lo sviluppo di questa particolare attività». Campione regionale nella categoria Agonisti, un nome che sa di britannico, ma residente a Cervinia, Michael McNeill. «Sono nato a Milano, abito a Cervinia - dichiara - e mi trovo benissimo». Di professione studente a Châtillon, Michael il prossimo anno scolastico frequenterà la

quarta geometri. La manifestazione è stata organizza dal comune di Gressoney-La-Trinité che evidentemente crede in questa specialità: «Abbiamo una scuola di mountain bike continua ancora l’assessore Rial - nella zona che in inverno è a ski park». Al suo fianco, la Turismo Mountain Bike Tricolore di Champo-

luc, con la sponsorizzazione della Monterosa Ski. Anche in Val d’Ayas, insomma, la specialità è di casa. Per quanto riguarda i tempi, Carlo Franco ha chiuso la sua fatica in 6’ 29”40, mentre MCNeill in 5’39”55. Un “fuoriregione” è stato il migliore: Loris Revelli, tesserato per la Argentina di Sanremo ha dominato in 5’20”40.

■ TRIATHLON / Contu e Zampiccinini a medaglia agli Italiani; bene Bonin nelle World Series

Manuela e Sofia, sorrisi tricolori AOSTA - Due medaglie individuali e risultati di tutto rispetto nelle staffette. Torna con un buon bottino il Valle d’Aosta Triathlon dai campionati italiani di triathlon riservati ai giovani. Le notizie più confortanti arrivano dalla prima giornata di sabato 6 luglio, che ha visto le prove individuali regalare ben due guizzi da medaglia. Manuela Contu nelle Youth B porta a casa un prezioso argento, frutto di una gara che ha visto la rossonera attardata nella frazione di nuoto, ma brava a recuperare qualche posizione in bicicletta, per poi piazzare la zampata vincente nella

Rally: Peloso ok al Casentino Ottima prova per Corrado Peloso, che con la sua Peugeot 208 ha chiuso al 2° posto nella R2B il Rally del Casentino. Il pilota valdostano, al termine di una buona gara in quel di Bibbiena (Arezzo), ha ottenuto il 29° posto finale. «Siamo contenti - esclama Peloso -. L’obiettivo era fare meglio degli equipaggi targati Renault e ci siamo riusciti».

Carlo Franco e Michael McNeill con l’assessore Oscar Rial

Manuela Contu e Sofia Zampiccinini con il campione Alessandro Fabian

corsa, risalendo dalla quinta alla seconda piazza. A vincere è stata l’imprendibile Angelica Olmo. Porta un altrettanto strepitoso bronzo Sofia Zampiccinini, che nella Youth A parte al comando, per poi cedere due posizioni nella frazione di corsa. Lontane dal podio, invece, le staffette impegnate nella giornata di domenica nella gara in modalità 2+2 mista. Con la squadra Junior, composta da Isabella Contu, Simone Fedi, Valeria Debona e Sébastien Carrel, la compagine valligiana chiude in undicesima posizione, mentre sale sino all’ottavo posto con il quartetto Youth, composto da Sofia Zampiccini, Lorenzo Cossard, Manuela Contu e Davide Bajo. World Series

Charlotte Bonin in azione

Un incoraggiante 24° posto. E’ il bottino di Charlotte Bo-

nin, che grazie alla convocazione del ct della nazionale Mario Miglio, è stata impegnata nella gara di World Series di triathlon, andata in scena sabato 6 luglio a Kitzbuehel. Di fronte al meglio del panorama mondiale, Charlotte non ha sfigurato nella gara vinta dall’inglese Jodie Stimpson, uscendo nel gruppo di testa nella parte di nuoto (750 metri nel lago). Il distacco matura nella parte in bici, caratterizzata da una salita di 8 chilometri, con pendenze anche del 22.3%; Charlotte mantiene però alta la concentrazione e nella frazione di corsa (3 chilometri di saliscendi) riesce a rimanere comunque a pochi minuti dalle prime. Il prossimo appuntamento per Charlotte Bonin è la gara di World Series, prevista per il 21 luglio ad Amburgo. ■ al.bi.


s p o rt va r i

64

lunedì 8 luglio 2013

■ equitazione / Decimo posto nella prova internazionale; cocente delusione per Mwaniki

Bianquin brilla nel Trophée torgnon - Il gotha dell’endurance mondiale in gara a Torgnon, nel fine settimana scorso, con la 16ª edizione del ‘Trophée Les Grandes Montagnes’ capace di richiamare su uno dei più tecnici e impegnativi percorsi d’Italia nomi illustri della disciplina provenienti da Francia, Argentina e naturalmente dal resto del Bel Paese. A testimonianza dell’estrema difficoltà e tecnicità del tracciato, sono stati previsti tre anelli giornalieri da percorrere secondo sequenze differenti in base alla categoria (uno da 35 km per poco meno di 900 metri di dislivello in salita e uno da

20 km). In un simile contesto - nella categoria Cei2* ‘75+75 km’ - grande prestazione di Silvano Bianquin in sella a Primfik La Majorie, unico dei tre valdostani in gara nella due giorni internazionale (venerdì e sabato) in grado di completare la prova, conclusa peraltro al 10° posto. A fare da contraltare alla gioia di Bianquin, c’è stata la cocente delusione che ha visto suo malgrado protagonista Marco Mwaniki su Pazar, che nella categoria Cei3* ‘90+90 km’ è stato costretto ad alzare bandiera bianca nella seconda e conclusiva giornata di gara, quando mancavano solamente 20 km al tra-

Silvano Bianquin su Primfik La Majorie

guardo. Tornando alla categoria Cei2* ‘75+75 km’, non è andata meglio a Stefania Marchiano su Resuli del Casato, costretta all’abbandono già nella giornata di venerdì. Una due giorni agonistica massacrante, insomma, tanto da rendere necessaria l’effettuazione sui cavalli di accurate visite veterinarie al termine di ogni anello, così da poter salvaguardare la loro salute valutando di volta in volta l’opportunità circa la prosecuzione della gara o meno. Ieri, domenica 7 luglio, chiusura della kermesse affidata alle categorie riservate ai cavalli A.S.S.I. e a quelle regionali. Pro-

prio nell’ambito di queste ultime, una nutrita schiera di cavalieri rossoneri ha gareggiato sulla distanza dei 30 km debuttanti. A vincere è stata la valdostana Sharon Payn su Navar Wad, con nell’ordine gli altri interpreti regionali: 9ª Donatella Martinet su Oxhave de Ghazal, 14ª Federica Perona su Pilion, 15ª Monica Perona su Jamil by Taira, 18° Alberto Varallo su Alba e 23ª Chiara Pitti su Crash. Viola Bertuzzo su Zizzania della Bosana e Barbara Verzelletti su Ennia, infine, hanno brillantemente completato le rispettive gare qualificanti. ■ Patrick Barmasse

Delusione per Marco Mwaniki in sella a Pazar

Scacchi: gli Italiani conquistano Courmayeur; in luce Lyabel Courmayeur - Successo di partecipazione (627 giocatori, accompagnati da circa duemila persone, tra dirigenti e familiari) per i campionati italiani giovanili di scacchi di Courmayeur che si sono conclusi sabato pomeriggio. A livello individuale, Claudio Paduano di Napoli e Samia Sheikh di Trento hanno vinto tra gli Under 8, Leonardo Russo di Grosseto e Marianna Raccanello di Torino tra gli Under 10, Francesco Sonis di Oristano e Giulia Giordano di Cagliari tra gli Under 12, Francesco Rambaldi di Milano e Silvia Scarpa di Rimini tra gli Under 14, Pierluigi Basso di Montebelluna e Alessia Santeramo di Barletta tra gli Under 16. Il migliore dei tre valdostani in gara è stato Giacomo Lyabel, che nell’Under 12 ha ottenuto 6 punti su 9, conquistando il passaggio alla Seconda Categoria; bravi anche Elisa Scacchi (Under 12) e Ruben Bagnod (Under 14), che hanno portato a casa 2.5 punti su 9. Sempre a Courmayeur sono stati assegnati anche i riconoscimenti di squadra. La Coppa delle Regioni è stata vinta dalla Lombardia davanti a Piemonte ed Emilia Romagna, mentre quella delle Province è stata conquistata da Milano su Torino e Roma; la competizione per società è andata alla Torinese, che ha preceduto il Circolo Dorico Marchigiano e l’Associazione Scacchistica Milano. ■ r.g.

Giacomo Lyabel

Elisa Sacchi

Ruben Bagnod


S P O RT VA R I

lunedì 8 luglio 2013

65

■ GOLF / Incertezza a Les Iles; Luigi Turba fa festa a Courmayeur; Follioley re di Gressoney

Testa a testa Pica-Vilbrant AOSTA - Con l’arrivo del bel tempo il panorama del golf valligiano inserisce le marce alte. Brissogne Ventuno giovani valdostani hanno dato spettacolo sul green del Golf Club Les Iles di Brissogne nell’ambito della prima gara giovanile organizzata dal circolo di Brissogne. La competizione, inserita nel calendario ufficiale giovanile FIG, ha visto in lizza secondo la formula delle 18 buche medal giocatori del Golf Courmayeur, dell’Aosta Arsanières, del Les Iles, del Cavaglià, del Des Iles Borromees, dello Jesi e del Villa Paradiso. Il primo lordo medal è andato a Faye Seyni (Aosta) con 76 colpi, che ha preceduto il compagno di club Giulio Scopacasa con 78

Alex McNeill

e Alex Marjolet (Les Iles), anche lui con 78; nel netto medal affermazione di Matteo Messelod (Les Iles) con 49 (Les Iles). Tra gli Under 14 si è imposto Edoardo Bonazzi (Les Iles), tra gli Under 12 Filippo Valzorio (Cavaglià); la gara femminile è stata vinta da Marie Hélène Maccari (Courmayeur) su Giulia Macello-Violetta (Les Iles). Altro doppio appuntamento con i tornei per i più grandi. Sabato 6 si è giocata la quarta tappa del torneo Golf Les Iles 2013 “Vola in Sicilia”. Nel netto di Prima categoria e in classifica generale, Massimo Pica conduce sempre su Roberto Vilbrant, con i terzi classificati ormai staccati per puntare al vertice. Nel netto di Seconda, continua il testa a testa tra Giuseppe Carpentie-

Alessio Demiri

ri (109), Attilio Celesia (95) ed Edoardo Bonazzi (94). Tra le Lady, Giulia Macello Violetta guida con 93 punti di netto. La giornata di domenica ha invece visto andare in scena la Coppa Associazione Fibrosi Cistica Valle d’Aosta. Nella gara giocata su 9 buche Stableford, successo per Alessio Demiri (Golf Les Iles), seguito nel netto da Massimiliano Tuccari (del Driving Range VdA). Nel lordo, si impone Marco Patacchini (Driving Range VdA). Cervinia Sabato all’ombra della Gran Becca si è assegnata la Coppa Royaume du Cervin. Nel lordo la vittoria è andata a Filippo Maquignaz-Alex McNeill, mentre nel netto si sono im-

posti Simone Fiabane-Lorenzo Quagliotti davanti a Michel Gal-Marco Viérin e a Ennio Subet-Ennio Abram; prima coppia mista Daniele Mariani-Lara Mosconi. Domenica è stata la volta del 1° Trofeo Monteleone Marie-Danielle. In Prima categoria, vince Alex McNeill, seguito da Lauro Bionaz. Carlo Piacentini si impone in Seconda, davanti ad Alessio Pressendo. Lodovico Bergomi è primo in Terza, seguito da Carlo Alberto Valli. Giorgio Grosjean è primo lordo, mentre Rosa Montorfano vince tra le Ladies. Gian Alfredo Gilardi, infine, vince tra i Senior. Courmayeur Palcoscenico per la Coppa Auberges du Mont Blanc al Golf

Club Courmayeur et Grandes Jorasses. Nella gara di domenica 7, a imporsi è stato Luigi Turba, che nel netto ha avuto la meglio su Luca Pozzolini e Graziano Dominidiato. In Seconda, vince Andrea Igino Ceccon, che supera Albert Tamietto e Stefano Pozzolini. Tocca a Marie-Hélène Maccari esultare in Terza, lasciando alle spalle Sandro Grange e Promettivo Voyat. Gignod Va a René Rosset e Mathieu Argentour la Coppa Ralph est.1986 organizzata domenica 7 luglio al Golf club Aosta Arsanières. I dominatori del netto hanno la meglio su Giulio Scopacasa-Francesca Marconi e sulla coppia formata da Alberto Bor-

re e Simone Meggiolaro. Domenico Pellicone e Michel Lucianaz si impongono nel lordo, mentre Paolo Bringhen e Sandra Conchatre hanno la meglio nella graduatoria riservata alle coppie miste. Gressoney Sorride a Valentino Follioley la Coppa Residence Apfel, ospitata dal Golf Club Gressoney Monte Rosa. Secondo posto per Piero Pozzo. In Seconda categoria, Danilo Girivetto vince davanti a Tommaso Talamucci, imitato in Terza da Andrea Faure, che si impone su Lorenzo Macellari. Stefano Tallia vince nel Lordo, al pari di Novella Omodeo (Lady) e Alberto Carminati (Senior). ■ al.bi.

Una giornata al Parc Animalier...

I giovani scesi in campo a Brissogne

Centro Estivo “Sportiamo”

I premiati di Courmayeur

BOCCE

L’Aostana sfiora l’impresa a Cluses

Foto Michel Causse

I valdostani Giulio Roveyaz, Roberto Floran, Walter Lillaz, Valter Vayr Piova e Silvano Gandolfi durante la premiazione

AOSTA - Sette formazioni valdostane hanno preso parte a Cluses al prestigioso Trofeo Vialatte, organizzato dalla locale società presieduta da Gilbert Scrivano. In campo sono scesi i portacolori di Aostana Gruppo Zurich, Le Carreau e Quart. A vincere sono stati i francesi Garcin-Colombier, la miglior coppia valdostana è stata quella composta da Mauro Mongiovetto-Ildo Desandré dell’Aostana, battuta in semifinale. Alla premiazione era presente anche il vice sindaco di Cluses, Jean-Claude Tavernier.

WWW.PARC-ANIMALIER-INTROD.IT

Frazione Villes Dessus Introd Tel: 0165 95982 / 0165 95557 Fax: 0165 95982 Cell: 334 7955000 Mail: info@parc-animalier-introd.it


66

lunedĂŹ 8 luglio 2013


PA L L AVO L O

lunedì 8 luglio 2013

67

■ PERSONAGGIO / Il talentuoso centrale del Bruno Tex abbandona l’attività agonistica per dedicarsi a tempo pieno alla musica

Mastrolorenzi: «Lascio il volley per il violino» Il giocatore: «Decisione sofferta, ma è troppo alto il rischio infortuni»; Gadina: «E’ un grande, spero che sia soltanto un arrivederci» AOSTA - Agganciamo Ruggero Mastrolorenzi mentre in treno raggiunge Aosta da Torino. E’ la metafora della sua nuova vita, peraltro già assaggiata quest’anno. Una stagione, quella passata, a far da spola tra gli studi di violino al Conservatorio, il suo futuro, e il volley, che si lascia alle spalle per non comprometterlo, il suo futuro. Muri a ogni azione, quindi le mani, e soprattutto le dita, esposte a sollecitazioni violente e ripetute, sotto i colpi degli schiacciatori: questo il pane quotidiano del centrale nel volley, il ruolo di Ruggero. E poi, il must: quelle conclusioni in primo tempo a spiazzare la difesa avversaria, in cui Ruggero eccelleva, dotato, com’è, di un timing che rasenta la perfezione, di quel controtempo che spiazza. Soprattutto nella scorsa stagione, il “nostro” era cre-

sciuto, mentalmente e fisicamente, fino a divenire uno dei leader in campo del Bruno Tex, nonostante la giovane età (22 anni il prossimo 11 ottobre). Ci mancherà, Mastrolorenzi, e mancherà ai suoi. «Pallavolo e musica, le mie due passioni. Purtroppo, ora, incompatibili. La pallavolo metteva a rischio le mani, le dita, e non posso precludermi la mia futura vita lavorativa. Dovevo scegliere e ho scelto la musica, anche se a malincuore, per l’affetto che mi lega a questo sport, ma le dita, dopo un match, non recuperano facilmente e preferisco agire in via preventiva e non rischiare di farmi male». Rischio salute, quindi, con il pericolo altissimo di di mettere a repentaglio il futuro e i sogni, per un ragazzo ormai uomo, di poco più di vent’anni, ma non solo: «Sì, c’è un altro aspetto. Gli sposta-

menti, da Torino ad Aosta, continui, per conciliare il tutto. Abiterò a Torino e dovrò concentrarmi sullo studio, frequenterò il biennio per il diploma specialistico di violino». Lascia molti ricordi, che sciorina con grande trasporto: «Ho iniziato con le giovanili, l’Under 14, Mauro Grumolato come coach. Poi, la prima squadra. Il mondo della pallavolo è piccolo ed è uno degli ambienti migliori che abbia frequentato. Giocavo da banda, poi da centrale, che considero il ruolo adatto a me, direi ritagliato su misura, anche per l’altezza».

Ruggero dedica qualche parola all’Olimpia, in chiave futuro prossimo: «Secondo me, è bene puntare sui giovani, ne abbiamo di promettenti, il ricambio è assicurato». Il legame con il mondo del volley resta forte e non si perderà: «Rimarrò vicino all’ambiente, i miei compagni li considero amici veri, siamo un gruppo affiatatissimo, verrò sicuramente a vedere alcune partite». Infine,

i ringraziamenti, che Ruggero rivolge di cuore alle persone che ha incontrato nel corso di questi anni. «Parto con Tommy Ferrari, che mi ha insegnato tantissimo, il suo arrivo come head coach è stato un grande investimento dell’Olimpia. Poi Jean Gadina, il direttore sportivo, che mi ha dispensato consigli preziosi. Infine, ma non da ultimi, voglio ringraziare tutti, dai miei compagni ai dirigenti, ai tifosi, alla società. E’ stata una parte della mia vita indimenticabile. Poi, chi lo sa, mai dire mai…». Mastrolorenzi lascia una porta aperta, è troppa la passione. Ma, per ora, si tratta di un addio. Si stempererà, col tempo, in un arrivederci? Chi può dirlo, ma, di sicuro, è quello che si augura il Bruno Tex Olimpia. «Come socie-

tà non possiamo che ringraziare Ruggero per l’impegno profuso in questi anni di pallavolo con la nostra maglia - spiega il direttore sportivo Jean Gadina -. Ci auguriamo di rivederlo in futuro tra le nostra fila o, comunque, che più avanti possa riprendere la sua crescita sportiva, considerato il livello fisico e tecnico che è stato capace di raggiungere. Personalmente voglio salutare l’atleta e l’amico, e ringraziare Ruggero per la stima che mi ha manifestato nelle diverse stagioni passate insieme, sentimento che contraccambio di cuore. Gli auguro di raggiungere gli obiettivi professionali che l’hanno portato, non senza difficoltà, a terminare il suo percorso sportivo, sperando che questo addio, in effetti, sia soltanto un arrivederci». ■ Alain Muller

■ TROFEO DELLE REGIONI / Le valdostane battono Basilicata e Molise; Genola: «Abbiamo perso sempre, ma siamo in crescita»

Le ragazze si tengono due squadre alle spalle, i maschi ancora ultimi AOSTA - Si è chiusa con due vittorie, entrambe conquistate dall’Under 15 femminile, l’avventura della Valle d’Aosta nel Trofeo delle Regioni. In terra marchigiana le rossonere hanno piegato Molise e Basilicata nel girone di consolazione piazzandosi al 19° posto, mentre l’Under 16 maschile ha incassato solo sconfitte, terminando sul fondo della classifica. La formazione femminile, diretta in panchina da Myriam Chapellu (vice per tutta la stagione di Tommy Ferrari, che durante le finali ha però dovuto ricoprire l’incarico di osservatore della Nazionale giovanile maschile), ha esordito perdendo

3-0 con Lombardia (21/8, 21/10, 21/11), Calabria (21/10, 21/13, 21/13) e Lombardia (21/5, 21/16, 21/9). Ilaria Cavallo e soce sono così finite nel gruppo in lotta per il 17° posto e hanno vinto 3-0 contro la Basilicata (21/13, 21/12, 21/19), per poi perdere 30 con Sicilia (21/9, 21/13, 21/14) e Sardegna (21/13, 24/22, 22/20). «Il bilancio è positivo, è stata una bella esperienza, con un gran bel gruppo - afferma Myriam Chapellu -. C’è una buona base su cui lavorare, anche perché avevamo un gruppo molto giovane, con tante ‘99 e anche un paio di 2000. In panchina sono andata io, ma merito dei risultati è soprattu-

La rappresentativa valdostana maschile allenata da Stefano Genola

to di Tommy Ferrari, che fino alla scorsa settimana è stato con noi e ha dato tantissimo alle ragazze. All’inizio sono partita un po’ timorosa, ma piano piano mi sono sciolta e sono diventata più serena nell’affrontare quest’avventura. Il comportamento delle ragazze, che hanno dato sempre tutto, mi ha aiutato moltissimo». Nulla da fare per la formazione maschile. I ragazzini di Stefano Genola e Gianpiero Baldon non sono riusciti nemmeno quest’anno a evitare l’ultimo posto della graduatoria. I giovani rossoneri hanno raccolto le briciole nel girone di qualificazione che martedì ha

aperto la kermesse marchigiana, ottenendo otto punti contro il Veneto (21/1, 21/3, 21/4) e ventidue contro il Friuli Venezia Giulia (21/12 , 21/1, 21/9). La rappresentativa valdostana è quindi stata inserita nel girone di qualificazione per i posti dal 17° al 21°, nel quale hanno perso 2-1 contro il Molise (20/22, 21/15 e 21/7), 3-0 contro Basilicata (21/12, 21/7, 21/6), Alto Adige (21/12, 21/10 e 21/13) e Campania 3-0 (21/8, 21/10 e 21/18). Il coach rossonero non fa drammi. «Siamo andati meglio delle previsioni - commenta Stefano Genola -. Abbiamo vinto un set e potevano vincerne un altro

anche contro la Campania. La Valle ha un bacino piccolossimo e al Trofeo delle Regioni si confronta con realtà che possono valere una serie C; basta pensare che in campo io avevo tre 2000, ma proprio per questo credo che si debba essere ottimisti per il futuro. Il progetto lanciato tre anni fa a Châtillon dall’Olimpia sta dando i frutti e ora potenzieremo la nostra presenza in alta Valle, in modo da aumentare la nostra presenza sul territorio». Tutti i protagonisti UNDER 15 FEMMINILE: Alessia Agostinelli, Erika Balzarotti, Ilaria Cavallo, Adriana

La rapppresentativa femminile guidata da Myriam Chapellu

Mihaela Chira, Stafania Cout, Noela Danna, Chiara Fosson, Gloria Gamba, Alessia Giovinazzo, Jessica Joly, Celina Lexert, Paulina Lichota, Giorgia Monticciolo, Erica Neyroz, Sara Philippot, Alessia Pianezzola, Chiara Presti, Bruna Scandariato. Coach: Myriam Chapellu. UNDER 16 MASCHILE: Alessandro Anedda, Zakaria Asmar, Julien Bargero, Kristian Gamba, Ilario Giannotti, Michel Jeantet, Davide Mangaretto, Fabio Mangaretto, Lorenzo Parma, Andrea Polesel, Simone Rolland, Stefano Varvello. Coach: Stefano Genola. ■ Davide Pellegrino


S P O RT P O P O L A R I

68

lunedì 8 luglio 2013

■ PALET / Nel campionato a coppie i vincitori di Cogne superano nuovamente Gyppaz-Pinet; Novallet e Peterle a un passo dal titolo di C

Vaser e Dal Bosco tornano a dettare legge In D Rondin e Berthod mettono nel mirino il successo finale; sabato 13 e domenica 14 la 24 Ore di Pontey AOSTA - Settima giornata per i campionati a coppie di palet, con qualche sorpresa, ma anche con conferme di prestigio Nella Categoria A, scesa in campo a Cogne, arriva la terza vittoria per Bruno Vaser (Arnad) e Renato Dal Bosco (Issogne) che in finale hanno superato i portacolori di St-Vincent Giuseppe Brunaz e Franco Hérin. Battuti in semifinale: Ivo Chapel (Aymavilles)- Mario Théodule (StDenis) e Roberto Brunaz-Marco Seris (St-Vincent). Hanno alzato bandiera bianca nei quarti, invece: Orlando Blanc-Lorenzo Tutel, Marco Bordet-Eddy Menin, Aldo Magnin-Ivo Magnin, Cesare Marchesi-Thomas Marchesi. Al comando della classifica, con 31 punti, sono ritornati i vincitori della tappa Vaser-Dal Bosco, con al secondo posto, staccati di 6 lunghezze Denis Gyppaz-Davide Pinet (Issogne). Era di scena a Verrayes la categoria B. A imporsi sono stati i colori di Valtournenche, rappresentati da Daniel Brunodet e Mauro Menabreaz, che hanno superato i padroni di casa Ivo Rancet-Giancarlo Barmaz. In semifinale hanno alzato bandiera bianca: Pierre Ducly-Gilles Pinet (Issogne) e Davide Dublanc-Stefano Bieller (Champdepraz). Hanno dovuto accontentarsi dei due punti: Lorenzo Negrini-Ettore Quinson, Remo Pesenti-Robert Villaz, Patrizio D’Hérin-Denis Sarteur e Mirco Perron-Mirko Farys. Al comando della classifica, con 30 punti, troviamo proprio Brunodet e Menabreaz. In seconda posizione: Guichardaz-David (Aymavilles) e Ducly-Pinet (Issogne). Ancora a Cogne, ma questa volta per la Categoria C, dove è toccato a Pietro Besenval e Marco Cheney (St-Christophe) l’onore del successo, arrivato in finale su Roberto Malcuit-Andrea Zanivan (St-Vincent). In terza posizione: Remo Stefanoli-Alex Petey e Mauro Varaia-Daniel Neyroz. Si sono fermati a quarti di finale: Guido NovalletGiorgio Peterle, Davide Pierin-Fabio Joly, Valter Gaillard-Davide Pasqualon e Corrado ClosRemo Montrosset. Al comando della classifica, a un solo punto dal titolo a quota 45, Guido Novallet-Giorgio Peterle. Si ritorna a Verrayes per incoronare Ives Rondin e Valter Berthod di Quart, che si impongo-

Franco Hérin e Giuseppe Brunaz

Aldo Magnin e Ivo Magnin

no in Categoria D, grazie al successo nella finalissima ai danni di Joel Cena e Didier Lettry di Saint-Denis. Battuti in semifinale: Marco BoscDaniele Pinet e Rudy Foy-Davide Janin. Al quinto posto: Patrick Follin-Alex Graziani, Daniele Nurris-Andrea Jaccod, Michel Marquis-Laurent Cerise e Thomas Pession-Gilbert Pession. Al comando della classifica con 36 punti i vincitori di giornata Bertthod-Rondin, con al secondo posto, staccati di 6 lunghezze, i colori di Issgne con Bosc-Pinet.

e quarto posto, rispettivamente con Davide Pareyson, Davide Pesenti e Thierry Silvani. Terzo si è piazzato Christian Dufour dello Châtillon. Nell’ordine seguono Gerard Collomb (Valdigne), André Cerise (Quart), Matteo Messelod (Brissogne) ed Emile Borettaz (Issogne).

Juniores A Cogne, secondo appuntamento per il campionato Juniores, dominato dai ragazzi della Valdigne, che hanno conquistato primo, secondo

Roberto Malcuit e Andrea Zanivan

Désandré si prende Chambave piedi del podio troviamo Giorgio Betemps, seguito da Albino Demé, Sergio Yeuillaz, Enrico Verthuy, Mauro Hugonin, Vincenzo Laval e Remo Bancod. Proprio Remo Bancod mantiene il primato in classifica generale con 29 punti, inseguito a una sola

distanza dal terzetto composto da Onorino Piccot, Albino Demé e Carletto Desandré. Completano i primi dieci posti Angelo Barletti, Bruna Oberto, Giorgio Betemps, Cesare Nouchy, Enrico Verrthuy e Antonio Mammoliti. ■ r.g.

I partecipanti alla tappa di Chambave

MORRA

Carlin vince anche a St-Pierre e vola in classifica generale ST-PIERRE - Rinaldo Bal di Sarre e Franco Carlin di Aymavilles hanno vinto la sesta prova del campionato valdostano di morra andata in scena a St-Pierre, dove al via si sono presentati in 32 giocatori. Bal-Carlin si sono imposti superando in finale Marcello Philippot di Verrayes e Luigino Jeantet di Sarre; disco rosso in semifinale per Guido Theodule di St-Denis e Walter Blanchod di Châtillon e per Joel Cena di St-Denis e Tiziano Borettaz di Issogne. In classifica generale comanda Carlin con 105 punti, molto staccati Théodule (68), Jeantet (62) e Borettaz (60). Prossima tappa, sabato 13 luglio a Champdepraz. ■ r.g.

Rinaldo Bal e Franco Carlin

Ugo Pession di Valtournenche e Mirko Aymonod di Marmore hanno messo le mani sul Trofeo Bar La Goille di Maen, che ha visto la partecipazione di 72 giocatori. In finale, i vincitori hanno avuto la meglio su Roberto Malcuit e Manuel Massensini. In semifinale hanno trovato disco rosso: Antonio Gaspard-Cesare Marchesi e Bruno Perruquet-Aldo Navillod. Hanno al-

LE GARE DELLA SETTIMANA Martedì sera a Torgnon si svolgeranno le semifinali e finali della gara con vincolo di categoria, organizzata dal Marmore, onorata da 54 giocatori, iniziata giovedì scorso. Giovedì, con inizio alle 20.30, Châtillon ospiterà in località Bocciodromo una gara con vincolo di categoria. Sabato 13 e domenica 14 luglio, a Pontey, in località Mesaney, si svolgerà la “24 Ore”. Giunta alla 29ª edizione, sarà onorata da 46 squadre, composte ognuna da due coppie. Le formazioni saranno 24 sia per la categoria A/B che per la C/D, divise in due gironi. Detengono il titolo St-Vincent (A/B) e Montjovet (C/D). ■ Riccardo Savoye

Gli Juniores scesi in campo a Cogne

■ BOULE / Dopo la quinta tappa Remo Bancod mantiene il primato

CHAMBAVE - Sorride a Carletto Désandré la quinta prova del campionato di boule valdôtaine andata in scena sabato 5 luglio a Chambave. Con 6+18, Désandré ha avuto la meglio su Cesare Nouchy, lasciando al terzo posto Antonio Mammoliti. Ai

Le altre gare

zato bandiera bianca nei quarti di finale: Maicol Massensini-Daniel Neyroz, Orlando Blanc-Flavio Perron, Luca Vallet-Enrico Engaz e Gianni Vigon-Luigi Maiella. Organizzato dal Pontey si è svolto, sui campi di Mesaney, il Trofeo Collin, vinto dai colori di Arnad portati al successo da Bruno Vaser e Thomas Marchesi, con secondo posto per Matteo Martucci (Châtillon) e Ives Théodule (Pontey). Al terzo posto, battuti in semifinale: Valerio Pace-Romano Pernel ed Ezio Lini-Giuseppe Turel. Si sono fermati ai quarti di finale: Adolfo Rieux-Elio Dallod, Giuseppe Brunaz-Vittorio Hérin, Agostino Nicoletta-Franco Bionaz e Albert Cornaz-Erik Orsières.


Annunci Economici •INDICE RUBRICHE

➜ Lavoro 01 - lavoro offerta 02 - lavoro domanda 03 - prestazioni professionali 04 - lezioni e traduzioni 05 - artigiani

AOSTA

Jessica, 22enne, sensuale argentina, affascinante e biricchina, fisico da sballo, capelli lunghi, labbra carnose, dolce e fantasiosa ti aspetta per massaggi rilassanti

➜ Varie 11 - sentimentali 12 - auto e accessori 13 - moto cicli e accessori 14 - macchinari e attrezzature 15 - animali vendita e acquisto 16 - animali, oggetti smarriti e regalo 17 - scambi e baratti 18 - abbigliamento 19 - articoli sportivi 20 - audio, video, foto e computer 21 - varie (le rubriche non sottolineate sono a pagamento) 02-16-17 gratuite

• LAVORO 2. LAVORO DOMANDA BODNARYUK KSENYA da 11 anni in Italia, cerco lavoro come badante o come

assistente ai malati 24 ore su 24. Tel. 329 8946656 CERCO qualche ora di pulizie la mattina a Chatillon. Tel. 349 0062263 CERCO LAVORO come muratore, lavapiatti,

trans Giulia, bellissima bionda, snella, molto femminile, bel decolté, affascinante e molto sexy

TEL. 334 1689408

VIVIANA BRASILIANA

PER LA PRIMA VOLTA AD AOSTA

SAINT-VINCENT

TEL. 331 5626144

sei stanco, stressato e annoiato? Ci penso io, sono disponibile a trasformare ogni tuo desiderio in realtà

06 - aziende e negozi 07 - abitazioni vendita 08 - abitazioni acquisto 09 - abitazioni affitto 10 - terreni e locali industr./comm.

IVREA

TEL. 334 9871845

TEL. 327 0656043

➜ Immobiliari

AOSTA

AOSTA

Marzia, bella biondina, sexy, prosperosa, 6ª naturale, dolce, giocherellona, bel fisico per massaggi soft e momenti divertenti nel massimo relax

AOSTA CENTRO

Karla, dolce, incantevole e affascinante 40enne. Donna veramente elegante con una 5ª naturale ti farà trascorrere momenti unici e fantastici per farti passare la tristezza

TEL. 366 1783233 giardiniere e pastore. Tel. 389 6920039 CERCO LAVORO come badante o in albergo/ ristorante, solo nei fine settimana. Tel. 324 0525306 CERCO LAVORO come lavapiatti, pulizie, badante, cameriera ai piani e aiuto cuoco. Tel. 327 5918047 CERCO LAVORO come cameriera ai piani, da sala, lavapiatti, baby sitter e badante. Tel. 334 8095317 CERCO QUALSIASI LAVORO part-time. Tel. 329 3834913 CUOCO DI 36 ANNI con diploma di scuola alberghiera, 12 anni di esperienza

novità, ragazza bellissima, irresistibile con 6ª abbondante, fisico delizioso, pelle morbidissima, dolcissima, cortese, simpatica. Massima tranquillità e riservatezza

TEL. 389 2025623

FRAGOLINA

accompagnatrice donna, tropicale, bella presenza, raffinata e disponibilissima

finalmente è tornata in città per farti dimenticare la tristezza. Con il mio sorriso e la mia dolcezza ti farò passare dei momenti piacevoli

TEL. 346 7099969

TEL. 392 0980079

TEL. 377 4747837

in ristoranti/alberchi/ricevimenti, disponibilità mediata, cerca lavoro. Tel. 331 8571639 DONNA RUMENA cerca lavoro come badante 24 ore su 24, baby sitter, pulizie, lavapiatti, compagnia per anziani e cameriera ai piani e da sala. Tel. 327 7623865 ESTETISTA ITALIANA qualificata (triennio) cerca lavoro. Tel. 333 9140960 GEOMETRA con esperienza di 35 anni in opere edili e infrastrutturali, offresi per assistenza cantieri. Tel. 348 7104288 ITALIANO 40 anni, mi offro per lavori di giardinaggio, pulizie, manutenzione in casa o villa, da privati. Referenziato residente ad Aosta solo per persone veramente interessate per tutta la valle. Tel. 329 1925944 PENSIONATO BANCARIO senza impegni famigliari e orario di lavoro, disponibile per incarichi di fiducia, solo per privati. Tel. 338 7313987 PERSONA SERIA CERCA

LAVORO COME badante, assistenza invalidi, anziani, ammalati, colf in famiglia, pulizie e sostituzioni. Tel. 339 5975997 PERSONA SERIA E AFFIDABILE cerca lavoro. Tel. 340 3385487 RAGAZZA CON ESPERIENZA DI 10 ANNI automunita, cerca lavoro come cameriera ai piani e lavapiatti in tutta la Valle. Tel. 345 9093483 RAGAZZA DI 20 ANNI cerca lavoro come cameriera ai piani, lavapiatti, badante, baby sitter e pulizie. Tel. 389 4987468 RAGAZZA DI 28 ANNI rumena, cerca lavoro come baby sitter, collaboratrice domestica, barista, cameriera ai piani, assistente anziani solo di giorno. Tel. 328 8580408 RAGAZZO cerca lavoro come cameriere e panettiere. Tel. 327 8584001 RAGAZZO DI 18 ANNI cerca lavoro come appren-

dista lavapiatti, cameriere di sala, muratore e tutto fare. Tel. 342 0505510 RAGAZZO DI 21 ANNI con esperienza di due anni come fabbro, cerca qualsiasi tipo di lavoro. Tel. 342 7578719 RAGAZZO DI 21 ANNI con esperienza cerca lavoro come cartongessista, imbianchino e decoratore. Tel. 345 9223669 RAGAZZO DI 21 ANNI con esperienza come fabbro e carpentiere, cerca lavoro. Tel. 342 7578719 RAGAZZO DI 26 ANNI con esperienza e patente B, cerca lavoro come elettricista edile. Massima disponibilità oraria e disponibilità di spostamento in tutta la valle. Tel. 388 1813464 SIGNORA cerca lavoro come badante, pulizie, lavapiatti, cameriera ai piani e tutto fare. Tel. 347 4188829 SIGNORA cerca lavoro come tutto fare, badante e pulizie. Tel. 389 4248383

transex Kauanny, bellezza brasiliana, mora, abbronzata, fisico da modella, viso incantevole, aspetto perfetto, educata, curata e completissima

Compila il tagliando e consegnalo a mano o invialo per posta a Gazzetta Matin, regione Borgnalle, 12 - 11100 Aosta annunci gratuiti

Inserzioni a pagamento

RUBRICHE

RUBRICHE

N.

2-16-17 COME?

(MINIMO 10 PAROLE)

N.

1-3-4-5-6-7-8-9-10-11-12-13-14-15-18-19-20-21

Con il tagliando

COME?

Compilare l'apposito tagliando pubblicato su ogni numero del giornale e consegnarlo - o inviarlo - alla segreteria della redazione del vostro settimanale locale; l'annuncio deve contenere al massimo 20 parole. Ogni tagliando vale una pubblicazione.

Il lettore deve recarsi presso una delle sedi elencate, oppure compilare un vaglia ordinario presso un ufficio postale e intestarlo a LG Presse - Reg. Borgnalle, 12 11100 Aosta facendo recapitare il testo dell'annuncio a mezzo fax (0165 1820141) o via lettera, accompagnato dalla ricevuta del vaglia.

DOVE? Presso questa sede:

LG Presse - GAZZETTA MATIN Regione Borgnalle 12 - 11100 AOSTA Tel. 0165 231711 Fax 0165 1820141

PER I VOSTRI ANNUNCI

➜ Massimo 20 parole ➜ Scrivere in stampatello ➜ Indicare nel riquadro a fianco il numero della rubrica prescelta

DOVE? Presso questa sede:

LG Presse - GAZZETTA MATIN Regione Borgnalle 12 - 11100 AOSTA Tel. 0165 231711

LE TARIFFE AVVERTENZE. Le inserzioni si ricevono in orario di ufficio (9/12) - (15/18). La direzione, pur impegnata nell'opera di controllo, non è responsabile della veridicità e della provenienza dei testi pubblicati. Si riserva, in ogni caso, di rifiutare qualsiasi inserzione.

IL TAGLIANDO

A PAROLA: euro 1,10 + 3,00 euro (diritti fissi) + IVA 21% A MODULO: euro 20,00 + 3,00 euro (diritti fissi) + IVA 21% (per uscite superiori a 3 settimane - 1 omaggio)

Trattamento dei dati conforme al D.L.196/2003

(SOLO PER PRIVATI)

Dati per la segreteria (che non saranno pubblicati): NOME INDIRIZZO TEL

Si accettano esclusivamente tagliandi originali


Annunci Economici

70 SIGNORA CERCA LAVORO come cameriera ai piani, pulizie, badante part-time e per stirare. Tel. 347 5767058 SIGNORA CERCA LAVORO come cameriera ai piani, lavapiatti, pulizie e tutto fare. Tel. 389 6920039 SIGNORA CERCA LAVORO come lavapiatti, badante 24 ore su 24, cameriera ai piani e pulizie. Tel. 329 0137208 SIGNORA CON ESPERIENZA cerca lavoro come badante oppure colf. Tel. 329 3834913 SIGNORA DA 8 ANNI IN ITALIA cerca lavoro come badante 24 ore su 24 oppure come donna di servizio, pulizie e tutto fare. Tel. 388 3626468 SIGNORA DI 54 ANNI con attestato da assistenza domiciliare, esperienza di 5 anni, cerco lavoro di giorno,

AFFITTASI

alloggio in Nus, al 1° piano, composto da due camere da letto, soggiorno, cucina, doppi servizi, cantina, garage e posto macchina. Non ammobiliato

Tel. 335 6952124

di notte oppure 24 ore su 24. Tel. 320 1868171 SIGNORA DI 64 ANNI italiana, cerca vitto e alloggio in cambio di piccoli servizi e compagnia a persone anziane. Tel. 346 0217246 SIGNORA MOLDAVA DI 60 ANNI referenziata e con esperienza di 11 anni, cerca lavoro come badante 24 ore su 24, in tutta la regione. Tel. 327 0654804 SIGNORA RUMENA cerca lavoro come badante 24 ore su 24, pulizie, lava piatti oppure compagnia per anziani, cameriera da sala o di piani. Tel. 388 1446761 oppure 340 5771821 SIGNORA SERIA CON ESPERIENZA in assistenza anziani (anche in casa di riposo), cerca lavoro come badante, assistenza anziani o solo di notte o solo di giorno e pulizie. Disponibile da subito anche per i fine settimana e le festività. Tel. 388 4766570 SIGNORA SERIA E AFFIDABILE DI 47 ANNI con esperienza, cerca lavoro come badante 24 ore su 24 oppure come collaboratrice domestica. Tel. 389 9243993 SIGNORE cerca lavoro come autista (pa-

SITRASB S.P.A. SOCIETA’ ITALIANA TRAFORO GRAN SAN BERNARDO Via Chambéry 51 – 11100 AOSTA tel. 0165/363641 – fax 0165/363628 AVVISO DI GARA PER ESTRATTO La SITRASB S.p.A. – Società Italiana Traforo Gran San Bernardo – con sede in Aosta, Via Chambéry n. 51, rende noto che sulla GUCE n. 2013/S 125214677 del 29/06/2013 e sulla GURI n. 76 (parte I, quinta serie speciale) del 01/07/2013 e sul portale del committente www.letunnel.com, è stato pubblicato il seguente bando di gara: Appalto pubblico di servizi per l’affidamento di servizi assicurativi; Luogo di prestazione dei servizi: Regione Valle d’Aosta (I); Importo complessivo dell’appalto: € 1.269.000,00 pari alla sommatoria dei premi presunti a base d’asta per l’intera durata del contratto, così suddiviso: Lotto n.1: Assicurazione All Risks € 140.000,00 annui; Lotto n.2: Assicurazione RCT/O € 110.000,00 annui; Lotto n.3: Assicurazione RCT/O secondo rischio € 40.000,00 annui; Lotto n.4: Assicurazione RCA/ARD € 29.000,00 annui; Lotto n.5: Assicurazione RC Inquinamento € 30.000,00 annui; Lotto n.6: Assicurazione RC Amministratori € 10.000,00 annui; Lotto n.7: Assicurazione Tutela legale € 30.000,00 annui; Lotto n.8: Assicurazione infortuni, assicurazione vita € 34.000,00 annui; Durata dell’appalto: 36 mesi decorrenti dal 1° gennaio 2014; Termine di ricezione delle offerte: ore 12,00 del 26 agosto 2013; Data della seduta di pubblico incanto: 03 settembre 2013 presso la sede SITRASB S.p.A. di Aosta – Via Chambéry 51. Aosta, 3 luglio 2013

Il Presidente (Ugo Voyat)

COMUNE DI SAINT-CHRISTOPHE Adozione di Variante Non Sostanziale al P.R.G.C. Il Sindaco rende noto che con deliberazione del Consiglio comunale n° 43 del 27.06.2013, è stata adottata la variante non sostanziale per la disciplina inerente le costruzioni nel sottosuolo sino al confine stradale - modificazione dell'art. 33 delle norme di attuazione, ai sensi dell’art. 16 della L.R. n° 11/98. Gli atti della variante non sostanziale, nonché la deliberazione stessa, sono depositati in pubblica visione presso la segreteria del comune per 45 giorni consecutivi a decorrere dal 03.07.2013. Chiunque ha facoltà di produrre osservazioni nel pubblico interesse fino allo scadere del termine predetto. Saint-Christophe, lì 03.07.2013.

Il SINDACO Paolo CHENEY

tenti B e C), operaio, manovale, carpentiere e guardiano disponibilità anche notturna. Tel. 329 3466062 SIGNORE PERUVIANO con documenti in regola, cerca lavoro come giardiniere, lavapiatti, pulizie, falegname, custode, colf e assistenza anziani, fisso o part time in tutta la Valle. Tel. 335 7112238

• Varie 12. auto e accessori LANCIA ELEFANTINO fine '98, ben gommata, vendo a 1.300 €. Tel. 338 5803558 VENDESI MERCEDES 2000 88.000 km, unico proprietario, ottime condizioni, 5 gomme nuove, bollo pagato fino a dicembre, prezzo 4.900 €. Tel. 0165 34569 oppure 380 4375277 VENDESI NISSAN TERRANO del 2003 a euro 5.500, in ottime condizioni. Per ulteriori informazione tel. 328 2186601 VENDO 4 GOMME TERMICHE complete di cerchioni, misura 165x70, Fiat Punto e altre. Prezzo 200 €. Tel. 338 1398091 VENDO FIAT CROMA MJT Emotion, del 2008. Tel. 392

VENDESI MAGAZZINO ARTIGIANALE

4326572 VENDO OPEL ASTRA SW 2005 CDI, fantastiche condizioni, risulta spaziosa, ideale per famiglia, risparmi sui consumi. Offro a prezzo speciale. Tel. 337 204208

13. cicli, moto e accessori PER TRIUMPH BONNEVILLE vendo scarichi aperti 2 in 1 e borsa in cuoio con staffa. Anche separatamente. Tel. 348 2639362 VENDO APE PIAGGIO modello 501, prezzo da concordare. Per informazioni chiamare il numero 347 8807797 VENDO APRILIA CLIMBER 280 CC del '94, 2 tempi, trial, ottime condizioni, 3.000 km originali, appena tagliandata a € 1.800 trattabili. Tel. 366 1385449 VENDO SCOOTER Piaggio Beverly 125, anno 2008, km 6300, colore grigio, ottime condizioni. Prezzo € 1.600 trattabili. Tel. 331 3778433 VENDO SCOOTER TMAX 2004, blu, speciale, migliorato estetica,condizioni fantastiche, regalo bauletto nuovo. Prezzo sorprendente. Tel. 337 204208

14. macchinari e attrezzature

mq. 350 – h. 7 mt con piazzale antistante in localita’ tzamberlet

VENDO LEVIGATRICE per parquet mignon s200. Ottime condizioni. Prezzo 1.400 € trattabili. Tel. 3332120597

Telefonare ore ufficio al n. 3332115102

20. audio, video, foto, computer

VENDESI

AUTORADIO lettore CD, MP3, marca Sony, usata pochissimo, con telecomando e frontalino estraibile e custodia, vendo a 50 €. Tel. 349 3255067 CARICA BATTERIA

alloggi in villa oppure villa singola Per info telefonare ai numeri:

393 37 92 279 347 35 15 433 AFFITTASI BILO/TRILOCALI ammobiliati e non in Viale Conte Crotti

Per info telefonare ai numeri:

393 37 92 279 347 35 15 433 IMPORTANTE IMPRESA VENDE IN SAINT-CHRISTOPHE AOSTA per cessazione dell’attivita’ edificatoria, lotti di varie metrature e destinazioni (uffici, negozi, magazzini,laboratori, autorimesse), liberi in pronta consegna o gia’ a reddito con locazioni garantite, a prezzi di assoluta convenienza

lunedì 8 luglio 2013 da tavolo con autoparlanti per cellulare Samsung Galaxy note, nuovo, vendo a 10 €. Tel. 349 3255067 VENDO MACCHINA FOTOGRAFICA professionale Pentax 21, no digitale, obiettivo 28-105 + obiettivo 100-300 nuovo originale Pentax, per veri intenditori, stupenda e perfetta a € 1.000,00. Tel. 349 6929437 Francesco

21. varie CAMERETTA A PONTE con 2 letti sottostanti in legno rovere chiaro, alta 2 m, euro 650. Tel. 329 1925944 FIENO VALDOSTANO (LA SALLE) di qualità, in balle piccole. Tel. 340 7796179 RABDOMANTE esperto, cerca vene di acqua sorgiva sotterranee per creare pozzo di acqua potabile. Tel. 347 4984947 VENDESI annate complete e raccoglitori di Oasis/Musumeci dal 1987 al 2003 e National Geographic dal 1998 al 2010. Tel. 338 7313987 VENDESI A PERSONA COMPETENTE e veramente interessata, sala in noce, mai usata. No intermediari e no perditempo. Tel. 338 7313987 VENDESI LIBRERIA in noce, tutta massiccia, anta in cristallo molato, ante in legno + cassetti (L 236-H 241P55).Prezzo speciale. Tel. 338 1398091 VENDO BANCO DA FALEGNAME anni 50,245x60, super accessoriato, robusto. Tel. 338 1398091 VENDO COMO' a 4 cassetti in vero legno antico, lavorato a mano, 120x90hx60 circa. Solo interessati, no perditempo. Tel. 329 1925944 ore serali VENDO CUCINA NUOVA

in legno di frassino, parte in piastrelle, con elettrodomestici Franke, larg. 255, altezza 220. Sotto costo. Tel. 338 1398091 VENDO CUCINA NUOVA in legno di frassino, con elettrodomestici, cm L225xH220xP60, ottimo prezzo. Tel. 338 1398091 VENDO DUE PORTE in larice metà in vetro, L85xH195, più una finestra 110x110 con ante in larice 200,00 €, in buono stato. Tel 347 3088026 VENDO LETTO in ferro battuto, una piazza e mezza con materasso (semi nuovo) € 300,00. Tel. 388 7971514 VENDO LIBRERIA moderna in ciliegio con ante in legno e vetro e vano per TV (L 240 - H 230- P 52). Prezzo speciale. Tel. 338 1398091 VENDO OROLOGIO super elegante Jema Paris, numerato con cinturino blu a € 250,00. Orologio di alta classe numerato, per veri intenditori Movado - The Museum Watch, esposto in museo, introvabile e nuovo vendo a € 750,00. Tel. 349 6929437 Francesco VENDO PIATTAIA antica valdostana in larice L134xP40xH197. Tel. 338 1398091 VENDO PORTE ANTICHE valdostane in noce e larice, pannelli lavorati e scolpiti. Ottimi prezzi. Tel. 338 1398091 VENDO UN DIVANO a tre posti in finta pelle con possibilità letto singolo, in buono stato, 100,00 €. Tel. 347 3088026 VENDO UNITA' PORTATILE mod. Futur per magnetoterapia, prodotto professionale italiano, praticamente come nuovo, per tantissime patologie, regolazione intensità, tempo, frequenza e timer. Vendo a € 700,00. Tel. 349 6929437 Francesco.

ESCLUSIVISTI PER LA PUBBLICITÀ SU: GAZZETTA MATIN, NOTIZIARIO CRER E NEWSVDA.IT

RICERCA VENDITORE/VENDITRICE LG PRESSE S.R.L., agenzia di comunicazione con sede in Aosta, ricerca agenti e venditori su carta stampata web e cartellonistica. Il/La candidato/a deve possedere buone capacità relazionali, essere attivo, motivato, intraprendente e abituato/a a lavorare per obiettivi. Si offre formazione costante (non è richiesta precedente esperienza nel settore) in un ambiente motivato con concrete possibilità di carriera. Per partecipare alla selezione, inviare il proprio cv con foto a: m.henry@lgpresse.com

TELEFONARE 0165-41834

VENDITE GIUDIZIARIE DEL TRIBUNALE DI AOSTA Per dettagli sulle vendite, consultazione dell’ordinanza/avviso di vendita e della perizia visionare i siti www.asteimmobili.it e www.portaleaste.com oppure 848.800.583 TERRENI POLLEIN - LOCALITÀ VARIE - TERRENI: a) vigneto, cl. 1 di mq 826, loc. Capoluogo, per il 53% in zona Ba2 e per il 47% in Eg13 del P.R.G.C.; b) seminativo irriguo, cl. 1 di mq 548, loc. Capoluogo, per il 82% in zona Ba2 e per il 18% in Eg13 del P.R.G.C.; c) prato, cl. U, superficie mq 3.294, loc. Tharencan, zona Eg7 del P.R.G.C.; d) bosco misto cl. 1 di mq 6.782, zona Eh1 del P.R.G.C. Valore di perizia Euro 186.000,00. Prezzo base Euro 150.000,00. Vendita senza incanto 14/10/13 ore 12:00. Eventuale vendita con incanto in data 21/10/13 ore 12:00. G.E. Dott. Paladino. Professionista Delegato alla vendita Dott. Jean Claude Mochet, tel. 0165-230011. Custode Giudiziario Istituto Vendite Giudiziarie Aosta tel. 0165061070. Rif. RGE 105/11 AA168939

PER INFORMAZIONI: 0165 231711 - m.henry@lgpresse.com


lunedĂŹ 8 luglio 2013

71

1

1

2

2

3

3

4

4

5

5

6

6

7

7

8

8

9

9

10

10

11

11

12

12

13

13

14

14

15

15

16

16

17

17

18

18

19

19

20

20


72

lunedì 8 luglio 2013

1

1 CIELO

VENTO SOLE

2

3

4

5

6

7

Oggi in Valle d’Aosta

A

bbastanza soleggiato con addensamenti nuvolosi in forte sviluppo e probabili rovesci o temporali dalle ore centrali della giornata. Venti: a 3.000 metri deboli da SE; brezze nelel valli. Temperature: in lieve calo in montagna.

Tendenza successiva Martedì 9

VARIABILE

NUVOLO

NEVE

PIOGGIA

NEBBIA

TEMPORALE

VENTO

VENTO FORTE

2

Il sole

sorge oggi alle 5.44 e tramonta alle 21.27

La luna

sorge oggi alle 6.08 e tramonta alle 21.09

Situazione generale

I

n un contesto dominato dall’alta pressione, qualche infiltrazione di aria un po’ più fresca da est in quota dovrebbe favorire una certa instabilità atmosferica sulla Valle d’Aosta. Tale situazione perdurerà anche nella prima parte di questa settimana.

3

4

5

6

7

bbastanza soleggiato con A addensamenti in sviluppo dalle ore centrali associati a

8

possibili rovesci o temporali. Temperature: senza variazioni.

9

10

8

9

Da mercoledì

10

T 11

empo abbastanza soleggiato fino a sabato, ma con il perdurare di una certa instabilità, più mercata nella giornata di mercoledì.

12

13

14

15

16

17

18

19

20

11

12

Accadde oggi 52 a.C. - I Romani di Giulio Cesare sconfiggono la tribù celtica dei Galli Parisii e si stabiliscono in un’ansa del fiume Senna, dano all’insediamento il nome di Lutetia Parisiorum, l’attuale Parigi. 1919 - Con l’approvazione dello statuto nasce l’associazione nazionale Alpini ad opera di un gruppo di reduci della Prima guerra mondiale. 1978 - Dopo un travagliato iter, Sandro Pertini viene eletto settimo presidente della Repubblica. Sedici scrutini per l’elezione, di in 12 era in vantaggio Giorgio Amendola. 1997 - Tre nazioni dell’est europeo aderiscono al Patto Atlantico: Repubblica Ceca, Polonia e Ungheria. Ne faranno parte dal 1999. 1999 - Il romanzo “Buio” di Dacia Maraini vince la 53ª edizione del “Premio Strega”. 2000 - Tra le polemiche di opportunità nell’anno del Giubileo, si svolge a Roma la manifestazione “World Gay Pride”. Duecentomile persone danno vita a un corteo senza incidenti.

13

14

15

16

17

18

19

20

Gazzetta Matin dell'8 luglio 2013  

versione sfogliabile b

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you