Page 1

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) CNS/TO - art. 1, comma 1

1 euro

anno 8 - n. 35

LIVORNO FERRARIS

BORGO D’ALE

VERCELLI

La “Sagra tra le note” con le Pro Loco e la Banda

Inizia la patronale di San Michele

Un evento per conoscere tutte le sfumature del riso

Domenica in viale IV Novembre: stand gastronomici e musica

Canto corale, “Puliamo il mondo”, tornei e Fiera: si comincia venerdì

Da venerdì a domenica la manifestazione “Vercelli Riso Expo”

A PAG.

11

A PAG.

14

A PAG.

17

CRESCENTINO Stanno per arrivare in Consiglio le tariffe della nuova Tares: queste le proiezioni SALUGGIA L’Amministrazione prende tempo

Tassa rifiuti: chi ci perde e chi ci guadagna Il sindaco rinvia il voto Rincari per le abitazioni piccole in cui vivono molte persone, tributo invariato (o riduzioni) per le case grandi con pochi residenti

CRESCENTINO. È da tempo che gli amministratori comunali si confrontano con la Tares, tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. Il Governo Monti, l’ha istituita nel 2011, e un articolo del decreto consentiva che i Consigli comunali deliberassero riduzioni purché vi fosse la copertura con entrate diverse. Un decreto dell’agosto 2013 ha esplicitamente abrogato questa norma, quindi i costi del servizio vanno coperti integralmente dal tributo; se non paga uno, pagano gli altri. Ciò che stanno facendo in queste settimane gli amministratori è definire il regolamento in modo dettagliato, per verificare la possibilità di riduzioni o agevolazioni per le categorie che per legge avrebbero un aumento esagerato».

VILLAREGGIA

La “vecchia” tassa rifiuti (Tarsu) si calcolava sulla superficie dell’unità immobiliare; per il calcolo della Tares entrano in gioco il numero delle persone che abitano quell’unità e i coefficienti desunti dalle tabelle parametriche sui consumi medi. Questi vanno da un minimo ad un massimo: in questa “forbice” si può muovere l’Amministrazione; la Giunta ha scelto il massimo per le utenze non domestiche e il minimo per quelle domestiche. Per le abitazioni, gli alloggi piccoli in cui abitano molte persone subiscono rincari notevoli. Invece per le case grandi abitate da poche persone il tributo rimane invariato o ci saranno delle riduzioni. Diversa la situazione per le utenze non domestiche. A PAG.

GLI AUMENTI PREVISTI

negozi di abbigliamento, calzature, libri

+ 8%

negozi di alimentari

+ 50%

edicole, tabacchi, farmacie

+ 30%

bar, caffè, pasticcerie

+ 85%

carrozzerie, officine, elettrauto

+ 20%

ristoranti, pizzerie

+ 185%

ortofrutta, fiorai

+ 600%

parrucchieri

+ 15%

7

Vercelli: venerdì sera, per il Jazz:Re:Found Festival

Festa a Maglione

SEGUE A PAG.

sull’impianto nucleare

SALUGGIA. Sabato mattina il Consiglio comunale avrebbe dovuto “pronunciarsi” sulla posizione del Comune, ai fini urbanistici, relativamente alla WMF (Waste Management Facility), impianto per il trattamento di materiale radioattivo che Sogin intende realizzare mnell’area Eurex. Ma il sindaco Firmino Barberis ha preferito rinviare il voto, limitandosi a una “comunicazione al Consiglio” sull’approvazione del decreto ministeriale. «Ieri sono andato al Ministero - ha spiegato improvvisando una conferenza stampa a metà seduta - a parlare

Un ragazzo speciale: si presenta il libro su Gabriele Fantino VILLAREGGIA. Sabato 28 settembre alle 21 al polivalente si presenterà il libro Gabriele, storia vera di un ragazzo speciale. Ne è autrice Paola Chicarella, mamma del giovane distrofico Gabriele Fantino, e curatrice la giornalista Claudia Carra. A PAG.

12

con l’estensore del decreto sul WMF, stiamo facendo alcuni approfondimenti e acquisendo informazioni, intendiamo convocare un tavolo istituzionale, chiedendo anche l’appoggio dei parlamentari della zona». A PAG.

5

SPORT Medaglia d’oro nel kick boxing

11

La trinese Vittoria Pollone è campionessa d’Europa

Ludovico Einaudi in concerto venerdì sera al Teatro Civico

VERCELLI. Già tutto esaurito per la serata di punta della sesta edizione Jazz:Re:Found Festival, l’appuntamento con il pianista e compositore Ludovico Einaudi accompagnato da un ensemble di undici musicisti, in cartellone venerdì 27 settembre al Teatro Civico. Nei suoi tre giorni (27, 28 e 29 settembre) la manifestazione proporrà un ricco programma di concerti e performance di star nazionali e internazionali: house con Dimitri From Paris,

Firmino Barberis

Vittoria Pollone con l’istruttore Cristiano Bertolina

hip hop tradizionale per Dj Goff, passando per Floating Points, Falty DL e Ralf. Tanti stili e tanti generi che mettono a confronto diverse generazioni. A PAG.

Matarille e alabardieri per San Maurizio A PAG.

21

Via G. Ferraris 47/D 13044 CRESCENTINO (VC) Tel. 0161 834132 Cell. 339 1918784 www.ecovallee.it · info@ecovallee.it

www.lagazzetta.info -

la Gazzetta -

@laGazzetta2

12

TRINO. Grande impresa per Vittoria Pollone. La grande promessa della Mvnera Trino ha conquistato la medaglia d’oro nei Campionati Europei di kick light nella categoria Cadette al limite dei 65 kg. L’atleta trinese, classe 1999, ha dominato la massima competizione continentale, che si è disputata in Polonia. A PAG.

20


CRONACA

3

Livorno Ferraris: sorpresi nella notte dai Carabinieri agli ordini del maresciallo Casti

Rubavano il rame dal deposito comunale

Due serbi residenti a Brusasco: stavano caricando su un furgone parti metalliche smontate da elettrodomestici

decina di frigoriferi. Materiale che è stato depositato nel magazzino dopo che la ditta incaricata per la raccolta li aveva recuperati dalle abitazioni dei cittadini livornesi. Poi il Comune li aveva fatti smontare in maniera tale che la ditta incaricata per lo smaltimento avrebbe poi rivenduto le parti in rame e demolito, invece, le parti in plastica inutilizzabili. In questa maniera, i Carabinieri hanno evitato al Comune di Livorno Ferraris un danno di centinaia di euro. La refurtiva, completamente recuperata, è stata restituita all’Amministrazione comunale e riportata nel deposito, pronta per essere poi consegnata alla ditta incaricata.

LIVORNO FERRARIS. Stavano rubando dal de-

posito comunale di via Chivoli bobine e trasformatori in rame quando li ha sorpresi una pattuglia dei carabinieri. Nei guai sono finiti D.P., 46 anni, e B.R., 27 anni, entrambi di nazionalità serba ma residenti a Brusasco, nel torinese. Sono stati denunciati per furto aggravato in concorso e allontanati con una proposta di foglio di via obbligatorio. L’altra notte i militari agli ordini del maresciallo Ignazio Casti si sono insospettiti dopo aver notato, parcheggiato in una via limitrofa al deposito, un furgone. A quel punto hanno provveduto ad un controllo. Si tratta di parti in rame smontate da elettrodomestici: una sessantina di televisori e una

I Carabinieri esaminano la refurtiva recuperata

mattinale CRESCENTINO

Rubava al Carrefour: minorenne denunciata C’è anche una minorenne residente a Crescentino tra le quattro donne romene, di età compresa tra i 19 e 25 anni, arrestate per furto. La minorenne se l’è cavata con una denuncia a piede libero. L’altro pomeriggio i carabinieri le hanno sorprese all’uscita di uno dei negozi presenti nella galleria commerciale Carrefour a Vercelli dopo aver fatto razzia di vestiti, trucchi da donna e profumi: li avevano nascosti dentro i loro abiti. Il valore totale della merce rubata è di qualche centinaio di euro.

SAN GERMANO

Fermati con la droga in macchina

Andrea Bucci

Ancora cumuli di rifiuti abbandonati Al Lago Bianco di Trino Tentato furto sulla strada tra Cigliano e Villareggia Rubano il televisore alla ditta TSZ Scarti edili, pneumatici, ma anche sacchi neri con gli sfalci e le luci per le feste Ladri notturni a Cigliano

Il piazzale antistante

CIGLIANO. (a.bu.) Tentato furto alla TSZ, ditta che produce e vende tende, serramenti e zanzariere e che ha sede sulla Strada Provinciale 45. Il colpo risale alla notte tra giovedì e venerdì scorso. A scoprirlo è stato il titolare, Marco Gallo, venerdì all’alba quando si è recato al lavoro. Aperta la porta dell’ufficio ha trovato la stanza a soqquadro: mobili aperti, cassettiere rovesciate e i documenti di lavoro sparpagliati sul pavimento. Un disordine incredibile, ma i ladri sono andati via a mani vuote. Sicuramente cercavano soldi. Dopo aver effettuato un primo sopralluogo, l’imprenditore ha avvisato i carabinieri per la denuncia. Ai militari ha spiegato di aver trovato solamente l’ufficio in disordine, e che non tiene i contanti in ufficio.

CIGLIANO. (a.bu.) Rifiuti abbandonati lungo le piazzole di sosta. Se ne trovano ovunque percorrendo la ex Strada Regionale 11, all’altezza del ponte sulla Dora Baltea, per arrivare fino alle porte di Cigliano. Ogni notte auto e furgoni si fermano e scaricano rifiuti di ogni genere, per lo più scarti edili, gomme, ma anche sacchi neri con gli sfalci. Un malcostume che ormai è difficile arginare, anche se qualche amministratore cerca di

Cumuli di immondizie all’ingresso di Cigliano

Una piazzola prima del ponte sulla Dora

dare battaglia agli sporcaccioni. Il sindaco di Villareggia, Mario Debernardi, più volte ha denunciato il problema alle Province di Torino e Vercelli. Aveva anche proposto di installare delle videocamere, ma il progetto è abortito subito per via dei costi elevati. Il primo cittadino ha anche organizzato un gruppo di villareggesi per ripulire le aree. Ma evidentemente non basta: più le si pulisce e più qualcuno si diverte a sporcarle.

Nel chivassese

Controlli contro lo spaccio e il consumo di droga CHIVASSO. (a.bu.) A partire da ieri e, nel corso di

tutta la giornata di oggi, mercoledì 25 settembre, i Carabinieri della Compagnia di Chivasso hanno organizzato un ampio controllo finalizzato al contrasto dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti. Una ventina di militari, con l’asilio dell’elicottero AB 412 dell’Arma, hanno controllato e perquisito decine di automobilisti.

La strada di ingresso al locale

TRINO. (a.bu.) Prima il sequestro. Ora i furti. Non c’è pace per Lucio e Alessandro Bizzotto, padre e figlio, gestori del Lago Bianco lungo la Provinciale 31 bis, un luogo non distante dalla centrale “Enrico Fermi”, sovente frequentato la sera per feste. L’altra notte ignoti hanno forzato l’ingresso e dopo aver oltrepassato i nastri biancorossi delle forze dell’ordine, hanno rubato il televisore e le luci per le feste notturne. Non solo furti, ma anche atti di vandalismo, ad esempio quando qualcuno ha appiccato il fuoco agli amplificatori. I gestori non ce la fanno più. «È una situazione che sta diventando insostenibile» hanno detto alle forze dell’ordine, ripetendo che il loro desiderio è solo quello di poter lavorare. Dal luglio scorso l’area è sotto sequestro per una festa organizzata senza avere l’autorizzazione. Da allora, per Lucio e Alessandro Bizzotto è una specie di incubo.

Viaggiavano in auto con due etti di hashish. Agli arresti domiciliari sono finiti due giovani amici, entrambi diciannovenni e residenti a Vercelli. I due giovani inizialmente hanno cercato di evitare il controllo dei militari con una inutile manovra elusiva, che non ha tratto in inganno i carabinieri, che - accortisi del vistoso nervosismo dei due - hanno approfondito le verifiche con una perquisizione all’auto e personale. Dalle tasche di uno dei due giovani sono spuntati due panetti da cento grammi l’uno di hashish del valore di duemila euro, oltre ad un bilancino di precisione nascosto nell’auto.

VERCELLI

In carcere un pregiudicato di Bosconero Per Gaetano Polizzi, 52 anni, pregiudicato residente a Bosconero, per alcuni reati commessi in provincia di Vercelli, si sono riaperte le porte del carcere dopo che il Tribunale del riesame vercellese ha annullato la misura cautelare degli arresti domiciliari. L’altro pomeriggio, i carabinieri della stazione di Volpiano hanno bussato alla sua porta e, mostratagli l’ordinanza, l’hanno trasferito nel penitenziario di Ivrea. A denunciare il figlio è stata la madre, stanca di essere continuamente insultata e minacciata di morte.

VERCELLESE

Controlli nelle sale slot La Polizia di Vercelli, in collaborazione con la Guardia di Finanza ed i Vigili del Fuoco, nell’ambito di un progetto volto a verificare il rispetto della normativa di pubblica sicurezza e per contrastare il fenomeno del gioco illegale, ha effettuato una serie di controlli ad alcuni esercizi pubblici, in particolare “sale slot”. L’operazione ha consentito di identificare numerosi avventori, riscontrando la presenza di pregiudicati per reati di varie tipologie: dallo sfruttamento della prostituzione alla rapina.


Saluggia

5

La seduta di sabato mattina: a un certo punto è mancato il numero legale, maggioranza riunita in un’altra sala

Caos in Consiglio comunale: sospensione e urla

Approvate una variante al Piano Regolatore e una variazione al bilancio. L’assessore Farinelli tenta in tutti i modi di zittire la consigliera Olivero Saluggia. (u.l.) A leggere certi resoconti parlamentari viene da dar ragione a quegli insegnanti che, per carità di patria, evitano di portare le scolaresche ad assistere alle sedute della Camera o del Senato. Lo stesso si può dire per il Consiglio comunale di Saluggia, ridotto ormai a una via di mezzo tra il mercato di Porta Palazzo e i peggiori bar di Caracas. Sabato mattina la riunione era convocata per le 9. Pubblico più numeroso del solito, nonostante l’orario mattutino, non foss’altro per la pubblicità data nei giorni precedenti al punto sull’impianto nucleare WMF da parte della consigliera Paola Olivero e del locale circolo del Partito Democratico: presenti alcuni saluggesi, altri (politici, sindacalisti, carabinieri, agenti della Digos in borghese) provenienti da fuori. Il Segretario fa l’appello: ci sono tutti, manca solo Renato Bianco (che è in corridoio, ma siccome non vuol partecipare alla discussione sull’impianto nucleare resta fuori dall’aula). Il sindaco però annuncia che il punto sull’impianto WMF viene spostato a fine seduta: il pubblico rumoreggia, la consigliera Olivero dichiara la sua contrarietà, l’assessore Libero Farinelli salta su e la interrompe: «basta, mettiamo ai voti». Il sindaco esegue e fa votare: il WMF slitta. A quel punto allora, come in certe commedie di Feydeau, ci sono porte che si aprono e altre che si chiudono: entra uno (Bianco) ed esce un altro (Giuseppe Barberis). Motivo: si deve approvare una variante al Piano Regolatore che va a toccare anche terreni di proprietà di sua moglie, e allora il consigliere - che già l’altra volta, quando la variante

L’assessore Farinelli, alzatosi dal suo scranno, si avvicina alla consigliera Olivero

era stata adottata, era arrivato con strategico ritardo ed aveva atteso fuori - va nella stanza accanto. Dopo l’esposizione da parte del tecnico comunale Linda Marin, nella discussione intervengono i consiglieri Olivero e Bianco; Farinelli mostra segni di impazienza e, quando i due toccano l’argomento “area GalloPedrantoni”, scatta come morso da una tarantola: «basta, votiamo e basta». Nasce una discussione con il capogruppo Giuseppe Vallino, i due escono dall’aula e vanno nella stanza a fianco, ma urlano così tanto che si sente come se fossero ancora lì. Mancando Barberis, Farinelli e Vallino, Olivero e Bianco si guardano, fanno due conti sulle presenze ed escono: il Segretario accerta che è venuto a mancare il numero legale e la seduta è sospesa. Vanno di là con Vallino, Farinelli e Barberis anche la vicesindaco Margherita Cotevino e il giovane Giovanni Tavaglione, resta al suo posto solo l’assessore Adelangela Demaria (che non è consigliere, e quindi la sua presenza non viene conteggiata), esterrefatta: faceva la manager per una multinazionale e ora si ritrova in una gabbia di matti. Resta al suo posto anche il sindaco, che trasforma il Consiglio

in un’improvvisata conferenza stampa e spiega che «ieri sono andato al Ministero a parlare con l’estensore del decreto sul WMF». A quel punto la situazione è la seguente: il gruppo di “Insieme per la nostra gente” riunito nell’ufficio del sindaco a urlare, il sindaco in sala consiliare a spiegare - e a rispondere alle domande dell’ambientalista Gian Piero Godio e dell’esponente di Sel Giorgio Comella - perché oggi non si sarebbe approvata nessuna delibera sul WMF, i consiglieri Bianco e Olivero sulla porta, il pubblico un po’ in sala un po’ in corridoio. A un certo punto si sente Farinelli che, come si fa con certi cani al parco, batte le mani e chiama il sindaco, il quale si alza e lo raggiunge nell’ufficio a fianco, dove il volume delle voci continua ad essere alto. La seduta riprende dopo una ventina di minuti, con il sindaco che mette in votazione la variante. Bianco chiede di esprimere la sua dichiarazione di voto: «guarda che non sono qui di passaggio, non sono un viandante bulgaro»; il sindaco gli risponde «vai al sodo», e Bianco, offeso: «pretendo il rispetto che si deve a un consigliere comunale». Quando poi la Olivero

torna a parlare dell’area Gallo-Pedrantoni, un’altra tarantola morde Farinelli: che si alza, dà sulla voce alla consigliera per non farle terminare la dichiarazione e chiede di votare subito. Maggioranza favorevole, Bianco e Olivero contrari. La seduta prosegue con discussione su bilancio e atti connessi, interrogazioni e mozioni fin verso mezzogiorno. A un certo punto Farinelli imbraccia un plico di fogli (atti risalenti a un’Amministrazione di qualche anno fa, è parso di capire) e con uno scatto alla Usain Bolt si fionda tra il pubblico, dove sono seduti fra gli altri Antonio Castiello e Filippo Stramaccioni, cercando di consegnare quei documenti «al segretario del Pd»; poi sempre urlando torna al tavolo e li sbatte davanti alla consigliera Olivero, che lo invita a spiegare cos’è quel fascicolo e a «fare nomi e cognomi». Farinelli sbraita: «basta con le accuse! non avete che da rivolgervi alla Procura competente!»; la Olivero replica: «a questo punto è meglio rivolgersi al medico competente...». I colleghi lo calmano, Farinelli si risiede. Si arriva infine alla tanto attesa comunicazione del sindaco sull’impianto WMF: «modalità e tempi dell’esame del decreto da parte del Consiglio saranno comunicati in seguito». Farinelli, che stava zitto da qualche minuto, è attento come Alonso alla partenza di un Gran Premio di Formula Uno: appena vede scattare il semaforo (cioè la consigliera Olivero che chiede la parola), con un gesto fa alzare tutti i membri della maggioranza e intima: «segretario, segretario, non c’è più il numero legale, la seduta è chiusa». Questo è il Consiglio comunale di Saluggia nell’anno di grazia 2013.

Spintoni e parole grosse al termine della seduta: la Olivero invia una segnalazione al Prefetto Saluggia. (r.s.) La consigliera comunale Paola Olivero ha inviato una segnalazione al Prefetto di Vercelli “data la gravità dei fatti occorsi presso il Municipio di Saluggia sabato 21 settembre, alla presenza del sindaco, Firmino Barberis, e di numerosi testimoni, ed in considerazione delle competenze ad egli attribuite quale ufficiale di Governo”. Nel corso della seduta è stata discussa (e bocciata dalla maggioranza) una mozione presentata dalla Olivero sulla cosiddetta “casa Bodon”, edificio di proprietà comunale all’angolo fra via Don Carra e via Fratelli Barberis. “Al termine della seduta - racconta la Olivero - mi avviavo verso la porta d’uscita della sala delle adunanze e venivo fermata da un cittadino che abita nei pressi della “casa Bodon” e che aveva assistito ad una parte della riunione. Mi apostrofava dicendomi «tu la devi smettere con via Don Carra, io ho

i topi in casa e tu non vuoi che il Comune faccia i lavori». Cercavo di spiegargli che la questione non era in quei termini, che avevo più volte chiesto e sollecitato per sapere quando il Comune avrebbe fatto i lavori e rimosso il rischio che l’immobile fatiscente crollasse; il cittadino in questione non intendeva ragioni e inveiva anche contro un componente del nostro gruppo civico, Antonio Castiello, intervenuto per difendermi e spiegare a sua volta. I toni salivano improvvisamente e mi trovavo costretta a frappormi fra il cittadino e Castiello, che restava alle mie spalle, conscia che la situazione stava rapidamente degenerando. Chiedevo al sindaco, che si trovava a pochi passi, di intervenire, quale pubblico ufficiale, per sedare i toni e calmare le persone. Mi rispondeva «non sono mica un carabiniere», e non interveniva. Mi vedevo costretta a fronteggiare fisicamente il cittadino che mi strattonava nel tentativo di bypassarmi,

mentre altre persone si mettevano alle mie spalle per fare barriera a protezione a Castiello, minacciato. Improvvisamente, il cittadino suddetto, sempre gridando cercava di avventarsi contro Castiello, mentre questi si trovava in piedi avendo alle spalle lo scalone. In quel momento ho visto alcune persone bloccare il cittadino fuori controllo e portarlo quasi di peso all’interno degli uffici per impedirgli di portare a termine il suo intento. Solo così potevamo uscire incolumi, Castiello e la sottoscritta, dall’edificio, mentre le persone presenti all’esterno, richiamate dalle grida, entravamo per vedere cosa fosse successo. Mi fermavo sul viale del municipio a parlare con gli astanti, allibiti. Dopo alcuni minuti il sindaco ci passava accanto, gli chiedevo esterrefatta perché non fosse intervenuto, visto il suo ruolo. Barberis mi ha chiesto «cosa dovevo fare?». Gli ho risposto che se non lo sapeva era inutile che fossi io a spiegarglielo”.

Nucleare: il decreto autorizzativo del WMF

Il Comune ha dormito per un anno e adesso cerca appoggi un po’ ovunque di umberto lorini

Il Comune di Saluggia si sta comportando, nei confronti dell’art. 24 comma 4 della legge 27/2012, come i berlusconiani nei confronti della “legge Severino”: quando è stata promulgata nessuno ha avuto nulla da eccepire. Appena si prova ad applicarla, qualcuno improvvisamente scopre che quella legge non va bene, e cerca affannosamente il modo di “disinnescarla”. La legge 27 consiste in un decreto del Governo Monti che il Parlamento convertì in legge nel marzo 2012. Come abbiamo già avuto modo di scrivere più volte - nel corso dell’iter parlamentare - su queste colonne, è una legge in cui qualche “manina” ha inserito l’art. 24, intitolato “Accelerazione delle attività di disattivazione e smantellamento dei siti nucleari”, che non ha nulla a che vedere con il resto del provvedimento. In quell’articolo, che già sta lì come i cavoli a merenda, c’è scritta una cosa e c’è scritto il suo contrario: prima si dice che “le autorizzazioni [degli impianti nucleari] costituiscono varianti agli strumenti urbanistici”, e dieci righe più sotto si dice che quando i progetti degli impianti nucleari non sono compatibili con gli strumenti urbanistici e necessitano di variante “il Consiglio comunale competente si pronuncia nella prima seduta successiva al rilascio dell’autorizzazione stessa”. Dal momento che è una legge che sembra scritta proprio per il sito nucleare di Saluggia, un’Amministrazione comunale seria (che forse non legge la Gazzetta Ufficiale, ma sicuramente legge la Gazzetta, e quindi ne era al corrente) avrebbe dovuto, appena insediata, assumere immediatamente un’iniziativa forte per far emergere la contraddizione: chiedere la convocazione di un tavolo istituzionale, promuovere un ricorso, sollevare il conflitto fra poteri, o che altro. E invece cos’ha fatto l’Amministrazione Barberis? Pur dotandosi di un apposito consulente, ha dormito. Ha dormito per un anno, mentre Sogin - che invece è ben sveglia - ha mandato avanti la procedura per l’autorizzazione dell’impianto WMF nel

sito Eurex proprio utilizzando quella legge, e il 30 luglio scorso ha ottenuto dal Ministero dello Sviluppo Economico il decreto autorizzativo. La sveglia al Comune (che peraltro ha partecipato alla conferenza di servizi, e qualche campanello avrebbe dovuto sentirlo già allora) l’ha data il Ministero, che ha inviato in Municipio il decreto in cui c’è scritto che “ai fini urbanistici, spetta al Comune di Saluggia il pronunciamento sul progetto nella prima seduta successiva al rilascio dell’autorizzazione”. Il sindaco e il suo consulente, non sapendo che pesci prendere, hanno individuato un escamotage per guadagnare tempo: “dare comunicazione del Decreto al Consiglio ma non farlo votare”, e si sono appesi alla definizione - da burocrati ministeriali - di “termine ordinatorio ma non perentorio”; vale a dire: «nella legge c’è scritto che dobbiamo pronunciarci nella prima seduta, ma anche se lo facciamo nella seconda va bene lo stesso». Viene in mente Enzo Biagi che raccontava di quella signora del suo paese che, con le amiche che le chiedevano conto di certe voci sulla sua giovane figlia, ammetteva che «sì, è incinta ma solo un po’». Ecco quindi che il Comune, fuori tempo massimo, cerca sponde per capire come comportarsi con quel decreto, e cosa fare di quella legge: e in questi giorni assistiamo allo spettacolo di un’Amministrazione formata dagli storici esponenti saluggesi di Forza Italia e Lega Nord che si attacca al telefono e chiama i parlamentari di Pd e Sel supplicando un qualche appoggio, e di un sindaco che si fionda al Ministero il giorno prima della riunione del Consiglio per chiedere l’interpretazione di una legge emanata più di un anno fa. Il tutto, ovviamente, senza consultare la Commissione comunale consultiva sul nucleare, che - come dice la sua stessa definizione - è stata costituita proprio per dare consulenza al Comune sulle questioni che attengono al nucleare. Poi uno si chiede perché Sogin a Saluggia continua a fare tutto quello che vuole.


6

saluggia

Le due associazioni hanno partecipato alla “Fira di Sett Dulur” nella cittadina gemellata

Vita Tre e la Famija Salugiina a Russi di Romagna

Allestiti stand con i prodotti del laboratorio tessile, riso, fagioli e “duss dla gremola”, vini, libri e “ciabò” Lo spettacolo pirotecnico non era nel programma della festa

Loredana Laurella (Le Botteghe)

«Per la patronale abbiamo cercato la collaborazione di tutti ma il comitato “Le Botteghe” fa le cose a nostra insaputa» La premiazione di Cristina Colonello e Katia Perino

Saluggia. Dopo la conclusione dei festeggiamenti della patronale di San Grato, il comitato “Le Botteghe di Saluggia” ha diffuso una lettera con cui ringrazia le varie associazioni che hanno collaborato alla buona riuscita degli eventi organizzati in occasione della festa stessa, tralasciando però la Famija Salugiina, oltre ad alcune altre. La Famija ha «appreso con rammarico» di non essere nell’elenco dei ringraziamenti. E ha così risposto: «L’Amministrazione comunale ha affidato a noi l’intera gestione del San Grato, che abbiamo organizzato e portato a termine con parecchia fatica coadiuvati da: Le Botteghe di Saluggia, Gruppo Alpini Saluggia, Vita Tre, i Rioni di Saluggia, Il Comitato per il Gemellaggio, l’Oratorio Mazzetti, la Banda Don Bosco», mettendo così in evidenza l’importante ruolo che hanno avuto nell’organizzazione della festa e

L’esposizione dei prodotti di Vita Tre

Saluggia. (c.m.) L’associazione Vita Tre e la Famija Salugiina, con i membri del comitato per il gemellaggio di Saluggia hanno ricambiato, nel fine settimana di metà settembre, la visita dei “gemelli” di Russi di Romagna. Alcuni membri delle due associazioni si sono infatti recati a Russi in occasione della della “Fira di Sett Dulur”, storica manifestazione che accoglie migliaia di visitatori provenienti dai dintorni, attratti soprattutto dagli stand e dai punti degustazioni dei piatti tipici locali. A questi luoghi di

ristoro danno uno speciale contributo le cittadine gemellate con Russi, tra le quali spicca appunto Saluggia. Vita Tre ha proposto, oltre ai manufatti del proprio laboratorio tessile, alimentare ed officinale, fagioli di Saluggia, riso vercellese, vini del Monferrato e Canavese, libri e i tipici zoccoli “ciabò”. La Famija Salugiina invece ha imbandito i fagioli cotti nei pentoloni del Carnevale e i “duss dla gremola”. Per la Famija si è trattata della prima esperienza a Russi, ma sicuramente sarà l’inizio di una lunga serie.

Lo stand della Famija Salugiina

precisando «Le stesse Botteghe unitamente a noi e ai quattro Rioni hanno partecipato all’organizzazione della serata di domenica sera con i balli latino americani, senza la richiesta di nessun compenso da parte di nostra per l’utilizzo delle nostre attrezzature». I membri della Famija aggiungono: «Nonostante tutte le intenzioni di collaborazione, gli incontri e le riunioni fatte con tutti, le stesse Botteghe hanno, a nostra totale insaputa e in contrapposizione con il programma della serata di martedì, che prevedeva il musical a cura dei ragazzi dell’oratorio, organizzato uno spettacolo pirotecnico». E concludono: «Non vogliamo assolutamente fomentare discussioni o polemiche ma solo sottolineare che, in tale frangente, il così tanto a noi caro spirito di collaborazione è stato calpestato, e francamente non ce lo meritiamo». Chiara Marinone

Musica per tutti: le proposte per piccoli e grandi di Banda “Don Bosco” e Scuola “Michele Leone”

La domenica mattina presso la sede dell’associazione Dar Essalam

Saluggia. (c.m.) Anche per l’anno 2013/2014 tornano le proposte musicali per piccoli e grandi della “Scuola di Musica Michele Leone” e della Banda musicale “Don Bosco”: a ottobre, infatti, inizieranno i corsi di propedeutica, strumentale, teoria e solfeggio. Le iscrizioni si raccoglieranno giovedì 26 e venerdì 27 settembre dalle 18 alle 20 presso la scuola primaria. Saranno organizzati i corsi di batteria e percussioni, basso elettrico, canto, chitarra, clarinetto, flicorni, oboe, organo, pianoforte, sassofoni, tastiera, tromba e trombone. Continueranno inoltre i corsi di propedeutica strumentale per

Saluggia. (c.m.) Da domenica 29 settembre, dalle 10 alle 12, inizierà presso la sede dell’Associazione Dar Essalam, in via Don Rampella 8, un corso di lingua araba per bambini. Presto inizierà il corso per adulti, aperto a tutti, che si terrà in orario serale in giorno da definire. Per informazioni contattare il responsabile Abdallah Nouiguer al 334.9595318.

i bambini della Scuola dell’infanzia, all’interno dell’orario scolastico e finanziati completamente dalla Banda, con l’insegnante Fiorenza Alborghetti. La Banda musicale continuerà le prove settimanali il venerdì sera in oratorio aperte a piccoli e grandi per preparare servizi e concerti con il Maestro Enrico Momo. Infine il gruppo dei tamburini proverà il sabato mattina alle 11 in oratorio con il maestro Giuseppe Tannorella. Per informazioni chiamare i numeri 340.8241758, 338.8993709, 348.5402681 o scrivere a banda.saluggia@libero.it o scuolamusicasaluggia@gmail.com.

Inizia il corso di arabo per bambini

Domenica mattina, nell’area industriale fra Saluggia e Sant’Antonino

Inaugurato il nuovo peso pubblico

Gli agricoltori effettuano le prime pesate

Saluggia. (c.m.) Dopo una vicenda di oltre vent’anni e vicissitudini varie, nella mattinata di domenica 22 settembre è stato inaugurato il nuovo peso pubblico, situato in via XXV Aprile, nella zona “industriale” fra Saluggia e Sant’Antonino.

I piccoli allievi con i loro genitori

Percorsi di sensi al Canale Farini

Spettacolo interattivo organizzato dal Faber Teater

Gli spettatori lungo il canale

Il peso è stato inaugurato dal sindaco Firmino Barberis e dall’assessore Margherita Cotevino, con l’accompagnamento musicale della Banda “Don Bosco”. Sono state anche effettuate le prime “pesate” di alcuni carichi degli agricoltori locali.

Sindaco e vicesindaco con don Mario Tappari

Saluggia. (c.m.) La rassegna “Teatri di confine”, che per tutta l’estate ha organizzato spettacoli in molti paesi del Piemonte, è sbarcata a Saluggia domenica 22 settembre. La compagnia teatrale “Faber Teater” ha infatti messo in scena Percorsi di sensi: due spettacoli, alle 11 e alle 15, nei luoghi saluggesi attraversati dal Canale Farini. Si è trattato di uno spettacolo

Aldo Pasquero

interattivo che ha coinvolto e guidato il pubblico in un percorso volto a “vedere”, ma soprattutto a “sentire” questi luoghi in un modo del tutto diverso da quello al quale siamo abituati, meravigliando così gli spettatori. Lo spettacolo verrà replicato domenica 29 settembre nel sito archeologico di Industria a Monteu da Po.


CresCentino

7

L’Amministrazione comunale sta lavorando sulle tabelle del tributo su rifiuti e servizi istituito da quest’anno I residenti a San Silvestro: è una presa in giro

Tares: “stangata” su alcuni, riduzione per altri «Le bande rumorose sull’asfalto?

Servono solo a non farci dormire»

Le case grandi abitate da poche persone pagheranno di meno, ma ci saranno rincari per le famiglie numerose con case piccole Le banche pagheranno l’86% in meno rispetto all’anno scorso, i bar l’85% in più, per ristoranti e pizzerie un aumento del 185% «La Provincia non ha risolto il problema»

CresCentino. È da tempo che gli amministratori comunali si confrontano con la Tares, tributo comunale sui rifiuti e sui servizi; vediamo perché. «La Tares è un obbligo di legge», spiega il vicesindaco e assessore al bilancio Franco Allegranza; «il decreto 201 del 2011, emesso dal Governo Monti, l’ha istituita e in un articolo consentiva che i Consigli comunali deliberassero ulteriori riduzioni purché vi fosse la copertura con entrate diverse. Il decreto 102 di agosto 2013 ha esplicitamente abrogato questa norma, quindi i costi del servizio vanno coperti integralmente dal tributo; se non paga uno, pagano gli altri». Ciò che stanno facendo in queste settimane gli amministratori è «definire il regolamento in modo dettagliato, per verificare la possibilità di alcune riduzioni o agevolazioni per le categorie che per legge avrebbero un aumento esagerato». La “vecchia” tassa rifiuti (Tarsu) si calcolava sulla superficie dell’unità immobiliare; per il calcolo della Tares entrano in gioco il numero delle persone che abitano quell’unità e i coefficienti desunti dalle tabelle parametriche regionali sui consumi medi. Questi vanno da un minimo ad un massimo: in questa “forbice” si può muovere l’Amministrazione; la Giunta ha scelto il massimo per le utenze non domestiche e il minimo per quelle domestiche. Per le abitazioni, come già accennato in passato, gli alloggi piccoli in

cui abitano molte persone subiscono rincari notevoli: «un alloggio di 70 mq in cui abitino 7 persone paga il 140% in più». Invece per le case grandi abitate da poche persone il tributo rimane invariato o addirittura ci saranno delle riduzioni: «una casa che superi i 500 mq, con 4 persone, paga la metà rispetto alla Tarsu». «È vero che seguendo la direttiva europea si dovrebbe far pagare più tasse a chi produce più rifiuti, però è profondamente sbagliato che chi ha una casa piccola, solitamente quindi con un reddito minore, vada a pagare anche per i benestanti ed i ricchi». Diversa la situazione per le utenze non domestiche. Nello specifico, per autorimesse e magazzini il tributo è quasi dimezzato. Riduzione anche per palestre e simili, tra il 15 ed il 16%; uffici, agenzie e studi professionali (a Crescentino 85 utenze) pagheranno il 17-18% in meno; le attività industriali meno 33%, le aziende agricole meno 20%, gli autosaloni oltre il 50% in meno. La parte da leone la fanno le banche: risparmieranno l’86% rispetto all’anno scorso. Sostanzialmente in pari artigiani e produttori di beni diversi, come le tipografie. Aumentano invece la tariffe per i negozi di abbigliamento, calzature, libri (80 utenze), con un aumento medio dell’8%; edicole, tabaccai e farmacie +30%, carrozzerie, officine ed elettrauto +20%, parrucchieri e affini +15%. Netti rincari per i piccoli negozi di alimentari (+50%), bar, caffè e

pasticcerie (+85%), ma l’esagerazione si raggiunge con ristoranti e pizzerie (+185%), ortofrutta e fiorai (+600%), «i più fortemente penalizzati». È per queste «anomalie» che gli amministratori stanno valutando la possibilità di qualche intervento; su 4857 utenze complessive, quelle “anomale” sono 16. A giudizio di Allegranza «il problema vero sta nel CoVeVar»: se il Consorzio fornisse i dati puntuali della raccolta non si dovrebbero utilizzare le tabelle regionali. «Noi ci siamo trovati nel Consorzio, a cui ha aderito l’Amministrazione Greppi e che scadrà nel 2036, con i costi omogeneizzati, il che significa che ogni cittadino, in tutta la provincia, dovrebbe pagare lo stesso; per caricare un camion basta una via di Crescentino, mentre in Valsesia occorrono chilometri. Noi paghiamo anche per loro». «La gestione è pessima, non rispetta lo Statuto; siamo uno dei 5 Comuni su 86 che stanno valutando iniziative legali, per gli altri va tutto bene». In definitiva, «i cittadini di Crescentino pagheranno i costi degli errori governativi e delle scelte sbagliate della precedente Amministrazione; che nessuno tenti speculazioni politiche su questa situazione, il primo ad essere profondamente arrabbiato (Allegranza dice un’altra parola, ndr) è il sottoscritto». La possibilità di spostare il conguaglio Tares nel 2014, come proposto da alcuni, va valutata per evitare problemi di cassa: «magari si può fare, il problema grosso è cambiare le cifre». Il vicesindaco osserva che

«non va comunque confusa la Tares con gli arretrati Tarsu». Il principio su cui si basa il suo operato è «tutti devono pagare»; sono già stati recuperati 200 mila euro dall’evasione e in questi giorni sono stati emessi una trentina di provvedimenti, «sostanzialmente su autodenuncia». Alle utenze non domestiche è stato richiesto di compilare un questionario e «in alcuni casi i dati non erano per niente simili a quelli del 1986, quando è partita la Tarsu, per cui gli uffici hanno l’obbligo di chiedere gli arretrati; magari sono errori, per qualcuno la cifra è significativa, però non è giusto che abbiano dei privilegi a scapito di altri». Un poco alla volta tutte le utenze saranno verificate, grazie alla collaborazione tra gli uffici tributi e urbanistica; certo, quest’ultimo «andrebbe ben strutturato, vi sono solo un tecnico e un amministrativo, la soluzione va trovata nel più breve tempo possibile». Preoccupazione è espressa dall’assessore Gabriele Massa, «siamo ancora nella fase di discussione, stiamo cercando di fare qualche sconto, ma il bilancio non permette molte manovre». Interpellato anche come esercente di una pizzeria, rileva che «produciamo più rifiuti di una famiglia, ma in un sistema normale ci si aspetta un aumento del 20, 30, 40%, magari il doppio, però qui lo superiamo». Il suo commento «è senza polemica, è una constatazione che non tocca solo Crescentino: il modello di tassazione è sbagliato». Silvia Baratto

Il consigliere di minoranza: vicesindaco e assessore non fanno nulla di concreto

Mosca: «Un tributo che metterà in ginocchio famiglie e imprese. Taverna ha promosso una raccolta firme contro se stesso» CresCdntino. (s.b.) Le riflessioni del consigliere Gian Maria Mosca su Tares e CoVeVar sono raccolte in una lettera che dovrebbe suscitare negli amministratori, così spera, “oltre al consueto livore nei miei confronti, un po’ di senso di colpa e voglia di riscatto”. Agli alti costi della raccolta rifiuti, “oltre un milione di euro all’anno”, consegue “l’aumento vertiginoso della tassazione sui contribuenti”; l’entrata in vigore della Tares “metterà in ginocchio decine di attività oltre a molte famiglie, in una spirale inarrestabile di aggravamento della crisi”. I cittadini pagano e “chi si dovrebbe occupare del problema e risolverlo, cioè gli assessori Allegranza e Taverna, non fa nulla di concreto”. Particolarmente deplorevole sembra al consigliere la posizione dell’assessore all’ambiente: “ultimamente ha raccolto le firme della popolazione contro i disservizi del CoVeVar, quando sarebbe lui il primo quale assessore alla nettezza urbana - a dover scongiurare il ripetersi dei disservizi medesimi (che perdurano immutati da circa due anni). In pratica ha promosso una raccolta firme contro se stesso. Io, infatti, ho subito aderito facendo firmare tutti i miei conoscenti”.

I due interpellati hanno risposto senza dare l’impressione di sentirsi in colpa. «In merito alla lettera, che non ho ricevuto, – chiarisce Allegranza – vorrei chiarire alcuni punti. La Tares non è stata istituita dall’Amministrazione Venegoni, ma dallo Stato; tutti i Comuni sono nella stessa situazione. La tassa è comprensibile perché dovrebbe far pagare di più a chi inquina di più, ma ha dei limiti, penalizza alcune categorie di imprese e molte famiglie a basso reddito. Come ho già spiegato, il Comune farà tutto il possibile per rendere meno traumatica l’applicazione». In particolare, «il compito dell’assessore al bilancio e alle finanze è tenere in ordine i conti, credo nell’interesse di tutti. La legge impone il pareggio dei costi, quelli del CoVeVar sono altissimi, ma non è certo il compito dell’assessore alle finanze, sarebbe stato di chi ci ha fatto aderire al Consorzio, valutando fino in fondo eventuali altri opportunità». Per il futuro «la convenzione scade nel 2036, vedremo cosa faranno altri sindaci». «Oltre a tutte le disfunzioni e malgestioni, il dato fondamentale è l’omogeneizzazione dei costi, per cui paghiamo per i piccoli Comuni e la Valsesia. Qualche risultato si è già avuto,

ma non siamo in condizioni di fare miracoli, cinque Comuni che si lamentano, contro 81 non contano nulla». Rivolgendosi al consigliere «voglio solo invitare Mosca ad essere più concreto, meno populista, non raccontare solo frottole per recuperare voti alle prossime elezioni». L’assessore Giovanni Taverna ribadisce che la Tares non dipende dal Comune e afferma che Mosca «prende in giro i cittadini per cercare voti; siamo i primi a lottare contro il Consorzio, però purtroppo è un carrozzone all’italiana, fatto solo per rovinare la gestione. Vi dobbiamo sottostare come tutti, ma Crescentino ha votato contro e cercato soluzioni alternative». Per la Tares «siamo solo esattori per lo Stato» e «Mosca, con i suoi attacchi, non risolve il problema, si rende uguale agli speculatori politici, buoni solo ad aizzare la folle». Taverna aveva ventilato il suo possibile voto a sfavore della Tares, magari invitando altri Comuni a fare altrettanto come atto dimostrativo; ma far cadere la Giunta «significava solo far arrivare un commissario che avrebbe pianificato i conti mettendo tutto al massimo, a scapito dei cittadini».

CresCentino. (s.b.) Una settimana fa sono state posate le bande rumorose sull’asfalto della strada provinciale all’incrocio della frazione San Silvestro. Negli incontri tra la Provincia e i residenti, organizzati dal Comitato della frazione negli scorsi mesi, erano state prese in considerazione più soluzioni per far rallentare i veicoli in transito: dalla tanto e più volte richiesta rotonda all’autovelox passando per altre più o meno tecniche e fantasiose; le uniche due possibilità scartate immediatamente erano state i dossi e, appunto, le barriere rumorose perché, sebbene la strada risulti provinciale e teoricamente non attraversi un centro abitato, le case sono a ridosso della striscia d’asfalto. «Il rumore è micidiale» asserisce Antonella Dassano, che fa parte del Comitato e abita vicinissima alla strada in linea d’aria; «di notte non si riesce a dormire, i mezzi sono molto veloci; adesso si va verso l’inverno e le finestre sono chiuse, ma non sarebbe possibile tenerle aperte». Le sue parole raccolgono il pensiero comune degli abitanti di San Silvestro: «spero mettano l’autovelox, è l’ennesima presa in giro». Oltre

L’intervento all’incrocio della frazione

al danno, la beffa, auto e camion transitano senza accorgersi delle strisce poste a terra, «oltretutto vicinissime all’incrocio», quando sentono il rumore ne sono già a ridosso. La Dassano ha anche notato che non vi sono più cartelli che segnalano il limite di velocità; quando è di servizio, la pattuglia dei vigili non commina multe perché l’autovelox è segnalato e i conducenti rallentano per poi riaccelerare, ma ormai sono fuori dalla portata degli strumenti. Oltre alla velocità, ciò che rende particolarmente pericoloso questo punto è il sorpasso, causa di molti incidenti. I frazionisti si sono già mossi per far rimuovere le bande assordanti; per ora hanno chiesto al vicesindaco Franco Allegranza di mettersi in contatto con la Provincia, seguendo la via istituzionale, ma di certo il Comitato non starà ad ascoltare senza far nulla.

Libri, quaderni, trasporti

Aumentano i fondi comunali per sostenere le spese scolastiche CresCentino. (s.b.) Nuovo giro di manifesti, nelle vie cittadine, per i fondi comunali dedicati all’assistenza scolastica (libri, quaderni, trasporti) delle famiglie disagiate. I 1000 euro iniziali (devoluti da sindaca e alcuni assessori) sono diventati 1540 grazie al contributo di un consigliere di minoranza, Gian Maria Mosca, e di un donatore che è rimasto anonimo. Nella seconda edizione, riveduta e corretta, niente nomi quindi, resta la finalità e la lunga lista di famiglie che hanno chiesto il sussidio. La donazione dei privati è certamente fatta col cuore, ma molti cittadini si chiedono quanto possa servire: purtroppo alcuni costi, come l’abbonamento ferroviario, sono rilevanti e continui e lo stanziamento, seppure fatto dimostrando buona volontà, sembrerebbe non sufficiente a dare un vero sostegno. Magari nelle prossime settimane si faranno avanti altri benefattori, più o meno anonimi.

Gli ospiti dell’Infermeria in gita a Viverone Messi in regola gli orti al Villaggio Annunziata CresCentino. (s.b.) Gli ospiti dell’Infermeria Santo Spirito sono stati accompagnati in gita al lago di Viverone lo scorso sabato. Con parenti e amici, il personale, gli amministratori Giuseppe Ferrero e Roberto Ravarino, insieme ai volontari Avulss hanno raggiunto la località turistica grazie ai mezzi della Croce Rossa e ai volontari. Il pomeriggio è trascorso in fretta, il bel tempo ha permesso una passeggiata in riva al lago e anche un giro sul battello; non è mancato il tempo anche per una coppa di gelato.

CresCentino. (s.b.) Dopo 40 anni sono state messe in regola le assegnazioni degli orti al Villaggio Annunziata. Un anno e mezzo di burocrazia, sopralluoghi, mappature, controlli catastali; l’assessore Gianni Taverna è stato validamente aiutato dai geometri comunali e «dalla disponibilità delle persone coinvolte, senza inutili polemiche». I piccoli appezzamenti di terreno furono assegnati dal sindaco Massimo Pedrale nel 1973 con un permesso verbale

che non fu mai trasportato in un atto scritto. Ciò ha portato a denunce per occupazione abusiva di suolo pubblico (infatti è comunale), e a sollecitazioni da parte degli enti sovracomunali. Adesso la situazione è stata regolarizzata, gli attuali conduttori hanno firmato un accordo quinquennale col Comune al costo simbolico di 1 euro all’anno; Taverna ha voluto che fosse riconosciuto il lavoro svolto in questi decenni, «la riconoscenza per aver tenuto

pulito il terreno». Negli accordi è stabilito che possono essere passati ai familiari stretti o ceduti a chi abita in zona. Soddisfazione è stata espressa dall’assessore, «un altro obiettivo raggiunto»; la convenzione ha anche conseguito un altro fine, porre termine alle richieste dell’Ovest Sesia che era in difficoltà nelle operazioni di pulizia della roggia Camera perché non vi era la fascia di rispetto dei 5 metri sull’argine.


8

crescentino

Grande partecipazione, giovedì scorso, alla prima delle serate organizzate da Comune e Archivio storico

“Giochiamo con la memoria” attraverso le fotografie

Si prosegue domani, giovedì 26, nel teatro con le immagini dei cambiamenti della città CRESCENTINO. (s.b.) Sala consiliare traboccante di pubblico giovedì 19 settembre, prima serata di proiezioni delle fotografie del fondo Marchese. Il “gioco della memoria” ha funzionato, attirando moltissimi crescentinesi che volevano vedere le immagini raccolte dai coniugi Casalone, che nella loro pluridecennale attività di fotografi avevano immortalato ogni evento cittadino. C’è chi si è

rivisto bambino, chi ha ritrovato amici e vicini; sono passate sullo schermo persone ormai dimenticate e altre indimenticabili. Nella breve introduzione l’assessore Nicoletta Ravarino ha sottolineato che la serata «è un bel modo per incontrarci, per valorizzare le cose che abbiamo». Dopo aver rassicurato il pubblico che per il secondo appuntamento, che si terrà giovedì 26 settembre sem-

pre alle 21, la sede sarebbe stata il teatro, ha spiegato come è stato scoperto il materiale: i volontari hanno riordinato l’ultima stanza della biblioteca e qui hanno trovato gli scatoloni. Il rinvenimento risale a fine febbraio, ha spiegato Alessandra Cesare, responsabile dell’archivio storico, dove sono stati portati gli scatoli per usufruire del nuovo sistema di climatizzazione. Purtroppo la lunga permanen-

za in un ambiente non protetto e senza alcuna precauzione (erano lì dal 2006) ha fatto incollare tra loro i negativi. Avendo già lavorato in quest’ambito, Elio Dappiano ha seguito una procedura idonea per lavarli e quindi digitalizzarli per poi trasporli in immagini. Un lavoro immane, infatti si tratta di 10-12 mila negativi. Al momento sono state recuperate 673 fotografie, che si possono

Alessandra Cesare, Nicoletta Ravarino, Elio Dappiano e Piero Brusotto

vedere su cd; è in corso una prima inventariazione, supportati da alcune giovani stagiste, a cui seguirà un lungo lavoro di catalogazione che consentirà a tutti di consultare le fotografie, «documento importante e vivo». In parallelo si vogliono anche ricostruire le vicende dello studio

Ballo, carte e tombola: il circolo “Lidia Fontana” apre la nuova stagione

Il dirigente Guarino: non sono pervenute segnalazioni di disguidi nel trasporto scolastico

Al “Calamandrei” non cambia l’orario delle lezioni

Invece all’Istituto “Cavour” niente più lezioni al sabato: si recupera con un pomeriggio in più

CRESCENTINO. (s.b.) Non vi saranno cambi d’orario per l’Istituto “Calamandrei”: infatti il dirigente scolastico reggente Vincenzo Guarino non ha ricevuto alcuna segnalazione di disagio o disguidi nei trasporti da parte dei docenti, «gli studenti utilizzano la ferrovia o i pullman della Gtt, che non sono soggetti ai capricci della Provincia». Nessun problema anche per la sede di Santhià, che a differenza di Crescentino è chiusa il sabato.

Invece per l’Istituto “Cavour” ha dovuto adottare dei provvedimenti organizzativi. Lo scorso sabato 14 settembre un terzo degli allievi era assente: «ci era stato assicurato che sarebbero state abolite le corse scolastiche, invece hanno tolto anche quelle ordinarie che dovevano restare». Vista la situazione, il preside ha convocato i genitori, che al termine dell’assemblea hanno deciso la chiusura al sabato e l’integrazione con un pomeriggio nella setti-

mana. «Ci siamo adeguati a malincuore, a questo punto non ci possiamo fidare delle promesse della Provincia». Guarino spiega che «a maggio abbiamo chiesto il quadro orario per costruire su di esso l’orario scolastico, non ci è stato dato e adesso ci dicono che non hanno potuto redigerlo perché non sapevano quello scolastico. Ci era stato detto che i soldi risparmiati servivano per la messa in sicurezza delle scuola, ora affermano che sono vincolati

per i trasporti». Il dirigente pensa alla didattica, ai ragazzi e anche alle famiglie: «il nostro non è un capriccio, a noi farebbe comodo chiudere il sabato, meno problemi di gestione, di giorni liberi, ma per le esigenze didattiche servono i sei giorni». Inoltre «pesa sul bilancio familiare una spesa in più», rientro vuol dire pasto fuori casa. «Avevamo proposto di modificare l’abbonamento mensile, usandolo solo dal lunedì al venerdì si poteva far pagare

Il dirigente scolastico Vincenzo Guarino

come quattro settimanali e la differenza serviva a coprire i costi del rientro». «Su spese e didattica riflette Guarino in merito ai due problemi derivati dal disservizio dei trasporti - non hanno riflettuto. È difficile dialogare con una controparte che non ha le idee chiare».

Protezione Civile, Croce Rossa e Alpini nei supermercati

Raccolta di materiale scolastico: buona la risposta dei crescentinesi CRESCENTINO. (s.b.) Protezione Civile, Croce Rossa e Alpini hanno trascorso il sabato nei supermercati Conad e Mercatò per raccogliere materiale scolastico e zaini usati per le famiglie disagiate. Buona la risposta dei crescentinesi: «Grazie a questa raccolta – spiega Gianmario Francheo, responsabile della Protezione civile – riusciremo a sostenere famiglie che oltre ad aver bisogno di beni di prima necessità potranno beneficiare anche di materiale scolastico per i propri figli. Il materiale raccolto è parecchio, nei prossimi giorni verrà diviso e consegnato alle scuole elementari e medie che procederanno a distribuirlo a favore degli alunni meno abbienti».

Casalone, che rilevò l’attività dal fotografo Piovano negli anni ‘39-‘40. Nelle fotografie si intravvedevano zone di Crescentino, in gran parte diverse da come sono adesso. La seconda serata verrà dedicata proprio alla città, rivivendo i progressivi cambiamenti.

CRESCENTINO. (s.b.) Il circolo “Lidia Fontana” aprirà la nuova stagione sabato 5 ottobre. Presso la sede si terrà la messa alle 11, seguita dal pranzo e dal pomeriggio danzante. Un’occasione per vedere le sale rimesse a nuovo dopo l’intervento di tinteggiatura, iniziato lo scorso anno col salone e proseguito nel periodo estivo con gli altri locali. In realtà l’attività del centro sociale non si è

mai fermata: aperto tutta l’estate con bocce e carte, continua nell’autunno proponendo corsi di ballo ogni giovedì a partire dal 3 ottobre; per esercitarsi ogni fine settimana un appuntamento in pista. Riprenderà anche la tombola benefica, un pomeriggio alla settimana per ritrovarsi e dimostrare la propria solidarietà. Per partecipare al pranzo e ai corsi è necessaria la prenotazione.


crescentino

9

Proseguono le gare: nuoto e ciclismo, ma anche giochi in piazza per i più piccoli Bocce: hanno partecipato cinque squadre

Torneo dei rioni, è la settimana conclusiva Disputato al circolo La Doretta ai Galli La classifica provvisoria: Praiet in testa con 27 punti, seguono San Roch con 25 e Bara ‘d Fer con 24

CresCentino. (s.b.) Il Torneo dei Rioni prosegue e si avvia alla settimana conclusiva. Calcio, volley e basket sono alle eliminatorie mentre domenica 22 settembre sono stati assegnati i punti relativi a tennis, nuoto e ciclismo. Sulla terra rossa il San Roch non ha lasciato scampo agli avversari, ha prevalso anche nel doppio. Belle partite, scambi eleganti e varietà di colpi per un torneo che ha visto agonismo e qualità di gioco. Netta la vittoria in acqua per ‘l Bec, che ha staccato gli altri nuotatori. Il pomeriggio dedicato ai giovanissimi dei singoli Rioni non si è svolto; la Pro Loco ha avuto difficoltà nella realizzazione e l’attività è passata agli animatori dell’Oratorio. Dalla corsa nei sacchi alla pallina sul cucchiaio, dal tiro alla fune al gioco del fazzoletto, per i bambini è stato comunque un bel momento di divertimento. Di conseguenza le gare non hanno portato punteggio ai gruppi cittadini. La pioggia aveva impedito lo svolgimento della

Una partita di beach volley

Il torneo di tennis

Gli atleti impegnati nelle gare di nuoto

gara di ciclismo, che è stata recuperata nel pomeriggio festivo. Tre i corridori per ciascun Rione, che sono partiti dal centro cittadino e per tre volte hanno ripetuto il circuito attorno alla città per poi tagliare il traguardo in viale Barrilis, in prossimità della rotonda. Fin da subito il gruppo si è sfilacciato, la jeep della

I ciclisti in piazza Caretto

Protezione civile che li precedeva ha raggiunto la fontana quando gli ultimi erano ancora a buona distanza. Gli spettatori hanno visto il terzetto di testa sbucare dalla curva curvo sui pedali, teso nello sforzo di arrivare; l’incitamento ha raggiunto Fabrizio Casa del Praiet appaiato a don Edoardo, Bara ‘d Fer, che in un emozionante testa a testa si sono giocati lo sprint finale. Minimo il distacco di Casa, fatale per la maglia blu, seguita dal ciclista del Mulino. A seguire altri due corridori in rosso, che hanno dato la vittoria al Mulino facendolo riemergere dalla classifica. Alla spicciolata, con ben altro ritmo, sono arrivati i rimanenti partecipanti. Resoconti di crampi e salite si sono alternati a strette di mano e fotografie in un clima di grande sportività. Al momento quindi conduce il Praiet con 27 punti, seguito da San Roch con 25, Bara ‘d Fer 24, ‘l Bec 18 e Mulino 14. Tutto è ancora in gioco, mancano calcio, calciobalilla, ping pong, basket, volley e la StraCrescentino; nelle passate edizioni la vittoria è stata decretata all’ultima gara.

il primo “Memorial Adriano Boschetti”

I partecipanti alla gara

CresCentino. (s.b.) Si è disputato domenica 22 settembre il primo “Memorial Adriano Boschetti” presso il circolo dei Galli La Doretta. Curato da Enrico Moncalvo con l’ausilio di tutti i soci per ricordare «un amico di tutti, un socio collaboratore del circolo, sia manualmente che economicamente». Era presente la vedova Rina Bracco, molto emozionata dalla dimostrazione d’affetto tributata al marito. Entrambi erano appassionati di bocce, per molti anni fecero coppia, poi Adria-

no si trasferì in tribuna a seguire il gioco e gli ottimi piazzamenti della moglie. Alla gara, iniziata in mattinata, hanno partecipato cinque squadre, Zanero, Allara, Minimarket Galli, La Doretta e Crescentino. Ogni formazione era composta da tre giocatori che si sono disputati il trofeo con lunghe e accanite partite, giocate ai 13 punti nel tempo massimo di 90 minuti. Prima classificata La Doretta, al secondo posto Zanero, terzo Mimimarket Galli, penultimo Allara e ultimo Crescentino.

Stasera il basket, domani all’oratorio le finali di calcio. Poi comincia la Festa dello Sport

Sabato e domenica iniziative e dimostrazioni in piazza Garibaldi. Si corre la StraCrescentino, gran finale con “Cantando in piazza”

CresCentino. (s.b.) Ultima settimana per il Torneo dei Rioni, che scorrerà in parallelo alla Festa dello Sport. Ancora un turno eliminatorio per il basket questa sera, mercoledì 25, alle 20.30 in piazza Matteotti, mentre il calcio si chiuderà giovedì 26 con le finali presso il campo dell’Oratorio, sempre alle 20.30. Vivace avvio per la Festa dello Sport: venerdì 27 in piazza Garibaldi serata con i Latin Angels. Sabato e domenica le società ed i gruppi sportivi cittadini si faranno conoscere con attività, inizia-

Vendemmiatori Implacabili

Una domenica di Warhammer al polivalente

tive e possibilità di provare, giocare e soprattutto stare insieme facendo del sano movimento. Anche il Torneo si trasferirà nella piazza, da dove sabato alle 18 partirà la StraCrescentino. Invece domenica saranno disputate le partite di ping pong, a partire dalle 9.30 sotto la tensiostruttura allestita dall’associazione dell’Annunziata. Nel pomeriggio, alle 17 semifinale di volley nella piazzetta, ricoperta di sabbia, e alle 20.30 si chiuderà anche il basket. Giornata conclusiva e decisiva, domenica 29 si aprirà col tor-

CresCentino. (s.b.) Dodici squadre, 48 giocatori arrivati da Milano, Pavia, Cuneo, Asti, Albenga, Genova, una giornata di gara: questo il riassunto della prima tappa della Lega del Nord-Est di warhammer che si è tenuta domenica 22 settembre presso il polivalente. I Vendemmiatori Implacabili non hanno giocato a causa

neo di calciobalilla, che dalle 14 vedrà le squadre impegnate a raccogliere gli ultimi punti, pronte a sovvertire la classifica. Finalissima per il volley e quindi chiusura della Festa dello Sport e premiazione del Torneo dei Rioni con assegnazione del Palio. Sempre domenica 29, alla sera, chiuderà il mese di eventi e manifestazioni “Cantando in piazza”, la serata finale del Settembre Praiettese; la pioggia aveva impedito lo svolgersi della rassegna canora condotta da Adriano Matta e atte-

Una passata edizione della StraCrescentino

sissima del pubblico, non solo crescentinese. Un simpatico e piacevole posticipo per una giornata ancora più festosa. del mancato arrivo di un gruppo; si rifaranno nei prossimi appuntamenti, 20 ottobre a Torino e inizi novembre a Milano. Intanto riprendono anche le attività in sede e Marcello Giaimo proseguirà il corso di fumetti iniziato lo scorso anno. Per maggiori informazioni contattarlo su Facebook o telefonare al 345.5465406.


10

comuni

Consiglio d'amministrazione del Ciss: verso la conferma del verruese D'Adorante, entra anche la fontanettese Demarchi?

Mario Corsato

Giuseppe D'Adorante

Chivasso. (b.l.) Il prossimo lunedì, 30 settembre, si riunirà l'assemblea dei sindaci dei Comuni aderenti al Ciss, il Consorzio intercomunale dei servizi sociali del chivassese, per scegliere il nuovo presidente dell'assemblea. L'attuale, Ada Taurino, ex assessore alle politiche sociali di Verolengo, essendo uscita dal gruppo di maggioranza non gode più della fiducia del sindaco Borasio, e quindi non può più rappresentare Verolengo nell'assemblea dei sindaci. In questi giorni si susseguono incontri e telefonate, il successore più accreditato pare essere Mario Corsato, sindaco di Cavagnolo. Dev'essere inoltre rinnovato il consiglio d'amministrazione, attualmente composto dal presidente Giuseppe D'Adorante (residente a Verrua Savoia ma indicato dal Comune di Chivasso) e dal

In biblioteca riprendono gli incontri di "Mamme Insieme"

Da ottobre cineforum al polivalente ogni terzo venerdì del mese. Prosegue il progetto "Masnà"

verrua savoia. Una quarantina di spettatori hanno assistito alla proiezione del film La bicicletta verde, che ha riaperto la stagione delle attività culturali e sociali della biblioteca verruese. Da ottobre ogni terzo venerdì del mese verrà presentato un film al polivalente, che solitamente tratta temi da approfondire e discutere, che siano i rapporti umani o l'attualità internazionale. Invece per i più giovani l'appuntamento sarà per la domeni-

Claudia Demarchi

consigliere Patrizio Vaccaro di Montanaro; la terza componente del cda, Paola Bordino (segnalata da Crescentino), ha rassegnato le dimissioni qualche mese fa. Oggi, 25 settembre, scadono i termini del bando: chi si propone per entrare in cda ha inviato il proprio curriculum. I rumors danno per confermati il presidente D'Adorante (ancora indicato da Chivasso, Comune che ha una sorta di golden share sulla nomina) e il consigliere Vaccaro, mentre la Bordin potrebbe essere sostituita dalla fontanettese Claudia Demarchi, già sindaco di Fontanetto Po e consigliera d'amministrazione dell'Agenzia Territoriale per la Casa di Vercelli. Il segretario del Ciss è attualmente Rosa Gambino di Cavagnolo, che verosimilmente sarà sostituita da Giovanni Lombardi di Chivasso.

lamporo

verrua savoia

ca successiva con un film dedicato a loro. La partecipazione è libera e riservata agli iscritti alla biblioteca; la tessera è gratuita. Riprenderà lunedì 30 settembre “Mamme Insieme”, l'incontro periodico che dalle 16.30 alle 18.30 riunisce genitrici e bimbi per parlare, confrontarsi, giocare e leggere con i piccoli. Le mamme potranno anche usufruire del progetto "Masnà"; in una

Sabato 28

Si riunisce il Consiglio comunale verrua savoia. (s.d.) Il Consiglio comunale si riunirà sabato 28 settembre alle 9; tre le delibere in discussione. La prima è la salvaguardia degli equilibri di bilancio con verifica dello stato di attuazione dei programmi relativi all'esercizio finanziario 2013; «le norme di legge - dice il sindaco - ci impongono di fare gli equilibri senza sapere gli incassi», infatti alle asserzioni del Governo sui trasferimenti a compensazione del mancato introito Imu non è seguita alcuna comunicazione che chiarisca tempi e importi. Verranno modificate le scadenze delle rate Tares, che passeranno dal 30 al 15 novembre, dicembre e gennaio. Questa variazione si è resa necessaria in seguito ad una circolare dell'Agenzia delle Entrate che stabiliva il giorno 15 come ultima data valida per poter utilizzare il modelli F24 e quindi dare anche questa possibilità ai cittadini. Il 30 settembre scade la convenzione con Crescentino per il canile comunale; il controllo del randagismo canino è un obbligo comunale e sarà confermato l'accordo, ormai in essere da anni.

fontanetto po

stanza attigua vengono ordinatamente raccolti abiti e scarpe per i bambini ancora in buono stato, ma non più utilizzati. Lo scambio non prevede passaggio di denaro, è un modo per affrontare la crisi e rispettare l'ambiente. L'orario di apertura è quello della biblioteca. Per maggiori informazioni Marilena 347.6676680, marilena.massasso@libero.it. Silvia Baratto

Il Parco ha aperto uno sportello per le pratiche dei tagli boschivi verrua savoia. (s.b.) L'Ente Parco ha aperto un nuovo sportello forestale a cui si possono rivolgere i proprietari e gli utilizzatori dei boschi per il disbrigo delle pratiche relative ai tagli boschivi. Per poter abbattere un albero è necessario compilare una domanda che va inviata alla Regione se il terreno è al di fuori del territorio del Parco, a questo se è al suo interno. È poi necessario attendere il sopralluogo dei tecnici che stabiliscono quali piante vadano tenute e quali si possano tagliare. Lo sportello dovrebbe snellire la procedura, aiutando i cittadini a compilare la pratica e a concordare direttamente i sopralluoghi. Le richieste possono essere avanzate solo telefonicamente o via mail, indicando chiaramente il comune e i dati catastali del terreno. Gli utenti possono rivolgersi agli uffici di Castagneto Po, 011.912461/2/3, e di Moncalieri, 011.64880, o inviando una mail a tecnico.parcopotorinese@inrete.it.

palazzolo

Musica: presentata la stagione Il Comune ha confermato l'adesione di G.B. Viotti e Rami Musicali al Sistema Bibliotecario della Piana Proseguono i lavori in piazza Monateri lamPoro. (s.b.) Proseguono i lavori su piazza Monateri; la fermata del pullman è già stata trasferita nella vicina piazza Deva. Adesso è in fase di realizzazione il marciapiede a raso della strada, pavimentato con porfid block. Pian piano le opere si stanno avvicinando all'incrocio e all'area dove sorgerà il dehor e la piccola zona verde. «Proseguendo – spiega il vice sindaco Claudio Preti – vedremo se con i fondi risparmiati col ribasso d'asta potremo asfaltare la piazza e fare altre piccole opere». Intanto hanno scelto di utilizzarne una parte per posare il marciapiede anche davanti al Palazzo Comunale; «stiamo preparando i documenti per chiedere il nulla osta alla Provincia», infatti la strada è provinciale e va richiesto il permesso,

anche se l'opera dovrebbe essere contenuta entro il bordo strada. Nel frattempo è già arrivata l'autorizzazione della Soprintendenza ai beni architettonici. In settimana la Giunta dovrebbe approvare anche il progetto esecutivo per i lavori di rifacimento della facciata del Municipio; tra le opere in programma anche la sostituzione degli infissi per contenere i consumi. I gestori del circolo hanno ufficialmente lasciato l'attività, sospesa da tempo; altre persone hanno avanzato l'ipotesi di rilevarlo. Gli amministratori però vogliono «che sia chiara la differenza tra un circolo e un bar o un ristorante, è una gestione diversa»; per la parte burocratica stanno valutando «come vagliare le manifestazioni d'interesse».

Fontanetto Po. (s.b.) Franco Mezzena non delude mai il suo pubblico, gli appassionati di Viotti sanno di potersi fidare del suo violino e della sua capacità interpretativa. Per il secondo anno consecutivo il concerto di Mezzena e di Nancy Barnaba, questa volta intitolato “Viotti for two”, è stato registrato. Il maestro si accinge ad eseguire tutti i duetti per violino del compositore fontanettese; i primi due appariranno sul mercato la prossima primavera per l'etichetta Wide Classic, di cui Mezzena è direttore artistico. È un lungo percorso, la prolificità di Viotti richiederà anni di lavoro e prima ancora di studio, infatti il maestro cura anche filologicamente le edizioni delle sue esecuzioni. La serata di sabato 21 settembre è anche stata l'occasione per annunciare a grandi linee la prossima stagione musicale. L'associazione G.B. Viotti proseguirà la collaborazione con Rami

Musicali e, tenendo conto delle preferenze espresse dalla platea, proporrà una serie di concerti sinfonici e quattro opere liriche. Il cartellone si aprirà il 2 novembre con un inedito di Viotti, il concerto in sol minore per pianoforte e orchestra, espressamente scritto non per violino; il 28 dicembre saranno eseguite Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi. Già a fine novembre si potrà assistere alla Tosca di Giacomo Puccini mentre nel 2014 andranno in scena Madama Butterfly, altro lavoro pucciniano, il verdiano Rigoletto e il simpatico Elisir d'amore di Gaetano Donizetti, punto di svolta per la poetica romantica. È in fase di organizzazione un florilegio operistico per Capodanno, una serie di romanze famose e spumeggianti, cantate con l'accompagnamento del pianoforte. L'ipotetica data è il tardo pomeriggio del 1° gennaio, un modo diverso per iniziare il 2014.

Palazzolo. (s.b.) Già da qualche anno il Comune ha aderito al Sistema bibliotecario della Piana Vercellese; tale adesione è stata confermata anche per il 2013. La quota associativa è di 150 euro annui. La scelta è stata fatta, spiega la vicesindaco Maria Giovanna Petrini, «per dare la possibilità agli studenti universitari di accedere alla biblioteca di Vercelli», prerogativa degli iscritti alla rete bibliotecaria. Ogni anno è stato assegnato a Palazzolo un contributo; con queste somme a disposizione sono state acquistate le sedie, un computer e ovviamente una buona quantità di libri, novità e best sellers. «Viene frequentata dagli studenti delle medie e delle superiori – rileva la vicesindaco – per cercare i libri

La vicesindaco Maria Giovanna Petrini

indicati dagli insegnanti; anche gli amanti della lettura vi possono trovare molti titoli, risparmiando sull'acquisto». È un servizio ai cittadini, «si fa per dare una mano a tutti». La biblioteca è aperta il sabato mattina dalle 10 alle 12, previa richiesta agli uffici comunali; il catalogo dei libri è pubblicato sul sito del Comune per agevolare la scelta dei numerosi iscritti.


Livorno Ferraris

11

La sezione livornese domenica scorsa ha celebrato il 52° anniversario Domenica in viale IV Novembre

A Palazzo Ferraris

Fidas, in festa i donatori di sangue “Sagra tra le note”

Giovedì si riunisce il Consiglio: sei punti all’ordine del giorno Rinfresco, corteo per le vie e al cimitero, messa, pranzo e premiazioni Livorno Ferraris. (r.l.) Il sindaco Stefano Corgnati ha convocato il Consiglio comunale per domani, giovedì 26 settembre, alle 18.30. La seduta si terrà in sala coniliare a Palazzo Ferraris. Sei i punti all’ordine del giorno: la lettura e approvazione dei verbali della seduta precedente; la risposta a un’interrogazione; la comunicazione di un prelievo effettuato dalla Giunta dal fondo di riserva; il recesso dalla convenzione per la gestione associata e coordinata di alcuni servizi di polizia locale; il recesso dalla convenzione per l’esercizio associato di funzioni e servizi comunali tra i comuni di Livorno Ferraris, Tronzano, Alice Castello e Bianzè; infine l’approvazione del regolamento per la concessione dei contributi ad Enti, Associazioni e Comitati presenti nel territorio comunale.

Livorno Ferraris. (r.l.) L’annuale festa della sezione livornese della Fidas, presieduta da Paolo Falchetti, si è tenuta, in una splendida giornata di sole, domenica 22 set-

tembre. I donatori di sangue livornesi si sono ritrovati presso la sede per un rinfresco, poi - accompagnati dalla Banda musicale e da alcuni rappresentanti

La Banda musicale Comunale

Il direttivo della Fidas con il sindaco e altre autorità davanti al municipio

Un momento della sfilata per le vie del paese

dell’Amministrazione comunale - si sono recati in corteo fino al parco della Rimembranza per onorare con una corona di fiori il cippo dedicato ai donatori. Alle 11 è stata celebrata

la messa nella parrocchiale di san Lorenzo Martire, poi i donatori sono andati a pranzo al ristorante Cacciatori dei Rolandini di Verolengo dove è avvenuta la premiazione dei donatori più meritevoli.

Grande partecipazione, allegria e divertimento domenica scorsa in frazione San Giacomo

“Dilettanti allo sbaraglio” al circolo Mon Pays Livorno Ferraris. (r.z.) Domenica 22 settembre al circolo Mon Pays di San Giacomo si è tenuta la seconda edizione di “Dilettanti allo sbaraglio”. L’attenta giuria composta da Giovanni Franco Giuliano, Enza Barraco e Adamo procida ha valutato le esibizioni di attori, ballerini e cantanti, che al termine sono stati premiati. Un bel pomeriggio di allegria e divertimento.

I bambini Ismaela, Rebecca e Federico di Brusasco, terzi classificati

La vincitrice Monica Dell’Infante, di San Grisante

La trasmissione “Melaverde” alla Colombara per parlare con Rondolino di riso invecchiato Livorno Ferraris. (r.l.) La trasmissione “Melaverde”, in onda la domenica a mezzogiorno su Canale 5, condotta da Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli e dedicata ad “agricoltura, ambiente e tradizioni italiane”, domenica 22 settembre ha trasmesso un servizio girato alla Tenuta Colombara. Il “cronista della gastronomia” Edoardo Raspelli si è fatto spiegare dal titolare Piero Rondolino il “ciclo del riso” dalla semina alla tavola, soffermandosi su un particolare tipo di stagionatura che, facendo invecchiare il riso per sete anni, fa risaltare le già eccellenti caratteristiche del prodotto.

Piero Rondolino con Edoardo Raspelli

Equitazione: sabato 28 a Castell’Apertole si presentano le attività

“Open day” al Queen Isabel

Livorno Ferraris. (i.p.) Sabato 28 settembre dalle 14.30 alle 19.30 presso il Queen Isabel Horse & Pony Club di Castell’Apertole si svolgerà un “open day” per presentare le attività dell’associazione sportiva dilettantistica attraverso dimostrazioni e spettacoli. Un’occasione per vivere il cavallo a 360°, ma anche una giornata all’insegna dello

con tante Pro Loco

sport, della natura e della convivialità. Al Queen Isabel è possibile praticare diverse discipline equestri tra le quali dressage, salto ostacoli, giochi pony, volteggio, cross e monta americana. Per tutti i partecipanti ci saranno sconti, sorprese, un rinfresco con prodotti del territorio, caldarroste, vin brulè e passeggiate in carrozza.

(foto Zanero)

La seconda classificata Sabrina Ben Khadija

Livorno Ferraris. (r.l.) Domenica 29 settembre in paese si terrà la “Sagra tra le note”, organizzata in collaborazione tra il Comune, la Pro Loco e la Banda musicale Comunale. In viale IV Novembre dalle 10 alle 22 ci saranno stand con i prodotti tipici e la cucina curata da numerose Pro Loco. Quella di Brandizzo proporrà risotto alla zucca, frittelle di zucca ed altre specialità locali. La Pro loco di Lauriano cucinerà polenta e salsiccia, polenta e gorgonzola e torta di nocciole. Quella di Brusasco servirà i “brusascotti” (agnolotti di prosciutto cotto e ricotta) al limone. La Pro loco livornese cucinerà risotto alla birra, trippa, pesche ripiene e altre specialità locali. Quella di Montanaro distribuirà canestrelli confezionati, con una dimostrazione della preparazione. La Pro Loco di San Sebastiano da Po cucinerà tajarin ai funghi, tomino alla piastra e friceu di mele. Quella di Santhià porterà panissa, mula e altre specialità locali, mentre il Rione Praiet di Crescentino offrirà fritto misto alla piemontese e straccetti di pollo. Dalle 15 inizierà l’intrattenimento e la sfilata per le vie del paese delle Bande musicali di Livorno Ferraris di Fontanetto Po e di Saluggia, mentre alle 18 ci sarà l’esibizione del gruppo “Seven Dixie”, inoltre ci saranno bancarelle, espositori ed altre sorprese.


12

comuni MONCRIVELLO

VILLAREGGIA

Nello scorso fine settimana: ottima organizzazione e grande partecipazione

Sabato in biblioteca si presenta il libro Telethon: la piccola vil areggese Greta Di Giulio su Gabriele Fantino, “ragazzo speciale” è testimonial di una tappa della “Walk of life”

La festa dell’uva al Castello MONCRIVELLO. L’associazione culturale Duchessa Jolanda, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e con il patrocinio della Provincia di Vercelli e della Regione Piemonte, ha organizzato presso il Castello l’edizione 2013 della Festa dell’uva, che si è tenuta da giovedì 19 a domenica 22 settembre. L’ottima organizzazione, il clima eccellente, la fama consolidata della manifestazione ed i molti suoi eventi hanno concorso nel far approdare sulla sommità di Moncrivello il solito afflusso di visitatori. La mostra mercato riempiva uno dei due spaziosi cortili interni del Castello, con espositori che offrivano merci d’ogni tipo, dall’enologia, al miele, ai gioielli, all’artigianato ed all’antiquariato, ecc. Essa ha potuto vantare la partecipazione speciale de “La strada reale dei vini torinesi” nell’ambito della rassegna “Vendemmia in festa”, con un padiglione che presentava vini del Canavese, Valle Susa, Pinerolese e Chierese, accompagnati da assaggi di prodotti tipici di vini del territorio. La Festa dell’uva aveva quale suo obiettivo la promozione della viticoltura e dell’enologia a livello imprenditoriale, affinché possano costituire risorse economiche. Il territorio moncrivellese viene considerato particolarmente adatto a questa coltura, grazie alle condizioni ottimali offerte dalla collina di Miralta, in un recente passato interamente ricoperta di vigneti che davano il pregiato passito. È per questa ragione che il giorno inaugurale si è avuta una serata destinata ai viticoltori di Moncrivello, in cui si è affrontato la questione di “Viticoltura. Una prospettiva per i giovani; perché non puntare sul biologico?”, con il dottor Massimo Pinna quale relatore. Questi è un tecnico molto qualificato ed esperto della materia, essendo stato direttore del Crab (Centro di riferimento per l’Agricoltura biologica) di Bibiana, attualmente vicepresidente di Aiab (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) in Piemonte, ricercatore ed estensore di progetti europei per l’agricoltura biologica e l’uso di semi antichi. È difatti parere di numerosi esperti che si potrebbe far ottenere un salto di qualità alle coltivazioni vitivinicole impiantando vigneti

Il mercatino nel girdino del Castello

Gabriele Fantino con i genitori

che si possano valere del Docg riservato all’erbaluce e del Doc riservato al Rosso Canavese e che iniziassero sin dall’impianto la coltivazione biologica, avendo ormai la Ue ufficialmente riconosciuto il vino biologico. Al dibattito erano presenti rappresentanti dell’assessorato provinciale all’agricoltura. Sono state numerose, secondo la collaudata tradizione dell’associazione organizzatrice, le manifestazioni culturali collaterali: la conferenza di presentazione del libro Terra soffice, uva nera: viticoltori piemontesi in California, a cura dell’autore Simone Cinotto, docente all’Università del gusto di Pollenzo; Lettura scenica e musiche al tempo di Giovanni Boccaccio, a cura del gruppo “Canavisium Moyen Age”, di cui sono stati interpreti Shamira Benetti (voce recitante), Lorena Borsetti (violoncello), Paolo Lova (liuto), Tiziano Nizzia (armonium, symphonia, percussioni), che hanno letto celebri brani boccacceschi accompagnandoli con musiche coeve; il concerto “Calici di Note”dei Working brass, un quartetto di tromboni (Mauro Parodi, Giovanni Distefano, Alessio Nava, Angelo Rolando) costituito da prestigiosi professori d’orchestra. Inoltre le sale marchionali del Castello hanno ospitato una mostra di sontuosi costumi d’epoca, dal Medioevo all’Ottocento, a cura dell’associazione Le Perle Barocche di Vercelli, che si è presentata con molti suoi membri che indossavano sfarzosi abiti francesi dell’epoca del “Re Sole” Luigi XIV, tutti ricostruiti fedelmente rispetto agli originali. Si sono svolti anche due eventi sportivi. Nella mattinata si è disputata la gara podistica “La corsa delle vigne” (valevole per il 9° Campionato Canavesano, Campionato Regionale, e quale 5° prova del Tour dei Comitati Uisp Lega Atletica Piemonte), organizzata dalla Polisportiva Moncrivellese ed i cui corridori hanno percorso un cammino suggestivo attraverso vigne e boschi della collina di Miralta sino al duro arrivo in salita al Castello. Nel pomeriggio è invece stato il turno della Federazione Europea Yamabushi, che ha offerto con suoi istruttori ed allievi un’esibizione di Karate Do e Yoseikan Budo, arti marziali giapponesi.

VILLAREGGIA. (r.v.) Sabato 28 settembre alle 21 al Salone Polivalente di Villareggia verrà presentato il libro Gabriele, storia vera di un ragazzo speciale, scritto dalla mamma del giovane, Paola Chicarella, con la collaborazione della giornalista Claudia Carra, edito sotto l’egida della Uildm di Chivasso e con il patrocinio del Comune di Villareggia. La serata, condotta da Patrizia Becchio, vedrà letture, testimonianze ed un filmato, per raccontare Gabriele e promuovere la solidarietà. Il ricavato della vendita del libro dedicato al quindicenne villareggese, scomparso nel 2011 dopo una lunga lotta contro la distrofia muscolare di Duchenne, sarà infatti devoluto equamente a Telethon ed all’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (Uildm) di Chivasso. Il libro, spiega la curatrice Claudia Carra, nasce dalla emozionante testimonianza della mamma di Gabriele Fantino, che in una lunga lettera al figlio ha narrato la vita trascorsa insieme, la scoperta della malattia, la sofferenza, ma anche l’entusiasmo e gli insegnamenti che a tutti noi può offrire quel ragazzo che i suoi compagni di scuola descrivono unanimemente “sfrecciare sulla carrozzella”, proprio come il suo motociclista preferito. Da qui il sottoti-

Figuranti in costume nelle sale del castello

Associazione Piemontese contro l’Epilessia

Visita di “Apice” al Trompone

MONCRIVELLO. (c.car.) Domenica 15 settembre l’Associazione Piemontese contro l’Epilessia (Apice) ha vissuto il suo appuntamento annuale con il pellegrinaggio al Trompone. «La gita/pellegrinaggio che Apice organizza al Santuario è legata al fatto che la Vergine che lì è venerata guarì una persona affetta da epilessia, ricorda il presidente Renato de Giorgio. Dopo aver assistito alla messa officiata presso il Centro di Riabilitazione, siamo stati ospitati all’interno della struttura del Santuario e abbiamo incontrato la direttrice della Comunità dei SodC, sorella Serena, e don Remigio Fusi, già Rettore del Santuario, che abbiamo salutato con gioia e commozione».

Marco Vigna

La presentazione con Greta, i genitori e il sindaco di Torino, Piero Fassino

tolo dell’opera, appunto “Il ragazzo che sfrecciava sulla carrozzella”. Intorno al nucleo costituito dal diario di mamma Paola si sono aggregati i numerosi e profondi ricordi dei famigliari e dei giovani amici di Gabriele ed in apertura del volume quelli di Claudia Carra e di Renato Dutto. Il presidente Uildm ha ricostruito inoltre la storia di Paolo Otelli, distrofico e alfiere dei diritti dei disabili a cui è intitolata la sezione Uildm di Chivasso. Nella seconda parte del libro le testimonianze si aprono all’aspetto sociale della disabilità, mentre la terza è costituita da un articolo scientifico sulle distrofie scritto a quattro mani dal docente di Fisiologia presso il Dipartimento di Scienze Farmacologiche e Biomolecolari dell’Università degli Studi di Milano Roberto Maggi e dalla neurologa Angela Berardinelli del Dipartimento di Neuropsichiatria Infantile dell’Istituto “Casimiro Mondino” di Pavia. E ancora una panoramica sulle principali agevolazioni fiscali dell’Agenzia delle Entrate e della Regione Piemonte per i disabili e una rassegna stampa riassuntiva, a testimonianza dell’incidenza dell’attività per Telethon e la Uildm della famiglia Fantino, iniziata con Gabriele e mai interrotta.

VILLAREGGIA. È la piccola villareggese Greta Di Giulio la testimonial della tappa di Torino della “Walk of life”, la manifestazione organizzata da Telethon in varie città italiane (Torino, Milano, Roma, Catania, Napoli e Parma) destinata alla raccolta fondi per la ricerca scientifica e alla sensibilizzazione sulle malattie genetiche. È possibile partecipare a Torino domenica 29 settembre iscrivendosi entro il 27 alla gara podistica competitiva di 10 km oppure alla corsa e alla passeggiata non competitiva di 5 o 3 km. Per informazioni www. walkoflife.it/maratone. Ilaria Balegno, la mamma di Greta, ha partecipato con il marito Davide e la bambina alla conferenza stampa di presentazione tenutasi il 17 settembre presso il Comune di Torino, insieme ai rappresentanti di Telethon ed al presidente della sezione Uildm “Paolo Otelli” di Chivasso Renato Dutto, al presidente del Cus Torino, ospiti del sindaco Piero Fassino. «Abbiamo conosciuto una rappresentante di Telethon durante uno stage formativo del Centro Sapre di Milano (Settore di Abilitazione Precoce dei Genitori), punto di riferimento nazionale che offre alle famiglie di bimbi affetti da gravi malattie neuromuscolari la preparazione necessaria perché possano prestare tut-

Claudia Carra

MAGLIONE

Tradizione e modernità alla festa di S. Maurizio

Sabato l’uscita di matarille e alabardieri, domenica le partite di “cisu”

Auto e sapori al Trompone MONCRIVELLO. (m.v.) I Silenziosi Operai della Croce organizzano per domenica 29 settembre una giornata di raccolta fondi, “Auto e sapori al Trompone”, a sostegno del progetto di trasformare in tre reparti sanitari all’avanguardia la struttura storica ubicata nel complesso dell’antico Seminario. La Residenza Sanitaria per Anziani (Rsa), detta “Virgo Potens”, sarà destinata a pazienti in stato vegetativo e di minima coscienza, malati ad alta complessità neurologica cronica (Sla) oppure affetti da sclerosi multipla e disabilità neurologiche similari. In programma dal mattino un grande raduno d’automobili ed un mercatino dedicato ad enogastronomia, antiquariato e beneficenza. Nel Santuario alle 14.30 si esibirà l’arpista Eleonora Perolini ed alle 18.30 via alle danze con la Country dance DFF e la scuola di ballo dei fratelli Bono di Cigliano.

te le cure quotidiane ai piccoli presso la propria casa, spiega Ilaria Balegno. È un onore per noi che la bambina sia stata scelta come testimonial, è stata un’emozione fortissima sentire che tutti correranno per Greta e per i tanti che come lei sono colpiti da queste malattie, non così rare come si crede, e al momento non ancora vinte. Noi speriamo che attraverso la ricerca si giunga a trovare un modo di bloccarne almeno la progressione». Greta, due anni ad ottobre, ha avuto le prime avvisaglie della Sma (Atrofia Muscolare Spinale) di tipo 1 a quattro mesi, confermate da un test genetico. Molte sono le abilità che coloro che si prendono cura di questi bambini devono imparare: come alimentarli, aiutarli a respirare liberandoli dalle secrezioni e ricorrendo alla ventilazione, in quale posizione tenerli, come far fare “ginnastica” ai loro muscoli, gli ausili necessari. È importante sottolineare, però, che esiste anche una normalità, nella quale si integrano tutte queste modalità operative e precauzioni. Sono bambini che, adeguatamente stimolati, mostrano una mente e un’affettività molto sviluppata, e in determinate condizioni possono seguire le lezioni scolastiche e andare in vacanza con la famiglia.

Sabato 28

Consiglio comunale

Le cavagnette di Trontano con le matarille e gli alabardieri di Maglione

MAGLIONE. (c.car.) Anche nell’edizione 2013, unendo le forze di Comune, Pro Loco, Parrocchia e dei cittadini, la festa patronale di San Maurizio ha presentato un mix di tradizioni antiche e modernità. Dopo l’uscita di sabato 21 delle matarille e degli alabardieri che da il via alla tre giorni festiva, domenica 22 la comunità si è ritrovata in piazza della chiesa, in attesa della messa solenne. Come da alcuni anni a questa parte Maglione ospita rappresentanze di comuni in cui esistano tradizioni assimilabili a quella delle matarille. A partecipare alla processione del patrono insieme a matarille e alabardieri è stato il gruppo folkloristico di Trontano (VB), accompagnato dal sindaco Renzo Viscardi e guidato da Rosalia Zaccheo,

che ci spiega: «le nostre cavagnette sono attestate dall’800 ma sono più antiche. Ornate di fiori, collane e immagini sacre, venivano fatte realizzare dalle famiglie come ex voto per i loro cari e portate in processione dalle ragazze del paese». Un altro aspetto significativo della festa patronale è quello gastronomico e dello spettacolo: la presidente della Pro Loco Valeria Superti traccia un bilancio piuttosto positivo, stanti i tempi di crisi generale che hanno indotto gli organizzatori a rinunciare, tra l’altro, ai fuochi pirotecnici. Ottimo riscontro ha avuto la serata di musica da discoteca organizzata per la prima volta dai ragazzi maglionesi, ed un divertente pomeriggio domenicale è stato assicurato dalle partite del riscoperto gioco del “cisu”.

MAGLIONE. (c.car.) Seduta straordinaria per il Consiglio comunale maglionese sabato 28 settembre alle 9.30. In discussione: approvazione del Regolamento per l’applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi (Tares) e delle tariffe relative all’anno 2013, variazioni e storni di fondi rispetto al bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2013 e al bilancio pluriennale 2013-15, salvaguardia degli equilibri di bilancio 2013 e verifica dello stato di attuazione dei programmi e infine approvazione della convenzione per lo svolgimento associato delle funzioni di Polizia Locale e definizione delle zone non metanizzate.


Cigliano

13

Presentazione del libro Il Comune ha aderito anche quest’anno all’iniziativa di Legambiente Già titolare del ristorante “Il peso”

Venerdì c’è “Puliamo il mondo” Muore d’infarto a 60 anni

“Parola all’autore”: a ottobre arriverà Bruno Gambarotta Ritrovo alle 8.40 in piazza Martiri, chiusura a mezzogiorno con un rinfresco

Bruno Gambarotta

Cigliano. (m.v.) È attivo

da tempo il progetto “Parola all’autore”, incontri con grandi scrittori italiani, organizzato dal Comune attraverso la Biblioteca. Il progettoo ha portato in paese diversi personaggi conosciuti del mondo della letteratura italiana contemporanea. La sera di venerdì 11 ottobre sarà il turno d’un altro nome noto, lo scrittore piemontese Bruno Gambarotta, che nella sala mensa dell’Istituto Comprensivo presenterà il suo ultimo romanzo, intitolato Le ricette di Nefertiti, pubblicato da Garzanti nel 2011, dialogando con Livio Autino. Gambarotta è un personaggio davvero poliedrico e multiforme, giacché è uno scrittore, sia di romanzi, sia d’opere teatrali, nonché attore, cantante, presentatore televisivo e giornalista. Uomo di buona cultura, conosciuto per la sua garbata ironia ed esperto di gastronomia, nella sua ultima fatica letteraria racconta una vicenda romanzesca ambientata nella Torino contemporanea. Il libro narra dell’immaginaria riscoperta, presso il Museo Egizio, d’un antico papiro che riporta le uniche ricette di cucina superstiti dell’Antico Egitto, attribuite a Nefertiti, moglie d’uno dei più celebri faraoni, il grande Akhenaton. Tuttavia il prezioso ritrovamento scatena una specie di guerra per il loro possesso, legata alle proprietà afrodisiache delle ricette medesime.

Cigliano. (m.v.) Ogni anno Legambiente organizza in tutta Italia un’edizione di “Puliamo il mondo”, che costituisce un’occasione sia per il recupero ecologico di strade, foreste, corsi d’acqua ecc., sia, anche e soprattutto, per propagandare e diffondere nella cittadinanza l’attenzione alle tematiche ecologiche ed al rispetto dell’ambiente. Questo mese di settembre, nel periodo compreso fra venerdì 27 e domenica 29, è stato prescelto per l’effettuazione dell’iniziativa, che viene attuata da Legambiente in collaborazione con l’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Si tratta

d’un appuntamento che ha avuto negli anni un numero progressivamente crescente d’adesioni. La partecipazione di Cigliano a questa manifestazione si è rinnovata ad ogni edizione e non mancherà neppure per il 2013; per volontà dell’Amministrazione comunale, con una delibera di Giunta: si è scelta la giornata di venerdì 27 settembre, con la partecipazione delle scuole. La ripulitura straordinaria del paese e delle aree limitrofe ha visto negli anni precedenti la partecipazione costante di membri dell’Amministrazione, delle associazioni di volontariato e d’allievi dell’istituto

I ragazzi impegnati nell’iniziativa

comprensivo “Don Evasio Ferraris”. La città ed i suoi dintorni hanno sofferto in passato del fenomeno dell’abbandono indisciplinato ed abusivo di rifiuti, malgrado l’introduzione della raccolta differenziata e l’attività di controllo esercitata dalle autorità muni-

cipali, cosicché “Puliamo il mondo” è un modo per meglio diffondere principi quali il rispetto per l’ambiente, per le leggi e per il senso civico. In previsione del consueto afflusso di cittadini disposti a prestare la propria opera volontaria per contribuire alla pulizia del paese, il Comune ha provveduto anche quest’anno a preparare il materiale necessario per l’operazione. Il ritrovo è alle 8.40 in piazza Martiri della Libertà; alle 9 si formeranno le squadre, che puliranno fino alle 11.45. A mezzogiorno il Comune offrirà un rinfresco a tutti i partecipanti.

il consigliere Mauro Oddi

Cigliano. (m.v.) Sono state celebrate mercoledì scorso, nella chiesa parrocchiale di Sant’Emiliano, le esequie del consigliere comunale Mauro Oddi. Egli era nato ad Andorno Micca nel Biellese, il 29 ottobre del 1952, e s’era candidato nella lista di “Alternativa Ciglianese” alle ultime amministrative, entrando in Consiglio comunale il 18 maggio di quest’anno dopo essere subentrato al dimissionario Stefano Bobba. Oddi, molto conosciuto in paese per la sua attività - fino a quattro anni fa - di ristoratore e cuoco presso lo storico locale “Il Peso”, è stato colpito improvvisamente

Mauro Oddi

da un infarto. La sua dipartita lascia momentaneamente l’opposizione rappresentata nell’assemblea consiliare dal solo Davide Barcotti, dopo che nel luglio scorso s’erano dimessi tre dei cinque rappresentanti della minoranza.

Musica: iniziano i corsi della Filarmonica Ciglianese

Diritto allo studio e libri di testo: Le iscrizioni si raccolgono sabato 28 nella sede dell’associazione in piazza Don Lorenzetti assistenza in Comune Cigliano. (r.s.) La Filarmonica Ciglianese ha organizzato, con la collaborazione del Comune, un incontro con la cittadinanza intitolato “Pomeriggio della Musica”, svoltosi lo scorso sabato in piazza don Bruno Lorenzetti. Esso era così presentato: «Hai sempre pensato di essere un grande musicista ... ma non sai che strumento suonare?» Il “Pomeriggio della musica” ha così permesso ad un gruppo di persone interessate di conoscere e provare «tutti i nostri strumenti ed i corsi della nuova Scuola di Musica de “La Filarmonica Ciglianese” ed in più... grandi concerti aperti a tutti!». Questa associazione musicale bandistica ha iniziato da molti anni a tenere corsi di musica, rivolti a chi voglia apprendere a suonare uno strumento (giovanissimi, giovani, ma anche adulti), con la finalità di diffondere la cultura musicale e forgiare le future generazioni della banda. La Ciglianese si ripartisce al momento in quattro formazioni orchestrali, di cui una, creata di recente, è l’“Orchestra giovanile della Filarmonica”, avente per direttore il maestro Mauro Parodi e pensata proprio per accogliere le ultime leve. Questa formazione orchestrale è chiamata Small but Big Band, (Piccola ma grande Banda). Essa è costituita attualmente da circa una

ventina di ragazzi, riunendo suonatori Sarà possibile iscriversi ai corsi musicad’età compresa fra i 10 ed i 17 anni che li della Filarmonica sabato 28 settembre si dedicano ad una gamma completa di dalle 10.30 alle 12, presso la sede dell’asstrumenti (a fiato, a percussione ecc.). sociazione posta in piazza don Bruno LoLa manifestazione di sabato, che ha renzetti, collocata dirimpetto alla bibliovisto numerosi ragazzi cimentarsi nelle teca. Le lezioni dovrebbero partire nella prove offerte dall’associaseconda settimana del mese zione, era un’occasione per d’ottobre. Si prevede d’inserivolgersi a chi fosse eventualgnare l’uso d’un gran numero mente interessato a prendere di strumenti d’ogni categoria, parte ai corsi di musica della fra cui alcuni introdotti per la Ciglianese, ormai prossimi prima volta nei corsi: clarineta partire. Il corpo docenti to; saxofono; flauto traverso; sarà costituito per intero da pianoforte; chitarra; basso; maestri diplomati al Consertromba e trombone; il violivatorio, che sono inoltre in no; strumenti a percussione. possesso di lunghi anni preSi prevede un ciclo di circa 30 gressi d’attività musicale e lezioni, che dovrebbe durare d’insegnamento. Fra loro vi fino al prossimo giugno, con saranno il direttore Mauro cadenza settimanale. I corsi Parodi ed il famoso musicista Claudio “Wally” Allifranchini sono aperti a tutti, ciglianesi jazz Claudio Allifranchini, e non, ed a bambini, giovani detto “Wally”, che ha già collaborato con ed adulti: si è ammessi a partire dall’età la Ciglianese nella formazione delle sue necessaria per frequentare la prima elenuove generazioni per quanto concerne mentare. il clarinetto ed il sassofono. L’obiettivo di Per ulteriori informazioni contattare questa associazione è quello di creare una l’associazione organizzatrice ai seguenti vera e propria scuola di musica, fornendo recapiti: email info@filarmonicacigliano. un’organizzazione ed una strutturazione net; telefono: 346.3292942. ulteriori ai corsi che vengono praticati da anni. Marco Vigna

Cigliano. (m.v.) Per ciò che riguarda i contributi per il diritto allo studio (l’assegno di studio per l’anno scolastico 2012-2013 ed i libri di testo per l’anno scolastico 2013-2014), la domanda deve essere presentata online, ossia per via telematica, entro il 15 ottobre. Il bando può essere scaricato dal sito della Regione Piemonte. Per procedere alla compilazione della domanda è necessario essere in possesso del cosiddetto PIN e del codice di attivazione. Chi non avesse ricevuto per posta queste credenziali in tempo utile può rivolgersi ad uno degli sportelli accreditati. Per tale ragione il Comune ha aperto uno sportello presso l’Ufficio Servizi Demografici e Urp al piano terra del municipio, a cui si può accedere per il rilascio delle credenziali. Ciò può avvenire esclusivamente nei seguenti giorni ed orari: lunedì 30 settembre e 7 e 14 ottobre, giovedì 26 settembre e 3 e 10 ottobre, sempre dalle 14.30 alle 18. Beninteso, potranno richiedere le credenziali presso questo sportello esclusivamente i residenti a Cigliano e coloro che frequentano l’Istituto Comprensivo che comprende, oltre a Cigliano, i comuni di Moncrivello, Borgo d’Ale ed Alice Castello. Occorrono un documento di riconoscimento ed il codice fiscale. Inoltre, qualora i cittadini avessero difficoltà a compilare la domanda “online” o non potessero accedere ad un collegamento alla Rete informatica, gli uffici comunali offriranno assistenza.


14

comuni borgo d'ale

alice castello

Venerdì la rassegna di canto corale, sabato "Puliamo il mondo", gare ciclistiche e una serata di moda e musica

Inizia la festa patronale di San Michele Domenica mattina la messa e la processione, nel pomeriggio i tornei, per tutto il giorno la Fiera

"Dinner Art" presso Heat2Eat con le opere di Yvette Geissbuhler e i fumetti di Paola Camoriano

Borgo d'Ale. L’edizione 2013 della festa patronale di San Michele durerà da venerdì 27 settembre a domenica 6 ottobre, organizzata dall’associazione "I fuori di pesca", che già aveva curato con ottimi risultati la “Festa delle pesche” di quest’anno, dall’oratorio San Luigi Orione e dal Comune. La giornata inaugurale (venerdì 27) ospiterà la XIV rassegna di canto corale, organizzata dal coro alpino Il quadrifoglio, con la partecipazione del coro Scricciolo di Cameri e di CantoriInNote di Torino. Lo spettacolo si terrà alle 21 nel salone polivalente comunale Giovanni Fiorano. L’ingresso è gratuito. Sabato 28, con inizio alle 10, si terrà la manifestazione "Puliamo il mondo", organizzata da Legambiente in tutta Italia e per Borgo d’Ale dalla sezione locale dell'associazione, con la collaborazione del gruppo oratoriale San Luigi Orione. Si è designato il santuario della Cella quale luogo d’incontro al quale converranno i volontari, prima di procedere alla pulizia dei boschi. Si chiuderà infine con una spaghettata. Sono previsti giochi a tema per i bambini. Nel pomeriggio della stessa giornata si terranno due appuntamenti sportivi: alle 15, presso il campo sportivo comunale, s’inizierà con la gara calcistica d’apertura del campionato Csi; s’avrà inoltre il 9° Gran premio san Michele di MTB organizzato dall’Asd Team Pedale Pazzo, con ritrovo presso Caffè del Borgo alle 14 e partenza da Santa Maria della Cella alle 15.30. L’evento principale del 28 settembre sarà la serata organizzata da I fuori di pesca presso il palazzo comunale, con questo programma: alle 19 apericena a buffet; alle 21 esibizione

Alice cAstello. (m.v.) Presso la gastronomia Heat2Eat si è svolto nella serata di venerdì 20 settembre un appuntamento culturale e gastronomico assieme, organizzato dall’associazione culturale alicese La Voce in collaborazione con Heat2Eat stessa. Le eleganti sale del locale, interna ed esterna, hanno ospitato ed esposto le opere d’Yvette Geissbuhler, statue create con una tecnica molto originale, e quelle di Paola Camoriano, fumetti di qualità frutto d’una lunga esperienza. All’interno d’un grande gazebo, arredato con raffinati tavolini e poltrone, è stata servita una vera e propria cena a buffet con ricercati piatti caldi e freddi, che erano stati preparati dal titolare della gastronomia, lo chef Gabriele Enrico. La serata, così dedicata alle arti visive ed a quelle culinarie, ha preso il nome di Dinner Art. La serata è proseguita con lunghe e serene conversazioni oppure passeggiate fra le opere esposte, sorseggiando con un bicchiere in mano i prestigiosi vini offerti, rossi e bianchi. Commenta il presidente dell’associazione organizzatri-

La parrocchiale di San Michele

di danze latinoamericane, caraibiche e di hip hop col duo di Marta e Matthia ed i ragazzi dell’Us Acli San Michele; alle 21.30 la sfilata di moda, con la partecipazione di United colors of Benetton di Santhià, Tabù moda di Alice Castello, Carisma e Max&Co di Chivasso; poi alle 22 il concerto dei Graffito 93 e da ultimo una serata con i dj Lory Crix e Mik. Domenica 29 settembre, data in cui cade nel calendario liturgico la festa dell’arcangelo Michele, il parroco celebrerà alle 10.30 la messa solenne, a cui seguirà la processione. Sin dalle 9 si terrà per le vie del paese la Fiera di san Michele. Nel pomeriggio, alle 15.30 si svolgeranno in piazza

Alpini tornei di calciobalilla e ping pong organizzati dal gruppo San Luigi Orione. Alle 17.30, presso il palazzo comunale, s’avrà l’esibizione dei Coffee cups. Alle 19, in piazza Alpini, Aperi it*s groove, a cura del bar “La Cremeria del corso”. Il giorno seguente, lunedì 30, sarà celebrata un’altra funzione eucaristica, alle 11, questa volta in suffragio dei borgodalesi defunti. Poi alle 19.30, presso il palazzo comunale, si svolgerà la cena di san Michele, che sarà organizzata dall’oratorio e curata dalla gastronomia Heat2Eat, quindi dallo chef Gabriele Enrico: è richiesta la prenotazione. Infine alle 21.30 si chiuderà con il concerto della Strange Band di Castellamonte. Martedì 1° ottobre inizierà una gara ciclistica amatoriale organizzata dall’Asd “Pedale borgodalese”: si tratterà del 46° Gran premio di San Michele e del 32° Trofeo “Marco Lando”. La competizione inizierà alle 14.30, con il ritrovo presso il bar Simp Grand alle 13. La patronale vedrà ancora due altri eventi. Sabato 5 ottobre, a partire dalle 15, si svolgerà la "Festa dei colori" presso l’oratorio San Luigi Orione. Infine domenica 6 la festa si chiuderà con due appuntamenti. Dalle 8, presso l’area mercatale, si svolgerà un’edizione speciale del Mercatino, intitolata "Collezioniamo"; modellismo, militaria, giocattoli, carta, monete, dischi ed oggetti di collezionismo in genere. Poi, dalle 14.30 in piazza Verdi, si terrà la quarta edizione della manifestazione “Coltiviamo i colori del mondo”, dedicata ai colori dell’arcobaleno, con lo scopo di colorare il mondo con serena convivenza comunitaria. Marco Vigna

BiAnzè. (c.car.) “I marciatori di Sant’Eusebio” della parrocchia di Bianzè organizzano sabato 28 settembre una camminata in notturna da Bianzè al Santuario di Graglia, nel Biellese, di circa 43 km. In programma il ritrovo alle 19.50 in piazza Sant’Eusebio, con partenza alle 20.30, dopo la benedizione del parroco don Fiorenzo Vittone. Per domenica è previsto anche il pranzo presso il ristorante del Santuario. Per chi volesse aderire il costo è di 22 euro a testa bevande incluse (prenotazioni entro il 25 settembre, rivolgersi a Carlo, 331.4345710 o Federico, 333.4352975). Per motivi di sicurezza camminando di notte è obbligatorio indossare un giubbino catarifrangente e portare con sé una torcia elettrica.

I marciatori sul sagrato della chiesa

Carlo Bailo ci racconta come è nato il gruppo dei marciatori di Sant’Eusebio: «don Gianni Fagnola, ora parroco a Robbio, svolse il suo ministero a Bianzè dal 1978 al ’92. Si deve a lui l’aver dato inizio nel nostro paese alle marce in notturna dirette ad Oropa, a cui partecipavano molti giovani. Dell’attuale parroco, don Fiorenzo Vittone, è invece l’idea del nome del nostro sodalizio, i marcia-

tori di Sant’Eusebio. Si tratta di un gruppo di amici, che cammina in modo non competitivo ma per la gioia di dividere la fatica e la soddisfazione dell’arrivare insieme fino alla meta, che è sempre un luogo importante della cristianità del nostro territorio: abbiamo già toccato, sempre con marce in notturna e poi pranzo tutti insieme la domenica, i santuari di Crea e di Oropa, ed ora Graglia».

ce Renzo Bellardone: «In considerazione del successo della serata, ci s’augura di poter ripetere altri momenti conviviali durante i quali presentare e far conoscere le ricchezze artistiche del nostro territorio». Annuncia inoltre la collaborazione con Diapsi Vercelli (associazione di volontariato per la promozione della salute mentale), oltre al rafforzamento delle altre già in essere, quali ad esempio quelle «con Csv ed Armanac Santhià, con cui auspichiamo di mettere in scena entro breve La Media Luna, oltre a continuare con Sbiriulà e Compagnia Teatrale Alicese per future attività teatrali, lasciando sempre la porta aperta per accogliere idee, aiuti ed attività».

troNZaNo

biaNZè

Sabato notte "I marciatori di Sant'Eusebio" cammineranno (43 km) da Bianzè a Graglia

Renzo Bellardone

Con gli Amici del Libro allo spettacolo Dralion del Cirque di soleil

In biblioteca si lavora "Di portone in portone" a un museo del paese con trecento commensali

BiAnzè. (c.car.) L’Associazione Amici del Libro di Bianzè propone per sabato 23 novembre una serata al Palaolimpico di Torino, per assistere allo spettacolo del Cirque du soleil Dralion. Le iscrizioni vanno effettuate entro il 25 settembre (per informazioni Lorena 335.7832250 o Chiara 393.9907497). La quota di partecipazione, comprensiva di biglietto d’ingresso con posto riservato e pullman, è di 60 euro, da pagare all'atto dell’iscrizione. La prenotazione dei biglietti verrà effettuata solo al raggiungimento dei 30 partecipanti, in caso contrario le quote saranno restituite.

tronzAno. (c.car.) Un nuovo progetto sta per coinvolgere la Biblioteca Civica tronzanese, il Comune e la cittadinanza. Lo presenta il presidente della Biblioteca, Massimo Borro, docente presso il Liceo classico di Biella e autore di studi di storia locale come il recentissimo Novembre 1896. Una tragedia tronzanese. Nel 2007 è iniziata la chiamata a raccolta da parte della Biblioteca, che si rivolse ai tronzanesi alla ricerca di cimeli o copie di documenti otto e novecenteschi legati alla storia del paese e delle famiglie. Il primo esito di questo lavoro fu due anni dopo una mostra dedicata alle memorie storiche di Tronzano. «Ritenendo di alto valore ciò che fa da collante ad una comunità ci siamo messi al lavoro per continuare questo progetto e nel maggio di quest’anno l’Amministrazio-

ne Chemello con una delibera ufficiale ha incamerato come patrimonio comune tutti i materiali generosamente donati dai tronzanesi. Va sottolineato, continua il professore, che non si tratta di un lavoro ripiegato sul passato, ma che si intende documentare anche i giorni nostri, in cui Tronzano continua ad evolvere. L’intento è quello di costituire un “museo” presso la Biblioteca Civica, che sarà costituito da un’esposizione fissa e mostre temporanee e si completerà con un database dei reperti presenti. Nel 2014 si commemorerà il centenario della prima guerra mondiale ed è in questa direzione che ci stiamo muovendo. Per la prossima festa patronale esporremo il frutto delle nostre ricerche, con l’aiuto di tutti i tronzanesi». Claudia Carra

tronzAno. (r.t.) Grande successo anche quest'anno per l'iniziativa “Di portone in portone”, organizzata la sera di sabato 21 settembre dalle associazioni tronzanesi: più di trecento partecipanti, organizzazione impeccabile e distribuzione ordinata e precisa dei piatti. La novità di quest'anno è consistita nelle “tavole imbandite mobili”: ogni gruppo di amici poteva portare un appoggio con le ruote, fermarsi nei punti di distribuzione e lì consumare in compagnia le varie portate. Il percorso gastronomico per le vie del paese è iniziato con un aperitivo, è proseguito lungo dieci postazioni e terminava all'ex Albergo del Sole. La serata è stata allietata dalla musica de “La Curva”.


Trino

15

Si presenta il libro Grande partecipazione alla prima edizione della festa dello sport e del gioco Il punto sull’attività amministrativa

Io vagabondo con i Nomadi

Beppe Carletti

Trino. (s.b.) Beppe Car-

letti, uno dei fondatori del famoso e ormai mitico gruppo dei Nomadi, sarà a Trino sabato 28 settembre alle 21 al Paleologo dove presenterà il libro Io vagabondo. 50 anni di vita con i Nomadi. L’iniziativa è nata dalla collaborazione del Comune con Raffaele Borghesio, titolare del negozio Giorno e notte, che ha invitato lo storico tastierista nella cittadina vercellese. «È un’iniziativa importante - afferma il sindaco Alessandro Portinaro - abbiamo voluto che avvenisse nella cornice preziosa del Paoleologo, adatta per l’evento»; da sottolineare, a suo giudizio, il connubio pubblico e privato progetto. Gli esercenti sono anche gli organizzatori di MercaTrino, che si terrà domenica 29 settembre; curato da Ascom e dall’associazione dei commercianti porterà nelle vie del centro bancarelle di vintage e usato per tutta la giornata. I negozi saranno aperti ed esporranno all’esterno le novità della prossima stagione. In caso di maltempo la manifestazione si terrà comunque, spostando gli espositori sotto i portici del centro cittadino.

Tutta la città a “MovimentATrino” Comune, il Segretario è Farana Gare e dimostrazioni di molte discipline. Hanno partecipato anche la Banda e il Club dei Brutti

Trino. Molta partecipazione dei trinesi alla MovimentATrino, prima edizione della festa dello sport e del gioco. Rimandata a causa del maltempo, si è tenuta domenica 22 settembre interessando più parti della città. Il mercato chiuso ha ospitato arti marziali di vario tipo, danza e ballo anche all’esterno; fin dalla mattina atleti e musica hanno fatto compagnia ai giocatori di pallavolo e pallacanestro, pronti a sfidarsi nella piazzetta antistante.

Grande coinvolgimento per giovani e giovanissimi, che oltre alle attività sportive hanno potuto sfogarsi nei percorsi predisposti per loro nell’area San Michele. La Foresta ed il Bosco hanno accolto i bimbi della materna e quelli più grandi, proponendo loro un itinerario con varie barriere di diversa difficoltà, approntati dagli operatori guidati da Domenico Traversa. A risvegliare Trino la Banda “Verdi”, che ha percorso le vie suonando

Pallacanestro in strada

Una dimostrazione di arti marziali

marce e brani di vari generi. Immancabile il Club dei Brutti, che nel campetto del beach volley ha tracciato una pista per le biglie, per la gioia dei bambini che hanno potuto giocare indisturbati; divertimento per loro e ricordi per molti dei loro familiari. È stata anche un’occasione per provare il golf, proposto dal Golf Club lago di Salasco, il cui presidente Ettore Montino osserva che “non è più un gioco da ricchi, si sta all’aria aperta e si fa movimen-

to”; un modo diverso per stare all’aria aperta l’ha offerto l’easy rafting, la tranquille discese in gommone sul Po. La manifestazione è anche stata un’ottima vetrina per associazioni e gruppi che in questo periodo iniziano i corsi. Non è mancato l’ausilio degli Alpini e della Protezione civile, impegnati nel servizio d’ordine, mentre la Pro Loco ha gestito l’intrattenimento da tavola. Silvia Baratto

Ancora problemi con i trasporti Trino. (s.b.) Il nuovo Segretario comunale Bartolomeo Farana ha preso servizio martedì 24 settembre. Ad attenderlo il sindaco Alessandro Portinaro, con cui ha iniziato a valutare il lavoro che lo attende, la continuità amministrativa ed il miglioramento della gestione. Nella mattinata ha anche iniziato a conoscere i funzionari e gli impiegati con i quali dovrà coordinarsi. «Noi abbiamo le nostre proposte - spiega Portinaro - chi arriva da esperienze diverse può portare idee nuove». Se in Municipio l’attività prosegue altrettanto non i può dire per i trasporti. Sabato il pullman Atap non ha effettuato la corsa delle 7, ma solo quella delle 7.50. Per gli studenti del liceo scientifico era già stata concordata una giustificazione per il ritardo da parte dell’istituto. «A questo pun-

Il sindaco Alessandro Portinaro

to, l’orientamento è la riorganizzazione degli orari dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 14», però Portinaro, «come sindaco e come consigliere provinciale» ribadisce la sua opinione: «registro che la didattica si piega alle esigenze di bilancio; vi è stata una mancanza totale di coordinamento tra i rappresentanti della Provincia, dell’Atap e della direzione scolastica, così non sono riusciti a trovare l’equilibrio, una soluzione che non sia piegarsi alle esigenze di cassa».

Iniziativa presentata dalle insegnanti con monsignor Angelino (Oftal)

Stage a Lourdes per gli studenti dell’Alberghiero Trino. (s.b.) Stage estivo particolare per un gruppo di studenti dell’Alberghiero, che hanno prestato servizio a Lourdes. L’originale iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione dell’istituto con l’associazione Oftal, l’Opera federativa trasporto ammalati Lourdes. A presentare questa esperienza le insegnanti Germana Vercellino e Annalisa Porta con il nuovo dirigente scolastico Giovanni Marcianò e monsignor Paolo Angelino, presidente Oftal. Da giugno a settembre un gruppo di 10 studenti si è alternato a Lourdes in stage; qui hanno svolto attività di accoglienza, utilizzando e migliorando le loro conoscenze linguistiche, ma soprattutto, come ha fatto notare monsignor Angelino,

«lavorando in un ambito diverso rispetto agli stages della scuola, che propongono il meglio della realtà, là le persone vanno per cercare speranza». È stato quindi un percorso umano molto coinvolgente, che ha visto i ragazzi diventare volontari, aiutare anche materialmente gli ospiti, accompagnarli in brevi tour. A questa esperienza se ne è sovrapposta un’altra, l’inondazione della città, che per alcuni giorni ha allontanato i pellegrini, ma non i giovani italiani. A tenere i collegamenti tra i coetanei e la gestione uno studente, Luca Buso, che ha trascorso in Francia oltre due mesi. Dai resoconti degli allievi traspare il valore umano di questa prova, che li ha coinvolti anche professionalmente ad un livello inatteso.

Docenti e studenti con mons. Angelino

Docenti e dirigente sono pronti a proseguire la collaborazione, ritenuta positiva anche dal sacerdote, che ha lodato il comportamento degli studenti sotto ogni aspetto. «Vorrei che qieste cose fossero la normalità – ha commentato il preside –

frequentare il professionale vuol dire avere professionalità, una formazione teorica e pratica; le istituzioni religiose e scolastiche guardano alla formazione dei giovani, da qui un rilancio del lavoro e della società non solo economico, ma anche dei valori».


opinioni

16

LETTERE E COMMENTI A   

Etinomia: in Val di Susa non ci sono solo i No Tav

ci scrivono

di FABIO BALOCCO

«CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO E LA PUBBLICITÀ CHE SE NE FA»

Sono in molti a credere che il movimento No Tav sia un movimento affetto di sindrome di Nimby, e, come tale, sia concentrato solo ed unicamente nella lotta all’opera inutile. Quand’anche fosse così, non vedo cosa ci sarebbe di male. Ho già avuto modo di evidenziare in passato il valore aggiunto della sindrome di Nimby, senza la quale non sarebbero emersi l’assurdità economica ed ambientale di molte grandi opere. Ed anche, diciamolo, pure, gli intrallazzi tra forze politiche ed interessi economici che spesso le sorreggono. A proposito, vista la notizia degli arresti domiciliari per la Lorenzetti? In realtà il movimento non è affetto da alcuna sindrome e lo dimostra la nascita di Etinomia, creata da alcuni imprenditori che non si riconoscono nell’opera inutile. Cos’è Etinomia? È un’associazione creata nella seconda metà del 2011 per opera di un centinaio di imprenditori non solo valsusini, associazione che ha per scopo (oggi fa tanto figo dire “mission”) la valorizzazione dell’attività umana nel territorio e nell’ambiente, sia per creare opportunità di lavoro che contrastino l’attuale crisi economica, sia per battersi contro la colonizzazione del territorio con opere invasive e devastanti, che nulla hanno della pubblica utilità. Etinomia risulta così la sinesi di almeno tre concetti basilari dell’ambientalismo: il “piccolo è bello”, la bioregionalità ed il recupero della dignità dell’uomo. E da quando questa realtà è nata, tanti sono gli imprenditori che vi si sono riconosciuti ed espongono orgogliosamente il logo di Etinomia sulla loro attività. In questi giorni Etinomia è in grande fermento perché dal 27 al 29 settembre si svolgeranno in valle gli Stati Generali del Lavoro: “otto tavoli tematici aperti a tutti formuleranno proposte concrete per superare le attuali dinamiche depressive e dichiarare che è possibile dare una svolta e riformare il Sistema Lavoro con riflessioni dal basso, attingendo ad esperienze e sperimentazioni già avviate sul territorio.” I titoli degli otto tavoli sono: 1) salute, benessere e diritto ad esistere. Lavoro di cura; 2) produzione, commercio, distribuzione e consumo; 3) significato di lavoro e reddito di cittadinanza; 4) crisi, transizione e cambiamento; 5) ruolo dell’impresa e mondo cooperativistico; 6) ruolo della finanza e del capitale. Politica monetaria, monete locali e complementari; 7) incubatore nuove tecnologie; 8) lavoro: ruolo delle amministrazioni e delle istituzioni. La partecipazione alla discussione è libera e possibile a tutti, indipendentemente dai colori delle bandiere, dalla professione o dalla fede politica. Un posto in più ove confermare che la Val di Susa è un laboratorio sociale aperto ed inclusivo. Altro che indiani di Valle! In un periodo in cui si parla di rilanciare lo sviluppo, di creare posti di lavoro purchessia, Etinomia è un esempio virtuoso di contrasto a queste aberranti logiche e, nel contempo, un prezioso granello di sabbia negli ingranaggi del potere.

reg. Trib. di Vercelli n. 339 del 12.4.2006 iscr. al Roc n. 14465 DIRETTORE RESPONSABILE: EDITORE

Luigi Bobba deputato Pd - Cigliano

Vietare la pubblicità dei giochi d’azzardo nelle fasce protette; limitare la pubblicità dei giochi on line e sostenere gli esercizi commerciali che rimuovono o non installano le slot machine: queste le proposte contenute in tre emendamenti all’art. 14 della Delega al Governo per la riforma del sistema fiscale e che ho sottoscritto. I tre emendamenti in questione riguardano la materia dei ‘giochi pubblici’, ovvero slot machine, giochi d’azzardo on line, giochi a premi. Tre sono le nostre richieste. Innanzitutto, introdurre il divieto di pubblicità di questi giochi nelle fasce protette delle trasmissioni televisive e radiofoniche e vietare sempre e comunque la pubblicità dei giochi che prevedono vincite in denaro che inducono comportamenti compulsivi; prevedere una limitazione massima della pubblicità riguardante i giochi on line; introdurre modalità di pubblico riconoscimento e di sostegno agli esercizi commerciali che si impegnano, per un determinato numero di anni, a rimuovere o a non installare apparecchiature per giochi con vincita in denaro. La diffusione dei giochi d’azzardo ha assunto proporzioni preoccupanti ed è oramai sotto gli occhi di tutti la dipendenza da gioco che coinvolge 1 milione di persone. La spesa procapite degli italiani nei giochi è di 1.260 euro, e mentre lo Stato incassa 80 miliardi di euro l’anno, cresce l’indebitamento delle famiglie e si diffondono le ludopatie e il numero dei giocatori patologici. In Parlamento da tempo mi sto battendo, insieme

SMOG E INQUINAMENTO

«LA RICETTA PER LA PIANURA PADANA È LA MOBILITÀ SOSTENIBILE» Damiano Di Simine, Fabio Dovana, Lorenzo Frattini, Gigi Lazzaro Legambiente Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta, Veneto, Emilia Romagna

Da anni Legambiente sottolinea come per contrastare efficacemente lo smog servano interventi su area vasta, mirati prioritariamente a ridurre le emissioni da traffico, causa prima dell’emergenza sanitaria e ambientale che interessa le nostre regioni. Fa bene il ministro Orlando a convocare i governatori delle regioni coinvolte per tradurre in atti concreti la volontà espressa a più riprese di mettere in campo interventi coordinati nella Pianura Padana. Ma non si può prescindere dai controlli. Gli enti locali continuano infatti a fare poco o a procedere in ordine sparso perché manca una pianificazione a livello centrale, c’è scarsa disponibilità di risorse

ma anche poca lungimiranza e scarso senso di responsabilità. L’appello che rivolgiamo al ministro e ai presidenti di regione è di non ripartire ancora una volta da zero nella discussione. Le cause, così come la terapia per uscire dall’emergenza sanitaria e ambientale che affligge la Pianura Padana, sono ben chiare. Quello che serve è una capacità politica nuova, che punti su un altro tipo di mobilità a basso tasso di motorizzazione e con alti livelli di efficienza e soddisfazione. Per la prima volta, col tavolo convocato dal ministro Orlando, abbiamo la possibilità di affrontare con maggiore tempestività la questione dei provvedimenti antismog da adottare per la stagione invernale. Speriamo che questo appuntamento sia poi realmente seguito da atti concreti e non più, come avvenuto sinora, da dibattiti sterili incapaci di mettere in campo provvedimenti efficaci”. Secondo gli ambientalisti c’è bisogno di una profonda revisione della programmazione delle infrastrutture e dei servizi che attengono alla mobilità di un’area ad alta densità demografica e ad altissimo livello di motorizzazione individuale, qual è la Pianura Padana. Continuare, infatti, a realizzare le grandi infrastrutture stradali che sono in progetto o in via di esecuzione (si pensi all’inutile ramo di TI_BRE a Parma o al raddoppio del tunnel autostradale del Frejus o l’autostrada Orte-Mestre) non va certo nella direzione di una mobilità più efficiente e meno inquinante. Lavoratori e cittadini del Nord Italia hanno bisogno di servizi di TPL urbano e regionale adeguati, più frequenti e affidabili; del rilancio del trasporto ferroviario passeggeri, di scala regionale e interregionale; di una logistica integrata, sostenibile ed efficiente per le merci che oggi viaggiano quasi solo su strada, e non di una mobilità fondata su

Le lettere vanno inviate a: la Gazzetta via Mazzini, 103 13044 Crescentino (Vc)

faraoniche e impattanti infrastrutture come la Torino-Lione ma di una diversa politica degli incentivi che sappia premiare il trasporto ferroviario a scapito di quello su gomma, utilizzando ed ammodernando le linee ferroviarie già esistenti. La risposta delle Regioni fino ad oggi è consistita in un aumento di progetti di opere autostradali faraoniche e ridondanti, su cui la via del finanziamento privato è miseramente (e non a caso) fallita. Ma invece di prendere atto di questo fallimento e di interrogarsi sulle ragioni per le quali nessun grande gruppo privato si sente di mettere risorse proprie sulla seconda autostrada tra Milano e Brescia o sulla seconda tangenziale di Milano, sulle costosissime Pedemontane Veneta e Lombardao ancora sulla tangenziale est di Torino, i governatori regionali sembrano voler continuare a pregare il Governo per ottenere garanzie e avanzamenti progettuali coperti da finanziamenti pubblici, sconti fiscali o anticipazioni da CDP, come avvenuto per il balletto di richieste sul passante nord di Bologna, per la E55 e per il tris Pedemontana - Brebemi - TEM in Lombardia, tre opere che costano 10 miliardi pur non risolvendo nessun reale nodo di congestione strade. Se davvero il Ministro Orlando vuole cambiare registro, chieda di concertare col ministro delle Infrastrutture e dei trasporti il piano delle autostrade previste dalla legge Obiettivo nel Nord Italia, sottoponendo ogni grande progetto ad una revisione indipendente che ne valuti sostenibilità e rapporto costi-benefici, cancellando ogni finanziamento per i progetti che non superano il vaglio. Con le risorse risparmiate potremmo finanziare uno dei sistemi di TPL interregionale più avanzati d’Europa, e ottenere una durevole riduzione delle percorrenze automobilistiche e commerciali a beneficio della mobilità collettiva.

Umberto Lorini

Montecristo srl - Crescentino p. iva 09358220011

STAMPA:

SLOT MACHINES

a diversi colleghi di vari partiti, per porre degli argini a tutela dei minori e delle persone più svantaggiate”. Già durante il Governo Monti abbiamo sollecitato, con apposite Mozioni, un’azione di contrasto reale ai giochi d’azzardo, a partire dalla regolamentazione della pubblicità, così come è stato fatto per tabacco e alcolici, e richiesto una modifica della normativa al fine di permettere ai Comuni e agli altri enti locali di disciplinare l’ubicazione dei locali e delle sale da gioco, così da vietare l’apertura di tali sale in prossimità di zone ‘sensibili’ come scuole o altri luoghi frequentati prevalentemente dai più giovani. Senza dimenticare i diversi progetti di legge con i quali si chiede di riconoscere il gioco d’azzardo patologico come malattia da inserire nei livelli essenziali di assistenza e di promuovere campagne di informazione nelle scuole.

 

I.T.S., stab. di Cavaglià

TRATTAMENTO DEI DATI:

il responsabile ai sensi del D.Lgs 196/03 è il direttore, a cui i lettori possono rivolgersi per esercitare i diritti previsti CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ:

via Torino, 47 - Chivasso tel. 011.5367550 - 340.8593087 fax 011.5367551 e-mail: info@publimediapress.it TARIFFE: Legali 15 euro a modulo, Commerciali 10 euro a modulo. Annunci economici 1 euro a parola, minimo 25 parole. Necrologie: 40 euro ad annuncio. Tutti i diritti di riproduzione, anche parziale, del materiale pubblicato sono riservati.

www.lagazzetta.info

I  ’

A Torrazza le scorie della Servizi Industriali Solo un generico impegno da parte di TRM a non trattare le ceneri provenienti dall’inceneritore di Torino nell’impianto della SADI - Servizi Industriali di Orbassano, che suona abbastanza vacuo. Dell’annoso impegno alla delocalizzazione della Servizi Industriali - precondizione ritenuta indispensabile per l’entrata in funzione dell’inceneritore in un Accordo di Programma siglato dagli enti locali - più nulla si dice. Oltre a essere trattati in loco, quindi, buona parte dei residui dell’inceneritore di Torino verranno pure stoccati sul nostro territorio. Questo è quanto ci è stato comunicato dalla Giunta regionale. Lo scorso mese di aprile avevamo presentato un’interrogazione per chiedere se vi fossero garanzie affinché le scorie e le ceneri dell’inceneritore del Gerbido venissero stoccate e trattate in un sito diverso da quello della SADI - Servizi Industriali di Orbassano, dal momento che la stessa azienda si era aggiudicata la gara per il trasporto ed il recupero delle stesse. Al momento, nella fase di avviamento sono trattate e stoccate dalle Officine per l’Ambiente (PV) Secondo quanto dichiarato da TRM (il gestore del-

ll’impianto del Gerbido) le ceneri (la parte volatile e più nociva dei residui dell’incenerimento) verranno trasportate e stoccate nell’impianto di Barricalla a Collegno ed a Puschwitz (Germania), dopo essere tattate dalla Sadi. Le scorie (o ceneri pesanti) verranno allo stesso modo stoccate a Barricalla e nell’impianto tedesco di Teutschental. Per quanto riguarda inceve i PSR (prodottti sodici residui derivanti dal trattamento con reagenti) all’impianto di Barricalla si aggiunge la discarica “La Torrazza” di Torrazza P.te, oltre alla Cava Calcinato (BS). Tutto ciò renderà ancora più visibile che le promesse delle Amministrazioni Pubbliche sono parole vuote e che, se ci fosse ancora chi non lo sapesse, gli inceneritori non eliminano le discariche e non eliminano il problema della produzione di materiali non riciclabili. La lunga via della riprogettazione, della riduzione, del riciclo e del riuso è ancora da venire. Davide Bono consigliere regionale MoVimento 5 Stellle

Indirizzo email: posta@lagazzetta.info Fax: 178 2775237

rassegna stampa

PARACULI E ALTRO. Le tre pagine di politica chivassese - dalla 11 alla 13 - del settimanale diretto da Liborio La Mattina valgono da sole il prezzo del giornale. Si comincia con il passaggio, armi e bagagli, di un assessore, un consigliere e «un manipolo di attivisti» dall’Italia dei Valori al Partito Democratico. Foto del sindaco Libero Ciuffreda e della consigliera regionale Gianna Pentenero che abbracciano il gruppetto, e titolo a tutta pagina: “Nel centrosinistra vincono i paraculi”. La Mattina imposta l’articolo sull’imminente congresso del partito, che «sarà l’ennesima corsa al cadreghino», una «gara a chi si sente più vicino al sindaco di Firenze». «In prima fila, a spintonare, salire sulla sedia, gridare al mondo che lui sta lì fin dall’inizio, c’è il solito vicesindaco Massimo Corcione, una di quelle cose “calzate e vestite” sempre più ridicolo sui social network. Ed è proprio sul suo profilo facebook che viene fuori tutta l’incredibile inconsistenza, tra congiuntivi e gerundi sbagliati, inseriti in frasi scritte in “italianocane”. E’ proprio lì che tutti i giorni dichiara il suo amore al sindaco di Firenze con una lunga serie di pippe e seghe mediatiche». La pagina successiva è dedicata a una conferenza stampa in cui l’Amministrazione Ciuffreda ha criticato la stampa locale e ha comunicato l’inizio del silenziostampa: «A queste condizioni non rilasceremo più interviste. Basta!» (ma poi dice che convocherà una conferenza stampa una volta al mese, senza argomento predefinito, per rispondere alle domande dei giornalisti). La pagina a fianco è la risposta di La Mattina a Ciuffreda. Il titolo è “Silenzio stampa. Parla il cinghiale”, e c’è un fotomontaggio di Ciuffreda con un cappello da cuoco. Il direttore spiega al sindaco che lo «sciopero dell’intervista, per un fogliaccio come il nostro abituato a farne a meno, ha il senso di una puntura indolore, con la siringa “pic” s’intende». La Mattina si aspettava una conferenza stampa sulla recente delibera di Giunta per l’acquisto di 500 euro di costine di cinghiale, ma «questa delle costine era talmente grossa che pur di non parlarne e quindi ammettere la cazzata del suo assessore nonché vicesindaco Massimo Corcione, quello per capirci che scappa via da tutte le riunioni in cui si parla di cose serie, ha preferito far saltare il banco sperando di distogliere l’attenzione». E a questo punto la risposta a «una delle classi politiche più imbarazzanti mai sedutesi a Palazzo Santa Chiara» non può essere che «un “chissenefrega” grande come una casa e un simpatico “vaffanculo” alla Beppe Grillo».


Economia E Lavoro

17

Da venerdì a domenica l’evento promosso dalla Camera di Commercio

Offerte di lavoro

Tre giorni di “Vercelli Riso Expo”

Centro per l’impiego di Vercelli

“Tutte le sfumature del riso”: convegni, eventi sportivi e musicali, stand delle aziende e gastronomia

piazza Roma, 17 Tel. 0161.252775

Vercelli. Da venerdì 27 a domenica 29 settembre si svolgerà “Vercelli Riso Expo: tutte le sfumature del riso”, un importante evento per il vercellese, promosso dalla Camera di Commercio di Vercelli con i rappresentanti delle associazioni di categoria, quali Confagricoltura, Coldiretti, Anga, Cna, Confartigianato, Ascom, Unione Industriale e i soggetti istituzionali come l’Atl, l’Ente Nazionale Risi e il Comune di Vercelli. Una tre giorni dedicata al riso, con un ricco programma di convegni, eventi sportivi e musicali, spazi espositivi e momenti di degustazione, ideata anche in vista di Expo 2015, il cui tema centrale sarà “Nutrire il pianeta, energie per la vita”. La manifestazione vedrà il coinvolgimento dei luoghi più importanti della città. Si comincerà venerdì alle 9.30 presso la sede della Camera di Commercio,

Rif.:32226 Società cerca n. 3 giardinieri qualificati per allestimento giardini. Si richiede effettiva esperienza nella mansione; titolo di studio: diploma di scuola media superiore; sede di lavoro: Vercelli e provincia; assunzione a tempo determinato 12 mesi. Inviare curriculum vitae all’indirizzo e-mail: cosimo.gioranna@alice.it

con il convegno “Riso: Cucina è Salute”, al quale parteciperanno relatori di fama nazionale; in piazza Risorgimento, è previsto un momento didattico, con l’esposizione di macchinari agricoli, moderni ed antichi, e la riproduzione di una risaia. In piazza Zumaglini e in via Vittorio Veneto una tensostruttura ospiterà un ristorante e stand di diverse aziende produttrici che esporranno, oltre al riso, i prodotti da esso derivati, quali birra, biscotti, pasta ed altro ancora, mentre viale Garibaldi verrà adibito ad uno spazio espositivo, commerciale, culturale per stand provenienti da tutto il mondo. La sede del divertimento sarà Piazza Cavour, venerdì si potrà assistere allo show di cabaret con Beppe Braida e i comici di Zelig e Colorado e durante la notte bianca di sabato ci saranno “musica e intrattenimento con showcooking”, uno spettacolo musicale

I rappresentanti degli enti organizzatori

ed una “risottata” di mezzanotte. Nei tre giorni, inoltre, un bus navetta gratuito sarà a disposizione dei turisti per visitare, lungo un percorso delineato, i principali musei cittadini: quello del Tesoro del Duomo, il Leone e la pinacoteca Borgogna. Diana Gallo

Carrà (Ente Risi) e Camandona (Provincia): i costi di produzione penalizzano il nostro Paese

«Ma c’è concorrenza sleale con importazioni a dazio zero» Vercelli. Da più parti si vorrebbe che l’Expo 2015, dedicato all’alimentazione, fosse un volano per il riso ed il suo territorio, ma questo cereale sta soffrendo molto per la concorrenza, proveniente da aree che saranno ospiti della manifestazione. Come spiega Paolo Carrà, presidente dell’Ente Risi, «negli ultimi 10 anni il rendimento è in continuo calo». Aumentano invece le importazioni «da altri Paesi, anche europei, a dazio zero; siamo passati da 5 mila tonnellate a

160 mila». Le concessioni «nascono da accordi politici, la partita è difficile a causa delle clausole di salvaguardia, però abbiamo il dovere di sensibilizzare la politica». Vanno analizzati i dazi, ma non per un aumento indifferenziato, che in realtà non è una vera protezione; «i confini sono troppo permeabili, si debbono cercare artifici adatti». Concorda l’assessore provinciale Massimo Camandona, che rileva come «abbiamo una concorrenza sleale da Paesi occiden-

tali e talvolta anche comunitari, produrre il riso in Italia ha un costo, in Spagna ne ha un altro, in Grecia anche; non parliamo della Thailandia piuttosto che della Cambogia. L’Italia è sicuramente leader al mondo per la qualità, noi oggi abbiamo dei controlli qualitativi che sono al top e che danno la massima garanzia al consumatore. Dobbiamo riconoscere queste cose, altrimenti veniamo eliminati da una concorrenza che dire sleale è poco». Va comunque rilevato che gli altri Stati

il borsino del riso

23 settembre 2013

Mietitrebbie ancora ferme Ancora ferme le mietitrebbie: in questi giorni solo in alcune aziende agricole si è provato a tagliare qualche campo che era stato preparato prima che le condizioni meteorologiche impedissero, questa primavera, di continuare con le operazioni di semina. I primi campioni, quasi esclusivamente Augusto, S. Andrea, Dardo e Indica, sono di buona qualità, ma in prezzi proposti dalle riserie sono decisamente più bassi di quanto offerto la settimana precedente, quando i primi Augusto e di S. Andrea erano stati scambiati a 40 euro e gli Indica a 32-33 euro. Oggi i compratori stanno offrendo, per quelle partite dove il venditore manifesta una necessità urgente di ritiro e pagamento, 28 euro per gli Indica e 32 euro per il Dardo.

«dal punto di vista comunitario hanno le stesse agevolazioni che abbiamo noi; le risorse vengono gestite diversamente e poi vi è il costo delle materie prime che è diverso. La Spagna non ha parametri così restrittivi sull’uso di certi fitosanitari; lo condivido, ma bisogna riconoscere queste differenze». In merito ai risi che arrivano dall’area orientale «non proviamo nemmeno a fare queste differenze perché i controlli non vengono effettuati»; a ciò si aggiunge l’assenza di da-

Le operazioni di raccolta inizieranno a fine settembre/inizio ottobre nelle province di Vercelli/Novara e nella Lomellina e si andrà ad ottobre inoltrato nel pavese e nel milanese. Dovremo aspettare, quindi, ancora dalle due alle quattro settimane per avere indicazioni sulla qualità e quantità del raccolto 2013. Sul fronte dei prezzi ci aspettiamo due mercati completamente diversi: da una parte Indica e Tondi e dall’altra le varietà da interno, per i lunghi A da parboiled/export sarà molto importante avere informazioni sulla qualità e quantità prima di fare le prime ipotesi di prezzo. a cura di Gian Luca Mascellino glmascellino@me.com

Varietà

Massimo Camandona

Paolo Carrà

zio. Le politiche economiche possono essere influenzate da tanti fattori, «viene il dubbio che con l’India accettiamo l’aumento dell’importazione perché abbiamo quei due poveri ragazzi detenuti là»; situazione spiacevole e difficile,

ma «non possiamo legare la vita e l’andamento di un settore produttivo ad un problema certamente serio, ma la politica comunitaria deve fare valutazioni che vanno al di là di ciò».

Listino Borsa Merci Vercelli

prezzi euro min e max / t Pagamento 60 giorni

min Balilla e similari Selenio e similari Flipper e similari Loto e similari Augusto Sant'Andrea Roma Baldo e similari Arborio e similari Carnaroli e similari Thaibonnet e similari

Silvia Baratto

Andamento della settimana mercato e prezzi (euro per q.le inclusa iva)

max

non quotato non quotato non quotato non quotato non quotato non quotato non quotato non quotato 405 435 360 385 non quotato

28 - 35 euro - non quotato - non quotato 32 - 35 euro - non quotato - non quotato - non quotato- non quotato non meno di 45 euro non meno di 40 euro

(*) nominale

28 - 35 euro

Rif.:32228 Società ricerca n. 2 addetti al taglio alberi e messa in sicurezza con effettiva esperienza nella mansione. Sede di lavoro: Vercelli e provincia; assunzione a tempo determinato 12 mesi. Inviare curriculum vitae all’indirizzo e-mail: cosimo.gioranna@alice.it Rif.:32218 Società cerca n. 1 restauratore di monumenti. Si richiede esperienza nella mansione; sede di lavoro: Vercelli e provincia; assunzione a tempo determinato 12 mesi. Inviare curriculum vitae all’indirizzo e-mail: cosimo.gioranna@alice.it Rif.:32221 Società cerca n. 1 decoratore di affreschi. Si richiede titolo di studio inerente alla mansione da svolgere e precedente esperienza lavorativa; zona di lavoro: Vercelli e provincia; assunzione a tempo determinato 12 mesi. Inviare curriculum vitae all’indirizzo e-mail: cosimo.gioranna@alice.it Rif.:32107 Azienda con sede in Vercelli ricerca n.4 coibentatori. Si richiede effettiva esperienza nella mansione, preferibile età 25/45 anni, gradita iscrizione nelle liste di mobilità, automunito, disponibile a trasferte in tutto il territorio. Candidarsi sul sito: www.lavoro.provincia. vercelli.it allegando curriculum vitae.


taccuino

18

Annunci economici a n n u n c i o g r a t u i t o

Se desiderate pubblicare i vostri annunci gratuiti, inviate o recapitate questo coupon a “la Gazzetta”, via Mazzini 103, 13044 Crescentino (Vc) oppure tramite fax: 178 2775237 e-mail: posta@lagazzetta.info Si prega di scrivere con grafia leggibile e di contenere il testo in max 15 parole. Il giornale non si assume responsabilità sulla veridicità degli annunci.

testo:

Dati per la segreteria (che non saranno pubblicati) Rubrica n°

1

nome e cognome: indirizzo: comune: firma:

VendIta

abItazIonI

Vendo alloGGIo alla Piagera (vicino a Crescentino) euro 90.000 trattabili. Cell. 347.7229995. Vendo casa indipendente con pertinenze a Vinzaglio. Tel. 0161.94361.

3

aFFItto

abItazIonI (oFFerta)

PrecollIna dI torIno privato affitta appartamento signorile m² 100, zona di pregio. Tel. 328.2746300.

7

ImmobIlI commercIalI e IndustrIalI

aFFIttasI o PermutasI locale commerciale/ufficio in Torino comodissimo casello autostrada To-Mi. Per info 338.5098742.

13

moto

e cIclomotorI

moto d’ePoca Beta Cross 50 del 1975 perfettamente conservata con documenti in regola vendo a euro 750 trattabili. Tel. 338.1772855.

20

tel:

arredamento

sedIe In accIaIo e formica disponibili nei colori giallo, rosso, azzurro e bianco, anni 60, ideali per arredi discobar vinerie osterie, vendo a euro 18 caduna. Tel. 338.1772855. Vendo dIVanI nuoVI in stoffa, 3 posti e 2 posti, a euro 650. Tel. 338.8737801. Vendo

materasso

matrimoniale 160x190 a euro 200. Tel. 338.8737801. nuoVo

Vendo mobIlI usatI a Livorno Ferraris, per info tel. 338.8737801. Vendo due credenze in stile pannelli a vetro martellato. Tel. 0161.478095. Vetrate lIberty legate a piombo, recuperate da una villa del primo ‘900 da restaurare, vendo vera occasione. Tel. 338.1772855.

23

FaI da te GIardInaGGIo

cerco macchIna da cucire Pfaff 1213 in buono stato e funzionante. Cell. 340.6995239.

macchIna combInata per legno, monofase, accessoriata, con lavorazioni di pialla filo, spessore, cavatrice, toupie e sega circolare, vendo euro 800. Tel 327.6586481. PIccolo carroPonte uso artigianale portata 200 kg adattabile a ogni misura, usato in ottime condizioni vendo a euro 5.000. Tel. 338.1772855.

32

VIno e cantIna

8 bottIGlIe dI VIno pregiato piemontese da collezione vendo a euro 160. Tel. 340.8193489.

35

GIochI, hobby e collezIonIsmo

18 cestInI dI VImInI varie misure in ottime condizioni vendo a euro 60. Tel. 338.1772855. VetrInette nuoVe in cristallo introvabili per esposizione oggettistica e modellini varie misure vendo, vera occasione. Tel. 338.1772855. Vendo acquarIo nuovo, capacità litri 60, completo di accessori, causa inutilizzo vendo a euro100. Tel. 338.1772855

al telefono ( Saluggia Municipio Ufficio Postale Guardia medica Protezione civile croce Rossa Parrocchia

( CreSCentino Municipio Ufficio Postale Vigili Urbani carabinieri Guardia medica croce Rossa Parrocchia

0161.833111 0161.833911 0161.843145 0161.843134 0161.842655 0161.841122 0161.843315

( Fontanetto po Municipio Ufficio Postale Guardia medica Parrocchia

0161.840114 0161.840130 0161.842655 0161.840139

( palazzolo V.Se Municipio 0161.818113 Ufficio Postale 0161.818126 Guardia medica 0161.829585 Parrocchia 0161.818137

Municipio Ufficio Postale Guardia medica Parrocchia

Municipio Ufficio Postale Guardia medica Protezione civile Parrocchia Polizia stradale

0161.849112 0161.849121 011.9187453 348.0846905 0161.849118 011.9110811

( liVorno FerrariS Municipio 0161.477295 Ufficio Postale 0161.47197 Vigili Urbani 0161.47358 carabinieri 0161.47144 Guardia medica 0161.424524 Parrocchia 0161.47160 Polizia (Pronto intervento) 0161.225411 Polizia stradale 0161.226711 Vigili del fuoco 0161.477815

( Cigliano Municipio Ufficio Postale carabinieri Guardia medica Vigili Urbani Parrocchia Polizia stradale Poliambulatorio Volontari V.A.P.c.

0161.848101 0161.848118 0161.842655 0161.848125

Municipio Ufficio Postale Guardia medica Vigili Urbani Parrocchia

( Villareggia Municipio 0161.45464 Ufficio postale 0161.45112 Guardia medica 0124.518111

laVoro domanda

raGazzo 46enne serio e volenteroso cerca lavoro presso cooperativa per facchinaggio, pulizie industriali, manovalanza. Telefonare ore pasti al 347.8059496. badante FIssa signora 49enne referenziata con esperienza decennale cerca lavoro. Tel. 345.5658865.

45

messaGGI

raGazzo ItalIano single e benestante, carattere intraprendente, cerca ragazza straniera o italiana, con serie intenzioni, per relazione stabile. Tel. 334.5990365.

46

neGozI azIende

cedesI attIVItà centralissimo Chivasso portici isola pedonale, ben vetrinato. Tel. 331.7138516. PanInoteca, kebab e pizza da asporto a pochi passi da una scuola con 380 studenti, cedesi attività in Cigliano a euro 9.500 compreso magazzino; si richiede Rec. Tel. 320.1132538.

IMMOBILIARI 1 VenDitA ABitAZioni 2 AcQUisto ABitAZioni 3 Affitto ABitAZioni (offeRtA) 4 Affitto ABitAZioni (DoMAnDA) 5 BoX e GARAGe 6 LocALi Uso Ufficio 7 iMMoBiLi coMMeRciALi e inDUstRiALi 8 cAse VAcAnZA 9 teRReni e RUstici VEICOLI 10 AUtoMoBiLi 11 fURGoni e AUtocARRi 12 fUoRistRADA – RoULotte – cAMPeR 13 Moto e cicLoMotoRi 14 cicLi e BicicLette 15 MAccHine AGRicoLe – MoViM. teRRA 16 nAUticA COMPUTER E ATTREZZATURE LAVORO 17 HARDWARe 18 softWARe 19 MoBiLi e AttReZZAtURe in GeneRe OGGETTI E SERVIZI PER LA CASA 20 ARReDAMento 21 eLettRoDoMestici e cAsALinGHi 22 teLefoniA 22 RiscALDAMento 23 fAi DA te – GiARDinAGGio SHOPPING, SALUTE E BELLEZZA 24 ABBiGLiAMento 25 centRi estetici, PALestRe, Piscine TEMPO LIBERO, SPORT, VIAGGI 26 ARticoLi sPoRtiVi 27 VAcAnZe e cAMPeGGio 28 AUDio e ViDeo – cine-foto-otticA 29 LiBRi – GioRnALi – fUMetti – RiViste 30 MUsicA e stRUMenti MUsicALi 31 AntiQUARiAto 32 Vino e cAntinA 33 GiocAttoLi, ARticoLi BAMBino 34 oRoLoGi e GioieLLi 35 GiocHi, HoBBY e coLLeZionisMo LAVORO 36 DoMAnDA 37 offeRtA SERVIZI 38 BABY sitteR – coLLABoRAZ. DoMesticHe 39 LeZioni – RiPetiZioni 40 AssistenZA 41 seRViZi VARi COMUNICAZIONI PERSONALI 42 MAtRiMoniALi 43 sMARRiti e tRoVAti 44 RicoRRenZe, AUGURi 45 MessAGGi VARIE 46 neGoZi – AZienDe 47 oPPoRtUnitA’ coMMeRciALi 48 finAnZiAMenti 49 AniMALi 50 scAMBi e BARAtti

0161.423142 0161.423153 0161.423156 0161.424524 0161.423142 0161.423241 0161.226711 0161.433701 0161.424757

0161.401177 0161.401189 0161.424524 0161.401177 0161.401198

É mancata all’affetto dei suoi cari Franca PanettIere in Carlino di anni 53

( maglione Municipio 0161.400123 Ufficio Postale 0161.400234 Guardia medica 0161.424524

( Borgo d’ale Municipio 0161.46132 Ufficio Postale 0161.46140 Guardia medica 0161.424524 Parrocchia 0161.32160

( aliCe CaStello

( monCriVello

( lamporo

36

Municipio 0161.90113 Ufficio Postale 0161.90135 Guardia medica 0161.424524

con dolore lo annunciano: la mamma Amelia, il marito sergio, la figlia Deborah con stefano e la piccola elsi, la sorella sabrina, le cognate, i cognati, i nipoti, i cugini e parenti tutti. il funerale sarà celebrato mercoledì 25 c.m. alle ore 15.00 partendo dalla chiesa Parrocchiale di saluggia. La salma della cara franca proseguirà per il tempio crematorio di Piscina. saluggia, 24 settembre 2013

( Bianzè Municipio 0161.49133 Ufficio Postale 0161.49268 Guardia medica 0161.424524 Parrocchia 0161.49175

( tronzano Municipio 0161.911235 Ufficio Postale 0161.911191 Guardia medica 0161.929200 Parrocchia 0161.911303

On. funebri Tessiore

( Santhià Municipio 0161.936111 Ufficio Postale 0161.936032 carabinieri 0161.94272 Guardia medica 0161.929200 Vigili Urbani 0161.936222 Polizia (Pronto intervento) 0161.225411 Parrocchia 0161.94341

farmacie

delle rubrIche

necrologie ( Verrua SaVoia

0161.480112 0161.488831 0161.842655 0161.480042 0161.486181 0161.480113

IndIce

( VerCelli Municipio Ufficio Postale Vigili Urbani Guardia medica carabinieri croce Rossa Questura

0161.5961 0161.264011 0161.296711 0161.255050 0161.6101 0161.213000 0161.225411

Il turno inizia alle 8.30 del giorno indicato e si conclude alle 8.30 del giorno successivo. 25 26 27 28 29 30 1

mercoledì giovedì venerdì sabato domenica lunedì martedì

Livorno Ferraris Mezzalama Cigliano Moncrivello Santhià comunale Santhià comunale Tronzano casazza San Germano

distributori

ViLLAReGGiA: Centro Calor, Località Rocca ss11, 35 [ss11 km 36.000] Shell, Via Maestra [ss595] sALUGGiA: TotalErg di Bonino, strada crescentino, 31 ciGLiAno: IP cigliano nord, A4 km 31.900 Eni con gpl, ss11 [ss11 km 38.655] cRescentino: Esso, Via Giotto, 45 [ss31bis km 13.950] Eni Via Giotto, 32 LiVoRno feRRARis: Conad con gpl, Via Piemonte [sP2] angolo con Via saluggia IP, Via Piemonte [sP2] incrocio tra saluggia e crescentino Shell, Bivio crescentino-saluggia sAntHiÀ: Q8 cavour est, A26 [A26 km 29.275] Eni, Via Due Giugno [sP3]


SPORT

muvsportpress@libero.it

Mercoledì 25 settembre 2013 - Anno 8 numero 35

19

CALCIO - SERIE D L'ingresso di Marzeglia dà la scossa, ma lo 0-0 non si schioda

A Santhià la vittoria continua a latitare

I granata non riescono a sfondare il muro eretto dalla Folgore Caratese SANTHIA'

0

F. CARATESE

0

CALCIO - ECCELLENZA

Santhià: Maio, Maffei, Francese, Anderson, Viscomi (15' st’ Marzeglia), Sireno, Manfroni, Riggio, Barcellos, Guariniello (45' st Rebolini), Cassani (1’ st Sigismondi). A disp. Depperu, Moscatelli, Eron, Gallo, Marcelli, Ceci. All. Nisticò. F. Caratese: Sperduti, Brumana, Bosisio, Crippa, Dallera, Concina, Scannamea (20’ st Raiola, 42' st Bance), Rota, Pinelli, Barzotti, Zorloni (27' st Pisani). A disp. Sala, Cossa, Milani, Orsenigo, Guglielmetti, Cesana. All. Sala. Arbitro: Perissinotto di San Donà di Piave. Note: ammoniti Francese (S), Viscomi (S), Guariniello (S) e Crippa (F).

Nuovo pareggio a reti bianche per il Santhià. I granata proprio non riescono a trovare la via del successo in questo difficile avvio di campionato. La squadra di Fabio Nisticò impatta con la Folgore Caratese al termine di una partita dai due volti. Nella prima frazione di gioco i santhiatesi non ne hanno azzeccata una: il 4-3-3 iniziale ha fatto acqua da tutte le parti e bisogna dire grazie alla pochezza offensiva dei lombardi per essere arrivati all'intervallo a reti inviolate. Maio infatti deve intervenire in una sola circostanza per salvare la porta (uscita tempestiva su Scannamea al 21'). I locali non si affacciano praticamente mai nella metà cam-

L'Orizzonti United decolla a Caselle

Adriano Marzeglia è rimasto a Santhià

po avversaria se si esclude un paio di trasvolate di Barcellos. Nella ripresa mister Nisticò cambia modulo e passa al 4-23-1 gettando nella mischia il redivivo Marzeglia a fare da ariete in avanti. L'attaccante, reintegrato in rosa dopo gli screzi delle scorse settimane, si piazza tra i difensori ospiti e li fa ammattire con i suoi continui movimenti. I granata si prendono la scena del match e schiacciano nella loro metà campo la Folgore Caratese. Di occasioni nitide ce ne sono realmente poche nonostante la continua pressione del Santhià. La più ghiotta capita sui piedi di Francese all'86', ma Sperduti si salva con l'aiuto della traversa. Finisce così 0-0. ROBERTO VANNICOLA

JUNIORES NAZ.

Granata ok SANTHIA'

2

CHIAVARI

0

Reti: 24' pt Ruzzon, 37' pt Renan. Santhià: Cerutti, Carazza, Pella (29’ st Siragusa), Augimeri, Iannaci, Bullano, Comotto, Gallo Marchiando, Bacchin (22’ st Dell’Olmo), Renan, Ruzzon (41’ pt Tarella). A disp. Di Salvo, Cardinale, Borasio, Rebora. All. Marciano. Chiavari: Perrone, Criscuolo, Spadoni, Pimentel, Canu, Serventi, Bertucci, Rossi, Nicoli, D'Alpaos, Richetti. A disp. De Michiel, Esposito, Morana, Imporzani, Guazzoniu, Perucchio, Grimaldi, Picasso. All. Barbieri.

CALCIO - 1a CATEGORIA

Prezioso colpo esterno del Bianzè VALLE CERVO

1

BIANZE'

2

Reti: 4' pt Banino (V), 7' pt Comba (B), 20' st Ferrigno (B). Valle Cervo: Macrì, Pizza, Catino, Motta, Morandi, Gesiot, Panzettini, Eulogio, Zanetti, Curtolo, Banino (30' st Bozino). A disp. Greco, Curti, Giordano, Scardoni, Bottone. All. Milani. Bianzè: Perissinotto, Rigoni, Manegatti, Guglielmotti, Barberis, Gaglione, Comba (35' st Andreotti), Atich, Moreni, Ferrigno (46' st Bonelli), S. Anania (20' st Clausi). A disp.

Tonello, Adejan, Siruffo. All. Costanzo. Note: espulso Moreni (B) al 35' pt.

Importante vittoria esterna del Bianzè che passa in casa del Valle Cervo. Vantaggio locale al 4' e immediato pareggio azzurro con Comba al 7' che sfrutta alla perfezione un pregevole assist di Anania. L'espulsione di Moreni al 35' sembra complòicare le cose, ma il Bianzè non molla e al 20' della ripresa trova il gol del successo con un'iniziativa personale di Ferrigno.

CALCIO - TURNO INFRASETTIMANALE

Stefano Anania

GIOVANISSIMI

C'è il derby LG Trino-Alicese Un derby pari Questa sera, mercoledì 25 settembre, tornano in campo le squadre di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria per il turno infrasettimanale. Nel torneo d'Eccellenza per la quinta giornata l'Orizzonti United proverà a dar seguito al suo momento positivo affrontando in casa la Junior Libertas Biellese, reduce dal pareggio casalingo con il GassinoSanRaffaele (1-1). In Promozione c'è grande attesa per il derby tra LG Trino e Alicese: le due squadre sono ancora a secco di vittorie e hanno tutta l'intenzione di sfatare il tabù. I trinesi però devono fare a meno dell'attaccante Marangoni, out per almeno un mese a causa di un problema muscolare. La Crescentinese andrà a caccia dei primi punti sul campo della Rivarolese. In Prima, infine, il Bianzè ospita la capolista Greggio.

ALICESE

1

ORIZZONTI UTD

1

Reti: 20' st Viletto (O), 30' st Marino (A). Alicese: Lanza, Ambrosino, Rinaldi, Ricciotti (20' st Paz), Ceria, Borra, Viletto, LaGreca (22' st Gariglio), Scuto (27' st Salaro), Fabian (29' st Tonello), Napolitano. A disp. Ortalda, Autino. All. Decaroli. Orizzonti United: Vigato,Panizza,Ca mbieri,Ballario,Barbirato (20' st Cambieri), Belverato, Vitali (15' Messina), Azaud, Marino, Vercellone, Milani. A disp. Zanetti, Citta, Martinetti, Messina. All. Concu.

CASELLE

0

ORIZZONTI UTD

1

Reti: 21' st Torta. Caselle: Semperboni, Altobello, Moioli (32’ st Benanchi), Bili, Fassio, Di Marco, Suppo, D’Onofrio (40’ st Taramino), Chiappero (26' st Fondello), Serra, Greco Ferlisi. A disp. Pirisi, Pertosa, Bonatto, Prezioso). All. Goria. Orizzonti United: Guzzone, Maggio, Lucchese, Roccia, Lombardo, Panepinto, Gianetto, Comotto (28’ st Freda), Chieppa (36’ st Rizq), Scutti, Gnisci (1’ st Torta). A disp. Ferrauto, Marteddu, Pissardo, Valenza. All. Boschetto. Arbitro: Cosmin di Torino. Note: espulsi Greco Ferlisi (C) al 25' pt e Torta (O) al 40' st.

Adriano Panepinto

Con un guizzo di Torta a metà secondo tempo l'Orizzonti United espugna il campo del Caselle e sale a quota 7 in classifica. La squadra di mister Boschetto mette in cascina

CALCIO - PROMOZIONE

tre punti fondamentali. Nella prima frazione di gioco però i rossoblu hanno sofferto la maggior verve dei torinesi. Guzzone è stato infatti costretto a superarsi sulle conclusioni di Suppo e Di Marco. Ma nel suo momento migliore il Caselle perde il suo uomo di punta, Greco Ferlisi, espulso al 25' . Da qui in avanti cresce l'Orizzonti United che con l'ingresso di Torta in avvio di ripresa cambia marcia. E' proprio Torta al 21' della ripresa a sbloccare il risultato al termine di un'azione insistita. Nel finale l'Orizzonti chiude bene ogni spazio e sfiora il raddoppio in più di una circostanza.

ALLIEVI

L'Alicese lotta Crescentinese, Santhià-show ma si arrende quarto ko ne infila 12 ALICESE

0

VOLPIANO

2

Reti: 4' pt Amoruso, 43' pt Andreotti. Alicese: La Fontana, Branca, Valenti, Pane, Castelli, Marteddu (25' st Albergoni), Valrosso (1' st Videla), Arlone (35' st Antiga), Carnaroglio, Germano, Fiore. A disp. Zollo, Zancanaro, Peruginelli, Cisiano. All. Yon. Volpiano: Pinelli, Cavazzana, Zaccarelli, Scaturro, Di Benedetti, Valsecchi (30' st D’Agostino), Guastaferri, Parente, Santoro (37' st Menabò), Andreotti (7' st Ferone), Amoruso. A disp. D’Auria, Cairola, Scirè, Cravero. All. Parente. Arbitro: Costa di Novara. Note: ammoniti Marteddu (A), Zaccarelli, Guastaferri (V).

Una buona Alicese vende cara la pelle al cospetto della corazzata Volpiano, ma alla fine deve cedere con un classico 0-2. L'undici di Ugo Yon parte a spron battuto, ma al 4' incassa una ripartenza che risulta letale: due passaggi e il Volpiano è in porta con Amoruso che veste i panni del killer e giustizia La Fontana. L'handicap iniziale non scoraggia i castellani che si rimboccano le maniche e continuano a giocare a viso aperto. La gara vive il suo momento clou nel finale di primo tempo perché al 41' viene annullato per una dubbia posizione di offside il pareggio a Carnaroglio. Poi 120" più tardi Andreotti da distanza siderale inventa una sassata che incenerisce La Fontana e gonfia la rete biancogranata per la seconda volta. Nella ripresa, nonostante la generosità dei castellani, il punteggio non muta.

CRESCENTINESE

1

MATHI LANZESE

2

Reti: 9' pt Diop (C), 12' st Trussardi (M), 35' st Villì (M). Crescentinese: Loddo, Marocco, Veronese, Vianello, Pellicano, Rotolo, Pacelli, Pergola, Aldrovandi (9' st De Nicolò), Rognetta, Diop (15' st P. Ortalda, 22' st Careggio Andrea). A disp. Piccolo, Firrarello, Biscaro, L. Ortalda. All. Berardi. Mathi Lanzese: Cuppone, Borla Tridon, Trussardi, Macario (20' st Villì), Valpreda, Marrone, Franzino, Magnetti, Volpe (38' st Machetta), Franzoso, Bortolini. A disp. Scarano, Melillo, Lenza, Perotti, Abbagnale. All. De Vita. Arbitro: Cimmarusti di Novara. Note: ammoniti Veronese (C), Pacelli (C), De Nicolò (C), Borla Tridon (M), Franzino (M) e Magnetti (M).

Nulla da fare per la Crescentinese che contro il Mathi Lanzese incassa la quarta sconfitta stagionale e resta a quota 0 punti in classifica. E dire che la partita di domenica era iniziata nel migliore dei modi per i granata: al 9' infatti Rognetta imbeccava in area Diop, lesto a controllare, a girarsi e a battere Cuppone in uscita. Gli ospiti reagiscono e si fanno pericolosi dalle parti di Loddo che fa comunque buona guardia. Al 12' della ripresa il Mathi Lanzese impatta con Trussardi che sfrutta un velo dell'ex Volpe e trafigge Loddo. Gli ospiti continuano a spingere sull'acceleratore sfruttando le difficoltà dei padroni di casa. Loddo mette una pezza qua e la, ma non può nulla sul guizzo decisivo di Villì nei minuti finali.

VILLANOVA

1

ORIZZONTI UTD

10

Reti: 5' pt, 11' pt, 15' pt e 4' st Caligiuri, 19' pt Atzeni, 26' pt Trusciglio, 12' st e 28' st M. Fasolato, 18' st e 20' st Gilotto. Orizzonti United: Sofian (10' st Maselli), Sandri (7' st Ottino), Donetti, Gavoto, Manzo, Le Rose, Atzeni (11' st Cassina), Lombardo (11' st Gilotto), Caligiuri, Trusciglio, M. Fasolato. All. Trusciglio.

LIVORNO F.

2

CANADA'

2

Reti: 6' pt Pavkovic, 43' st D'Andrea. Livorno Ferraris: Castillo, Ciuciudau, Jotan, Gumur, D'Andrea, Mocca, Bavera (10' st Belvisotti), Menaldo, Cavalcante, Pavkovic, Sferlinga (1' st Hidane). A disp. Bobba, Pasteris, Munì. All. Sirufo.

LG TRINO

1

SERRAVALLESE

2

Rete: 10' st rig. Sami. LG Trino: Reale, Genesi, Ballan, Bouhabass, Ziat, Tedeschi (5' st Cancilla), Coppo, Sami, Gullo (15' st Achamouti), Dellacasa, Cannella. All. Curci.

V. VERCELLI

2

SANTHIA'

12

Reti: 19' pt e 18' st Boggiani, 28' pt e 36' pt Tourabi, 32' pt Belaeraj, 38' pt Oppezzo, 7' st Curci, 15' st Ballario, 22' st Bobba, 26' st Fontanazza, 29' st e 33' st Haddar. Santhià: Grazio (21' st Mambrito), Fontanazza, Curci, Bobba, Ballario, Cardinale, Rovito (1' st Alice), Tourabi (1' st Rebora), Boggiani, Oppezzo (16' st Haddar), Belaeraj. A disp. El Azhari. All. Romeo.


20

SPORT

Mercoledì 25 settembre 2013 - Anno 8 numero 35

CALCIO - 2a CATEGORIA

CALCIO - CSI A 11

Livorno corsaro: 3-1 Pro Palazzolo impatta

Borgo d'Ale cede la Supercoppa

CANADA'

1

PIEMONTE SPORT

1

LIVORNO FERRARIS

3

PRO PALAZZOLO

1

Reti: 34' pt F. Traversini (L), 17' st rig. Patriarca (C), 27' st Buccoliero (L), 48' st Gaida (L). Canadà: Ciresa, Bessi, Nicolao (16' st Calliera), Frisina, Iscaro, Valeriano, Virdò (34' st Cacciottoli), Medri (29' st Borgognoni), Cassetta, Patriarca, Bolco. A disp. Bessi, Pelaia, Virgone, Hajoubi Abdel. All. Bessi. Livorno Ferraris: Biolatti, Jorio (37' st Peruginelli), Maranto, Germano,Molpen, L. Armelin, N. Armelin, Buccoliero, F. Traversini (27' st Mazza), Gaida, Pola (33' st Tarantino). A disp. Traversini, Nardin, Di Battista. All. La Loggia. Arbitro: Bonadies di Vercelli.

Reti: 26' pt Innocente (PP), 24' st Ciampanelli (PS). Piemonte Sport: Locatelli, Pepaj, Criaco, M. Licata, Paladino (19' st Tessarin), Paradiso, Fusco, L. Licata, Ciampanelli, Di Cesare, Lumia (36' st Pennisi). A disp.: Balossino, Ciancimino, Bonacina, Rescinito, Croce. All. Storani. Pro Palazzolo: Gagnone, Tortora, Pasquali, Gallo, Debernardi, Casamassima, Poy, Cognasso (20' st Rosso), Tricerri (13' st Florea), Innocente (39' st De Andreis), Rega. A disp. Cancilla. All. Canepa. Arbitro: Arancio Savio di Vercelli. Note: ammoniti M. Licata, Paradiso (PS), Rega (PP).

Bella vittoria esterna del Livorno Ferraris che passa 3-1 sul campo del Canadà e cancella la delusione della prima giornata di campionato. La gara è intensa e le due squadre si danno grande battaglia soprattutto in mezzo al campo. Il risultato si sblocca al 34' quando Traversini è lesto a risolvere una concitata mischia nell'area locale. I livornesi mantengono il vantaggio �ino all'intervallo. Nella ripresa la partita diventa ancora più vibrante. Il Canadà pareggia al 17' grazie ad un calcio di rigore parecchio contestato dagli amaranto. Al 27' il Livorno Ferraris passa nuovamente a condurre grazie a Buccoliero, abile a dribblare due avversari e far secco il portiere con un preciso diagonale. La s�ida diventa concitatissima nei minuti conclusivi. Il Canadà usufruisce di un secondo calcio di rigore, anche questo apparso alquanto dubbio. Questa volta dagli undici metri si presenta Frisina che angola troppo l'esecuzione e centra il palo. In pieno recupero arriva il sigillo ospite �irmato da Gaida che mette la parola �ine alla contesa.

Primo punto stagionale per la Pro Palazzolo che impatta 1-1 sul campo del Piemonte Sport. Risultato giusto tra due squadre che hanno giocato a viso aperto per tutti i 90'. Nella prima parte di gara le emozioni scarseggiano. Per vivere un sussulto bisogna attendere il 26' quando gli ospiti passano a condurre. Tricerri lavora un bel pallone sulla tre-quarti e indovina il corridoio vincente per mettere Innocente a tu per tu con Locatelli: la punta non si fa pregare e insacca con freddezza. Prima dell'intervallo arriva la reazione del Piemonte Sport, ma Gagnone si fa trovare pronto sulla staf�ilata di Ciampanelli. Dopo il riposo, i padroni di casa entrano in campo con una maggior cattiveria agonistica e cingono d'assedio l'area palazzolese. Dopo un paio di tentativi infruttuosi, al 24' arriva il gol del pareggio: gran giocata di Lumia che appoggia la sfera a Ciampanelli, botta dal limite e Gagnone è battuto, complice anche la sfortunata deviazione di un difensore ospite. Nel �inale la Pro s�iora il successo con un pallonetto di Rosso che centra la traversa.

Matteo Buccoliero (Livorno F.)

CALCIO - 3a CATEGORIA

Supercoppa amara per il Borgo d’Ale. I vincitori dello scudetto 2013, a Trino hanno dovuto arrendersi 0-3 alla Tricerrese, che ha così dimostrato a tutti di essere la squadra da battere nel campionato cadetto. Mattatore dell’incontro Marco Riccobono. Era lui dopo appena 3' di gioco a sbloccare il risultato con un diagonale di sinistro. Gli uomini di Naborrini subivano il colpo e arrancavano per tutto il primo tempo. Nella ripresa s�ioravano al 10’ il pareggio con Greppi, poi si arrendevano, colpiti al 21’ e al 23’ ancora da Riccobono. Nella s�ida che ha inaugurato la serata trinese, valevole per la Supercoppa Fair Play, è stato il Caresanablot a imporsi con il medesimo risultato sul Casale ’90. Nel weekend sarà tempo di campionato. In Serie A il neopromosso MiViDa sarà ospite domani alle 20,45 del Celtic 2009 a Pezzana; sabato alle 15 il Trino ’04 farà visita all’Olcenengo, ma soprattutto è in programma il derby tra Borgo d’Ale e Santhiatese. In B venerdì alle 20,45 Vale Livorno-Rivese, sabato alle 15 Warriors-Vinzaglio a Fontanetto e Quinto X Umbi-Nuovi Amici Bianzinesi. STEFANO TUBIA

CALCIO - 3a CATEGORIA

Il Tronzano si sveglia tardi Saluggese, l'inizio è in salita VIVERONESE

2

TRONZANO

1

Rete: 10' st Maimone. Tronzano: Ronza, Berti, Messano, Bonomelli, Fragali, Landucci (1' st Bonvissuto), Hrati, Ditella, Barresi (5' st Maimone), Nocito (10' st Veronesi), J. Battel. A disp. C. Battel, De Vita, Mazza, Rapisarda. All. Fardin.

Un battagliero Tronzano esce scon�itto dalla trasferta sul campo della Viveronese. La squadra allenata da Mauro Fardin ha pagato una prima frazione piuttosto timida che ha visto i lacustri prendere il sopravvento e andare in rete per due volte. Nella ripresa il Tronzano è tornato in campo decisamente più battagliero e ha ridotto le distanze con un colpo di testa di Maimone.

VOLLEY VARIO

Cigliano ko in Coppa Piemonte CIGLIANO

0

ROMAGNANO

3

Parziali: 7-25; 17-25; 19-25.

OVADA

2

CIGLIANO

1

Parziali: 22-25; 25-15; 25-17. TD Grissini Cigliano: Mosconi, Sonetto, Benedusi, Ardissino, D’Angelo, Gasic; Ariagno (L), Andorno Okafor, Remus (L2). N.e. Bellotto, Mat. Bono, Farjaoui, Santhià. All. Mar. Bono.

Sta lavorando bene la Stamperia Alicese in vista del debutto in B2 maschile. Due i test-match vinti nei giorni scorsi a Santhià dal team di Manavella, venerdì sera con il Biella Volley di pari categoria (3-1), e sabato con il Volley Novara (3-0), pur perdendo in entrambi i casi il set supplementare. La Coppa Piemonte femminile si è aperta per il Cigliano con 1 punto in 2 partite. Domenica sul terreno amico di via Moncrivello il gruppo di Marco Bono, rinforzato dalla centrale Benedusi (ex Gattinara) e con molte gio-

VIRTUS SALUGGESE

0

IVECO CALCIO

2

Virtus Saluggese: Salvato, Peruzza, Boggio, Anselmino, Picco, Rigamonti, Chiarenza, Duò, Bernini (1' st Bolognesi), Anania Amerigo, Actis Moreno (30' st Mapelli). A disp. Biganzoli, Torasso, Berardi. All. Crovella.

NOTIZIE IN BREVE BOCCE ALICE CASTELLO Ha preso il via il 4° Trofeo Ricambi Auto È iniziata lunedì la gara notturna a coppie CD/DD a poule di Alice Castello, organizzata dalla Società Boccio�ila Alicese in collaborazione con la C.D.A. spa, ribattezzata pertanto “4° Trofeo C.D.A. spa Ricambi Auto”, e autorizzata dal Comitato Provinciale Fib. Sedici le formazioni in lizza per la vittoria �inale presso l’impianto di via Cossano. Nella settimana in corso si gioca tutti i giorni da lunedì a giovedì con inizio alle 21 per un tempo di massimo di 2 ore e 30 minuti. Lunedì 30 sono in programma i recuperi, poi martedì 1° ottobre andranno in scena i quarti di �inale, mentre la conclusione è prevista per mercoledì 2 con la disputa di semi�inali e �inale.

JUDO TRINO La Marmar ha vissuto un week end intenso Weekend di lavoro pro�icuo, lo scorso, per la Marmar Trino. Sabato il direttore tecnico Davide Martuzzi ha partecipato in rappresentanza del club allo stage di Gattinara, che ha visto la partecipazione di decine di atleti da numerose regioni d’Italia e dall’estero, tenuto dai tecnici collaboratori della Nazionale Paolo Natale e Laura di Toma. Domenica grande af�lusso allo stand della Marmar in occasione della Festa dello Sport di Trino, rinviata di una settimana per maltempo. Sia adulti sia bambini hanno fatto la coda per provare gli esercizi previsti dal club. Imminente intanto la pubblicazione delle gare provinciali Fijlkam per la stagione 2013/2014.

BASKET Due novità in casa Ecs Crescentino

La notizia tanto attesa, il ripescaggio in Promozione, si fa ancora attendere a Trino. I segnali sono più che incoraggianti: il Comitato Regionale Fip ha prolungato di una settimana, �ino a domenica scorsa, i termini per l’iscrizione e voci non uf�iciali danno per iscritte 43 squadre delle 52 aventi diritto. Intanto il team di Francesco Tricerri prosegue gli allenamenti ed è reduce da un amichevole con il Valenza, battuto giovedì 78-62 sull’arco di cinque periodi da 10 minuti. Oggi altro test a Trecate. A Crescentino, in casa Ecs, rinnovate due cariche sociali: nel direttivo presieduto da Davide Rosmo sono entrati Mariano Lacavalla (vicepresidente) e Marina Giraudo (tesoriera).

TIRO CON L'ARCO CRESCENTINO Si gareggia domenica 29 a Villamiroglio

Andrà in scena domenica a Villamiroglio (Al) la gara tipo Battuta organizzata dagli Arcieri del Monferrato 01Celt, valevole per il campionato Fiarc Piemonte/Liguria. Un centinaio gli iscritti all’appuntamento, che si ritroveranno alle 8,30 per le pratiche di rito prima di inoltrarsi per le piazzole sparse lungo il percorso. La sezione crescentinese del club presieduto da Franco Finello è reduce dai buoni risultati ottenuti nella gara Percorso di Forno Canavese (TO) di domenica 15. Tra i Cacciatori successo di Edy Bergantin con il Longbow (337 punti); al 2° posto nello Stile Libero Alessandro Mellone con uno score di 435; con il ricurvo 5° Davide Zuaboni (277).

CICLISMO Profumo si impone a Caltignaga

Non è particolarmente fortunato il ritorno in campo per la Virtus Saluggese. La squadra allenata da Maurizio Crovella cade in casa al cospetto dell'Iveco Calcio per 2-0. I bianconeri giocano una gara generosa creando parecchi pericoli alla porta dei torinesi che, per le grandi parate del numero uno e per un paio di salvataggi nei pressi dei difensori quando ormai si stava già gridando al gol, resta inviolata. L'Iveco con grande cinismo ha sfruttato le occasioni.

Con un guizzo dei suoi Samantha Profumo ha conquistato la vittoria nel prestigioso Memorial Felice Lorenti. All'appuntamento di Caltignaga, organizzato dall'Asd Novara che Pedala, la forte portacolori del Pedale Borgodalese si è imposta al termine di una corsa che si è disputata sul �ilo dell'equilibrio. Profumo ha regolato allo sprint Monica Pavanati della Ciclistica Medese e Silvia Bertocco del Velo Club Valsesia. In terra novarese era presente anche Guido Mello Rella, anche lui del Pedale Borgodalese, che si è classi�icato quarto nella gara riservata ai Veterani. Va segnalato, in�ine, il decimo posto di un altro borgodalese, Livio Civardi, nella categoria Supergentlemen A.

KICKBOXING TRINO - VITTORIA POLLONE E' LA NUOVA CAMPIONESSA EUROPEA

Fantastica impresa di Vittoria Pollone, che in Polonia si è laureata campionessa europea di Kick Light tra le Cadette al limite dei 65 kg. Sul tatami di KrynicaZdroj la giovane trinese, nata il 13 marzo 1999, ha mostrato una grande condizione �isica e una determinazione senza pari. Nella �inale non ha lasciato scampo all’avversaria, Džejlna Piro dalla BosniaErzegovina, che ha dovuto arrendersi in appena 30 secondi. «Mi ha fatto davvero un bel regalo con questo successo nel giorno del mio 42° compleanno», commenta Cristiano Bertolina, presidente del club di Vittoria, la Mvnera Trino. «È la prima campionessa

di questo livello in assoluto tra il chivassese e il basso vercellese. Ha tutte le carte in regola per ottenere grandi risultati per tanti anni». Al settimo cielo anche Manuela, la madre di Vittoria: «È stata un’emozione fortissima. Ha fatto dei grandi sacri�ici per arrivare così in alto». Sempre in ambito azzurro il responsabile della sezione di Cigliano dell’Action Team Italia, Simone Barbiere, è pronto per tornare nel giro della Nazionale seniores dopo aver superato un serio infortunio. Domenica affronterà un ritiro con la Nazionale e i tecnici federali valuteranno le sue condizioni in vista dei prossimi appuntamenti.

PODISMO CIGLIANO

Ivana Gasic

Per i Diavoli Rossi risultati più che positivi sia a Gaglianico che a Caselle

vani in panchina, ha ceduto 0-3 al Pavic Romagnano, formazione di C. Senza storia il primo set, dominato dal Toninelli spingendo molto in battuta, mentre nei due successivi c’è stato più equilibrio. Ottimo avvio con l’Ovada, battuto nel primo parziale, poi le alessandrine hanno messo la freccia dimostrando più freschezza atletica. Poco male, comunque, per la T.D. Grissini, che sta usando la Coppa solo per trovare una quadratura in vista del campionato. Domenica dalle 17 s�ide ad Arquata Scrivia (AL) con il Casale e le locali.

Ancora in evidenza il settore giovanile dell’Asd Podismo di Sera che sabato 21 settembre, sull’anello azzurro della pista di atletica di Gaglianico (Bi), hanno ottenuto tutti risultati eccellenti. Matteo Pontiroli (Esordienti C), Alberto Bellotto e Alessio Bertoncin (Esordienti B), Mohamed Labouzi e Sebastiano Marchetti (Esordienti A), hanno disputato i 50 m. piani, i 300 m. e il salto in lungo con ottimi risultati complessivi e con alcuni piazzamenti individuali di rilievo. Prima posizione di Pontiroli nella gara dei 300 metri piani e di Bertoncin nel salto in lungo con la misura di 3m e 23 cm. Seconda piazza per Labouzi nei 300 metri e ter-

zo posto per Bertoncin sempre nei 300 m. piani. Per la categoria Ragazzi/e, a rappresentare la

società ciglianese erano presenti Mattia Regis e Valentina Pontiroli, i quali hanno gareggiato en-

trambi sulle distanze di 60 e 600 metri piani. Nuova vittoria per Mattia nella gara dei 600 metri

e ottimo piazzamento a ridosso del podio anche per Valentina sui 60 m. piani. Terminata la giornata per il settore giovanile, domenica 22 settembre è stata la volta degli adulti che hanno gareggiato a Caselle (To). Il “33° Gran Premio Casellese”, gara su strada di 8,5 km ha visto ai nastri di partenza, a difendere i colori sociali: Bruno Carlino, Francesco Petrino (8° Categoria Senior), Graziano Zanovello, Doru Ruffa, Flavio Regis, Giulio Pontiroli, Ilario Venturino, Cristina Bausano,Elena Pagliero e Eleonora Maf�i. La loro prestazione collettiva ha permesso alla società di classi�icarsi al 14° posto.


Veni l'autunnu / scura cchiù prestu l'albiri peddunu i fogghi / e accumincia 'a scola da' mari già si sentunu i riuturi / e a' mari già si sentunu i riuturi.

Franco Battiato, Veni l'autunnu, in "Fisiognomica", 1988

CULTURA E SPETTACOLI

21

Il Festival da venerdì 27 a domenica 29

Venerdì sera la 14a edizione della rassegna curata da "Il Quadrifoglio"

I coristi a Borgo d'Ale

Al Jazz:Re:Found di Vercelli c'è anche Ludovico Einaudi

Al salone "Fiorano" lo Scricciolo di Cameri e i torinesi CantoriInNote BORGO D'ALE. Con la festa patronale di San Michele torna un appuntamento ormai tradizionale per Borgo d’Ale, la rassegna curata dal Coro alpino Il Quadrifoglio, quattordicesima edizione. Venerdì 27 settembre saliranno sul palco del polivalente il Coro Scricciolo di Cameri e i CantoriInNote di Torino. Il coro maschile di canto popolare Lo Scricciolo, diretto dal Maestro Armando Travaini, nasce nel 1980 da un gruppo di amici aggregati all’Associazione Nazionale Alpini di Cameri. Intorno al nucleo principale del canto “alpino” l’ensemble spa-

Venerdì a Crescentino

Il Concerto degli Arcangeli in San Michele

Il gruppo polifonico CantoriInNote

zia dalle melodie popolari agli spiritual alle opere più moderne. Partendo dalla ricerca e l’armonizzazione di antichi brani del folklore camerese e scrivendo canti propri sia in lingua che in dialetto locale ha realizzato sperimentazioni di canto abbinato alla ricerca

Il Coro Scricciolo

dell’immagine e del colore. Il gruppo polifonico CantoriInNote prende le mosse da un’esperienza di laboratorio corale svoltasi per alcuni anni nella scuola elementare “Calvino” di Moncalieri, strutturatasi nel tempo fino a divenire un coro di adulti all’in-

Il pianista e compositore Ludovico Einaudi

terno dell’Associazione VociInNote. Guidato dal Maestro Roberto Giglio, propone brani polifonici dal Rinascimento sacro e profano fino ad arrivare agli stili contemporanei. Da quest’anno il gruppo vocale collabora con la docente di vocalità Marcella

Polidori e propone un laboratorio di alfabetizzazione musicale. Claudia Carra

Venerdì 27 settembre, ore 21, salone polivalente “Giovanni Fiorano”, Borgo d’Ale.

CRESCENTINO. (s.b.) A fine mese si ricordano gli arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele, momento adeguato per una serata di musica nella confraternita di San Michele. Lo spunto arriva anche dal recente lavoro di pulizia e accordatura dell'organo, rifatto a metà Ottocento su una base settecentesca. Il “Concerto degli Arcangeli” si terrà venerdì 27 settembre alle 21; all'organo il maestro Davide Cortese accompagnato alla tromba dal collega Rino Messineo in un repertorio piacevole e affascinante. Venerdì 27 settembre, ore 21, Confraternita di San Michele, Crescentino.

VERCELLI. (e.p.) Dal 27 al 29 settembre a Vercelli torna l Jazz:Re:Found Festival: sesta edizione di una manifestazione che nel corso dei suoi tre giorni ospiterà numerosi concerti di star nazionali e internazionali. Dopo la serata di presentazione avvenuta il 21 settembre, durante la quale si è esibito il duo Tiger & Woods, l’ospite principale della manifestazione sarà Ludovico Einaudi, pianista e compositore torinese di fama mondiale, che arriverà a Vercelli nella serata di venerdì 27 settembre con una tappa del suo tour “In a time lapse tour 2013”. Dopo la pubblicazione dell’omonimo album, avvenuta nel 2012, Einaudi

Oggi e domani due eventi presso il Seminario arcivescovile Domenica 29: l'edizione di quest'anno ha come tema "la natura e l'ambiente"

A Vercelli la "Festa dei Popoli" La Giornata europea di cultura ebraica

dall’inizio del 2013 è già salito sui più prestigiosi palchi europei ma anche internazionali accompagnato da un ensemble di undici musicisti, ottenendo sempre un enorme successo di pubblico e critica. Durante le altre giornate del festival si esibiranno numerosi artisti rinomati di tutti i generi i musicali, dall’house di Dimitri From Paris, all’hip hop tradizionale di Dj Goff, passando per Floating Points, Falty DL e Ralf. Tanti stili e tanti generi che mettono a confronto diverse generazioni. Venerdì 27 settembre, ore 21.30, Teatro Civico, Vercelli. Biglietti: da 35 a 50 euro (prevendite su www. ticketone.it) Per informazioni http://jazzrefound.it/ Venerdì a Saluggia

Si presenta il romanzo Sabato 28 al parco Kennedy gli stand delle associazioni e delle comunità A Vercelli la presentazione di un saggio e un concerto nella sinagoga di Aurelia Matteja VERCELLI. (s.b.) Buona partecipazione di pubblico agli eventi d'apertura di “Aspettando la Festa dei Popoli”, che proseguono mercoledì 25 settembre con “Donazioni, trapianti e religioni”, alle 21 presso il Seminario arcivescovile, per un confronto tra metodi scientifici e modelli culturali. Domani, giovedì 26, dalle 9 alle 16 sempre al Seminario, la rassegna “#cittadinsieme” analizzerà cittadinanza e diritti in Italia; sarà seguita alle 17.30 nella libreria Sant'Andrea dalla presentazione del libro Città plurali di Maurizio

Daniela Mosca

Ambrosini, evento curato dalla Pastorale Universitaria della Diocesi. Chiuderà la prima parte della manifestazione “Dove affondano le radici della cittadinanza: il senso di

identità ed appartenenza”, dialogo con Fabio Geda alle 18 in piazza Cavour, promosso dagli Amici della Biblioteca di Crescentino. La Festa si terrà sabato 28 al Parco Kennedy, dove dalle 15 si apriranno gli stand delle associazioni di volontariato e delle comunità straniere del Vercellese. Ciascuna proporrà attività e presenterà prodotti artigianali, testimonianze, esibizioni. Anche i visitatori potranno essere parte attiva partecipando al bookcrossing di libri in lingue straniere. In chiusura, dalle 18 degustazione multietnica.

VERCELLI. (s.b.) La Giornata europea di cultura ebraica si festeggerà domenica 29 settembre. Ad appena una ventina di giorni da Rosh Hashanah, capodanno, le comunità celebrano questo evento, che per l'edizione 2013 avrà come tema la natura e l'ambiente. A Vercelli la ricorrenza sarà aperta alle 15 da Dario Arkel, saggista e scrittore, docente dell'Università di Genova, che nella biblioteca della Comunità presenterà in anteprima il suo saggio Il pianeta condiviso: per una pedagogia della condivisione, che partendo dal

Dario Arkel

dibattito tra natura e storia, dall'antitesi fra essere e avere elabora un tracciato originale per riavvicinare l'uomo all'ambiente in cui vive, analizzando i principi delle posizioni attualmente al

centro del dibattito sociale e filosofico, dalla decrescita felice alla filosofia della condivisione. Presso la sinagoga, alle 17, il gruppo vocale strumentale Mirèjo proporrà Il canto della Natura nei salmi di Re Davide; la mezzosoprano Renata Stefani sarà accompagnata dai violini di Luisa Ratti e Enrico Groppo, dal violoncello della moncrivellese Valentina Ponzoni e dal clavicembalo di Simonetta Heger che eseguiranno musiche di Salomone Rossi, Benedetto Marcello, Johann Sebastian Bach e Georg Philipp Telemann.

A Monteu da Po e a Chivasso gli spettacoli delle rassegne organizzate dal Faber Teater Letture a Palazzo: Il volto quotidiano della Spiritualità

"Teatri di confine" si conclude con i Percorsi di sensi "A teatro" il laboratorio Falene. Storie dal Purgatorio

Ma liberaci dal sacro. Amen

CHIVASSO. Settembre porta la transizione del Faber Teater dalla rassegna “Teatri di confine” alla parte iniziale di “A teatro. Per una drammaturgia del territorio”. La prima si avvia alla chiusura con lo spettacolo Percorsi di sensi, che sarà presentato presso il sito di Industria, a Monteu da Po, domenica 29 settembre alle 11 ed alle 15. Il teatro è un ottimo mezzo per conoscere meglio un luogo,

CHIVASSO. (e.p.) Terzo e ultimo appuntamento dedicato a “Il volto quotidiano della Spiritualità” nell’ambito della rassegna “Letture a Palazzo”, che per il suo terzo anno consecutivo, in concomitanza con “Torino Spiritualità”, dedica il mese di settembre a questo tema. Nella serata di giovedì 26 settembre l’incontro finale vedrà protagonista Morena Baldacci, con una conferenza dal titolo “Ma liberaci dal sacro – Amen”. Nata a Pescara nel 1966, Morena Baldacci ha compiuto studi teologici presso il Pontificio Istituto Liturgico Sant’Anselmo di Roma. Attualmente insegna Liturgia presso diverse scuole e università diocesane oltre a lavorare presso l’Ufficio Liturgico Diocesano di Torino e a collaborare con varie riviste di carattere liturgico-pastorale. Giovedì 26 settembre, ore 21, Palazzo Rubatto, Chivasso. Ingresso libero. Per informazioni www.unitrechivasso.it.

che può dare stimoli diversi e originali all'azione scenica, mutuandoli dall'ambiente circostante; la scelta di un sito archeologico è indubbiamente ispiratrice. È obbligatoria la prenotazione. Non è ancora stata stabilita la nuova data per la rappresentazione prevista a Verrua Savoia domenica 15 settembre e rimandata per il maltempo. Per “A teatro” venerdì 27 settembre alle 21 a Chivasso, presso la sede del Faber al campus delle

Associazioni, in via Baraggino, casetta 7, si terrà Falene. Storie dal Purgatorio. Le falene, attirate dalla luce, sono metafora e immagine delle anime vaganti, personaggi proposti a lume di candela dagli allievi del Laboratorio Teatrale Dante. L'ingresso è gratuito, la prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni 011.6993077, 349.2638032, www.fabeteater.com. Silvia Baratto

Giovedì sera a Chivasso una conferenza di Morena Baldacci

Morena Baldacci

Aurelia Matteja

SALUGGIA. (c.car.) Un ritorno alle radici per Aurelia Matteja, che presenterà La modista di Albachiara venerdì 27 settembre presso la Sala Consiliare del comune di Saluggia, suo paese natio. L’autrice visse infatti nella località del vercellese fino ai 24 anni, quando si trasferì nel Lazio. Sposata, due figli, vive ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma. Ha scritto numerosi racconti ricevendo diversi premi. La modista di Albachiara è il suo primo romanzo, pubblicato da Sensoinverso edizioni di Ravenna. Il libro è incentrato sul personaggio di Anna, felicemente fidanzata e attiva come creatrice di cappelli, la vita della quale cambierà in modo radicale con lo scatenarsi del secondo conflitto mondiale. La storia di una donna forte e determinata, suo malgrado, sullo sfondo dell’Italia dagli anni Trenta alla fine del secolo, che nel narrare di amori, scelte difficili e sacrifici ricostruisce la vita quotidiana e i suoi intrecci con le vicende di quel periodo. Venerdi 27 settembre, ore 21, sala consiliare del Comune di Saluggia.


22

cultura e spettacoli

Nelle sale in questi giorni, racconta il mondo della Formula Uno ai tempi in cui correva Niki Lauda Sabato e domenica nel salone “Nuova Torre” a Bollengo

Nel film Rush c’è anche un crescentinese Il Gruppo Archeologico Canavesano

Alessandro De Marco, che attualmente vive in Inghilterra, interpreta il team manager della Ferrari

festeggia i quarant’anni di attività

crescentino. (s.b.) È uscito da pochi giorni nelle sale Rush, l’ultimo film di Ron Howard, il celebre regista americano, sul mondo della Formula Uno ai tempi di Niki lauda e James Hunt; nel cast vi è anche un crescentinese, Alessandro de Marco, nel ruolo del team manager della Ferrari. Si è trasferito in Inghilterra da oltre dieci anni, ha seguito corsi di recitazione e la sua determinazione lo sta portando al successo. Non è stato facile, come spiega lui stesso: «in questo business, raggiungere un livello “sostenibile”, e per sostenibile intendo dire che ci si può permettere di fare soltanto questo nella vita, è molto difficile e il percorso è decisamente arduo per una moltitudine di fattori», i principali sono la competitività e «la sicurezza in sé stessi e nelle proprie potenzialità». Per chi vorrebbe seguire le sue orme De Marco consiglia di capire se «è veramente una passione»; in caso affermativo iscriversi ad un corso di recitazione, conoscere altri interessati e appassionati per creare qualcosa insieme e nel frattempo fare

Bollengo. (c.car.) Il Gruppo Archeologico Canavesano e il Comune di Bollengo stanno preparando i festeggiamenti per il quarantennale del GAC. La sua storia inizia infatti nel 1972: questi 40 anni dedicati alla ricerca e alla tutela del patrimonio archeologico del territorio partono dall’individuazione e documentazione del tracciato sotterraneo dell’acquedotto della romana Eporedia, poi Ivrea, e arrivano fino a oggi passando per la rilevazione dei resti del Pons maior della stessa città, il rinvenimento delle stele antropomorfe eneolitiche di Tina di Vestignè e molte altre scoperte, studi, mostre e pubblicazioni (Le Chiuse. Presenze barbariche tra Ivrea e Vercelli (1998), Eporedia 100 avanti Cristo (2001), Al di là del Po ci sono i Salassi. Archeologia a Pavone Canavese e nell’Eporediese (2003), Antichi segni sulla roccia. Mille e una coppella tra Paraj Auta e Canavese (2006)). Sabato 28 settembre alle 20.45 i soci volontari dell’associazione presieduta da Adele Ventosi ripercorreranno con parole e immagini le attività del gruppo dalle origini, inaugurando l’esposizione di fotografie e documenti che sarà visitabile anche domenica 29 dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 presso il salone “Nuova Torre”, in via Cossavella 2 a Bollengo.

Alessandro De Marco sul set con il regista Ron Howard

«tanto networking», avvicinare registi, produttori, «molte volte avere talento e un agente non basta». Un’esperienza all’estero può essere positiva, «confrontarsi con un altro Paese aumenta il bagaglio culturale oltre a far imparare una lingua diversa quale l’inglese, che oggi è diventata la lin-

gua per eccellenza. Purtroppo per molti potrebbe anche essere considerata una fuga, constatando la realtà che si sta vivendo oggi in Italia, ma una cosa è certa, fuga o no, le bellezze dell’Italia si impara ad apprezzarle molto di più quando non le si hanno più a portata di mano». Ormai De Marco ha lavorato più volte con attori e registi di talento, «è come essere arrivati a destinazione, anche se sono consapevole che il mio obiettivo sia ancora molto lontano». Sono state esperienze formative, come l’incontro con Bill Nighy nel 2006 e quello con Pierfrancesco Favino, durante le riprese di Rush. L’Italia gli manca molto, qui ha lasciato «il cuore, ma già allora sapevo cosa volevo». Per il futuro non mancano i progetti, infatti dovrà interpretare un vampiro e sta recitando in un cortometraggio che porterà a vari festival; più a lunga scadenza, sta lavorando con uno scrittore per realizzare un lungometraggio, se si girerà lo vedremo nelle vesti di un pretore romano. Per contattarlo su Twitter @ Ale_De_Marco o su Fb alessandrodemarco.actor.

A Vercelli fino al 6 ottobre una mostra sul pittore santhiatese che affrescò numerose chiese Chivasso: fino al 21 ottobre. Ricerca della perfezione e cura del dettaglio

In Santa Chiara le opere di Giuseppe Porta

Esposti anche i dipinti degli artisti riuniti nel cenacolo di Artes Liberales

“Impressioni, Espressioni”: a Palazzo Santa Chiara una personale della pittrice torinese Emma Pallaro

Vercelli.. (c.car.) Artes Liberales con il patrocinio del Comune di Vercelli e del Centro Servizi per il Volontariato presenta la mostra “Giuseppe Porta e la rivoluzione artistica rivisitata oggi”. Dal 29 settembre al 6 ottobre sarà infatti visitabile presso l’auditorium di Santa Chiara una ricca mostra, che intorno al nucleo centrale dell’attività del pittore ottocentesco accosta le opere degli artisti riuniti nel cenacolo di Artes Liberales. Giuseppe Pio Porta, detto Giüspin, nacque a Santhià l’8 ottobre 1878 in via Crocifisso 18 da Andrea e Caterina Dellarole e morì ad Asigliano il 2 novembre 1958. Orfano di padre, si iscrisse all’Istituto di Belle Arti di Vercelli una prima volta nel 1891 e riprese nel 1895. Conobbe Ambrogio Alciati frequentando gli stessi corsi. Con l’aiuto di Carlo Costa entrambi proseguiro-

chiVasso. Sarà aperta fino al 21 ottobre al primo piano di Palazzo Santa Chiara la mostra “Impressioni, Espressioni”, personale di Emma Pallaro inaugurata giovedì scorso. L’osservazione della natura e il modo in cui gli uomini si rapportano ad esso sono le principali fonti d’ispirazione dell’artista torinese, classe 1949, da tempo residente a Torrazza, costantemente alla ricerca della perfezione delle forme. Il percorso di Emma Pallaro si è avviato in laboratori di porcellane artistiche; successivamente ha ampliato il ventaglio delle proprie realizzazioni

Donna con ortensie, olio su tela di Giuseppe Porta

no gli studi a Milano, all’Accademia di Brera, dove furono allievi di Vespasiano Bignami e Cesare Tallone. Dopo un breve periodo di perfezionamento a Sanremo, Porta aprì bottega a Vercelli sul viale Garibaldi e si trasferì poi a Varese. A Milano ebbe l’apprezzamento di monsignor Civiati, che gli procurò alcuni incarichi impor-

tanti come il grande affresco nella chiesa del Ricovero Inabili di Milano, poi distrutta dai bombardamenti. Dopo la morte improvvisa del suo mecenate all’inizio degli anni Quaranta ritornò nella sua casa paterna di Asigliano. Tra i suoi affreschi si annoverano quelli delle chiese parrocchiali del SS. Salvatore a Vercelli, di Pertengo, Pezzana e Crescentino. Fu anche ritrattista. Un centinaio di opere tra oli e disegni si trovano in collezioni private, nel municipio di Asigliano, nella parrocchia di Pertengo e nelle chiese parrocchiali del basso Vercellese. Domenica 29 settembre–domenica 6 ottobre, martedì-sabato 16-19.30, domenica 10.30-12.30, 16-19.30, lunedì chiuso, auditorium Santa Chiara, Vercelli. Inaugurazione sabato 28 settembre, ore 17.30. Ingresso libero.

Emma Pallaro

appropriandosi dei segreti della decorazione a terzo fuoco, ottimale per dare colore in tutte le proprie sfumature, passando infine alla pittura a olio su tela. Negli anni ha frequentato corsi di perfezionamento ricevendo molti apprez-

zamenti per le tecniche adottate e per la cura del dettaglio. Significativi alcuni dipinti presenti all’esposizione: Bicicletta con cesto di fiori, simboli con ogni evidenza di un legame sentimentale, Ricetto, che vede al centro della tela un vecchio casolare trasformato in opera d’arte, e Il contadino, dedicato ai sacrifici che la vita agreste richiede. Stefano Tubia

Fino a lunedì 21 ottobre, lunedì-venerdì 9-12, martedì e giovedì 9-12, 15-17, Municipio di Chivasso. Ingresso libero.

Fino al 20 ottobre un’esposizione di tavole da gioco e percorsi tra pedine e dadi Alla libreria Mondadori fino al 27 ottobre

Al Museo Leone la mostra “Giochi dell’Oca” “Una bella mostriciattola” a Vercelli e riparte la rassegna per ragazzi “Pit Stop” con le sculture di Francesco Ceriani Vercelli. (c.car.) Il Museo Leone apre la stagione autunnale con la mostra “Giochi dell’Oca. Percorsi tra pedine e dadi dal 700 ad oggi”, che sarà visitabile fino al 20 ottobre. Un’esposizione di oltre cinquanta tavole di giochi dell’oca e altri cosiddetti “di percorso”, dal Settecento ai giorni nostri, provenienti da una collezione privata e mai presentati al pubblico prima d’ora. Questo divertente passatempo di tutti i bambini presenta anche curiose e variegate simbologie legate alla spirale di numeri, tipologia di gioco di cui abbiamo notizie da fine Cinquecento, quando nacque e si perfezionò tra la corte medicea e quella di Spagna. Hanno preso il via inoltre le visite guidate che caratterizzeranno i week end della mostra. In particolare sabato 28 e domenica 29 settembre, in occasione della manifestazione Vercelli Riso Expo, che coinvolgerà l’intero sistema museale vercellese sotto l’egida di “Una Città al Museo”, il Leone sarà in apertura straordinaria sabato dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 23 e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19. Le visite guidate alla mostra sa-

Vercelli. (c.car.) Dal 29 settembre al 27 ottobre “Una bella mostriciattola” approda alla libreria Mondadori di Vercelli. Questo il nome scelto per l’esposizione delle opere dello scultore Francesco Ceriani. Studi all’Accademia di Brera e al Politecnico di Milano, docente di Discipline plastiche al Liceo artistico statale di Milano dal 1975, così l’artista magentino presenta questa collezione di piccoli oggetti: «Io faccio degli oggetti da guardare, non per vederci sopra delle figure modellate o dipinte ma per mostrarne la qualità del materiale di cui son fatti, proprio perché il materiale

può uscire dalla sua dimensione utilitaria e collaborare all’invenzione di un’immagine e di una composizione spaziale. Con l’avvertenza che del materiale in sé m’importa un fico». Le opere in mostra creano un percorso artistico in cui le sculture si intrecciano alle storie che evocano e alle parole che vi risuonano. Sarà visibile in questa occasione anche il piccolo libro d’artista C’era una volta, stampato da Alberto Casiraghy nella pregevole collana Pulcinoelefante, che unisce un testo di Alessandro Barbaglia ad un’immagine di Ceriani.

Lo scultore Francesco Ceriani

Da domenica 29 settembre a domenica 27 ottobre, libreria Mondadori, Vercelli.

Fino al 6 ottobre nelle sale dell’ex Biblioteca Civica di Chivasso

L’arte in movimento di Aldo Piccione Attività didattica al Museo Leone

ranno sabato alle 17 e alle 21 e domenica alle 16.30 e non è necessaria prenotazione. Al prezzo ridotto di 5 euro, valido per tutti e per tutto il week end in occasione di Vercelli Riso Expo, sarà possibile visitare mostra e museo, mentre l’ingresso sarà come sempre gratuito per i possessori della tessera Abbonamento Musei. Ancora domenica 29 dalle 15 si terrà a battesimo la

rassegna per ragazzi “Pit Stop”, con un’attività speciale legata alla mostra, durante la quale i giovani amici del Museo, di età compresa tra i 6 e i 12 anni, dopo una breve visita all’esposizione, potranno ricreare un tabellone dell’Oca che poi resterà loro come ricordo. Prenotazione obbligatoria al 348.3272584 oppure scrivendo a didatticamuseoleone@tiscali.it.

chiVasso (s.t.) Fino a domenica 6 ottobre sarà possibile visitare presso le sale dell’ex Biblioteca Civica, in piazza Generale C.A. Dalla Chiesa 5, la mostra “Evoluzione: arte in movimento. 19702013”, personale del pittore Aldo Piccione. Originario di Bari, dove è nato nel 1942 diplomandosi all’Istituto Statale di Arte e frequentando l’Accademia delle Belle Arti, Piccione si è trasferito da molti anni

nel torinese e vive a Germagnano, nelle Valli di Lanzo. La mostra, inaugurata venerdì scorso e patrocinata dall’Assessorato alla Cultura di Chivasso, è la diciottesima della sua carriera. L’artista ha dimostrato nel corso degli anni di sapersi districare agevolmente tra l’utilizzo della tela e il ricorso alle installazioni e tra gli stili figurativo e astratto, con una forte carica espres-

sionistica. Protagonisti delle sue opere personaggi sofferenti, non di rado operai, che rivendicano la propria dignità. Particolare attenzione merita, all’interno della mostra, la sezione dedicata al “Tema Sociale del Lavoro”, con opere risalenti agli anni Settanta e Ottanta che dimostrano una sorprendente attualità. Fino a domenica 6 ottobre, lunedì-venerdì 15-18.30, sabato 5

Un’installazione di Piccione

ottobre 15-18.30 e domenica 6 10-12.30 e 15-18.30, ex Biblioteca Civica, Chivasso.


agenda

COSA SUCCEDE IN PAESE

 

23

Le segnalazioni vanno inviate a: la Gazzetta via Mazzini, 103 13044 Crescentino (Vc)

@

Indirizzo email: posta@lagazzetta.info Fax: 178 2775237

Venerdì sera al castello una conferenza organizzata da “Orto Etico”. Obiettivo: creare una filiera locale MERCOLEDÌ 25

“Riscoprire la canapa”: se ne parla a Moncrivello

MONCRIVELLO. Venerdì 27 settembre alle 20 al castello di Moncrivello si terrà la conferenza “Riscoprire la canapa”. L’incontro è organizzato dall’associazione culturale “Orto Etico” con il patrocinio del Comune di Pavone e la collaborazione di AssoCanapa, Aiab in Piemonte (Associazione Italiana di Agricoltura Biologica) e associazione culturale Duchessa Jolanda. La serata si aprirà con un buffet di degustazione con prodotti alimentari a base di canapa e prodotti agricoli biologici provenienti dalla aziende agricole associate a Orto Etico, alle 21 interverrà Cesare Quaglia del direttivo nazio-

nale di AssoCanapa e, a seguire, una tavola rotonda che vedrà la partecipazione delle associazioni sindacali degli agricoltori, di rappresentanti di Confagricoltura, Confindustria, Cna, amministratori ed imprenditori. La coltura della canapa per millenni, almeno fino agli anni Cinquanta, è stata estesamente praticata nel Canavese, tanto da dargli il nome. È un prodotto estremamente versatile: può essere un utile rimedio di medicina naturale contro l’arteriosclerosi, il colesterolo, l’artrosi, come antal-

gico e come anti-age; con l’olio di canapa si confezionano intere linee cosmetiche, la farina può essere utilizzata per la produzione di pane, pasta e dolci, mentre la fibra viene impiegata per la produzione di tessili e corde robustissime, per la realizzazione di pannelli termici isolanti e mattoni ecologici. Inoltre, valutando l’impatto ambientale, la sua coltivazione è altamente sostenibile: la pianta cresce velocemente, richiede poca acqua, non necessita l’uso di diserbanti ed aiuta a reintegrare il terreno di sostanze fertili.

L’ostacolo principale al decollo della coltivazione e dell’utilizzo della canapa è la mancanza di una filiera a livello locale, che rende non economica la coltura a causa dei costi del trasporto. Orto Etico intende trovare una soluzione al problema, con l’auspicio di iniziare a creare una rete di soggetti che lavorino “dal basso” in modo coordinato e sinergico per dare nuove prospettive all’agricoltura del Canavese, al di là delle colture imposte dall’agricoltura convenzionale dominata dagli interessi delle multinazionali.

• CRESCENTINO, “Torneo dei Rioni” In piazza Matteotti alle 20.30, seconda eliminatoria del torneo di basket. • VERCELLI, convegno “Donazioni, trapianti e religioni” Al Seminario Arcivescovile alle 21, nell’ambito degli appuntamenti di “Aspettando la Festa dei Popoli 2013”, con Raffaele Potenza e Anna Guermani del Centro Regionale Donazioni e Prelievi della Regione Piemonte e Valle d’Aosta e l’antropologa Elena Messina, organizzato dalle associazioni Acti, Aido, Aned, Anolf e Avis.

Raffaele Potenza

Diana Gallo

GIOVEDÌ 26

VENERDÌ 27

• VERCELLI, giornata di approfondimento sulla cittadinanza e i diritti in Italia Al Seminario Arcivescovile dalle 9 alle 16, nell’ambito degli appuntamenti di “Aspettando la Festa dei Popoli 2013”, con Maurizio Ambrosini, Enrico Grosso, Roberto Mazzola e Viviana Premazzi. • VERCELLI, presentazione del libro Governare città plurali – politiche locali di integrazione per gli immigrati in Europa Alla Libreria Sant’Andrea alle 17.30, nell’ambito degli appuntamenti di “Aspettando la Festa dei Popoli 2013”, con l’autore Maurizio Ambrosini, evento promosso dalla Pastorale Universitaria della Diocesi di Vercelli. • SALUGGIA, iscrizioni alla Scuola di musica “Michele Leone” Presso la scuola primaria dalle 18 alle 20. • CRESCENTINO, “Torneo dei Rioni” All’oratorio parrocchiale alle 20.30 finali di calcio. • CRESCENTINO, serata culturale “Giochiamo con l’archivio della memoria” Al teatro alle 21, proiezione di immagini digitalizzate di scorci della città negli anni Sessanta. • CHIVASSO, conferenza “Ma liberaci dal sacro. Amen” A Palazzo Rubatto alle 21, nell’ambito della rassegna “Letture a Palazzo”, con Morena Baldacci.

• CIGLIANO, “Puliamo il mondo” Ritrovo in piazza Martiri della Libertà alle 8.40. • VERCELLI, “Vercelli Riso Expo” In Camera di Commercio alle 9.30 convegno “Riso: Cucina è Salute”, alle 12 cerimonia di apertura della manifestazione, in piazza Risorgimento alle 15 laboratorio “Castelli e risaie di Baraggia...”, da viale Garibaldi alle 17 “Maxentia Brass Band Street Parade”, in piazza Zumaglini pranzo e cena con i risotti degli chef e in viale Garibaldi e alle 19 “Fritto da Guinness”. In piazza Risorgimento alle 20.30 orchestrina “La Romantica” e in piazza Cavour alle 22 “Beppe Braida & Co...mici”. • SALUGGIA, iscrizioni alla Scuola di musica “Michele Leone” Presso la scuola primaria dalle 18 alle 20. • VERCELLI, Dove affondano le radici della cittadinanza, dialogo con l’autore Fabio Geda In piazza Cavour alle 18, nell’ambito degli appuntamenti di “Aspettando la Festa dei Popoli 2013”, evento organizzato dagli Amici della Biblioteca di Crescentino. • MONCRIVELLO, convegno “Riscoprire la canapa” Al Castello alle 20, con Cesare Quaglia, organizzato dall’associazione culturale Orto Etico. • CRESCENTINO, “Torneo dei Rioni” In piazza Garibaldi alle 20.30, semifinali di basket. • VERCELLI, “Jazz:Re:Found Festival” Al Teatro Civico alle 20.30 concerto di Ludovico Einaudi; nell’area Ex Montefibre alle 22 alle Officine Sonore alle 23 esibizione di Roni Size, Tommy Tumble, Painè e Kermit & Sciso, al Corner 6,6 alle 23.30 spettacolo di Dimitri From Paris, Gino Grasso, Luka Bernaskone e One Shot e al Faktory Basement esibizione di Floating Points, Wood Step e Uabos. • SALUGGIA, presentazione del libro La modista di Albachiara A Palazzo Pastoris alle 21, per la rassegna “Incontro con l’autore...”, con Aurelia Matteja. • CRESCENTINO, “Concerto degli Arcangeli” Nella confraternita di San Michele alle 21, con Davide Cortese all’organo e Rino Messineo alla tromba. • CRESCENTINO, ”Settembre Praiettese”, “Festa dello Sport” Dimitri from Paris. In piazza Garibaldi alle 21, esibizione della scuola di danza “Latin Angels”. • BORGO D’ALE, festa patronale di San Michele Al salone polivalente comunale, alle 21, XIV rassegna di canto corale organizzata dal coro alpino “Il Quadrifoglio”.

SABATO 28

DOMENICA 29

• VERCELLI, mercato di Campagna Amica “Il tipico delle terre dell’acqua” In piazza Cavour dalle 8 alle 19. • CRESCENTINO, visita guidata Al mattino dal centro storico fino al Mulino San Giovanni, nell’ambito del progetto “Gran Tour,” con gli studenti dell’istituto Calamandrei. • VERCELLI, manifestazione “Ehi, tu! Hai midollo?” In piazza Cavour, giornata di sensibilizzazione alla donazione di midollo osseo e delle cellule staminali. • CRESCENTINO, “Torneo dei Rioni” In piazza Garibaldi alle 9.30 torneo di ping pong, alle 17 semifinali di volley e alle 20.30 finali di basket. • VERCELLI, “Vercelli Riso Expo” In piazza Risorgimento alle 9.30 percorso didattico e dalle 11 “Giornata del Fitness e dello Sport”; dalle 15 in piazza Risorgimento laboratori “Castelli e risaie di Baraggia” e “In viaggio con un chicco di riso”, dalle 17 in piazza Cavour “Giocoleria” e in viale Garibaldi “Desperados Show Band”. A pranzo e cena in piazza Zumaglini i risotti degli chef e in viale Garibaldi “Fritto da Guinness”; in piazza Risorgimento alle 21 “Il Cuarteto argentino” e in piazza Cavour alle 22.30 “Pietro Umiliani Experience”. • CRESCENTINO, ”Settembre Praiettese”, “Festa dello Sport” In piazza Garibaldi alle 10 “Sport in piazza”, dalle 17 esibizioni di Asdc Re. Al., palestra Colosseum e scuola di danza Moon Dance e alle 18 partenza della corsa-passeggiata “Stracrescentino” • BORGO D’ALE, festa patronale di San Michele Ritrovo alla Cella alle 10 per “Puliamo il mondo”, al campo sportivo alle 15 gara ciclistica e alle 15.30 “9° Gran premio San Michele di MTB”; alle 19.30 apericena, alle 21 esibizioni di danza, alle 21.30 sfilata di moda e alle 22 concerto dei “Graffito 93”. • VERCELLI, “Festa dei Popoli 2013” Al Parco Kennedy alle 15 stand delle associazioni multietniche, organizzazioni di volontariato e delle comunità straniere, performance, musica e danze, esposizioni di artigianato multietnico, bookcrossing, degustazione. • VERCELLI, inaugurazione mostra di pittura L’Arte di Giuseppe Porta e la rivoluzione artistica rivisitata oggi All’auditorium Santa Chiara alle 17.30; l’esposizione rimarrà visitabile fino al 6 ottobre. • SANTHIÀ, “E quindi uscimmo a riveder le stelle” Nel piazzale antistante i giardini di via Colombo dalle 20.45, con il Gruppo Scout Santhià, osservazione del cielo con i telescopi. • VERCELLI, “Jazz:Re:Found Festival” Al Teatro Viotti alle 21, nell’ambito della rassegna Alle Officine Sonore alle 21 esibizione di Andreya Triana e Estel Luz, presso Quarantadue alle 21.30 Les Fleurs Usb e The Sweetlife Society, al Faktory Basement alle 22 Dj Gruff e Wellfounded e alle 23 Falty Dl, Srsly e Spinoff; al Corner 6,6 alle 23.30 concerto di Ralf, First Night e Warehouse e alle Officine Sonore alle 23.30 Casino Royale e Animal Sound.

• CHIVASSO, mercatino dell’antiquariato “Mercà d’la Tola” Nell’area ex Foro Boario dalle 8 alle 19. • MONCRIVELLO, giornata di raccolta fondi “Auto e sapori al Trompone” Al Santuario del Trompone dalle 8 arrivi e iscrizioni alle 10 messa con la partecipazione del mezzo soprano Elisa Barbero e al termine benedizione delle auto; alle 12.30 pranzo di solidarietà alle 17.30 premiazione dei mezzi e costumi d’epoca e alle 18.30 esibizione del Country Dance Dff. • CRESCENTINO, ”Settembre Praiettese”, “Festa dello Sport” Alle 9 partenza in mountain bike con “I Sifula”, alle 10 “Sport in Piazza”, dalle 16 esibizioni di palestra Move, A.S.D. Ginnastica Pro Vercelli e palestra Sport & Salute. • BORGO D’ALE, festa patronale di San Michele Per le vie del paese dalle 9 fiera di San Michele, alle 10.30 messa, in piazza Alpini alle 15.30 torneo di calciobalilla e ping pong, presso il palazzo comunale alle 17.30 esibizione dei Coffee Cups e in piazza Alpini alle 19 “Aperi it*s Groove”. • CHIVASSO, mercato domenicale In via Torino e piazza d’Armi nord dalle 9 alle 19. • VERCELLI, “Vercelli Riso Expo” Partenza da piazza Palazzo Vecchio alle 9.30 della “Running in rosa - StraRiso”, dalle 15 in piazza Risorgimento laboratori “Castelli e risaie di Baraggia” e “Giochi di una volta” e dalle 15 “Giornata del Fitness e dello Sport”; in piazza Cavour dalle 17 “Gruppi GiovanInMusica”, in viale Garibaldi “Maxentia Brass Band Street Parade”, in piazza Cavour alle 22 “Tony e i Volumi”. • SALUGGIA, corso di lingua araba Presso la sede dell’associazione Dar Essalam, alle 10 per bambini. • MONTEU DA PO, progetto “Percorsi di sensi” Nel sito archeologico di Industria alle 11 e alle 15, con il Faber Teater. • LIVORNO FERRARIS, “Sagra tra le note” In viale IV Novembre dalle 12 alle 22, stand di prodotti tipici e cucina curata dalle Pro Loco. Intrattenimento e sfilata per le vie del paese delle Bande musicali ed esibizione dei “Seven Dixie”. • VERCELLI, “Jazz:Re:Found Festival” Al Rooftop Casanoego, Closing Party dalle 13 alle 24 con esibizioni di Onra, Ltj Xperience, Well Founded, Jolly Mare, Rocco Pandiani, Dj Fede e passEnger. • CRESCENTINO, “Torneo dei Rioni” In piazza Garibaldi alle 14 torneo di calciobalilla e dalle 17 finali di volley, a seguire premiazioni. • CRESCENTINO, ”Settembre Praiettese”, “Festa dello Sport” In piazza Garibaldi alle 21 “Cantando in piazza”. • VILLAREGGIA, presentazione del libro Gabriele, storia vera di un ragazzo speciale Nel salone polivalente alle 21, volume scritto dalla mamma di Gabriele Paola Chicarella con Claudia Carra

LUNEDÌ 30 • BORGO D’ALE, festa patronale di San Michele Alle 11 messa in memoria dei defunti borgodalesi, presso il palazzo comunale alle 19.30 cena di san Michele e alle 21.30 concerto della “Strange Band”.

Il gruppo “I fuori di pesca”


la Gazzetta 25 settembre 2013  

Anno 8 n. 35

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you