Page 1

Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) CNS/TO - art. 1, comma 1

anno 9 - n. 16

1,20 euro

CIGLIANO

MONCRIVELLO

SANTHIÀ

“La carta racconta” e la Sagra dell’asparago

“Profumo di primavera” e “Tra Dora e Naviglio”

Il “Festival del Riso” in attesa della Maratona

Una giornata di fantasia, gioco, cultura e gastronomia

Domenica al Prà basso: mostramercato e camminata

Una settimana di eventi, dal 25 aprile al 1° maggio

A PAG.

14

A PAG.

15

A PAG.

19

ELEZIONI COMUNALI A Crescentino potrebbero essere sei, a Verrua una sola CRESCENTINO Presentata una nuova istanza alla Provincia

Ultime ore per presentare le liste La IBP chiede di alzare Al voto per rinnovare i Consigli anche Cigliano, Moncrivello, Alice Castello, Bianzè e Palazzolo

Sono ore febbrili, in molti municipi d’Italia e della nostra zona: fra quarantott’ore scadono i termini per la presentazione delle liste alle elezioni comunali del 25 maggio, e occorre sbrigarsi per concludere gli ultimi adempimenti. A Crescentino i candidati a sindaco, con rispettive liste, potrebbero essere sei: ai cinque già noti si è aggiunto un gruppo che si ispira alle idee del Movimento 5 Stelle, ma non è chiaro se riuscirà a raggiungere il numero di firme necessario per essere ammesso. Movimento 5 Stelle che fino a pochi giorni fa sembrava volersi presentare a Cigliano, ma il decreto che ha aumentato il numero di componenti delle liste e introdotto le “quota rosa” ha messo

in difficoltà il gruppo ciglianese, Alla fine potrebbe presentarsi la sola lista di

TRINO Accordo con Caritas e San Vincenzo

Anna Rigazio, più - si mormora - un’eventuale “lista civetta” per aggirare il quorum del 50%. Una sola lista a Verrua Savoia, ma nelle ultime ore sono scese le quotazioni del candidato unitario Daniele Trinchero. Chi lo sostituirà? Tutto come nella tradizione a Bianzè, a Palazzolo e probabilmente anche a Moncrivello, dove si confronteranno due liste: la scelta del sindaco sarà tra Marangoni o Galvani, Roberti o Guarnieri, Ariagno o Pissinis. Permane incertezza, invece, ad Alice Castello, dove fino a ieri sera era in campo solo la lista di Luigi Bondonno, essendosi ritirato Luigi Averono. ALL’INTERNO

A PAG. 11 All’ultimo piano delSEGUE Palazzo municipale

Avanzi della mensa distribuiti ai poveri

TRINO. Le difficoltà legate alla crisi stanno pesando in modo sempre maggiore su una porzione ampia di popolazione, e dare una risposta può diventare arduo e delicato. Per l’assessore comunale alle politiche sociali Patrizia Massazza trovare soluzioni adeguate e nel contempo rispettose della dignità personale è uno stimolo continuo; al momento sta operando per la stipula di una convenzione tra la società Alessio, che gestisce le mense scolastiche cittadine,

materna, elementari e medie, e le associazioni di volontariato sociale San Vincenzo e Caritas per la redistribuzione degli alimenti somministrati agli allievi senza cottura, nello specifico il pane e la frutta, e che al termine dei pasti non siano stati utilizzati dai ragazzi. I volontari ritireranno le derrate verso le 14 e le porteranno a chi ne ha necessità; un gesto di solidarietà che non comporta spese aggiuntive o carichi di bilancio. A PAG.

Crescentino inaugura il teatrino restaurato A PAG.

11

7

i limiti delle emissioni

Una veduta dell’impianto di Crescentino

CRESCENTINO. (u.l.) Gli impianti della IBP-Mossi & Ghisolfi nell’area ex Teksid di Strada del Ghiaro - sì, perché gli impianti sono due: quello di estrazione dell’etanolo e quello di produzione di energia elettrica da combustione di lignina - funzionano da mesi: autorizzati dalla Provincia fra il 2011 e il 2013, hanno prodotto finora un po’ di etanolo e tanta energia. Ma alla fine del febbraio scorso la IBP ha scritto alla Provincia (e all’Arpa, al Comune di Crescentino e all’Asl To4) per chiedere il «rilascio dell’autorizzazione unica». L’azienda intende infatti «procedere con un Miglioramento Tecnologico ed Ambientale in Armonizzazione con le previsioni del Decreto MiSe del 9 ottobre 2013»: proprio quel decreto firmato dall’allora ministro dello sviluppo economico Zanonato (e dal suo collega all’ambiente, Orlando) subito dopo la gran giornata di inaugurazione dello stabilimento crescentinese, e

che prevede «procedure autorizzative con tempistica accelerata ed adempimenti semplificati» per questo tipo di impianti. Ci si chiede: ma se l’impianto di Crescentino era già stato autorizzato, perché ora la IBP chiede un’altra autorizzazione, «armonizzata» con questo Decreto? E la chiede non per l’impianto di estrazione di etanolo, ma per quello che “brucia” per produrre energia elettrica? La risposta sta nella relazione allegata da IBP alla nuova istanza. Messo in funzione a metà del dicembre 2012, per tutto il 2013 e per i primi mesi di quest’anno l’impianto - alimentato prima solo a cippato, e poi con un misto cippato-lignina - ha dato grossi problemi, «relativi alla difficoltà di mantenere una regolare combustione», con frequenti e notevoli superamenti dei limiti emissivi fissati dall’autorizzazione. SEGUE A PAG.

21

Mostre, presentazione di libri, concerti: così si celebra il 25 aprile Il portacolori della Palestra Colosseum ha disputato una finale strepitosa

La Liberazione a Vercelli e nei paesi Thai boxe, il crescentinese Cirillo è campione italiano

Stefano Cirillo

Molti gli eventi culturali per il 25 aprile: a Cigliano la presentazione del libro di Claudio Vercelli sul negazionismo, a Crescentino la mostra “Briciole di pane. Emozioni di donne resistenti”, a Trino il saggio di Pier Franco Irico sull’oro alla patria e ad Alice la “Festa della Liberazione... in musica”. A PAG.

27

CRESCENTINO. Stefano Cirillo è il nuovo campione italiano Wfc nella classe NK1 -67 kg di thai boxe. Il portacolori della Palestra Colosseum di Crescentino ha conquistato il titolo disputando un grande match conclusivo e mettendo al tappeto il suo avversario grazie ad uno strepitoso terzo round.

www.lagazzetta.info -

A PAG.

25

la Gazzetta -

@laGazzetta2


CronaCa mercoledì 23 aprile 2014

3

Venerdì pomeriggio Nottetempo al presidio sanitario di Santhià: aggressione con calci e pugni

Picchiano la guardia medica

Fuori strada tra Lamporo e Crescentino I due aggressori, 24 e 31 anni, fermati dai carabinieri e denunciati a piede libero Lamporo. (r.c.) C’è probabilmente l’alta velocità alla base dell’incidente stradale accaduto nel primo pomeriggio di venerdì scorso lungo via Garibaldi, la strada che collega Lamporo con Crescentino. Adriana Georgiana, una mamma di 35 anni di Ponzano Monferrato (Alessandria), era alla guida di un Suv Mercedes ML con a bordo il figlioletto di 6 anni, assicurato con la cintura di sicurezza al seggiolino sul sedile posteriore; giunta all’altezza del civico 42, ha perso il controllo del mezzo finendo la corsa fuori strada a ruote all’aria dopo aver centrato la recinzione di una villetta. Per estrarre dalle lamiere contorte la giovane madre e il bambino sono intervenuti i vigili del fuoco di Livorno Ferraris. Madre e figlio sono poi stati affidati alle cure del 118: non sono gravi. Per precauzione il bambino è stato trasferito in elisoccorso all’ospedale Regina Margherita di Torino e tenuto in osservazione per tutta la notte. Ai soccorritori, la donna avrebbe raccontato di aver perso il controllo dell’auto per aver sterzato all’ultimo momento, per evitare un veicolo che le avrebbe tagliato la strada. Veicolo che non sarebbe poi stato rintracciato dai carabinieri della Compagnia di Vercelli. Fra le ipotesi anche un colpo di sonno o una distrazione.

Santhià. (a.bu.) Si rivolge al presidio sanitario a causa di un gonfiore su una mano. Ma quando la guardia medica di turno gli consiglia una visita più approfondita in pronto soccorso, perde le staffe e, in compagnia di un’amico, aggredisce con schiaffi e pugni. E’ accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì. Prima di fuggire, i due hanno anche rubato il cellulare del medico; prima di passare alle maniere forti l’avrebbero anche insultato: «rubi lo stipendio». La corsa dei due ag-

Il presidio sanitario santhiatese

gressori, due giovani santhiatesi di 31 e 24 anni, è durata pochi mi-

nuti perché i carabinieri, nel frattempo avvisati dal medico, li hanno rin-

tracciati ed identificati. I due sono stati denunciati a piede libero e dovranno rispondere di furto e lesioni personali. Il medico, curato in pronto soccorso, se la caverà invece con otto giorni di prognosi. L’episodio ha però sollevato la questione sulla sicurezza della postazione della guardia medica, sola nelle ore di notte. Lo studio si trova nella struttura polifunzionale, ma quando i volontari del 118 sono fuori per servizi, la guardia medica rimane da sola.

Vercelli: in piazza Amedeo IX, di fronte al tribunale

Procura della Repubblica: inaugurata la nuova sede VerceLLi. (r.c.) è stata inaugu-

rata giovedì mattina la nuova sede della Procura della Repubblica di Vercelli. Ubicata proprio di fronte al tribunale, occupa il posto che per anni è stato dell’ufficio di collocamento: così da formare una “cittadella giudiziaria” in piazza Amedeo IX. Tanti volti al taglio del nastro, tra questi il sindaco uscente Andrea Corsaro: «Una sede che significa ampliamento e che si è resa necessaria dopo l’accorpamento a Vercelli del tribunale di Casale. Per questo – ha detto il primo cittadino – abbiamo dovuto lavorare in tempi ristretti e fare qualche ri-

nuncia. Abbiamo investito molto nel piano di ristrutturazione di questo edificio, e penso che i risultati oggi si possano toccare con mano». Il palazzo oggi è diventato ecocompatibile, con tanto di impianto di riscaldamento a pavimento. Una ristrutturazione che «permetterà di svolgere al meglio l’importante lavoro della macchina della giustizia vercellese – ha concluso Corsaro – senza dimenticare che altre migliorie partiranno, già nei prossimi giorni, anche all’interno del castello sabaudo, attuale sede storica del nostro tribunale». Al fianco di Corsaro, l’asses-

era libero di votare come credeva - spiega davanti al collegio -; poteva capitare, tra i commissari, di allinearsi nei giudizi. Eravamo persone con esperienza, abituate a trattare questa materia». Sul tempo impiegato dalla commissione a valutare i lavori (altra presunta anomalia emersa dal consulente pm, secondo cui era troppo breve), Acerbo sottolinea che i componenti «conoscevano già gli aspetti tecnici dei progetti,

Portava abusivamente un’arma: arrestato

I Carabinieri della Stazione di Cigliano hanno tratto in arresto M.M. 58enne, condotto al carcere di Vercelli per scontare la pena di due mesi di reclusione poiché responsabile del reato di porto abusivo di arma. Gli stessi militari hanno ristretto alla pena detentiva presso il proprio domicilio M.B. condannato a due anni e sei mesi di reclusione per rapina e maltrattamenti in famiglia.

Arrestati uno spacciatore e un ladro

sore comunale ai Lavori Pubblici Roberto Scheda: «Non posso nominare tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto perché altrimenti dimenticherei qualcuno - ha detto -. Posso però testimoniare quanta passione e professionalità sono state messe in campo in questa sede». Presto gli uffici verranno arredati, si prevede che la nuova sede sarà operativa entro fine giugno: «Una redistribuzione degli spazi si è resa doverosa – ha sottolineato il procuratore

capo Paolo Tamponi -. Si tratta di un ampliamento che ci farà sì abbandonare una sede storica ma anche entrare in luoghi davvero confortevoli. Il tutto si è svolto in tempi ragionevoli e di questo siamo ulteriormente soddisfatti». Insieme con il procuratore, presenti giovedì mattina, c’erano anche il presidente del tribunale Antonio Marozzo ed il questore Gaetano Giampietro. A benedire i nuovi uffici, monsignor Cristiano Bodo.

in quanto partecipavano alle fase preliminari, erano di facile approccio. I tempi sono coerenti». Anche lui non ha mai ricevuto pressioni da Zanotti. Bello e Cressano si concentrano sulle differenze riscontrate tra i brogliacci, fogli su cui ogni componente della giuria annotava le valutazioni, e i file excel su cui venivano riportate: «Può capitare che ci si accorga della differenza tra il brogliaccio e il file excel - spiega Bello -

I Carabinieri della Stazione di Vercelli hanno arrestato K.X., albanese, 24enne, che deve scontare ai domiciliari la pena di tre anni e sei mesi poiché condannato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Vercelli nel 2012. Sempre i medesimi militari hanno tratto in arresto F.L. 54enne di Vercelli, ristretto agli arresti domiciliari poiché nell’agosto del 2011 si era reso responsabile di furto in abitazione a Vercelli.

LIVORNO fERRARIs

Maltrattava la convivente: arrestato I Carabinieri di Livorno Ferraris, invece hanno tratto in arresto e ristretto alla misura cautelare degli arresti domiciliari un 24enne resosi responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della convivente.

sANthIà

Era evaso dai domiciliari I Carabinieri della Stazione di Santhià hanno tratto in arresto G.C., 35enne, che sebbene ristretto agli arresti domiciliari, poiché ritenuto responsabile di rapina, è stato sorpreso dagli uomini dell’Arma fuori dalla sua abitazione.

Sentiti in aula i funzionari Silva, Acerbo e Cressano: «nessuna pressione dall’assessore Zanotti» lo, accusati di falso materiale, falso ideologico e abuso d’ufficio. Ognuno ha avuto un ruolo nelle commissioni incaricate di giudicare i progetti delle ditte per le quattro gare in questione, tra cui la costruzione della variante di Ghislarengo e la manutenzione della Sp299 di Alagna: chi commissario giudicante, chi segretario verbalizzante. Silva ricostruisce il momento del voto. «Ognuno

CIGLIANO

VERCELLI

Appalti della Provincia, proseguono gli interrogatori

VerceLLi. (r.g.) è proseguito la scorsa settimana, con gli interrogatori dei cinque imputati (tutti dipendenti della Provincia), il processo sugli appalti dei lavori pubblici in cui sono coinvolti il consigliere regionale di Forza Italia Alberto Cortopassi e l’ex assessore provinciale Francesco Zanotti, accusati di concussione. In aula Caterina Silva, Marco Acerbo, Marzio Sguotti, Michele Cressano e Paolo Bel-

carabinieri

CIGLIANO

Avevano rubato alcolici al “Gigante”

Francesco Zanotti

e si corregga l’errore. L’illecito sarebbe stato lasciare tale errore sul computer». Tra i commissari, conclude Bello, non c’erano influenze, e non ha mai ricevuto pressioni dall’alto.

I Carabinieri di Cigliano hanno denunciato in stato di libertà una giovane coppia di Torino di 32 anni lui e 27 lei, che si sono resi responsabili del furto di circa 10 bottiglie di superalcolici ai danni del centro commerciale il Gigante di Moncrivello. Gli stessi, controllati nei pressi del negozio, mentre tentavano di allontanarsi a bordo della loro vettura, sono stati trovati in possesso della refurtiva, del valore di circa 100 euro, recuperata e restituita all’avente diritto. Oltre alla denuncia sono stati anche proposti per il foglio di via.


Saluggia 25 aprile

Le celebrazioni a Saluggia e a Sant’Antonino

Saluggia. (r.s.) Questo il programma delle celebrazioni dell’anniversario della Liberazione, venerdì 25 aprile. Alle 9.30 ritrovo in piazza Parrocchiale a Sant’Antonino; alzabandiera, onore ai Caduti, commemorazione da parte del sindaco; trasferimento alle scuole “Collodi”, ricordo dei Caduti, corteo al Parco della Rimembranza e deposizione di una corona d’alloro. Alle 10.45 ritrovo in piazza del Municipio a Saluggia; alzabandiera, onore ai Caduti, commemorazione da parte del sindaco; corteo all’atrio delle colonne di Palazzo Pastoris per un omaggio al comandante Vittorio Lusani e ai valorosi Caduti per la Resistenza; corteo al Parco della Rimembranza e deposizione di una corona d’alloro.

5

Il sindaco Barberis: troppe richieste generiche di accesso da parte dei capigruppo

«Per vedere gli atti chiedete a Farinelli»

«Si intasano gli uffici, si distoglie il personale dal lavoro e si rischia di paralizzare l’attività dell’Amministrazione» Saluggia. (r.s.) I consiglieri di minoranza, al Comune di Saluggia, hanno la pretesa di voler visionare i documenti amministrativi. Ma cosa credono, Renato Bianco e Paola Olivero, che gli impiegati siano lì per loro? Non lo sanno che in municipio la gente lavora e non può star dietro alle loro richieste? Fanno perdere un sacco di tempo... Ecco quindi, che a fronte delle “numerose richieste generiche di accesso agli atti che continuamente intasano gli uffici e rischiano di paralizzare l’attività dell’Amministrazione”, il sindaco Firmino Barberis ha deciso che, “al fine di andare incontro alle esigenze di trasparenza manifestate dai capigruppo di minoranza e non distogliere continuamente il personale dalle normali attività d’istituto”, d’ora in poi per la visione degli atti i consiglieri avranno a disposizione... “l’assessore Libero Farinelli, previo appuntamento”. Una soluzione che non entusiasma la consigliera Paola Olivero, che nel

Quanto ci costano

I rifiuti urbani? Quasi mille euro al giorno

L’assessore Libero Farinelli

corso dell’ultimo Consiglio comunale ha commentato: «Oggi l’assessore Farinelli viene indicato dal sindaco come la Valchiria che veglia, non si sa bene in virtù di quale legge o regolamento, sull’accesso agli atti, frapponendo la sua persona fra i consiglieri e i responsabili di servizio e, soprattutto, i documenti richiesti». E pensare che, quando era in minoranza (2009), era lo stesso Farinelli a lamentare «molte difficoltà a ricevere in tempi non biblici la docu-

mentazione richiesta al Comune: un atteggiamento che impedisce di fatto alle minoranze di svolgere il compito loro affidato dagli elettori». A denunciare, nel rapporto con le minoranze, «un modus operandi che non si è certo prefissato alcun obiettivo di condivisione, ma chiaramente quello di divisione» è anche l’altro consigliere, Renato Bianco, che giovedì 17, chiosando il rendiconto della gestione 2013, ha sottolineato la scelta dell’Amministrazione Barberis di «snobbare il dialogo»; «fin dal primo incontro con i due gruppi di opposizione, a pochi giorni dalle elezioni amministrative, il sindaco dopo averci convocato ha trovato altro da fare ed ha lasciato al capo dell’Amministrazione, Farinelli, la gestione dell’incontro. Non credo ci sia bisogno di molta fantasia per capire com’è andata». Lui, Farinelli, non si scompone: ritiene che sia «inutile instaurare un dialogo con le opposizioni, siamo troppo diversi; abbiamo vinto noi, amministriamo noi».

Un Centro Estivo “flessibile” per andare incontro alle esigenze delle famiglie Saluggia. (r.s.) La Giunta comunale, su proposta dell’assessore Adelangela Demaria, ha approvato nei giorni scorsi le modalità organizzative e le tariffe per il “Centro Estivo”. L’attività è rivolta a bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni, dal 9 al 27 giugno per gli alunni della Scuola primaria e secondaria, e dal 30 giugno al 1° agosto anche per i bambini della scuola dell’infanzia. Le famiglie potranno scegliere, secondo le loro esigenze e necessità, fra due possibilità: la frequenza dalle 7.45 alle 14 (costo settimanale: 30 euro per i residenti, 60 per i non residenti) o dalle 7.45 alle 18 (40 euro per i residenti, 70 per i non residenti).

L’assessore Adelangela Demaria

Per il secondo figlio dello stesso nucleo familiare è prevista una riduzione del 10% a bambino. Il servizio mensa sarà garantito con costo del buono pasto non incluso nella quota di partecipazione; per i bambini residenti a Sant’Antonino sarà garantito il trasporto con servizio navetta a carico del Comune.

verso l’appaltatore Ati Aimeri-Ederambiente-Atena.. La quota fissa mensile per raccolta e trasporto a carico del Comune è di 26 mila euro. E’ stato quindi assunto un impegno di spesa di 326 mila euro, di cui 246 mila per il servizio di raccolta e trasporto (rifiuti differenziati e indifferenziati, spazzamento manuale dell’area mercatale) e 80 mila per lo smaltimento, su due differenti capitoli del redigendo bilancio di previsione per l’esercizio 2014.

Saluggia. (r.s.) è del 18 aprile la determina del responsabile dell’area tecnica - lavori pubblici del Comune con l’assunzione dell’impegno di spesa per la gestione del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti urbani per l’anno 2014. Il Comune di Saluggia aderisce al consorzio CoVeVar, che dal 2011 svolge in paese l’attività di raccolta e trasporto dei rifiuti indifferenziati e differenziati mediante prelievi programmati di raccolte domiciliari porta a porta, operando attra-

L’Amministrazione comunale: chi critica le scelte fatte abbia la bontà di indicare percorsi diversi

«Sul Piano Regolatore soltanto grida di comodo e contestazioni ma nessuna reale proposta su cos’altro fosse opportuno inserire» Saluggia. (u.l.) Nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale ha fatto distribuire un numero del giornalino “Il sindaco informa” (periodico che non risulta registrato in nessun posto, in barba alle leggi sulla stampa). Per una buona metà il foglio è dedicato alla Variante al Piano Regolatore adottata dal Consiglio comunale il 27 febbraio scorso. Il sindaco nota che «finora abbiamo assistito quasi esclusivamente a grida di comodo e a contestazioni sulle scelte fatte,

Il sindaco Firmino Barberis

ma nessuna reale nuova proposta: nessuno cioè ci ha detto cos’altro fosse opportuno inserire». Il primo cittadino si è accorto che «i commenti più animati nel corso delle assemblee tenute dal Comune e sui giornali locali hanno riguardato la

viabilità ed in particolare la nuova tangenziale, che un giornale ha chiamato “la circonvallazione Montecarlo”. Le critiche maggiori hanno riguardato il numero delle rotonde previste lungo il percorso e il fatto che per arrivare dalla zona del comprensorio industriale Sorin-Enea fino alla strada che porta a Torrazza occorre fare un giro che sembra quello del “giro dell’oca”». «Una tangenziale che passava, come quella prevista dal nuovo Piano, dalla parte nord est del paese - ricorda Firmino

Dipendenti della Sorin si allenano in vista della realizzazione della tangenziale

Una riunione della commissione viabilità

Barberis - era già inserita nel vecchio Piano Regolatore; quindi esisteva già

da 15 anni e nessuno aveva mai criticato in modo così deciso una scelta esi-

stente». Forse perché stava solo sulla carta, in qualche cassetto, e nessuno (sì, forse uno sì, quello che voleva barattarla con i depositi nucleari) s’è mai sognato di realizzarla veramente. Ma ora che si spendono centomila euro per un

nuovo Piano Regolatore, se uno torna a disegnare una strada del genere, inutile e impossibile (oltreché costosissima: secondo il sindaco il costo sarà «non meno di 5 milioni di euro»), metta in conto che la scelta può non essere condivisa da tutti.


6

saluggia

PARROCCHIA

Lunedì pomeriggio: bilancio preventivo e programma delle attività Allievi della Scuola di musica “Michele Leone”

trio di giovanissimi saluggesi Assemblea dei soci di Vita Tre Unpremiato al concorso di Omegna

Il programma di gite e pellegrinaggi Terminata l’UniTre, proseguono il “Percorso salute” e il laboratorio teatrale SALUGGIA. (r.s.) La Parrocchia San Grato organizza, nei prossimi sei mesi, una serie di gite e pellegrinaggi. Domani, giovedì 24 aprile, si parte per una gita in Sicilia: ritorno martedì 29. Mercoledì 14 maggio, nel mese dedicato a Maria, pellegrinaggio ai santuari di Santa Rita a Torino e Maria Regina Pacis a Fontanelle di Boves (Cuneo). Lunedì 2 giugno gita al lago d’Iseo e in Franciacorta. A settembre, da martedì 16 a venerdì 19, pellegrinaggi a Cascia e Assisi. Mercoledì 15 ottobre la meta sarà Lourdes, mentre in novembre - in data ancora da stabilire - è in programma un viaggio in Terrasanta.

SALUGGIA. (r.s.) L’assemblea generale dei soci dell’associazione Vita Tre è convocata per lunedì 28 aprile alle 17.30 (in seconda convocazione, la prima è alle 16.30). All’ordine del giorno il bilancio preventivo e il programma delle attività per il 2014. A causa dell’improvviso decesso del consigliere Alessio Dellamula, il posto vacante in seno al Consiglio direttivo dell’associazione sarà ricoperto da Romano Basso, primo dei non eletti alle votazioni dello scorso 24 novembre. Basso ha accettato la designazione e subentrerà negli incarichi che Dellamula aveva assunto. Intanto, terminato l’anno accademico dell’UniTre con la lezione di Daniela Mosca su “Una bevanda, un sim-

Il direttivo dell’associazione Vita Tre

bolo: il tè nell’arte, nella storia, nella letteratura”, si avvia a conclusione anche il “Percorso salute”: giovedì 15 maggio alle 15.30 Chiara Falciola relazionerà su “Le intossicazioni alimentari”. Il mercoledì pomerig-

gio proseguono, fino a giugno, gli incontri del secondo anno del laboratorio teatrale guidato da Renata Ghiotti; da settembre si lavorerà all’allestimento di un nuovo spettacolo. Il martedì e il giovedì mattina,

Prima edizione: pollo, patatine e degustazione di cinque diversi tipi di “bionda”

Il 16 maggio “Festa della Birra” con la Famija Salugiina

inoltre, prosegue la ginnastica dolce, e il lunedì pomeriggio gli incontri di “Chi si ricorda?”. Infine l’associazione informa che è cambiato il numero di telefono dell’ufficio: quello nuovo è 0161.486097. Scadenze

Saldo Tarsu Musica e divertimento nel capannone che sarà allestito nel piazzale della palestra il 30 aprile

Alcuni membri della Famija Salugiina

SALUGGIA. (r.s.) La Famija Salugiina annuncia la prima edizione di un nuovo evento: la “Festa della Birra”, che si terrà nella serata di venerdì 16 maggio nel capannone allestito nel

piazzale della palestra, in via Ponte Rocca. Ci sarà la musica di Radio Gran Paradiso, si potrà pasteggiare con pollo e patatine degustando cinque diversi tipi di birra proposti

dal birrificio Parsifal di San Raffaele Cimena. Il gruppo presieduto da Katia Perino è già al lavoro per una perfetta organizzazione della festa

SALUGGIA. (r.s.) Scade il prossimo 30 aprile il termine per il pagamento a saldo della Tarsu 2013 di cui sono tati recapitati agli utenti, lo scorso mese, i bollettini postali precompilati. Eventuali informazioni presso l’ Ufficio Comunale Tributi, aperto al pubblico il lunedì pomeriggio e il giovedì mattina.

La premiazione di Federico Gioia, Andrea Matteia e Luca Pagliero con il loro insegnante

SALUGGIA. (r.s.) La Scuola di musica “Michele Leone” di Saluggia sabato 12 aprile 2014 ha partecipato, tramite una propria rappresentanza, alla 10a edizione del Concorso “Insieme per suonare, cantare, danzare” di Omegna. La manifestazione si è svolta dal 7 al 13 aprile, ed è rivolta ai bambini e ragazzi in età scolare. I ragazzi della Scuola di Musica di Saluggia, seguiti dai loro insegnanti, hanno gareggiato sabato 12 nella categoria “gruppi” e si sono classificati al secondo posto con il punteggio di 94/100. Gli allievi che hanno partecipato al Concorso sono stati Federico Gioia (13 anni, tastiera), Andrea Matteia (11 anni, batteria) e Luca Pagliero (13 anni, chitarra e voce). Il giovanissimo gruppo ha presentato due brani: Come un pittore dei Modà e Hanno ucciso l’uomo ragno degli 883.

I tre giovani musicisti hanno confermato le loro qualità musicali già peraltro dimostrate in altre occasioni negli anni passati. A loro vanno i complimenti di tutta la Scuola di Musica e della Banda Musicale “Don Bosco” che gestisce l’istituzione musicale presente a Saluggia da oltre 17 anni. Il prossimo appuntamento per la Scuola di Musica “Michele Leone” è il saggio di fine anno degli allievi, previsto per sabato 17 maggio presso la Casa Faldella. La Scuola di Musica ha rinnovato da poco la Direzione Artistica, che è attualmente composta da Enrico Momo (direttore artistico), Andrea Santià (rappresentante della Banda musicale), Luca Bernini (rappresentante degli utenti), Fiorenza Alborghetti (rappresentante dei docenti), Adelangela Demaria (assessore comunale alle politiche sociali).

Gli altri saluggesi al concorso: articolo a pag. 29

Un'oasi degli animali immersa nella natura Sono ormai passati 20 anni da quando, nel 1993, il professor Dario Garabello decide di trasferirsi in campagna per dare sfogo alla sua grande passione per gli animali. Quattro anni dopo, spinto dalle continue richieste volte a poter far visita ai suoi “ospiti”,il professore aprì il parco al pubblico e, dopo altri quattro anni, la struttura ottenne il riconoscimento da parte del Comitato Scientifico italiano della C.I.T.E.S. Nel corso degli anni la struttura si è via via ulteriormente ampliata, arrivando oggi ad ospitare una grande quantità di animali esotici e nostrani, che vivono in ampi recinti in mezzo ad un bosco di 160.000 mq, inserito in un ambiente il più possibile simile a quello naturale loro consono. All’interno di un vasto parco è possibile vedere animali selvatici e razze in via di estinzione, nonché esemplari che sono stati confiscati a privati dal Corpo Forestale sello Stato ed affidati alla struttura affinché vengano curati al meglio. “L’Oasi degli animali” è anche il luogo ideale presso il quale organizzare una gita d’istruzione, specialmente nel periodo primaverile. Va infatti rammentato che il contatto diretto tra bambini e animali può aiutare a

migliorare il rapporto tra uomo e natura, rendendo meno impersonale ed astratto ciò che si apprende dai libri e dai documenti visti in televisione. In oltre una visita qui offre numerosi spunti interessanti per ricerche, lavoro di gruppo e attività varie. Le scuole interessate pertanto contattare l’Oasi per tutte le delucidazioni del caso, per prenotare le visite con il dovuto anticipo e per assicurarsi lo spazio coperto per il pranzo al sacco. Senza dimenticare che, nelle belle giornate, tutti i visitatori possono organizzare un pic-nic all’aria aperta, passeggiando serenamente per la collina, tra angoli suggestivi e simpatici animaletti. Il parco – che offre servizi bar, pic-nic coperto, servizi igienici e parcheggio – è aperto tutto l’anno dalle 10 al tramonto. Per ulteriori informazioni: Parco Faunistico “L’Oasi degli animali” Via Nobei 45 10020 S. Sebastano Po (TO) Tel. 0119191900 www.oasideglianimali.it info@oasideglianimali.it


CRESCENTINO 25 APRILE

Una mostra, il giardino e il teatro

La nuova sala consiliare in Comune

CRESCENTINO. (s.b.) Tre giorni di eventi per la ricorrenza del 25 aprile. Venerdì 25 alle 10 sarà inaugurata la mostra “Briciole di pane: emozioni di donne resistenti. Poesie ed immagini”, uno dei momenti realizzati dall’Anpi in collaborazione con il Comune per ricordare il 70° anniversario dell’eccidio dei IX Martiri. Esposta nel corridoio del Municipio, resterà aperta sino al 7 maggio. Alle 10.30 la Banda “Luigi Arditi” inizierà un breve concerto in piazza Caretto e accompagnerà i presenti sino alla chiesa parrocchiale per la messa. Al termine della funzione religiosa il corteo, preceduto dalla “Arditi”, percorrerà le vie cittadine e raggiungerà i cippi, le lapidi ed il monumento ai Caduti per ricordare e rendere omaggio. La mattinata si chiuderà con il ritorno nella piazza delle catene. Il giorno seguente si terrà l’intitolazione del giardino di viale Barrilis, dedicato a Rita Levi Montalcini; sarà la Banda ad utilizzare per prima il gazebo della musica regalando alla città il “Concerto di primavera e della libertà”. Infine domenica 27 aprile alle 17 si procederà all’inaugurazione del restaurato teatro antico, prossimamente anche sala consiliare, all’ultimo piano del Municipio. Si esibirà il coro polifonico “Voci & Note” diretto dal maestro Giorgio Lombardi, che proporrà un concerto per la Liberazione ed il 1° Maggio, Vogliam cantare lavoro e libertà (Le donne e i “sciur padron”, le arti e gli amori).

7

Gerardina Di Virgilio e Roberto Ravarino si sono dimessi dal consiglio d’amministrazione

Infermeria, lasciano in due

Al loro posto il Comune ha nominato Almerino Colognese e Daniela Mosca CRESCENTINO. Doppio avvicendamento nel consiglio di amministrazione dell’Infermeria Santo Spirito: lasciano Gerardina Di Virgilio e Roberto Ravarino, al loro posto il Comune ha indicato Almerino Colognese e Daniela Mosca. La di Virgilio non siede in Consiglio dall’inizio del 2014 per motivi personali; sono invece recenti le dimissioni di Ravarino: la seconda surroga è giunta ufficialmente solo martedì 22 aprile. Nel frattempo il direttivo ha proseguito la sua attività, assegnando alla ditta Castelli Daniele l’incarico di manutenzione delle aree verdi, dal taglio dell’erba alla potatura annuale degli arbusti, dei cespugli, dal diserbo dei cordoli alla manutenzione della siepe. Il preventivo è di 530 euro ai quali si aggiungeranno le tosature dei prati, 65 euro caduna; l’ente ha calcolato un

Due palazzine nell’area dell’ex Casa delle suore

Gli atti del Pec sono in consultazione

La sede dell’Infermeria Santo Spirito

ammontare presunto di 2 mila euro annui. Inoltre alla gara per l’affidamento del servizio di fornitura di personale oss da aprile a dicembre 2014

sono state invitate le agenzie Adecco, Humangest, Just on Business, Synergie e Randstad, hanno partecipato Synergie e Just on Business di Milano che si

è aggiudicata l’incarico con una tariffa oraria di 18.48 euro contro i 19.40 della Synergie. Silvia Baratto

CRESCENTINO. (s.b.) Fino al 3 maggio sono in visione gli atti relativi al Pec di via Viotti, il progetto relativo all’edificazione dell’area dell’ex Casa della suore. Gli uffici comunali sono aperti martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 10.30, lunedì e giovedì dalle 14 alle 15. Dopo tale data per 15 giorni i cittadini possono presentare osservazioni e proposte in merito a tale progetto. Nello specifico la società che possiede l’area, la Immobiliare Rossaro srl, farà costruire alla ditta Costruzioni Preti & Mar-

con srl due palazzine, una composta da tre alloggi e l’altra da quattro, con relative autorimesse e che cederà gratuitamente al Comune un’estensione di 2.133 mq quale area destinata a servizi, l’area di urbanizzazione primaria, che sarà destinata a verde pubblico. La Soprintendenza aveva anche espresso parere favorevole all’edificazione, ma aveva posto particolare attenzione alla vasca ed alla nicchia votiva presenti in questo spazio; i beni in questione saranno restaurati secondo le prescrizioni indicate dall’ente.

Gli impegni di spesa del Comune Nuove opportunità per i commercianti: la vendita on line

La convenzione con la Croce Rossa e acquisto di materiale di Archivio CRESCENTINO. (s.b.) La convenzione stipulata con la Croce Rossa locale per il trasporto di anziani, disabili e persone con difficoltà a deambulare è stata rinnovata anche per il 2014. Iniziata nel 2010 in via sperimentale ne è stata dapprima confermata l’utilità e quindi prolungata nel tempo, sino a divenire un servizio ormai riconosciuto per la comunità. Ad un primo rinnovo annuale, nel 2013 con un costo di 1100 euro, ne è seguito un secondo biennale; per il primo anno, il 2014, sono già stati stanziati 1000 euro. Nella convenzione viene ri-

conosciuto un rimborso di 40 centesimi al km, è quindi agevole calcolare quanta strada viene percorsa annualmente dai mezzi in servizio solo per questa specifica attività della Croce Rossa. Minore la spesa sostenuta dal Comune per l’Archivio storico, che necessitava di materiale per il condizionamento del Fondo Librario Antico Gaspare De Gregory e attrezzatura per svolgere le attività, come il disinfettante per lavare i negativi fotografici. Infatti l’ammontare indicato dalla responsabile, l’archivista Alessandra Cesare, è di 125 euro circa.

Lunedì si presenta “Ascom 2.0”

In sede si parlerà anche di fisco e di tassa per la raccolta rifiuti CRESCENTINO. (s.b.) Presso la sede cittadina dell’Ascom lunedì 28 aprile alle 14 il responsabile locale Franco Tarallo ospiterà la delegazione vercellese dell’associazione per un incontro rivolto a commercianti, esercenti ed artigiani. Si parlerà di tassa per la raccolta rifiuti, fisco ed altri argomenti che interessano il settore. La vera novità però è “Ascom 2.0”, un progetto innovativo per allargare le possibilità di vendita a 360 gradi. Se ne occupa Roberto Gualino, presidente dei giovani imprenditori di Confcommercio e coordinatore delle delegazioni provinciali Ascom, che sta percorrendo l’intera provincia per presentare questa proposta. «Con me ci saranno anche degli esperti per gli altri argomenti che tratteremo», spiega Gualino; «io mi occuperò di Ascom 2.0, che non è il solito sito ma un portale a disposizione delle imprese per effettuare

la vendita on line. Solitamente queste opportunità sono costose, invece questo, collegato a Piemonte.it, avrà prezzi accessibili; si inseriscono i prodotti, i clienti pagano su paypal e ricevono gli acquisti tramite corriere». È in corso la stipula di un accordo proprio per il trasporto, che il singolo trova particolarmente oneroso e quindi l’Ascom sta predisponendo una convenzione che possa essere vantaggiosa per tutti abbattendo i costi. «È un modo per dare l’opportunità alle piccole realtà di avere le stesse possibilità delle grandi, una vetrina on line a cui si aggiunge la possibilità di vendita; Ascom darà aiuto ed assistenza». Cosa vendere pare ovvio, i propri prodotti, ma Gualino allarga le potenzialità: «si può mettere in vendita anche l’attività stessa ed è utilizzabile anche dagli artigiani. Inoltre l’intento è di creare una rete

Roberto Gualino

locale che non c’è; poi, ovvio, se c’è anche la spedizione lontano... tanto meglio». In altri termini, i possibili clienti possono usufruirne cercando ciò che occorre loro senza andare lontano, restando nei paesi del circondario che magari non conoscono, non sapendo perciò quali servizi e prodotti possano offrire. È un modo diverso di affrontare le sfide del futuro del commercio: «come associazione - conclude Gualino - vogliamo dare più visibilità, andare al passo coi tempi; anche per questo abbiamo operato un cambio generale con nuove idee e giovani protagonisti».

All’UniTre lezione sulle monarchie La Biblioteca ha rinnovato Questa settimana e gita alla riserva dei Monti Pelati gli abbonamenti alle riviste mercato di giovedì Cinque generazioni Dalla trisnonna alla pronipote

CRESCENTINO. (s.b.) Dopo Pasqua gli incontri dell’Università della Terza Età proseguono con l’associazione Le Grange, guidata da Magda Balboni; oggi, mercoledì 23 aprile alle 15, Carla D’Inverno proporrà un particolare tour storico-geografico: “Le monarchie in Europa attraverso il tempo”. Tour diverso per la prossima settimana, 30 aprile, quando gli iscritti parteciperanno all’ultima gita breve che li porterà a Torre Cives. Nella Riserva dei Monti Pelati, che in realtà così brulli non sono, gli escursionisti potranno mettere a frutto le

Una veduta della Riserva dei Monti Pelati

tecniche per passeggiare apprese due lezioni fa dalla professoressa Mariella Detragiacche e raggiungere la torre quadrata del XII secolo che sovrasta Vidracco, piccolo paese della Valchiusella, e dalla collina domina il Parco del Canavese.

CRESCENTINO. (s.b.) In biblioteca sono consultabili numerose riviste e periodici specializzati in ambiti diversi per coprire quanto più sia possibile gli interessi dei frequentatori. Oltre a leggerli in biblioteca è possibile richiederli in prestito a partire dal mese successivo all’uscita della pubblicazione. Sono a disposizione dei lettori anche giornali locali, pubblicazioni inviate alla biblioteca in visione, opuscoli di vario argomento; nell’emeroteca non manca mai il bollettino parrocchiale. Per il 2014 sono stati rinnovati una prima serie di abbonamenti: tra

le pubblicazioni annuali è stato scelto il Bollettino Storico Vercellese, 30 euro, per i mensili la scelta è caduta su Airone, Bell’Europa, Bell’Italia, Focus, Gardenia, La cucina italiana, Medioevo, National Geographic, Piemonte Parchi e Riza psicosomatica, per un totale di 335,70 euro, per i settimanali L’Espresso e Donna Moderna, totale 93,90 euro. Il costo complessivo sin qui affrontato ammonta a circa 460 euro, ma la previsione prudente ha portato la somma stanziata a 600 euro per poter in seguito avere la possibilità di avviare o riconfermare altri abbonamenti.

Le bancarelle anticipano di un giorno

CRESCENTINO. (s.b.) Il consueto mercato settimanale non si terrà venerdì 25 aprile, bensì giovedì 24. Viene anticipato per consentire lo svolgimento delle manifestazioni collegate alla ricorrenza del 25 aprile e in particolare il corteo per le vie cittadine.

CRESCENTINO. (s.b.) Un momento commovente e festoso per tutta l’Infermeria Santo Spirito, dove Amalia Ferrari, 104 anni, è diventata trisnonna della piccola Maja Maria, figlia della pronipote Arianna, figlia del nipote Angelo, figlio di Mariuccia. Lucida e vivace, la plurinonna ha augurato lunga vita e felicità alla nipotina.


8

crescentino

Verso le elezioni Comunali

Cinque liste sicure, ma forse saranno addirittura sei:

Mosca ha scelto gli ultimi candidati, Greppi ha già scattato le foto ufficiali e - con i suoi - ha tappezzato la città di manifesti CresCentino. (b.l.) In questi ultimi giorni le squadre si muovono alacremente, per venerdì 25 aprile debbono presentare non solo i nomi dei candidati, ma anche i programmi e le firme a sostegno delle liste. Sono apparsi altri manifesti della lista Greppi, ogni candidato ha il suo slogan. Per quella di Alati la raccolta delle firme ha ormai superato la soglia di sicurezza. Massa ha trovato gli ultimi candidati, Mosca prosegue nello stilare il programma, analitico e ampio; l’ultimo atto è stata la presentazione della lista di Allegranza, martedì pomeriggio. In forse la partecipazione alla corsa elettorale della lista civica ispirata al Movimento 5 Stelle: una corsa contro il tempo e la burocrazia, ma per partecipare al gioco democratico bisogna osservarne le regole. Tutti stanno predisponendo le serate, gli incontri pubblici generali e quelli specifici, iniziati mercoledì con Mosca che ha invitato i commercianti. Sempre un passo avanti nell’aprirsi ai cittadini, ha però chiuso la lista solo in questi giorni, includendo gli ultimi due elementi. Chiusa con gli ultimi nomi anche “La città che cambia” di Massa, che vede presenti in lista i referenti dei gruppi politici che l’appoggiano. Confermato l’appoggio del “gruppo Tasso” alla lista “Democratici per Crescentino” di Allegranza: «appoggio esterno», dicono, ma in lista (molto «interni») ci sono Aimino e la Bordignon. La voce di un possibile ritiro di Leo Alati ha iniziato a serpeggiare al mercato di venerdì, ma sarà lo stesso candidato, fuori città per le vacanze pasquali, a dire l’ultima parola su questa vicenda sibillina e a tratti un po’ grottesca. Pare che nulla turbi il percorso di “Insieme per Crescentino”, quasi a controbilanciare le convulse settimane precedenti il disvelamento dell’accordo politico tra le due anime del centro destra. Quale il motivo di questa apparente tranquillità? Sarà forse perché Pedrale ha ora il problema della sua ricandidatura in Regione, messa in forse dall’inchiesta sui rimborsi? L’impegno di tutti i candidati alle comunali è ora rivolto alla stesura dei programmi, che dalla prossima settimana saranno al centro dell’esame di oppositori e sostenitori; al momento, il motivo portante sembra essere la valutazione delle promesse, ormai vocabolo foriero di dubbi e critiche, materiale quasi da imbonitore.

Pagine a cura di Silvia Baratto e Umberto Lorini

Greppi: rinuncio all’indennità da sindaco, useremo quel denaro per scuole e anziani

Sellaro: gli scrutatori vanno sorteggiati tra i poveri, gli sfrattati e i disoccupati

Allegranza: la storia dell’«uomo ombra»? La sindaca vuol buttarmi fango addosso Tra giovedì sera e venerdì mattina in città ha cominciato a circolare la seguente notizia: Leo Alati si ritira. I pissi pissi dei portici, le chiacchiere al mercato e le telefonate tra i soliti “bene informati” si sono trasformate, nel pomeriggio sul blog Mauro at large, nel titolo “Leo Alati non si candida più a sindaco a Crescentino”: sarebbe invece, si leggeva, “in una lista in competizione alle elezioni regionali”. Verso sera alcuni commentatori hanno segnalato che probabilmente si trattava di una “bufala”, ma il blogger confermava di averlo appreso da fonti attendibili e di aver compiuto verifiche prima di pubblicare la notizia. Alati, intanto, era all’estero e nessuno riusciva a contattarlo. E mentre la comunità virtuale (quasi tutti anonimi) del blog si trastullava sul dilemma si ritira-non si ritira, Salvatore Sellaro - candidato nella lista “Avanti Crescentino” di Alati - a domanda rispondeva «io non leggo i blog, io parlo con le persone» e proseguiva nella raccolta di firme a sostegno della lista, accompagnando molti cittadini a firmare in Municipio: «noi le raccogliamo lì, davanti all’ufficiale d’anagrafe, nella massima regolarità, così poi non possono farci storie». In attesa del ritorno di Alati dalle vacanze e di una sua parola in proposito, è proprio Sellaro a farsi portavoce della lista “Avanti Crescentino”: «Noi - spiega - diciamo chiaramente fin da ora una cosa: è ora di finirla con gli scrutatori “suggeriti” dai consiglieri comunali. Basta con le spartizioni “tre al mio partito, due al tuo”, e così via, come abbiamo visto altre volte, che poi uno va ai seggi e trova sempre i raccomandati. Questa volta gli scrutatori vanno sorteggiati: estratti a sorte tra i tanti crescentinesi che sono in difficoltà economica. In città ci sono tanti poveri, sfrattati, disoccupati, gente che non ce la fa più: vadano a iscriversi in Comune, e siano loro a fare gli scrutatori ai seggi. La paga non è alta, ma almeno così possono guadagnare qualche soldo, per loro che ne hanno bisogno è importante». Il programma elettorale è pronto, verrà presto reso noto ma Sellaro ne anticipa un punto: «vogliamo fare chiarezza sulla questione della centrale CH4: ci devono dire chi è che ha scelto di costruirla su quel terreno vicino alle case, e perché; la sindaca deve fare il nome dell’uomo che sta nell’ombra; ricordiamoci che questa Amministrazione si è schierata, al Tar, a fianco della CH4 e contro i cittadini che avevano fatto ricorso. L’autorizzazione che è stata data alla Società CH4 per costruire la centrale è da rivedere. Nei prossimi giorni presenteremo un dettagliato esposto alla Procura della Repubblica, chiediamo che la magistratura indaghi».

La presentazione della lista “Democratici per Crescentino”, nel tardo pomeriggio di ieri nella sede del Circolo Pd, è stata l’occasione per iniziare a illustrare il programma e anche, per il candidato sindaco Franco Allegranza, per togliersi alcuni sassolini. Dopo aver spaziato dai lavori pubblici al sociale, confermando che va portato a conclusione l’acquisto di una parte dell’Oratorio e che gli alloggi per le emergenze sono stati «una buona idea gestita male», l’ex vicesindaco è entrato nello specifico di alcuni argomenti. «La Mossi & Ghisolfi non l’ha portata Greppi, la sindaca o io: è arrivata perché c’erano le condizioni. Da quel momento gli amministratori vicini al Pd hanno operato per accelerare». «La CH4 è un problema doloroso. Va ripristinata la verità: nel 2010 Greppi ha costruito una centrale sostanzialmente identica, Sellaro non ha mai fatto obiezioni, in Giunta gli abbiamo chiesto un parere, ha detto che andava tutto bene e l’autorizzazione fu data. Dopo alcuni mesi i proponenti ci hanno proposto la seconda centrale; essendo cogenerativa hanno scelto loro dove chiedere l’autorizzazione. Forti dell’esperienza di Sellaro, che non aveva trovato problemi su Greppi, abbiamo applicato l’identica procedura. Andare a Racconigi è stato un errore; avremo dovuto dire loro no, anche se poi sarebbe stato sì perché avevano diritto di costruirla. La puzza c’è stata, ora meno; ho accompagnato i titolari a vedere un impianto di abbattimento degli odori a Biella, se lo mettono in funzione va bene. Non condivido la scelta delle vie legali, si fanno ridere gli avvocati, solo il dialogo e la trattativa portano risultati. Ci sarebbe anche “l’uomo ombra”, credo sia evidente che la sindaca voglia buttarmi fango addosso. Qualora fosse così, dica il nome; reputa riprovevole il metodo Boffo a poi lo usa. Nessuno ha partecipato alla trattativa, smentisco con forza queste illazioni, fatte per recuperare qualche voto: noi siamo di altra pasta». Ha quindi ribadito che »la campagna elettorale non è una guerra, la lista è composta da persone competenti in ogni ambito necessario all’amministrazione, il programma sarà esposto in versione integrale e si potrà quindi vedere cosa propongono per il lavoro, l’assistenza ed il contenimento delle tasse». La lista ha componenti di centrosinistra e di centro, infatti due candidati sono vicini al gruppo Tasso; «la divisione del centro sinistra non è dovuta a noi, ho anche ritirato la mia candidatura per un terzo nome, accettato a pranzo, rifiutato la sera. Loro sono la lista Venegoni con estrema sinistra; smentiscono di essere venegoniani, non c’è da vergognarsi, per quasi cinque anni sono stato vicesindaco, sono state fatte cose giuste e altre sbagliate».

DEMOCRATICI pER CREsCEnTInO

AVAnTI CREsCEnTInO

candidato sindaco:

leo alaTi

candidato sindaco:

Franco alleGranza

L’allegro trenino di “Insieme per Crescentino” è già lanciato, e il candidato a sindaco Fabrizio Greppi inizia la campagna elettorale con un annuncio: se eletto, rinuncerà agli emolumenti previsti dalla legge per la carica di sindaco. Spiega Greppi: «Quando ho deciso di accettare la candidatura a sindaco del centro destra riunito, di una coalizione del buongoverno, ho pensato che, oltre alla presenza in Comune, alla competenza ed alla serietà avrei dovuto fare di più, soprattutto in questi momenti in cui le finanze comunali sono disastrate. Ho pensato subito a rinunciare all’indennità, che per il sindaco di Crescentino ammonta a 150 mila euro per la durata del mandato, e a destinare i soldi fatti risparmiare al Comune alle esigenze della scuola come il materiale didattico per gli studenti, allo sport e agli anziani soprattutto per i loro momenti di aggregazione e svago come il Centro Anziani o il Bocciodromo». E aggiunge: «Non farò come quelli che l’indennità la percepiscono e poi dicono che la destinano per qualche causa: troppo comodo e soprattutto senza controllo. Io non la prenderò proprio, così il Comune risparmierà pure la ritenuta sull’indennità, che versa allo Stato, e più soldi rimarranno nelle casse comunali. Ci sarà così qualche margine in più per poter soddisfare delle richieste ed io mi sentirò ancora più soddisfatto. Non sono infatti di quelli che pensano di essere loro a dare lustro col loro nome a Crescentino ma di quelli che, al contrario, lavorano sodo al servizio di Crescentino e dei crescentinesi e che risolvono problemi in modo pratico ed efficiente. Anche facendo semplicemente del volontariato». Nel settore dei lavori pubblici, Greppi individua due interventi essenziali, l’argine tra Ramezzino e Santa Maria e il ponte Sant’Anna sulla Dora: «per il primo avevo lasciato un finanziamento di 40 mila euro per fare uno studio, è da riprendere; per il ponte mi sembra non sia stato fatto nulla, sono passati gli anni e ci sono meno fondi, bisogna andare a farsi sentire in Regione. Il traffico è aumentato, adesso con la Mossi & Ghisolfi ancora di più, non bastano gli enunciati di principio, bisogna incontrare la nuova Giunta regionale e fare qualcosa di concreto». In centro, poi, occorre «recuperare i parcheggi tolti, aggiungerne il più possibile, tornare a metterli su ambo i lati in alcune vie. Più difficile sarà farlo in piazza Caretto, la Sovrintendenza potrebbe opporsi». E «l’isola pedonale è da modificare e rivedere insieme ai commercianti». Un obiettivo che “Insieme per Crescentino” si propone è quello di portare più persone a Crescentino; «è in quest’ottica che va visto il giorno in più di mercato, non sarà la copia di quello del venerdì». Da rimettere a posto viale Po: «lo ritrovo come l’ho lasciato, si dovrebbe fare una pista ciclabile collegata alla Ven-To». Viale Po «è la porta principale della città, quella da cui la collina si riversa a Crescentino, va quindi vista anche come collegamento a Verrua per un passaggio di turisti e visitatori, adesso che la Fortezza è riaperta».

InsIEME pER CREsCEnTInO

candidato sindaco:

Fabrizio GrePPi

candidati consiglieri:

candidati consiglieri:

candidati consiglieri:

- Salvatore SELLARO, 59 anni, pensionato - Rocco FIORINO, 59 anni - Franco RAVIOLO, 59 anni, insegnante - Sara BENEDUCE, 23 anni - Giovanni BRACCOLINO, 73 anni, pensionato - Rosa GIUDICE, 61 anni, pensionata - Stefania GRAZIOTTO, 40 anni, casalinga - Domenico A. CAVALLARO, 34 anni, operaio - Deborah RAINERI, 36 anni, casalinga - Carmela LISI, 45 anni, artigiano - Carmelo PUCCIO, 36 anni, imprenditore - Davide PASCA, 19 anni, studente

- Franco AIMINO, 59 anni, geometra libero professionista - Dante BALZOLA, 71 anni, ottico in pensione - Simona BAULINO, 40 anni, psicologa - psicoterapeuta - Annalisa BORDIGNON, 38 anni, architetto libero profess. - Fabrizio CASA, 45 anni, impiegato - Giuseppe CELESTINO, 32 anni, imprenditore immobiliare - Giovanni Enrico GRAZIANO, 72 anni, agricoltore - Bruno MAIOLO, 44 anni, magazziniere - Maurizio RAVARINO, 37 anni, operaio - Giulia TARARA’, 23 anni, commessa - Luigi TAVANO, 64 anni, geometra - assicuratore - Mihaela TIGANUS, 37 anni, artigiana

- Giuseppe ARLOTTA, 60 anni, impiegato Poste - Enrico BORGONDO, 44 anni, geometra - Maurizio CHIOCCHETTI, 51 anni, architetto - Riccardo PIOLATTO, 37 anni, geometra - Carmine SPERANZA, 51 anni, imprenditore - Andrea ANGIONO, 20 anni, studente universitario - Luca LIFREDI, 27 anni, commerciante - Chiara ROSMO, 20 anni, studentessa universitaria - Vanessa NESCI, 20 anni, studentessa universitaria - Cinzia BONISOLO in NEBBIA, 51 anni, commerciante - Maurizio AZZONI, 42 anni, artigiano elettricista - Monica ALBARELLO in BURATORE, 46 anni, insegnante


crescentino

9

i “grillini” raccolgono le firme per presentarsi

Nelle feste pasquali qualcuno ha fatto circolare la voce del ritiro di Alati. Lui è in vacanza all’estero ancora per qualche giorno

Guida: programma annuale di eventi insieme a commercianti e associazioni

Massa: una lista espressione della futura classe dirigente

Cosa sarà

Grillo e Casaleggio non hanno dato il simbolo ma loro tentano comunque come “lista civica” Dopo la serata di presentazione, l’11 aprile al Teatro Angelini, la lista “Crescentino ricomincia” che candida a sindaco Gian Maria Mosca è stata completata nei giorni scorsi con gli ultimi tasselli: ci saranno anche Paolo Mosca, Gabriella Bregolato e Nino Dispoto. Per Alessandra Gioliti, candidata che si è presentata nella serata in teatro, questo è il primo approccio all’amministrazione del Comune, ma - dice - «è un impegno che volevo da sempre, ci sarà tutto il mio impegno». In caso di elezione si occuperebbe della parte giuridico-legale del bilancio, «un ulteriore controllo su come gestire le varie voci di spesa, in altri termini la “burocrazia economica”». Ma non si fermerebbe lì: «mi interessa molto lavorare sulle problematiche della scuola, partire subito raccogliendo i problemi da dove nascono, sentire cosa propone chi ne è a contatto per lavorare su cosa serve davvero. Non solo però dal punto di vista economico, anche negli aspetti più ludici come il centro estivo o i giochi della gioventù; mi piacerebbe introdurre, come è diffuso all’estero, delle nozioni base per il primo soccorso, sulla sensibilità ambientale per avviare i bambini a certi processi formativi, sarebbe un’innovazione». Ai giovani si rivolge anche Mario Guida, che cinque anni fa era candidato a sindaco in un’altra lista ma era rimasto fuori dal Consiglio: «in caso di elezione - spiega - ognuno di noi si dedicherà a ciò che conosce meglio; io mi occuperei di manifestazioni, cultura e politiche giovanili. Potrebbe sembrare che in un momento di crisi siano fuori luogo, invece vi è uno stretto rapporto tra commercio, politiche sociali e giovanili. Qui a Crescentino non è mai stato fatto un programma annuale concordato con commercianti e associazioni che non scontenti nessuno. Se le casse comunali piangono allora ci si fa avanti a chiedere finanziamenti ai privati; se sono loro ad occuparsi delle manifestazioni il Comune toglierà dei costi dando il patrocinio e facendo da mediatore perché tutto funzioni bene». Il punto centrale diventa quindi coinvolgere tutti: «è fondamentale capire che che è stato perso il senso della comunità, non c’è cordialità e non si guarda alla dignità umana. Si dice che i giovani non fanno nulla in questo paese, però nessuno ha fatto nulla per regalare loro qualcosa, invece il Comune dovrebbe aiutarti nel tuo talento, darti un punto di partenza. Sono poche le associazioni di giovani, si dovrebbe ripartire da lì e ampliare le possibilità, tornare in piazza e avviare un rapporto umano, un rinnovamento concreto». «Un’altra possibilità - conclude - è data dai social network, abbattono le barriere. Oggi ci sono più giovani nelle liste, sono contento di aver fatto cambiare qualcosa; il movimento giovani già alla fine della scorsa campagna elettorale si era avvicinato a Mosca, ora è confluito in questa lista».

a’ che ca itt

LA CITTà CHE CAMBIA Gabriele Massa SINDACO

CREsCEnTInO In MOVIMEnTO

CREsCEnTInO RICOMInCIA

a’ che ca itt

bia m

La C

Qui al fondo della colonna non ci arriviamo, e spieghiamo subito perché: a pochi giorni dalla scadenza per la presentazione della lista, non sanno neanche loro se alle elezioni comunali ci saranno. E’ andata così: dopo il mancato arrivo del benestare e della concessione del simbolo da parte di Grillo e Casaleggio, il gruppo cittadino dei simpatizzanti del Movimento 5 Stelle ha deciso di dare vita ad una lista civica. «Il dado è tratto», spiega Maurizio Cabrini. «Per coerenza dopo le idee vengono i fatti, e chi non teme di mettersi in gioco confrontandosi con i problemi non può proseguire. Ufficialmente iscritti con mia moglie, come assessore alle prossime elezioni del nostro Comune con la lista “Crescentino in MoVimento”, composta da tutti attivisti del Movimento 5 stelle. Chiunque volesse sostenerci si può presentare all’anagrafe munito di documento di identità e tessera elettorale e firmare per la nostra lista». «Con l’aiuto di tutti i pentastellati nel cuore e nello spirito - prosegue Cabrini - potremmo entrare nelle istituzioni e portare dentro insieme a noi la cittadinanza, allo scopo di recuperare la nostra dignità di Crescentinesi e di Italiani. Ad ognuno di voi la scelta del da farsi, noi il primo passo l’abbiamo fatto». In questi giorni stanno raccogliendo le firme per la presentazione di “Crescentino in MoVimento” e sperano di riuscire a raggiungere la soglia prevista dalla legge per poi lanciarsi nella campagna elettorale. L’intento è di portare comunque le idee “grilline” in Consiglio comunale, anche senza il supporto ufficiale del Movimento 5 Stelle. Per ora il gruppo ha deciso di non rilasciare interviste e dichiarazioni: nomi, simbolo e programma saranno resi noti dopo la presentazione in Comune. Sempreché si presentino. Fra pochi giorni sapremo.

bia m

La C

E siccome - spiega Marinella Venegoni «il Pd del mio paese ha indicato come candidato sindaco una persona di Verrua Savoia e fin lì amen, ma una persona scorretta, che ha violato la mia fiducia, [...] in vista dei propri traguardi che ora si concretizzano», a candidarsi a sindaco c’è anche l’altro dei vice che la Venegoni ha avuto in questi anni: Gabriele Massa. «Uno di cui mi fido», dice la sindaca, a differenza di quell’altro. Dopo alcuni messaggi postati nelle scorse settimane sul blog della Venegoni (in brutale sintesi: «facciamo una lista unitaria di sinistra, ma a due condizioni: fuori i vecchi e guido io»), e dopo trattative che i trattanti raccontano ciascuno a modo suo, Massa ha finalmente - come si dice qui - “sciolto la riserva”, e presenta la lista, che dopo qualche altra ipotesi scartata ha assunto la definitiva denominazione di “La città che cambia”. «Come si può osservare – afferma scorrendo i nomi – la nostra lista è l’espressione di una futura classe dirigente, amministrativa; i candidati non sono stati scelti a caso, ciascuno di loro si distingue in un ambito particolare; ci sono anche tre amministratori uscenti e un ex assessore defenestrato in anticipo. La lista è l’espressione di molteplici ambiti». “La città che cambia”... con tre assessori della vecchia Giunta, tre persone molto stimate dalla sindaca uscente. Ma guai a scrivere che è una lista “venegoniana”, ché poi arrivano telefonatacce: non ci tengono ad essere definiti così. C’è Rifondazione, c’è Sel, c’è anche un pezzo di Pd (perlomeno finché Taverna non cambia partito un’altra volta). In merito al programma, il vicesindaco candidato a sindaco offre un primo assaggio: «Ci occuperemo di risparmio energetico, abbiamo già elaborato diversi studi che spaziano in questo ambito; quindi una differenziazione dei rifiuti maggiore e capillare, molto web, occasioni per giovani, idee imprenditoriali, attenzione alle frazioni. Il sindaco, in caso di elezione, sarà a disposizione una volta al mese in frazione per ascoltare, per le iniziative, perché vi sia maggiore partecipazione. Non ci sono più i referenti delle frazioni, è giusto che il sindaco sia a disposizione». Il modello è «un’amministrazione aperta, dedicata alle esigenze dei cittadini rappresentati, con la possibilità di investire nei rapporti umani, far sentire che ci sono alternative». Oltre alla parte sociale c’è quella tecnica, d’investimento, di prospettiva, «crediamo nel futuro, non ci saranno risultati nel breve periodo, ravvicinati, ma nel tempo; investire in questi ambiti, ambiente e tecnologia, è una leva per disponibilità future, per investimenti prossimi».

Gabriele Massa SINDACO

candidato sindaco:

candidato sindaco:

roberto Tunnera

Gabriele massa

candidati consiglieri: - Nicoletta RAVARINO, 60 anni, medico - Giovanni TAVERNA, 32 anni, operaio - Gaetano ANGELONE, 41 anni, operaio - Francesco SPAGNOLO, 50 anni, impiegato - Maria Chiara ROSATO, 20 anni, studentessa - Simone RAVARINO, 24 anni, studente - Federica BELLUCCI, 25 anni, studentessa - Alessia CASADEI, 20 anni, studentessa - Moreno OTTAVIANO, 48 anni, commerciante - Andrea ESPOSITO, 22 anni, studente - Davide ZANERO, 34 anni, operaio - Andrea MOROLLI, 24 anni, studente

candidati consiglieri: - ...

candidato sindaco:

Gian maria mosCa candidati consiglieri: - Paolo Maria MOSCA, 32 anni, agricoltore - Mario GUIDA, 28 anni, musicista - Giuseppe (Pino) ROTONDO, 48 anni, commerciante - Alessandra GIOLITI, 29 anni - Salvatore MANCA, 50 anni - Elena QUAGLIA, 28 anni - Salvatore DE SALVO, 52 anni - Giovanni LUISI, 46 anni - Ilenia DELL’INFANTE, 37 anni - Alessandro TROTTA, 36 anni - Liberato (Nino) DISPOTO, 28 anni - Gabriella BREGOLATO, 47 anni

Sono bravi? Sono competenti? Sanno cosa vanno a fare? Hanno tempo e voglia di impegnarsi? Purtroppo non sembrano essere queste, nei giorni che precedono la presentazione delle liste, le domande principali dei selezionatori di candidati. In molti casi ne viene prima - più o meno esplicitamente un’altra: «in quale bacino pesca?». Tizio sta nell’associazione tale, che ha cento iscritti: bene, ci serve. Caio ha tanti parenti e conosce tutti al villaggio: ok, prendilo. Sempronio ha poche possibilità di riuscita, ma serve a portar via i voti a Mevio, che è nell’altra lista. Poi c’è Calpurnio, che l’altra volta stava nella lista avversaria e stavolta porta i voti qui. Quello ce ne porta cento, quell’altro ne toglie trenta a loro: «pesca nel loro bacino». Vediamo quanti ne tira su. Per fortuna non è per tutti così. Nella settantina di crescentinesi di ogni età che - nonostante tutto, in tempi grami come questi - hanno deciso di dedicare parte del loro tempo alla cosa pubblica, ce ne sono sicuramente tanti che ci credono davvero, che vogliono lavorare per una Crescentino migliore di quella in cui vivono. Che già ora, prima ancora di sapere se i concittadini li eleggeranno o no, stanno togliendo ore alla famiglia, al tempo libero, al sonno per elaborare proposte, inventare progetti, prepararsi ad amministrare la città. Sono settimane, queste che rotolano verso la data delle elezioni, di discussioni, dubbi, verifiche, diverbi e abbracci, scazzi e pazienza, illuminazioni e disillusioni. Di sere infinite e di notti brevi. Si conoscono persone nuove e si conoscono meglio quelle che si frequentavano già, ci si confronta sull’idea di città, di mondo, di futuro, di vita. Poi alcuni - pochi - entreranno in Consiglio (e capiranno che non è come se lo immaginavano), molti non ci entreranno mai, magari nemmeno da spettatori. Ma è bello, in queste sere in cui l’aria è già tiepida, intorno a questi tavoli segnati dai cerchi dei bicchieri, su questi fogli pieni di appunti e di scarabocchi, scambiarsi matite e sms, chiavette usb e idee, e pensare insieme a come far più bella e funzionale la propria polis: ché è qui, fra la torre e il ponte, fra i portici e le risaie, che ci tocca vivere, amare, capirci. è la politica, bellezza. (u.l.)


10

comuni VERRUA SAVOIA

LAMPORO

Sindaco unitario, salta l'ipotesi Trinchero Ora anche Castelli abbandona il progetto

Bando per la gestione degli impianti sportivi

VERRUA SAVOIA. (s.b.) Ultimi giorni per la formazione della lista che dovrà essere presentata entro venerdì 25 aprile. I mesi passati hanno visto incontri e trattative tra i due gruppi attualmente rappresentati in Consiglio comunale, maggioranza e opposizione si sono incontrate e hanno discusso attraverso i rispettivi portavoce, i consiglieri Paola Moscoloni e Mauro Castelli. L'ipotesi di una seconda lista, avanzata da alcuni cittadini che ritenevano fosse positivo avere un'alternativa, non ha avuto seguito. Un lungo lavoro di lima e cesello ha portato alla formazione di una lista unica, che avrebbe dovuto essere guidata da una personalità super partes. Tra i nomi di cui si è discusso c'era anche quello di Daniele Trinchero, che per Castelli era il punto di riferimento dell'intero progetto. A pochi giorni dalla

LAMPORO. (s.b.) Il Comune ha emesso il bando per la concessione della gestione dell'impianto sportivo per il tennis ed il calcetto. Come era già stato indicato in precedenza dall'Amministrazione, dopo l'assegnazione della gestione il Comune realizzerà alcuni lavori; consultazioni e osservazioni tecniche hanno portato a stabilire che sarà posata la pavimentazione in erba sintetica sia nei campi da tennis che in quello da calcio, il basso fabbricato verrà demolito, rifatta la recinzione e piazzati quattro proiettori per illuminare l'area. Le proposte dovranno contenere un progetto tecnico e gestionale che vagli i numerosi aspetti dell'attività, dalle migliorie tecniche alla manutenzione alla promozione sociale; per ognuno di essi sarà attribuito un punteggio. Punti andranno anche all'offerta economica, che parte da 300 euro all'anno. La durata del contratto è di 12 anni. Le offerte dovranno pervenire entro il 9 maggio presso il Comune di Livorno Ferraris, sede della stazione unica appaltante dei due enti. Le buste saranno aperte nel pomeriggio del 12 maggio.

chiusura della lista, però, questo riferimento è saltato: Trinchero non sarà il candidato sindaco. «Per me il candidato possibile era Trinchero», spiega il consigliere; «un'ipotesi che non si è verificata, e allora io non partecipo». Senza polemiche o giudizi di alcun tipo Castelli ritira quindi la sua candidatura in lista, non partecipa alle ultime fasi della trattativa e attende come gli altri cittadini di conoscere i futuri amministratori. La lista è nata nel riserbo e solo al momento della presentazione in Comune verranno svelati i nomi. Castelli non era l'unico della minoranza ad essere entrato in questo progetto, però esprime chiaramente il suo pensiero: «la mia uscita non condiziona gli altri, chi vuole esce, chi vuole resta, è una decisione loro, tutti devono essere liberi di scegliere».

LUNEDÌ SERA

Si riunisce il Consiglio VERRUA SAVOIA. (s.b.) L'ultimo Consiglio comunale della consiliatura si terrà lunedì 28 aprile alle 21 per approvare il conto consuntivo. L'avanzo di amministrazione ammonta a circa 75 mila euro, «non tutto dovuto alla gestione 2013 – spiega il sindaco Giuseppe Valesio – circa 35 mila euro sono di quest'anno, il resto deriva dall'avanzo del 2012. In un bilancio di circa un milione e mezzo di euro 35 mila euro sono fisiologici. Il patto di stabilità non permette di utilizzare questi fondi se non per motivi particolari».

Pomeriggio alla Rul verde VERRUA SAVOIA. (s.b.) I volontari della Biblioteca hanno organizzato un pomeriggio di letture all'aperto per domenica 13 aprile. Nel pomeriggio adulti e bambini si sono ritrovati alla Rul verde, la quercia sempreverde punto di riferimento per chi percorre la collina. Una ventina i partecipanti, che hanno trascorso il dopo pranzo a leggere sotto l'ombra del maestoso albero e raccontato simpatiche storie ai più giovani. Le attività della Biblioteca sono proseguite in settimana con la consueta proiezione del terzo venerdì del mese: Benvenuto presidente con Claudio Bisio.

PALAZZOLO

FONTANETTO PO

Vita Tre: Marisa Furlan Elezioni comunali Ultimo Consiglio: poi si presenta il progetto Arriva in Consiglio confermata presidente Le due liste? di riqualificazione di piazza Giovanni XXIII il consuntivo 2013 Il calendario delle prossime attività quasi pronte Lunedì sera l'approvazione del conto consuntivo Convocato per lunedì 28 alle 18.30

FONTANETTO PO. (s.b.) Il Consiglio comunale è convocato per lunedì 28 aprile alle 18.30. Verrà presentato il conto consuntivo relativo al 2013: «è positivo – afferma il sindaco Riccardo Vallino – è avanzato poco perché ci sono stati una valanga di tagli e abbiamo cercato di scaricare l'aumento delle tasse sui trasferimenti». Due volte sono stati ritoccati al ribasso gli emolumenti statali e l'aumento delle aliquote Imu è servito per scalare sui trasferimenti; «abbiamo cercato la soluzione meno invasiva e più indolore possibile». In attesa della convenzione completa per la gestione tecnica dei Comuni attraverso l'Unione delle terre del riso, che si dovrebbe concretizzare a

settembre, tra Fontanetto Po e Livorno Ferraris è stata stipulata una convenzione per il personale che durerà quattro mesi e permetterà che i cantonieri di Livorno lavorino a Fontanetto Po, che al momento non ha nessun operatore di questo tipo; «è proprio nel periodo estivo che occorrono maggiormente». Infine l'Amministrazione ha raccolto la richiesta della Coldiretti di approvare in Consiglio l'ordine del giorno che richiede un aumento del contenuto di succo di frutta nelle bibite analcoliche che lo contengono. «Pensiamo alla salute ed al made in Italy, per cui voteremo una delibera consiliare per andare incontro ai nostri produttori; più Comuni lo approvano meglio è».

FONTANETTO PO. (s.b.) L'associazione Vita Tre di Fontanetto si è riunita il 10 aprile per il rinnovo delle cariche direttive e la presentazione della situazione economica. I soci hanno confermato alla presidenza Marisa Furlan, vice Franco Pezzoli, segretario Gerardo Biolla, consiglieri Francesco Biasiol e Giorgio Angelino. La gestione della tombola settimanale è stata assegnata a Silvana Buson, che anche in passato la seguiva con attenzione, invece i mezzi di trasporto sono stati demandati a Pezzoli. La presidente ha aperto l'assemblea illustrando le attività e la parte finanziaria; il bilancio sociale registra un notevole aumento del servizio di trasporto che nell'anno precedente aveva visto calare le richieste Il bilancio economico è positivo, l'associazione può continuare ad esistere agevolmente grazie alle offerte derivanti dal servizio di trasporto e al 5 per mille che i fontanettesi destinato a Vita Tre; un plauso ed un ringraziamento muovono dalla Furlan a coloro che li hanno ricordati nelle dichiarazioni dei redditi. Il calendario delle uscite prevede il raduno regionale dei gruppi anziani a Boves il 15 maggio e con la bella stagione presto saranno organizzate gite ed uscite di mezza giornata e di un intero giorno. È anche stato evidenziato il bisogno di effettuare manutenzioni alla sede per mantenerla in ordine ed efficienza; due soci si sono offerti di occuparsi delle finestre, una piacevole sorpresa per tutti.

PALAZZOLO. (s.b.) Ultimi ritocchi alle due liste che si presenteranno alle elezioni comunali del 25 maggio. Quella di Mauro Roberti, afferma il candidato a sindaco, «vedrà rappresentate tutte le componenti, giovani e meno giovani, uomini e donne, mondo del lavoro in ogni sua sfaccettatura: lavoratori dipendenti, imprenditori e liberi professionisti, tutti accomunati dalla voglia di impegnarsi al massimo per il nostro paese». “Tutti per Palazzolo”, la lista del candidato sindaco Emiliano Guarnieri, ha confermato la presentazione nelle serata di venerdì 16 maggio presso il teatro parrocchiale. I candidati saranno presenti nei giorni di mercato, martedì e giovedì, per incontrare i cittadini; hanno scelto una campagna elettorale diretta, senza incontri pubblici: saranno in piazza o andranno nelle case per spiegare il programma, cosa progettano di realizzare, come intendono muoversi nei vari settori amministrativa, quali sono le priorità. In questo modo, a loro parere, «i palazzolesi potranno esprimere subito commenti e critiche, apportando un contributo vivo e diretto».

PALAZZOLO. (s.b.) Il Consiglio comunale si riunirà lunedì 28 aprile alle 21 per valutare il conto consuntivo relativo all'anno 2013. «È più che positivo – commenta il sindaco Maria Luisa Poy – specchio di un'amministrazione oculata che pur nelle ristrettezze ha continuato a fornire i servizi ai cittadini». Dopo la chiusura del Consiglio, che presenta quest'unico punto all'ordine del giorno, il tecnico comunale architetto Riccardo Pasquino illustrerà il progetto di riqualificazione di piazza Giovanni XXIII. L'incontro è rivolto ai cittadini i quali potranno vedere in anteprima come diventerà quest'angolo di paese dopo l'abbattimento della struttu-

Uno scorcio di piazza Giovanni XXIII

ra pericolante acquistata dal Comune. L'allargamento della piazza e la riqualificazione dell'area sono le finalità che erano state indicate a presupposto del progetto.

La celebrazione del 25 aprile PALAZZOLO. (s.b.) Per la ricorrenza del 25 Aprile la cittadinanza è invitata a partecipare al ricordo dei caduti che si svolgerà in due momenti. Alle 11 saranno deposti i fiori presso la lapide posta sulla facciata del Municipio e al monumenti ai Caduti. Il corteo raggiungerà quindi il cimitero dove alle 11.30 si celebrerà la messa presso il Campo della Gloria.

Nei giorni scorsi la struttura è stata utilizzata per ospitare i profughi

Casa di riposo: in autunno inizierà la ristrutturazione

PALAZZOLO. L'utilizzo dell'ex casa di riposo per ospitare un gruppo di profughi durante la sosta notturna del 12 aprile scorso ha riportato l'attenzione degli abitanti sulla struttura, oltre a suscitare commenti ed illazioni sul suo futuro utilizzo. «I rifugiati sono stati ospitati nell'ex casa di riposo - spiega il sindaco Maria Luisa Poy - perché al momento è vuota; nell'autunno prossimo inizieranno i lavori di ristrutturazione. L'intento è quello di creare una struttura che segua i canoni più recenti in ambito di organiz-

zazione dell'ospitalità, non più secondo il solito schema della casa di riposo, ma che tenga in considerazione le esigenze delle famiglie e dia la possibilità di ospitare gli anziani e non solo loro». Un ritorno che seguirà schemi più attuali, ma comunque di supporto alla comunità cittadina e, nel caso occorresse, nuovamente alla Prefettura: «non va dimenticato - conclude la Poy - che l'ex casa di riposo è un edificio religioso, l'accoglienza è una sua vocazione». Il sindaco Maria Luisa Poy

Silvia Baratto


Trino domenica 27

11

L’assemblea cittadina si riunisce martedì. L’avanzo di amministrazione è di 277 mila euro Perplessità sulla scelta del luogo

Il consuntivo 2013 arriva in Consiglio “Orti sociali”: il sindaco

La Partecipanza discute della gestione boschiva All’ordine del giorno anche il regolamento dell’asilo nido e la convenzione per l’Asl

Trino. (s.b.) Per domenica 27 aprile è stata indetta una riunione della Partecipanza. All’ordine del giorno la prossima gestione boschiva e la successione femminile. Non mancherà un commento sul risultato del referendum svoltosi domenica 13 aprile che ha visto prevalere per uno scarto minimo la decisione dei soci di non introdurre l’autofinanziamento nella gestione dell’ente.

Trino. (s.b.) Il Consiglio comunale è convocato per martedì 29 aprile. Ai consiglieri sarà sottoposto il conto consuntivo, la “fotografia economica” del Comune dal 1° gennaio al 31 dicembre 2013, già approvato dalla Giunta. «Nonostante le difficoltà del 2013 – rileva il sindaco Alessandro Portinaro – è positivo, non vi sono grossi scostamenti rispetto al bilancio di previsione, approvato ad anno avanzato. La nota positiva è l’avanzo di amministrazione di 277 mila euro, completamente non vincolato, e che sarà rigorosamente destinato per gli investimenti. Stiamo approvando il piano triennale delle opere pubbliche e vedremo come utilizzarli». Una nube all’orizzonte però si profila: «l’unica preoccupazione deriva dal fatto che l’avanzo di amministrazione, per il bilancio, è un’uscita e non un’entrata: li abbiamo, ma se non ci saranno flussi d’entrata o “polmoni” dalla Regione rischiamo

Una riunione del Consiglio comunale trinese

di non poterli utilizzare tutti». Anche la copertura dei servizi a domanda individuale - mensa scolastica, trasporto alunni, peso pubblico e similari, solitamente problematici finanziariamente - è superiore alle aspettative: «la copertura media è del 70% circa, in preventivo la percentuale era più bassa». «Restano alcuni squilibri sui flussi di cassa, come la seconda rata Imu trasformata in trasferimenti statali, comunque abbiamo chiuso con 4 milioni di

euro in cassa ai quali si sono aggiunti un milione e 300 mila euro», i “fondi Scanzano” erogati a gennaio 2014. Nella seduta del 29 verrà inoltre presentato il nuovo regolamento dell’asilo nido, «importante perché permette di attivare servizi aggiuntivi» come il prolungamento dell’orario di apertura dopo le 16 e il sabato mattina. Sarà anche portata in approvazione la convenzione con Casale, Comune capofila per l’accordo con l’Asl.

ha incontrato i residenti Trino. (s.b.) Si è svolto martedì 15 aprile l’incontro tra l’Amministrazione comunale ed i residenti della zona che dovrebbe ospitare il progetto degli orti sociali. Richiesto dagli abitanti perché una parte di loro non ritiene appropriata la scelta del luogo, si è tradotto in un dialogo che ha portato ad un confronto aperto e a due impegni da parte del sindaco Alessandro Portinaro: verificare se vi siano altre aree adatte in città per ospitare l’iniziativa e, nel caso invece si realizzasse proprio in quella sede, proporre altri interventi migliorativi per l’intero quartiere, in cui abitano una cinquantina di persone. Si è genericamente parlato di orti urbani, in realtà

il disegno è composito: su un terreno di circa tremila metri quadri oltre alle parti coltivate, orti, orti didattici e sperimentali, sarebbero posizionati l’area per i cani, un punto di aggregazione con arredo urbano, la casetta dell’acqua, il tutto recintato a siepe. Nel corso della discussione Portinaro ha fatto rilevare che l’affermazione “bellissimo progetto, ma non sotto casa mia”, più volte espresso, appariva contraddittorio, «se è bellissimo e utile non dovrebbe essere problematico». Realizzando queste iniziative, ha fatto notare il sindaco, vi sarebbe anche un altro aspetto positivo: «ovunque c’è più passaggio di persone vi sono meno criminalità e vandalismo».

Il Comune: alla Caritas e alla San Vincenzo Lunedì in biblioteca: organizzano il Comune, Itaca e il Csv il pane e la frutta non consumati in mensa Incontro con Milani, presidente dell’associazione I volontari delle due associazioni li ritireranno alle 14 e li porteranno a chi ne ha necessità delle vittime della strage di piazza della Loggia Trino. Le difficoltà legate alla crisi stanno pesando in modo sempre maggiore su una porzione più ampia di popolazione e dare una risposta può diventare arduo e delicato. Per l’assessore alle politiche sociali Patrizia Massazza trovare soluzioni adeguate e nel contempo rispettose della dignità personale è uno stimolo continuo; al momento sta operando per la stipula di una convenzione tra la società Alessio, che gestisce le mense scolastiche cittadine, materna, elementari e medie, e le associazioni di volontariato sociale San Vincenzo e Caritas per la redistribuzione degli alimenti somministrati agli allievi senza cottura, nello spe-

Il cibo avanzato dopo i pasti verrà distribuito

cifico il pane e la frutta, e che al termine dei pasti non siano stati utilizzati dai ragazzi. I volontari ritireranno le derrate verso le 14 e le porteranno a chi ne ha necessità; un gesto di solidarietà che non

comporta spese aggiuntive o carichi di bilancio. «In questi giorni di fine aprile verrà firmata la convenzione tra Comune, Alessio, Caritas e San Vincenzo», spiega l’assessore; «per adesso

è una sperimentazione e durerà sino al termine dell’anno scolastico, per il prossimo si vedrà, anche perché scade il contratto con la Alessio; la riproporremo se vedremo che funziona». Per ora quindi la prova riguarderà solo i prodotti freschi, però la Massazza sta anche valutando la possibilità di utilizzare le porzioni cucinate, passaggio complesso burocraticamente. Non aveva escluso gli istituti superiori, nella fattispecie l’Alberghiero, che però persegue un meticoloso utilizzo di ogni risorsa alimentare; saranno quindi gli alunni più giovani ad essere coinvolti in questa esperienza. Silvia Baratto

Trino. (s.b.) Il Comune e l’associazione Itaca di Vercelli in collaborazione con il Csv organizzano per lunedì 28 aprile alle 21 in biblioteca “Nessuno è stato – incontro pubblico con Manlio Milani in occasione del 40° anniversario della strage di Piazza della Loggia”. Il tragico evento avvenne a Brescia il 28 maggio 1974, una decina di morti e centinaia di feriti; 30 anni di indagini e processi non hanno portato ad alcuna condanna, solo a scrivere un’altra pagina sul terrorismo e sullo stragismo, senza riuscire a sollevare le scure cortine che coprono taluni movimenti dei servizi segreti e dello Stato. Milani oggi è il presidente dell’associazione vittime della strage, perse la moglie Livia e sta ancora cercando risposte, insieme a lui l’avvocato di parte civile; nel pomeriggio alle 18 sarà alla libreria Mondadori a Vercelli. «Questo appuntamento – afferma il sindaco Alessandro Portinaro – prosegue il percorso che stiamo promuovendo insieme ad Itaca; a fine 2013 abbiamo incontrato i ragazzi di Scampia, questa è la seconda puntata, due pezzi di storia

Manlio Milani

d’Italia, passato e presente. La serata ha una valenza particolare per la presenza di Milani». Non interessa sciorinare una carrellata di nomi più o meno eclatanti e date, «l’idea è di continuare con eventi a distanza più ravvicinata provando a parlare a tutti, ma soprattutto ai giovani che non hanno vissuto quel periodo».


Livorno Ferraris DOMENICA

Motoincontro “Le risaie a primavera”

L’edizione dell’anno scorso

Livorno Ferraris. (r.l.) Il MotoClub Livornese organizza per domenica 27 aprile il motoincontro “Le risaie a primavera”, con un ricco programma. Dalle 9 alle 11.30 ci sarà il parcheggio dei mezzi, l’iscrizione, il ritiro dei gadgets e la colazione. Dalle 9.30 alle saranno possibili visite libere e guidate per Livorno Ferraris e per i musei del paese. Alle 11 ci sarà la possibilità di partecipare alla funzione religiosa presso la Parrocchiale di San Lorenzo. Alle 11,30 ci sarà la chiusura delle iscrizioni, la partenza per un giro turistico della zona con la sosta per l’aperitivo in località di interesse turistico sportivo ed a seguire il rientro in paese. Alle 13 la chiusura della manifestazione con la possibilità di pranzare presso i locali del paese a prezzi concordati. Per informazioni chiamare lo 0161.478083 nelle ore serali oppure il 338.6841534, o scrivere a raba.moto@ alice.it.

12

Maggioranza e minoranza studiano insieme i nuovi criteri, adattando la normativa alla realtà locale Si è svolta martedì 15 a Livorno Ferraris

Una commissione consiliare prepara il Regolamento Prima seduta del Consiglio per l’assegnazione di alloggi in emergenza abitativa dell’«Unione Terre del Riso» Livorno Ferraris. (r.l.) Il Consiglio comunale non ha approvato il nuovo Regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia popolare in emergenza abitativa. Il Regolamento è “congelato” e affidato a un gruppo di lavoro formato da maggioranza e minoranza che studi nuovi criteri che, pur rispettando le leggi regionali, rispondano meglio alle esigenze di Livorno. Sia il sindaco Stefano Corgnati che il suo vice Franco Sandra hanno spiegato che la situazione in paese è critica e la crisi sta acuendo le difficoltà di molte famiglie. «C’è un forte problema sociale ha detto il sindaco - che si traduce quotidianamente in emergenze abitative: purtroppo questo accade non solo a Livorno ma in tutti i paesi del

Il municipio livornese

circondario. Siamo tutti nella stessa situazione e dare risposte efficaci diventa complicato perché le richieste aumentano: l’emergenza, da temporanea si sta trasformando in permanente. Ci sono famiglie in lista di attesa per queste assegnazioni». Il Comune di Livorno

ha a disposizione sette alloggi per la cosiddetta assegnazione in “emergenza abitativa”, cioè case da mettere a disposizione delle famiglie che affrontano una situazione di momentaneo disagio, ma tutti gli appartamenti sono attualmente occupati. Quasi quotidianamen-

te in municipio arrivano nuove richieste che purtroppo non possono essere evase, nonostante siano tutti casi urgenti. «Proprio perché la situazione è drammatica - spiega il vicesindaco Sandra - abbiamo bisogno di darci delle regole chiare e dei criteri netti da seguire. Le direttive regionali invece, non risolvono i problemi ma rischiano di complicare le cose». Per questo maggioranza e opposizione hanno deciso all’unanimità di rivedere le regole, pur restando nell’ambito della normativa regionale. Conclude Corgnati: «Avere una linea precisa che definisca come agire, stabilendo dei principi chiari, è fondamentale. Così potremo dare risposte efficaci alle persone che vivono un momento di così grande difficoltà».

La gara di pesca alla trota si è disputata domenica 13 al laghetto Scavarda

Giuseppe Carignano vince il “Memorial Battaglia”

Livorno Ferraris. (r.s.) Domenica 13 aprile si è disputato al laghetto Scavarda il “1° Memorial Marino Battaglia”, gara sociale di pesca alla trota libera a tutti organizzata dall’associazione Pesca Sportiva di Livorno Ferraris presieduta da Stefano Corbiletto.

Vi hanno partecipato 23 pescatori; il Trofeo è andato a Giuseppe Carignano, componente del direttivo dell’associazione, con 48 trote. Per pranzo, poi, il gruppo si è dato appuntamento per un momento in compagnia anche per i componenti

dell’associazione e le rispettive consorti, per trascorrere una domenica insieme. A consegnare il Trofeo è stata Piera, figlia di Marino, con cui l’associazione si è impegnata a organizzare il Memorial anche l’anno prossimo.

Livorno Ferraris. (r.s.) Martedì 15 aprile si è svolta a Livorno Ferraris la prima seduta del Consiglio dell’Unione delle Terre del riso. Il presidente reggente all’apertura della prima seduta è stato Stefano Corgnati, sindaco di Livorno Ferraris, Tra i consiglieri: Mara Bianchetti, Bianca Mezzalama, Stefano Corgnati e Davide Mosca per Livorno Ferraris; Maria Giovanna Petrini, Bruno Poy e Walter Maschera per Palazzolo; Riccardo Vallino, Francesco Gnoato e Danilo Coppo per Fontanetto Po. Corgnati ha introdotto il Consiglio ringraziando i tre Comuni e augurando un proficuo lavoro ai consiglieri dell’Unione. Il primo cittadino di Livorno ha anche sottolineato che tutti gli atti deliberativi propedeutici alla creazione dell’Unione sono stati approvati dai rispettivi Consigli all’unanimità e che l’iter finora verificatosi ha confermato una significativa armonia tra tutte le parti, importante per il bene del territorio. Il primo punto all’ordine del giorno della seduta prevedeva la nomina del presidente dell’Unione, scelto tra i tre sindaci: come anticipato la settimana scorsa, la scelta è caduta su Riccardo Vallino, primo cittadino del Comune che conta un minor numero di abitanti, a testimonianza del fatto che tutti i centri dell’Unione sono ugualmente importanti, al di là delle dimensioni. Vallino è stato nominato presidente all’unanimità ed ha commentato che per lui è una carica molto importante, che dà inizio ad una strada significativa per l’Unione. Tutti i consiglieri sono soddi-

sfatti della decisione presa e lo hanno confermato anche le dichiarazioni rilasciate da alcuni di essi in Consiglio. Il secondo punto è stato l’approvazione del logo dell’Unione: una spiga di riso gialla su sfondo azzurro cangianI sindaci Corgnati, Poy e Vallino

te che simboleggia il “il mare a quadretti” e un cerchio che simboleggia l’Unione. Il presidente Vallino ha infine chiesto ai rispettivi esponenti dei Comuni di trasmettere i dati relativi alla situazione economica del personale per stilare un piano operativo ed i nominativi dei componenti della Giunta, che dovranno essere nominati dal presidente. La Giunta sarà composta dal presidente e da quattro assessori: due per il Comune di Livorno Ferraris e due per il Comune di Palazzolo Vercellese. «Ringrazio i colleghi Maria Luisa Poy e Stefano Corgnati per la fiducia - commenta Vallino - e tutti i consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza, per aver seguito le indicazioni dei loro sindaci. Quello di presidente dell’Unione è un compito che mi accingo a compiere consapevole dell’impegno, ma entusiasta di avere intorno una squadra di amministratori uniti e competenti. Questa Unione rappresenta un salto in avanti molto importante per le nostre tre comunità, solo unendo le forze si riescono a superare i vincoli di norme troppo restrittive. L’Unione delle Terre del Riso precorre i tempi, sono certo che riusciremo a fare un ottimo servizio per le nostre comunità».


Cigliano ELEZIONI

13

Con un’unica lista l’elezione è valida se va a votare almeno il 50% dell’elettorato. A meno che... Rifiuti lasciati nelle piazzole stradali

C’è l’ipotesi della “lista civetta” Troppe discariche abusive:

Corgnati (Pd) è candidato alla Regione Sembra tramontare la partecipazione alle comunali del Movimento 5 Stelle

Giovanni Corgnati

Cigliano. (m.v.) Al termine dell’ultimo Consiglio comunale, svoltosi l’11 aprile, il sindaco Giovanni Corgnati ha preso la parola e ha detto: «Questa è l’ultima seduta - ha detto - che io presiedo come sindaco. Ringrazio tutti i consiglieri per la collaborazione e la disponibilità che hanno sempre dato, compresi quelli della minoranza». Corgnati ha inoltre annunciato che il prossimo 25 maggio sarà candidato al Consiglio Regionale nella lista del Partito Democratico: «Mi è stata proposta la candidatura - ha detto - e ho accettato. Sono uno dei due candidati del Pd della provincia di Vercelli alla Regione Piemonte».

Cigliano. (r.g.) Un paio di giorni e ci siamo. Stanno per scadere i termini per la presentazione delle liste e dei programmi per le elezioni comunali del 25 maggio e, a meno di sorprese, sarà solo una la lista che i ciglianesi troveranno sulla scheda: quella che candida a sindaco Anna Rigazio, attuale vicesindaco dell’Amministrazione Corgnati. In caso di presentazione di una sola lista, l’elezione sarà valida se si recherà alle urne almeno il 50% degli aventi diritto, e se almeno il 50% delle schede votate riporterà il voto per quella lista. Se viene meno anche solo una di queste due condizioni, l’elezione è nulla. E se più della metà dei ciglianesi, di fronte ai tabelloni con una lista sola, decidessero di non andare a votare? (Difficile: ci sono anche le Regionali, e le Europee...). Nei giorni scorsi si è diffusa la voce che sarebbe in preparazione an-

Dialogo e integrazione

Si prepara l’«Incontro tra culture»

Anniversario della Liberazione

La celebrazione del 25 aprile Cigliano. (m.v.) L’anniversario della Liberazione sarà celebrato a Cigliano, venerdì 25, con ritrovo alle 10.30 in piazza Martiri, nel cortile dell’istituto scolastico “Don Evasio Ferraris”. Da lì i partecipanti si muoveranno in corteo per le vie del paese a portare un omaggio floreale alle lapidi dei caduti. Seguiranno alle 11 la celebrazione di una messa al campo nell’area antistante il cimitero, quindi alle 11.30 il discorso delle autorità ed i pensieri degli alunni dell’Istituto Comprensivo. Parteciperà la Banda musicale cittadina, la “Filarmonica Ciglianese”.

Anna Rigazio, candidata a sindaco

che una seconda lista di centrosinistra, una “lista civetta” utile solo ad aggirare la norma del 50% che si applica ai casi in cui si presenta una lista sola.

Cigliano. (m.v.) È in corso d’organizzazione l’edizione 2014 della festa “Incontro tra culture”. Tale manifestazione, che si tiene da molti anni, si propone gli obiettivi d’incoraggiare il dialogo interculturale e di favorire l’integrazione degli immigrati da altre nazioni nella comunità ciglianese, accanto alla finalità propriamente economica di attirare spettatori e turisti, anche promuovendo la conoscenza del paese e delle sue imprese commerciali e di vendita. Essa viene organizzata dal Comune in collaborazione con l’Associa-

Il sindaco Corgnati ha annunciato che sarà candidato consigliere comunale nella lista della Rigazio. La legge glielo consente, ma se fosse eletto consigliere regionale (v. articolo qui a lato) non potrebbe fare il vicesindaco o l’assessore in Comune. Ci si attendeva, oltre a quella della Rigazio, anche una lista del Movimento 5 stelle: in paese, infatti, si è formato un gruppo di simpatizzanti che ogni sabato è presente con un banchetto in piazza Martiri. Il gruppo, coordinato da Flavio Ranalli, un pensierino alla candidatura alle comunali ce l’aveva fatto: sarebbe bastato comporre una lista di sei persone... Ma il decreto Delrio ha portato da sei a nove i membri elettivi dei Consigli comunali di paesi delle dimensioni di Cigliano, e una lista di nove, in pochi giorni, per un gruppo appena nato è difficilissimo farla.

il Comune apre un deposito Cigliano. (m.v.) Alcune piazzole stradali del territorio di Cigliano vengono occasionalmente adoperate da ignoti quali discariche abusive di rifiuti. Si tratta di un problema che colpisce anche altri comuni del territorio e che si ripresenta periodicamente anche nella zona ciglianese. Appare incomprensibile che si compia un atto illecito scomodandosi a scaricare i rifiuti a bordo delle strade o nei campi, invece di lasciarli, molto più agevolmente, nelle vicinanze delle proprie abitazioni nei giorni di raccolta. Il Comune tenta da molti anni d’arginare il fenomeno, sia attraverso operazioni di pulizia periodica (anche tramite volontari, come con “Puliamo

zione Commerciando, la Pro Loco, l’Associazione Banca del Tempo, il Basket Cigliano Asd ed il Circolo Ronchi. Il fulcro di tale manifestazione consisterà nell’esposizione di bancarelle da parte di rappresentanti delle varie comunità nazionali di immigrati, con mostre, un mercatino di vendita di prodotti, degustazioni alimentari ecc. La manifestazione prevede negozi aperti con la possibilità d’esporre la propria merce al di fuori dell’esercizio, musica e folklore per le vie del paese con danze ed artisti, l’esposizione di

il territorio di Cigliano”), sia mediante il controllo costante delle strade, compiuto principalmente con i cantonieri, ed anche sensibilizzando ed informando la popolazione. L’Amministrazione aveva inoltre preso una serie di misure per dissuadere il più possibile da questo abbandono illecito di rifiuti, ad esempio intensificando i controlli per sorprendere i responsabili, collocando in alcuni punti dei cassoni oppure dei cartelli che invitavano a non abbandonare la spazzatura. Ora il sindaco Giovanni Corgnati ha preso la decisione di aprire un deposito gratuito per lo smaltimento dei materiali. Marco Vigna

prodotti ed oggetti tipici delle nazioni di provenienza dei partecipanti, abiti particolari su manichini, mostre di quadri, libri, fotografie ecc., ed ancora l’allestimento di laboratori caratteristici di vari paesi e degustazioni di piatti tipici. Gli anni passati hanno partecipato cittadini dell’Albania, Cina, Cuba, Marocco, Mozambico, Perù, Romania, Ucraina ecc. La festa “Incontro tra culture” si svolgerà lungo corso Umberto, per la circostanza chiuso al traffico, nella giornata di domenica 18 maggio.

Inaugurate lunedì, testimoniano le sepolture di membri della famiglia Cassio

Due nuove lapidi nella chiesa del Valentino Cigliano. Lunedì 21 aprile, solennità pasquale dell’Angelo, la messa alla chiesa del Valentino si è arricchita dell’inaugurazione di due nuove lapidi funerarie, dopo il restauro di quella di don Domenico Costa, parroco di Cigliano dal 1746 al 1780, avvenuta nell’ottobre scorso.La Confraternita di Santa Caterina, con i suoi priori, Rosanna Rondoletto e Sergio Arborio, ha sostenuto l’iniziativa e le non indifferenti spese. Il lavoro è stato compiuto da Davide Brutti della Sel.Mat. srl di San Giovanni Lupatoto (Verona), che ha inciso al laser le iscrizioni delle lapidi su marmo Bianco Asiago (detto anche Bianco Perlino), mentre la restauratrice Maria Giachetti le ha

sottolineate con il colore. Nell’occasione, come nelle precedenti (la prima era stata nell’estate 2013 il restauro della lapide del Conte Giuseppe Maria Comune Del Piazzo, questa volta in chiesa parrocchiale), si è data continuità alla lodevole iniziativa di pubblicare un libretto ricco di notizie sulle vicende trattate. Quest’ultimo si intitola Le famiglie Cassio e la chiesa della Madonna delle Grazie di Cigliano. In occasione della collocazione di due nuove lapidi funerarie nel porticato della stessa chiesa. Le fonti storico-archivistiche segnalano che diversi membri della famiglia Cassio, originaria della zona di Tenda e non più presente a Cigliano da inizio Novecento, ma radicata in

paese dal Seicento fino ad allora, erano sepolti in una tomba che si trovava sotto il porticato in corrispondenza dell’ingresso della chiesa. Le due lapidi ricordano rispettivamente il giudice Agostino Onorato, primo dei Cassio nato a Cigliano, il suo figlio Gioachino, mastro di posta, con la moglie Gioanna Vittoria Ceridono, loro figlio Ignazio Simeone, sacerdote e cappellano della confraternita, ed anche l’avvocato Marco, loro parente, figlio di Carlo e padre di Giuseppe, notaio patrimoniale di Sua Maestà, che con la moglie Margherita Barberis sono i dedicatari dell’altra lapide. Claudia Carra

Una delle lapidi inaugurate lunedì


14

cigliano Giovedì 1° maggio nelle piazze e vie del centro: mostra mercato, festival d’arte varia e manifestazione gastronomica

“La carta racconta” e la “6a Sagra dell’asparago ciglianese” Cigliano. L’Amministrazione comunale organizza anche quest’anno la manifestazione dedicata alla carta ed all’asparago, che si svolgerà giovedì 1° maggio. Tre i filoni dell’edizione 2014: la settima mostra mercato “La carta racconta”, a cui si accompagnerà il “Festival d’arte varia: fantasia e creatività in strada”, e la sesta “Sagra dell’asparago ciglianese”. All’interno della festa della carta saranno posti in vendita prodotti d’ogni genere legati a questo materiale: stampe, libri, giornali, cartoline, manifesti, opere artistiche ecc. Anche i negozi saranno aperti per l’intera giornata, dalle 8 alle 19, nonché addobbati in base al tema. Saranno chiuse al traffico alcune vie per rendere corso Umberto e piazza Matteotti transitabili ai pedoni con loro piena sicurezza. Accanto alla mostra mercato compariranno moltissimi eventi collaterali, collegati anzitutto alla carta, ma senza esaurirsi in tale ambito. Il festival d’arte varia com-

Non mancheranno gli artisti di strada...

...e gli spettacoli in piazza

La Desperados Show Band

prenderà una serie imponente d’attrattive: “Girolibrando”, consistente in laboratori per i bambini

Con il Laboratorio della Fabula

Laboratori creativi e “Hänsel e Gretel”

Statue viventi ed altre attrazioni

e nella presentazione d’opere di scrittori contemporanei; “Storie di carta e di cartone”, laboratori

creativi e rappresentazioni teatrali; “Dalla carta alla carta”, in cui esperti realizzeranno carta e

laboratori con l’arte del riciclo; “Il colore dei madonnari”, in cui questi artisti daranno prova del-

(foto C. Carra)

la loro bravura creando composizioni al suolo ed in pubblico; “Battiamo l’asta”, con l’esposizione

delle opere realizzate dai madonnari stessi; “Fate, maghi, pirati”, ossia giochi creativi con la carta; il “Tarocco intuitivo”, dedicato all’impiego di questo mazzo di carte con fini d’analisi psicologica; i “Pittori per caso”, con dipinti improvvisati ossia una sorta di pubblico atelier con pitture elaborate e create in loco; le “Statue viventi”, ossia spettacoli di statuaria mobile, i cui protagonisti entreranno in relazione fra di loro e con il pubblico; le “Bolle da sballo”, consistenti in un foglio elastico di sapone che percorrerà le vie; “La locanda degli elisir”, che prevede animazioni, pitture e degustazioni. Vi sarà inoltre musica con la Desperados Show Band e l’animazione delle ballerine, oltre alla presenza d’altri artisti ancora quali caricaturisti, ritrattisti, prestigiatori, trampolieri. Tutti gli appuntamenti della giornata sono organizzati dal Comune in collaborazione con la Pro Loco, la Provincia di Vercelli e l’Ascom. Marco Vigna

Degustazioni e menu particolari

Risotto agli asparagi e ricette “dedicate”

Uno spettacolo del Laboratorio in una precedente edizione

Cigliano. (c.car.) Nell’ambito de “La carta racconta”, giovedì 1° maggio in piazza Vittorio Varese la Cooperativa Nuova Vita e il Laboratorio della Fabula proporranno le loro “Storie di carta e di cartone”. Si parte con i laboratori creativi, dalle 15.30, in cui i bambini saranno guidati nella realizzazione di maschere e pupazzi legati alla storia di Hänsel e Gretel. La celebre fiaba, tra le molte della tradizione popolare tedesca raccolte e rielaborate dai fratelli Grimm, sarà al centro anche della rappresentazione portata in scena dagli allievi del corso adulti del Laboratorio della Fabula. Alle 16 e nuovamente alle 17 e alle 18, per permettere a tutti di assistervi, si esibiranno in questa performance di sola espressione corporea accompagnata dalla musica, con costumi e maschere di carta e cartone riciclato, in tema con lo spirito della giornata. La stessa fiaba sarà interpretata alle 17.30 dagli ospiti delle residenze Casa delle Primule e Villa Walter attraverso le marionette da loro realizzate durante i laboratori.

Cigliano. (m.v.) In concomitanza con “La carta racconta”, il 1° maggio si terrà la sesta “Sagra dell’asparago ciglianese”, dedicata al pregiato vegetale che rientra fra i prodotti di qualità dell’agricoltura di Cigliano. Parteciperanno a questa sagra gli imprenditori agricoli ciglianesi che desiderino porre in vendita quanto da loro personalmente coltivato. Dalle 17 lungo il Corso sono inoltre previste degustazioni gratuite di risotto agli asparagi offerte dal ristorante Nordamerica e dall’Agriturismo “Il Cigno”, che a pranzo e a cena proporranno menu a base di asparagi.

Giochi con la carta

Un gruppo di produttori di asparagi

Il tipico asparago ciglianese


comuni

15

MONCRIVELLO

VILLAREGGIA

Elezioni comunali: ultimi giorni per definire candidature e programmi

Sindaco: Ariagno o Pissinis?

Una nuova formula per il Palio Si disputerà dal 7 al 14 giugno

MONCRIVELLO. (d.g.) Da almeno un mese la richiesta è, da parte un po’ di tutti, quella di «aspettare, perché sono in corso incontri e trattative». A quarantott’ore dalla scadenza per la presentazione di liste e programmi, però, qualcosa filtra. Le liste, salvo sorprese dell’ultim’ora, saranno due. Una è quella che - come annunciato mesi fa su queste colonne - vede riunirsi i due gruppi di minoranza nell’attuale Consiglio comunale, “L’Onda Nuova” (rappresentata da Massimo Pissinis, Luca Lisco ed Emanuela Tos) e “Rinnovo per Moncrivello” (che ha un solo esponente in Consiglio, Piero Santià). Tutti i quattro consiglieri uscenti avrebbero intenzione di ripresentarsi, e il candidato a sindaco viene indicato in Massimo Pissinis, di professione architetto. L’altro schieramento - a

VILLAREGGIA. La macchina organizzativa sta lavorando a pieno ritmo per il ritorno, con la nuova formula a cadenza biennale, del Palio di Villareggia, che coinvolgerà i quattro cantoni dal 7 al 14 giugno. Per una settimana il paese si schiererà per una amichevole tenzone imbandierando le sue strade del rosso dell’Arset, del verde del Campore o del giallo delle Frassjon e del blu dell’Ujè. La manifestazione sarà organizzata come sempre dal Comitato Palio in collaborazione con il Comune, la Parrocchia e le associazioni locali. Rinnovato anche il Comitato, composto da Diego Vallero, Lina Gianetto, Maria Teresa Carra, Sara Vallero, Alessandro Santoro e Alberta Magliano. Il gruppo spiega che «il fine della manifestazione è quello di creare, attraverso una serie di giochi, una sana e sportiva rivalità cantonara che, alla fine, unisca tutti nell’amore per il proprio paese». Sono già stati resi noti i nomi dei capicantone e il programma: i fratelli Marta e Andrea Gianetto guideranno il Cantun Arset, Federica Ruzza e Marco Pissinis il Campore, Elisa Ariagno e Alberto Actis Perinetti le Frassjon e Vanna

Il 25 aprile

Si celebra martedì 29

MONCRIVELLO. (m.v.) La festa della Liberazione sarà celebrata in paese martedì 29, anziché venerdì 25 aprile, per consentire agli alunni delle scuole di prendervi parte. La celebrazione si terrà all’interno del Municipio a partire dalle 14.30 circa. È prevista la presenza di rappresentanti dell’Amministrazione comunale, di studenti delle scuole, e di Domenico Ariagno detto “Nuccio”. Questi, un ultranovantenne che ha combattuto nella seconda guerra mondiale, è stato per lunghi anni presidente dell’“Associazione combattenti e reduci di Moncrivello”, rimanendo in ruolo sino al 2011, quando ha deciso di rinunciare all’incarico per ragioni d’età e di salute. Da molto tempo s’impegna nella conservazione del patrimonio ideale e culturale degli ex combattenti moncrivellesi, sia con l’attività pubblica, sia con la scrittura di libri ed opuscoli. Ariagno terrà un discorso commemorativo. Sono stati acquistati dei garofani bianchi e rossi per accompagnare la cerimonia ed esprimere in forma simbolica i suoi contenuti.

Il municipio moncrivellese

fronte di un passo indietro del sindaco uscente Giovanni Carlino, della vicesindaco Maria Bernardina Curto Monge e dell’assessore Anna Maria Ferrari - dovrebbe essere guidato da Giovanni Ariagno, molto noto nel circondario per essere stato per anni titolare dell’autoscuola di Livorno Ferraris.

Individuati i candidati a sindaco, gli ultimi giorni vengono utilizzati per completare le liste, ciascuna formata da un numero variabile fra sette e dieci elementi. Dai rumors delle ultime ore parrebbe essersi auto-escluso Domenico Ferraro, che negli ultimi anni con gli altri membri del gruppo “Rinnovo per

Moncrivello” ha condotto serrate indagini sull’uso del patrimonio della Fondazione Valleris e sulla gestione urbanistica dell’area pianeggiante del paese, quella intorno ai centri commerciali al confine con Cigliano. Sull’altro fronte, si dà per probabile Gianna Ariagno quale vicesindaco di Giovanni Ariagno. Ricordiamo che cinque anni fa la competizione elettorale si concluse sul filo di lana: Carlino, che nel 2004 aveva vinto con oltre il 60% dei consensi, si fermò al 41,5: 430 voti, solo 16 in più dello sfidante Pissinis. Santià ottenne 192 voti (18,5%), e così per cinque anni i due gruppi che insieme rappresentavano quasi il 60% dell’elettorato sono stati in minoranza in Consiglio. Ora tentano la riunificazione, fra un mese sapremo se i moncrivellesi apprezzeranno.

Debernardi con Carlo Gianetto l’Ujè. Sabato 7 giugno il parroco don Alberto Carlevato celebrerà la messa in cui verrà benedetto il Palio, seguirà la sfilata per le vie del paese dei personaggi in costume. A conclusione della stessa serata il primo gioco, la gara di ballo. Domenica 8 tutti di corsa al mattino per la staffetta a San Martino e al pomeriggio in bici per la cicloturistica, al ritorno giochi popolari per grandi e bambini all’oratorio. Lunedì 9 giugno nella stessa sede si terranno i tornei di calcetto e ping pong, il martedì 10 e giovedì 12 sarà la volta invece dei giochi di carte, bocce, calciobalilla e poker presso il centro sportivo, dove mercoledì 11 si disputerà il torneo di pallavolo. Venerdì 13 si decide il Palio con la corsa dei cavalli umani, anch’essa al campo sportivo. Sabato 14: in piazza Santa Marta, dopo la cena organizzata dai Cantoni all’insegna del “Mangiar con poca moneta”, con l’intrattenimento musicale dei Lupi di Strada, ci sarà la proclamazione del Cantone vincitore dell’edizione 2014 e la festa finale. Claudia Carra

Santuario: da giovedì a lunedì Domenica con Pro Loco e Polisportiva Alla Nazionale il 25 aprile Dimostrazioni sabato 26 Dal 1° al 4 maggio

Festa al Trompone “Profumo di primavera”

“Una gioia a 360°”: celebrazioni e solidarietà

MONCRIVELLO. (m.v.) L’edizione 2014 della patronale del Santuario del Trompone comprenderà cinque giorni di festa, da giovedì 24 a lunedì 28 aprile. Si celebra, come ogni anno, l’apparizione della Beata Vergine, che sarebbe avvenuta nell’aprile del 1559 a Domenica Millianotto, una donna ammalata proveniente da Cigliano, guarita miracolosamente dalla Madonna. Si parte con un triduo di preparazione: giovedì 24, alle 20.30, sarà celebrata una messa animata dalla parrocchia di Moncrivello; venerdì 25, sempre alle 20.30, da quella di Cigliano; sabato 26 da Villareggia, Tonengo e Mazzè; al termine vi sarà una fiaccolata alla Grotta di Lourdes interna al parco del Santuario. Domenica 27 le cerimonie inizieranno alle 10.30 con la messa celebrata da Giovan Giuseppe Torre, sacerdote dei Silenziosi Operai della Croce, ed animata dalla Corale Sant’Eusebio di Moncrivello. Alle 11.30 sarà offerto un aperitivo con esibizione della Banda “La Fiorita” di Mazzè. Alle 12.30 inizierà il pranzo di solidarietà. Alle 15 si reciterà il Rosario animato dal Centro Volontari della Sofferenza di Vercelli ed alle 16 la messa presieduta da Padre Enrico Masseroni, Arcivescovo emerito di Vercelli, con la Corale Villareggese. A seguire ci sarà alle 17 lo spettacolo Elisir d’amore Vaporotti con l’associazione Masca in Langa di Monastero Bormida (Asti). Infine alle 18.30 inizierà un’altra messa presieduta da don Alberto Carlevato ed animata dal Coro Airone di San Germano Vercellese. Durante tutta la giornata sarà possibile accedere a vari padiglioni: vi saranno “Stand degli oratori della zona: una gioia a 360°”; “Banco di beneficenza”; “Dolci della nonna”, con dolci fatti in casa; “Piadineria e ristoro”; “Stand della salute”, con misurazione pressione, glicemia ed altro. Lunedì aalle 14 si darà il via all’estrazione della lotteria del Trompone, il cui ricavato andrà per sostenere il progetto “Donare accoglienza” per finanziare la ristrutturazione dei locali della struttura storica, già sede del Seminario minore diocesano, per farne una Rsa in grado di accogliere persone in stato vegetativo persistente, affette da complesse patologie neurologiche e da sclerosi multipla. «Il tema che abbiamo voluto dare alla Festa di quest’anno è “Una gioia a 360°”– spiega Mara Strazzacappa, sorella della comunità e tra gli organizzatori dell’evento perché, accompagnati dalla Vergine potente e dal beato Luigi Novarese, di cui quest’anno ricorre il centenario dalla nascita, vogliamo ricordare il cammino che dobbiamo intraprendere come discepoli di Gesù sulla strada della vera gioia». Per informazioni e prenotazioni: Mara 0161.426653; Giuliana 0161.426628.

Pranzo dei Si presenta la C’è la festa e “Tra Dora e Naviglio” Pensionati “Flower Bike” della Rocca

Una precedente edizione della mostra-mercato

MONCRIVELLO. Si svolgerà domenica 27 aprile la tradizionale manifestazione “Profumo di primavera”, una mostra mercato con bancarelle d’ogni tipo (fiori, prodotti tipici, dolciumi, agricoltura, artigianato ed hobbistica ecc.) e che durerà per l’intera giornata, dalle 9 alle 19. La manifestazione si terrà in piazza Castelnuovo delle Lanze (“Prà basso”), quasi subito dopo l’ingresso del paese per chi provenga da Cigliano. Per ulteriori informazioni telefonare all’associazione organizzatrice, la Pro Loco di Moncrivello, 348.7394065. La Asd Polisportiva Moncrivellese organizza in concomitanza con “Profumo di primavera” la camminata a passo libero “Tra Dora e Naviglio”. Si svolgerà lungo il Naviglio d’Ivrea, la Dora Baltea ed il lago Lanucio, su due percorsi di cinque ed otto chilometri. La quota d’adesione è di 4 euro ed è richiesta solo per gli adulti: i bambini delle scuole elementari e al di sotto i 12 anni d’età potranno iscriversi gratuitamente. Il ritrovo è fissato alle 14 presso il padiglione della Polisportiva Moncrivellese, sempre in piazza Castelnuovo delle Lanze, mentre la partenza avverrà alle 15. Il presidente della Polisportiva Moncrivellese, Luciano Aimaro, dice: «Consigliamo (per chi se la sente) di seguire il percorso più lungo, che lambirà l’argine della Dora Baltea, che in questa stagione è veramente spettacolare grazie alla fioritura ed alla natura in pieno risveglio». Un punto di ristoro e di controllo s’avrà presso le “bose del Ginu”, in regione Pontremolo. All’arrivo sarà sorteggiato un premio di partecipazione. Nell’ambito della manifestazione la Polisportiva allestisce un servizio di ristoro comprensivo di servizio bar, pranzo, merenda. In caso di maltempo la camminata sarà rimandata. Marco Vigna

VILLAREGGIA. (c.car.) Venerdì 25 aprile si terrà il tradizionale pranzo sociale dell’Associazione Pensionati di Villareggia. Il gruppo guidato dal nuovo presidente Luciano Debernardi parteciperà alla messa delle 11.30 in chiesa parrocchiale e dalle 12.30 sarà alla Trattoria Nazionale per il banchetto a base di gustose specialità piemontesi, in primis il fritto misto, ed una sorpresa preparata dal sodalizio. Il costo a persona è di 25 euro, esclusi i partecipanti ultranovantenni, a cui come sempre verrà offerto dall’associazione. Le prenotazioni si raccolgono presso Giuseppe Carra (Pinot) e la Trattoria Nazionale entro mercoledì 23.

VILLAREGGIA. (c.car.) Da settembre sarà attiva a Villareggia la scuola di mountain bike Flower Bike, che sabato 26 aprile si presenterà al pubblico. Nel pomeriggio dalle 12.30 alle 16.30 i bambini e i ragazzi della scuola suddivisi in due gruppi per età faranno lezioni dimostrative al campo sportivo (ritrovo in piazza Guido Vallero). Dalle 14 si svolgerà un’escursione per tutti sul Sentiero delle Pietre Bianche, guidata da Flavio Grua, con partenza dall’area sportiva. Alle 17 in piazza Vallero si terrà la presentazione della scuola mtb Flower Bike e della sua squadra agonistica. Mentre la scuola Flower Bike si rivolge prevalentemente ai giovani biker, dai 6 anni in su, si sta costituendo in associazione a Villareggia la Scuolamtb.it, che si dedica invece agli adulti.

VILLAREGGIA. (c.car.) Dal 1° al 4 maggio sarà festa alla frazione Rocca di Villareggia, organizzata come sempre dal Comitato con il patrocinio del Comune. Giovedì 1° maggio dalle 20 avrà inizio la serata dell’apericena con il dj Maurizio De Stefani, seguirà alle 22 il concerto della band dei Divina. Per informazioni e prenotazioni Alberto 349.3011427, Anna 348.9519635. Venerdì 2 alle 19.30 si aprirà il padiglione gastronomico, con un menu all’insegna delle fantasie di mare. A guidare le danze sarà l’orchestra spettacolo Marco Zeta. Sabato 3 dalla stessa ora si potranno gustare specialità piemontesi, tra cui gli asparagi della Rocca, e grigliata, accompagnate dalla musica della Sergio Bongiovanni Band. Domenica 4 la celebrazione religiosa solenne alle 18.30 sulla piazzale della chiesa frazionale di Santa Barbara, animata dai canti della Corale Villareggese.

MAGLIONE

Si selezionano operatori per l’Ecomuseo

Da giugno a ottobre per i siti dell’Ami, tra cui il Macam

MAGLIONE. (c.car.) Parte anche quest’anno la selezione di operatori per l’apertura estiva, dal 14 giugno al 12 ottobre, dei siti aderenti alla Rete Museale dell’Ecomuseo dell’Anfiteatro Morenico di Ivrea (Ami), tra i quali il Museo di Arte Contemporanea all’Aperto di Maglione, il Macam. I candidati scelti si occuperanno di accoglienza al pubblico, visite guidate e supporto alla gestione delle collezioni, ogni sabato dalle 15 alle 18 e la domenica anche dalle 10 alle 12. L’attività sarà remunerata e i requisiti richiesti per partecipare alla selezione sono: età compresa tra 20 e40 anni, formazione di livello universitario (laure-

ati o laureandi), conoscenza di una lingua straniera, appartenenza a specifiche categorie (studenti, disocPro Loco

Si conclude il tesseramento MAGLIONE. (c.car.) Si avvia alla conclusione la campagna di tesseramento 2014 della Pro Loco di Maglione. Domenica 27 aprile, dalle 17.30 alle 19, i volontari saranno presenti sotto i portici del Comune, in piazza XX Settembre. Invariata la quota sociale, a 5 euro.

cupati, inoccupati, lavoratori in mobilità e lavoratori part-time). La residenza nei comuni di Andrate, Brosso, Chiaverano, Maglione, Nomaglio, Perosa Canavese, Sala Biellese, San Giorgio Canavese, Torrazzo, Traversella, Zimone, Zubiena costituirà un fattore di preferenza. I selezionati dovranno partecipare ad un breve corso di formazione e ad un periodo d’affiancamento nei siti museali nelle prime due settimane di giugno. Le domande di ammissione vanno presentate entro giovedì 15 maggio. Per ulteriori informazioni e per scaricare l’avviso di selezione consultare il sito www. ecomuseoami.it.


comuni

17

ALICE CASTELLO

Elezioni comunali: Luigi Bondonno e i nove della lista "Progetto Alice"

Sabato mattina ultima seduta prima dello scioglimento

Il rendiconto in Consiglio ALICE CASTELLO. (m.v.) Il Consiglio comunale è convocato per la mattina di sabato 26 aprile alle 9, in quella che sarà presumibilmente l’ultima riunione consiliare prima della scadenza dell’attuale Amministrazione. A parte le eventuali comunicazioni del sindaco Vittorio Petrino e dei consiglieri, l’unico ma importante punto all’ordine del giorno sarà l’approvazione del rendiconto della gestione del 2013. Si tratta d’un quadro molto analitico e dettagliato dello stato economico e finanziario del Comune. L’attività finanziaria svolta da ogni comune in un anno termina con il conto di bilancio, che è un documento ufficiale dove si confrontano le risorse reperite con quelle

ALICE CASTELLO. La prima lista ad essere annunciata pubblicamente, in vista delle elezioni comunali del 25 maggio, è “Progetto Alice”, con candidato a sindaco Luigi Bondonno. Bondonno, 44 anni, sposato, due figli, è un funzionario commerciale. Attorno alla sua figura di candidato a sindaco si è raccolto in queste settimane un gruppo di lavoro che sta completando un programma per la futura amministrazione d’Alice. Ad affiancare il possibile futuro sindaco vi saranno nove candidati consiglieri. Bondonno stesso spiega in proposito: «Questo numero, che avrebbe potuto arrivare a dieci secondo la recente legge Delrio, è una precisa volontà del grup-

po di non voler escludere nessuno in caso di affermazione; in tal caso due saranno gli assessori e sette i consiglieri». Alcuni candidati di “Progetto Alice” hanno esperienze amministrative pregresse, anche in gruppi diversi. Il carattere apartitico della lista ha fatto sì che attorno Bondonno si ritrovino persone che hanno seguito percorsi politici differenti. La presentazione di lista e programma alla cittadinanza avverrà mercoledì 30 aprile alle 21 alla Casa degli Alicesi. Nelle prossime quarantott'ore si saprà quale o quali altre liste si presenteranno alle elezioni comunali alicesi.

Una seduta del Consiglio comunale alicese

utilizzate. Il rendiconto può terminare con un risultato positivo, definito “avanzo”, oppure con un saldo negativo, detto “disavanzo”. L’avanzo di un dato esercizio può essere impiegato per aumentare le spese di quello successivo, mentre l’eventuale disavanzo deve essere prontamente colmato. Durante l’esercizio 2013

il Comune alicese ha realizzato un avanzo d’amministrazione, pari a 276.891,88 euro. L’Ente municipale inoltre non presenta nessuna delle condizioni, ovvero dei parametri, che indicano uno stato strutturalmente deficitario. La situazione finanziaria d’Alice Castello dovrebbe pertanto essere solida e priva di problemi.

Il paese festeggia l'anniversario della Liberazione

PROGETTO ALICE

candidato sindaco:

Luigi BONDONNO candidati consiglieri: - Jason SALUSSOLIA - Luisella OCCLEPPO - Stefano PELLERINO - Claudia OCCLEPPO - Paolo SALUSSOLIA - Giovanna GIORDANO - Ivano SALUSSOLIA - Domenico SALUSSOLIA - Andrea SARASSO

Marco Vigna

ALICE CASTELLO. (m.v.) Il Comune e la sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) d’Alice Castello, presieduta da Giacomo Savio, intendono commemorare la data del 25 aprile con la consueta manifestazione che si svolgerà il giorno stesso di quest’anniversario. Il programma prevede alle 9.15 il ritrovo presso la Sede Comunale, da cui, alle 9.30, si partirà in corteo verso il Parco della Rimembranza. Alle 10 sarà eseguita una preghiera collettiva per i Caduti di tutti le guerre al Parco della Rimembranza. Seguirà quindi alle 10.30 una messa in suffragio dei fratelli Oreste e Nicola Savio (a cui è intitolata la sezione alicese dell’Anpi) ed in generale dei Caduti di tutte le guerre. È poi in programma, alle 11.15, una sosta dinanzi al monumento dei Caduti, con deposizione d’una corona d’alloro, letture degli alunni

delle scuole elementari ed orazione ufficiale. L’Anpi offrirà poi a mezzogiorno esatto un rinfresco presso la Casa degli Alicesi. Il pranzo sociale in senso proprio si terrà invece alle 13 presso il locale posto in via Italia (era necessaria la prenotazione per parteciparvi). Nelle ore serali, in piazza del Mercato s’avrà inoltre lo spettacolo la “La Festa della Liberazione in musica”, organizzato dall’Anpi. e dalla Pro Loco “La Duja”, con musica dal vivo e specialità alla griglia. In caso di maltempo la manifestazione si sposterà presso la Casa degli Alicesi. A partire dalle 18 vi saranno cibarie e birra accompagnati da musica con Ratamata Pasticho, Surrealistic Lizard, Aron, Bobbing Head Doll. Per ulteriori informazioni su quest’ultimo appuntamento è possibile contattare la Pro Loco: 347.5100510.

Articolo sulla "Festa della Liberazione in musica" a pag. 27

BORGO D'ALE

Sabato inizia il 36° "Maggio teatrale"

Il primo spettacolo è Oh Signur... che granchio con I Nuovi Camminanti di Biella BORGO D'ALE. (m.v.-d.ga.) La compagnia teatrale “Del Centro” ed il Comune organizzano la 36a edizione del concorso “Maggio Teatrale”, la consueta rassegna d’opere comiche di teatro recitate in lingua piemontese, che quest’anno ha come sottotitolo “Rosmunda ed Enrico …un attimo infinito”: Enrico La Porta e Rosmunda sono i nomi delle due maschere del Carnevale borgodalese. Sono in programma sei commedie, ognuna interpretata da una differente compagnia. L’apertura, sabato 26 aprile, è affidata alla compagnia teatrale “I nuovi camminanti” di Biella, che proporrà Oh Signur … che granchio, due atti unici di Anna Bruni, con regia sempre di Anna Bruni. Si tratta di due atti unici fondati su incomprensioni, di personaggi che capiscono una cosa per un’altra, appunto «prendere un granchio». Il primo racconta di un giovanotto che va a chiedere la mano della ragazza, questa però ha lo stesso nome della cavalla che lo zio stava cercando. L’uomo la descrive al ragazzo dicendo che tira calci e morde, il giovane rimane sbigottito e soltanto alla fine si svela l’equivoco. Nel secondo, invece, l’impresario delle pompe funebri deve andare a prendere le misure di una signora che è deceduta, ma sbaglia piano e si ritrova a casa di una donna che stava

La regista Anna Bruni

aspettando il sarto per un abito da sera; la signora fa una descrizione delle caratteristiche che dovrebbe avere il vestito e presto capisce che c’è stato un disguido, perciò crede che l’uomo sia il falegname che il marito sta aspettando per la sua cassapanca rovinata. Anche in questo caso il malinteso si comprende solo al termine dello spettacolo. Seguirà sabato 3 maggio la “Compagnia Teatrale Alfa Tre” di Torino con Sorpreise al bal mascrà ovvero: il profumo di mia moglie di Leo Lenz, con regia di Bruno Monticone. Sabato 10 maggio la “Compania Teatral Carla Esse” di Torino presenterà Pija la mare, pija la fija, fane ‘n mass e sbat-je via, commedia brillante in tre atti, la cui sceneggiatura e regia spetta ai “Tremagi”, pseudonimo indicante un terzetto di commediografi operanti di comune concerto. Verrà quindi il turno sabato 17 maggio di L’è mach na quistion dë spi-

rit, che è la traduzione, a cura di Salve Valtingojer, di Spirito allegro di Noël Coward e che sarà interpretato dalla “Compagnia teatrale Pinin Pacòt”, con regia di Gully Guglielmo Pepe. Interverrà poi sabato 24 maggio la “Compagnia Teatrale Volti Anonimi” di Torino con Per Giacomo e Cesco, funerale con rinfresco, commedia brillante in due atti di RoDa, con regia di Danila Stievano. Il concorso sarà infine chiuso secondo tradizione dalla stessa compagnia teatrale organizzatrice, la “Del Centro”di Borgo d’Ale, che terrà tre rappresentazioni, rispettivamente sabato 31 maggio, domenica 1 e lunedì 2 giugno, della commedia brillante in piemontese La banda degli onesti piemontesi, adattamento teatrale della sceneggiatura cinematografica di Age e Scarpelli, con regia di gruppo da parte dei membri della compagnia borgodalese. Il costo del biglietto d’ingresso è di cinque euro. È prevista la possibilità d’abbonamento con posto riservato. Inoltre, solo per le serate del 31 maggio e 1° giugno, è stata programmata la prevendita dei biglietti, che è possibile prenotare telefonando allo 0161.46351. Gli spettacoli inizieranno tassativamente alle 21.15, sempre nel salone polivalente “Giovanni Fiorano” di via Roma 15, adiacente il Municipio.

Gli studenti della "Anna Frank" in visita d'istruzione a Venezia BORGO D'ALE. (m.v.) La gita scolastica è ritenuta dai docenti, in assoluto, l’attività più attesa dagli studenti. Anche per le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado “Anna Frank” di Borgo d'Ale sono arrivati i tradizionali tre giorni di visita d'istruzione. Mercoledì 9 aprile la comitiva studentesca è partita per Venezia, con un viaggio in torpedone relativamente lungo ma svoltosi con molta tranquillità. Dopo essere sbarcati a Chioggia, nel pomeriggio si è raggiunta l'isola di Pellestrina con il vaporetto. La laguna veneziana è un ambiente pregevole anche dal punto di vista naturalistico, che può essere scoperto e percorso in battello oppure con passeggiate a piedi. Per gli studenti dell’istituto borgodalese è stata un’opportunità di vivere un’esperienza nuova, fra profumi, colori, paesaggi multiformi. La comitiva è stata accolta da personale del Wwf, i cui membri hanno funto assieme da guide e da animatori,

proponendo attività d’animazione e ludiche. Il giorno seguente, giovedì 10, i gitanti hanno raggiunto l’isola di Murano, celebre per i manufatti in vetro prodotti dagli artigiani locali, per poi aggirarsi fra le viuzze e cercare gli oggetti da portare a genitori ed amici. Nel pomeriggio studenti e docenti si sono spostati nella città di Venezia propriamente detta, di cui hanno visitato le mete più note come piazza San Marco e la Basilica omonima, il Palazzo Ducale, il Ponte dei Sospiri, il Ponte di Rialto, a zonzo nel caratteristico labirinto delle calli veneziane. Venerdì 11, prima di partire, tutti si sono recati sulla spiaggia con sacchi e guanti per procedere alla rimozione di quanto portato a riva a seguito delle mareggiate. La professoressa Giovanna Succio assicura che è stata grande la soddisfazione collettiva per questa gita: «È stato bello stare insieme, condividendo tanti momenti belli e tante risate».


18

comuni BIANZÈ

TRONZANO

Elezioni comunali: pronte entrambe le liste Pioggia: posticipata a sabato 26

In biblioteca un incontro con l'Ascom

BIANZÈ. (r.g.) E dopo "Insieme per Bianzè", resa nota ormai da qualche settimana e guidata dal candidato a sindaco Luciano Galvani, ecco anche "Bianzè - Una realtà che cresce", la lista del sindaco uscente Maurizio Marangoni. Entrambe verranno depositate in Municipio nei prossimi giorni insie-

TRONZANO. (r.t.) Mercoledì 16 aprile, in biblioteca, Ascom ha incontrato le imprese del territorio. Nel corso dell'incontro è stato presentato il nuovo progetto Ascom 2.0 che si compone di interessanti soluzioni per coloro che vogliono intraprendere la strada dell’e-commerce, con le vetrine commerciali di “E-piemonte” e l’iniziativa “Negozi sempre aperti”. A ciò si aggiungono i programmi di assistenza e sostegno per le start up under 35 nel progetto “Largo ai giovani” e, per chi vuole vendere o acquistare attività commerciali, la piattaforma “Vendocom”. La riunione inoltre, è stata l’occasione per illustrare le ultime novità legislative in materia di fisco, lavoro e sulla Tari, la nuova tassa sulla raccolta rifiuti.

Il sindaco Marangoni presenta la sua l'8 maggio nel salone dell'oratorio me ai programmi amministrativi, e a quel punto la campagna elettorale potrà dirsi ufficialmente iniziata. Marangoni ha già comunicato che la presentazione della sua lista, insieme a un consuntivo dei cinque anni appena trascorsi, avverrà la sera dell'8 maggio presso il salone dell'oratorio parrocchiale.

INSIEME PER BIANZÈ

candidato sindaco:

Luciano GALVANI candidati consiglieri: - GIORGIO BERGAMASCO, AGENTE DI COMMERCIO - RICCARDO FERRARESE, FOTOGRAFO - MAURO FRANCESE, OPERAIO - CARLO BAILO, IMPIEGATO - RANIERO BORTOLATO, OPERAIO - MARIA LAUDATO - ANGELO LO CONTE, AGRICOLTORE - MAURIZIO SALTO, AGRICOLTORE - PAOLO SELLONE, PENSIONATO - ANDREA TONZIELLO

l'inaugurazione del parco giochi

Galvani e gli altri componenti di "Insieme per Bianzè" stanno concludendo la stesura del programma e in settimana comunicheranno le modalità con cui lo spiegheranno ai compaesani. Il capolista ha già fatto sapere che, in caso di vittoria, l'incarico di vicesindaco sarà assegnato a Giorgio Bergamasco.

BIANZÈ - UNA REALTÀ CHE CRESCE

candidato sindaco:

Maurizio MARANGONI candidati consiglieri: - CLAUDIO BOBBA, PENSIONATO - SANDRO BOFFELLI, PENSIONATO - MICHELE BORTONE, COMMERCIANTE - PIERLUIGI CALLEGARI, PENSIONATO - PAOLO CAVALLONE, AGRICOLTORE - ELENA FRÀ, ARCHITETTO - ALBERTO FRAGALI, GEOMETRA - FRANCESCO NICOSIA, DIRIGENTE - PIERANGELO PILLA, OPERAIO SPECIALIZZATO - MARIA SASSO RIZZATO, IMPIAGATA

Un tratto di corso Vittorio Emanuele II

TRONZANO. (r.t.) Rinviata da sabato 19 a sabato 26, a causa della forte pioggia, l'inaugurazione del nuovo parco giochi ai giardinetti; le giostrine, comunque, sono in funzione già da un paio di settimane. Posticipata di una settimana anche l'inaugurazione dell'area di via Torino, quella per i ragazzi più grandi, attrezzata con una porta da calcio e un cesto da pallacanestro. Non è stata rinviata, invece, la sostituzione delle lampade dell'illuminazione pubblica in corso Vittorio Emanuele II: vi ha provveduto Enel Sole.

Apertura straordinaria dell'ufficio elettorale TRONZANO. (r.t.) Il Comune informa che, in vista delle elezioni regionali del prossimo 25 maggio, l'ufficio elettorale sarà aperto - per il rilascio di certificati di iscrizione nelle liste elettorali per la presentazione della candidature - oggi, mercoledì 23 aprile, dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 18; giovedì 24, dalle 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 17; venerdì 25 dalle 8 alle 20 e sabato 26 dalle 8 alle 12.

Il municipio di Tronzano

Dal 7 al 10 giugno

Pellegrinaggio a Lourdes TRONZANO. (r.t.) Il gruppo "Amici di San Martino" coordinato da Roberto Cattaneo organizza un pellegrinaggio al santuario mariano di Lourdes, da 7 al 10 giugno. Posti limitati, per informazioni o prenotazioni telefonare ai numeri 0161.911875 o 338.7013306.


Santhià giovedì sera

Si riunisce il Consiglio comunale

Santhià. (r.s.) Il Consiglio comunale si riunisce domani, giovedì 24, alle 21. Diversi i punti all’ordine del giorno, tra cui l’approvazione del rendiconto 2013, la modifica delle sanzioni sulla gestione dei rifiuti, la proposta di un ordine del giorno sui succhi di frutta nelle bevande e varie comunicazioni di sindaco e consiglieri.

19

In piazza Aldo Moro una serata con la Banda cittadina, il Liceo Musicale e la Luogo Comune Band L’appuntamento di giovedì 1° maggio

Da venerdì il Festival del Riso La città è pronta Domenica mattina la “Camminata del gusto”, poi trasferimento a Vettignè

per la Maratona

Santhià. (r.s.) La città si prepara al “Festival del Riso”. Venerdì 25 alle 21, in piazza Aldo Moro, è in programma una serata musicale organizzata da Comune, Banda musicale cittadina, Associazione Liceo Musicale, Luogo Comune Band e Pro Loco. Sul palco, presentati da Andrea Cherchi, si susseguiranno la Luogo Comune Band, le classi di canto del Liceo Musicale, Majorettes e Tamburi della Banda musicale cittadina. Durante la serata verranno raccolti fondi per il progetto “Da famiglia a famiglia per la solidarietà”. In caso di maltempo la manifestazione si terrà all’auditorium San Francesco di via Ospedale. A fine serata la Pro Loco offrirà a tutti la “panissa alla santhiatese” cucinata da Adriano e

Santhià. (r.s.) La città si prepara ad ospitare, giovedì 1° maggio, la “Maratona del riso”. Il Comune ha istituito il premio “Trofeo Città di Santhià” che andrà alla società/associazione, che opera in qualsiasi settore sul territorio santhiatese, e negli ambiti comunali che il percorso della maratona toccherà (Tronzano, Bianzè, Crova, Salasco, San Germano), e che conterà complessivamente più iscritti nelle gare in programma. Le gare sono quattro: la Maratona (Km 42,195, partenza alle 9), la mezza Maratona (Km 21,097, partenza alle 9.15), la 10 Km (Gran premio “Provincia di Vercelli”, partenza alle 9.30) e infine una gara podistica non competitiva (StraSanthià) di 6,7 Km. I pettorali saranno con-

Domenica

Alpimoto Classic e AperiVespa

La Luogo Comune Band

Guido. Per l’occasione è stato creato anche un “Inno”, composto da Paolo Guercio, Aldo Barosso, Massimo Zaccheddu e Giancarlo Libero Berri. Le manifestazioni proseguiranno domenica 27: al mattino è in programma la “Camminata del gusto” - un percorso in varie tap-

pe per le vie della città, con partenza alle 10 dal centro commerciale Ipparco - e al pomeriggio al castello di Vettigné (v. articolo a pag. 28). Martedì 29 e mercoledì 30, inoltre, in piazza Aldo Moro: concerti ed esibizioni di danza. il programma completo a pag. 32

Santhià. (r.s.) Domenica 27 si terrà la manifestazione “Alpimoto Classic – Mostra Scambio & AperiVespa”: in piazza Aldo Moro dalle 8 alle 17 si terrà l’esposizione di cicli, moto, auto, ricambi e pezzi d’epoca. L’area sarà aperta per gli espositori dalle 6.30, ulteriori informazioni al 347.2205128. Alle 9, sempre in piazza Aldo Moro, il raduno “AperiVespa” organizzato dal Vespa Club Santhià: ritrovo, giro in Vespa e, al rientro, aperitivo. Una giornata, insomma, all’insegna dei motori.

I partecipanti a una passata edizione

segnati all’Infopoint della Coop, in via Galileo Ferraris 21, martedì 29 aprile dalle 12 alle 20, mercoledì 30 aprile dalle 10 alle 20 e giovedì 1° maggio dalle 7 alle 8.30. Presso il Maraton Village, all’incrocio di Piazza Aldo Moro con corso Nuova Italia e corso Beato Ignazio, è collocata la fermata per la navetta che collega con i campi di calcio e atletica, dove si trovano spogliatoi, docce e wc.

è scontro sui muri cittadini Questa sera l’assemblea annuale tra vecchia e nuova Giunta degli Amici della Via Francigena “Santhià in mutande”, “Avete aumentato le tasse”

Presto in città - il primo della provincia - grazie all’Aifa

Santhià. (r.s.) Progetti per il 2014, nuove camminate e iniziative in cantiere. Di questo si parlerà questa sera, mercoledì 23 aprile, alle 21 all’assemblea annuale dell’associazione Amici della Via Francigena di Santhià, che si terrà nell’ostello di piazza Roma. Uno dei punti trattati sarà “Da Torino a Milano lungo i canali”, un percorso attraverso i luoghi e i paesaggi di Expo 2015, percorrendo le alzaie dei canali che collegano le aree metropolitane e i parchi fra Torino e Milano. La manifestazione si terrà il 30 e 31 maggio, 1 e 2 giugno 2014. Quattro giorni di traversata lungo le alzaie dei canali, con partenza da piazza Castello a Torino e arrivo in piazza Castello a Milano. Spiega il presidente degli Amici della Via Francigena di Santhià, Renzo Manuel-

Santhià. (r.s.) Spesso viene indicata con un acronimo complicato (Adhd- Attention Deficit and Hyperactivity Disorder), come del resto è complicata la diagnosi della malattia che di fatto si traduce quotidianamente in un disturbo dell’attenzione e dell’impulsività. A soffrirne sono i giovani in età scolare e ora a Santhià, per dare una risposta concreta alle famiglie con bambini con deficit dell’attenzione, sarà aperto il primo sportello ad hoc di tutta la provincia di Vercelli, pensato per consentire di individuare quei ragazzi che potrebbero soffrire della patologia per giungere a una diagnosi definitiva in tempi rapidi. Secondo alcune stime internazionali il 4% circa della popolazione infantile è affetta dall’Adhd in modo più o meno grave. Da questi dati è nata la

Alle 21 nell’ostello di piazza Roma

lo: «Un totale di quattro tappe e la nostra cittadina sarà coinvolta nella prima del 30 maggio, con partenza da Torino e arrivo Santhià, dopo un percorso di 67 chilometri. Quindi il gruppo ripartirà alla volta di Vercelli. Con questa manifestazione si vuole promuovere, nel contesto dell’evento Expo 2015, il progetto di realizzazione della ciclostrada del Canale Cavour formata dai percorsi ciclabili tra le città di Torino e Milano. La tappa iniziale del 30 maggio è inserita nelle manifestazioni di Torino Capitale Europea dello Sport 2015».

Santhià. (r.s.) Si fa sempre più aspro il dibattito politico e amministrativo in città, tanto che maggioranza e opposizione oltre a scontrarsi durante le sedute del Consiglio comunale ora “litigano” a suon di manifesti. Infatti a tappezzare i muri sono, da qualche giorno a questa parte, i cartelloni della giunta Cappuccio e della lista Santhià Futura, in una sorta di botta e risposta. Il primo ad essere spuntato sui muri cittadini è il cartellone dell’Amministrazione: rivolgendosi all’ex Giunta composta da Canova, Spagna e Simion,

la maggioranza accusa gli stessi di aver lasciato «Santhià in mutande» a causa della creazione delle società partecipate: secondo la Giunta Cappuccio la Servizi srl avrebbe lasciato un debito di oltre 700mila euro, e la Sviluppo srl uno di 1,5 milioni, senza contare i 10 milioni di mutui accesi. La risposta di Santhià Futura non si è fatta attendere e nel giro di qualche ora è spuntato un manifesto di risposta che accusa Cappuccio di aver aumentato non solo la tassazione (10,6% di Imu-Tasi e 6,5% di Irpef comunale) ma anche le spese correnti di 320 mila euro.

Uno sportello per i bambini con deficit di attenzione

Assistenza alle famiglie per diagnosticarlo e curarlo fin dall’età scolare

volontà di dare una risposta concreta ai bambini e ai ragazzi residenti in provincia di Vercelli: in questo ambito territoriale i numeri non sarebbero altissimi, ma in ogni caso si stima la presenza del disturbo in circa una ventina di studenti. E così i destinatari di questo innovativo e ambizioso progetto sono giovani per i quali si sospetti un deficit di attenzione e iperattività: lo sportello di accoglienza è già in funzione nei locali della scuola media di Santhià grazie in parte alla volontà di genitori e insegnanti ad andare a

fondo di questa delicata tematica, ma grazie anche allo stanziamento di 4mila euro da parte della Fondazione Cassa di risparmio di Vercelli. A gestire questo strumento è l’Aifa, un gruppo di auto mutuo aiuto costituito da genitori per dare sostegno alle famiglie con bambini, ragazzi o adulti affetti dal disturbo da deficit di attenzione e iperattività, che prevede l’attività dello sportello dal lunedì al venerdì, previo appuntamento, e uno sportello di ascolto telefonico, tutte le mattine, allo 328.8420229.


20

opinioni

LETTERE E COMMENTI L  

Energia e vita di GIORGIO NEBBIA

L’Expo 2015, la grande esposizione universale, attesa a Milano per l’anno venturo, ha due temi: “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”. “Energia per la vita” può essere intesa sotto molti aspetti, ciascuno dei quali merita approfondimenti di carattere storico, ambientale, economico. Innanzitutto “la vita” per definizione, coinvolge un flusso di energia che comincia sempre con il Sole; anzi la vita, come noi la conosciamo, è comparsa quando la radiazione solare ha trovato sulla Terra le condizioni chimiche (acqua liquida, presenza di sali nei mari e sulle terre emerse, presenza di ossigeno, azoto e anidride carbonica nell’atmosfera) e fisiche (temperatura vicino a quella attuale), per avviare le prime reazioni chimiche che hanno portato alla formazione di esseri capaci di riprodursi. Dapprima i vegetali che trasformano l’anidride carbonica in molecole organiche, poi gli animali capaci di nutrirsi di vegetali, poi gli organismi capaci di riciclare le spoglie e le scorie dei vegetali e degli animali e di rimettere in circolazione sostanze chimiche come “nutrimento” per gli altri esseri viventi. Vegetali, animali, decompositori, tutti tenuti in moto dall’energia solare, erano, da oltre un miliardo di anni, i protagonisti della vita quando alcuni animali si sono evoluti diventando i nostri antichi predecessori del genere Homo, poi evolutisi ancora nella specie Homo sapiens a cui apparteniamo noi. A mano a mano che è aumentata la popolazione degli umani è aumentata la richiesta di alimenti ricavabili da vegetali e animali, la cui produzione ha richiesto a sua volta quantità crescente di energia, fino a quando è stato necessario integrare l’apporto dell’energia solare con l’energia muscolare del lavoro umano o degli animali e poi con l’energia dei combustibili fossili, carbone, petrolio, gas naturale, estratti dalle viscere della terra. L’energia ha quindi un ruolo centrale per la vita e per l’alimentazione; occorre infatti altra energia per conservare i prodotti agricoli, per spostarli dai campi alle fabbriche, per trasformali in alimenti commerciali, per trasportarli nei negozi e infine per consumare il cibo nella vita familiare e collettiva. Per ciascun alimento si parla infatti di un “costo energetico” (alcuni lo chiamano “impronta energetica”), definito come la quantità di energia necessaria per ottenere gli alimenti che entrano nella nostra dieta; una grandezza difficile da calcolare, tanto che i diversi studiosi propongono risultati molto differenti per lo stesso alimento. Prendiamo il costo energetico di un uovo; un uovo pesa circa 60 grammi ed è costituito da circa 6 grammi di guscio, da circa 18 di tuorlo e da circa 36 di albume. Un uovo fornisce, a chi lo mangia, circa 300 chilojoule (circa 80 chilocalorie, come si diceva una volta) di energia vitale e circa 8 grammi di proteine, le due componenti principali dal punto di vista nutritivo, insieme a piccole ma essenziali quantità di vitamine. L’uovo è il risultato di un lungo ciclo vitale che cominciato con l’alimentazione di una gallina ovaiola che “consuma” ogni giorno circa 100 grammi di mangime, il cui costo energetico è di circa 400 chilojoule. Supponendo che nel corso di una giornata la gallina deponga un uovo, si potrebbe dire che sia questo il “costo energetico” dell’uovo. Ma l’uovo deve fare ancora molta strada prima di arrivare a casa nostra; dall’allevamento alle operazioni di lavaggio, poi di timbratura e di imballaggio, poi di trasporto al negozio, poi di trasporto dal negozio a casa. Si può quindi stimare che il costo energetico di un uovo ammonti a circa 2000 chilojoule, in parte sotto forma di prodotti agricoli, i mangimi per la gallina, in parte sotto forma di elettricità o gasolio per il funzionamento delle macchine, per la fabbricazione dell’imballaggio e per il trasporto. Se si considera che in Italia si “consumano” circa 13 miliardi di uova all’anno, si fa presto a vedere che il costo energetico delle uova corrisponde, nello stesso periodo, a quello di oltre mezzo miliardo di litri di gasolio. Si può calcolare che l’energia necessaria, nei campi e negli allevamenti e per azionare macchine e mezzi di trasporto, solo per soddisfare i bisogni alimentari italiani in un anno, rappresenti circa la metà di tutta l’energia usata nel nostro paese. Circa la stessa proporzione vale se si calcola il costo energetico di tutti gli alimenti, più o meno due miliardi di tonnellate all’anno, usati per nutrire i settemila milioni di abitanti del nostro pianeta. L’intreccio fra energia e alimentazione è ancora più stretto perché gli alimenti rappresentano soltanto una piccola frazione, circa un quarto, della grandissima biomassa di prodotti agricoli e zootecnici che vengono trasformati in pane, pasta, carne, latte, conserva di pomodoro, zucchero, verdura, eccetera, cioè negli alimenti che arrivano ai consumatori finali. I tre quarti di tale biomassa, quella “perduta” negli scarti e nei residui agricoli e industriali, e l’altra materia presente negli scarti e negli sprechi dei consumi finali, “contengono” a loro volta una grande quantità di energia che potrebbe, almeno in parte, essere recuperata sotto forma di sostanze combustibili e quindi come energia utile per le attività umane. Una sfida per quella merceologia e tecnologia agricola e alimentare da cui almeno un miliardo di persone nel mondo aspetta una risposta alla propria fame di energia oltre che di cibo.

BELLEZZA

ci scrivono SANTHIA’

IL RINNOVAMENTO DELLA POLISPORTIVA Enrica Simonin Polisportiva Santhià

Il 7 dicembre 2013 la Polisportiva ha organizzato un mattinata / dibattito con tema, un incontro di ottimo livello: sono stati toccati diversi assetti: una cronistoria con diapositive della Polisportiva dalla sua nascita (prof. S. Ferraro), la realtà degli studenti della locale scuola Media (prof. Pettitti), i sani valori e regole che da sportive diventano regole di vita (prof. Zandano), verifica dei risultati del questionario precedentemente distribuito ai ragazzi dei plessi scolastici in Santhià (assessore Luigi Zai e Daniele Boschetti) Porgo il mio sincero ringraziamento per la forte disponibilità degli insegnanti e dirigenti, personale ausiliario nel sostenere la distribuzione e raccolta in un brevissimo lasso di tempo; inoltre desidero sottolineare il particolare piacere espresso dai rappresentanti dell’I.T.I. dicendo che sovente questo istituto è dimenticato dalle possibili iniziative. Sia durante il dibattito aperto, sia nella seguente assemblea della Polisportiva si è sottolineata l’intenzione di un possibile, utile approfondimento dei temi, i risultati, i contatti iniziati con questo “grande” momento di studio e confronto. La partecipazione nel ritornare il questionario è stata molto alta (questionari distribuiti 372 / ritornati 271 scuola elementare; 247 / 198 scuole medie; 255 / 232 I.T.I.); purtroppo, a parità di “grande” evento, non si è avuta una ampia partecipazione durante la mattinata. Quanto sopra è stato espresso e preso atto durante la seguente assemblea dell’associazione Polisportiva; desidero risottolineare a tal riguardo in qualità di presidente uscente ed in carica da moltissimi anni, gli apprezzamenti per il forte, quotidiano, impegno di Daniele Boschetti ed anche l’augurio di buon lavoro. Come ho espresso nel nostro dibattito interno, desidero esprimere l’unica mia nota di rammarico: avevo suggerito ed avrei gradito un rinnovamento “più forte” proprio per dare seguito a quel “grande” evento sopradetto; ora a distanza di mesi stiamo avendo nuovi contatti con la direzione didattica per preparare “una novità”. Dalla data 22 marzo 2014 il nuovo direttivo è formato dal vicepresidente Matteo Corona, consiglieri F. Bottero, D. Cafasso, C. Falabrino, Patrizia Manavella, tesoriere Enrica Simonin.

LE MIGLIORI IDEE PER LA RIGENERAZIONE URBANA

Fabio Dovana Legambiente Piemonte

La bellezza è la principale caratteristica che il mondo riconosce all’Italia. La nostra dote, la nostra ricchezza. Riconoscerla, tutelarla, crearne di nuova è la chiave per immaginare un futuro oltre la crisi. Con questa convinzione, nell’ambito della campagna nazionale “Italia, Bellezza, Futuro”, Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta lancia il bando “Italia, Bellezza, Futuro, viaggio nell’Italia che ci fa sperare” rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni che si distinguono con idee innovative nel contesto della rigenerazione urbana, coniugando attenzione ambientale e creatività. Attraverso questo bando ci rivolgiamo a tutte quelle realtà che come noi credono che la bellezza sia la chiave per guardare ad un altro futuro, fuori dalla crisi. Lo scorso anno Legambiente ha presentato una proposta di legge che mira a contrastare quanto di brutto è stato fatto in questi ultimi anni: consumo di suolo, abusivismo e degrado delle periferie. Per ridare speranza ai territori, a partire dai centri urbani, crediamo sia fondamentale investire sulla qualità della vita ed il miglioramento ambientale, partendo dalle tante realtà imprenditoriali che già oggi dimostrano come sia possibile coniugare innovazione e sostenibilità ambientale. Le candidature al bando di Legambiente devono riguardare progetti che mettano in campo azioni concrete volte a perseguire gli obiettivi della riduzione dei consumi, la raccolta e il riciclo di materiali, lo stop al consumo di suolo e la tutela della salute, pensate espressamente per il contesto urbano. L’associazione premierà le idee più innovative, con una concreta ricaduta territoriale e capaci di valorizzare filiere virtuose legate ai princìpi quali la condivisione degli spazi e delle risorse, la “mobilità nuova”, gli stili di vita sostenibili e la partecipazione dei cittadini nei processi di programmazione e gestione. Lo scopo dell’iniziativa, realizzata in collaborazione con Greenews.info e il Corso di Laurea Magistrale in Economia dell’Ambiente, della Cultura e del Territorio dell’Università degli Studi di Torino, è creare e sviluppare un contesto favorevole alla diffusione di buone pratiche di rigenerazione urbana orientate alla soste-

  nibilità ambientale, all’innovazione e alla creazione di opportunità economiche e sociali. Il valore di questa iniziativa sta nel sottolineare il legame, troppo spesso dimenticato, tra ambiente e bellezza, che non è un capriccio da esteti o ambientalisti, ma una concreta ricetta per uscire dalla crisi e restituire vivibilità alle città e alle campagne. Un territorio bello, pulito, denso di cultura e di valori è il miglior habitat per seminare educazione e progettare il futuro. Le candidature al bando “Italia, Bellezza, Futuro, viaggio nell’Italia che ci fa sperare” possono essere presentate da singoli e gruppi informali o formali (associazioni, imprese e cooperative) del Piemonte e della Valle d’Aosta fino al 20 maggio e devono riguardare attività e progetti realizzati o in fase di attuazione. La premiazione avverrà il 29 maggio al Campus Luigi Einaudi di Torino. BANCHE

«SACCHEGGIANO I CONSUMATORI ELUDENDO LA LEGGE» Adusbef e Federconsumatori

Alle fortissime critiche sollevate dal decreto Salva Italia, varato nel 2011 dal Governo Monti, che imponeva l’obbligo del conto corrente per far cadere 6/7 milioni di italiani nelle grinfie dei banchieri, affinché stipendi, pensioni e altri emolumenti corrisposti dallo Stato, di importo superiore a mille euro debbano essere erogati con strumenti diversi dal contante, ovvero conti correnti bancari o postali, finito sotto lo scrutinio della Corte Costituzionale dietro ricorso Adusbef, Abi e Bankitalia avevano replicato che le banche, avrebbero messo a disposizione dei clienti, un conto corrente ‘semplice’ con modesti costi di gestione. Ma quel ‘Conto corrente semplice’ – che secondo le istruzioni di Bankitalia- doveva essere un contratto avente caratteristiche standard che permette al cliente di usufruire, a fronte di un canone annuo fisso, di un numero determinato di operazioni e di servizi base, è tabù nella stragrande maggioranza delle banche (solo 16 su 690 Istituti di credito presenti in Italia), che preferiscono appioppare costosi conti correnti pari a 348 euro l’anno, contro una media Ue di 114. Mentre il canone annuo onnicomprensivo dovuto dal consumatore e il tasso di interesse creditore fissati liberamente dalla banca, che fa espresso divieto di applicare spese, oneri o commissione addebitati dalla banca al cliente in relazione al conto, all’infuori del predetto canone e degli oneri fiscali previsti dalla legge, è merce così rara da non essere disponibile in nessuna delle grandi banche come Uni-

Le lettere vanno inviate a: la Gazzetta via Mazzini, 103 13044 Crescentino (Vc)

credit, Banca Intesa, Monte dei Paschi, Ubi, Bpm. E se la legge considera scorrette le pratiche commerciali di una banca, di un istituto di credito o di un intermediario finanziario che, ai fini della stipula di un contratto di mutuo, obbliga il cliente alla sottoscrizione di una polizza assicurativa erogata dalla medesima banca, istituto o intermediario ovvero all’apertura di un conto corrente presso la medesima banca, istituto o intermediario, le banche – con la diretta complicità di Bankitalia- fanno orecchie da mercante imponendo una costosa polizza a corredo del mutuo o l’obbligo di aprire un conto corrente. Adusbef e Federconsumatori denunciano gravissimi casi di usi, abusi e quotidiani soprusi delle banche, le loro pratiche commerciali scorrette di imporre perfino la stipula di costose assicurazioni ai mutuatari denominata “credit protection” proposta dallo stesso istituto in aperta violazione di legge, che oltre alla libertà per il cliente di scegliere sul mercato la polizza più conveniente, prevede anche l’obbligo da parte delle banche erogatrici di proporre due polizze di differenti assicurazioni non riconducibili alle banche, agli istituti di credito e agli intermediari finanziari stessi. Adusbef e Federconsumatori stigmatizzano ogni atto di aggressività da chiunque praticata, ma non si meravigliano se il clima di diffusa illegalità, di totale arbitrio e disprezzo delle norme e di vera e propria violenza esercitata ogni giorno negli sportelli bancari dalle banche su milioni di utenti, correntisti, risparmiatori, possa produrre un clima di ostilità verso i banchieri,affini e loro rappresentanti, che comunque condanniamo. ASL DI VERCELLI

«SCORPORARE LE CASCINE

DALLA VENDITA DEI TERRENI»

Luca Pedrale capogr. Forza Italia in Cons. Reg.

È partita in queste settimane l’alienazione del patrimonio dell’Asl di Vercelli, il cui ricavato andrà investito per ristrutturare l’Ospedale Sant’Andrea e per potenziare i servizi sanitari sul territorio. Al Sant’Andrea è opportuno che tutti i reparti ospedalieri siano organizzati con camere di soli due letti, servizi igienici interni, climatizzazione e zanzariere. Questa operazione si è avviata con la vendita del primo lotto di terreni agricoli di proprietà dell’Asl, frutto di lasciti di molti vercellesi per il Sant’Andrea. Giustamente, però, alcuni agricoltori affittuari hanno fatto rilevare che se le perizie sui terreni agricoli erano congrue, non lo erano invece per i rustici e i cascinali. Molti di questi, infatti, sono diroccati e in pessime condizioni. Pertanto ho proposto all’assessorato alla Sanità della Regione di scorporare dall’operazione di alienazione queste strutture obsolete e in stato di abbandono. Sono fiducioso che l’assessorato comprenda questa necessità, che faciliterà la vendita dei terreni, con i conseguenti ricavi per l’Asl di Vercelli. L’assessore regionale alla sanità è di Forza Italia, come Lei. Vediamo se Le dà retta. (u.l.)

Indirizzo email: posta@lagazzetta.info Fax: 178 2775237

rassegna stampa

In quel loculario che è la prima pagina del settimanale chivassese gestito da Piera Savio e Marco Bogetto, nell’edizione che abbiamo sottomano i morti sono quattro: “IL «RE» DEL FRITTO MISTO” (gestore di un rinomato ristorante), “Cade dalla scala e muore mentre pota un albero”, “Ha cresciuto generazioni di studenti” (insegnante di Brusasco) e “Due settimane di agonia” (era caduto dalla finestra). Sistemati i defunti, c’è l’allarme bambini: ai giardini pubblici “TRA I GIOCHI, SIRINGHE INFETTE” (chissà perché, poi, il plurale: di siringa ce n’era una). Poi i bimbi crescono e a Foglizzo i carabinieri ne fermano uno al volante di una Panda: “Guida a 13 anni”. Ma è comunque un mondo difficile: a pagina 5 “Rapinano per due volte la stessa prostituta” e “In pugno aveva coltello e mannaia”. Le pagine 18 e 19 sono dedicate a un’imperdibile inchiesta: “500 MILA EURO? LI SPENDEREI COSI’. ABBIAMO CHIESTO AI CHIVASSESI COME GESTIREBBERO UNA MAXI VINCITA”. Poi, finalmente, un po’ di sorrisi: pagina 31 è interamente dedicata al fotoconcorso “SON TUTTE BELLE LE MAMME DEL MONDO”. Più avanti “MAURIZIO LORYS SCANDURRA PRESENTA UN VOLUME SULLA STORIA DEL VENTILATORE”. Conclusione in bellezza, a pagina 71, con «stupenda ragazza brasiliana, fisico statuario, nata per esaudire tutti i tuoi desideri», «bambolina con pelle vellutata» e «la ragazza dei tuoi sogni, viso d’angelo e un corpo nato per il peccato, un fondoschiena da sogno caldo e molto invitante»: prima di morire e finire in prima pagina, una botta di vita qui in penultima.

reg. Trib. di Vercelli n. 339 del 12.4.2006 iscr. al Roc n. 14465 DIRETTORE RESPONSABILE: EDITORE

Umberto Lorini

Montecristo srl - Crescentino p. iva 09358220011

STAMPA:

I.T.S., stab. di Cavaglià

TRATTAMENTO DEI DATI:

il responsabile ai sensi del D.Lgs 196/03 è il direttore, a cui i lettori possono rivolgersi per esercitare i diritti previsti CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ:

via Torino, 47 - Chivasso tel. 011.5367550 - 340.8593087 fax 011.5367551 e-mail: info@publimediapress.it Tutti i diritti di riproduzione, anche parziale, del materiale pubblicato sono riservati.

www.lagazzetta.info


ECONOMIA E LAVORO SALUGGIA

Alvimedica (ex Cid): è terminata la cassa integrazione

21

Crescentino: presentata alla Provincia una nuova domanda di autorizzazione per l’impianto di produzione di energia elettrica

Ibp, Ghisolfi chiede limiti emissivi più alti L’istanza prevede anche altri tipi di combustibili, “sottoprodotti” della raffinazione dell’etanolo

Offerte di lavoro Centro per l’impiego di Vercelli piazza Roma, 17 Tel. 0161.252775

Rif.:35637 Cooperativa in Vercelli cerca n. 1 cuoca. Assunzione a tempo indeterminato part-time 35 ore settimanali. Titolo di studio richiesto: attestato di scuola professionale settore alberghiero e/o scuola alberghiera e/o istituto di formazione alberghiera legalmente riconosciuto, esperienza di almeno un anno di servizio della mansione richiesta documentabile. Disponibilità immediata. Candidarsi sul sito: www.lavoro.provincia. vercelli.it SALUGGIA. Si è conclusa a Pasqua la cassa integrazione che dal 24 marzo, per quattro settimane, ha coinvolto 130 lavoratori su 180 dello stabilimento Alvimedica (ex Cid), nel comprensorio industriale di Saluggia. L’azienda, che produce dispositivi cardiovascolari impiantabili - in particolare stent coronarici e periferici e cateteri per angioplastica - e che recentemente era stata acquisita da una multinazionale turca, aveva attivato la cassa integrazione a causa di un temporaneo calo di ordinativi, e le giacenze nei magazzini erano aumentate. La dirigenza aveva comunque rassicurato sul fatto che si trattasse di una situazione congiunturale e passeggera. Ieri, martedì 22 aprile, «tutti i dipendenti della Alvimedica sono rientrati al lavoro - spiega Severino Gasparini segretario della Filctem-Cgil - e l’azienda, ad oggi, non ha dato comunicazione di ulteriore cassa. Questa settimana la produzione dovrebbe riprendere con regolarità». È comunque in programma per oggi, mercoledì 23, un incontro dei sindacati con l’azienda per fare il punto della situazione. Diana Gallo

SEGUE DALLA PRIMA

Presenti Massa, Taverna e Venegoni

Dal luglio 2013, inoltre, è stato messo in funzione anche l’impianto di produzione di bioetanolo. Una difficile messa a regime, con alternanza di periodi di funzionamento ad altri di fermata per modifiche ed aggiustamenti, e anche qui con frequenti e notevoli superamenti dei limiti emissivi. Cosa chiede, allora, IBP? Chiede - per l’impianto di produzione di energia elettrica - «la definizione di un periodo transitorio per l’avvio definitivo dell’impianto»: un periodo di 1 anno e che «possa essere caratterizzato da limiti emissivi superiori del 30%» a quelli fissati per la successiva fase. E chiede, per l’impianto di produzione di etanolo, un periodo molto più lungo dei 30 giorni fissati dall’autorizzazione: «essendo la prima applicazione a livello mondiale della tecnologia Proesa su scala industriale» («tecnologie assolutamente innovative e prime a livello mondiale»), «l’impianto necessita di un periodo decisamente più lungo» per la sua messa a punto. Quanto più lungo? Un anno. E anche qui con limiti emissivi superiori del 30% a quelli fissati». IBP, in sostanza, contesta le modalità con cui sono stati fissati i limiti emissivi per l’impianto di Crescentino: limiti che l’azienda ha sempre ritenuto troppo bassi. «Nell’ambito della procedura autorizzativa - sostiene IBP - non è mai stata avviata dall’autorità competente la fase concertativa per la fissazione dei limiti emissivi». Anziché “mettersi d’accordo” con l’azienda, l’autorità competente ha «imposto i limiti in modo unilaterale, malgrado la

L’impianto presentato da Mossi & Ghisolfi agli alunni delle scuole medie locali CRESCENTINO. (s.b.) Agli allievi delle classi terze e di una seconda media lo scorso giovedì è stato presentato il progetto avviato a Crescentino dalla Mossi&Ghisolfi. Dapprima al teatro Angelini con una serie di video e poi con lo scuolabus all’interno della bioraffineria, i ragazzi sono venuti a contratto con svariati aspetti dalla produzione di bioetanolo: il bioetanolo di prima e seconda generazione, i passaggi della produzione, la richiesta europea e mondiale, gli impianti di produzione attuali e quelli futuri, la ricerca e la sperimentazione. Numerose le domande che gli studenti, suddivisi in due gruppi, hanno posto a Marco Parachini, capo del personale e a Stefano Ciparelli, amministratore delegato, che li ha raggiunti in un momento successivo. Soddisfazione è stata espressa dagli insegnanti; «era un’assurdità avere una società che produce un prodotto innovatore a livello mondiale e che i ragazzi neanche sapessero che esisteva» rileva Marco Canuto, insegnante di matematica, scienze e sostegno; «agli adulti possono restare dei dubbi che si scioglieranno nel tempo, ma è un’eccellenza, una realtà del territorio e soprattutto dimostra ai nostri ragazzi che studiare serve: avere visto trentenni che lavorano è un incentivo, con la volontà si raggiungono risultati importanti. Il futuro richiede l’ecologia e Crescentino ha il futuro». L’assessore Gianni Taverna, che ha organizzato l’incontro a cui hanno assistito anche la sindaca Marinella Venegoni ed il vicesinda-

Marco Parachini

co Gabriele Massa, ci teneva a realizzarlo, «mi sarebbe piaciuto avere il tempo di portarci i cittadini e gli ex dipendenti Teksid per far vedere loro come è cambiata l’area». Ringrazia gli insegnanti, con i quali ha condiviso molte attività in questi cinque anni, ed i ragazzi per il loro comportamento corretto e sottolinea l’interesse che hanno dimostrato con domande e commenti. «Lo spirito dell’incontro è semplice ed importante: Ghisolfi ha cominciato a fabbricare tappi di plastica nel suo garage ed è diventato leader mondiale del settore, ora sta passando al green, vuol dire che qualcosa sta cambiando. L’ambiente va rivalutato, sta cambiando il mondo, possiamo essere d’accordo politicamente o no, però resta un progetto unico a livello europeo e mondiale e bisogna conoscerlo». Per gli studenti è doppiamente futuro: «nella ricerca e nello sviluppo l’età media è 32 anni; mi è sembrato utile ed importante far sentire dalla voce di chi ci lavora; è una realtà piemontese che si sta evolvendo, non una sfida americana o tedesca».

evidente impossibilità di definire in modo certo le prestazioni emissive dell’impianto a causa dell’assoluta innovatività della tecnologia proposta». E oltretutto «i limiti imposti si configurano più restrittivi sia in considerazione dei limiti nazionali ed europei ma anche regionali»: seguono paginate di tabelle atte a dimostrare come «i limiti imposti all’impianto di Crescentino risultino sicuramente di grande severità». IBP chiede quindi di «fissare un ampio periodo di messa a regime» (evidentemente tutti questi mesi già trascorsi non le sono stati sufficienti) e «stabilire che i limiti reali e finali sarebbero stati fissati al termine di tale periodo sulla base di una analisi effettuata in modo congiunto». Insomma: prima vediamo quanto fuma, e poi in base a quei valori di emissioni fissiamo i limiti. Perché quelli attuali sono troppo bassi. IBP chiede inoltre, per l’impianto di produzione di energia elettrica (che inizialmente avrebbe dovuto bruciare solo la lignina proveniente dall’altro impianto, quello dell’etanolo), l’utilizzo di altri combustibili oltre all’Arundo Donax, il cippato di pioppo e il cippato di cascami lignocellulosici: le novità sono coprodotti liquidi e solidi derivanti dai cicli produttivi. Si tratta di «coprodotto liquido combustibile ad alto contenuto di solidi organici dell’impianto bioetanolo», di «residui biologici derivanti dalla stabilizzazione aerobica delle sostanze organiche non convertibili in etanolo» e «frazioni di biomassa che non hanno completato il processo di conversione ad etanolo». Basta che brucino e vanno bene.

Cementi Victoria, “cassa” in esaurimento Nei prossimi giorni un incontro tra la proprietà dell’azienda e i sindacati

Lo stabilimento trinese

emesse o dei clienti insolventi a mettere in ginocchio il cementificio, i problemi risalgono a

tempi più remoti. Infatti non sono ancora stati applicati gli sgravi fiscali collegati alle due alluvio-

ni, 1994 e 2000, che sarebbero spettati di diritto da tempo all’azienda, e nemmeno il rimborso dell’Inps versata dopo il ‘94 e che avrebbe dovuto tornare nel bilancio della società giacché rientrava nelle agevolazioni per le imprese alluvionate. Anche il sindaco Alessandro Portinaro si è interessato alla vicenda dei rimborsi, che potrebbero essere la boccata d’ossigeno utile a far ripartire l’attività produttiva.

Rif.:35634 Ingenia Consulting con sede in Firenze, cerca abile consigliere/informatore aziendale che visiti le aziende di Vercelli e provincia per un lavoro di informazione e utilizzo di fondi statali già a disposizione. La risorsa si troverà a far parte dell’organizzazione della distribuzione del denaro accantonato nei fondi paritetici statali alimentati mensilmente dalle quote Inps legate all’emissione dei cedolini dipendenti. Inizialmente la risorsa non deve avere la partita Iva, ma deve essere predisposto ad aprirla in un secondo tempo. Si richiede buona presenza, buona dialettica, padronanza della lingua italiana, laurea vecchio o nuovo ordinamento, in alternativa esperienza in qualità di consulente/professionista/agente commerciale dimostrabile sul campo. Età compresa tra 25/50 anni, disponibilità a muoversi sul territorio, predisposizione ad autogestirsi la giornata lavorativa, non è un lavoro di vendita ma bensì di informazione e servizi. Si offre inserimento immediato, affiancamento ed istruzione specifica, piano compensi statale fisso con rimborso spese sostenute. È possibile consultare il sito: www.ingeniaconsulting.eu Candidarsi sul sito: www.lavoro.provincia.vercelli.it allegando il curriculum vitae con foto. I profili interessanti verranno contattati dalla società.

Nei Comuni un bando dell’Atc per alloggi di edilizia popolare

Trino: produzione ferma da un anno, ammortizzatori sociali agli sgoccioli

TRINO. La Cementi Victoria, ditta storica del settore, fondata negli anni Trenta e di proprietà dalla famiglia Piazza, corre il rischio di avviarsi alla chiusura. La produzione è ormai ferma da un anno, e sta anche terminando la cassa integrazione per i 25 lavoratori rimasti in forza all’azienda. Il problema è quello solito dei crediti, ma questa volta non è la difficile riscossione delle fatture

Rif.:35296 Azienda con sede in Vercelli ricerca n. 1 fabbro. Si richiede effettiva esperienza lavorativa (costruzioni metalliche, cancelli, ringhiere e strutture portanti). Contratto a tempo determinato da definire, pat. B. Candidarsi sul sito: www.lavoro.provincia. vercelli.it allegando curriculum vitae.

Le domande si possono presentare fino al 21 maggio

Carlo Piazza

Nei prossimi giorni è previsto un incontro tra la famiglia Piazza e i sindacati per cercare soluzioni concrete e soprattutto, a breve termine, per scongiurare il blocco definitivo. Silvia Baratto

VERCELLI. (s.b.) Si chiude il 21 maggio il bando dell’Atc per l’assegnazione di alloggi di edilizia popolare. È riservato ai residenti o a chi lavora da almeno 5 anni nei comuni di Albano Vercellese, Arborio, Asigliano Vercellese, Borgo Vercelli, Caresana, Caresanablot, Casanova Elvo, Collobiano, Costanzana, Desana, Formigliana, Ghislarengo, Greggio, Lenta, Lignana, Motta de’ Conti, Olcenengo, Oldenico, Pertengo, Pezzana, Prarolo, Quinto Vercellese, Rive, Ronsecco, Rovasenda, Sali Vercellese, San Giacomo Vercellese, Stroppiana, Tricerro, Vercelli, Villarboit, Villata e Vinzaglio.

I moduli di domanda sono distribuiti dagli sportelli Urp e dal Settore politiche sociali presso il Municipio di Vercelli o tramite il sito www. comun3.vercelli.it; in queste sedi si possono conoscere gli altri requisiti di partecipazione al bando. Scade invece il 30 aprile il termine per beneficiare del fondo sociale per il 2013, destinato a saldare affitti e spese per servizi relative al 2013. Ne possono usufruire gli assegnatari di alloggi Atc con reddito Isee non superiore a 6.186 euro annui e che abbiano versato all’ente almeno il 14% del reddito imponibile complessivo 2012 del nucleo familiare.


22

economia e lavoro

Pubblicato il Decreto: quest'anno potranno accedere 15 mila stranieri

Manodopera stagionale, via alle richieste

Per il Piemonte il Ministero ha assegnato una quota di 975 nulla osta Torino. (r.a.) Buone notizie per chi cerca lavoro stagionale in agricoltura. Secondo quanto comunicato da Coldiretti Piemonte, infatti, gli imprenditori agricoli che intendono assumere potranno cominciare ad inviare le richieste per le offerte di lavoro che rientrano nel flusso stagionale del 2014. In particolare il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato lo scorso 12 marzo sulla

Gazzetta Ufficiale prevede una quota massima di 15 mila cittadini stranieri residenti all’estero che potranno dedicarsi al lavoro agricolo. Questa forza lavoro dovrà essere ripartita tra le seguenti nazionalità: Albania, Algeria, Bosnia Herzegovina, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Marocco, Mauritius, Moldavia, Montenegro, Niger,

Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina, Tunisia. Inoltre, nell’ambito del-

Nel 2013 sono entrate in Italia 1,29 milioni di tonnellate in più

Aumentano le importazioni di mais

Torino. (r.a.) Le importazioni in Italia di mais nel 2013 sono aumentate di 1,29 milioni di tonnellate, di cui 630.000 tonnellate dall’Ucraina, 160.000 tonnellate dalla Francia e 146.000 tonnellate dalla Bulgaria. Nel gennaio del 2014 le importazioni di mais sono aumentate di altre 36.000 tonnellate rispetto al gennaio 2013 (fonte Anacer). Il mais era l’ultima grande commodity per la quale l’Italia poteva vantare livelli di approvvigionamento vicini all’autosufficienza, ma è ormai entrato di diritto a far parte della lista delle materie prime per le quali siamo sempre più dipendenti dall’estero. Il livello di auto-approvvigionamento del nostro Paese è sceso abbondantemente sotto la

soglia del 80 per cento. Il mais è quasi esclusivamente impiegato nel settore zootecnico. Non solo la carne e il latte dipendono dai suoi chicchi, ma anche molti importanti prodotti trasformati, dai formaggi ai prosciutti dop, che sono l’orgoglio del made in Italy. Negli ultimi 30-40 anni si è assistito ad un aumento costante delle produzioni medie, che nel nostro Paese sono passate dalle 20/30 quintali di granella per ettaro alle 120 e anche 150 quintali per ettaro. Tale progresso è stato dovuto

alla sostituzione delle vecchie varietà a seme vitreo con gli ibridi a seme farinoso, molto più produttivi, ma la crescita inarrestabile avuta fino agli anni ’90 si è ormai fermata, anzi si sta verificando un’inversione di tendenza. Da ciò le importazioni. Tra le cause del calo delle rese, l’andamento climatico, la difficoltà di proteggere il mais dalla piralide, l’aggravarsi delle infestazioni di parassiti, tra i quali la temibile diabrotica e anche alcune avversità endemiche come gli elateridi ed i virus, che i coltivatori di mais non possono più contenere efficacemente dopo il divieto temporaneo di utilizzare sementi conciate con neonicotinoidi e fipronil, ritenute una delle cause del fenomeno della moria delle api.

la quota di 15 mila unità, la normativa prevede che 3 mila saranno riservate ai lavoratori per i quali, avendo fatto ingresso per almeno due anni consecutivi, venga richiesto il nulla osta per lavoro stagionale pluriennale. Quest’ultimo provvedimento, tuttavia, non riguarda la Regione Piemonte. In questo caso, infatti, il Ministero del Lavoro, ha provveduto ad assegnare una quota di 975 nulla osta

Ecco le decisioni del Governo su Imu, gasolio e Iva agricola

roma. (r.a.) Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali ha comunicato che il decreto legge “Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale – Per un’Italia coraggiosa e semplice”, approvato il 18 aprile dal Consiglio dei Ministri, non contiene la reintroduzione dell’Imu sui fabbricati rurali ad uso strumentale. Sono state inoltre salvaguardate le agevolazioni per il gasolio agricolo, l’esenzione Ires per le cooperative agricole e di

il borsino del riso

no e di varietà da export sono fra le più basse degli ultimi quattro anni (si evidenzia una calo di 170.000 tonnellate rispetto al 2013 e di 130.000 tonnellate rispetto al 2012), le rimanenze di tondi sono in linea, mentre le rimanenze di indica sono fra le più alte, circa 50.000 tonnellate in più rispetto al 2013, al 2012 e al 2011. Pochi gli scambi in questi giorni: bassa l’offerta dei produttori impegnati con le semine, ridotta la domanda delle riserie che attendono nuovi ordini dai loro clienti e nel frattempo ritirano quanto comprato in precedenza. Quindi forte va-

piccola pesca e il regime speciale dell’Iva per le imprese agricole. Il decreto contiene una rimodulazione della base imponibile per i terreni montani e collinari e una correzione fiscale sulla produzione di energie rinnovabili da imprese agricole. Infine un taglio del cuneo fiscale per il settore agricolo deriva dalla riduzione dell’aliquota Irap del 10%. Maggiori informazioni presso gli uffici delle organizzazioni agricole.

22 aprile 2014

Pochi scambi, produttori impegnati con le semine Al 15 aprile le riserie avevano già ritirato 1.005.127 tonnellate e la rimanenza presso i produttori era di 442.656 tonnellate, nel 2013 - a pari data - era di 579.722 tonnellate e nel 2012 di 578.376 tonnellate, quindi ad oggi le riserie possono contare su una rimanenza di risone ridotta di circa 140.000 tonnellate rispetto agli ultimi due anni. Entrando nel dettaglio rileviamo che le rimanenze di varietà da interno sono pari a 37.411 tonnellate, di varietà da export di 68.688 tonnellate, di tondi di 133.721 tonnellate e di indica di 195.432 tonnellate. Le rimanenze di varietà da inter-

per lavoro stagionale. «Si tratta di una possibilità offerta alle imprese agricole che assumono manodopera stagionale», ha affermato il direttore di Coldiretti Piemonte Antonio De Concilio. »L’obiettivo è di garantire manodopera che si è qualificata nel tempo. Infatti, le quote assegnate tengono conto delle esigenze manifestate dalle imprese, di cui Coldiretti si è fatta portavoce presso il Governo».

riabilità nei prezzi che vanno dai 28 ai 32 euro per i Tondi, da 42 a 47 euro per i Lunghi A, circa 26 euro per i Lunghi B e assenti le compravendite di varietà da interno. a cura di Gian Luca Mascellino glmascellino@me.com

Varietà

Pasqua e Pasquetta? molti hanno scelto la gita in agriturismo

Vercelli. (r.a.) Nonostante le previsioni meteo non fossero affatto buone, molte sono state le prenotazioni e le presenze negli agriturismi delle province di Vercelli e Biella nelle giornate di Pasqua e Pasquetta. Un trend in continua crescita quello registrato da Coldiretti BiellaVercelli, soprattutto per chi ha scelto di trascorrere le festività pasquali vicino a casa. Un’abitudine sempre più frequente anche a causa della crisi che costringe molti a rinunciare a ferie e vacanze lunghe ed esotiche. Viaggi brevi quindi, nel raggio di pochi chilometri, ma alla ricerca di luoghi immersi nella natura dove trovare prodotti sani e del territorio. Un turismo a chilometro (quasi) zero che sta attirando molti gruppi anche da Milano e Torino, grazie alla posizione baricentrica delle due province. Secondo i dati Coldiretti, Biellese e Vercellese rispecchiano una tendenza ormai comune a tutte le regioni e province italiane: sono infatti circa 250 mila gli italiani che hanno trascorso la Pasqua in uno degli oltre ventimila agriturismi del Bel Paese. La gita fuori porta per mangiare, fare una “scampagnata” o fermarsi più giorni all’insegna del relax e della buona cucina resta la soluzione preferita di molti anche questa primavera. «In testa alle preferenze - secondo Coldiretti - c’è il viaggio a breve raggio da realizzare in giornata, scegliendo tra destinazioni diverse, come la terra di risaia che, proprio in queste settimane, vede lo spettacolo impareggiabile della “sommersione” d’acqua, o una gita sulle Alpi biellesi e valsesiane, anche qui tra cornici rurali e montane di rara bellezza. Inoltre, diverse aziende agrituristiche si sono attrezzate, offrendo alloggio e pasti completi ma anche colazioni al sacco o la semplice messa a disposizione di camere o di spazi per picnic». «La capacita di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo - commentano Paolo Dellarole e Marco Chiesa, presidente e direttore di Coldiretti Vercelli-Biella - è la qualità più apprezzata dagli ospiti, specialmente nel periodo delle feste, dove c’è l’opportunità di gustare ricette del passato, custodite nelle campagne».

Listino Borsa Merci Vercelli

prezzi euro min e max / t Pagamento 60 giorni

min Balilla e similari Selenio e similari Flipper e similari Loto e similari Augusto Sant'Andrea Roma Baldo e similari Arborio e similari Carnaroli e similari Thaibonnet e similari

max

270 280 285 300 Non quotato 415 450 425 435 Non quotato 650 670 Non quotato 660-700 (**) 660-700 (**) 240 250

Andamento della settimana mercato e prezzi (euro per q.le inclusa iva)

No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi No scambi

(**) nominale


SPORT

muvsportpress@libero.it

Mercoledì 23 aprile 2014 - Anno 9 numero 16

23

CALCIO - SERIE D Bosco segna l'1-0, poi in un finale rocambolesco i liguri rimontano

La discesa del Santhià è quasi sentenza

I granata perdono anche con il Vado e non hanno ormai più speranze SANTHIA'

1

VADO

2

Il borsino dei campionati

Bianzè a caccia del 2° posto

Reti: 8’ pt Bosco (S), 37’ st Banegas (V), 49' st’ Balbo (V). Santhià: Cerruti, Comotto (25' st Carazza), Renan, Eron, Mancuso, Brugnera, Macrì, Bosco, Atomei, Barcelos, Ceci (39' st Tarella). A disp. Di Paolo, Maffei, Bertagna, Bellinghieri, Gallo Marchiando, La Cava, Guerriero. All. Nisticò. Vado: Dondero, Condorelli, Gibelli, Sancinito (25’ st Bottiglieri), Gallotti, Barone (29’ pt Balbo), Cuneaz, Pereyra, Mura (28’ st Lattari), Banegas, Soragna. A disp. Lucia, Molinari, Rondinelli, Rapetti, Canu, Crupi. All. Battiston. Arbitro: Raciti di Acireale. Note: espulso Cuneaz (V) al 34' st per proteste; ammoniti Barcelos, Ceci (S), Banegas, Soragna (V); calci d’angolo: 0-10.

Per il Santhià è davvero notte fonda. I granata perdono in modo rocambolesco anche con il Vado e sono ormai prossimi alla retrocessione in Eccellenza. Sei punti da recuperare sul Derthona a due giornate dalla fine rappresentano un ostacolo insormontabile da superare, in più la Pro Dronero vincendo a sorpresa sul campo della capolista Giana Erminio ha anche scavalcato la truppa di Fabio Nisticò. Per la salvezza non sembra davvero esserci più storia. E dire che, come do-

Il livornese Federico Traversini in azione

L'uscita dal campo dei giocatori e del tecnico Nisticò la dicono tutta sul momento no

menica scorsa sul campo del Derthona, la gara contro i liguri è partita nel modo giusto. All’8’ Bosco fa partire una rasoiata dal limite dell’area che non lascia scampo a Dondero e porta in vantaggio i granata. Da qui in avanti è il Vado a prendere in mano le redini del match. Cerruti conferma di essere in grande forma salvando la baracca sulle conclusioni di Balbo, Cuneaz e Mura. La storia della partita non muta

nella ripresa. Sono sempre gli ospiti a mantenere il pallino del gioco: il Santhià bada a difendere il fortino con i denti sparacchiando il più lontano possibile il pallone. I locali puntano sulle ripartenze e per due volte vanno vicini al raddoppio. Prima Barcelos non trova il giusto impatto con il pallone da pochi passi, poi lo stesso brasiliano fornisce un assist d’oro per l’inserimento di Bosco che calcia malamente

alto da posizione vantaggiosa. Le cose per il Santhià sembrano mettersi bene quando Cuenaz si fa espellere per proteste lasciando i suoi in dieci negli ultimi 10’ di gara. Ma è proprio quando sembra ormai fatta che il fortino dei granata cede miseramente. Al 37’ Banegas, lasciato inspiegabilmente libero dagli avversari, infila Cerruti con un tocco di esterno destro per il punto dell’1-1. Il Santhià si sfalda e

nel 4’ di recupero arriva anche la beffa della sconfitta: Balbo fa tutto da solo e gonfia la rete per la seconda volta. Per la squadra granata è la picconata che, salvo un miracolo alquanto improbabile, fa crollare il già instabile muretto delle speranze salvezza. La matematica retrocessione in Eccellenza arriverà con ogni probabilità domenica sul campo della Pro Dronero. ROBERTO VANNICOLA

I campionati sono arrivati alle ultime battute. In Eccellenza mancano solo 90' alla fine della stagione regolare. L'Orizzonti United si gioca le ultime (per la verità scarne) possibilità di prendere parte ai playoff sul campo del Città di Baveno. L'undici allenato da Riccardo Boschetto è obbligato a vincere, ma deve anche sperare che l'Osmon Suno batta l'Omegna e lo Sporting Bellinzago non vinca contro l'Aygreville. Per l'Orizzonti United sarà quindi una domenica da vivere non solo in campo, ma anche via etere. In Prima Categoria il Bianzè è chiamato a difendere il preziosissimo secondo posto "rubato" nella penultima giornata al Cavaglià. Gli azzurri di Alberto Costanzo saranno impegnati sul campo del Pondera-

no, compagine che ha già vinto il campionato da alcune settimane. I biellesi saranno invece di scena a Briona contro un rivale che al torneo non ha più nulla da chiedere, avendo già messo al sicuro la salvezza. In Seconda Categoria il Livorno Ferraris andrà a caccia della "mission impossible". Dopo aver buttato all'aria quattro punti di vantaggio sul Montegiove in appena due giornate e aver perso lo scontro diretto con i chivassesi, che ora comandano la classifica con tre lunghezze di vantaggio, gli amaranto devono tassativamente vincere contro il Piemonte Sport e allo stesso tempo contare sulla vittoria del Montanaro contro la squadra allenata dall'ex Virtus Saluggese Rocco Parisi per approdare quantomeno allo spareggio.

PROMOZIONE - Nelle ultime due giornate di campionato castellani e trinesi hanno ancora parecchio da dire

Crescentinese ko L'Alicese è battuta L' LG Trino non va oltre un pareggio a reti bianche CRESCENTINESE

0

REAL CANAVESE

2

LG TRINO

0

SAN CARLO

2

ALICESE

1

MATHI LANZESE

0

Reti: 21’ pt Bellio, 40' st Daffara. Crescentinese: Piccolo, Marocco, Antonucci, Vianello, P. Ortalda (1' st Rotolo), El Yousfi, Spinello (32' st Trolese), Firrarello (15' st D’Agostino), A. Careggio, Rognetta, Diop. A disp. Bleta, Birolo. All. Berardi. San Carlo: Pinato, Milan, Accatino, Zago (28' st Beltrame), Venniro, Pizzighello, Parisi, Favaretto, Daffara, Bellio, Arfuso. A disp. Bellasio, Piccinini, Buzio, Asprella, Bequiri, Bollato. All. Gamba. Arbitro: Santiano di Pinerolo. Note: ammonitio: Pizzighello (S).

Sconfitta casalinga per una Crescentinese che non ha più nulla da chiedere al campionato. I granata hanno comunque onorato anche la gara con il San Carlo, squadra alla disperata ricerca di punti utili per rimanere a galla in questo finale di stagione. Ospiti in vantaggio al 21' con Bellio che trasforma in gol un assist di Arfuso, uno dei migliori in campo per grinta e abnegazione. La Crescentinese affida la reazione al giovane El Yousfi, un classe 1993 davvero molto promettente che ha fatto vedere giocate importanti. Nella ripresa il San Carlo, che di motivazioni ne aveva certamente di più, amministra il vantaggio e dopo averlo sfiorato più volte trova il raddoppio con Daffara che finalizza una bella azione di squadra. La compagine allenata da Davide Berardi ha creato qualche occasione, ma negli ultimi sedici metri non è stata sufficientemente lucida. Nelle ultime due giornate la Crescentinese affronterà il pericolante Leinì e il Volpiano che, quasi certamente, arriverà al comunale di via Raffaello con la vittoria del campionato già in tasca.

Reti: 32’ pt Armao (R), 1’ st Carnaroglio (A), 21’ st Bono (R). Real Canavese: Giancotti, Perazzolo, De Nittis, Camoletto, Piovesani, Fici, Gravina (32’ st Lacovei), Porneala, Bono, Gualtieri, Armao. A disp. Argomenniè, Di Nicolò, Bertolino, Delfino, Turano, Durmishi. All. Capobianco. Alicese: Lesca, Valenti (1’ st Carnaroglio), Fiore, Castelli, Pane, Valrosso, Cisiano (43’ pt Albergoni), M. Marteddu. Videla, Germano, Meo De Filippi. A disp. La Fontana, Peruginelli, Antiga, Mazza, Macceri. All. Yon. Arbitro: Graceni di Nichelino. Note: espulsi Fiore (A) al 18’ st per somma di ammonizioni, Gualtieri (R) al 20’ st per insulti al guardalinee.

Il Real Canavese intasca tre punti fondamentali in chiave salvezza piegando 2-1 l’Alicese. Dopo una mezzora senza grosse emozioni, il Real passa in vantaggio al 32’: Fici centra la sfera premiando il taglio di Armao che stoppa e calcia a rete infilando Lesca con una beffarda conclusione sul primo palo. Nell’intervallo mister Yon azzecca la mossa gettando nella mischia bomber Carnaroglio. Passa appena 1’ e il neo entrato sigla il pareggio al termine di un’azione confusa: Giancotti è bravo a respingere con l’aiuto della traversa il primo tentativo di testa di Carnaroglio, ma l’attaccante castellano è il più lesto di tutti ad avventarsi sulla palla vagante e insacca. A deciderla in favore della truppa di Carlo Capobianco è un episodio alquanto fortunoso al minuto 21: traversone di Porneala, Gravina incorna di testa e sulla traiettoria c’è Bono che devia la sfera mandando fuori causa Lesca.

LG Trino: Bagnis, Balocco, Geminardi, Bernabino, Cafasso, Carachino (49' st Barbi), Cucè, Lopes, Panipucci, Vetri, Marangoni (39' st Pozzati). A disp. Parisi, Martino, Marin, Napolitano, Colangelo. All. Fiorentino. Mathi Lanzese Cuppone, Borla Tridon, Trussardi, Villì (31' st Macario), Valpreda, Marrone, Franzino, Magnetti, Monteleone (51' st Machetta), Franzoso (39' st Schiavone), Bortolini. A disp. Orlean, Catalano, Devita, Boscolo. All. Romagnino. Arbitro: Gandino di Alessandria. Note: espulsi Marangoni (L) e il direttore sportivo Aceto (L) al 39' st; ammoniti: Cafasso (L) e Magnetti (M).

L'LG Trino impatta a reti bianche al cospetto del Mathi Lanzese e a 180' dalla fine del campionato resta impelagato nelle zone basse della classifica. L'undici di mister Fiorentino ha disputato una gara tutta grinta e determinazione, ma non è riuscito a trovare la rete del successo. Nel primo tempo gli ospiti si fanno preferire dal punto di vista della manovra e Bagnis deve intervenire

Luca Geminardi, difensore biancoazzurro

per disinnescare un tentativo di Monteleone. Le occasioni migliori capitano però ai biancoazzurri, ma Bernabino e Panipucci peccano di precisione negli ultimi sedici metri. Nella ripresa aumenta la spinta offensiva dell'LG Trino, ma le occasioni create non vengono capitalizzate. Bernabino e Marangoni ci provano in ogni modo, senza fortuna. Panipucci ha

la palla buona sotto porta, ma la sparacchia malamente alta. Sull'altro fronte Bagnis si fa trovare prontissimo su due tentativi di Trussardi. Il finale è acceso. Cucè di testa fa gridare al gol, ma Cuppone con un colpo di reni vola e dice di no. I trinesi protestano anche per un netto fallo di mani in area torinese, tuttavia il direttore di gara non ne vuol sapere di concedere

il penalty. Finisce così 0-0. Intanto il giudice sportivo ha emesso le sentenze dopo la rocambolesca semifinale di Coppa Italia contro il Varallo e Pombia: 300 euro di multa alla società per offese nei confronti della terna arbitrale, tre giornate di squalifica a Cafasso e Lopes, due a Marangoni e Napolitano e una a Bigatti, Carachino e Balocco.


24

SPORT

Mercoledì 23 aprile 2014 - Anno 9 numero 16

CALCIO - CSI A 11 Il Trino '04 rischia grosso in zona retrocessione

Ultime sfide prima delle finali

Nel girone A il Borgo d'Ale aggancia il Crova in vetta Costretto agli straordinari, tra intere giornate e singoli match da recuperare, nel periodo pasquale il Csi a 11 vercellese. Nel weekend si è giocato l’ultimo turno della fase regolare. In Serie A il Borgo d’Ale è riuscito ad agganciare al comando a quota 41 il Crova. Merito di due vittorie nel giro di tre giorni: mercoledì 16 il team di Naborrini ha espugnato 0-1 il terreno del Caresanablot nella sfida arretrata della 5ª di ritorno con gol di Mischiatti, poi sabato ha inflitto un sonoro 4-0 al Trino ’04: ha aperto le danze una doppietta di Fabbiano, completavano il bottino Castelletti e Mischiatti. La formazione di Semenzin, che martedì 15 aveva pareggiato 1-1 a Salasco nel recupero della 9ª di ritorno (gol del portiere-rigorista Massimiliano Saia), è così a serio rischio retrocessione: con 19 punti è 10ª a -2 dallo stesso Salasco. Playoff garantiti invece per il MiViDa, che pareggiando 0-0 venerdì a Stroppiana è 3° a quota 37. Tagliata fuori ormai la Santhiatese, 7ª a 26, che non ha nemmeno potuto fare visita sabato al Caresanablot: partita rinviata a sabato 26, con inizio alle 14,30, per impraticabilità del campo. In questi giorni tutti in campo per la 1ª di ritorno, saltata a febbraio: ieri alle 20,45 si sono giocate Santhiatese-Borgo d’Ale e MiViDa-Celtic 2009, oggi alla medesima ora Trino ’04-Olcenengo. Ultimi fuochi anche nel girone B. Reduci da due ko consecutivi i Warriors. Martedì 15

Il Borgo d'Ale con due vittorie negli ultimi tre giorni sogna di ripetere l'exploit della passata stagione

hanno ceduto 3-0 al Vinzaglio nel recupero della 1ª di ritorno, poi sabato si sono arresi 2-4 al Ferrante Blu Tricots: sempre quinti a 26, non possono più fare pensieri alla promozione o ai playoff. Sotto 0-2, i fontanettesi accorciavano le distanze con Calvo, poi sull’1-3 provavano ancora a riaprire il match con Zanello prima di subire il definitivo poker. Settimi a 23 i Nuovi Amici Bianzinesi, che hanno osservato un turno di riposo. Per la loro ultima partita saranno un po’ arbitri

CALCIO - Giovanissimi 1999

del destino altrui: oggi alle 20,45 sul terreno di casa se la vedranno con il Quinto X Umbi, che deve difendere il 3° posto, sinonimo di promozione, dagli assalti del Ferrante. Formalmente 9° a 15 il Vale Livorno, che dopo il ritiro dal campionato si è visto infliggere a tavolino tante sconfitte 3-0 quante erano le partite ancora da disputare. I playoff prenderanno il via nel weekend del 9-10 maggio. STEFANO TUBIA

Marcatori 15 reti Grandinetti (MiViDa), Paolucci (Santhiatese) 10 reti Molnar (Vale Livorno) 9 reti Mischiatti e Fabbiano (Borgo d'Ale), Toninello (Vale Livorno)

CALCIO - Esordienti 2002

Il Santhià è in semifinale nella Baraonda di Pasqua I granata padroni del campionato Real Canavese-Santhià e Aygreville-San Mauro sono le due semifinali della terza edizione della “Baraonda di Pasqua”, il torneo targato Real Canavese e riservato alla categoria Giovanissimi. Nel girone A i padroni di casa allenati da Luca Vachino hanno fatto la voce grossa vincendo tutte e tre le partite disputate. Il San Mauro, compagno di viaggio dei biancoblu, si è qualificato come miglior seconda grazie ai successi (entrambi per 3-0) contro il Brandizzo e il Vanchiglia. Negli altri due raggruppamenti il Santhià è riuscito ad avere la meglio su un mai domo La Chivasso, mentre l’Aygreville, trascinato dai gol di Gullone (momentaneo capocannoniere della kermesse con 7 reti), ha eliminato Montanaro, Lucento e Settimo. Le due semifinali si disputeranno mercoledì 23 a partire dalle

I Giovanissimi 1999 del Santhià si stanno comportando egregiamente nella kermesse del Real Canavese

Gli Esordienti 2002 della società granata hanno dominato sia il torneo autunnale sia quello primaverile

ore 19, mentre le finali andranno in scena mercoledì 30. Girone A: Real CanaveseSan Mauro 4-1, BrandizzoVanchiglia 1-1, VanchigliaReal Canavese 0-3, San Mauro-Brandizzo 3-0, Brandizzo-Real Canavese 0-3, Vanchiglia-San Mauro 0-3.

Gli Esordienti 2002 del Santhià hanno letteralmente dominato la stagione vincendo tutte le partite sia del Campionato Autunnale che di quello primaverile. In sedici gare disputate i granata hanno messo a segno ben 97 reti subendone appena 7. Numeri altisonanti per una squadra che ha messo in grossa difficoltà anche avversarie quotate come Monza, Torino, Alessandria e Novara affrontate in amichevole. Il tecnico Walter Ambrogio Lucchini ha schierato in campo Gabriele Ghisio, Samuele Spagnolo, Aron D’Aniello, Paolo Pietta, Lorenzo Ferraris, Simone Giusio, Matteo Petasecca, Riccardo Ferrari, Nicolas Antonio Bonifacio, Simone Di Iorio, Marco Valente, Simone Zampa, Nicolò Ferrari, Francesco Belotti, Andrea Bosco e Giorgio Bersano.

Classifica: Real Canavese 9, San Mauro 6, Vanchiglia e Brandizzo 1. Girone B: Santhià-La Chivasso 4-0, Ivrea-La Chivasso 1-2, Rivarolese-Santhià 1-1, Rivarolese-Ivrea 2-0, La Chivasso-Rivarolese 2-0, Ivrea-Santhià 1-5. Classifica: Santhià 7, La Chivas-

Calcio Giovanile - Livorno Ferraris

so 6, Rivarolese 4, Ivrea 0. Girone C: Lucento-Settimo 2-1, Lucento-Montanaro 0-2, Montanaro-Aygreville 0-7, SettimoAygreville 0-3, Montanaro-Settimo 1-0, Lucento-Aygreville 0-2. Classifica: Aygreville 9, Montanaro 6, Lucento 3, Settimo 0.

Calcio giovanile

Stagione ad intermittenza per gli Allievi e i Giovanissimi Scatta la "Primavera LG Trino" La stagione del settore giovanile in casa Asd Livorno Ferraris 1926 ha vissuto di fasi altalenanti. Gli Allievi (nella foto in alto) guidati in panchina da Alfredo Sirufo sono al penultimo posto a due giornate dal termine. Gli amaranto hanno fin qui collezionato una sola vittoria, quattro pareggio e undici sconfitte. Negli ultimi due turni affronteranno rispettivamente La Chivasso (tra le mura amiche) e il Pool Ciriè. Per quello che riguarda i Giovanissimi (nella foto in basso) il campionato si è chiuso con la sesta sconfitta, 1-3 al cospetto della Virtus Vercelli, su 14 partite disputate. Il curriculum dei ragazzi allenati da Claudio Boaroloparla di 4 vittorie e altrettanti pareggi in un girone che ha visto giocarsi parecchi derby con la presenza di Crescentinese, LG Trino, Alicese e Virtus Saluggese.

E' in rampa di lancio la "Primavera LG Trino". Si tratta di una serie di tornei di calcio giovanile organizzati dalla società biancoazzurra. Si parte venerdì 25 aprile con la settima edizione del trofeo "Finanza e Futuro" riservato ai Pulcini 2005. In campo oltre alla compagine trinese scenderanno la Pro Vercelli, lo Junior Calcio Pontestura, la Crescentinese, la Moncalvese e la Fortitudo: la formula del torneo è quella del girone all'italiana dove le squadre si affronteranno tutte tra loro e le prime due si giocheranno poi il titolo nella finalissima. Domenica 27 aprile si disputerà invece la seconda edizione del trofeo "Teknopont" che vedrà sfidarsi i Pulcini 2004. Domenica 4 maggio saranno di scena gli Esordienti 2001 nel trofeo "Vescovo Romano", l'11 dello stesso mese i protagonisti saranno gli Esordienti 2002 nel trofeo "Zeta Esse Ti". Domenica 18 i Pulcini 2003 si giocheranno il trofeo "Chemproget". Infine, domenica 25 maggio i Piccoli Amici classe 2007 e 2008 saranno i protagonisti del trofeo "Dellacasa".


SPORT

Mercoledì 23 aprile 2014 - Anno 9 numero 16

VOLLEY Le ciglianesi Santhià e Tavano convocate in Rappresentativa

Santhià, caccia al quinto posto

I biancorossi vogliono togliersi un'altra soddisfazione Passata la Pasqua in serenità, la Stamperia Alicese è pronta per onorare le ultime tre partite di B2 maschile. Grandi obiettivi (playoff o salvezza) non ce ne sono più, ma gli uomini di Gianluca Manavella, sesti con 39 punti, possono ancora ambire al 5° posto, degno coronamento per una stagione al di sopra delle aspettative. La volata finale scatterà domenica alle 18 a Bollate (Milano), in casa dello Spaggiari che insegue i santhiatesi a una lunghezza. Già condannata alla discesa in Prima Divisione femminile invece la T.D. Grissini, ultima a quota 8 nella poule C. Sabato la compagine di Marco Bono farà visita a Torino (inizio alle 17) al San Paolo, anch’esso senza apparenti motivazioni essendo 7ª a 33. Il club ciglianese sta raccogliendo maggiori frutti dal settore giovanile, come dimostra la positiva partecipazione da giovedì a sabato al Volleyoung International Tournament in provincia di

25

NOTIZIE IN BREVE BOCCE La Crescentinese vola ai Campionati Italiani La Crescentinese ha ottenuto la qualificazione ai Campionati Italiani a coppie di categoria C che si disputeranno a Saint Vincent il prossimo settembre. La compagine composta da Angelino Dramis e Augusto Tricerri ha perso la finale della Coppa "Comune di Caresanablot", ma ha staccato il pass per i nazionali poiché a qualificarsi erano entrambe le finaliste. Il successo se l'è aggiudicata la Caresanablot di Adriano Lucon e Mauro Re che in finale ha vinto 13-6. Eliminate dopo due semifinali estremamente combattute e accese un'altra coppia della Crescentinese, quella targata Ezio Bergamo e Mario Truffa, e la Santhiatese di Pierluigi Camandone e Ivano Testoni.

BOCCE La Crescentinese vince il Memorial Masoero

La Stamperia Alicese Santhià proverà a chiudere la propria già entusiasmante stagione in B2 tra le prime cinque della classifica

Massa e Carrara: 5ª piazza su 12 formazioni sia per l’Under 16 condotta da Bono, sia per l’Under 14 di Montserrat Casas. C’è un po’ di Giocavolley nella rappresentativa di VercelliBiella che disputerà il Trofeo delle Province a Vercelli. La vice del selezionatore Alessio Bellagotti è Montserrat Casas e del gruppo fanno parte la cen-

trale Letizia Santhià e la schiacciatrice Sofia Tavano. Dopo l’allenamento di rifinitura di domani, venerdì debutto per il girone A al PalaBertinetti alle 9,30 con la selezione di Torino, poi alle 15,30 match con Cuneo. Per le due migliori classificate semifinali alle 17,30 con la 1ª e la 2ª del girone B (Novara, Alessandria/Asti e Aosta). Sabato alle 10 finale per il 5°-6°

posto alla “Lanino” e per il 3°4° al PalaBertinetti, sfida per il titolo alle 11 al PalaVicuna. In campo maschile, domenica alle 10,30 il Santhià cercherà di conquistare in casa dell’Occhieppese il titolo provinciale Under 14, il giorno dopo aver affrontato a Chieri alle 15,30 il Nuncas Sfoglia per il girone 2 della Fase Low regionale. Quinti a 3 i ragazzi

santhiatesi, reduci dal ko 3-0 di giovedì a Borgofranco. In Under 13 (3 vs. 3) il Santhià B, benché sconfitto 3-0 martedì 15 dal Bonprix Biella, accede alla finale regionale del 4 maggio grazie al 3° posto con 48 punti nella prima fase. Eliminato il Santhià A, 9° a 28 dopo un rovescio in tre set martedì 15 a Biella. STEFANO TUBIA

BASKET - L'Under 19 Elite chiude la stagione con una vittoria contro il Canestro Alessandria

Una convincente Pallacanestro Trino supera il primo turno dei playoff TEENS COSSATO

59

PALLACANESTRO TRINO

86

Parziali: 24-15/ 33-48/ 47-67. Pallacanestro Trino: Boido 7, Pescarolo, Basile 8, Mascarino 2, Isacco 2, Arditi 13, Delle Fave 9, Pergola 5, Marzolla 15, Vigliaturo 25, Bellan 2, Reiser. All. Tricerri.

Sono bastate due partite alla Pallacanestro Trino per archiviare positivamente il primo turno dei playoff di Promozione. Venerdì a Cossato il gruppo di Francesco Tricerri ha lasciato spazio agli avversari, già battuti comodamente 71-56 all’andata, solo nei primi dieci minuti con un avvio blando. La riscossa nel secondo quarto: con un micidiale break di 9-33 la partita poteva considerarsi già conclusa all’intervallo lungo. Negli ultimi 20 minuti il margine si dilatava ulteriormente e il risultato finale parlava chiaro (59-86). Nel secondo turno del tabellone il team trinese godrà di un duplice vantaggio: inaugurare la serie tra le mura amiche, domenica 4 maggio al Centro Sociale Buzzi, e avere nei muscoli meno tossine dei propri avversari, Volpiano o Conte Verde Rivoli, che sono sull’1-1 e dovranno affrontarsi per gara-3 lunedì 28 a Volpiano. In Under 19 Elite i giovani trinesi, anch’essi guidati da Tricerri, hanno chiuso con il sorriso una seconda fase riservata alle classificate della regular-season dall’8° al 10° posto fin lì densa di amarezze. Quinta sconfitta consecutiva nel recupero della 3ª di andata di martedì 15 con Il Canestro (62-75); due giorni dopo si sono rifatti sugli stessi alessandrini battendoli a domicilio 62-76, per un 4° posto finale con 8 punti. Ieri è ripreso il campionato di Prima Divisione per la Ecs. Il team di Giancarlo Rivella, 3° a quota 32 nel girone Blu,

La Società Bocciofila Crescentinese è stata profeta in patria. La terna composta da Francesco Biletta, Aldo Masoero e Bruno Zanolo ha messo le mani sul Memorial Giuseppe Masoero riservato a giocatori di categoria D. I padroni di casa hanno vinto in finale con un perentorio 13-0 sulla ciglianese di Gianni Cantelli, Carlo Cerutti e Tiziano Gibba. In semifinale sono state estromesse dalla competizione altre due terne della Crescentinese, quella formata da Domenico Bottino, Aurelio Ottino e Paolo Priotti, e quella composta da Remo Carando, Angelo Prior e Pierluigi Vacca. La terna crescentinese che ha vinto la kermesse prenderà parte ai Campionati Italiani che si disputeranno il 28 e il 29 giugno sugli sterrati di Novi Ligure.

TENNIS - Trino Il Centro Buzzi si prepara alla serie D3

Saranno due le formazioni del Centro Buzzi Trino che prenderanno parte al campionato di serie D3 di tennis. Entrambe saranno capitanate dal direttore tecnico Alex Chiaria. La prima squadra è composta da Emanuele Ruocco, Pier Mario Aguiari, Fulvio Accatino, Naresh Sharma, Emanuele Soldà e Giovanni Serra. La seconda compagine è formata da Paolo Bonafacio, Tommaso Daffara, Massimo Berutti, Marco Accatino, Giuseppe Farello, Francesco Picco, Alessandro Pollone, Marco Riviera, Mattia Gnani e Nicola Curino. L'obiettivo del sodalizio trinese, oltre a quello di piazzarsi il più in alto possibile, è quello di far crescere i giovani. Il campionato prenderà il via il prossimo 4 maggio.

MOUNTAIN BIKE - Borgo d'Ale Giacchetti è quarto a Valmanera

Valmanera, località nell'astigiano, ha ospitato la seconda prova della Coppa Acsi Piemonte di mountain bike, valida anche come prima prova del Campionato Provinciale di Cross Country. Alla gara, organizzata dalla Sansafren, hanno preso parte due portacolori del Team Pedale Pazzo Borgodalese. Nella categoria Supergentlemen A Giovanni Giacchetti ha sfiorato il podio concludendo in quarta posizione. Tra i Primavera si è messo in luce Stefano Riconda che al cospetto di avversari di tutto rispetto si è piazzato decimo. Venerdì 25 aprile la Coppa Acsi Piemonte sbarca a Villareggia per la prova organizzata proprio dal Team Pedale Pazzo Borgodalese.

In alto la squadra che milita in Promozione e in basso l'Under 19 Elite di Trino

ha fatto visita al Vercelli Basket, 7° a 18, con l’obiettivo di continuare la rincorsa a Monferrato (36) e Biella (34). Tornerà di scena in via Peruzia venerdì 2 maggio con il Pontdonnas Paolo Preti. Dovrà aspettare domenica

BASKET - Under 14

l’Under 15 crescentinese di Paolo Rigolone, 3ª a 6 nel girone 2 della seconda fase, per tornare in campo: per la 5ª e ultima di andata sarà big-match a Mondovì con la capolista. La palla a due sarà alzata alle 16.

THAI BOXE - Crescentino

CICLISMO - Borgo d'Ale Profumo primeggia sulle strade di Boca

La stagione di Samantha Profumo prosegue sotto il segno del successo. La borgodalese, che difende i colori della Christian Sport, ha iscritto il proprio nome nell'albo d'oro del Gran Premio Ristorante "Da Paniga" che si è disputata sulle strade di Boca. Profumo è stata autrice di una gara davvero eccezionale: con grande tempismo si è inserita nella fuga buona dei Supergentlemen B e in volata ha conquistato la quinta piazza assoluta e la vittoria nella categoria Donne. A Boca erano in gara anche Moreno Formaggia (Pedale Borgodalese) e Pietro Sala (Mobili Bono Santhià) che si sono classificati rispettivamente secondo e sesto tra i Gentlemen, mentre il santhiatese Pierluigi Turelli ha chiuso decimo tra i Supergentlemen A.

BILIARDO - Bianzè

L'Adbt Livorno Ferraris non si ferma più Cirillo è il nuovo Campione Italiano Ultra Vegas sconfitto Salgono a quattro le vittorie consecutive per la squadra Under 14 dell'Adbt Livorno Ferraris che partecipa alla "Oratorio Cup". La gara in trasferta con il Valledora Alpignano finisce 35-84. All'inizio della partita i padroni di casa non danno l'impressione di credere realisticamente nell'impresa, mentre Livorno mette in campo alcune "chicche". Era anche l'occasione di mettere in campo consigli e impostazioni dati da coach Zedda, ma forse presi dall'entusiasmo e dall'andamento della gara, non sono riusciti nell'intento. La partita fila via veloce, il primo quarto finisce 11-24 e il secondo 10-19 si va a riposo sul punteggio di 21-43. Dopo l'intervallo nulla da dire, i ragazzi procedono per

la loro strada e conquistano la vittoria. Adesso Livorno aspetta di recuperare la partita

rimandata contro il Moncalieri e di finire il girone in testa alla classifica.

Il presidente della palestra Colosseum di Crescentino, Domenico Maida, è estremamente orgoglioso di avere tra le sue fila Stefano Cirillo che dopo un match particolarmente combattuto, si è aggiudicato il titolo Italiano Wfc di thai boxe. Dopo due round intensi ma equilibrati,

il crescentinese esplode nel terzo round e con un calcio diretto al volto, seguito da un colpo al fegato porta l'avversario al conteggio. Subito dopo Cirillo sfodera i colpi decisivi che decretano la vittoria. Grande soddisfazione per l'istruttore Stefano Volpe e tutto lo staff.

Per l'Ultra Vegas Bianzè sono definitivamente sfumate le possibilità di poter accedere alla fase finale del Campionato Interprovinciale a squadre. La compagine bianzinese ha perso lo scontro diretto con il The Best Torino ed ora è a dieci lunghezze dalla seconda posizione. Davvero troppe se si considera che al termine della stagione regolare mancano appena due giornate. I torinesi si sono imposti 4-2 al termine di una partita accesa. L'Ultra Vegas, rappresentato da Paolo Clarichetti, Mariano Maimone, Antonio Morana, Martino Farabella, Devis Rosso, Gian Piero Calliera, Rocco Coduti e Vittorio Scarpato è reduce da un periodo non particolarmente brillante. Ecco la classifica aggiornata dopo la sedicesima giornata: Diagonal One Orbassano 52, The Best Torino 51, Leo 1 Torino e Massaua 48, Master Pool Club 1 Moncalieri 45, Ultra Vegas Bianzè 41, Il Birillo 1 Alpha Moncalieri 38, Amici Borgonuovo Settimo 36, Oropa Torino 25. Negli ultimi due turni la compagine bianzinese sarà impegnata sul campo del fanalino di coda Oropa e poi ospiterà il Leo 1.


26

rubriche

arte e storia

librarsi

L'importante nodo ferroviario di Santhià Il pellegrino vercellese Olivetta (prima dell'inizio della stagione dei tagli) in cammino sulle strade della fede SANTHIÀ. Santhià e la ferrovia: una storia che dura da 150 anni. Viaggio su alcune linee ferroviarie piemontesi, tra passato e presente: la Torino-Milano, la Santhià-Biella, la tramvia Santhià-Ivrea, la Santhià-Arona, fu pubblicato da Mario Matto nel 2006 per i tipi della casa editrice Grafica Santhiatese. Nel 2005 cadevano il centenario della linea SanthiàArona e i 150 anni dell’apertura della stazione di Santhià, sulla Novara-Chivasso, dalla quale si sarebbe sviluppata poi l’intera linea Torino-Milano, l’anno seguente il centocinquantenario della Santhià-Biella e vari altri ancora. Molti “anniversari ferroviari” fanno da sfondo a questo poderoso volume (486 pagine, con numerose immagini e schede di approfondimento) che l’autore, appassionato di ferrovie per ascendenza famigliare, oltre che esperto di turismo e valorizzazione del territorio, ha inteso come un ponte tra passato e presente. Vi trovano posto infatti un quadro storico dell’evoluzione delle ferrovie italiane, che nascono nel 1839 nel Regno dei Borbone con la NapoliPortici, mentre per quanto riguarda il Regno sabaudo nel 1854 viene inaugurata la Torino-Genova. Al nodo ferroviario (e storicamente viario, si veda la Via Francigena) di Santhià è dedicato un capitolo che si dipana lungo i 150 anni della sua storia, comprendendo ad esempio il “mitragliamento di

Santhià”, del 9 gennaio 1945, quando un’incursione di caccia angloamericani falciò 24 dei passeggeri del treno Vercelli-Biella, l’elettrificazione nel 1961 o l’alluvione del 1968. Parti del libro sono incentrate anche sulla linea ferroviaria Torino-Novara-Milano, la SanthiàBiella, una delle prime ferrovie d'Italia, la tramvia Santhià-Ivrea, senza trascurare le Officine Magliola, fondate nel lontano 1829 e dove fu restaurato pochi anni fa l’Orient Express. Il volume di Matto, del 2006, tratta anche della Santhià Arona, prima che venisse declassata a “ramo secco”. Essa sarebbe invece un ottimo esempio di linea utilizzabile per il turismo ferroviario slow, alla scoperta della bellezza dei nostri luoghi, sempre troppo poco compresa e quindi valorizzata. Un capitolo apposito approfondisce proprio questo tema, il treno come strumento di incentivazione del turismo appoggiandosi sulle linee locali. Claudia Carra

Mario Matto, Santhià e la ferrovia: una storia che dura da 150 anni. Viaggio su alcune linee ferroviarie piemontesi, tra passato e presente: la Torino-Milano, la Santhià-Biella, la tramvia SanthiàIvrea, la Santhià-Arona, GS Editrice, 2006.

VERCELLI. (c.car.) Edoardo Olivetta, classe 1946, fa parte dell’associazione degli Amici della Via Francigena di Vercelli ed è da sempre pellegrino. Dopo Io Pellegrino. Stralci di vita a piedi lungo le strade della fede, dato alle stampe nel 2007, l’anno seguente è stata la volta di Sul cammino. personaggi, luoghi e leggende del Cammino di Santiago de Compostela, e nel 2009 di Frammenti. Interviste ai pellegrini d.o.c. e non solo, mentre nel 2011 ha ricostruito il suo pellegrinaggio sui luoghi di Cristo in A piedi in Terra Santa. Io Pellegrino ha le parole semplici del diario scritto ogni giorno da molti di coloro che camminano sugli itinerari storici della fede. Nell’introduzione egli racconta delle radici famigliari del suo essere divenuto un pellegrino, la nonna Maria che da bambino gli indicava nel cielo la Via Lattea, detta Strada di San Giacomo, e i genitori con cui saliva ai santuari piemontesi, in primis Oropa, per arrivare all’incontro casuale, nella natia Arborio, con Pax Christi, il movimento di cui fu a lungo presidente il vescovo emerito di Ivrea monsignor Luigi Bettazzi. La prima parte del volume è dedicata appunto ai viaggi compiuti a piedi nell’ambito delle Routes internazionali di Pax Christi, gli incontri con la popolazione che ospitava i partecipanti, il desiderio di conoscere e capire, le tante domande nel cuore di un giovane che

ha la fortuna di vivere esperienze di respiro europeo e di sentire e interiorizzare quanto ne emerge. Siamo negli anni Sessanta, nella Berlino divisa, o nella Spagna dove è ben viva la dittatura franchista. Olivetta si racconta in modo aperto, senza nascondere i dubbi o i segni dell’inesperienza, e porta con sé il lettore nelle case e sulle strade che ha attraversato in quella stagione, da Oropa a Santiago, dalla Germania alla Savoia. Molti anni dopo, nel 1999, egli compie il cammino di Santiago, che racconterà nel suo libro del 2008, e nel 2000, l’Anno Santo, il pellegrinaggio sulla Via Francigena da San Gimignano a Roma, condividendolo con il figlio Francesco. Sei anni dopo sarà accanto ai membri dell’associazione degli Amici della Via Francigena dal Gran San Bernardo a Vercelli. Molti i ricordi che restano anche di queste contrade più vicine a noi, e la certezza che l’Italia possa meglio valorizzare i propri cammini storici e sostenere chi voglia percorrerli. A chiudere il volume vi sono alcune meditazioni – che Olivetta ha imparato a sviluppare durante l’esperienza con Pax Christi, dove esse si accompagnavano alla scelta quotidiana di un tema etico di attualità – proposte durante la seconda esperienza sulla Via Francigena. Io Pellegrino. Stralci di vita a piedi lungo le strade della fede, 2007.

ORARI DELLE MESSE FESTIVE a cura dei volontari che si occupano di loro Questo è uno spazio dedicato a tutti quei cani sfortunati che si sono smarriti, sono stati abbandonati o ai quali è mancato il proprietario e che adesso sono ospiti dei canili della nostra zona. Se hai intenzione di adottare un amico a quattro zampe scegli uno dai loro. Sono animali sani, vaccinati, di ogni taglia e razza; non aspettano altro che di essere adottati da umani buoni come loro. Ce ne sono altri sul sito www.adottauncane.net

vSALUGGIA -

Scodinzolandia

LIVORNO F. - Piccole impronte

BART

SORDINO

Cucciolo di quattro mesi, è il tipico cagnetto da compagnia, non adatto a stare in canile.

Ha quindici anni, qualche difetto di udito (il nome dice tutto) e tanta, tanta voglia di farsi ancora coccolare. È di taglia piccola e sembra un collie in miniatura.

via Redipuglia - fraz. Sant’Antonino - tel. 329.8824593 VERCELLI - Lega per la difesa del cane

via Chivoli - tel. 347.0110207 ALICE CASTELLO - La Tana

ACHILLE

RENO

È bello, sano e docile. Per comunicare con lui che è sordo avrete il supporto di una educatrice, e allora cosa aspettate? Per lui chiamare il 366.4416466.

Cucciolone di appena dodici mesi, di taglia medio-grande e buonissimo, necessita di un giardino.

strada per Villata - Borgovercelli - tel. 333.5814529

Cascina Viola - Via Ronchi 13 - tel. 339.8047222

a cura dei volontari che si occupano di loro

Anche molti gatti cercano casa perché abbandonati o perché le famiglie che li ospitavano non possono più tenerli. In ogni numero qui vengono segnalati due mici, scelti tra quelli più urgenti da collocare.

VERCELLI Lega per la difesa del cane Onlus

BIMBA

BLUE

«Ma che occhi grandi che hai!». Eh sì, finalmente vede il mondo. Venite a conoscere Bimba e la sua storia, ora ha solo bisogno di una famiglia.

«Ho solo sei mesi e sono molto vispa, curiosa e giocherellona. Chi ha un posticino per me e un po' di tempo per farmi giocare?».

strada per Villata - Borgovercelli - tel. 349.1862911 per ulteriori informazioni scrivere a legadelcanevercelli@libero.it


Fischia il vento e urla la bufera, / scarpe rotte e pur bisogna andar / a conquistare la rossa primavera / dove sorge il sol dell'avvenir. Ogni contrada è patria del ribelle, / ogni donna a lui dona un sospir, / nella notte lo guidano le stelle, / forte il cuor e il braccio nel colpir. Se ci coglie la crudele morte, / dura vendetta verrà dal partigian; / ormai sicura è già la dura sorte / del fascista vile e traditor. Cessa il vento, calma è la bufera, / torna a casa il fiero partigian, / sventolando la rossa sua bandiera; / vittoriosi, al fin liberi siam! Felice Cascione, Fischia il vento, 1943

CULTURA E SPETTACOLI

27

Crescentino: dal 25 aprile al 7 maggio una mostra nel palazzo comunale Concerto della Banda "Verdi" e commemorazione al Teatro Civico

Briciole di pane. Emozioni di donne resistenti

Fotografie e testimonianze del contributo femminile alla guerra di Liberazione

A Trino letture da Fenoglio e Pavese e un saggio storico sull'oro alla patria

CRESCENTINO. (r.c.) Nell'ambito del programma annuale curato dall'Anpi locale per il 70° anniversario dell'eccidio dei IX Martiri si inserisce la mostra “Briciole di pane. Emozioni di donne resistenti. Poesie ed immagini” che sarà inaugurata venerdì 25 aprile alle 10 nel Palazzo comunale e si chiuderà il 7 maggio. Le curatrici Daniela Sacchi e Barbara Calaba l'hanno realizzata per l'Anpi di Varallo in collaborazione con l'Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea. È composta da una serie di pannelli che riportano, come spiega l'eloquente sottotitolo, fotografie, te-

TRINO. Le celebrazioni per il 25 aprile a Trino inizieranno il giorno precedente con il concerto della Banda “Giuseppe Verdi”, diretta dal maestro Bruno Raiteri, che si terrà giovedì 24 alle 21 presso il Teatro Civico. In programma inni e canti legati alla ricorrenza storica, ma anche musica classica, come il Rigoletto di Verdi, brani tratti da colonne sonore famose, un'antologia di pezzi francesi, Paris Montmartre, e una raccolta del compositore statunitense Bert Kaempfert, molto noto per canzoni come Spanish eye e Strangers in the night. I musicisti accompagneranno il corteo della mattina seguente, che dopo la

Molte donne parteciparono alla lotta contro il nazifascismo

stimonianze, riflessioni e poesie scritte da Sacchi e Calaba; il filo conduttore è la scelta, il momento in cui decidono il loro modo di contribuire alla lotta che si svolgeva passo dopo passo, giorno per giorno in quei lunghi mesi. Portare armi o docu-

menti, cibo o notizie, salire in montagna o salutare figli e mariti o boicottare la produzione industriale, le briciole di un pane di cui in realtà furono lievito. Come questo semplice alimento furono sempre presenti, risposero alla chiamata della necessità e lo fecero

non per supina abitudine patriarcale bensì, questo l'elemento nuovo, con consapevolezza. È un percorso emotivo, un cammino che si dipana nelle molte sfaccettature di quel periodo e si chiude con un pensiero all'oggi: “l'auspicio è che ciascuna di noi sappia apprendere dall'esperienza partigiana la capacità di lottare contro soprusi ed ingiustizie, coltivando dentro di sé l'idea che ogni sogno si può realizzare. Per rendere quel piccolo mondo chiamato comunità umana più giusto, più accogliente, più consapevole”. Da venerdì 25 aprile a mercoledì 7 maggio, Palazzo comunale, Crescentino.

Un manifesto propagandistico dell'epoca

messa toccherà tutti i monumenti cittadini e confluirà nel Teatro Civico. Qui saranno lette delle poesie e alcuni brani letterari di autori come Beppe Fenoglio e Cesare Pavese; ad accompagnare con la musica sarà il maestro Raiteri al violino.

Al termine l'Anpi cittadino presenterà, come ormai da tradizione, un breve scritto che approfondisce un particolare momento del Ventennio; per il 2014 è stato scelto l'oro alla Patria. Il 18 dicembre 1935 venne chiesto alle donne di donare la fede nuziale per aiutare l'Italia a cui le Nazioni Unite aveva applicato blande sanzioni in risposta alle guerre coloniali. Il gesto, utile e simbolico, ebbe grande successo, Trino consegnò una medaglia di cui era stata insignita dal regime e venne anche aperto un negozio di pesci strettamente italiani. Silvia Baratto

Concerto con Aron, Ratamata Pasticho, Bobbing Head Doll e Surrealistic Lizard Commemorazione con lettura di suoi brani Fucilato nel '45 a Tortona Con l'Anpi "Boris Bradac"

"Festa della Liberazione... in musica" Fontanetto ricorda Montano Corrado Semenenga

Organizza la sezione Anpi "Oreste e Nicolino Savio" con la Pro Loco ALICE CASTELLO. (c.car.) La Sezione alicese dell'Anpi, dedicata ai partigiani Oreste e Nicolino Savio, organizza in collaborazione con la Pro Loco la “Festa della Liberazione… in musica”. Venerdì 25 aprile dalle 18 nella piazza del mercato, e in caso di maltempo presso la Casa degli Alicesi, si esibiranno il giovane solista Aron, voce, chitarra e piano, in due diversi set, i Ratamata Pasticho, trio acustico formato da Dario Franciscono, anima della manifestazione, alla chitarra, con il batterista borgodalese Renzo Drebertelli e la cantante Donatella Figus, i canavesani Bobbing Head Doll, e il loro grintoso rock'n'roll, e per chiu-

I Ratamata Pasticho: Donatella Figus, Renzo Drebertelli e Dario Franciscono

dere l’hard rock dei Surrealistic Lizard, di cui fanno parte gli alicesi Alberto e Sergio Monti. «Abbiamo deciso che la Festa della Liberazione non debba limitarsi alla (sacrosanta) commemorazione», spiega Franciscono; «vogliamo festeg-

giare per ricordare ai più giovani cosa fu la Liberazione, cosa ci donò e che cosa oggi invece stiamo rischiando di perdere. Molti morirono proprio per darci la possibilità di essere liberi e di vivere in un mondo migliore e, perché no, festoso!».

fucilato nel '44 al Martinetto partigiano lamporese FONTANETTO PO. (s.b.) In occasione del 25 aprile e dei 70 anni dalla morte sarà ricordato il tenente Massimo Montano, che venne fucilato il 5 aprile 1944 al Martinetto, il poligono di tiro di Torino dove caddero con lui altri sette componenti del primo Comitato militare regionale piemontese. Ufficiale del Regio esercito, già nell'autunno del '43 aveva iniziato ad operare nel Comitato, rifiutando la chiamata repubblichina. Per la celebrazione del 25 aprile il ritrovo è alle 10 in piazza Garibaldi, alle 10.15 è previsto l'alzabandiera e quindi il corteo, accompagnato dalla Banda “G.B. Viotti”, raggiungerà il cippo dedicato a Montano. Qui avverrà la

Massimo Montano

commemorazione ufficiale, a cui parteciperà anche l'Anpi; i bambini fontanettesi leggeranno dei brani tratti dalle sue lettere. Il corteo tornerà quindi in centro per assistere alla messa delle 11.30 nella chiesa parrocchiale.

LAMPORO. (r.c.) La sezione Anpi crescentinese si recherà venerdì 25 aprile alle 9.15 a rendere omaggio alla lapide di Corrado Semenenga insieme al sindaco Savina Bosso e ai cittadini. Classe 1919, era nel comando operativo dell'XI divisione Patria, un gruppo autonomo comandato da Edoardo Martino “Malerba”. Erano dislocati in collina, una squadra era nell'alessandrino, una a Moncestino e un'altra a Villamiroglio, dove furono catturati a fine gennaio 1945 e tradotti nelle carceri di Casale. Nei giorni che seguirono vennero uccisi due tedeschi e per rappresaglia dieci prigionieri, tra cui Semenenga e suo cugino, il saluggese Vittorio Lusani, furono fucilati il 27 febbraio al Castello di Tortona.

Conferenza il 24 al Centro d'Incontro Le iniziative organizzate in città per il 69° anniversario della Liberazione

Primavera di libertà: il 25 aprile a Vercelli

Si presenta giovedì sera a Cigliano il libro di Vercelli sul negazionismo

Una conferenza su "Quel che rimane delle leggi fasciste" e la presentazione di due libri

CIGLIANO. (m.v.) Il Comune ed il Consiglio di Biblioteca propongono per giovedì 24 aprile la presentazione del libro del politologo Claudio Vercelli Il negazionismo. Storia di una menzogna, edito da Laterza nel 2012. L’opera esamina criticamente il cosiddetto “negazionismo”, ossia la corrente storiografica internazionalmente diffusa che si basa su una rilettura delle vicende della seconda guerra mondiale riguardante l’operato del III Reich nei confronti degli ebrei. I negazionisti sostengono nei loro libri un gran numero d’ipotesi, la più nota e controversa delle quali è che Adolf Hitler non avrebbe concepito un piano deliberato di sterminio sistematico dell’intera po-

VERCELLI. (c.car.) La Città di Vercelli festeggia il 69° anniversario della Liberazione. Numerosi i momenti di riflessione e di approfondimento, alcuni dei quali legati a nuovi studi che ricostruiscono le vicende di quegli anni tragici. Giovedì 24 aprile alle 18 alle Officine Sonore parleranno di “Quel che rimane delle leggi fasciste fra Costituzione e legislazione” Nicola Dessì e Luca Beccaria, dottorandi di ricerca in autonomie locali, servizi pubblici e diritti di cittadinanza dell’Università del Piemonte orientale. A introdurre e concludere sarà Sandra Ranghino, presidente provinciale

Claudio Vercelli

polazione ebraica. Nel saggio lo studioso si prefigge di analizzare nel dettaglio le posizioni dei negazionisti, in diversi luoghi e periodi storici, mostrandone l’infondatezza. Modererà l’incontro Davide Bobba. Giovedì 24 aprile, ore 21, Centro d'Incontro, piazza don Bruno Lorenzetti. Cigliano.

La partigiana Anna Marengo

Un reparto partigiano entra a Vercelli

Anpi, moderatore Mario Ferrari. Mercoledì 30 alle 17.30 presso l’Associazione generale Lavoratori per Mutuo soccorso e Istruzione, in via Borgogna 38, verrà presentato il libro Una storia non ancora finita. Memorie di Anna Marengo, pubblicato dall’I-

stituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia e curato da Monica Schettino. Interverranno, insieme alla curatrice, Patrizia Zambrano, docente associato di Storia dell'arte moderna all'Università

di Vercelli e Stefania Sini, ricercatrice universitaria e docente di Letterature comparate. Modererà la giornalista Gloria Pozzo. Un altro libro a tema resistenziale è fresco di stampa, una coedizione Archivio fotografico Luciano Giachetti Fotocronisti Baita con l’Istituto per la storia della Resistenza, a cura di Piero Ambrosio, Primavera di libertà. Immagini della liberazione di Vercelli. Aprile-maggio 1945. Il volume raccoglie le immagini storiche scattate durante i giorni della liberazione di Vercelli da Luciano Giachetti e Adriano Ferraris, i partigiani “Lucien” e “Musik”.

"Dalla Carta di Chivasso al 25 aprile"

Sergio Pistone

CHIVASSO. (c.car.) Il ciclo di incontri sulla Resistenza e la sua attualità nel mondo d’oggi proposto dall’Anpi sezione “Boris Bradac” di Chivasso culmina venerdì 25 aprile, 69° anniversario della Liberazione. Chivasso ricorda anche il 70° anniversario della Carta che porta il nome della città, firmata durante un convegno clandestino il 19 dicembre 1943 da importanti esponenti della Resistenza delle valli alpine, che sostenevano un progetto di Italia federale e repubblicana. Alle 10.30 nella sala conferenze di Palazzo Einaudi, dopo la commemorazione ufficiale, interverrà su “Dalla Carta di Chivasso al 25 aprile” Sergio Pistone, docente di Storia dell'integrazione europea presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Torino e membro dell’Ufficio esecutivo dell’Union of European Federalists. Lo studioso presenterà il libro edito a cura della Società storica chivassese, in collaborazione con Comune, Anpi e Unitre, che raccoglie gli atti della giornata sul tema tenutasi nel dicembre scorso. Chiuderà il concerto degli allievi della Scuola Media “Demetrio Cosola”.


28

cultura e spettacoli

Da giovedì a Palazzo Paleologo la prima mostra del ciclo A.R.T.S., A Reason To Survive Vercelli: fino al 7 maggio, esponente del verismo contemporaneo

MiXart: a Trino una collettiva di giovani artisti Il “realismo concettuale” di Fabiano:

Fino all’11 maggio espongono Federico Bollo, Ivan Grasso, Giulia Savino e Scerbo

una personale al Salone Dugentesco

Trino. (s.b.-c.car.) Si inaugura giovedì 24 aprile alle 18 la mostra MiXart, la prima del ciclo A.R.T.S., A Reason To Survive, curata dalla pittrice trinese Isabella Orlando in collaborazione con l’associazione Note di colore. Patrocinato dal Comune, porterà a Palazzo Paleologo tre esposizioni; si inizia con questa collettiva a cui partecipano giovani artisti del vercellese: il pittore e disegnatore livornese Federico Bollo, il tronzanese Ivan Grasso, che si esprime attraverso la pirografia, la pittrice iperrealista trinese Giulia Savino e l’artista astratto Scerbo, di Cavaglià. MiXart si propone di mescolare stili e generi diversi in

Trino. (c.car.) Dal 24 aprile al 7 maggio sarà visitabile al Salone Dugentesco la mostra personale di pittura dedicata al “Realismo concettuale” di Fausto Fabiano. L’artista è nato a Vercelli nel 1949, figlio d’arte e dapprima allievo del padre Fabio, tra i fondatori nel 1946 del “Gruppo Forme” vercellese. Dagli anni Ottanta ha esposto in diverse sedi nazionali ed europee, sia come fotografo che come pittore, e dal 2003, con il trasferimento a Biella, si è consacrato alla pittura, in cui permane quale radice fondamentale la fotografia. Il suo realismo concettuale, definito anche verismo contemporaneo, ricorda il rea-

Federico Bollo di Livorno Ferraris

Ivan Grasso di Tronzano

un percorso intuitivo che si rivolge all’interiorità del visitatore, che attraversa gli spazi espositivi fisicamente e mentalmente, vedendo immagini, quadri, allestimenti che fanno riferimento all’astrattismo, all’espressionismo ed al reali-

smo. Non c’è frizione, non c’è mistura, emerge un insieme eufonico, un amalgama prospettico. «Sono molto contenta della forma che sta prendendo il progetto e di quello che potrebbe trasformarsi in fu-

UniTre: conferenza dello staff dei conservatori

“Invasioni digitali”

Giovedì in Seminario un viaggio Vai al museo tra le collezioni del Museo Leone e fatti un selfie Vercelli. (s.d.) Giovedì 24 aprile appuntamento con il Museo Leone al Seminario arcivescovile, per il ciclo di incontri culturali promosso dall’Università della Terza Età vercellese. Lo staff dei conservatori del Museo, guidato da Luca Brusotto, con Federica Bertoni e Riccardo Rossi, porterà i presenti “In viaggio tra le collezioni del Museo Leone”. La conferenza illustrerà gli aspetti più curiosi delle collezioni del Museo di Via Verdi. Si partirà dalla figura del notaio Camillo Leone e dalla sua passione per l’arte, l’archeologia e la storia che dal 1910 diedero vita al Museo a lui dedicato. Costituito da due edifici storici, la cinquecentesca Casa Alciati e il settecentesco Palazzo Lango-

Una sala del museo

sco, il Museo raccoglie collezioni di reperti archeologici, opere d’arte e manufatti dalla preistoria all’Ottocento, oltre ad una straordinaria Biblioteca che conta circa 15 mila volumi, tra cui storici incunaboli e cinquecentine. Giovedì 24 aprile, ore 15, aula magna del Seminario arcivescovile, Vercelli.

Vercelli. (c.car.) Un autoritratto fatto con un cellulare e pubblicato sui social network: questo il simbolo della manifestazione di domenica 27 aprile, “Un selfie ai musei di Vercelli”, nell’ambito dell’iniziativa nazionale delle “Invasioni digitali”. Il Museo Borgogna, il Leone e quello del Tesoro del Duomo, in collaborazione con Terreriflesse, accoglieranno i visitatori, “armati” di telefono con fotocamera e connessione, per illustrare i propri capolavori attraverso percorsi guidati incentrati sulla gestualità e la fisiognomica, che culmineranno nella realizzazione dei selfie. Il migliore diverrà foto profilo del museo su Facebook. Prenotazione consigliata ai musei o su http://invadimuseivc.eventbrite.com.

turo», commenta la curatrice; «questa mostra, più legata a stili classici, aprirà la strada alle altre due di questo ciclo, che saranno più votate al contemporaneo con influenze underground. Siamo tutti molto fiduciosi di un riscontro positivo nel pubblico, che si troverà a contatto con l’arte dei giovani di oggi, in una cornice storica molto importante e suggestiva quale Palazzo Paleologo». Aperture: venerdì 25 aprile ore 17-19, sabato 26 13-15, 17-19, domenica 27 aprile, 4 e 11 maggio 10-12, 17-19, Palazzo Paleologo, Trino. Su appuntamento gli altri giorni 0161.829978. Ingresso ad offerta.

Fausto Fabiano davanti a due sue opere

lismo americano di Edward Hopper, sintetizzato con il rigore formale e costruttivo di Felice Casorati, e predilige come oggetto della rappresentazione paesaggi perlopiù metropolitani caratterizzati dall’umanità del nostro tempo,

stretta tra solitudine e massificazione, felicità e depressione. Da giovedì 24 aprile a mercoledì 7 maggio, sabato e festivi ore 10-12 e 15.30-19.30, feriali 15.30-19, Salone Dugentesco, Vercelli. Inaugurazione giovedì 24 alle 17.30.

Seconda edizione del concorso di poesia e prosa: domenica mattina in municipio

Moncrivello premia gli autori in piemontese

Riconoscimenti ai primi classificati, al più giovane, al più anziano e agli esordienti MoncriVello. Il Comune, con la collaborazione dell’associazione “Amici della lingua piemontese”, ha organizzato la seconda edizione del Concorso letterario di poesia e prosa in lingua piemontese. La premiazione avverrà presso la sala consiliare del Municipio moncrivellese la prossima domenica, 27 aprile, con inizio della cerimonia alle 10 ed alla presenza di rappresentanti dell’Amministrazione comunale. Gli autori delle opere partecipanti provengono da ogni parte del Piemonte e si sono rivelati molto numerosi, superando quelli della scorsa edizione. Il concorso è ripartito in due sezioni ad argomento libero, una per la prosa, l’altra per la poe-

La premiazione dell’edizione 2013 del concorso

sia. I testi dovevano essere scritti preferibilmente con grafia piemontese unificata della Companìa dij Brandé, ma sono accettati anche quelli che siano stati composti con grafie libere. La commissione preposta alla valutazione delle opere era costituita da un terzetto: Nico Vineis, docente all’Università popo-

lare di Torino, l’insegnante Ilva Gibba di Biella, il poeta dialettale Valerio Rollone di Livorno Ferraris, vincitore di molti concorsi in lingua piemontese. Sono previsti vari premi: ai primi tre classificati per ciascuna categoria, prosa e poesia; al partecipante più giovane ed al più anziano; al primo classificato del

territorio di Moncrivello e dintorni; al primo fra coloro che partecipano per la prima volta ad un concorso in piemontese. I premi potranno essere ritirati di persona o tramite un delegato. Dopo la cerimonia vi sarà la possibilità di andare a pranzo tutti insieme, su prenotazione. Marco Vigna

Giovedì a Chivasso Sabato presentazione con Sandro Salini, domenica con Fabio Deotto Domenica a Crescentino Vercelli: martedì al Piccolo Studio di Sant’Andrea

Torino fra misteri e itinerari insoliti

Incontri con gli autori alla libreria Mondadori Passeggiata letteraria Fumarco: Leggere il presente Lunedì ci sarà Manlio Milani, sopravvissuto alla strage di Piazza della Loggia a Brescia

Manlio Milani in Piazza della Loggia subito dopo l’attentato

Una veduta di Torino

Fabio Deotto

chiVasso. (e.p.) Continuano gli appuntamenti della rassegna “I giovedì con l’autore al MoMe”, organizzati dalla biblioteca civica MOviMEnte. Il 24 aprile sarà ospite lo scrittore e autore televisivo William Facchinetti Kerdudo per presentare il suo libro Torino. Misteri e itinerari insoliti tra realtà e leggenda, pubblicato nel 2009 dalla casa editrice Polaris. Si tratta di una guida turistica molto particolare, che mostra il volto più misterioso e curioso del capoluogo piemontese. Una città ricca di storia ma anche in continua evoluzione, in cui sacro e profano vivono da sempre mescolati. Giovedì 24 aprile, ore 17, Biblioteca Civica MOviMEnte, Chivasso. Per informazioni biblioteca@ comune.chivasso.to.it.

Vercelli. (e.p.) La libreria Mondadori compie due anni e presenta un ciclo di tre incontri con gli autori. Si inizia sabato 26 aprile con lo scrittore Sandro Salini che presenta il suo romanzo In viaggio per la vita, da poco pubblicato dalla casa editrice Il Ciliegio. Il giorno successivo si potrà ascoltare Fabio Deotto, con il suo romanzo di esordio, Condominio R39, edito da Einaudi. Lunedì 28 la libreria ospita un incontro dall’emblematico titolo, “Nessuno è stato”, che ha come

A Santhià

Storia, pittura teatro e musica: gli eventi della “Maratona del riso” Da domenica a martedì

protagonista Manlio Milani, uno dei sopravvissuti della strage di Piazza della Loggia a Brescia, di cui ricorre tra un mese il 40° anniversario. Milani parlerà del libro che lo vede come protagonista, Una stella incoronata di buio di Benedetta Tobagi, e della sua lotta ininterrotta in cerca della verità sulla strage, nella quale ha perso la moglie e a cui ancora non è stato trovato un colpevole. Sabato 26, domenica 27, lunedì 28 aprile, ore 18, libreria Mondadori, Vercelli. Per informazioni 0161.1828991.

sanThià. (c.car.) Vari eventi culturali si collegheranno al passaggio della Maratona del Riso a Santhià. Domenica 27 aprile il Bed & breakfast Il Passatempo di Enrica in frazione Vettignè si trasformerà in “Borgo artigiano”. Alle 15 la manifestazione si aprirà con l’inaugurazione della mostra della pittrice biellese Federica Modolo. Di seguito, dalle 16, il villareggese Marco Pavesi accompagnerà il pubblico nella visita guidata del borgo e castello di Vettignè interpretando un brano teatrale scritto da Renzo Bellardone, liberamente ispirato alla storia di Vettignè. L’as-

dentro il Parco del Po sulle orme di Edgar Morin

crescenTino. (s.b.) Per assaporare il paesaggio e l’ambiente naturale che circonda la Cascina Ressia, in frazione Porzioni, che ospita il Centro di educazione ambientale del Parco fluviale del Po tratto vercellese/alessandrino e Riserva Naturale del Torrente Orba, si può partecipare alla “Passeggiata letteraria” che si terrà domenica 27 aprile. Le guide del Parco del Po condurranno i partecipanti in un’escursione guidata, intervallata da letture e narrazioni di favole. Per informazioni 0384.84676, www.parcodelpo-vcal.it.

Suoneranno le allieve del maestro Gianni Villafranca

Vercelli. (c.car.) Martedì 29 aprile un nuovo stimolante appuntamento per “Parola all’autore. Letteratura come vita”, presso il Piccolo Studio dell’Abbazia di Sant’Andrea. Il sociologo Giuseppe Fumarco presenterà il libro Complexus. Leggere il presente sulle orme di Edgar Morin, in dialogo con Mariangela De Chirico. Morin, filosofo, sociologo e antropologo contemporaneo, è stato definito dall’Unesco “uno dei più grandi pensatori viventi” ed è conosciuto come “il filosofo della complessità”. Il saggio di Fumarco trae ispirazione dal pensiero di Morin ed è a lui dedicato, ma si basa su un lavoro originale dell’autore sul futuro dell’umanità, partendo dalle “distorsioni evolutive” – che egli defi-

Il sociologo Giuseppe Fumarco

nisce con efficace ossimoro “evoluzione involutiva” – che ne hanno caratterizzato il percorso fin dalla nascita delle prime grandi civiltà dopo la rivoluzione agricola. Martedì 29 aprile, ore 17.30, Piccolo Studio dell’Abbazia Sant’Andrea, Vercelli. Per informazioni: Comune, Ufficio Cultura: 0161.596243.

sociazione Teses mostrerà i propri lavori di scoperta delle cavità artificiali nelle cantine del castello. All’interno dell’oratorio di San Giovenale si potrà visitare invece la mostra video/fotografica sulla costruzione del Canale Cavour con materiale messo a disposizione dal tronzanese Fabrizio Guenzino. Per martedì 29 invece l’Amministrazione comunale ha ideato una serata dedicata ai giovani, dalle 21 in piazza Aldo Moro: musica e spettacolo con la band delle One Dream e le soliste dello “Studio Musica Insieme” del maestro Gianni Villafranca, che si alterneranno con il prestigiatore Viktor Ace.


cultura e spettacoli

29

Lo spettacolo, che ha superato la millesima replica, chiude la stagione del Teatro Viotti Vercelli: prosegue all’Officina degli Anacoleti la rassegna “In Absentia”

Micheli a Fontanetto con Mi voleva Strehler Io sono nata Antigone

Il direttore artistico Mongiano: «è divertente in modo intelligente, con tanti riferimenti ed allusioni» è consentito ad un cittadino, sulla base della ragione morale, disobbedire allo Stato? Fontanetto Po. (s.b.) Si chiude la stagione al Teatro Viotti sabato 26 aprile con Maurizio Micheli in Mi voleva Strehler. Lo spettacolo, nato nel 1978, ha superato la millesima replica, riscuotendo successo ovunque. In scena un attore si prepara ad un provino col famoso regista e ripercorre la sua carriera, che proprio da quell’incontro potrebbe avere la svolta tanto attesa. Fino a quel momento ha lavorato in provincia, ma conosce il mondo teatrale e insieme a lui il pubblico rivive la storia scritta sui palcoscenici in quei decenni, le sperimentazioni e Brecht, le diverse tecniche e le nuove scuole, il Living e Grotowski. La forma del

Maurizio Micheli in una scena

teatro-cabaret rende lo spettacolo agevolmente fruibile e nel contempo ricco di contenuti. La scelta di TeatroLieve non è stata casuale, il direttore artistico Giovanni Mongiano lo spiega chia-

ramente: «c’è più di un motivo, uno è sentimentale, legato al fatto che nello spettacolo Micheli cita Giancarlo Sbragia, uno dei miei maestri tanto come attore che come aiuto regista. Un altro motivo è legato ad

una vecchia videocassetta dello spettacolo, per superare le mille repliche ha dovuto cominciare da giovane. Nelle prime lezioni del corso di teatro ne facevo vedere dieci minuti agli studenti, la parte dedicata in modo scherzoso al teatro della seconda metà del Novecento, per introdurlo con gli allievi. Sono felicissimo, è veramente divertente in modo intelligente e lo sarà ancora di più per chi ha conoscenza delle cose teatrali, coglierà i continui riferimenti ed allusioni». Sabato 26 aprile, ore 21, Teatro Viotti, Fontanetto Po. Per informazioni e prenotazioni 377.2674936, info@teatrolieve.it.

Vercelli. (c.car.) Arriva al suo penultimo evento la rassegna “In Absentia” dell’Officina Teatrale degli Anacoleti. Venerdì 25 e domenica 27 aprile debutterà al Teatro off di corso De Gregori 28 Io sono nata Antigone, con regia e drammaturgia di Alessandro Castigliano. Gli Anacoleti portano in scena un testo del 2012, l’Antigone di Valeria Parrella, che dà una lettura originale dell’immortale personaggio di Sofocle che va contro l’editto del re di Tebe per dare sepoltura al fratello nemico della patria. Di fronte ad un’altra norma vincolante che reputa ingiusta, l’eroina parrelliana sceglierà allo stesso

Alice Monetti è Antigone

modo di non sottostarvi. Antigone decide infatti di staccare l’alimentazione artificiale che da tre anni tiene in vita in stato vegetativo suo fratello Polinice. Eutanasia, accanimento terapeutico, libero arbitrio

e valore della legge, intorno alla domanda universale «è consentito ad un cittadino, sulla base della ragione morale, disobbedire allo Stato?». Alice Monetti interpreta Antigone, Sandro Gino è il legislatore, Cristina Pagliolico la detenuta, Annalisa Canetto e Livio Ghisio i corifei, Antonio Porretti Tiresia e i giovani allievi della scuola di formazione Francesca Fiaccola e Jozef Gjura Emone e Polinice. Venerdì 25 e domenica 27 aprile, ore 21, Teatro off di corso De Gregori 28, Vercelli. Prenotazione consigliata facebook. com/anacoleti.teatro, spettacoli@anacoleti. org, 335.5750907.

Domenica alla festa del santuario lo spettacolo di burattini e cantanti lirici A Omegna, al 10° concorso “Insieme per suonare, cantare, danzare”

Al Trompone Elisir d’amore Vaporotti Premiati gli allievi della Scuola “Vallotti”

L’opera di Donizetti adattata con l’inserimento delle maschere della commedia dell’arte Ottimi piazzamenti per i solisti, trionfo (100/100) e borsa di studio per l’Ensemble di fiati Saxissimo MoncriVello. (s.t.-c.car.) In occasione della festa che celebra l’apparizione della Vergine a Domenica Millianotto nel 1559, da cui nacque il santuario del Trompone, domenica 27 aprile andrà in scena Elisir d’Amore Vaporotti. Dopo il successo del 15 marzo, torna lo spettacolo di burattini e cantanti lirici dell’associazione Masca in Langa di Monastero Bormida, organizzato in collaborazione con l’Accademia Claudio Monteverdi di Caluso. È l’adattamento di un classico della lirica, L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, che prevede l’inserimento delle più celebri maschere della commedia dell’arte (Balanzone, Arlecchino e Pulcinella) nelle

Il cantante e i burattini in una scena

peripezie del giovane contadino Nemorino, convinto che un elisir acquistato dal ciarlatano Dottor Dulcamara gli possa accattivare le attenzioni della bella Adina strappandola alla concorrenza del sergente Belcore. Gli interpreti sono Mo-

reno Pigoni in veste di burattinaio, il soprano Elena Gallo e il baritono Fernando Ciuffo. Regia di Fabrizio Pagella e maestro accompagnatore Alessandro Bares. Domenica 27 aprile, ore 17, Santuario del Trompone, Moncrivello.

Vercelli. Gli allievi dell’Istituzione Scuola Comunale di Musica “F.A. Vallotti” hanno brillato al 10° concorso “Insieme per suonare, cantare, danzare” ad Omegna. Tra i chitarristi primo premio per Francesco De Giorgio (insignito anche della coppa), Marianna Fittabile e Rossana Poletto, secondo per Filippo Gallone, Mattia Gnani e Niccolò Paitoni, terzo per Marco Mancuso e Daniel Melis; tra i pianisti vittoria e coppa per il senior Riccardo Mussato, Maria Grazia Aschei ed Elisa Cotevino, seconda Asia Melis e terzi Michele Pistan e Marzio Poletto. Primo premio con coppa nella sezione clarinetto-

L’ensemble Saxissimo

sassofono per Giacomo Dipalma ed Elena Donadei, primo Domenico Dipalma, seguito da Costanza Tornari. Al secondo posto nella sezione Duo pianoforte-oboe Cecilia e Caterina Nonne; seconda piazza per il violoncellista Giovanni Gallone e

per le formazioni cameristiche con violini (Luca Battistel, Davide Conte, Giulia Matraxia, Ester Pozzati, Emma Rastaldi e Alessio Rolla), violoncelli (Giovanni Gallone ed Emma Parodi), oboi (Michele Daffara e Caterina Nonne), percussioni

e batteria (Alberto Rosso e Nicolò Vella). Terzi gli oboisti Michele Daffara e Caterina Nonne. Trionfo e borsa di studio per l’Ensemble di fiati Saxissimo con una votazione di 100/100. Stefano Tubia

Giovedì sera alla Tenuta Cerello un’anteprima del Torino Jazz Festival 2014 Domenica al Teatro Civico di Vercelli torna la rassegna benefica

A Chivasso Welcome - Tributo a John Coltrane “Danzando per il valore di un sorriso”

Furio Di Castri e altri musicisti lo ricordano nel 50° anniversario della pubblicazione dell’album A Love Supreme Si esibiranno numerose scuole di danza di Piemonte e Lombardia Vercelli. (c.car.) Sarà Chivasso, con la Tenuta Cerello, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune, ad ospitare giovedì 24 aprile un grande evento a ingresso gratuito che fa parte dell’anteprima del ricco programma del Torino Jazz Festival 2014. “Welcome - Tributo a John Coltrane”, vedrà l’esibizione di artisti italiani di fama internazionale in occasione del 50° anniversario della pubblicazione dell’album A Love Supreme, ritenuto il capolavoro di Coltrane ed uno dei dischi più importanti della storia del jazz. La direzione artistica del TJF è del musicologo Stefano Zenni, con la col-

Il contrabbassista Furio Di Castri

laborazione per il Fringe Festival del contrabbassista Furio Di Castri, che sarà protagonista della serata chivassese accanto al trombettista Giampiero Lo Bello, Gianni Denitto al sax alto, Gianni Virone, sax soprano e tenore, Jaco-

po Albini, clarinetto e sax tenore, il trombonista Salvo Andrea Lucifora, Maurizio Rosa al sax baritono, il pianista Fabio Giachino e il batterista Mattia Barbieri. Furio Di Castri rende omaggio a John Coltrane

con il progetto “Welcome”, che attinge alle sonorità del maestro americano con originali arrangiamenti corali. Per l’occasione è stato istituito un servizio navetta dal piazzale XII Maggio 1944, davanti al Movicentro, in zona stazione, con corse di andata alle 20 e alle 20.40 e ritorno a termine concerto. Biglietteria a bordo. Giovedì 24 aprile, ore 21, Tenuta Cerello, Chivasso. Ingresso gratuito. Per informazioni e prenotazioni: Sportello Turistico c/o Biblioteca Civica MOviMEnte, 011 0469920, spor tello.turismo@ comune.chivasso.to.it, http://ilcerello.it.

Vercelli. (c.car.) Domenica 27 aprile tornerà al Teatro Civico per la sua nona edizione “Danzando per il valore di un sorriso”, la rassegna benefica a favore della onlus diretta dal vercellese Stefano Luparia. Per Il valore di un sorriso saliranno sul palco numerose scuole di danza del Piemonte e della Lombardia. Il ricavato della serata andrà a supportare i progetti che l’associazione sostiene in Africa. La rassegna nasce dalla collaborazione tra la scuola Freebody Danza Vercelli, diretta da Daniela Tricerri e la onlus, e vedrà protagonisti gli allievi della scuola vercellese, accanto a quelli della scuola di danza Teatro Oscar di Milano, Progetto danza di Gattinara, Aurora per la danza di Torino, con la partecipazione dei giovani del la-

Le ballerine della Freebody Danza

boratorio coreutico delle Scuole Cristiane di Vercelli. Due saranno le ospiti della serata, Chiara Garibaldi, che ha fatto parte del corpo di ballo di Freebody Danza, le cui doti vocali hanno suscitato l’ammirazione di Antonello Venditti durante la trasmissione Io canto, e

(foto Francesco Ragni)

Arianna Mossotti, che ha partecipato con la sezione musical di Freebody al concorso “Musical Day” a Milano, vincendo una borsa di studio. Domenica 27 aprile, ore 15.30, Teatro Civico, Vercelli. Per informazioni e prenotazioni 392.8914108.


taccuino

30

Annunci economici a n n u n c i o g r a t u i t o

Se desiderate pubblicare i vostri annunci gratuiti, inviate o recapitate questo coupon a “la Gazzetta”, via Mazzini 103, 13044 Crescentino (Vc) oppure tramite fax: 178 2775237 e-mail: posta@lagazzetta.info Si prega di scrivere con grafia leggibile e di contenere il testo in max 15 parole. Il giornale non si assume responsabilità sulla veridicità degli annunci.

testo:

Dati per la segreteria (che non saranno pubblicati) Rubrica n°

nome e cognome: indirizzo: comune: firma:

13

Moto

e

cIcloMotorI

coppIa dI aMMortIzzatorI da 11 pollici per Harley Davidson Sportster e Dyna rigidi nuovi vendo a euro 250. Tel. 338.1772855. Moto d’epoca beta cross 50 del 1975 perfettamente conservata con documenti in regola vendo a euro 750 trattabili. Tel. 338.1772855.

12

fuorIstrada roulette

-

-

caMper

caMper Mansardato anno 1991, 2° proprietario, con frigo, veranda, porta moto, pompa gasolio e acqua. Per qualsiasi prova tel. 329.6118578.

14

cIclI

e bIcIclette

acquIsto bIcI da corsa e bici con freni a bacchetta vecchie. Tel. 338.6023817. Vendo MotorIno Malaguti e biciclette. Tel. 0161.94361.

19 Vendo

MobIlI e attrezzature In genere

MacchIna

da

tel:

scrIVere elettrica Olivetti tipo ET personal 55. Per informazioni tel. 339.3663279.

21

elettrodoMestIcI e casalInghI

339.3132445. dIzIonarIo

della

lIn-

“Zingarelli 2013” nuovo, ancora imballato, vendo a 50 euro. Tel. 339.3657998. gua

ItalIana

Vendo IdropulItrIcI e barbecue inox. Tel. 0161.94361.

Vendo fuMettI grande quantità. Tel. 339.3132445.

23

lIbro “Il fuoco e la sIndone”, dedicato all’incendio della Sindone del 1997, vendo a euro 30. Telefonare ore serali al 340.5919220.

faI

da te

-

gIardInaggIo

MacchIna coMbInata per legno, monofase, accessoriata, con lavorazioni di pialla filo, spessore, cavatrice, toupie e sega circolare, vendo a euro 800. Tel. 327.6586481. Vendo decespuglIatorI e rasaerba. Tel. 0161.94361. Vendo

tronchI dI casta-

gno e betulla,

30

MusIca e struMentI MusIcalI

Vendo chItarra. 0161.94361.

32

Tel.

VIno e cantIna

pezzi di diverse misure per hobbistica. Tel. 340.6995239.

Vendo bottIglIe di vino nere. Tel. 0161.94361.

29

33

lIbrI -

gIornalI

fuMettI

-

-

rIVIste

opera In 12 VoluMI “Capolavori nei secoli” ben tenuta e visibile, vendo a euro 100. Tel.

IndIce

gIocattolI

-

artIcolI baMbIno

oVetto per neonatI 0-13 Kg, usato pochissimo, vendo a euro 25. Tel. 389.1624574.

35

gIochI -

hobby

-

collezIonIsMo

bellIssIMa collezIone di bambole in ceramica circa 100 pezzi di varie misure vendo a euro 15 caduna. Tel. 340.8193489. Monete e francobollI mondiali, vendo e scambio. Tel. 339.3132445. Vendo playstatIon 2 con giochi e n. 2 joystick. Tel. 340.2895303. quadrI In rIlIeVo di Vigili del Fuoco e Marina Militare vendesi. Telefonare ore serali al 340.5919220. Vendo

coppIa dI rIcetra-

gbc tipo PMR (utili per cacciatori o cercatori di funghi). Per informazioni tel. 339.3663279.

sMettItorI

acquIsto MulInellI da pesca vecchi, anche da riparare. Tel. 338.6023817.

36

laVoro doManda

badante fIssa signora 49enne referenziata con esperienza decennale cerca lavoro. Tel. 345.5658865.

delle rubrIche

IMMOBILIARI 1 VenDitA ABitAZioni 2 AcQUisto ABitAZioni 3 Affitto ABitAZioni (offeRtA) 4 Affitto ABitAZioni (DoMAnDA) 5 BoX e GARAGe 6 LocALi Uso Ufficio 7 iMMoBiLi coMMeRciALi e inDUstRiALi 8 cAse VAcAnZA 9 teRReni e RUstici VEICOLI 10 AUtoMoBiLi 11 fURGoni e AUtocARRi 12 fUoRistRADA – RoULotte – cAMPeR 13 Moto e cicLoMotoRi 14 cicLi e BicicLette 15 MAccHine AGRicoLe – MoViM. teRRA 16 nAUticA COMPUTER E ATTREZZATURE LAVORO 17 HARDWARe 18 softWARe 19 MoBiLi e AttReZZAtURe in GeneRe OGGETTI E SERVIZI PER LA CASA 20 ARReDAMento 21 eLettRoDoMestici e cAsALinGHi 22 teLefoniA 22 RiscALDAMento 23 fAi DA te – GiARDinAGGio

TEMPO LIBERO, SPORT, VIAGGI 26 ARticoLi sPoRtiVi 27 VAcAnZe e cAMPeGGio 28 AUDio e ViDeo – cine-foto-otticA 29 LiBRi – GioRnALi – fUMetti – RiViste 30 MUsicA e stRUMenti MUsicALi 31 AntiQUARiAto 32 Vino e cAntinA 33 GiocAttoLi, ARticoLi BAMBino 34 oRoLoGi e GioieLLi 35 GiocHi, HoBBY e coLLeZionisMo LAVORO 36 DoMAnDA 37 offeRtA SERVIZI 38 BABY sitteR – coLLABoRAZ. DoMesticHe 39 LeZioni – RiPetiZioni 40 AssistenZA 41 seRViZi VARi

VARIE 46 neGoZi – AZienDe 47 oPPoRtUnitA’ coMMeRciALi 48 finAnZiAMenti 49 AniMALi 50 scAMBi e BARAtti

Il turno inizia alle 8.30 del giorno indicato e si conclude alle 8.30 del giorno successivo. mercoledì 23 - Alice Castello giovedì 24 - Castelrosso venerdì 25 - Cigliano sabato 26 - Santhià comunale domenica 27 - Santhià comunale lunedì 28 - Livorno F. Gallo martedì 29 - Chivasso Moderna

distributori

SHOPPING, SALUTE E BELLEZZA 24 ABBiGLiAMento 25 centRi estetici, PALestRe, Piscine

COMUNICAZIONI PERSONALI 42 MAtRiMoniALi 43 sMARRiti e tRoVAti 44 RicoRRenZe, AUGURi 45 MessAGGi

farmacie

ViLLAReGGiA: Centro Calor, Località Rocca ss11, 35 [ss11 km 36.000] sALUGGiA: TotalErg di Bonino, strada crescentino, 31 ciGLiAno: IP cigliano nord, A4 km 31.900 Eni con gpl, ss11 [ss11 km 38.655] cRescentino: Esso, Via Giotto, 45 [ss31bis km 13.950] Total Erg, strada torino, 12 [ss31Bis], loc. cascinotti Eni Via Giotto, 32 LiVoRno feRRARis: Conad con gpl, Via Piemonte [sP2] angolo con Via saluggia IP, Via Piemonte [sP2] incrocio tra saluggia e crescentino Shell, Bivio crescentino-saluggia sAntHiÀ: Q8 cavour est, A26 [A26 km 29.275] Eni, Via Due Giugno [sP3]

al telefono necrologie ( Saluggia Municipio Ufficio Postale Guardia medica Protezione civile croce Rossa farmacia Parrocchia

0161.480112 0161.488831 0161.842655 0161.480042 0161.486181 0161.486522 0161.480113

RINGRAZIAMENTO

RINGRAZIAMENTO

RINGRAZIAMENTO

Le famiglie Gamalero e Giuliani profondamente commosse dalla grande dimostrazione di stima e di affetto tributata alla loro cara

commossi per la partecipazione al loro dolore i familiari di

i familiari della compianta

Mario Ortalda

Maria Josè Visca

Ringraziano tutti coloro che con fiori, scritti, presenza e offerte hanno dimostrato sentimenti di stima e di affetto verso il loro Caro

Ved. Vercelli

( CreSCentino Municipio Ufficio Postale Vigili Urbani carabinieri Guardia medica croce Rossa farmacia Gorrino farmacia centrale Parrocchia

0161.833111 0161.833911 0161.843145 0161.843134 0161.842655 0161.841122 0161.843160 0161.842352 0161.843315

Ringraziano tutti coloro che con fiori, scritti, presenza e offerte hanno preso parte al loro dolore Inoltre si ringraziano l’Istituto Comprensivo, la FIdas e il Comune di Brusasco

( Cigliano Municipio Ufficio Postale carabinieri Guardia medica Vigili Urbani farmacia Parrocchia Polizia stradale Poliambulatorio Volontari V.A.P.c.

Imma

0161.423142 0161.423153 0161.423156 0161.424524 0161.423142 0161.423137 0161.423241 0161.226711 0161.433701 0161.424757

( Maglione Municipio 0161.400123 Ufficio Postale 0161.400234 Guardia medica 0161.424524

Inoltre si ringraziano: la PRO LOCO di Piazzo, Dipendenti e Maestanze della LuxOTTICa.

commossi dalla dimostrazione di stima e affetto tributata alla loro Cara, ringraziano tutti coloro che con fiori, scritti, presenza hanno preso parte al loro dolore

La Santa Messa di Trigesima sarà celebrata nella Chiesa Parrocchiale di Brusasco sabato 26 aprile 2014 alle ore 18,00

La Santa Messa di Trigesima sarà celebrata nella Chiesa Parrocchiale N.S. del Carmine in Piazzo di Lauriano, domenica 27 aprile 2014 alle ore 9,30

La Santa Messa di Trigesima sarà celebrata nella Chiesa Parrocchiale di Marcorengo domenica 27 aprile 2014 alle ore 9,30

On. funebri Liffredo

On. funebri Liffredo

On. funebri Liffredo

( Santhià Municipio 0161.936111 Ufficio Postale 0161.936032 carabinieri 0161.94272 Guardia medica 0161.929200 Vigili Urbani 0161.936222 Polizia (Pronto intervento) 0161.225411 farmacia comunale 0161. 94398

( livorno FerrariS

( verCelli

Municipio 0161.477295 Ufficio Postale 0161.47197 Vigili Urbani 0161.47358 carabinieri 0161.47144 Guardia medica 0161.424524 farmacia Gallo 0161.47129 farmacia Mezzalama 0161. 47139

Municipio Ufficio Postale Vigili Urbani Guardia medica carabinieri croce Rossa Questura

0161.5961 0161.264011 0161.296711 0161.255050 0161.6101 0161.213000 0161.225411

ospedale s.Andrea 0161.59311 Guardia di finanza 0161.55266 Vigili del fuoco 0161.261411 camera di commercio 0161.5981 clinica s.Rita 0161.2221 confartigianato 0161.282401 Agenzia delle entrate 0161.648111


agenda

COSA SUCCEDE IN PAESE

 

Venerdì al Cinema Belvedere di Vercelli si proietta il film indipendente E fu sera e fu mattina, girato in Piemonte

E se fossimo a cinquanta giorni dalla fine del mondo?

VERCELLI. Venerdì 25 aprile al Cinema Belvedere alle 21.15 verrà proiettato E fu sera e fu mattina, il film indipendente del giovane esordiente piemontese Emanuele Caruso, regista finora sconosciuto, interpretato da attori altrettanto sconosciuti, che sta ottenendo un successo inaspettato. Girato fra Langhe e Roero nell’estate 2012, con 10 settimane di riprese, 5 attori, 74 piccoli ruoli, 48 location differenti, 500 comparse per le scene di piazza ed un budget ridottissimo ottenuto attraverso la piattaforma online di crowdfunding Produzioni dal basso, grazie alla quale ha raccolto circa 40 mila euro, in più qualche contributo è arrivato dalla Film Commission piemontese, da una banca cuneese e da alcuni enti locali, per un totale di 70 mila euro. Tutto ruota attorno ad Avila (in realtà La Morra, in provincia di Cuneo), un tranquillo paesino di duemila abitanti che regna in cima a una collina.

Come ogni anno in piazza si sta celebrando la festa patronale di Sant’Eurosia, custode dei frutti della terra. Sindaco e parroco Francesco danno inizio ai festeggiamenti e, dopo esser sceso dal palco in piazza, il sacerdote si reca dall’amica Francesca, cameriera in un bar, per parlarle. Qui la gente raccolta attorno alla tv viene a sapere dal telegiornale che presto il sole esploderà. La vita e la quotidianità degli abitanti di Avila verrà letteralmente sconvolta e messa in discussione, obbligando ciascun

singolo a cambiare e ridimensionare la propria esistenza. Rimangono solo 49 giorni di vita, durante i quali entriamo nelle vite dei cinque protagonisti: Francesco (Albino Marino), il parroco anticonvenzionale del paese, Gianni (Lorenzo Pedrotti), coinquilino e amico cinico di Francesco, con un passato doloroso alle spalle; Luisa (Francesca Risoli), l’eterna ragazza, cameriera del bar ed amica vera di entrambi, vive ancora con i suoi genitori e la sorella pur portando con sé un segreto pesante come un’ombra e infine Marcello (Simone Riccioni) ed Anna (Sara Francesca Spelta), una giovane coppia che sfida la mentalità antiquata del paese con una convivenza dichiarata. Diana Gallo

Venerdì 25 aprile, ore 21.15, Cinema Belvedere, Vercelli.

Le segnalazioni vanno inviate a: la Gazzetta via Mazzini, 103 13044 Crescentino (Vc)

31

@

Indirizzo email: posta@lagazzetta.info Fax: 178 2775237

MERCOLEDÌ 23

L’incoronazione della regina Elisabetta II

• CRESCENTINO, lezione su “Le monarchie in Europa attraverso il tempo” In sala consiliare alle 15, nell’ambito degli appuntamenti dell’Università della terza età e del tempo libero, con Carla D’Inverno.

GIOVEDÌ 24

VENERDÌ 25

• VERCELLI, conferenza “Un viaggio tra le collezioni del Museo Leone” Nell’aula magna del Seminario Arcivescovile alle 15.30, nell’ambito della rassegna “Conoscere per comprendere, per condividere”, con Luca Brusotto, Federica Bertoni e Riccardo Rossi. • CHIVASSO, presentazione del libro Torino, misteri e intinerari insoliti tra realtà e leggenda di William Facchinetti Kerdudo Alla Biblioteca Civica MoviMente alle 17, nell’ambito de “I giovedì dell’autore al Mome”. • VERCELLI, inaugurazione della mostra di pittura Realismo concettuale di Fausto Fabiano Al Salone Dugentesco alle 17.30; l’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 7 maggio. • TRINO, inaugurazione della mostra collettiva MiXart A Palazzo Paleologo alle 18, per il ciclo A.R.T.S., A Reason To Survive, curata da Isabella Orlando in collaborazione con l’associazione Note di colore, espongono Federico Bollo, Ivan Grasso, Giulia Savino e Scerbo; la mostra rimarrà visitabile fino all’11 maggio. • VERCELLI, conferenza “Quel che rimane delle leggi fasciste fra Costituzione e legislazione” Alle Officine Sonore alle 18, nell’ambito dei festeggiamenti per il 69° anniversario della Liberazione, con Nicola Dessì e Luca Beccaria. • CIGLIANO, presentazione del libro Il Negazionismo. Storia di una menzogna di Claudio Vercelli Al Centro d’Incontro alle 21, con l’autore e Davide Bobba. • TRONZANO, corso “Fantasia di ricette” Alla Biblioteca Civica alle 21, nell’ambito della rassegna “Incontri 2013-2014”, con Matteo, Monica ed Elisa. • TRINO, concerto della Banda “Giuseppe Verdi” Al Teatro Civico alle 21, nell’ambito delle celebrazioni per il 25 aprile, con il direttore Bruno Raiteri. • CHIVASSO, anteprima del Torino Jazz Festival Welcome-Tributo a John Coltrane Alla Tenuta Cerello alle 21, con Giampiero Lo Bello, Gianni Denitto, Gianni Virone, Jacopo Albini, Salvo Andrea Lucifora, Maurizio Rosa, Fabio Giachino, Furio Di Castri e Mattia Barbieri.

• CHIVASSO celebrazione del 69° anniversario della Liberazione Ritrovo in piazza C.A. Dalla Chiesa alle 9, deposizione delle corone ai caduti, a Palazzo Einaudi alle 10.30 commemorazione ufficiale, seguirà l’intervento di Sergio Pistone “Dalla Carta di Chivasso al 25 aprile” e il concerto degli allievi della Scuola Media “Cosola”. • LAMPORO, commemorazione del partigiano lamporese Corrado Semenenga Alla lapide di Semenenga alle 9.15, con la sezione Anpi crescentinese. L’ingresso dei partigiani in una città liberata • SANTHIÀ, celebrazione del 69° anniversario della Liberazione ed eccidio di Santhià Ritrovo in via Dante alle 9.30, corteo e sfilata, alle 10 messa e alle 10.30 deposizione della corona di alloro sulla lapide caduti in piazza Roma. • TRINO, celebrazione del 69° anniversario della Liberazione Dopo la messa, corteo della Banda “Giuseppe Verdi” fino al Teatro Civico, seguirà la lettura di poesie con la musica del maestro Raiteri. • CRESCENTINO, inaugurazione della mostra Briciole di pane. Emozioni di donne resistenti. Poesie ed immagini Nel Palazzo comunale alle 10, per il 70° anniversario dell’eccidio dei IX Martiri, a cura di Daniela Sacchi e Barbara Calaba, realizzata per l’Anpi di Varallo in collaborazione con l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea; l’esposizione rimarrà visitabile fino a mercoledì 7 maggio. • FONTANETTO PO, commemorazione del tenente Massimo Montano Ritrovo in piazza Garibaldi alle 10, alle 10.15 alzabandiera e corteo con la Banda “G.B. Viotti” fino al cippo dedicato a Montano. • CRESCENTINO, celebrazione del 69° anniversario della Liberazione Ritrovo in piazza Caretto alle 10.30, corteo con la Banda “Luigi Arditi” verso la chiesa parrocchiale per la messa, poi corteo fino ai cippi, le lapidi ed il monumento ai Caduti per rendere omaggio. • CIGLIANO, celebrazione del 69° anniversario della Liberazione Ritrovo in piazza Martiri della Libertà alle 10.30, corteo per le vie del paese con la partecipazione della Banda e omaggio floreale alle lapidi, alle 11 messa e deposizione della corona di alloro al monumento dei caduti. • ALICE CASTELLO, “Festa della Liberazione… in Musica” In piazza del mercato, e in caso di maltempo presso la Casa degli Alicesi, dalle 18, con Ratamata Pasticho, Surrealistic Lizard, Aron e Bobbing Head Doll, organizzata dalla sezione Anpi “Oreste e Nicolino Savio” in collaborazione con la Pro Loco. • VERCELLI, spettacolo teatrale Io sono nata Antigone All’Officina Teatrale “Anacoleti” alle 21, per la rassegna “In Absentia”, con regia e drammaturgia di Alessandro Castigliano.

SABATO 26

DOMENICA 27

• VERCELLI, mercatino di Campagna Amica “Il tipico delle terre d’acqua” In piazza Cavour dalle 8 alle 19. • VERCELLI, inaugurazione della mostra personale di pittura Con los Ojos Abiertos di Xavier González d’Ègara Nella chiesa di San Bernadino alle 17.30, breve concerto di musica organistica di Massimiliano Soleri, introduzione del curatore della mostra e presentazione critica di Andrea Barale; l’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 10 maggio. • VERCELLI, presentazione del libro In viaggio per la vita di Sandro Salini Alla Libreria Mondadori alle 18, con l’autore. • CRESCENTINO, “Concerto di primavera e della libertà” Al parco giochi di Viale Barrilis alle 21, in occasione dell’intitolazione del parco a Rita Levi Montalcini, con la Banda musicale “Luigi Arditi” diretta dal maestro Rino Messineo. • FONTANETTO PO, spettacolo teatrale Mi voleva Strehler Al Teatro Viotti alle 21, nell’ambito della rassegna “Prendete posto” della Stagione Teatrale 2013-2014, con Maurizio Micheli.

• SANTHIÀ, mercatino dell’antiquariato minore “Al marcà n’tla Lea” Presso parco “Jacopo Durandi” dalle 8 alle 18. • SANTHIÀ, manifestazione “Alpimoto Classic-Mostra Scambio & AperiVespa” In piazza Aldo Moro dalle 8 alle 17, esposizione di cicli, moto, auto e alle 12 “AperiVespa”. • CHIVASSO, mercatino dell’antiquariato “Mercà d’la Tola” In via Po, via Teodoro II e via del Collegio dalle 8 alle 19. • VERCELLI, mercato “CrocettaPiù in Tour” In viale Garibaldi dalle 8.30 alle 20. • CHIVASSO, Gran Mercato domenicale In via Torino e piazza d’Armi nord dalle 9 alle 19. • MONCRIVELLO, mostra mercato “Profumo di primavera” In piazza Castelnuovo delle Lanze dalle 9 alle 19, organizzata dalla Pro Loco. • MONCRIVELLO, cerimonia di premiazione del Concorso letterario di poesia e prosa in lingua piemontese Nella sala consiliare del Municipio alle 10. • MONCRIVELLO, Patronale del Santuario del Trompone Alle 10.30 messa animata dalla Corale Sant’Eusebio di Moncrivello, alle 11.30 aperitivo con esibizione della Banda “La Fiorita” di Mazzè e alle 12.30 il pranzo di solidarietà; alle 15 recita del Rosario con il Centro Volontari della Sofferenza di Vercelli e alle 16 messa presieduta da Padre Enrico Masseroni. • VERCELLI, manifestazione “Un Selfie ai Musei di Vercelli” Al Museo Leone dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, al Museo Borgogna alle 14.30 e alle 16 e al Museo del Tesoro del Duomo alle 15.30 e alle 17, nell’ambito dell’iniziativa “Invasioni digitali”. • MONCRIVELLO, camminata a passo libero “Tra Dora e Na-

viglio” Ritrovo alle 14 presso lo stand della Polisportiva Moncrivellese alla mostra mercato “Profumo di Primavera”, partenza alle 15. • CRESCENTINO, “Passeggiata letteraria” dentro il Parco del Po Al Centro di Educazione Ambientale di Cascina Ressia alle 15, escursione guidata con soste dedicate alla lettura di brani e brevi favole. • SANTHIÀ, inaugurazione della mostra di pittura di Federica Modolo e visita guidata al borgo e al castello In frazione Vettignè, al B&B Il Passatempo alle 15, nell’ambito degli eventi correlati alla “Maratona del riso”. • MONCRIVELLO, spettacolo di burattini e cantanti lirici Elisir d’amore Vaporotti Al Santuario del Trompone alle 17, nell’ambito della Patronale, con l’associazione Masca in Langa di Monastero Bormida, in collaborazione con l’Accademia Claudio Monteverdi di Caluso. • CRESCENTINO, concerto per la Liberazione In Municipio alle 17, per l’inaugurazione del restaurato teatro antico, con il coro polifonico “Voci & Note” diretto dal maestro Giorgio Lombardi. • VERCELLI, presentazione del libro Condominio R39 di Fabio Deotto Alla Libreria Mondadori alle 18, con l’autore. • VERCELLI, spettacolo benefico di danza e musica “Danzando per Il valore di un sorriso” Al Teatro Civico alle 21, con la scuola Freebody Danza Vercelli, la scuola di danza Teatro Oscar di Milano, Progetto danza di Gattinara, Aurora per la danza di Torino, con la partecipazione dei giovani del laboratorio coreutico delle Scuole Cristiane di Vercelli. • VERCELLI, spettacolo teatrale Io sono nata Antigone All’Officina Teatrale “Anacoleti” alle 21, per la rassegna “In Absentia”, con regia e drammaturgia di Alessandro Castigliano.

LUNEDÌ 28

MARTEDÌ 29

• VERCELLI, presentazione del libro Una stella incoronata di buio di Benedetta Tobagi Alla Libreria Mondadori alle 18, con Manlio Milani, presidente della Casa della memoria di Brescia. • TRINO, incontro pubblico “Nessuno è stato” In biblioteca alle 21, in occasione del 40° anniversario della strage di Piazza della Loggia, con Manlio Milani, organizzato dal Comune e l’associazione Itaca di Vercelli in collaborazione con il Csv.

• VERCELLI, presentazione del libro Complexus di Giuseppe Fumarco Al Piccolo Studio del chiostro di Sant’Andrea alle 17.30, nell’ambito della rassegna “Parola all’autore. Letteratura come vita” con l’autore e Mariangela De Chirico. • SANTHIÀ, serata di musica e spettacolo In piazza Aldo Moro alle 21, con la band delle One Dream, le soliste dello “Studio Musica Insieme” e il prestigiatore Viktor Ace, nell’ambito degli eventi della “Maratona del riso”.


la Gazzetta 23 aprile 2014  

Settimanale di informazione locale per il Vercellese

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you