Page 1

PRIMO PIANO La Guardia di Finanza ha scovato 5.246 evasori

Ristrutturazioni Lavori in nero e operai sfruttati CAMPOBASSO - I bonus concessi per la rimettere a nuovo vecchie abitazioni hanno convinto un po’ tutti ad avviare lavori. In Molise tanti proprietari di vecchie case, impossibilitati ad accendere un mutuo per via dei tassi bancari elevatissimi e per i costi delle nuovi appartamenti, proibitivi, si sono decisi ad avviare

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino

rinnovare. Come in Molise anche nelle altre regioni. Il boom delle ristrutturazioni ha probabilmente insospettito la Guardia di Finanza che ha avviato un’operazione ‘verità’. I numeri venuti fuori dall’ultima inchiesta nazionale sono piuttosto sconcertanti: più di cinquemila le imprese edili che negli ultimi tre anni hanno eseguito lavori di ristrutturazione senza poi dichiarare nemmeno un euro di reddito. Tant’è che gli uomini della Guardia di Finanza ha scovato 5.246 evasori totali nell'ambito del progetto "Pandora”. L'operazione è stata avviata nel 2006 sulle ristrutturazioni per le quali sono stati richiesti sgravi fiscali e sviluppata dal Nucleo Speciale Entrate delle Fiamme Gialle affiancato dagli uomini della Finanza che operano sul territorio

e che conoscono a fondo le realtà. L'inchiesta ha evidenziato che i redditi non dichiarati si aggirano intorno ai 3 miliardi di euro. Far luce sulla questione non è stato un gioco da ragazzi ma è stato possibile accendere un faro sull’intera vocenda che negli anni era rimasta abbastanza sommersa (e che naturalmente faceva comodo a tutti che rimanesse sepolta) controllando gli sgravi fiscali chiesti dai contribuenti (ricordiamo che era il 36% sull'Irpef) nelle loro dichiarazioni dei redditi. In pratica le ditte che avevano effettuato lavori di ristrutturazione, e che poi sono finite nel mirino, emettevano fatture per consentire ai proprietari delle abitazioni di avere gli sgravi previsti dalla legge. E fin qui tutto tranquillo se non fosse che le stesse aziende

Calano anche le domande di disoccupazione

Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 104 SABATO 9 MAGGIO 2009

avviato un altro filone d’inchiesta: sono circa 10.000 le posizioni lavorative irregolari che la finanza ha scovato durante i controlli nelle imprese edili. Pozioni irregolari che non danno nessuna garanzia all’operaio né allo Stato: pesante il danno per le casse pubbliche derivato dai mancati versamenti dell'Irpef dei lavoratori e dei contributi sanitari e previdenziali. In questo panorama non fa eccezione il Molise dove, anche se il numero delle ristrutturazioni non è pari (per dimensioni territoriali) a quelle di altre realtà, il fenomeno dell’evasione e del lavoro nero è presente.

Occupazione, frenata della Cig ad aprile

A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita

nelle loro dichiarazioni occultavano i redditi. Spulciando la documentazione è emersa la triste verità : c’è stato qualcuno che non ha versato anche 500 milioni di euro di Iva. Somme esorbitanti. Un’evasione di grandi proporzioni, possibile anche perché nel mondo delle imprese edili che si occupano di ristrutturazioni (e che quindi non operano mai per troppo tempo nello stesso luogo) spesso si utilizzano lavoratori non contrattualizzati. Insomma in queste aziende è più semplice vedere la proliferazione del lavoro nero. Ed anche su questo fenomeno gli uomini delle Fiamme Gialle hanno

Anche nello scorso mese di aprile le aziende italiane hanno continuato a far ricorso alla cassa integrazione, anche se l’aumento, benché ancora sensibile, procede a un ritmo molto più lento rispetto al mese di marzo. Lo rileva l’Inps, spiegando che nel settore industria e artigianato, sono state autorizzate 45,4 milioni

Berlusconi aumenta la squadra di Governo ROMA - Tre nuovi sottosegretari per l'esecutivo che compie un anno. Via libera del Cdm alla nomina di un nuovo ministro e di cinque viceministri.Il premier: "Uso decreto reso necessario dalle urgenze". Ieri sera al Quirinale il giuramento di Michela Brambilla, nuovo titolare del Turismo.

di ore di cassa integrazione ordinaria (Cigo) e 20,8 milioni di cassa integrazione straordinaria (Cigs): rispetto al mese di marzo si tratta di un incremento rispettivamente del 27,75% e del 21,39%. Un sensibile rallentamento rispetto al tasso di crescita del 37,45% e del 33,76% del mese di marzo rispetto a febbraio 2009. La frenata assume una valenza ancora maggiore, considerando che nello stesso periodo dello scorso anno la crisi internazionale non si era ancora manifestata. La stessa frenata si è manifestata nell'incremento di domande di disoccupazione, scese a 300mila, contro le 375mila di marzo. Ma quali sono gli effetti delle richieste di disoccupazione sul Pil (rivisto al ribasso dal Tesoro con il -4,2%)? In primo luogo, il vero effetto

potrebbe essere negativo, anche se in misura limitata. In secondo luogo, i posti di lavoro possono ridursi provocando soltanto un calo molto modesto del Pil, se le indennità di disoccupazione più generose erogate fanno crescere la produttività media di coloro che continuano a lavorare. Questo esito potrebbe verificarsi in quanto lo Stato si serve dell’indennità di disoccupazione per tenere fuori i lavoratori meno produttivi e lasciare al lavoro quelli più produttivi, proprio come li abbiamo visti servirsi della politica del pensionamento anticipato. Ossia, il sussidio di disoccupazione può essere concepito e utilizzato in modo da scartare i lavoratori “spremuti”, quelli che danno un contributo minimo alla produttività complessiva del lavoro. Adimo

Il Papa difende la libertà di religione AMMAN - Affermare e "difendere" la "libertà religiosa" e i "diritti umani inalienabili" anche in Medio Oriente. Lo ha chiesto il Papa nel suo discorso all'aeroporto di Amman. Ha anche apprezzato il fatto che in Giordania i cristiani possano edificare liberamente i propri luoghi di culto.

Pagina_02_Primo Piano:Layout 1.qxd  

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino GIORNALE SATIRICO SABATO 9 MAGG...