Page 1

Sora-Ferentino, Iannarilli si scusa

Formisano (Udc) interroga il ministro

FROSINONE - “Più che cantare la gloria di questo o di quel candidato, dovremmo chiedere scusa ai cittadini ciociari per averci messo trent’anni a completare quest’opera essenziale”. Con queste parole il presidente Iannarilli commenta l’inaugurazione della superstrada Sora-Ferentino che ci sarà questa mattina. PAG. 11

ROMA - Anna Teresa Formisano, assieme ad altri tre colleghi dell’Udc, ha rivolto al ministro della giustizia un’interrogazione parlamentare sullo stato pietoso in cui versano gli istituti carcerari della provincia di Frosinone. Finalmente qualcuno si è accorto di una situazione gravissima che rischia di esplodere da un momento all’altro. PAG. 3

ANNO 1 - N° 18 SABATO 20 MARZO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Poligrafica Ruggiero 83100 Avellino (Av)

Soffocati dallo smog www.lagazzettafrosinone.it IL TAPIRO DEL GIORNO A SIMONE COSTANZO Il presidente Iannarilli, tenendo fede ad una promessa fatta durante la campagna elettorale, ha sospeso il pagamento della Cosap per l’anno 2010. Una notizia che tutti i contribuenti ciociari aspettavano con ansia. L’opposizione di centrosinistra, pur condividendo il provvedimento, ha trovato il modo di polemizzare anche su di una questione che andava invece accolta con sommo gaudio. Fare opposizione responsabile significa anche riconoscere le buone azioni della controparte. Simone Costanzo si è molto distinto nei distinguo. Per questo merita ampiamente il tapiro.

L’OSCAR DEL GIORNO AD ANNA TERESA FORMISANO Anna Teresa Formisano, parlamentare dell’Udc, assieme ad alcuni suoi colleghi, ha rivolto un’interrogazione al ministro della giustizia sullo stato pietoso in cui versano gli istituti carcerari della provincia di Frosinone. Personale ridotto all’osso che impone agli agenti di polizia penitenziaria turni massacranti, strutture fatiscenti ed insufficienti ad accogliere dignitosamente i reclusi, carceri ultimate da tempo ma mai entrate materialmente in funzione. Finalmente qualcuno si è accorto del grave stato delle cose e ha messo in atto una azione concreta. Brava onorevole Formisano.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Intanto la Corte Costituzionale ha respinto il ricorso contro il decreto “salva liste”

Sgarbi chiede il rinvio delle elezioni ROMA - Le sorti delle elezioni regionali del Lazio sono nelle mani di Vittorio Sgarbi: è l'ennesimo colpo di scena di una interminabile telenovela giudiziaria che deve ancora pronunciare il verdetto finale. Mer-

Fervono gli ultimi preparativi per la grande manifestazione di oggi pomeriggio a Piazza San Giovanni coledì scorso, infatti, il Tar del Lazio ha riammesso nella competizione la “Rete Liberal-Sgarbi”, la lista che in precedenza era stata estromessa per alcune irregolarità formali. Non avendo potuto condurre una regolare campagna elettorale Sgarbi potrebbe legittimamente chiedere il rinvio del voto (di una settimana o di 15 giorni), rinvio che, a norma di

legge, potrebbe essere accordato. Anche se una eventualità del genere deve essere sempre il frutto di un accordo, di una concertazione tra la regione Lazio e il governo in carica. La stessa Renata Polverini, interpellata al riguardo, non ha smentito la possibilità che il voto possa slittare avanti nel tempo. A questo punto la palla passa totalmente nelle mani di Sgarbi, il cui temperamento sanguigno ed umorale è da tutti ampiamente conosciuto. E, in effetti, il noto critico d’arte, ancora una volta non si è smentito. Dopo aver incontrato Berlusconi ed aver ottenuto da lui il benestare (anche se all’interno del Pdl i pareri al riguardo sono discordanti) lo stesso Sgarbi ha ufficialmente annunciato che chiederà il rinvio di 15 giorni. A questo punto la palla passa alla regione Lazio e al suo presidente facente funzioni, Esterino Montino, che dovrà concordare il tutto con il ministro degli interni, il leghista Roberto Maroni. Intanto, mentre Berlusconi e il suo entourage sono febbrilmente impegnati nell’organizzazione della grande manifestazione di oggi po-

Vittorio Sgarbi meriggio a Roma, ha destato un visibile compiacimento la notizia che la Corte Costituzionale ha rigettato la richiesta di sospensione in via

Carta giovani, parte la campagna tesseramento per gli under trenta ROMA - Parte la campagna di tesseramento 2010 della Carta Giovani della Regione Lazio, che complessivamente offre ai giovani titolari under 30 oltre 1.100 convenzioni nei settori della cultura, dello sport e del tempo libero in tutto il territorio laziale. “Attraverso le agevolazioni e gli sconti offerti dalla Carta Giovani la Regione Lazio offre un aiuto concreto a tutte le ragazze e i ragazzi, residenti o domiciliati nel territorio regionale, nei settori della cultura, del divertimento, della formazione, dello sport e del turismo, non solo in Italia ma anche in altri 41 Paesi europei - ha detto l'assessore regionale al Lavoro, Pari Opportunità e Politiche Giovanili, Alessandra Tibaldi -gli esempi che si possono fare sull'uso della carta sono innumerevoli: dallo sconto sul biglietto d'ingresso nei musei alle riduzioni sui

2

ANNO I - N° 18 SABATO 20 MARZO 2010

concerti, dalle agevolazioni per i corsi di lingue offerti dai migliori istituti del Lazio alle riduzioni nelle quote di iscrizione nelle palestre”.

Bonino: il rinvio va bene per chi ha soldi "ROMA - Il rinvio va bene a chi ha un sacco di soldi". Così la candidata del centrosinistra, Emma Bonino, ha commentato la possibilità di un rinvio della data del voto che potrebbe chiedere Vittorio Sgarbi dopo che la sua lista 'Rete Liberal' è stata riammessa alla competizione elettorale.

Per informazioni sulla Carta Giovani Regione Lazio: www.cartagiovani.it; cartagiovani@cartagiovani.it; tel. 06.64960345.

cautelativa del decreto interpretativo varato dal governo che era stata presentata dalla regione Lazio. In parole povere la Corte ha ricono-

sciuto che l'azione legislativa del governo è stata legittima e che non c'è stato alcun golpe come avevano gridato ampi spezzoni del centrosinistra. Il decreto “salva liste”, insomma, è salvo e può regolarmente dispiegare i suoi effetti. “Ogni tanto un colpetto a favore non guasta” ha commentato laconicamente la Polverini sempre più concentrata nella sua campagna elettorale. Ma se la candidata alla presidenza della regione Lazio è stata molto prudente, qualcuno è apparso decisamente su di giri. E' il caso di Marco Marsilio (Pdl), secondo cui “la Consulta ha sventato il meschino e patetico tentativo della giunta Montino di affermare la pretesa di poter correre da soli e di escludere gli avversari più forti dalla competizione. Adesso ci auguriamo altrettanta saggezza da parte del Consiglio di Stato”. La cui decisione sull'ennesimo ricorso proposto dal Pdl contro l'esclusione della lista proporzionale nella provincia di Roma è attesa per oggi pomeriggio proprio mentre a Piazza San Giovanni sta andando in scena la grande manifestazione del centrodestra.

Rifiuti, appello del Wwf “Si segua la strada del buon governo” ROMA - Il Wwf regionale torna a riproporre all'attenzione delle candidate alla presidenza della Pisana Emma Bonino e Renata Polverini l'urgente questione dei rifiuti. “Ci chiediamo - si legge in una nota - se le visite delle candidate a Malagrotta guardino solo alla discarica o prendano in considerazione anche il gassificatore già oggetto di un sequestro da parte della magistratura che ha aperto un procedimento penale. Bisognerà prima o poi dire con chiarezza agli elettori che quell'impianto avrà comunque bisogno di una propria discarica per stoccare il Cdr da bruciare e di un'altra per le scorie prodotte dopo la combustione. Insomma vogliamo capire se si sta pro-

mettendo la chiusura di una discarica di rifiuti solidi urbani, trasformandola però in una di rifiuti speciali o speciali pericolosi. L'elemento certo che si evince dai programmi elettorali è il "si" all'incenerimento già esistente. Debole, invece, il ragionamento su reali investimenti nel sistema del porta a porta spinto e nel corretto avvio della filiera del riciclaggio e del riuso. Non vorremmo, applicando una mera formula matematica, che la raccolta differenziata attraverso il sistema del cassonetto finisse ad alimentare gli impianti di incenerimento. Escano le candidate da queste logiche affaristiche e seguano la via del buon governo a favore di tutti i cittadini”.

Polverini: in piazza tutto il centrodestra ROMA - “Oggi ci sarà una manifestazione che non è di protesta. Sarà la manifestazione di un popolo, quello di centrodestra, che vuole ritrovarsi perché consapevole che in queste elezioni regionali si combatte una battaglia che va oltre quello che è il governo delle regioni stesse”: questo il parere di Renata Polverini.


PROVINCIA Più agenti al carcere di Frosinone Anna Teresa Formisano (Udc) ha rivolto un’interrogazione al ministro della giustizia ROMA- L’on. Anna Teresa Formisano, unitamente ai parlamentari dell’Udc Ciocchetti, Rao e Dionisi, ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della giustizia sulla situazione degli istituti di pena della provincia di Frosinone che non versano certo in condizioni idilliache. Questo il testo dell’interrogazione: “Al ministro della giustizia per sapere, premesso che: la questione penitenziaria, in Italia, è perennemente all’ordine del giorno, con circa 67.000 detenuti (un terzo dei quali stranieri e un quarto tossicodipendente), presenti in strutture carcerane nate per ospitarne 43.000, controllati da un personale di polizia penitenziaria sotto organico di oltre 5.000 unità; la grave carenza di poliziotti non consente agli agenti in servizio di lavorare in maniera produttiva: essi sono infatti sottoposti a condizioni di particolare stress, dovendo svolgere turni massacranti. Secondo quanto riportato da un articolo del ‘Messaggero’ dell’11 marzo scorso, tra le strutture più penalizzate vi è Frosinone, con

Anna Teresa Formisano 170 agenti, contro i 270 previsti in pianta organica, che devono far fronte a 500 detenuti, la stragrande maggioranza dei quali extracomunitari; risulta evidente che, a causa dell’insufficienza del personale, ogni volta che c’è un piantonamento o una trasferta (nel caso di detenuti ricoverati in

ospedale o chiamati a deporre in tribunale) saltano i turni che possono diventare anche doppi o tripli, considerando il numero di agenti fuori servizio per malattia o altro impedimento; le previsioni non promettono nulla di buono: è in costruzione, infatti, l’ampliamento del!a struttura (da 500 si passerebbe a 1.000 detenuti) ma, al momento, il capitolo personale non è stato neppure accennato; il problema esploderà a breve, dal momento che il nuovo edificio dovrebbe essere ultimato il prossimo anno. Questo ulteriore notevole dispendio di risorse economiche poteva essere evitato, considerando che Sora, Pontecorvo ed Arce ospitano da tempo carceri mandamentali che non sono mai state aperte: se non intenda risolvere concretamente la drammatica situazione in cui versa il sistema carcerario della provincia di Frosinone, consentendo il funzionamento delle suddette strutture, attraverso la loro messa a norma, nonché adottando urgenti ed incisive misure per riequilibrare gli organici.

Imposta passi carrabili, opposizione perplessa FROSINONE – Pur sostenendo l’importanza della sospensione della tassa Cosap, gli esponenti del controsinistra in consiglio provinciale, criticano il sistema con cui verrà gestito e lanciano l’allarme sulle possibili conseguenze. Un avvertimento preciso arriva dal consigliere del Pd, Simone Costanzo:“Si può essere certamente d’accordo con la decisone della maggioranza di sospendere la Cosap, però occorre capire bene come trovare le risorse che comunque garantiva la tassa. Voglio ricordare che la giunta Scalia ha comunque parametrato la tassa venendo incontro alle esigenze dedi cittadini, escludendo molte fasce di contribuenti. Non ci sono che una quarantina di ricorsi pendenti. Comunque, ed è quello che più mi preme, vorrei capire come sostituire l’entrata in bilancio. Mi sembra una mera indicazione di principio, parlare di cartellonistica stradale e delle entrate che ne deriverebbero. Infatti, la dislocazione dei cartelloni sulle strade, non è compe-

tenza della Provincia, ma del Codice della Strada, dunque con tutti i problemi e le difficoltà che ne derivano. Vi sono limitazioni fortissime. Non vorrei, che questa idea della maggioranza, avesse effetti controproducenti, che poi si tradurrebbero in taglio ai servizi, ai servizi alla persona per intenderci”. Anche il capogruppo del Partito democratico, il sindaco di Monte San Giovanni Campano,Antonio Cinelli, non fa mancare di sottolineare le sue perplessità: “Già il termine con cui si identifica questa operazione è equivoco. Una cosa è annullare una tassa, l’altra è sospendere. Sospendere significa rinviare, quindi, in via teorica, la sospensione del 2010 della tassa, potrebbe significare che nel 2011 o negli anni seguenti, se ci si dovesse trovare, per questioni di bilancio, in difficoltà e si dovesse riproporla, i cittadini dovranno pagare anche gli arretrati. Non mi sembra una giusta procedura. E poi la sospensione andava fatta in sede di bilancio, indicando pre-

Inquinamento, denunciato 67enne AMASENO - I carabinieri hanno denunciato in stato di libertà Z.A. 67 enne, poichè responsabile di inquinamento ambientale e deturpamento bellezze naturali. L'uomo riversava illecitamente acque reflue nel fosso denominato valle Vetta, confluente nel fiume Amaseno.

Simone Costanzo cisamente come sostituire la mancata entrata e quindi il “buco”. Anche formalmente la decisione fa acqua”. La minoranza consiliare, dunque, boccia il provvedimento, bollandolo come vera e propria propaganda elettorale, a pochi giorni dal voto per il rinnovo del consiglio regionale del Lazio. P.D.F.

Abolizione Cosap, Iannarilli ha mantenuto la promessa FROSINONE – Quando il governo della cosa pubblica va nell’interesse dei cittadini. Una brevissima premessa per spiegare il successo dell’iniziativa assunta dalla Provincia di Frosinone di sospendere per il 2010 la Cosap, la tassa provinciale sui passi carrabili. Una tassa che costringeva il cittadino a pagare per entrare nella propria abitazione, senza nessun servizio in cambio. Appena si è diffusa la notizia della sospensione, la soddisfazione della persone è stata grande. Viaggiando sul treno, per recarmi sul posto di lavoro, nei sedili degli scompartimenti ferroviari, non si parlava d’altro. “Finalmente una scelta a nostro favore”, il commento generale. Di questa sospensione, bisogna dare merito al presidente Iannarilli, è stato un suo preciso impegno in campagna elettorale e lo ha realizzato. Complimenti! “Mi sono impegnato in prima persona per la sospensione della tassa Cosap – ha sottolineato il presidente – Mi sembrava un balzello di tipo medievale, tipo la tassa sul macinato. Era giusto sospenderla. Purtroppo non la possiamo eliminare perché è una legge nazionale. Era facoltà delle Province non applicarla. I miei predecessori hanno ritenuto giusto adottarla. E’stata una scelta politica. Noi non la condividiamo e l’abbiamo sospesa per il 2010. Faremo così ogni anno. Tutte sospensioni annuali”. Il presidente ha poi spiegato come verrà sostituita l’entrata di bilancio che si aveva con la tassa sospesa: “Spulciando, con difficoltà devo ammettere, tra le carte dell’ente, ci siamo resi conto della completa evasione dei tributi per la cartellonistica stradale sulle vie di competenza provinciale. Ecco, facendo una seria politica di riscossione di questa entrata, non graveremo sui cittadini, in questo momento di grave difficoltà per le famiglie”. Proprio sulle mancate entrate della cartellonistica stradale, Iannarilli lancia l’affondo al centrosinistra: “La

Decreto legge sul made in Italy ROMA - La X^ Commissione della Camera dei deputati ha approvato in sede legislativa all'unanimità la legge sulla tutela del made in Italy con le modifiche apportate dal Senato. Soddisfazione è stata espressa in una nota dal segretario regionale della UIL Dogane Lazio Virgilio Tisba.

precedente amministrazione, dal 2004, ha tralasciato questa fonte di bilancio. Solo 142.000 euro, in cinque anni. Esattamente: 19mila euro nel 2004, 17mila nel 2005, 23mila nel 2006, 47mila nel 207, 31mila nel 2008 e 5mila nel 2009. Una vergogna”. Al presidente Iannarilli e all’intera maggioranza che governa palazzo Gramsci, sono giunti i complimenti del candidato al consiglio regionale del Lazio per la Pdl, Adriano Roma. Sottolinea Roma: “Il Presidente della Provincia di Frosinone, Antonello Iannarilli, ha mantenuto la promessa ed io voglio sottolinearlo. Il Consiglio provinciale ha deliberato la sospensione della Cosap per il 2010, come Iannarilli aveva promesso in campagna elettorale e ribadito in sede di giunta provinciale. Ritengo si tratti di un risultato molto importante perché da il senso dell’efficacia dell’azione politica di Iannarilli, in favore delle istanze della popolazione e sempre teso al miglioramento delle condizioni di chi maggiormente ne ha bisogno. Nel caso della Cosap poi tutti sanno che si tratta di una tassa veramente odiosa che ha colpito per anni migliaia di cittadini solo perché possedevano un passaggio, un accesso. La provincia, infatti, non fornisce servizi in cambio di questo balzello. Non mi resta che ringraziare e congratularmi con Iannarilli e l’intero Consiglio provinciale per l’approvazione di questo importante provvedimento”. Dunque quella del presidente Iannarilli, e dell’intera maggioranza, che ha riscosso un grande consenso e apprezzamento, sia dalla politica che, soprattutto, dalla gente. Non si parlava d’altro sul treno Cassino-Roma dei pendolari. Finalmente un treno diretto verso la capitale che porta buone nuove dalla Ciociaria e soprattutto non è in ritardo sulle decisioni a favore dei cittadini. Il presidente Iannarilli ha mantenuto, in tempi brevi, la sua promessa. Pompeo Di Fazio

3

ANNO I - N° 18

SABATO 20 MARZO 2010


PRIMO PIANO Mario Abbruzzese (Pdl): La regione Lazio deve tornare ad investire sulla promozione di un settore strategico che il precedente esecutivo ha inspiegabilmente mortificato

Il commercio deve essere rilanciato FROSINONE - Mario Abbruzzese, candidato del Popolo della Libertà alle prossime elezioni regionali del Lazio, è intervenuto a sostegno

E’ necessaria una attenta pianificazione degli interventi per l’artigianato in un’ottica di politica industriale globale degli imprenditori che operano sia nel settore del commercio che in quello dell’artigianato che, a suo dire, rappresentano due grandis-

sime risorse per il Lazio ed in particolar modo per la Provincia di Frosinone. “Nel corso degli ultimi anni la Regione Lazio - ha affermato il candidato pidiellino - ha incentrato gli obiettivi della programmazione sulle imprese manifatturiere e di servizi alla produzione, ponendo in secondo ordine il settore del commercio e dell’artigianato. In considerazione delle forti interazioni che il commercio è in grado di attivare su particolari territori a vocazione turistica, ma anche la valenza sociale di attività commerciali in località a forte riduzione demografica, la Regione Lazio deve tornare di nuovo ad investire, attraverso uno strumento specifico per la promozione dei due settori, che tenga conto sia di una nuova disciplina degli outlet, sia della revisione della normativa dei saldi, sia ancora del rifinanziamento dei Centri Commerciali Naturali e di un più incisivo ruolo

Mario Abbruzzese delle associazioni di categoria nelle Conferenze dei servizi, per il rilascio dei titoli autorizzatori per le Grandi strutture di vendita. Per quanto riguarda l’artigianato - ha continuato Mario Abbruzzese - la

Confartigianato incontra i candidati Pdl FROSINONE - In attesa dei prossimi confronti con Franco Fiorito, Mario Abbruzzese ed Angelo D’Ovidio, Confartigianato Frosinone fa il punto della situazione quando mancano ormai poco più di due settimane al voto. Nel corso degli incontri che si stanno succedendo nella sede di via Marittima con i vari candidati, Confartigianato ha posto l’attenzione sulla prossima competizione elettorale affinché necessariamente sia un’occasione di cambiamento per la società, per le istituzioni, per la politica e soprattutto per i partiti. Perché possa essere un momento di riflessione sulle responsabilità che si hanno nel particolare momento di crisi non solo economico. Confartigianato quindi, che rappresenta oltre 1800 imprese della provincia con un sistema di altre associazioni collegate che svolgono attività diversificate in mestieri e in ambito sociale, sta indicando alcune delle priorità che necessitano per lo sviluppo delle

10 ANNO I - N° 18 SABATO 20 MARZO 2010

imprese. E quindi: la formazione e sensibilità all’apprendistato quale metodo ideale per la creazione di impresa e lavoro; le grandi opere ed infrastrutture. La valorizzazione dell’artigianato, come espressamente dichiarato dalla Costituzione, e delle tipicità del territorio; lo sviluppo del turismo e di percorsi di turismo enogastro-

Apertura superstrada ci sarà pure Buschini FROSINONE - Mauro Buschini, candidato Pd al consiglio regionale del Lazio, parteciperà all'inaugurazione del completamento della superstrada Sora -Ferentino. “Dopo trent'anni finalmente uno dei più grandi progetti mai realizzati in provincia di Frosinone viene inaugurato e messo a disposizione dei cittadini.

nomico attraverso progettualità che rendano appetibili le bellezze e ricchezze del nostro territorio. E poi il sostegno a progetti di Confartigianato quali poli artigianali della filiera agro-alimentare. Necessità di realizzare grandi strutture, quale l’aeroporto civile, che possano permettere la massima internazionalizzazione del made in Ciociaria. L’ultimo incontro, la settimana scorsa, è stato con l’assessore uscente Francesco Scalia. “Apprezziamo l’impegno preso dal candidato Scalia – ha affermato a margine dell’incontro il presidente di Confartigianato Imprese Frosinone Augusto Cestra - nel voler sostenere la categoria dell’artigianato e della piccola impresa, nella convinzione che, una volta terminata la competizione elettore e proclamati i rappresentanti del nostro territorio alla Regione Lazio, si debba necessariamente avviare un percorso comune mirato allo sviluppo dell’economia della nostra provincia”.

recente redazione di un Testo unico, si è limitata di fatto ad una “collazione” di leggi preesistenti. Un aspetto particolarmente critico è rappresentato dai tempi di istruttoria e di erogazione dei contributi.

Tutte le associazioni degli artigiani hanno presentato ai candidati alla Presidenza della Regione un documento unitario in 10 punti, che in verità non sono strettamente riferibili solo al comparto degli artigiani, ma afferiscono ai più grandi temi collegati allo sviluppo di tutta la Regione: dalla politica del credito, ai trasporti e le infrastrutture, fino alle politiche attive del lavoro. Nel mio programma politico-elettorale, condiviso con la candidata Renata Polverini, tutte queste istanze vengono accolte nelle varie sezioni di riferimento. Più in particolare - ha spiegato Abbruzzese - l’ambizione è di riportare, nei prossimi cinque anni di governo, la pianificazione degli interventi a sostegno dell’artigianato, in un’ottica di politica per lo sviluppo più complessiva. E’ necessaria dunque una pianificazione degli interventi per l’artigianato in un’ottica di politica industriale globale”.

Di Stefano: no alla chiusura delle sedi camerali periferiche SORA - Enzo Di Stefano dice un secco “no” all’ipotesi di chiusura a Sora degli uffici distaccati della Camera di Commercio di Frosinone. Venuto a conoscenza della possibilità che i servizi finora assicurati alle aziende e agli imprenditori locali siano presto dismessi, il candidato sorano nella Lista Polverini per il rinnovo del Consiglio regionale del Lazio, sollecita l’attenzione di tutti affinché non sia perpetrato l’ennesimo scippo ai danni dell’intera città. “Mi risulta – afferma Di Stefano – che gli uffici della Camera di Commercio di Piazza San Lorenzo saranno chiusi a partire dal 1 Aprile prossimo e, purtroppo, nonostante la data possa richiamare goliardiche battute, questo non è argomento su cui si possa scherzare. Qualcuno, evidentemente, continua a giocare al ribasso, esasperando le difficoltà già fin troppo evidenti del nostro comprensorio. Anche in questo caso, peraltro, rischiamo di vedere in tutta la sua evidenza la mancanza di tutele di cui la città di Sora soffre a tutti i livelli e in ogni ambito. E’incredibile che, mentre, a chiacchiere, tutti dicano che questo territorio debba essere rilanciato e abbia bisogno di tutte quelle prerogative che possano sostenere lo sviluppo socio-economico, nella pratica, si procede, nell’indifferenza generale, addirittura alla soppressione di quel poco di cui fortunatamente la gente può usufruire. Così, non capisco come, trattandosi di iniziativa imprenditoriale e commerciale, si pretenda di facilitare il disbrigo delle pratiche, favorire la diffusione delle informazioni e sostenere gli operatori del settore, se, poi, li si costringe a subire anche maggiori disagi, privandoli di un punto di riferimento in loco, come finora è stato. Mentre invito tutti a non abbassare la guardia e a difendere i legittimi diritti di questo territorio, mi appello – conclude Enzo Di Stefano – agli organismi competenti, affinché gli uffici di Piazza San Lorenzo possano restare operativi a tutti gli effetti”.

Foglietta punta sulla formazione SUPINO - “Alla Regione spetterà un ruolo fondamentale in tema di formazione professionale. Sarà ineludibile un cambio di passo che porti a considerare l’attuazione di un diverso intervento in cui siano misurati i fabbisogni specifici ed individuati i giusti mezzi strutturali”. Lo ha dichiarato l’eponente dell’Udc Alessandro Foglietta.


FROSINONE Uno studio elaborato di recente dall’Istat conferma un quadro decisamente negativo

Ambiente e trasporti, un disastro FROSINONE – Un recente studio elaborato dall’Istat fa emergere un quadro decisamente negativo per quanto riguarda il binomio ambiente e trasporti nel capoluogo ciociaro. E la cosa non rappresenta di certo una novità. L'analisi, che prende in cosiderazione i dati riferentisi al 2008, mette in evidenza che, a fronte di un aumento del 2.9% di aree pedonali nelle città italiane rispetto al 2007, Frosinone è tra gli undici comuni che nel 2008 non hanno istituito isole pedonali. La stessa considerazione vale per le zone a traffico limitato, più note come “ztl”: Frosinone, insieme ad altri 8 comuni, tra i quali anche Latina, nel 2008 non ha istituito queste particolari configurazioni. Molto elevato, poi, è anche il tasso di motorizzazione ossia il numero di autovetture per ogni mille abitanti. Il capoluogo ciociaro eccelle, ovviamente in negativo, anche in questa particolare rilevazione: è collocato infatti tra i sette comuni con un tasso superiore a 700. Per la cronaca quello di Frosinone è di 714,8. Per concludere nel rapporto dell’Istat emerge anche che a Frosinone un’autobile su due è del tipo tra euro 0 ed euro 2, ossia tra quelle più inquinanti per l'immissione nell'atmosfera delle Pm10, le famigerate polveri sottili, i cui livelli perennemente elevati fanno del capo-

Notarcola e Murchio: è ora che apra il nuovo ospedale

luogo ciociaro una delle città più irrespirabili d'Italia, un primato che non fa certamente fare salti di gioia. Inoltre la metà dell'intero parco auto ha un'anzianità di oltre otto anni. Dati inequivocabili, difficilmente contestabili, come sicuramente cercherà di fare qualche buontempone tra gli ineffabili amministratori comunali di Frosinone, che danno l'idea della situazione drammatica in cui versa ormai da tempo la città capoluogo in quanto a traffico (assolu-

tamente sovrabbondante) e ambiente (che più inquinato non si può). E pensare che il sindaco Marini e la sua giunta di governo si ostinano e si divertono a mettere in campo misure risibili e assolutamente inefficaci come le domeniche ecologiche con il blocco parziale della circolazione automobilistica. Un blocco che poi, ironia della sorte, nessuno si incarica di far rispettare. E così, come si suol dire, dopo il danno arriva puntuale anche la beffa.

Iannarilli: Superstrada? Scusiamoci con i cittadini FROSINONE - “Questa mattina si inaugura un´opera molto importante per la provincia di Frosinone: l´ultimo tratto della superstrada Sora-Ferentino – così esordisce il presidente della provincia Antonello Iannarilli –. Si tratta di un´inaugurazione affrettata, perché alcuni esponenti del centrosinistra hanno voluto sfruttarla per la campagna elettorale, peraltro arrogandosi dei meriti che non sono solo i loro. Come non solo loro sono le colpe dei gravi ritardi nel completamento della superstrada. Dico, infatti, che più che cantare la gloria di questo o di quel candidato, in questa occasione dovremmo chiedere scusa ai cittadini della nostra provincia per averci messo 30 anni a completare quest´opera essenziale. Dovremmo farlo tutti, di ogni appartenenza politica e di diverse generazioni di amministratori, perché in questa vicenda ci sono i meriti e i demeriti di tutti, delle

Antonello Iannarilli giunte di centrosinistra e di centrodestra e, ancora prima di queste definizioni, delle varie

coalizioni che reggevano le amministrazioni. Ci sono le volontà politiche del presidente della regione uscente ma anche di Storace e così via. In questa occasione importante, perché la superstrada Sora-Ferentino collegata con il casello autostradale è una grande e importante opera, strategica per la nostra provincia e anche per le regioni del litorale adriatico, pensiamo alle cose serie, ai vantaggi che una infrastruttura del genere potrà effettivamente dare alle nostre istanze di sviluppo, alle opportunità che offre, a quanto deve ancora essere messo in campo per far valere il suo valore aggiunto. Festeggiamo in fretta, insomma, perché è giusto festeggiare ma poi rimbocchiamoci subito le maniche e pensiamo ad andare avanti, senza autocelebrazioni. Nessuno, insomma, abbia la faccia tosta di arrogarsi meriti esclusivi per cercare di vendersi a meri scopi elettorali questa vicenda”.

FROSINONE – Ancora una volta alzano la voce il presidente della Consulta delle associazioni della Asl, Francesco Notarcola e quello della Consulta delle associazioni del comune di Frosinone Maddalena Murchio e lo fanno per invocare l’apertura del nuovo ospedale di Frosinone. Si legge nella nota diffusa alla stampa: “E’ noto a tutti che le condizioni dell’ospedale del capoluogo sono caratterizzate da sovraffollamento e carenza di servizi con conseguente caos organizzativo che mette a rischio il sacrosanto diritto alla salute e non permette agli operatori sanitari di svolgere il loro compito quotidiano con serenità ed efficienza”. I due battaglieri presidenti per superare questa difficoltà, che si ripercuote su cittadini, malati e familiari, nonché sul personale sanitario, si sono armati di carta e penna ed hanno deciso di scrivere a tutte le associazioni, alle organizzazioni sindacali, ai rappresentanti delle associazioni e ai rappresentanti degli ordini professionali: “Questa drammatica realtà, va subito affrontata e superata. Oggi ci sono le condizioni. Il nuovo ospedale, che ci è venuto a costare 100 milioni di euro, è pronto per entrare in funzione. Sono stati acquistati macchinari modernissimi per circa 10 milioni di euro. Altri 2 milioni saranno spesi nell’immediato per il completamento dell’arredo. Non c’è, dunque, alcun motivo per non dare inizio al trasferimento, dal vecchio al nuovo ospedale. La sola, eclatante condizione perché ciò avvenga, è l’autorizzazione alla Asl, da parte del Commissario regionale alla Sanità, il professor Guzzanti, e da parte del Governo, ad assumere, in deroga, personale medico, infermieristico ed ausiliario”. Una richiesta normalissima, aprire un ospedale nuovo esistente e, sicuramente migliore rispetto al vecchio nosocomio dell’Umbreto I, ma non così in Italia, dove il semplice diventa difficile. A tal fine, le Consulte hanno promosso un incontro che si terrà nella sala teatro

Spostato il mercato settimanale

Sora, ultimati i lavori in via XX Settembre

FROSINONE – Il mercato viene spostato in piazzale Vittorio Veneto. Con questa nuova collocazione si riesce a non allontanare gli ambulanti dal centro storico, visto che la maggior parte dei clienti proviene da quei rioni e si lascia libero il passaggio delle auto su Corso della Repubblica.

SORA - Sono stati ultimati gli interventi di ripristino dell’asfalto su via XX Settembre incrocio Viale Regina Elena, dove l’amministrazione ha previsto e realizzato la nuova rotatoria. Nei prossimi giorni le maestranze dell’ente lavoreranno alla segnaletica verticale ed orizzontale.

della Asl in via Armando Fabi a Frosinone lunedì prossimo alle 17.00 per discutere sulle iniziative da realizzare per superare le difficoltà. La manifestazione pubblica ha trovato subito l’appoggio del segretario provinciale Uil-Fpl, Paolo Pandolfi, il rappresentante Rsu Uil Fpl, Fernando Di Mario e il responsabile provinciale Uil-Fpl Medici, Gianpaolo Tomaseli: “La salute non ha colore, non ha prezzo e rappresenta il bene più prezioso della vita”. “La nostra organizzazione sindacale condivide l’analisi delle criticità evidenziate e le finalità promosse dalle associazioni organizzatrici dell’incontro che si terrà lunedì prossimo in via Armando Fabi e invita a dare la massima divulgazione all’evento affinché possa esserci un’importante adesione da parte di tutto il tessuto sociale del nostro territorio per far comprendere che questa provincia non è più disposta ad accettare in modo supino ed incosciente altre decisioni penalizzanti in tema di salute pubblica”. Questo giornale, sicuramente, sposa l’iniziativa e assicura la massima visibilità al problema: è infatti un diritto dei cittadini e un segno di civiltà, una sanità a misura di cittadino. Pompeo Di Fazio

I1

ANNO I - N° 18

SABATO 20 MARZO 2010


FRUSINATE C’è molta amarezza in città per la cancellazione di una manifestazione storica

Ferentino, soppressa la passione vivente Alatri, nel centro storico degustazioni, arte e musica ALATRI - "Il progetto Centro Commerciale Naturale sta per impreziosirsi di una nuova manifestazione dal titolo ‘La città festeggia i suoi mille colori’ in programma per il prossimo 20 Marzo. “Questo evento – ha fatto sapere Giulio Rossi assessore alla Cultura del Comune - ancora più articolato e ricco di avvenimenti rispetto a quelli già magistralmente organizzati nei mesi scorsi, darà lustro al sodalizio del centro storico e ad alcuni instancabili e capaci commercianti, artisti, artigiani che non fanno mai mancare il proprio insostituibile apporto di idee, di progetti e di realizzazioni. In questa occasione poi fanno da corollario all'importante evento le Associazioni "Camminando insieme per Alatri", Acta, Msicapolis, Unione Commercianti e Confartigianato che sicuramente daranno quel tocco in più alla manifestazione già magistralmente allestita dagli organizzatori. Gli ingredienti quindi ci sono tutti per trascorrere un pomeriggio, di divertimento, di degustazioni , di arte, di musica e perché no, di acquisti a prezzi scontati nei negozi che coinvolti nell'iniziativa vogliono cogliere l'occasione per incrementare le proprie vendite. Il Sindaco, il sottoscritto e l'Amministrazione comunale puntano molto su queste iniziative e all'apporto del C.C.N. investendo cospicue risorse economiche per porre

in essere tutte quelle attività e iniziative che sappiano far rinascere interesse tra i cittadini e non solo, per le passeggiate archeologiche e di piacere, le degustazioni e gli acquisti nel nostro impareggiabile centro storico. Plaudo quindi all'iniziativa e come sempre mi pongo al fianco di chi come me ha delle responsabilità ed ha a cuore il centro storico, il commercio e l'artigianato oltre alle prelibatezze culinarie di Alatri. Chiedo però l'aiuto, la collaborazione ed ancora un sacrificio a tutti i commercianti, agli artigiani e ai ristoratori che hanno le proprie attività in quel centro storico interessato all'iniziativa, di non far mancare la propria presenza tenendo aperti i propri esercizi durante tutta la manifestazione per dare la possibilità ai visitatori che sicuramente saranno moltissimi, di rendersi conto che acquistare al centro storico oltre che bello è anche estremamente conveniente. Certo i momenti sono quelli che sono, piangerci addosso però non serve a nulla, serve invece attivarci ognuno per i propri interessi, responsabilità e capacità allo scopo di far rinascere nella nostra Alatri le antiche arti che sono il commercio, l'artigianato e la preparazione di specialità culinarie tipicamente ciociare da offrire oltre che ai tanti concittadini anche a chi ci vuole onorare della propria presenza".

Anagni, alcoltest denunciato 42enne ANAGNI - L’altra notte, i carabinieri nel corso di controlli predisposti sul territorio, denunciavano in stato di libertà F.P. 42enne del luogo per guida in stato di ebbrezza alcolica. L’uomo, dopo essere rimasto coinvolto in un incidente stradale, rifiutava di sottoporsi all’accertamento etilometrico.

FERENTINO – C'è grande amarezza in città per l'inopinata soppressione della Passione Vivente “Città di Ferentino”, giunta alla decima edizione e organizzata dal “Teatro Popolare”. Dai cittadini ai commercianti, dalle associazioni alla Pro Loco, tutti hanno aspramente condannato la decisione di interrompere la tradizionale rappresentazione artistica del dramma del Golgota che sarebbe dovuta andare in scena mercoledì 31 marzo lungo le strade del centro storico. Luigi Sonni, presidente della Pro Loco, così commenta: “Sono molto dispiaciuto perché una manifestazione così importante viene tolta alla città. Avevo suggerito la formazione di un comitato specifico ma non sono stato ascoltato”. Anche il presidente dell’associazione cittadina “Ateliere Lumiere”, Fernando Popoli, ha avuto parole dure riguardo alla cancellazione di una manifestazione che tanto successo aveva ottenuto negli anni precedenti. Ignoti sono le motivazioni che hanno spinto Manlio La Marra, presidente del “Teatro Popolare”, associazione

che solitamente organizza l’evento, a rinunciare. Si vocifera che molti figuranti abbiano deciso di tirarsi indietro. Ad ogni modo chi ci rimette è sicura-

mente la cittadinanza di Ferentino che si vede privata di un evento che ogni anno richiamava moltissimi spettatori provenienti anche dai centri limitrofi.

Santia torna sui rimborsi ai multati autovelox FERENTINO - Diego Santia si dichiara soddisfattissimo per la sua operazione di aiuto alle famiglie multate che come forma di rimborso hanno ricevuto i buoni Eurosic acquistati da Santia con le risorse destinate alla campagna elettorale. “Grazie alla mia iniziativa, le persone che si sono presentate – fatto sapere l’esponente della lista Rete Liberal-Sgarbi hanno avuto dei buoni che permetterà loro, in misura percentuale di spendere meno nella loro spesa nelle tante attività convenzionate. Ribadisco che per poter aiutare così tante persone era necessario trovare una forma di rimborso ‘a rilascio lento’, ovvero, i buoni non permettono di saldare lo scontrino che viene presentato ma permette di risparmiare da 1 €uro su 20 fino ad 1 €uro su 5 di spesa effettuata”. Santia ha poi voluto puntualizzare alcuni aspetti della sua iniziativa che hanno pro-

Diego Santia vocato le lamentele di alcuni automobilisti multati: “io non credo che le pochissime persone che disinformate hanno avuto da ridire, se

Forte: ad Anagni un presidio VgF ANAGNI - "Sono numerose le sollecitazioni che mi giungono da amici a riguardo la necessità di un presidio dei Vigili del Fuoco in territorio di Anagni: il 70% degli interventi effettuati vigili del distaccamento di Fiuggi, interessano infatti proprio questa zona”. Lo ha dichiarato Fabio Forte candidato alle regionali per l’Udc.

trovano 1 o 2 €uro al giorno per terra non lo raccolgano ed in ogni caso se sono così benestanti da non farlo la mia iniziativa è rivolta a chi, tanti, stando ai ringraziamenti, di quell'euro ne hanno veramente bisogno”. In ogni caso, Santia chiarisce che con la Eurosic, società di distribuzione buoni spesa, non ha alcun rapporto pertanto eventuali problemi riscontrati nel momento dell'utilizzo dei buoni vanno presentati ai responsabili Eurosic. “Delle strumentalizzazioni politiche- conclude Santia - di avversari o attivisti di gruppi politici avversari e dell'ignoranza disinformata di chi ha da ridire sempre e comunque e magari si aspettava un assegno circolare, non mi interessa molto”. Il rimborso per gli automobilisti multati si è concluso venerdì scorso con un totale di 672 verbali presentati e 520 persone rimborsate. Andrea Capobasso

13 ANNO I - N° 18 SABATO 20 MARZO 2010


S P O RT CALCIO SERIE B

I canarini in campo allo “Scida” di Crotone nella sfida più delicata dell’intera stagione

Frosinone, vietato cadere ancora Serve una reazione dopo le tre sconfitte di fila; Moriero ritrova il suo recente passato Oggi il Frosinone si gioca una fetta importante di campionato. In caso di vittoria vedrebbe avvicinarsi l'obiettivo salvezza. In caso di sconfitta verrebbe agganciato in classifica proprio dal Crotone e allora si, sarebbe piena crisi e il tecnico ex Inter difficilmente potrebbe trovare giustificazioni questa volta. Gara particolare per molti giocatori quella di oggi pomeriggio. Francesco Moriero di ritorno allo Scida di Crotone nove mesi dopo l’1-1 della gara di andata della finale play-off contro il Benevento. Il pari dei sanniti proprio alla scadere sembrava la fine dei sogni di gloria. Invece i pitagorici riescono un po’ a sorpresa ad espugnare il Santa Colomba per 1-0 approdando in serie B. Protagonista di quella gara il talentuoso brasiliano Calil, oggi uno degli osservati speciali in casa del Frosinone. E’ una carica rossoblu quella che oggi sbarcherà in Calabria. Difatti oltre al tecnico ed al fantasista già citati, hanno vestito la casacca crotonese anche Bocchetti, Scarlato, Aurelio e Cariello. Un vero e proprio esercito transitato da queste parti. Tutti chi più chi meno hanno indiscutibilmente lasciato il segno da

Vrenna e soci. Un vero e proprio tuffo nel passato. Ma ci sarà poco spazio per i sentimentalismi. La situazione delle due squadre è un po' complessa. I padroni di casa, affidati a Franco Lerda, navigano a vista sulla zona rossa fermi a quota 35 ma con due punti di penalizzazione. Il campionato è comunque in linea con i programmi. L’ex centravanti del Torino deve fare i salti mortali ogni set-

Mister Francesco Moriero timana, ciò nonostante la sua squadra è in piena corsa. Ovviamente non può permettersi regali né

CALCIO 1^ CAT.

Turchi fermato per cinque anni Squalifica record per Francesco Turchi, giocatore della Virtus Broccostella, compagine che milita nel campionato di prima categoria. Questo il testo del comunicato ufficiale con il quale il calciatore è stato fermato fino al 17 marzo 2015. “Espulso per doppia ammonizione, alla notifica del provvedimento disciplinare colpiva l'arbitro con un violento schiaffo al volto che gli procurava fuori uscita di sangue dal naso. Successivamente, mentre l'arbitro si copriva il naso, il soggetto lo spingeva con le braccia e lo attingeva con uno sputo sul corpo. Alla società del broccostella invece inflitte 500 euro di multa perchè “persona riconducibile alla società, dalla tribuna, lanciava all’indirizzo dell’arbitro e dei calciatori della squadra avversaria sassi di medio-piccole dimensioni”.

14 ANNO I - N° 18 SABATO 20 MARZO 2010

distrazioni di sorta. In ballo c’è la permanenza nella serie cadetta. Checco Moriero non sta con l’acqua alla gola, ma non se la passa bene. E’ reduce da tre sconfitte consecutive, l’ultima delle quali è costata ritiro e silenzio stampa. Staziona nella parte medio bassa della graduatoria con i suoi 38 punti, che pur rappresentando un buon bottino, non possono far dormire sonni tranquilli. In fondo la zona retrocessione dista solo quattro lunghezze. L’inizio strepitoso dei ciociari ha forse distolto l’attenzione sui reali programmi stagionali. La salvaguardia della categoria è il primo passo indispensabile per la società di Stirpe. Tra alti e bassi i canarini non dovrebbero faticare a raggiungere il traguardo che numeri alla mano dista appena 4 vittorie. Infatti a 50 punti si può tranquillamente programmare la prossima stagione. Prima però c’è da superare l’ostacolo Crotone. Un incrocio che Moriero avrebbe certamente preferito affrontare in situazioni sia di classifica che di umore, migliori. Per godersi il suo attimo di gloria. Crotone – Frosinone è stata affidata al Signor Nasca Luigi della sezione di Bari. Il fischietto pu-

30^ GIORNATA Ascoli - Albinoleffe Cesena - Vicenza Crotone - Frosinone Gallipoli - Brescia Grosseto - Sassuolo Mantova - Padova Modena - Torino Triestina - Empoli gliese ha già diretto per due volte i canarini nella stagione in corso in occasione di Frosinone – Cittadella 2-1 e Padova – Frosinone 0-0. Mister Francesco Moriero schiererà tra i pali Frattali vista l'assenza per infortunio di Sicignano. Indisponibili per la gara odierna anche Giubilato e Biso. Per il resto difficilmente Moriero adotterà uno schieramento tattico diverso dal solito 4-2-3-1 con Santoruvo terminale offensivo dietro i tre Troianiello, Mazzeo e Basso. Servono punti e morale al Frosinone, ma la gara di oggi non si preannuncia per nulla facile. Andrea Mastrantoni

CLASSIFICA Lecce Sassuolo Grosseto Cesena Ancona (-2) Brescia Cittadella Modena Torino Empoli Vicenza Ascoli Albinoleffe Frosinone Triestina Crotone (-2) Padova Piacenza Gallipoli Reggina Mantova Salernitana

49 48 47 45 45 45 42 42 41 41 39 39 38 38 36 35 34 34 34 33 31 22

BASKET LEGADUE

Prima Veroli a Jesi per uno scontro d’alta quota VEROLI - E’ proseguita senza particolari problemi la settimana d’avvicinamento al match di questa sera contro la Fileni Jesi con Cancellieri che finalmente dopo i problemi della scorsa settimana ha potuto lavorare con il gruppo al completo avendo quella giusta intensità in allenamento che costituisce un elemento imprescindibile per centrare gli obiettivi prefissati. Nell'anticipo del PalaTriccoli di Jesi la squadra giallo rossa ha la ghiotta opportunità di strappare una vittoria in trasferta fondamentale per rosicchiare altro terreno prezioso alle squadre che la precedono nell'alta classifica a sette giornate dal termine della fase regolare. Jesi-Veroli è sfida sentitissima e la squadra marchigiana di coach Bartocci ci ar-

Bargnani trascinatore I Raptors sorridono Dopo cinque sconfitte di fila, tornano al successo i Toronto Raptors di Andrea Bargnani. È proprio il cestita italiano il grande protagonista della sfida all’ultimo respiro contro gli Atlanta Hawks con i suoi 22 punti (miglior realizzatore per i canadesi) e 11 rimbalzi. Gallinari centra il tiro della vittoria.

riva in un buon momento (4 vittorie 11.00 presso il PalaCoccia prima nelle ultime 6 gare) ma ancora mar- della partenza delle ore 15 alla volta toriata dagli infortuni: out di nuovo di Jesi. Undici i convocati, in pratica gli stessi a reWaleskowski (si ferto del match parla di altri 30vittorioso con40 giorni) , anche tro Scafati, per Gabini è fortela trasferta mente in dubbio. nelle Marche. Discorso diverso Sono: Nissim invece per la 13, Rosselli 13, squadra laziale Gatto 8, Hines di coach Cancel17, M. Rossi 11, lieri vincitrice M. Gigena 8, Sidella Final Four meoli, Foiera 2, Reale Mutua Draper, PluCup 15 giorni fa mari, Fall. Vigie in campionato rovinata con Scafati pur Il capitano della Prima Ivan Gatto lia però da uno senza Draper che rientrerà invece proprio a Jesi. spiacevole episodio. La società della Ieri mattina seduta tecnica alle ore Prima Veroli ha comunicato infatti

che nella notte tra giovedì e venerdì i locali e gli spogliatoi del PalaCoccia in uso dalla società hanno subito un furto di materiali. Nella fattispecie sono stati sottratti medicinali, sali minerali, borse mediche e televisori, tutto materiale che doveva essere portato nella trasferta di Jesi. La triste scoperta poco prima che iniziasse l’allenamento mattutino della squadra da parte del Direttore Organizzativo Ferencz Bartocci che tempestivamente si è recato presso la stazione dei Carabinieri di Veroli per effettuare regolare denuncia dell’accaduto. Per gli appassionati di basket e i tifosi giallorossi ricordiamo che la gara Jesi – Veroli verrà trasmessa in diretta web su starchannel.it a partire dalle 20.30. A.M.

Tennis, morto Lombardi Era affetto da Sla Il tennis italiano è in lutto. A 59 anni è morto Roberto Lombardi, ex numero sette d'Italia e direttore della Scuola Nazionale Maestri.Lombardi da diversi anni era ammalato di Sla, e nonostante la malattia aveva continuato a lavorare con coraggio insegnando e raccontando il suo mondo, quello del tennis.


S P O RT CICLORADUNO SOLIDALE

Stamane alle 12 al via la nona edizione dell’iniziativa promossa dall’Associazione Culturale Eqo

Cassino accoglie la primavera in bici La manifestazione promuove l’uso di mezzi ecologici per una migliore qualità della vita CASSINO - E’ ormai tradizione per la città di Cassino salutare la primavera in arrivo col massivo cicloraduno organizzato dall’Associazione Culturale Eqo, che apre la stagione delle numerose attività a cielo aperto dell’anno e si ripete, meteo permettendo, pressappoco una volta al mese fino all’autunno successivo. L’appuntamento è fissato per stamane alle 12, orario di partenza per la manifestazione alla quale prenderanno parte i tanti appassionati della pratica sportiva del ciclismo provenienti da tutta la provincia che accolgono sempre più favorevolmente questa inizativa giunta ormai alla nona edizione. Si tratta essenzialmente di una passeggiata collettiva in bicicletta, un evento che si colloca a metà tra puro intrattenimento e manifestazione di protesta, volto a promuovere l’uso di mezzi ecologici tra i residenti; un giro in lungo e largo

per le strade della città, quindi, che culmina col ritrovo dei ciclisti in uno degli spazi verdi della zona, per ascoltare buona musica dal vivo e mangiare qualcosa godendo del primo sole primaverile.Giunta alla nona

edizione, l’amata biciclettata nella sua amichevole semplicità sembra accogliere di volta in volta maggiori consensi da parte soprattutto dei giovani, delle Università e scuole e di tutte le associazioni attive nella provincia di Frosinone, radunando un numero incredibile di partecipanti in sella ai mezzi più bizzarri: dal classico tandem ai cosiddetti “risciò” fatti in casa, dai pattini a rotelle alle bici “d’epoca”: tutto è concesso al Cicloraduno, purchè sia al 100% sostenibile. L’iniziativa nasce circa tre anni fa e coinvolge sulle prime una quarantina di ragazzi, per lo più aderenti all’Associazione, nota per essere promotrice ed organizzatrice dell’Eqofestival: pensato come una manifestazione ripetibile con scadenze regolari, dalla primavera agli ultimi giorni caldi di settembre, il cicloraduno è rapidamente diventato fra gli appun-

tamenti più attesi della bella stagione con un bacino di utenza che abbraccia oggi ogni fascia

d’età. “Questa edizione è tra le più importanti mai organizzate”, secondo quanto riferito dal Direttivo dell’Associazione, “non solo per l’alta partecipazione prevista, ma in particolare per le vicende locali in corso: l’apertura di un Centro Sperimentale per lo smaltimento dell’amianto a pochi chilometri da Cassino è tra le più grandi preoccupazioni del momento. Da sempre noi cerchiamo di lanciare un messaggio profon-

damente distante da ciò che invece sta succedendo: desideriamo una qualità della vita migliore, e a giudicare dai risultati di questo genere di eventi, non siamo soli”. Il gruppo di ciclisti terminerà la passeggiata di quest’oggi presso le Terme Varroniane, e attenderà la mezzanotte di questa nuova primavera sulle note di Fabrizio De Andrè, cui è dedicato il tributo dal vivo dei musicisti locali. “Il 20 marzo ricorre una data importante - sostiene ancora l’Associazione Eqo - quella dell’inizio della Seconda guerra del Golfo con l'invasione dell'Iraq da parte delle forze angloamericane. Noi invadiamo la città, anzichè con i carri armati, con le nostre biciclette. E cantiamo la poesia di De Andrè per dire no a qualsiasi guerra”. Un motivo in più per partecipare ad una manifestazione che unisce tematiche sportive a quelle, decisamente più serie, di carattere sociale.

CALCIO SCOMMESSE

CALCIO PROMOZIONE

CALCIO LEGA PRO

Gli anticipi della serie A

Entusiasmante lotta a tre per la vittoria del campionato L’Aquino di Fasani tenta lo sgambetto alla capolista

Per gli azzurri test a Vasto

In via del tutto eccezionale saranno tre gli anticipi di serieA del sabato.Tutte sfide affascinanti, ma da prendere con le molle.L’Inter,dopo l’impresa di Londra, cerca il riscatto anche in campionato al Barbera di Palermo. Avendo qualche dubbio sulla tenuta fisica dei nerazzurri, opteremmo per il pareggio (3,30), che sarebbe oro per i rosanero. Somma gol pari (1,80) per rischiare meno. Roma e Fiorentina, entrambe impegnate rispettivamente con Udinese e Genoa, hanno in comune assenze rilevanti per la fase difensiva. Ragion per cui per tutte e due le sfide piazziamo“segna gol squadra ospite si”, che vale 1,52 nella prima e 1,48 nella seconda. Completiamo il quadro pescando in Inghilterra. Ci sta la X2 in Portsmouth-Hull, perché i padroni di casa, penalizzati di nove punti, sono ormai retrocessi. Nelle serie minori tre belle singole:l’over di Doncaster-Sheffield Utd (1,95) e i 2 di Grimsby-Bournemouth e Crewe-Notts County, entrambi a 2,10. L.T.

Si prospetta un finale di campionato incandescente quello del girone H di prima categoria. La scorsa giornata ha infatti rimescolato le carte, ricompattando le prime tre della classe, per effetto della sconfitta del Sant’Apollinare a Piedimonte e della vittoria del Tecchiena sulla capolista Paliano. Ora la classifica recita: Paliano 48, Sant’Apollinare 47, Tecchiena 45. Il tutto proprio quando il Sant’Apollinare sognava di sfruttare un turno apparentemente favorevole, in virtù dello scontro diretto che avrebbe inevitabilmente tolto punti ad almeno una delle due contendenti. E invece la squadra di mister Zollo ha confermato il suo periodo di basso profilo (per quel che riguarda i risultati):

sono solo sei i punti conquistati nelle ultime cinque partite. Tutto ciò ha ridato linfa alle aspirazioni del Tecchiena che, sorniona, piazzando la terza vittoria di fila, si può permettere ora di lottare per il primato. Nella giornata di domani è difficile capire quale delle tre battistrada incontri meno difficoltà. Tecchiena e Sant’Apollinare saranno impegnate in trasferta, la prima a Ceprano, la seconda sul campo di un Ferentino bisognoso di punti salvezza. Il Paliano è l’unica delle tre che potrà beneficiare del fattore campo, ma giocherà contro un avversario più quotato di quelli delle altre, vale a dire l’Aquino, che ancora crede nei play off. “Siamo rimasti a cinque lunghezze dal quinto posto. – ci dice l’allenatore aquinate Fasani

– Purtroppo quelli contro la Lapisebamolese sono stati altri due punti persi. Tuttavia a Paliano ci aspetta una bella sfida, che giocheremo al massimo. L’obiettivo, nelle sette partite che mancano, è quello di toglierci più soddisfazioni possibili”. Per riconquistare la vetta, al Sant’Apollinare, oltre che le proprie forze, servirebbe anche che l’Aquino faccia uno scherzetto in casa della capolista. Delle altre due compagini del cassinate, può vantare una classifica tranquilla il Real Piedimonte, che giocherà ad Arpino libero da pressioni. Sarà in cerca di punti salvezza invece il Cervaro, ma sarà dura conquistarne a Veroli, con i locali decisi a mantenere il quarto posto, che significa play off. Luca Tedeschi

Inter, ecco il Cska Mosca Se passa Barca o Arsenal

Juve contestata a Londra Del Piero:“Stagione no”

Nerazzurri fortunati al sorteggio ma in semifinale ci saranno probabilmente i campioni catalani. Andata in casa per la squadra di Mou. Gli altri quarti: Lione-Bordeaux, Bayern-Manchester e Arsenal Barcellona. L'ad nerazzurro Paolillo: "Attenzione, non sottovalutiamo i russi: sono a inizio stagione quindi più riposati, e giocheranno il ritorno a casa loro”.

Un gruppo di ultrà ha circondato il pullman della squadra a fine gara prendendo di mira Cannavaro e Zebina, che dice: "Sono stato insultato da una trentina di teppisti e razzisti, ho mostrato il dito medio, chiedo scusa ai bambini". Zaccheroni: "Mi dispiace, ci tenevo alla coppa". Il capitano: "La stagione più difficile dopo quella dell'esonero di Lippi".

Il Cassino, ieri pomeriggio, ha svolto la consueta seduta di allenamento pomeridiana del venerdì che precede il secondo test amichevole programmato per questo fine settimana. Gli azzurri infatti questa mattina, con inizio previsto per le ore undici, scenderanno in campo allo stadio “Aragona” di Vasto per un’amichevole contro i pari categoria abruzzese. I biancorossi che annoverano tra l’elenco degli ultimi arrivati l’ex cassinate Antonio Croce, sono impegnati nel girone B della seconda divisione: l’obiettivo è quello di evitare la roulette dei play-out con un finale di stagione in crescendo. Al momento il vantaggio è risicato; il misero punticino di margine nei riguardi della quartultima non permette agli adriatici di dormire sonni tranquilli. In casa Cassino da valutare le condizioni degli acciaccati Lolli e Jefferson che potrebbero essere tenuti a riposo come accaduto contro l’Arce al Salveti.

15

ANNO I - N° 18

SABATO 20 MARZO 2010


ALLA REGIONE LAZIO P O OL IN N RE ESIIIDE DE E N TE POLVERINI PO OLVER V R RIN NII PRESIDENTE P PRE ESI EN NTE E LVER ID

FAMIGLIA SOCIALE LAVORO SANITA

“C mbia la “Cambia la Regione, R Reg gion i ne, all Ce C Centro entr tro cii seii Tu!” Tu!”

lagazzettafrosinone200310a  

Formisano (Udc) interroga il ministro IL TAPIRO DEL GIORNO A SIMONE COSTANZO Sora-Ferentino, Iannarilli si scusa DISTRIBUZIONE GRATUITA SABA...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you