Page 1

Tra i vini più venduti non ci sono i ciociari

Isola Liri, denunciati 6 tifosi del Catanzaro

ROMA - Cesanese del Piglio, Passerina del Frusinate, Cabernet e Merlot di Atina, tutti vini di ottima e accertata qualità della provincia ciociara, non compaiono tra quelli più venduti dalla grande distribuzione nella regione Lazio. A conferma di una persistente marginalità che affligge il comprensorio frusinate. PAG. 2

ISOLA DEL LIRI - A conclusione delle indagini avviate dopo gli scontri avvenuti lo scorso 25 ottobre in occasione della partita di calcio Isola Liri-Catanzaro, i Carabinieri hanno denunciato 6 tifosi ospiti appartenenti a frange ultras ritenuti responsabili di aver causato lesioni a 3 persone del posto. PAG. 13

ANNO 1 - N° 10 VENERDÌ 12 MARZO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Poligrafica Ruggiero 83100 Avellino (Av)

Ospedale modello Parola di Scalia

www.lagazzettafrosinone.it IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI Frosinone è una città sempre più sporca, brutta, inquinata, congestionata dal traffico. I servizi di trasporto pubblico funzionano poco e male e per spostarsi dalla parte bassa al centro storico ci si impiega un lasso di tempo inenarrabile, indegno di un capoluogo di provincia. Intanto il famoso ascensore inclinato resta desolatamente fermo al palo in attesa di un avvio definitivo che, malgrado le promesse, tarda ad arrivare. Intanto il Frosinone continua a disputare il suo campionato di serie B in un campo di patate come il Matusa. Intanto...

L’OSCAR DEL GIORNO A MONS. FILIPPO IANNONE Mons. Filippo Iannone, vescovo di Sora, Aquino e Pontecorvo dallo scorso mese di settembre, sta girando in lungo e in largo il territorio della sua diocesi conquistando tutti con la sua disponibilità, il suo sorriso e la sua simpatia. La sua voglia di stare in mezzo alla gente, di dialogare, di conoscere e di incontrare persone di tutte le condizioni sociali contrasta non poco con l’atteggiamento più distaccato tenuto dal suo predecessore che non era di certo un “mostro” di simpatia. Se il buon giorno si vede dal mattino mons. Iannone sarà davvero un ottimo vescovo.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO La svolta del centrodestra su ambiente, energie rinnovabili e sul ciclo dei rifiuti

Abbruzzese: si punti sull’energia pulita FROSINONE - “Su ambiente, energie rinnovabili e gestione del ciclo dei rifiuti la politica del centrodestra intende operare una svolta”. Ad affermarlo è Mario Abbruzzese, candidato alle prossime elezioni regionali del Lazio del 28 e 29 marzo. “La difesa dell’ambiente - ha continuato l’esponente del Popolo della Libertà - rappresenta una miniera di opportunità lavorative e la politica, in questo particolare momento di crisi economica, deve assolutamente guidare il processo di cambiamento per far scoprire al nostro territorio una miniera di opportunità, utili a rilanciare la nostra economia e a creare nuovi posti di lavoro. Dati recenti - ha affermato Mario Abbruzzese - ci dicono che decine di nuove professioni di alto profilo sono strettamente legate alle questioni ambientali. In Europa sono oltre 400mila le persone impiegate in questo settore, anche se in Italia, rispetto alle decine di migliaia impiegate in Germania, Spagna e Danimarca, ci si ferma solo a 1700 lavoratori nel fotovoltaico e a circa 3000 nel solare termico. Dobbiamo assolutamente tornare a salvaguardare l’ambiente e ad incrementare le energie alternative, che devono diventare, anche nella nostra zona, un investimento che

Mario Abbruzzese (Pdl) investa nuove competenze in tema di formazione e lavoro. Il risparmio energetico deve cominciare dalle nostre case, applicando le innovazioni che l’architettura e l’ingegneria moderna hanno elaborato negli ultimi anni. Sono personalmente convinto - ha conti-

nuato l’esponente del Pdl - che il decollo del Piano casa rappresenta una grande occasione per intervenire non solo sulle nuove costruzioni, ma anche su quelle già esistenti, attraverso una riqualificazione fondata sulla demolizione e ricostruzione sulla base di criteri di bioarchitettura. Sono sempre di più i pannelli fotovoltaici installati dai privati che, oltre a produrre energia pulita, si sono liberati del peso della bolletta dell’elettricità”. Abbruzzese ha le ide molto chiare in merito, è per questo che uno dei punti cardine del suo programma politico-elettorale è incentrato sulle energie pulite e rinnovabili. “Vi sono altre energie, di grande potenzialità, oggi sottoutilizzati e di cui ora si sta iniziando a comprendere il valore ed i possibili vantaggi. Le biomasse, ad esempio, sono una delle “scelte” su cui l’Unione Europea ha deciso di investire molto per ridurre la propria dipendenza energetica dalle importazioni extra comunitarie. Il ciclo integrato dei rifiuti è, in questo momento, la priorità che richiede un impegno serio sulla raccolta differenziata e scelte responsabili per quanto riguarda la realizzazione di termovalorizzatori a basso impatto ambientale”.

La Destra, una nuova fase alla Regione FROSINONE - Come preannunciato da Antonio Abbate, candidato alle regionali, l'appello che La Destra sta rivolgendo ai cittadini in questa campagna elettorale è incentrato sulla necessità di invertire la negativa tendenza del governo di centro sinistra che ha relegato il Lazio ad un ruolo di marginalità economica e sociale senza precedenti. "Una Regione più sicura - spiega il candidato de La Destra alla Regione Lazio Antonio Abbate - che sappia predisporre programmi di controllo sulla immigrazione, creando corsi di educazione civica per chi entra nella nostra Regione; più sociale, attraverso l'attuazione di politiche concrete per la realizzazione del Mutuo Sociale, la costruzione di alloggi popolari da destinare alle famiglie italiane, inserendo il criterio della Preferenza Nazionale. Una Regione che guardi ad un equo sviluppo, pro-

10 ANNO I - N° 11 VENERDÌ 12 MARZO 2010

grammando interventi di sostegno per le aziende presenti nella Regione Lazio in difficoltà, sensibilizzandole all'introduzione della partecipazione agli utili per i lavoratori. Una Regione sensibile alle politiche di tutela dell'ambiente, capace di attuare uno sviluppo sostenibile, che fissi quale priorità inderogabile il benessere delle nostre comunità, garantendo il rispetto dell'Ambiente e contrastando l'operato di quelle industrie che inquinano e non vengono punite. Una Regione che nella gestione della Sanità, recuperandone la centralità, quale servizio essenziale per i cittadini, sappia renderla più efficiente ed 'umana', nell'ottica di un servizio pubblico per la collettività. Con la convinzione che essa non può essere vista come un'azienda che mira al profitto per manager da stipendi astronomici, che non può continuare ogni anno a subire la chiusura degli

ospedali operati dalla Sinistra, ma deve essere Sanità per i Cittadini, senza sprechi e malagestione. Una Regione capace di inclusione sociale nel proprio modello di governo, che sappia definitivamente riconoscere come urgente il sostegno alle famiglie, riconsiderare la necessità, di fronte ad un bene primario e vitale come l'acqua, di scongiurarne la speculazione garantendo tariffe sociali e rendendo più efficace il controllo pubblico. Su queste priorità continua avvincente la campagna elettorale dei cinque candidati de La Destra frusinate, Antonio Abbate, Evelina Coppola, Massimiliano Fiorini, Lorenzo Mascolo ed Enrico Trulli che, convinti della grande opportunità rappresentata dall'elezione a presidente di Renata Polverini, si battono, nel nome di Francesco Storace, per contribuire alla sua vittoria, per la costruzione di un Lazio migliore".

Fiorito (Pdl): tutelare il diritto al lavoro in assoluta sicurezza ANAGNI - Una Task Force sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. E’l’idea lanciata dalla Polverini candidata del centrodestra alla Presidenza della Regione Lazio e sostenuta dal consigliere regionale uscente in quota Pdl e nuovamente in corsa per un posto alla Pisana, l’onorevole Franco Fiorito.Valutazione dei dati sino ad oggi raccolti, a seguito delle specifiche attività espletate dagli appositi gruppi preposti; monitoraggio sull’andamento del fenomeno degli infortuni sul lavoro, con particolare rilievo ai casi che interessano la nostra regione sono solo alcune delle iniziative che, a detta dell’onorevole Fiorito, andrebbero intraprese per “tutelare il diritto al lavoro in assoluta sicurezza”.“I dati emersi dagli studi effettuati sinora – argomenta l’onorevole del Popolo della Libertà – indicano un andamento complessivamente positivo con una tendenziale riduzione di questo grave fenomeno e sono in linea con quelli rilevati dall’Osservatorio regionale sulla sicurezza e la prevenzione sui luoghi di lavoro. Nonostante questo non bisogna assolutamente abbassare la guardia, anzi occorre lavorare per offrire maggiori garanzie”. Interessante anche l’iniziativa che tempo fa lo stesso prefetto di Frosinone Maddaloni ha lanciato e che l’onorevole Fiorito ha deciso di sposare appieno: “E’ necessario concretizzare un progetto che preveda la realizzazione di un flusso ‘via e-mail’delle comunicazioni inerenti agli infortuni tra Inail e servizio di Pronto soccorso e una sorta di sinergia d’azione con l’Asl per l’esecuzione degli accertamenti di verifica delle malattie professionali”.“Ciò che conta più di tutto – ha chiosato il consigliere regionale in corsa alle elezioni di fine marzo – è garantire un’efficace e sinergica azione di contrasto nei confronti di tale grave fenomeno.Andranno pertanto definite le iniziative da attuare e valutati i risultati acquisiti dai vari studi di settore. La sicurezza sul posto di lavoro dovrà essere un punto fermo dell’azione di governo regionale. Solo con una crescente sensibilità e una maggiore diffusione della cultura sulla sicurezza nei luoghi di lavoro si potrà debellare questo triste fenomeno che tutt’oggi miete vittime”. Partire dal monitoraggio, dunque, per conoscere e approfondire le cause che sono alla base di tale grave fenomenologia. “La Ciociaria purtroppo è stata martoriata da eventi tragici sui luoghi di lavoro. Troppe le vittime che ad oggi si contano.Tristi dati che vanno assolutamente arrestati. In virtù e nel pieno rispetto del decreto-legge sulla sicurezza sul lavoro – sostiene infine il consigliere regionale uscente – anche la Regione Lazio è chiamata a svolgere il ruolo di garante e di supervisore. E’ ora che l’ente della Pisana faccia sentire la propria voce su un tema assai delicato e ricco di responsabilità”.

Arrestato un boss del clan dei Licciardi

Convegno dedicato a Michelstaedter

FROSINONE - La squadra mobile di Frosinone ha arrestato, a Bologna, Ciro Russo, latitante, ricercato da 15 anni ed esponente del clan camorristico partenopeo dei Licciardi. Da diverso tempo gli investigatori erano sulle sue tracce dell’uomo. Russo viene ritenuto un punto cardine dello spaccio internazionale di droga.

ALATRI - Organizzato dall'assessorato alla Cultura si svolgerà venerdì 12 marzo, alle 16,30, nell'aula consiliare in piazza Santa Maria Maggiore una giornata di studi su Carlo Michelstaedter attraverso la presentazione del volume "E sotto avverso ciel luce più vera. Carlo Michelstaedter tra nichilismo, Ebraismo e Cristianesimo"?


FROSINONE L’assessore Scalia elogia la gestione virtuosa della giunta regionale di centrosinistra

“Il nuovo ospedale un polo d’eccellenza” Domenica blocco del traffico, tutti a piedi o in bicicletta FROSINONE - In occasione del blocco del traffico previsto per domenica 14 marzo, l´assessorato allo sport del comune di Frosinone organizza un duplice appuntamento sportivo consistente in una pedalata e una camminata ecologica. La pedalata partirà dalla villa comunale alle ore 10.00 e si snoderà per le vie della parte bassa della città fino alla chiesa della Sacra Famiglia, in via Marittima, per poi tornare al punto di partenza dove sarà allestito un punto ristoro offerto dall´assessorato allo sport. Il raduno e la partenza della camminata ecologica saranno previsti presso lo stadio Casaleno alle ore 9.30. Il corteo farà ritorno presso lo stesso punto di partenza dopo essere transitato nella parte bassa della città. Le iniziative saranno possibili grazie alla collaborazione del comitato Colle Cottorino, il Gruppo Sportivo Capogna premiazioni, la Fidal, la podistica Oro Fantasy, il corpo della polizia locale e la Protezione Civile.

FROSINONE – “Il nuovo ospedale di Frosinone è il modello della gestione virtuosa della regione Lazio da parte della giunta di centrosinistra”. A parlare così è l’assessore Francesco Scalia, a pochi giorni dall’apertura del nuovo nosocomio della città capoluogo. “La nuova struttura ospedaliera è un polo sanitario d’eccellenza – continua l’assessore – al di là delle speculazioni propagandistiche della destra.”. Elenca una serie di numeri e di indicatori a sostegno della sua tesi Scalia, paragonando il nuovo ospedale al vecchio Umberto I: “Il nuovo ospedale di Frosinone conta 44 posti in più rispetto all’Umberto I, che passano a 101, se si considera la struttura adiacente. Spazi più ampi, con metratura complessiva raddoppiata, 11 sale operatorie al posto delle 5 precedenti. E’ poi un Dea di II livello, con reparti specialistici come la Chirurgia vascolare, la Neurologia, il moderno Pronto soccorso ed i reparti di Medicina: Terapia Intensiva cardiologica e Rianimazione, aumentati nella qualità delle prestazioni e nei posti letto”. Proprio sui posti letto si sofferma l’assessore: “Ci saranno camere singole e doppie e non più camerate come all’Umberto I, tutte dotate di bagno interno. Una strut-

tura che si caratterizza per l’attenzione alla dignità del malato e delle sue esigenze. Non solo, è realizzata nel rispetto delle più avanzate tecniche antisismiche, infatti è stata presa a modello da uno studio del Sole 24 ore”. E poi i tempi: “Il nuovo ospedale di Frosinone – conclude l’assessore re-

gionale - è stato costruito con una tempistica record. In soli quattro anni, progettazione e realizzazione. Questo significa amministrare, questo significa far crescere un territorio, questo significa fare politica al servizio della gente. E questo lo ha fatto il governo regionale di centrosinistra”. Pompeo Di Fazio

Uccisa dal monossido di carbonio Disagi in città, il dottor Lunghi scrive al sindaco Manuela Nanni è morta in un agriturismo del pistoiese FROSINONE - Probabilmente Manuela Nanni, la 36enne di Frosinone il cui corpo senza vita è stato trovato in un agriturismo a Serravalle Pistoiese il 13 dicembre scorso, è morta a causa delle esalazioni di monossido di carbonio. La donna, residente a Lodi, aveva trascorso un fine settimana nell’agriturismo Villa Bracali, di Serravalle Scrivia. Il suo corpo senza vita era stato scoperto dal titolare, il quale aveva dato immediatamente l’allarme. Adesso, passati tre mesi, la perizia tossicologica ha stabilito che la morte è stata provocata da un’intossicazione di monossido di carbonio. Il pubblico ministero, titolare delle indagini, ha disposto una perizia tecnica sull’impianto di riscaldamento. Il titolare dell’agriturismo e quello della ditta che ha realizzato l’impianto sono stati iscritti nel registro degli indagati.

Maratona per salvare la selva di Paliano COLLEFERRO - Continuano le iniziative di sensibilizzazione e rilancio in favore del Parco naturale la selva di Paliano. Domenica 14 marzo 2010, appuntamento a Colleferro per la manifestazione maratona di primavera. Tutti coloro che parteciperanno indosseranno un maglietta scon scritto “salviamo la selva”

Dal dottor Sandro Lunghi riceviamo ed integralmente pubblichiamo: "Caro Sindaco, non è la prima volta che io, in prima persona, mi sono dovuto interessare dello stato di grave disagio e sofferenza che tutta la popolazione residente nella parte alta della ns Città, pur risiedendo in una zona tranquilla e residenziale, è costretta a vivere una vita di grossi sacrifici tra i quali spiccano i seguenti: per raggiungere le rispettive residenze devono sottoporsi a sacrifici per il ristretto accesso stradale costituito per il doppio parcheggio sui due lati della carreggiata causa le numerosissime autovetture posteggiate giorno e notte dimenticandosi ciascun abitante del luogo, che al termine ultimo della suddetta strada esiste il Liceo Classico. A tutto questo c'è da aggiungere che risalendo il vicolo di Colle S. Pietro, e dovendo ancor più risalire la vecchia scalinata intitolata a Giuseppe Iaboni, c'è da mettersi le

mani ai capelli per il degrado dei diversi gradini frantumati nei bordi e pericolosi nello scendere: tutto ciò senza che nessuno dell'Ufficio Tecnico o vigili Urbani si sia mai accorto di tale disagio per quei cittadini che dovessero usufruire della suddetta scalinata. E' inutile aggiungere che le stesse pareti di sostegno che affiancano la suddetta scalinata sono talmente insozzate da creare vergogna per quei cittadini che ancora oggi non

Corso di arte presepiale a Sora SORA - Una full-immersion nell’affascinante mondo dei presepi. Domenica 14 marzo 2010, a partire dalle ore 10, il palazzo comunale di Sora ospiterà la mostra degli elaborati realizzati dagli allievi e dai maestri di “Presepiando”, il 1° corso di arte presepiale curato dall’Associazione culturale “La Cometa” .

amano il disastro ecologico quando i loro occhi si rivolgono all’attiguo ascensore bloccato da sempre e ripieno di scritte dai "contenuti irripetibili ". Tutto quanto elencato esprime malessere in cui sono costretti a vivere le popolazioni del luogo che non fruiscono purtroppo del minimo rispetto da parte della giunta comunale i cui membri, quasi certamente, non avranno avuto la possibilità di visitare la zona residenziale della cosiddetta "Prebenda". Ed è mai possibile che nessuno degli uffici innanzi detti sia stato chiamato a fare un sopralluogo in questo quartiere facente parte di quelli più accreditati della ns città? Caro Sindaco, per quale ragione non fai in modo di farti accompagnare dal tuo autista e percorrere la strada di Via Acciaccarelli per raggiungere il Liceo Classico e provare a scendere la scalinata di G. Iaboni affinchè Tu possa davvero renderti conto se corrisponde a verità quello che ho descritto?? Resto in attesa di cortese riscontro e Ti porgo cordiali saluti".

I1

ANNO I - N° 11

VENERDÌ 12 MARZO 2010


FRUSINATE Gli ultras del Catanzaro aggredirono i tifosi dell’Isola Liri nel match dell’ottobre scorso

Scontri allo stadio, denunciati i responsabili ISOLA DEL LIRI - I carabinieri della stazione del comune isolano, a conclusione delle indagini predisposte dopo gli scontri avvenuti nel dopo gara della partita di calcio Isola del Liri-Catanzaro, disputato presso stadio comunale “Nazareth” il 25 ottobre scorso, hanno denunciato in stato di libertà 6 tifosi appartenenti a frange ultras della squadra ospite, di età compresa tra i 20 ed i 30 anni. Tutti ritenuti responsabili di aver provocato lesioni a tre persone del posto, con prognosi tra i 5 ed i 15 giorni, nonché di aver violato i dettami della legge 401 in materia di violenza negli stadi, per aver posto in essere un comportamento gravemente lesivo dell’ordine pubblico. Secondo gli inquirenti, i tifosi del Catanzaro, giunti a bordo di un pullman, sono scesi armati di bastoni e cinte dei pantal oni, aggredendo un gruppo della tifoseria biancorossa. L’individuazione dei responsabili è stata possibile grazie alle immagini video-fotografiche acquisite nel corso del servizio di ordine pubblico, svolto dai militari locali in collaborazione con i colleghi della

Anagni, 25 operai tornano a lavorare alla Biogress

Compagnia di Sora e quelli della Digos di Frosinone. I sei denunciati, unitamente ad altri 2 tifosi locali, anch’essi responsabili di comportamenti violenti, sono stati segnalati alla Questura del capoluogo ciociaro la quale provederàall’allontanamentodei violenti dai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive. Come si ricorderà i tifosi del Catanzaro scesi dal pullman con il

volto coperto da maschere di carnevale, e armati di bastoni e spranghe lanciavano alcuni petardi, bombe carta in mezzo alla gente aggredivano i tifosi locali. Per ristabilire l’ordine intervenivano le forze dell’ordine. Ci sono voluti alcuni mesi d’indagini per risalire agli autori, ma alla fine i Carabinieri sono riusciti ad individuare i responsabili delle violenze. Andrea Capobasso

Il vescovo Iannone per la prima volta ad Arce ARCE – Appuntamento imperdibile per i cristiani di Arce quello di domenica 13 marzo. Nella mattinata di tale giorno, infatti, il nuovo vescovo della diocesi Sora, Aquino e Pontecorvo, Mons. Filippo Iannone, verrà in visita, per la prima volta dal suo insediamento, ad Arce. C’è da premettere che non si tratterà di una visita ufficiale, o meglio pastorale, per dirlo nei termini religiosi, ma di un incontro informale, con il fine di conoscere da vicino la comunità parrocchiale del paese e ammirare le bellezze della Chiesa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo. L’alto prelato verrà accolto in primis dal parroco Don Ruggero Martini e avrà l’occasione di presentarsi ai fedeli arcesi, celebrando la messa delle 10:00. Ricordiamo come Mons. Filippo Iannone si sia ufficialmente insediato nella Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo il 20 settembre del 2009, sostituendo Mons. Luca Brandolini. Si tratta di un vescovo molto giovane, nato a Napoli nel 1957, ordinato presbitero il 26 giugno 1982. Prima di ricevere la carica di vescovo il 26 maggio 2001 fu eletto alla Chiesa titolare di Nebbi il 12 aprile dello stesso anno. Attualmente ricopre anche altri incarichi, quali: quello di membro del Consiglio per gli Affari Giuridici, Presidente del Comitato per l’edilizia di culto, Consultore della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica, membro del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. “Il Vangelo non è stato scritto per essere ricordato ma vissuto e la vera autorità consiste nell’essere primi per gli altri, non nel primeggiare per se stessi. Questa è la vera grandezza evangelica e l’episcopato è il nome di un servizio, non di un onore: al vescovo compete più il servire che il dominare” – queste le parole che avevano maggiormente caratterizzato il discorso di insediamento ufficiale di Mons. Filippo Iannone nella nostra Diocesi, lo scorso 20 settembre, a Sora, al cospetto di tanti fedeli accorsi per l’occasione. Si prevede una grande e numerosa accoglienza anche ad Arce. Luca Tedeschi

Fiuggi, Garofani presenta la sua lista FIUGGI - Sabato 13 Marzo alle ore 17,00 presso il teatro comunale della città termale la lista civica Fiuggi Futura presenterà il proprio candidato a sindaco Francesco Garofani, ex-consigliere provinciale del Partito Democratico, la la lista dei candidato consigleiri e il proprio programma amministrativo.

ANAGNI - Dopo alcuni mesi di fermo l’azienda farmaceutica Biogress riprende la produzione con il rientro di 25 lavoratori. Il responsabile dell’azienda, Luigi Olivieri, in vista dell’ormai imminente cessione della società al gruppo FarmaInvest, conferma che la trattativa sta quasi per volgere al termine e che per questo motivo era necessario che la fabbrica riprendesse l’attività lavorativa. Due sembrano essere le cordate di impenditori disposte a rilevare il gruppo farmaceutico: “Si tratta di un gruppo russo e uno italiano – afferma lo stesso Oliveri –. Entrambi hanno presentato le loro proposte. Uno ha già formalizzato il piano industriale che prevede la ripresa della produzione farmaceutica e l’ampliamento della produzione in altri settori, come quello cosmetico e degli integratori, per la qualcosa esistono già le strutture. L’altro piano, invece, deve essere ancora formalizzato”. Olivieri aggiunge, inoltre, che dopo la firma del contratto con il gruppo acquirente è previsto il reintegro raduale di tutti i lavoratori con i primi due mesi che saranno utilizzati per la verifica degli impianti e delle procedure per la garanzia degli assetti qualitativi di produzione.

Ceccano, nel laboratorio del liceo si costruiranno celle fotovoltaiche CECCANO - Il sole a scuola: costruire celle fotovoltaiche nel laboratorio del Liceo. E' su questa idea che i docenti di fisica e scienze del liceo fabraterno hanno stretto un'alleanza con l'università “La Sapienza” di Roma. Il lavoro nasce all’interno del progetto delle lauree scientifiche con lo scopo di stimolare le particolari vocazioni dei giovani attraverso la didattica laboratoriale. Nel liceo di Ceccano l’università di Roma “Tor Vergata” sperimenterà un laboratorio di orientamento e formazione di matematica, fisica e scienze. Con l’intenzione di potenziare l’interazione tra scuola e università e promuovere le eccellenze, il laboratorio si pone l’obiettivo di progettare, sperimentare e realizzare strumenti didattici ed empirici utili alla tematica del risparmio energetico e dell’impiego delle

Patrica, libro dedicato al sindaco PATRICA - In questi giorni si stà portando a termine lo scritto del libro dedicato al sindaco di Patrica. In questo volume si parlerà della personalità politica, intima e sentimentale del primo cittadino del paese lepino Stefano Belli, il tutto grazie all'autrice Paola Paniccia.

fonti energetiche rinnovabili, con particolare riferimento all'energia solare fotovoltaica, arrivando fino alla costruzione di un vero e proprio pannello solare. Al termine dell’esperienza agli studenti che avranno frequentato assiduamente sarà rilasciato un attestato di partecipazione che viene riconosciuto con un valore di 2 Cfu (credito formativo) all’atto delle iscrizioni ai corsi di laurea di matematica, fisica e scienze dei materiali presso l'università di Roma “Tor Vergata”. Il primo laboratorio in tal senso si è avuto lo scorso mercoledì 10 marzo nell'aula magna dell'istituto e ha visto come realtori il prof. Ivan Davoli, responsabile scientifico dell’università e quattro insegnanti del liceo fabraterno, Mariangela Tuzi, Maria Rosaria Di Salvatore, Graziella Bartolini e Nicolina De Angelis.

13 ANNO I - N° 11 VENERDÌ 12 MARZO 2010


S P O RT CALCIO SERIE B

Un violento temporale non ha permesso al Frosinone di allenarsi sul sintetico di Supino

Il maltempo si accanisce sui canarini Moriero ricorda il dirigente Mimmo Cataldo:“Ha fatto la storia del Lecce e del calcio italiano” FROSINONE - La squadra di Moriero è tornata ad allenarsi con l’intento di ingranare la marcia giusta. Serve continuita’ di rendimento al club ciociaro che al “Matusa” attende la visita del Piacenza. I biancorossi, reduci dallo scialbo pareggio di lunedi’ scorso contro la Reggina, occupano una posizione di classifica pericolosa e non possono permettersi ulteriori passi falsi. Dopo la brutta avventura capitata l'altra notte sulla Roma l'Aquila con il pulman rimasto bloccato causa neve, in questi giorni sono ripresi regolarmente gli allenamenti in ciociaria. Il maltempo continua a perseguitare il Frosinone. L'allenamemto di ieri, svoltosi presso il Centro Sportivo "La Selvotta" di Supino è durato appena quindici minuti, il tempo del riscaldamento e di qualche scambio di calciotennis, prima che un violento temporale costringesse tutti a rientrare negli spogliatoi. Unico assente Mattia Biso che sta lavorando a parte. Fermo anche Cordos

il quale si è limitato solamente a svolgere alcuni esercizi di ginnastica posturale. Alle 19 la squadra si è ritrovata presso l'Hotel Bassetto per iniziare il ritiro pregara, anticipato di un giorno. Oggi pomeriggio la rifinitura si terrà a porte chiuse presso lo stadio Casaleno. Intanto sono state rese note le designazioni arbitrali per la 29^ giornata del campionato di serie B in programma saFrosinone – Piacenza è stata affidata al Signor Gallione Emiliano della sezione di Alessandria. Il fischietto piemontese ha già diretto i canarini nella stagione in corso in occasione diTriestina – Frosinone 0-3. In settimana è giunta anche la brutta notizia della scomparsa di Mimmo Cataldo, che ha firmato pagine fondamentali per la storia del calcio leccese. L'improvvisa scomparsa del grande e storico dirigente leccese, ha avuto il suo eco di dolore anche in Ciociaria. Per la presenza evidentemente, dei due tecnici Francesco Moriero e del suo vice Luigi Garzya.

VOLLEY SERIE A2

Per la Globo niente da fare Roma non concede scampo

Cordos ancora fermo al palo "Mimmo- ricorda Moriero- è stata la persona che ha creato me e tanti altri giovani. Ha fatto la storia del Lecce e credo anche del calcio italiano. A me ha dato tanto, mi ha sempre consigliato anche quando non ero più a Lecce. Il calcio era la sua vita." Andrea Mastrantoni

MINIBASKET

Anagni, un torneo per avvicinare giovani e famiglie alla pratica della pallacanestro ANAGNI - Un weekend all’insegna del basket, per grandi e piccini, che si è concluso nel migliore dei modi. Un vero successo la prima edizione del torneo di minibasket “Il Canestro… è servito” si è chiuso domenica 7 marzo con un grande pranzo“sotto il canestro”del Centro SportivoAnagni Basket,con due tavolate di genitori e atleti riuniti per pranzare e chiacchierare, metabolizzando le esperienze raccolte in una domenica di minibasket senza soste. Anagni ha sfidato Colleferro nella gara d’apertura,mentre in contemporanea sull’altro campo si affrontavano le due “ospiti”, GSD TorvaianicaeUCBLanuvio.Gliistruttoridelle due società romane si sono confermati disponibili e felici di partecipare all’organizzazione di questo quadrangolare, che prosegue la serie di eventi sotto il marchio “Anagni Basket”. Altre due gare si sono svolte subito dopo, con avversarie le due vincentieledueperdenti,dandovitaadue match equilibrati e intensi,carichi di emozioni e di vitalità perché la posta in palio, per i miniatleti, era alta. Per gli organizzatori e gli istruttori,invece,l’obiettivo era già

I4 ANNO I - N° 11 VENERDÌ 12 MARZO 2010

raggiunto:vedereiragazzigiocareinsieme e divertirsi facendo una nuova esperienza, formativa oltre che ludica. Dalle ore 12.00 il torneo si è spostato sul campo del PalaCoge, lasciando libero il primo campo,che è stato adibito a “sala pranzo”, grazie alla

I giovani della Chimici Anagni preziosa collaborazione di uno staff collaudato di persone; per la maggior parte appassionati, che hanno occupato il loro tempo libero trasportando moquette, tavoli,sedie e piatti,conl’obiettivocomunedi rendere ancora più speciale la giornata.Al termine delle gare, i 60 miniatleti hanno

Real, aria pesante Pellegrini traballa? Dopo l'eliminazione del Real Madrid ad opera del Lione, sui media spagnoli la parola più ricorrente è "fracaso": fallimento, disfatta, caduta. L'allenatore Pellegrini viene duramente criticato dalla stampa, la moglie di Kakà e il suo portavoce lo attaccano online ma la gente nei sondaggi lo difende.

preso posto,con le loro famiglie,ed iniziato il pranzo: questo il vero momento di coesione tra i bambini presenti. “Abbiamo studiato una nuova iniziativa per far appassionare ancora di più le famiglie allo sport della pallacanestro – dichiara il presidente Tommaso Di Palma – Per questo è stato organizzato un quadrangolare in occasione dell’importante gara di domenica scorsa con ilVado Ligure ed è stata una vera soddisfazione vedere tutte le squadre e i loro accompagnatori seduti sugli spalti durante il match e scendere in campo nell’intervallo per la premiazione. Ci saranno altre occasioni anche nelle prossime gare per fidelizzare i nostri appassionati a seguirci in tutte le iniziative, non solo nelle gare delle prime squadre”. La giornata si è conclusa con la premiazione dei partecipanti al centro del campo,nell’intervallo del match di serie B dilettanti maschile tra Romana Chimici Anagni e RivieraVado Ligure,che il quintetto di coach Nunzi ha vinto grazie ad un ottimo quarto periodo,trascinata da Bruni eRomanoalsuccessonumero11nelleultime 12 gare. andr. mastr.

M.ROMA VOLLEY: Paolucci, Poey 20, Postiglioni 9, Yosifov 8, Portuondo 10, Cesarini (L), Mor, Morelli, Rossi n.e., Segnalini 3, Rossini n.e., Renzetti n.e.. I All. Andrea Giani, II All. Mauro Budani. B/V 6, B/S 16, muri 12. GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Scappaticcio (K) 2, Anderson 9, D’Avanzo 7, Di Marco 4, Argilagos 6, Libraro 2, Gatto (L) , Nonne, Bartoli 2, Costantino, Santucci, Lattanzi 1. I All. Alberto Gatto, II All. Maurizio Colucci. B/V 2, B/S 13, muri 4. ARBITRI: Astengo Giulio, Falzoni Alberto. PARZIALI: 25-23 (’27); 25-20 (’25); 25-17 (’23). ROMA - Circa 700 spettatori hanno vissuto intensamente la contesa tra Roma e Sora. Alla fine esultano i tifosi romani in questo turno infrasettimanale. Partita che ha messo in palio la supremazia regionale: la compagine capitolina si è imposta per tre set a zero pareggiando i conti dopo la sconfitta subita nell’andata in Ciociaria. Le due squadre hanno giocato con lo stesso obiettivo: fare punti per restare ai vertici della classe ma nell’intento è riuscita solo la formazione del presidente Mezzaroma. Allo starting six mister Giangio schiera Paolucci al palleggio opposto a Poey, al centro Postiglioni e Yosifov, di banda Portuondo e Segnalini in sostituzione dell’infortunato Zaytsev, libero Cesarini. Coach Gatto risponde con la diagonale Scappaticcio-Anderson, i centrali Di Marco-D’Avanzo, i martelli ricettori Libraro e Argilagos e il libero Michele Gatto. La gara si avvia all’insegna degli errori da entrambe le parti con Sora molto più concreta nelle finalizzazioni. 4-8 al primo technical time out dove i 4 punti di Roma sono tutti regali degli ospiti grazie alle battute out di Scappaticcio, Libraro e Anderson. Il vantaggio sorano arriva a +6 sul punteggio di 6-12 ma la M.Roma si riporta sotto 11-12 pur non realizzando punti diretti. Infatti sono ancora gli errori a decidere le sorti dei padroni di casa: dei 5 punti del breakriaggancio 4 sono errori Globo. Al rientro in campo dal secondo tempo tecnico di sospensione del gioco, 14-16, l’opposto cubano, Poey, sale in cattedra mettendo a segno una parallela e ben 3 ace per il sorpasso Roma, 19-16. Mister Gatto effettua un doppio cambio sostituendo la diagonale palleggiatore opposto e con Bartoli e Nonne in campo le squadre ritornano in parità, 20-20. È il solito Poey ad archiviare il parziale nell’azione successiva, 25-23, 9 i punti nel set per lui. Più equilibrato l’inizio del secondo parziale. Sora mantiene il vantaggio di 3 lunghezze fino all’11-15 quando in campo si comincia a ballare la salsa e a parlare cubano con Poey in battuta (5 pt/set) e Portuondo (6pt/set) in attacco mattatori indiscussi, 15-15. Si lotta ora punto a punto soprattutto nel settore centrale con D’Avanzo e Di Marco ma soprattutto con Postiglione che sul 20-20 si porta in battuta e ci rimarrà fino al 25-20 quando l’altro centrale suo compagno di squadra Yosifov in primo tempo chiude il set. Prende il largo la M.Roma che al secondo tempo tecnico di sospensione è 16-10 e continua a dilagare imponendosi sul proprio campo. È il solito Poey a portare i capitolini al primo degli 8 sisal match point a disposizione con un mani-out sul muro sorano. Il neo entrato Alessandro Bartoli chiamato al servizio spreca e manda out la palla che aggiudica per 3-0 il derby alla M.Roma Volley. A Sora non resta che archiviare questa battuta d’arresto e ripartire con la stessa determinazione mostrata negli impegni precedenti. andr. mastr.

Ginobili troppo forte Gallinari si arrende Brutta serata per gli italiani dell'Nba. I Knicks di Gallinari sono stati infatti sconfitti 97-87 dai San Antonio Spurs, mentre i Raptors di Bargnani e Belinelli hanno perso 113-90 in casa dei Sacramento Kings.Dopo la buona prestazione offerta contro gli Hawks, i Knicks lottano anche a San Antonio ma non riescono a fare lo sgambetto agli Spurs.


S P O RT CALCIO LEGA PRO

Il tecnico del Cassino ha provato nel galoppo in famiglia l’undici che affronterà l’Igea Virtus

Pellegrino fa le prove generali Jefferson rimedia una botta al ginocchio ma la sua presenza in campo non è in dubbio Il punto sul settore giovanile CASSINO - E’ finalmente tornata a gioire dopo un lungo digiuno la formazione azzurra della Berretti capace di imporsi col pirotecnico punteggio di tre a due sul campo del Giulianova grazie ad una doppietta di Tomassi ed a una rete di Umani. Domani il Cassino ospiterà la Cisco Roma, una squadra d’alta classifica che può contare su un vivaio di maggiore qualità rispetto a quello del sodalizio azzurro che la scorsa estate ha dichiarato di puntare molto, in previsione futura, sulla crescita del settore giovanile. Il match contro i capitolini verrà disputato presso l’impianto “Manfredo Facchini” – Campo 2 anziché su quello abituale del “Colosseo”, ridotto ad una pozzanghera impraticabile. Gli Allievi nazionali, che nello scorso turno hanno riposato, domenica mattina ospiteranno la Salernitana, mentre i Giovanissimi nazionali faranno visita alla Lazio in un confronto che sulla carta appare proibitivo per i ragazzi di Diego Capitanio che comunque stanno ottenendo risultati al di sopra di ogni aspettativa. Buoni gli esiti delle sfide che nello scorso fine settimana hanno riguardato le formazioni degli Allievi regionali di fascia B che hanno superato i pari età del Montenero per due ad uno, dei Giovanissimi regionali che hanno impattato tre a tre a Centocelle grazie ad una tripletta di Vacca.

CASSINO - Nel consueto galoppo in famiglia del giovedì, mister Pellegrino ha provato schemi e modulo di gioco anti Igea Virtus in un’amichevole disputata per un tempo contro la formazione degli Allievi nazionali e per i restanti quarantacinque minuti contro la Berretti. Tutti gli azzurri hanno preso parte alla seduta fatta eccezione degli indisponibili di lungo corso Scappaticci e Frisenda. Anche Morello e Lorusso hanno lavorato col gruppo; il primo potrebbe tornare in campo nelle gare ufficiali a stretto giro di posta mentre l’esterno sardo, assente dai campi di gioco ormai da un anno e mezzo, potrebbe necessitare di un periodo di tempo più lungo rispetto al compagno per tornare a spingere sulla fascia come accadeva prima che si rompesse tibia e perone nel terribile scontro con l’allora scafatese Terracciano. Nella seduta pomeridiana di ieri ha lavorato a parte il solo Claudio Cafiero, che comunque è segnalato in netta ripresa dallo stiramento che lo aveva costretto a

CALCIO 1^ CATEGORIA

S.Apollinare può riprendersi la vetta Sarà la sfida al vertice tra Real Tecchiena e Paliano a catalizzare l’attenzione nel ventitreesimo turno del girone H di prima categoria. Un’occasione d’oro per i padroni di casa, terzi in classifica e in ritardo di sei punti proprio dal battistrada Paliano, per tornare in gioco in vista della vittoria del campionato. A meno otto giornate dal termine, infatti, lo scontro diretto appare come l’ultima spiaggia per le speranze di rimonta del Tecchiena. Le due squadre si presentano all’appuntamento in salute, entrambe vincenti nello scorso turno. Indirettamente interessata al big match è senza dubbio il Sant’Apollinare, a detta anche del proprio allenatore. Il gruppo di mister Zollo, nel caso faccia il suo dovere uscendo vincente dal derby (in trasferta) con il Real Piedimonte, approfitterebbe in ogni caso dello scontro tra le altre due pretendenti al titolo: a seconda del risultato che verrà fuori dal match clou, il Sant’Apollinare potrebbe festeggiare per l’estromissione definitiva del Tecchiena dal discorso primato o per aver riconquistato la testa della classifica, riscavalcando il Paliano. Più giù sono sostanzialmente in tre a giocarsi il quarto ed il quinto posto, utili per disputare i play off. L’unica di scena tra le mura amiche sarà l’Aquino, che ospita la Lapisebamolese, comunque sotto di solo tre punti rispetto alla squadra di Fasani. Sfruttare il turno casalingo potrebbe essere importantissimo per gli aquinati: Città di Veroli ed Arpino, appaiate a quota 37 (cinque in più di Aquino) potrebbero lasciare qualche punto per strada, essendo impegnate in trasferta contro rispettivamente Broccostella e Cervaro, determinare ad allontanarsi dalla zona pericolosa. Posta Fibreno-Ferentino è lo scontro della disperazione di domenica.Anche il Caira, penultimo, ha un solo risultato a disposizione nella partita contro il Ceprano. In Real Vallecorsa-Fiuggi il pareggio potrebbe accontentare entrambe, la vittoria per una delle due significherebbe invece involarsi verso una molto probabile permanenza nella categoria. L.T.

stringere i denti ed a restare in campo nei minuti finali della gara vinta con l’Aversa Normanna. Tor-

Per Jefferson 4 reti in azzurro nato a disposizione anche il giovane Sfanò, completamente ristabilitosi dall’infortunio al ginocchio che gli ha

impedito di trovare continuità di rendimento proprio in una fase in cui il terzino ex Cynthia Genzano si era reso protagonista di alcune convincenti prestazioni. Una botta al ginocchio rimediata nella partitella in famiglia non impedirà a Jefferson di prendere parte alla gara di domenica contro l’Igea Virtus. Una formazione, quella siciliana, in serie negativa da venti partite che sembra ormai destinata, a meno di clamorosi risvolti sportivi, alla retrocessione diretta in serie D. I giallorossi sicilianio infatti, dall’inizio della stagione è alle prese con problemi societari ed il doppio cambio di dirigenza operato in corso d’opera, così come gli avvicendamenti tecnici in panchina, non hanno prodotto risultati accettabili. Un motivo in più in casa Cassino per non lasciarsi scappare questa ghiotta opportunità di scalare una classifica molto corta per quanto concerne la lotta play-off. Antonino Massara

CALCIO PROMOZIONE

Roccasecca, per risalire serve il colpaccio esterno Colfelice cerca continuità, l’Arce la tranquillità Si presenta senza un vero e proprio big match la ventisettesima giornata del gruppo D di promozione. Le prime tre della graduatoria hanno tutte scontri che definiremmo semplici solo per chi, erroneamente, si limita a guardare la classifica. La capolista Formia andrà sul campo di un Supino che, a dispetto dei 19 punti, si può annoverare tra le squadre più vive del periodo in corso e che, grazie ai ponderati interventi sul mercato della propria società, appare come lontana parente della squadra che si batteva abbastanza abilmente nel girone di andata. Il Formia dovrà giocare con la massima concentrazione per evitare una di quelle sorprese di cui il Supino è già stato protagonista recentemente (si vedano i pareggi con

Roccasecca e Nuova Circe). L’Anitrella, distante quattro lunghezze dalla vetta, gioca a Fontana Liri: basta citare la parolina “derby” per capire la delicatezza della sfida. Sarà impegnata in trasferta anche l’Atletica Sabotino, al Lino De Santis di Arce, campo sul quale i gialloblù di mister Patriarca, se in giornata positiva, sono capaci di battere chiunque. Per il Roccasecca, anch’essa di scena fuori casa, contro il Vis Sezze Setina, il principale pericolo deriva dalla probabilissima galvanizzazione dei locali dopo l’impresa di Anitrella. Si affrontano tra loro Nuova Circe e Tecchiena, in una sfida in cui è interessante capire soprattutto se i padroni di casa sapranno tirarsi fuori dal tunnel in cui si sono cacciati, considerando che

A Catania fischiaValeri Morganti per il Milan

De Laurentiis sereno: “Napoli,guardo lontano”

Sarà PaoloValeri di Roma l'arbitro dell'anticipo di campionato di serie A tra Catania e Inter, in programma questa sera alle 20.45. Per Milan-Chievo, posticipo di domenica sera, è stato designato Emidio Morganti di Ascoli Piceno. Andrea Romeo di Verona arbitrerà Livorno-Roma, mentre Carmine Russo di Nola sarà l'arbitro di Juventus-Siena.

De Laurentiis : “Non si può passare dall’esaltazione, alla depressione. Bisogna avere equilibrio e guardare lontano. Perdere due partite non è la fine del mondo. Ed anche se ne arrivasse una terza, non ci sarebbe da preoccuparsi. Io sono soddisfatto del cammino del Napoli dopo l’avvento di Mazzarri. Nessuno ha promesso la Champions”.

non riescono a vincere da ben sei giornate. Delle compagini che lottano per la salvezza è da vedere soprattutto se il Colfelice, a Pontinia, saprà dar seguito alla vittoria che il neo tecnico Sperduti ha saputo cogliere la scorsa giornata, in occasione del suo esordio sulla panchina della squadra del Presidente Corona. Il Pro Calcio Fondi, in quel di Bassiano, cercherà i punti per allungare sul quart’ultimo posto e avere ancora speranze di salvezza diretta. Chiudono il quadro lo scontro di fondo classifica tra lo spacciato Priverno e il Vallecorsa e l’unica sfida dove entrambe le contendenti sembrano poter concludere la stagione senza il tormento dell’obiettivo, quella tra Scauri Minturno e Nuova Itri. L.T.

15

ANNO I - N° 11

VENERDÌ 12 MARZO 2010


pubblicitĂ omaggio

lagazzettafrosinone120310a  

IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE MARINI Isola Liri, denunciati 6 tifosi del Catanzaro Tra i vini più venduti non ci sono i ciociari DISTRIBUZI...