Page 1

Pisana, iniziate le grandi manovre

Frosinone, ottimi i servizi scolastici

ROMA - A poche ore dal grande successo elettorale conseguito dal centro destra, in quel di via della Pisana sono già iniziate le grandi manovre per la costituzione della giunta regionale. La Polverini ha promesso che ogni provincia avrà il suo rappresentante in esecutivo. Per Frosinone in pole position Franco Fiorito. PAG. 2

ANNO 1 - N° 28

FROSINONE - Finalmente arriva un primato positivo per il capoluogo ciociaro. Secondo la classifica stilata da Legambiente Ecosistema Scuola 2010 la città di Frosinone è la prima città del centro sud per la qualità dei servizi scolastici. Molto soddisfatto del riconoscimento l’assessore provinciale Quadrini. PAG. 3

GIOVEDÌ 01 APRILE 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Allegato alla Gazzetta del Molise free press. Registrazione Tribunale di Campobasso n. 3/08 del 21/03/2008. Direttore responsabile: Angelo Santagostino. Redazione di Cassino Corso della Repubblica n. 5. Tel: 0776.278040 Fax: 0776.325688 e-mail: redazione@lagazzettacassino.it. A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 86100 Campobasso tel. 0874/481034. Poligrafica Ruggiero 83100 Avellino (Av)

Incombe il rimpasto in giunta www.lagazzettafrosinone.it IL TAPIRO DEL GIORNO A FRANCESCO DE ANGELIS Il parlamentare europeo del Pd Francesco De Angelis, puntando forte sul cavallo perdente, il segretario provinciale e suo fido scudiero Mauro Buschini, ha provocato nel partito una spaccatura che difficilmente potrà essere sanata. Anche perché dalle elezioni regionali è uscito notevolmente rafforzato il nemico storico Francesco Scalia che è stato riconfermato consigliere regionale. La diatriba interna ha provocato una fortissima emorragia di consensi che ha fatto scendere il Pd ai minimi storici. Con il Pdl che in provincia è avanti di ben 20 punti percentuale.

L’OSCAR DEL GIORNO A GIANLUCA QUADRINI L’assessore provinciale alla pubblica istruzione e all’edilizia scolastica, Gianluca Quadrini, sta compiendo davvero un ottimo lavoro. Un lavoro svolto con grande discrezione, lontano dalle luci della ribalta ma molto redditizio e proficuo. Ed i risultati non si sono fatti attendere troppo. Non a caso la classifica redatta da Legambiente Ecosistema Scuola 2010 considera Frosinone la prima città del centro sud Italia per la qualità di servizi scolastici. Un riconoscimento di assoluto prestigio che trova conferma nel terzo posto assoluto a livello nazionale. Bravo assessore, continui così.

redazione@lagazzettafrosinone.it 10.000 copie in omaggio


REGIONE Ogni provincia avrà il suo rappresentante in giunta. In Ciociaria Fiorito in pole position

Sono iniziate le grandi manovre ROMA – Non farà come Piero Marrazzo, che ci mise più di un mese per definire la lista degli assessori, imprigionato nelle lotte intestine fra le varie anime della sua coalizione. Renata Polverini è decisa su questo punto, farà presto. Tempo una decina di giorni e sapremo chi saranno i nuovi responsabili della sua squadra di governo. E deciderà in prima persona, non ha bisogno di tutele esterne, ha sottolineato l’ex sindacalista. E, soprattutto, vuole subito mettersi al lavoro. La Regione Lazio deve ripartire, bisogna mettere mano alle urgenze, alle priorità: il lavoro che non c’è, la sanità allo sfascio, l’ambiente, i rifiuti. E’fitta l’agenda degli impegni per la Polverini, che non vuole essere chiamata la “governatrice”, ma la presidente. Le grandi manovre per la composizione della giunta sono iniziate subito. Il tempo di riaversi dallo sforzo della competizione elettorale e subito al lavoro per far combaciare le varie istanze e richieste, per non scontentare nessuno ed dare voce a tutte le componenti che hanno permesso questa vittoria, che ad un certo punto sembrava irragiungibile. Un punto fermo già l’ha messo la nuova presidente della Regione Lazio: “I componenti della mia giunta saranno scelti in base alla professionalità e alle capacità di-

mostrate e ci saranno molti volti femminili”. Altro dato certo è che la Polverini tratterrà per se la delega alla sanità. Si è spesa molto in campagna elettorale, l’ex segretaria dell’Ugl su questo tema, pertanto ha deciso, almeno all’inizio, di tenere per se l’assessorato, per affrontare in prima persona i problemi e ridare una certezza ai tanti cittadini che sono sfiduciati e, soprattutto, sono vittime di un sistema sanitario regionale che definire problematico è un eufemismo. Gli equilibri andranno comunque rispettati. Il poker d´assi ex aennino è già pronto: l´uscente Francesco Lollobrigida, che potrebbe assumere i Lavori pubblici, rappresenterà il deputato Fabio Rampelli; l´ex segretario romano dell´Ugl Luca Malcotti, vicino al sottosegretario Andrea Augello, potrebbe ottenere le chiavi del Lavoro o del Bilancio (per il quale è in lizza pure l´ex socialista Donato Robilotta); Pietro Di Paolo, marito della deputata Barbara Saltamartini, entrambi cari ad Alemanno, dovrebbe avere i Trasporti; mentre resta incerta la delega all´uscente Tommaso Luzzi, in quota Gramazio. Quanto a Forza Italia, sono ben messi Fabio Armeni (in capo al senatore Paolo Barelli e all´assessore comunale Bordoni) ma anche Giuseppe De Lillo, Massimiliano Maselli e Pino

Cangemi: questi ultimi sarebbero però alternativi, in quanto tutti e due portati da Gianni Sammarco. Come pure alternativo a Malcotti, stavolta in casa An, sarebbe l´ex assessore di Storace Bruno Prestagiovanni, anche lui nella cerchia di Augello. Mentre resta l´incognita Claudio Fazzone: forte di 28mila preferenze a Latina potrebbe pretendere un assessorato di peso. Da Rieti si parla con insistenza del nome del rampelliano Cicchetti. Il problema che torna ad ogni legislatura, quale che sia il colore, sono le quote rosa: per legge devono essere almeno un terzo. Ed ecco allora che, causa penuria di donne, in giunta potrebbe spuntare Isabella Rauti. Si parla di servizi sociali. Di sicuro ci sarà la paladina della vita Olimpia Tarzia, votatissima a Roma, e pure la capolista della civica Mariella Zezza: non è stata eletta ma potrebbe essere indicata come assessore esterno. E gli alleati? Per il momento stanno a guardare. E mandano messaggi. “A Roma siamo sopra l´Udc e i consensi de La Destra hanno determinato il successo”, dice chiaro Storace, di cui si parla come prossimo presidente del consiglio regionale. “Chi è stato determinante per la vittoria non può non avere responsabilità di governo”, avverte il segretario dell´Udc Luciano Ciocchetti. “Con

Polverini abbiamo stretto un patto, ci fidiamo”. Loro vorrebbero Sanità, Urbanistica e la presidenza del consiglio per Rodolfo Gigli: difficilmente otterranno tutte e tre le cose. E veniamo alla provincia di Frosinone. La Polverini ha dichiarato che ognuno dei territori di cui è composta la Regione Lazio avrà un rappresentante in giunta. Pole position, dunque, per Franco Fiorito, primo degli eletti in Ciociaria, a cui dovrebbe andare l’assessorato all’agricoltura. Ma visto l’exploit di preferenze potrebbe averne anche uno più perstigioso.Vista

l’assenza del Pdl a Roma e se dovessero diminuire il numero degli assessori in quota alla capitale, grandi chance avrebbe anche Mario Abruzzese. Per il fattore “quote rosa” non dimentichiamo la Mandarelli, che già cinque anni fa fu indicata come responsabile delle politiche sociali. Per adesso, dunque, tante ipotesi, mancano conferme ufficiali, bisognerà comunque attendere poco. Un’unica certezza per la provincia di Frosinone. Nella prossima giunta regionale ci sarà Franco Fiorito. Pompeo Di Fazio

Parte la scuola regionale per le autonomie locali

FONDI - È stata inaugurata a Fondi la scuola regionale per le autonomie locali, che avrà sede presso Villa Cantarano. “Legalità, sviluppo, ambiente, valori umani e scelte politiche sono congiunti in modo inestricabile - ha detto in occasione dell’inaugurazione, Raniero De Filippis, direttore del dipartimento territorio della regione

2

ANNO I - N° 28 GIOVEDÌ 01 APRILE 2010

Lazio, che ha fortemente voluto l'apertura della scuola -. Il buon governo di un territorio per essere tale deve essere integrale: deve saper coniugare sviluppo e tutela ambientale, deve saper accompagnare tutti e ciascuno verso il benessere. La scuola regionale per le autonomie locali promossa dal dipartimento territorio della regione

Polverini: nel Lazio il patto per l’Italia ROMA - Ancora raggiante per lo strepitoso successo ottenuto, Renata Polverini, neo presidente della regione Lazio, ha affermato: “Voglio realizzare nella mia regione, in sintonia con il governo nazionale, tutti i punti del patto dell’Italia presentato dal presidente Berlusconi”.

Lazio e dalla fondazione rete servizi territoriali - ha concluso il direttore De Filippis - sarà un presidio di crescita professionale per tutti gli operatori della Pubblica amministrazione, una piattaforma didattica per il comprensorio e per tutta la regione un laboratorio di innovazione e buone pratiche”. Il presidente della Fondazione Re.se.t. Francesco Chiucchiurlotto ha sottolineato che la scuola regionale per le autonomie locali, fra le altre cose, si occuperà di formazione e aggiornamento professionale rivolti ai vigili urbani e al personale tecnico dei comuni e degli altri enti locali. “La Scuola - ha terminato il presidente di Re.se.t. - formerà i dipendenti delle amministrazioni lo-

cali sulla legislazione regionale, sulle politiche di Welfare, sui temi ambientali e dello sviluppo economico con spirito multidisciplinare e dovrà promuovere a partire da questo contesto la buona amministrazione”. L'evento è stato anche l'occasione per illustrare il primo modulo formativo messo in cantiere dalla scuola regionale per le autonomie locali. Tre lezioni sui temi dell'ambiente e lo sviluppo rivolte a tutti gli amministratori e funzionari degli enti locali. Tre giornate alle quali parteciperanno importanti esperti del settore che rappresentano un momento di approfondimento e scambio di esperienze per promuovere una cultura ambientale orientata allo svi-

luppo sostenibile del territorio regionale. Il primo appuntamento in agenda è per 13 aprile, quando sarà discusso il delicato rapporto tra tutela dell'ambiente e infiltrazioni della malavita. Il 23 aprile sarà dedicato alle tensioni che si generano sul territorio nella risoluzione dei problemi ambientali e nella progettazione delle opere pubbliche. Il 30 aprile, infine, il ciclo seminariale si concluderà con una lezione sulla gestione del patrimonio pubblico agro-silvo-pastorale. Le tre lezioni si svolgeranno presso le aule di Villa Cantarano a Fondi e avranno il patrocinio della scuola superiore della pubblica amministrazione locale.

Bonino: le elezioni sono state anomale ROMA - “L'intero processo pre-elettorale ed elettorale è stato illegale - questa la denuncia di Emma Bonino -. E' clamoroso che tutta la parte stato di diritto, democrazia e legalità, che sono totalmente assenti e violati con impudenza di rara forza, è gia' del tutto sparita dai commenti, dalle analisi elettorali e dall'agenda politica”.


PROVINCIA Servizi scolastici di ottima qualità Secondo una statistica di Legambiente Frosinone è la prima città del centrosud FROSINONE – Finalmente arriva un primato positivo per la nostra provincia e per la città di Frosinone. E arriva in un settore molto importante, un settore che sa di futuro, ossia la qualità dei servizi scolastici. Investire nella scuola, infatti, sicuramente significa lavorare per assicurare un ricambio generazionale del territorio all’insegna dell’eccellenza. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. Secondo la classifica redatta dal rapporto di Legambiente Ecosistema Scuola 2010, la città di Frosinone ha ottenuto il seguente lusinghiero risultato: è la prima città del centro sud per la qualità dei servizi scolastici. Un traguardo prestigioso, frutto degli investimenti sulla manutenzione delle strutture, che collocano il capoluogo, addirittura al terzo posto in Italia. Si tratta di un record per la città ciociara e bissa di pochi giorni un altro risultato importante ottenuto stavolta dalla provincia, che si colloca al decimo posto nazionale per lo stato di salute delle strutture e dei servizi scolastici. La

Gianluca Quadrini Ciociaria ha l’invidiabile record della messa a norma di tutti gli edifici scolastici e dell’attuazione di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture, oltre alla realizzazione di otto nuove scuole: il liceo Artistico di Frosinone; l’Ipsia di Fro-

sinone; l’Itis di Cassino; il liceo Scientifico di Cassino; il liceo Classico di Ferentino; l’Itc e il liceo scientifico di Alatri e il liceo scientifico di Ceccano. Molto soddisfatto per questi dati, l’assessore alla pubblica istruzione ed edilizia scolastica della provincia ciociara Gianluca Quadrini: “L’amministrazione provinciale esprime tutta la sua soddisfazione per questi risultati frutto di un lavoro condiviso con i territori. Crediamo molto nella scuola, abbiamo investito per la sicurezza degli istituti e vogliamo complimentarci anche con i nostri comuni virtuosi che lavorano per assicurare la qualità e la sicurezza degli edifici scolastici. Un’azione di rete di cui beneficeranno gli alunni e i docenti. La scuola deve diventare la fabbrica per creare una nuova classe di cittadini responsabili in questo nostro territorio”. Una volta tanto siamo qui a commentare una buona notizia che riguarda Frosinone e provincia. E di questi tempi non è davvero una cosa di poco conto. Pompeo Di Fazio

Un bando per lo sportello di mediazione interculturale FROSINONE - Rimuovere gli ostacoli culturali, superando le barriere linguistico-comunicative: questo l’obiettivo perseguito dalla provincia di Frosinone per i soggetti migranti. A tal fine l’amministrazione ha dato il via all’avviso pubblico per l’affidamento a soggetti giuridici idonei, esterni all’amministrazione, il servizio sportello di segretariato sociale e servizio di mediazione interculturale. Oggetto dell’affidamento è la gestione del servizio di segretariato sociale e mediazione interculturale da svolgere nel territorio della provincia, nei presidi ospedalieri dell’Asl di Frosinone, nei servizi della questura e della prefettura, della casa circondariale e nelle sedi dei centri di servizio di Frosinone e Cassino. Il servizio dovrà essere erogato tramite l’attivazione di sportelli di segretariato sociale con presenza di mediatori interculturali che opereranno in rete sul territorio e dovrà comprendere varie attività: informazione e consulenza ai cittadini migranti e alla cittadinanza sulla legislazione relativa all’immigrazione, al lavoro, alla scuola e ai servizi offerti dal territorio; sostegno nello svolgimento di pratiche per la regolarizzazione; accompagnamento ai servizi; interpretariato; mediazione linguistica e culturale; informazioni e consulenza a enti, istituzioni e associazioni italiane sulleproblematiche relative all’immigrazione e sui possibili interventi in materia. L’aggiudicatario espleterà le prestazioni, avvalendosi di proprio personale di provata capacità ed esperienza in possesso di titolo di studio idoneo per l’espletamento del servizio.

Trionfano gli oli extravergine ciociari In un concorso che ha visto partecipare 74 aziende regionali

FROSINONE - Sono state sei le imprese della provincia di Frosinone che hanno partecipato alla XVII edizione del concorso per i migliori “Oli extravergine di oliva del Lazio” indetto da Unioncamere Lazio, l’unione delle cinque camere di Commercio del Lazio. Su un totale di 74 aziende, ripartite tra le province di Roma, Frosinone, Viterbo, Rieti e Latina, quelle ciociare si sono distinte nelle varie categorie tornando a casa con premi e il pieno di menzioni

speciali da parte della giuria. Due aziende di Alatri si sono aggiudicate, tra l’altro, anche la partecipazione alle finali del concorso nazionale “Ercole Olivario”. Ad ospitare, nei giorni scorsi, la cerimonia di premiazione è stata la città di Roma. Il tempio di Adriano ha accolto i vincitori del concorso che, nel quadro delle manifestazioni promozionali a sostegno del settore agricolo, rivolge la massima attenzione alla filiera olivicola attraverso una serie di inizia-

Torna la storica tv di Alatri ALATRI - In occasione della settimana santa è tornata a trasmettere la storica emittente “Alatri Ernica Tv”. Per il momento i programmi continueranno ad andare in onda in via sperimentale ma si spera che di qui a breve la situazione possa definitivamente normalizzarsi.

tive a supporto delle imprese del settore. Quattro le categorie messe a concorso: olio extravergine di oliva, Dop Sabina, Dop Canino e Dop Tuscia. Per ognuna di essa sono stati premiati i primi due classificati mentre è stata introdotta la possibilità, a giudizio della commissione di assaggio, di riconoscere delle menzioni speciali agli oli immediatamente successivi ai primi in graduatoria, ma con un punteggio elevato in sede di valutazione. Il concorso per i migliori oli extravergine di oliva del Lazio, oltre a selezionare a livello regionale le aziende per la partecipazione al premio nazionale, costituisce un momento significativo sia per stimolare i produttori verso un percorso di crescita qualitativa, sia per indirizzare i clienti verso il consumo di oli extravergine di oliva di qualità del territorio. Ad affermarsi a livello regionale tra tutti i partecipanti nelle varie categorie è stata l’azienda “Valen-

tina Quattrociocchi” di Alatri alla quale la commissione ha assegnato anche il premio della critica. L’azienda di Alatri, prima nella categoria extravergine “fruttato intenso”, avendo riportato il

I frantoi nostrani si sono distinti nelle varie categorie tornando a casa con premi e menzioni punteggio organolettico più alto in assoluto, indipendentemente dalla categoria di fruttato, ha partecipato alle finali del concorso nazionale “Ercole Olivario”. Ad accedere al concorso nazionale “Ercole Olivario” è stata anche

Sora, schiuma bianca nel Liri SORA - Da qualche tempo, specialmente nei giorni infrasettimanali, un’abbondante coltre di schiuma di colore biancastro galleggia sulle acque già non troppo limpide del fiume Liri. Il fenomeno, dovuto sicuramente a qualche sversamento illecito, guarda caso si attenua, fino quasi a scomparire, nei giorni festivi.

l’azienda “Frantoio oleario Americo Quattrociocchi”, sempre di Alatri, classificatasi prima nella categoria extravergine “fruttato medio”. Seconda classificata nella categoria extravergine “fruttato leggero” è stata l’azienda agricola “Marcella Giuliani“ di Anagni. La menzione speciale extravergine “fruttato intenso” è andata all’agricola “Lucia Peronti” di Vallecorsa”. La sezione olio biologico è stata assegnata sempre a “Valentina Quattrociocchi” di Alatri che si è distinta anche nelle sezioni “olio monovarietale” e “olio ad alto tenore di polifenoli e tecoferoli”. I riconoscimenti di prestigio attribuiti alle aziende della provincia di Frosinone alla XVII edizione al Concorso per i migliori “Oli extravergine di oliva del Lazio” premiano la qualità della produzione e gli sforzi compiuti dagli imprenditori del settore, proiettando l’intero territorio in prospettive future importanti.

3

ANNO I - N° 28

GIOVEDÌ 01 APRILE 2010


PRIMO PIANO “Non andrò in Regione per fare la comparsa ma per ricoprire un incarico di primo piano: bisogna puntare forte ad un assessorato. La Polverini manterrà le promesse”

Con Abbruzzese vince la politica del fare CASSINO - Ventiduemila e centoquarantaquattro preferenze. Questo è l’importantissimo risultato che Mario Abbruzzese ha raccolto nel corso della sua lunga ed estenuante campagna elettore “spalmata” su tutti e 91 comuni della provincia di Frosinone, senza lasciare nessuno indietro. L’ormai onorevole Abbruzzese è, a pieno titolo, uno dei cinque consiglieri regionali (eletti fra maggioranza ed opposizione) che il territorio è riuscito a mandare alla regione Lazio, passata dalle mani del centrosinistra in quelle del centrodestra capeggiato da Renata Polverini. Un traguardo davvero straordinario se si pensa che Abbruzzese, solo nella sua città natale, Cassino, ha portato a casa, contro tutti, la bellezza di 4600 preferenze. “La campagna denigratoria e lo sciacallaggio politico che qualcuno ha tentato di fare nei miei confronti per screditare il mio lavoro - ha detto riferendosi

alla questione amianto a Villa Santa Lucia - è servita davvero a poco. La gente ha capito chi, sul nostro territorio, stava portando avanti l’iter per dare il via allo stabilimento per lo smaltimento dell’amianto: non di certo Mario Abbruzzese Presidente del Cosilam. Da domani, in regione, comincerò a lavorare per fermare chi davvero voleva l’amianto a Villa. Mi batterò fino in fondo per fermare l’istallazione dello stabilimento sulla nostra terra”. Parole forti, concrete, come i tanti impegni che Abbruzzese ha preso con le migliaia di cittadini della provincia di Frosinone, con cui si è confrontato in queste settimane di campagna elettorale. “Ha vinto la politica del “fare” - ha continuato il consigliere regionale - perché la gente ha compreso fino in fondo il mio progetto politico, basato sul rilancio dell’economia e sulla ripresa dello sviluppo economico della nostra Provincia. Sono stato

l’unico candidato che ha parlato di cose fatte, di cose veramente concrete, mentre gli altri erano impegnati a fare la politica dell’odio, degli insulti e dello sciacallaggio, dimenticandosi della gente che, per chi fa attività politico-amministrativa, deve sempre e comunque

essere il punto di riferimento, la cosa da cui partire. E’ proprio a loro, ai tantissimi cittadini, che va il mio più sentito ringraziamento. E’ proprio a loro che dedico la mia vittoria”. Mario Abbruzzese ha dimostrato ampiamente di avere le idee chiare sul da farsi. Il suo programma politico non ha lasciato nulla al caso. Sviluppo infrastrutture, lavoro e sanità, sono stati i punti cardine e gli impegni che ha preso con tutti i cittadini della Provincia di Frosinone. “Non andrò in Regione per fare la comparsa - ha annunciato Abbruzzese - ma per ricoprire un incarico di primo piano: bisogna puntare e lavorare per un assessorato. Sono convinto che Renata Polverini manterrà la sua promessa, visto anche il grandissimo consenso ottenuto da tutti i candidati del Popolo della Libertà nelle province del Lazio”. L’elezione di Mario Abbruzzese alla Pisana aprirà sicuramente una “nuova stagione”

politica per il centrodestra e per il Pdl provinciale. Saranno tantissime le “riflessioni” che dovranno essere fatte. A partire proprio da Cassino, dove Mario Abbruzzese ha stretto attorno a lui dieci consiglieri e cinque assessori, la metà degli amministratori cittadini. “E’ un gruppo forte e merita rispetto ha affermato riferendosi ai “quindici” -. Non si faranno più sconti a nessuno”, ha tuonato Abbruzzese rivolgendosi a chi, in campagna elettorale, si è schierato apertamente, per un motivo o per un altro, in favore di candidati del nord della Provincia. “Io continuerò a fare una politica rivolta agli interessi del territorio e al fianco dei cittadini, delle famiglie e dei giovani, vero volano per far ripartire il “motore” dell’economia locale. Questa è l’unica cosa che mi interessa. Questi sono i motivi che mi hanno sempre spinto ad andare avanti. Questo mi ha portato al successo”.

Scalia: il Pd deve radicarsi sul territorio Sarà proprio il neo consigliere regionale ad avviare la ristrutturazione del partito

FERENTINO - All’indomani del voto che lo hanno portato di nuovo nel consiglio regionale di via della Pisana, Francesco Scalia fa una prima analisi dei risultati. Risultati che per il centrosinistra non sono granché incoraggianti. E non soltanto perché la regione Lazio è pas-

10 ANNO I - N° 28 GIOVEDI 01 APRILE 2010

sata nelle mani del centrodestra. La sua, comunque, è stata davvero una bella e soddisfacente impresa. E, pur riconoscendo l’affermazione della fazione opposta, sia nel Lazio che nella stessa provincia di Frosinone, dove il nostro è stato presidente dell’amministrazione di Palazzo Gramsci per un lungo decennio, il neo consigliere regionale non pouò esimersi dal ringraziare di tutto cuore i tanti elettori ciociaro che gli hanno tributato un così largo consenso. I 20.206 voti ottenuti fanno di Francesco Scalia uno dei primi eletti tra le file del Partito Democratico in tutto il Lazio, con la più alta percentuale nel rapporto tra le preferenze ottenute ed il totale dei voti di partito, attestandosi circa al 40% dei consensi tra le file del Pd, in provincia di Frosinone. Un risultato assolutamente soddisfacente

Forte (Udc): ottimo risultato elettorale FROSINONE - Fabio Forte, sindaco di Arpino e candidato al consiglio regionale del Lazio con l’Udc, pur non essendo stato eletto alla Pisana, ha raggiunto un risultato straordinario collezionando oltre nove mila voti di preferenza. “Il risultato è il frutto di un ottimo lavoro di squadra senza sponsor politici”.

anche e soprattutto alla luce del ferioce scontro interno che nel comprensorio ciociaro è stato posto in essere con il segretario provinciale Mauro Buschini e, soprattutto, con il suo potente sponsor, il parlamentare europeo Francesco De Angelis. Non si può ignorare, infatti, che lo scontro al vertice andava ben oltre il pur ambito scranno nel consiglio regionale del Lazio. Qui ci si giocava, infatti, la leadership del Partito Democratico in provincia di Frosinone che ognuna delle due fazioni non intendeva assolutamente lasciare nelle mani dell’amico-nemico. Una partita che, alla luce del risultato ottenuto sul campo, ha visto prevalere, ed in maniera molto evidente e lampante, l’ex presidente della provincia ciociara Francesco Scalia. Il quale, dal canto suo, non può non essere che molto soddi-

sfatto. “Anzitutto il ringraziamento sincero e doveroso – ha detto Scalia – a tutti coloro che hanno sostenuto la mia candidatura con passione e con determinazione. E’ evidente che il risultato elettorale lascia l’amaro in bocca, non soltanto per l’esigua percentuale che ha decretato la vittoria della Polverini, ma soprattutto perché il centrosinistra ha governato bene in questi anni, ha realizzato opere importanti proprio nella nostra provincia ed avrebbe probabilmente meritato continuità amministrativa e maggiore fiducia da parte dei cittadini. In questo scenario – ha aggiunto – il mio risultato personale è sicuramente motivo di soddisfazione. Nella nostra provincia quasi la metà dei votanti del Pd mi ha scelto come riferimento politico. Questa attestazione di stima è anche una responsabilità che in-

tendo onorare svolgendo con tutta la passione possibile il ruolo di consigliere regionale e dando il mio personale contributo perché il Partito Democratico diventi, in Provincia di Frosinone, più aperto e radicato sul territorio”. Fin qui l’analisi, schietta e come sempre concreta, di Scalia. Un uomo e un politico che non ama perdere tempo in inutili chiacchiere. Certo adesso ci sarà di “ricostruire” l’organigramma provinciale del Partito Democratico. Un partito uscito con le ossa rotte dalla competizione elettorale. Basti pensare che è stato distanziato di circa 20 punti percentuale dai rivali del Pdl. Ma anche questa è una sfida che non atterrisce il buon Francesco Scalia. Anche perché sarà l’occasione, almeno si spera, di poter fare finalmente un po’ di chiarezza.

Buschini (Pd): sono molto soddisfatto FROSINONE - Mauro Buschini, segretario provinciale del Pd e candidato al consiglio regionale del Lazio è molto soddisfatto della sua performance: “14 mila preferenze sono un bel traguardo. In pochi nel Lazio hanno ottenuto qursto risultato. Ben diversa è la situazione del centrosinistra che ci deve far riflettere”.


FROSINONE Il presidente della provincia analizza il risultato elettorale e rilancia l’azione di governo

Iannarilli: Pdl con il vento in poppa FROSINONE – E’ un Antonello Iannarilli molto sereno quello che commenta il risultato delle elezioni regionali del Lazio, soprattutto per quel che rigurada la provincia di Frosinone. Provincia nella quale il Pdl ha stravinto doppiando praticamente gli avversari sia come numero di voto che come punti percentuale. “E’ un dato molto positivo che conferma la vittoria, dopo quindici anni, del centrodestra alla provincia. Il Pdl ha stravinto, è stato in grado di conquistare due seggi, il terzo lo ha perso per pochissimo, 180 voti soltanto e sarebbe entrato anche Adriano Roma, che comunque è pur sempre uno dei più votati nel Lazio”. Si è molto speso il presidente Iannarilli per il vide sindaco di Arnara e questo ha comportato astiose polemiche in casa Pdl. In molti, infatti, pensavano che il presidente dell’amnministrazione provinciale avesse dovuto assumere un atteggiamento più prudente, quasi super partes, e non propendere sfacciatamente per lpuno o per l’altro candidato del suo partito. Iannarilli passa poi ad analizzare la situazione interna all’amministrazione provinciale e ai possibili scenari futuri: “Fibrillazioni interne ce ne sono state è vero. Adesso però dobbiamo pensare a lavorare per il territorio. Abbiamo

riconquistato la Regione Lazio e questo è il dato da considerare. Iniziamo dunque a risolvere i problemi della nostra provincia”. Sugli assetti futuri dell’ente di piazza Gramsci, l’onorevole è molto tranquillo: “Non ci saranno cambiamenti in giunta, almeno io non tocco nulla, poi se nella discussione interna al Pdl si decidesse altro, sono a disposizione”. La vittoria di Mario Abruzzese e di Fabio Forte dell’Udc non sembrano preoccuparlo più di tanto: “Con l’Udc è un discorso che si può aprire per l’entrata in mag-

gioranza, anche, anche se dall’inizio della consiliatura abbiamo sempre trovato il modo di collaborare, di trovare la giusta sintesi sulle questioni importanti. Con Abruzzese nessun problema. Ci siamo sentiti telefonicamente, gli ho fatto i miei auguri per il risultato raggiunto. La sua vittoria è la vittoria di tutto il Pdl, una vittoria che arriva da dieci mesi di lavoro dell’amministrazione Iannarilli, una vittoria che lui ha meritato perchè ha ben operato. E’ un consigliere regionale e provinciale, due ruoli importanti e distinti. Nessun problema dunque, sono pronto a collaborare con chi ha voglia di lavorare, di dialogare per giungere ad una sintesi comune per il bene del territorio. Pronto a fare dei cambiamenti se necessario. Ognuno ha fatto le sue scelte sempre e comunque per peseguire un obiettivo comune”. Al di là dell’atteggiamento tranquillo del presidente Iannarilli, il risultato delle urne consegna un quandro dei rapporti di forza all’interno del Pdl provinciale che mette Fiorito e Abruzzese davanti. Non è improbabile che ciò si rifletta anche nei rapporti all’interno dell’amministrazione provinciale. Cambi in vista in giunta dunque? L’ipotesi non è assolutamente da escludere. Pompeo Di Fazio

Operazione “Tanja” in Ciociaria Blitz antipedofilia in numerose province d’Italia FROSINONE - Ha riguardato anche la provincia di Frosinone l'operazione antipedofilia denominata “Tanja” condotta in diverse regioni d'Italia che ha visto l'arresto, al momento, di una persona e l'individuazione di 13 persone che con l'arrestato avevano scambiato, attraverso chat e forum in rete, materiale multimediale pedopornografico. Il blitz ha visto impegnati oltre 50 gli uomini della Polizia Postale e delle Comunicazioni ed è avvenuto nella notte tra le province di Bolzano, Arezzo, Brescia, Como, Livorno, Palermo, Pordenone, Savona, Varese, Venezia, Verona ed anche nel frusinate. L'operazione ha visto il sequestro di numerosi computer insieme ad hard disk esterni ed altri supporti ottici. Le perquisizioni sono state condotte a conclusione delle indagini coordinate dal sostituto procuratore Donatella Marchesini. L'inchiesta è partita da Bressanone a seguito di denuncia da parte di una minore, alla quale erano state richieste immagini pedopornografiche. Tutto ciò ha portato, nel luglio del 2009, all'arresto di un 22enne della val Venosta che si trova tuttora in carcere. Da qui le perquisizioni dei pc e del materiali in tutta Italia, Frosinone compresa.

Nuova rete fognaria nelle zone periferiche Il Comune spenderà per la condotta un milione di euro

FROSINONE – Ancora un progetto di lavori pubblici per la città di Frosinone. Stavolta riguarda la rete fognaria e la zona interessata ed è quella della periferia. Lo annuncia soddisfatto il sindaco Marini: “Con il finanziamento di un milione di euro da parte della regione Lazio si è dato il via alla progettazione esecutiva per la realizzazione della rete fo-

gnante in località Vetiche (II° lotto), via Armando Fabi, Colle Maladei e zone limitrofe”. “La prima tra le zone da servire con tali sistemi – continua il sindaco – è stata individuata nell’area situata a ridosso di via Vetiche in località Valle Contessa e aree limitrofe”. Come si è arrivati al finanziamento? E’ stato approvato lo studio di fattibilità per la realizza-

Si rompe un banco, alunno si ferisce FROSINONE - Un piccolo studente che frequenta la prima elementare in un istituto scolastico del capoluogo ciociaro è rimasto ferito dal cedimento strutturale di un banco sul quale era seduto mentre stava assistendo alla lezione. Il curioso quanto insolito incidente gli ha procurato una mini frattura ad un dito della mano.

zione di opere finalizzate al risanamento igienico-sanitario di via Vetiche (località Valle Contessa), Colle Maladei e via Armando Fabi. Tutti i lavori inseriti nel progetto fanno parte del piano triennale delle opere pubbliche. Una ulteriore rete fognaria sarà realizzata sul lato destro della zona di via Vetiche, nell’aria confinante con il comune di Ceccano, in modo da intercettare ulteriori 500 utenze domestiche per un totale di 1.500 residenti ed è posta a monte del corpo ricettore esistente su via Foresta le Monache. “C’è ancora un’altra area interessata dai lavori – aggiunge Marini – è un’area delimitata a nord dal comune di Ar-

nara e ad est dal comune di Ceccano, è la zona di Colle Maladei. In questa parte del territorio comunale risultano presenti circa 250 utenze domestiche per un totale stimato di 650 abitanti residenti. L’opera da realizzarsi è posta a monte del corpo ricettore esistente su via Vetiche, situata a valle del bacino idrografico di Colle Maladei. Altra zona del territorio da servire è stata individuata nell’area situata a margine della strada comunale di via Armando fabi, compersa tra la Monti Lepini e l’incrocio con via Tommaso Landolfi, nella quale risultano attualmente persenti circa 500 utenze domestiche per un totale stimato di circa

Dopo Pasqua i lavori del metano FROSINONE - Come reso noto dal sindaco Michele Marini e dall’assessore Sergio Paris, subito dopo le festività pasquali inizieranno nel capoluogo ciociaro i lavori di ampliamento della rete metanifera in alcune zone della città. Sarà la ditta Italcogim a provvedere alla preziosa incombenza che porterà il gas in molte altre abitazioni di Frosinone.

1.500 abitanti residenti. L’opera che si realizzerà è posta a monte del corpo ricettore esistente su via Armando Fabi, all’altezza dell’edificio comunale ex Mtc”. In questi ultimi tempi e nei prossimi mesi a Frosinone è tutto un fiorire di cantieri e lavori pubblici. Si avvicinano le elezioni comunali e la giunta si dà da fare per meritarsi la riconferma al governo della città. Noi che crediamo alla politica come servizio alla cittadinanza, continuiamo a sperare che i lavori ci siano sempre, se sono necessari a migliorare la qualità della vita dei residenti. In mancanza, però, non ci resta che esclamare: “benedette elezioni!”. P.D.F

11

ANNO I - N°28

GIOVEDI 01 APRILE 2010


FRUSINATE Il clan dei Mallardo voleva rilevare un’area di 15mila mq per costruire appartamenti

Traffici camorristici a Ceccano CECCANO – Il clan camorristico dei Mallardo aveva messo gli occhi su Ceccano. Questo è quanto emege da alcune intercettazioni telefoniche fatte a partire da giugno 2008. Da diversi anni avevano creato una efficiente organizzazione che ripuliva e reinvestiva il denaro sporco dei traffici camorristici. Organizzazione che operava soprattutto su Roma, Latina, Formia, Terracina, ma anche in Sardegna, Emilia Romagna e Calabria. Nei giorni passati la Guardia di Finanza e la Polizia di Stato, con l’operazione “Arcobaleno”, hanno pesantemente disarticolato l’efficiente rete di società che erano arrivate a gestire un ingente patrimonio di 500 milioni di euro. Tra le tante zone nelle quali “investire” avevano guardato anche in provincia di Frosinone e messo gli occhi su Ceccano dove un intermediario aveva proposto di fare un grosso investimento immobiliare.

In paese folli bravate di giovani automobilisti CECCANO - Diventa sempre più tesa l’atmosfera a Ceccano a causa del persistere di atteggiamenti sconsiderati che non consentono agli abitanti della cittadina di poter vivere tranquillamente. L’abuso di alcol e di sostanze stupefacenti sono tra le cause più frequenti di incidenti stradali e risse. Nella contrada Madonna della Pace è diventato ormai un rito per i ragazzi più spericolati tirare il freno a mano e fare un testa-coda con l’automobile per immettersi in una Volevano rilevare un’area al centro della città con concessioni edilizie già rilasciate ad altri e, quindi, senza problemi burocratici. In

strada laterale, mettendo così in pericolo le altre vetture che si trovano a passare lì per caso. La situazione è peggiorata al punto che la maggior parte degli abitanti preferisce tornare a casa in largo anticipo per non correre il ruischio di imbattersi in situazioni simili. Non si tratta soltanto delle solite bravate, come sostiene qualcuno. Tali gesti sconsiderati e perfettamente inutili tra l’altro, potrebbero anche causare conseguenze deleterie e gravissime.

quell’area di 15.000 mq c’èra l’autorizzazione a costruire 65 appartamenti: un affareda 2,5 milioni di euro. Andrea Capobasso

Patrica, chiuse le chiese di S. Pietro e S. Giovanni PATRICA - Nei giorni scorsi i Vigili del Fuoco, constatata la condizione di pericolisità delle chiese di San Pietro e San Giovanni, hanno provveduto a sbarrare le porte di accesso, per garantire l’incolumità dei fedeli. Il sindaco Belli è subito intervenuto tappezzando il paese con copie di delibere comunali nelle quali si chiedeva l’intervento della regione Lazio per la ristrutturazione della chiesa di San Pietro. “Patrica Rinasce” ritiene che il sindaco si sia limitato ad addossare ad altri le colpe di una cattiva amministrazione del paese. “Non basta certo affiggere una decina di delibere, lavandosene le mani e spostando le colpe anche su quella stessa regione Lazio dell’amico Pallone che, a detta di Belli, tante buone cose avrebbe fatto per Patrica”. Intanto i cittadini sono indignati. Nel centro storico l’unica chiesa agibile è rimasta quella di San Rocco.

Fiuggi, in bicicletta per le colline ciociare FIUGGI - Gianni Motta, grande atleta del ciclismo italiano, la cui rivalità con Felice Gimondi, altro asso della bicicletta nazionale è passata alla storia, ha provato il circuito della “Gran fondo delle colline ciociare” che si disputerà a Fiuggi il prossimo 18 luglio. La kermesse si colloca all’interno dell’evento “Io Ciociaria” organizzato dall’associazione sportiva “Le colline ciociare Asd”. Il grande campione, colpito dalla bellezza storica, paesaggistica e naturaliostica della provincia di Frosinone, ha manifestato l’intenzione di adoperarsi affinchè il comprensorio ciociaro possa svilupparsi ancora di più nel settore del cicloturismo. Altri atleti che hanno dato lustro alle due ruote italiche hanno già assicurato la loro adesione. Non a caso parteciperanno alla gran fondo fiuggina corridori dal prestigioso palmarès quali Agnoli, Sgarbozza e Simeoni. Migliore biglietto da visita per una manifestazione che ormai, grazie agli sforzi degli organizzatori, va sempre prendendo più piede non poteva esserci.

Sora, processione del venerdì santo SORA - C’è grande attesa a Sora per la processione del venerdì santo promossa dall’arciconfraternita della Addolorata. Alle 18.30 nella cattedrale il vescovo Iannone celebrerà la liturgia della passione e della morte di Gesù. Alle 20.00 dalla chiesa di Santo Spirito partirà la processione con le statue del Cristo morto e della Madonna Addolorata.

Alatri, fondi per le mura Comune contro Regione ALATRI – L’amministrazione comunale di Alatri guidata dal sindaco Costantino Magliocca, contesta duramente la procedura che la regione Lazio ha adottato per erogare al comune i fondi destinati al restauro delle bellissime mura ciclopiche della città. In particolare il sindaco e la sua maggioranza fanno osservare che mentre il progetto presentato per il recupero e per il restauro delle mura è stato valutato come il migliore tra tutti quelli pervenuti alla regione, in realtà con 2 milioni e 300 mila euro di fondi lo stesso è solo quinto per ciò che concerne il finanziamento. L’amministrazione comunale è intenzionata a presentare ricorso al Tar contro la decisione presa dall’ente di via della Pisana ritenuta fortemente lesiva nei confronti del patrimonio storico della città. Va anche sottolineato, ad onor del vero, che i fondi stanziati per Alatri costituiscono i due terzi di quelli destinati all’intera provincia di Frosinone. A. C.

Broccostella, rapina alla banca Toscana BROCCOSTELLA - Un uomo armato di taglierino si è introdotto nella filiale della banca Toscana di Broccostella e si è fatto consegnare dal cassiere 12 mila euro in contanti.Quindi, arraffato il bottino, si è dileguato facendo perdere le sue tracce.Nel breve giro di pochi mesi quella banca è stata rapinata per ben sei volte.

13 ANNO I - N° 28 GIOVEDI 01 APRILE 2010


S P O RT CALCIO SERIE B

Leggero risentimento al flessore per il portiere canarino in forse per la gara del “Braglia”

Frosinone, nuovo stop per Sicignano Nella seduta del Casaleno a porte chiuse hanno lavorato a parte anche Scarlato e Cariello FROSINONE - Mercoledì di lavoro a porte chiuse per il Frosinone Calcio che sta preparando al meglio la sfida di venerdì pomeriggio (ore 19.00) con il Sassuolo. Una seduta di circa un'ora, iniziata con un leggero lavoro atletico e aerobico, per poi dedicarsi quasi esclusivamente al lavoro tattico.Agli ordini del duo GarzyaMoriero, sono state provate soluzioni offensive e difensive. Il tecnico salentino ha potuto disporre dell'intera rosa a sua disposizione, eccezion fatta per Sicignano, Cariello, Scarlato e Biso, con quest'ultimo che ha riportato al termine dell'allenamento dell’altro ieri una contusione al collo del piede destro. Il mediano di Lerici, che comunque non partirà per Modena in quanto fermato dal Giudice Sportivo al pari di Santoruvo, ha lavorato a parte, evitando il lavoro con la palla. Scarlato e Cariello,invece, hanno lavorato a parte, ma rimangono comunque in dubbio per la trasferta di Modena di venerdì. Vincenzo Sicignano, invece, ha accusato un leggero risentimento al flessore della gamba destra e quest'oggi è rimasto a riposo precauzionale. Fermo per infortunio anche il giovane La Mantia, al suo

posto ieri il tecnico ha aggregato alla prima squadra il giovane Fabrizio Guarracino, classe 1991. Domani mattina allenamento al Comunale alle ore 10.00, quando il tecnico proverà gli infortunati e diramerà la lista dei convocati.Al termine dell'allenamento pranzo all'Hotel Bassetto e partenza alla volta di Modena. E' partita la volata finale. Lo sprint salvezza sarà emozionante e si concluderà quasi sicuramente al fotofinish, riservando con ogni probabilità più di una sorpresa. Dai 41 punti di Albinoleffe e Piacenza fino ai 36 della Reggina penultima in graduatoria. Otto squadre racchiuse in 5 punti. Non se la passa bene il Frosinone appollaiato a quota 40.Grande delusione in Ciociaria non fosse altro per la partenza che aveva visto i canarini veleggiare in testa alla classifica in beata solitudine nella prima parte della stagione. La partenza a razzo forse è stata dovuta ad una preparazione atletica di fondo. Finita la benzina sono iniziati i guai per Moriero. Anche l’altalena di risultati contrassegnata da pochissimi pareggi ha influito sul rendimento generale.Giornata dopo giornata ha visto i canarini essere ri-

succhiati nei bassifondi, dilapidando l’enorme vantaggio che li separava dalla zona pericolosa. Ciò che più preoccupa però è la mancanza quasi assoluta di gioco. CheccoMoriero ha da subito impo-

Moriero ieri ha compiuto 41 anni stato la sua squadra sul 4-2-3-1, per poi virare proprio in occasione dell’ultima gara casalinga sul 4-4-2. I problemi però sono anche in difesa che continua a subire caterve di goal.Vedremo in queste ul-

VOLLEY SERIE C

I4 ANNO I - N° 28 GIOVEDÌ 01 APRILE 2010

Continua la buona prestazione di Mastroianni e compagni all’inizio del secondo set (1-5) ma c’è subito la pronta reazione dei padroni di casa che si riportano in parità. Il parziale rimane equilibrato fino alla fine quando Corsetti e compagni premono sull’acceleratore e chiudono di slancio il set a loro favore. Purtroppo però perdono Casalese per una forte pallonata ricevuta sul viso che gli impedisce di continuare a giocare. Nardella inserisce Cianchetti nel ruolo di opposto e si continua a giocare con i padroni di casa in vantaggio e gli ospiti ad inseguire. Un certo numero di errori dei ciociari nel tentativo di chiudere il punto in attacco fa allontanare i Romani di 4 punti (11-7). Ricomincia l’assalto degli attaccanti di casa e Nardella inserisce Di Folco nel tentativo di rinforzare il muro. Nonostante si sia ritrovato un certo equilibrio i padroni di casa riescono a chiudere di forza il set prendendo un break di 3 punti

verso il porto della salvezza. Venendo al Mantova la società di Lori ha vissuto, e sta vivendo, un anno particolare. Le difficoltà erano in parte preventivabili causa l’austerity imposto dal numero uno virgiliano. Sono partiti i pezzi migliori, coloro cioè che negli anni si erano resi protagonisti di splendide cavalcate e memorabili scontri. Una rifondazione quindi dettata da esigenze di bilancio.L’altra biancorossa e neo promossa Padova si è invece trovata in questa situazione dopo un inizio brillante che tutto lasciava immaginare tranne che dover lottare per non retrocedere. D’improvviso però qualcosa s’è inceppato. Più o meno un girone fa sono iniziati i guai. Ma ancora si spera.D'altronde Italiano,Di Nardo, Vantaggiato è gente di categoria che fa la differenza. Scalando la classifica di due scalini,quindi a quota 39 punti,troviamo una delle più grandi delusioni del torneo; il Vicenza. Che proprio due giorni fa ha esonerato Maran al termine della terza sconfitta di fila. La società berica è andata sul sicuro affidandosi alle cure del vecchio Nedo Sonetti cui certamente non ha bisogno di troppe presentazioni. Andrea Mastrantoni

BASKET FINAL FOUR

Veroli fallisce l’aggancio al secondo posto Nardella: “Troppi errori e poca grinta” VEROLI - Il MaMaHd Veroli non riesce nell’intento di sorpassare le diretta avversaria per il secondo posto perdendo a Roma contro una buona Virtus. Dopo una partenza incerta Fabrizio e compagni riescono ad imporre il proprio gioco ma l’infortunio occorso a Casalese fa saltare il buon equilibrio raggiunto e i ciociari devono quindi soccombere al tenace avversario. Nardella schiera inizialmente Mastroianni e Casalese sulla diagonale palleggiatore-opposto, Corsetti e Fabrizio schiacciatori, De Santis e Gatto centrali e Schiavi libero. Dopo un inizio equilibrato il Veroli subisce un break di 8 punti con Ricci e compagni incontenibili in attacco. Nardella corre ai ripari chiamando per ben due volte il time-out. La reazione Verolana si fa subito sentire a partire dalla forzatura della battuta che crea problemi agli avversari. Il margine preso dai padroni di casa è però sufficiente per controllare il parziale fino alla fine.

time giornate a partire da domani contro il Sassuolo se ci sarà un cambio di tendenza. Troviamo poi squadre, come la Reggina, partite con propositi ben diversi e che si ritrovano a dover fare i conti con una situazione da bollino rosso,col rischio neanche remoto di finire all’inferno della Lega Pro dopo un quarto di secolo, oppure come proprio il Frosinone che dopo un inizio di stagione esaltante aveva illuso tutti. La stagione per gli amaranto, nata appunto sotto i migliori auspici, ha subito preso una piega storta e né Iaconi subentrato a Novellino, né Breda chiamato in sostituzione dell’ex tecnico dell’Ascoli, sono riusciti a raddrizzare l’asticella. Un gradino sopra dei calabresi staziona un trio formato da Gallipoli, Padova e Mantova. Due neopromosse ed una veterana un po’in crisi dopo anni da protagonista a lottare per i primi posti. Tra queste la situazione più critica è sicuramente quella dei giallorossi pugliesi. La squadra convive praticamente dall’inizio del campionato con problemi economici, strutturali, organizzativi e anche logistici. E’notizia di ieri l’ingaggio di Ezio Rossi.A lui quindi il difficilissimo compito di pilotare la nave

oltre a quelli che avevano preso in precedenza. Nel quarto set Nardella cerca di riequilibrare la squadra spostando Corsetti nel ruolo di opposto ed inserendo Razzano come martello per migliorare la difesa. La partenza non è delle migliori con subito due errori in attacco per il 4 a 0 iniziale. Poi interviene un certo equilibrio ma il gioco non decolla ed i padroni di casa si allontanano punto dopo punto verso la conquista del set e della partita. Questo il commento di Nardella a fine partita: “Ottima Virtus quella che abbiamo avuto di fronte, hanno commesso pochissimi errori e sono stati molto determinati a portare a casa il risultato; da parte nostra invece troppi errori e l’equilibrio spezzato dall'infortunio occorso a Giorgio quando eravamo un set pari.”Dopo la pausa per le festività di Pasqua il campionato riprende con una gara casalinga Sabato 10 aprile contro la squadra di Ariccia. andr.mastr.

Fmc Ferentino si tuffa in Coppa Il primo ostacolo è Bologna FERENTINO - Ferentino alla prova Coppa Italia. Dopo la sconfitta bruciante in campionato e in casa al Ponte Grande contro la Liomatic Perugia che ha fatto imbestialire il pubblico gigliato e che mette a rischio l'ingresso nei play-off vanificando così l'intera stagione la formazione di coach Friso è chiamata ora ad onorare l'importante appuntamento della Coppa Italia.E' scattata infatti la settimana della Final Four di Coppa Italia, prologo della Summer Cup di fine estate vinta dalla Fortitudo per il raggruppamento del centro-nord e da Barcellona per quello del centro-sud staccando già il pass per la fase finale, con l'aggiunta poi di Forlì e Ferentino al termine dell'andata di regular season. Adesso, arriva il momento dell'assegnazione del trofeo, con la Final Four di scena in Umbria, a Foligno. Oggi giovedì 1 aprile si disputeranno le semifinali, con Sigma Barcellona-VemSistemi Forlì alle ore 18.00 eAmori Bologna-FmcFerentino alle 20.30,mentre venerdì 2 aprile alle 20.30 si disputerà la finale.Tutte le partite saranno trasmesse in diretta su Sportitalia 2 (canale 226 della piattaforma Sky e digitale terrestre).In caso di passaggio in finale la società ciociara ha comunicato tramite il sito ufficiale che per sostenere la formazione di coach Massimo Friso verrà messo a disposizione un pulman per tutti i tifosi che intendano assistere direttamente alla gara dei propri beniamini con partenza al parcheggio antistante il palasport ‘Ponte Grande’alle ore 16.30. A.M.

Reggina,il presidente Foti inibito fino al 13 aprile

Chicago,il nuovo Jordan ha solo dieci anni

È inibito fino al 13 aprile il presidente della Reggina Foti, per aver rivolto espressioni ingiuriose all'arbitro all'ingresso del sottopassaggio ed è stato ammonito con diffida il medico sociale Favasuli. La Reggina è stata anche punita con un'ammenda di 5.000 euro per non aver impedito l'accesso negli spogliatoi a due persone non autorizzate che hanno insultato l'arbitro.

Il suo nome è Jaylin Flaming, va ancora alle elementari, ma tutti lo segnalano e considerano come il nuovo Michael Jordan. Derrik Rose, stella dei Chicago Bulls, non ha dubbi: «Questo ragazzino è più forte di me, è una cosa pazzesca. Il suo talento è unico nel suo genere». Gli osservatori: «Mai esistito un talento così».


S P O RT CALCIO LEGA PRO

Proficuo test con la Berretti: a segno Berardi, Jefferson, Mezgour, Bracaletti e Giannone

Cassino, l’unico dubbio è Lolli Il terzino torna oggi in gruppo: in caso di forfait Martinelli a destra conVigna al posto di Conti CASSINO - La compagine azzurra ieri pomeriggio ha svolto la consueta sgroppata in famiglia contro la formazione Berretti. Mister Pellegrino ha schierato l’undici che potrebbe scendere in campo sabato dal primo minuto nella attesissima sfida playoff col Brindisi. Si è allenato a parte il laterale Alì Lolli, a causa di un piccolo problema al polpaccio. Non si sono affatto allenati, oltre ai lungodegenti Frisenda e Scappaticci, anche Cafiero (necessari ulteriori accertamenti per la contusione al quadricipite) e Sfanò (lunghi i tempi di recupero dall’intervento alla mano). Uno dei dubbi che assale il tecnico siracusano è proprio quello relativo all’utilizzo di Lolli che quest’oggi rientrerà in gruppo dopo due giorni di lavoro in palestra. Davvero sfortunato il terzino ex Taranto che non riesce ad esprimersi e soprattutto ad allenarsi con continuità. Sono comunque buone le speranze di recuperarlo per il big-match del Salveti: nel caso in cui dovesse farcela riprenderebbe

posto a destra nella linea difensiva completata dalla coppia centrale Giosis-Merli Sala con Bianciardi confermato sul versante opposto. Il

Emanuele Martinelli. Al contrario, se le condizioni del terzino nella rifinitura di domani mattina suggeriranno a Pellegrino di non rischiarlo, Marti-

Alì Lolli alle spalle di Konè nella gara con l’Igea Virtus candidato a sostituire lo squalificato Conti a centrocampo, nel caso in cui Lolli sarà a disposizione, è il capitano

nelli verrà dirottato a destra in difesa con l’inserimento di Vigna al fianco di Konè e Berardi sulla linea me-

diana. Per quanto concerne il reparto offensivo invece, tornerà il brasiliano Jefferson supportato dai due esterni Bracaletti e Mezgour. Tutti e tre gli uomini d’attacco sono andati a segno nell’amichevole di ieri con la Berretti: Jefferson con un pregiato tocco sottoporta, Bracaletti a conclusione di una splendida azione di prima e Mezgour su calcio di rigore. In rete anche il puntuale Berardi e Giannone nella ripresa. Stamane verrà svolta una seduta defatigante; domani sarà invece la volta della rifinitura pre-partita. Intanto, nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla società del presidente Murolo denominata “Mille cuori per un sogno”, c’è da registrare un esordio con il botto. La prima giornata ha visto il desk della filiale di Corso della Repubblica staccare ben 230 tagliandi omaggio per la sfida contro il Brindisi. Prosegue anche la campagna a favore degli abbonati: basterà recarsi sempre al desk della filiale, con la propria tessera e con i

dati della persona dalla quale ci si vuol fare accompagnare, per ottenere un biglietto gratuito in più, ovviamente valido per lo stesso settore per il quale è stato sottoscritto l’abbonamento. Allo stesso sportello gli under 14, accompagnati da almeno un adulto pagante, potranno ritirare il biglietto omaggio loro destinato. Sarà possibile acquistare anche in Banca, oltre che presso gli esercizi Caffè del Cavaliere (Via Enrico De Nicola) e Bar Argo (Piazza De Gasperi) i tagliandi in prevendita. Il prezzo del ticket di Tribuna Centrale, in prevendita, è di 10 €, mentre al botteghino ne costerà 12. Una volta terminati i tagliandi di laterale omaggio, sarà possibile acquistarli rispettivamente a 7 euro in prevendita ed a 10 al botteghino. Per quanto riguarda i diversamente abili si fa riferimento alla procedura già resa nota e consultabile on-line presso il sito ufficiale www.sscassino.it. La prevendita avrà termine alle ore 12 di sabato. Antonino Massara

BASKET SERIE C2

CALCIO 1^ CATEGORIA

Longo&Pagano col vento in poppa

Il battistrada Sant’Apollinare non si ferma più Mister Zollo: “Fondamentale vincere a Veroli”

CASSINO - La Longo & Pagano raggiunge un grande traguardo. Al palazzetto dello sport di Cassino i padroni di casa trovano un’importantissima vittoria per 92 a 79 contro la compagine romana del Vigna Pia nonostante un non brillantissimo inizio. Questa vittoria è importante non solo per la classifica, ma anche per il morale della squadra, la quale, ha dimostrato ancora una volta, al pubblico e a se stessa, di avere un grandissimo attacco e buone possibilità di successo nei play-off. “Ad inizio gara non ci siamo espressi al meglio, soprattutto in ambito difensivo ma abbiamo comunque avuto la partita sotto controllo per tre quarti del match. Nei primi otto minuti abbiamo concesso troppo ma poi ci siamo ripresi e siamo riusciti a concludere il primo quarto sul 33-20 a nostro favore” ha dichiarato Luigi Pagano. Successo arrivato anche grazie ad un grandissimo Cuelo, autore di ben ventitre punti di cui quindici grazie alle triple. Per quanto riguarda la rosa: “Finalmente siamo riusciti ad allenarci al completo durante la settimana e questo è stato molto importante perché ho potuto far riposare i titolari permettendo loro una migliore resa nel corso dell’intera partita, sono riuscito a far giocare anche i giovani e la cosa mi fa molto piacere” ha aggiunto il coach cassinate. Soddisfazione arriva anche dai 92 punti messi a segno in una gara così importante i quali sono sintomi di un talentuosissimo attacco. Parlando delle gare future il coach ha però precisato che se si vuole andare fino in fondo a questa competizione i giocatori dovrebbero cercare di avere maggiore disciplina tattica, eseguendo meglio gli schemi. Ora i biancorossi si troveranno d’avanti la penultima in classifica Sabaudia. “E’ una dura sfida quella conto i sabaudiesi. Loro giocheranno con in sangue agli occhi per cercare di guadagnare una buona posizione in ambito play-out mentre noi saremo sicuramente più sereni in quanto l’obbiettivo primario è stato raggiunto. Non dovremo cullarci su ciò” ha concluso Pagano. Davide Carnevale

SANT’APOLLINARE - Con la vittoria di domenica scorsa contro l’Arpino, il Sant’Apollinare mantiene invariato il distacco sul Paliano e conserva dunque il primato in classifica nel girone H di prima categoria.A cinque turni dal termine, rimangono dunque intatte le possibilità del gruppo di mister Zollo di vincere il campionato e di centrare così, direttamente, l’obiettivo promozione, abbastanza inatteso ad inizio stagione. “Ci siamo trovati di fronte un degno avversario, l’Arpino, che all’andata ha meritato la vittoria contro di noi, – afferma Zollo – ma siamo scesi in campo con il piglio della grande squadra e dopo cinque minuti eravamo già in vantaggio grazie ad una collaudata combinazione vincente: assist di Fasulo, rete di Carbone”. Una tappa, quella dello scorso week-end, che non ha fatto altro che ribadire come il Sant’Apollinare meriti in pieno la posizione il ruolo di batti-

strada e come la compagine sia guidata da un allenatore equilibrato ed obiettivo, che riconosce gli errori e i limiti dei propri ragazzi quando necessario, ma

Indiveri torna nella suoli che sa anche essere, all’occorrenza, un grande motivatore. La sosta per le festività pasquali servirà alla capolista a staccare la spina e a concentrarsi ancora di più su un finale di stagione tutto

A Banti Inter-Bologna Per la Roma c’è Rizzoli

Juve, ora il nuovo tecnico In lizza Blanc e Benitez

Ecco gli arbitri della 13ª giornata di Serie A: la capolista sarà diretta dal fischietto di Livorno. Lazio-Napoli ad Orsato di Schio mentre il Milan affidato a Brighi di Cesena. Parma-Fiorentina a De Marco mentre il posticipo delle 21 Udinese-Juventus è toccato a Rocchi di Firenze.

Se John Elkann decidesse di confermare lo staff attuale, il club punterebbe sull’allenatore del Bordeaux che ieri ha incontrato Bettega a Lione. In corsa pure lo spagnolo del Liverpool. Intanto da Londra rimbalza una nuova voce sul futuro del settore tecnico: pronta un’offerta irrinunciabile per il manager Baldini.

da vivere. “Ci aspettano cinque finali. – continua Zollo – C’è l’entusiasmo giusto per fare bene. Ricordo che siamo già andati ben oltre i nostri obiettivi, ma di certo non è questo il momento di fermarci: è obbligatorio crederci”. Infine il mister butta, in largo anticipo, uno sguardo al prossimo avversario: “Alla ripresa ci troveremo ad affrontare in trasferta la squadra che era la candidata numero uno alla vittoria finale, il Veroli. Si tratta di un gruppo molto esperto, di una rosa di categoria superiore che vorrà dimostrare tutto il suo valore. Vincere a Veroli sarebbe fondamentale, poiché ilTecchiena sarà di scena a Caira, compagine ostica che deve salvarsi, e il Paliano in casa contro il Broccostella, squadra che, come ho già detto in passato, a mio avviso non merita la posizione che occupa: anch’essa lotta per non retrocedere”. Luca Tedeschi

15

ANNO I - N° 28

GIOVEDÌ 01 APRILE 2010


lagazzettafrosinone010410a  

Pisana, iniziate le grandi manovre L’OSCAR DEL GIORNO A GIANLUCA QUADRINI Frosinone, ottimi i servizi scolastici DISTRIBUZIONE GRATUITA GIOV...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you