Page 14

ISERNIA Dopo le diverse manifestazioni di protesta, i lavoratori dello stabilimento di Venafro hanno incontrato politici e istituzioni presso la Prefettura di Isernia

Geomeccanica, si passa ai fatti Si è tenuto ieri mattina in Prefettura ad Isernia, il tanto atteso incontro tra i lavoratori della Geomeccanica, al quarto giorno di protesta, ed il mondo politico-istituzionale. Intorno al tavolo della concertazione, una rappresentanza dei 97 dipendenti a rischio licenziamento, il direttore Provinciale dell’Inps Mataluna, Pietro Di Lauro per l’azienda, i sindacalisti e la Rsu, oltre al Sindaco di Venafro Nicandro Cotugno, ai consiglieri regionali Michele Pietracupa e Massimiliano Scarabeo e al consigliere provinciale Antonio Sorbo. In rappresentanza della Regione Molise, invece, sono intervenuti gli assessori Fusco Perrella, Vitagliano e Marinelli. Le novità sono riassumibili in due punti al momento

fondamentali: la volontà dell’ente regionale tesa ad un’intesa pubblicoprivato e la richiesta al Governo di aprire un tavolo tecnico nazionale. Insomma, si lavora alacremente per trovare una soluzione che salvi l’azienda di Venafro da una morte che secondo alcuni non sarebbe affatto scontata. Come sottolinea Giovanni D’Aguanno della Cgil Molise, “con il contributo di tutte le parti, si può ripartire, anche perché ci sarebbe un nuovo socio pronto ad entrare in azienda, una possibilità da giorni invocata dai lavoratori”. Sulla stessa linea anche il presidente Pietro Di Lauro: “Lo stabilimento può e deve andare avanti, il prodotto della Geomeccanica è certamente valido ed esportato in tutto il mondo”. Più

cauto sul tema “ripresa” Massimiliano Scarabeo che parla di “situazione preoccupante per il territorio anche in termini di desertificazione”, ed invoca “risposte concrete e non

demagogiche”. Sulla stessa linea Mario Pietracupa che chiede di “fare chiarezza senza ambiguità alcuna”. Gli assessori regionali, comunque, hanno ampiamente illustrato sia la premura della Regione per garantire i trattamenti assicurati dall’Inps ai dipendenti nell’attuale fase dell’azienda, sia l’interesse della stessa Regione a salvaguardare la conservazione del cospicuo patrimonio tecnico e di conoscenza della Geomeccanica. In particolare, l’ente regionale si è riservato di “valutare idonee soluzioni all’attuale situazione dell’impresa venafrana, compatibilmente con le iniziative in corso da parte dei creditori e con le prospettive del mercato”. Sembra dunque confermato l’interesse delle parti

Strade dissestate, la rabbia dei cittadini di Cutone Hanno dovuto armarsi di scopa, lo scorso mercoledì, gli abitanti di Cutone, frazione alle porte di Isernia, ma non per festeggiare, come da tradizione, il giorno dell’Epifania. Con l’attrezzo-simbolo della più nota dispensatrice di doni, infatti, hanno dovuto provvedere a ripulire la strada dalla ghiaia e dal pietrisco che si erano accumulati davanti alle loro abitazioni. E lo hanno fatto per diverse volte nel corso della stessa giornata. Regalo inatteso, dunque, nella calza della Befana per i residenti della zona? A sentir loro, proprio una sorpresa non è stata, anzi. Il problema, infatti, si presenta puntualmente nei giorni piovosi, quando dalla strada comunale, priva di cunette e asfalto, che collega la contrada con la vicinissima borgata di Castelromano scorrono giù, fino alle porte delle prime case, sassolini e ciot-

toli. Con altrettanta puntualità, i proprietari delle abitazioni interessate dallo spiacevole inconveniente devono impugnare scopa e rastrello per spazzare via la breccia ammucchiatasi. Come da copione, i cittadini della frazione, dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi, hanno dovuto nuovamente fare i conti con lo stesso disagio. Disagio che, stando alle loro parole, è stato più volte segnalato, nel corso degli anni, ai diversi amministratori della città di Isernia che si sono avvicendati a Palazzo S. Francesco, ma non è mai stato risolto concretamente. Attraverso le pagine del nostro giornale, chiedono all’ amministrazione comunale in carica di farsi carico del problema e di risolvere l’annosa questione, semplicemente asfaltando la strada brecciata incriminata e dotandola di cunette.

Telethon aVenafro, impegno continuo per la ricerca Nella splendida cornice del Castello Pandone di Venafro, si è svolta una importante iniziativa a scopo benefico, a favore di Telethon. Ad organizzare l’evento, la Sig.ra Cav. Palmina Giannini, fondatrice ed instancabile promotrice della Fondazione Paolo Balestrazzi. Un impegno, quello della Sig.ra Giannini che, nel tempo, le è valso l’appellativo di “madre coraggio” oltre all’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana, per tutte le battaglie che, con impegno ed ostinazione è riuscita a portare avanti, ottenendo importanti risultati per l’aiuto dato alla ricerca nel campo delle malattie rare. Le numerose personalità della vita sociale, economica, politica ed istituzionale oltre che del volontariato, presenti all’incontro, hanno avuto modo di comprendere, ancora una volta, quanto sia determinante la ricerca per riuscire a trovare le cure idonee

14 ANNO III - N° 293 VENERDÌ 8 GENNAIO 2010

alle numerose malattie degenerative, di cui molte persone sono affette e per le quali, finora, non esistono rimedi idonei a debellarle. “Non perdere mai la speranza e la forza di andare avanti nella ricerca” , è questo il messaggio perentorio lanciato da “madre coraggio” come è meglio conosciuta la Sig.ra Giannini dai tanti operatori nel campo della ricerca per questo tipo di malattie. Un appellativo conquistato con sacrificio ed abnegazione da parte della Sig.ra Palmina che ha voluto citare l’Amministrazione Comunale di Venafro “per la disponibilità fin qui dimostrata in tutte le manifestazioni organizzate in nome di Telethon”, i componenti della Schola Cantorum Corale San Nicandro che ha allietato l’evento. Un ringraziamento particolare, infine, lo ha riservato al Consigliere Regionale Massimiliano Scarabeo “ Il Consigliere” dice “ è sempre

Castelpetroso, santuario tra i posti più visitati Il santuario di Castelpetroso tra i principali itinerari percorsi dai pellegrini di tutto il mondo. L'Addolorata di Castelpetroso rappresenterà l'Italia alla seconda edizione del Josp Fest, il festival dei viaggi dello spirito che si terra' alla Nuova Fiera di Roma dal 14 al 17 gennaio, e ospiterà i più noti santuari italiani ed europei nell'area World.

sensibile a questo tipo di problema e la sua disponibilità lo dimostra ampiamente. Ho molto apprezzato il suo intervento in merito allo stato in cui versa la ricerca nel nostro Paese, ha perfettamente ragione quando afferma che occorre destinare più risorse in questo campo”. L’intervento del Consigliere Scarabeo, infatti, rimarca la perenne carenza di fondi per la ricerca e sottolinea come, a causa di ciò, molti studiosi sono costretti ad emigrare in altri Paesi dove le risorse in questo ambito sono molto più cospicue. “ La disponibilità finanziaria per la ricerca scientifica sulle malattie rare e degenerative ” insiste il Consigliere Scarabeo, “pone l’Italia in una posizione di ingiustificabile ritardo, rispetto agli altri Paesi, soprattutto europei, dove le maggiori risorse a disposizione, garantiscono più possibilità di successo per lo studio della prevenzione.

La Regione punterà su risorse pubbliche e private. Chiesto tavolo nazionale a giungere ad una soluzione chiara ed univoca per tutti in breve tempo. La paura per i lavoratori tuttavia resta. Ciò che preoccupa è la possibilità che quello di ieri sia stato l’ennesimo “intervento di facciata - come definito da parte delle maestranze che poco porterà sul terreno pratico”. E la protesta continua. Daci

Crisi lavoro, Sorbo scrive a Mazzuto Gentile Presidente, conoscendo la sua sensibilità istituzionale e l’attenzione che rivolge alle problematiche che interessano il nostro territorio, Le chiedo, in qualità di consigliere provinciale prima che di capogruppo di “Sinistra e Libertà”, di procedere con urgenza alla convocazione della seduta del Consiglio provinciale per esaminare le problematiche relative alla Ittierre, come richiesto dai consiglieri di maggioranza, e di aggiungere come argomento da discutere nella stessa seduta anche le problematiche relative alla crisi della Geomeccanica di Venafro dando la possibilità, nel rispetto delle disposizioni statutarie e regolamentari, ai rappresentanti dei lavoratori e/o alle forze sociali di poter intervenire per portare nell’assise provinciale le proprie istanze. Sono sicuro che tale richiesta, considerata anche la situazione drammatica vissuta dagli operai della Geomeccanica, costretti a forme estreme di protesta per difendere il proprio posto di lavoro, sarà condivisa anche dai colleghi della maggioranza e troverà un pronto riscontro da parte Sua.

Abbuffate delle feste, si corre ai ripari Si corre ai ripari dopo le abbuffate delle feste. Alleati preziosi per agevolare la perdita di peso sono 7 super cibi (riso parboiled, yogurt probiotico, lattuga, ananas, grana, finocchi e proteine di carne e pesce) che saziano, depurano, drenano e permettono di fare il pieno di micronutrienti indispensabili per sentirsi su di tono. Garantiti 3 chili in meno in 2 settimane.

lagazzettadelmolise_8-01-10a  

Risucchiato dalla macina, muore agricoltore L’OSCAR DEL GIORNO A GIUSEPPE ASTORE Ingotte, consegnati i lavori del viadotto DISTRIBUZIONE GRA...