Issuu on Google+

Muore sulla tangenziale, oggi i funerali

Termoli, la marineria torna a pescare

CAMPOBASSO - Nessuna autopsia sul corpo di Giovanni Del Rosso, il camionista di 51 anni morto mercoledì pomeriggio sulla tangenziale est. Oggi previsti i funerali dell’uomo che lascia moglie e due figli. A PAG. 6

TERMOLI - La marineria di Termoli torna a pescare. Il Tar del Molise ha concesso la sospensiva sul secondo decreto riguardante il fermo biologico. Intanto resta ancora aperta la questione economica. A PAG. 12

ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Iorio vs Patriciello: 2-0

Cacciateli da Strasburgo www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’AUTISTA UBRIACO Oltre alla denuncia della Polizia stradale di Campobasso e al ritiro della patente si becca anche il nostro tapiro l’autista ubriaco sorpreso al terminal dei pullman in un inusuale controllo. Da vero incosciente l’uomo, durante le ore di lavoro, aveva un tasso alcolico due volte oltre il limite consentito dalla legge. Un comportamento da irresponsabile e sconsiderato per chi svolge un servizio pubblico e risponde anche dell’incolumità altrui. Per il momento le conseguenze sono tutte a suo carico: l’uomo potrebbe rimetterci anche il posto.

L’OSCAR DEL GIORNO VINCENZO DI NARZO In attesa dell’assessorato provinciale di via Roma (che potrebbe non arrivare mai) può godersi l’oscar della Gazzetta. Vincenzo Di Narzo mostra i muscoli e dice: pronto a cedere la poltrona solo a Cristiano (Di Pietro ndr). Eletto con l’Italia dei valori, il consigliere provinciale di Guglionesi prenota il posto che l’ex pm vorrebbe assegnare al sindaco di Vinchiaturo, Giacomo D’Aquila. Il fatto è che quest’ultimo (esterno) non lo vuole proprio nessuno. D’Ascanio è avvisato. Provincia mezza salva.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Fondo unico anticrisi: partono le garanzie regionali per le imprese Con le garanzie di Finmolise e Confidi, le aziende potranno accedere più facilmente al credito CAMPOBASSO – Da oggi saranno operativi due strumenti di sostegno alle imprese previsti nel piano anticrisi regionale. Il primo riguarderà il rilascio di garanzie dirette e controgaranzie su finanziamenti alle piccole e medie imprese, finalizzati alla realizzazione di nuovi interventi e al consolidamento dei debiti da breve a medio periodo. Il secondo verterà sul rilascio di garanzia, controgaranzia e altre operazioni dirette da parte di Finmolise S.p.A. e dei Confidi per il consolidamento dei debiti da breve/medio a lungo periodo. Le imprese potranno così attivare più facilmente nuove linee di credito e nuovi consolidamenti da breve a medio/lungo periodo. Si tratta di “un’azione innovativa e straordinaria – hanno precisato il governatore

Iorio e gli assessori alla Programmazione, Vitagliano, e alle Attività Produttive, Marinelli – frutto di una intensa attività di confronto e di concertazione con il sistema imprenditoriale e con quello bancario, che consentirà una risposta concreta alla esigenza di credito delle piccole e medie imprese. L’unico grande obiettivo sarà quello di sostenere le imprese per salvaguardare la capacità produttiva, l’occupazione e la struttura sociale del Molise”. La modulistica, i documenti di sintesi, i provvedimenti regionali e un opuscolo informativo (redatto dall’assessorato alla Programmazione ed a breve distribuito nella versione cartacea) sono disponibili sui siti internet della Regione Molise e della Finmolise.

Secondo un sondaggio condotto da Coldiretti, sei persone su dieci si aiutano con i prodotti alimentari tipici dei luoghi di vacanza

Stress da rientro dalle ferie? Si combatte con il cibo CAMPOBASSO – Per qualcuno sono i primi giorni, per altri è passata già una settimana e oltre, altri ancora lo avranno posticipato. Il rientro dalle ferie e lo stress che si porta dietro, non è, com’è ovvio, uguale per tutti. Come combatterlo? Quasi sei italiani su dieci si aiutano portando in tavola prodotti alimentari tipici acquistati come souvenir nei luoghi di vacanza. È quanto emerge da un sondaggio on line, condotto dal sito www.coldiretti.it, dal Quotidiano quale risulta che il prodotto alimentare del mattino caratteristico del territorio come vino, Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008

formaggio, olio di oliva, salumi o conserve è stato il souvenir più gettonato con il 58% di preferenze, ma apprezzati sono stati anche i prodotti artigianali locali (ceramica, oggetto in legno, tessuto) con il 25%, mentre sono in calo i ricordi più commerciali, come cartoline, gadget e magliette che sono stati acquistati solo dal 5% dei turisti. Nonostante la situazione di crisi – precisa la Coldiretti – appena il 12% dei vacanzieri ha rinunciato a qualsiasi tipo di ricordo della vacanza. L’alimentazione e, in particolare alcuni tipi di cibo, sono alleati preziosi per rendere più soft il ritorno alla quotidianità. Sono note, infatti, le proprietà rilassanti di frutta e verdura. Questa scoperta è, in realtà, – sottolinea la Coldiretti – solo una delle prove scientifiche che avvalora risultati noti nella tradi-

DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso E-mailRedazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-Mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009

Crollano i brindisi di champagne ma cresce lo spumante italiano Quasi dimezzate le esportazioni del prodotto francese (-41%). Le bollicine nostrane all’estero (+15%) superano il consumo interno

Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752

STAMPA: Poligrafica Ruggiero Avellino

zione popolare. In generale, il consumo di alimenti con zuccheri semplici come la frutta dolce, aumenta la produzione da parte dell’organismo di serotonina, il neuromediatore del benessere che stimola il rilassamento, dalle pesche alle mele, dall’uva al melone, dalle pere alle zucchine, ma anche pomodoro, peperoni e insalate sono – conclude la Coldiretti – ricchi di proprietà “curative” che possono agevolare il ritorno ai ritmi di vita quotidiani”. Adimo

CAMPOBASSO – Il made in Italy rafforza uno dei suoi cavalli di battaglia. I brindisi mondiali parlano un po’ meno francese con il crollo delle esportazioni di bottiglie di champa-

Brasile: bacia figlioletta, arrestato SAN PAOLO - Un turista italiano 40enne che ha baciato sulla bocca la figlia di otto anni, e le ha fatto delle carezze, e' stato arrestato martedi' scorso. L'uomo si trovava nella spiaggia di Fortaleza, con la moglie brasiliana. Lo ha reso noto oggi il suo legale: 'Il mio cliente e' vittima di un errore grossolano', ha detto il legale che ha aggiunto che la moglie, con cui e' sposato da 12 anni, 'e' in stato di shock' per l'arresto del marito.

gne del 41%, mentre cresce del 15% l’export di spumante italiano. Lo afferma un’analisi della Coldiretti sulla base dei dati della Federazione francese degli esportatori di vini e liquori (Fevs) e del Forum Nazionale degli spumanti relativi ai primi sei mesi del 2009. “I principali consumatori di spumanti italiani si

trovano – spiega la Coldiretti – in Germania e negli Stati Uniti ma, elevati tassi di crescita, si registrano per la Gran Bretagna e nei Paesi emergenti. Per effetto dell’aumento della domanda straniera, le esportazioni dello spumante italiano – continua l’associazione – hanno addirittura superato i

consumi nazionali realizzando un fatturato complessivo annuale di oltre 2,5 miliardi di euro per una produzione di oltre 320 milioni di bottiglie. Le previsioni per la prossima annata – conclude la Coldiretti – sono positive con una quantità contenuta ed una buona qualità delle uve”.

Tar, immotivato no Csm a Iannelli ROMA - Per il Tar del Lazio e' immotivata la decisione del Csm di impedire che Enzo Iannelli fosse destinato alla Corte di Cassazione.La decisione con la quale il Csm, dopo lo scontro tra le Procure di Catanzaro e Salerno legato alle inchieste avocate all'ex pm del capoluogo calabrese de Magistris, ha escluso che l'ex Pg di Catanzaro possa essere destinato alla Corte di Cassazione.


PRIMO PIANO L’Aiop e la vittoria di Pirro Il Tar Molise accoglie in parte il ricorso dell’associazione. Ma al vertice dell’Asrem non cambierà nulla, resterà in sella il manager Percopo. Defitivamente fuori dalla partita Florio

CAMPOBASSO – Una vittoria di Pirro quella ottenuta dall’Aiop davanti al Tar Molise chiamato di nuovo in causa per far chiarezza sulle nomine al vertice dell’Asrem. Magra consolazione quella di vedersi accolto in parte il ricorso. Perché alla fine dei conti tutto resterà come prima. Il pronunciamento dei giudici amministrativi non procurerà ulteriori scossoni né tantomeno terremoti, come qualcuno immaginava: al vertice dell’Asrem resterà Angelo Percopo. Proprio contro la nomina di

quest’ultimo l’Associazione italiana ospedalità privata era ricorsa. Ma i giudici hanno accolto solo in parte l’istanza rilevando, nell’atto di nomina, l’assenza degli obiettivi gestionali che nei cinque anni dovrà raggiungere il nuovo manager. Carenza che sarà colmata subito. E’ lo stesso governatore a dirlo in una nota diramata ieri stesso: “Come nostro costume rispetteremo il deliberato del Tar Molise. Con una prossima deliberazione la Giunta regionale provvederà ad esplicitare ulteriormente gli obiettivi gestionali

del Direttore generale dell’Asrem. Sottolineiamo la nostra soddisfazione per aver visto confermato dallo stesso Tribunale l’impostazione generale di merito e di fatto che ha portato alla nomina del Direttore Percopo”. Insomma una vittoria che sa tanto di sconfitta. Il Tar infatti non solo ha respinto le altre motivazioni dell’Aiop, che chiedeva la revoca completa della delibera di nomina di Percopo, ma ha ritenuto superata dagli eventi anche la questione di Sergio Florio che esce definitivamente dalla partita. Nel ricorso l’associazione presieduta dal dottor Acanfora si era costituita anche contro la proroga di sei mesi con la quale la giunta regionale aveva tenuto in sella l’ingegnere campano dopo la scadenza del contratto quinquennale. Forse siamo ad un epilogo vero della vicenda. Lo si spera. Anche se qualche riflessione a voce alta va fatta. Un ritorno al comando di Florio avrebbe determinato certamente un aggravio di spese. E’ chiaro che l’ex manager, ormai non più nelle grazie del governatore, sarebbe stato allontanato. Iorio-commissario della sanità lo può fare. Nella delibera del Consiglio dei ministri del 28 luglio scorso con la quale gli viene conferito l’incarico si legge: “Il commissa-

IL RETROSCENA

di Red

CAMPOBASSO – Fino a poco tempo fa era una sigla sconosciuta ai più. Da un mese appena l’Aiop (che sta per Associazione italiana ospedalità privata) ha avuto il suo momento di gloria per via di un ricorso-fotocopia presentato al Tribunale amministrativo regionale del Molise in difesa di Florio e contro la giunta Iorio. Nemmeno noi ne sapevamo molto sull’attività di questo organismo. Perciò, pochi giorni fa, abbiamo cliccato sul sito internet dell’associazione. Cercavamo un referente, un responsabile, insomma qualcuno a cui chiedere lumi anche sull’istanza depositata al Tar di via San Giovanni dei Gelsi. Alle voci ‘sedi regionali’ abbiamo trovato il nostro referente, il presidente regionale Vincenzo Acanfora, con tanto di numero telefonico e indirizzo. Senza esitazione abbiamo digitato le sei cifre. E qui la sorpresa (ma neanche tanto). All’altro capo del telefono rispondono: “Segreteria politica dell’onorevole Aldo Patriciello”. rio può motivatamente disporre, nei confronti dei direttori generali delle aziende sanitarie locali, delle aziende ospedaliere, degli istituti di ricovero pubblici (…) fermo restando il trattamento economico in godimento, la sospensione delle funzioni in atto, che possono essere affidate ad un soggetto attuatore (….) gli eventuali oneri derivanti dalla gestione commissariale sono a carico della regione interessata”. La giunta regionale dunque tira

un sospiro di sollievo e anche i cittadini visto che si tratta di soldi pubblici risparmiati. Altra considerazione. Il Tar si era già pronunciato a favore dell’esecutivo Iorio chiamato in causa proprio dalla giunta regionale dopo la sentenza del giudice del lavoro che rimetteva al suo posto Florio. Alla luce di questo verdetto che motivi aveva dunque l’Aiop di proporre lo stesso ricorso? Red

Primati molisani: Patriciello è uno dei tre condannati di Strasburgo CAMPOBASSO – Il Molise ‘vanta’ un primato non da poco: su tre eurodeputati condannati in via definitiva a Strasburgo uno è nostrano. Il suo nome è Aldo Patriciello (Pdl), sul podio assieme a Vito Bonsignore (Ppe) e Mario Borghezio (Eld). A diffondere la notizia è il giornalista Andrea Adambra, già presidente dell’associazione consumatori ‘Generazione attiva’ e promotore della petizione per abolire i costi di ricarica dei telefonini. Oggi Adambra sostiene l’iniziativa per un Parlamento europeo pulito che in sostanza chiede la modifica dell’atto europeo del 1976 che regolamenta l’elezione dei parlamentari europei. Dal suo blog si legge che con la pubblicazione dell’elenco

definitivo c’è un condannato in meno rispetto alla scorsa legislatura (De Michelis) “ma tanti nuovi ‘aspiranti’, al momento indagati, che concorrono a prendere il suo posto”. Sull’ex Udc, passato nelle fila del Popolo della libertà si è già scritto tanto. Aldo Patriciello, già eurodeputato ricandidato e rieletto a giugno, ha una condanna definitiva a quattro mesi per un finanziamento illecito degli anni ‘90. Qualche altro problemino ce l’ha per la variante di Venafro costruita, secondo l’accusa, con materiali scadenti che mettevano a rischio la solidità dell’opera e per cui l’Anas ha dovuto spendere un sacco di soldi al fine di consolidarla una volta terminata. A gennaio di quest’anno, Patriciello è

Boffo lascia l’Avvenire Dimissioni irrevocabili MILANO - Il direttore di Avvenire Dino Boffo si è dimesso con una lettera inviata al cardinal Angelo Bagnasco, presidente della Cei. Boffo, attaccato duramente da Feltri su Il Giornale, ha scritto: “Non posso accettare che sul mio nome si sviluppi ancora per giorni e giorni una guerra di parole che sconvolge la mia famiglia e soprattutto trova sempre più attoniti gli italiani”.

stato nuovamente rinviato a giudizio per tentata truffa, abuso e malversazione stavolta per un altro scandalo: quello di un centro di riabilitazione nel comune di Salcito, dove anche lì c’entrava il gruppo imprenditoriale della sua famiglia che, secondo l’accusa, avrebbe fregato enti pubblici facendo perdere soldi di denaro pubblico, cioè di denaro nostro. La sua rielezione comunque è una manna dal cielo. Permetterà infatti all’onorevole molisano di essere processato da europarlamentare. Marco Travaglio, che proprio sprovveduto non è, scrive nel suo blog “che c’è stata una votazione al Parlamento europeo per coprire di immunità Patriciello in questo processo e il

Parlamento europeo, che pure per le opinioni espresse e i voti dati, ossia quando uno è accusato per le cose che ha detto, concede sempre l’immunità e invece per le cose che si sono fatte l’ha negata e infatti il Parlamento europeo ha votato a amplissima maggioranza che le accuse di truffa e malversazione non fanno riferimento a opinioni e a voti espressi, per il semplice motivo che la malversazione di fondi pubblici e i reati urbanistici non possono essere equiparati a un’opinione e a un voto, conseguentemente Patriciello verrà processato naturalmente da europarlamentare, se i cittadini avranno la bontà di rieleggerlo (come poi è successo, ndr) per un’altra volta non più

In Iran la prima donna ministro TEHERAN - Il Parlamento iraniano ha concesso ha approvato la nomina di Marzieh Vahid Dastjerdi a ministro della Salute. La ginecologa diventa così la prima donna ministro nella Repubblica islamica. Ma lo stesso Parlamento ha bocciato le altre due donne proposte dal presidente Mahmoud Ahmadinejad nel suo esecutivo: all'Istruzione e al Welfare.

nell’Udc, stavolta nel Popolo della Libertà provvisoria, direi”.

3 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009


REGIONE Alle lavoratrici straniere sarà garantita una formazione adeguata dagli enti regionali accreditati

L’Agenzia Molise Lavoro lancia il progetto badanti CAMPOBASSO – È ai nastri di partenza il “progetto badanti”, approvato dalla Commissione Europea nel 2006, e recepito dalla Regione Molise attraverso l’Agenzia Regionale Molise Lavoro, in qualità di coordinamento regionale Eures. L’obiettivo è di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro per ottenere servizi qualificati, pubblici e gratuiti nel settore delle lavoratrici domestiche e “badanti” di persone non

autosufficienti (anziani o portatori di handicap). Alle lavoratrici straniere sarà garantita un’adeguata formazione ed alle famiglie, che necessitano di assistenza e rivestono il ruolo di veri e propri “datori di lavoro”, un adeguato supporto amministrativo. L’Ufficio Eures dell’Agenzia Molise Lavoro, inoltre, in collaborazione con l’Eures dei Paesi europei partner del Progetto, offrirà un servizio personalizzato a quanti siano alla ri-

sistema integrato di modelli e servizi a supporto della qualificazione professionale e dell’integrazione sociale delle lavoratrici. Il progetto – hanno sottolineato – intende garantire alle famiglie molisane assistenza personale e domestica qualitativamente elevata, offrendo alle lavoratrici straniere un’adeguata formazione con una corretta acquisizione della lingua ita-

cerca di “assistenti familiari”, attraverso una banca dati di lavoratrici/lavoratori interessati a lavorare nel settore dell’assistenza alla persona. “Quello delle badanti è un fenomeno in piena espansione anche nella nostra regione – hanno commentato il governatore Iorio e l’assessore al Lavoro e alle Politiche Sociali, Fusco Perrella – e necessita di essere governato attraverso un

liana. Si conta di poter completare entro fine anno l’iter per l’affidamento della formazione agli Enti regionali accreditati”. Ulteriori informazioni sulle modalità di accesso al servizio e chiarimenti di carattere contrattuale sono disponibili sul sito internet dell’Agenzia: www.moliselavoro.it..

Romita: la Regione svincola i 2,5 milioni di euro D’Ascanio adesso ha carta bianca CAMPOBASSO – Possono tirare un sospiro di sollievo i genitori dei ragazzi del liceo scientifico Romita di Campobasso. Almeno per i prossimi 3 anni il problema dell’istituto di via Scardocchia è risolto. Meglio sorvolare suoi meriti, non sarebbe politically correct, ma senza dubbio il braccio di ferro tra Regione Molise e Provincia di Campobasso è terminato. Ieri mattina il presidente Michele Iorio ha convocato alcuni dei suoi assessori, Gianfranco Vitagliano (Bilancio), Sandro Arco (Istruzione) e Luigi Velardi (Edilizia), con loro ha vagliato le ‘proposte indecenti’ del presidente Nicola D’Ascanio per giungere a questa conclusione: 2,5 milioni di euro saranno dati all’edilizia scolastica che potrà farci tutto quello che vuole. Insomma, niente vincoli da parte della giunta, la Provincia utilizzerà quei soldi come gli pare. Questa mattina gli inquilini di Palazzo Santoro adot-

4 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009

teranno una nuova delibera che di fatto supera quella del 29 giugno (la 728) in cui la stessa somma veniva sì concessa all’ente di via Roma, ma solo a condizione che lo stesso stipulasse il contratto di acquisto con quell’unico imprenditore che aveva risposto all’avviso pubblico per la ricerca di un immobile, in vista dell’inizio dei lavori di ristrutturazione al liceo.

D’Ascanio insomma ha ottenuto quello che voleva, denaro subito pronto per tamponare una situazione che stava per sfuggirgli di mano. I genitori anche due giorni fa nella manifestazione a piazza Municipio hanno ribadito che senza certezze avrebbero bloccato l’attività scolastica. Oggi non ha più scuse, può tranquillamente pagare 3 anni di fitto, investirli a titolo di caparra per l’acquisto (caso mai nel frattempo avesse trovato i soldi) oppure gettarli dal balcone. L’altra sua proposta (io mi faccio i lavori al Romita, e la Regione mi compra tutto l’edificio spendendo 8 milioni di euro) non è stata nemmeno presa in considerazione. Era immaginabile, anche se la Giunta oltre ai 2,5 milioni di euro svincolati (sono fondi Fas) ne ha già stanziati altri 3 milioni (quelli sono fondi del terremoto che non si toccano)

per rimettere a nuovo uno dei due lotti del Romita. Insomma, non dà 8 milioni di euro, ma ‘ap-

pena’ 5,5. Se poi nemmeno così va bene… AD

Oggi la Giunta adotta un’altra delibera che supera quella di giugno e che obbligava Palazzo Magno ad acquistare l’edificio per accedere al finanziamento

Scuola, via libera del Cdm all’intesa per i precari

Ocse: ripresa prima del previsto, ma sarà lenta

ROMA – Il Consiglio dei Ministri ha dato via libera a un’intesa per tutelare gli insegnanti precari annuali. “Attraverso una convenzione che coinvolge Welfare, Istruzione e Inps a questi lavoratori verrà garantita un’indennità di disoccupazione e una via preferenziale per l'accesso alle supplenze brevi”, ha spiegato il ministro all’Istruzione, Mariastella Gelmini.

MILANO - La recessione mostra i primi segni di rallentamento: il Pil delle principali economie mondiali (G7) dovrebbe scendere quest'anno del 3,7%. Lo prevede l'Ocse rivedendo la stima di giugno (-4,1%). Segnali di rallentamento della caduta dell'economia arrivano anche per l'Italia. Per il 2009 l'Ocse stima una diminuzione del prodotto interno lordo del 5,2%, a fronte del -5,5% stimato in giugno.


REGIONE Provincia: D’Aquila all’Edilizia scolastica Una proposta che non piace a nessuno CAMPOBASSO – Il sindaco di Vinchiaturo Giacomo D’Aquila pronto a prendere il posto di assessore provinciale all’Edilizia scolastica? E’ dai primi di agosto che la voce circola, una voce che oggi torna con maggiore insistenza anche se, fino a questo momento, nessun decreto di nomina è stato ancora firmato. Che cosa sta succedendo a Palazzo Magno? Forse la domanda più corretta sarebbe che cosa sta succedendo dentro l’Italia dei valori, il partito del primo cittadino ‘in pectore’ e di altri aspiranti allo scranno lasciato vuoto da Mario Fratipietro, che a pochi giorni dalle elezioni comunali, abbandonò incarico e partito per un salto della qua-

A Vinchiaturo, dove è sindaco, restano i problemi. Intanto il consigliere Di Narzo sarebbe pronto a farsi da parte solo per Di Pietro jr glia che non gli ha portato bene. Quel posto poi, non è stato mai riassegnato, nonostante la protesta del comitato del Romita che da 4 mesi chiede al presidente D’Ascanio una persona delegata all’importante settore, attualissimo in queste calde settimane. Per sponsorizzare D’Aquila si scomodò persino il leader Idv Antonio Di Pietro. Mai come quella volta però rimase solo con la sua proposta che non ha

trovato il parere favorevole degli altri esponenti di partito. Uno che a quanto si dice non è per nulla d’accordo è il consigliere di via Roma Vincenzo Di Narzo. Lui che da mesi attende la promozione, si farebbe da parte solo per piazzare su quella poltrona Di Pietro jr, Cristiano, figlio del più noto Tonino nazionalpopolare. Che D’Aquila non sia proprio la persona giusta per l’edilizia scolastica si evince anche dalla

Lettere al Direttore

Carte di credito e pagelle, assessori promossi e bocciati La legittima richiesta del consigliere regionale Michele Petraroia di conoscere quanto spendono gli assessori regionali, con le carte di credito della Regione, ha scatenato un putiferio. Mi sembra un po’ spropositata la risposta dell’Assessore Vitagliano. Compito della minoranza in una qualsiasi assise pubblica è quello di vigilare, controllare, proporre. Sono stato minoranza e poi maggioranza alla Provincia di Campobasso; sono stato minoranza e poi maggioranza al Comune di Riccia. A Riccia nell’ottobre 1993 l’allora Giunta guidata dal compianto Michele Fanelli, di cui facevo parte, decise di organizzare un viaggio al santuario di Lourdes per 150 anziani con un contributo del comune e affidò l’incarico dell’organizzazione a una società con sede in vaticano (specializzata in viaggi religiosi) senza esperire una regolare gara d’appalto per evitare l’allungarsi dei tempi che sarebbero arrivati all’inverno ormai prossimo. Ebbene un consigliere di minoranza, diventato poi importante, fece ricorso al Comitato di Controllo, il quale bocciò la nostra de-

libera. Il viaggio fu annullato e agli anziani, che nel frattempo avevano versato l’acconto, gli fu restituito l’importo versato. Nessun danno economico ma restarono a casa. Chi vinse? Né la maggioranza, né la minoranza.. Nessun acredine con il consigliere di opposizione. Gli unici danneggiati furono gli anziani di Riccia a cui fu impedito la visita a un importante luogo sacro dove affluiscono pellegrini da tutto il mondo. Quanta amarezza. Ho apprezzato nella sostanza il discorso dell’assessore Vitagliano quando dice che le spese sono servite per andare in giro a recuperare finanziamenti per la Regione Molise: soldi ben spesi, non c’è che dire. Se, però, l’utilizzo della carta di credito può essere considerato una sorta di cartina al tornasole per valutare gli impegni dei singoli assessori e volendo assegnare, su una scala di valori da 1 a 10, dei voti, viene fuori un quadro desolante: VITAGLIANO Gianfranco: spese € 59.079,00 - voto 10 e lode IORIO Michele Angelo: spese €

33.801,00 - voto 5,72 MARINELLI Franco Giorgio: spese € 7.668,00 - voto 1,29 INCOLLINGO Tony: spese € 2.603,00 - voto 0 VELARDI Luigi: spese € 1.489,00 - voto 0 DI SANDRO Filoteo: spese € 1.236,00 - voto 0 FUSCO PERRELLA Angelina: spese € 711,00 - voto 0 Riscontri non pervenuti per DI GIACOMO Ulisse (attuale Senatore), ARCO Sandro e ORLANDO Emilio. Una domanda sorge spontanea: ma gli altri assessori, che hanno speso poco o niente, cosa fanno il giorno? Dormono fino alle 12,00 e poi alle 13,00 vanno a pranzo? Sarebbe opportuno, signori assessori e consiglieri, lavorare un po’ di più per il bene della nostra comunità. Ce n’è veramente tanto bisogno. Geppino Ciccaglione Coordinatore provinciale Nuovo Psi

situazione delle scuole del suo Comune. A Vinchiaturo diversi edifici hanno problemi o li hanno avuti durante il suo mandato. Il solaio pericoloso delle elementari ad esempio è stato ripristinato? La scuola media allocata dentro un palazzo nato

per altri scopi e la materna ‘itinerante’ fanno sospettare che probabilmente quella delega dovrebbe andare ad altri più esperti del primo cittadino, che già a casa sua ha il suo bel da fare. Giorgia Lollo

Mimì de Angelis: ma quale ritiro, in corsa per il Pd ci sono anch’io CAMPOBASSO – Sponsorizzato dagli espulsi del Pd (quelli del terzo polo per intenderci con il presidente D’Ascanio in testa) il povero De Angelis ieri si è visto costretto a ribadire che giocherà la sua partita il 25 ottobre. Insomma che ci sarà anche lui in corsa per la segreteria regionale del Pd insieme a Petraroia, Leva e Di Lisa, in barba a quello che dice qualche organo d’informazione che lo ha dato fuori dai giochi. Ecco cosa dice l’avvocato ed margheritino oggi nel gruppo di D’Ascanio e Nagni. “Con stupore stamani ho appreso dalle colonne di un quotidiano molisano del presunto ritiro della mia candidatura a segretario regionale del Pd Molise. Probabilmente il fatto di non aver ancora speso alcuna attività propagandistica della mia candidatura attraverso gli organi di stampa, ha lasciato intendere a qualcuno di una mia possibile defezione. Orbene, intendo sgomberare il campo da ogni dubbio e vi confermo: Mimì de Angelis è candidato. Sebbene ciò non faccia la gioia dell’ex dirigenza del Partito e di quanti finora hanno cercato di ostacolare in tutti i modi la mia discesa in campo. E’ una corsa ad ostacoli che ho intrapreso e che non abbandono perché la mia è una candidatura di servizio per liberare il Partito democratico dall’occupazione di quanti lo hanno fino ad oggi gestito, avendo a dispregio le ragioni del centrosinistra e del bene comune della collettività molisana. Sto appunto lavorando allo sviluppo di una presa di coscienza delle varie comunità locali, riscuotendo inattesi, entusiastici, copiosi e lusinghieri risultati in termini di adesioni e di sponsorizzazioni della mia candidatura. Non temete, dunque, ci sono e profonderò tutte le mie energie per realizzare le condizioni di un partito veramente democratico, aperto al contributo ed all’adesione di tutti i riformisti, nonché aperto al confronto ed al dialogo con tutte le forze del centrosinistra, per porre le basi di una politica nuova che lavori ad un reale piano di sviluppo per la regione Molise”.

Commissione Ue, Frattini: “Parlino i politici”

È Rio la città più felice al mondo. Roma ottava

FRASCATI – “Se la Commissione Europea è un organo politico è giusto che parlino i politici, non i portavoce”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Frattini, commentando le parole del presidente della Commissione, Barroso, a proposito del richiamo del premier Berlusconi ai portavoce dell'Ue. “Barroso – ha aggiunto – ha detto cose ovvie, che è fiero ed ha fiducia nei propri portavoce”.

WASHINGTON – Rio de Janeiro è considerata internazionalmente la città più felice al mondo. Seconda Sidney, terza Barcellona. Roma? È ottava, ma batte Parigi, nona, e Buenos Aires, decima. Lo stabilisce la classifica stilata dalla rivista Forbes, basata su un sondaggio svolto da un’azienda americana di ricerche di mercato, la Gfk, che ha raccolto le opinioni di 10mila persone.

5 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009


CAMPOBASSO Gli agenti hanno sottoposto diversi autisti al test del Lion Alcoblow

Conducente di autobus beccato ubriaco dalla Polizia stradale L’uomo aveva un tasso di alcol nel sangue due volte superiore al limite consentito E’ ormai risaputo che guidare sotto l’effetto di alcol e droghe costituisce un reato punibile oltre che con pesantissime multe anche con l’arresto. Ma mettersi al volante con un’alterazione dello stato psicofisico diventa soprattutto un serio pericolo per sé stessi e per chi sta intorno: con i riflessi rallentati e la vista annebbiata il pericolo di fare incidenti si moltiplica. Un fenomeno gravissimo quindi che diventa ancor più grave quando a far uso di sostanze alcoliche o stupefacenti sono gli autisti di mezzi pubblici, pullman ad esempio, che oltre alla propria mettono a repentaglio

anche la vita di altre persone. E chi l’avrebbe mai detto che anche un autista di una ditta di trasporto extraurbano avesse il ‘vizietto’ di bere qualche bicchiere di troppo alla faccia delle responsabilità che ha chi si mette sul sedile di guida di un simile mezzo. A beccarlo sono stati gli uomini della Polizia stradale diretta dal Commissario capo Pietro Primi, che ieri l’altro a seguito di controlli, una ventina, eseguita nei Terminal con il Lion Alcoblow hanno scoperto che il 45enne (residente in provincia di Campobasso) aveva un tasso alcolico del doppio superiore al limite consen-

tito dalla legge. All’uomo gli è stata ritirata la patente ed è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica e ora rischia oltre all’ammenda da 800 a 3.200 euro anche l’arresto fino a tre mesi. La Polstrada ricorda pure che per i conducenti professionali è prevista come sanzione la revoca della patente di guida e del certificato di qualificazione del conducente. Soddisfatti dei controlli, come riferisce il sostituto commissario Pasquale Fiuschetto, i passeggeri degli autobus che hanno capito subito la finalità della Stradale sentendosi subito più sicuri. JR

Muore sulla Tangenziale Stamattina i funerali Rubano merce per 300 euro Denunciate due trentenni La tecnica è quella che le zingare adottano da sempre per non farsi scoprire: nascondere la refurtiva sotto le lunghe gonne che durante le razzie nei super mercati fungono da dispensa. Qualche volta per�� anche l’escamotage più collaudato, e all’apparenza perfetto, può fallire. La dimostrazione è arrivata ieri. Due donne di etnia rom, con tanto di figli minorenni al seguito, si erano recate al supermercato Oasi di Campobasso per fare la spesa. A modo loro. Hanno ‘battutto’ in lungo e in largo le corsie e gli scaffali del supermercato di via Insorti d’Ugheria incuriosendo, e soprattutto preoccupando, il personale che le ha tenuto d’occhio per tutto il tempo. Alla fine del giro turistico nell’Oasi le due zingare, una 30enne di Lucera e una 34enne di Campobasso, si sono presentate alla cassa con miseri oggetti da pagare. Una spesa da pochi euro. A quel punto sono scattati i controlli dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Campobasso che precedentemente avvertiti dai commessi erano già pronti all’azione. I sospetti erano tutti fondati. Le donne sotto le lunghe e larghe gonne avevano nascosto di tutto, merce per 300 euro. A quel punto la refurtiva è stata riconsegnata ai legittimi proprietari mentre le donne sono state denunciate per furto aggravato in concorso. jr

Si terranno questa mattina alle 11 i funerali di Giovanni Del Rosso, l’autotrasportatore morto nel pomeriggio di mercoledì in seguito all’incidente sulla Tangenziale Est. Il 51enne, sposato e con due figli grandi un ragazzo di 28 e una ragazza di 24, viaggiava da solo sulla Fiat Panda azzurra. Sarebbe dovuto arrivare a Termoli per mettersi in viaggio sul suo camion. Improvvisamente però quando l’uomo era ancora a Campobasso ha perso il controllo dell’auto che sbandando ha invaso l’altra corsia e finito la corsa contro un guard rail. Terribile l’impatto. Il parapetto ha trafitto l’auto come fosse di carta colpendo Giovanni Del Rosso. In men che non si dica l’utilitaria ha anche preso fuoco. Sempre sulla Tangenziale, dietro a Gio-

vanni, viaggiavano alcuni suoi colleghi probabilmente anche loro diretti a Termoli, che hanno assistito alla macabra scena. E sono stati loro ad estrarlo dall’ammasso di lamiere in fiamme. Ma a salvare il 51enne nato e residente a Campobasso non è servito nemmeno il pronto intervento dei soccorritori del 118: il suo cuore ha smesso dui battere qualche minuto dopo. Un incidente, come hanno riferito anche i vigili del fuoco, piuttosto strano, che forse poteva essere causato solo da un malore improvviso del conducente o dall’avaria al motore della Panda. Ad indagare sulle cause dello scontro sono stati gli uomini della Polizia municipale di Campobasso che ha analizzato per completezza delle indagini anche il fondo stradale.

Si attaccano alla condotta pubblica 11 denunce Fa comodo a tutti aprire il rubinetto e far scorrere fiumi d’acqua senza temere bollette da capogiro. Ma visto che si tratta di un bene prezioso e che le bollette vanno pagate l’unico modo per evitare di mettere mano al portafogli è attaccarsi alla condotta pubblica. L’idea, affatto innovativa, ha solleticato più di qualche cervellone che non ha fatto però i conti con i possibili controlli. E così per il momento su oltre 250 utenze monitorate undici sono risultate fuori legge perché legate alla rete pubblica. Per loro è scattata la denuncia e ora è possibile che oltre all’importo delle bollette arretrate dovranno pagare anche gli interessi. I controlli del personale addetto continuano, e allora è meglio mettersi in regola. Meglio il portafogli un po’ più leggero che una fedina penale sporca. Impossibile lavarla con l’acqua.

Giovanni Del Rosso era diretto a Termoli dove doveva prendere servizio L’uomo lascia la moglie e due figli: di 24 e 28 anni


CAMPOBASSO I fondi per la manifestazione di fine anno ci sono. E la Commissione Cultura è già al lavoro

Altro che Notte Bianca il Comune pensa già al Natale in città

E’ ancora troppo presto per pensare alle ghirlande e agli addobbi per l’albero di Natale visto che siamo solo agli inizi di settembre ma a Palazzo San Giorgio si sta già lavorando per mettere in piedi la manifestazione che, come tradizione vuole, accompagna i campobassani durante la festa più attesa dell’anno. Anche perché Natale in Città, questo il nome dell’iniziativa, oltre ad allietare le settimane a cavallo tra il Natale e l’Epifania nel 2009 potrebbe avere un ulteriore obiettivo: far dimenticare tutta la polemica montata per la Notte Bianca. Questa volta i fondi non dovrebbero mancare. Nell’apposito capitolo ci sono le somme necessarie, per organizzare l’evento (più di centomila euro) che si andrebbero ad aggiungere agli altri ventimila euro (nel capitolo del Commercio) lasciati dalla passata amministrazione per la Notte Bianca cui il

Domenica 6 settembre negozi aperti La Confcommercio, a seguito dell’ordinanza sindacale n. 158 del Comune di Campobasso, informa che tutti gli esercizi commerciali al dettaglio (a posto fisso) operanti sul territorio comunale, possono derogare all’obbligo di chiusura domenicale nella giornata di domenica 6 settembre. Tale deroga è da intendersi in via eccezionale svolgendosi in concomitanza con eventi, iniziative, festival o manifestazioni in genere promosse, finanziate, patrocinate o fatte proprie dall’ Ente.

Comune pare non intenda partecipare con propri fondi. In somma una somma piuttosto

consistente che darebbe la possibilità a chi organizza di mettere su un bel cartellone con qualche evento di richiamo e tanti altri appuntamenti di contorno. E intanto mentre la commissione Cultura (ma anche tutte le altre) presieduta da Stefano Ramundo muove i suoi primi passi potrebbe scoppiare la seconda polemica: perché la Notte Bianca no e Natale in città sì? Una domanda che qualche cittadino, ma soprattutto qualche commerciate potrebbe porre all’amministrazione. La prima risposta che viene subito in mente è che mentre la prima è una manifestazione organizzata dalla Confcommercio (con i soldi pubblici) l’altra invece è propria di Palazzo San Giorgio, e poi c’è da dire che mentre nella prima i commercianti che vogliono la Notte bianca possono tranquillamente organizzarsela cacciando di tasca propria i fondi necessari per la seconda invece, non trattandosi di iniziativa strettamente commerciale. di certo non possono essere i cittadini ad autotassarsi. Ed è proprio sull’autotassazione che s’insinua l’ultima polemica. Proprio perché i commer-

Altro nulla di fatto Era nell’aria che nemmeno la commissione Commercio di Palazzo San Giorgio avesse potuto risolvere la questione della Notte Bianca o meglio avesse portato la pace tra Comune e Confcommercio. Nonostante il braccio di ferro dei consiglieri di minoranza che hanno tentato di far ‘ragionare’ il sindaco, Gino Di Bartolomeo è invece apparso più convinto che mai e assolutamente fermo sulla sua posizione: niente soldi del Comune alla Confcommercio per l’organizzazione dell’evento settembrino (che a questo punto potrebbe addirittura slittare). Nemmeno la proposta di mediazione del presidente della commissione, Alessandro Pascale, è riuscita nell’intento. L’imprenditore-consigliere campobassano aveva infatti suggerito di dare un piccolo contributo in

cianti (specialmente quelli che hanno bar o comunque distribuzioni di alimenti) nonostante siano gli unici ad avere profitti dalla notte bianca (pochi gli affari di chi vende abbigliamento o accessori) e nonostante tutto sono restii a metter mano al portafogli tanto da meritarsi l’appellativo di ‘bottegai’ da qualcuno che lavora nella grande casa Confcommercio.

denaro e di fornire invece tutto il necessario per assicurare l’indispensabile pacchetto sicurezza. Dall’altro canto i commerciati avrebbero dovuto contribuire a di tasca propria in ragione della propria attività: una somma più alta per bar e attivista di somministrazione alimenti (che nelle altre edizioni hanno fatto affari d’oro), meno cospicua per chi invece ha negozi di altro genere. Insomma un’idea che poteva essere presa in considerazione (visto che non favoriva né l’uno né l’altro fronte) e magari portata al tavolo con la Confcommercio in programma per l’8 settembre. E invece nulla di fatto. Il Comune parteciperà all’incontro senza una precisa strategia, poi, se sarà il caso, il problema sarà riproposto in commissione ma comunque dopo martedì. jr

Il Tribunale del malato da oggi anche on-line Da oggi è disponibile on-line il sito del Tribunale dei Diritti del Malato del Molise. Il Tribunale che opera mediante le sue sezioni locali presenti sull’intero territorio nazionale opera per tutelare i diritti del cittadino utente nell’ambito dei servizi sanitari e assistenziali. Il tribunale costituito non solo da operatori dei servizi, professionisti che lavorano a titolo volontario anche da cittadini comuni che si impegnano non solo per la organizzazione del Servizio sanitario in maniera più umana e razionale anche nella realizzazione di una serie di progetti come il Pit salute. Visitando www.tdm-molise.it, il cittadino avrà, con un semplice clik sui pulsanti nella Home-page del sito, a disposizione tutta una serie di informazioni necessarie a delucidare ogni singolo aspetto dall’invalidità civile, alla responsabilità professionale medica, passando per liste di attesa e disservizi sanitari . Ma è possibile anche consultare la sezione salute e diritti dei cittadini. Navigando, con molta semplicità il sito, è possibile intervenire ai tanti forum di discussione su determinati aspetti di interesse comune, commentare i due blog attivi dell’associazione, l’assistenza domiciliare e la mancata rivalutazione Istat degli indennizzi ex legge 210/92. Iscrivendosi all’associazione è possibile conoscere quali

Boscaiolo muore in Alto Adige BOLZANO - Un boscaiolo e' morto in un incidente sul lavoro accaduto in Alto Adige. L'uomo stava lavorando al taglio del bosco nella zona di Aldino, in localita' Capanna Nuova a 1.800 metri di quota, quando e' stato travolto da un albero che stava abbattendo. A nulla sono valsi i soccorsi, prestati con un elicottero della protezione civile. Per i rilievi sono intervenuti i carabinieri.

sono i diritti del malato dal momento in cui entra in una struttura sanitaria pubblica. Nonostante negli ultimi venti anni è molto cambiato il rapporto malato-strutture sanitarie dove conoscenze informatiche, tecnologie all’avanguardia, informatizzazione, progressi della terapia medica e chirurgia hanno contribuito a ridurre i tempi di ricovero, molto spesso ancora oggi il malato non deve solo pazientare per la remissione della propria patologia indipendentemente dalla gravità, ma deve pazientare e forse a volte molto di più per ottenere informazioni inerenti al proprio stato di salute e molto spesso ci si incappa in servizi che funzionano a singhiozzo, prestazioni prorogate sempre a date da destinare. È dunque fondamentale tutelare e difendere la salute in quanto bene imprescindibile dell’essere umano. Carla Ferrante

Superenalotto: un 5+ da 1, 1 mln euro ROMA - Nessun 6 al Superenalotto. Ma un 5+ fa vincere 1.192.581,39 di euro a Roma. Combinazione: 18-54-56-58-62-66. Jolly: 32; SuperStar: 45.La fortunata schedina e' stata giocata al Fashion Gallery Caffe' di Via Portuense 1555. I vincitori con 5 punti sono 59, ciascuno incassa 15.159,94 euro. Il jackpot per il 6 per il prossimo concorso sale a 47.900.000,00.

7 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009


SPETTACOLI Esperienze dei componenti con La crus, DeltaV, Capossela, Paoli

La voce degli Spokes Georgeanne Kalweit oggi a Macchiagodena IO PROJECT, QUARTA GIORNATA MACCHIAGODENA - Quarta giornata per il programma di residenza d’arte “Io project” as Macchiagodena. Il fitto cartellone scivola verso la chiusura di domenica 6 settembre, oggi è prevista dalle ore 21:00 “Videoarte yearbook”, un progetto del Dipartimento delle Arti Visive dell’Università di Bologna. A cura di Renato Barilli, Alessandra Borgogelli, Paolo Granata, Silvia Grandi, Fabiola Naldi e Paola Sega. Alle 21:30 set di Kein (foto), già con Vodkatronik ma solista in consolle con un brano sul mercato “Fondle” su cui basa la sua scaletta. Alle 22:00 chiude il live di Kalweit & The Spokes. Informazioni 3316290377.

PITTURA di Charles N. Papa MACCHIAGODENA - Residenza d’arte (cioè gli artisti ospiti nelle case del paese) “Io project” giunge alla quarta giornata. Le installazioni artistiche e le performance musicali sono tutte ben contestualizzate e aderenti al progetto che tutto l’evento vuole sviluppare. Laboratori, mostre, il paese invaso da giovani curiosi e attenti allo stesso modo. Questa sera due live. Alle 21:30 il set di Roberto Giamberardino aka Kein (dal duo dei Vodkatronik). Le sue produzioni si caratterizzano per la ricerca di sonorita’ morbide, melodie electro-minimali e ritmi spezzati tipici dell’ambient e dell’IDM. Alle 22:00 il concerto di Kalweit & The Spokes. Al telefono Georgeanne Kalweit, la voce del gruppo e l’autrice dei testi, spiega come nasce il trio: “Un approccio spontaneo - spiega Georgeanne - con Leziero, con il quale già lavoravo nei Dining

Rooms, costola dei La Crus, dopo sperimentazioni hip-hop e funky con dj Panda, ci rendiamo conto che sonorità e voglia di creare un progetto insieme crescono sempre più, ed ecco Kalweit & The Spokes”. Assemblare suoni diversi è dunque la forza del gruppo. La voce calda dei lei è un playd sulle note: “Beh si - prosegue Georgeanne abbiamo lavorato sul percorso da seguire, e abbiamo individuato il sound che ora ci contraddistingue e che ci ha fatto incidere il disco Around the edges in pochi mesi”. La Kelweit giunge alla popolarità in Italia quando con i Delta V incise Se telefonando, un periodo bello: “Beh certo - conlude Georgeanne con i Delta V ho raggiunto la notorietà, sono rimasta amica con loro e certo non rinnego quel periodo. Grazie a loro mi sono creata una certa credibilità ed oggi però, faccio una cosa mia, e canto canzoni mie”. Kalweit & The Spokes sono: Georgeanne Kalweit, Leziero Resigno e Giovanni Caiella. Oggi alle 22:30 live a Macchiagodena.

Paola Turci dal vivo TRIVENTO - La festa di contrada Maiella si svolge a Trivento da oggi sino a martedì 8 settembre. Un ricco programma prevede la “II Sagra l’zpptton”, spettacolo Miro e Daniela, live di J.D. Hogg Southern rock band. Lunedì 7 chiusura della sagra e maiale allo spiedo, martedì chiusura con il concerto della cantautrice Paola Turci. La cantante romana vanta grandi cover e hit sanremesi nella sua discografia.

Wallace, una mostra in due giorni CAMPOBASSO - In occasione del primo anniversario della scomparsa dello scrittore statunitense David Foster Wallace, la BiblioMediaTeca Comunale di Campobasso, nei giorni dell’11 e 12 settembre 2009, organizzerà “Anima Contemporanea” un evento dedicato a lui e alle sue opere.

JELSI - Domani prende il via il 5° concorso di pittura estemporanea a Jelsi. Organizzato dal circolo culturale “Ulisse” il concorso è aperto a tutti, la quota d’iscrizione è di euro 15,00 e il tema è “Jelsi, emozioni su tela”. La location è il largo Chiesa Madre.

LIVE INDIPRETE - Stasera nella piccola frazione di Castelpetroso, concerto dei Noflaizon.

AMNESTY CAMPOBASSO - Il gruppo Amnesty International 241 di Campobasso presenta oggi alle alle 19:00 presso la caffetteria Morelia di via M.Bologna un’offerta formativa rivolta agli insegnanti delle scuole medie.

DISCO CAMPOBASSO - Domani inaugurazione seconda stagione discoteca Red Passion sound club.

MOSTRA

Iscrizioni Premio Solin L’anno prossimo sarà l’edizione numero 25 del “Premio Franco Solinas”. Il concorso per sceneggiature inedite, quest’anno chiude le adesioni il 16 settembre. Si rivolge a scen e g g a i t o r i professionisti o emergenti ma che hanno un’idea forte, ambiziosa, da proporre al cinema internazionale. Per la migliore sceneggiatura sono in palio euro 12.000 e poi vi è una Menzione speciale di euro 3.000. Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, riconosce 15 punti alle scenaggiature vincitrici del Premio Franco Solinas e 5 a quelle finaliste. La quota di partecipazione è di euro 120. il Premio è intitolato alllo sceneggitore sardo scomparso nel 1982.

Il suo capolavoro è del 1966 “Kapò” di Pontecorvo, film che lo mette in lizza per l’Oscar. La sua ultima sceneggiatura è “Mr. Klein” del 1976. Ulteriori informazioni presso la segreteria del Premio: 066382219.

Il cinema secondo Sacchetti

GUARDIALFIERA - Domenica 6 settembre alle 18:30 si inaugura la mostra di Michel Casertano a Palazzo Loreto. La stessa sarà visibile sino al 13 settembre.

FESTA ISERNIA - Il 6 settembre ad Isernia si terranno i festeggiamenti della Madonna della Libera. In piazza X settembre si esibiranno gli Harlem ‘91, storico gruppo isernino.

Questa sera concerto dei Mushma RICCIA - Il cartellone “Riccia vive” prevede questa sera il live della rock band campobassana Mushma. Sarà in piazza Umberto alle ore 22:00. Domani sempre nella stessa piazza il minitorneo amatoriale tennis tavolo.L’attesa è per la 78ma Festa dell’uva il 20 settembre.

MONTENERO DI BISACCIA Sua è la definizione ‘er monnezza’, il personaggio che Tomas Milian ha portato con successo al cinema. Lui è Dardano Sacchetti, molisano ma trapiantato a Roma dove vive e lavora. Sceneggiatore a tempo pieno (170 film) e attore occasionale (6 film). Sacchetti ha firmato molti film importanti, ha collaborato con Dario Argento (Il gatto a nove code), ha firmato la saga di “Mark il poliziotto” con il compianto Franco Gasparri (foto). Domani sera sarà ospite d’onore a Montenero DB alle 20:30.

9 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009


ISERNIA Per il Ministro la struttura tanto voluta da Melogli è uno spreco di risorse pubbliche

Auditorium, per Calderoli un’operetta La Lega Nord ha manifestato la sua contrarietà durante la discussione sulle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia ''Alla luce dell'attuale situazione economica trovo ragionevole concentrarsi soltanto su alcuni grandi eventi culturali e non sulla realizzazione di singole operette”. Il ministro Ro-

berto Calderoli conferma la posizione della Lega in vista delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia che ricorre nel 2011. Poi replica alla decisione presa dal ministro Bondi di tenere fuori Isernia dalla lista dei tagli. ''Si a grandi eventi di valore culturale e storico, no a micro interventi polverizzati che giovano solo alle casse di qualcuno. Comunque vigileremo attentamente affinché non vi siano sprechi''. In merito alla costruzione del nuovo auditorium di Isernia afferma “ Nel programma originario delle opere è prevista anche la realizzazione di un nuovo auditorium a Isernia. Ora dovete sapere che il comune di Isernia ha circa 20mila abitanti e già possiede ben due

auditorium pubblici, tra l'altro poco o addirittura non utilizzati''. L’“operetta”, così definisce la costruzione tanto voluta dal sindaco Gabriele Melogli, è secondo il ministro uno spreco di risorse pubbliche. Di qui, un impegno: ''la Lega starà attenta che non vi siano altri auditorium di Isernia in circolazione o altre opere che più che per l'unità servirebbero a celebrare le casse di qualcuno''. Intanto ieri mattina si è riunito il Consiglio dei Ministri, nell’occasione è stato affrontato anche il tema delle celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità di Italia, con un'inversione di tendenza che ha spostato l'attenzione sulle celebrazioni piuttosto che sui fondi necessari per le infrastrutture.

Il Paleolitico presto realtà

Venafro, disinfestazione e isola ecologica VENAFRO - «Certamente si può fare sempre meglio, però è giusto anche sottolineare l’operato attento da parte degli uffici e invitare i cittadini a comportarsi in maniera più responsabile nei confronti del territorio in cui viviamo». Così il consigliere delegato all’Ambiente Sergio Petrecca, difende il settore del Comune. “È tra i più “sorvegliati” dall’Amministrazione – afferma proprio in virtù delle tante problematiche che deve affrontare”. È vero che il Comune non è dotato di un’isola ecologica, ma dall’amministrazione garantiscono che presto tale problematica vedrà una soluzione. “Si sta lavorando anche per questo, ma è altrettanto vero che i cittadini hanno a disposizione un servizio forse ancora più funzionale, che consente di usufruire, tramite una semplice telefonata al Comune, del ritiro gratuito di oggetti ingombranti. Gli uffici preposti hanno provveduto con tempestività e solerzia a rimuovere i rifiuti abbandonati in strada ma, è necessaria anzitutto la massima collaborazione dei cittadini stessi”. Intanto l’Amministrazione ha stilato e sta portando avanti un ben cadenzato programma di derattizzazione e disinfestazione. “Tramite un’azienda esterna, con la quale vige un rapporto di lavoro, e in raccordo con l’Asrem, spiega Petrecca - vengono effettuati 6 interventi annui derattizzazione. Gli ultimi sono stati realizzati tra il 6 e l’8 luglio e il 7 agosto; il prossimo, proprio in virtù dei solleciti derivanti dalla segnalazione di alcuni sporadici episodi, è stato anticipato e fissato per lunedì 7 settembre”. “La disinfestazione – continuano dall’Amministrazione locale prevede un ciclo di trattamenti contro gli insetti diviso in due fasi: le prime due di tipo larvicida, quelle successive di tipo adulticida”. In merito alle discariche abusive, dagli uffici comunali precisano. “Gli episodi segnalati dalla stampa locale evidenziano casi isolati ma, soprattutto, denotano lo scarso senso civico e la mancanza di rispetto dell’ambiente da parte dei cittadini stessi. È impensabile che materassi, o elettrodomestici vengano abbandonati in strada quando esiste a disposizione di tutti un servizio per il ritiro domiciliare di materiale ingombrante”.

10 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009

Si avvicina l’apertura del museo de “La Pineta” Approvato all’unanimità, solo per la parte inerente le strutture edilizie, il progetto per l’ultimazione del Museo del Paleolitico, al centro di un’importante riunione svoltasi ieri, presso il Comune di Isernia. Il fabbricato che ospiterà la definitiva struttura museale dovrà essere ultimato entro il prossimo 31 dicembre. Il sindaco Gabriele Melogli e l’assessore ai lavori pubblici Rosa Iorio hanno invitato il presidente dell’amministrazione provinciale Luigi

Interruzione idrica per lavori a Le Piane ISERNIA - Il settore Comunale lavori pubblici informa che, per effettuare alcuni interventi sulla condotta idrica in zona Le Piane, dalle ore 8 alle 12 di oggi, sarà interrotta l’erogazione dell’acqua. La sospensione riguarderà via Le Piane e via Matticoli.

Mazzuto, i rappresentanti della Regione Molise e della soprintendenza per i Beni Archeologici, il rettore dell’università Giovanni Cannata e il prof. Carlo Peretto ad una conferenza di servizio per discutere del completamento e della funzionalità della struttura. In discussione anche la riprogrammazione economica di € 546.903,52”. Nell’ambito dell’incontro è stata stralciata dal progetto generale la cifra riservata all’allestimento, per circa duecentomila euro, la cui

metà è destinata al trasferimento della paleosuperficie da Santa Maria delle Monache a La Pineta. Durante la mattinata si è discusso a lungo sulla possibile approvazione della perizia dei lavori da eseguire per l’ultimazione del Museo, cercando anche soluzioni ai problemi riguardanti la proprietà degli immobili e le certificazioni di sicurezza.Risolta anche la questione dei suoli, che sono di proprietà dell’amministrazione provinciale. Il presidente dell’ente di via

Berta, Luigi Mazzuto, ha dato ampia disponibilità, assicurando che i terreni saranno ceduti allo Stato o al Comune per consentire di snellire tutte le procedure. Su proposta del funzionario della soprintendenza Emilio Izzo, sarà presto aperto un tavolo di confronto per la preventiva individuazione dei soggetti che gestiranno il Museo. Importante è stata anche l’adesione del rettore Cannata, che ha garantito la presenza dell’università nelle attività di ricerca e didattica.

Di Cicco:“Un plauso alla Provincia per l’impegno verso il mondo del volontariato” “È estremamente positivo che i vertici dell’Amministrazione provinciale continuino a puntare sulla nostra località per promuovere questa importante manifestazione, che pone al centro dell’attenzione i temi del volontariato e di tutto ciò che a questo particolare mondo è connesso”. Così il sindaco di Castel San Vincenzo, Domenico Di Cicco, che plaude alla riproposizione della “Giornata del Volontariato e del diritto alla vita”, giunta alla decima edizione, nello splendido scenario del lago di Castel San Vincenzo. “Siamo onorati di poter continuare ad ospitare nel nostro comune una manifestazione che, con il passare del tempo, è diventata lo strumento migliore per far avvicinare la popolazione al mondo del volontariato. Come amministrazione locale – prosegue Di Cicco – da alcuni anni stiamo percorrendo proprio questa strada, inserendo nelle nostre attività istituzionali alcuni progetti che puntualmente trovano risposta grazie all’opera dei giovani volontari impegnati nel servizio civile”.

Noi80 e Unicef insieme per il Family Day L’associazione Noi80, in collaborazione con Ripa del Forti e l’Unicef, ha organizzato per il prossimo 6 settembre, il Family Day. Sarà un momento di aggregazione, di confronto e di sano divertimento per i bambini e per gli adulti con animazione,giochi popolari e tante attività legate al tempo libero.


ISERNIA Scuole sicure, la rivolta dei consiglieri Alcuni membri dell’assise comunale chiedono con urgenza una riunione straordinaria

ISERNIA - “E' inammissibile l'atteggiamento di noncuranza e di scarsa efficienza mostrata dall’amministrazione comunale verso un problema importante come quello della sicurezza scolastica”. Alcuni consiglieri alzano la voce e chiedono che venga convocato d’urgenza un consiglio comunale straordinario per affrontare in seduta mo-

notematica ed in maniera definitiva il problema della sicurezza degli istituti scolastici. Non c’è più tempo per gli indugi, né per la demagogia, nove consiglieri comunali – Enzo Pontarelli, Gino Di Silvestro, Mario Lombardi, Angelo Cutone, Salvatore Galeazzo, Antonio Potena, Remo Castiello, Pasquale Damiani e Quintiliano

Chiacchiari – chiedono che vengano deliberate proposte risolutive e condivise dall’intera collettività cittadina. La richiesta di un consiglio urgente, parte dall’insofferenza verso la situazione di stallo in cui verte ormai da mesi la questione “scuole sicure”. I firmatari la proposta mettono sotto accusa l’amministrazione per non essere stata in grado di coinvolgere l’intero Consiglio comunale su una problematica che rappresenta uno degli elementi sensibili per l’intera città. Il comitato civico è sempre più agguerrito, i genitori sempre più preoccupati per le sorti dei loro figli e, nell’imminenza della riapertura dell’anno scolastico, la situazione è tutt’altro che risolta. Per questo i nove consiglieri hanno sentito il dovere di intervenire e restituire finalmente la tranquillità ai genitori ed il diritto allo studio ai ragazzi.

Michele Petraroia: “Innovazione? Programmazione regionale arcaica” AGNONE - Investire nella ricerca con un ruolo più efficace dell’Università e del Parco Scientifico e Tecnologico, nonché scegliere i settori più innovativi del terziario avanzato, sempre nel rispetto dell’ambiente. Diffondere la banda larga e la connessione veloce su tutto il territorio, con un’oculata gestione dei fondi strutturali europei. Selezionare i comparti meritevoli di incentivazione pubblica tra quelli più moderni e meno impattanti. Ma soprattutto agevolare giovani ricercatori a sperimentare l’avvio di nuove attività produttive con assegnazione di maggiori punteggi per coloro che investono nelle aree

svantaggiate e nei settori con tecnologia di punta. Queste le necessità emerse nell’ambito dell’incontro promosso, ieri pomeriggio, dal Partito Democratico ad Agnone. “ Qui sarà formalizzata con un’apposita mozione in Consiglio Comunale – spiega il consigliere regionale Michele Petraroia l’ipotesi di allocazione di uno dei cinque centri previsti dall’intesa con Telespazio sul consorzio Geosat – Database. Potrebbe riutilizzarsi l’infrastruttura del nuovo ospedale che difficilmente potrà mai essere completata per le finalità iniziali o potrebbe essere individuato comunque il sito di Agnone defi-

nendo una diversa ubicazione. Nelle linee politico-programmatiche ho menzionato la necessità di saper ripensare il modello di sviluppo regionale e tale scelta è tanto più urgente dopo la diffusione dei dati Svimez sulla perdita di 4mila posti di lavoro nell’ultimo anno tra industria e agricoltura. Va ribaltata un’impostazione arcaica delle programmazione regionale – continua Petraroia che ha concentrato i poli di sviluppo lungo la dorsale Venafro – Termoli senza curarsi del resto del territorio ormai alle prese con un forte calo demografico e un progressivo smantellamento dei servizi pubblici essenziali”.

Il sindaco Melogli sotto accusa: “Ha perso tempo” Il Sindaco e l’intera amministrazione comunale, compresa la Protezione Civile, avevano già un quadro esauriente della situazione scuole; tutte le decisioni potevano essere prese per agire. E' questo che il comitato civico Scuole sicure rimprovera a quanti avevano i mezzi e la competenza, oltre che il dovere di intervenire. A seguito del drammatico evento sismico dell’Aquila, quindi esattamente sei mesi fa, il Sindaco e il dirigente della Protezione Civile avevano valutato l’apertura o meno delle scuole in funzione del rapporto di PGA, elaborato dalla Protezione Civile Regionale per stimare la vulnerabilità sismica degli edifici. Il rapporto PGA deve essere uguale o maggiore di 1 per quegli edifici localizzati nella zona S1, in cui è prevista la massima intensità sismica, zona in cui ricade Isernia. Poiché tutti gli edifici scolastici presentavano un rapporto PGA inferiore all’unità, e alcuni anche in maniera abbastanza preoccupante, l’amministrazione comunale aveva già da allora deciso “di chiudere tutti gli edifici che presentavano un rapporto di PGA inferiore di 0,5. La Scuola Media Giovanni XXIII non è stata chiusa perché successivamente i tecnici che erano stati incaricati dell’adeguamento dell’edificio avevano messo in evidenza un utilizzo del sigma tau troppo basso, in sostanza il progettista diceva che l’edificio era stato soggetto ad una ristrutturazione quindi l’indice del fabbricato, della muratura del fabbricato utilizzata per il calcolo era troppo bassa e convenientemente se ne poté utilizzare un altro, quindi all’analisi uscì un valore 0,56” e la Giovanni XXIII fu lasciata aperta. Questo è quanto si legge nel verbale del Consiglio Comunale del 3/08/2009 – relazione del Dirigente Castiello. Quello che fa rabbia al comitato, adesso più che mai, vista l'imminente riapertura dell'anno scolastico, è che l'amministrazione comunale abbia perso tempo. “Ad aprile – si legge nell'utima relazione del comitato - l’amministrazione comunale poteva già pubblicare il bando per verificare la disponibilità di locali in affitto, perché ha aspettato agosto? Da aprile l’amministrazione comunale poteva già chiedere le risorse finanziarie necessarie ad attuare una pianificazione seria nel breve, nel medio e nel lungo termine (cosa fare, in quanto tempo e con quali risorse). Perché non è stato fatto?” Ad oggi, la situazione strutturale degli edifici scolastici di proprietà del Comune rimane preoccupante perché non è per niente mutata dal 7 aprile 2009: gli indici di vulnerabilità sismica sono tutti inferiori a 1, valore minimo previsto dalla normativa per la sicurezza in zone altamente sismiche. Quello che il Comitato Scuole Sicure continua a contestare, oramai da 6 mesi, è la tendenza ad agire secondo decisioni che si sono sostanziate in una “inaccettabile perdita di tempo” e che hanno vanificato sia il principale obiettivo di sistemazione di tutta la popolazione scolastica in strutture alternative e adeguate, sia il sacrificio finora sostenuto dai genitori e dagli alunni a tale scopo.

Da Montecassino a SanVincenzo, partono i pellegrini “Cristo la compagnia di Dio all’uomo”: è questo il tema del Pellegrinaggio a piedi da Montecassino all’abbazia di San Vincenzo al Volturno, in programma da oggi fino a domenica 6 settembre, giunto quest’anno alla sua quinta edizione. Cosa muove oggi centinaia di persone, soprattutto giovani, a percorrere chilometri e chilometri, attraverso boschi, paesi, montagne, a meditare sulla Regola di un uomo

vissuto 1500 anni fa, a “sprecare” così il week end in cui, altrove, si diffondono le più svariate iniziative? Il fascino e l’attrattiva dell’esperienza umana e concreta di Cristo. La stessa esperienza vissuta da San Benedetto che proprio nel territorio tra Lazio, Campania e Molise ha gettato il seme della civiltà europea, regalando agli uomini con la sua “Regola” un immenso patrimonio spirituale, culturale, civile ed

Scuole, La Destra in conferenza stampa ISERNIA - È convocata per lunedì 7 settembre, alle ore 11, una conferenza stampa sul tema 'Scuole sicure e relative problematiche'. L'incontro, che si terrà al 1° piano della Provincia presso la sede del gruppo consiliare Alleanza per il Futuro, è promosso dal segretario regionale de La Destra, Mancini.

economico. E’ la memoria dei Martiri Volturnensi, oltre 300 monaci sgozzati dai saraceni il 10 ottobre 881, che vogliono onorare i pellegrini, seguendo le indicazioni del Chronicon: “martiri che in modo assai particolare, non immeritatamente, sorvegliano sempre questi luoghi e sono continuamente apportatori di bene”. Per info: 333.8466344; comitatopellegrinaggio@gmail.com

Una venafrana al concorso Estasi 2009 VENAFRO – Anche Maria Grazia Pompeo di Venafro tra le trenta finaliste di un ‘Volto per Estasi 2009’, il concorso di bellezza, alla sua seconda edizione, che ha coinvolto oltre 4mila donne, 5 regioni e 21 città del centro e sud Italia. La finale si svolgerà domenica 6 settembre a Cassino.

11 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009


TERMOLI Il Tar ha accolto la sospensiva sul secondo decreto del ministero sul fermo biologico

La marineria termolese torna a pescare Resta aperta la questione economica: non si sa ancora se ci saranno indennizzi per armatori e pescatori TERMOLI – Hanno ripreso le battute di pesca tutti i pescherecci della flotta termolese, anche quelli che avevano intentato ricorso al Tar contro il fermo biologico. Una prima sentenza aveva accolto la sospensiva e molti armatori avevano deciso di uscire a pesca ma un successivo decreto del mnistero alle Politiche agricole e forestali aveva loro imposto un nuovo blocco con obbligo di recuperare due giorni durante i quali avevano effettuato le battute. Ma é stato presentato un nuovo ricorso e, anche questa volta, il Tribunale Amministrativo Regionale ha accolto la sospensiva permettendo loro d uscire anzitempo. Im attesa che giudici entrino nel merito. Dunque nuo-

Fiat, trasferta dei lavoratori a Torino Le proteste della Fiom-Cgil

vamente in attività dopo l fermo biologico che era scattato lo scorso 3 agosto. La sospensione della pesca é decretata per consentire la riproduzione delle risorse ittiche e per conservare le specie. Ma al di la se il periodo d fermo é gusto o meno, ora anche la marineria termolese é alle prese con la questione economica: non ancora si sa se ci saranno indennizzi per il fermo perché, sembra, non sia stato ancora firmato un decreto. Resta l'incognita anche perché gli ar-

matori non sanno neppure se il governo voglia ricorrere alla cassa integrazione oppure se si vuol dare un’indennità solo alle grandi imbarcazioni. Non ci sono purtroppo risorse per il personale imbarcato, al quale in precedenza era sempre stato garantito il minimo dello stipendio e la copertura dei relativi oneri assistenziali e previdenziali. Nei prossimi giorni, con la ripresa piena delle attività d Governo, le associazioni di categoria chiederanno delucidazioni.

Festa di fine estate all’Opera Serena

TERMOLI – Presso l'Opera Serena si é svolta la festa di fine estate del “Centro Diurno il Girasole” e v hanno preso parte, oltre agli ospiti, l'assessore comunale alle Politiche Sociali, Antonio Russo e tutti gli operatori dell'Istituto. Inoltre non hanno voluto mancare all'appuntamento anche gl ospt de centri durn di Vasto e Acquaviva

12 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009

Collecroce. Dopo aver accolto gli ospiti e gustato il pranzo, si é passati al vivo della giornata con la premiazione del torneo di scopa, per poi passare al gioco a squadre in rappresentanza dei tre paesi presenti all'appuntamento. Parole di elogio, nei confronti del “Girasole”, sono state espresse dall'Assessore Russo il quale ha ricordato il successo

Biblioteca comunale, ancora nessuna decisione TERMOLI – Forse la Biblioteca comunale non sarà trasferta n alcune aule delle scuole Oddo Bernacchia e Principe di Piemonte. L'Amministrazione comunale starebbe per rivedere la propria decisione che tanto aveva fatto infuriare i genitori d alunni e studenti che avevano raccolto frme ed annunciato il ricorso alla Procura della Repubblica. Intanto, da cinque mesi, la “vecchia” sede della Biblioteca é chiusa e non fruibile.

del Centro Diurno che, negli orari stabiliti, ha accolto tantissimi anziani. “Un successo che ci induce a riproporlo sicuramente anche il prossimo anno – ha detto l'Assessore-. Certamente con delle migliorie e con un numero superiore di ospiti, anzi vi dirò che con i nostri collaboratori stiamo seriamente pensando di fare qualcosa del genere anche per le prossime festività”. Russo non ha nascosto la propria soddisfazione per l'entusiasmo “che abbiamo visto negli occhi di questi nostri cari vecchietti che si sono divertiti tanto ed hanno socializzato. Un grazie va anche a tutti gli operatori di Opera Serena a cominciare dal direttore, Enzo De Santis e la sua vice, Gioconda D'Argeno, e via via tutti senza dimenticarne alcuno autori, di opere sensibili e meritorie”.

TERMOLI – Si continua a parlare in ambito sindacale dei lavoratori dello stabilimento Fiat di Rivolta del Re in trasferta in quello di Torino. In questa occasione interviene il segretario regionale della Fiom Cgil, Michele Di Biase. “Continuano gli atti unilaterali da parte della direzione aziendale Fiat Powertrain, dopo la beffa del premio di risultato, delle ferie e del continuo licenziamento di lavoratori interinali, la direzione aziendale Termolese continua a spostare lavoratori da uno stabilimento all’altro senza preoccuparsi di cosa ne pensano i lavoratori e tantomeno i sindacati. Da mesi – continua Di Biase - centinaia di lavoratori provenienti dall’Fma di Avellino e dalla Sevel, gradualmente stanno sostituendo gli interinali molisani espulsi, senza concordarlo con nessuno e con regole imposte unilateralmente dall’azienda, innescando di fatto un grave conflitto sociale tra lavoratori. In questi giorni, una ventina di lavoratori di Termoli che operano all’M40 vengono mandati in trasferta a Torino (Mirafiori). Non si comprende l’utilità di questa operazione, sembra piuttosto una partita a poker, dove vince sempre lo stesso giocatore, magari con il

mazzo di carte truccate. La Fiom Cgil ritiene che sia arrivato il momento di giocare a carte scoperte, non è più possibile continuare a restare inermi di fronte a questo modo di fare. Le centinaia di lavoratori interinali assunti nel 2007 e cacciati violentemente ad ottobre scorso, si aspettano ancora dei risultati dall’accordo del “bacino”, che da mesi giace immobile nelle scrivanie. Pertanto, chiediamo all’azienda di convocare tutta la Rsu di stabilimento e chiarire definitivamente come la direzione dello stabilimento di Termoli vuole gestire tutto questo, magari chiarendo anche se la Rsu ha ancora un ruolo, oltre a quello di ratificare le decisioni dell’azienda. La Fiom – conclude il segretario regionale -, senza una discussione di merito che dia delle risposte equilibrate alla giusta solidarietà, ma anche alle tante famiglie molisane che attendono da troppo tempo delle certezze, dopo l’illusione che gli era stata prospettata, non intende essere complice di scelte sbagliate che non hanno niente a che vedere con delle vere strategie industriali. Invitiamo tutta la Rsu a prendere una posizione chiara, senza equivoci di qualsiasi genere”.

Riprende l’attività della scuola di musica Atena TERMOLI – Dopo la pausa estiva la scuola di musica Atena riprende le attività. La Scuola conta su uno staff di docenti qualificati per l’insegnamento e dispone anche di uno studio di registrazione digitale al quale si può accedere con prenotazione e a prezzi contenuti. Atena è presente anche in rete agli indirizzi, www.scuolaatena.it, e www.tizianoalbanese.com/CPMNetwork.html dove si possono trovare informazioni su attività e iniziative. Per informazioni e iscrizioni telefonare al numero 0875/703544 o recandosi in segreteria, dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19.


TERMOLI La vertenza tra il Comune rivierasco e la Comunità Montana verrà discussa al Tar

Discarica di Montagano chiusa per la spazzatura di Termoli Il rapporto tra i due Enti si era interrotto nel luglio scorso per “presunte inadempienze contrattuali”

TERMOLI – E' slittata al prossimo 6 ottobre l’udienza davanti a giudici del Tar Molise che dovranno prendere una decisione sulla vertenza tra il Comune di Termoli e la Comunità Montana Molise Centrale che gestisce il centro di stoccaggio rifiuti di Montagano, dove fino a due mesi fa veniva conferito l’umido della differenziata termolese. L’udienza che doveva tenersi nei giorni scorsi è stata rinviata su richiesta dell’avvocato dell'amministrazione comunale termolese, Aurelio Pappalepore, il quale ha presentato nuovi elementi legati al contenzioso. Il rapporto fra il Comune di Termoli e la comunità montana Molise Centrale, come denunciato pubblicamente dal Consigliere comunale di opposizione, Oreste Campopiano, si era

Teramo ambiente, attivo il servizio clienti

interrotto verso la metà dello scorso mese di luglio per “presunte inadempienze contrattuali” come sostene il Commissario della Comunità Montana. L'Avvocato dell'amministrazione comunale d Termoli, invece, ritiene le ragioni della rescissione: "Contestabili, poco fondate e non proporzionate al provvedimento". In attesa del prossimo pronunciamento dei giudici del Tribunale Amministrativo Regionale, n città continuano le lamentele non per la raccolta differenziata della spazzatura ma per il sistema come viene svolto. L'estate volge al termine e sono ancora vive le immagini che residenti, ma anche turisti, hanno potuto imprimere

nella memoria. Sia a metà mattinata che la sera sacchi di immondizia lasciati nelle vicinanze de cassonetti colmi alla mercé di gatti e cani se non topi. Nel Borgo Antico, complici i residenti stagionali non opportunamente informati o dotati di contenitori, stesso scenario. Per non parlare delle zone periferiche: un vero e proprio calvario per i residenti ma anche per gli operatori ecologici. Infine in molti si chiedono, e noi chiediamo alla Teramo Ambente e all'Amministrazione comunale, la differenziata pretesa dai cittadini vene poi smaltita regolarmente o n qualche occasione si mescola il tutto. Attendiamo risposte.

TERMOLI – Il Comune di Termoli e Teramo Ambiente SpA, la ditta che gestisce il servizio di igiene urbana per il Comune di Termoli, ricordano a tutti i cittadini che, per qualsiasi informazione o criticità relativa al servizio di raccolta differenziata, è possibile contattare il Numero Verde gratuito 800301073, attivo dal lunedì al sabato dalle 9 alle 14, oppure

inviare una email all'indirizzo infotermoli@teramoambiente.it. Gli uffici di Teramo Ambiente SpA sono aperti al pubblico dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 12, in Viale Trieste n. 9. L'EcoCentro Comunale, dove è possibile conferire rifiuti di vario tipo, è aperto dal lunedì al sabato, dalle 14 alle 17, in Via Arti e Mestieri 27 (Zona Artigianale).

Termoli, i Vigili del Fuoco senza idroscala TERMOLI - La mancanza di un'idroscala presso la sede dei Vigili del Fuoco di Termoli è quanto denunciato da Antonio Fasciano che si appresta a inviarne comunicazione ufficiale agli organi competenti. Una grave carenza quella che coinvolge il corpo impegnato al pronto intervento in caso di incendio e che nelle condizioni estreme ha dimostrato più volte di intervenire con celerità e determinazione. La mancanza di una idroscala potrebbe però minare l'incolumità dei cittadini e degli stessi operatori nel caso di incendi che andrebbero ad interessare i piani alti delle abitazioni, dove un intervento dall'esterno si potrebbe rivelare come unica soluzione da dover adottare. Nel momento in cui tale esigenza dovrebbe farsi indispensabile, nell'attuale stato di cose, l'idroscala dovrà essere richiesta al dstaccamento dei Vigili del fuoco di Campobasso e, previa disponibilità, la cosa inevitabilmente porterebbe un notevole dispendio di tempo che in taluni casi potrebbe risultare fatale. Fasciano pone l'attenzione su questa grave mancanza, sottolineando che con l'apertura delle scuole dventa ne-

cessario munire i Vigili di Termoli di attrezzature che possano adempire tutte le esigenze. "Una idroscala che esiste solo sulla carta - sostiene Fasciano -. Agnone ne inviò una a Termoli ma da subito la macchina risultò inutilizzabile e attual-

Capitaneria di Porto Esposito nuovo comandante

Termoli Ridens, conferenza stampa di Limongi

TERMOLI – Cambio al comando della Capitaneria di Porto. La prossima settimana, dopo due anni, il Capitano Antonio Sartorato lascia Termoli per assumere altro comando a Napoli. Al suo posto giunge da La Maddalena il pari grado Raffaele Esposito, 48 anni di origini campane. Il cambio di consegne ci sarà lunedì 7 settembre durante una breve cerimonia.

TERMOLI - In merito all'annuncio del 22 agosto prima dello spettacolo di Termoli Ridens 2 quando il patron della manifestazione, Vncenzo Limongi, comunicò la sua intenzione a non organizzare più spettacoli a Termoli fino a quando questa amministrazione resterà in carica, questa mattina spiegherà le sue motivazioni. Lo farà durante una conferenza stampa indetta per le 11 che si terrà presso il Cinema Lumière.

mente è ancora in manutenzione". Un invito quindi agli organi di competenza a farsi carico della questione in modo che si possa dare una maggiore sicurezza ai termolesi e a residenti dell'interland. Ida Petrone

13 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009


S P O RT CALCIO SERIE D

La campagna abbonamenti terminerà l’undici e a chi si tessererà andrà in omaggio la maglia ufficiale

Sale la tensione in casa rossoblù C’è attesa per l’esordio in campionato. Ieri test amichevole con la Juniores di mister Bavota Amichevole con la juniores nel pomeriggio di ieri per il Nuovo Campobasso. Mister Paolucci, insieme al suo fidato staff tecnico, ha valutato le condizioni di forma raggiunte dal gruppo alla vigilia dell’esordio in campionato. Un momento estremamente delicato per tutto l’ambiente rossoblù e dalla partita di Centobuchi dipenderanno molte cose. Una vittoria potrebbe servire a ricreare quel-

l’entusiasmo ormai sopito da un pezzo nell’ambiente rossoblù e potrebbe dar vigore ad una campagna abbonamenti che non è partita certamente alla grande. Quindi i rossoblù si recheranno domenica a Centobuchi con l’intenzione di fare bottino pieno e partire con il piede giusto. Il match sulla carta non è dei più proibitivi, ma non bisogna commettere l’errore di sottovalutare l’avversario e scendere in

Maurizio Priore

campo con il piglio giusto e la concentrazione necessaria. Nel pomeriggio di ieri mister Paolucci ha provato diverse soluzioni tattiche ed ha mischiato le carte, anche per tenere i giocatori sulle spine. Al test con la juniores hanno partecipato tutti ad eccezione di Schiavone, al quale è stata diagnosticata una distorsione al ginocchio sinistro e ne avrà per almeno un mese. Gli indiziati per sostituire l’esterno destro sono De Santis e Grasso, i quali si giocheranno, sino alla vigilia del match, la maglia da titolare. Per il resto la squadra dovrebbe ricalcare quella vista all’opera domenica scorsa contro il Trivento. Trinchera tra i pali, Gargiulo a sinistra, con Cirilli e Manzo al centro. A centrocampo Fazio e Priore a supporto di Teta, Trapani e Covelli, con Gherardi unica punta. Queste sono le indicazioni della vigilia, ma non �� detto che mister Paolucci possa cambiare modulo e uomini prima del match, anche in funzione di un avversario che con tutta probabilità baderà esclusivamente a difendersi. Intanto notizie positive giungono dalla società. Giovedì 10 settembre, presso l’Hotel Don Guglielmo, si

Un’azione del match di domenica terrà la presentazione ufficiale dello staff dirigenziale, tecnico e della squadra che affronterà la stagione sportiva 2009-2010. Nell’occasione saranno presentate anche le maglie ufficiali che, come noto, avranno stampate il logo della del Comune capoluogo con la scritta “Città di Campobasso”. Inoltre la società ha comunicato che la campagna abbonamento terminerà, inderogabilmente, venerdì 11 settembre e per tutti coloro che

sottoscriveranno le tessere, di qualunque settore, anche ridotte, ci sarà una maglia ufficiale del Campobasso in omaggio. Sicuramente un’iniziativa lodevole, utile a far avvicinare gli sportivi alla squadra del capoluogo. Infine, per quanto riguarda gli allenamenti, il programma prevede una seduta nel pomeriggio di domani e la rifinitura di sabato mattina, al termine della quale ci sarà la partenza per Centobuchi. EB

MERCATO

L’Atletico Trivento sulle tracce di Ferreyra Il centrocampista argentino ha interrotto il suo rapporto con l’Atessa e potrebbe approdare in gialloblu

Christian Pablo Ferreyra Il sogno proibito dell’Atletico Trivento si chiama Christian Pablo Ferreyra. La notizia è rimbalzata in queste ultime ore dalla stampa abruzzese. La società gialloblu sembrrerebbe essere fortemente interessata al bravo

14 ANNO II - N° 192 GIOVEDÌ 3 SETTEMBRE 2009

centrocampista che nella scorsa stagione ha vinto il campionato di serie D con la maglia della Pro Vasto. Il calciatore argentino ha interrotto nei giorni scorsi il suo rapporto con l’Atessa Val Di Sangro,società retrocessa dalla se-

F1: La Ferrari ha ingaggiato Fisichella E' Giancarlo Fisichella il nuovo pilota della Ferrari.Il romano, dal prossimo Gp di Monza,sara' il sostituto di Felipe Massa. Fisichella prendera' il posto del collaudatore Luca Badoer dopo i suoi due deludenti Gran Premi.'E' vero che e' sempre stata la mia ambizione correre in Ferrari - commenta il pilota -.Per questo sono molto grato aVijay Mallya per avermi concesso questa opportunita''.

conda divisione e che parteciperà al prossimo campionato di serie D, nel girone delle molisane. Il club abruzzese non è stato convinto pienamente dalle sue condizioni fisiche non ottimali e così è giunto, inatteso, il divorzio tra le parti. Il Trivento, a caccia di un centrocampista di qualità ed esperienza,da affiancare a capitan Corradino e a Trovato, avrebbe messo gli occhi su Ferreyra,un calciatore il cui curriculum si commenta da solo: 4 stagioni nella serie A argentina con l’Huracan, poi Andria in C1 e C2. Poi le esperienze di Celano, Valle Del Giovenco e Renato Curi Angolana, e in ultimo Vasto. La società trignina ha confermato la trattativa che però al momento è ferma: Ferreyra è reduce da un infortunio ed il club presieduto da Edoardo Falcione sta valutando con estrema attenzione l’ipotesi del suo ingaggio e soprattutto verificare se ci sono tutte le condizioni necessarie a compiere un investimento econo-

Il Trivento visto all’opera al Romagnoli mico non di poco conto. Intanto la squadra continua ad allenarsi in vista dell’esordio in campionato. Domenica la squadra di Carannante affronterà in trasferta il Real Montecchio. Per il trainer campano ci sono problemi di formazione: l’infermeria gialloblu resta affollata con l’attaccante Bernardi che potrebbe saltare anche il prossimo match,dopo quello di Coppa Italia a Campobasso. Ancora lunghi i tempi di recupero per il compa-

gno di reparto Monaco Di Monaco, mentre Guglielmi e Colella stanno svolgendo lavoro differenziato e certamente non saranno disponibili per la trasferta marchigiana. Stando così le cose è probabile che Carannante possa schierare in campo lo stesso undici visto all’opera contro i rossoblu di Paolucci, una squadra che non ha certo sfigurato al cospetto di una delle pretendenti alla vittoria finale del campionato.

Boxe: mondiali, vittoria Di Savino FacilevittoriaperAlessioDiSavinoaiMondialiAibadipugilato al Forum di Assago: il romano ha battuto 16-3 il giordano Jehad Alzubi. In vantaggio 3-0 nel primo round, Di Savino ha preso il controllo del match con un parziale di 8-1 nella seconda ripresa contro un avversario modesto che non e' mai riuscito a fermare l'azione dell'azzurro. Di Savino tornera' sul ring domenica per i sedicesimi di finale pesi piuma kg 57 contro un pugile ben piu' ostico,il cineseYang Li.


S P O RT CALCIO ECCELLENZA

Venafro sorride, la rosa ora è al completo Con gli arrivi di Esposito e Capezzuto i bianconeri si rafforzano e si candidano per l’immediato ritorno in serie D A 48 ore dall'esordio nel torneo di Eccellenza, il Venafro di patron Patriciello tira le somme della fase pre campionato. Una rosa concepita per ripetere le gesta del Bojano 2008-2009, insomma per dominare su qualsiasi campo. Non bastavano le conferme di nomi pesanti quali Patriciello e Minauda, il ritorno di Keità e l'acquisto di giocatori del calibro di Armonia, ora i bianconeri hanno a disposizione anche Esposito e Capezzuto, due che vanno ad inspessire un parco giocatori da fare invidia a chiunque. Anche per gli ultimi arrivi si tratta di gradito ritorno. Entrambi facevano parte della squadra che soltanto due anni fa ben si comportava nel

Marco Capezzuto

campionato dilettanti, il primo, Gianluca Esposito, nel reparto difensivo, il secondo, Marco Capezzuto, sulla linea mediana del campo. Dunque, mister Urbano non ha più alibi: bisogna vincere e bisogna farlo anche con una certa scioltezza, magari buttando l'occhio anche al bel gioco. Se lo augurano davvero tutti a Venafro, una città delusa come tante altre dagli alti e bassi del calcio moderno, ma fiduciosa ora nel pronto rientro nella categoria interregionale ad un solo anno di distanza. Per vincere l'Eccellenza e tornare in D, i ragazzi di mister Urbano dovranno lottare ogni domenica, un concetto ribadito anche da capitan Keità che indica le altre pretendenti alla vittoria finale. Come dice il maliano, “sono le squadre di sempre: la Turris di Santa Croce di Magliano, la Capriatese, il Termoli, ma attenzione anche a Larino e ad una outsider”. Un quadro della situazione veritiero ma forse parziale. Il bomber bianco nero, infatti, dimentica di inserire nell'elenco il Real Isernia del presidente Claudio Stabile, formazione nuova, è vero, ma fatta di gente che unisce tecnica ed esperienza alla voglia di far tornare subito grande l'Isernia calcistica. Insomma, gli ingredienti per un grande campionato ci sono tutti ed il Venafro vuole essere protagonista principale di settimana in settimana. Quindi, occhio alla partenza, domenica c'è l'incontro a domicilio con il Guglionesi, prima dell'esordio stagionale al “Del Prete” contro il Petacciato ed i primi riscontri seri contro Larino fuori e quel Real Isernia, di cui sopra, da affrontare due volte in una sola settimana: prima in Coppa Italia, poi in campionato. Già alla fine del mese, dunque, ne sapremo certamente di più.

Il Miletto si presenta domenica ai tifosi Il Miletto si appresta a prendere parte al suo secondo campionato consecutivo di Eccellenza. La prima squadra è stata approntata ed ufficializzata, come riferito ieri. La prima giornata di campionato prevede per il club gialloverde di mister Roberto Barrea la partita casalinga contro la Capriatese. Il presidente Michele Scinocca e il suo staff dirigenziale hanno organizzato per domenica pomeriggio, appena dopo l’incontro di campionato, la preLa rosa del Miletto 2009/2010 sentazione delle squadre dell’Unione Sportiva Miletto e verdi si augurano possano prendere parte tanti apdello staff dirigenziale, che avrà come location l’impassionati di calcio. pianto sede della gara di campionato. Il biglietto per assistere alla gara allo stadio Saranno presentate la formazione partecipante al “Adriano Colalillo” di Bojano contro la Capriatese cotorneo di Eccellenza di mister Roberto Barrea, la sterà 5 €, mentre il ridotto (donne, over 65 e ragazzi squadra juniores allenata da Bruno Liberatore e i fino a 15 anni) costerà 3 €. team Allievi regionali (sempre del trainer Bruno LibeQuesto il nuovo organigramma societario: ratore) e Giovanissimi regionali del tecnico Angelo Presidente onorario: Nicola Pacitto Capirchio. Presidente e patron: Michele Scinocca La società presenterà, inoltre, le attività del club Vice-presidente: Michele Iannetta della stagione 2009/2010, che comprendono anche le Direttore generale: Palmerino Diamente formazioni Esordienti e Primi calci, in fase di orgaDirettore sportivo: Michele Iannetta nizzazione. Addetto stampa e relazioni pubbliche: Giuseppe A tutti i possessori del tagliando di ingresso per la Formato partita con la Capriatese, nell’ambito della presentaResponsabile scuola calcio: Stefano Ciallella zione delle squadre e delle attività dell’U.S. Miletto, la Allenatori: Roberto Barrea, Bruno Liberatore, Ansocietà sarà lieta di offrire un ricco buffet a base di gelo Capirchio, Alessandro Fede prodotti tipici locali. Collaboratori: Domenico Nardella, Carlo SverdiUn pomeriggio all’insegna dello sport e della sociagliozzi. lizzazione, al quale il presidente e i dirigenti giallo-

CICLISMO

Memorial Fasano, inizia il conto alla rovescia Intanto ieri sera la kermesse è stata presentata in diretta mondiale nel corso di un programma satellitare dedicato al ciclismo

Danilo Fasano Mancano soli pochi giorni alla partenza dell’ottava edizione del Memorial Danilo Fasano, gara ciclistica riservata alla categoria juniores (16-17anni) con partenza ed arrivo a Miranda (IS) e gli addetti all’organizzazione lavorano strenuamente affinchè tutto, lungo gli 85 KM da percorrere, si svolga nel massimo della sicurezza per la carovana e gli atleti.

Consueto patrocinio della Regione Molise – assessorato allo Sport, della provincia di Isernia e del Comune di Miranda, istituzioni vicine al ciclismo, alla famiglia Fasano e all’Associazione. Boom di iscrizioni: 150 infatti i corridori che hanno aderito alla “classica” del ciclismo isernino in rappresentanza di oltre 10 società provenienti oltre che dalle regioni limitrofe, anche da Calabria, Veneto, Emilia Romagna e Toscana. Il rammarico degli organizzatori che per motivi di sicurezza, come ha dichiarato Gaetano Rossi, patron della manifestazione, “sono stati costretti a rifiutare l’iscrizione di alcune società ritardatarie per ovviare a complicazioni tecniche sul percorso”. Lo spettacolo è comunque garantito, il Memorial infatti ospiterà team che hanno scritto la storia del ciclismo giovanile e lanciato nel professionismo molti nomi saltati nelle sfere più alte delle classifiche mondiali. Alcuni esempi: l’UC FAENTINA, guidata dall’ex compagno di squadra

Sci: Fill operato in Finlandia Peter Fill e' stato operato ieri a Turku (Finlandia). L'intervento e' perfettamente riuscito e l'atleta rientrera' in Italia sabato. Fill e' stato operato al tendine dell'adduttore addominale che il 27enne azzurro si era lacerato nei giorni scorsi ad Ushuaia, in Argentina, durante un allenamento in gigante. Fill, che potrebbe tornare alle gare nel giro di quattro mesi, spera in un recupero rapido che gli consenta di partecipare alle Olimpiadi di Vancouver nel prossimo febbraio.

Marco Pantani, Michele Coppolillo, affiliata da circa anni alla Federciclismo; il GS ARIANNA RIMOR, gruppo toscano capeggiato da Primo Mori, professionista e avversario di Eddy Merckx detto il cannibale, ma anche papà di Manuele (Team Lampre) e Massimiliano Mori (Naturino Sapore di Mare). Edizione all’insegna di novità anche per quanto concerne il percorso, ridimensionato di qualche KM (è stato stralciato il tratto che passava per il centro abitato di Chiauci), per consentire ad un maggior numero di atleti di terminare la gara, già difficile per le asperità altimetriche e per le temperature estive. Il gruppo sarà anticipato di qualche minuto dalla coreografia della carovana pubblicitaria che distribuirà gadget e ricordi a quanti si affacceranno sulle strade a salutare i corridori. L’ASD Gli Amici di Danilo Fasano può segnare quest’anno un altro record, in termini di solidarietà: 95 le adozioni effettuate e in

Una foto della scorsa edizione crescita le iniziative di volontariato portate avanti dall’Associazione. Una giornata di Sport dunque e un anno di Solidarietà, tutto in nome e nel ricordo di Danilo Fasano. L’ottava edizione del Memorial Fasano segna il record storico degli iscritti: più di 150 infatti gli atleti che domenica prossima affronteranno le asperitá altimetriche e climatiche predisposte dagli organizzatori. Rappresentate tutte le regioni confinanti, in aggiunta alla veneta car diesel-velo club schio, alla sc

Mountain bike, 2/o oro Kerschbaumer L'altoatesino Gerhard Kerschbaumer ha vinto ai Campionati del mondo di mountain bike a Canberra, in Australia, il suo secondo oro.Dopo il successo con la staffetta azzurra, il 18enne si e' imposto anche nella prova individuale junior di cross country. L'argento e' andato al portoghese Paulo Reis Marinheiro e il bronzo allo svizzero Reto Indegand.

arianna rimor (toscana), alla uc faentina (emilia romagna), alla sc borgonuovo guazzolino toscana con affiliazione nel lazio, al gs progetto calabria e alla lucana sc loco bike. Intanto ieri sera, a partire dalle 20.30, in onda su tvsei e sul canale 910 di sky, gli organizzatori guidati da Felice Fasano e dal sindaco di Miranda, Domenico Marucci, hanno illustrato la manifestazione nel “salotto” di Velò, trasmissione interamente dedicata al ciclismo condotta da Gilberto Petrucci e ed ideata da Luciano Rabottini.

15 ANNO II - N° 193 VENERDÌ 4 SETTEMBRE 2009



lagazzettadelmolise_4-9a