Page 1

22 enne si schianta contro un muro e muore

Direttissima per due marocchini violenti

CAMPOBASSO - Stava rientrando a casa dopo aver trascorso una serata con gli amici a Campobasso, ma a bordo della sua auto sbanda e finisce contro un muretto di cemento. Per Marco Iavasile, studente di Campolieto, ieri notte, non c’è stato nulla da fare, è deceduto sul colpo. PAG 9

CAMPOBASSO – Sono stati arrestati dai carabinieri due marocchini processati ieri mattina per direttissima al tribunale di Campobasso. Entrambi si sono scagliati con pugni e calci contro i militari, successivamente soccorsi dai sanitari del 118 giunti alla caserma Testa del capoluogo. PAG 9

ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE PETRAROIA

Lo merita tutto l’oscar di oggi il consigliere regionale Michele Petraroia. L’esponente del Pd ha regalato a una bambina romena indigente il portatile ricevuto dal presidente Picciano per Natale. Da Palazzo Moffa si sono giustificati dicendo che il cadeaux dato a tutti gli inquilini di via IV Novembre sia frutto di una convenzione con la Molise dati (che sempre regionale è) per l’assolvimento dei compiti istituzionali. Ergo, i pc sono in comodato d’uso. Ma allora Petraroia dovrà ricomprarlo a fine legislatura?

IL TAPIRO DEL GIORNO A TONY INCOLLINGO

I classici due piccioni con una fava sarebbero l’obiettivo del consigliere regionale Tony Incollingo. L’inquilino di palazzo Moffa comincia a far impensierire il governatore Michele Iorio da quando avrebbe deciso di mettersi ‘in società’ con l’eurodeputato Aldo Patriciello. Da qualche tempo infatti l’esponente di Colli al Volturno fa il baro. Forse è per questo che assieme agli altri supporter dell’onorevole venafrano sta tentando di rallentare l’approvazione del Bilancio 2010?

Il doppiogiochista www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO L’indagine dell’Istat rivela che una su dieci ha rinunciato al riscaldamento di casa Il 18,2% non ha potuto permettersi nemmeno i vestiti necessari

Famiglie in difficoltà in tutta Italia tranne che in Molise Il dato confortante: in regione si arriva a fine mese con meno affanno rispetto ad altri posti La percentuale infatti è scesa dal 17,6% all’11,9%

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009

CAMPOBASSO – Alla fine dobbiamo ammettere che in Molise non si sta poi tanto male. Oggi ce lo dice anche l’Istat che a fine anno porta una ventata di ottimismo in regione. Secondo un’indagine su reddito e condizioni di vita nel 2008 è aumentata in tutta Italia, tranne che in Molise appunto, la percentuale di famiglie che non arrivano a fine mese: 17% in media contro il 15,4% dell’anno prima. Una buona notizia per noi se si pensa che una famiglia italiana su 10 batte i denti perché non può permettersi di riscaldare sufficientemente la propria abitazione. E il 18,2 % (rispetto al 16,9% del 2007) invece, sempre per difficoltà economiche, non ha potuto acquistare nemmeno i vestiti necessari. E’ lievitata inoltre la percentuale di chi non è riuscito a pagare regolarmente le bollette, che nel 2008 ha toccato quota 11,9% (8,8% nel 2007). Sempre stando all'indagine dell'Istat su reddito e condizioni di vita nel 2008 è aumentata la schiera delle famiglie che fanno fatica ad arrivare a fine mese: in Sicilia nel 2008 ha raggiunto quota 30,2%, l’anno precedente si fermava al 26,3%. La crescita del disagio economico ha interessato tutta l’Italia, solo in Molise si è registrato un miglioramento: le famiglie in difficoltà sono scese infatti dal 17,6% all’11,9%, in netta controtendenza a confronto con il panorama nazionale. Questi i dati più eclatanti dell’indagine campionaria annuale “Red-

Tariffe ballerine: su il gas, giù l'elettricità MILANO - Dopo un anno di ribassi le tariffe del gas tornano a crescere: dal 1° gennaio i prezzi aumentano del 2,8%. In calo invece le tariffe di riferimento per l'energia elettrica: -2,2% per il primo trimestre 2010. L'Autorità per l’energia e il gas spiega che l’aumento dei prezzi del gas è contenuto in quanto i rialzi delle quotazioni internazionali degli idrocarburi avrebbero comportato un incremento del 3,2%.

dito e condizioni di vita”, uno studio che fa parte di un più vasto progetto, deliberato dal Parlamento Europeo e coordinato da Eurostat, che ha lo scopo di produrre e divulgare statistiche armonizzate sulle condizioni economiche e la qualità della vita dei cittadini europei. L’indagine è stata effettuata nell’ultimo trimestre del 2008 su un campione di circa 21.000 famiglie (oltre 52.000 individui), rappresentativo della popolazione residente in Italia. Le domande hanno riguardato le condizioni di vita (occupazione, difficoltà economiche, spese per la casa) alla fine del 2008 e i redditi percepiti nel 2007. Lieve peggioramento al Sud. Dal punto di vista territoriale, l’Italia meridionale e insulare, che usualmente presenta indicatori di percezione delle difficoltà economiche di livello più elevato rispetto al resto del Paese, mostra, nell’ultimo anno, un ulteriore lieve peggioramento della propria situazione. Infatti, tra il 2007 e il 2008, aumenta in misura significativa la percentuale di famiglie che arriva con molta difficoltà a fine mese (dal 22,0 al 25,6 per cento), al contrario di quanto avviene nel Nord e nel Centro dove tale quota rimane sostanzialmente stabile (nel 2008, rispettivamente, il 12,6 per cento e il 14,3 per cento). Le aree più disagiate. Nel Sud e Isole si registra anche l’aumento maggiore di famiglie che dichiara di non avere avuto i soldi, in almeno un’occasione, per le spese

alimentari (8,2 per cento, contro il 7,3 per cento del 2007) e che non ha potuto riscaldare adeguatamente la propria abitazione (21,2 per cento, contro il 20,1). Oltre che nel Mezzogiorno, anche nel Nord si osserva un incremento di quanti riferiscono di aver avuto difficoltà nel sostenere il pagamento delle spese per i trasporti; nel 2008, in queste due ripartizioni il problema riguarda, rispettivamente, il 14,2 per cento e il 5,4 per cento delle famiglie. Gli indici statistici. Inoltre, il Nord e il Mezzogiorno sono entrambi interessati da un aumento delle famiglie che hanno avuto problemi per acquistare i vestiti necessari, ma mentre nel primo caso l’indicatore si attesta al 12,5 per cento, nel Sud e nelle Isole il problema riguarda addirittura il 30 per cento delle famiglie (nel Centro è pari al 14,2 per cento). Infine, è comune a tutte e tre le ripartizioni l’incremento di famiglie che, almeno in un’occasione, sono state in arretrato con le bollette (nel 2008, si tratta del 9 per cento nel Nord, dell’11,7 per cento nel Centro e del 16,7 per cento nel Mezzogiorno) e di quelle che hanno avuto difficoltà a pagare il mutuo (nel 2008, è il 6,0 per cento nel Nord, il 7,0 per cento nel Centro e l’11,2 per cento nel Mezzogiorno). Le spese mediche. Rispetto al 2007, il problema delle spese mediche conosce invece una maggiore

diffusione solo nel Centro (dall’8,0 al 9,3 per cento). La maggiore frequenza di situazioni di difficoltà economica nelle regioni meridionali e insulari si rileva per i residenti in Sicilia, Campania, Calabria e Puglia. Tra le regioni del Nord e del Centro, il Piemonte e il Lazio evidenziano maggiori segni di disagio con, rispettivamente, il 16,3 per cento e il 17,1 per cento delle famiglie che dichiarano di arrivare a fine mese con molta difficoltà nel 2008. I sintomi di disagio economico sono più marcati al crescere della numerosità familiare. Il problema anziani. Per le famiglie in cui sono presenti due o più anziani, l’incidenza delle situazioni di disagio risulta generalmente inferiore rispetto alla media nazionale, ad eccezione delle difficoltà a sostenere spese mediche, che riguardano, nel 2008, il 13,0 per cento dei casi. Viceversa, le famiglie in cui è presente un solo anziano si trovano più frequentemente costrette ad affrontare problemi economici, soprattutto in relazione alle spese per il riscaldamento (13,6 per cento) e ad una spesa imprevista di 750 euro (36,2 per cento). red

Superenalotto, sestina errata in diretta tv MILANO - Lunedì, ore 20 e qualcosa: il Tg1 dà i numeri vincenti del Superenalotto. Peccato che non siano quelli giusti. E dato che il jackpot superava i 110 milioni di euro l'attesa per la sestina era certo elevata. L'Aams, Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, ha rettificato l'errore, dando i numeri giusti del concorso numero 155 (34-36-61-62-78-88, Jolly 55, Superstar 20) e invitando giocatori e mezzi di informazione a consultare le estrazioni sui siti internet ufficiali.


PRIMO PIANO Il presidente Molinaro ha convocato per oggi la prima commissione. Tempi sempre più stretti per arrivare a discutere il documento in Consiglio regionale. E spuntano i nuovi supporter di Patriciello

Bilancio, ora ci si mette pure Incollingo CAMPOBASSO – Il 2009 in Consiglio regionale si chiude con qualche malumore di troppo. Il presidente Michele Iorio, nonostante i tentativi, non riesce a trovare la quadra in una maggioranza che un po’ alla volta gli sta voltando le spalle. Di ‘soggetti a rischio’ dentro il centrodestra del governatore ce n’era già qualcuno che è uscito allo scoperto. Da ieri però, nella lista dei ‘cattivi’, anche Tony Incollingo. Il consigliere di Colli al Volturno, dicono beninformati, sarebbe pronto a mettersi di traverso all’attuale governo perché più vicino all’eurodeputato del Pdl Aldo Patriciello, che già tra quei

banchi ha trovato i suoi supporter (il cognato Mario Pietracupa, Riccardo Tamburro piazzato nel listino maggioritario per volere del parlamentare di Strasburgo, e Gennaro Chierchia, ndr). Non sarà un caso quindi, se due giorni fa proprio Incollingo ha cercato di paralizzare la sessione di bilancio chiedendo la convocazione della prima commissione assieme a pezzi del centrosinistra (Danilo Leva e Massimo Romano). Lunedì la commissione di Antonino Molinaro ha prima rinunciato ad esprimere un parere sul Bilancio di previsione 2010 (rinviando i lavori al 4 gennaio) e poi l’ha ricon-

vocava per questa mattina alle 11 consegnando a tutti gli inquilini di palazzo Moffa il materiale relativo al documento contabile che deve essere approvato al massimo entro domani. Con i tempi così stretti è chiaro che Molinaro dovrà sforzarsi per licenziare il testo e farlo arrivare in aula entro Capodanno. Un Bilancio decisamente contenuto quello che l’assemblea regionale si appresta ad esaminare. Due miliardi di euro, spiccio più spiccio meno, nella proposta già vagliata dalla giunta regionale la scorsa settimana, e che ha reso amaro il vertice politico-culinario di lunedì sull’Ingotte, vertice in cui Iorio ha

definitivamente appurato la spaccatura. Sulla programmazione economico-finanziaria continua ad essere critica tutta la minoranza. Ieri pomeriggio il consigliere Michelangelo Bonomolo in una nota ha scritto: “Questo comportamento esclude ancora una volta l’importanza delle audizioni (peraltro già calendarizzate per l’11 e 13 gennaio con le parti sociali, enti locali e sub regionali). In questo senso sarebbe stato più idoneo procedere all’esercizio provvisorio e nel prossimo gennaio delineare una strate-

gia complessiva tesa alla risoluzione delle problematiche purtroppo presenti. I documenti, peraltro, non sono stati neanche vistati dal Collegio dei Revisori dei Conti. Una corsa che non evita, comunque, a chiunque abbia interesse di denunciare alle competenti autorità le irregolarità sopra descritte, con il possibile rischio di uno scioglimento anticipato del Consiglio regionale.” Red

Dpef e inquinamento luminoso al vaglio dell’aula Sanità e sicurezza nelle scuole al centro della relazione illustrata dall’assessore alla Programmazione. In mattinata è stata approvata la proposta di legge sul risparmio energetico CAMPOBASSO – Le due proposte di legge dei consiglieri Riccardo Tamburro e Massimiliano Scarabeo volte a contenere l’inquinamento luminoso sono state unificate. Ieri mattina l’aula di palazzo Moffa ha approvato il testo dopo un’intera mattinata di discussione. Il provvedimento, illustrato dal relatore Nicandro Ottaviano ha spiegato gli ambiti di applicazione, la regolamentazione delle sorgenti di luce da illuminazione esterna, il regolamento comunale, l’adeguamento degli impianti illuminati inquinanti e le sanzioni per inadempienza. L’assemblea ha esaminato i numerosi emendamenti presentati alla proposta. Anche il

presidente Iorio ha raccomandato di tenere insieme l’obiettivo del contenimento della luminosità e quello del risparmio energetico attraverso la messa in sicurezza degli impianti. Il consigliere Michele Petraroia (Pd) ha annunciato il voto d’astensione come pure Mauro Natalini preoccupato per la scarsità di fondi previsti allo scopo. Nel pomeriggio la discussione si è focalizzata sull’approvazione del Dpef 2010. Il documento di programmazione economico-finanziaria, illustrato dall’assessore al Bilancio Gianfranco Vitagliano, è stato definito strategico. “Sono stati già stanziati 50 milioni di euro – ha detto – e ci sono

Il servizio informativo

e di assistenza della

Regione Molise

altri 60 milioni per il prossimo anno. Questo governo sta percorrendo tutte le strade possibili, non si deve sottovalutare il contesto in cui abbiamo operato, a partire dalla crisi economica e passando per i limiti strutturali che la regione ha. Tanto ancora c’è da fare sul fronte sanitario, e per la sicurezza scolastica. Ma ci sono i presupposti per risolvere entrambi i problemi, inoltre per tutto il 2009 si è lavorato molto sull’accesso al credito per le imprese in difficoltà”. Dopo la relazione i consiglieri regionali hanno animato il dibattito che si è concluso solo a tarda sera. red

telefono

e-mail

web

sportelli

ANNO II - N° 288

Campobasso: P.zza Cuoco, 8 Isernia: C.so Garibaldi, 167

MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009

0874 4291 0865 4471

www.quiregionemolise.it

contactcenter@regione.molise.it

3


REGIONE Dal 23 dicembre l’Agenzia sta pagando le anticipazioni per alcune misure del Piano di sviluppo rurale. L’assessore Cavaliere: un doveroso riconoscimento a quelle imprese agricole che rappresentano punti di forza nella nostra economia

L’Agea mantiene gli impegni CAMPOBASSO – L’Agea ha mantenuto gli impegni. Dal 23 dicembre scorso infatti l’Agenzia sta pagando le anticipazioni per alcune misure del Piano di Sviluppo Rurale. A dirlo è l’assessore Nicola Cavaliere che nei mesi scorsi si era dato da fare con i funzionari dell’Agea per risolvere eventuali criticità ed accelerare le procedure per i pagamenti. La somma assegnata al Molise è di 3.169.000, soldi destinati al prepensionamento degli imprenditori e dei lavoratori agricoli; all’accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali; all’indennità a favore degli agricoltori delle zone montane; all’indennità a favore degli agricoltori delle zone caratterizzate da svantaggi naturali, diverse dalle zone montane; ai pa-

gamenti agroambientali; e infine all’imboschimento di terreni agricoli. “Avevamo preso impegni precisi con gli imprenditori agricoli molisani e con le organizzazioni di categoria – commenta Cavaliere – al fine di ottimizzare e soprattutto velocizzare le procedure per i pagamenti e garantire ai beneficiari la dovuta vicinanza della Regione Molise, in considerazione della difficile crisi economica in atto. In questa maniera, inoltre, siamo riusciti, ad assicurare un doveroso riconoscimento a quelle imprese che rappresentano punti di forza dell’economia regionale nello svolgimento di attività che rientrano a pieno titolo tra quelle di assoluto interesse per tutto il Molise”. Cavaliere

Piano casa, bacchettate dai tecnici Ingegneri, geologi, architetti e geometri fanno le pulci alla legge approvata dal Consiglio regionale CAMPOBASSO – La recente approvazione a Palazzo Moffa della legge regionale sul Piano casa ha aperto un vivace dibattito all’interno dell’Osservatorio delle professioni tecniche del Molise. Ingegneri, architetti, geometri e geologi hanno espresso parere negativo su un provvedimento volto a rilanciare il settore delle costruzioni. Gli interventi principali possono essere riassunti in: possibilità di ampliamenti su singole unità immobiliari; operazioni di demolizione e ricostruzione del patrimonio edilizio esistente; modifiche di destinazione d’uso; possibilità di eseguire interventi straordinari per la realizzazione di edilizia sociale, di nuove abitazioni da destinare alle giovani coppie, anche su aree agricole, in prossimità delle zone residenziali. Punto per punto la legge 30, a cui l’aula di via IV Novembre ha

detto sì il mese scorso (la maggioranza senza l’apporto del centrosinistra) è stata esaminata dai tecnici molisani che hanno dato un giudizio sfavorevole rispetto agli intenti della giunta Iorio. Nella relazione si legge che ‘l’ambiente viene ad esporsi all’annichilimento prodotto dal libero gioco delle forze di mercato in opposizione al razionale ed armonioso sviluppo del territorio che è alla base della corretta pianificazione e della tutela del paesaggio. Il territorio agricolo molisano, il patrimonio diffuso della campagna, già compromesso in quelle aree prossime ai centri urbani più grandi, rischia di essere minacciato da una nuova ondata di edifici residenziali di cui la comunità molisana non sembra avere attualmente bisogno’. Rispetto alla possibilità data ai singoli Comuni di individuare

all’interno del proprio territorio zone in cui può essere esclusa l’efficacia della legge si legge: ‘i sindaci e gli amministratori locali dovranno assumersi responsabilità e adottare specifiche scelte politiche tenendo conto che il territorio è una realtà complessa, un sistema in cui le opere di trasformazione edilizia generano nuovi impatti e nuovi equilibri che comportano essenziali modifiche di parti di territorio anche distanti. Nello specifico, un’area agricola che diventa urbana aumenta il suo valore in maniera esponenziale determinando nuovi equilibri socio economici nel panorama urbano storico consolidato’. Questa la proposta: gli ordini e collegi delle professioni tecniche della regione Molise, nonostante siano stati completamente ignorati restano a disposizione del legislatore come supporto tecnico e

propositivo per tutte le future strategie di tipo pianificatorio sul territorio molisano. Gli stessi offrono la completa disponibilità per ogni supporto informativo e tecnico alle amministrazioni comunali nelle imminenti attività di delimitazione di tali ambiti previste dalla legge regionale. Verranno, infine, attivate operazioni di monitoraggio a livello comunale e provinciale atte a supportare tutte le azioni e gli strumenti di pianificazione che le amministrazioni intenderanno attivare per garantire la tutela del paesaggio nell’interesse pubblico generale. Occorre, in definitiva, restituire il ruolo determinante che spetta alla pianificazione urbanistica e territoriale quale strumento di democrazia rinnovata e partecipata capace di esprimere e rappresentare realmente gli interessi comuni della società. red

Milano, la Moratti: una via o un parco intitolati a Craxi

Puglia, Emiliano: Vendola vuole le primarie? Va bene

MILANO - A dieci anni dalla morte, il sindaco Letizia Moratti ha deciso di intitolare una via o un giardino a Bettino Craxi. Lo farà subito prima o subito dopo il 19 gennaio, quando lo stesso presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ricorderà il leader socialista con una cerimonia al Senato. L’iniziativa milanese è destinata a creare nuove feroci polemiche, ma questa volta si inserisce in un contesto storico diverso che vede la progressiva rivalutazione della figura di Craxi statista. A partire dalle iniziative del Capo dello Stato.

BARI - “Se Vendola proprio ci tiene, vuol dire che faremo le primarie”. Lo dice Michele Emiliano, sindaco di Bari e presidente dell'assemblea regionale Pd, a proposito dell'impasse dal quale il Partito Democratico pugliese sembra non riesca ad uscire per la nomina del candidato presidente del centrosinistra alle prossime regionali. Il benestare di Emiliano è però condizionato al fatto che cambi la legge regionale elettorale che attualmente prevede le dimissioni per sindaci e presidenti di Province che vogliano candidarsi alla presidenza regionale.

Precisazione Vitagliano ex capo servizio tecnico gestionale al Nucleo CAMPOBASSO - Una precisazione per i nostri lettori: nell’articolo pubblicato ieri in terza pagina abbiamo scritto per errore che Gianfranco Vitagliano aveva ricoperto l’incarico di direttore al Nucleo industriale di Termoli. In realtà l’assessore regionale alla Programmazione in passato ha ricoperto l’incarico di Capo servizio tecnico gestionale e di vicedirettore.

5 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009


REGIONE L’allarme è del capogruppo del Pd alla Regione che sollecita interventi garantiti e non più occasionali

Minori collocati in istituti: rischio bancarotta per i comuni CAMPOBASSO – Dicembre è il mese in cui si tirano le somme, ma anche quello in cui si fanno progetti. Per i sindaci dei nostri comuni è soprattutto il mese in cui i conti non tornano. “E non possono tornare a causa di spese straordinarie riferite al pagamento delle rette per i minori collocati in istituti specializzati. Bambini ed adolescenti che, successivamente a provvedimenti dell’autorità giudiziaria minorile, vengono allontanati dal proprio nucleo familiare per periodi spesso affatto brevi”. A sollevare la delicata questione è il capogruppo del Pd alla Regione che evidenzia come i bilanci municipali siano diventati magri negli ultimi anni. Una fatica per gli amministratori dei piccoli centri far fronte alle spese, mantenere in piedi i servizi essenziali per la collettività. “I casi di minori su cui cade l’attenzione del Tribunale minorile non sembrano diminuire (un dato questo che fotografa impie-

tosamente una comunità regionale che dovrebbe aver più cura dei propri figli) così come in aumento – spiega D’Alete - sono gli oneri finanziari a cui sono costretti i già risicatissimi bilanci comunali. Se, in particolare, si prendono ad esempio i casi di alcuni municipi chiamati a fronteggiare anche 7 affidamenti contemporaneamente (vedi il Comune di Jelsi che impegna oltre 143000 euro l’anno) la patologica difficoltà di reperimento dei

fondi si trasforma in vero rischio bancarotta! Nella migliore delle ipotesi a risentirne sono tutti gli altri settori dell’amministrazione, primi fra tutti i servizi essenziali, inevitabilmente ridimensionati o addirittura, nella peggiore, cancellati. Sono inoltre numerose le amministrazioni che sono ricorse persino a mutui per far fronte ai

pagamenti. Nuovi debiti per la spesa corrente!” Dai Piani Sociali di Zona sarebbe dovuta arrivare una risposta. Così non è stato per via dei “ripetuti tagli al Fondo Sociale regionale così come a quello nazionale, assieme ad una programmazione della spesa d’Ambito ancora prevalentemente incerta ed in ritardo”.

Il tutto oggi rischia di compromettere definitivamente i precari equilibri di cassa delle amministrazioni locali e la continuità stessa di tutti gli altri servizi locali. E allora che fare? Alla vigilia dell’approvazione del bilancio previsionale, D’Alete sollecita “un intervento immediato, garantito e non più occasionale da parte della Regione Molise nei confronti delle amministrazioni locali. Interessante - conclude poiappare a tal proposito la regolamentazione degli affidi familiari proposta di recente da una direttiva dell’assessorato regionale alle Politiche Sociali (Del. D.R. n°1092 del 16/11/09). Un provvedimento atteso e non relegato alla straordinarietà del momento, così come invece era già accaduto in passato, una valida alternativa alla istituzionalizzazione dei minori ed al contempo un’occasione che in futuro potrà concretizzarsi in un sostanziale risparmio per i comuni”.

L’intervento

Tagliare la democrazia per dare forma allo Stato autoritario Riceviamo e pubblichiamo un intervento di Italo Di Sabato, ex consigliere regionale, oggi segretario di Rifondazione comunista in Basilicata a proposito dei tagli contenuti nella Finanziaria del governo nazionale. Considero pericolosa, demagogica e populista il provvedimento, inserito in Finanziaria, che riduce il numero dei consiglieri nelle assemblee elettive, ridimensiona le assemblee circoscrizionali, taglia i difensori civici. Il motivo addotto è - immancabilmente - la necessità di risparmiare, ma è facile far notare che il presunto risparmio è irrisorio, poco sopra i 200 milioni, ed ottenuto senza intaccare le retribuzioni di parlamentari e consiglieri re-

Indagato Delbono sindaco di Bologna Il sindaco di Bologna Flavio Delbono è indagato per l’inchiesta sul presunto utilizzo improprio di soldi pubblici che nacque dopo le accuse lanciate pubblicamente a giugno dal suo sfidante al ballottaggio Alfredo Cazzola, candidato civico sostenuto dal Pdl. Il fascicolo riguardava trasferte e missioni fatte da Delbono insieme alla sua ex collaboratrice e compagna Cinzia Cracchi quando era vicepresidente della Regione.

gionali, notoriamente altissime, né ridurre il numero di deputati e senatori (circa un migliaio). Il taglio ha contenuti prettamente propagandistici e strizza l'occhio a chi sostiene che c'è "troppa democrazia" nel nostro paese, nel senso che si discute troppo e si decide poco. Una bella sforbiciata agli eletti locali - ecco la retorica dominante - e tutto andrà meglio; anche localmente si parlerà di meno e si farà di più. Quest'impianto ideologico ha chiari caratteri autoritari: ridimensionare le assemblee elettive a partire dal basso, è utile a chi intenda ridimensionare il decentramento e la distribuzione dei poteri. E' il disegno sempre avuto dai teorici del "governo forte". In questi tempi di "post democrazia", con le assemblee

già svuotate di reali funzionii dallo strapotere conferito a sindaci, governatori e presidente del consiglio dei ministri, nella fase storica di maggiore debolezza del parlamento, asservito al governo dalla logica bipolare ed ulteriormente espropriato delle proprie prerogative dal ricorso continuo ai decreti legge, il taglio ai consiglieri locali è una dichiarazione d'intenti: è arrivato il tempo di dare una forma più nettamente autoritaria allo stato. La posta in gioco è quindi molto alta e non si capisce se l'opposizione parlamentare - così apatica - taccia perché acconsente o perché al momento è depressa e incapace di agire in qualsivoglia direzione. Urge suonare un campanello d'allarme e svegliare chi sta dormendo.

Scudo fiscale, rimpatriati 95 miliardi di euro MILANO - Lo scudo fiscale ha permesso il rimpatrio di 95 miliardi di euro, “ben oltre i 6 punti di Pil”. Lo rende noto il ministero dell'Economia, spiegando che “il 98% è fatto da rimpatri effettivi in Italia, pari a 93 miliardi”. Per sanare la propria posizione si doveva pagare un'aliquota del 5%, quindi il gettito per lo Stato ammonta a 4,75 miliardi di euro, di cui 3,7 già impegnati in Finanziaria, dice la nota.

7 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009


CAMPOBASSO Stava rientrando a casa dopo una serata con gli amici, ma sbanda e finisce contro un muro

Schianto sulla Statale 87, muore uno studente Il 22enne di Campolieto frequentava l’università di Firenze E’ stata nuovamente macchiata dal sangue, ieri notte, la statale 87, all’altezza del bivio di Montagano. A perdere la vita Marco Iavasile, uno studente di soli 22 anni che stava rientrando a casa, a Campolieto, a bordo della sua polo azzurro. Il ragazzo aveva trascorso la serata a Campobasso in compagnia

di amici. Forse l’asfalto bagnato, o la velocità elevata o forse ancora un colpo di sonno, una o le più cause che hanno provocato il terribile incidente. Marco, in una curva, ha sbandato schiantandosi contro un muretto di pietra e cemento. L’auto, ridotta ad un ammasso di lamiere, non ha lasciato scampo al giovane

che è morto sul colpo. Sul posto, immediato l’intervento dei sanitari del 118 che hanno potuto accertare solo il decesso del 22enne e dei carabinieri di Ripalimosani. Questi ultimi, coadiuvati dai colleghi della stazione di Montavano, hanno proceduto ai rilievi del sinistro. Studiava all’Università di Firenze,

Marocchini violenti arrestati dai carabinieri Sono stati arrestati con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e guida in stato di ebbrezza. Si tratta di due marocchini di 23 e 32 anni. Uno dei due, il più giovane, alle prime luci dell’alba di ieri mattina è stato fermato, ad uno posto di blocco, dai carabinieri del Comando provinciale di Campobasso. Trovato alla guida della sua auto in stato di ebbrezza è stato condotto in caserma per gli adempimenti del caso, ma prima di giungere nella sede di via Mazzini, l’extracomunitario ha chiamato un suo connazionale 32enne. Quest’ultimo, giunto in caserma si è scagliato contro i carabinieri supportato dal 23 enne. Pugni e calci

solare e vitale. Ancora una volta, in evidenza, la pericolosità della strada, percorsa senza rispettare regole e limiti. A tal proposito, in questo periodo, intensificati, in tutta la regione, i controlli delle forze dell’ordine, affinché tragici incidenti, come quello di ieri, vengano evitati.

Anva Confesercenti e Comune Beneficenza insieme per 100 famiglie della città

contro i militari prima di essere entrambi ammanettati. Per i carabinieri, dopo la lite, è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118. Ieri mattina, al tribunale di Campobasso, il processo per direttissima.

Processo per direttissima per due nordafricani accusati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni

Marco, ed era rientrato in Molise, a Campolieto, per trascorrere le festività in famiglia. Genitori e sorella minore del ragazzo, sono stati avvisati dai carabinieri. La notizia del tragico incidente ha sconvolto la piccola comunità in cui risiede la famiglia del giovane. Gli amici ricordano Marco come un ragazzo

Un Natale di buoni propositi e di solidarietà concreta. Oltre ai pranzi di beneficenza ci sono altre iniziative di solidarietà. Un segnale di incoraggiamento parte dalla Confesercenti provin-

ciale e dal Comune di Campobasso che insieme vogliono dare per l’ultimo dell’anno, alle famiglie del capoluogo, in maggiore difficoltà economiche. “Siamo un’associazione di categoria - ha dichiarato il presidente della Confesercenti di Campobasso Pasquale Oriente - e sappiamo quali enormi difficoltà le famiglie stiano affrontando in questo periodo. Ma tra i molti che si trovano in situazioni di obiettiva asperità, vi sono alcuni nuclei familiari che più di altri hanno bisogno di un incoraggiamento. E’

per questo che l’amministrazione, d’intesa con la Confesercenti, ha ritenuto di donare 100 cestini alle famiglie in maggiore difficoltà. L’amministrazione comunale sta in queste ore individuando le cento famiglie che saranno contattate e potranno (con il tagliando che verrà consegnato) recarsi oggi pomeriggio al box dell’Anva-Confesercenti in corso Vittorio Emanuele per ricevere il pacco-dono che contiene tutto il necessario per approntare il cenone di Capodanno e brindare all’anno nuovo.

Soddisfatto il parroco di San Leonardo don Luigi. Ospiti Gino Di Bartolomeo e Federico Sarli

Primo pranzo di beneficenza, un successo Un successo. Questo il risultato del pranzo di beneficenza organizzato domenica dalla parrocchia di San Leonardo e patrocinato dal Comune di Campobasso che ha messo a disposizione una somma di denaro. Cinquanta le persone che hanno risposto all’invito di don Luigi Di Nardo che per questo Na-

tale ha voluto pensare a chi non vive una situazione economica felice organizzando per loro un pranzo da leccarsi i baffi. A rendere poi possibile l’iniziativa è stata l’associazione che raduna i ristoratori del centro storico. E sono stati proprio loro a mettersi ai fornelli e a preparare le de-

lizie servite da una decina di collaboratori della parrocchia ai tavoli del ‘vicoletto’ addobbati a festa per l’occasione. Due antipasti, uno di carne e uno di pesce, altrettanti primi piatti, un secondo di carne con verdure grigliate e poi un’infinità di piccoli dolcetti. La Parrocchia ha invece

donato panettoni e spumante per brindare al nuovo anno oltre a piccoli regali per rendere ancora più particolare la giornata di beneficenza. Soddisfatti i commensali che hanno avuto modo di trascorrere una giornata in allegria, buttandosi alle spalle i problemi di ogni giorno. A festeggiare con loro anche il

sindaco Di Bartolomeo e il consigliere del Pdl Federico Sarli. “E’ un’iniziativa da ripetere” hanno chiesto gli ospiti della parrocchia “che ripeteremo volentieri” pronta la risposta del sindaco e di don Luigi. Insomma una ‘prima volta’ ben riuscita, e se il buon giorno si vede dal mattino!


Ristorante, enoteca, stuzzicheria, rivendita: il locale giusto per ogni esigenza

Vinalia, il gusto alla portata di tutti VINALIA, Enoteca & Gourmet, è un locale unico in città. Il posto ideale per trascorrere una piacevole serata, degustando i più pregiati vini delle cantine di tutta Italia, sapientemente abbinati alla buona cucina molisana, riscoperta però con ingredienti e gusti originali. Vinalia è un locale al centro della città, dove passare una piacevole serata tra un buon bicchiere di vino, un piatto presentato come fosse un’opera d’arte e tanta buona musica. Vinalia è ristorante. Un ristorante aperto dalle ore 20 che offre scelte di livello elevato, adatte alle varie circostanze: primi piatti cucinati al momento con prodotti di prima scelta e di stagione; carni nazionali ed estere, baccala, verdure, formaggi italiani ed internazionali, taglieri di prodotti locali, delizie preparate dallo schef e sempre una luculliana selezione di dolci. Con tante novità in menù ogni settimana. Vinalia è enoteca. Ampia carta dei vini provenienti da tutte le regioni italiane, con la possibilità di bere anche al calice. E’ possibile, inoltre, scegliere tra diverse birre speciali ed artigianali in bottiglia e una vasta gamma di spirits, prevalentemente rum e grappe. Vinalia è stuzzicheria. Il locale è aperto dalle 19 pr un semplice aperitivo, accompagnato da stuzzichini. Inoltre è sempre possibile dopo cena, bere un buon vino, mangiare un dolce insieme a del vino liquoroso o con rum.

Vinalia è degustazioni e serate a tema. Si organizzano degustazioni e serate a tema, corsi ed incontri per conoscere meglio il mondo del vino e del cibo. Vinalia è appuntamenti speciali.E’ possibile organizzare cene di compleanno o per festeggiare eventi particolari, anche con buffet. Vinalia è rivendita, dove acquistare il vino di ogni giorno o la bottiglia adatta ad un evento particolare. Il posto migliore per fare un regalo, un cesto o una cassetta di vini con consegna a domicilio. Vinalia è il gusto alla portata di tutti. Vinalia è il locale adatto a qualsiasi tipo di serata, per l’evento importante così come per una serata in comitiva nel week end. Il prezzo lo fa il cliente che può decidere di gustare il meglio o fare una serata tranquilla spendendo anche tra i 15 e 20 euro. L’enoteca Vinalia è a Campobasso, in via Mazzini, 35. Info e prenotazioni: 0874 69399, vinalia@gmail.it.


CAMPOBASSO Tiberio difendere D’Ascanio e se la prende con Giangiobbe: se c’è un illecito su via Facchinetti è stato commesso da chi ha risposto al bando senza averne i requisiti”

Di Bartolomeo ammette l’errore

Il sindaco sulla sua ordinanza per il Romita: ho tolto le castagne dal fuoco E’ stata la mozione sul Liceo Scientifico l’argomento centrale del Consiglio comunale di ieri: l’ennesima occasione per la minoranza di puntare il dito contro le dinamiche “di un abuso” ma anche il pretesto per il sindaco di riconoscere qualche errore di percorso. In realtà senza cospargersi il capo di cenere Gino Di Bartolomeo ha ammesso di aver fatto uno sbaglio firmando quell’ordinanza relativa alla struttura di via Facchinetti. In realtà il primo cittadino è stato chiaro e con una storia che sa molto di Natale (e anche della nostra prima pagina di qualche tempo fa ndr) ha spiegato il suo punto di vista: sono stato io a togliere le castagne dal fuoco a favore di qualcuno le cui mani rimarranno scottate perché le castagne bruciano. Insomma il sindaco la sua responsabilità se l’è

assunta ma solo per il bene dei ragazzi e forse per quel suo modo di fare da buon padre di famiglia che ripaga in fatto di consensi “meno se la questione dovesse finire nelle aule del tribunale” ripetono, convinti, dalla minoranza. Ma le scale della Procura della Repubblica, come al solito, pare non le voglia salire nessuno. E se Massa parla di abusi e di illeciti e rischia di farsi venire un infarto per l’enfasi con cui tratta il tema della connivenza e del Romita (mentre tiene in mano decine di documenti), d’altro canto pare che nemmeno sotto la spinta del sindaco varcherà la soglia del Palazzo di Giustizia. “Questa partita tra me e Massa – ha detto ieri Di Bartolomeo – finirà in Tribunale perché se qua c’è la mafia io rispondo che la mafia c’è

stata negli anni precedenti e che grazie a certi imprenditori che hanno fatto lievitare i prezzi delle abitazioni da Campobasso sono fuggite decine di migliaia di residenti”. Pacato e conciso l’intervento del consigliere di Costruire Democrazia Michele Coralbo: non faccio parte dello schieramento di chi non vuole lo Scientifico in via Facchinetti e siamo anche convinti che sia giusto garantire il diritto allo studio ma crediamo che sia altrettanto giusto essere rispettata anche la legge. Insomma bisogna vivere in uno stato di diritto”. Un richiamo alla legalità è arrivato anche dal capogruppo di CD Carmelo Parpiglia e dal collega di partito Massimo Romano: siamo al 29 dicembre e ancora non si vede nessun contratto e non ci sono i presupposti affinché, a gennaio, la strut-

tura possa avere i requisiti di una scuola. Chi invece fa il gioco ‘del piede in due scarpe’ è Maurizio Tiberio che non potendosela prendere con il presidente della Provincia (sarebbe pericoloso visto che è il suo braccio destro) se la prende col Comune. Salvando D’Ascanio dal pantano cerca di seppellire sotto mortali sabbie mobili il sindaco Di Bartolomeo: “La provincia non ha responsabilità, se c’è stato un illecito quello è stato compiuto da chi ha risposto al bando pur non avendo i requisiti per farlo. Leggere manifesti del tipo ‘Meglio abusivi ma vivi’ o ‘Grazie zio Gino’ significa avvalorare la cultura dell’illegalità. In platea qualcuno si è chiesto: “Chissà se Tiberio, per non commettere un abuso, metterebbe a rischio la sua vita o quella dei suoi cari”.

Non ci sono dubbi che la cultura della legalità va preservata, ma quella dello Scientifico è una questione molto strumentalizzata, che sa di politica, e che ora sta sfuggendo di mano anche a chi ha tenuto fino ad ora i fili del discorso. Anche perché nelle condizioni, (o giù di lì), non c’è solo lo Scientifico. Altre scuole potrebbero avere gli stessi problemi e poi cosa si farà? La soluzione portata avanti dalla minoranza sembra, almeno agli occhi dei profani, la più giusta: il Comune avrebbe potuto mettere a disposizione un terreno dove costruire ex novo una struttura che oggi avrebbe ospitato il Romita e domani un’altra scolaresca in pericolo. C’è ancora tempo per tornare indietro? “Per il buon senso di tempo ce n’è sempre”.

Castello Monforte chiuso a Natale Il primo cittadino rassicura: verificherò Ieri in Consiglio anche la questione del Castello Monforte rimasto chiuso a Natale. Ed è stato Michele Durante di Costruire Democrazia, portavoce del movimento politico culturale Costruire Democrazia ha presentato un ordine del giorno, votato all’unanimità. Il consigliere, insieme ai colleghi di partito, ha sollecitato il sindaco e la Giunta a verificare l’operato di Co.Mol.Tur., cooperativa a cui è stato affidata la gestione del simbolo della città. Proprio nel giorno in cui la Sovrintendenza del Molise, aderendo all'iniziativa promossa dal ministero dei Beni culturali, ha stabilito l’apertura al pubblico di siti archeologici, musei e monumenti, il Castello Monforte è rimasto chiuso. “Non è stato solo un episodio spiacevole –

spiega Durante – che ha lasciato fuori dal Castello alcune comitive di turisti nel giorno di Natale, ma si è trattato di un’interruzione di servizio, un’inadempienza contrattuale da parte della ditta a cui è stata affidata la gestione del Castello”. La convenzione tra il Comune e Co.Mol.Tur non prevede affatto l’interruzione del servizio nei giorni festivi, anzi proprio in quei giorni dovrebbe essere maggiormente assicurato per consentire ai visitatori di scoprire il patrimonio storico e culturale della regione. Il sindaco Gino Di Bartolomeo questa mattina ha assicurato che procederà ad una verifica puntuale del rispetto della convenzione impegnandosi a prendere provvedimenti laddove venissero scoperte delle inadempienze”.

Proroga di 12 mesi alla Seac e pasticcio con la Sea Errare è umano, ma quando si tratta di questioni molto delicate l’attenzione nella redazione di certi documenti dovrebbe aumentare per evitare di fare pasticci. Un pasticcio quanto più pesante se a confezionarlo è stato un dirigente (con uno stipendione cui si aggiungono i premi per gli obiettivi raggiunti). Qual è l’errore? Quello venuto a galla ieri mattina in Consiglio comunale dove si sarebbe dovuta approvare (è passata poco prima dell’ora di pranzo ndr) la proroga della concessione, per un altro anno, alla ditta che da anni svolge il servizio di trasporto urbano, la Seac, peccato che nella delibera ad hoc era stata allegata la relazione della Sea. La municipalizzata che si

occupa della raccolta dei rifiuti, dei parcheggi a pagamento e dello sgombero neve. Qualcuno potrebbe anche dire: vabbè i due nomi sono simili, differiscono solo per una ‘c’ finale. In effetti si chiamano quasi alla stessa maniera anche se si tratta di due aziende completamente diverse e in quella delibera la relazione della Sea (nella bufera anche quando non nevica) non c’entrava assolutamente nulla. Ma chi è il ‘colpevole’? Forse non c’è un solo responsabile ma più che altro si tratta di un concorso di colpa. Il dito potrebbe essere puntato sì contro il dirigente ma anche contro l’ufficio di presidenza e contro lo stesso presidente Sabusco per le cui mani la delibera do-

vrebbe essere sicuramente passata. Un errore si perdona a tutti “ma non quando nel giro di pochi mesi si ripete – precisa Carmelo Parpiglia – visto che è la seconda volta che combinano pasticci con le proposte di deliberazione. Nel primo consiglio comunale fu portata in aula una proposta che era stata respinta nella riunione dei capigruppo”. Errore dovuto all’inesperienza si disse. “E ora che motivo possiamo trovare per giustificarli?”. La notizia buona, anzi le notizie buone sono due: la prima è che è passato l’emendamento col quale non saranno previsti aumenti di spesa (a favore della Seac) per le casse comunali ma soprattutto per le tasche degli utenti che

non si vedranno aumentare, almeno per quest’anno il costo del biglietto.

Gestione dell’acqua l’odg del Pd Piena condivisione in Consiglio comunale sull’ordine del giorno presentato da Antonio Battista sulla gestione delle risorse idriche. Un ordine del giorno per chiedere alla Regione Molise di prendere formalmente posizione contro la legge approvata in Parlamento e che espropria di competenze il territorio consegnando al mercato un bene non privatizzabile. “Certamente i costi per la manutenzione della rete idrica – spiega Antonio Battista capogruppo del Pd a Palazzo San Giorgio - e la dispersione di acqua in reti colabrodo fanno di questo tema una questione importante da affrontare con urgenza e serietà. Ma pensare di scaricare tutto sui cittadini non è accettabile. L’acqua è un bene privo di rilevanza economica. Il provvedimento legislativo invece consegna l’acqua al ‘mercato’. Nei prossimi anni, saranno possibili rincari corposi del costo a metro cubo dell’acqua che deve essere assolutamente scongiurato attraverso iniziative che devono vedere coinvolti tutti gli Enti interessati”.


CENTRO AS SOCIATO A.M.I.A. Estetica &

o obass p m a C , 19 e l e u an 1843 0 V. Em 3 a 8 z 1 z Pia el. 33

“Un difetto de ll’anima” no n può essere corretto ma un difetto del co rpo, se corret to, può migliora re l’anima. Jean Cocteau

di Giovanna

benessere

e Ilaria Gab

riele Via Genova, 3 - Campoba sso tel 0874.416 124 - fax 0874 .98008 estetica&bene sseresnc@ho tmail.it

T

via

logna, 58-60 Via Mons. Bo sso Campoba

Tib e

ri

Te o, 98/1 l. 0 00 87 Cam 46 p 30 obass 44 o

Tel. 0874.97909 6 - Fax 0874.315 453 www.motorsgie mme.it info@motorsgie mme.it Via Principe di Piem onte, 131 F/G - Ca mpobasso

Campobasso Piazza G. Pepe, 3 Tel. 0874.94256

* Frag onard Via de’ Fe rrari, 28 Te. 0874.3 11634

RISTOR

EL TORO LO

... outlet e

non solo ..

.

ANTE -

CfaOshion

easy Via Marcon i, 83 (cent CAMPOBA ro storico) Tel. 0874.1 SSO 960367

sso ele, 39 - Campoba C.so Vittorio Emau

Tel. 0874.98499

VIA A. F

ERMI

PIZZER

IA

- C.C. F

TEL. 08

ERRAZ ZANO ( CB)

74.4122

12


Il prefetto prende i poteri di Di Cicco

Ittierre, incontro alla Regione

Il prefetto Raffaele D’Agostino ha accolto le proteste di sette consiglieri di Castel san Vincenzo per la mancata convocazione del Consiglio comunale e, dopo aver ricevuto una loro delegazione, si è sostituto ai poteri del sindaco. Ha così convocato il consiglio comunale, che doveva esvolgersi entro il 27 ottobre.

Definire una strategia complessiva per gestire l’attuale situazione dell’azienda e porre le basi per un suo rilancio. Questi temi dell’incontro tenuto ieri dal presidente della Regione Molise, Michele Iorio, dagli Assessori Angela Fusco Perrella e Franco Giorgio Marinelli, con i Commissari della Ittierre.

ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Castel San Vincenzo, in arrivo tempesta al Comune www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A DOMENICO DI CICCO Nemmeno davanti alla formale diffida del prefetto ha deciso di convocare in tempo il Consiglio Comunale, richiesto da un quinto dei consiglieri. Dopo tante polemiche e proteste, Domenico Di Cicco, sindaco di Castel San Vincenzo, ha finalmente scelto la data per l’assise, non certo quella stabilita dalla legge (20 giorni dalla richiesta) bensì il 26 giugno 2010, cioè tra sei mesi. Il suo atteggiamento ha portato a scomodare il rappresentante di Governo Raffaele D’Agostino che, per ripristinare la legge, ha dovuto sostituirlo, convocando il Consiglio d’ufficio per il prossimo 11 gennaio 2010. Al primo cittadino va il nostro tapiro del giorno affinché, la prossima volta, sia più sollecito ad ascoltare le istanze provenienti dai consiglieri comunali.

L’OSCAR DEL GIORNO A RAFFAELE D’AGOSTINO Ad aggiudicarsi l’oscar del giorno è Raffaele D’Agostino. Se il Consiglio comunale di Castel San Vincenzo ha finalmente una data, il merito è sicuramente del Prefetto di Isernia. Dopo aver raccolto le proteste dei consiglieri comunali, che rivendicavano in maniera del tutto lecita la convocazione dell’assise civica, e inoltrato una diffida formale al sindaco Domenico Di Cicco, D’Agostino si è avvalso dell’esercizio dei poteri sostitutivi ed ha convocato d’ufficio l’agognato consiglio comunale. La spinosa situazione di Castel San Vincenzo è stata dunque riportata alla legalità e i consiglieri, in barba ai tentennamenti del Primo cittadino, potranno tornare a sedersi tra i banchi dell’aula consiliare il prossimo 11 gennaio.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Il sindaco di Venafro Nicandro Cotugno ha presentato il resoconto dei suoi primi anni di amministrazione. Illustrato anche il bilancio ed i progetti in cantiere per il 2010

“Ospedale e scuole, due macigni che non ci hanno fermato” 2009 alle battute finali e per il Comune di Venafro guidato da Nicandro Cotugno è momento di bilanci. Il consuntivo dei venti mesi di amministrazione targata Cotugno è stato presentato ieri mattina agli organi di stampa nel corso della conferenza tenutasi a Palazzo Cimorelli. “ La stabilità politica e la trasparenza che siamo riusciti ad imprimere all’Amministrazione – ha esordito il Primo cittadino con un pizzico di orgoglio- rappresentano senza dubbio i tratti distintivi della nostra politica. Il 2009 - ha continuato Cotugno- per la città di Venafro è stato un anno difficile segnato da due emergenze, scuola ed ospedale, che, tuttavia, sono state affrontate con grande senso di responsabilità e con coesione da parte della maggioranza, rimasta compatta nell’affrontare problematiche di tale portata. Nonostante ciò, tanti sono stati i progetti realizzati nel 2009 e tanti sono in cantiere per il 2010”. Tra i traguardi raggiunti, in primis vanno se-

gnalati i Pisu, un progetto innovativo affrontato con acume politico, che consentirà la realizzazione della Cittadella dello Sport. Di non minore importanza, l’inclusione nel nuovo piano di illuminazione pubblica di strade che finora ne erano del tutto prive e l’espletamento della gara per l’affidamento della manutenzione della pubblica illuminazione, sospesa ormai da dieci anni; la copertura del fosso S. Nicola che permetterà l’accesso alla parte sud di Venafro, dove il prossimo anno sarà realizzata la piscina comunale; l’ultimazione dei lavori presso l’istituto scolastico Don Giulio Testa, dotato di un moderno campo da calcetto mini peach. E ancora, l’inaugurazione della Sala Panel e l’istituzione del Parco dell’Olivo; la creazione dello sportello Suap per le imprese e la messa a punto di un piano pubblicitario per contrastare l’abusivismo; l’ultimazione dell’impianto sportivo “M. Del Prete” e l’erogazione di buoni contributo per il ter-

remoto. In dirittura d’arrivo i lavori di ristrutturazione della Torricella, che sarà inaugurata a breve, e gli interventi al lavatoio. Una macchina amministrativa perfettamente efficiente, dunque, quella del Comune di Venafro che, attraverso l’assunzione degli Lsu, i tirocini formativi per 6 neolaureati e un progetto similare a skill generation, cerca di riorganizzarsi al suo interno e, forte dei successi conseguiti nel 2009, guarda con ottimismo al 2010. Tante le novità in arrivo sul fronte della viabilità e dell’arredo urbano. “Dopo l’Epifania – ha precisato Cotugno- partiranno i lavori all’ingresso di Venafro, tra via Colonia Giulia e Corso Molise, e presto sarà presentato un progetto di riqualificazione estetica e funzionale di piazza Salvo D’Acquisto. Tuttavia -precisa Cotugno- tre sono gli obiettivi principali: l’edilizia scolastica, la realizzazione della progettualità dei Pisu e il Piano Regolatore, che avrà una spinta decisiva”. SF

Università, la Provincia finanzia 5 master in politiche comunitarie I migliori ottanta studenti delle scuole superiori della provincia di Isernia sono stati premiati ieri mattina nell’ambito della consueta cerimonia di fine anno organizzata dall’ente provinciale pentro. Famiglie, istituzioni, amici e professori si sono ritrovati nella sala auditorium di via Berta per un appuntamento che vuole essere un premio all’impegno e la serietà nello studio. Il presidente della Provincia Luigi Mazzuto ha fatto gli onori di casa spiegando il significato della giornata. “Vuole essere una iniziativa di stimolo non solo per i ragazzi oggi premiati, ma anche per tutti gli altri. La premiazione mira a dare fiducia ai giovani, a fargli sentire più vicine le istituzioni e soprattutto a dargli la certezza che il loro lavoro è costantemente monitorato e a volte anche premiato”. Alle menti più eccelse sono andate una borsa di studio del valore di 400 euro ed una targa ricordo. Nel corso della mattinata, Mazzuto ha anche avuto modo di annunciare l’accordo appena raggiunto con l’Università del Molise. L’intesa prevede per il prossimo anno accademico il finanziamento di 50 mila euro da destinare a cinque master in Politiche comunitarie che serviranno ad altrettanti laureati in Scienze Politiche dell’ateneo molisano per perfezionare le proprie competenze.

Pnalm,protocollo d’intesa per lo sviluppo Nella serata del 28 dicembre scorso, presso la Sala Convegni del Centro Culturale di Civitella Alfedena, ha avuto luogo il previsto incontro del Presidente del Parco Giuseppe Rossi e del Sindaco Flora Viola, con la comunità locale e con gli ospiti del simpatico centro montano del Parco, presenti in gran numero in questo periodo di fine anno. Molto interesse hanno suscitato, nel numeroso pubblico presente in sala, gli interventi del Sindaco e del Presidente che, ripercorrendo anche le tappe di una “antica” collaborazione tra i due enti, hanno illustrato progetti e programmi per il futuro, che punteranno sulla qualità dell’offerta turistica, dei prodotti e dei servizi.

16 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009

Hanno partecipato all’incontro anche il Direttore del Parco e il Presidente della Comunità del Parco. Al termine dell’evento, il Presidente e il Sindaco hanno sottoscritto un Protocollo di Intesa su “Istituzione, organizzazione e gestione di strutture e iniziative di tutela, promozione e valorizzazione del territorio del Parco”. Tra le tante iniziative previste nel Protocollo di Intesa, di particolare importanza e rilievo risultano quelle dirette a promuovere “iniziative per la tutela, valorizzazione e promozione della natura”; a promuovere” lo sviluppo della comunità locale in tutte le sue forme e per la qualificazione dei settori produttivi e turistico”.

Natale, il Colosseo è il museo più visitato Nei giorni di festa natalizia i trenta siti culturali statali piu' visitati hanno registrato un incremento del 7,41% di ingressi. Si e' passati da un totale di 61.584 visitatori nel 2008 a un totale di 66.147 nel 2009. Lo rende noto il Ministero per i Beni e le Attivita' culturali. Di grande rilievo risulta il dato del Colosseo, che nel solo giorno di Natale ha avuto 3.827 visitatori.

Accattonaggio di minori, quattro rumeni espulsi Nel corso degli intensificati servizi di controllo del territorio disposti, in occasione delle Festività Natalizie e di Fine Anno, dal questore di Isernia Biagio Ciaramella, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha denunciato in stato di libertà ed in concorso tra loro quattro cittadini rumeni, provenienti dalla Campania. Gli stranieri sono stati colti nell’attività di accattonaggio con impiego di minori. Ad uno di essi è stata, inoltre, elevata la contravvenzione penale per Guida senza patente. Nei confronti dei quattro è stata avviata la procedura per il Rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio con Divieto di Ritorno nel Comune di Isernia. Sempre nell’ambito delle Festività Natalizie sono stati rafforzati i controlli da parte del personale della Polizia di Stato in servizio di Volante nei confronti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale quali Arresti Domiciliari e Sorveglianza Speciale. Nell’ambito di tale attività, che ha consentito di effettuare ben 40 verifiche nella sola settimana di Natale, è scaturita una denuncia penale nei confronti di T.M. giovane pluripregiudicata isernina, per ripetute inosservanze agli obblighi conseguenti alla sottoposizione alla Sorveglianza Speciale.

Carabinieri di Isernia, bilancio di fine anno È tempo di bilanci per i carabinieri del Comando provinciale di Isernia. Oggi 30 dicembre alle ore 11, presso la sala briefing in via Ponte San Leonardo, si terrà il consueto appuntamento con la stampa, un incontro di fine anno per illustrare i risultati operativi conseguiti nel corso del 2009. Proprio negli ultimi giorni gli uomini dell’Arma hanno intensificato i controlli sul territorio.


ISERNIA Castel San Vincenzo, il prefetto diffida il sindaco e convoca il Consiglio “Il sindaco è tenuto a riunire il consiglio, in un termine non superiore ai venti giorni, quando lo richieda un quinto dei consiglieri, inserendo all’ordine del giorno le questioni richieste. In caso di inosservanza degli obblighi di convocazione, previa diffida, provvede il prefetto”. Questo quanto stabilito dal Testo Unico degli Enti Locali. Ed è quanto è stato fatto valere anche a Castel San Vincenzo, dove il sindaco del Comune proprio non voleva saperne di rispettare la legge. Si conclude così la lunga vicenda del Consiglio Comunale, che – contro la volontà del sindaco - è stato convocato d’ufficio dal prefetto di Isernia Raffaele D’Agostino per il prossimo 11 gennaio 2010. I fatti risalgono allo scorso ottobre, quando sette consiglieri presentano al primo cit-

tadino Domenico Di Cicco la richiesta di convocazione del Consiglio per discutere della modifica di alcuni articoli dello Statuto. Il sindaco, in totale spregio delle regole, convoca la prima seduta solo dopo un mese, e tralascia di riunire il consiglio per procedere alla doppia vota-

zione, necessaria per l’approvazione degli atti. I consiglieri si rivolgono all’Ufficio di Governo per far valere le proprie ragioni. Sin dal 5 novembre 2009 il prefetto D’Agostino recepisce le proteste dei sette consiglieri e si impegna a provvedere all’esercizio dei poteri sostitu-

Picchiata a sangue in piazza, finisce in ospedale E’ scoppiata verso le 18,30 la lite che ha visto coinvolti due giovani, una ragazza del capoluogo, K.C. e un uomo dall’accento campano. La donna, aggredita in pieno centro storico sotto gli occhi increduli di alcuni passanti, è finita in ospedale con lividi e una profonda ferita che ha richiesto l’intervento del 118. Sul posto, avvisati da un testimone, gli agenti della Questura di Isernia che si sono messi immediatamente sulle tracce dell’uomo che dopo aver picchiato a sangue la donna, ha cercato di scappare tra i vicoli del centro storico. I due si conoscevano, probabilmente avevano una relazione amorosa che avrebbe generato la violenta lite. La Polizia conosce l’identità dell’aggressore e in queste ore sta valutando i provPiazza Celestino V, luogo in cui è scoppiata la lite vedimenti da attuare nei suoi confronti.

tivi, previa diffida. All’inizio di dicembre arriva la diffida formale, che concede al sindaco ancora altri venti giorni per la convocazione, dunque fino al 23 dicembre 2009. Qui accade l’incredibile: Di Cicco convoca il consiglio, ma non per la data stabilita dalla legge (20 giorni dalla richiesta) bensì per il 26 giugno 2010 in prima convocazione e per il 3 luglio 2010 in seconda convocazione. I consiglieri decidono perciò, in data 24 dicembre, di depositare un esposto in prefettura, diretto anche al ministro dell’interno, per far annullare l’illecito atto del sindaco e far sì che il prefetto convochi il Consiglio con i poteri sostitutivi. Non si è fatta attendere la risposta di D’Agostino che, dopo aver invitato ed ascoltato il primo cittadino, quindi dopo avergli dato tempo e modo di modificare

Carovilli. Successo per il Presepe vivente Circa 70 i figuranti che, nei vari abbigliamenti tradizionali, il fabbro, le tessitrici, l’arrotino, il falegname, il ciabattino, il mugnaio presso il mulino ad acqua, l’impagliatore di sedie, hanno rappresentato il tradizionale presepe vivente di Carovilli. Le donne erano intente a cucinare. Ad arricchire la scena anche i tre Re Magi che sono arrivati a cavallo.

la sua decisione, ha convocato d’ufficio il discusso consiglio comunale. Riportando la situazione alla legalità. Ora c’è da chiedersi, sarà presente il sindaco in quella occasione? Poco importa, presente o meno, i sette consiglieri sono più che sufficienti per deliberare e il primo cittadino, questa volta, non potrà fare altro che mettere in atto tali decisioni.

Ittierre, Iorio incontra i commissari Definire una strategia complessiva per gestire l’attuale situazione dell’azienda e porre le basi per un suo rilancio. Questi temi dell’incontro tenuto ieri dal presidente della Regione Molise, Michele Iorio, dagli Assessori Angela Fusco Perrella e Franco Giorgio Marinelli, con i Commissari della Ittierre. Si è convenuto sulla necessità di procedere a misure di razionalizzazione delle risorse umane e sulla opportunità di sostenere un impegno comune, a livello nazionale, specialmente per ciò che riguarda la cassa integrazione. Entrambi le parti hanno

Isernia, tutto pronto per il Capodanno in piazza L’amministrazione comunale e la proloco di Isernia invitano tutti al “Capodanno in piazza”, l’appuntamento col quale, ormai da qualche anno, dalle 23 in poi, si accompagna la conclusione

Il primo cittadino Domenico Di Cicco tentennava nel riunire l’assise

dell’anno vecchio e si festeggia l’arrivo del nuovo. Le canzoni dell’orchestra “Metamorfosi 2” saranno la colonna sonora della lunga notte di San Silvestro. Sul palco, in piazza Celestino V, sa-

puntato l’attenzione sull’obiettivo di rilanciare l’azienda potenziando un raccordo con la filiera tessile già presente sul territorio molisano.Il presidente Iorio ribadendo l’attenzione dell’Esecutivo per le problematiche occupazionali e per la Ittierre, quale elemento prezioso e importante dell’economia molisana, ha preannunciato, per i prossimi giorni, un incontro con i Sindacati e con i Commissari per mettere appunto un comune piano programmatico per la realizzazione di iniziative concrete ed operative per l’azienda di Pettoranello e per il suo indotto.

liranno anche Mariolina Simone, in veste di conduttrice della manifestazione, e il cabarettista Demo Mura. Mura divertirà tutti imitando noti personaggi della politica e del giornalismo, come Silvio Berlusconi, Emilio Fede, Bruno Vespa e Luca Giurato; e alcuni protagonisti del mondo del calcio, quali Mourinho, Del Piero e Ronaldinho. Al “Capodanno in piazza” sarà presente il sindaco Melogli che, come da tradizione, brinderà all’arrivo del 2010 e dai microfoni rivolgerà gli auguri a tutti i suoi concittadini.

Assiopea, la donna che sfidò Platone e l’Accademia Martedì 5 gennaio 2010, alle ore 16, presso la biblioteca comunale“Michele Romano”di Isernia, verrà presentato il volume “Assiopea, la donna che sfidò Platone e l’Accademia”, un romanzo storico di Adriano Petta. Interverranno Gabriele Venditti, direttore della biblioteca, Amerigo Iannacone, scrittore, Ida Di Ianni, giornalista, Francesca D’Uva, saggista.

17 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009


TERMOLI Da Guardialfiera, paese del Natale: realtà sul mistero della vita

Morte improvvisa nel Presepe di Emidio GUARDIALFIERA - Curzio Malaparte classe 1898, giornalista toscano, scrittore ateo dalla penna graffiante, nel 1954 scrive una pagina violentissima in occasione di quel Natale che ancora svela rabbia, nervosismo, inquietudine per il malanimo, le imposture, le impurità con le quali, tal uni credenti, banalizzano e devastano la sacralità e la poesia del Natale. "E' Natale - osserva Malaparte - gli uomini si apprestano alla suprema ipocrisia. Nessuno mai ha il coraggio di dire che il mondo è oggi scristianizzato e che nessuno osa ammettere che la magniloquenza dei potenti, la parata dei bigotti, le processioni dei falsi devoti, abbrutisce e spodesta la Grotta di Betlem. Non ci importa di chi soffre, non facciamo nulla per impedire il male, la miseria, il delitto, la violenza, la strage. Siamo quieti e muti e festeggiamo il Santo Natale". Lo scrittore così incalza: "Via da questa mangiatoia, ipocriti e bugiardi; andate a casa vostra a piangere sulle culle deifigli. Se il mondo soffre è anche perché non osate difendere la giustizia e la bontà e provate panico ad esercitare la fede sino in fondo. Questo Bambino è nato per salvare l'uomo ed ha orrore di voi". Parole di drammatica attualità sulle quali il giornalista suda tanto, finché riesce a ritrovare se stesso. Curzio Malaparte si converte, chiede e riceve il battesimo a 59 anni e morirà ricon-

ciliato con Cristo, il 19 luglio 1957, stringendo tra le mani il crocefisso. La via di Betlemme è ancora oggi ostruita da detriti d'orgoglio, di vanità, di egoismo, di violenza, di odio. L'arida fantasia di sette giudici della Corte Europea per i diritti umani, individua finalmente in Gesù il sovversivo ed il nemico fondamentale all'educazione dei bimbi! Il successo del "Codice da Vinci" di Dan Brown ha convito da poco certi ambienti che, attaccare la Chiesa, rende emotivamente ed economicamente l'editoria giornalistica e mediatica. Sicché è adesso in libreria la "Santa Casta: duemila anni di intrighi, delitti, lussuria, inganni tra papi, vescovi, preti, cardinali". Siamo davanti alla diabolica ricerca del negativo nella Chiesa che, formata da uomini, compie anche errori. Ma chissà su quali siti potremo leggere che l'ideatore dell'Ospedale moderno è Camillo de Lellis, o Vincenzo dé Paoli, Antida Thouveet, il Cottolengo o don Gnocchi. Chi ci ricorderà che la vera prima scuola popolare d'Europa fu fondata da Giuseppe Colasanzio e che grandi uomini della Chiesa, prima e dopo di lui: don Bosco, Murialdo, Filippo Neri, hanno alfabetizzato ed educato milioni di figli della povera gente, e che continuano oggi, in terra di missione, a lottare contro la povertà, le malattie, l'oppressione degli indifesi? Tutto avvenne ed av-

viene nello spirito del Presepe, della carità, dell'amore. "Voce che sale dal colle - verseggia Antonio Crecchia - illuminato di stelle. E Guardialfiera respira la sua ora più bella. Al forte ramo dell 'antica sua gloria, spunta ancora un germoglio di storia". Dentro il cuore del Natale, la festa più sentita, più necessaria, più difficile, a Guardia, paese del Presepe, si medita. A Palazzo Loreto è allestito il "Natale di terra - dal fango al cielo": un racconto magico della natività in terra cotta, sculture e grafiche di Antonietta Caruso. Nostalgia di un mondo incantato, che porta con sé più domande che risposte. Nella chiesetta di San Giuseppe è esposto il significante Presepe artistico di Antonio di Meo, realizzato con materiale riciclato che induce ad amare e salvaguardare l'ambiente e la natura. E a "Piedicastello", dove il contagio irresistibile della purità e creatività, rende credibile l'incredibile, Angelo Antenucci e l'appassionato lavoro corale dei giovani e dei meno giovani della "Pro-Loco", realizzano la 23'" edizione del Presepe Vivente. E lì, all'interno di uno scenario di fiaba, la sera di Santo Stefano, avviene la rappresentazione e la prova più reale e tragica sul mistero della vita e della morte, della futilità e preziosità dell'esistenza. Emidio, 46enne, il pingue e simpatico personaggio nel lussuoso harem di Erode, si stiracchia, stra-

mazza, muore in un istante, fulminato dall'infarto, e disteso sul filare delle scalee bianche del villaggio. La notte incombe, lo spavento, l'impressione, le urla, le luci del Presepe, si fanno amare e tormentose. Oggi, fra questo dolore cupo, nel rispetto del dramma, Guardialfiera atterrita, insinua il seme di speranza, della fiducia, della nuova attesa. Il Presepe fa balenare un 'altra luce che il cielo rinfrange nel cuore d'ogni contemporaneo. Invita a compiere un passo che va oltre, anche rischiando nel mistero. Un passo che non s'accontenta della disperazione e della sconfortata rassegnazione, ma che insegna al tempo "l'arte del vivere". Vincenzo di Sabato

Voce che sale dal Presepe. Annuale riflessione del "Centro Studi" Perenne lotta tra bene e male

Partito il negoziato per il rinnovo del contratto dei lavoratori agricoli e florovivaisti

Continua il negoziato per il rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori agricoli e florovivaisti, in scadenza il prossimo 31 dicembre. Al tavolo del negoziato Confagricoltura, Coldiretti, CIA e le delegazioni sindacali

18 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009

Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila – Uil, guidate dai segretari generali Augusto Cianfoni, Stefania Crogi e Stefano Mantegazza. A conclusione dell’incontro sono state fissate le tappe successive della trattativa: nelle giornate 8 e 18 gennaio e 5 febbraio riunioni tecniche; plenari l'11 febbraio. In una dichiarazione congiunta Augusto Cianfoni, il segretario nazionale con delega per il comparto agricolo Stefano Faiotto e su incarico della Flai e Uila, hanno illustrato sinteticamente l’impianto complessivo della piattaforma unitaria, in stretta coerenza ai contenuti dell’avviso comune e del documento sul

Limitazione della circolazione fuori dai centri abitati LITORALE - La Prefettura di Campobasso ha comunicato che dal prossimo anno entrano in vigore le limitazioni alla circolazione dei mezzi fuori dai centri abitati. Riguardano il transito per automezzi e complessi di veicoli per il trasporto di cose superiore a sette tonnellate e mezzo, e dei veicoli eccezionali e quelli adibiti a trasporto di merci pericolose. Il decreto è consultabile sul sito internet www.prefettura.it/campobasso nella sezione "documenti scaricabili".

nuovo modello contrattuale, sottoscritto con le controparti, esprimendo un giudizio positivo sull’avvio del negoziato. “Il clima - hanno sottolineato Cianfoni - sembra positivo e la conferma da parte delle controparti di voler operare per un rinnovo “buono e tempestivo è di buon auspicio”. “Valuteremo nel merito, nel corso del prosieguo della trattativa – hanno precisato - la coerenza di questa positiva disponibilità con le soluzioni sui diversi capitoli della nostra piattaforma”. Cianfoni e Faiotto richiamano che questo rinnovo interessa oltre un milione di lavoratori,e che la piattaforma si pone obiettivi, particolar-

mente significativi, insieme al recupero del potere di acquisto delle retribuzioni: lo sviluppo della bilateralità, nazionale e territoriale; il rafforzamento della contrattazione territoriale o aziendale per valorizzare produttività, professionalità e partecipazione; un nuovo assetto dell’assistenza e della previdenza complementare ed integrativa. Ed inoltre: una revisione del sistema delle qualifiche; misure efficaci per la integrazione dei lavoratori immigrati; il governo del mercato del lavoro e della flessibilità, degli orari e dei permessi, orientati alla formazione continua ed ai congedi parentali.

Poste: installato l’ antiskimming anti-clonazione CASTELMAURO - Poste Italiane rafforza la sicurezza dell’ufficio postale con il cash dispenser, disponibile 24 ore al giorno, un dispositivo elettronico “antiskimming” che impedisce la clonazione delle carte di pagamento elettronico. Oltre che dai possessori di carta Postepay, può essere utilizzato dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro, e dai titolari di vari carte di credito.


TERMOLI I fratelli Greco ricorrono al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar

Abusi edilizi nello stabile di via XX settembre TERMOLI - Prima della caduta dell'amministrazione Greco, la Giunta municipale ha deliberato alcuni argomenti e, tra questi, un ricorso inerente la famosa vasca fatta realizzare in uno stabile di Via XX Settembre di proprietà dell'ex sindaco Vincenzo Greco e poi ceduta a figli Ciro ed Alssandro. Questione che era iniziata già in campagna elettorale e protrattasi fino ai giorni nostri con ricorsi al TAR Molise e poi al Consiglio di Stato. Lo scorso 3 Dicembre la Giunta ha compiuto uno degli ultimi atti ufficiali dando mandato ad un legale per tutelare gli interessi dell'Ente. La Delibera ripercorre i passaggi della vertenza ad iniziare dalla sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale, in accoglimento del ricorso e dei motivi aggiunti proposti dai signori Domenico Perfetto e Maria Mastrullo, ha annullato i provvedimenti adottati dal Comune di Termoli relativi alla revoca dell’Ordinanza n. 221/2000 e presa d’atto della denuncia tardiva di inizio attività dei lavori da parte

La Giunta ha deliberato di costituirsi nel giudizio in appello nominando l’avvocato Pasquale Consiglio

del dottor Vincenzo Greco, nonché dell’ordinanza con la quale, in accoglimento della denuncia tardiva di inizio attività, si comminava a Greco la sanzione pecuniaria per avere realizzato alcune opere non previste nel progetto autorizzato in un edificio di sua proprietà. Avverso la sentenza del TAR i figli del notaio d attuali

proprietari dell'immobile, Ciro ed Alessandro, hanno presentato ricorso in appello dinanzi al Consiglio di Stato chiedendo l’annullamento della sentenza n. 645/09 del TAR Molise. Dopo ampia discussione e il parere favorevole del Capo Settore l'esecutivo, era assente solo Vincenzo Greco, ha votato all'unanimità di

“autorizzazione a costituirsi, per il Comune, nel giudizio in appello proposto da Ciro e Alessandro Greco diretto all’annullamento della Sentenza del TAR Molise n. 645/09, contro i signori Domenico Perfetto e Maria Matrullo e nei confronti del Comune di Termoli e nominare, per la difesa dell’Ente l’avvocato Pasquale Consiglio”. Per completezza d'informazione la sentenza del TAR fa riferimento anche ad altre costruzioni ritenute abusive realizzate nell'immobile che, dopo la

sentenza, potrebbero essere abbattute o acquisite dal Comune come proprio patrimonio. Va scartata comunque l'ipotesi di abbattimento visto che lo stabile é di valore storico ed é sottoposto a vincolo da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Molise. Resta l'acquisizione da parte dell'amministrazione comunale ma ora si attende la decisione del Consiglio di Stato che, nel frattempo, potrebbe emettere la sospensiva.

Comune, azzerati tutti gli incarichi esterni TERMOLI – La notizia era scontata ed era nell'aria dopo la caduta dell'amministrazione comunale Greco e si attendeva solo l'ufficialità: dal 24 Dicembre dirigenti e collaboratori esterni di fiducia nominati dall'ex sindaco Vincenzo Greco è stata revocata la carica. La decisione, e non poteva essere altrimenti, è stata presa dai due subcommissari Canale e Daddona i quali erano stati già in Municipio dopo le dimissioni dell'ex sindaco Remo Di Giandomenico. Allo stesso tempo sono state revocate le deleghe anche ai dirigenti dipendenti dell'amministrazione. I provvedimenti commissariali riguardano: Luigi Berchicci, capo dell’ufficio Urbanistica; le due dipendenti Carmela

Cravero per le Finanze e Brigida Barone per gli Affari generali; Enzo Vergalito a capo della struttura Ambiente e Traffico: tutti hanno ricevuto la lettera ufficiale, mentre il contratto di Rosalba Vileno, della divisione Lavori pubblici, scade il 31 dicembre prossimo. Sono state sollevate dall'incarco anche altre due professionalità scelte da Greco: il capo Ufficio stampa, Gianmarco Guazzo, e il coordinatore della Polizia Municipale Rocco Giacintucci. Al momento, in attesa della decisione del commissario prefettizio Roberto Aragno, pur senza settore di competenza, restano in carica i dirigenti di ruolo: Alfredo Dalla Torre, Libero Volpe, Florindo De Luca e Gianfranco Morese.

Visto che il Prefetto Aragno dovrà portare avanti le sorti amministrative nei prossimi tre mesi, fino al termine delle nuove elezioni e la proclamazione del nuovo Sindaco e quindi badare essenzialmente al minimo indispensabile, non è escluso che i settori vacanti siano distribuiti ai quattro dirigenti dipendenti. Resta però un settore scoperto: la Polizia Municipale. Dopo la revoca al coordinatore Rocco Giacintucci, la carica di responsabilità potrebbe essere assegnata ad un Luogotenente con la più alta anzianità di servizio o ad uno dei quattro dirigenti dipendenti. Ma non è escluso che possa essere reintegrato in servizio il capitano Ugo Sciarretta.

La Provincia stanzia fondi per le famiglie in difficoltà

Vandali in azione in piazza Sant'Antonio

TERMOLI – Ammonta a 30mila euro lo stanziamento della Provincia di Campobasso nell'ambito della promozione sociale e riferita all'iniziativa “Azienda solidale”. Tutta la fase sarà seguita al “Centro di Solidarietà e Carità Basso Molise” di Termoli, che curerà i bisogni delle famiglie che si trovano in difficoltà anche per l’acquisto di beni di prima necessità.

TERMOLI – Ennesimi atti di vandalismo ed inciviltà si sono registrati in Pazza Sant'Antonio. I soliti ignoti hanno distrutto alcuni cestini per la raccolta della carta, imbrattato le aiuole e lanciato bottiglie nella fontana. In particolare sono stati distrutti tre cassonetti per la raccolta rifiuti tre contenitori e uno addirittura lanciato per la scarpata del colle Santa Lucia.

19 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009


S P O RT CALCIO-SERIE D

Allenamento in palestra per Minadeo e Gallicchio, differenziato per Iannitti e Trinchera

Lupi, test con il Marcianise Nel pomeriggio al Selva Piana, ore 14.30, il Campobasso affronterà in amichevole la squadra di C1 Ancora un allenamento sul sintetico per il Campobasso che nel pomeriggio di ieri ha svolto la seduta presso l’Antistadio. Le piogge che stanno interessando il capoluogo di regione non permettono al gruppo di La Cava di lavorare sul Selva Piana, che sarà teatro delle prossime due gare casalinghe dei rossoblù. La situazione dell’infermeria continua ad essere preoccupante: ieri non si sono allenati Gallicchio e Minadeo, il primo ancora alle prese con un problema muscolare, il capitano con una caviglia gonfia. I due hanno svolto una seduta in palestra e torneranno con il gruppo solo il 2 gennaio. Lavoro differenziato, invece, per Iannitti e Trinchera, i quali sono sulla via del completo recupero: anche loro si aggregheranno al gruppo alla ripresa nel nuovo anno. Ieri c’è stata una seduta prevalentemente atletica, mentre questo pomeriggio Maglione & co. affronteranno in amichevole il Marcianise, forma-

Dal 4 gennaio il gruppo di mister La Cava sarà in ritiro a Nusco zione che milita nel campionato di serie C1. Il match è in programma alle 14.30 al Selva Piana, tempo permettendo. Nel caso in cui le piogge dovessero persistere, l’amichevole potrebbe essere spostata all’antistadio. La sgambatura sarà utile allo staff tecnico per verificare le condizioni di forma raggiunte del gruppo, ma soprattutto per vedere all’opera i neo arrivati. La squadra è stata completamente rivoluzionata nel mercato di dicembre e pertanto ha bisogno di giocare il più possibile, per fare in modo che i nuovi arrivati trovino la giusta intesa con i ‘vecchi’ e soprattutto che i movi-

menti si affinino. Questo pomeriggio sarà occasione propizia anche per vedere all’opera Stephane Coquin, il calciatore francese tanto atteso nell’ambiente. Il colored dovrebbe essere l’uomo in grado di far effettuare il salto di qualità alla squadra e garantire assist e gol. Dopo l’amichevole del pomeriggio ci sarà il rompete le righe per le festività del Capodanno e il gruppo si ritroverà sabato 2 gennaio per una seduta pomeridiana. Il giorno seguente ci sarà prima allenamento mattutino, mentre nel pomeriggio del 3 il gruppo sarà impegnato in un’amichevole con l’Avellino a San Martino Valle Caudina. Lunedì 4 sarà giorno di riposo, mentre da martedì 5 gennaio i rossoblù saranno in ritiro a Nusco per tutta la settimana. Si tratta di un ritiro certamente non punitivo, ma utile per cementare il gruppo e per preparare in tutta serenità il match con la Renato Curi Angolana previsto per domenica 10 a Selva Piana. EB

Ancora problemi alla caviglia per capitan Minadeo

OLYMPIA AGNONESE

Ancora un triangolare per i granata Difesa in grande emergenza

Stiramento al quadricipite per Ciarlariello

20 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009

Sceicco Mansour: “Non voglio il Real” Lo Sceicco Mansour Ben Zayed Al-Nahyan ha smentito di voler acquistare il Real Madrid, come aveva sostenuto lo spagnolo 'As'. Il membro della famiglia reale di Abu Dhabi, ministro degli Emirati Arabi Uniti e proprietario del Manchester City, ha fatto sapere che la notizia pubblicata dal quotidiano sportivo, secondo cui era pronto a spendere un miliardo di euro per acquisire il club 9 volte campione d'Europa, 'è priva di fondamento e manca totalmente di credibilità'.

Proseguono gli allenamenti dell’Olympia Agnonese prima delle festività del Capodanno. Lo staff tecnico sta facendo disputare al gruppo una serie di amichevoli, importanti per non perdere il ritmo partita, oltre ovviamente al richiamo di preparazione. Nella giornata di lunedì la formazione di Agovino è stata impegnata in un triangolare con Viterbese, formazione di serie D, e Fidene, compagine di Eccellenza. L’Agnone è uscita sconfitta in entrambi i match con il punteggio di 1-0, ma in questi test il risultato è l’ultima cosa che conta. Il triangolare se l’è aggiudicato a sorpresa il

Fidene e le prestazioni dei granata non sono affatto dispiaciute al tecnico. Almeno sul piano del gioco, perché Agovino è leggermente preoccupato per il settore arretrato. Alla ripresa delle ostilità contro la Recanatese saranno molte le assenze in difesa. Mancheranno per squalifica Pifano, Salvatore e Pesce Rojas, mentre per infortunio non dovrebbe esserci Ciarlariello. Questo perché il centrale di Fossalto ha rimediato uno stiramento al quadricipite della coscia destra e difficilmente sarà a disposizione alla ripresa del campionato il 10 gennaio. Per questo motivo mister Ago-

vino è all’affannosa ricerca di soluzioni alternative per la difesa. Nuovi esperimenti potranno essere effettuati questo pomeriggio quando l’Agnone sarà di scena in un nuovo triangolare a Venafro. Alle 14.30 al ‘Marchese Del Prete’ si affronteranno Agnone, Venafro e Aversa Normanna, formazione di serie C2. L’occasione sarà utile per verificare lo stato di forma raggiunto dal gruppo e provare soluzioni alternative per quel che concerne l’assetto tattico. Dopo il triangolare di questo pomeriggio ci sarà il rompete le righe in vista delle festività del Capodanno. GB

Mourinho:“Inghilterra? Voglio tornare” 'Voglio tornare in Inghilterra, tornare qui. Non sono il tipo di persona che riesce a nascondere i propri sentimenti', dice Mourinho. 'Io amo questi posti', confessa il tecnico dell'Inter, ieri a Londra per vedere Chelsea-Fulham, in un'intervista al 'Sun'. 'Sono certo che un giorno tornero' qui -dice- ma non lascerei mai un club a metà stagione per andare in un altro'. E se l'Inter eliminerà il Chelsea in Champions? 'Sono tuttora innamorato del Chelsea, quindi non farò feste'.


S P O RT CALCIO SERIE D

Il Bojano si congeda dal 2009 Conclusi gli allenamenti i matesini torneranno al lavoro nel nuovo anno in vista della delicata sfida con la Sant Dopo intense doppie sedute di allenamento, caratterizzate dal lavoro atletico al mattino e parte tecnica il pomeriggio, il Bojano si congeda dal 2009 per godersi in famiglia l’arrivo del nuovo anno. La squadra agli ordini di Francesco Farina si ritroverà la prossima settimana per iniziare a preparare nei minimi dettagli la difficile sfida interna con la Santegidiese, gara che chiuderà il girone di andata. Dopo lo strabiliante successo ottenuto in casa dell’Aquila i matesini sono intenzionati a bissare l’ottima prestazione sfoderata in terra abruzzese, anche se ci sarà da lottare e non poco contro una delle squadre tra le più accreditate alla vittoria finale del campionato. Il Bojano sarà poi atteso da un altro scontro casalingo, quello con la Renato Curi Angolana, e nelle intenzioni del tecnico dei biancorossi c’è la volontà di raccogliere da queste due gare interne consecutive il massimo dei punti, sfruttando il fattore

Ultima seduta anche per il Trivento

Ruggieri e Iaboni campo. Farina, che insieme al centrocampista Iaboni, salterà l’attesa sfida con la Santegidiese, causa squalifica, sta recuperando tutti i giocatori a sua di-

BASKET FEMMINILE

Rinviato di nuovo l’incontro con l’Orlando Basket É stato rimandato alle 18:00 del 3 gennaio il fischio di inizio del match in casa Women’s Basket contro il Capo d’Orlando. Per sopraggiunti impedimenti tecnici che non rendono possibile il viaggio fino in Molise, la società siciliana ha, infatti, chiesto un ulteriore spostamento della giornata di campionato - già rinviata in due circostanze. Al team del presidente Maiella non manca certo lo spirito sportivo e, comprendendo le difficoltà ed il sacrificio che la trasferta comporta, ha accolto l’invito ad un ulteriore rinvio. Le due società hanno, così, individuato nella prima domenica del 2010 la data dell’incontro valido per la terza giornata della seconda fase di qualificazione.

BASKET SERIE C DILETTANTI

Virtus Termoli: arriva Gaston Rossi Pose Negli ultimi cinque mesi è stato in quel del Lecce, che purtroppo per esigenze economiche si è dovuta ritirare dal campionato, è il terzo play maker dopo Sciarretta e Fontana che la società ha deciso di acquisire per raggiungere il tanto ambito obiettivo. Ieri mattina ha tenuto la sua prima seduta di allenamento con la squadra: ecco Gaston Rossi Pose.Nato a Buenos Aires 13/02/1976 ,play di razza, altezza ...solo 1,80, ma tanta qualità.Giunge in Italia per giocare a Caserta in serie A nel 1995/96, poi disputa due campionati a L'Aquila in B2 , due nell'Olimpia Matera (di cui uno in B1), poi va a Ribeira in B2 e quindi in C1 nel girone F al Basket Ferentino(Fr) e per due anni disputa la finale play off perdendola. Ha avuto come al solito grandi statistiche, sempre oltre i 20 punti a gra e spesso anche oltre i 30. Un play con tanti punti nelle mani, un vero trascinatore sanguigno, uno che si esalta nei palazzetti stracolmi.... Quindi i supporters sono avvisati! I tifosi termolesi potranno vederlo già all'opera nell'esterna di Monteroni il 6 Gennaio ed in casa contro il fantomatico Ceglie.

Bosnia: Susic nuovo commissario tecnico Safet Susic è stato nominato ct della nazionale bosniaca al posto di Miroslav Blazevic. Lo ha reso noto la Federcalcio locale. Il consiglio esecutivo della Federazione ha deciso all'unanimità la designazione del 'più grande giocatore bosniaco di tutti i tempi'. Susic, 54 anni, stella del PSG e della nazionale jugoslava negli anni '80, iniziò la carriera di allenatore nel 1994. Blazevic si è dimesso dopo aver fallito la qualificazione ai Mondiali e ora allena in Cina.

sposizione, compreso il difensore Gioffrè che non ha preso parte al test amichevole disputato nei giorni scorsi contro il Monteverde, così come l’attaccante Fusco, tenuti a riposo ma solo per motivi precauzionali, visto che la loro presenza alla ripresa del campionato appare indispensabile data la gara impegnativa che i bifernini andranno a disputare. JSV

Ultimo allenamento dell’anno anche per l’Atletico Trivento che lunedì sera ha festeggiato con una cena la fine del 2009 che per i gialloblù di Carannante ha riservato tante piacevoli sorprese. L’anno che sta per terminare è stato certamente tra i migliori della storia calcistica del club trignino e la sensazione comune e che il prossimo possa continuare a regalare enormi soddisfazioni a tutto l’ambiente. Si tornerà al lavoro il prossimo 3 gennaio, con le batterie cariche ma anche qualche panettone di troppo da smaltire in fretta. Alla ripresa del campionato il tecnico campano spera di recuperare a pieno i difensori Voria, Ciafardini e Viglione che in queste ultime settimane sono stati lontani dal rettangolo verde per via di problemi fisici di varia natura. Per l’ultima gara del girone di andata, dove mancherà Colella squalificato, la squadra trignina sarà attesa dalla trasferta di Miglianico nella quale è intenzionata a ritrovare la vittoria che manca da due turni, visto che i gialloblù sono reduci dal pareggio casalingo nel derby contro il Campobasso e prima ancora dalla sconfitta di Civitanova Marche. JM

CIP MOLISE

Bilancio di fine anno per il presidente Donatella Perrella «Non posso che essere estremamente contenta e soddisfatta di come siano andate le cose nell’intero arco del 2009. Il Cip Molise è cresciuto e si è ulteriormente consolidato su tutto il territorio regionale grazie soprattutto all’impegno incondizionato dei volontari e degli istruttori che hanno fatta propria la filosofia di vita del Comitato Italiano Paralimpico. Attestati di stima e di affetto ci sono giunti non solo da ogni angolo del Molise ma anche e soprattutto da tutta l’Italia, segno tangibile dell’ottimo lavoro svolto da tutta la struttura del comitato regionale. Il numero di discipline sportive e di tesserati è cresciuto in maniera esponenziale e questo non può che farci piacere. Grazie a diverse e svariate iniziative intraprese in regione sono giunti in Molise anche campioni paralimpici di livello mondiale che hanno portato il loro messaggio ed il loro entusiasmo coinvolgente. Di questo ne sono stati più che contenti in special modo i bambini e le bambine in età scolare. Da ricordare, in maniera assoluta, la presenza a Campobasso della Nazionale Italiana maschile di Torball. Dalla loro visita nel capoluogo di regione, poi, è nata la nostra squadra de "I Guerrieri Donatella Perrella della Luce" che ci stanno dando grandi soddisfazioni. Il 2009, poi, si è chiuso con la nascita, proprio in questi ultimi giorni del mese di dicembre, della scuola di tennis in carrozzina e con la neo nata società di basket in carrozzina a Termoli. Il merito di ambedue i progetti sono senza dubbio da attribuire ai tecnici che con grande fermento hanno realizzato quanto proposto sulla carta». Queste le parole entusiaste del presidente del Cip Molise, Donatella Perrella, in merito all’anno appena trascorso e che ha visto il Cip Molise sempre in prima fila per la promozione e divulgazione sportiva a 360 gradi. Dodici mesi di assoluto fermento e di grande esaltazione che ha consacrato il Comitato Regionale quale punto di riferimento per tutta l’attività sportiva rivolta ai diversamente abili. «Le Istituzioni, le persone comuni, le testate giornalistiche ci sono state molto vicine e grazie a loro il nostro messaggio di sport e solidarietà ha raggiunto ogni angolo del Molise, anche quello più piccolo ed irraggiungibile. Di questo non possiamo che esserne fieri ed orgogliosi anche perchè sono giunti risultati ed allori di assoluto prestigio in campo nazionale ed internazionale. Il Cip Molise, dunque, - ha ribadito la Perrella è ormai una realtà consolidata che è in costante crescita sportiva, umana e formativa. Si è dotata di una struttura interna decisamente professionale ed anche di rapporti e collaborazioni con altre federazioni sportive che nel prossimo anno, senza dubbio, porteranno a nuove iniziative e progetti di altissimo livello. Mi auguro - ha concluso la Perrella - che il 2010 possa portarci quantomeno le medesime soddisfazioni del 2009».

Diego Buonanotte sta meglio Sta meglio Diego Buonanotte, presto potrebbe essere dichiarato fuori pericolo. La sua è una 'evoluzione favorevole', dicono i medici. Il 21ene attaccante argentino del River Plate era rimasto vittima di un grave incidente stradale sabato, in cui hanno perso la vita 3 persone e lui ha riportato lesioni ai polmoni e varie fratture. Il capo dell'equipe che lo ha in cura a Buenos Aires ha detto che nelle prossime 24 o 48 ore il giocatore potrebbe lasciare il reparto intensivo.

21 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009


S P O RT VOLLEY MASCHILE A2

Fiore: “Rammarico per la Coppa Italia” La competizione tricolore è sfuggita di un soffio alla Katay Geotec: il quoziente set ha favorito Padova Mancata per un soffio la Coppa Italia (solo il quoziente set favorevole a Padova ha penalizzato gli isernini), la Katay Geotec si gode i 3 punti conquistati contro Gioia del Colle e si riscopre a metà classifica, in piena zona play off e con prospettive interessanti in vista del girone di ritorno. Tre vittorie da tre punti hanno proiettato la squadra di Fenoglio dalle ultime posizioni di classifica fino alla prospettiva, poi svanita a causa di un'inezia, di partecipare alla Coppa Italia per la terza stagione consecutiva. - Un vero peccato visto che eravamo a pari punti - afferma Alessio Fiore - ma del resto non possiamo non essere soddisfatti del nostro momento. Abbiamo acquistato molta più fiducia gli uni verso gli altri, per cui adesso

riusciamo a fare cose che prima non ci venivano facili. I primi due set recuperati e poi vinti contro Gioia hanno dimostrato questo nostro nuovo modo di gestire le partite. Ora siamo piu' tranquilli, ma non dobbiamo fermarci qui. -Domenica prossima si torna in campo per la prima di ritorno in casa contro Crema. La gara sarà il posticipo della giornata, programmata alle ore 20.30 e tramessa in diretta Snai Sat (canale 220 Sky). JUNIORES-Grande soddisfazione per la società del Presidente Cicchetti per l'ottimo comportamento della squadra giovanile allenata da Paolo Piccirillo, classificatasi al secondo posto al 3° torneo internazionale "Bellomo" di Ortona, organizzato dalla locale società dell'Impa-

vida. La Katay Geotec si è fermata solo in finale contro la Teate Volley Chieti, vittoriosa 3 a 0 con parziali 25-17, 25-18, 25-19, ma la sconfitta non ha scalfito il rendimento offerto in un torneo che ha visto la partecipazione di squadre molto accreditate. Dai tedeschi del Friedrichshafen, società impegnata in Champions League, battuti 2 a 1 da Isernia nel girone eliminatorio, ai campioni d'Italia in carica del Castellana, superati in semifinale dai molisani con punteggio di 2 a 0. Grande prova generale di tutti i ragazzi, e superlativa quella di Bruno Di Gabriele, eletto miglior giocatore del torneo. Per lo schiacciatore formiano, già aggregato alla prima squadra, la conferma dei progressi messi in

La formazione juniores mostra nei suoi 4 anni di militanza in biancoazzurro. Questa la formazione Katay Geotec in finale: Di Gabriele, Piedepalumbo, Girolamo, De Socio, Santangelo, Rinaldi, De

Caria. Ne De Tora, Gravelli, Pignanelli, Sellitto, D'Ippolito, Pisano. 1° allenatore Paolo Piccirillo. 2° allenatore MArio Esposito. Dirigente Antonio Laurelli.

TENNISTAVOLO

Bernardo Cosimi: 2009, un anno da incorniciare

Bernardo Cosimi «Il 2009 è stato un anno decisamente da incorniciare che ha visto l’intero movimento del pongismo regionale crescere in maniera esponenziale. Dodici mesi positivi a 360 gradi sia dal punto di vista della formazione, sia per l’attività federale con le nostre punte di diamante sia nei tornei nazionali a squadre che in

22 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009

quelli individuali. I nostri ragazzi e ragazze stanno maturando ed il loro livello qualitativo sta migliorando giorno dopo giorno. Ottimi riscontri sono giunti anche dal progetto ConiProvincia, dal progetto Giovani fortemente voluto dalla Fitet nazionale che ha visto in prima linea il tecnico Mauro Bernardo. Non abbiamo assolutamente tralasciato, anzi potenziato, l’attività promozionale che ci ha visti in prima linea su tutto il territorio molisano. A Riccia, a Campobasso, a Petrella, a Termoli abbiamo organizzato, grazie al prezioso ausilio non solo organizzativo dei tecnici e delle società presenti in loco, diverse manifestazioni che hanno permesso a diversi ragazzi e ragazze, in special modo in età scolare, di conoscere meglio o addirittura di scoprire il mondo del tennistavolo. Una federazione che malgrado le sue piccole dimensioni tutti gli ani riesce a conseguire risultati di tutto rispetto e di notevole prestigio. la dimostrazione più lampante è il continuo e particolare affetto che ci circonda non solo in Molise ma anche e so-

Boxe, Ruzimatov esce dal coma Sembra finita bene la brutta avventura del 21enne pugile uzbeko Nosirjon Ruzimatov, ricoverato in coma in un ospedale di Mosca. Dopo il terribile ko subito in un match disputato nel giorno di Natale contro il peso gallo russo Alexander Bakhtin, Ruzimatov, che dopo il ricovero era stato operato per rimuovere un ematoma cerebrale, ha ripreso conoscenza ed è già riuscito a fare qualche lieve movimento. I medici comunque non si sbilanciano sulla prognosi.

prattutto la di fuori dei confini regionali». Questo in sintesi il bilancio tracciato dal presidente della Fitet Molise, Bernardo Cosimi sui dodici mesi del 2009. «A suggellare un anno indimenticabile sono giunti, poi, riconoscimenti di assoluto prestigio che hanno ricompensato in pieno i sacrifici compiuti quotidianamente da tecnici ed atleti. Sopra tutti va ricordata la stella d’oro al merito sportivo ottenuta da Domenico Esposito di Isernia e i premi consegnati a Francesco Giannini, in qualità di atleta, e a Carmen Buonviaggio, in veste di tecnico, durante le «Stelle di Natale» del Coni di Isernia. Per ultimo il titolo italiano Over 60 conquistato dal sottoscritto - ha ribadito Cosimi - che è stata la cosiddetta ciliegina sulla torta. Un ringraziamento particolare va anche e soprattutto a tutti gli organi di stampa locali e all’assessore allo sport della Provincia di Campobasso, Pietro Montanaro, che ci ha sempre dato il suo appoggio incondizionato anche in alcuni momenti di difficoltà - ha concluso Cosimi».

Pongisti in vetrina a Petrella Tifernina E’ stata una autentica festa del tennistavolo quella che si è svolta lo scorso fine settimana a Petrella Tifernina. «Le Stelle del Tennistavolo», manifestazione promozionale organizzata dalle società del Ping Pong Bojano e dallo Shalom Petrella Tifernina, ha portato nel piccolo comune alle porte del capoluogo di regione ben 30 atleti di primo piano che occupano le prime posizioni nel ranking nazionale. Le punte di diamante della kermesse, che ha avuto lo scopo primario di promuovere il tennistaRomualdo Manna volo sul territorio molisano, sono stati i molisani Romualdo Manna e Marco De Tullio, che militano rispettivamente in serie A1 e in serie A2, e il laziale Pietro Nuvola, che in passato è stato nel giro della Nazionale Italiana. Malgrado lo spirito promozionale della competizione i match sono stati tutti di elevato livello tecnico-tattico e caratterizzati da colpi di altissima scuola. Per la cronaca la vittoria del doppio maschile è andata al duo composto da Pietro Nuvola e Nicola Manna che ha battuto in finale la coppia di Romualdo Manna e Leonardo Manna. Il tabellone principale è stato vinto da Romualdo Manna che ha battuto in finale Pietro Nuvola. terzo posto per marco De Tullio e quarto per il Stefano Cosimi del TT Campobasso. Il tabellone B, invece, ha visto imporsi Mauro Bernardo del TT Campobasso che ha battuto in finale l’atleta di casa del Petrella Tifernina Luca Prigioniero. Ovviamente soddisfatti dell’andamento dell’intera manifestazione gli organizzatori e il presidente della Fitet Molise, Bernardo Cosimi. Più che entusiasti anche i commenti di tutti i contendenti che si sono già prenotati per l’edizione del prossimo anno che, probabilmente, si terrà in estate.

Atletica: cast stellare a Bolzano Tanti campioni alla 35/a Boclassic, corsa podistica di S.Silvestro in programma nel centro storico di Bolzano il pomeriggio del 31/12. Favoriti il keniano Edwin Soi, bronzo olimpico a Pechino e vincitore lo scorso anno, e l'ucraino Sergey Lebid. Ambisce al successo anche Mohammed Farah, britannico di origine somala fresco argento europeo davanti a Lebid. In gara anche Daniele Meucci, nono agli Europei di cross di Dublino, e Andrea Lalli, campione europeo di cross Under 23 l'anno scorso.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Polenta “onta” 750 g di farina di granone 2 litri di acqua un dl di olio di oliva extraverg. 4 fette di ventresca fresca 4 “peparulesse” sottaceto

2 cipolle peperoncino a piacere abbondante formaggio pecorino grattugiato q. b. di sale

Mettete a bagno le “peparulesse” in acqua fresca, perché perdano l’eccesso di aceto, quindi sgocciolatele e tagliatele a fette. In un tegame di terracotta fate soffriggere nell’olio la cipolla affettata finemente con le “peparulesse” e le fette di ventresca. Portate a cottura, un po’ più del solito, la polenta preparata nel solito modo, secondo le regole indicate nella ricetta base. A questo punto, con la ritualità di una volta, aiutandovi con un cucchiaio intinto nel condimento, disponete la polenta in una “spasa”, alternandola con uno strato di condimento, una pioggia di formaggio pecorino ed un pizzico di peperoncino, se piace. Terminate con il restante condimento, tocchi di ventresca, “peparulesse” ed un’abbondante spolverata di formaggio grattugiato. La “Polenta onta” è un piatto emblematico della cucina molisana, era preparato il giorno dell’uccisione del maiale. E’ un piatto bello da vedersi, che invita alla convivialità di una volta, quando la numerosa famiglia si riuniva intorno alla polenta e si mangiava direttamente nella “spasa”. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno PAOLO Via Monforte, 63 Tel. 0874.416327 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno FORTINI P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0865.414123 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

TERMOLI Farmacia di turno SPAGNOLETTI - Via Molise, 78 - Tel. 0875.703846 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

A D N E AG

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:52 06:49 08:39 09:35 11:25 12:20 14:11 14:12 16:02 17:14 19:04 17:40 19:30 18:23 20:13 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:36 06:25 08:15 12:08 13:58 13:22 15:12 14:30 16:20 16:00 17:50 17:14 18:55 18:40 20:30 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:00 06:24 06:54 13:00 14:15 16:25 18:00

Arrivo 07:48 09:16 10:47 16:03 18:13 20:02 21:00

Partenza Arrivo 05:45 08:53 08:25 11:40 14:10 17:16 14:15 18:00 16:25 19:25 19:35 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

NAPOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

(NON DIRETTI)

Partenza 06:15 08:20 09:15 14:00 14:15 16:00 17:15 19:40

Arrivo 09:25 12:05 12:25 17:30 17:30 20:15 20:50 23:00

Partenza 05:03 05:51 12:14 12:40 14:15 17:30 19:43

Arrivo 08:35 08:55 15:25 16:02 17:10 20:30 22:35

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata dovreste cercare di comportarvi nel modo più saggio possibile, in quanto le persone che vi sono vicino, potrebbero non essere molto disposte ad ascoltare cosa abbiate da dire se non vi curerete anche delle loro opinioni. Anche se pensate di avere ragione, cercate sempre di ponderare le scelte che fate! Toro - In questa giornata cercate di non prendere troppo sul serio alcune offerte improbabili che proprio non hanno una ragione valida! Non lasciatevi incantare dai modi gentili delle persone che ve le proporranno, poiché sarebbe meglio aspettare il nuovo anno per concludere certi affari, anche con l'aiuto di chi solitamente vi sta vicino! Gemelli - Questa sarà la vostra ultima giornata perfetta dell'anno! Non dovete rattristarvi anzi, dovreste essere fieri del fatto che fino a questo momento avete avuto così tanta fortuna per concludere i vostri progetti, sia in campo professionale che sentimentale e non vi resta che sperare che il prossimo anno sia altrettanto! Cancro - In questa giornata dovreste cercare di essere più propensi ad ascoltare quello che vi consiglia il vostro cuore, poiché ci sono delle novità in campo sentimentale che potreste sfruttare per fare un passo in più, ma questo soltanto nel momento in cui vi assumerete dei rischi in più, che prima non avevate considerato! Leone - In questa giornata il vostro umore sarà un po' ballerino, quindi sarà facile che subisca delle alterazioni da un momento all'altro, non permettendo alle persone che vi sono vicino, di capire perché vi comportiate in questo modo così bizzarro, voi che solitamente andate da un eccesso all'altro, ma di giorno in giorno, non di minuto in minuto! Vergine - In questa giornata potreste partire con un senso di ansia addosso, che non sarà facilmente spiegabile alle persone che vi sono intorno e che ultimamente si erano illuse di vedervi più serene! Cercate di adattarvi alle situazioni almeno per loro, senza dare a vedere la vostra preoccupazione, che non sempre avrà una solida base! Bilancia - In questa giornata vi mostrerete un pochino freddi e distaccati dalle persone che vi sono intorno e che vorrebbero invece che voi foste più calorosi e partecipativi! Purtroppo non potete sempre accontentare gli altri, ma in queste giornate particolari magari, potreste fare uno sforzo in più e mostrarvi più entusiasti! Scorpione - Questa non sarà la giornata adatta per prendere in considerazione i vostri problemi finanziari, poiché le persone che vi sono intorno vogliono trascorrere queste giornate in allegria e senza troppi pensieri, anche non facendo nulla di particolare! Soprattutto, non avrà senso pensare al passato e a quello che è stato. Di errori ne commettiamo tutti! Sagittario - In questa giornata dovreste sfruttare la vostra creatività per pensare a qualcosa da fare nei prossimi giorni, in cui le persone che vi sono intorno, si aspetteranno qualcosa di particolare da voi, sapendo appunto che siete famosi per le vostre improvvisate e che la fantasia non vi manca! Capricorno - In questa giornata la pace potrebbe essere più importante di qualsiasi vostra ragione, per cui cercate di mettere da parte le vostre discussioni e tutto quello che potrebbe nuocere a chi vi sta vicino! Datevi una chance per essere felici e datela anche alle persone che si aspettano di trascorrere con voi delle giornate serene! Acquario - In questa giornata le persone che vi amano potrebbero trovarsi lontane da voi, per diverse ragioni, quindi sarà normale essere malinconici e sentirsi un po' soli! tuttavia non dovete disperare, poiché le riabbraccerete presto e potrete recuperare il tempo perduto! Molte coppie si sentiranno più vicine! Pesci - In questa giornata non dovreste parlare troppo con le persone che non vi piacciono o che vi mettono di malumore, per cui cambiate nettamente strada quando incontrerete qualcuno di esse! Ciò di cui avrete bisogno sarà al contrario molta tranquillità e molta serenità, poiché la fine dell'anno si avvicina e vorreste trascorrerlo nel migliore dei modi!

23 ANNO II - N° 288 MERCOLEDÌ 30 DICEMBRE 2009


lagazzettadelmolise_30-12a  

22 enne si schianta contro un muro e muore IL TAPIRO DEL GIORNO A TONY INCOLLINGO L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE PETRAROIA DISTRIBUZIONE GRATU...