Issuu on Google+

Va in cerca di funghi Trovato morto

Condannato a 4 anni Assolto in Appello

CAMPOBASSO - E’ stato ritrovato privo di vita domenica mattina l’uomo originario di Mirabello. Di lui non si avevano più notizie da giovedì pomeriggio quando, in Valtellina, era uscito in cerca di funghi insieme agli amici. A PAG. 7

CAMPOBASSO - Era stato condannato a quattro anni di reclusione, la sezione penale della Corte d’Appello di Napoli invece ribalta la sentenza e assolve Antonio D’Agata, difeso da Piunno, accusato di spaccio di stupefacenti. A PAG. 9

ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Nucleare in aula

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ARBITRO PIROMALLO Ha cambiato le sorti della gara dopo soli 2’. L’arbitro Piromallo di Torre del Greco, forse per aggiungere un po’ di pepe al derby tra Bojano e Agnone, espelle frettolosamente il difensore matesino Gioffré per fallo da ultimo uomo su Alterio. Partita subito compromessa per i ragazzi di Farina (rosso anche per lui) che avevano lavorato con grande impegno in settimana. Sforzi vanificati dal fischietto campano che, forse per evitare l’appellativo di “casalingo”, manda subito sotto la doccia il n.6 biancorosso per un intervento quantomeno dubbio e forse non da ultimo uomo (non aiutato dagli assistenti?). In attesa della moviola in campo, Piromallo conquista un bel tapiro.

L’OSCAR DEL GIORNO A PIETRO MONTANARO L’oscar di oggi va all’assessore provinciale al Turismo, Pietro Montanaro, perché con coraggio ha disobbedito agli ordini del comandante, pardon del presidente D’Ascanio che ha ordinato ai sudditi e sottoposti di non inviare più comunicati stampa alla nostra testata giornalistica. Il prode Montanaro però, in barba al diktat che nessuno ha osato trasgredire, ha fatto di testa sua e ci ha inviato una nota che gli vale l’ambita statuetta. Ora, però, rischia una bella tirata d’orecchie dal capo di Palazzo Magno e dai colleghi di giunta che, invece, di coraggio, a dispetto di quanto ostentano, ne hanno veramente poco. Verba volant, scripta manent.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO L’elezione diretta del presidente della Giunta è stata contemplata in tutte le nuove carte costituzionali Da noi invece è in atto un tentativo per tornare indietro

In barba ad una sentenza della Corte Costituzionale che l’ha bocciata, nella proposta al vaglio del Consiglio di Palazzo Moffa è prevista la figura del ‘supplente’ che va a sostituire l’assessore per la durata dell’incarico

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009

CAMPOBASSO – Forma di governo e legge elettorale. La questione, non di poco conto, rischia di imballare i lavori dell’assemblea regionale, proprio adesso che andavano spediti. Sette anni potrebbero non essere sufficienti per varare il nuovo statuto. Tre mesi invece ci misero i nostri padri costituenti a redigere il primo. Altri tempi, altri politici. Il senso del dovere e della cosa pubblica era più profondo. Su questo non ci sono dubbi. Dicevamo, la tentazione di rinviare può farsi avanti, e dunque non è del tutto scongiurato il rischio di prorogare i lavori dopo sette anni di discussioni (e di copia e incolla visto che tutte le Regioni italiane la nuova carta l’hanno già approvata) che sono costati anche un bel po’ di denaro pubblico. Il problema sembra essere l’elezione del presidente. Dal 2001 è diretta, ovvero il presidente viene scelto dai cittadini, è il corpo elettorale che sbarrando il nome sulla scheda decide a chi affidare il governo regionale per cinque anni. L’elezione diretta, una conquista per molti(perché mantenuta in tutti i nuovi statuti regionali), viene vista come un problema in Molise che rischia di tornare indietro per un manipolo di consiglieri (per lo più rappresentanti di piccoli o addirittura inesistenti partiti) decisi a riproporre la forma assembleare con il presidente eletto non dagli elettori ma dal Consiglio regionale. Una vecchia formula che negli anni passati ha determinato crisi di governo e

cambi di maggioranza a non finire. In due parole: instabilità politica. E’ chiaro che i cespugli, proprio perché piccoli, tendono a mantenere in vita un vecchio sistema che li tuteli, schiacciati ormai dalle grandi forze di destra e di sinistra. Se il ragionamento vale per le frange del centrosinistra, un po’ meno per quelle del centrodestra dove, oltre ai nobili motivi di rappresentanza, ci sono in ballo anche appetiti politici:primo fra tutti quello di un posto nella giunta di fine legislatura. Il presidente Iorio ha rinviato l’operazione ampliamento a fine anno. Perché prima vuole che si approvi il nuovo Statuto. E non ha torto a spingere sul pedale dell’ecceleratore considerato che siamo fortemente in ritardo: il Molise è l’unica Regione a non aver ancora varato il nuovo statuto. E, cosa ancora più grave, i ragionamenti in corso sono tutti concentrati su un aspetto che le altre Regioni hanno già bello e digerito: la elezione diretta del presidente della Regione che ha potere di nomina e di revoca dei suoi assessori. Se passasse la linea di coloro che vogliono tornare al passato saremmo un caso unico in Italia. Ma c’è dell’altro: nella proposta di Statuto al vaglio del Consiglio di Palazzo Moffa è stato inserita anche la figura del consigliere supplente, vale a dire il primo dei non eletti che subentra al posto dell’assessore che ha dovuto rinunciare (ma solo per la durata dell’incarico) allo status di consigliere. I nuovi padri costituenti (ricordia-

molo, ultimi in ordine di arrivo) evidentemente nella stesura della carta non hanno mai dato un’occhiata al lavoro già ultimato da altri colleghi. E dev’essere per forza così visto che hanno insistito su un una figura incostituzionale inserita già dall’Umbria nel proprio Statuto con l’articolo 66 sull’incompatibilità e la supplenza che recitava testualmente: 1. La carica di componente della Giunta è incompatibile con quella di Consigliere regionale. 2. Al Consigliere regionale nominato membro della Giunta subentra il primo tra i candidati non eletti nella stessa lista, secondo le modalità stabilite dalla legge elettorale. Il subentrante dura in carica per tutto il periodo in cui il Consigliere mantiene la carica di Assessore. 3. Qualora prima della fine della legislatura il Consigliere nominato Assessore venga revocato o si dimetta dalla carica, riassume le funzioni di Consigliere con effetto dalla data di comunicazione al Consiglio regionale. A sgomberare il campo da ogni dubbio la Corte Costituzionale che, chiamata in causa, ha dichiarato con sentenza 378-2004, la illegittimità dell’articolo 66. E invece il Consiglio regionale del Molise ci prova comunque e, in barba ad una sentenza che fa giurisprudenza, insiste sul supplente. Vuoi vedere che stavolta nessuno ci farà caso? Intanto, in vista della prossima seduta fissata per il 16 ottobre, si fanno avanti coloro che ritengono neces-

sario oltre che accelerare i tempi anche evitare un ritorno al passato. Il primo grido di allarme è quello del capogruppo del Pd Antonio D’Alete che rimarca un punto fermo ormai: l’elezione diretta del presidente della Giunta da parte dei molisani è un valore comune da difendere, perché garantisce la prima carica da influenze esterne e dagli umori altalenanti dei partiti, assicurando stabilità ed efficacia. Il consigliere del Partito democratico, compatto nella difesa dell’elezione diretta del governatore, insiste anche sui tempi affinché sia scongiurata una proroga: il confronto è vitale, ma altrettanto importante è raggiungere una sintesi che produca un effetto concreto nella vita e nel futuro della nostra regione, una norma che i concittadini attendono ormai da troppo tempo. E di passo indietro parla invece il consigliere Michele Petraroia che rivolge un appello alle forze politiche rappresentante in Consiglio alle prese con la predisposizione degli emendamenti da presentare alla nuova carta costituzionale della Regione. Ogni forza politica è chiamata a fare un passo indietro – dice l’ex sindacalista Cgil – per offrire al Molise l’opportunità di dotarsi finalmente di una carta costitutiva aggiornata ed adeguata che ci aiuta a misurarci meglio con le sfide del federalismo fiscale e del nuovo ruolo attribuito alle Regioni dalla Costituzione. ac

Il Papa: abbiamo bisogno di politici credenti e credibili

Germania, svolta a destra Vince la Merkel

STARA BOLESLAV - Oggi c'è bisogno di politici ‘credenti’ e ‘credibili’, dediti ‘non al proprio interesse egoistico, bensì al bene comune e pronte a diffondere in ogni ambito della società quei principi e ideali cristiani ai quali si ispira la loro azione’. Papa Benedetto XVI ha lanciato ieri questo appello da Stara Boleslav, una trentina di chilometri da Praga, dove ha reso omaggio a San Venceslao, il re boemo ucciso nel 935 e divenuto patrono della Repubblica Ceca.

BERLINO - I tedeschi hanno promosso Angela Merkel ma non la Grande Coalizione. Le elezioni politiche di domenica in Germaniahanno riconsegnato nelle mani della cancelliera cristiano-democratica (l'Unione Cdu/Csu ottiene il 33,8%) le redini del governo per i prossimi quattro anni, ma promuovono al suo fianco i liberaldemocratici (Fdp) e bocciano, senza pietà, i socialdemocratici (Spd).


PRIMO PIANO Stamane seduta straordinaria a Palazzo Moffa. L’aula chiamata a discutere sull’odg presentato da Romano (Idv) che chiede di impugnare la legge 99/2009 davanti alla Corte Costituzionale CAMPOBASSO – Sarà la seduta odierna del Consiglio regionale a decidere sulla presentazione del ricorso (oggi l’ultimo giorno utile) alla Corte Costituzionale sulla legge 99 del 23 luglio scorso e riguardante le “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia”. L’eolico e il nucleare, in particolare, sembrano turbare i sonni di molti, anche all’interno della stessa assemblea di Palazzo Moffa. A cominciare dall’assessore al Turismo, Franco Giorgio Marinelli, che qualche mese fa ha rimesso nelle mani del presidente Iorio la delega all’Energia, ha incontrato a Roma il ministro Brambilla. “Abbiamo parlato, assieme ai colleghi di altre regioni, di turismo e del modo in cui essere più incisivi e ciò è possibile solo unendo le forze. Ho consegnato una lettera al ministro – annuncia Marinelli – spiegandogli che noi, come regione, abbiamo già dato con la costruzione della Turbogas e in termini di eolico, con l’installazione di molti altri pali. Non vogliamo che il nostro territorio sia depositario di tutte le sperimentazioni. Il turismo – aggiunge – deve rappresentare una leva importante per lo sviluppo”. In considerazione di ciò, il presidente Iorio puntualizza che l’eventuale impugnazione del provvedimento da parte della Regione Molise, non toglierebbe e non aggiungerebbe altro ai ricorsi già

Nucleare, la parola passa al Consiglio avanzati da altre sette regioni (tutte di centrosinistra). In ogni caso, la Corte Costituzionale sarebbe comunque chiamata a pronunciarsi. Sull’ipotesi dell’individuazione di Termoli quale sede per la costruzione di una centrale nucleare, il governatore ricorda che il Molise non è nelle priorità del ministero che ha individuato al massimo quattro siti. La questione, secondo Iorio, dovrebbe essere discussa nella Conferenza Stato-Regioni, trattandosi di un problema di interesse nazionale. Cosa cambierebbe, infatti, se la centrale fosse costruita nelle vicinanze della nostra regione, tipo in Puglia o in Abruzzo? Tutte considerazioni dettate dalla logica e dal buonsenso e, si spera, destinate a calmare gli animi, già fin troppo surriscaldati. La normativa, nel dettaglio, delega infatti il Governo (all’articolo 25) in materia di energia nucleare “ad adottare, entro sei mesi dall’entrata in vigore, la disciplina della

localizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare”. L’eolico è invece disciplinato dall’articolo 42 che modifica il decreto legislativo 152 del 3 aprile 2006, aggiungendo proprio gli “impianti eolici per la produzione di energia elettrica ubicati in mare”. L’assemblea di oggi a Palazzo Moffa, di cui era stata richiesta la convocazione in seduta straordinaria dal consigliere dell’Italia dei Valori, Massimo Romano, è stata preceduta anche dalla presentazione di un ordine del giorno (a firma dello stesso Romano e di altri consiglieri) per “formalizzare la contrarietà del Consiglio regionale all’ipotesi di localizzazione sul territorio della Regione Molise di una centrale nucleare, nonché per impegnare la giunta regionale a promuovere ricorso innanzi alla Corte Costituzionale avverso la legge 99/2009”. L’odg è stato poi messo ai voti e su di esso si esprimerà l’as-

semblea odierna. Al momento, sono due le certezze: l’opposizione, già annunciata dal governatore, al decreto di Via (Valutazione di Impatto Ambientale) autorizzata dal ministro Prestigiacomo per l’impianto eolico al largo delle coste molisane; e l’annuncio (a fine agosto) del ministro Scajola: “Entro la prossima primavera, l’Italia saprà dove saranno costruite le centrali nucleari. Con la mappa dei siti e l’Agenzia garante, si potrà partire con la costruzione dei primi reattori del Paese”. Il Molise si opporrà? Adimo

Come sempre al fotofinish CAMPOBASSO - "Come sempre al fotofinish". E' il commento sarcastico del consigliere regionale del Partito democratico, candidato alla segreteria del Pd Danilo Leva alla seduta straordinaria del Consiglio regionale disposta per oggi per affrontare il tema della paventata installazione di una centrale nucleare. Scrive Leva: “Fermo restando che non posso che tirare un sospiro di sollievo soprattutto in relazione ai tempi davvero stretti che l'assise ha per conferire un mandato all'Esecutivo regionale affinché metta in campo, finalmente, una strategia politica seria e concreta contro l'installazione della centrale nucleare nel Basso Molise, non posso però non commentare la tempistica di questa vicenda. Si è arrivati all'ultimo giorno utile per esprimere una posizione contraria e netta, per affrontare eventualmente un ricorso per illegittimità costituzionale così come fatto da molte altre Regioni italiane almeno una settimana fa. Arriviamo sempre con il fiato in gola. Non vorrei che questa inusuale prassi si verificasse anche con l'altro incubo che incombe sul Molise e che sembra essere sparito dall'agenda politica: l'installazione del parco eolico offshore, che ha ricevuto il placet del Governo nazionale. La tutela dell'ambiente, nel suo significato più ampio e complessivo, non può essere pianificata volta per volta, a seconda delle esigenze e delle necessità. La Regione Molise ha il dovere di indicare la strada che ha intenzione di percorrere, i molisani hanno il diritto di conoscerla nel dettaglio”.

Pd, risultato a sorpresa a Campobasso Leva il più votato, Petraroia secondo CAMPOBASSO – Danilo Leva verso la segreteria regionale del Partito Democratico. Il più giovane candidato mette a segno un altro importante risultato: quello del circolo di Campobasso che l’ha premiato con 121 voti. Un risultato a sorpresa, che a questo punto può essere indicativo. Il consigliere regionale isernino vince proprio nella piazza più difficile perché più calpestata dai suoi avversari. Il favorito della vigilia era infatti Michele Petraroia, l’altro consigliere regionale in corsa per la segreteria, che si è dovuto accontentare del secondo posto. L’ex sindacalista della Cgil, sponsorizzato da Massa (ex sindaco del capoluogo, ex presidente della Provincia ed ex senatore) ha raccolto 108 preferenze. Terzo classificato il candidato del terzo polo Mimì De Angelis fermo a 90 voti. Ultimo in ordine di arrivo Domenico Di Lisa che di voti ne ha presi appena venti.

Regionali, Carfagna: “Non potrei dire no” NAPOLI – Il ministro per le pari opportunità, Mara Carfagna, si dice pronta ad un impegno personale in vista delle prossime regionali in Campania. “Ho già detto – ha spiegato a Napoli a margine di un appuntamento del Pdl sulla questione meridionale – e sono disponibile, nel senso che se mi si dovesse chiedere di candidarmi non potrei tirarmi indietro”.

Oggi è atteso il verdetto di Termoli. Entro mercoledì le operazioni di voto degli iscritti saranno ultimate con la chiusura dei congressi dei circoli. Poi la gara, quella vera, del 25 ottobre quando alle urne si recherà tutto il popolo del Pd, iscritto e non, con un’età non inferiore ai 16 anni. A contendersi l’eredità della Macchiarola a questo punto saranno certamente Leva e Petraroia. Sfida ancora aperta invece tra De Angelis e Di Lisa: passerà il turno chi avrà raggranellato più consensi.

L’Inps: disoccupazione, un milione di assegni ROMA – Sono quasi un milione (984.286) le domande di disoccupazione liquidate dall’Inps in un anno, tra l’inizio di agosto 2008 e la fine di luglio 2009, con un incremento del 52,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo ha detto il presidente e commissario straordinario dell’Inps, Antonio Mastrapasqua, nella sua relazione.

3 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


REGIONE La circolazione dei treni era stata interrotta il 1 giugno per lavori di potenziamento

Riaperta ieri la linea ferroviaria Campobasso-Termoli, stop ai disagi CAMPOBASSO –Finita la prima tranche di disagi per centinaia di viaggiatori, soprattutto pendolari. Tabella di marcia rispettata da Ferrovie dello Stato. Ieri mattina infatti, come da programma, è ripresa la circolazione dei treni sulla linea Campobasso-Termoli, dopo i lavori di manutenzione e potenziamento infrastrutturale eseguiti da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) fra le stazioni di Ripabottoni e Matrice. Si tratta della prima fase di potenziamento. Il traffico ferroviario, ricordiamolo, era stato sospeso lo scorso 1 giugno. In questo lasso di tempo sono stati sostituiti circa 10 chilometri di binari e la relativa massicciata. Una volta rimosse le rotaie, prima della posa delle nuove, le squadre tecniche hanno provveduto anche a consolidare e compattare il terreno.

I lavori hanno impegnato circa 50 operai delle ditte appaltatrici, oltre al personale di Rete Ferroviaria Italiana incaricato della direzione dei lavori, della sorveglianza e delle attività di rimozione e ripristino degli impianti tecnologici e di segnalamento del tratto di linea interessato dai lavori. E sempre a proprosito di treni pare ci sia una rivoluzione nella pulizia dei convogli molisani che, a dire la verità, non hanno mai brillato. Di questo però parleranno domani l’assessore re-

Intanto si prevede una rivoluzione nel modo di pulire i convogli Domani i dettagli saranno spiegati in una conferenza stampa gionale ai Trasporti Luigi Velardi, il direttore centrale di Trenitalia Giancarlo Laguzzi e quello molisano Vittorio Moffa. Alle 11 nella

sala DLF 1° binario i tre presenteranno il nuovo modo di fare le pulizie sui treni da parte della ditta che si è aggiudicato l’appalto. Il Molise - annunciano - è una

delle prime regioni dove sono state attivate le gare europee per la pulizia dei treni. Per l’occasione un treno minuetto sarà esposto sul primo binario.

Volontariato, i progetti per il 2009 entro il 19 ottobre L’assessore Fusco suggerisce: meglio muoversi di concerto con enti locali o con altri attori del terzo settore CAMPOBASSO – Il ministero del Welfare ha definito le linee di indirizzo per la presentazione di progetti sperimentali di volontariato per il 2009. Lo rende noto l’assessore regionale alle Politiche sociali Angiolina Fusco Perrella che, rilevando l’ulteriore opportunità che questa direttiva offre, suggerisce alle organizzazioni interessate di muoversi in gruppo piuttosto che singolarmente per realizzare progettualità più ampie, di concerto con gli enti locali e gli altri attori del terzo settore. Con la Direttiva del 30 luglio 2009, approvata dall’Osservatorio Nazionale del Volontariato e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 212, del 12 settembre 2009, le associazioni di volontariato, singole o congiuntamente, possono vedersi finanziati progetti destinati allo sviluppo di ser-

4 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009

vizi alla persona e alla comunità. A disposizione ci sono 2 milioni e 300mila euro, ma il 40% di questa somma è stata destinata a progetti realizzati a favore dell’Abruzzo, terra colpita lo scorso 6 aprile da un forte terremoto, che possono essere presentati sia da organizzazioni abruzzesi sia da altre che comunque operano nei territori colpiti dal sisma. I requisiti di partecipazione sono definiti dalla Direttiva. Per accedere ai finanziamenti occorre comunque che le organizzazioni siano costituite da almeno due anni, regolarmente iscritte nei registri regionali/provinciali del volontariato alla data di pubblicazione della Direttiva nella Gazzetta Ufficiale. Il progetto deve essere consegnato entro e non oltre mezzogiorno del prossimo 19 otto-

bre. Il costo complessivo di ciascun progetto, a pena inammissibilità, non deve superare l’ammontare totale di 50mila euro. Sul sito del Ministero della Solidarietà Sociale (www.solidarietasociale.gov.it) sono disponibili il bando e la relativa modulistica. Eventuali chiarimenti ed informazioni possono essere richiesti al personale del Servizio Programmazione sociale e coordinamento attività del Terzo Settore dell’Assessorato regionale alle politiche sociali ( Tel.0874.424376 – 424307).

Tremonti: la crisi sta passando ma non si apre stagione d’oro

Napolitano: su Kabul c’è il sostegno dell’opposizione

NAPOLI - Si intravedono i primi segnali di rallentamento della crisi economica, ma “non si può immaginare che si apra una stagione d’oro”. Quindi per il rilancio dell’economia italiana e in particolare per lo sviluppo del Sud “bisogna fare in fretta, bisogna concentrare le risorse in cose fondamentali, dalle opere pubbliche ad altri punti”. Ad affermarlo il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, nel corso del convegno del Pdl sul Sud a Napoli.

ROMA - “Il larghissimo sostegno dell'opinione pubblica e delle forze politiche all'impegno di militari italiani in missioni di pace all'estero, condiviso dalle forze fondamentali dell'opposizione è un dato rilevante e importante, che non può essere scalfito da episodi di becera e indegna contestazione”. Così il Presidente della Repubblica rispondendo a Casini.


REGIONE Dall’azienda nessuna volontà di confronto La Slp-Cisl: la vertenza alle Poste continua CAMPOBASSO – “Tutti dati e gli elementi che potevano dare significato alla discussione, e che sono stati volutamente negate dall’azienda, denotano la non volontà da parte imprenditoriale di confrontarsi in maniera costruttiva per la risoluzione della vertenza. Nei prossimi giorni, i rappresentanti dei lavoratori prenderanno le giuste decisioni del caso”.

È questo il bilancio della SlpCisl dopo l’incontro alla filiale delle Poste a Campobasso in Via Pietrunto, in cui si è discusso il conflitto di lavoro Regionale sulle problematiche della grave situazione alla sportelleria negli Uffici Postali delle due province molisane che rasenta il collasso. Presenti alla riunione i responsabili aziendali delle Relazioni Industriali della sede di Bari, erano

presenti i vertici dei sindacati regionali. Visto l’esito dell’incontro, le Rsu hanno chiesto ufficialmente, all’inizio del mese corrente, i dati reali riguardanti il personale impiegato in Molise, tenendo in conto le effettive necessità degli uffici “al fine di stabilire con efficacia e concretezza i passi da porre in essere da parte sindacale”. In particolare, hanno chiesto

“quanti siano gli uffici di fascia B gestiti da una sola unità in deroga all’assegno previsto di un direttore più un operatore di sportello; quanti siano gli uffici di classe A’ e A” sottodimensionati rispetto alle reali esigenze di servizio, quali siano le stime aziendali sul numero di applicati negli Uffici, in modo da porre in relazione il

dato aziendale con il numero di operatori realmente applicati negli Uffici al netto di malattie, maternità e situazioni che comunque non permettano loro di svolgere quotidianamente le proprie mansioni lavorative e quante siano state le ore di straordinario assegnate negli ultimi mesi negli uffici a doppio turno”.

Negozi aperti per 32 domeniche Ricadute negative solo per i lavoratori CAMPOBASSO – La FilcamsCgil rilancia il dibattito sul modello di sviluppo commerciale più consono al Molise. L’associazione “continua a ritenere un errore la proposta di legge regionale 135 di

modifica ad integrazione e sostituzione dell’attuale legge 33/99 attualmente in discussione in Consiglio regionale, essa parte e si concentra quasi esclusivamente sull’allargamento delle aperture

Berlusconi: saremo qui per sempre MILANO - Silvio Berlusconi ha concluso la prima festa nazionale della Libertà a Milano, accolto da un'ovazione dei militanti che lo hanno accolto con “Silvio, Silvio” e la canzone “Meno male che Silvio c'e’“. Bordate ad alzo zero all'opposizione anti-italiana: “Tifano per la crisi. La sinistra italiana resta quella dei soliti comunisti”, e poi anche avvisi agli alleati: “Il Pdl è un partito dove c'è dialettica e anche libertà di coscienza”. E ancora: “Nessuno riuscirà a dividerci dalla Lega”.

domenicali e festivi. È un grave errore – sottolinea l’associazione – pensare di superare la crisi con il palliativo delle domeniche, forse bisognerebbe prima sostenere i redditi delle famiglie molisane e dei tanti lavoratori dipendenti che in questi periodi vivono solo con la cassa integrazione, quando gli è concessa. La proposta di legge prevede un numero di aperture di 32 domeniche, che provocherebbe ricadute negative solo per i lavoratori che si vedrebbero costretti a rinunciare al loro riposo settimanale coincidente con la domenica, un diritto negato senza risolvere il problema, così come è ingiustificato, il ritenere che tale regola

La Filcams-Cgil contro la legge regionale delle 32 domeniche, si applichi sull’intero territorio senza distinzione alcuna, tra aree turistiche, città d’arte e territori ordinari. “Già oggi la situazione complessiva del commercio è pesante – annuncia la Flcams-Cgil – i dati Istat pubblicati lo scorso 25 settembre e riferiti a luglio 2009, confermano un andamento negativo delle vendite sia per la grande distribuzione che per il piccolo commercio, nella grande distribuzione, il calo gennaio-giugno 2009 è pari al -0,2%,

Roma-Milano, monopolio Alitalia penalizza concorrenza ROMA - Troppi slot tra Roma e Milano, praticamente tutti, il 98%. Impossibile per i viaggiatori scegliere, visto che Alitalia e Air One hanno il monopolio dei voli tra Fiumicino e Linate. Una situazione che scoraggia anche l'ingresso di nuovi concorrenti. Così la relazione semestrale del ministero dei Trasporti al Parlamento sullo stato del trasporto aereo.

mentre per il piccolo commercio risulta essere pari al- 3,3%. Accanto a questi numeri, si aggiungono quelli riferiti alle attivazioni e cessazioni di attività che vedono per il Molise, un saldo negativo pari a -57 attività. La Filcams-Cgil – conclude – si attiverà nei prossimi giorni contro la proposta di legge approdata in consiglio regionale, predisponendo una manifestazione pubblica a difesa delle nostre rivendicazioni e a sostegno del lavoro”.

5 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


CAMPOBASSO Ora il termine ultimo per presentare le schede progettuali è fissato al 30 ottobre

Pisu, la Regione accorda la proroga Il presidente Iorio ha esteso il beneficio anche a Isernia e a Venafro che addirittura aveva chiesto di poter lavorare fino al 30 novembre ‘La richiesta è pervenuta nei termini e le motivazioni addotte sono ritenute valide’ insomma la richiesta di proroga (arrivata in Regione il 23 settembre) avanzata dal Comune di Campobasso per la presentazione dei progetti Pisu è stata accordata. Dopo la relazione del Nucleo di valutazione il presidente della Regione Iorio ha ‘chiuso un occhio’ e anche se non esplicitamente richiesta, i ritardatari potranno concentrarsi sulle schede fino al 30 ottobre. Un mese di tempo in più (il termine era fissato alla fine di settembre) per studiare le idee progettuali che serviranno alla città di Campobasso, capofila di 11 comuni (quelli dell’hinterland), a creare sviluppo e crescita nonché occasioni di occupazione per tanti giovani che ad oggi sono ‘a spasso’. Di Bartolomeo tra le motivazioni della richiesta aveva ad-

dotto la sua recente elezione, a giugno, e la nomina degli assessori avvenuta a luglio, tempi stretti che non gli avevano consentito di approfondire la materia. Qualche incontro c’è anche stato. Basti pensare al tavolo del 17 settembre cui avevano preso parte anche i rappresentanti degli altri comuni. Appuntamento importante, utile a gettare le basi di un programma complessivo ma che comunque non ha portato alla sottoscrizione di un’idea condivisa. Tanto che anche i sindaci del comprensorio hanno deciso di rivolgersi alla Regione per chiedere uno slittamento della scadenza. Proroga che il presidente Iorio ha concesso anche a Isernia e Venafro (tutte amministrazioni di centrodestra) che addirittura ne aveva chieste due: una al 30 ottobre, accordata, l’altra per la fine di novembre, che invece è stata respinta.

Giorgio Iannitto, 59enne di Mirabello, era in Valtellina con amici in cerca di funghi

Si perde nei boschi, ritrovato morto in un precipizio Da giovedì scorso non si avevano più sue notizie ma solo domenica mattina è stato ritrovato. Purtroppo privo di vita. Si tratta di Giorgio Iannitto 59 anni originario di Mirabello ma da tempo residente in Sardegna, a Sassari, dove viveva con la moglie. Il tenente colonnello in pensione aveva raggiunto la Valtellina dove aveva riabbracciato ex compagni di corso ed insieme a loro, giovedì, era andato a cercar funghi sulle montagne di Sondrio. Ad un certo punto di lui si sono perse le tracce. L’uomo non è riuscito più a mettersi in contatto

con i suoi amici né questi lo sono riusciti a rintracciarlo tra gli alberi e la fitta vegetazione della località Castello dell'Acqua. L’allarme è stato lanciato subito e subito sono partite le ricerche. Sul posto un esercito di persone, più di trenta, tra Soccorso Alpino, volontari e Vigili del fuoco. Poi, dopo giorni di ricerche, in val D'Arigna, in una zona molto lontana da quella da cui aveva dato notizie ai suoi amici per l'ultima volta il 59enne è stato ritrovato. Erano le 12.30 di domenica mattina nelle vicinanze della centrale idroelettrica Armisa a mille e cento metri d’altitudine. In un

precipizio. "Le ricerche sono partite subito - ha spiegato Maullu assessore alla Protezione civile- grazie anche a un elicottero del 118 e alle squadre del Soccorso Alpino di Sondrio. Nei giorni successivi sono poi proseguite con l'impiego di 30 volontari e tante unità cinofile. Il mio ringraziamento - ha proseguito Maullu - va a tutti gli operatori della Protezione civile e delle forze dell'ordine che hanno partecipato alle ricerche. Il piu' grande rammarico è non averlo trovato in vita". Intanto anche a Mirabello dove oltre ai parenti c’erano tanti suoi amici sono stati affissi i manifesti funebri.

Colta da malore, salvata dai Vigili del fuoco Sono stati allertati i Vigili del fuoco di Campobasso che non hanno potuto far altro che aprire, in maniera forzata, la porta d’ingresso di un appartamento di via Leopardi. All’interno la

Luca Di Genova oggi spegnerà la sua prima candelina!! Auguroni al nostro tesoro da mamma Olga papà Massimo dai nonni, da tutti gli zii e dalla Gazzetta del Molise

Caccia a un serpente a sonagli di quasi 2 metri ROMA, 28 SET - Un serpente a sonagli è stato individuato verso le 11.30 di ieri mattina, nella Pineta di Castelfusano, a Ostia. Lo ha scoperto il Corpo forestale dello Stato. E' un grosso esemplare di Crotalus Atrox. E' in corso una serrata battuta per catturarlo. Il serpente a sonagli, che può raggiungere anche 180 cm di lunghezza e 7 kg di peso.

proprietaria, sola in casa, aveva accusato un malore. Sul posto sono giunti ieri mattina anche i soccorritori del 118 che hanno aiutato la signora. Per fortuna nulla di grave.

Bojano, si ribalta col trattore al passaggio a livello Carabinieri e 118 sono accorsi ieri nei pressi del passaggio a livello di Bojano dove un agricoltore si è ribaltato col suo trattore.

Bertolaso: richiesta rinvio giudizio NAPOLI - Una richiesta di rinvio a giudizio per gestione abusiva dei rifiuti e' stata avanzata nei confronti del sottosegretario Bertolaso. La richiesta e' della procura di Napoli, nell'ambito dell'inchiesta sul traffico illecito di rifiuti in Campania. Per lo stesso Bertolaso la Procura ha chiesto l'archiviazione,sull'ipotesi principale di concorso in traffico illecito di rifiuti.

Fortunatamete l’uomo è stato prontamente soccorso e le sue condizioni di salute sono risultate, tutto sommato, non drammatiche.

7 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


CAMPOBASSO La sentenza della Corte d’Appello ribalta quella di primo grado. Angelo Piunno il difensore

Prima condannato a 4 anni, poi assolto L’imputato è Antonio D’Agata arrestato nel 2006 per spaccio di droga Il commento dell’assessore provinciale al Turismo Pietro Montanaro

Congresso di medicina fisica e riabilitativa, un successo per Campobasso e il Molise

«Iniziative come quella organizzata dalla Simfer (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa) oltre ad essere altamente formative aiutano sensibilmente il Molise a proiettarsi in una dimensione più importante. Rappresentano, insomma, un volano importante per la nostra crescita e per lo sviluppo dell’economia locale». Commento positivo quello dell’assessore al Turismo della Provincia di Campobasso, Pietro Montanaro, dopo il 37° congresso nazionale durato tre giorni e che ha animato il capoluogo di regione. Al centro dei lavori del congresso, presieduto dal dottor

Domenico Uliano, è stata la cultura riabilitativa. A darsi appuntamento medici, professionisti, ricercatori ed aziende che si sono incontrati a Campobasso con il fine di riuscire a dare in maniera efficace ed efficiente nuovi spazi di autonomia alle persone con disabilità. «Oltre al forte interesse dal punto di vista scientifico - ha aggiunto l’assessore Montanaro - il congresso, come ho già detto, ha rappresentato una vetrina importantissima per la nostra piccola regione ed in particolare per Campobasso. Il congresso infatti ha dato modo a centinaia di persone di poter visitare il Molise e molti degli esperti, che per la prima volta hanno visto il nostro territorio sono rimasti esterrefatti dalle bellezze che esso offre. Una tre giorni durante la quale diverse strutture ricettive campobassane hanno fatto registrare il tutto esaurito, a dimostrazione della bontà dell' iniziativa. Per questo mi auguro che in regione si possano organizzare altri eventi del genere. In un momento di crisi generale infatti abbiamo bisogno anche di iniziative come questa per cercare di rilanciare la nostra regione nel panorama nazionale. Il Molise, ne sono convinto, ha i mezzi per emergere. Dobbiamo, in questo momento, essere bravi noi amministratori a svilupparne le potenzialità».

Moda: Herald tribune, Milano velinara MILANO -'Date la colpa a Berlusconi': e' il titolo sull'Herald Tribune dell'articolo di Suzy Menkes sulle sfilate milanesi che definisce 'per veline'. Secondo Menkez 'di vestiti sexy ce n'erano per riempire una delle infauste feste di Berlusconi'. Della stessa idea anche il Financial Times. Mario Boselli, presidente Cnmi, risponde che e' un attacco politico e invidioso contro la produzione italiana.

Era stato condannato in primo grado a quattro anni per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri invece la sezione penale della Corte d’Appello di Napoli lo ha assolto con la formula ‘il fatto non sussiste’. A difendere Antonio D’Agata di Campodipietra, in secondo grado, è stato l’avvocato Angelo Piunno che è riuscito a dimostrare l’estraneità del suo cliente rispetto ai fatti a lui contestati. Era il maggio del 2006. D’Agata insieme ad un suo amico stava tornando a Campobasso quando, nelle vicinanze del benzinaio all’uscita di

Benevento, viene fermato dai carabinieri che lo perquisiscono. Gli trovano della droga, della cocaina per la precisione. Scattano le manette, si va a processo e i giudici di primo grado condannano l’uomo a quattro anni. D’Agata si fa un mese di carcere e cinque ai domiciliari e viene costretto (fino a ieri) all’obbligo di firma. Poi la decisione di ricorrere in Appello. La difesa passa nelle mani dell’avvocato Piunno che grazie alla sua strategia riesce a convincere i giudici della sezione penale di Napoli che assolvono D’Agata ribaltando la sentenza.

Scontro tra una 147 e una Lancia Musa Coinvolto un campobassano Si stava immettendo, con la sua 147, in un’area di sosta quando si è visto tagliare la strada da una Lancia Musa. L’incidente nella serata di sabato in provincia di Ravenna. A bordo dell’Alfa un campobassano di 23 anni, sulla Lancia invece

viaggiavano quattro ragazze cubane. Nonostante l’urto le persone coinvolte non hanno subito lesioni. Solo la donna alla guida della Musa ha riportato delle contusioni. Se la caverà con un mese di riposo.

AZIENDA SANITARIA REGIONALE MOLISE Via U. Petrella 1, - Campobasso

AVVISO DI GARA L’Azienda Sanitaria Regionale Molise rende noto che è stata indetta gara a procedura aperta, ai sensi del D.Lgs. n.163/06 e s.m.i., per l’affidamento della Polizza di Responsabilità Civile ( RCT/O), per l’ASREM per il periodo dal 20/11/2009 al 31/12/2012, precisando che l'aggiudicazione avverrà ai sensi dell’art.82 del D.Lgs. n.163/06 e s.m.i. a favore dell’offerta a prezzo più basso. L’importo a base di gara è di € 8.089.000,00 oneri compresi. Le offerte, con l’allegata documentazione, compilate come prescritto dal bando e dal disciplinare di gara dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 26/10/2009 al Protocollo Generale della ASReM – Via Ugo Petrella n.1, 86100 Campobasso. Il testo integrato del bando di gara è stato spedito in data 14/09/2009 all’Ufficio della CEE e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Il bando e il disciplinare di gara sono stati pubblicati sui siti internet: “www.asrem.org” e “www.fareonline.it”. Per ogni informazione in merito, le Ditte interessate possono rivolgersi all’U.O.C. Provveditorato ed Economato – Tel.0874-409647/638. Campobasso,14/09/2009 IL DIRETTORE GENERALE (Dott. Angelo Percopo)

Rai: ancora guerra su canone ROMA -Prosegue la polemica tra maggioranza e opposizione ma anche nella stessa maggioranza dopo la campagna del Giornale per non pagare il canone Rai. Ci sono adesioni illustri (i registi Zeffirelli e Squitieri, l'ex campione di ciclismo Moser, la cantante Iva Zanicchi) ma anche defezioni importanti nel Pdl come quella del deputato-attore Luca Barbareschi che la bolla cosi': una campagna faziosa e stupida.

9 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


Che cosa è OKkio alla SALUTE? Kkio alla SALUTE, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e condotto in collaborazione con le Regioni, ha permesso di raccogliere informazioni su situazione nutrizionale, alimentazione e attività fisica dei bambini di 6-10 anni frequentanti le scuole primarie, con l’obiettivo di promuovere interventi che possano favorire stili di vita salutari. Grazie ad OKkio alla SALUTE sarà anche possibile seguire nel tempo i cambiamenti che si realizzeranno nel mondo della scuola e che contribuiranno a migliorare le condizioni di salute degli alunni.

O

L’obesità infantile in Molise Nel Molise, il campione dei bambini oggetto dell’indagine è stato individuato per varie aree geografiche, uno in Provincia di Isernia e 2 in quella di Campobasso, in modo da rappresentare sia la zona montuosa che quella costiera della regione. Sono state quindi coinvolte 104 terze classi primarie, sulle 200 totali, e circa 1800 bambini, di cui oltre il 90% (1639) ha effettivamente partecipato alla rilevazione. I risultati di OKKio per il Molise indicano che il 26% dei bambini è in soprappeso, il 16% è obeso e il 58% normopeso. Questi dati sono ben peggiori di quelli medi nazionali ed in linea con quelli della Italia meridionali, superati nell’eccesso ponderale solo da quelli della Campania. Cosa si può fare? I dati confermano la preoccupante situazione nutrizionali, ma la conoscenza degli stili di vita più diffusi tra i bambini è di fondamentale importanza per proporre iniziative di promozione della salute e di crescita sana e per individuare il ruolo che le diverse Istituzioni, la scuola e la famiglia possono avere per la realizzazione di interventi integrati.

Il sovrappeso e l’obesità sono un problema per i bambini? In molti Paesi del mondo sovrappeso e obesità sono aumentati in modo considerevole. In Italia, si valuta che negli ultimi 25 anni la percentuale di bambini sovrappeso e obesi sia aumentata 3 volte e continui ad aumentare, con notevoli effetti di natura fisica (ad esempio pressione arteriosa alta) e di natura psico-sociale (ad esempio discriminazione sociale). Tali danni alla salute in età pediatrica possono inoltre avere delle conseguenze sulla salute in età adulta. I risultati di OKkio indicano che in Italia il 24% dei bambini è sovrappeso, il 12% obeso e il 64% normopeso (o sottopeso). Complessivamente 1 bambino su 3 presenta un eccesso di peso.

Cosa stiamo facendo? E’ in corso, a partire dal mese di maggio, in tutte le scuole primarie della Regione Molise, un programma di comunicazione di detti risultati, attraverso la diffusione di report specifici per il mondo della scuola, preparati dall’ISS con le Regioni stesse, nonché incontri

Nel nostro Paese è crescente la preoccupazione per la notevole diffusione di patologie legate a comportamenti a rischio, quali sedentarietà e abitudini alimentari scorrette. Una tendenza preoccupante che, purtroppo, riguarda un numero sempre crescente di bambini. Nell’ambito del programma interministeriale Guadagnare salute, il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca hanno avviato una collaborazione che ha permesso di conoscere la situazione nutrizionale dei bambini frequentanti le scuole primarie in Italia al fine di promuovere comportamenti salutari. Il progetto OKkio alla SALUTE, è stato infatti avviato lo scorso anno grazie alla collaborazione tra mondo della scuola e mondo della salute. degli operatori sanitari, che hanno seguito appositi corsi di formazione sia a Campobasso, che a Isernia, che a Termoli, con i Dirigenti scolastici, gli insegnanti ed i genitori degli alunni, affinché conoscano i risultati di OKkio alla SALUTE. L’Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con il MIUR e le Regioni, ha realizzato alcuni strumenti per comunicare i risultati dell’indagine nella scuola e ai genitori. In particolare per i genitori è stato realizzato un opuscolo informativo che contiene i risultati di OKkio e alcune informazioni su stili di vita salutari. Tuttavia, affinché la comunicazione sia efficace, è essenziale che i genitori e gli insegnanti partecipino agli incontri con gli operatori sanitari, al fine di poter affrontare insieme i problemi emersi. Gli operatori sanitari referenti del progetto per conto della Regione e della ASReM hanno effettuato nello scorso mese di maggio, e continueranno in quello di ottobre, incontri con insegnanti e genitori di ogni scuola primaria del Molise per far conoscere i risultati dell’indagine. Il Referente Regionale di OKkio alla SALUTE

Dr.ssa Teresa Maria Manfredi Selvaggi


ISERNIA Si riapre il processo per la prostituta brasiliana uccisa ad Isernia nel marzo del 2008

Omicidio Marinalba, Fantini a giudizio Il caso Marinalba torna in Tribunale. Questa mattina Ignazio Fortini, l’unico indiziato per la morte della prostituta brasiliana, trovata senza vita l’8 marzo 2008 nel suo appartamento di Vico Belvedere III, nel centro storico isernino, comparirà davanti ai giudici della Corte d’Assise di Campobasso. Fortini, 25 anni di Letino, paese dell’alto casertano, è rinchiuso dal 15 luglio 2008 nel carcere di Ponte san Leonardo, in custodia cautelare. Contro di lui una serie di indizi. I silenzi della prima ora, le sue confuse e talvolta contrastanti versioni dei fatti, nonché gli accertamenti biologici eseguiti dai Ris di Roma, che avrebbero accertato la presenza del Dna del ragazzo

nella stanza da letto della vittima, sulla base di alcuni reperti rinvenuti all’interno dell’abitazione come mozziconi di sigarette e soprattutto su un profilattico avvolto in un fazzoletto di carta. Insomma, per la Procura è stato lui ad uccidere la 48enne, probabilmente in un raptus di follia, non certo con premeditazione. Inutile anche il tentativo dell’avvocato difensore di Fortini, Giuseppe Stellato di coinvolgere in qualità di indagata l’ex fidanzata del giovane, trovata in possesso, dopo l'omicidio, del telefonino di proprietà della vittima, un particolare che se confermato avrebbe aperto scenari nuovi. Il giudice per le indagini preliminari, Andrea Penta,

aveva rinviato a giudizio l’imputato il 28 maggio scorso. Ora, dunque, si procederà con il dibattimento, per il quale l’avvocato Stellato non sembra affatto preoccupato anzi. Secondo lui, infatti, “servirà per fare necessari ed ulteriori approfondimenti, anche perché – ha detto - “le prove raccolte fino a questo momento sono solo indiziarie”. Il dibattimento, in verità, è atteso anche dalla parte civile che aveva accolto con molta soddisfazione il rinvio a giudizio. “Era abbastanza scontato che un processo così difficile si risolvesse in questa sede” ha detto l’avvocato Mastronardi che difende la famiglia Costa y Silva, spiegando poi la sua idea in merito al dettaglio

Energonut, l’intervento dell’Adat Edilizia, Il nemico invisibile alla conquista del Molise Santilli replica: “Nessun abusivismo” “Il Comune non ha alcuna intenzione di avallare l’abusivismo edilizio attraverso degli strumenti di "sanatoria", anzi si sta muovendo esattamente nella direzione opposta”. Ad affermarlo è il consigliere comunale, Raimondo Santilli che risponde alle accuse mosse all’amministrazione nei giorni scorsi: “La prima commissione, da me presieduta, nell’esaminare il regolamento per l’alienazione dei beni comunali ritenne opportuno escludere, dai casi che prevedevano il ricorso alla trattativa privata, quello che dava la possibilità di vendere "terreni di proprietà comunale privi di particolare interesse ambientale e/o paesaggistico su cui insistano manufatti abusivi…" Di questo parere, dato dalla commissione, insieme a tutti gli altri rilievi, è stato tenuto conto alla lettera dall’ufficio, tanto che il regolamento è stato modificato secondo le indicazioni della prima commissione”.

14 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009

“L’energia prodotta da biomasse che fastidio dà? Nessuno, semplicemente immette in atmosfera qualcosa che non si vede,quindi non desta preoccupazioni. Se le cose stanno così allora bruciamo tutto, ed è quello che ha pensato di fare l’Energonut a Pozzilli. Chi ha conquistato il nostro territorio? Il gruppo Veolia multinazionale Francese, presente in Italia con sede a La Spezia. Cosa fa il gruppo Veolia? Tra le tante cose gestisce, oltre agli impianti di Brindisi, il sistema integrato `Calabria Sud´, costituito dal termovalorizzatore di Gioia Tauro e cinque impianti di selezione e valorizzazione a Sambatello, Siderno e Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabria, a Rossano (Cosenza) e Crotone, e dalla discarica in località Marrella a Gioia Tauro, La stessa gestisce il termovalorizzatore di Vercelli, quello di Potenza e l’impianto di biostabilizzazione e produzione di Combustibile derivato da rifiuti di La Spezia. Peccato che i carabinieri del Noe (nucleo operativo Ecologico) di Lecce hanno sequestrato il sistema di monitoraggio delle emissioni in atmo-

sfera dell’impianto di termodistruzione di rifiuti gestito dalla Veolia servizi ambientali Tecnitalia di Brindisi. Altra documentazione è stata sequestrata dagli stessi carabinieri nella sede centrale dell’azienda Veolia, a La Spezia e in altre aziende, lombarde e liguri. La storia è molto lunga degna di un’indagine molto più complessa, che in questa sede non possiamo approfondire. Ma torniamo alle biomasse. Tutto ciò che è di origine animale e vegetale è biomassa, dunque stando alla normativa tutto può essere bruciato: scarti di lavorazione forestale, fanghi urbani ed industriali, letame, pollina. Il problema è che prima di decidere se utilizzare o no tale fonte andrebbero fatte approfondite analisi, come ha affermato Vincenzo Ferrara scienziato di fama internazionale dell’Enea, riprendendo uno studio del Wuppertal Institute for Climate Enviroment and Energy nel quale si legge che le valutazioni vanno fatte attentamente e caso per caso, ma non in modo estensivo o tale da danneggiare la biodiversità.“E’ stato dimostrato che non è vero che l’uso della bio-

del cellulare. “Si tratta di un fatto marginale, la cosa più importante era, a mio avviso, individuare il momento preciso della morte di Marinalba, la sera prima del ritrovamento. Infatti, fin quando non è stato determinato questo fatto, sono nate altre ipotesi, spesso fantasiose. Il dettaglio del telefonino, secondo me – chiude Mastronardi - non ha nessuna rilevanza ai fini delle indagini”. Sul caso, comunque, non sono attesi colpi di scena, almeno a breve. Quella di oggi, infatti, dovrebbe essere un’udienza tecnica, che servirà per la costituzione delle parti, la presentazione delle prime istanze e per stipulare il calendario delle testimonianze.

massa per la produzione di energia compensa il Co2 atmosferico - ha dichiarato Ennio La Malfa, Presidente nazionale di Accademia Kronos - anzi ne produce fuori compensazione, oltre alla produzione del particolato della fuliggine e delle nanopolveri. La nostra Energonut, ricordiamolo è nata per bruciare gusci di noccioline, ma applicando la corposa normativa Italiana in materia, ha avuto la possibilità anche di bruciare 100 mila t di Cdr. Dunque l’Energonut brucia rifiuti provenienti anche da la Spezia, inquinando il territorio senza che si faccia nulla. Come già detto il nemico è invisibile, non preoccupa, forse vedremo gli effetti di tutto ciò sulla prossima generazione, ma crediamo che constatare ciò non sia possibile in quanto non esiste un registro tumori in Molise non esisterà mai”.

Polizia in festa per il santo patrono ed il Family day Questa mattina alle 11, in occasione della festività di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato, presso la Chiesa San Michele Arcangelo sita in p.zza Sant’Angelo del Comune di Monteroduni, alla presenza del prefetto e del questore di Isernia, sarà celebrata la Santa Messa officiata dal vescovo della Diocesi Venafro-Isernia, mons. Salvatore Visco, coadiuvato dal

Fornelli alla cerimonia dell’esercito Giovedì primo ottobre il Gonfalone del Comune di Fornelli, decorato con Medaglia di Bronzo al V.M., parteciperà, assieme alle altre città molisane decorate, alla cerimonia di avvicendamento del Comandante Regionale Militare in programma presso il Comando di Campobasso.

cappellano provinciale della Polizia di Stato don Francesco Rinaldi, alla quale parteciperanno numerose autorità civili e militari. Alla cerimonia religiosa sono stati inoltre invitati i familiari delle “vittime del dovere” e dei “caduti in servizio e l’A.N.P.S. Inoltre sempre oggi, presso gli uffici della Questura si terrà il consueto “Family day”. Per l’occasione la Questura sarà apertia alle fa-

miglie dei dipendenti, alle scuole ed agli organi di comunicazione. L’ottimo riscontro ottenuto induce a perseguire nella direzione, combinando l’iniziativa, che rappresenta per l’amministrazione un forte momento di comunicazione interna e una delle espressioni di attenzione nei confronti delle donne e degli uomini della Polizia, alle celebrazioni del Santo Patrono.

Universitari del Molise in visita a Bruxelles 54 studenti di Scienze politiche e di Scienze della comunicazione fino al prossimo 3 ottobre visiteranno le sedi della principali istituzioni europee a Bruxelles. Nell’ambito del programma elaborato dell’Ateneo molisano, ieri, gli universitari sono stati ospiti dell’ufficio del parlamentare molisano Aldo Patriciello.


ISERNIA Fiducia a Melogli, ma con riserva L’approvazione del bilancio dimostra il riavvicinamento del Pdl al primo cittadino Tuttavia il voto è vincolato ad un maggior coinvolgimento della minoranza nelle decisioni Le aspettative di quanti si attendevano un consiglio comunale infuocato sono andate largamente deluse. Due ore e mezzo circa di assise al termine della quale le notizie più importanti sono l’ approvazione del riequilibrio di bilancio, punto da alcuni visto come il pericolo più grave per la tenuta della giunta ma trattato senza alcun patema d’animo e quella del piano di lottizzazione convenzionata denominato “Parco san Leucio”. Nel corso dello stesso pomeriggio, inoltre, c’era da discutere dei Pisu dell’area di Isernia, come richiesto dai principali gruppi di minoranza. Il consiglio ha deciso che ad occuparsi dei Progetti integrati di

sviluppo urbano sarà la stessa commissione di recente costituzione che gestirà la riorganizzazione del sistema scolastico. Dopo le paure dell’ultimo periodo, quindi, il sindaco Gabriele Melogli sembra poter tirare un sospiro di sollievo, ma resta forte la sensazione che quella data al primo cittadino sia una “fiducia a tempo determinato”. Certo il dietro front della maggioranza che ha votato compatta a favore del riequilibrio è un segnale politico importante per la tenuta dell’esecutivo, ma gli interventi degli esponenti del Pdl, fanno capire che la bufera è ancora in atto. L’ombra dell’emergenza scuole non ha la-

sciato l’aula Wojtyla e all’orizzonte si profila una nuova grana per il Comune del capoluogo pentro. L’ultimo grattacapo per la giunta arriva ancora una volta dalla situazione della scuola elementare san Giovanni Bosco. I lavori di ristrutturazione della pensilina sul lato dell’edificio che dà su via XXIV Maggio sono iniziati da ieri. I disagi, almeno per ora, sono minimi per i bambini che entrano regolarmente a scuola da un’entrata secondaria predisposta da poco. Ciò che però preoccupa e non poco i genitori del movimento spontaneo “I nostri figli, la loro vita” è la mancanza di una scala antincendio

Carpinone, eolico sotto accusa Molti i quesiti posti dai consiglieri di minoranza: “Non si rischia di deturpare ed inquinare l’ambiente?” Soltanto qualche giorno fa, l’annuncio del Comune di Carpinone, che comunicava l’arrivo di un impianto di energia eolica alle porte del paese. Sullo stesso argomento, ora giunge una lettera congiunta firmata da Alessandro Tamasi e Rocco Marra, consiglieri di minoranza del Comune di Carpinone che puntano il dito contro la politica ambientalista della giunta comandata da Pasquale Sarao. “Considerando la sempre più evidente e teorica linea ecologica adottata dall’Amministrazione Comunale, manifestatasi anche con la presentazione di una conferenza su tali tematiche tenutasi presso la sala consiliare del nostro Comune il 19.09.2009 – scrivono i consiglieri - riteniamo opportuno formulare 8 semplicissimi quesiti ai nostri amministratori, partendo da alcuni temi trattati in tale sede: Secondo Voi, sono a zero impatto ambientale le eliche in movimento che, a chilometri di distanza e con un “suggestivo effetto scenografico”, ruotano sul profilo del Castello Caldora e del centro storico di Carpinone? Non sarebbe opportuno occuparsi anche della bonifica della zona del depuratore (mai entrato in funzione!) gravemente inquinata così come risulta da accertamenti effettuati dall’Arpa Molise? Mentre ritenete opportuno produrre energia pu-

Volontari in azione per “Puliamo il Mondo” SANT’ANGELO DEL PESCO- Decine di quintali di spazzatura raccolta, di vario genere. Tantissimi i volontari, per lo più giovani, che hanno partecipato a “Puliamo il Mondo”, manifestazione organizzata da Legambiente attraverso cui si intende mantenere alta la guardia sui temi della salvaguardia ambientale.

lita con l’energia eolica, perché non cercate di evitare anche l’inquinamento dei nostri corsi d’acqua determinato dallo scarico continuo dei reflui fognari di Carpinone? E ancora: “Perché delle 3 offerte economiche presentate dalle società offerenti avete scelto di accettare e sottoscrivere quella palesemente più svantaggiosa per le casse comunali? Perché delle 3 società offerenti avete scelto quella priva del possesso del capitale sociale minimo da Voi quantificato in 500 mila euro necessario per la partecipazione alla gara di affidamento? Perché avete atteso 9 mesi per la riscossione della 1^ quota di canone ammontante in 100 mila euro?”. La società Solcesi – spiegano ancora Marra e Tamasi - fin dal mese di Dicembre 2007 aveva dato disponibilità alla realizzazione di lavori da realizzarsi all’interno del Comune per un importo complessivo di circa 120 mila euro. Perché fino al 01 settembre 2009 la Setteventi A.r.l. non ha comunicato alcuna data di inizio lavori? Infine, siete a conoscenza che il Parco Eolico insiste all’interno dell’area Sic (Sito di Interesse Comunitario) “La Montagnola”, situata al di sopra dei 1200 m s.l.m, sottoposta a vincolo paesaggistico e quindi non bisognevole di alcuna opera di bonifica ambientale? ”.

d’emergenza senza la quale la scuola materna ed elementare più vecchia della città dovrebbe addirittura chiudere. La legislazione in materia prevede che sia il Comune ad occuparsi del problema che dovrà essere risolto entro e non oltre la fine dell’anno, pena, come detto, la chiusura dell’istituto. Un’altra batosta per la Don Bosco, già alle prese con un sensibile calo delle iscrizioni dopo le note vicende legate alla sicurezza della scuola stessa. Il 10% di iscritti in meno rispetto allo scorso anno rappresenta, infatti, una percentuale difficilmente imputabile al solo cronico spopolamento della provincia pentra. Tau

Evadono i domiciliari, arrestate due persone Denunciato nuovo caso di stalking Lavoro investigativo intenso per i reparti del Comando Provinciale dell’Arma di Isernia che, nel fine settimana, hanno segnalato cinque persone alla Magistratura. I carabinieri della Compagnia di Agnone, nell’attività di prevenzione e repressione del consumo di stupefacenti, hanno segnalato in stato di libertà un giovane 22enne extracomunitario domiciliato nella cittadina alto molisana. Lo straniero aveva ceduto delle dosi di hashish a due giovani del luogo. Nel corso della perquisizione domiciliare i militari hanno trovato altre dosi di droga e materiali di confezionamento per eroina, il tutto è stato sottoposto a sequestro. I Carabinieri della Compagnia di Isernia in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Tribunale locale, hanno associato presso il carcere di Chieti e quello di Isernia, un uomo ed una donna sottoposti al regime degli arresti domiciliari e in attesa di giudizio. I militari infatti, nel corso dei controlli effettuati presso le rispettive abitazioni, non li hanno trovati in casa. Per loro sono scattate le manette. Ed ancora, in aumento le denunce per “stalking”. Infatti gli uomini dell’Arma di una stazione dipendente della Compagnia di Isernia hanno denunciato un operaio 46enne per “stalking”. Le indagini erano partite in seguito ad una querela presentata da una signora 41enne che, da circa due anni, era oggetto di continue molestie da parte dell’uomo.

Unionturismo, Fisanotti ad Isernia Il presidente nazionale dell’Unionturismo Gian Franco Fisanotti è stato ricevuto ad Isernia da Vitullo responsabile del Presidio Turistico Provinciale, dal neo Assessore al Turismo Di Lucente e dal neo assessore alla Cultura, Iapaolo. Di Lucente ha illustrato un progetto innovativo di autofinanziamento degli Enti Locali per la realizzazione di strutture ed infrastrutture.

15 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


TERMOLI Ha dimostrato di essere uno dei più tenaci e capaci primi cittadini del paese

Lega Sannita: porte aperte al sindaco D’Ascenzo MONTENERO DI BISACCIA “Porte aperte della Lega Sannita al sindaco di Montenero di Bisaccia Giuseppe D’Ascenza che, con discrezione e notevole attivismo amministrativo, ha dimostrato di essere con Nicolino D’Ascanio uno dei più capaci e tenaci sindaci del paese. Alle lotte fratricide

tanto in auge in alcuni ambienti del centrosinistra basso molisano, dove c’è una durissima lotta per impadronirsi delle poltrone soprattutto da chi predica bene e razzola male, appare sempre più evidente che anche il sindaco di Montenero di Bisaccia potrebbe restare stritolato da quella poli-

tica dai più definita - togliti tu che mi ci metto io”. A dichiararlo è il coordinamento della Lega Sannita del Basso Molise esterrefatta per come viene trattato il sindaco D’Ascenza dai suoi amici di cordata in seno al consiglio comunale. “Il sindaco di Montenero di Bisaccia, persona onesta ed attaccata ai valori più puri del territorio – è scritto nel comunicato - da noi troverà sempre le porte aperte e lo spirito combattivo per far comprendere alle popolazioni molisane che non è tutto oro quello che luccica in alcuni partiti

della sinistra montenerese. Eppoi - conclude la Lega Sannita basso molisana -, non sarebbe il caso che i consiglieri comunali di Montenero di Bisaccia che hanno il doppio incarico anche alla provincia di Campobasso e alla Regione Molise, si dimettessero bontà loro, almeno per far posto ai primi dei non eletti della loro lista quale segno tangibile di democrazia partecipativa? Altro che saldi di fine stagione, non è che a Montenero vogliono decapitare un galantuomo nonostante il diniego dell’on. Di Pietro?”.

“Da noi troverà lo spirito combattivo per far capire che non è tutto oro in alcuni partiti della sinistra montenerese”

Cosib: basta con i dualismi Efficienza energetica dell'impresa, che penalizzano lo sviluppo BASSO MOLISE - L’attuale sistema di governo del COSIB vive nel paradosso e come se non bastasse viaggia su due lunghezze d’onda: da un lato abbiamo l’asse rappresentato dall’Unione dei Comuni e dall’altro abbiamo il Comune di Termoli e la Provincia di Campobasso. Questo dualismo rischia di paralizzare lo sviluppo con conseguenze catastrofiche sull’economia e conseguentemente sull’occupazione nel Basso Molise. A mio avviso bisogna avviare un processo di concertazione per fare in modo che Termoli trovi il giusto spazio che le spetta all’interno del Consorzio, così da evitare ulteriori frizioni e fratture, purtroppo però con l’ultima votazione la situazione è ulteriormente peggiorata e di certo non si uscirà da questo impasse ne con una sentenza proveniente dalla Magistratura ne tanto meno con le minacce di commissariamento , occorre invece una risposta politica seria e matura in cui tutti i soggetti in causa devono esprimersi affinché venga ristabilito l’equilibrio all’interno di questo importante Ente. Stiamo vivendo una fase delicata per la nostra società e forse è il momento di non sfoderare l’ascia di guerra e di porre fine a questa diatriba tra guelfi e ghibellini in cui gli unici che pagano le conseguenze sono i disoccupati, gli interinali e soprattutto i giovani a cui non resta altro che lasciare la propria terra natia e cercare fortuna altrove come succedeva tanti anni fa, con l’unica differenza che quel periodo storico prende il nome di Dopo Guerra. Fortunatamente oggi la guerra non c’è e allora proprio non rie-

16 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009

sco a capire dove siano gli ostacoli per tornare a ragionare affinché la politica delle contrapposizioni non prevalga su quella dell’unità e del bene comune. Mi auguro quindi che ci si ritrovi al più presto vicino ad un tavolo a discutere per rimettere le caselle al proprio posto partendo dal presupposto che in politica non dovrebbero mai esistere battaglie personali e quindi mi sento di dire che anche quella del sindaco Greco, in questo caso, non lo sia poiché è giusto in democrazia rispettare il principio dell’equa rappresentanza e poi il COSIB stesso ne uscirebbe rafforzato da una presenza del Comune di Termoli senza il consenso del quale l’Ente rischia di rimanere ‘’ingessato’’nella sua attività.Spero quindi che si possa dare inizio a una nuova cooperazione basata sul rispetto reciproco tenendo d’occhio gli interessi dell’intera comunità così da poter avere un’unica e forte voce quando i grossi problemi busseranno alla porta come ad esempio quello della centrale nucleare. Maurizio Cicchetti Segretario di federazione PD Giovani del Basso Molise

incontro al Consorzio Industriale TERMOLI – “L’efficienza energetica dell’impresa, tecnologie e soluzioni: opportunità ed agevolazioni previste dal Por Fesr Molise 2007/2013”. Questo il tema di un incontro semnario che s terrà alle 18 presso l’Auditorium consortile, un appuntamento promosso dalle società “Energia+ S.p.A.” e “Tecnolian S.r.l.”, leaders nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico. L'incontro è rivolto alle aziende insediate nell’area e si inserisce nel contesto delineato dall’iniziativa della Regione Molise, che ha recentemente attivato una linea di finanziamento per investimenti finalizzati al risparmio energetico nelle imprese. I lavori avranno inizio con i saluti del presidente COSIB, Tonino Del Torto e vedranno gl interventi degli Ingegneri. Alessio Santacroce (Tecnolian S.r.l.), Giulio Marconi (Energia+ S.p.A.) e. Lino Picheo (Tecnolian S.r.l.).

Campomarino, riunione del consiglio comunale

Giovedì presentazione del laboratorio di restauro

CAMPOMARINO – Alle 18,30 si riunisce in seduta ordinaria il Consiglio comunale con sei punti iscritti all'ordine del giorno. Tra questi: L'approvazione rendiconto di Bilancio dell'esercizio finanziario 2008; Ricognizione dello stato di attuazione dei programmi e Riequilibrio di Bilancio; Il regolamento per video ripresa delle sedute del Consiglio comunale e l'approvazione del regolamento per l'acquisizione strade provinciali.

LARINO – Giovedì alle 10, presso la Casa circondariale verrà presentato il laboratorio di restauro che vede impegnati da tempo quattro detenuti. Il laboratorio é nato da una idea dai vertici carcerari con la collaborazione dell'assessorato regionale alla Cultura che finanzia un corso biennale allo scopo di far acquisire esperienze nel campo del restauro. Alla presentazione é prevista la presenza dell’assessore regionale Sandro Arco.


TERMOLI Dopo la sentenza del Tar Vincenzo Greco pronto ad appellarsi al Consiglio di Stato

La storia infinita dello stabile di via XX settembre TERMOLI – Dopo la sentenza del TAR Molise il quale ha stabilito che il cittadino Vincenzo Greco ha realizzato abusivamente opere in uno stabile di Via XX settembre, lo stesso ha annunciato l'intenzione di ricorrere in appello al Consiglio di Stato. Non entriamo nel merito della decisione ma poniamo un quesito: lo farà come semplice cittadino o come Sindaco di Termoli? Domanda opportuna perché nel primo caso sarà lui a far fronte alle spese, mentre nel secondo pagherebbe la collettività. Greco in precedenza era già ricorso al TAR e Consiglio di Stato contro le contestazioni a lui sollevate. Infatti un

sopralluogo eseguito dagli agenti della Polizia Municipale portò alla scoperta di alcuni lavori non riportati in progetto e, pertanto, abusivi. Nel merito il Dirigente comunale all'Urbanistica firmò l'ordinanza (221) per l'abbattimento delle opere abusive. Contro tale ordinanza Greco propose un ricorso al TAR Molise. I giudici del Tribunale amministrativo respinsero la richiesta di sospensiva perché: “Attesa la rilevanza urbanistico edilizia delle difformità contestate. Attesa altresì la natura moratoria dell'atto impugnato”. A quel punto il Dirigente comunale all'Urbanistica emise l'ordinanza 268 a sana-

toria dei lavori che annullava la precedente di abbattimento. La nuova ordinanza sana una parte degli abusi comminando una sanzione di 516 euro. Avverso questa nuova ordinanza entra in gioco il dottor Domenico Perfetto, proprietario al 50% dello stabile, che presenta ricorso al TAR e i giudici annullano l'ordinanza perché “viziata di eccesso di potere sotto vari profili in relazione agli abusi edilizi perpetrati e dal pregiudizio per la stessa staticità dell'immobile”. Greco non ci sta e si rivolge al Consiglio di Stato che il 2 luglio 2002 respinge l'appello e conferma la sentenza del TAR. (continua)

Centrale nucleare, lettera all'arcivescovo di Campobasso Bregantini TERMOLI - Il consigliere di opposizione al comune di Termoli, Oreste Campopiano, in merito alla paventata realizzazione di una centrale nucleare in basso Molise, ha scritto una lettera all'arcivescovo metropolita di Campobasso monsignor Giancarlo Bregantini. “Eccellenza, registro con grande soddisfazione l’energica ed inequivoca presa di posizione delle Diocesi molisane contro l’ipotesi nucleare in basso Molise . Le confesso che, allorquando ebbi ad inviarLe la mia lettera appello lo scorso 10 settembre, avevo la intima convinzione che avrei stimolato non solo la Sua sensibilità culturale e pastorale, ma anche le coscienze dei movimenti e di tutta la comunità ecclesiale molisana, di fronte ad un problema che investe le genti e la vivibilità del nostro territorio. Oggi possiamo dire, con serena soddisfazione, di avere già raggiunto il primo, seppur minimale, obiettivo: quello di avere superato la barriera del silenzio che spesso é foriera delle peggiori sorprese. L’idea che il Molise possa di fatto trasformarsi “in terra di conquista, senza diritto di parola, né di difesa del proprio ambiente e del proprio futuro” non può trovare di certo il consenso di chi ancora crede, come io credo, nella possibilità di costruire insieme un futuro di prosperità , di benessere e di sviluppo, nel rispetto di quelli che sono i valori condivisi, laici e cattolici e le vocazioni autentiche del nostro territorio. E’ di ieri il forte appello di Papa Benedetto XVI a Praga a gestire l’ economia con maggiore etica, a far pre-

Cgil, al via le assemblee per docenti della scuola BASSO MOLISE - La FLC Cgil del Molise ha indetto delle assemblee sindacali per il personale docente ed ATA della regione. Esse hanno avuto inizio ieri a Termoli presso il II° Circolo di Via Maratona e all'IPSAR, e continueranno nei giorni successivi in tutte le scuole della regione. Si discute dei provvedimenti governativi che stanno devastando la scuola pubblica e delle iniziative da intraprendere.

Per le opere realizzate abusivamente il notaio aveva già presentato ricorsi poi non accolti

Carabinieri, in servizio nuova motovedetta TERMOLI - E’ operativa da qualche giorno presso la Compagnia Carabinieri di Termoli la nuova motovedetta d’altura classe 600, assegnata nell’ambito della ristrutturazione del Servizio Navale dell’Arma. L’unità, che sostituisce la motovedetta costiera classe 500, ha prestazioni e caratteristiche nettamente superiori: con un equipaggio di 5 militari, è lunga oltre 12 metri ed ha un dislocamento (peso) a pieno carico

valere il “senso di responsabilità sul profitto”. E’ un insegnamento nobile che deve costituire il vero codice etico per chi esercita funzioni pubbliche e per chi interpreta ruoli istituzionali e di Governo. Far prevalere la cultura del rispetto, della tolleranza, della partecipazione, della conoscenza é per tutti noi un imperativo categorico .E la Politica deve dimostrare per prima di essere capace di guidare i processi di sviluppo e di rinnovamento nel solco di queste inderogabili regole. La ringrazio ancora come cittadino del Molise del Suo forte impegno sociale che esercita nell’ambito del Suo alto Ufficio, nella certezza che questa giusta battaglia di civiltà troverà altrettanto giusti ed attenti interlocutori”. Oreste Campopiano

di oltre 11 tonnellate e raggiunge la velocità massima di 21 nodi con una autonomia di oltre 22 ore di navigazione; la motovedetta ha qualità nautiche in grado di consentire, anche in condizioni meteomarine non ottimali, un’ampia possibilità di intervento nei settori della vigilanza alle normative sulla navigazione, nautica da diporto, pesca, inquinamento e tutela del patrimonio artistico subacqueo.

Club della Libertà protesta contro la Rai TERMOLI - Il Club della Libertà di Termoli accoglie con grande entusiasmo la protesta messa in atto dalla direzione nazionale dei Club della Libertà contro la Rai e contro la libertà di fango. "La Rai è diventata una televisione di sinistra - spiega Michele D’Auria presidente del Club di Termoli - e come tale dobbiamo interrogarci se sia più il caso di continuare a pagare il canone. Come dice il Presidente dalla Commis-

Antonio Andriani presenta il nuovo libro TERMOLI - Presso la Galleria Civica d'Arte Contemporanea, oggi alle 18 lo scrittore e poeta termolese Antonio Andriani, presenta il suo nuovo libro "I bucanieri non giungono più dal mare". Una raccolta di poesie estrose, aitanti sonetti e haiku senza prosa. Ospiti dell'evento Monica Vignale, Simonetta De Tomo, Basso Caruso e l'attore Edoardo Siravo.

sione Telecomunicazioni di Montecitorio, Mario Valducci, basta con la libertà di fango contro le istituzioni. Il Club della Libertà di Ternoli - prosegue il presidente del Club - invita tutti i convinti sostenitori di questa protesta ad andare sul sito internet www.clubdellaliberta.it e di inviare una mail al Presidente della Rai Paolo Garimberti. Con un semplice clik abbiamo l'occasione per far sentire la nostra voce per una tv equilibrata e di qualità".

17 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


A Ricci la XXVI edizione della Tappino-Altilia

Falsa partenza per la Katay Isernia

Con il discreto crono di 1h 6’ 43”, il campano Gianluca Ricci si è aggiudicato l’edizione numero 26 della Tappino-Altlia. Il tenace atleta del Team Runners Montemiletto, secondo nell’ultima edizione, ha staccato di due minuti e 52 secondi il molisano Luciano Di Pardo. A PAG. 22

“Bisogna ripartire dalle buone cose fatte nel primo set ”, questo il proposito di Marco Fenoglio dopo il 3-0 subito a Crema, dove i padroni di casa sono apparsi più squadra rispetto ai biancoazzurri e hanno avuto un Cazzaniga in più. A PAG. 22

ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Dal Paradiso all’Inferno Foto di Antonio Rateni

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AL CAMPOBASSO Seconda sconfitta in due gare casalinghe disputate. Il Romagnoli è diventato, ormai, terra di conquista per qualunque squadra ne calchi il terreno da gioco. I rossoblù non riescono ad esultare davanti ai propri sostenitori e questa volta sono usciti tra i fischi del Selva Piana. Per la verità la squadra di Paolucci non meritava la sconfitta con l’Atessa per le occasioni da rete avute. Ma nella ripresa, in superiorità numerica, la formazione del capoluogo non è riuscita a riequilibrare le sorti del match. Teta & co. soffrono della sindrome del Romagnoli. Speriamo passi perché nella prossima casalinga ci sarà il Bojano. E il pubblico, nei derby, non ammette errori.

L’OSCAR DEL GIORNO ALL’ATLETICO TRIVENTO Nove punti in classifica, frutto di tre vittorie ed un pareggio. Secondo posto in classifica, che sarebbe stato primo se non ci fosse stata la penalizzazione di un punto. L’Atletico Trivento sogna dopo l’ennesimo successo. Battuto 2-1 il Luco Canistro al termine di una gara combattuta che ha messo in evidenza anche un grande carattere della squadra di Carrannante. Sognare è lecito, ma importante è restare umili e continuare a lavorare con serenità. Per il momento il nostro Oscar non può non andare alla squadra del Presidente Falcione.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

I rossoblù, scialbi nella ripresa, meritavano la vittoria per le tante occasioni avute in avvio

Romagnoli, terra di conquista Seconda sconfitta in altrettante gare stagionali per il Campobasso davanti al proprio pubblico Sta per diventare un vero e proprio incubo, oltre che un tabù. Il Romagnoli, un tempo fortino inespugnabile, sta diventando terra di conquista per chiunque ne calchi il terreno. Un blocco psicologico assedia i rossoblù prima di ogni gara sul proprio campo. Vuoi per la pressione esercitata dal numeroso pubblico, vuoi per l’emozione di giocare in uno stadio (vero) calcato in passato anche da Platini e Gullit. Fatto sta che sono ormai due anni nei quali chiunque indossi la maglia rossoblù diventa di colpo un ‘brocco’. In questa stagione su due gare casalinghe la squadra di Paolucci ha rimediato due sconfitte: 20 con l’Agnone e 3-1 domenica con l’Atessa. Ma probabilmente il match di l’altro ieri meritava ben altra sorte. Perché Maglione & co. sono scesi in campo con il piglio della grande e nella prima mezz’ora il risultato poteva essere tranquillamente di 3-0, per le tante occasioni avute e non finalizzate. Poi l’infortunio di Todino, sino alla sua uscita migliore in campo, la frittata combinata da Ascani, hanno fatto in modo che la squadra sparisse dalla scena. Solo due acuti ad inizio ripresa con il gol, regolare, annullato a Gherardi, autore di una splendida rovesciata, e il palo colpito da Maglione in seguito ad una mischia che aveva già portato i rossoblù vicini al gol. Per il resto la formazione di Paolucci è stata poco cosa, considerando anche la superiorità numerica avuta per quasi tutto l’arco della ripresa. Nonostante questo, come detto, la squadra del capoluogo non meritava la sconfitta e dal match con l’Atessa sono emerse anche alcune note liete. La più incoraggiante riguarda Casapulla. Vero mastino e padrone del centrocampo, finalmente un centrale vero. La nota negativa riguarda, invece, Ascani che è passato in un attimo dal Paradiso all’Inferno. Esaltato per tutto l’arco della scorsa settimana per le prodigiose parate a Montecchio e Bojano, ha peccato forse di eccessiva sicurezza, andando nel pallone per tutto il primo tempo. Ma siamo certi che l’estremo difensore saprà rialzarsi presto. Come tutta la squadra che da oggi tornerà al lavoro in vista della trasferta di Canistro. EB

20 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009

LE FOTO DEL M ATCH DI ANTONIO RATENI

Il gol di Cirilli

Il fallo del 2° rigore ospite

Un opaco Covelli

L’imprendibile Todino

L’esultanza rossoblù dopo il gol di Cirilli

L’esultanza dell’Atessa dopo il 2° gol di Miani

LA CURIOSITA’

Atessa, 6 rigori in 4 gare

Casapulla, uno dei migliori

Olimpiadi 2016: Obama sostiene Chicago Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama sarà venerdì a Copenaghen al Congresso del Cio per sostenere la candidatura di Chicago 2016. Lo si è appreso dall'interno del Comitato Olimpico Internazionale. Al congresso Obama parteciperà insieme con la moglie Michelle. Oltre a Chicago tre le altre città candidate per l'organizzazione delle Olimpiadi estive: Madrid, Rio de Janeiro e Tokyo.

Ferrentino in azione

Quando si dice che per vincere c’è bisogno anche della fortuna. Lo sa bene l’Atessa Val di Sangro che nelle prime 4 gare di campionato ha avuto 6 rigori a favore. Nella 1^ giornata ad Agnone è stato Pagano a realizzare dagli undici metri. Alla 2^, nella vittoria con l’Angolana, ancora Pagano ha segnato dal dischetto. 3^ giornata, successo sul Bojano, 2 rigori a favore realizzati da Miani e Pagano. Domenica al Romagnoli ancora 2 rigori messi a segno da Miani prima e Lazzarini poi. L’Atessa ha una media di 1,5 rigori a partita. Mantenendo questa media a fine campionato la squadra di Giandonato avrà 51 rigori a favore. Alla faccia della fortuna. EB

Zamparini:“Zenga non rischia” 'Donadoni al Napoli non è a rischio, quanto a Zenga non lo è assolutamente'. Parola di Maurizio Zamparini. Il presidente del Palermo, noto per i suoi esoneri di allenatori, sembra cambiato, e a Radio Kiss Kiss tranquillizza anche il collega del Napoli, Aurelio De Laurentis: 'Loro, come noi, hanno un potenziale inespresso: bisogna avere pazienza'. 'Non sono contento della mia squadra finora aggiunge però-, stiamo cercando il bandolo della matassa'.

Mister Giandonato


S P O RT CALCIO SERIE D

La squadra di Farina, in inferiorità numerica, è riuscita a recuperare lo svantaggio

Un pari che accontenta tutti Grandi emozioni al “Colalillo” in un derby molto combattuto dove il risultato è stato accolto positivamente da entrambe BOJANO Il grande cuore del Bojano è venuto fuori anche questa volta. La squadra di Francesco Farina era reduce da due sconfitte consecutive(rimediate contro l’Atessa Val Di Sangro in campionato e contro il Campobasso in Coppa Italia) ed era intenzionata a ritornare a far punti al cospetto dei propri tifosi in occasione di un derby molto sentito. Giocare in inferiorità numerica per quasi novanta minuti non è stata cosa semplice ma la caparbietà della matricola molisana è venuta fuori sin da subito, complici anche le scelte del tecnico dei biancorossi che ha saputo mandare in campo gli uomini giusti ed effettuare le giuste sostituzioni che si sono rivelate azzeccate. Da questa squadra non si può davvero chiedere di più; il campionato del Bojano è iniziato al si sopra di ogni più rosea aspettativa se si pensa soprattutto all’estate travagliata vissuta dal club matesino e alle tante difficoltà che Farina ha dovuto affrontare a causa di un ritardo nell’inizio della preparazione atletica. Sette punti messi fino ad ora in cassaforte, frutto di due successi, un pareggio e una sconfitta sono uno score invidiabile che non appartiene di certo ad una formazione in lotta per la salvezza. Dal quartier generale biancorosso arrivano segnali positivi ma allo stesso tempo c’è l’invito da parte del tecnico a rimanere umili e con i piedi ben saldi a terra perché sono trascorse solo quattro giornate ed il cammino della matricola molisana è ancora lunghissimo e arriveranno momenti duri nei quali occorrerà tirar fuori le massime motivazioni e quel carattere che a questa squadra non sembra mancare di certo. Il pareggio contro l’Agnone rappresenta un punto messo in cassaforte, un punto prezioso per raggiungere al più presto il traguardo che la società matesina ha fissato ad inizio stagione. JSV

LE FOTO DEL MATCH

Agovino in panchina

Altieri autore della rete dei matesini

Chisena in azione

Il saluto dei due capitani

La formazione del Bojano

O.AGNONESE

I tifosi del Bojano

Farina in panchina

Di Vito in azione

Siciliano festeggia il goal granata

Mourinho:“Il Rubin è una squadra di qualità”

Zeman:“Mou? Meglio come comunicatore”

Contro i russi del Rubin Kazan sarà difficile, ma se l'Inter giocherà come contro il Barca, la vittoria arriverà : così Mourinho.'Il Rubin è una squadra di qualità tattica e individuale, e il fatto di giocare per la prima volta in casa in Champions le darà una spinta particolare', aggiunge il tecnico nerazzurro. Mourinho non ha voluto dire nulla sulla formazione che manderà in campo oggi, ma ha escluso che Cambiasso e Milito abbiano problemi fisici.

'Mourinho è un grandissimo comunicatore che nasconde bene la propria mediocrità come allenatore'. Parola di Zdenek Zeman. Per l'allenatore boemo, l'Inter, anche se gioca malissimo, resta la favorita del torneo perchè è la più attrezzata. 'Penso che Mourinho sia all'Inter perchè è un grande gestore di giocatori, ma è ancora più bravo coi giornalisti'. Zeman non risparmia Ferrara e Leonardo subito su panchine importanti: la gavetta non serve 'perchè sanno già tutto'.

Dopo la sconfitta rimediata in Coppa Italia per mano del Boiano, battuta d’arresto che aveva sancito l’eliminazione dell’Olimpia Agnonese dalla competizione tricolore, il tecnico degli altomolisani Massimo Agovino aveva promesso ai suoi tifosi che in campionato avrebbero visto una squadra ben diversa. Ed effettivamente quella battuta d’arresto, l’unica subita in un incontro ufficiale, è stata uno schiaffo che è servito a scuotere la squadra granata che da allora ha cominciato a macinare gioco e punti. L’Agnonese continua ad essere una delle poche formazioni del girone F ancora imbattute in questo avvio di stagione e ritrovarsi a condividere questo primato in compagnia di Trivento, l’Aquila, Val Di Sangro e Chieti non è cosa da poco, visto che si tratta di formazioni in lotta per il primato. Il punto conquistato a Bojano domenica accontenta a metà il trainer campano, abituato a vedere la sua squadra giocare fino alla fine per i tre punti, e questa volta invece trovatasi a vivere una fase di improvviso adagio,non sfruttando nel migliore dei modi la superiorità numerica e soprattutto provando l’affondo solo nel finale. Al di là del risultato, che tutto sommato può essere valutato in chiave positiva, resta la grande soddisfazione per l’avvio di campionato davvero soddisfacente: ritrovarsi, dopo quattro giornate, con otto punti in classifica e a ridosso del vertice rappresenta un traguardo che può far dormire sonni tranquilli alla dirigenza altomolisana che ha chiesto ad Agovino e alla sua squadra di raggiungere al più presto la salvezza anche se tra gli spalti del “Civitelle” più di qualcuno è fermamente convinto che capitan Orlando e soci abbiano tutte le carte in regola per conquistare un posto nei play off. JM

21 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009


S P O RT ATLETICA

A Ricci la XXVI Tappino-Altilia Tra le donne a trionfare è stata Arianna Di Pardo, sorella di Luciano, che si è ripresa lo scettro Con il discreto crono di 1h 6’ 43”, il campano Gianluca Ricci si è aggiudicato l’edizione numero 26 della Tappino-Altlia. Il tenace atleta del Team Runners Montemiletto, secondo nell’ultima edizione, ha staccato di due minuti e 52 secondi il molisano Luciano Di Pardo, forte podista delle Fiamme Gialle e già vincitore della mezza maratona molisana nel 2001 e l’anno scorso. Al terzo posto Giuseppe Soprano, altro portacolori del Team Runners Montemiletto. In casa Di Pardo si gioisce comunque grazie alla splendida vittoria di Arianna, sorella di Luciano. La vincitrice dell’edizione 2007 della Tappino-Altilia e seconda l’anno passato, si è imposta con l’ottimo tempo di 1h 23’ 47”. Ha battuto la compagna di squadra della Nuova Atletica Isernia Iolanda Ferritti giunta due minuti e otto secondi dopo sul traguardo posto lungo il decumano del sito archeologico di Altilia. La mattinata si era aperta con il sentito ricordo da parte della ‘carovana’ dei due sfortunati podisti amatori investiti e uccisi mercoledì scorso a Bari, nei pressi di un incrocio, mentre si allenavano. Antonio Paccione e Savino Falco,

questi i loro nomi, erano atleti di lungo corso e amanti di gare come la Tappino-Altilia. Falco, che nelle scorse settimane si era iscritto alla ‘maratonina’ molisana, sarebbe dovuto essere questa mattina tra i 940 podisti in gara. L’Atletica Molise Amatori, con a capo il presidente Franco Pietrunti, e tutti gli atleti presenti, hanno ricordato i due podisti pugliesi, tesserati per la San Nicola Runners, alla partenza e all’arrivo in un clima di commozione generale. Nel mentre una gara bellissima, come sempre, illuminata da un sole caldo al punto giusto. I mille podisti in lizza si sono dati battaglia sulle strade del Molise centrale, dando fondo a tutte le loro energie, soprattutto nel chilometro finale, tra le colonne di Altilia e davanti ai tanti curiosi e turisti accorsi. Gara decisa sin

dalle prime c u r ve con Ricci e Di Pardo a fare il vuoto fino a quando l’atleta del Team Runners Montemiletto ha staccato il forte collega condizionato da alcuni problemi fisici. Più o meno

lo stesso copione nella gara femminile dove Arianna Di Pardo si è ripresa lo scettro che un anno fa le era stato strappato da Maria Pericotti che ieri è comunque riuscita a salire sul terzo gradino del podio. Suggestivo anche il momento delle premiazioni nell’incantevole scenario dell’anfiteatro romano. Presenti numerose autorità della scena politica e sportiva

regionale, anche se i protagonisti sono stati soprattutto loro: gli amatori in canottiera a pantaloncini che hanno invaso festosamente Altilia. La gara era valida anche come Campionato regionale amatori master individuale e per società. Questi i primi tre della classifica assoluta. Maschile: 1° Marciano Pilla (Atletica Venafro), 2° Mirco D’Andrea (Cus Molise), 3° Vincenzo Di Monaco (Nuova Atletica Isernia). Femminile: 1^ Arianna Di Pardo (Nuova Atletica Isernia), 2^ Iolanda Ferritti (Nuova Atletica Isernia), 3^ Anna Bornaschella (Atletica Venafro). Infine i risultati della Sepino-Altilia, gara non competitiva di 4 chilometri riservata ai ragazzi delle scuole. Maschile: 1° Matteo Covatta, 2° Michele Del Gobbo, 3° Valerio Arcari. Femminile: 1^ Maria Pia Cusanecci, 2^ Simona Cantone, 3^ Anna Struzzolino.

Conferenza al Coni provinciale sull’impiantistica del capoluogo

VOLLEY MASCHILE SERIE A2

Partenza da dimenticare per la Katay Isernia “Bisogna ripartire dalle buone cose fatte nel primo set ”, questo il proposito di Marco Fenoglio dopo il 3-0 subito a Crema, dove i padroni di casa sono apparsi più squadra rispetto ai biancoazzurri e hanno avuto un Cazzaniga in più. La Katay Geotec Isernia, infatti, è ancora un cantiere aperto, inevitabile dopo aver cambiato undici dodicesimi della formazione; proprio l’assenza di amalgama nella metà campo pentra rispetto ai meccanismi rodati della Samgas, con un’unica novità nello starting six rispetto alla passata stagione, Mattia Rosso, ha fatto la differenza. Qualche errore di troppo in ricezione mescolato alle bordate dalla linea dei nove metri di “Virus” Cazzaniga hanno fatto il resto. Tuttavia, l’iniziale 0-2 (Oro in attacco e Salgado a muro) faceva presagire una gara diversa e comunque non lasciava spazio per pensare ad una chiusura di set ai vantaggi, addirittura 31-29 il risultato del primo game. Ma strada facendo Isernia inizia

22 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009

a soffrire in ricezione sia sulla battuta di Cazzaniga (premiato prima del fischio di inizio per la vittoria della classifica dei cannonieri dell’A2 della passata stagione) e quella di Mazzonelli entrato per Patriarca sul 16-18 al servizio. Rosso, complice proprio l’insidiosa battuta del palleggiatore ex Mantova, trova dapprima la parità (muro su Oro e diagonale) e successivamente il primo vantaggio locale del match. Capitan Gemmi gli risponde con un mani out e una diagonale stretta, ma sono gli errori al servizio a condizionare ed allungare il finale di frazione, il cui esito a favore di Crema rappresenta la chiave di lettura del resto del match. Infatti, quando il primo arbitro fischia la doppia a Oro decretando l’uno a zero in conto set, per Isernia si spegne la luce. Al rientro i lombardi fanno 5-0 lavorando benissimo dalla linea dei nove metri, mentre per Isernia è Oro, il migliore in campo per i molisani, a cercare di tenere i compagni ancora legati alla

In Giappone arriverà l’annuncio: Alonso alla Ferrari Secondo il quotidiano sportivo spagnolo As la Ferrari annuncerà durante il prossimo Gp del Giappone il reclutamento di Fernando Alonso. Il passaggio di Alonso alla scuderia di Maranello avrebbe dovuto essere annunciato già prima di Monza, secondo As, ma lo stesso pilota avrebbe chiesto un rinvio. Sempre secondo il quotidiano, Alonso con la Ferrari 'ha firmato per cinque anni e il suo compagno di squadra sarà Massa'.

partita, mentre coach Fenoglio decide di buttare nella mischia Fiore per Janusek un po’ in affanno. E’ ancora Cazzaniga da fondo campo a dettare legge, mentre la non perfetta ricezione impone ad Evandro uno scontato gioco di palla alta che facilita il lavoro muro-difesa degli uomini di Monti. Un finale di set più equilibrato (anche se i cinque punti di svantaggio iniziale restano invariati) fa sperare quantomeno in un allungo della gara, ma il fuciliere Cazzaniga spegne ogni velleità ospite con un turno al servizio che fa segnare sul tabellone della Bertoni un’imbarazzante 9-0 (tre ace diretti e tre ricezioni sbagliate). Tale break spezza definitivamente le gambe agli uomini di Fenoglio che non riescono a ricucire il gap e per Crema è facile facile chiudere set e partita. Da oggi, senza pensare troppo a ciò che è stato, si torna in palestra con la mente già proiettata verso la M.Roma, prossima avversaria al PalaFraraccio.

Il Presidente del Comitato Provinciale CONI di Campobasso, Antonio Rosari, ha convocato una riunione monotematica del Consiglio Provinciale per la giornata odierna, con inizio in seconda convocazione alle ore 18.00 presso la sede del Comitato, in Via G. Carducci a Campobasso. A tale riunione interverranno anche gli amministratori del Comune di Campobasso, il Sindaco Luigi Di Bartolomeo e l’assessore allo sport Pasquale Colarusso, per discutere della situazione dell’impiantistica sportiva del capolugo. Considerata l’importanza dell’argomento all’ordine del giorno, la convocazione è stata estesa anche alle società sportive del capoluogo, in particolare a quelle che gestiscono un Centro di Avviamento allo Sport.

Lippi:“Inter e Juve, non è crisi” 'Mi sembra sbagliato parlare di crisi per l'Inter e la Juve. Al momento c'è un campionato con grande equilibrio e qualità'. Così Lippi. 'Se si pensa che una squadra debba e possa sempre vincere -afferma il ct azzurro- allora siamo fuori strada'. Lippi non si dice particolarmente sorpreso per il 1/o posto della Samp: 'il fatto che non giochi le coppe ora può essere un vantaggio'. E su Pazzini e Cassano? 'Tutti i giocatori sognano la Nazionale. Sulle possibilità bisogna aspettare giugno”.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Piccioni ripieni al ragù 2 piccioni 100 g di pasta di salsiccia q. b. di mollica di pane casereccio raffermo, 2 uova 1 dl d’olio d’oliva extravergine 1 fetta di lardo di prosciutto 1 bicchiere di vino rosso 1 litro di passata di pomodori

un ciuffo di prezzemolo grani di pepe un odore di noce moscata 1 spicchio di aglio, 1 piccola cipolla formaggio pecorino grattugiato a piacere q. b. di sale

Aprite i piccioni, estraete le interiora e lavateli accuratamente. Per il ripieno, tagliatele a piccoli pezzi le interiora e fatele soffriggere con la pasta di salsiccia in una padellina con un filo d’olio ed un trito finissimo di aglio e prezzemolo. Aggiungete una spruzzatina di vino, insaporite di sale e fate cuocere. Sbriciolate finemente la mollica di pane, unite le uova e quel tanto di formaggio necessario ad ottenere un composto morbido. Insaporite di sale pepe e noce moscata, aggiungete un trito finissimo di prezzemolo ed amalgamate. Con il composto ottenuto riempite i piccioni e cucite le aperture per evitare che il ripieno esca durante la cottura. Versate l’olio in una “tiella” di terracotta e, dopo avervi fatto appassire dolcemente un battuto di lardo cipolla e prezzemolo, adagiatevi i piccioni e fateli rosolare a fuoco vivo, sfumando di tanto in tanto con il vino. Aggiungete la passata di pomodori, salate e fate cuocere a fuoco lento. Con il ragù ed un’abbondante pioggia di pecorino condite i “cavatelli” e gustate i piccioni come secondo, contornati da fette di ripieno. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno PICCA Via Mons. Bologna, 24 Tel. 0874.416177 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ISERNIA Farmacia di turno SILVESTRI Via Lazio, 10 Tel. 0865.50789 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.414143

TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:52 06:49 08:39 09:35 11:25 12:30 14:11 14:12 16:02 17:14 19:04 17:40 19:30 18:23 20:13 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:36 06:25 08:15 12:08 13:58 13:22 15:12 14:30 16:20 16:00 17:50 17:14 18:55 18:40 20:30 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:00 06:24 06:54 13:00 14:15 16:25 18:00

Arrivo 07:48 09:16 10:47 16:03 18:13 20:02 21:00

Partenza Arrivo 05:45 08:53 08:25 11:40 14:10 17:16 14:15 18:00 16:25 19:25 19:35 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

NAPOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

(NON DIRETTI)

Partenza 06:15 08:20 09:15 14:00 14:15 16:00 17:15 19:40

Arrivo 09:25 12:05 12:25 17:30 17:30 20:15 20:50 23:00

Partenza 05:03 05:51 12:14 12:40 14:15 17:30 19:43

Arrivo 08:35 08:55 15:25 16:02 17:10 20:30 22:35

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-6,30 (anche festivo)-6,45-7,00-7,45 8,00-8,10 (anche festivo)-9,20-10,10 (an- che festivo) -12,00-12,30-12,45 (festivo)-13,3014,00-14,10-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo)-17,45-19,00-20,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,30-6,50-7,00-7,40-8,10 (anche festivo)8,30 (festivo)-9,40 (anche festivo)-11,2012,15-12,40 (festivo) -13,30-13,45 -14,00 (festivo)-14,10-15,15 -15,55-16,20 (festivo)17,15-17,30 (anche festivo) -18,40 -20,0021,35 (festivo)-22,10-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

A D N E AG

Ariete - In questa giornata una persona inaspettatamente vi proporrà una questione che non avevate preso in considerazione e che ora meriterà tutta la vostra attenzione, per essere chiarita o risolta al più presto, senza troppi giri di parole e senza troppe forzature da parti esterne! Siete voi che dovete riflettere e che dovete avere un occhio di riguardo per chi vi sta vicino! Toro - Non lasciatevi condizionare dai pareri esterni e dalle richieste troppo esigenti delle persone che vi sono intorno e che vorrebbero che vi piegaste alla loro volontà! Come già detto in precedenza, avete un cervello che funziona anche da solo e dovreste provare a sfruttarlo un pochino di più, prendendo le vostre decisioni! Comunque sia, va avanti tutto ottimamente. Gemelli - In questa giornata il vostro targhet potrebbe essere troppo alto per chi vi sta intorno e che cercherà in tutti i modi di accontentarvi, ma difficilmente ci potrà riuscire! Forse dovreste abbassarli questi standard, poiché anche voi non sareste in grado di soddisfarli a pieno! Un esame di coscienza in questo lunedì, non ci starebbe male! Cancro - In questa giornata avrete davanti a voi delle persone che in precedenza avete sottovalutato e che ora invece sono qui a proporvi delle opportunità, che voi non dovreste lasciarvi scappare! Non mostratevi troppo scettici, poiché questi potrebbero accorgersi del vostro essere ritrosi e cambiare idea sul vostro conto, togliendovi la possibilità appena concessavi! Leone - In questa giornata ovunque vi troverete e qualsiasi cosa facciate, sarete molto attivi e reattivi, per cui tutti apprezzeranno la vostra presenza e non è escluso che la richiedano anche nei prossimi giorni! Tuttavia, potreste avere bisogno di una piccola pausa prima di iniziare un tour de force, tanto per non restare sprovvisti di energia a metà strada! Vergine - In questa giornata avrete tutto il tempo per liberarvi da impegni inutili, che vi farebbero soltanto perdere la pazienza, per dedicarvi invece a qualcosa di più importante, come un progetto con la persona che amate o con un vostro socio! Siate più pratici nelle vostre scelte, altrimenti vi troverete sempre a dover decidere da che parte stare! Bilancia - In questa giornata dovreste prendere esempio dalle persone che vi sono vicino e che si stanno impegnando per raggiungere i propri obiettivi, spronando anche voi a fare lo stesso! Nessuno ha grandi pretese verso di voi e non le avrà mai, se voi non vi mostrerete più disponibili al sacrificio e alla dedizione, soprattutto in campo professionale! Scorpione - In questa giornata avrete bisogno di ricordare per poter capire perché una persona di vostra conoscenza si comporta in un certo modo con voi, soprattutto se è una persona che appartiene al vostro passato e che non vedete da parecchio tempo! Fare la prima mossa per scoprire le ragioni che stanno dietro le sue parole, potrebbe non dare i suoi frutti! Sagittario - In questa giornata, qualche piccolo ostacolo messo sulla vostra strada, potrebbe aiutarvi a spingere di più e ad ottenere quello che volete più velocemente! La vostra caparbietà potrebbe essere premiata e tutti gli occhi saranno puntati su di voi, anche se la cosa inizialmente vi potrebbe spaventare un po'! Uscite dalla vostra contrarietà degli ultimi tempi e state con i vostri cari. Capricorno - Qualcuno in questa giornata potrebbe mettervi alla prova, ma voi avete abbastanza equilibrio da non cadere nei loro tranelli! Piuttosto dovrete essere voi a mettere a vostra volta, alla prova chi avrete davanti, specialmente se si tratta del vostro partner, che ultimamente vi ha dato da pensare! Forse non troverte niente di strano, ma vale la pena tentare! Acquario - In questa giornata potreste avere bisogno di aiuto, quindi viconviene chiamare una persona fidata, magari della vostra famiglia, che siete certi, accorrerà subito al vostro richiamo! Affidarsi a qualcuno di esterno, potrebbe voler dire sottostare alle sue regole non essere liberi di agire come meglio si desidera e con i propria tempi, per risolvere la situazione! Pesci - Se state per raggiungere un grande obiettivo, in questa giornata non siate troppo precipitosi e non giungete subito alla conclusione di non potercela fare ad attendere, poiché sarebbe un comportamento da persone immature, quali non siete! Prendete un lungo respiro e vedrete che tutto andrà meglio e la vostra mente tornerà a ragionare razionalmente!

23 ANNO II - N° 214 MARTEDÌ 29 SETTEMBRE 2009



lagazzettadelmolise_29-9a