Page 1

Edilizia scolastica, Campobasso maglia nera

Elezioni, pressing da Roma sul Pd

CAMPOBASSO - L’annuale rapporto di Legambiente sull’edilizia scolastica, giunto alla sua decima edizione, mostra una situazione allarmante per il Molise. Campobasso relegata alla terz’ultima posizione. A PAG 2

CAMPOBASSO - Tonino Di Pietro ha paura di perdere le elezioni nel suo paese. Perciò spinge il suo ritrovato amico Bersani a fare pressing sul Partito democratico che con il resto del centrosinistra candida Chiappini. A PAG 3

ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Arrestato il notaio Puzone www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AD ANTONIO DI PIETRO Di molisano Antonio Di Pietro ha soltanto una cosa: la ‘capa tosta’. Nessun segnale di apertura verso il Partito democratico che aveva lanciato un ultimo appello per il bene della coalizione, mettendo in conto anche che poi sarebbe stato lui il leader del centrosinistra. Niente da fare, l’unica preoccupazione dell’ex pm in questo momento è di evitare una figuraccia a Montenero di Bisaccia, il suo paese di origine. E pur di sottrarsi al giudizio dell’elettorato adriatico è andato a ‘infastidire’ finanche l’amico ritrovato Pierluigi Bersani. Ma il pressing, pare, non abbia prodotto un granché.

L’OSCAR DEL GIORNO AD ANTONIO PASSANESE Al collega di Teleregione Antonio Passanese va oggi il nostro oscar. Una forma di incoraggiamento ad un bravo giornalista destinatario, da qualche tempo, di ripetute minacce e di episodi intimidatori che hanno dell’inquietante. Gli inquirenti sono al lavoro, stanno cercando di risalire all’autore di questi gesti e a quanto pare il cerchio si è stretto. Noi tutti speriamo che riescano al più presto ad incastrare il colpevole, ribadiamo comunque la nostra vicinanza all’amico Passanese che invitiamo a continuare il suo lavoro senza paure nonostante qualcuno stia provando a minare la sua tranquillità e la sua vita privata.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Il decimo rapporto di Legambiente mostra una situazione allarmante per il Molise

Edilizia scolastica: Campobasso in fondo alla classifica Quotidiano del mattino

Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010

Investimenti insufficienti: solo Messina e Crotone fanno peggio CAMPOBASSO - L’annuale rapporto di Legambiente sull’edilizia scolastica, giunto alla sua decima edizione, mostra una situazione allarmante per il Molise: l’esigenza di manutenzione straordinaria frequente, l’inefficienza nella gestione delle risorse, la mancanza di un serio monitoraggio della situazione ambientale e lo scarso investimento nel campo della bioedilizia, relegano Campobasso alla terz’ultima posizione generale nella speciale graduatoria. Ad incidere sul profondo divario qualitativo con i capoluoghi del centro-nord ( in testa alla classifica di Legambiente ci sono, infatti, Prato, Parma, Biella e Trento) le profonde differenze socio-econo-

Schifani: possibile rivedere elezione di Di Girolamo ROMA - Il caso di Nicola Di Girolamo, il senatore coinvolto nell'inchiesta sul riciclaggio che ha travolto anche Fastweb e Telecom Italia Sparkle, agita anche il mondo della politica. E ora sulla questione interviene il presidente del Senato, Renato Schifani: “Sono emersi nuovi elementi sulla dubbia elezione di questo signore” ha detto il numero uno di Palazzo Madama in merito alla possibile decadenza da senatore Pdl di Nicola Di Girolamo.

miche tra Mezzogiorno e Settentrione, oltre ad un diverso approccio politico-amministrativo al campo dell’edilizia. Il Rapporto “Ecosistema Scuola 2010” svela, inoltre, tutte le difficoltà incontrate dal governo centrale nella formulazione di una politica di programmazione intervenutale unitaria e condivisa a livello nazionale. La mancanza di un’apposita anagrafe edilizia per le strutture scolastiche, inoltre, di certo non facilita la gestione delle risorse e degli investimenti operata dalla varie amministrazioni locali. Ancora troppo ampio, poi, risulta il divario relativo alla disponibilità dei fondi: la media nazionale degli investimenti riguardanti sia la ma-

nutenzione ordinaria che straordinaria, infatti, risulta raddoppiata o addirittura triplicata per quelle regioni che, storicamente, possiedono un maggior numero di capoluoghi. Paradossalmente, nonostante un patrimonio edilizio più recente rispetto al resto d’Italia, le strutture del Centro-Sud sono quelle che necessitano di una manutenzione straordinaria più frequente. Il Molise si conferma nelle zone meno nobili della graduatoria sia nel caso degli indici di qualità edilizia per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado (la nostra regione è ferma al 4,3%), sia per quanto concerne gli investimenti per servizi e pratiche ecocompatibili. Sensibile, inoltre, è il

numero degli edifici ad elevato rischio sismico. Mancanza di collaudi e certificati, silenzio amministrativo: queste le piaghe che ostacolano un corretto sviluppo dell’edilizia scolastica molisana. La riqualificazione del panorama edilizio scolastico, secondo l’indagine di Legambiente, non può prescindere dallo studio di un piano nazionale di investimenti che sia capace di soddisfare bisogni strutturali e carenze delle singole realtà locali. Importante, in questo senso, lo stanziamento di 773 milioni di euro da parte del Governo: fondi, però, che ancora non sono stati trasferiti alla varie amministrazioni regionali.

Inchiesta G8, Balducci si dimette MILANO - L'ingegnere Angelo Balducci ha inviato un telegramma al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, con cui rassegna le dimissioni dall'amministrazione delle Infrastrutture e dall'incarico di presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici. Balducci è uno dei quattro arrestati nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti per le grandi opere tra cui il G8 della Maddalena e la ricostruzione in Abruzzo.


PRIMO PIANO Zuccherificio, una scelta chiara Il presidente Iorio difende l’azione del suo governo e replica agli attacchi di Nuovo Molise. Intanto sprona le minoranze in Consiglio che si sono arrese e appiattati su Romano

CAMPOBASSO - “Noi abbiamo fatto la scelta di continuare a fare zucchero, in altri luoghi si è deciso di riconvertire gli impianti alla produzione di energia con le biomasse. Noi abbiamo scelto di mantenere e salvaguardare l’occupazione, altri hanno fatto di conto con la cassa integrazione e con i problemi sociali che essa rappresenta. E’ un po’ questo il riassunto sintetico della nostra azione di Governo per la salvaguardia dello Zuccherificio del Molise. Ed è proprio l’esatto contrario di quanto maliziosamente asserisce sulle pagine di un giornale locale, l’articolista Pasquale Di Bello”. Lo ha detto il presidente della Regione Michele Iorio parlando della politica del Governo regionale

per la continuità produttiva dello Zuccherificio del Molise. “Come Governo regionale - ha detto ancora il presidente -, scegliemmo di non condividere l’impostazione della Ue sugli Ogm e decidemmo di continuare la produzione in Molise. Una scelta fatta in solitudine rispetto alla maggior parte degli stabilimenti di zucchero in Italia. Oggi, mentre quelle stesse strutture indirizzano il loro percorso industriale alla produzione di energia, creando non pochi problemi occupazionali alle aree dove insistono, noi andiamo avanti per la nostra strada e ascoltiamo, proprio in questi giorni, per bocca del Ministro Zaia, la volontà del Governo nazionale di sostenere la nostra iniziativa con appositi strumenti finanziari. Testimonianza questa di una lungimiranza progettuale scaturente da una politica sana e capace di far sintesi delle istanze provenienti dal territorio e dal tessuto economicosociale che vi opera. Scelte queste che abbiamo preso sempre nell’ottica di un confronto e di una corresponsabilizzazione con i lavoratori e con i rappresentanti di categoria. Insieme ab-

biamo deciso di continuare e insieme abbiamo stabilito la strada da percorre e breve e a lungo tempo”. “Ho letto, sempre sullo stesso giornale ha detto ancora Iorio - anche una serie di offese e illazioni sul socio privato. Dichiarazioni che non intendo commentare; evidenzio solo, però, che noi non abbiamo fatto altro che seguire il percorso intrapreso dalla FIAT quando si è affidata, per il suo rilancio, a Marchionne. Non credo che a Torino si siano preoccupati di dove abitasse e da dove provenisse Marchionne. Forse erano più presi, diversamente da Nuovo Molise, dalle capacità del manager e dal progetto industriale che aveva in mente. Parimenti noi abbiamo pensato più alle idee di Perna, che alla sua residenza. Idee tramutate in un progetto che abbiamo discusso e condiviso anche con i bieticoltori, i lavoratori dello Zuccherificio e le altre forze sociali ”. “Trovo, infine, alquanto bizzarro – ha concluso il presidente della Regione - l’atteggiamento delle minoranze in Consiglio regionale che si sono appiattite e arrese rispetto ad un doveroso dibattito sul furto dello Zuccherificio. Esse, infatti, hanno preferito giocare di retroguardia, abdicare al

proprio ruolo, rinnegare le scelte fatte in Consiglio regionale all’unanimità, e lasciare tutta la scena alle sole posizioni polemiche e distruttive di Massimo Romano. Posizione propagandate a senso unico dallo stesso giornale di Ciarrapico. Sarebbe altresì il caso che qualcuno, anche tra i banchi della maggioranza, rispetto a questo travisamento della verità, si alzasse e intervenisse, almeno per difendere le proprie scelte e per coerenza rispetto ad un progetto largamente condiviso e sostenuto, come quello di sostegno allo Zuccherificio del Molise. Pare quasi che ci sia una sorta di reticenza da parte di tutti a difendere le proprie scelte per paura della reazione di Nuovo Molise. Mi auguro che queste precisazioni possano fare chiarezza sull’azione di un Governo regionale che è da sempre impegnato per la protezione dello stabilimento termolese da ipotesi di chiusura o di trasformazione in produzioni energetiche. Per quanto riguarda le decisioni assunte nello specifico sullo Zuccherificio dalla Giunta regionale, mi rifaccio, sottoscrivendole in pieno, alla risposta fornita dall’assessore Vitagliano al consigliere Massimo Romano”.

Da Roma sollecitano il centrosinistra a trovare un accordo per il paese di Di Pietro dove l’ex pm è stato isolato dal resto della coalizione

Montenero, pressing di Tonino Ieri sera il pronunciamento dell’assemblea regionale del Pd CAMPOBASSO – Da Roma pressing sul Partito democratico che ha rotto l’alleanza con l’Italia dei valori sia a Termoli che a Montenero di Bisaccia. Antonio Di Pietro è preoccupato per le sorti elettorali del suo paesello dove parecchie settimane fa, senza interpellare gli alleati, ha lanciato la candidatura a sindaco Margherita Rosati. L’ex pm pensava che la tessera del medico, iscritta al Pd, sarebbe stata una si-

cura scorciatoia per ottenere la benedizione di tutto il centrosinistra. Sistemata l’alleanza a Montenero, il patto avrebbe resistito anche a Termoli. I fatti però sono andati diversamente. E ora Di Pietro teme davvero di rimediare una brutta figura. Perché il rischio di consegnare il Municipio agli avversari (che nel frattempo hanno reclutato anche molta manovalanza dall’amministrazione uscente) è elevato.

Gheddafi: no alle Moschee? Guerra santa alla Svizzera MILANO - Il colonnello libico Muammar Gheddafi ha invitato alla Jihad (la guerra santa) contro la Svizzera, da lui definita “miscredente” e “apostata”, dopo l’approvazione del divieto di costruire minareti nel paese elvetico. “È contro la Svizzera miscredente e apostata che distrugge le case di Allah che la jihad deve essere proclamata con ogni mezzo”, ha dichiarato il colonnello Gheddafi in un discorso a Bengasi, nell’est della Libia, in occasione della Festa del “Mouloud”, che commemora la nascita del profeta Maometto.

Cerca così di fare pressioni sull’amico ritrovato Pierluigi Bersani per il valore simbolico di questa elezione. E per evitare una nuova figuraccia: già nel 2000, isolato dal centrosinistra, Di Pietro dovette arrendersi alla forza elettorale della coalizione guidata dal sindaco uscente D’Ascenzo. Oggi può contare su Nicola D’Ascanio, ma il resto degli alleati è contro di lui e con Giuseppe

Chiappini, indicato alla carica di primo cittadino. Non va meglio a Termoli, anche se qui la situazione gli è sfuggita di mano. Filippo Monaco (buttato fuori in malo modo dall’amministrazione Greco) oggi ha il suo maggiore sponsor proprio nell’ex primo cittadino che si medita una rivincita su quella dirigenza piddina dopo che gli fu negata la tessera.

Legge anticorruzione, lunedì nel Cdm ROMA - Il disegno di legge anti-corruzione sarà esaminato al Consiglio dei ministri che è stato convocato per lunedì prossimo alle 11.30. Nella nota di convocazione si legge infatti che all'ordine del giorno figura il “disegno di legge recante disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione. I ministeri interessati sono quelli della Giustizia, dell'Interno, delle Riforme, della Semplificazione e della Pubblica amministrazione”.

La propaganda elettorale dell’ex vicesindaco è già in fase avanzata e, a questo punto, appare davvero molto difficile che possa essere interrotta a favore di Erminia Gatti, indicata da Antonio D’Ambrosio e appoggiata da buona parte del Pd. Ieri sera però, proprio su questo argomento, è stata convocata l’Assemblea regionale per un pronunciamento chiaro e definitivo.

3 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010


REGIONE Scuola, a settembre 800 iscritti in meno Preoccupazione dal sindacato della Flc Cgil per la conseguente perdita di posti di lavoro. Sorella: negli ultimi 3 anni 1000 persone sono rimaste a casa

CAMPOBASSO – Nel prossimo anno scolastico ci saranno 800 alunni in meno che corrispondono a una conseguente perdita di posti di lavoro. A lanciare l’allarme è il segretario regionale della Flc Cgil Sergio Sorella, dopo la riunione di due giorni sulle dotazioni organiche del personale docente. I dati previsionali infatti hanno evidenziato sì un saldo positivo di 7700 unità, anche se ci sono differenze territoriali notevoli che interessano, nello specifico, il Molise. La legge 133 del 2008 prevede che per l’anno scolastico 2010/2011 il taglio riguarderà 25mila e 600 unità. La riduzione dei posti di lavoro investirà essenzialmente la scuola primaria e quella secondaria. Il quadro emerso da queste prime indicazioni “necessita – come scrive il sindacalista –

di iniziative di informazione e mobilitazione, anche in previsione dello sciopero generale del 12 marzo prossimo. Nel giro di tre anni gli alunni delle scuole molisane (esclusa quella dell’infanzia) sono passati da 40mila e 400 a 38mila unità, con una riduzione del personale di oltre 1000 unità. A chi interessa il destino della scuola pubblica molisana?” Questo il dettaglio inserito nella nota informativa del sindacato di via Mosca: • Scuola dell’infanzia: sono consolidati in organico di diritto i 590 posti previsti nell’organico di fatto del 2009/2010. • Scuola primaria: verranno estese le 27 ore alle nuove prime e contestualmente tagliate ulteriormente le compresenze, con evidente impossibilità di garantire quanto richiesto dalle famiglie. Inoltre, una parte consistente del taglio si abbatterà sugli insegnanti specialisti di lingua inglese (4500 posti). • Scuola secondaria di primo grado: l’organico verrà determinato come lo scorso anno scolastico con la riconduzione ad ordinamento di tutte le classi (lo scorso anno le classi terze erano state escluse). La riduzione di posti si attesta su circa 2500 unità in meno. • Scuola secondaria di secondo grado: l’applicazione alle classi prime del nuovo ordinamento determinerà una riduzione complessiva di 5400 posti. Ma gli istituti tecnici e professionali per effetto della decurtazione oraria alle seconde, terze e quarte classi, vedranno ridursi di ulteriori 3600 posti le rispettive dotazioni. A questo, va aggiunta la riduzione di un ora di compresenza per gli insegnanti tecnico pratici (nel caso in cui ce ne siano più quattro) che determinerà un ulteriore riduzione di circa 1100 posti. Occorre tenere presente che sugli Itp si determinerà un ulteriore taglio per effetto delle riduzioni ordinamentali sopra segnalate. red

Il Club regionale delle Libertà Donne s’incontra per discutere di programma CAMPOBASSO – Oggi alle 18.30 all’hotel Rinascimento a Campobasso, si terrà un’assemblea del Club della Libertà regionale Donne. Alla presenza del presidente del Club, Rita Colaci, del vicepresidente Maria Giovanna Mastrobuono, dell’intero direttivo, del referente regionale del Club, del presidente della Prima Commissione consiliare permanente, Antonino Molinaro e di tutte le associate, sarà portata all’attenzione pubblica una bozza del programma sulla quale, da qui in avanti, si dovrà lavorare apportando il contributo di tutte le donne e tutte le categorie che vorranno partecipare alle attività dell’associazione. Il Club Regionale Femminile all’interno del Pdl si propone di creare ampi progetti nei vari ambiti territoriali al fine di coinvolgere le donne nelle probabili soluzioni alle problematiche socio-politiche culturali del territorio e dare alle stesse una maggiore opportunità di partecipazione e di crescita.

4 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010

Scajola: sedici offerte per Termini Imerese MILANO - Sono sedici le offerte per Termini Imerese. A fornire i numeri sullo stabilimento Fiat è il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, il quale ha spiegato che le offerte «crescono di giorno in giorno», annunciando anche che il governo sta pensando a un bando internazionale «per chiedere altre manifestazioni di interesse».

Contando da zero a tre Servizi educativi per la prima infanzia CAMPOBASSO – Questa mattina a partire dalle ore 9.30, nella sala conferenze della protezione Civile, in via Sant’Antonio Abate, la Regione Molise presenta la “Direttiva sui requisiti strutturali e organizzativi dei servizi educativi per la prima infanzia”. La manifestazione si divide in due sessioni: la prima dedicata “ai servizi educativi per la prima infanzia: politiche, gestione, qualità”, alla quale prenderanno parte il presidente della giunta regionale, Michele Iorio, gli assessori Angiolina Fusco Perrella e Filoteo Di Sandro, i dirigenti della Regione Molise Michele Colavita e Lucia Viti, l’esperto dei servizi educativi per la prima infanzia dell’Istituto degli Innocenti Lorenzo Campioni; la seconda dedicata a “bambine, bambini, genitori, professionalità educativa, riflessioni ed esperienze”, alla quale parteciperanno il primario di Neonatologia dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso Maria Lucia Di Nunzio, Maurizio Parente e Jessica Magrini rispettivamente ricercatore ed esperto dell’Istituto degli Innocenti.

Un progetto del Ministero per la lotta al tabagismo CAMPOBASSO - Sarà inaugurato questa mattina alle 10, nell’Aula Centro Servizi Culturali “G.A.Colozza” dell’Università degli Studi del Molise, il centro di didattica multimediale “Le vie del fumo”, progetto realizzato nell’ambito delle attività promosse dal Ministero della Salute per l’applicazione e la diffusione di modelli d’intervento efficaci per la lotta al tabagismo. Il Servizio Assistenza Socio-Sanitaria della Regione Molise, in collaborazione con la Lega Italiana contro i Tumori di Campobasso e la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi del Molise, ha predisposto un programma d’azione finalizzato alla realizzazione di percorsi sperimentali, ricerche e programmi operativi continuativi nel tempo.

Delbono contestato alla prima lezione BOLOGNA- Non c'è pace per Flavio Delbono. Ieri è stato il giorno della prima lezione all'Università, dove è tornato dopo le dimissioni da sindaco. Ma ad accoglierlo c'era un gruppo di studenti di Azione universitaria (ramo giovanile dell'ex An, ora Pdl) con cori, maracas e coriandoli.


REGIONE Aspre critiche al ‘sistema gelatinoso’ che ha portato al commissariamento del settore. La proposta della segreteria aziendale dell’Anaao-Assomed per risollevare una situazione al collasso

Deficit sanitario, la ricetta dei medici dirigenti CAMPOBASSO – C’è preoccupazione per lo stato della sanità pubblica molisana. Ieri la segreteria aziendale dell’Anaao-Assomed (medici dirigenti) ha aspramente criticato le istituzioni regionali che avrebbero contribuito ad alimentare “un sistema gelatinoso di connessioni affaristico-familistiche e l’intreccio politico-clientelare che imbrigliano il sistema sanitario e che pesa sulle spalle dei cittadini. Il commissario (nonché governatore) non parla, il sub commissario non si vede, l’assessore alla Sanità è praticamente invisibile, i consiglieri regionali sembrano di un’altra regione, l’opposizione è fantasma”. Insomma, le promesse non bastano più. Ora gli operatori chiedono che ciascuno faccia la sua parte per risollevare una situazione orami al collasso che immobilizza anche tutti gli altri settori (buona parte del deficit infatti condiziona pesantemente

Solidarietà dell’Asm al collega Passanese L'Associazione della Stampa del Molise e' vicina al collega Antonio Passanese, destinatario di ripetute minacce ed episodi intimidatori. E’ inquietante che, nel Molise, un giornalista sia oggetto di frasi e lettere minatorie e perfino del danneggiamento dei propri beni. Nel ribadire la piena vicinanza a Passanese il sindacato si augura che gli inquirenti facciano al più presto piena luce sugli avvenimenti.

Alunni bocciati? Tutti gli insegnanti a casa MILANO - Se l'alunno non è bravo a scuola è colpa dell'insegnate: a questa conclusione è giunta l'autorità scolastica di un istituto americano di Rhode Island. Che ha licenziato tutti gli insegnati. Alla fine dell'anno scolastico, previsto per inizio giugno, tutti i 74 insegnanti della Central Falls Senior High School dovranno riordinare la loro cattedra e lasciare la scuola.

anche gli stanziamenti nel Bilancio regionale, ndr). L’Assomed ripercorre le tappe che hanno portato il Molise al commissariamento, un percorso già fotografato dalla Corte dei Conti nella sua relazione del 2005. La nomina del presidente della Regione Michele Iorio, del sub commissario Isabella Mastrobuono, di un assessore alla Sanità e l’istituzione di una commissione speciale che vigili sull’attuazione del piano di rientro (senza contare l’avvicendamento dei direttori generali dell’Asrem), non hanno migliorato certo la situazione. Questa in sintesi la proposta: centralizzare le attività ad alta tecnologia con una forte dipartimentalizzazione su scala regionale delle stesse; sviluppare il concetto di ospedale ad intensità di cure che flessibilizzi l’attività assistenziale assicurandone la continuità in tutta la regione con estensione dei servizi a bassa intensità di assistenza

nell’ottica di avvicinarli al cittadino, migliorando la qualità delle prestazioni e risparmiando risorse; dotare il territorio di presidi che svolgano attività socio-assistenziali, ma non in modo episodico e isolato, bensì integrato a tutto campo col sistema ospedaliero sviluppando nel contempo l’assistenza domiciliare; limitare il ruolo debordante delle strutture private presenti in regione, soprattutto Neuromed e Cattolica, delineandone con esattezza i compiti che esse debbono svolgere nel sistema sanitario regionale; chiarire il ruolo dell’Università che non può cannibalizzare il sistema sanitario regionale con una occupazione manu militari e priva di riscontri validi delle apicalità; sviluppare una rete regionale di Rsa (attualmente di fatto assenti) per la grande presenza di popolazione anziana e che potrebbero derivare dalla riconversione di qualche ospedale per acuti tecnologicamente obsoleto.

Infine, least but not the least, occorre affrontare il nodo della precarizzazione del lavoro medico che da un lato impedisce un corretto sviluppo della professionalità e dall’altro confligge con una continuità assistenziale degna di tale nome. red

Euroregione Adriatica, la 3 giorni entra vivo Nella sede belga della Regione Molise si sta svolgendo la conferenza rivolta ai responsabili della formazione delle pubbliche amministrazioni di quei territori che affacciano sul bacino adriatico CAMPOBASSO – I paesi membri dell’Euroregione Adriatica sono stati chiamati a raccolta dal presidente Michele Iorio che nella sede belga della Regione Molise ha promosso una tre giorni di lavori rivolta ai responsabili della formazione delle pubbliche amministrazioni di quei territori che affacciano sul bacino adriatico. Obiettivo è quello di stabilire un programma di formazione comune a tutti, una conferenza mirata a definire competenze e capacità dei dirigenti pubblici dell’Euroregione.

“La Regione Molise – ha detto ieri il governatore aprendo i lavori della conferenza - intende svolgere un ruolo prioritario nel contribuire all’identificazione di una strategia comune per l’Adriatico e, a tal proposito, offrirà una piattaforma ideale che permetterà la condivisione di buone pratiche e di esperienze tra i paesi membri dell’Ue e quelli del bacino adriatico, inclusi Kosovo, Serbia e Fyrom (Macedonia)”. La giornata di ieri è stata dedicata al dibattito con il benvenuto ai partecipanti del

Il Dl ‘Emergenze’ è legge dello Stato ROMA - Il cosidetto Decreto legge “Emergenze” è legge dello Stato. Il Senato ha approvato in via definitiva, con 136 voti favorevoli, 105 contrari e 6 astenuti, il decreto sull’emergenza rifiuti in Campania e sul terremoto in Abruzzo. A favore del provvedimento, che era stato modificato alla Camera eliminando la parte sulla Protezione Civile Spa, hanno votato il Pdl e la Lega Nord, mentre si sono espressi in modo contrario Pd, Idv e Udc.

presidente dell’Euroregione Ivan Jakovčić e del vicepresidente Michele Iorio. Oggi invece verranno stilate le proposte per migliorare la cooperazione nella Pa, tavola rotonda nel pomeriggio sull’educazione e sull’addestramento inerenti programmi e azioni unite da intraprendere. Domani saranno presentati i risultati ottenuti con i gruppi di lavoro e si aprirà un dibattito sull’importanza di una scuola di pubblica amministrazione nell’area Adriatica.

5 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010


CAMPOBASSO Una nota professionista arrestata per peculato aggravato e continuato. La donna non avrebbe versato oneri erariali per un ammontare di circa 1 milione di euro

Domiciliari per il notaio Puzone Era a casa della figlia Si trovava a casa della figlia, a Campobasso, Fiorita Puzone, il notaio di cui, nelle ultime settimane si erano perse le tracce. Per la professionista di origini campane, che per anni ha operato nel capoluogo molisano, ieri mattina, intorno alle 11.30, sono scattati gli arresti domiciliari per peculato continuato ed aggravato (art. 314 del c.p.). A notificare l’ordine di garanzia emesso dal Gip Teresina Pepe, gli uomini del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Campobasso, gli stessi che, dallo scorso mese di agosto, coordinati dal pubblico ministero Fabio Papa, hanno portato avanti le indagini del caso. La donna si sospettava fosse inizialmente ad Orbetello, luogo in cui si era trasferita per continuare a svolgere la sua professione, ma nella cittadina toscana lo studio che aveva aperto non è mai entrato in funzione. Poi l’ipotesi che si fosse spostata in una località del nord,

fino all’epilogo finale. Le fiamme gialle l’hanno appunto raggiunta a casa della figlia dove è attualmente ristretta. Ad illustrare i dettagli dell’operazione, nel pomeriggio di ieri, la Guardia di Finanza. Nel periodo 2007-2009, la nota professionista non avrebbe versato all’Erario importi per circa 1 milione di euro. Somme riscosse dai clienti per imposte strettamente connesse ad atti e rogiti stipulati nel proprio studio. In virtù di ciò, negli ultimi mesi, agli ignari clienti del notaio sono state recapitate, dall’Agenzia delle Entrate, cartelle esattoriali per tributi mai onorati in relazione a circa 300 atti redatti nei confronti di 700 proprietari di beni mobili ed immobili. Questi ultimi saranno costretti a versare entro 60 giorni le somme mancanti, pena una sanzione pari al 30% dell’importo dovuto. E’ invece di 250 mila euro la somma già recuperata dall’erario. A questo punto toccherà alla magistratura

accertare la responsabilità del notaio prima di potersi rifare sulla professionista i cui conti pare siano prosciugati. Intanto, le indagini della Guardia di Finanza proseguono. (ms)

Slitta l’udienza a carico di Fiorani Per l’ex patron della Banca Popolare di Lodi si tornerà in aula il 30 marzo Slitta al 30 marzo l’udienza preliminare a carico di Gianpiero Fiorani, l’ex patron della Banca Popolare di Lodi (ora Banco Popolare Gruppo Bancario), e di altre nove persone. Ieri, il gup Teresina Pepe avrebbe dovuto decidere per l’eventuale rinvio a giudizio sulla base della richiesta del pm Fabio Papa. L’accusa quella di usura bancaria, reato per cui il codice penale prevede fino a

vent’anni di reclusione e la confisca obbligatoria dei beni del condannato. Causa del rinvio l’impossibilità dei difensori di Fiorani di presenziare a Campobasso per via della partecipazione ad altra udienza, ossia quella dinanzi il Collegio penale di Milano nel processo per la scalata alla Banca Antonveneta. Nei guai banchieri, funzionari e imprenditori, che avrebbero appli-

cato tassi usurari in danno di aziende locali. Vittime dell’usura bancaria, difese dall’Avv. Luigi Iosa, sono gli imprenditori molisani Marco e Giovanni Pulitano, nonché la moglie di quest’ultimo. I fatti censurati si sarebbero consumati tra il 1997 ed il 2004; l’Istituto di Credito finito nel mirino degli inquirenti è il Banco Popolare all’epoca dei fatti Banca amministrata da Giampiero Fio-

rani, la quale negli ultimi tempi ha assorbito la Banca Popolare di Lodi di Campobasso, già Credito Molisano S.p.A. di proprietà della famiglia Morelli. La Magistratura locale e le Fiamme Gialle hanno condotto, in stretta collaborazione con colleghi di altre Regioni, accurate indagini sulla proprietà e su tutti i vertici amministrativi della Banca in questione. Dopo la consulenza tecnica,

dalla quale emergono nette sproporzioni tra il T.E.G (Tasso Effettivo Globale) adottato ed il tasso soglia di usura fissato trimestralmente dal Ministro del Tesoro, il pm ha dunque dato il via all’azione penale. Inoltre, la Banca inquisita, forse per evitare problemi con la Giustizia, ha ceduto nel 2006 il suo credito usurario ad atre persone, anch’esse ovviamente imputate per usura.

Emergenza droga: Ripalimosani nel “fronte comune” Raccolto l’allarme lanciato dal sindaco Di Bartolomeo e dal vescovo Anche il comune di Ripalimosani scende in campo contro la droga. Lo ha annunciato il primo cittadino del comune molisano, Paolo Petti, che ha così raccolto l’allarme lanciato dal sindaco di Campobasso, Di Bartolomeo, e dall’Arcivescovo Giancarlo Bregantini: “Quello della droga è un problema che interessa da vicino anche il nostro centroha detto Petti- . Nell’unirci al coro di voci che si sono già sollevate cercheremo di mettere in campo sul nostro territorio tutte le azioni volte a prevenire ed arginare questa piaga, puntando sulla rete delle istituzioni presenti”.

La giunta comunale ha già avviato i contati con la stazione locale dei Carabinieri, con il parroco e con i responsabili dell’ambito territoriale ripese: “Coinvolgeremo le istituzioni, la scuola, gli esperti e le famiglie per alzare con ogni mezzo l’attenzione sul problema- ha continuato Petti- per proporre alternative valide ai nostri ragazzi e per aiutare le famiglie che purtroppo il dramma già lo vivono”. L’obiettivo è quello di aprire il “fronte del no” all’ingresso degli altri paesi limitrofi e di creare una rete di relazioni che consenta di vincere l’isolamento e arginare il dilagare del fenomeno.


CAMPOBASSO “Non luogo a procedere”, niente processo per Di Giacomo Niente processo per il senatore Ulisse Di Giacomo nell’ambito della vicenda che lo ha visto coinvolto con il reporter di “Striscia la notizia” Stefano Salvi. Il giudice Teresina Pepe ha infatti stabilito il non luogo a procedere. Per il senatore molisano, il pubblico ministero Fabio Papa aveva chiesto il rinvio a giudizio per il reato di calunnia

I fatti risalgono al febbraio del 2008, quando Salvi si recò in Consiglio regionale per intervistare il Governatore Michele Iorio sulle vicende della sanità molisana. In quell’occasione il Presidente riuscì ad evitare il reporter, mentre Di Giacomo insultò Salvi avanzando delle minacce. Nel contempo, per l’inviato di “Striscia”, la querela, da parte di Iorio per attentato

agli organi costituzionali (per aver interrotto i lavori del Consiglio) e Di Giacomo (a quel tempo assessore alla sanità) che aveva chiesto agli inquirenti di indagare per altre ipotesi di reato. Intanto, il reporter Salvi ed il proprio legale, l’avvocato Albino, non si sono pronunciati sulla decisione del giudice, attendendo di poter leggere la motivazione che verrà depositata tra trenta giorni.

Fanno meglio Calabria, Puglia e Basilicata. In testa alla classifica le regioni del Nord

Differenziata, maglia nera al Molise L’indagine portata avanti da Legambiente, in collaborazione con l’istituto ricerche “Ambiente Italia”, non lascia dubbi: il Molise è il fanalino di coda dell’Italia in fatto di raccolta differenziata. Il rapporto condotto dall’associazione nell’ambito dello studio “Ambiente Italia 2010”, svela come il Sud incontri ancora notevoli difficoltà nella sensibilizzazione e nella gestione della raccolta rifiuti: in testa alla speciale classifica, infatti, figurano Trentino Alto Adige, Veneto e Piemonte (rispettivamente con 53, 51 e 49 punti percentuali).

Il Molise, ultimo con il 4,8%, è preceduto da Calabria, Puglia e Basilicata. Si registra, invece, nella nostra regione, un miglioramento nell’incidenza delle percentuali di infrazioni: problema, questo, che risulta affliggere in maniera particolare Campania, Sicilia e Calabria. Deludenti anche le performance in materia di emissioni di gas climalteranti sul suolo nazionale: mentre nel resto d’Europa si nota un calo medio del 4,3%, nel “bel Paese” lo stesso bilancio è in crescita di addirittura cinque punti.

A marzo seminario sulla devianza La direzione generale dell’ufficio scolastico regionale per il Molise, in collaborazione con l’Osservatorio regionale per il bullismo, ha promosso un seminario sul tema “Relazioni tra pari in ambito scolastico: disagio, conflitto, devianza”. L’iniziativa si inscrive nell’ambito della politica di prevenzione del disagio e di tutela del benessere degli studenti promosse dalla Regione, allo scopo di sensibilizzare docenti e dirigenti scolastici alle modalità di approccio alle problematiche relazionali degli studenti dal punto di vista psicosociale ed educativo. Il seminario- che si terrà il prossimo 10 marzo, al-

l’Istituto comprensivo “Montini” di Campobasso- introdotto dal Direttore Generale della Direzione Scolastica Regionale per il Molise, vedrà la partecipazione del prof. Stanislao Smiraglia (docente di Psicologia sociale all’Università degli Studi di Cassino), della dott.ssa Maria Rotondaro (procuratore della Repubblica presso il tribunale dei minori di Campobasso) e del prof. Michele Lamedica, docente di scuola secondaria di secondo grado. Nella stessa occasione, inoltre, verrà analizzato il modello didattico “Peer education”, che sarà esplicato dai rappresentati dell’associazione “Pianeta giovani”.

La minoranza sul Piano casa ‘a Limosano nessun rilancio dell’edilizia’ Non ci sarà nessun rilancio dell’edilizia privata a Limosano: nonostante le varie sollecitazioni da parte dei consiglieri di minoranza, i termini concessi dalla legge regionale sul “piano casa” (la 11.12.2009, n.30) sono decaduti e l’assemblea comunale non si è riunita in tempo utile per discuterne l’ attuazione. La direttiva avrebbe concesso l’assegnazione di funzioni specifiche agli organi comunali, allo scopo di inquadrare la normativa generale adottata dalla Regione nell’ottica delle effettive esigenze delle singole realtà locali. Il consiglio comunale di Limo-

sano, riunitosi più volte per individuare aree e zone dei centri potenzialmente destinatari degli interventi edili, non è riuscito a discutere nei liniti temporali previsti le modalità di intervento: i sessanta giorni stabiliti dalla legge, infatti, sono trascorsi e con essi sono decaduti anche i benefici a favore di quei cittadini che avessero voluto intraprendere attività edilizia nel comune molisano. La non attuazione del “piano casa” rappresenta un’altra mancata occasione di sviluppo territoriale: una maggiore considerazione del problema in ambito istituzionale

avrebbe di certo potuto giovare all’edilizia residenziale e turistica, apportando significativi vantaggi anche in campo occupazionale ed economico.

A Campobasso non si supera il 15% A Campobasso la raccolta differenziata, pur se cresciuta negli ultimi anni, è a livelli bassissimi. All’inizio le cifre non riuscivano a superare il 4% rimanendo incollate a minimi storici che poco facevano sperare. Poi tra promozioni e concorsi e premi messi in palio dalla Sea la percentuale di raccolta intelligente è salita fino al 15%. Con punte del 30 nel quartiere Vazzieri, il più virtuoso della città. Insomma cifre che pur se lievitate sono ben lontane dagli standard europei, soprattutto se si considerano realtà come la Germania dove la differenziata fa parte integrante della cultura nazionale. Tanto per tornare a Campobasso, pare che la difficoltà maggiore sia legata proprio al fattore ‘abitudine’ o meglio alle cattive abitudini. Non si esclude che sia più facile buttare tutto in una busta, e liberarsi senza troppa fatica di ciò che si ha in casa. Il fatto di dover dividere carta, plastica, vetro e indifferenziato continua a non convincere i campobassani. “Sappiamo che l’unico rimedio è la

raccolta porta a porta – spiega Mauro Vitolo della Sea – come è successo già a Termoli che con l’introduzione di questo servizio la percentuale di differenziata ha raggiunto una media del 30%. Il porta a porta è un progetto che la Sea ha già in cantiere ma avviarsi non è facile. Perché ci sono dei costi iniziali da supportare: basti pensare ai secchi, alle buste, ai camion per la raccolta e non da ultimo al personale. Costi maggiori che verrebbero compensati da un risparmio sui costi di smaltimento in discarica. Del servizio porta a porta ne stiamo parlando con i responsabili del Comune. L’assessore al ramo, Nicola Cefaratti, è un tecnico, conosce bene la materia e sa i vantaggi che potrebbe portare a Campobasso”. Ma è solo una questione culturale? Forse sì ma spesso è difficile anche decidere dove buttare certi rifiuti. Per diradare ogni dubbio si può consultare il sito della Sea dove si trova un utile vademecum con i consigli e le indicazioni per un’ottima raccolta differenziata.


SPETTACOLI Borrelli, Lorusso, Grandillo e Colavecchia espongono a Itatiba

Arte tra Brasile e Italia Presentato una bozza di programma del Toquinho Festival di Charles N. Papa ROMA - Il Brasile in questo periodo è interessato da una serie di eventi culturali molisani. Lunedì 22 febbraio presso l’Ambasciata del Brasile in piazza Navona a Roma, è stata presentata la proposta progettuale della terza edizione del Toro Toquinho Festival, manifestazione dedicata al grande artista brasiliano, originario del piccolo comune molisano, in programma dal 27 al 31 luglio 2010. Il Festival, nella passata edizione ha avuto la presenza di Toquinho, che si è esibito in una piazza gremita. Lo stesso artista ha visitato, nei giorni prececedenti, Toro, paese dal quale partì suo nonno alla volta del Brasile. La nuova edizione del festival ha un suo staff che sta già creando un caretllone con una serie di eventi collaterali: musica, mostre, convegni, dibattiti. L’incontro romano, ha visto uno scambio di opinioni tra, il sindaco di Toro Angelo Simonelli, e tutto lo staff politico/artistico composto da Amalia Miozzi, Nicola Quercio, Dante Gentile Lorusso e Maurizio Oriunno e l’Ambasciatore José Viegas e il consigliere culturale Acir Pimenta Madeira. Viegas ha garantito la disponibilità istituzionale ed economica per il Festivale e per la ristampa della biografia di Toquinho curata dal fratello del cantante, Joao Carlos Ricci. La nuova edizione, conterrebbe una sezione, corposa, dedicata alle origini molisane di Toquinho. Ma il Toro Toquinho Festival, non è stato l’unico argomento trattato in Ambasciata. E’ stato consegnato all’Ambasciatore Viegas il catalogo della mostra d’arte contemporanea che si terrà dal 4 al 13 marzo presso il Museo Historico Municipal della città di Itatiba, nello Stato di San Paulo, curata dall’associazione Limiti Inchiusi, grazie alla collaborazione di Ute Hess, Andrè Bartholomeu e di Luciano Migliaccio, docente di storia contemporanea presso l’Università di Itatiba. La mostra si chiama “Viaggio/viagem” e sarà replicata a Toro durante il Festival. Espongono dieci artisti brasiliani e i molisani Dante Gentile Lorusso, Paolo Borrelli, Fausto Colavecchia e Luigi Grandillo. Il gemellaggio Toro-Itatiba sarà suggellato il 5 marzo in Brasile, e il 12 con un convegno.

Termoli winter presenta Lorca TERMOLI - Il cartellone di “Termoli winter” prevede, in doppia serata il 6 e 7 marzo “La casa di Bernarda Alba” di Garcia Lorca. Considerata come il capolavoro di Garcia Lorca e la più importante opera del teatro spagnolo contemporaneo, "La casa di Bernarda Alba" è del 1936, circa due mesi prima della sua morte ad opera dei falangisti. Lo scoppio della guerra civile ne impedì la rappresentazione, che fu rinviata al 1945 quando venne portata in scena a Buenos Aires. Definito dallo stesso autore come "documentario fotografico", il dramma sviluppa, con un andamento sobrio e serrato di grande carica espressiva, tutte le contraddizioni interne al mondo andaluso, legato all'arcaica consuetudine della castità.

Live al Dlf CAMPOBASSO - Proseguono i live al Dopolavoro ferroviario del capoluogo, solo per i tesserati. Questa sera tocca a Simone Sala, estro molisano, conosciuto in tutto il mondo. Il concerto con i Matrioska, in trio dunque con Oreste Sbarra (già Riserva Moac) e Pierluigi Barbato. A breve il trio pubblicherà un nuovo disco.

Flash CAMPOBASSO - Stasera al De Anima (via Barbato) after dinner. Set di Flavio Emme. CAMPOBASSO - Oggi al Move in via Garibaldi, serata latina. CAMPOBASSO - Oggi al Cafè Prestige, cocktail bar e musica dopo cena. Mix Antonio Martino. ISERNIA - Dalle 23:30 al discobar La Strada Positivanight. Set di Charles Papa e Alessandro Roccia. Voce di Pietro Rama. ISERNIA - Stasera all’enoteca Grapes in corso Marcelli cocktail &music. CAMPOBASSO - Domani sera alla discoteca Alexander due piste, due musiche. Info 087466123.

Queen, Foo fighters e Cars con Hawkins Taylor Hawkins, il batterista dei Foo Fighters (la band fondata dopo la scioglimento dei Nirvana da Grohl) ha messo su i Coattail Raiders, ed ha voluto nel disco, ospiti come Brian May e Roger Taylor dei Queen, Dave Grohl dei Foo e Elliot Easton dei Cars.

Al via Italia Wave Molise

Cinema CAMPOBASSO - Alla sala Alphaville da domani e sino al 1 marzo, si proietta “Lourdes” di Jessica Hausner. Orari 17:30, 19:30, 21:30. Ingresso euro 4,50. Info 087490613. CASACALENDA - “Tra le nuvole” è il film che Molisecinema presenta al nuovo cinema Roma Sabato 27 e domenica 28. La pellicola con George Clooney, sarà preceduta dal corto “Pagine utili” di Stefano Lorenzi. Orari: 18:00 e 21:00 sabato e 17:00 e 20:00 domenica. Info 0874841303.

Sono ben 2.245 le band iscritte al concorso per le selezioni molisane di Italia Wave (Livorno 21 / 25 luglio), che si terranno oggi e venerdì prossimo al Mamamè per arrivare alla finale il 12 marzo. Stasera si eisbiranno: Andrea Nini, Noise revolution, Circolo vizioso della farfalla, Postit (foto).

Jennifer Lopez senza disco sino all’estate Il nuovo disco disco di Jennifer Lopez è pronto, ma l’uscita slitta, forse, all’estate prossima. Motivo: chiusura contratto con la Sony senza rinnovo. Pare che la multinazionale, dopo i flop degli ultimi album di J Lo, non abbia avuto considerazione nella nuova proporta della Lopez.

11 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010


Crisi Ittierre, l’Ugl punta i piedi

Cristiano Huscher è rientrato in corsia

La Ugl chiarisce che gli unici titolarizzati a sedere nei tavoli di crisi, oltre alle organizzazioni sindacali sono le Istituzioni: Ministero, Regione, Provincia e Comune.Tutte le decisioni saranno discusse e approvate insieme ai lavoratori in apposite assemblee.

Huscher ha dato seguito a quanto stabilito lo scorso mercoledì dal giudice del Tribunale del Lavoro di Campobasso che ha annullato il suo licenziamento, sottoscritto dall’Asrem il 28 gennaio scorso. Ad attenderlo colleghi e il presidente dell’associazione Altiero Spinelli, Giannini.

ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e.mail: lagazzettaisernia@alice.it

IL TAPIRO DEL GIORNO A LUIGI MAZZUTO E’ davvero una brutta grana questa delle quote rosa, presidente! E pensare che lei credeva di aver chiuso definitvamente il discorso rinominando la sua giunta “maschilista”. Sono già così lontani anche i giorni in cui aveva ritrovato il feeling con il gentil sesso a seguito della nomina della Consigliera di Parità effettiva, eppure parliamo neanche di due settimane fa. Quel 13 febbraio si prodigarono tutti a complimentarsi con lei per una nomina che ridava concretezza alla parità uomo-donna. Ora, invece, il nuovo pronunciamento del Tar. E dal momento che, come si suol dire, al peggio non c’è mai fine, caro presidente Mazzuto consegniamo proprio a lei il tapiro del giorno, in attesa di un periodo di certo più roseo. In tutti i sensi.

L’OSCAR DEL GIORNO A ‘SCIO ANCH’IO’ Sono spesso costretti a rimanere in casa per non affrontare le umilianti barriere architettoniche delle città in cui vivono. Sono una realtà da difendere e amare. Una realtà che deve essere integrata nel tessuto sociale. Sono loro, i diversamente abili che domani saranno i protagonisti della manifestazione “Scio anch’io” in programma a Capracotta. Il progetto di coinvolgimento dei disabili nella pratica di discipline sportive invernali è un’iniziativa particolarmente lodevole che vale, meritatamente, agli organizzatori dell’evento l’ambita statuetta del giorno. Un oscar collettivo che l’amministrazione comunale di Capracotta deve necessariamente condividere con l’Ente provinciale, la Proloco capracottese, l’associazione Onlus “Scio anch’io” e l’Unitalsi di Isernia- Venafro che, ciascuno con il loro contributo, hanno reso possibile la manifestazione.

Quote rosa, la Provincia prende tempo

www.lagazzettadelmolise.it lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Huscher torna in corsia, colleghi in rivolta I chirurghi del‘Veneziale’hanno stilato un documento contro il primario da inviare ai vertici Asrem Ospedale Veneziale, ore 8.30 di ieri mattina: Cristiano Huscher dopo un mese circa, rientra nel suo ufficio del reparto di chirurgia. In questo modo, il professore bresciano ha dato seguito a quanto stabilito lo scorso mercoledì dal giudice del Tribunale del Lavoro di Campobasso che ha annullato il suo licenziamento, sottoscritto dall’Asrem il 28 gennaio scorso. Ad attenderlo in ospedale, non c’erano i colleghi, ma solo Ernesto Giannini, presidente dell’associazione “Altiero Spinelli”, uno dei suoi più strenui accusatori. Giannini lo ha accolto con la costituzione in una mano ed un cartello nell’altra, riportante una frase di Luigi Tenco: “Quante persone dovranno morire,…perché siano troppe a morire”, chiaro riferimento alle polemiche riguardanti l’alto tasso di mortalità che si sarebbe registrato sotto la gestione Huscher. Quest’ultimo, non può ancora riprendere ufficialmente a lavorare, almeno non prima che la sentenza venga notificata ai vertici dell’Asrem. Per questo si è limitato a trascorrere un paio d’ore nel suo ufficio senza

L’ ospedale Veneziale

“La vertenza del Gruppo Ittierre è particolare, avviene nel pieno della crisi, prima finanziaria e poi industriale, che in questo periodo colpisce l’economia Occidentale ed il nostro Paese. Le cause però sono senz’altro da ricondurre a fattori diversi da quelli generali, a responsabilità manageriali ben precise che hanno condotto tale azienda sull’orlo del fallimento”. Ad affermarlo è la Ugl Molise. “In un territorio come quello molisano, dove la vera grande industria è stata rappresentata fino ad oggi da Fiat ed Ittierre - cotinuano - ci viene difficile pensare a valide alternative imprenditoriali ed industriali in grado di garantire il futuro non solo dei lavoratori occupati su Pettoranello, ma considerando l’indotto, sull’intero territorio”. È per questo che dal sindacato, a livello locale e nazionale, si dicono pronti a dare ai lavoratori risposte concrete con l’unico obiettivo di garantire a tutti un futuro occupazionale. Un percorso condiviso, in maniera responsabile con tutte le altre Organizzazioni Sindacali presenti nel Gruppo, quello che si intende portare avanti. La Ugl però ci tiene a chiarire che gli unici titolarizzati a sedere nei tavoli di crisi, oltre ai sindacati sono le Istituzioni: Ministero, Regione, Provincia e Comune. “Non è la gestione Commissariale - spiegano - che decide il piano di riorganizzazione o di eventuale esubero dei lavoratori, ma i futuri imprenditori che acquisiranno l’azienda. Tutte le decisioni saranno discusse e approvate insieme ai lavoratori in apposite assemblee, pertanto è perfettamente inutile oggi prestabilire se è meglio la mobilità, la Cig, i contratti di solidarietà o altro ancora”.

Ugl:“Lasciateci lavorare in pace per l’Ittierre”

Incidente stradale, migliora 21enne Fuori pericolo il 21enne di Santa Maria Oliveto rimasto coinvolto in un incidente sulla strada statale 85 venafrana, poco distante dal ponte della ferrovia. Migliorano le condizioni del ragazzo, trasportato prima all’ospedale ‘Ss. Rosario’ di Venafro, poi all’istituto ‘Neuromed’ di Pozzilli per ulteriori e più specifici accertamenti. Il 21enne,alla guida della sua Smart, nella tarda sera di mercoledì, si era scontrato fron-

14 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010

talmente con una Fiat Punto grigia. Solo tanta paura, invece, per il conducente della Punto che non ha avuto bisogno di ricorrere alle cure mediche. Sul posto, per i rilievi del caso, erano intervenuti i carabinieri della Compagnia di Venafro. Secondo gli inquirenti, la pioggia battente e l’asfalto reso viscido sarebbero state le cause più probabili del sinistro, che ha visto completamente distrutte le due automobili.

Sentenza sui cellulari: causano tumori cerebrali E' documentato il rischio di tumori cerebrali dopo 10 anni di esposizione a cellulari. E' quanto si legge nella sentenza che ha condannato l'Inail a pagare una rendita pari all'80% di invalidita' a un dirigente d'azienda che aveva contratto una grave patologia perche' durante il lavoro aveva utilizzato il cellulare per 5- 6 ore al giorno per 12 anni.

avere contatti con nessuno. Prima però ha raggiunto il dirigente di zona Manfredi Selvaggi armato del provvedimento di reintegro. I bene informati hanno confermato la sua volontà di restare in Molise fino al 2011, come da contratto, una notizia che non farà di certo piacere al resto dei suoi colleghi, con i quali i rapporti da tempo non sono certo idilliaci. I medici dell’Uoc di chirurgia, addirittura, avrebbero stilato un documento congiunto da inviare ai vertici dell’Azienda sanitaria. Il documento conterrebbe le loro forti “perplessità per la possibile compromissione della tranquillità di un ambiente di lavoro delicato a seguito del ritorno di Huscher”. Un argomento questo che dovrà essere vagliato attentamente dai vertici sanitari per via del rapporto strettamente fiduciario che c’è tra gli stessi ed il medico, chiamato ad Isernia in veste di consulente e non semplice dipendente. Voci sempre più insistenti addirittura, vorrebbero i medici vicini alla proclamazione di uno sciopero ad oltranza nel reparto di chirurgia, assicurando nel contempo soltanto le emergenze più gravi.

Piacere Molise, in mille nello stand di Bruxelles Ha riscosso grande successo, lo scorso mercoledì, a Bruxelles l’evento “Piacere Molise- Itinerario gustativo nel solco della tradizione enogastronomica-musicale sannita”. Oltre mille ospiti, infatti, hanno potuto apprezzare, all’interno dello spazio allestito presso la sede del Parlamento europeo, le specialità alimentari provenienti dal territorio molisano e valorizzare la tradizione musicale della zampogna, simbolo per eccellenza del comune di Scapoli. La manifestazione si è svolta al termine di una giornata particolarmente ricca di appuntamenti che hanno riguardato il Molise. In mattinata, infatti, si è tenuta la conferenza internazionale su “Definizione delle competenze e delle capacità nella pubblica amministrazione dell’Euro Regione adriatica”, nel corso della quale, insieme al presidente dell’euro Regione, Ivan Jakovic, è stato affrontato il tema della forma-

zione amministrativa dei 25 enti, regionali e locali, aderenti all’organismo internazionale nato a Termoli nel 2004.A seguire la colazione con il Presidente della Camera Gianfranco Fini, incentrata sul tema dell’immigrazione e della sicurezza e sugli sviluppi della campagna elettorale, e la conferenza stampa di presentazione del progetto di gemellaggio tra il comune molisano di Scapoli e il comune di Birzai in Lituania. L’intesa consentirà uno scambio culturale a 360 gradi tra due realtà profondamente diverse e, nello stesso tempo, aprirà nuovi scenari lavorativi per i giovani. All’incontro, promosso dall’eurodeputato Aldo Patriciello, hanno preso parte la deputata lituana Radvile Morkunaite-Mikuleniene, in rappresentanza del comune lituano di Birzai, Renato Sparacino, sindaco di Scapoli, e Peppino De Rose dello European Business Mediterranee Consulting.

Licenziamento ingiusto per chi naviga La Suprema Corte ha stabilito che è vietato spiare il dipendente in ufficio, che può navigare sul web anche nelle ore di ufficio. Se la navigazione avviene senza farne troppi abusi, il dipendente non può essere licenziato. Se infatti il comportamento viene riscontrato attraverso un controllo informatico disposto dall'azienda per i giudici non può esserci icenziamento


ISERNIA Provincia: ‘quote rosa’in Giunta, il presidente Mazzuto prende tempo Dopo il nuovo pronunciamento del Tar, l’Ente diVia Berta attende di leggerne le motivazioni Il giorno dopo la decisione del Tar Molise che azzera di nuovo la sua giunta, il presidente della Provincia di Isernia Luigi Mazzuto si concede una giornata di riflessione. In uno scarno comunicato Mazzuto “si riserva di decidere sul da farsi, solo dopo aver letto e approfondito le motivazioni del dispositivo del Tribunale amministrativo”. Una posizione discutibile per molti, dal momento che le motivazioni non dovrebbero discostarsi da quelle già addotte nel primo azzeramento. La questione “quote rosa” in Provincia, infatti, risale al mese di novembre dello scorso anno. Allora, furono i consiglieri di minoranza in quota “Sinistra e Libertà”, Antonio Sorbo e Angelo Cutone a presentare un primo ricorso, subito rigettato perché i due consiglieri, in quanto uomini non avevano diritto

A Capracotta... ‘Scio anch’io’

Si terrà domani a Capracotta la I Giornata Provinciale sulla neve “Scio Anch’io”. L’evento dedicato ai diversamente abili che potranno cimentarsi nella disciplina dello sci è stato presentato nella mattina di ieri in Provincia. Nella conferenza sono interventi l’Assessore provinciale alle Politiche Sociali Domenico Izzi, il sindaco di Capracotta Antonio Monaco, l’assessore alle Politiche Sociali del comune alto molisano Maria D’Andrea, il presidente della Proloco capracottese Annamaria Labbate, il presidente dell’Associazione Onlus “Scio Anch’io” Gigino D’Ippolito, il presidente della III Commissione consiliare della Provincia di Isernia Antonio Tedeschi e il

Giornalino scolastico, al via il concorso L'Ufficio Scolastico Provinciale di Isernia, con la collaborazione della Provincia e del Comune di Isernia, indice la XIII edizione del Premio "Città di Isernia – Giornalino scolastico", riservato a riviste e giornali scolastici redatti dagli studenti. La scadenza per la partecipazione è il 2 aprile. Il regolamento è reperibile sul sito www.uspisernia.it.

presidente dell’Unitalsi Isernia-Venafro Francesco Pettine. Il raduno è previsto per le ore 10 presso gli impianti sciistici di Montecapraro, sono circa 50 le persone disabili che vi prenderanno parte, per ciascuno ci sarà a disposizione un istruttore dell’Associazione sciistica “Scio Anch’io” abilitato all’insegnamento degli sport invernali ai portatori di handicap. Nel corso della mattinata di sabato, i partecipanti potranno salire a bordo della seggiovia sulle alture di Capracotta. Seguirà un pranzo e nel pomeriggio si terrà una solenne celebrazione liturgica, officiata dai vescovi delle Diocesi di Isernia e Trivento. “Sarà una giornata all’insegna del sorriso – ha detto l’Assessore provinciale Domenico Izzi. Una delle priorità della nostra amministrazione è di riuscire a portare fuori dalle case i disabili, di integrarli completamente nel tessuto sociale”. “Capracotta si candida ad essere il punto di riferimento per lo ‘sci sociale’ – ha invece dichiarato il Sindaco Antonio Monaco –. La morfologia delle nostre montagne, i servizi, le attrezzature e il personale qualificato consentono di programmare un progetto di coinvolgimento dei diversamente abili nella pratica delle discipline sportive invernali che abbia una presenza più stabile sul territorio, in risposta ad una domanda sempre crescente che sopraggiunge anche da altre realtà regionali”.

a presentarlo. A qualche giorno di distanza, al Tar giunse un secondo ricorso, presentato dall’avvocato Roberto Giammaria per conto di nove donne, rappresentanti di varie associazioni, che il 4 dicembre ottennero l’azzeramento dell’esecutivo presieduto da Mazzuto, perché nella composizione non era stato rispettato il principio della pari opportunità uomo-donna, così come stabilito anche dallo Statuto della Provincia di Isernia. Al primo azzeramento il Presidente di via Berta rispose rinominando lo stesso esecutivo costituito da soli uomini. L’avvocato Giammaria, a quel punto, propose un secondo ricorso motivandolo sulla tesi delle violazioni degli articoli 51 della Costituzione, 6 del decreto legislativo 267 del 2000 e 38 dello Statuto della Provincia stessa. In questo modo,

veniamo ai giorni nostri, con il secondo azzeramento decretato dal Tar che di fatto conferma il primo. A questo punto tutti gli assessori sono nuovamente decaduti dal proprio incarico, perdendo anche il diritto a sedere nell’aula dell’assemblea provinciale poiché per assumere l’incarico di assessori si sono dovuti dimettere da Consiglieri. Dopo aver passato un’intera mattinata, quella di ieri, in riunione con i propri legali, ora Mazzuto a davanti a sé due vie. O ricompone la giunta, riservando almeno un posto ad un assessore donna, oppure può optare per il ricorso al Consiglio di Stato, che in tal caso sarebbe il primo del genere in Italia. Una scelta, quest’ultima, che potrebbe spingere Sorbo e company a ricorrere alla magistratura ordinaria. DaCi

Di nuovo a rischio la discussione sul ‘Ss. Rosario’ Torna a riunirsi il consiglio provinciale di Isernia. Il caso ha voluto che l’assise si terrà il prossimo 8 marzo, il giorno dedicato alle donne, proprio in un periodo in cui è proprio quello legato al gentil sesso l’argomento più dibattuto in via Berta. L’assise sarebbe al momento in forse dopo il pronunciamento del Tar Molise che di fatto azzera la giunta. In attesa di ulteriori sviluppi in tal senso, l’odg prevede sei argomenti. Particolare attenzione verrà riservata ai temi riguardanti il Piano di riordino del sistema sanitario regionale e alla situazione dell’ospedale ‘Santissimo Rosario’ di Venafro, a rischio chiusura. Proprio nell’ultima assise, i consiglieri di minoranza occuparono fino a tarda notte i locali della Provincia per la mancata discussione dell’argomento, che slittò dopo il lungo dibattito sulla crisi di Ittierre e Geomeccanica. Questa volta il consigliere Sorbo mira all’approvazione, anche da parte del Consiglio provinciale, dello stesso documento già accettato dall’assise venafrana. Questi nel dettaglio gli altri punti in discussione. Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente saranno discusse le proposte a firma “Sinistra e Libertà” ed altri, aventi ad oggetto il “trasferimento dei posti Dco delle Ferrovie dello Stato”, e le “problematiche di approvvigionamento delle acque”. Non solo, si parlerà anche del “Parco regionale dell’ulivo di Venafro”, e dei servizi, anzi dei disservizi di Poste Italiane. La seconda convocazione è fissata per il 10 marzo.

Malattie rare, III giornata europea In occasione della III Giornata Europea delle Malattie Rare - “Pazienti e Ricercatori partners per la vita”, La Fondazione Neuromed, l’Associazione AICH Neuromed (Associazione Italiana Corea di Huntington) e L'ISEF di Poggiomarino (NA) hanno organizzato un simposio sul tema che quest’anno sarà l’alleanza tra pazienti e ricercatori.

15

ANNO III - N° 46

VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010


TERMOLI L’idea: una gestione unitaria del circolo del Partito Democratico di Larino

La proposta del gruppo “Molise per Bersani e Petraroia” “Sarebbe utile affrontare i temi del rapporto tra rappresentanza politica e soggetti o problemi sociali di riferimento” LARINO – Il gruppo “Molise per Bersani e Petraroia” del Circlo del Pd In coerenza con quanto sostenuto in tutti gli incontri collegiali, riconferma la propria posizione a favore di una gestione unitaria del partito riportata nelle linee guida e di programma. “Il partito è in una fase ancora costitutiva, lo è forse da troppo tempo e ciò dovrebbe pur indurci ad una qualche riflessione. A noi pare evidente che su questo piano non si è fatto abbastanza per creare un netto profilo identitario del partito. A nostro giudizio sarebbe utile, per non dire indispensabile, affrontare i temi del rapporto tra rappresentanza politica e soggetti o problemi sociali di riferimento”. I firmatari del documento politico non

nascondono di avvertire anche che il ceto politico periferico oggi è chiamato a un ruolo più diretto e attivo, rispetto al passato, nella individuazione dei problemi e nella elaborazione delle risposte. “Ciò impone l’abbandono di quelle logiche finalizzate all’esclusivo accaparramento di poltrone. Noi siamo molto abili sul versante relativo alle strategie degli equilibri, perché ereditiamo dal passato un’esperienza che ci ha allenati in questa direzione; lo siamo, invece, molto ma molto meno sul piano dell’analisi dei problemi e soprattutto della elaborazione delle risposte, perché su questo versante, dobbiamo riconoscerlo, il passato ci ha lasciato in eredità insegnamenti inadeguati”. L'invito del gruppo è quello di privi-

Cartelle esattoriali errate, lettera al Prefetto di Campobasso ACQUAVIVA COLLECROCE – Sono arrivate cartelle esattoriali errate e i Consiglieri comunali di minoranza Dal Corso, Vetta, Tamburo e Trolio hanno scritto al Prefetto di Campobasso. “Entro il mese di dicembre 2009 sono arrivate dalla società Esattorie Spa, società incaricata dall’Amministrazione comunale, all’incirca 500 avvisi di accertamento ICI ai residenti. Sono stati commessi un numero sproporzionato di errori: centinaia di avvisi inviati a persone decedute ed in alcuni casi da decenni, avvisi inviati su terreni edificabili ma di proprietà di coltivatori diretti e regolarmente coltivati e quindi esentati dall’imposta, avvisi inviati per terreni espropriati dove oggi ci sono strade, avvisi inviati su pertinenze. Come consiglieri comunali appartenenti al gruppo di minoranza – scrivono -, abbiamo inviato comunicazione al

16 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010

Sindaco e chiesto la convocazione urgente del Consiglio comunale in cui si chiedeva di sospendere l’azione massima dell’accertamento ICI, chiedendo che il controllo e verifica sull’imposta ICI fosse effettuato direttamente dagli uffici comunali competenti, demandando poi alla società di riscossione di esigere l’imposta solo a chi effettivamente non ha ottemperato al pagamento del tributo dovuto. Nella stessa comunicazione è stato richiesto di fornire i costi già sostenuti o da sostenere dal Comune per tale controllo affidato alla società Esattorie spa”. “Dopo quasi un mese, ci viene data la non disponibilità alla convocazione del Consiglio comunale in quanto la richiesta risulta essere non pertinente ed illecita. Uno schiaffo alla sovranità del Consiglio comunale. Uno schiaffo al dialogo e alla democrazia”.

Presentazione libro di Stefano Amoroso LARINO - Domani mattina alle 11, nella Sala consiliare del Municipio, verra presentato il libro "La sfida per lo sviluppo del Mezzogiorno - Il caso Molise" di Stefano Amoroso. Saranno presenti Giuseppe Pardini, professore di Storiografia contemporanea dell’Unimol, Antonio Picariello dello staff del Sindaco e il presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti, Antonio Lupo, quale moderatore.

legiare il percorso delle analisi e dalle elaborazioni e di farlo insieme, perché ritengono non sia agevole. E sia questo il piano sul quale selezionare meriti e promozioni. “Noi non disconosciamo gli equilibri di partito usciti dal congresso – scrivono ancora -, ma riteniamo che sia utile a tutti accogliere la nostra disponibilità a concorrere alla definizione degli assetti locali, ai quali noi guardiamo riservando attenzione sia agli effetti di impatto esterno sia ai giusti punti di sintesi nella loro composi-

zione”. Infine ritengono che il circolo debba ricercare e aprirsi alla partecipazione di quelle donne che siano disposte a fornire un contributo autentico, e non di facciata, alla crescita politica e culturale del nostro territorio. “Altri due aspetti sono quelli che ci premono ancora. Da un lato il riferimento ai contenuti, dall’altro la condivisione di regole che assicurino trasparenza e correttezza nella gestione del partito”.

Ospedale, presa di posizione del Comitato per la difesa del Vietri LARINO – Continuano le azioni di stimolo e di collaborazione con gli organismi responsabili della sanità,da parte del Comitato per la difesa dell'Ospedale Vietri. In questa occasione denuncia pubblicamente l'indifferenza da parte del Direttore Generale dell'ASREM Angelo Percopo, il quale, in occasione di diversi incontri, aveva rilasciato dichiarazioni (o promesse) di precisi impegni che riguardano un "nuovo corso" sul funzionamento dei servizi essenziali del Vietri. “Impegni che in questi ultimi mesi – scrive il Comitato -, ha quasi del tutto disatteso adducendo giustificazioni fragili e contraddittorie. Infatti aveva esordito promettendo di rendere virtuosa la Sanità Molisana, ma ai fatti concreti si è dileguato come "uccel di bosco", adottando la tecnica del "rinvio sine die"e assicurando nel contempo un "ottimo piano di rientro". In riferimento a quanto sta accadendo, il Comitato chiama in causa anche l'Amministrazione Comunale larinese “che, in posizione di attesa, è in tutt'altre faccende affaccendata, in un momento in cui i più potenti fanno il loro gioco a sicuro danno dell'Ospedale Vietri”. Intanto c'è da registrare che é in atto la mobilitazione e sono state predisposte forme di protesta e organizzato per il 5 o 6 marzo un incontro aperto a tutta la cittadinanza con la probabile partecipazione di un esperto in materia di riorganizzazione sanitaria. “Si ricorda a tutti – conclude una nota del Comitato - che i cittadini del basso Molise vivono una difficile situazione di disagio che nasconde aspetti drammatici e subdoli. Se la Sanità è gravemente "malata" è colpa di coloro che hanno causato lo spreco con l'uso improprio del denaro pubblico, danneggiando il Molise e tutta l’Italia. "La casa brucia!".Occorre intervenire subito.

Le reliquie di San Pietro Celestino a Larino LARINO – Arriveranno domenica nella Basilica Concattedrale le reliquie di San Pietro Celestino che darà inizio al mese Celestiniano. “Un periodo molto sentito – è il messaggio della diocesi Termoli – Larino - durante il quale su dispensa del Papa, Benedetto XVI, sarà anche possibile ricevere l’Indulgenza Plenaria”.


TERMOLI Il finanziamento sugli aiuti sarà trattato nel prossimo Consiglio dei ministri

Crisi settore saccarifero, si attendono risposte “A rischio le attività del comparto che coinvolgerà oltre 2mila dipendenti e 10mila aziende agricole” TERMOLI – Si continua a parlare degli Zuccherifici, dell'attuale situazione di crisi del settore e i ventilati interventi del Governo. Allo Zuccherificio di Termoli c'è apprensione tra le maestranze e l'indotto per il futuro dell'azienda. Dal Ministero dell'Agricoltura continuano a giungere notizie frammentari anche se il Ministro Luca Zaia ha promesso il massimo interessamento. Ed è notizia di ieri che il capitolo del finanziamento sull’aiuto temporaneo, sprovvisto di copertura nel bilancio triennale 2008-1010 che riguarda le annualità’ 2009 e 2010, sarà tra l’altro oggetto di discussione al prossimo Consiglio dei ministri. Si tratta di un aiuto di importo massimo di 43 milioni di euro l’anno, per un totale di 86 per le due annualità, commisurato ad una produzione nazionale di zucchero di 508.379 tonnellate. Lo ha precisato proprio il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Zaia, rispondendo al question time ad una interrogazione dell’Unione di Centro (Udc). Va tuttavia considerato, ha detto Zaia, che ”è cambiata la redditività del settore, rispetto ai parametri di base dell’Ocm del 2006 e

progetti di riconversione, che con ingenti terminerà la cessazione delle attività del dell’aiuto temporaneo, perchè rispetto al investimenti privati sarebbero in grado di settore bieticolo-saccarifero italiano, 2008 il prezzo dello zucchero è raddopgarantire circa 700 nuovi posti di lavoro. aprendo una grave crisi che coinvolgerà piato, passando da 314 a 655 dollari la tonSe il governo non erogherà quanto prooltre 2mila dipendenti e 10mila aziende nellata e questo è segnale positivo per lo messo – è stato detto – tale situazione deagricole”. sviluppo del settore bieticolo-saccarifero nazionale”. Ma resta la preoccupazione dei bieticoltori, alla vigilia delle semine, ed è stata espressa da Gian Luca Galletti (Udc) secondo il quale “si tratta di un modo sbagliato di legiferare e di una parTERMOLI – E' stata depositata la lista Popolari cenzo Di Cienzo, Sandro Greco, Vincenzo Litita giocata male che non dà Liberali che sostiene Remo Di Giandomenico mongi, Michele Maffulli, Iolanda Mezzodì, Giucertezze ai bieticoltori, con un inalla candidatura di sindaco. Questi i nomi degli seppe Mottola, Rocco Pagliaccio, Francesco dotto di 2 mila persone, che doaspiranti Consiglieri comunali: Gianni Amo- Panico, Mario Parente, Alfredo Pecorella, Dovranno fare semine sulla base di roso, Basso Cannarsa, Antonio Cianfagna Bra- menico Perfetto, Michele Pretorino, Daniela una promessa, senza cioè sapere cone, Antonio Cilla, Monia Cinalli, Gian Quici, Tomasina Ragni, Prudente Bruno Ramos, se i soldi ci sono o meno”. Inoltre Michele Corvo, Antonio De Gregorio, Michele Valerio Santoro, Pino Sciarretta, Luciano Sec”ancora non è stato emanato il De Nisi, Vito De Palma, Antonio Di Bona, Vin- chieri, Giuseppe Speciale, Sandro Urbano. decreto attuativo della Finanziaria 2006 in materia di tracciabilità e certificati verdi per la produzione di energia da biomasse locali. E in momento di crisi, appare quanto mai criticabile la scelta di mettere in discussione la realizzabilità dei

Comunali, la lista di Remo Di Giandomenico

Marciapiedi in via del Mare, precisazioni dal Municipio

Amministrative, la strategia politica di Erminia Gatti TERMOLI – Conferenza stampa ieri sulla scalinata del Municipio del candidato a sindaco di Costruire Democrazia Pd, Erminia Gatti. Una esternazione a tutto raggio che ha fatto intendere quale sarà la sua campagna elettorale. Ad iniziare dal dualismo nel centrodestra tra Remo Di Giandomenico e Basso Di Brino che rischiano di andare al ballottaggio tra loro se il centrosinistra non ritrova l'unità: ovvio l'invito a Filippo Monaco, candidato dell'altra coalizione di centrosinistra, a fare un passo indietro e ritrovare l'unità sottolineando che “non considero Monaco un avversario perché lo sono altri, quelli di altro orientamento politico”. Comunque non ha nascosto il suo rammarico se le cose restassero così riconoscendo che é un peccato che il centrosinistra vada diviso perché ad agevolarsi é il centrodestra. Poi ha chiarito che in caso di ballottaggio tra i due schieramenti non é da mettere in dubbio l'apparentamento con Filippo Monaco. Infine ha toccato il tasto Turbogas, impianti a

biomasse e nucleare. “A Termoli si profila una grande coalizione trasversale: apparentemente divisi e contrapposti tra destra e sinistra ma in realtà uniti, palesemente o tacitamente, in buona fede o in mala fede, su spaventosi interessi economici ed energetici. C’è un profondo filo rosso che parte dalla Turbogas e passa per ipotesi di inceneritori, impianti di presunte biomasse fino al Nucleare. Si tratta di questioni dannose non più solo a livello di sviluppo economico, ma anche e soprattutto pericolose per l’ambiente, la salute dei cittadini e per il territorio. Si tratta di responsabilità che prima ancora di essere giudiziarie, sarà la magistratura eventualmente ad accertarlo, sono politiche e sono trasversali alla destra e alla sinistra. Io sono fuori da questa grande coalizione: ho combattuto la Turbogas da semplice cittadina, ora mi candido a Sindaco di Termoli per fare scudo umano –s e sarà necessario - per evitare alla città di Termoli ulteriori saccheggi e scempi ambientali”.

TERMOLI – A meno di 48 ore sull'intervento di Antonio Fasciano sulla realizzazione di marciapiedi in Via del Mare, pronta la risposta con chiarimenti da parte del dirigente dei Lavori Pubblici, Rosalba Vileno. “Quale Dirigente del settore LL.PP. del Comune di Termoli, ritengo sia opportuno fare alcune precisazioni relativamente all’articolo pubblicato sui giornali a nome del candidato sindaco Antonio Fasciano, su presunte irregolarità dei parametri dimensionali dei marciapiedi situati in via del Mare. Mi rincresce leggere, con stupore, che Fasciano pensi che ci sia qualcuno che continui a fare cose importanti con superficialità, probabil-

mente non conosce la normativa e non conosce i fatti. Il progetto dei “lavori di sistemazioni pedonali varie: centro e comprensori esterni”, fu approvato nel novembre 2007 e prevedeva la sistemazione dei marciapiedi, non solo in Via del Mare ma anche in molte altre zone della città, così si spiega il consistente importo dei lavori, che quindi non è riferito al solo tratto di Via del Mare; come da progetto approvato, il marciapiede di Via del Mare, come in altre zone della città, prevedeva solo il rifacimento del marciapiede e malgrado sia stato adattato a vincoli ed a situazioni preesistenti, il progettista ha cercato di mantenere sempre una larghezza minima costante di circa cm 150. La norma attualmente in vigore sul superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche, prescrive che i percorsi pedonali esterni debbano avere una larghezza minima di 90 cm e debbano prevedere allargamenti degli stessi, da realizzare ogni 10 mt di sviluppo lineare, tali da consentire l'inversione di marcia da parte di persona su sedia a ruote. Il percorso pedonale in progetto, prevede una larghezza di cm 150 per tutta la lunghezza del percorso che stando alle norme vigenti, non può di certo definirsi stretto, mentre in corrispondenza di alcuni pali esistenti, il percorso prevede sempre una larghezza di circa cm. 100, al di sopra dei prescritti parametri di legge per il passaggio di una persona su sedia a ruote che si ribadisce è di 90 cm. Chiarito quanto sopra, il settore LL.PP. è a disposizione per chiunque abbia delle segnalazioni e critiche da fare, purchè costruttive e meno denigratorie nei confronti della struttura comunale che, malgrado la sua complessità, lavora ed opera a 360° al servizio del cittadino”.


Katay, iniziative per invogliare i tifosi

Coni, presentato il progetto di ‘Alfabetizzazione motoria’

In occasione del match di domenica contro la Quasar Massa Versilia, la Katay Geotec Isernia invita tutti i tifosi e gli appassionati a sostenere la squadra nel momento decisivo della stagione.“Vogliamo che in quest'ultima fase del campionato ci sia una grossa partecipazione. A PAG. 21

E’ stato presentato ieri mattina,nella Sala Coni a Campobasso, il Progetto Pilota “Alfabetizzazione Educazione Motoria Scuola Primaria”. Si tratta di una iniziativa straordinaria attraverso la quale lo sport entra ufficialmente nella scuola primaria. A PAG.22

ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Lupi a caccia del riscatto www.lagazzettadelmolise.it IL BOJANO CERCA IL BIS NELLA DIFFICILE TRASFERTA DI CHIETI La vittoria casalinga contro il Campobasso e la ventata di entusiasmo che questa ha portato con se è stata già archiviata da un pezzo. Il Bojano sta lavorando sodo per preparare nel migliore dei modi il prossimo impegno di campionato che vedrà i matesini impegnati nella insidiosa trasferta di Chieti. Mister Farina in settimana ha esortato i suoi ragazzi a non adagiarsi, continuando invece a mantenere alta la concentrazione perché il campionato è ancora lungo e sono molti ancora i punti da mettere in cassaforte per assicurarsi la permanenza in serie D, senza passare per i play out. In casa biancorossa c’è voglia di riprendere il cammino positivo interrotto qualche settimana fa ad Agnone. A PAG. 20

L’AMMINISTRAZIONE DI VENAFRO ESPRIME SOLIDARIETA’ ALLA SOCIETA’ L’Amministrazione Comunale stigmatizza il comportamento di quei vandali che si sono resi protagonisti dei gravi episodi di danneggiamento verificatisi al campo sportivo “Marchese Del Prete”. «Desideriamo esprimere la nostra solidarietà alla società Us Venafro, che ha profuso da sempre grande impegno per la costruzione di una squadra in grado di competere alla pari con realtà più blasonate, conseguendo anche risultati importanti», ha dichiarato l’Assessore allo Sport Benedetto Iannacone. «La passione sportiva può anche tradursi in contestazione ma, il tutto deve restare sempre nei limiti dell’educazione e del rispetto reciproco. Si può manifestare il proprio dissenso in altri modi. A PAG. 22

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

La Cava prova soluzioni tattiche alternative nell’amichevole del giovedì con la juoniores

Il Campobasso prepara il riscatto Domenica al Selva Piana arriva il Casoli e i rossoblù sono chiamati a fare bottino pieno Amichevole del giovedì per il Campobasso che nel pomeriggio di ieri ha affrontato la juniores di mister Bavota. Il test si è disputato sul terreno del Selva Piana, visto che domenica i rossoblù saranno impegnati su quel resta del manto erboso dello stadio. Il campo è apparso in pessime condizioni e pertanto Minadeo & co. domenica saranno chiamati ad ulteriori fatiche. Oltre al Casoli, come ogni volta che si gioca in casa, l’avversario sarà anche il terreno da gioco. Che penalizza oltremisura la formazione di La Cava, come visto nell’ultimo match casalingo con il Luco Canistro. Le caratteristiche dei rossoblù mal si addicono ad un campo pesante e nel fango il Campobasso ha sempre il freno a mano a tirato. Ma questa volta non si ci potrà appigliare ad alibi e scusanti. I rossoblù sono chiamati alla vittoria, per riscattare la sconfitta nel derby e riprendere il cammino in classifica.

Todino potrebbe ritrovare una maglia da titolare

Nell’amichevole di ieri il tecnico campano ha mischiato, come al solito, le carte. Tuttavia appare intuibile una sorta di rivoluzione. In mezzo al campo dovrebbero esserci Casapulla e Gennarelli, mentre gli esterni potrebbero essere Todino e Coquin. In attacco a dar man forte a Covelli potrebbe esserci la sorpresa rappresentata da Ferrentino. E sarebbe così un Campobasso a trazione anteriore, ma con il giusto equilibrio, visto che comunque Gennarelli e Casapulla sono centrocampisti di rottura e garantiscono un’adeguata copertura. Ad ogni modo il tecnico La Cava avrà a sua disposizione anche l’allenamento odierno per valutare meglio le condizioni dei suoi e sciogliere gli ultimi dubbi di formazione. Domenica mancheranno Fazio e Maglione, squalificati, Castiello e Iannitti, infortunati. Mancherà anche il centrocampista Cordua al quale sono giunte cattive notizie.

Dopo l’esame sostenuto a Villa Stuart a Roma i tempi di recupero per il rossoblù si sono allungati. Dovrà, infatti, restare fermo altri dieci giorni prima di poter tornare a correre. Ed è una tegola per il Campobasso che senza Cordua sta facendo fatica. L’avversario di turno non è certo dei più agevoli da affrontare, come del resto qualunque squadra in questo girone di ritorno. In cui ogni formazione è in lotta per un obiettivo ed ogni partita diventa una finale. Il Casoli staziona a centro classifica, con una gara da recuperare, ma deve comunque guardarsi le spalle. Per questo la formazione di Pasquale Logarzo, ch assisterà al match dalla tribuna perché squalificato, darà filo da torcere ai rossoblù e scenderà in campo per vender cara la pelle. Ma di fronte troverà un Campobasso affamato e voglioso di riscatto. EB

Oggi di nuovo al lavoro in vista della sfida di Chieti

Giornata di riposo ieri per i biancorossi La vittoria casalinga contro il Campobasso e la ventata di entusiasmo che questa ha portato con se è stata già archiviata da un pezzo. Il Bojano sta lavorando sodo per preparare nel migliore dei modi il prossimo impegno di campionato che vedrà i matesini impegnati nella insidiosa trasferta di Chieti. Mister Farina in settimana ha esortato i suoi ragazzi a non adagiarsi, continuando invece a mantenere alta la concentrazione perché il campionato è ancora lungo e sono molti ancora i punti da mettere in cassaforte per assicurarsi la permanenza in serie D, senza passare per i play out. In casa biancorossa c’è voglia di riprendere il cammino positivo interrotto qualche settimana fa ad Agnone e che aveva

20 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010

visto capitan Gioffrè e compagni inanellare ben otto risultati utili consecutivi; dopo le battute di arresto nel derby altomolisano e a Morro D’Oro la vittoria di domenica scorsa contro il Campobasso ha rappresentato una iniezione di fiducia importantissima per i bifernini che contro il Chieti proveranno a far punti. Il tecnico casertano intanto potrà contare sul pieno recupero in difesa di capitan Gioffrè, che domenica scorsa contro il Campobasso ha giocato uno scampolo di partita; il suo contributo in termini di esperienza soprattutto sarà fondamentale in una gara molto insidiosa come quella contro i teatini. Di contro però Farina dovrà rinunciare nel pacchetto arretrato all’under Panico squalificato. Ancora qualche dubbio in-

Baggio:“Potrei fare l'allenatore” Roberto Baggio potrebbe tornare nel mondo del calcio come allenatore. 'E' una sfida e a me le sfide piacciono', ha detto l'ex Divin Codino. Nonostante sia da tempo lontano dalle scene Baggio continua a interessarsi di calcio, a partire da Inter-Chelsea di ieri. 'Non era una partita facile per i nerazzurri, hanno giocato bene'. Baggio spinge Cassano in azzurro ('è un grande talento') e vorrebbe rigiocare Brasile-Italia, finale dei Mondiali '94 persa ai rigori dagli azzurri.

Panico sarà assente domenica per squalifica vece sull’infortunio del giovane Carrino che potrebbe però recuperare in vista della trasferta teatina. Intanto oggi la squadra matesina, dopo aver beneficiato di una giornata di assoluto riposo, tornerà oggi al lavoro per ultimare i dettagli in vista della gara di Chieti. JM

Inghilterra: Bridge rinuncia alla nazionale Wayne Bridge rinuncia alla Nazionale: il terzino del Manchester City ha confermato che non risponderà alla convocazione di Fabio Capello. La rinuncia è stata 'una scelta dolorosa ma inevitabile', dal momento che la sua posizione all'interno della squadra è ormai 'insostenibile e potenzialmente destabilizzante'. Bridge ha preferito non avere più nulla a che fare con John Terry, protagonista di una love-story extraconiugale con la ex fidanzata di Bridge, Vanessa Perroncel.


S P O RT “Solidarietà al Venafro” La esprime, in una nota, l’Amministrazione comunale L’Amministrazione Comunale stigmatizza il comportamento di quei vandali che si sono resi protagonisti dei gravi episodi di danneggiamento verificatisi al campo sportivo “Marchese Del Prete”. «Desideriamo esprimere la nostra solidarietà alla società Us Venafro, che ha profuso da sempre grande impegno per la costruzione di una squadra in grado di competere alla pari con realtà più blasonate, conseguendo anche risultati

importanti», ha dichiarato l’Assessore allo Sport Benedetto Iannacone. «La passione sportiva può anche tradursi in contestazione ma, il tutto deve restare sempre nei limiti dell’educazione e del rispetto reciproco. Si può manifestare il proprio dissenso in altri modi e un sereno confronto, è sempre auspicabile, in qualunque circostanza. Contestare danneggiando per di più strutture pubbliche, come lo

stadio “Del Prete” patrimonio di tutti i cittadini equivale ad operare un danno all’intera comunità. Invitiamo i veri tifosi, ad emarginare coloro che hanno atteggiamenti violenti e che certamente, con questo modo di agire, non fanno che creare un danno alla squadra di cui sostengono di essere tifosi, alla società stessa e alla Città. La violenza non può convivere in alcun modo con lo sport, né fuori né dentro il campo da gioco»

Il Sindaco Nicandro Cotugno

VOLLEY - SERIE A2

Iniziative speciali per la gara di domenica In occasione del match casalingo contro il Versilia la Katay attuerà una serie di agevolazioni per i tifosi In occasione del match di domenica contro la Quasar Massa Versilia, la Katay Geotec Isernia invita tutti i tifosi e gli appassionati a sostenere la squadra nel momento decisivo della stagione. “Vogliamo che in quest'ultima fase del campionato ci sia una grossa partecipazione - afferma il dg Nico Fraraccio - per cui abbiamo pensato di agevolare ulteriormente l'ingresso al palasport con due iniziative speciali: la prima direttamente legata alla partita di domenica 28 febbraio con Massa, che prevederà l'ingresso gratuito per tutti i ragazzi fino a 15

anni; la seconda invece, ancora più significativa, prevede l'annullamento della giornata biancoazzurra.” Dunque la Società rinuncerà al beneficio dell'ulteriore incasso che si prevede quando, in occasioni particolari e per una sola volta a stagione, gli abbonamenti non vengono ritenuti validi: ”Un piccolo regalo ai nostri tifosi più affezionati – continua Fraraccio – alla Fossa del Drago e a tutti coloro che ci hanno sostenuto nella trasferta di Sora. Sono stati encomiabili.” Intanto la squadra lavora per

una gara che vale molto per la classifica. L'ex squadra di Lorizio, con cui il tecnico pugliese ha vinto il campionato di B\1, ha perso inaspettatamente in casa con Gioia, amplificando la fame di punti della formazione toscana: “Una gara non certo agevole – chiosa Fraraccio – ma noi siamo in condizioni di fare risultato con chiunque, per cui ci riteniamo fiduciosi. Il nostro stato d'animo è molto migliorato e Sora è da considerare una parentesi che vogliamo dimenticare subito.”

FIDAL ISERNIA

Alfonso de Jorio Frisari primeggia ad Avellino Durante le gare regionali svoltesi ad Avellino domenica scorsa per il titolo campano, valide per le classifiche nazionali destinate a selezionare i migliori otto atleti della stagione invernale tra juniores (classe 1991/92) e allievi (classe 1993/94), Alfonso de Jorio Frisari della Atletica Isernia, classe 1993, ha vinto imponendo il suo primato per il miglior lan-

cio invernale in tutta Italia tra gli allievi e il quinto tra gli juniores. Primo in Italia, dunque, e quinto contro atleti di ben due annate più grandi, è risultato onorevole per il Molise e promette il premio di essere selezionato per le prestigiose nazionali invernali juniores, ove sono ammessi solo i primi otto d'Italia tra juniores ed allievi, gare prossime al 6 marzo,

la cui partecipazione - per chi è del 1993 - è di per sè uno straordinario risultato. Il giovane pentro esce così brillantemente da un lungo periodo di piccoli infortuni, che avevano interrotto la regolarità degli allenamenti. Durante la gara, tuttavia, rincuorante è stata la progressione dopo un inizio traballante al di

sotto dei 45 metri: la continua ascesa ai 48,71, suo primato, ai 49,73, ai 51,16 - risultato già di rilievo nazionale - e infine all'importante 53,50 è stato decisamente trascinante. Una dimostrazione di concentrazione e controllo, maturità e bravura, che ha confermato l'atleta isernino quale promessa di livello nazionale.

Inter-Genoa e Bologna-Napoli, gare senza ospiti

Asta: gli scarpini di Matthews per 40mila euro”

Niente tifosi ospiti per Bologna-Napoli e Inter-Genoa del 7 marzo, considerate ad alto rischio.Per Milan-Atalanta di domenica il Casms - preso atto dell'impegno manifestato dall'Atalanta e del comportamento dei fan - ha rideterminato la misura della vendita di un tagliando per spettatore ospite con incedibilità dello stesso. Idem per Roma-Milan del 6 marzo e Cagliari-Catania del 7. Rinviata la decisione per Fiorentina-Juve del 6.

Un paio di scarpini di Sir Stanley Matthews indossati nella finale di Coppa d'Inghilterra del 1953 sono andati all'asta per 40mila euro. La leggenda del calcio inglese, all'epoca con la maglia del Blackpool, aveva contribuito alla vittoria della sua squadra per 4-3 sul Bolton. Le scarpe sono state messe all'incanto dalla casa d'aste Bonhams, nel Chester, e si pensava che non avrebbero superato la valutazione di 10mila euro. Matthews è morto nel 2000 all'età di 85 anni.

21 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010


S P O RT CONI CAMPOBASSO

Ecco l’Alfabetizzazione Motoria L’iniziativa, a carattere nazionale, coinvolgerà anche undici plessi scolastici della provincia E’ stato presentato ieri mattina,nella Sala Coni a Campobasso, il Progetto Pilota “Alfabetizzazione Educazione Motoria Scuola Primaria”. Si tratta di una iniziativa straordinaria attraverso la quale lo sport entra ufficialmente nella scuola primaria. Il M.I.U.R., Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, ed il CONI, Comitato Olimpico Nazionale Italiano, sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri, hanno inteso condividere, nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali, la realizzazione di un piano di alfabetizzazione motoria da attuarsi nella scuola primaria in risposta ai crescenti allarmi della comunità scientifica e delle istituzioni internazionali sulle conseguenze della sedentarietà e di non corretti stili alimentari e di vita tra la popolazione giovanile. A livello nazionale, i numeri della prima fase di sperimentazione parlano di 1000 scuole coinvolte, 10.000 classi, 250.000 alunni, 320.000 ore di lezione, 4.500.000 euro di copertuara finanziaria. Per la provincia di Campobasso, sono 11 i plessi scolastici interessati dal progetto: 5 di Campobasso,

3 di Termoli, 1 di Larino, 1 di San Martino in Pensilis ed 1 di Trivento, in cui opereranno 11 esperti coordinati da un supervisore. Tutte le scuole coinvolte nell’iniziativa potranno contare sul contributo di un esperto che lavorerà con i docenti di educazione motoria, 2 ore per ogni classe, per 15 settimane; il progetto è partito il 15 febbraio scorso e si concluderà il 31 maggio prossimo. Migliorare le competenze motorie e gli stili di vita della persona attraverso l’educazione motoria nella scuola primaria è la finalità del Progetto che persegue due obiettivi importanti: uno di carattere generale, attuare e portare a regime un corretto ed uniforme programma di educazione motoria nella scuola primaria, ed uno di carattere specifico, sviluppare ed attuare un progetto pilota nell’anno 2009-2010 per la definizione del programma di alfabetizzazione motoria da attuarsi nel triennio 2010-2013 su tutto il territorio nazionale in tutte le classi della scuola primaria. Il progetto di alfabetizzazione motoria ha come obiettivo quello di stimolare i bambini al movimento,

a combattere la sedentarietà ed in genere i comportamenti non salutari che portano all'obesità, ma anche per prevenire i fenomeni di bullismo, stimolando il senso di squadra e il rispetto reciproco. La cultura motoria sportiva servirà come avviamento allo sport ed i supervisori saranno il collante fra le istituzioni e gli esperti soprattutto nelle fasi di programmazione. Il progetto si rivolge agli alunni delle scuole elementari, dal momento che la fascia d’età compresa tra i 6 e i 10 è decisiva per acquisire una buona capacità motoria. Insieme agli studenti, gli insegnanti sono i protagonisti principali della nuova iniziativa. Per svolgere al meglio tutte le attività previste, i docenti saranno affiancati da esperti, laureati esclusivamente in Scienze Motorie o all’ISEF. Il Progetto Pilota sarà monitorato costantemente da esperti, scelti dal Miur e dal CONI, che verificheranno passo a passo le ricadute concrete dell’iniziativa sul benessere degli alunni e l’efficacia didattica del lavoro svolto dagli insegnanti. Per quinto riguarda la nostra regione,il coordinamento del Progetto è stato affidato ad una

Il tavolo della conferenza commissione territoriale composta dai rappresentanti della Direzione Scolastica Regionale (il Direttore Antonio Montaquila ed il Coordinatore di Educazione Fisica Giuseppe D’Elia) ed i rappresentanti del CONI (il Presidente del CONI

Molise Guido Cavaliere ed il Coordinatore Tecnico Regionale Siro D’Alessandro, il Presidente del CONI Campobasso Antonio Rosari ed il Coordinatore Tecnico Provinciale Pina Calcagnile).

KARATE Nello scorso fine settimana la SHIHOZUKI KARATE CAMPOBASSO e la SCUOLA KARATE MONTAGANO hanno rappresentato egregiamente il Molise al prestigioso appuntamento fuori regione, svoltosi a Maddaloni (CE). Numerosi e provenienti da tutta Italia e da alcune Nazioni Europee sono stati i karatechi che hanno preso parte alla gara internazionale di sabato 20 febbraio u.s., gara organizzata dall’abile Maestro Fiorinelli Luigi, che negli anni passati ha più volte collaborato con le associazioni delle 2 sorelle più rappresentative del karate molisano. In previsione del prossimo Campionato Italiano di Kata Assoluto, unico atleta portacolori del Molise, è stato LIONELLI Fabio della Shihozuki Campobasso che, nonostante ce l’abbia messa tutta per tentare di vincere, si è ritrovato dinanzi il forte DI

22 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010

Ottimi risultati a Maddaloni per gli atleti delle sorelle Ferrone PINTO della Basilicata. Purtroppo, seppure di strettissima misura (2 a 3), il campobassano ha ceduto al primo incontro, perdendo anche le speranze in un recupero per il terzo posto visto che successivamente l’atleta che lo ha sconfitto non è riuscito ad arrivare in finale. Per quanto riguarda domenica 21 febbraio u.s., sempre a Maddaloni si è disputata la Gara Interregionale di Kata (esercizi di forma) e Kumite (combattimento). A portare i colori della Scuola Karate Montagano è stata IA-

COVINO Claudia, che meritatamente si è piazzata sul gradino più alto del podio nella categoria 47 kg Esordienti “A”. Anche per la Shihozuki Campobasso non sono però mancati i successi; tant’è che, su 5 ragazzi partecipanti, ben 4 hanno ottenuto risultati più che apprezzabili. DI TOMMASO Fabio (50 kg) e MOFFA Luca (56kg) hanno conquistato il piazzamento d’onore tra gli Esordienti “B”, risultando quindi medaglia d’oro; 2 medaglie di bronzo sono andate ancora all’ Esordiente “A” VENITTELLI

Gabriel , nel Kata e nel Kumite (45 kg). Ancora un terzo posto per DI FLORIO Marco (50kg) anch’egli Esordiente “A”. Meno fortunata, ma comunque buona, la prova di kumite di LIONELLI Stefano (50 kg) Esordiente “B”. A guidare i ragazzi sono stati i coach FERRONE e DI TOMMASO, rimasti soddisfatti delle prestazioni dei portacolori molisani. Ottimo anche il lavoro dell’Ufficiale di Gara Nazionale, dott. Di Salvo Fabio, impegnato sui quadrati di gara ad arbitrare in entrambe le giornate.

Ippica: si è dimesso il presidente di Unire

Isola dei Famosi: il rugbista Dallan si infortuna

Con una lettera inviata al Ministero dell'Agricoltura il presidente dell'Unire Goffredo Sottile ha rassegnato le proprie dimissioni. Lo annuncia Agipronews, secondo la quale il Cda dell'Ente sarà sciolto nelle prossime ore. 'A questo punto continua l'agenzia specializzata - appare scontata la nomina di un commissario ad acta nella persona del presidente designato Tiziano Baggio'. Sottile era stato eletto con un decreto del Presidente della Repubblica l'8 dicembre 2007.

Il debutto della settima edizione dell’ Isola dei famosi è stato segnato da un incidente che ha coinvolto alcuni dei concorrenti Vip. Alcuni naufraghi sono rimasti feriti, in particolare il rugbista Denis Dallan, trasportato in ospedale per una sospetta distorsione al ginocchio e alla caviglia. Gli altri, per fortuna, lamentano solo qualche botta ed escoriazione. La produzione si è scusata e ha dato la colpa al forte vento che avrebbe spostato la boa di riferimento per l’elicottero.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Polpette di baccalà 600 g di baccalà già spugnato 3 uova 100 g di formaggio misto grattugiato (pecorino e parmigiano) una manciata di mollica di pane casereccio raffermo uno spicchio di aglio

un ciuffo di prezzemolo un mazzetto di odori (carota sedano prezzemolo) grani di pepe a piacere ½ dl di latte q. b. di farina di grano duro q. b. di sale olio per friggere un limone non trattato

In un tegame basso e largo, versate l’acqua fredda necessaria, aggiungete gli odori e portate a bollore. Unite il baccalà e fatelo lessare a calore moderato. Appena cotto, sgocciolatelo, fatelo intiepidire e pulitelo, eliminando la pelle e le lische. Sfogliate il baccalà, mettetelo in una terrina e, con una forchetta, schiacciatelo per bene. Aggiungete la mollica di pane ammorbidita con un po’ di latte e sbriciolata, le uova, un odore di pepe macinato al momento, un pizzico di sale e il prezzemolo e l’aglio tritati finemente. Amalgamate il composto con le mani bagnate, fino a renderlo omogeneo. Per preparare delle polpette più morbide potete aggiungere all’impasto due patate lessate e schiacciate. Con il composto ottenuto, preparate delle polpette un po’ più grandi di una noce, passatele nella farina, quindi friggetele in abbondante olio caldo, sgocciolatele e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina, disponetele su un piatto da portata, contornate da spicchi di limone e ciuffi di prezzemolo, e servitele ben calde. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacie di turno GIAMPAOLO Piazza Pepe Gabriele, 39 Tel. 0874.94076

ISERNIA Farmacia di turno DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625

CASTIGLIONE Via XXIV Maggio, 14 Tel. 0874.65105 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Municipio 0874.4051

Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno TRABOCCHI - Via Tevere, 17/G - Tel. 0875.705030 Ospedale San Timoteo - centralino 0875.71591 Municipio - Tel. 0875.7121 Stazione Ferroviaria - Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto - Tel. 0875.746484

A D N E AG

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:40 06:49 08:35 09:30 11:07 12:20 14:11 14:12 15:56 17:13 19:02 17:40 19:30 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:39 06:44 08:23 12:13 13:56 13:22 15:00 14:40 16:25 16:13 17:59 17:14 18:55 18:40 20:30 20:48 22:38 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata dovrete un pochino rielaborare le vicende dei giorni passati, poiché potrebbero essere importanti per darvi una visione più chiara dei vostri sentimenti e delle vostre sensazioni! Siate più abili nel nasconderle però, altrimenti chi vi sta intorno si chiederà sempre più insistentemente il perché dei vostri atteggiamenti! Toro - Dovreste un pochino fregarvene di quello che potrebbero dire o pensare i vostri vicini di casa, oppure i vostri colleghi, ossia gente con la quale non avete poi tutta questa confidenza e che per tanto, dovrebbero farsi più i fatti loro e voi i vostri! L'unico pensiero che conta è quello delle persone che vi vogliono bene e che non vi giudicherebbero per un niente! Gemelli - Potreste avere una conversazione interessante, con una persona con la quale a stento riuscite a scambiare due parole senza irritarvi, ma che questa volta, potrebbe avere numerose risposte alle vostre domande più recenti, alle quali nessun altro ha saputo dare seguito in modo soddisfacente! Oggi scoprirete a cosa servono conoscenze di questo tipo! Cancro - In questa giornata dovreste essere pronti a sentire le ramanzine delle persone che vi sono accanto e che continueranno, almeno per oggi, a farvi notare i vostri errori. Del resto non potete attendervi di più, visto che hanno ragione e che non possono non sottolineare alcune vostre imprecisioni che, seppur piccole, potrebbero essere evitate. Vi servirà da lezione! Leone - Tutte le emozioni che vi attraverseranno in questa giornata, potrebbero essere veritiere, ma sta comunque a voi verificarle fino in fondo, poiché non potete lasciarvi troppo trasportare dall'istinto, in quanto non sapete dove vi porterà e soprattutto non sapete se le vostre scelte siano o meno condizionate se non ci rifletterete! Vergine - In questa giornata potreste aver fatto un salto di qualità nei confronti della vostra carriera. Anche se non noterete grandi cambiamenti, sentitevi comunque come chi ha smosso qualcosa che potrebbe portarvi a riconsiderare alcuni progetti abbandonati per scarso entusiasmo, ma che in questo momento potrebbero assumere una valenza diversa! Bilancia - In questa giornata, potreste avere l'occasione che aspettavate da tempo, per parlare con una persona che non vi ha mostrato molta sincerità in passato, ma che in questo momento invece, dovrà essere per forza onesto nei vostri riguardi! Se siete pronti a sostenere tutto il peso di alcuni sguardi, vedrete che andrete a casa molto soddisfatti di voi stessi! Scorpione - In questa giornata non dovreste avere niente di speciale da fare nella vostra casetta, per cui potreste anche concedervi un’uscita con gli amici o una serata di divertimento. Anche se dovrete prendere la macchina per fare chilometri per giocare semplicemente a carte, fatelo, poiché vi darà una sensazione di libertà e di serenità stare a contatto con gli altri! Sagittario - In questa giornata potreste accorgervi di aver giocato anche abbastanza e quindi vi darete un ultimatum da soli. Sia che stiate giocando con un progetto lavorativo, che con i sentimenti di qualcuno, forse è giunta l'ora di svelare la vostra vera faccia. Anche se queste persone meritano un trattamento del genere, siete forse andati per le lunghe! Capricorno - In questa giornata non molte persone avranno il tempo e la volontà per spiegarvi determinate questioni, per cui non prendetevela troppo se non saranno molto eloquenti! Forse dovevate stimolare prima una conversazione se volevate ottenere qualche risultato, adesso dovete rassegnarvi al silenzio e alle vostre capacità! Acquario - In questa giornata, se un vostro amico vi inciterà a prendere una strada piuttosto che un altra, non dovrete necessariametne seguirla, ma soltanto valutarla. Soltanto voi potete sapere se vi convenga oppure no, quindi una persona a voi cara non sarà mai in grado di scegliere al posto vostro. Dovete insomma assumervi qualche responsabilità in più! Pesci - In questa giornata un membro della vostra famiglia potrebbe osservare in voi qualcosa di diverso, che potrebbe quindi condizionare il vostro modo di fare con loro. Non potrete nascondere a lungo un vostro segreto se ne avete, poiché qualcuno prima o poi vi scoprirà, anche senza che voi dobbiate parlare troppo! Cercate di resistere!

23 ANNO III - N° 46 VENERDÌ 26 FEBBRAIO 2010


lagazzettadelmolise_260210a  

Edilizia scolastica, Campobasso maglia nera IL TAPIRO DEL GIORNO AD ANTONIO DI PIETRO Elezioni, pressing da Roma sul Pd DISTRIBUZIONE GRATUI...