Page 1

Rapina da Iannetta, prima condanna

Maresciallo arrestato, oggi l’interrogatorio

CAMPOBASSO – Dovrà scontare due anni di reclusione uno dei tre rapinatori che il 31 ottobre 2008 tentò l’assalto alla pasticceria Iannetta e rubò all’interno della Jovine del capoluogo. Patteggiamento per gli altri due complici il 16 luglio. A pag 9

LARINO – E’ in programma questa mattina all’interno del Tribunale di Larino l’interrogatorio del maresciallo dei carabinieri di Termoli arrestato per detenzione illegale di fucili. L’avvocato Mileto tenterà tutte le strade per dimostrare che si tratta di un equivoco. A pag 19

ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Iorio licenzia il cognato di Patriciello

Picciano si accomoda

Pietracupa bye bye Patriciello tace

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AD ALDO PATRICIELLO Se quella tra il presidente della Regione Michele Iorio e l’eurodeputato venafrano Aldo Patriciello fosse una partita a dama, il secondo avrebbe già perso e per una semplice ragione: ha meno pedine. Oggi il governatore e la sua maggioranza ne ‘mangiano’ un’altra delle sue con l’elezione del nuovo presidente del Consiglio regionale. Proprio in queste ore a Palazzo Moffa, Mario Pietracupa, cognato del parlamentare appena rieletto a Strasburgo, sta per essere spodestato da Michele Picciano. Un uomo di fiducia di Iorio, che lo ha indicato come successore, e che senza scossoni gli sfilerà la poltrona da sotto le terga dove fino a ieri è stato comodamente seduto.

L’OSCAR DEL GIORNO A MICHELE IORIO Al tavolo di Farmindustria all’Aquila, assieme al presidente Dompé, al viceministro al Lavoro, Fazio, al segretario della Cisl, Bonanni, alla presidente di Confindustria, Marcegaglia, c’era anche lui, Michele Iorio. Il Governatore, in qualità di vicepresidente delle Regioni e delle Province autonome, ha chiesto al premier Berlusconi (seduto in prima fila) di occuparsi personalmente del nuovo patto della salute per un “sistema sanitario moderno, efficace e costi sostenibili”. Ancora una volta il nostro presidente è nel “gruppo che conta” e, per questo, conquista il nostro meritatissimo oscar.

www.gazzettadelmolise.com 20.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Bilancio dell’Asrem, il super manager scarica le colpe: deficit non è sinonimo di cattiva gestione

Le pezze a colore di Sergio Florio

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso

CA M P O BASSO – “Se qualcuno immagina di poter correlare i valori del saldo di Bilancio dell’Asrem (negativi nel nostro caso, ma lo stesso varrebbe in caso di valori positivi) ad una presunta cattiva gestione aziendale di chi è tenuto a firmare il documento contabile o è in malafede o è a completo digiuno della materia. E comunque non rende un buon servizio ai cittadini in termini di corretta e leale informazione”. Replica così il supermanager alla guida del-

l’Azienda sanitaria molisana Sergio Florio, a quanti hanno puntato il dito contro di lui rispetto alla mancata approvazione del documento contabile (che è stato pure bocciato dai Revisori dei conti), e alle sue presunte criticità. Il direttore generale, che m a r t e d ì (giorno in cui scade il suo mandato) si presenterà davanti al giudice del lavoro per impugnare il suo contratto (rinnovato, ma solo per sei mesi a dicembre) vorrebbe restare in sella fino al 2011. La Giunta però, ha già avviato le procedure per la rimozione. Dopo avergli offerto la direzione generale di Molise Acque (rifiutata, e poi assegnata a Giorgio Marone ndr), a Palazzo Santoro già si pensa al successore del top manager. Due i nomi in lizza: il direttore sanitario Sabusco e l’amico stretto (o ex amico) di Florio, Percopo. In una lunga nota l’ingegnere campano spiega, punto per punto, quello che è solamente

“uno strumento civilistico di rappresentazione delle diverse componenti dello stato economico di un’azienda. Il bilancio non è uno strumento nato per valutare la buona o la cattiva gestione delle aziende, che piaccia o no”. Insomma, deficit e gestione non camminano insieme per Florio. Una teoria interessante. L’azienda è indebitata? “E che colpa ne ho io – avrà pensato – che il documento l’ho solo firmato?” Ma un certo punto qualche responsabilità dovrà pur venir fuori o no? Eppure l’uscente e strapagato manager (160mila euro l’anno circa, più il premio di produttività che lui stesso si assegnava) trova una buona ragione per giustificare i costi elevati, ad esempio, della spesa farmaceutica “che è tornata nel suo capitolo naturale consentendo di acquistare a prezzi più contenuti i farmaci”. Risorse umane (cioè personale e consulenze)? Non potevano essere ridotte per colpa della Regione. Rinnovi contrattuali? Tutta colpa dell’Aran (l’agenzia nazionale per la rappresentanza negoziale) che ha incrementato la spesa.

Oneri finanziari? “Nel primo caso il peso specifico attiene all’operazione con la quale la Regione Molise ha inteso compensare i farmacisti convenzionati con l’Asrem: Banca Intesa anticipa, Asrem paga. E paga questo e quello, compensi e consistenti interessi passivi. Un problema questo, in termini di impatto contabile, noto tanto alla Direzioni V e I regionali” (insomma colpa loro). Situazione patrimoniale? E qui Florio tira in ballo pure il terremoto. “L’attuale sistemazione è legata alla sospensione dei contributi pro-terremoto rilevati in misura difforme da parte delle quattro ex Zone e contabilizzati nel 2007 a diminuzione del fondo di dotazione dell’Asrem. Condizione, questa, che se da un lato genera minori disponibilità, dall’altro consente una corretta ed omogenea rappresentazione del Patrimonio netto aziendale (mah!) Come al solito c’è una pezza a colore per tutto, ma che non venga in mente a nessuno di addossare qualche colpa alla Direzione strategica dell’azienda sanitaria e di chi ne ha rappresentato il vertice per quasi 5 anni. Giorgia Lollo

Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

Michele Obama in Italia con le figlie WASHINGTON (USA) - Michelle Obama porterà con sé in Italia le figlie Malia e Shasha per il G8, la conferenza annuale delle potenze industriali a cui parteciperà il marito dallo 8 al 10 luglio. Vuole che le bambine, che l’accompagneranno anche in Russia e Ghana con il presidente, visitino Roma, come hanno già visitato Parigi e Londra all’inizio del mese.

Vuole troppo sesso dalla moglie, è violenza ROMA - Commette violenza sessuale il marito che, con comportamenti dispotici e minacciosi, costringe la moglie "a subire plurimi rapporti sessuali" anche quando la donna non ne ha assolutamente desiderio. La Cassazione conferma la condanna nei confronti di Massimo L., un marito, che pretendeva dalla moglie, Monica G., "prestazioni sessuali oltre il desiderio della stessa".


PRIMO PIANO

Palazzo Moffa, capolinea per Mario Pietracupa Oggi l’elezione di Picciano nuovo presidente del Consiglio regionale CAMPOBASSO – Fine della corsa per Mario Pietracupa, che dall’inizio della legislatura siede sullo scranno più alto di Palazzo Moffa. Ieri la sua ultima apparizione istituzionale alla Guardia di Finanza di Isernia. A nulla è valso il tentativo di rinviare di qualche settimana la seduta. L’assise di via IV Novembre è in pausa, infatti, dall’inizio della campagna elettorale. Alla faccia dei molisani-contribuenti! Ma il tempo per Pietracupa ormai è proprio scaduto. Oggi ci sarà quella votazione che in tutti i modi lui ha cercato di scansare, ritardandola in barba alle indicazioni della conferenza dei capigruppo che voleva invece anticiparla all’11 giugno. Questa mattina dunque si vota per rimpiazzare l'attuale presidente del Consiglio regionale con quello che, nella riunione di maggioranza di lunedì scorso, il governatore Iorio ha indicato come suo successore: il secondo eletto di Forza Italia,

Michele Picciano. Col capo dell'Esecutivo ci sono 21 consiglieri votanti. Tolti quelli dello stesso Pietracupa, del consigliere Tamburro (l'unico ad averlo espressamente riproposto nel vertice a Palazzo Santoro ndr) e di Cherchia, la maggioranza assoluta regge anche più del necessario (ne servirebbero 16 e ce ne sono 18). Insomma, l'elezione di oggi non dovrebbe riservare grosse sorprese. Del resto il nome di Picciano circola da parecchie settimane, come pure quello di Pietracupa, che dopo due anni e mezzo di mandato ottiene quella che, a tutti gli effetti, è una sonora bocciatura. In più di una occasione è stato richiamato al suo ruolo istituzionale, ma paga un prezzo alto soprattutto per la vicinanza politica (e familiare) con l'eurodeputato (appena rieletto a Strasburgo) Aldo Patriciello. Il cognato del parlamentare è lontano, lontanissimo dal governatore, che gioca decisa-

Ricerca: 1,6 miliardi a 4 regioni del sud È stato firmato al ministero dell’Istruzione un accordo per destinare fondi alla ricerca per complessivi 1,6 miliardi a 4 regioni del Sud. Si tratta della Campania, della Calabria, della Sicilia e della Puglia. Nel dettaglio saranno destinati 325 milioni alla Calabria, 445 alla Campania, 405 alla Puglia e 425 alla Sicilia. L'accordo e' stato firmato alla presenza del ministro Gelmini.

mente in casa, metaforicamente e geograficamente. Più isolato in terra molisana Patriciello, e tutti coloro che gli orbitano attorno. Ma non si vota solo per rimpiazzare Pietracupa che da padrone di casa torna a fare il semplice inquilino del palazzo. L'elezione, a scrutinio segreto, dovrà indicare anche i vicepresidenti (Tony Incollingo per il centrodestra e probabilmente Francesco Totato per l'opposizione), oltre ai segretari (Massimiliano Scarabeo già scalda i motori). Insomma, c'è da ricomporre l'ufficio di presidenza, mentre pare che le commissioni saranno lasciate allo stato attuale. Il centrosinistra, che si è schiarito le idee solo dopo la tornata elettorale, indicherà per lo scranno presidenziale Pardo Antonio D'Alete. Per l'allargamento della Giunta invece, si dovrà attendere ancora. Il governatore vuole risolvere prima questa pratica poi pensare al rimpasto. C’è la delega della sanità da riassegnare, due assessori da nominare. Muccilli dell’Mpa pare sia in pole position. Qualcuno dice che ci sarà una se-

conda chiamata anche per Antonio Chieffo, il consigliere più votato dai molisani che ha già rinunciato a un posto nel governo perché non si è voluto dimettere. Stessa sorte per Fi-

loteo Di Sandro che invece il posto l’ha lasciato dopo più di sei anni di gestione diretta ininterrotta. Non si esclude che l’intera operazione di restyling venga fatta dopo l’estate. In questo caso l’unico che ne trae vantaggio è l’assessore Sandro Arco già in odore di rimozione, almeno stando ai patti preelettorali. A metà legislatura avrebbe dovuto cedere la postazione a uno di Progetto Molise (partito dove è stato eletto Muccilli) ed essere nominato al vertice della Fondazione Cultura. AD

Pdl, Di Giacomo nella direzione nazionle Riceviamo e pubblichiamo la nota del senatore Ulisse Di Giacomo, componente della Direzione nazionale del Popolo della

Maturità, uno su tre ha scelto i social network I primi promossi alla maturità sembrano essere i temi di italiano: almeno a sentire i giudizi degli studenti, che hanno definito le prove dell'esame 2009, “facili” o “interessanti”. La traccia che più è piaciuta è stata “Social Network, Internet, New Media” scelta dal 32% dei candidati, segnala Viale Trastevere, che al secondo posto indica l'analisi del testo, Svevo, scelta dal 18,2%.

Libertà. "Un ringraziamento al presidente Silvio Berlusconi per la stima concessami con la nomina a componente della Direzione Nazionale del Pdl, con la quale ha inteso suggellare il mio impegno politico a favore sia del Popolo della Libertà che dei cittadini molisani. Si tratta però anche di un riconoscimento che va a tutta la classe dirigente molisana che proprio in occasione di queste ultime elezioni amministrative ed europee ha dimostrato di essere all'altezza del compito. Un incarico che naturalmente non rappresenta un punto di arrivo ma piuttosto di partenza, continuando nel quotidiano impegno al servizio della gente".

3 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


PRIMO PIANO

Sanità, riduzione dei costi non dei servizi Il vicepresidente delle Regioni Michele Iorio a L’Aquila accoglie le sollecitazioni di Dompè (Farmindustria) e chiede a Berlusconi di occuparsi direttamente del nuovo Patto per la salute Bisogna evitare quegli scompensi territoriali che fino ad oggi hanno danneggiato il Sud CAMPOBASSO – Ricostruire per guarire. L’impresa del farmaco per la salute del Paese. Questo il tema dell’assemblea di Farmindustria che si è tenuta ieri a L’Aquila e alla quale ha partecipato nella veste di vicepresidente delle Regioni il governatore Michele Iorio. Farmindustria - che ha scelto la loca-

tion in segno di solidarietà verso le popolazioni colpite dal terremoto lo scorso aprile - ha devoluto una tensostruttura all’Università degli Studi di L’Aquila dando così un contributo alla ripresa delle attività universitarie. La tensostruttura fungerà da aula studio e ospiterà circa 300 studenti. Piena disponibilità, a nome di tutte le Regioni, l’ha data il presidente Iorio per la riduzione dei costi nei rispettivi sistemi sanitari accogliendo così le sollecitazioni del presidente Dompé di Farmindustria. Durante il suo intervento il governatore del Molise ha detto che una riduzione è possibile qualificando la spesa, eliminando gli sprechi senza per questo danneggiare i servizi che anzi vanno implementati. Da qui la richiesta di Iorio al premier Berlusconi di occuparsi personalmente della questione del nuovo patto della salute. Questo affinché con la sua autorevolezza e sensibilità per la tematica, eviti quegli scompensi territoriali che fino ad oggi hanno danneggiato soprattutto le regioni

del sud per la loro indubbia capacità fiscale. “Tutto questo per creare - ha concluso il presidente Iorio- un Sistema Sanitario moderno, efficace e con costi sostenibili e armonici sull’intero territorio nazionale”. All’Assemblea sono interventi anche il viceministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, Ferruccio Fazio, il presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia e il segretario nazionale della Cisl, Raffaele Bonanni. Hanno relazionato oltre il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, il rettore dell’Università de L’Aquila, Ferdinando Di Orio, il sindaco del capoluogo abruzzese, Massimo Cialente e il Presidente della Provincia de L’Aquila, Stefania Pezzopane. Il presidente Iorio, dopo la con-

Berlusconi; io non cambio gli italiani mi vogliono così

Napolitano: la crisi della politica non è la crisi della democrazia

ROMA - “Non cambio. Gli italiani mi vogliono così, il mio gradimento è al 61%. Sentono che sono buono, generoso, sincero, leale, che mantengo le promesse”. Silvio Berlusconi, ieri in conferenza stampa a Coppito, bolla di nuovo come “spazzatura e calunnie” le notizie relative all'inchiesta di Bari. E afferma che questi attacchi portano “meno credibilità, meno elettori e meno pubblicità” a chi li conduce.

ROMA - “Non bisogna confondere la crisi della politica con la crisi della democrazia” e bisogna trovare un punto di riferimento nelle istituzioni “che hanno bisogno del necessario rispetto”. Così il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante la cerimonia di inaugurazione dell'archivio storico del Quirinale.

clusione dei lavori dell'assemblea, ha quindi fatto visita al campo di Arischia, gestito dalla Protezione Civile molisana dove ha incontrato i volontari e il personale operativo e medico del campo per fare il punto della situazione. Prima di andare via il presidente della Regione si è intrattenuto con alcuni cittadini ospitati nella struttura informandosi delle loro condizioni.

5 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


REGIONE CAMPOBASSO – Tiene ancora banco la vertenza dei lavoratori forestali impegnati all’Arsiam. Gli operai chiedono la stabilizzazione in ruolo ma, secondo la delibera del Consiglio regionale del 30 dicembre 2008, la richiesta può essere accolta solo per coloro che hanno almeno cinque anni di anzianità e 151 giornate lavorative. Il provvedimento impegnava, inoltre, la Giunta a “definire le modalità di accredito degli ulteriori importi necessari” per raggiungere tali requisiti. Nonostante ciò, secondo il consigliere del Pd, Michele Petraroia, resta “il clima di esasperazione che si è venuto a determinare tra i 200 operai forestali impegnati presso l’Arsiam e che ha già determinato primi inasprimenti nella vertenza sindacale con l’episodio che ha visto protagonista, il poco sensibile Assessore Luigi Velardi” e “sollecito l’urgente attivazione di una sede di confronto tra le parti che eviti l’accentuazione della protesta”. Petraroia rimarca, inoltre, che “ci sono duecento famiglie che non riescono a fron-

Forestali, vertenza senza fine teggiare le esigenze elementari di vita quotidiana per responsabilità della Regione Molise che non è stata in grado né di assicurare le 151 giornate e né con onestà e chiarezza ha detto ai lavoratori che il loro rapporto contrattuale era da intendersi concluso. Non è possibile – aggiunge – per chi conosce anche individualmente questi lavoratori, rispondere solo con la chiamata della Polizia rinserrandosi a chiave nel Palazzo pieni di vergogna. La si smetta con i proclami inutili e si verifichi urgentemente un percorso possibile tra impiego nella campagna antincendio e manutenzione ambientale che assicuri – conclude Petraroia – il riavvio al lavoro ed il raggiungimento delle 151 giornate annuali in attuazione della delibera numero 401 del 30 dicembre 2008 del Consiglio approvata all’unanimità”.

Servizio civile, l’accreditamento degli enti non soddisfa la conferenza Stato/Regioni CAMPOBASSO – L’accreditamento degli enti per lo svolgimento del servizio civile non ha soddisfatto la Commissione Politiche Sociali della Conferenza Stato/Regioni. Se ne è parlato in occasione della riunione di mercoledì scorso,

nella sede di Roma della Regione Veneto. Gli altri punti discussi hanno riguardato il rifinanziamento del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali e del Fondo per la Non Autosufficienza; organizzazione della Conferenza Nazionale

sulla Disabilità (che si terrà a Torino dall’1 al 3 ottobre 2009 dal titolo “Tutti uguali, tutti unici”) e della Conferenza nazionale sull’Infanzia (che si terrà a Napoli dal 18 al 20 novembre 2009 al titolo “Il futuro dei bambini e nel presente”).

Contro la crisi saldi anticipati Dal primo luglio al 14 settembre CAMPOBASSO – La crisi si fa sentire e il commercio arranca. Per aiutare le vendite e dare una mano così anche ai consumatori in affanno già alla terza settimana, la Giunta regionale – su proposta dell’assessore alle Attività produttive Franco Giorgio Marinelli – ha deliberato l’inizio dei saldi, per tutti gli esercizi commerciali molisani, a partire da mercoledì 1 luglio fino a lunedì 14 settembre 2009. Naturalmente a dare una spinta al provvedimento le istanze avanzate dalle più importanti associa-

6 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

Bari, Nichi Vendola chiamato in Procura BARI - Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, è il destinatario di un avviso a comparire, come persona informata sui fatti, dal sostituto procuratore di Bari Desiree Digeronimo, nell'ambito delle indagini sugli appalti per la fornitura di protesi sanitarie. Un'inchiesta parallela rispetto a quella che vede coinvolto l'imprenditore barese Giampaolo Tarantini.

zioni di categoria e dei consumatori. Spiega infatti Marinelli: la necessità di anticipare i saldi estivi è dettata dal momento di crisi economica che ha visto una riduzione notevole dei consumi, e che spinge, di conseguenza, gli operatori del settore a cercare sempre più frequenti occasioni di “incontro” con le esigenze dei consumatori per non pregiudicare le proprie attività commerciali che sarebbero svantaggiate rispetto a quelle delle regioni limitrofe, nelle quali il periodo dei saldi inizia con abbondante anticipo.

Gli Assessori regionali alle Politiche Sociali, presenti all’incontro, hanno sviluppato un interessante dibattito sulla proposta di revisione della legislazione relativa al Servizio Civile Nazionale. L’Assessore alle Politiche Sociali, Angiolina Fusco Perrella, ha ribadito nel suo intervento la necessità di “un serio con-

L’assessore Fusco Perrella: incrementare le risorse finanziarie fronto politico-istituzionale che, riguardando materia concorrente Stato/Regioni, coinvolga tutte le parti in causa (oltre al Governo ed alle Regioni, anche tutti gli altri soggetti che si occupano della problematica), affinché le modifiche dell’attuale legislazione siano il più possibile condivise. Per questo motivo – ha concluso l’Assessore Fusco – le Regioni vigileranno affinché la revisione della legislazione non snaturi il servizio civile, tenga conto delle esigenze locali e territoriali e si incrementino le risorse finanziarie statali messe a disposizione”.

Incendiata l’auto di Barbara Montereale BARI - È stata incendiata, poco prima delle 5 di ieri mattina, l'auto di Barbara Montereale, la giovane modella che accompagnò Patrizia D'Addario a Palazzo Grazioli. La ventitreenne era stata interrogata giorni fa dalla Guardia di finanza nell'ambito dell'inchiesta della Procura barese sul via vai di ragazze nella residenza romana del premier Berlusconi.


REGIONE Restituzione sgravi post-sisma Romagnuolo: resta la normativa vigente Il subcommissario: le aziende del cratere devono versare dal terzo mese successivo alla sospensione del marzo 2006

CAMPOBASSO – Si complica la situazione relativa ai tributi e contributi post-sisma sospesi e da restituire (a partire dallo scorso 16 giugno). Alcune aziende del Nucleo Industriale di Termoli – secondo il consigliere regionale del Pd, Petraroia – avrebbero avviato iniziative per il recupero forzoso e in un’unica soluzione degli sgravi contributivi concessi a seguito del terremoto, entro e non oltre il 16 agosto prossimo. Sarebbero state, inoltre, recapitate richieste ai dipendenti o affissi avvisi nelle bacheche aziendali con l’unica concessione prevista di una possibile dilazione in 12 rate comprensive degli interessi di mora. C’è però da considerare che Termoli non rientra nell’area dei territori ammessi all’agevolazione, ma le aziende citate, appellandosi alla circo-

lare numero 53 dell’Inps dello scorso 8 aprile, agiscono – secondo Petraroia – da sostituti d’imposta a nome dello Stato. Gli importi da recuperare variano da 4 mila a 12 mila euro e oltre, in proporzione al periodo di durata del beneficio e all’inquadramento contrattuale. In ogni caso, si tratta di “somme elevate per lavoratori che percepiscono mediamente salari mensili di poco più di mille euro”. Al proposito, il consigliere Pd ricorda che “la circolare numero 105/2004 dell’Inps stabiliva l’obbligo della restituzione degli sgravi contributivi in 304 rate mensili ma, le stesse circolari Inps 106 e 53 del 2008, non dispongono in maniera diversa”. Per questo le aziende, quali sostituti d’imposta, “con una interpretazione restrittiva penalizzano e mettono in difficoltà centinaia di lavoratori”. In considerazione di ciò, Petraroia chiede “la convocazione urgente delle rappresentanze sindacali e imprenditoriali” per risolvere la questione. Diverso il parere dell’Api Molise-Acem (Associazione delle Piccole e medie Industrie e Associazione dei Costruttori Edili del Molise), che sostiene che “tale abbattimento riguarda soltanto le somme non pagate, senza tener conto che per il periodo di sospensione 31 ottobre 2002 – 31 dicembre 2005, la restituzione era già iniziata dal 16 marzo 2006 nella ‘formula’ delle 304 rate mensili”. Sarebbe que-

Michele Petraroia (Pd): somme elevate per centinaia di lavoratori

E’ morta l’attrice Farrah Fawcett E' morta Farrah Fawcett. L'attrice americana, 62 anni, era stata ricoverata in ospedale lunedì, in seguito all'aggravarsi delle sue condizioni di malata di cancro. Lo stesso giorno Ryan Ò Neal, 68 anni, aveva annunciato che Farrah Fawcett, diventata famosa grazie al film «Charliès Angels» e considerata una delle donne più sexy di Hollywood negli anni Settanta, Errore.

sto, secondo le associazioni di imprese, il motivo per cui chi ha già iniziato a versare parte del debito “si trovano oggi ad essere penalizzati in quanto hanno diligentemente pagato per circa tre anni le rate ‘scadute’ e non possono invocare l’abbattimento del 60% su quelle somme, al contrario di coloro i quali, contravvenendo alle norme, non hanno effettuato alcun versamento e, quindi, possono beneficiare dell’abbattimento sull’intero debito”. Inoltre, secondo l’Api Molise-Acem “molte aziende hanno pagato addirittura quasi integralmente il dovuto, altre non si sono affatto avvalse delle sospensioni”. Infine, l’associazione ha inviato una nota al presidente della Regione e Commissario delegato, Michele Iorio, al subcommissario, Nicola Romagnuolo, all’Agenzia delle Entrate ed alle Direzioni Regionali dell’Inps e dell’Inail per una “correzione normativa che elimini la grave ineguaglianza di trattamento tra cittadini ed operatori economici interessati”. Per tutta risposta, il subcommissario Romagnuolo ricorda c h e “che i soggetti residenti o aventi sede legale od operativa nei Comuni fuori dal cratere sismico alla data del terremoto del 31 ottobre 2002 che hanno beneficiato della sospensione dei contributi previdenziali, devono versare, a partire dal terzo mese successivo alla sospensione del marzo 2006, l’importo dovuto mediante rate mensili pari a otto volte la durata

della sospensione”. Invece, per i Comuni del cratere è previsto “l’abbattimento del 60% e la restituzione del 40% restante in 120 rate per dieci anni relativi a tributi e contributi sospesi dal 2002 al 2008”. Inoltre, Romagnuolo ribadisce che “il commissario Iorio, lo scorso 18 febbraio, comunicava anche all’Inps la normativa risolutiva”. Pertanto, secondo il subcommissario, “ogni altra interpretazione da parte di aziende o enti è da considerarsi contraria alle disposizioni normative vigenti”. Tuttavia, Romagnolo è “pronto insieme anche all’assessore Fusco Perrella a partecipare ad incontri esplicativi su come deve essere interpretata la normativa e per chiarire ogni dubbio per gli enti e le aziende, dentro e fuori dal cratere sismico”. Adimo

L’Api Molise-Acem: pari trattamento per le imprese che hanno già ripreso a pagare

Pensioni: Ue contro Italia, monito di Draghi La Commissione europea ha deciso di aprire una nuova procedura d'infrazione contro l'Italia per non essersi adeguata alla sentenza della Corte di Giustizia Ue che prevede l'equiparazione dell'età pensionabile tra uomini e donne nel settore pubblico.

7 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


CAMPOBASSO Molte colture sono andate distrutte. I prezzi subiranno rincari improvvisi

Il maltempo lascia la regione Si contano i danni CAMPOBASSO – Le temperature continueranno a salire anche nei prossimi giorni. Il maltempo sembra quindi aver abbandonato il Molise. Ma purtroppo i danni restano. E sono riferiti alle colture andate in fumo dopo le grandinate e le forti piogge che hanno imperversato sulla provincia di Campobasso da domenica scorsa. Si tratta di migliaia di prodotti che non potranno più essere messi in commercio. So-

prattutto quelli ortofrutticoli come pomodori ed insalate. La prima conseguenza che ne verrà fuori è l’incremento dei prezzi al consumo. Infatti gli ortaggi che hanno resistito al maltempo di questi giorni potranno anche veder quadruplicare il loro prezzo. Ma le conseguenze del maltempo non sono purtroppo solo queste. Potrebbero intaccare anche il turismo costiero e quello estivo della montagna mo-

lisana. Per quanto riguarda il mare il fenomeno dell’erosione delle spiagge farà anche diminuire il numero di persone che potranno prenotare il loro ombrellone sugli arenili privati termolesi. Infatti sul lungomare nord diversi metri di sabbia sono stati ingoiati da oltre un metro d’acqua. Anche quando ci saranno i classici 35 gradi all’ombra sarà difficile recuperare quel tratto di spiaggia dove fino a quin-

Abuso d’ufficio,Verrecchia assolto Era accusato di aver favorito la promozione a primario di ginecologia Patrizia De Palma LARINO – Si conclude con un’assoluzione il processo per abuso d’ufficio che vedeva coinvolto il manager della ex Asl 4 Mario Verrecchia. La vicenda era riferita all’assunzione di Patrizia De Palma come primario dell’ospedale San Timoteo di Termoli. Arnaldo Picucci, che fino a quella data aveva ricoperto l’incarico, fu trasferito a Larino. Il concorso era stato indetto dalla Asl e la dottoressa De Palma, moglie dell’ex parlamentare Udc Remo Di Giandomenico risultò vincitrice nel lontano 2001. Una decisione che fu contestata da alcuni dipendenti e dal Picucci stesso il quale, nonostante avesse vinto la controversia davanti al Tribunale del Lavoro, non era mai stato reintegrato a Termoli. Le accuse contestate a Verrecchia dal gip di Larino furono falso, inottemperanza alle disposi-

zioni dell’autorità giudiziaria, e abuso in atti d’ufficio. Dalle prime due accuse fu assolto in sede di udienza preliminare. La terza è caduta davanti al giudice di primo grado. Durante il processo è emersa la totale estraneità ai fatti di Verrecchia alle procedure che hanno portato al-

Guardia di finanza, le celebrazioni CAMPOBASSO – Si svolgeranno questa mattina nella sede del comando regionale della Guardia di Finanza le celebrazioni del 235esimo anniversario della nascita della polizia tributaria. Il colonnello Giovanni Liverini leggerà i messaggi delle autorità per passare poi alla consegna degli attestati di benemerenza.

l’assegnazione dell’incarico a Patrizia De Palma. La sentenza è arrivata dopo una decina di minuti di camera di consiglio. Entrambi dovranno ritornare nuovamente davanti ai giudici il 15 luglio in occasione della celebrazione dell’udienza preliminare sul caso Black Hole. V.P.

dici giorni fa sorgevano le prime file degli ombrelloni. Ma per dare il via all’estate vera e propria bisogna aspettare ancora quindici giorni. La prossima settimana le temperature saliranno anche oltre i trenta gradi.

Ma tra il 5 ed il 12 luglio si potrà assistere ad una nuova ondata di maltempo che potrebbe mettere nuovamente in ginocchio sia l’agricoltura che il turismo costiero. Viviana Pizzi

Rapina in pasticceria, condannato a due anni CAMPOBASSO – Una condanna e due rinvii per patteggiamento. E’ la decisione presa dai giudici nei confronti dei tre rapinatori della pasticceria Iannetta. Il furto avvenne nella notte tra il 31 ottobre ed il primo novembre dell’anno scorso. I due rubarono anche all’interno della scuola Jovine di Campobasso. Il rito abbreviato ha condannato il primo a due anni di reclusione. Gli altri due dovranno tornare in aula il 16 luglio per patteggiare la pena. L’arresto avvenne alla fine di novembre dopo un mese di indagini. I tre pregiudicati entrarono nell'esercizio commerciale, armati di pistola giocattolo ed intimarono alla cassiera di consegnare il contante. Il colpo andò male. La donna reagì ed i tre scapparono a mani vuote. La stessa notte si recarono presso la scuola Jovine per tentare almeno qui di recuperare quanto serviva per acquistare una dose di droga. Dopo aver forzato la porta d’ingresso riuscirono a porta via una chitarra, 3 violoncelli, alcuni lettori Dvd, un televisore, dei telefoni, stampanti ed altro materiale elettronico. Furono scoperti dopo un mese grazie ad una penetrante attività di intelligence e accurati controlli dei carabinieri. Vivip

Investita nel buio, 41enne ferita TERMOLI - Investita mentre camminava a piedi in via Cairoli durante la notte. L'incidente ha visto come protagonista una 41enne. E’ stata travolta da un'automobilista che non l'aveva notata. Soccorsa dagli operatori del 118 Molise, e' stata trasferita al San Timoteo di Termoli per una frattura ad una gamba.

9 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


CAMPOBASSO La poltrona è contesa tra due ex assessori: Paolone del Pd e Di Donato di Npd

Seggio conteso, proclamazione slitatta CAMPOBASSO - Fumata nera. Quando tutto sembrava pronto per la proclamazione degli eletti ecco che spunta il classico imprevisto dell’ultimo momento e sull’aria frizzante che si respirava tra i corridoi del Municipio ieri mattina è calato il gelo. Un passaggio d’informazioni tra il giudice Calabria e il segretario generale Triscari e quello che doveva essere il giorno della proclamazione si è trasformato in un altro giorno d’attesa. Visto che i verbali sono stati ricontrollati e dato che dalla chiusura dei seggi sono trascorse più di due settimane qual è

stato l’impedimento? Perché il rinvio? La risposta è arrivata, non per bocca degli organi ufficiali, guardano la faccia scura di Maurizio Tiberio che si aggirava in Comune (dove non è stato eletto) in compagnia dell’ex assessore alla Cultura e allo sport Felice Di Donato. Problemi di seggi. Di poltrone. E quale altro motivo sennò. La questione è sorta tra il Pd e Nuova Primavera democratica. Il dubbio su chi doveva entrare in Consiglio c’era stato sin dal primo momento. Si tratta del solito problema legato al metodo D’Hondt, a quella formula matematica inven-

Universitas Mercatorum Cinquanta borse di studio La Camera di Commercio di Campobasso ha aderito a Universitas Mercatorum, l’Università telematica del sistema delle Camere di Commercio italiane. E’ riconosciuta dal Ministero dell’Università e della Ricerca e rilascia, attraverso la sua Facoltà di Economia, le lauree in Gestione d’Impresa e in Management delle Risorse Umane. Il primo anno accademico è cominciato nel 2007 e, considerata la validità e la flessibilità dell’offerta formativa, l’Università si è ormai consolidata su tutto il territorio nazionale, con un elevato numero di studenti iscritti e frequentanti, occupati sia presso le imprese pubbliche che presso le imprese private. L’Universitas Mercatorum, grazie al sostegno finanziario di Unioncamere, ha stanziato 50 borse di studio, di mille euro ciascuna, per la copertura parziale dei costi di immatricolazione. Le borse sono destinate a: 25 dipendenti di Camere di Commercio e di altre strutture camerali; 10 dipendenti delle imprese aderenti alle principali associazioni di categoria nazionali convenzionate con l’Ateneo e a 15 donne lavoratrici. Le domande per le agevolazioni dovranno pervenire all’Ateneo entro e non oltre il 30 giugno prossimo, come indicato dal regolamento, disponibile, unitamente al modulo di richiesta della borsa di studio sul sito www.unimercatorum.it.

10 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

Falsi poveri scoperti dalle Fiamme Gialle Inquilino della casa popolare, ma con la Porsche Carrera 911 giù in garage. E non era l'unico: un altro affittuario di casa Ater viaggiava con la Jaguar; un altro ancora pagava la pigione sociale ma teneva nel box una Volkswagen Tuareg. Sono i falsi poveri smascherati dalla Guardia di Finanza di Padova.

tata alla fine del 1800 per l'attribuzione dei seggi nei sistemi che utilizzano il metodo proporzionale. Con la sua ‘interpretazione’ il giudice Calabria ha assegnato cinque seggi più uno all’Italia dei Valori, quattro più uno al Partito democratico uno a Gaetano Di Niro del terzo polo e uno ad Adriana Izzi capolista di Cittadinoi, Rifondazione e Comunisti. La teoria di Tiberio & Company è che all’ex assessore Di Donato di Primavera Democratica vada il seggio attribuito ad Emilio Paolone. Chi avrà ragione? Augusto Massa (che però po-

trebbe essere di parte visto che era il candidato sindaco del Pd) dice che il giudice Stefano Calabria ha interpretato bene la norma e ha fatto altrettanto bene il conteggio come previsto dal metodo D’Hondt. E’ evidente che invece la Nuova Primavera democratica la pensi in maniera diversa. Secondo loro vanno conteggiati anche i risultati ottenuti dalle altre due liste. Una soluzione si dovrà trovare e certamente il posto sarà assegnato a uno dei due ex assessori. Qualcuno si è chiesto perché tanto fervore da parte di Maurizio

Tiberio. Le ragioni sono due: perché dopo la magra figura fatta dalla sua lista ottenere un posto in consiglio potrebbe alleviare la delusione elettorale e poi perché lui è il primo dei non eletti di Nuova Primavera democratica. Magari chissà, potrebbe anche rientrare, un domani, tra i quaranta dove è stato, un po’ di qua e un po’ di là, fino a qualche settimana fa. Che ne pensa Di Bartolomeo di questa vicenda? “Meglio così - ha detto ironicamente fuori dal Palazzo di città - abbiamo un altro po’ di tempo per sopravvivere”. J.R.

Criticità a Pediatria del Cardarelli Risponde il manager Sergio Florio Riceviamo e pubblichiamo In relazione alle segnalazioni del presidente della Agdm Carmine Venditti riportate oggi su un portale di informazione regionale e riferite alle criticità della Divisione di Pediatria e Diabetologia Pediatrica del Presidio Ospedaliero Asrem “A. Cardarelli” di Campobasso, il direttore generale dell’Asrem Sergio Florio ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Non posso che convenire col presidente Venditti sulle criticità segnalate in ordine alla carenza d’organico della Pediatria del Cardarelli. Carenza rispetto la quale, rinviando all’elevato numero di pediatri presenti su Termoli (ben 13 primario compreso), questa Direzione si era già mossa da tempo, riscontrando tuttavia la contrarietà, spesso dettata

da motivazioni discutibili, da parte dei sanitari al trasferimento funzionale su Campobasso. In questo senso, però, si è già provveduti a ‘far scorrere’ la graduatoria delle posizioni presenti a Termoli (siamo già al numero 5 e 6) da destinare al Cardarelli, in misura di almeno due unità. Il tutto, auspicando, almeno questa volta, di non doverci ritrovare di fronte a resistenze di chi, pur potendo e dovendo ottemperare ai propri compiti, le gioca tutte, magari anche coinvolgendo la politica, per sottrarsi ad un dovere professionale negando peraltro ai piccoli sfortunati utenti il diritto alla salute e la possibilità di svolgere una adeguata azione preventiva finalizzata, peraltro, a scongiurarne l’ospedalizzazione”. Sergio Florio

Uccise Pippa Bacca Eragastolo al 38enne ANKARA - Condannato all’ergastolo Murat Karatash, 38 anni, il turco reo confesso dell'omicidio Pippa Bacca, l'artista milanese di 33 anni violentata e uccisa in Turchia ai primi d'aprile dell'anno scorso. Lo ha detto all'ANSA l'avvocato Mehmet Eke, legale della famiglia della vittima.


CAMPOBASSO Presentato ieri dal direttore dell’Aci Caturano il progetto promosso dal ministero Brunetta

‘Mettiamoci la faccia’ La parola all’utente Un sistema per indicare il grado di soddisfazione di chi usufruisce del servizio CAMPOBASSO - Quante volte il cittadino-utente avrebbe voluto esprimere un giudizio sui servizi offerti da questo o quell’altro ufficio? Adesso si può. Proprio ieri è stato presentato, all’Aci di Campobasso, il progetto “Mettiamoci la faccia” che dà ai cittadini che hanno richiesto ed ottenuto dei servizi dall’Aci di esprimere un parere sui servizi ricevuti. Da ieri, chiunque si recherà negli uffici provinciali dell’ACI di Campobasso, troverà un totem posizionato

nel salone del ‘Pra’ utile a misurare il livello di soddisfazione del pubblico attraverso l’utilizzo di tre semplici “emoticons”, le faccine che si usano sul web o che si inviano per sms. L’iniziativa "Mettiamoci la faccia" è stato ‘sponsorizzato’ anche dal ministro Renato che ha tirato in ballo in questa fase sperimentale cinque amministrazioni pubbliche, tra le quali l'Automobile Club d'Italia. “Il metodo adottato – ha dichia-

rato Giovanni Caturano direttore dell'Aci Campobasso - è innovativo, intuitivo ed immediato, e supera i tradizionali strumenti di rilevazione della customer satisfaction. Grazie al sistema delle simpatiche faccine, l’utente ha la possibilità di manifestare subito le proprie opinioni, aiutando al tempo stesso l'amministrazione a migliorare, in tempi brevi, eventuali lacune nell’erogazione dei servizi. Alla “faccina” verde corrisponde un giudizio positivo, quella gialla simboleggia la sufficienza, mentre la rossa rappresenta una valutazione negativa. In questo ultimo caso il cittadino

avrà la possibilità di comunicare in modo più preciso i motivi della sua insoddisfazione”. Alla presentazione di ieri mattina anche il vicepresidente dell’Automobile Club Campobasso, Luciano Matteo, che ha auspicato che “il sistema della rilevazione della soddisfazione dell’utenza venga esteso anche alle altre pubbliche amministrazioni e soprattutto agli enti locali che devono essere sempre più vicini ai cittadini”. “La partecipazione dell’Aci alla fase sperimentale del progetto nazionale ‘Mettiamoci la faccia’ - ha detto Carmela Pagano, prefetto di

Campobasso - ha confermato che è perfettamente coerente con la collaborazione fornita dall’Aci stesso alle iniziative di modernizzazione della P.A., avviate in seno alla conferenza permanente alla Prefettura di Campobasso, che mettono tutte al centro di ogni intervento la soddisfazione dell’utenza”. “Un grazie particolare – ha concluso il direttore Caturano – va al personale dipendente dell'Aci Campobasso, perché la cultura di ciascun dipendente è proiettata all'innovazione costante e al miglioramento continuo del servizio ai cittadini”.

Fontana Cacciapesce Quasi ultimati i lavori di restauro

L’antico manufatto è stato piazzato davanti all’ingresso della “Città nella città” di Di Biase

xbOra che i lavori stanno per essere terminati pian piano si comincia a ‘scoprire’ in tutta la sua bellezza. Stiamo parlando dell’antica Fontana Cacciapesce il cui recupero, avviato dall’ex assessore ai LLpp Emilio Paolone più un mese fa, pare sia a buon punto. Gli operai Erano stati annunciati qualche tempo fa e avevano scatenato un vespaio di polemiche. Lavori delicati che servono a preservare un patrimonio che appartiene a tutta la città ma che l’incuria avrebbe potuto cancellare per sempre. Chi conosce la storia della fontana racconta di un manufatto realizzato in pietra lavorata con sei cannelle, e che fu inaugurato l’8 dicembre del 1871. La fontana “dei Cappuccini” ma detta anche “dell’Annunziata” perché collocata sulla via omonima, ma è stata sempre conosciuta come “Cacciapesce” perché alimentata da una sorgente tra la collina San Giovannello e il vecchio pastificio Guacci che inviava le acque in una vasca che conteneva pesci. Un bel giorno e pare senza un particolare motivo la fontana fu rimossa e per anni rimase accantonata. Quando iniziò la costruzione del palazzo dell’Inail la fontana fu scomposta e i pezzi spostati più volte e qualcuno addirittura sparito. Misteriosamente. Ora il monumento, dopo anni di oblio, è tornato a fare bella

mostra di se stesso. L’unica domanda che tutti si fanno è: perché collocare la fontana a corso Bucci, all’ingresso del complesso edilizio ‘La città nella città’ di Di Biase. E’ vero che il colosso edilizio di Campobasso ha pagato i lavori di ristrutturazione ma se avesse semplicemente voluto fare del bene alla sua città poteva anche rinunciare alla location attuale per dare un aspetto meno privato di un bene pubblico.

Apprendimento e disturbi convegno a San Giovanni

Tratturi e transumanza Oggi l’ultimo giorno

Inizierà stamattina alle 10 nella sala convegni di San Giovanni Battsta il corso di formazione sui “Disturbi dell’apprendimento: dalla diagnosi al trattamento educativo” . L’iniziativa condivisa dall’Ansi (Associazione nazionale scuola italiana) dall’Aid e patrocinata dall’Ufficio scolastico oltre che dalla Regione.

Seconda ed ultima giornata all’hotel San Giorgio di Campobasso del convegno dal titolo “Tratturi e transumanza patrimonio dell’umanità”. Oltre alla presentazione dei risultati dei tavoli tecnici è previsto anche l’intervento del presidente della Giunta regionale Michele Iorio.

11 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


Iorio a L’Aquila presiede i lavori


dell’assemblea di Farmindustria


Veneziale, la cardiologia fa un passo avanti

Market rom, si va in Cassazione

ISERNIA - L’attività di cardiologia interventistica, attività che consente di eseguire interventi di angioplastica coronarica con impianto di Stent, ovvero di protesi endovascolari. A pagina 17

ISERNIA – La procura non ha accettato di buon grado la decisione del Tribunale del Riesame di Campobasso di scarcerare quattro degli undici rom accusati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. A pagina 17

ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

ISERNIA

L’anniversario delle Fiamme gialle www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A GABRIELE MELOGLI Il tapiro di oggi adorno di fascia tricolore va al sindaco Gabriele Melogli, che in seguito alla situazione delineatasi nelle ultime ore, non sa che “pesci pigliare”. Incalzato dal gruppo di An da un lato, dalle indicazioni di vertice dall’altro e pressato da tutti i capigruppo che hanno chiesto la testa di Giovancarmine Mancini, ha elegantemente deciso di “congelare” la questione. Nell’attesa si gusti il nostro tapiro, con la speranza che il fresco gli schiarisca le idee e presto si venga a capo della situazione con decisioni indolore per tutti.

L’OSCAR DEL GIORNO ALLA GUARDIA DI FINANZA L’oscar di oggi assume una doppia valenza. Va consegnato rispettivamente al Corpo Provinciale della Guardia di finanza, che ieri ha festeggiato il suo 235° anniversario della sua fondazione avvenuta nel lontano 1774, e al comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Isernia, Pasquale Ciaramella, per aver condotto sul territorio mirate e penetranti attività di programmazione delle operazioni di contrasto all'evasione fiscale e allo spaccio di stupefacenti. Con l’augurio che l’attività svolta continui a dare sempre buoni frutti.

www.gazzettadelmolise.com 20.000 copie in omaggio


ISERNIA Nella sala convegni di palazzo Berta i festeggiamenti per la fondazione della Guardia di finanza

Fiamme gialle: 235esimo anniversario Sono stati 22 gli evasori scoperti e denunciati 488 i controlli fiscali portati a termine finora ISERNIA - Si sono tenuti nella mattinata di ieri ad Isernia, presso la sala convegni di palazzo Berta, i festeggiamenti per il 235esimo anniversario della fondazione della Guardia di finanza. La nascita di questo corpo risale al 1774, quando nacque la "Legione truppe leggere"

del regno di Savoia. Divenne, in seguito, "Corpo Doganale", fino all'evoluzione odierna in un corpo militare di polizia economico-finanziario. Sono stai fatti gli onori di rito e picchetti alla presenza del Prefetto della provincia Pentra Raffaele D’Agostino e del Comandante provinciale delle Fiamme gialle Pasquale Ciaramella. L’occasione è servita per fare un resoconto dell’attività svolta in questi ultimi mesi da parte del corpo, impegnato nel monitoraggio del territorio in diversi ambiti, che ricordiamo essere diversi. Relativamente alla lotta all'evasione fiscale, il comandante provinciale della Guardia di finanza, Ciaramella, ha riferito che sono stati 22 gli evasori scoperti e denunciati, e 488 i controlli fiscali portati a termine finora. Grazie ad una mirata e penetrante attività di programmazione delle attività di contrasto al-

l'evasione è aumentato il rendimento medio di ogni singolo intervento ed è pertanto migliorata la qualità complessiva delle verifiche svolte. Ciò ha consentito un avanzamento sistematico della lotta all'evasione fiscale. Inoltre un notevole impegno è stato profuso, da parte della Guardia di Finanza nel nostro territorio, per la lotta contro lo spaccio degli stupefacenti. Anche qui facendo registrare 4 arresti e 12 denunce. Insomma un bilancio positivo per il Comandante che coglie l’occasione per salutare i suoi uomini, verrà infatti trasferito a Napoli nei prossimi giorni. “L’augurio è che si possano risolvere queste piaghe sociali, con un’attività sempre vigile e dispiegata su tutto il territorio - commenta Ciaramella - e un impegno vivo, mai concluso”. C.I

Agnone, convegno sull’archeologia Partecipano studiosi delle regioni limitrofi ISERNIA - E’ previsto questo pomeriggio nella sala conferenze dell’hotel Sammartino, il III Convegno di studi archeologici, organizzato dal Rotary Club del comune alto-molisano. L’incontro da titolo “La ricerca archeologica nel MoliseStato dell’arte”, avrà luogo alle ore 17,30 e relazioneranno docenti universitari e noti studiosi provenienti da tutto il Molise, dal Lazio e dalla Campania. Al centro del dibattito, che coprirà circa due ore, verranno illustrate le più recenti acquisizioni sull’archeologia italica e romana del Molise. Terra, ricca di siti archeologici di notevole importanza. I lavori partiranno, dopo il saluto del sindaco di Agnone, Gelsomino De Vita, e il primo intervento riguarderà Placido Busico, presidente del Rotary Club di Agnone nonché promotore e coordinatore del simposio. Dopo aver compiuto una puntuale introduzione dei lavori, metterà a fuoco l'attenzione

16 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

dell'uditorio sulle questioni che oggi più intrigano i ricercatori, essendo ancora in parte insolute, ad onta degli apprezzabili progressi della moderna scienza archeologica. A termine del Convegno si

Al via il “Processo alla cipolla” ISERNIA - Domenica prossima, presso la Sala consiliare del Comune, si terrà, a partire dalle ore 10,30, il convegno-dibattito “Processo alla cipolla”; iniziativa, organizzata dalla Camera di Commercio e dall’Accademia Italiana della Cucina – Delegazione di Isernia, volta al recupero delle produzioni tradizionali e tipiche della nostra provincia.

darà ampio spazio a quanti vorranno intervenire con domande e curiosità, sarà per questo inaugurata una tavola rotonda aperta a tutti i convenuti. C.I

Parte il simposio della cooperazione ISERNIA - Prende il via il secondo Simposio internazionale sulla Cooperazione sanitaria in America Latina, in programma in città oggi e domani presso l’Aula magna dell’università del Molise. Sarà presente miss Bolivia, testimonial per la donazione del sangue. Segue il programma del simposio.


ISERNIA La procura di Isernia ha contestato il dispositivo del Tribunale del Riesame

Rom arrestati per droga, si va in Cassazione Il pm che ha ordinato la cattura degli spacciatori vorrebbe farli tornare in carcere e annullare la sentenza dei giudici Iapaolo, Rinaldi e Pepe ISERNIA – La procura non ha accettato di buon grado la decisione del Tribunale del Riesame di Campobasso di scarcerare quattro degli undici rom accusati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Nella giornata di ieri, dopo aver preso atto della decisione dei giudici del capoluogo di regione, ha presentato ricorso in Corte

di Cassazione. Ora toccherà ai giudici supremi decidere quando discutere la sentenza del Riesame. Di sicuro non avverrà prima di un mese. Il collegio che ha preso la decisione di liberare i rom era presieduto da Mario Iapaolo e composto da Teresina Pepe e Maria Rosaria Rinaldi. Erano stati arrestati nell’ambito delle operazioni antidroga Market rom e fatal blow. L’ordinanza di custodia cautelare era stata emessa dal giudice per le indagini preliminari di Isernia. Riguardava lo spaccio di droga dei quartieri San Lazzaro e San

Leucio bloccato da polizia e carabinieri in due distinte operazioni. La prima era scattata il 13 maggio scorso l’altra il 4 giugno. I rom rimessi in libertà erano stati accusati, a vario titolo, di spaccio di sostanze stupefacenti. I legali avevano chiesto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare perché non sarebbe stata basata su fatti concreti ma su prove indiziarie. La stessa linea difensiva è stata adottata dai legali di tutti i rom arrestati Carmine Verde, Giovancarmine Mancini e Franco Mastronardi. Di sicuro è stata eccepita dai giudici che hanno deciso di liberare i rom arrestati. Carabinieri e polizia pensavano di aver dato un colpo mortale al traffico di sostanze stupefacenti. Ma così non è stato perché le forze dell’ordine dovranno nuovamente mettersi a lavoro per arrestare coloro che hanno messo in piedi il traffico di sostanze stupefacenti in città. La Corte di Cassazione però potrebbe decidere di ribaltare la sentenza del Tribunale del Riesame e far tornare dietro le sbarre i rom rimessi in libertà. Viviana P

Veneziale, l’angioplastica diventa una realtà ISERNIA - L’angioplastica coronarica diventa una realtà concreta. Infatti, dalla scorsa settimana, dopo un lungo periodo di aggiornamento professionale svoltosi nei maggiori centri italiani di cardiologia, presso l’Unità operativa complessa di cardiologia dell’ospedale “Veneziale”, diretta da Pietro Lemme, l’équipe di emodinamica guidata da Piermaurizio Morgantini ha iniziato l’attività di cardiologia interventistica, attività che consente di eseguire interventi di angioplastica coronarica con impianto di Stent, ovvero di protesi endovascolari. Questo tipo di intervento, a differenza della cardiochirurgia tradizionale, con la quale si interviene sul paziente a torace aperto, è infatti di tipo endovascolare. Ciò vuol dire che l’inserimento della protesi avviene tramite una semplice puntura percutanea che va a bucare l’arteria femorale oppure l’arteria radiale (tale scelta dipende dalle caratteristiche del paziente), permettendo l’introduzione di un minuscolo catetere che va a raggiungere l’imbocco delle arterie coronariche. “L’ospedale continua in maniera spedita il suo percorso verso l’eccellenza”, dichiara Lucio De Bernardo, coordinatore dei servizi di Ambito della Asrem di Isernia-Venafro: “Un ringraziamento dovuto va agli amministratori locali e regionali della nostra sanità che con il loro impegno hanno consentito l’acquisto di apparecchiature all’avanguardia che consentiranno di effettuare interventi endovascolari coronarici di tale complessità. Ed un plauso va soprattutto alla professionalità di tutto il personale medico, infermieristico ed ausiliario che ha compiuto sforzi notevoli per acquisire le competenze necessarie per avviare questa attività di cardiologia interventistica”.


TERMOLI Ue: i temi affrontati dal Consiglio dei ministri su pesca ed acquacoltura LITORALE – Durante l'ultima seduta del Consiglio Ue, dai Ministri è partito un invito a puntare su assistenza economica rafforzata, per una acquacoltura europea “più competitiva”. La Commissione e gli Stati membri sono invitati ad adottare misure volte a prevenire la trasmissione delle malattie dei pesci tra gli Stati membri. Il Consiglio raccomanda di semplificare il quadro legislativo e migliorare la sua coerenza, in particolare le procedure di concessione di licenze; ridurre, a tutti i livelli, gli ostacoli amministrativi ed altri allo sviluppo dell'acquacoltura, tenendo conto dei principi di sussidiarietà e di proporzionalità; creare se necessario linee direttive comunitarie per l'attuazione della normativa comunitaria a livello

nazionale; tenere conto delle necessità specifiche dell'acquacoltura nel quadro di una pianificazione dello spazio integrata e della gestione delle zone acquatiche, pur riconoscendo che il settore è un utente legittimo delle risorse acquatiche; incoraggiare fortemente le attività di ricerca e sviluppo nel settore dell'acquacoltura, in particolare sulla diversificazione delle specie, i prodotti per l'alimentazione dei pesci e la riduzione dei rifiuti, la loro applicazione pratica, ed il trasferimento di tecnologie. Il Consiglio sottolinea che, se lo sviluppo dell'acquacoltura europea deve rispondere agli imperativi del mercato, “un'assistenza economica rafforzata potrebbe dare un nuovo slancio a questo settore”. La Com-

missione e gli Stati membri sono invitati a ricorrere interamente ai meccanismi di finanziamento esistenti e prevedere eventualmente un aiuto supplementare a favore dell'acquacoltura, a prescindere dalle prossime prospettive finanziarie, destinata in particolare ai progetti innovativi, ai giovani imprenditori, al ruolo benefico per l'ambiente che gioca l'acquacoltura estensiva e, se del caso, alla prevenzione dei rischi ambientali e sanitari ed alla lotta contro questi. La Commissione è invitata a presentare, nella sua proposta di riforma dell'organizzazione comune del mercato dei prodotti della pesca e dell'acquacoltura, misure idonee in attesa di garantire il funzionamento regolare del mercato comune dei prodotti dell'acquacoltura. Il Consiglio giudica così importante di promuovere le esportazioni di prodotti e tecnolo-

18 ANNO II - N° 144 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

gliore gestione del Mercato del lavoro, l’istituzione di un Osservatorio nazionale in materia di lavoro e previdenza, il contenimento del costo del lavoro correlato all’occupazione, l’avvio di un confronto per il riordino del

“Quaderni d'arte”, mostre di pittura LARINO - Continuano a riscuotere successo gli appuntamenti della rassegna “Quaderni d'arte” mostre itineranti organizzate dall'assessorato alla Cultura della Provincia di Campobasso. I prossimi due appuntamenti saranno a Larino, domenica a partire dalle 18,30 e fino al 5 luglio nel Palazzo Ducale, dove saranno esposte le opere dell'artista Ninì Continelli dal titolo “Volti e paesaggi molisani”.

sulla proposta di modifica del regime di controllo delle attività di pesca. Diversi Stati membri hanno criticato alcune idee della Commissione, come la diminuzione delle quote degli Stati membri in caso d'infrazione grave, l'armonizzazione delle sanzioni ed il sistema dei punti di penalità, l'impianto a bordo delle navi delle attrezzature elettroniche, o anche il rafforzamento dei poteri dell'agenzia comunitaria di controllo delle pesche. La data dell'entrata in opera del regolamento (1° gennaio 2010) sembra troppo vicino per numerosi paesi. L'obiettivo resta di ottenere un accordo in seno al Consiglio prima della fine della presidenza svedese. D'altra parte, la Commissione ha informato gli Stati membri che la campagna di pesca del tonno rosso si è svolta senza ostacoli.

A Montenero la festa di San Paolo

Lavoro e previdenza, soddisfatta la Fai-Cisl per l’accordo BASSO MOLISE - Il Segretario generale della Fai Cisl, Augusto Cianfoni, con tutta la Segretaria nazionale, esprime viva soddisfazione per la sottoscrizione dell’avviso comune in materia di lavoro e previdenza tra le parti sociali del settore agricolo. “Dopo gli avvisi comuni sottoscritti nel 2004 e nel 2007 vi era la reale necessità – afferma Cianfoni – di affrontare e definire delle proposte condivise da sottoporre all’attenzione delle Istituzioni per una corretta gestione del Mercato del lavoro e una nuova previdenza agricola capace di garantire e ampliare le tutele ai lavoratori del settore”. L’avviso propone un rafforzamento della bilateralità, una diversa e mi-

gie dell'acquacoltura europea e fare in modo che la produzione acquicola interna ed i prodotti importati siano soggetti a norme identiche, organizzando norme equivalenti nel rispetto integrale delle norme commerciali. Infine, la Commissione e gli Stati membri sono invitati a ricercare, se necessario, soluzioni all'incidenza negativa degli cormorani sull'acquacoltura, in particolare prevedendo piani di gestione adeguati. La Commissione e gli Stati membri sono impegnati ad organizzare senza indugio una strategia di comunicazione solida destinata a dare al pubblico una migliore immagine dell'acquacoltura europea e dei suoi prodotti. La Commissione dovrà presentare al Consiglio, per la fine del 2009 al più tardi, un programma di azioni per sviluppare l'acquacoltura. Controlli: dibattito d'orientamento

MONTENERO DI BISACCIA – Da domani a lunedì il centro bassomolisano festeggia San Paolo e, per l'occasione, é stato allestito un ricco programma di eventi. Il comitato della parrocchia, infatti, ha organizzato degli eventi che coinvolgeranno tutto il paese. Si inizia domani pomeriggio alle 15 con il secondo Palio di San Paolo. Subito dopo la Messa e in chiusura l’esibizione dei bambini del "Vip canta tu" diretti dal maestro Pino Piccirilli con la collaborazione della Professoressa Anna Di Gregorio. Poi si riprende domenica alle 8 con l'apertura delle bancarelle e stand della fiera, e alle 11 santa Messa con le Cresime officiata dal vescovo della Diocesi, Monsignor Gianfranco De Luca. La giornata si concluderà con lo spettacolo di cabaret con Ciro Giustiniani e Antonio e Michele di Zelig. Lunedì, a conclusione dei festeggiamenti, alle 18 la Messa e successiva processione presieduta dal Vescovo con la statua del Santo per le vie del paese; alle 21,30 concerto di Donatella Rettore e alla mezzanotte i fuochi artificiali.

sistema contributivo agricolo, l’applicazione integrale delle leggi 247/07 ed 81/06, l’estensione di alcune prestazioni assistenziali in vigore anche al settore agricolo, una semplificazione amministrativa e delle procedure di

instaurazione dei rapporti di lavoro, il superamento del contenzioso previdenziale in atto nonché la limitazione dell’utilizzo dei voucher in agricoltura alle casalinghe senza distinzione di genere che non hanno prestato lavoro subordinato nel settore nell’anno in corso e nell’anno

precedente. “Ancora una volta – conclude Cianfoni – possiamo affermare che una responsabile politica concertativa, rafforza ed accresce l’affidabilità tra le parti e quel dialogo sociale necessario ed indispensabile a risolvere i problemi del mondo agricolo”.

Ururi e la Carrese in onda su Sky URURI – L'amministrazione comunale ha reso noto che la storia, arte , cultura e tradizioni del paese saranno trattati anche oggi e domani alle 19 su Sky 873, nell'ambito della trasmissione “La piccola grande Italia”. Ovviamente grande spazio è dedicato alla famosissima carrese che potrà essere conosciuta in tutto il mondo. Un programma quello di Sky che ha lo scopo di far conoscere ai telespettatori i centri meno conosciuti dell'Italia.


TERMOLI Secondo il suo avvocato aveva portato a casa i fucili per distruggerli il giorno dopo

Oggi l’interrogatorio del maresciallo TERMOLI – Sarò interrogato questa mattina il Maresciallo dei carabinieri della Compagnia di Termoli, da due giorni agli arresti domiciliari perché accusato di detenzione di armi clandestine. Una vicenda che dopo i clamori dell'immediato é ancora tutta da chiarire Tutto ruota proprio intorno a una carabina ad aria compressa e ad un fucile, sequestrati circa due anni, armi che secondo gli inquirenti dovevano essere distrutte e invece il sottufficiale custodiva prima in caserma per poi portarle a casa martedì scorso dove sono state trovate durante una perquisizione. Non la pensa interamente così invece il difensore del Maresciallo, l'avvocato Jo Mileti, il quale riferisce che le armi sono state a disposizione della magi-

stratura fino ai primi giorni del mese di maggio. Mileti poi ha dichiarato che “le armi non erano nascoste e il Maresciallo le ha consegnate subito appena sono state richieste”. E sulle armi sequestrate Mileti fa osservare che: “Non provengono come è stato detto dal sequestro in seguito ad una rapina. Il vecchio fucile senza grilletto era stato rinvenuto anni fa durante l’incendio di un locale a Montenero, mentre la carabina ad aria compressa era stata sequestrata parecchi anni fa da un arsenale trovato a Termoli in un garage”. L'avvocato poi chiarisce anche la posizione del suo assistito sul possesso e distruzione dei fucili. “Il mio cliente aveva in possesso d'ufficio le armi incriminate e dopo aver compilato tutte le carte am-

ministrative doveva materialmente distruggerle e stava aspettando di trovare il luogo adatto”. Mileti ammette però che “l'unica pecca che gli si può attribuire e di aver tralasciato nell'immediato di distruggerle ma le armi sono rimaste sempre in caserma, nell'ufficio del mio assistito, fino a martedì sera quando le ha prelevate per provvedere alla loro distruzione il giorno successivo, sua giornata di riposo settimanale dal servizio”. Dunque se la versione dell'avvocato fosse completamente accertata il Maresciallo avrebbe commesso una macroscopica leggerezza non avendo distrutto immediatamente le armi. Comunque ora spetta al magistrato decidere se confermare o meno gli arresti e il capo d'accusa.

esclusivamente di quei condomini a cui i cassonetti saranno affidati. In questo modo potranno usarli

solo loro e non altre persone che dovranno adeguarsi definitivamente alla nuova raccolta.

Raccolta differenziata, presto gli eco-point TERMOLI – Entro la metà della prossima settimana i pochi vecchi cassonetti per la raccolta della spazzatura verranno rimossi definitivamente. I contenitori che sono ancora presenti in alcune vie della città, presi d'assalto da molti residenti che vi gettavano la pro-

pria spazzatura evitando il nuovo regime di porta a porta, saranno sostituiti da eco-point. La presenza dei vecchi contenitori é dovuta solo all'impossibilità di poter posizionare negli androni di alcuni condomini o all'esterno degli stessi i nuovi cassonetti per la dif-

Rotary Club, oggi il nuovo presidente TERMOLI – Cambio del testimone questa sera al vertice del Rotary Club di Termoli. Durante una cerimonia che si terrà alle 20,30 presso il Cian, il dottor Nicola Maria Occhionero riceverà l'investitura per l'anno 2009 – 2010 di Presidente del Rotary Club di Termoli - Distretto 2090. Subentra all'ingegnere Lorenzo Cafaro che, come i suoi predecessori, lascia una impronta notevole nel Rotary termolese. Certamente un tracciato nche viene da lontano e sarà percorso pienamente dal nuovo presidente nel segno degli ideali dei rotariani, un gruppo di amici, appartenenti a diverse professioni, chiamati ad impegnarsi a favore del prossimo. Come per i suoi predecessori, molteplici saranno le iniziative che il nuovo presidente proporrà all'assemblea. Al dottor Nicola Maria Occhionero le congratulazioni e un augurio di buon lavoro dalla redazione de “La Gazzetta del Molise”.

In riunione il direttivo regionale Fim Cisl TERMOLI - Il segretario regionale della Fim Cisl, Riccardo Mascolo, ha comunicato ai componenti e delegati della Fiat Powertrain e alle aziende collegate che per le 9 di oggi, presso i locali del “Fuori Termoli” è convocato il Direttivo e Collettivo Regionale Fim – Cisl Molise. All'ordine del giorno le valutazioni sul risultato delle elezioni per il rinnovo delle R.S.U., tenutesi presso lo Stabilimento“FPT”di Termoli; considerazioni sul consiglio Nazionale Fim.

ferenziata. Per sopperire all'inconveniente e fare in modo che ognuno rispetti le nuove disposizioni di raccolta, l'Amministrazione comunale ha deciso di far posizionare gli eco-point che saranno sistemati in diversi posti. Tutti saranno dotati di una chiusura con lucchetto e le chiavi saranno in possesso solo ed

Esercitazione antincendio nella banchina sud del porto TERMOLI – E' entrato in funzione ieri pomeriggio il nuovo centro di raccolta comunale dei rifiuti urbani ed assimilati (più comunemente definito “EcoCentro”) situato in Via Arti e Mestieri, nella zona artigianale. Il centro di raccolta comunale, gestito dalla ditta Teramo Ambiente, è un luogo custodito dove il cittadino può conferire gratuitamente, previa un’accurata separazione, tutti quei rifiuti che possono essere recuperati oppure quelli che possono costituire un pericolo per l’ambiente: Il centro di raccolta non è, nella maniera più assoluta, una discarica.

Rettili avvistati in via Tevere TERMOLI – Continuano ad arrivare in redazione segnalazioni da parte di nostri lettori sulla pulizia della città, raccolta differenziata, lo stato dei quartieri. E di ieri invece la segnalazione di avvistamenti di alcuni rettili in Via Tevere. Il nostro lettore scrive che sono delle vipere ma anche se fossero semplici ed innocue bisce restano sempre dei rettili che sarebbero stati visti in una zona che proprio periferia non è il caso segnalatoci é già di per se preoccupante.

19 ANNO II - N° 144 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


SPETTACOLI Il primo singolo è stato pubblicato ad aprile, “I’ll be there”, un pezzo reggae

Vinile, passione senza fine Un’etichetta indipendente come la Soupy produce solo 45 giri

di Charles N. Papa CAMPOBASSO - Nel 1954 Elvis Presley registrò un demo da regalare alla mamma “That’s all right (mama)”. Da lì partì la sua carriera stellare. Nel corso del tempo i 78 giri hanno dominato gli anni del dopoguerra, in seguito i 45 e i 33 giri hanno scandito la vita dei 40enni d’oggi. Ai giorni nostri mp3, i-pod, internet, e tutte le piattaforme a pagamento dalle quali si può scaricare la musica, hanno relegato il vinile a oggetto da collezione. Solo chi ha la passione per il vintage oggi raccoglie i 45 e 33 giri dei propri genitori, o solo i dj usano ancora i mix, per la-

20 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

voro. Ma l’attesa nello scoprire un album nuovo, aprirlo, grande, a colori, con le foto grandi, i testi, magari il poster. Insomma, tutto un’altro mondo. Fisicamente tangibile, esistente, sul vinile le tracce le vedi, vedi anche se la canzone arriva al ritornello, a seconda di quanto è scuro il vinile, di quanto spazio c’è tra un solco ed un altro. beh davvero altri tempi. Oggi la Soupy Records, come in una macchina spazio-temporale, ha fermato il tempo. Permette infatti, ad artisti che scelgono loro come produttori, 500 copie in vinile, di 45 giri, destinati ad un mercato di nicchia, di intenditori, e di negozi specializzati. La cosa bella è che chi sceglie la Soupy, trova produttori pronti a credere nel talento proposto e con meno di 2.000 euro (in genere 1.500), vengono stampate 500 copie pronte per essere vendute. Andrea Zita, Paolo Clericuzio ed Erica Calardo sono i tre membri fondatori di questa scommessa discografica. Con Andrea scambiamo alcune battute al telefono: “Miriamo a fondere - spiega Andrea - i contenuti musicali con le arti figurative. Ogni copertina è affidata ad artisti emergenti, per

Giò Vescovi band per Sant’Amanzio JELSI - Inizia oggi l’ottava Festa di Sant’Amanzio. A partire dalle 17:00, in collaborazione con il Bikers Jelsi, si terrà la corsa della carrozze con cuscinetti. Alle 21:00 il concerto della Giò Vescovi blues band. Domani la processione del Santo, e i live di Municipale balcanica e Percussioni ketoniche.

rendere il prodotto finale un oggetto d’arte a tutto tondo”. La scelta di produrre, per la Soupy è comunque rischiosa, ma ciò non ferma l’iniziativa, che vede un primo singolo licenziato ad aprile 2009 ed uno in cantiere entro Natale prossimo: “Siamo noi - conclude Andrea - gli unici che possono rimetterci, visto che l’artista viene prodotto dalla Soupy e dunque non paga, e che i negozi una volta comprato il singolo, diventa loro. Siamo noi però, che se non abbiamo richieste, non svuotiamo i magazzini”. Un plauso a questi giovani imprenditori (tra l’altro anche dj di successo come Soulfood company) che credono nella musica (dal soul al reggae, dal funk al punk, dal dancefloor jazz all’indie) e che scommettono sul vinile come fosse oggi, l’unica espressione musicale e l’unico supporto disponibile. Go Johnny go!

BANDE

Clubbing

LIVE

VASTO - Domani al Baja Village di Punta Penne, il set dell’alfiere della musica house in Italia, dj Ralf. Nel gotha del clubbing internazionale, il dj italiano è portatore sano del dijng più di tendenza e ricercato. Il suo è un set da non perdere e da ballare.

ISERNIA - Sarà la Nuova Compagni di canto popolare lunedì prossimo a chiudere la “Festa delle cipolle” di Isernia. L’esibizone dell’ensemble dopo quella di Cecilia Gayle di domenica 28, autrice del “Pam pam” e “Tipitipitero”.

SHOW

SAGRA CERCEMAGGIORE - La sesta Sagra del cavatello cercese si terrà dal 17 al 19 luglio in via san Vito a Cercemmaggiore. Degustazione di cavatelli al ragù e tanta musica. Sarà Infatti Enzo Avitabile live il 18 e a seguire la band Cantine riunite. Il 19 la tappa regionale del concorso Miss Italia. Ingresso libero.

MONTERODUNI - Oggi (dalle prime luci dell’alba) nell’ambito della Festa della musica e del Festival di Bande Musicali, si ripete l’esibizione del gran complesso bandistico “Città di Conversano” diretta dal maestro Gerardo Garofalo. L’evento si svolge in piazza Marconi. Domani chiude la manifestazione il gran complesso bandistico “Città di Bracigliano” diretta dal maestro Mario Ciervo.

VASTO - Saranno molti gli eventi che all’arena alle Grazie di Vasto sono in programma. Il 10 luglio in scena uno show che attinge da Zelig Off. Il duo comico tutto al femminile di Katia & Valeria, con le loro parodie di eventi mediatici nazional popolari come “Uomini e donne” e “Miss Italia”. Con loro Giovanni Vernia e il suo alter ego Jonny Groove che è il tamarro da discoteca per eccellenza. Info 0873365378.

Positivanight, un anno di successo ISERNIA - Questa sera termina la stagione dance al discobar La strada. Un anno di successo per ‘Positivanight’ con il dj Charles Papa e la voce di Pietro Rama da Radio Luna network. Si festeggia anche il compleanno del locale. L’appuntamento sarà rinnovato per la stagione 2009/10.


S P O RT CALCIO SERIE D

Il Fano stringe la cinghia ma si rimette in cammino e riduce il budget

Casoli e Chieti, il piatto piange CAMPOBASSO - Il piatto piange. Ed è forse inevitabile, considerando gli attuali costi di gestione di una società dilettantistica. Dimissioni in blocco ai vertici del Casoli. In una lettera inviata al sindaco della città, i copresidenti Giuseppe D'Amico, Isaia Di Carlo e Franco Capuzzi hanno infatti rimesso nelle mani del primo cittadino le rispettive cariche. «Dopo quattro anni in cui pensiamo di aver scritto alcune delle pagine più importanti della vita del sodalizio, non abbiamo più la possibilità di assicurare un impegno costante e, nel rispetto di tutti e per il bene della società, riteniamo sia giunto il momento che altri protagonisti della vita cittadina si facciano avanti impegnandosi per la squadra». Dopo aver comunque assicurato la disponibilità ad «affiancare» chi verrà eventualmente a sostituirli, D'Amico, Di Carlo e Capuzzi prendono in considerazione anche l'eventualità che non si arrivasse alla individuazione di una soluzione alternativa. «In questo caso saremmo comunque in grado di garantire la sola iscrizione della squadra al campionato di serie D senza però assicurare di onorare fino in fondo la prossima stagione calcistica». Momento sicuramente difficile, dunque, in casa gialloblu dopo anni davvero esaltanti che hanno visto una crescente ed appassionata partecipazione da parte di tutti i cittadini. Futuro incerto e situazione tutta da definire mentre, intanto, il Chieti,

dopo aver ufficializzato la trasformazione in società a responsabilità limitata, presupposto fondamentale, tra l'altro, per presentare domanda di ripescaggio in Seconda Divisione, ha convocato per sabato prossimo una riunione tra gli attuali dirigenti. Attorno ad un tavolo Alfiero Marcotullio, Marcello La Rovere e Walter Bellia, in procinto di entrare in società altri imprenditori alcuni dei quali sembrano però ancora incerti sul da farsi. Tutt'intorno una lunga sequenza di incombenze, prima fra tutte la scelta del nuovo direttore sportivo e dello stesso allenatore. Tempi stretti per operare sul mercato in vista del via alla nuova stagione, difficile ipotizzare obiettivi più o meno immediati senza conoscere la portata dell'impegno economico dei vari soci. E se a Casoli si fa un passo indietro rivolgendosi al sindaco per scongiurare il pericolo di non portare a termine la prossima stagione, anche nel capoluogo si tirano determinate le somme e ci si confronta con le legittime ambizioni di una piazza che giustamente reclama il ritorno nel calcio professionistico. Un momentaccio. FANO – Il Fano stringe la cinghia ma si rimette in cammino. Il via libera è arrivato dopo la riunione fiume che Polo Holding e D’Innocenzo hanno avuto ieri, supplemento decisivo del vertice dell’altra sera in cui era stato approvato il consuntivo. Proprio l’eccellente bilancio finanziario e tecnico dell’ultima

stagione ha fatto da grimaldello nel vincere le resistenze di chi, all’interno della proprietà, si stava di nuovo consegnando ai dubbi, ingigantiti dai venti di una crisi che evidentemente tocca un po’ tutti. Il Fano ha sfiorato la promozione, riducendo i costi di un 20% e incrementando in misura analoga gli introiti pubblicitari e quelli al botteghino «e questo dimostra che si possono fare grandi cose in campo mantenendo una gestione sana, grazie alla competenza e alla passione di tutti quelli che hanno lavorato a questo progetto. Di qui si riparte» sintetizza il presidente Caverni, che non nasconde le difficoltà degli ultimi giorni («Ce ne sono state e non di poco conto»). Inevitabile qualche ricaduta. Il budget, già contenuto rispetto ad altre realtà della categoria, subirà un’ulteriore limatura, «ma è un sacrificio necessario – spiega il presidente Del resto anche Inter e Milan si sono messe nell’ordine di idee di salvaguardare i conti. Si tratterà di ottimizzare ancora meglio le risorse a disposizione». Per il ds Pompilio, che in queste ore sarà messo al corrente dell’entità dei tagli, si prospettano un’altra sfida epica e qualche acrobazia in più. Far convivere l’ambizione con il risparmio sarà possibile solo facendo leva sulla base tecnica e umana della squadra dell’ultimo campionato e sul maggior numero di giovani in rosa, in linea con l’estensione dell’obbligo degli under (da quattro a cinque). Questo in D, ma pure tra i professionisti il “largo ai giovani” sarebbe inevitabile, anche se poi si concretizzassero quelle azioni di sostegno (Siviglia ma non solo) su cui l’ attuale base societaria confida senza però metterle ancora in conto. «Per adesso l’assetto resta quello che prevede quote e impegni paritari per Polo Holding e D’Innocenzo» aggiunge il numero uno granata, impegnato anche ad inghiottire l’ultima polpetta avvelenata, quella dei criteri di ripescaggio modificati con un vero colpo di mano. «Prima ancora che penalizzati, ci sentiamo un’altra volta presi in giro. Ma non ce ne staremo zitti». Già chiesto un appuntamento al neocommissario dell’Interregionale, Tavecchio.

Capone dice no ad Aquaro e Covelli CAMPOBASSO – Prime grane per la campagna acquisti del Campobasso. In una riunione tenutasi a Mondella per esaminare la campagna acquisti del Club rossoblu, Nucifora e Paolucci si son visti dire un no, sia pur momentaneo, all’acquisto di Aquaro e Covelli. Troppo alto il loro ingaggio secondo il patron Capone. Ovviamente Nucifora e Paolucci non hanno certo gradito la presa di posizione di Capone che ha fatto chiaramente intendere e, quindi, confermare la sua volontà di ridurre il budget a disposizione per la corrente stagione agonistica. In buona sostanza Capone ha intenzione di mettere su un organico in grado di ben figurare senza ricorrere ad eccessivi sforzi. Un rinvio ad un secondo momento dell’acquisto dei due calciatori significa dire definitivamente addio alla possibilità di vedere in rossoblu i due. Nucifora, comunque, sembra non disperare. Cercherà di riproporre l’acquisto nel corso della prossimo incontro già programmato per sabato, sempre a Mondella. Un’altra brutta notizia per il clan rossoblu è quella che la seduta del tifo organizzato è stata disertata. Resta, quindi, sempre più freddo il rapporto tra i tifosi ed il Club rossoblu. I tifosi si sono resi conto che quella di quest’anno sarà una annata ancora più nera delle due precedenti. Abbiamo già espresso il nostro giudizio in merito. Non riteniamo Paolucci in grado di allenare il Campobasso ed abbiamo già ipotizzato il suo esonero prima di Natale. Il piato piange, dunque. Capone non vuole ricommettere gli errori degli anni passati. Non ha nessuna intenzione di spendere una carretta di soldi per calciatori di dubbia qualità. Occorre aspettare l’apertura delle iscrizioni ai vari campionati perché potrebbero essere moltissime le compagini non in grado di farlo. Dalla serie B, passando per la Prima e Seconda Divisione fino alla Serie D dovrebbero essere una ventina le squadre a rischio. Proprio la non iscrizione di tantissime realtà sportive potrebbe portare ad un calmieramento del mercato calcistico grazie alla affluenza di tantissimi calciatori che resterebbero senza “lavoro”. E’ proprio questo che il Campobasso deve attendere. Bisogna stare calmi, aspettare con fiducia perché si potrebbero avere calciatori di serie B ad un costo veramente interessante. Fa bene Capone a tenere i piedi per terra. Il Trivento è alle prese con il rinnovo dei contratti. Per ora quasi tutti hanno deciso di rimanere un’altra stagione in casa Trignina allettati dal progetto di Carannante, sottoscritto dalla società, che è quello di un campionato di alta classifica. L’Olympia Agnonese non ha nessuna intenzione di disarmare la squadra. I pezzi pregiati non saranno svenduti. Agovino ha espresso le sue richieste, si è confrontato con la società che ha intenzione di assecondarlo. Problemi di budget anche per la società granata che è alla ricerca di nuovi soci. Non ci sono problemi per il patron Marcovecchio che alcuni vedrebbero dimissionario. Sempre più nero l’orizzonte per il Bojano. Nessuna concretezza per il futuro e quei pochi industriali pronti a scendere in campo per allestire una squadra competitiva sono coscienti di non avere a disposizione la bacchetta magica.

Milan, Galliani: “Per Pirlo nessuna offerta ufficiale"

Terzo colpo del Real Madrid, arriva Albiol

Il vice-presidente vicario del Milan, commenta a tutto campo le operazioni di entrata e uscita della società: “Per Pirlo non c'è nessuna offerta, abbiamo avuto una proposta unica 'monstre' per Pato dall'Inghilterra, ma non vi dico da chi. Comunque non c'erano e non ci sono dubbi: il ragazzo avrà il suo prolungamento di contratto e quindi non ci sarà alcun problema” . Sull'ingaggio della prima punta è molto chiaro: “Dzeko è l'obiettivo primario, ma è un giocatore del Wolfsburg e non voglio commentare le sue dichiarazioni secondo le quali vuole assolutamente giocare nel Milan”.

Prende forma il Real Madrid stellare di Florentino Perez. Dopo Cristiano Ronaldo e Kakà, arriva un difensore, Raul Albiol. L'accordo, specifica il Real Madrid, sarà effettivo la prossima settimana dopo le visite mediche e la firma del contratto del 23enne difensore. Albiol firmerà un contratto di cinque anni e sarà presentato la prossima settimana. La cifra che il club merengues pagherà al Valencia è di 15 milioni, che aggiunti ai 67 sborsati per Kakà e ai 93 di Ronaldo, portano il totale a 175 milioni. Ora caccia alla punta, la prima scelta resta Benzema del Lione.

21 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


S P O RT VOLLEY A2

La dirigenza biancoazzurra ha piazzato un colpo da novanta portando nel capoluogo pentro il brasiliano

Fenice Isernia, arriva lo schiacciatore Oro CAMPOBASSO - La campagna acquisti de La Fenice Volley Isernia entra nel vivo. Nella giornata di ieri, infatti, la dirigenza biancoazzurra ha piazzato un colpo da novanta portando nel capoluogo della provincia pentra il brasiliano, naturalizzato italiano, Lucio Antonio Oro. Roma, Vibo Valentia, Cuneo sono solo le ultime casacche indossate nella ormai lunga carriera in Italia del forte opposto verdeoro, approdato nel bel paese, e precisamente a Cagliari, nel 2002. Oro sarà, dunque, il terminale offensivo della formazione del riconfermato Fenoglio, la punta di diamante che la tifoseria attendeva con ansia; di sicuro, i supporters biancoazzurri saranno più che soddisfatti nel nuovo arrivo, già un loro beniamino ai tempi in cui lo schiacciatore brasiliano martellava per l’Ermolli Castelnuovo. “E’ vero – sottolinea il posto due – sin da allora i tifosi di Isernia sono stati molto affettuosi nei miei confronti e sono davvero felice di poter ricambiare tanto affetto giocando per Isernia. Al momento, però, non mi sento di fare promesse poiché non conosco tutti i miei nuovi compagni, in particolare il palleggiatore Batista e lo schiacciatore Janusek, ma una volta insieme in palestra potremo determinare il nostro reale valore. L’unica promessa che mi sento di

FIDASC

I tiratori molisani conquistano la Nazionale

fare è che da parte mia ci sarà il massimo impegno: la pallavolo è passione, ma a questi livelli è anche un lavoro e, quindi, è giusto che la società e la tifoseria ottengano da me la massima professionalità. Poi è naturale che sia a livello di squadra che a livello personale l’obiettivo è di fare meglio di quanto fatto nelle stagioni precedenti”. Fino a questo momento la campagna acquisti portata avanti dal dg Fraraccio, di concerto con il trainer Fenoglio, ha disegnato una squadra giovane, seguendo quella “linea verde” che La Fenice porta avanti già da qualche anno. Di conseguenza, il trentaduenne Lucio Antonio Oro, oltre al compito di mettere a terra i palloni che scot-

tano, dovrà assumere anche il ruolo di “chioccia” del gruppo. “E’ la mia prima volta da ‘vecchietto’ della squadra…gli anni passano! Comunque, sono contento di poter vivere questa interessante esperienza con il ruolo da più esperto. In allenamento soprattutto, i più giovani saranno la mia benzina, perché loro avranno tanto entusiasmo e tanta voglia di fare e io dovrò tenere il passo. Mi piace questo ruolo: è stimolante! Con l’arrivo di un giocatore di esperienza e di livello come Oro, al sestetto base messo a disposizioni di coach Fenoglio mancano solo due pedine: i centrali, ma in questi giorni la società si sta muovendo anche per completare il resto della rosa.

A Gambatesa la “Festa dello Sport” CAMPOBASSO - Sabato 27 giugno p. v. con inizio alle ore 16,00 presso il Campo Sportivo di Gambatesa si terrà la Festa dello Sport organizzata dal Settore Giovanile di questa società e rivolto a calciatori nati dal 1990 al 2003.L’iniziativa nasce dalla decisione di rafforzamento del proprio Settore Giovanile, ed è finalizzata a creare le condizioni per renderlo un polo territoriale di riferimento per giovani appassionati, anche in forza dell’impianto sportivo messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Gambatesa, in erba sintetica di ultima generazione e dotato di ampi ed adeguati locali spogliatoio. La partecipazione ai campionati regionali di Promozione e Juniores, oltre che a quelli provinciali giovanili, consente a tutti i tesserati di orientare il proprio impegno, oltre che a svolgere un sano impegno fisico-sportivo, anche alla possibilità di mettere in evidenza le proprie doti nella prospettiva di intraprendere un cammino per scenari più importanti. Sono state intraprese collaborazioni con società che operano nella zona, oltre che con importanti realtà di puro settore. Questo lavoro viene coordinato da dirigenti di esperienza e da tecnici qualificati ed è supportato dall’intera struttura societaria, la quale ritiene prioritario potenziare l’attenzione verso i giovani calciatori.

22 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009

Roma: o arriva l'offerta o scatta la messa in mora Se neanche oggi l'offerta di Vinicio Fioranelli dovesse arrivare in porto, la Roma sarà inevitabilmente venduta all'asta. Unicredit, infatti, azionista al 49 per cento di Italpetroli e creditore del gruppo Sensi di oltre 300 milioni di euro, ha fatto sapere di avere pronta la messa in mora della Holding che controlla la società giallorossa, che non paga gli interessi sul debito da circa un anno. Intanto l'amministratore delegato della banca di piazza Cordusio, Alessandro Profumo, a margine di un convegno, a Roma: “Non seguo la vicenda, non so nulla, non sono minimamente coinvolto”.

CAMPOBASSO - A Busso presso il campo di tiro alla sagoma “Fonte la Paglia” si è svolta la qualificazione regionale di tiro a palla, su sagoma di cinghiale fissa e mobile, diretta dal delegato nazionale per il tiro a palla Zullo Leonardo. Si sono sfidate fino all’ultimo colpo tre società molisane: ASD Fidasc Il Cinghiale e la Dilettantistica Tiratori S’Agapito in rappresentanza della provincia di Isernia e l’ASD Fidasc Busso per la provincia di Campobasso. Nonostante la minore esperienza rispetto ai corregionali di Isernia la prestazione dei tiratori della provincia di Campobasso è stata superlativa, infatti la squadra della ASD Fidasc Busso composta da Rago Carlo, Montemitro Mariangela, Manocchio Giovanni A. e Di Tommaso Michele ha conquistato il titolo di “Campione Regionale” nella cat. Squadre specialità bersaglio Fisso. Pertanto al termine della giornata la classifica è risultata così composta: Specialità Bersaglio Fisso, Cat. Eccellenza: 1° Di Pilla Livio pt. 130, 2° Pitò Domenico Maria pt. 122, 3° Maglioli Umberto pt. 119, 4° Di Muccio Michele pt. 118. Cat. Seniores: 1°Morelli Massimo pt. 134, 2° Rago Carlo pt. 131, 3° Toto Sebastiano pt. 123, 4° Guerrazzi Renato pt. 120. Cat. Veterani: 1° Pallotto Vittorio pt. 99, 2° Cibotti Maurizio pt. 66, 3° Rago Giuseppe pt. 42. Cat. Juniores: 1° Di Iorio Domenico pt. 91. Cat. Lady 1° Montemitro Mariangela pt. 130, 2° Di Pasquale Carmelina pt. 96, 3° Monaco Katia pt. 92. Cat. Squadre: 1° Rago C., Montemitro M., manocchio G., Di Tommaso M pt. 377, 2° Pitò D., Guerrazzi R., Morelli M., D’Alonzo F. pt. 376. Specialita’ Bersaglio Combinato ( fisso ¬¬+ mobile). Cat. Eccellenza: 1° Di Muccio Michele pt. 99, 2° Maglioli Umberto pt. 95, 3° Codipietro Sebastiano pt. 78, 4° Litterio Vincenzino pt. 71. Cat. Seniores: 1° Morelli Massimo pt. 100, 2° Rago Carlo pt. 93, 3° Bucci Fabio pt. 89, 4° Carlucci Vincenzo pt. 67. Cat. Veterani: 1° Ciabotti Maurizio pt. 49, 2° Pallotto Vittorio pt. 34, 3° Rago Giuseppe pt. 33, Cat. Juniores: 1° Di Iorio Domenico pt. 34. Cat. Lady: 1° Montemitro Mariangela pt. 109, 2° Monaco Katia pt. 87, 3° Di Pasquale Carmelina pt. 86. Cat Squadre: 1° Maglioli U., Bianchini C., Di Pilla L.,Toto S. pt. 281, 2° Di Muccio M., Morelli M., Litterio V., Carlucci V. pt. 270. I vincitori delle qualificazioni regionali andranno a disputare la finale del Campionato italiano che si disputerà il 4 e 5 luglio 2009 presso il Tav Piancardato di Gaglietole di Collazzone (PG).

TENNISTAVOLO

Camilla Marinelli bronzo al «Trofeo Teverino Ping Pong» CAMPOBASSO - «Siamo andati oltre ogni più rosea aspettativa. In una smile manifestazione giungono le migliori pongiste e i migliori pongisti dei vari settori giovanili d'Italia. Per il Molise e per la nostra federazione l'aver conquistato una medaglia di bronzo nella categoria riservata ai nati tra il 1999 e il 2000 è un risultato che possiamo definire senza ombra di dubbi storico per il comparto del tennistavolo locale. La gioia è ancor più grande perchè un simile alloro è giunto da una ragazza di Petrella Tifernina che è uno dei nuovi talenti del pongismo regionale che si è affacciata in una competizione nazionale». Queste le dichiarazioni rilasciate dal presidente della Fitet Molise, Bernardo Cosimi, di rientro da Terni dove si sono svolte le fasi finale del «Trofeo Teverino Ping Pong».Un bilancio oltremodo positivo quello tracciato anche dal tecnico che ha guidato dalla panchina le giovanissime racchette molisane, mauro bernardo, non solo per la medaglia ot-

tenuta da Camilla Marinelli (nella foto) ma anche e soprattutto per le prestazioni fatte registrare anche dagli altri tre atleti locali. Da Terni e dal Palatennistavolo giunge chiaramente un segnale incoraggiante ed estremamente positivo per il futuro del tennistavolo del Molise ed in particolar modo del tennistavolo al femminile. Le ragazze, infatti, sono state più brave dei ragazzi e questo non può che fungere da sprono per la ricostituzione, a livello locale, di un cospicuo settore giovanile al femminile per dare anche linfa vitale alla comapgine di serie B dello «Shalom Petrella Tifernina» e per riportare ai fasti di un tempo anche il pongismo al femminile.I risultati dei giovani molisani in gara: nati tra il 1997 e il 1998: Ylenia Aversa (Shalom Petrella Tifernina) 10°; Mirco Desiderio (Real Guglionesi) 13°; nati tra il 1999 e il 2000: Camilla Marinelli (Shalom Petrella Tifernina) medaglia di bronzo; Giuseppe Carosella (Shalom Petrella Tifernina) 10°.

Dalla Francia: Grosso, ad un passo dalla Juve Fabio Grosso il prossimo anno non giocherà in Francia ma in Italia. La Juventus resta in pole position per aggiudicarselo. A confermare le indiscrezioni di ieri che, almeno inizialmente, ipotizzavano uno scambio con l'Olimpique Lione tra il terzino e Mauro German Camoranesi, oggi smentito, è il quotidiano sportivo francese “Equipe”. Secondo il popolare giornale transalpino la partenza del difensore ex di Inter e Palermo verrebbe considerata “inevitabile” per il presidente Claude Puel.


S P O RT COPPA NAZIONALE GIOVANISSIMI – ALLIEVI

Entrambe le rappresentative regionali sono state battute dalla Liguria

Il Molise si fa onore e torna a casa a testa alta CAMPOBASSO - Non solo agonismo ma tanta voglia di far capire al calcio che conta che il vero modello ad avere la meglio nel gioco del pallone è quello espressivo, l'unico a comunicare grandi emozioni e a far vivere momenti indelebili nella storia calcistica dei nostri giovani calciatori. Questo il motto pilota della Coppa Nazionale Allievi Giovanissimi giunta all'ultima giornata di gioco per quanto concerne il girone eliminatorio, al termine del quale, le Rappresentative vincenti, passeranno alle Semifinali in programma il 26 Giugno 2009 negli impianti sportivi di Tormina Castiglione e Belpasso. I vincitori delle rispettive semifinali giocheranno l'attesa finalissima il 28 Giugno al "Bacicalupo" di Taormina, alle 19.00 per i Giovanissimi e alle 20.30 per gli Allievi. Per quanto concerne il Molise alle ore 17.00 i diciotto ragazzi del '93 guidati dal Coach Marco Maestripieri sono scesi in campo contro la Rappresentativa Ligure che per il momento ci precede, insieme ai padroni di casa, nella classifica del girone nel quale è presente anche il Molise.La partita è terminata con il risultato di 2-0 per la Rappresentativa della Liguria."I ragazzi hanno tenuto testa in tutti i modi ai giovanissimi Liguri, ma purtroppo la lucidità degli avversari ha avuto la meglio e sono andati in gol nel primo tempo e successivamente nel II tempo, - ma comunque ha aggiunto il Mister sono nel complesso orgoglioso dei ragazzi perché non sono stati superficiali

nel gioco e soprattutto nella seconda frazione di gioco sono stati molto incisivi" queste le parole del Mister dei giovanissimi alla terza e ultima partita dei suoi, i quali domani torneranno in Molise comunque soddisfatti per aver concluso questo torneo a tre punti e aver figurato egregiamente in quel della Sicilia.Alla dichiarazione ha fatto seguito quella del capitano Staffieri del Roccaravindola: "Sin dalla partenza da Campobasso, sentivamo la voglia di vincere e fare bene per rappresentare al meglio una delle regioni calcisticamente inferiore alle altre presenti sul circuito italiano. Prima dell' arrivo ci siamo impegnanti molto in allenamenti e diverse competizioni per creare un gruppo unito ed affrontare al meglio la Coppa Nazionale. Arrivati a Catania ci siamo sentiti come a casa data la buona accoglienza". Il Capitano ha poi aggiunto: "Grazie ai dirigenti che ci hanno dato fiducia, permettendoci di vivere questa esperienza che porteremo sempre con noi". Testimonianza molta sentita del capo della squadra, il quale, insieme ai suoi compagni, sta trascorrendo una entusiasmante avventura dove ha sicuramente vissuto momenti di confronto e di crescita con i rivali di gioco presenti a questa competizione non solo sportiva ma soprattutto educativa e formativa. Alle ore 18.30 sempre al comunale di Trecastagni ha fatto il suo ingresso in campo la Rappresentativa Allievi della LND del Molise Allenata dal mister Vittorio Pa-

Montezemolo vuole Valentino Rossi in Ferrari Luca di Montezemolo vorrebbe come pilota Ferrari Valentino Rossi, se in futuro si potranno schierare tre monoposto in F1. L'apertura ad una ridiscussione di quello che tutti gli appassionati di Formula Uno italiani sognano da tempo è arrivata oggi per bocca del Presidente della Ferrari Luca Cordero Di Montezemolo che, a margine dell'incontro bolognese dei team della Fota.

triarca. La partita si è conclusa con il risultato di 1-0 per la Liguria "Non meritavamo di perdere, gli Allievi hanno dato l'anima, in modo particolare quest'oggi i calciatori molisani hanno dimostrato di valere, infatti non solo hanno mantenuto il possesso durante gli 80 minuti di gioco ma hanno anche dato prova a tutti i presenti di essere stati valorosi avversari in tutti e tre le competizioni che hanno egregiamente affrontato" - concludendo la dichiarazione con la seguente frase: "Ottimo il lavoro che hanno compiuto tutti e tre i reparti, dimostrando compattezza e solidità di gioco" queste le parole velate anche da un po' di amarezza, per una partita forse un po' troppo ostile, del Mister Patriarca, selezionatore della rappresentativa Allievi della FIGC LND MOLISE. Alla fine della partita anche l'attaccante degli Allievi Zirillo, punta dell'Adriatica Campomarino, ha rilasciato la sua dichiarazione: "...Ho provato una grande emozione quando ho portato la mia squadra al pareggio. Questo Torneo è servito a me e ai miei compagni per conoscere e confrontarci con realtà differenti dalla nostra. Abbiamo vissuto dei giorni che ci hanno fatto crescere sotto il profilo morale e sportivo; sicuramente torneremo alle nostre case con un bagaglio ricolmo di incancellabili ricordi". Oggi, le rappresentative, torneranno in Molise salutando sicuramente a testa alta questa "kermesse", affrontata con determinazione, coraggio e tanta volontà.

BASKET

Andrea Anzini alla Summer League di Sant’Antimo CAMPOBASSO - La Summer League di Sant’Antimo, alla sua seconda edizione ,è già entrata a pieno titolo nel programma estivo cestistico nazionale oltre a rappresentare quel luogo ideale per trattative tra agenti, atleti e società . Con la collaborazione di Effesport, marchio leader nel mondo della pallacanestro campana e non, nonchè Main sponsor dell’intera manifestazione, si darà vita ad una quattro giorni che vedrà impegnati, dal 25 al 28 giugno, 60 atleti provenienti dai campionati nazionali di tutt'Italia, con un unico obiettivo : mettersi in luce e cercare di “strappare” un accordo con la squadra futura. Alla manifestazione partecipa anche Andrea Anzini, unico molisano che nella passata stagione ha vestito la casacca della Geotec Mens Sana Campobasso nel campionato Nazionale di Serie C Dil. Un’occasione per il giovane talento campobassano , classe ’91, di mettersi in luce e confrontarsi con i tanti atleti presenti alla chermesse. La formula della manifestazione prevede

due gironi ciascuno composto da tre squadre, destinate a scontrarsi nelle prime 3 giornate dell’evento 25 - 26 e 27 Giugno, quindi successivamente l’intera giornata di domenica 28 giugno riservata alle finaliste. L’evento sarà inoltre diffuso su radio e tv nazionali.Le squadre, composte da 10 giocatori di cui 6 Under, saranno allenate da 2 coachs. Le partite avranno una durata di 40’, e i giocatori avranno a disposizione 6 falli. Verranno premiati : Mvp, Miglior Under, Squadra vincitrice e Capocannoniere.

ATLETICA- SUPER COPPA MOLISE 2009

Iacovelli e De Iorio Frisari in evidenza ad Isernia CAMPOBASSO - Al ‘Lancellotta’, nonostante l’insistente pioggia che ha sicuramente condizionato gran parte dell’evento, si sono registrate le buone prove di Riccardo Iacovelli (Polisportiva Molise) sugli 80 m (cat. cadetti), il quale ha realizzato il proprio personale fermando il cronometro a 9”7, e di Alfonso De Iorio Frisari (Atletica Isernia) che ha lanciato il giavellotto a 45,83 m (cat. Allievi). Da rimarcare anche i 3 m nell’asta dell’allievo Joelle Verrecchia (Atletica Isernia), i 4,81 m di Claudio Di Lallo (Polisportiva Molise) nel lungo cadetti ed i 4,14 di Eleonora Visocchi (Atletica Isernia) nel lungo femminile, entrambi cadetti. L’atleta tesserata per la società isernina si è imposta anche negli 80 m, mentre, sempre tra i cadetti, i 600 m sono stati vinti da Antonio Di Soccio (Polisportiva Molise) con il tempo di 1’35”4. Francesca Di Giacomo (Atletica Isernia) si è aggiudicata i 100 allieve col tempo di 13”6. Tra i ragazzi, Pasquale Scardino (Venafro Sport Team) ha vinto sia i 60 hs (10”7) sia il salto in alto (1,25 m), mentre la pari categoria Marialaura Laurelli (Atletica Isernia) ha centrato il successo nei 60 hs (11”8). Da segnalare anche la vittoria di Noemi Martella (Atletica Isernia) nei 50 m esordienti (10”0). Nel complesso, la manifestazione – svoltasi ad Isernia lo scorso 20 giugno, a cui hanno partecipato esordienti, ragazzi/e, cadetti/e, allievi/e e valida per la SuperCoppaMolise 2009 – ha fornito utili indicazioni ai responsabili del settore tecnico per quanto riguarda lo stato di forma di alcuni degli giovani atleti molisani in vista dell’imminente Trofeo Placanica, in programma il 2 luglio a Formia.

Livorno: Diamanti deferito alla Disciplinare La procura federale ha deferito alla Disciplinare Alessandro Diamanti . Il motivo? Non aver dato applicazione a quanto stabilito dall'arbitro nominato dalla camera della Figc nella controversia fra il calciatore e l'agente. Il giocatore è stato deferito per violazione dell'articolo 1 comma 1 del codice di giustizia sportiva (obbligo di correttezza e probità) e probabilmente rischia solo un'ammenda. Con il Livorno ritornato in Serie A, intanto, il presidente Spinelli sta lavorando per costruire la squadra per la prossima stagione.

23 ANNO II - N° 145 VENERDÌ 26 GIUGNO 2009


La Gazzetta del Molise del 26 Giugno 2009  

La Gazzetta del Molise del 26 Giugno 2009

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you