Page 1

Taormina:”Le indagini sul terremoto a Campobasso”

Foggia – Termoli, traffico ferroviario ripristinato

CAMPOBASSO – “Il procedimento giudiziario sul terremoto in Abruzzo dovrebbe essere trasferito alla procura del capoluogo molisano”. La procura de L’Aquila, secondo l’avvocato Carlo Taormina, sarebbe incompatibile per una serie di omissioni in atto d’ufficio. A pag 09

TERMOLI – E’ stato ripristinato alle 22 di ieri sera il traffico ferroviario tra Foggia e Termoli. La notizia è arrivata direttamente dalle ferrovie dello Stato. Stop ai disagi per i viaggiatori. Il primo convoglio a partire è stato l’Espresso Lecce Bolzano. A pag 18

ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Io ci metto

la faccia

Intervista all’ex ministro Antonio Di Pietro www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ARBITRO ENZO FELICE Il Tapiro di oggi va all’arbitro della gara di Prima categoria tra i Lupi Clean di Campobasso ed il Portocannone, il giovane Enzo Felice della sezione di Campobasso. L’arbitro campobassano, pensando di emulare Collina e credendo di dirigere una finale di Coppa del Mondo, ha pensato bene di cacciare il fotografo del nostro giornale che stava svolgendo il suo compito. Il fatto sul finale della gara che ha visto vincere i Lupi Clean sugli adriatici con il punteggio di quattro ad uno ipotecando il passaggio in “Promozione”. Il giovane direttore di gara deve guardare meno televisione e studiare di più le regole del calcio ma soprattutto deve essere molto realistico: si trattava di una semplice partita di Prima categoria e non c’era niente in palio se non la voglia di “non più giovani” di tirare quattro calci al pallone.

L’OSCAR DEL GIORNO AD AURORA E GIANNI L’oscar del giorno dovrebbe essere doppio perché va a due sposini, Aurora e Gianni che ieri fra la promessa di eterno amore e il pranzo nuziale hanno bloccato la strada di Mirabello Sannitico per il classico taglio del tronco di legno. Una tradizione antica ma che resiste al passare dei secoli: il ciocco deve essere tagliato dagli sposi insieme e poi i pezzi vanno conservati per essere bruciati d’inverno nel camino come segno di fortuna. Anche se si era fatta una fila ‘chilometrica’ di auto in attesa che marito e moglie terminassero all’operazione portafortuna si aggiunge tutta la Gazzetta del Molise.

www.gazzettadelmolise.com 18.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO

Lombardo in Molise È il più amato tra i governatori CAMPOBASSO- Sarà in visita oggi a Campobasso il segretario nazionale nonché fondatore del Movimento per le Autonomie e presidente della regione Sicilia, Raffaele Lombardo. Alle ore 10 incontrerà gli imprenditori molisani, i can-

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009

didati alle prossime elezioni al Comune di Campobasso e gli elettori presso l’Hotel “Don Guglielmo” in contrada San Vito a Campobasso. Alle ore 11Lombardo si recherà in via Conte Rosso 10 a Campobasso, per l’inaugurazione della nuova sede Mpa Molise, dove incontrerà i giornalisti per una conferenza stampa. Il segretario Raffaele Lombardo, oggi in Molise, è protagonista di un caso nazionale. Infatti, appena eletto, in un recente sondaggio del Sole 24ore, è stato già definito il governatore più apprezzato d’Italia. Tra i presidenti di regione, il neo eletto Lombardo (Sicilia) ha infatti conquistato la vetta con il 67%. Immediatamente alle sue spalle Formigoni (Lombardia) che, incrementando di più di 10 punti il valore del giorno delle elezioni, arriva al 66%. Dietro di lui Galan, presidente del Veneto (58%) che rispetto alla vittoria del 2004 guadagna il 7,4%. "Esprimiamo soddisfazione per i dati diffusi dal Sole 24 Ore, che confermano quanto sapevamo già. È stato compreso pienamente il progetto intrapreso dal presidente della regione Lombardo in direzione dello sviluppo della Sicilia, basato sulla programmazione attenta delle risorse, su una stagione di riforme fondamentali, in direzione del ri-

Niente tasse per gli universitari ABRUZZO - Varato un pacchetto di risorse per l'edilizia universitaria: 70 milioni per risanare e ricostruire i diversi edifici dell' ateneo aquilano; 3 mln di euro destinati alla ristrutturazione del Conservatorio. Inoltre, gli studenti che il prossimo anno si iscriveranno all'Ateneo dell'Aquila non pagheranno le tasse universitarie.

Oggi inaugurerà la sede elettorale dell’Mpa sparmio e nell'ottica dell'efficienza". Commenta così il segretario regionale degli autonomisti Salvatore Muccilli i risultati dell'inchiesta Governance Poll 2008 che indica Lombardo quale governatore più apprezzato d'Italia. "A sei mesi di distanza dall'insediamento, caratterizzati da una intensa attività, - dice - anche i numeri danno ragione al presidente Lombardo, che vede persino crescere il consenso". "I siciliani - prosegue Muccilli - hanno capito

E’ in cima alla lista davanti al presidente Formigoni

il senso profondo della battaglia e delle rivendicazioni autonomiste, il cui scopo è quello di costruire, con il consenso e contributo di tutti, una Regione migliore, più competitiva, più snella, più capace di rispondere alle esigenze dei siciliani. Ci auguriamo che il successo di Lombardo in Sicilia possa trasformarsi in un messaggio positivo anche per il Molise". Intanto l’Mpa pensa anche alle Europeee e, nel segno dell'autonomia, nasce l'alleanza tra il Movimento per l'autonomia di Raffaele Lombardo, la Destra di Francesco Storace e Teodoro Buontempo, l'Alleanza di centro per la libertà di Francesco Pionati e i Pensionati di Carlo Fatuzzo. L'obiettivo è superare lo sbarramento del 4% alle europee. E ''lo supereremo ampiamente'', prevede il governatore della regione Siciliana che punta ''a superare il 6-7%''. E per ottenere il risultato, Lombardo scioglie la riserva e si candida ''per dare una grossa mano''. ''Sono incompatibile, ma non ineleggi-

Stamane l’incontro con gli imprenditori locali bile. Quindi mi candido'', ha spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione del simbolo della nuova lista.

Per le Europee il Movimento si allea con Storace, Pionati e Fatuzzo

Il 55% delle case è di nuovo agibile L'AQUILA - Il 55% delle abitazioni è stato dichiarato agibile dopo i sopralluoghi tecnici dei giorni scorsi. E potrebbe essere pronta l'ordinanza del sindaco dell'Aquila che consentirà il rientro nelle case. Sono 64.768 gli sfollati in Abruzzo; di questi 29.136 sono sulla costa abruzzese, prevalentemente in alberghi e in case private; 173 sono inoltre i campi di accoglienza.


PRIMO PIANO Durissimo l’atto di accusa di Tiziano Di Clemente coordinatore del Pdcl

Giustizia e nepotismo, il caso scandaloso di un magistrato molisano Molise Porto delle nebbie per la giustizia? Molise terra dove i giudici coltivano interessi ‘altri’ e diversi? Molise terra di Malagiustizia. Durissimo l’atto di accusa pubblico di Tiziano Di Clemente, coordinatore del Partito Comunista dei Lavoratori del Molise, che denuncia apertamente e senza timore i casi di condotte abnormi e ingiuste tenute da vari giudici che operano del Molise, in particolare nel Tribunale di Isernia ed in quello di Campobasso. Di Clemente rivolge un appello a tutti i lavoratori e le persone indifese del Molise, vittime delle ingiustizie del potere giudiziario in questa regione, a partecipare, e comunque a comunicarci i casi di mala giustizia che hanno subito, anche inoltrando una mail sul sito pcl.molise@hotmail.it “Mentre sia la destra reazionaria, sia il PD, attaccano e sanzionano i pochi magistrati che, svolgendo il loro dovere verso la collettività, hanno il coraggio di smascherare la corruzione delle varie bande borghesi di potere che imperversano in questo paese – afferma Di Clemente nessun intervento viene fatto verso quei tanti giudici che opprimono con atti arbitrari e illeciti tanti lavoratori ed onesti cittadini indifesi. Ad esempio stiamo preparando la pubblicazione dei casi in cui dei lavoratori e consiglieri comunali onesti che hanno denunciato bilanci comunali falsi, distrazioni di fondi sociali per interessi privati e numerosi abusi di potere della nostra realtà. Ebbene possiamo dimostrare, con documenti alla mano e l’analisi giuridica degli atti (già inoltrata al CSM, alla Presidenza della Repubblica, al Ministero della Giustizia, alla Procura di Bari) come la linea dei “giudici” nostrani sia

Israele: ordine di smontare il palco per il Papa CITTA' DEL VATICANO - Israele ha fatto smontare il palco fatto erigere per Benedetto XVI dall'Anp davanti al campo profughi di Haida a Betlemme. Secondo le autorità di Tel Aviv la struttura, preparata in occasione della visita del Papa, era troppo vicina alla barriera di separazione che divide a metà la cittadina e che e' visto come un simbolo di apartheid.

stata del tutto pazzesca e kafkiana (per non dire altro), combinando incompetenza professionale e mala fede. Infatti, non solo hanno “archiviato” i casi, non solo è rimasta impunita tutta l’attività di rappresaglia perpetrata con abuso di poteri pubblici verso il lavoratore pubblico onesto e il consigliere che aveva denunciato gli illeciti commessi in danno alla collettività, ma hanno realizzato clamorosi paradossi kafkiani iniziando feroci persecuzioni giudiziarie contro chi aveva denunciato quegli abusi, accusandoli di inesistenti “diffamazioni”, peraltro cagionando gravi danni al già modesto salario delle persone colpite. Addirittura un P.M. di un Tribunale locale, che aveva l’obbligo di astenersi da un procedimento, per comprovata grave inimicizia provata per iscritto (voleva querelare una persona) ha invece proceduto con accuse assurde (inesistenti diffamazioni) a carico della persona stessa che voleva querelare. Pazzesco. Di più: il consigliere ed il funzionario onesto che avevano denunciato degli abusi di potere accertati e veri, avevano essi sì subito diffamazioni di ogni tipo rimaste invece impunite, ad opera dello stesso “giudice”. E che dire di un giornalista condannato al risarcimento danni per aver detto delle verità provate su un potente locale della destra. Oppure di un’altra persona che attraverso un raggiro è stata depauperata del suo patrimonio dimostrando tutto con perizia dettagliata: non solo non ha ottenuto giustizia ma è stata condannata anche a rifondere una serie di ingenti spese legali sino alla perdita della modesta abitazione che gli era rimasta in favore del truffatore (che era

nipote di un altro giudice amico del giudice che ha emesso quella assurda sentenza). Questi sono solo alcuni dei tantissimi esempi di mala giustizia molisana che ci apprestiamo a documentare e denunciare nel Molise ed pubblicare in dettaglio sul nostro sito. Tutto ciò è da noi percepito come “violenza di stato” e se dobbiamo dare una definizione sullo stato della giustizia nostrana, in particolare a Isernia e Campobasso, non ci viene in mente che: “IL PORTO DELLE NEBBIE”. Questi giudici, che noi abbiamo denunciato singolarmente e che operano nel Molise rappresentano non solo un esempio di deficienza professionale che tende a distruggere la vita delle persone oneste vittime delle ingiustizie del potere, nei tanti casi singoli ma diffusi di cui non parla nessuno, ma rappresentano una franchigia per i potenti, di piccoli o grandi enti o realtà che siano, e sono una grave minaccia sociale alla libertà di pensiero e di azione di chi si oppone al sistema dominante. E per questo anche questa giustizia è di classe: una per chi ha risorse per permettersi delle tutele, di chi è “ammanigliato”, l’altra è per i poveri e i lavoratori onesti”.

Maltempo da oggi temporali e vento CAMPOBASSO – Sul Molise l’ondata di maltempo non è ancora conclusa. Una vasta perturbazione di partita dall’Atlantico porterà piogge e temporali. Il maltempo toccherà prima le regioni del Nord per arrivare poi al centro. La protezione ha emesso un’allerta meteo valida dalla mattina di domani. Ad accompagnare la pioggia anche il forte vento.

Che dire di un giornalista condannato per aver detto delle verità su un potente locale della destra

3 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


Parla Antonio Di Pietro candidato alle elezioni europee

Siamo l’unica che fa vera CAMPOBASSO - Antonio Di Pietro guarda con convinzione alla prossima tornata elettorale di giugno. Dopo aver ‘piazzato’ il suo candidato per le amministrative di Campobasso, il giovane consigliere regionale Massimo Romano, punta tutto sulle Europee. Una tappa decisiva che ha scelto di raggiungere ‘mettendoci la faccia’ in barba alle critiche mosse nei suoi confronti dagli alleati del Partito democratico. In questa intervista a tutto campo l’ex pm di Mani pulite parla di tutto, dalla situazione dell’informazione imbavagliata al futuro del Paese, passando per il sisma del 6 aprile in Abruzzo con un ‘incubo’ ricorrente: il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Presidente, l’Italia dei Valori sta crescendo sempre di più nei consensi. Quale risultato vi attendete per le prossime elezioni europee di giugno?

4 ANNO II - N° 94 DOMENICA 26 APRILE 2009

La crescita dei consensi dell’Italia dei Valori dipende dal fatto che siamo l’unica forza politica che fa vera opposizione e la gente lo ha capito. La Prossima fermata dell’Italia dei Valori sarà a Bruxelles. Il treno che porta alle elezioni europee, infatti, è nuovamente in moto e arriverà il 6 e 7 giugno a destinazione. E’ una tappa decisiva, con una valenza nazionale importantissima per il futuro di questo Paese. Questa volta la partita è grossa: c’è un rischio reale per la nostra democrazia. Questo Governo ha operato unicamente per pochi eletti: ha tolto ai poveri per dare ai ricchi; ha svenduto Alitalia, la compagnia di bandiera, ai soliti furbetti del quartierino; ha distrutto il settore scuola; ha tolto la dignità al Parlamento accentrando tutto sull’esecutivo, proponendo esclusivamente decreti legge, al fine di accentrare il potere nelle sue

Berlusconi agli sfollati “Comprate da Ikea” ONNA (L'AQUILA) – A conclusione delle commemorazioni per il 25 aprile Berlusconi si rivolge agli sfollati "Ci sono ancora posti in albergo e in 1500 appartamenti costruiti e tenuti sfitti. Andateci, portandovi i mobili. Basta andare ad Ikea e con pochi soldi si arreda una casa. Magari, si farà un provvedimento anche per risarcirvi di questi pochi soldi".

mani, ledendo i principi democratici tracciati nella nostra Costituzione. Che cosa pensa della situazione attuale dell’informazione italiana? Berlusconi controlla gran parte dei media italiani. L’Italia, da questo punto di vista, è simile ai Paesi dittatoriali, visto che c’è un enorme conflitto di interessi e visto tutto ciò di quel che accade nei Palazzi non si sa niente. Infatti, le veline del potere fanno trapelare veramente poco. Ormai la cultura di questo Paese viene nutrita esclusivamente da trasmissioni di intrattenimento che vanno dalle ballerine ai talk show per intorpidire le menti e distorcere la percezione della realtà. Purtroppo le nuove veline del regime non stanno soltanto sulle reti di proprietà del Presidente del Consiglio, ma imperano

sulle tv pubbliche, visto il sistema di spartizione attuato dalla politica sulla Rai. Addirittura un po’ di giorni fa, il Presidente del Consiglio riunì i vertici della sua maggioranza nel salotto di casa sua per decidere le nomine del servizio pubblico. Senza pudore! Il solito padre – padrone che non tiene conto degli organismi preposti a discutere di Rai e impone alle reti di Stato i suoi lacchè. Ma di tutto ciò i cittadini non hanno avuto notizia neanche dai pastoni dei Tg pubblici, servizi pagati con il canone. Secondo lei cosa succederà all’indomani delle elezioni europee? Ritengo che se il Pdl porterà a casa numerosi consensi, c’è il grosso rischio che gli spazi di democrazia possano continuare a ridursi giorno dopo giorno, e noi dell’Italia dei Valori saremo

Questo Governo ha operato per pochi eletti sempre più isolati, perché non accettiamo compromessi, non scendiamo a patti e denunciamo, senza se e senza ma, l’inganno perpetrato dal Governo.

Un appello per L’Aquila Ciampi primo firmatario L'AQUILA – Ciampi, presidente emerito della Repubblica e senatore a vita, ha apposto la prima firma sull’appello "alle autorità e al Paese tutto, perché condividano l'impegno della città dell'Aquila a rivivere". Con Ciampi legato all’Abruzzo per via della Resistenza, ci sono altri 77 nomi tra cui Gigi Proietti, Dacia Maraini, Alessandro Gassman.


forza politica opposizione Perché, a differenza di Dario Franceschini, lei ha scelto di cadnidarsi in prima persona per Bruxelles? I principi tracciati nella nostra Carta costituzionale rischiano di essere spazzati via, occorre armarsi e non tentennare. E, come nel caso delle elezioni europee, quando si scatenano due eserciti il comandante, per dare esempio ai suoi soldati, si colloca in testa al plotone e non agli ultimi posti. Bisogna contrastare Berlusconi sullo stesso piano, con tutti i mezzi a disposizione, ed avere il coraggio di esporsi. Per questo mi sono candidato come capolista, perché i leader di partito hanno il dovere di metterci la faccia in prima persona. Scendono in campo Berlusconi e i suoi ministri, La Russa e Bossi, e noi non possiamo rimanere a guardare. Perché il Pd vi ha attaccato? Il Pd ci ha attaccato perché non vuole la mia candidatura, ma non ha capito che qui c’è in gioco il futuro del Paese. Io sono un leader di partito, espressione della lista che rappresento. Franceschini non ha il coraggio di affrontare e contrastare seriamente la candidatura di Berlusconi, con i suoi massimi dirigenti: questo è un dato di fatto di cui prendiamo atto. Ma è inaccettabile che Franceschini critichi noi dell’Italia dei Valori che la faccia ce la mettiamo, e lo facciamo perché sentiamo il dovere di assumerci la responsabilità di contrastare il governo delle destre e di rappresentare

l'opposizione. Se Franceschini e i vertici del Pd non hanno il coraggio di farlo è un problema loro, ma non critichino noi che il coraggio ce l’abbiamo. Secondo lei il governo ha speculato sulla tragedia dell’Abruzzo? Certamente. Berlusconi, per ottenere i propri interessi, non si ferma davanti a nulla. Dobbiamo fermare questo governo che specula persino sulle tragedie: continua a fare passerelle mediatiche in Abruzzo, ma non vuole che si accertino le responsabilità di ciò che è accaduto. Infatti, non bisogna dimenticare che in Abruzzo qualcuno deve rispondere degli allarmi rimasti inascoltati, delle strutture pubbliche crollate, come l’ospedale e la casa dello studente e di 297 vittime. In Abruzzo bisogna la-

sciar lavorare la magistratura e non attaccarla, come ha fatto Berlusconi. Questo Paese vuole e pretende la verità: è un dovere morale nei confronti delle vittime. Basta con i silenzi, basta con queste falsità. Noi scendiamo in campo, noi non ci arrendiamo. Siamo l’unica opposizione che ha schierato i suoi soldati che rappresenteranno nel Parlamento europeo le forze pulite di questo Paese: intellettuali, medici, ricercatori, precari, scrittori. Persone che provengono dalla società civile e non dagli ingessati palazzi del potere. rp

Le prossime consultazioni hanno una valenza importante

Se vince il Pdl c’è il rischio che gli spazi di democrazia si riducano

Il governo tedesco valuta il piano Fiat BERLINO - Il ministro federale dell'Economia ha detto al settimanale Der Spiegel, che il governo tedesco "valuterà molto attentamente" anche il piano industriale della Fiat per un eventuale acquisto della Opel. confermando così indirettamente l'interesse del Lingotto per la controllata General Motors (Gm). Lunedì maggiori dettagli.

Napoli, in ospedale mancano i bisturi NAPOLI - Al Vecchio Policlinico di Napoli, dove vengono assicurate solo urgenze arriva lo stop agli interventi chirurgici programmati. Mancano infatti bisturi elettrici, sacchetti degli aspiratori e disinfettanti. I tagli ai fondi destinati alla struttura avrebbero indotto a prendere la decisione. A lanciare l'allarme i direttori delle chirurgie del dipartimento di Umberto Parmeggiani.

5 ANNO II - N° 94 DOMENICA 26 APRILE 2009


MODALITÀ dell’OFFERTA e TARIFFE per l’accesso agli spazi destinati ai MESSAGGI POLITICI per l’elezione dei membri del Parlamento Europeo e per le elezioni AMMINISTRATIVE fissate per i giorni 6 E 7 GIUGNO 2009 ed eventuale turno di ballottaggio CONDIZIONI GENERALI Ai sensi della legislazione vigente ed in attuazione delle disposizioni dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, delibera n. 57/09/CSP del 16 aprile 2009 relativa alle Elezioni Europee, si stabilisce che:

.

.

.

La pubblicazione degli avvisi è consentita fino al 5 giugno 2009 compreso

Tutti i soggetti politici aventi diritto avranno garantita la parità di accesso agli spazi per messaggi politici elettorali

.

E’ stato predisposto un codice di autoregolamentazione disponibile presso la nostra redazione Fermo il generale divieto di slogan denigratori, di prospettazioni informative false e di tecniche di suggestione, il messaggio è ammesso nelle forme elencate al comma 2 dell’articolo 7 della legge n. 28 del 22 febbraio 2000

.

Tutte le inserzioni devono recare la dicitura “messaggio politico elettorale” e indicare il soggetto politico committente

Tariffe di un 1 MODULO (minimo 4) al costo di EURO 50,00 I.V.A. esclusa La pagina intera è formata da 200 moduli

1 modulo cm 2,7x1,8

MINIMO 4 MODULI


REGIONE Europee, bocciata la candidatura di De Santis. La reazione della segreteria regionale

Pd, il Molise messo da parte “Prima di ogni peso elettorale deve avere priorità e pari dignità il ruolo di ogni singola regione” CAMPOBASSO - L'assemblea regionale del PD Molise, all'unanimità, ha proposto la candidatura di Michele De Santis in rappresentanza del Molise alle prossime elezioni europee. Giovane, assessore

del Comune di Campobasso da due legislature, dirigente regionale del PD, quella di Michele è stata ritenuta una scelta significativa per il nostro partito per molteplici ragioni: sia come espressione di rinnovo generazionale, sia come riferimento necessario del territorio regionale per gli elettori del Partito Democratico in una competizione che vedrà sicuramente in campo numerose candidature locali in rappresentanza di altre forze politiche, sia come testimonianza della ritrovata unità di intenti con la quale il PD Molise vuole affrontare le prossime consultazioni elettorali e questa difficile fase politica ed economica del paese.

Purtroppo la candidatura non è passata sui tavoli romani. Avrebbero preferito una donna. Ma dal Molise replicano: prendiamo atto, quindi, con grande rammarico della comunicazione con cui si annuncia che “non è stato possibile inserire la proposta di una candidatura maschile del Molise” tra i diciotto candidati della Circoscrizione Meridionale (Calabria, Puglia, Basilicata, Campania, Molise, Abruzzo).

25 Aprile, ‘stop alle ambiguità’ Sinistra e libertà celebra la Festa della Liberazione CAMPOBASSO - Anche Campobasso ha celebrato a suo modo il 25 aprile. Tra auto d’epoca che ieri pomeriggio sfrecciavano lungo corso Vittorio Emanuele, raccolta di sottoscrizioni per la petizione dei giovani del Pd con cui chiedono scuole sicure e di qualità, e una piccola bacheca per ricordare il partigiano Giuseppe Barbato a piazza Municipio, si sono distinti nella sede elettorale di Sinistra e libertà per una iniziativa culturale tenuta da due professori in pensione: Angelo di Toro e Aida Trentalance. Il primo ha attualizzato attraverso le frasi pronunciate dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il significato della festa, che ha visto per la prima volta in 14 anni un inedito Silvio Berlusconi in prima fila ad Onna. “Il 25 aprile deve essere sì la festa di tutti – ha spiegato di Toro – ma è necessario abbandonare ogni forma di ambiguità rispetto ai valori dell’antifascismo e della Costituzione. Già in passato abbiamo assistito a chi, come Luciano Violante, ha equiparato i ragazzi di Salò ai partigiani comunisti. Oggi il premier ha detto: “Dobbiamo ricordare con rispetto tutti i caduti, anche chi ha combattuto dalla parte sbagliata sacrificando la propria vita ad una causa già persa. Questa non è neutralità o indifferenza perché tutti gli italiani stanno con chi ha combattuto per la patria. La Resistenza, come il Risorgimento, è uno dei valori fondanti della nostra Nazione e rimanda alla libertà che viene prima delle leggi e dello Stato”; non si può pensare che morire per liberare l’Italia dalle truppe nazi-fasciste, soprattutto dopo l’armistizio dell’8 settembre (700mila soldati in quell’occasione furono deportati dalle truppe tede-

L’Asm partecipa la scomparsa di Tomeo L’Associazione della Stampa del Molise partecipa la scomparsa del direttore Gianni Tomeo. Il giornalismo molisano ha perso un professionista attento e scrupoloso, ma soprattutto una persona affabile e rispettosa anche nelle sofferenze della malattia. Alla famiglia Tomeo l’Asm formula le più sentite condiglianze.

sche) e morire per la Repubblica alleata con i fascisti sia la stessa cosa”. Una disamina storica e anche più tecnica quella della professoressa Trentalance che ha riconosciuto alle varie componenti politiche (comunisti, socialisti, cattolici, democristiani, liberali e anche monarchici) il ruolo nel processo di Liberazione. Gli stessi che riuniti nel Comitato di liberazione nazionale, avrebbero più tardi costituito insieme i primi governi del dopoguerra. AD

Pur comprendendo le difficoltà della composizione delle liste, di fatto, la candidatura per il Molise di Michele De Santis, chiesta con forza e determinazione anche nella Direzione nazionale del 21 aprile, purtroppo, non ha trovato spazio, anche se restiamo convinti che prima di qualsivoglia equilibrio o “peso elettorale” debba avere priorità il riconoscimento della pari dignità e del ruolo essenziale di ogni singola regione.

Iorio traccia il consuntivo sul Por 2000-2006 CAMPOBASSO. Domani pomeriggio il presidente della Regione, Michele Iorio, presenterà ufficialmente la “Campagna di comunicazione dei risultati del POR Molise 2000-2006”. Il programma operativo regionale giunto ormai alla sua conclusione ha visto realizzati circa 3000 interventi strutturali ed infrastrutturali su tutto il territorio molisano. Si è puntato alla creazione nuove imprese e all’implementazione produttiva e commerciale di quelle già esistenti, nonché alla realizzazione di opere strutturali ed infrastrutturali per il sostegno allo sviluppo, alla vivibilità urbana e alla promozione turistico, culturale ed ambientale del territorio. Il Por ha impiegato risorse europee e della stessa Regione Molise. Oggi i dettagli saranno illustrati dall’assessore alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, che relazionerà sugli interventi realizzati e sulla spesa sostenuta.

“Buona governance” convegno all’Università CAMPOBASSO - Il presidente della Regione Molise Michele Iorio interverrà domani al convegno dal titolo “Una strategia europea della Buona Governance territoriale”, che si terrà a Campobasso, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi del Molise, a partire dalle ore 10. Il convegno è stato organizzato dalla Presidenza della Commissione consiliare Affari Comunitari della Regione Molise e dall’Università degli Studi del Molise. All’incontro interverranno,

Ripa, Campanile è una lista civica La liste Campanile candidata per il rinnovo del Consiglio comunale di Ripalimosani e guidata dal vicensindaco uscente Paolo Petti e civica. Lo schieramento in una nota stampa afferma che la lista è composta da persone di idee moderate ed è lontana da partiti, schieramenti ed estremismi.

tra gli altri, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise, Giovanni Cannata, i presidenti delle Province di Campobasso ed Isernia, Nicola D’Ascanio e Raffaele Mauro, l’inviato speciale del Segretario Generale del Consiglio d’Europa della Buona Governance, Giovanni di Stasi, il presidente della Commissione consiliare Affari Comunitari della Regione Molise, Antonio Chieffo, i consiglieri regionali Michele Picciano e Danilo Leva, il presidente dell’Anci Molise, Franco Miranda.

7 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


CAMPOBASSO La procura dell’Aquila sarebbe incompetente per omissione di atti d’ufficio

Taormina:“Spostare le indagini sul terremoto a Campobasso” “Perché i giudici non hanno sequestrato prima del sisma i 100 immobili per stabilire se potessero crollare?” CAMPOBASSO – “Il procedimento giudiziario sul terremoto in Abruzzo dovrebbe essere trasferito alla procura del capoluogo molisano”. L’atto d’accusa arriva dall’avvocato mediatico più famoso d’Italia. A dirlo è Carlo Taormina il legale famoso per aver difeso Annamaria Frantoni e arrivato in Molise anche per il caso del massacro di Ferrazzano e coinvolto in diversi processi che riguardano l’Abruzzo. Secondo la sua teoria la procura de L’Aquila sarebbe incompatibile. Avrebbe messo in atto una serie di omissioni di atti d’ufficio e per que-

sto il procedimento andrebbe spostato in Molise. ”Perchè – ha dichiarato Taormina - la procura dell’Aquila non ha sequestrato prima del sisma i 100 immobili per stabilire se potessero crollare? Non c’erano state scosse da quattro mesi e lesioni proprio alla casa dello studente?”. L’avvocato va a gamba tesa sulla procura dell’Aquila e si pone un’altra domanda: “come fa ad indagare, quando le omissioni di atti d’ufficio

potrebbe averle commesse essa per prima? Occorre trasferire subito il processo a Campobasso perchè solo questa procura può stabile se quella di L’Aquila ha commesso reati”. Secondo Taormina dunque il teorema è chiaro: bisognava intervenire prima, quando ormai c’erano sufficienti avvisaglie di pericolo e denunce anche da parte degli studenti. “Molte - aggiunge possono essere, anche se tutte da accertare, le responsabilità della

Procura dell’Aquila per la catena di omissioni di atti d’ufficio che potrebbe aver perpetrato. Quando sorgono sospetti sull’operato dei magistrati, deve indagare un'altra Procura ed in questo caso è Campobasso. Anche perché nello svolgere l’indagine, la Procura de L’Aquila potrebbe agire per non far emergere le causali del disastro che avrebbe dovuto evitare intervenendo a tempo debito e quindi per coprirsi da pericoli di responsabilità penali e civili”. Ci sarebbe poi da considerare – sempre secondo il Taormina pensiero- che tra gli sfollati, per i crolli delle relative abitazioni, ci sono anche i magistrati ed anche per queste ragioni non può, per legge, essere la Procura de L’Aquila, ma quella di Campobasso, ad interessarsi degli affari di magistrati del distretto di Corte di Appello. Meglio intervenire subito piuttosto che impostare una inchiesta destinata a crollare sotto il macigno della incompetenza funzionale. A meno che non si voglia proprio questo, con vantaggio, da nessuno voluto, proprio della camorra che avanza”. Vivip

Matrice, crolla un muro nel centro storico MATRICE – Crolla un muro nel centro storico. Fortunatamente non è accaduto nulla. Nessuno si è fatto male. E’ successo nel comune alle porte di Campobasso. Ad accorgersene i cittadini. Hanno chiamato i vigili del fuoco che sono dovuti intervenire direttamente sul posto. Dopo essersi resi conto di quanto avvenuto hanno provveduto a dichiarare l’inagibilità del palazzo ed a recintarlo. Le cause che hanno provocato il cedimento strutturale sono da ritenersi del tutto naturali. Non riferibili a catastrofi naturali accaduti di recente e nemmeno ad eventi sismici. “Molto probabilmente – hanno dichiarato i pompieri intervenuti – l’evento è accaduto soltanto a causa dell’inedia del tempo e della mancanza di ristrutturazioni effettuate. Abbiamo provveduto a recintare la zona e, nei prossimi giorni, si provvederà a mettere in atto i dovuti controlli statici”. Intanto i cittadini hanno avuto paura. L’allarme sisma Abruzzo è ancora fresco. Chiedono al sindaco di mettere in atto tutte le misure necessarie per scongiurare qualsiasi tipo di pericolo”. P.V.

Polacco arrestato, si oppone all’estradizione E’ avvenuto in Corte d’Appello. Potrebbe non dover tornare a Varsavia CAMPOBASSO – Si oppone all’estradizione in Polonia. E’ avvenuto ieri mattina in Corte d’Appello nonostante il giorno di festa nazionale. A dover essere giudicato era il 38enne arrestato dai carabinieri di Isernia. Il procedimento dal capoluogo pentro si è spostato a Campobasso perché quando si parla di estradizione la competenza è sempre del secondo grado di giudizio. L’udienza si è svolta davanti al presidente Vincenzo Pupilella e al procuratore generale Claudio Di Ruzza. L’avvocato difensore del 38enne è Giuseppe Fazio. Il giovane era stato arrestato dai militari in

Maltempo, 15 milioni di danni BASSO MOLISE- Quindici milioni di euro di danni. E’ la prima stima di Confagricoltura in merito all’alluvione dei giorni scorsi del fiume Fortore. Ad andare perse soprattutto piantagioni di pomodori, peperoni e zucchine. Non è stato ancora chiesto lo stato di calamità naturale.

esecuzione di mandato di cattura europeo. Doveva scontare sei mesi di carcere per truffa. Il procuratore generale Di Ruzza ha detto sì al mandato di cattura europeo. Si è invece opposto il legale Giuseppe Fazio. Ma non è tutto. La difesa non solo non vuole che il 38enne torni a Varsavia ma ne ha chiesto anche la remissione in libertà. “Essendo residente a Venafro – ha dichiarato il difensore – e avendo trovato un lavoro stabile non esiste né il pericolo di fuga e nemmeno la possibilità di reiterazione del reato”. Il giudice Pupilella si è riservato di decidere

Weekend 25 aprile, controlli a raffica CAMPOBASSO – Polizia stradale e carabinieri hanno messo in atto una serie di controlli volti al controllo delle strade in vista del weekend del 25 aprile. Nell’occhio del ciclone, anche più del solito, la guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti. I risultati delle operazioni nei prossimi giorni.

entro la prossima settimana. Le richieste della difesa non sono terminate qui. “Dovrò valutare – ha continuato il legale- se con l’aiuto della famiglia il debito che il 38enne ha con la giustizia polacca si potrà estinguere soltanto a livello civile e non tornando in Polonia. La possibilità esiste perché laddove ci sia una sentenza passata in giudicato é possibile non proseguire con l’estradizione”. Per mettere a punto la linea difensiva l’avvocato Fazio si recherà nel carcere di Ponte San Leonardo la prossima settimana. Viviana P

9 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


CAMPOBASSO La lettera

Bartolomeo Romano fa appello alle istituzioni e chiede più sicurezza per gli studenti ‘fuorisede’

Pubblichiamo la lettera indirizzata alle istituzioni che Bartolomeo Romano papà di Elvio studente deceduto a L’Aquila sotto le macerie del palazzo in cui viveva che si è sgretolato sotto il potente terremoto del 6 aprile. Mi chiamo Bartolomeo Romano, sono il padre di Elvio Romano, studente Molisano deceduto sotto le macerie dell'edificio di via Sant'Andrea crollato a causa del sisma che ha interessato la città dell'Aquila. Io e mia moglie siamo lavoratori dipendenti, per cui, in relazione al nostro reddito, nostro figlio Elvio, studente fuori sede, non ha potuto beneficiare di alloggi dell'Ateneo, bensì, ha dovuto, come tanti, ricercare soluzioni presso strutture private. In questa mia drammatica ed assurda esperienza, vissuta unitamente a mia moglie e mia figlia, sento forte il dovere di appellarmi a voi che rappresentate le Istituzioni dello Stato, affinché questa ennesima sciagura non passi inosservata e priva di benefici per tutti gli studenti che rappresentano il futuro e la parte migliore di ogni nazione. Sono rimasto colpito dal coraggio, dall'umanità, dallo spirito di sacrificio,

dalla solidarietà e dai sani valori che ho riscontrato in tutte le persone che si sono prodigate, prima per salvare le persone vive rimaste intrappolate e poi per estrarre i corpi di coloro che non hanno trovato scampo. Un ringraziamento, pertanto, all'Ente Speleologico Regionale Lombardo, al Dipartimento dei Vigili del Fuoco, alla Questura dell'Aquila ed in particolare a Fabio Marzocchi della Polizia Stradale con il quale ho condiviso i momenti più tristi connessi al riconoscimento di mio figlio Elvio, ai volontari della Croce Rossa e a tutti quanti hanno cercato con la loro presenza di confortarci. Ma, ricollegandomi all'appello di cui accennavo prima, voglio fortemente scuotere le coscienze di tutti voi rappresentanti delle Istituzioni, affinché possiate mettere in atto le procedure necessarie per legiferare quanto più possibile in favore della sicurezza degli studenti che purtroppo, frequentemente nel nostro paese è disattesa. A tal riguardo, il mio mode-

sto contributo si concretizza nel segnalare l'opportunità e la necessità che sia fatto obbligo ad ogni singolo Ateneo della Repubblica di costituire un albo degli alloggi che i privati intendono mettere a disposizione degli studenti fuori sede, acquisendo, nel contempo, tutte le informazioni relative alle certificazioni connesse ad ogni singola unità abitativa. Questo, perché gli studenti fuori sede, sono quasi sempre costretti a risiedere in alloggi che a volte hanno tutt'altro che caratteristiche di civile abitazione, i quali sono locati con canoni eccessivi e spesso non dichiarati al fisco, ma questo è già da tempo a vostra conoscenza. Inoltre, risulterebbe particolarmente agevole, mediante un censimento obbligatorio della residenza degli studenti iscritti di ogni Ateneo, verificare la posizione fiscale delle locazioni e vincolare gli introiti delle stesse alla realizzazione di alloggi pubblici per gli studenti. Allora mi chiedo, se tutto questo appare di semplice realizzazione, per-

ché nel nostro bel paese nessuna Istituzione si è fatta mai carico di porre in essere simili iniziative, forse insignificanti ma che nel tempo sono in grado di garantire sia maggiore sicurezza e sia risorse economiche costanti?....Perché devono e dobbiamo dire "succede solo in Italia" o "in Italia tutto è possibile"?...Perché non riusciamo ad essere coerenti e costanti poiché ogni qualvolta accadono sciagure di questo tipo, scopriamo che rispetto alla precedente avremmo potuto e dovuto fare di più, eppure sappiamo che quasi tutto il territorio nazionale è classificato sismico?...Perché la classe politica che ci rappresenta, durante i confronti televisivi appare concentrata a rinfacciarsi reciprocamente vecchi episodi o dichiarazioni e poco impegnata a ricercare e a proporre soluzioni utili per la collettività, si è perso il significato e la finalità della politica?..... Perché, non guardare con maggiore attenzione a quelle persone di cui facevo cenno prima, le quali con il loro coraggio e i loro sani valori rappresentano il tessuto portante di questo nostro paese?.....Perché continuare ad essere tiepidi?.... Credo sia giunto il momento di essere più incisivi e più credibili.

In fatto di impiantistica mette tristezza la situazione del nuoto nel capoluogo

Piscina da completare al più presto A Colle dell’Orso lavori fermi da anni mentre gli amministratori dormono CAMPOBASSO- Piccoli nuotatori crescono. Ma intanto gli impianti languono. Con l’eccezione di Frosolone che ha avuto il coraggio di aprire una piscina, piccola ma funzionale e che soprattutto ha scovato anche come fare per tenerla efficiente. E per questo bisogna rendere merito al compianto sindaco Lelio Pallante che riuscì a mettere a frutto la sua ultraventennale esperienza amministrativa. A Frosolone nuotano i bambini del posto e dei comuni vicini, ma c’è spazio natatorio sufficiente anche per ospitare alcuni giovani che arrivano da Campobasso, città capoluogo che si è contraddistinta più per le promesse che per i fatti. Ma si è capito, che le cose vanno male proprio a Campobasso che per importanza amministrativa e per numero di abitanti dovrebbe essere la guida regionale. Per quel che riguarda il nuoto, siamo alle solite promesse, che fanno più rabbia se si pensa che c’è una piscina a Colle dell’Orso che aspetta di essere completata da troppi anni. L’allora assessore comunale allo sport Filippo

10 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009

Merito a Frosolone di aver un impianto che è un gioiellino

Neri indicò anche la data dell’inaugurazione, ma poi non si è fatto più vedere quando l’impresa appaltatrice è scappata di notte lasciando i lavori come stavano. La costruzione è lambita da colline di terreno di riporto, la circostanza mette una profonda malinconia. E pensare che con un quadro del genere l’attuale assessore allo sport Felice Di Donato, ha il coraggio di andare a chiedere i voti alla gente affinchè lo premino rimandandolo al comune. Le promozioni bisogna meritarle sul campo, dicendo alla gente ciò che si è fatto, non quello che si vorrà fare. E di tempo Di Donato ne ha avuto, come prima di lui ne aveva avuto il suo predecessore

Il comitato“Cittàsveglia” sui falsi ambientalisti CAMPOBASSO- Riuniti in assemblea i componenti dell’associazione tuonano contro l’ex sindaco Di Fabio e i falsi moralisti che sotto mentite spoglie predicano bene e razzolano male. Il riferimento va allo scempio ambientale e urbanistico cui è sottoposta la città di Campobasso a causa della insensibilità degli amministratori di palazzo San Giorgio

Quando ci sono brutture burocratiche si finisce con lo scaricarsi le responsabilità, addossandole ad altri, come in questo caso all’assessore ai Lavori Pubblici, Paolone. Il quale fa ciò che può, non avendo grande esperienza nel settore, né personalità per far sentire la sua voce nel Palazzo. Il fallimento della piscina di via

Colle dell’Orso è un po’ il fallimento di del Pd e di tutto il centro-sinistra che continua a godere di discreta considerazione tra i cittadini malgrado abbia deluso su più fronti. Sul piano dell’impiantisca sportiva poi l’attuale amministrazione si è limitata a completare un paio di campetti di calcio a cinque a Selva Piana e a far stendere un mantello sintetico su

uno dei campi da calcio dell’antistadio dimenticando però di ridare alla città il vecchio campo scuola di Fontana Vecchia, che si presenta agli occhi dei cittadini come un cantiere ancora aperto e un campo di cavolfiori che fa bella mostra di se ogni qualvolta ci si avvicina per vedere l’avanzamento dei lavori Giote

Enti locali, tornano i controlli La bozza di ddl Calderoli attribuisce nuove funzioni ai segretari e ai responsabili dei servizi finanziari. Ai dirigenti le verifiche preventive sulla legittimità degli atti. Tornano i controlli preventivi di legittimità negli enti locali. È la più rilevante tra le molteplici novità contenute in tema di controlli interni nello schema di disegno di legge di riforma degli organi e delle funzioni degli enti locali su cui si sta lavorando


CAMPOBASSO

Sospesa la raccolta di beni per l’Abruzzo La raccolta di beni ed alimenti per la popolazione abruzzese è stata al momento sospesa. L’annuncio arriva dal sito della Protezione civile del Molise che sta smistando, in base alle richieste che arrivano dai campi abruzzesi, quello che in queste due settimane è stato accatastato nell’enorme magazzino di via Sant’Antonio Abate. Molisani e associazioni si sono attivati dal sisma del 6 aprile, “quello che occorre in questo momento - racconta a telefono un operatore- sono attrezzature per la pulizia delle tende. Scope e palette sono ancora gradite, sembra strano non pensarci,magari anche spazzolini da denti e stendibiancheria, un

banale sacchetto di mollette per i panni. La vita di queste persone deve ricominciare dalle piccole cose, non è tanto la necessità di raccogliere cibo o pannolini per bambini, quello che manca nei campi è l’oggetto quotidiano”. Quindi spazio alla fantasia con detersivi per piatti, pavimenti e panni, spugne per doccia, carta igienica, assorbenti, deodorante, lamette e schiuma da barba. “Chiunque voglia comunicare la propria disponibilità ad aiutare i cittadini terremotati – si legge sulla bacheca della Protezione civile - in caso di ulteriori necessità, può contattare i seguenti numeri telefonici: 0874314321 e 0874314227.

Di Bartolomeo: plauso alla famiglia Ferro

Contributi per gli affitti Da lunedì la graduatoria in Comune CAMPOBASSO - L’ufficio alloggi del Comune di Campobasso informa che da lunedì 27 sarà pubblicata, all’albo pretorio del Comune di Campobasso, la graduatoria provvisoria che fa riferimento al bando del 29 gennaio 2009 vale a dire l’erogazione di contributi integrativi per pagare i canoni di locazione per il 2009 secondo la legge n. 431.

Entro 15 giorni dalla pubblicazione a partire quindi da lunedì 27 chi è interessato potrà presentare ricorsi o richieste di rettifica del punteggio. Nei 15 giorni successivi alla scadenza, il Comune, esaminate le eventuali opposizioni approverà le graduatorie definitive che verranno affisse all’albo pretorio.

Arriva anche dal candidato a sindaco del Popolo della Libertà Di Bartolomeo il plauso alla famiglia Ferro - che rappresenta da oltre un secolo un punto fermo per la vita di centinaia di famiglie campobassane, dando a esse lavoro e certezza di reddito - per l’acquisto de “La Molisana” storico pastificio campobassano. Ma l’ex senatore coglie la palla al balzo per toccare i temi che stanno a cuore ai campobassani e che diventano un po’ i perni di questa campagna elettorale. Di Bartolomeo promette che se eletto a Palazzo San Giorgio si occuperà sin da subito della rete Adsl nella zona industriale e nelle zone ancora sprovviste di un servizio diventato ormai fondamentale per il mondo del lavoro. Ma “servirà anche una rivisitazione organizzativa, logistica di quella zona che dà lavoro a tante famiglie e non solo campobassane. In primo piano anche la possibilità

di trovare un accordo con i comuni confinanti con la zona industriale e con tutte le altre aree produttive della nostra città. Imprenditoria ma anche commercio tra le priorità dell’ex senatore che pensa agli ambulanti di Corso Bucci che “rappresentano un’istituzione, soprattutto oggi che c’è la crisi . Questi nostri piccoli imprenditori non possono essere più buttati lungo Corso Bucci, hanno bisogno di condizioni più dignitose. Il candidato sindaco ha pensando a soluzioni alternative.

Una “stesa” tra dromedari e pony L’attrazione di ieri mattina lungo corso Vittorio Emanuele CAMPOBASSO –Dopo tanti giorni di pioggia finalmente ha fatto capolino un po’ di sole che ha riscaldato la città e spinto anche i più pigri ad uscire per fare una passeggiata fuori di casa. Giornata di sole dopo tanti che ha invogliato anche i più pigri ieri a farsi una ‘stesa’ lungo Corso Vittorio Emanuele. Ma l’attrattiva di ieri mattina, oltre alla bella giornata, sono stati gli animali del circo, due dromedari e due pony che in pochi minuti hanno fatto da calamita per decine di bimbi attratti dagli esotici animali e dalle miniature di cavalli. Tanti i ragazzini che si sono fatti fotografare con gli animali che qui a Campobasso si vedono solo quando arrivano le famiglie circensi. Insomma un 25 aprile di festa.

Nascita di imprese nei primi mesi 2009 CAMPOBASSO – Le imprese della regione cercano di resistere alla crisi. Ma non è, gioco di parole a parte, un’impresa facile. Intanto sono disponibili, come informa il presidente di Unioncamere Paolo di Laura Frattura, i dati del primo trimestre 2009 sulla nati-mortalità delle imprese molisane. Purtroppo il saldo è negativo

La Regione presenta la Pagliara Maie Maie CAMPOBASSO . Conferenza stampa domani mattina nella sede dell’assessorato regionale alla Cultura per la presentazione dell’edizione 2009 della Pagliara Maie Maie. All’appuntamento parteciperanno oltre all’assessore alla Cultura Sandro Arco anche il sindaco di Fossalto Nicola Cornacchione e il presidente della Pro loco Emilio De Cesare.

11 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


Roccaravindola, chiuse le elementari

Omicidio Marinalva, niente abbreviato

VALLE DEL VOLTURNO – Sicurezza edifici scolastici: è emergenza anche in zona. I problemi maggiori sono stati registrati a Roccaravindola e Montaquila. Il sindaco Francesco Rossi ha deciso la chiusura dell’edificio che ospita le scuole elementari della frazione. A pag 15

ISERNIA – “Niente rito abbreviato per l’omicidio di Marinalva Costa E Silva”. Lo ha annunciato il legale della difesa di Ignazio Fortini, indagato per il delitto. I familiari della 48enne brasiliana si costituiranno parte civile nel procedimento. A pag 15

ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

ISERNIA

Da Agnone un appello a Berlusconi: “Un G8 sul turismo” www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A NICANDRO COTUGNO Il tapiro di oggi è per il sindaco di Venafro Nicandro Cotugno. I cittadini del comune dell’alto Volturno hanno decretato: “Il nostro primo cittadino non può essere l’emissario del mandarino”. Il frutto in questione è il presidente della Regione Michele Iorio. Cotugno è tacciato dal popolo di non essere in grado di prendere nessun tipo di decisione utilizzando sempre questa frase: “Il presidente Iorio ha deciso….” La questione più spinosa è sempre la stessa: la sanità. Quando il popolo protesta sui tagli decisi contro l’ospedale Santissimo Rosario se si presenta alle manifestazione è sempre l’unico a prendere fischi. I venafrani chiedono al loro sindaco di avere più spina dorsale e di decidere in autonomia.

L’OSCAR DEL GIORNO A LUIGI BRASIELLO L’Oscar del giorno va al presidente della Camera di commercio di Isernia, Luigi Brasiello per l’impegno profuso nella vicenda dell’Ittierre. Infatti, l’altro giorno ha promosso un incontro con il e il commissario straordinario Stanislao Chimenti nominato dal ministro Scajola per approfondire qual è la situazione e quali sono le prospettive dell’azienda di Pettoranello, anche alla luce delle recenti iniziative avviate dalla Regione a favore dei fasonisti e dei trasportatori. Brasiello per l’occasione ha manifestato la piena disponibilità dell’ente ad affiancare l’organo straordinario in tutte le azioni da intraprendere per il salvataggio dell’azienda.

www.gazzettadelmolise.com 18.000 copie in omaggio


ISERNIA Da Agnone il vicepresidente dell’associazione di categoria lancia l’appello a Berlusconi

“Al governo chiediamo un G8 sul turismo” Angelo Iapaolo, assessore alla Cultura della Provincia di Isernia, farà parte del consiglio nazionale dell’Unionturismo AGNONE – Promozione e accoglienza turistica. È quanto discusso nel consiglio nazionale dell’Unionturismo, che si è riunito ieri ad Agnone.

Elezioni a Belmonte, Iacovone:“Sto con i giovani” BELMONTE DEL SANNIO – “Qualche giorno fa è uscita la notizia di una mia possibile candidatura a sindaco di Belmonte del Sannio. Non nascondo il mio interesse per un paese che mi ha dato tanto in termini di affetto, di lavoro, di amicizia, di rispetto e di consensi elettorali nelle due scorse elezioni provinciali. Ora, nella imminenza della presentazione delle liste elettorali, è giusto ed onesto nei confronti di questi elettori sciogliere tutte le mie riserve e spiegarne succintamente i motivi”.È quanto scrive in una nota Albino Iacovone. Il quale aggiunge: “La presenza di una lista formata da tutti giovani mi induce a rinunciare alla composizione di un’altra lista alternativa, la quale potrebbe arrecare ulteriore frammentazione e divisione in paese. Dopo l’annuncio di ben altre liste Iacovone ritiene di dover “lasciare spazio e possibilità a questi giovani che, con entusiasmo e passione , vogliono cimentarsi in questa tornata amministrativa”.

14 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009

Dalla riunione sono uscite alcune proposte che Michelangelo Trebastoni (vicepresidente) ha fatto sue. Innanzitutto chiede al Governo di organizzare un G8 sul turismo, quindi appoggia la proposta di istituire un nuovo ministero del Turismo e di creare una Carta etica che fissi in normativa i diritti e i doveri del Turista. Inoltre, di favorire master universitari per esperti del turismo culturale come quello di Piazza Armerina (Enna) e di tutelare la forza lavoro del comparto turistico nazionale che ha subito una flessione preoccupante con la caduta di una parte significativa dei turisti esteri. Il consiglio nazionale chiede poi “di intervenire con il massimo impegno, come già fa per assistere i terremo-

tati, per sostenere l’economia turistica abruzzese, affinché la crisi di questo importantissimo settore derivante dalle numerose disdette non si sovrapponga alle già notevoli problematiche che il sisma ha scatenato”. Nel corso della riunione Trebastoni ha presentato il suo “Professione Turismo”, alla presenze delle massime autorità molisane. Il consiglio ha anche cooptato l’assessore al Turismo ed alla cultura della Provincia di Isernia, Angelo Iapaolo, nel consiglio nazionale dell’Unionturismo. Un ricordo, infine, è stato riservato al consigliere nazionale Unionturismo, già direttore dell’Ast di Napoli, Alfonso Corniello, e all’editore e giornalista siciliano Mario Grispo, tutti e due recentemente scomparsi.

Ferrovie, continuano i disagi per gli utenti Una vicenda che dovrebbe avere attenzione dalle istituzioni ISERNIA - Le ferrovie sono considerate nella direttiva europea tra i principali obiettivi di sviluppo e di investimento per i paesi membri e per la riduzione del trasporto su ruote che incide negativamente sia sull’inquinamento ambientale che sui consumi di carburante in maniera significativa. I paesi nordici applicano la direttiva in maniera esemplare già da qualche anno, potenziando le linee ferrate e offrendo capillarmente la possibilità di adeguare le ferrovie vetuste dei piccoli centri alle nuove tecnologie. Il Molise in questa direzione ignora qualsiasi direttiva. Il trasporto su rotaie resta un problema irrisolto e di grave disagio per tutti. Gallerie che risalgono all’800, mai adeguate e ingrandite per permettere il passaggio dell’elettrificazione e di carrozze moderne. Una linea fatiscente che dalla Puglia attraversa tutto il Molise e il Lazio fino a Roccasecca. I disagi per chi viaggia sono ben noti. Gli studenti sono costretti a percorrere da Campobasso a Roma e ritorno, oltre 230 km in condizioni disumane, spesso in piedi per tutto il percorso, soprattutto nel periodo delle festività dove vi è maggior afflusso di viaggiatori. I lavori che Trenitalia continua a realizzare sul nostro territorio non sono nella direzione dell’ammo-

Parco, la biblioteca apre al pubblico ISERNIA - A partire dalla prossima settimana verrà aperta al pubblico la biblioteca del Parco. La biblioteca, che ha sede in via Rovereto a Pescasseroli, aprirà per ora il lunedì (orario 10,00-13,00) e il martedì (10,00-13,00 e 15,00-17,00); alla fine dell’estate probabilmente le giornate di apertura saliranno a tre.

dernamento e della costruzione, ma solo nel mantenimento delle attuali condizioni di precarietà; si investe nella direzione della messa in sicurezza delle numerosissime frane e smottamenti che si incontrano lungo il percorso, con le esondazioni che bloccano il basso Molise dopo solo una giornata di pioggia. Una questione che dovrebbe smuovere gli animi e destare attenzione delle istituzioni, anche dopo l’incidente di Roccasecca del 20 dicembre 2005 in cui persero la vita due giovani studenti molisani per la inadeguata segnaletica ferroviaria: Ci si aspettava un cambiamento di rotta e, a distanza di ben quattro anni la situazione è addirittura peggiorata. Trenitalia spesso e malvolentieri è costretta nel Mo-

lise ad utilizzare i pullman per dirottare i passeggeri da linee bloccate anche per mesi su molti tratti e portarli a destinazione. Sicuramente siamo lontani dalla direttiva dell’Europa che vuole potenziare le ferrovie. In questi ultimi anni si è parlato solo di strade, di cementificazione barbara per un territorio già seviziato da arterie pericolose e fatiscenti. La San Vittore Termoli, appare agli occhi dei nostri massimi esponenti politici la panacea risolutiva dei mali del trasporto. Più che altro è una grande opportunità di far guadagnare i soliti colletti bianchi e le super imprese dell’edilizia stradale che spaccheranno ulteriormente una regione dalle grandi risorse idriche. Prosciugheranno fiumi e sposteranno i loro letti in poco meno di vent’anni il Molise avrà assunto un altro aspetto, ma le ferrovie quelle no, saranno sempre le stesse a discapito della gente che preferirebbe viaggiare con tranquillità, spendendo meno, inquinando meno e rischiando meno la vita in auto. Buttiamo questo piccolo sasso nello stagno dell’indifferenza, sapendo bene che gli interessi economici travalicano anche le giuste aspettative dei cittadini. Per risolvere il problema basterebbe adeguarsi: siamo o non siamo in Europa? Kefa

Por Molise, si riunisce il comitato ISERNIA - Martedì prossimo, 28 aprile, alle ore 15, nell'aula consiliare del Comune, si terrà una riunione del Comitato di sorveglianza del Por Molise. L'organismo è presieduto dall'assessore regionale Angiolina Fusco Perrella e si compone di rappresentanti della Commissione Europea, dello Stato centrale e della Regione Molise.


ISERNIA Lo hanno annunciato gli avvocati di Ignazio Fortini, il 23enne indagato per il delitto

Marinalva, niente rito abbreviato ISERNIA – “Niente rito abbreviato per l’omicidio di Marinalva Costa E Silva”. Lo ha annunciato il legale della difesa di Ignazio Fortini, indagato per il delitto, Giuseppe Sgambato. La dichiarazione è stata fatta dopo la decisione del gip Andrea Penta sulla data dell’udienza preliminare. E’ stata fissata per il 28 maggio nella sede del Tribunale pentro. Naturalmente i legali Giuseppe Stellato e Giuseppe Sgambato per il loro assistito chiederanno il proscioglimento da ogni accusa. Hanno sempre sostenuto la sua innocenza e lo continueranno a fare anche in sede di udienza preliminare. Secondo loro il ragazzo con il delitto del 7 marzo 2008 di vico Belvedere non ha nulla a che fare. Il 23enne di Letino( Caserta) è accusato di omicidio volontario. Secondo l’accusa avrebbe ammazzato la 48enne originaria del Brasile dopo aver consumato un rapporto sessuale con lei. Non sarebbe rimasto soddisfatto della prestazione e per questo motivo, dopo aver provato a non pagare, avrebbe ucciso. Non contento avrebbe rubato il cellulare della donna regalandolo alla sua ex fidanzata. Fin qui la teoria

Il legale Sgambato: “Dimostreremo in sede dibattimentale l’innocenza del nostro assistito Abbiamo gli elementi per poterlo fare” accusatoria. L’elemento probatorio più forte è legato al telefonino. L’apparecchio di Marinalva è stato trovato nelle mani della ex compagna di Fortini. Quando gli investigatori le hanno chiesto spiegazioni è stata lei a dire:”E’ un regalo di Ignazio”. Secondo gli avvocati della difesa molte circostanze non sarebbero state accertate a dovere. Giocherebbero a loro favore i rinvenimenti di Dna effettuati nell’appartamento della brasiliana. Oltre a quello dell’indagato

Mastronardi:“I familiari si costituiranno parte civile” ISERNIA – “Ci costituiremo parte civile”. Lo ha annunciato l’avvocato Franco Mastronardi in merito all’imminente udienza preliminare sul caso dell’omicidio di Marinalva Costa E Silva. Il legale, sin dal momento dell’omicidio, ha difeso i familiari della donna. “Abbiamo ricevuto la notizia della data dell’udienza preliminareha dichiarato il legale – stiamo mettendo a punto la costituzione di parte civile. Per ora chiediamo soltanto giustizia sottolineando, ancora una volta, l’ottimo operato della procura di Isernia. In poco più di quattro mesi sono riusciti a venirne a capo e ad arrestare il presunto omicida”. Mastronardi non ha parlato affatto di una quantificazione della somma richiesta. Infatti questo non è un tema che si può affrontare né in sede di udienza preliminare né tantomeno durante un processo di primo grado. “Vogliamo solo capire se davvero il colpevole è stato Ignazio Fortini – ha dichiarato il legale – se così è vogliamo che paghi”. Già in sede di indagini preliminari l’avvocato si è mosso cercando in tutti i modi di affiancare le indagini del sostituto procuratore Alfredo Mattei. Lo ha fatto anche nominando un suo consulente di parte nella persona di Serena Di Giorgio. Vivip

La biblioteca intitolata al giovane poeta Ferrante AGNONE - Martedì prossimo alle ore 11 la biblioteca dell'Istituto Comprensivo statale "G. N. D'Agnillo" di Agnone verrà intitolata al compianto giovane poeta Dominick Ferrante che di tale scuola era stato alunno esemplare negli anni ottanta. Alla solenne cerimonia parteciperanno Domenico ed Elena Ferrante, genitori di Dominick.

ce ne erano altri quattro, due donne e due uomini. Nessuna traccia del cugino di Fortini, anch’egli nell’occhio del ciclone. Sono stati trovati invece frammenti della sorella della vittima, Gracinha. Ma questo particolare, a parere del suo avvocato Franco Mastronardi, non avrebbe alcuna rilevanza investigativa. “In caso di mancato proscioglimento – ha dichiarato l’avvocato Sgambato – sarà meglio per noi arrivare al dibattimento. In quella sede dimostreremo l’innocenza di Ignazio Fortini. Avremo modo di tirare fuori tutti gli elementi a suo favore”. In questo modo si rischia di trasferire a Campobasso il processo per l’omicidio della brasiliana. Questo perché se si dovesse arrivare in Corte d’Assise l’unica disponibile nel distretto molisano è proprio quella del capoluogo di regione. Il dibattimento resterà ad Isernia soltanto se si dovesse decidere di celebrare il primo grado di giudizio davanti al collegio penale oppure davanti al giudice monocratico. In casi di omicidio come quello della brasiliana le possibilità si assottigliano di molto. Viviana Pizzi

Scuole sicure, emergenza nella valle del Volturno VALLE DEL VOLTURNO – Sicurezza edifici scolastici: è emergenza anche in zona. I problemi maggiori sono stati registrati a Roccaravindola e Montaquila. Il sindaco Francesco Rossi ha deciso la chiusura dell’edificio che ospita le scuole elementari della frazione. Lo ha fatto perché lo stabile non è sicuro e non rispetta le normative antisismiche. A Montaquila centro è nato un comitato spontaneo che vigila sulla sicurezza di tutti gli edifici. E’ proprio nel centro del paese che si teme per un’altra scuola elementare. Qui la struttura è stata sopraelevata come accadde per la scuola Francesco Jovine di San

Poesia a Venafro, premiato Napolitano VENAFRO - Ieri il Castello Pandone ospiterà il Premio di Poesia “Venafro”. L’evento, patrocinato dal Comune di Venafro e dalla Regione Molise nella sala conferenze del monumento cittadino. Quest’anno il premio, giunto all’ottava edizione, è stato conferito al noto poeta formiano Giuseppe Napolitano.

Giuliano di Puglia crollata per effetto del sisma del 31 ottobre 2002. Nel caso di Roccaravindola la decisione del sindaco è di far terminare lo scorcio di quest’anno scolastico nella sede di Masseria La Corte. “Per il prossimo anno – ha dichiarato il primo cittadino – si deciderà il da farsi. Sono due le soluzioni possibili. La prima è quella di rinforzare l’edificio ora pericolante, la seconda è invece costruirne uno nuovo vicino all’altro di Masseria la Corte munito di normative di sicurezza”. Il comitato invece chiede la verifica di tutti i plessi del comune. V.P.

15 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


Apple Nuovo design. Nuove funzionalità. Nuove tecnologie. All’altezza di standard tecnologici ancora da inventare.

MARZO - APRILE ‘09

Apple MacBook

Apple iMac più esigenti, ma allo stesso tempo ga-

Una nuova era è cominciata per MacBook: scocca interamente in

rantiscono una durata incredibile della

iMac si è fatto grande. Da icona della rivoluzione

batteria in ogni situazione. E non

informatica targata Apple ad oggi, iMac è diven-

solo: l’ampio

tato versatile, potente e alla portata di tutti: dal

trackpad in

piccolo studio, all’utente che chiede design in-

vetro ultra-

novativo e potenza di elaborazione. Il processo-

metallo, schermi di nuova concezione, processori più performanti volte più potenti rispetto al passato

liscio è progettato

grazie a chip dedicati marcati NVIDIA. A guardarlo

re Core 2 Duo accompagna un case interamente

per dare più spazio alle vostre dita e alle -

soprattutto ad un case ora interamente in metallo microsatinato, che lo avvicina ai modelli Pro di classe più alta: senza precedenti ed i nuovi processori Intel Core 2 Duo, -

ro trackpad è anche un pulsante, potete cliccare in qualsiasi punto. Una volta a casa, potrete collegare Cinema Di-

Rif.

Prezzo

Processore Intel

Memoria

legare qualsiasi dispositivo, dalla videocamera USB o Firewire al più veloce hard disk esterno

dal punto di vista software tutti i modelli iMac

splay o il nuovo Apple LED Cinema Display e trasformare

Firewire 800. La scheda WiFi 802.11n integrata, il

si presentano con la suite iLife 08 preinstallata:

MacBook in un computer desktop in un secondo.

Bluetooth 2.1+EDR ed una porta Gigabit Ether-

iPhoto, iMovie, GarageBand, iWeb e iDVD vi in-

net completano la connettività di rete. Oltre al

vitano da subito a condividere idee e progetti

rinomato sistema operativo Mac OS X Leopard,

con tutti.

no una potenza incredibile per i giochi e le applicazioni

Modello

pollici TFT a matrice attiva, e la possibilità di col-

da euro 949,00

Disco Rigido

Unità ottica *

Rif. AppleCare

Modello

Rif.

Prezzo

da euro 999,00

Processore Intel

Memoria

Disco Rigido

Unità ottica *

Rif. AppleCare

Desktop

Notebook MacBook bianco

APP1406P

949 Core 2 Duo 2,1GHz

120GB

SuperDrive 8x

MA519T/A

iMac 20”

APP1330P

999 Core 2 Duo 2,4GHz

250GB

SuperDrive 8x

MA520T/A

MacBook alluminio

APP1407P

1.199 Core 2 Duo 2,0GHz

160GB

SuperDrive 8x

MA519T/A

iMac 20”

APP1331P

1.299 Core 2 Duo 2,66GHz

320GB

SuperDrive 8x

MA520T/A

MacBook alluminio

APP1408P

1.499 Core 2 Duo 2,4GHz

250GB

SuperDrive 8x

MA519T/A

iMac 24”

APP1332P

1.599 Core 2 Duo 2,8GHz

320GB

SuperDrive 8x

MA520T/A

Apple iWork 08 MacReport nr. 19 - selezione di articoli e soluzioni per Mac . All’interno della pubblicazione sono riportati i prezzi IVA COM PRESA, come rilevati dai listini al pubblico disponibili al momen to della pubblicazione. I prezzi e le caratteristiche dei prodotti possono subire variazioni senza preavviso. Per maggiori dettagli sui prodot ti potete consultare www.attiva. com utilizzando i riferimenti -ri portati (rif ). Attiva declina ogni responsabili tà per eventuali errori e/o omis sioni. Per eventuali comunica zioni: macreport@attiva.com. Attiva spa - Vicenza - tutti i diritti riservati. Dicembre 2008

Modello MacBook Pro 15”

Rif. APP1411P

Roxio Toast 9

iWork ‘08, include tre applicazioni: Pages per

Apple MacBook Pro

Toast 9 implementa ora anche il sup-

un’elaborazione testi con un incredibile senStilisticamente rinnovato e stilizzato nelle forme, il nuovo

to ai consumi e all’ecologia essendo stato progettato per

so dello stile, Numbers, per potenti e incre-

ray, stabilendo così un nuovo standard

MacBook Pro rappresenta lo stato dell’arte dei notebook:

ridurre l’impatto sull’ambiente. Il potente processore Intel

dibili fogli elettronici, e Keynote, per presen-

per la masterizzazione di dischi su Mac.

Core 2 Duo a 45 nanometri arriva alla potenza di 2.8 GHz

l’intero case è

ricavato

da un unico utilizzare le applicazioni più esigenti come Aperture,

foglio di alluminio

Final Cut e Motion e garantendo la massima durata

micro-

per poi riascoltarlo su iPod. Masterizza ed

Word, Excel e PowerPoint. Rif. APP1356P

euro 79,00

esporta show televisivi su iPhone o PSP.

cie in vetro, in questa nuova versione si arricchi-

luminazione LED

sce di nuove funzionalità.

le brillantezza ad

Parallels Desktop 4.0

VELOCE

angolazione,

con un occhio atten-

da euro 1.799,00

Processore Intel

Memoria

1.799 Core 2 Duo 2,4GHz

POTENTE Ottieni le migliori presta-

dows, Linux ed altri sistemi operativi

zioni con la tecnologia di

su Mac in modo semplice, veloce e

virtualizzazione di Intel

potente. Questa nuova versione inclu-

SEMPLICE Crea e avvia la tua mac-

Unità ottica *

Rif. AppleCare

250GB

SuperDrive 8x

MA515T/A

prendono una migliorata integrazione tra sistemi operativi e una maggiore

2.249 Core 2 Duo 2,5GHz

4GB

320GB

SuperDrive 8x

MA515T/A

MacBook Pro 17”

APP1413P

2.499 Core 2 Duo 2,5GHz

4GB

320 GB

SuperDrive 8x

MA515T/A

amente, senza riavviare

tware che consente di eseguire Win-

Disco Rigido

APP1412P

china virtuale in pochi

de numerose nuove funzioni che com-

secondi

velocità di esecuzione delle operazioni. Il programma fornisce il supporto per DirectX 9.0, DirectX Pixel Shader 2.0 e OpenGL 2.0 per migliorare le pre-

Con un’interfaccia intuitiva e nuovi

-

Per rendere di grande impatto le pro-

sletter, poster, cataloghi e molto altro

prie presentazioni con immagini di

in modo veloce e creativo e condivi-

ancora senza bisogno di essere esperti

alta qualità. Basteranno pochi clic per

derli in tutta sicurezza con i colleghi

di design. Guide dinamiche e strumen-

convertire gli elenchi puntati delle

che utilizzano sistemi Mac e Win-

ti specializzati come lenti d’ingran-

diapositive in elementi animati.

dows.

dimento e aree di disegno rendono

Indipendentemente che siano utenti

semplicissima la progettazione.

Entourage 2008 Controllate gli impegni, aggiornate

esperti o principianti, tutti potranno Excel 2008

presentazioni di qualità professiona-

Non occorre essere un esperto di con-

le e gestire più facilmente il calenda-

tabilità o di fogli di calcolo

rio e la posta elettronica.

per gestire al meglio le

un’attività e gestite la posta elettronica. My Day permette di concentrarsi sugli elementi più esattamente le infor-

In tutta la suite e in ogni applicazio-

mazioni che servono

Grazie a fogli di calcolo

risorse in modo dinamico per soddisfare al meglio le esigenze dell’utente. Rif. PRL0016P

Kingston AppleCare Protection Plan La versione Special Media Edition un’eccezionale soluzione per la produttività. Expression Media è progettato per chi utilizza di frequente contenuti e immagini, tipi di carattere, menti. Per catalogare e orga-

tanti miglioramenti delle funzionali-

agli inventari e ai porta-

menti e priorità. Anche

tà; un indispensabile pacchetto per

fogli di titoli, gestire le

se gli appuntamenti

la produttività da usare sul lavoro, a

informazioni aziendali e

sono molto numerosi,

scuola e a casa.

personali non è mai stato

il calendario è sempre

così semplice.

sotto controllo.

R

Apple sono progettate, prodotte e testate in

AppleCare Protection Plan estende la copertura gratuita inclusa con il vostro Mac

tranquillità di un perfetto funzionamento e garanzia a vita, per il massimo della qualità.

qualità. Il programma include assistenza telefonica da parte di esperti, copertura globale delle riparazioni, interventi onsite per i sistemi desktop, risorse online e TechTool Deluxe di Micromat, il tutto a un prezzo davvero interessante.

per gestire appunta-

fornisce nuovi strumenti e impor-

euro 79,90

Hypervisor è in grado di allocare le

SPECIAL MEDIA EDITION LIATO

PowerPoint 2008

Word 2008

e visualizzarli con la massima archiviati ovunque: su CD, in dischi rigidi o sul web.

Esegue MAC OS X e Windows contemporane-

Parallels Desktop 4.0 per Mac è il sof-

MacBook Pro 15”

creare documenti, fogli di calcolo e

euro 69,90

Rif. RXI0008P

-

monitor a retroil-

Prezzo

video. Registra l’audio da qualsiasi fonte

zione ed esportazione da e verso Microsoft

della batteria nelle normali operazioni quotidiane.

satinato ed il

ogni

Comprime, converte e crea compilation di tutti. Tutti i moduli consentono l’importa-


TERMOLI Ad avviarla i commercianti che chiedono sia migliorato e potenziato il servizio

Differenziata porta a porta, nuova petizione popolare Tra le richieste il raddoppio del ritiro dell’umido giornaliero, l’istituzione di zone di scarico comune per vetro, carta, metalli e plastica

TERMOLI – Continuano gli incontri e le osservazioni sul sistema della raccolta differenziata posta a porta in città. Dopo la raccolta di firme, riunioni, dibattiti d interventi da parte dei Consiglieri comunali di opposizione, ora é la volta di vari titolari di attività commerciali che hanno dato il via ad una sottoscrizione nel centro storico per richiamare l'attenzione degli amministratori comunali affinché sia migliorato il servizio di raccolta per le utenze non domestiche e specialmente per quelle di somministrazione e ristorazione. La decisione

Controlli sui trasporti via mare: primato per la Guardia Costiera TERMOLI - Per il decimo anno consecutivo la Guardia Costiera Italiana si attesta tra le prime nazioni in Europa in un settore strategico come la sicurezza dei trasporti via mare, confermando anche per il 2008 il primato dell’Italia per navi straniere trattenute nei porti nazionali in quanto considerate pericolose per l’ambiente, per i passeggeri e gli equipaggi. Delle 1927 navi straniere, sia mercantili che passeggeri, controllate nei porti nazionali, 224 sono risultate non conformi agli standard di sicurezza e per questo trattenute fino all’eliminazione delle irregolarità accertate. Il quadro emerge dal rapporto annuale 2008 sull'attività ispettiva di Port Atate Control compiuta dagli ufficiali appositamente abilitati presso il Centro di formazione della Guardia Costiera di Genova. Ai lusinghieri risultati si é giunti anche grazie al nucleo di Port State Control istituito nella Capitaneria di Porto di Termoli, di cui fanno parte due ufficiali specializzati e 2 sottufficiali. Molti infatti i controlli eseguiti a bordo dei traghetti che collegano Termoli alle Isole Tremiti e su navi petrolifere che ancorano nella rada del porto termolese in attesa di caricare dalle piattaforme il grezzo.

é stata presa al termine di una riunione e tra le richieste il raddoppio del ritiro dell’umido giornaliero, l’istituzione di zone di scarico comune per vetro, carta, metalli e plastica. Cose già dette e ridetto e portate all'attenzione degli amministratori comunali e della Teramo Ambiente, la società che ha in gestione il servizio. Servirà a qualcosa questa ennesima iniziativa visto che Sindaco ed Assessore all'Ambiente fino ad ora sono rimasti “sordi” alle lamentele. Difficilmente torneranno sui propri passi per motivo di orgoglio personale e perché

non vogliono ammettere di aver “toppato”. Il servizio così non va e ad ammetterlo farebbero “peccato”. Eppure a Termoli in molte zone il porta a porta non é ancora partito e ci sono ancora i contenitori verdi per la indifferenziata; molte famiglie non ancora sono state provviste di bidoni e bidoncini; non sempre gli operatori ecologici riescono a portare completamente a termine l'encomiabile proprio lavoro e non per colpa loro. Tutte cose che hanno

La commissione europea ha adottato il libro verde per la pesca

La Commissione europea ha adottato un Libro verde sul futuro della politica comune della pesca dell'UE. Il documento analizza le carenze della politica attuale e avvia un'ampia consultazione pubblica su come porvi rimedio. I pescatori e i gruppi di interesse del settore, ma anche la comunità scientifica, la società civile e i cittadini interessati, sono invitati a reagire entro il 31 dicembre 2009, esprimendo il loro punto di vista sul futuro assetto della pesca europea. La consultazione costituisce la prima tappa di un processo che dovrebbe sfociare -secondo Bruxelles- in una riforma radicale della politica comune della pesca. Il Libro verde adottato persegue un duplice obiettivo: far conoscere le sfide che il settore ha dovuto affrontare negli ultimi anni e suscitare una reazione pubblica

Pizzicato con 70 grammi di hashish , assolto CAMPOMARINO – Era stato beccato circa tre anni fa da una pattuglia delle Fiamme Gialle mentre a bordo della sua auto percorreva l’autostrada con 70 grammi di hashish. Venerdì il giovane di Campomarino è stato però assolto per non aver commesso il fatto.

bisogno di approfondimento e che faremo nei prossimi giorni con una inchiesta e dati alla mano per far comprendere alla cittadinanza quanto costa questo servizio; quando costa l'appalto dei “Servizi di ideazione, progettazione, realizzazione e gestione di un piano di comunicazione integrata sull'avvio dei nuovi servizi di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani; scopriamo le isole ecologiche che, nei fatti, esistono già.

Inaugurata ieri piazza XXIV Maggio SAN MARTINO IN PENSILIS - Ieri mattina, con una sobria e partecipata cerimonia é stata inaugurata la nuova Piazza XXIV Maggio. Un evento molto atteso dalla comunità che non é voluta mancare all'inaugurazione. Alle 11 il parroco, Costantino Di Pietrantonio, ha benedetto il luogo alla presenza del sindaco,Vittorio Facciolla, e i componenti la Giunta municipale.

che possa contribuire all'elaborazione di un sistema di gestione della pesca basato su un approccio moderno, innovativo e maggiormente basato sul consenso. Il documento solleva questioni quali: come garantire a lungo termine la sostenibilità e la vitalità del settore della pesca? Come adeguare la capacità globale della flotta senza trascurare i problemi sociali delle comunità costiere? Come promuovere lo sviluppo di una cultura del rispetto delle norme? Come può la PCP contribuire nel modo più efficace alla sostenibilità delle attività di pesca esercitate fuori dalle acque comunitarie? Il documento analizza tutte le sfaccettature dell'attuale politica della pesca e spiega la ragione per cui determinati problemi persistono malgrado i progressi realizzati dalla riforma del 2002. Un aspetto cruciale è rappresentato dal depauperamento degli stock ittici europei: l'88% di essi, infatti, è sottoposto ad eccessivo sfruttamento (contro una media globale del 25%) e il 30% è "al di sotto dei limiti biologici di sicurezza", e non può quindi riprodursi ad un tasso normale a causa del numero sempre più ridotto di individui in età riproduttiva. Tuttavia in molte attività di pesca continuiamo ad operare a livelli due o tre volte più elevati di quelli che gli stock sarebbero in grado di sostenere. Tale fenomeno, secondo la Commissione, per lo più riconducibile a un eccesso di capacità della flotta, rappresenta in ultima analisi uno svantaggio economico: infatti, non solo contribuisce al depauperamento della risorsa ittica, ma erode progressivamente la redditività del settore. È necessario trovare soluzioni che consentano di ricostituire gli stock più depauperati e di garantire nel contempo che la pesca rimanga una fonte di reddito affidabile per i pescatori.

17 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


TERMOLI La decisione è stata presa nel tardo pomeriggio di ieri dalle Ferrovie dello Stato

Treni Foggia- Termoli, riprende la circolazione TERMOLI – La notizia è stata ufficializzata nel tardo pomeriggio di ieri dalle Ferrovie dello Stato. E’ ripresa nella tarda serata di ieri la circolazione ferroviaria fra le stazioni di Lesina e Apricena della linea Foggia – Termoli, sulla direttrice Adriatica che collega Lecce e Bari al Nord Italia, via Bologna. E’ stato l’espresso 924 (Lecce – Bolzano) il primo treno che, alle 22 circa di questa sera, ha percorso il tratto di linea interrotto da mercoledì pomeriggio per l’esondazione del fiume Fortore. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS), che in questi giorni hanno costantemente monitorato la situazione, sono stati al lavoro fin dalle prime ore del mattino per ripristinare i 400 metri di linea (binari e tecnologie) danneggiata dai milioni di litri di acqua fuoriusciti dalla

Diga di Occhito. Informazioni sul traffico ferroviario e sui servizi sostitutivi predisposti da Trenitalia (Gruppo FS) fra Termoli e Foggia si possono avere telefonando al numero verde gratuito 800.892021. La tratta ferroviaria adriatica Termoli – Foggia, rimasta allagata dal primo pomeriggio dello scorso 22 Aprile. Una parte del tracciato come pure alcune zone della costa sia molisane che pugliesi, sono state inondate dal fiume Fortore straripato anche per l’afflusso di acqua dall’invaso della Diga di Occhito. Secondo quanto riferito dalla Protezione civile, l’acqua aveva causato il distacco di oltre 300 metri di pietrisco sotto i binari e i lavori di ripristino sono iniziati ieri. Intanto non si smorzano le polemiche per questo ennesimo allagamento che diviso in due la dorsale adriatica. V.P.

Combattere il punteruolo rosso che distrugge le palme In ogni parte del mondo, ogni anno, arrivano centinaia di insetti ed invertebrati con piante, container, pacchi e valige. Fortunatamente solo poche specie si adattano a vivere in nuovi ambienti, ma quelle poche che riescono ad insediarsi sono davvero pericolose, come ad esempio il Rhynchophorus ferrugineus, meglio conosciuto come il punteruolo rosso, il Cerambice cinese o la Cimice leptoglossa dei pini, e ancora la Zanzara Tigre, tutte specie alloctone difficili da debellare, invadono il territorio ospite causandovi ingenti danni talvolta irreparabili. Il Rhynchophorus ferrugineus è una delle tante specie accidentalmente importate, e che negli ultimi anni ha sterminato interi palmeti in diverse zone della nostra penisola. Si suppone sia giunto sino a noi a bordo di una palma dall'Egitto, trasportata da un vivaista di Pistoia. Colpisce parecchie specie di Arecaceae tra cui le più diffuse palme ornamentali del Mediterraneo, ma anche specie di interesse economico quali la palma da cocco e quella da olio. E' una specie di coleottero nota dal 1790. Originario dell'Asia sudorientale e della Melanesia, si è diffuso

18 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009

in numerosi stati asiatici, africani ed europei fino a raggiungere nel 2004 l'Italia. Gli adulti del punteruolo rosso sono molto abili a volare sia di giorno che di notte e sono in grado di raggiungere nuove palme nel raggio di un chilometro. Una femmina può deporre fino a 200/300 uova per volta distribuite alla base delle giovani foglie o in cavità del tronco della palma o sulle loro ferite. Dopo la schiusa le larve si dirigono verso l'interno della pianta, scavando gallerie grazie al robusto apparato masticatorio e danneggiando soprattutto la zona del tronco immediatamente sottostante alla corona fogliare. L’intero ciclo si espleta in soli 4 mesi e si compie all’interno della palma, di queste il famelico coleottero predilige i maschi, ne divora il tronco portando la palma che l'accoglie a morte sicura in brevissimo tempo. Il curculionide si sposta in una nuova palma solo quando ha completamente distrutto quella su cui vive e i danni causati sono visibili solo quando il vorace parassita ha colonizzato l’intera pianta. La situazione è allarmante, ingenti sono i danni causati su gran parte del territorio nazionale da che l'insetto rosso ha fatto

Martedì convocazione consiglio comunale TERMOLI – Martedì prossimo alle 18,30 in prima convocazione e per mercoledì 29 aprile, alle 19,30, in seconda convocazione, in seduta straordinaria, si riunisce il Consiglio comunale. Trai punti all'ordine del giorno da discutere per l'approvazione il Piano di riassetto Urbanistico della zona Piazza Giovani Paolo II.

la sua comparsa, danni apportati sia al livello paesaggistico che a livello economico. Regioni come Liguria, Lazio, Campania, Molise, Puglia, dopo la Sicilia, sono quelle in cui si è registrata la presenza del famigerato insetto, un numero di regioni destinato a crescere già nelle prossime stagioni, vista la velocità con cui il coleottero si riproduce. L'instancabile divoratore di arecaceae potrebbe essere sconfitto con trattamenti endoterapici: prodotti biologici non tossici che vengono applicati direttamente alle radici della pianta. Attraverso i vasi conduttori della palma, il prodotto arriva sulla gemma apicale, dove si accumula nei tessuti rendendoli tossici per le larve dell'insetto. Insetticidi a bassa tossicità oppure trattamenti biologici a base di nematodi, parassiti potenziali antagonisti del punteruolo rosso sono i trattamenti sperimentati ad oggi e che stanno dando notevoli risultati. L'impiego dei nematodi permette un azione rapida e duratura nel tempo. L'applicazione è estremamente facile ed assolutamente sicura per l'uomo e per l'ambiente. Ida Petrone

Il primo convoglio a partire è stato l’Espresso Lecce-Bolzano alle 22 di sabato. Il tratto di ferrovia era rimasto bloccato dal 22 aprile a causa dell’esondazione del fiume Fortore

Da Occhito sversati 100 milioni di metri cubi di acqua

OCCHITO – In questa settimana che volge al termine é stato accertato che dalla diga di Occhito sono stati sversati a valle oltre 100 milioni di metri cubi di acqua. Ora si contano i danni per gli allagamenti, ferrovia, strade e autostrada bloccate, si torna a parlare dell'invaso di Piano dei Limiti i cui lavori restano al palo. I fondi ci sono ma non si riesce e fare l'accordo tra governo nazionale, Regione Molise e Puglia per far partire i lavori definitivi. I milioni di acqua andati persi, secondo stime, sarebbe servita al fabbisogno di due anni dell'intera popolazione della Capitanata, e il valore sul mercato é di 10 milioni di euro. Ma quell'acqua non si poteva deviare e recuperare, é la domanda che molti si pongono. Gli esperti dicono che tecnicamente non esistono opere idrauliche (condotte) che possano trasferire queste quantità eccezionali di acqua da una diga all'altra e che, inoltre, non sarebbe economicamente conveniente realizzarle. Dunque, per il futuro, la soluzione é realizzare l'invaso di Piano dei Limiti che permetterebbe di trattenere circa 80 milioni di metri cubi di acqua che Occhito non riesce a contenere, e darebbe la possibilità di effettuare la manutenzione nella diga esistente.

Domani la Pasqua ortodossa TERMOLI. Questa mattina, alle 10.30, presso la parrocchia della chiesa cattolica del Sacro cuore di Gesù, in via Argentina, avrà luogo la celebrazione della Santa Pasqua Ortodossa. La divina liturgia è curata dall’arcidiocesi ortodossa d’Italia. A comunicarlo l’Arcidiocesi ortodossa d’Italia a tutti i cirstiani ortodossi.


TERMOLI Ritorno ad Auròle, cittadina di etnia arbëreshe Nell’imminenza Nell’imminenza di di un un grande grande evento evento storico-culturale storico-culturale ad ad Ururi Ururi

Ante Dies III Nonas Martias 2009 - Finalmente nel mio “natio borgo selvaggio”! Dicono che sia doveroso e gratificante, specialmente dopo una lunghissima assenza, tornarvi. Come spinto da una misteriosa forza inerziale mi ritrovo a deambulare lentamente, con involontaria nonchalance. In verità il mio incedere è “prigioniero” di un ingenuo fanciullesco disincanto (misto ad un pizzico di sana nostalgia) per tutto ciò che rivedo ed incontro. Ma cosa succede? A destra e a manca stradine e viali lindi, ordinati. Dovunque io volga lo sguardo noto visi più che familiari. Facce serene e compunte, alcune lasciano trasparire perfino un tenue sorriso. Vado avanti, convinto che prima o poi qualcuno di questi amici e conoscenti si “fermerà” per un saluto o per dei telegrafici “flashback” riguardanti le nostre comuni infanzie, le nostre spensierate giovinezze. Niente. Vane le attese e le speranze. Perché mai, mi chiedo, questa umanità così riservata e silente? Provo a fissare meglio negli occhi i miei concittadini. Ecco, finalmente credo di aver scoperto l’arcano. Forse loro sono convinti che uno sguardo intenso e limpido possa, da solo, esprimere e contenere affetti e vicende dell’intera nostra esistenza! Il cielo, intanto, minaccia di diventare plumbeo con un sole avaro e in vena di bizze. All’improvviso, mentre un pò stanco e “frastornato” per il lungo peregrinare decido di allontanarmi, sorprendo me stesso a fare il segno

della Santa Croce. Negli immediati paraggi, inoltre, mi sembra di intravedere, anche se per un attimo, due sagome umane. No, non è possibile! Le riconosco subito, con mia somma meraviglia. La prima è quella del celeberrimo Antonio De Curtis (principe di Dardania, duca di Drivasto-Durazzo e discendente per via cadetta del grande Imperatore bizantino Niceforo I Focas) intento a leggere la sua struggente poesia “La Livella”, l’altra sagoma appartiene alla ieratica generosa insostituibile Mnemòsine. Quest’ultima, con severa determinazione leggermente stemprata da un vaghissimo sorriso alla “Monna Lisa”, cattura subito i miei occhi. Intuisco che desidera ricordarmi gli altri miei due appuntamenti in terra natia. Abbandono, senza indugio, il Luogo Sacro per guadagnare la strada che mena all’edificio scolastico. Ad attendermi vi è un carissimo amico. Tre sole volte ci siamo “intercettati” negli ultimi quarant’anni: gennaio 1968 (celebrazioni per il quinto centenario della morte del grande kreshnìk Gjèrgj Kastriòti Skënderbèu), Pescara luglio 1979 (in viaggio per Prishtìna) e maggio 1998, ad un meeting letterario organizzato dall’ex sindaco Plescia. Per entrambi (studi medi-ginnasiali “targati” Padri Passionisti nella maceratese Sant’Angelo in Pontano, nella ferrarese Cesta di Copparo e nell’anconetana San Marcello) è una irripetibile occasione, nonostante il tempo tiranno, ai fini di un tuffo negli anni

Oggi la festa della famiglia MONTENERO -. E’ prevista per questa mattina la solenne festa della famiglia organizzata dalla diocesi di Termoli-Larino. L’appuntamento è per le 15.30 a Montenero di Bisaccia con il saluto del vescovo Gianfranco De Luca, seguirà il concerto del prete cantautore don Elio Benedetto. Don Aldo Buonaiuto testimonierà, come la famiglia può divenire luogo di solidarietà nonostante freni e difficoltà della vita.

cinquanta e sessanta del secolo XX. Complice, pertanto, una sorta di telepatia comune e “supportati” da una invisibile regìa, passiamo immediatamente ai “raggi X”(non senza piglio temerario) le vicende storico-artistico-letterarie della nostra Ururi,vicende circoscritte all’ultimo mezzo secolo. Chi scrive, a differenza del suo severo interlocutore, si mostra più indulgente e possibilista nei confronti di chi “osa” continuare impunemente a blandire le patrie lettere arbëreshë essendo privo, o quasi, di un sufficiente back-ground culturale. In “passerella” si vedono sfilare: cineasti, pittori, poeti, scrittori, teatranti, cantastorie e semplici divulgatori culturali. Impressioni sull’oggi, bilanci e previsioni per il futuro? Il responso, nonostante alcune ataviche pigrizie o negligenze, è sensibilmente confortante. È giusto, tuttavia, riconoscre che non è facile conquistare “le grazie” delle nove figlie di Mnèmosine, come, ad esempio, Clio (musa ispiratrice della Storia) e Callìope (musa ispiratrice della Poesia). A proposito, chi è un Poeta? E’ un veggente sensitivo, forse troppo, chiuso in sé stesso, nulla lo interessa se non il bello, irraggiungibile, lontano. Dinanzi all’altrui avidità, agli egoismi, alla parola volgare ed offensiva, è inerme. Le ferite si rimarginano: le cicatrici restano. Eppure il suo cuore vive, brucia. Sa soltanto amare, ha bisogno solo di dare, di dare tanto, darebbe tutto, ma non ha da offrire altro che dolore. Santi

numi, caro lettore, vuoi vedere che ti sto parlando di un autentico outsider delle Italiche Lettere, di una pietra angolare della cultura arbëreshe, di uno “schiavo” fedele e geniale della divina Callìope? Sì, hai indovinato. Il mio “bersaglio” risponde al nome di Luigi De Rosa. Gli albòri della sua granitica passione per gli studi albanologici risalgono, come minimo, a cinque decenni orsono! Una testimonianza? L’autore di queste note, in una lettera (datata Cesta di Copparo 11 maggio 1959) alla propria famiglia, segnalava che “Luvëxhìni Kanlòrit” aveva lasciato l’istituto ginnasiale passionista di San Marcello (Ancona) per trasferirsi ad un altro (greco-albanese) sito in Roma. Nella sua mente, forse, già albergavano (certamente a livello inconscio) grandi spiriti come il sommo lirico francese Charles Baudelaire e l’eccelso polìgrafo arbëresh Girolamo De Rada! Non posso fare a meno di raccogliere, al momento di congedarmi dal Presidente della benemerita Associazione “Shoqàta Kulturòre Arbërèshe”, il suo accorato e sincero appello relativo ad una sempre più tangibile sensibilità per eventi ed attività culturali ururesi da parte della nostra Civica Amministrazione. Detto, fatto. Mi catapulto in Piazza Municipio (ex Vardarelli) per un breefing con il Primo Cittadino. Antonio Cocco (in carica dal 30 maggio 2006) mi accoglie con molta cordialità, disponibilità e…….biblica pazienza, nonostante incomba (a guisa

Autovelox a Termoli, è allarme tra i cittadini TERMOLI- Automobilisti allarmati nella cittadina adriatica a causa dei controlli da parte della polizia municipale che, armati di pistola laser nella giornata di ieri hanno monitorato l’ingresso della città. A parte alcune contravvenzioni elevate in giornata, molti automobilisti si sentono in apprensione per la possibilità di vedersi recapitare la busta verde a domicilio.

di spada di Dàmocle) un importante ed improcrastinabile Consiglio Comunale! Realizzo subito, dai suoi primi interventi e risposte, di interloquire con un Sindaco schietto, pieno di buona volontà e coraggioso (considerando le ambascie finanziarie in cui versa il nostro paese, unitamente ad altre migliaia di problemi e necessità). Il nostro incontro, presenziato anche dal Vicesindaco e dall’assessore alla Cultura, “ruba” più di un’ora. Dopo aver passato in rassegna tutti gli eventi social- cultural-folkloristici tenuti a “battesimo”, negli ultimi tre anni, dalla sua Amministrazione e ribadendo, solennemente, l’impegno di prodigarsi sempre di più in futuro(specie nel settore culturale), l’ottimo Antonio Cocco annuncia “urbi et orbi” l’imminenza di un significativo evento storico-culturale: l’inaugurazione della nuova biblioteca comunale con annesso il museo arbëresh. L’imbrunire è alle porte ed io accomiatatomi anche dall’Primo Inquilino di “Piazza ex Vardarelli”, mi accingo a levare le tende. Per caso sfioro un palazzo che attira la mia curiosità per via di un “puzzle” pittorico che subito è “preda” della mia macchina fotografica. Metto a fuoco il tutto e………clic! Toh, mi trovo davanti allo straordinario Palazzo Giammiro-Giudilli-Greco, grondante oltre quattro secoli di storia ururese! Sarà questa la degnissima superba sede della biblioteca e del nostro museo arbëresh. Tiberio Occhionero

19 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009


S P O RT BASKET

Per le due molisane comincia oggi l’avventura degli spareggi promozione

Cisam Termoli alla sfida playoff

CAMPOBASSO- Fuori i secondi, si direbbe se fosse pugilato. Invece è basket, palla a spicchi, cinque giocatori da una parte e cinque dall’altra sopra un parquet con l’obiettivo di fare più canestri degli altri. Ma il momento è identico. E’ l’ora di giocarsi il tutto per tutto, spendere ogni energia per conquistare la posta in palio. Iniziano i playoff del

campionato di C1 e la Cisam Termoli ha tutte le carte in regola per dire la sua. Lontano dalle beghe calcistiche e decisamente più popolare di tanti sport di nicchia, il basket locale sembra essere in salute. Negli ultimi anni infatti, la città che può fregiarsi di aver dato i natali al miglior arbitro d’Italia, alias Enrico Sabetta, sta conoscendo una rinnovata passione per la pallacanestro. Tanta gente al palazzetto, una società in salute e una squadra piena di talenti che lascia azzardare sogni fino a poco tempo fa proibiti. Il campionato appena concluso ha visto i bianco blu guidati da coach Mike Del Vecchio chiudere al sesto posto, piazzamento valido per i playoff al primo campionato di C1. Ci sarebbero i presupposti per dichiararsi soddisfatti e giocare senza nulla da perdere. «Assolutamente no – ribatte il vice presidente Michele Martino – Abbiamo raggiunto un risultato record per la città. Ci troviamo di fronte il Ceglie, squadra che abbiamo già affrontato all’andata e al ritorno. Le nostre possibilità di passare il turno sono alte». La Cisam ci crede quindi, pur se il percorso è

impervio. Arrivando sesti, i termolesi affrontano la terza della regular season, la Monna De’ Lizia Ceglie, formazione pugliese che nel confronto coi molisani avrà il vantaggio del fattore campo. Si comincia con gara-1 domani pomeriggio 26 aprile a Ceglie, mercoledì rivincita al PalaSabetta alle 20,30 e eventuale bella domenica 2 maggio in terra brindisina. Per la trasferta di domani pronto un pullman direzione Ceglie con partenza da piazza Donatori di Sangue alle 9 del mattino.«E’ il nostro maggiore svantaggio – dichiara Martino a proposito del fattore campo – Faccio un appello ai tifosi per la gara di mercoledì alle 20,30. L’obiettivo è quello di centrare due vittorie su tre per passare il turno». L’ambizione dei virtussini non conosce limiti. «Siamo arrivati sesti solo per disavventure fisiche ma ora i ragazzi stanno tutti bene». Roster al completo, con qualche acciacco per Della Felba, Del Cadia e Florio, ma ci saranno. «Ci occorre solo un po’ di fortuna - suona la carica il vice presidente - La società e la città sono prontissime per il salto di categoria. L’obiettivo è la serie B».

La Geotec in gara uno ospita il Monopoli CAMPOBASSO - Le attenzioni dei tifosi campobassani sono tutte concentrate sulla sfida che a Ferrazzano metterà di fronte la Geotec ed il Monopoli. Due formazioni che hanno concluso la regular season in modo diametralmente opposto, con i molisani che - sconfitta di Airola a parte hanno dimostrato di essere in ottima forma e i pugliesi che sono reduci da ben sei sconfitte consecutive. Il tutto, però, non deve far dormire sonni tranquilli ai tifosi della Mens Sana, perché ora si riparte azzerando vittorie e sconfitte per giocarsi la stagione in due o tre partite che decideranno chi potrà continuare a sognare e chi, al contrario, dovrà andare in vacanza già dalla metà - o al massimo dalla fine - della prossima settimana. Il vantaggio del campo dà al quintetto di Leonetti i favori del pronostico su quello di Lezzi, che sarà seguito in Molise da un buon numero di sostenitori. L'appuntamento è per oggi alle 19 (e non alle 18 come al solito). Con la stagione regolare ormai conclusa, è tempo di play off in casa For-

20 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009

titudo Monopoli. La squadra di coach Antonio Lezzi si è preparata alla sfida molisana, dove la Fortitudo affronterà la Mens Sana di coach Leonetti, compagine che ha chiuso il torneo al quarto posto in graduatoria con 42 punti. I biancoverdi giungono a questo importante appuntamento (è la prima volta della Fortitudo nei play off promozione) dopo un periodo tutt’altro che brillante, condito da una serie di sei sconfitte consecutive. Lo staff tecnico della Fortitudo, unitamente alla società, sta però lavorando intensamente per riportare un clima di serenità e fiducia tra i giocatori, consapevoli dell’importanza dell’appuntamento e soprattutto consci delle proprie potenzialità ampiamente dimostrate nell’arco della stagione. Coach Lezzi potrà contare su tutti gli uomini della rosa, con cui sta preparando al meglio la sfida ai molisani. Il match di oggi valevole per gara 1 dei play off, avrà inizio alle ore 19.00, mentre si replicherà giovedì 30 alle ore 20.00 presso l’IPSIAM di Monopoli per

Pronte le semifinali del torneo Juniores Il Comitato Regionale Molise della FIGC-LND, comunica che si è svolto il sorteggio per gli abbinamenti delle gare di semifinale del Campionato Regionale Juniores. Le gare di andata si giocheranno lunedì 27 aprile 2009, alle ore 16,30, quelle di ritorno lunedì 4 maggio 2009, alla stessa ora. Questi gli accoppiamenti delle gare di andata: Monti Dauni – Bojano, Miletto – Guglionesi.

gara 2. L’eventuale “bella”, si disputerà domenica 3 maggio in casa del Campobasso in quanto miglior classificato nella fase regolare. Gli arbitri che dirigeranno l’incontro sono Pepponi Giulio di Spoleto e Posti Carlo di Marsciano.

ECCELLENZA

Gli ultimi novanta minuti del campionato CAMPOBASSO- E’ un campionato che ha già quasi detto tutto a soli novanta minuti di una stagione che sta per andare in archivio. Il Boiano è vincitore del torneo già da diverse domeniche mentre Montenero e Sesto Campano sono già matematicamente nei play off. Restano da definire le sorti della quarta e quinta in classifica anch’esse già nei play off ma divise al momento da un solo punto in graduatoria e desiderose di sapere con chi se la dovranno vedere nella post season. Si tratta di Termoli e Petacciato, 50 la prima e 49 la seconda. Il Termoli sarà ospite del Vastogirardi, già salvo in classifica con 40 punti ma desideroso di non sfigurare davanti al tifo amico. Non è da escludere però che con una serie di risultati a sfavore bisognerà far ricorso ai tabellini e ai conteggio. Il Petacciato sarà ospite invece del Sesto Campano ben saldo a 55 punti, terzo in classifica e desideroso di conoscere la propria rivale. Discorso più interessante in coda alla classifica. Tre squadre al lavoro per scongiurare la retrocessione in Promozione. Con un solo pareggio l’Isernia otterrebbe la matematica disputa dei play out ma di fronte in trasferta ci sarà il Colletorto, ultimo in classifica con 15 punti, e sicuramente trascinato da un numeroso pubblico casalingo che tiferà per novanta minuti. A sedici punti c’è invece il Monti Dauni che aspetta in casa il Cb 1919 già salvo e al quale la giustizia sportiva ha restituito un punto e annullato le squalifiche per i calciatori Faonte e Murrazzo. Resta però la sconfitta per 0-3 contro la Turris Santa Croce e la squalifica fino al 30 novembre del 2009 per il dirigente Palmieri. Discorso interessante anche per evitare i play out e salvarsi senza dover disputare ulteriori incontri. A 37 punti c’è la

Turris Santa Croce che sarà ospite di un incontro tutto da vivere contro l’Sgm Basso Molise che si trova a 39 punti ed è in piena lotta salvezza. Partita da tripla assolutamente da non perdere e dunque scontro diretto per la permanenza in Eccellenza molisana. Infine a 38 punti troviamo il Miletto che sarà di scena sull’ostico terreno di gioco della Frentana Larino, una delle rivelazioni di questo campionato che per un soffio ha sfiorato la possibilità di contendersi la griglia play off. I bianconeri sono appagati da un buon torneo ma vorranno sicuramente onorare fino in fondo i propri impegni. Le gare in programma: Boiano-Montenero, Colletorto-Isernia, Frentana Larino-Miletto, Guglionesi-Capriatese, Monti Dauni-Cb 1919, Sesto Campano-Petacciato, SGM Basso Molise-Turris Santa Croce, Vastogirardi-Termoli. La classifica: Boiano 73 (promosso in serie D), Montenero 59 (play off), Sesto campano 55 (play off), Termoli 50 (play off), Petacciato 49 (play off), Frentana Larino 44, Capriatese 42 Campobasso 1919 41, Vastogirardi 40, SGM Basso Molise 39, Miletto 38, Turris Santa Croce 37 (play out), Guglionesi 28 (play out), Isernia 17 (play out), Monti Dauni 16 (play out), Colletorto 15 (attualmente retrocessa in Promozione).

Fed Cup: è un'Italia da sogno, 2-0 sulla Russia E' grande Italia nella Federation Cup di tennis. Le azzurre chiudono la prima giornata avanti per 2-0 sulla Russia. Flavia Pennetta (6-4 6-0 alla Chakvetadze) e Francesca Schiavone (1-6 6-2 6-3 alla Kuznetsova) avvicinano sensibilmente il tennis italiano ad un'altra finale nella competizione a squadre femminile.


S P O RT CALCIO SERIE D

L’Agnone a Vasto, il Campobasso a Centobuchi, in casa Trivento e Venafro

Turni impegnativi per le regionali CAMPOBASSO – Agovino potrebbe recuperare Orlando e Rossetti, che ieri sono tornati ad allenarsi, ma rischia di perdere Rimi. A poche ore dalla sfida nella tana della capolista Pro Vasto per l’Olympia Agnonese scatta l’emergenza portiere. Il numero uno granata si è fatto male domenica scorsa contro la Recanatese, ha terminato la gara stringendo i denti e con un’infiltrazione ma è rimasto fermo per l’intera settimana. In preallarme, quindi, c’è il coetaneo Labbate anche se l’ambiente è ottimista sul recupero di Rimi. Come detto, invece, Orlando e Rossetti saranno inseriti nell’elenco dei convocati che Agovino stilerà in previsione del big match. Uno dei due potrebbe addirittura guadagnare una maglia da titolare. Nel 3-4-3 di Agovino come attaccante destro c’è al momento Del Giudice, calciatore adattato in quella posizione che invece risulta naturale sia per il capitano che per lo junior ex Siena. La formazione anti Pro Vasto risentirà senza dubbio dell’assenza degli squalificati Aquaro e Ciarlariello ma la squadra granata ha sempre dimostrato finora di sapersi adattare alle situazioni. Ecco perché c’è fiducia nonostante l’impegno contro la prima della classe. L’Olympia Agnonese deve difendere il quinto posto dagli attacchi del Chieti. La voglia di playoff potrebbe perciò essere più forte di qualsiasi avversità. VENAFRO. IlVenafro vuole tornare al successo contro il Fasano e, nonostante il campionato abbia già espresso il proprio verdetto per quel che riguarda il club bianconero, la squadra vuole chiudere la stagione nel miglior modo possibile, cercando di lasciare l’ultima posizione. CAMPOBASSO.La lista degli indisponibili è lunghissima: non sono saliti sul bus diretto nelle Marche Troisi, Pescatore, De Crescenzo, Marini e D’Ippolito, tutti infortunati. Sarno, pur essendo squalificato, ha manifestato la volontà di seguire i compagni nel ritiro di San Benedetto del Tronto. Per la gara di Centobuchi Trillini ha un solo risultato a disposizione: diversamente i playoff diverrebbero irraggiungibili. Ed allora il tecnico anconetano, capace anche in un recente passato di scelte coraggiose, sembra intenzionato ad affidarsi nuovamente al 3-5-2, sebbene con alcune modifiche nell’undici titolare dettate sia da fattori contingenti sia da prestazioni poco convincenti di alcuni elementi che domenica hanno beneficiato della casacca da titolare. Tra i pali dovrebbe esserci Cavaliere. In difesa, con Grillo al centro, Martone sul centrodestra e Maglione sul centro sinistra. A Perna (in mancina) e De Santis (sul versante opposto) il compito di percorrere la fascia in lungo e in largo. Ai due under, reduci da un periodo di stop, l’incombenza di percorrere la fascia in lungo e in largo anche se sono da valutare le condizioni di forma e la tenuta di entrambi. In mediana due sono gli elementi che sono certi della titolarità: Fazio e Teta partiranno al primo minuto. Per il ruolo di terzo mediano esiste un ballottaggio tra Cervillera e Lezcano con l’argentino che sembra favorito. In attacco, a sorpresa, potrebbe esserci Lattanzio al posto di Russo con Majella che ritrova la

casacca numero 9 e la fascia da capitano dopo l’esclusione di domenica. Se però il tecnico optasse per Russo, potrebbe essere Liccardi a indossare i guantoni in luogo di Cavaliere. Capone ha chiesto alla squadra un atto di coraggio per uscire dal tunnel della crisi e per tentare di dare un senso ad una stagione sino ad ora fallimentare. Arbitrerà il confronto tra Centobuchi e Campobasso il signor Manganiello della sezione di Pinerolo. TRIVENTO. L’Atletico Trivento ha chiuso ieri la fase di preparazione anti-Elpidiense. Il club marchigiano ha appena 7 punti di ritardo dall’undici di mister Carannante e tornare alla vittoria, che manca dallo scorso 1° marzo, è importante. Ottenere i tre punti con l’Elpidiense potrebbe significare poter festeggiare la salvezza matematica, qualora il Tolentino non vada oltre il pareggio nell’incontro in casa del Real Montecchio. E ciò sarebbe importante, visto che dopo la partita con l’undici santelpidiese ci sarà la difficile trasferta di Fano, che sta lottando con la Pro Vasto per la vittoria del campionato. La rifinitura ha sciolto gli ultimi dubbi di Carannante, anche se la formazione titolare che potrebbe essere la seguente: Quintigliano andrà in porta, davanti si posizioneranno da destra a sinistra Mainella, Gentile, Barbato e Incitti. Corradino, Leone e uno tra D’Aversa e Giugliano a centrocampo. Nel tridente insieme a Lazzarini e Guglielmi dovrebbe esserci Bernardi che, ancora non al top della condizione fisica dopo lo stiramento al polpaccio, dovrebbe giocare solo uno scorcio di gara con Aquino pronto a subentrare. Intanto, è stata designata la terna. Allo stadio “Acquasantianni” giungerà Valer i o Lombardi della sezione di Foggia, che sarà coadiuvato da Gianluca ANNO II - N° 95 Palazzo e L u c a DOMENICA 26 Russo. APRILE 2009

21


S P O RT VOLLEY SERIE B2/ F

Le blufucsia di scena in casa del S. Lazzaro terza forza del torneo ed in lotta per un posto ai play off

La Fonte dell’Astore in Emilia per far punti I pronostici non sono certo favorevoli ma il cuore delle ragazze è infinito e sapranno stupire nuovamente CAMPOBASSO- One way to go. Una sola strada da percorrere. Per La Fonte dell’Astore Isernia non ci sono altre vie nel confronto che oggi pomeriggio vedrà le blufucsia di scena in casa del S. Lazzaro terza forza del torneo ed

in lotta col Cesena per un posto ai play off. Le isernine, infatti, sono chiamate ad un successo da tre punti in casa delle felsinee, nella contemporanea speranza che, questa sera, il Colbordolo superi in esterna il Lanciano ed il Lucrezia abbia la meglio sul Voghiera. Condizioni indispensabili, accanto ad un successo del sestetto affidato a Joel Despaigne, per mantenere viva, grazie alla matematica, la speranza della salvezza o, comunque, per puntare al quintultimo posto, base di partenza non indifferente in caso di eventuali ripescaggi. Lo sanno bene le astorine, determinate a bloccare la marcia del team guidato da Andrea Bollini. Le blufucsia hanno recuperato venerdì anche Alessandra Giacobbe, la schiacciatrice distortasi la caviglia nel match interno col Moie, e così si presenteranno al match

con tutti i propri effettivi. La comitiva isernina è partita nel pomeriggio di ieri direzione Gatteo Mare, dove alloggerà in una struttura alberghiera gestita dai frantelli montaquilani Rocchio. Poi domani, dopo pranzo, la partenza alla volta di Bologna per affrontare le felsinee con nel cuore l’unico obiettivo dei tre punti, facendosi forza sul terzo set dell’andata (quello vinto a fronte dei tre concessi, a domicilio, alle emiliani). “I pronostici non ci sono certo favorevoli – ha fatto sapere il vicepresidente Michele Sacchetti – ma il cuore delle ragazze è infinito e son certo che sapranno stupirci nuovamente”. Il programma della ventottesima giornata: Lanciano-Colbordolo, Cesena -Manfredonia, ViserbaFilottrano, Lucrezia-Voghiera, Moie-Torre S. Patrizio; Campa-

CICLISMO

gnola -Imola, Manoppello-Montorio, S. Lazzaro-La Fonte dell’Astore Isernia. La classifica: Campagnola 63; Filottrano 60; S. Lazzaro, Cesena 56; Manoppello 52; Torre S. Patrizio 51; Viserba 50; Moie 45; Imola 40; Lucrezia 35; Lanciano 34; Voghiera 33; La Fonte dell’Astore Isernia 26; Colbordolo 23; Montorio 20; Manfredonia 4. [La prima classificata promossa direttamente in B1, seconda e terza vanno ai play off. Le ultime cinque retrocedono in serie C; Manfredonia e Montorio matematicamente retrocesse in C] Il prossimo turno (in contemporanea sabato 2 maggio ore 18): Colbordolo-Torre S. Patrizio; Manfredonia-Lanciano; Filottrano-Cesena; S. Lazzaro-Lucrezia; Voghiera -Campagnola; Imola -Moie; La Fonte dell’Astore Isernia-Manoppello; Montorio-Viserba.

PESCA

Il G.S. Garofalo Termoli Successo per i molisani di Vertical Jigging sugli scudi a Villareia CAMPOBASSO- Buona prestazione per i corridori del Gs Garofalo Termoli, categoria esordienti, impegnati ieri a Villareia di Spoltore nel 7’ Trofeo Min calcestruzzi. Tre portacolori molisani si sono piazzati tra i primi dieci. Nella prova riservata agli atleti del primo anno, sulla distanza dei

22 ANNO II - N° 95 DOMENICA 26 APRILE 2009

25 chilometri, Franco Cianci ha colto un interessante sesto posto e Alessandro Fiorilli si è piazzato ottavo. La corsa è stata vinta in volata dal campano Andrea Vernetti ed ha visto al via una cinquantina di corridori provenienti da Lazio, Abruzzo, Campania, Marche e Molise. Poco dopo la metà della gara, nel traguardo volante fissato al sesto dei dieci giri da 2 chilometri e mezzo, Cianci era passato per terzo. Tra i ‘secondo anno’ (54 al via), Alessio De Santis ha chiuso al sesto posto al termine dello sprint vinto dall’abruzzese Amedeo De Luigi. Al traguardo volante del settimo giro, De Santis si era piazzato secondo. Sicuramente un buon debutto stagionale per i ragazzi diretti dal ds Maurizio De Santis che saranno anche al via a Termoli nella Coppa San Timoteo.

CAMPOBASSO- "I montanari molisani hanno sbancato la Sardegna". Questo è stato il commento dei garisti sardi e non, alla vittoria della squadra di Campobasso al 1° Trofeo internazionale artico shout di vertical jigging svoltosi il 23-24-25 aprile 2008 a Carloforte, piccola isola della costa sud-sud ovest della Sardegna, famosa per la sua ultra cen-

tenaria tonnara e tutt'oggi ancora in attività. Il Vertical Gigging (VJ) è una tecnica di pesca che si sta diffondendo rapidamente in Italia in questi ultimi anni, viene praticata esclusivamente dalla barca in scarroccio e permette catture di Ricciole, Dentici, Tonni, Lampughe ed altro ancora. È sicuramente una tecnica massacrante sotto l'aspetto fisico (sopratutto per chi viene dal bolentino sarà un trauma) ma se viene applicata con attrezzatura specifica per il Jigging tutto diventa più facile. Il segreto del Jigging sta tutto qui, non bisogna arrendersi ai primi cappotti e ai primi dolori fisici, ma insistere finché i vari movimenti (long jerk e short jerk) raggiungeranno la perfezione e le catture cominceranno ad essere copiose. Dal 24 al 26 Aprile l'equipaggio di jiggers campobassano, composto da Giuseppe Balozzi, Eduardo Romagnoli e Giuseppe Sannino, ci riprova in quel di S.Antioco, sede scelta per la 2°edizione della for-

tunata manifestazione internazionale. La fiducia nell'esperienza maturata nel Vertical Jigging durante l'anno 2008/09, comprovata da eclatanti catture da record del team e l'amicizia, nonché la stima reciproca, ha spinto la Mcm Nautica di Termoli ad affiancare e sponsorizzare gli amici anglers in un sodalizio tutto molisano alla volta della Sardegna. Questa volta l'impresa sarà molto più difficile, vista la presenza di equipaggi stranieri provenienti da Malta, Grecia, Spagna e Giappone, quest'ultima indiscussa patria del Jigging, senza dimenticare i tanti team italiani di comprovata esperienza pronti a darsi battaglia fino all'ultima jiggata. Il team Mcm Vertical Jigging affronterà la gara con l'umiltà di chi sa che il mare ce l'ha a 70 km, ma anche con la consapevolezza che la squadra da battere è sempre quella vincitrice in carica. Per cui, come si dice per mare, "Mcm Jiggers, avanti tutta!".

Giro del Trentino: successo per Ivan Basso

Napoli: Donadoni "Dobbiamo crescere"

E’ dell’italiano Ivan Basso il giro del trentino. Il varesino centra il successo, il primo dal 2006, grazie al contemporaneo cedimento di Brajkovic che lascia strada libera al trionfo di Basso, che con il successo odierno si getta alle spalle tre anni difficili. L’ultima tappa della breve corsa a tappa trentina se la aggiudica un altro italiano, Danilo Di Luca.

Il Napoli è pronto ad ospitare l'Inter nel posticipo, Donadoni "E' una gara in cui le motivazioni crescono da sé". Il tecnico azzurro non vuole esprimere la sua opinione su Mourinho, sempre al centro delle polemiche. "Se ne è parlato tanto: non esprimo giudizi in merito. Mourinho è un allenatore che ha il suo carattere e il suo modo di porsi come del resto tutti gli altri.


SPETTACOLI Con il coro lirico del Conservatorio Perosi e l’Orchestra Sinfonica Regionale

Il bis di Madama Butterfly Stasera si replica al teatro Savoia alle 17:30 l’opera di Giacomo Puccini di Charles N.Papa CAMPOBASSO - Partorita con un insuccesso, l’opera di Giacomo Puccini “Madama Butterfly” alla prima del 17 febbraio 1904 al Teatro alla Scala di Milano colse un clamoroso quanto inaspettato fiasco. La reazione del Maestro fu rapida e senza tentennamenti. Dopo soli tre mesi, a Brescia, incredibile quanto faticoso successo. Da lì ad oggi, l’opera di Puccini è quella lirica più rappresentata nel mondo e senza dubbio quella più amata. L’evento di questa sera, in replica dopo la prima di venerdì scorso, porta a Campobasso la multirazzialità della musica che, nelle grandi città, diventa motivo di aggregazione di un pubblico preparato a certi eventi come l’opera lirica ma anche ad una parte invece, che usa la vetrina della rappresentazione per motivare ed esporre argomentazioni o temi d’attualità. Spesso solo per apparire. Nella sala, tra platea e loggione, gli schieramenti sono pronti ad applaudire o a fischiare inesorabilmente quello che accade sul palco. A decretare in questo modo la fine di una carriera o il prosieguo del lavoro del Maestro. Oggi alle 17:30 al teatro Savoia la replica di Madama Butterfly con Monia Massetti, Ruslan Zinevich, Antonio Stragapede, Takado Yoshida, Giancarlo Pena, Vincenzo Sarinelli, Massimiliano Damato, Carmela Fascino. Partecipa il coro lirico del Conservatorio Perosi di Campobasso diretto da Pio Di Meo e l’Orchestra Sinfonica Regionale diretta da Franz Albanese.

Stasera ‘Piano solo’ per Morgan LARINO - Stasera al teatro Risorgimento di Larino il tour ‘Piano solo’ di Marco Castoldi aka Morgan. Quasi sold out il teatro del borgo antico con i suoi 384 posti disponibili. L’ex Bluevertigo, il giudice sopra le righe di “X factor” attira schiere di fans (molti di sesso femminile) per l’estrosità (voluta o naturale che sia) del suo modo d’essere. Il concerto realizzato da Fattore K è un altro live mirato, con grandi nomi nel panorama del rock italiano. Dopo i Marlene kuntz Larino diventa un polo d’attività musicale di un certo rilievo. Disponibili ancora pochi biglietti (euro 30,00). Informazioni al 3490082042.

Il Genio live al Red Passion CAMPOBASSO - Si sono fatti conoscere grazie a ‘Pop porno’ con il quale Simona Ventura ha giocato in molte puntate di “Quelli che...”. Il duo formato da Gianluca De Rubertis e Alessandra Contini sarà live alla discoteca Red Passion giovedì 30 aprile. Info 3495923670.

RASSEGNA MOLISECINEMA CASACALENDA - E’ l’ultima replica della rassgena di Molisecinema al nuovo cinema Roma di via Nardacchione a Casacalenda. Si replica oggi alle 18:00 e alle 21:00 con il campione d’incassi “La matassa” di e con Ficarra & Picone. La pellicola ha incassato in Italia euro 7.500,00 un gran numero. Molisecinema dà appuntamento ad agosto con il Festival giunto ormai ad un livello notevole, e a settembre con la programmazione continua alla sala nuovo cinema Roma. Info 0645436244.

2 palchi per l Abruzzo CAMPOBASSO - Presentato in conferenza stampa l’evento “2 palchi per l’Abruzzo”, manifestazione che si svolgerò il 29 e 30 aprile prossimi in due location diverse: il teatro del loto a Ferrazzano e il Move a Campobasso. Una lunga serie di artisti hanno aderito a questo evento benefico a favore delle popolazioni dell’Abruzzo colpite dal terremoto.

Cinema Otto e mezzo presenta Baz 3.0 ISERNIA - La serata rinviata mercoledì scorso con “Tv, sorrisi e Bazzoni” al cinema Otto e mezzo è stata spostata a mercoledì 29 aprile. Sarà il comico Baz 3.0 sul palco del cinema isernino. Ingresso dalle 21:00 euro 20:00 e 25:00. Informaaioni 0865414245.

23 ANNO II - N° 00 DOMENICA 25 APRILE 2009


La Gazzetta del Molise - free press 26/04/2009  

La Gazzetta del Molise - free press 26/04/2009