Page 1

Si schianta con la moto, muore un 37enne

Schiacciato dal trattore, perde la vita un ex tassista

CAMPOBASSO – Si chiamava Felice Occhionero ed aveva 37anni il centauro deceduto sotto la galleria tra Busso e Vinchiaturo nel pomeriggio di ieri. Ha perso il controllo della sua Honda ed è andato a sbattere contro il muro. A pagina 9

ISERNIA – Lo schiaccia il suo trattore. Così è morto il 70enne Giuseppe Candela mentre stava lavorando nei campi di Bagnoli del Trigno in contrada Fonte Putto. Forse una manovra brusca ha provocato il sinistro fatale. Inutili i soccorsi. A pagina 15

ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Buon Caffè

Auguri Gino Auguri al sindaco Luigi Di Bartolomeo per l’onomastico. Voleva festeggiarlo nell’intimità della famiglia, fuori ovvero dalla tensione della campagna elettorale qualora fosse stato costretto al ballottaggio. Dal palco, nel corso dell’ultimo comizio, prima che le urne si aprissero, lo aveva detto alla folla che in Piazza Prefettura gli testimoniava affetto ed entusiasmo. Era proprio quella gente che gli dava la certezza che ce l’avrebbe fatta al primo turno. Parlare alla gente col cuore come solo lui sa fare, rendere condivisibili finanche le piccole gioie della quotidianità lo hanno reso largamente popolare. Meritato pertanto il primo onomastico da sindaco, come aveva sperato e fortemente voluto, dopo averne vissuti da consigliere comunale nei primi anni settanta, da presidente della Comunità montana “Molise centrale”, da consigliere e assessore regionale, da presidente della Giunta regionale, da presidente del Consiglio provinciale e da senatore. Ma questo primo da sindaco per lui è certamente il più sentito ed emozionante. Né pare possano guastarglielo i tiremmolla dei consiglieri della sua stragrande maggioranza, che si competono un posto in giunta. Motivo ulteriore da queste colonne per aggiungerci a quanti, assecondandolo nella volitiva determinazione di governare la città, gli hanno consentito di festeggiare la ricorrenza di san Luigi così come avrebbe voluto: nell’intimità della famiglia e con il concorso affettuoso degli elettori che stimandolo lo hanno votato.

Facce di bronzo www.lagazzettadelmolise.it

IL TAPIRO DEL GIORNO A STEFANO SABATINI Manca l’acqua a Toro e Pietracatella. Rubinetti a secco soprattutto la sera e cittadini incavolati neri. E hanno perfettamente ragione. Con tutta quell’acqua caduta durante l’inverno nessuno avrebbe immaginato un’estate (peraltro non ancora iniziata) tanto difficile. Ma come mai succede tutto ciò? Il presidente di Molise Acque Stefano Sabatini che, solo un mese fa tranquillizzava sul rischio esondazione dell’invaso Liscione, aveva promesso niente disagi per la bella stagione. Niente di più falso, almeno per i residenti di Toro e Pietracatella. In attesa di spiegazioni Sabatini si becca un bel tapiro.

L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO L’oscar del giorno va a Gino Di Bartolomeo che mantiene fede alle promesse fatte. In campagna elettorale aveva detto di voler diminuire le spese di Palazzo San Giorgio e così è stato. O almeno per il momento. Pur di non pesare più di tanto sulle casse comunali ha da subito ipotizzato una giunta a sei. E contro i partiti, che di assessori ne vorrebbero molti di più, lui si batte perché, come uomo del popolo, non vuole deludere la sua gente, quella gente che lo ha votato e che ora, da lui, attende delle risposte. Considerata lo spessore di Gino possiamo anche anticipare chi sarà il vincitore del braccio di ferro con i segretari dei partiti. Una vittoria, per il neosindaco, che sembra scontata.

www.gazzettadelmolise.com 20.000 copie in omaggio


REFERENDUM Oggi e domani urne aperte Ma il quorum è a rischio CAMPOBASSO – Oggi dalle 7 alle 22 e domani dalle 8 alle 15 gli aventi diritto al voto saranno chiamati nuovamente alle urne per decidere se abrogare o no alcune parti della legge elettorale. Il quorum (il 50% più degli aventi diritto) che valida il referendum, è a forte rischio. Le condizioni climatiche, con un caldo estivo in molte zone, non depongono a favore degli ottimisti che viaggiano in ordine sparso nei due schieramenti politici. Per quanto concerne i partiti, il Pdl ha lasciato libertà di coscienza mentre la Lega, con Umberto Bossi in testa, non esprimerà una scelta, ma si

recherà, comunque, al seggio. Qui, chiederà al presidente del seggio di mettere a verbale che non ritira la scheda. Roberto Calderoli ha dichiarato che il referendum rappresenta “una truffa”, in quanto “prima servono le riforme, poi si può pensare alla legge elettorale”. Da Mario Segni, leader referendario, arriva, invece, l’ultimo appello: “Svegliamoci, non perdiamo questo treno. Se vince il sì, miglioriamo la legge porcata”. Tuttavia, se il Pdl ha lasciato libertà di coscienza, Silvio Berlusconi non ha fatto campagna elettorale, ma metterà “Sì” sulle schede, come annunciato durante l’ultima visita all’Aquila tre giorni fa. Anche il presidente della Camera, Fini, che è tra i promotori dei quesiti, è a favore del sì. Diverso il comportamento degli altri leader. Maurizio Gasparri voterà “Sì”. Si asterrà, invece, il presidente dei deputati, Fabrizio Cicchitto. Denis Verdini, coordinatore nazionale Pdl, voterà “Sì” ai primi

due quesiti, mentre non ritirerà la scheda del terzo, che riguarda l’abrogazione delle candidature in più di una circoscrizione per uno stesso candidato. Il ministro La Russa è a favore del Sì. Anche nel Pd, la situazione è piuttosto variegata. Dario Franceschini voterà sì, seguendo la linea ufficiale del partito, anche se non tutti sono d’accordo: per esempio Francesco Rutelli. Sono schierati per il no, Antonio Di Pietro, Italia dei Valori, e la radicale, Emma Bonino. C’è poi la pattuglia degli astensionisti. Non andranno a votare il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini (“Se passa sarebbe il più grande favore che si potrebbe fare a Berlusconi e al Pdl”), come i leader della Sinistra, Diliberto (Comunisti Italiani), Ferrero (Rifondazione) e Nichi Vendola (Sinistra e Libertà). Non voteranno neppure Lombardo (Movimento per l’Autonomia) e Storace (La Destra). Adimo

SCHEDA DI COLORE VIOLA

SCHEDA DI COLORE BEIGE

SCHEDA DI COLORE VERDE CHIARO

Referendum popolare n. 1

Referendum popolare n. 2

Referendum popolare n. 3

"Elezione della Camera dei deputati – Abrogazione della possibilità di collegamento tra liste e di attribuzione del premio di maggioranza ad una coalizione di liste"

"Elezione del Senato della Repubblica – Abrogazione della possibilità di collegamento tra liste e di attribuzione del premio di maggioranza ad una coalizione di liste”

“Elezione della Camera dei Deputati – Abrogazione della possibilità per uno stesso candidato di presentare la propria candidatura in più di una circoscrizione"

(ovvero: premio di maggioranza per la lista più votata alla Camera)

(ovvero: premio di maggioranza per la lista più votata al Senato)

(ovvero: cancellare la possibilità per il candidato eletto in più circoscrizioni di optare per uno dei seggi ottenuti consentendo ai primi dei non eletti di subentrargli)

I QUESITO

II QUESITO

III QUESITO

Se voto No

Se voto Sì

Se voto No

Se voto Sì

Se voto No

Se voto Sì

(Resta la versione attuale)

(Versione abrogata dal referendum)

(Resta la versione attuale)

(Versione abrogata dal referendum)

(Resta la versione attuale)

(Versione abrogata dal referendum)

Art. 83, comma 2 (…) Qualora la coalizione di liste o la singola lista che ha ottenuto il maggiore numero di voti validi espressi ai sensi del comma 1 non abbia già conseguito almeno 340 seggi, ad essa viene ulteriormente attribuito il numero di seggi necessario per raggiungere tale consistenza.

Art. 83, comma 2 (…) Qualora la coalizione di liste o la singola lista che ha ottenuto il maggiore numero di voti validi espressi ai sensi del comma 1 non abbia già conseguito almeno 340 seggi, ad essa viene ulteriormente attribuito il numero di seggi necessario per raggiungere tale consistenza.

Articolo 17, comma 4 – Nel caso in cui la verifica di cui al comma 2 abbia dato esito negativo, l'ufficio elettorale regionale assegna alla coalizione di liste o alla singola lista che abbia ottenuto il maggior numero di voti un numero di seggi ulteriore necessario per raggiungere il 55 per cento dei seggi assegnati alla regione, con arrotondamento all'unità superiore.

Articolo 17, comma 4 – Nel caso in cui la verifica di cui al comma 2 abbia dato esito negativo, l'ufficio elettorale regionale assegna alla coalizione di liste o alla singola lista che abbia ottenuto il maggior numero di voti un numero di seggi ulteriore necessario per raggiungere il 55 per cento dei seggi assegnati alla regione, con arrotondamento all'unità superiore.

Resterà la possibilità di candidarsi in più di un collegio sia per la Camera che per il Senato. In caso di elezione in più collegi, il candidato conserva la possibilità di scegliere quello in cui desidera rimanere eletto.

Sarà vietato candidarsi in più di un collegio (sia della Camera che del Senato) e scomparirà la pratica abusata di presentare ovunque candidati “acchiappavoti” (normalmente i leader di partito). In questo modo sarà colpita la nomina dei parlamentari da parte delle segreterie di partito, che decidono chi deve andare al Parlamento (sia sia prima delle elezioni, sia (mediante questa pratica abusata) all'indomani del voto.


PRIMO PIANO A Riccia vince il centrosinistra ma mangia e beve anche il centrodestra

La festa ‘bipartisan’ di Micaela Fanelli

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

RICCIA – Grande abbuffata venerdì sera a Riccia. Piazza gremita di paesani e forestieri per la festa della neoeletta sindachessa Micaela Fanelli. Agli ospiti accorsi anche da Trivento, Bojano e San Massimo un intero vitello allo spiedo che si è rosolato tra una stretta di mano, un abbraccio o una pacca sulla spalla. Ma era la festa del centrosinistra, che ha strappato una delle roccaforti del centrodestra così come è stato detto subito dopo il responso delle urne, o viceversa? Perché a guardare gli ospiti seduti sulle panche a divorare tutto quel ben di Dio la festa sembrava più quella del Pdl. Per buona pace del sindaco che è riuscita a farsi sostenere a destra e a manca. Perfettamente a loro agio due dei consiglieri regionali additati come coloro che hanno favorito sottobanco la vittoria della Fanelli: Rosario De Matteis (Mpa) e Antonino Molinaro (Pdl). Mancava all’appello l’assessore regionale Angiolina Fusco Perrella impegnata in un pellegrinaggio, pare a San Giovanni Rotondo. Anche lei che a Riccia ha un bacino elettorale non indifferente si sarebbe prodigata con slancio per trascinare Micaela alla conquista del Municipio. Naturalmente a svantaggio del delfino di Enrico Fanelli, collega di maggioranza in Consigloio regionale ed esponente riccese del Pdl. Lui ovviamente non c’era in piazza Umberto I. Come non c’erano Iorio, Vitagliano e Di Giacomo. Assente anche Di Bartolomeo. Segno che la festeggiata non è proprio una di loro. Il primo ad arrivare (chissà perché) alla

Inps, revocate 6-7mila pensioni d’invalidità ROMA - La campagna dell'Inps di controllo della correttezza delle pensioni di invalidità sta avendo successo e l'Istituto ha già revocato 6-7.000 assegni indebitamente erogati. Lo ha annunciato il presidente dell'Istituto Antonio Mastrapasqua a margine del seminario di studio dei dirigenti Inps su “Competenze e innovazione a servizio del Paese”sottolineando che circa il 12-13% dei trattamenti controllati vanno ritirati

festa del centrosinistra (?) di Riccia è stato il consigliere di An Enrico Gentile, forse spedito dalla Fusco?Ancora per il centrodestra il consigliere Francesco Di Falco (anche se di recente acquisto), avvistati perfino Salvatore Muccilli (Mpa) e il tutore pubblico dei minori Nunzia Lattanzio (Udc). Tra i bojanesi pure Mario Colalillo, presidente del Consorzio Campitello Matese e il padre di Massimo Romano (Idv). Fin qui il centrodestra. Ma la Fanelli è riuscita lì dove altri hanno fallito: riunire sotto lo stesso cielo il presidente della Provincia Nicola D’Ascanio (Pd o ex Pd?) e Annamaria Macchiarola, ex segretario regionale del Partito democratico. Gli unici rappresentanti del centrosinistra, anche loro perfettamente in serata, se si esclude la sindacalista rossa della Cgil Erminia Mignelli. Insomma una festa come dire bipartisan che ha avvalorato le voci trapelate durante la campagna elettorale e che vedono da un lato il sindaco ben agganciata a destra e sinistra, e dall’altro la strategia politica di alcune facce di bronzo di palazzo Moffa che ne hanno favorito l’ascesa a scapito di Enrico Fanelli e del suo candidato sindaco. Perché in politica il detto mors tua vita mea è sempre attualissimo. Red

Retorica della Famiglia, scintille Rutelli-Formigoni LEVICO TERME (Trento) - Scintille tra Francesco Rutelli e Roberto Formigoni sul caso delle feste del premier. Intervenendo dal palco della festa della Cisl, Rutelli ha affermato di vedere una certa distanza tra la retorica della famiglia proposta dal Pdl e certe costatazioni quotidiane. Immediata la reazione di Formigoni che lo ha accusato di essere caduto in basso.

3 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


Ha riaperto l’Agenzia Ippica Via IV Novembre, 57/63 Campobasso

dal martedì alla domenica dalle ore 15:30 alle ore 21:30 Lunedì riposo settimanale


Parla Elena Ruscitto, dal Molise a X-Factor con il gruppo vocale delle Sisters of Soul

La musica mi ha aiutato ad aprirmi al mondo CAMPOBASSO – La “X” che precede il nome del programma è la chiave di tutto. La chiave per diventare una star. Quella “X” è un qualcosa di indefinito, un talento sopito o, peggio, inespresso che ogni persona ha dentro di sé. Ed è così che nasce X-Factor, il talent show che è andato in onda nei primi mesi di quest’anno su Rai 2, ad eccezione della finale che si è trasferita sulla rete-ammiraglia Rai 1. Una delle protagoniste è stata Elena Ruscitto, 22 anni, componente del gruppo delle Sisters of Soul della categoria “Gruppi vocali” capitanata da Mara Maionchi che, lo scorso anno, aveva conquistato la vittoria con gli Aram Quartet. Elena, però, ha radici molisane. Suo padre, Giuseppe, è nato, infatti, a Petrella Tifernina, un piccolo centro a pochi chilometri dal capoluogo. Ora vive a Vimodrone (a pochi chilometri da Milano) e lavora nella metropoli lombarda. Le Sisters of Soul hanno ottenuto l’accesso al programma dopo aver superato la folta concorrenza dei provini. I loro cavalli di battaglia sono stati i brani “A woman’s world” di Alicia Keys, “Di sole e d’azzurro” di Giorgia e “Emotions” delle Destiny’s Child. Il genere musicale preferito di Laszlo, Sewit ed Elena è il r’n’B, ossia il rhytm and blues. Vivono tutte e tre a Milano. La loro avventura ad X-Factor è terminata alla quinta puntata dopo il ballottaggio con i Farias (altro gruppo vocale): Morgan le salva, Simona le elimina e Mara, capitano di entrambi i gruppi, preferisce la band argentina a loro. Elena, com’è nata in te la passione per la musica? “La passione per la musica in me c’è sempre stata, sin da quando ero bambina e ascoltavo i cd di mio padre. Mi piacevano molto i Beatles e Lucio Battisti. Poi, con il tempo, mi sono appassionata anche al jazz e al soul, in particolare a Norah Jones e Billie Holiday. La musica mi appassiona perchè sono sempre stata una ragazza timida che difficilmente

Il talent show è un grande trampolino di lancio per i giovani artisti

Confcommercio: persi dieci anni di crescita La crisi riporta indietro le lancette dell'orologio e gli italiani si ritroveranno nel 2010 più poveri di quanto non lo erano nel 2001. È l'allarme che lancia Confcommercio per mezzo del suo Rapporto sul Terziario: “nel 2010 avremo un prodotto lordo pro-capite inferiore a quello del 2001. In breve, avremo perso dieci anni di crescita economica”.

Cosa vi ha spinto a partecipare ad XFactor? “Abbiamo pensato che X-Factor potesse darci quella visibilità di cui avevamo bisogno essendo un gruppo emergente. È un grande trampolino di lancio per giovani artisti”. Durante il talent show, il gruppo ha mostrato qualche crepa al suo interno e forse ciò ha pesato sul risultato. Qual è ora la situazione tra voi? “Purtroppo le cose non hanno funzionato, proprio perchè ci conoscevamo da poco e forse un po’ di gavetta prima di X-Factor sarebbe stata utile. Inoltre, non abbiamo trovato una personalità forte, come un produttore, disposta a tenerci unite. Continuiamo comunque a fare concerti insieme, ma ci siamo sciolte e non realizzeremo un disco”. Progetti futuri? “Per il futuro ognuna di noi tre ha un progetto da solista che porta avanti da tempo. Il mio progetto, ad esempio, che prevede anche degli inediti scritti da me, esiste da cinque anni e, ora come ora, sto puntando su quello. Probabilmente quest’estate riuscirò anche a fare qualche data in Molise, ma non assicuro nulla!!! In ogni caso, sono ancora in contatto con Sewit e Laszlo perchè almeno una cosa tra noi è rimasta: l’amicizia. Per quanto riguarda la carriera, si vedrà. Per me è già tanto essere riuscita a partecipare a un programma televisivo come X-Factor, in onda su Rai 2, quindi mi ritengo piuttosto soddisfatta. Allo stesso tempo, spero in futuro di poter realizzare un cd con i miei brani e riuscire ad arrivare alle persone grazie alla mia musica”. Antonio Di Monaco

Il gruppo? Ora si è sciolto, ma continuiamo a fare concerti insieme

riusciva ad esprimere le proprie emozioni e in qualche modo la musica mi ha aiutato ad aprirmi al mondo, alle persone”. Come si è formato il gruppo delle Sisters of Soul? Da quanto tempo siete insieme? “Il gruppo è nato verso la fine del 2008 quando ho conosciuto Sewit e Laszlo. Abbiamo pensato che insieme saremmo state più forti, proprio perché molto diverse l’una dall’altra. Abbiamo puntato sulla diversità fisica e anche sul nostro diverso approccio alla musica. Infatti ‘apparteniamo’ a dei generi piuttosto differenti: Laszlo è più vicina al pop, io al jazz e Sewit al soul”. Che tipo di musica proponete? “Soul, r’n’b (rhytm and blues, ndr), qualcosa di vicino alle Destiny’s Child, Sugababes, All Saints”.

Case, le più care sono a Portofino Le case più care d’Italia sono a Portofino, Cortina d'Ampezzo e Capri. Nella località toscana una casa costa in media 17.560 al metro quadrato. A seguire, nella top ten, ci sono: Madonna di Campiglio, Santa Margherita Ligure, Forte dei Marmi, Selva di Val Gardena, Camogli, Alassio e Finale Ligure.

5 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


REGIONE Le dimissioni di Annamaria Macchiarola un atto inevitabile così come è inevitabile l’azzeramento di tutte le posizioni

Di Lisa: ecco perché il Pd va commissariato Le dimissioni di Annamaria Macchiarola erano un atto inevitabile. Annamaria, alla quale esprimo umana solidarietà e sentimento di sincera amicizia, ed alla quale ho sempre esplicitamente manifestato il mio dissenso, paga da sola per responsabilità di un “gruppo dirigente” (si fa per dire) che non ha mai avuto né la volontà né la capacità di fare analisi e tantomeno di fare proposte politiche. Annamaria paga per la responsabilità formale, ed una quota di quella sostanziale che inevitabilmente le compete, che le deriva dalla carica di segretaria che ha ricoperto. Alcuni responsabili sostanziali hanno già pagato, altri, invece, pur avendo responsabilità pesantissime sperano addirittura di ricavare vantaggi da questa situazione di crisi drammatica del PD. Perchè responsabilità formali e sostanziali? Perchè è del tutto evidente che se Annamaria Macchiarola, eletta segretaria il 14 ottobre del 2007, fosse stata “un genio del male”, cioè avesse perseguire volutamente un risultato così negativo, non sarebbe riuscita in soli tre mesi, tanti ne sono passati tra la sua elezione e la caduta del Governo Prodi e la indizione di nuove

Piano sociale Petraroria: basta con le interruzioni

elezioni, a provocare la catastrofe del PD molisano. Evidentemente le radici di quel disastro affondavano nel passato recente e meno recente delle forze politiche che hanno dato vita al PD. Su queste ragioni non mi soffermo, del resto la mia analisi sulla questione è nota. E’ altrettanto vero che quando il 14 ottobre ci furono le primarie in tanti hanno creduto che anche nel Molise ci potesse essere una svolta, che quell' appuntamento potesse rivelarsi la grande occasione per stimolare chi aspira al cambiamento. Hanno scommesso su un soggetto politico capace di rappresentare davvero una novità e un passo avanti rispetto a quelli esistenti, a cominciare dai DS e dalla Margherita. C'era la consapevolezza della necessità di un profondo rinnovamento interno e di evitare di far rivivere all’interno del Partito nuovo le vecchie logiche. Della urgenza di mettere in campo un partito aperto, proiettato verso le nuove sfide, capace di proporre soluzioni e guidare il cambiamento cogliendo in positivo, anche in Molise, i segnali di novità che venivano dal livello nazionale. Sembrava la sola ricetta per con-

trastare l'ondata crescente di insofferenza e di distacco dell'opinione pubblica di ogni colore nei confronti della politica. L’appuntamento del 14 ottobre doveva diventare un nuovo inizio, l’avvio di un processo teso a creare una nuova classe dirigente in possesso di adeguati strumenti culturali, tecnici e politici, in grado di riposizionare il Molise in uno scenario e in un contesto nel quale la competitività, la qualità, la conoscenza, le competenze sono elementi essenziali e fanno la differenza. Il PD aveva bisogno, ed oggi ancora di più, di una diversa classe dirigente. Annamaria ha la responsabilità sostanziale di non aver saputo, o potuto, assecondare questa esigenza e si è arresa, senza evidenti segni di combattimento, alla logica della insipiente spartizione tra i maggiorenti dell'ex Margherita ed ex DS, che si è materializzata con le candidature alle politiche prima ed alle amministrative poi, con i risultati che sappiamo. Ho provato, con ripetuti e solitari interventi sia all'Assemblea regionale che sulla stampa, mentre la cosiddetta "minoranza" si sfaldava

CAMPOBASSO – Tanti anziani in Molise, 1500 famiglie con un portatore di handicap, 10mila extracomunitari presenti sul territorio e un nucleo su quattro che per l’indagine dell’Istat vive sotto la soglia di povertà. Il quadro è preoccupante, e a fronte di questa situazione, stenta a decollare il nuovo Piano sociale 2009-2011. L’allarme lo lancia il consigliere regionale Michele Petraroia (Pd) che anticipa, nel suo comunicato, l’incontro sul tema di domani pomeriggio aggiungendo però “che la pianificazione è sostanzialmente ferma sia per i contenuti di un documento molto stringato e

Salvatore Tatarella domani in Molise CAMPOBASSO - Ad appena due settimane dalle elezioni europee l’europarlamentare Salvatore Tatarella torna in Molise per ringraziare gli elettori. Tatarella sarà domani a Larino, dove alle ore 19presso la sala congressi dell’Hotel Campitelli, terrà una conferenza stampa.

progressivamente dimostrando di essersi aggregata solo sulla base di interessi personalistici, a contrastare vecchie liturgie. Ho sistematicamente evidenziato la necessità di un radicale rinnovamento di uomini e di metodi ed i rischi che correva il PD molisano se non avessimo percorso nuove strade. I risultati disastrosi sono stati il frutto della ostinazione a riproporsi a tutti i costi, disattendendo ogni aspettativa di cambiamento. Evidente è altresì la responsabilità complessiva del gruppo dirigente che o non ha saputo cogliere questa richiesta o non ha voluto soddisfarla. E pur non associandomi a questa responsabilità, per avere con ostinazione e sistematicità evidenziato i rischi, non provo alcuna soddisfazione ad avere ragione a posteriori. Solo una grande amarezza. Ora l'assemblea regionale è di fronte alla scelta: commissariamento o direttorio. Se è vero come è vero (almeno dal mio punto di vista) che il gruppo dirigente (che spesso rappresenta il partito anche nelle istituzioni) non ha certo spinto ed

privo di dati e riferimenti essenziali, sia per i ritardi attuativi della Giunta amplificati dai trascinamenti della vecchia programmazione di settore. In questi giorni si rischia la paralisi amministrativa tra le gare indette per la proroga di servizi fondamentali quali l’assistenza domiciliare agli anziani fatte dai vecchi Ambiti di Zona che non esistono più perché i Distretti sono stati ridotti a sette in coincidenza con quelli sanitari. Può un ambito che non esiste più continuare a indire gare e amministrare risorse pubbliche per i servizi sociali? Il caos che si è determinato dimostra l’approssimazione

Arriva anche Francesco Pionati CAMPOBASSO. Su invito di Montano, domani sarà in Molise anche Francesco Pionati, segretario nazionale dell’Alleanza di Centro. Nella tarda mattinata l’onorevole incontrerà il presidente della Regione Michele Iorio e nel pomeriggio i dirigenti e gli eletti Adc.

aiutato Macchiarola a fare scelte in direzione di una netta discontinuità ed in funzione del cambiamento, rendendosi corresponsabile della drammatica situazione del PD, ritengo inevitabile l'azzeramento di tutte le posizioni attraverso il commissariamento. So bene che questa scelta non risolve alcun problema ma almeno sul piano delle responsabilità mette tutti sulla stessa linea e, spero, rappresenti un segnale forte per tutti coloro che hanno guardato con interesse e fiducia alla nascita del PD ma, delusi dalle scelte concretamente fatte, hanno deciso di astenersi o di rivolgere la loro istanza di cambiamento e di rinnovamento della politica ad altri soggetti. A loro rivolgo l'invito ad organizzarsi, ad iscriversi al PD immediatamente, per partecipare ed essere protagonisti del congresso, le cui procedure sono ormai attivate. Domenico Di Lisa (Componente Assemblea nazionale PD)

con cui la Giunta regionale gestisce attività così delicate per migliaia di molisani in difficoltà e fa il paio con la stessa confusione che scontano le comunità montane (impossibilitate a redigere i bilanci) o i problemi del servizio antincendio denunciato dai sindacati in queste ore. Forse, terminate le elezioni, vinta la partita, potrebbero essere ridotti gli spot pubblicitari sul sociale e cominciare a avviare il nuovo Piano 2009-2011 senza che si registrino interruzioni di servizio per problemi burocratici connessi alla superficialità della Giunta Iorio”.

7 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


CAMPOBASSO La vittima si chiamava Felice Occhionero. L’incidente tra Bussso e Vinchiaturo

Si schianta con la moto in galleria Muore un 37enne del capoluogo Inutili i tentativi di rianimarlo Il giovane è deceduto dopo aver sbattuto contro la parete interna del tunnel I carabinieri indagano sulla dinamica del sinistro VINCHIATURO – Si chiamava Felice Occhionero ed aveva 37anni. La sua vita è terminata alle 17.45 di ieri pomeriggio sotto la galleria della statale 87 tra Busso eVinchiaturo. La causa è stata una sbandata con la sua moto. Prima del sinistro da Campobasso, suo comune di resi-

denza, si stava recando a Bojano per incontrare degli amici. Purtroppo non è mai arrivato a destinazione. Questo perché la sorte gli ha tramato contro. Forse andava un po’ a velocità sostenuta quando, all’ingresso della galleria, ha perso il controllo della sua Honda. In

Rubano tre quintali di gasolio, tre minori finiscono nei guai BOJANO - Concorso in furto aggravato e ricettazione. Di questi reati dovranno rispondere tre studenti denunciati dai carabinieri di Bojano. Questi ultimi lo hanno fatto attivando una serie di servizi, giorno e notte, finalizzati al controllo capillare della giurisdizione di competenza. Nel corso di un servizio di osservazione, i carabinieri hanno bloccato ed identificato tre giovani minorenni di Bojano, insospettabili studenti e di buona famiglia. Nel corso della perquisizione nell’abitazione di uno dei tre ragazzi i carabinieri hanno rinvenuto tre quintali di gasolio per autotrazione, di cui circa due quintali contenuti in un grosso fusto ed uno in due taniche di plastica. Colti sul fatto i ragazzi non hanno fornito spiegazioni plausibili circa il possesso dell’ingente quantitativo di carburante, che con ogni probabilità era stato asportato proprio da alcuni dei depositi colpiti dai furti nei giorni precedenti. Dopo il rinvenimento del gasolio, i tre minori sono stati condotti in caserma dove, alla presenza degli increduli e costernati genitori, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Campobasso V.P.

pochi metri ma soprattutto in una frazione di secondo con il suo corpo è andato a sbattere contro la parete interna della galleria. L’impatto è stato fatale nonostante portasse il casco. Felice ha perso immediatamente i sensi. Ad avvertire i soccorsi ci hanno pensato gli automobilisti che passavano di lì per caso. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 di Bojano. Per loro purtroppo la corsa si è rivelata inutile. Il giovane era morto sul colpo. Insieme ai medici anche i carabinieri coordinati dal comandante Giuseppe Ambrosone. In un primo momento hanno avuto difficoltà a risalire all’identità della vittima dell’incidente. E’ avvenuto perché non aveva al seguito nessun documento di riconoscimento. Successivamente è stato però identificato da una persona che lo conosceva. Il cadavere è stato prima trasportato all’obitorio del Cardarelli di Campobasso e poi riconsegnato alla famiglia. I funerali entro la mattinata di domani. Viviana P

Irregolarità nei fondi post sisma Convocare il Consiglio comunale COLLETORTO – Hanno chiesto un consiglio comunale monotematico i consiglieri comunali delle civiche “Colletorto domani” e “Risveglio” Enzo D’Onofrio e Roberto Socci. L’argomento da trattare sarà il sisma giudiziario che ha investito il comune dopo l’inchiesta giudiziaria portata avanti dalla procura di Larino.Tra le 27 persone finite sotto il tiro della giustizia, dieci amministratori comunali, il sindaco Fausto Tosto, l’ex primo cittadino Antonio Mucciaccio ed il costruttore Giovanni Martino condannato a cinque anni di reclusione per il crollo della scuola Jovine di San Giuliano di Puglia. Attraverso una nota hanno spiegato le motivazioni per le quali hanno chiesto il consiglio comunale monotematico: “Le 27 notifiche degli avvisi di conclusioni della inchiesta della Guardia di Finanza di Larino

su opere pubbliche relativi alla gestione degli appalti dell’articolo 15 – inizia la nota - e di alcune fasi della ricostruzione nel nostro comune hanno creato e generano ancora interrogativi, disorientamento” Il documento integrale è stato inviato al presidente del Consiglio comunale e al sindaco Tosto coinvolto nella vicenda perché assessore della scorsa Giunta comunale. “Finora – continua la nota - nessuna indagine per reati di truffa, truffa aggravata, concussione, abuso d’ufficio, turbativa d’asta e falso in atti pubblici aveva mai interessato amministratori e funzionari pubblici del comune di Colletorto. E’ un’indagine che preoccupa fortemente la popolazione perché mina la credibilità dell’istituzione e del municipio, cioè l’efficienza futura degli amministratori e dei servizi municipali e perché la

Tenta di uccidere la moglie, 39enne in manette

Camorra, condannato cognato di Cutolo

SALERNO - Tenta di strangolare la moglie. E' accaduto nel comune di Tramonti (Salerno). Protagonista un 39enne del luogo che a seguito di un litigio con la moglie di 29 anni l'ha afferrata per il collo. Le urla della donna sono state udite da una pattuglia dell'Arma in transito nella zona. La donna è guaribile in 3 giorni.

NOLA - Condannato a 7 anni e 3 mesi il cognato di Raffaele Cutolo per resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi. La condanna e' stata emessa dal tribunale di Nola, che ha giudicato Giovanni Iacone (50 anni), fratello di Immacolata, la moglie di Raffaele Cutolo.

rende vittima di una sovraesposizione mediatica della quale non conosce né le cause, né le origini né quali possono essere le conseguenze future”. Mantenendo fermo il principio della non colpevolezza i gruppi di minoranza Colletorto Domani e Risveglio hanno chiesto al Presidente del consiglio e al sindaco uno slancio di consapevolezza mediante la convocazione urgente di un consiglio comunale straordinario. “Riteniamo – conclude la nota - che questo sia un passaggio istituzionale necessario e opportuno per superare, con onestà e trasparenza, le fondate preoccupazioni dell’intera popolazione, per sgombrare il campo da possibili illazioni, sentimenti e propaganda giustizialista e per tutelare l’immagine dell’attuale consiglio comunale e dell’intera comunità di Colletorto”.

9 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


CAMPOBASSO Giunta, Di Bartolomeo la spunta L’esecutivo ancora non è definito ma il braccio di ferro lo ha vinto il sindaco “Vedremo chi rinuncerà prima”. Gino Di Bartolomeo continua per la sua strada nonostante le pressioni della coalizione uscita vincente dalle elezioni del 6 e 7 giugno. I partiti spingono per ottenere più posti in giunta, il nuovo sindaco invece resta fermo sulle sue posizioni e per il momento sta porta avanti egregiamente la sua battaglia per avere la giunta a sei. “E’ un braccio di ferro – continua il primo cittadino – vedremo chi riuscirà a spuntarla. Se la nuova giunta è pronta? Ancora no, c’è bisogno di qualche ritocco di qualche rifinitura. Ma ancora abbiamo un po’ di tempo a disposizione. D’altronde ancora ci potrebbero essere delle situazioni in bilico. Il controllo dei verbali da parte della Commissione non è stato ancora concluso tant’è che nel riconteggio delle prefe-

renze ci sono consiglieri che ne hanno beneficiato e altri che si sono visti diminuire i voti. Martedì ci potrebbe essere la proclamazione degli eletti e contestualmente potrei anche annunciare la mia squadra”. Anche sulla questione di una presenza ‘in rosa’ nella giunta Di Bartolomeo è piuttosto lapidario: “Mi attengo a quello che prevede lo Statuto e poi s’immagini se non inserirò una donna nel mio esecutivo”. Intanto resta ancora appesa la questione dell’Udc e di qualche altro partito che non accetta di rimanere senza assessorato e che dovrà invece lottare per accaparrarsi la presidenza del Consiglio. “Le promesse vanno mantenute – conclude il sindaco – avevo detto ai cittadini che avrei diminuito le spese e voglio mantenere fede a quanto annunciato”.

Scuola che cambia: l’Istituto Petrone continua i successi La scuola di oggi non è quella di una volta. E non si tratta del solito modo di dire. Le risorse sempre meno cospicue destinate agli istituti e la necessità di organizzare le attività scolastiche come fossero progetti di una grande azienda ha nel tempo cambiato il modo di fare scuola. Ma intanto nonostante le difficoltà ci sono molte scuole che riescono a sopravvivere e a tenere alto il nome . Un esempio può essere la scuola media “ Igino Petrone” di Campo-

basso. Quello appena chiuso è stato un anno scolastico intenso e pieno di risultati dove la maturazione degli studenti è stata raggiunta grazie anche alle tante iniziative che hanno contribuito allo sviluppo fisico ed intellettivo dei ragazzi. Insomma una miscela di cultura e sport che è risultata vincente. La scuola “Igino Petrone” - con in testa il preside Pietro Pontico e insieme a tutto il corpo docente - ha saputo creare una squadra pronta a tutte le sollecitazioni.

Nel mese di febbraio c’è stato il progetto: sport, cultura e turismo, un’iniziativa che ha portato ben 286 allievi sulle nevi molisane di Campitello Matese, Pescopennataro e Capracotta. Lo sci esercitato nelle due specialità classiche di discesa e fondo. Ma per i ragazzi non è stato solo divertimento: insieme allo sci i ragazzi hanno svolto attività didattiche frequentando lezioni di inglese e di matematica, inoltre l’iniziativa prevedeva gite turistiche alla scoperta

delle fonderie Marinelli di Agnone, gli scavi di Pietrabbondante e la visita al Museo sannitico di Boiano. Il progetto, visto il risultato, verrà riproposto l’anno prossimo con una novità: sessioni settimanali per coloro che vogliono dare una continuità alla pratica sportiva, questo grazie al sostegno dell’Endas. Il vicepreside, Franco Marracino ha promosso la terza edizione, dell’attività motoria per le scuole primarie e dell’infanzia sostenuta dall’Associazione dei professori di educazione fisica e che ha portato i bambini di Ferrazzano, Mirabello Sannitico e Gildone, scuole rientranti nell’istituto comprensivo “Petrone” a partecipare in quest’ultimo comune ad una grande manifestazione circondati da tutta la collettività comunale. Ma anche l’attività didattica ha

L’eperienza del Grest per i giovani di Sant’Elia SANT’ELIA A PIANISI. Il gemellaggio tra Treviso e Sant’Elia a Pianisi continua, tant’è che ieri mattina è partito un gruppo di ragazzi per rivivere una entusiasmante esperienza del Grest nel Veneto. Con i ragazzi il parroco, padre Timoteo D’Addario e il presidente dell’associazione dei Genitori Maria Saveria Reale. La proposta di ospitare per qualche settimana i ragazzi mira a far comprendere meglio e più da vicino lo svolgimento del “Grest”. Un esemplare ed importante testimonianza di volontariato giovanile, nata in seguito al sisma del 2002, per favorire iniziative a beneficio delle famiglie e in particolare dei giovani di alcuni comuni terremotati, sta regalando momenti di allegria e comunione. Rappresenta una grande occasione di incontro e di condivisione con una realtà diversa dalla nostra, ma che si è rivelata in tutta la sua ricchezza. Intanto partirà a luglio il progetto di animazione, che anche quest’anno sarà patrocinato dall’Associazione dei Genitori. L’esperienza dei Gruppi estivi, meglio conosciuti come Grest, è stata proposta per la prima volta nel 2003 dalla diocesi di Treviso ai ragazzi di cinque paesi del Fortore molisano: Sant’Elia a Pianisi, Macchia Valfortore, Pietracatella, Monacilioni, Campolieto. Praticato con successo da oltre 50 anni nelle

10 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009

Dennis Fantina Stasera a Gildone GILDONE - Concerto questa sera a Gildone per la festa di Sant’Antonio di Padova. A salire sul palco della piazza centrale del paese, alle 21, sarà Dennis Fantina, vincitore nel 2001 di Amici di Maria De Filippi, talent show che allora si chiamava Saranno Famosi. La tappa molisana rientra nel tour 2009

parrocchie del Veneto, una realtà notoriamente attiva religiosamente, costituisce ormai un modo valido per impegnare i giovani nelle lunghe giornate estive, oltre che un valido veicolo di formazione spirituale. La proposta portata in Molise rientrava in un più ampio ed oculato programma promosso dai rappresentanti della Caritas tarvisiana, insieme ai membri della Pastorale giovanile, dell’Azione Cattolica, e degli uffici oratori, al fine di realizzare, in alcune delle parrocchie colpite dal sisma, iniziative a favore della famiglia. Un ringraziamento particolare, alla luce dei risultati ottenuti nel paese planisino, va a Don Paolo Magoga, rappresentante della Pastorale giovanile, don Bruno Cavarzan e Paola Pasquini, che hanno profuso notevole impegno per l’ottima riuscita del gemellaggio. Tirando le somme il Grest è un momento importante dunque, non solo occasione di incontro e confronto ma, per molti, anche opportunità per vivere un’esperienza di servizio. Senz’altro positivi dunque i risvolti scaturiti da questo gemellaggio che, si è consolidato ed intensificarsi negli anni. Centrato in pieno l’obiettivo dei promotori: favorire la nascita e la pratica del “Grest molisano”.

raggiunto ottimi risultanti gratificanti. Alle Olimpiadi della matematica svoltesi alla Bocconi di Milano, la “Petrone” ha mandato il numero maggiore di ragazzi. “ Matematica e realtà è un altro progetto riservato alle classi terze e portato avanti dal professor Di Vincenzo in collaborazione con l’Università di Perugia. Non meno rilevanti i successi al concorso sulla lingua inglese tenutosi a Trivento e le Olimpiadi di Grammatica di Larino. Anche quest’anno la classe distaccata di Mirabello Sannitico ha vinto il Premio nazionale organizzato da Federchimica che ha visto i molisani primeggiare con un interessante progetto sul cloro, curato dal professor Vincenzo Fornaro. La scuola secondaria di Mirabello ha primeggiato anche a Roma nella “Giornata nazionale della musica popolare” promossa dal ministero per i Beni culturali in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca curata dalle professor Delli Bovi e Di Vico. A conclusione dell’anno scolastico il progetto sportivo “Un poker sportivo” che ha coinvolto le classi prime e seconde nei giorni del 9,10 e 11 giugno in gare di atletica leggera, calcetto, pallavolo, gimcana con bicicletta , gimcana con roller e pattini e tennis tavolo. Alla manifestazione ha presenziato il presidente regionale del Coni professor Guido Cavaliere. Il 9 giugno c’è stata anche una bella parentesi teatrale con la rappresentazione della “decima follia” una commedia musicale con il patrocinio della Comunità Montana Molise Centrale. Una scuola piena di iniziative che ha saputo sollecitare l’interesse dei ragazzi.

Piano sociale regionale Domani il seminario CAMPOBASSO – Si terrà alle 16:30 di domani, 22 giugno, all’auditorium dell’istituto comprensivo Petrone, il terzo dei quattro seminari tematici promossi dal Centro di Servizio per il Volontariato “Il Melograno” sul nuovo piano sociale regionale 2009-2011 e sulla nuova programmazione territoriale d’ambito.


CAMPOBASSO A 15 giorni dalla chiusura dei seggi la città è ancora sotto una coltre di volantini e santini

La faccia sporca della campagna elettorale CAMPOBASSO. Per fortuna che non c’è stato il ballottaggio per la sceklta del njuovo sindaco di Campobasso altrimenti i ‘resti cartacei’ di una campagna elettorale infuocata come quella per le elezioni a Palazzo San Giorgio sarebbero durati fino alla prossima tornata elettorale. In compenso c’è stato poco spreco di carta per il Referendum (si vota ogg e domani) per il quale partiti e coalizioni, almeno nel capoluogo, non si sono dati da fare per far sentire la loro voce e indirizzare

l’elettorato, con migliaia di fac simile, buttati lungo le strade della città o fermati sotto i tergicristalli delle macchine. Insomma una fortuna che la città non sia stata nuovamente preda di una campagna elettorale visto che a una decina di giorni dalla proclamazione del nuovo sindaco ci sono ancora delle zone della città ancora sotto una coltre di volantini e santini di chi ‘ci ha messo e rimesso la faccia per conquistare un posto a Palazzo San Giorgio. Negli angoli e nelle aiuole di via

Roma, laddove c’è la scuola elementare e i seggi elettorali, ci sono ancora montagne di fac simile e di volantini come se le elezioni di dovessero ancora tenere e invece i seggi per le comunali sono stati chiusi lunedì 7 alle 22. In quasi quindici giorni nessuno ha pensato di ripulire quegli spazi verdi irriconoscibili e sporchi come non mai. Nemmeno l’invasione degli ‘stranieri’ che ogni anno arrivano per il Corpus Domini ha mai ridotto la città come è stata ridotta con le

ultime consultazioni ammnistrative. Magari si potrebbe pensare ad una soluzione che metta tutti d’accordo: ognuno dei candidati che ha lanciato o fatto lanciare volantini (e che magari in campagna elettorale aveva promesso più attenzione alla pulizia della città) potrebbe raccogliere i suoi volantini e dare un segnale di civiltà a tutta la cittadinanza. Quanti degli ottocento aspiranti consiglieri raccoglieranno l’ìnvito?

Due giorni per valorizzare le transumanza I tratturi del Molise al centro del convegno organizzato dal Moligal il 25 e 26 giugno Per anni sono stati dimenticati. Qualcuno li ha considerati perfino un peso. Poi la svolta, ed ecco che da qualche tempo i tratturi molisani stanno vivendo una seconda giovinezza o meglio stanno ‘riacquistando terreno’ e prestigio. Insomma come tutti i beni dell’umanità da valorizzare e preservare nel tempo. Con manifestazioni e progetti. Ed è proprio a conclusione del progetto di cooperazione transnazionale “La Maratona della Transumanza”, evento realizzato in Provenza (Francia) a novembre dello scorso anno, il Moli.g.a.l. capofila e coordinatore dello stesso, avendo predisposto le linee guide per il nuovo progetto del triennio 2009/2011, promuove il convegno “Tratturi e Transumanza Patrimonio dell’Umanità”. Abruzzo, Molise e Puglia conservano in maniera esemplare la rete tratturale in alcuni luoghi ancora integra. Tutelati da specifiche leggi nazionali, i tratturi risultano ancora fruibili, anche se hanno bisogno di essere valorizzati e protetti per qualificarli e renderli risorsa primaria per lo sviluppo economico, agricolo e turistico delle regioni detentrici di tale immane patrimonio. Valorizzazione che passa anche per la promozione di eventi come la due giorni patrocinata della presidenza della Giunta Regionale del Molise e con l’alto Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri: il 25 e 26 giugno a Campobasso (all’hotel San Giorgio) si coopererà per la stesura definitiva delle linee guida e sarà presentato il progetto al pubblico e alla

A fuoco deposito di vernici Ignote le cause del rogo PALERMO – E’ divampato nel pomeriggio di ieri a Palermo, nel deposito di vernici di proprietà dell'impresa edile Salvatore Taormina.Il rogo ha avvolto e divorato i capannoni del deposito nel quartiere Partanna, in periferia. Il traffico e' stato deviato per motivi di sicurezza. Ancora ignote le cause.

stampa locale ed internazionale. Di fatto il Moli.g.a.l., insieme ai principali attori e partner del progetto appena concluso, vuole proporre la candidatura dei tratturi e delle civiltà della transumanza nel patrimonio mondiale tutelato dall’Unesco. Di seguito riportiamo il programma: ore 9 registrazione partecipanti, 9.30 saluto ed apertura dei lavori, ore 10 formazione dei gruppi di lavori. Primo tavolo tecnico: “Patrimonio dell’Unanimità” (dibattito sulla procedura per il riconoscimento dei “Tratturi e della Civiltà della Transumanza” come Patrimonio dell’Unesco); secondo tavolo tecnico: “Il territorio, il ruolo delle istituzioni e dei privati” (Definizione dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti interessati alla tutela del Tratturo); Terzo tavolo tecnico: “Contestualizzazione e promozione degli eventi” (Elaborazione di iniziativa finalizzata alla promozione e fruizione della “Rete Tratturale”); Quarto tavolo tecnico: “Valorizzazione Rete Tratturale” (Tratturi: Patrimonio storico, culturale, religioso, turistico e ambientale). Alle 12,30 pausa pranzo, alle 15 ripresa dei lavori, alle 18 chiusura dei lavori e alle 20 al cena. Venerdì 26: ore 9 registrazione partecipanti, ore 9.30 apertura dei lavori, alle 10, proiezione del video sui Tratturi di Pierluigi Giorgio, alle 11 interventi: presentazione dei risultati dei tavoli tecnici, associazione “Tratturi&Transumanza”, Enit, Unesco, assessorati agricoltura, ministero dell’Agricoltura, Unione Europea. Le conclusioni della due giorni al presidente della Regione Michele Iorio.

Attentato a Baghdad 50 morti e 170 feriti BAGHDAD (IRAQ) - E' arrivato a 50 morti e 170 feriti il bilancio dell'attentato di ieri in una moschea sciita nei pressi di Kirkuk. L'attentato e' stato messo a segno davanti alla moschea al Rasoul, nella cittadina di Taza, mentre i fedeli uscivano a conclusione della preghiera.

11 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


Riccia festeggia il sindaco di ce


entrodestra o di centrosinistra?


ISERNIA Altro colpo sferrato dai carabinieri contro la microcriminalità del capoluogo pentro

Spaccio di droga, arrestato un marocchino Il giovane è stato pizzicato con cinquanta grammi di hashish nei pressi della stazione ferroviaria

ISERNIA – Dopo gli arresti dei giorni scorsi un altro colpo è stato assestato dai carabinieri agli spacciatori che riforniscono di droga i giovani consumatori del capoluogo pentro. Nella mattinata di ieri, i militari hanno bloccato e arrestato un giovane marocchino 29enne poi ri-

Caro Lorenzo (Lorenzo Alderani è l'amico a cui Jacopo Ortis avrebbe mandato le lettere del celebre romanzo epistolare – nda), avrai notato come si sia levato un clamore immotivato sullo spegnimento dell'alta frequenza di Rai 2 nel Lazio e sul passaggio definitivo di detto canale al digitale terrestre. Questo avvenimento rientra nel piano di conversione sull'intero territorio nazionale dei segnali tv analogici in segnali digitali. Una tale scelta comporta, da parte delle famiglie, una piccola (o grande) spesa per l'acquisto di un apparecchio che integri le funzioni dei televisori “vecchio” stampo, il decoder, ovvero l'acquisto di un televisore ex-novo già dotato di un ricevitore digitale. Per indorare la pillola, tuttavia, ci hanno sufficientemente indottrinati sui vantaggi di questa rivoluzione: aumento del numero dei canali, migliore qualità audio e video, interattività.... A questo come non aggiungere l'orgoglio di essere all'avanguardia, in Europa, sull'utilizzo di cotanta tecnologia? Ci sarebbe il piccolo particolare che in molti paesi, paeselli e paesini italiani, come quello bellissimo in cui io vivo, una tecnologia

14 ANNO II - N° 140 SABATO 20 GIUGNO 2009

sultato residente a Venafro. E’ stato pizzicato mentre si apprestava ad avvicinare giovani in cerca di stupefacenti. L’operazione è stata effettuata all’interno della stazione ferroviaria. Qui hanno rinvenuto, durante una perquisizione personale, un panetto di ben cinquanta grammi di “hashish” pronti per essere piazzati ai giovani per lo sballo del fine settimana. Le attività dei carabinieri a questo punto si sono spostate nell’abitazione del giovane. A Venafro sono stati quindi rinvenuti e sottoposti a sequestro ulteriori cinquanta grammi di hashish insieme ad una banconota da 50 euro falsa. Ma nono è

tutto. Hanno anche recuperato 1.400 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, due computer portatili, vari telefoni cellulari e vari utensili per l’edilizia per i quali vi sono in corso ulteriori accertamenti. Il 29enne operaio marocchino è stato così accompagnato presso la sede del comando provinciale dell’arma di via Ponte San Leonardo e dopo gli ulteriori accertamenti e formalità rituali, è stato trasportato nella vicina casa circondariale a disposizione della procura, con l’accusa di detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, detenzione di banconote false e ricettazione. Carla Tedeschi B.

Digitale terrestre, poco digitale e molto terrestre assolutamente più insignificante, internet, è e resterà per molti anni agli albori. Ma in fondo a che serve avere una connettività veloce, a dare a tutti la possibilità di colmare quel divario che separa sempre più le importantissime realtà periferiche della penisola, ivi comprese quelle rurali, dalle “grandi città”? Continuiamo così (a farci del male, direbbe qualcuno), tra una navigazione con il normale telefono a 56K nominali ed un costoso gestore telefonico Edge, Umts e similari, tanto in compenso... avremo il digitale terrestre! Quest'ultimo aumenterà, a dire di molti, il numero di canali disponibili. E' vero, già se ne notano alcuni, ma maggiore quantità non significa necessariamente maggiore qualità, e spesso, caro Lorenzo, di questi tempi qualità vuol dire costi... Se non ti vuoi limitare a film alquanto datati, cartoon di dubbia qualità sia educativa che grafica, fiction al limite del delirio, televendite continue, allora devi sottoscrivere un abbona-

mento che, si badi bene, si somma al già inspiegabile canone RAI. Inoltre molte emittenti locali stanno affrontando con sacrificio i costi per il passaggio al digitale, e non vorremmo mai che paradossalmente questo si traducesse in una diminuzione o invarianza della qualità delle trasmissioni... Il digitale terrestre porterà di più nelle nostre case ma, credimi, prima o poi, porterà altre piccole spese fisse, poiché molti cederanno alla “tentazione consumistica”. Non ti pare già di sentirci, un po' tutti noi: “Ma che vuoi che sia. Una manciata di euro al mese e potremo vedere film in prima visione. E e lo sport... lo sport, poi! Ci sono le partite in diretta, vedremo la buonanima della formula uno con tante telecamere in contemporanea, ….”. La qualità, ci dicono, del digitale è nettamente superiore all'analogico. Vero, ma comunque in alcuni casi (scene d'azione molto veloci, sfondi particolari come il fogliame di una foresta, linee oblique che si vedono scalettate, ecc.) il telespetta-

tore potrà notare tutti i limiti di quella che tecnicamente è una compressione software con perdita di qualità. E tanto meno una emittente si potrà permettere un alto livello qualitativo, tanto più dovremo abituarci a vedere ogni tanto dei bei quadrettoni sullo schermo, o un cielo con le sfumature di azzurro che diventano una serie di aree contigue ben distinguibili. E, da ultima, la famosa interattività. Per noi questo termine indica non la mera fruizione di un servizio “simile” al televideo, seppur più bello graficamente: interattività non è selezionare progressivamente dei menu e sotto-menu per accedere all'informazione cercata. Interattività significa inviare una nostra informazione o richiesta individuale con un eventuale responso individuale. Immaginiamo, ad esempio, un gioco a premi televisivo in diretta: ci mostrano un barattolo pieno di fagioli e ci invitano ad indovinarne il numero. Ai “vecchi” tempi si doveva telefonare, per parteci-

pare. Con il digitale terrestre invece.... si deve telefonare. Certo, non direttamente componendo un numero ed urlando “tremilaquindici!”. No, adesso si cliccherà sul telecomando 3015 e si premerà “invio”. Ma dietro questo gesto il decoder effettuerà comunque “una telefonata”, o con il nostro apparecchio di casa o con scheda telefonica incorporata, o simili. Mi domando, queste telefonate saranno sempre gratuite o anche lì ci sarà il nostro piccolo balzello da pagare? Ma mentre ci crogioliamo nell'attesa della copertura totale(?) del territorio con la tv-digitale-interattiva (con)tanti canali, molti di noi continueranno a navigare in internet... a vista! Meno male che dei simpatici piccioni che stazionano presso casa mi hanno già dato la loro disponibilità: di tanto in tanto, mossi a pietà, mi recapiteranno loro qualche email, a patto che li faccia accedere al mio nuovo decoder interattivo, naturalmente. jacopOrtis (che spera, visto come vanno le cose, di non fare la fine del personaggio foscoliano)

Neuromed, riuscita la conferenza scientifica

Referendum, i risultati sul sito del ministero

POZZILLI - Si è svolta l’altro ieri, presso la Sala multimediale dell’Istituto Neuromed in via Atinense, una conferenza dal titolo “Modelli anatomici 3D per la pianificazione e simulazione chirurgica con un nuovo concetto di neuronavigazione”. Il simposio è stato organizzato dal prof Giampaolo Cantore.

ISERNIA - Sul sito del ministero dell’Interno, all’apposito indirizzo www.elezioni2009.interno.it. sono consultabili i dati relativi alle operazioni referendarie, sia a livello nazionale, sia a livello regionale, provinciale e comunale, e ai relativi risultati.


ISERNIA A perdere la vita Giuseppe Candela mentre stava lavorando nei campi di Bagnoli del Trigno

Trattore si ribalta, muore un 70enne La ruota anteriore del mezzo agricolo senza cabina di protezione è finita in un dosso di contrada Fonte Putto BAGNOLI DEL TRIGNO – Tragedia nei campi ieri pomeriggio nel centro della Valle del Trigno. A perdere la vita è stato il 70enne Giuseppe Candela. Erano circa le 13 quando è uscito per lavorare i campi. Era diventata la sua passione principale che praticava però soltanto quando tornava nel suo comune natio. L’uomo infatti, originario di

Bagnoli, viveva da anni in un quartiere residenziale di Roma insieme alla moglie e ai suoi due figli. La consorte aveva perso la vita quattro mesi fa i giovani continuavano a stare con il padre nell’abitazione romana. Nessuno dei due lo aveva seguito in questo viaggio di andata e non ritorno in Molise. Quindi è uscito nei campi di Fonte Putto insieme ad un amico d’infanzia. Procedevano su due mezzi diversi. Ad un certo punto si sono incamminati in un podere abbastanza scosceso di proprietà della vittima dell’incidente che portava al centro abitato. Fatale è stata una buca presente sul manto stradale. L’anziano Giuseppe non è riuscita ad evitarla. Metà della ruota anteriore destra c’è piombata dentro. Il mezzo pesante non poteva non ribaltarsi. Infatti in un attimo ha fatto una vera e propria capriola su se stesso. Giuseppe Candela è stato in prima battuta sbalzato fuori dall’abitacolo e successivamente è fi-

nito sotto il trattore. Quest’ultimo era sprovvisto di cabina roll barr. E’ stata proprio questa circostanza ad aggravare l’incidente. Ad avvertire i soccorsi del 118 di Trivento ci ha pensato proprio l’amico che lo aveva seguito nei campi. Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco. A questi ultimi è toccato il compito di provvedere all’estrazione del cadavere. I sanitari, purtroppo, non hanno potuto fare altro che costatarne il decesso. Sul corpo di Giuseppe, all’obitorio del pronto soccorso di Trivento, è stata eseguita l’ispezione cadaverica. Ha accertato che il decesso è avvenuto a causa dello schiacciamento della cassa toracica avvenuto con il peso del trattore. I figli sono arrivati a Bagnoli nella tarda serata di ieri. In tempo per la riconsegna del cadavere del genitore. I funerali si svolgeranno entro la mattinata di domani nella capitale. Viviana Pizzi

Scuole sicure, il Comune ci prova Critiche dal comitato sui lavori al San Giovanni Bosco ISERNIA - Il Comune è al lavoro per risolvere i problemi dell'impiantistica scolastica. Il 10 giugno scorso, la giunta ha deciso, con delibera numero 113, di mettere in sicurezza l'edificio scolastico della San Giovanni Bosco approvando il progetto di demolizione e ricostruzione della pensilina all'ingresso di via XXIV Maggio, stanziando 70.000 euro. Sul punto, il comitato "Scuole Sicure" esprime perplessità sulla possibilità che realmente questo intervento possa rendere sicura la struttura, salvaguardando la sicurezza dei bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria. Ci si chiede in particolare, se questo intervento sia inserito in una progettazione di interventi strutturali capaci di mettere efficacemente l'edificio scolastico in sicurezza o sia solo un intervento isolato, posto in essere ancora prima di conoscere e di ufficializzare gli esiti delle ul-

teriori indagini predisposte dal Comune stesso nella riunione del 27 maggio 2009. In questo ultimo caso, che ai responsabili del medesimo comitato pare più probabile, data l'assenza di informazioni e la poca trasparenza lamentata nell'agire delle istituzioni preposte, si potrebbe pensare ad un ulteriore

Macchia, partiti i campus estivi MACCHIA D’ISERNIA - Sono partiti per tutta l’ estate, i Campus estivi per i bambini dai 5 anni ai 12 anni, organizzati, come ogni anno, dall’ asd FBSport dell’ istruttore Francesco Barbabella. I campus si terranno presso il Centro sportivo La Taverna,il Centro sportivo Sacro Cuore nia e presso il kartodromo Paradiso a Santa Maria del Molise

spreco di denaro pubblico cioè di quel denaro che entra nelle casse comunali grazie alle tasse pagate dai cittadini che continuano a vedersi negato il sacrosanto diritto di mandare i propri figli a studiare in edifici ritenuti sicuri in base alla localizzazione degli stessi, in zona altamente sismica.

Quale futuro per la Ittierre? ISERNIA - Non è dato appurare come siano andate le cose nella riunione di venerdì notte, in cui alla Ittierre di Pettoranello, vi è stato il vertice con i due Commissari, il dottore commercialista Roberto Spada e l'avvocato Stanislao Chimenti con una delegazione del Cda della Versace per approntare un piano di produzione di una linea minore della mason italiana.Assente il dottor Andrea Ciccoli consulente aziendale nel settore moda che tra l'altro sarebbe contrario all'accordo. Cosa sia accaduto nella notte di venerdì non si sa , anche se, qualche quotidiano nazionale ha riportato la notizia del vertice come un passo positivo verso un accordo con la Versace. I dubbi in questo caso sono legittimi. In un momento in cui l'azienda tessile molisana meriterebbe unità di intenti e vedute unanimi di sviluppo, vi sono contrasti decisionali tra i consulenti chiamati a salvare l'azienda. La discordanza di vedute sarebbe da attribuire a Ciccoli che da un punto di vista strettamente dettato dall'immagine della Ittierre nel mondo, potrebbe anche essere supportata. La linea moda che la Versace vorrebbe affidare alla Ittierre è sicuramente non in linea con gli standard di massima qualità che l'azienda molisana può produrre. La richiesta di Ciccoli, nonostante gli accordi pluriennali di produzione per le prime linee che la Versace ha con una concorrente di Ittierre, la Swinger International S.p.A. azienda di Modena, potrebbe essere indirizzata ad una produzione di qualità come da ventennale esperienza tessile per la nostra molisana. Sarebbe questa la contrarietà, palesata agli altri due colleghi, cosa che in Chimenti e Spada è vista diversamente. I due manager vorrebbero comunque riallacciare rapporti con la vecchia azienda licenziante (Versace), in tempi di carestia e di dissesto, certamente non si avrebbe una risoluzione del deficit milionario prodotto dalla gestione Perna, ma sarebbe un primo passo verso una riappacificazione, con lo sguardo al domani per ritornare ai fasti produttivi di linee importanti. La cosa che lascia contraddetti, in assenza di notizie rassicuranti, è quindi la mancanza di convergenze decisionali, che sommate ad un piano industriale che stenta a decollare, non prometterebbe nulla di Buono per il futuro.

Venafro, Festa europea della musica VENAFRO - Come per gli anni precedenti, anche per il 2009 il ministero per i Beni e le Attività Culturali, così come tutti gli altri ministeri per la cultura d’Europa, organizza sul territorio nazionale la XV edizione della “Festa europea della musica”. All’incontro sarà presente la Pro Loco di Venafro.

15 ANNO II - N° 140 SABATO 20 GIUGNO 2009


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta Baccalà fritto 800 g di baccalà q. b. di farina di grano duro olio per friggere q. b. di sale acini di pepe

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:52 06:49 08:39 09:35 11:25 12:30 14:11 14:12 16:02 17:14 19:04 17:40 19:30 18:23 20:13 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:36 06:25 08:15 12:08 13:58 13:22 15:12 14:30 16:20 16:00 17:50 17:14 18:55 18:40 20:30 20:40 22:30 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:00 06:24 06:54 13:00 14:15 16:25 18:00

Arrivo 07:48 09:16 10:47 16:03 18:13 20:02 21:00

Partenza Arrivo 05:45 08:53 08:25 11:40 14:10 17:16 14:15 18:00 16:25 19:25 19:35 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO

NAPOLI-CAMPOBASSO

(NON DIRETTI)

(NON DIRETTI)

Partenza 06:15 08:20 09:15 14:00 14:15 16:00 17:15 19:40

Arrivo 09:25 12:05 12:25 17:30 17:30 20:15 20:50 23:00

Partenza 05:03 05:51 12:14 12:40 14:15 17:30 19:43

Arrivo 08:35 08:55 15:25 16:02 17:10 20:30 22:35

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS

Acquistate il baccalà, che deve essere bianco e piuttosto alto, mettetelo in ammollo in abbondante acqua, avendo l’accortezza di rinnovarla spesso. Quando vi sembrerà ben spugnato e dissalato, eliminate la pelle e la lisca centrale e tagliatelo a pezzi. Mettete sul fuoco una padella (ideale sarebbe di ferro) con molto olio e, appena caldo, immergetevi, ad uno ad uno, i pezzi di baccalà, asciugati per bene ed infarinati, e fateli dorare da ambedue le parti, rigirandoli delicatamente. Estraeteli con il mestolo forato e fateli asciugare su un foglio di carta paglia, salarli forse non sarà necessario, previo l’assaggio, ma una spolverata di pepe macinato al momento non ci starà male. Servite il baccalà ben caldo, accompagnato da “cimaroli” o “friarielli” fritti, pane casereccio ed un buon bicchiere di vino. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili

CAMPOBASSO Farmacia di turno NERILLI Via Monforte, 2 Tel. 0874.311373 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091 Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116

ORARI

ISERNIA Farmacia di turno DI GIROLAMO Rampa Mercato Tel. 0865.50625 Ospedale Veneziale centralino 0865.4421 Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.414143

TERMOLI Farmacia di turno CAPPELLA - Via Maratona, 1 - Tel. 0875.703233 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591 Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto Tel. 0875.746484

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-6,30 (anche festivo)-6,45-7,00-7,45 8,00-8,10 (anche festivo)-9,20-10,10 (an- che festivo) -12,00-12,30-12,45 (festivo)-13,3014,00-14,10-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo)-17,45-19,00-20,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,30-6,50-7,00-7,40-8,10 (anche festivo)8,30 (festivo)-9,40 (anche festivo)-11,2012,15-12,40 (festivo) -13,30-13,45 -14,00 (festivo)-14,10-15,15 -15,55-16,20 (festivo)17,15-17,30 (anche festivo) -18,40 -20,0021,35 (festivo)-22,10-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

A D N E AG

Ariete - In questa giornata prenderete ogni pretesto per entrare in conflitto con le persone che vi sono intorno e questo è senz'altro sintomo di un disagio più profondo, che dovreste affrontare per conto vostro, nella vostra solitudine e non riversandolo sulle persone che non hanno colpa per come vi sentite! Cercate di essere più razionali, voi che avete sempre l'istinto pronto come una molla a combinare guai. Toro - Di tanto in tanto, entrare in connessione con le persone che vi sono intorno potrebbe essere molto più curativo di quello che credete, anche perché queste, potrebbero regalarvi dei sorrisi che vi faranno senza dubbio sentire meglio. Vi accorgerete improvvisamente che il sole splende alto nel cielo, invece di lamentarvi per il caldo e troverete un lato positivo in ogni situazione! E' così che si affronta la vita. Gemelli - Se le persone vi tratteranno con sufficienza in questa giornata, non permettendovi di esprimervi come vorreste, dovrete riconoscervi anche la vostra parte di colpa, poiché non avete proprio il dono di arrivare dritti al punto e questo potrebbe infastidire chi non la pensa al vostro stesso modo! Per questo motivo, non dovrete demoralizzarvi, ma allo stesso momento dovrete fare un esame di coscienza, per non ripetere in futuro l'errore. Cancro - In ogni tipo di comunicazione, l'aspetto più difficile è senza dubbio la comunicazione. Nonostante i vostri sforzi in questa giornata non riuscirete ad ottenere esattamente ciò che vorrete dal vostro interlocutore e questo potrebbe essere causa di frustrazione per voi, che vi sentirete messi da parte e non apprezzati per lo sforzo che state facendo. A volte dovete accettare anche questo tuttavia, fa parte del pacchetto completo. Leone - In qualsiasi ambito vi applichiate in questa giornata, riuscirete sicuramente ad emergere e a mettervi in mostra, oltre che ovviamente a divertirvi! Tutto quello di cui avevate bisogno infatti, è un po' di considerazione, che vi darà la carica giusta per continuare a impegnarvi sempre di più. Avrete inoltre una bellissima serata, in cui le persone vi saranno intorno e vi loderanno come eroi. Vergine - In questa giornata sarà meglio evitare le situazioni di gruppo, quelle in cui ci saranno troppe persone, anche perché non le sopportate poi molto di questi tempi e ne evade la vostra reputazione in società. Cercate, come vi riesce benissimo, di stare in disparte e di non prendere troppo alla lettera le parole che per caso ascolterete da altri! Non prendetevela per cose dette in momenti di sconforto o di rabbia, voi dovreste saperlo meglio di chiunque altro. Bilancia - In questa giornata ci sarà qualcuno che , come al solito vorrà insegnarvi come si vive e voi, per l'ennesima volta, farete bene ad ignorarlo! Avete i vostri progetti e sarebbe sbagliato prenderne in considerazione degli altri solo perché a qualcuno è venuto in mente che forse sareste più tagliati per una vita piuttosto che per un'altra. Solo voi potete sapere cosa vi porterà il domani ed è giusto che sia così e continui ad esserlo. Scorpione - Anche le frasi dette con le migliori intenzioni in questa giornata potrebbero essere fraintese, da voi in primis, ma anche dagli altri, per cui sarà bene cercare sempre di spiegarsi nel migliore dei modi per non incappare in situazioni imbarazzanti che potrebbero crearvi altri problemi, soprattutto con il partner! Cercate di essere meno critici con chi vi giudicherà, in fono potrebbero anche avere ragione. Sagittario - Il vostro entusiasmo in questa giornata sarà incontenibile e questo perché avvertite dentro di voi la necessità di fare qualcosa e di farlo subito, di mettervi in gioco e di sperimentare. Questo atteggiamento non è proprio da voi, per questo le persone che vi circondano resteranno un pochino sorprese, ma non è detto negativamente anzi, nella maggior parte dei casi riscuoterete un discreto successo. Capricorno - Se vi sentite un pochino giù per il fatto che nel campo professionale le cose non vanno esattamente come vorreste, questo non è certo motivo di depressione. Ci sono tanti altri aspetti della vostra vita che dovreste prendere in considerazione e che certamente sono migliori! Siete persone come tante altre, quindi se non riuscite in qualcosa o sbagliate, è normale. Domani farete meglio. Acquario - In questa giornata il vostro atteggiamento nei confronti di quelle persone che solitamente vi ispirano fiducia, dovrebbe cambiare ed essere un pochino più sospettoso. Non si sa mai che queste possano nascondere qualcosa e sarà proprio vostro compito scoprire cosa ed in che entità vi abbiano mentito. Non potete accettare intorno a voi coloro che vi tengono segreto qualcosa di importante riguardante la loro vita personale. Pesci - Ci potrebbe essere stato un progetto, apparentemente nuovo, che ha scombussolato i vostri piani e che ha messo in confusione anche le persone che vi circondano che, allo stato dei fatti, potrebbero non sapere più come comportarsi. E' giunto il momento di fare chiarezza e di mettere i puntini sulle "i". Se avete qualcosa da dire, sarebbe bene farlo subito, prima che tutto passi inosservato.

17 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


TERMOLI Oggi Papa Benedetto XVI a San Giovanni Rotondo SAN GIOVANNI ROTONDO – Anche dal basso Molise all'alba di oggi sono partiti tre pullman e centinaia di autovetture e trasportato i pellegrini a San Gio-

vanni Rotondo dove questa mattina arriverà in visita il Papa. Vista l'affluenza prevista di pellegrini nel piccolo centro garganico, e per motivi di sicurezza ed

incolumità fisica, l'amministrazione comunale garantisce il trasporto gratuito su tutte le linee urbane anche perché una ordinanza sindacale limita la circolazione di auto private. Saranno oltre 30mila, secondo le prenotazioni effettuate, i fedeli che accoglieranno il Pontefice sia lungo il percorso che la Papamobile effettuerà prima di arrivare alla Chiesa di San Pio. I 4 chilometri e mezzo di percorso

sono transennati e molto imponente il servizio d'ordine: 550 tra vigili urbani e volontari della protezione civile affiancheranno Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza per garantire la massima tranquillità e controllo durante tutto il percorso papale. Sempre per i fedeli l'Amministrazione comunale ha predisposto numerosi punti per la distribuzione di acqua, e posizionati 60 bagni chimici. Saranno distribuite

Raddoppio ferroviario Campomarino – Chieuti, progetto bloccato LITORALE – Il raddoppio della linea ferroviaria Termoli – Foggia resta ancora al palo, una tratta di circa 35 chilometri da Campomarino a Chieuti, dove transitano moltissimi convogli a lunga percorrenza ma a senso unico alternato. Certamente un disagio per i viaggiatori che dovrebbe interes-

18 ANNO II - N° 140 DOMENICA 21 GIUGNO 2009

sare il ministero delle Infrastrutture. Da anni si parla del raddoppio della tratta ma per gli ultimi tre governi é rimasto solo sulla carta e nessuno spiega il perché non si realizzi. In merito si registra l'intervento della Cgil Puglia la quale ha scoperto che non esiste alcuna spiegazione dietro il no della valu-

tazione di impatto ambientale da parte del ministero dell’Ambiente. E’ proprio questa la sensazione dei sindacalisti dopo aver chiesto i motivi al ministero dell’Ambiente ed a quello delle Infrastrutture e dopo averla cercata anche sul sito internet dei due ministeri: essendo un atto pubblico dovrebbe essere visibile a tutti. Il segretario della Filt, Giovanni Occhiochiuso. Ha provato a chiedere spiegazioni e si é sentito rispondere che “sul raddoppio della Foggia-Termoli c’è il “no” del ministero dei Beni culturali, ma anche gli uffici di questo ministero, una volta interpellati non hanno saputo dare risposte”. In attesa che qualcuno si pronunci, la direzione della Rete ferroviaria italiana (Rfi), dopo l'ultima alluvione ha presentato in Prefettura a Foggia un progetto che prevede l’eliminazione della stazione di Ripalta con la conseguente sopraevelazione di un “posto di movimento” a Chieuti.

6000 bandierine in plastica, 1000 bandiere e 30 mila cappellini con i colori dello Stato della Città del Vaticano. Per i più distanti dalla chiesa dove il papa celebrerà la Santa Messa, sono stati posizionati 2 maxischermo che permetteranno di seguire tutte le fasi della visita papale. Il Molise sarà ben rappresentato anche grazie alla presenza dei ragazzi della Gi.Fra. Che faranno parte di uno dei cori.

Acquacoltura, al via le produzioni biologiche

LITORALE - L'Italia spinge il piede sull'acceleratore per realizzare produzioni biologiche in acquacoltura. Freno a mano tirato, invece, da Francia e Inghilterra che, a causa della tipologia di allevamento prevalentemente intensivo, rischiano di non riuscire a garantire i requisiti richiesti per potersi fregiare del “bollino bio” previsto dalle nuove regole Ue. E' questo lo stato dell'arte in Europa messo in evidenza dalla Federcoopesca-Confcooperative, per quanto riguarda il regolamento quadro n.889/2008 su produzioni e etichettatura di prodotti bio, su cui a fine giugno é previsto a Bruxelles un confronto per la stesura finale del testo attuativo. L'associazione sintetizza alcuni dei capisaldi del regolamento: l'uso negli impianti di fonti energetiche rinnovabili é auspicabile, ma non é considerato obbligatorio; le produzioni bio di cozze, vongole e ostriche possono essere realizzate con l'80% di seme non bio fino al 2011, soglia che si abbasserà al 50% entro il 2013, fino ad arrivare allo 0% nel 2015. Sarà, comunque sempre possibile impiegare seme raccolto da banchi naturali. L'impiego di acqua riscaldata, tema particolarmente caro a francesi e inglesi che avrebbero voluto sfruttare le acque di scarico delle centrali nucleari, é consentito solo in avannotteria, utilizzando preferibilmente fonti energetiche rinnovabili, ma in alcun caso quelle proveniente da fonti nucleari. Per la fase di ingrasso del prodotto é consentito il riscaldamento solo nel caso di energia geotermica.

Improvviso fortunale lungo la costa

Protesta ex lavoratori della Sevel

LITORALE – Il maltempo é giunto lungo il litorale a rovinare il fine settimana. Ieri pomeriggio per circa 30 minuti vento forte e pioggia hanno spazzato l'intera costa causando non pochi problemi alla viabilità veicolare sia lungo la statale 16 sia sull'A 14. Alcune strade si sono allagate e anche il 118 é dovuto intervenire per liberare dall'acqua piovana alcuni garage.

VALDISANGRO – Dura presa di posizione da parte di ex lavoratori della Sevel, e tra questi molti molisani. Il comitato lavoratori dell'azienda abruzzese denunciano la latitanza delle istituzioni locali che avevano promesso un interessamento per il reinserimento dei lavoratori. I lavoratori, dopo il licenziamento si sentono abbandonati e chiedono solo chiarezza.


TERMOLI Il comune non assume e con l'elevarsi dell'età media aumentano i gradi

Polizia municipale: tutti graduati e nessun agente semplice Dei trenta vigili in organico solo 11 sono destinati alla viabilità e traffico divisi in due turni

TERMOLI – Giorni fa su un quotidiano nazionale abbiamo letto una notizia – statistica sulla Polizia Municipale a livello nazionale dove sono indicate le città migliori e quelle peggiori per la presenza di agenti nelle strade. Nello stesso articolo si fa riferimento anche che in varie città i graduati sono molto di più che gli agenti semplici e per strada se ne vedono pochi. La graduatoria riporta solo nomi di città di una certa importanza demografica, altrimenti sarebbe comparsa anche Termoli dove gli agenti sono tutti graduati. Un vero record dovuto al fatto che il Comune non si assume, l'età media lievita e con

Oggi raduno termolese di auto d'epoca TERMOLI - La Star Motors, in collaborazione con l'Automobile Club di Campobasso, organizza per oggi la 2^ edizione del "Raduno Termolese di Auto d'Epoca”. I consensi della passata edizione, l'affluenza degli equipaggi giunti da tutto il Molise, sono stati il trampolino di lancio per il ripetersi dell'evento. La manifestazione non è a carattere agonistico, non una gara di velocità, ma semplicemente un'uscita di appassionati a forte carattere culturale e storico. Il programma prevede la partenza del corteo da Corso Nazionale alle 10,30, con proseguimento in direzione Montenero di Bisaccia e ritorno a Termoli con sosta presso il Ristorante "Meridiano", perla premiazione degli equipaggi partecipanti. "Fiore all'occhiello della giornata - ha dichiarato il Direttore dell'ACI Campobasso, Giovanni Caturano -, sarà la partecipazione di Lamborghini Italia, che darà ulteriore risalto alla manifestazione che coinvolge i tanti appassionati di auto d'epoca che accorreranno nel Molise".

essa aumentano automaticamente i gradi. Ma vediamo l'attuale organico termolese che, al momento, manca di un ufficiale. In totale sono 30 dei quali uno in malattia e sono divisi in 6 Luogotenenti, 6 marescialli A, 6 Marescialli ordinari, 6 brigadieri capo ed altrettanti vice Brigadieri. Vediamo ora i cari compiti. Tra i Luogotenenti ci sono due responsabili per altrettanti turni per la viabilità e traffico e dirigono 2 marescialli a, 2 Marescialli ordinari, 2 Brigadieri capo e 3 vice Brigadieri: in totale sono 11 divisi in due turni, un pò pochi per l'estensione della città. E gli altri? Un Luogotenente é

nell'ufficio amministrativa e dirige un Maresciallo a e uno ordinario (quest'ultimo si occupa di accertamenti anagrafici e pratiche presso la Camera di Commercio). Poi ci sono un Maresciallo ordinario e un vice brigadiere con funzione di piantoni ed addetti al centralino, mentre un Brigadiere capo é di piantone in Municipio. Nell'Ufficio contravvenzioni opera un Maresciallo ordinario e il Mercato ittico é sotto il controllo di un Brigadiere

capo. Dell'edilizia ambientale si occupano un Luogotenente, un Maresciallo A e un vice Brigadiere mentre un Maresciallo ordinario e un Brigadiere capo sono distaccati presso l'Ufficio Ambiente. Infine un Luogotenente si interessa di ricorsi verbali e ingiunzioni; un altro di personale, Ufficio ordinanze e gestione del territorio; un Maresciallo A gestisce l'Ufficio pratiche varie e un altro é responsabile dell'Ufficio infortunistica stradale.

Box al porto, continua lo scontro nell'amministrazione

TERMOLI – E “guerra” dichiarata anche tra qualche consigliere di maggioranza nei confronti di sindaco ed assessore ai Lavori pubblici per la realizzazione di box alla base delle mura del Borgo antico nell'area portuale. L'esternazione pesante contro quella installazione é stata di Luigi Leone che ha intimato di bloccare i lavori altrimenti esce dalla maggioranza. E sulla sua presa diposizione entra nel merito il Consigliere di opposizione Ennio De Felice il quale elogia Leone “che, solo, ha avuto il coraggio di critica aperta e di rottura verso la sua stessa coalizione politica uscendo dall’ovile in cui è stata relegata la maggior parte dei consiglieri di maggioranza”. De Felice non si ferrma solo ai box ma critica molte scelte fatte dall’Amministrazione. “La scellerata volontà di modifica del sistema parcheggi che, ancora una volta senza alcuna concertazione, renderà ulteriormente più difficile la circolazione a Termoli. Ci vuole un bel coraggio a dire che i parcheggi a pettine faranno aumentare i posti auto rispetto a quelli a spina quando è evidente che il rapporto è almeno 1 a 2”. Non tralascia l'igiene pubblica ritenendo un fallimento il “sistema, la pletora di cassonetti sparsi per tutta la città, la sporcizia delle strade, le aiuole maltrattate ed il verde in genere non curato”. Infine conclude con una presa di posizione ed un invito alla maggioranza. Sono pronto a dimettermi immediatamente allorquando altri colleghi della maggioranza avranno il coraggio di farlo con noi dell’opposizione ammettendo finalmente il fallimento a 360° di questa Amministrazione”. E il coordinamento cittadino di Alleanza di Centro ha avviato una petizione on line per esprimere tutto il dissenso contro la realizzazione dei box ittici e della fabbrica del ghiaccio al di sotto delle mura del Borgo antico. Chiunque voglia aderire alla raccolta firme, può scrivere una mail all' ndirizzo alleanzaperleliberta@yahoo.it. Per eventuali informazioni è possibile rivolgersi al numero di telefono 347 0691993.

Presentato completamento di opere pubbliche

Pagamento fermo 2008, “quota marinai”

TERMOLI - Una lunga serie di interventi che entro luglio saranno completati in città. L’assessore ai Lavori pubblici Mario di Blasio, la dirigente Rosalba Vileno, ieri mattina hanno illustrato le opere che saranno completate entro il prossimo mese di luglio.Tra i primi avvenimenti l'inaugurazione entro fine mese del Teatro Verde; la messa in sicurezza del tratto critico del lungomare nord; l’apertura del parcheggio multipiano di via Campania.

Il 12 giugno scorso l'Ufficio Centrale del Bilancio ha inoltrato alle Tesorerie provinciali gli accreditamenti disposti, in data 25 maggio, a saldo di quanto dovuto in merito al pagamento del minimo monetario garantito spettante agli imbarcati a seguito del fermo di emergenza 2008. Pertanto ora tutte le Direzioni marittime sono in grado di provvedere al pagamento di quanto dovuto, agli aventi diritto.

19 ANNO II - N° 140 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


S P O RT CALCIO SERIE D

Campobasso, saltano gli ingaggi di Genchi e Bartoli. Nucifora prepara le amichevoli

Il Trivento è pronto per Carannante CAMPOBASSO – A Fano certezze pochine, indizi qualcuno in più, ma tutti abbastanza incoraggianti. Quando si parla di ripescaggio, bisogna navigare a vista, almeno in questo periodo, e nessuno lo sa meglio del Fano, che però continua a prendere nota. Il dato certo è che per inoltrare domanda di ripescaggio con tutti gli accessori richiesti c’è tempo fino al 21 luglio. Lo ha deciso l‘ultimo Consiglio Federale che una settimana prima (il 14 luglio), renderà ufficiale la lista delle escluse dai campionati professionistici. A Roma, l’altro giorno, si è però parlato anche di altro, in particolare del deciso innalzamento delle garanzie societarie e finanziarie che dovrà prestare chi muoverà istanza per essere ammesso tra i professionisti. Una linea voluta dalla Lega Pro con l’intendimento nemmeno troppo nascosto di dissuadere tutte quelle realtà non sufficientemente solide che, nel tempo, andrebbero fatalmente ad ingrossare le fila dei club inadempienti di cui, in Prima e Seconda Divisione, ci si vuole definitivamente liberare. Potrebbe dunque accadere che, dopo aver visto scremare dall’elenco dei ripescabili cinque dei

20 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009

nove club retrocessi dalla Seconda Divisione perché già beneficiari in passato di un analogo provvedimento, il Fano potrebbe vedere battere in ritirata anche qualche altre società fra quelle che la sopravanzerebbero in graduatoria. Quella peraltro resta ignota, anche perché il Comitato Interregionale, dove a fine mese sarà il presidente della Lnd, Tavecchio, ad assumere “ad interim” il ruolo di commissario straordinario al posto del dimissionario Delogu, non ha ancora fatto chiarezza in materia. Se però i criteri fossero gli stessi di quelli di un anno fa, il Fano acquisirebbe punti in più per meriti disciplinari grazie alla sua Juniores, la terza “più buona” in ambito nazionale e prima assoluta nel suo girone. CAMPOBASSO. Saltano gli ingaggi di Giuseppe Genchi e Renato Bartoli: i due hanno scelto il Matera, società che sta facendo le cose in grande e che ha garantito loro un lauto compenso. Un doppio no, dunque, dai due ex Chieti. Le mire del ds Nucifora e di mister Paolucci si sono spostate subito su altri ‘lidi’. Si batte la pista che porta a Francesco Covelli, e riprende quota l’ipotesiBartolini: quest’ultimo non ha pretese altissime. Per quanto ri-

Roma, Italpetroli: "Nessun accordo con Fioranelli" "Nessun accordo, verifiche con Fioranelli ancora in corso". Lo si legge nel nuovo comunicato della Italpetroli. La controllante della Roma smentisce, quindi, le indiscrezioni di stampa che davano praticamente per conclusa la cessione della quota di maggioranza della società giallorossa alla cordata svizzero-tedesca rappresentata da Vinicio Fioranelli. Non c'è nessun accordo, la trattativa non è stata conclusa e sono ancora in corso le verifiche del caso. E, per concludere, non ci sarà nessun annuncio ufficiale nella giornata di lunedì.

guarda la difesa, il nome più gettonato, a questo punti, è quello di Cossu, centrale del Casoli che andrebbe a comporre un’ottima coppia con Emanuele Cirilli. E si potrà contare anche su Maglione, l’unico in odore di conferma. Intanto, il Nuovo Campobasso Calcio lavora alacremente in vista della prossima stagione agonistica. In tal senso, dopo la scelta del ritiro, e le operazioni di mercato che sono in atto, si sta stilando un calendario di amichevoli. Il primo appuntamento è stato già fissato dal ds Enzo Nucifora: il 4 agosto la squadra di mister Paolucci, che sarà in ritiro dal 18 luglio a Pioraco, affronterà la Fermana, squadra che prenderà parte al prossimo campionato di Eccellenza marchigiana. Il match avrà luogo allo stadio ‘Bruno Recchioni’ di Fermo a partire dalle ore 20.45. Nei prossimi giorni saranno fissati altri impegni amichevoli che dovranno consentire allo staff tecnico rossoblu di valutare l’organico che si andrà a comporre in queste settimane. TRIVENTO. Carannante ha incontrato ieri la dirigenza trignina, dall’incontro di con i vertici del club gialloblu l’allenatore campano ha dato definitivamente il via alla stagione 2009/2010. La condizione per restare alla guida del Trivento, per il mister campano, era quella di ottenere un organico più forte. E la tanto desiderata promessa della società è arrivata, al punto che gli operatori di mercato hanno perfino fatto il passo più lungo della gamba dimostrando di voler assecondare ogni desiderio di Carannante: “Siamo in trattativa- ha detto il patron Griguoli- con tre giocatori davvero importanti, importantissimi. Li abbiamo individuati in funzione delle richieste e degli apprezzamenti di Carannante fatti nel corso del campionato passato”. Si tratta di tre rinforzi, uno per reparto: un difensore da affiancare a Gil Voria, e un mediano in grado di giocare in mezzo al campo.

CONFEDERATION CUP

Kakà: “Meglio eliminare l'Italia” Abete: “Dimenticare l’Egitto” CAMPOBASSO - Battere l’Italia per eliminare una possibile rivale alla conquista della Confederations Cup . E’ questo il piano di Kakà alla vigilia del match che vedrà gli Azzurri opposto al brasile del neo madridista. Un match delicatissimo in chiave qualificazione perché i carioca, a quota 6 punti, non sono ancora matematicamente alle semifinali e perché l’Italia (3) per passare il turno senza strani calcoli deve solo vincere. “L'Italia è pericolosa, sarei felice se riuscissimo a eliminarla. Noi abbiamo vinto 5 Mondiali. Loro ne hanno vinto 4. Per noi e' un big match assoluto. La Confederations Cup è molto importante per preparare i Mondiali del prossimo anno e per verificare la preparazione delle squadre. La partita contro l'Italia e' particolare”. Kakà non crede alle parole di Gigi Buffon, secondo cui l'eliminazione non sarebbe un fatto così grave. “Non penso che a Buffon non farebbe nessun effetto. L'Italia è qui per vincere la Coppa, proprio come noi. Ai Mondiali 2006 non sono partiti alla grande, ma hanno finito trionfando. Può succedere stavolta, sarei molto felice se riuscissimo a eliminarli”. Dimenticare in fretta la figuraccia rimediata contro l'Egitto. Questa la parola d'ordine del presidente della Federcalcio Giancarlo Abete alla vigilia della sfida di Pretoria contro il Brasile: "Mi aspetto una reazione, tutti vogliamo rimanere in Sudafrica, tutti guardiamo però al gioco". Un messaggio piuttosto chiaro indirizzato a Marcello Lippi: il risultato conta, ma conta anche il modo in cui lo si ottiene. "Ho visto in tv Italia-Egitto - prosegue Abete -. Siamo dispiaciuti, non si meritava di perdere: sul tiro di Iaquinta mi aspettavo di vedere la palla dentro, e invece è sbucata tra le gambe del portiere. E il tiro di Montolivo è un'azione che può tramutarsi in gol. Ma può succedere di perdere, se un tempo lo bruci. E' la seconda volta. Anzi, siamo stati costretti a rincorrere contro la Nuova Zelanda, in amichevole, poi con gli Usa e l'ultima volta con l'Egitto. E non sempre un tempo basta per vincere le partite". Abete non si scompone di fronte alle critiche che parlano di una squadra vecchia, ancora ferma ai Mondiali di tre anni fa: "Ora abbiamo un'altra partita importante: giochiamola, leggiamola. E poi faremo le valutazioni: Lippi, come tecnico, che in questo caso e' la persona più importante per farlo. E io, come presidente. Ma c'è fiducia e realismo: per questo mi aspetto contro il Brasile una reazione e l'orgoglio. Capisco la necessità di sintesi giornalistica, ma non e' una partita singola a poter dire se un ciclo e' finito. In questo momento la nazionale è un misto di esperienza e rinnovamento". Una sfida nella sfida. L’Italia contro il Brasile, Cannavaro a caccia di Paolo Maldini. Il difensore azzurro, infatti, avrà l’occasione di eguagliare le presenze dell’ex compagno con centoventisei “gettoni”, di cui 64 con la fascia di capitano. Ha giocato da titolare i Mondiali del 1998, del 2002 e del 2006, gli Europei del 2000, del 2004, mentre nel 2008 si è infortunato nel primo allenamento in Austria della Nazionale di Donadoni. E, dopo la vittoria di Berlino, ha vinto il Pallone d’oro.

KUNG FU

Nico Monaco selezionato per una gara a Hong Kong TERMOLI - L’atleta Nico Monaco, allenato dal maestro Carmine De Palma, è stato selezionato, unico in Italia, per rappresentare il nostro Paese in una competizione internazionale di Kung fu Sanda che si svolgerà a Hong Kong. Grande soddisfazione e fermento nella Scuola di Kung Fu del maestro Carmine De Palma, che insegna nella Palestre di Termoli (Palestra Athenaeum in via A. Diaz), Vasto (Centro Benessere in Via Sant’Onofrio) e Petacciato (Palestre Scuole Medie). Partirà dall’Aeroporto di Fiumicino, il 23 giugno 2009 con destinazione Hong Kong, l’atleta professionista Nico Monaco, selezionato e convocato per rappresentare L’Italia in Cina, terra madre del Sanda - Kung Fu - Shaolin. L’atleta della scuola di Termoli, è anche neo classificato Campione Italiano F.I.Wu.K. professionista nella Categoria Sanda - 65 Kg, entrando così di diritto nella Nazionale Italiana Sanda. Gli incontri si disputeranno sulla pedana rialzata di 60-70 cm, com’è di tradizione, e ogni incontro sarà di 3 Round con una durata di 3 minuti a round. Il torneo inizierà il 25 giugno e terminerà il 30 giugno. L’evento è stato organizzato dalla Federazione Mondiale Chan Wu e ci sarà anche il Monaco Guerriero Shi Xing Hong a dare manforte e a guidare i vari atleti, compreso Monaco, super favorito nel Campionato.

Settimana tricolore: Pinotti vince la crono Marco Pinotti (nella foto) ha vinto il titolo italiano a cronometro. Il ciclista della Columbia-High Road ha chiuso il percorso da Modrano all'autodromo di Imola in 39'22", conquistando il tricolore per la quarta volta (2005, 2007, 2008 e 2009). Alle sue spalle si sono piazzati Gabriele Bosisio (19") e Maurizio Biondo (1'09"). "Sono uscito bene dal Giro d'Italia. Poi non ho partecipato al Giro di Svizzera proprio per partecipare e preparare bene gli italiani", sono le prime parole di Pinotti dopo il successo.


S P O RT CALCIO

Le due formazioni del calcio regionale scenderanno in campo lunedì

Anche il Molise a Catania per le finali nazionali delle rappresentative Allievi e Giovanissimi CAMPOBASSO – Da oggi e fino al 26 Giugno 2008 nella Provincia di Catania si svolgeranno le Finali Nazionali della Coppa Nazionale Primavera per Rappresentative Regionali, manifestazione sportiva organizzata dalla L.N.D. della Federazione Italiana Giuoco Calcio. La prima fase, quella eliminatoria si svolgerà dal 20 al 28 Giugno 2009; a questa fase prenderanno parte le Rappresentative Allievi - Giovanissimi dei 19 Comitati Regionali della L.N.D., suddivise in tre gironi da cinque squadre e uno da quattro, con gare di sola andata e classifica finale. Sullo stesso campo si giocherà alle ore 17.00 la gara delle Rappresentative Giovanissimi e a seguire la gara delle Rappresentative Allievi. Chi vincerà la fase eliminatoria accederà alla fase finale dal 27 al 28 Giugno 2009 .Questo il programma di massima relativo alle gare che le Rappresentative L.N.D. del Molise disputeranno. Lunedì 22 Giugno 2009 Ore 17.00 Giovanissimi Molise - Abruzzo (Pedara Stadio Comunale) Ore 18.30 Allievi Molise - Abruzzo (Pedara Stadio Comunale) Martedì 23 giugno 2009 Ore 17.00 Giovanissimi Molise - Sicilia (Stadio "Bacicalupo" di Taormina) Ore 18.30 Allievi Molise - Sicilia Stadio ("Bacicalupo" di Taormina) Mercoledì 24 Giugno 2008 Ore 17.00 Giovanissimi Molise - Liguria (Stadio "La Carlina" di Trecastagni. Ore 18.30 Allievi Molise Liguria (Stadio "La Carlina" di Trecastagni). Questo lo staff dirigenziale che accompagnerà le rappresentative Allievi-Giovanissimi Lnd Cr Molise: Consiglieri Delegati alle Rappresentative Allievi-Giovanissimi: Miguel Mastran-

gelo / Domenico Santorelli, Commissario Tecnico Regionale: Mauro Marinelli, Allenatore Rappresentativa Giovanissimi: Marco Maestripieri, Allenatore Rappresentativa Allievi: Vittorio Patriarca, Coordinatore: Armando Di Iorio, Medico Sportivo: Vincenzo Reale, Massaggiatore: Mario Steno, Magazziniere: Enzo Marinelli. Elenco dei Convocati "Giovanissimi" per Società: Calcio Venafro: Teoli Matteo, U.s. Campobasso 1919: Bonanno Piergiorgio, Cristofaro Cristian Acli Campobasso: Campanozzi Simone, Magri Kevin, Palmieri Michele, Vitale Ivan, Pol. Ss. Pietro e paolo: De Curtis Francesco, Ligoski Jacek, Mugnano Alessandro, Cimini Nicola., Pol. Dil. Miranda fraterna: Fraraccio Emanuele, Gatta Enrico, Melaragno Roberto, Melaragno Domenico. Ss. Atlet. Calcio venafro: Nardolillo Michele, Scugno Paolo, Tommasone Vincenzo, Palmieri Michele., S.c. Larino: Plescia Mattia. Elenco dei convocati "Allievi" per società S.c. San Leucio Isernia: Ciccone Benito, Pol. Ss. Pietro e Paolo: Bellisario Loris, Clissa Luca, Cordella Andrea, Matrice: Del Gaudio Salvatore, U.s. Venafro: Del Prete Giovanni, Locati, Giovanni B.,Marrafino Enrico,Pietracupa Alessio.U.s. Acli Campobasso: Di Biase Enzo, Gianrusso Luca, Pistilli Giacomo, Scarano Giuseppe, Colletorto: Mazza Pietro. Atletico Trivento: Moscufo Simone. Pol. Dil. Miranda Fraterna: Pellegrino Mattia. Pol. Roccaravindola: Ricci Fabio, Sisti Micheal. Virtus M. Santangiolese: Ciaburro Piergiuseppe. S.s. Adriatico Campomarino: Zirillo Guerino M.

CSI di Campobasso: avanza il Progetto "Regolati Tu" CAMPOBASSO - Il Presidente del Comitato Regionale CSI Molise ha sottoscritto con gli Istituti di pena di Campobasso ed Isernia una convenzione riguardante i contenuti del progetto del CSI “ Regolati-Tu”, approvato dalla Direzione Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria ed inserito a pieno titolo nel piano dell’offerta rieducativa dei medesimi Istituti. Il progetto prevede, in particolare, la realizzazione di un corso per arbitri di calcio e calcio a 5 per i detenuti di Campobasso ed un corso per allenatori di calcio per Isernia, che vedrà tra i docenti principali Marco Maestripieri già bandiera del Campobasso Calcio ed attualmente tecnico federale Coverciano; inoltre un tecnico CSI sta assicurando la sua presenza all’interno delle palestre presenti per un corretto utilizzo delle attrezzaturemacchinari di fitness e per lezioni di ginnastica all’aperto. La risposta dei detenuti è stata complessivamente molto buona tanto che si è dovuto articolare due turni per l’impiego delle palestre a disposizione. La Dirigente dell’Area educativa D.ssa Brancaleoni ed il per-

sonale della Polizia penitenziaria, in modo particolare quello addetto all’area tratta mentale, hanno evidenziato una grande professionalità e sensibilità nell’assecondare l’incontro tra i detenuti e la proposta del CSI. Questa collaborazione sarà sviluppata ed ampliata nel tempo: il CSI metterà a disposizione le sue competenze anche per l’attivazione di laboratori espressivi che possano aiutare i volontari – che già operano all’interno degli Istituti – a progettare attività per e con i detenuti da spalmare sull’intero anno. Tutta l’Associazione del CSI , nelle sue diverse componenti, è impegnata in questo percorso di approfondimento dei valori e delle esperienze belle dello sport a partire dalla scoperta delle regole come strumento a servizio della legalità, del rispetto e riconoscimento degli altri (è il TU nel titolo del progetto) e di se stessi (la regola come modalità per auto-disciplinarsi). Allora lo sport può diventare per davvero una esperienza che può contribuire a dare un po’ di senso alla vita delle persone che vivono la condizione di reclusi all’interno del carcere.

FORMULA UNO

Schumacher si schiera con la Fota Mosley non ha intenzione di mollare CAMPOBASSO - Michael Schumacher si conferma tifoso della rossa e della FOTA: "La F1 e' stato sempre il palcoscenico per i migliori". L'ex pilota Ferrari attacca Mosley e la Fia: "E' semplicemente incomprensibile -spiega il tedesco- che i team condividano la loro visione sull'approccio alle riforme e la federazione invece voglia ancora attuare qualcosa di diverso". Quasi meravigliato invece per lo storico accordo, che ha portato le scuderie ad unirsi nella Fota. "In un primo momento può sembrare incredibile, ma stavolta tutti i grandi team sono uniti". Sul futuro della Formula Uno, Schumacher non ha dubbi."Alla fine tutto e' legato ad un semplice fatto: lo sport dei motori e' una grande disciplina, la Formula 1 ha sempre rappresentato il top e deve rimanere al vertice. Tutto questo-conclude l'ex ferrarista- e' stato ammirato nel mondo, questo è ciò che tutti vogliono vedere. Se tutto questo viene costantemente messo in discussione dalla permanente incertezza delle regole, e' meglio tutelare il valore dello sport andar via e costruire altrove in modo ragionevole".Max Mosley non ha nessuna intenzione di mollare il trono della Fia: "Difficile il mio addio ad ottobre con questi problemi". Il boss della Federazione, spiega la situazione. "Il personale della Fia mi dice che abbiamo tutto questo caos, che siamo sotto at-

F1: Gran Bretagna, Vettel in pole, male le Ferrari

Rugby: azzurri ancora ko contro i Wallabies

Sebastian Vettel su Red Bull conquista la pole position nel Gran Premio d'Inghilterra. Dominio assoluto della scuderia austriaca che piazza anche il secondo, terzo miglior tempo infatti per Mark Webber. Preceduto dalla Brawn GP di Rubens Barrichello, staccato di tre decimi da Vettel. Quarta la Toyota di Jarno Trulli, solo sesto il leader del Mondiale, Jenson Button su Brawn GP. Continuano i problemi per Ferrari e McLaren. Per la rossa di Maranello, il miglior piazzamento in griglia è di Kimi Raikkonen, con il nono tempo. Peggio di lui Massa, undicesimo.

Finisce 34-12 il secondo incontro degli azzurri con i Wallabies. Entrambe le squadre scendono in campo scegliendo di effettuare un po' di tournover, lasciando a risposo alcune pedine chiave, ed è proprio l'Italia ad andare in vantaggio per prima con un calcio di McLean dopo sette minuti. Ma i festeggiamenti azzurri durano ben poco, perché la prima meta australiana è firmata da Hooker Polota-Nau all'undicesimo. Poi in meta vanno anche Cross e Ashley-Cooper e, con un piazzato di O'Connor e una trasformazione, il primo tempo si chiude 6-20.

tacco e che devo rimanere"- dice Mosley in un'intervista alla BBC-. Se fossimo in una situazione tranquilla ed io mostrassi la volonta' di lasciare ad ottobre, tutti sarebbero gentili con me. Mi direbbero di restare, ma tutto sommato non si preoccuperebbero e al mio posto arriverebbe un'altra persona". Mosley lancia l'ennesimo avvertimento alla FOTA: "Tutto quello che stanno facendo e'controproducente. L'obiettivo delle squadre, afferma, e' uno solo, vogliono sottrarre il controllo dello sport alla federazione. E sarebbe lo stesso con Bernie...", dice allargando il discorso ad Ecclestone.

21 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009


S P O RT FIGC

Il Consiglio federale ha varato due modifiche proposte dal Settore Giovanile e Scolastico

Non cambiano trasferimento di giocatori e ripescaggi CAMPOBASSO - E’ stata rinviata la decisione sulla normativa legata al tesseramento dei calciatori extracomunitari nei Campionati professionistici, anche al fine di verificare gli orientamenti della Lega Nazionale Professionisti, lo ha comunicato il presidente della Figc Abete, al termine del Consiglio federale: “Il mio orientamento - ha sottolineato il presidente federale nel corso della conferenza stampa – è quello di mantenere la situazione esistente nella stagione 2008-2009, cioè di consentire due sostituzioni di extracomunitari”. Il rinvio di ogni decisione -ha spiegato il numero uno della FIGC e commissario della LNP- vuole essere anche un gesto di attenzione e di rispetto nei confronti delle società di Serie A e Serie B, che non avendo raggiunto l’accordo sugli organi direttivi della Lega non possono avere per ora i propri rappresentanti in Consiglio federale. Rispondendo ad una domanda sulle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal Sottosegretario con delega allo sport Rocco Crimi che sollecitava una soluzione in tempi brevi alla situazione della Lega Nazionale Professionisti,auspicando nel contempo una ritrovata

22 ANNO II - N° 141 DOMENICA 21 GIUGNO 2009

unità tra società di serie A e serie B per mantenere la Lega unica, il presidente Abete ha dichiarato: “Condivido l'intervento di Crimi. E' importante avere cognizione dell'urgenza dei problemi del mondo professionistico e dare priorità ai contenuti rispetto al contenitore. L'obiettivo del commissario è verificare se ci sono le condizioni per mantenere l'unità della Lega, affrontando i problemi più urgenti, relativi alla governance, alla ripartizione delle risorse e allo sblocco del bando per i diritti televisivi affidati a Infront”. Ferma restando -ha aggiunto Abetela libera determinazione delle società,prevista dallo Statuto federale,di scindersi in due diverse Leghe. Il Consiglio ha discusso il sistema di garanzie che dovrà presiedere alle norme sulle Ammissioni ai Campionati. Per le società della Lega Pro, è previsto il deposito entro il 30 giugno 2009 di fidejussione bancaria a prima richiesta dell’importo di Centomila Euro. Questa scelta si inquadra nella politica sportiva della Lega di sostituire l’attuale sistema delle garanzie con la creazione di un nuovo modello di garanzia basato sulla partecipazione delle società di Prima e Seconda Divisione al capitale della cooperativa Fidicalcio, con l’obiettivo di sottoscrivere una polizza di garanzia bancaria unitaria a copertura dei debiti sportivi. Domande di ripescaggio in Seconda Divisione. Le società che abbiano interesse a candidarsi per l’eventuale ripescaggio al Campionato di Seconda Divisione dovranno documentare entro il 21 luglio di essere in possesso dei requisiti di ammissibilità e presentare sempre entro il 21 luglio la domanda alla Lega Pro. Il Consiglio ha varato due modifiche proposte dal Settore Giovanile e Scolastico. Per garantire un maggior controllo sui cambi di sede di giovani calciatori fino al sedicesimo anno di età (non riconducibili all’art. 40 delle NOIF), il tesseramento verrà autorizzato solo in caso di comprovata residenza del nucleo familiare da almeno sei mesi nella Regione sede della società per la quale si chiede il tesseramento. La seconda novità riguarda la durata dei due tempi per le gare

Milan: due le alternative a Cissokho: Zuniga o Maxwell Sfumato l'affare Cissokho, il Milan pensa alle alternative: potrebbe arrivare uno tra Zuniga e Maxwell. Il nome nuovo è quello del difensore colombiano del Siena Juan Camilo Zuniga. La sua valutazione è di circa 8 milioni di euro, praticamente la metà di quanto il Milan avrebbe sborsato per il terzino sinistro del Porto Aly Cissokho. Torna d'attualità anche il nome dell'interista Maxwell. Il terzino sinistro, che ha vissuto una stagione davvero poco esaltante con Mourinho, era già stato accostato tempo fa ai rossoneri.

della categoria Giovanissimi. Si passa da trenta a trentacinque minuti per consentire una più larga partecipazione dei ragazzi al gioco, essendo negli anni aumentato il numero delle sostituzioni possibili, pari a sette nell’arco degli attuali sessanta minuti che ora diventeranno settanta. Inoltre, nelle sue comunicazioni introduttive, il presidente ha riassunto l’attività federale delle ultime settimane. Nel settore agonistico, con il Club Italia, la Federazione è impegnata a rappresentare il calcio italiano a livelli di massimo prestigio internazionale: la Nazionale A in Sud Africa per la Confederations Cup; l’Under 21 in Svezia per gli Europei di categoria; ai Giochi del Mediterraneo di Pescara sarà presente la rappresentativa Under 20 che, inoltre, prenderà parte ai prossimi Mondiali in Egitto; la Nazionale Femminile è qualificata per i prossimi Europei in Finlandia; l’Under 17 ha raggiunto la fase finale dei Campionati del Mondo in Nigeria; la Nazionale di Calcio a 5 sarà presente ai Campionati Europei e la Nazionale di beach soccer ha guadagnato l’accesso alla fase finale dei prossimi Mondiali. In seguito alla situazione che si è determinata in Abruzzo per effetto del terremoto, la società L'Aquila (che non ha potuto completare il proprio campionato) verrà inserita in sovrannumero nell’organico dell’Interregionale, nel rispetto dei diritti acquisiti delle altre società.

NAZIONALE CALCIO A 5

Un pari e una vittoria contro la Serbia CAMPOBASSO - Un pari e una vittoria. Questo il bilancio della settimana della Nazionale di Calcio a 5, terminata con la vittoria per 3-1 (di Giasson, Vampeta e Honorio le marcature) dopo il pari (1-1) di lunedì contro la Serbia. Test importanti per il ct Roberto Menichelli che, per l’occasione, ha convocato 20 giocatori, molti dei quali esordienti (Miarelli, Botta, Giasson, Melis, Melise, Ricci, Bessa e Calderolli). Squadra giovane (l’età media è di 23 anni), ma che ha dimostrato grandissima maturità, come conferma Menichelli: “Il raduno è stato voluto per vedere all'opera da vicino alcuni giocatori e per verificare la possibilità di eventuali inserimenti in pianta stabile nel giro della nazionale. Stiamo lavorando per la squadra del futuro, in questa settimana volevamo fare degli esperimenti e delle valutazioni, e da questo punto di vista il raduno è stato senza dubbio indicativo”. Nelle due uscite contro la Serbia, il ct ha ruotato tutti gli uomini a disposizione. “Abbiamo lavorato in maniera molto intensa – continua il ct azzurro - da parte dei ragazzi c'è stata piena disponibilità e tanta voglia di mettersi in evidenza. Di certo, era necessario sperimentare e questa era l'occasione giusta per farlo”. Felice per il risultato, ma felice soprattutto per il

modo in cui il gruppo si è messo a disposizione del progetto: “Sono contento in particolar modo per i ragazzi: non era assolutamente facile giocare contro questa squadra, esperta e ben organizzata (anche la Serbia è qualificata per i Campionati Europei in programma a gennaio 2010 in Ungheria, ndr). La seconda gara è stata molto complessa da gestire, i ragazzi erano affaticati per la partita di lunedì e molti dei convocati, va sottolineato, avevano interrotto l’attività molte settimane fa, ma hanno dimostrato di sapersi gestire con grandissima intelligenza e maturità”.

ATLETICA

Giulio Passot in evidenza nei Campionati di Cattolica CAMPOBASSO - A Cattolica nella prima giornata dei Campionati Italiani Master individuali su pista Giulio Passot (nella foto) della Termoli Athletics si è laureato Campione Italiano Master dei 5000 metri nella categoria MM65 vincendo con l’ottimo tempo di 19:31:21 e superando Gianfranco Dal Ben del GS Brancaleone Asti in 20:31:84, Franco Marini dell’Atletica Carpenedolo in 21:30:18 e Renzo Giarolli dell’Atletica Energia Roma in 22:52:15. Nella seconda e terza giornata Passot scenderà in pista nei 10.000 metri e nei 1500 metri. Questa rassegna tricolore di Cattolica è l’appuntamento più importante per il settore master italiano che sempre dimostra vitalità e grandi numeri, sulle piste e sule pedane dello stadio “G. Calbi” sono impegnati nelle varie gare oltre 1400 partecipanti. La Ter-

moli Athletics continua a vincere medaglie di grande valore e di grande prestigio, quest’anno sono già due i titoli italiani master vinti dal club termolese quest’ultimo di Passot nei 5000 metri e quello del 24 maggio a Capracotta vinto da Anna Meo e Gilda Genova nei Campionati Italiani Master di staffetta di corsa in montagna, inoltre Gilda Genova aveva conquistato il secondo posto ai Campionati Italiani Master di Maratona a Treviso in marzo e Giulio Passot il secondo posto ai Campionati Italiani Master sui 10 km su strada a Beinasco e un prestigioso terzo posto ai Campionati Europei Master Indoor nei 1500 metri ad Ancona in marzo. Lo scorso anno Giulio Passot ha vinto addirittura 5 titoli italiani, grandi risultati che confermano l’ottimo lavoro svolto dalla Termoli Athletics .

Inter: il Real incontra gli agenti di Ibrahimovic Dalla Spagna rimbalzano voci secondo cui il Real Madrid ha intavolato la trattativa per acquistare Ibrahimovic. A dare la notizia è il quotidiano sportivo Marca. Fiorentino Perez, non ancora sazio dopo i milionari arrivi di Kakà e Cristiano Ronaldo, ha in mente un altro grande colpo per fare tornare i blancos la squadra dei galacticos. E Zlatan Ibrahimovic ha tutte le caratteristiche del caso: qualità fuori dal comune, un carattere non facile e soprattutto una valutazione stellare, 90 milioni di euro, ma la dirigenza del Real è decisa: vogliono il genio svedese.


La Gazzetta del Molise -free press- 21/06/2009  

La Gazzetta del Molise -free press- 21/06/2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you