Issuu on Google+

Prof a luci rosse, pena ridotta

Natale in città, pronto il cartellone

MILANO - E’ stata ridotta da tre a due anni e quattro mesi la pena inflitta alla giovane supplente originaria di Pietracatella ed accusata di violenza sessuale su alcuni alunni. La docente fu sorpresa seminuda da una collega. PAG 7

CAMPOBASSO. Presentato ieri il cartellone ufficiale di Natale in città. Si tratta del debutto della nuova amministrazione Di Bartolomeo. Centoventimila euro la spesa complessiva di cui 70mila per le luminarie. PAG 9

ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

L’OSCAR DEL GIORNO AI DIPENDENTI DEL CONSIGLIO REGIONALE

I dipendenti del Consiglio regionale si sono diplomati in inglese. Oggi il nostro oscar va a tutti quelli che ieri hanno ricevuto l’attestato per aver frequentato nei mesi scorsi, e con esito positivo, il corso di lingua. L’età non deve essere un limite per imparare cose nuove, e il personale di palazzo Moffa ha decisamente ampliato il proprio bagaglio culturale. Con sommo gaudio del presidente Michele Picciano.

IL TAPIRO DEL GIORNO A NICOLA D’ASCANIO

Se questo tapiro che oggi assegniamo al presidente della Provincia di Campobasso Nicola D’Ascanio avesse un colore, sarebbe decisamente rosa confetto. Lui, il capo dell’esecutivo di via Roma non entra nel merito del dibattito in corso sulla rappresentanza femminile nei posti di comando. Ieri l’ennesimo appello è arrivato da due donne di Costruire democrazia. E chissà se questa volta D’Ascanio risponderà qualcosa, così tanto per allontanare i dubbi.

Nuove minacce di morte www.lagazzettadelmolise.it

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Statuto, in Consiglio regionale cominciano i guai L’aula di Palazzo Moffa ha espresso solidarietà al premier Silvio Berlusconi prima di cominciare la seduta monotematica. Sulla forma di governo i toni si sono fatti più accesi CAMPOBASSO – Dopo le decine di messaggi di solidarietà, tra cui quello del presidente della Regione Michele Iorio, arrivati a seguito dell’aggressione al premier Silvio Berlusconi, ieri mattina anche il Consiglio regionale ha espresso la propria vicinanza al Cavaliere. Un

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

atto dovuto e bipartisan, seppur con qualche differenza, per respingere la violenza fisica perpetrata nei confronti del presidente del consiglio dei ministri che è anche un deputato eletto in Molise. Nell’aula di via IV Novembre ogni singolo componente dell’assemblea ha condannato il ‘vile atto’ come lo ha definito il presidente di palazzo Moffa Michele Picciano, nella maggioranza giudizi più pesanti contro ‘una campagna di odio messa in atto verso Berlusconi’. L’invito ad abbassare i toni della polemica è arrivato dagli assessori Luigi Velardi e Angiolina Fusco Perrella. Questi interventi hanno portato via buona parte della seduta straordinaria della mattina dedicata allo Statuto. Prima che i lavori riprendessero alle 17 sono stati discussi gli emendamenti presentanti agli articoli compresi tra l’11 e il 14. Il Consiglio ha approvato all’unani-

mità l’articolo che regolamenta il referendum abrogativo e il successivo su quello consultivo così come proposto. Sempre all’unanimità e senza variazioni, maggioranza e opposizione hanno promosso l’articolo 13 sugli organi della Regione (Consiglio, Giunta e presidente). Il dibattito si è animato sull’articolo 14 che rimanda alla nuova legge elettorale. Pareri contrastanti in questo caso. Per Vincenzo Niro il governatore deve essere eletto dall’aula e non in conseguenza del voto di coalizione, venendo però indicato sulla scheda elettorale. Per il modello assembleare anche il socialista Michele Pangia e Mauro Natalini (Sinistra e libertà) il quale ha avanzato l’introduzione della sfiducia costruttiva e il mantenimento a trenta del numero dei consiglieri. Intanto due giorni fa la prima commissione presieduta da Anto-

Intanto la I commissione ha licenziato la legge che introduce supermanager e otto direttori d’area nino Molinaro ha licenziato la nuova legge che introduce la figura del supermanager. Il 29 dicembre scade infatti la proroga dei contratti ai direttori generali oggi scesi a quattro (Antonio Di Ludovico, Lorenzo Ortis, Antonio Francioni e Roberto Fagnano) figure che ben presto saranno eliminate a favore di un direttore unico per la giunta e uno per il Consiglio. Da qualche tempo circolano indiscrezioni sul fortunato che andrà a ricoprire il prestigioso incarico. Alte le quota-

zioni per Antonio Francioni anche se, pare, nella rosa del presidente Iorio ci sarebbero un altro paio di nomi ‘eccellenti’. La bozza prevede anche l’istituzione dei direttori d’area (uno per ogni assessorato). Questa legge e il bilancio (di cui però il centrosinistra dice di essere all’oscuro) sono i nodi da sciogliere prima di completare l’allargamento della giunta con la nomina di Salvatore Muccilli e Filoteo Di Sandro. red

Vigilantes in agitazione Chiedono il ripristino della clausola che salvaguardia i livelli occupazionali. La gara bandita da Palazzo Moffa non la prevede CAMPOBASSO – La vigilanza privata molisana è in agitazione. Ieri mattina davanti alla sede del Consiglio regionale la protesta di una delegazione di guardie giurate rappresentata dalle sigle sindacali di Ugl, Cgil e Uil. Il nodo è tutto in una

postilla che Palazzo Moffa ha omesso all’interno del bando di gara per l’affidamento del servizio ai privati che risponderanno entro i primi giorni di febbraio. Una postilla non da poco che riguarda la ‘salvaguardia dei livelli occupazio-

nali’. In sostanza i vigilantes chiedono il ripristino della clausola che obbligherà l’istituto aggiudicatario ad assumere prioritariamente il personale in esubero mantenendo gli stessi diritti già acquisiti nonché livello,

mansioni, trattamento economico e scatti di anzianità. Così si faceva a via IV Novembre prima di quest’anno, e così hanno già fatto Comune e Provincia. Le guardie giurate hanno incontrato il presidente Michele Picciano che li ha

Berlusconi: l’amore vince sempre sull’odio

Parla Di Pietro, il Pdl si alza e lascia l’Aula

MILANO - Il premiee Silvio Berlusocni, aggredito domenica a Milano, forse sarà dimesso oggi. Ieri intanto ha parlato, anche se solo attraverso un messaggio pubblicato sul sito del Pdl: «Grazie di cuore ai tantissimi che mi hanno mandato messaggi di vicinanza e di affetto. Ripeto a tutti di stare sereni e sicuri. L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio». Il premier ieri è stato sottoposto a nuovi controlli e visite.

ROMA - Alta tensione alla Camera ieri durante l'informativa del ministro Maroni sull'aggressione contro Berlusconi. Quando ha preso la parola Di Pietro i deputati del Pdl hanno lasciato l'Aula. Non prima però di attaccarlo. Il capogruppo del Pdl Cicchitto ha detto: “La mano di chi ha aggredito Berlusconi è stata armata da una spietata campagna di odio, ognuno si assuma la propria responsabilità».

rassicurati comunicando loro che ha già richiesto un parere giuridico (magari per integrare il bando). Ad oggi resta soltanto la volontà politica di andare avanti per risolvere la vertenza, e i lavoratori già promettono battaglia. AD


PRIMO PIANO Nuove minacce di morte al capitano Bandelli CAMPOBASSO – Ancora una lettera di minaccia recapitata all’indirizzo del capitano dei Carabinieri Antonio Bandelli. La missiva anonima è stata inviata ieri mattina al Comando provinciale di Foggia dove l’ufficiale lavora. Il messaggio chiaro e conciso: è arrivata la tua ora, sappiano tutto di te. Bandelli non è nuovo a questi atti

Il suo nome in Molise è legato soprattutto all’inchiesta Piedi d’Argilla intimidatori. Già a maggio scorso era stato il destinatario di un’altra lettera minatoria che ignoti avevano inviato anche al pm di Campobasso Nicola D’Angelo e al coordinatore del DdA di Bari, Marco Dinapoli. A Venafro, dove il capitano ha prestato servizio fino

al 22 agosto del 2007, lo chiamavano “il Tenente di Ferro” per quel suo fare deciso e risoluto, proprio di chi non nutre timori reverenziali nei confronti di alcuno. Ma in Molise il suo nome richiama alla mente soprattutto l’inchiesta Piedi d’Argilla avviata dalla Procura di

Campobasso per presunti abusi nella fornitura di cemento destinato alla realizzazione dei piloni per la variante stradale Anas di Venafro. Dopo mesi di indagini si arriva all’operazione del 2 dicembre del 2004: arresti e indagati eccellenti. Tra questi anche l’allora vice-

presidente della Giunta regionale Aldo Patriciello. La variante autostradale è inaugurata nell’ottobre 2008, nel frattempo Patriciello, ormai eurodeputato, è rinviato a giudizio. I reati contestati sono frode in pubbliche forniture, truffa e falso ideologico.

Coinvolti sia i magistrati di Palermo sia quelli di Campobasso che dovranno ora risarcire i familiari delle vittime con 45mila euro per danni morali

Izzo semilibero: la Corte europea condanna i giudici italiani CAMPOBASSO – In molti avevano manifestato riserve sulla semilibertà concessa ad Angelo Izzo dalla nostra giustizia quando il mostro, trent’anni dopo il massacro dei Circeo, colpì ancora, ucci-

dendo nella villetta di Ferrazzano Maria Carmela Linciano e sua figlia Valentina Maiorano, quest’ultima di appena 14 anni. Che cosa aveva convinto i giudici? Domanda lecita, visto che si aveva a che fare con un assassino dalla personalità quantomeno complessa e pericolosa. Da ieri quei dubbi hanno un fondamento sacrosanto: la Corte europea dei diritti dell'uomo di

Strasburgo - alla quale si era rivolta la famiglia Maiorano un anno dopo il duplice delitto - ha condannato l'Italia per aver concesso nel 2004 la semilibertà a Izzo. Così facendo – dice la Corte le autorità italiane hanno violato il diritto alla vita di Maria Carmela Linciano e Valentina Maiorano, massacrate dal mostro il 28 aprile 2005 proprio mentre godeva di questo beneficio. La Corte

Trentaquattro anni fa il massacro del Circeo Era il 1975. Il 29 settembre. Angelo Izzo e i suoi due amici, Gianni Guido e Andrea Ghira, massacrarono di botte e torturarono due ragazze ‘di borgata’. Maria Rosaria Lopez e Donatella Colasanti che avevano conosciuto qualche tempo prima. Su di loro violenze di ogni genere in una villa al Circeo, sul quel litorale che a quei tempi era considerato della Roma bene. Come della Roma bene facevano parte i ‘tre bravi ragazzi’, i tre 'pariolini' dalle idee destrorse che non ebbero nessuna pietà per quelle ragazze così diverse da loro. L’appuntamento era per le quattro del pomeriggio. Le ingannarono facendo credere loro che avrebbero partecipato ad una festa. Salgono sulla Fiat 127 e partono alla volta di Villa Moresca in cui passava l’estate la famiglia dei Ghira. Una villa enorme su due piani con tanto di garage e giardino. Un luogo meraviglioso se si vuole passare una settimana di puro relax ma che quella notte si trasforma in un bunker per le due ragazze. Arrivati nella tenuta che affaccia sull’isola di Ponza, Maria Rosaria Lopez e Donatella Colasanti capiscono che non c’è nessuna festa e per loro sta iniziando un incubo. Presto si ritrovano con le pistole puntate in faccia. Le rinchiudono anche nel bagno. Angelo Izzo resta a fare la sentinella e le spinge ad avere rapporti sessuali con lui. Giudo invece torna a Roma per cenare con i genitori. Intanto le ore passano, manca un’ora a mezzanotte: Gianni Guido torna nella villa e con lui c’è anche Andrea Ghira. Il quadro è completo e per le ragazze non c’è più scampo. Sotto l’effetto di stupefacenti le seviziano, le violentano, le picchiano. Le

due giovani si accorgono che per loro non c’è scampo. Donatella riesce in un momento di distrazione ad afferrare un telefono e a chiedere aiuto alla Polizia. Al centralino riesce solo a dire che la stanno ammazzando. Poi con un bastone di ferro la colpiscono alla schiena. Un incubo. Nell’altra stanza c’è Rosaria. Si sentono le sue grida. Ma è come se la stessero affogando. Purtroppo non è un presentimento. La ragazza di appena 17 anni, viene spinta con la testa nella vasca da bagno. Donatella si finge morta e riesce a salvarsi. Gli aguzzini, raggiunto il loro obiettivo, avvolgono le due donne in alcune buste di plastica e le caricarono nel bagagliaio dell’auto. E’ la sera del 30 settembre. Le sevizie sono andate avanti per 36 ore. Fatto rientro a Roma i pariolini parcheggiano l’auto in via Pola, nelle vicinanze di via Nomentana, a caccia di una pizzeria, di divertimento. Nella 127 c’è il cadavere e il corpo esanime di una ragazza che chiede aiuto. La ritrova un vigile che scopre il frutto di quella terribile ‘festa’. Una vicenda orrenda, crudele, che scosse l’Italia intera. Vicenda tornata poi alla memoria per via del massacro di Ferrazzano. Simile per crudeltà, diversa perché nella villetta alle porte di Campobasso morirono due persone. A distanza di 34 anni da quel settembre del 1975 molte cose sono cambiate. Gianni Guido è un uomo libero (da agosto), di Ghira si sa che è morto in Marocco Angelo Izzo invece è di nuovo in carcere a scontare un altro ergastolo dopo che, nell'aprile del 2005, quando era in semilibertà, uccise Maria Carmela Linciano e sua figlia Valentina di 14 anni.

europea ha anche stabilito che la nostra magistratura dovrà risarcire i familiari delle vittime con 45mila euro per danni morali. I giudizi italiani ora hanno tre mesi di tempo per fare ricorso alla Grande Chambre. Coinvolti in questa brutta faccenda sia i giudici di Palermo che quelli di Campobasso. I primi, secondo la Corte europea, ‘condannati’ perché concessero la

semilibertà a Izzo nonostante questi avesse infranto alcune regole sulla sorveglianza. Quelli molisani invece perché non informarono il Tribunale di Sorveglianza (organo che si occupa della sorveglianza sulla esecuzione della pena) del comportamento non proprio conforme (spesso rientrava in carcere oltre l’orario consentito) al regime di semilibertà.

Maria Carmela e Valentina vittime del mostro nella villetta di Ferrazzano Si erano da poco trasferite a Ferrazzano, Maria Carmela Linciano e Valentina Maiorano. Erano i primi mesi del 2005 e nei progetti della moglie di Giovanni Maiorano, ex boss esponente della Sacra Corona Unita (rinchiuso in carcere per aver ucciso un 17enne e nel contempo collaboratore di giustizia), c’era l’intenzione di aprire un ristorante in società con Angelo Izzo, il quale da tempo manifestava affetto ed apparente protezione nei confronti delle due donne. In quel periodo, quello che da sempre è chiamato il mostro del Circeo godeva della semilibertà e pertanto aveva modo di frequentare giornalmente la donna e sua figlia. Un rapporto dunque di fiducia, il cui retroscena è stato però un efferato omicidio. Il 28 aprile del 2005, in quella villetta di Ferrazzano (di proprietà di Guido Palladino uno dei due compagni di merende di Angello Izzo, assieme a Luca Palaia) luogo di incontri e di progetti in vista dell’apertura di quel ristorante in cui sarebbe stata investita una somma di denaro di circa 40 mila euro (frutto della vendita di un terreno agricolo in provincia di Lecce), l’assassinio delle due donne. Entrambe soffocate e poi sepolte nel giardino della villetta, sotto mezzo metro di terra e calce. Alla base del delitto, l’intenzione di Izzo di prendere quei soldi e fuggire all’estero con il figlioccio Luca Palaia, di 21 anni. I documenti falsi, come raccontato da due prostitute agli inquirenti, erano già pronti. Bisognava solo uccidere la donna e farne sparire le tracce. Dunque questo il movente e non un raptus. A morire, spiegò poi Izzo, doveva essere solo Maria Carmela, la ragazza è morta solo perché quel giorno si trovava lì, perché aveva accompagnato sua madre, diventando perciò testimone. Ma come sono stati ritrovati i corpi delle due donne? Tutto sarebbe partito da un'indagine su un traffico d'armi. Lo Sco di Campobasso da qualche settimana controllava Izzo, Palladino e Palaia. Proprio sull’auto dei due molisani, amici del mostro, durante un controllo dei poliziotti, il ritrovamento di una pistola. Poi un sopralluogo nella villetta frequentata dai tre e li, su indicazione di Palladino e Palaia, il ritrovamento dei corpi.


REGIONE

‘Pro-Adria’, più sicurezza nell’area dei Balcani Costituito un Comitato tecnico-scientifico di analisi criminologica. La Regione Molise in prima linea CAMPOBASSO - Si chiama “PRO-Adria” il progetto che dovrà essere sviluppato dal Comitato Tecnico-Scientifico, la cui presentazione si è tenuta ieri mattina in giunta Regionale. Obiettivo: stabilire un Centro di Eccellenza di analisi criminologica avente come area tematica la Criminologia e la Sicurezza per la stabilità geopolitica dell’area europea-adriatica. Tra i vari partner istituzionali dell’iniziativa vi è anche la Regione Molise. Dunque, il Centro metterà a punto un network permanente in grado di legare le diverse competenze delle strutture partecipanti e di mediare tra le esigenze della Commissione Europea ed i Paesi della ex Jugoslavia. Infatti, a partire dalla conferenza di Lisbona, una priorità dell’agenda europea è

Palazzo Moffa Dipendenti a lezione d’inglese Ieri mattina la consegna degli attestati

4 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

stata identificata con la questione della sicurezza in area balcanica, appare evidente che l’Italia ed in particolar modo le regioni dell’area adriatica possano giocare un ruolo determinante in questa fase di transizione. L’analisi preventiva dei fenomeni sociali, giuridici, economici di contrasto ai processi criminali ed ai percorsi di radicalizzazione, può avere a sua volta un ruolo importante nella politica europea. Presenti all’incontro di ieri, oltre ai componenti del Comitato Tecnico-Scientifico e i rappresentanti dei vari partner dell’iniziativa, il presidente della Regione Molise, Michele Iorio, il prefetto di Campobasso, Carmela Pagano e la consigliera di Parità, Giuditta Lembo, promotrice ed attuatrice del Progetto. Hanno parte-

cipato poi anche il comandante regionale dei Carabinieri, Generale Gianfranco Rastelli, il comandante regionale dell’Esercito, generale Aldo Picotti, direttore Regionale del Corpo Forestale dello Stato, Domenico Gentile e la Direttrice del carcere di Larino, Rosa La Ginestra. Il presidente Iorio ha evidenziato nel suo intervento quanto siano importanti le politiche della sicurezza all’interno del nuovo contesto europeo e mediterraneo. “Questa iniziativa –ha detto - si inserisce fruttuosamente nell’ambito di una più larga programmazione strategica portata avanti dalla Regione Molise, insieme ad altre 24 Regioni ed Enti locali del Bacino Adriatico: l’EuroRegione Adriatica. Un organismo interregionale ed internazionale che si pone l’obiet-

tivo di una collaborazione stretta tra Istituzioni per una comune crescita sociale, culturale ed economica. Appare chiaro in questa ottica come non vi possa essere crescita e sviluppo se, a precondizione, non vi è una comune politica di sicurezza tesa a creare quell’humus di tranquillità sociale in cui sviluppare rapporti di collaborazione e di interscambio. È bene, quindi, mettere a frutto tutte le esperienze maturate negli anni dal nostro sistema istituzionale e da quello delle Regioni limitrofi e transfrontaliere, per attivare programmazioni sociali e territoriali che affrontino le problematiche maggiormente sentite della sicurezza e della protezione dei cittadini, siano essi minori, donne o persone svantaggiate”.

CAMPOBASSO – Ieri a Palazzo Moffa cerimonia di consegne dei diplomi per il corso di lingua inglese frequentato dai dipendenti del Consiglio regionale. Alla presenza del presidente dell’assemblea Michele Picciano e della preside del Liceo scientifico Anna Gloria Carlini sono stati consegnati gli attestati del corso che rientra nell’ambito del “Progetto di formazione professionale del personale regionale”, certificato dal Trinity College of London. Il presidente Picciano ha espresso soddisfazione e ringraziamento per l’adesione e l’andamento del corso che sviluppa maggiore conoscenza e com-

Presidente del Comitato Scientifico: Michele Iorio (Presidente della Regione Molise). Componenti: Rosario Priore (Giudice emerito Corte Cassazione di Roma), Adriano Ciani (addetto scientifico Ambasciate Italiane a Tirana), Augusto Balloni (ordinario Università di Bologna), Alberto Gasparini (ordinario Università di Trieste), D. Vulpiani (Dirigente Generale della Polizia di Stato, Consigliere Ministeriale della Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato), M. Di Nezza (Giudice Tar Lazio e Consigliere giuridico del Ministro dell’Economia), S. Moscato (Sostituto Procuratore Tribunale Minori), Angelo Percolo (Direttore Asrem).

petenza del personale regionale ed ha affermato l’intenzione di favorire, con il potenziamento di mezzi e strutture, una sempre maggiore specializzazione del personale regionale. Picciano ha poi concluso che le collaborazioni con la scuola rappresentano la strada giusta per costruire una rete di qualità delle istituzioni pubbliche. La preside Anna Claudia Carlini a ringraziato il Consiglio regionale per la fiducia nella qualità dell’istituto che dirige e gli “studenti “ che hanno risposto in maniera eccezionale, contribuendo tutti insieme alla crescita complessiva della collettività.


REGIONE Buoni casa, Pallante chiede la proroga CAMPOBASSO – Il consigliere regionale Quintino Pallante ha presentato ieri mattina nell’aula di Palazzo Moffa una mozione urgente per chiedere una ulteriore proroga al 30 dicembre (anziché al 10) dell’avviso pubblico per la presenta-

chiesta al presidente “per dare la possibilità a tutti i cittadini interessati di poter usufruire di uno strumento importantissimo per l’acquisto di immobili destinati ad abitazioni. La proroga risulta necessaria considerato che la documentazione

zione delle domande finalizzate all’assegnazione di contributi a chi acquista la prima abitazione. Tante le carte da allegare all’istanza. Ecco perché il presidente della commissione speciale sull’influenza suina ha avanzato la ri-

da consegnare (a pena di esclusione), risulta particolareggiata e la cui acquisizione richiede tempi tecnici lunghi, considerato che trattasi di planimetrie, copie di atti di acquisto ed atti ipotecari, per citarne solo alcuni”.

Quote rosa, D’Ascanio e le buone intenzioni Le donne di Costruire democrazia sferrano l’attacco al presidente della Provincia di Campobasso: “Ci aspettiamo un impegno reale non blandi proclami”

CAMPOBASSO – In principio fu la sentenza del Tar pugliese che obbligò il presidente della Provincia di Taranto ad allargare il suo esecutivo con una rappresentane femminile. Un giudizio storico, che ha acceso il dibattito anche in Molise dove gli animi si sono decisamente scaldati. Poi 9 donne hanno puntato i piedi contro il capo della

giunta isernina Luigi Mazzuto che, nonostante l’azzeramento, ha rimesso in piedi la sua squadra ‘al testosterone’ come se i giudici amministrativi non si fossero mai pronunciati. Insomma, certe volte va bene, certe altre un po’ meno. Un caso a parte è Palazzo Magno. Qui il presidente Nicola D’Ascanio, un ‘vecchio comunista’ (se di questi tempi si può ancora dire) nonostante gli appelli nicchia. Il montenerese deve avere o un’altissima considerazione delle donne (nel senso che non crede nelle quote rosa quanto piuttosto nella persona messa al posto giusto e al momento giusto) o, tutto al contrario, una scarsa se non addirittura nulla, considerazione. Il problema è che D’Ascanio sull’argomento non dice una parola, non si esprime, nicchia per l’appunto. Ieri è arrivato l’ennesimo appello. Questa volta a scrivere sono due ex dipietriste (oggi dentro il movimento Costruire democrazia) Erminia Gatti e Teresa Cuomo che in una nota dicono: “Ci aspettiamo un impegno reale dal presidente della Provincia di Cam-

pobasso, non bastano i blandi proclami e le buone intenzioni. C’è una vera e propria emergenza nella rappresentanza femminile all’interno degli organi di governo regionale, e la Provincia di Campobasso non fa certo eccezione”. Parole anche più dure per il collega pentro Mazzuto. “Anche il Tar Molise – scrivono - ha seguito una linea analoga (a quello della Puglia, ndr) riguardo alla giunta provinciale di Isernia. Ebbene, si è alzato un coro di critiche per il comportamento incredibile di Mazzuto, che nel più aperto disprezzo delle regole democratiche e delle istituzioni, tanto di quella da lui rappresentata quanto della magistratura giudicante, ha avuto l’arroganza di disattendere il contenuto di una sentenza ed è arrivato a riconfermare la medesima giunta considerata illegittima”. E concludono “ci auguriamo che la medesima fermezza e l’istanza di rispetto delle regole di parità espresse in relazione alla vicenda di Isernia vengano riservate anche alla provincia di Campobasso, una giunta tutta azzurra che non contempla neppure un

componente maschile in giunta. Ci batteremo per sensibilizzare l’opinione pubblica e per assicurare quello che è un baluardo di civiltà, oltre che un’occasione di crescita per le politiche di genere. Le affermazioni di principio lascino spazio ad azioni concrete: i tempi sono maturi”. AD

Riforma Superiori, Gilda: il Consiglio di Stato ci dà ragione CAMPOBASSO - “Lo stop imposto dal Consiglio di Stato sui regolamenti dà ragione a ciò che ribadiamo da mesi: la riforma delle scuole superiori deve essere rinviata di un anno”. Ad affermarlo è il coordinatore regionale della Gilda degli Insegnanti, Michele Paduano, che accoglie con soddisfazione il parere negativo espresso

Il servizio informativo

e di assistenza della

Regione Molise

dalla magistratura amministrativa. “Le osservazioni formulate dal Consiglio di Stato – dichiara Paduano – rilevano, in sostanza, che non esistono le condizioni adatte per procedere con l’applicazione della riforma voluta dal Governo. In particolare, viene contestato un eccesso di deleghe per un provvedimento che, considerata la por-

tata e la delicatezza della materia, dovrebbe essere regolato da una legge e non da un decreto ministeriale. A questo punto – conclude il coordinatore regionale della Gilda – è evidente che il ministero della Pubblica istruzione dovrà rallentare questa deleteria corsa verso la riforma e rispondere ai chiarimenti chiesti dal Consiglio di Stato”.

telefono

e-mail

web

sportelli

ANNO II - N° 279

Campobasso: P.zza Cuoco, 8 Isernia: C.so Garibaldi, 167

MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

0874 4291 0865 4471

www.quiregionemolise.it

contactcenter@regione.molise.it

5


CAMPOBASSO I fatti risalgono al novembre del 2006 e avvennero in una scuola media di Nova Milanese

Ridotta la pena alla ‘prof a luci rosse’ Il Tribunale di Monza l’aveva condannata con rito abbreviato a tre anni di reclusione, ma la pena, per la professoressa di matematica e fisica, originaria di Pietracatella, accusata di violenza sessuale su alcuni studenti di una scuola media di Nova Milanese, è stata ridotta a 2 anni e 4 mesi. I fatti risalgono al novembre del 2006, quando la docente fu sorpresa da una collega, in aula di so-

stegno, in compagnia di alcuni studenti, tutti al di sotto dei 14 anni. La molisana era in parte svestita e tre dei cinque ragazzi presenti avevano i pantaloni abbassati, mentre gli altri due assistevano alla scena. Immediatamente la denuncia al preside a fronte delle quale, la docente si è giustificata sostenendo di essere stata “costretta a fare certe cose” e dunque di essere una vittima e non una

Per fare tutto ci vuole un fiore Sorgenia e Legambiente Molise organizzano corsi per docenti Nell’ambito del progetto triennale di educazione ambientale “Per fare tutto ci vuole un fiore”, promosso da Legambiente Molise e l’istituto comprensivo “Montini” di Campobasso, con la collaborazione ed il contributo di Sorgenia, è stato organizzato un corso di formazione per docenti e dirigenti scolastici delle scuole di ogni ordine e grado della regione coordinato da Legambiente Scuola e Formazione, ente qualificato presso il Miur per la formazione del personale scolastico. La partecipazione è gratuita e a conclusione sarà rilasciato l’atte-

stato di partecipazione. Le lezioni dovrebbero essere tenersi nel mese di gennaio e si terranno alla Montini di Campobasso. L’obiettivo è quello di fornire ai docenti spunti metodologici, conoscenze scientifiche e strumenti didattici sull’educazione ambientale come educazione alla cittadinanza attiva; sulle fonti energetiche rinnovabili ed il risparmio energetico; sui percorsi educativi per la promozione del risparmio energetico a scuola e a casa. Il bando completo e la scheda di adesione sono sul sito www.legambientemolise.eu

Premio di poesia Altobello Oggi la cerimonia di premiazione Questo pomeriggio alle 17 nella sala teatro del dopolavoro ferroviario la cerimonia delle premiazioni della VII edizione del premio nazionale di poesia intitolato a Giuseppe Altobello organizzato dal “Cafè Letterario”. Saranno premiate le prime tre poesie sia della sezione in lingua italiana che quella dialettale. Alla cerimonia parteciperanno le giurie com-

poste dal professor Gianni Spallone e le professoresse Tiziana Antonilli e Maria Lucia del Monaco per la sezione in lingua e dal professor Nicolino Di Donato ed i sigg. Mario de Lisio e Fernando Anzovino per la sezione dialettale. Accompagnamenti ed intermezzi musicali a cura di Manuel Petti (fisarmonica) e Danilo de Vivo (basso).

Domani la manifestazione per i 50 anni del Marconi A causa del maltempo la manifestazione che era stata programmata per ieri è stata rinviata a domani con lo stesso programma. Si tratta di una serie di eventi di per festeggiare il cinquantenario

dell’Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Marconi”. I ragazzi ieri avrebbero voluto comunicare in maniera insolita ed originale la festa della propria scuola.

corruttrice. Ma da parte della Procura di Monza, invece, la chiara contestazione dei reati di violenza sessuale, corruzione di minorenni e atti di libidine. Nel processo, i genitori degli alunni si sono costituiti parte civile, mentre la corte ha sostanzialmente accolto le conclusione del pm Armando Perrone. ms

Presepi molisani in mostra dal 19 alla ‘Città nella città’ Si chiama “Presepi molisani in mostra” e sarà, lo dice il titolo stesso, una mostra di presepi aperta dal 19 dicembre al 10 gennaio a Campobasso. Una nuova location, ‘La città nella città’ realizzata dall’imprenditore Di Biase per esporre un’antica tradizione quella di ricostruire la Natività attraverso la fantasia di chi ha saputo fare del presepe un’arte. Ecco quindi piccoli pastori infilati in bottiglie di spumante o in botti di legno. La sacra famiglia al centro di paesaggi incantati

tra la neve di cotone e lo sguardo ammirato dei Re arrivati dall’Oriente a portare i doni al bimbo che avrebbe salvato l’umanità. Tra gli espositori Antonio Peluso (fantastiche le sue miniature), Martino Mercurio, Fabio Monti, Giuseppe Di Bartolomeo, Franco Praitano, Alberto Rossi, Domenico Serafini e Donato Antuzzi solo per citarne alcuni. La mostra, imperdibile per gli amanti del genere ha il patrocinio della Regione Molise, della Provincia di Campobasso e del Comune.

Acquaticità e musicoterapia I due corsi al Cardarelli Corsi di acquaticità e di musicoterapica per le gestanti questa la novità nel percorso di nascita. Corsi organizzati dal Dipartimento materno infantile del presidio ospedaliero Cardarelli in collaborazione con il reparto di Ostetricia e Ginecologia, diretto da Marco De Santis, corso che mira a fornire sostegno e informazioni alla donna in gravidanza attraverso l’acqua, che aiutano a conoscersi e ad alleviare alcuni disturbi provocati dalla gravidanza, oltre che preparare il corpo al parto. Il corso può essere avviato già

alle 28esima settimana di gestazione e proseguire fino alla 37esima. Otto le lezioni: la prima teorica, tutte le altre in acqua e avverranno con cadenza settimanale (il sabato dalle ore 16 alle ore 17,15 presso la piscina del reparto di Fisiatria al piano terra del Cardarelli). Partecipare la corso è facile: bastano 2 impegnative del proprio medico curante, con la dicitura riconosciuta dal Tariffario nazionale: training prenatale psico-fisico per il parto naturale (corso di acquaticità in gravidanza), vidimata dal Cup-Pass; idrochinesi terapia vidimata dal Cup-Pass). La musicoterapica in gravidanza (ascolto musicale, canto prenatale, uso della voce parlata e cantata) facilita la comunicazione madre-feto fin dai primi momenti, in modo tale che la nascita del bambino non sia l’inizio di un rapporto, ma la sua continuazione. E’ possibile iniziare il corso di musicoterapica già dalla 28esima settimana di gestazione e continuare fino alle 37esima, senza alcuna controindicazione. Il corso si articola in 8 lezioni con cadenza settimanale (il martedì) della durata ognuna di un’ora e un quarto. La sede del corso è la sala d’attesa della Diabetologia Pediatrica al 1° piano dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Per partecipare al corso occorre l’impegnativa del medico di base vidimata dal cuppass con dicitura Training prenatale: corso di musicoterapica.


CAMPOBASSO E’ Natale, dopo il cartellone ...arriva la sorpresa Ricorderanno anche le vecchie feste di paese o le sagre della porchetta e peperoni fritti ma le luminarie di Campobasso quest’anno strizzano l’occhio al risparmio. Non perché sono costate poco, (70 mila euro) ma perché sono al led, ovvero Light Emitting Diode (Diodo ad emissione luminosa, vale a dire una periferica in grado di emettere rapidi impulsi luminosi) e permettono di economizzare il 50% di elettricità rispetto alle classiche lucette. A conti fatti si potrebbe dire che rispetto all’anno scorso ‘quando il percorso era molto più breve’, (quest’anno si parla di quasi 5 chilometri e mezzo). Si spenderanno 3.500 euro in meno. I particolari del Natale in città, nome della storica iniziativa che l’amministrazione Di Bartolomeo ha contratto in “E’ Natale” (sarà per via della crisi?) sono stati snocciolati ieri mattina in una conferenza stampa in bilico tra la l’enunciazione e le scuse. “Avremmo dovuto dire alla città che le luminarie si sarebbero accese più tardi del solito per evitare polemiche. E abbiamo aspettato fino ad oggi per comunicare alla stampa il cartellone per far decantare la situazione. Siamo consa-

pevoli che come amministrazione abbiamo avuto dei limiti e siamo coscienti che qualche errore l’abbiamo commesso ed è da questi errori che ripartiremo i prossimi anni”. Butta le mani avanti il presidente della commissione Cultura Stefano Ramundo che però si è rimboccato le maniche sin dal primo momento per offrire alla città un cartellone di eventi degno di questo nome. Chiede maggiore fiducia e cita Churchill “E’ un peccato non fare niente col pretesto che non possiamo fare tutto” il giovane presidente della commissione Cultura che punta sul connubio tra tradizione e innovazione, tra le esigenze di una città e il suo patrimonio culturale. Debutto senza botto ma con l’intento di fare meglio e di partire dagli errori per proporre un’idea di Natale che è dono, scambio, pace e solidarietà. La festa per eccellenza il momento più magico per far rivivere la città, nella sua totalità: dalle chiese alle contrade, dal centro storico alle piazze. E quindi eventi, concerti, spettacoli teatrali e tanta musica da ascoltare in luoghi insoliti o fino ad ora tenuti all’ombra. La novità di quest’anno, se così possiamo chiamarla, è il ri-

torno del veglione di San Silvestro in piazza Municipio e in diretta su Radio Luna per tutta la giornata del 31 dicembre. Con tanto di fuochi d’artificio brindisi e auguri di buon 2010 da parte del sindaco che stapperà lo spumante dal balcone del Municipio. Per gli irriducibili colazione in piazza alle 5. Anche quest’anno torna la magia del presepe vivente per le strade del borgo, c’era anche l’idea di valorizzare Piazzetta Palombo ma ci è messo pure il maltempo e gli spettacoli lì previsti sono saltati. Quanto è costata l’iniziativa? Centoventimila euro di cui trentamila per gli eventi culturali pagati con i soldi della Regione. Settantamila euro per le luminarie prese in affitto. Ma ora arriva il bello: l’amministrazione ora ha inviato ai commercianti dei bollettini di conto corrente su cui versare un contributo. “Ci aspettiamo grandi cose dai negozianti – ha detto ieri in conferenza l’assessore al ramo Colarusso – spero ci diano un corposo aiuto. Daremo tanto se tanto riceveremo”. Di parere opposto i commercianti, poco entusiasti dell’organizzazione. Cosa succederà? Per trarre le conclusioni si dovrà aspettare l’8 gennaio. gc

16 Dicembre

22 Dicembre

30 Dicembre

Presentazione del calendario “SCALINATA DEL FOLKLORE” Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 17,00

“SAX ENSAMBLE” Orchestra di sassofoni del Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso Auditorium Istituto Comprensivo “I. Petrone” ore 21,00

MUSICA FLAMENCA Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 19,00

23 Dicembre

SPECIALE CAPODANNO IN PIAZZA PREFETTURA dalle ore 22,00

“NEW HARLEM” Canzone, Poesia e Teatro Popolare Auditorium Istituto Comprensivo “I. Petrone” ore 18,30

2 Gennaio 2010

17 Dicembre 14STRINGS duo chitarra e mandolino Chiesa Sacro Cuore (San Francesco) ore 19,30

19 Dicembre CORO DELL’UNIVERSITÀ DEL MOLISE Chiesa San Leonardo ore 18,00 RASSEGNA CORALE “NATALEinCANTO” Chiesa S. Giuseppe Artigiano ore 19,00 - CORO POLIFONICO “COELI LILIA” - CORO “POLYPHONIA” - CAMPOBASSO - CORO POLIFONICO “COELI LILIA”

“ORCHESTRA GIOVANILE DEL CONSERVATORIO L. PEROSI” Atrio ospedale “Cardarelli” - ore 19,00 “LUIGI FARINACCI BAND” Musica Rock Teatro Caffè Letterario (dopo lavoro ferroviario) ore 21,30

25 Dicembre

CONCERTO PIANISTICO CARMINE FRATIPIETRO Auditorium Ist. Comprensivo “I. Petrone” ore 19,00

CASSANDRA - MATHEWS & SAN FRANCISCO DIVAS - Gospel Music Chiesa Santa Maria della Croce ore 20,00

20 Dicembre

26 Dicembre

FOLKLORE, ZAMPOGNE & FRITTELLE Parco San Giovanni ore 15,00

“I MAITUNATE” di Gambatesa Spettacolo itinerante - Centro Murattiano ore 15,00

LETTERINE A BABBO NATALE, RAPPRESENTAZIONE TEATRALE & DEGUSTAZIONE PIATTO TIPICO Feudo - ore 17,00

27 Dicembre

YOGA TALES - Spettacolo per Bambini Cittadella dell’Economia ore 17,00

21 Dicembre

RASSEGNA CORALE “NATALEinCANTO” Chiesa Santa Maria de Foras (CB) ore 19,00 - CORO POLIFONICO “LAUDATE HERMES” - CORO POLIFONICO RIPAE CANTORES - CORALE NUOVE MUSE GUASTO DI CASTELPETROSO (IS)

3 Gennaio PRESEPE VIVENTE Città Viva - Borgo Antico - ore 18,00 CORO DELL’UNIVERSITÀ DEL MOLISE Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 19,00

4 Gennaio Festival MolisEuropa ONDESERENE Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 19,00 LE CONFESSIONI DI SANT’AGOSTINO Chiesa di San Leonardo ore 19,30

ANIMAZIONE E DEGUSTAZIONE Campobasso Nord - ore 19,30

BLUE VELVET Teatro Caffè Letterario (dopo lavoro ferroviario) ore 21,00

RASSEGNA CORALE “NATALEinCANTO” Chiesa madre di S. Stefano (CB) ore 19,00 - CORO POLIFONICO DI MONTAGANO - CORALE CITTÀ DI TERMOLI (CB) - CORO DELLA CATTEDRALE DI LARINO (CB)

“U58 BAND” Musica Bluse Teatro Caffè Letterario (dopo lavoro ferroviario) ore 21,00

28 Dicembre

“MILLIONS of STARS” Concerto Istituzionale di Natale Aula Magna Università degli Studi del Molise ore 16,00 - Coro Gosple and Spirituals “ANCIENT SOULS” - Speciale guest da Los Angeles CHERYL NICKERSON con la partecipazione straordinaria di GINO ACCARDO

TRIO DELIAN Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 18,00

BABBO NATAL & CHRISTMAS BAND Associazione “Pistilli” Spettacolo itinerante - Centro Murattiano ore 10,30

“LA MAGIA DEL NATALE” Auditorium Istituto Comprensivo “I. Petrone” ore 18,00 (primo spettacolo) ore 20,00 (secondo spettacolo)

22 Dicembre

31 Dicembre

LAMUCCAPAZZA PATCHWORK Teatro sperimentale Teatro Caffè Letterario (dopo lavoro ferroviario) ore 21,00

5 Gennaio DE VINIBUS DISPUTANDUM EST Museo dei Misteri ore 18,00 QUO VADIS - Spettacolo Musica Gospel Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 19,00

6-7 Gennaio

29 Dicembre

LA BEFANA IN CITTÀ Piazza Municipio ore 11,00

CUORE DI NAPOLI Concerto di Musica Napoletana Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 19,00

Festival MolisEuropa ONDESERENE Aula Magna Convitto Nazionale “Mario Pagano” ore 19,00


SPETTACOLI “Prima che mi dimentichi di tutto” stasera alla sala della Provincia

Mollica si racconta Giornalista del TG1, con un monologo sulla sua vita di Charles N. Papa

Teatro

ISERNIA - Con quell’aria pacioccona, da buono, Vincenzo Mollica si è accattivato le simpatie del pubblico italiano. Le sue gag con Benigni e con Fiorello, lo hanno reso un beniamino anche dei più piccini. Poi, essere in onda sull’ammiraglia Rai, il canale 1, chiude il cerchio. Stasera, alle sala della Provincia di Isernia in via Berta, nel cartellone Atam va in scena “Prima che mi dimentichi di tutto”, monologo scritto e interpretato da Vincenzo Mollica. Egli ritiene, di non avere una vita così importante da scriverne un libro, ma di potersi raccontare, questo si. Ecco dunque che sulla scena, da solo, un tavolo vecchio ed una lampada, fanno da coperta di Linus per Mollica che parla, e snocciola storie, anneddoti e filmati, molti dei quuali inediti.

Sabato con Marina Rei

FLASH CAMPOBASSO - Stasera al Mama’s in via Scardocchia, mercoledì universitario. Info 087491734. CAMPOBASSO - Venerdì e sabato al Cafè Prestige, after dinner music, selezioni Andrea Rizzi, Ciacco e Antonio Martino. ISERNIA - Venerdì al discobar La Strada è discodance. Info 0865450021. CAMPOBASSO - Venerdì all’All In discobar (foto) in via Altobello, serata ‘Discodrink’, buffet e cocktail. Dj set Charles Papa. Info 3355478265.

La stagione Atam al teatro Fulvio di Guglionesi, domani prevede “Odissea”, diretto e interpretato da Mario Perrotta. Ad Isernia presso la sala convegni della Provincia ultimo appuntamento di ‘Teatro e solidrietà” con Se devi dire una bugia...dilla grossa, di Ray Cooney. A Termoli prosegue il laboratorio teatrale Impariamo a recitare, diretto da Ugo Ciarfeo

CABARET TERMOLI - Stamane alle 11:30 sarà presentato alla stampa il nuovo spettacolo di Antonio Mustillo, che sarà portato in scena domani sera al teatro Lumière di Termoli. L’Antonio Mustillo Show realizza la data zero. Informazioni 3341945600.

Sud Sound System

CAMPOBASSO - Domani al Move in via Garibaldi, il livde di Sud Sound System. Prevendita al botteghino. Ingresso euro 12,00. Info 3293757319. RIPALIMOSANI - Dopo la prima data nel cartellone live del Blue Note Music club (Giuliano Palma), sabato arriva Maria Rei. “Musa” è il suo ultimo disco, ma la verve che aveva ai suoi esordi, quando a piedi scalzi sul palco di Sanremo eseguì “Primavera”, si è un pò appannata. Info 087439530.

Claudio Di Rocco all’Alexander CAMPOBASSO - Sarà Claudio Di Rocco l’ospite nel privè house della discoteca Alexander sabato 19 dicembre. Il resident del Cocoricò sarà protagonista con i resident del club campobassano. Info 087461123.

Gli Spandau Ballet nel 2010 in Italia

Inossidabili AC/DC in tour con “Black ice”

Quando dovevano pubblicare “Parade” nel 1984 era un fermento mediatico d’attesa, spasmodica, che divenne un gran successo sulle note di “I’ll fly for you”. Oggi, la reunion li vede con il disco “Once more”, raccolta con inediti ed un tour che toccherà l’Italia a marzo 2010 a Roma, Milano e Firenze.

Angus Young, nonostante la non più giovane età, continua ad esibirsi in pantaloncini, in perfetto stile scolaretto.Gli AC/DC sono in tour promozionale di “Balck ice” il loro ultimo disco. Per il momento in Italia è prevista una sola data per gli autori di “Hells bells”, il 19 maggio 2010 a Udine.

11 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009


SEDE CENTRALE Via Depretis, 15 86100 Campobasso Tel. 0874.4201 - Fax. 0874.420215

Azienda Speciale Regionale Via A. Depretis, 15 - 86100 Campobasso Telefono 0874 4201 - Fax: 0874 420215 eMail: info@moliseacque.com web: www.moliseacque.com

Per segnalazione guasti ed emergenze:

0874-340002

UFFICIO DI ZONA CENTRALE Loc. Santa Maria delle Macchia Vinchiaturo (CB) Tel. 0874.340064 - Fax. 0874.340218

UFFICIO DI ZONA ORIENTALE C.da Greppe di Pantano – Termoli (CB) Tel. 0875.752119 - Fax. 0875.755017

UFFICIO DI ZONA OCCIDENTALE Loc. Sant’Onofrio – Chiauci (IS) Tel. 0865.832121 - Fax. 0865.832607

UFFICIO DIGHE C.da Difese Camerelle Guardialfiera (CB) Tel. 0874.840142 - Fax. 0874.840142


Scarabeo:“Il grande centro unirà la nazione”

Sicurezza pubblica, qual è la reale situazione?

All’indomani delle dichiarazioni dell’On.le Casini sulla necessità di arrivare, a breve, alla costituzione di un nuovo soggetto politico di centro, il Consigliere regionale Massimiliano Scarabeo, interviene sulla questione, soprattutto alla luce dell’appuntamento romano del 18 e 19 dicembre prossimi, che ospiterà l’Assemblea nazionale delle regioni.

Da diverso tempo, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto D’Agostino, si riunisce insieme ad autorità locali e istituzioni, per discutere dei problemi riguardante la sicurezza dei diversi centri urbani molisani. Il resoconto degli incontri è sempre confortante, ma i cittadini non trovano riscontro nella realtà dei fatti.

ANNO II - N° 280 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - tel 0865.414168 email: lagazzettaisernia@alice.it

S C A R A B E O V I N C E N T E

E

M

C

R

C

T

E

R

A

L

O

E

S

U

T

S

I

Z

A

N

V

E

IL TAPIRO DEL GIORNO A PIERO SASSI Ma insomma! Uno va in una trasmissione e al posto di ricevere i consuetudinari complimenti, si ritrova a doversi sorbire critiche su critiche. E’ il caso di Piero Sassi. Che merita il tapiro soprattutto perché i suoi contestatori non sono dell’opposizione, ma del suo stesso gruppo politico. Ed il disaccordo è tale e tanto che Progetto Molise ha perentoriamente preso le distanze dalle dichiarazioni rilasciate dall’assessore del Comune di Isernia Piero Sassi durante la trasmissione Figaro andata in onda su Telemolise venerdì sera. Povero Sassi, sarà proprio attapirato. O no?

L

G R A N D E C E N T R O A

L

I

L

L

I Z Z I

I

R

D

I

L’OSCAR DEL GIORNO A MASSIMILIANO SCARABEO L’oscar del giorno va al consigliere regionale Massimiliano Scarabeo. Da quando Casini, Rutelli ed altri hanno messo sul tavolo il progetto del Grande centro, Scarabeo si sta attivando con tutte le proprie forze per portare il suo fattivo contributo alla creazione di un soggetto politico che, spiega, “deve essere capace di raccogliere tutte le migliori energie del Paese”. Nel suo ultimo intervento in tema termina parafrasando il “Manifesto di una nuova Italia”: “Non c’è più tempo da perdere. Non c’è più tempo per pigrizie, per paure, per coltivare piccole rendite di posizione. È tempo di rimettersi in cammino. Con il coraggio dei liberi e dei forti”. Un oscar, per ora, alle intenzioni.

www.lagazzettadelmolise.it lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Sicurezza, la prefettura minimizza, ma per i cittadini la situazione è grave Da diverso tempo, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto dott. D’Agostino, si riunisce insieme ad autorità locali e istituzioni, per discutere dei problemi riguardante la sicurezza dei diversi centri urbani molisani. Il resoconto degli incontri è sempre rassicurante e sostanzialmente positivo. Alla riunione di ieri, tenutasi presso il Comune di Isernia, erano presenti il Questore e i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e del Corpo Forestale dello Stato, oltre al vice Comandante Provinciale della Guardia di Finanza e al Comandante della Polizia Provinciale, i Sindaci di Castelpizzuto, Forli del Sannio, Longano, Macchia d’Isernia, Monteroduni, Pettoranello del Molise e Sant’Agapito, e i vice Sindaci di Isernia, Carpinone e Miranda. Nei giorni scorsi è toccato agli altri paesi della provincia. “Il quadro emerso è sostanzialmente conforme a quello che si è andato delineando nel corso delle riunioni decentrate, evidenziando da un lato la positività della situazione generale, dall’altro la necessità di mantenere inalterata la favorevole

condizione della sicurezza registrata sinora”. Così si legge nella relazione sulla riunione di ieri. Ora, ferma l’utilità dell’iniziativa, va forse osservato come quanto emerge di volta in volta contrasta un po’ con l’opinione della gente e con la cronaca. In verità, non c’è giorno in cui qualche episodio più o meno spiacevole turbi la tranquillità cittadina,a limentando paure e senso di insicurezza. Dispiace dirlo, ma purtroppo la situazione è tutt’altro che

tranquilla. E non si tratta, come qualcuno e lo stesso Prefetto hanno in passato sottolineato, che ad Isernia fa notizia ciò che a Napoli neanche viene menzionato. I furti ad esempio. In provincia se ne registrano diversi ogni settimana, a volte anche più di uno nella stessa notte. In alcune contrade la gente fa i turni per sorvegliare le abitazioni. In altre zone sono state organizzate delle ronde. E non si dormono, comunque, sonni tranquilli. Purtroppo è questa, al di là di quello che continua a far comodo pensare o credere, la realtà. Di sicurezza ce n’è sempre meno e i cittadini chiedono a gran voce che vengano aumentati i controlli del territorio. Basta parlare con la gente per rendersi conto che nessuno ormai, si sente veramente sicuro. Quaesta riflessione nulla vuole togliere al lavoro svolto svolto nelle cinque riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. E’ stata infatti riservata particolare attenzione alle problematiche derivanti dall’esiguità delle risorse finanziarie disponibili, che talvolta rendono difficoltoso assicurare determinati servizi. fz

Disagio giovanile, riaprono i centri d’informazione Combattere e battere il disagio giovanile. Questa la mission del tavolo di confronto voluto e presieduto dal Prefetto di Isernia Raffaele D’Agostino che ha in programma per i prossimi giorni l’inasprimento della battaglia ad alcol e droga, con la riproposizione dei Cic, Centri d’informazione e consulenza. Numerose le forze in campo, oltre alla Prefettura del capoluogo pentro, anche il Provveditorato agli Studi ed il Sert. Proprio il responsabile del Servizio per le tossicodipendenze di Isernia, Salvatore Fucile, ha spiegato i termini del progetto. “L’iniziativa è divisa in diverse fasi, la prima delle quali coinvolgerà la scuola, centro d’aggregazione per eccellenza. A partire dai primi mesi del prossimo anno, tutte le scuole superiori della provincia saranno interessate dalla riapertura dei Centri d’informazione e consulenza, predisposti ed attivati già in passato, ma in maniera singhiozzante, in alcuni casi forse insufficiente. Da qui – ha proseguito Fucile – la volontà di riproporre, rinforzandolo, questo strumento che deve divenire cuore pulsante dell’attività di prevenzione. La scuola superiore, in questo senso, diviene laboratorio importante perchè, come emerge dai dati in possesso delle istituzioni preposte, è proprio qui che il fenomeno della droga prende maggiore evidenza”. Per ritemprare i Cic e passare alla fase attuativa del progetto, il Provveditorato agli Studi ha già inviato una circolare agli istituti che nell’immediato futuro dovranno studiare tavoli di confronto ai quali parteciperanno ancora D’Agostino, i genitori, gli studenti, i dirigenti scolastici, i docenti referenti di educazione alla salute, con il supporto tecnico dello stesso Sert.

Mercato di San Lazzaro, Ittierre, presentato piano anti-crisi buona la prima Giornata da ricordare quella di ieri per San Lazzaro, teatro del primo mercato di quartiere. Dopo le perplessità e le polemiche delle settimane scorse, almeno trenta ambulanti sono stati auto¬rizzati ad installare i propri banchi di vendita dalle prime ore del mattino, per la gioia dei residenti e non solo. Per ora, il mercato di San Lazzaro è in via di sperimentazione, fase che durerà altri sei mesi per i primi tre dei quali il mercato sarà effettuato mensilmente. Durante il suc¬cessivo trime¬stre, la cadenza diverrà, invece, quindicinale. “Un bilancio all’esordio più che soddisfacente”, hanno commentato i primi venditori, alla luce dell’alto numero di acquirenti, nonostante la giornata piovosa abbia creato qual¬che disagio. Il prossimo appuntamento nel popoloso quartiere con lo shopping a basso costo, è in programma per martedì 12 gennaio 2010. Negli intenti dell’amministrazione comunale e dell’assessore al ramo Raffaele Teodoro, questa iniziativa ricopre un ruolo importante e risponde ad una precisa esigenza dei cittadini residenti in quel quartiere, ma intende anche prestare attenzione alle problematiche degli operatori del commercio e dei consumatori in un momento di grave crisi econo¬mica. Sembrano quindi ormai lontane le polemiche di alcuni residenti del quartiere che ora sembrano vedere nel nuovo mercato una “efficace azione di incentivazione delle attività commerciali e di giusta sensibilità verso le esigenze dei consumatori”.

16 ANNO II - N° 280 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

Servizi Sanitari C.S.S. ad “Innovabilia” Si è svolta nei giorni scorsi a Foggia, presso l’Ente Fiera,“Innovabilia” il Festival delle innovazioni per le diverse abilità. Un evento di grande interesse quello promosso dall’Assessorato alla Solidarietà della Regione Puglia, finalizzato alla presentazione ed alla condivisione di esperienze innovative nel settore del sociale. Presente anche la cooperativa C.S.S.

I commissari della Ittierre hanno presentato al Ministero dello Sviluppo economico un piano di uscita dalla crisi. Risanare l’industria, ma allo stesso tempo tutelare i lavoratori. Questo l’obiettivo del piano It Holding, il gruppo di moda di Pettoranello del Molise da febbraio scorso in amministrazione straordinaria. Secondo il piano industriale sono due le strade da percorrere per uscire dalla crisi, da un lato un progetto di riorganizzazione e rilancio che salvaguardi l’integrità del gruppo dall’altro la cessione dei rami di azienda. In merito si è espressa la Uilta che opta per il rilancio e la riorganizzazione aziendale. “Offre maggiori garanzie occupazionali a tutti i lavoratori dei marchi Ferrè, e Malo e soprattutto a quelli della realtà di Isernia” Affermano il coordinatore regionale UILTA- UIL Carlo Scarati e il segretario provinciale UILTA-UIL di Isernia Amico Antonelli. “Se questa realtà viene isolata dal gruppo – spiegano dal sindacato - corre il gravissimo rischio di diventare un’azienda solo con funzioni di confezionamento e ciò – aggiungono - produrrebbe un abbassamento qualitativo delle sue funzioni ed un con seguente drastico ridimensionamento dei livelli

occupazionali. Per quel che riguarda l’immediato risanamento, va coniugato con la tutela del lavoro. In questa direzione per quel che riguarda l’uso degli ammortizzatori, siamo disponibili a discuterli tutti nel confronto con l’azienda purché ci venga garantito che non licenzieranno nessuno e la mobilità sarà solo quella volontaria scelta del singolo lavoratore”. La Uil tessili insieme alle altre sigle sindacali Cgil e Cisl, coinvolgerà il presidente della Regione Molise, Michele Iorio, affinché possa dare un sostegno per un progetto che salvaguardi il patrimonio produttivo ed occupazionale della Ittierre. I tre sindacati chiedono anche a Iorio di sollecitare il ministro dell’economia Scajola a decidere sul piano di rilancio del gruppo It Holding. Il documento consegnato, infatti, dai tre commissari straordinari, Ciccoli, Chimenti e Spada, nelle mani del Governo lo scorso nove novembre, ma al momento non è ancora arrivata nessuna risposta. Intanto sarebbero 60, fino ad oggi le manifestazioni di interesse giunte ai commissari governativi. Ma solo trenta, secondo fonti autorevoli, sarebbero quelle che sono state prese in seria considerazione dai tre funzionari.

Tiffany & Co, il primo negozio su rotaie Ecco un espediente per evitare le lunghe code davanti al quartier generale della celebre gioielleria Tiffany in via della Spiga, a Milano: da oggi si potranno acquistare “al volo” i gioielli più famosi del marchio statunitense sul Tram Tiffany & Co., il primo negozio su rotaie, che percorrerà le vie principali della città meneghina.


ISERNIA Scarabeo: “Soddisfatto del risultato che il progetto sta raggiungendo. Unirà tutta la nazione”

Count down per il Grande centro

All’indomani delle dichiarazioni dell’On.le Casini sulla necessità di arrivare, a breve, alla costituzione di un nuovo soggetto politico di centro, il Consigliere regionale Massimiliano Scarabeo, interviene sulla questione, soprattutto alla luce dell’appuntamento romano del 18 e 19 dicembre prossimi, che ospiterà l’Assemblea nazionale delle regioni, proprio per affrontare questo importante tema "Era chiaro che l’esodo dal Partito Democratico di personaggi di spicco, avrebbe ulteriormente favorito la creazione di un centro moderato che

sta diventando pian piano una solida realtà. Se aggiungiamo che il bipartitismo o finto bipolarismo, non sta portando quei risultati che in molti si aspettavano, da destra come da sinistra, il centro deve e può davvero rappresentare, per il Paese, l’alternativa giusta, oltre che politica, anche di governo". E’ il convincimento del Consigliere regionale Massimiliano Scarabeo, all’indomani delle dichiarazioni dell’On.le Casini sul nuovo partito della Nazione. E continua "nel corso di questi mesi, quando fu ribadito, a

Todi, il concetto di Grande centro, abbiamo visto che, tutte le previsioni fatte dal presidente Casini, su quelle che sarebbero state le evoluzioni in tal senso, si sono verificate. In effetti, talune evoluzioni e soprattutto l’addio dell’On.le Rutelli dal PD che ormai non è più un semplice ammiccamento al progetto promosso a Todi nello scorso mese di febbraio, fanno capire che la scelta è stata lungimirante". Forse il presidente Casini, non punta necessariamente a raccogliere una fetta di fuoriusciti del partito Democratico, lo dice lui stesso quando afferma che il nuovo soggetto politico, non sarà una nuova “Margherita” e neanche un centro con un percorso predeterminato, ma un progetto all’insegna dell’unità della Nazione. Ma sarà sicuramente questo il destino dell’UDC e degli altri soggetti politici tra cui la Rosa per l’Italia, i Circoli Liberal, i Popolari di De Mita che hanno sottoscritto, insieme all’UDC, il manifesto di Todi. Sembrava più lontano il traguardo di vedere in vita il nuovo grande soggetto politico, ma quanto dichiarato, in questi giorni, dallo stesso presidente Casini, non lascia dubbi sulla realizzazione del progetto. Infatti, proprio il 18 e 19

dicembre 2009 a Roma , il partito terrà l’Assemblea Nazionale delle Regioni, con l'obiettivo di tirare le fila del lavoro svolto in questi mesi, con particolare attenzione alle regioni che il 28 e 29 marzo prossimi saranno chiamate al voto. L’appuntamento, però rappresenterà una importante occasione per imprimere una decisa accelerazione alla costruzione del nuovo soggetto politico. "Sono soddisfatto dei risultati che il progetto sta pian piano raggiungendo e del grande interesse che si è materializzato attorno all’idea, per questo parteciperò a questa assemblea> continua il Consigliere Scarabeo, che aggiunge <la mia decisione di approdare nell’UDC risale, ormai, ad un anno e mezzo fa, quando ho avuto i primi approcci con alcuni dirigenti locali e nazionali del partito oltre che, direttamente con il Segretario Cesa e con lo stesso l’On.le Casini, e sono contento che si stiano facendo tutti gli sforzi per arrivare a questo importante traguardo. Un invito a cui rispondo volentieri perché condivido l’idea che serva un nuovo soggetto politico capace di raccogliere tutte le migliori energie del Paese (giovani, imprenditori, associazioni, forze sociali…) che non si riconoscono in

questo bipolarismo fallimentare". Secondo il Consigliere Scarabeo, infine, le problematiche che il Paese sta attraversando non possono essere affrontate così come si sta facendo da parte del Governo, ma indirizzate verso la ripresa dell’economia con interventi reali sull’occupazione e sulle imprese che soffrono per la crisi che, nonostante alcuni slogan, ancora è latente, in particolar modo nella nostra regione, <dove molto si deve fare ancora, favorendo i giovani e la scuola, promuovendo il territorio e le peculiarità che lo contraddistinguono ed aggiunge "è questa la direzione che bisogna prendere e perciò mi sto adoperando, affinché, nel Molise si possa iniziare l’iter di avvicinamento a questo nuovo grande partito: il Partito della Nazione". Il Consigliere Scarabeo, termina con un ringraziamento verso chi ha apprezzato la sua decisione di aderire all’UDC sottoscrivendo il Manifesto per una nuova Italia e chiosa, proprio con una frase contenuta nello stesso documento: “Non c’è più tempo da perdere. Non c’è più tempo per pigrizie, per paure, per coltivare piccole rendite di posizione. È tempo di rimettersi in cammino. Con il coraggio dei liberi e dei forti”.

I ragazzi della Lai alla Provincia “Quest’anno veniamo noi da voi”, strenne per Mazzuto e Izzi “Quest’anno… veniamo noi da voi”. A sorpresa oggi è tornato - questa volta a far visita alla Provincia di Isernia - il bizzarro Babbo Natale della cooperativa Lai-Lavoro Anch’io. Nei panni del nonnino più generoso del mondo, con tanto di pancia e barba bianca, c’era in questa occasione Tonino, uno dei giovani soci della cooperativa, accompagnato dal vice presidente Nino Santoro, dalla ‘befana’ Cinzia e dalle operatrici dell’associazione. Dopo gli incontri di ieri a Campobasso con il presidente Iorio, con l’assessore regionale Fusco Perrella e con il presidente della provincia D’Ascanio, a ricevere questa mattina gli eccentrici auguri di Natale e l’originale strenna (una ceramica artistica, creata apposta per l’occasione nei laboratori della Fabbrica delle Idee) sono stati il presidente della provincia Luigi Mazzuto, l’assessore alle politiche sociali Domenico Izzi e i responsabili dell’Ascos, associazione sviluppo cooperative sociali. “Non so come ringraziarvi per questo splen-

Musei italiani sempre meno visitati Musei italiani sempre piu' in basso nella classifica dei piu' visitati, con gli Uffizi che nel 2008 scendono dal 21esimo al 23esimo posto. Guadagnano invece una posizione, passando dal settimo al sesto posto, i Musei Vaticani. Lo rileva Federculture nel suo VI rapporto annuale, presentato oggi a Roma nell'auditorium del Maxxi a Roma.

dido pensiero – ha affermato il presidente Mazzuto - non mi aspettavo questa sorpresa”. Incuriosito dal sacco e da chi si nascondesse dietro quel vestito rosso, il presidente ha scherzato con i ragazzi della Lai, lasciandoli con la promessa di far loro visita presso i locali della Fabbrica delle Idee il prossimo 23 dicembre, in occasione della Festa degli Auguri. Visibilmente colpito anche l’assessore Izzi che ha voluto ringraziare tutti per il simpatico dono. “Con questo incontro - ha dichiarato - consolidiamo un rapporto istituzionale che va avanti da 10 anni e ci rendiamo disponibili ad una collaborazione futura sempre più proficua”. Soddisfatto anche il vice presidente Nino Santoro che ha spiegato le finalità dell’iniziativa: “Nel corso di questi 10 anni, le istituzioni sono state presenti attraverso convenzioni, ordinativi di gadget e manufatti in ceramica nonché contratti di lavoro, offendo così la possibilità di integrazione ai ragazzi e di sopravvivenza a queste strutture.

Venafro abbatte le barriere architettoniche Venerdì 18 dicembre alle ore 12.00, si terrà la conferenza stampa per la presentazione del progetto preliminare di abbattimento delle barriere architettoniche presso gli edifici comunali maggiormente frequentati dagli utenti. Il progetto sarà illustrato dal Presidente del Consiglio Nico Palumbo, che ha seguito personalmente l’iter progettuale, dal Sindaco Nicandro Cotugno, dal responsabile settore Lavori Pubblici, ing. Tatti e dall’architetto Valentino Valente.

Nuovo studio, il mal d’amore fa bene Per guarire da un innamoramento deluso, la terapia efficace sta nell’impegnarsi in un grande compito che richieda lotta, lavoro, energia e creatività. Le forze liberate dall'innamoramento possono incanalarsi in un nuovo progetto. E la nostalgia, il dolore, la rabbia, la volontà di riscatto o di vendetta diventano potenze costruttive. Lo dice uno studio di Alberoni per la CsA.

17 ANNO II - N° 280 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009


TERMOLI Lo prevede un decreto che sarà emanato in questa settimana

Pesca, obbligo blue box entro gennaio LITORALE – Entro il 31 gennaio 2010 tutti gli armatori di pescherecci con lunghezza superiore a 15 metri soggetti all'obbligo delle blue box, il sistema di controllo satellitare, dovranno mettersi in regola con i relativi contratti, la cui domanda di pagamento del contributo a fondo perduto di 780 euro dovrà essere presentata entro il 28 febbraio. Lo prevede un decreto del ministero delle Politiche agricole che sarà emanato con procedura d'urgenza entro questa settimana, in modo da velocizzare le procedure di pagamento e fare chiarezza su un prossimo distacco dl servizio comunicato dal gestore del controllo

satellitare a tutte le autorità marittime. “E' un provvedimento molto atteso – ha detto all'agenzia Ansa il presidente di Federcoopesca, Massimo Coccia -. Il governo questa volta tenta di mettere la parola fine ad una vicenda che si trascina da tempo e che sembrava poter essere risolta lo scorso anno con il decreto legge 162 che stanziava 30 milioni per la pesca. Soldi – conclude Coccia – che non si sono ancora materializzati nei conti delle imprese”. Infine il presidente ricorda invece come nella Finanziaria sono stati resi immediatamente disponibili 1,6 milioni di euro proprio per affrontare l'emergenza blue box.

“Il governo questa volta tenta di mettere la parola fine ad una vicenda che si trascina da tempo”

No al nucleare: la Provincia aderisce alla manifestazione TERMOLI - La Provincia di Campobasso parteciperà in forma ufficiale, con il proprio Gonfalone, alla manifestazione contro il nucleare che si terrà sabato 19 dicembre prossimo. Lo ha annunciato il Presidente Nicola D’Ascanio, che guiderà nell’occasione un’ampia delegazione di assessori e consiglieri, aderendo all’invito del sindaco di Termoli Greco e della Curia Vescovile di Termoli - Larino e ricordando che la Provincia si è già espressa in forma ufficiale in maniera assolutamente contraria all’eventualità della localizzazione

sul territorio bassomolisano di un impianto nucleare. “La manifestazione – si legge in un comunicato si iscrive perfettamente nel solco della politica di salvaguardia dell’ambiente, capace di offrire occasioni di sviluppo sostenibile e lavoro qualificato per i nostri giovani, portata avanti dall’Amministrazione provinciale e che si traduce da tempo nella coerente opposizione alla dissennata politica regionale che sta trasformando il Molise in una piattaforma elettrica che produce un fortissimo surplus di energia rispetto al suo fabbisogno.

Montefalcone Sindaco e Giunta in marcia a Termoli MONTEFALCONE DEL SANNO - Il sindaco di Montefalcone del Sannio, Gigino D'Angelo unitamente ai componenti della Giunta comunale, prenderà parte alla marcia organizzata dal Comune di Termoli e dalla Diocesi Termoli-Larino del prossimo 19 dicembre, che si terrà per le vie cittadine di Termoli. L'adesione è dovuta per dire no alla possibile

installazione di una Centrale Nucleare nel territorio bassomolisano. "Credo che la partecipazione a questa iniziativa sia fondamentale da parte delle Istituzioni molisane – ha detto il Sindaco -, il Molise non può essere considerato sempre e solo terra di conquista. E' giunto il momento di dire basta a queste scelte scellerate che cadono sulla testa dei molisani".

Sviluppo ecosostenibile, domani assemblea pubblica LARINO – In attesa della manifestazione di sabato a Termoli, studenti e giovani del centro frentano organizzano un'assemblea pubblica per discutere del paventato ritorno alle centrali nucleari. L'incontro su “Sviluppo Ecosostenibile: Energia Nucleare, Fonti Rinnovabili e Risparmio Energetico” si terrà alle 18 di domani nella sala del Consorzio di Bonifica.

18 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

“Di fronte al ritorno del nucleare in Italia – dicono gli organizzatori - si tenta di riportare indietro di 30 anni quel percorso di lotte antinucleari che vide il suo apice dopo azioni di mobilitazione e blocco, nella vittoria del referendum dell’87, che sancì l’uscita dell’Italia dal nucleare come energia trainante. Oggi, c’è bisogno di riportare quella che è la vera informa-

Natale in Molise per i bambini bosniaci PETACCIATO – Anche per questo Natale l'associazione “Luciano Lama” del Molise ha dato il via all'accoglienza dei bambini bosniaci. I 60 bambini arriveranno il prossimo 18 dicembre presso il lido Calypso di Petacciato Marina. Dopo la festa dell'accoglienza saranno presi in consegna dalle famiglie molisane. I giovani bosniaci resteranno in Molise fino al prossimo 18 gennaio.

zione rispetto al tema energetico nelle assemblee pubbliche e nelle piazze per discutere e scongiurare ogni tentativo da parte del governo di rilanciare il nucleare”. All’incontro, oltre ad esperti del settore, sono invitati politici, amministratori del basso Molise, rappresentanti delle categorie produttive e delle varie associazioni.

A gennaio inizia la stagione teatrale TERMOLI – A gennaio torna il grande teatro al Lumere. La dodicesima edizione della stagione organizzata dal Comune e Atam prende il via l’11 gennaio e comprende sei spettacoli. Il primo del cartellone è "Pene d’amor perdute" di William Shakespeare che andrà in scena alle 21 e vedrà come protagonisti Marina Suma e Stefano Artissunch.


TERMOLI Uno degli interlocutori svela l'accaduto nella riunione della commissione

Vigili, si entra nel vivo del concorso TERMOLI – Il discorso a tre fra A, B e C sul corso concorso per l'avanzamento di gradi nel corpo della Polizia Municipale entra nel vivo. Almeno da quanto riferito nella registrazione in nostro possesso. Vediamo. A: “Quante volte ve lo devo dire. Deve richiedere gli atti di quella specie di concorso che é stato fatto. Perché i Vigili sono passati con il grado facendo la somma tra gli anni di servizio e quel voto che gli é stato dato”. C: “Si, ma questi da chi sono stati valutati. Tu ci hai fatto parte del comitato di valutazione”. A: “Quando é arrivato nel comitato era già stato fatto tutto”. C: “Cosa avevano fatto tutto. Avevano già fatto gli esami. Cosa avevano fatto questi”. A: “Hanno fatto quello scritto e li ha corretti il Segretario generale”. C: “Soltanto”. A: Non lo so se ci stavano altri”. B: “Tu che eri nella commissione non hai corretto niente”. A: No. La commissione ha preso atto di una disposizione che é stata portata nella riunione che abbiamo fatto. Quando G. ha dato la cartella a me e al sindacalista era già tutto fatto, chi erano i Luogotenenti chi gli aiutanti”. C: “Prima di fare questa valutazione, questo concorso”. A: “No. Questo é stato dopo. Il concorso li era scritto

la somma degli anni di servizio, il titolo di studio e questo voto che era stato fatto sommato la graduatoria. Per questo ho detto tu devi andare a una parte. Quello, M. (ex amministratore comunale ndr) secondo me ha il dente avvelenato per quello che gli anno fatto. Lui ti può dire se quella cosa che hanno portato in commissione quel giorno, che era stato fatto antecedentemente e da chi era stato fatto”. Poi A elenca le persone che quel giorno erano presenti “al tavolo rotondo” e tra questi anche un graduato della municipalizzata. C: “Che. Doveva essere valutato e faceva parte della commissione?”. A: “Allora non mi sono. La valutazione era già stata fatta”. C: “A quindi quella riunione”. A: “In quella riunione abbiamo dovuto prendere atto di quello che era stato fatto”. C: “Solo quello”. A: “Solo quello abbiamo fatto noi”. C: “Quindi il tutto”. A: “Il tutto era già avvenuto”. C: “Già preparato a tavolino”. A “Esatto”. C: “Capito, tutto deciso prima”. A: “L'unico atto che secondo me, l'unico problema che ci stava inizialmente é che non sapevano che R. era risultato primo. Hai capito”. C: “Ho capito”. A: “Gli altri la graduatoria dopo gli aiutanti é scatu-

rita dall'articolo 3 o 4 del regolamento speciale. Quello che l'amministrazione dice insindacabile giudizio. Nella riunione che facemmo noi sono state portate le care che dovevamo prendere at e accettare quello che é, firmare o meno”. C: “Bisognava accettare comunque per forza”. A: “Si perché l'unico ero io ad andare in minoranza. Quando ho detto che ero contrario alla S. perché ho detto voi stati contrari a De G.”. Poi A elenca i nominativi in graduatoria compresi sei aiutanti e, tra questi, anche De G. S. C: “Come aiutante”. A: “Lo hanno attaccato perché porta l'orecchino. Porta i capelli lunghi e non vuole lavorare la domenica. Io ho detto scusate tenetelo per i tre mesi di prova”. C: “Tu uno lo valuti per l'orecchino, i capelli lunghi o corti”. A: “Ho litigato solo io”. C: “Non per meritograzia”. A: “No. I sei sono stati per meritograzia però é stato tolto De G.”. C: “E' stato tutto organizzato a regola d'arte. Perciò non rispondono. Forse non vogliono far sapere come sono stati valutati gli altri”. A: “Ho fatto mettere a verbale alcune cose che io non ero d'accordo che toglivano a De G., io avevo detto no alla S.”. C: “Allora la cosa era”. A: “Era già tutta fatta.

Fai-Cisl: nasce la fondazione FisbaFat BASSO MOLISE – La Fai Cisl nazionale comunica alle Federazioni regionali e territoriali che è stata costituita la Fondazione "FisbaFat". Presidente é stato nominato Albino Gorini, vicepresidente Gianni Pastrello. Inoltre del CDA fanno parte Attilio Cornelli, Onofrio Rota, Maurizio Ori, Giampiero Giampieri, Carlo Colarusso, Paolo Frascella, Giuseppe

Gualtieri, Fabrizio Colonna e Carlo Biffi. Al più presto il neo Presidente convocherà il CDA per programmare la prima fase di lavoro della Fondazione e per costituire il Forum di esperti che, in assetto di Centro Studi, animerà le attività di ricerca, di analisi e di elaborazione a sostegno della attività contrattuale e negoziale della Federazione in tutte le sue ar-

Maltempo, rinviata esercitazione Capitaneria TERMOLI – Anche ieri il maltempo ha imperversato lungo la costa con forti raffiche di vento e insistente poggia e, nel bacino portuale, sono stati rinforzati gli ormeggi a tutte le imbarcazioni. Proprio a causa delle avverse condizioni meteo ieri non si é svolta la programmata l'esercitazione antincendio della Capitaneria di Porto. La stessa è stata rinviata a data da destinarsi.

ticolazioni. "Il lavoro della Fondazione - secondo la Segreteria nazionale – sarà tanto più utile quanto più saprà corrispondere alle esigenze di tutta la Fai. Sarà perciò indispensabile programmare con i Segretari regionali un incontro, dopo il Consiglio Generale di Napoli, per pianificare le attività che Fondazione e Fai potranno realizzare”.

L'unica cosa che in commissione é stato preso atto, il cambio dell'aiutante tra C. e De G. e il passaggio di qualcuno a maresciallo. Tu (riferendosi a C) non ci stavi proprio. Io te l'ho detto da quel giorno. Ma che c... mi dici. Mi é stato detto che a settembre saresti andato in pensione. Così ha detto G”. C: “Ma che doveva dire quello”. A: “Quando mi dicevi mi ha detto che mi fa Luogotenente ad onorem ti ho risposto che c.... sta dicendo”. C: “Così mi ha detto”. A: “Ed io cosa ti ho detto”. C: “Che non era possibile”. (Continua)

“In quella sede abbiamo dovuto prendere atto che la valutazione era già stata fatta”

In riscossione il contributo per famiglie in difficoltà TERMOLI – Da ieri gli utenti dei Servizi Sociali potranno esigere la seconda tranche del contributo regionale destinato alle famiglie in difficoltà, promosso dalla Regione Molise. I cittadini interessati, pertanto, possono recarsi presso l'Ufficio di Cittadinanza del Co-

Il comico Mustillo al teatro Lumiere TERMOLI – Grande appuntamento con la comicità al Lumiere. Domani sera alle 21,15 va in scena “ Antonio Mustillo Show” con l'omonimo comico. “Si tratta di un vero e proprio show in cui oltre ai monologhi e personaggi esilaranti e coinvolgenti del protagonista, ci saranno anche le esibizioni di una cantante e di due ballerine. Lo spettacolo è destinato a tutte le fasce d’età ed è frutto di un lungo lavoro organizzativo”.

mune (Assessorato alle Politiche Sociali – Largo Martiri delle Foibe) per il ritiro del numero di mandato di pagamento, che sarà possibile riscuotere presso la Banca Popolare di Lanciano e Sulmona - Agenzia di Termoli entro il prossimo 22 dicembre.

19 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009


S P O RT CALCIO-SERIE D

Il gruppo ha iniziato a preparare il derby di Trivento consapevole di aver aperto un nuovo corso

Campobasso, ora serve continuità Ieri la ripresa degli allenamenti in un clima maggiormente sereno rispetto alle scorse settimane Sono ripresi nel pomeriggio di ieri gli allenamenti in casa rossoblù e il clima era maggiormente disteso rispetto alle ultime settimane. La vittoria ottenuta a Miglianico è servita, oltre per dare ossigeno alla classifica, anche per fornire un’importante iniezione di fiducia al gruppo di mister La Cava. La truppa capitanata da Antonio Minadeo è consapevole di aver aperto un nuovo corso della stagione, grazie alla rivoluzione operata dalla società, ma occorre dare continuità ai risultati. A partire dalla prossima domenica quando il Campobasso è atteso da un impegno complicato e importante. La squadra del capoluogo sarà impegnata nel sentito derby con il Trivento e sarà un match da affrontare con concentrazione, umiltà e cattiveria agonistica. Questo ha tenuto a sottolineare mister La Cava e ciò sarà importante per fare in modo di non incorrere in brutte sorprese. Per tale motivo i rossoblù hanno iniziato ieri a preparare il match con dovizia di particolari. Come ogni martedì il tecnico si è intrattenuto negli spogliatoi analizzando il match di domenica e poi si è svolta la consueta seduta atletica. Molte le note liete

Gargiulo sarà assente per squalifica (foto Rateni)

scaturite dalla gara di Miglianico, soprattutto nella prima frazione di gioco, ma ci sono stati anche i consueti blackout, sui quali l’allenatore di Solofra si è soffermato. E riguardano principalmente errori di carattere psicologico. La squadra ancora non riesce a mantenere alta la concentrazione per tutto l’arco del

match e anche domenica ha rischiato di rimettere in carreggiata il Miglianico. Dunque oltre agli aspetti tattici, sempre importanti, La Cava si soffermerà in settimana anche su quelli mentali. A Trivento non sono ammessi cali di concentrazione e il Campobasso proverà in tutti i modi a bissare il successo di domenica scorsa per continuare la scalata in classifica generale. Nell’allenamento di ieri l’unico assente è stato Gallicchio, il quale è uscito anzitempo domenica per un problema al polpaccio. Questa mattina verrà sottoposto ad ecografia e solo dopo sarà possibile valutare l’entità dell’infortunio. Ha ripreso, invece, a correre Iannitti, il quale rientrerà, però, solo con l’anno nuovo. Oggi è previsto l’arrivo di Alessandrì che pertanto potrebbe essere a disposizione per il derby. Oggi è in programma una seduta mattutina, nella quale si opererà sia da un punto di vista fisico, sia tattico, mentre domani pomeriggio ci sarà la consueta amichevole. Per tutta la settimana i rossoblù svolgeranno allenamenti sul sintetico dell’antistadio, visto che domenica all’Acquasantianni troveranno il terreno artificiale. EB

Il Bojano si prepara alla sfida de L’Aquila MERCATO

ARRIVI

PARTENZE

Diallo attaccante ‘83 dal Nissa Massarese portiere ‘89 dallo Stasia Bearzotti difensore ‘79 dal Larino Parentato difensore ‘83 G.F. Benevento

Chisena al Real Isernia Rossetti al Miletto Piovan al Fasano Anselmo Leone Fucci Armando Iaboni

Il Bojano ha ritrovato il sorriso e soprattutto tre punti fondamentali per la sua classifica. La squadra di Francesco Farina, grazie al successo casalingo conquistato domenica ai danni del Casoli, ha compiuto un piccolo ma significativo passo in avanti, tirandosi fuori dai play out, anche se le distanze dalla zona calda restano comunque molto ravvicinate. I due punti di penalizzazione inflitti ai bifernini pesano e non poco sul cammino sin qui condotto da Fusco e compagni che, senza questo “faredello”, si ritroverebbero a quota di-

20 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

ciannove punti, praticamente ad un solo punto di distacco dal Campobasso, dato questo che lascia spazio a qualche riflessione non senza un pizzico di amarezza per i matesini che a due giornate dal termine del girone di andata sarebbero giunti al giro di boa con un po’ più di tranquillità. Nelle ultime tre gare il Bojano ha raccolto la bellezza di sette punti, grazie ai due successi casalinghi ottenuti contro Canistro e Casoli,ed al pareggio di Montecchio. Un ruolino di marcia molto positivo e che i biancorossi sperano di poter allungare

Milan: Thiago Silva verso il recupero Thiago Silva, infortunatosi in Champions a Zurigo, potrebbe essere recuperato per la gara di campionato del Milan di sabato sera a Firenze. Secondo quanto si legge sul sito del club, il giocatore oggi 'ha effettuato un'ecografia di controllo che ha dato esiti confortanti. Il difensore brasiliano ha ripreso a correre, svolgendo un lavoro differenziato. Nei prossimi giorni verranno valutate la sue condizioni in vista di un'eventuale disponibilità per la trasferta di Firenze'.

nonostante i prossimi due impegni di campionato siano di quelli proibitivi. Domenica la squadra di Farina sarà attesa dalla trasferta dell’Aquila, neve permettendo, visto che in queste ultime ore una fitta coltre nevosa ha imbiancato l’impianto sportivo abruzzese. Dopo questa battaglia il girone di andata si chiuderà con la sfida interna contro la Santegidiese. Mercato biancorosso: dopo gli arrivi del portiere ’89 Attilio Massarese, proveniente dal Stasia Soccer, del difensore argentino ex Frentana Larino Mauro Sebastian Bearzotti

e dell’attaccante della Nuova Guinea Lamine Mohamed Diallo proveniente dal Nissa ed in attesa del transfert che dovrebbe arrivare a breve, la società presieduta da Egidio Amatuzio è sulle tracce di un centrocampista chiamato a sostituire il capitano Leo Chisena, accasatosi al Real Isernia. Intanto ieri pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, si sono presentati al Colalillo diversi giocatori in prova, tra questi anche l’ex difensore Gigino Parentato che ha iniziato la stagione in forza alla Giorgio Ferrini Benevento. JSV

La Lnd al fianco di Telethon e della fondazione Borgonovo La Lega Nazionale Dilettanti è sempre in prima fila nel campo della solidarietà. Fedele alla sua funzione di rappresentanza e coordinamento del vasto mondo calcistico di base, ma anche di stimolo e di indirizzo verso comportamenti che siano culturalmente e moralmente esemplari verso la società nel suo complesso, il presidente Carlo Tavecchio ha testimoniato la vicinanza della LND verso la ricerca scientifica. Domenica scorsa ospite alla trasmissione “Quelli che il calcio...” condotta da Simona Ventura, per consegnare fisicamente il contributo della Lega Dilettanti al Comitato Telethon, e ieri mattina nella sede della Fondazione Borgonovo per festeggiare insieme all'ex giocatore di Como, Milan e Fiorentina il compleanno della struttura creata, insieme alla moglie Chantal, per raccogliere fondi da destinare alla lotta contro la Sla (Sclerosi laterale amiotrofica). In questo fine settimana il numero uno dei Dilettanti, nonché vice presidente vicario della Figc, ha ufficializzato il sostegno alla maratona Telethon con uno stanziamento di 100.000 euro che segue la proficua collaborazione dello scorso anno, con la quale la LND ha destinato 200.000 euro adottando un progetto di ricerca proprio su una forma giovanile di Sla. Nonostante la LND abbia meno di sei mesi fa destinato uno stanziamento di 250.000 euro a favore del calcio abruzzese, a seguito del sisma che ha stravolto la vita e la pratica sportiva in tutta la regione, la componente più numerosa del calcio italiano, che rappresenta l’espressione più leale e passionale di questo sport, ha voluto rinnovare il suo sostegno con l'obiettivo di dare l'ennesimo contributo concreto, ma anche e soprattutto per sensibilizzare il mondo dello sport a sostegno della ricerca. Altro passo importante, proseguendo nell'impegno contro la Sla, è stato compiuto a favore della Fondazione Borgonovo (www.fondazionestefanoborgonovo.it), alla quale è stato destinato un contributo di 25.000 euro. A suggellare la donazione ci ha pensato Tavecchio che ha fatto direttamente visita all'ex calciatore. “Sono felice di poter contribuire per la prima volta ai progetti della Fondazione che porta il nome di Stefano perché è una persona speciale, innamorata del calcio, che combatte ogni giorno contro una malattia infame”.

Calciopoli: misura contro Cellino Disposto l'accompagnamento coatto per il presidente del Cagliari Massimo Cellino per la prossima udienza (22/12)del processo Calciopoli. La decisione della nona sezione del Tribunale di Napoli è stata adottata dopo che la terza volta Cellino, convocato come testimone, non si è presentato in aula. Il presidente del Cagliari è stato condannato anche al pagamento di 250 euro di multa. Nell'udienza di oggi è stato interrogato come testimone anche l'ex presidente della Figc Franco Carraro.


S P O RT CALCIO-ECCELLENZA

Rivoluzione Miletto: arriva Panzano Via vai di giocatori in casa matesina: partiti Orlando, Di Pilla, Amorosa, Antenucci e Celato L’U.S. Miletto ha comunicato che, ieri mattina, è stata riconsegnata la lista di svincolo, e di conseguenza non sono più calciatori del team gialloverde, al difensore Gianluca Di Pilla e al centrocampista Nicola Amorosa, entrambi classe 1991, e al centrocampista classe 1986 Pasquale Abiuso. I tre calciatori si uniscono ai centrocampisti Francesco Antenucci e Antonio Celato, che già avevano interrotto il proprio rapporto con il Miletto. Entro la giornata di giovedì saranno inoltre risolte tutte le altre questioni di mercato, per poi tuffarsi a capofitto nel campionato dopo un girone di andata chiuso in maniera non troppo esaltante. Il patron del Miletto Michele Scinocca non è rimasto affatto contento della chiusura della

prima parte del torneo e afferma: “A Sesto Campano mi sarei aspettato una prova un po’ diversa, ma soprattutto un risultato diverso. Avremmo dovuto approfittare delle ultime due gare alla nostra portata, perché chiuderemo l’anno in casa della Capriatese. Un match proibitivo, visto che affrontiamo la seconda forza del campionato. Spero che con l’anno nuovo la musica possa cambiare, anche perché abbiamo e stiamo puntellando la squadra. Non voglio più alibi ma solamente quella continuità di risultati, che è mancata nel girone di andata”. Il Miletto si allenerà fino a venerdì al campo sportivo di San Massimo e il trainer Francesco Bonetti cercherà di motivare i propri ragazzi per interrompere il trend negativo che dura da due gare, che

non hanno apportato nemmeno un punto alla graduatoria. “Mi auguro che il Natale porti consiglio ai miei calciatori – ha proseguito patron Michele Scinocca – perché non voglio più avvelenarmi la domenica pomeriggio. Il calcio dovrebbe essere divertimento. Speriamo che già domenica, anche se è difficile, riusciremo a muovere la graduatoria. Alla ripresa, a gennaio, voglio vedere cose nuove. Se non è un diktat, poco ci manca”.Intanto ieri ha lasciato il gruppo il centrocampista ‘90 Simone Orlando ed è giunto alla corte di Bonetti l’attaccante ex Turris Santa Croce Matteo Panzano. Nelle prossime ore sono previste novità di mercato per quanto riguarda le uscite; la società sta provvedendo a sfoltire la rosa.

Da sinistra: Pacitto, Scinocca, Iannetta e Formato

CIP MOLISE

BASKET - SERIE C REGIONALE

Cascata d’oro per gli atleti della Termoli Nuoto

Nello storico Palamaggetti il Ripa si arrende al Roseto

TERMOLI – Ancora una prestazione eccezionale per gli atleti Cip della Termoli Nuoto. Al Meeting interregionale di Roseto degli Abruzzi, infatti, i ragazzi guidati dal tecnico Giancarlo Mancini e dal responsabile CIP della Termoli Nuoto Claudio Ferretti hanno riportato ben quattro medaglie d’oro tra i confini regionali. Una prestazione super di tutta la delegazione termolese che ha soddisfatto in pieno lo staff tecnico del sodalizio rivierasco. “Abbiamo ottenuto risultati incredibili, - ha rimarcato Ferretti - e se si può dire per una gara di nuoto super Barbieri vola con il suo tempo nella gara a stile, migliorando di 7 centesimi il suo record personale con il quale ha vinto i Campionati Italiani Giovanili della scorso anno. Nella gara a dorso, anche se non è la sua preferita, - ha ribadito Ferretti - ha ritoccato il suo personale di 6 centesimi passando da 1.19.00 a 1.13.00. Non ci sono parole!”. Oltremodo contento ed orgoglioso dei suoi ragazzi è apparso anche il tecnico Mancini che ha avuto solo parole di estremo elogio per i suoi allievi. “Sono contento ed entusiasta dei risultati. Questo ci ripaga del lavoro che facciamo in piscina. Angelo e Pompeo sono due atleti fantastici ma soprattutto due persone fantastiche, che hanno la

Nello storico Palamaggetti di Roseto degli Abruzzi va di scena un match scontato fra una nobile decaduta della pallacanestro italiana, i Roseto Sharks e la cenerentola Visure on Line Ripalimosani. Troppa la differenza tecnica e fisica degli "squali" al cospetto di un rimaneggiato Maccabi, privo, tra l'altro, di Morelli (contrattura alla schiena) e di Amatista (squalificato). Il Maccabi, tuttavia, non parte male mettendo per qualche azione il muso davanti. Ma dura veramente poco perchè il team allenato da Antimo Di Biase inizia a carburare e grazie alle giocate spettacolari di Porzingis (ex Varese in Llega Due), Marcario (ex Lega Due francese) ed Angeli (uomo simbolo di molte squadre di B d'eccellenza) preme sull'acceleratore ed inizia a piazzare breack su breack fino ad arrivare a metà gara sul +27. Sembrerebbe partita finita ma alle riprese delle ostilità la Visure on Line scava nel proprio orgoglio trovando energie insperate; con un breack di 12-2 costringe Di Biase ad un pronto time out con conseguente cambio di difesa. Dopo questo sussulto, lo strapotere dei padroni di casa torna a farsi sentire ed il divario tra le due squadre torna a prendere proporzioni consone. Il terzo quarto, infatti, si chiude con i padroni di casa in vantaggio di 30 lunghezze, sancendo la fine

Napolitano premia i campioni del mondo ‘09 'Il Coni negli ultimi anni ha trovato un suo assetto', ma Napolitano esorta le istituzioni a dare garanzie economiche allo sport. Il Capo dello Stato, durante la cerimonia di premiazione degli azzurri vincitori campioni del mondo in discipline olimpiche e paralimpiche, ha fatto riferimento al ripristino del meccanismo di automatismo finanziario 'imprescindibile per mettere questi atleti nella condizione di raggiungere altri successi'.

Pompeo Barbiero testa per diventare dei campioni!. I risultati: Licursi Angelo oro 100 mt Dorso con il tempo di 2.11; oro 100 mt Stile libero con il tempo di 1.47.; Barbieri Pompeo oro 50 mt. Dorso con il tempo di 1.13; oro 50 mt Stile libero con il tempo di 54 secondi netti.

Doping, un anno alla russa Pyleva L’atleta siberiana Olga Pyleva positiva all'antidoping alle Olimpiadi di Torino 2006 è stata condannata a un anno di prigione pena sospesa.Subito dopo la scoperta del doping, Olga Pyleva lasciò la squadra col suo allenatore e partì per la Svizzera, da dove prese un aereo per la Russia.Per il procuratore aggiunto di Torino Raffaele Guariniello la donna aveva assunto carfedone, una sostanza dopante per 'alterare la prestazione agonistica'.

anticipata della gara. L'ultimo periodo serve solo ai due coach per sperimentare qualcosa ed il garbage time regala qualche schiacciata di Porzingis e più di qualche tripla del duo Marcario-Angeli. Archiviata anche la trasferta di Roseto, i satiri torneranno a giocare nella Maccabi Arena domenica 20 dicembre ore 18:00 contro il San Vito Chietino, squadra in forma che annovera nelle proprie fila il capocannoniere argentino (ex Virtus Termoli) Dutto. Ai satiri toccherà vincere a tutti i costi.

21 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009


S P O RT PALLAVOLO - SERIE C FEMMINILE

Eurovolley in serie positiva Le campobassane hanno superato il Termoli al termine di una gara molto combattuta Continua la serie positiva per l’Eurovolley che mette a segno una vittoria contro il Volley Termoli che vede svanire la possibilità di arrivare al tie-break quando ormai sembrava cosa fatta. Il quarto set, infatti, dopo essere stato condotto dalla squadra termolese, ha riservato un finale al cardiopalma assolutamente vietato a chi non ama le emozioni forti e che ha visto la rimonta della squadra di casa che si è concretizzata e sulla quale avrebbero scommesso in pochi. In effetti tutta la partita è stata caratterizzata da un susseguirsi di alti e bassi delle rispettive formazioni sin dell’inizio del primo set che prima ha visto una fase di studio delle due formazioni e che poi ha visto allungare le padrone di casa che hanno chiuso sul 25 – 21 senza eccessivi patemi d’animo e conducendo il gioco pur senza strafare. Le parti si invertono nel se-

condo set nel quale le campobassane cedono molto bruscamente sul piano dell’attenzione e del rendimento e lasciano campo libero alle avversarie che non si lasciano sfuggire l’occasione di pareggiare. Il 13-25 in favore delle termolesi è molto eloquente tanto da far temere il peggio per la squadra di casa. Timori che però si rivelano subito infondati perché alla ripresa del gioco le campobassane riprendono il controllo della gara con sicurezza ben decise a non lasciare spazio a nessun tentativo di rimonta da parte delle ragazze termolesi. Ne è la prova l’incoraggiante vantaggio iniziale che dà fiducia alle padrone di casa permettendogli di giocare con tranquillità. Nemmeno il tempo di godersi il vantaggio che i tifosi campobassani tornano sulle spine per un nuovo calo delle loro beniamine con il Termoli che macina gioco e approfitta degli er-

rori avversari e scarsa convinzione delle avversarie. Si arriva così prima al 22-13 e poi al 23-16 in favore del Termoli Pallavolo. Con le ospiti a soli due punti dalla vittoria nel quarto set non erano in molti a credere ad un ribaltamento del risultato e invece, ritrovata la concentrazione e un po’ di cattiveria agonistica, l’Eurovolley ha rimontato e chiuso in proprio favore il set andando a vincere una partita sofferta e portando a casa tutti e tre i punti in palio tra la gioia del pubblico amico e del proprio staff. Certo i deboli di cuore avrebbero fatto a meno di un finale così incerto, ma alla fine ne è valsa la pena non fosse altro perché la partita si è rianimata un po’. Lo stesso dicasi per i tecnici avranno il loro da fare per evitare che simili cali di concentrazione si ripetano. Per quanto riguarda l’Eurovolley, infatti, più di qualche atleta ha avuto un rendimento

SERIE C MASCHILE

Per la Free Volley sconfitta al tie break a Termoli La squadra campobassana entra in campo poco determinata e subisce dalla formazione termolese un secco due set a zero con il punteggio di 25 a 19. Il sestetto del Termoli Pallavolo nei momenti topici, sul punteggio di 18 a 17, riesce ad accelerare e meritatamente ad aggiudicarsi la prima fase dell’incontro grazie ad una maggiore maturità agonistica e una migliore gestione degli scambi. Il terzo set si apre all’insegna del Free Volley Campobasso che entra in campo trasformato e voglioso di vendere cara la pelle. Si vede e si apprezzano scambi entusiasmati da entrambe le compagini, una grazia, una maggiore freschezza atletica ed una migliore gestione della partita, i ragazzi del Free Volley Campobasso riescono a portarsi sul 2 set a 2, riaprendo la gara e dimostrando una gran voglia di far proprio l’incontro. Il quinto set vede le squadre in campo vogliose e determinate,

si vede una superlativa partita e un grande fair-play che gli spettatori presenti hanno favorevolmente apprezzato. La squadra campobassana, sulle ali dell’entusiasmo ha dettato i tempi della gara con un super Piscopo vero protagonista dell’incontro, ma, sul 14 a 11 a favore dei ragazzi del tecnico campobassano Antoniani i giovani ospiti sono incappati in alcuni minuti di black-out spalancando le porte al ritorno del Termoli che alla fine ha fatto prevalere la maggiore esperienza e di aggiudicarsi l’incontro con il punteggio di 19 a 17. Un commento sull’incontro non può che essere positivo per la bella partita espressa dalle due formazioni che sicuramente saranno protagoniste in questo campionato di serie “C”, da sottolineare la prova poco convincente da parte di alcuni atleti del Free Volley che sicuramente sapranno riscattarsi nel prosieguo del campionato.

SERIE C MASCHILE

Il primo derby campobassano va alla N.Pallavolo Si è disputato il primo derby campobassano di Serie C maschile tra i numerosi previsti in questa stagione sportiva e, come di solito succede, è risultato un incontro molto sentito ed equilibrato. Le due compagini venivano da due posizioni quasi contrapposte, prima in classifica il Volley Campobasso, settima la Nuova Pallavolo ma, nelle previsioni, non erano questi i reali valori che adesso risultano essere invece più attendibili. Avvio equilibrato nel primo set ma si intravede una leggera possibilità che la squadra ospitata possa prendere le redini del gioco che comincia a materializzarsi nella seconda parte della frazione e che si concretizza sul 22/25. Nel secondo si ha ancora l’impressione che la gara possa essere breve perché ad uno spunto della Nuova Pallavolo, che con il sempre-verde Palladino al servizio riesce a dare uno strappo fino al 14-10, rispondono i ragazzi del Volley Campobasso questa volta con il servizio di Sollazzo prima e del capitano Oto poi, che riescono a riportare le sorti del set sul 16-21 in proprio favore ma la Nuova Pallavolo non è una squadra che si arrende facilmente e riesce a restare in partita per concludere il set in vantaggio 27/25 e la partita ancora tutta da decidere. I due mister cercano con i cambi la soluzione della partita e pare prima averla trovata mister Scocchera delegando il ruolo di regista ad un altro intramontabile come Calcutta riuscendo ad aggiudicarsi il terzo set, poi la situazione si ribalta con un nuovo cambio in regia, questa volta per il Volley Campobasso, e quarto set in proprio favore anche se con rimonta finale della squadra di casa che lascia tutti con il fiato sospeso. Nel quinto set non c’è storia: il Volley Campobasso parte male, prova a rimontare ma ha esaurito le energie fisiche e mentali arrendendosi agli avversari nel 15/8 finale che assegna due punti alla Nuova Pallavolo ed uno al Volley Campobasso. Bella partita anche se ci sono stati grossolani errori da una parte e dall’altra, segno questo che le due squadre, con il rodaggio degli allenamenti, potranno rendersi protagoniste di ulteriori gare spettacolari con relative soddisfazioni per i rispettivi colori. Siamo certi che, pur se non riusciranno a vincere il campionato, potranno essere gli aghi della bilancia per l’assegnazione dello stesso a l’una o l’altra squadra che dovrà fare i conti con loro per guadagnarselo.

22 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009

forse troppo discontinuo che in alcuni casi poteva costare caro. Certo cambiare alzatrice all’ultimo momento non ha certo faci-

litato il compito dell’allenatore che ha dovuto rimodellare la squadra prendendo qualche rischio.

SERIE C FEMMINILE

La Nuova Pallavolo in vetta alla classifica La serie C femminile si conferma in vetta alla classifica dopo aver battuto il Volley Termoli per 3-0 e salendo così a 9 punti in classifica; punteggio pieno che mette tranquillità nello spogliatoio e dà carica per i prossimi incontri. La partita di sabato nello specifico non è stata delle più difficili, il Termoli è una squadra molto giovane, ben guidata dalle più esperte Rossi e Di Lello, me che comunque ha evidenziato la necessità di lavorare ancora molto. In ogni caso ci sono stati sprazzi di bel gioco con una buona presenza din campo delle campobassane che seppur ancora molto imprecise su alcune situazioni alla fine sono riuscite a concludere belle azioni. Buone le fasi di difesa del Termoli che hanno dato vita ad azioni lunghe ed insidiose. Ancora una volta coach de Soccio ha potuto provare diverse soluzioni di gioco chiamando in causa l'intera panchina che ha ben sostituito il sestetto titolare. Bene Pellegrino che ha sostituito di Cesare assente e Santoro M. che si conferma essere a detta degli interni al settore il miglior libero del campionato con una padronanza della seconda linea che fa davvero paura anche agli attaccanti più insidiosi. Bene anche la squadra maschile che ha avuto la meglio sull'Euro Volley per 3-1 in un match molto combattuto. Sia da una parte della rete che dall'altra l'esperienza si sprecava, infatti i ragazzi sono stati artifici di un incontro davvero avvincente e ricco di colpi di scena con continui sorpassi ed azioni combattute. Meno bene le più giovani della serie D che hanno leteralmente sprecato una partita praticamente vinta contro il Riccia che ha saputo approfittare dei numerosissimi errori commessi dalle campobassane. E' mancata del tutto la gestione del gioco soprattutto al servizio e in attacco, fondamentali che normalmente danno un bel margine nei confronti delle avversarie. Ogni set si è infatti concluso per errori assolutamente gratuiti, in ogni caso alle ragazze fa bene indipendentemente dal risultato calcare il campo per fare esperienza data la giovanissima età. All'esperienza di gioco è però essenziale unire un buon allenamento che sta un pò venendo a mancare negli ultimi tempi...complici gli impegni scolastici, le festività o i malanni di stagione...si devono stringere i denti!

Woods:“La famiglia è il bene più importante”

Kayak, donna circumnaviga l’Australia

'Avere una famiglia è stata la cosa migliore che mi sia mai capitata'. Lo dice Tiger Woods in un'intervista concessa prima degli scandali. Registrata a Melbourne il mese scorso, l'intervista del golfista è stata diffusa oggi in Nuova Zelanda. Avrebbe dovuto essere trasmessa il giorno di Natale, ma l'emittente ha deciso di anticiparla in seguito all'annuncio, venerdì scorso, di un 'ritiro a tempo indeterminato' di Woods dal golf e alla sua ammissione di aver trasgredito ai valori familiari.

Dopo 332 giorni di remate, la prima donna a circumnavigare l'Australia in kayak ha raggiunto Queenscliff, da cui era partita il 18 gennaio. La tedesca Freya Hoffmeister, 45 anni, ha compiuto l'impresa in solitario, su una distanza di 15.166 km, pagaiando fino a 60 km al giorno, dribblando squali, coccodrilli, serpenti di mare e meduse. Hoffmeister ha completato il periplo in 28 giorni meno del solo altro kayaker a compiere l'impresa, il neozelandese Caffyn nel 1982.


S P O RT CONI ISERNIA

Brillano le “Stelle di Natale” Serata di emozioni quella vissuta ad Isernia in occasione della 10^ edizione della manifestazione

Emozioni a go go, sorrisi, soddisfazione e anche, come naturale in questi casi, qualche piccolo grande momento di commozione. La cerimonia di premiazione alla decima edizione de ‘Le stelle di Natale: un anno di sport, una vita per lo sport’, la kermesse celebrativa di fine anno organizzata dal comitato provinciale isernino del Coni ha riservato in successione un insieme di simili sentimenti per un pomeriggio in cui il calore di una sala gremita, quella dell’Auditorium della Provincia di Isernia, ha sfidato (e battuto) il freddo pungente all’esterno. Tutti, indistintamente, società, tecnici, dirigenti ed atleti saliti sul palco subissati dagli applausi. Anche quelli che, per motivi dell’ultimora, non hanno potuto presenziare alla rassegna. Come i familiari del compianto presidente della Federciclismo pentra Nino Notte. Tra i tre riconoscimenti speciali tributati dalla giunta del Coni isernino: gli altri due hanno interessato la judoka Maria Centracchio – atleta dell’anno nella provincia pentra e intenzionata a ricevere ulteriori premi in futuro – e Michele Miele, dinamico istrione del mondo del calcio. Onorificenze particolari anche quelle andate a Do-

menico Esposito (pronto ad assicurare ulteriore impegno in prospettiva, soprattutto per i più giovani) ed Antonio Valiante (assente per problemi personali), tra i padri in regione l’uno del tennistavolo ed anche del tiro con l’arco, l’altro del volley, che hanno ricevuto il massimo premio desiderabile per un uomo di sport. Ossia la stella d’oro al merito conferita direttamente dal Coni nazionale. Ma ogni piccolo grande momento della premiazione andata in scena nel capoluogo pentro ha rappresentato un’occasione unica. Lo è stata quella delle tre società (l’Atletica Calcio Venafro, l’Olimpic Isernia e l’Us Pescolanciano Volley finite nell’ordine) premiate tra i club protagonisti del torneo intercentri la cui finale ha avuto luogo dal 4 al 6 settembre scorsi. Una situazione di celebrazione immediatamente precedente quello riservato ai tecnici, la cui classifica è stata stilata in occasione della giornata del tecnico svoltasi lo scorso 25 ottobre. Nella circostanza, ad occupare i primi tre posti sono stati Gaetano Minervini, tecnico calcistico dell’Olimpic Isernia, Antonella Appugliese, allenatrice di pallavolo del

centro Olimpia ‘Andrea d’Isernia’, e Francesco Giannini, anche lui allenatore proveniente dal mondo del pallone, nello specifico dall’Atletica Calcio Venafro. Emozionante come da tradizione, poi, anche la sequenza senza soluzione di continuità delle premiazioni frutto delle segnalazioni delle singole federazioni sportive. Che, tra tante storie particolari, hanno portato alla luce l’entusiasmo e la voglia di fare sport, ognuno nella propria disciplina, di tanti uomini e donne forti di un unico ideale: quello di migliorarsi e dare il massimo di se stessi, giorno dopo giorno. Un ideale ‘fil rouge’ che ha unito le premiazioni dei due rappresentanti del volley (il dirigente Antonio Santilli e l’arbitro Cosmo Costa), dei loro colleghi della pesca sportiva (i big Elio Castaldi e Fiore Siravo) dei rappresentanti dell’universo del pongismo (Francesco Giannini e Carmen Buonviaggio, per lei dedica ai ragazzi ed ai genitori con cui lavora), del cronometrista Oreste Ianiro, del dirigente calcistico Eugenio Procaccini e del big del Venafro Vincenzo Ricamato, del maestro di pallacanestro Tiziano Rosignoli ed il talento isernino della spicchia Matteo Melchiorre reduce da una selezione regionale under 13, del corridore Matteo Milano e del dirigente del team di mountain bike della Sessan Bike Sport e Natura premiati dal proprio presidente federale Renato Di Rocco e dal tecnico della nazionale azzurra Franco Ballerini, nonché delle ‘new entries’ del wushu kung fu (il tecnico Gabriella Di Berardo e l’atleta Angelo Di Lauro), che, dopo il riconoscimento, hanno dato vita anche ad un’applauditissima esibizione di forme sul palco. E, ancora, dei judoki Nicandro Buono e Giovanni Nostrato, il primo ormai una certezza nel mondo dei tatami, il secondo fresco del titolo italiano Esordienti, nonché della dirigente del Varvarusa Golf Club di Filignano Gabriella Marinelli, pronta ad annunciare il tesseramento gratuito per tutti gli under 18 per la stagione che verrà, e del ‘dottore dei green’ Costantino Kniahynichi, una passione, la sua – prova a scherzarci su – figlia della volontà di non avere troppi contraccolpi dopo l’esperienza nel judo. Sotto i riflettori, peraltro, sono finite anche le società di danza sportiva Papillon 2002 Molise e Te.Co. Dance, gli applauditissimi isernini

‘Arcieri nella luce’, società di tiro iscritta al comitato italiano paralimpico, e ancora gli scacchisti Giovanni Iovino e Venanzio La Storia, quest’ultimo animatore di settore anche come dirigente ed organizzatore con le premiazioni effettuate dal delegato provinciale della Federbasket Francesco Macchiarella. Un tocco transalpino è arrivato con la prescelta dalla Federmotociclismo (Houben Pascale), conduttrice tra quelle più apprezzate in campo nazionale. A chiudere la serata, prima il binomio dell’atletica leggera (la promessa delle prove multiple Eleonora Visocchi ed il tecnico Antonio Izzi) e, quindi, quello designato dagli sport con armi da caccia composto dai tiratori Massimo Morelli e Vincenzino Litterio. Soddisfattissimo, al termine, il presidente Ulisse Di Giacomo che ha parlato apertamente di “una manifestazione dall’ampio respiro e dai grandi contenuti”, annunciando anche l’avvio, a febbraio, del progetto di ‘alfabetizzazione motoria’ nelle scuole primarie di primo grado. Venti le province interessate dall’avvio del progetto pilota e, tra queste, anche quella di Isernia.

Granbassi torna in tv, a Ballando con le Stelle

F1: Massa al Mugello con la F2007

Margherita Granbassi torna in tv. Dopo l'esperienza in Annozero con Santoro, la fiorettista azzurra sarà concorrente di Ballando con le stelle. La schermitrice, campionessa del mondo a squadre quest'anno, prima di dare il suo ok ha voluto confrontarsi con il tecnico Stefano Cerioni per capire se la partecipazione al programma tv condotto da Gabriella Carlucci, che la terrà impegnata fino al 20 marzo prossimo, poteva incidere sugli impegni sportivi.

Felipe Massa si è presentato nel pomeriggio di ieri all'Autodromo del Mugello per disputare una sessione di prove con la F2007. Si tratta della vettura che Kimi Raikkonen ha portato al titolo mondiale nello stesso anno equipaggiata con gomme da esibizione come richiesto dal regolamento. In questo periodo e' vietato ogni tipo di test con le vetture attuali.

FOTO DI MARIO DI MARZIO E palesemente entusiasti erano anche il numero uno della Fci nazionale Renato Di Rocco ed il commissario tecnico della nazionale su due ruote, Franco Ballerini, ospiti d’onore della serata assieme al vicepresidente nazionale della Federtennistavolo, Scardigno con, a far da cornice, anche tante personalità istituzionali, oltre che sportive. I due portacolori delle due ruote, nel loro caso specifico, hanno parlato dei temi d’attualità. “Di Luca? Una situazione che deve essere chiarita, noi siamo i primi a fare il tifo per lui perché si chiarisca la situazione. Anche se lo stato delle cose non è semplice e questo ci spiace”, ha fatto sapere Di Rocco. “Un momento non facile, per noi – ha detto Ballerini – è stato un anno da protagonisti, ma non da vincenti. Al Mondiale, infatti, ci hanno staccato nel finale. Se dovevo scegliere un nome, mi ha fatto piacere che a Mendrisio abbia vinto Evans. Il prossimo Mondiale? Un percorso ‘particolare’ con un lungo tratto in linea, ‘ignorante’ come si dice in gergo”.

23 ANNO II - N° 279 MERCOLEDÌ 16 DICEMBRE 2009


... outlet e non solo ...

CENTRO AS SOCIATO A.M.I.A. Estetica & “Un difetto de ll’anima” no n può essere corretto ma un difetto del co rpo, se corre tto, può migliora re l’anima. Jean Coctea u

di Giovanna

ion

sh easy fa

Via Marconi, 83 (centro storico) CAMPOBASSO Tel. 0874.1960367

benessere

e Ilaria Gab

riele Via Genova, 3 - Campoba sso tel 0874.416 124 - fax 0874 .98008 estetica&bene sseresnc@ho tmail.it

logna, 58-60 Via Mons. Bo sso Campoba via

Tib e

ri

Te o, 98/1 l. 0 00 87 Cam 46 p 30 obass 44 o

Tel. 0874.97909 6 - Fax 0874.315 453 www.motorsgie mme.it info@motorsgie mme.it Via Principe di Piem onte, 131 F/G - Ca mpobasso

* Frag onard Via de’ Fe rrari, 28 Te. 0874.3 11634

Campobasso Piazza G. Pepe, 3 Tel. 0874.94256

RISTORANTE - PIZZERIA f a s h i o n

OUTL

w e a r

Via G. ET Gariba ldi, 177 - Camp obass o

VIA A. FERMI - C.C. FERRAZZANO (CB) TEL. 0874.412212

obasso p m a C 39 auele, m E o i r itto .98499 C.so V l. 0874

Te


lagazzettadelmolise_16-12a