Page 1

ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Sporco lavoro


PRIMO PIANO La vittima è Alessandro Di Lisio, 25 anni, di Campobasso Il Caporal maggiore della Folgore era in missione da 4 mesi

Attentato in Afghanistan Muore un parà molisano CAMPOBASSO – “Non posso crederci, non è vero, è uno scherzo”. La tranquillità di una ordinaria mattina d’estate in contrada Peschiatura, alle porte di Oratino, dove la famiglia Di Lisio si è trasferita da qualche anno, è stata interrotta dalla tragica notizia. Papà Nunzio si rifiuta di credere che Alessandro, suo figlio, appena venticinque anni, sia la vittima dell’ultimo attentato in Afghanistan. Ma il maggiore dell’Esercito Nicola Moffa, cui è toccato il triste compito di comunicare il decesso del giovane parà, annuisce e cerca di consolare quel genitore distrutto dal dolore. Le urla della mamma Addolorata e delle sorelle Maria e Valentina rimbombano tra le mura di quella villetta di Oratino. Alessandro Di Lisio aveva solo 25 anni. Era nato il 15 maggio del 1984 ed era Caporal maggiore della Folgore. Ieri mattina insieme a lui c’erano altri tre paracadutisti che fortunamentamente non rischiano la vita. Si tratta del tenente Giacomo Donato Bruno, il primo caporal maggiore Simone Careddu e il primo caporal maggiore An-

Quotidiano del mattino Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008

drea Maria Cammarata. Secondo le prime informazioni diffuse dallo Stato maggiore della Difesa, ieri mattina a circa 50 chilometri a nord-est di Farah una pattuglia di paracadutisti della Folgore e del Primo Reggimento Bersaglieri è stata attaccata con un ordigno posizionato lungo la strada. L’attentato è stato rivendicato dai talebani. "Nessuno dei tre parà rimasti coinvolti nell'esplosione - ha ribadito il colonnello Massimo Fogari, portavoce del capo di Stato maggiore della Difesa - è in pericolo di vita". La notizia ci ha messo davvero poco a diffondersi in Molise dove è arrivata come un pugno nello stomaco nella tarda mattinata di ieri. Poi il tam tam delle agenzie e la morte di Alessandro ha fatto il giro del mondo. Grande sconcerto a Oratino, a Campobasso e in tutto il Molise. Dolore e rabbia soprattutto nella villetta dei Di Lisio dove nessuno voleva crederci che quella terribile sorte fosse toccata proprio al figliolo. A casa dei genitori si è recato anche il

Il cordoglio del mondo politico Le preghiere del Papa

DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino

La notizia del sanguinoso attacco ha raggiunto il Papa, che sta trascorrendo un periodo di vacanze a Les Combes in Val D'Aosta. Il Pontefice è rimasto profondamente addolorato ed ha pregato per la vittima e per i feriti.

A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: Redazione

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.gazzettadelmolise.it

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha appreso con molta commozione la notizia che Alessandro Di Lisio, primo Caporal Maggiore dell'esercito italiano, è caduto in Afghanistan, mentre assolveva ai propri doveri nell'ambito della missione affidata al nostro contingente, in un messaggio ha espresso il commosso cordoglio e la più sentita partecipazione al dolore della famiglia.

www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

sindaco Orlando Iannotti che si è stretto attorno al dolore di papà Nunzio, titolare di un negozio di piastrelle a Campobasso, e di mamma Addolorata, dipendente delle Poste. “Me lo hanno ammazzato – ha gridato tra le lacrime la donna - lo sapevo che non doveva andare lì”. Per Alessandro quella dell’Afghanistan, dove faceva l’artificiere, era la prima missione. Paracadutista dell'ottavo Genio guastatori, faceva parte di un team specializzato nella bonifica delle strade, prima del passaggio di convogli militari e diplomatici. Ieri era impegnato con un gruppo di commilitoni a bordo di due veicoli Lince e di un mezzo blindato Coguar. Al loro passaggio l'esplosione ha investito in pieno un mezzo. Fonti ufficiali parlano di un ordigno improvvisato (Improvised Explosive Device), con una potenza superiore a quella di bombe analoghe utilizzate in passato. In quel Paese che negli ultimi tempi è diventato sempre meno sicuro, Alessandro doveva restarci altri tre mesi. Poi sarebbe tornato in Molise, a casa dove

Il premier Silvio Berlusconi Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, non appena appresa la notizia dell'attacco contro un convoglio italiano in Afghanistan che ha provocato la morte di un paracadutista e il ferimento di altri tre, si e' messo subito in contatto con il sottosegretario Gianni Letta a Palazzo Chigi. Il presidente Berlusconi ha espresso il cordoglio suo personale e quello del Governo, sottolineando al tempo stesso la necessità e l'importanza della missione di pace in Afghanistan per la stabilità di un'area strategica.

Il governatore della Regione Michele Iorio, “Il più sincero e profondo cordoglio mio, della Giunta regionale e di tutti i molisani per la morte del giovane paracadutista di Campobasso, Caporal Maggiore Alessandro Di Lisio, vittima in Afghanistan di una esplosione provocata dai talebani che continuano nella loro escalation di violenze e attentati terroristici. È morto nell’adempimento del suo dovere e della sua missione, per difendere la pace e la democrazia, per tenere alti i valori della sua appartenenza all’esercito italiano. In questo triste momento ci sentiamo vicini ai suoi familiari con sentimenti di viva partecipazione e di sincera solidarietà. L’auspicio che il suo sacrificio non risulti vano e che l’Afghanistan, anche con il contributo e la presenza dei militari italiani, possa conoscere una stagione di tranquillità e di stabilità democratica con la sconfitta definitiva delle forze eversive”. Il Presidente della Regione Molise ha inviato ai genitori del Caporal Maggiore Alessandro Di Lisio un telegramma di cordoglio. Vi esprimo il più profondo cordoglio mio personale e di tutti i molisani per la prematura scomparsa del caro Alessandro. Vostro figlio ha dato la vita per gli ideali di pace, di giustizia, di libertà e di democrazia. Ideali immortali, come immortale sarà il suo ricordo per chi gli ha voluto bene e per chi ha avuto da lui aiuto e comprensione. In questo triste momento, dunque, vi rappresento la vicinanza di tutto il Molise che piange insieme a voi un figlio prediletto il cui operato, al servizio dei più deboli, lo ha reso indimenticabile e meritevole di essere scritto nel grande “libro dei giusti”.


PRIMO PIANO I quattordici italiani deceduti in missione

Nelle 4 immagini Alessandro Di Lisio

CAMPOBASSO - Con l'attentato di oggi salgono a 14 i militari italiani morti in Afghanistan dall'inizio della missione italiana nel 2004. Di questi la maggioranza è rimasta vittima di attentati, altri invece sono morti in incidenti, alcuni anche per malore.

lo aspettava la famiglia. Il giovane forse era al corrente del pericolo che viveva ora per ora. Forse un presentimento. L’otto luglio così scriveva su Facebook: “La guerra è uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farla”. I più increduli i 38 amici del social network che lo descrivono come un ragazzo solare, che andava fiero delle sue origini molisane. Per il sindaco Orlando Iannotti la famiglia di Alessandro era un modello per la cittadinanza. Onesti lavoratori i genitori e un ragazzo a posto lui. Prima di partire per la missione era di stanza alla caserma "Briscese" di Legnago (Verona), che ospita l'ottavo reggimento Guastatori Paracadutisti

Caporal maggiore Giovanni Bruno - Il 3 ottobre 2004 alla periferia di Kabul esce di strada il mezzo sul quale viaggiava il caporal maggiore Bruno, 23 anni. Capitano di fregata Bruno Vianini - Il 3 febbraio 2005 il capitano è su un aereo civile in volo da Herat a Kabulche precipita in una zona di montagna 60 km a sudest della capitale. Caporal maggiore capo Michele Sanfilippo - L' 11 ottobre 2005 il caporal maggiore, 34 anni, è trovato morto nella camerata del battaglione Genio a Kabul, colpito alla testa da un proiettile partito accidentalmente. Tenente Manuel Fiorito e maresciallo Luca Polsinelli - Il 5 maggio 2006 un ordigno esplode al passaggio di una pattuglia italiana su due veicoli blindati a sud-est di Kabul. Rimangono uccisi gli alpini Fiorito, 27 anni, e Polsinelli, 29 anni. Tenente colonnello Carlo Liguori - Il 2 luglio 2006 il tenente colonnello Liguori, 41 anni muore d'infarto a Herat. Caporal maggiore Giuseppe Orlando - Il 20 settembre 2006, si ribalta il 'Pumà sul quale viaggia una pattuglia italiana a Chahar Asyab. Muore il caporal maggiore Orlando, 28 anni. Caporal maggiori Giorgio Langella e Vincenzo Cardella - Sei giorni dopo, sempre a Chahar Asyab, un ordigno improvvisato esplode al passaggio di una pattuglia italiana: resta ucciso il caporal maggiore Langella, 31 anni, mentre altri 5 militari italiani sono feriti. Tra questi il caporal maggiore Cardella che morirà alcuni giorni dopo. Lorenzo D'Auria - Il 24 settembre 2007, l'agente del Sismi Lorenzo D'Auria viene gravemente ferito durante il blitz delle forze speciali britanniche compiuto per la sua liberazione. Trasportato in Italia, D'Auria morirà qualche giorno dopo. Maresciallo capo Daniele Paladini - Il 24 novembre 2007 il maresciallo Paladini è nella valle di Pagman, a 15 km da Kabul, da un kamikaze che si fa esplodere. Altri tre militari feriti. Maresciallo Giovanni Pezzulo - Il 13 febbraio 2008 il maresciallo Pezzulo, 44 anni, è ucciso in un attacco con armi da fuoco portatili nel distretto di Uzeebin, a circa 60 km da Kabul. Un altro militare è ferito. Pezzulo faceva parte del Cimic Group South di Motta di Livenza, un reparto che si occupa prevalentemente di attività di cooperazione civile-militare. Caporal maggiore Alessandro Caroppo - Il 21 settembre 2008 Caroppo, del contingente italiano a Herat muore per un malore prima di montare di guardia.

Folgore, dove risiedeva da circa 5 anni. Il giovane non era sposato. Di fronte a quest’ultimo tragico avvenimento che porta a 14 le vittime italiane negli attentati in Afghanistan le istituzioni s’inchinano al nuovo eroe della Patria. Il presidente della Camera Gianfranco Fini ieri ha fatto osservare un minuto di silenzio in memoria di Alessandro. Si è mobilitata anche la Procura di Roma aprendo subito un fascicolo sulla morte del militare italiano e sul ferimento degli altri tre parà. Omicidio, tentato omicidio e attentato per finalità terroristiche sono i reati per i quali la magistratura indaga. Viviana Pizzi

Seduta del Consiglio regionale sospesa in segno di vicinanza alla famiglia del giovane Alessandro La seduta del Consiglio regionale è stata funestata dalla notizia dell’uccisione del primo caporal maggiore Alessandro Di Lisio, di Campobasso, classe 1984, a seguito di un attentato contro una pattuglia di paracadutisti italiani in Afganistan in cui sono rimasti feriti altri tre militari. Il presidente del Consiglio Michele Picciano ha chiesto all’Assemblea l’osservanza di un minuto di raccoglimento e poi ha disposto la sospensione dei lavori del Consiglio, che riprenderanno il prossimo martedì, in segno di vicinanza alla famiglia del giovane Di Lisio e di cordoglio suo personale e di tutta l’Assise regionale.

Il presidente della Provincia di Campobasso Nicola D’Ascanio Il presidente della Provincia Nicola D’Ascanio esprime profondo dolore per la morte del nostro giovane corregionale Caporal Maggiore Alessandro Di Lisio impegnato nella difficilissima missione di pace in Afghanistan. Ai familiari di Alessandro vanno i sensi della vicinanza e del cordoglio per una morte ingiusta e prematura. Completa solidarietà e gli auguri di una pronta guarigione vanno agli altri tre nostri militari feriti nell’attentato. Oggi il Consiglio provinciale di Campobasso che si riunirà in seduta ordinaria osserverà un minuto di raccoglimento in ricordo di Alessandro Di Lisio.

L’onorevole Anita Di Giuseppe L’onorevole Anita Di Giuseppe desidera esprimere le sue più sentite condoglianze ai familiari e agli amici del caporalmaggiore Alessandro Di Lisio. “E' un nuovo terribile lutto, un tributo che purtroppo l’Italia ancora una volta paga con il sangue. Mi sento vicina alla grande tragedia che ha colpito la famiglia del giovane militare molisano ed esprimo profonda solidarietà a tutti i militari italiani impegnati sul fronte, soprattutto auguro pronta guarigione ai tre paracadutisti rimasti feriti nella stessa esplosione.”

L’eurodeputato Aldo Patriciello L’onorevole Aldo Patriciello, impegnato nella seduta di insediamento del Parlamento Europeo a Strasburgo, appena appreso della morte del primo caporal maggiore Alessandro Di Lisio, ha voluto esprime il proprio cordoglio ai familiari del giovane. “E’ con emozione che apprendo della tragica morte del caporal maggiore Alessandro Di Lisio. Alla famiglia del soldato campobassano vanno i miei sentimenti di sincera partecipazione a questo doloroso lutto che ha strappato alla vita un giovane servitore della Patria, caduto nell’adempimento della sua missione”.

Il presidente provinciale Azione Giovani Giuseppe Giglio Alla famiglia del giovane Alessandro va tutta la nostra vicinanza ed il nostro cordoglio, consapevoli che, in momenti come questi, niente e nessuno può alleviare il dolore per la perdita di una persona cara caduta da eroe a migliaia di kilometri da casa.Apprezziamo l’atteggiamento responsabile delle forze politiche che decidono di mostrare in un momento di dolore quel sentimento di unità nazionale che troppo spesso in passato è mancato e condanniamo sin da ora quanti (si leggono già delle dichiarazioni in proposito dei Comunisti Italiani) non perdono l’occasione per speculare sulla tragedia riproponendo sterili e becere polemiche sulla missione in Afghanistan.

L’Ugl Molise “L’Ugl Molise esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia del giovane paracadutista molisano Alessandro Di Lisio che, difendendo i principi di pace, giustizia e libertà è rimasto ucciso nell’attentato di oggi in Afghanistan. Esprimiamo inoltre totale solidarietà ai militari italiani impegnati in Afghanistan e un sincero augurio di prontissima ripresa ai tre militari feriti nell’agguato.


PRIMO PIANO Per chi vuole farsi una libera opinione sulla vicenda della Turbogas di Gianfranco Vitagliano* Nel leggere un nuovo scritto di Caruso, ospitato sul giornale, ho pensato che fosse giunto il momento, ad indagini concluse, di dire la mia sulla centrale. Per troppo tempo, su poche frasi, pronunciate con serenità e senza fini perseguibili penalmente, ho assistito paziente, al “ricamo” che tanti hanno fatto, cogliendo, per varie ragioni, l’opportunità offerta da atti emanati dal magistrato inquirente che riportavano stralci di intercettazioni. Brutto e comune esempio, questo, di come procedure a tutela dell’indagato siano usate e, pesantemente, contro l’indagato stesso. Il fatto che Caruso e alcuni giornali ci tornino su, a distanza di un anno, mi ha spinto a cogliere l’opportunità. Perché non rispondere con la verità che nessun magistrato inquirente ha ritenuto di dover sentire da me, ora che posso? E allora eccomi qua! Io, indagato e finora in silenzio sulla vicenda, spesso oggetto di accuse da parte di politici e non, per più o meno evidenti ragioni politiche. Io esposto, dall’inizio e senza parola, al giudizio moralistico di chi, privo di serenità e vittima di irrefrenabile livore, legge a distanza di tempo fatti e atti che, contestualizzati, hanno in pieno la loro ragione storica e politica. Io, perciò, scrivo. Ho reso interrogatorio volontario, per due volte in cinque anni, alla Digos di Campobasso – alla quale due magistrati interessati avevano reso delega - chiarendo in merito ad ogni possibile addebito. Voglio far conoscere quello che ho dichiarato e, contemporaneamente, rispondere a Caruso, certo di vedermi riconosciuto il diritto all’ospitalità. Io papi . . . della turbogas a lui, ex professore a scuola e papi. . . di tante costruzioni e progetti, per i quali non ho giudizi morali da dare. Voglio rispondendo a lui - che, come tutti i/le convertiti/e a una certa età, è estremo per moralismo e non per morale – e attraverso di voi far conoscere le possibili contestazioni e le risposte. Avvertendo, però, che le scelte che si fanno nell’ambito delle proprie responsabilità, specialmente a distanza, possono non essere condivise, ma non possono e non devono essere criminalizzate. Caruso, e tanti insieme a lui, si abituino a leggere tutto ciò con la ragione e gli schemi della politica, non con quelli del malpensante o dell’inquisitore. La politica e il giudizio morale hanno ambiti e regole diversi. Cosi come li hanno l’amministrazione della cosa pubblica e quella della giustizia. Sulle scelte politiche ci si confronta politicamente. I reati li perseguono e li condannano quelli che lavorano nei Tribunali. Io posso garantire che, da politico, leggo sulla base di queste regole i comportamenti, anche quando si tratta di . . . . insediamenti abitativi e ricettivi a Punta di Pizzo!

Ragiono e scelgo l’atteggiamento politico. Non condanno. Questo vorrei lasciare come contributo al “dibattito”. Il resto è agli atti del magistrato che ha concluso le indagini, rispetto alle quali sono certo che la verità vincerà e che da quelle conclusioni, ahimè! tra molto tempo, il giudice mi riconoscerà indenne . Un’ultima precisazione. Ho anticipato agli inquirenti che sono orgoglioso di essere stato, insieme a tanti altri di destra, di centro e di sinistra - il papà non solo della turbogas ma di quasi tutte le aziende dell’agglomerato industriale e di aver contribuito ad una politica insediativa che ha dato ricchezza e lavoro al territorio e portato tra i primi posti in Italia, per efficienza nei servizi e nell’attrattività, il Consorzio industriale di Termoli. Vado per ordine: 1 – Mi si è contestato il possibile conflitto d’interesse per aver rappresentato, in una delle tante commissioni di valutazione, il Comune, titolare di interesse pubblico, pur essendo io dirigente del Consorzio, titolare di interesse privato. Ho ricordato, a chi mi chiedeva, che il Consorzio è, come il Comune, ente pubblico, con finalità pubbliche e con dovere istituzionale e statutario di agevolare l’insediamento di attività industriali; che nell’organo deliberante del Consorzio sedevano rappresentanti del Comune di Termoli, che hanno deliberato positivamente, e più volte, sulla centrale; che gli interessi pubblici dei due enti coincidono; che non ho mai chiesto a nessuno di essere nominato in rappresentanza del Comune; che ho partecipato a due soli incontri tra i tantissimi che si sono tenuti, uno a Termoli, uno a Roma; che dal momento dell’elezione al Consiglio regionale (novembre 2001) non ho più preso parte ad alcuna attività istruttoria sulla centrale; che la procedura di valutazione si è conclusa nel settembre 2002; che, all’interno del procedimento, che si è concluso con autorizzazione unica del Ministro dello Sviluppo, del 2004, si sono pronunciati favorevolmente il Ministero per i Beni e le attività culturali, il Ministero della Salute, il Ministero delle Infrastrutture, il Comune di Termoli, la Regione Molise. La provincia di Campobasso, semplicemente, non si è pronunciata. 2 - Davanti alla tanto abusata affermazione: “ Gianfranco è il papà della centrale” : Ho chiarito che la frase attribuita al Dini va inquadrata nel contesto che riguarda la mia costante attività di accompagnamento delle attività insediative; che ho sempre teso a instaurare rapporti di familiarità con i titolari delle aziende; che agevolare la fase insediativa di un’azienda è sempre stato per me dovere contrattuale e lo è per tutti i dipendenti del Consorzio; che tale attività non potesse considerarsi origine di ingiusti vantaggi patrimoniali per chi si insedia nell’agglomerato; che

un insediamento, sul quale si sono espressi favorevolmente quattro Ministeri e molte altre autorità ambientali non può essere considerato, al tempo stesso, opportunità di crescita e di sviluppo del territorio per il Consorzio e danno di rilevante gravità per il Comune. 3 - Per aver segnalato ai re-

sponsabili della centrale per una possibile assunzione una persona (una sola !) caldaista esperto, ho chiarito di aver garantito ai responsabili un’opportunità senza, tra l’altro, alcun tipo di imposizione o pressione, come hanno dichiarato i medesimi: si tratta di un ottimo operatore termolese che già lavorava come capoturno in un’altra centrale. 4 – Per avere segnalato ai responsabili della centrale una ditta specializzata in lavori elettrici, con stabilimento nell’agglomerato, ho dichiarato di aver ritenuto sempre mio dovere tutelate le imprese operanti in Molise, ancorché all’interno di trasparenti confronti concorrenziali; ho rappresentato le lamentele dell’azienda che, invitata puntualmente a presentare progetti e preventivi, veniva sempre scartata per l’affidamento. Per amore della verità ricordo a tutti che quell’impresa non ha eseguito un euro di lavoro all’interno della centrale. 5 – Per aver “trattato” con un dirigente industriale, nell’ambito di un breve ed unico colloquio telefonico, la localizzazione, nell’Azienda Pantano, di proprietà regionale, di un campo fotovoltaico, ho chiarito che la conversazione ha riguardato una ipotetica iniziativa; che della possibile utilizzazione produttiva dell’azienda Pantano ho parlato, a livello di ipotesi, con tanti imprenditori e negli stessi termini; che il colloquio non ha avuto alcun seguito, nemmeno a livello di richiesta formale dell’area; che nel caso vi fosse stato un seguito, come fatto in altre circostanze, avrei certamente favorito una procedura concorrenziale pubblica per l’assegnazione dei terreni;

che l’area oggi è interessata da un programma di assoluto rilievo nel campo della ricerca, dell’innovazione e degli studi universitari, da parte dell’Università del Molise. 6 – Relativamente al fatto che avrei contribuito a trasformare una proposta di delibera di Giunta regionale in determina regionale ho respinto fermamente ogni addebito. Non ho progettato, né realizzato, tantomeno indotto qualcuno, a porre in essere proposte di delibere o determine. Relativamente alla determina in questione, redatta e sottoscritta da un dirigente regionale il 27 novembre 2001, ho confermato di averne appreso l’esistenza in Giunta regionale, molti mesi dopo, quando l’assessore competente ha portato la prima proposta di delibera inerente la realizzazione della centrale Ho dichiarato, infine, che ogni iniziativa da me assunta, nel caso specifico e in rapporto con la dirigenza regionale, si è realizzata nell’ambito del normale interessamento al buon esito delle pratiche, senza mai interferire con la libertà e la responsabilità di singoli. Per buona pace di Caruso, ad indagini chiuse, non mi è stato contestato né mi è stato chiesto altro! Ringrazio per l’ospitalità e confermo la mia incondizionata disponibilità a collaborare al soddisfacimento di curiosità ulteriori o alla soluzione di altri possibili interrogativi *Assessore regionale ed ex dirigente tecnico del Consorzio industriale di Termoli


REGIONE Risparmio energetico, approvato il bando da 9 milioni di euro CAMPOBASSO – È stato approvato lunedì scorso dalla giunta regionale il bando per la concessione delle agevolazioni in favore degli investimenti per il risparmio energetico delle piccole e medie imprese. Lo stanziamento complessivo è di 9 milioni di euro è stato così ripartito: un milione per i progetti presentati da micro e piccole imprese artigiane con investimento non superiore a 50mila euro; due milioni e mezzo per i progetti presentati da imprese organizzate secondo logiche di filiera; cinque milioni e mezzo per le iniziative non rientranti nelle predette categorie e riconducibili alla quasi totalità dei settori produttivi ammissibili al finanziamento del Fesr

La giunta approva il ddl sulla filiera “a km zero”

CAMPOBASSO – La filiera per l’arrivo dei prodotti agricoli sul mercato è destinata ad accorciarsi. La Giunta regionale ha approvato la proposta di legge dell’assessore all’Agricoltura, Cavaliere, che contiene le norme per orientare e sostenere il consumo dei prodotti agricoli stagionali e di qualità”, meglio nota come “filiera a km zero”. Il provvedimento intende sostenere la produzione agroalimentare locale al fine di sviluppare un nuovo rapporto tra produttori e consumatori avviando un importante processo di consumo consapevole e raccogliendo anche la sfida della riduzione dei prezzi. “Il nostro comparto

(Fondo Europeo di Sviluppo Regionale). “È il secondo bando del Por Fesr 20072013 che provvediamo ad attivare dopo quello per lo start-up e lo spin-off in scadenza il prossimo 5 agosto – ha dichiarato l’assessore Marinelli – ed altri bandi sono in preparazione. La misura per l’autoconsumo è finalizzata alla riduzione dei fabbisogni di energia e dei costi sostenuti dalle imprese nei rispettivi processi produttivi. È un’iniziativa che va quindi ad accrescere la competitività delle imprese e, nello stesso tempo, la sostenibilità ambientale di sviluppo delle attività economiche e produttive della nostra regione”. Il contributo massimo concedibile per

agricolo regionale – ha commentato Cavaliere – offre diversi prodotti di qualità e, accorciare le distanze tra produttori e consumatori significa, dunque, aiutare l’ambiente, promuovere il patrimonio agroalimentare regionale e abbattere i prezzi. L’iniziativa legislativa – ha spiegato – che ha avuto nel presidente della Regione, Iorio, uno dei più validi sostenitori, non rappresenta un elemento protezionistico ma, al contrario, di tutela dei consumatori, di valorizzazione delle qualità del territorio, di riconoscimento per l’economia locale che va nella direzione dello sviluppo del settore, dei territori della nostra regione, ed è fi-

ciascuna impresa è pari a 600mila euro e le percentuali variano a seconda della classe di investimento e del regime di aiuto prescelto, fino ad un massimo del 60% per le iniziative in de minimis, cioè che, al di sotto di una determinata soglia quantitativa, gli aiuti possano essere erogati alle imprese senza che l’ente erogatore notifichi lo strumento alla Commissione Europea. I termini per la presentazione delle domande sono fissati al 30 settembre 2009. È attivo, inoltre, lo sportello informativo regionale a Campobasso, aperto al pubblico tutte le mattine, così come le sedi distaccate di Isernia e Termoli.

nalizzata a portare sulle tavole dei molisani prodotti più freschi, genuini e rispettosi dell’ambiente”. Secondo Cavaliere, “al settore agricolo in generale verrà riconosciuto il giusto potere contrattuale e la ricchezza delle sue produzioni rispetto a tutti i componenti della filiera. È una proposta – ha concluso – che si è fatta interprete di istanze profonde provenienti dalle organizzazioni di categoria, dagli agricoltori, dai consumatori e dai territori e la Regione le fa diventare strategiche in una delle prime leggi regionali in Italia che va a sostenere la produzione agroalimentare locale e valorizza i generi prodotti”.

Crisi delle aziende agricole, la Coldiretti presenta la sua ricetta a Iorio e Cavaliere Stamane la consegna del documento con le proposte e le richieste alla Regione CAMPOBASSO – La Coldiretti Molise si schiera in difesa delle aziende colpite dalla crisi. Questa mattina l’associazione presenterà il documento “Prospettive di sviluppo ed esigenze dell’agricoltura molisana” e lo consegnerà al presidente della giunta regionale, Michele Iorio e all’assessore regionale all’Agricoltura, Nicola Cavaliere. Si tratta di un progetto con le proposte della Coldiretti per accompagnare le imprese agricole fuori dal particolarissimo momento congiunturale, ma presenta anche una serie di richieste alla Regione su questioni ancora aperte per l’agricoltura molisana. Agricoltura che risente della crisi iniziata nell’estate del 2007 sul mercato dei mutui subprime degli Usa (a forte rischio insolvenza), e che poi si è estesa all’economia reale, influenzando le scelte dei consumi, degli investimenti e delle produzioni.

6 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009

Istat: consumi in calo soprattutto al Sud ROMA - Nel 2008 la spesa media mensile per famiglia è stata pari, in valori correnti, a 2485 euro, praticamente uguale a quella dell'anno precedente (+0,2%). Lo rende noto l'Istat precisando che in termini reali si è verificato un calo considerato che nel 2008 l'inflazione è stata del 3,3%. Il calo dei consumi è stato più accentuato al sud. In aumento in tutte le zone del paese per i combustibili.

La dinamica dei prezzi dei fattori di produzione per l’agricoltura rimane assai elevata. Nel complesso, la dinamica dei prezzi può avere forti ripercussioni sull’attività di alcuni settori dell’agricoltura, soprattutto quelli colpiti nei mesi recenti da forti cali dei prezzi. Il forte calo dei prezzi, le aspettative di ulteriori riduzioni ed il maltempo hanno segnato negativamente la campagna di semina ed i raccolti estivi. “La concertazione con le istituzioni – sottolinea la Coldiretti – deve evidenziare una politica che non si sostituisca al mercato, ma sia capace di regolarlo con adeguati strumenti, con l’affermazione reale ed economica delle imprese agricole all’interno della filiera, attraverso azioni di sistema, capaci di puntare sull’innovazione, sulla multifunzionalità e sul miglioramento qualitativo dei prodotti”.

Squadre anticendio sul territorio CAMPOBASSO - Dal 10 luglio 85 addetti, coordinati dall’Arsiam, sono impegnati su tutto il territorio molisano in attività di avvistamento e spegnimento di eventuali incendi, nell’ambito di un servizio volto alla tutela del patrimonio boschivo della Regione. Gestito dall’Agenzia di via Vico il servizio - operativo fino al 15 ottobre prossimo - si avvale di squadre composte da sei persone che si alterneranno, due al giorno per ogni sede di presidio, a Bojano, Casacalenda, Petacciato, Riccia, Trivento, Isernia e Venafro. I gruppi sono stati costituiti dall’assessorato regionale alle Politiche Agricole attingendo in un apposito elenco, d’intesa con il Corpo Forestale dello Stato, mentre la gestione amministrativa e operativa (assunzioni, trattamento economico) è affidata all’Arsiam. A queste 85 unità si affiancano altri 60 operai dislocati presso i cantieri di Acquaviva, Trivento, Campomarino, San Massimo e Pietracatella che si occupano di cure colturali alle forme boschive di recente impianto, pulizia e manutenzione delle aree verdi con realizzazione di fasce parafuoco atte a prevenire la propagazione di eventuali incendi.

Bankitalia: debito record, calano le entrate fiscali ROMA - Tocca un nuovo record assoluto il debito pubblico italiano che a maggio raggiunge quota 1.752,2 miliardi di euro. E' quanto emerge dal supplemento Finanza Pubblica al Bollettino Statistico della Banca d'Italia. Dall'inizio dell'anno il debito è cresciuto di 89,6 miliardi di euro, del 5,4%.


REGIONE Il presidente Iorio soddisfatto: importante occasione di crescita

Martelli all’VIII Euromed Meeting 2009 CAMPOBASSO – Il giovane molisano Manuele Martelli, vincitore di una borsa di studio offerta dall’Associazione Europea, prenderà parte alla Scuola di Formazione in “Management d’Identità”, modulo “Sviluppo Urbano e Regionale” che si terrà dal 6 al 16 agosto prossimo in Croazia. L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’Euromed Meeting 2009 che, con l’ottava edizione, rappresenta un evento di integrazione sociale e culturale e di promozione dal basso della cittadinanza europea che, da diversi punti di osservazione, continua a rappresentare un unicum nel panorama del Mezzogiorno italiano. La novità di quest’anno è il coinvolgimento diretto della Croazia, Paese candidato ad entrare nell’Ue. Un evento di spessore internazionale organizzato dall’associazione “8Tj – Europa”, con il patrocinio ed il sostegno di numerosi Enti, Istituzioni, Associazioni, del Presidente della Re-

pubblica Italiana, del Ministro degli Esteri, Franco Frattini, e del Parlamento Europeo. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, che, nella sua qualità di Vice Presidente dell’Euroregione Adriatica, ha evidenziato l’importanza di un confronto di idee e di prospettive sulle tematiche europee e mediterranee. “Tematiche – ha detto – che coincidono in grande parte con gli obiettivi dell’Euroregione Adriatica,organismo nato nel 2004 proprio per integrare le prospettive di sviluppo del bacino mediterraneo con le politiche di cooperazione europee. Sono, infine, felice che un giovane molisano, Manuele Martelli, Delegato dei volontari in Servizio Civile per la Regione Molise, partecipi attivamente a tali iniziative che arricchiranno il l bagaglio culturale e di esperienze delle giovani generazioni e che animeranno il processo di crescita e integrazione euromediterranea”.

Il nuovo che avanza: gli elettori votano Di Niro e si ritrovano Tiberio Natalini: Terzo polo o sinistra e libertà? Scarano e Terzano chiariscano CAMPOBASSO – “Il nuovo che avanza significa che gli elettori votano Di Niro e si ritrovano Tiberio”. Il coordinatore regionale area vendoliana di Sinistra e Libertà, Mauro Natalini, chiede chiarimenti al socialista, Scarano, e al verde Terzano. Il riferimento è alla “conferenza stampa del cosiddetto Terzo Polo che ha visto la partecipazione del rappresentante di NPD Nagni, del socialista Scarano, del sedicente rappresentante dei Verdi Terzano e dell’ex candidato Sindaco Gaetano Di Niro. “Detta conferenza – continua Natalini – è stata indetta per consentire a quest’ultimo di esprimere, candidamente con la sua faccia da bravo ragazzo che lui – in verità – non si era

Berlusconi nonno per la 5^ volta, gli auguri di Iorio Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha inviato, al Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, un messaggio di congratulazioni per la nascita del nipote Edoardo. Questo il testo: Caro Silvio, voglio esprimerTi le più vive felicitazioni per la nascita di Edoardo. Sono certo che la gioia che Ti ha regalato questo evento, ha spazzato via il ricordo delle tristezze a cui hai dovuto far fronte negli ultimi mesi.

Anch’io ho la fortuna di essere nonno e so bene quanto questa felicità ripaghi dei bassi attacchi che alcune volte la “piccola” politica inopinatamente sferra. Questo bel momento familiare, unito ai grandi successi del G8, oltre all’elevato indice di apprezzamento di cui godi in Italia e all’estero, Ti consentiranno di proseguire, con sempre maggiore lena, nel processo di crescita e riammodernamento del nostro Paese. RinnovandoTi gli auguri, Ti saluto con affetto.

Grillo: Pd alla frutta Domani mi iscrivo a Genova ROMA - "Dunque il Partito Democratico è completamente alla frutta. Domani andrò a Nervi, dove sono residente, e cercherò di prendere la tessera lì dove sono residente. Allora spero che la Vincenzi, che è la sindaco, non mi tolga la residenza da Genova, sennò per iscrivermi a 'sto cazzo di partito devo diventare un apolide!''.

candidato per fare il sindaco ma per costruire un nuovo soggetto politico dichiarando in buona sostanza, sempre candidamente e con la faccia pulita, di aver preso in giro gli elettori. Questa è la parte che attiene alla moralità politica di ognuno”. Da qui “scaturisce la richiesta di chiarimento all’esponente socialista – precisa Natalini – del cui partito ricopre la carica di segretario regionale, in considerazione del fatto che il Consiglio Nazionale del Ps, riunitosi sabato scorso a Roma, si è espresso praticamente all’unanimità per un forte impegno nella costruzione di Sinistra e Libertà – e non del ‘Terzo Polo’ – e che in tutte le prossime elezioni amministrative e regio-

nali, i Socialisti, i Verdi e la Sinistra vendoliana si presenteranno con le liste unitarie di Sinistra e Libertà”. Il fatto di essere “rappresentati nel consiglio comunale di Campobasso non dal candidato Sindaco unitario del terzo polo Gaetano di Niro, ma da un candidato espressione di NPD, con l’aggravante di impegnare lo stesso Di Niro in un ruolo di leader politico del nuovo soggetto, confermano – conclude Natalizi – la volontà di Scarano e Terzano di lavorare ad un progetto – legittimo – ma che non ha nulla a che vedere con le posizioni politiche delle rispettive forze nazionali e con Sinistra e Libertà”. red

Strasburgo, il nuovo presidente arriva dall’Est CAMPOBASSO – Si è insediato ieri mattina, sulle note dell’Inno alla Gioia di Beethoven, il nuovo Parlamento europeo, eletto dopo le consultazioni del 6 e 7 giugno scorso. Ha aperto i lavori il presidente uscente, il Popolare tedesco, Hans-Gert Poettering che, a seguito della votazione a scrutinio segreto, ha ceduto il testimone al collega di partito, il polacco Jerzy Buzek. Un’elezione di portata storica perché si tratta del primo presidente dell’Europarlamento proveniente da un Paese dell’Est dopo la caduta del Muro di Berlino. Presente alla cerimonia anche Aldo Patriciello, eletto

Presentato il Dpef: Pil -5,2% MILANO - Il Pil italiano registra quest'anno una contrazione del 5,2% ma la crisi mostra segni di attenuazione e negli ultimi mesi si sono ripetuti «segnali non negativi», tanto da ipotizzare la «ripresa dal 2010», con il Pil che guadagna lo +0,5%. È il quadro macro-economico illustrato nel Dpef presentato dal governo,

nelle file del Pdl e che nella serata di ieri aveva incontrato, insieme agli altri deputati della delegazione italiana, il ministro per le Politiche comunitarie, Andrea Ronchi. “L’Italia deve tornare protagonista in Europa e per farlo vi é necessità di lavorare sinergicamente rafforzando la politica di informazione sulle tematiche europee. Per tale ragione – ha concluso Patriciello – apprezzo la volontà manifestata dal ministro di svolgere frequenti riunioni tematiche fra i componenti del governo e i deputati sui singoli dossier più importanti per l’Italia”.

7 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009


CAMPOBASSO Eletto (in seconda votazione) presidente del Consiglio Massimo Sabusco dell’Udc

L’era di Bartolomeo è partita

Malumori all’interno della maggioranza. Battagliera l’opposizione Battibecchi tra maggioranza e opposizione, frizioni all’interno del Popolo della libertà, ma anche il classico giuramento del primo cittadino e l’elezione del presidente del Consiglio. L’era Di Bartolomeo, tra alti e bassi, è partita. Una prova di forza quella messa in campo ieri mattina dal centrosinistra. Centrosinistra che fa fatica ad accettare la sconfitta elettorale e che si arrampica, anche sugli specchi, per mantenere una leadership che invece ha perso il 6 e 7 giugno scorso. Un braccio di ferro contro chi è saldamente seduto in maggioranza e che dopo un simile successo assapora il gusto della vittoria, un’operazione che sembra azzardata e forse anche un po’ pretestuosa. Per due buoni motivi: perché in una seduta istituzionale e tecnica non si può parlare delle grandi questioni della città (faremo dei consigli monotematici anche in mezzo alla gente se necessario ha assicurato Di Bartolomeo) e poi perché molti di coloro che hanno preso la parola, fino a qualche settimana fa amministravano Campobasso, con pochi risultati visto che sul tavolo sono stati messi i soliti problemi sollevati negli ultimi 10-15 anni. Una seduta affollata (chi frequenta il Palazzo sa che i Consigli sono spesso deserti), all’appello mancavano solo Maurizio D’Anchise, ex assessore alla Cultura, e Pierluigi La Gioia tutti e due in vacanza Nonostante fosse il ‘primo giorno di scuola’

per i neoeletti c’è stato anche qualche ritardatario: i due giovani consiglieri dell’Udeur (arrivati in aula qualche minuto dopo le nove) e la dirigente scolastica Adriana Izzi che con tanto di occhiali da sole avvolgenti e ventaglio alla mano è entrata in aula 17 minuti dopo il ‘suono della campanella’ (tanto per usare un linguaggio da istituto scolastico caro alla rappresentante dell’opposizione). Insomma un primo giorno simile ad una prova generale. Anche in fatto di posti a sedere c’è stata un po’ d’indecisione. Durante la seduta si sono viste diverse migrazioni, da uno scranno all’altro. Irremovibile Tiberio – entrato subito dopo le dimissioni di Gaetano Di Niro - che si è risieduto sulla stessa poltrona che aveva lasciato qualche settimana fa (il potere della politica!). Un consiglio con diverse facce nuove ma anche con tante ‘déjà vu’, qualcuna sulla piazza da decenni. E’ il caso di Massa che ora siede tra i banchi dell’opposizione, ma che in passato è stato per due volte sindaco, poi presidente della Provincia di Campobasso e in ultimo senatore della Repubblica, insomma tutt’altro che uno sconosciuto. Sono tornati in aula anche Alessandro Pascale, Salvatore Colagiovanni, Elio Madonna, Carlo Musenga (che è stato presidente del Consiglio nel ’95), Federico Sarli per il Pdl (il gruppo più numeroso). Di nuovo eletti anche Sabino Iafigliola e Antonio Columbro (ex Pdl e ora

fondatori di Campobasso prima di tutto). Eletti nuovamente anche Alberto Tramontano e Michele D’Alessandro di Democrazia Popolare. In Consiglio siedono anche Luigi Ciaramella di Alleanza di Centro e Michele Ambrosio dell’Udc. Dell’opposizione rivediamo anche Carmelo Parpiglia (assessore uscente) dell’Idv, Antonio Battista, Maurizio D’Anchise (entrambi ex assessori), Pietro Maio (ex presidente del Consiglio), Maurizio Tiberio e Felice Di Donato (ex assessore) di Nuova Primavera democratica. Ma la vera novità di questo consiglio è la rappresentanza femminile: ben sei donne Giusepppina Mucci di Progetto Molise, Marialaura Cancellario di Democrazia Popolare, Maria Michela Niro di Molise Civile. Nell’opposizione Claudia Neri dell’Idv e l’ex candidata di Citt@dinoi Adriana Izzi. E poi naturalmente l’assessore Mariagrazia De Vincenzo che ha voluto l’Udeur. “Un’altra donna in giunta l’avrebbe potuta inserire” – ha puntualizzato Adriana Izzi nel suo intervento diretto al sindaco che con una espressione del viso piuttosto compiaciuta, non esclude la possibilità di arricchire con un’altra signora la sua squadra. E se sulle questioni degli interventi vietati (mozioni d’ordine o fatto personale che siano) ha avuto da ridire per il poco spazio concesso, la minoranza sulla composizione della giunta ha alzato le mani. Con di Bar-

tolomeo si è complimentato Massa: “E’ un bel segno distintivo di questa amministrazione - e poi ha continuato – la nostra sarà un’opposizione precisa, puntuale e articolata sui problemi perché siamo convinti che l’amministrazione non possa che partire dai problemi della città”. Qualche addetto ai lavori che ieri mattina ha seguito i lavori si è fatto una domanda: quanto durerà questa consiliatura? Un interrogativo piuttosto lecito visto che i battibecchi non sono mancati come i malumori per la decisione di inserire Giovanni Di Giorgio in giunta. Bacchettato il coordinatore provinciale del Popolo della Libertà Quintino Pallante. E i maldipancia si sono avvertiti con la prima votazione del presidente del Consiglio, Massimo Guido Sabusco. Nella prima tornata due voti del centrodestra sono andati persi (uno è andato a Madonna un altro a Branca). Nella seconda tornata tranne per il voto andato a Pascale, Sabusco (fratello del direttore sanitario del Cardarelli) è passato con 27 voti. Più compatto il centrosinistra che invece con 11 voti in prima e seconda votazione ha eletto Claudia Neri vicepresidente del Consiglio. Un dato di fatto sulla prima sfilacciatura esiste: Columbro e Iafigliola che già si sono distaccati dal Pdl. Qualche altro piccolo malumore pure serpeggia. Sempre relativo agli assessori cui giovedì verranno affidate le deleghe.

Ambrosio Michele

Basile Francesco

Branca Giuliano

Cancellario Marialaura

Ciaramella Luigi

Fratipietro Mario

Cimino Giuseppe

Colagiovanni Salvatore

Columbro Antonio

D’Alessandro Michele

Finella Angelo

Gesualdo Nicola

Gilotti Vitaliano

Iafigliola Sabino

Mucci Giuseppina

Musenga Carlo

Niro Mariamichela

8 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009


CAMPOBASSO Seduta tecnica C’è spazio solo per giuramenti e nomine

Minoranza

Battista Angelo

Di Donato Felice

Izzi Adriana

Maio Pietro

Massa Augusto

Neri Claudia

Coralbo Michele

Di Niro Gaetano

Durante Michele

Romano Massimo

Parpiglia Carmelo

D’Anchise Maurizio

L’assise di ieri mattina è stata anche l’occasione per definire i gruppi consiliari e i rispettivi capigruppo. Salvatore Colagiovanni per il Pdl, Terzano per Progetto Molise, Alberto Tramontano per Democrazia popolare, Francesco Gasparo per l’Udeur, Francesco Sanginaro per Alleanza di Centro, Nicola Gesualdo per Molise Civile, Tiberio per Nuova Primavera Democratica, Carmelo Parpiglia per l’Italia dei Valori, Mi-

chele Ambrosio per l’Udc, Adriana Izzi per Città di Noi. Resta invece da decidere il capogruppo dei Pd “lo faremo – hanno detto appena Maurizio D’Anchise tornerà dalla Grecia. Nominati anche i membri della commissione elettorale. Della maggioranza sono entrati Columbro e Branca (effettivi), Mucci e Gesualdo (supllenti). Per la minoranza D’Anchise e Tiberio.

Maggioranza

Pietrarca Antonio

Ramundo Stefano

Sabelli Lino

Sabusco Massimo Presidente del Consiglio

Sanginaro Francesco

Sarli Francesco

9 ANNO II - N° 161

Terzano Pasquale

Tramontano Alberto

Pascale Alessandro

Madonna Elio

La Gioia Pierluigi

MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009


SPETTACOLI In arrivo Ray Gelato, Tiromancino, Caparezza, Tonino Carotone

La musica che gira intorno Tanti appuntamenti live in regione, il teatro grande assente di Charles N. Papa Un’altra estate torrida, ma per pochi giorni secondo le previsioni, e con pochi scossoni per quello che riguarda la musica dal vivo. Molti gli artisti in arrivo, cerchiamo di fare un quadro, quanto più ampio possibile, sperando non sfugga nulla di eclatante al momento in cui scriviamo. I nomi previsti in Molise, ma già alcuni hanno dato vita al loro live (Municipale balcanica, Nidi d’arac, Donatella Rettore, Legittimo brigantaggio), sono di quelli che in qualche modo, accontentano tutti e, per quello che riguarda festival dedicati, sono abbondantemente ricambiati dalla soddisfazione degli utenti finali, gli amanti della musica in tutte le sue diramzioni. E’ bello notare come il jazz, da sempre messo nell’angolo, in quanto musica per pochi e per soli intenditori, veda invece un palcoscenico naturale in tre loca-

tion molto belle, in largo Iapoce a Campobasso per “Jazz in piazzetta” (9-29 luglio), nella piazza di Campodipietra per la quinta edizione di “Jazz in Campo...dipietra” (21-23 luglio) che quest’anno inizierà con il live di Ray Gelato e la sua orchestra e al castello Pignatelli di Monteroduni per la nuova edizione dell’Eddie Lang Jazz Festival (3-9 agosto).

10 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009

In un contesto diverso, ma comunque rilevante, l’appuntamento live con il jazz ogni giovedì

all’enoteca Vinalia a Campobasso, nel giardino, con cena e aperitivo. Questi dunque gli appuntamenti jazz ancora da venire, altri festival rock però come “Rocka in musica” a Roccamandolfi o la “Festa della taranta” a Fornelli hanno avuto il loro corso, e con successo. Tra i festival in arrivo va ricordato il “Riccia folk festival” (30 luglio2 agosto) rassegna di musiche etnico popolari, la quinta edizione del Matese Friend Festival (7-9 agosto) che quest’anno si tiene a palazzo Colagrosso e non allo Stadio comunale. Sul palco saliranno Africa Unite, Tonino Carotone e Giuliano Palma & Blubeaters. Altri live in regione, tanti, di varia natura: stasera a Riccia la rigenerata catodica Dolcenera, sabato a San Massimo i Ratti della

Giobbe Covatta show al Teatro Verde TERMOLI - Una serie di serate al teatro Verde a cominciare da questa sera. Sarà Giobbe Covatta oggi ad iniziare con il suo nuovo spettacolo. L’11 agosto sarà la volta di “Termoli ridens” con Paolo Migone, I turbolenti, Pino e gli anticorpi, Andrea Di Marco e Andrea Vasumi.

Sabina, stessa sera ma a Cercemaggiore, Enzo Avitabile & i Bottari. Il 22 a Jelsi, Federico

Zampaglione e i suoi Tiromancino. Il cantautore romano (compagno della Gerini) si divide tra cinema e musica.Il 25 a Sepino arriva Enrico Ruggeri mentre per gli amanti dei ‘60, il 26 a Frosolone i sempreverdi Camaleonti. Per gli over 40 il 4 agosto a Roccavivara arriva Drupi. Michele Salvemini aka Caparezza torna in Molise, dopo il successo del live natalizio a Le cave, e sarà il 5 agosto a Termoli. Molta attesa per il

concerto allo stadio di Miranda l’8 agosto dei Pooh, quello dell’addio di D’Orazio. Anche i Modena city ramblers tornano in regione, il 19 saranno a Santa croce del sannio. Quello che manca è una rassegna teatrale completa, a parte quella in corso del teatro dialettale al parco di San Giovanni nel capoluogo. Quest’anno l’Atam ha subito gravi danni con il terremoto. Non ci sarà Archeo e ancora non si parla del cartellone invernale. Il teatro dunque il grande assente di questa estate. Non vedremo pièce ad Altilia, o all’anfiteatro di Pietrabbondante, o agli scavi di Larino. Molto cabaret invece a Termoli al teatro Verde. Questa sera il recital di Giobbe Covatta. Un nutrito gruppo di comici sarà sullo stesso palco l’11 agosto: Paolo Migone, Turbolenti, Pino e gli anticorpi. Il 22 agosto invece, sempre al teatro Verde di Termoli, Paolo Cevoli, Duilio Pizzocchi, Fichi d’India, la Ricotta, Stefano Bellani e Andrea Vasumi. La movida molisana invece, si districa tra Blue Note (Campobasso), Baja Village (Vasto), Garden Party (Pozzilli), Villa Paraiso (Termoli). Rinviata tre volte l’inaugurazione invece del Move disco village presso Le cupolette.

FLASH BOJANO - Stamane alle 11:00 a palazzo Colagrosso presentazione Matese Friend Festival. CAMPOBASSO - Oggi al Mama’s drink & music. RIPALIMOSANI - Venerdì 17 luglio al Ranch Colorado, dj set e line dance. TERMOLI - Inaugurata la mostra di Michele Gammieri all’interno del cartellone “Quaderni d’arte” presso la Archetyp’Art gallery, in via Marconi,2. La mostra resta aperta sino al 26 luglio. VINCHIATURO - E’ stato inaugurato il 7 luglio, la sede del “Museo delle migrazioni”. POZZILLI - Ogni venerdì all’hotel Dora “Garden party”. RIPALIMOSANI - A bordo piscina, e su tre sale, il Blue Note si propone il giovedì e il sabato. CERCEMAGGIORE - La nona edizione del motoraduno dal 31 luglio al 2 agosto. Ospiti Kee Marcello e Ufo. TERMOLI - Discoteca Villa Paraiso, sabato 18 dj set Christian Marchi. L’8 agosto arriva Belen Rodriguez. MONTERODUNI - Torna l’Eddie Lang Jazz Festival. Dal 3 al 9 agosto al castello Pignatelli.

SANT’ANNA JELSI - La “Festa del grano” edizione 204, in cartellone, a chiudere i fetsteggiamenti, il live della Bandabardò, scelta inconsueta per il fruitore medio di una festa così popolare.

DISCO DRINK ‘VINALIA20’ CAMPOBASSO - La proposta del mercoledì all’enoteca Vinalia in via Mazzini, si arricchisce di un nuovo appuntamento, quello del mercoledì. Sarà, dalle 20:00, un evento che parte dall’aperitivo e termina con la cena. Tutto in musica con le selzioni del dj Charles Papa.

Jazz in piazzetta oggi in largo Japoce CAMPOBASSO - Questa sera in largo Japoce (su salita San Bartolomeo) secondo appuntamento per “Jazz in piazzetta”. Si esibiranno i “Sopravvissuti del Titanic”: Amleto Livia, Peppe Plaitano, Vincenzo Barbato, Domenico Andria. Il prossimo live è previsto il 21 luglio. Info 3288033049.


ISERNIA Protestano alcuni membri di palazzo San Fracesco: “Interrogazioni senza risposta”

Comune, modificato il regolamento del consiglio Il nuovo comma dà la possibilità al presidente di stabilire un limite al numero di questiom time da discutere ISERNIA - Tra gli argomenti approvati durante la seduta consiliare, uno ha riguardato la modifica di due articoli del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale. Le ragioni delle modifiche sono state illustrate dal consigliere Costantino Kniahynicki, presidente della terza commissione consiliare. Il primo degli articoli, il 23, ha su-

L’impresa innovativa ISERNIA – Oggi pomeriggio, presso la sala convegni della Camera di commercio si terrà il seminario di presentazione del bando “Tarup e spin-off di impresa innovativa”. Il bando, che prevede una dotazione finanziaria di 11 milioni di euro per le attività imprenditoriali innovative da realizzare sul territorio molisano, rientra nelle misure previste dal governo regionale per far fronte alla crisi economica. Il bando in oggetto si caratterizza come misura plurifondo, trovando copertura finanziaria sia dal Fesr sia dall’Fse.

bìto la variazione del sesto comma, ossia quello che elenca le priorità per l’iscrizione degli ar-gomenti all’ordine del giorno. Alcuni consiglieri, infatti, hanno lamentato la quasi impossibilità di ottenere risposte alle interrogazioni che, secondo quanto in precedenza stabilito dal regolamento, dovevano essere collocate all’ultimo punto. Il cambiamento adottato pone ora le interrogazioni quali argomenti da discutere subito dopo quelli riferiti alla composizione degli organi istituzionali, assegnandogli quindi una priorità alta. Tale modifica ha suggerito d’aggiungere un quinto comma all’articolo 49 del regolamento. Il nuovo comma dà la possibilità al presidente del consiglio di stabilire un limite al numero di interrogazioni da discutere, al fine d’evitare che esse divengano troppe e, per questioni di tempo, non consentano d’affrontare altre questioni.

Assise interrotta e rinviata a lunedì prossimo ISERNIA - La riunione del consiglio comunale dell’altro ieri, che s’è sciolta prima di poter discutere tutti i punti all’ordine del giorno, è stata aggiornata a lunedì 20 luglio, ore 16. Questi gli argomenti in agenda: approvazione monetizzazione porticato pubblico sito nel fabbricato “A” del Comparto edificatorio Nunziatella - SS 17 - ditta Como. Ripristino del doppio senso di marcia tra Corso Garibaldi e Via Libero Testa, all’altezza del passaggio a livello. Risoluzioni. Attivazione procedimento per la formalizzazione dell’acquisizione di un’area pubblica sita in via Berta, in catasto al foglio nr. 43, p.lla nr. 23, prevista in cessione gratuita nell’ambito di un procedimento edilizio e approvazione alienazione di una sua porzione. Problematiche relative ad alcuni aspetti della gestione del personale. Verifica della dotazione organica e del fabbisogno di personale per i prossimi anni.

Approvato il Piano generale degli impianti pubblicitari Melogli: “Un risultato importante per le nostre entrate” ISERNIA - Approvato, in consiglio comunale, il Piano generale degli impianti pubblicitari. Si tratta d’un altro importante obiettivo raggiunto dall’amministrazione guidata da Gabriele Melogli. Il sindaco, su tale questione, ha ottenuto la quasi unanimità, registrando anche il voto favorevole di tutti i partiti d’opposizione, a testimonianza d’un Piano completo e perfettamente inquadrato rispetto alle esigenze della città. «Sono molto soddisfatto – ha commentato Melogli –. Il Comune

Festa del Carmelo, la processione in città ISERNIA – Domani si celebra la festa della Beata Vergine del Monte Carmelo. Ecco il percorso della processione: corso Marcelli, piazza Celestino V, piazza Carducci, via Roma, via Kennedy, via Sturzo, via Ponzio, piazza Tedeschi, via Lorusso, piazza Celestino V, corso Marcelli, piazza Andrea d'Isernia, corso Marcelli, largo Cappuccini, corso Marcelli.

Sul provvedimento c’è sato il voto favorevole anche di tutti i partiti d’opposizione di Isernia è finalmente riuscito a disciplinare una materia fondamentale per le sue entrate. Il

nuovo Piano colma antiche lacune causate da regole non chiare, e consente forme efficaci di controllo e di lotta all’abusivismo nel campo delle affissioni e della pubblicità. È un Piano molto articolato, che ridefinisce gli spazi da concedere ai privati e quelli che l’ente gestirà autonomamente». In consiglio, il Piano è stato illustrato dall’ingegnere Massimo Carmosino, che ne ha curato la progettazione secondo le linee d’intervento dettate dal dirigente del V settore comunale, Giulio Ca-

Ittierre, posticipata la relazione ISERNIA – I commissari straordinari dell’Ittierre hanno tempo fino al 15 ottobre per presentare il loro documento sullo stato del gruppo e le scelte per rimetterlo sul mercato. Il ministro per lo sviluppo economico, Scajola, secondo quanto riportato da Mff, avrebbe concesso una proroga ai commissari per la presentazione del documento per l’estate.

stiello. Entrambi hanno risposto alle domande dei consiglieri comunali, che sono intervenuti numerosi. Hanno preso la parola, fra gli altri, Mario Lombardi, Rita Pilla, Giovanni Fantozzi, Giuseppe Lombardozzi, Edmondo Angelaccio, Marcello Veneziale e Alfredo D’Ambrosio, preannunciando un voto favorevole. Unico contrario, il consigliere Remo Castiello (Progetto Molise), il quale ha tuttavia ribadito la propria fiducia nei confronti del sindaco e dell’intera amministrazione comunale.

11 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009


TERMOLI L’avvocato Martino presenta istanza al tribunale civile di Larino sede distaccata di Termoli

Elezioni amministrative, nuovo ricorso

CAMPOMARINO – Dopo quello presentato al TAR Molise, un altro ricorso é stato presentato dallo studio legale Tonino e Cristiana Martino di Campobasso, avverso Vito D'Aprile, candidato sindaco e Consigliere comunale eletto nel Comune rivierasco nella passata tornata elettorale amministrativa. Questa volta a inoltrare il documento, presentato presso il Tribu-

nale civile di Larino, sezione staccata di Termoli, Ivana Silverstri residente in contrada Nuova Cliterna la quale ricorre contro Vito D'Aprile e la Sottocommissione elettorale circondariale di Termolii e nei confronti del PM presso il Tribunale di Larino, Il Comune di Campomarino nella persona del Sindaco pro tempore e Vaccarella Pasquale, presidente del Consiglio

comunale: chiede la decadenza del Consigliere comunale D'Aprile dalla sua carica elettiva per ineleggibilità. I fatti sono sempre collegati alle elezioni comunali dello scorso 6 e 7 giugno scorsi quando Vito D'Aprile, candidato sindaco con la lista “Campomarino Democratica” ottenne 585 voti sufficienti per ottenere un seggio ed essere eletto Consigliere comunale. E la richiesta di ineleggibilità verte sulla carica di Presidente dei Revisori dei Conti di D'Aprile, si sarebbe dimesso in ritardo, e quindi non eleggibile alla carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere provinciale, comunale e circoscrizionale, perché componente di organo collegiale che esercita poteri di controllo istituzionale sull'amministrazione del comune. Infatti, si legge nel ricorso, é avvenuto che si é dimesso il 6 maggio e che presentasse la sua candidatura alla carica di Sindaco il giorno successivo e che il 9 maggio la Sottocommissione Elettorale avesse ammesso alle elezioni la lista “Campomarino Democratica” e il candidato sindaco D’Aprile; la sua elezione a Consigliere comunale veniva convalidata dal Consiglio, nella seduta

Prende il via il corso di tamburri a cornice MONTORIO NEI FRENTANI I prossimi 17, 18 e 19 Luglio il centro bassomolisano ospiterà il corso di costruzione di tamburi a cornice ideato dall’ Ecomuseo Itinerari Frentani. Iniziativa patrocinata dell’Amministrazione comunale, Comunità Montana Cigno -Valle Biferno e della Pro loco. I corsisti verranno accolti alle 16,30 del 17 luglio nella sala “San Costanzo” dal sindaco, Paolo Carfagnini, dagli organizzatori e dal maestro Mario Mancini, l’ultimo costruttore in Molise dei tamburi a cornice. Tra gli altri é previsto l’intervento del musicista e musicologo Matteo Patavino del comitato tecnico scientifico dell’Ecomuseo Itinerari Frentani e autore del saggio “Passaggi Sonori”. Nei tre

12 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009

giorni, oltre alla costruzione degli strumenti, per i corsisti è prevista una completa immersione nella storia, nella natura, nell’enogastronomia con assaggi gratuiti di prodotti locali e di piatti tipici di Montorio come ad esempio “I taccozze du m’lin’ ” e i “ ciufel’ du seppulecr” e nella musica etnica dell’area frentana. Il corso é dunque anche occa-

sione per la scoperta e valorizzazione di un territorio e ancora poco conosciuto dagli stessi molisani. Sono previste anche lezioni ed esibizioni di musicisti che, nella musica popolare, sono tra i più bravi ed esperti a livello regionale e nazionale: il maestro Walter Santoro, del gruppo “Il tratturo”, esperto musicista di tamburi a cornice con esperienze anche internazionali; il maestro Giuliano Gabriele del gruppo “ Haakbus”, esperto musicista di organetto e campione del mondo nel 2001 per l’organetto a 4 bassi; il maestro Franco Izzi tra i più bravi zampognisti molisani che si esibirà anche con la ciaramella e, per la fisarmonica, la lezione e l’esibizione del maestro Donato Santoianni.

del 18 giugno scorso. L'ineleggibilità é chiesta perché l'interessato doveva cessare dalle sue funzioni di Presidente dei Revisori dei Conti non oltre il giorno fissato per la presentazione delle candidature. E invece, come riportato nel ricorso, gli avvocati Tonino e Cristiana Martino fanno presente, con documenti allegati, che D'Aprile ha si presentato il 6 maggio le dimissioni con lettera protocollata nella stessa giornata ma é anche vero che l'Amministrazione comunale non ha preso atto immediatamente delle dimissioni e, pertanto,essendo trascorsi inutilmente 5 giorni, le stesse dimissioni, per la legge si intendono accolte l'11 maggio e precisamente ben oltre alla data di presentazione della lista avvenuta il 9 maggio, come figura dal verbale della Sottocommissione Elettorale di Termoli n. 15 dello stesso 9 maggio, di ammissione della lista “Campomarino Democratica” collegata al candidato Sindaco D’Aprile. A testimonianza della veridicità della situazione un attestato del Segretario comunale, Vincenzo Musacchio, che ad una specifica richiesta sulla “Presa d'atto delle dimissioni del Presidente dei Revisori dei

Nel documento si chiede la decadenza del consigliere D'Aprile dimessosi in ritardo da presidente dei Revisori dei conti del Comune Conti”, rispondeva testualmente: “In riferimento alla richiesta in oggetto presentata con nota del 29 giugno u.s., Prot. n. 8805, si comunica che allo stato non risulta alcun provvedimento e/o atto formale di presa d’atto delle dimissioni in parola. Campomarino, 30 giugno 2009”. Ora la parola passa ai giudici.

Pesca, venerdì in riunione la Commissione consultiva LITORALE - La Commissione consultiva centrale per la pesca e l’acquacoltura si riunirà venerdì. All'ordine del giorno 10 temi: La disciplina delle modalità di gestione delle blue-box; modalità di arresto definitivo delle unità da pesca; disciplina arresto definitivo della flotta tonniera, conferma del numero delle autorizzazioni alla pesca dei molluschi bivalvi con draga idraulica in ciascun compartimento marittimo per i prossimi 5 anni; riconoscimento di alcune associazioni di produttori; revoca del riconoscimento come organizzazione produttori; modifica al DM 8 gennaio 2008 “recante criteri di attuazione al fondo di solidarietà nazionale della pesca e dell’acquacoltura”, modifica ed integrazione al DM 27 marzo 2002 recante l’elenco delle denominazioni commerciali dei prodotti ittici; varie ed eventuali.

Spettacolo teatrale al Fulvio

Interventi dei vigili del fuoco

GUGLIONESI – Venerdi alle 21 presso il Teatro "Fulvio" andrà in scena l’anteprima nazionale dello spettacolo "Il governo delle donne" di Aristofane e tra gli interpreti principali l’attrice Debora Caprioglio. Il teatro Fulvio oggi e domani sarà a disposizione degli artisti per le prove ultime prove dello spettacolo. In paese e zone limitrofe c'é molta attesa per vedere all'opera la Caprioglio e per assistere allo spettacolo il biglietto d'ingresso é fissato in 10 euro

BASSO MOLISE – I Vigili del Fuoco del distaccamento di Termoli sono dovuti intervenire a Montenero di Bisaccia e a Campomarino. Nel primo caso sono intervenuti per domare le fiamme che avevano avvolto una autovettura. A Campomarino, invece, l'intervento si é reso necessario per una fuga di gas che ha creato non pochi problemi. In entrambi i casi gli uomini del 115 hanno scongiurato più gravi conseguenze.


TERMOLI L’ordinanza firmata dal sindaco Greco con l’entrata in funzione del nuovo parcheggio

Da oggi su corso Nazionale zona pedonale sperimentale Sono consentiti il transito e la sosta limitatamente alle operazioni di carico e scarico dalle 5 alle 10 e dalle 14 alle 15 TERMOLI – Sa oggi e fino al 15 settembre il tratto che va da Via XX settembre a Via Roma diventa zona pedonale sperimentale. L'ordinanza é stata firmata dal Sindaco

nella serata di lunedì e contiene anche alcune regole sull'occupazione di aree stradali in zona ZTL con la posa di tavoli e sedie nonché di elementi di arredo urbano in alcune vie della ZTL e nel Borgo Vecchio. Il Sindaco ha preso la decisione della chiusura al traffico anche per l'apertura del parcheggio multipiano custodito in Via Campania, e anche perché la “ vocazione turistica della città necessita di una regolamentazione per tutte le attività commerciali, di ristorazione e dei pubblici esercizi presenti nelle zone pedonali ed all’interno delle ZTL”. Comunque sono consentiti il transito e la sosta limitatamente alle operazioni di carico e scarico, per il tempo strettamente necessario, dalle ore 5 alle 10 e dalle 14 alle 15". Per quanto concerne l’occupazione con tavoli, sedie e quant’altro connesso da

Spettacolo Teste Sciroccate pro Ail

TERMOLI - Dopo lo strepitoso successo ottenuto al Cinema Teatro Lumiere tornano “Le Teste Sciroccate”. Sabato 1 Agosto, alle m21,30 al Teatro Verde, andrà in scena il loro nuovo spettacolo: The Comedy Show Summer Edition. Un gruppo di giovani unito da una forte amicizia con interessi diversi, ma uniti da un unico obiettivo: divertirsi e far divertire, così nascono a Termoli le “Teste Sciroccate”, lo scorso 5 dicembre, registrando il tutto esaurito, grazie a tutti coloro che con loro hanno condiviso la causa del loro spettacolo: raccogliere fondi da destinare alla ricerca e alla lotta alla Leucemia, l’AIL appunto. La gioia ed il fermento per il grande debutto del prossimo primo Agosto è davvero tanta in città tra i giovani, ma non solo, non si parla d’altro ed il loro impegno ha colpito anche il Comune, tant’è vero che, l’assessore al Turismo, Serena Biondi, li ha voluti inserire nel calendario della 52° estate termolese. Il loro è un mix di varietà e cabaret, con a capo del gruppo Vincenzo Sciarretta in qualità di direttore artistico, a Donato Di Rado è affidata come sempre la regia dello spettacolo e a Filomena Misotti la realizzazione delle coreografie. Il gruppo, composto da 25 elementi, si esibirà in divertenti coreografie ed esilaranti gags, promettendo tante risate.I biglietti sono già in vendita al prezzo simbolico di 8 euro cadauno presso il Bar di Via Firenze, il Fusion Bar di Piazza Monumento e presso il centro AIL dell’Ospedale San Timoteo.

Inaugurazione teatro Verde

TERMOLI – L'Amministrazione Comunale ha fissato per le 20,45 di oggi l'inaugurazione del Teatro Verde al Parco Comunale, poco prima dell'inizio dello spettacolo di Giobbe Covatta. Alla cerimonia saranno presenti il sindaco, Vincenzo Greco, l'assessore ai Lavori Pubblici, Mario Di Blasio, l'assessore alla Cultura Serena Biondi e diversi esponenti dell'Amministrazione Comunale. Il Teatro Verde, completamente ristrutturato e rinnovato, sarà consegnato agli Assessorati ai Lavori Pubblici e alla Cultura.

parte degli esercenti autorizzati dovrà riguardare solo una parte della carreggiata, con esclusione di entrambi i marciapiedi che, invece, dovranno essere lasciati liberi da ogni cosa o deposito; 4- eventuali fioriere, comunque decorose, dovranno essere poste a delimitazione ed all’interno dell’area concessa al singolo esercente. Spostandoci di Via, l'ordinanza impone lo sgombero di qualsiasi oggetto e tipo di occupazione sulla carreggiata e sovrastante la stessa per un’altezza non inferiore a 4 metri sulla Via Alfano, Via D’Andrea e Via Oberdan in quanto costituiscono itinerario alternativo alla zona pedonale che già esiste bin Via Borgo, Via Frentana, Piazza Insorti d’Ungheria e Piazza Mercato; è fatto divieto di sosta e di fermata per tutti i veicoli su Via Marconi nel tratto compreso tra l’intersezione con Via

Alfano e Piazza Insorti d’Ungheria e tra quest’ultima e l’intersezione tra Via Marconi e Vico Mercato, su Via Ruffini tra l’intersezione con Via Alfano e Piazza Insorti d’Ungheria. Infine In Via F.lli Brigida, nel tratto compreso tra l’interse-

zione con Corso Umberto e Via Roma, eventuali fioriere, dovranno essere collocate dai privati all’interno dello spazio che esiste tra il margine esterno del marciapiedi e la linea bianca di delimitazione della carreggiata.

Domani al parco festa nazionale della creatività TERMOLI - Il Centro di Salute Mentale di Termoli partecipa alla Festa Nazionale della Creatività de L’Aquila. La manifestazione si terrà domani presso la Villa Comunale, dalle 9 alle 23, ed è inserita nel calendario dell’Anno Europeo della Creatività e dell’Innovazione, proclamato dal Parlamento Europeo. In programma un convegno-rassegna, mostre, workshop e spettacoli ai quali parteciperanno famosi artisti come Simone Cristicchi, e molti altri musicisti, artisti e attori. Tema principale dell'appuntamento: “La distruttività del terremoto che non ferma la creatività umana, ma la stimola”. “La vera creatività non si limita alla produzione di oggetti – afferma il dottor. Angelo Malinconico, direttore del Centro di Salute Mentale di Termoli - è soprattutto comunicazione positiva di emozioni profonde. E’ una relazione creativa con gli altri e il mondo. La

manifestazione vuole dare l’avvio a un movimento di pensiero creativo, che non si esaurisca con la festa stessa, ma che divenga occasione per i cittadini di riflessione”. In questo contesto, sarà attivata una raccolta di fondi a beneficio di associazioni per la tutela della salute mentale, con il preciso scopo di creare cittadinanza, integrazione e riabilitazione per quelle persone che soffrono del pregiudizio e dell’emarginazione. Il gruppo Espressivo del Centro di Salute Mentale di Termoli parteciperà all’evento sia mettendo a disposizione dei quadri prodotti dagli utenti, che prendendo parte con operatori e pazienti, al laboratorio creativo di pittura “La mia Guernica” dove pazienti psichiatrici e giovani aquilani dipingeranno pannelli con immagini del terremoto. Ulteriori notizie sono disponibili sul sito www.festacreatività.org

Inaugurato il parcheggio multipiano TERMOLI – Questa mattina entra in funzione il nuovo parcheggio multipiano custodito di Via Campania, inaugurato lunedì pomeriggio dal primo cittadino, Assessori e Consiglieri di maggioranza. Il parcheggio sarà gratuito per la prima settimana di attività e, contestualmente all'apertura della struttura, entra in funzione un servizio navetta gratuito che trasporterà gli utenti del parcheggio fino al centro cittadino. La moderna struttura, la prima realizzata in città, può ospitare 170 posti auto a pagamento che saranno custoditi 24 ore su 24, ed è stata realizzata dall'Amministrazione comunale per far fronte alla carenza di posti auto e per decongestionare il traffico nel centro cittadino, nelle cui immediate vicinanze è situato il nuovo parcheggio.

Raccolta porta a porta, oggi i risultati TERMOLI – Questa mattina alle 11, presso il piazzale antistante la Chiesa S. Maria degli Angeli , zona dove è partito per primo il servizio, il sindaco Vincenzo Greco e l'assessore all'Ambiente Emanuela Lattanzi presenteranno i risultati raggiunti con il nuovo servizio di raccolta differenziata. Nell'occasione sarà presentato un importante premio nazionale conferito al Comune in tema di gestione dei rifiuti, che é stato ritirato ieri mattina a Roma.

13 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009


S P O RT SLALOM

La gara in programma domenica si svilupperà su un tracciato di 3 km e 360 metri

Si alza il sipario sul Memorial Battistini CAMPOBASSO - SI è alzato ufficialmente il sipario sull’edizione 2009 dello slalom Città di Campobasso, Memorial “Gianluca Battistini”, organizzato dall’Aci in collaborazione con la Molise Racing e la Tecno Motor, valido come tappa del campionato italiano slalom. Presso la concessionaria Vitale Motor di Campobasso, si è svolta la conferenza stampa di presentazione. Davanti a un parterre di qualità (presenti tutte le istituzioni che sono da sempre vicine alla kermesse), si sono tolti i veli su quella che è considerata da tanti la gara clou della stagione sportiva, non soltanto sotto l’aspetto tecnico e d dei risultati, ma anche sentimentale ed emotivo, nel ricordo di un grande appassionato delle quattro ruote quale era Gianluca. <Sarà sicuramente una manifestazione di ottimo livello – ha esordito il direttore dell’Aci Campobasso Giovanni Caturano – è una gara alla quale tanti sono appassionati, una gara importante sotto tutti gli aspetti. Un grazie va alla famiglia Battistini che come sempre ha voluto fortemente questo evento e a tutti quelli che interverranno. Come Aci, anche in questo 2009, daremo il massimo affinché tutto riesca per il verso giusto, puntando molto sulla sicurezza dei piloti e degli spettatori. Grande merito va alla macchina organizzativa che ormai da tempo è al lavoro per garantire la riuscita dell’evento. Un grazie va a Luigi Iacampo e ai ragazzi di Mascione che senza sosta sono sulla strada per allestire il percorso, a testimonianza di quanto tengano a questo evento sportivo>. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore allo sport della Provincia, Pietro Montanaro. “Essere qui oggi è per me motivo di grande soddisfazione – argomenta – ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Gianluca e so quanta passione aveva per le quattro ruote. E’ una manifestazione alla quale come ente saremo sempre vicini”. La dottoressa Di Iorio, in rappresentanza dell’assessorato allo sport della Regione Molise, ha sottolineato: “Con l’Aci abbiamo da sempre un ottimo rapporto di collaborazione che in queste occasioni si rafforza ulteriormente. Il nostro apporto sarà anche di promozione del territorio attraverso lo sport. Cercheremo, come ente di dare sempre il massimo. L’augurio – ha concluso la Di Iorio – che

sia una due giorni di grande sport e spettacolo per tutti quelli che interverranno all’evento”. Molto interessante, come sempre, è stato l’intervento del presidente del Coni Regionale Guido Cavaliere: “Gianluca deve essere un esempio per i più giovani che si avvicinano alla pratica sportiva – dice – per il suo attaccamento, la sua passione e la sua dedizione, qualità che sempre lo hanno contraddistinto. Lo sport automobilistico nella nostra piccola regione produce atleti di rilievo che si fanno onore in campo nazionale. Anche per questo va sostenuto e aiutato. Manifestazioni come lo slalom Battistini sono importanti anche e soprattutto per la crescita di tutto il movimento. Ho avuto la fortuna di conoscere Gianluca personalmente e alla sua famiglia sono particolarmente legato. Come Coni metteremo a disposizione anche dei trofei e saremo sempre vicini ad eventi di questo genere”. Sull’aspetto prettamente tecnico dello slalom Città di Campobasso è intervenuto il delegato regionale della Csai Saverio Ricciardi. “La gara si svilupperà su un tracciato di 3 km e 360 metri. Tre saranno le salite ufficiali e una di ricognizione. Siamo contenti per come stanno rispondendo le scuderie locali, il nostro movimento è in crescita. L’augurio, ovviamente è che tutto vada per il verso giusto. E’ grande l’impegno anche da parte della federazione nazionale che ci sostiene, questo non può che farci piacere. Per due giorni il Molise sarà al centro d’Italia”. Emozionantissimo, come al solito Renzo Battistini che raccoglie così il suo intervento: “Per noi, come sempre rappresenta una cosa bella”. Sarà una gara particolare, quella di casa, per il driver Fabio Emanuele che a questo evento è particolarmente legato. “Lo slalom Battistini è stata la mia prima gara in carriera e tra l’altro, in questa manifestazione ho ottenuto anche la mia prima vittoria. Così mi sono innamorato delle quattro ruote. E’ anche grazie allo slalom Battistini che oggi posso dire di aver vinto il campionato italiano per due anni. Sotto i colori della Campobasso Corse domenica ci sarà anche una ragazza che è in lotta per il tricolore femminile e questo non può che farci piacere. A detta di molti lo slalom Città di Campobasso è tra i migliori della penisola, questo deve essere per tutti motivo di vanto”.

CALCIO

In Lega Pro si salvano solo Catanzaro e Perugia CAMPOBASSO - Solo Catanzaro e Perugia potranno continuare a giocare nella Lega Pro del calcio. Lo ha ufficializzato il consiglio federale della Figc che oggi ha ratificato le decisioni della Covisoc, la Commissione di vigilanza sulle società di calcio professionistiche. Vengono cancellate, dunque, otto squadre, Biella, Ivrea, Avellino, Treviso, San Benedettese, Venezia, Pisa e Pistoiese. Uscendo dalla sede della Federcalcio, il presidente della Lega Pro, Mario Macalli, si dice tutto sommato

14 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009

soddisfatto: ''Se su 90 squadre ne ho fuori solo 4 (Ivrea, Venezia, Sambenedettese e Pistoiese, ndr) dico che sono fortunato perché con le stesse regole che applichiamo noi sarebbero fuori 15 società di serie B. Da noi - insiste Macalli - con 100mila euro di debiti si va a casa. In B invece con 10milioni di euro di indebitamento si gioca''. Il presidente della Lega Pro spiega poi di aver chiesto oggi al Consiglio federale una revisione delle regole: ''Perche' - spiega - serve più equità”.

Tour: a Cavendish la tappa Nocentini ancora in Giallo Mark Cavendish ha vinto la decima tappa, la LimogesIssoudun di 194.5 chilometri. Il britannico ha conquistato la terza vittoria di tappa a questa edizione del Tour de France, con una volata lunghissima di circa 250 metri su cui Hushovd non è riuscito a rimontare. Tutto facile per Rinaldo Nocentini: il toscano si è difeso senza problemi e mantiene la maglia gialla di leader della classifica generale.

CALCIO SERIE D

Giornata decisiva per le sorti del Campobasso Anche il Castel di Sangro vuole l’Interregionale CAMPOBASSO - Quella di oggi dovrebbe essere la giornata decisiva per le sorti del Campobasso. Il sindaco Di Bartolomeo comunicherà a Capone l’esito del sondaggio condotto dal primo cittadino con gli imprenditori campobassani. Qualche cosa di concreto potrebbe esserci. Si tratta di piccole contribuzioni che, molto probabilmente, non interessano a Capone che sicuramente si aspettava di più dall’imprenditoria locale. Resta, almeno fino a domani, congelata la campagna acquisti dei Lupi anche se Nucifora continua a trattare con alcuni pezzi importanti del mercato calcistico. Nella tarda serata di ieri la tifoseria organizzata del Lupo si è incontrata per cercare di capire cosa stia veramente accadendo nel club di Contrada Selvapiana. Il Bojano ora è alla ricerca di nuovi soci per assicurare un campionato dignitoso alla squadra. Il Trivento di Falcione è sempre più attivo sul mercato. Gino Griguoli avrebbe messo a segno un paio di colpi veramente importanti. Noni ancora coperti in attesa della firma dei rispettivi contratti. Per fine settimana dovrebbero conoscersi i nomi dei nuovi calciatori. L’Agnone è alle prese con alcune difficili riconferme. Anche Di Vito sembra allontanarsi mentre Partipilo batte i piedi e non accetta sconti. Aquaro è sempre più lontano conteso dal Trivento e dal Chieti. Un campionato, quello che si appresta a partire, molto avvincente. Oltre alle quattro molisane iscritte anche il Castel Di Sangro, che gravita proprio nella provincia di Isernia, sembra intenzionato a giocare tutte le sue carte per un posto in serie D. Si sono chiuse lunedì le iscrizioni al campionato di serie D ed oggi il Consiglio Federale comunicherà l’elenco delle società professionistiche non iscritte ai campionati. Due appuntamenti ai quali il Castel di Sangro guarda con grande attenzione. La società giallorossa ha infatti presentato domanda di ripescaggio, ma per sperare servono circa venti cancellazioni nelle categorie superiori. Al momento, i posti liberi certi sono sette. Si tratta di società della Lega Pro che hanno rinunciato ad iscriversi (Biellese ed Ivrea) o che, bocciate in prima istanza dalla Covisoc, hanno rinunciato a presentare ricorso (Avellino, Pisa, Treviso, Sambenedettese e Venezia). I club ancora in bilico restano nove (Alghero, Barletta, Catanzaro, Igea Virtus, Legnano, Perugia, Pistoiese, Pro Sesto e Vibonese), ma per saperne di più bisognerà aspettare il responso della Commissione di vigilanza che dovrà esaminare la documentazione prodotta per superare l’esame di riparazione. Rischia una bocciatura-bis la Pistoiese, in dubbio anche Perugia, Catanzaro e Vibonese. Le altre, invece, dovrebbero farcela. In serie D sono due le defezioni annunciate. Un posto si libera a seguito di fusione senza cessione di titolo sportivo (Feralpi e Salò formano la Feralpi Salò), l'altro dopo la rinuncia dell’Eurotezze. Altre società, a poche ore dalla scadenza, non hanno ancora presentato la documentazione necessaria per iscriversi. Hanno poco tempo per porre rimedio alle loro incertezze, prima che le porte della serie D si chiudano irrimediabilmente. Resta in attesa di conoscere il proprio futuro anche l’Angolana, che forte di una sentenza del Tar Lazio relativa ad un ricorso presentato dopo il mancato ripescaggio della scorsa estate, potrebbe essere

iscritta in sovrannumero alla Seconda Divisione. E proprio le quattro società soprannumerarie complicano i piani giallorossi, perché la serie D dovrà tornare da 166 a 162 squadre, almeno all’inizio. In seguito, infatti, è probabile che le società escluse dalla Prima Divisione vengano nuovamente inserite in D ma in esubero, e considerando anche la posizione de L’Aquila si rischia di arrivare a 167 formazioni. Il Comitato ha annunciato che si provvederà ad effettuare ripescaggi a partire dal quinto posto disponibile. Le domande presentate sono 24, ma da questa lista bisogna escludere le società con documentazione incompleta (Sestri Levante, Novese ed Ebolitana) più quelle già ripescate negli ultimi anni (Caravaggese e Somma). Le altre andranno comunque esaminate da un’apposita commissione. Secondo indiscrezioni, il Comitato avrebbe valutato molto positivamente l’incartamento presentato dal Castel di Sangro. Che, tuttavia, si trova indietro rispetto ad alcune squadre che in base al regolamento vigente vantano la precedenza: le perdenti degli spareggi nazionali dell’Eccellenza (Borgo a Buggiano, Civitanovese, Del Conca, Fondi, Legnago Salus e Settimo) e le perdenti degli spareggi play-out della D (Ars et Labor Grottaglie, Atletico Puteolana, Città di Vittoria, Elpidiense Cascinare, Pontevecchio, Russi e Sansovino), sempre che queste squadre dimostrino di avere le carte in regola per essere ripescate. Con tredici club davanti, resta da capire che posizione occuperebbero i sangrini nella graduatoria da formare fra le società retrocesse direttamente dalla D (Bolzano, Civitavecchia e Maceratese) e le altre dell’Eccellenza (insieme ai giallorossi hanno fatto domanda Cesenatico e Seregno). Risposte che arriveranno dopo una valutazione globale della documentazione presentata da tutte le società, e che saranno utili soltanto nel caso in cui l’elenco delle squadre escluse da Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti (per la serie D) dovesse allungarsi fra oggi e domani. In caso contrario, infatti, l’ipotesi-ripescaggio, da molto difficile, tornerebbe ad essere quasi impossibile...

Juventus, Ferrara: "Lotteremo per il vertice" Ciro Ferrara non si nasconde più: "Lotteremo per il vertice". Su Nedved: "Lo voglio nel nostro staff" . Il tecnico bianconero è estremamente soddisfatto delle operazioni di mercato fin qui effettuate dalla società, con i colpi di Diego, Fabio Cannavaro e il fresco ingaggio di Felipe Melo: “Sono molto contento. Siamo quelli che hanno investito di più dopo il Real Madrid, ma ora dobbiamo trasferire in campo questo vantaggio. Quando c'è stata la possibilità di prendere Felipe Melo, siamo andati convinti di fare la scelta giusta e abbiamo acquistato un giocatore che può giostrare davanti alla difesa”.


S P O RT VOLLEY A2

Stefano Cosimi "piglia tutto" nei tornei di IV e III categoria

In forte crescita in Molise il pongismo al femminile CAMPOBASSO - Torna nuovamente in cronaca per qualità e quantità il tennistavolo tutto al femminile in Molise. A conclusione dei tornei individuali di 4ª e 3ª categoria non può che essere più che positivo il bilancio della Fitet Molise. Diverse, infatti, sono le atlete che hanno raggiunto un livello medio di gioco molto elevato, mettendo anche in luce una ottima capacità d lettura di ogni singolo incontro. Risultati che fanno ben sperare per il futuro ed in particolar modo per la prossima stagione agonistica in serie B per cio che concerne il Petrella Tifernina. E proprio a due pongiste dello Shalom sono andati i due titoli di campione regionale: Alessandra Aversa si è imposta nella 4ª categoria, mentre Danila Viglione ha ottenuto la leadership della 3ª categoria. Ottime, comunque, le prestazioni offerte da tutte le atlete che si sono date battaglia lungo tutto l'arco dell'anno e che, sul campo di gara, hanno dimostrato il proprio valore e le proprie capacità sia tecniche che tattiche. Tornei incoraggianti dai quali partire per meglio programmare anche e soprattutto l'attività a livello nazionale dove le pongiste molisane dovranno tentare di ottenere maggiori vittorie e piazzamenti d'onore rispetto alla passata stagione. I risultati fino ad oggi conquistati, comunque, rendono più che soddisfatti ed orgogliosi tutti i tecnici ed istruttori della Fitet Molise con in testa il presidente Bernardo Cosimi. I ri-

sultati. Singolo femminile 4^ Categoria: Aversa Alessandra A.S.D. T.T. P.G.S. "Shalom" Petrella (campione regionale), Buonviaggio Mariacarmela A.S.D. T.T. Isernia, D'Adamo Lucia A.S.D. T.T. Savoia ’85, D'Antuono Carla A.S.D. Real Guglionesi, Casciano Chiara A.S.D. T.T. Castelpetroso, Massaro Carmen A.S.D. T.T. Le Morge, Aversa Ylenia A.S.D. T.T. P.G.S. "Shalom" Petrella, Pietraroia Marianna A.S.D. T.T. Isernia. Singolo femminile 3^ Categoria: Viglione Danila A.S.D. T.T. P.G.S. "Shalom" Petrella (campione regionale), Aversa Alessandra A.S.D. T.T. P.G.S. "Shalom" Petrella, Buonviaggio Mariacarmela A.S.D. T.T. Isernia, D'Adamo Lucia A.S.D. T.T. Savoia ’85, Aversa Ylenia A.S.D. T.T. P.G.S. "Shalom" Petrella, D'Antuono Carla A.S.D. Real Guglionesi, Casciano Chiara A.S.D. T.T. Castelpetroso, Massaro Carmen A.S.D. T.T. Le Morge. Intanto, nel settore maschile, è un momento decisamente d'oro per il pongista campobassano Stefano Cosimi. L'atleta del capoluogo di regione, figlio d'arte, infatti, ha conquistato il titolo di campione regionale individuale sia per ciò che concerne la 4ª categoria che per la 3ª categoria. Una prova maiuscola in ambedue i raggruppamenti che ha messo in secondo piano tutti i suoi diretti avversari e, in alcuni casi, anche suoi compagni di società. Da segnalare, infine, la massiccia presenza di atleti del sodalizio sportivo dello Shalom Petrella Tifernina.

GOLDEN GALA

Entusiasmante la partecipazione del Molise CAMPOBASSO - E' stata una grande giornata di sport quella che ha visto protagonisti i ragazzi di Civitacampomarano che venerdì scorso hanno partecipato al palio dei comuni, staffetta 12X200 svoltasi nello stadio olimpico di Roma nell'ambito del Golden Gala, Meeting internazionale di atletica leggera. Dopo il ritrovo nello stadio dei marmi (nella foto), i ragazzi hanno raggiunto la pista di atletica dell'olimpico dove hanno corso la staffetta partendo in seconda batteria. C'erano anche altri comuni del Molise all'importante evento quali il Comune di S. Giuliano di Puglia, Baranello, Petacciato, Larino, Colletorto. La sera poi sono stati i professionisti a dare spettacolo nelle di-

verse discipline con i migliori atleti del mondo. E' stato emozionante seguire le diverse gare, in particolare il salto in alto con la vittoria di Antonietta Di Martino, l'unica italiana ad aver vinto una gara in questa XXIX edizione del Golden Gala L'Amministrazione comunale di Civitacampomarano ringrazia innanzitutto i ragazzi che hanno mostrato grande impegno ed entusiasmo nel partecipare all'iniziativa. Un ringraziamento particolare alla Fidal, Federazione italiana di atletica leggera che ha dato la possibilità al comune di partecipare al palio, in particolare al Prof. Trivellato, la Dott.ssa D'Urso e la Dott.ssa Eleonora Lichtner dell'ufficio promozione del Golden Gala. Iniziative

come queste sono importanti per avvicinare i ragazzi al mondo dello sport, ad uno sport pulito inteso come momento di aggregazione e di crescita sociale.

TENNIS

Trionfo di Fabio Mancini a Vasto VASTO - Domenica 12 luglio si è concluso il Torneo Nazionale di IVa Categoria organizzato dell’A.P.D. Promo Tennis Vasto del Presidente e del Maestro di Tennis Giuseppe “Pino” D’Alessandro (una vecchia conoscenza per gli appassionati termolesi della racchetta) e disputatosi presso il Centro Sportivo “San Paolo”. Trentadue i partecipanti, dei quali otto atleti inseriti nel Tabellone NC. Il Tabellone Principale è stato vinto da Fabio Mancini (A.T. Termoli), mentre il Tabellone dei N.C. ha visto il successo di Ugo Cipollone (C.T. Vasto). Questo il dettaglio delle fasi finali del Torneo “Aurora 2003”. Tabellone Principale: Semifinali – Fabio Mancini (A.T. Termoli) vs. Fabio De Mari-

nis (A.P.D. Promo Tennis Vasto) 6-1/6-3; Maurizio Ialacci (C.T. La Selva San Salvo) vs. Massimiliano Mancini (C.T. Lanciano) 6-2/6-0 (ritiro). Finale 1°/2° Posto – Fabio Mancini vs. Ialacci Maurizio 6-4/6-1. Classifica Finale: 1° - Mancini Fabio, 2° - Ialacci Maurizio, 3° - De Marinis Fabio, 4° - Mancini Massimiliano. Tabellone NC: Finale 1°/2° Posto – Ugo Cipollone (C.T. Vasto) vs. Salvatore Lanza (C.T. La Selva San Salvo) 6-3/6-1. Classifica Finale: 1° - Cipollone Ugo, 2° - Lanza Salvatore. Per Fabio Mancini, un atleta che ama il gioco di fondo campo, alternandolo con delle fasi aggressive e offensive verso la rete, un’affermazione che lo proietta verso una certa promozione alla IIIa Categoria.

CICLISMO

Franco Cianci domina a Lanciano CAMPOBASSO - Primo successo stagionale per Franco Cianci, che a Lanciano ha dominato il trofeo “Santa Maria delle Grazie”. Nella prova riservata agli esordienti primo anno, il portacolori del Gs Garofalo si è imposto grazie ad una superlativa azione personale, partita dopo pochi chilometri. Nonostante il circuito (di due chilometri, da ripetere quattordici volte) non presentasse salite vere e proprie, il termolese è riuscito a mantenere un significativo vantaggio, arrivando al traguardo in solitudine. Alle

sue spalle, la lotta per il secondo posto ha premiato Michele Taddeo del Pedale Teate, mentre si è classificato al terzo posto Diego Mascia della Noce Euro 90. Buon sesto l’altro molisano Alessandro Fiorilli, sesto al traguardo. Nella prova dei “secondo anno”, buon tredicesimo posto per Alessio De Santis. Buone prestazioni anche per altri due portacolori del Gs Garofalo, Andrea De Simone e Francesco Di Bernardo della categoria allievi, rispettivamente 18’ e 23’ a Guarenna di Casoli.

Formula Uno: Raikkonen verso l'addio

Tuffi: si presenta ubriaco in gara, addio ai Mondiali

A fine stagione il finlandese Kimi Raikkonen lascerà probabilmente la Formula 1 e si dedicherà ai rally. A rivelarlo è un magazine finlandese, il “Veikkaaja”, che ha sentito in proposito un amico dell'ex campione del mondo. L'amico avrebbe dichiarato che “Kimi non parla più di Formula 1. Parla solo di rally”. In effetti a fine mese Raikkonen ha in programma la partecipazione al Rally di Finlandia, dove guiderà una Grande Punto S2000 Abarth.

Magra figura per il tuffatore ventiduenne messicano Yahel Castillo. L’atleta, che aveva anche partecipato ai Giochi di Pechino 2008, è stato espulso dalla squadra messicana, in partenza per i Campionati del Mondo di Nuoto che si svolgeranno a Roma a partire da venerdì, perché presentatosi ad una gara delle Universiadi svoltesi a Belgrado ubriaco. A prendere la decisione è stata la commissione tecnica della Federnuoto messicana.

15 ANNO II - N° 161 MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009


lagazzettadelmolise_15-07a  

DISTRIBUZIONE GRATUITA MERCOLEDÌ 15 LUGLIO 2009 ANNO II - N° 161

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you